Sei sulla pagina 1di 19

L’Open Source per l’eLearning

ATutor vs Moodle
Veronica Mobilio - CNIPA

Scegliere una piattaforma

Le PA che decidono di erogare progetti formativi


in modalità eLearning si trovano di fronte alla
necessità di adottare una piattaforma.

Quelle maggiormente diffuse sul mercato sono


di tipo proprietario, ma esiste una soluzione
alternativa ad esse:

Sistemi Open Source

Roma - 5/4/2006 L’Open Source per l’eLearning – Veronica Mobilio

1
Piattaforma OS

è caratterizzata dall'essere fornita in codice


sorgente aperto e libero, esso cioè può essere
letto, riutilizzato ed eventualmente modificato
direttamente dai clienti o da altri soggetti

ƒ Buona tecnologia
ƒ Non obbligano a pagare le royalties
ƒ Si basano su un modello di sviluppo dove il
risultato è possibile grazie al contributo di molti
e differenti soggetti, in un’ottica di lavoro e
apprendimento collaborativo

Roma - 5/4/2006 L’Open Source per l’eLearning – Veronica Mobilio

LMS Open Source

Nessun “soggetto” player di rilievo ma crescita incredibile:

Roma - 5/4/2006 L’Open Source per l’eLearning – Veronica Mobilio

2
Dal punto di vista delle PA

ƒ L’orientamento verso l’OS può essere l’occasione non


solo per rivedere nuovi processi strategici riguardanti
l’ingegnerizzazione dei sistemi di produzione del
software e lo sviluppo autonomo basato su specifiche
documentate e standard, ma anche per ridefinire
processi e servizi andando verso un nuovo modello
di sviluppo che contribuisca all’acquisizione della
capacità di assumersi in proprio la responsabilità e la
gestione del sistema informatico.

ƒ Direttiva “Sviluppo ed utilizzazione dei programmi


informatici da parte delle PA” del 19 Dicembre 2003
(Gazzetta Ufficiale n. 31 del 7/2/2004)

Roma - 5/4/2006 L’Open Source per l’eLearning – Veronica Mobilio

Per questi motivi…

ƒ Il CNIPA ha avviato una sperimentazione volta


ad acquisire conoscenze circa le opportunità
offerte dalle piattaforme OS per l’eLearning.
ƒ Consci del fatto che l’unico modo per conoscere
bene un sistema è utilizzarlo, dopo aver
analizzato differenti piattaforme OS presenti sul
mercato, si è scelto di “testare” sul campo due
piattaforme:

Moodle e Atutor

Roma - 5/4/2006 L’Open Source per l’eLearning – Veronica Mobilio

3
Moodle - 1

Roma - 5/4/2006 L’Open Source per l’eLearning – Veronica Mobilio

Moodle - 2

ƒ LMS completo
ƒ Community vasta
ƒ Forte attenzione aspetti pedagogici (pedagogia
costruzionista sociale)
ƒ Ambiente flessibile (curva di apprendimento molto dolce)
ƒ Interfaccia browser a tecnologia non avanzata e
compatibile con altri sistemi
ƒ Permette di categorizzare e ricercare i corsi
ƒ Gestione delle funzionalità a plugin
ƒ Rilevanti misure di sicurezza

Roma - 5/4/2006 L’Open Source per l’eLearning – Veronica Mobilio

4
Moodle - 3

Moodle - Scheda tecnica:


ƒTecnologia usata: PHP, MySQL
ƒSistemi operativi supportati: Tutti i S.O. nei quali è
possibile installare e far girare PHP, Apache e MySQL
ƒTipo di licenza: GPL
ƒStandard di E-Learning supportati: SCORM 1.2 e IMS-QTI
per l’importazione
ƒLingue disponibili: oltre 40 lingue
ƒInstallazioni in Italia: Università di Roma “La Sapienza”,
Università del Piemonte Orientale, di Bari, di Modena e Reggio,
di Padova, di Perugia, di Torino, ecc.

