Sei sulla pagina 1di 201

PETER DEUNOV (BEINSA DOUNO)

NEL CUORE DELLA SALUTE

edited by Erdennahrung, Aivan Bonafe


erdennahrung@gmail.com

176
INTRODUZIONE

Questo libro è redatto da un gruppo di discepoli, utilizzando degli estratti di conferenze del Maestro
Peter Deunov. Le raccomandazioni raccolte nel corso degli anni si rivolgono a degli ascoltatori di
differenti ispirazioni. Esse sono state raggruppate secondo una organizzazione logica in modo da
privilegiare l’esattezza dei testi originali disseminati in differenti libri, con il rischio di ripetersi,
piuttosto che di privare i lettori di una informazione approfondita e più completa. La ripetizione
costituisce essa stessa un metodo pedagogico. Per rispettare l’integrità del pensiero del Maestro
abbiamo ritenuto preferibile di non dissociare i principi di alta spiritualità dalla pratica della vita
quotidiana.
Affidiamo, all’attenzione di ognuno e alla sua apertura spirituale, la messa in pratica di questa
saggezza immemorabile che si esprimeva già con un’ampia profusione di sapere agli inizi del XX
secolo. Lo scopo ultimo è la riconciliazione dell’uomo con il divino in lui, alla base di un cammino
verso una migliore esistenza, in accordo con le leggi della Natura, al fine di comprendere le cause
delle sue malattie e di trovare i mezzi di guarigione più adatti all’uomo di oggi.

NOTA DELL’EDITORE

Lettori, siate attenti al fatto che le raccomandazioni e prescrizioni contenute in questo libro non
possono essere lette indipendentemente dall’approccio spirituale dell’autore. Esse favoriscono il
risveglio del divino nell’uomo e la sua armonizzazione con le leggi della natura nella sua vita
quotidiana; esse non si sostituiscono alla medicina.
INDICE

I. IL CORPO UMANO E LA SUA COSTITUZIONE

1. Costituzione pag. 1
2. Il sistema nervoso pag. 6
3. Il cervelllo pag. 3
4. Le cellule pag. 8
5. Il cuore pag. 10
6. Il sistema digestivo pag. 11
7. Il fegato pag. 12
8. I capelli pag. 13
9. I sensi pag. 13
10. I corpi sottili pag. 15
11. Le energie pag. 17

II. MALATTIA E SALUTE


1. Le malattie pag. 26
2. La salute pag. 29
3.Le cause delle malattie pag. 32
4.La diagnosi pag. 48
5.I corpi celesti e la salute pag. 51
6.La vecchiaia pag. 53

III. LA GUARIGIONE

1. Cure e soccorso di carattere generale pag. 56


2. Guarigione attraverso la nutrizione e il digiuno pag. 64
3. Guarigione attraverso l’acqua pag. 68
4. Guarigione attraverso la respirazione pag. 72
5. Guarigione attraverso il sole pag. 77
6. Guarigione attraverso i colori pag. 81
7. Guarigione attraverso la musica pag. 85
8. Guarigione attraverso il pensiero pag. 88
9. Guarigione attraverso il movimento pag. 94
10. Guarigione attraverso gli esercizi di ginnastica pag. 96
11. Guarigione spirituale pag. 99
12. Guarigione attraverso le piante* pag. 105
13. Guarigione attraverso il magnetismo pag. 106
14. Guarigione attraverso i metalli nobili
e le pietre preziose pag. 109
15. Altri metodi pag. 110
16. Per i bambini pag. 111

IV. PRESCRIZIONI PER MALATTIE CONCRETE

1. Debolezza nervosa e nevrastenia pag. 113


2. Mal di testa pag. 116
3. Nevralgia del viso pag. 117
4. Insonnia pag. 118
1. Infiammazione nasale pag. 118
2. Meningite pag. 119
3. Ronzio delle orecchie pag. 119
4. Otite pag. 119
5. Infiammazione agli occhi pag. 119
6. Mal di gola pag. 119
7. Tonsille pag. 120
8. Orzaiolo pag. 120
9. Infiammazione delle gengive pag. 120
10. Caduta dei capelli pag. 120
11. Balbuzie pag. 120
12. Paralisi pag. 121
13. Malattie eruttive infantili pag. 121
14. Scarlattina pag. 122
15. Malattie psichiche pag. 122
16. Epilessia pag. 122
17. Ascessi pag. 122
18. Eczema pag. 123
19. Gotta pag. 123
20. Macchie bianche sulle unghie pag. 123
21. Sabbia e calcoli nella vescicola biliare pag. 123
22. Enuresi nei bambini pag. 123
23. Sciatica pag. 124
24. Reumatismi pag. 124
25. Albumina e infiammazione dei reni pag. 125
26. Depositi renali pag. 125
27. Orecchioni pag.125
28. Dilatazione del fegato pag.125
29. Itterizia pag. 126
30. Appendicite pag. 126
31. Emorroidi pag. 127
32. Restrengimento del piloro pag. 127
33. Colite purolenta pag. 127
34. Costipazione pag. 127
35. Ulcera dello stomaco e del duodeno pag. 127
36. Gastrite pag. 128
37. Diabete pag. 128
38. Ipertensione arteriosa pag. 129
39. Ipotensione arteriosa pag. 129
40. Varici pag. 129
41. Foruncoli pag. 130
42. Macchie secche sul viso o sulle mani pag. 130
43. Scrofolosi pag. 130
44. Arteriosclerosi pag. 130
45. Influenza pag. 130
46. Raffreddore pag. 130
47. Emorragie pag. 132
48. Orticaria pag. 132
1. Polmonite pag. 133
2. Dolori vertebrali pag. 133
3. Tubercolosi pag. 133
4. Anemia pag. 134
5. Contusioni pag. 135
6. Lebbra pag. 136
7. Malattie del cuore pag. 136
8. Tumore pag. 137
9. Cancro pag. 137

V. MODO DI VITA IN ACCORDO CON LE LEGGI DELLA NATURA VIVENTE

L’alimentazione carnea e il vegetarianismo pag. 138


Il grano e il pane pag. 142
Il digiuno pag. 143
La nutrizione pag. 144
La respirazione pag. 152
L’acqua pag. 154
Il sole pag. 156
Il pensiero pag. 156
La musica pag. 159
Il sonno pag. 161
L’abbigliamento pag. 163
I capelli e la pettinatura pag. 164
La vita spirituale pag. 165
L’uomo e il suo ambiente pag. 167

ALLEGATI

Allegato 1
Allegato 2
Allegato 3
I. IL CORPO UMANO E LA SUA COSTITUZIONE

1. Costituzione

Tutta la creazione divina esiste in miniatura nell’uomo.

Ogni uomo è come una corda dello strumento divino sul quale delle entità invisibili suonano
con i loro archetti.
Il corpo dell’uomo è il risultato dell’energia divina che ha creato l’organismo umano di oggi.
L’uomo possiede dodici corpi, ma, per il momento, soltanto quattro sono in attività: il corpo
fisico, il corpo astrale o corpo delle emozioni, il corpo mentale e un quarto nominato il corpo
causale.
Gli altri otto corpi sottili sono ancora allo stato embroniale, ma essi si manifesteranno
nell’avvenire. Quando l’uomo raggiungerà il mondo spirituale, si manifesteranno altri quattro
corpi e quando entrerà nel mondo divino si svilupperanno gli altri quattro corpi.
Ciascuno di essi si svilupperà e si manifesterà al momento giusto.
L’anima umana possiede il proprio corpo specifico per mezzo del quale essa può elevarsi e
glorificarsi. Questo corpo è così plastico, così ben fatto che è capace di ridursi o di allargarsi.
E’ proprio questo corpo che costruisce il corpo fisico, così come tutti gli altri corpi.
L’intelletto e il cuore sono importanti come il corpo fisico. Quest’ultimo rappresenta la base
nel seno del quale l’uomo attinge le proprie forze vitali.
Il corpo fisico rappresenta un vestito divino che si rinnova continuamente. Cambia ogni sette
anni. Grazie a questo rinnovamento permanente, l’uomo è in buona salute, pieno di energia e
di benessere.
Attualmente il nostro corpo spirituale è in formazione poiché non è completato: la fronte, il
naso, la bocca, le ossa, il cranio, il cervello, le mani non sono ancora interamente elaborate.
La mano astrale è in procinto di formarsi. La sostanza astrale si condensa, si prepara per una
vita superiore, più pura. Attualmente essa rassomiglia a qualcosa di fluidico, simile a un
liquido.
L’uomo ha la forma di un cono, più larga in alto al livello delle spalle, più stretta in basso.
Questo testimonia la sua discesa nel mondo fisico, vale a dire il mondo materiale.
La testa umana è il frutto di differenti culture attraverso le quali sono passati gli esseri umani.
La costruzione del corpo fisico è il risultato delle esistenze animali. La sua materia è il
risultato dell’azione delle piante. Al momento della fase vegetale, l’uomo ha selezionato i
materiali che sono entrati nella costruzione del proprio corpo; al momento della fase animale,
egli ha formato il proprio corpo; al momento del suo arrivo nella fase umana, ha creato la
propria testa e il proprio viso. Dio ha insufflato la vita nell’uomo ed egli è diventato un’anima
vivente.
La sostanza di cui l’uomo è creato differisce da quella degli animali e delle altre creature.
Le forme che compongono il corpo di un animale sono elaborate attraverso delle forze e dei
materiali specifici. Questa materia non è facile da trasformare. Ogni essere umano è anche
creato di una materia composta di elementi specifici: certi uomini possiedono più oro nel loro
sangue, altri più argento, più ferro, più rame e così di seguito
Nel sangue l’oro non rappresenta più di un decimo di milionesimo di milligrammo, ma agisce
in profondità sul carattere umano. Se i ricercatori volessero scoprire quest’oro con le loro
bilance e le loro misure, non vi riuscirebbero. Tuttavia la sua influenza è potente in coloro che

176
lo possiedono nel proprio sangue in grande quantità. Oltre all’oro esiste anche un’altra
sostanza, colui che la possiede nel proprio sangue, potrebbe fare dei miracoli. La sostanza
primaria, a partire dalla quale il mondo è stato creato era milioni di volte più diluita di quella
dell’idrogeno. Le forze primarie che hanno operato in questa materia erano all’origine potenti
quanto oggi, e se si potesse ottenerne solo un grammo, si potrebbero far funzionare tutte le
imprese industriali sulla terra, giorno e notte, senza interruzione per tremila anni.
Secondo la scienza iniziatica, la materia che compone l’uomo non proviene solamente dalla
terra; la materia da cui è nato l’uomo cosmico ha origine in tutto l’universo, da tutti i soli e
tutti i pianeti. Il corpo umano di oggi è costituito dalle loro particelle più sottili. Così la loro
influenza, sia sul piano fisico che psichico, dipende dalla quantità e dalla qualità di ciò che
abbiamo preso dai differenti corpi celesti.
Più l’uomo è buono, ragionevole, cosciente e forte, meglio sono costruiti i suoi organi: sono
più resistenti e perfezionati. Un tale uomo è in buona salute e possiede una buona costituzione
corporale. Nello stesso modo in cui l’abito indossato da qualcuno ci informa sulla sua cultura
e le sue qualità interiori, nello stesso modo la costituzione dei suoi organi interni, delle parti
del suo corpo e delle sue membra esterne è in corrispondenza con le forze del suo organismo.
Gli organi sono creati da certe virtù. Di conseguenza, ogni deficienza di un organo influenza
la virtù che ne è all’origine.
Se sapeste quante entità soffrono e si sacrificano per mantenere il corpo in buona salute! E’
per questa ragione che non avete il diritto di pensare che le vostre proprietà vi appartengono.
Nulla vi appartiene. Tutto ciò che possedete appartiene a Dio. Ringraziatelo e diteGli
solamente: “Signore, io Ti ringrazio di avermi preso nel Tuo seno.”
Ogni organo esercita una doppia funzione: interna ed esterna, vale a dire spirituale e
materiale.
La verità, la più semplice, è indispensabile per la fissazione dell’equilibrio dell’organismo:
essa mantiene il sistema digestivo in buono stato. Alla base del buon funzionamento del cuore
si trova la giustizia. E’ essa che dirige l’attività regolare del cuore e dei polmoni. Dove manca
la giustizia si introduce la malinconia.
Un uomo ben sviluppato è colui che possiede delle proporzioni giuste e dei rapporti armoniosi
fra la propria altezza e corporatura, fra le braccia e le gambe, fra la testa, il corpo e le
membra. Dei rapporti definiti esistono fra i numeri che reggono le differenti parti del corpo.
Tutte le modificazioni in uno di questi numeri provocano un cambiamento simultaneo negli
altri.
Se l’uomo sapesse come pensare, sarebbe in grado di costruire un corpo sano, un viso bello e
perfetto.
Nell’uomo e nella donna sviluppati normalmente, la lunghezza del piede deve rappresentare
un sesto dell’altezza, l’altezza del viso un decimo, quella della cassa toracica un quarto e la
lunghezza delle mani un decimo.
La fronte è la misura di Dio. Il naso è la misura degli angeli. Il mento è la misura dell’uomo.
Le sopracciglia devono essere lunghe come il naso, la bocca larga come le sopracciglia.
E’ la Natura stessa che ci ha dato queste misure.
In generale la parte superiore del corpo, più precisamente il torace, deve essere largo, la vita e
il bacino delicati e affinati.
Più largo è il cervello, più grande è la resistenza dell’uomo nel mondo fisico. Nella donna la
larghezza del cervello è in corrispondenza con la larghezza delle anche. Nell’uomo l’altezza
del cervello corrisponde alla larghezza delle spalle. Le persone con le spalle larghe sono
piuttosto degli uomini, poco importa che siano venute in una forma maschile o femminile. La

176
donna con le spalle larghe è più mascolina che femminile. L’uomo con delle anche larghe è
più femminile che maschile.
Attualmente l’intelligenza e la coscienza umana hanno sede e funzionano principalmente nei
corpi fisico, astrale, mentale e causale. Senza dubbio, esistono altri corpi nell’uomo, ma per il
momento non sono risvegliati. A questi differenti corpi corrispondono degli organi del corpo
fisico. Per esempio al cervello corrisponde il corpo mentale; al sistema simpatico, chiamato
anche cervello dello stomaco, corrisponde il corpo spirituale; al fegato, alla milza e allo
stomaco corrrispondono i livelli inferiori del corpo astrale.
Se il fegato è disturbato anche i sentimenti sono perturbati, ciò che può rendere taciturni e mal
disposti. Il fegato aiuta la digestione. Le tossine che non sono state eliminate nello stomaco e
nel fegato saranno assorbite dal sangue. Ne risulterà un disturbo nel corpo astrale e le forze
del corpo astrale non passeranno normalmente nel corpo fisico. Per esempio, nel caso di
cattivo funzionamento del fegato, la memoria si indebolirà e, se questo stato si aggrava,
poiché il fegato influenza in maniera indiretta il sistema nervoso simpatico, si può arrivare
alla nevrastenia. Quando la funzione di un organo è ostacolata, si hanno delle ripercussioni
sugli altri organi. Se non dominate i vostri sentimenti, essi pertuberanno il vostro fegato, il
quale, a sua volta, genererà dei disturbi in tutto l’organismo.
Ogni elemento ha il suo posto nell’organismo. Per esempio il posto dell’ossigeno è nel
sangue, quello dell’azoto nel cervello e il sistema nervoso, quello dell’idrogeno nello stomaco
e quello del carbonio nelle ossa.
Tutti gli organi dell’uomo sono in stretta correlazione con il suo carattere e la sua anima. Tale
è la sua anima, tale è la costituzione del suo corpo. Tale è il suo cuore, tale è la sua bocca.
Tale è il suo naso, tale è la sua intelligenza. Tali sono le mani e le braccia, tale è il suo senso
della giustizia.
Nel piano fisico la funzione del sistema digestivo consiste nel digerire la nutrizione, ma nel
piano spirituale il suo ruolo è di dissolvere le passioni e i desideri inferiori. Vale a dire di
ridurle in briciole e di bruciarle. A livello fisico i polmoni e il cuore purificano il sangue e, nel
piano spirituale, essi sono come il soffietto e il focolare attraverso il quale devono transitare i
sentimenti al fine che il puro sia separato dall’impuro.
Il sistema cerebrale invia degli ordini verso i differenti organi affinché questi agiscano nel
mondo spirituale. Il cervello dell’uomo definisce l’uso e il posto di ogni pensiero. Non
mescolate i pensieri puri con i pensieri impuri! Il pensiero è legato con i desideri, i desideri
con le azioni e le azioni con le conseguenze.
Come il cervello, il cuore e i polmoni possiedono ugualmente una doppia funzione
psicologica e fisiologica. Così il cuore non purifica solamente il sangue ma anche i
sentimenti. I polmoni non purificano solamente l’aria ma sono allo stesso tempo l’altare della
purificazione dei pensieri, dei sentimenti e dei desideri. Su questo altare bruciano i fuochi
sacri del santuario che purificano e forgiano tutte le cose.
Nell’uomo ogni organo e ogni sistema del corpo è in rapporto con la vita che conduce. Per
esempio, lo stomaco è in rapporto con la vita fisica. Quando l’uomo ha ben regolato i suoi
affari materiali, il suo stomaco funziona bene; se ha commesso degli errori in un determinato
campo, il suo stomaco ne è perturbato. D’altra parte si può osservare che un uomo può essere
in buona forma fisica senza per questo essere forte. Da dove viene allora la forza dell'uomo?
Ebbene dai polmoni! Un uomo forte è colui che respira come si deve.
Lo stomaco è l’organo incaricato di fornire i materiali indispensabili alla costruzione del
corpo fisico. Spesso prima di costruire una casa, si edifica una capanna nella quale si
depositano i tavolati, il cemento e altri materiali. Si può giustamente comparare lo stomaco a

176
questa capanna. In effetti, nello stomaco si depositano i materiali da costruzione che saranno
ripartiti in tutto l’organismo.
Attraverso i polmoni, l’uomo si lega ai Cherubini. Attraverso la respirazione, unitevi a loro e
alla loro saggezza! Sì, la saggezza si può ottenere attraverso la respirazione, mentre attraverso
il cuore, l’uomo è legato a una gerarchia chiamata i Troni, sede dell’Intelligenza divina. Il
battito del cuore mostra il nostro legame con questa gerarchia. Attraverso lo stomaco noi
siamo legati ad altre gerarchie dove risiedono degli Esseri di Nobiltà. Ed è per questo che,
quando si nutre bene, l’uomo è ben disposto, più nobile e pronto al sacrificio. Dallo stomaco
si passa poi al fegato, che è legato a una gerarchia chiamata le Potenze o Forza divina.
Attraverso la vescicola biliare, l’uomo è legato con degli Esseri di Bontà. Quando la vescicola
biliare funziona normalmente, aumentano la bontà e l’amore. Quando aumenta l’odio,
diminuisce l’amore. Questa è una legge che regola i rapporti fra le forze e nessuno può andare
contro questa legge. Dopo il fegato, ci si dirige verso la milza che lega l’uomo con la
gerarchia delle Dominazioni, chiamata anche la Giustizia divina o la Vittoria sul mondo. Poi
incontriamo un’altra gerarchia, gli Arcangeli o Esseri della Gloria divina. Sono loro che
hanno il compito di dirigere i popoli. Sono in rapporto con i reni. Poi arriviamo alla gerarchia
angelica che è in rapporto diretto con la base e il fondamento della vita.
Il sistema digestivo governa l’uomo fisico; il sistema nervoso simpatico, legato al cervelletto
e alla parte posteriore del cervello, governa l’uomo spirituale; infine il cervello e il midollo
spinale governano l’uomo spirituale dall’intelligenza risvegliata.
Oggi, il pensiero si esprime attraverso il cervello, i sentimenti attraverso il sistema simpatico e
più particolarmente attraverso il plesso solare che si chiama impropriamente cuore. Mentre la
volontà, si esprime attraverso le braccia, le mani, i piedi e le gambe.
Tre fattori entrano nel processo di digestione: il primo fattore è lo stomaco che fornisce una
nutrizione materiale a tutto l’organismo; i polmoni costituiscono il secondo fattore:
assorbendo l’aria che passa attraverso il naso e la bocca, ed essi pervengono a purificare e
ossiginare il sangue. Il terzo fattore è il cervello che invia le energie in tutto il corpo.
La digestione si riflette sulla circolazione sanguigna, la circolazione sul sistema respiratorio, il
sistema respiratorio sul sistema nervoso e di là sul cervello, sede del pensiero. Ma il cervello,
come il sistema nervoso, non è il luogo dove il pensiero viene creato. Infatti, essi non fanno
che trasmetterlo ed elaborarlo. Esiste un mondo superiore dove viene creato il pensiero. Esso
viene in seguito inviato verso di noi attraverso l’intermediazione del cervello e del sistema
nervoso che servono da conduttori. Il principio dell’intelletto è condizionato attraverso il
sistema nervoso nel quale il cervello, i nervi e i sensi giocano un ruolo essenziale. Il principio
del cuore o la potenza dell’emotività, è legato al sisema respiratorio così come alla
circolazione sanguigna e alla digestione. La volontà dell’uomo è strettamente condizionata
dalla sua facoltà superiore che si chiama la coscienza di sé o piuttosto la super-coscienza; essa
si manifesta attraverso la forza motrice dei muscoli.
L’uomo non è veramente cosciente di se stesso se non quando inizia ad utilizzare l’insieme
dei differenti organi del suo corpo.
Il mondo della sintesi è la testa. I polmoni e il cuore, che ritmano la vita e fanno muovere il
sangue, rappresentano il mondo spirituale; lo stomaco, esso, rappresenta il mondo fisico o
materiale. Di conseguenza l’uomo deve sapere vivere in questi tre mondi. L’uomo si
differenzia da tutti gli animali per la sua testa. Questa rappresenta un primo mondo. Il
secondo mondo parte dal collo e ingloba il torace con il cuore, i polmoni e una parte dello
stomaco. Il terzo mondo inizia attraverso lo stomaco e comprende gli intestini, il fegato e i
reni.

176
Il mondo fisico corrisponde al sistema digestivo. Esso comprende tre regioni: l’inferno che è
l’intestino crasso, il purgatorio che è l’intestino tenue e il paradiso che è lo stomaco. Il mondo
spirituale comprende i polmoni con le sue due ali. Il bene passa attraverso l’ala destra e il
male attraverso l’ala sinistra. L’ala destra del polmone rappresenta il paradiso, l’ala sinistra
l’inferno.
La testa dell’uomo, dove si trova il cervello, rappresenta il mondo divino. La parte frontale
della testa e la parte superiore del cranio rappresentano il bene o il paradiso e la parte
posteriore del cranio rappresenta l’inferno. Detto in altro modo, l’uomo ha la possibilità di
vivere simultaneamente nei mondi fisico, spirituale e divino.
La salute è racchiusa anche in una ghiandola situata sotto lo sterno proprio al di sopra del
plesso solare. Se voi arrivate a metterla in contatto con le energie solari e se sapeste il
momento in cui queste energie sono più potenti, potreste ottenere dei grandi risultati.
Conoscendo questa legge, ogni uomo potrebbe stabilire un contatto fra questa ghiandola e le
energie solari e così potrebbe vivere tanto quanto vorrebbe. Se vuole sviluppare il proprio
intelletto l’uomo deve legare questa ghiandola, da una parte con le energie luminose della
luna, e dall’altra con le energie del cervello che sono di un altro ordine. L’intelletto dell’uomo
serve unicamente in questo mondo. Quello che l’intelletto afferra è vero principalmente per il
mondo nel quale noi viviamo, ma quello che può dire dell’altro mondo, invisibile, non
corrisponde alla realtà. E’ attraverso il cuore che noi conosciamo l’altro mondo; per il mondo
interiore, quello che il cuore pensa è vero. Per avere accesso al mondo spirituale, bisogna
contare sulla potenza di penetrazione del nostro cuore.
La prima cosa che si constata nel nostro organismo è l’esistenza di un ordine stabilito fra tutti
gli organi, di una interdipendenza nelle loro attività e di una armonia fra tutti i loro operai che
conoscono perfettamente il loro lavoro. Nel corpo umano, gli organi non hanno interessi
personali: essi hanno presente solo il benessere comune che rende l’uomo felice. E’ questo il
segreto che concorre al bene comune. Nell’organismo sano niente è arbitrario, non ci sono atti
fortuiti; in esso regna l’unità. Quando una cellula si ammala o soffre, tutte le cellule che la
circondano divengono compassionevoli e con tutti i mezzi esse cercano di sopprimere il più
rapidamente possibile questa malattia. All’interno del corpo, tutto viene ripartito con una
esattezza matematica: questo ordine equilibra le energie dell’organismo e crea l’armonia. E’
ciò che noi chiamiamo salute.
I tratti predominanti del carattere danno la forma alle orecchie, agli occhi, alle sopracciglia, ai
capelli che sono sottili o spessi, alle dita che sono corte o lunghe.
In ogni momento cambia la composizione della saliva e indica le modificazioni che si
producono nella psiche. E’ tutta una scienza che si studierà nell’avvenire.
In una delle sue epistole, San Paolo ha detto:
“Con la mia carne ho servito il peccato e con il mio spirito servo la legge dell’amore”. Chi ci
salverà da questa situazione? Ebbene, nessuno. L’uomo deve servire sia la carne che lo spirito.
Se tu sei fatto di carne, tu mangerai, dormirai, lavorerai.
Se tu vieni dallo Spirito, tu lavorerai attraverso di esso nel mondo spirituale e nel mondo
divino.
Che lo voglia o no, l’ uomo è al servizio della carne e dello spirito.
Qualsiasi cosa si possa dire o leggere nei testi sacri, è impossibile all’uomo di liberarsi dalla
sua propria natura. La lotta tra la carne e lo spirito è sempre esistita ed esisterà sempre. Come
la vita dello spirito e quella della carne lottano tra di esse, così l’una e l’altra sono
indispensabili per l’evoluzione dell’uomo.

176
Senza la vita della carne non si può esistere e nessuna evoluzione è possibile. Non abbiate
dunque paura della carne, ma cercate di sottometterla affinché possa divenire la servitrice
dello spirito. In ogni circostanza, educate la vostra carne!
Secondo gli Indù, l’akasha è un elemento eterno che riempie lo spazio. Da questa sostanza è
formata ogni cosa. Essa è là, immutabile e immobile, essa rassomiglia a un grande
aristocratico inattivo e nel riposo eterno. Il secondo elemento è il prana, ugualmente forza
eterna. Fornisce l’elettricità e il magnetismo. E’ esso che crea le forme. L’etere, l’aria, l’acqua,
le comete, i pianeti, tutti provengono dal prana e dall’akasha. Dietro il prana e l’akasha si
trovano altre sostanze di cui si ignorano l’esistenza e l’essenza. Per beneficiare del prana,
l’uomo deve apprendere le leggi che lo reggono poiché le differenti malattie, mal di testa,
tubercolosi, problemi digestivi, provengono da una sua cattiva distribuzione nel corpo umano.
Se i muscoli ne sono privati appaiono i reumatismi nelle articolazioni.
La scienza del prana ha per scopo di distribuire uniformemente l’energia tra gli organi e le
cellule affinché non soffrano. L’uomo non può pretendere di avere una buona salute se non
comprende le leggi del prana. In questo senso la respirazione non è niente altro che un metodo
essenziale per l'accumulazione del prana. Perché l'uomo deve comportarsi bene? Per poter
ricevere il prana e utilizzarlo bene. Se l’uomo non fa lavorare correttamente la propria
intelligenza, il proprio cuore e la propria volontà, si priva del prana indispensabile alla propria
vita.

2. Il sistema nervoso

Quando studiamo la psicologia del sistema nervoso, perveniamo alla conclusione che è una
installazione attraversata dalle forze della Natura vivente. I filamenti nervosi sono delle
cellule viventi. Sono dei conduttori di energia nervosa che circola attraverso di loro come
l'acqua che circola nei canali d’irrigazione. Se l’acqua contiene della sabbia, si formano a
poco a poco dei depositi calcarei che, depositandosi sulle pareti delle tubazioni, possono un
giorno bloccarle definitivamente. E’ così che si formano dei tappi nelle canalizzazioni
dell’acqua. Lo stesso processo si produce nel sistema nervoso dell’uomo. Che cosa bisogna
fare allora? Occorre togliere i tappi sapendo fare una cernita nei propri pensieri e sentimenti.
L’uomo rappresenta un albero composto da due altri alberi che corrispondono da una parte al
sistema cerebrale e dall'altro al sisema nervoso simpatico. I rami del primo, il sistema
cerebrale, discendono fino alle estremità del corpo, tanto è vero che le sue radici si trovano in
alto nel cervello. Il secondo albero, il sistema nervoso simpatico, nominato anche cervello
dello stomaco, è composto da numerosi gangli. Sono disposti principalmente nella regione
addominale dove sono situate le radici del sistema simpatico, vale a dire nel cervello
addominale e i suoi rami si elevano verso l’alto. Dunque i rami dei due alberi si
interpenetrano.
In che cosa si differenziano questi due sistemi? Attraverso il risultato della loro azione. Il
sistema cerebrale è portatore di elettricità e, se è più sviluppato dell’altro, l’uomo comincia a
disseccarsi. L’elettricità toglie l’umidità all’organismo ed è per questo che l’uomo si secca,
manca d’acqua. Il sistema simpatico produce dei risultati contrari. E’ portatore di
magnetismo. Quando esso è sviluppato in qualcuno, questo ingrassa; si produce un accumulo,
un eccesso di materia che si trasforma in grasso. Questi due sistemi possono correggersi
reciprocamente.

176
La sede della coscienza è nella testa e parzialmente nella colonna vertebrale. La coscienza si
manifesta attraverso il cervello e attraverso il midollo spinale. In altri tempi, la sede della
coscienza non era nel cervello, era situata nel sistema simpatico chiamato anche plesso solare.
Era lì che si trovava nel passato lontano e l’uomo pensava grazie al proprio plesso solare.
In tutte le circostanze, il successo di un uomo dipende dal suo sistema simpatico. La gioia, la
buona disposizione di spirito, l’ispirazione riposano su di esso. Attualmente è l’epoca del
lavoro sull’organizzazione del cuore e del cervello umani. Tutti gli organi del corpo umano si
organizzano per entrare in accordo con il sistema nervoso simpatico. L’energia divina
nell’uomo è fornita dal sistema simpatico. La forza spirituale dell’uomo è situata nel suo
plesso solare, che io chiamo il cervello della vita. Il cervello, che all’epoca attuale non è
ancora organizzato, e il plesso solare, creatore della vita, devono armonizzarsi. Questo è
indispensabile perché non appartenete soltanto al mondo nel quale vivete, ma anche a un
mondo superiore. La forza dell’uomo è nascosta nel sistema simpatico, ecco perché non
dovete lasciarlo aperto e permettere che ogni passante entri e esca a piacimento. Chiudetelo
con novi chiavi, ma installate anche novi rubinetti affinché coloro che hanno sete possano
dissetarsi.
Il sistema nervoso simpatico riceve direttamente la verità e la realtà, mentre il cervello la
riflette solamente. Il sistema simpatico viene disturbato quando le correnti che lo dirigono
verso il cervello sono interrotte. L’attività dei due sistemi è allora perturbata. Per esempio,
l’odio perturba l’attività di questi due sistemi. Per ringiovanire, fate ogni giorno 15 – 20
minuti di esercizi per il sistema simpatico. Nel sistema simpatico sono nascoste le radici della
vita. Quando vi sono delle condizioni per il loro sviluppo, l’uomo ingrassa. L’uomo magro e
secco pensa di più. Colui che è grasso è più sensibile ed emotivo.
Se si studia il sistema simpatico, si constata che le sue radici sono impiantate nella regione
addominale dove esistono delle ghiandole nominate cervello dello stomaco o plesso solare. I
rami di quest’ultimo si dirigono verso il cervello principale e, da là, le energie sono inviate di
nuovo verso il basso. Se il sistema simpatico non fosse controllato dal cervello principale,
l’uomo si troverebbe allo stadio animale, diretto dalla legge della conservazione.
Il cuore fisico dell’uomo è leggermente a sinistra, ma il suo cuore spirituale è al centro giusto
al disotto dello sterno. E’ il luogo più fragile che l’uomo deve proteggere con molta
attenzione.
Il plesso solare è sotto l’influenza del fegato che l’uomo deve mantenere in buono stato.
Come? Attraverso il plesso solare. Tutte le impurità del mondo mentale e del mondo
emozionale passano attraverso il fegato e da là si dirigono verso il centro della terra per essere
eliminate . In questo senso, il plesso solare serve da canale di purificazione per i pensieri e i
sentimenti impuri. La salute dell’uomo dipende dal buon stato del fegato.
Il cuore interiore non è quello che propulsa il sangue, ma quello che forma i sentimenti e che
si chiama plesso solare. E’ l’organo che accumula l’energia solare. L’intelletto è lo strumento
che accumula le energie lunari, le energie degli altri pianeti e delle stelle. Esso condensa la
luce e forma i materiali sottili, vale a dire le immagini del pensiero.
Per acquisire delle conoscenze occulte del più alto livello, l’uomo deve possedere un sistema
nervoso in buonissima salute e molto resistente poiché i pensieri e i sentimenti superiori
domandano un sistema nervoso sano e in buonissimo stato. I pensieri, i sentimenti e gli atti
grossolani danneggiano il cervello.

3. Il cervello

176
Quando si parla del mondo divino, vale a dire di un mondo di una cultura superiore, si pensa
al cervello umano. Il mondo divino è un mondo organizzato dove non si produce quasi alcun
cambiamento. Non si esaurisce come il corpo, la sua materia si caratterizza per la sua grande
resistenza. Un capitale immenso si trova nel cervello. E’ il cervello che ha creato il viso.
Attraverso l’aspetto del viso si riconosce lo stato del cervello; attraverso gli occhi, le orecchie,
l’odorato, il gusto o la pelle del viso, si può comprendere in quale stato esso si trovi. Se si
potesse conoscere lo stato del cervello, si saprebbe in quale situazione è il corpo umano con i
suoi organi.
Il pensiero non nasce dal cervello né nel sistema nervoso, questi lo ricevono e lo modellano
solamente. Esiste dunque un mondo superiore dove sono creati i pensieri. Da là sono inviati
nel nostro mondo attraverso l’intermediazione del cervello e del sistema nervoso, conduttori
di tutte le idee e pensieri.
La fede permette la secrezione di un ormone. Se la fede non può attirare del sangue nel vostro
cervello, essa è debole. Anche la speranza produce un ormone specifico. Se la vostra speranza
non può attirare il sangue nel cervello, essa è debole. Se il vostro ragionamento non può
attirare il sangue nel vostro cervello, anche esso è sviluppato debolmente. Nello stesso modo
la musica deve attirare il sangue verso i centri musicali situati nel cervello. L’uomo nuovo è
colui in cui tutti i centri e tutte le ghiandole del cervello sono ben irrorate. Quando le
ghiandole e i centri cerebrali saranno ben sviluppati e rinnovati, sarà creato l’uomo nuovo. Le
cause del ringiovanimento e anche dell’immortalità sono nascoste nelle ghiandole a
secrezione interna. L’immortalità è deposta nell’uomo ma non sa come ottenerla. La ragione è
deposta nell’uomo ma non sa come utilizzarla. Tutte le virtù sono deposte nell’uomo ma non
sa svilupparle.
Come il giardiniere annaffia gli ortaggi del suo giardino, nello stesso modo l’uomo deve
orientare il proprio pensiero verso i centri del proprio cervello per apportare loro delle energie
che li nutrano. Se annaffia solamente qualche centro e abbandona gli altri, l’uomo si sviluppa
parzialmente. Gli uomini sono tristi perché sono sviluppati in maniera parziale.
La fame è legata al senso dell’appetito il cui centro è situato nelle tempie. Gli uomini che
hanno questo centro ben sviluppato hanno un grande appetito. Ci si deve nutrire ma si deve
sapere come farlo.
Certi scienziati e certi occultisti hanno osservato che nel cervello umano iniziano a svilupparsi
dei fili bianchi, a costituirsi certe forme dei futuri organi per la nuova umanità. Fino a quando
gli esseri umani non avranno creato questi nuovi organi, molte cose resteranno per loro
inesplicabili. Gli uomini nuovi devono essere costituiti di una nuova materia.
Nel cervello esistono delle cellule specializzate che captano tutte le tonalità della luce del
sole, che sono 52. Noi captiamo solo due di queste tonalità. Delle altre cellule captano le
energie della terra. Altre ancora sono specializzate per le scienze, le arti, la musica,
l’intuizione e così di seguito. Tutte queste cellule possiedono una grandissima intelligenza.
Nel corpo umano il cervello è l’organo meno sensibile. Si può anche toccare, non sente
niente. E’ perché accumula un eccesso di energie e allora inizia a soffrire.
In altri tempi gli esseri umani lavoravano con l’emisfero destro del cervello e la mano sinistra
era più sviluppata. Oggi, poiché l’emisfero destro è stanco, il lavoro passa nell’emisfero
sinistro, ecco perché l’uomo contemporaneo lavora di più con la mano destra. Gli spiriti
intelligenti che dirigono l’umanità hanno fatto in modo che nell’epoca attuale l’uomo lavori
con l’emisfero sinistro e la mano destra.
Alcuni vengono al mondo con una buonissima memoria trasmessa attraverso numerose
generazioni precedenti che hanno lavorato al suo sviluppo. Ogni uomo nasce con la possibilità

176
di sviluppare la propria memoria. Gli uomini con la fronte poco sviluppata hanno una
migliore memoria di quelli con una grande fronte. Questi ultimi hanno molte idee e sono
molto intraprendenti, ma distratti.
Il cervello è composto da due tipi di materia: l’una è fisica e si decompone, l’altra è sottile,
spirituale e non si degrada. Tutti i pensieri umani sono impressi nella materia spirituale. E’
precisamente questa materia che l’uomo porta con sé dopo la sua morte e che forma
l’immagine del defunto.
Tutta la superficie del cervello e del corpo umano rappresenta un ricettacolo per le molteplici
energie che arrivano dappertutto, da tutta la Natura.
Il cervello, che è molto resistente, non è mai malato. La causa della malattia è nascosta
altrove. In un caso su dieci mila solamente, può essere che il cervello sia attaccato da un male
che concerne piuttosto la sua parte posteriore, questo male nasce da un contrasto provocato da
un conflitto fra l’intelleto e il cuore.

4. Le cellule

La vita scaturisce dal Grande che non ha né inizio né fine. La vita proviene dall’Essenziale,
dal Grande e non dal piccolo. Gli scienziati dicono che la vita è venuta da una piccola cellula.
In realtà, la cellula è come il rubinetto attraverso il quale l’acqua sgorga, ma l’acqua proviene
da un’altra parte. Nello stesso modo la vita proviene da un’altra parte e la cellula è il suo
conduttore, ma un conduttore intelligente. Certe categorie di cellule compongono il cervello,
altre lo stomaco, altre i polmoni, altre il sitema nervoso, ecc. Sono dei chimici eccezionali che
sanno come combinare gli elementi. Le cellule sono anche più intelligenti dell’uomo nel quale
si trovano. L’uomo si considera maestro del proprio corpo, ma in realtà certi dei suoi servitori
sono più intelligenti di lui. Occorre che il proprietario si rivolga al Signore con queste parole:
“Signore, vorrei almeno saperne quanto i servitori che abitano nella mia testa.” Occorre
divenire un po’ più umili e riconoscere la nostra ignoranza. Se il sangue dell’uomo non è
puro ed egli non è fortunato, si può dire che egli sia un saggio? Non sa ancora un gran che!
Che cosa rappresenta l’uomo? Un insieme di miliardi di piccole anime e di entità che si sono
messe d’accordo nel nome dell’Amore divino per entrare e lavorare in un corpo con lo scopo
di dargli un’espressione umana. Esse si sono sacrificate per esso e sono divenute sue
servitrici. Poiché non lo comprendono, si dice che il corpo non è niente altro che una
macchina.
Nel mondo esiste una materia dotata d’intelligenza che penetra tutte le cellule del corpo. Noi
non supponiamo nemmeno la sua esistenza. Attorno a questa materia intelligente circola una
forza intelligente; le due si congiungono, comprendono tutte le cellule e penetrano fino alle
particelle più piccole del nostro organismo.
Una cellula immortale, primordiale si trova nell’organismo umano. Ognuno deve scoprirla.
Essa è l’antenata di tutte le cellule. Questa cellula primaria vivente si differenzia dalle altre
dal fatto che contiene una sostanza come il corno. Gli elementi nutritivi in essa sono più
abbondanti che nelle altre cellule. Grazie al suo nucleo duro che la rende molto resistente,
essa è capace di sopportare le condizioni più difficili.
L’organismo umano è composto di circa 60 trilioni di cellule differenziate, dotate di una
grandissima intelligenza. Tutte queste cellule possiedono delle qualità e delle competenze
analoghe a quelle degli esseri dei differenti regni della Natura e delle differenti intelligenze.
Per esempio certe cellule dell’organismo portano in esse la cultura delle piante, altre
conoscono bene la chimica o la fisica, altre sono degli agronomi ecezionali e sanno scegliere

176
le condizioni favorevoli al loro sviluppo. Esse conoscono il terreno migliore e quello che non
conviene loro. Certe cellule conoscono la legge della cristallizazione. Delle altre sono passate
attraverso la cultura dei pesci, degli uccelli, dei mammiferi. Infine, esistono delle cellule che
sono passate attraverso la cultura delle entità altamente evolute e coscienti. Oggi, queste
cellule formano il cervello dell’uomo. Certe cellule svolgono il ruolo dei più grandi medici.
Colui che si ammala ed ha fiducia in queste cellule può guarire poiché queste possiedono un
laboratorio dove esse preparano dei medicamenti capaci di guarire tutte le malattie.
L’uomo si definisce attraverso la sua testa. Senza la testa, il corpo dell’uomo rassomiglia a
quello di un animale. E’ con la sua testa che egli si è separato progressivamente da altre
creature.
La struttura del sole e quella della cellula sono simili, analoghe. Il sole si compone di tre parti.
L’una prepara l’energia, la seconda l’accumula e la trasforma e la terza l’invia verso la terra.
Nello stesso modo nelle cellule si trovano tre parti: una esteriore che riceve l’energia solare,
una intermedia che l’accumula, una terza, al centro, che la converte in forza vivente. Queste
tre parti esistono nell’organismo sotto una forma più sviluppata. Le si distinguono più
facilmente nel feto: il rivestimento esterno chiamato ectoderma, la parte intermedia o
esoderma e la parte interna o endoderma.
Le cellule che smettono di servire diventano nocive e pericolose per la salute delle altre
cellule, esse vengono rigettate attraverso il corpo per il bene dell’insieme dell’organismo. La
nostra salute poggia su questa legge naturale di prevenzione.
Gli uomini di oggi ignorano che la cellula possiede una coscienza e non immaginano la sua
grande intelligenza. La vostra salute, le vostre possibilità e le vostre virtù dipendono
considerevolmente dalle vostre cellule. E’ per questo che ogni mattina, inviate loro un buon
pensiero. Nelle Scritture sacre è detto: “Noi siamo il Tempio dove abita Dio e tutto ciò che è
in noi è vivo.”
Da migliaia di anni, lo Spirito divino lavora su di noi, ci ha dato un organismo con dei piedi,
delle mani, un cervello, un cuore, ecc.Se nella nostra vita attuale siamo incapaci di controllare
il nostro organismo e le sue energie, quelle del cervello, del cuore, delle arterie e di tutte le
piccole cellule che ne fanno parte, che cosa possiamo sperare? Voi vi alzate ogni mattina
senza pensare al vostro corpo. Pregate per esso e inviate un pensiero luminoso alle cellule che
compongono il vostro stomaco, il vostro cervello e tutti i vostri organi. Meditate sul lavoro
fatto dalle entità viventi che lo abitano, ringraziatele, inviate loro la vostra benedizione come
lo farebbe un buon padrone riguardo ai propri servitori. Donate loro delle forze e esse ne
gioiranno, parlate loro, esse conprendono tutto. Esiste una legge divina che le dirige.
Incoraggiatele poiché sono delle entità intelligenti e coscienti. Siate coscienti anche voi,
attenti verso di esse e parlate loro come lo farebbe un buon padrone.

5. Il cuore

Quando la terra ha deviato la sua traiettoria di 23 gradi, il cuore anche si è spostato di 23


gradi, è per questo che non è nel centro del petto ma un po’ a sinistra. Un giorno, quando la
terra riprenderà la sua posizione iniziale, il cuore ritornerà nel centro come al tempo della
creazione del primo uomo.
La medicina contemporanea descrive il cuore come una pompa che attraverso la contrazione e
la dilatazione invia il sangue nel corpo. Esiste una forza vivente che invia il sangue nel cuore,
essa arriva come una corrente nell’organismo e provoca la pulsazione delle cellule del cuore.
Il regolatore di questa forza è situato nel cervello. Le cellule del cuore sono dunque degli

176
esseri coscienti. Esse sono al secondo posto, dopo le cellule del cervello, per quanto riguarda
la loro intelligenza.
La contrazione e la dilatazione del cuore provengono dall’elettricità che discende da una
regione specifica dell’universo. Il cervello regolarizza le zone del cuore. Molti uomini
muoiono prematuramente poiché interrompono la corrente elettrica che proviene dall’esterno.
Come le ruote sono messe in movimento da una forza dinamica, nello stesso modo il cuore si
contrae e si dilata, vale a dire in esso si produce un processo continuo di flusso e riflusso. Ad
ogni contrazione esso riceve il sangue e ad ogni dilatazione esso lo invia in tutto il corpo.
In realtà il cuore, in quanto organo fisico, non possiede la forza per la propulsione sanguigna.
La pulsazione del cuore si spiega attraverso l’elettricità e il magnetismo cosmico che
apportano la vita. Quando si interrompe l’armonia fra queste forze allora l’attività del cuore
viene perturbata.
Il sangue è un conduttore della vita umana. Secondo la sua qualità e la sua quantità, la vita
aumenta o diminuisce. Il sangue si compone essenzialmente di due elementi: il plasma liquido
e i globuli rossi e bianchi. Esso trasporta i globuli nel corpo e apporta all’organismo
l’ossigeno necessario alla vita. Esso elimina il gas carbonico, che si è formato, poiché questo
è un veleno. Il sangue venoso lo conduce all’esterno. Questa purificazione è un processo
continuo. Quando il nostro pensiero non è puro, aumenta il gas carbonico. Se il nostro
pensiero si purifica, l’ossigeno aumenta e il gas carbonico diminuisce. Se il nostro cuore è
puro e i nostri pensieri sono giusti, l’ossigeno aumenta e viceversa. Lo stesso per gli atti. Se
voi avvelenate il plasma del vostro sangue con i vostri sentimenti, i vostri pensieri e i vostri
atti, chi potrà aiutarvi? Poco a poco inizierete a soffocare.
Il cuore è il polso di tutto il cosmo. Nella matematica superiore, esistono dei calcoli che non
conosciamo ancora. Esistono anche certe tavole per mezzo delle quali sono effettuati dei
calcoli per definire le pulsazioni del cuore di tutti gli esseri umani. Non esistono due persone
il cui cuore batta nello stesso modo. In alcuni dopo dieci pulsazioni, il cuore fa un piccolo
intervallo.In altri è dopo la ventesima, o dopo la trentesima o ancora dopo la centesima
pulsazione e così di seguito. Sapete perché esiste questo breve spazio di tempo? Poiché il
cuore è in relazione con altri mondi. Così, il ritmo di questi intervalli indica con quale mondo
della Via lattea o delle costellazioni solari l’uomo è in relazione. In certi brevi istanti, questi
tre mondi comunicano all’anima umana differenti virtù.
Per quello che concerne il battito del cuore, si osserva che nelle dodici prime ore della
giornata, il cuore batte più veloce, è in una fase ascendente. Nelle dodici ore seguenti, batte
lentamente e si trova in una fase discendente. La stessa cosa si osserva per i mesi e gli anni.
Durante i primi 14 giorni di luna nuova, il cuore è in una fase ascendente e nei 14 giorni
seguenti, è in fase discendente. Durante la prima parte dell’anno, a partire dalla data del 1°
dell’anno, è in fase ascendente e nella seconda metà è in fase discendente.E’ importante per
l’uomo di sapere quando il suo cuore è in fase ascendente o discendente.
Se l’uomo vive bene, conformemente alla legge dell’amore, il suo polso è normale. Se
trasgredisce questa legge, il suo polso si modifica. Ogni stato negativo, attraverso il quale
passa l’uomo, che sia il dubbio, lo scoraggiamento o l’incredulità, si riflette sul proprio polso.
Egli ignora questa legge, l’uomo è l’artefice della propria sofferenza. Con i propri pensieri e i
suoi sentimenti negativi, l’uomo modifica il ritmo del polso cosmico, portatore della
benedizione divina.
Il vostro polso non è normale quando consumate una nutrizione indigesta o quando siete in
una situazione difficile. Attualmente il sistema cerebrale e digestivo non sono in un buono
stato. Sarà così fino al ristabilimento dei buoni rapporti fra il cervello, i polmoni e lo stomaco.

176
Allora il polso si regolarizzerà. Quando appare un sentimento di disarmonia, per esempio
l’odio, il vostro polso non batte correttamente.
Di tanto in tanto, l’uomo deve misurare il proprio polso per assicurarsi della regolarità del
proprio ritmo. Un polso irregolare mostra la presenza di una perturbazione o di una
deformazione nei propri sentimenti.
Il pensiero giusto non perturba mai i nervi. Non mescolate le funzioni del cuore con quelle del
cervello. L’obiettivo del cuore è di inviare il sangue impuro verso i polmoni al fine che esso
sia purificato e da là il sangue arterioso sia inviato in tutto il corpo. Il cuore non purifica
solamente il sangue ma anche i sentimenti.
L’uomo possiede tre cuori: uno di loro si trova al di sotto dello sterno, il secondo tra i polmoni
e il terzo dietro la testa. Quando questi tre cuori funzionano regolarmente e il cuore principale
effettua come si deve il proprio lavoro, l’uomo è in uno stato normale.

6. Il sistema digestivo

Colui che ha un sistema digestivo sano e in buono stato ha una buona disposizione, gioiosa,
pieno di vita. Se voi incontrate qualcuno il cui viso è disseccato, di colore giallo, non ben
disposto al lavoro, significa che il suo sistema digestivo è in cattivo stato; non può lavorare, il
suo punto di vista è pessimista su tutto, manca di fede nella vita. Per non cadere in una tale
situazione, mantenete il vostro sistema digestivo in buona salute. Il benessere dell’uomo sul
piano fisico dipende da esso. E’ il primo grado della vita.
Il cervello e lo stomaco sono i due poli della vita. Se avete mal di testa, bisogna sapere che il
vostro stomaco è in disordine. Se avete mal di stomaco, bisogna sapere che la vostra testa non
è in buono stato.
Quando i vostri pori sono ben aperti, lo stomaco funziona correttamente. I pori rappresentano
i canali attraverso i quali le energie della Natura si infiltrano nell’organismo. Un sistema
digestivo sano, normale assicura il buon funzionamento cerebrale e, attraverso esso, un
sistema respiratorio in buono stato.
L’inferno, simbolicamente parlando, si trova negli intestini. E’ per questo che quando l’uomo
deve curarsi, la prima cosa da fare è di pulire il proprio stomaco e i propri intestini.
Più lavora lo stomaco, meno il cervello funziona e inversamente.
Durante la digestione, non è sufficiente formare dei succhi gastrici, ma è indispensabile
assicurare una ossigenazione che dia un sangue di colore rosso e puro. Il sangue puro contiene
tutti gli elementi vitali così come l’energia cinetica e l’energia potenziale che sono all’origine
della formazione del pensiero. Durante la circolazione del sangue, che non è solamente un
processo fisico ma anche spirituale, si effettua una corrente contraria che nutre i corpi sottili.
Attraverso il processo fisico noi comprendiamo solamente ciò che è visibile e sperimentabile,
ma ci sono delle cose che non si possono vedere né sottomettere a dei metodi tradizionali.
Quando la digestione è difettosa, in un primo tempo si formano dei depositi nell’organismo,
producendo un certo siero nel quale si moltiplicano i bacilli. In un secondo tempo le feci sono
invase dai microbi che provocano delle infiammazioni.

7. Il fegato

Il fegato è un organo di capitale importanza nel funzionamento del corpo umano. Se il fegato
smette di funzionare, l’uomo muore. Nelle condizioni attuali, il fegato decide tutto. Se esso si
danneggia, l’uomo diventa mal disposto, cupo, astioso, pessimista, non è attento nel parlare,

176
sviluppa l’odio, affronta male le situazioni, si offende ed è capace di arrivare all’assassinio.
Tutti questi effetti negativi provengono dal fegato.
Se il fegato di qualcuno è disturbato, nel suo intelletto passano dei pensieri negativi e
sgradevoli. Lo squilibrio del fegato sviluppa la crudeltà, è legato a dei sentimenti inferiori.
Sapendo questo, abbiate una attitudine sacra verso la vita e la salute che Dio vi ha dato.
L’uomo vive con i suoi quattro corpi: fisico, astrale, mentale e causale. Ogni corpo, composto
da una materia specifica, compie un lavoro particolare e ogni organo fisico è legato a un
organo del mondo astrale che è il mondo delle emozioni. Quest’ultimo regolarizza i
sentimenti inferiori, assorbe le tossine dell’organismo e le trasforma. Se è fuori posto le
tossine si propagano in tutto l’organismo e l’uomo muore. Un legame molto stretto esiste fra
il fegato e la vescicola biliare. Se questo legame si interrompe, la vita si trova in pericolo,
poiché il fegato è legato a delle entità del mondo astrale inferiore che cominciano ad
influenzare l'uomo e a bisbigliarli dei pensieri pessimisti che lo spingono verso
l’autodistruzione o il suicidio. Queste entità sono potenti ma inorganizzate. Esse non
comprendono la vita e sono pronte a uccidere tutto ciò che si trova sul loro cammino. Quando
il vostro stato di spirito è tormentato, bisogna sapere che siete caduti nella regione della
materia non organizzata. I santi possiedono un eccellente fegato e dunque una buona
organizzazione dei loro sentimenti superiori. Un fegato in buono stato è il miglior servitore
del cuore.
Lo squilibrio del fegato provoca diverse malattie, per esempio la nevrastenia. Colui che non è
pronto a rendere servizio agli altri non è in buona comunione con Dio, è malato di fegato.
Quando tu sei in collera, rivolgeti verso Dio pregandolo di darti più conoscenza e luce per
regolare i problemi del tuo fegato. Se non sopporti gli altri, se i tuoi affari non vanno bene, se
non sei capace di studiare, il colpevole è sempre il fegato. Il suo cattivo stato si riflette sulle
capacità mentali, sui sentimenti così come le capacità spirituali. I sentimenti inferiori
devastano il fegato come le termiti che saccheggiano tutto. Colui che è arrivato a mettere
ordine nei propri sentimenti e pensieri ha il fegato in buono stato. E’ pronto a riconciliarsi con
tutti. Vedete l’importanza del fegato! C’è anche un rapporto con la fede. Credere in Dio
significa avere il fegato in buono stato e avere anche l’intelligenza, il cuore e l’anima ben
disposti. Con il termine”fede in Dio” si comprende uno stato divino nel quale ci si sente
capaci di compiere delle grandi opere, tutto ciò che si desidera. La fede è quella forza
attraverso la quale tutto è posssibile, essa è indispensabile per la buona salute del fegato.
Il buono o il cattivo stato del fegato si riflette nei sentimenti e viceversa i sentimenti
influenzano lo stato di salute del fegato.
L’ingiuria che vivete come un sentimento amaro, difficile da superare, influenza anche il
fegato. Se vedete apparire sul viso di qualcuno il colore giallo o un eccesso di rosso, cercatene
la causa nel fegato.
Se il fegato è malato, la guarigione è molto difficile. Nell’uomo il fegato è legato al
cervelletto.
Il fegato è un organo indispensabile, ma quando è troppo grosso arrivano delle grandi
disgrazie. Anche se diviene troppo piccolo non va bene. Il fegato deve funzionare per formare
la bile.

