Sei sulla pagina 1di 5

Avv.

AURELIO CANDIAN
PROFESSORE ORDlNARIO DELLA R. UNIVERSITÀ Dl MILANO

....
NULLITA E ANNULLABILIT
DI DELIBERE Dl ASSEMBLEA
DELLE SOCIETÀ PER AZIONI

MILANO
DOTT. Á. GIUFFRE • EDITORE
1942_XX
A mw figlio ALBERTO - oggi ricorrendo il
annuale deZ suo ritorno alla casa paterna dopo il volonta-
riato invemaZe di Albania e la paurosa ferita polmonare
di Klisura - sono dedicate queste pagine, per impulso del
mw cuore che non fn mai piu profondo e piu pnro.
Non appartengono esse proprio a lui, per nn certis-
simo diritto di genitnra?
Tutti i diritti riservati A traverso le veglie crudeli degli ospedali di Salso-
TRIBUNAl fIDE lDERHURSOS
1 g ~ ~ '~ 1"""'+ r'\ llwggiore e di Parma - a lnngo qnel figlio solare fn sospeso
.~, ; .,.' i .~, :,j '1
snl limitare dell' ombra - ogni energia vitale parve entro
di me dilegllare senza speranza. E soltanto dopo il decorso
di piu mesi, come la nobiltà della fibra, il magistero dei
clinici e il militante amore della madre inesansta - so-
vrana energia di salvazione - prevalsero, sentii a mia
volta rifluirmi nelle vene la volontà e la gioia di soprav-
vivere e di operare. Vecchie idee, svigorite nell' abban-
dono, qnasi perdnte per la deslwtndine, ebbero come nn
palpito di reviviscenza spontanea, riafJiora:rono, si pre-
cisarono, si combinarono.
E nacqne qnesto libro.
II qnale, dunqne, e proprio di lni, di Alberto, di qnel
figlio risorto che ci dono la vita.
E io soltanto so, con che animo avrei voZuto - quando
le forze dell'ingegno non foslSero state, ahime, impari a1
voto - offrirgli nn ben piualto dono per consacrazione
di qnesto giomo piit volte natale.

Finito di 8tampare in Milano il 38 .. 6-1942 XX Parma, il 3 lnglio 1942


nello Stabil. Tipo-Litografico CARLO PEREGO
ViaIa Campania N. 51 . Telefono N. 23-358 AURELIO CANDIAN
INDICE-SOMMARIO

pago
lntroduzione 3

PARTE PRIMA

'CENNI SULLA NATURA GIURID]CA DELLE DELIBERAZIONI


DI ASSEMBLEA

1. Negozio giuridico e processo formativo della volontà nelle per·


sone fisiche capaci, nelle persone fisiche incapaci e nelle persone
giuridiche 9
2. Processo formativo ·della volontà nelle persone giuridiche; ripar.
tizione ,di funzioni tra pili organi e loro concorso . 13
3. FormazionedelIa volontà degli organi collegiali 13
4. Volontà dei singolo (partecipe deU' organo collegiale o titolare
dell'organo individuale) e volontà dell'organo . 14
5. Deficienze della volontà dell'organo e negozi giuridici con i terzi 15
6. Presuppostidi efficacia dell'atto di volontà nelle persone giuri.
diche: posizione dei tema 15
7. Nullità e annullabilità. 'Cenno sulla struttura della deliberazione
collegiale 16
8. Identificazione dei soggetto o dei ,soggetti dichiaranti ]7
9. Natura ,delle dichiarazioni di voto dei singoli azionisti: opinione
·deI ISEGRE 19
10. Contenuto psicoIogico deI voto 21
ll. Voto e parere (anche vincolante) 21
12. Dichiarazione « di desiderio» 22
13. II voto come avente, di regola, natura ·di dichiarazione di volontà 24
14. Eccezioni: la ,delibera di approvazione deI bilancio . 28
15. La ,deliherazione ·di assemblea come dichiarazione negoziale; li·
miti di applicazione ad essa della dow'ina dei negozio giuridico;
contributi della scienza deI diritto amministrativo 33