Roma - 5/4/2006 L’Open Source per l’eLearning – Veronica Mobilio

ATutor - 1

Roma - 5/4/2006 L’Open Source per l’eLearning – Veronica Mobilio

5
ATutor - 2

ƒ Centro di ricerche per le tecnologie adattabili


dell’Università di Toronto (2002)
ƒ Forte attenzione e conformità alle specifiche
sull’accessibilità
ƒ Ambiente integrato
ƒ Possibilità di definire chiavi per la ricerca (tutto catalogo
corsi)
ƒ Strumenti per l’importazione e l’esportazione degli utenti
ƒ Possibilità di creare test e tracciare
ƒ Supporto standard SCORM e IMS per packaging dei
contenuti
ƒ Elevate caratteristiche di accessibilità e usabilità

Roma - 5/4/2006 L’Open Source per l’eLearning – Veronica Mobilio

ATutor - 3

ATutor - Scheda tecnica:


ƒTecnologia usata: PHP, Apache, MySQL
ƒSistemi Operativi supportati: Tutti i S.O. nei quali è
possibile installare e far girare PHP, Apache e MySQL
ƒTipo di licenza: GPL
ƒStandard di E-Learning supportati: SCORM 1.2, IMS
packaging e specifiche di accessibilità W3C WCAG 1.0 al livello
AA+.
ƒLingue disponibili: Più di 16
ƒInstallazioni in Italia: ISIT Bassi Buratti, Università di
Bologna - Facoltà di Economia, Università di Firenze - Facoltà di
Medicina, Università di Cassino - Facoltà di Giurisprudenza,
Conlabora.net, ecc.

Roma - 5/4/2006 L’Open Source per l’eLearning – Veronica Mobilio

6
Perché Moodle e ATutor ?

La scelta di questi due sistemi è stata


effettuata in base a tre criteri principali:
1. conformità agli standard per il contenuto

2. diffusione a livello nazionale


(comunità + società)

3. corrispondenza ai requisiti di accessibilità

Roma - 5/4/2006 L’Open Source per l’eLearning – Veronica Mobilio

La sperimentazione

Ottobre 2005 – Aprile 2006


Test “sul campo” delle funzionalità delle due piattaforme
Step:
9 installazione delle due piattaforme su un server,
9 configurazione del sistema e dell’ambiente tecnologico,
9 definizione dell’impianto metodologico del benchmark,
9 test delle funzionalità delle due piattaforme,
9 test di usabilità sul campo,
9 analisi e presentazione dei risultati.

Obiettivo?

Roma - 5/4/2006 L’Open Source per l’eLearning – Veronica Mobilio

7
Dal particolare al generale:
dal caso del CNIPA
al caso della Pubblica Amministrazione

CNIPA Comunità Sistema di


groupware

L’idea è quella di sostituire la


tecnologia utilizzata per l’attuale
stanza di lavoro “Scuola virtuale della
P.A.” con una delle due piattaforme

PERCHE’?

8
Login

Roma - 5/4/2006 L’Open Source per l’eLearning – Veronica Mobilio

Home page

Calendario
Pulsanti molto utili

Strumenti

Roma - 5/4/2006 L’Open Source per l’eLearning – Veronica Mobilio

9
Dal punto di vista dell’utente:

comunicazione/collaborazione

Gli strumenti:
Rubrica: tutti i membri della stanza di lavoro
con relativo indirizzo e-mail

Roma - 5/4/2006 L’Open Source per l’eLearning – Veronica Mobilio

10
Gli strumenti:
Forum: strumento di comunicazione asincrono

Roma - 5/4/2006 L’Open Source per l’eLearning – Veronica Mobilio

Dal punto di vista dell’utente:

Didattica e contenuti

11
Gli strumenti:
Archivio risorse: piccolo repository di documenti

Roma - 5/4/2006 L’Open Source per l’eLearning – Veronica Mobilio

IMPORTANTE:

ƒ E’ possibile leggere e scaricare i documenti


presenti in tutte le cartelle dell’archivio risorse
ma solo in una caricare e modificare i
documenti: la cartella personale

Cartelle personali Æ Cartella personale Mario

ƒ La cartella personale può essere utilizzata anche


per sottoporre all’attenzione del tutor i
documenti che si desidera pubblicare
nell’archivio risorse e condividere con gli altri
utenti della stanza.

Roma - 5/4/2006 L’Open Source per l’eLearning – Veronica Mobilio

12
Il calendario

Facendo un clic
sulle date in
grassetto si
possono
visualizzare
eventi e incontri
interessanti per
gli utenti della
stanza:
“Scuola virtuale
della PA”

Roma - 5/4/2006 L’Open Source per l’eLearning – Veronica Mobilio

Gli strumenti:
Diario delle attività: date eventi stanza di lavoro

Roma - 5/4/2006 L’Open Source per l’eLearning – Veronica Mobilio

13
Stanza di lavoro “Scuola virtuale della PA”

ƒ Tecnologia utilizzata:
Sistema di groupware semplice con poche
funzionalità

ƒ Piattaforma:
molto più flessibile e performante

Moodle o ATutor?

