Sei sulla pagina 1di 262

1

Indice del Manifesto degli Studi:

Elenco dei Trienni accademici di primo livello attivati per l’Anno Accademico
2019/2020
pag. 3 - 4

Elenco dei Bienni accademici di secondo livello attivati per l’Anno Accademico
2019/2020
pag. 5 - 6

Programmi di ammissione ai Trienni accademici di primo livello


pag. 7 - 15

Regolamento didattico dell'Istituto


pag. 16 - 43

Piani di studio dei 31 Trienni accademici di primo livello attivati


pag. 44 - 137

Piani di studio dei Bienni accademici di secondo livello attivati


pag. 138 - 251

Corsi propedeutici – Elenco e programmi di ammissione

pag. 252 – 257

Guida per la compilazione on-line della domanda di ammissione al Triennio


accademico di primo livello ed al Biennio accademico di secondo livello attraverso il
portale "Studenti on-line" raggiungibile dalla sezione "Studenti" del sito Internet
www.istitutobellini.it
pag. 258 – 261

Determinazione del Contributo Omnicomprensivo Annuale da parte degli studenti


pag. 262

2
TRIENNI ACCADEMICI DI PRIMO LIVELLO ATTIVATI A.A. 2019/2020

ARPA – DCPL 01

BASSO ELETTRICO – DCPL 03

BASSO TUBA – DCPL 04

BATTERIA E PERCUSSIONI JAZZ – DCPL 05

CANTO – DCPL 06

CANTO JAZZ – DCPL 07

CHITARRA – DCPL 09

CHITARRA JAZZ – DCPL 10

CLARINETTO – DCPL 11

CLAVICEMBALO E TASTIERE STORICHE – DCPL 14

COMPOSIZIONE – DCPL 15

CONTRABBASSO – DCPL 16

CONTRABBASSO JAZZ – DCPL 17

CORNO – DCPL 19

DIDATTICA DELLA MUSICA – DCPL 21

FAGOTTO – DCPL 24

FLAUTO – DCPL 27

MAESTRO COLABORATORE – DCPL 31

MUSICA ELETTRONICA – DCPL 34

OBOE – DCPL 36

ORGANO – DCPL 38

3
PIANOFORTE – DCPL 39

PIANOFORTE JAZZ – DCPL 40

SAXOFONO JAZZ – DCPL 42

STRUMENTI A PERCUSSIONE – DCPL 44

TROMBA – DCPL 46

TROMBA JAZZ – DCPL 47

TROMBONE – DCPL 49

VIOLA – DCPL 52

VIOLINO – DCPL 54

VIOLONCELLO – DCPL 57

4
BIENNI ACCADEMICI DI SECONDO LIVELLO ATTIVATI A.A. 2019/2020

DCSL/01 ARPA

DCSL/03 BASSO ELETTRICO

DCSL/04 BASSO TUBA

DCSL/05 BATTERIA E PERCUSSIONI JAZZ

DCSL/06 CANTO

DCSL/07 CANTO JAZZ

DCSL/09 CHITARRA

DCSL/10 CHITARRA JAZZ

DCSL/11 CLARINETTO

DCSL/14 CLAVICEMBALO E TASTIERE STORICHE

DCSL/15 COMPOSIZIONE

DCSL/16 CONTRABBASSO

DCSL/17 CONTRABBASSO JAZZ

DCSL/19 CORNO

DCSL/21 DIDATTICA DELLA MUSICA

DCSL/24 FAGOTTO

DCSL/27 FLAUTO

DCSL/34 MUSICA ELETTRONICA

DCSL/36 OBOE

DCSL/38 ORGANO

DCSL/39 PIANOFORTE

5
DCSL/40 PIANOFORTE JAZZ

DCSL/42 SAXOFONO JAZZ

DCSL/44 STRUMENTI A PERCUSSIONE

DCSL/46 TROMBA

DCSL/47 TROMBA JAZZ

DCSL/49 TROMBONE

DCSL/52 VIOLA

DCSL/54 VIOLINO

DCSL/57 VIOLONCELLO

6
TRIENNI ACCADEMICI DI PRIMO LIVELLO

PROVE DI AMMISSIONE RELATIVE ALL’ANNO ACCADEMICO 2019/2020

Gli studenti che aspirano ad essere ammessi ai Trienni accademici di primo livello elencati nel
Manifesto degli Studi per l’Anno Accademico 2019/2020 dovranno sostenere gli esami di
ammissione secondo le modalità definite di seguito.
Gli esami di ammissione consisteranno in una prima prova di esecuzione strumentale ed in una
seconda prova teorico-pratica di carattere generale. Gli aspiranti risultati idonei alla prima prova di
esecuzione strumentale, dovranno sostenere la seguente prova, al termine della quale la
commissione rilascerà un giudizio tecnico di idoneità [idoneo - idoneo con debito formativo di 30
ore (1 semestre) o di 60 ore (2 semestri) a discrezione della commissione (in questo caso lo studente
non potrà accedere alla frequenza di nessuna altra disciplina al di fuori del primo strumento prima
di avere assolto il debito stesso)]:

Prova teorico-pratica per l’ammissione al Triennio accademico:

1. Scrivere la linea melodico-ritmica principale di un tema tratto dal repertorio tonale, anche
riprodotto da supporto audio digitale.

2. Dettato ritmico nei tempi semplici e composti.

3. Riprodurre attraverso la lettura ritmica brani con combinazioni ritmiche di media difficoltà.

4. Verifica della capacità di lettura delle chiavi di Sol, di Fa e di Do.

5. Lettura intonata di una melodia non accompagnata modulante a tonalità relative di media
difficoltà.

6. Trasporto cantato di una breve melodia fino ad un tono sopra e sotto.

7. Verifica delle conoscenze teoriche.

Seguono i programmi della prima prova di esecuzione strumentale, dettagliati per ciascun
Triennio:

7
ARPA - DCPL01

1. Presentazione di almeno 3 studi di tecnica diversa tratti dal seguente repertorio:


N.Ch. Bochsa 50 studi
F. Godefroid Vingt Etudes Mélodiques
W. Posse Sechs Kleine Etuden
M. Damase 12 Etudes

2. Presentazione di un programma della durata minima di 15 minuti comprendente brani di media


difficoltà del repertorio arpistico, o trascritti da altri strumenti, dal Settecento ad oggi.

BASSO TUBA - DCPL04

1. Presentazione di almeno 3 studi o brani comunque finalizzati all’accertamento di abilità tecnico-


strumentali di livello adeguato, scelti dal candidato e tratti dal seguente repertorio:
V.Blazhevich 70 studies for BB flat Tuba vol. 1 e 2 (ed. Robert King)
H.W. Tyrrell Advanced studies for BB Bass (ed. Boosey &Hawkes)
C. Kopprash 60 studies for tuba

2. Presentazione di uno o più brani per strumento e pianoforte, o per strumento e orchestra (rid. per
pianoforte) o per strumento solo a scelta del candidato, della durata minima di 15 minuti (anche
singoli movimenti), tratto dal repertorio fondamentale. Nel caso di più brani uno può essere per
strumento solo.

3. Lettura estemporanea di un breve brano assegnato dalla Commissione.

CANTO – DCPL06

1. Esecuzione di 3 vocalizzi tratti da: Concone - 25 studi; Panofka (op. 85/op. 81), Seidler (III
parte); esecuzione di una scala e di un arpeggio.

2. Presentazione di un programma della durata complessiva di almeno 15 minuti comprendente


almeno un’aria tratta dal repertorio lirico e almeno un brano tratto dal repertorio da camera (lied,
mélodie, romanza).

CHITARRA – DCPL09

1. Presentazione di almeno 3 studi di tecnica diversa, o di altri brani, tratti dal seguente repertorio:
F. Sor Studi tratti dalle op. 6 (nn. 3, 6, 11 e 12), op. 29 (nn. 13, 17, 22 e 23), op. 31
(nn. 16, 19, 20 e 21) e op. 35 (n. 16)
M. Giuliani Studi op. 111
N. Coste 25 Studi op. 38
E. Pujol Studi dal III o IV libro della Escuela razonada de la guitarra
H. Villa-Lobos 12 Studi
Studi di autore moderno o contemporaneo

2. Presentazione di un programma della durata minima di 15 minuti comprendente un brano


contrappuntistico rinascimentale o barocco (originale per liuto o strumenti assimilabili), un brano
dell’Ottocento e uno moderno o contemporaneo.

8
CLARINETTO - DCPL11

1. Presentazione di almeno 3 studi o brani, di tre autori diversi, comunque finalizzati


all’accertamento di abilità tecnico-strumentali di livello adeguato, scelti dal candidato e tratti dal
seguente repertorio:
E. CAVALLINI, 30 capricci
H. BAERMANN, 12 esercizi op. 30
R. STARK, 24 studi op. 49
P. JEANJEAN, studi progressivi vol. 2
C. ROSE, 40 studi vol. 1
H. KLOSÈ, 20 studi caratteristici

2. Presentazione di uno o più brani per strumento e pianoforte, o per strumento e orchestra (rid. per
pianoforte) o per strumento solo a scelta del candidato, della durata minima di 15 minuti (anche
singoli movimenti), tratto dal repertorio fondamentale. Nel caso di più brani uno può essere per
strumento solo.

3. Lettura estemporanea di un breve brano assegnato dalla Commissione.

CLAVICEMBALO E TASTIERE STORICHE – DCPL14

1. Presentazione di almeno 3 brani con caratteristiche didattiche o comunque finalizzate alla


risoluzione di uno specifico problema tecnico relativo allo strumento.

2. Presentazione di almeno 2 opere significative tratte dal repertorio specifico per Clavicembalo.

La durata dei brani presentati per questa prova non può essere complessivamente inferiore a 15
minuti.

COMPOSIZIONE – DCPL 15

Ai fini dell’ammissione al corso triennale lo studente dovrà dimostrare di possedere adeguate


conoscenze sul campo dell’armonia (armonizzazione del basso e della melodia) e della
composizione attraverso:
1. armonizzazione di un basso imitato a 4 parti reali;
2. armonizzazione di una melodia data per canto e pianoforte;
3. composizione di un brano pianistico su tema assegnato dalla commissione.
Al fine di dimostrare le attitudini compositive, lo studente dovrà presentare almeno una propria
composizione originale per un organico strumentale o vocale a scelta.

CONTRABBASSO – DCPL 16

1. Presentazione di almeno 3 studi comunque finalizzati all’accertamento di abilità tecnico-


strumentali di livello adeguato, scelti dal candidato dal seguente repertorio:

J. Billè, V corso
F. Simandl, II book (IX Studi)
C. Montanari, 14 studi
R. Kreutzer, studi
W. Sturm, 110 studi

9
L. Montag, IV volume
G. Gallignani, studi melodici

2. Presentazione di almeno un brano per contrabbasso e pianoforte, o per contrabbasso e orchestra


(rid. per pianoforte), o per contrabbasso solo a scelta del candidato, della durata minima di 15
minuti (anche singoli movimenti) tratto dal repertorio fondamentale.

3. Esecuzione di una scala a tre ottave con relativo arpeggio, a scelta del candidato.

4. Lettura estemporanea di un breve brano assegnato dalla commissione.

CORNO - DCPL19

1. Presentazione di almeno 3 studi o brani comunque finalizzati all’accertamento di abilità tecnico-


strumentali di livello adeguato, scelti dal candidato e tra dal seguente repertorio:
C. Kopprasch 60 studi op. 6, I parte
F. Bartolini Metodo per corno, II parte
O. Franz Metodo completo per corno

2. Presentazione di uno o più brani per strumento e pianoforte, o per strumento e orchestra (rid. per
pianoforte) o per strumento solo a scelta del candidato, della durata minima di 15 minuti (anche
singoli movimenti) tratto dal repertorio fondamentale. Nel caso di più brani uno può essere per
strumento solo.

3. Lettura estemporanea di un breve brano assegnato dalla commissione.

4. Conoscenza di tutte le scale maggiori e minori con relativo arpeggio.

DIDATTICA DELLA MUSICA - DCPL21

PRIMA PROVA
1.Il candidato dovrà eseguire 3 brani a sua scelta (grado di difficoltà medio/facile), per una durata
complessiva di almeno 15 minuti.

2. Lettura a prima vista al proprio strumento.

SECONDA PROVA
Il candidato dovrà sottoporsi a verifica delle competenze generali attraverso prove estemporanee:
1. Comprensione e commento di un testo in lingua italiana dato dalla Commissione;
2. Verifica scritta degli elementi di teoria musicale (intervalli, scale, triadi, rivolti) e analisi
estemporanea di un breve brano tonale;
3. Prova di lettura ritmica a prima vista;
4. Prova di lettura melodica a prima vista;
5. Prova di lettura a prima vista al pianoforte di un facile frammento differenziato tra candidati
pianisti e non pianisti.

COLLOQUIO MOTIVAZIONALE
Colloquio su interessi, motivazioni e precedenti esperienze di formazione e professionali del
candidato.

10
FAGOTTO - DCPL24

1. Presentazione di almeno 3 studi o brani comunque finalizzati all’accertamento di abilità tecnico-


strumentali di livello adeguato, scelti dal candidato e trattidal seguente repertorio:
E. Krakamp 30 Studi caratteristici
L. Milde Studi da concerto op. 26, I parte

2. Presentazione di uno o più brani per strumento e pianoforte, o per strumento e orchestra (rid. per
pianoforte) o per strumento solo a scelta del candidato, della durata minima di 15 minuti (anche
singoli movimenti) tratto dal repertorio fondamentale. Nel caso di più brani uno può essere per
strumento solo.

3. Lettura estemporanea di un breve brano assegnato dalla commissione.

FLAUTO - DCPL27

1.Presentazione di almeno 3 studi o brani comunque finalizzati all’accertamento di abilità tecnico-


strumentali di livello adeguato, scelti dal candidato e tratti dal seguente repertorio:
L. Hugues 40 Studi op. 101 e op. 75
E. Kohler op. 33 II o III grado
J. Andersen 24 Studi op. 33 o op. 30
A.B. Furstenau 26 Esercizi op. 107
G. Briccialdi 24 Studi per flauto
R. Galli 30 Esercizi op. 100

2. Presentazione di uno o più brani per strumento e pianoforte, o per strumento e orchestra (rid. per
pianoforte) o per strumento solo a scelta del candidato, della durata minima di 15 minuti (anche
singoli movimenti) tratto dal repertorio fondamentale. Nel caso di più brani uno può essere per
strumento solo.

3. Lettura estemporanea di un breve brano assegnato dalla commissione.

MAESTRO COLLABORATORE - DCPL31

1. Presentazione di almeno 3 studi di tecnica diversa tra quelli di:


C. Czerny 50 Styudi op. 740
J.B. Cramer 60 Studi
M.Clementi Gradus ad Parnassum
Mendelssohn, Kessler, Chopin, Liszt, Scriabin, Debussy, Rachmaninoff, Prokofiev o studi di altri
autori di equivalente livello tecnico

2. Presentazione di un programma della durata minima di 15 minuti comprendente:


-un Preludio e Fuga dal Clavicembalo ben temperato di Bach o altra composizione polifonica
significativa di Bach
-un movimento di una Sonata di Clementi, Haydn, Mozart, Beethoven, Schubert
-un brano a libera scelta del principale repertorio operistico italiano dell’Ottocento o del Novecento
accompagnando un cantante o accennando con la voce la parte del canto.

3. Lettura a prima vista.

11
MUSICA ELETTRONICA - DCPL34

1. Formazione musicale elettronica ed elettroacustica


-colloquio e prova attitudinale per l’indirizzo scelto dal candidato
-presentazione di documentazione audio e/o cartacea di lavori già svolti dal candidato nell’ambito
dell’indirizzo scelto
-prova di conoscenza della musica del Novecento

2. Formazione scientifica e tecnica di base


-prova di conoscenza dell’informatica (architettura del computer e sistema operativo)
-prova di conoscenza di elementi di fisica e acustica musicale.

OBOE - DCPL36

1. Presentazione di almeno 3 studi o brani comunque finalizzati all’accertamento di abilità tecnico-


strumentali di livello adeguato, scelti dal candidato e tratti dal seguente repertorio:
A. Pasculli 15 Capricci
G. Prestini 12 Studi su difficoltà ritmiche in autori moderni
F.W. Ferling 48 Studi op. 31
F.X. Richter 10 Studi

2. Presentazione di uno o più brani per strumento e pianoforte, o per strumento e orchestra (rid. per
pianoforte) o per strumento solo a scelta del candidato, della durata minima di 15 minuti (anche
singoli movimenti) tratto dal repertorio fondamentale. Nel caso di più brani uno può essere per
strumento solo.

3. Lettura estemporanea di un breve brano assegnato dalla commissione.

ORGANO - DCPL38

1. Presentazione di almeno 3 brani due dei quali scelti dal candidato tra quelli di G. Frescobaldi, o
di autore italiano, inglese, spagnolo dei secc. XVI-XVII e XVIII e un brano a scelta del candidato di
J.S. Bach tratto dai preludi e fughe o i preludi corali estratti fra i più significativi dell’Orgelbüchlein

2. Presentazione di un programma della durata minima di 15 minuti comprendente:


una o più composizioni significative scritte nei secc. XIX e XX (fino al 1950)
un brano scritto dal 1950 ad oggi.

PIANOFORTE - DCPL39

1. Presentazione di almeno 3 studi di tecnica diversa tra quelli di:


C. Czerny 50 Styudi op. 740
J.B. Cramer 60 Studi
M.Clementi Gradus ad Parnassum
Mendelssohn, Kessler, Moscheles, Chopin, Liszt, Scriabin, Debussy, Rachmaninoff, Prokofiev o
studi di altri autori di equivalente livello tecnico.

12
2. Presentazione di un programma della durata minima di 15 minuti comprendente:
-un Preludio e Fuga dal Clavicembalo ben temperato di Bach o altra composizione polifonica
significativa di Bach
-un movimento di una Sonata di Clementi, Haydn, Mozart, Beethoven, Schubert
-una o più composizioni significative tratte da quelle di Schubert, Schumann, Chopin, Liszt,
Mendelssohn, Brahms, Franck, Debussy, Ravel, Scriabin, Rachmaninoff, Prokofiev, o di altri autori
scritte nei secc. XIX e XX.

STRUMENTI A PERCUSSIONE - DCPL44

1. Presentazione di almeno 3 studi di tecnica diversa tratti dal seguente repertorio:


a. tamburo: studi con utilizzo della tecnica del rullo e con cambiamenti dinamici e di tempo;
b. timpani: studi per timpani che contengano l’utilizzo della tecnica del rullo e con almeno 3 cambi
di intonazione;
c. vibrafono o marimba: due studi con utilizzo di una delle tecniche a 4 bacchette di media
difficoltà;
d. xilofono: studi di media difficoltà.

2. Presentazione di un programma della durata minima di 15 minuti comprendente una o più


composizioni per più strumenti a percussione riuniti, e passi d’orchestra tratti dal repertorio lirico e
sinfonico.

TROMBA - DCPL46

1.Presentazione di almeno 3 studi o brani comunque finalizzati all’accertamento di abilità tecnico-


strumentali di livello adeguato, scelti dal candidato e tra dal seguente repertorio:
S. Peretti 28 Studi (parte II) nei toni maggiori e minori
J. Fuss 18 Studi

2. Presentazione di uno o più brani per strumento e pianoforte, o per strumento e orchestra (rid. per
pianoforte) o per strumento solo a scelta del candidato, della durata minima di 15 minuti (anche
singoli movimenti) tratto dal repertorio fondamentale. Nel caso di più brani uno può essere per
strumento solo.

3. Lettura estemporanea di un breve brano assegnato dalla commissione e trasporto in tutti i toni.

TROMBONE - DCPL49

1. Presentazione di almeno 3 studi o brani comunque finalizzati all’accertamento di abilità tecnico-


strumentali di livello adeguato, scelti dal candidato e tra dal seguente repertorio:
S. Peretti Studi melodici nei toni maggiori e minori (parte II)
C. Kopprasch 60 Studi op. 6 (parte I)
Studio a scelta del candidato che preveda l’uso almeno della chiave di basso e tenore

2. Presentazione di uno o più brani per strumento e pianoforte, o per strumento e orchestra (rid. per
pianoforte) o per strumento solo a scelta del candidato, della durata minima di 15 minuti (anche
singoli movimenti) tratto dal repertorio fondamentale. Nel caso di più brani uno può essere per
strumento solo.

3. Lettura estemporanea di un breve brano assegnato dalla commissione.

13
VIOLA – DCPL 52

1. Presentazione di almeno 3 studi o brani comunque finalizzati all’accertamento di abilità tecnico-


strumentali di livello adeguato, scelti dal candidato dal seguente repertorio:

a) tre studi di almeno due differenti autori, scelti tra quelli di B. Campagnoli, R. Kreutzer, P. Rode,
P. Gaviniés;

b) due movimenti, scelti dal candidato, tratti da una Suite per violoncello di J.S. Bach.

2. Presentazione di almeno un brano per viola e pianoforte, o per viola e orchestra (rid. per
pianoforte), o per strumento solo a scelta del candidato, della durata minima di 15 minuti (anche
singoli movimenti) tratto dal repertorio fondamentale.

3. Esecuzione di scale e arpeggi a corde semplici (3 ottave) e scale a corde doppie (2 ottave).

4. Lettura estemporanea di un breve brano assegnato dalla commissione.

VIOLINO – DCPL 54

1. Presentazione di almeno 3 studi o brani comunque finalizzati all’accertamento di abilità tecnico-


strumentali di livello adeguato, scelti dal candidato dal seguente repertorio:

a) tre studi di almeno due differenti autori, scelti tra quelli di R. Kreutzer, P. Rode, J. Dont (op. 35),
P. Gaviniés, F. Fiorillo;

b) due movimenti, scelti dal candidato, tratti da una Sonata o Partita per violino solo di Bach.

2. Presentazione di almeno un brano per violino e pianoforte, o per violino e orchestra (rid. per
pianoforte), o per strumento solo a scelta del candidato, della durata minima di 15 minuti (anche
singoli movimenti) tratto dal repertorio fondamentale.

3. Esecuzione di scale e arpeggi a corde semplici (3 ottave) e scale a corde doppie (2 ottave).

4. Lettura estemporanea di un breve brano assegnato dalla commissione.

VIOLONCELLO – DCPL 57

1. Presentazione di almeno 3 studi o brani comunque finalizzati all’accertamento di abilità tecnico-


strumentali di livello adeguato, scelti dal candidato dal seguente repertorio:

a) uno studio tratto dai 40 di D. Popper e di un capriccio tratto dai 6 di A.F. Servais, a scelta del
candidato;

b) un preludio e altri due movimenti, scelti dal candidato, tratti da una Suite per violoncello di J.S.
Bach.

14
2. Presentazione di almeno un brano per violoncello e pianoforte, o per violoncello e orchestra (rid.
per pianoforte), o per violoncello solo a scelta del candidato, della durata minima di 15 minuti
(anche singoli movimenti) tratto dal repertorio fondamentale.

3. Esecuzione di una scala a quattro ottave con relativo arpeggio, a scelta del candidato.

4. Lettura estemporanea di un breve brano assegnato dalla commissione.

BASSO ELETTRICO – DCPL03

BATTERIA E PERCUSSIONI JAZZ – DCPL05

CANTO JAZZ – DCPL07

CHITARRA JAZZ – DCPL10

CONTRABBASSO JAZZ – DCPL17

PIANOFORTE JAZZ – DCPL40

SAXOFONO JAZZ – DCPL42

TROMBA JAZZ – DCPL47

1. Esecuzione di 2 brani a scelta con accompagnamento di basso/contrabbasso, batteria ed eventuali


altri strumenti;

2. Esecuzione di uno standard (Ballad) a scelta del candidato per strumento solo o voce (in questo
caso accompagnato da un altro strumento);

3. Esecuzione di un brano a prima vista (per gli strumenti armonici, con melodia e sigle da
armonizzare; per gli strumenti monodici, lettura della melodia ed eventuale interpretazione delle
sigle);

4. Accertamento delle competenze tecniche (scale, arpeggi).

15
ISTITUTO MUSICALE VINCENZO BELLINI
CATANIA

Istituto Superiore di Studi Musicali

REGOLAMENTO DIDATTICO
ENTRATO IN VIGORE IL 21 DICEMBRE 2010 CON DECRETO DIRETTORIALE PROT.8847/2010;
MODIFICATO CON DECRETO DIRETTORIALE PROT.1905/2012 DEL 5 APRILE 2012;
MODIFICATO CON DECRETO DIRETTORIALE PROT. 1520/2019 DEL 26 APRILE 2019

Fonti:

Legge 21 Dicembre 1999, n.508


D.P.R. 5 Luglio 2005, n. 212
Decreto dirigenziale MIUR – AFAM n.267 del 16 Dicembre 2010
Decreto dirigenziale MIUR – AFAM n.141 del 21 Marzo 2012
Decreto dirigenziale MIUR – DGSINFS n. 2187 del 9 Agosto 2018
Decreto dirigenziale MIUR – DGSINFS n. 35 del 10 Gennaio 2019

16
PARTE PRIMA
TITOLO PRIMO – NORME COMUNI E ORGANIZZATIVE

CAPO I – GENERALITÀ E DEFINIZIONI


ART. 1. GENERALITÀ
ART. 2. DEFINIZIONI

CAPO II – STRUTTURE DIDATTICHE


ART. 3. ORGANISMI RESPONSABILI DELLE STRUTTURE DIDATTICHE

CAPO III – ORGANIZZAZIONE DELLA DIDATTICA


SEZIONE I - DOCENTI
ART. 4. MODALITÀ DI ATTRIBUZIONE DEI COMPITI DIDATTICI
ART. 5. COMMISSIONI PER GLI ESAMI DI PROFITTO
ART. 6. COMMISSIONE PER LA PROVA FINALE
ART. 7. PROGRAMMAZIONE DIDATTICA
ART. 8. VERIFICA E VALUTAZIONE DELLE ATTIVITÀ DIDATTICHE
ART. 9. PUBBLICITÀ DEGLI ATTI

SEZIONE II – STUDENTI
ART. 10. ISCRIZIONI
ART. 11. SOSPENSIONE E RINUNCIA AGLI STUDI
ART. 12. ORIENTAMENTO E TUTORATO

TITOLO SECONDO – AUTONOMIA DIDATTICA

CAPO I – NORME COMUNI


ART. 13. TITOLI DI STUDIO E OFFERTA FORMATIVA
ART. 14. DURATA DEI CORSI DI STUDIO; TEMPO PIENO E TEMPO PARZIALE
ART. 15. ORDINAMENTO DEI CORSI DI STUDIO
ART. 16. REGOLAMENTO DEI CORSI DI STUDIO
ART. 17. MANTENIMENTO E SOPPRESSIONE DI CORSI
ART. 18. CORSI DI STUDIO AD ACCESSO PROGRAMMATO
ART. 19. TIPOLOGIA DELLE FORME DIDATTICHE
ART.20. PROPEDEUTICITÀ E SBARRAMENTI
ART. 21. ESAMI E ALTRE FORME DI VERIFICA DEL PROFITTO
ART. 22. CONSEGUIMENTO DEL TITOLO DI STUDIO E PROVA FINALE
ART. 23. AMMISSIONE AI CORSI DI STUDIO
ART. 24. DEBITI E AMMISSIONE CONDIZIONATA
ART. 25. ORDINAMENTI DEI CORSI E PIANI DI STUDIO INDIVIDUALI
ART. 26. FUORI CORSO E RIPETENZA
ART. 27. CREDITI FORMATIVI ACCADEMICI
ART. 28. ACQUISIZIONE E RICONOSCIMENTO DEI CREDITI
ART. 29. LINGUA COMUNITARIA
ART. 30. ATTIVITÀ ARTISTICA E ALTRE ATTIVITÀ SOGGETTE A VALUTAZIONE IN CREDITI
ART. 31. CORSI FREQUENTATI PRESSO ISTITUTI CONVENZIONATI DI PARI GRADO
ART. 32. TRASFERIMENTI
ART. 33. PASSAGGI DI CORSO E PROSECUZIONE DEGLI STUDI
ART. 34. PERIODI DI STUDIO EFFETTUATI PRESSO ALTRO ISTITUTO ITALIANO O ESTERO
ART. 35. RICONOSCIMENTO DEI TITOLI CONSEGUITI ALL’ESTERO
ART. 36. RAPPORTI NAZIONALI E INTERNAZIONALI E RILASCIO DI TITOLI CONGIUNTI
ART. 37. ISCRIZIONE A CORSI SINGOLI
ART. 38. DIDATTICA MULTIMEDIALE E A DISTANZA

17
CAPO II – ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE
ART. 39. ATTIVITÀ FORMATIVE PROPEDEUTICHE
ART. 40. CORSI DI FORMAZIONE PERMANENTE E RICORRENTE
ART. 41. CORSI DI FORMAZIONE MUSICALE DI BASE
ART. 42. MODIFICHE AL PRESENTE REGOLAMENTO

TITOLO TERZO – NORME TRANSITORIE E FINALI

CAPO I – REGIME TRANSITORIO


ART. 43. ORDINAMENTO PREVIGENTE
ART. 44. OPZIONE PER I NUOVI ORDINAMENTI

CAPO II – NORME FINALI


ART. 45. FONTI NORMATIVE PERTINENTI IL REGOLAMENTO
ART. 46. ENTRATA IN VIGORE
ART. 47. TABELLE ALLEGATE

PARTE SECONDA

TITOLO PRIMO – ORDINAMENTI DIDATTICI

ART. 1. ELENCO DEI DIPARTIMENTI


ART. 2. ELENCO DEI CORSI ACCADEMICI TRIENNALI DI PRIMO LIVELLO
ART. 3. ELENCO DEI CORSI ACCADEMICI BIENNALI DI SECONDO LIVELLO

ALLEGATO 1 – ORDINAMENTI DEI CORSI ACCADEMICI TRIENNALI DI PRIMO LIVELLO

ALLEGATO 2 – ORDINAMENTI DEI CORSI ACCADEMICI BIENNALI DI SECONDO LIVELLO

18
PARTE PRIMA

TITOLO PRIMO – NORME COMUNI E ORGANIZZATIVE

CAPO I – GENERALITÀ E DEFINIZIONI

Art. 1. (Generalità)

1. Il presente Regolamento disciplina, ai sensi delle Leggi vigenti, delle disposizioni ministeriali e
delle direttive dello Statuto dell’Istituto Superiore di Studi Musicali Vincenzo Bellini di Catania (in
seguito denominato “Istituto”), gli ordinamenti didattici dei corsi di studio, nonché i criteri e le
modalità di svolgimento delle attività formative dell’Istituto.

2. Gli ordinamenti didattici dei corsi di studio istituiti nell’Istituto sono definiti negli allegati
contenuti nella parte seconda del presente Regolamento.

3. Gli ordinamenti didattici di cui al presente Regolamento sono sottoposti a verifica periodica,
anche su richiesta delle strutture didattiche interessate, al fine di provvedere all’aggiornamento
degli obiettivi formativi, dei contenuti e dei relativi crediti.

Art. 2. (Definizioni)

1. Ai sensi del presente Regolamento si intendono per:


a) aree disciplinari: l’insiemi dei settori artistico-disciplinari definiti dai relativi decreti ministeriali;
b) attività formative: tutte le attività finalizzate alla formazione culturale e professionale degli
studenti, con riferimento ai corsi di insegnamento, ai seminari, alle esercitazioni pratiche o di
laboratorio, alle dissertazioni, alla produzione artistica, alle attività di ricerca, alle attività didattiche
di gruppo, ai tirocini, alle tesi, alle attività di studio individuale e di autoapprendimento;
c) campo disciplinare: disciplina che costituisce materia di insegnamento, ricompresa in uno
specifico settore artistico-disciplinare;
d) consiglio di corso: l’insieme dei professori delle discipline afferenti al corso di diploma e uno
studente designato dalla Consulta degli Studenti;
e) corsi di formazione musicale di base: le attività formative finalizzate all’acquisizione delle
conoscenze, competenze e abilità necessarie per l’accesso all’alta formazione;
f) corsi di studio: i corsi di diploma accademico di primo livello, i corsi di diploma accademico di
secondo livello, i corsi di specializzazione, i corsi di perfezionamento o master, i corsi di
formazione alla ricerca;
g) credito formativo accademico, di seguito denominato CFA: la misura del volume di lavoro di
apprendimento, comprensivo dello studio individuale, richiesto a uno studente in possesso di
adeguata preparazione iniziale per l’acquisizione di conoscenze e abilità nelle attività formative
previste dagli ordinamenti didattici dei corsi di studio;
h) curricolo: l’insieme delle attività formative specificate nei regolamenti didattici dei corsi di
studio e finalizzate al conseguimento del titolo relativo;
i) declaratoria: la descrizione del settore disciplinare;
l) dipartimento: la struttura di coordinamento delle attività didattiche, di ricerca e di produzione
artistica delle scuole ad esso afferenti;
m) obiettivi formativi: l’insieme di conoscenze, competenze e abilità necessarie al raggiungimento
del livello artistico, culturale e professionale al quale è finalizzato il corso di studio;

19
n) offerta formativa: l’insieme dei corsi, delle attività formative, di produzione e di ricerca attivati
dall’Istituto;
o) ordinamenti didattici dei corsi di studio: l’insieme delle discipline e delle attività previste nei
curricoli dei corsi di studio e l’insieme delle norme che li regolamentano;
p) regolamenti dei corsi di studio: i regolamenti concernenti la funzionalità dei singoli corsi di
studio;
q) scuola: l’insieme dei corsi di studio comunque denominati, raggruppati per materie omogenee;
r) settori artistico-disciplinari: raggruppamenti di discipline omogenee riconducibili alla medesima
declaratoria;
s) struttura didattica: la struttura che programma e coordina il servizio didattico;
t) titoli di studio: il diploma accademico di primo livello, il diploma accademico di secondo livello,
il diploma accademico di specializzazione, il diploma accademico di formazione alla ricerca e il
diploma di perfezionamento o master.

20
CAPO II – STRUTTURE DIDATTICHE

Art. 3.
(Organismi responsabili delle strutture didattiche)

1. L’Istituto, nel rispetto dello Statuto, si articola in strutture didattiche e attiva gli organismi
responsabili per il funzionamento di esse.

2. L’Istituto, in prima applicazione, attiva i Dipartimenti e le scuole secondo quanto indicato


nell’allegato 1, contenuto nella seconda parte del presente Regolamento.

3. Qualora se ne ravvisi l’opportunità, con decreto del Direttore su delibera del Consiglio
accademico, possono essere costituite altre strutture organizzative di coordinamento della ricerca e
della produzione che raggruppano differenti scuole sulla base dell’omogeneità degli ambiti di
studio, storici o interpretativi. Possono altresì essere istituite ulteriori strutture con identiche
funzioni delle precedenti, anche in relazione ad ambiti disciplinari non riferibili a specifiche scuole.

21
Capo III – Organizzazione della didattica

Sezione I - Docenti

Art. 4.
(Modalità di attribuzione dei compiti didattici)

1. Nell’ambito delle attività formative istituzionali, l’attribuzione delle docenze ai professori spetta
al Consiglio Accademico.

2. Salvo il caso di titolarità definita per legge, il Consiglio Accademico può attribuire incarichi di
docenza a docenti interni in possesso di competenze didattiche, artistiche, scientifiche, professionali
comprovate, attinenti alla specifica disciplina.

3. Nel caso di particolari esigenze artistiche, didattiche o organizzative, l’incarico può essere
conferito anche a professori a contratto. Detto personale partecipa alle attività delle strutture
didattiche per la durata del contratto nelle modalità stabilite dai regolamenti interni.

Art. 5.
(Commissioni per gli esami di profitto)

1. Gli studenti sostengono gli esami di profitto dinanzi ad una commissione che ne assicura il
carattere pubblico nei limiti della normativa vigente.

2. Le commissioni per gli esami di profitto, formate da non meno di tre componenti, sono nominate
dal Direttore dell’Istituto. Possono far parte della commissione anche esperti esterni all’Istituzione.

3. La Commissione designa tra i componenti un segretario incaricato della verbalizzazione.

Art. 6.
(Commissione per la prova finale)

1. La commissione per la prova finale del corso di studio è costituita da non meno di cinque docenti.

2. La commissione è presieduta dal Direttore o da un suo delegato, e deve comprendere il/i


professore/i che hanno curato la preparazione della prova finale e almeno un professore di
riferimento della disciplina di indirizzo. Le commissioni sono costituite con nomina del Direttore,
assicurando una trasversalità di rappresentanza alle diverse aree formative. Possono essere chiamati
a far parte della commissione anche esperti esterni all’Istituzione.

3. La commissione designa tra i componenti un segretario incaricato della verbalizzazione.

22
Art. 7.
(Programmazione didattica)

1. Il calendario accademico è emanato dal Direttore, previa approvazione e delibera del Consiglio
Accademico, di norma entro il 30 settembre.

2. Il Consiglio Accademico, acquisite le eventuali proposte formulate dalle strutture didattiche,


programma le attività dei corsi accademici di primo e di secondo livello e di ogni altro corso
attivabili, salvo specifiche esigenze, nel successivo anno accademico.

3. Gli insegnamenti hanno durata semestrale o annuale. In relazione a esigenze specifiche possono
essere previste differenti scansioni funzionali all’organizzazione didattica.

4. I periodi di svolgimento delle attività formative e il calendario delle lezioni sono determinati
dagli organi preposti, tenendo conto delle esigenze di funzionalità dei percorsi didattici. Ulteriori
attività di didattica finalizzata possono comunque svolgersi nei periodi di interruzione della attività
didattiche relative ai corsi ordinamentali.

5. Le sessioni d’esame sono di norma tre; per ogni sessione d’esame possono essere previsti più
appelli.

6. L’Istituto rende noto agli studenti il calendario degli esami con un anticipo di almeno venti
giorni.

7. Le prove finali per il conseguimento del diploma accademico di primo o di secondo livello
relative a ciascun anno accademico si svolgono entro il 30 aprile dell’anno accademico successivo;
le prove finali possono essere sostenute dagli studenti iscritti all’anno accademico precedente senza
necessità di reiscrizione entro tale data.

8. Per lo svolgimento delle prove di diploma accademico l’Istituto garantisce di norma tre sessioni
distribuite nel corso dell’anno accademico. Le prove finali per il conseguimento del diploma
accademico, relative a ciascun anno accademico, si svolgono entro la terza sessione.

Art. 8.
(Verifica e valutazione delle attività didattiche)

1. Il Consiglio accademico provvede periodicamente ad una verifica dell’efficacia, della


funzionalità e della qualità della didattica.

2. I risultati della verifica, oltre che oggetto di valutazione da parte degli organi di governo per le
opportune azioni, sono portati a conoscenza delle strutture didattiche per gli interventi di
competenza.

3. I risultati della verifica costituiscono criterio di programmazione dell’attività didattica e sono


utilizzati anche al fine della revisione periodica degli ordinamenti didattici dei corsi di studio.

23
Art. 9.
(Pubblicità degli atti)

1. L’Istituto promuove forme e strumenti tempestivi di pubblicità dei procedimenti e delle decisioni
assunte.

2. Annualmente l’Istituto pubblica il manifesto degli studi. Esso indica:


a) i piani di studio, con le relative discipline e le indicazioni delle eventuali propedeuticità;
b) i requisiti di ammissione previsti per ciascun corso di studio;
c) l’eventuale numero massimo di iscritti per ogni corso;
d) le modalità e il calendario delle relative prove di ammissione;
e) le norme relative alle frequenze;
f) le condizioni, le modalità e ogni altro adempimento necessario all’immatricolazione e alla
iscrizione ai corsi di studio;
g) il calendario accademico;
h) le modalità per la presentazione dei piani di studio individuali;
i) ogni altra indicazione ritenuta utile.

3. Entro l’inizio dell’anno accademico l’Istituto predispone la guida didattica redatta in conformità
alle direttive europee. La guida didattica riporta il manifesto annuale degli studi unitamente alle
altre informazioni utili ad illustrare le attività programmate, nonché scelte, opportunità e
adempimenti degli studenti.

4. L’Istituto è tenuto a rendere noto entro l’inizio dell’anno accademico i programmi delle
discipline attivate, ed eventuali ulteriori informazioni utili.

5. L’Istituto individua e rende pubblico, ove necessario, il responsabile delle attività e delle
procedure in conformità alla normativa vigente.

6. Ciascun anno accademico si apre il 1° novembre e si chiude il 31 ottobre dell’anno solare


successivo.

24
Sezione II – Studenti

Art. 10.
(Iscrizioni)

1. La qualifica di studente dell’Istituto è riservata agli iscritti ai corsi di studio che siano in regola
con le procedure di iscrizione e con i versamenti di tasse e contribuzioni previsti.

2. Le domande di immatricolazione e il rinnovo dell’iscrizione avvengono nei tempi e nei modi


stabiliti dal Consiglio accademico.

3. È consentita l’iscrizione con riserva ad altro corso di studi allo studente che frequenti l’ultimo
anno di corso e programmi di sostenere la prova finale nell’ultima sessione dello stesso.
L’iscrizione potrà essere formalizzata, sciogliendo la riserva, solo se la prova finale sia sostenuta e
superata in tale sessione.

Art. 11.
(Sospensione e rinuncia agli studi)

1. Lo studente che, essendo stato iscritto ad un corso accademico di primo o di secondo livello, non
rinnovi l’iscrizione, conserva la possibilità di riaccedere a domanda al medesimo corso di studi per
l’anno di corso successivo all’ultimo frequentato, entro i successivi tre anni accademici nel caso di
corso accademico di primo livello o entro i successivi due anni accademici nel caso di corso
accademico di secondo livello, fatte salve le verifiche dei crediti acquisiti, l’effettiva disponibilità
del posto e l’avvenuta regolarizzazione della propria posizione amministrativa.

2. Lo studente può richiedere la sospensione degli studi per uno o più anni accademici per iscriversi
e frequentare corsi di studio presso istituti di pari grado italiani o esteri. La sospensione può essere
concessa dal Direttore sentito il Consiglio accademico.

3. Nel periodo di interruzione o di sospensione degli studi, lo studente non è tenuto al versamento
delle tasse e dei contributi. L’importo da versare all’atto della ripresa degli studi è stabilito dal
Consiglio di amministrazione.

4. Lo studente può rinunciare in qualsiasi momento al proseguimento della propria carriera,


manifestando in modo esplicito la propria volontà con un atto scritto. La rinuncia è irrevocabile,
tuttavia essa non esclude la possibilità di una nuova immatricolazione anche al medesimo corso di
studio.

5. Conseguentemente alla rinuncia dello studente l’Istituto rilascia la certificazione della carriera
svolta e dei crediti conseguiti fino a quel momento. In caso di nuova immatricolazione l’eventuale
riconoscimento dei crediti acquisiti è operato dalla competente struttura didattica previa verifica
della loro non obsolescenza.

6. Lo studente che dopo aver rinunciato agli studi sia stato riammesso alla prosecuzione della
carriera è tenuto a versare il contributo relativo alla ricognizione degli studi nella misura stabilita
dal Consiglio di amministrazione.

25
Art. 12.
(Orientamento e tutorato)

1. L’Istituto promuove attività di orientamento alla scelta accademica sia attraverso incontri sia
attraverso la produzione e la diffusione di materiale documentario anche audiovisivo e di test di
autovalutazione; a tal fine il Consiglio accademico, sentite le strutture didattiche, predispone un
piano di attività da svolgere in collaborazione anche con enti pubblici e privati, nonché con istituti
di istruzione secondaria superiore ai sensi del DPR 212/2005.

2. Anche al fine di agevolare una scelta consapevole degli studi, l’Istituto fornisce adeguata
informazione sui percorsi formativi delle varie strutture didattiche e diffonde il manifesto annuale
degli studi.

3. L’Istituto attiva servizi di orientamento volti all’inserimento nel mondo del lavoro e delle
professioni.

4. L’Istituto istituisce attività di tutorato per i propri studenti, volta all’informazione sui corsi di
studio, sui servizi per gli studenti, sul funzionamento amministrativo, sulle attività dell’Istituto e
quanto altro ritenuto di interesse per gli studenti; a tal fine vengono utilizzate specifiche figure di
tutor scelte tra il personale interno dell’Istituzione..

5. L’Istituto si attiva per una completa integrazione degli studenti diversamente abili.

26
TITOLO SECONDO – Autonomia didattica

Capo I – Norme comuni

Art. 13. (Titoli di studio e offerta formativa)

1. L’Istituto rilascia i seguenti titoli di studio:


a) Diploma accademico di primo livello, conseguito al termine del corso di diploma accademico di
primo livello;
b) Diploma accademico di secondo livello, conseguito al termine del corso di diploma accademico
di secondo livello;
c) Diploma accademico di specializzazione, conseguito al termine del corso di specializzazione;
d) Diploma di perfezionamento (master di primo e di secondo livello), conseguito al termine del
corso di perfezionamento;
e) Diploma accademico di formazione alla ricerca conseguito al termine del corso di formazione
alla ricerca in campo musicale (di durata non inferiore ad anni tre).

2. I corsi accademici di specializzazione sono attivati con riferimento, fra gli altri, agli ambiti
professionali creativo-interpretativo, didattico-pedagogico, metodologico-progettuale, delle nuove
tecnologie e linguaggi, della valorizzazione e conservazione del patrimonio artistico.

3. I corsi di perfezionamento o master sono attivati in relazione ad esigenze culturali di


approfondimento in determinati settori di studio, di aggiornamento, di qualificazione professionale,
di educazione permanente.

4. Sulla base di apposite convenzioni, l’Istituto può rilasciare i titoli di studio di cui al presente
articolo anche congiuntamente ad altre istituzioni italiane ed estere di corrispondente livello,
secondo la normativa vigente.

5. Oltre ai corsi di studio di cui ai commi precedenti, l’Istituto può attivare ulteriori attività
formative disciplinate nel capo II del presente titolo.

Art. 14. (Durata dei corsi di studio; tempo pieno e tempo parziale)

1. Per conseguire il diploma accademico di primo livello lo studente deve aver acquisito 180 crediti.
Per conseguire il diploma accademico di secondo livello lo studente deve aver acquisito 120 crediti.
Per conseguire il diploma di perfezionamento o master, lo studente deve aver acquisito almeno 60
crediti. Per conseguire il diploma di specializzazione, i singoli ordinamenti didattici dei corsi di
studio determinano il numero minimo di crediti da acquisire, comunque non inferiori a 120.

2. Per gli studenti impegnati a tempo pieno negli studi la durata normale dei corsi accademici di
primo livello è di tre anni, fatto salvo quanto previsto dall’art.28, comma 5, e la durata regolare dei
corsi di accademici di secondo livello è di due anni ulteriori dopo il diploma di primo livello.

3. Possono essere previsti corsi di durata superiore, comunque non oltre il doppio della durata
normale, per studenti non impegnati a tempo pieno negli studi.

27
4. Salvo diversa opzione all’atto dell’immatricolazione, lo studente è considerato come impegnato a
tempo pieno. Gli ordinamenti didattici dei corsi di studio disciplinano le modalità di passaggio da
un regime di impegno all’altro; tale passaggio deve comunque essere richiesto alla struttura
didattica competente, la quale delibererà tenendo conto della carriera svolta, degli anni di iscrizione
e delle disponibilità dei posti.

Art. 15.
(Ordinamento dei corsi di studio)

1. Gli ordinamenti didattici dei corsi di studio sono approvati dal Consiglio Accademico e adottati
con decreto del Direttore successivamente all’approvazione ministeriale.

2. Gli ordinamenti didattici dei corsi di studio istituiti presso l’Istituto, determinano:
a) le denominazioni e gli obiettivi formativi dei corsi di studio, indicando le relative scuole di
appartenenza;
b) il quadro generale delle attività formative;
c) gli insegnamenti curriculari;
d) i crediti assegnati a ciascuna delle attività formative curriculari.

3. Gli ordinamenti didattici dei corsi di studio di secondo livello stabiliscono quali crediti, oltre
quelli già acquisiti nei corsi di primo livello e riconosciuti validi, sono ritenuti necessari per
l’eventuale prosecuzione degli studi. I corsi di secondo livello possono essere istituiti solo nel caso
in cui siano già attivati i corrispondenti corsi di primo livello.

Art. 16.
(Regolamento dei corsi di studio)

1. I regolamenti dei corsi di studio, nel rispetto dello Statuto, del Regolamento didattico
dell’Istituzione e delle normative vigenti, sono proposti dalle competenti strutture didattiche,
approvati dal Consiglio accademico ed emanati dal Direttore.

2. I regolamenti proposti devono obbligatoriamente contenere:


a) L’elenco degli insegnamenti con l’eventuale loro articolazione in moduli delle attività formative;
b) Le eventuali propedeuticità di ogni insegnamento e di ogni altra attività formativa;
c) Le regole di presentazione, ove necessario, dei piani di studio individuali;
d) La tipologia delle forme didattiche, anche a distanza, degli esami e delle altre verifiche del
profitto, nonché le caratteristiche specifiche della prova finale per il conseguimento del titolo;
e) Le disposizioni sugli obblighi di frequenza;
f) Le attività compensative l’obbligo della frequenza in caso di deroga;
g) L’eventuale introduzione di apposite modalità organizzative delle attività formative per studenti
non impegnati a tempo pieno.

3. I regolamenti dei corsi di studio definiscono le conoscenze richieste per l’accesso e ne


determinano le modalità di verifica, anche a conclusione di attività formative propedeutiche, svolte
eventualmente in collaborazione con istituti di istruzione secondaria superiore.

28
Art. 17.
(Mantenimento e soppressione di corsi)

1. Il Consiglio accademico valuta la persistenza delle condizioni che hanno determinato


l’attivazione dei corsi di studio e propone al Consiglio di amministrazione il mantenimento o la
disattivazione dei medesimi.

2. Nel caso di disattivazioni di corsi di studio l’Istituto assicura agli studenti già iscritti la possibilità
di concludere gli studi e di conseguire il relativo titolo; nel decreto di disattivazione è disciplinata la
modalità del passaggio ad altri corsi di studio attivati, con il riconoscimento dei crediti fino a quel
momento acquisiti, per gli studenti che ne facessero richiesta. La disattivazione comporta la
cessazione delle immatricolazioni e il graduale esaurimento del ciclo di studi. Della delibera di
disattivazione è data comunicazione al competente Ministero.

Art. 18.
(Corsi di studio ad accesso programmato)

1. Il numero massimo di studenti ammessi ai corsi di studio è programmato dal Consiglio


accademico, sentite le strutture didattiche competenti. Eventuali deroghe potranno essere concesse
dal Direttore, sentito il Consiglio accademico, sulla base dell’accertamento di particolari doti
musicali segnalate dalle commissioni preposte agli esami di selezione.

2. Il Consiglio accademico determina la data con cui l’Istituto provvede a indicare il calendario e le
modalità di attuazione delle prove di ammissione, i cui contenuti sono stabiliti dalle strutture
didattiche interessate e indicati nel regolamento dei corsi di studio, unitamente ai requisiti richiesti
per la partecipazione.

3. Le prove si svolgono sotto la responsabilità di un’apposita commissione, così come individuata


nel regolamento dei corsi di studio interessati, nel rispetto della normativa vigente e delle
disposizioni del Consiglio accademico.

4. Le graduatorie sulla cui base gli studenti interessati potranno richiedere l’immatricolazione sono
rese pubbliche con la massima tempestività e comunque non oltre otto giorni dallo svolgimento
delle prove.

5. Il candidato che risulti idoneo alla selezione dei corsi con numero programmato ha diritto ad
iscriversi solo se rientra nel numero programmato precedentemente comunicato.

6. Nei corsi non accademici per i quali non sia previsto il numero programmato, le competenti
strutture didattiche indicano i requisiti curricolari richiesti per l’ammissione.

7. Le verifiche di cui ai commi precedenti possono essere effettuate anche a conclusione di attività
formative propedeutiche, svolte eventualmente in collaborazione con istituti di istruzione
secondaria superiore, enti e istituzioni anche privati.

29
Art. 19.
(Tipologia delle forme didattiche)

1. Ciascuna attività formativa può comportare diverse modalità di svolgimento e di interazione fra
studenti e docenti. In particolare possono essere previste lezioni frontali individuali, lezioni frontali
collettive, esercitazioni, laboratori, attività pratiche, a distanza e intensive, tirocini formativi,
seminari, progetti, produzioni artistiche, relazioni e produzioni di testi e ipertesti anche
multimediali, attività di studio individuale guidato o autonomo, di tutorato, di autovalutazione e di
altro tipo.

2. I regolamenti dei corsi di studio precisano le modalità di svolgimento di ciascuna attività


formativa indicandone, nel rispetto delle disposizioni ministeriali in materia, gli obblighi di
frequenza.

3. Nell’ambito della formulazione del calendario delle attività didattiche e formative le strutture
didattiche competenti debbono prevedere, qualora ricorra la fattispecie, particolari modalità
organizzative che consentano agli studenti ammessi ai sensi dell’art. 12 comma 4 del DPR
212/2005, la contemporanea frequenza ai corsi di istruzione e formazione della scuola secondaria
superiore.

4. I regolamenti dei corsi di studio, nel caso in cui consentano deroghe agli obblighi di frequenza
previsti per specifici insegnamenti dei corsi accademici, in particolare per gli studenti non
impegnati a tempo pieno negli studi, stabiliscono gli obblighi sostitutivi da soddisfare.

Art. 20.
(Propedeuticità e sbarramenti)

1. Gli ordinamenti didattici dei corsi di studio possono prevedere la propedeuticità di talune
discipline o altre attività formative. Il controllo relativo al rispetto delle propedeuticità è demandato
alla competenza degli uffici di segreteria.

2. Per le discipline che si articolano in più annualità, lo studente può essere ammesso, in base ai
regolamenti didattici dei singoli corsi di studio, a frequentare le annualità successive alla prima,
negli anni accademici a seguire, anche nel caso non abbia sostenuto con esito positivo l’esame o
qualsiasi altra forma di verifica del profitto prevista per le annualità precedenti. Per poter accedere
alla verifica del profitto delle annualità successive alla prima sarà tuttavia necessario che egli abbia
sostenuto con esito positivo quella relativa alle annualità precedenti.

3. Il mancato soddisfacimento dell’eventuale obbligo formativo aggiuntivo (debito) costituisce


ostacolo al proseguimento della carriera.

30
Art. 21. (Esami e altre forme di verifica del profitto)

1. Gli esami di profitto e ogni altro tipo di verifica soggetta a registrazione possono essere sostenuti
solo successivamente alla conclusione dell’insegnamento dallo studente che abbia ottenuto le
eventuali attestazioni di frequenza e rispettato le propedeuticità richieste dai singoli ordinamenti;
egli deve altresì essere in regola con il versamento delle tasse e dei contributi.

2. I regolamenti dei singoli corsi di studio disciplinano le modalità di verifica del profitto dirette ad
accertare l’adeguata preparazione degli studenti ai fini della acquisizione dei crediti corrispondenti
alle attività formative seguite e della prosecuzione della carriera.

3. In particolari casi, disciplinati nei regolamenti dei corsi di studio, l’esame o altra forma di
verifica del profitto di discipline esecutive possono svolgersi per gruppi facendo salva comunque la
riconoscibilità e valutabilità dell’apporto individuale.

4. Nel caso di attività didattica articolata in forme diverse o in più moduli, le strutture didattiche
potranno prevedere un’unica verifica che comprenda l’accertamento del profitto raggiunto per
ciascuna delle suddette attività.

5. A seconda di quanto disposto dai regolamenti didattici del corso di studio, le verifiche di norma
danno luogo a votazione (per gli esami di profitto), ma possono anche consistere in un giudizio di
idoneità.

6. Il voto è sempre espresso in trentesimi e l’esame s’intende superato con una votazione minima di
diciotto trentesimi. Quando il candidato abbia ottenuto il massimo dei voti può essere attribuita
all’unanimità la lode.

7. Il regolamento didattico del corso di studio può prevedere, oltre alle verifiche di carattere
ordinario a cura delle commissioni d’esame, altre forme di attribuzione del credito.

8. Gli esami di profitto possono essere pratici (esecutivi o scritti) e/o orali; si possono prevedere
anche forme articolate di verifica, eventualmente composte di prove successive da concludersi
comunque con una verifica finale.

9. I verbali degli esami di profitto sono validi se firmati dall’intera commissione; lo studente è
tenuto a firmare il verbale all’atto del riconoscimento, quale attestazione della sua presentazione
alla prova.

10. L’esame viene registrato nella carriera dello studente, con la relativa votazione, solo nel caso in
cui sia stato superato. La valutazione d’insufficienza non è corredata da votazione.

11. La votazione è riportata a cura della commissione esaminatrice e a firma di uno dei suoi
componenti sul libretto dello studente.

12. Lo studente ha facoltà di ritirarsi dagli esami fino al momento antecedente la verbalizzazione
della valutazione finale di profitto.

13. Gli esami sostenuti nel periodo dal 01 novembre al 30 aprile dell’anno accademico successivo
sono pertinenti all’anno accademico precedente e non richiedono reiscrizione.

31
14. Non è consentita la ripetizione, con eventuale modifica della valutazione relativa, di un esame
già superato.

Art. 22. (Conseguimento del titolo di studio e prova finale)

1. Il titolo di studio è conferito previo superamento della prova finale. La prova finale ha la
funzione di evidenziare le competenze acquisite dal candidato durante il percorso formativo. Lo
studente è ammesso a sostenere la prova finale dopo avere maturato tutti i crediti previsti dal piano
degli studi, meno quelli previsti per la prova finale.

2. La prova finale è di norma costituita da una parte interpretativa-esecutiva o compositiva svolta


nell’indirizzo caratterizzante del corso di studi e dalla discussione di un elaborato di adeguato
valore artistico-scientifico.

3. Le modalità di svolgimento e di valutazione della prova finale sono disciplinate nei regolamenti
dei corsi di studio.

4.Il voto finale è espresso in centodecimi, con eventuale lode. Il voto finale non può essere inferiore
alla media ponderata, rapportata a centodieci, delle votazioni conseguite nell’intero percorso
formativo in funzione dei CFA acquisiti e delle diverse tipologie di attività formative. Il voto finale
non può essere rifiutato.

5. La media ponderata è calcolata nel seguente modo:


a) per ogni esame superato si moltiplica il voto ottenuto per il numero di crediti complessivi
attribuiti alla disciplina;
b) eventuali lodi vengono conteggiate, ciascuna, come singolo punto aggiuntivo da moltiplicarsi per
il numero di CFA complessivi attribuiti alla disciplina;
c) la somma dei punteggi così ottenuti fornisce la sommatoria VC=Voti-Crediti;
d) le valutazioni di idoneità, l’assolvimento di eventuali debiti formativi e le eventuali convalide
non influiscono sul calcolo della media;
e) la somma del numero di crediti degli esami sostenuto fornisce la sommatoria dei crediti SC;
f) la divisione di VC per SC fornisce la media ponderata.