176
8. I capelli

I capelli servono a regolarizzare le energie nell’organismo umano. Ogni capello è il centro di


una forza dinamica che aiuta la distribuzione del sangue sulla superficie del corpo. I capelli
sono anche indispensabili all’uomo come le piante alla terra.
I capelli non sono niente altro che le antenne date all’uomo dalla Natura, per mezzo delle
quali comunica non solamente con i luoghi più lontani della terra, ma anche con gli altri
pianeti. Ciò vuol dire che i capelli sono capaci di ricevere le vibrazioni del Sole, della Luna,
di Marte, di Venere, di Giove e di comunicare con loro.
Tuttavia i capelli non sono capaci di captare le vibrazioni in una maniera uguale. Come gli
occhi non ricevono la luce nello stesso modo, uno riceve più dell’altro, così le dita delle mani
non hanno una capacità di ricezione identica. Il corpo è un insieme di antenne multiple. In
questo senso esso rappresenta un centro pervaso da numerose antenne attraverso le quali
entrano e escono innumerevoli pensieri, sentimenti e desideri.
Si sa che le piante e gli alberi trattengono l’umidità del suolo. Esse sono delle pompe che
prelevano l'umidità per condurla verso la superficie della terra. I capelli hanno una funzione
simile per l’organismo umano, regolarizzano l’umidità nel corpo. Sulla testa avete 250,000
capelli, come una bella parure. Certi sono impiantati sul centro del fegato, altri sul centro
della coscienza, dell'equità, della moralità o della misericordia, ecc. Questi capelli compiono
un lavoro grandioso. Pensare significa ricevere. Non crediate che si possano creare dei
pensieri da soli. Il pensiero – io vi parlo del pensiero armonioso – dovete attirarlo attraverso
delle entità di un livello superiore al vostro. Per avere dei sentimenti nobili, si deve anche farli
venire dalle entità superiori.
I capelli non sono fatti tutti in maniera identica. Ogni pensiero si differenzia anche di
pochissimo dagli altri per il colore, lo spessore e la qualità.
Voi non siete i soli proprietari dei vostri capelli, essi appartengono alle generazioni
precedenti. Voi avete dunque a vostra disposizione i radioricevitori dei vostri antenati! La
testa è una radio, i capelli sono delle antenne e quando la radio è ben regolata, non ci sono dei
rumori parassiti, i pensieri sono trasmessi chiaramente.
Ogni capello è un’antenna, ogni capello è conduttore della luce. Non supponete nemmeno
quali siano i rapporti dei capelli con le forze esteriori della Natura. E’ per questo che si
devono pettinare e mantenere bene. Per stimolare le loro capacità, passate spesso le mani nei
vostri capelli. Quando siete mal disposti, nervosi, irritati, vi raccomando di bagnare un po’ i
vostri capelli e di sistemarli con le dita o un pettine.
E’ preferibile che le donne portino i capelli lunghi.
Se siete diventati troppo deboli, molli e senza volontà,ebbene rasatevi i capelli come un
soldato. Per contro colui che è brutale, violento deve lasciar spuntare i propri capelli.
Bisogna sempre mantenere i propri capelli ben pettinati. Raccomando alle persone nervose di
scarmigliare i capelli un po’ ogni sera, di passarvi le dita più volte e di pettinarli bene al
mattino.

9. I sensi

Il primo uomo è stato creato a immagine e a somiglianza di Dio. Disponeva di 12 sensi. Nel
processo d’involuzione, ha in seguito perso certi sensi e oggi ne dispone di cinque. E’ per
questo che il proprio sapere e le proprie possibilità attuali, confrontate al passato, si collocano
in un rapporto di 5/12.

176
Dapprima è apparso il tatto, poi il gusto, l’odorato, l’udito e alla fine la vista. I cinque sensi
corrispondono alle cinque culture. Riassumono la storia dello spirito umano fino ai giorni
nostri. Nell’avvenire l’uomo deve sviluppare ancora altri sensi. Le sue orecchie e i suoi occhi
si modificheranno e riceveranno una forma più perfetta. Da qui a tre mila anni si troverà una
enorme differenza fra la futura umanità e quella del nostro tempo e, agli occhi dei nostri
successori, gli esseri umani di oggi appariranno come dei selvaggi.
L’occhio è apparso per ultimo. E’ di origine superiore. Tutti gli adepti, i chiaroveggenti e i
maestri dell’umanità leggono e si istruiscono in base all’occhio.
La materia con cui gli occhi sono stati creati provengono da altre parti, sulla terra essa è solo
una proiezione. Un organo mutilato, per esempio gli occhi, non può essere riparato veramente
perché le sue parti sottili non sono qui sulla terra.
Le forze che esprimono l’intelligenza umana e la sua saggezza hanno creato il naso e le
orecchie. Le forze e le energie attraverso le quali si esprime l’amore hanno creato la bocca. La
verità ha creato gli occhi, le sopracciglia e le ciglia. La saggezza ha creato la fronte. Secondo
me, bello è colui che ha gli occhi, le orecchie e la bocca in buona salute. Gli occhi sono legati
al cervello, le orecchie al cuore e al sistema simpatico, la bocca allo stomaco e al fegato. La
costruzione del naso, la sua larghezza, la sua grandezza dipendono dallo stato dei polmoni e la
sua forma corrisponde alla forma dei polmoni.
Che cosa rappresenta il naso? E’ un centro di correnti elettriche e magnetiche. E’ come una
montagna ove si depositano delle energie della Natura. I cattivi pensieri agiscono sul naso e
da lì sul sistema respiratorio. Se questo sistema non funziona bene, ne soffre il sistema
digestivo. Il risultato è la distruzione dell’armonia fra i sistemi cerebrali e simpatico.
E’ bene qualche volta di porre le proprie dita alla radice del naso fra gli occhi per
concentrarsi. I distratti possono mettere le dita sulla punta del naso per pensare meglio.
Imparate a concentrarvi, a raccogliere i vostri pensieri. Ponete leggermente le vostre dita fra le
sopracciglia all’inizio del naso o sulla sua punta. Le mani rappresentano una forza molto
potente con due poli; la mano destra è la forza positiva (emissiva), la mano sinistra è la forza
negativa (ricettiva).
Tutti gli stati di malattia si riflettono negli occhi. Si possono vedere gli incroci delle linee
concentriche che indicano l’interruzione delle correnti energetiche.
L’occhio è una forma divina, vivente, nella quale sono inscritte la struttura del cosmo, il
sistema solare e la composizione della vita. Non esiste organo più perfetto dell’occhio umano.
La poca luce che ricevete si trasforma e illumina tutto il corpo e quando questa luce si
espande all'esterno, essa illumina il mondo intero.
Coloro che hanno degli occhi marroni hanno bisogno di calore, essi devono lavare i loro piedi
ogni sera con dell’acqua calda alla temperatura di 35-41° . Coloro che hanno gli occhi blu
hanno bisogno di umidità e se le estremità iniziano a raffreddarsi, devono bere 3 o 4 tazze di
acqua calda. Sono rimedi esterni molto facili da utilizzare. Per le persone dagli occhi blu e
grigi, si raccomanda la pace interiore e la calma. Il loro spirito deve essere sempre occupato,
non da grandi problemi e difficili da risolvere, ma da quelli che rappresentano delle
condizioni per la loro evoluzione. La Natura ha tinto gli occhi in differenti colori: bruni, blu,
neri, grigi, per mostrare ciò che manca nell’uomo. Coloro che hanno gli occhi marroni sono
pieni di tenerezza e si appassionano facilmente. Coloro che hanno gli occhi blu passano per
degli idealisti, essi preferiscono pensare a degli argomenti elevati e la loro testa è un po’ nelle
nuvole. I non-vegetariani con gli occhi bruni devono mangiare dell’agnello. Coloro che hanno
gli occhi blu devono dare precedenza al pesce.

176
La sensibilità delle nostre dita dipende da tutte le piccole papille. Le nostre differenti
espressioni di delicatezza e di raffinatezza dipendono anche da esse. Non bisogna ferirle, né
sottoporle a degli sbalzi di temperatura eccessivi.
Le quattro dita delle mani sono legate con il mondo degli angeli, dei serafini, dei cherubini e
degli arcangeli. Il pollice è direttamente legato al mondo divino. Sapendo questo, accarezzate
spesso le vostre dita per legarvi alle forze che le attraversano al fine di stabilire un contatto
con esse.
Non nascondete mai il vostro pollice nella mano. Attraverso le proprie dita, l’uomo entra in
comunicazione con il mondo spirituale nel quale vivono degli esseri intelligenti sempre pronti
ad aiutare. E’ una sfortuna se una delle vostre dita è danneggiata, soprattutto il pollice. La
mano umana è molto bella. L’evoluzione del cervello e del cuore dipendono da essa. Il pollice
è legato al viso, rappresenta il divino nell’uomo. L’indice è la nobiltà, la benevolenza, l’onore.
Il medio vede tutto nel bene e nel male, è il dito della giustizia, della logica, ma è severo. La
bellezza e la distinzione sono rappresentati dall’anulare, è il dito del sole. Il mignolo è quello
della regolazione dei conti e dei rapporti con gli altri.
Il vostro benessere è il vostro pollice. Rappresenta il divino e deve sempre dominare le altre
dita, non nascondetelo!
Se l’intelligenza, il cuore e la volontà agiscono convenientemente, allora il pollice si sposta
con facilità. Se l’intelligenza funziona bene, lo stesso è per il pollice della mano destra. Se il
cuore agisce bene, il pollice della mano sinistra si muove come si deve. Se i due pollici si
muovono bene la volontà è buona. Se una persona è mentalmente malata, questo si riflette sui
pollici e sulle altre dita.

10. I corpi sottili

Lo spirito divino,vergine, discende come una vanga che passa attraverso sette campi,sette
mondi. Durante il periodo di Saturno è arrivato fino al mondo mentale e ha formato il corpo
mentale dell’uomo. Nel secondo periodo, il periodo solare, lo spirito è sceso nel mondo
astrale e ha formato il corpo dei desideri o corpo astrale. Nel terzo periodo, lunare, lo spirito è
sceso nel campo eterico e ha formato l’involucro eterico del corpo. Nel quarto periodo, il
periodo terrestre, lo spirito è arrivato nel piano inferiore del mondo fisico e là ha formato il
corpo fisico.
Nel primo periodo, quando lo Spirito divino ha lavorato e ha creato l’uomo a immagine e
somiglianza di Dio, l’uomo era senza preoccupazioni. Nel secondo periodo ha iniziato a
cadere, nel terzo periodo è caduto nella decadenza e nel quarto, il periodo terrestre, il più
basso della sua evoluzione, è arrivato nel punto più basso della sua caduta. L’uomo discende e
penetra nella materia per vestirsi di involucri sempre più densi, poi ricomincia la sua
ascensione e si manifesta nelle forme superiori. In ogni periodo si effettua una discesa e
un’ascensione parziale come in un movimento ondulatorio. Il movimento finale è ascendente.
Il corpo più conosciuto, il corpo fisico, si compone di tre involucri. Il primo è eterico e supera
il corpo di uno o due centimetri. Le forze fisiche passano attraverso di esso, così come
l’elettricità e il magnetismo. Come noi vestiamo il nostro corpo di vestiti spessi o leggeri per
preservarlo dal freddo o dal calore, così l’involucro eterico è il vestito della salute del nostro
corpo che lo preserva dalle aggressioni esterne.
L’involucro eterico è legato al secondo involucro, detto astrale, che dirige le passioni. Esso
preserva l’uomo, per esempio, dalla collera, dal desiderio di vendetta, ecc. L’involucro astrale
è legato al mondo astrale, subcosciente.

176
Il giorno in cui gli uomini svilupperanno il loro sesto senso, vedranno che il corpo fisico è
circondato da una emanazione eterica. Fino a quando esiste, l’uomo è in buona salute, poiché
è una protezione che regolarizza il calore del proprio organismo. Qualche volta sotto
l’influenza di una vita dissoluta, questo involucro magnetico si lacera e allora le aggressioni
esterne penetrano nel corpo e causano numerose malattie. Questo vestito magnetico circonda
lo stomaco, i polmoni, tutti gli organi interni e specialmente le cellule.
Fino a quando l’uomo è sulla terra, lavora essenzialmente con il suo corpo fisico che è lo
strumento più adatto per la terra, ma anche pensa, sente, cerca le cause e le conseguenze delle
cose. Con che cosa pensa? Con il corpo mentale. Con che cosa sente? Con il corpo astrale.
Con che cosa cerca le cause e le conseguenze? Con il suo corpo causale. Così come il corpo
fisico non è sviluppato in maniera identica in tutte le persone, così i corpi più sottili non
hanno un uguale livello di sviluppo. Ciò vuol dire che un lavoro grandioso attende l’uomo il
cui scopo è di sviluppare tutti i suoi corpi fino alla perfezione.
Attraverso i suoi sentimenti, vale a dire il suo corpo astrale, l’uomo è legato al mondo astrale
chiamato anche corpo spirituale. Il mondo astrale è composto da due parti: una inferiore
legata ai sentimenti inferiori e l’altra superiore, legata ai sentimenti superiori. La consistenza
del mondo astrale è liquida, simile all’acqua. Gli esseri che vivono là sono come dei pesci
nell’acqua.
L’uomo deve rispettare la legge gerarchica nei tre mondi. Nel piano fisico deve sapere come
nutrirsi, respirare, bere dell'acqua e come ricevere la luce, vale a dire avere una buona
costituzione fisica. Per entrare nel mondo spirituale, il suo corpo astrale deve essere in buono
stato. Nello stesso modo per avere accesso al mondo mentale l’uomo ha bisogno di un corpo
mentale ben stabile. Colui che ha sviluppato i suoi tre corpi può definirsi un essere saggio,
intelligente, cosciente. I corpi astrale e mentale sono importanti tanto quanto il corpo fisico.
Sulla terra, l’uomo vive anche nei suoi corpi mentale e causale che sono legati a dei mondi
situati al disopra dei mondi fisico e astrale. Dunque l’uomo possiede quattro veicoli: fisico,
astrale, mentale e causale. E’ stato detto che ogni corpo è composto da una materia
particolare, esso compie un lavoro specifico. Ogni organo del corpo fisico è legato con uno
dei quattro mondi. Per esempio il fegato è legato al mondo astrale, vale a dire al mondo dei
sentimenti o mondo degli spiriti, regolarizza i sentimenti inferiori nell’uomo, assorbe i veleni
dell’organismo e li trasforma. Se è sregolato, le tossine si espandono dappertutto e l’uomo
muore.
Come il corpo fisico, i corpi sottili: astrale, mentale e causale possiedono ognuno la loro
autonomia e la loro fisiologia, simili, analoghe a quelle del corpo fisico.
Durante la vita umana, dopo ogni periodo di sette anni inizia una nuova fase legata allo
sviluppo di un nuovo corpo. Questi corpi sono sette. Negli uomini altamente spirituali si
formano ancora altri tre corpi, poi due altri si formano negli uomini più evoluti. In totale,
l’uomo può sviluppare 12 corpi.
Nella parte frontale del cervello si trova una specie di rete di fili bianchi attraverso i quali si
manifestano l’intelligenza e la ragione umana. La coscienza di sé è legata al nostro doppio,
vale a dire al nostro corpo eterico che è il mediatore con le forze della Natura. Il corpo fisico
dell’uomo vive grazie al suo doppio. Se il rapporto fra il doppio eterico e il corpo fisico è
normale, equilibrato, armonioso, l’uomo sarà sempre in buona salute. Se questi due corpi non
sono legati come si deve, appaiono degli stati di malattia. Quando certi organi sono malati,
significa che l’armonia fra il doppio eterico e il corpo fisico è perturbata. Per risolvere il
problema, è indispensabile che la persona diriga la sua attenzione verso il ristabilimento dei
buoni rapporti fra il proprio corpo fisico e il proprio corpo spirituale.

176
Quando effettuate un lavoro spirituale, si accumula un eccesso di energia che può provocare
certi stati pericolosi. L’uomo spirituale diviene troppo sensibile, tutto lo colpisce. Il suo
doppio eterico si prolunga verso l’esterno, il suo corpo astrale si allarga e inizia a lamentarsi
che non può sopportare la presenza e le influenze degli altri.
Occorre comprendere la legge e sapere come rientrare in sé. Quando avrete appreso questa
legge, non permetterete più al vostro doppio eterico di sfuggire verso l’esterno. Là dove le
influenze sono benefiche, armoniose, voi potete allargarvi tanto quanto volete ma se restate
nelle condizioni di vita sfavorevoli, bisogna saper rientrare in sé.
Quando il suo doppio lo lascia, l’uomo inizia a condurre una vita quasi animale, mangia,
beve, non pensa a niente. Sapendo questo, siate molto attenti, molto prudenti. Fate attenzione
a non farvi intimorire da uno o da un altro, soprattutto durante il sonno, poiché in quel
momento il doppio eterico esce e se ne va nello spazio. Quando l’uomo dorme, il suo doppio
è legato al corpo fisico attraverso il cordone d’argento. Se qualcuno è svegliato di colpo,
bruscamente, il suo doppio non ha il tempo di ritornare nel proprio corpo, resta mescolato
nello spazio con altri doppi e, se non sa come liberarsi, l’uomo rischia di cadere nella follia.
Secondo la scienza esoterica, ogni corpo dell’uomo rappresenta una certa costante, sia si tratti
del corpo fisico, astrale, mentale o causale. Ciascuno dei quattro corpi possiede delle energie
specifiche.Voi dovete conoscere queste energie per poterle trasformare e farle circolare da un
mondo all’altro.
I corpi materiali sono tridimensionali, ma non le anime. Il mondo emozionale possiede
quattro dimensioni, il mondo mentale cinque e il mondo causale sei. L’anima appartiene al
mondo della settima dimensione. Lo spirito è la decima dimensione. Il mondo al disopra del
nostro sta al nostro mondo come il nostro mondo sta al mondo degli animali.
L’anima umana possiede un corpo particolare che le permette di elevarsi dopo la morte.
Questo corpo è talmente plastico e così ben fatto che può divenire piccolo o grande. E’ questo
corpo che costruisce il corpo fisico e tutti gli altri corpi sottili, nel numero di sette, ma che,
secondo me, sono in numero di dodici. Ciò di cui vi parlo oggi sarà verificato e provato
nell’avvenire come una realtà indiscutibile.
Il corpo fisico ci fornisce la materia grezza e serve da scheletro al corpo spirituale attraverso il
quale noi ci materializziamo e smaterializziamo al momento dei nostri passaggi nel mondo
dello spirito. Se l’anima non è riuscita a imbastire un corpo spirituale nel corpo fisico, dopo la
morte resta come una piccola orfana, povera,essa diviene impotente poiché non sa più dove
prendere le proprie forze.
Il corpo umano è una prigione in cui l’anima dimora temporaneamente.
Lo spirito, l’anima e l’intelletto non muoiono, sono dei principi immortali. Il corpo fisico è il
risulato dell’intelletto umano, è esso che può formarsi il corpo che desidera.
Non sforzatevi di vincere la carne in voi. Lo spirituale non può svilupparsi senza la carne, che
è una specie di terreno sul quale si può innestare una pianta o un albero. La carne e lo spirito
combattono fino al momento in cui lo spirito, vale a dire l’innesto, si attacca al terreno.
Quando l’innesto ha ben preso e inizia a svilupparsi liberamente, la linfa del terreno si mette a
circolare verso l'alto, verso l'innesto e nello stesso tempo la linfa dell'innesto inizia a
discendere verso il terreno, così che la vita circola normalmente. Si può dire allora che il
combattimento fra la carne e lo spirito è terminato. Questo si chiama anche trasformazione
delle energie. Ogni essere umano deve conoscere questa legge e applicarla bene nella vita. Per
questo bisogna pregare.

11. Le energie

176
Ogni energia fisica è una manifestazione di Dio.
L’energia della nostra vita fisica, mentale e morale viene dal sole. Io non parlo del sole fisico,
di quel disco che noi vediamo ma di un altro sole, invisibile, dietro il sole fisico, che produce
tutti i risultati invisibili.
Quando l’energia invisibile discende dal sole arriva sulla terra, il principio femminile la
trasforma in luce. Il sole, principio maschile, ha emesso questa energia e la terra-madre ha
dato vita alla luce terrestre. Nello stesso modo l’energia emessa attraverso il vostro cervello e
la vostra testa è ricevuta dal plesso solare, cervello dello stomaco, dove essa si trasforma in
vita che inizia a funzionare e a manifestarsi.
Gli esseri viventi sono delle porte, dei conduttori d’energie. E’ attraverso l’uomo, la forma più
evoluta sulla terra, che passano le energie più elevate.
Più l’energia contenuta nel nostro organismo è intensa più essa è benefica; meno essa è
intensa, più i suoi effetti sono negativi.
Molti esseri viventi nel mondo fisico si trovano su un piano d’evoluzione inferiore e, di
conseguenza, attingono le loro forze dagli esseri che hanno un livello d’evoluzione superiore.
Se vi trovate sul loro cammino, non mancheranno di attingere dalle vostre forze e vi sentirete
indeboliti, spossati. Per recuperare questa energia perduta, dovete legarvi al mondo superiore
e da là a vostra volta attingere delle energie. Qualsiasi cosa facciate, è impossibile liberarsi da
soli dalle influenze del mondo inferiore. E’ per questo che se certe entità attingono alle vostre
forze, voi siete portati ad attingere ad un’altra fonte di energia. Detto in altro modo, quando si
è sulla terra, l’uomo perde continuamente delle energie. Deve legarsi alle energie solari per
risorgere.
Nel nostro corpo si trovano da 700 a 800 milioni di nervi differenti attraverso i quali si
ricevono le energie della Natura. Sapete quanti milioni di esseri hanno lavorato
all’elaborazione di questi canali?
L’energia contenuta in ogni cellula umana è così potente che è in grado di spostare l’asse della
terra di un metro dal suo percorso. Quale potenza l’uomo rappresenterebbe se tutte le sue
cellule coabitassero in un rapporto di intesa e di armonia! Oggi gli uomini impiegano la loro
forza per distruggere piuttosto che per costruire o creare. Il pensiero potrebbe produrre dei
risultati straordinari, immensi, potenti se fosse impiegato solamente per creare ed edificare.
L’uomo raccoglie delle forze vitali da più fonti: la nutrizione, l’aria, l’acqua e la luce ma
acquisisce delle energie dai suoi pensieri, dalle sue emozioni e dai suoi atti. Per il suo
sviluppo potrebbe attingere delle energie dalla luce, se conoscesse le sue leggi, dalla vita, se la
comprendesse e dall’amore, se aspirasse ad esso. L’uomo può attingere a queste tre fonti che
gli danno forza, vita e salute.
L’organismo non ha bisogno di alcun eccesso di energia, solamente di ciò che è necessario.
Ogni eccesso deve ritornare verso la Natura.
L’uomo rappresenta un triangolo equilatero con un centro comune verso il quale si dirigono
tutte le sue energie. Detto in altro modo l’uomo è una somma di energie che convergono verso
un centro. Egli è una somma di energie che provengono da una fonte comune e che si
diffondono in differenti direzioni.
Che cosa rappresenta il corpo fisico? E’ un conduttore, vale a dire una installazione grandiosa
nella quale possono circolare le forze della Natura. Attraverso questa installazione passano
due correnti naturali: l’elettricità positiva e negativa e il magnetismo positivo e negativo. Per
il momento la circolazione di queste correnti nel nostro corpo fisico è difettosa, vale a dire

176
certi possiedono più elettricità o magnetismo negativi, altri più elettricità e magnetismo
positivi.
Solo le energie negative sono creatrici. Se voi foste chiaroveggenti, vedreste apparire la luce
solamente al polo negativo. Si dice che un uomo è piacevole quando possiede delle energie
negative, vale a dire del magnetismo, quest’uomo ha qualcosa da dare e da ricevere dagli altri.
Il magnetismo e l’elettricità – io non parlo qui delle forze meccaniche – sono delle forze che
vengono da Dio. Quando queste due correnti discendono da Dio, il magnetismo entra nel
cuore e l’elettricità nella testa. Grazie a loro, l’uomo può superare molti ostacoli che
ingombrano la strada della sua evoluzione.
Il magnetismo è la forza che fa evolvere l’universo e favorisce lo sviluppo di tutti gli esseri
viventi. Il movimento della luna attorno alla terra, della terra intorno al sole, del sole intorno
ad altri soli, tutto ciò è dovuto all’azione del magnetismo che trascina l’armonia della vita
nell’universo intero. Se si perde il magnetismo, la vita non può manifestarsi. L’uomo che
perde il proprio magnetismo diviene malcontento, taciturno, tutto gli sembra cupo. Colui che
ne possiede poco ha sempre freddo e deve restare al caldo. Grazie al magnetismo, l’uomo
diviene attraente e caloroso.
L’energia magnetica vivente circola attraverso la colonna vertebrale che è uno dei punti più
fragili, sottomessi ai più grandi colpi.
Le energie magnetiche si diffondono in onde curve, girano formando delle spirali e producono
del calore. La nostra salute è basata in gran parte sulla circolazione delle forze magnetiche nel
nostro corpo. Le energie elettriche si muovono prima in linea diritta. L’uomo deve
comprendere le leggi per pervenire ad eliminare l’eccesso di elettricità e magnetismo del
proprio corpo. L’elettricità e il magnetismo sono delle forze in azione all’esterno di noi. Esse
si polarizzano reciprocamente e, se l’uomo conoscesse le leggi del loro movimento, potrebbe
trasformarle consapevolmente.
Per il momento l’energia vitale che circola nella Natura – così come in tutti i suoi elementi e
che è chiamata “prana” dagli Hindù o elettricità vivificante, non è ancora stata scoperta. Il
nostro organismo conserva questa energia grazie all’ossigeno e all’idrogeno che ne sono i
portatori, ma non sono l’energia stessa.
Il prana possiede differenti stati, può essere fisico, astrale o mentale. Senza di esso il pensiero
non potrebbe formarsi, né le emozioni manifestarsi, né la volontà agire. Il prana è alla base
della creazione e della manifestazione dei pensieri, dei sentimenti e delle azioni umane.
Questo non vuol dire che i sentimenti e i pensieri di tutti siano identici. Ogni uomo, in
accordo con la sua evoluzione, riceverà ciò di cui ha bisogno ed esprimerà ciò di cui è capace.
Gli Indù possiedono una teoria scientifica sull’origine e la formazione del prana
nell’organismo umano. L’uomo capace di utilizzarlo consapevolmente e in modo giusto può
guarire da tutte le malattie: stomaco, polmoni, occhi, ecc…
All’inizio della primavera, il prana esiste in quantità maggiore e l’organismo può captarlo
meglio. In estate, il calore è più grande, ma non il prana. Esistono alcuni indici attraverso i
quali si può conoscere l’abbondanza del prana nella Natura.
Le montagne sono delle riserve, le cui energie vivificanti aiutano ognuno a trasformare i
propri stati negativi.
Il prana è indispensabile per l’organismo umano, da esso dipende la salute, è per questo che
noi raccomandiamo di uscire e fare delle passeggiate molto presto al mattino per riceverlo in
quantità maggiore. Poi occorre trasformare l’energia captata e utilizzarla bene, perché, se
utilizzata male, essa può anche provocare dei danni.

176
Degli esseri di un mondo superiore discendono e trasformano l’energia mentale per adattarla
alle intelligenze umane. Non crediate che il cervello abbia bisogno della stessa energia dello
stomaco. Le energie del fegato e dello stomaco differiscono da quelle dei polmoni e del
cervello.
Affinché un’idea nobile, elevata possa prendere forma nel cervello, è necessaria un’energia
specifica che si rivolga alla parte superiore della fronte. La parte inferiore non è in grado di
comprendere questo genere di idee.
Dunque l’uomo deve comprendere le leggi della circolazione dell’elettricità e del magnetismo
vitale, chiamato anche prana. Il midollo spinale è il principale ricevitore e trasmettitore del
prana che arriva dapprima al cervelletto poi al cervello. Se c’è un blocco al livello del
cervelletto, il suo circuito verso il cervello non può effettuarsi e questo provoca uno squilibrio
nell’intero organismo.
I sentimenti sono il polo negativo e i pensieri sono il polo positivo; il cervello è positivo e il
sistema nervoso simpatico è negativo. Nella parte sinistra del corpo, l’energia discende verso
la gamba e il piede e risale attraverso il piede destro e la parte destra. Una corrente
elettromagnetica si forma attorno ad ogni organo. Per esempio dell’energia positiva passa
attraverso il sopracciglio destro e si espande fino a sotto l’occhio destro dove essa si trasforma
in energia negativa. Da là essa sale sopra l’occhio sinistro dove essa diviene di nuovo positiva
poi essa ridiscende al di sotto dello stesso occhio come energia negativa. In questo
movimento, l’energia forma una specie di circuito a forma di otto. Nel punto situato fra le
sopracciglia, alla radice del naso, si trova un centro che regolarizza la corrente attorno agli
occhi.
Le energie nel cervello si dividono in tre zone principali. La prima è situata dietro le orecchie
dove risiedono le energie inferiori che si possono comparare all’inferno nell’uomo. La
seconda raccoglie le energie che funzionano nel campo della fronte, dominio della vita
umana. La terza zona, confrontabile al paradiso dell’uomo, è quella della parte superiore del
cervello dove circolano delle energie di valore morale e spirituale. Di conseguenza quando
l’uomo contraddice le sue qualità superiori, le energie di questa regione discendono nella zona
situata dietro le orecchie, vale a dire l’inferno. Per evitare questo, ognuno deve aprire la via a
dei buoni sentimenti e a dei buoni pensieri e non respingerli.
Voi sapete che in fisica, l’energia del polo positivo viene trasferita al polo negativo. Voi
conoscete il cammino dell’energia positiva? Normalmente essa esce dall’emisfero destro del
cervello, circola in superficie, passa girando sotto l’emisfero sinistro, poi al di sopra e ritorna
sull’emisfero destro. Qui nel polo negativo si forma la luce. Così il pensiero viene
dall’emisfero destro, passa attraverso l’emisfero sinistro e ne risulta la produzione di luce nel
mentale.
Esiste una corrente lunare e una corrente solare. La corrente solare viene dall’emisfero destro
del cervello, penetra nell’emisfero sinistro e esce in basso nella colonna vertebrale chiamata
coccige. E’ il processo dell’intelligenza primaria dell’uomo. L’altra corrente, lunare,viene
dalla parte sinistra e passa a destra. Lo stesso processo si produce attraverso le narici al
momento della respirazione.
Esiste una corrente dell’intelletto e una corrente del cuore. Le due si muovono in un circuito a
forma di otto.
L’energia della parte destra del cervello passa nella parte sinistra, è per questo che l’uomo
moderno pensa solamente con l’emisfero sinistro. E’ questa la causa dell’asimmetria nel viso
umano. Se si osservano attentamente le due parti del viso, la sinistra e la destra non sono mai

176
simmetriche. Questa asimmetria si osserva negli occhi, le orecchie, la bocca, le mani e in tutto
il corpo umano.
Se l’energia si accumula nell’emisfero destro ed essa manca nell’emisfero sinistro, l’uomo
diviene troppo attivo, nervoso, non può restare fermo. L’uomo deve arrivare a lavorare con le
due parti del suo cervello affinché le sue energie siano distribuite in maniera equilibrata.
Gli uomini contemporanei non rispettano questa legge e, di conseguenza, soffrono di un’altra
insufficienza fisiologica che consiste in una distribuzione irregolare del sangue verso gli
organi del corpo. Nell’orgnismo sano, il sangue irrora in maniera uniforme tutte le parti del
corpo. Nella stessa maniera il pensiero deve penetrare tutte le cellule dell’organismo, è
solamente così che l’uomo può essere in buona salute.
Quando toccate la mano di un uomo in buona salute, osserverete che una parte resta calda e
l’altra fredda, così come una metà della testa è calda e l’altra fredda. Nell’uomo malato, non è
così. Le correnti nel suo corpo divengono ora calde e ora fredde, perché l’equilibrio delle
forze del suo organismo è interrotto. Se egli ristabilisce l’equilibrio interiore di queste correnti
ritrova la sua salute.
Come la terra, l’uomo possiede due poli: nord e sud, che rappresentano le sue riserve
d’energia. Il vostro intelletto produce una corrente fredda e il vostro cuore una corrente calda.
Queste due correnti formano una specie di vortice che apporta la vita stessa, è la circolazione
interiore dell’uomo. C’è contraddizione quando l’intelletto produce un raffreddamento più
grande del necessario e il cuore sviluppa un eccesso di calore.
Più l’uomo è evoluto, più la sua emanazione è luminosa. Un tale uomo possiede del
magnetismo che agisce sull’intelligenza e il cuore del proprio prossimo. Alla sua presenza,
anche i più eccitati e i più nervosi si calmano. Il magnetismo è una corrente che sgorga
liberamente e indipendentemente dalla volontà, non deve essere interrotto. Chi può rompere la
corrente magnetica in una persona? Un uomo cattivo e vizioso.
Come sapere se avete del magnetismo? Se siete ben disposti, avete del magnetismo; mal
disposti, nervosi, lo perdete. Il magnetismo rende ben disposti. Nessuno è più magnetico dei
bambini, è per questo che vi attirano.
L’elettricità dissecca l’uomo, lo fa diventare magro e lo rende delicato. Qualche volta questa
secchezza può essere così pronunciata da provocare una fragilità nervosa, quindi non è più in
grado di resistere alle condizioni del proprio ambiente. L’umidità regolarizza l’azione
dell’elettricità nell’organismo. Per contro se il magnetismo prende piede l’uomo inizia a
diventare grasso. Un tale uomo può non mangiare molto e tuttavia ingrassare.
Quando un uomo è pronto a combattere con tutti, questo mostra che la parte destra del suo
cervello è carica di un eccesso di elettricità. La cattiva disposizione, gli stati depressivi, il
pessimismo mostrano che è l'emisfero sinistro del cervello che è carico di un eccesso di
elettricità.
L’elettricità agisce nella parte frontale del cervello e il magnetismo nella parte posteriore. E’
così che le forze dell’organismo si equilibrano e l’uomo può pensare bene e essere felice della
sua buona salute.
L’eccesso d’energia provoca numerose malattie. Quando l’uomo grasso si ammala, si deve
introdurre nel suo organismo dell’elettricità e, al contrario, del magnetismo nell’organismo
dell’uomo troppo magro. Che i magri frequentino i grassi per provocare dei buoni scambi fra
di loro!
Il sistema cerebro-spinale è una dinamo, un accumulatore d’elettricità e il sistema nervoso
simpatico un accumulatore di magnetismo. I nevrastenici sentono spesso dei formicolii sulle
gambe e sulla colonna vertebrale,dovuti alle molecole d’elettricità o anche dei pizzicori

176
dovuti alle esplosioni di energia elettrica. Una predominanza di elettricità esaurisce l’uomo e
lo dissecca. Il sistema nervoso simpatico serve come un accumulatore della forza magnetica
vivente che viene dal sole. Quando le forze magnetiche iniziano a ristabilirsi nei malati
nevrastenici, essi sentono come un calore gradevole che inonda il loro corpo. Nell’organismo
normale, l’elettricità e il magnetismo riuniti formano un calore gradevole, risultato di un
equilibrio di forze.
Quando si presentano due pensieri armoniosi, uno di essi è positivo e legato alle correnti
fredde della Natura, e l’altro è negativo e legato alle correnti calde della Natura. Fino a
quando l’uomo si muove fra queste due correnti, egli si sente bene, è in buona salute. In quel
momento nell’emisfero cerebrale si formano le correnti fredde e nell’altro le correnti
magnetiche calde. Per contro se la testa si riscalda troppo, si provoca uno stato di malattia. Per
ristabilire un buon stato di salute, una scissione è necessaria al fine di creare di nuovo due
correnti opposte nell’emisfero del cervello. Così la circolazione sanguigna si normalizza e
l’uomo ritrova il proprio equilibrio.
Un uomo che non si lava mai i piedi, le mani, il corpo può essere in buona salute? I pori
devono sempre essere aperti, mai ostruiti. Essi sono avvolti da un involucro magnetico che li
protegge. Un giorno, quando gli uomini avranno sviluppato il loro sesto senso, vedranno
attorno al loro corpo un involucro fluidico che regolarizza il calore del loro organismo. Fino a
quando esso esiste, l’uomo è in buona salute. Qualche volta, sotto l’influenza di una vita
disordinata, questo involucro si lacera e dà via libera a delle influenze esterne che provocano
delle malattie. Questo vestito magnetico avvolge lo stomaco, i polmoni e tutte le cellule.
L’uomo respira così attraverso i propri pori ma in una maniera inconsapevole. Attraverso i
pori, riceve il prana dell’aria che rinnova il suo organismo.
Nell’uomo in buona salute esiste un flusso vibratorio continuo di magnetismo e d’elettricità.
Quando questo flusso è normale avviene la traspirazione attraverso i pori, rigettando tutte le
tossine. Un tale uomo è virtuoso. Il corpo degli uomini virtuosi è sano grazie a una
purificazione continua di tutto ciò che è nocivo. Non è l’acqua che lo purifica, sono le
vibrazioni prodotte attraverso il suo corpo che lo purificano. Esse non permettono alcuna
ostruzione dei pori. Solamente tali uomini sono in buona salute.
Due correnti circolano attraverso l’organismo umano. L’una parte dell’ombelico verso l’alto,
prende forma nella testa e si dirige verso il centro del sole. L’altra parte dall’ombelico
discende verso il basso e si dirige verso il centro della terra. Quest’ultima racchiude tutte le
energie inferiori accumulate attraverso le pulsioni inferiori e animali dell’uomo. Una terza
corrente di sintesi le collega e forma l’aura umana. Approfondendo lo studio della struttura
del corpo, vediamo che queste due correnti ne includono ancora altre due. Tutte queste
correnti si fondono fra di loro. Lo si osserva anche nei pensieri e sentimenti umani.
Il sangue circola non solamente al ritmo del cuore ma anche sotto l’influenza dell’elettricità
naturale. Se il cuore è sotto l’influenza dell’elettricità vivente, batte a un ritmo regolare
inviando il sangue in tutto il corpo. Senza corrente elettrica, la circolazione non sarà possibile.
Perché? Perché la resistenza opposta dalle arterie e dalle vene del sangue in movimento è così
grande che il cuore da solo non potrebbe propulsarlo. È assolutamente necessario ricevere
l’energia dall’elettricità naturale.
Di conseguenza se volete avere un cuore in buono stato, mantenete in buono stato il vostro
cervello dove passano le correnti elettriche della Natura, così come il vostro plesso solare
dove passano le correnti magnetiche vitali. Affinché il vostro cervello resti in buono stato,
preservatelo dai pensieri contraddittori. Per mantenere il vostro plesso solare in buono stato,
non permettete che dei sentimenti negativi invadano il vostro cuore. E’ la luce primordiale che

176
fa circolare il sangue. La circolazione sanguigna possiede un ritmo, un impulso che proviene
da questa energia, l’elettricità universale. L’elettricità è una delle forme di luce. La luce è
l’impulso di questa Causa primaria del mondo, essa riempie tutto lo spazio dell’universo.
Il cuore non ha solo la funzione di propulsione del sangue nel corpo. Esso è il polo
dell’energia elettrica che si trasmette verso tutte le cellule e dà loro la possibilità di
partecipare alla vita organica integrale.
Il fegato e i polmoni rappresentano due trasformatori di energia. I polmoni trasformano le
energie intellettuali e dirigono l’energia del pensiero verso il cervello, il fegato trasforma le
energie emozionali e le dirige verso il sistema nervoso simpatico. I sentimenti non possono
manifestarsi senza il fegato.
Da ogni ghiandola provengono delle energie specifiche. Se l’uomo non è in grado di creare in
lui delle energie mentali o spirituali significa che gli organi corrispondenti non sono
sviluppati. L’uomo deve lavorare su se stesso per arrivare a dissociare le energie e scegliere le
più sottili che gli permettono di compiere un miglior lavoro. Per esempio si sa che l’amore
possiede tre poli legati a tre centri differenti: il centro dell’amore verso Dio si trova nella parte
superiore della testa; il centro dell’amore verso il prossimo si trova nel mezzo, nella parte
frontale della testa; l’amore per se stessi ha il suo centro nel cervelletto. Quest’ultimo è il più
grossolano a causa delle forze egocentriche che lo sviluppano. Gli uomini di oggi vivono in
questo amore e di conseguenza pensano essenzialmente a loro stessi. Il centro dell’amore
verso Dio è il più importante. I Bulgari hanno molto sofferto, perché la ghiandola che è il
centro dell’amore verso Dio, in loro, è poco sviluppato. Negli Slavi, ad eccezione dei Bulgari,
essa è maggiormente sviluppata. Se gli Slavi perdono questo amore per Dio, essi perderanno
tutto poiché la potenza dell’uomo risiede nel centro dell’amore verso Dio.
Le mani sono come una dinamo con i suoi due poli dove passano le due correnti di una pila.
La loro buona circolazione e la regolarità del circuito dipendono dalla posizione delle mani.
Se tenete le vostre mani in una maniera rilasciata e molle, sarete sempre deboli. Se volete
mantenere un contatto con le forze luminose della Natura, dinamizzate bene le vostre mani.
Se volete stabilire un contatto con una corrente terrestre, stendete le vostre mani e le vostre
gambe e stendete i muscoli del vostro corpo. Solamente dopo qualche secondo, potrete
regolarizzare le vostre proprie correnti.
Il palmo della mano sinistra è legato al lato negativo, esso trasmette al corpo delle vibrazioni
dolci, magnetiche, mentre il dorso della mano è positivo, vale a dire elettrico. Per la mano
destra è il contrario. Questo significa che l’uomo possiede due tipi di elettricità e due tipi di
magnetismo che sono diffusi gli uni attraverso la mano sinistra e gli altri attraverso la mano
destra.
Qualsiasi sia la posizione delle mani, c’è sempre un flusso di energia che circola. Le energie
naturali sono meglio utilizzate quando voi unite le mani, ma per evitare dei blocchi non
restate troppo a lungo in questa posizione. E’meglio che tocchiate le vostre mani solamente
con la punta delle dita. Quando un uomo incrocia le proprie mani e le proprie braccia,ciò
mostra che vuole isolarsi, che è bloccato o che egli prova un certo disturbo nella propria
anima.
La parte esterna del braccio è carica d’elettricità positiva, è per questo che esso è peloso. La
parte interna è passiva, essa accumula dell’elettricità negativa.
Né l’argento, né l’oro, né la luce stessa emanano una energia confrontabile a quella che
scaturisce dalla punta delle dite della mano umana. Ogni dito è legato a un centro del cervello,
esso stesso è legato a un organo. Ogni organo è legato a delle forze specifiche, esse stesse
sono in contatto con delle regioni e dei mondi d’intelligenza superiore. E’ sufficiente che

176
l’uomo sollevi una sola delle sue dita per stabilire un contatto fra l’organo corrispondente a
questo dito e il mondo dell’intelligenza universale da dove provengono tutte le energie.
Una potentissima energia esce dal pollice, le altre dita garantiscono la retroguardia. Attraverso
ogni dito deve passare tutta l’energia necessaria all’uomo per il suo sviluppo. Ciò significa
che attraverso le dita, egli riceve delle energie che vengono da un mondo superiore. Nella
Natura tutto è definito e ordinato: ogni dito, ogni mano deve ricevere la quantità d’energia
prevista, né più né meno. Altrimenti l’uomo sarà obbligato a pagare l’eccedente ricevuto dalla
Natura. Come lo dovrà rimborsare? Con le malattie, le crisi e le prove.
Il centro del cervello racchiude ciò che si chiama “l’occhio alato dell’anima” o “il sole
interiore”. Esso funziona come un trasformatore. Se questo sole non brilla, l’uomo non è
capace di niente. Quando l’energia esteriore penetra nel cervello, è questo il centro: “l’occhio
alato dell’anima”, che viene trasferita a tutto l’organismo. Oltre a trasformare l’energia solare,
possiede ancora altre capacità e proprietà dalle quali dipendono la salute del corpo e il
benessere emozionale. In conclusione, si può dire che questo occhio è un trasformatore
dell’energia divina. Esso crea delle condizoni per l’espressione dell’essere umano.
Ve lo dico, come discepoli, imparate dapprima a controllare il vostro cervello. Quando
ricevete delle energie dalla Natura, trasferitele verso il plesso solare, il cuore, la gola, la
fronte, verso la parte posteriore della testa, verso la sua parte superiore e dopo fatela circolare
intorno al vostro corpo. Così inizierete a fare delle docce magnetiche fino a formare un’aura
luminosa e magnetica che avvolgerà il vostro corpo e da quel momento vi sentirete liberi.
Se si mangia troppo, una gran parte dell’energia cerebrale parte verso lo stomaco e diminuisce
l’attività del cervello. Il cervello è un accumulatore d’elettricità e di magnetismo, così appena
è riuscito ad accumulare un po’ di queste energie, esse sono assorbite dallo stomaco caricato
di nutrizione. Ciò vuol dire che il cervello ha lavorato unicamente per lo stomaco. E’ per
questo che ognuno deve sapere quando, come e che cosa mangiare.
L’uomo deve studiare i suoi stati d’animo così come le energie del suo cervello per poterle
trasformare.Se è in collera, arrabbiato o mal disposto, deve sapere che questo stato di collera è
dovuto all’energia accumulata attorno alle orecchie verso la parte posteriore della testa. Deve
sapere come distribuire e trasformare questa energia per evitare delle esplosioni distruttrici.
Questa energia può essere messa al lavoro e essere utilizzata consapevolmente.
La collera è un’energia mal diretta e mal utilizzata. Dopo la collera, si prova un
indebolimento, una smagnetizzazione. La collera, la malinconia, la cattiva disposizione sono
degli eccessi d’energia che è possibile trasformare prendendo una vanga e vangando la terra
per 10-15 minuti.Ogni tristezza, ogni difficoltà proviene da un eccesso d’energia stagnante
non utilizzata. E’ per questo che dovete decidervi ad apprendere la legge della trasformazione
dell’energia. Certi sanno non solamente trasformare la loro propria energia ma anche quella
del loro prossimo e della società. Trasformare le energie significa farle passare da un livello
inferiore a un livello superiore.
Voi potete regolarizzare voi stessi l’eccesso d’elettricità accumulato in una o l’altra parte del
cervello. Per esempio, se l’elettricità è accumulata nell’emisfero destro del cervello, non
toccate la vostra testa con la mano destra - ciò rinforzerebbe questo stato - ma passate la
vostra mano sinistra sulla parte destra della testa. Al contrario se avete un eccesso d’energia
nella parte sinistra della vostra testa, accarezzatela con la vostra mano destra, in questo modo
constaterete il cambiamento del vostro stato e la calma.
E’ per questo che in estate, quando il sole picchia sulla vostra testa, accarezzate i vostri capelli
con le due mani. Attraverso le vostre due mani potrete eliminare l’elettricità che si accumula
nel cervello ed evitare un colpo di sole.

176
Si è detto che il cervello è legato a tutte le parti e a tutti gli organi del corpo, la polarizzazione
dei suoi centri si riflette immediatamente sugli organi corrispondenti. In questo modo questi
prendono parte all’accumulo d’energia. Sapendo questo, dovete cercare dei mezzi per
trasferire gli eccessi d’energia da un centro all’altro nell’organismo.
Quando un eccesso d’energia si accumula nel centro situato dietro le orecchie, l’uomo inizia
ad irritarsi, è pronto a battersi con tutti. Se egli può trasformare quest’ energia che è una
specie d’energia elettrica particolare, se egli la mette al lavoro, egli si libererà facilmente della
propria collera. Cercate i mezzi di dominare l’eccesso d’energia accumulata dietro le vostre
orecchie, per l’esempio andando a tagliare della legna o vangare la terra. Se voi non avete
questa possibilità, toccate leggermente la punta del vostro naso quattro, cinque volte. Ciò che
conta, è di trovare un mezzo per trasformare la collera in lavoro.
Il peccato è dovuto ai sentimenti troppo personali nutriti da un’energia cosmica specifica
capace di provocare delle esplosioni se essa non è trasformata e ripartita fra tutti i centri del
cervello. In prossimità del centro dei sentimenti personali si trova il centro della cattiva
coscienza attraverso il quale essi devono obbligatoriamente passare. Vi viene chiesto di
imparare le leggi della trasformazione delle energie e di dirigerle da un centro cerebrale ad un
altro. Bisogna lavorare come la Natura, per ogni cosa c’è un tempo preciso. Quando l’uomo
comprende la vita, rispetta tutte le regole e le leggi della Natura vivente.
Voi siete un punto focale attraverso il quale passano sia le energie solari che le energie
terrestri. Il mattino fino a mezzogiorno, siete attraversati dall’energia solare che si dirige
verso il centro della terra. Dopo mezzogiorno, il movimento si capovolge, le energie telluriche
del centro della terra passano attraverso i piedi e si dirigono verso il sole. Dunque se voi fate
certi movimenti la mattina o la sera, i risultati saranno differenti. Certe persone sono mal
disposte nel pomeriggio perché sono attraversate dalle correnti della terra.
Bisogna saper polarizzare e concentrare le forze della Natura. Non fermatele, perché rischiate,
respingendole, di provocare in voi delle grandi perturbazioni. Rinviate queste forze verso
l’alto.
Ogni uomo attinge l’energia dal mondo spirituale. Se non fosse così, non potrebbe vivere nel
mondo fisico dove egli capta dell’energia e dove è sottomesso a una intossicazione
permanente.
I differenti elementi apportano differenti energie all’organismo. Per esempio l’oro apporta una
specie di energia, l’argento e il ferro una terza. Si può concludere che gli uomini si
differenziano in base alle differenti categorie e quantità di materiali e d’energie che li
compongono.
Secondo me, le vibrazioni di due corpi non sono uguali. Il corpo, che ha delle vibrazioni più
forti, influenza quello che ha delle vibrazioni più deboli. Se due corpi con uguali vibrazioni si
incontrano, essi si armonizzano completamente.
Gli uomini sono legati fra loro da dei legami invisibili che esercitano su loro un ruolo di cui
sono coscienti o non. Sono simili a dei “vasi comunicanti”. Come per i liquidi travasati, è
possibile per loro realizzare dei trasferimenti d’energia dall’uno all’altro.
Dall’uomo irradia una tale energia dinamica specifica che agisce sul proprio prossimo e può,
se è in buona salute, guarire un uomo malato solamente attraverso la trasmissione della
propria energia. L’uomo in buona salute trasmette dell’energia, l’uomo malato riceve
dell’energia.
L’aura dell’uomo ha una forma sferica di diversi colori e diversi spessori, ognuno è in
rapporto al suo stato mentale. L’aura è visibile? Sì per certi, per altri no. Nel mezzo dell’aura
esiste un centro dove partono delle energie, quelle che si trovano al di sopra di questo centro

176
sono legate alle proprie capacità mentali e quelle al di sotto ai sentimenti. Le energie in alto
sono dei padroni, le altre dei servitori.
L’aura dell’uomo è una protezione naturale. Per questo, nessuno ha il diritto di entrare
nell’aura di un altro senza il suo permesso. Bisogna rispettare una distanza di 50 – 70 cm,
poiché una grande vicinanza rischia di creare una disarmonia fra i rapporti fra le persone.
Quella più sensibile inizia a risentirne, essa è perturbata e soffre.
Se due amici si avvicinano, i loro corpi astrali si legano e le energie dell’uno iniziano a
passare nel corpo dell’altro e reciprocamente. Se uno si ammala, anche l’altro. Se una moglie
ama suo marito ed egli muore, essa anche parte dopo poco. E’ la stessa cosa per il marito che
ama sua moglie. Questo accade quando i legami sono molto forti.
Quando un maestro parla ai propri discepoli raggruppati attorno a lui, troppo vicini gli uni agli
altri, non si può dire che si produca fra di loro uno scambio negativo. Perché? Perché il
pensiero di tutti è concentrato su un argomento comune. Ma se due persone con dei pensieri
contraddittori si avvicinano l’una all’altra a meno di 50 cm, le aure si interpenetrano e si
produce uno scambio negativo. Non violate questo limite sacro che la Natura ha stabilito.
L’energia di cui dispone la Natura è definita in modo matematico ed esatto. Essa è distribuita
con giustizia fra tutti gli esseri viventi. L’energia consumata e distribuita da ognuno è
determinata in maniera precisa, sia si tratti di quella fornita dalla nutrizione sia quella creata
dai pensieri e desideri.
Voi amate uno spiritualista e volete restare con lui delle ore intere per bagnarvi nella sua aura.
Questo rappresenta un pericolo ed anche un delitto. Occorre bagnarsi nella sua aura solo il
tempo necessario e non delle ore e dei giorni come se si bevesse senza tregua.
Il ruolo degli animali è di accumulare del magnetismo. Fino a quando essi sono in buona
salute, anche gli uomini saranno in buona salute. Quando si ammalano, gli uomini si
ammalano. E’ per questo che bisogna essere ben disposti verso gli animali, al fine di
beneficiare delle loro forze magnetiche.
A causa dell’abbattimento degli alberi e degli animali mammiferi, gli uomini incontrano delle
grandi sofferenze senza sapere come liberarsene. Non suppongono che gli animali e le piante
rappresentino delle riserve d’energia vivente per il loro sviluppo. L’energia vitale dei
mammiferi si disperde nello spazio perché vengono uccisi. Non solamente gli uomini non
sono capaci di legarsi direttamente con le energie naturali, ma essi si privano anche di quelle
accumulate attraverso gli animali.
L’uomo inizia ad invecchiare quando l’afflusso delle energie diminuisce nel proprio
organismo. Nell’organismo di un giovane, l’afflusso delle energie della Natura è un processo
perpetuo. Colui che sa coordinare il flusso e il riflusso delle energie nel proprio corpo con
quelle della Natura può ringiovanire.
Poiché l’uomo è ricco di energia, egli la dispensa a torto o a ragione. Ignora che la Natura
tiene conto di ogni energia che gli è stata data. E’ essa che accorda del credito a ognuno, ma
un giorno l’uomo dovrà pagare per le energie mal impiegate o perdute in una maniera
inconsapevole. L’energia divina deve essere impiegata in maniera consapevole.
Se qualcuno conduce una vita ordinaria e si espone in pieno sole, testa nuda a mezzogiorno,
egli prenderà un colpo di sole poiché l’energia divina che viene dal sole e discende verso la
terra modifica certe vibrazioni e può provocare un riscaldamento del cervello. Per contro se
voi conducete una vita consapevole con una disposizione piena d’amore per tutti gli esseri
viventi, sarete capaci di trasformare questa energia in “akasha”. Poi sentirete interiormente
una musica divina, grandiosa, il vostro corpo vibrerà in una maniera sublime e voi avrete

176
desiderio di dare questa energia a tutti. Una tale manifestazione sarà possibile solamente
quando arriverete alla vita consapevole.
Quando si è malati per un certo tempo, si perde una parte della propria energia vitale. Ecco
che cosa si può fare in simili condizioni: prendete il lobo dell’orecchio fra le due dita e
tiratelo leggermente verso il basso, poi massaggiate la piccola sporgenza ossea che si trova
dietro l’orecchio. Osservate i cambiamenti che si producono nell’organismo. Fate questo
esercizio non solamente quando siete malati ma anche quando siete mal disposti
interiormente. Che cosa fare in caso di perturbazioni o malessere? Prendete il vostro orecchio
con le dita della mano destra e iniziate a meditare. Dopo uno o due minuti constaterete che il
vostro morale risale, allora si produrrà uno scambio migliore fra le energie intellettuali e le
energie emozionali. Ogni ristagno di energie vitali nel nostro organismo è dovuto a una
cattiva circolazione sanguigna. E’ questo ristagno che blocca l’attività del pensiero. Sapendo
questo, rispettate il vostro orecchio e il vostro naso come degli organi sacri che vi danno le
condizioni per un buon ricevimento e trasmissione d’energia.

