Sei sulla pagina 1di 3

Chimica: concetti e modelli G.Valitutti, M.Falasca, A.Tifi, A.

Gentile

Capitolo 1 Le particelle dell’atomo

FISSIONE E FUSIONE NUCLEARE


reazioni nucleari di maggior interesse dal punto di vista della produzione di
ergia sono le reazioni di fissione nucleare e di fusione nucleare.
La fissione nucleare
ha fissione nucleare quando un nucleo pesante si scinde in due nuclei più
coli di massa confrontabile.
Questa trasformazione può avvenire spontaneamente, oppure può essere
molata bombardando con neutroni un nucleo pesante, che in tal caso si
. Ne sono esempi l’uranio-235 e il plutonio-239. Quando un neutro-
colpisce un nucleo di uranio-235, questo si scinde in due nuclei liberando
0,2 GeV (1 GeV = 109 eV) di energia e 2 o 3 neutroni. L’energia emessa da
di uranio-235 (che contiene 2,6 · 1021 nuclei) corrisponde quindi a circa
1 eV = 1,6 · 10‒19 J); per ottenere la stessa energia bruciando metano
servirebbero circa 1500 kg!
neutroni emessi all’interno della massa dell’uranio-235 possono urtare al-
nuclei e provocarne la fissione con liberazione di altra energia e altri neu-
figura 2.20). Se la quantità di elemento radioattivo supera una certa
ssa detta critica, i neutroni prodotti sono in numero sufficiente a innescare
a reazione a catena, cioè la fissione praticamente simultanea di tutti i nu-
i fissili, che sfocia in un’esplosione nucleare. La massa critica del plutonio-
9, per esempio, è pari a circa 15 kg, ma se l’elemento è particolarmente
mpresso può scendere fino a 5 kg, corrispondente a una sfera delle dimen-
ni di un’arancia.

La fissione di un nucleo di uranio-235. I frammenti possono essere anche


erenti da Ba-142 e Kr-92.

reattori nucleari (circa 400 nel mondo), che oggi sono impiegati per pro-
rre energia su larga scala, la reazione a catena deve, invece, essere control-
a. A tal fine è necessario ridurre il numero e la velocità dei neutroni vagan-
ella massa di uranio, in modo che la liberazione di energia termica sia gra-
ale. Il calore viene poi convertito in vapore e successivamente in energia
ttrica. Il rallentamento dei neutroni si ottiene circondando la massa di ura-
con un moderatore, come la grafite o l’acqua pesante, che ha deuterio D
1H

http://ebook.scuola.zanichelli.it/concettimodelli/parte-b/le-particelle-dell-atomo/fissione-e-fusione-nucleare#151 25/06/19, 15A46


Pagina 1 di 3
con un moderatore, come la grafite o l’acqua pesante, che ha deuterio D
1
1 H , formula D2O.
er diminuire il numero di neutroni si ricorre alle barre di controllo, co-
uite di elementi come il boro e il cadmio: quando esse sono inserite tra le osserva&rispondi
re di uranio, assorbono un gran numero di neutroni bloccando così la rea-
Scrivi l’equazione nucleare re-
ne a catena. lativa alla reazione di fissione
Dalla reazione di fissione si producono molti nuclei leggeri, isotopi di vari rappresentata nel disegno.
menti, che sono a loro volta instabili e radioattivi (scorie radioattive). Il
o smaltimento rappresenta il principale punto debole nell’impiego della
nologia nucleare per la produzione di energia.

successivo
ergia nucleare La fusione nucleare

Parte B - Il mondo dell'atomo


Le particelle dell’atomo
Fissione e fusione nucleare
La fissione nucleare

home multimedia la tua classe il tuo profilo

la tavola periodica degli elementi risorse da scaricare

http://ebook.scuola.zanichelli.it/concettimodelli/parte-b/le-particelle-dell-atomo/fissione-e-fusione-nucleare#151 25/06/19, 15A46


Pagina 2 di 3
http://ebook.scuola.zanichelli.it/concettimodelli/parte-b/le-particelle-dell-atomo/fissione-e-fusione-nucleare#151 25/06/19, 15A46
Pagina 3 di 3