6. La media ponderata dei voti può essere integrata dalla commissione per un punteggio non
superiore a 7/110. L’eventuale lode deve essere assegnata all’unanimità dalla commissione.

7. La commissione può attribuire, con decisione unanime, la “menzione d’onore” o altre forme di
riconoscimento accademico.

8. Lo svolgimento delle prove finali di diploma accademico di primo e di secondo livello e l’atto
della proclamazione del risultato finale sono pubblici.

9. L’Istituto rilascia, come supplemento al diploma, un certificato che riporta, secondo modelli
conformi a quelli adottati dai Paesi europei, le principali indicazioni relative al curricolo seguito
dallo studente per conseguire il titolo stesso.

Art. 23.
(Ammissione ai corsi di studio)

1. L’ammissione ai corsi accademici di primo livello attivati presso l’Istituto è riservata agli
studenti in possesso di diploma di scuola secondaria superiore o di altro titolo di studio conseguito

32
all’estero riconosciuto idoneo. In caso di spiccate capacità e attitudini, lo studente potrà essere
ammesso anche prima del conseguimento di detti titoli, i quali dovranno essere comunque
conseguiti entro il completamento del corso di studio.

2. L’ammissione ai corsi accademici di secondo livello è riservata agli studenti in possesso di


diploma accademico di primo livello, o di diploma di laurea, o di diploma di conservatorio
congiunto ad un diploma di scuola secondaria superiore. Possono essere altresì ammessi studenti in
possesso di altro titolo di studio equivalente conseguito all’estero e riconosciuto idoneo. I predetti
titoli debbono essere coerenti con il corso prescelto.

3. L’ammissione ai corsi di cui ai commi precedenti è subordinata al superamento di un esame di


ammissione che verifichi il possesso delle competenze teoriche, interpretative e/o compositive
coerenti con i parametri delle istituzioni musicali europee di pari livello. Le competenze d’ingresso
sono definite nei regolamenti di ciascun corso di studio.

4. Per essere ammessi ad un corso di specializzazione occorre essere in possesso di diploma


accademico di primo o di secondo livello, o di laurea, ovvero di altro titolo di studio conseguito
all’estero e riconosciuto idoneo.

5. Per essere ammessi ad un corso di formazione alla ricerca occorre essere in possesso di diploma
accademico di secondo livello o di laurea magistrale, ovvero di altro titolo di studio conseguito
all’estero e riconosciuto idoneo.

6. Per essere ammessi ad un corso di perfezionamento o master occorre essere in possesso di


diploma accademico di primo livello o di laurea, oppure di diploma di vecchio ordinamento
conseguito presso un Istituto Superiore di Studi Musicali, congiuntamente ad un diploma di
maturità. Nei relativi regolamenti didattici di corso può essere indicato l’eventuale requisito minimo
del diploma accademico di secondo livello o della laurea magistrale.

7. I requisiti e le modalità di ammissione ai corsi accademici di specializzazione, di formazione alla


ricerca, di perfezionamento o master nonché ai corsi di formazione permanente e ricorrente e agli
altri corsi attivati presso l’Istituto, sono disciplinati dai relativi regolamenti nel rispetto della
normativa.

8. Il riconoscimento dell’idoneità dei titoli di studio conseguiti all’estero, ai fini dell’ammissione ai


corsi, è deliberato dal Consiglio Accademico nel rispetto delle direttive dell’Unione Europea e degli
accordi internazionali in materia.

Art. 24.
(Debiti e ammissione condizionata)

1. Qualora lo studenti, durante l’esame di ammissione, evidenzi lacune nella preparazione, avrà
l’obbligo di soddisfare i debiti rilevati anche attraverso la frequenza di apposite attività formative.

2. Agli studenti ammessi ai corsi di secondo livello il cui curricolo di studi non sia pienamente
coerente con il corso prescelto, potranno essere attribuiti debiti formativi da estinguere con forme di
didattica integrativa.

3. I criteri per l’attribuzione dei debiti sono regolamentati dalle strutture didattiche competenti e
deliberati dal Consiglio Accademico.

33
Art. 25.
(Ordinamenti dei corsi e piani di studio individuali)

1. Gli ordinamenti didattici definiscono l’articolazione dei curricoli di ciascun corso di studi, con
l’indicazione delle discipline attivate, delle attività formative obbligatorie, degli eventuali moduli
didattici e delle ulteriori attività formative.

2. Il piano degli studi di ciascuno studente è comprensivo delle attività obbligatorie di cui al comma
1, di eventuali attività formative previste come opzionali e di attività scelte autonomamente nel
rispetto dei vincoli stabiliti dagli ordinamenti didattici.

3. Il piano degli studio è approvato dalla competente struttura didattica, tenuto conto dei criteri
definiti dal Consiglio Accademico.

4. Lo studente può chiedere di frequentare attività didattiche aggiuntive rispetto al piano degli studi
prescelto, sempre che ciò non costituisca onere di spesa per l’Istituto. Il superamento delle suddette
materie mediante esame o verifica attribuisce crediti comunque non eccedenti il 30 % di quelli
previsti dal corso cui lo studente è iscritto.

5. La presentazione da parte degli studenti dei rispettivi piani degli studi ha luogo entro i termini
stabiliti dal Consiglio Accademico.

6. Lo studente può comunque proporre modifiche al piano degli studi all’inizio di ciascun anno
accademico, approvate compatibilmente con le esigenze di funzionalità dei singoli corsi.

Art. 26.
(Fuori corso e ripetenza)

1. La ripetizione della frequenza di una disciplina può essere concessa una sola volta nell’ambito
del corso, secondo le modalità definite con specifici regolamenti. La predetta disposizione si applica
anche nel caso di mancato assolvimento degli obblighi di frequenza.

2. Lo studente che, pur avendo completato gli anni d’iscrizione, non abbia maturato i CFA
sufficienti per essere ammesso a sostenere la prova finale potrà usufruire di ulteriori anni
accademici, nei limiti stabiliti ai successivi commi 3 e 4, per completare il percorso formativo
assumendo la qualifica di “studente fuori corso”.

3. Lo studente che non concluda il corso di studi entro il doppio della durata dei corsi, come risulta
prevista all’art. 14 del presente regolamento, è dichiarato decaduto.

4. È altresì dichiarato decaduto lo studente che al termine del terzo anno del primo livello e del
secondo anno del secondo livello non abbia acquisito i crediti relativi al primo anno di corso.

34
Art. 27.
(Crediti formativi accademici)

1. L’Istituto aderisce al E.C.T.S. Le attività formative che fanno capo ai corsi di studio attivati
dall’Istituto danno luogo all’acquisizione di crediti ai sensi della normativa in vigore.

2. Un credito corrisponde a venticinque ore di lavoro dello studente, comprensive dei tempi di
frequenza delle lezioni, dei laboratori, dei seminari, delle esercitazioni e delle altre attività
formative, dei tempi di studio e comunque di impegno personale necessari per completare la
formazione per il superamento dell’esame o di altre forme di verifica del profitto, nonché per la
realizzazione di altre attività artistiche o formative.

3. Gli ordinamenti didattici dei corsi di studio determinano, sulla base dei decreti ministeriali, la
misura dei crediti corrispondenti alle varie attività previste per il conseguimento del titolo di studio.
Le tipologie delle attività formative sono: individuali, d’insieme o di gruppo, collettive teoriche o
pratiche, laboratori.

4. L’attività annuale media di uno studente impegnato a tempo pieno è stimata di norma in sessanta
crediti.

Art. 28.
(Acquisizione e riconoscimento dei crediti)

1. I crediti corrispondenti a ciascuna attività formativa sono acquisiti dallo studente con:
a) il superamento delle prove d’esame e delle altre forme di verifica del profitto al termine delle
diverse attività formative contemplate nell’ordinamento didattico, ferma restando, ove prevista, la
quantificazione del profitto;
b) la partecipazione alle attività di produzione e di ricerca dell’Istituzione;
c) lo svolgimento, anche esternamente all’Istituto, di attività formative, artistiche, di ricerca e di
tirocinio professionale a scelta dello studente;
d) il superamento della prova finale.

2. Gli studenti che abbiano già compiuto attività formative contemplate nell’ordinamento didattico
del corso di studio prescelto potranno ottenere il riconoscimento dei corrispondenti crediti su
presentazione di specifica documentazione.

3. Nel caso di trasferimento da altro corso dell’Istituto o da altra istituzione di pari grado, le
strutture didattiche competenti operano il riconoscimento totale o parziale dei crediti acquisiti dallo
studente sulla base dei seguenti criteri:
a) riconoscimento di crediti acquisiti nel corso di provenienza, fino al raggiungimento del totale del
numero dei crediti dello stesso settore disciplinare previsti dall’ordinamento didattico del corso di
destinazione, per ciascuna tipologia di attività formativa;
b) riconoscimento, sulla base delle affinità didattiche e di contenuto, di quelle attività formative non
corrispondenti a insegnamenti attivati presso l’Istituto e per le quali non sussista il riferimento
comune del settore artistico-disciplinare;
c) l’Istituto può riconoscere come crediti le conoscenze e le abilità professionali riconducibili a
specifiche discipline.

35
4. All’atto dell’iscrizione lo studente può richiedere il riconoscimento di attività professionali e
didattiche già maturate esternamente all’Istituto, attestate da idonea documentazione.

5. Stante il riconoscimento di una misura sufficiente di crediti corrispondenti ad attività formative o


lavorative già svolte, il Consiglio Accademico ha la facoltà di concedere l’abbreviazione della
durata normale dei corsi di studio, contemplando la possibilità di iscrizioni ad anni successivi al
primo.

Art. 29.
(Lingua comunitaria)

1. L’Istituto organizza, anche in convenzione, appositi corsi per l’apprendimento obbligatorio di


una lingua dell’Unione Europea, tenendo conto del grado di preparazione iniziale degli studenti.

2. Alla positiva conclusione del corso viene rilasciato apposito attestato che contiene una
valutazione corrispondente al livello conseguito.

3. I crediti relativi alla conoscenza di una lingua comunitaria possono essere riconosciuti dalle
strutture didattiche competenti anche sulla base di certificazioni rilasciate da strutture esterne
all’Istituto.

Art. 30.
(Attività artistica e altre attività soggette a valutazione in crediti)

1. La partecipazione alle attività di produzione e di ricerca in campo musicale svolte dall’Istituto,


contribuisce alla maturazione dei crediti.

2. L’Istituto progetta e realizza, anche in convenzione con strutture pubbliche o private, stages e
tirocini in ambito artistico, scientifico, tecnico e professionale coerenti con i curricoli dei corsi di
studio e promuove attività artistiche riconoscibili in termini di crediti.

Art. 31.
(Corsi frequentati presso istituti convenzionati di pari grado)

1. L’Istituto può stipulare apposite convenzioni, con altri Istituti di pari livello al fine di consentire
ai propri studenti di avvalersi degli insegnamenti ivi attivati.

36
Art. 32.
(Trasferimenti)

1. Lo studente può chiedere il trasferimento ad altro istituto con domanda indirizzata al Direttore
entro il 31 luglio.

2. Per i corsi di studio a numero programmato, i trasferimenti si effettuano nel numero di posti
disponibili. Eventuali criteri di selezione sono stabiliti dal Consiglio accademico.

3. Per gli studenti dei quali sia stato accolto il trasferimento, le strutture didattiche interessate
determinano, di norma entro trenta giorni dalla ricezione della domanda, l’ulteriore svolgimento
della carriera valutando l’eventuale convalida degli esami sostenuti, il riconoscimento totale o
parziale dei crediti in precedenza acquisiti e indicando l’eventuale debito formativo da assolvere.

4. Le strutture didattiche competenti prevedono, eventuali attività integrative ad uso degli studenti
che provengono per trasferimento, ai quali siano stati attribuiti debiti formativi.

5. Non sono accettate domande di trasferimento di studenti che debbano sostenere la sola prova
finale per il conseguimento del titolo di studio o che abbiano sostenuto il solo esame di ammissione.

Art. 33.
(Passaggi di corso e prosecuzione degli studi)

1. Lo studente di un corso accademico di primo o di secondo livello può chiedere in qualunque anno
di corso, con domanda inoltrata al Direttore, il passaggio ad altro corso di studio di corrispondente
livello attivato presso l’Istituto, con il riconoscimento totale o parziale dei crediti eventualmente già
acquisiti ai fini del conseguimento del relativo titolo di studio.

2. La struttura didattica responsabile del corso di studio al quale lo studente intende trasferirsi
delibera, entro trenta giorni dalla ricezione della domanda, circa il riconoscimento dei crediti
conseguiti validi per il nuovo curricolo e indica l’anno di corso al quale lo studente è ammesso. I
crediti acquisiti, ma non riconosciuti validi ai fini del conseguimento del titolo di studio, rimangono
comunque registrati nella carriera accademica dell’interessato.

3. I passaggi a d altri corsi di studio sono condizionati al superamento delle relative prove di
ammissione.

4. I termini per la presentazione delle domande di passaggio di corso sono determinati annualmente
dal Consiglio accademico, sentite le competenti strutture didattiche.

5. È garantita la facoltà per gli studenti iscritti a un qualsiasi previgente ordinamento di optare per il
passaggio ai corsi di diploma accademico di primo livello, previa verifica del possesso delle
conoscenze e competenze richieste per l’ammissione ai corsi accademici.

37
Art. 34.
(Periodi di studio effettuati presso altro istituto italiano o estero)

1. L’Istituto favorisce gli scambi di studenti con Istituti italiani o esteri di corrispondente livello
sulla base di programmi internazionali di mobilità o di apposite convenzioni.

2. Lo studente ammesso a trascorrere un periodo di studio all’estero è tenuto a indicare le attività


formative che intende svolgere presso l’istituto convenzionato. Tale proposta deve essere approvata
dalla struttura didattica competente sulla base di documentazione attestante le caratteristiche delle
attività programmate (crediti didattici, numero di ore di lezione e di esercitazione, contenuti
formativi, ecc.).

3. I periodi di studio trascorsi presso gli istituti convenzionati sono riconosciuti allo studente in base
a:
a) Crediti acquisiti mediante verifica di profitto effettuata presso l’istituto convenzionato;
b) Frequenza effettuata presso l’istituto convenzionato, ritenuta valida ai fini di verifica interna di
profitto, anche prevedendo integrazioni ove necessarie;
c) Periodo di preparazione della prova finale per il conseguimento del titolo di studio;
d) Tirocinio e altre attività formative.

4. Le conversioni dei voti, secondo il sistema italiano, sono effettuate sulla base delle equivalenze
approvate dal Consiglio accademico.

5. Al termine del periodo di permanenza all’estero, sulla base della certificazione esibita, la struttura
didattica interessata delibera il riconoscimento delle attività formative svolte all’estero.

6. All’atto dell’iscrizione all’Istituto lo studente può chiedere il riconoscimento di attività formative


compiute all’estero.

7. Le strutture didattiche interessate determinano l’ulteriore svolgimento della carriera valutando


l’eventuale convalida degli esami sostenuti, il riconoscimento totale o parziale dei crediti in
precedenza acquisiti e indicando se del caso il debito formativo da assolvere.

Art. 35.
(Riconoscimento dei titoli conseguiti all’estero)

1. Sulla base delle disposizioni vigenti e nel rispetto delle direttive dell’Unione Europea e degli
accordi internazionali, i titoli conseguiti all’estero possono essere riconosciuti ai fini della
prosecuzione degli studi.
2. Il riconoscimento è deliberato dal Consiglio accademico, sentita la struttura didattica competente.

38
Art. 36.
(Rapporti nazionali e internazionali e rilascio di titoli congiunti)

1. L’Istituto può rilasciare titoli di studio congiuntamente con altri istituti italiani o esteri di
corrispondente livello sulla base di apposite convenzioni approvate dagli organi accademici
competenti e ispirate a criteri di reciprocità.

2. Le convenzioni disciplinano:
a) Le modalità di svolgimento dell’attività didattica;
b) I criteri per la verifica del profitto e il riconoscimento dei crediti maturati;
c) Per convenzioni con paesi esteri, la lingua nella quale è redatto e discusso l’eventuale elaborato
scritto per la prova finale;
d) La composizione della commissione per l’ammissione ai corsi e il conferimento del titolo;
e) Le modalità delle verifiche di profitto.

3. La convenzione può prevedere il rilascio di un unico titolo, con l’indicazione degli istituti
convenzionati.

Art. 37.
(Iscrizione a corsi singoli)

1. I cittadini degli stati membri dell’Unione Europea in possesso di un diploma di scuola media
superiore, o i cittadini extracomunitari in possesso di titoli di studio riconosciuti equipollenti, non
iscritti ad alcun corso di studi presso Istituti di alta formazione musicale possono chiedere di essere
iscritti a singole discipline attivate presso l’Istituto, nonché essere autorizzati a sostenere le relative
prove d’esame e ad avere regolare attestazione dei crediti acquisiti. Sulle relative domande,
corredate dall’indicazione del titolo di studio posseduto, da presentare con le modalità e nei termini
stabiliti dal Consiglio Accademico, deliberano le strutture didattiche competenti, tenuto conto
dell’organizzazione didattica.

2. Le tasse di iscrizione e i contributi per la frequenza a uno o più corsi di cui al presente articolo
vengono deliberati dal Consiglio di Amministrazione. I termini per la presentazione delle domande
e le modalità di frequenza sono stabiliti dal Consiglio Accademico il quale, in relazione alla
disponibilità di mezzi e strutture, delibera annualmente il numero massimo delle iscrizioni.

Art. 38.
(Didattica multimediale e a distanza)

1. L’Istituto può promuovere, per specifiche discipline, idonee forme di didattica multimediale e di
didattica a distanza anche in collaborazione con enti e soggetti pubblici e privati.

39
Capo II – Altre attività formative

Art. 39.
(Attività formative propedeutiche)

1. L’Istituto può organizzare corsi di formazione musicale propedeutici all’accesso ai propri corsi
accademici di primo livello, specificamente indirizzati all’acquisizione delle competenze e delle
abilità richieste in ingresso dai regolamenti di ciascun corso di studio. La struttura di tali attività
propedeutiche è stabilita nei regolamenti dei corsi di base.

2. Al termine dei corsi propedeutici l’Istituto rilascia specifica attestazione.

3. La responsabilità didattica delle attività formative propedeutiche è in capo alle singole scuole.

Art. 40.
(Corsi di formazione permanente e ricorrente)

1. L’Istituto può promuovere, anche in collaborazione con altri enti e soggetti pubblici e privati,
corsi per la formazione permanente e ricorrente, per adulti, per l’infanzia, al fine di:
a) sviluppare conoscenze culturali e abilità e competenze musicali;
b) favorire la crescita culturale degli adulti;
c) contribuire all’educazione e alla formazione musicale dell’infanzia;
d) concorrere alla diffusione della cultura musicale e della fruizione consapevole della musica.

2. Al termine dei corsi di cui al comma precedente l’Istituto rilascia agli interessati un’attestazione
delle competenze acquisite e della frequenza.

3. L’attivazione dei corsi di cui sopra è approvata dal Consiglio Accademico e per quanto di
competenza dal Consiglio di Amministrazione.

40
Art. 41.
(Corsi di formazione musicale di base)

1. L’Istituto attiva corsi di formazione musicale di base ai sensi dell’art. 2, comma 8, sub d della
Legge 508/1999.

2. I corsi di formazione musicale di base si articolano in livelli che coprono la formazione nei
diversi ambiti disciplinari.

3. I programmi di studio dei corsi di cui al comma precedente, sono definiti in un apposito
regolamento, approvato dal Consiglio Accademico ed emanato dal Direttore.

4. Al termine di ciascun livello, a seguito del superamento delle prove di valutazione previste,
l’Istituto rilascia un attestato riportante le abilità e le competenze acquisite, la valutazione
conseguita.

5. I corsi di base, strutturati in modo da consentire la frequenza agli alunni iscritti alla scuola
secondaria di I e II grado, possono essere istituiti anche in forma convenzionata con gli istituti di
istruzione secondaria, o con altri enti, associazioni e istituzioni anche private.

Art. 42.
(Modifiche al regolamento)

1. Eventuali modifiche, deliberate dal Consiglio Accademico, sono sottoposte al competente


Ministero per l’approvazione.

2. Le modifiche possono essere proposte dal direttore, dal Consiglio Accademico, dalle strutture
didattiche competenti o dalla Consulta degli studenti.

3. Fatti salvi i casi d’urgenza, le modifiche hanno valore dal successivo anno accademico.

4. L’istituzione di nuovi corsi di studio, nel rispetto delle procedure previste, è disposta con
modifica integrativa del regolamento, previa delibera del consiglio di Amministrazione in ordine
alla congruità delle risorse umane, finanziarie e di dotazioni strumentali disponibili per la
funzionalità dei corsi stessi.

41
TITOLO TERZO – Norme transitorie e finali

Capo I – Regime transitorio

Art. 43.
(Ordinamento previgente)

1. L’Istituto assicura la conclusione dei corsi e il rilascio dei relativi titoli, secondo gli ordinamenti
didattici in precedenza vigenti, agli studenti già iscritti alla data di entrata in vigore del presente
regolamento. A tali studenti, che non optino per un corso di studio disciplinato dai nuovi
ordinamenti, continuano ad applicarsi le norme precedentemente in vigore.

Art. 44.
(Opzione per i nuovi ordinamenti)

1. È garantita la facoltà per gli studenti iscritti a un qualsiasi previgente ordinamento, che siano in
possesso dei requisiti, delle conoscenze e delle competenze richiesti per l’ammissione ai corsi
accademici, di optare per il passaggio ai corsi di diploma accademico di primo livello. Il diritto di
opzione ai corsi di studio del nuovo ordinamento è esercitabile nell’ambito delle scadenze annuali
determinate dal Consiglio Accademico.
Le strutture didattiche competenti, sulla base dei criteri generali stabiliti dal Consiglio Accademico
nel rispetto del Decreto ministeriale in materia, riformulano in termini di crediti gli ordinamenti
didattici previgenti e le carriere degli studenti a tali ordinamenti iscritti.

42
Capo II – Norme finali

Art. 45.
(Fonti normative pertinenti il Regolamento)

1. Il presente regolamento è redatto nel rispetto delle leggi, dei regolamenti e dei decreti in vigore, e
dello Statuto dell’Istituzione.

Art. 46.
(Entrata in vigore)

1. Il presente Regolamento entra in vigore all’atto della pubblicazione all’Albo d’Istituto.

2. Le modalità di adeguamento dei corsi di studio di primo e di secondo livello attivati in via
sperimentale a partire dall’anno accademico 2000/2001 secondo il presente regolamento sono
stabilite dal Consiglio Accademico.

3. Per ogni controversia derivante dall’applicazione del presente Regolamento è competente il


Consiglio Accademico.

Art. 47
(Tabelle allegate)

1. I corsi di studio attivati dall’Istituto sono definiti nelle allegate tabelle, le quali costituiscono
parte integrante del presente Regolamento, con l’indicazione delle scuole e dei Dipartimenti di
riferimento. Eventuali nuovi corsi saranno attivati previa approvazione ministeriale ed inserimento
nel presente Regolamento.

43
DIPARTIMENTO DI STRUMENTI AD ARCO E A CORDA
SCUOLA DI ARPA
DCPL 01 - CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN
ARPA
Obiettivi formativi Al termine degli studi relativi al Diploma Accademico di primo livello in Arpa, gli studenti devono
avere acquisito le conoscenze delle tecniche e le competenze specifiche tali da consentire loro di
realizzare concretamente la propria idea artistica. A tal fine sarà dato particolare rilievo allo studio
del repertorio più rappresentativo dello strumento – incluso quello d’insieme – e delle relative prassi
esecutive, anche con la finalità di sviluppare la capacità dello studente di interagire al’interno di
gruppi musicali diversamente composti. Tali obiettivi dovranno essere raggiunti anche favorendo lo
sviluppo della capacità percettiva dell’udito e di memorizzazione, e con l’acquisizione di specifiche
conoscenze relative ai modelli organizzativi, compositivi ed analitici della musica ed alla loro
interazione.
Specifica cura dovrà essere dedicata all’acquisizione di adeguate tecniche di controllo posturale ed
emozionale. Al termine del Triennio, gli studenti devono avere acquisito una conoscenza
approfondita degli aspetti stilistici, storici ed estetici generali e relativi al proprio specifico indirizzo.
Inoltre, con riferimento alla specificità dei singoli corsi, lo studente dovrà possedere adeguate
competenze riferite all’ambito dell’improvvisazione. È obiettivo formativo del corso anche
l’acquisizione di adeguate competenze nel campo dell’informatica musicale nonché quelle relative ad
una seconda lingua comunitaria.
Prospettive occupazionali Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti ambiti:
- Strumentista solista
- Strumentista in gruppi da camera
- Strumentista in formazioni orchestrali da camera
- Strumentista in formazioni orchestrali sinfoniche
- Strumentista in formazioni orchestrali per il teatro musicale

Tipologia delle attività Area disciplinare Codice Settore artistico-disciplinare CFA


formative settore
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/06 Teoria, ritmica e percezione musicale 9
RELATIVE ALLA
FORMAZIONE DI BASE Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/01 Teoria dell’armonia e analisi 15
(45 CFA)
Discipline musicologiche CODM/04 Storia della musica 15

Discipline interpretative d’insieme COMI/01 Esercitazioni corali 6

ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline interpretative CODI/01 Arpa 63


CARATTERIZZANTI
(87 CFA) Discipline interpretative d’insieme COMI/03 Musica da camera 18

Discipline interpretative COMI/02 Esercitazioni orchestrali 6

ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline musicologiche CODM/01 Bibliografia e 3


INTEGRATIVE O AFFINI biblioteconomia musicale
(3 CFA)
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline della musica elettronica COME/05 Informatica musicale 3
ULTERIORI e delle tecnologie del suono
(6 CFA)
Discipline didattiche CODD/07 Tecniche di consapevolezza ed 3
espressione corporea

ATTIVITÀ FORMATIVE A 18
SCELTA DELLO STUDENTE
(18 CFA) *
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline linguistiche CODL/02 Lingua inglese 12
RELATIVE ALLA PROVA
FINALE E ALLA Prova finale 9
CONOSCENZA DELLA
LINGUA STRANIERA
(21 CFA)
TOTALE CREDITI 180
FORMATIVI ACCADEMICI
NEL TRIENNIO

44
* LO STUDENTE INSERIRÀ NEL PROPRIO PIANO DI STUDI ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE PER UN TOTALE DI 18 CREDITI,
SCEGLIENDO TRA LE SEGUENTI DISCIPLINE OFFERTE DALL’ISTITUTO (CON POSSIBILITÀ DI BIENNALIZZARNE ALCUNE PREVIA
AUTORIZZAZIONE DEL CONSIGLIO ACCADEMICO); LO STUDENTE HA LA FACOLTÀ DI INSERIRE ANCHE ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE
SVOLTE PRESSO ALTRE ISTITUZIONI DI LIVELLO UNIVERSITARIO, O LABORATORI E SEMINARI LA CUI VALIDITÀ VERRÀ VALUTATA
DAL CONSIGLIO ACCADEMICO DELL’ISTITUTO.

* ATTIVITÀ FORMATIVE A Area disciplinare Codice Campo disciplinare


SCELTA DELLO STUDENTE settore

Discipline della musica elettronica COME/05 Informatica musicale II 3


e delle tecnologie del suono

Discipline didattiche CODD/07 Tecniche di espressione e


consapevolezza corporea II 3

Discipline dell’organizzazione e COCM/01 Organizzazione dello spettacolo


3
della comunicazione musicale musicale

Discipline dell’organizzazione e
COCM/02 Tecniche della comunicazione
della comunicazione musicale 3

Discipline interpretative d’insieme COMI/08 Tecniche di improvvisazione musicale 3

Discipline linguistiche CODL/01 Lingua italiana 6

Discipline linguistiche CODL/02 Altra lingua straniera comunitaria 6

Laboratori

Seminari

Altre eventuali attività formative


deliberate dal Consiglio Accademico

PROVA FINALE

La prova finale è costituita da una parte interpretativa-esecutiva svolta nell’indirizzo


caratterizzante del corso di studi e dalla discussione di un elaborato di adeguato valore
artistico-scientifico:
- la parte interpretativa-esecutiva consiste nella esecuzione pubblica di un
programma da concerto della durata minima di trenta minuti e massima di
sessanta;
- la seconda parte della prova consiste nella discussione di un elaborato scritto,
prodotto dallo studente entro i termini fissati nel regolamento del corso di studio;
per l’illustrazione e la discussione dell’elaborato lo studente può avvalersi
liberamente di adeguati supporti, anche multimediali.

Le modalità di svolgimento e di valutazione della prova finale sono disciplinate nel


regolamento del corso di studio.

45
TRIENNIO ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO

ARPA

PIANO DI STUDI

Primo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/06 Ear training I 6 40
COTP/01 Teorie e tecniche dell’armonia 6 40
CODM/04 Storia e storiografia della musica I 6 40
COMI/01 Formazione corale I 3 30
CODI/01 Prassi esecutive e repertori - Arpa I 18 30
COMI/03 Musica da camera I 6 30
COMI/02 Formazione orchestrale I 3 45
CODD/07 Tecniche di espressione e consapevolezza corporea 3 20
Disciplina a scelta dello studente 3
CODL/02 Lingua inglese I 6 40

Secondo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/06 Ear training II 3 20
COTP/01 Analisi dei repertori I 6 40
CODM/04 Storia e storiografia della musica II 6 40
COMI/01 Formazione corale II 3 30
CODI/01 Prassi esecutiva e repertori - Arpa II 18 30
COMI/03 Musica da camera II 6 30
COMI/02 Formazione orchestrale II 3 45
CODM/01 Strumenti e metodi della ricerca bibliografica 3 20
COME/05 Informatica musicale 3 20
Disciplina a scelta dello studente 3
CODL/02 Lingua inglese II 6 40

Terzo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/01 Analisi dei repertori II 3 20
CODM/04 Storia delle forme e dei repertori musicali 3 20
CODI/01 Prassi esecutiva e repertori - Arpa III 24 40
COMI/03 Musica da camera III 6 30
COMI/02 Formazione orchestrale III 3 45
Discipline a scelta dello studente 12
Prova finale Prova finale 9

46
DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI
SCUOLA DI JAZZ
DCPL 03 - CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN
BASSO ELETTRICO
Obiettivi formativi Al termine degli studi relativi al Diploma Accademico di primo livello in Basso elettrico, gli studenti
devono avere acquisito le conoscenze delle tecniche e le competenze specifiche tali da consentire
loro di realizzare concretamente la propria idea artistica. A tal fine sarà dato particolare rilievo allo
studio del repertorio più rappresentativo dello strumento – incluso quello d’insieme – e delle relative
prassi esecutive, anche con la finalità di sviluppare la capacità dello studente di interagire al’interno
di gruppi musicali diversamente composti. Tali obiettivi dovranno essere raggiunti anche favorendo
lo sviluppo della capacità percettiva dell’udito e di memorizzazione, e con l’acquisizione di specifiche
conoscenze relative ai modelli organizzativi, compositivi ed analitici della musica ed alla loro
interazione.
Specifica cura dovrà essere dedicata all’acquisizione di adeguate tecniche di controllo posturale ed
emozionale. Al termine del Triennio, gli studenti devono avere acquisito una conoscenza
approfondita degli aspetti stilistici, storici, estetici generali e relativi al proprio specifico indirizzo.
Inoltre, con riferimento alla specificità dei singoli corsi, lo studente dovrà possedere adeguate
competenze riferite all’ambito dell’improvisazione. È obiettivo formativo del corso anche l’acquisizione
di adeguate competenze nel campo dell’informatica musicale nonché quelle relative ad una seconda
lingua comunitaria.
Prospettive occupazionali Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti ambiti:
- Strumentista solista jazz e popular
- Strumentista in gruppi jazz e popular
- Strumentista in formazioni orchestrali jazz e popular

Tipologia delle attività Area disciplinare Codice Settore artistico-disciplinare CFA


formative settore
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/06 Teoria, ritmica e percezione musicale 9
RELATIVE ALLA
FORMAZIONE DI BASE Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/01 Teoria dell’armonia e analisi 9
(39 CFA)
Discipline musicologiche CODM/04 Storia della musica 9

Discipline musicologiche CODM/06 Storia del jazz, delle musiche 6


improvvisate e audiotattili

Discipline interpretative del jazz COMJ/09 Pianoforte jazz 6


delle musiche impovvisate e …
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline interpretative del jazz, COMJ/01 Basso elettrico 45
CARATTERIZZANTI delle musiche improvvisate e …
(87 CFA)
Discipline compositive CODC/04 Composizione jazz 18

Discipline interpretative d’insieme COMI/06 Musica d’insieme jazz 18

Discipline interpretative d’insieme COMI/08 Tecniche di improvvisazione musicale 6

ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline compositive CODC/05 Orchestrazione e concertazione jazz 6


INTEGRATIVE O AFFINI
(9 CFA) Discipline musicologiche CODM/01 Bibliografia e 3
biblioteconomia musicale

ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline della musica elettronica COME/05 Informatica musicale 3


ULTERIORI (6 CFA) e delle tecnologie del suono

Discipline didattiche CODD/07 Tecniche di consapevolezza ed 3


espressione corporea
ATTIVITÀ FORMATIVE A 18
SCELTA DELLO STUDENTE
(18 CFA) *
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline linguistiche CODL/02 Lingua inglese 12
RELATIVE ALLA PROVA
FINALE E ALLA Prova finale 9
CONOSCENZA DELLA
LINGUA STRANIERA
(21 CFA)
TOTALE CREDITI 180
FORMATIVI ACCADEMICI
NEL TRIENNIO

47
* LO STUDENTE INSERIRÀ NEL PROPRIO PIANO DI STUDI ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE PER UN TOTALE DI 18 CREDITI,
SCEGLIENDO TRA LE SEGUENTI DISCIPLINE OFFERTE DALL’ISTITUTO (CON POSSIBILITÀ DI BIENNALIZZARNE ALCUNE PREVIA
AUTORIZZAZIONE DEL CONSIGLIO ACCADEMICO); LO STUDENTE HA LA FACOLTÀ DI INSERIRE ANCHE ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE
SVOLTE PRESSO ALTRE ISTITUZIONI DI LIVELLO UNIVERSITARIO, O LABORATORI E SEMINARI LA CUI VALIDITÀ VERRÀ VALUTATA
DAL CONSIGLIO ACCADEMICO DELL’ISTITUTO.

* ATTIVITÀ FORMATIVE A Area disciplinare Codice Campo disciplinare


SCELTA DELLO STUDENTE settore

Discipline della musica elettronica COME/05 Informatica musicale II 3


e delle tecnologie del suono

Discipline didattiche CODD/07 Tecniche di espressione e


consapevolezza corporea II 3

Discipline dell’organizzazione e COCM/01 Organizzazione dello spettacolo


3
della comunicazione musicale musicale

Discipline dell’organizzazione e
COCM/02 Tecniche della comunicazione
della comunicazione musicale 3

Discipline interpretative d’insieme COMI/08 Tecniche di improvvisazione musicale 3

Discipline linguistiche CODL/01 Lingua italiana 6

Discipline linguistiche CODL/02 Altra lingua straniera comunitaria 6

Laboratori

Seminari

Altre eventuali attività formative


deliberate dal Consiglio Accademico

PROVA FINALE

La prova finale è costituita da una parte interpretativa-esecutiva svolta nell’indirizzo


caratterizzante del corso di studi e dalla discussione di un elaborato di adeguato valore
artistico-scientifico:
- la parte interpretativa-esecutiva consiste in una performance musicale pubblica
della durata minima di trenta minuti e massima di sessanta, da solista oppure con
formazione musicale scelta con assoluta libertà
- la seconda parte della prova consiste nella discussione di un elaborato scritto
riguardante qualsiasi ambito disciplinare del corso di studi seguito, prodotto dallo
studente entro i termini fissati nel regolamento del corso di studio; per l’illustrazione
e la discussione dell’elaborato lo studente può avvalersi liberamente di adeguati
supporti, anche multimediali.

Le modalità di svolgimento e di valutazione della prova finale sono disciplinate nel


regolamento del corso di studio.

48
TRIENNIO ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO

BASSO ELETTRICO

PIANO DI STUDI

Primo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/06 Ear training I 6 40
COTP/01 Teorie e tecniche dell’armonia I 6 40
CODM/04 Storia e storiografia della musica I 6 40
COMJ/09 Prassi esecutive e repertori del Pianoforte jazz I 3 15
COMJ/01 Prassi esecutive e repertori del Basso elettrico I 15 30
COMI/06 Prassi esecutive e repertori della Musica d’insieme 6 30
jazz I
COMI/08 Tecniche di improvvisazione musicale I 3 20
CODD/07 Tecniche di espressione e consapevolezza corporea 3 20
COME/05 Informatica musicale 3 20
Disciplina a scelta dello studente 3
CODL/02 Lingua inglese I 6 40

Secondo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/06 Ear training II 3 20
COTP/01 Teorie e tecniche dell’armonia II 3 20
CODM/04 Storia e storiografia della musica II 3 20
CODM/06 Storia del Jazz I 3 20
COMJ/09 Prassi esecutive e repertori del Pianoforte jazz II 3 15
COMJ/01 Prassi esecutive e repertori del Basso elettrico II 15 30
CODC/04 Tecniche compositive jazz I 9 40
COMI/06 Prassi esecutive e repertori della Musica d’insieme 6 30
jazz II
COMI/08 Tecniche di improvvisazione musicale II 3 20
CODM/01 Strumenti e metodi della ricerca bibliografica 3 20
Disciplina a scelta dello studente 3
CODL/02 Lingua inglese II 6 40

Terzo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
CODM/06 Storia del Jazz II 3 20
COMJ/01 Prassi esecutive e repertori del Basso elettrico III 15 30
CODC/04 Tecniche compositive jazz II 9 40
COMI/06 Prassi esecutive e repertori della Musica d’insieme 6 30
jazz III
CODC/05 Tecniche di scrittura ed arrangiamento per vari tipi 6 30
di ensemble
Discipline a scelta dello studente 12
Prova finale Prova finale 9

49
DIPARTIMENTO DEGLI STRUMENTI A FIATO
SCUOLA DI BASSO TUBA
DCPL 04 - CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN
BASSO TUBA
Obiettivi formativi Al termine degli studi relativi al Diploma Accademico di primo livello in Basso tuba, gli studenti
devono avere acquisito le conoscenze delle tecniche e le competenze specifiche tali da consentire
loro di realizzare concretamente la propria idea artistica. A tal fine sarà dato particolare rilievo allo
studio del repertorio più rappresentativo dello strumento – incluso quello d’insieme – e delle relative
prassi esecutive, anche con la finalità di sviluppare la capacità dello studente di interagire al’interno
di gruppi musicali diversamente composti. Tali obiettivi dovranno essere raggiunti anche favorendo
lo sviluppo della capacità percettiva dell’udito e di memorizzazione, e con l’acquisizione di specifiche
conoscenze relative ai modelli organizzativi, compositivi ed analitici della musica ed alla loro
interazione.
Specifica cura dovrà essere dedicata all’acquisizione di adeguate tecniche di controllo posturale ed
emozionale. Al termine del Triennio, gli studenti devono avere acquisito una conoscenza
approfondita degli aspetti stilistici, storici ed estetici generali e relativi al proprio specifico indirizzo.
Inoltre, con riferimento alla specificità dei singoli corsi, lo studente dovrà possedere adeguate
competenze riferite all’ambito dell’improvvisazione. È obiettivo formativo del corso anche
l’acquisizione di adeguate competenze nel campo dell’informatica musicale nonché quelle relative ad
una seconda lingua comunitaria.
Prospettive occupazionali Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti ambiti:
- Strumentista solista
- Strumentista in gruppi da camera
- Strumentista in formazioni orchestrali da camera
- Strumentista in formazioni orchestrali sinfoniche
- Strumentista in formazioni orchestrali per il teatro musicale
- Strumentista in formazioni orchestrali a fiato

Tipologia delle attività Area disciplinare Codice Settore artistico-disciplinare CFA


formative settore
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/06 Teoria, ritmica e percezione musicale 9
RELATIVE ALLA
FORMAZIONE DI BASE Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/01 Teoria dell’armonia e analisi 9
(45 CFA)
Discipline musicologiche CODM/04 Storia della musica 15

Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/03 Pratica e lettura pianistica 6

Discipline interpretative d’insieme COMI/01 Esercitazioni corali 6

ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline interpretative CODI/08 Basso tuba 60


CARATTERIZZANTI
(87 CFA) Discipline interpretative d’insieme COMI/03 Musica da camera 9

Discipline interpretative d’insieme COMI/04 Musica d’insieme 9


per strumenti a fiato

Discipline interpretative d’insieme COMI/02 Esercitazioni orchestrali 9

ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline musicologiche CODM/01 Bibliografia e 3


INTEGRATIVE O AFFINI biblioteconomia musicale
(3 CFA)
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline della musica elettronica COME/05 Informatica musicale 3
ULTERIORI (6 CFA) e delle tecnologie del suono

Discipline didattiche CODD/07 Tecniche di consapevolezza ed 3


espressione corporea
ATTIVITÀ FORMATIVE A 18
SCELTA DELLO STUDENTE
(18 CFA) *
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline linguistiche CODL/02 Lingua inglese 12
RELATIVE ALLA PROVA
FINALE E ALLA Prova finale 9
CONOSCENZA DELLA
LINGUA STRANIERA
(21 CFA)
TOTALE CREDITI 180
FORMATIVI ACCADEMICI
NEL TRIENNIO

50
* LO STUDENTE INSERIRÀ NEL PROPRIO PIANO DI STUDI ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE PER UN TOTALE DI 18 CREDITI,
SCEGLIENDO TRA LE SEGUENTI DISCIPLINE OFFERTE DALL’ISTITUTO (CON POSSIBILITÀ DI BIENNALIZZARNE ALCUNE PREVIA
AUTORIZZAZIONE DEL CONSIGLIO ACCADEMICO); LO STUDENTE HA LA FACOLTÀ DI INSERIRE ANCHE ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE
SVOLTE PRESSO ALTRE ISTITUZIONI DI LIVELLO UNIVERSITARIO, O LABORATORI E SEMINARI LA CUI VALIDITÀ VERRÀ VALUTATA
DAL CONSIGLIO ACCADEMICO DELL’ISTITUTO.

* ATTIVITÀ FORMATIVE A Area disciplinare Codice Campo disciplinare


SCELTA DELLO STUDENTE settore

Discipline della musica elettronica COME/05 Informatica musicale II 3


e delle tecnologie del suono

Discipline didattiche CODD/07 Tecniche di espressione e


consapevolezza corporea II 3

Discipline dell’organizzazione e COCM/01 Organizzazione dello spettacolo


3
della comunicazione musicale musicale

Discipline dell’organizzazione e
COCM/02 Tecniche della comunicazione
della comunicazione musicale 3

Discipline interpretative d’insieme COMI/08 Tecniche di improvvisazione musicale 3

Discipline linguistiche CODL/01 Lingua italiana 6

Discipline linguistiche CODL/02 Altra lingua straniera comunitaria 6

Laboratori

Seminari

Altre eventuali attività formative


deliberate dal Consiglio Accademico

PROVA FINALE

La prova finale è costituita da una parte interpretativa-esecutiva svolta nell’indirizzo


caratterizzante del corso di studi e dalla discussione di un elaborato di adeguato valore
artistico-scientifico:
- la parte interpretativa-esecutiva consiste nella esecuzione pubblica di un
programma da concerto della durata minima di trenta minuti e massima di
sessanta;
- la seconda parte della prova consiste nella discussione di un elaborato scritto,
prodotto dallo studente entro i termini fissati nel regolamento del corso di studio;
per l’illustrazione e la discussione dell’elaborato lo studente può avvalersi
liberamente di adeguati supporti, anche multimediali.

Le modalità di svolgimento e di valutazione della prova finale sono disciplinate nel


regolamento del corso di studio.

51
TRIENNIO ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO

BASSO TUBA

PIANO DI STUDI

Primo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/06 Ear training I 6 40
COTP/01 Teorie e tecniche dell’armonia 3 20
CODM/04 Storia e storiografia della musica I 6 40
COTP/03 Pratica pianistica I 3 15
COMI/01 Formazione corale I 3 30
CODI/08 Prassi esecutive e repertori - Basso tuba I 15 30
COMI/03 Musica da camera I 3 15
COMI/04 Musica d’insieme per strumenti a fiato I 6 30
COMI/02 Formazione orchestrale I 3 45
CODD/07 Tecniche di espressione e consapevolezza corporea 3 20
Disciplina a scelta dello studente 3
CODL/02 Lingua inglese I 6 40

Secondo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/06 Ear training II 3 20
COTP/01 Analisi dei repertori I 3 20
CODM/04 Storia e storiografia della musica II 6 40
COTP/03 Pratica pianistica II 3 15
COMI/01 Formazione corale II 3 30
CODI/08 Prassi esecutiva e repertori – Basso tuba II 15 30
COMI/03 Musica da camera II 3 15
COMI/04 Musica d’insieme per strumenti a fiato II 3 15
COMI/02 Formazione orchestrale II 3 45
CODM/01 Strumenti e metodi della ricerca bibliografica 3 20
COME/05 Informatica musicale 3 20
Discipline a scelta dello studente 6
CODL/02 Lingua inglese II 6 40

Terzo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/01 Analisi dei repertori II 3 20
CODM/04 Storia delle forme e dei repertori musicali 3 20
CODI/08 Prassi esecutiva e repertori - Basso tuba III 24 40
COMI/03 Musica da camera III 3 15
COMI/04 Musica d’insieme strumenti a fiato III 6 30
COMI/02 Formazione orchestrale III 3 45
Discipline a scelta dello studente 9
Prova finale Prova finale 9

52
DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI
SCUOLA DI JAZZ
DCPL 05 - CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN
BATTERIA E PERCUSSIONI JAZZ
Obiettivi formativi Al termine degli studi relativi al Diploma Accademico di primo livello in Batteria e percussioni
jazz, gli studenti devono avere acquisito le conoscenze delle tecniche e le competenze specifiche tali
da consentire loro di realizzare concretamente la propria idea artistica. A tal fine sarà dato
particolare rilievo allo studio del repertorio più rappresentativo dello strumento – incluso quello
d’insieme – e delle relative prassi esecutive, anche con la finalità di sviluppare la capacità dello
studente di interagire al’interno di gruppi musicali diversamente composti. Tali obiettivi dovranno
essere raggiunti anche favorendo lo sviluppo della capacità percettiva dell’udito e di memorizzazione,
e con l’acquisizione di specifiche conoscenze relative ai modelli organizzativi, compositivi ed analitici
della musica ed alla loro interazione.
Specifica cura dovrà essere dedicata all’acquisizione di adeguate tecniche di controllo posturale ed
emozionale. Al termine del Triennio, gli studenti devono avere acquisito una conoscenza
approfondita degli aspetti stilistici, storici, estetici generali e relativi al proprio specifico indirizzo.
Inoltre, con riferimento alla specificità dei singoli corsi, lo studente dovrà possedere adeguate
competenze riferite all’ambito dell’improvisazione. È obiettivo formativo del corso anche l’acquisizione
di adeguate competenze nel campo dell’informatica musicale nonché quelle relative ad una seconda
lingua comunitaria.
Prospettive occupazionali Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti ambiti:
- Strumentista solista jazz e popular
- Strumentista in gruppi jazz e popular
- Strumentista in formazioni orchestrali jazz e popular

Tipologia delle attività Area disciplinare Codice Settore artistico-disciplinare CFA


formative settore
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/06 Teoria, ritmica e percezione musicale 9
RELATIVE ALLA
FORMAZIONE DI BASE Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/01 Teoria dell’armonia e analisi 9
(39 CFA)
Discipline musicologiche CODM/04 Storia della musica 9

Discipline musicologiche CODM/06 Storia del jazz, delle musiche 6


improvvisate e audiotattili

Discipline interpretative del jazz COMJ/09 Pianoforte jazz 6


delle musiche impovvisate e …
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline interpretative del jazz, COMJ/11 Batteria e percussioni jazz 45
CARATTERIZZANTI delle musiche improvvisate e …
(87 CFA)
Discipline compositive CODC/04 Composizione jazz 18

Discipline interpretative d’insieme COMI/06 Musica d’insieme jazz 18

Discipline interpretative d’insieme COMI/08 Tecniche di improvvisazione musicale 6

ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline compositive CODC/05 Orchestrazione e concertazione jazz 6


INTEGRATIVE O AFFINI
(9 CFA) Discipline musicologiche CODM/01 Bibliografia e 3
biblioteconomia musicale

ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline della musica elettronica COME/05 Informatica musicale 3


ULTERIORI (6 CFA) e delle tecnologie del suono

Discipline didattiche CODD/07 Tecniche di consapevolezza ed 3


espressione corporea
ATTIVITÀ FORMATIVE A 18
SCELTA DELLO STUDENTE
(18 CFA) *
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline linguistiche CODL/02 Lingua inglese 12
RELATIVE ALLA PROVA
FINALE E ALLA Prova finale 9
CONOSCENZA DELLA
LINGUA STRANIERA
(21 CFA)
TOTALE CREDITI 180
FORMATIVI ACCADEMICI
NEL TRIENNIO

53
* LO STUDENTE INSERIRÀ NEL PROPRIO PIANO DI STUDI ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE PER UN TOTALE DI 18 CREDITI,
SCEGLIENDO TRA LE SEGUENTI DISCIPLINE OFFERTE DALL’ISTITUTO (CON POSSIBILITÀ DI BIENNALIZZARNE ALCUNE PREVIA
AUTORIZZAZIONE DEL CONSIGLIO ACCADEMICO); LO STUDENTE HA LA FACOLTÀ DI INSERIRE ANCHE ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE
SVOLTE PRESSO ALTRE ISTITUZIONI DI LIVELLO UNIVERSITARIO, O LABORATORI E SEMINARI LA CUI VALIDITÀ VERRÀ VALUTATA
DAL CONSIGLIO ACCADEMICO DELL’ISTITUTO.

* ATTIVITÀ FORMATIVE A Area disciplinare Codice Campo disciplinare


SCELTA DELLO STUDENTE settore

Discipline della musica elettronica COME/05 Informatica musicale II 3


e delle tecnologie del suono

Discipline didattiche CODD/07 Tecniche di espressione e


consapevolezza corporea II 3

Discipline dell’organizzazione e COCM/01 Organizzazione dello spettacolo


3
della comunicazione musicale musicale

Discipline dell’organizzazione e
COCM/02 Tecniche della comunicazione
della comunicazione musicale 3

Discipline interpretative d’insieme COMI/08 Tecniche di improvvisazione musicale 3

Discipline linguistiche CODL/01 Lingua italiana 6

Discipline linguistiche CODL/02 Altra lingua straniera comunitaria 6

Laboratori

Seminari

Altre eventuali attività formative


deliberate dal Consiglio Accademico

PROVA FINALE

La prova finale è costituita da una parte interpretativa-esecutiva svolta nell’indirizzo


caratterizzante del corso di studi e dalla discussione di un elaborato di adeguato valore
artistico-scientifico:
- la parte interpretativa-esecutiva consiste in una performance musicale pubblica
della durata minima di trenta minuti e massima di sessanta, da solista oppure con
formazione musicale scelta con assoluta libertà
- la seconda parte della prova consiste nella discussione di un elaborato scritto
riguardante qualsiasi ambito disciplinare del corso di studi seguito, prodotto dallo
studente entro i termini fissati nel regolamento del corso di studio; per l’illustrazione
e la discussione dell’elaborato lo studente può avvalersi liberamente di adeguati
supporti, anche multimediali.

Le modalità di svolgimento e di valutazione della prova finale sono disciplinate nel


regolamento del corso di studio.

54
TRIENNIO ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO

BATTERIA E PERCUSSIONI JAZZ

PIANO DI STUDI
Primo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/06 Ear training I 6 40
COTP/01 Teorie e tecniche dell’armonia I 6 40
CODM/04 Storia e storiografia della musica I 6 40
COMJ/09 Prassi esecutive e repertori del Pianoforte jazz I 3 15
COMJ/11 Prassi esecutive e repertori del Batteria e 15 30
percussioni jazz I
COMI/06 Prassi esecutive e repertori della Musica d’insieme 6 30
jazz I
COMI/08 Tecniche di improvvisazione musicale I 3 20
CODD/07 Tecniche di espressione e consapevolezza corporea 3 20
COME/05 Informatica musicale 3 20
Disciplina a scelta dello studente 3
CODL/02 Lingua inglese I 6 40

Secondo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/06 Ear training II 3 20
COTP/01 Teorie e tecniche dell’armonia II 3 20
CODM/04 Storia e storiografia della musica II 3 20
CODM/06 Storia del Jazz I 3 20
COMJ/09 Prassi esecutive e repertori del Pianoforte jazz II 3 15
COMJ/11 Prassi esecutive e repertori del Batteria e 15 30
percussioni jazz II
CODC/04 Tecniche compositive jazz I 9 40
COMI/06 Prassi esecutive e repertori della Musica d’insieme 6 30
jazz II
COMI/08 Tecniche di improvvisazione musicale II 3 20
CODM/01 Strumenti e metodi della ricerca bibliografica 3 20
Disciplina a scelta dello studente 3
CODL/02 Lingua inglese II 6 40

Terzo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
CODM/06 Storia del Jazz II 3 20
COMJ/11 Prassi esecutive e repertori del Batteria e 15 30
percussioni jazz III
CODC/04 Tecniche compositive jazz II 9 40
COMI/06 Prassi esecutive e repertori della Musica d’insieme 6 30
jazz III
CODC/05 Tecniche di scrittura ed arrangiamento per vari tipi 6 30
di ensemble
Discipline a scelta dello studente 12
Prova finale Prova finale 9

55
DIPARTIMENTO DI CANTO E TEATRO MUSICALE
SCUOLA DI CANTO
DCPL 06 - CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN
CANTO
Obiettivi formativi Al termine degli studi relativi al Diploma Accademico di primo livello in Canto, gli studenti devono
aver acquisito competenze tecniche e culturali specifiche tali da consentire loro di realizzare
concretamente la propria idea artistica. A tal fine sarà dato particolare rilievo allo studio del
repertorio vocale più rappresentativo (operistico, sinfonico, sacro, cameristico) e delle relative prassi
esecutive, anche con la finalità di sviluppare la capacità dello studente di interagire all’interno di
gruppi musicali diversamente composti. Tali obiettivi dovranno essere raggiunti anche favorendo lo
sviluppo della capacità percettiva dell’udito e di memorizzazione, e con l’acquisizione di specifiche
conoscenze relative ai modelli organizzativi, compositivi ed analitici della musica ed alla loro
interazione.
Specifica cura dovrà essere dedicata all’acquisizione di adeguate tecniche di controllo posturale ed
emozionale. Al termine del Triennio, gli studenti devono avere acquisito una conoscenza
approfondita degli aspetti stilistici, storici ed estetici generali e relativi al proprio specifico indirizzo.
È obiettivo formativo del corso anche l’acquisizione di adeguate competenze nel campo
dell’informatica musicale nonché quelle relative ad una seconda lingua comunitaria.
Prospettive occupazionali Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti ambiti:
- Canto per il repertorio lirico
- Canto per il repertorio cameristico
- Canto in formazioni corali da camera
- Canto in formazioni corali sinfoniche
- Canto in formazioni corali liriche

Tipologia delle attività Area disciplinare Codice Settore artistico-disciplinare CFA


formative settore
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/06 Teoria, ritmica e percezione musicale 9
RELATIVE ALLA
FORMAZIONE DI BASE Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/01 Teoria dell’armonia e analisi 9
(48 CFA)
Discipline musicologiche CODM/04 Storia della musica 15

Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/03 Pratica e lettura pianistica 6

Discipline interpretative d’insieme COMI/01 Esercitazioni corali 9

ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline interpretative CODI/23 Canto 45


CARATTERIZZANTI
(78 CFA) Discipline interpretative CODI/25 Accompagnamento pianistico 9

Discipline relative alla CORS/01 Teoria e pratica dell’interpretazione 12


rappresentazione scenica musicale scenica

Discipline interpretative d’insieme COMI/03 Musica da camera 6

Discipline musicologiche CODM/07 Poesia per musica e drammaturgia 6


musicale
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline musicologiche CODM/01 Bibliografia e 3
INTEGRATIVE O AFFINI biblioteconomia musicale
(3 CFA)
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline della musica elettronica COME/05 Informatica musicale 3
ULTERIORI e delle tecnologie del suono
(6 CFA)
Discipline didattiche CODD/07 Tecniche di consapevolezza ed 3
espressione corporea

ATTIVITÀ FORMATIVE A 18
SCELTA DELLO STUDENTE
(18 CFA) *
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline linguistiche CODL/02 Lingua inglese 12
RELATIVE ALLA PROVA
FINALE E ALLA Discipline linguistiche CODL/02 Lingua tedesca 6
CONOSCENZA DELLA
LINGUA STRANIERA Prova finale 9
(27 CFA)
TOTALE CREDITI 180
FORMATIVI ACCADEMICI
NEL TRIENNIO

56
* LO STUDENTE INSERIRÀ NEL PROPRIO PIANO DI STUDI ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE PER UN TOTALE DI 18 CREDITI,
SCEGLIENDO TRA LE SEGUENTI DISCIPLINE OFFERTE DALL’ISTITUTO (CON POSSIBILITÀ DI BIENNALIZZARNE ALCUNE PREVIA
AUTORIZZAZIONE DEL CONSIGLIO ACCADEMICO); LO STUDENTE HA LA FACOLTÀ DI INSERIRE ANCHE ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE
SVOLTE PRESSO ALTRE ISTITUZIONI DI LIVELLO UNIVERSITARIO, O LABORATORI E SEMINARI LA CUI VALIDITÀ VERRÀ VALUTATA
DAL CONSIGLIO ACCADEMICO DELL’ISTITUTO.