II. MALATTIE E SALUTE

1. Le malattie

Nel mondo divino le malattie non esistono. Esse sono una creazione dell’uomo e non di Dio.
E’ l’uomo che crea le sue proprie malattie, non Dio.
La legge è la seguente: quando il corpo soffre è per il bene dell’anima.
Per poter sopportare le vibrazioni del mondo spirituale, gli uomini devono rinforzare il loro
sistema nervoso. Oggi tutta la razza bianca si adatta a poco a poco alla vita spirituale. Le
sofferenze che essa attraversa sono una preparazione del mondo invisibile affinché gli esseri
umani possano stabilire il contatto con le entità del mondo superiore.
Le malattie testimoniano le nostre deviazioni in rapporto alla grande Vita divina, vale a dire al
pensiero giusto.
Attualmente, le malattie di cui soffrono gli esseri umani sono di tre categorie principali:
- fisiche, che concernano il corpo,
- emozionali, che concernano i sentimenti,
- mentali, che concernano il pensiero.
Le malattie del corpo fisico si curano in una maniera, quelle che riguardano i sentimenti in
un’altra e le malattie del pensiero in un terzo modo. La medicina attuale non dispone di alcun
metodo che guarisca definitivamente le malattie.
Chi è malato psichico? Colui che è scontento, colui che dubita, colui che non domina la
propria intelligenza, il proprio cuore, la propria volontà.
L’uomo malato soffre nella sua carne ed è in questo modo che studia le leggi della vita. Ogni
malattia mostra che l’uomo ha trasgredito una virtù. Il male agli occhi, alla testa, al petto, allo
stomaco o in altri organi mostra una insufficienza da qualche parte. Se l’uomo acquisisce ciò
che gli manca si ristabilisce la salute.
La malattia è dunque una conseguenza. Fino a quando gli esseri umani vivranno in condizioni
ordinarie, essi non faranno che utilizzare le esperienze del passato.
Come si può arrivare alla perfezione? Attraverso le sofferenze!Attraverso di esse, l’uomo
discende nella materia grezza per istruirsi. Se non soffre non ha un avvenire. La sofferenza è
una materia grezza che chiede di essere trasformata. Se l’uomo la trasforma, aumenta la gioia.

176
Dio, nostro Padre, esige la nostra perfezione. Dio vuole che noi andiamo a scuola per
imparare e ciò deve diventare il nostro desiderio.
La cosa migliore sulla terra è la sofferenza. Là dove c’è Dio, ci sono le sofferenze. Se non c’è
sofferenza, Dio non è presente. Il bene della vita viene attraverso la sofferenza. Se qualcosa
fosse possibile senza di essa, il Cristo avrebbe iniziato a salvare il mondo senza soffrire.
Grande è colui che porta consapevolmente le sofferenze, ma noi, attraverso la nostra
incomprensione e la nostra ignoranza, le provochiamo. Il minimo pensiero impuro, il minimo
sentimento o desiderio negativi ostacolano la purezza della nostra vita.
Quando parlo del lato positivo delle malattie, ciò non vuol dire che l’uomo debba essere
ammalato. Le malattie non sono solamente fisiche; ogni indisposizione, ogni sofferenza, ogni
tristezza sono già degli stati di malattia che si riflettono sull’organismo. In questo senso, le
malattie sono visibili o invisibili, fisiche o psichiche. L’importante è di trovare da se stessi dei
metodi che aiutino a superarle consapevolmente. Benché sapiente, l’uomo è sempre
malcontento e insoddisfatto, dunque predisposto alla malattia.
Quando avremo compreso il senso profondo della sofferenza, comprenderemo che questo
processo permette di formare il nostro carattere. E’ un metodo di cui si serve la Natura per
addolcire i sentimenti grezzi dell’uomo. Quando soffre per qualche tempo, l’uomo inizia a
pensare, a comprendere la situazione dei poveri e dei sofferenti. Senza la sofferenza, la
crudeltà e la brutalità dell’uomo non possono addolcirsi.
Le sofferenze sono dei mezzi attraverso i quali la Natura rigetta le impurità dell’organismo.
Sapendo questo, ringraziate per le sofferenze che vi sono date poiché senza di esse, avreste
potuto avvelenarvi.
Nella vita umana si passa obbligatoriamente attraverso certe sofferenze previste dalla Natura
stessa. Esse sono indispensabili e simili al peso con cui si carica un battello per equilibrarlo e
assicurare il suo funzionamento, il suo movimento. Nello stesso modo le sofferenze sono dei
pesi che mantengono l’equilibrio delle forze nell’organismo umano. Attraverso di esse si
guadagna sempre. Colui che non soffre stagna, colui che soffre diventa grande.
Stabilire l’ordine nel mondo è opera di Dio, il lavoro dell’uomo è di mettere ordine nel suo
piccolo mondo. Ma come? Le sofferenze gli aprono il cammino da seguire.
Quando Dio vuole che l’uomo Lo conosca, gli invia delle sofferenze.Quale è il ruolo delle
malattie? Quando un essere vivente fa cattivo uso delle forze ricevute, la Natura gli invia delle
malattie per limitarlo. Di conseguenza, la malattia non è nient’altro che una limitazione
temporanea della libertà dell’uomo o degli esseri viventi in generale.
Oggi gli uomini si inquietano per tutto, non suppongono nemmeno che le malattie
rappresentano un certo bene. E’ sempre un problema da risolvere. Colui che ha risolto
convenientemente il problema riceve il bene nascosto nella malattia. Se invece l’uomo si
lamenta, si priva di questo bene. Più si lamenta e rigetta la malattia, più è attaccato da essa.
Attraverso la malattia l’uomo diventa più delicato, più fine. Le malattie di lunga durata
sviluppano la delicatezza, la raffinatezza e la nobiltà. La natura delle persone che non sono
mai state ammalate è più brutale, più crudele. Non parlo qui delle malattie psichiche poiché
esse hanno un altro carattere e non rendono l’uomo più nobile, ma al contrario più aggressivo.
La malattia è qualcosa di vivente. Quando essa colpisce l’uomo e trova in esso un nutrimento
conveniente, essa vi resta. Altrimenti se ne va. Di conseguenza, togliete tutte le condizioni
favorevoli alle malattie e vi libererete di esse.
Ogni difficoltà introduce delle carenze, dei residui, dei materiali inerti nell’organismo che
deve trovare il mezzo di assimilarli per non ammalarsi. E’ per questo che la Natura ha
accettato le malattie come metodo di trattamento. La malattia non è una punizione ma un

176
fattore stimolante, un mezzo per obbligare l’uomo a rigettare tutte le impurità del proprio
corpo.
Spesso la Provvidenza invia a qualcuno una grande sofferenza per salvarlo da una disgrazia
ancora più grande.
Se volete guarire, dovete andare fino in fondo alle vostre sofferenze e passare attraverso il
fuoco per purificarvi. Se non potete acquisire una purezza assoluta, non troverete ciò che
cercate e, senza sofferenza, la purificazione è impossibile. Se siete impuri, passerete
attraverso la sofferenza.
Dopo ogni malattia, ogni sofferenza, l’uomo acquisisce una certa esperienza che lo eleva. Più
la malattia è grave, più l’uomo diventerà forte. Le malattie hanno un ruolo educativo, esse
rinforzano l’organismo e prolungano la vita. Si è visto che le persone che sono state malate
nella loro infanzia hanno rinforzato il loro organismo e sono divenute più resistenti.
Il raffreddore è come la pulizia per Natale, la febbre è come la pulizia per Pasqua. Queste due
pulizie sono differenti.
Quando i pensieri, i sentimenti e gli atti dell’uomo sono puri, egli non ha paura, non
s’inquieta, non è teso. Qualsiasi sia la malattia che si presenta, egli non ne è colpito. Anche se
cade ammalato, la malattia viene a va, essa non lascia delle tracce. Grazie a che cosa? Alla
purezza del suo sangue. Per fronteggiare le malattie e le sofferenze, per sormontare facilmente
le vostre contraddizioni, purificate i vostri pensieri, i vostri sentimenti e i vostri atti. E’ su
questo che è basata la purezza interiore che dà un sangue puro. La salute, la forza e il
benessere dell'uomo provengono dalla purezza del suo sangue.
Attraverso le malattie, pagate i vostri debiti. Se basate la vostra vita sul desiderio di servire
Dio, Egli vi accorda un “credito” e voi guarite. L’uomo abituato alle sofferenze sopporta più
facilmente la malattia di colui che non è mai malato.
Il male contiene più forza, il bene più dolcezza. La forza è unita alla dolcezza. Se voi
manipolate simultaneamente il bene e il male e se vi decidete di separarli, vi creerete una
malattia incurabile. Se si sopprimono le malattie dalla vita degli uomini, essi incontreranno un
male ancora più grande di quando essi soffrivano. Le malattie addolciscono gli uomini, esse
sono dei mezzi per regolarizzare l’eccesso d’energia accumulato nel loro organismo.
Quando vi avvicinate a delle persone dolci, sentite un certo piacere poiché la dolcezza è un
vestito piacevole che le circonda. Questo involucro dolce e favorevole crea negli uomini dolci
una immunità contro tutte le malattie. La salute dell’uomo dipende dalla sua dolcezza.
Quando la perde, inizia a disseccarsi, a solidificarsi e a divenire facilmente vulnerabile alle
malattie. Dappertutto dove volge lo sguardo vede il male, la scontentezza diviene il suo
compagno.
La sofferenza è un processo spirituale che rappresenta la cosa più grandiosa nella vita e mette
in movimento delle forze nell’organismo fino al loro equilibrio. Spesso gli uomini provano
delle grandi difficoltà interiori dovute all’ostruzione dei pori del loro corpo, allora è
necessaria una grande sofferenza per pulirli. Lavarli con l'acqua e il sapone li sblocca
solamente esteriormente, ma i canali interni restano ostruiti. Nel corpo umano esistono circa
sette milioni di pori che sono i principali supporti dell'organismo umano. Quando tutti i pori
sono aperti, l'uomo è in perfetta salute. Questa apertura si realizza attraverso il lavaggio
interno chiamato traspirazione.
I micro-organismi in affinità con l’uomo vengono ad abitarlo. Diventono allora suoi associati
e cominciano a nutrirsi delle sue energie. Senza rendersene conto l’uomo diviene una vittima
e si ammala.

176
Si dice che Dio vive in noi ma noi abbiamo dei reumatismi e il reumatismo resta. Si dice che
Dio vive in noi, ma noi abbiamo un tumore e questo tumore resta. Dio non può abitare in un
corpo dove ci sono delle ulcere o altre malattie. Quando il corpo diviene assolutamente sano e
libero da tutte le malattie, lo Spirito può venire ad installarsi. Nelle condizioni attuali quando
avete male alle gambe o male di testa, Dio è lontano da voi.
Che cosa rappresenta una malattia? La materia disorganizzata, l’energia disorganizzata, il
pensiero disorganizzato.
Le malattie sono il vostro barometro. Grazie ad esse, voi comprendete dove siete, ciò che vi
manca. Quando passate attraverso la malattia, ringraziate Dio e pregate perché Egli vi aiuti a
comprendere ciò che vi manca. Fino al momento attuale la malattia rappresentava la parte più
negativa della vostra vita, ma il giorno in cui trovate il mezzo di fronteggiarla, voi avete
accesso al lato positivo della vita.
Avere una frattura del piede è la conseguenza di un pensiero negativo o di un errore. Non
esiste la legge che giudica il pensiero, ma l'uomo è imprigionato dal dolore che sente. Il
dottore gli dà dei narcotici al fine di operarlo e il malato non sente il dolore, ma dopo
l’operazione, il dolore ritorna con doppia intensità. La Natura è così intelligente che la
punizione che infligge all’uomo per correggerlo non può essere evitata, è così che essa
ristabilisce l’armonia. Quando soffro posso meglio comprendere che esiste una entità
invisibile che mi suggerisce: “Correggi il tuo errore, altrimenti sono io che me ne
incaricherò!”
Gli stati di malattia come i raffreddori, la febbre non sono delle vere malattie ma delle pulizie
di tutte le impurità e dei residui accumulati. Per contro la tubercolosi, il cancro sono delle vere
malattie. Esistono anche delle malattie psichiche. Colui che si colpevolizza senza correggersi
è già malato.
Una cosa è richiesta all’uomo: la purezza del sangue. Il sangue puro è in grado di vincere ogni
malattia poiché non permette lo sviluppo dei bacilli che lo sostengono. Le vibrazioni del
sangue puro sono così potenti che tutti i batteri vengono rigettati.
Le malattie, ma anche la capacità di lavoro di un uomo, dipendono dalle vibrazioni del suo
sangue e del suo cervello.
La causa di tutte le malattie, di tutte le insufficienze e di tutte gli infortuni nella vita è di
natura spirituale non fisica. Se volete essere in buona salute, non accettate nella vostra
intelligenza, nel vostro cuore alcun pensiero, né alcun sentimento negativo. Questi ultimi sono
dei parassiti e non bisogna lasciarli passare nella testa.
Se il malato deve astenersi da certe cose, non è dall’aria ma piuttosto dalla nutrizione. Deve
nutrirsi meno, ma meglio, con una nutrizione ben scelta. La sua malattia gli è stata data
perché educhi il suo stomaco. Date al malato una mela cotta al forno, qualche noce e un
piccolo pezzo di pane tostato. Il giorno dopo, al posto della mela date una pera cotta.
Se avete un foruncolo, sappiate che il male esce attraverso di esso. Ogni pensiero negativo,
ogni sentimento, ogni atto negativo si manifesta con un foruncolo, un reumatismo o altre
malattie. Attraverso il raffreddore e la tosse, l'uomo pulisce i propri polmoni e tutto il suo
sistema respiratorio dai depositi interni.
La febbre pulisce bruciando i rifiuti. Quando un organo si ammala ne soffre tutto l’organismo.
L’equilibrio è ristabilito quando tutti gli organi sono sani e in buon stato.
Le malattie arrivano nel mondo periodicamente. Più vi sono dei crimini nei confronti
dell’amore, più le malattie e le anomalie aumentano nella vita umana. Quando applicate le
leggi dell’amore nelle famiglie, nella società, nei popoli, subito dopo le malattie

176
diminuiscono. Io non parlo dell’amore umano ma dell’Amore divino che eleva lo spirito
umano e risolve tutti i problemi.
La salute si ristabilisce attraverso il pensiero e si mantiene attraverso i sentimenti.

2. La salute

La salute dell’uomo dipende da quattro cose: dalla forza del suo spirito, dalla bontà della sua
anima, dalla luce del suo intelletto e dalla dolcezza del suo cuore. L’acquisizione di queste
qualità necessita delle conoscenze. Ciascuno possiede uno spirito, un’anima, un cuore e un
intelletto, ma non tutti hanno potuto svilupparli per godere della buona salute.Che cosa
rappresenta la salute? Il capitale messo in banca. Se ogni giorno attingete da questo capitale
senza ricostituirlo, fallirete. Ma se ogni giorno portate qualcosa, il vostro capitale aumenterà,
la vostra salute si rinforzerà. Se sapete questo non vi chiederete più perché dopo essere stati in
buona salute, di colpo vi ammalate. Molti fra di voi sperperano il loro “capitale” senza
depositare niente in banca e senza rendersi conto che, a poco a poco, essi lo dilapidano.
E’ veramente in buona salute l’uomo sano fisicamente, mentalmente ed emotivamente.
La salute non è solamente in rapporto con il mondo fisico ma anche con il mondo dei
sentimenti e il mondo mentale. Essa è il risultato dell’attività delle leggi superiori, vale a dire
delle leggi del mondo dell’Intelligenza divina. Essere in buona salute presuppone di essere in
armonia con la Causa primaria delle cose, con i vicini e se stesso.
La salute fisica è basata esclusivamente sulle virtù umane. L’uomo che possiede la vera bontà
non è malato. Dal momento che inizia a dubitare di essa si ammala. Se il malato crede nella
bontà, guarirà sicuramente. Un uomo che commette degli errori esce dal campo della bontà,
apre lui stesso la porta del male e inizia ad ammalarsi. Dopo la malattia viene la morte.
Se durante tutta la sua vita, dalla giovinezza fino alla vecchiaia, l’uomo non ha avuto alcun
pensiero negativo nel proprio intelletto, nessun cattivo sentimento nel proprio cuore e se con
la sua volontà non ha commesso alcun atto nocivo, nessuna malattia lo potrà attaccare. Molti
micro-organismi possono attraversarlo ma le loro tossine non avranno presa su di lui. Colui
che vuole avere una salute fiorente deve assolutamente essere legato a Dio e lasciar circolare
liberamente l’afflusso d’energia divina in lui.
Non potete essere in buona salute se non avete del magnetismo. Quando qualcuno si sente i
nervi esauriti, vuol dire che si è lasciato smagnetizzare. In questo stato, i pensieri divini lo
attraversano senza lasciare traccia, non li può trattenere. Che cosa diventerebbe una pianta se
essa non assorbisse né utilizzasse le gocce della pioggia? Voi pensate che l’uomo sia sulla
terra per viverci? No, è qui per superare delle prove. Una volta che le prove sono passate, lo si
invia da un’altra parte.
Qualcuno può avere una buona salute fisica, avere desiderio di mangiare bene, bere bene, ma
non può avere una buona salute spirituale, vale a dire non essere disposto a compiere qualsiasi
cosa per il bene. L’uomo si nutre spiritualmente quando fa il bene e, se non ha voglia di
legarsi al bene, è malato spiritualmente. Essere sano spiritualmente significa avere dei
sentimenti stabili e puri.
Quando l’organismo dell’uomo non contiene alcun residuo né scarti, è in perfetta salute.
L’uomo il cui organismo non produce alcuna putrefazione è veramente in buona salute.
Ognuno potrebbe acquisire una salute eccellente anche in un solo minuto, se si sottomettesse
all’influenza delle correnti specifiche che esistono nella Natura. Nel sole esistono dei raggi
particolari, delle correnti speciali capaci di risuscitare l’uomo, a condizone che egli conosca
come e quando captarle per trarne profitto.

176
La salute dipende dall’intelligenza superiore dell’uomo. La pace, la salute, la potenza, i buoni
sentimenti e tutte le forze che esistono nell’uomo provengono da questa intelligenza. Colui
che abita nella sua coscienza superiore è tranquillo anche senza denaro in tasca, niente gli fa
paura perché il suo pensiero è concentrato sul mondo superiore. Non passerà mezz’ora che
l’aiuto arriverà, il pane ed anche l’automobile. Quest’uomo ha la coscienza e l’intelligenza
risvegliate e non abusa mai delle forze e delle possibilità che gli sono state date.
La maggior parte degli uomini crede che, qualsiasi nutrizione, qualsiasi pensiero e sentimento
preserveranno la loro salute. E’ impossibile. La salute è basata sui pensieri e i sentimenti puri,
su una nutrizione sana e su un modo di vita equilibrato. La figura di un santo è illuminata, il
suo colore non è mai giallo, i suoi occhi non sono scavati, né il suo viso emaciato e pallido
come si crede spesso. Né i magri né i grassi possono essere dei santi.
Quando l’uomo pensa, le forze del suo cervello si dirigono verso il sistema nervoso simpatico
e arrivano nel sistema cerebro-spinale. Quando le sue energie circolano come si deve, l’uomo
è in buona salute, i suoi pensieri e i suoi sentimenti sono in armonia.
La salute è un processo interiore. Se l’organismo non è interiormente sano, non può utilizzare
le condizioni esteriori, anche le migliori. Che cosa è indispensabile all’uomo per preservare la
sua salute? Prima di tutto definire la sua attitudine verso Dio, poi verso la sua anima, poi
verso il prossimo e, se ha stabilito dei buoni rapporti con i tre, avrà una buona salute.
La forza e la salute non provengono dalla nutrizione esterna. Dio nutre l’uomo dall’interno e
gli dà la forza e la vita per il suo lavoro, per la risoluzione dei suoi problemi. Colui che
mangia troppo deve pagare caro.
La salute è il risultato di un buon scambio d’energia nell’organismo umano e in tutte le anime
umane. L’apparizione di una malattia mostra una trasgressione della legge degli scambi.
Nell’organismo in buona salute, il sangue è distribuito in maniera uniforme fra tutti gli organi.
L’energia che esce dal cervello deve essere anche essa ugualmente ripartita, così il pensiero
potrà penetrare in tutte le cellule del corpo.
I buoni rapporti fra le particelle della materia che compongono l’organismo favoriscono
l’armonia e l’equilibrio di tutti gli organi che, a loro volta, apportano l’armonia nei pensieri,
sentimenti e atti.
Per mantenere l’armonia nel proprio organismo, l’uomo deve nutrire il mentale con pensieri
luminosi, il cuore con dei sentimenti puri, i polmoni con l’aria pura e lo stomaco con una
nutrizione sana.
Colui che vuole essere in buona salute deve aumentare in lui la quantità d’amore e d’energia.
Colui che vuole essere gioioso e pieno di vita deve dapprima legarsi all’energia solare. Se
volete prolungare la vostra vita, rallegratevi al levare del sole.
La legge della purezza è una delle principali leggi della creazione, lo stato di salute e l’igiene
dell’anima dipendono da essa. Tutte le malattie infettive sono dovute all’impurità. Così come
esistono dei microbi nel piano fisico, così esistono dei microbi nei piani spirituale e
intellettuale. Colui che vuole mantenere la propria salute non deve arrabbiarsi e deve essere
puro, i microbi non agiscono su un tale uomo. Dunque lavorate sul vostro corpo, liberatelo da
tutte le impurità e da tutto l’eccesso di depositi e grassi. Se notate un accumulo di grasso in
certe parti del corpo, applicate subito un regime spartano. Senza purezza la salute è
irrealizzabile. Come è il corpo dell’uomo così è la sua anima. Come è il suo spirito così è il
suo corpo. Certi pensano che un malato, un essere debole possano anche essere geniali, non è
possibile. Il genio possiede una costruzione del corpo specifica ed anche se si ammala, supera
facilmente i suoi problemi di salute.

176
Nell’uomo in buona salute, ogni organo possiede un determinato suono così come una
vibrazione particolare. E l’azione degli organi è tale che essi vibrano e lavorano in accordo,
essi producono dei suoni armoniosi e gradevoli. Il corpo di un uomo in buona salute vibra
musicalmente, fa della musica. A ogni suono musicale corrisponde anche un suono preciso.
Da che cosa si riconosce un uomo in buona salute? Dal profumo molto gradevole che si
diffonde dal suo corpo quando è in uno stato di benessere fisico. Se i suoi sentimenti sono
elevati emana un altro profumo e se i suoi pensieri sono luminosi un terzo. Dunque dal cuore,
dall’intelletto e dal corpo emanano tre profumi differenti. Se uno dei tre manca, l’uomo è
malato da qualche parte.
Si può anche riconoscere se qualcuno è in buona salute dal suo comportamento. E’ agile,
leggero, pronto a lavorare dal mattino alla sera. Non si lamenta di niente, non sa cosa è la
malattia ed è sempre pronto ad aiutare gli altri. Quando lancia uno sguardo verso il cielo, sia
la sera, sia durante la giornata, egli si rallegra, si sente felice e ringrazia per tutto. Colui che
non si rallegra guardando il cielo e che non ringrazia per tutto ciò che gli è stato dato, è
malato.
E’ veramente in buona salute colui che ha uno sguardo chiaro, puro, aperto, che possiede dei
concetti e dei punti di vista giusti, che vibra attraverso l’energia stessa della vita e che prova
piacere malgrado le difficoltà della vita.
Molti mi domandano perché l’uomo deve essere buono. E’ semplice: la bontà, la virtù sono le
prime condizioni della salute umana.
Colui che è benevolo e possiede una volontà forte può avere una buona salute. Il suo sangue è
puro, le mani, le braccia, le gambe, le membra, la colonna vertebrale sono sani. Il corpo sano
è il risultato di una volontà cosciente e buona.
Innanzitutto la salute dipende dal pensiero e se conosce le sue leggi e le applica come si deve,
l’essere umano può assicurarsi il proprio benessere.
In generale si diventa ciò che si pensa, allora pensate agli esseri umani in perfetta salute!
Quando nel lato destro circolano delle correnti elettriche fredde e nel lato sinistro delle
correnti calde, l’uomo è in buona salute. La testa deve restare fresca e i piedi caldi. In caso
contrario, occorre trovare il metodo per rimediare a questo stato.
Più c’è dell’oro nel sangue, più l’uomo è nobile, resistente e in buona salute.
Mantenete sempre il vostro naso in buone condizioni. Preservatelo e rispettatelo come un
organo sacro. L’uomo è in buona salute se il naso è in perfetto stato e, a questa condizione, gli
occhi, le orecchie e la bocca lo sono anche.Da qui si possono migliorare i polmoni, il cuore e
lo stomaco. I problemi a livello del naso causano a poco a poco una degradazione
dell’organismo. Fate attenzione a ben preservare il vostro naso, esso rappresenta una
magnifica “cima della montagna” dove si trasformano le energie dell’organismo umano.
Colui che non conosce l’importanza del naso non può apprezzare a quale punto è benefico
per la vita. Fino a quando il vostro naso resterà in buona salute, Dio vi parlerà attraverso il
vostro intelletto e il vostro cuore. Il naso occupa un posto centrale nel mezzo del viso.Dio si
manifesta sulla terra in tre modi: attraverso i pensieri, i sentimenti e gli atti umani, che
lasciano delle impronte sul naso. Fate attenzione a non perdere la curva delle vostre narici. E’
un danno se le narici si appiattiscono, è un danno non avere il naso.
Il portamento della vostra testa deve essere sempre diritto, non guardate mai in basso. La testa
e la colonna vertebrale devono essere sempre perpendicolari alla terra. Quando siete ritto, vi
legate alle energie solari e al lato positivo della vita. La testa deve sempre essere posta in
modo da legarsi al sole e al centro della terra al fine di ricevere al meglio le loro vibrazioni

176
congiunte. Occorre sapere come tenere la propria testa in rapporto al centro del sole. Tenete la
testa verticalmente in rapporto al sole e alla terra.
Per non cadere, per non torcere il piede o picchiare la testa imparate a camminare bene,a
reggervi bene, a sedervi bene. Se vi accadono spesso problemi di questo tipo, significa che
non sapete camminare bene, i vostri piedi non adottano la buona posizione in rapporto al
centro della terra e la vostra testa non ha un buon rapporto con il centro del sole.
Sul piano fisico, l’uomo deve preservare il calore normale del proprio organismo perché ne
dipende la propria salute. Sul piano spirituale, si deve preservare la fiamma interiore, non
spegnerla mai. Si chiama “fuoco sacro”. Mantenere questo “fuoco sacro” acceso in
permanenza è funzione della buona circolazione del sangue, della luce dei pensieri, del calore
dei sentimenti e della esattezza degli atti.

3. Le cause delle malattie

Colui che ignora la causa vicina o lontana di una qualsiasi malattia non potrà guarirla. Quando
l’uomo dà una buona direzione alla propria vita senza trasgredire le leggi della Natura, egli
risolve facilmente i propri probelmi. Ogni trasgressione o deviazione conduce a una malattia.
Questa trasgressione si è prodotta in numerosi anni, ma le conseguenze arrivano oggi. Colui
che trova la causa della propria malattia può ristabilire facilmente la salute, altrimenti la
malattia non lo lascia.
Le malattie sono dovute alla trasgressione delle leggi divine, delle leggi della Natura vivente.
Colui che non è in accordo con queste leggi accumula differenti residui nel proprio
organismo.
La Natura ama coloro che rispettano le sue leggi, essa dona loro una vita abbondante e li fa
crescere. Per contro colui che non la rispetta è considerato come indegno dei suoi benefici.
Essa li priva dei diritti “civici” nel suo regno. Quest’uomo è esposto a numerose malattie e a
numerosi malori. Voi sarete in grado di curarvi o di guarirvi se siete capaci di correggere i
vostri errori e di comprendere che le vostre trasgressioni hanno creato le vostre malattie.
Come spiegare che le malattie sono dovute a delle cause spirituali? All’inizio i pensieri e i
sentimenti distruttivi, negativi si accumulano nel corpo sottile: astrale, mentale, ecc. In
seguito, attraverso le loro vibrazioni, essi discendono nel corpo eterico e nel corpo fisico.
Attraverso questo processo essi attaccano gli organi in affinità con loro al livello vibratorio.
Essi possono attaccare i reni, il fegato, il cuore, i polmoni, ecc. li destabilizzano e li rendono
predisposti a una malattia. A partire da questo, se sorge una minima causa esterna, questi
organi si ammalano.
Non dimenticate che la malattia è la conseguenza di una trasgressione commessa o di un
delitto compiuto nel vostro passato o nel vostro presente. I dottori non sapendo questo,
credono di essere in grado di curare le malattie. Quanto tempo questo stato continuerà? Fino
al momento in cui gli esseri umani arriveranno a comprendere che essi devono cercare le
cause delle malattie in loro stessi e, dopo averle trovate, saperle eliminare.
Le vostre malattie si spiegano con due ragioni principali: o voi non amate o mancate di
amore.
La Natura invia le malattie come un mezzo di correzione a delle trasgressioni. Per guarirle,
bisogna che nell’avvenire i dottori sappiano trovare le loro cause profonde.
Certi hanno paura della legge dell’ereditarietà, ma questa legge è una benedizione poiché,
grazie a essa, si può liquidare una colpa compiuta fino a quattro generazioni passate. Un buon
pensiero si trasmette anche a multiple generazioni successive, ciò vuol dire che il bene è più

176
forte del male. Se durante questo tempo non vengono commesse delle colpe, anni dopo,
potrete trarre beneficio da una buona azione compiuta da un antenato. Per contro, se egli
commette una grave trasgressione e non la corregge subito, il destino perseguiterà i suoi
discendenti per quattro e fino a dieci generazioni. Dunque le malattie organiche hanno spesso
la loro origine nel passato lontano dell’uomo e dei suoi antenati.
Talvolta il padre è geniale ma i figli non lo sono. Per trasmettere ai bambini la loro genialità, i
padri sono più deboli delle madri. La genialità si trasmette attraverso la linea femminile,
attraverso la via emozionale.
Le cause delle malattie si trovano nel piano astrale e le conseguenze si manifestano nel piano
fisico. E’ per questo che gli uomini si lamentano del mal di testa, mal di cuore, di stomaco,
ecc. Colui che vuole guarire deve dapprima trovare la causa della sua malattia nel piano
astrale. Se egli riesce a scoprirla e ad eliminarla, la malattia lo lascerà.
Se una malattia si è installata nel corpo astrale, dolcemente passa nel pensiero e da là nel
corpo fisico. Per farla uscire dal proprio corpo, l’uomo deve liberare il proprio spirito da
questa malattia, vale a dire non pensare più ad essa. Dei sentimenti amari o dei pensieri
contraddittori sono alla base delle malattie fisiche. Trasformateli per evitare le malattie.
Molte malattie sono dovute a disturbi nei sentimenti e a pensieri disordinati che provocano
delle conseguenze nel sistema muscolare e nei polmoni. I disturbi emozionali attaccano
spesso il cuore, il fegato, il sistema circolatorio e respiratorio.
Le malattie e gli stati di malattia sono provocati dall’assenza della musica e dell’armonia nel
corpo umano.
Se avete mal di testa, la causa è nello stomaco, se avete mal di stomaco, la causa è nella testa:
le malattie arrivano attraverso la legge della corrispondenza.
Esiste nella Natura un filo invisibile che veicola le buone correnti e le cattive correnti di tutta
la creazione. Questa stessa legge esiste in ogni uomo. Ogni uomo è circondato da correnti
luminose e da correnti tenebrose. Se una corrente tenebrosa passa accanto a lui, sarà
indisposto. Se passa una corrente luminosa, si sentirà bene. Questo scambio di correnti
luminose e tenebrose crea continuamente una successione di stati positivi e negativi
nell’uomo. Le correnti luminose devono portare la vittoria su quelle tenebrose. I sentimenti
morali, quelli luminosi, nobili sono i frutti delle correnti della luce.
Esistono degli esseri invisibili che hanno interesse a provocare le energie dell’uomo per
nutrirsene. Quando egli è in collera, queste entità utilizzano le sue energie e, di conseguenza
esso si indebolisce. Ho osservato come questo accade: spesso queste entità arrivano in
gruppo, si installano intorno all’uomo e iniziano a suggerirgli dei pensieri negativi fino a
condizionarlo. Dopo che hanno ottenuto il loro scopo, esse si allontanano e osservano il suo
comportamento. Dietro ogni malattia sono nascoste delle entità di differente livello di
sviluppo, ce ne sono di forti, deboli, buone e cattive. La maggior parte sono delle entità
cattive, di una cultura inferiore. Questa non è una spiegazione scientifica e la maggior parte
delle persone dirà che è una falsificazione della verità. Comunque sia, dico che dietro ogni
malattia sono nascoste delle entità arretrate nel loro sviluppo spirituale.
Quando commettete una colpa, sentite un dolore sia nello stomaco, che nel cuore, polmoni,
piedi, collo, intestino, dita, colonna vertebrale o fegato. La localizzazione dei disturbi e delle
malattie in certe posizioni può dare un’ indicazione sulla colpa commessa. La medicina della
Natura è straordinaria e singolare.
Se vi prendete gioco della malattia di qualcuno, questa malattia arriverà anche a voi. Allora
andate a trovare questa persona e presentate le vostre scuse. Se entrate nella situazione del
sofferente, la malattia vi lascerà.

176
La maggior parte dei vostri stati e delle vostre malattie vi sono estranei poiché sono sentite
attraverso la suggestione. Per esempio voi vedete che qualcuno ha una gamba rotta, vi
impregnate della sua situazione, più tardi rischierete di sentire dei dolori simili nello stesso
luogo. Poiché questo dolore è arrivato attraverso la suggestione, esso deve andarsene nello
stesso modo.
Quando una persona vi disprezza, vi invia degli sguardi fulminanti, può arrivarvi un malore se
il vostro sistema nervoso non è resistente. Certe persone pronunciano delle parole di
maledizione così forti che le loro minacce possono realizzarsi.
La terra, come una entità vivente, ha il suo proprio tema astrologico, il suo cammino
personale sul quale essa è posta. Ai nostri giorni, come nel passato, questo cammino non è
privo di ostacoli. Delle volte la terra è attraversata da certe perturbazioni che influenzano gli
uomini e sono la causa di tutti i tipi di epidemie che, in poco tempo, fanno morire migliaia e
migliaia di essere umani.
Il dottore viene, osculta il malato, controlla il polso, gli ordina dei medicamenti e se ne va.
Non bisogna trattare e guarire le malattie in questa maniera! Ci sono delle malattie che
provengono dalla disperazione, altre da un sovraccarico, altre semplicemente da un
raffreddore. La causa di certe malattie si trova nella parte posteriore del cervello. Certe sono
dovute a un sovra-sviluppo delle capacità distruttive dell’uomo, altre ancora a una nutrizione
disordinata e troppo abbondante. Più malattie sono causate dalla mescolanza di alimenti
incompatibili, altre dal disaccordo fra l’intelletto e il cuore, altre ancora da il “non rispetto”
della legge dell’amore. Si possono enumerare ancora migliaia di altre cause. La trasgressione
della legge della fede provoca dei disturbi al sistema nervoso. Il disaccordo fra il sistema
nervoso simpatico e il sistema cerebro-spinale causa anche degli squilibri. Lo
scoraggiamento, la disperazione generano un disaccordo fra i muscoli e le ossa poiché certi
punti sono maggiormente irrorati dal sangue, altri accumulano più energia. La causa dei
reumatismi non è dovuta all’umidità di una stanza. Se fosse questa la causa, come spiegare
che anche gli abitanti di case sane e confortevoli contraggono questa malattia? Tutte le
malattie al mondo sono il risultato della mancata osservanza delle leggi divine.
Certe malattie provengono da un conflitto con gli altri o con se stessi. Quando il padre e la
madre litigano, i bambini iniziano ad ammalarsi. Quando c’è amore fra i genitori, i bambini
sono in buona salute. Così vi rendete conto che non è facile essere un vero medico, non è
sufficiente possedere solamente una insegna o un diploma!
E’ necessario ricercare molto lontano la causa delle malattie. Se si vivesse in accordo con le
leggi divine, si sarebbe in grado di purificare immediatamente il proprio corpo da tutti i
residui e liberarlo da tutte le malattie . Certi medici pensano che se si sottomettesse l’essere
umano a una scarica elettrica ad alta tensione da 10000 a 20000 volt o anche 100000 volt,
questo si rinnoverebbe in pochissimo tempo.Se non date libero corso ad un impulso divino,
voi bloccate il vostro desiderio verso il bene e provocate una saturazione di energie che vi
espongono a tutti i tipi di malattie. Tutte le malattie provengono da questo blocco provocato
dal non compimento dell’impulso divino che vi incita a fare del bene.
Gli uomini sono malati per una sola ragione: l’interruzione del legame con il mondo divino
che li priva delle proprie energie.
Esistono delle saturazioni nei mondi materiale, spirituale e divino. Dappertutto si vedono
delle persone sature. Le malattie nascono dalla saturazione. Fino a quando l’uomo rispetta le
leggi divine, ogni cellula del suo organismo si rinnoverà, altrimenti le cellule inizieranno poco
a poco a distruggersi. Ogni pensiero e ogni sentimento negativo provocano delle scosse

176
specifiche, nelle cellule. Tutte queste scosse si riflettono negativamente sull’organismo
umano. Le cause delle malattie sono nascoste nei pensieri negativi e deformati.
Il pensiero umano penetra nello spazio intramolecolare del sistema nervoso cerebro-spinale e i
sentimenti nello spazio intramolecolare del sistema nervoso simpatico. E’ precisamente in
questo che risiede la differenza tra i pensieri e i sentimenti dell’uomo. Se l’uomo blocca uno
dei suoi pensieri e non gli dà la possibilità di realizzarsi, ciò provoca un’esplosione nel
sistema cerebro-spinale. Nello stesso modo un sentimento respinto provocherà un’esplosione
nel sistema nervoso simpatico.
Molte persone si lamentano di non poter sopportare la forza del sole e dicono che esso agisce
in una maniera nefasta sui loro organi. Non è il sole che ne è la causa, ma i pensieri e i
sentimenti negativi degli esseri umani che formano un rivestimento tenebroso attorno al sole e
riflettono i propri raggi in maniera tale da trattenerne una grande parte. Riflessi in questo
modo formano una specie di “luce nera” e sono proprio questi raggi neri che provocano
numerose malattie così come l’abbronzatura, pericolosa per la pelle quando è eccessiva. Da
questo fatto si può trarre la conclusione che l’inizio di numerose malattie è nascosto in questa
rifrazione interiore specifica della luce solare. La luce che si riflette a livelli discendenti perde
le proprie qualità e provoca sempre degli stati di malattia. Non restate mai all’ombra di un
albero o di un uomo. E’ una regola che ognuno può provare. Molte malattie sono dovute alle
ombre. Ogni raggio che prende contatto con l’uomo è assorbito dal suo organismo e risorge in
seguito in parte sotto forma di luce morta. All’ombra di un fiore, di un albero, di una casa, c’è
ancora della luce che proviene dai raggi diretti del sole, ma questa luce non esiste nei raggi
indiretti, vale a dire i raggi dell’ombra. Non restate mai in questa ombra, poiché niente
sboccia!
Non è possibile avere un’idea senza che essa produca un certo effetto fisiologico sul cervello
e sul sistema nervoso. Quando conoscete la forza dei vostri pensieri, dei vostri sentimenti e
dei vostri atti,siate molto attenti verso di essi. Un pensiero, un sentimento, una parola possono
provocare sul cervello e il cuore dell’uomo una tale tensione che esso è capace di sbilanciarlo.
Non esiste veleno più forte dei pensieri, i sentimenti e gli stati negativi. La paura, l’odio, il
dubbio, i sospetti sono dei veleni di questo tipo. Formano dei residui che avvelenano il
sangue. E’ possibile essere in buona salute in uno stato simile?
I pensieri non armoniosi squilibrano il sistema cerebro-spinale, i sentimenti non armoniosi
squilibrano il sistema nervoso simpatico e gli atti non armoniosi squilibrano il sistema
muscolare e osseo. La vita fisica e quella psichica sono strettamente legate.
I nostri pensieri e i nostri sentimenti impuri formano alcune volte dei residui nel nostro
spirito. Questi stessi residui si accumulano nei corpi sottili, provocano delle perturbazioni
interiori e degli stati di malattia apparenti.
Certe malattie non sono altro che il risultato delle maledizioni del passato.
Per ogni atto negativo, malore o ingiustizia inviato a qualcuno, l’uomo riceve di ritorno una
maledizione che introduce la disarmonia nel suo organismo e lo predispone alla malattia.Gli
auguri, buoni o cattivi che le persone inviano ai loro simili, è verso di loro che ritorneranno in
definitiva. Il pensiero umano è una grande potenza.
Le parole, i pensieri, i sentimenti grossolani provocano sul sistema nervoso delle scosse simili
a quelle di una vettura su un cammino sconnesso.
E’ terribile mantenere nella propria testa dei cattivi pensieri riguardo a qualcuno. I pensieri
ingiusti si accumulano come dei detriti e si imprimono nel cervello e l’intelletto, provocando
grandi difficoltà e sofferenze. Essi rendono l’uomo nervoso e mal disposto. La liberazione dei

176
pensieri e dei sentimenti distruttori chiede un lavoro consapevole su di sé per imparare a
dominarli e trasformarli in pensieri e sentimenti benevoli.
Se l’uomo pensa come si deve, saprà trovare il posto giusto per ogni parola e pronunciandola
non sporcherà mai la propria lingua. Se la lingua è pulita il corpo è sano. Se si introduce una
parola impura nel proprio linguaggio, l’uomo introduce una sporcizia nel proprio pensiero. E
se il pensiero è contaminato esso introduce nel proprio organismo un veleno che può
provocare le malattie.
Le cattive parole si riflettono sul fegato. L’igiene umana proibisce l’impiego di parole
negative, cattive, non armoniose. Se l’uomo si oppone a questa igiene, squilibra il proprio
fegato. Un fegato squilibrato trascina lo squilibrio del sistema nervoso ed anche
un’assimilazione difettosa della nutrizione. In generale le cattive parole hanno delle
conseguenze negative sulla salute. Se volete preservare la vostra salute, utilizzate delle parole
buone e positive nel vostro linguaggio.
Il calore e la luce che si formano nei pensieri e i sentimenti umani hanno delle conseguenze
benevole o distruttrici, ciò dipende dalle loro vibrazioni. Più le vibrazioni sono ad alta
frequenza e di grande intensità, più la loro azione sarà benevola sull’organismo.
Ogni pensiero sgradevole non è niente altro che un’anima errante che ha peccato sulla terra,
non ha finito la propria evoluzione e ora non riesce a trovare il suo posto. Allora cantatele un
canto, rivolgete ad essa una buona parola. Tutti i pensieri tristi che vi invadono qualche volta
sono come delle anime disperate che sono legate tra il mondo astrale e il mondo fisico senza
poter evolvere.
Per compiere la legge divina, l’uomo deve pensare a se stesso al 50% al massimo e al 50% a
coloro che lo circondano. Non deve mai dimenticare se stesso ma non deve nemmeno
dimenticare coloro che lo circondono, poiché anche questo provocherà uno squilibrio.
Se aumenta la propria attività intellettuale, l’uomo diminuisce l’attività fisica del proprio
corpo. E’ la causa del nervosismo di una gran parte degli uomini di oggi. Più grande è
l’attività intellettuale più debole è il corpo. Affinché il sistema nervoso non si esaurisca, una
parte delle forze mentali deve trasferirsi nel cuore. Le forze dell’organismo sono il risultato
delle forze dell’intelletto e di quelle del cuore.
Se cercate la causa delle malattie delle orecchie e degli occhi, la troverete nella parte
posteriore del cervello. Un cattivo funzionamento di questa parte provoca del male alle
orecchie e agli occhi. Se la parte temporale del cervello non funziona bene, l’uomo si lamenta
del male alla bocca. Poiché sapete che il cervello è all’origine della maggior parte delle
malattie, mantenetelo in buono stato. Quando si parla del buon stato del cervello, si tratta dei
pensieri che lo attraversano, è per questo che si considerano i pensieri responsabili del buon
stato del cervello e i sentimenti della buona salute del cuore. Ogni pensiero, ogni sentimento e
ogni desiderio apporta all’uomo sia dei benefici, sia dei veleni. Inoltre, certi pensieri agiscono
immediatamente sull’organismo, altri molto più tardi.
Vi dico che introducendo nell’intelletto di un uomo, anche dalla psiche forte, dei pensieri
contraddittori, egli sicuramente ridurrà i suoi nervi a pezzi, poiché questi pensieri suscitano
una grande angoscia nel suo sistema nervoso e squilibrano la sua armonia interiore. Detto in
altro modo, in linguaggio esoterico, il doppio eterico dell’uomo sfugge dal suo corpo fisico
per lasciare il posto a un’altra entità. Colui che conosce bene le leggi è capace di far ritornare
al proprio posto il doppio eterico e così ristabilire lo stato normale.
Due cause provocano l’indebolimento degli occhi, l’inquietudine e il pensiero non giusto. Se
si possono superare, la vista migliorerà. Dio non ha creato gli uomini con gli occhiali!

176
L’indebolimento della vista proviene dal fatto che gli uomini contemporanei non possiedono
un pensiero filosofico profondo come i primi uomini dalla saggezza antica. Oggi gli uomini
vivono senza sapere perché, sono disturbati e non sanno che cosa l'indomani riserva loro.
Come risponderebbero alla domanda: "Perché vivete?" Certi direbbero: "viviamo per
perfezionarci, noi viviamo per Dio!"”, Bene, ma se si darà loro un esame, una prova, lo
supereranno? Se l'uomo vive per un'idea, è pronto a sacrificare tutto ad essa. E’ per questo che
l’idea per la quale fa dei sacrifici deve valerne la pena.
Gli occhi sono al servizio dell’intelligenza umana. Se l’intelletto funziona bene, anche gli
occhi sono in buona salute, ma se inizia ad indebolirsi, anche gli occhi iniziano ad indebolirsi
progressivamente. Se la carità è ben sviluppata, le orecchie e gli occhi sono in buona salute.
Perché l’uomo diventa cieco? Perché non ha vissuto in conformità con le leggi della Natura.
Le grandi preoccupazioni provocano all’inizio degli effetti nefasti sul sistema digestivo, da
qui i disturbi si ripercuotono sui polmoni, dai polmoni al cervello e dal cervello al nervo
oculare. Questo si indebolisce e l’uomo inizia progressivamente a perdere la vista. Per
ritrovarla occorre percorrere il cammino inverso ristabilendo lo stato normale dei rispettivi
organi: prima di tutto del cervello, poi dei polmoni, poi dello stomaco dove è avvenuto il
primo colpo. Alla fine si deve trovare la causa che ha provocato questo colpo ed eliminarla.
Se ci si riferisce alla scienza iniziatica, i ciechi, gli handicappati che si incontrano sulla terra
sono tutti discepoli che non hanno superato l’esame e che, per conseguenza, hanno lasciato la
Scuola.
La nevrastenia sparsa ora in tutta Europa è un indebolimento della razza bianca. Tutti i
cervelli umani sono interamente occupati da pensieri per l’acquisizione di una casa, del
denaro, delle comodità. I beni materiali hanno sostituito i pensieri luminosi e i sentimenti puri
che danno forza all'uomo.
Se l’uomo virtuoso si lascia perturbare, perderà la salute. Se l’uomo corrotto non s’inquieta e
preserva la pace interiore, sarà sempre in buona salute. Dio ha dato all’uomo l’intelletto per
pensare e non per tormentarsi.
Si è osservato che i buoni pensieri e i buoni sentimenti hanno delle conseguenze salutari sul
sistema digestivo, al contrario i cattivi pensieri e i sentimenti tristi hanno delle conseguenze
nefaste. L’ingordigia e il desiderio smisurato di procurarsi dei piaceri squilibrano il sistema
digestivo e quando lo stomaco non funziona bene, il sistema cerebro-spinale anche si
squilibra. Se incontrate un uomo con un viso disseccato, di colore giallastro, mal disposto al
lavoro, sappiate che il suo sistema digestivo non è in buono stato. Non è adatto a lavorare, il
suo sguardo è cupo, ha perso la fede nella vita.
I mali di testa sono dovuti alla trasgressione delle leggi del pensiero giusto. Rettificate i vostri
pensieri e i mali di testa scompariranno.
L’irascibilità e il nervosismo provengono da un eccesso d’energia intellettuale che si
accumula nel naso e squilibra il sistema nervoso. Allora non sovraccaricate inutilmente il
vostro pensiero con delle preoccupazioni e delle meschinerie.
Vi chiedete a cosa sono dovute le disgrazie nella vita? Una delle cause essenziali è il massacro
a torto fatto agli animali mammiferi e poi il massacro cieco degli esseri umani. Quando le
anime delle vittime si trovano nel mondo astrale, esse creano delle condizioni per
l’apparizione delle malattie nervose e dello squilibrio fra gli esseri umani. I delinquenti
assassinati si spostano liberamente fra gli uomini deboli e ispirano loro dei sentimenti di
vendetta.
Malattie, pensieri o sentimenti nefasti che sorgono in voi possono essere provocati dalla
sofferenza di certi mammiferi. Per liberarvi, bisogna addolcire ed armonizzare le vostre

176
relazioni nei confronti degli animali. Spesso l’odio di un cane può avere una influenza grande
come quella di un uomo. Non crediate che i sentimenti degli animali siano molto deboli, no,
vi sbagliate, sono molto pericolosi per tutti.
Nell’uomo buono, i piedi sono in buono stato, nei giusti sono le mani, in quelli ragionevoli le
orecchie e in quelli che amano la verità sono gli occhi. Nell’uomo che ama Dio, l’intelletto
sarà ben sviluppato. Quando l’uomo dimentica o perde una di queste virtù, simultaneamente
l’organo corrispondente a questa virtù diviene debole. Se cade nel campo del peccato diviene
immorale, l’uomo inizia ad atrofizzare progressivamente: piedi, gambe, mani, poi tutti gli altri
organi.
Oggi, tutti soffrono di malattie diverse e, poiché non si conoscono le loro cause, non si riesce
a guarirle. Le cause delle malattie sono psichiche. Per esempio la causa dell’apparizione di un
tumore è nascosta nell’alterazione dell’espressione dell’amore. Altro esempio: l’apparizione
dell’avidità mostra che un gruppo di cellule si differenzia e vuole vivere indipendentemente
senza sottomettersi all’ordine stabilito nell’organismo. Separandosi dalle altre, queste cellule
creano la propria dimora, formano un nuovo stato con un governo indipendente. Così esse
lavorano per dei giorni, dei mesi, degli anni fino all’arrivo del dottore che, con la sua
artigliera, inizia ad attaccare e bombardare questi cittadini disobbedienti. Ma spesso la
medicina non riesce ad eliminarla e allora si aggrava ed il malato va all’altro mondo.
Esiste un altro metodo di guarigione: l’innesto. Come un innesto degli alberi fruttiferi, si può
nello stesso modo innestare l’organismo umano e così obbligare i succhi a risalire verso l’alto
del corpo. Quando le energie sono bloccate in un luogo, là appare una escrescenza che i
medici chiamano tumore. Colui che conosce le leggi dell’innesto potrà dirigere le energie e
farle circolare nell’organismo attraverso questa escrescenza che, in questo modo, scomparirà.
Se le nuove cellule arrivano ad assorbire le secrezioni che formano il tumore, questo non avrà
più le condizioni di sviluppo e esso scomparirà completamente.
Quando il mondo diventerà servitore dell’amore, non vi saranno più dei malati. Se avete dei
reumatismi, il vostro amore è debole. Ogni malattia è dovuta ad una insufficienza interiore o a
una insufficienza di luce, di bontà o di forza.
L’amore umano deve essere purificato continuamente altrimenti egli introdurrà delle impurità
nell’organismo. E’ esso che è alla base dell’impurità del sangue. Purificare l’amore umano
significa sostituirlo con l’Amore divino.
E’ impossibile amare ed essere malati, sono due cose incompatibili. Se voi amate, il vostro
viso non può essere cupo, né i vostri occhi spenti. L'amore apporta la vita.
Quando l’amore diminuisce, diminuisce nel cervello il fosforo. Tutti gli elementi nel dominio
fisico,nel dominio mentale e quello spirituale sono sottomessi all’amore.
Quando diminuisce la speranza arrivano le malattie. Quando la fede diminuisce arrivano altre
malattie, ma quando manca l’amore le malattie sono ancora peggiori. Se voi rinforzate la
speranza, la fede, l’amore, le malattie vi lasceranno.
Gli uomini si ammalano perché trasgrediscono le leggi della verità.
Colui che vuole ristabilire la propria vita, la propria salute, deve ristabilire il proprio amore
della verità.
L’orgoglio è la causa di numerose malattie che si possono guarire con il suo opposto: l’umiltà.
Ogni difetto fisico ha un’origine spirituale. I sentimenti di odio trascinano delle conseguenze
dannose nel petto e i polmoni. La gelosia influenza il cuore. Se si provano l’invidia, la
gelosia, il dubbio, i sospetti, è il fegato che ne soffrirà. La golosità colpisce lo stomaco. La
collera provoca la costipazione e se si promette senza mantenere le promesse, arriva il mal di
testa.