PARTE SECONDA

DEU]BERAZIONI NULLE E DEUBERAZIONi ANNULLABILI

16. Nullità e annullabilità nella scÍenza deI diritto ,amministrativo. 42


17. Nullità e annullabilitàdelle ·delibere di assembIea: schema della
trattazione 48
VIII Delibere di assemblea delle società per azioni I ndice-sommario IX

pago pago
18. Requisiti di esistenza deIl'assemblea 50 52. VioIazione di legge: osservazioni preliminari 1002
19. Stato di soei degli intervenuti 52 53. Distil1zione dall'eccesso di potere . 102
20. Partecipazio"ne di tutti i soei o eonvocazione 53 54. Criterio di identificazÍone deHa « violazione di legge)) in tema
21. Riunione 56 di delibere di assemblea . 103
22. Requisiti di funzionalità dell'assemblea: generici e specifici 57 55. RiIevanzadella violazione come presupposto della sanzione di in-
validità deHa delihera 105
23. Limiti inerentialla capucità dell'ente . 53
56. Segue 106
24. I vizi deHa convocazioneeome difetti di funzionalità ,della acsem·
bIea: ,distinzione dalla mancanza di convocazione 59 56 bis. Effetto della violazione: annullabilità 107
24 bis. Difetti deI contenuto deHa delibera 64 57. Eccesso ,di potere. Considerazioni preliminari: inammissibilità di
un controllo di merito 109
25. Difetti di forma: clas'sificazione 64
58. Tentativi di das·sificazione sistematica delle figure di ec'cesso di
26. Varie 'cause di invalidità: posizione deI tema 66 potere 109
27. Invalidità della delibera per mancallza dell'organo: rillvio ó6 59. L'eccesso ,di potere come sviamento negli ,aui ,delle società per
28. Invalidità per difetto fUllzionale: partizionb 66 azioni 110
29. Nullità per ,difetto di maggioranza 67 60. 'Cenno intorno ad anaIoghi problemi e pm o meno analoghe so-
30. Difetto delle maggioranze speciaIi: rinvio. AssembIee tumultuarie 67 luzioni nella legge e nella dottrina germaniche . 115
31. Controllo ,del raggiungimento delIe maggioranze. Verifica dei po- 61. Altre forme di eccesso di potere: considerazioni generali 116
teri in assemblea: effetto pro'v"visorio . 68 62. Travisamento dei fatti n8
32. Limite del controllo (anche giurisdiúonale) sulla legittimazione 63. IlIogicità o irrazionalità di valutazione . 120
dei votanti in assemblea 71 64 . .contraddittorietà con precedentidispo'sizioni 120
33. Azioni ,aI portatore 71 65. Ingiustizia manifesta . 121
34. Segue 74 66. Invalidità della delibera per annullabilità deI singolo voto. n voto
35. Azioni nominative 75 come ,dichiarazione di volontà non rec.ettizia 122
36. Competenza del presidente deHa assemblea 75 67. Motivi di impugnabililà deI voto; rinvio alla dottrina deI nego-
37. Responsabilità: Iimiti 77 zio giuridico 128
38. Inutilità di un esame analitico delle varie ipotesi di azionisti ap- 68. Vizi deI tÍtolo di legittimazione deI votante 129
parenti 78 69. Azione di annullamento ,deI voto, suaautonoma proponibilità ed
39. Voto dello pseudo.azionista e voto nuHo 78 effetto in rapporto alla delibera 129
40. Nullitàdella delibera per ,difetto delle maggioranze speciali ri- 70. Vizio deI contenulo c1eHa delibera come motivo di anullllabilità:
,chies te in relazione al suo oggeuo . 79 soIuzione negativa 134
41. Nullità deIla delibera per difetti relativi aI suo ,contenuto 30
42. Proclamazione deI risultato deHa votazione: non e elemento co-
stitutivo ,della delibera PARTE TERZA
82
43. Scrittura 84 L'AZIONE DI AOCERTA:MENTO DELLA NULLITÀ
44. Delibere eccedenti i limiti di capacità o di legittimuzione deU'ente 86 E L'AZJONE DIANNULLAMENTO
45. Altri difetti nel processo formativo della delibera: posizione deI
tema 87
71. Azione di (accertamento c1ella) nullità . 139
46. La disciplina del diritto umministrativo: violazione di Iegge, in·
competenza, eccesso di potere 89 72. Azionedi annullamento: lac.d. efficacia provvisoria. deHa deli·
berazione impugnabile e la posizione ,degli amministratori . 140
47. Incertezze della classificazione. Legittimità della 'sua trasposizione
sul terreno degli enti di diritto privato 89 73. Potere di annullamento o di convalida da parte dello stesso ente 142
48. Incompetenza 93 74. Facoltà degli amministratori di provocare la decisione della as-
semblea o di .agire per l'annulIamento: criterio discretivo 144
48 ,bis. Tncompetenza in 'senso proprio e incompetenza qualificata (o
straripamento di potere nel ,diritto pubblico 93 75. Varie possibili situazioni ,deI socio ,di fronte alle delibere della
assemblea 145
49. Applicabilità della distinzione sul terreno delle società (in ispe-
cie,con riguardo alla autonomia degli organidi vigilanza 95 76. L'interesse deI socio come propulsore deHa azione 14,6
50. Conseguenza 100 77. Diritto soggettivo, interesse occasionalmente protetto, interesse
51. Segue semplice nell' ordinamento dello Stato . 147
101
x Delibere di assemblea delle società per azioni I ndice-sommario XI