* ATTIVITÀ FORMATIVE A Area disciplinare Codice Campo disciplinare


SCELTA DELLO STUDENTE settore

Discipline della musica elettronica COME/05 Informatica musicale II 3


e delle tecnologie del suono

Discipline didattiche CODD/07 Tecniche di espressione e


consapevolezza corporea II 3

Discipline dell’organizzazione e COCM/01 Organizzazione dello spettacolo


3
della comunicazione musicale musicale

Discipline dell’organizzazione e
COCM/02 Tecniche della comunicazione
della comunicazione musicale 3

Discipline interpretative d’insieme COMI/08 Tecniche di improvvisazione musicale 3

Discipline linguistiche CODL/01 Lingua italiana 6

Discipline linguistiche CODL/02 Altra lingua straniera comunitaria 6

Laboratori

Seminari

Altre eventuali attività formative


deliberate dal Consiglio Accademico

PROVA FINALE

La prova finale è costituita da una parte interpretativa-esecutiva svolta nell’indirizzo


caratterizzante del corso di studi e dalla discussione di un elaborato di adeguato valore
artistico-scientifico:
- la parte interpretativa-esecutiva consiste nella esecuzione pubblica di un
programma da concerto della durata minima di trenta minuti e massima di
sessanta;
- la seconda parte della prova consiste nella discussione di un elaborato scritto,
prodotto dallo studente entro i termini fissati nel regolamento del corso di studio;
per l’illustrazione e la discussione dell’elaborato lo studente può avvalersi
liberamente di adeguati supporti, anche multimediali.

Le modalità di svolgimento e di valutazione della prova finale sono disciplinate nel


regolamento del corso di studio.

57
TRIENNIO ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO

CANTO

PIANO DI STUDI

Primo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/06 Ear training I 6 40
COTP/01 Teorie e tecniche dell’armonia 3 20
CODM/04 Storia e storiografia della musica I 6 40
COTP/03 Pratica pianistica I 3 15
COMI/01 Musica d’insieme vocale e repertorio corale I 3 30
CODI/23 Prassi esecutive e repertori - Canto I 12 30
CODI/25 Pratica del repertorio vocale I 3 15
COMI/03 Musica da camera I 3 15
CODD/07 Tecniche di espressione e consapevolezza corporea 3 20
Discipline a scelta dello studente 9
CODL/02 Lingua inglese I 6 40
CODL/02 Lingua tedesca I 3 20

Secondo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/06 Ear training II 3 20
COTP/01 Analisi dei repertori I 3 20
CODM/04 Storia e storiografia della musica II 6 40
COTP/03 Pratica pianistica II 3 15
COMI/01 Musica d’insieme vocale e repertorio corale II 3 30
CODI/23 Prassi esecutiva e repertori – Canto II 12 30
CODI/25 Pratica del repertorio vocale II 3 15
COMI/03 Musica da camera II 3 15
CORS/01 Teoria e tecnica interpretazione scenica I 6 40
CODM/07 Analisi delle forme poetiche 3 20
CODM/01 Strumenti e metodi della ricerca bibliografica 3 20
COME/05 Informatica musicale 3 20
CODL/02 Lingua inglese II 6 40
CODL/02 Lingua tedesca II 3 20

Terzo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/01 Analisi dei repertori II 3 20
CODM/04 Storia delle forme e dei repertori musicali 3 20
COMI/01 Musica d’insieme vocale e repertorio corale III 3 30
CODI/23 Prassi esecutiva e repertori - Canto III 21 40
CODI/25 Pratica del repertorio vocale III 3 15
CORS/01 Teoria e tecnica interpretazione scenica II 6 40
CODM/07 Drammaturgia musicale 3 20
Discipline a scelta dello studente 9
Prova finale Prova finale 9

58
DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI
SCUOLA DI JAZZ
DCPL 07 - CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN
CANTO JAZZ
Obiettivi formativi Al termine degli studi relativi al Diploma Accademico di primo livello in Canto jazz, gli studenti
devono avere acquisito le conoscenze delle tecniche e le competenze specifiche tali da consentire
loro di realizzare concretamente la propria idea artistica. A tal fine sarà dato particolare rilievo allo
studio del repertorio più rappresentativo dello strumento – incluso quello d’insieme – e delle relative
prassi esecutive, anche con la finalità di sviluppare la capacità dello studente di interagire al’interno
di gruppi musicali diversamente composti. Tali obiettivi dovranno essere raggiunti anche favorendo
lo sviluppo della capacità percettiva dell’udito e di memorizzazione, e con l’acquisizione di specifiche
conoscenze relative ai modelli organizzativi, compositivi ed analitici della musica ed alla loro
interazione.
Specifica cura dovrà essere dedicata all’acquisizione di adeguate tecniche di controllo posturale ed
emozionale. Al termine del Triennio, gli studenti devono avere acquisito una conoscenza
approfondita degli aspetti stilistici, storici, estetici generali e relativi al proprio specifico indirizzo.
Inoltre, con riferimento alla specificità dei singoli corsi, lo studente dovrà possedere adeguate
competenze riferite all’ambito dell’improvisazione. È obiettivo formativo del corso anche l’acquisizione
di adeguate competenze nel campo dell’informatica musicale nonché quelle relative ad una seconda
lingua comunitaria.
Prospettive occupazionali Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti ambiti:
- Strumentista solista jazz e popular
- Strumentista in gruppi jazz e popular
- Strumentista in formazioni orchestrali jazz e popular

Tipologia delle attività Area disciplinare Codice Settore artistico-disciplinare CFA


formative settore
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/06 Teoria, ritmica e percezione musicale 9
RELATIVE ALLA
FORMAZIONE DI BASE Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/01 Teoria dell’armonia e analisi 9
(39 CFA)
Discipline musicologiche CODM/04 Storia della musica 9

Discipline musicologiche CODM/06 Storia del jazz, delle musiche 6


improvvisate e audiotattili

Discipline interpretative del jazz COMJ/09 Pianoforte jazz 6


delle musiche impovvisate e …
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline interpretative del jazz, COMJ/12 Canto jazz 45
CARATTERIZZANTI delle musiche improvvisate e …
(87 CFA)
Discipline compositive CODC/04 Composizione jazz 18

Discipline interpretative d’insieme COMI/06 Musica d’insieme jazz 18

Discipline interpretative d’insieme COMI/08 Tecniche di improvvisazione musicale 6

ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline compositive CODC/05 Orchestrazione e concertazione jazz 6


INTEGRATIVE O AFFINI
(9 CFA) Discipline musicologiche CODM/01 Bibliografia e 3
biblioteconomia musicale

ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline della musica elettronica COME/05 Informatica musicale 3


ULTERIORI (6 CFA) e delle tecnologie del suono

Discipline didattiche CODD/07 Tecniche di consapevolezza ed 3


espressione corporea
ATTIVITÀ FORMATIVE A 18
SCELTA DELLO STUDENTE
(18 CFA) *
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline linguistiche CODL/02 Lingua inglese 12
RELATIVE ALLA PROVA
FINALE E ALLA Prova finale 9
CONOSCENZA DELLA
LINGUA STRANIERA
(21 CFA)
TOTALE CREDITI 180
FORMATIVI ACCADEMICI
NEL TRIENNIO

59
* LO STUDENTE INSERIRÀ NEL PROPRIO PIANO DI STUDI ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE PER UN TOTALE DI 18 CREDITI,
SCEGLIENDO TRA LE SEGUENTI DISCIPLINE OFFERTE DALL’ISTITUTO (CON POSSIBILITÀ DI BIENNALIZZARNE ALCUNE PREVIA
AUTORIZZAZIONE DEL CONSIGLIO ACCADEMICO); LO STUDENTE HA LA FACOLTÀ DI INSERIRE ANCHE ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE
SVOLTE PRESSO ALTRE ISTITUZIONI DI LIVELLO UNIVERSITARIO, O LABORATORI E SEMINARI LA CUI VALIDITÀ VERRÀ VALUTATA
DAL CONSIGLIO ACCADEMICO DELL’ISTITUTO.

* ATTIVITÀ FORMATIVE A Area disciplinare Codice Campo disciplinare


SCELTA DELLO STUDENTE settore

Discipline della musica elettronica COME/05 Informatica musicale II 3


e delle tecnologie del suono

Discipline didattiche CODD/07 Tecniche di espressione e


consapevolezza corporea II 3

Discipline dell’organizzazione e COCM/01 Organizzazione dello spettacolo


3
della comunicazione musicale musicale

Discipline dell’organizzazione e
COCM/02 Tecniche della comunicazione
della comunicazione musicale 3

Discipline interpretative d’insieme COMI/08 Tecniche di improvvisazione musicale 3

Discipline linguistiche CODL/01 Lingua italiana 6

Discipline linguistiche CODL/02 Altra lingua straniera comunitaria 6

Laboratori

Seminari

Altre eventuali attività formative


deliberate dal Consiglio Accademico

PROVA FINALE

La prova finale è costituita da una parte interpretativa-esecutiva svolta nell’indirizzo


caratterizzante del corso di studi e dalla discussione di un elaborato di adeguato valore
artistico-scientifico:
- la parte interpretativa-esecutiva consiste in una performance musicale pubblica
della durata minima di trenta minuti e massima di sessanta, da solista oppure con
formazione musicale scelta con assoluta libertà
- la seconda parte della prova consiste nella discussione di un elaborato scritto
riguardante qualsiasi ambito disciplinare del corso di studi seguito, prodotto dallo
studente entro i termini fissati nel regolamento del corso di studio; per l’illustrazione
e la discussione dell’elaborato lo studente può avvalersi liberamente di adeguati
supporti, anche multimediali.

Le modalità di svolgimento e di valutazione della prova finale sono disciplinate nel


regolamento del corso di studio.

60
TRIENNIO ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO

CANTO JAZZ

PIANO DI STUDI

Primo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/06 Ear training I 6 40
COTP/01 Teorie e tecniche dell’armonia I 6 40
CODM/04 Storia e storiografia della musica I 6 40
COMJ/09 Prassi esecutive e repertori del Pianoforte jazz I 3 15
COMJ/12 Prassi esecutive e repertori del Canto jazz I 15 30
COMI/06 Prassi esecutive e repertori della Musica d’insieme 6 30
jazz I
COMI/08 Tecniche di improvvisazione musicale I 3 20
CODD/07 Tecniche di espressione e consapevolezza corporea 3 20
COME/05 Informatica musicale 3 20
Disciplina a scelta dello studente 3
CODL/02 Lingua inglese I 6 40

Secondo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/06 Ear training II 3 20
COTP/01 Teorie e tecniche dell’armonia II 3 20
CODM/04 Storia e storiografia della musica II 3 20
CODM/06 Storia del Jazz I 3 20
COMJ/09 Prassi esecutive e repertori del Pianoforte jazz II 3 15
COMJ/12 Prassi esecutive e repertori del Canto jazz II 15 30
CODC/04 Tecniche compositive jazz I 9 40
COMI/06 Prassi esecutive e repertori della Musica d’insieme 6 30
jazz II
COMI/08 Tecniche di improvvisazione musicale II 3 20
CODM/01 Strumenti e metodi della ricerca bibliografica 3 20
Disciplina a scelta dello studente 3
CODL/02 Lingua inglese II 6 40

Terzo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
CODM/06 Storia del Jazz II 3 20
COMJ/12 Prassi esecutive e repertori del Canto jazz III 15 30
CODC/04 Tecniche compositive jazz II 9 40
COMI/06 Prassi esecutive e repertori della Musica d’insieme 6 30
jazz III
CODC/05 Tecniche di scrittura ed arrangiamento per vari tipi 6 30
di ensemble
Discipline a scelta dello studente 12
Prova finale Prova finale 9

61
DIPARTIMENTO DI STRUMENTI AD ARCO E A CORDA
SCUOLA DI CHITARRA
DCPL 09 - CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN
CHITARRA
Obiettivi formativi Al termine degli studi relativi al Diploma Accademico di primo livello in Chitarra, gli studenti devono
avere acquisito le conoscenze delle tecniche e le competenze specifiche tali da consentire loro di
realizzare concretamente la propria idea artistica. A tal fine sarà dato particolare rilievo allo studio
del repertorio più rappresentativo dello strumento – incluso quello d’insieme – e delle relative prassi
esecutive, anche con la finalità di sviluppare la capacità dello studente di interagire al’interno di
gruppi musicali diversamente composti. Tali obiettivi dovranno essere raggiunti anche favorendo lo
sviluppo della capacità percettiva dell’udito e di memorizzazione, e con l’acquisizione di specifiche
conoscenze relative ai modelli organizzativi, compositivi ed analitici della musica ed alla loro
interazione.
Specifica cura dovrà essere dedicata all’acquisizione di adeguate tecniche di controllo posturale ed
emozionale. Al termine del Triennio, gli studenti devono avere acquisito una conoscenza
approfondita degli aspetti stilistici, storici ed estetici generali e relativi al proprio specifico indirizzo.
Inoltre, con riferimento alla specificità dei singoli corsi, lo studente dovrà possedere adeguate
competenze riferite all’ambito dell’improvvisazione. È obiettivo formativo del corso anche
l’acquisizione di adeguate competenze nel campo dell’informatica musicale nonché quelle relative ad
una seconda lingua comunitaria.
Prospettive occupazionali Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti ambiti:
- Strumentista solista
- Strumentista in gruppi da camera
- Strumentista in formazioni orchestrali da camera

Tipologia delle attività Area disciplinare Codice Settore artistico-disciplinare CFA


formative settore
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/06 Teoria, ritmica e percezione musicale 9
RELATIVE ALLA
FORMAZIONE DI BASE Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/01 Teoria dell’armonia e analisi 15
(45 CFA)
Discipline musicologiche CODM/04 Storia della musica 15

Discipline interpretative d’insieme COMI/01 Esercitazioni corali 6

ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline interpretative CODI/02 Chitarra 69


CARATTERIZZANTI
(87 CFA) Discipline interpretative d’insieme COMI/03 Musica da camera 18

ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline musicologiche CODM/01 Bibliografia e 3


INTEGRATIVE O AFFINI biblioteconomia musicale
(3 CFA)
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline della musica elettronica COME/05 Informatica musicale 3
ULTERIORI e delle tecnologie del suono
(6 CFA)
Discipline didattiche CODD/07 Tecniche di consapevolezza ed 3
espressione corporea

ATTIVITÀ FORMATIVE A 18
SCELTA DELLO STUDENTE
(18 CFA) *
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline linguistiche CODL/02 Lingua inglese 12
RELATIVE ALLA PROVA
FINALE E ALLA Prova finale 9
CONOSCENZA DELLA
LINGUA STRANIERA
(21 CFA)
TOTALE CREDITI 180
FORMATIVI ACCADEMICI
NEL TRIENNIO

62
* LO STUDENTE INSERIRÀ NEL PROPRIO PIANO DI STUDI ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE PER UN TOTALE DI 18 CREDITI,
SCEGLIENDO TRA LE SEGUENTI DISCIPLINE OFFERTE DALL’ISTITUTO (CON POSSIBILITÀ DI BIENNALIZZARNE ALCUNE PREVIA
AUTORIZZAZIONE DEL CONSIGLIO ACCADEMICO); LO STUDENTE HA LA FACOLTÀ DI INSERIRE ANCHE ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE
SVOLTE PRESSO ALTRE ISTITUZIONI DI LIVELLO UNIVERSITARIO, O LABORATORI E SEMINARI LA CUI VALIDITÀ VERRÀ VALUTATA
DAL CONSIGLIO ACCADEMICO DELL’ISTITUTO.

* ATTIVITÀ FORMATIVE A Area disciplinare Codice Campo disciplinare


SCELTA DELLO STUDENTE settore

Discipline della musica elettronica COME/05 Informatica musicale II 3


e delle tecnologie del suono

Discipline didattiche CODD/07 Tecniche di espressione e


consapevolezza corporea II 3

Discipline dell’organizzazione e COCM/01 Organizzazione dello spettacolo


3
della comunicazione musicale musicale

Discipline dell’organizzazione e
COCM/02 Tecniche della comunicazione
della comunicazione musicale 3

Discipline interpretative d’insieme COMI/08 Tecniche di improvvisazione musicale 3

Discipline linguistiche CODL/01 Lingua italiana 6

Discipline linguistiche CODL/02 Altra lingua straniera comunitaria 6

Laboratori

Seminari

Altre eventuali attività formative


deliberate dal Consiglio Accademico

PROVA FINALE

La prova finale è costituita da una parte interpretativa-esecutiva svolta nell’indirizzo


caratterizzante del corso di studi e dalla discussione di un elaborato di adeguato valore
artistico-scientifico:
- la parte interpretativa-esecutiva consiste nella esecuzione pubblica di un
programma da concerto della durata minima di trenta minuti e massima di
sessanta;
- la seconda parte della prova consiste nella discussione di un elaborato scritto,
prodotto dallo studente entro i termini fissati nel regolamento del corso di studio;
per l’illustrazione e la discussione dell’elaborato lo studente può avvalersi
liberamente di adeguati supporti, anche multimediali.

Le modalità di svolgimento e di valutazione della prova finale sono disciplinate nel


regolamento del corso di studio.

63
TRIENNIO ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO

CHITARRA

PIANO DI STUDI

Primo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/06 Ear training I 6 40
COTP/01 Teorie e tecniche dell’armonia 6 40
CODM/04 Storia e storiografia della musica I 6 40
COMI/01 Formazione corale I 3 30
CODI/02 Prassi esecutive e repertori - Chitarra I 21 32
COMI/03 Musica da camera I 6 30
CODD/07 Tecniche di espressione e consapevolezza corporea 3 20
Disciplina a scelta dello studente 3
CODL/02 Lingua inglese I 6 40

Secondo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/06 Ear training II 3 20
COTP/01 Analisi dei repertori I 6 40
CODM/04 Storia e storiografia della musica II 6 40
COMI/01 Formazione corale II 3 30
CODI/02 Prassi esecutiva e repertori - Chitarra II 21 32
COMI/03 Musica da camera II 6 30
CODM/01 Strumenti e metodi della ricerca bibliografica 3 20
COME/05 Informatica musicale 3 20
Disciplina a scelta dello studente 3
CODL/02 Lingua inglese II 6 40

Terzo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/01 Analisi dei repertori II 3 20
CODM/04 Storia delle forme e dei repertori musicali 3 20
CODI/02 Prassi esecutiva e repertori - Chitarra III 27 42
COMI/03 Musica da camera III 6 30
Discipline a scelta dello studente 12
Prova finale Prova finale 9

64
DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI
SCUOLA DI JAZZ
DCPL 10 - CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN
CHITARRA JAZZ
Obiettivi formativi Al termine degli studi relativi al Diploma Accademico di primo livello in Chitarra jazz, gli studenti
devono avere acquisito le conoscenze delle tecniche e le competenze specifiche tali da consentire
loro di realizzare concretamente la propria idea artistica. A tal fine sarà dato particolare rilievo allo
studio del repertorio più rappresentativo dello strumento – incluso quello d’insieme – e delle relative
prassi esecutive, anche con la finalità di sviluppare la capacità dello studente di interagire al’interno
di gruppi musicali diversamente composti. Tali obiettivi dovranno essere raggiunti anche favorendo
lo sviluppo della capacità percettiva dell’udito e di memorizzazione, e con l’acquisizione di specifiche
conoscenze relative ai modelli organizzativi, compositivi ed analitici della musica ed alla loro
interazione.
Specifica cura dovrà essere dedicata all’acquisizione di adeguate tecniche di controllo posturale ed
emozionale. Al termine del Triennio, gli studenti devono avere acquisito una conoscenza
approfondita degli aspetti stilistici, storici, estetici generali e relativi al proprio specifico indirizzo.
Inoltre, con riferimento alla specificità dei singoli corsi, lo studente dovrà possedere adeguate
competenze riferite all’ambito dell’improvisazione. È obiettivo formativo del corso anche l’acquisizione
di adeguate competenze nel campo dell’informatica musicale nonché quelle relative ad una seconda
lingua comunitaria.
Prospettive occupazionali Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti ambiti:
- Strumentista solista jazz e popular
- Strumentista in gruppi jazz e popular
- Strumentista in formazioni orchestrali jazz e popular

Tipologia delle attività Area disciplinare Codice Settore artistico-disciplinare CFA


formative settore
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/06 Teoria, ritmica e percezione musicale 9
RELATIVE ALLA
FORMAZIONE DI BASE Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/01 Teoria dell’armonia e analisi 9
(39 CFA)
Discipline musicologiche CODM/04 Storia della musica 9

Discipline musicologiche CODM/06 Storia del jazz, delle musiche 6


improvvisate e audiotattili

Discipline interpretative del jazz COMJ/09 Pianoforte jazz 6


delle musiche impovvisate e …
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline interpretative del jazz, COMJ/02 Chitarra jazz 45
CARATTERIZZANTI delle musiche improvvisate e …
(87 CFA)
Discipline compositive CODC/04 Composizione jazz 18

Discipline interpretative d’insieme COMI/06 Musica d’insieme jazz 18

Discipline interpretative d’insieme COMI/08 Tecniche di improvvisazione musicale 6

ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline compositive CODC/05 Orchestrazione e concertazione jazz 6


INTEGRATIVE O AFFINI
(9 CFA) Discipline musicologiche CODM/01 Bibliografia e 3
biblioteconomia musicale

ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline della musica elettronica COME/05 Informatica musicale 3


ULTERIORI (6 CFA) e delle tecnologie del suono

Discipline didattiche CODD/07 Tecniche di consapevolezza ed 3


espressione corporea
ATTIVITÀ FORMATIVE A 18
SCELTA DELLO STUDENTE
(18 CFA) *
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline linguistiche CODL/02 Lingua inglese 12
RELATIVE ALLA PROVA
FINALE E ALLA Prova finale 9
CONOSCENZA DELLA
LINGUA STRANIERA
(21 CFA)
TOTALE CREDITI 180
FORMATIVI ACCADEMICI
NEL TRIENNIO

65
* LO STUDENTE INSERIRÀ NEL PROPRIO PIANO DI STUDI ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE PER UN TOTALE DI 18 CREDITI,
SCEGLIENDO TRA LE SEGUENTI DISCIPLINE OFFERTE DALL’ISTITUTO (CON POSSIBILITÀ DI BIENNALIZZARNE ALCUNE PREVIA
AUTORIZZAZIONE DEL CONSIGLIO ACCADEMICO); LO STUDENTE HA LA FACOLTÀ DI INSERIRE ANCHE ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE
SVOLTE PRESSO ALTRE ISTITUZIONI DI LIVELLO UNIVERSITARIO, O LABORATORI E SEMINARI LA CUI VALIDITÀ VERRÀ VALUTATA
DAL CONSIGLIO ACCADEMICO DELL’ISTITUTO.

* ATTIVITÀ FORMATIVE A Area disciplinare Codice Campo disciplinare


SCELTA DELLO STUDENTE settore

Discipline della musica elettronica COME/05 Informatica musicale II 3


e delle tecnologie del suono

Discipline didattiche CODD/07 Tecniche di espressione e


consapevolezza corporea II 3

Discipline dell’organizzazione e COCM/01 Organizzazione dello spettacolo


3
della comunicazione musicale musicale

Discipline dell’organizzazione e
COCM/02 Tecniche della comunicazione
della comunicazione musicale 3

Discipline interpretative d’insieme COMI/08 Tecniche di improvvisazione musicale 3

Discipline linguistiche CODL/01 Lingua italiana 6

Discipline linguistiche CODL/02 Altra lingua straniera comunitaria 6

Laboratori

Seminari

Altre eventuali attività formative


deliberate dal Consiglio Accademico

PROVA FINALE

La prova finale è costituita da una parte interpretativa-esecutiva svolta nell’indirizzo


caratterizzante del corso di studi e dalla discussione di un elaborato di adeguato valore
artistico-scientifico:
- la parte interpretativa-esecutiva consiste in una performance musicale pubblica
della durata minima di trenta minuti e massima di sessanta, da solista oppure con
formazione musicale scelta con assoluta libertà
- la seconda parte della prova consiste nella discussione di un elaborato scritto
riguardante qualsiasi ambito disciplinare del corso di studi seguito, prodotto dallo
studente entro i termini fissati nel regolamento del corso di studio; per l’illustrazione
e la discussione dell’elaborato lo studente può avvalersi liberamente di adeguati
supporti, anche multimediali.

Le modalità di svolgimento e di valutazione della prova finale sono disciplinate nel


regolamento del corso di studio.

66
TRIENNIO ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO

CHITARRA JAZZ

PIANO DI STUDI

Primo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/06 Ear training I 6 40
COTP/01 Teorie e tecniche dell’armonia I 6 40
CODM/04 Storia e storiografia della musica I 6 40
COMJ/09 Prassi esecutive e repertori del Pianoforte jazz I 3 15
COMJ/02 Prassi esecutive e repertori della Chitarra jazz I 15 30
COMI/06 Prassi esecutive e repertori della Musica d’insieme 6 30
jazz I
COMI/08 Tecniche di improvvisazione musicale I 3 20
CODD/07 Tecniche di espressione e consapevolezza corporea 3 20
COME/05 Informatica musicale 3 20
Disciplina a scelta dello studente 3
CODL/02 Lingua inglese I 6 40

Secondo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/06 Ear training II 3 20
COTP/01 Teorie e tecniche dell’armonia II 3 20
CODM/04 Storia e storiografia della musica II 3 20
CODM/06 Storia del Jazz I 3 20
COMJ/09 Prassi esecutive e repertori del Pianoforte jazz II 3 15
COMJ/02 Prassi esecutive e repertori della Chitarra jazz II 15 30
CODC/04 Tecniche compositive jazz I 9 40
COMI/06 Prassi esecutive e repertori della Musica d’insieme 6 30
jazz II
COMI/08 Tecniche di improvvisazione musicale II 3 20
CODM/01 Strumenti e metodi della ricerca bibliografica 3 20
Disciplina a scelta dello studente 3
CODL/02 Lingua inglese II 6 40

Terzo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
CODM/06 Storia del Jazz II 3 20
COMJ/02 Prassi esecutive e repertori della Chitarra jazz III 15 30
CODC/04 Tecniche compositive jazz II 9 40
COMI/06 Prassi esecutive e repertori della Musica d’insieme 6 30
jazz III
CODC/05 Tecniche di scrittura ed arrangiamento per vari tipi 6 30
di ensemble
Discipline a scelta dello studente 12
Prova finale Prova finale 9

67
DIPARTIMENTO DEGLI STRUMENTI A FIATO
SCUOLA DI CLARINETTO
DCPL 11 - CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN
CLARINETTO
Obiettivi formativi Al termine degli studi relativi al Diploma Accademico di primo livello in Clarinetto, gli studenti
devono avere acquisito le conoscenze delle tecniche e le competenze specifiche tali da consentire
loro di realizzare concretamente la propria idea artistica. A tal fine sarà dato particolare rilievo allo
studio del repertorio più rappresentativo dello strumento – incluso quello d’insieme – e delle relative
prassi esecutive, anche con la finalità di sviluppare la capacità dello studente di interagire al’interno
di gruppi musicali diversamente composti. Tali obiettivi dovranno essere raggiunti anche favorendo
lo sviluppo della capacità percettiva dell’udito e di memorizzazione, e con l’acquisizione di specifiche
conoscenze relative ai modelli organizzativi, compositivi ed analitici della musica ed alla loro
interazione.
Specifica cura dovrà essere dedicata all’acquisizione di adeguate tecniche di controllo posturale ed
emozionale. Al termine del Triennio, gli studenti devono avere acquisito una conoscenza
approfondita degli aspetti stilistici, storici ed estetici generali e relativi al proprio specifico indirizzo.
Inoltre, con riferimento alla specificità dei singoli corsi, lo studente dovrà possedere adeguate
competenze riferite all’ambito dell’improvvisazione. È obiettivo formativo del corso anche
l’acquisizione di adeguate competenze nel campo dell’informatica musicale nonché quelle relative ad
una seconda lingua comunitaria.
Prospettive occupazionali Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti ambiti:
- Strumentista solista
- Strumentista in gruppi da camera
- Strumentista in formazioni orchestrali da camera
- Strumentista in formazioni orchestrali sinfoniche
- Strumentista in formazioni orchestrali per il teatro musicale
- Strumentista in formazioni orchestrali a fiato

Tipologia delle attività Area disciplinare Codice Settore artistico-disciplinare CFA


formative settore
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/06 Teoria, ritmica e percezione musicale 9
RELATIVE ALLA
FORMAZIONE DI BASE Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/01 Teoria dell’armonia e analisi 9
(45 CFA)
Discipline musicologiche CODM/04 Storia della musica 15

Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/03 Pratica e lettura pianistica 6

Discipline interpretative d’insieme COMI/01 Esercitazioni corali 6

ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline interpretative CODI/09 Clarinetto 60


CARATTERIZZANTI
(87 CFA) Discipline interpretative d’insieme COMI/03 Musica da camera 9

Discipline interpretative d’insieme COMI/04 Musica d’insieme 9


per strumenti a fiato

Discipline interpretative d’insieme COMI/02 Esercitazioni orchestrali 9

ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline musicologiche CODM/01 Bibliografia e 3


INTEGRATIVE O AFFINI biblioteconomia musicale
(3 CFA)
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline della musica elettronica COME/05 Informatica musicale 3
ULTERIORI (6 CFA) e delle tecnologie del suono

Discipline didattiche CODD/07 Tecniche di consapevolezza ed 3


espressione corporea
ATTIVITÀ FORMATIVE A 18
SCELTA DELLO STUDENTE
(18 CFA) *
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline linguistiche CODL/02 Lingua inglese 12
RELATIVE ALLA PROVA
FINALE E ALLA Prova finale 9
CONOSCENZA DELLA
LINGUA STRANIERA
(21 CFA)
TOTALE CREDITI 180
FORMATIVI ACCADEMICI
NEL TRIENNIO

68
* LO STUDENTE INSERIRÀ NEL PROPRIO PIANO DI STUDI ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE PER UN TOTALE DI 18 CREDITI,
SCEGLIENDO TRA LE SEGUENTI DISCIPLINE OFFERTE DALL’ISTITUTO (CON POSSIBILITÀ DI BIENNALIZZARNE ALCUNE PREVIA
AUTORIZZAZIONE DEL CONSIGLIO ACCADEMICO); LO STUDENTE HA LA FACOLTÀ DI INSERIRE ANCHE ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE
SVOLTE PRESSO ALTRE ISTITUZIONI DI LIVELLO UNIVERSITARIO, O LABORATORI E SEMINARI LA CUI VALIDITÀ VERRÀ VALUTATA
DAL CONSIGLIO ACCADEMICO DELL’ISTITUTO.

* ATTIVITÀ FORMATIVE A Area disciplinare Codice Campo disciplinare


SCELTA DELLO STUDENTE settore

Discipline della musica elettronica COME/05 Informatica musicale II 3


e delle tecnologie del suono

Discipline didattiche CODD/07 Tecniche di espressione e


consapevolezza corporea II 3

Discipline dell’organizzazione e COCM/01 Organizzazione dello spettacolo


3
della comunicazione musicale musicale

Discipline dell’organizzazione e
COCM/02 Tecniche della comunicazione
della comunicazione musicale 3

Discipline interpretative d’insieme COMI/08 Tecniche di improvvisazione musicale 3

Discipline linguistiche CODL/01 Lingua italiana 6

Discipline linguistiche CODL/02 Altra lingua straniera comunitaria 6

Laboratori

Seminari

Altre eventuali attività formative


deliberate dal Consiglio Accademico

PROVA FINALE

La prova finale è costituita da una parte interpretativa-esecutiva svolta nell’indirizzo


caratterizzante del corso di studi e dalla discussione di un elaborato di adeguato valore
artistico-scientifico:
- la parte interpretativa-esecutiva consiste nella esecuzione pubblica di un
programma da concerto della durata minima di trenta minuti e massima di
sessanta;
- la seconda parte della prova consiste nella discussione di un elaborato scritto,
prodotto dallo studente entro i termini fissati nel regolamento del corso di studio;
per l’illustrazione e la discussione dell’elaborato lo studente può avvalersi
liberamente di adeguati supporti, anche multimediali.

Le modalità di svolgimento e di valutazione della prova finale sono disciplinate nel


regolamento del corso di studio.

69
TRIENNIO ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO

CLARINETTO

PIANO DI STUDI

Primo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/06 Ear training I 6 40
COTP/01 Teorie e tecniche dell’armonia 3 20
CODM/04 Storia e storiografia della musica I 6 40
COTP/03 Pratica pianistica I 3 15
COMI/01 Formazione corale I 3 30
CODI/09 Prassi esecutive e repertori - Clarinetto I 15 30
COMI/03 Musica da camera I 3 15
COMI/04 Musica d’insieme per strumenti a fiato I 6 30
COMI/02 Formazione orchestrale I 3 45
CODD/07 Tecniche di espressione e consapevolezza corporea 3 20
Disciplina a scelta dello studente 3
CODL/02 Lingua inglese I 6 40

Secondo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/06 Ear training II 3 20
COTP/01 Analisi dei repertori I 3 20
CODM/04 Storia e storiografia della musica II 6 40
COTP/03 Pratica pianistica II 3 15
COMI/01 Formazione corale II 3 30
CODI/09 Prassi esecutiva e repertori - Clarinetto II 15 30
COMI/03 Musica da camera II 3 15
COMI/04 Musica d’insieme per strumenti a fiato II 3 15
COMI/02 Formazione orchestrale II 3 45
CODM/01 Strumenti e metodi della ricerca bibliografica 3 20
COME/05 Informatica musicale 3 20
Discipline a scelta dello studente 6
CODL/02 Lingua inglese II 6 40

Terzo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/01 Analisi dei repertori II 3 20
CODM/04 Storia delle forme e dei repertori musicali 3 20
CODI/09 Prassi esecutiva e repertori - Clarinetto III 24 40
COMI/03 Musica da camera III 3 15
COMI/04 Musica d’insieme strumenti a fiato III 6 30
COMI/02 Formazione orchestrale III 3 45
Discipline a scelta dello studente 9
Prova finale Prova finale 9

70
DIPARTIMENTO DI STRUMENTI A TASTIERA E A PERCUSSIONE
SCUOLA DI CLAVICEMBALO
DCPL 14 - CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN
CLAVICEMBALO E TASTIERE STORICHE
Obiettivi formativi Al termine degli studi relativi al Diploma Accademico di primo livello in Clavicembalo e tastiere
storiche, gli studenti devono avere acquisito le conoscenze delle tecniche storiche e le competenze
specifiche tali da consentire loro di realizzare concretamente la propria idea artistica. A tal fine sarà
dato particolare rilievo allo studio del repertorio più rappresentativo dello strumento – incluso quello
d’insieme – e delle relative prassi esecutive, anche con la finalità di sviluppare la capacità dello
studente di interagire al’interno di gruppi musicali diversamente composti. Tali obiettivi dovranno
essere raggiunti anche favorendo lo sviluppo della capacità percettiva dell’udito e di memorizzazione,
e con l’acquisizione di specifiche conoscenze relative ai modelli organizzativi, compositivi ed analitici
della musica ed alla loro interazione.
Specifica cura dovrà essere dedicata all’acquisizione di adeguate tecniche di controllo posturale ed
emozionale. Al termine del Triennio, gli studenti devono avere acquisito una conoscenza
approfondita degli aspetti stilistici, storici ed estetici generali e relativi al proprio specifico indirizzo.
Inoltre, con riferimento alla specificità dei singoli corsi, lo studente dovrà possedere adeguate
competenze riferite all’ambito dell’improvvisazione e all’ornamentazione. È obiettivo formativo del
corso anche l’acquisizione di adeguate competenze nel campo dell’informatica musicale nonché
quelle relative ad una seconda lingua comunitaria.
Prospettive occupazionali Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti ambiti:
- Strumentista solista
- Strumentista in gruppi da camera
- Strumentista in formazioni orchestrali
- Strumentista in formazioni orchestrali per il teatro musicale
- Continuista nel repertorio da camera e nel teatro musicale
- Maestro preparatore e ripetitore per cantanti del repertorio pre-classico

Tipologia delle attività Area disciplinare Codice Settore artistico-disciplinare CFA


formative settore
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/06 Teoria, ritmica e percezione musicale 15
RELATIVE ALLA
FORMAZIONE DI BASE Discipline musicologiche CODM/01 Bibliografia e 3
(39 CFA) biblioteconomia musicale

Discipline musicologiche CODM/04 Storia della musica 15

Discipline interpretative CODI/20 Pratica organistica e canto 6


gregoriano

ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline interpretative della COMA/15 Clavicembalo e tastiere storiche 45


CARATTERIZZANTI musica antica
(93 CFA)
Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/05 Teoria e prassi del basso continuo 24

Discipline interpretative d’insieme COMI/07 Musica d’insieme per strumenti 18


antichi

Discipline compositive CODC/01 Composizione 6

ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline musicologiche CODM/03 Musicologia sistematica 3


INTEGRATIVE O AFFINI
(3 CFA)
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline della musica elettronica COME/05 Informatica musicale 3
ULTERIORI (3 CFA) e delle tecnologie del suono

Discipline didattiche CODD/07 Tecniche di consapevolezza ed 3


espressione corporea
ATTIVITÀ FORMATIVE A 18
SCELTA DELLO STUDENTE
(18 CFA) *
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline linguistiche CODL/02 Lingua inglese 12
RELATIVE ALLA PROVA
FINALE E ALLA Prova finale 9
CONOSCENZA DELLA
LINGUA STRANIERA
(21 CFA)
TOTALE CREDITI 180
FORMATIVI ACCADEMICI
NEL TRIENNIO

71
* LO STUDENTE INSERIRÀ NEL PROPRIO PIANO DI STUDI ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE PER UN TOTALE DI 18 CREDITI,
SCEGLIENDO TRA LE SEGUENTI DISCIPLINE OFFERTE DALL’ISTITUTO (CON POSSIBILITÀ DI BIENNALIZZARNE ALCUNE PREVIA
AUTORIZZAZIONE DEL CONSIGLIO ACCADEMICO); LO STUDENTE HA LA FACOLTÀ DI INSERIRE ANCHE ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE
SVOLTE PRESSO ALTRE ISTITUZIONI DI LIVELLO UNIVERSITARIO, O LABORATORI E SEMINARI LA CUI VALIDITÀ VERRÀ VALUTATA
DAL CONSIGLIO ACCADEMICO DELL’ISTITUTO.

* ATTIVITÀ FORMATIVE A Area disciplinare Codice Campo disciplinare


SCELTA DELLO STUDENTE settore

Discipline della musica elettronica COME/05 Informatica musicale II 3


e delle tecnologie del suono

Discipline didattiche CODD/07 Tecniche di espressione e


consapevolezza corporea II 3

Discipline dell’organizzazione e COCM/01 Organizzazione dello spettacolo


3
della comunicazione musicale musicale

Discipline dell’organizzazione e
COCM/02 Tecniche della comunicazione
della comunicazione musicale 3

Discipline interpretative d’insieme COMI/08 Tecniche di improvvisazione musicale 3

Discipline linguistiche CODL/01 Lingua italiana 6

Discipline linguistiche CODL/02 Altra lingua straniera comunitaria 6

Laboratori

Seminari

Altre eventuali attività formative


deliberate dal Consiglio Accademico

PROVA FINALE

La prova finale è costituita da una parte interpretativa-esecutiva svolta nell’indirizzo


caratterizzante del corso di studi e dalla discussione di un elaborato di adeguato valore
artistico-scientifico:
- la parte interpretativa-esecutiva consiste nella esecuzione pubblica di un
programma da concerto della durata minima di trenta minuti e massima di
sessanta;
- la seconda parte della prova consiste nella discussione di un elaborato scritto,
prodotto dallo studente entro i termini fissati nel regolamento del corso di studio;
per l’illustrazione e la discussione dell’elaborato lo studente può avvalersi
liberamente di adeguati supporti, anche multimediali.

Le modalità di svolgimento e di valutazione della prova finale sono disciplinate nel


regolamento del corso di studio.

72
TRIENNIO ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO

CLAVICEMBALO

PIANO DI STUDI

Primo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/06 Ear training I 6 40
COTP/06 Semiografia musicale I 3 20
CODM/04 Storia e storiografia della musica I 6 40
CODI/20 Pratica organistica I 3 15
COMA/15 Prassi esecutive e repertori – Clavicembalo I 15 30
COTP/05 Prassi esecutive e repertori del basso continuo I 6 30
COMI/07 Musica d’insieme per voci e strumenti antichi I 6 30
CODD/07 Tecniche di espressione e consapevolezza corporea 3 20
Disciplina a scelta dello studente 6
CODL/02 Lingua inglese I 6 40

Secondo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/06 Ear training II 3 20
COTP/06 Semiografia musicale II 3 20
CODM/04 Storia e storiografia della musica II 6 40
CODI/20 Pratica organistica II 3 15
CODM/01 Strumenti e metodi della ricerca bibliografica 3 20
COMA/15 Prassi esecutiva e repertori - Clavicembalo II 15 30
COTP/05 Prassi esecutive e repertori del basso continuo II 6 30
COMI/07 Musica d’insieme per voci e strumenti antichi II 6 30
CODC/01 Tecniche contrappuntistiche I 3 20
COME/05 Informatica musicale 3 20
Disciplina a scelta dello studente 3
CODL/02 Lingua inglese II 6 40

Terzo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
CODM/04 Storia delle teoria e della trattatistica musicale 3 20
COMA/15 Prassi esecutiva e repertori - Clavicembalo III 15 30
COTP/05 Prassi esecutive e repertori del basso continuo III 12 60
COMI/07 Musica d’insieme per voci e strumenti antichi III 6 30
CODC/01 Tecniche contrappuntistiche II 3 20
CODM/03 Organologia 3 20
Discipline a scelta dello studente 9
Prova finale Prova finale 9

73
DIPARTIMENTO DI TEORIA E ANALISI, COMPOSIZIONE E DIREZIONE
SCUOLA DI COMPOSIZIONE
DCPL 15 - CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN
COMPOSIZIONE
Obiettivi formativi Al termine degli studi relativi al Diploma Accademico di primo livello in Composizione, gli studenti
devono avere acquisito competenze tecniche e culturali specifiche tali da consentire loro di realizzare
concretamente la propria idea artistica. A tal fine sarà dato particolare rilievo allo studio delle
principali tecniche e dei linguaggi compositivi più rappresentativi di epoche storiche differenti.
Specifiche competenze devono essere acquisite nell’ambito della strumentazione, dell’orchestrazione,
della trascrizione e dell’arrangiamento. Tali obiettivi dovranno essere raggiunti anche favorendo lo
sviluppo della capacità percettiva dell’udito e di memorizzazione, e con l’acquisizione di specifiche
conoscenze relative ai modelli analitici della musica ed alla loro evoluzione storica. Al termine del
Triennio, gli studenti devono avere acquisito una conoscenza approfondita degli aspetti stilistici,
storici ed estetici generali e relativi allo specifico ambito compositivo.
Al termine degli studi, con riferimento alla specificità del corso, lo studente dovrà possedere
adeguate competenze riferite all’ambito dell’improvvisazione. È obiettivo formativo del corso anche
l’acquisizione di adeguate competenze nel campo dell’informatica musicale nonché quelle relative ad
una seconda lingua comunitaria.
Prospettive occupazionali Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti ambiti:
- Composizione musicale
- Trascrizione musicale
- Arrangiamento musicale

Tipologia delle attività Area disciplinare Codice Settore artistico-disciplinare CFA


formative settore
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/06 Teoria, ritmica e percezione musicale 9
RELATIVE ALLA
FORMAZIONE DI BASE Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/01 Teoria dell’armonia e analisi 6
(45 CFA)
Discipline musicologiche CODM/04 Storia della musica 12

Discipline interpretative CODI/20 Pratica organistica e canto 6


gregoriano

Discipline musicologiche CODM/07 Poesia per musica e drammaturgia 6

Discipline interpretative d’insieme COMI/01 Esercitazioni corali 6

ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline compositive CODC/01 Composizione 60


CARATTERIZZANTI
(81 CFA) Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/02 Lettura della partitura 18

Discipline musicologiche CODM/03 Musicologia sistematica 3

ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline musicologiche CODM/01 Bibliografia e 3


INTEGRATIVE O AFFINI biblioteconomia musicale
(9 CFA)
Discipline compositive CODC/03 Composizione polifonica vocale 3

Discipline compositive CODC/02 Composizione per la musica applicata 3


alle immagini
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline della musica elettronica COME/05 Informatica musicale 3
ULTERIORI e delle tecnologie del suono
(6 CFA)
Discipline della musica elettronica COME/04 Composizione musicale 3
e delle tecnologie del suono elettroacustica
ATTIVITÀ FORMATIVE A * vedi allegato 18
SCELTA DELLO STUDENTE
(18 CFA)
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline linguistiche CODL/02 Lingua inglese 12
RELATIVE ALLA PROVA
FINALE E ALLA Prova finale 9
CONOSCENZA DELLA
LINGUA STRANIERA
(21 CFA)
TOTALE CREDITI 180
FORMATIVI ACCADEMICI
NEL TRIENNIO

74
* LO STUDENTE INSERIRÀ NEL PROPRIO PIANO DI STUDI ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE PER UN TOTALE DI 18 CREDITI,
SCEGLIENDO TRA LE SEGUENTI DISCIPLINE OFFERTE DALL’ISTITUTO (CON POSSIBILITÀ DI BIENNALIZZARNE ALCUNE PREVIA
AUTORIZZAZIONE DEL CONSIGLIO ACCADEMICO); LO STUDENTE HA LA FACOLTÀ DI INSERIRE ANCHE ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE
SVOLTE PRESSO ALTRE ISTITUZIONI DI LIVELLO UNIVERSITARIO, O LABORATORI E SEMINARI LA CUI VALIDITÀ VERRÀ VALUTATA
DAL CONSIGLIO ACCADEMICO DELL’ISTITUTO.

* ATTIVITÀ FORMATIVE A Area disciplinare Codice Campo disciplinare


SCELTA DELLO STUDENTE settore

Discipline della musica elettronica COME/03 Acustica musicale 3


e delle tecnologie del suono

Discipline della musica elettronica COME/04 Composizione musicale 3


e delle tecnologie del suono elettroacustica II

Discipline interpretative relative COME/05 Informatica musicale II 3


alla direzione

Discipline interpretative relative COID/01 Direzione di gruppi vocali 6


alla direzione

Discipline didattiche COID/02 Direzione di gruppi strumentali e 6


vocali

Discipline dell’organizzazione e CODD/07 Tecniche di espressione e 3


della comunicazione musicale consapevolezza corporea II

COCM/01 Organizzazione dello spettacolo 3


Discipline dell’organizzazione e
musicale
della comunicazione musicale

Discipline interpretative d’insieme COCM/02 Tecniche della comunicazione 3

Discipline teorico-analitico-pratiche
COMI/08 Tecniche di improvvisazione musicale 3

Discipline linguistiche COTP/05 Prassi esecutive e repertori del basso 3


continuo
Discipline linguistiche
CODL/01 Lingua e letteratura italiana 6

CODL/02 Altra lingua straniera comunitaria 6

Laboratori

Seminari

Altre eventuali attività formative


deliberate dal Consiglio Accademico

75
PROVA FINALE

La prova finale è costituita da una parte compositiva svolta nell’indirizzo caratterizzante del
corso di studi e dalla discussione di un elaborato di adeguato valore artistico-scientifico:
- la parte compositiva consiste nella presentazione di una composizione (che verrà
eseguita dal vivo) di un brano cameristico, solistico o multimediale, di una
composizione di un brano sinfonico con eventuale presenza di coro e solisti, e di
una composizione cameristica su tema dato e con organico stabilito dalla
commissione, da svolgersi in clausura entro 18 ore;
- la seconda parte della prova consiste nella discussione di un elaborato scritto di
carattere teorico-analitico concernete qualsiasi area disciplinare del corso, prodotto
dallo studente entro i termini fissati nel regolamento del corso di studio; per
l’illustrazione e la discussione dell’elaborato lo studente può avvalersi liberamente di
adeguati supporti, anche multimediali.

Le modalità di svolgimento e di valutazione della prova finale sono disciplinate nel


regolamento del corso di studio.

76
TRIENNIO ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO

COMPOSIZIONE

PIANO DI STUDI

Primo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/06 Ear training I 6 40
COTP/01 Analisi delle forme compositive 6 40
CODM/04 Storia e storiografia della musica I 6 40
CODI/20 Pratica organistica 3 15
COMI/01 Formazione corale I 3 20
CODC/01 Composizione I 18 30
COTP/02 Lettura della partitura I 6 20
COME/05 Informatica musicale 3 20
Disciplina a scelta dello studente 3
CODL/02 Lingua inglese I 6 40

Secondo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/06 Ear training II 3 20
CODM/04 Storia e storiografia della musica II 6 40
CODI/20 Canto cristiano medioevale 3 15
CODM/07 Analisi delle forme poetiche 3 20
COMI/01 Formazione corale II 3 20
CODC/01 Composizione II 18 30
COTP/02 Lettura della partitura II 6 20
CODC/03 Composizione polifonica vocale 3 15
CODM/01 Strumenti e metodi della ricerca bibliografica 3 20
Discipline a scelta dello studente 6
CODL/02 Lingua inglese II 6 40

Terzo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/01 Analisi delle forme compositive II 3 20
CODM/07 Drammaturgia musicale 3 20
CODM/03 Estetica della musica 3 40
CODC/01 Composizione III 24 40
COTP/02 Lettura della partitura III 6 20
CODC/02 Composizione per la musica applicata alle 3 15
immagini
COME/04 Composizione musicale elettroacustica 3 15
Discipline a scelta dello studente 9
Prova finale Prova finale 9

77
DIPARTIMENTO DEGLI STRUMENTI AD ARCO E A CORDA
SCUOLA DI CONTRABBASSO
DCPL 16 - CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN
CONTRABBASSO
Obiettivi formativi Al termine degli studi relativi al Diploma Accademico di primo livello in Contrabbasso, gli studenti
devono avere acquisito le conoscenze delle tecniche e le competenze specifiche tali da consentire
loro di realizzare concretamente la propria idea artistica. A tal fine sarà dato particolare rilievo allo
studio del repertorio più rappresentativo dello strumento – incluso quello d’insieme – e delle relative
prassi esecutive, anche con la finalità di sviluppare la capacità dello studente di interagire al’interno
di gruppi musicali diversamente composti. Tali obiettivi dovranno essere raggiunti anche favorendo
lo sviluppo della capacità percettiva dell’udito e di memorizzazione, e con l’acquisizione di specifiche
conoscenze relative ai modelli organizzativi, compositivi ed analitici della musica ed alla loro
interazione.
Specifica cura dovrà essere dedicata all’acquisizione di adeguate tecniche di controllo posturale ed
emozionale. Al termine del Triennio, gli studenti devono avere acquisito una conoscenza
approfondita degli aspetti stilistici, storici ed estetici generali e relativi al proprio specifico indirizzo.
Inoltre, con riferimento alla specificità dei singoli corsi, lo studente dovrà possedere adeguate
competenze riferite all’ambito dell’improvvisazione. È obiettivo formativo del corso anche
l’acquisizione di adeguate competenze nel campo dell’informatica musicale nonché quelle relative ad
una seconda lingua comunitaria.
Prospettive occupazionali Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti ambiti:
- Strumentista solista
- Strumentista in gruppi da camera
- Strumentista in formazioni orchestrali da camera
- Strumentista in formazioni orchestrali sinfoniche
- Strumentista in formazioni orchestrali per il teatro musicale

Tipologia delle attività Area disciplinare Codice Settore artistico-disciplinare CFA


formative settore
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/06 Teoria, ritmica e percezione musicale 9
RELATIVE ALLA
FORMAZIONE DI BASE Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/01 Teoria dell’armonia e analisi 9
(45 CFA)
Discipline musicologiche CODM/04 Storia della musica 15

Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/03 Pratica e lettura pianistica 6

Discipline interpretative d’insieme COMI/01 Esercitazioni corali 6

ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline interpretative CODI/04 Contrabbasso 54


CARATTERIZZANTI
(87 CFA) Discipline interpretative d’insieme COMI/03 Musica da camera 9

Discipline interpretative d’insieme COMI/05 Musica d’insieme 15


per strumenti ad arco

Discipline interpretative d’insieme COMI/02 Esercitazioni orchestrali 9

ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline musicologiche CODM/01 Bibliografia e 3


INTEGRATIVE O AFFINI biblioteconomia musicale
(3 CFA)
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline della musica elettronica COME/05 Informatica musicale 3
ULTERIORI e delle tecnologie del suono
(6 CFA)
Discipline didattiche CODD/07 Tecniche di consapevolezza ed 3
espressione corporea
ATTIVITÀ FORMATIVE A 18
SCELTA DELLO STUDENTE
(18 CFA) *
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline linguistiche CODL/02 Lingua inglese 12
RELATIVE ALLA PROVA
FINALE E ALLA Prova finale 9
CONOSCENZA DELLA
LINGUA STRANIERA
(21 CFA)
TOTALE CREDITI 180
FORMATIVI ACCADEMICI
NEL TRIENNIO

78
* LO STUDENTE INSERIRÀ NEL PROPRIO PIANO DI STUDI ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE PER UN TOTALE DI 18 CREDITI,
SCEGLIENDO TRA LE SEGUENTI DISCIPLINE OFFERTE DALL’ISTITUTO (CON POSSIBILITÀ DI BIENNALIZZARNE ALCUNE PREVIA
AUTORIZZAZIONE DEL CONSIGLIO ACCADEMICO); LO STUDENTE HA LA FACOLTÀ DI INSERIRE ANCHE ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE
SVOLTE PRESSO ALTRE ISTITUZIONI DI LIVELLO UNIVERSITARIO, O LABORATORI E SEMINARI LA CUI VALIDITÀ VERRÀ VALUTATA
DAL CONSIGLIO ACCADEMICO DELL’ISTITUTO.

* ATTIVITÀ FORMATIVE A Area disciplinare Codice Campo disciplinare


SCELTA DELLO STUDENTE settore

Discipline della musica elettronica COME/05 Informatica musicale II 3


e delle tecnologie del suono

Discipline didattiche CODD/07 Tecniche di espressione e


consapevolezza corporea II 3

Discipline dell’organizzazione e COCM/01 Organizzazione dello spettacolo


3
della comunicazione musicale musicale

Discipline dell’organizzazione e
COCM/02 Tecniche della comunicazione
della comunicazione musicale 3

Discipline interpretative d’insieme COMI/08 Tecniche di improvvisazione musicale 3

Discipline linguistiche CODL/01 Lingua italiana 6

Discipline linguistiche CODL/02 Altra lingua straniera comunitaria 6

Laboratori

Seminari

Altre eventuali attività formative


deliberate dal Consiglio Accademico

PROVA FINALE

La prova finale è costituita da una parte interpretativa-esecutiva svolta nell’indirizzo


caratterizzante del corso di studi e dalla discussione di un elaborato di adeguato valore
artistico-scientifico:
- la parte interpretativa-esecutiva consiste nella esecuzione pubblica di un
programma da concerto della durata minima di trenta minuti e massima di
sessanta;
- la seconda parte della prova consiste nella discussione di un elaborato scritto,
prodotto dallo studente entro i termini fissati nel regolamento del corso di studio;
per l’illustrazione e la discussione dell’elaborato lo studente può avvalersi
liberamente di adeguati supporti, anche multimediali.

Le modalità di svolgimento e di valutazione della prova finale sono disciplinate nel


regolamento del corso di studio.

79
TRIENNIO ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO

CONTRABBASSO

PIANO DI STUDI

Primo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/06 Ear training I 6 40
COTP/01 Teorie e tecniche dell’armonia 3 20
CODM/04 Storia e storiografia della musica I 6 40
COTP/03 Pratica pianistica I 3 15
COMI/01 Formazione corale I 3 30
CODI/04 Prassi esecutive e repertori - Contrabbasso I 15 30
COMI/03 Musica da camera I 3 15
COMI/05 Musica d’insieme per strumenti ad arco I 6 30
COMI/02 Formazione orchestrale I 3 45
CODD/07 Tecniche di espressione e consapevolezza corporea 3 20
Disciplina a scelta dello studente 3
CODL/02 Lingua inglese I 6 40

Secondo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/06 Ear training II 3 20
COTP/01 Analisi dei repertori I 3 20
CODM/04 Storia e storiografia della musica II 6 40
COTP/03 Pratica pianistica II 3 15
COMI/01 Formazione corale II 3 30
CODI/04 Prassi esecutiva e repertori - Contrabbasso II 15 30
COMI/03 Musica da camera II 3 15
COMI/05 Musica d’insieme per strumenti ad arco II 3 15
COMI/02 Formazione orchestrale II 3 45
CODM/01 Strumenti e metodi della ricerca bibliografica 3 20
COME/05 Informatica musicale 3 20
Discipline a scelta dello studente 6
CODL/02 Lingua inglese II 6 40

Terzo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/01 Analisi dei repertori II 3 20
CODM/04 Storia delle forme e dei repertori musicali 3 20
CODI/04 Prassi esecutiva e repertori - Contrabbasso III 24 40
COMI/03 Musica da camera III 3 15
COMI/05 Musica d’insieme strumenti ad arco III 6 30
COMI/02 Formazione orchestrale III 3 45
Discipline a scelta dello studente 9
Prova finale Prova finale 9

80
DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI
SCUOLA DI JAZZ
DCPL 17 - CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN
CONTRABBASSO JAZZ
Obiettivi formativi Al termine degli studi relativi al Diploma Accademico di primo livello in Contrabbasso jazz, gli
studenti devono avere acquisito le conoscenze delle tecniche e le competenze specifiche tali da
consentire loro di realizzare concretamente la propria idea artistica. A tal fine sarà dato particolare
rilievo allo studio del repertorio più rappresentativo dello strumento – incluso quello d’insieme – e
delle relative prassi esecutive, anche con la finalità di sviluppare la capacità dello studente di
interagire al’interno di gruppi musicali diversamente composti. Tali obiettivi dovranno essere
raggiunti anche favorendo lo sviluppo della capacità percettiva dell’udito e di memorizzazione, e con
l’acquisizione di specifiche conoscenze relative ai modelli organizzativi, compositivi ed analitici della
musica ed alla loro interazione.
Specifica cura dovrà essere dedicata all’acquisizione di adeguate tecniche di controllo posturale ed
emozionale. Al termine del Triennio, gli studenti devono avere acquisito una conoscenza
approfondita degli aspetti stilistici, storici, estetici generali e relativi al proprio specifico indirizzo.
Inoltre, con riferimento alla specificità dei singoli corsi, lo studente dovrà possedere adeguate
competenze riferite all’ambito dell’improvisazione. È obiettivo formativo del corso anche l’acquisizione
di adeguate competenze nel campo dell’informatica musicale nonché quelle relative ad una seconda
lingua comunitaria.
Prospettive occupazionali Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti ambiti:
- Strumentista solista jazz e popular
- Strumentista in gruppi jazz e popular
- Strumentista in formazioni orchestrali jazz e popular

Tipologia delle attività Area disciplinare Codice Settore artistico-disciplinare CFA


formative settore
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/06 Teoria, ritmica e percezione musicale 9
RELATIVE ALLA
FORMAZIONE DI BASE Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/01 Teoria dell’armonia e analisi 9
(39 CFA)
Discipline musicologiche CODM/04 Storia della musica 9

Discipline musicologiche CODM/06 Storia del jazz, delle musiche 6


improvvisate e audiotattili

Discipline interpretative del jazz COMJ/09 Pianoforte jazz 6


delle musiche impovvisate e …
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline interpretative del jazz, COMJ/03 Contrabbasso jazz 45
CARATTERIZZANTI delle musiche improvvisate e …
(87 CFA)
Discipline compositive CODC/04 Composizione jazz 18

Discipline interpretative d’insieme COMI/06 Musica d’insieme jazz 18

Discipline interpretative d’insieme COMI/08 Tecniche di improvvisazione musicale 6

ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline compositive CODC/05 Orchestrazione e concertazione jazz 6


INTEGRATIVE O AFFINI
(9 CFA) Discipline musicologiche CODM/01 Bibliografia e 3
biblioteconomia musicale

ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline della musica elettronica COME/05 Informatica musicale 3


ULTERIORI (6 CFA) e delle tecnologie del suono

Discipline didattiche CODD/07 Tecniche di consapevolezza ed 3


espressione corporea
ATTIVITÀ FORMATIVE A 18
SCELTA DELLO STUDENTE
(18 CFA) *
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline linguistiche CODL/02 Lingua inglese 12
RELATIVE ALLA PROVA
FINALE E ALLA Prova finale 9
CONOSCENZA DELLA
LINGUA STRANIERA
(21 CFA)
TOTALE CREDITI 180
FORMATIVI ACCADEMICI
NEL TRIENNIO

81
* LO STUDENTE INSERIRÀ NEL PROPRIO PIANO DI STUDI ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE PER UN TOTALE DI 18 CREDITI,
SCEGLIENDO TRA LE SEGUENTI DISCIPLINE OFFERTE DALL’ISTITUTO (CON POSSIBILITÀ DI BIENNALIZZARNE ALCUNE PREVIA
AUTORIZZAZIONE DEL CONSIGLIO ACCADEMICO); LO STUDENTE HA LA FACOLTÀ DI INSERIRE ANCHE ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE
SVOLTE PRESSO ALTRE ISTITUZIONI DI LIVELLO UNIVERSITARIO, O LABORATORI E SEMINARI LA CUI VALIDITÀ VERRÀ VALUTATA
DAL CONSIGLIO ACCADEMICO DELL’ISTITUTO.