176
Quando trovate la causa di una malattia, potete ristabilire l’equilibrio e l’armonia in voi.
Se voi avete male alla testa, cercate di ristabilire le vostre relazioni di fronte al mondo divino.
Se soffrite nel petto e i polmoni ristabilite il vostro rapporto con il mondo spirituale. Se avete
male alla pancia, ristabilite i vostri rapporti nei confronti del mondo fisico. Le malattie non
arrivano per caso, esse hanno delle cause profonde. La scienza contemporanea e la medicina
non le cercano ancora, esse osservano i fatti e i fenomeni nella Natura e nella vita solamente
dal punto di vista materiale. Da dove vengono i dolori improvvisi nelle differenti parti del
corpo? Essi sono dovuti alla contrazione dei vasi capillari. Si sa che questi ultimi servono alla
circolazione sanguigna, essi trasportano il sangue in tutte le parti del corpo. Quando i vasi
capillari del petto sono contratti, l’elettricità dell’organismo, che apporta la luce, non può
circolare normalmente nel corpo e si trova bloccata in certe posizioni. L’eccesso di energia
che si accumula agisce allora come la pressione del vapore in un generatore di vapore,
provocando dei punti dolorosi. Spesso l’elettricità atmosferica si associa all’elettricità del
corpo umano e questo incontro produce una piccola esplosione che l’uomo sente come dolore.
Che cosa fare per liberarsene? Introducete più calore nell’organismo. Ciò vuol dire cambiare
la natura dei sentimenti e inviare più sangue nella parte dolorosa del corpo. Con il calore i
dolori scompaiono. Bisogna anche bere dell’acqua calda e, contemporaneamente, sostenersi
con dei pensieri e dei sentimenti forti e positivi.
L’uomo deve vivere normalmente rispettando le leggi della Natura per evitare di provocare
una contrazione troppo forte dei capillari che provocano delle infiammazioni e da qui tutti i
rigonfiamenti, dolori, svenimenti, ecc.. Ogni pensiero, ogni sentimento negativo restringe i
capillari e interrompe le correnti elettriche e magnetiche dell’organismo, cambia il loro ritmo,
suscita la disarmonia ed ecco la malattia!
Gli uomini rappresentano un sistema di vasi comunicanti. Così se un uomo si ammala e
soffre, migliaia di altri soffrono e si ammalano con esso.
La Natura si serve di simboli e di impronte. Non vi sono colpe o azioni buone commesse
dall’uomo che la Natura non abbia impresso nel suo corpo. Essa registra tutti i crimini e tutte
le virtù acquisite.
La causa di ogni malattia è di origine spirituale. I rapporti non giusti fra prossimo, parenti,
figli, padre, madre, fratelli, sorelle, sposo, sposa, provocano malattie diverse. Se questi
rapporti vengono modificati, scompare la malattia. Se esiste un disaccordo fra i genitori, i figli
ne subiranno immancabilemnte delle conseguenze sul piano della salute. I figli sono in buona
salute e ben educati quando il padre e la madre vivono in armonia e in accordo.
Certe donne non hanno potuto avere dei figli, perché esse non avrebbero dovuto sposarsi o si
sono sposate prematuramente. Se il figlio entra in conflitto con il proprio padre e il pensiero
del padre è più forte, il figlio partirà per l’altro mondo prima del padre. Se voi non amate
vostra madre, essa partirà prematuramente. Se essa non vi ama, non vivrete a lungo. Amate
vostra madre e vostro padre, i vostri fratelli e le vostre sorelle per mantenere la vostra salute
perché se li provocate con il vostro odio, i loro pensieri nei vostri riguardi vi distruggeranno.
Se siete voi l’oggetto di disprezzo, circondatevi continuamente di preghiere e di formule. In
casi simili è meglio utilizzare la legge dell’amore. Si raccomanda di amare il proprio
prossimo per essere in buona salute. In una famiglia, quando tutti si amano, la malattia non
arriva ed anche se arriva, se ne va velocemente.
La rottura con il regno animale trascina immediatamente lo squilibrio del sistema digestivo.
Non cercate di liberarvi del vostro lato animale, siate coscienti dei rapporti che intrattenete
con gli animali. Esistono tre mondi: animale, umano e angelico, sono interdipendenti e legati
fra loro. E’ per questo che lo stomaco deve essere in armonia con i polmoni e i polmoni con il

176
cervello. Il senso di tutto questo non è di liberarci dal lato animale ma di regolarizzare, di
educare e di sottomettere i desideri e i sentimenti inferiori a quelli che sono superiori.
La causa di tutte le piccole ulcere nello stomaco si nasconde nella menzogna. La menzogna
modifica la composizione chimica del sangue e dei tessuti organici. Come spiegare questa
modificazione? Attraverso la paura. Colui che mente inizia ad avere paura e questo produce il
restringimento dei vasi sanguigni e dei tessuti.
Ogni eccesso nel piano fisico, spirituale o intellettuale apporta una saturazione che conduce a
degli stati di malattia. Si dice che l’uomo deve lavorare bene ma senza esagerazione. Anche
nel lavoro non è permesso l’eccesso. L’uomo deve lavorare fino a quando questo gli è gradito.
Il vero lavoro è quello che organizza le forze dell’organismo.
Esiste uno stato di cui non siete consapevoli ed è quello dove cercare solamente di prendere,
possedere e non dare niente in cambio. In questa situazione il male appare come un processo
che vi toglie ciò che avete preso in più.
Occorre dare per purificarsi.
Occorre dare per ringiovanire.
Occore dare per diventare grandi, occorre donare per essere in buona salute.
Colui che ama dà. Dio dà senza tregua. La legge divina sottointende una continua
predisposizione a dare.
Quale è la causa della follia? Quando le persone sono troppo vicine le une alle altre, i loro
doppi si interpenetrano e la scossa provocata da questo urto può squilibrare uno di loro.
Coloro che conducono una vita dissoluta diventano folli. Occorre sapere che la follia può
apparire quando il sistema nervoso è molto danneggiato o quando l’uomo stesso conduce una
vita viziosa. Nell’uomo che conduce una vita pura e sana, la follia è assolutamente esclusa.
La causa della follia degli uomini d’oggi si nasconde nelle loro esistenze passate. Nella vita
attuale, solo un pretesto può far risorgere la follia come risultato delle trasgressioni di altre
incarnazioni.
L’uomo contemporaneo soffre di ingordigia da tutti i punti di vista: nutrizione, possesso,
piaceri. E’ malato perché possiede più di quello che gli è necessario.
Il collo non deve essere grosso perché questo punto racchiude delle ghiandole che hanno delle
funzioni straordinarie. Al fine di permettere il loro buon funzionamento, non bisogna
accumulare dei grassi, questi provocano delle malattie pettorali, delle malattie delle tonsille e
altre malattie legate al cattivo funzionamento di queste ghiandole.
Il cancro e i tumori di cui soffrono gli uomini sono dovuti ai sentimenti ostili e contraddittori,
alla disarmonia fra il sistema nervoso principale e il sistema nervoso simpatico, a una vita
perversa, all’avidità. Le malattie si situano là dove si trova la golosità o l’avidità. E’
indispensabile una profonda unità interiore così come l’armonia, i bagni nell’acqua esposta al
sole e i bagni di luce nel colore violetto. Inoltre, ogni giorno mangiate della cipolla. Occorre
innestare delle nuove cellule esattamente come per l’innesto di un albero. Gli uomini, le
donne e i bambini tutti sono nervosi. Perché? A causa delle loro colpe. “E’ mia madre che mi
ha messo al mondo nevrastenico”, dice qualcuno. “No, con la tua vita disordinata tu hai creato
la tua nevrastenia!”
Quando l’uomo diviene nervoso? Quando il fardello che porta è più pesante delle sue
possibilità.
A che cosa è dovuta la nevrastenia? All’uscita dal doppio eterico. Spesso il doppio si sposta di
uno o due centimetri verso l’esterno, qualche volta di più. Quando supera la norma, l’uomo
diviene estremamente impaziente. Per evitare di arrabbiarsi, deve rivestirsi di una corazza che

176
è la dolcezza. E’ per questo che più un essere diventa sensibile, più deve abituarsi a parlare
con dolcezza.
La nevrastenia è dovuta a delle rotture del sistema nervoso da dove sfuggono le energie.
Nell’uomo contemporaneo, è la paura che provoca queste fessure così come la collera
frequente. Per liberarsi dalla nevrastenia, bisogna fermare queste uscita d’energia nervosa.
Allora smettetela di essere in collera e superate le vostre paure! Ma come? Fate appello alla
vostra volontà, mettetela in azione e diventate dolci e coraggiosi!
Lo squilibrio del fegato provoca differenti malattie, una della più frequenti è la nevrastenia.
Essa si riflette sulle capacità intellettuali, sui sentimenti così come sulle manifestazioni
spirituali. L’attività del mondo inferiore nei pensieri e sentimenti umani influenza il fegato e
lo distrugge come le termiti che devastano tutto. Mantenete il vostro fegato in buono stato per
migliorare i vostri pensieri e i vostri sentimenti.
Molti diventano nevrastenici a causa del calore prodotto dalle emozioni situate nella parte
posteriore del cervello. Questo calore si riflette in maniera nociva sul sistema digestivo così
come sui polmoni. La guarigione consiste nel trasformare questa energia in magnetismo che
aumenterà la forza vitale dell’organismo. Esistono dei medici magnetizzatori capaci di
liberare l’uomo dal calore nocivo dell’organismo.
L’acqua presa in dosi omeopatiche gioca un ruolo importante nel trattamento. Portata al
cervello, essa diminuisce la combustione e la malattia guarisce. Per avere dei risultati nel
proprio lavoro, il dottore deve possedere non solamente un diploma della Facoltà di medicina,
ma anche un secondo diploma, quello della Natura vivente che gli assicura un perfetto
accordo fra le forze del proprio organismo e quelle della Natura.
Una delle cause della nevrastenia è il legame debole fra l’organismo e le energie solari. Se
rinforzate questo legame la nevrastenia scomparirà. Colui che è legato al sole conduce una
vita buona e ricca di virtù morali.
L’uomo diventa nevrastenico quando non riesce a soddisfare i propri sentimenti e desideri.
Più grandi e più numerosi sono i suoi desideri, più grandi sono le sue sofferenze. Quando i
desideri non sono dominati sopravviene la collera. La collera è un’energia mal utilizzata.
Mettete delle barriere alla realizzazione delle aspirazioni di una persona e constaterete che
presto essa diventerà nevrastenica. Togliete queste barriere dal suo cammino e la sua
nevrastenia scomparirà.
Nella gente troppo nervosa si deposita un eccesso di zucchero nel sangue. Coloro che sono
allegri, ben disposti non ne hanno. Troppi desideri aumentano anche lo zucchero nel sangue.
L’uomo è libero se non accetta in se stesso un desiderio che lo sottomette. Dal momento che
lo accetta e inizia a nutrirlo, perde la propria libertà. Ogni desiderio che vi si presenta è
l’espressione di una entità situata a dei livelli sia inferiori, sia superiori e che vi influenzano.
Legandovi a questo desiderio, vi legate a questa entità e, come risultato, diventate dipendenti
da essa. Ogni desiderio rappresenta un legame con altre entità che vivono altrove, questo
legame non è solamente esteriore, nasconde profondamente le proprie radici nella natura
umana.
Oggi molti si lamentano di una cattiva disposizione di spirito, di spossatezza, di nervosismo.
Quale ne è la causa? I loro infiniti ed eccessivi desideri. Tutti hanno molti desideri e
pochissimi mezzi di base per realizzarli. Affinché un albero diventi grande, ha bisogno di terra
per sviluppare le proprie radici.
Se l’uomo non sa ben trasformare le energie dei propri sentimenti inferiori, può ammalarsi e
questo si rifletterà sui propri sentimenti e sulla propria vita spirituale. E’ per questo che
parallelamente all’anatomia e alla fisiologia del corpo fisico, si deve studiare l’anatomia e la

176
fisiologia del corpo astrale. Le malattie degli uomini d’oggi sono dovute all’incomprensione
della legge della trasformazione delle energie.
Quando camminate, quando parlate, voi gesticolate troppo con le mani, bisogna dominare i
gesti. Perché contrarre le sopracciglia, contrarre la bocca, strizzare gli occhi? Con tutti questi
movimenti artificali, voi deformate i vostri tratti, ma anche vi causate dei danni. Deformando
la vostra espressione quando siete inquieti, rinforzate i problemi e provocate il malore. Tutte
le malattie mentali provengono dall’insufficienza di luce. Tutte le malattie di cuore
provengono dall’insufficienza di calore. Tutte le malattie dell’anima provengono
dall’insufficienza della verità.
I capelli spuntano sotto l’influenza del calore, quando il calore inizia a diminuire, i capelli
iniziano a cadere. La calvizie è dovuta ad una mancanza di calore, essendo essa stessa legata
al magnetismo. I capelli cadono a causa della perdita di magnetismo, a causa di numerose
preoccupazioni, di stati di malattia o in caso di gravi malattie.
Quando la testa inizia a sguarnirsi, l’intelligenza inizia a dominare il cuore, il cervello diviene
estremamente attivo.
L’ingratitudine indebolisce l’uomo e lo fa invecchiare prima del tempo. Al contrario la
gratitudine vivifica, fa diventare grandi e ringiovanire. Perché gli uomini si ammalano?
Perché sono ignoranti. Che cosa bisogna fare per guarire? Applicare la gratitudine verso la
vita. Siate riconoscenti per il minimo bene che vi si dona. E’ possibile, commettendo una
colpa, di provocare la morte di cinquanta o sessanta mila cellule e qualche volta anche
centomila. Una forte angoscia o una disperazione fa morire migliaia di cellule nell’organismo
umano.
Il dubbio è un pericolo parassita che si moltiplica rapidamente. In 24 ore è capace di
avvelenare il vostro sangue, dopo bisogna applicarsi a fare dei grandissimi sforzi per
purificarlo.
Il trattamento delle malattie deve iniziare venti anni prima che appaiano. I medici
dell’avvenire saranno capaci di trattare le persone prima dell’apparizione delle malattie.
Che cosa è il cancro? A che cosa è dovuto? Le cause del cancro si trovano nascoste nella
contraddizione dei sentimenti. Se l'uomo inizia a condurre una vita disordinata, sarà vittima
del cancro. Quando si chiude alle idee sublimi che hanno ispirato la propria vita, apre la via a
delle malattie del petto, diviene pessimista e provoca l’apparizione della tubercolosi.
Fino a quando i sentimenti dell’uomo non sono dominati, la memoria sarà debole. La
memoria si indebolisce anche per le grandi tristezze e sofferenze, la paura smisurata, e le
grandi angosce morali.
Colui che soffre di palpitazioni al cuore è un uomo orgoglioso, lo stesso colui che soffre nel
ventre. Colui che soffre di testa è vanitoso. Le palpitazioni di cuore hanno delle cause
psichiche, sono alla base della formazione di numerose tossine, di elementi estranei, di
sostanze a metà organiche che hanno invaso l’organismo e devono essere rigettate. Le
palpitazioni di cuore sono dovute a una moltitudine di pensieri, desideri, sentimenti
contraddittori che sono inutili per il cuore.Per liberarsene esistono differenti metodi, uno dei
metodi nuovi è la guarigione attraverso la musica. Se avete delle palpitazioni ciò mostra che i
vostri sentimenti sono divisi, che vi è una battaglia fra due sentimenti. Fermate la guerra e il
vosro cuore riprenderà il proprio ritmo normale.
Così come l’eccesso di nutrizione è un pericolo, esiste anche un pericolo nel sentire una
grande gioia, una gioia eccessiva. Il sistema nervoso è creato in modo tale che non è in grado
di sopportare le vibrazioni di una gioia immensa e sublime tale come gli esseri evoluti la
vivano. Se l’uomo si trova nella vibrazione di un tale gioia, il suo sistema nervoso così come

176
il suo cervello perdono il proprio equilibrio poiché non sono adatti a resistere a tali vibrazioni,
sia se sono a un livello superiore o inferiore.
Con lo sforzo della vostra volontà rinforzate il vostro corpo e tutti gli organi inizieranno a
lavorare meglio. L’indebolimento della volontà è un fattore per l’apparizione della malattia.
D’altra parte le malattie sono indispensabili per forgiare la volontà.
Se un organo si sviluppa a danno di un altro, se una cellula ringiovanisce a danno di un’altra,
alla resa dei conti appaiono differenti malattie come per esempio il cancro. Se certi talenti o
sentimenti si sviluppano a danno di altri, l’organismo si ammala ugualmente. Spesso i vostri
piedi si raffreddano. Introducete allora l’amore in voi e il calore penetrerà fino alla punta delle
vostre dita. Quando le dita si raffreddano, significa che il vostro amore è debole.
I sentimenti ingiusti influenzano la circolazione sanguigna. Se migliora lo stato dei
sentimenti, migliora la circolazione, la punta dei piedi e delle mani si riscalda.
Oggi le persone hanno molta paura delle epidemie, per contro non hanno paura dei peccati e
dei vizi, che, in realtà, ne sono all’origine.
La prima causa delle anomalie nella vita è la nutrizione falsificata che mettete nel vostro
stomaco. La nutrizione carnea ha introdotto tali tossine nel vostro organismo che ha
accumulato una moltitudine di impurità.
Se il vostro odorato fosse in buono stato, voi manterreste una distanza da coloro che
mangiano la carne, emanano un odore talmente cattivo! La prima condizione per migliorare la
salute di un malato è di migliorare la sua alimentazione. La nutrizione a base di frutta o a base
di carne contengono degli elementi diversi che, nel tempo producono dei risultati diversi.
L’uomo contemporaneo che mangia della carne soffre. Solo una microscopica parte della
carne viene assimilata, il resto è uno scarto che occorre eliminare. Sebbene tutte le malattie di
oggi siano dovute a questi rifiuti, tutti pensano che abbisognano di nutrizione. No, è
indispensabile minor nutrizione, ma di una qualità tale che darà meno rifiuti.
La nutrizione mal digerita ostacola la purificazione del sangue. In quel momento si
accumulano attorno alle articolazioni dei materiali semi-organici sotto forma di residui.
Questo cattivo funzionamento dell’organismo causa delle indisposizioni di spirito e il
pessimismo. Lavorate attraverso la forza della vostra volontà per migliorare il vostro sistema
digestivo e così evitate il pessimismo e il cattivo umore.
Se ai nostri giorni vi sono tante malattie nervose, tante sofferenze, ciò proviene in gran parte
dalla nutrizione. I frutti della terra sono impregnati del sangue di milioni di vittime, sia
uomini che animali. La terra imbevuta del sangue umano deve essere purificata e ciò si
realizzerà quando passerà attraverso il Fuoco divino, attraverso il Fuoco dell’amore.
La nevrastenia proviene anche da un eccesso di consumo di carne. Attualmente la sola
nutrizione sana per l’uomo è la nutrizione vegetale che addolcisce la sua natura grossolana.
Nell’avvenire l’umanità arriverà a un tale grado d’evoluzione che essa potrà estrarre gli
elementi nutritivi indispensabili direttamente dalla Natura vivente e questa nutrizione sarà
pura, perfetta e completamente sana. In questa fase dell’evoluzione non ci saranno più animali
sulla terra.
Quando l’uomo utilizza una nutrizione non appropriata, falsificata, si formano in lui molti
residui che attirano i bacilli di differenti malattie come il colera, il tifo, la peste ed altri.
Coloro che hanno il sangue puro non sono attaccati da queste malattie poiché niente tocca
l’uomo puro, può visitare i lebbrosi, i tubercolosi senza prendere nulla grazie alla sua purezza
e alla sua fede.
Quando la nutrizione non è ben digerita, essa non può penetrare nel sangue e non può nutrire
le cellule. Essa forma dei residui attorno alle articolazioni, attorno alle vertebre e anche nei

176
vasi capillari. Si chiamano nel linguaggio medico malattie reumatiche e in linguaggio
esoterico delle “pene spirituali”. Più si mastica la nutrizione nella bocca, più facilmente una
parte delle sostanze nutritive viene assorbita, in questo modo queste penetrano direttamente
nel sistema nervoso. I succhi non assorbiti attraverso la bocca discendono nello stomaco dove
si produce la digestione completa.
Da dove proviene il mal di testa? Dal consumo di una nutrizione troppo abbondante e
indigesta che sovraccarica lo stomaco. In casi simili, l’epurazione dello stomaco non può farsi
come si deve e allora appaiono il mal di testa e un cattivo alito.
La causa del mal di testa ha la sua origine nell’intestino tenue e nel colon. Se questi organi
non sono in buono stato, ci saranno dei problemi nella testa. Per risolverlo si deve prima di
tutto fare un bagno caldo ai piedi, poi vuotare l’intestino. Quando gli intestini e lo stomaco
sono liberati, il mal di testa scompare.
Spesso le vertigini provengono anche dallo stomaco.
Qualche volta sentite una pesantezza allo stomaco e non sapete perché. Se aveste la
conoscenza del sistema nervoso, comprendereste che questo squilibrio dello stomaco proviene
dai vostri sentimenti, che sono in rapporto con il sistema simpatico.
Voi avete mangiato una nutrizione le cui vibrazioni non sono in accordo con il vostro sistema
simpatico, come conseguenza sentite uno stato spiacevole. Se in una maniera o in un’altra vi
liberate da questo stato, ma vi sentite mal disposti mentalmente, ciò indica che il malessere è
passato nella testa, nella regione del tempo dove si sente una tensione. E’ per questo che
dovete essere molto prudenti nella scelta della vostra nutrizione, osservatevi per sapere quella
che vi corrisponde.
Mangiando troppo provocate un blocco del sistema nervoso e in seguito una cattiva
circolazione sanguigna: l’energia del cervello non scorre come si deve. E’ così che inizia il
processo di indurimento delle arterie che perdono la loro plasticità. Lo spirito umano è allora
obbligato a lasciare il proprio corpo.
I Bulgari soffrono di un eccesso di nutrizione. Se mangiassero meno tutto si sistemerebbe e si
regolarizzerebbe nella loro vita. Arrivati al ventesimo boccone, essi devono fermarsi!
Le malattie sono spesso prodotte attraverso la materia inerte accumulata nel corpo. Dietro
questa materia si nasconde una entità di una intelligenza sia buona che cattiva. Direte che
questa entità intelligente non la vedete. Il vederla o no non cambia nulla. Per esempio, voi
vedete un uomo pugnalato per terra. Il coltello è una materia inerte, ma dietro il coltello c’è la
mano di un essere cosciente che l’ha manipolato. Lo stesso è per i microbi che provocano
differenti malattie, dietro loro sono nascosti degli esseri di un certo livello d’intelligenza che
agiscono sull’uomo in modo da creare delle condizioni per lo sviluppo dei batteri. Certe
malattie distruggono l’organismo, altre lo purificano.
Il criterio per riconoscere una nutrizione buona e sana è quello di osservare come agisce sui
vostri pensieri, i vostri sentimenti e i vostri atti. Se essa provoca una diminuzione della vostra
vita intellettuale, questa nutrizione non è igienica. Per esempio le persone amano mangiare la
carne di maiale, essi la mangiano con appetito ma questa carne introduce dei pensieri e degli
stati di cui si libereranno in seguito difficilmente. La nutrizione influenza principalmente gli
uomini deboli di natura le cui energie sono non organizzate. Sugli altri, più evoluti, essa non
ha una grande influenza poiché loro sanno come utilizzarla.
Per ristabilire la memoria bisogna liberarsi dell’acido lattico accumulato nel cervello. Come?
Attraverso la purificazione del cervello e del sangue. Si può risolvere con un cambiamento di
nutrizione, attraverso dei pensieri e dei sentimenti puri e attraverso delle buone azioni.

176
La causa delle malattie si nasconde anche nell’ostruzione dei pori. La malattia apparirà
precisamente nella posizione del corpo dove i pori sono ostruiti poiché l’organismo non
sopporta alcuna impurità, alcuna sostanza estranea. Quando delle impurità si accumulano da
qualche parte, l’organismo si ammala. Ogni malattia esige la liberazione delle sostanze
estranee. Per esempio se vi sono dei blocchi nei canali della colonna vertebrale, l’uomo perde
la propria vitalità. La colonna vertebrale ha la proprietà di assorbire il prana dell’aria che è
l’energia vitale e di trasmetterla a tutto l’organismo.
Quando la circolazione sanguigna funziona male, il carbonio si accumula nel sangue sotto
forma di gas carbonico (CO 2) e lo rende impuro, le energie elettriche e magnetiche
dell'organismo non circolano come si deve e il sistema nervoso immagazzina un eccesso di
azoto. Di conseguenza l’organismo è saturo e il sistema respiratorio è in difficoltà.
Il giallo degli occhi mostra il cattivo funzionamento del fegato. Il fegato è legato alla
digestione e la digestione è legata alla circolazione sanguigna. Da ciò dipende la purezza del
sangue. Il sangue impuro indebolisce l'intelligenza e devia il pensiero.
Il raffreddamento delle estremità delle membra è dovuto all’impurità del sangue che produce
dell’elettricità nell’organismo. Il sangue puro produce del magnetismo. L’elettricità produce
del freddo e il magnetismo del calore. Più il sangue è impuro, più l’uomo è cattivo.
Attraverso gli esercizi di respirazione si purifica il sangue. Occorre anche trovare degli
esercizi per la purificazione dei pensieri. Le malattie sono dovute al sangue impuro, alla
nutrizione impura che apporta delle cattive disposizioni di spirito, di pessimismo, di pigrizia.
Colui il cui sangue è puro si distingue per una grande energia, una grande agilità di corpo e di
spirito.
Colui che respira attraverso la bocca non può avere una buona salute.
Se studiate il processo dell’organismo umano, osserverete che dal centro di ogni cellula
escono delle energie che si dirigono verso la periferia, nello spazio. Altre energie vengono
dall’esterno e si dirigono verso il centro delle cellule. E’ all’incrocio di queste due correnti
d’energia che si produce il processo della vita. Se una di queste correnti energetiche, esterne o
interne, si blocca, appaiono diversi stati di malattia.Ogni blocco interrompe il buon
funzionamento della circolazione sanguigna che, da parte sua, provoca una malattia.
Da dove viene per esempio il mal di testa? Dall’accumulo di energie cosmiche nel cervello.
L’accumulo di un eccesso di energia solare in certe parti del corpo crea per gli altri organi
diversi tipi di malattia. In generale gli organi privati d’energia soffrono. Per aiutarli occorre
inviare loro dell’energia dapprima attraverso il pensiero.
Dovete studiare le leggi della trasformazione dell’energia e come trasmetterle da un organo
all’altro. Ogni malattia scaturisce da una distribuzione non equilibrata delle energie
nell’organismo, la quale si ripercute sulla circolazione sanguigna.
La forma del corpo umano di oggi non rappresenta niente altro che il prana in movimento. Le
malattie appaiono quando il prana in circolazione non è ben ripartito nel corpo. Se non è ben
ripartito nei sentimenti, appare il malcontento. Mal ripartito nei pensieri, fa nascere la
stupidità, il non-senso.
Quando la pelle, conduttrice dell’energia vitale della Natura, inizia a perdere la sua finezza, la
circolazione delle energie viene perturbata e l’uomo può ammalarsi. Ma il colore, la ruvidezza
o l’aspetto rugoso o consunto di una pelle non permettono di giudicare la sua qualità. Esistono
altri criteri.
Se potessimo osservare con l’occhio del chiaroveggente i nervi e le arterie di un nevrastenico,
vedremmo in più punti delle fessure attraverso le quali sfugge dell’energia. Un tale uomo è
debole. Perché? In primo luogo a causa delle passioni non controllate.

176
La follia ha per causa il fatto che le due parti del cervello sono caricate della stessa elettricità,
sia positiva, che negativa. Lo stato normale richiede che in un emisfero circoli energia
positiva e nell’altro energia negativa. Se qualcuno diviene molto aggressivo, vale a dire
elettrico, deve introdurre nel suo emisfero sinistro della dolcezza, del magnetismo. Ponete le
vostre mani sulla testa di un uomo in buona salute e sentirete due correnti, una calda, l’altra
fredda, ma sulla testa di un uomo squilibrato, sentirete solamente una corrente calda. Per
aiutare un tale malato, occorre domandare a un amico in buona salute di porre al di sopra della
sua testa le proprie mani al fine di regolarizzare le energie del suo cervello.
Cercate di trasformare l’eccesso di energia accumulata in voi, soprattutto quella della parte
posteriore del cervello, poiché è la causa di una grande parte dei vostri stati negativi e di
malattia. Accumulata dietro le orecchie e attorno alle tempie, l’energia rende l’uomo troppo
nervoso, irritato, eccitato, pronto a discutere con tutti, pronto a ingiuriare gli altri per un
niente.
Coloro che possiedono un buon dominio di loro stessi sono in grado di assimilare l’eccesso di
energia accumulata nel loro corpo, contrariamente ai nevrastenici che non possono utilizzarla
e la lasciano sfuggire e disperdersi.
Quale è la causa delle malattie? E’ l’indebolimento dell’energia vitale che si degrada in
energia potenziale o passiva. Per guarire occorre trasformare l’energia potenziale in energia
cinetica. E’ possibile con differenti rimedi che stimolino l’energia passiva. Qualche volta i
Bulgari guariscono l’uomo febbricitante versandogli dell’acqua fredda sul corpo. La reazione
forte che ne segue trasforma l’energia stagnante e il malato guarisce.
La tosse è un raffreddamento e questo costituisce una perdita della forza iniziale, da qui la
diminuzione delle vibrazioni nella quale può mantenersi la salute. Elevate il vostro pensiero
verso Dio, legatevi a Lui, alla Sua fonte e la tosse scomparirà. Esiste un solo Medico al
mondo, tutti gli altri sono Suo assistenti.
La tosse viene sempre quando l’organismo è smagnetizzato. La smagnetizzazione può essere
parziale o generale. Se qualcuno si ammala, la sua gola, i suoi polmoni o tutto il suo corpo è
smagnetizzato. In quest’ultimo caso, si sente un grande affaticamento, occorre ristabilire il
magnetismo in tutto l’organismo.
Se avete preso freddo, se prendete un raffreddore, cercatene la causa e constaterete che il
problema proviene dal predominio delle energie negative. Non vi resta niente altro che di
trasformarle in energie positive. Ogni malattia è dovuta all’eccesso d’energie negative. Se non
siete in grado di trasformarle in energie positive, cercate delle ragioni per rigettarle
all’esterno. L’energia negativa è un visitatore non invitato di cui dovete sapere liberarvi.
Quando l’energia del proprio organismo si dirige verso il centro della terra, l’uomo si
ammala. Per guarire si devono orientare le proprie energie verso il centro del sole.
Se il doppio eterico di un uomo esce e rientra come si deve, allora il suo stomaco funziona
bene, il suo cervello è in buono stato e la persona è in buona salute.
La maggior parte delle indisposizioni vengono da un’anomalia del cervello. E’ per questo che
la vostra prima preoccupazione è di regolarizzare le vostre energie cerebrali per farle ben
circolare. Mettete spesso le vostre mani sopra la testa o passatele nei capelli come per
pettinarvi.
Molte malattie sono dovute alla tensione provocata attraverso l’elettricità o il magnetismo
naturale su certi organi. Quando qualcuno si lamenta del mal di testa, di cuore o di polmoni, è
la tensione dell’elettricità atmosferica che si ripercuote sui propri organi. Qualche volta è il
magnetismo in eccesso che provoca certi stati di malattia. Studiando il nostro organismo, si

176
comprende che la maggior parte delle indisposizioni corporali vengono da influenze
atmosferiche.
I cambiamenti che si producono sulla terra si producono anche nel corpo umano. Una gran
parte del corpo è composto d’acqua e molti esseri soffrono di mancanza d’acqua. Se
diminuisce l’acqua, la vita anche diminuisce.
La mancanza d’acqua raffredda gli organi, l’eccesso li riscalda. In conseguenza l’equilibrio
termico dipende dalla quantità di acqua nell’organismo.
La scarsità d’acqua rende l’uomo nervoso e disseccato, soggetto a irritazione e ad
aggressività. Come bisogna reagire? Attraverso l’acqua calda. Prendete dell’acqua calda e
iniziate a berne cucchiaio per cucchiaio. Se non avete l’acqua calda a vostra disposizione,
provate con l’acqua fredda. Osservate dopo quanti cucchiai ritorna la calma.
Si constata che certe malattie come l’idropisia, la pleurite e altre sono dovute ad un eccesso di
acqua nell’organismo. L’aumento della temperatura del corpo dà la possibilità di eliminare
questo eccesso d’acqua. Nello stesso modo se c’è un eccesso di ferro, è indispensabile di
mettere il malato in condizioni psichiche tali che il ferro si fonda e sia eliminato.
Tutte le malattie sono dovute alla disarmonia fra il sistema simpatico e il sistema cerebro-
spinale.
Voi dite che il sistema nervoso è squilibrato, io direi piuttosto che non è squilibrato, ma
bloccato. Voi dite: “Io ho mal di stomaco”, perché? I nervi del midollo spinale che conducono
l’energia verso lo stomaco e il ventre sono bloccati. Esponete la vostra colonna vertebrale al
sole per sbloccarla. Se restano bloccati, il male persisterà inevitabilmente. Le malattie
appaiono quando le energie non hanno via libera. I blocchi sopraggiungono non solamente nel
corpo fisico ma anche nei corpi sottili.
La forza contenuta nell’azoto è legata al sistema nervoso e al cervello, è per questo che se
diminuisce l’azoto, l’uomo inizia a risentire dell’inquietudine. Qualcuno diventa folle o è
colpito d’apoplessia, è a causa di mancanza di azoto! Si produce un abbassamento di forze
d’azoto nella sostanza cerebrale che provoca la perdita dell’equilibrio dell’organismo. La
circolazione sanguigna è fatta male, il sangue che arriva in eccesso nella testa non viene
scaricato, blocca i centri cerebrali e l’uomo è colpito da apoplessia, degli organi si
paralizzano.
Le malattie che colpiscono gli uomini provengono da colpe passate e presenti. Niente resta
impunito. I microbi che si espandono oggi non sono niente altro che i veleni della paura e
dell’odio che hanno provato i buoi, le pecore, i polli quando l’uomo li ha uccisi. Questo è
possibile? Si, è possibile! Come una parola oltraggiosa avvelena e distrugge l’organismo
umano, nello stesso modo la paura e l’odio degli animali che l’uomo abatte producono un
effetto simile su di lui.
Bisogna sapere che l’organismo è predisposto ad attirare tale o tal’altro microbo che ad esso
corrisponde. Quest’ultimo diventa allora suo associato e inizia a prendere le sue energie.
Senza rendersene conto, l’uomo si ammala e diventa la sua vittima. E’ impossibile che un
microbo si nasconda nel vostro corpo se non siete in corrispondenza con esso.
Più è grande la quantità d’oro nel sangue di un uomo, migliore è la sua salute. Per aumentarla
deve condurre una vita pura, nobile. L’oro è il simbolo del sole, dell’energia, della salute e
della purezza. Per contro l’insufficienza o la mancanza d’oro organico nel sangue provoca
delle malattie.
La predominanza del ferro nel sangue produce una certa forma pensiero, quella del rame ne
produce un’altra. In generale ogni elemento, il ferro, il rame, lo stagno, il piombo, l’argento,
l’oro che entrano nella costituzione del corpo producono delle influenze specifiche sui

176
pensieri e i sentimenti umani. Per esempio la fatica e l’anemia provengono da insufficienza di
ferro nel sangue. Quando il pensiero di un uomo è passivo, ciò mostra che ha poco fosforo nel
suo sangue.
Ogni squilibrio del corpo fisico, sia nel sistema simpatico, sia nel sistema nervoso cerebrale,
mostra l’insufficienza o l’assenza di certi elementi nel sangue. Gli elementi mancanti non
sono forniti solamente dalla bocca e dalla nutrizione, ma attraverso i pensieri e i sentimenti.
Se osservaste la mano umana con l’occhio di un chiaroveggente, notereste un’altra mano più
chiara e più fluida che è il doppio della mano fisica. Fino a quando il doppio della mano
agisce bene, la mano fisica è normale. Se il doppio è ostacolato da qualcosa, anche la mano
fisica lo diventa.
Come la mano, tutto il corpo possiede il proprio doppio specifico. Se durante la vita il doppio
eterico si distacca parzialmente o totalmente dal corpo fisico, appaiono delle malattie e degli
handicaps diversi. Per esempio la paralisi generale o parziale è dovuta a una specie di
sdoppiamento, una separazione fra il corpo e il doppio eterico.
Questo sdoppiamento proviene dal cattivo ricevimento delle energie attraverso le membra, i
piedi, le mani.
Il corpo fisico vive grazie al suo doppio eterico e se l’accordo, i rapporti fra il corpo e il
doppio non sono né buoni, né armoniosi, nascono delle malattie. Il doppio eterico è uno
strumento, un mediatore attraverso il quale si rivelano le forze della Natura. Nella parte
frontale del cervello si trovano dei filamenti bianchi attraverso i quali si manifesta l’attività
dell’intelligenza umana, legata al doppio eterico. Infatti la causa principale delle malattie è il
disaccordo fra questi due corpi.
Se qualcuno perde conoscenza, mostra che il contatto fra il corpo e il proprio doppio è
interrotto, il legame è reciso. Le sofferenze, più precisamente nelle persone spirituali, sono
dovute alla loro eccessiva sensibilità. I loro doppi eterico ed astrale si spostano al di fuori del
corpo più del normale. Di conseguenza ricevono più impressioni e soffrono per questo.Tutto il
corpo umano, interiormente e esteriormente è avvolto da una materia specifica chiamata
“matrice”. Quando la matrice è sana, l’uomo si sente ben disposto, forte e si comporta bene.
Quando appaiono dei buchi nella matrice, numerosi processi chimici intervengono
nell’organismo e provocano delle malattie. I pensieri superficiali, artificiali, i dubbi, i sospetti
e le calunnie sono all’origine dei buchi nella matrice.
Molte malattie o indisposizioni sono dovute alla contrazione e alla dilatazione eccessiva dei
capillari, sotto l’influenza dell’elettricità e del magnetismo naturali. All’origine di questa
patologia si trovano i pensieri e i sentimenti negativi dell’uomo. Ogni cattivo pensiero, ogni
cattivo sentimento e ogni cattiva azione restringe i capillari e perturba le correnti magnetiche
ed elettriche dell’organismo che circolano nei meridiani specifici a un ritmo particolare.
Quando il movimento delle linee formate attraverso i meridiani e il loro ritmo cambiano, si
produce un disaccordo nell’organismo e l’uomo si ammala.
Cercate di accordare tutti i vostri movimenti, quelli degli occhi, delle mani, dell’intero corpo.
State attenti ai movimenti non armoniosi, artificiali e estranei così come alle imitazioni
poiché esse squilibrano l’organismo, come la nutrizione non appropriata o di cattiva qualità.
Osservate i bambini, fino all’età di sei-sette anni i loro movimenti sono belli, naturali, ma in
seguito fra i sette e i quattordici anni i loro movimenti iniziano a diventare artificiali, ciò
provoca spesso delle malattie.
La camminata dell’uomo contemporaneo non è buona. Camminando scuote il proprio corpo e
così provoca dei colpi alla colonna vertebrale, che si trasmettono al cervello e si ripercuotono
su tutto il sistema nervoso. E poi ci si domanda perché l’uomo è talmente nervoso!

176
Gli occhi si indeboliscono quando l’uomo li usa male. La maggior parte delle persone non
guardano come si deve. Certi aprono molto gli occhi ma ciò non vuol dire che la loro vista sia
buona. Quando volete vedere qualcosa, non bisogna girare la testa ma dirigere piuttosto lo
sguardo in quella direzione. Dirigete gli occhi verso il basso, verso l’alto, ai lati, nella
direzione dell’oggetto osservato.
La respirazione debole è una delle cause dei raffreddori. Se si ripetono spesso, ciò dimostra
che nel processo respiratorio esistono certe irregolarità, sia nel ritmo, sia nella qualità dell’aria
respirata. Quando migliora la respirazione il raffreddore scompare. E’ un segno naturale
affinché l’uomo si metta al lavoro al fine di regolarizzare la propria respirazione. Se non fa
attenzione a questo segnale, viene la febbre.
Certi si lamentano di non poter respirare liberamente o di avere un ritmo irregolare del cuore.
Vanno dal medico, prendono delle medicine, ma niente da fare! Infatti la causa è nel
diaframma che sale in alto e comprime lo stomaco, fa pressione sui polmoni, il cuore e
provoca una sofferenza in tutto l’organismo.
E’ per questo che dovete esercitare la vostra respirazione, riempire bene i polmoni in modo di
ben posizionare il diaframma.
Voi soffrite poiché siete in disarmonia con i colori. L’insufficienza di un colore
nell’organismo è la causa delle malattie dell’uomo. Se gli manca il colore rosso dell’amore o
il giallo della saggezza o il blu della verità, l’uomo si ammalerà certamente. E’ per questo che
dovete introdurre questi colori nel vostro organismo e nel vostro psichismo, vale a dire nella
vita intellettuale, emozionale e spirituale.
La scienza della futura umanità, che è la scienza della sesta razza, inizierà precisamente con la
legge della coordinazione. Ogni organo umano deve essere coordinato con tutti gli altri.
Attraverso la legge della coordinazione, è previsto che l’uomo effettui ogni giorno delle
camminate di due, tre, quattro, cinque e anche dieci chilometri. Se ha paura e non fa quello
che la Natura esige da lui, non passerà molto tempo che la natura gli darà delle lezioni. Inoltre
la Natura ha preconizzato una nutrizione buona, sana, semplice. Essa ha anche determinato il
numero di respirazioni per minuto. Certi ricevono l’aria in una maniera disordinata, la loro
respirazione è irregolare, ciò che provoca un disaccordo fra gli organi. Se non esiste un
coordinamento completo fra tutti gli organi, appariranno gli stati di malattia.

4. La diagnosi

Ogni linea della mano, ogni tratto del viso, ogni centro sulla testa sono delle prove che
testimoniano la vita e le attività dell’uomo dal suo passato lontano fino ad oggi.
Definire la diagnosi dieci anni prima dell’apparizione di una malattia è un’arte che permette
di prendere misure preventive. Quest’arte è accessibile solamente al dottore che conosce la
scienza iniziatica. E’ prima che diventi grave che occorre dirgli che cosa fare.
Le scienze come la chiromanzia, la frenologia, la morfofisiognomica, la grafologia, la
Kabbala e tutto ciò che deriva da esse saranno studiate in profondità. Queste scienze, che oggi
non sono riconosciute, risolveranno i problemi nell’avvenire.
Ai nostri giorni, se i dottori conoscessero queste scienze, non sarebbe necessario di aprire il
cervello e lo stomaco dell’uomo per fare la diagnosi di una malattia. Solamente
un’osservazione dell’iride dell’occhio o uno studio della mano, delle unghie o l’analisi
dell’oroscopo sarebbero sufficienti per definire la malattia così come le cause della sua
apparizione.

176
Voi potreste aiutarvi da soli, prevenire ed evitare certi stati che che vi attendono prima di
ammalarvi. Per esempio, la scienza nominata frenologia può orientarvi nella conoscenza
della diagnosi e della predisposizione a certe malattie, basandosi sulla misura della testa e del
corpo, e i rapporti fra le sue differenti parti.
Esistono certe corrispondenze fra gli organi e le parti del corpo, per esempio la larghezza
della base del naso e l’aspetto delle tempie mostrano quale è la natura del temperamento
(sanguigno, collerico, flemmatico, nervoso). La larghezza delle narici è in rapporto con la
larghezza della mano così come la larghezza del viso. La costituzione dello stomaco ha un
legame con la costituzione delle dita. Colui che comprende la legge delle corrispondenze può
definire lo stato di un organo in rapporto a un altro.
Non si deve comprendere l’atto di bere e di mangiare solamente come un processo fisiologico
ma anche come un processo mentale e emozionale. Colui che “mangia” in eccesso in un
campo che sia fisico, mentale o emozionale, soffrirà di conseguenza in questo campo.
Se avete commesso una colpa, sentirete un dolore sia nello stomaco, sia ai polmoni, ai piedi,
alle dita, alla colonna vertebrale o al fegato. La localizzazione delle malattie nel corpo dà
un’indicazione della colpa commessa.
Ogni trasgressione delle leggi del mondo fisico produce uno squilibrio nello stomaco, il
ventre e l'intestino tenue. Ogni trasgressione delle leggi spirituali provoca dei problemi nei
polmoni e il cuore. Ogni trasgressione delle leggi del mondo mentale provoca uno squilibrio
nella testa.
Quando guardo i vostri occhi penso alla vostra verità. Quando osservo le vostre orecchie,
penso alla vostra saggezza, quando guardo la vostra bocca, penso al vostro amore, quando
osservo le vostre braccia e le vostre mani, penso alla giustizia con la quale lavorate. Quando
vedo le vostre gambe e i vostri piedi, penso alle vostre virtù.
E’ sufficiente vedere la mano di un uomo per sapere quanto tempo vivrà sulla terra. Le linee
della mano, la loro lunghezza e la loro larghezza determinano la durata della vita. Questa è
indicata anche dalla grandezza e larghezza del naso. L’apertura delle narici permettono una
migliore inspirazione e un fattore di longevità. Meno grande è la quantità di aria inspirata, più
debole è l’ossigenazione del sangue. In questo modo si produce più acidità carbonica e
dunque più residui e più malattie.
Delle labbra troppo sottili mostrano che l’uomo ha frenato le sue emozioni, che non può più
dare molto. Tale uomo non ama molto mangiare e divertirsi.
Le cellule che formano le vostre due labbra sono intelligenti. Non si devono tenere le labbra
né troppo serrate né troppo rilassate o aperte. Esse devono essere appena ravvicinate e libere,
distese. Lo stesso per gli occhi. Non guardate delle cose disordinate o delle immagini sporche,
terrificanti. Non andate mai a vedere come si uccidono gli animali, o come vengono
commessi degli assassini o delitti.
Se fosse possibile osservare al microscopio il sistema nervoso o gli occhi di un uomo il cui
livello mentale corrisponde alle nozioni dell’Antico Testamento e di confrontarlo con quello
di un uomo il cui livello di coscienza corrisponde al Nuovo Testamento, si constaterebbe una
grande differenza nella loro costituzione.
Si può conoscere il passato, il presente e il futuro di un uomo dai suoi occhi. Tutto ciò che può
prodursi in un uomo è scritto nel suo occhio. I segni concernono le sue qualità e i suoi talenti,
ma anche le prove, le sofferenze e le malattie attraverso le quali passerà, tutto è scritto
nell’occhio.
Il cambiamento d’intensità del colore degli occhi è in rapporto con lo stato dell’intelletto. In
realtà, l’indebolimento delle vibrazioni del cervello provoca questo cambiamento e si riflette

176
sullo stato degli occhi e il loro colore. Lo stato degli occhi serve per la diagnosi dello stato
mentale, permette anche di constatare lo stato del cervello. Gli occhi sono lo specchio della
vita interiore dell’uomo.
Delle volte negli occhi appaiono delle macchie come sul sole. Si può dividere l’occhio in 12
cerchi che rappresentano i 12 segni zodiacali in movimento. Come le macchie sul sole sono la
causa di catastrofi e di sofferenze terrestri, le macchie dell’occhio sono delle indicazioni per
diagnosticare differenti stati di malattia. Le macchie, le opacità, i veli che si possono vedere
nell’occhio indicano certe malattie che possono rivelarsi dieci o venti anni più avanti. Colui
che comprende la scienza dell’occhio è in grado di evitare queste malattie.
Quando osservo le vostre orecchie posso sapere quanto tempo vivrete, di quale malattia
soffrirete e di che cosa morirete. Lo posso sapere anche grazie allo studio delle unghie. Tutto
è scritto nell’uomo come in un libro.
Esistono dei medici che diagnosticano attraverso lo studio delle mani e delle unghie. Non
riconoscono solo lo stato presente del malato ma quello che può accadergli nell’avvenire.
Prima di ammalarsi l’uomo è avvertito dall’apparizione di macchie sulle mani e le unghie, ciò
che prova che niente è nascosto.
Osservate le vostre unghie per prevenire lo stato di malattia. Una macchia bianca sulle unghie
significa una indisposizione o uno squilibrio che si può manifestare in malattia. Le macchie
sulla mano sinistra hanno un significto, sulla mano destra un altro. In generale mostrano una
grande tensione del sistema nervoso che provoca la malattia. Dal momento che notate la loro
apparizione sulle vostre unghie, prendete delle precauzioni. Introducete nel vostro spirito
un’idea sublime, grandiosa, capace di calmare il sistema nervoso.
Le macchie bianche appaiono anche nel momento di una grande perturbazione dell’anima.
Non sono gravi ma sono dei segni che vi invitano a prendere delle misure contro gli stati di
malattia che vi minacciano.
Le macchie bianche sono simili alle macchie solari. Più numerose sono le macchie sul sole,
più questo emana energia, più c’è abbondanza nella Natura. E’ lo stesso nell’uomo. Colui che
ha delle macchie bianche sulle unghie è eccessivamente attivo, dispensa più energie e di
conseguenza si esaurisce troppo. Per liberarsi di queste macchie deve imparare a concentrare
il proprio intelletto e a dominare il proprio pensiero. Così in due, tre mesi potrà ristabilire la
propria calma ed eliminare le macchie.
Se avete mal di testa è lo stomaco che è in disordine. Testa e stomaco sono legati. I metodi
della loro guarigione sono così semplici che ciascuno può applicarli facilmente.Un uomo, il
cui collo è troppo largo, misura per esempio 42 cm, è esposto all’apoplessia. Deve fare
qualcosa per diminuire la larghezza del suo collo. Per una taglia di 1 metro e 65 cm, il giro del
collo deve misurare 36 cm. Se per contro diminuisce troppo, a meno di 29 o 30 cm, la persona
è esposta a un altro pericolo e deve nutrirsi meglio.
Osservando le guance, potete comprendere lo stato dello stomaco. Se il viso sotto le guance è
scavato, lo stomaco è debole.
Per comprendere lo stato del fegato, osservate il colore del viso, la luce degli occhi e la loro
vivacità. Tutto ciò contribuisce alla bellezza del viso. Quando il fegato funziona bene, il viso
ha un colore rosa gradevole.
Il naso della gente nervosa diventa troppo appuntito, questo non deve accadere. Avere un
intelletto risvegliato e acuto va molto bene, ma non il naso troppo appuntito.
Uno dei metodi semplici per determinare la lunghezza della vita è il seguente: ponete le vostre
dita sulla pelle e appoggiatele leggermente. Se la pelle si segna un po’ e il segno resiste,

176
quest’uomo non vivrà a lungo ma se il segno scompare presto, ha ancora dell’energia e vivrà
a lungo.
Un eccesso di ferro nel sangue rende irritabili e aggressivi, troppo piombo rende sospetti,
troppo rame dà l'instabilità nei sentimenti. La presenza d’oro provoca dei malori o delle
sofferenze, ma genera il desiderio di possedere, il bisogno di accumulare sempre di più.
Nell’uomo tutti gli elementi esistono nel sangue, nel sistema nervoso e nelle cellule ma in
maniera sproporzionata ed è precisamente per questo che appaiono diverse dissonanze.
Ciascuno deve dunque sapere come rigenerarsi e neutralizzare l’influenza di certi elementi
nell’organismo.
Se un uomo è ispirato da un ideale, cammina diritto. Dal momento che diventa materialista
inizia a piegarsi verso terra. Quando perde fiducia in sé e nel suo prossimo, inizia a curvarsi.
Se qualcuno è gobbo, ciò mostra sempre un difetto dell’intelletto. Ogni deviazione, ogni
deformazione della colonna vertebrale mostra un certo difetto di carattere. La sua posizione
normale è verticale.
L’uomo buono è avvolto da un vestito magnetico che non lascia passare il freddo. Se i piedi si
raffreddano facilmente, la bontà è debole. Se le mani si raffreddano è la giustizia che è debole.
Se gli occhi non vedono bene, quest’uomo ha trasgredito da qualche parte la verità e se le
orecchie sentono male, è la saggezza che è mancante. Le mani umide mostrano che i
sentimenti non sono naturali e spontanei. Se sono secche, è l’intelligenza che non è a punto.
Se portate un diamante e diventa opaco, ciò significa che siete malati. Le pietre sono
contaminate dagli uomini.
L’uomo può leggere non solamente nei tratti del viso ma anche nei colori che lo circondano.
E’ un potere riservato al chiaroveggente e non all’uomo ordinario.
Più l’uomo è in buona salute, più è spirituale. Più il suo spirito è elevato, più l’aura che emana
da lui è luminosa e gradevole. Quando si ammala, l’aura si indebolisce. Questa opacità può
essere parziale o totale. La parte opaca nell’aura corrisponde all’organo malato. Rafforzando
il suo pensiero e intensificando le sue vibrazioni, l’uomo può ristabilire la luce nella sua testa,
nel suo stomaco, negli organi attaccati da una malattia e così guarirli.