pago
78. DisegnG di una analoga classificaziGne neU'GrdinamentG delIe 105. Nullità delle delibere amministrative eGstitutive
sGcietà per aziGni 150
106. CGnseguenze deUa nullità negli ,altri casi: in particGlare della
79. Effetti di essa: schema 152 delibera ,di nGmina dell"GrganG agente 0', rispettivamente, di una
80. IdentificaziGne dei « diritti particGlari» dei 'SGci CGi ,diritti BGg· delibera autGrizzativa O' attribntiva di cGmpetenza . 198
gettivi 152 107. DistinziGne delle due categGrie di ipGtesi . 200
81. EsclusiGne dell'aziGne per la tutela deidiritti sGggettivi dall'am· 108. CGnseguenza in Gr,dine agIi effetti dei dlicGrsG deI tempO' 201
bitG dell'art. 2377 155 109. La delibera nulla (O' annullata) di nGmina di amministratGri e la
82. Limiti sGggettivi dei giudicatG. ApplicaziGne in tema di aziGne bUGna fede dei te'rzi: riflessi dei pr:>blema nel dirittG delle per·
di accertamentG ,della nullità . 156 SGne fisiche . 201
83. Inammissibilità deHa impugnativa di accertamentG deU' assen· no. FunziGne della pubblicità legale e SUGi effetti sul terrenO' delle
ziente ... 158 sGcietà cGmmerciali 205
84. . .. 0' di chi abbiada lui acquistatG le aziGni dGpG la delibera 159 111. TentativG di costruziGne dGgmatica del principio deUa tutela dei
85. CGnvalidadi deliberaziGni annulIabili . 160 terzi di frGnte agli aui di un amministratGre nullamente nGmi-
86. OggettG: esdusiGne deUe delibere nulle Q già annullate . 162 natO' 207
87. EffettG ,deUa cGnvalida in pendenza deHa dGmanda diannulla· 112. II c.d. funziGnario di fattG nella dGttrina del dirittG pubblicG . 210
mentG f. 162 112 bis. La distinziGne tra intrusus e praelatus putativus nei canGnisti 214
88. CGnvalida e reVGca 163 113. n funziGnariG di fattG nel dirittG privatG: impGstaziGne dei tema 217
89. C Gnvalida e rinnGvaziGne 'CGn t)ffetti ex tunc (in particGlare, ,a 114. CGstruziGni Gffertedalla dGttrina: -critica . 218
prGpGsitGdi una delibera annulIata) 163 115. MGmentG di efficacia della dichiaraziGne di nullità Q dell'annul·
90. Diriui ,dei terzi 167 lamentO' della nGmina in cGnfrGntG dei terzi 222
116. La GpiniGne dei DGNATI: critica 223
117. N ecessità dei titGIG, sia pure nu11G O' annullabile, e dei pGsseSSG
PARTE QUARTA deIl'ufficiG 227
REAZIONI DELLA NULLITÀ E DELL' ANNULLAMEN110 U8. Pendenza di impugnative ,dell'attG di nGmina . 229
iSUI lRAPPORTI cm TERZI 119. In ispecie, sentenza nGn definitiva nGta ai terZG 231
120. Perdita dei pGSseSSG de11'ufficiG 232
91. VariG rappGrtG deUadelibera di assemblea CGn i terzi e necessità 121. NuIlità di delibere autGl:Ízzative O' attributive di cGmpetenza: li·
di una clas'sificaziGne 171 miti della tutela dei terzi 232
92. Duplice criteriG della clas'sificaziGne 173 122. La GmGIGgaziGne 234
93. Delibere nGrmative 173 123. Segue 238
94. Delibere Grganizzative 175
95. Delibere amministrative 175
96. Delibere autGnGme O' CGstitutive e acceSSGrie O' decisive 176
97. Altre classifi'caziGni prGpGste dalIadGttrina: deliberecGn efficaeia
esterna Q eGn effieacia interna (in ispecie, la classificaziGne dei
DGNATI) 177
98. Critica 180
98 bis. La distinziGne tra rappGrti giuridici e nGn giuridici e le Gb·
bieziGni CGntrG di essa fGrmulate . 183
99. FunziGni rappresentative della assemblea 184
99 bis. PGssibilità di estensiGne dei pGteri deU'assemblea: limiti 187
100. Segue 188
101. SGluziGne prGpGsta 193
102. Segue (identifieaziGne dei pGteri assegnati inderGgabilmente lIgli
amministratGri e ai sindaci) 194
103. Segue 195
104. Nullità eannuUabilità in rapportG 'CGi terzi 196