* ATTIVITÀ FORMATIVE A Area disciplinare Codice Campo disciplinare


SCELTA DELLO STUDENTE settore

Discipline della musica elettronica COME/05 Informatica musicale II 3


e delle tecnologie del suono

Discipline didattiche CODD/07 Tecniche di espressione e


consapevolezza corporea II 3

Discipline dell’organizzazione e COCM/01 Organizzazione dello spettacolo


3
della comunicazione musicale musicale

Discipline dell’organizzazione e
COCM/02 Tecniche della comunicazione
della comunicazione musicale 3

Discipline interpretative d’insieme COMI/08 Tecniche di improvvisazione musicale 3

Discipline linguistiche CODL/01 Lingua italiana 6

Discipline linguistiche CODL/02 Altra lingua straniera comunitaria 6

Laboratori

Seminari

Altre eventuali attività formative


deliberate dal Consiglio Accademico

PROVA FINALE

La prova finale è costituita da una parte interpretativa-esecutiva svolta nell’indirizzo


caratterizzante del corso di studi e dalla discussione di un elaborato di adeguato valore
artistico-scientifico:
- la parte interpretativa-esecutiva consiste in una performance musicale pubblica
della durata minima di trenta minuti e massima di sessanta, da solista oppure con
formazione musicale scelta con assoluta libertà
- la seconda parte della prova consiste nella discussione di un elaborato scritto
riguardante qualsiasi ambito disciplinare del corso di studi seguito, prodotto dallo
studente entro i termini fissati nel regolamento del corso di studio; per l’illustrazione
e la discussione dell’elaborato lo studente può avvalersi liberamente di adeguati
supporti, anche multimediali.

Le modalità di svolgimento e di valutazione della prova finale sono disciplinate nel


regolamento del corso di studio.

82
TRIENNIO ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO

CONTRABBASSO JAZZ

PIANO DI STUDI
Primo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/06 Ear training I 6 40
COTP/01 Teorie e tecniche dell’armonia I 6 40
CODM/04 Storia e storiografia della musica I 6 40
COMJ/09 Prassi esecutive e repertori del Pianoforte jazz I 3 15
COMJ/03 Prassi esecutive e repertori del Contrabbasso jazz 15 30
I
COMI/06 Prassi esecutive e repertori della Musica d’insieme 6 30
jazz I
COMI/08 Tecniche di improvvisazione musicale I 3 20
CODD/07 Tecniche di espressione e consapevolezza corporea 3 20
COME/05 Informatica musicale 3 20
Disciplina a scelta dello studente 3
CODL/02 Lingua inglese I 6 40

Secondo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/06 Ear training II 3 20
COTP/01 Teorie e tecniche dell’armonia II 3 20
CODM/04 Storia e storiografia della musica II 3 20
CODM/06 Storia del Jazz I 3 20
COMJ/09 Prassi esecutive e repertori del Pianoforte jazz II 3 15
COMJ/03 Prassi esecutive e repertori del Contrabbasso jazz 15 30
II
CODC/04 Tecniche compositive jazz I 9 40
COMI/06 Prassi esecutive e repertori della Musica d’insieme 6 30
jazz II
COMI/08 Tecniche di improvvisazione musicale II 3 20
CODM/01 Strumenti e metodi della ricerca bibliografica 3 20
Disciplina a scelta dello studente 3
CODL/02 Lingua inglese II 6 40

Terzo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
CODM/06 Storia del Jazz II 3 20
COMJ/03 Prassi esecutive e repertori del Contrabbasso jazz 15 30
III
CODC/04 Tecniche compositive jazz II 9 40
COMI/06 Prassi esecutive e repertori della Musica d’insieme 6 30
jazz III
CODC/05 Tecniche di scrittura ed arrangiamento per vari tipi 6 30
di ensemble
Discipline a scelta dello studente 12
Prova finale Prova finale 9

83
DIPARTIMENTO DEGLI STRUMENTI A FIATO
SCUOLA DI CORNO
DCPL 19 - CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN
CORNO
Obiettivi formativi Al termine degli studi relativi al Diploma Accademico di primo livello in Corno, gli studenti devono
avere acquisito le conoscenze delle tecniche e le competenze specifiche tali da consentire loro di
realizzare concretamente la propria idea artistica. A tal fine sarà dato particolare rilievo allo studio
del repertorio più rappresentativo dello strumento – incluso quello d’insieme – e delle relative prassi
esecutive, anche con la finalità di sviluppare la capacità dello studente di interagire al’interno di
gruppi musicali diversamente composti. Tali obiettivi dovranno essere raggiunti anche favorendo lo
sviluppo della capacità percettiva dell’udito e di memorizzazione, e con l’acquisizione di specifiche
conoscenze relative ai modelli organizzativi, compositivi ed analitici della musica ed alla loro
interazione.
Specifica cura dovrà essere dedicata all’acquisizione di adeguate tecniche di controllo posturale ed
emozionale. Al termine del Triennio, gli studenti devono avere acquisito una conoscenza
approfondita degli aspetti stilistici, storici ed estetici generali e relativi al proprio specifico indirizzo.
Inoltre, con riferimento alla specificità dei singoli corsi, lo studente dovrà possedere adeguate
competenze riferite all’ambito dell’improvvisazione. È obiettivo formativo del corso anche
l’acquisizione di adeguate competenze nel campo dell’informatica musicale nonché quelle relative ad
una seconda lingua comunitaria.
Prospettive occupazionali Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti ambiti:
- Strumentista solista
- Strumentista in gruppi da camera
- Strumentista in formazioni orchestrali da camera
- Strumentista in formazioni orchestrali sinfoniche
- Strumentista in formazioni orchestrali per il teatro musicale
- Strumentista in formazioni orchestrali a fiato

Tipologia delle attività Area disciplinare Codice Settore artistico-disciplinare CFA


formative settore
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/06 Teoria, ritmica e percezione musicale 9
RELATIVE ALLA
FORMAZIONE DI BASE Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/01 Teoria dell’armonia e analisi 9
(45 CFA)
Discipline musicologiche CODM/04 Storia della musica 15

Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/03 Pratica e lettura pianistica 6

Discipline interpretative d’insieme COMI/01 Esercitazioni corali 6

ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline interpretative CODI/10 Corno 60


CARATTERIZZANTI
(87 CFA) Discipline interpretative d’insieme COMI/03 Musica da camera 9

Discipline interpretative d’insieme COMI/04 Musica d’insieme 9


per strumenti a fiato

Discipline interpretative d’insieme COMI/02 Esercitazioni orchestrali 9

ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline musicologiche CODM/01 Bibliografia e 3


INTEGRATIVE O AFFINI biblioteconomia musicale
(3 CFA)
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline della musica elettronica COME/05 Informatica musicale 3
ULTERIORI (6 CFA) e delle tecnologie del suono

Discipline didattiche CODD/07 Tecniche di consapevolezza ed 3


espressione corporea
ATTIVITÀ FORMATIVE A 18
SCELTA DELLO STUDENTE
(18 CFA) *
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline linguistiche CODL/02 Lingua inglese 12
RELATIVE ALLA PROVA
FINALE E ALLA Prova finale 9
CONOSCENZA DELLA
LINGUA STRANIERA
(21 CFA)
TOTALE CREDITI 180
FORMATIVI ACCADEMICI
NEL TRIENNIO

84
* LO STUDENTE INSERIRÀ NEL PROPRIO PIANO DI STUDI ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE PER UN TOTALE DI 18 CREDITI,
SCEGLIENDO TRA LE SEGUENTI DISCIPLINE OFFERTE DALL’ISTITUTO (CON POSSIBILITÀ DI BIENNALIZZARNE ALCUNE PREVIA
AUTORIZZAZIONE DEL CONSIGLIO ACCADEMICO); LO STUDENTE HA LA FACOLTÀ DI INSERIRE ANCHE ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE
SVOLTE PRESSO ALTRE ISTITUZIONI DI LIVELLO UNIVERSITARIO, O LABORATORI E SEMINARI LA CUI VALIDITÀ VERRÀ VALUTATA
DAL CONSIGLIO ACCADEMICO DELL’ISTITUTO.

* ATTIVITÀ FORMATIVE A Area disciplinare Codice Campo disciplinare


SCELTA DELLO STUDENTE settore

Discipline della musica elettronica COME/05 Informatica musicale II 3


e delle tecnologie del suono

Discipline didattiche CODD/07 Tecniche di espressione e


consapevolezza corporea II 3

Discipline dell’organizzazione e COCM/01 Organizzazione dello spettacolo


3
della comunicazione musicale musicale

Discipline dell’organizzazione e
COCM/02 Tecniche della comunicazione
della comunicazione musicale 3

Discipline interpretative d’insieme COMI/08 Tecniche di improvvisazione musicale 3

Discipline linguistiche CODL/01 Lingua italiana 6

Discipline linguistiche CODL/02 Altra lingua straniera comunitaria 6

Laboratori

Seminari

Altre eventuali attività formative


deliberate dal Consiglio Accademico

PROVA FINALE

La prova finale è costituita da una parte interpretativa-esecutiva svolta nell’indirizzo


caratterizzante del corso di studi e dalla discussione di un elaborato di adeguato valore
artistico-scientifico:
- la parte interpretativa-esecutiva consiste nella esecuzione pubblica di un
programma da concerto della durata minima di trenta minuti e massima di
sessanta;
- la seconda parte della prova consiste nella discussione di un elaborato scritto,
prodotto dallo studente entro i termini fissati nel regolamento del corso di studio;
per l’illustrazione e la discussione dell’elaborato lo studente può avvalersi
liberamente di adeguati supporti, anche multimediali.

Le modalità di svolgimento e di valutazione della prova finale sono disciplinate nel


regolamento del corso di studio.

85
TRIENNIO ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO

CORNO

PIANO DI STUDI

Primo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/06 Ear training I 6 40
COTP/01 Teorie e tecniche dell’armonia 3 20
CODM/04 Storia e storiografia della musica I 6 40
COTP/03 Pratica pianistica I 3 15
COMI/01 Formazione corale I 3 30
CODI/10 Prassi esecutive e repertori - Corno I 15 30
COMI/03 Musica da camera I 3 15
COMI/04 Musica d’insieme per strumenti a fiato I 6 30
COMI/02 Formazione orchestrale I 3 45
CODD/07 Tecniche di espressione e consapevolezza corporea 3 20
Disciplina a scelta dello studente 3
CODL/02 Lingua inglese I 6 40

Secondo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/06 Ear training II 3 20
COTP/01 Analisi dei repertori I 3 20
CODM/04 Storia e storiografia della musica II 6 40
COTP/03 Pratica pianistica II 3 15
COMI/01 Formazione corale II 3 30
CODI/10 Prassi esecutiva e repertori - Corno II 15 30
COMI/03 Musica da camera II 3 15
COMI/04 Musica d’insieme per strumenti a fiato II 3 15
COMI/02 Formazione orchestrale II 3 45
CODM/01 Strumenti e metodi della ricerca bibliografica 3 20
COME/05 Informatica musicale 3 20
Discipline a scelta dello studente 6
CODL/02 Lingua inglese II 6 40

Terzo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/01 Analisi dei repertori II 3 20
CODM/04 Storia delle forme e dei repertori musicali 3 20
CODI/10 Prassi esecutiva e repertori - Corno III 24 40
COMI/03 Musica da camera III 3 15
COMI/04 Musica d’insieme strumenti a fiato III 6 30
COMI/02 Formazione orchestrale III 3 45
Discipline a scelta dello studente 9
Prova finale Prova finale 9

86
DIPARTIMENTO DI DIDATTICA
SCUOLA DI DIDATTICA DELLA MUSICA E DELLO STRUMENTO
DCPL 21 - CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN
DIDATTICA DELLA MUSICA
Obiettivi formativi Al termine degli studi relativi al Diploma Accademico di primo livello in Didattica della musica,
gli studenti devono avere acquisito competenze tecniche ed artistiche specifiche tali da consentire
loro di realizzare concretamente la propria idea didattico/artistica. A tal fine sarà dato particolare
rilievo all’acquisizione degli strumenti pedagogici e psicologici fondamentali e allo studio delle
principali tecniche strumentali e vocali e dei linguaggi compositivi relativi all’ambito della didattica
della musica. Adeguate competenze devono essere acquisite nell’ambito della pratica vocale e
della coralità. Particolare rilievo riveste lo studio della tecnica vocale e strumentale nella sua
pratica solistica e d’insieme e nei riferimenti storici. Specifiche competenze vanno conseguite
nell’ambito delle metodologie didattiche riferite all’insegnamento della musica e dello strumento
elettivo o del canto.
Tali obiettivi dovranno essere raggiunti favorendo in maniera specifica lo sviluppo della capacità
percettiva dell’udito e di memorizzazione, e con l’acquisizione di specifiche conoscenze relative ai
modelli analitici della musica ed alla loro evoluzione storica. Specifica cura dovrà essere dedicata
all’acquisizione di adeguate tecniche di controllo posturale ed emozionale. E’ obiettivo formativo
del corso anche l’acquisizione di adeguate competenze nel campo dell’informatica musicale nonché
quelle relative ad una seconda lingua comunitaria.
Prospettive occupazionali Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti ambiti:
- Operatore musicale nell’ambito di iniziative relative alla propedeuticità alla musica e allo
studio dello strumento

Tipologia delle attività Area disciplinare Codice Settore artistico-disciplinare CFA


formative settore
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/06 Teoria, ritmica e percezione musicale 9
RELATIVE ALLA
FORMAZIONE DI BASE Discipline didattiche CODD/02 Elementi di composizione per 13
(48 CFA) didattica della musica

Discipline didattiche CODD/06 Storia della musica per didattica 13


della musica

Discipline didattiche CODD/05 Pratica della lettura vocale e 13


pianistica per didattica della musica
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline didattiche CODD/04 Pedagogia musicale per didattica 14
CARATTERIZZANTI della musica
(70 CFA)
Discipline didattiche CODD/01 Direzione di coro e repertorio corale 14
per didattica della musica

Discipline interpretative CODI Strumento musicale o Canto 36

Discipline interpretative d’insieme COMI/03 Musica da camera 6


ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline musicologiche CODM/01 Bibliografia e 3
INTEGRATIVE O AFFINI biblioteconomia musicale
(17 CFA)
Discipline teorico-analitico-pratiche CODM/03 Pratica e lettura pianistica 9
(per i non pianisti)
o, in alternativa
Discipline interpretative CODI Strumento musicale ad arco o a fiato
(per i pianisti) 5
Discipline didattiche CODD/03 Musica d’insieme per didattica della
musica
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline della musica elettronica COME/05 Informatica musicale 3
ULTERIORI (6 CFA)
Discipline didattiche CODD/07 Tecniche di consapevolezza ed 3
espressione corporea
ATTIVITÀ FORMATIVE A 18
SCELTA DELLO STUDENTE
(18 CFA) *
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline linguistiche CODL/02 Lingua inglese 12
RELATIVE ALLA PROVA
FINALE E ALLA Prova finale 9
CONOSCENZA D. LINGUA
STRANIERA (21 CFA)
TOTALE CREDITI 180
FORMATIVI ACCADEMICI
NEL TRIENNIO

87
* LO STUDENTE INSERIRÀ NEL PROPRIO PIANO DI STUDI ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE PER UN TOTALE DI 18 CREDITI,
SCEGLIENDO TRA LE SEGUENTI DISCIPLINE OFFERTE DALL’ISTITUTO (CON POSSIBILITÀ DI BIENNALIZZARNE ALCUNE PREVIA
AUTORIZZAZIONE DEL CONSIGLIO ACCADEMICO); LO STUDENTE HA LA FACOLTÀ DI INSERIRE ANCHE ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE
SVOLTE PRESSO ALTRE ISTITUZIONI DI LIVELLO UNIVERSITARIO, O LABORATORI E SEMINARI LA CUI VALIDITÀ VERRÀ VALUTATA
DAL CONSIGLIO ACCADEMICO DELL’ISTITUTO.

* ATTIVITÀ FORMATIVE A Area disciplinare Codice Campo disciplinare


SCELTA DELLO STUDENTE settore

Discipline della musica elettronica COME/05 Informatica musicale II 3


e delle tecnologie del suono

Discipline didattiche CODD/07 Tecniche di espressione e 3


consapevolezza corporea II

Discipline dell’organizzazione e COCM/01 Organizzazione dello spettacolo 3


della comunicazione musicale musicale

Discipline dell’organizzazione e
COCM/02 Tecniche della comunicazione 3
della comunicazione musicale

Discipline interpretative d’insieme COMI/08 Tecniche di improvvisazione musicale 3

Discipline linguistiche CODL/01 Lingua italiana 6

Discipline linguistiche CODL/02 Altra lingua straniera comunitaria 6

Discipline musicologiche CODM/02 Etnomusicologia 3

Discipline musicologiche CODM/02 Drammaturgia musicale 3

Discipline musicologiche CODM/05 Storia della musica elettroacustica 3

Laboratori

Seminari

Altre eventuali attività formative


deliberate dal Consiglio Accademico

PROVA FINALE

La prova finale è costituita da una parte interpretativa esecutiva e dalla discussione di un


elaborato a carattere metodologico-didattico musicale:
- la parte interpretativa-esecutiva consiste nella esecuzione pubblica di uno o più brani in
cui sia prevista la partecipazione di almeno due esecutori ma dove comunque lo/la
strumento/voce di appartenenza del candidato abbia un ruolo tecnico-musicale rilevante.
Tale esecuzione dovrà essere preceduta da una discussione analitico-funzionale sulla/e
composizione/i presentata/e con la finalità anche di motivare le scelte esecutivo-
interpretative del candidato.
- la seconda parte della prova consiste nella discussione di un elaborato scritto a carattere
metodologico-didattico musicale e/o strumentale, prodotto dallo studente entro i termini
fissati nel regolamento del corso di studio; per l’illustrazione e la discussione dell’elaborato
lo studente può avvalersi liberamente di adeguati supporti, anche multimediali.
Le modalità di svolgimento e di valutazione della prova finale sono disciplinate nel
regolamento del corso di studio.

88
TRIENNIO ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO

DIDATTICA DELLA MUSICA – PIANO DI STUDI

Primo anno
Cod. sett. discipl. Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COPT/06 Ear training I 6 40
CODD/02 Elementi di composizione e analisi per Didattica della musica I 4 30
CODD/06 Storia della musica per Didattica della musica I 4 30
CODD/05 Pratica della lettura vocale e pianist. per Didattica della musica I 4 30
CODD/04 Pedagogia musicale I 4 30
CODD/01 Direzione e concertazione di coro I 5 40
Strumento musicale o Canto I 12 18
COMI/03 Musica da camera I 3 15
Pratica e lettura pianistica I (x i non pianisti), oppure Strumento 3 15
ad arco o a fiato I (x i pianisti)
CODD/07 Tecniche di espressione e consapevolezza corporea 3 20
Disciplina a scelta 6
CODL/02 Lingua inglese I 6 40

Secondo anno
Cod. sett. discipl. Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/06 Ear training II 3 20
CODD/02 Elementi di composizione e analisi per Didattica dlla musica II 4 30
CODD/06 Storia della musica per Didattica della musica II 4 30
CODD/05 Pratica della lettura vocale e pianist. per Didattica della musica II 4 30
CODD/04 Pedagogia musicale II 4 30
CODD/01 Direzione e concertazione di coro II 5 40
Strumento musicale o Canto II 12 18
COMI/03 Musica da camera II 3 15
Pratica e lettura pianistica II (x i non pianisti), oppure Strumento 3 15
ad arco/a fiato II (x i pianisti)
COME/05 Informatica musicale 3 20
CODM/01 Strumenti e metodi della ricerca bibliografica 3 20
Discipline a scelta 6
CODL/02 Lingua inglese II 6 40

Terzo anno
Cod. sett. discipl. Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
CODD/02 Elementi di composizione e analisi per Didattica della musica III 5 40
CODD/06 Storia della musica per Didattica della musica III 5 40
CODD/05 Pratica della lettura vocale e pian. per Didattica della musica III 5 40
CODD/04 Pedagogia musicale III 6 40
CODD/01 Direzione e concertazione di coro III 4 30
Strumento musicale o Canto III 12 18
Pratica e lettura pianistica III (x i non pianisti), oppure Strumento 3 15
ad arco/a fiato III (x i pianisti)
CODD/03 Musica d’insieme per Didattica 5 40
Discipline a scelta 6
Prova finale Prova finale 9

89
DIPARTIMENTO DEGLI STRUMENTI A FIATO
SCUOLA DI FAGOTTO
DCPL 24 - CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN
FAGOTTO
Obiettivi formativi Al termine degli studi relativi al Diploma Accademico di primo livello in Fagotto, gli studenti devono
avere acquisito le conoscenze delle tecniche e le competenze specifiche tali da consentire loro di
realizzare concretamente la propria idea artistica. A tal fine sarà dato particolare rilievo allo studio
del repertorio più rappresentativo dello strumento – incluso quello d’insieme – e delle relative prassi
esecutive, anche con la finalità di sviluppare la capacità dello studente di interagire al’interno di
gruppi musicali diversamente composti. Tali obiettivi dovranno essere raggiunti anche favorendo lo
sviluppo della capacità percettiva dell’udito e di memorizzazione, e con l’acquisizione di specifiche
conoscenze relative ai modelli organizzativi, compositivi ed analitici della musica ed alla loro
interazione.
Specifica cura dovrà essere dedicata all’acquisizione di adeguate tecniche di controllo posturale ed
emozionale. Al termine del Triennio, gli studenti devono avere acquisito una conoscenza
approfondita degli aspetti stilistici, storici ed estetici generali e relativi al proprio specifico indirizzo.
Inoltre, con riferimento alla specificità dei singoli corsi, lo studente dovrà possedere adeguate
competenze riferite all’ambito dell’improvvisazione. È obiettivo formativo del corso anche
l’acquisizione di adeguate competenze nel campo dell’informatica musicale nonché quelle relative ad
una seconda lingua comunitaria.
Prospettive occupazionali Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti ambiti:
- Strumentista solista
- Strumentista in gruppi da camera
- Strumentista in formazioni orchestrali da camera
- Strumentista in formazioni orchestrali sinfoniche
- Strumentista in formazioni orchestrali per il teatro musicale
- Strumentista in formazioni orchestrali a fiato

Tipologia delle attività Area disciplinare Codice Settore artistico-disciplinare CFA


formative settore
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/06 Teoria, ritmica e percezione musicale 9
RELATIVE ALLA
FORMAZIONE DI BASE Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/01 Teoria dell’armonia e analisi 9
(45 CFA)
Discipline musicologiche CODM/04 Storia della musica 15

Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/03 Pratica e lettura pianistica 6

Discipline interpretative d’insieme COMI/01 Esercitazioni corali 6

ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline interpretative CODI/12 Fagotto 60


CARATTERIZZANTI
(87 CFA) Discipline interpretative d’insieme COMI/03 Musica da camera 9

Discipline interpretative d’insieme COMI/04 Musica d’insieme 9


per strumenti a fiato

Discipline interpretative d’insieme COMI/02 Esercitazioni orchestrali 9

ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline musicologiche CODM/01 Bibliografia e 3


INTEGRATIVE O AFFINI biblioteconomia musicale
(3 CFA)
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline della musica elettronica COME/05 Informatica musicale 3
ULTERIORI (6 CFA) e delle tecnologie del suono

Discipline didattiche CODD/07 Tecniche di consapevolezza ed 3


espressione corporea
ATTIVITÀ FORMATIVE A 18
SCELTA DELLO STUDENTE
(18 CFA) *
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline linguistiche CODL/02 Lingua inglese 12
RELATIVE ALLA PROVA
FINALE E ALLA Prova finale 9
CONOSCENZA DELLA
LINGUA STRANIERA
(21 CFA)
TOTALE CREDITI 180
FORMATIVI ACCADEMICI
NEL TRIENNIO

90
* LO STUDENTE INSERIRÀ NEL PROPRIO PIANO DI STUDI ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE PER UN TOTALE DI 18 CREDITI,
SCEGLIENDO TRA LE SEGUENTI DISCIPLINE OFFERTE DALL’ISTITUTO (CON POSSIBILITÀ DI BIENNALIZZARNE ALCUNE PREVIA
AUTORIZZAZIONE DEL CONSIGLIO ACCADEMICO); LO STUDENTE HA LA FACOLTÀ DI INSERIRE ANCHE ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE
SVOLTE PRESSO ALTRE ISTITUZIONI DI LIVELLO UNIVERSITARIO, O LABORATORI E SEMINARI LA CUI VALIDITÀ VERRÀ VALUTATA
DAL CONSIGLIO ACCADEMICO DELL’ISTITUTO.

* ATTIVITÀ FORMATIVE A Area disciplinare Codice Campo disciplinare


SCELTA DELLO STUDENTE settore

Discipline della musica elettronica COME/05 Informatica musicale II 3


e delle tecnologie del suono

Discipline didattiche CODD/07 Tecniche di espressione e


consapevolezza corporea II 3

Discipline dell’organizzazione e COCM/01 Organizzazione dello spettacolo


3
della comunicazione musicale musicale

Discipline dell’organizzazione e
COCM/02 Tecniche della comunicazione
della comunicazione musicale 3

Discipline interpretative d’insieme COMI/08 Tecniche di improvvisazione musicale 3

Discipline linguistiche CODL/01 Lingua italiana 6

Discipline linguistiche CODL/02 Altra lingua straniera comunitaria 6

Laboratori

Seminari

Altre eventuali attività formative


deliberate dal Consiglio Accademico

PROVA FINALE

La prova finale è costituita da una parte interpretativa-esecutiva svolta nell’indirizzo


caratterizzante del corso di studi e dalla discussione di un elaborato di adeguato valore
artistico-scientifico:
- la parte interpretativa-esecutiva consiste nella esecuzione pubblica di un
programma da concerto della durata minima di trenta minuti e massima di
sessanta;
- la seconda parte della prova consiste nella discussione di un elaborato scritto,
prodotto dallo studente entro i termini fissati nel regolamento del corso di studio;
per l’illustrazione e la discussione dell’elaborato lo studente può avvalersi
liberamente di adeguati supporti, anche multimediali.

Le modalità di svolgimento e di valutazione della prova finale sono disciplinate nel


regolamento del corso di studio.

91
TRIENNIO ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO

FAGOTTO

PIANO DI STUDI

Primo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/06 Ear training I 6 40
COTP/01 Teorie e tecniche dell’armonia 3 20
CODM/04 Storia e storiografia della musica I 6 40
COTP/03 Pratica pianistica I 3 15
COMI/01 Formazione corale I 3 30
CODI/12 Prassi esecutive e repertori - Fagotto I 15 30
COMI/03 Musica da camera I 3 15
COMI/04 Musica d’insieme per strumenti a fiato I 6 30
COMI/02 Formazione orchestrale I 3 45
CODD/07 Tecniche di espressione e consapevolezza corporea 3 20
Disciplina a scelta dello studente 3
CODL/02 Lingua inglese I 6 40

Secondo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/06 Ear training II 3 20
COTP/01 Analisi dei repertori I 3 20
CODM/04 Storia e storiografia della musica II 6 40
COTP/03 Pratica pianistica II 3 15
COMI/01 Formazione corale II 3 30
CODI/12 Prassi esecutiva e repertori - Fagotto II 15 30
COMI/03 Musica da camera II 3 15
COMI/04 Musica d’insieme per strumenti a fiato II 3 15
COMI/02 Formazione orchestrale II 3 45
CODM/01 Strumenti e metodi della ricerca bibliografica 3 20
COME/05 Informatica musicale 3 20
Discipline a scelta dello studente 6
CODL/02 Lingua inglese II 6 40

Terzo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/01 Analisi dei repertori II 3 20
CODM/04 Storia delle forme e dei repertori musicali 3 20
CODI/12 Prassi esecutiva e repertori - Fagotto III 24 40
COMI/03 Musica da camera III 3 15
COMI/04 Musica d’insieme strumenti a fiato III 6 30
COMI/02 Formazione orchestrale III 3 45
Discipline a scelta dello studente 9
Prova finale Prova finale 9

92
DIPARTIMENTO DEGLI STRUMENTI A FIATO
SCUOLA DI FLAUTO
DCPL 27 - CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN
FLAUTO
Obiettivi formativi Al termine degli studi relativi al Diploma Accademico di primo livello in Flauto, gli studenti devono
avere acquisito le conoscenze delle tecniche e le competenze specifiche tali da consentire loro di
realizzare concretamente la propria idea artistica. A tal fine sarà dato particolare rilievo allo studio
del repertorio più rappresentativo dello strumento – incluso quello d’insieme – e delle relative prassi
esecutive, anche con la finalità di sviluppare la capacità dello studente di interagire al’interno di
gruppi musicali diversamente composti. Tali obiettivi dovranno essere raggiunti anche favorendo lo
sviluppo della capacità percettiva dell’udito e di memorizzazione, e con l’acquisizione di specifiche
conoscenze relative ai modelli organizzativi, compositivi ed analitici della musica ed alla loro
interazione.
Specifica cura dovrà essere dedicata all’acquisizione di adeguate tecniche di controllo posturale ed
emozionale. Al termine del Triennio, gli studenti devono avere acquisito una conoscenza
approfondita degli aspetti stilistici, storici ed estetici generali e relativi al proprio specifico indirizzo.
Inoltre, con riferimento alla specificità dei singoli corsi, lo studente dovrà possedere adeguate
competenze riferite all’ambito dell’improvvisazione. È obiettivo formativo del corso anche
l’acquisizione di adeguate competenze nel campo dell’informatica musicale nonché quelle relative ad
una seconda lingua comunitaria.
Prospettive occupazionali Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti ambiti:
- Strumentista solista
- Strumentista in gruppi da camera
- Strumentista in formazioni orchestrali da camera
- Strumentista in formazioni orchestrali sinfoniche
- Strumentista in formazioni orchestrali per il teatro musicale
- Strumentista in formazioni orchestrali a fiato

Tipologia delle attività Area disciplinare Codice Settore artistico-disciplinare CFA


formative settore
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/06 Teoria, ritmica e percezione musicale 9
RELATIVE ALLA
FORMAZIONE DI BASE Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/01 Teoria dell’armonia e analisi 9
(45 CFA)
Discipline musicologiche CODM/04 Storia della musica 15

Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/03 Pratica e lettura pianistica 6

Discipline interpretative d’insieme COMI/01 Esercitazioni corali 6

ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline interpretative CODI/13 Flauto 60


CARATTERIZZANTI
(87 CFA) Discipline interpretative d’insieme COMI/03 Musica da camera 9

Discipline interpretative d’insieme COMI/04 Musica d’insieme 9


per strumenti a fiato

Discipline interpretative d’insieme COMI/02 Esercitazioni orchestrali 9

ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline musicologiche CODM/01 Bibliografia e 3


INTEGRATIVE O AFFINI biblioteconomia musicale
(3 CFA)
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline della musica elettronica COME/05 Informatica musicale 3
ULTERIORI (6 CFA) e delle tecnologie del suono

Discipline didattiche CODD/07 Tecniche di consapevolezza ed 3


espressione corporea
ATTIVITÀ FORMATIVE A 18
SCELTA DELLO STUDENTE
(18 CFA) *
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline linguistiche CODL/02 Lingua inglese 12
RELATIVE ALLA PROVA
FINALE E ALLA Prova finale 9
CONOSCENZA DELLA
LINGUA STRANIERA
(21 CFA)
TOTALE CREDITI 180
FORMATIVI ACCADEMICI
NEL TRIENNIO

93
* LO STUDENTE INSERIRÀ NEL PROPRIO PIANO DI STUDI ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE PER UN TOTALE DI 18 CREDITI,
SCEGLIENDO TRA LE SEGUENTI DISCIPLINE OFFERTE DALL’ISTITUTO (CON POSSIBILITÀ DI BIENNALIZZARNE ALCUNE PREVIA
AUTORIZZAZIONE DEL CONSIGLIO ACCADEMICO); LO STUDENTE HA LA FACOLTÀ DI INSERIRE ANCHE ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE
SVOLTE PRESSO ALTRE ISTITUZIONI DI LIVELLO UNIVERSITARIO, O LABORATORI E SEMINARI LA CUI VALIDITÀ VERRÀ VALUTATA
DAL CONSIGLIO ACCADEMICO DELL’ISTITUTO.

* ATTIVITÀ FORMATIVE A Area disciplinare Codice Campo disciplinare


SCELTA DELLO STUDENTE settore

Discipline della musica elettronica COME/05 Informatica musicale II 3


e delle tecnologie del suono

Discipline didattiche CODD/07 Tecniche di espressione e


consapevolezza corporea II 3

Discipline dell’organizzazione e COCM/01 Organizzazione dello spettacolo


3
della comunicazione musicale musicale

Discipline dell’organizzazione e
COCM/02 Tecniche della comunicazione
della comunicazione musicale 3

Discipline interpretative d’insieme COMI/08 Tecniche di improvvisazione musicale 3

Discipline linguistiche CODL/01 Lingua italiana 6

Discipline linguistiche CODL/02 Altra lingua straniera comunitaria 6

Laboratori

Seminari

Altre eventuali attività formative


deliberate dal Consiglio Accademico

PROVA FINALE

La prova finale è costituita da una parte interpretativa-esecutiva svolta nell’indirizzo


caratterizzante del corso di studi e dalla discussione di un elaborato di adeguato valore
artistico-scientifico:
- la parte interpretativa-esecutiva consiste nella esecuzione pubblica di un
programma da concerto della durata minima di trenta minuti e massima di
sessanta;
- la seconda parte della prova consiste nella discussione di un elaborato scritto,
prodotto dallo studente entro i termini fissati nel regolamento del corso di studio;
per l’illustrazione e la discussione dell’elaborato lo studente può avvalersi
liberamente di adeguati supporti, anche multimediali.

Le modalità di svolgimento e di valutazione della prova finale sono disciplinate nel


regolamento del corso di studio.

94
TRIENNIO ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO

FLAUTO

PIANO DI STUDI

Primo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/06 Ear training I 6 40
COTP/01 Teorie e tecniche dell’armonia 3 20
CODM/04 Storia e storiografia della musica I 6 40
COTP/03 Pratica pianistica I 3 15
COMI/01 Formazione corale I 3 30
CODI/13 Prassi esecutive e repertori - Flauto I 15 30
COMI/03 Musica da camera I 3 15
COMI/04 Musica d’insieme per strumenti a fiato I 6 30
COMI/02 Formazione orchestrale I 3 45
CODD/07 Tecniche di espressione e consapevolezza corporea 3 20
Disciplina a scelta dello studente 3
CODL/02 Lingua inglese I 6 40

Secondo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/06 Ear training II 3 20
COTP/01 Analisi dei repertori I 3 20
CODM/04 Storia e storiografia della musica II 6 40
COTP/03 Pratica pianistica II 3 15
COMI/01 Formazione corale II 3 30
CODI/13 Prassi esecutiva e repertori - Flauto II 15 30
COMI/03 Musica da camera II 3 15
COMI/04 Musica d’insieme per strumenti a fiato II 3 15
COMI/02 Formazione orchestrale II 3 45
CODM/01 Strumenti e metodi della ricerca bibliografica 3 20
COME/05 Informatica musicale 3 20
Discipline a scelta dello studente 6
CODL/02 Lingua inglese II 6 40

Terzo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/01 Analisi dei repertori II 3 20
CODM/04 Storia delle forme e dei repertori musicali 3 20
CODI/13 Prassi esecutiva e repertori - Flauto III 24 40
COMI/03 Musica da camera III 3 15
COMI/04 Musica d’insieme strumenti a fiato III 6 30
COMI/02 Formazione orchestrale III 3 45
Discipline a scelta dello studente 9
Prova finale Prova finale 9

95
DIPARTIMENTO DI STRUMENTI A TASTIERA E A PERCUSSIONE
SCUOLA DI PIANOFORTE
DCPL 31 - CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN
MAESTRO COLLABORATORE
Obiettivi formativi Al termine degli studi relativi al Diploma Accademico di primo livello in Maestro collaboratore, gli
studenti devono avere acquisito competenze tecniche, nonché consapelvolezza critica e sapere
adeguato, tali da consentire loro di realizzare concretamente la propria idea artistica. A tal fine sarà
dato particolare rilievo allo studio delle metodologie e delle tecniche relative
all’accompagnamentopianistico e alla concertazione delle parti vocali; adeguate competenze
dovranno essere acquisite negli ambiti della lettura estemporanea, della tecnica direttoriale e nella
prtaica del basso continuo. Tali obiettivi dovranno essere raggiunti anche attraverso una cospicua
attività di tirocinio. Sarà favorito lo sviluppo delle capacità percettive dell’udito, attraverso
l’acquisizione di specifiche conoscenze relative ai modelli organizzativi, compositivi ed analitici della
musica ed alla loro interazione.
Al termine del triennio gli studenti dovranno aver acquisito una conoscenza approfondita degli
aspetti professionali, esecutivi e stilisici relativi al corso; è obiettivo del corso anche l’acquisizione di
adeguate competenze nel campo dell’informatica musicale, nonché quelle relative ad una seconda
lingua comunitaria.
Prospettive occupazionali Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti ambiti:
- Accompagnatore pianistico per il repertorio vocale lirico e da camera
- Collaboratore pianistico per il repertorio strumentale
- Tutte le figure professionali previste nell’organico delle ondazioni lirico-sinfoniche e
disciplinate dal relativo CCNL; maestro aggiunto di palcoscenico e di sala, maestro delle luci, aiuto
maestro del coro, maestro collaboratore di palcoscenico, maestro suggeritore, maestro collaboratore
di sala

Tipologia delle attività Area disciplinare Codice Settore artistico-disciplinare CFA


formative settore
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/06 Teoria, ritmica e percezione musicale 9
RELATIVE ALLA
FORMAZIONE DI BASE Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/01 Teoria dell’armonia e analisi 15
(51 CFA)
Discipline musicologiche CODM/04 Storia della musica 15

Discipline musicologiche CODM/07 Poesia per musica e drammaturgia 6


musicale

Discipline interpretative d’insieme COMI/01 Esercitazioni corali 6

ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline interpretative CODI/25 Accompagnamento pianistico 12


CARATTERIZZANTI
(81 CFA) Discipline interpretative CODI/21 Pianoforte 39

Discipline interpretative d’insieme COMI/03 Musica da camera 12

Discipline interpretative relative COID/02 Direzione d’orchestra 6


alla direzione

Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/05 Teoria e prassi del basso continuo 12

ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline musicologiche CODM/01 Bibliografia e 3


INTEGRATIVE O AFFINI biblioteconomia musicale
(3 CFA)
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline della musica elettronica COME/05 Informatica musicale 3
ULTERIORI e delle tecnologie del suono
(6 CFA)
Discipline didattiche CODD/07 Tecniche di consapevolezza ed 3
espressione corporea

ATTIVITÀ FORMATIVE A 18
SCELTA DELLO STUDENTE
(18 CFA) *
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline linguistiche CODL/02 Lingua inglese 12
RELATIVE ALLA PROVA
FINALE E ALLA Prova finale 9
CONOSCENZA DELLA
LINGUA STRANIERA
(21 CFA)
TOTALE CREDITI 180
FORMATIVI ACCADEMICI
NEL TRIENNIO

96
* LO STUDENTE INSERIRÀ NEL PROPRIO PIANO DI STUDI ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE PER UN TOTALE DI 18 CREDITI,
SCEGLIENDO TRA LE SEGUENTI DISCIPLINE OFFERTE DALL’ISTITUTO (CON POSSIBILITÀ DI BIENNALIZZARNE ALCUNE PREVIA
AUTORIZZAZIONE DEL CONSIGLIO ACCADEMICO); LO STUDENTE HA LA FACOLTÀ DI INSERIRE ANCHE ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE
SVOLTE PRESSO ALTRE ISTITUZIONI DI LIVELLO UNIVERSITARIO, O LABORATORI E SEMINARI LA CUI VALIDITÀ VERRÀ VALUTATA
DAL CONSIGLIO ACCADEMICO DELL’ISTITUTO.

* ATTIVITÀ FORMATIVE A Area disciplinare Codice Campo disciplinare


SCELTA DELLO STUDENTE settore

Discipline della musica elettronica COME/05 Informatica musicale II 3


e delle tecnologie del suono

Discipline didattiche CODD/07 Tecniche di espressione e


consapevolezza corporea II 3

Discipline dell’organizzazione e COCM/01 Organizzazione dello spettacolo


3
della comunicazione musicale musicale

Discipline dell’organizzazione e
COCM/02 Tecniche della comunicazione
della comunicazione musicale 3

Discipline interpretative d’insieme COMI/08 Tecniche di improvvisazione musicale 3

Discipline linguistiche CODL/01 Lingua italiana 6

Discipline linguistiche CODL/02 Altra lingua straniera comunitaria 6

Laboratori

Seminari

Altre eventuali attività formative


deliberate dal Consiglio Accademico

PROVA FINALE

La prova finale è costituita da una parte interpretativa-esecutiva svolta nell’indirizzo


caratterizzante del corso di studi e dalla discussione di un elaborato di adeguato valore
artistico-scientifico:
- la parte interpretativa-esecutiva consiste nella esecuzione pubblica di un
programma da concerto della durata minima di trenta minuti e massima di
sessanta;
- la seconda parte della prova consiste nella discussione di un elaborato scritto,
prodotto dallo studente entro i termini fissati nel regolamento del corso di studio;
per l’illustrazione e la discussione dell’elaborato lo studente può avvalersi
liberamente di adeguati supporti, anche multimediali.

Le modalità di svolgimento e di valutazione della prova finale sono disciplinate nel


regolamento del corso di studio.

97
TRIENNIO ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO

MAESTRO COLLABORATORE

PIANO DI STUDI

Primo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/06 Ear training I 6 40
COTP/01 Teorie e tecniche dell’armonia 6 40
CODM/04 Storia e storiografia della musica I 6 40
COMI/01 Formazione corale I 3 30
CODI/25 Pratica dell’accompagnamento e della 3 15
collaborazione al pianoforte I
CODI/21 Prassi esecutive e repertori - Pianoforte I 12 18
COTP/05 Prassi esecutive e repertori del basso continuo I 6 30
COME/05 Informatica musicale 3 20
CODD/07 Tecniche di espressione e consapevolezza corporea 3 20
Discipline a scelta dello studente 6
CODL/02 Lingua inglese I 6 40

Secondo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/06 Ear training II 3 20
COTP/01 Analisi dei repertori I 6 40
CODM/04 Storia e storiografia della musica II 6 40
CODM/07 Analisi delle forme poetiche 3 20
COMI/01 Formazione corale II 3 30
CODI/25 Pratica dell’accompagnamento e della 3 15
collaborazione al pianoforte II
CODI/21 Prassi esecutiva e repertori – Pianoforte II 12 18
COMI/03 Musica da camera I 6 30
COID/02 Direzione d’orchestra I 3 15
COTP/05 Prassi esecutive e repertori del basso continuo II 6 30
CODM/01 Strumenti e metodi della ricerca bibliografica 3 20
CODL/02 Lingua inglese II 6 40

Terzo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/01 Analisi dei repertori II 3 20
CODM/04 Storia delle forme e dei repertori musicali 3 20
CODM/07 Drammaturgia musicale 3 20
CODI/25 Pratica dell’accompagnamento e della 6 30
collaborazione al pianoforte III
CODI/21 Prassi esecutiva e repertori - Pianoforte III 15 24
COMI/03 Musica da camera II 6 30
COID/02 Direzione d’orchestra II 3 15
Discipline a scelta dello studente 12
Prova finale Prova finale 9

98
DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI
SCUOLA DI MUSICA ELETTRONICA
DCPL 34 - CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN
MUSICA ELETTRONICA
Obiettivi formativi Al termine degli studi relativi al Diploma Accademico di primo livello in Musica elettronica, gli
studenti devono aver acquisito competenze tecniche e culturali specifiche tali da consentire loro di
realizzare concretamente la propria idea artistica. A tal fine sarà dato particolare rilievo allo studio
del repertorio musicale elettroacustico, storico e contemporaneo, e all’approfondimento delle
metodologie analitiche proprie, compresa la storia delle tecnologie elettroacustiche ed informatiche
applicate alla musica. Tali obiettivi dovranno essere raggiunti anche favorendo lo sviluppo della
capacità percettiva dell’udito e di memorizzazione , in particolare nell’ambito dei materiali sonori
propri del repertorio musicale elettroacustico.
Al termine del Triennio gli studenti devono aver acquisito una conoscenza approfondita degli
aspetti stilistici, storici ed estetici generali e relativi allo specifico ambito. Inoltre, con riferimento
alla specificità del corso, lo studente deve possedere adeguate competenze concernenti l’uso delle
strumentazioni elettroacustiche ed informatiche nonché capacità progettuali riferite alle istallazioni
dedicate all’esecuzione del repertorio specifico. E’ obiettivo formativo del corso anche l’acquisizione
di adeguate competenze relative ad una seconda lingua comunitaria.
Prospettive occupazionali Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti ambiti:
- Compositori di musica elettroacustica
- Professioni musicali connesse con le tecnologie del suono
- Professioni musicali connesse con eventi multimediali

Tipologia delle attività Area disciplinare Codice Settore artistico-disciplinare CFA


formative settore
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/06 Teoria, ritmica e percezione musicale 9
RELATIVE ALLA
FORMAZIONE DI BASE Discipline musicologiche CODM/01 Teoria dell’armonia e analisi 9
(51 CFA)
Discipline musicologiche CODM/04 Storia della musica 9

Discipline musicologiche CODM/05 Storia della musica elettroacustica 6

Discipline della musica elettronica COME/03 Acustica musicale 6


e delle tecnologie del suono

Discipline della musica elettronica COME/04 Elettroacustica 12


e delle tecnologie del suono
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline compositive CODC/01 Composizione 9
CARATTERIZZANTI
(81 CFA) Discipline della musica elettronica COME/02 Composizione musicale elettroacustica 48
e delle tecnologie del suono

Discipline della musica elettronica COME/05 Informatica musicale 18


e delle tecnologie del suono

Discipline della musica elettronica COME/01 Esecuzione ed interpretazione della 6


e delle tecnologie del suono musica elettroacustica
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline della musica elettronica COME/06 Multimedialità 6
INTEGRATIVE O AFFINI e delle tecnologie del suono
(6 CFA)
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline musicologiche CODM/01 Bibliografia e 3
ULTERIORI (3 CFA) biblioteconomia musicale
ATTIVITÀ FORMATIVE A 18
SCELTA DELLO
STUDENTE (18 CFA) *
ATTIVITÀ FORMATIVE
RELATIVE ALLA PROVA Discipline linguistiche CODL/02 Lingua inglese 12
FINALE E ALLA
CONOSCENZA DELLA Prova finale 9
LINGUA STRANIERA
(21 CFA)
TOTALE CREDITI
FORMATIVI ACCADEMICI 180
NEL TRIENNIO

99
* LO STUDENTE INSERIRÀ NEL PROPRIO PIANO DI STUDI ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE PER UN TOTALE DI 18 CREDITI,
SCEGLIENDO TRA LE SEGUENTI DISCIPLINE OFFERTE DALL’ISTITUTO (CON POSSIBILITÀ DI BIENNALIZZARNE ALCUNE PREVIA
AUTORIZZAZIONE DEL CONSIGLIO ACCADEMICO); LO STUDENTE HA LA FACOLTÀ DI INSERIRE ANCHE ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE
SVOLTE PRESSO ALTRE ISTITUZIONI DI LIVELLO UNIVERSITARIO, O LABORATORI E SEMINARI LA CUI VALIDITÀ VERRÀ VALUTATA
DAL CONSIGLIO ACCADEMICO DELL’ISTITUTO.

* ATTIVITÀ FORMATIVE A Area disciplinare Codice Campo disciplinare


SCELTA DELLO STUDENTE settore

Discipline didattiche CODD/07 Tecniche di espressione e 3


consapevolezza corporea

Discipline dell’organizzazione e COCM/01 Organizzazione dello spettacolo 3


della comunicazione musicale musicale

Discipline dell’organizzazione e
COCM/02 Tecniche della comunicazione 3
della comunicazione musicale

Discipline interpretative d’insieme COMI/08 Tecniche di improvvisazione musicale 3

Discipline linguistiche CODL/01 Lingua italiana 6

Discipline linguistiche CODL/02 Altra lingua straniera comunitaria 6

Laboratori

Seminari

Altre eventuali attività formative


deliberate dal Consiglio Accademico

PROVA FINALE

La prova finale è costituita da una parte compositiva svolta nell’indirizzo caratterizzante del
corso di studi e dalla discussione di un elaborato di adeguato valore artistico-scientifico:
- la parte compositiva consiste nella presentazione ed esecuzione di una
composizione originale di carattere elettroacustico, acusmatico, o per live
electronics;
- la seconda parte della prova consiste nella presentazione e discussione di un
elaborato scritto, concernente qualsiasi area disciplinare del corso, prodotto dallo
studente entro i termini fissati nel regolamento del corso di studio; per l’illustrazione
e la discussione dell’elaborato lo studente può avvalersi liberamente di adeguati
supporti, anche multimediali.

Le modalità di svolgimento e di valutazione della prova finale sono disciplinate nel


regolamento del corso di studio.

100
TRIENNIO ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO

MUSICA ELETTRONICA

PIANO DI STUDI

Primo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/06 Ear training I 6 40
COTP/01 Teorie e tecniche dell’armonia I 6 40
CODM/04 Storia e storiografia della musica I 3 20
COME/03 Acustica musicale I 3 30
COME/04 Elettroacustica I 6 40
COME/02 Composizione musicale elettroacustica I 15 30
COME/05 Informatica musicale I 6 40
Discipline a scelta dello studente 9
CODL/02 Lingua inglese I 6 40

Secondo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/06 Ear training II 3 20
COTP/01 Teorie e tecniche dell’armonia II 3 20
CODM/04 Storia e storiografia della musica II 3 20
CODM/05 Storia della musica elettroacustica I 3 30
COME/03 Acustica musicale II 3 20
COME/04 Elettroacustica II 6 40
CODC/01 Tecniche compositive I 3 15
COME/02 Composizione musicale elettroacustica II 15 30
COME/05 Informatica musicale II 6 40
COME/06 Sistemi, tecnologie, applicazioni e linguaggi per la 3 20
multimedialità I
CODM/01 Strumenti e metodi della ricerca bibliografica 3 20
Disciplina a scelta dello studente 3
CODL/02 Lingua inglese II 6 40

Terzo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
CODM/04 Storia e storiografia musicale III 3 20
CODM/05 Storia della musica elettroacustica II 3 20
CODC/01 Tecniche compositive II 6 30
COME/02 Composizione musicale elettroacustica III 18 30
COME/05 Informatica musicale III 6 40
COME/01 Esecuzione ed interpretazione della musica 6 40
elettroacustica
COME/06 Sistemi, tecnologie, applicazioni e linguaggi per la 3 20
multimedialità II
Discipline a scelta dello studente 6
Prova finale Prova finale 9

101
DIPARTIMENTO DEGLI STRUMENTI A FIATO
SCUOLA DI OBOE
DCPL 36 - CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN
OBOE
Obiettivi formativi Al termine degli studi relativi al Diploma Accademico di primo livello in Oboe, gli studenti devono
avere acquisito le conoscenze delle tecniche e le competenze specifiche tali da consentire loro di
realizzare concretamente la propria idea artistica. A tal fine sarà dato particolare rilievo allo studio
del repertorio più rappresentativo dello strumento – incluso quello d’insieme – e delle relative prassi
esecutive, anche con la finalità di sviluppare la capacità dello studente di interagire al’interno di
gruppi musicali diversamente composti. Tali obiettivi dovranno essere raggiunti anche favorendo lo
sviluppo della capacità percettiva dell’udito e di memorizzazione, e con l’acquisizione di specifiche
conoscenze relative ai modelli organizzativi, compositivi ed analitici della musica ed alla loro
interazione.
Specifica cura dovrà essere dedicata all’acquisizione di adeguate tecniche di controllo posturale ed
emozionale. Al termine del Triennio, gli studenti devono avere acquisito una conoscenza
approfondita degli aspetti stilistici, storici ed estetici generali e relativi al proprio specifico indirizzo.
Inoltre, con riferimento alla specificità dei singoli corsi, lo studente dovrà possedere adeguate
competenze riferite all’ambito dell’improvvisazione. È obiettivo formativo del corso anche
l’acquisizione di adeguate competenze nel campo dell’informatica musicale nonché quelle relative ad
una seconda lingua comunitaria.
Prospettive occupazionali Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti ambiti:
- Strumentista solista
- Strumentista in gruppi da camera
- Strumentista in formazioni orchestrali da camera
- Strumentista in formazioni orchestrali sinfoniche
- Strumentista in formazioni orchestrali per il teatro musicale
- Strumentista in formazioni orchestrali a fiato

Tipologia delle attività Area disciplinare Codice Settore artistico-disciplinare CFA


formative settore
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/06 Teoria, ritmica e percezione musicale 9
RELATIVE ALLA
FORMAZIONE DI BASE Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/01 Teoria dell’armonia e analisi 9
(45 CFA)
Discipline musicologiche CODM/04 Storia della musica 15

Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/03 Pratica e lettura pianistica 6

Discipline interpretative d’insieme COMI/01 Esercitazioni corali 6

ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline interpretative CODI/14 Oboe 60


CARATTERIZZANTI
(87 CFA) Discipline interpretative d’insieme COMI/03 Musica da camera 9

Discipline interpretative d’insieme COMI/04 Musica d’insieme 9


per strumenti a fiato

Discipline interpretative d’insieme COMI/02 Esercitazioni orchestrali 9

ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline musicologiche CODM/01 Bibliografia e 3


INTEGRATIVE O AFFINI biblioteconomia musicale
(3 CFA)
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline della musica elettronica COME/05 Informatica musicale 3
ULTERIORI (6 CFA) e delle tecnologie del suono

Discipline didattiche CODD/07 Tecniche di consapevolezza ed 3


espressione corporea
ATTIVITÀ FORMATIVE A 18
SCELTA DELLO STUDENTE
(18 CFA) *
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline linguistiche CODL/02 Lingua inglese 12
RELATIVE ALLA PROVA
FINALE E ALLA Prova finale 9
CONOSCENZA DELLA
LINGUA STRANIERA
(21 CFA)
TOTALE CREDITI 180
FORMATIVI ACCADEMICI
NEL TRIENNIO

102
* LO STUDENTE INSERIRÀ NEL PROPRIO PIANO DI STUDI ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE PER UN TOTALE DI 18 CREDITI,
SCEGLIENDO TRA LE SEGUENTI DISCIPLINE OFFERTE DALL’ISTITUTO (CON POSSIBILITÀ DI BIENNALIZZARNE ALCUNE PREVIA
AUTORIZZAZIONE DEL CONSIGLIO ACCADEMICO); LO STUDENTE HA LA FACOLTÀ DI INSERIRE ANCHE ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE
SVOLTE PRESSO ALTRE ISTITUZIONI DI LIVELLO UNIVERSITARIO, O LABORATORI E SEMINARI LA CUI VALIDITÀ VERRÀ VALUTATA
DAL CONSIGLIO ACCADEMICO DELL’ISTITUTO.

* ATTIVITÀ FORMATIVE A Area disciplinare Codice Campo disciplinare


SCELTA DELLO STUDENTE settore

Discipline della musica elettronica COME/05 Informatica musicale II 3


e delle tecnologie del suono

Discipline didattiche CODD/07 Tecniche di espressione e


consapevolezza corporea II 3

Discipline dell’organizzazione e COCM/01 Organizzazione dello spettacolo


3
della comunicazione musicale musicale

Discipline dell’organizzazione e
COCM/02 Tecniche della comunicazione
della comunicazione musicale 3

Discipline interpretative d’insieme COMI/08 Tecniche di improvvisazione musicale 3

Discipline linguistiche CODL/01 Lingua italiana 6

Discipline linguistiche CODL/02 Altra lingua straniera comunitaria 6

Laboratori

Seminari

Altre eventuali attività formative


deliberate dal Consiglio Accademico

PROVA FINALE

La prova finale è costituita da una parte interpretativa-esecutiva svolta nell’indirizzo


caratterizzante del corso di studi e dalla discussione di un elaborato di adeguato valore
artistico-scientifico:
- la parte interpretativa-esecutiva consiste nella esecuzione pubblica di un
programma da concerto della durata minima di trenta minuti e massima di
sessanta;
- la seconda parte della prova consiste nella discussione di un elaborato scritto,
prodotto dallo studente entro i termini fissati nel regolamento del corso di studio;
per l’illustrazione e la discussione dell’elaborato lo studente può avvalersi
liberamente di adeguati supporti, anche multimediali.