5. I corpi celesti e la salute

Oggi si considerano i pianeti come dei simboli, ma, nell’avvenire, l’uomo raggiungerà un
gande sviluppo che gli permetterà di penetrare nel loro senso profondo e comprendere il loro
segreto. Egli ignora ancora che i pianeti sono degli esseri viventi, superiormente intelligenti,
direttamente legati alla vita terrestre e agli animali che essi influenzano. L’uomo non possiede
ancora la scienza degli astri e la conoscenza degli esseri che li popolano.
Tutti i pianeti sono dei trasformatori dell’energia divina per tutte le forme di vita. Ogni
pianeta è popolato da degli esseri intelligenti e coscienti. Gli abitanti di Giove hanno della
dignità, dell’amor proprio, essi sono fieri ma misericordiosi. Quelli di Saturno sono dei
filosofi, sono profondi ma sospettosi, possiedono il senso critico ma dubitano sempre. Sono
fra gli abitanti più antichi del sistema solare, dopo Urano e Nettuno, che sono anteriori a
Saturno.
I sistemi respiratori, digestivi, nervosi, ogni parte del corpo è stata creata sotto l’influenza dei
pianeti, ciascuno in condizioni differenti e in tempi differenti. Per esempio le mani sono sotto
l’influenza dei Gemelli e di Mercurio, i piedi sotto l’influenza dei Pesci e di Giove, i polmoni
sotto l’influenza del Cancro e la testa sotto l’influenza dell’Ariete.

176
Gli uomini di oggi devono studiare la dinamica del corpo umano in rapporto con le influenze
planetarie che si esercitano su di esso. Così l’uomo comprenderà che certe delle sue cellule si
trovano sotto l’influenza del Sole, altre sotto l’influenza di Sirio, altre sotto l’influenza di
Giove, ecc.. In generale più l’essere umano è legato con gli esseri e i pianeti superiori, più la
materia del suo corpo è elaborata e evoluta. Più la materia del suo corpo è elaborata, più la sua
vita è nobile. Il livello di sviluppo umano è determinato dalla materia del suo organismo. La
vita umana si manifesta attraverso la materia.
Più l’intelligenza umana si sviluppa, più l’uomo si lega con le stelle e i pianeti. Quando
l’uomo saprà canalizzare e utilizzare le influenze di tutti i Soli del cosmo, egli raggiungerà la
perfezione.
Il cervello umano racchiude un sole unico attorno al quale si muovono tutti i pianeti. Ciò che
si vede nel cielo esiste anche nel cervello. Ciò che si chiama movimento di forze e centri
energetici del cervello non è niente altro che l'azione dei pianeti sul cervello.
Quasi tutti i pianeti sono in corrispondenza con dei punti nel cervello umano. Giove è situato
al centro della testa, là dove è la fontanella, Saturno si trova nei due lati superiori della testa,
Venere è nella parte frontale superiore e al livello della nuca, Marte nelle due parti della testa
al di sopra delle orecchie. Giove dona dell’elevatezza alla testa e rende l’uomo attivo. Saturno
aumenta l’intelletto, la ragione e la coscienza. La Luna dà l’ampiezza della fronte, così Marte.
Tutti i pianeti, compresa la terra e le stelle influenzano il cervello.
Le energie solari organizzano il cuore e i polmoni,
le energie di Saturno, il fegato e le ossa,
le energie di Marte, la vescicola biliare e gli organi genitali,
le energie di Giove, lo stomaco e il plesso solare,
le energie di Venere, i reni,
le energie di Mercurio e della Luna, il cervello e i nervi.
La Luna influenza anche gli organi genitali della donna. La milza è conduttrice dell’energia
solare e si trova sotto l’influenza del Sole. Giove regola il timo, Mercurio la tiroide, Saturno e
Urano l’ipofisi, Nettuno la ghiandola pineale.
Il Sole influenza principalmente il plesso solare e il sistema nervoso simpatico. Per coordinare
le energie del suo organismo, l’uomo deve legare il suo sistema muscolare al sistema cerebro-
spinale, così come il sistema osseo al sistema muscolare. Quando non può dare una buona
espressione alle sue energie spirituali, diventa sempre più rude e grossolano.
Il dovere dell’uomo consiste nell’armonizzare le forze del suo organismo e a stabilire dei
rapporti giusti con tutti i corpi celesti. In ragione della percezione imperfetta dell’energia
dell’universo, c’è un eccesso di energie in certi punti dell’organismo e in altri manca. Questa
distribuzione non uguale crea dei malori, delle sofferenze, il malcontento. Anche le energie le
più sottili accumulate in eccesso possono creare degli stati di pena.
Quando l’uomo si ammala, deve legarsi con le energie solari e lunari, sia direttamente, sia per
l’intermediazione delle piante e dei minerali che sono dei buoni trasformatori di energie del
Sole e della Luna.
Il Sole è un essere vivente, un essere collettivo che possiede una Intelligenza cosmica, è
abitato dal pensiero. Sotto l’influenza del Sole si risveglia l’influenza cosmica dell’uomo così
come il suo pensiero e quando l’uomo si risveglia, il Sole inizia a pensare a lui, egli preserva
la propria salute e prolunga la propria vita.
Il “loto dai mille petali” è legato al Sole fisico ed è da esso che tutto il nostro essere riceve le
sue energie vitali. Lo Spirito divino apporta delle energie al Sole ed esso le trasmette al

176
cervello, alle laringi, al cuore, all’anima. Il “loto dai mille petali” attinge anche da certi raggi
luminosi di Sirio e Orione.
Attraverso i suoi colori e i suoi raggi luminosi, il “loto dai mille petali” esprime lo splendore
celeste di tutti i pianeti. Esso è legato a miliardi di centri del cervello, i quali emanano una
luce di mille colori, il cui sfolgorio è straordinario. E’ lo sfolgorio più bello. Da parte sua il
Sole è il rappresentante del “loto dai mille petali” per il sistema solare, il quale è diretto dallo
Spirito divino.
I pianeti sono in rapporto con certi elementi e più particolarmente con i metalli. La Luna è in
rapporto con l’argento, il Sole con l’oro, Marte con il ferro. Se il sangue non possiede a
sufficienza uno di questi elementi, l’uomo si ammala. Quando si porta al sangue la quantità
necessaria di un elemento, lo stato dell’organismo migliora. La mancanza di elementi nel
sangue può essere colmata non solamente dalla nutrizione ma anche e soprattutto attraverso i
pensieri e i sentimenti. Delle volte l’organismo prova il bisogno di far entrare nel proprio
intelletto certi pensieri e nel proprio cuore certi sentimenti, è una necessità assoluta. Se voi
conosceste questo sapreste applicare l’astrologia come mezzo di autoeducazione e
edificazione del vostro sistema nervoso. In seguito attraverso i pensieri o le emozioni voi
apporterete al vostro sangue tutti gli elementi che gli mancano. Conoscenze simili si
acquisiranno a poco a poco.
Le piante e i frutti contengono delle energie in rapporto con i pianeti che li influenzano. Per
esempio la ciliega è sotto l’influenza di Venere. I pianeti, a loro volta, sono legati con le stelle
dello zodiaco. Se in una maniera o in un’altra volete esercitare un’influenza sul vostro
carattere e sul vostro organismo, allora utilizzate la nutrizione adeguata che vi donerà le
energie desiderate. Nell’avvenire l’uomo si nutrirà conformemente ai pianeti che dirigono i
giorni. Il lunedì si mangerà la nutrizione che è sotto l’influenza della Luna, il martedì quella
che è sotto l’influenza di Marte, ecc…
Se conosceste l’influenza dei pianeti e degli astri sull’uomo, specialmente quelli del sole,
stabilireste dei buoni rapporti con essi. Se l’uomo è in armonia con il Sole, sarà in armonia
con la Luna e la terra. La buona influenza del Sole migliora lo stato del sangue arterioso.
L’influenza del Sole sulla qualità del sangue arterioso è assicurata dall’armonia tra i pensieri e
i sentimenti dell’uomo. Il Sole eleva i pensieri e i sentimenti umani, così il sangue si purifica.
Viceversa, se i pensieri e i sentimenti dell’uomo sono in armonia con le energie del Sole, della
Luna e della terra, l’uomo gioisce della vita e gode dei suoi benefici.
Ogni blocco al livello dei sentimenti apporta un’anomalia del cuore, di conseguenza il polso
si squilibra. Per ristabilire il funzionamento del cuore, l’uomo deve ristabilire l’armonia con la
Natura e legare il proprio cuore con la pulsazione del grande Cuore cosmico. Ogni sistema
planetario possiede il proprio cuore, il quale da parte sua è legato al cuore cosmico. Il cuore
del nostro sistema solare è il Sole, le sue onde ritmiche determinano il movimento ritmico del
nostro cuore e del nostro sangue. Per legarvi ad esse, fate mattina, mezzogiorno e sera per
dieci giorni una breve meditazione per racchiudervi in voi stessi: “voglio che il battito del
mio cuore sia ritmico, che funzioni con il polso solare e che invii le proprie energie nel mondo
intero.”
I giovani non hanno ancora costruito gli organi spirituali per mezzo dei quali i pianeti
Saturno, Uranio, Mercurio, ecc..potrebbero agire su loro in maniera benefica. Per questo da
quando sono sotto la loro influenza, essi utilizzano queste forze spirituali per dei bisogni
fisici. Di conseguenza essi diventano più rustici. Se l’uomo non può dare una buona direzione
all’espressione delle proprie forze spirituali, sicuramente diventerà più grossolano e meno
fine. Attraverso degli sforzi fisici è impossibile ottenere delle acquisizioni spirituali.

176
Quando si viene sulla terra bisogna conoscere molto bene l’astrologia e sapere quale anno,
quale mese, a quale ora, quale minuto e anche quale secondo reincarnarsi. Se non siete in un
buon momento non otterrete delle grandi soddisfazioni nella vostra vita né dei risultati nelle
vostre attività. Ciò non vuol dire che la Natura rifiuta di apportare il proprio aiuto, ma che
esiste una differenza fra la scelta del momento in cui siete venuti al mondo e le influenze
planetarie.
Quando il malato vuole guarire, che guardi la Luna durante la fase decrescente e che si leghi
ad essa. Nella Luna crescente, è meglio chiudere le tendine per evitare l’entrata della luce
lunare nella propria camera. I malati ma anche le persone in buona salute,devono esporsi
all’influenza benefica della luce solare al mattino.
Quando un bambino si ammala nel periodo della Luna calante egli guarirà. Se si ammala
quando il Sole passa nell’emisfero sud, dopo il 22 settembre, guarirà velocemnte. Ma anche in
tali condizioni benefiche, la madre rischia di aggravare la situazione con i suoi pensieri
negativi, le inquietudini e le angosce.

6. La vecchiaia

Attualmente uno degli scopi dell’essere umano è di prolungare la propria vita.


Dopo la caduta, l’uomo ha abbreviato la propria vita, deve ora lavorare per allungarla e
ritornare allo stato di partenza. Di conseguenza, se vuole prolungare la propria esistenza deve
condurre una vita semplice, sana, senza influenze estranee, senza apporti sofisticati.Se
incontrate un tale uomo, constaterete che la sua vita è semplice, è modesto nei propri vestiti,
nella sua nutrizione e i suoi rapporti. La vecchiaia è un processo naturale? No, la vecchiaia
non è naturale. L’uomo invecchia per la sola ragione che non rispetta l’equilibrio che gli è
necessario.
L’invecchiamento è una patologia terribile. Solamente i pensieri sull’argomento
dell’invecchiamento sono come dei microbi che, contaminano l’uomo, lo fanno invecchiare.
Tali microbi sono come delle termiti che devastano tutto ciò che è sacro nell’uomo e gli
lasciano solo le ossa.
Gli uomini sentimentali invecchiano più velocemente di quelli che hanno un pensiero giusto.
La durata della vita dipende dai rapporti dell’essere umano con la Causa primaria, con i suoi
vicini e con lui stesso. La linea della sua vita, lunga o corta, è determinata da lui stesso.
Quando studiate la legge dell’ereditarietà constaterete che intere generazioni hanno delle vite
corte e altre vite lunghe.
I figli nati da genitori procreati da famiglie con linee di vita lunghe vivranno anche a lungo e
viceversa. Attualmente la durata della vita di un essere umano è prevista in 120 anni. Se egli
lascia il suo corpo – il suo vestito usato – in anticipo, si può dire che egli parte
prematuramente. Il lavoro più importante per la propria elevazione e per l’evoluzione di tutta
l’umanità si effettua nell’età da 50 a 120 anni.
Colui che prova dell’odio diventa più energico, più audace, più arrogante, i suoi muscoli si
induriscono, il suo viso diventa più grossolano, più duro. L’aspetto di colui che ha dell’amore
è impregnato di dolcezza, di finezza, la sua vita si prolunga, il suo corpo resta plastico, i
muscoli mantengono la loro elasticità.
Il sole ha una forte influenza sulla vita umana e se ha un buon aspetto nell’oroscopo la durata
della vita è lunga.

176
Se si pensa a se stessi senza amore, si invecchia. Se si pensa alla propria casa, al proprio
bestiame, alla propria moglie senza amore, si invecchia. Se si pensa ai propri figli senza
amore, si invecchia.
Le tristezze prolungano la vita. Se esse non esistessero, la vita umana sarebbe più dura e più
corta di ora. Più il livello dello sviluppo intellettuale dell’umanità è elevato, più grandi sono le
sue sofferenze.
Colui che accetta la sofferenza con gioia vivrà a lungo. Il ragazzo che resta fedele al proprio
amore vivrà a lungo. Colui che non mescola gli alimenti vivrà a lungo.
Se sapete come soffrire ringiovanirete. Voi invecchiate perché sfuggite le vostre sofferenze
senza apprezzarle, ma se non apprezzate la gioia invecchierete anche prematuramente. Lo
stesso se non avete ringraziato per tutto il bene che vi si è presentato.
La lunghezza della vita dipende dal volume polmonare e dalla quantità d’aria ricevuta dalla
respirazione. D’altra parte nella Natura esiste un polso, un ritmo che mantiene la vita. Il fatto
che il cuore abbia qualche volta un ritmo irregolare, sia troppo rapido, troppo lento, dipende
da questo polso cosmico.
Le trasgressioni provocano l’invecchiamento. Il malcontento, i pettegolezzi, colui che accusa
gli altri, colui che si lamenta senza tregua invecchia più velocemente. Le persone invecchiano
per ignoranza, per troppe inquietudini, per una cattiva nutrizione, per sentimenti eccessivi.
Il processo d’invecchiamento concerne il corpo e non l’intelletto umano che, al contrario,
ringiovanisce. Quando il corpo invecchia, l’intelletto ringiovanisce. La vecchiaia è sottomessa
alla legge dell’invecchiamento dello spirito.
Se voi odiate qualcuno accorciate la vostra vita. Andate a riconciliarvi per allungare la vostra
vita. Se riuscite ad amare tutti coloro che vi maltrattano, facendo tutti i sacrifici per questo,
resterete in vita a lungo. Colui che odia il proprio padre non vivrà a lungo.
Se iniziate a contrariarvi, ad irritarvi per un non nulla, entrerete già nell’invecchiamento.
Se la vostra lingua diventa bianca, invecchiate. Se la vostra lingua è rossa, ringiovanite. La
lingua bianca mostra che la digestione non è buona. Fate il necessario per rimediare e
purificate il vostro stomaco, così la vostra lingua ritroverà il proprio colore.
Se il plesso solare, il sistema cerebro-spinale e il sistema simpatico non funzionano bene, si
formano attorno agli occhi delle occhiaie scure. Un fegato troppo ingrossato produce lo stesso
effetto. Il fegato è un laboratorio naturale dove nascono tutti i sentimenti inferiori. Il cattivo
umore proviene dal fegato. Il fegato ha due funzioni: da una parte facilita la digestione e
dall’altra aiuta a dominare la nostra natura animale. Per questo deve funzionare bene.
Molto spesso le persone anziane soffrono a causa delle impurità del loro sangue che provoca
una tensione elevata. Ciò è dovuto a un accumulo di sangue nelle vene che perturba la buona
circolazione. Tali persone invecchiano prematuramente. Meno i vostri pensieri sono negativi,
meno avrete del sangue impuro. I buoni pensieri nutrono il sangue arterioso.
Da che cosa ci si deve astenere per prolungare la propria vita? Prima cosa dal mangiare
troppo. Occorre sempre sentire un po’ di fame dopo aver mangiato, così resta una riserva
d’energia inutilizzata che rinnova l’organismo. Mangiare troppo accorcia la vita. Durante i
vostri pasti, adottate un’attitudine di contentezza verso la nutrizione. Non abbuffatevi troppo e
mangiate sempre con gratitudine e soddisfazione, ecco due regole che prolungano la vita.
Due cose prolungano la vita: una nutrizione senza eccessi, vale a dire rispettando un certo
regime e delle sofferenze normali. Fino a quando sarete tentati da troppa buona nutrizione,
sarete sulla via della morte.
Colui che mangia senza masticare bene accorcia la propria vita, colui che mangia veloce
anche. Masticate bene dai due lati, con tutti i denti, a sinistra e a destra. Quando siete di

176
cattivo umore, in collera o malati, astenetevi dalla nutrizione. Pazientate fino a ristabilire la
pace in voi.
Per vivere a lungo, occorre conoscere e comprendere la vita delle piante e sapere utilizzare il
loro nettare.
La musica, i canti influenzano la psiche umana in maniera benefica. Colui che vuole vivere a
lungo deve cantare.
L’amore rinnova la vita delle cellule.
Il ringiovanimento è un processo psichico interiore. Nel cervello e il sistema simpatico,
esistono delle ghiandole specifiche che l’uomo non è ancora capace di dirigere. Gli scienziati
non conoscono ancora il ruolo di queste ghiandole; nell’avvenire, quando ne comprenderanno
il funzionamento, potranno utilizzarle come mezzo per ringiovanire.
L’uomo può ringiovanire non solamente con dei metodi alchemici ma anche con il proprio
pensiero. Il pensiero luminoso crea intorno a lui un’atmosfera gradevole che lo rende atto a
sentire la bellezza e lo splendore della Natura vivente.
Giovane è colui che è pronto a ogni istante a rendere servizio agli altri. Giovane è colui che
sopporta tutte le proprie difficoltà e sofferenze con gioia, colui che studia, colui che non
mente mai, il coraggioso che lavora, colui che è giusto e coscienzioso.
Voi mangiate del pane senza pensare quale è il suo rapporto con la volontà. Voi bevete
dell’acqua senza comprendere il suo rapporto con la vita, né il suo rapporto con il vostro
cuore. Quando bevete dell’acqua per rinfrescarvi dite: Come l’acqua rinfresca che i miei
sentimenti rinfreschino il viaggiatore stanco e assetato!” Se ogni giorno, bevendo, pronunciate
queste parole, il vostro cuore si rinnoverà. E’ uno dei numerosi metodi di cui la Natura si
serve per ringiovanire l’uomo e per elevare il suo spirito.
Non mantenete nel vostro spirito né i vostri difetti né quelli degli altri. E’ anche questo un
metodo per ringiovanire. Soprattutto non pensate ai difetti degli altri perché vi contaminano.
Colui che sorride ringiovanisce. Colui che studia la Verità divina non invecchia.
Se riuscirete a leggere l’Antico e il Nuovo Testamento fino a 99 anni, ringiovanirete. Ogni
mattino alzandovi, prendete il lobo del vostro orecchio e massaggiate leggermente l’osso
dietro l’orecchio per intensificare la circolazione dell’energia vitale.
Il digiuno è preconizzato per il rinnovamento dell’organismo. Dopo il digiuno, utilizzate il più
a lungo possibile un solo alimento al giorno che non richieda molta energia per la digestione e
non ecciti il vostro appetito. Così i vostri polmoni riceveranno più prana dall’aria e dall’acqua
e voi utilizzerete meglio i succhi contenuti nella nutrizione.
Volete ringiovanire? Allora se avete 50-60 anni, fate per una settimana l’esperienza di dire
ogni sera prima di andare a letto: “Domani, avrò cinque anni di meno di oggi.” Se riuscirete
ad introdurre questo pensiero nel vostro subconscio, alla fine della settimana avrete realmente
cinque anni di meno. Procedete in questo modo per più settimane, fino a quando
ringiovanirete fino a 25 anni.
Se decidete di ringiovanire, potete riuscirci dopo cinque anni, al massimo, facendo
l’esperienza di dirvi ogni sera che il giorno dopo troverete un capello bruno in più sulla vostra
testa. La sera seguente dite la stessa cosa e realmente ogni mattino, troverete un capello bruno
in più. Giorno dopo giorno, aumenterete la quantità di capelli bruni al punto di trasformare
tutti i vostri capelli bianchi. Questo richiede la forza del vostro pensiero e la potenza del
vostro fegato.
E’ l’amore che mantiene la vita. Perdendo l’amore, si inizia a morire. Le persone muoiono per
mancanza d’amore. Qualcuno che non ama nessuno morirà presto.

176
La morte non è niente altro che il lasciare il proprio vecchio vestito per indossarne uno nuovo.
E’ impossibile avere un abito nuovo e pulito in eterno.
Se qualcuno perde la metà del proprio peso, muore. Se l’equilibrio fra le forze dell’intelletto e
le forze del cuore si interrompono, sopravviene la morte.
La morte è “l’usciere” al servizio degli spiriti karmici che si chiamano anche spiriti
guardiani. Essi assistano ogni defunto e ne disputano la sua anima.
E’ determinato per ognuno quando e come morirà.
Quando muore l’uomo lascia tutto sulla terra salvo una sola cosa: “il capitale” investito nel
proprio cervello. Al momento della morte, l’anima vola sopra la sua testa e aspetta il suo
ultimo sospiro. Durante tutta la vita, essa ha lavorato su questo capitale organizzandolo,
trasformando l’inferiore in superiore. Ora essa ritorna per recuperarlo e portarlo via. Essa
prende solamente l’essenza del cervello.
I.
II.
III. GUARIGIONE

1. Cure e soccorso di carattere generale

Nella natura umana, ogni cosa ha bisogno di una certa vibrazione interiore. Ogni sofferenza,
ogni prova è data per rinforzare la vostra sostanza spirituale. Senza prove non potrete
svilupparvi.
Ci sono più metodi di guarigione. Uno di essi è la guarigione attraverso la Natura stessa.
Lasciate il malato nelle mani della Natura, non passerà molto tempo che ritroverà la salute. E’
il metodo migliore.
Il secondo metodo fa appello al dottore che viene e raccomanda certi medicamenti e qualche
tempo dopo, migliora lo stato di malattia.
Il terzo è il metodo divino. Attraverso di esso, il malato guarisce immediatamente,
istantaneamente.
Per essere in buona salute, l’uomo deve prima di tutto contare su se stesso e sul contatto
diretto con la Natura vivente. Essa l’aiuterà più degli uomini. La prima condizione è la fiducia
incrollabile in Dio, poi la fiducia nella Natura, poi la fiducia in se stessi e infine la fiducia nel
prossimo.
I medicamenti più potenti sono la luce, l’aria, il Verbo divino. Sono il soffio di Dio. Anche le
piante li ricevano ed è per questo che esse possiedono delle proprietà medicinali dovute alla
luce, all’aria, all’acqua e agli elementi nutritivi che esse assorbono. Nell’avvenire, se i medici
accetteranno la guarigione attraverso dei concetti e dei metodi naturali, essi otterrano
buonissimi risultati. Un medico sarà conduttore di luce, un altro di aria, un terzo di acqua, un
quarto di nutrizione.
Se l’uomo non è dolce come i frutti, delicato come l’acqua, mobile come l’aria e la luce, non
potrà acquisire grandi cose. Dio è entrato nel pane, nella frutta, nell’acqua, l’aria e la luce.
Così si è sacrificato. Colui che ama Dio e Lo percepisce come una parte di sé può guarire. E’
per questo che dovete mangiare con amore, bere con amore, ricevere la luce con amore!
L’uomo è in contatto con Dio attraverso quattro mezzi: attraverso la luce, l’aria, l’acqua e la
nutrizione.
Ricordate questa definizione: l’uomo deve amare se stesso per guarire il proprio corpo e
amare il prossimo per guarire il cuore. Colui che vuole riuscire completamente nel proprio

176
lavoro deve prima amare Dio. Tutte le benedizioni e tutte le ricchezze sono contenute
unicamente nell’amore verso Dio.
Un giorno, quando gli uomini apprenderanno le leggi della luce e del calore, guariranno tutte
le malattie attraverso le loro energie. Non resteranno malattie incurabili.
Se voi seguiste lo stato di un malato constatereste che tre fattori concorrono alla sua
guarigione: la Natura, il dottore e il malato stesso. La Natura dà ad esso il 50% di aiuto, il
dottore il 25% e il malato stesso il 25% ed è ad esso che resta l’ultima parola. Se non
partecipa lui stesso al processo di guarigione, l’aiuto della Natura e del dottore resterà senza
effetto, e sarà perso.
Non è una cosa da poco guarire gli uomini. Qualche volta si aiuta qualcuno attraverso un
certo metodo e invece di un miglioramento, si produce un peggioramento. In generale, è
impossibile guarire tutti con dei mezzi identici. Per ogni malato si devono utilizzare dei
metodi specifici. Nel mondo esistono tanti rimedi quante sono le malattie. Dunque, se volete
aiutarvi come si deve e nello stesso tempo essere utili al vostro prossimo, dovete studiare la
scienza che svela i segreti della Natura.
Se qualcuno mi chiede: “Occorre far venire un medico quando si è malati?” Io rispondo:
“Questo problema è già risolto. Se vi conformate alle leggi della vecchia cultura, chiamate il
dottore, ma se rispettate le leggi della Scuola iniziatica, non chiamatelo!” Il dottore cura e
guarisce le persone del mondo ma, per un discepolo, la malattia non è una cosa fortuita, essa
ha la sua funzione e il suo ruolo. Per se stesso, per la sua anima, ognuno deve cercare il
proprio medico interiore.
E’ vero che è difficile all’uomo di trasferire una pensiero da un luogo a un altro preservando
la propria essenza. Supponiamo che il medico riesca a far uscire dalla testa del malato il
pensiero per trasferirlo altrove, la guarigione può essere istantanea. Se non è istruito per
realizzare questo si servirà di uno dei due metodi seguenti: sia l’omeopatia con le sue dosi
minime di medicamenti, sia l’allopatia con le sue dosi forti. Esiste anche un altro metodo:
lasciare evolvere la malattia fino al massimo della crisi e, a partire da qui, farla diminuire fino
alla sparizione completa. Ogni uomo possiede delle forze nascoste che deve risvegliare. Se
voi poteste risvegliare queste forze, la situazione del malato migliorerebbe in modo naturale.
Se le forze nascoste nell’organismo non possono risvegliarsi naturalmente attraverso la
traspirazione, le passeggiate, allora il medico prescriverà dei medicamenti omeopatici o
allopatici. Delle volte i dottori prescrivono delle dosi più forti del necessario e invece di
risvegliare le forze nascoste, le bloccano.
Esistono oggi due teorie principali in campo medico: l’allopatia che preconizza l’utilizzo di
medicamenti in dosi massime e l’omeopatia che raccomanda delle dosi minime. In allopatia,
potete prendere tutta un’armata di medicamenti senza alcuna reazione dell’organismo, senza
sentire alcun miglioramento, là dove con delle piccole dosi diluite, potete ottenere grandi
risultati. La legge dice: “attraverso dei piccoli sforzi, si arriva agli stessi risultati ottenuti con
dei grandi sforzi.”
Vi consiglio il trattamento omeopatico: Le piccole quantità producono grandi risultati.
L’omeopatia si serve di grandezze infinitesimali. Una piccolissima quantità di una sostanza,
per esempio 1 seguito da 60 zeri è capace di esercitare una grande influenza sull’organismo
umano. E’ sufficiente che il malato prenda una piccola goccia di questa sostanza diluita per
guarire completamente, poiché questa goccia contiene dell’energia divina. Se il malato cresce
nella forza di questa energia, in due o tre giorni egli ristabilirà la salute.
Oggi non si possono utilizzare tutti i metodi occulti perché fra di essi ce ne sono certi di cui
voi ignorate i risultati.Il vostro organismo, il vostro cervello, i vostri sistemi muscolari,

176
arterioso, nervoso non resisterebbero, non sono ancora pronti. Gli Indù possiedono dei metodi
specifici che essi esercitano da migliaia di anni. I popoli occidentali non possono praticarli
poiché questi metodi non sono, in un certo senso, appropriati alla cultura occidentale. Per
esempio, uno di questi è la respirazione profonda. Ma la Fratellanza Bianca Universale si
serve ancora di altri nuovi metodi naturali che sono eccellenti.
Per ogni uomo,esistono sette o otto metodi differenti di guarigione. Certi sono capaci di
guarirsi con il mezzo spirituale, ma sono pochissimi. Quali sono? Solamente coloro che non
provano assolutamente alcun dubbio. Il malato deve avere una fiducia assoluta nel suo
guaritore, e questo deve essere assolutamente vero e sincero verso i i malati. Se la fiducia, la
sincerità non esistono fra di loro, nessuna guarigione spirituale sarà possibile. Occorre allora
applicare un metodo naturale: l’acqua, le piante medicinali, l’aria, ecc…
Esiste un altro metodo efficace, la musica.
Ai giorni nostri, in tutti gli stabilimenti termali per la salute di quasi tutti i paesi europei, ci si
serve dell’elettricità e del magnetismo per il trattamento. Attraverso questi metodi, si tenta di
risvegliare le forze dell’organismo e di accelerare le sue vibrazioni.
Quando le vibrazioni dell’organismo aumentano,l’uomo guarisce. In questo modo è possibile
guarire malattie come il cancro o la tubercolosi. Utilizzando certi trattamenti, il malato passa
attraverso grandi crisi prima che migliori il proprio stato. Se egli resiste bene alla prima crisi,
le seguenti passano più facilmente e esse diminuiscono fino alla sparizione totale. Attraverso
le crisi successive, l’organismo è purificato, pulito di tutti gli elementi tossici e nocivi e il
malato ritrova la salute.
Per guarire, un malato deve prima di tutto purificare il proprio sangue e intraprendere questo
lavoro da solo. Come? Attraverso la respirazione dell’aria pura, esponendo, al mattino, il
proprio dorso al sole ed avere una nutrizione semplice e sana. Vi sono altri metodi per
purificare il sangue. Per il risultato non sono necessari mesi o anni, ma qualche volta è
sufficiente una sola giornata. Dipende dall’uomo di scegliere il metodo che risponde al
proprio livello di evoluzione.
L’intelletto conosce le cause delle malattie, ma non sa guarirle. Solo l’anima può relizzare la
guarigione, se essa vuole.
Un vero medico possiede il potere di scacciare le malattie e di far uscire le entità nocive dai
propri pazienti con la forza della parola, pronunciando delle formule.
L’uomo può guarire quando in lui si risveglia la riserva di energia vitale che va a stimolare
l’azione del suo organismo. Per applicare dei trattamenti naturali, approfittate soprattutto dei
mesi di aprile e di maggio quando la Natura è ricca di energia vitale: il prana. Ogni giorno in
quei mesi vale milioni. Ciò che l’uomo può acquisire in questo periodo non può essere
ottenuto in alcun altro momento.
Nel mondo tutto è definito matematicamente.Come c’è un tempo per la semina, c’è un tempo
per la guarigione. E’ un Principio divino.
Curare le malattie non è una cosa semplice. Le persone più scontente al mondo sono i malati.
Perché? Perché aspettano tutto dal medico. Se egli non può aiutarli, sono scontente. Per non
fronteggiare il malcontento del malato, il medico deve sapere chi curare e come.Per esempio,
Se le ossa dietro alle orecchie sono ben pronunciate, se il mento è largo e la mascella inferiore
un po’ in avanti, questa persona resiste bene alle malattie e può guarire facilmente.
Vi sono due metodi di guarigione. L’uno è conforme alla Natura, l’altro è il metodo
istantaneo, divino. La guarigione istantanea è possibile per un uomo virtuoso, ma non per un
peccatore.

176
Ai giorni nostri, l’uomo cura solamente il proprio corpo fisico poiché non conosce se stesso
che parzialmente. Gli apostoli e i discepoli di Cristo parlano del corpo spirituale. I saggi e i
grandi Maestri parlano dei sette corpi che costituiscono l’essere umano nella sua totalità.
L’uomo ha già iniziato a vivere nel proprio corpo spirituale, ma non possiede ancora alcuna
nozione degli altri corpi.
Quando una persona si ammala fisicamente, la sua malattia provoca delle conseguenze sul suo
corpo eterico e sugli altri corpi sottili e viceversa. Se essa si cura solamente con metodi fisici,
essa non otterrà grandi cose. La notte, durante il sonno, l’uomo lascia il proprio corpo fisico e
in quel momento il corpo e tutte le cellule si purificano. In questo processo partecipano gli
altri corpi sottili. Quando tutto è ben purificato l’uomo reintegra il proprio corpo fisico e si
risveglia. Se ha dormito bene e il suo spirito ha ripreso le forze, l’uomo si risveglia con una
buona disposizione e pieno di energia.
Voi potete curarvi con dei medicamenti ma se le entità luminose del mondo invisibile non
partecipano, non guarirete ad alcun prezzo.
Se siete malati, prima di tutto rivolgetevi a Dio, poi alla vosta anima e in ultimo al medico.
Tutti fanno al contrario, è per questo che non hanno successo nella guarigione.
Una persona che guarisce istantaneamente dimostra che il suo spirito e la sua intelligenza
sono risvegliate. Se qualcuno ha una malattia da guarire, l’intelligenza del suo corpo e del suo
spirito sono deboli.
Anche un animale il cui livello d’evoluzione è inferiore a quello dell’uomo sa come guarire
da solo, ma noi, noi chiamiamo il medico perché non abbiamo fiducia nel Signore, nella
Natura, né in noi stessi.
Occorre avere una visione chiara della malattia per sapere come guarire. Per esempio lo
stomaco si cura attraverso la verità, i polmoni e il petto attraverso la saggezza, la testa
attraverso l'amore.
Nella guarigione, la fede e la volontà giocono un ruolo principale.
Le lacrime guariscono, esse puliscono l’intelletto e la coscienza.
La durata della vita terrestre dipende dalle relazioni che l’uomo ha creato con la propria
anima. E’ impossibile arrivare a un’età molto avanzata per qualcuno che vive solamente nella
sua personalità. Più l’anima si manifesta nella vita, più l’organismo è resistente. Quando si
vuole guarire bisogna cercare il medico e i rimedi secondo la propria anima.
La scienza esoterica prevede differenti metodi di guarigione, di trasformazione delle energie
negative in positive. Studiate tutti questi metodi e fate delle esperienze per conoscere quale
conviene al vostro organismo. Se non trovate il vostro metodo rischiate anche di aggravare la
vostra situazione. E’ per questo che i dottori non accettano di essere curati da dei colleghi. Ho
inteso un medico dire: “Ho paura di consultare un collega che mi darà dei medicamenti
contrari al mio temperamento e al mio organismo. Io so meglio quali rimedi mi convengono.”
Ciò significa che ogni medicamento, anche se è destinato a curare una malattia specifica,
agisce differentemente secondo i differenti organismi. Per guarire, la migliore cosa da fare è
di sapere e di poter sormontare da se stessi le difficoltà e le contraddizioni. Una difficoltà
come una contraddizione possono provocare una malattia. Trasformatele, eliminatele dai
vostri pensieri per liberare il vostro spirito, così farete scomparire le malattie di cui soffrite.
Il Vangelo contiene dei rimedi per tutte le malattie e per tutti i disturbi dell’anima, per
l’incredulità e la disperazione, ma bisogna sapere dove trovarli e come servirsene. Se l’uomo
fosse sottoposto a una corrente elettrica di 2 000 volts, egli morirebbe. Ma se fosse sottoposto
all’influenza di una corrente elettrica di 20 000 volts e oltre, egli si rinnoverebbe e si
purificherebbe senza bruciare. I fisici dicono che le molecole di elettricità di 2 000 volts sono

176
così grandi che se esse passassero attraverso il tessuto del corpo, esse lo distruggerebbero e
l’uomo morirebbe. Le molecole di elettricità fra 20 000 e 50 000 volts sono per contro
estremamente piccole. Esse possono dunque passare liberamente attraverso il tessuto
dell’organismo umano, “colpirlo”e invece di provocare dei problemi, esse lo rinnoverebbero e
lo purificherebbero. Si può dire che esistono più categorie d’energia che agiscono
differentemente sull’organismo: energia termica, energia della luce, energia elettrica. Più le
particelle di queste energie sono piccole, più l’effetto sulla materia del corpo è benefica: essa
sarà vivificata, purificata, ricostituita attraverso la loro azione.
Nessuna farmacia al mondo può darci ciò che ci dona la Natura e l’uomo risvegliato deve
accumulare le proprie energie magnetiche per tasmetterle al proprio prossimo.
Se il sistema digestivo è squilibrato, bisogna trattarlo attraverso la nutrizione. Se è il sistema
respiratorio, bisogna curarlo attraverso la luce, il calore, l’elettricità e il magnetismo.
Infine, se il sistema cerebrale è squilibrato si deve curare con il pensiero e i sentimenti. Per
guarire il vostro cervello non dovete accettare alcun pensiero negativo, basandovi sulla legge
che Dio è Amore assoluto, Armonia assoluta.
Non esistono solamente dei microbi nocivi ma anche particelle microscopiche che, introdotte
nell’organismo, possono apportargli un miglioramento. Nella loro pratica, i medici
dell’avvenire apprenderanno a utilizzare l’influenza benefica di queste particelle
microscopiche.
Se qualcuno crede ai metodi e ai rimedi di dieci medici nello stesso tempo, non guarirà mai.
Per guarire, bisogna credere in un solo dottore. Ma le forze della guarigione sono prima di
tutto nascoste nell’acqua, nell’aria, nella luce e nella nutrizione. Ogni uomo è un conduttore
fra la Natura e lui stesso, è per questo che gli è possibile guarire da solo, da se stesso.
Curandosi da solo, il malato acquisisce la fiducia in sé e nelle proprie forze. Se si fa curare dai
medici, egli pensa che è il medico che fa tutto e a poco a poco, perde fiducia nelle sue
possibilità. Le malattie non sono niente altro che dei problemi che ognuno deve risolvere in
modo conveniente. Se non vi decidete a trattarli da soli, sorgeranno delle vere malattie
difficili da guarire. Sapendo questo, non abbiate paura delle malattie.
Se volete guarire un malato, dovete seminare in lui la semplice verità che lo guarirà. Questa
verità crescerà come un seme e darà ad egli dei frutti. Se seminate in voi l’idea che siete in
buona salute, sarete veramente in buona salute.
La nevrastenia mostra un eccesso d’elettricità a livello dei nervi, fattore di squilibrio del
sistema nervoso. Voi sapete che nel vostro bagno c’è l’acqua fredda e l’acqua calda. Se
aprirete solamente l’acqua calda, vi brucerete. Se aprirete solamente l’acqua fredda,
prenderete freddo. Bisogna aprire dolcemente i due rubinetti nello stesso tempo fino a quando
la temperatura dell’acqua diviene gradevole per lavarsi. “L’acqua fredda” proviene dalla testa
e “l’acqua calda” dal sistema nervoso simpatico. Bisogna dunque chiudere un po’ il rubinetto
del sapere eccessivo e aprire il rubinetto dell’amore. La miscela, la sintesi del sapere e
dell’amore produce una corrente gradevole. Se avete il reumatismo, aprite il rubinetto
dell’amore. Vi fa male una spalla, iniziate ad accarezzarla, cominciate ad amarla.
La purezza è una condizione necessaria per la salute, per i pensieri, per i sentimenti,
Per guarire un uomo, bisogna liberarlo da tutti gli elementi estranei, da tutti i residui
depositati in lui. Il malato per ritrovare la propria salute, deve purificare il proprio sangue
respirando l’aria pura, esponendo il dorso al sole e mangiando una nutrizione sana e di buona
qualità. Bisogna iniziare con delle piccolissime esperienze, microscopiche e, a poco a poco,
andare verso quelle più grandi. La scienza rispetta già questo metodo, allora anche voi
applicatelo!

176
Ciò che si chiama “occhio cattivo” esiste. Per esempio, qualcuno getta uno sguardo su di voi e
voi iniziate a sentirvi male, ad avere mal di testa. Certe persone possono rendere malato un
bue o una mucca solo guardandoli. La causa di questo stato risiede nella forza dello sguardo
esercitato su di voi o sull’animale. Un tale effetto è dovuto all’elettricità che esce dagli occhi
e che è stata proiettata su di voi e voi non avete potuto assimilarla, quindi essa si riflette
negativamente sul vostro organismo. Ci sono delle nonne che sanno come togliere “l’occhio
cattivo”. E’ molto semplice. Esse prendono un uovo intero e lo rompono contro la fronte del
bue o dell’uomo interessato e rompendolo, il malato ritrova il proprio stato normale. L’uovo
ha la proprierà di ricevere l’eccesso d’energia, ma questo metodo può essere impiegato
unicamente da persone che sono delle buone conduttrici d’elettricità, poiché esse solo sono in
grado di resistere all’emanazione del malato. Si può dire la stessa cosa per i medici. Esistono
molti medici ma pochissimi ottengono risultati per una guarigione completa. Il vero medico è
una specie di canale, il mezzo attraverso il quale la malattia può uscire all’esterno. Il medico
deve poter prendere e dare qualcosa al malato.
Ogni cattiva disposizione fisica o psichica si cura sia attraverso un metodo simile alla causa
che l’ha provocata, sia attraverso un metodo contrario alla causa. Per esempio le mani e i
piedi ghiacciati si curano con il freddo e non con il caldo. Si possono trattare le bruciature con
l’olio d’oliva poiché esso ha la proprietà di assorbire il calore e di liberare l’eccesso d’energia
provocata dalla bruciatura nell’organismo.
Create un ambiente armonioso per il malato e il suo spirito si calmerà. Colui che visita un
malato non deve avere alcun pensiero negativo, alcun sentimento pessimista, poiché il malato
è estremamente sensibile, a causa dell’allargamento del suo doppio eterico che lo rende
facilmente irritabile. Nei nevrastenici per esempio il doppio è troppo largo e prende molto
spazio attorno ad esso.
Per liberarvi da una malattia, smettetela di parlarne continuamente.
La gioia apporta la vita. Per guarire l’uomo deve essere felice e cantare, qualsiasi sia la sua
malattia.
Spesso, per guarire, è sufficiente legarsi con delle persone in buona salute, buone di natura e
piene d’amore. Rivolgere i propri pensieri e sentimenti verso tali persone apporta il più
grande benessere.
Non consiglio i trattamenti con i derivati del petrolio e tutti i medicamenti che bruciano la
pelle.
Non permettete che vi accarezzino o vi bacino gli occhi. Ciò non vi apporterà alcuna felicità.
Gli occhi non sono fatti per essere toccati. Bisogna gioire con lo sguardo, da lontano.
Non trattate i vostri occhi con alcun prodotto, salvo che con l’acqua pura. Esiste un’acqua
piena di magnetismo vivificante che può purificarli e rinfrescarli.
Un malato deve toccare spesso la parte inferiore delle proprie orecchie per rinforzare la sua
vitalità.
Ognuno deve sapere che il proprio organismo rappresenta una parte dell’organismo divino. E
se per preservare la sua vita l’uomo provoca la perdita della vita di suo fratello, con quell’atto
degrada la propria vita.
Le operazioni possono farsi ma non in maniera fisica. Che senso ha sopprimere le membra del
corpo umano? Bisogna prima iniziare con la psiche e poi andare verso il fisico. I metodi della
chirurgia e della medicina moderna non sono buoni. Prima di eliminare una parte del corpo
umano, bisogna trovare la causa che ha provocato la malattia e sopprimerla purché il corpo
possa restare indenne. Le parti del corpo umano non devono essere mutilate.

176
Tagliare la gamba o il piede di qualcuno non è una scienza, levargli un occhio non è nemmeno
una scienza. Sopprimere un rene non è una scienza. L’uomo può vivere con un rene, ma
perché dunque la Natura gliene ha dati due? I medici dicono che l’uomo può vivere senza
appendicite. La Natura l’ha messa nel giusto posto e i dottori la tolgono dicendo che si può
vivere senza! La chirurgia è una scienza antica.Togliere le tonsille deve essere un metodo da
utilizzzare come ultima risorsa perché dopo la loro estrazione spesso lo stato si aggrava. Con
che cosa si colmerà lo spazio vuoto? Ristabilire qualcosa, ricostruirla, questa è una scienza. Si
può togliere un occhio a condizione di poterne rimettere un altro al suo posto che ridoni la
vista. Quella è una vera chirurgia. Tutti possono tagliare una gamba ma rimetterne un’altra a
quel posto non è alla portata di tutti! Se potete, abbiate pazienza di sopportare un’operazione
senza anestesia, poiché ci vuole molto tempo prima che l’organismo si liberi dei prodotti
anestetizzanti. Per operare si utilizza la morfina affinché il malato non senta niente, ma dopo
il dolore ritorna con più intensità. La Natura non ama che si blocchino le sue energie. Non
crediate che per questo vi possiate risparmiare delle sofferenze.
Non cantate quando visitate un malato. E’ lui che deve cantare, se lo vuole. Pregate per lui e
se è disposto a cantare, cantate con lui.
Sappiate che un malato che prega e canta dolcemente in se stesso guarirà. Ma lo stato è grave
se non è disposto a pregare, né a cantare. E’ meglio che parta per l’altro mondo. La sua
disposizione in rapporto alla preghiera e al canto è una diagnosi attraverso la quale potete
sapere se un uomo è in buona salute o malato, se è buono o cattivo. Quando perde il gusto
della musica, della preghiera, l’uomo si indurisce, diviene cattivo e poi si ammala.
Riprendendo la sua buona disposizione, inizia a pregare, a cantare e ritrova la sua salute.
In caso di mal di testa, fate un bagno caldo ai piedi e gettate poco a poco dell’acqua ancora
più calda per aumentare la temperatura al massimo possibile. Prima di fare il bagno caldo ai
piedi, fate un lavaggio degli intestini.
Se avete mal di stomaco, fate una dieta e mangiate pochissimo. Ogni mattino bevete una
piccola tazza di olio d’oliva e una tazza di acqua bollente. Poi esponete il vostro addome al
sole, molto presto al mattino, due, tre ore al giorno.
A chi ha una grande febbre raccomando una dieta severa: non mangiare nulla per sei, sette
giorni, lasciare aperte le finestre della propria camera ed assicurarsi una luce abbondante, non
dormire molto, restare svegli e pregare.
Se avete preso freddo e siete febbricitanti, bevete da uno a cinque bicchieri d’acqua bollente o
una tisana, fino a provocare una sudorazione abbondante. Poi toglietevi i vestiti bagnati e
asciugatevi bene, ricominciate a bere ancora qualche tazza, poi massaggiate i piedi e le mani
con l’olio d’oliva e andate a letto. Sarete così fuori pericolo.
Un’altra regola: prendete un purgante per eliminare tutti gli elementi inutili dai vostri intestini
e dal vostro stomaco. Non mangiate per due giorni ma bevete tre o quattro bicchieri di acqua
bollente, poi due tazze di brodo di spinaci, infine due tazze di zuppa di patate. E dopo,
mangiate meno per qualche tempo.
L’uomo deve traspirare, non solamente fisicamente,ma spiritualmente, attraverso le sofferenze
che rappresentano anche una specie di traspirazione. Se non si riesce a sudare fisicamente ci si
espone a tutti i tipi di pericoli. Ma anche senza sofferenze si è esposti a dei pericoli.
In caso di raffreddamento e se ne avete la possibilità, fate delle camminate in montagna,
scalate delle montagne in modo da sudare, ma cambiate sempre i vestiti bagnati con quelli
puliti. Bevete anche due o tre bicchieri di acqua bollente. Questa è molto benefica per coloro
che soffrono d’asma o coloro che hanno tendenza ad ingrassare.

176
Se non vi addormentate facilmente, la causa viene spesso da un eccesso d’energia nel
cervello. Per liberarvene, fate degli esercizi destinati a dirigere questa energia verso altre parti
del corpo. Concentrate il vostro pensiero sulla punta del vostro naso per cinque minuti o
ancora lavate i piedi con l’acqua calda per fare discendere il sangue nei piedi.
A cosa servono le malattie nel mondo? Esse sono un mezzo d’educazione. Attraverso di esse,
il mondo invisibile corregge gli esseri umani. Se i medici di oggi arriveranno a comprendere
questo, insegneranno ai loro pazienti a vivere. Non è sufficiente di palpare solamente i polsi
di un malato e di prescrivergli un medicamento. No, bisogna prendergli la mano e dirgli: “ vi
guarirò se siete pronto a correggere i vostri difetti e a condurre una vita sana”. E se un malato
promette veramente di correggere la propria vita, il dottore si impegna a guarirlo. Attraverso
questo metodo, i medici potranno apportare molto bene agli esseri umani. Attualmente, essi
studiano principalmente i sintomi delle malattie, ma un vero medico deve conoscere prima di
tutto le manifestazioni e i segni di un organismo in buona salute, per poter compararle con
quelle di un organismo malato. E’ un’arte prendere delle misure preventive almeno dieci anni
prima che l’uomo si ammali. Quest’arte è solamente alla portata di un dottore che conosca la
scienza spirituale.
Secondo me, un vero medico è colui che conosce le cause di ogni malattia e le fa
comprendere al malato. Il medico è un assistente della Natura che lavora in conformità con le
sue leggi.
Bisogna apprendere il linguaggio degli organi. Ogni organo possiede il suo linguaggio
specifico. Il fegato ha il suo linguaggio specifico, lo stomaco un altro, il sistema simpatico o
muscolare, tutti hanno il loro linguaggio e la loro grammatica. Se non sapete come parlare
loro, non li comprenderete. Esistono degli occultisti che conoscono questi linguaggi e, se voi,
anche, conosceste il linguaggio di un organo, potreste suggerire ad esso delle idee. Se il vostro
fegato è squilibrato potete inviare ad esso delle suggestioni e se arriveranno otterrete dei
risultati. Per trattare un organo il medico deve conoscere il suo linguaggio. Colui che vuole
divenire un vero medico deve apprendere bene il linguaggio di ogni organo, sia quello del
fegato che quello dello stomaco, dei polmoni o del sistema nervoso.
Siete ammalato? Distaccatevi dalla vostra persona e rivolgetevi all’organo malato con queste
parole: “Non occorre che tu abbia paura, tu guarirai, tu guarirai, tu guarirai!” Parlate ad esso
come a una seconda persona. Se dite che è impossibile, influenzerete l’organo che continuerà
ad essere malato. Per esempio dite ad esso: “Tu guarirai. Ti metterò un’ape e attraverso la sua
puntura tu guarirai certamente!” Tutti possono guarire, ma quando? Quando si finirà per
crederlo.
Quale è la vocazione del medico? E’ di insegnare agli uomini le leggi su cui si fondano la
loro salute e il loro benessere.
La vocazione di un medico non consiste solamente nella prescrizione di metodi di guarigione,
è molto di più di questo. E’ di insegnare agli uomini a vivere correttamente, conformemente
alle leggi della Natura intelligente che sono le leggi dell’Intelligenza cosmica. Nell’avvenire,
si pagheranno i medici per i loro consigli. Essi non visiteranno i malati ma le persone in
buona salute, una o due volte alla settimana per insegnare loro a vivere bene e come
migliorare la loro vita.
Senza l’amore, si perde il potere di guarigione. Guarire i malati significa poter togliere il
fardello che pesa sul loro dorso. In un certo senso è una buona cosa che le persone si
ammalino di tanto in tanto, altrimenti essi rischierebbero d’affrontare dei malori ben più
grandi. Nessuno può evitare la sofferenza inviata dalla Natura stessa. Se accade all’uomo di

176
sfuggire a una sofferenza, due o tre altre si abbatteranno su di lui. La Natura è molto severa ed
esigente.
Se visitate un malato, rivolgetevi al Signore e dite: “Signore, Ti prego, aiutami a guarire
questo malato!” Se l’uomo riesce a legarsi all’Intelligenza cosmica, Dio comincerà a lavorare
attraverso di esso. E’ sufficiente che quest’uomo visiti un malato, ponga una mano su di esso,
che dopo tre minuti il malato possa alzarsi dal proprio letto. Così questo uomo constaterà che
esiste un legame fra lui e l’Intelligenza cosmica.
Quando ci si impegna nella guarigione di un malato, si entra in contatto con esso. Non
prendiamo parte alla sua sofferenza, direte voi? Non pensate a questo. Ponetevi la domanda:
“Devo veramente impegnarmi a guarirlo?” Se voi siete certi che bisogna guarirlo, non
retrocedete davanti ad alcun ostacolo e non abbiate paura delle conseguenze. Ma come sapere
se ci si deve impegnare? Se voi amate questa persona, dovete liberarla dal suo male.
Non è permesso di guarire chiunque. Se un medico spirituale libera un criminale, egli porterà
il suo karma. Vi sono dei criminali, degli assassini che nessuno può guarire, nemmeno un
guaritore spirituale.
Gesù Cristo non ha mai guarito i miscredenti, gli assassini o i criminali. Per questo genere di
individuo, non c’è guarigione possibile.
Nell’Antichità viveva un adepto che aveva il potere di guarire tutti i tipi di malattie. Sordi,
ciechi, muti arrivavano dappertutto e li liberava. Ma con sua grande meraviglia invece della
gratitudine, le persone liberate dal loro male rispondevano con la crudeltà e il malcontento. Si
rivolse allora a Dio: “Signore, per quale ragione queste persone mi perseguitano?” Io ho
aperto loro gli occhi, le orecchie, perché vedessero e sentissero, ho aperto loro la bocca e
malgrado tutto ciò non mi lasciano tranquillo.” E Dio rispose: “Ho chiuso gli occhi, le
orecchie, la bocca di queste persone perché il loro cuore è crudele. Affinché non pecchino più,
li ho privati dell’abbondanza e della dolcezza del mondo esteriore. Tu ti sei introdotto nel Mio
piano senza il Mio permesso ed è per questo che tu devi portare le conseguenze della tua
attitudine. C’è un senso ad aprire gli occhi e le orecchie ai ciechi e ai sordi solamente se sono
pronti a servire Dio.”
Guarendo per denaro, vi prendete una grande responsabilità. Supponiamo che voi guariate
qualcuno, prendete il suo denaro ma poi muore. Che cosa accadrà allora? Verrà ad installarsi
in voi e rischierete di portare il suo karma. E’ così che perderete più di quello che avete
ricevuto. E’ per questo che se guarite qualcuno fatelo senza chiedere denaro. La mano del
discepolo occulto deve essere pura e disinteressata.
Colui che è convinto di guarire i malati da solo può prendere denaro. Colui che pensa che Dio
guarisce attraverso di lui non ha il diritto di prendere denaro.
La nutrizione, la luce, l’aria, gli scambi con gli uomini buoni, saranno i vostri rimedi
nell’avvenire. L’uomo buono, l’uomo sano vi guarirà senza che voi sappiate che la vostra
salute viene da lui. E’ per questo che i medici devono essere gli uomini migliori, i più virtuosi.