Roma - 5/4/2006 L’Open Source per l’eLearning – Veronica Mobilio

Dal particolare al generale:


dal caso del CNIPA
al caso della Pubblica Amministrazione

Analisi rapporto Anee/Assinform 2004


PA Analisi rapporto Anee/Assinform 2005

14
Ostacoli all’
all’adozione dell’
dell’e-learning nel 2005

Mancanza di personale qualificato 18%

Scarsa informazione sull'e-learning 18%

Scarsa fiducia nell'e-learning 5%

Preferenza aula 33%

Scarsa dotazione ICT 18%

Assenza di fondi 8%

55% delle PA sono certe di sviluppare ulteriormente l’attività


formativa erogata in e-learning e un ulteriore 19% risulta
propenso ad ampliare il ricorso a tale metodologia didattica
Roma - 5/4/2006 L’Open Source per l’eLearning – Veronica Mobilio

Scenari ipotizzati

ƒ Caso a) Una PA che deve erogare un corso di formazione


in modalità e-learning ai suoi dipendenti o a utenti esterni.
ƒ Caso b) Una PA che deve erogare un corso in modalità
blended ai suoi dipendenti o a utenti esterni (per la quale,
quindi, si pone il problema di coordinare i calendari
didattici degli eventi previsti e sincronizzare le diverse
attività).
ƒ Caso c) Una PA che, come il CNIPA, eroga formazione
(sia essa in presenza o a distanza) in maniera regolare e
che intende utilizzare uno strumento tecnologico per
aggregare e formare una comunità di utenti che
interagisce non solo in aula in occasione dei corsi e
seminari, ma anche a distanza.

Roma - 5/4/2006 L’Open Source per l’eLearning – Veronica Mobilio

15
Scenari e target
ƒ Eterogeneità di competenze
ƒ Dotazioni strumentali e tecnologiche non omogenee
ƒ Rapporto 2005:

Adulti:
motivazione
(andragogia)

Roma - 5/4/2006 L’Open Source per l’eLearning – Veronica Mobilio

Vantaggi percepiti dell’e-learning

Riduzione delle spese di viaggio 16,30%

Modo di non spostare gli utenti dalla stazione di lavoro 20%

Ideazione di percorsi individualizzati 13,30%

Possibilità di accesso per utenti occupati 8,20%

Flessibilità dei contenuti erogati 10,30%

Apprendimento migliore 2,10%

Risparmio dei costi 13,10%

Risparmio dei tempi 15,60%

Roma - 5/4/2006 L’Open Source per l’eLearning – Veronica Mobilio

16
Motivi di insoddisfazione

Povertà dell'offerta in termini


5%
di contenuti

Disorganizzazione 16%

Assenza di tut or/ figure di


support o 32%

Scarsità di lavoro
21%
collaborativo

M ancanza di momenti in
26%
presenza

Roma - 5/4/2006 L’Open Source per l’eLearning – Veronica Mobilio

Concludendo:

ƒ Nel complesso vengono evidenziati proprio quegli


aspetti che attengono ad una delle caratteristiche
cruciali dell’e-learning:

Da un lato metodologia che sfrutta le potenzialità


offerte dall’ICT,

Dall’altro attività formativa che rischia


di essere poco efficace se non supportata
da una continua interazione – seppur soprattutto
virtuale - tra discenti e docenti.

Roma - 5/4/2006 L’Open Source per l’eLearning – Veronica Mobilio

17
Sperimentazione:

analisi delle funzionalità delle due piattaforme alla


luce dei tre scenari d’uso ipotizzati:
1) Supportare l’auto-apprendimento
2) Supportare il blended learning
3) Supportare la comunità virtuale

Dagli scenari ai claim ai task

Roma - 5/4/2006 L’Open Source per l’eLearning – Veronica Mobilio

ATutor - Moodle

ƒ Le due piattaforme sostanzialmente si equivalgono

ƒ L’unico “difetto” di Moodle:


poca attenzione alla conformità alle specifiche
sull’accessibilità

Progetto di adeguamento della piattaforma eLearning


MOODLE ai requisiti della Legge 9/1/2004 n. 4,
contenente le “Disposizioni per favorire l’accesso dei
soggetti disabili agli strumenti informatici”

Roma - 5/4/2006 L’Open Source per l’eLearning – Veronica Mobilio

18
Per maggiori informazioni:

www.cnipa.gov.it
veronica.mobilio@cnipa.it

19