Le modalità di svolgimento e di valutazione della prova finale sono disciplinate nel


regolamento del corso di studio.

103
TRIENNIO ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO

OBOE

PIANO DI STUDI

Primo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/06 Ear training I 6 40
COTP/01 Teorie e tecniche dell’armonia 3 20
CODM/04 Storia e storiografia della musica I 6 40
COTP/03 Pratica pianistica I 3 15
COMI/01 Formazione corale I 3 30
CODI/14 Prassi esecutive e repertori - Oboe I 15 30
COMI/03 Musica da camera I 3 15
COMI/04 Musica d’insieme per strumenti a fiato I 6 30
COMI/02 Formazione orchestrale I 3 45
CODD/07 Tecniche di espressione e consapevolezza corporea 3 20
Disciplina a scelta dello studente 3
CODL/02 Lingua inglese I 6 40

Secondo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/06 Ear training II 3 20
COTP/01 Analisi dei repertori I 3 20
CODM/04 Storia e storiografia della musica II 6 40
COTP/03 Pratica pianistica II 3 15
COMI/01 Formazione corale II 3 30
CODI/14 Prassi esecutiva e repertori - Oboe II 15 30
COMI/03 Musica da camera II 3 15
COMI/04 Musica d’insieme per strumenti a fiato II 3 15
COMI/02 Formazione orchestrale II 3 45
CODM/01 Strumenti e metodi della ricerca bibliografica 3 20
COME/05 Informatica musicale 3 20
Discipline a scelta dello studente 6
CODL/02 Lingua inglese II 6 40

Terzo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/01 Analisi dei repertori II 3 20
CODM/04 Storia delle forme e dei repertori musicali 3 20
CODI/14 Prassi esecutiva e repertori - Oboe III 24 40
COMI/03 Musica da camera III 3 15
COMI/04 Musica d’insieme strumenti a fiato III 6 30
COMI/02 Formazione orchestrale III 3 45
Discipline a scelta dello studente 9
Prova finale Prova finale 9

104
DIPARTIMENTO DI STRUMENTI A TASTIERA E A PERCUSSIONE
SCUOLA DI ORGANO E COMPOSIZIONE ORGANISTICA
DCPL 38 - CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN
ORGANO
Obiettivi formativi Al termine degli studi relativi al Diploma Accademico di primo livello in Organo, gli studenti devono
avere acquisito competenze tecniche e culturali specifiche tali da consentire loro di realizzare
concretamente la propria idea artistica. A tal fine sarà dato particolare rilievo allo studio del
repertorio più rappresentativo dello strumento – incluso quello d’insieme – e delle relative prassi
esecutive, anche con la finalità di sviluppare la capacità dello studente di interagire all’interno di
gruppi musicali diversamente composti. Tali obiettivi dovranno essere raggiunti anche favorendo lo
sviluppo della capacità percettiva dell’udito e di memorizzazione, e con l’acquisizione di specifiche
conoscenze relative ai modelli organizzativi, compositivi ed analitici della musica ed alla loro
interazione.
Specifica cura dovrà essere dedicata all’acquisizione di adeguate tecniche di controllo posturale ed
emozionale. Al termine del Triennio, gli studenti devono avere acquisito una conoscenza
approfondita degli aspetti stilistici, storici ed estetici generali e relativi al proprio specifico indirizzo.
Inoltre, con riferimento alla specificità dei singoli corsi, lo studente dovrà possedere adeguate
competenze riferite all’ambito dell’improvvisazione. È obiettivo formativo del corso anche
l’acquisizione di adeguate competenze nel campo dell’informatica musicale nonché quelle relative ad
una seconda lingua comunitaria.
Prospettive occupazionali Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti ambiti:
- Strumentista solista
- Strumentista in gruppi da camera
- Strumentista in formazioni orchestrali da camera
- Strumentista in formazioni orchestrali sinfoniche
- Strumentista in formazioni orchestrali per il teatro musicale

Tipologia delle attività Area disciplinare Codice Settore artistico-disciplinare CFA


formative settore
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/06 Teoria, ritmica e percezione musicale 9
RELATIVE ALLA
FORMAZIONE DI BASE Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/01 Teoria dell’armonia e analisi 12
(48 CFA)
Discipline musicologiche CODM/04 Storia della musica 15

Discipline interpretative della COMA/15 Clavicembalo e tastiere storiche 6


musica antica

Discipline interpretative d’insieme COMI/01 Esercitazioni corali 6

ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline interpretative CODI/19 Organo 60


CARATTERIZZANTI
(84 CFA) Discipline compositive CODC/01 Composizione 12

Discipline interpretative d’insieme COMI/03 Musica da camera 12

ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline musicologiche CODM/01 Bibliografia e 3


INTEGRATIVE O AFFINI biblioteconomia musicale
(3 CFA)
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline della musica elettronica COME/05 Informatica musicale 3
ULTERIORI e delle tecnologie del suono
(6 CFA)
Discipline didattiche CODD/07 Tecniche di consapevolezza ed 3
espressione corporea

ATTIVITÀ FORMATIVE A 18
SCELTA DELLO STUDENTE
(18 CFA) *
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline linguistiche CODL/02 Lingua inglese 12
RELATIVE ALLA PROVA
FINALE E ALLA Prova finale 9
CONOSCENZA DELLA
LINGUA STRANIERA
(21 CFA)
TOTALE CREDITI 180
FORMATIVI ACCADEMICI
NEL TRIENNIO

105
* LO STUDENTE INSERIRÀ NEL PROPRIO PIANO DI STUDI ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE PER UN TOTALE DI 18 CREDITI,
SCEGLIENDO TRA LE SEGUENTI DISCIPLINE OFFERTE DALL’ISTITUTO (CON POSSIBILITÀ DI BIENNALIZZARNE ALCUNE PREVIA
AUTORIZZAZIONE DEL CONSIGLIO ACCADEMICO); LO STUDENTE HA LA FACOLTÀ DI INSERIRE ANCHE ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE
SVOLTE PRESSO ALTRE ISTITUZIONI DI LIVELLO UNIVERSITARIO, O LABORATORI E SEMINARI LA CUI VALIDITÀ VERRÀ VALUTATA
DAL CONSIGLIO ACCADEMICO DELL’ISTITUTO.

* ATTIVITÀ FORMATIVE A Area disciplinare Codice Campo disciplinare


SCELTA DELLO STUDENTE settore

Discipline della musica elettronica COME/05 Informatica musicale II 3


e delle tecnologie del suono

Discipline didattiche CODD/07 Tecniche di espressione e


consapevolezza corporea II 3

Discipline dell’organizzazione e COCM/01 Organizzazione dello spettacolo


3
della comunicazione musicale musicale

Discipline dell’organizzazione e
COCM/02 Tecniche della comunicazione
della comunicazione musicale 3

Discipline interpretative d’insieme COMI/08 Tecniche di improvvisazione musicale 3

Discipline linguistiche CODL/01 Lingua italiana 6

Discipline linguistiche CODL/02 Altra lingua straniera comunitaria 6

Laboratori

Seminari

Altre eventuali attività formative


deliberate dal Consiglio Accademico

PROVA FINALE

La prova finale è costituita da una parte interpretativa-esecutiva svolta nell’indirizzo


caratterizzante del corso di studi e dalla discussione di un elaborato di adeguato valore
artistico-scientifico:
- la parte interpretativa-esecutiva consiste nella esecuzione pubblica di un
programma da concerto della durata minima di trenta minuti e massima di
sessanta;
- la seconda parte della prova consiste nella discussione di un elaborato scritto,
prodotto dallo studente entro i termini fissati nel regolamento del corso di studio;
per l’illustrazione e la discussione dell’elaborato lo studente può avvalersi
liberamente di adeguati supporti, anche multimediali.

Le modalità di svolgimento e di valutazione della prova finale sono disciplinate nel


regolamento del corso di studio.

106
TRIENNIO ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO

ORGANO

PIANO DI STUDI

Primo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/06 Ear training I 6 40
COTP/01 Teorie e tecniche dell’armonia 6 40
CODM/04 Storia e storiografia della musica I 6 40
COMA/15 Prassi esecutive e repertori – Clavicembalo I 3 15
COMI/01 Formazione corale I 3 30
CODI/19 Prassi esecutive e repertori - Organo I 18 30
COMI/03 Musica da camera I 3 15
CODD/07 Tecniche di espressione e consapevolezza corporea 3 20
Disciplina a scelta dello studente 6
CODL/02 Lingua inglese I 6 40

Secondo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/06 Ear training II 3 20
COTP/01 Analisi dei repertori I 6 40
CODM/04 Storia e storiografia della musica II 6 40
COMA/15 Prassi esecutive e repertori – Clavicembalo II 3 15
COMI/01 Formazione corale II 3 30
CODI/19 Prassi esecutiva e repertori - Organo II 18 30
COMI/03 Musica da camera II 3 15
CODC/01 Tecniche contrappuntistiche I 6 20
CODM/01 Strumenti e metodi della ricerca bibliografica 3 20
COME/05 Informatica musicale 3 20
CODL/02 Lingua inglese II 6 40

Terzo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
CODM/04 Storia delle forme e dei repertori musicali 3 20
CODI/19 Prassi esecutiva e repertori - Organo III 24 40
COMI/03 Musica da camera III 6 30
CODC/01 Tecniche contrappuntistiche II 6 20
Discipline a scelta dello studente 12
Prova finale Prova finale 9

107
DIPARTIMENTO DI STRUMENTI A TASTIERA E A PERCUSSIONE
SCUOLA DI PIANOFORTE
DCPL 39 - CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN
PIANOFORTE
Obiettivi formativi Al termine degli studi relativi al Diploma Accademico di primo livello in Pianoforte, gli studenti
devono avere acquisito competenze tecniche e culturali specifiche tali da consentire loro di realizzare
concretamente la propria idea artistica. A tal fine sarà dato particolare rilievo allo studio del
repertorio più rappresentativo dello strumento – incluso quello d’insieme e quello
dell’accompagnamento pianistico – e delle relative prassi esecutive, anche con la finalità di
sviluppare la capacità dello studente di interagire all’interno di gruppi musicali diversamente
composti. Tali obiettivi dovranno essere raggiunti anche favorendo lo sviluppo della capacità
percettiva dell’udito e di memorizzazione, e con l’acquisizione di specifiche conoscenze relative ai
modelli organizzativi, compositivi ed analitici della musica ed alla loro interazione.
Specifica cura dovrà essere dedicata all’acquisizione di adeguate tecniche di controllo posturale ed
emozionale. Al termine del Triennio, gli studenti devono avere acquisito una conoscenza
approfondita degli aspetti stilistici, storici ed estetici generali e relativi al proprio specifico indirizzo.
È obiettivo formativo del corso anche l’acquisizione di adeguate competenze nel campo
dell’informatica musicale nonché quelle relative ad una seconda lingua comunitaria.
Prospettive occupazionali Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti ambiti:
- Strumentista solista
- Strumentista in gruppi da camera
- Strumentista in formazioni orchestrali da camera
- Strumentista in formazioni orchestrali sinfoniche
- Strumentista in formazioni orchestrali per il teatro musicale

Tipologia delle attività Area disciplinare Codice Settore artistico-disciplinare CFA


formative settore
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/06 Teoria, ritmica e percezione musicale 9
RELATIVE ALLA
FORMAZIONE DI BASE Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/01 Teoria dell’armonia e analisi 15
(45 CFA)
Discipline musicologiche CODM/04 Storia della musica 15

Discipline interpretative d’insieme COMI/01 Esercitazioni corali 6

ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline interpretative CODI/21 Pianoforte 69


CARATTERIZZANTI
(87 CFA) Discipline interpretative d’insieme COMI/03 Musica da camera 12

Discipline interpretative CODI/25 Accompagnamento pianistico 6

ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline musicologiche CODM/01 Bibliografia e 3


INTEGRATIVE O AFFINI biblioteconomia musicale
(3 CFA)
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline della musica elettronica COME/05 Informatica musicale 3
ULTERIORI e delle tecnologie del suono
(6 CFA)
Discipline didattiche CODD/07 Tecniche di consapevolezza ed 3
espressione corporea

ATTIVITÀ FORMATIVE A 18
SCELTA DELLO STUDENTE
(18 CFA) *
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline linguistiche CODL/02 Lingua inglese 12
RELATIVE ALLA PROVA
FINALE E ALLA Prova finale 9
CONOSCENZA DELLA
LINGUA STRANIERA
(21 CFA)
TOTALE CREDITI 180
FORMATIVI ACCADEMICI
NEL TRIENNIO

108
* LO STUDENTE INSERIRÀ NEL PROPRIO PIANO DI STUDI ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE PER UN TOTALE DI 18 CREDITI,
SCEGLIENDO TRA LE SEGUENTI DISCIPLINE OFFERTE DALL’ISTITUTO (CON POSSIBILITÀ DI BIENNALIZZARNE ALCUNE PREVIA
AUTORIZZAZIONE DEL CONSIGLIO ACCADEMICO); LO STUDENTE HA LA FACOLTÀ DI INSERIRE ANCHE ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE
SVOLTE PRESSO ALTRE ISTITUZIONI DI LIVELLO UNIVERSITARIO, O LABORATORI E SEMINARI LA CUI VALIDITÀ VERRÀ VALUTATA
DAL CONSIGLIO ACCADEMICO DELL’ISTITUTO.

* ATTIVITÀ FORMATIVE A Area disciplinare Codice Campo disciplinare


SCELTA DELLO STUDENTE settore

Discipline della musica elettronica COME/05 Informatica musicale II 3


e delle tecnologie del suono

Discipline didattiche CODD/07 Tecniche di espressione e


consapevolezza corporea II 3

Discipline dell’organizzazione e COCM/01 Organizzazione dello spettacolo


3
della comunicazione musicale musicale

Discipline dell’organizzazione e
COCM/02 Tecniche della comunicazione
della comunicazione musicale 3

Discipline interpretative d’insieme COMI/08 Tecniche di improvvisazione musicale 3

Discipline linguistiche CODL/01 Lingua italiana 6

Discipline linguistiche CODL/02 Altra lingua straniera comunitaria 6

Laboratori

Seminari

Altre eventuali attività formative


deliberate dal Consiglio Accademico

PROVA FINALE

La prova finale è costituita da una parte interpretativa-esecutiva svolta nell’indirizzo


caratterizzante del corso di studi e dalla discussione di un elaborato di adeguato valore
artistico-scientifico:
- la parte interpretativa-esecutiva consiste nella esecuzione pubblica di un
programma da concerto della durata minima di trenta minuti e massima di
sessanta;
- la seconda parte della prova consiste nella discussione di un elaborato scritto,
prodotto dallo studente entro i termini fissati nel regolamento del corso di studio;
per l’illustrazione e la discussione dell’elaborato lo studente può avvalersi
liberamente di adeguati supporti, anche multimediali.

Le modalità di svolgimento e di valutazione della prova finale sono disciplinate nel


regolamento del corso di studio.

109
TRIENNIO ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO

PIANOFORTE

PIANO DI STUDI

Primo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/06 Ear training I 6 40
COTP/01 Teorie e tecniche dell’armonia 6 40
CODM/04 Storia e storiografia della musica I 6 40
COMI/01 Formazione corale I 3 30
CODI/21 Prassi esecutive e repertori - Pianoforte I 21 32
COMI/03 Musica da camera I 6 30
CODD/07 Tecniche di espressione e consapevolezza corporea 3 20
Disciplina a scelta dello studente 3
CODL/02 Lingua inglese I 6 40

Secondo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/06 Ear training II 3 20
COTP/01 Analisi dei repertori I 6 40
CODM/04 Storia e storiografia della musica II 6 40
COMI/01 Formazione corale II 3 30
CODI/21 Prassi esecutiva e repertori - Pianoforte II 21 32
COMI/03 Musica da camera II 3 15
CODI/25 Pratica dell’accompagnamento e della 3 15
collaborazione al pianoforte I
CODM/01 Strumenti e metodi della ricerca bibliografica 3 20
COME/05 Informatica musicale 3 20
Disciplina a scelta dello studente 3
CODL/02 Lingua inglese II 6 40

Terzo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/01 Analisi dei repertori II 3 20
CODM/04 Storia delle forme e dei repertori musicali 3 20
CODI/21 Prassi esecutiva e repertori - Pianoforte III 27 42
COMI/03 Musica da camera III 3 15
CODI/25 Pratica dell’accompagnamento e della 3 15
collaborazione al pianoforte II
Discipline a scelta dello studente 12
Prova finale Prova finale 9

110
DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI
SCUOLA DI JAZZ
DPCL 40 - CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN
PIANOFORTE JAZZ
Obiettivi formativi Al termine degli studi relativi al Diploma Accademico di primo livello in Pianoforte jazz, gli studenti
devono avere acquisito le conoscenze delle tecniche e le competenze specifiche tali da consentire
loro di realizzare concretamente la propria idea artistica. A tal fine sarà dato particolare rilievo allo
studio del repertorio più rappresentativo dello strumento – incluso quello d’insieme – e delle relative
prassi esecutive, anche con la finalità di sviluppare la capacità dello studente di interagire al’interno
di gruppi musicali diversamente composti. Tali obiettivi dovranno essere raggiunti anche favorendo
lo sviluppo della capacità percettiva dell’udito e di memorizzazione, e con l’acquisizione di specifiche
conoscenze relative ai modelli organizzativi, compositivi ed analitici della musica ed alla loro
interazione.
Specifica cura dovrà essere dedicata all’acquisizione di adeguate tecniche di controllo posturale ed
emozionale. Al termine del Triennio, gli studenti devono avere acquisito una conoscenza
approfondita degli aspetti stilistici, storici, estetici generali e relativi al proprio specifico indirizzo.
Inoltre, con riferimento alla specificità dei singoli corsi, lo studente dovrà possedere adeguate
competenze riferite all’ambito dell’improvisazione. È obiettivo formativo del corso anche l’acquisizione
di adeguate competenze nel campo dell’informatica musicale nonché quelle relative ad una seconda
lingua comunitaria.
Prospettive occupazionali Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti ambiti:
- Strumentista solista jazz e popular
- Strumentista in gruppi jazz e popular
- Strumentista in formazioni orchestrali jazz e popular

Tipologia delle attività Area disciplinare Codice Settore artistico-disciplinare CFA


formative settore
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/06 Teoria, ritmica e percezione musicale 9
RELATIVE ALLA
FORMAZIONE DI BASE Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/01 Teoria dell’armonia e analisi 9
(39 CFA)
Discipline musicologiche CODM/04 Storia della musica 9

Discipline musicologiche CODM/06 Storia del jazz, delle musiche 6


improvvisate e audiotattili

Discipline interpretative del jazz COMJ/11 Batteria e percussioni jazz 6


delle musiche impovvisate e …
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline interpretative del jazz, COMJ/09 Pianoforte jazz 45
CARATTERIZZANTI delle musiche improvvisate e …
(87 CFA)
Discipline compositive CODC/04 Composizione jazz 18

Discipline interpretative d’insieme COMI/06 Musica d’insieme jazz 18

Discipline interpretative d’insieme COMI/08 Tecniche di improvvisazione musicale 6

ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline compositive CODC/05 Orchestrazione e concertazione jazz 6


INTEGRATIVE O AFFINI
(9 CFA) Discipline musicologiche CODM/01 Bibliografia e 3
biblioteconomia musicale

ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline della musica elettronica COME/05 Informatica musicale 3


ULTERIORI (6 CFA) e delle tecnologie del suono

Discipline didattiche CODD/07 Tecniche di consapevolezza ed 3


espressione corporea
ATTIVITÀ FORMATIVE A 18
SCELTA DELLO STUDENTE
(18 CFA) *
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline linguistiche CODL/02 Lingua inglese 12
RELATIVE ALLA PROVA
FINALE E ALLA Prova finale 9
CONOSCENZA DELLA
LINGUA STRANIERA
(21 CFA)
TOTALE CREDITI 180
FORMATIVI ACCADEMICI
NEL TRIENNIO

111
* LO STUDENTE INSERIRÀ NEL PROPRIO PIANO DI STUDI ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE PER UN TOTALE DI 18 CREDITI,
SCEGLIENDO TRA LE SEGUENTI DISCIPLINE OFFERTE DALL’ISTITUTO (CON POSSIBILITÀ DI BIENNALIZZARNE ALCUNE PREVIA
AUTORIZZAZIONE DEL CONSIGLIO ACCADEMICO); LO STUDENTE HA LA FACOLTÀ DI INSERIRE ANCHE ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE
SVOLTE PRESSO ALTRE ISTITUZIONI DI LIVELLO UNIVERSITARIO, O LABORATORI E SEMINARI LA CUI VALIDITÀ VERRÀ VALUTATA
DAL CONSIGLIO ACCADEMICO DELL’ISTITUTO.

* ATTIVITÀ FORMATIVE A Area disciplinare Codice Campo disciplinare


SCELTA DELLO STUDENTE settore

Discipline della musica elettronica COME/05 Informatica musicale II 3


e delle tecnologie del suono

Discipline didattiche CODD/07 Tecniche di espressione e


consapevolezza corporea II 3

Discipline dell’organizzazione e COCM/01 Organizzazione dello spettacolo


3
della comunicazione musicale musicale

Discipline dell’organizzazione e
COCM/02 Tecniche della comunicazione
della comunicazione musicale 3

Discipline interpretative d’insieme COMI/08 Tecniche di improvvisazione musicale 3

Discipline linguistiche CODL/01 Lingua italiana 6

Discipline linguistiche CODL/02 Altra lingua straniera comunitaria 6

Laboratori

Seminari

Altre eventuali attività formative


deliberate dal Consiglio Accademico

PROVA FINALE

La prova finale è costituita da una parte interpretativa-esecutiva svolta nell’indirizzo


caratterizzante del corso di studi e dalla discussione di un elaborato di adeguato valore
artistico-scientifico:
- la parte interpretativa-esecutiva consiste in una performance musicale pubblica
della durata minima di trenta minuti e massima di sessanta, da solista oppure con
formazione musicale scelta con assoluta libertà
- la seconda parte della prova consiste nella discussione di un elaborato scritto
riguardante qualsiasi ambito disciplinare del corso di studi seguito, prodotto dallo
studente entro i termini fissati nel regolamento del corso di studio; per l’illustrazione
e la discussione dell’elaborato lo studente può avvalersi liberamente di adeguati
supporti, anche multimediali.

Le modalità di svolgimento e di valutazione della prova finale sono disciplinate nel


regolamento del corso di studio.

112
TRIENNIO ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO

PIANOFORTE JAZZ

PIANO DI STUDI

Primo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/06 Ear training I 6 40
COTP/01 Teorie e tecniche dell’armonia I 6 40
CODM/04 Storia e storiografia della musica I 6 40
COMJ/11 Prassi esecutive e repertori della Batteria e 3 15
percussioni jazz I
COMJ/09 Prassi esecutive e repertori del Pianoforte jazz I 15 30
COMI/06 Prassi esecutive e repertori della Musica d’insieme 6 30
jazz I
COMI/08 Tecniche di improvvisazione musicale I 3 20
CODD/07 Tecniche di espressione e consapevolezza corporea 3 20
COME/05 Informatica musicale 3 20
Disciplina a scelta dello studente 3
CODL/02 Lingua inglese I 6 40

Secondo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/06 Ear training II 3 20
COTP/01 Teorie e tecniche dell’armonia II 3 20
CODM/04 Storia e storiografia della musica II 3 20
CODM/06 Storia del Jazz I 3 20
COMJ/11 Prassi esecutive e repertori della Batteria e 3 15
percussioni jazz II
COMJ/09 Prassi esecutive e repertori del Pianoforte jazz II 15 30
CODC/04 Tecniche compositive jazz I 9 40
COMI/06 Prassi esecutive e repertori della Musica d’insieme 6 30
jazz II
COMI/08 Tecniche di improvvisazione musicale II 3 20
CODM/01 Strumenti e metodi della ricerca bibliografica 3 20
Disciplina a scelta dello studente 3
CODL/02 Lingua inglese II 6 40

Terzo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
CODM/06 Storia del Jazz II 3 20
COMJ/09 Prassi esecutive e repertori del Pianoforte jazz III 15 30
CODC/04 Tecniche compositive jazz II 9 40
COMI/06 Prassi esecutive e repertori della Musica d’insieme 6 30
jazz III
CODC/05 Tecniche di scrittura ed arrangiamento per vari tipi 6 30
di ensemble
Discipline a scelta dello studente 12
Prova finale Prova finale 9

113
DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI
SCUOLA DI JAZZ
DPCL 42 - CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN
SAXOFONO JAZZ
Obiettivi formativi Al termine degli studi relativi al Diploma Accademico di primo livello in Saxofono jazz, gli studenti
devono avere acquisito le conoscenze delle tecniche e le competenze specifiche tali da consentire
loro di realizzare concretamente la propria idea artistica. A tal fine sarà dato particolare rilievo allo
studio del repertorio più rappresentativo dello strumento – incluso quello d’insieme – e delle relative
prassi esecutive, anche con la finalità di sviluppare la capacità dello studente di interagire al’interno
di gruppi musicali diversamente composti. Tali obiettivi dovranno essere raggiunti anche favorendo
lo sviluppo della capacità percettiva dell’udito e di memorizzazione, e con l’acquisizione di specifiche
conoscenze relative ai modelli organizzativi, compositivi ed analitici della musica ed alla loro
interazione.
Specifica cura dovrà essere dedicata all’acquisizione di adeguate tecniche di controllo posturale ed
emozionale. Al termine del Triennio, gli studenti devono avere acquisito una conoscenza
approfondita degli aspetti stilistici, storici, estetici generali e relativi al proprio specifico indirizzo.
Inoltre, con riferimento alla specificità dei singoli corsi, lo studente dovrà possedere adeguate
competenze riferite all’ambito dell’improvisazione. È obiettivo formativo del corso anche l’acquisizione
di adeguate competenze nel campo dell’informatica musicale nonché quelle relative ad una seconda
lingua comunitaria.
Prospettive occupazionali Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti ambiti:
- Strumentista solista jazz e popular
- Strumentista in gruppi jazz e popular
- Strumentista in formazioni orchestrali jazz e popular

Tipologia delle attività Area disciplinare Codice Settore artistico-disciplinare CFA


formative settore
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/06 Teoria, ritmica e percezione musicale 9
RELATIVE ALLA
FORMAZIONE DI BASE Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/01 Teoria dell’armonia e analisi 9
(39 CFA)
Discipline musicologiche CODM/04 Storia della musica 9

Discipline musicologiche CODM/06 Storia del jazz, delle musiche 6


improvvisate e audiotattili

Discipline interpretative del jazz COMJ/09 Pianoforte jazz 6


delle musiche impovvisate e …
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline interpretative del jazz, COMJ/06 Saxofono jazz 45
CARATTERIZZANTI delle musiche improvvisate e …
(87 CFA)
Discipline compositive CODC/04 Composizione jazz 18

Discipline interpretative d’insieme COMI/06 Musica d’insieme jazz 18

Discipline interpretative d’insieme COMI/08 Tecniche di improvvisazione musicale 6

ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline compositive CODC/05 Orchestrazione e concertazione jazz 6


INTEGRATIVE O AFFINI
(9 CFA) Discipline musicologiche CODM/01 Bibliografia e 3
biblioteconomia musicale

ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline della musica elettronica COME/05 Informatica musicale 3


ULTERIORI (6 CFA) e delle tecnologie del suono

Discipline didattiche CODD/07 Tecniche di consapevolezza ed 3


espressione corporea
ATTIVITÀ FORMATIVE A 18
SCELTA DELLO STUDENTE
(18 CFA) *
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline linguistiche CODL/02 Lingua inglese 12
RELATIVE ALLA PROVA
FINALE E ALLA Prova finale 9
CONOSCENZA DELLA
LINGUA STRANIERA
(21 CFA)
TOTALE CREDITI 180
FORMATIVI ACCADEMICI
NEL TRIENNIO

114
* LO STUDENTE INSERIRÀ NEL PROPRIO PIANO DI STUDI ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE PER UN TOTALE DI 18 CREDITI,
SCEGLIENDO TRA LE SEGUENTI DISCIPLINE OFFERTE DALL’ISTITUTO (CON POSSIBILITÀ DI BIENNALIZZARNE ALCUNE PREVIA
AUTORIZZAZIONE DEL CONSIGLIO ACCADEMICO); LO STUDENTE HA LA FACOLTÀ DI INSERIRE ANCHE ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE
SVOLTE PRESSO ALTRE ISTITUZIONI DI LIVELLO UNIVERSITARIO, O LABORATORI E SEMINARI LA CUI VALIDITÀ VERRÀ VALUTATA
DAL CONSIGLIO ACCADEMICO DELL’ISTITUTO.

* ATTIVITÀ FORMATIVE A Area disciplinare Codice Campo disciplinare


SCELTA DELLO STUDENTE settore

Discipline della musica elettronica COME/05 Informatica musicale II 3


e delle tecnologie del suono

Discipline didattiche CODD/07 Tecniche di espressione e


consapevolezza corporea II 3

Discipline dell’organizzazione e COCM/01 Organizzazione dello spettacolo


3
della comunicazione musicale musicale

Discipline dell’organizzazione e
COCM/02 Tecniche della comunicazione
della comunicazione musicale 3

Discipline interpretative d’insieme COMI/08 Tecniche di improvvisazione musicale 3

Discipline linguistiche CODL/01 Lingua italiana 6

Discipline linguistiche CODL/02 Altra lingua straniera comunitaria 6

Laboratori

Seminari

Altre eventuali attività formative


deliberate dal Consiglio Accademico

PROVA FINALE

La prova finale è costituita da una parte interpretativa-esecutiva svolta nell’indirizzo


caratterizzante del corso di studi e dalla discussione di un elaborato di adeguato valore
artistico-scientifico:
- la parte interpretativa-esecutiva consiste in una performance musicale pubblica
della durata minima di trenta minuti e massima di sessanta, da solista oppure con
formazione musicale scelta con assoluta libertà
- la seconda parte della prova consiste nella discussione di un elaborato scritto
riguardante qualsiasi ambito disciplinare del corso di studi seguito, prodotto dallo
studente entro i termini fissati nel regolamento del corso di studio; per l’illustrazione
e la discussione dell’elaborato lo studente può avvalersi liberamente di adeguati
supporti, anche multimediali.

Le modalità di svolgimento e di valutazione della prova finale sono disciplinate nel


regolamento del corso di studio.

115
TRIENNIO ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO

SAXOFONO JAZZ

PIANO DI STUDI

Primo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/06 Ear training I 6 40
COTP/01 Teorie e tecniche dell’armonia I 6 40
CODM/04 Storia e storiografia della musica I 6 40
COMJ/09 Prassi esecutive e repertori del Pianoforte jazz I 3 15
COMJ/06 Prassi esecutive e repertori del Saxofono jazz I 15 30
COMI/06 Prassi esecutive e repertori della Musica d’insieme 6 30
jazz I
COMI/08 Tecniche di improvvisazione musicale I 3 20
CODD/07 Tecniche di espressione e consapevolezza corporea 3 20
COME/05 Informatica musicale 3 20
Disciplina a scelta dello studente 3
CODL/02 Lingua inglese I 6 40

Secondo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/06 Ear training II 3 20
COTP/01 Teorie e tecniche dell’armonia II 3 20
CODM/04 Storia e storiografia della musica II 3 20
CODM/06 Storia del Jazz I 3 20
COMJ/09 Prassi esecutive e repertori del Pianoforte jazz II 3 15
COMJ/06 Prassi esecutive e repertori del Saxofono jazz II 15 30
CODC/04 Tecniche compositive jazz I 9 40
COMI/06 Prassi esecutive e repertori della Musica d’insieme 6 30
jazz II
COMI/08 Tecniche di improvvisazione musicale II 3 20
CODM/01 Strumenti e metodi della ricerca bibliografica 3 20
Disciplina a scelta dello studente 3
CODL/02 Lingua inglese II 6 40

Terzo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
CODM/06 Storia del Jazz II 3 20
COMJ/06 Prassi esecutive e repertori del Saxofono jazz III 15 30
CODC/04 Tecniche compositive jazz II 9 40
COMI/06 Prassi esecutive e repertori della Musica d’insieme 6 30
jazz III
CODC/05 Tecniche di scrittura ed arrangiamento per vari tipi 6 30
di ensemble
Discipline a scelta dello studente 12
Prova finale Prova finale 9

116
DIPARTIMENTO DI STRUMENTI A TASTIERA E A PERCUSSIONE
SCUOLA DI STRUMENTI A PERCUSSIONE
DCPL 44 - CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN
STRUMENTI A PERCUSSIONE
Obiettivi formativi Al termine degli studi relativi al Diploma Accademico di primo livello in Strumenti a percussione,
gli studenti devono avere acquisito competenze tecniche e culturali specifiche tali da consentire loro
di realizzare concretamente la propria idea artistica. A tal fine sarà dato particolare rilievo allo studio
del repertorio più rappresentativo dello strumento – incluso quello d’insieme – e delle relative prassi
esecutive, anche con la finalità di sviluppare la capacità dello studente di interagire all’interno di
gruppi musicali diversamente composti. Tali obiettivi dovranno essere raggiunti anche favorendo lo
sviluppo della capacità percettiva dell’udito e di memorizzazione, e con l’acquisizione di specifiche
conoscenze relative ai modelli organizzativi, compositivi ed analitici della musica ed alla loro
interazione.
Specifica cura dovrà essere dedicata all’acquisizione di adeguate tecniche di controllo posturale ed
emozionale. Al termine del Triennio, gli studenti devono avere acquisito una conoscenza
approfondita degli aspetti stilistici, storici ed estetici generali e relativi al proprio specifico indirizzo.
Inoltre, con riferimento alla specificità dei singoli corsi, lo studente dovrà possedere adeguate
competenze riferite all’ambito dell’improvvisazione. È obiettivo formativo del corso anche
l’acquisizione di adeguate competenze nel campo dell’informatica musicale nonché quelle relative ad
una seconda lingua comunitaria.
Prospettive occupazionali Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti ambiti:
- Strumentista solista
- Strumentista in gruppi da camera
- Strumentista in formazioni orchestrali da camera
- Strumentista in formazioni orchestrali sinfoniche
- Strumentista in formazioni orchestrali per il teatro musicale
- Strumentista in formazioni orchestrali a fiato

Tipologia delle attività Area disciplinare Codice Settore artistico-disciplinare CFA


formative settore
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/06 Teoria, ritmica e percezione musicale 9
RELATIVE ALLA
FORMAZIONE DI BASE Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/01 Teoria dell’armonia e analisi 15
(51 CFA)
Discipline musicologiche CODM/04 Storia della musica 15

Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/03 Pratica e lettura pianistica 6

Discipline interpretative d’insieme COMI/01 Esercitazioni corali 6

ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline interpretative CODI/22 Strumenti a percussione 60


CARATTERIZZANTI
(81 CFA) Discipline interpretative d’insieme COMI/03 Musica da camera 12

Discipline interpretative d’insieme COMI/02 Esercitazioni orchestrali 9

ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline musicologiche CODM/01 Bibliografia e 3


INTEGRATIVE O AFFINI biblioteconomia musicale
(3 CFA)
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline della musica elettronica COME/05 Informatica musicale 3
ULTERIORI e delle tecnologie del suono
(6 CFA)
Discipline didattiche CODD/07 Tecniche di consapevolezza ed 3
espressione corporea

ATTIVITÀ FORMATIVE A 18
SCELTA DELLO STUDENTE
(18 CFA) *
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline linguistiche CODL/02 Lingua inglese 12
RELATIVE ALLA PROVA
FINALE E ALLA Prova finale 9
CONOSCENZA DELLA
LINGUA STRANIERA
(21 CFA)
TOTALE CREDITI 180
FORMATIVI ACCADEMICI
NEL TRIENNIO

117
* LO STUDENTE INSERIRÀ NEL PROPRIO PIANO DI STUDI ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE PER UN TOTALE DI 18 CREDITI,
SCEGLIENDO TRA LE SEGUENTI DISCIPLINE OFFERTE DALL’ISTITUTO (CON POSSIBILITÀ DI BIENNALIZZARNE ALCUNE PREVIA
AUTORIZZAZIONE DEL CONSIGLIO ACCADEMICO); LO STUDENTE HA LA FACOLTÀ DI INSERIRE ANCHE ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE
SVOLTE PRESSO ALTRE ISTITUZIONI DI LIVELLO UNIVERSITARIO, O LABORATORI E SEMINARI LA CUI VALIDITÀ VERRÀ VALUTATA
DAL CONSIGLIO ACCADEMICO DELL’ISTITUTO.

* ATTIVITÀ FORMATIVE A Area disciplinare Codice Campo disciplinare


SCELTA DELLO STUDENTE settore

Discipline della musica elettronica COME/05 Informatica musicale II 3


e delle tecnologie del suono

Discipline didattiche CODD/07 Tecniche di espressione e


consapevolezza corporea II 3

Discipline dell’organizzazione e COCM/01 Organizzazione dello spettacolo


3
della comunicazione musicale musicale

Discipline dell’organizzazione e
COCM/02 Tecniche della comunicazione
della comunicazione musicale 3

Discipline interpretative d’insieme COMI/08 Tecniche di improvvisazione musicale 3

Discipline linguistiche CODL/01 Lingua italiana 6

Discipline linguistiche CODL/02 Altra lingua straniera comunitaria 6

Laboratori

Seminari

Altre eventuali attività formative


deliberate dal Consiglio Accademico

PROVA FINALE

La prova finale è costituita da una parte interpretativa-esecutiva svolta nell’indirizzo


caratterizzante del corso di studi e dalla discussione di un elaborato di adeguato valore
artistico-scientifico:
- la parte interpretativa-esecutiva consiste nella esecuzione pubblica di un
programma da concerto della durata minima di trenta minuti e massima di
sessanta;
- la seconda parte della prova consiste nella discussione di un elaborato scritto,
prodotto dallo studente entro i termini fissati nel regolamento del corso di studio;
per l’illustrazione e la discussione dell’elaborato lo studente può avvalersi
liberamente di adeguati supporti, anche multimediali.

Le modalità di svolgimento e di valutazione della prova finale sono disciplinate nel


regolamento del corso di studio.

118
TRIENNIO ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO

STRUMENTI A PERCUSSIONE

PIANO DI STUDI

Primo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/06 Ear training I 6 40
COTP/01 Teorie e tecniche dell’armonia 6 40
CODM/04 Storia e storiografia della musica I 6 40
COTP/03 Pratica pianistica I 3 15
COMI/01 Formazione corale I 3 30
CODI/22 Prassi esecutive e repertori – Strumenti a 18 30
percussione I
COMI/03 Musica da camera I 3 15
COMI/02 Formazione orchestrale I 3 30
CODD/07 Tecniche di espressione e consapevolezza corporea 3 20
Disciplina a scelta dello studente 3
CODL/02 Lingua inglese I 6 40

Secondo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/06 Ear training II 3 20
COTP/01 Analisi dei repertori I 6 40
CODM/04 Storia e storiografia della musica II 6 40
COTP/03 Pratica pianistica II 3 15
COMI/01 Formazione corale II 3 30
CODI/22 Prassi esecutiva e repertori – Strumenti a 18 30
percussione II
COMI/03 Musica da camera II 3 15
COMI/02 Formazione orchestrale II 3 30
CODM/01 Strumenti e metodi della ricerca bibliografica 3 20
COME/05 Informatica musicale 3 20
Disciplina a scelta dello studente 3
CODL/02 Lingua inglese II 6 40

Terzo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/01 Analisi dei repertori II 3 20
CODM/04 Storia delle forme e dei repertori musicali 3 20
CODI/22 Prassi esecutiva e repertori – Strumenti a 24 40
percussione III
COMI/03 Musica da camera III 6 30
COMI/02 Formazione orchestrale III 3 30
Discipline a scelta dello studente 12
Prova finale Prova finale 9

119
DIPARTIMENTO DEGLI STRUMENTI A FIATO
SCUOLA DI TROMBA
DCPL 46 - CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN
TROMBA
Obiettivi formativi Al termine degli studi relativi al Diploma Accademico di primo livello in Tromba, gli studenti devono
avere acquisito le conoscenze delle tecniche e le competenze specifiche tali da consentire loro di
realizzare concretamente la propria idea artistica. A tal fine sarà dato particolare rilievo allo studio
del repertorio più rappresentativo dello strumento – incluso quello d’insieme – e delle relative prassi
esecutive, anche con la finalità di sviluppare la capacità dello studente di interagire al’interno di
gruppi musicali diversamente composti. Tali obiettivi dovranno essere raggiunti anche favorendo lo
sviluppo della capacità percettiva dell’udito e di memorizzazione, e con l’acquisizione di specifiche
conoscenze relative ai modelli organizzativi, compositivi ed analitici della musica ed alla loro
interazione.
Specifica cura dovrà essere dedicata all’acquisizione di adeguate tecniche di controllo posturale ed
emozionale. Al termine del Triennio, gli studenti devono avere acquisito una conoscenza
approfondita degli aspetti stilistici, storici ed estetici generali e relativi al proprio specifico indirizzo.
Inoltre, con riferimento alla specificità dei singoli corsi, lo studente dovrà possedere adeguate
competenze riferite all’ambito dell’improvvisazione. È obiettivo formativo del corso anche
l’acquisizione di adeguate competenze nel campo dell’informatica musicale nonché quelle relative ad
una seconda lingua comunitaria.
Prospettive occupazionali Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti ambiti:
- Strumentista solista
- Strumentista in gruppi da camera
- Strumentista in formazioni orchestrali da camera
- Strumentista in formazioni orchestrali sinfoniche
- Strumentista in formazioni orchestrali per il teatro musicale
- Strumentista in formazioni orchestrali a fiato

Tipologia delle attività Area disciplinare Codice Settore artistico-disciplinare CFA


formative settore
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/06 Teoria, ritmica e percezione musicale 9
RELATIVE ALLA
FORMAZIONE DI BASE Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/01 Teoria dell’armonia e analisi 9
(45 CFA)
Discipline musicologiche CODM/04 Storia della musica 15

Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/03 Pratica e lettura pianistica 6

Discipline interpretative d’insieme COMI/01 Esercitazioni corali 6

ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline interpretative CODI/16 Tromba 60


CARATTERIZZANTI
(87 CFA) Discipline interpretative d’insieme COMI/03 Musica da camera 9

Discipline interpretative d’insieme COMI/04 Musica d’insieme 9


per strumenti a fiato

Discipline interpretative d’insieme COMI/02 Esercitazioni orchestrali 9

ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline musicologiche CODM/01 Bibliografia e 3


INTEGRATIVE O AFFINI biblioteconomia musicale
(3 CFA)
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline della musica elettronica COME/05 Informatica musicale 3
ULTERIORI (6 CFA) e delle tecnologie del suono

Discipline didattiche CODD/07 Tecniche di consapevolezza ed 3


espressione corporea
ATTIVITÀ FORMATIVE A 18
SCELTA DELLO STUDENTE
(18 CFA) *
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline linguistiche CODL/02 Lingua inglese 12
RELATIVE ALLA PROVA
FINALE E ALLA Prova finale 9
CONOSCENZA DELLA
LINGUA STRANIERA
(21 CFA)
TOTALE CREDITI 180
FORMATIVI ACCADEMICI
NEL TRIENNIO

120
* LO STUDENTE INSERIRÀ NEL PROPRIO PIANO DI STUDI ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE PER UN TOTALE DI 18 CREDITI,
SCEGLIENDO TRA LE SEGUENTI DISCIPLINE OFFERTE DALL’ISTITUTO (CON POSSIBILITÀ DI BIENNALIZZARNE ALCUNE PREVIA
AUTORIZZAZIONE DEL CONSIGLIO ACCADEMICO); LO STUDENTE HA LA FACOLTÀ DI INSERIRE ANCHE ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE
SVOLTE PRESSO ALTRE ISTITUZIONI DI LIVELLO UNIVERSITARIO, O LABORATORI E SEMINARI LA CUI VALIDITÀ VERRÀ VALUTATA
DAL CONSIGLIO ACCADEMICO DELL’ISTITUTO.

* ATTIVITÀ FORMATIVE A Area disciplinare Codice Campo disciplinare


SCELTA DELLO STUDENTE settore

Discipline della musica elettronica COME/05 Informatica musicale II 3


e delle tecnologie del suono

Discipline didattiche CODD/07 Tecniche di espressione e


consapevolezza corporea II 3

Discipline dell’organizzazione e COCM/01 Organizzazione dello spettacolo


3
della comunicazione musicale musicale

Discipline dell’organizzazione e
COCM/02 Tecniche della comunicazione
della comunicazione musicale 3

Discipline interpretative d’insieme COMI/08 Tecniche di improvvisazione musicale 3

Discipline linguistiche CODL/01 Lingua italiana 6

Discipline linguistiche CODL/02 Altra lingua straniera comunitaria 6

Laboratori

Seminari

Altre eventuali attività formative


deliberate dal Consiglio Accademico

PROVA FINALE

La prova finale è costituita da una parte interpretativa-esecutiva svolta nell’indirizzo


caratterizzante del corso di studi e dalla discussione di un elaborato di adeguato valore
artistico-scientifico:
- la parte interpretativa-esecutiva consiste nella esecuzione pubblica di un
programma da concerto della durata minima di trenta minuti e massima di
sessanta;
- la seconda parte della prova consiste nella discussione di un elaborato scritto,
prodotto dallo studente entro i termini fissati nel regolamento del corso di studio;
per l’illustrazione e la discussione dell’elaborato lo studente può avvalersi
liberamente di adeguati supporti, anche multimediali.

Le modalità di svolgimento e di valutazione della prova finale sono disciplinate nel


regolamento del corso di studio.

121
TRIENNIO ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO

TROMBA

PIANO DI STUDI

Primo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/06 Ear training I 6 40
COTP/01 Teorie e tecniche dell’armonia 3 20
CODM/04 Storia e storiografia della musica I 6 40
COTP/03 Pratica pianistica I 3 15
COMI/01 Formazione corale I 3 30
CODI/16 Prassi esecutive e repertori - Tromba I 15 30
COMI/03 Musica da camera I 3 15
COMI/04 Musica d’insieme per strumenti a fiato I 6 30
COMI/02 Formazione orchestrale I 3 45
CODD/07 Tecniche di espressione e consapevolezza corporea 3 20
Disciplina a scelta dello studente 3
CODL/02 Lingua inglese I 6 40

Secondo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/06 Ear training II 3 20
COTP/01 Analisi dei repertori I 3 20
CODM/04 Storia e storiografia della musica II 6 40
COTP/03 Pratica pianistica II 3 15
COMI/01 Formazione corale II 3 30
CODI/16 Prassi esecutiva e repertori - Tromba II 15 30
COMI/03 Musica da camera II 3 15
COMI/04 Musica d’insieme per strumenti a fiato II 3 15
COMI/02 Formazione orchestrale II 3 45
CODM/01 Strumenti e metodi della ricerca bibliografica 3 20
COME/05 Informatica musicale 3 20
Discipline a scelta dello studente 6
CODL/02 Lingua inglese II 6 40

Terzo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/01 Analisi dei repertori II 3 20
CODM/04 Storia delle forme e dei repertori musicali 3 20
CODI/16 Prassi esecutiva e repertori - Tromba III 24 40
COMI/03 Musica da camera III 3 15
COMI/04 Musica d’insieme strumenti a fiato III 6 30
COMI/02 Formazione orchestrale III 3 45
Discipline a scelta dello studente 9
Prova finale Prova finale 9

122
DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI
SCUOLA DI JAZZ
DCPL 47 - CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN
TROMBA JAZZ
Obiettivi formativi Al termine degli studi relativi al Diploma accademico di primo livello in Tromba jazz, gli studenti
devono avere acquisito le conoscenze delle tecniche e le competenze specifiche tali da consentire
loro di realizzare concretamente la propria idea artistica. A tal fine sarà dato particolare rilievo allo
studio del repertorio più rappresentativo dello strumento – incluso quello d’insieme – e delle relative
prassi esecutive, anche con la finalità di sviluppare la capacità dello studente di interagire al’interno
di gruppi musicali diversamente composti. Tali obiettivi dovranno essere raggiunti anche favorendo
lo sviluppo della capacità percettiva dell’udito e di memorizzazione, e con l’acquisizione di specifiche
conoscenze relative ai modelli organizzativi, compositivi ed analitici della musica ed alla loro
interazione.
Specifica cura dovrà essere dedicata all’acquisizione di adeguate tecniche di controllo posturale ed
emozionale. Al termine del Triennio, gli studenti devono avere acquisito una conoscenza
approfondita degli aspetti stilistici, storici, estetici generali e relativi al proprio specifico indirizzo.
Inoltre, con riferimento alla specificità dei singoli corsi, lo studente dovrà possedere adeguate
competenze referite all’ambito dell’improvisazione. È obiettivo formativo del corso anche
l’acquisizione di adeguate competenze nel campo dell’informatica musicale nonché quelle relative ad
una seconda lingua comunitaria.
Prospettive occupazionali Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti ambiti:
- Strumentista solista jazz e popular
- Strumentista in gruppi jazz e popular
- Strumentista in formazioni orchestrali jazz e popular

Tipologia delle attività Area disciplinare Codice Settore artistico-disciplinare CFA


formative settore
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/06 Teoria, ritmica e percezione musicale 9
RELATIVE ALLA
FORMAZIONE DI BASE Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/01 Teoria dell’armonia e analisi 9
(39 CFA)
Discipline musicologiche CODM/04 Storia della musica 9

Discipline musicologiche CODM/06 Storia del jazz, delle musiche 6


improvvisate e audiotattili

Discipline interpretative del jazz COMJ/09 Pianoforte jazz 6


delle musiche impovvisate e …
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline interpretative del jazz, COMJ/07 Tromba jazz 45
CARATTERIZZANTI delle musiche improvvisate e …
(87 CFA)
Discipline compositive CODC/04 Composizione jazz 18

Discipline interpretative d’insieme COMI/06 Musica d’insieme jazz 18

Discipline interpretative d’insieme COMI/08 Tecniche di improvvisazione musicale 6

ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline compositive CODC/05 Orchestrazione e concertazione jazz 6


INTEGRATIVE O AFFINI
(9 CFA) Discipline musicologiche CODM/01 Bibliografia e 3
biblioteconomia musicale

ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline della musica elettronica COME/05 Informatica musicale 3


ULTERIORI (6 CFA) e delle tecnologie del suono

Discipline didattiche CODD/07 Tecniche di consapevolezza ed 3


espressione corporea
ATTIVITÀ FORMATIVE A 18
SCELTA DELLO STUDENTE
(18 CFA) *
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline linguistiche CODL/02 Lingua inglese 12
RELATIVE ALLA PROVA
FINALE E ALLA Prova finale 9
CONOSCENZA DELLA
LINGUA STRANIERA
(21 CFA)
TOTALE CREDITI 180
FORMATIVI ACCADEMICI
NEL TRIENNIO

123
* LO STUDENTE INSERIRÀ NEL PROPRIO PIANO DI STUDI ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE PER UN TOTALE DI 18 CREDITI,
SCEGLIENDO TRA LE SEGUENTI DISCIPLINE OFFERTE DALL’ISTITUTO (CON POSSIBILITÀ DI BIENNALIZZARNE ALCUNE PREVIA
AUTORIZZAZIONE DEL CONSIGLIO ACCADEMICO); LO STUDENTE HA LA FACOLTÀ DI INSERIRE ANCHE ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE
SVOLTE PRESSO ALTRE ISTITUZIONI DI LIVELLO UNIVERSITARIO, O LABORATORI E SEMINARI LA CUI VALIDITÀ VERRÀ VALUTATA
DAL CONSIGLIO ACCADEMICO DELL’ISTITUTO.

* ATTIVITÀ FORMATIVE A Area disciplinare Codice Campo disciplinare


SCELTA DELLO STUDENTE settore

Discipline della musica elettronica COME/05 Informatica musicale II 3


e delle tecnologie del suono

Discipline didattiche CODD/07 Tecniche di espressione e


consapevolezza corporea II 3

Discipline dell’organizzazione e COCM/01 Organizzazione dello spettacolo


3
della comunicazione musicale musicale

Discipline dell’organizzazione e
COCM/02 Tecniche della comunicazione
della comunicazione musicale 3

Discipline interpretative d’insieme COMI/08 Tecniche di improvvisazione musicale 3

Discipline linguistiche CODL/01 Lingua italiana 6

Discipline linguistiche CODL/02 Altra lingua straniera comunitaria 6

Laboratori

Seminari

Altre eventuali attività formative


deliberate dal Consiglio Accademico

PROVA FINALE

La prova finale è costituita da una parte interpretativa-esecutiva svolta nell’indirizzo


caratterizzante del corso di studi e dalla discussione di un elaborato di adeguato valore
artistico-scientifico:
- la parte interpretativa-esecutiva consiste in una performance musicale pubblica
della durata minima di trenta minuti e massima di sessanta, da solista oppure con
formazione musicale scelta con assoluta libertà
- la seconda parte della prova consiste nella discussione di un elaborato scritto
riguardante qualsiasi ambito disciplinare del corso di studi seguito, prodotto dallo
studente entro i termini fissati nel regolamento del corso di studio; per l’illustrazione
e la discussione dell’elaborato lo studente può avvalersi liberamente di adeguati
supporti, anche multimediali.

Le modalità di svolgimento e di valutazione della prova finale sono disciplinate nel


regolamento del corso di studio.

124
TRIENNIO ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO

TROMBA JAZZ

PIANO DI STUDI

Primo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/06 Ear training I 6 40
COTP/01 Teorie e tecniche dell’armonia I 6 40
CODM/04 Storia e storiografia della musica I 6 40
COMJ/09 Prassi esecutive e repertori del Pianoforte jazz I 3 15
COMJ/07 Prassi esecutive e repertori della Tromba jazz I 15 30
COMI/06 Prassi esecutive e repertori della Musica d’insieme 6 30
jazz I
COMI/08 Tecniche di improvvisazione musicale I 3 20
CODD/07 Tecniche di espressione e consapevolezza corporea 3 20
COME/05 Informatica musicale 3 20
Disciplina a scelta dello studente 3
CODL/02 Lingua inglese I 6 40

Secondo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/06 Ear training II 3 20
COTP/01 Teorie e tecniche dell’armonia II 3 20
CODM/04 Storia e storiografia della musica II 3 20
CODM/06 Storia del Jazz I 3 20
COMJ/09 Prassi esecutive e repertori del Pianoforte jazz II 3 15
COMJ/07 Prassi esecutive e repertori della Tromba jazz II 15 30
CODC/04 Tecniche compositive jazz I 9 40
COMI/06 Prassi esecutive e repertori della Musica d’insieme 6 30
jazz II
COMI/08 Tecniche di improvvisazione musicale II 3 20
CODM/01 Strumenti e metodi della ricerca bibliografica 3 20
Disciplina a scelta dello studente 3
CODL/02 Lingua inglese II 6 40

Terzo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
CODM/06 Storia del Jazz II 3 20
COMJ/07 Prassi esecutive e repertori della Tromba jazz III 15 30
CODC/04 Tecniche compositive jazz II 9 40
COMI/06 Prassi esecutive e repertori della Musica d’insieme 6 30
jazz III
CODC/05 Tecniche di scrittura ed arrangiamento per vari tipi 6 30
di ensemble
Discipline a scelta dello studente 12
Prova finale Prova finale 9

125
DIPARTIMENTO DEGLI STRUMENTI A FIATO
SCUOLA DI TROMBONE
DCPL 49 - CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN
TROMBONE
Obiettivi formativi Al termine degli studi relativi al Diploma Accademico di primo livello in Trombone, gli studenti
devono avere acquisito le conoscenze delle tecniche e le competenze specifiche tali da consentire
loro di realizzare concretamente la propria idea artistica. A tal fine sarà dato particolare rilievo allo
studio del repertorio più rappresentativo dello strumento – incluso quello d’insieme – e delle relative
prassi esecutive, anche con la finalità di sviluppare la capacità dello studente di interagire al’interno
di gruppi musicali diversamente composti. Tali obiettivi dovranno essere raggiunti anche favorendo
lo sviluppo della capacità percettiva dell’udito e di memorizzazione, e con l’acquisizione di specifiche
conoscenze relative ai modelli organizzativi, compositivi ed analitici della musica ed alla loro
interazione.
Specifica cura dovrà essere dedicata all’acquisizione di adeguate tecniche di controllo posturale ed
emozionale. Al termine del Triennio, gli studenti devono avere acquisito una conoscenza
approfondita degli aspetti stilistici, storici ed estetici generali e relativi al proprio specifico indirizzo.
Inoltre, con riferimento alla specificità dei singoli corsi, lo studente dovrà possedere adeguate
competenze riferite all’ambito dell’improvvisazione. È obiettivo formativo del corso anche
l’acquisizione di adeguate competenze nel campo dell’informatica musicale nonché quelle relative ad
una seconda lingua comunitaria.
Prospettive occupazionali Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti ambiti:
- Strumentista solista
- Strumentista in gruppi da camera
- Strumentista in formazioni orchestrali da camera
- Strumentista in formazioni orchestrali sinfoniche
- Strumentista in formazioni orchestrali per il teatro musicale
- Strumentista in formazioni orchestrali a fiato

Tipologia delle attività Area disciplinare Codice Settore artistico-disciplinare CFA


formative settore
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/06 Teoria, ritmica e percezione musicale 9
RELATIVE ALLA
FORMAZIONE DI BASE Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/01 Teoria dell’armonia e analisi 9
(45 CFA)
Discipline musicologiche CODM/04 Storia della musica 15

Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/03 Pratica e lettura pianistica 6

Discipline interpretative d’insieme COMI/01 Esercitazioni corali 6

ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline interpretative CODI/17 Trombone 60


CARATTERIZZANTI
(87 CFA) Discipline interpretative d’insieme COMI/03 Musica da camera 9

Discipline interpretative d’insieme COMI/04 Musica d’insieme 9


per strumenti a fiato

Discipline interpretative d’insieme COMI/02 Esercitazioni orchestrali 9

ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline musicologiche CODM/01 Bibliografia e 3


INTEGRATIVE O AFFINI biblioteconomia musicale
(3 CFA)
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline della musica elettronica COME/05 Informatica musicale 3
ULTERIORI (6 CFA) e delle tecnologie del suono

Discipline didattiche CODD/07 Tecniche di consapevolezza ed 3


espressione corporea
ATTIVITÀ FORMATIVE A 18
SCELTA DELLO STUDENTE
(18 CFA) *
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline linguistiche CODL/02 Lingua inglese 12
RELATIVE ALLA PROVA
FINALE E ALLA Prova finale 9
CONOSCENZA DELLA
LINGUA STRANIERA
(21 CFA)
TOTALE CREDITI 180
FORMATIVI ACCADEMICI
NEL TRIENNIO

126
* LO STUDENTE INSERIRÀ NEL PROPRIO PIANO DI STUDI ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE PER UN TOTALE DI 18 CREDITI,
SCEGLIENDO TRA LE SEGUENTI DISCIPLINE OFFERTE DALL’ISTITUTO (CON POSSIBILITÀ DI BIENNALIZZARNE ALCUNE PREVIA
AUTORIZZAZIONE DEL CONSIGLIO ACCADEMICO); LO STUDENTE HA LA FACOLTÀ DI INSERIRE ANCHE ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE
SVOLTE PRESSO ALTRE ISTITUZIONI DI LIVELLO UNIVERSITARIO, O LABORATORI E SEMINARI LA CUI VALIDITÀ VERRÀ VALUTATA
DAL CONSIGLIO ACCADEMICO DELL’ISTITUTO.