2. Guarigione attraverso la nutrizione e il digiuno

La nutrizione è un metodo di guarigione. Non esiste miglior metodo, ma bisogna sapere quale
nutrizione prendere e in quale momento.
Durante il periodo di malattia e dopo, per ristabilire la propria salute, l’uomo ha bisogno di
una nutrizione specifica. Per esempio chi ha avuto la febbre avrà bisogno di mangiare acido.
Se è un’altra malattia, avrà bisogno di una nutrizione dolce.

176
Bisogna sapere una cosa: nella Natura ogni frutto della Creazione divina ha una grande
predestinazione; di conseguenza, se vi nutrite con delle mele, acquisirete una certa qualità e se
vi nutrite con delle prugne, un’altra qualità. L’uomo diventa ciò che mangia.
In generale la frutta con forma allungata rappresnta l’intelligenza e quella con forma rotonda
la vita e i sentimenti. La frutta non è niente altro che un insieme di energie che circolano in
una data forma.
Le patate danno una certa qualità all’uomo: esse li rendono soddisfatti di poche cose. La mela
apporta delle qualità come la dolcezza, la gentilezza, l’indulgenza nei confronti degli altri e
anche una carnagione fresca. Se volete essere buoni e gentili, mangiate dell’uva. In generale
la nutrizione influenza considerevolmente il carattere.
Se volete migliorare la vostra circolazione sanguigna mangiate delle ciliegie. Che cosa
nasconde la ciliegia? Dei sentimenti profondi e la legge della libertà.
Che cosa danno i frutti del corniolo? Apportano del ferro al sangue. Se avete un carattere
debole e fiacco, mangiate i suoi frutti che danno stabilità e resistenza al carattere.
Se un bambino è anemico dategli delle pere. Se è duro di carattere, dategli delle mele. Se
manca di nobiltà di sentimenti, dategli delle ciliegie che, con l’anguria, i cetrioli e le zucche,
regolarizzano anche lo stomaco. In generale la frutta sviluppa la nobiltà dei sentimenti,
solamente non occorre abusarne e sovraccaricare lo stomaco.
Alcuni dicono che sono nevrastenici, allora che mangino dei piselli! Altri si lamentano
d’ipocondria, che mangino allora del grano! Se qualcuno è troppo suscettibile dategli del
mais. A un altro che non riesce ad assumersi le proprie responsabilità, dategli della segale. La
segale che cresce in altezza contiene qualche cosa d’ideale. Ben assimilata può creare un alto
ideale nell’uomo.
Secondo la loro specie, certi colori predominano nella frutta. Per esempio, nella ciliegia
predomina il rosso. Dunque, quando una persona anemica conosce la legge e mangia delle
ciliegie in una nuova maniera, vale a dire con comprensione, in una buona disposizione e non
meccanicamente, essa riceverà assolutamente tutto ciò di cui il suo organismo ha bisogno. La
ciliegia agisce anche sul tratto intestinale. Essa rappresenta ugualmente un simbolo della
Natura. La ciliegia rossa così come tutta la frutta rossa proviene dal Paradiso.
La mela fu creata nel mondo astrale, la pera e il limone nel mondo mentale. La forma e il
colore del pomodoro mostrano che esso è ritardato nel suo sviluppo. Esso non è andato più
lontano della vita dello stomaco. I materialisti sono simili ai pomodori.
Il cetriolo è molto benefico per il sistema nervoso. L’anemico deve anche mangiare dei
cetrioli, ma al mattino e a mezzogiorno poiché la sera sono mal tollerati dallo stomaco. In
generale la sera bisogna mangiare prima del calare del sole. Se non avete potuto mangiare
prima, è preferibile non mangiare del tutto. Prendete un bicchiere di acqua calda o una tisana
e andate a letto, così dormirete di un sonno gradevole.
La cipolla cruda, cotta al forno o nell’acqua è molto curativa ma non mangiate la cipolla fritta.
Solo i malati di turbecolosi possono utilizzare quest’ultima come medicamento. Quando si
taglia molto finemente la cipolla e la si fa rinvenire perde la sua forza magnetica.
Colui che vuole essere in buona salute deve mangiare una nutrizione preparata da una persona
che lo ama.
Contro i raffreddori e l’influenza, utilizzate il metodo seguente: all’arrivo dell’inverno, fate
una riserva di almeno 1000 porri e mangiatene uno al giorno. Se vi accade di prendere un
raffreddore o l’influenza mangiate tre o quattro volte al giorno dei porri. Per sua natura, il
Bulgaro è spontaneamente pratico e cerca sempre i rimedi naturali, così mangia molti porri in
inverno.

176
Quando avete male alle tonsille, prendete dell’aglio forte e piccante. E’ un buon metodo per le
tonsille, un disinfettante per la gola. E’ anche un eccellente rimedio contro l’insonnia.
Molte persone soprattutto i Bulgari mangiano dei peperoncini forti. Questi sono buoni contro
gli stati febbricitanti ma per l’uomo in buona salute, non sono consigliati, così come la
nutrizione troppo zuccherata o troppo acida.
Se vi sentite troppo nervoso,mal disposto, mangiate due pere o due mele, che siano piccole o
grandi, poco importa. La forza risiede nel numero due come principio e non nel volume. Il
numero due è magnetico, addolcisce le energie.
Per gli occhi mangiate le lenticchie. Per i reni, i fagiolini. Per una bella carnagione dei piccoli
piselli. Mangiate più ortica e spinaci per mantenere il colore dei vostri capelli.
Se siete fisicamente mal disposti, bisogna bere il succo di due o tre limoni con dello zucchero
e dopo bere il succo di qualche arancia. Il succo di limone e d’arancia ristabilisce la buona
disposizione dello spirito, migliora lo stato dello stomaco.
Se il vostro stomaco è disturbato fate cuocere dei cornioli o mangiateli freschi. La ciliegia, al
contrario, ha una azione lassativa.
Ogni esagerazione può trascinare delle conseguenze negative. Avete letto che i limoni sono
utili e vi sottomettete a un trattamento con i limoni. L’acidità dei limoni è buona ma bisogna
sapere come utilizzarla. Essa può causare del raffreddamento poiché elimina il calore
dall’organismo, i capillari si contraggono, la circolazione si squilibra e l’uomo si ammala. Un
limone al giorno è sufficiente. Spremetelo, aggiungete una tazza d’acqua calda e bevetelo.
Non è necessario bere il succo di più limoni.
Per quanto concerne i cereali, non è la stessa cosa utilizzare il grano, il mais o l’avena. Le
energie del grano sono radicalmente differenti da quelle degli altri cereali. Colui che vuole
diventare idealista, che mangi anche dell’avena! Se volete acquisire una buona salute e
rinforzare i vostri muscoli, mangiate del grano! Per il momento, la nutrizione che dà più forza,
la più sana, è il grano.
La nutrizione zuccherata apporta dolcezza di carattere. La nutizione acida aumenta le capacità
d’azione e rinforza la volontà.
La ciliegia e la pesca possiedono delle qualità curative. La ciliegia è raccomandata contro
l’anemia e la nevrastenia. In primavera, potete mangiarne quante ne volete ma con amore. Per
approfittare al massimo delle virtù della frutta, bisogna che siano coltivate da un uomo buono.
Le mele agiscono sulla tonicità e il sistema nervoso. La noce agisce in maniera benefica sul
cervello, il grano sul cuore. Ogni frutto possiede una forza curativa che deve essere ben
utilizzata. Per esempio, se siete eccitato e nervoso, tre piccole mele di san Pietro vi
calmeranno. Queste mele maturano verso la fine di giugno e l'inizio di luglio.
Colui che vuol essere felice, pieno di vita e di allegrezza, mangi le prime ciliegie! Colui che
vuole essere filosofo, saggio, mangi della frutta tardiva come l’uva! Colui che ha grandi
difficoltà, mangi dei rapanelli. Essi aiutano a lottare contro molte malattie, simbolizzano il
superamento delle difficoltà. Quando i vostri affari non vanno bene, mangiate i rapanelli.
Colui che soffre di nevrastenia deve seguire un regime a base di piselli. Colui che soffre
d’ipocondria, che mangi del grano! Le persone “irritabili” devono mangiare del mais e le
persone instabili della segale! La segale crea delle condizioni per lo sviluppo dell’alto ideale.
Le piante piccole sono legate ai piccoli ideali, le grandi ai grandi ideali. I contadini rudi
dovranno impiegare più segale per diventare più idealisti. Colui che vuole disinfettare la
propria bocca e migliorare lo stato del suo stomaco e dei polmoni deve mangiare dell’aglio
ma lo prescrivo ai malati e non ai sani.

176
Se volete diventare belli, mangiate dei pisellini. Colui che mangia i fagioli bianchi impara la
legge della generosità.I fagioli bianchi portano stabilità e resistenza.
La frutta maturata a nord favorisce i pensieri luminosi, la frutta maturata a sud apporta la
nobiltà del cuore, quella maturata ad est apporta la nobiltà di carattere. Infine colui che vuole
acquisire conoscenza e comprensione nella vita deve mangiare la frutta maturata ad ovest.
Se l’uomo è affetto da arteriosclerosi, si raccomanda una nutrizione semplice e sana composta
da grano e riso cotti e frutta.
Se siete mal disposti, fate il seguente esercizio: prendete una libbra di buone ciliegie e uscite
alle dieci del mattino. Volgetevi verso il sole e iniziate a mangiare le vostre ciliegie
lentamente, con calma in mezz’ora, non mangiate niente altro.
Contro la tosse, utilizzate il succo di rafano nero e bevetene ogni sera una piccola tazza da
caffè. Questo succo è anche eccellente per lo stomaco. Potete prendere una goccia d’aglio con
un po’ di sale ogni sera fino alla fine della tosse.
Se il malato mangia con gratitudine ed è cosciente che è Dio che si occupa di lui, in un mese
la sua situazine migliorerà. Gli uomini accorciano la loro vita più per la saturazione che per la
mancanza di nutrizione. Certi malati guariscono con il digiuno, ma non si può consigliare per
ogni malattia.
Il digiuno agisce bene sul malato in buona salute quando è sentito come un bisogno interiore.
Certi si sottomettono al digiuno in maniera cosciente ma si impauriscono e smettono. Da esso
possono apparire certe tossine nel loro organismo. Il digiuno è uno stimolante interiore che
rinforza, rinnova l'organismo ma se è praticato con paura e dubbio, può sopraggiungere una
reazione contraria.
Il digiuno è raccomandato per i malati, per i peccatori e non per l’uomo in buona salute e
virtuoso. Occorre digiunare quando si è malati. L’uomo in buona salute deve mangiare senza
saturazione. Bisogna sapere che si può vivere con poca nutrizione. Colui che mangia troppo
trasgredisce le leggi della nutrizione, è per questo che bisogna digiunare.
Lo scopo del digiuno è di filtrare i pensieri e i sentimenti. D’altra parte è indispensabile per il
riposo dell’intero organismo. Il digiuno è raccomandato soprattutto come mezzo di recupero
della salute. Durante il digiuno il fuoco dell’organismo è più intenso. Grazie ad esso si
realizza una maggiore combustione di tutti i rifiuti che hanno causato le differenti malattie, le
indisposizioni e il malcontento.
Non sporcare la propria lingua con parole grossolane è una specie di digiuno. Non sporcare il
proprio intelletto, il proprio cervello con dei cattivi pensieri, è anche un digiuno. Non sporcare
il proprio cuore con dei sentimenti negativi, né la propria volontà con degli atti reprensibili, è
anche un digiuno. Astenersi da pensieri e sentimenti negativi è il digiuno che nasconde in sé
una forza magica.
Colui che vuole purificare il proprio sistema nervoso deve digiunare almeno quattro volte al
mese, ma per sapere come, quanto tempo e quando, è tutta una scienza. Se purificate il vostro
sistema nervoso, aquisirete più energia luminosa nel vostro intelletto. Per far riposare il vostro
stomaco, dovete digiunare almeno una volta al mese.
Colui che pratica un digiuno non deve camminare. E’ una regola. Nelle escursioni deve
portare con sé almeno un po’ d’acqua e del pane e ringraziare. Quando fate un’escursione in
montagna dovete nutrirvi.
Lasciate il malato senza nutrimento per qualche tempo al fine di risvegliare in lui uno stimolo
per la vita, così guarirà più velocemente di quanto si pensi.
Ai nostri giorni gli uomini soddisfano la loro fame con una nutrizione fisica, ma è possibile
nutrirsi anche con l’aria in una maniera specifica. Come? Attraverso i pori. Sfortunatamente i

176
pori degli uomini contemporanei sono bloccati. Di conseguenza, non sono in grado di
utilizzare l’aria come nutrizione. Se i pori sono aperti l’aria si infiltra e nutre il corpo. E’ così
che con poca nutrizione si può acquisire una grande forza.
Il digiuno rinnova e ringiovanisce l’organismo. Dopo un digiuno utilizzare il più a lungo
possibile una nutrizione molto semplice e dissociata, vale a dire composta di un solo alimento
alla volta che richiede poca energia per la digestione al fine di non provocare l’appetito.
Una tale nutrizione è in grado di dare ai polmoni la possibilità di svilupparsi, di ricevere più
elementi nutritivi dall’aria e dall’acqua e di estrarre più succhi dalla nutrizione. Attraverso il
digiuno, l’essenziale è di ricevere più forza, più salute e di arrivare a sentirvi meglio, ma
soprattutto non vi vantate e non siate competitivi.
Dopo un digiuno di dieci giorni potete realizzare molte cose e colui che digiuna venti giorni si
libererà da molte illusioni.
L’idea principale del digiuno è di risvegliare l’energia nascosta nelle cellule e di rinnovare
l’organismo, ma bisogna che questo lavoro sia ragionevole e cosciente. Nella pratica, bisogna
fare il digiuno in una maniera graduale. Vi sono delle leggi e delle regole da rispettare. Se si
decide di fare un digiuno senza sapere perché, non è benefico. Inoltre bisogna sapere in quale
momento farlo rispettando le stagioni e i giorni della settimana. Per esempio, se iniziate il
digiuno il lunedì, otterrete un risultato, il martedì un altro. Se il mercoledì, il giovedì, il
venerdì, il sabato o la domenica, i risultati saranno differenti. Inoltre se iniziate a digiunare il
mattino, a mezzogiorno o la sera, i risultati saranno ancora diversi.
Se non compite la Volontà divina, anche un digiuno di venti giorni sarà inutile. Per contro, se
digiunate dieci giorni e portate ai poveri la nutrizione utilizzata abitualmente, questo digiuno
vi può aiutare molto. Se il digiuno è destinato a liberarvi da un difetto, ad acquisire una buona
disposizine della vostra anima a purificare i vostri pensieri e sentimenti, questo digiuno è
giustificato.
Un digiuno di 24 ore, ma fatto in piena coscienza può rinnovare le cellule di tutto il corpo.
Se volete digiunare iniziate quando siete in uno stato di spirito ascendente.
Dovete guarire le vostre malattie e i vostri difetti con il digiuno e la preghiera. Se siete ben
disposti, potete praticare il digiuno più a lungo, ma se vi sentite spossati, smettete.
La regione addominale è in rapporto con il sistema nervoso simpatico. Non deve essere
ingombra da un eccesso di elementi estranei. Se è questo il caso, bisogna imporsi un digiuno
per ristabilire lo stato normale. Questo digiuno dovrà essere moderato, cosciente, fino ad
eliminazione dei grassi e dei residui.
Dai tempi antichi gli esseri umani impiegano il digiuno per la guarigione. Digiunate per
ristabilire la vostra salute ma anche per aumentare le vibrazioni del vostro organismo e della
vostra vita.
Una volta un ragazzo mi ha detto che, nel passato, egli era afflitto da una malattia incurabile.
Per un certo tempo pensò che doveva morire ma dopo aver trovato un libretto sulla guarigione
attraverso il digiuno, ha praticato un digiuno di 22 giorni e mi ha raccontato le sue esperienze
dal primo all’ultimo giorno. Egli ha proceduto con una grande fede nel suo intelletto e nel suo
cuore. Il risultato è stato che la malattia è scomparsa completamente.
Raccomando ai malati almeno due o tre giorni di digiuno. Dopo possono mangiare due o tre
cucchiai di composta di prugne e qualche ora dopo un po’ di pane. In seguito, quando il
malato riprende un po’ di forze, gli dò una buona mela non trattata, con la pelle, da masticare
bene per assorbire tutti i suoi succhi. Poi può riprendere l’alimentazione abituale.
Tutte le vostre malattie provengono dalla nutrizione. Se gli uomini sapessero come digiunare,
potrebbero vivere bene e felici. Esistono dei digiuni fisici, mentali e spirituali.

176
Per liberarvi dell’acidità di stomaco, bevete dell’acqua calda a più riprese. Se questo non è
efficace, fate un digiuno per due o tre giorni. Il digiuno pulisce lo stomaco e lo libera
dall’acidità.
Quando avete una ferita, un’ulcera nell’organismo, sul vostro corpo o interiormente, sarebbe
bene praticare il digiuno per qualche giorno.
Il digiuno è un metodo attraverso il quale l’uomo può risolvere i grandi problemi esistenziali
ma, in questo caso, bisogna digiunare non uno ma quaranta giorni. Durante questo periodo
l’intelletto,il cuore e la volontà si purificano totalmente.
Certi hanno digiunato dieci giorni e credono di aver già compiuto qualcosa di grandioso. Altri
non hanno mangiato del pollo alla griglia, né bevuto del vino! E’ questo un digiuno? Quando
iniziate un digiuno, aprite “il blocco notes” della vostra memoria e ogni giorni cancellate
qualcosa di negativo, perdonate a tutti, dimenticate i debiti dei vostri debitori. Digiunate e
pregate.
Attraverso il digiuno l’uomo rafforza la propria volontà e si libera dalla paura di morire di
fame. Il digiuno guarisce. Per esempio, il reumatismo può essere guarito completamente. Il
digiuno purifica il corpo, i pori si aprono, la respirazione diviene più profonda e la luce
dell’intelletto aumenta.
E’ bene di tanto in tanto mangiare solo grano crudo. Vi darò un’esperienza da fare. Quelli fra
di voi che hanno uno stomaco e dei polmoni deboli possono seguire un regime a base di grano
per uno, due o tre mesi al massimo. Durante questo periodo non si deve mangiare niente altro
che grano crudo e ben lavato, nemmeno del pane. Se questa esperienza vi sembra troppo
difficile e troppo lunga, fatela per una settimana. La sera, mettete a bagno 100 g di grano
nell’acqua pura, il giorno dopo, dividetela in tre parti uguali che mangerete il mattino, il
mezzogiorno e la sera masticandolo bene. Se avete sete durante la giornata, potete bere a
volontà. Se aveste già seguito questo regime avreste dei buonissimi denti e il votro sistema
nervoso sarebbe migliore. Questa esperienza si applica unicamente alle persone calme, ben
disposte e che hanno veramente la volontà di guarire. Se si prova uno stato di disarmonia, è
meglio smettere l’esperienza.

2. Guarigione attraverso l’acqua

Se voi conosceste le qualità e le proprietà dell’acqua, potreste guarire attraverso di essa tutte
le malattie. L’acqua utilizzata per la guarigione deve essere assolutamente pura.
Una gran parte del corpo umano è composto d’acqua. Molti uomini sono malati per mancanza
d’acqua nell’organismo. L’umidità, l’acqua, sono alla base della temperatura dell’organismo.
La carenza d’acqua lo raffredda, l’eccesso lo riscalda. L’uomo deve vivere bene, utilizzare
coscientemente le energie che vengono dal sole per creare attorno ad esso un’atmosfera sana e
gradevole. Se conduce una vita conveniente, l’uomo attira le correnti solari verso di lui e
diviene una specie di oasi, una fonte di vita e di forza.
Se richiedete dei medicamenti, sia come rimedi, sia come mezzi di purificazione, vi
raccomando i seguenti: bevete due o tre litri di acqua pura e calda nella stessa giornata. Se
potete camminare andate voi stessi a cercare l’acqua alla sorgente. Prendere dell’acqua di una
sorgente di montagna ha un’influenza molto benefica sull’organismo. A parte questo, fate
delle respirazioni profonde per allargare i vostri polmoni. L’acqua bollente presa a piccoli
sorsi purifica il sistema nervoso dai residui che bloccano i pensieri e i sentimenti umani.
Quest’acqua libera l’uomo dalle tensioni provocate dai blocchi del sistema nervoso. Vi dico
che il rimedio più potente al mondo è l’acqua calda. Se sapete dove si trovano le migliori

176
sorgenti, andate là e prendete quest’acqua, anche se si trova a cinque, dieci chilometri! Gli
uomini d’oggi non sanno quale è la forza contenuta nell’acqua.
L’uomo contemporaneo non sa come bere l’acqua e quale quantità. Per trascinare l’umidità
che gli è indispensabile, l’organismo ha bisogno di una certa quantità d’acqua in rapporto con
quella contenuta nelle cellule. Se l’organismo perde questa umidità, si espone al
disseccamento. Tali uomini sono abitualmente nervosi, magri e facilmente irritabili. Senza
umidità interiore e esteriore, l’uomo non è in grado di purificare il proprio organismo dai
rifiuti accumulati in esso. I depositi che restano provocano delle malattie e degli stati
indesiderabili. Se volete essere in buona salute, mantenete nel vostro intelletto l’idea che
l’azione dell’acqua sul vostro organismo sia benefica. Bevete l’acqua coscientemente, senza
pensare alla malattia. Nutrite il vostro intelletto con pensieri per la salute, la bellezza e la
grandezza della vita e non abbiate paura di niente.
La Natura ha installato nell’organismo miliardi di finestre attraverso le quali l’energia vitale
entra e lo rinnova costantemente: queste sono i pori. Devono essere sempre puliti e aperti al
fine di assicurare dei buoni scambi fra l’aria esteriore e l’aria interiore.Se sono inquinati,
bloccati da tutti i tipi di depositi, l’organismo è già esposto alle malattie. I pori del corpo si
aprono attraverso la traspirazione. Nell’acqua è nascosta una forza magica. Essa pulisce,
trasforma l’organismo, diluisce i sedimenti, essa è un buon conduttore di magnetismo.
In certe malattie, si raccomandano i massaggi per ottenere la traspirazione. Il sudore è
provocato da una forza intelligente che vuole mostrarvi che tutti i pori del vostro corpo
devono essere aperti. Prima di provocare una traspirazione, la prima cosa da fare è di lavare
bene il corpo, poi prendere dell’acqua bollente e bere da una a dieci tazze al massimo.
Quando si beve l’acqua bollente, questa esce attraverso i pori, li apre e ristabilisce il
benessere. I pori sono dei condotti, delle aperture dell’anima. L’anima respira attraverso i
pori. Attraverso i polmoni si realizza la traspirazione principale e attraverso i pori della pelle
si realizza la respirazione generale. Quando la respirazine polmonare e la respirazione
generale funzionano parallelamente, l’uomo è in buona salute.
L’acqua è intelligente perché legata all’Intelligenza cosmica. I futuri fisiologi spiegheranno le
grandi proprietà dell’acqua per mezzo della quale gli esseri umani potranno curarsi e guarire.
Molti nevrastenici soffrono di carenza d’acqua, di mancanza d’umidità. Altri soffrono di
acqua stagnante nell’organismo perché questo è bloccato.
Riempite un bicchiere d’acqua, guardatelo, avvicinatelo alle vostre labbra e prendete un sorso
d’acqua . Mentre bevete, pensate unicamente ad essa, è solamente così che essa può purificare
veramente il vostro corpo e apportare i “benefici del Cielo”.
Prendete l’acqua come un mezzo di purificazione interiore. Ai nostri giorni, tutti fanno dei
bagni esteriori ma i risultati ottenuti sono deboli. Non potete contare su una buona igiene della
vita se non fate regolarmente un bagno interiore con l’acqua pura, vale a dire bere acqua calda
almeno tre volte al giorno: al mattino, a mezzogiorno e alla sera. Nello stesso modo come
ricevete l’acqua, bisogna anche ricevere la luce e l’aria. E’ questo che vi assicurerà una buona
salute, il benessere e il gusto della vita.
A causa di una vita non conforme alla Natura, l’uomo ha accumulato nel suo organismo una
acidità nei tessuti urinari che ha delle conseguenze nefaste sul cuore e la circolazione. Di
conseguenza, si dorme a fatica, ci si gira delle ore nel proprio letto prima di trovare il sonno.
Come si può dormire così? Per dormire bene occorre migliorare la circolazione sanguigna
attraverso una buona respirazione almeno due volte per settimana. Bevete qualche tazza di
acqua bollente (nella quale si può aggiungere del succo di limone), copritevi bene per sudare,
poi asciugate bene il corpo con un asciugamano umido e cambiate i vestiti. Se traspirate una

176
seconda volta, asciugatevi con un asciugamano asciutto e iniziate di nuovo, se necessario, più
volte fino alla cessazione della traspirazione. Dopo bevete ancora una tazza d’acqua bollente
che libererà il resto dell’acidità accumulata nel sangue.
Non esiste al mondo metodo migliore dell’acqua calda, ma bisogna sapere come farla bollire.
(Allegato 1-b) E’ il medicamento più sicuro. Il chinino non vale niente in confronto all’acqua.
Utilizzate dell’acqua di sorgente pura, fatela bollire in un recipiente in oro, al levare del sole o
quando l’est è al suo zénith. Gli altri medicamenti interrompono la malattia ma il rimedio più
potente è l’acqua. Bisogna sapere che l’acqua è l’elemento primario nella vita. Bevete sempre
l’acqua pura e fresca, la Vita è nascosta in essa. Quando l’acqua scompare dall’organismo,
questo si dissecca così come la pelle. Gli uomini dal carattere pungente hanno poca acqua nel
loro corpo e i flemmatici hanno l’acqua stagnante. Nell’organismo l’acqua deve sempre
circolare.
Il chinino interrompe la febbre ma non elimina la causa. Per sostituirlo bevete l’acqua
bollente per tre giorni senza mangiare. Si può così guarire anche il raffreddore.
L’acqua cura tutti gli handicaps del mondo. Osservate l’influenza dell’acqua su un organismo
irritato, in collera o mal disposto. Come procedere? Fate bere dell’acqua bollente e lavate
anche il corpo.Anche la peste si cura con l’acqua bollente. Si deve isolare il malato e dargli
ogni ora una tazza di acqua bollente. Attraverso questo mezzo il siero sanguigno, di cui si
nutrono i microbi, si diluisce e impedisce la loro moltiplicazione. Durante questo periodo, non
ci si deve mai lamentare, ma intrattenere un legame molto forte con Dio. Questo legame è una
forza che agisce sui micro-organismi come un fulmine elettrico. Attaccato in questo modo dai
due lati, attraverso la fucilata e il digiuno, i microbi muoiono e smettono di moltiplicarsi. Una
lotta intensiva di 24 ore è sufficiente per obbligare i microbi della peste a lasciare
l’organismo.
Le malattie non sono niente altro che una lotta fra l’uomo e le entità inferiori.
Anche il colera si guarisce con l’acqua bollente. Date ai malati di colera quattro o cinque
tazze di acqua bollente e il giorno dopo saranno guariti. Quest’ acqua bollente diluisce il siero
che nutre i bacilli e in 24 ore questi scompaiono.
L’influenza e il raffreddore ci vengono per eliminare l’accumulo di impurità del cuore e
dell’intelletto. In questo caso bevete dell’acqua bollente e mangiate delle patate cotte.
Se avete mal di testa, bevete tre tazze di acqua bollente, poi prendete un purgante. Dopo aver
liberato lo stomaco, prendete un bagno con l’acqua calda e andate a letto, il bagno deve essere
breve. Se avete mal di stomaco ne soffrirà anche la testa. Certe volte i mal di testa sono dovuti
a una cattiva circolazione sanguigna nella testa e nel cervello. In realtà, non si deve avere né
troppo, né poco sangue al livello della testa. Quando i vasi sanguigni perdono la loro
elasticità, arriva l’arteriosclerosi. Colui che vuole mantenere la sua salute e prolungare la
propria vita deve conservare l’elasticità del corpo. Dovrà mangiare poco e bere acqua calda
che facilita lo scioglimento dei residui formati dalla nutrizione. Il mal di pancia scompare con
il seguente esercizio: il mattino, bere dieci sorsi di acqua bollente ogni cinque minuti a più
riprese. Se siete costipato prendete dell’olio di ricino e bevete anche acqua calda.
Quando siete mal disposto o affaticato, prendete un bagno con l’acqua calda. L’acqua ha
un’azione magnetica sul corpo. Se avete preso freddo, applicate delle compresse d’acqua
calda sul punto raffreddato. Immergete un panno di cotone nell’acqua bollente e poi sul punto
malato per due o tre minuti. Cambiate l’impacco una decina di volte e il male scomparirà.
E’ preferibile lavarsi localmente piuttosto che in maniera totale. Alle persone deboli e
affaticate, Louis Kuhne raccomanda i semicupi o di lavare solamente metà del corpo: un
giorno vi lavate sotto la vita, il giorno dopo sopra la vita, oppure al mattino il viso e il

176
pomeriggio dietro la testa. In questo modo si ottiene un migliore metabolismo. Se vi lavate
bene i piedi, questo si rifletterà favorevolmente sulle mani e viceversa. Inoltre, quando vi
lavate i piedi o le mani, fatelo senza fretta poiché lavandovi velocemente, con premura
mostrate l’incomprensione della regola. Dapprima immergete i piedi nell’acqua e restate un
po’ in questa posizione. Dapprima lavateli con il pensiero fino a sentire una reazione nelle
mani, una specie di piacere, poi iniziate a lavarli lentamente.In questo modo le forze
dell’organismo si ripartiscono correttamente. Qualche volta, qualcuno fa un bagno caldo e
dopo una doccia fredda. I cambiamenti così brutali sul corpo non sono previsti per l’uomo
ordinario ma solamente per le divinità. Colui che non è guarito deve fare dei bagni caldi e poi
lasciare l’energia del calore agire sul proprio organismo. Le docce fredde, che si trovano nella
Natura, sono buone, ma solamente in casi specifici, più esattamente i bagni di pioggia in
maggio, giugno e fino a metà luglio. Bagnandosi in questo modo, è preferibile portare un
vestito leggero piuttosto che essere nudi. Se non avete la possibilità di prendere dei bagni di
pioggia, fate delle docce o dei bagni a una temperatura di circa 34 - 40°, che è quella più
vicina al calore naturale del corpo.
In nessun caso lavate i piedi nell’acqua fredda, soprattutto dopo aver mangiato.
Se la quantità di sale nell’organismo supera la norma, è indispensabile che l’eccedenza venga
eliminata. Mangiate poco sale.
Alcuni consigliano degli impacchi freddi, altri caldi. L’applicazione di impacchi freddi sul
punto malato provoca un restringimento dei capillari, dunque una reazione particolare
dell’organismo. Per contro gli impacchi caldi portano delle reazioni benefiche. L’acqua calda
dilata i vasi sanguigni e in questo modo migliora la circolazione.
La doccia fredda si raccomanda solamente per le persone eccessivamente irritate, nervose,
eccitate. Quest’acqua li libera dall’eccesso d’energia accumulato nell’organismo. Per i
collerici, la temperatura dell’acqua non deve superare i 10°. Per dominare la propria collera,
bisogna fare almeno sei docce fredde durante l’anno, così si equilibreranno le forze del
proprio organismo.
Il collerico perde una parte dell’energia del proprio organismo che è poi difficile da
recuperare. L’uomo ragionevole, cosciente, mantiene la propria energia, non la sciupa in
maniera disordinata. Il collerico invecchia più rapidamente.
Per il raffreddore occorre inspirare più volte di seguito attraverso le narici dell’acqua salata e
leggermente riscaldata. Ripetete questo due, tre volte la sera e il mattino, dopo di che il
raffreddore si blocca poiché l’acqua salata impedisce la moltiplicazione dei microbi che lo
hanno provocato. Se avete difficoltà ad addormentarvi, strofinate il vostro corpo con un
asciugamano bagnato nell’acqua calda e andate a letto.
Bisogna sapere che la pioggia di luglio in montagna è una benedizione. Bagnarsi in tale modo
equivale a 100 bagni normali. In luglio, ogni goccia di pioggia è colma di elettricità e di
magnetismo.
Nel mese di maggio fino alla metà di luglio, ogni volta che piove, esponetevi alla pioggia fino
a ben bagnarvi, poi rientrate velocemente in casa e asciugatevi il corpo con un asciugamano
pulito. Cambiate i vestiti e bevete una o due tazze di acqua calda.
La rugiada del mattino,raccolta molto presto con il tempo chiaro e bello è molto benefica per
la salute. Potete riempire delle piccole bottiglie e sigillarle con la cera lacca. Il momento
migliore è prima del levare del sole, con la luna crescente, nei mesi di maggio e giugno..
Come può guarire un alcolizzato? Obbligatelo a bere due o tre litri di acqua al giorno e
guarirà. Per questo il malato deve iniziare con una piccola quantità d’acqua e aumentarla
progressivamente. Il primo giorno beva una tazza d’acqua, il secondo giorno due tazze, il

176
terzo tre tazze poi, quattro, cinque, sei, fino a quindici, venti tazze d’acqua al giorno. Se fa
questo può rinunciare all’alcool in pochissimo tempo. Quando un ubriaco inizia ad amare
l’acqua, smetterà di bere il vino e l’alcool.
Lavarsi è un atto sacro. Bisogna lavarsi lentamente ed essere ben concentrati. Prendete una
bacinella pulita, versatevi dell’acqua tiepida, lavatevi il viso in maniera energica e asciugate
leggermente l’umidità con un asciugamano delicato, come se vi accarezzaste. Il viso è
sensibile e delicato, ed è per questo che bisogna appena toccarlo. Dopo averlo lavato,
guardatevi nello specchio e se non siete contenti del vostro viso, lavatevi una seconda volta.
Prima e dopo ogni lavoro, lavatevi le mani e il viso. Lavatevi una decina di volte al giorno.
Gettate l’acqua, che è servita, sui fiori, gli alberi ma in nessun caso in luoghi frequentati o
sporchi. Quando siete vicini ad una sorgente pura, prendete dell’acqua in un recipiente e
lavatevi le mani, i piedi ma restate lontani dalla sorgente per non sporcare le acque. Bagnatevi
la testa, bevete un po’ d’acqua, ma non avete il diritto di gettare delle pietre o degli oggetti
nella sorgente. La stessa regola vale anche per i fiumi, i laghi e i pozzi.
Il lavaggio delle differenti parti del corpo produce dei cambiamenti psichici nel cervello. Per
le cure e per la guarigione è possibile di servirsi dell’acqua, non solamente in una maniera
fisica ma anche con il pensiero, essa produrrà lo stesso effetto. Per esempio, sarete contenti di
curare la vostra colonna vertebrale con l’acqua. Allora immaginatevi una fontana o una fonte
che si trovi lontano da voi, poi immaginatevi che andate vicino ad essa, prendete dell’acqua in
un recipiente e poi ritornate a casa. Toglietevi i vestiti, versate quest’acqua sulla vostra
colonna vertebrale e togliete l’umidità immaginaria con un panno delicato.

4. Guarigione attraverso la respirazione

L’aria è depositaria dell’energia divina. E’ la più grande riserva nella quale la vita ha
immagazzinato le proprie energie.
Dapprima l’aria, portatrice di pensieri divini, passa nel sistema respiratorio dove si trasforma
e da lì si dirige verso il cervello attraverso il sangue. Dunque l’uomo non riceve i pensieri
divini direttamente dal cervello, è l’aria che ne è la principale portatrice. Nelle attuali
condizioni di vita, se l’uomo viene privato dell’aria, non potrà captare alcun pensiero. In
questo senso la respirazione è un atto sacro. E’ per questo che bisogna imparare a respirare
bene per poter captare i pensieri divini contenuti nell'aria e trasmetterli poi al cervello.
Ogni energia divina che discende deve passare dapprima attraverso il sistema respiratorio e,
da lì, risalire nel cervello per poi discendere nel cuore.
La respirazione di ognuno è diversa e corrisponde al grado d’evoluzione dell’uomo. Di solito
il malato respira rapidamente, come gli animali, mentre l’uomo in buona salute respira
regolarmente, con calma e in funzione del suo sviluppo personale.
Qualsiasi sia la malattia di cui soffrite, cercate l’aiuto nella respirazione profonda. Non
esistono malattie che non si possano guarire attraverso la respirazione. Una vita lunga è il
risultato di una respirazione profonda e regolare. La respirazione stessa dipende dal pensiero
giusto, positivo e dalla qualità delle emozioni. Respirate profondamente e pensate che la
benedizione divina perviene all’uomo attraverso l’aria.
La respirazione è un processo duplice: fisiologico e psicologico. Il suo obiettivo finale, in
quanto processo psicologico, è la purificazione del pensiero.
I polmoni rappresentano un laboratorio complicato all’interno del quale si congiungono
energie multiple. Il prana dell’aria penetra nei polmoni e aiuta l’ozonizzazione del sangue,

176
anche là dove l’aria arriva difficilmente.Nel sangue così purificato sono deposti degli
elementi della vita.
Poiché l’aria contiene della luce e del prana, quando respira, l’uomo riceve questi due
elementi indispensabili al sangue.
Oltre allo stomaco, l’uomo si nutre attraverso i polmoni e il cervello dove riceve una
nutrizione superiore alla nutrizione fisica. Nell’avvenire l’essere umano si nutrirà solamente
attraverso i polmoni e il cervello.
Quando l’uomo si ammala, la sua respirazione si accelera. Si osserva questo fatto soprattutto
nelle persone in cui la costituzione polmonare è debole. Esse accelerano coscientemente la
loro respirazione carente credendo in questo modo di aiutarsi. In realtà il loro stato si aggrava
ancora di più. La respirazione normale deve corrispondere al ritmo naturale, al ritmo cardiaco.
E’ questo ritmo che va bene per la salute.
La buona respirazione dipende dalla qualità dell’aria assorbita e dal tempo che si trattiene.Più
a lungo l’aria viene trattenuta nei polmoni più è efficace. La riuscita delle imprese di ognuno
dipende anche da questo. Certi adepti sono arrivati al punto di trattenere l’aria per mezz’ora
ed anche un’ora.
Coloro che hanno perduto il loro equilibrio respirano in maniera troppo veloce.
Quando la respirazione è rapida, il sangue si ossigena molto velocemente e la sua epurazione
è parziale. E’ per questo che la maggior parte delle persone hanno più sangue venoso, vale a
dire sangue impuro. A causa di questa ossigenazione troppo rapida, la combustione
nell’organismo si fa in modo irregolare, una parte dei materiali che sono destinati ad esso non
possono essere bruciati e essi si accumulano nelle arterie e le vene sotto forma di residui.
Oltre i polmoni che hanno un rapporto diretto con l’aria, l’uomo possiede sette milioni di pori
attraverso i quali è legato ad essa.
Se l’uomo non respira bene, la pelle del suo viso e delle mani invecchiano prematuramente.
Le rughe sono dovute ad uno squilibrio del fegato e alla cattiva respirazione. La
concentrazione del pensiero è in rapporto con la respirazione. Più l’uomo respira
profondamente, più facilmente egli si concentra.
Per ogni uomo esistono dei metodi di respirazione particolari. Ognuno può scegliere quelli
che gli convengono, consigliati dal proprio maestro o dal proprio medico interiore. Imparate
ad ascoltare il vostro medico interiore, vale a dire il divino che abita dentro di voi.
Ora, quando parlo di respirazione profonda, non ho l’intenzione di raccomandarvi degli
esercizi speciali come fanno gli Indù poiché non sono applicabili agli Europei; vi dico
semplicemente di respirare profondamente sforzandovi di mantenere un ritmo regolare.
Bisogna sapere una cosa: molte delle regole e metodi Indù non corrispondono alle regole della
Natura vivente universale. Per esempio, se si applica per noi occidentali la scienza della
respirazione utilizzata dagli Indù; i risultati ottenuti saranno contrari e negativi. Perché?
Perché essa è stata acquisita durante la discesa dell’umanità, vale a dire conformemente alla
legge dell’involuzione.
Gli Indù lavorano intensamente sulla respirazione profonda e completa, accumulano così
molta energia che gli Europei non saprebbero come utilizzare. Alla fine, invece di farsi del
bene, si farebbero del male.
E’ detto nelle Sacre Scritture: “ E Dio ha soffiato nelle sue narici un soffio di vita e l’uomo è
divenuto un Essere vivente”. Dunque inspirando l’aria, l’uomo ha ricevuto la Vita divina. E’
per questo che quando si trova in difficoltà, deve respirare poiché l’aria è portatrice di
elettricità e di magnetismo che, passando attraverso il naso, rinnova il sistema nervoso.
Attraverso la respirazione potete obbligare il vostro cervello a pensare giusto e il vostro

176
stomaco a lavorare normalmente. La respirazione irregolare è alla base di molte malattie.
Avete male ai piedi perché non respirate bene, lo stesso per la testa, il cuore o la colonna
vertebrale. La respirazione rapida e superficiale è pericolosa, essa porta a diverse malattie.
La forza vivificante che guarisce è il prana diffuso nell’aria! Esiste una forza fra l’amore e la
vita, è il prana. Esso rinnova il pensiero. Quando respirate pensate che assorbite il prana da
tutte le vostre cellule, non pensate a vostra moglie, ai vostri figli, a ciò che è di interesse
secondario, lasciate da parte i vostri buoi, le vostre api, la vostra nutrizione, le vostre
preoccupazioni quotidiane. Attraverso la concentrazione del vostro pensiero, potete guarire
qualsiasi malattia, per proteggervi dai malori che vi minacciano. I malanni si muovono come
dei proiettili. Spostandovi dalla loro traiettoria, anche di poco, passeranno senza colpirvi.
Più trattenete l’aria nei vostri polmoni, più ricevete energia. Così anche inquinata, l’aria non
avrà influenza negativa. Quando diminuisce il numero di respirazioni, la vita si prolunga e
viceversa. Se arrivate a una sola respirazione al minuto, avete già acquisito molto. Respirate
con gioia, con amore, il viso sorridente, prendete una buona postura, la vostra colonna
vertebrale deve formare una linea parallela con quella che unisce il centro del sole al centro
della terra, il petto in avanti e non ritirato verso l’interno. Respirando così, vi legate al ritmo
della Natura e rinforzate i vostri corpi e il vostro spirito.
Nei polmoni esistono delle cellule vegetali che hanno bisogno di acido carbonico. La
respirazione profonda con retenzione facilita l’accumulo dell’acido carbonico, rinforza le
cellule vegetali e prolunga la loro vita nei polmoni. Se li rende più forti l’uomo è in buona
salute.
La salute è legata alla respirazione cosciente, ed è per questo che almeno tre volte al giorno: al
mattino, a mezzogiono e alla sera prima di andare a letto, l’uomo deve consacrare da10 a 15
minuti di respirazione e fare degli esercizi. Deve ringraziare per l’aria assorbita così come per
il bene che ha ricevuto da essa. Ed è questa la respirazione cosciente.
Respirate profondamente per ricevere il maggior prana possibile vivificante. Contiene
differenti proprietà: fisiche, emozionali, mentali. Senza prana il pensiero non può formarsi, le
emozioni non possono manifestarsi e la volontà non può agire. Ciascuno, conformemente al
proprio sviluppo, riceverà ciò di cui ha bisogno e esprimerà il proprio potenziale.
Quando respira, l’uomo deve sentire che l’aria è un bene inestimabile. Attraverso i propri
polmoni l’uomo si lega all’amore. Colui che ama allo stesso tempo dilata i propri polmoni.
Quando parlo dei polsi regolari, di battito ritmico del cuore, sorge immeditamente la
domanda: qual è una respirazione buona e profonda? Quasi tutti respirano male, si inspira e si
espira l’aria solamente con la parte superiore dei polmoni. A causa di questa respirazione
superficiale e debole, la forza manca per rigettare completamente l’aria all’esterno. Di
conseguenza, una parte dell’aria viziata resta nei polmoni e forma dei residui. Se si vuole
regolarizzare la propria circolazione sanguigna, è indispensabile dapprima inspirare
profondamente l’aria, trattenerla un certo tempo nei polmoni e poi espellerla lentamente.
Quando l’uomo pratica come si deve la respirazione, si rinnova e si libera dagli stati di
malattia, sia fisici che psichici.
Esiste un prana assimilabile attraverso la narice sinistra e un prana assimilabile attraverso la
narice destra. Attraverso la narice sinistra, si riceve la corrente magnetica legata al plesso
solare e chiamata “corrente solare”. Attraverso la narice destra, si riceve la corrente elettrica
legata al cervello e chiamata “corrente lunare”. Quando si vuole sviluppare il proprio
intelletto, bisogna inspirare l’aria attraverso la narice destra e espirare attraverso quella
sinistra. Quando si vuole sviluppare il proprio cervello, bisogna inspirare attraverso la narice
sinistra ed espirare attraverso quella destra. Alternando la respirazione, attraverso la narice

176
sinistra poi attraverso la narice destra, si armonizzano le due correnti e si assimila l’elettricità
e il magnetismo in una maniera equilibrata.
Così respirate profondamente e coscientemente. Se siete mal disposti, tristi, respirate
profondamente. Se avete male alla colonna vertebrale, alla schiena, respirate profondamente.
Avete male ai piedi, alle mani, respirate! Mal di stomaco, di testa, mal di ventre, respirate
sempre profondamente!
Quando l’uomo non assimila abbastanza il prana attraverso l’aria, si sente debole, angosciato,
senza vita e senza forza. Di chi è la colpa? Di se stesso. Ricevere il prana non dipende che da
sé poiché si trova in abbondanza nella Natura.
Vivendo sulla terra, l’uomo ha bisogno di aria per alimentare il suo doppio eterico e il suo
corpo astrale. L’aria contiene questa energia specifica chiamata dagli Indù prana. Certi
scienziati la chiamano elettricità vivificante o magnetismo vivificante. Voi andate in
montagna non solamente per l’aria pura, come pensa la maggior parte delle persone, ma anche
per il prana. Molto presto al mattino, esponendovi al sole, assimilate dei raggi luminosi che
apportano del prana per il vostro intelletto e i raggi calorosi che apportano il prana per il
vostro cuore. Quanto ai polmoni, è al mattino che essi assimilano il meglio del prana dall’aria.
Si osserva che più l’uomo respira profondamente, più trattiene l’aria nei polmoni e più larghe
sono le sue narici. Il naso piccolo e piatto mostra che la respirazione e la circolazione
sanguigna sono deboli. Se il naso è troppo appuntito, l’uomo è irritabile, nervoso e collerico.
Per calmarsi, deve respirare profondamente.
Certi hanno paura di respirare l’aria fredda per non raffreddarsi. Se respirate attraverso la
bocca, sì, avete ragione di avere paura ma la Natura ha anche previsto questo. Essa ha formato
il naso come un filtro che trattiene le impurità e riscalda l’aria. La mucosa e le secrezioni del
naso regolarizzano l’aria e l’adattano ai polmoni. Quando uscite con il gran freddo, non
assorbite l’aria in un solo colpo, ma a piccole dosi, dolcemente, per adattarvi alla temperatura
esterna. Iniziate lentamente con delle piccole respirazioni e aumentate progressivamente la
quantità d’aria inspirata. Nella buona respirazione esiste un ritmo regolare da rispettare.
Dapprima respirate lentamente, con calma, senza precipitazione, poi trattenete nei polmoni
l’aria inspirata. Non esiste benedizione più grande per l’uomo che quella di inspirare
lentamente, di trattenere l’aria e ricevere il prana, vale a dire l’energia vivificante che
contiene.
La respirazione abituale è di circa 15 respirazioni al minuto. Quando fate degli esercizi di
respirazione, cercate di arrivare progressivamente a una respirazione completa per un minuto
(inspirazione, retenzione, espirazione). Se ci riuscirete, sarete in grado di guarire tutte le
malattie, anche la tubercolosi.
Praticate il seguente esercizio: partendo con le mani piegate sulle spalle,aprite dolcemente le
vostre braccia e le vostre mani in orizzontale inspirando profondamente; trattenete l’aria e
iniziate a discendere le braccia vicino al corpo espirando lentamente.
Così riceverete sufficiente prana, la vostra circolazione sarà stimolata e i vostri capillari si
dilateranno.
Come discepolo, dovete apprendere a guarirvi con la respirazione profonda. Se avete mal di
stomaco o al ventre, fate sei esercizi quattro volte al giorno nel seguente modo: ponete il
palmo della mano sinistra sul ventre, il palmo della mano destra sulla mano sinistra.
Respirando profondamente, dovete riuscire a sentire la contrazione e la dilatazione del
diaframma. Colui che non sa respirare bene non può essere un discepolo del nuovo
Insegnamento.

176
E’ bene respirare all’inizio con la narice sinistra e contare da 10 a 15, dopo chiudere la narice
sinistra, trattenere l’aria nel polmoni da 30 a 40 secondi e poi espirare lentamente con lo
stesso ritmo. Quando inspirate con la narice destra, chiudete la sinistra. Durante la retenzione,
tutte e due sono chiuse. Questi esercizi sono indispensabili per tutti, sia per coloro che sono in
buona salute che per gli ammalati, ma soprattutto per coloro che praticano un'attività
intellettuale.
Respirate con calma, in una maniera ininterrotta e con un ritmo stabile. Per guarirvi, fate da
12 a 19 respirazioni al mattino e prima del pasto di mezzogiorno e la sera (ogni inspirazione,
retenzione, espirazione, è un esercizio). Facendo questi esercizi, il vostro intelletto deve
essere concentrato. Il diaframma discende, sale, si contrae e si dilata in un movimento
regolare. Il diaframma è la frontiera fra il mondo spirituale e il mondo fisico. Certe cause di
palpitazioni, di problemi respiratori, asma, malattie dei polmoni, provengono dallo
spostamento del diaframma in rapporto alla sua posizione naturale. Se si trova troppo in alto,
il cuore e i polmoni non funzionano bene. Attraverso la pratica degli esercizi respiratori, i
polmoni riempiti d’aria spingono il diaframma e lo obbligano a discendere nella sua posizione
naturale. Nell’espirazione, i muscoli addominali devono intervenire, essi esercitano una
pressione sull’aria e la spingono all’esterno.
E’ bene anche fare degli esercizi respiratori dicendo le preghiere come “Padre nostro” o “La
Buona Preghiera” (Allegato 2). Respirate lentamente, profondamente, al ritmo stabilito, senza
deviazione del pensiero. Colui che non è esercitato nella respirazione deve iniziare a trattenere
l’aria due o tre secondi e aumentre progressivamente di un secondo ogni volta fino a 30
secondi. Se si riesce a trattenerla per 30 secondi, si possono risolvere molti problemi di salute
come, per esempio, mal di testa, debolezza dei polmoni, problemi di stomaco, paralisi. Tutto
ciò scomparirà! Curatevi prima di ammalarvi. Se l’uomo non respira profondamente, nessun
medicamento lo potrà aiutare. L’alito e la traspirazione di colui che è riuscito ad avere una
eccellente respirazione sono profumati e la sua circolazione sanguigna è regolare. Qualsiasi
sia la vostra malattia, cercate l’aiuto nella respirazione profonda. Non esiste una malattia che
non possa essere guarita attraverso la respirazione profonda.
Esercizi respiratori
1. Inspirando, portate le vostre braccia molto lentamente lateralmente e in orizzontale.
Trattenendo l'aria, prolungate il movimento fino alla verticale. Espirando, passate le mani
dietro la testa e fate scendere le braccia fino alla loro posizione iniziale.
2. Inspirando alzate le braccia lentamente davanti a voi fino al di sopra della testa. Lo
sguardo accompagna il movimento. Trattenete l’aria un momento. Espirate lentamente
facendo scendere dolcemente le braccia. Lo sguardo segue il movimento fino al basso.
3. Posizione di partenza: le due braccia sono in orizzontale a ogni lato del corpo, palme
aperte verso l’alto.
Inspirazione: inspirate lentamente piegando tutte le dita, pollice sopra il medio. Nello stesso
tempo, immaginate che con l’aria ricevete l’Amore divino che penetra tutto, compresa l’aria,
poiché Dio penetra in tutto, poiché Dio è Amore.
Retenzione: trattenete l’aria il più a lungo possibile, pensando che assimilate l’amore che
penetra tutta la Natura. Durante la retenzione, ripiegate lentamente le braccia, mantenendo le
mani ferme e portandole davanti al petto.
Espirazione: piegate lentamente le braccia in ogni lato del corpo fino all’orizzontale, poi
aprite lentamente le mani. Durante l’espirazione, pensate che inviate la luce, che proviene dal
vostro amore, al mondo intero.