* ATTIVITÀ FORMATIVE A Area disciplinare Codice Campo disciplinare


SCELTA DELLO STUDENTE settore

Discipline della musica elettronica COME/05 Informatica musicale II 3


e delle tecnologie del suono

Discipline didattiche CODD/07 Tecniche di espressione e


consapevolezza corporea II 3

Discipline dell’organizzazione e COCM/01 Organizzazione dello spettacolo


3
della comunicazione musicale musicale

Discipline dell’organizzazione e
COCM/02 Tecniche della comunicazione
della comunicazione musicale 3

Discipline interpretative d’insieme COMI/08 Tecniche di improvvisazione musicale 3

Discipline linguistiche CODL/01 Lingua italiana 6

Discipline linguistiche CODL/02 Altra lingua straniera comunitaria 6

Laboratori

Seminari

Altre eventuali attività formative


deliberate dal Consiglio Accademico

PROVA FINALE

La prova finale è costituita da una parte interpretativa-esecutiva svolta nell’indirizzo


caratterizzante del corso di studi e dalla discussione di un elaborato di adeguato valore
artistico-scientifico:
- la parte interpretativa-esecutiva consiste nella esecuzione pubblica di un
programma da concerto della durata minima di trenta minuti e massima di
sessanta;
- la seconda parte della prova consiste nella discussione di un elaborato scritto,
prodotto dallo studente entro i termini fissati nel regolamento del corso di studio;
per l’illustrazione e la discussione dell’elaborato lo studente può avvalersi
liberamente di adeguati supporti, anche multimediali.

Le modalità di svolgimento e di valutazione della prova finale sono disciplinate nel


regolamento del corso di studio.

127
TRIENNIO ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO

TROMBONE

PIANO DI STUDI

Primo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/06 Ear training I 6 40
COTP/01 Teorie e tecniche dell’armonia 3 20
CODM/04 Storia e storiografia della musica I 6 40
COTP/03 Pratica pianistica I 3 15
COMI/01 Formazione corale I 3 30
CODI/17 Prassi esecutive e repertori - Trombone I 15 30
COMI/03 Musica da camera I 3 15
COMI/04 Musica d’insieme per strumenti a fiato I 6 30
COMI/02 Formazione orchestrale I 3 45
CODD/07 Tecniche di espressione e consapevolezza corporea 3 20
Disciplina a scelta dello studente 3
CODL/02 Lingua inglese I 6 40

Secondo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/06 Ear training II 3 20
COTP/01 Analisi dei repertori I 3 20
CODM/04 Storia e storiografia della musica II 6 40
COTP/03 Pratica pianistica II 3 15
COMI/01 Formazione corale II 3 30
CODI/17 Prassi esecutiva e repertori - Trombone II 15 30
COMI/03 Musica da camera II 3 15
COMI/04 Musica d’insieme per strumenti a fiato II 3 15
COMI/02 Formazione orchestrale II 3 45
CODM/01 Strumenti e metodi della ricerca bibliografica 3 20
COME/05 Informatica musicale 3 20
Discipline a scelta dello studente 6
CODL/02 Lingua inglese II 6 40

Terzo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/01 Analisi dei repertori II 3 20
CODM/04 Storia delle forme e dei repertori musicali 3 20
CODI/17 Prassi esecutiva e repertori - Trombone III 24 40
COMI/03 Musica da camera III 3 15
COMI/04 Musica d’insieme strumenti a fiato III 6 30
COMI/02 Formazione orchestrale III 3 45
Discipline a scelta dello studente 9
Prova finale Prova finale 9

128
DIPARTIMENTO DEGLI STRUMENTI AD ARCO E A CORDA
SCUOLA DI VIOLA
DCPL 52 - CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN
VIOLA
Obiettivi formativi Al termine degli studi relativi al Diploma Accademico di primo livello in Viola, gli studenti devono
avere acquisito le conoscenze delle tecniche e le competenze specifiche tali da consentire loro di
realizzare concretamente la propria idea artistica. A tal fine sarà dato particolare rilievo allo studio
del repertorio più rappresentativo dello strumento – incluso quello d’insieme – e delle relative prassi
esecutive, anche con la finalità di sviluppare la capacità dello studente di interagire al’interno di
gruppi musicali diversamente composti. Tali obiettivi dovranno essere raggiunti anche favorendo lo
sviluppo della capacità percettiva dell’udito e di memorizzazione, e con l’acquisizione di specifiche
conoscenze relative ai modelli organizzativi, compositivi ed analitici della musica ed alla loro
interazione.
Specifica cura dovrà essere dedicata all’acquisizione di adeguate tecniche di controllo posturale ed
emozionale. Al termine del Triennio, gli studenti devono avere acquisito una conoscenza
approfondita degli aspetti stilistici, storici ed estetici generali e relativi al proprio specifico indirizzo.
Inoltre, con riferimento alla specificità dei singoli corsi, lo studente dovrà possedere adeguate
competenze riferite all’ambito dell’improvvisazione. È obiettivo formativo del corso anche
l’acquisizione di adeguate competenze nel campo dell’informatica musicale nonché quelle relative ad
una seconda lingua comunitaria.
Prospettive occupazionali Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti ambiti:
- Strumentista solista
- Strumentista in gruppi da camera
- Strumentista in formazioni orchestrali da camera
- Strumentista in formazioni orchestrali sinfoniche
- Strumentista in formazioni orchestrali per il teatro musicale

Tipologia delle attività Area disciplinare Codice Settore artistico-disciplinare CFA


formative settore
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/06 Teoria, ritmica e percezione musicale 9
RELATIVE ALLA
FORMAZIONE DI BASE Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/01 Teoria dell’armonia e analisi 9
(45 CFA)
Discipline musicologiche CODM/04 Storia della musica 15

Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/03 Pratica e lettura pianistica 6

Discipline interpretative d’insieme COMI/01 Esercitazioni corali 6

ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline interpretative CODI/05 Viola 54


CARATTERIZZANTI
(87 CFA) Discipline interpretative d’insieme COMI/03 Musica da camera 9

Discipline interpretative d’insieme COMI/05 Musica d’insieme 15


per strumenti ad arco

Discipline interpretative d’insieme COMI/02 Esercitazioni orchestrali 9

ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline musicologiche CODM/01 Bibliografia e 3


INTEGRATIVE O AFFINI biblioteconomia musicale
(3 CFA)
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline della musica elettronica COME/05 Informatica musicale 3
ULTERIORI e delle tecnologie del suono
(6 CFA)
Discipline didattiche CODD/07 Tecniche di consapevolezza ed 3
espressione corporea
ATTIVITÀ FORMATIVE A 18
SCELTA DELLO STUDENTE
(18 CFA) *
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline linguistiche CODL/02 Lingua inglese 12
RELATIVE ALLA PROVA
FINALE E ALLA Prova finale 9
CONOSCENZA DELLA
LINGUA STRANIERA
(21 CFA)
TOTALE CREDITI 180
FORMATIVI ACCADEMICI
NEL TRIENNIO

129
* LO STUDENTE INSERIRÀ NEL PROPRIO PIANO DI STUDI ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE PER UN TOTALE DI 18 CREDITI,
SCEGLIENDO TRA LE SEGUENTI DISCIPLINE OFFERTE DALL’ISTITUTO (CON POSSIBILITÀ DI BIENNALIZZARNE ALCUNE PREVIA
AUTORIZZAZIONE DEL CONSIGLIO ACCADEMICO); LO STUDENTE HA LA FACOLTÀ DI INSERIRE ANCHE ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE
SVOLTE PRESSO ALTRE ISTITUZIONI DI LIVELLO UNIVERSITARIO, O LABORATORI E SEMINARI LA CUI VALIDITÀ VERRÀ VALUTATA
DAL CONSIGLIO ACCADEMICO DELL’ISTITUTO.

* ATTIVITÀ FORMATIVE A Area disciplinare Codice Campo disciplinare


SCELTA DELLO STUDENTE settore

Discipline della musica elettronica COME/05 Informatica musicale II 3


e delle tecnologie del suono

Discipline didattiche CODD/07 Tecniche di espressione e


consapevolezza corporea II 3

Discipline dell’organizzazione e COCM/01 Organizzazione dello spettacolo


3
della comunicazione musicale musicale

Discipline dell’organizzazione e
COCM/02 Tecniche della comunicazione
della comunicazione musicale 3

Discipline interpretative d’insieme COMI/08 Tecniche di improvvisazione musicale 3

Discipline linguistiche CODL/01 Lingua italiana 6

Discipline linguistiche CODL/02 Altra lingua straniera comunitaria 6

Laboratori

Seminari

Altre eventuali attività formative


deliberate dal Consiglio Accademico

PROVA FINALE

La prova finale è costituita da una parte interpretativa-esecutiva svolta nell’indirizzo


caratterizzante del corso di studi e dalla discussione di un elaborato di adeguato valore
artistico-scientifico:
- la parte interpretativa-esecutiva consiste nella esecuzione pubblica di un
programma da concerto della durata minima di trenta minuti e massima di
sessanta;
- la seconda parte della prova consiste nella discussione di un elaborato scritto,
prodotto dallo studente entro i termini fissati nel regolamento del corso di studio;
per l’illustrazione e la discussione dell’elaborato lo studente può avvalersi
liberamente di adeguati supporti, anche multimediali.

Le modalità di svolgimento e di valutazione della prova finale sono disciplinate nel


regolamento del corso di studio.

130
TRIENNIO ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO

VIOLA

PIANO DI STUDI

Primo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/06 Ear training I 6 40
COTP/01 Teorie e tecniche dell’armonia 3 20
CODM/04 Storia e storiografia della musica I 6 40
COTP/03 Pratica pianistica I 3 15
COMI/01 Formazione corale I 3 30
CODI/05 Prassi esecutive e repertori - Viola I 15 30
COMI/03 Musica da camera I 3 15
COMI/05 Musica d’insieme per strumenti ad arco I 6 30
COMI/02 Formazione orchestrale I 3 45
CODD/07 Tecniche di espressione e consapevolezza corporea 3 20
Disciplina a scelta dello studente 3
CODL/02 Lingua inglese I 6 40

Secondo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/06 Ear training II 3 20
COTP/01 Analisi dei repertori I 3 20
CODM/04 Storia e storiografia della musica II 6 40
COTP/03 Pratica pianistica II 3 15
COMI/01 Formazione corale II 3 30
CODI/05 Prassi esecutiva e repertori - Viola II 15 30
COMI/03 Musica da camera II 3 15
COMI/05 Musica d’insieme per strumenti ad arco II 3 15
COMI/02 Formazione orchestrale II 3 45
CODM/01 Strumenti e metodi della ricerca bibliografica 3 20
COME/05 Informatica musicale 3 20
Discipline a scelta dello studente 6
CODL/02 Lingua inglese II 6 40

Terzo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/01 Analisi dei repertori II 3 20
CODM/04 Storia delle forme e dei repertori musicali 3 20
CODI/05 Prassi esecutiva e repertori - Viola III 24 40
COMI/03 Musica da camera III 3 15
COMI/05 Musica d’insieme strumenti ad arco III 6 30
COMI/02 Formazione orchestrale III 3 45
Discipline a scelta dello studente 9
Prova finale Prova finale 9

131
DIPARTIMENTO DEGLI STRUMENTI AD ARCO E A CORDA
SCUOLA DI VIOLINO
DCPL 54 - CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN
VIOLINO
Obiettivi formativi Al termine degli studi relativi al Diploma Accademico di primo livello in Violino, gli studenti devono
avere acquisito le conoscenze delle tecniche e le competenze specifiche tali da consentire loro di
realizzare concretamente la propria idea artistica. A tal fine sarà dato particolare rilievo allo studio
del repertorio più rappresentativo dello strumento – incluso quello d’insieme – e delle relative prassi
esecutive, anche con la finalità di sviluppare la capacità dello studente di interagire al’interno di
gruppi musicali diversamente composti. Tali obiettivi dovranno essere raggiunti anche favorendo lo
sviluppo della capacità percettiva dell’udito e di memorizzazione, e con l’acquisizione di specifiche
conoscenze relative ai modelli organizzativi, compositivi ed analitici della musica ed alla loro
interazione.
Specifica cura dovrà essere dedicata all’acquisizione di adeguate tecniche di controllo posturale ed
emozionale. Al termine del Triennio, gli studenti devono avere acquisito una conoscenza
approfondita degli aspetti stilistici, storici ed estetici generali e relativi al proprio specifico indirizzo.
Inoltre, con riferimento alla specificità dei singoli corsi, lo studente dovrà possedere adeguate
competenze riferite all’ambito dell’improvvisazione. È obiettivo formativo del corso anche
l’acquisizione di adeguate competenze nel campo dell’informatica musicale nonché quelle relative ad
una seconda lingua comunitaria.
Prospettive occupazionali Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti ambiti:
- Strumentista solista
- Strumentista in gruppi da camera
- Strumentista in formazioni orchestrali da camera
- Strumentista in formazioni orchestrali sinfoniche
- Strumentista in formazioni orchestrali per il teatro musicale

Tipologia delle attività Area disciplinare Codice Settore artistico-disciplinare CFA


formative settore
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/06 Teoria, ritmica e percezione musicale 9
RELATIVE ALLA
FORMAZIONE DI BASE Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/01 Teoria dell’armonia e analisi 9
(45 CFA)
Discipline musicologiche CODM/04 Storia della musica 15

Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/03 Pratica e lettura pianistica 6

Discipline interpretative d’insieme COMI/01 Esercitazioni corali 6

ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline interpretative CODI/06 Violino 54


CARATTERIZZANTI
(87 CFA) Discipline interpretative d’insieme COMI/03 Musica da camera 9

Discipline interpretative d’insieme COMI/05 Musica d’insieme 15


per strumenti ad arco

Discipline interpretative d’insieme COMI/02 Esercitazioni orchestrali 9

ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline musicologiche CODM/01 Bibliografia e 3


INTEGRATIVE O AFFINI biblioteconomia musicale
(3 CFA)
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline della musica elettronica COME/05 Informatica musicale 3
ULTERIORI e delle tecnologie del suono
(6 CFA)
Discipline didattiche CODD/07 Tecniche di consapevolezza ed 3
espressione corporea
ATTIVITÀ FORMATIVE A 18
SCELTA DELLO STUDENTE
(18 CFA) *
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline linguistiche CODL/02 Lingua inglese 12
RELATIVE ALLA PROVA
FINALE E ALLA Prova finale 9
CONOSCENZA DELLA
LINGUA STRANIERA
(21 CFA)
TOTALE CREDITI 180
FORMATIVI ACCADEMICI
NEL TRIENNIO

132
* LO STUDENTE INSERIRÀ NEL PROPRIO PIANO DI STUDI ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE PER UN TOTALE DI 18 CREDITI,
SCEGLIENDO TRA LE SEGUENTI DISCIPLINE OFFERTE DALL’ISTITUTO (CON POSSIBILITÀ DI BIENNALIZZARNE ALCUNE PREVIA
AUTORIZZAZIONE DEL CONSIGLIO ACCADEMICO); LO STUDENTE HA LA FACOLTÀ DI INSERIRE ANCHE ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE
SVOLTE PRESSO ALTRE ISTITUZIONI DI LIVELLO UNIVERSITARIO, O LABORATORI E SEMINARI LA CUI VALIDITÀ VERRÀ VALUTATA
DAL CONSIGLIO ACCADEMICO DELL’ISTITUTO.

* ATTIVITÀ FORMATIVE A Area disciplinare Codice Campo disciplinare


SCELTA DELLO STUDENTE settore

Discipline della musica elettronica COME/05 Informatica musicale II 3


e delle tecnologie del suono

Discipline didattiche CODD/07 Tecniche di espressione e


consapevolezza corporea II 3

Discipline dell’organizzazione e COCM/01 Organizzazione dello spettacolo


3
della comunicazione musicale musicale

Discipline dell’organizzazione e
COCM/02 Tecniche della comunicazione
della comunicazione musicale 3

Discipline interpretative d’insieme COMI/08 Tecniche di improvvisazione musicale 3

Discipline linguistiche CODL/01 Lingua italiana 6

Discipline linguistiche CODL/02 Altra lingua straniera comunitaria 6

Laboratori

Seminari

Altre eventuali attività formative


deliberate dal Consiglio Accademico

PROVA FINALE

La prova finale è costituita da una parte interpretativa-esecutiva svolta nell’indirizzo


caratterizzante del corso di studi e dalla discussione di un elaborato di adeguato valore
artistico-scientifico:
- la parte interpretativa-esecutiva consiste nella esecuzione pubblica di un
programma da concerto della durata minima di trenta minuti e massima di
sessanta;
- la seconda parte della prova consiste nella discussione di un elaborato scritto,
prodotto dallo studente entro i termini fissati nel regolamento del corso di studio;
per l’illustrazione e la discussione dell’elaborato lo studente può avvalersi
liberamente di adeguati supporti, anche multimediali.

Le modalità di svolgimento e di valutazione della prova finale sono disciplinate nel


regolamento del corso di studio.

133
TRIENNIO ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO

VIOLINO

PIANO DI STUDI

Primo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/06 Ear training I 6 40
COTP/01 Teorie e tecniche dell’armonia 3 20
CODM/04 Storia e storiografia della musica I 6 40
COTP/03 Pratica pianistica I 3 15
COMI/01 Formazione corale I 3 30
CODI/06 Prassi esecutive e repertori - Violino I 15 30
COMI/03 Musica da camera I 3 15
COMI/05 Musica d’insieme per strumenti ad arco I 6 30
COMI/02 Formazione orchestrale I 3 45
CODD/07 Tecniche di espressione e consapevolezza corporea 3 20
Disciplina a scelta dello studente 3
CODL/02 Lingua inglese I 6 40

Secondo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/06 Ear training II 3 20
COTP/01 Analisi dei repertori I 3 20
CODM/04 Storia e storiografia della musica II 6 40
COTP/03 Pratica pianistica II 3 15
COMI/01 Formazione corale II 3 30
CODI/06 Prassi esecutiva e repertori - Violino II 15 30
COMI/03 Musica da camera II 3 15
COMI/05 Musica d’insieme per strumenti ad arco II 3 15
COMI/02 Formazione orchestrale II 3 45
CODM/01 Strumenti e metodi della ricerca bibliografica 3 20
COME/05 Informatica musicale 3 20
Discipline a scelta dello studente 6
CODL/02 Lingua inglese II 6 40

Terzo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/01 Analisi dei repertori II 3 20
CODM/04 Storia delle forme e dei repertori musicali 3 20
CODI/06 Prassi esecutiva e repertori - Violino III 24 40
COMI/03 Musica da camera III 3 15
COMI/05 Musica d’insieme strumenti ad arco III 6 30
COMI/02 Formazione orchestrale III 3 45
Discipline a scelta dello studente 9
Prova finale Prova finale 9

134
DIPARTIMENTO DEGLI STRUMENTI AD ARCO E A CORDA
SCUOLA DI VIOLONCELLO
DCPL 57 - CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN
VIOLONCELLO
Obiettivi formativi Al termine degli studi relativi al Diploma Accademico di primo livello in Violoncello, gli studenti
devono avere acquisito le conoscenze delle tecniche e le competenze specifiche tali da consentire
loro di realizzare concretamente la propria idea artistica. A tal fine sarà dato particolare rilievo allo
studio del repertorio più rappresentativo dello strumento – incluso quello d’insieme – e delle relative
prassi esecutive, anche con la finalità di sviluppare la capacità dello studente di interagire al’interno
di gruppi musicali diversamente composti. Tali obiettivi dovranno essere raggiunti anche favorendo
lo sviluppo della capacità percettiva dell’udito e di memorizzazione, e con l’acquisizione di specifiche
conoscenze relative ai modelli organizzativi, compositivi ed analitici della musica ed alla loro
interazione.
Specifica cura dovrà essere dedicata all’acquisizione di adeguate tecniche di controllo posturale ed
emozionale. Al termine del Triennio, gli studenti devono avere acquisito una conoscenza
approfondita degli aspetti stilistici, storici ed estetici generali e relativi al proprio specifico indirizzo.
Inoltre, con riferimento alla specificità dei singoli corsi, lo studente dovrà possedere adeguate
competenze riferite all’ambito dell’improvvisazione. È obiettivo formativo del corso anche
l’acquisizione di adeguate competenze nel campo dell’informatica musicale nonché quelle relative ad
una seconda lingua comunitaria.
Prospettive occupazionali Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti ambiti:
- Strumentista solista
- Strumentista in gruppi da camera
- Strumentista in formazioni orchestrali da camera
- Strumentista in formazioni orchestrali sinfoniche
- Strumentista in formazioni orchestrali per il teatro musicale

Tipologia delle attività Area disciplinare Codice Settore artistico-disciplinare CFA


formative settore
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/06 Teoria, ritmica e percezione musicale 9
RELATIVE ALLA
FORMAZIONE DI BASE Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/01 Teoria dell’armonia e analisi 9
(45 CFA)
Discipline musicologiche CODM/04 Storia della musica 15

Discipline teorico-analitico-pratiche COTP/03 Pratica e lettura pianistica 6

Discipline interpretative d’insieme COMI/01 Esercitazioni corali 6

ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline interpretative CODI/07 Violoncello 54


CARATTERIZZANTI
(87 CFA) Discipline interpretative d’insieme COMI/03 Musica da camera 9

Discipline interpretative d’insieme COMI/05 Musica d’insieme 15


per strumenti ad arco

Discipline interpretative d’insieme COMI/02 Esercitazioni orchestrali 9

ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline musicologiche CODM/01 Bibliografia e 3


INTEGRATIVE O AFFINI biblioteconomia musicale
(3 CFA)
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline della musica elettronica COME/05 Informatica musicale 3
ULTERIORI e delle tecnologie del suono
(6 CFA)
Discipline didattiche CODD/07 Tecniche di consapevolezza ed 3
espressione corporea
ATTIVITÀ FORMATIVE A 18
SCELTA DELLO STUDENTE
(18 CFA) *
ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline linguistiche CODL/02 Lingua inglese 12
RELATIVE ALLA PROVA
FINALE E ALLA Prova finale 9
CONOSCENZA DELLA
LINGUA STRANIERA
(21 CFA)
TOTALE CREDITI 180
FORMATIVI ACCADEMICI
NEL TRIENNIO

135
* LO STUDENTE INSERIRÀ NEL PROPRIO PIANO DI STUDI ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE PER UN TOTALE DI 18 CREDITI,
SCEGLIENDO TRA LE SEGUENTI DISCIPLINE OFFERTE DALL’ISTITUTO (CON POSSIBILITÀ DI BIENNALIZZARNE ALCUNE PREVIA
AUTORIZZAZIONE DEL CONSIGLIO ACCADEMICO); LO STUDENTE HA LA FACOLTÀ DI INSERIRE ANCHE ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE
SVOLTE PRESSO ALTRE ISTITUZIONI DI LIVELLO UNIVERSITARIO, O LABORATORI E SEMINARI LA CUI VALIDITÀ VERRÀ VALUTATA
DAL CONSIGLIO ACCADEMICO DELL’ISTITUTO.

* ATTIVITÀ FORMATIVE A Area disciplinare Codice Campo disciplinare


SCELTA DELLO STUDENTE settore

Discipline della musica elettronica COME/05 Informatica musicale II 3


e delle tecnologie del suono

Discipline didattiche CODD/07 Tecniche di espressione e


consapevolezza corporea II 3

Discipline dell’organizzazione e COCM/01 Organizzazione dello spettacolo


3
della comunicazione musicale musicale

Discipline dell’organizzazione e
COCM/02 Tecniche della comunicazione
della comunicazione musicale 3

Discipline interpretative d’insieme COMI/08 Tecniche di improvvisazione musicale 3

Discipline linguistiche CODL/01 Lingua italiana 6

Discipline linguistiche CODL/02 Altra lingua straniera comunitaria 6

Laboratori

Seminari

Altre eventuali attività formative


deliberate dal Consiglio Accademico

PROVA FINALE

La prova finale è costituita da una parte interpretativa-esecutiva svolta nell’indirizzo


caratterizzante del corso di studi e dalla discussione di un elaborato di adeguato valore
artistico-scientifico:
- la parte interpretativa-esecutiva consiste nella esecuzione pubblica di un
programma da concerto della durata minima di trenta minuti e massima di
sessanta;
- la seconda parte della prova consiste nella discussione di un elaborato scritto,
prodotto dallo studente entro i termini fissati nel regolamento del corso di studio;
per l’illustrazione e la discussione dell’elaborato lo studente può avvalersi
liberamente di adeguati supporti, anche multimediali.

Le modalità di svolgimento e di valutazione della prova finale sono disciplinate nel


regolamento del corso di studio.

136
TRIENNIO ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO

VIOLONCELLO

PIANO DI STUDI

Primo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/06 Ear training I 6 40
COTP/01 Teorie e tecniche dell’armonia 3 20
CODM/04 Storia e storiografia della musica I 6 40
COTP/03 Pratica pianistica I 3 15
COMI/01 Formazione corale I 3 30
CODI/07 Prassi esecutive e repertori - Violoncello I 15 30
COMI/03 Musica da camera I 3 15
COMI/05 Musica d’insieme per strumenti ad arco I 6 30
COMI/02 Formazione orchestrale I 3 45
CODD/07 Tecniche di espressione e consapevolezza corporea 3 20
Disciplina a scelta dello studente 3
CODL/02 Lingua inglese I 6 40

Secondo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/06 Ear training II 3 20
COTP/01 Analisi dei repertori I 3 20
CODM/04 Storia e storiografia della musica II 6 40
COTP/03 Pratica pianistica II 3 15
COMI/01 Formazione corale II 3 30
CODI/07 Prassi esecutiva e repertori - Violoncello II 15 30
COMI/03 Musica da camera II 3 15
COMI/05 Musica d’insieme per strumenti ad arco II 3 15
COMI/02 Formazione orchestrale II 3 45
CODM/01 Strumenti e metodi della ricerca bibliografica 3 20
COME/05 Informatica musicale 3 20
Discipline a scelta dello studente 6
CODL/02 Lingua inglese II 6 40

Terzo anno
Codice settore disciplinare Campo disciplinare CFA Ore di lezione frontale
COTP/01 Analisi dei repertori II 3 20
CODM/04 Storia delle forme e dei repertori musicali 3 20
CODI/07 Prassi esecutiva e repertori - Violoncello III 24 40
COMI/03 Musica da camera III 3 15
COMI/05 Musica d’insieme strumenti ad arco III 6 30
COMI/02 Formazione orchestrale III 3 45
Discipline a scelta dello studente 9
Prova finale Prova finale 9

137
BIENNI ACCADEMICI DI SECONDO LIVELLO ORDINAMENTALI

I piani di studio dei 30 Bienni accademici di secondo livello ordinamentali sono


riportati qui di seguito da pag. 139 a pag. 251.

Procedure per l’ammissione degli studenti

Gli studenti interni diplomandi a seguito della frequenza dei Trienni accademici di
primo livello verranno ammessi direttamente al corrispondente Biennio accademico
di secondo livello in funzione del voto conseguito nelle sessioni di laurea di Febbraio,
Luglio e Ottobre 2019 (questo è valido anche per coloro i quali conseguono il
diploma di vecchio ordinamento ad esaurimento).
Gli studenti esterni che presentano domanda di ammissione al nuovo Biennio
accademico di secondo livello ordinamentale devono essere in possesso del diploma
accademico di primo livello ovvero del diploma di vecchio ordinamento, conseguiti
nella disciplina corrispondente al Biennio per il quale si richiede l’ammissione; i
suddetti studenti esterni sosterranno un esame di ammissione con programma libero
secondo il calendario e le modalità che verranno definite e pubblicate il 31 Luglio
2019.

138
BIENNIO ACCADEMICO DI SECONDO LIVELLO

DCSL/01 ARPA

Il piano di studi del Biennio accademico di secondo livello in Arpa si prefigge


lo scopo di fornire allo studente competenze avanzate e specifiche nel campo
OBIETTIVI dell’interpretazione musicale allo strumento attraverso l’approfondimento ed il
completamento degli studi precedentemente compiuti nel corso del Triennio
FORMATIVI accademico di primo livello, al fine di creare una figura professionale
completa che possa accedere al mondo del lavoro in ambito musicale.
L’obiettivo del piano di studi è quello di formare una figura professionale che,
all’esito dello svolgimento delle attività didattiche ed artistiche relative al
Biennio in oggetto, sia caratterizzata dall’avvenuta acquisizione delle seguenti
competenze:
- conoscenza e capacità di pratica tecnico-interpretativa a elevato livello
professionale;
- conoscenza di stili e tecniche strumentali/interpretative ad essi relative, del
repertorio storico come della contemporaneità, tale da consentire loro di
prodursi in una vasta gamma di contesti differenti;
- capacità di interpretare con una cifra distintiva e personale musiche del
repertorio storico come contemporaneo, nelle sue declinazioni di genere;
- capacità di fornire adeguatamente il proprio apporto con professionalità
artistica sia in qualità di solista, che in insiemi cameristici;
- capacità di sviluppare ulteriormente e autonomamente le proprie tendenze
estetiche in una particolare area di specializzazione;
- capacità di relazionare le conoscenze con abilità pratiche per rafforzare il
proprio sviluppo artistico;
- capacità di rappresentare per iscritto come verbalmente i propri concetti
artistici;
- conoscenza a livello superiore e capacità di conversazione corrente
relativamente alla lingua inglese ai fini dell’inserimento in ambiti lavorativi
artistici internazionali.
Inoltre, nel piano di studi è inserita anche la “Ricerca artistica”; lo studente si
dedicherà alla elaborazione ed alla realizzazione di un progetto di ricerca (in
collaborazione e con la supervisione di docenti interni o ricercatori esterni
previa approvazione del Consiglio Accademico), finalizzato ad approfondire e
promuovere la comprensione della pratica artistica, e quindi il suo sviluppo. Il
lavoro di ricerca svolto dallo studente confluirà in una tesi scritta riguardante il
repertorio su cui è centrata la prova finale (consistente nella esecuzione
pubblica di un programma da concerto); la suddetta tesi verrà illustrata e
discussa dallo studente davanti ad una commissione in seduta pubblica,
programmata in apposita sessione antecedente la prova finale.
Lo studente ha infine la facoltà di inserire nel proprio piano di studi alcune
discipline a scelta afferenti al Dipartimento di Didattica della musica, valide
per l’acquisizione dei 24 CFA necessari per l’accesso al concorso a cattedra
per l’insegnamento dello strumento musicale (Decreto legislativo n.
616/2017).

139
Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti
PROSPETTIVE ambiti:
- Arpista dedito alla carriera solistica
OCCUPAZIONALI - Arpista inserito in gruppi cameristici
- Arpista inserito in organici orchestrali
- Docente di strumento musicale nelle classi di concorso
A/55 e A/56

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE

Discipline di base COTP/01 Teoria e analisi Analisi dei repertori C 36 6 E


(18 CFA)
CODM/04 Storia della musica Filologia musicale C 36 6 E

CODM/04 Storia della musica Metodologia della C 36 6 E


ricerca storica e
musicale

Discipline CODI/01 Arpa Prassi esecutiva e I 82 54 E


caratterizzanti repertori - Arpa
(54 CFA)

Ulteriori discipline COMI/03 Musica da camera Musica da camera G 40 12 E


di base e/o
caratterizzanti
(12 CFA)
Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese C 40 6 E
e affini o ulteriori comunitaria
(12 CFA)
Ricerca artistica I 10 6 E

Attività a scelta 15
dello studente
(15 CFA)
Prova finale 9
(9 CFA)

TOTALE 120

La prova finale consiste nella esecuzione pubblica di un


PROVA FINALE programma da concerto della durata minima di 40 minuti e
massima di 60 minuti.

140
I ANNO

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE
Discipline di base COTP/01 Teoria e analisi Analisi dei repertori C 36 6 E
(12 CFA)
CODM/04 Storia della musica Filologia musicale C 36 6 E

Discipline CODI/01 Arpa Prassi esecutiva e I 40 27 E


caratterizzanti repertori I – Arpa
(27 CFA)
Ulteriori discipline COMI/03 Musica da camera Musica da camera G 20 6 E
di base e/o
caratterizzanti
(6 CFA)
Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese I C 20 3 I
e affini o ulteriori comunitaria
(3 CFA)
Attività a scelta 12
dello studente
(12 CFA)
TOTALE 60

II ANNO

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE
Discipline di base CODM/04 Storia della musica Metodologia della C 36 6 E
(6 CFA) ricerca storica e
musicale

Discipline CODI/01 Arpa Prassi esecutiva e I 40 27 E


caratterizzanti repertori II – Arpa
(27 CFA)

Ulteriori discipline COMI/03 Musica da camera Musica da camera G 20 6 E


di base e/o
caratterizzanti
(6 CFA)
Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese II C 20 3 E
e affini o ulteriori comunitaria
(9 CFA)
Ricerca artistica I 10 6 E

Attività a scelta 3
dello studente
(3 CFA)
Prova finale 9
(9 CFA)

TOTALE 60

141
BIENNIO ACCADEMICO DI SECONDO LIVELLO

DCSL/03 BASSO ELETTRICO

Il piano di studi del Biennio accademico di secondo livello in Basso elettrico si


prefigge l’obiettivo di fornire allo studente delle competenze avanzate e delle
OBIETTIVI specifiche abilità nell’ambito della musica Jazz attraverso il completamento
del percorso di studi avviato nel triennio di primo livello al fine di formare una
FORMATIVI figura professionale che possa accedere al modo del lavoro in ambito artistico
musicale.
Il piano di studi è finalizzato alla formazione di figure professionali con
elevate abilità tecnico-interpretative; pertanto ha particolare rilevanza lo
studio del repertorio specifico dello strumento, della prassi esecutiva e delle
differenze stilistiche presenti nel repertorio; in questo percorso formativo si
approfondisce anche lo studio del repertorio in relazione al ruolo che il
musicista è chiamato a svolgere interagendo attivamente di volta in volta, nei
diversi gruppi o in più ampie formazioni in cui è presente sia come solista in
formazioni jazz che in formazioni orchestrali jazz.
Inoltre lo studente potrà maturare competenze storico-analitiche nell’ambito
della musica jazz al fine di poter intraprendere attività artistiche assimilabili
alla consulenza musicale in diversi contesti, come collaboratore presso case
discografiche ed editori musicali o operatore musicale culturale in ambito
musicale. È prevista l’acquisizione della conoscenza a livello superiore e della
capacità di conversazione corrente relativamente alla lingua inglese ai fini
dell’inserimento in ambiti lavorativi artistici internazionali.
Nel piano di studi è presente anche la “Ricerca artistica”; lo studente si
dedicherà alla elaborazione ed alla realizzazione di un progetto di ricerca in
collaborazione e con la supervisione di docenti interni o ricercatori esterni
(previa approvazione del Consiglio Accademico), finalizzato ad approfondire e
promuovere la comprensione della pratica artistica, e quindi il suo sviluppo. Il
lavoro di ricerca svolto dallo studente confluirà in una tesi scritta riguardante il
repertorio su cui è centrato il progetto artistico dell’esame finale; la suddetta
tesi verrà illustrata e discussa dallo studente davanti ad una commissione in
seduta pubblica, programmata in apposita sessione antecedente la prova finale.

Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti


PROSPETTIVE ambiti:
 strumentista solista in formazioni jazz
OCCUPAZIONALI  strumentista in gruppi jazz
 strumentista in formazioni orchestrali jazz
 attività artistiche assimilabili alla consulenza musicale in
diversi contesti
 collaboratore presso case discografiche ed editori musicali
 operatore musicale culturale in ambito musicale

142
PIANO DI STUDI COMPLESSIVO

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE

Discipline di base CODM/06 Storia della musica Analisi delle forme C 36 6 E


(12 CFA) jazz, delle musiche compositive e
improvvisate e performative del jazz
audiotattili

CODM/06 Storia della musica Storia delle musiche C 36 6 E


jazz, delle musiche afro-americane
improvvisate e
audiotattili
Discipline COMJ/01 Basso elettrico Prassi esecutiva e I 60 30 E
caratterizzanti repertori – Basso
(60 CFA) elettrico

COMI/06 Musica d’insieme Tecniche di G 20 6 E


jazz realizzazione di
specifici aspetti
ritmico-fonici

CODC/04 Composizione jazz Tecniche compositive C 72 12 E


jazz

COMI/08 Tecniche di Tecniche di G 40 12 E


improvvisazione improvvisazione
musicale musicale

Ulteriori discipline COMI/06 Musica d’insieme Interazione creativa in G 40 12 E


di base e/o jazz piccola, media e grande
caratterizzanti formazione
(12 CFA)
Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese C 40 6 E
e affini o ulteriori comunitaria
(18 CFA)
CODC/05 Orchestrazione e Tecniche di scrittura ed C 36 6 E
concertazione jazz arrangiamento per vari
tipi di ensemble

Ricerca artistica I 10 6 E

Attività a scelta 9
dello studente
(9 CFA)
Prova finale 9
(9 CFA)

TOTALE 120

143
I ANNO

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE
Discipline di base CODM/06 Storia della musica Analisi delle forme C 36 6 E
(6 CFA) jazz, delle musiche compositive e
improvvisate e performative del jazz
audiotattili

Discipline COMJ/01 Basso elettrico Prassi esecutiva e I 30 15 E


caratterizzanti repertori I – Basso
(33 CFA) elettrico

CODC/04 Composizione jazz Tecniche compositive C 36 6 I


jazz I

COMI/08 Tecniche di Tecniche di G 20 6 I


improvvisazione improvvisazione
musicale musicale I

COMI/06 Musica d’insieme Tecniche di G 20 6 E


jazz realizzazione di
specifici aspetti
ritmico-fonici

Ulteriori discipline COMI/06 Musica d’insieme Interazione creativa in G 20 6 E


di base e/o jazz piccola, media e grande
caratterizzanti formazione I
(6 CFA)

Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese I C 20 3 I


e affini o ulteriori comunitaria
(9 CFA)
CODC/05 Orchestrazione e Tecniche di scrittura ed C 36 6 E
concertazione jazz arrangiamento per vari
tipi di ensemble

Attività a scelta 6
dello studente
(6 CFA)
TOTALE 60

144
II ANNO

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE

Discipline di base CODM/06 Storia della musica Storia delle musiche C 36 6 E


(6 CFA) jazz, delle musiche afro-americane
improvvisate e
audiotattili

Discipline COMJ/01 Basso elettrico Prassi esecutiva e I 30 15 E


caratterizzanti repertori II – Basso
(27 CFA) elettrico

CODC/04 Composizione jazz Tecniche compositive C 36 6 E


jazz II

COMI/08 Tecniche di Tecniche di G 20 6 E


improvvisazione improvvisazione
musicale musicale II
Ulteriori discipline COMI/06 Musica d’insieme Interazione creativa in G 20 6 E
di base e/o jazz piccola, media e grande
caratterizzanti formazione II
(6 CFA)
Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese II C 20 3 E
e affini o ulteriori comunitaria
(9 CFA)
Ricerca artistica I 10 6 E

Attività a scelta 3
dello studente
(3 CFA)
Prova finale 9
(9 CFA)

TOTALE 60

La prova finale consiste nella realizzazione ed esecuzione di un


PROVA FINALE progetto musicale basato su composizioni originali o ispirate ad un
importante autore della musica jazz, arrangiate per lo specifico
organico scelto comprendente la sezione ritmica e almeno tre
strumenti a fiato. Eventuali progetti alternativi sono realizzabili
previa approvazione del Consiglio accademico.

145
BIENNIO ACCADEMICO DI SECONDO LIVELLO

DCSL/04 BASSO TUBA

Il piano di studi del Biennio accademico di secondo livello in Basso tuba si


prefigge lo scopo di fornire allo studente competenze avanzate e specifiche nel
OBIETTIVI campo dell’interpretazione musicale allo strumento attraverso
l’approfondimento ed il completamento degli studi precedentemente compiuti
FORMATIVI nel corso del Triennio accademico di primo livello, al fine di creare una figura
professionale completa che possa accedere al mondo del lavoro in ambito
musicale.
L’obiettivo del piano di studi è quello di formare una figura professionale che,
all’esito dello svolgimento delle attività didattiche ed artistiche relative al
Biennio in oggetto, sia caratterizzata dall’avvenuta acquisizione delle seguenti
competenze:
- conoscenza e capacità di pratica tecnico-interpretativa a elevato livello
professionale;
- conoscenza di stili e tecniche strumentali/interpretative ad essi relative, del
repertorio storico come della contemporaneità, tale da consentire loro di
prodursi in una vasta gamma di contesti differenti;
- capacità di interpretare con una cifra distintiva e personale musiche del
repertorio storico come contemporaneo, nelle sue declinazioni di genere;
- capacità di fornire adeguatamente il proprio apporto con professionalità
artistica sia in qualità di solista, che in insiemi cameristici e orchestrali;
- capacità di sviluppare ulteriormente e autonomamente le proprie tendenze
estetiche in una particolare area di specializzazione;
- capacità di relazionare le conoscenze con abilità pratiche per rafforzare il
proprio sviluppo artistico;
- capacità di rappresentare per iscritto come verbalmente i propri concetti
artistici;
- conoscenza a livello superiore e capacità di conversazione corrente
relativamente alla lingua inglese ai fini dell’inserimento in ambiti lavorativi
artistici internazionali.
Inoltre, nel piano di studi è inserita anche la “Ricerca artistica”; lo studente si
dedicherà alla elaborazione ed alla realizzazione di un progetto di ricerca (in
collaborazione e con la supervisione di docenti interni o ricercatori esterni
previa approvazione del Consiglio Accademico), finalizzato ad approfondire e
promuovere la comprensione della pratica artistica, e quindi il suo sviluppo. Il
lavoro di ricerca svolto dallo studente confluirà in una tesi scritta riguardante il
repertorio su cui è centrata la prova finale (consistente nella esecuzione
pubblica di un programma da concerto); la suddetta tesi verrà illustrata e
discussa dallo studente davanti ad una commissione in seduta pubblica,
programmata in apposita sessione antecedente la prova finale.
Lo studente ha infine la facoltà di inserire nel proprio piano di studi alcune
discipline a scelta afferenti al Dipartimento di Didattica della musica, valide
per l’acquisizione dei 24 CFA necessari per l’accesso al concorso a cattedra
per l’insegnamento dello strumento musicale (Decreto legislativo n.
616/2017).

146
Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti
PROSPETTIVE ambiti:
- Strumentista a fiato dedito alla carriera solistica
OCCUPAZIONALI - Strumentista a fiato inserito in gruppi cameristici
- Strumentista a fiato inserito in orchestra di fiati
- Professore d’orchestra
- Docente di strumento musicale nelle classi di concorso
A/55 e A/56

PIANO DI STUDI GENERALE

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE

Discipline di base COTP/01 Teoria e analisi Analisi dei repertori C 36 6 E


(18 CFA)
CODM/04 Storia della musica Filologia musicale C 36 6 E

CODM/04 Storia della musica Metodologia della C 36 6 E


ricerca storica e
musicale

Discipline CODI/08 Basso tuba Prassi esecutiva e I 82 54 E


caratterizzanti repertori – Basso tuba
(54 CFA)

Ulteriori discipline COMI/04 Musica d’insieme Musica d’insieme per G 60 12 E


di base e/o per fiati fiati
caratterizzanti
(12 CFA)
Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese C 40 6 E
e affini o ulteriori comunitaria
(18 CFA)
Laboratorio di L 60 6 I
formazione orchestrale

Ricerca artistica I 10 6 E

Attività a scelta 9
dello studente
(9 CFA)
Prova finale 9
(9 CFA)

TOTALE 120

147
I ANNO

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE
Discipline di base COTP/01 Teoria e analisi Analisi dei repertori C 36 6 E
(12 CFA)
CODM/04 Storia della musica Filologia musicale C 36 6 E

Discipline CODI/08 Basso tuba Prassi esecutiva e I 41 27 E


caratterizzanti repertori I – Basso tuba
(27 CFA)

Ulteriori discipline COMI/04 Musica d’insieme Musica d’insieme per G 30 6 I


di base e/o per fiati fiati I
caratterizzanti
(6 CFA)
Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese I C 20 3 I
e affini o ulteriori comunitaria
(9 CFA)
Laboratorio di L 60 6 I
formazione orchestrale
Attività a scelta 6
dello studente
(6 CFA)
TOTALE 60

148
II ANNO

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE

Discipline di base CODM/04 Storia della musica Metodologia della C 36 6 E


(6 CFA) ricerca storica e
musicale

Discipline CODI/08 Basso tuba Prassi esecutiva e I 41 27 E


caratterizzanti repertori II – Basso
(27 CFA) tuba

Ulteriori discipline COMI/04 Musica d’insieme Musica d’insieme per G 30 6 E


di base e/o per fiati fiati II
caratterizzanti
(6 CFA)
Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese II C 20 3 E
e affini o ulteriori comunitaria
(9 CFA)
Ricerca artistica I 10 6 E

Attività a scelta 3
dello studente
(3 CFA)
Prova finale 9
(9 CFA)

TOTALE 60

La prova finale consiste nella esecuzione pubblica di un


PROVA FINALE programma da concerto della durata minima di 40 minuti e
massima di 60 minuti

149
BIENNIO ACCADEMICO DI SECONDO LIVELLO

DCSL/05 BATTERIA E PERCUSSIONI JAZZ

Il piano di studi del Biennio accademico di secondo livello in Batteria e


percussioni jazz si prefigge l’obiettivo di fornire allo studente delle
OBIETTIVI competenze avanzate e delle specifiche abilità nell’ambito della musica Jazz
attraverso il completamento del percorso di studi avviato nel triennio di primo
FORMATIVI livello al fine di formare una figura professionale che possa accedere al modo
del lavoro in ambito artistico musicale.
Il piano di studi è finalizzato alla formazione di figure professionali con
elevate abilità tecnico-interpretative; pertanto ha particolare rilevanza lo
studio del repertorio specifico dello strumento, della prassi esecutiva e delle
differenze stilistiche presenti nel repertorio; in questo percorso formativo si
approfondisce anche lo studio del repertorio in relazione al ruolo che il
musicista è chiamato a svolgere interagendo attivamente di volta in volta, nei
diversi gruppi o in più ampie formazioni in cui è presente sia come solista in
formazioni jazz che in formazioni orchestrali jazz.
Inoltre lo studente potrà maturare competenze storico-analitiche nell’ambito
della musica jazz al fine di poter intraprendere attività artistiche assimilabili
alla consulenza musicale in diversi contesti, come collaboratore presso case
discografiche ed editori musicali o operatore musicale culturale in ambito
musicale. È prevista l’acquisizione della conoscenza a livello superiore e della
capacità di conversazione corrente relativamente alla lingua inglese ai fini
dell’inserimento in ambiti lavorativi artistici internazionali.
Nel piano di studi è presente anche la “Ricerca artistica”; lo studente si
dedicherà alla elaborazione ed alla realizzazione di un progetto di ricerca in
collaborazione e con la supervisione di docenti interni o ricercatori esterni
(previa approvazione del Consiglio Accademico), finalizzato ad approfondire e
promuovere la comprensione della pratica artistica, e quindi il suo sviluppo. Il
lavoro di ricerca svolto dallo studente confluirà in una tesi scritta riguardante il
repertorio su cui è centrato il progetto artistico dell’esame finale; la suddetta
tesi verrà illustrata e discussa dallo studente davanti ad una commissione in
seduta pubblica, programmata in apposita sessione antecedente la prova finale.

Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti


PROSPETTIVE ambiti:
 strumentista solista in formazioni jazz
OCCUPAZIONALI  strumentista in gruppi jazz
 strumentista in formazioni orchestrali jazz
 attività artistiche assimilabili alla consulenza musicale in
diversi contesti
 collaboratore presso case discografiche ed editori musicali
 operatore musicale culturale in ambito musicale

150
PIANO DI STUDI COMPLESSIVO

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE

Discipline di base CODM/06 Storia della musica Analisi delle forme C 36 6 E


(12 CFA) jazz, delle musiche compositive e
improvvisate e performative del jazz
audiotattili

CODM/06 Storia della musica Storia delle musiche C 36 6 E


jazz, delle musiche afro-americane
improvvisate e
audiotattili
Discipline COMJ/11 Batteria e Prassi esecutiva e I 60 30 E
caratterizzanti percussioni jazz repertori – Batteria e
(60 CFA) percussioni jazz

COMI/06 Musica d’insieme Tecniche di G 20 6 E


jazz realizzazione di
specifici aspetti
ritmico-fonici

CODC/04 Composizione jazz Tecniche compositive C 72 12 E


jazz

COMI/08 Tecniche di Tecniche di G 40 12 E


improvvisazione improvvisazione
musicale musicale

Ulteriori discipline COMI/06 Musica d’insieme Interazione creativa in G 40 12 E


di base e/o jazz piccola, media e grande
caratterizzanti formazione
(12 CFA)
Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese C 40 6 E
e affini o ulteriori comunitaria
(18 CFA)
CODC/05 Orchestrazione e Tecniche di scrittura ed C 36 6 E
concertazione jazz arrangiamento per vari
tipi di ensemble

Ricerca artistica I 10 6 E

Attività a scelta 9
dello studente
(9 CFA)
Prova finale 9
(9 CFA)

TOTALE 120

151
I ANNO

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE
Discipline di base CODM/06 Storia della musica Analisi delle forme C 36 6 E
(6 CFA) jazz, delle musiche compositive e
improvvisate e performative del jazz
audiotattili

Discipline COMJ/11 Batteria e Prassi esecutiva e I 30 15 E


caratterizzanti percussioni jazz repertori I – Batteria e
(33 CFA) percussioni jazz

CODC/04 Composizione jazz Tecniche compositive C 36 6 I


jazz I

COMI/08 Tecniche di Tecniche di G 20 6 I


improvvisazione improvvisazione
musicale musicale I

COMI/06 Musica d’insieme Tecniche di G 20 6 E


jazz realizzazione di
specifici aspetti
ritmico-fonici

Ulteriori discipline COMI/06 Musica d’insieme Interazione creativa in G 20 6 E


di base e/o jazz piccola, media e grande
caratterizzanti formazione I
(6 CFA)

Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese I C 20 3 I


e affini o ulteriori comunitaria
(9 CFA)
CODC/05 Orchestrazione e Tecniche di scrittura ed C 36 6 E
concertazione jazz arrangiamento per vari
tipi di ensemble

Attività a scelta 6
dello studente
(6 CFA)
TOTALE 60

152
II ANNO

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE

Discipline di base CODM/06 Storia della musica Storia delle musiche C 36 6 E


(6 CFA) jazz, delle musiche afro-americane
improvvisate e
audiotattili

Discipline COMJ/11 Batteria e Prassi esecutiva e I 30 15 E


caratterizzanti percussioni jazz repertori II – Batteria e
(27 CFA) percussioni jazz

CODC/04 Composizione jazz Tecniche compositive C 36 6 E


jazz II

COMI/08 Tecniche di Tecniche di G 20 6 E


improvvisazione improvvisazione
musicale musicale II
Ulteriori discipline COMI/06 Musica d’insieme Interazione creativa in G 20 6 E
di base e/o jazz piccola, media e grande
caratterizzanti formazione II
(6 CFA)
Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese II C 20 3 E
e affini o ulteriori comunitaria
(9 CFA)
Ricerca artistica I 10 6 E

Attività a scelta 3
dello studente
(3 CFA)
Prova finale 9
(9 CFA)

TOTALE 60

La prova finale consiste nella realizzazione ed esecuzione di un


PROVA FINALE progetto musicale basato su composizioni originali o ispirate ad un
importante autore della musica jazz, arrangiate per lo specifico
organico scelto comprendente la sezione ritmica e almeno tre
strumenti a fiato. Eventuali progetti alternativi sono realizzabili
previa approvazione del Consiglio accademico.

153
BIENNIO ACCADEMICO DI SECONDO LIVELLO

DCSL/06 CANTO

Il piano di studi del Biennio accademico di secondo livello in Canto si prefigge


lo scopo di fornire allo studente competenze avanzate e specifiche nel campo
OBIETTIVI dell’interpretazione musicale allo strumento attraverso l’approfondimento ed il
completamento degli studi precedentemente compiuti nel corso del Triennio
FORMATIVI accademico di primo livello, al fine di creare una figura professionale
completa che possa accedere al mondo del lavoro in ambito musicale.
L’obiettivo del piano di studi è quello di formare una figura professionale che,
all’esito dello svolgimento delle attività didattiche ed artistiche relative al
Biennio in oggetto, sia caratterizzata dall’avvenuta acquisizione delle seguenti
competenze:
- conoscenza e capacità di pratica tecnico-interpretativa a elevato livello
professionale;
- conoscenza di stili e tecniche vocali/interpretative ad essi relative, del
repertorio storico come della contemporaneità, tale da consentire loro di
prodursi in una vasta gamma di contesti differenti;
- capacità di interpretare con una cifra distintiva e personale musiche del
repertorio storico come contemporaneo, nelle sue declinazioni di genere;
- capacità di fornire adeguatamente il proprio apporto con professionalità
artistica sia in qualità di solista, che in insiemi corali;
- capacità di sviluppare ulteriormente e autonomamente le proprie tendenze
estetiche in una particolare area di specializzazione;
- capacità di relazionare le conoscenze con abilità pratiche per rafforzare il
proprio sviluppo artistico;
- capacità di rappresentare per iscritto come verbalmente i propri concetti
artistici;
- conoscenza a livello superiore e capacità di conversazione corrente
relativamente alla lingua inglese ai fini dell’inserimento in ambiti lavorativi
artistici internazionali.
Inoltre, nel piano di studi è inserita anche la “Ricerca artistica”; lo studente si
dedicherà alla elaborazione ed alla realizzazione di un progetto di ricerca (in
collaborazione e con la supervisione di docenti interni o ricercatori esterni
previa approvazione del Consiglio Accademico), finalizzato ad approfondire e
promuovere la comprensione della pratica artistica, e quindi il suo sviluppo. Il
lavoro di ricerca svolto dallo studente confluirà in una tesi scritta riguardante il
repertorio su cui è centrata la prova finale (consistente nella esecuzione
pubblica di un programma da concerto); la suddetta tesi verrà illustrata e
discussa dallo studente davanti ad una commissione in seduta pubblica,
programmata in apposita sessione antecedente la prova finale.
Lo studente ha infine la facoltà di inserire nel proprio piano di studi alcune
discipline a scelta afferenti al Dipartimento di Didattica della musica, valide
per l’acquisizione dei 24 CFA necessari per l’accesso al concorso a cattedra
per l’insegnamento del Canto nelle Scuole (Decreto legislativo n. 616/2017).

154
Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti
PROSPETTIVE ambiti:
- Cantante lirico dedito alla carriera operistica
OCCUPAZIONALI - Cantante dedito al repertorio vocale da camera
- Cantante inserito in gruppi cameristici
- Artista del coro presso Enti lirici e Fondazioni
- Docente di Canto nelle classi di concorso A/55 e A/56

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE

Discipline di base COTP/01 Teoria e analisi Analisi dei repertori C 36 6 E


(18 CFA)
CODM/04 Storia della musica Filologia musicale C 36 6 E

CODM/04 Storia della musica Metodologia della C 36 6 E


ricerca storica e
musicale

Discipline CODI/23 Canto Prassi esecutiva e I 72 48 E


caratterizzanti repertori – Canto
(54 CFA)
CORS/01 Teoria e tecnica Gestualità e G 20 3 E
dell’interpretazione movimento scenico
scenica

CORS/01 Teoria e tecnica Regia del teatro G 20 3 E


dell’interpretazione musicale
Scenica

Ulteriori discipline CODM/07 Poesia per musica e Storia del teatro C 36 6 E


di base e/o drammaturgia musicale
caratterizzanti
(12 CFA) COMI/03 Musica da camera Musica da camera G 20 3 E

COMI/01 Esercitazioni corali Musica d’insieme G 20 3 I


vocale e repertorio
corale
Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese C 40 6 E
e affini o ulteriori comunitaria
(18 CFA)
CODI/25 Accompagnamento Lettura dello spartito I 36 6 I
pianistico

Ricerca artistica I 10 6 E

Attività a scelta 9
dello studente
(9 CFA)
Prova finale 9
(9 CFA)

TOTALE 120

155
I ANNO

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE
Discipline di base COTP/01 Teoria e analisi Analisi dei repertori C 36 6 E
(12 CFA)
CODM/04 Storia della musica Filologia musicale C 36 6 E

Discipline CODI/23 Canto Prassi esecutiva e I 36 24 E


caratterizzanti repertori I – Canto
(27 CFA)
CORS/01 Teoria e tecnica Gestualità e G 20 3 E
dell’interpretazione movimento scenico
Scenica

Ulteriori discipline CODM/07 Poesia per musica e Storia del teatro C 36 6 E


di base e/o drammaturgia musicale
caratterizzanti
(9 CFA) COMI/01 Esercitazioni corali Musica d’insieme G 20 3 I
vocale e repertorio
corale
Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese I C 20 3 I
e affini o ulteriori comunitaria
(6 CFA)
CODI/25 Accompagnamento Lettura dello spartito I I 18 3 I
pianistico

Attività a scelta 6
dello studente
(6 CFA)
TOTALE 60

156
II ANNO

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE
Discipline di base CODM/04 Storia della musica Metodologia della C 36 6 E
(6 CFA) ricerca storica e
musicale

Discipline CODI/23 Canto Prassi esecutiva e I 36 24 E


caratterizzanti repertori II – Canto
(27 CFA)
CORS/01 Teoria e tecnica Regia del teatro G 20 3 E
dell’interpretazione musicale
scenica

Ulteriori discipline COMI/03 Musica da camera Musica da camera G 20 3 E


di base e/o
caratterizzanti
(3 CFA)
Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese II C 20 3 E
e affini o ulteriori comunitaria
(12 CFA)
CODI/25 Accompagnamento Lettura dello spartito II I 18 3 I
pianistico

Ricerca artistica I 10 6 E

Attività a scelta 3
dello studente
(3 CFA)
Prova finale 9
(9 CFA)

TOTALE 60

La prova finale consiste nella esecuzione pubblica di un


PROVA FINALE programma da concerto della durata minima di 40 minuti e
massima di 60 minuti

157
BIENNIO ACCADEMICO DI SECONDO LIVELLO

DCSL/07 CANTO JAZZ

Il piano di studi del Biennio accademico di secondo livello in Canto jazz si


prefigge l’obiettivo di fornire allo studente delle competenze avanzate e delle
OBIETTIVI specifiche abilità nell’ambito della musica Jazz attraverso il completamento
del percorso di studi avviato nel triennio di primo livello al fine di formare una
FORMATIVI figura professionale che possa accedere al modo del lavoro in ambito artistico
musicale.
Il piano di studi è finalizzato alla formazione di figure professionali con
elevate abilità tecnico-interpretative; pertanto ha particolare rilevanza lo
studio del repertorio specifico dello strumento, della prassi esecutiva e delle
differenze stilistiche presenti nel repertorio; in questo percorso formativo si
approfondisce anche lo studio del repertorio in relazione al ruolo che il
musicista è chiamato a svolgere interagendo attivamente di volta in volta, nei
diversi gruppi o in più ampie formazioni in cui è presente sia come solista in
formazioni jazz che in formazioni orchestrali jazz.
Inoltre lo studente potrà maturare competenze storico-analitiche nell’ambito
della musica jazz al fine di poter intraprendere attività artistiche assimilabili
alla consulenza musicale in diversi contesti, come collaboratore presso case
discografiche ed editori musicali o operatore musicale culturale in ambito
musicale. È prevista l’acquisizione della conoscenza a livello superiore e della
capacità di conversazione corrente relativamente alla lingua inglese ai fini
dell’inserimento in ambiti lavorativi artistici internazionali.
Nel piano di studi è presente anche la “Ricerca artistica”; lo studente si
dedicherà alla elaborazione ed alla realizzazione di un progetto di ricerca in
collaborazione e con la supervisione di docenti interni o ricercatori esterni
(previa approvazione del Consiglio Accademico), finalizzato ad approfondire e
promuovere la comprensione della pratica artistica, e quindi il suo sviluppo. Il
lavoro di ricerca svolto dallo studente confluirà in una tesi scritta riguardante il
repertorio su cui è centrato il progetto artistico dell’esame finale; la suddetta
tesi verrà illustrata e discussa dallo studente davanti ad una commissione in
seduta pubblica, programmata in apposita sessione antecedente la prova finale.

Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti


PROSPETTIVE ambiti:
 cantante in gruppi e formazioni jazz
OCCUPAZIONALI  attività artistiche assimilabili alla consulenza musicale in
diversi contesti
 collaboratore presso case discografiche ed editori musicali
 operatore musicale culturale in ambito musicale

158
PIANO DI STUDI COMPLESSIVO

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE

Discipline di base CODM/06 Storia della musica Analisi delle forme C 36 6 E


(12 CFA) jazz, delle musiche compositive e
improvvisate e performative del jazz
audiotattili

CODM/06 Storia della musica Storia delle musiche C 36 6 E


jazz, delle musiche afro-americane
improvvisate e
audiotattili
Discipline COMJ/12 Canto jazz Prassi esecutiva e I 60 30 E
caratterizzanti repertori – Canto jazz
(60 CFA)

COMI/06 Musica d’insieme Tecniche di G 20 6 E


jazz realizzazione di
specifici aspetti
ritmico-fonici

CODC/04 Composizione jazz Tecniche compositive C 72 12 E


jazz

COMI/08 Tecniche di Tecniche di G 40 12 E


improvvisazione improvvisazione
musicale musicale

Ulteriori discipline COMI/06 Musica d’insieme Interazione creativa in G 40 12 E


di base e/o jazz piccola, media e grande
caratterizzanti formazione
(12 CFA)
Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese C 40 6 E
e affini o ulteriori comunitaria
(18 CFA)
CODC/05 Orchestrazione e Tecniche di scrittura ed C 36 6 E
concertazione jazz arrangiamento per vari
tipi di ensemble

Ricerca artistica I 10 6 E

Attività a scelta 9
dello studente
(9 CFA)
Prova finale 9
(9 CFA)

TOTALE 120

159
I ANNO

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE
Discipline di base CODM/06 Storia della musica Analisi delle forme C 36 6 E
(6 CFA) jazz, delle musiche compositive e
improvvisate e performative del jazz
audiotattili

Discipline COMJ/12 Canto jazz Prassi esecutiva e I 30 15 E


caratterizzanti repertori I – Canto jazz
(33 CFA)

CODC/04 Composizione jazz Tecniche compositive C 36 6 I


jazz I

COMI/08 Tecniche di Tecniche di G 20 6 I


improvvisazione improvvisazione
musicale musicale I

COMI/06 Musica d’insieme Tecniche di G 20 6 E


jazz realizzazione di
specifici aspetti
ritmico-fonici

Ulteriori discipline COMI/06 Musica d’insieme Interazione creativa in G 20 6 E


di base e/o jazz piccola, media e grande
caratterizzanti formazione I
(6 CFA)

Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese I C 20 3 I


e affini o ulteriori comunitaria
(9 CFA)
CODC/05 Orchestrazione e Tecniche di scrittura ed C 36 6 E
concertazione jazz arrangiamento per vari
tipi di ensemble

Attività a scelta 6
dello studente
(6 CFA)
TOTALE 60

160
II ANNO

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE

Discipline di base CODM/06 Storia della musica Storia delle musiche C 36 6 E


(6 CFA) jazz, delle musiche afro-americane
improvvisate e
audiotattili

Discipline COMJ/12 Canto jazz Prassi esecutiva e I 30 15 E


caratterizzanti repertori II – Canto
(27 CFA) jazz

CODC/04 Composizione jazz Tecniche compositive C 36 6 E


jazz II

COMI/08 Tecniche di Tecniche di G 20 6 E


improvvisazione improvvisazione
musicale musicale II
Ulteriori discipline COMI/06 Musica d’insieme Interazione creativa in G 20 6 E
di base e/o jazz piccola, media e grande
caratterizzanti formazione II
(6 CFA)
Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese II C 20 3 E
e affini o ulteriori comunitaria
(9 CFA)
Ricerca artistica I 10 6 E

Attività a scelta 3
dello studente
(3 CFA)
Prova finale 9
(9 CFA)

TOTALE 60

La prova finale consiste nella realizzazione ed esecuzione di un


PROVA FINALE progetto musicale basato su composizioni originali o ispirate ad un
importante autore della musica jazz, arrangiate per lo specifico
organico scelto comprendente la sezione ritmica e almeno tre
strumenti a fiato. Eventuali progetti alternativi sono realizzabili
previa approvazione del Consiglio accademico.

161
BIENNIO ACCADEMICO DI SECONDO LIVELLO

DCSL/09 CHITARRA

Il piano di studi del Biennio accademico di secondo livello in Chitarra si


prefigge lo scopo di fornire allo studente competenze avanzate e specifiche nel
OBIETTIVI campo dell’interpretazione musicale allo strumento attraverso
l’approfondimento ed il completamento degli studi precedentemente compiuti
FORMATIVI nel corso del Triennio accademico di primo livello, al fine di creare una figura
professionale completa che possa accedere al mondo del lavoro in ambito
musicale.
L’obiettivo del piano di studi è quello di formare una figura professionale che,
all’esito dello svolgimento delle attività didattiche ed artistiche relative al
Biennio in oggetto, sia caratterizzata dall’avvenuta acquisizione delle seguenti
competenze:
- conoscenza e capacità di pratica tecnico-interpretativa a elevato livello
professionale;
- conoscenza di stili e tecniche strumentali/interpretative ad essi relative, del
repertorio storico come della contemporaneità, tale da consentire loro di
prodursi in una vasta gamma di contesti differenti;
- capacità di interpretare con una cifra distintiva e personale musiche del
repertorio storico come contemporaneo, nelle sue declinazioni di genere;
- capacità di fornire adeguatamente il proprio apporto con professionalità
artistica sia in qualità di solista, che in insiemi cameristici;
- capacità di sviluppare ulteriormente e autonomamente le proprie tendenze
estetiche in una particolare area di specializzazione;
- capacità di relazionare le conoscenze con abilità pratiche per rafforzare il
proprio sviluppo artistico;
- capacità di rappresentare per iscritto come verbalmente i propri concetti
artistici;
- conoscenza a livello superiore e capacità di conversazione corrente
relativamente alla lingua inglese ai fini dell’inserimento in ambiti lavorativi
artistici internazionali.
Inoltre, nel piano di studi è inserita anche la “Ricerca artistica”; lo studente si
dedicherà alla elaborazione ed alla realizzazione di un progetto di ricerca (in
collaborazione e con la supervisione di docenti interni o ricercatori esterni
previa approvazione del Consiglio Accademico), finalizzato ad approfondire e
promuovere la comprensione della pratica artistica, e quindi il suo sviluppo. Il
lavoro di ricerca svolto dallo studente confluirà in una tesi scritta riguardante il
repertorio su cui è centrata la prova finale (consistente nella esecuzione
pubblica di un programma da concerto); la suddetta tesi verrà illustrata e
discussa dallo studente davanti ad una commissione in seduta pubblica,
programmata in apposita sessione antecedente la prova finale.
Lo studente ha infine la facoltà di inserire nel proprio piano di studi alcune
discipline a scelta afferenti al Dipartimento di Didattica della musica, valide
per l’acquisizione dei 24 CFA necessari per l’accesso al concorso a cattedra
per l’insegnamento dello strumento musicale (Decreto legislativo n.
616/2017).

162
Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti
PROSPETTIVE ambiti:
- Chitarrista dedito alla carriera solistica
OCCUPAZIONALI - Chitarrista inserito in gruppi cameristici
- Docente di strumento musicale nelle classi di concorso
A/55 e A/56

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE

Discipline di base COTP/01 Teoria e analisi Analisi dei repertori C 36 6 E


(18 CFA)
CODM/04 Storia della musica Filologia musicale C 36 6 E

CODM/04 Storia della musica Metodologia della C 36 6 E


ricerca storica e
musicale

Discipline CODI/02 Chitarra Prassi esecutiva e I 80 54 E


caratterizzanti repertori - Chitarra
(54 CFA)

Ulteriori discipline COMI/03 Musica da camera Musica da camera G 40 12 E


di base e/o
caratterizzanti
(12 CFA)
Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese C 40 6 E
e affini o ulteriori comunitaria
(12 CFA)

Ricerca artistica 10 6 E

Attività a scelta 15
dello studente
(15 CFA)
Prova finale 9
(9 CFA)

TOTALE 120

La prova finale consiste nella esecuzione pubblica di un


PROVA FINALE programma da concerto della durata minima di 50 minuti e
massima di 70 minuti

163
I ANNO

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE
Discipline di base COTP/01 Teoria e analisi Analisi dei repertori C 36 6 E
(12 CFA)
CODM/04 Storia della musica Filologia musicale C 36 6 E

Discipline CODI/02 Chitarra Prassi esecutiva e I 40 27 E


caratterizzanti repertori I – Chitarra
(27 CFA)
Ulteriori discipline COMI/03 Musica da camera Musica da camera G 20 6 E
di base e/o
caratterizzanti
(6 CFA)
Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese I C 20 3 I
e affini o ulteriori comunitaria
(3 CFA)
Attività a scelta 12
dello studente
(12 CFA)
TOTALE 60

II ANNO

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE

Discipline di base CODM/04 Storia della musica Metodologia della C 36 6 E


(6 CFA) ricerca storica e
musicale

Discipline CODI/02 Chitarra Prassi esecutiva e I 40 27 E


caratterizzanti repertori II – Chitarra
(27 CFA)

Ulteriori discipline COMI/03 Musica da camera Musica da camera G 20 6 E


di base e/o
caratterizzanti
(6 CFA)
Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese II C 20 3 E
e affini o ulteriori comunitaria
(9 CFA)
Ricerca artistica 10 6 E

Attività a scelta 3
dello studente
(3 CFA)
Prova finale 9
(9 CFA)

TOTALE 60

164
BIENNIO ACCADEMICO DI SECONDO LIVELLO

DCSL/10 CHITARRA JAZZ

Il piano di studi del Biennio accademico di secondo livello in Chitarra jazz si


prefigge l’obiettivo di fornire allo studente delle competenze avanzate e delle
OBIETTIVI specifiche abilità nell’ambito della musica Jazz attraverso il completamento
del percorso di studi avviato nel triennio di primo livello al fine di formare una
FORMATIVI figura professionale che possa accedere al modo del lavoro in ambito artistico
musicale.
Il piano di studi è finalizzato alla formazione di figure professionali con
elevate abilità tecnico-interpretative; pertanto ha particolare rilevanza lo
studio del repertorio specifico dello strumento, della prassi esecutiva e delle
differenze stilistiche presenti nel repertorio; in questo percorso formativo si
approfondisce anche lo studio del repertorio in relazione al ruolo che il
musicista è chiamato a svolgere interagendo attivamente di volta in volta, nei
diversi gruppi o in più ampie formazioni in cui è presente sia come solista in
formazioni jazz che in formazioni orchestrali jazz.
Inoltre lo studente potrà maturare competenze storico-analitiche nell’ambito
della musica jazz al fine di poter intraprendere attività artistiche assimilabili
alla consulenza musicale in diversi contesti, come collaboratore presso case
discografiche ed editori musicali o operatore musicale culturale in ambito
musicale. È prevista l’acquisizione della conoscenza a livello superiore e della
capacità di conversazione corrente relativamente alla lingua inglese ai fini
dell’inserimento in ambiti lavorativi artistici internazionali.
Nel piano di studi è presente anche la “Ricerca artistica”; lo studente si
dedicherà alla elaborazione ed alla realizzazione di un progetto di ricerca in
collaborazione e con la supervisione di docenti interni o ricercatori esterni
(previa approvazione del Consiglio Accademico), finalizzato ad approfondire e
promuovere la comprensione della pratica artistica, e quindi il suo sviluppo. Il
lavoro di ricerca svolto dallo studente confluirà in una tesi scritta riguardante il
repertorio su cui è centrato il progetto artistico dell’esame finale; la suddetta
tesi verrà illustrata e discussa dallo studente davanti ad una commissione in
seduta pubblica, programmata in apposita sessione antecedente la prova finale.

Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti


PROSPETTIVE ambiti:
 strumentista solista in formazioni jazz
OCCUPAZIONALI  strumentista in gruppi jazz
 strumentista in formazioni orchestrali jazz
 attività artistiche assimilabili alla consulenza musicale in
diversi contesti
 collaboratore presso case discografiche ed editori musicali
 operatore musicale culturale in ambito musicale

165
PIANO DI STUDI COMPLESSIVO

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE

Discipline di base CODM/06 Storia della musica Analisi delle forme C 36 6 E


(12 CFA) jazz, delle musiche compositive e
improvvisate e performative del jazz
audiotattili

CODM/06 Storia della musica Storia delle musiche C 36 6 E


jazz, delle musiche afro-americane
improvvisate e
audiotattili
Discipline COMJ/02 Chitarra jazz Prassi esecutiva e I 60 30 E
caratterizzanti repertori – Chitarra
(60 CFA) jazz

COMI/06 Musica d’insieme Tecniche di G 20 6 E


jazz realizzazione di
specifici aspetti
ritmico-fonici

CODC/04 Composizione jazz Tecniche compositive C 72 12 E


jazz

COMI/08 Tecniche di Tecniche di G 40 12 E


improvvisazione improvvisazione
musicale musicale

Ulteriori discipline COMI/06 Musica d’insieme Interazione creativa in G 40 12 E


di base e/o jazz piccola, media e grande
caratterizzanti formazione
(12 CFA)
Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese C 40 6 E
e affini o ulteriori comunitaria
(18 CFA)
CODC/05 Orchestrazione e Tecniche di scrittura ed C 36 6 E
concertazione jazz arrangiamento per vari
tipi di ensemble

Ricerca artistica I 10 6 E

Attività a scelta 9
dello studente
(9 CFA)
Prova finale 9
(9 CFA)

TOTALE 120

166
I ANNO

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE
Discipline di base CODM/06 Storia della musica Analisi delle forme C 36 6 E
(6 CFA) jazz, delle musiche compositive e
improvvisate e performative del jazz
audiotattili

Discipline COMJ/02 Chitarra jazz Prassi esecutiva e I 30 15 E


caratterizzanti repertori I – Chitarra
(33 CFA) jazz

CODC/04 Composizione jazz Tecniche compositive C 36 6 I


jazz I

COMI/08 Tecniche di Tecniche di G 20 6 I


improvvisazione improvvisazione
musicale musicale I

COMI/06 Musica d’insieme Tecniche di G 20 6 E


jazz realizzazione di
specifici aspetti
ritmico-fonici

Ulteriori discipline COMI/06 Musica d’insieme Interazione creativa in G 20 6 E


di base e/o jazz piccola, media e grande
caratterizzanti formazione I
(6 CFA)

Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese I C 20 3 I


e affini o ulteriori comunitaria
(9 CFA)
CODC/05 Orchestrazione e Tecniche di scrittura ed C 36 6 E
concertazione jazz arrangiamento per vari
tipi di ensemble

Attività a scelta 6
dello studente
(6 CFA)
TOTALE 60

167
II ANNO

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE

Discipline di base CODM/06 Storia della musica Storia delle musiche C 36 6 E


(6 CFA) jazz, delle musiche afro-americane
improvvisate e
audiotattili

Discipline COMJ/02 Chitarra jazz Prassi esecutiva e I 30 15 E


caratterizzanti repertori II – Chitarra
(27 CFA) jazz

CODC/04 Composizione jazz Tecniche compositive C 36 6 E


jazz II

COMI/08 Tecniche di Tecniche di G 20 6 E


improvvisazione improvvisazione
musicale musicale II
Ulteriori discipline COMI/06 Musica d’insieme Interazione creativa in G 20 6 E
di base e/o jazz piccola, media e grande
caratterizzanti formazione II
(6 CFA)
Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese II C 20 3 E
e affini o ulteriori comunitaria
(9 CFA)
Ricerca artistica I 10 6 E

Attività a scelta 3
dello studente
(3 CFA)
Prova finale 9
(9 CFA)

TOTALE 60

La prova finale consiste nella realizzazione ed esecuzione di un


PROVA FINALE progetto musicale basato su composizioni originali o ispirate ad un
importante autore della musica jazz, arrangiate per lo specifico
organico scelto comprendente la sezione ritmica e almeno tre
strumenti a fiato. Eventuali progetti alternativi sono realizzabili
previa approvazione del Consiglio accademico.

168
BIENNIO ACCADEMICO DI SECONDO LIVELLO

DCSL/11 CLARINETTO

Il piano di studi del Biennio accademico di secondo livello in Clarinetto si


prefigge lo scopo di fornire allo studente competenze avanzate e specifiche nel
OBIETTIVI campo dell’interpretazione musicale allo strumento attraverso
l’approfondimento ed il completamento degli studi precedentemente compiuti
FORMATIVI nel corso del Triennio accademico di primo livello, al fine di creare una figura
professionale completa che possa accedere al mondo del lavoro in ambito
musicale.
L’obiettivo del piano di studi è quello di formare una figura professionale che,
all’esito dello svolgimento delle attività didattiche ed artistiche relative al
Biennio in oggetto, sia caratterizzata dall’avvenuta acquisizione delle seguenti
competenze:
- conoscenza e capacità di pratica tecnico-interpretativa a elevato livello
professionale;
- conoscenza di stili e tecniche strumentali/interpretative ad essi relative, del
repertorio storico come della contemporaneità, tale da consentire loro di
prodursi in una vasta gamma di contesti differenti;
- capacità di interpretare con una cifra distintiva e personale musiche del
repertorio storico come contemporaneo, nelle sue declinazioni di genere;
- capacità di fornire adeguatamente il proprio apporto con professionalità
artistica sia in qualità di solista, che in insiemi cameristici e orchestrali;
- capacità di sviluppare ulteriormente e autonomamente le proprie tendenze
estetiche in una particolare area di specializzazione;
- capacità di relazionare le conoscenze con abilità pratiche per rafforzare il
proprio sviluppo artistico;
- capacità di rappresentare per iscritto come verbalmente i propri concetti
artistici;
- conoscenza a livello superiore e capacità di conversazione corrente
relativamente alla lingua inglese ai fini dell’inserimento in ambiti lavorativi
artistici internazionali.
Inoltre, nel piano di studi è inserita anche la “Ricerca artistica”; lo studente si
dedicherà alla elaborazione ed alla realizzazione di un progetto di ricerca (in
collaborazione e con la supervisione di docenti interni o ricercatori esterni
previa approvazione del Consiglio Accademico), finalizzato ad approfondire e
promuovere la comprensione della pratica artistica, e quindi il suo sviluppo. Il
lavoro di ricerca svolto dallo studente confluirà in una tesi scritta riguardante il
repertorio su cui è centrata la prova finale (consistente nella esecuzione
pubblica di un programma da concerto); la suddetta tesi verrà illustrata e
discussa dallo studente davanti ad una commissione in seduta pubblica,
programmata in apposita sessione antecedente la prova finale.
Lo studente ha infine la facoltà di inserire nel proprio piano di studi alcune
discipline a scelta afferenti al Dipartimento di Didattica della musica, valide
per l’acquisizione dei 24 CFA necessari per l’accesso al concorso a cattedra
per l’insegnamento dello strumento musicale (Decreto legislativo n.
616/2017).

169
Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti
PROSPETTIVE ambiti:
- Strumentista a fiato dedito alla carriera solistica
OCCUPAZIONALI - Strumentista a fiato inserito in gruppi cameristici
- Strumentista a fiato inserito in orchestra di fiati
- Professore d’orchestra
- Docente di strumento musicale nelle classi di concorso
A/55 e A/56

PIANO DI STUDI GENERALE

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE

Discipline di base COTP/01 Teoria e analisi Analisi dei repertori C 36 6 E


(18 CFA)
CODM/04 Storia della musica Filologia musicale C 36 6 E

CODM/04 Storia della musica Metodologia della C 36 6 E


ricerca storica e
musicale

Discipline CODI/09 Clarinetto Prassi esecutiva e I 82 54 E


caratterizzanti repertori - Clarinetto
(54 CFA)

Ulteriori discipline COMI/04 Musica d’insieme Musica d’insieme per G 60 12 E


di base e/o per fiati fiati
caratterizzanti
(12 CFA)
Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese C 40 6 E
e affini o ulteriori comunitaria
(18 CFA)
Laboratorio di L 60 6 I
formazione orchestrale

Ricerca artistica I 10 6 E

Attività a scelta 9
dello studente
(9 CFA)
Prova finale 9
(9 CFA)

TOTALE 120

170
I ANNO

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE
Discipline di base COTP/01 Teoria e analisi Analisi dei repertori C 36 6 E
(12 CFA)
CODM/04 Storia della musica Filologia musicale C 36 6 E

Discipline CODI/09 Clarinetto Prassi esecutiva e I 41 27 E


caratterizzanti repertori I – Clarinetto
(27 CFA)

Ulteriori discipline COMI/04 Musica d’insieme Musica d’insieme per G 30 6 I


di base e/o per fiati fiati I
caratterizzanti
(6 CFA)
Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese I C 20 3 I
e affini o ulteriori comunitaria
(9 CFA)
Laboratorio di L 60 6 I
formazione orchestrale
Attività a scelta 6
dello studente
(6 CFA)
TOTALE 60

171
II ANNO

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE

Discipline di base CODM/04 Storia della musica Metodologia della C 36 6 E


(6 CFA) ricerca storica e
musicale

Discipline CODI/09 Clarinetto Prassi esecutiva e I 41 27 E


caratterizzanti repertori II – Clarinetto
(27 CFA)

Ulteriori discipline COMI/04 Musica d’insieme Musica d’insieme per G 30 6 E


di base e/o per fiati fiati II
caratterizzanti
(6 CFA)
Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese II C 20 3 E
e affini o ulteriori comunitaria
(9 CFA)
Ricerca artistica I 10 6 E

Attività a scelta 3
dello studente
(3 CFA)
Prova finale 9
(9 CFA)

TOTALE 60

La prova finale consiste nella esecuzione pubblica di un


PROVA FINALE programma da concerto della durata minima di 40 minuti e
massima di 60 minuti

172
BIENNIO ACCADEMICO DI SECONDO LIVELLO

DCSL/14 CLAVICEMBALO E TASTIERE STORICHE

Al termine degli studi relativi al Diploma Accademico di secondo


livello in Clavicembalo e tastiere storiche, lo studente deve avere
OBIETTIVI FORMATIVI acquisito le conoscenze delle tecniche storiche e le competenze
specifiche tali da consentirgli di realizzare concretamente la
propria idea artistica. A tal fine sarà dato particolare rilievo allo
studio del repertorio più rappresentativo dello strumento - incluso
quello d’insieme - e delle relative prassi esecutive, anche con la
finalità di sviluppare la capacità dello studente di interagire
all’interno di gruppi musicali diversamente composti. Al termine
del Biennio lo studente deve avere acquisito una conoscenza
approfondita degli aspetti stilistici, storici estetici generali e relativi
al proprio specifico indirizzo. Inoltre, con riferimento alla
specificità del corso, lo studente dovrà possedere adeguate
competenze riferite all’ambito dell’improvvisazione e
all’ornamentazione. E’ obiettivo formativo del corso anche
l’acquisizione di adeguate competenze relative alla capacità di
conversazione corrente ed alla conoscenza a livello superiore della
lingua inglese ai fini dell’inserimento in ambiti lavorativi artistici
internazionali.
Inoltre, nel piano di studi è inserita anche la “Ricerca artistica”; lo
studente si dedicherà alla elaborazione ed alla realizzazione di un
progetto di ricerca in collaborazione e con la supervisione di
docenti interni o ricercatori esterni previa approvazione del
Consiglio Accademico), finalizzato ad approfondire e promuovere
la comprensione della pratica artistica, e quindi il suo sviluppo. Il
lavoro di ricerca svolto dallo studente confluirà in una tesi scritta
riguardante il repertorio su cui è centrata la prova finale
(consistente nella esecuzione pubblica di un programma da
concerto); la suddetta tesi verrà illustrata e discussa dallo studente
davanti ad una commissione in seduta pubblica, programmata in
apposita sessione antecedente la prova finale.

Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti


PROSPETTIVE ambiti: - Strumentista solista - Strumentista in gruppi da camera -
OCCUPAZIONALI Strumentista in formazioni orchestrali - Strumentista in formazioni
orchestrali per il teatro musicale - Continuista nel repertorio da
camera e nel teatro musicale - Maestro preparatore e ripetitore per
cantanti del repertorio pre-classico

173
TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.
DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE

Discipline di base CODI/20 Pratica organistica e Pratica organistica I 10 6 E


(18 CFA) canto gregoriano

CODM/04 Storia della musica Filologia musicale C 36 6 E

CODM/04 Storia della musica Paleografia musicale C 20 3 E

CODM/01 Bibliografia e Biblioteconomia e C 20 3 E


biblioteconomia documentazione
musicale musicale

Discipline COMA/15 Clavicembalo e Prassi esecutiva e I 80 42 E


caratterizzanti tastiere storiche repertori –
(60 CFA) Clavicembalo

COTP/05 Teoria e prassi del Prassi esecutive e I 40 18 E


basso continuo repertori del basso
continuo

Ulteriori discipline COMI/07 Musica d’insieme Musica d’insieme per G 40 12 E


di base e/o per strumenti voci e strumenti antichi
caratterizzanti antichi
(12 CFA)

Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese C 40 6 E


e affini o ulteriori comunitaria
(12 CFA)

Ricerca artistica I 10 6 E

Attività a scelta 9
dello studente
(9 CFA)
Prova finale 9
(9 CFA)

TOTALE 120

174
I ANNO

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE
Discipline di base CODI/20 Pratica organistica e Pratica organistica I 10 6 E
(12 CFA) canto gregoriano

CODM/04 Storia della musica Filologia musicale C 36 6 E

Discipline COMA/15 Clavicembalo e Prassi esecutiva e I 40 21 E


caratterizzanti tastiere storiche repertori I –
(30 CFA) Clavicembalo

COTP/05 Teoria e prassi del Prassi esecutive e I 20 9 E


basso continuo repertori del basso
continuo I

Ulteriori discipline COMI/07 Musica d’insieme Musica d’insieme per G 20 6 E


di base e/o per strumenti voci e strumenti antichi
caratterizzanti antichi I
(6 CFA)
Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese I C 20 3 I
e affini o ulteriori comunitaria
(3 CFA)
Attività a scelta 9
dello studente
(9 CFA)
TOTALE 60

175
II ANNO

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE

Discipline di base CODM/04 Storia della musica Paleografia musicale C 20 3 E


(6 CFA)
CODM/01 Bibliografia e Biblioteconomia e C 20 3 E
biblioteconomia documentazione
musicale musicale

Discipline COMA/15 Clavicembalo e Prassi esecutiva e I 40 21 E


caratterizzanti tastiere storiche repertori II –
(30 CFA) Clavicembalo

COTP/05 Teoria e prassi del Prassi esecutive e I 20 9 E


basso continuo repertori del basso
continuo II

Ulteriori discipline COMI/07 Musica d’insieme Musica d’insieme per G 20 6 E


di base e/o per strumenti voci e strumenti antichi
caratterizzanti antichi II
(6 CFA)
Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese II C 20 3 E
e affini o ulteriori comunitaria
(9 CFA)
Ricerca artistica I 10 6 E

Attività a scelta
dello studente

Prova finale 9
(9 CFA)

TOTALE 60

La prova finale consiste nella esecuzione pubblica di un


PROVA FINALE programma da concerto della durata minima di 50 minuti e
massima di 70 minuti. Il programma vedrà impegnato il musicista
sia in qualità di solista che in qualità di componente di gruppi
musicali con voci e strumenti.

176
BIENNIO ACCADEMICO DI SECONDO LIVELLO

DCSL/15 COMPOSIZIONE

Il piano di studi del Biennio accademico di secondo livello in Composizione,


attraverso l'approfondimento degli studi musicali compiuti, si prefigge lo
OBIETTIVI scopo di fornire competenze avanzate nel campo della composizione musicale,
anche attraverso attività formative di approfondimento nelle aree teorico-
FORMATIVI analitica e drammaturgica.
Particolare risalto è dato esperienze musicali ispirate alle tendenze sviluppatesi
dal ‘900 sino ai nostri giorni sia nell’ambito strumentale che in quello della
musica per teatro.
Si voglio parimenti fornire generiche competenze su altri generi compositivi
quali la musica per film e la musica elettronica.
Si è ritenuto opportuno anche dare la possibilità allo studente di vivere
l’esperienza della concertazione e della direzione.
L’obiettivo del piano di studi è quello di formare una figura professionale che,
all’esito dello svolgimento delle attività didattiche ed artistiche relative al
Biennio in oggetto, sia caratterizzata dall’avvenuta acquisizione delle seguenti
competenze:
- capacità di comprensione e analisi approfondita della partitura musicale
relativa a qualsiasi periodo storico;
- conoscenza e capacità di pratica di arrangiamento e strumentazione a elevato
livello professionale;
- conoscenza di stili e tecniche compositive tipiche della musica moderna e
contemporanea;
- capacità di produrre composizioni originali in avi ambiti: dal genere
cameristico strumentale a quello sinfonico corale a quello teatrale.
- capacità di sviluppare ulteriormente e autonomamente le proprie tendenze
estetiche in una particolare area di specializzazione;
- capacità di rappresentare per iscritto come verbalmente i propri concetti
artistici;
- conoscenza a livello superiore e capacità di conversazione corrente
relativamente alla lingua inglese ai fini dell’inserimento in ambiti lavorativi
artistici internazionali.
Inoltre, nel piano di studi è inserita anche la “Ricerca artistica”; lo studente si
dedicherà alla elaborazione ed alla realizzazione di un progetto di ricerca (in
collaborazione e con la supervisione di docenti interni o ricercatori esterni
previa approvazione del Consiglio Accademico), finalizzato ad approfondire e
promuovere la comprensione della pratica compositiva, e quindi il suo
sviluppo. Il lavoro di ricerca svolto dallo studente confluirà in una tesi scritta
riguardante il repertorio su cui è centrata la prova finale (consistente nella
esecuzione pubblica di musiche proprie); la suddetta tesi verrà illustrata e
discussa dallo studente davanti ad una commissione in seduta pubblica,
programmata in apposita sessione antecedente la prova finale.
Lo studente ha infine la facoltà di inserire nel proprio piano di studi alcune
discipline a scelta afferenti al Dipartimento di Didattica della musica, valide
per l’acquisizione dei 24 CFA necessari per l’accesso al concorso a cattedra
per l’insegnamento dello strumento musicale (Decreto legislativo n.
616/2017).

177
Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti
PROSPETTIVE ambiti:
- Compositore di musica originale
OCCUPAZIONALI - Arrangiatore/Orchestratore
- Attività saggistica di analisi musicale
- Docente di Teoria Analisi e Composizione nella classe di
concorso A064

178
PIANO DI STUDI GENERALE

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE

Discipline di base CODM/04 Storia della musica Storia della musica C 36 6 E


(12 CFA) moderna e
contemporanea

CODM/07 Poesia per musica e Drammaturgia C 36 6 E


drammaturgia musicale

Discipline CODC/01 Composizione Composizione I 80 48 E


caratterizzanti musicale
(60 CFA)
COTP/02 Lettura della Lettura della partitura I 15 6 E
partitura

CODC/01 Composizione Strumentazione e I 15 6 E


Orchestrazione

Ulteriori discipline
di base e/o
caratterizzanti

Attività integrative COTP/01 Teoria e analisi Analisi dei repertori C 36 6 E


e affini o ulteriori contemporanei
(30 CFA)
COTP/01 Teoria e analisi Analisi dei repertori C 36 6 E
contemporanei per il
teatro

CODC/02 Composizione per Composizione per la C 20 3 E


la musica applicata musica applicata alle
alle immagini immagini

COME/02 Composizione Composizione C 20 3 E


musicale musicale
elettroacustica elettroacustica

CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese C 40 6 E


comunitaria

Ricerca artistica I 10 6 E

Attività a scelta 9
dello studente
(9 CFA)
Prova finale 9
(9 CFA)

TOTALE 120

179
I ANNO

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE
Discipline di base CODM/04 Storia della musica Storia della musica C 36 6 E
(6 CFA) moderna e
contemporanea

Discipline CODC/01 Composizione Composizione I I 40 24 E


caratterizzanti
(30 CFA) COTP/02 Lettura della Lettura della partitura I 15 6 E
partitura

Ulteriori discipline
di base e/o
caratterizzanti
Attività integrative COTP/01 Teoria e analisi Analisi dei repertori C 36 6 E
e affini o ulteriori contemporanei
(15 CFA)
CODC/02 Composizione per Composizione per la C 20 3 E
la musica applicata musica applicata alle
alle immagini immagini

COME/02 Composizione Composizione musicale C 20 3 E


musicale elettroacustica
elettroacustica

CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese I C 20 3 I


comunitaria

Attività a scelta 9
dello studente
(9 CFA)
TOTALE 60

180
II ANNO

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE

Discipline di base CODM/07 Poesia per musica e Drammaturgia C 36 6 E


(6 CFA) drammaturgia musicale

Discipline CODC/01 Composizione Composizione II I 40 24 E


caratterizzanti
(30 CFA) CODC/01 Composizione Strumentazione e I 15 6 E
Orchestrazione

Ulteriori discipline
di base e/o
caratterizzanti
Attività integrative COTP/01 Teoria e analisi Analisi dei repertori C 36 6 E
e affini o ulteriori contemporanei per il
(15 CFA) teatro

CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese II C 20 3 E


comunitaria

Ricerca artistica I 10 6 E

Attività a scelta
dello studente

Prova finale 9
(9 CFA)

TOTALE 60

La prova finale consiste nella esecuzione pubblica con solista,


PROVA FINALE ensemble, coro o orchestra di uno o più brani di composizione
originale per la durata minima di 20 minuti e massima di 40 minuti

181
BIENNIO ACCADEMICO DI SECONDO LIVELLO

DCSL/16 CONTRABBASSO

Il piano di studi del Biennio accademico di secondo livello in Contrabbasso si


prefigge lo scopo di fornire allo studente competenze avanzate e specifiche nel
OBIETTIVI campo dell’interpretazione musicale allo strumento attraverso
l’approfondimento ed il completamento degli studi precedentemente compiuti
FORMATIVI nel corso del Triennio accademico di primo livello, al fine di creare una figura
professionale completa che possa accedere al mondo del lavoro in ambito
musicale.
L’obiettivo del piano di studi è quello di formare una figura professionale che,
all’esito dello svolgimento delle attività didattiche ed artistiche relative al
Biennio in oggetto, sia caratterizzata dall’avvenuta acquisizione delle seguenti
competenze:
- conoscenza e capacità di pratica tecnico-interpretativa a elevato livello
professionale;
- conoscenza di stili e tecniche strumentali/interpretative ad essi relative, del
repertorio storico come della contemporaneità, tale da consentire loro di
prodursi in una vasta gamma di contesti differenti;
- capacità di interpretare con una cifra distintiva e personale musiche del
repertorio storico come contemporaneo, nelle sue declinazioni di genere;
- capacità di fornire adeguatamente il proprio apporto con professionalità
artistica sia in qualità di solista, che in insiemi cameristici e orchestrali;
- capacità di sviluppare ulteriormente e autonomamente le proprie tendenze
estetiche in una particolare area di specializzazione;
- capacità di relazionare le conoscenze con abilità pratiche per rafforzare il
proprio sviluppo artistico;
- capacità di rappresentare per iscritto come verbalmente i propri concetti
artistici;
- conoscenza a livello superiore e capacità di conversazione corrente
relativamente alla lingua inglese ai fini dell’inserimento in ambiti lavorativi
artistici internazionali.
Inoltre, nel piano di studi è inserita anche la “Ricerca artistica”; lo studente si
dedicherà alla elaborazione ed alla realizzazione di un progetto di ricerca (in
collaborazione e con la supervisione di docenti interni o ricercatori esterni
previa approvazione del Consiglio Accademico), finalizzato ad approfondire e
promuovere la comprensione della pratica artistica, e quindi il suo sviluppo. Il
lavoro di ricerca svolto dallo studente confluirà in una tesi scritta riguardante il
repertorio su cui è centrata la prova finale (consistente nella esecuzione
pubblica di un programma da concerto); la suddetta tesi verrà illustrata e
discussa dallo studente davanti ad una commissione in seduta pubblica,
programmata in apposita sessione antecedente la prova finale.
Lo studente ha infine la facoltà di inserire nel proprio piano di studi alcune
discipline a scelta afferenti al Dipartimento di Didattica della musica, valide
per l’acquisizione dei 24 CFA necessari per l’accesso al concorso a cattedra
per l’insegnamento dello strumento musicale (Decreto legislativo n.
616/2017).

182
Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti
PROSPETTIVE ambiti:
- Strumentista ad arco dedito alla carriera solistica
OCCUPAZIONALI - Strumentista ad arco inserito in gruppi cameristici
- Professore d’orchestra
- Docente di strumento musicale nelle classi di concorso
A/55 e A/56

PIANO DI STUDI GENERALE

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE

Discipline di base COTP/01 Teoria e analisi Analisi dei repertori C 36 6 E


(18 CFA)
CODM/04 Storia della musica Filologia musicale C 36 6 E

CODM/04 Storia della musica Metodologia della C 36 6 E


ricerca storica e
musicale

Discipline CODI/04 Contrabbasso Prassi esecutiva e I 82 54 E


caratterizzanti repertori –
(54 CFA) Contrabbasso

COMI/02 Esercitazioni Orchestra e repertorio G 60 6 I


orchestrali orchestrale

Ulteriori discipline COMI/03 Musica da camera Musica da camera G 40 12 E


di base e/o
caratterizzanti
(12 CFA)
Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese C 40 6 E
e affini o ulteriori comunitaria
(18 CFA)
Ricerca artistica I 10 6 E

Attività a scelta 9
dello studente
(9 CFA)
Prova finale 9
(9 CFA)

TOTALE 120

La prova finale consiste nella esecuzione pubblica di un


PROVA FINALE programma da concerto della durata minima di 40 minuti e
massima di 60 minuti

183
I ANNO

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE
Discipline di base COTP/01 Teoria e analisi Analisi dei repertori C 36 6 E
(12 CFA)
CODM/04 Storia della musica Filologia musicale C 36 6 E

Discipline CODI/04 Contrabbasso Prassi esecutiva e I 41 27 E


caratterizzanti repertori I –
(27 CFA) Contrabbasso

COMI/02 Esercitazioni Orchestra e repertorio G 60 6 I


orchestrali orchestrale
Ulteriori discipline COMI/03 Musica da camera Musica da camera I G 30 6 I
di base e/o
caratterizzanti
(6 CFA)
Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese I C 20 3 I
e affini o ulteriori comunitaria
(9 CFA)
Attività a scelta 6
dello studente
(6 CFA)
TOTALE 60

II ANNO

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE

Discipline di base CODM/04 Storia della musica Metodologia della C 36 6 E


(6 CFA) ricerca storica e
musicale

Discipline CODI/04 Contrabbasso Prassi esecutiva e I 41 27 E


caratterizzanti repertori II –
(27 CFA) Contrabbasso

Ulteriori discipline COMI/03 Musica da camera Musica da camera II G 30 6 E


di base e/o
caratterizzanti
(6 CFA)
Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese II C 20 3 E
e affini o ulteriori comunitaria
(9 CFA)
Ricerca artistica I 10 6 E
Attività a scelta 3
dello studente
(3 CFA)
Prova finale 9
(9 CFA)

TOTALE 60

184
BIENNIO ACCADEMICO DI SECONDO LIVELLO

DCSL/17 CONTRABBASSO JAZZ

Il piano di studi del Biennio accademico di secondo livello in Contrabbasso


jazz si prefigge l’obiettivo di fornire allo studente delle competenze avanzate e
OBIETTIVI delle specifiche abilità nell’ambito della musica Jazz attraverso il
completamento del percorso di studi avviato nel triennio di primo livello al
FORMATIVI fine di formare una figura professionale che possa accedere al modo del lavoro
in ambito artistico musicale.
Il piano di studi è finalizzato alla formazione di figure professionali con
elevate abilità tecnico-interpretative; pertanto ha particolare rilevanza lo
studio del repertorio specifico dello strumento, della prassi esecutiva e delle
differenze stilistiche presenti nel repertorio; in questo percorso formativo si
approfondisce anche lo studio del repertorio in relazione al ruolo che il
musicista è chiamato a svolgere interagendo attivamente di volta in volta, nei
diversi gruppi o in più ampie formazioni in cui è presente sia come solista in
formazioni jazz che in formazioni orchestrali jazz.
Inoltre lo studente potrà maturare competenze storico-analitiche nell’ambito
della musica jazz al fine di poter intraprendere attività artistiche assimilabili
alla consulenza musicale in diversi contesti, come collaboratore presso case
discografiche ed editori musicali o operatore musicale culturale in ambito
musicale. È prevista l’acquisizione della conoscenza a livello superiore e della
capacità di conversazione corrente relativamente alla lingua inglese ai fini
dell’inserimento in ambiti lavorativi artistici internazionali.
Nel piano di studi è presente anche la “Ricerca artistica”; lo studente si
dedicherà alla elaborazione ed alla realizzazione di un progetto di ricerca in
collaborazione e con la supervisione di docenti interni o ricercatori esterni
(previa approvazione del Consiglio Accademico), finalizzato ad approfondire e
promuovere la comprensione della pratica artistica, e quindi il suo sviluppo. Il
lavoro di ricerca svolto dallo studente confluirà in una tesi scritta riguardante il
repertorio su cui è centrato il progetto artistico dell’esame finale; la suddetta
tesi verrà illustrata e discussa dallo studente davanti ad una commissione in
seduta pubblica, programmata in apposita sessione antecedente la prova finale.

Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti


PROSPETTIVE ambiti:
 strumentista solista in formazioni jazz
OCCUPAZIONALI  strumentista in gruppi jazz
 strumentista in formazioni orchestrali jazz
 attività artistiche assimilabili alla consulenza musicale in
diversi contesti
 collaboratore presso case discografiche ed editori musicali
 operatore musicale culturale in ambito musicale

185
PIANO DI STUDI COMPLESSIVO

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE

Discipline di base CODM/06 Storia della musica Analisi delle forme C 36 6 E


(12 CFA) jazz, delle musiche compositive e
improvvisate e performative del jazz
audiotattili

CODM/06 Storia della musica Storia delle musiche C 36 6 E


jazz, delle musiche afro-americane
improvvisate e
audiotattili
Discipline COMJ/03 Contrabbasso jazz Prassi esecutiva e I 60 30 E
caratterizzanti repertori –
(60 CFA) Contrabbasso jazz

COMI/06 Musica d’insieme Tecniche di G 20 6 E


jazz realizzazione di
specifici aspetti
ritmico-fonici

CODC/04 Composizione jazz Tecniche compositive C 72 12 E


jazz

COMI/08 Tecniche di Tecniche di G 40 12 E


improvvisazione improvvisazione
musicale musicale

Ulteriori discipline COMI/06 Musica d’insieme Interazione creativa in G 40 12 E


di base e/o jazz piccola, media e grande
caratterizzanti formazione
(12 CFA)
Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese C 40 6 E
e affini o ulteriori comunitaria
(18 CFA)
CODC/05 Orchestrazione e Tecniche di scrittura ed C 36 6 E
concertazione jazz arrangiamento per vari
tipi di ensemble

Ricerca artistica I 10 6 E

Attività a scelta 9
dello studente
(9 CFA)
Prova finale 9
(9 CFA)

TOTALE 120

186
I ANNO

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE
Discipline di base CODM/06 Storia della musica Analisi delle forme C 36 6 E
(6 CFA) jazz, delle musiche compositive e
improvvisate e performative del jazz
audiotattili

Discipline COMJ/03 Contrabbasso jazz Prassi esecutiva e I 30 15 E


caratterizzanti repertori I –
(33 CFA) Contrabbasso jazz

CODC/04 Composizione jazz Tecniche compositive C 36 6 I


jazz I

COMI/08 Tecniche di Tecniche di G 20 6 I


improvvisazione improvvisazione
musicale musicale I

COMI/06 Musica d’insieme Tecniche di G 20 6 E


jazz realizzazione di
specifici aspetti
ritmico-fonici

Ulteriori discipline COMI/06 Musica d’insieme Interazione creativa in G 20 6 E


di base e/o jazz piccola, media e grande
caratterizzanti formazione I
(6 CFA)

Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese I C 20 3 I


e affini o ulteriori comunitaria
(9 CFA)
CODC/05 Orchestrazione e Tecniche di scrittura ed C 36 6 E
concertazione jazz arrangiamento per vari
tipi di ensemble

Attività a scelta 6
dello studente
(6 CFA)
TOTALE 60

187
II ANNO

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE

Discipline di base CODM/06 Storia della musica Storia delle musiche C 36 6 E


(6 CFA) jazz, delle musiche afro-americane
improvvisate e
audiotattili

Discipline COMJ/03 Contrabbasso jazz Prassi esecutiva e I 30 15 E


caratterizzanti repertori II –
(27 CFA) Contrabbasso jazz

CODC/04 Composizione jazz Tecniche compositive C 36 6 E


jazz II

COMI/08 Tecniche di Tecniche di G 20 6 E


improvvisazione improvvisazione
musicale musicale II
Ulteriori discipline COMI/06 Musica d’insieme Interazione creativa in G 20 6 E
di base e/o jazz piccola, media e grande
caratterizzanti formazione II
(6 CFA)
Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese II C 20 3 E
e affini o ulteriori comunitaria
(9 CFA)
Ricerca artistica I 10 6 E

Attività a scelta 3
dello studente
(3 CFA)
Prova finale 9
(9 CFA)

TOTALE 60

La prova finale consiste nella realizzazione ed esecuzione di un


PROVA FINALE progetto musicale basato su composizioni originali o ispirate ad un
importante autore della musica jazz, arrangiate per lo specifico
organico scelto comprendente la sezione ritmica e almeno tre
strumenti a fiato. Eventuali progetti alternativi sono realizzabili
previa approvazione del Consiglio accademico.

188
BIENNIO ACCADEMICO DI SECONDO LIVELLO

DCSL/19 CORNO

Il piano di studi del Biennio accademico di secondo livello in Corno si


prefigge lo scopo di fornire allo studente competenze avanzate e specifiche nel
OBIETTIVI campo dell’interpretazione musicale allo strumento attraverso
l’approfondimento ed il completamento degli studi precedentemente compiuti
FORMATIVI nel corso del Triennio accademico di primo livello, al fine di creare una figura
professionale completa che possa accedere al mondo del lavoro in ambito
musicale.
L’obiettivo del piano di studi è quello di formare una figura professionale che,
all’esito dello svolgimento delle attività didattiche ed artistiche relative al
Biennio in oggetto, sia caratterizzata dall’avvenuta acquisizione delle seguenti
competenze:
- conoscenza e capacità di pratica tecnico-interpretativa a elevato livello
professionale;
- conoscenza di stili e tecniche strumentali/interpretative ad essi relative, del
repertorio storico come della contemporaneità, tale da consentire loro di
prodursi in una vasta gamma di contesti differenti;
- capacità di interpretare con una cifra distintiva e personale musiche del
repertorio storico come contemporaneo, nelle sue declinazioni di genere;
- capacità di fornire adeguatamente il proprio apporto con professionalità
artistica sia in qualità di solista, che in insiemi cameristici e orchestrali;
- capacità di sviluppare ulteriormente e autonomamente le proprie tendenze
estetiche in una particolare area di specializzazione;
- capacità di relazionare le conoscenze con abilità pratiche per rafforzare il
proprio sviluppo artistico;
- capacità di rappresentare per iscritto come verbalmente i propri concetti
artistici;
- conoscenza a livello superiore e capacità di conversazione corrente
relativamente alla lingua inglese ai fini dell’inserimento in ambiti lavorativi
artistici internazionali.
Inoltre, nel piano di studi è inserita anche la “Ricerca artistica”; lo studente si
dedicherà alla elaborazione ed alla realizzazione di un progetto di ricerca (in
collaborazione e con la supervisione di docenti interni o ricercatori esterni
previa approvazione del Consiglio Accademico), finalizzato ad approfondire e
promuovere la comprensione della pratica artistica, e quindi il suo sviluppo. Il
lavoro di ricerca svolto dallo studente confluirà in una tesi scritta riguardante il
repertorio su cui è centrata la prova finale (consistente nella esecuzione
pubblica di un programma da concerto); la suddetta tesi verrà illustrata e
discussa dallo studente davanti ad una commissione in seduta pubblica,
programmata in apposita sessione antecedente la prova finale.
Lo studente ha infine la facoltà di inserire nel proprio piano di studi alcune
discipline a scelta afferenti al Dipartimento di Didattica della musica, valide
per l’acquisizione dei 24 CFA necessari per l’accesso al concorso a cattedra
per l’insegnamento dello strumento musicale (Decreto legislativo n.
616/2017).

189
Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti
PROSPETTIVE ambiti:
- Strumentista a fiato dedito alla carriera solistica
OCCUPAZIONALI - Strumentista a fiato inserito in gruppi cameristici
- Strumentista a fiato inserito in orchestra di fiati
- Professore d’orchestra
- Docente di strumento musicale nelle classi di concorso
A/55 e A/56

PIANO DI STUDI GENERALE

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE

Discipline di base COTP/01 Teoria e analisi Analisi dei repertori C 36 6 E


(18 CFA)
CODM/04 Storia della musica Filologia musicale C 36 6 E

CODM/04 Storia della musica Metodologia della C 36 6 E


ricerca storica e
musicale

Discipline CODI/10 Corno Prassi esecutiva e I 82 54 E


caratterizzanti repertori - Corno
(54 CFA)

Ulteriori discipline COMI/04 Musica d’insieme Musica d’insieme per G 60 12 E


di base e/o per fiati fiati
caratterizzanti
(12 CFA)
Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese C 40 6 E
e affini o ulteriori comunitaria
(18 CFA)
Laboratorio di L 60 6 I
formazione orchestrale

Ricerca artistica I 10 6 E

Attività a scelta 9
dello studente
(9 CFA)
Prova finale 9
(9 CFA)

TOTALE 120

190
I ANNO

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE
Discipline di base COTP/01 Teoria e analisi Analisi dei repertori C 36 6 E
(12 CFA)
CODM/04 Storia della musica Filologia musicale C 36 6 E

Discipline CODI/10 Corno Prassi esecutiva e I 41 27 E


caratterizzanti repertori I – Corno
(27 CFA)

Ulteriori discipline COMI/04 Musica d’insieme Musica d’insieme per G 30 6 I


di base e/o per fiati fiati I
caratterizzanti
(6 CFA)
Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese I C 20 3 I
e affini o ulteriori comunitaria
(9 CFA)
Laboratorio di L 60 6 I
formazione orchestrale
Attività a scelta 6
dello studente
(6 CFA)
TOTALE 60

191
II ANNO

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE

Discipline di base CODM/04 Storia della musica Metodologia della C 36 6 E


(6 CFA) ricerca storica e
musicale

Discipline CODI/10 Corno Prassi esecutiva e I 41 27 E


caratterizzanti repertori II – Corno
(27 CFA)

Ulteriori discipline COMI/04 Musica d’insieme Musica d’insieme per G 30 6 E


di base e/o per fiati fiati II
caratterizzanti
(6 CFA)
Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese II C 20 3 E
e affini o ulteriori comunitaria
(9 CFA)
Ricerca artistica I 10 6 E

Attività a scelta 3
dello studente
(3 CFA)
Prova finale 9
(9 CFA)

TOTALE 60

La prova finale consiste nella esecuzione pubblica di un


PROVA FINALE programma da concerto della durata minima di 40 minuti e
massima di 60 minuti

192
BIENNIO ACCADEMICO DI SECONDO LIVELLO

DCSL/21 DIDATTICA DELLA MUSICA

Al termine degli studi relativi al Diploma accademico di secondo


livello in Didattica della musica, lo studente deve avere acquisito
OBIETTIVI FORMATIVI competenze didattico - pedagogiche, psicologiche, antropologiche
e metodologiche musicali funzionali alla realizzazione concreta
della propria personalità didattico/artistica musicale ed alla relativa
proiezione nei contesti dell’insegnamento delle discipline musicali
nella Scuola. A tal fine, il percorso formativo dà rilievo
all’acquisizione dei contenuti e degli strumenti metodologici
fondamentali delle discipline didattiche musicali tenendo a
riferimento gli obiettivi, i contenuti e le competenze enunciati dalla
normativa vigente, riguardanti in particolare la formazione in
musica, storia della musica, teoria, analisi e composizione.

Il percorso formativo è strutturato in modo da consentire l’accesso


PROSPETTIVE al concorso a cattedra nazionale per le seguenti discipline: A – 29
OCCUPAZIONALI (Musica negli istituti di istruzione secondaria di II grado); A – 30
(Musica negli istituti di istruzione secondaria di I grado); A – 53
(Storia della musica); A – 64 (Teoria, analisi e composizione).

193
PIANO DI STUDI GENERALE

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE

Discipline di base CODD/02 Elementi di Elementi di C 36 6 E


(18 CFA) composizione per composizione e analisi
Didattica

CODD/05 Pratica della lettura Pratica della lettura G 40 6 E


vocale e pianistica vocale e pianistica

CODD/06 Storia della musica Fondamenti di C 36 6 E


per Didattica sociologia musicale

Discipline CODD/01 Direzione di coro Direzione e C 72 12 E


caratterizzanti concertazione di coro
(54 CFA)
CODD/01 Direzione di coro Fondamenti di tecnica C 36 6 E
vocale

CODD/01 Direzione di coro Didattica del canto C 36 6 E


corale

CODD/04 Pedagogia musicale Pedagogia musicale C 72 12 E

CODD/04 Pedagogia musicale Psicologia musicale C 36 6 E

CODD/04 Pedagogia musicale Metodologia C 72 12 E


dell’educazione
musicale

Ulteriori discipline CODD/06 Storia della musica Didattica della storia C 36 6 E


di base e/o per Didattica della musica
caratterizzanti
(12 CFA) CODD/02 Elementi di Didattica della C 36 6 E
composizione per composizione
Didattica

Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese C 40 6 E


e affini o ulteriori comunitaria
(12 CFA)
CODD/04 Pedagogia musicale Fondamenti di C 20 3 E
pedagogia generale

CODD/04 Pedagogia musicale Pedagogia musicale C 20 3 E


speciale e didattica
dell’inclusione

Attività a scelta 15
dello studente
(15 CFA)
Prova finale 9
(9 CFA)

TOTALE 120

194
I ANNO

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE
Discipline di base CODD/02 Elementi di Elementi di C 36 6 E
(9 CFA) composizione per composizione e analisi
Didattica

CODD/05 Pratica della lettura Pratica della lettura G 20 3 I


vocale e pianistica vocale e pianistica I

Discipline CODD/01 Direzione di coro Direzione e C 36 6 I


caratterizzanti concertazione di coro I
(30 CFA)
CODD/01 Direzione di coro Fondamenti di tecnica C 36 6 E
vocale

CODD/04 Pedagogia musicale Pedagogia musicale I C 36 6 I

CODD/04 Pedagogia musicale Psicologia musicale C 36 6 E

CODD/04 Pedagogia musicale Metodologia C 36 6 I


dell’educazione
musicale I

Ulteriori discipline CODD/06 Storia della musica Didattica della storia C 36 6 E


di base e/o per Didattica della musica
caratterizzanti
(6 CFA)
Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese I C 20 3 I
e affini o ulteriori comunitaria
(6 CFA)
CODD/04 Pedagogia musicale Fondamenti di C 20 3 E
pedagogia generale

Attività a scelta 9
dello studente
(9 CFA)
TOTALE 60

195
II ANNO

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE

Discipline di base CODD/06 Storia della musica Fondamenti di C 36 6 E


(9 CFA) per Didattica sociologia musicale

CODD/05 Pratica della lettura Pratica della lettura G 20 3 E


vocale e pianistica vocale e pianistica II

Discipline CODD/01 Direzione di coro Direzione e C 36 6 E


caratterizzanti concertazione di coro II
(24 CFA)
CODD/01 Direzione di coro Didattica del canto C 36 6 E
corale

CODD/04 Pedagogia musicale Pedagogia musicale II C 36 6 E

CODD/04 Pedagogia musicale Metodologia C 36 6 E


dell’educazione
musicale II

Ulteriori discipline CODD/02 Elementi di Didattica della C 36 6 E


di base e/o composizione per composizione
caratterizzanti Didattica
(6 CFA)
Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese II C 20 3 E
e affini o ulteriori comunitaria
(6 CFA)
CODD/04 Pedagogia musicale Pedagogia musicale C 20 3 E
speciale e didattica
dell’inclusione

Attività a scelta 6
dello studente
(6 CFA)
Prova finale 9
(9 CFA)

TOTALE 60

La prova finale consiste nella discussione pubblica di una tesi di


PROVA FINALE argomento metodologico-didattico e nella simulazione di una
lezione didattica basata su un brano musicale assegnato dalla
commissione 3 ore prima.