176
4. Inspirazione in 16 tempi, retenzione su 16 unità di tempo, espirazione su 32 unità di
tempo. Fate questo esercizio tre volte al giorno, il mattino, a mezzogiorno e la sera, sei
volte di seguito. L’inspirazione si fa attraverso la narice sinistra e l’espirazione attraverso
la narice destra. Praticate questo esercizio per due o tre mesi.
5. Gli esercizi respiratori hanno per obiettivo l’aumento della retenzione dell’aria. In questo
esercizio non ci si serve delle unità di tempo. Bisogna inspirare lentamente e
profondamente, trattenere l’aria il più a lungo possibile e espirare il più lentamente
possibile. Il tempo della retenzione può essere aumentato di un minuto, di un minuto e
mezzo, di due minuti, ecc…
6. Quando siete nervosi, irritati, in collera, fate il seguente esercizio: con l’indice della mano
destra, chiudete la narice destra e inspirate attraverso la narice sinistra contando sette unità
di tempo. Trattenetela per dieci tempi, poi chiudete la narice sinistra e espirate in nove
tempi. Questo esercizio aiuta a regolarizzare il sistema nervoso, a calmare il cervello e a
rinforzare la memoria. Se fate questo esercizio al mattino prima di mezzogiorno, inspirate
attraverso la narice sinistra e espirate attraverso la destra; la sera inspirate attraverso la
narice destra e espirate attraverso la sinistra. Fate questo esercizio ventun volte al giorno:
sette al mattino, sette a mezzogiorno e sette la sera.
Raccomandazioni
1. Durante gli esercizi respiratori, potete pronunciare mentalmente certe formule. Esempio:
“Io Ti ringrazio Signore con tutto il mio cuore, con tutto il mio spirito, con tutta la mia
forza, delle benedizioni che Tu mi hai dato”. Pronunciate questa formula il tempo di un
esercizio completo (inspirazione, retenzione, espirazione).
2. Potete recitare mentalmente il “Padre Nostro” durante una respirazione completa. Fate
questo esercizio dieci volte di seguito, al mattino, a mezzogiorno e alla sera.
3. Recitate “la Buona Preghiera” (Allegato 2) durante gli esercizi respiratori.
4. Inspirando, pronunciate mentalmente le parole forza, vita, salute, tre volte di seguito, così
anche durante la retenzione e l’espirazione. Ripetete questo esercizio dieci volte di seguito
al mattino, a mezzogiorno e alla sera.
5. Inspirate pronunciando mentalmente la parola vita. Trattenete l’aria pensando forza e
espirate con la parola salute. Fate questo esercizio lentamente, con calma in accordo con
un ritmo stabile, meditando sulle parole vita, forza e salute.
L’energia vivente che rigenera il nostro organismo arriva attraverso la colonna vertebrale. Il
midollo spinale possiede la facoltà di assorbire il prana dell’aria e di trasmetterla a tutto
l’organismo. Prendete nota delle formule e pronunciatele mentalmente nelle tre fasi della
respirazione: inspirazione, retenzione, espirazione.
Esempio 1
Inspirazione: “Grazie Signore per la Vita divina che hai diffuso nell’aria e che riceviamo
attraverso l’aria”. Retenzione: “Io ricevo la Vita divina attraverso l’aria, essa penetra tutte le
mie cellule e apporta la forza, la vita e la salute”. Espirazione: “ Questa Vita divina mi
rinforza e la manifesto attraverso i miei atti”. Attraverso la Vita divina, si comprende il prana.
Occorre immaginare con forza il prana come una goccia che si trasmette da una cellula
all’altra, da un organo all’altro e penetra tutto.
Esempio 2
Inspirazione: “Che il Nome di Dio sia glorificato in me!” Retenzione: “Che il Regno di Dio e
la sua Giustizia si stabiliscano in me!” Espirazione: “Che sia fatta la volontà di Dio!” Potete
fare questo esercizio cinque volte inspirando attraverso la narice destra e espirando attraverso

176
la sinistra; poi cinque volte inspirando attraverso la narice sinistra e espirando attraverso la
narice destra.
Esempio 3
Inspirazione: “Signore, Ti ringrazio perché vieni in me”. Retenzione: “Signore, Ti ringrazio
perché dimori in me”. Espirazione: “Signore, Ti ringrazio perché mi dai la Tua benedizione”:
Esempio 4
Inspirate attraverso la narice sinistra, la narice destra è chiusa. Nello stesso tempo pronunciate
la formula: “Solo l’Amore divino è Amore”, trattenete l’aria un istante e iniziate a respirare
pronunciando la stessa formula. Fate questo esercizio tre volte al giorno: il mattino, a
mezzogiorno e la sera, quando siete ben disposti e quando avete tempo. Ripetete ogni
esercizio tre o dieci volte di seguito.

6. Guarigione attraverso il sole

L’energia della nostra vita fisica, mentale e anche morale proviene dal sole. E’ esso che
apporta la vita.
Solo l’energia solare è in grado di ristabilire la forza e la salute dell’uomo.
Non esiste malattia che non possa essere guarita attraverso il sole.
I raggi solari rappresentano milioni e milioni di esseri intelligenti che vengono sulla terra
come per una spedizione. Ciascuno di queste esseri deposita la propria firma sul viso degli
uomini.
Il sole è la fonte di energia vivificante per tutto il sistema solare. In rapporto alla terra,
l’energia solare è positiva. Essa si sviluppa in elettricità positiva e negativa e in magnetismo
positivo e negativo. L’energia terrestre è negativa in rapporto al sole. In realtà, la terra
possiede due tipi di energia, ma soprattutto l’energia negativa. Anche il sole possiede queste
due energie ma soprattutto l’energia positiva. La vita sulla terra si produce attraverso
l’incontro di queste due energie. Il mediatore che collega, trasforma queste energie si chiama
“etere”. Si spande nello spazio e penetra la terra. Gli spiritualisti lo chiamano “plasma
vivente”, i mistici lo chiamano “spirito”.
Il sole contiene in esso tutti i medicamenti. Nessuna malattia resiste all’azione dei suoi raggi.
Per curarsi, l’uomo deve fare passare i raggi solari attraverso differenti prisma, sia materiali,
sia immaginati dal suo mentale.
L’energia solare discende sulla terra come un largo flusso, l’avvolge dal polo nord al polo sud
e ritorna verso il sole. Essa si trasmette alle piante attraverso “il plasma creatore della vita”.
Quando le piante risentono la manifestazione di questa energia potenziale, esse si preparano e
iniziano a formare dei boccioli. Quando l’energia si intensifica, esse sbocciano sforzandosi di
assimilarla totalmente per farla fruttificare.
Se l’uomo constata che il suo organismo è privo di una particolare energia, se egli è
risvegliato, la cerca nel sole. Sa che il sole può dargli tutta l’energia che gli manca.
Le energie che la terra riceve dal sole vengono considerevolmente modificate penetrando
nelle insenature terrestri poiché queste ultime assorbono tutti gli elementi nutritivi. Restano
allora solamente le energie inutilizzabili che, così modificate, non apportano niente per il
nostro sviluppo ed è per questo che sono rinviate dalla terra verso lo spazio cosmico. In
seguito, attraverso vie specifiche, esse ritornano verso il sole che le rinvia verso il Sole
centrale per una ulteriore trasformazione e per restituire loro il ritmo iniziale.
L’energia che la terra capta dal sole può essere comparata al sangue arterioso e quella che
respinge al sangue venoso. Il nostro sole gioca il ruolo di un cuore. Questo ruolo è espresso

176
ancora meglio attraverso il Sole centrale. Così come il sangue impuro dei tessuti arriva verso
il cuore e da là ritorna verso i polmoni per essere purificato, così le energie terrestri ritornano
verso il sole per ritrovare il loro ritmo iniziale.
Da mezzanotte a mezzogiorno, la terra è negativa – in effetti, in certi luoghi solamente –
dunque soprattutto ricettiva. Da mezzogiorno a mezzanotte essa è positiva e dà il massimo. A
partire dalla mezzanotte, la terra inizia ad inviare nello spazio cosmico l’energia negativa, poi
essa riceve dal sole l’energia positiva. Il processo di rigetto dell’energia positiva terrestre
verso lo spazio cosmico inizia nel pomeriggio. Quando la terra ne ha respinta
sufficientemente, essa diviene di nuovo negativa, vale a dire essa riceve soprattutto delle
energie.
Noi siamo una parte dell’organismo terrestre. Quando quest’ultimo riceve, anche il nostro
organismo riceve. E’ precisamente per questo che i primi raggi del sole agiscono con più
intensità, poiché in quel momento il nostro organismo è più ricettivo alle loro energie. Il
mattino, il prana vivificante è sempre più abbondante che a mezzogiorno e l’organismo
assorbe le energie positive più potenti fino a mezzogiorno al massimo.
Dopo inizia il riflusso, che arriva al massimo, al calare del sole. Così durante le 24 ore di una
giornata, l’energia solare passa attraverso i seguenti cicli: da mezzanotte a mezzogiorno,
influsso dell’energia solare, con il massimo al levare del sole; da mezzogiorno a mezzanotte,
riflusso delle energie terrestri.
Un’ora prima del suo sorgere, il sole esercita un’influenza psichica sulle nostre cellule e dà un
nuovo impulso per il loro lavoro. E’ prima del levare del sole che i raggi, rifrangendosi
attraverso l’atmosfera, agiscono soprattutto sul cervello. Al momento del levare del sole, essi
arrivano in linea diretta e agiscono più sul sistema respiratorio e sulla sensibilità. A
mezzogiorno, essi esercitano un’influenza sul sistema digestivo. E’ per questo che la forza
curativa dei raggi solari è differente secondo i momenti della giornata. Prima del levare del
sole, essa va bene per il sistema nervoso e per il cervello; al momento del levare del sole, per
il miglioramento del sistema respiratorio e fra le 9.00 e mezzogiorno, per il sistema digestivo.
In generale, dopo mezzogiorno l’energia solare possiede pochissime proprietà terapeutiche.
E’ il periodo in cui la capacità di assorbimento della terra è la più debole. Ed è lo stesso per
l’organismo umano.
“Assistere al levare del sole” significa legarsi coscientemente ad esso per dare la possibilità
alle sue forze di circolare nell’organismo. Se l’uomo riesce a legarsi al sole sul piano fisico,
simultaneamente egli si lega agli altri due soli: al Sole del mondo degli spiriti e al Sole del
mondo divino. Se l’uomo non assiste al levare del sole fisico, non può essere in buona salute.
Questa legge è conosciuta non solamente dagli esseri umani, ma anche da tutti gli esseri
viventi.
La causa delle bruciature solari è la seguente: i nostri pensieri, i nostri sentimenti e i nostri
desideri producono una specie d’evaporazione che forma un deposito opaco intorno alla terra.
E’ per questo che i raggi solari sono refrattari e bruciano la nostra pelle.
Se studiate l’influenza della luce, constaterete che in certe ore della giornata i raggi solari
sono benefici per la terra, principalmente al mattino fino a mezzogiorno. In altre ore questi
raggi non sono benefici, si chiamano i raggi neri o raggi negativi. Per evitare la loro influenza,
guardatevi bene dal dormire nel corso della giornata e precisamente quando i raggi solari sono
attivi. Altrimenti vi sentirete mal disposti, stanchi, lo spirito debole. Ci si può esporre ai raggi
solari in tutti i momenti della giornata a condizione di avere lo spirito concentrato, positivo ed
essere capaci di ricevere solamente i raggi positivi. Concentratevi bene, ma fate attenzione a
non addormentarvi. Alle vibrazioni nere e negative del sole si mescolano anche le vibrazioni

176
terrestri che agiscono negativamente sull’orgnismo. Fino a quando non conoscete bene le
leggi della riflessione, fate attenzione a queste vibrazioni. E’ per questo che si raccomanda di
esporsi al sole nelle ore del mattino e non più tardi. Guardatevi bene dai raggi del pomeriggio.
Il miglior momento per il trattamento attraverso i raggi solari è fra le 8 e le 10 del mattino.
Quando il tempo è oscuro, curatevi nella vostra camera. Per esempio, trattate le vostre ferite
con l’olio d’oliva o la cipolla, ma con il tempo bello, esponetele ai raggi solari. Se esiste un
buon scambio fra le energie solari e le vostre sarete sempre in buona salute. Solo le persone in
buona salute possono capire le idee del nuovo Insegnamento.
Il Cristo raccomanda il sole come un metodo di guarigione. Dio ha messo il sole nel cielo
perché voi riceviate la sua luce e il suo calore, ma voi cercate dei medici al fine che vi
prescrivano dei trattamenti attraverso la luce artificiale. Quello non è un trattamento.
Esponendovi ogni giorno al sole per una mezz’ora, ma coscientemente, con la partecipazione
del vostro pensiero, riceverete più che dai rimedi che cercate nei libri e presso i medici.
Se siete colpiti da paralisi, sia di una gamba o di un braccio, se i vostri occhi o la vostra
memoria si indeboliscono, tutto ciò è dovuto all’insufficienza d’energia, all’insufficienza di
circolazione del sangue e degli elementi nutritivi verso questi organi. L’uomo risvegliato e
cosciente non dirà: “E’ la Volontà di Dio”, ma si metterà al lavoro per procurarsi ciò di cui ha
bisogno e accumulerà così dell’energia per guarire.
Il fatto di non riuscire ad abbronzarsi mostra una salute difettosa che il sole non può guarire
poiché sono necessari dei buoni scambi fra il sole e l’uomo. L’abbronzatura ottenuta mostra
che il sole assorbe tutti i vostri residui, tutte le impurità della materia densa. Se non ci si
abbronza, questa materia resta nell’organismo e crea degli stati di malattia. Se ci si abbronza
bene mostra che il sole, dandovi le sue energie, ha posto la sua firma.
Il sole non può guarire l’uomo che non possiede oro nel proprio sangue. Tanto oro avete nel
sangue tanto ne potete possedere all’esterno. La quantità d’oro esteriore è proprozionale
all’oro contenuto nel sangue. Quando il sangue contiene dell’oro il corpo è sano, il pensiero è
limpido, chiaro, i sentimenti sono nobili. L’oro è l’energia solare condensata che gli Indù
chiamano “prana”. Al levare del sole, una decina di minuti sono sufficienti per ricevere ciò
che è indispensabile per l’organismo.
Non guardate il sole direttamente per più di una decina di secondi poiché rischiate di
rovinarvi gli occhi. La sua luce non è cattiva, ma troppo, è forte per la retina che non è
abituata a questa intensità.
Sapendo queste cose, potrete ricevere dal sole tanta energia e potrete guarire da ogni malattia.
Se saprete utilizzare l’energia solare, sarete capaci di agire sui chicchi di grano fino a farli
crescere grandi come le uova ed anche di più, se saprete come utilizzare l’energia introdotta
nei chicchi di grano, quale lavoro potete compiere! Bisogna studiare le energie che vengono
dal sole.
Nell’essere coscienti che al momento del levare del sole voi ricevete più Amore divino e Vita
divina, i raggi solari eserciteranno su voi una migliore azione terapeutica. Se non siete legati
attraverso il pensiero, se non siete presenti, il levare del sole diventa un processo meccanico
che non vi apporterà grandi cose.
Il nostro organismo è composto da miliardi di cellule che possiedono, come la terra, la
proprietà di captare i raggi solari, di trasformarli e di trattenere solamente il prana necessario
alla loro rigenerazione, alla loro guarigione. Se siete mal disposti, uscite, esponete il vostro
dorso al sole e riceverete da esso quello che nessun pensiero filosofico potrà darvi.
Quando prendete un bagno di sole, è preferibile che siate vestiti di bianco o di verde chiaro
poiché questi colori sono molto benefici. Ciò che è importante, è la traspirazione. Quando

176
volete curarvi attraverso il sole, all’aria aperta, per provocare la traspirazione, copritevi con
un tessuto o un vestito impermeabile. E’ necessario concentrare il proprio pensiero, legarsi
alla Natura benefica perché essa vi guarisca.
I bagni di sole sulle montagne sono da preferire poiché in altitudine il ritmo delle energie
solari non è squilibrato dalle nuvole dei pensieri astrali che avvolgono la città.
Secondo le stagioni, i raggi solari agiscono differentemente. In primavera essi hanno una
maggiore capacità curativa poiché la terra negativa, li capta meglio. A partire dal 22 marzo la
terra diventa poco a poco positiva fino all’estate quando è già assai positiva. Durante questo
periodo i raggi solari agiscono più debolmente.
Per la rigenerazione, la migliore epoca inizia il 22 marzo e continua tutto il mese di aprile e
maggio, fino al 22 giugno. A partire da quella data, la crescita si ferma.
Certi giorni di settembre la potenza dell’energia vivente è efficace come quella di maggio.
Approfittate dei raggi solari in quel periodo. Constaterete anche la presenza di esseri luminosi
attorno a voi.
Molte malattie possono curarsi attraverso l’energia solare. Inoltre è provato che esiste un
tempo propizio per la guarigione di ogni malattia. Certe sono facilmente eliminate nel mese di
maggio, altre in giugno, luglio, ecc…
Fra le 8 e le 9 del mattino l’azione del sole è maggiormente curativa. Al levare del sole, i
raggi sono molto benefici per le persone anemiche. Verso mezzogiorno sono troppo forti e
non agiscono bene sull’organismo.
Esiste anche una certa angolazione sotto la quale bisogna esporre il dorso per beneficiare al
meglio dell’azione solare. Cambiando questa inclinazione, non si trarrà vantaggio
dall’intelligenza dei raggi solari. Quando si parla del sole, non si tratta solamente del sole
fisico ma anche del sole spirituale come una manifestazione delle forze dotate d’intelligenza,
come un’espressione degli esseri portatori di amore e saggezza.
Nell’avvenire, quando gli esseri umani perverranno a questa conoscenza, tratteranno le
malattie solamente con i raggi solari. Essi sapranno quali raggi convengono per una
determinata malattia o difetto e come servirsene. Sotto l’influenza del sole, la coscienza
cosmica dell’uomo si risveglia.
Le energie che escono dal sole possiedono delle grandi riserve di forze viventi e curative. Se
si vuole approfittare di esse coscientemente, l’uomo deve esporre il proprio dorso ai raggi del
mattino e anche prima del levare del sole. L’energie che egli riceve in quel momento sono
uguali alle energie che avrebbe ricevuto esponendosi tutta la giornata al sole. Anche con il
tempo nuvoloso, potete uscire prima del sorgere del sole, concentrare il pensiero, meditare
rivolgendovi verso di esso. Le nuvole vi impediscono solamente di vedere il sole, ma le sue
energie vivificanti sono presenti e passano attraverso il tutto. Nessun ostacolo può impedire la
penetrazione dei raggi solari.
Se soffrite di eczema, se iniziate a perdere i capelli, se avete i reumatismi, se l’addome è
gonfio, costruitevi una terrazza vetrata esposta al sole (naturalmente se ne avete i mezzi).
Denudatevi fino alla vita, allungatevi, la testa a nord e i piedi a sud. Per una mezz’ora
esponete il petto al sole ma proteggete la testa; poi giratevi con la schiena e restate così una
mezz’ora. Potete continuare così alternando il dorso e il petto fino a provocare una buona
traspirazione. Se potete fare 20,30,40 bagni di questo genere, tutte le malattie e le
indisposizioni scompariranno. Così, potete esporre tutto il vostro corpo, premesso che sia
prima delle 10 del mattino. Se questi bagni di sole provocano una reazione sulla vostra
colonna vertebrale, sul vostro cervello, sui vostri polmoni, tutto il vostro corpo ne riceverà

176
benefici. Il cervello è come una pila. Se inizia a ricevere bene e a riempirsi delle energie
solari, poi esse si diffonderanno in tutte le parti del corpo che guariranno progressivamente.
Più riceverete la luce solare, più aumenterà la vostra dolcezza e si svilupperà il magnetismo.
Quando l’uomo apre le proprie mani, le palme faccia al sole, tutto il suo corpo può riscaldarsi.
Uscite ogni mattino fra le 7 e 8, esponete prima il dorso al sud, poi un po’ a nord e un po’ a
est. Dirigete il vostro pensiero verso il Signore e pronunciate la formula: “Signore, illumina il
mio intelletto, dà la salute a tutti gli esseri umani e con loro, anche a me.” Iniziate a pensare
alle cose più belle che conoscete. Facendo questa esperienza per un anno, constaterete dei
benefici al 99%.
La buona influenza del sole sull’uomo si esprime attraverso la qualità del proprio sangue
arterioso. Il sole eleva i pensieri e i sentimenti, ciò che purifica il sangue.
Certe malattie non si trattano con alcun medicamento, ma guariscono sotto l’influenza dolce
dei raggi solari. Per esempio tutti i rigonfiamenti ed escrescenze scompariranno in due o tre
mesi. Quando l’uomo è legato a Dio, la luce divina lo penetra, le bozze e i tumori si attenuano
fino alla loro scomparsa.
Il miglior chirurgo che conosco è la Natura, i raggi solari. Esso seziona perfettamente e toglie
solamente la carne putrefatta senza toccare quella che è sana.

Se volete curarvi, esponete il dorso ai raggi solari molto presto al mattino. Se volete acquisire
la pace interiore, esponete il dorso al sole cocente, il viso girato verso est.
Vi dico spesso che l’uomo deve imparare a dialogare con la luce. Avete male di schiena,
esponetevi al sole, pensate alla luce solare, a quello che contiene e i dolori scompariranno.
Tutte le malattie dell’intelletto provengono da insufficienza di luce, quelle del cuore da
insufficienza di calore, quelle dell’anima da insufficienza di verità.
Una persona che si ammala deve legarsi alle energie del sole e della luna. Se essa non può
farlo direttamente, che utilizzi le piante e i minerali capaci di trasformare queste energie.
Esiste una maniera particolare per captare la luce solare, non solamente attraverso gli occhi.
D’altra parte non guardate il sole quando è molto forte ma solamente al suo sorgere.
Pochissime persone sanno utilizzare bene la luce, l’aria e l’acqua; la maggior parte respira
solamente con i polmoni e ignora il corpo astrale e il doppio eterico attraverso i quali si può
anche respirare.
Esponete la vostra schiena al sole, la vostra indisposizione scomparirà, qualsiasi ne sia la
causa. Se essa è dovuta ai pensieri negativi, esponete la schiena a sud e il viso a nord. Avete
un raffreddore o avete preso freddo ai piedi, allora girate la schiena al sole verso sud. Se le
energie che hanno provocato la vostra indisposizione sono positive, esponete il vostro viso a
sud e la vostra schiena a nord. I raggi solari guariscono tutte le malattie.

6. Guarigione attraverso i colori

Ogni malattia è curabile attraverso i raggi luminosi: rossi, blu, gialli, arancio, violetto, e
secondo la malattia si scelga un colore.
Per voi, l’importante non è di vivere nei diversi colori, ma nelle energie di questi differenti
colori.
Colui che vuole trasformare la propria vita deve legarsi alla luce stessa e poi alla sua energia.
Troverete i colori più belli nelle piante. Essi rappresentano la più grande esposizione artistica.
Sono delle pagine del Libro divino.

176
La luce esterna, visibile è il risultato dei pensieri delle entità superiori. Esse provengono dai
loro occhi. Per quanto riguarda gli animali essi ricevono la luce che noi proiettiamo.
Gli effetti del colore dipendono dalla loro vibrazione. Più le vibrazioni di un colore sono
intense, migliore è il risultato. Quando siete indisposti, bisogna sapere perché, in quali colori
vi trovate e quale è quello che vi può ristabilire.
La luce si manifesta attraverso le vibrazioni ma le vibrazioni non sono ancora la luce. Anche
se il pensiero si manifesta attraverso il cervello, non è il cervello, che crea il pensiero.
L’uomo riconosce solamente sette colori della luce senza supporre che ne esistono ancora
cinque da scoprire. Sulla terra, l’uomo avrebbe la possibilità di vedere 12 colori della luce.
Più numerosi sono i raggi gialli nel cervello, più i pensieri dell’uomo sono sani. Quando il
proprio pensiero non è risvegliato, l’uomo è privato dei raggi gialli. I tre primi raggi dello
spettro influenzano la vita psichica, i tre successivi influenzano la vita spirituale. Attraverso la
vita spirituale, si comprende l’intelligenza risvegliata dell’uomo che comprende la coscienza
di ciò che accade in lui, nella sia vita fisica.
Prima di ammalarsi ciascuno dovrebbe sottoporsi ai raggi luminosi. I sette raggi
rappresentano sette mondi dell’Intelligenza cosmica, ciascuno invia il suo proprio raggio
luminoso. Tutti i sette colori rappresentano lo spettro solare. Più forte è il colore, più vicino a
noi è il mondo che esso rappresenta. Secondo i sette colori dell’arcobaleno, si può riconoscere
quale è il campo in cui ci dirigiamo. Quale è il colore dominante sulla terra? Il verde. Tutti gli
esseri sulla terra sono immersi nel colore verde. Nello stesso tempo noi siamo legati ai pianeti
e al sole, così come agli esseri che lo popolano.
Gli scienziati iniziano a comprendere che ogni colore ha un ruolo determinato. Per esempio, il
verde è il colore della materia. Il rosso è un colore attivo, è più legato al mondo animale.
L’arancio è il colore dell’estremo individualismo. I colori che corrispondono all’evoluzione
degli uomini della nostra epoca sono il blu chiaro e il giallo chiaro.
D’altra parte, il raggio rosso è anche composto di sette sfumature, ciascuno con la propria
intensità vibratoria e i suoi differenti numeri di vibrazioni. L’uomo che possiede un occhio
ben sviluppato è in grado di riconoscere le sette differenti sfumature del colore rosso e di
utilizzarle coscientemente. Quando sono negative, le sa trasformare in positivo. Le sfumature
dei colori rappresentano un libro da decifrare e interpretare. Colui che può differenziare le
sette sfumature del rosso e utilizzare ciascuna di esse conformemente alle loro proprietà
arriverà a un benessere perfetto.
Siete malati? La vostra malattia è dovuta a una insufficienza di luce nel vostro
organismo.Come guarire? Ricevendo la luce che è indispensabile. Ogni malattia guarirà
attraverso la luce rossa, arancio, gialla, verde, blu, indigo, violetto. Si sceglierà il colore in
funzione della malattia. Se soffrite d’insufficienza o di un eccesso di luce nel vostro
organismo, voi siete esposti allo squilibrio che si manifesterà sia sul piano fisico che quello
psichico.
I sette raggi della luce esistono nei differenti mondi, in differenti ottavi e essi si differenziano
attraverso la loro azione e il loro significato. Nel mondo fisico essi significano una cosa, negli
altri mondi, altre cose. Nella sua manifestazione bassa dell’ottava, la luce rossa esprime la
lotta, la violenza degli elementi. Tutti gli esseri che in una maniera o un’altra, hanno una
riserva di questa luce nel loro sangue sono estremamente attivi e brutali. Il freddo è il segno di
una quantità di luce debole. Dietro la luce ordinaria esistono delle energie di una origine più
elevata e, dietro esse, c’è un’Intelligenza. Il colore rosso puro è in grado di produrre la vita, la
vitalità e la gioia di vivere. Il colore puro arancio dona un individualismo nobile al servizio di
Dio; impuro, esso provoca il dubbio e l’incredulità.

176
Il giallo puro apporta l’equilibrio ai sentimenti, la pace, il silenzio, l’intelligenza ma nelle sue
manifestazioni inferiori, provoca dei sentimenti interessati come la cupidigia.
Il verde puro dà nascita a ogni cosa. Nella sua espressione inferiore, favorisce l’attaccamento
alle cose materiali e ai sentimenti di conservazione.
Il blu chiaro limpido dona la fede, un’elevazione, un ampliamento dei sentimenti fino ai più
sublimi.Se manca di purezza, apporta dei dubbi, la vanità.
Il colore blu mare apporta la calma, la solidità, la stabilità, la determinazione. Nella sua
sfumatura impura, l’instabilità.
Il violetto puro è legato alla forza dello spirito ncessario per realizzare degli scopi superiori.
Nella sua espressione impura, questa forza è utilizzata per degli interessi personali.
La luce parla all’uomo simultaneamente in sette lingue differenti che corrispondono ai sette
colori della luce. Colui che comprende tutte queste lingue è in buona salute, onnisciente,
pieno di forza. Il malato, l’ignorante, il debole possono guarire attraverso i raggi della luce
poiché ciascuno di loro è legato alle energie specifiche dell’organismo umano. Così il raggio
rosso è in rapporto con le energie del cuore, l’arancio con le energie dell’intelletto, il verde
con le energie della volontà, il giallo con le energie dell’anima, il blu con le potenze, le forze
del cielo, il violetto con le forze dello spirito.
Molte persone soffrono e sono dipendenti da droghe, alcool, vino, tabacco, ecc…Nella vita
psichica, esistono anche delle cose inebrianti come certi pensieri e sentimenti che hanno lo
stesso effetto dell’alcool. Colui che non li distingue li assorbe e si ammala. Soffre fino al
momento in cui si libera di essi. Qualche volta la causa delle malattie è causata
semplicemente dalla mancanza di un certo colore nell’uomo. Se gli manca il colore rosso
dell’amore, il giallo della saggezza o il blu della verità, si ammalerà sicuramente. I colori
possono essere portati nell'organismo fisico così come in quello psichico.
Più l’uomo è intelligente, più la sua luce è chiara. Se diminuisce la sua intelligenza, la sua
luce si tinge di una sfumatura bluastra, poi di una sfumatura debole giallastra e così di seguito.
Attraverso il colore, si giudica il livello dell’intelligenza umana. Quando considerate il cuore
dove è situato il centro dell’amore, vedete un colore di una sfumatura rosa molto dolce. Allo
stesso tempo si distacca una irradiazione di un colore gradevole e dolce. Infine, per ciò che è
la volontà, emana dall’uomo una luce bianca che è il colore delle virtù. Fra i tre colori
principali – il brillante, il bianco e il rosa – si interpenetrano gli altri colori. Questo insieme di
colori è chiamata l’aura umana attraverso la quale il chiaroveggente riconosce il livello di
sviluppo spirituale e intellettuale dell’uomo.
Il colore rosso agisce sull’aura dell’uomo e lo rende attivo. L’arancio influenza la vita privata
e rende l’uomo individualista. Il giallo apporta lo spazio e la calma all’intelletto.
Diventando sempre più cupi, i colori cambiano la loro specificità. Per esempio, il blu può
essere considerato come la base della vita spirituale, ma il blu cupo incita alla tristezza e
favorisce le preoccupazioni dell’anima. I colori chiari: giallo chiaro e blu chiaro, calmano il
sistema nervoso. Il colore verde lega alla crescita, regolarizza le correnti magnetiche e
elettriche nell’organismo umano. Colui che vuole crescere, essere in buona salute deve legarsi
al colore verde. Il violetto è in rapporto con la volontà.
Ecco cosa raccomando per la guarigione e il ringiovanimento: acquistate un prisma di una
lunghezza di mezzo metro e 20 cm di larghezza, installatelo nella vostra stanza e concentrate
la vostra attenzione su un colore, secondo la vostra malattia. Se soffrite di anemia, isolate
mentalmente il colore rosso dello spettro e impregnatevi di essa per una decina di giorni.

176
Se il vostro stomaco è disturbato, prendete il colore verde dello spettro. Se lo è il vostro
sistema nervoso, concentratevi sul colore blu. I colori della luce hanno il potere di guarire
tutte le malattie.
Lavorate con i colori, con le loro differenti sfumature, come dei metodi adatti a guarire le
malattie, ma anche a fornire le energie che mancano al vostro organismo. Non tutti hanno
bisogno delle stesse energie, è per questo che noi siamo attirati dai differenti colori. Se non
possedete oggetti che vi legano ai rispettivi colori, lavorate con il pensiero pronunciando delle
parole che risveglino in voi delle immagini che evochino quel colore. Per esempio se dite
“blu”, immaginate sia il blu cupo, sia il blu chiaro. Il colore cupo è quello delle profondità, è
per questo che esso vi conduce verso il basso, verso le vallate della vita. Il blu chiaro ricorda
il cielo, le sommità, conduce il vostro pensiero molto in alto sulle sommità delle montagne.
Ogni colore provoca degli stati spirituali differenti.
Colui che ha sviluppato una sensibilità troppo acuta soffrirà di nevrastenia. Deve utilizzare il
colore blu della luce riversando mentalmente ogni mattino sulla propria testa, il proprio petto
e il proprio stomaco dei raggi luminosi blu.
In generale l’uomo deve dirigere verso i propri organi dei raggi luminosi colorati per
equilibrare le correnti energetiche poiché in certi punti dell’organismo si producono dei
blocchi d’energia che portano delle anomalie. Dunque lavorate riversando sul corpo dei raggi
luminosi sia blu, sia gialli o altri. Li si può ricevere dal sole, ma bisogna prima impiegare il
prisma con l'aiuto del quale si otterranno i colori puri dello spettro sul muro. In seguito si
concentrerà l’attenzione, per esempio sul colore blu e si cercherà di introdurlo in sé. Poi si
chiuderanno gli occhi per cercare di visualizzare quel colore al fine di impregnarne il cervello.
Dopo aver fatto più esercizi di questo genere si potrà, attraverso la propria volontà, riprodurre
il colore scelto e arrivare a guarirsi. Facendo tutte queste esperienze, all’inizio constaterete
una grande oscurità nel vostro cervello. Dopo poco, come su uno schermo apparirà come
un’alba che si leva all’orizzonte, una piccola luce apparirà nel vostro cervello e crescerà poco
a poco fino a divenire così intensa che sarà capace di guarire la malattia.
La purezza è il miglior rimedio contro tutte le malattie. La tonalità principale alla base della
vita, il rosso, non può acquisirsi altrimenti che attraverso la purezza, che è il suo conduttore. Il
colore rosso apporta i materiali che servono a fondare la vita. Il colore rosso visibile è
solamente un’ombra della vera luce rossa. Il rosso dell’arcobaleno non è ancora il colore
rosso di base. Il rosso vi apporterà la gioia, la luce, la forza. Se potete captarlo, otterrete un
apporto considerevole delle forze benefiche.
La luce rossa portata nell’organismo di un anemico contribuisce alla moltiplicazione dei
propri globuli rossi e all’aumento della sua vitalità. Introducete la luce arancio nell’uomo ed
egli diventerà indipendente, inizierà a pensare liberamente. Introducete il verde, incomincerà
a costruire, a creare. In ogni colore la Natura ha nascosto un tipo di forze ben particolari.
Sapendo ciò l’uomo risvegliato può acquisire quelle che gli mancano. Attraverso la luce
arancio, si può riuscire a dare al proprio viso un’espressione bella e sana. Non esiste migliore
cosmetico dell’azione della luce rossa sull’organismo, non vi sono mezzi più semplici e più
naturali del colore rosso per migliorare lo stato di salute ed acquisire la vitalità. Per contro il
rosso sulle labbra, le creme, le ciprie ostruiscono i pori, atrofizzano le cellule e le
danneggiano. Si possono utilizzare certe polveri solamente sulla pelle irritata di un neonato
ma non su quella di un uomo in buona salute. Il viso deve essere bello, espressivo e luminoso.
Fino a quando l’uomo non perviene ad inserire la luce rossa, è esposto a molteplici stati di
malattia. Se non è adatto a ricevere la luce arancio, perde la propria autonomia. Se non riceve
la luce verde, la sua crescita si arresta. Una cattiva ricezione della luce gialla blocca

176
l’evoluzione mentale. Nello stesso modo, quando la luce blu si riceve male, la comprensione
spirituale ne è deformata. La mancanza di violetto provoca la perdita della forza di volontà. Il
colore bianco che è alla base della buona salute apporta il benessere nell’uomo, mentre il
colore nero porta degli stati negativi: il pessimismo. Quando un uomo è malato, deve vestirsi
di bianco. Che cambi spesso i colori poiché essi danno movimento alla vita e influenzano in
una maniera differente. Si devono utilizzare tutte le tonalità della gamma dei colori. Inoltre,
bisogna sapere quanto tempo restare nella vibrazione di ogni colore, poiché superando il
tempo necessario in un colore, si rischia di provocare una certa saturazione.
Il nero è il colore del riposo, della concentrazione: dopo aver lavorato tutta la giornata,
l’uomo deve racchiudersi in se stesso e non dare nulla all’esterno di sé.Il nero non è un cattivo
colore. Dal punto di vista psicologico, esso può avere un’azione benefica, poiché esso
preserva le energie. Quando qualcuno è molto nervoso, gli si raccomanda di portare dei vestiti
neri per non disperdere le proprie energie. E’ bene fare portare dei vestiti bianchi ai bambini,
perché essi possiedono molta energia che proiettano attorno a loro.
Se il cuore è malato, se il pensiero è perturbato, per instaurare l’equilibrio, fate penetrare il
raggio rosso nell’organismo. In caso di squilibrio del fegato, bisogna saper introdurre il raggio
verde. Tutti i colori possono essere captati attraverso il prisma. Dietro ogni raggio luminoso si
nasconde una forza dello spirito della Natura.
Se la luce rossa è in eccesso e mancano gli altri colori, l’uomo è predisposto alla collera.
Quando si soffre di mal di testa, degli occhi, reumatismi o altre malattie, fare delle esperienze
con i raggi luminosi per constatare come essi agiscono sull’organismo. Esistono numerosi
modi per guarire le malattie, ma la guarigione attraverso i raggi luminosi è una delle più
efficaci.
Volete liberarvi di un certo difetto? Fate passare attraverso il vostro cervello i colori luminosi
rosa e giallo. I colori brillanti, luminosi come per esempio il blu chiaro e il giallo chiaro,
calmano il sistema nervoso. Il verde luminoso regolarizza le correnti magnetiche e elettriche
sia nella Natura che nell’organismo umano.
La paura è una debolezza che proviene dall’intelligenza inferiore. Se essa è molto forte in
qualcuno, per guarirsi, si raccomanda l’utilizzo del colore arancio come mezzo di
armonizzazione delle forze.
Siete scoraggiati, in uno stato di confusione mentale, utilizzate il colore giallo! Fate uscire il
raggio giallo dal prisma e cercate di sentire che brilla nel vostro intelletto.
Il blu apporta la calma. Il blu cielo è particolarmente benefico sul sistema nervoso. Colui, la
cui fede è debole, deve evocare il colore blu per eliminare l’incredulità.
La forza di carattere proviene dal violetto.
Utilizzate la luce rosa quando siete indisposti e il rosso luminoso per acquisire la salute.
Non si raccomanda di osservare a lungo un colore luminoso in particolare.
Sarebbe bene portare con sé un piccolo blocco notes e nascondere fra le pagine sette fili di
seta, corrispondenti ai colori dello spettro. Secondo la vostra indisposizione, gettate un colpo
d’occhio su uno dei fili colorati in rapporto con essa. La Natura guarisce attraverso i colori.
Io vi dico questo: nello stesso modo come gli esseri umani si vestono con abiti di un
determinato colore, così ogni sentimento o atto è rivestito di differenti colori.

7. Guarigione attraverso la musica

176
Nel mondo fisico, la musica è indispensabile per stabilire l’ordine nella materia
disorganizzata. Il mondo fisico è disorganizzato. Attraverso la musica, la materia vibra
armoniosamente.
La musica è un metodo divino per calmare il mondo. Attraverso la musica, le entità superiori
possono arrivare fino a noi. Se voi cantate, attirate le entità evolute che vengono per aiutarvi.
Se non cantate, esse non si interessano a voi.
La scienza esoterica raccomanda il canto come metodo di trasformazione delle energie
negative in energie positive.
La musica organizza il corpo umano e, a partire dal corpo, il pensiero. Le cellule si
organizzano a partire dal pensiero. La musica aumenta e intensifica le vibrazioni
dell’organismo.
Dai tempi remoti, la musica è utilizzata come un metodo di guarigione e di trasformazione
delle energie. Anche oggi, l’uomo può utilizare la musica per guarirsi e trasformarsi. Certi
stati non possono essere cambiati in alcun modo, se non con la musica.
Il canto è un richiamo dell’anima umana alla natura. Come questa è benevola, a sua volta essa
invia di nuovo le sue forze intelligenti e creatrici nell’uomo per il recupero della sua salute. Se
domandate al malato di cantare un po’ ogni giorno, egli guarirà. Al contrario, se chi sta bene
smette di cantare, si ammalerà. La musica è alla frontiera fra il mondo fisico e il mondo
spirituale. Attraverso di esso l'uomo può trasformare le sue energie. Attraverso il canto
un’energia vitale specifica si introduce nell’organismo umano. Se siete nervosi, irritati, mal
disposti, iniziate a cantare, il vostro stato migliorerà subito. Attraverso il canto, potete
sviluppare delle capacità e dei talenti tali che non sarebbero accessibili con alcun altro mezzo.
Al fine di essere in buona salute, normalmente sviluppato, l’uomo deve acquisire un
equilibrio interiore fra le forze della materia, di cui il suo corpo è composto, e la potenza dei
suoi pensieri e sentimenti. La musica è un mezzo per mantenere questo equilibrio.
Colui che conosce le leggi della musica della Natura è in grado di bloccare l’azione
distruttrice dei parassiti nel suo organismo e di ristabilire il proprio benessere.
Il canto non è un divertimento, ma un metodo di armonizzazione delle energie. Occorre
cantare per acquisire le energie. Se il malato non canta, morirà prima del tempo. Deve cantare
per fornire al proprio organismo le energie perdute.
Quando l’uomo canta, l’anima e lo spirito devono immedesimarsi. Così le vibrazioni
cambiano, aumenta la loro intensità e tutto si riflette in una maniera benefica sull’organismo.
Quando cantate, l’amore, la saggezza e la verità devono prendere parte al vostro canto e
esprimere tutto ciò che Dio ha deposto in voi.
Oggi molti medici occidentali curano i loro malati attraverso la musica. Per sua natura, il
Bulgaro è pessimista, è per questo che al fine di trasformare questa predisposizione, egli ha
composto dei canti per cantare in gruppo. La musica allegra agisce sulla salute. Certi canti
tristi possono far ammalare una persona sana. I canti bulgari utilizzati per la danza
folcloristica sono benefici.
Voi non vi servite ancora della musica come mezzo di guarigione e di sviluppo delle vostre
possibilità e talenti. Attraverso la musica, potete produrre delle forze in voi, eliminare il
vostro scoraggiamento e far scomparire i vostri dolori. Cantate una, due, tre, quattro, cinque
volte lo stesso suono – la stessa nota – o tutta la gamma e vedrete che il vostro stato
migliorerà.
Siete stato derubato. Perché andare a cercare il ladro e raccontare a destra e a manca ciò che è
successo? Per superare il vostro stato d’anima perturbato, dite piuttosto: “ canterò e darò un
piccolo concerto!”

176
I suoni musicali sono legati all’organismo umano. Il cervello possiede i propri suoni e
vibrazioni, così come il cuore, lo stomaco, il fegato, i muscoli, le ossa. Tutti ragionano e
vibrano in modo specifico. Nell’avvenire la musica giocherà un ruolo essenziale per la
guarigione.
Il malato deve cantare tutta la giornata per guarire e il sano può preservare la propria salute.
Esercitandosi con il suono “re” e nel cantarlo sempre meglio, si migliora lo stato dei polmoni.
Il cuore è legato al suono do,
il sistema respiratorio al suono re,
il fegato al suono mi,
i reni al suono fa,
la milza al suono sol,
la vescicola biliare al suono la,
il sistema digestivo al suono si.
Quando il sistema respiratorio reagisce musicalmente a tutte le note della gamma, ciò
significa che è ben sviluppato. Al minimo squilibrio, il suono proprio di uno dei sistemi
dell’organismo cambia, passa in un altro. Ciò crea già una certa disarmonia degli organi che si
chiama malattia.
Le malattie dello stomaco arrivano per la perdita d’intensità delle sue vibrazioni, lo stesso per
i polmoni. Così potete utilizzare la musica per aumentare le vibrazioni del vostro corpo e
guarirlo.
Esistono musiche capaci di domare le belve. Certi canti possono guarire e anche scacciare la
morte che scappa poiché ha paura.
Chi canta è raramente malato. Se si ammala guarisce facilmente, è per questo che la musica è
un buon metodo curativo.
Qualche volta vado a far visita a un malato restato solo. Nella sua solitudine egli piange ma
constato che anche le sue lacrime rassomigliano a un canto, sono come una musica, allora mi
dico quest’uomo guarirà. Se smette di cantare, non guarirà, se canta guarirà.
Senza la musica, senza il canto, il corpo si smagnetizza. L’anima si armonizza con la musica.
Spesso vi lamentate delle vostre malattie e delle vostre sofferenze. Allora vi dico: “Cantate
alle vostre malattie e alle vostre sofferenze.” Se siete malati e non potete spostare le vostre
gambe, cantate! Cantate tutta la giornata, tutto l’anno, cantate alla vostra malattia e vedrete i
risultati.
Sapendo cantare bene potete guarirvi e guarire il vostro prossimo. Tutte le malattie, emicranie,
malattie dei polmoni, reumatismi, possono guarire per mezzo di differenti musiche.
Il mondo materiale è nato dal caos, è per questo che non è organizzato. Il mondo solare,
stesso, organizza la materia caotica. Il reumatismo è una materia disorganizzata accumulato
sulle articolazioni, che impedisce la buona circolazione del sangue. E’ a questa materia che
bisogna cantare. Il canto crea un movimento che vi libera dal dolore. E’ una corrente potente
che purifica tutto l’organismo, ma solamente il canto al quale ogni cellula, ogni fibra prende
parte. La Natura canta, gli uccelli cantano in primavera, il profumo dei fiori è anche un canto.
Quando sentite che state per ammalarvi, non abbiate paura, non cercate subito l’aiuto esterno,
ma iniziate a dialogare con la vostra malattia. Chiedete da dove viene e ciò che si aspetta da
voi. Quando comprendete le sue intenzioni, non la scacciate subito, iniziate a canticchiare un
canto. Essa resterà un po’ con voi a farvi visita e dopo se ne andrà. Tutti vogliono essere in
buona salute ma non sanno come ottenerla.
Certe malattie guariscono con il suono del violino, altre con la chitarra, una terza con il
flauto,ecc….. I differenti strumenti hanno un’influenza specifica su ognuno.Se il malato ama

176
il violino, suonategli il violino, ma una musica le cui vibrazioni siano ascendenti, non una
musica in gamma minore.
Le palpitazioni accelerate del cuore guariscono attraverso i canti che iniziano con il suono
“do”, non il “do” preso attraverso un diapason, ma il “do” naturale. Se lo prendete giusto,
sentirete subito uno stato di calma, una piccola gioia interiore come se aveste acquisito
qualcosa. Anche se piccola, questa gioia apporta una luce alla vostra anima, una schiarita
come se il sole fosse sorto in voi. Il tono principale “do” è una chiave per la vita. Ciascuno
può farne l’esperienza per verificare questa verità. Quando qualcuno vuole cantare, deve
prima accordarsi al suono naturale, nella chiave naturale. Deve restare in piedi, disteso circa
10-15 minuti, fino a liberarsi da tutte le difficoltà e contraddizioni nel suo mentale. Inizi a
meditare sull’intelligenza della vita e dopo canti! Ciò proverà che è riuscito a girare la chiave
musicale che gli è stata data, che il sole è sorto in lui e che il suo organismo ha la possibilità
di far circolare le energie della Natura. Se il suono “do” fosse preso bene, l’uomo sarebbe in
grado di ricevere l’energia vivente del sole e di trasmetterla ai suoi organi.
Se siete anemico, cantate spesso il suono “do”, è il suono della vita. Attraverso di esso, portate
un po’ d’oro nel vostro organismo.
Colui che è un po’ duro e brutale di carattere, che suoni la musica di Chopin, essa gli
trasmetterà la dolcezza. Colui che ha perso il senso della vita, che suoni Bach. Colui che non
ama né leggere né pensare, che suoni Beethoven. Colui che non ama la poesia, che suoni
Mozart. Ogni musica è come un “buon frutto” e bisogna scegliere l’uno o l’altro in funzione
del proprio stato. Non è la stessa cosa se mangiate delle mele, delle pere, delle ciliegie,
dell’uva o altri frutti.
Nella musica iniziatica, le parole “Zoun” “Mèzoun” mettono in equilibrio le forze che
regolarizzano tutto. Così colui che vuole equilibrare le forze in sé può cantare “Sila jiva
izvorna techouchts”. Dite a un malato di cantare particolarmente”Sladko mèdèno” o ancora
altri canti ed egli guarirà.
Quando si cucina bisogna cantare, quando si lavora nelle vigne bisogna cantare, quando si
semina durante il raccolto, cantate! Il canto è come una formula magica, è il pensiero giusto.
Se siete malati, se avete fame, cantate il canto “Blagost” .
Dopo una perturbazione, arriva una malattia. Quando due persone si sono offese, hanno
discusso, può arrivare un raffreddamento, un’infezione o una ferita. In questo caso, cantate
“Sladko mèdèno”. In ogni caso la musica non guarisce tutte le malattie.
Se siete malati, poveri, e non potete andare dal medico per mancanza di denaro, cantate un
canto come “krassiv è jivota, na naschata doucha, chto izpeulnia tsèlata zèmia”, cantatela tre
volte e guarirete. Poi cantate “Vnatchalo bé Slovoto” Dite a voi stessi: “Ma se io canto,
guarisco veramente?”E se voi non cantate, guarirete? Allora cantate e non ponetevi la
domanda! Se cantate, guarirete!
Nell’avvenire i dottori guariranno con la musica e i canti. Oggi voi potete riderne! Gli esseri
umani non suppongono nemmeno quanto siano ridicoli e deformati senza la musica: vale a
dire la musica nei rapporti, nei movimenti, nei sentimenti, nei pensieri, negli atti*.
*Ndt: Il Maestro Peter Deunov ha composto più di 200 pezzi musicali cantati o strumentali. Il
lettore interessato può rivolgersi a: E’ditions Bialo Bratstvo à Sofia (Bulgaria); E’ditions
Prosveta, Boîte postale 12,83601 Fréjus cedex (France) o agli editori/distributori Prosveta
esisenti in numerosi paesi.

8. Guarigione attraverso il pensiero

176
E’ possibile guarire le malattie attraverso il pensiero. Il pensiero intenso è in grado di
scacciare la malattia dall’organismo umano.
Come la parola, il pensiero è molto potente. Quando l’uomo vuole provare la forza del
proprio pensiero, è sufficiente che lo applichi coscientemente con fede. Per questo è
indispensabile la volontà. Se l’uomo riesce a credere nella potenza del pensiero, attraverso di
esso è in grado di compiere dei miracoli, ma a condizione di avere una volontà molto potente,
determinata. Le persone colpite da malattie terribili, incurabili possono guarire attraverso il
pensiero.
Se l’uomo conoscesse le leggi che dirigono il pensiero, dominerebbe tutte le sue infermità.
Non esiste debolezza che il pensiero non possa correggere.
Non sono solamente gli esseri di altri pianeti e civilizzazioni che esercitano un’influenza sulla
terra, ma anche i tre miliardi di uomini**. **(Nota: Inizio ventesimo secolo). L’insieme dei
cervelli umani agisce sull’intera terra. L’energia che emana dai cervelli umani può dissolvere
una roccia. Se gli uomini concentrassero i loro pensieri su un punto definito, sarebbero in
grado di far fondere ciò che vi si trova. Potrebbero far fondere tutti i loro malori e tutte le loro
malattie se sapessero come concentrare il loro pensiero.
In condizioni di salute, l’organismo ha la sua particolare vibrazione. Ogni differente malattia
possiede la sua, ma essa indebolisce sempre quella dell’organismo. In questo caso il calore
deve essere aumentato. Dei pensieri specifici, la recitazione di frasi e formule sono in grado di
cambiare le vibrazioni dell’organismo. Questo si raggiunge attraverso la contemplazione di
belle immagini, di bei paesaggi, del cielo stellato che sono dei veri rimedi. La persona
scoraggiata o malata osservi le stelle scintillanti nel cielo notturno: grazie alla loro luce
prenderà coraggio e farà i primi passi verso la guarigione.
Ogni parola cela una certa forza. Se concentraste la vostra attenzione su una parola, il vostro
cervello si legherebbe alla sua vibrazione specifica e vi sentireste vivificati o indeboliti
secondo la natura di quella parola. Esistono delle parole di una tale natura che una volta
pronunciate, esse non dovrebbero essere pronunciate una seconda volta. Perché? Perché
queste parole hanno un’influenza nociva sul cervello. Per esempio se ripetete più volte: “Io mi
ammalerò”, subirete l’effetto di quelle parole e non passerà molto tempo che l’organismo si
ammalerà. Per esempio, al contrario se un malato di tubercolosi, ripete con convinzione le
parole: “Io guarirò”, egli guarirà veramente.
L’uomo può guarire attraverso il pensiero. Più il suo pensiero è forte e concentrato, più
facilmente supererà le proprie malattie. Per questo è sufficiente pronunciare una parola.
Esistono delle parole le cui vibrazioni esercitano un’azione magica sull’uomo, ma bisogna
conoscere il momento esatto per pronunciarle. Ogni cosa deve compiersi al posto giusto e nel
momento giusto.
Le malattie sono dovute all’accumulo di sostanze estranee ma, attraverso il proprio pensiero e
la propria volontà, l’uomo può rigettarle al di fuori del proprio corpo e guarirlo. Più il
pensiero è elevato, più cela delle possibilità.
Nella scienza iniziatica, ogni parola ha la sua propria chiave. Se trova la chiave della parola
“salute” e la pronuncia tre volte, il malato guarirà certamente. Verificherete la forza contenuta
nelle parole pronunciandole come si deve.
Il pensiero potente guarisce tutte le malattie. Secondo i cabalisti, il pensiero è in grado di
modificare le vibrazioni del corpo umano. Quando l’uomo è malato le sue vibrazioni hanno
una frequenza più bassa, ma, per mezzo del pensiero, può intensificarle e aumentarle. Il
raffreddore, per esempio, è provocato da certi virus che hanno eletto domicilio nel naso. Se le
vibrazioni del corpo diminuiscono,essi trovano le condizioni per la loro proliferazione.