196
BIENNIO ACCADEMICO DI SECONDO LIVELLO

DCSL/24 FAGOTTO

Il piano di studi del Biennio accademico di secondo livello in Fagotto si


prefigge lo scopo di fornire allo studente competenze avanzate e specifiche nel
OBIETTIVI campo dell’interpretazione musicale allo strumento attraverso
l’approfondimento ed il completamento degli studi precedentemente compiuti
FORMATIVI nel corso del Triennio accademico di primo livello, al fine di creare una figura
professionale completa che possa accedere al mondo del lavoro in ambito
musicale.
L’obiettivo del piano di studi è quello di formare una figura professionale che,
all’esito dello svolgimento delle attività didattiche ed artistiche relative al
Biennio in oggetto, sia caratterizzata dall’avvenuta acquisizione delle seguenti
competenze:
- conoscenza e capacità di pratica tecnico-interpretativa a elevato livello
professionale;
- conoscenza di stili e tecniche strumentali/interpretative ad essi relative, del
repertorio storico come della contemporaneità, tale da consentire loro di
prodursi in una vasta gamma di contesti differenti;
- capacità di interpretare con una cifra distintiva e personale musiche del
repertorio storico come contemporaneo, nelle sue declinazioni di genere;
- capacità di fornire adeguatamente il proprio apporto con professionalità
artistica sia in qualità di solista, che in insiemi cameristici e orchestrali;
- capacità di sviluppare ulteriormente e autonomamente le proprie tendenze
estetiche in una particolare area di specializzazione;
- capacità di relazionare le conoscenze con abilità pratiche per rafforzare il
proprio sviluppo artistico;
- capacità di rappresentare per iscritto come verbalmente i propri concetti
artistici;
- conoscenza a livello superiore e capacità di conversazione corrente
relativamente alla lingua inglese ai fini dell’inserimento in ambiti lavorativi
artistici internazionali.
Inoltre, nel piano di studi è inserita anche la “Ricerca artistica”; lo studente si
dedicherà alla elaborazione ed alla realizzazione di un progetto di ricerca (in
collaborazione e con la supervisione di docenti interni o ricercatori esterni
previa approvazione del Consiglio Accademico), finalizzato ad approfondire e
promuovere la comprensione della pratica artistica, e quindi il suo sviluppo. Il
lavoro di ricerca svolto dallo studente confluirà in una tesi scritta riguardante il
repertorio su cui è centrata la prova finale (consistente nella esecuzione
pubblica di un programma da concerto); la suddetta tesi verrà illustrata e
discussa dallo studente davanti ad una commissione in seduta pubblica,
programmata in apposita sessione antecedente la prova finale.
Lo studente ha infine la facoltà di inserire nel proprio piano di studi alcune
discipline a scelta afferenti al Dipartimento di Didattica della musica, valide
per l’acquisizione dei 24 CFA necessari per l’accesso al concorso a cattedra
per l’insegnamento dello strumento musicale (Decreto legislativo n.
616/2017).

197
Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti
PROSPETTIVE ambiti:
- Strumentista a fiato dedito alla carriera solistica
OCCUPAZIONALI - Strumentista a fiato inserito in gruppi cameristici
- Strumentista a fiato inserito in orchestra di fiati
- Professore d’orchestra
- Docente di strumento musicale nelle classi di concorso
A/55 e A/56

PIANO DI STUDI GENERALE

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE

Discipline di base COTP/01 Teoria e analisi Analisi dei repertori C 36 6 E


(18 CFA)
CODM/04 Storia della musica Filologia musicale C 36 6 E

CODM/04 Storia della musica Metodologia della C 36 6 E


ricerca storica e
musicale

Discipline CODI/12 Fagotto Prassi esecutiva e I 82 54 E


caratterizzanti repertori - Fagotto
(54 CFA)

Ulteriori discipline COMI/04 Musica d’insieme Musica d’insieme per G 60 12 E


di base e/o per fiati fiati
caratterizzanti
(12 CFA)
Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese C 40 6 E
e affini o ulteriori comunitaria
(18 CFA)
Laboratorio di L 60 6 I
formazione orchestrale

Ricerca artistica I 10 6 E

Attività a scelta 9
dello studente
(9 CFA)
Prova finale 9
(9 CFA)

TOTALE 120

198
I ANNO

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE
Discipline di base COTP/01 Teoria e analisi Analisi dei repertori C 36 6 E
(12 CFA)
CODM/04 Storia della musica Filologia musicale C 36 6 E

Discipline CODI/12 Fagotto Prassi esecutiva e I 41 27 E


caratterizzanti repertori I – Fagotto
(27 CFA)

Ulteriori discipline COMI/04 Musica d’insieme Musica d’insieme per G 30 6 I


di base e/o per fiati fiati I
caratterizzanti
(6 CFA)
Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese I C 20 3 I
e affini o ulteriori comunitaria
(9 CFA)
Laboratorio di L 60 6 I
formazione orchestrale
Attività a scelta 6
dello studente
(6 CFA)
TOTALE 60

199
II ANNO

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE

Discipline di base CODM/04 Storia della musica Metodologia della C 36 6 E


(6 CFA) ricerca storica e
musicale

Discipline CODI/12 Fagotto Prassi esecutiva e I 41 27 E


caratterizzanti repertori II – Fagotto
(27 CFA)

Ulteriori discipline COMI/04 Musica d’insieme Musica d’insieme per G 30 6 E


di base e/o per fiati fiati II
caratterizzanti
(6 CFA)
Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese II C 20 3 E
e affini o ulteriori comunitaria
(9 CFA)
Ricerca artistica I 10 6 E

Attività a scelta 3
dello studente
(3 CFA)
Prova finale 9
(9 CFA)

TOTALE 60

La prova finale consiste nella esecuzione pubblica di un


PROVA FINALE programma da concerto della durata minima di 40 minuti e
massima di 60 minuti

200
BIENNIO ACCADEMICO DI SECONDO LIVELLO

DCSL/27 FLAUTO

Il piano di studi del Biennio accademico di secondo livello in Flauto si


prefigge lo scopo di fornire allo studente competenze avanzate e specifiche nel
OBIETTIVI campo dell’interpretazione musicale allo strumento attraverso
l’approfondimento ed il completamento degli studi precedentemente compiuti
FORMATIVI nel corso del Triennio accademico di primo livello, al fine di creare una figura
professionale completa che possa accedere al mondo del lavoro in ambito
musicale.
L’obiettivo del piano di studi è quello di formare una figura professionale che,
all’esito dello svolgimento delle attività didattiche ed artistiche relative al
Biennio in oggetto, sia caratterizzata dall’avvenuta acquisizione delle seguenti
competenze:
- conoscenza e capacità di pratica tecnico-interpretativa a elevato livello
professionale;
- conoscenza di stili e tecniche strumentali/interpretative ad essi relative, del
repertorio storico come della contemporaneità, tale da consentire loro di
prodursi in una vasta gamma di contesti differenti;
- capacità di interpretare con una cifra distintiva e personale musiche del
repertorio storico come contemporaneo, nelle sue declinazioni di genere;
- capacità di fornire adeguatamente il proprio apporto con professionalità
artistica sia in qualità di solista, che in insiemi cameristici e orchestrali;
- capacità di sviluppare ulteriormente e autonomamente le proprie tendenze
estetiche in una particolare area di specializzazione;
- capacità di relazionare le conoscenze con abilità pratiche per rafforzare il
proprio sviluppo artistico;
- capacità di rappresentare per iscritto come verbalmente i propri concetti
artistici;
- conoscenza a livello superiore e capacità di conversazione corrente
relativamente alla lingua inglese ai fini dell’inserimento in ambiti lavorativi
artistici internazionali.
Inoltre, nel piano di studi è inserita anche la “Ricerca artistica”; lo studente si
dedicherà alla elaborazione ed alla realizzazione di un progetto di ricerca (in
collaborazione e con la supervisione di docenti interni o ricercatori esterni
previa approvazione del Consiglio Accademico), finalizzato ad approfondire e
promuovere la comprensione della pratica artistica, e quindi il suo sviluppo. Il
lavoro di ricerca svolto dallo studente confluirà in una tesi scritta riguardante il
repertorio su cui è centrata la prova finale (consistente nella esecuzione
pubblica di un programma da concerto); la suddetta tesi verrà illustrata e
discussa dallo studente davanti ad una commissione in seduta pubblica,
programmata in apposita sessione antecedente la prova finale.
Lo studente ha infine la facoltà di inserire nel proprio piano di studi alcune
discipline a scelta afferenti al Dipartimento di Didattica della musica, valide
per l’acquisizione dei 24 CFA necessari per l’accesso al concorso a cattedra
per l’insegnamento dello strumento musicale (Decreto legislativo n.
616/2017).

201
Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti
PROSPETTIVE ambiti:
- Strumentista a fiato dedito alla carriera solistica
OCCUPAZIONALI - Strumentista a fiato inserito in gruppi cameristici
- Strumentista a fiato inserito in orchestra di fiati
- Professore d’orchestra
- Docente di strumento musicale nelle classi di concorso
A/55 e A/56

PIANO DI STUDI GENERALE

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE

Discipline di base COTP/01 Teoria e analisi Analisi dei repertori C 36 6 E


(18 CFA)
CODM/04 Storia della musica Filologia musicale C 36 6 E

CODM/04 Storia della musica Metodologia della C 36 6 E


ricerca storica e
musicale

Discipline CODI/13 Flauto Prassi esecutiva e I 82 54 E


caratterizzanti repertori - Flauto
(54 CFA)

Ulteriori discipline COMI/04 Musica d’insieme Musica d’insieme per G 60 12 E


di base e/o per fiati fiati
caratterizzanti
(12 CFA)
Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese C 40 6 E
e affini o ulteriori comunitaria
(18 CFA)
Laboratorio di L 60 6 I
formazione orchestrale

Ricerca artistica I 10 6 E

Attività a scelta 9
dello studente
(9 CFA)
Prova finale 9
(9 CFA)

TOTALE 120

202
I ANNO

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE
Discipline di base COTP/01 Teoria e analisi Analisi dei repertori C 36 6 E
(12 CFA)
CODM/04 Storia della musica Filologia musicale C 36 6 E

Discipline CODI/13 Flauto Prassi esecutiva e I 41 27 E


caratterizzanti repertori I – Flauto
(27 CFA)

Ulteriori discipline COMI/04 Musica d’insieme Musica d’insieme per G 30 6 I


di base e/o per fiati fiati I
caratterizzanti
(6 CFA)
Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese I C 20 3 I
e affini o ulteriori comunitaria
(9 CFA)
Laboratorio di L 60 6 I
formazione orchestrale
Attività a scelta 6
dello studente
(6 CFA)
TOTALE 60

203
II ANNO

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE

Discipline di base CODM/04 Storia della musica Metodologia della C 36 6 E


(6 CFA) ricerca storica e
musicale

Discipline CODI/13 Flauto Prassi esecutiva e I 41 27 E


caratterizzanti repertori II – Flauto
(27 CFA)

Ulteriori discipline COMI/04 Musica d’insieme Musica d’insieme per G 30 6 E


di base e/o per fiati fiati II
caratterizzanti
(6 CFA)
Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese II C 20 3 E
e affini o ulteriori comunitaria
(9 CFA)
Ricerca artistica I 10 6 E

Attività a scelta 3
dello studente
(3 CFA)
Prova finale 9
(9 CFA)

TOTALE 60

La prova finale consiste nella esecuzione pubblica di un


PROVA FINALE programma da concerto della durata minima di 40 minuti e
massima di 60 minuti

204
BIENNIO ACCADEMICO DI SECONDO LIVELLO

DCSL/34 MUSICA ELETTRONICA

Il corso di diploma accademico di secondo livello in Musica elettronica ad


indirizzo ingegneristico mira al completamento del percorso formativo svolto
OBIETTIVI durante il Triennio, approfondendo gli aspetti scientifici e specialistici legati
alle tecnologie del suono e perfezionando la pratica artistica dello studente
FORMATIVI attraverso una solida preparazione basata sullo studio dei processori DSP, della
teoria del segnale, dei protocolli di trasmissione audio, dell’acustica
architettonica. Integrando le discipline teoriche con un’estesa attività didattica
laboratoriale svolta presso i principali Studi di produzione audio presenti sul
territorio, le discipline caratterizzanti del corso affrontano le più significative
applicazioni professionali dell’audio engineering, dalle tecnologie di
produzione e post produzione audio, alle tecnologie di ripresa, editing e
mastering, alla progettazione e installazione di sistemi di sound reinforcement.
Al termine degli studi, inoltre, lo studente avrà acquisito gli strumenti
necessari allo svolgimento di attività di ricerca nell’ambito della progettazione
e programmazione di applicativi audio.
Inoltre, nel piano di studi è inserita anche la “Ricerca artistica”; lo studente si
dedicherà alla elaborazione ed alla realizzazione di un progetto di ricerca (in
collaborazione e con la supervisione di docenti interni o ricercatori esterni
previa approvazione del Consiglio Accademico). Il lavoro di ricerca svolto
dallo studente confluirà in una tesi scritta riguardante il lavoro compositivo o
tecnico su cui è centrata la prova finale; la suddetta tesi verrà illustrata e
discussa dallo studente davanti ad una commissione in seduta pubblica,
programmata in apposita sessione antecedente la prova finale.

Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti


PROSPETTIVE ambiti:
 Produzione musicale con tecnologie digitali in laboratori e studi di
OCCUPAZIONALI registrazione.
 Progettazione, creazione ed allestimento di sistemi elettroacustici
per produzioni nell’ambito delle arti performative.
 Programmazione di applicativi per l’informatica musicale.
 Attività di ricerca negli ambiti del Sound and Music Computing.
 Consulenza e progettazione per l’acustica architettonica.
 Design sonoro per artefatti e prodotti industriali, per spazi
architettonici e naturali.
 Composizione di musica elettroacustica e musica mista.
 Composizione con tecnologie elettroacustiche e informatiche per il
teatro, il cinema, i video e le installazioni.

205
PIANO DI STUDI GENERALE

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE
Discipline di base COME/03 Acustica musicale Acustica degli spazi C 36 6 E
(12 CFA) musicali

COME/04 Elettroacustica Tecnologie e tecniche C 36 6 E


della ripresa e della
registrazione audio
Discipline COME/02 Composizione Composizione C 72 12 E
caratterizzanti musicale musicale
(60 CFA) elettroacustica elettroacustica

COME/02 Composizione Analisi della musica C 36 6 E


musicale elettroacustica
elettroacustica

COME/05 Informatica Campionamento, C 108 18 E


musicale sintesi ed elaborazione
digitale dei suoni

COME/05 Informatica Sistemi e linguaggi di C 72 12 E


musicale programmazione per
l’audio e le
applicazioni musicali

COME/01 Esecuzione ed Esecuzione ed C 36 6 E


interpretazione della interpretazione della
musica musica elettroacustica
elettroacustica

COME/01 Esecuzione ed Ambienti esecutivi e di C 36 6 E


interpretazione della controllo per il live
musica electronics
elettroacustica
Ulteriori discipline COME/04 Elettroacustica Tecnologie e tecniche C 36 6 E
di base e/o del montaggio e della
caratterizzanti post-produzione audio
(12 CFA) e audio per video

COME/04 Elettroacustica Tecnologie e tecniche C 36 6 E


dell’amplificazione e
dei sistemi di
diffusione audio

Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese C 40 6 E


e affini o ulteriori comunitaria
(12 CFA)
Ricerca artistica I 10 6 E

Attività a scelta 15
dello studente
(15 CFA)
Prova finale 9
(9 CFA)
TOTALE 120

206
I ANNO

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE
Discipline di base COME/03 Acustica musicale Acustica degli spazi C 36 6 E
(6 CFA) musicali

Discipline COME/02 Composizione Composizione C 36 6 I


caratterizzanti musicale musicale
(33 CFA) elettroacustica elettroacustica I

COME/02 Composizione Analisi della musica C 36 6 E


musicale elettroacustica
elettroacustica

COME/05 Informatica Campionamento, C 54 9 I


musicale sintesi ed elaborazione
digitale dei suoni I

COME/05 Informatica Sistemi e linguaggi di C 36 6 I


musicale programmazione per
l’audio e le
applicazioni musicali I

COME/01 Esecuzione ed Esecuzione ed C 36 6 E


interpretazione della interpretazione della
musica musica elettroacustica
elettroacustica

Ulteriori discipline COME/04 Elettroacustica Tecnologie e tecniche C 36 6 E


di base e/o del montaggio e della
caratterizzanti post-produzione audio
(6 CFA) e audio per video

Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese I C 20 3 I


e affini o ulteriori comunitaria
(3 CFA)
Attività a scelta 12
dello studente
(12 CFA)
TOTALE 60

207
II ANNO

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE

Discipline di base COME/04 Elettroacustica Tecnologie e tecniche C 36 6 E


(6 CFA) della ripresa e della
registrazione audio

Discipline COME/02 Composizione Composizione C 36 6 E


caratterizzanti musicale musicale
(27 CFA) elettroacustica elettroacustica II

COME/05 Informatica Campionamento, C 54 9 E


musicale sintesi ed elaborazione
digitale dei suoni II

COME/05 Informatica Sistemi e linguaggi di C 36 6 E


musicale programmazione per
l’audio e le
applicazioni musicali II

COME/01 Esecuzione ed Ambienti esecutivi e di C 36 6 E


interpretazione della controllo per il live
musica electronics
elettroacustica

Ulteriori discipline COME/04 Elettroacustica Tecnologie e tecniche C 36 6 E


di base e/o dell’amplificazione e
caratterizzanti dei sistemi di
(6 CFA) diffusione audio

Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese II C 20 3 E


e affini o ulteriori comunitaria
(9 CFA)
Ricerca artistica I 10 6 E

Attività a scelta 3
dello studente
(3 CFA)
Prova finale 9
(9 CFA)

TOTALE 60

Presentazione performativa in seduta pubblica di un lavoro


PROVA FINALE creativo originale di natura compositiva (compreso lavori audio-
video), installativa, interattiva o tecnica.

208
BIENNIO ACCADEMICO DI SECONDO LIVELLO

DCSL/36 OBOE

Il piano di studi del Biennio accademico di secondo livello in Oboe si prefigge


lo scopo di fornire allo studente competenze avanzate e specifiche nel campo
OBIETTIVI dell’interpretazione musicale allo strumento attraverso l’approfondimento ed il
completamento degli studi precedentemente compiuti nel corso del Triennio
FORMATIVI accademico di primo livello, al fine di creare una figura professionale
completa che possa accedere al mondo del lavoro in ambito musicale.
L’obiettivo del piano di studi è quello di formare una figura professionale che,
all’esito dello svolgimento delle attività didattiche ed artistiche relative al
Biennio in oggetto, sia caratterizzata dall’avvenuta acquisizione delle seguenti
competenze:
- conoscenza e capacità di pratica tecnico-interpretativa a elevato livello
professionale;
- conoscenza di stili e tecniche strumentali/interpretative ad essi relative, del
repertorio storico come della contemporaneità, tale da consentire loro di
prodursi in una vasta gamma di contesti differenti;
- capacità di interpretare con una cifra distintiva e personale musiche del
repertorio storico come contemporaneo, nelle sue declinazioni di genere;
- capacità di fornire adeguatamente il proprio apporto con professionalità
artistica sia in qualità di solista, che in insiemi cameristici e orchestrali;
- capacità di sviluppare ulteriormente e autonomamente le proprie tendenze
estetiche in una particolare area di specializzazione;
- capacità di relazionare le conoscenze con abilità pratiche per rafforzare il
proprio sviluppo artistico;
- capacità di rappresentare per iscritto come verbalmente i propri concetti
artistici;
- conoscenza a livello superiore e capacità di conversazione corrente
relativamente alla lingua inglese ai fini dell’inserimento in ambiti lavorativi
artistici internazionali.
Inoltre, nel piano di studi è inserita anche la “Ricerca artistica”; lo studente si
dedicherà alla elaborazione ed alla realizzazione di un progetto di ricerca (in
collaborazione e con la supervisione di docenti interni o ricercatori esterni
previa approvazione del Consiglio Accademico), finalizzato ad approfondire e
promuovere la comprensione della pratica artistica, e quindi il suo sviluppo. Il
lavoro di ricerca svolto dallo studente confluirà in una tesi scritta riguardante il
repertorio su cui è centrata la prova finale (consistente nella esecuzione
pubblica di un programma da concerto); la suddetta tesi verrà illustrata e
discussa dallo studente davanti ad una commissione in seduta pubblica,
programmata in apposita sessione antecedente la prova finale.
Lo studente ha infine la facoltà di inserire nel proprio piano di studi alcune
discipline a scelta afferenti al Dipartimento di Didattica della musica, valide
per l’acquisizione dei 24 CFA necessari per l’accesso al concorso a cattedra
per l’insegnamento dello strumento musicale (Decreto legislativo n.
616/2017).

209
Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti
PROSPETTIVE ambiti:
- Strumentista a fiato dedito alla carriera solistica
OCCUPAZIONALI - Strumentista a fiato inserito in gruppi cameristici
- Strumentista a fiato inserito in orchestra di fiati
- Professore d’orchestra
- Docente di strumento musicale nelle classi di concorso
A/55 e A/56

PIANO DI STUDI GENERALE

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE

Discipline di base COTP/01 Teoria e analisi Analisi dei repertori C 36 6 E


(18 CFA)
CODM/04 Storia della musica Filologia musicale C 36 6 E

CODM/04 Storia della musica Metodologia della C 36 6 E


ricerca storica e
musicale

Discipline CODI/14 Oboe Prassi esecutiva e I 82 54 E


caratterizzanti repertori - Oboe
(54 CFA)

Ulteriori discipline COMI/04 Musica d’insieme Musica d’insieme per G 60 12 E


di base e/o per fiati fiati
caratterizzanti
(12 CFA)
Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese C 40 6 E
e affini o ulteriori comunitaria
(18 CFA)
Laboratorio di L 60 6 I
formazione orchestrale

Ricerca artistica I 10 6 E

Attività a scelta 9
dello studente
(9 CFA)
Prova finale 9
(9 CFA)

TOTALE 120

210
I ANNO

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE
Discipline di base COTP/01 Teoria e analisi Analisi dei repertori C 36 6 E
(12 CFA)
CODM/04 Storia della musica Filologia musicale C 36 6 E

Discipline CODI/14 Oboe Prassi esecutiva e I 41 27 E


caratterizzanti repertori I – Oboe
(27 CFA)

Ulteriori discipline COMI/04 Musica d’insieme Musica d’insieme per G 30 6 I


di base e/o per fiati fiati I
caratterizzanti
(6 CFA)
Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese I C 20 3 I
e affini o ulteriori comunitaria
(9 CFA)
Laboratorio di L 60 6 I
formazione orchestrale
Attività a scelta 6
dello studente
(6 CFA)
TOTALE 60

211
II ANNO

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE

Discipline di base CODM/04 Storia della musica Metodologia della C 36 6 E


(6 CFA) ricerca storica e
musicale

Discipline CODI/14 Oboe Prassi esecutiva e I 41 27 E


caratterizzanti repertori II – Oboe
(27 CFA)

Ulteriori discipline COMI/04 Musica d’insieme Musica d’insieme per G 30 6 E


di base e/o per fiati fiati II
caratterizzanti
(6 CFA)
Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese II C 20 3 E
e affini o ulteriori comunitaria
(9 CFA)
Ricerca artistica I 10 6 E

Attività a scelta 3
dello studente
(3 CFA)
Prova finale 9
(9 CFA)

TOTALE 60

La prova finale consiste nella esecuzione pubblica di un


PROVA FINALE programma da concerto della durata minima di 40 minuti e
massima di 60 minuti

212
BIENNIO ACCADEMICO DI SECONDO LIVELLO

DCSL/38 ORGANO

Il piano di studi del Biennio accademico di secondo livello in Organo si


prefigge lo scopo di fornire allo studente competenze avanzate e specifiche nel
OBIETTIVI campo dell’interpretazione musicale allo strumento attraverso
l’approfondimento ed il completamento degli studi precedentemente compiuti
FORMATIVI nel corso del Triennio accademico di primo livello, al fine di creare una figura
professionale completa che possa accedere al mondo del lavoro in ambito
musicale.
L’obiettivo del piano di studi è quello di formare una figura professionale che,
all’esito dello svolgimento delle attività didattiche ed artistiche relative al
Biennio in oggetto, sia caratterizzata dall’avvenuta acquisizione delle seguenti
competenze:
- conoscenza e capacità di pratica tecnico-interpretativa a elevato livello
professionale;
- conoscenza di stili e tecniche strumentali/interpretative ad essi relative, del
repertorio storico come della contemporaneità, tale da consentire loro di
prodursi in una vasta gamma di contesti differenti;
- capacità di interpretare con una cifra distintiva e personale musiche del
repertorio storico come contemporaneo, nelle sue declinazioni di genere;
- capacità di fornire adeguatamente il proprio apporto con professionalità
artistica;
- capacità di sviluppare ulteriormente e autonomamente le proprie tendenze
estetiche in una particolare area di specializzazione;
- capacità di relazionare le conoscenze con abilità pratiche per rafforzare il
proprio sviluppo artistico;
- capacità di rappresentare per iscritto come verbalmente i propri concetti
artistici;
- conoscenza a livello superiore e capacità di conversazione corrente
relativamente alla lingua inglese ai fini dell’inserimento in ambiti lavorativi
artistici internazionali.
Inoltre, nel piano di studi è inserita anche la “Ricerca artistica”; lo studente si
dedicherà alla elaborazione ed alla realizzazione di un progetto di ricerca (in
collaborazione e con la supervisione di docenti interni o ricercatori esterni
previa approvazione del Consiglio Accademico), finalizzato ad approfondire e
promuovere la comprensione della pratica artistica, e quindi il suo sviluppo. Il
lavoro di ricerca svolto dallo studente confluirà in una tesi scritta riguardante il
repertorio su cui è centrata la prova finale (consistente nella esecuzione
pubblica di un programma da concerto); la suddetta tesi verrà illustrata e
discussa dallo studente davanti ad una commissione in seduta pubblica,
programmata in apposita sessione antecedente la prova finale.
Lo studente ha infine la facoltà di inserire nel proprio piano di studi alcune
discipline a scelta afferenti al Dipartimento di Didattica della musica, valide
per l’acquisizione dei 24 CFA necessari per l’accesso al concorso a cattedra
per l’insegnamento dello strumento musicale (Decreto legislativo n.
616/2017).

213
Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti
PROSPETTIVE ambiti:
- Organista
OCCUPAZIONALI - Docente di strumento musicale nelle classi di concorso
A/55 e A/56

PIANO DI STUDI GENERALE

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE

Discipline di base COMA/15 Clavicembalo e Prassi esecutiva e I 20 6 E


(18 CFA) tastiere storiche repertori -
Clavicembalo

CODM/04 Storia della musica Filologia musicale C 36 6 E

CODM/04 Storia della musica Metodologia della C 36 6 E


ricerca storica e
musicale

Discipline CODI/19 Organo Prassi esecutiva e I 80 48 E


caratterizzanti repertori – Organo
(54 CFA)
CODC/01 Composizione Tecniche C 36 6 E
contrappuntistiche
Ulteriori discipline COMI/03 Musica da camera Musica da camera G 40 12 E
di base e/o
caratterizzanti
(12 CFA)
Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese C 40 6 E
e affini o ulteriori comunitaria
(12 CFA)
Ricerca artistica I 10 6 E

Attività a scelta 15
dello studente
(15 CFA)
Prova finale 9
(9 CFA)

TOTALE 120

La prova finale consiste nella esecuzione pubblica di un


PROVA FINALE programma da concerto della durata minima di 50 minuti e
massima di 70 minuti

214
I ANNO

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE
Discipline di base COMA/15 Clavicembalo e Prassi esecutiva e I 20 6 E
(12 CFA) tastiere storiche repertori -
Clavicembalo

CODM/04 Storia della musica Filologia musicale C 36 6 E

Discipline CODI/19 Organo Prassi esecutiva e I 40 24 E


caratterizzanti repertori I – Organo
(30 CFA)
CODC/01 Composizione Tecniche C 18 3 I
contrappuntistiche I

Ulteriori discipline COMI/03 Musica da camera Musica da camera I G 20 6 I


di base e/o
caratterizzanti
(6 CFA)
Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese I C 20 3 I
e affini o ulteriori comunitaria
(3 CFA)
Attività a scelta 12
dello studente
(12 CFA)
TOTALE 60

215
II ANNO

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE

Discipline di base CODM/04 Storia della musica Metodologia della C 36 6 E


(6 CFA) ricerca storica e
musicale

Discipline CODI/19 Organo Prassi esecutiva e I 40 24 E


caratterizzanti repertori II – Organo
(27 CFA)
CODC/01 Composizione Tecniche C 18 3 E
contrappuntistiche II

Ulteriori discipline COMI/03 Musica da camera Musica da camera II G 20 6 E


di base e/o
caratterizzanti
(6 CFA)
Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese II C 20 3 E
e affini o ulteriori comunitaria
(9 CFA)
Ricerca artistica I 10 6 E

Attività a scelta 3
dello studente
(3 CFA)
Prova finale 9
(9 CFA)

TOTALE 60

216
BIENNIO ACCADEMICO DI SECONDO LIVELLO

DCSL/39 PIANOFORTE

Il piano di studi del Biennio accademico di secondo livello in Pianoforte si


prefigge lo scopo di fornire allo studente competenze avanzate e specifiche nel
OBIETTIVI campo dell’interpretazione musicale allo strumento attraverso
l’approfondimento ed il completamento degli studi precedentemente compiuti
FORMATIVI nel corso del Triennio accademico di primo livello, al fine di creare una figura
professionale completa che possa accedere al mondo del lavoro in ambito
musicale.
L’obiettivo del piano di studi è quello di formare una figura professionale che,
all’esito dello svolgimento delle attività didattiche ed artistiche relative al
Biennio in oggetto, sia caratterizzata dall’avvenuta acquisizione delle seguenti
competenze:
- conoscenza e capacità di pratica tecnico-interpretativa a elevato livello
professionale;
- conoscenza di stili e tecniche strumentali/interpretative ad essi relative, del
repertorio storico come della contemporaneità, tale da consentire loro di
prodursi in una vasta gamma di contesti differenti;
- capacità di interpretare con una cifra distintiva e personale musiche del
repertorio storico come contemporaneo, nelle sue declinazioni di genere;
- capacità di fornire adeguatamente il proprio apporto con professionalità
artistica sia in qualità di solista, che in insiemi cameristici;
- capacità di sviluppare ulteriormente e autonomamente le proprie tendenze
estetiche in una particolare area di specializzazione;
- capacità di relazionare le conoscenze con abilità pratiche per rafforzare il
proprio sviluppo artistico;
- capacità di rappresentare per iscritto come verbalmente i propri concetti
artistici;
- conoscenza a livello superiore e capacità di conversazione corrente
relativamente alla lingua inglese ai fini dell’inserimento in ambiti lavorativi
artistici internazionali.
Inoltre, nel piano di studi è inserita anche la “Ricerca artistica”; lo studente si
dedicherà alla elaborazione ed alla realizzazione di un progetto di ricerca (in
collaborazione e con la supervisione di docenti interni o ricercatori esterni
previa approvazione del Consiglio Accademico), finalizzato ad approfondire e
promuovere la comprensione della pratica artistica, e quindi il suo sviluppo. Il
lavoro di ricerca svolto dallo studente confluirà in una tesi scritta riguardante il
repertorio su cui è centrata la prova finale (consistente nella esecuzione
pubblica di un programma da concerto); la suddetta tesi verrà illustrata e
discussa dallo studente davanti ad una commissione in seduta pubblica,
programmata in apposita sessione antecedente la prova finale.
Lo studente ha infine la facoltà di inserire nel proprio piano di studi alcune
discipline a scelta afferenti al Dipartimento di Didattica della musica, valide
per l’acquisizione dei 24 CFA necessari per l’accesso al concorso a cattedra
per l’insegnamento dello strumento musicale (Decreto legislativo n.
616/2017).

217
Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti
PROSPETTIVE ambiti:
- Pianista dedito alla carriera solistica
OCCUPAZIONALI - Pianista inserito in gruppi cameristici
- Docente di strumento musicale nelle classi di concorso
A/55 e A/56

PIANO DI STUDI GENERALE

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE

Discipline di base COTP/01 Teoria e analisi Analisi dei repertori C 36 6 E


(18 CFA)
CODM/04 Storia della musica Filologia musicale C 36 6 E

CODM/04 Storia della musica Metodologia della C 36 6 E


ricerca storica e
musicale

Discipline CODI/21 Pianoforte Prassi esecutiva e I 82 54 E


caratterizzanti repertori - Pianoforte
(54 CFA)

Ulteriori discipline COMI/03 Musica da camera Musica da camera G 40 12 E


di base e/o
caratterizzanti
(12 CFA)
Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese C 40 6 E
e affini o ulteriori comunitaria
(12 CFA)
Ricerca artistica I 10 6 E

Attività a scelta 15
dello studente
(15 CFA)
Prova finale 9
(9 CFA)

TOTALE 120

La prova finale consiste nella esecuzione pubblica di un


PROVA FINALE programma da concerto della durata minima di 50 minuti e
massima di 70 minuti

218
I ANNO

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE
Discipline di base COTP/01 Teoria e analisi Analisi dei repertori C 36 6 E
(12 CFA)
CODM/04 Storia della musica Filologia musicale C 36 6 E

Discipline CODI/21 Pianoforte Prassi esecutiva e I 41 27 E


caratterizzanti repertori I – Pianoforte
(27 CFA)
Ulteriori discipline COMI/03 Musica da camera Musica da camera I G 20 6 I
di base e/o
caratterizzanti
(6 CFA)
Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese I C 20 3 I
e affini o ulteriori comunitaria
(3 CFA)
Attività a scelta 12
dello studente
(12 CFA)
TOTALE 60

II ANNO

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE

Discipline di base CODM/04 Storia della musica Metodologia della C 36 6 E


(6 CFA) ricerca storica e
musicale

Discipline CODI/21 Pianoforte Prassi esecutiva e I 41 27 E


caratterizzanti repertori II – Pianoforte
(27 CFA)
Ulteriori discipline COMI/03 Musica da camera Musica da camera II G 20 6 E
di base e/o
caratterizzanti
(6 CFA)
Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese II C 20 3 E
e affini o ulteriori comunitaria
(9 CFA)
Ricerca artistica I 10 6 E

Attività a scelta 3
dello studente
(3 CFA)
Prova finale 9
(9 CFA)

TOTALE 60

219
BIENNIO ACCADEMICO DI SECONDO LIVELLO

DCSL/40 PIANOFORTE JAZZ

Il piano di studi del Biennio accademico di secondo livello in Pianoforte jazz


si prefigge l’obiettivo di fornire allo studente delle competenze avanzate e
OBIETTIVI delle specifiche abilità nell’ambito della musica Jazz attraverso il
completamento del percorso di studi avviato nel triennio di primo livello al
FORMATIVI fine di formare una figura professionale che possa accedere al modo del lavoro
in ambito artistico musicale.
Il piano di studi è finalizzato alla formazione di figure professionali con
elevate abilità tecnico-interpretative; pertanto ha particolare rilevanza lo
studio del repertorio specifico dello strumento, della prassi esecutiva e delle
differenze stilistiche presenti nel repertorio; in questo percorso formativo si
approfondisce anche lo studio del repertorio in relazione al ruolo che il
musicista è chiamato a svolgere interagendo attivamente di volta in volta, nei
diversi gruppi o in più ampie formazioni in cui è presente sia come solista in
formazioni jazz che in formazioni orchestrali jazz.
Inoltre lo studente potrà maturare competenze storico-analitiche nell’ambito
della musica jazz al fine di poter intraprendere attività artistiche assimilabili
alla consulenza musicale in diversi contesti, come collaboratore presso case
discografiche ed editori musicali o operatore musicale culturale in ambito
musicale. È prevista l’acquisizione della conoscenza a livello superiore e della
capacità di conversazione corrente relativamente alla lingua inglese ai fini
dell’inserimento in ambiti lavorativi artistici internazionali.
Nel piano di studi è presente anche la “Ricerca artistica”; lo studente si
dedicherà alla elaborazione ed alla realizzazione di un progetto di ricerca in
collaborazione e con la supervisione di docenti interni o ricercatori esterni
(previa approvazione del Consiglio Accademico), finalizzato ad approfondire e
promuovere la comprensione della pratica artistica, e quindi il suo sviluppo. Il
lavoro di ricerca svolto dallo studente confluirà in una tesi scritta riguardante il
repertorio su cui è centrato il progetto artistico dell’esame finale; la suddetta
tesi verrà illustrata e discussa dallo studente davanti ad una commissione in
seduta pubblica, programmata in apposita sessione antecedente la prova finale.

Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti


PROSPETTIVE ambiti:
 strumentista solista in formazioni jazz
OCCUPAZIONALI  strumentista in gruppi jazz
 strumentista in formazioni orchestrali jazz
 attività artistiche assimilabili alla consulenza musicale in
diversi contesti
 collaboratore presso case discografiche ed editori musicali
 operatore musicale culturale in ambito musicale

220
PIANO DI STUDI COMPLESSIVO

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE

Discipline di base CODM/06 Storia della musica Analisi delle forme C 36 6 E


(12 CFA) jazz, delle musiche compositive e
improvvisate e performative del jazz
audiotattili

CODM/06 Storia della musica Storia delle musiche C 36 6 E


jazz, delle musiche afro-americane
improvvisate e
audiotattili
Discipline COMJ/09 Pianoforte jazz Prassi esecutiva e I 60 30 E
caratterizzanti repertori – Pianoforte
(60 CFA) jazz

COMI/06 Musica d’insieme Tecniche di G 20 6 E


jazz realizzazione di
specifici aspetti
ritmico-fonici

CODC/04 Composizione jazz Tecniche compositive C 72 12 E


jazz

COMI/08 Tecniche di Tecniche di G 40 12 E


improvvisazione improvvisazione
musicale musicale

Ulteriori discipline COMI/06 Musica d’insieme Interazione creativa in G 40 12 E


di base e/o jazz piccola, media e grande
caratterizzanti formazione
(12 CFA)
Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese C 40 6 E
e affini o ulteriori comunitaria
(18 CFA)
CODC/05 Orchestrazione e Tecniche di scrittura ed C 36 6 E
concertazione jazz arrangiamento per vari
tipi di ensemble

Ricerca artistica I 10 6 E

Attività a scelta 9
dello studente
(9 CFA)
Prova finale 9
(9 CFA)

TOTALE 120

221
I ANNO

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE
Discipline di base CODM/06 Storia della musica Analisi delle forme C 36 6 E
(6 CFA) jazz, delle musiche compositive e
improvvisate e performative del jazz
audiotattili

Discipline COMJ/09 Pianoforte jazz Prassi esecutiva e I 30 15 E


caratterizzanti repertori I – Pianoforte
(33 CFA) jazz

CODC/04 Composizione jazz Tecniche compositive C 36 6 I


jazz I

COMI/08 Tecniche di Tecniche di G 20 6 I


improvvisazione improvvisazione
musicale musicale I

COMI/06 Musica d’insieme Tecniche di G 20 6 E


jazz realizzazione di
specifici aspetti
ritmico-fonici

Ulteriori discipline COMI/06 Musica d’insieme Interazione creativa in G 20 6 E


di base e/o jazz piccola, media e grande
caratterizzanti formazione I
(6 CFA)

Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese I C 20 3 I


e affini o ulteriori comunitaria
(9 CFA)
CODC/05 Orchestrazione e Tecniche di scrittura ed C 36 6 E
concertazione jazz arrangiamento per vari
tipi di ensemble

Attività a scelta 6
dello studente
(6 CFA)
TOTALE 60

222
II ANNO

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE

Discipline di base CODM/06 Storia della musica Storia delle musiche C 36 6 E


(6 CFA) jazz, delle musiche afro-americane
improvvisate e
audiotattili

Discipline COMJ/09 Pianoforte jazz Prassi esecutiva e I 30 15 E


caratterizzanti repertori II – Pianoforte
(27 CFA) jazz

CODC/04 Composizione jazz Tecniche compositive C 36 6 E


jazz II

COMI/08 Tecniche di Tecniche di G 20 6 E


improvvisazione improvvisazione
musicale musicale II
Ulteriori discipline COMI/06 Musica d’insieme Interazione creativa in G 20 6 E
di base e/o jazz piccola, media e grande
caratterizzanti formazione II
(6 CFA)
Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese II C 20 3 E
e affini o ulteriori comunitaria
(9 CFA)
Ricerca artistica I 10 6 E

Attività a scelta 3
dello studente
(3 CFA)
Prova finale 9
(9 CFA)

TOTALE 60

La prova finale consiste nella realizzazione ed esecuzione di un


PROVA FINALE progetto musicale basato su composizioni originali o ispirate ad un
importante autore della musica jazz, arrangiate per lo specifico
organico scelto comprendente la sezione ritmica e almeno tre
strumenti a fiato. Eventuali progetti alternativi sono realizzabili
previa approvazione del Consiglio accademico.

223
BIENNIO ACCADEMICO DI SECONDO LIVELLO

DCSL/42 SAXOFONO JAZZ

Il piano di studi del Biennio accademico di secondo livello in Saxofono jazz si


prefigge l’obiettivo di fornire allo studente delle competenze avanzate e delle
OBIETTIVI specifiche abilità nell’ambito della musica Jazz attraverso il completamento
del percorso di studi avviato nel triennio di primo livello al fine di formare una
FORMATIVI figura professionale che possa accedere al modo del lavoro in ambito artistico
musicale.
Il piano di studi è finalizzato alla formazione di figure professionali con
elevate abilità tecnico-interpretative; pertanto ha particolare rilevanza lo
studio del repertorio specifico dello strumento, della prassi esecutiva e delle
differenze stilistiche presenti nel repertorio; in questo percorso formativo si
approfondisce anche lo studio del repertorio in relazione al ruolo che il
musicista è chiamato a svolgere interagendo attivamente di volta in volta, nei
diversi gruppi o in più ampie formazioni in cui è presente sia come solista in
formazioni jazz che in formazioni orchestrali jazz.
Inoltre lo studente potrà maturare competenze storico-analitiche nell’ambito
della musica jazz al fine di poter intraprendere attività artistiche assimilabili
alla consulenza musicale in diversi contesti, come collaboratore presso case
discografiche ed editori musicali o operatore musicale culturale in ambito
musicale. È prevista l’acquisizione della conoscenza a livello superiore e della
capacità di conversazione corrente relativamente alla lingua inglese ai fini
dell’inserimento in ambiti lavorativi artistici internazionali.
Nel piano di studi è presente anche la “Ricerca artistica”; lo studente si
dedicherà alla elaborazione ed alla realizzazione di un progetto di ricerca in
collaborazione e con la supervisione di docenti interni o ricercatori esterni
(previa approvazione del Consiglio Accademico), finalizzato ad approfondire e
promuovere la comprensione della pratica artistica, e quindi il suo sviluppo. Il
lavoro di ricerca svolto dallo studente confluirà in una tesi scritta riguardante il
repertorio su cui è centrato il progetto artistico dell’esame finale; la suddetta
tesi verrà illustrata e discussa dallo studente davanti ad una commissione in
seduta pubblica, programmata in apposita sessione antecedente la prova finale.

Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti


PROSPETTIVE ambiti:
 strumentista solista in formazioni jazz
OCCUPAZIONALI  strumentista in gruppi jazz
 strumentista in formazioni orchestrali jazz
 attività artistiche assimilabili alla consulenza musicale in
diversi contesti
 collaboratore presso case discografiche ed editori musicali
 operatore musicale culturale in ambito musicale

224
PIANO DI STUDI COMPLESSIVO

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE

Discipline di base CODM/06 Storia della musica Analisi delle forme C 36 6 E


(12 CFA) jazz, delle musiche compositive e
improvvisate e performative del jazz
audiotattili

CODM/06 Storia della musica Storia delle musiche C 36 6 E


jazz, delle musiche afro-americane
improvvisate e
audiotattili
Discipline COMJ/06 Saxofono jazz Prassi esecutiva e I 60 30 E
caratterizzanti repertori – Saxofono
(60 CFA) jazz

COMI/06 Musica d’insieme Tecniche di G 20 6 E


jazz realizzazione di
specifici aspetti
ritmico-fonici

CODC/04 Composizione jazz Tecniche compositive C 72 12 E


jazz

COMI/08 Tecniche di Tecniche di G 40 12 E


improvvisazione improvvisazione
musicale musicale

Ulteriori discipline COMI/06 Musica d’insieme Interazione creativa in G 40 12 E


di base e/o jazz piccola, media e grande
caratterizzanti formazione
(12 CFA)
Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese C 40 6 E
e affini o ulteriori comunitaria
(18 CFA)
CODC/05 Orchestrazione e Tecniche di scrittura ed C 36 6 E
concertazione jazz arrangiamento per vari
tipi di ensemble

Ricerca artistica I 10 6 E

Attività a scelta 9
dello studente
(9 CFA)
Prova finale 9
(9 CFA)

TOTALE 120

225
I ANNO

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE
Discipline di base CODM/06 Storia della musica Analisi delle forme C 36 6 E
(6 CFA) jazz, delle musiche compositive e
improvvisate e performative del jazz
audiotattili

Discipline COMJ/06 Saxofono jazz Prassi esecutiva e I 30 15 E


caratterizzanti repertori I – Saxofono
(33 CFA) jazz

CODC/04 Composizione jazz Tecniche compositive C 36 6 I


jazz I

COMI/08 Tecniche di Tecniche di G 20 6 I


improvvisazione improvvisazione
musicale musicale I

COMI/06 Musica d’insieme Tecniche di G 20 6 E


jazz realizzazione di
specifici aspetti
ritmico-fonici

Ulteriori discipline COMI/06 Musica d’insieme Interazione creativa in G 20 6 E


di base e/o jazz piccola, media e grande
caratterizzanti formazione I
(6 CFA)

Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese I C 20 3 I


e affini o ulteriori comunitaria
(9 CFA)
CODC/05 Orchestrazione e Tecniche di scrittura ed C 36 6 E
concertazione jazz arrangiamento per vari
tipi di ensemble

Attività a scelta 6
dello studente
(6 CFA)
TOTALE 60

226
II ANNO

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE

Discipline di base CODM/06 Storia della musica Storia delle musiche C 36 6 E


(6 CFA) jazz, delle musiche afro-americane
improvvisate e
audiotattili

Discipline COMJ/06 Saxofono jazz Prassi esecutiva e I 30 15 E


caratterizzanti repertori II – Saxofono
(27 CFA) jazz

CODC/04 Composizione jazz Tecniche compositive C 36 6 E


jazz II

COMI/08 Tecniche di Tecniche di G 20 6 E


improvvisazione improvvisazione
musicale musicale II
Ulteriori discipline COMI/06 Musica d’insieme Interazione creativa in G 20 6 E
di base e/o jazz piccola, media e grande
caratterizzanti formazione II
(6 CFA)
Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese II C 20 3 E
e affini o ulteriori comunitaria
(9 CFA)
Ricerca artistica I 10 6 E

Attività a scelta 3
dello studente
(3 CFA)
Prova finale 9
(9 CFA)

TOTALE 60

La prova finale consiste nella realizzazione ed esecuzione di un


PROVA FINALE progetto musicale basato su composizioni originali o ispirate ad un
importante autore della musica jazz, arrangiate per lo specifico
organico scelto comprendente la sezione ritmica e almeno tre
strumenti a fiato. Eventuali progetti alternativi sono realizzabili
previa approvazione del Consiglio accademico.

227
BIENNIO ACCADEMICO DI SECONDO LIVELLO

DCSL/44 STRUMENTI A PERCUSSIONE

Il piano di studi del Biennio accademico di secondo livello in Strumenti a


percussione si prefigge lo scopo di fornire allo studente competenze avanzate e
OBIETTIVI specifiche nel campo dell’interpretazione musicale allo strumento attraverso
l’approfondimento ed il completamento degli studi precedentemente compiuti
FORMATIVI nel corso del Triennio accademico di primo livello, al fine di creare una figura
professionale completa che possa accedere al mondo del lavoro in ambito
musicale.
L’obiettivo del piano di studi è quello di formare una figura professionale che,
all’esito dello svolgimento delle attività didattiche ed artistiche relative al
Biennio in oggetto, sia caratterizzata dall’avvenuta acquisizione delle seguenti
competenze:
- conoscenza e capacità di pratica tecnico-interpretativa a elevato livello
professionale;
- conoscenza di stili e tecniche strumentali/interpretative ad essi relative, del
repertorio storico come della contemporaneità, tale da consentire loro di
prodursi in una vasta gamma di contesti differenti;
- capacità di interpretare con una cifra distintiva e personale musiche del
repertorio storico come contemporaneo, nelle sue declinazioni di genere;
- capacità di fornire adeguatamente il proprio apporto con professionalità
artistica sia in qualità di solista, che in insiemi cameristici e orchestrali;
- capacità di sviluppare ulteriormente e autonomamente le proprie tendenze
estetiche in una particolare area di specializzazione;
- capacità di relazionare le conoscenze con abilità pratiche per rafforzare il
proprio sviluppo artistico;
- capacità di rappresentare per iscritto come verbalmente i propri concetti
artistici;
- conoscenza a livello superiore e capacità di conversazione corrente
relativamente alla lingua inglese ai fini dell’inserimento in ambiti lavorativi
artistici internazionali.
Inoltre, nel piano di studi è inserita anche la “Ricerca artistica”; lo studente si
dedicherà alla elaborazione ed alla realizzazione di un progetto di ricerca (in
collaborazione e con la supervisione di docenti interni o ricercatori esterni
previa approvazione del Consiglio Accademico), finalizzato ad approfondire e
promuovere la comprensione della pratica artistica, e quindi il suo sviluppo. Il
lavoro di ricerca svolto dallo studente confluirà in una tesi scritta riguardante il
repertorio su cui è centrata la prova finale (consistente nella esecuzione
pubblica di un programma da concerto); la suddetta tesi verrà illustrata e
discussa dallo studente davanti ad una commissione in seduta pubblica,
programmata in apposita sessione antecedente la prova finale.
Lo studente ha infine la facoltà di inserire nel proprio piano di studi alcune
discipline a scelta afferenti al Dipartimento di Didattica della musica, valide
per l’acquisizione dei 24 CFA necessari per l’accesso al concorso a cattedra
per l’insegnamento dello strumento musicale (Decreto legislativo n.
616/2017).

228
Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti
PROSPETTIVE ambiti:
- Percussionista
OCCUPAZIONALI - Percussionista inserito in gruppi cameristici
- Professore d’orchestra
- Docente di strumento musicale nelle classi di concorso
A/55 e A/56

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE

Discipline di base COTP/01 Teoria e analisi Analisi dei repertori C 36 6 E


(18 CFA)
CODM/04 Storia della musica Filologia musicale C 36 6 E

CODM/04 Storia della musica Metodologia della C 36 6 E


ricerca storica e
musicale

Discipline CODI/22 Strumenti a Prassi esecutiva e I 82 54 E


caratterizzanti percussione repertori – Strumenti a
(54 CFA) percussione

Ulteriori discipline COMI/03 Musica da camera Musica da camera G 40 12 E


di base e/o
caratterizzanti
(12 CFA)
Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese C 40 6 E
e affini o ulteriori comunitaria
(12 CFA)
Ricerca artistica I 10 6 E

Attività a scelta 15
dello studente
(15 CFA)
Prova finale 9
(9 CFA)

TOTALE 120

La prova finale consiste nella esecuzione pubblica di un


PROVA FINALE programma da concerto della durata minima di 40 minuti e
massima di 60 minuti

229
I ANNO

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE
Discipline di base COTP/01 Teoria e analisi Analisi dei repertori C 36 6 E
(12 CFA)
CODM/04 Storia della musica Filologia musicale C 36 6 E

Discipline CODI/22 Strumenti a Prassi esecutiva e I 41 27 E


caratterizzanti percussione repertori I – Strumenti
(27 CFA) a percussione

Ulteriori discipline COMI/03 Musica da camera Musica da camera G 20 6 E


di base e/o
caratterizzanti
(6 CFA)
Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese I C 20 3 I
e affini o ulteriori comunitaria
(3 CFA)
Attività a scelta 12
dello studente
(12 CFA)
TOTALE 60

II ANNO

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE

Discipline di base CODM/04 Storia della musica Metodologia della C 36 6 E


(6 CFA) ricerca storica e
musicale

Discipline CODI/22 Strumenti a Prassi esecutiva e I 41 27 E


caratterizzanti percussione repertori II – Strumenti
(27 CFA) a percussione

Ulteriori discipline COMI/03 Musica da camera Musica da camera G 20 6 E


di base e/o
caratterizzanti
(6 CFA)
Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese II C 20 3 E
e affini o ulteriori comunitaria
(9 CFA)
Ricerca artistica I 10 6 E

Attività a scelta 3
dello studente
(3 CFA)
Prova finale 9
(9 CFA)

TOTALE 60

230
BIENNIO ACCADEMICO DI SECONDO LIVELLO

DCSL/46 TROMBA

Il piano di studi del Biennio accademico di secondo livello in Tromba si


prefigge lo scopo di fornire allo studente competenze avanzate e specifiche nel
OBIETTIVI campo dell’interpretazione musicale allo strumento attraverso
l’approfondimento ed il completamento degli studi precedentemente compiuti
FORMATIVI nel corso del Triennio accademico di primo livello, al fine di creare una figura
professionale completa che possa accedere al mondo del lavoro in ambito
musicale.
L’obiettivo del piano di studi è quello di formare una figura professionale che,
all’esito dello svolgimento delle attività didattiche ed artistiche relative al
Biennio in oggetto, sia caratterizzata dall’avvenuta acquisizione delle seguenti
competenze:
- conoscenza e capacità di pratica tecnico-interpretativa a elevato livello
professionale;
- conoscenza di stili e tecniche strumentali/interpretative ad essi relative, del
repertorio storico come della contemporaneità, tale da consentire loro di
prodursi in una vasta gamma di contesti differenti;
- capacità di interpretare con una cifra distintiva e personale musiche del
repertorio storico come contemporaneo, nelle sue declinazioni di genere;
- capacità di fornire adeguatamente il proprio apporto con professionalità
artistica sia in qualità di solista, che in insiemi cameristici e orchestrali;
- capacità di sviluppare ulteriormente e autonomamente le proprie tendenze
estetiche in una particolare area di specializzazione;
- capacità di relazionare le conoscenze con abilità pratiche per rafforzare il
proprio sviluppo artistico;
- capacità di rappresentare per iscritto come verbalmente i propri concetti
artistici;
- conoscenza a livello superiore e capacità di conversazione corrente
relativamente alla lingua inglese ai fini dell’inserimento in ambiti lavorativi
artistici internazionali.
Inoltre, nel piano di studi è inserita anche la “Ricerca artistica”; lo studente si
dedicherà alla elaborazione ed alla realizzazione di un progetto di ricerca (in
collaborazione e con la supervisione di docenti interni o ricercatori esterni
previa approvazione del Consiglio Accademico), finalizzato ad approfondire e
promuovere la comprensione della pratica artistica, e quindi il suo sviluppo. Il
lavoro di ricerca svolto dallo studente confluirà in una tesi scritta riguardante il
repertorio su cui è centrata la prova finale (consistente nella esecuzione
pubblica di un programma da concerto); la suddetta tesi verrà illustrata e
discussa dallo studente davanti ad una commissione in seduta pubblica,
programmata in apposita sessione antecedente la prova finale.
Lo studente ha infine la facoltà di inserire nel proprio piano di studi alcune
discipline a scelta afferenti al Dipartimento di Didattica della musica, valide
per l’acquisizione dei 24 CFA necessari per l’accesso al concorso a cattedra
per l’insegnamento dello strumento musicale (Decreto legislativo n.
616/2017).

231
Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti
PROSPETTIVE ambiti:
- Strumentista a fiato dedito alla carriera solistica
OCCUPAZIONALI - Strumentista a fiato inserito in gruppi cameristici
- Strumentista a fiato inserito in orchestra di fiati
- Professore d’orchestra
- Docente di strumento musicale nelle classi di concorso
A/55 e A/56

PIANO DI STUDI GENERALE

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE

Discipline di base COTP/01 Teoria e analisi Analisi dei repertori C 36 6 E


(18 CFA)
CODM/04 Storia della musica Filologia musicale C 36 6 E

CODM/04 Storia della musica Metodologia della C 36 6 E


ricerca storica e
musicale

Discipline CODI/16 Tromba Prassi esecutiva e I 82 54 E


caratterizzanti repertori - Tromba
(54 CFA)

Ulteriori discipline COMI/04 Musica d’insieme Musica d’insieme per G 60 12 E


di base e/o per fiati fiati
caratterizzanti
(12 CFA)
Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese C 40 6 E
e affini o ulteriori comunitaria
(18 CFA)
Laboratorio di L 60 6 I
formazione orchestrale

Ricerca artistica I 10 6 E

Attività a scelta 9
dello studente
(9 CFA)
Prova finale 9
(9 CFA)

TOTALE 120

232
I ANNO

TIPOLOGIA CODICE SETTORE DISCIPLINA TIPOL. ORE CFA VAL.


DELLE ATTIVITÀ ARTISTICO
FORMATIVE DISCIPLINARE
Discipline di base COTP/01 Teoria e analisi Analisi dei repertori C 36 6 E
(12 CFA)
CODM/04 Storia della musica Filologia musicale C 36 6 E

Discipline CODI/16 Tromba Prassi esecutiva e I 41 27 E


caratterizzanti repertori I – Tromba
(27 CFA)

Ulteriori discipline COMI/04 Musica d’insieme Musica d’insieme per G 30 6 I


di base e/o per fiati fiati I
caratterizzanti
(6 CFA)
Attività integrative CODL/02 Lingua straniera Lingua inglese I C 20 3 I
e