176
Moltiplicandosi essi irritano la mucosa del naso e, per liberarsi da quella irritazione e
rigettarla, le ghiandole nasali secernano molto muco. L’aumento delle vibrazioni
dell’organismo facilita e accelera il rigetto delle sostanze estranee. Per esempio, l’uomo può
anche accelerare lo sviluppo del raffreddore che, giunto alla sua maturazione, inizierà a
diminuire e a scomparire. Un raffreddore non dovrebbe durare più di una settimana.
Sulla terra, la materia del mondo fisico è sotto il dominio della volontà umana, essa stessa è
diretta da certe leggi che voi dovete conoscere per applicarle nella materia, poiché queste
obbediscono al pensiero e di conseguenza alla forza della vostra volontà. Attraverso il
pensiero e gli sforzi della volontà, potrete rigettare tutti gli elementi estranei dal vostro
organismo. Nel tempo in cui queste sostanze dimorano in voi, sarete mal disposti fisicamente
e psichicamente. Potete obbligare tutti gli elementi estranei a lasciare il vostro corpo sotto
forma di un foruncolo, per esempio, che rompendosi libererà la materia impura.
Come discepoli, dovreste lavorare attraverso il pensiero, fare delle prove, delle esperienze per
entrare in contatto con le forze nascoste del vostro organismo e utilizzarle come dei mezzi di
guarigione. L’organismo umano possiede delle cellule curative la cui missione è di guarirlo.
E’ sufficiente di dirigere il pensiero verso di esse perché entrino in azione. All’uomo si
richiede solamente un pensiero positivo e concentrato. Ogni pensiero negativo paralizza
l’azione di quelle cellule. Riassumendo, l’uomo che vuole guarire deve avere dei pensieri
positivi.
Così vi dico che il discepolo deve concentrarsi, sviluppare il proprio pensiero, ma non alla
maniera degli yogi. I mezzi e i metodi utilizzati dagli yogi sono numerosi, ma se voi non li
comprendete , potete squilibrarvi completamente e restare al di fuori delle leggi della Natura.
Le leggi della Natura vivente e intelligente sono implacabili. I metodi che vi dono
comportano dei rischi minimi per l’intelletto umano, mentre quelli degli yogi ne comportano
dei grandi.
La concentrazione deve farsi con gli occhi aperti. E’ con gli occhi aperti che dovreste curarvi
e guarirvi. Pensate alle vostre mani, ai vostri piedi, alle gambe, al vostro mentale, pensate a
percorrere il sistema nervoso, lo stomaco, gli intestini, tutte le parti del corpo, come un
padrone che valuta la situazione nella sua proprietà, che verifica in quale stato si trova
ciascuna parte l'una dopo l'altra. E' questa la concentrazione.
Quando gli Indù si concentrano non pensano alla loro moglie, ai loro figli, alle loro api o a
delle cose secondarie, ma pensano al prana. Il Bulgaro pensa ai suoi vitelli, alla propria
moglie, ai propri figli ed è per questo che non ha dei buoni risultati, non perviene alla
concentrazione. Attraverso la concentrazione del pensiero, voi potete guarire, evitare un
incidente improvviso che arriva su di voi come una bomba, potrete fermare una belva che vi
aggredisce.
Il pensiero umano è in rapporto con l’elettricità naturale della vita. I pensieri positivi attirano
verso essi le forze vitali ma, quando i pensieri sono negativi, queste forze vitali si disperdono,
si allontanano dall’uomo e come risultato sopraggiunge la malattia. Per esempio, se il
pensiero del vostro avversario verso di voi è molto forte, esso potrebbe rendervi negativo e
così provocare una malattia. La legge è la seguente: se vi ammalate a causa sua, la malattia
ritornerà verso di esso.
Potete inviare i vostri pensieri positivi, i vostri sentimenti calorosi i vostri auguri verso un
malato con una fede assoluta, senza alcuna esitazione, senza il minimo dubbio sulla sua
guarigione. Dunque, per guarire un uomo, inviategli una corrente carica di forze vitali.
Quando riceverà il vostro pensiero e il vostro augurio, si sentirà meglio. In questo genere di

176
rapporto, i buoni amici rappresentano sempre una buona protezione per la salute e i cattivi
apportano sempre le malattie e le sofferenze.
Quando interviene la volontà, voi siete in grado di guarirvi da voi stessi. Quando partecipa la
volontà, potete esporvi per molte ore al freddo con vestiti molto leggeri, senza ammalarvi.
Attraverso il pensiero l’uomo può creare attorno a lui un abito caldo e magnetico nel quale,
anche con il più grande freddo, non tremerà. Senza un tale abito magnetico e senza la
partecipazione della volontà, anche vestito con i vestiti più caldi, prenderà freddo.
Se qualcuno soffre di reumatismo, deve prenderlo in mano, scuoterlo un po’ e iniziare a dirgli
che ha sbagliato sentiero e che deve lasciare il suo corpo. Per esempio, se il reumatismo è in
una spalla, bisogna condurlo verso il collo, poi verso le mani e infine farlo uscire dalle dita.
Ecco come si possono trattare le malattie senza medicine. Il pensiero può scacciare ogni
malattia, la sua potenza d’azione è forte.
Un malato che, dopo la sua guarigione, pensa di consacrare la propria vita alla realizzazione
di un’opera grandiosa e benefica guarirà in poco tempo, poiché quel pensiero lavorerà su di
lui. Se un’idea dà dei buoni risultati e apporta la guarigione, ciò mostra anche che quell’idea
ha iniziato a realizzarsi. Ogni idea, ogni virtù che si manifesta e si realizza, migliora dapprima
la salute dell’uomo.
Gli Indù per guarire le piaghe, sanno come raccogliere il prana della Natura e con l’aiuto del
pensiero, essi lo dirigono verso il punto malato che guarirà in 20 minuti al massimo.
Fino a quando vivete nel mondo della contraddizione, dovete sapere che vi trovate sotto la
legge della suggestione. Nessuno, mortale o immortale, è libero in rapporto a quella legge.
Sapendo ciò, mantenete nel vostro intelletto e nel vostro cuore dei pensieri e dei sentimenti
positivi per liberarvi dei molteplici stati di malattia che non sono i vostri. Per esempio, se vi
legate a qualcuno che ha dolore al piede, sentirete lo stesso dolore.
Così se volete avanzare nella vita, applicate la legge della suggestione. Quando si tratta del
vostro prossimo, l’applicate con successo. Ma se si tratta di voi stessi, non ne sapete
approfittare. Per esempio, se uno dei vostri amici si scoraggia e ha paura di non superare un
esame, iniziate ad incoraggiarlo, ad influenzarlo e a suggerirgli la sua riuscita, così si sentirà
rassicurato. Ma per voi stessi, nella stessa situazione, constaterete che non siete così efficace.
Nondimeno, imparate ad applicare bene questa legge sia per voi che per il vostro prossimo,
ma sempre per il bene. Questa legge lavora dappertutto. Consciamente o inconsciamente, gli
animali e gli uomini se ne servono. Come esseri intelligenti dovete servirvi della suggestione
in ogni istante della vostra vita: per la guarigione, per rinforzare la memoria, per prendere
coraggio, per sopportare i mali e le sofferenze, ecc… La suggestione è l’arma per mezzo della
quale l’uomo può lottare contro il male, contro le forze negative nel mondo. Ora gli uomini
contemporanei vivono nell’inferno.
Come discepoli, applicate le leggi della suggestine per influenzarvi in maniera positiva. Se la
vostra memoria è debole, lavorate con la suggestione per rinforzarla. Se qualcuno ama
dormire molto e non riesce ad alzarsi presto, alla sera, si autosuggestioni per alzarsi per
esempio alle 5 del mattino. La legge della suggestione ha senso quando si applica per
acquisire qualcosa di creativo, positivo, come per esempio una qualità o una virtù.
Consciamente o non, tutti si servono della suggestione come metodo di lavoro, anche gli
animali.
Vi sono dei giorni e delle ore in cui la suggestione esercita un’influenza nociva sull’uomo. In
quel momento, né lui né gli altri devono utilizzarla, al contrario, devono chiudersi ad essa.
L’uomo deve proteggersi contro la suggestione come i soldati si barricano contro i nemici.

176
Se un tumore appare nel vostro addome o in un altro luogo del corpo, non abbiate paura. Ciò
mostra che un eccesso d’energia si è accumulato e dovrà essere evacuato. Bisogna stimolare
le cellule sane che circondano il tumore attraverso una forte concentrazione del pensiero, al
fine di renderle capaci di scacciare quell’energia e di ristabilire lo stato normale.
Quando non vi sono altre uscite, si può anche procedere all’operazione. Un pensiero potente e
concentrato può far scomparire un tumore, di qualsiasi tipo, anche in 24 ore. Mettendo il
malato in un sonno magnetico, potete far uscire il tumore in tre giorni. Attraverso il pensiero
si può dunque eliminare qualsiasi tumore, ma tutto dipende dalla qualità del pensiero.
Durante la guarigione di una malattia, dovete utilizzare certe formule magiche e più
esattamente durante la luna calante. Per esempio in caso di reumatismo articolare, prendete
mezzo chilo di sale grosso, sale marino o salgemma. Ogni giorno alzatevi molto presto prima
del sorgere del sole, mettete un pezzo di sale in un recipiente pieno di acqua di fonte e
pronunciate: “Come questo sale si dissolve nell’acqua, così si dissolva e scompaia il mio
reumatismo!” Se il risultato non è immediato, ripetere questa esperienza per due settimane
fino alla luna calante. Tuttavia, se il reumatismo resiste, fate la stessa esperienza al calare del
sole o la notte sotto la luna. Le esperienze di questo tipo devono essere tenute segrete. Non
parlarne ad alcuno prima di aver ottenuto un risultato finale. L’importante è che l’uomo sia
perseverante e tenace fino alla guarigione. Se avete un raffreddore, pensate alla salute dicendo
a voi stessi: “ Io sono in buona salute” e il raffreddore vi lascerà presto. Quando l’uomo in
buona salute pensa alla malattia, l’attira. Fate il contrario, pensate alla salute per attirarla e
rinforzarla. L’intelligenza risvegliata, la bontà, la grandezza d’animo, la nobiltà sono in grado
di combattere i microorganismi all’origine delle malattie. Prendete l’abitudine di scegliere e
di impiegare delle parole e dei pensieri benevoli, positivi. Utilizzateli come delle formule
attraverso le quali potete suggestionarvi e influenzare gli altri.
Per sapere se la vostra volontà è sviluppata e se siete capaci d’applicare una formula
iniziatica, fate questa esperienza: in caso di mal di pancia, di spasmi, cercate di reagire
attraverso la volontà. Ponete la mano sinistra dietro la schiena e la mano destra sul ventre,
concentrate il vostro intelletto e pronunciate la frase: “Io prego che la malattia scompaia”
oppure: “La malattia è scomparsa!”
Oggi come si curano gli ammalati di tubercolosi? Si mettono a letto, non si permette loro di
spostarsi né a sinistra né a destra, si dà loro una nutrizione speciale e nient’altro. No, Si lasci
il malato libero! Se vuole restare a letto, che vi resti! Se vuole passeggiare, che passeggi! Ma
durante il corso della giornata che pronunci le parole: “Io guarirò” aumentando il numero
delle volte al giorno fino a 1000,2000 volte al giorno. Il primo giorno, può iniziare a dire
questa frase cento volte, il secondo giorno, centoventi volte, il terzo giorno centocinquanta
volte fino a mille o due mila volte. E’ così che si può guarire ogni malattia, ogni
scoraggiamento. In questo modo l’atmosfera pesante e cupa che avvolge i malati si
alleggerirà, si schiarirà, diventerà gradevole e sentiranno di giorno in giorno un
miglioramento, staranno meglio. Allora le persone in buona salute cominceranno a
frequentarli.
Supponiamo che voi abbiate una piccola difficoltà, avete male al dito e non lo sopportate. Per
guarirvi, o più esattamente per arrivare a sopportare il dolore, immaginate che vi si pianti un
grosso chiodo nella mano, un dolore ancora più grande sostituisce il dolore reale più piccolo.
Se voi potete creare mentalmente questo colpo nella vostra mano, si produrrà una
trasformazione del dolore nel vostro spirito.
Se siete malati, non vi precipitate a chiamare il medico. Innanzitutto mettete in pratica uno,
due, tre metodi, concentrate il vostro pensiero sul dolore e ripetete più volte: “Io guarirò”. In

176
certi casi pronunciare queste parole una decina di volte solamente può essere sufficiente per
guarirvi, ma in altri casi, è indispensabile ripeterle più volte, anche fino a mille volte. Poco
importa il numero, non scoraggiatevi, continuate con convinzione e avrete dei buoni risultati.
In questo modo potete guarire voi stessi e anche il vostro prossimo.
Se sapete come pronunciare le parole come vita, bontà,amore, saggezza, verità, sorgente,
Cristo, spirito, creerete attorno a voi un'atmosfera straordinaria.
La vostra vista non è molto buona. Allora ogni sera prima di addormentarvi, dite: “Domani,
quando aprirò gli occhi, vedrò meglio!” Colui che crede può tutto.
Supponiamo che una persona abbia una verruca o un rossore. In Bulgaria esiste un uso antico
che vi consiglia di andare in una drogheria e di rubare un pezzo di sale. Poi, quando la luna
diventa calante, si fa un cerchio intorno alla verruca con questo pezzo di sale dicendo: “ Così
come la luna cala e questo pezzo di sale fonde, così la mia verruca scomparirà.” Poi si getta il
sale e, qualche tempo dopo, la verruca sarà scomparsa. Come spiegare ciò? Si può spiegare
così: il sale rubato è servito da canale attraverso il quale sono sfuggite le correnti che nutrono
la verruca. Volete essere intelligenti, sani, buoni, puri. Voi potete ottenere queste qualità se
sapete come pronunciare la parola amore. Questa parola possiede una forza potente anche
davanti a Dio, gli angeli o gli uomini a condizione di sapere pronunciarla. E’ la parola magica
che risuscita i morti, vale milioni e miliardi. Tutto s’inclina davanti alla sua potenza.
Bisogna fare delle esperienze. Per esempio, se dieci persone si riuniscono e concentrano il
loro spirito su un malato, essi possono guarirlo attraverso la forza dei loro pensieri e delle loro
preghiere.
Per poter dominare le correnti d’energia che vi attraversano, dovrete studiare la regola della
concentrazione. Iniziate a concentrare il vostro sguardo su un oggetto senza strizzare gli occhi
per un minuto. Ripetete questa esperienza aumentando progressivamente il tempo. Ciò aiuta
anche a rinforzare i vostri occhi. Durante la durata dell’esercizio, lo spirito sarà calmo,
concentrato e non permettete alcuna dispersione del pensiero né della coscienza.
Cercate di guarirvi mentalmente con la partecipazione della vostra volontà. Applicate
mentalmente un cataplasma di cipolle o un altro rimedio su un foruncolo e osservate il
risultato. Se il vostro pensiero è forte, il foruncolo sparirà presto.
La medicina convenzionale consiglia delle medicine al malato di insonnia ma egli lo stesso
non può riposare. Se vuole agire con i metodi della scienza iniziatica, deve dire a se stesso: “
Dal momento che sarò a letto, mi addormeterò subito e dopo sei ore di buon sonno profondo e
riparatore, mi risveglierò!” La medicina contemporanea raccomanda il chinino contro la
febbre, ma la scienza iniziatica raccomanda l’utilizzo del pensiero. Ordinate ai micro
organismi della febbre di andarsene: “Microbi, non vi dò più di 25 minuti per uscire dal mio
corpo perché sono occupato, io devo lavorare!”
L’uomo può essere il proprio medico e guarire senza l’aiuto del bisturi. Attraverso il pensiero,
può liberarsi di tutte le escrescenze del proprio corpo. Come? Spostandosi da un punto
all’altro e poi all’esterno. Se essa è superficiale, è ancora più facile.
Se voi conosceste le rispettive proprietà dell’acqua calda e dell’acqua fredda, potreste curarvi
attraverso dei metodi più sottili. Per esempio, anche senza bere ma attraverso
l’immaginazione e la concentrazione del pensiero, potete provocare la dilatazione dei vostri
capillari e il miglioramento della vostra circolazione sanguigna,come se beveste dell’acqua
calda.
Volete rinforzare i vostri capelli? Dirigete spesso il vostro pensiero verso le loro radici. In un
anno guadagnerete molto, i vostri capelli diventeranno spessi, spunteranno e si
fortificheranno. A che cosa è dovuta la perdita dei capelli? A un’inquietudine interiore o alla

176
mancanza d’umidità nell’organismo. Per ristabilire il loro colore, è indispensabile apportare al
proprio intelletto dei pensieri luminosi, al proprio cuore dei sentimenti nobili. Nello stesso
tempo lavate i vostri capelli uno o due anni con un infuso di radici di ortica per aiutarli a
ristabilire il colore. Tutte le possibilità sono contenute nel pensiero. Esso regolarizza il
funzionamento degli organi del corpo. Il pensiero negativo provoca molteplici stati di
malattia. Il pensiero armonioso è capace di trasformare tutti questi stati.
Qualcuno cade ammalato e volete aiutarlo e guarirlo? Ogni sera, mentre dorme, inviate in
direzione del suo subcosciente dei buoni pensieri di guarigione e vedrete che il suo stato
presto migliorerà.
Se siete malati, immaginate che la luce del sole cada su di voi come una doccia luminosa o
che vi bagnate in un mare di luce, di salute, di forza, di potenza, di bontà, come se voi foste
immersi in Dio stesso. Se la malattia è in un punto preciso del corpo, bisogna dare ad essa il
seguente ordine: "Esci da qui, io devo lavorare, devo servire Dio, vattene!” Se la malattia
colpisce tutto il corpo, dite: “Esci da me!” Accompagnate queste parole con dei movimenti
dall’alto in basso con la mano destra, poi mettete la mano vicino alla bocca espirando
energicamente tre volte, scuotetela verso il basso tre volte di seguito.
Colui che comprende la forza nascosta che contiene il cerchio, l’utilizzerà per la guarigione.
Per esempio cerchiandola, è possibile far scomparire una verruca sulla mano in mezz’ora
solamente. Avete un foruncolo sul collo? Disegnate un cerchio attorno ad esso e poco tempo
dopo, esso scomparirà. In questo modo potrete provare la forza del vostro pensiero e la forza
della vostra fede. Se dite di avere fede e non siete capaci di guarire la minima malattia, ciò
prova che la vostra fede è ancora allo stato embrionale.
Vi dò un metodo per agire in caso di squilibrio del vostro fegato. Mettete la vostra mano
destra sul ventre, palmo girato verso l’interno e la mano sinistra sulla vita, palmo girato verso
il corpo e dirigete mentalmente le energie del sole verso il centro della terra. Dieci, quindici
minuti più tardi il vostro stato migliorerà, starete meglio, sarete più felici.
E’ sempre possibile di salvare un malato anche se il suo polso diminuisce fino a un numero
minimo di battiti per minuto. Con questo polso può vivere ancora fino a tre giorni. Se i suoi
vicini pregano per lui e mantengono continuamente dei pensieri positivi, il suo polso
accelererà poco a poco e il malato sarà fuori pericolo.
In caso di febbre i medici prescrivono abitualmente 30 centigrammi di chinino al giorno.
Supponiamo che il malato sia povero e non abbia abbastanza denaro per la medicina. Che
cosa deve fare? Per guarire, deve applicare la legge della suggestione. Mentalmente vada in
una farmacia per acquistare 30 centigrammi di chinino, che si immagini di aver preso questa
quantità e poi che aspetti i risultati. In questo modo egli guarirà due volte più in fretta che
attraverso l’assunzione reale di chinino. Ma questa esperienza di suggestione esige un
pensiero intenso. Se il pensiero manca d'intensità, anche se va dieci volte in farmacia, con la
suggestione, non avrà risultati.
Se fossi un medico che vuole veramente guarire i propri pazienti, ecco ciò che farei.
Prescriverei al malato differenti liquidi e polveri che, entrando in interazione fra loro
comincerebbero ad agire nel corpo come degli elementi vivificanti, ma solamente a
condizione che dopo ogni medicamento, il malato ripetesse: “Io guarirò, io guarirò!” Poi
chiamerei un centinaio di persone povere e darei loro cinque levas ognuno** (Lév, leva:
moneta bulgara) per andare a visitare il malato, convincerlo del suo buon aspetto e della sua
prossima guarigione. Senza dubbio il malato ha dato 100 levas per le medicine che ho
prescritto in qualità di medico, ma per fargli sentire delle parole d’incoraggiamento, io darei
più di 500 levas**. ** (plurale di Lev, la moneta bulgara). Prendendo ciò in senso figurato,

176
per guarire i propri malati il medico deve essere pronto a dare più che ricevere e a lavorare
con le proprie energie e il proprio pensiero.

9. Guarigione attraverso il movimento


Ciascuna delle nostre manifestazioni esteriori è l’espressione di ciò che accade nel nostro foro
interiore a livello sottile.
Ogni movimento disarmonico nel mondo fisico si riflette e produce un disaccordo nel mondo
astrale. Nello stesso modo, ogni disarmonia nel mondo astrale si riflette nel mondo mentale.
Quando il mondo interiore si equilibra, l’armonia dei movimenti, vale a dire il piano fisico, si
ristabilisce. Così il pensiero si riflette sui movimenti e i movimenti si riflettono sullo spirito.
Ogni movimento crea dei cliché nel mondo invisibile. Ogni cliché è un’impronta le cui
conseguenze si esprimono nel mondo umano sia come gioia, sia come tristezza.
L’uomo regolarizza le energie del proprio organismo atraverso i propri movimenti fisici che,
spostando l’aria attorno al suo corpo, creano delle onde vibratorie. Quelle sono trasmesse di
nuovo al corpo fisico attraverso il doppio eterico. Il doppio eterico è un’antenna attraverso la
quale l’organismo umano riceve delle impressioni del mondo esterno. E’ per questa ragione
che esso avvolge il corpo fisico al fine di proteggerlo dalle influenze nefaste. Più il corpo
eterico è sano e equilibrato, meglio sono percepite le impressioni del mondo esterno. Sapendo
ciò regolarizzate spesso la vostra antenna eterica.
I movimenti ispirati dai pensieri luminosi e dai sentimenti armoniosi sono sempre belli. Più
l’equilibrio s’installa nello spirito e nell’anima più i gesti e i movimenti dell’uomo diventano
belli.
I gesti delle mani esercitano un’influenza sul cervello e il sistema nervoso. I movimenti
regolari, legati alla scrittura delle lettere, si riflettono in maniera benefica sulla memoria e
sullo sviluppo dell’intelletto. Essi sviluppano la dolcezza e la stabilità di carattere. In
generale, tutti i gesti definiscono lo stato e il carattere dell’uomo.
I movimenti giusti sono quelli dove tutto il corpo partecipa. Durante la marcia le gambe e la
testa partecipano simultaneamente e tutto il corpo si mette in movimento ondulatorio.
Camminando così in montagna non vi sentirete mai stanchi.
I movimenti coscienti aiutano l’uomo ad evitare molteplici stati di malattia. Essi
regolarizzano il sistema nervoso e ben presto, tutte le funzioni dell’organismo umano
compiono i loro compiti. Nessun medico è in grado di soccorrere l’uomo il cui sistema
nervoso sia difettoso.
Se non sapete come camminare, come mettere i piedi sul suolo, come spostarvi, perderete
tutte le condizioni che acquisite con la respirazione, attraverso l’aria e la nutrizione. Da come
cammina, si vede già se qualcuno è condannato. Osservate come si muovono gli animali, gli
uccelli. I vostri movimenti devono essere belli, regolari, naturali, estetici.
Al mattino scendendo dal letto, il piede che dovete poggiare a terra per primo è importante.
Lo stesso quando andate al lavoro, con quale piede partite, quale marcia adottate, lenta o
rapida? come spostate le braccia, le gambe, come guardate? Poiché non fate attenzione a tutto
questo, molte disgrazie vi accadono. Voi siete capaci di guarire con il movimento delle vostre
mani, attraverso il tocco, ma se siete ignoranti, potete anche crearvi degli handicaps.
Dovete sapere come tendere le braccia, come piegare le gambe. Potete captare certe correnti
della terra attraverso l’estensione delle vostre gambe e così trasformerete il vostro stato. Per
esempio voi siete tristi e disperati, stendete il vostro braccio sinistro e la vostra gamba

176
sinistra, la terra assorbirà tutta la vostra pesantezza e vi sentirete meglio. Poi, stendete il
vostro braccio destro e la vostra gamba destra.
Quando camminano tutti i contemporanei poggiano prima il tallone e poi la punta del piede.
Questo passo produce una scossa che sbilancia la colonna vertebrale e la parte posteriore del
cervello, ripercuotendosi in maniera nefasta sui nervi. E’ per questo che oggi tutti sono
nervosi. Bisogna camminare avanzando dapprima la punta dei piedi e mantenendo la
regolarità del passo. Il passo aereo, leggero dipende dal pensiero. Se il pensiero è materiale, il
passo farà tremare la terra e mostrerà che l’uomo è più legato al centro della terra che al
centro del sole.
La punta dei piedi rappresenta il campo dell’azione angelica, la parte mediana della pianta
rappresenta il campo umano e il tallone il campo animale. Colui che batte forte sui talloni
vuole imporsi con la forza. Nel mondo umano, i diritti ritornano con l’intelligenza; nel mondo
angelico ritornano con l’amore. Il mondo divino racchiude i diritti di tutta la creazione.
Nell’avvenire gli scienziati inventeranno dei talloni a molla, così che il passo sarà
ammortizzato dall’elasticità delle molle, ciò che faciliterà i movimenti di tensione-
allentamento delle gambe e dei piedi. Oggi i tacchi delle scarpe rendono il passo pesante. Alla
lunga, le scosse ripetute sulla colonna vertebrale scuotono il cervello e tutto il sistema
nervoso.
Tutti i movimenti sono sottomessi a certe regole e leggi, ivi compresa la camminata. Per
esempio per andare da qualche parte, bisogna avviarsi con il piede destro e poi adottare un
passo leggero (punte poi talloni). E’ meglio iniziare a camminare lentamente, con calma, poi
accelerare progressivamente il proprio ritmo. Conformandovi a queste regole, finirete per
avere un passo rapido, leggero come se volaste.
Aspirate a dei bei movimenti le cui linee estetiche si riflettano in maniera benefica sul corpo
umano apportandogli la salute. Studiandoli vi legate al mondo spirituale, ai pensieri e ai
sentimenti degli esseri luminosi.
Aspirate coscientemente all’armonia e all’estetismo dei movimenti al fine di accordarvi al
flusso e riflusso delle energie cosmiche, poiché ne dipendono lo stato della vostra salute, così
come lo stato dei vostri pensieri e sentimenti.
Una persona comunica con voi a livello dei sentimenti, se essa vi tocca con la mano sinistra,
mentre se vi tocca con la mano destra la comunicazione si fa a livello del pensiero. Con le due
mani, la trasmissione si realizza simultaneamente attraverso il pensiero e attraverso il
sentimento. Ciò vuol dire che nella Natura ogni movimento, ogni trasformazione ha il suo
senso profondo.
Se qualcuno fra di voi è malato, che concentri il pensiero sulla malattia e che la conduca al di
fuori del proprio corpo. Se non può liberarsene in questo modo, non deve sottomettersi alla
malattia restando a letto. Al contrario deve passeggiare, fare dei movimenti con qualsiasi
tempo, sia che nevichi o piova, senza avere paura poiché è nei paurosi che la malattia trova
una base favorevole al proprio sviluppo.
La Paneuritmia* rinnova e ringiovanisce l’uomo. Essa non guarisce solamente le malattie ma
tutte le indisposizioni corporali e psichiche. Praticandola tutto l’organismo umano vibra
musicalmente e nel mondo musicale non ci sono né malattia né disturbi. E’ per questo che,
attraverso questi esercizi, si può uscire dal mondo dei disturbi, delle sconfitte, del
malcontento, delle inquietudini e delle angosce per entrare nel mondo dell’armonia. Colui che
pratica con convinzione gli esercizi di Paneuritmia per un anno migliorerà la propria salute, si
libererà da tutte le malattie e le supererà grazie all’aumento della propria vitalità.

176
• Nota: La Paneuritmia è una danza composta da movimenti ritmici, armoniosi, semplici,
eseguiti da un gruppo di persone che si spostano in coppia, formando un cerchio, su una
musica del Maestro Peter Deunov. Praticata di buon mattino, essa permette di mettersi in
risonanza con le forze benevole della Natura vivente e di risvegliarsi al lato divino della
vita. Il lettore interessato alla Paneuritmia può rivolgersi alle Editions Prosveta, Boïte
postale 12, 83601 Fréjust cedex (France) o altri editori/distributori Prosveta, che esistono
in numerosi paesi francofoni.

10. Guarigione attraverso gli esercizi di ginnastica

Nella metà del vostro corpo si accumula dapprima un’energia negativa e nell’altra metà
un’energia positiva che voi riuscirete a mantenere in equilibrio attraverso gli esercizi di
ginnastica del mattino. Nell'uomo in buona salute che pensa e sente correttamente, le energie
del corpo si equilibrano da se stesse. Nell'uomo malato, tuttavia, è la Naura che realizza il re-
equilibrio energetico provocando certe malattie che provocano differenti movimenti
nell’organismo. Quando l’uomo è malato, i suoi movimenti diventano disordinati, si agita
senza tregua, si alza, va a letto e così le energie si regolarizzano poco a poco. Se la
circolazione energetica si ristabilisce l’uomo guarisce ma se il suo organismo non riesce ad
avere l’equilibrio energetico, egli muore.
Per stabilire dei contatti con il mondo invisibile, quando fate degli esercizi di ginnastica,
bisogna tirare bene i muscoli. Se il vostro corpo, le vostre braccia e le vostre gambe sono
rilassate, molli, non riceverete nulla.
Sappiate che attraverso ogni movimento vi legate con le correnti della Natura. Attraverso il
semplice fatto di stendere le braccia e di mantenere il mentale concentrato, siete già legato
con queste correnti. L’estensione delle membra del corpo permette di stabilire un circuito sia
con il magnetismo terrestre sia con il magnetismo solare. Dunque a ogni istante potete legarvi
con l’energia della terra o con l’energia del sole. Il magnetismo in generale è legato con il
prana, vale a dire con l’energia vitale contenuta nella Natura. Così attraverso l’estensione
delle braccia e delle gambe e attraverso la concentrazione del proprio mentale, l’uomo utilizza
questa energia vitale e diventa sano e forte. Con una posizione molle delle braccia, non si può
approfittare delle forze della Natura. I movimenti coscienti regolarizzano il sistema nervoso
portatore dell’energia vitale. Tutte le funzioni dell’organismo si compiono correttamente
quando il sistema nervoso è in buono stato poiché è esso che riceve le forze della Natura.
In tutti gli esercizi fisici per attirare le energie che vi sono indispensabili, fate partecipare il
vostro intelletto e la vostra volontà. Spostare le mani in modo meccanico non vi apporterà
niente ma, se, per esempio, fate passare il vostro pensiero attraverso il vostro indice, potete
acquisire più nobiltà, più benevolenza, dignità e misericordia. Volete aumentare le vostre
possibilità di discernimento e di giustizia, esercitatevi con il medio. Per la bellezza, il senso
artistico, la musicalità, fate passare il pensiero attraverso l’anulare. Se volete regolare bene i
vostri affari, avere dei buoni rapporti e delle comunicazioni facili con i vostri interlocutori,
esercitatevi con il mignolo. E per acquisire qualcosa di divino, esercitatevi con il vostro
pollice. Quale grande ricchezza per la mano!
E’ bene anche di compiere dei movimenti di regolarizzazione delle energie cantando le vocali
“a e o”, che sono dei suoni potenti.

176
Aprire le proprie braccia è un movimento calmante. Il movimento contrario, vale a dire
riportare le mani l’una contro l’altra, causa l’effetto inverso. Per equilibrare gli effetti dei due
movimenti, bisogna in seguito riportare le braccia verso l’alto.
Qualche esercizio a titolo di esempio.
Primo esercizio: Sollevate le braccia da ogni lato del corpo fino all’altezza delle vostre spalle,
palme delle mani girate verso il basso. Poi portate lentamente il vostro braccio destro in alto
fino a 45° in rapporto alle spalle abbassando simultaneamente il braccio sinistro a 45°. In
questa posizione, concentrate il vostro pensiero e dirigetelo verso la parte frontale del cervello
e eseguitelo lentamente per sei volte.
Questo esercizio aiuta la regolarizzazione della circolazione d’energia nella parte frontale del
cervello.
Secondo esercizio: Eseguitelo come il primo esercizio ma questa volta il braccio sinistro è
sollevato a 45° e il braccio destro abbassato a 45° in rapporto alle spalle. Durante i sei
movimenti dirigete il vostro pensiero verso il cuore.
L’esercizio serve ad armonizzare i sentimenti.
Terzo esercizio: Portate indietro le vostre braccia, le palme delle mani faccia a faccia e
piegandovi in avanti portate le braccia più avanti possibile. In questa posizione fate sei
movimenti dirigendo la vostra attenzione sulla colonna vertebrale.
Questo esercizio serve a regolarizzare le correnti nella colonna vertebrale.
Quarto esercizio: Dirigete il vostro braccio sinistro verso est e in avanti; simultaneamnte
abbassate il vostro braccio destro in basso e in dietro. Partendo da questa posizione effettuate
una rotazione del braccio come nel movimento del nuoto “crawl”. La rotazione del braccio
trascina la rotazione del corpo a livello della vita. Effettuate così sei movimenti concentrando
il vostro pensiero sullo stomaco.
L’esercizio regolarizza le funzioni dello stomaco.
Quinto esercizio: Stabilizzate il vostro corpo sulla gamba sinistra, mani sulle anche. Portate la
gamba destra all’esterno e fate lentamente un semi-cerchio da destra a sinistra davanti al piede
sinistro. Ripetete il movimento sei volte.
Poi stabilizzate il vostro corpo sulla gamba destra e eseguite sei semi-cerchi con la gamba
sinistra davanti al piede destro.
Durante l’esercizio, concentrate il vostro pensiero sul sistema nervoso poiché esso regolarizza
il suo funzionamento.
Sesto esercizio: Portate il braccio lateralmente all’altezza delle spalle, poi fatele salire
lentamente al di sopra della testa fino a che le dita si tocchino. Mettetevi sulla punta dei piedi
e in questa posizione piegatevi sempre lentamente e fate discendere le braccia da una parte
all’altra del corpo fino in basso. Ripetete l’esercizio sei volte. Si chiama “vestirsi” e
“spogliarsi” magnetico e rappresenta la sintesi dei cinque primi esercizi. Verso l’alto vi
vestite, verso il basso vi spogliate.
Osservazione: Eseguite questi esercizi una volta al giorno. Il mattino è eccellente, a
mezzogiorno va molto bene e la sera anche. Se volete avere dei buoni risultati, praticate tutti
gli esercizi molto lentamente, esattamente come è descritto, gambe e braccia ben distesi ma
senza contrazione dei muscoli. Il movimento delle braccia e delle mani sviluppa il cuore e la
regione pettorale. La concentrazione del pensiero rinforza l’intelletto. L’esecuzione regolare
degli esercizi rinforza la volontà.
Questi esercizi sono fra i migliori esercizi iniziatici. Impregnatevi della loro profonda utilità,
ma fate attenzione che la loro ripetizione non si trasformi in qualcosa di meccanico.
Considerate che sono una conoscenza del passato e che oggi vi ritorna alla memoria.

176
Esercizi di armonizzazione dei pensieri, dei sentimenti e delle azioni.
1. Ora vi darò un esercizio che si accompagna alla pronucia sonora delle vocali a e o. Le due
braccia sono in orizzontale e in avanti, la mano sinistra afferra la mano destra al di sotto.
A partire da questa posizione portate le mani fino alla spalla sinistra cantando il suono
“a”. Poi con la mano destra si prenda la mano sinistra al di sotto e si portino le due mani
fino alla spalla destra cantando il suono “o”. Fate questo esercizio ogni sera prima di
andare a letto per dieci volte di seguito, sei volte al mattino, in totale 12 movimenti.
Iniziate sempre con la mano sinistra in alternanza con la mano destra. I movimenti delle
braccia e delle mani esercitano una certa influenza su tutti i vostri organi e sulla vostra
volontà. Supponete che siate molto disturbati, fate allora il seguente esercizio:mettete le
vostre mani davanti al petto e piegate le vostre braccia lentamente sui lati in un
movimento ondulatorio e leggero girando le mani attorno ai polsi. Poi, riportate le mani
davanti alla bocca. Ripetete l’esercizio tre, quattro volte meditando sulle parole: amore,
gioia, gaiezza, così la vostra indisposizione passerà. Questo esercizio è una aerazione, un
trattamento psicologico e con la pronuncia delle tre parole, diventa come una chiave.
2. Se la confusione perturba i vostri pensieri e i vostri sentimenti, fate il seguente esercizio:
seduti con la colonna vertebrale diritta, ponete la vostra mano sinistra liberamente sul
ginocchio, portate il braccio destro in orizzontale lateralmente, poi verso l’alto, fatelo
discendere avanti fino in basso, poi lo passate dietro e lo riportate di nuovo in orizzontale.
Ripetete questa rotazione del braccio più volte. Fate lo stesso movimento con il braccio
sinistro, poi con le due braccia assieme. Se provate una confusione nei pensieri, eseguite
l’esercizio con il braccio destro; se sono i sentimenti che sono perturbati, fatelo con il
braccio sinistro. Finite sempre con le due braccia.
3. L’esercizio seguente consiste nell’alzare le due braccia ben tese fino in alto, le estremità
delle dita si toccano. Concentrate il vostro pensiero e dirigete mentalmente le energie
solari attraverso le dita, le mani, le braccia e fatele sgorgare nel vostro corpo. In questa
posizione pronunciate la formula: “Io sono in armonia con la Natura vivente. Che l’Amore
divino circoli in me!” Poi abbassate le braccia.
4. Il braccio sinistro teso verso l’alto, il braccio destro teso verso il basso, cercate di
percepire mentalmente le due correnti, quella del sole e quella della terra. Attraverso il
braccio destro, ricevete le correnti terrestri e attraverso il braccio sinistro, le correnti
solari. Restate in questa posizione tre minuti e cercate di sentire l’effetto delle correnti
attraverso il vostro braccio.
5. Alzate il braccio destro in alto, il sinistro è in basso, piegatevi lentamente fino a toccare la
terra con l’estremità delle dita della mano sinistra pronunciando la frase: “Attraverso il
legame che io contraggo con il centro della terra che il male esca dal mio braccio
sinistro!” Alzandovi mantenete la posizione del braccio e dite: “Io mi lego a tutte le forze
intelligenti, a tutti gli Esseri luminosi, a tutte le Entità divine e a Dio stesso! Che l’energia
divina attraversi tutto il mio corpo!” Questo esercizio si ripete tre volte pronunciando
mentalmente le formule nel proprio foro interiore, con un rispetto sacro.
6. Lo stato negativo aggrava lo spirito disturbato, le emozioni aggressive si regolarizzano per
mezzo del seguente esercizio:
a) le palme delle mani sono l’una contro l’altra, l’estremità delle dita si toccano,
b) nascondete le dita della mano sinistra sul palmo della mano destra fino al polso e poi
posizionate la mano sinistra a 90° in rapporto alla mano destra senza interrompere il
movimento,

176
c) ponete la mano destra sulla mano sinistra ponendo le due braccia davanti al petto in
posizione orizzontale,
d) nascondete il palmo della mano destra sulla mano sinistra fino all’estremità del medio,
e) alla fine ripiegate le due mani nella posizione iniziale, palmo contro palmo.
Ripetete più volte questi movimenti e tutti gli stati negativi scompariranno.
Attiro la vostra attenzione sul fatto di esercitare lo scivolamento e la posizione angolare
delle mani senza interrompere i movimenti. La Natura non ama le interruzioni. Ripetete
successivamente con la mano destra, poi con la mano sinistra. Con questo esercizio vi
potete polarizzare.
7. Il braccio sinistro davanti al corpo, un po’ inclinato, il palmo in basso.
a) scorrete la mano destra sul braccio sinistro a partire dalla spalla cantando il suono “u”,
b) arrivati al livello del polso, cantate la vocale “a” arrivando fino alla punta delle dita,
c) infine risalite di nuovo con la mano destra fino al gomito cantando “i”.
La parte fra la spalla e il polso rappresenta il mondo materiale,fisico, lo stomaco. La parte
fra il gomito e il polso rappresenta il mondo spirituale, il cuore, la mano a partire dal polso
rappresenta il mondo mentale, l’intelletto.
Eseguite l’esercizio nella stessa maniera ma scambiando le braccia: il braccio destro
inclinato in avanti e il braccio sinistro al di sopra.
Praticando questo esercizio il mattino e la sera, fino a dieci volte al giorno durante una
settimana, potete migliorare il funzionamento dello stomaco, dei polmoni, del cervello e
guarirli.
Se volete essere in buona salute, cantante! Cantate anche quando siete tristi o mal
disposti! Cantate e glorificate il Signore nella vostra anima.
8. Gamba destra in avanti, inclinate dolcemente il vostro corpo in avanti verso la terra, poi
iniziate ad alzarvi immaginando di sollevare un peso di 1 kg. Ogni volta aumentate il peso
da 1 kg fino a 50 kg. Se vi esercitate regolarmente a sollevare un peso di 50 kg. sarete in
grado di farlo realmente. Quando siete deboli o mal disposti, fate questo esercizio e
scoprirete quali forze sono nascoste in voi.
Occorre esercitare gli occhi per non farli indebolire. Esistono degli esercizi che fanno
spostare i muscoli oculari. Quando fate delle escursioni, per esempio, avete fretta di
arrivare allo scopo, in cima alla montagna. Non vi affrettate, camminate con un passo
regolare, piuttosto lentamente e guardate attorno a voi: in basso, in alto, a sinistra, a
destra.Quando il sole sorge, fermatevi un po’, guardate il suo spostamento e continuate
per la vostra strada. Se vi affrettate troppo, invecchierete rapidamente.
Una delle cause dell’indebolimento degli occhi viene dal fatto che non li esercitate a
spostarsi. Quando volete vedere qualcosa, voi girate il collo. Vi raccomando un esercizio
da fare al mattino e qualche volta durante la giornata. Chiudete gli occhi e iniziate a
spostarli guardando interiormente il più in alto possibile, poi in basso, poi a sinistra e a
destra il più possibile. Ripetete questo molto lentamente più volte.
Durante la giornata, quando volete guardare qualcosa, non girate il collo, mantenetelo
immobile ma girate gli occhi, ciò diventerà un mezzo d’osservazione naturale.
Questo concerne il lato fisico, il processo interiore è il seguente: voi commettete un errore
e non lo correggete, ne fate un altro e non lo correggete, poi un terzo, un quarto. Così
prendete l’abitudine di non correggere i vostri errori e i vostri occhi iniziano ad
indebolirsi. Ecco un’altra causa: amate qualcuno, perdonate le sue colpe e le minimizzate,

176
vale a dire non volete “vedere” molto lontano e la miopia inizia a manifestarsi. Oppure voi
non l’amate, non perdonate le sue colpe e anche le ingrandite, diventerete presbiti. I
disturbi, le inquietudini, gli stati interiori disarmonici indeboliscono anche gli occhi.
Attraverso gli esercizi che fate con le mani ricevete le energie solari, levando le vostre
mani verso l'alto; le energie terrestri attraverso i piedi.
Per esempio un sintomo di nevrastenia sono i piedi freddi. Si raccomanda ai nevrastenici
di camminare a piedi nudi sulla sabbia o sull’erba bagnata dalla rugiada. Così possono
tonificarsi e guarire attraverso il contatto diretto dei piedi con le forze vitali della terra.
Fate degli esercizi di ginnastica il mattino e captate le energie solari. La sera, fate degli
esercizi di purificazione per liberarvi dalle energie accumulate nel corso della giornata. Il
mattino legatevi alle forze del sole e la sera inviate l’eccesso verso la terra.

11. Guarigione Spirituale

Esistono due metodi di guarigione, l’antica e la nuova. La gente di oggi si cura generalmente
con l’aiuto di medicine, di bagni e così di seguito. Questi metodi di guarigione sono lenti e
danno dei risultati microscopici. Anch’io ho praticato e ottenuto delle guarigioni attraverso
questi metodi, non ho ancora applicato la nuova. Perché? Perché gli uomini non sono ancora
pronti. Il nuovo metodo sarà la guarigione spirituale. Se oggi io guarisco qualcuno attraverso
dei mezzi spirituali, ma che non è ancora pronto a condurre una vita pura e sana e che
trasgredisce le leggi, a causa del suo comportamento, si creeranno delle difficoltà ancora più
grandi. La guarigione spirituale dà dei risultati immediati per colui che è pronto.
Riuscire nella guarigione spirituale significa poter trovare dapprima le cause profonde della
malattia e l’allontanamento per sempre dalla persona interessata.
Guarire e dare sollievo attraverso dei metodi divini esige dapprima di trasformare
completamente il proprio modo di vita per essere in accordo perfetto con le leggi della Natura.
Quando siete ammalati, rivolgetevi a Dio, in seguito alla vostra anima e infine al dottore.
Invece voi procedete al contrario, è per questo che non riuscite a guarire da soli. Per essere in
buona salute e guarire le vostre malattie, rivolgete il vostro cuore e il vostro pensiero verso
Dio, verso il sole, verso tutta la creazione. Da là vi verrà il soccorso. Il cataplasma d’argilla, le
compresse al latte, la pasta lievitata, l’impiastro di cipolla, tutti questi sono dei buoni metodi,
ma temporanei.
L’amore è la forza cosmica ripartita in tutto l’universo che può vivificare e sistemare le
vibrazioni dell’organismo umano, è il rimedio contro tutte le malattie. Anche nella sua
manifestazione inferiore, l’amore è quella forza che armonizza il funzionamento degli organi
e dà un impulso di vita. L’amore è la causa, la fonte della luce, del calore, della scienza, delle
conoscenze, dei buoni rapporti creativi fra gli uomini. E’ il motore degli impulsi della Natura
intera e di tutta l’umanità. Solo l’impulso dell’amore migliorerà il mondo. Non esiste una
malattia che non possa essere guarita da esso, ma si deve crederlo. Se non credete a questo è il
medico che verrà a curarvi. Vi aiuterà temporaneamente e probabilmente, tre o cinque mesi
più tardi, avrete di nuovo bisogno di lui.
Se Dio vi ama e voi Lo amate, vi guarirà immediatamente.
L’amore divino si manifesta attraverso l’aria, l’acqua, la luce, le piante, gli animali, ma anche
attraverso gli esseri umani, gli Angeli, gli Arcangeli, i Principati, le Virtù, le Potenze, le
Dominazioni, i Troni, i Cherubini e i Serafini.

176
L’amore guarisce tutte le malattie poiché aumenta le vibrazioni dell’organismo, ciò che lo
rende capace di resistere alle influenze esteriori, alle entità nefaste, agli attacchi dei micro-
organismi. Le malattie sono delle entità viventi che vi aiutano a comprendere i vostri difetti, i
vostri torti, le vostre insufficienze, ma simultaneamente esse diminuiscono l’intensità
vibratoria dei vostri organi. Allora, bisogna sapere come dialogare con esse.
Quando l’uomo è smagnetizzato, perde la propria energia vitale e cade facilmente ammalato.
Ogni smagnetizzazione provoca delle lacerazioni in certe parti del corpo eterico dove sfugge
una parte dell’energia vitale. Se si riesce a chiudere rapidamente tali lacerazioni, l’uomo
guarisce. Ogni parola che proviene dall’amore agisce come un condotto che chiude la minima
mancanza del sistema nervoso.
E’ detto nelle Scritture che colui che è debole di fegato deve mangiare del cavolo ed io vi dico
che colui che ha la salute debole deve amare! La legge è la seguente: l’amore fa scomparire
tutte le debolezze, tutte le insufficienze, tutte le malattie, è una corrente cosmica che passa e
circola attraverso tutti gli esseri viventi. Se voi soffrite di reumatismi, di febbre o altre
malattie, iniziate ad amare qualcuno. Meglio manifesterete il vostro amore più velocemente
guarirete.
Se avete male allo stomaco o al ventre, amate gli esseri umani e guarirete.Se avete il mal di
testa, amate Dio. Ogni malattia proviene dalla trasgressione delle leggi del mondo fisico,
spirituale o divino. Gli esseri umani sono conduttori di energie della Natura che regolarizzano
lo stomaco e tutto il sistema digestivo. Gli angeli sono dei conduttori delle energie della
Natura che regolarizzano il sistema respiratorio. Attraverso il mondo divino arrivano delle
energie che regolarizzano tutto il sistema nervoso. Amate dunque gli uomini, gli angeli e Dio
affinché il vostro sistema digestivo, respiratorio e nervoso siano in perfetto stato.
Se volete ristabilire la vostra salute, meditate sull’amore dei minerali, delle piante, sull’amore
delle stelle e dei sistemi planetari. Meditate sull’amore degli spiriti luminosi e infine
sull’amore degli esseri umani. Meditate sull’argomento del vostro amore e sul risultato che
può produrre sulle piante, gli animali e gli uomini.
Avete male al piede sinistro e più esattamente all’alluce? Iniziate a pensare ad esso come ad
un essere individuale, ad amarlo e il dolore scomparirà. Le parti del corpo che voi non amate,
soffrono. Iniziate ad amarle! I dolori negli organi mostrano una mancanza d’amore. Amate il
vostro corpo e tutte le sue parti per preservarle dalle malattie.
Il primo lavoro di una persona malata è di rivolgersi a Dio e di pregarlo di indicargli un buon
metodo di guarigione, che Dio gli indichi quello che può aiutarlo a guarire.
Se noi lavoriamo per Lui, il Signore ci dà tutto ciò che desideriamo anche prima di
domandarlo.
I metodi di guarigione spirituale danno dei risultati, ma coloro che fanno appello ad essi
passano inizialmente attraverso più crisi successive.
Allora, se vi trovate davanti a una malattia o una sofferenza, non vi precipitate a chiamare il
medico, né filosofeggiate troppo, ma dirigete il vostro pensiero verso Dio, verso la vostra
intuizione e da là riceverete tutti i consigli su cosa fare, come procedere. Non abbiate paura
delle malattie, esse sono spesso dei privilegi che vi fanno diventare grandi.
Un malato che rifiuta la visita di un medico, di sua madre e del suo prossimo, ma che nella
sua solitiduine si rivolge al Signore e Gli promette di compiere la Sua Volontà divina, se è
pronto a sacrificare tutto a Dio, egli si trasforma interiormente. La sua salute inizierà a
ristabilirsi. Se egli è pronto a compiere la Volontà divina senza esitazione, egli guarirà. Se egli
dubita e retrocede davanti alle sue promesse, partirà per l’altro mondo.

176
Per guarire, pregate sinceramente! Una preghiera potente diretta verso Dio è in grado di
eliminare ogni malattia.
Il discepolo ordinario, per curarsi, può scegliere i metodi che vuole ma il discepolo avanzato
deve essere capace di guarire attraverso la forza della sua preghiera e del pensiero.
Rivolgetevi al Signore attraverso la preghiera una, due, tre, quattro volte e vi invierà quello di
cui avete bisogno. Dirà al sole di soddisfare i vostri bisogni. Se siete malati, guarirete.
Nel caso di malattia grave, rivolgetevi a Dio attraverso una preghiera sincera, ardente e dite:
“Signore, in questa ora difficile, aiutami a liberarmi dal male, affinché possa servirTi nella
gioia. Voglio consacrare la mia vita al servizio dell’Amore e a compiere la Tua Volontà!”
Ogni risposta alla vostra preghiera mostrerà che siete legato a Dio. La preghiera aiuta
solamente se avete lavorato nel campo del Signore e allora Dio lavorerà anche per voi.
Se il vostro cuore è puro, se le vostre parole sono impregnate delle più alte vibrazioni, le
vostre preghiere si eleveranno al di sopra dell’atmosfera terrestre e perverranno a loro
destinazione, vale a dire “da Dio”.

1. Preghiere
Quando pregate, richiamate nel vostro mentale l’immagine di Dio.
Preghiere per la guarigione del prossimo:
III.
IV. Prima preghiera
“In nome Tuo, Signore, Dio onnipresente e infinitamente buono, parla al Tuo servitore,
guariscilo attraverso di noi, Tuoi servitori, per la Gloria del Tuo Nome.
Noi ti ringraziamo di averci ascoltato. Tu solo sei il Nostro Signore, non abbiamo nessun altro
al di fuori di Te.
Tu Signore, Tu sei Colui che sempre guarisce e la Tua guarigione apporta la salute all’anima e
al corpo. Ristabilisci l’azione simultanea dell’intelletto e dell’anima, dell’anima e del corpo.
Dirigi gli slanci del suo cuore verso il bene e le forze del suo corpo per un lavoro benefico.
Che il nostro fratello (o la nostra sorella) che soffre riceva la Tua misericordia affinché noi
possiamo tutti insieme gioire attraverso la presenza della Tua forza. Amen!”
Questa preghiera deve essere recitata ogni mercoledì, sabato e domenica dalle 7 alle 9 del
mattino.

Seconda preghiera:
“Signore delle Potenze, Tu che sei il nostro rifugio di generazione in generazione,
glorifichiamo la Tua clemenza nei secoli dei secoli. Tu hai dato potere ai Tuoi Eletti poiché la
Tua mano è forte e potente per accordare il perdono a coloro che Ti conoscono attraverso il
Tuo Nome. Signore, rivolgi il Tuo sguardo verso il fratello (o la sorella) sofferente, e
accordale la Tua attenzione per sostenerlo nelle sue sofferenze. Noi crediamo alle Tue parole
quando Tu hai detto: “Invocami ed Io ti risponderò, poiché Io sono il Tuo Signore che
sostiene la tua destra e Io te lo dico: non lamentarti, Io ti aiuterò. Non lamentarti di niente
perché Io ti ho scelto, Io ti ho chiamato attraverso il tuo nome. Tu non sei solo, quando tu
passerai attraverso l’acqua, Io sarò con te, quando tu passerai attraverso il fuoco, tu non
brucerari e la sua fiamma non ti colpirà; nella tua impotenza, non aver paura perché Io sarò
con te!”
E ora, ascolta la nostra preghiera, Signore, riversa su lui (o lei) la tua grazia illimitata!
Amen!”

176
V. Preghiera per la propria guarigione:
“Signore, Tu che sei la fonte della Vita, inviami la Tua forza vivente, il Tuo spirito, affinché
essi guariscano il mio spirito, la mia anima, il mio intelletto, il mio cuore, la mia volontà e il
mio corpo. Che io sia guarito di tutte le malattie psichiche o fisiche, di tutte le sofferenze.
Fammi dono della salute, della forza e della vita e accordami le virtù e le qualità affinché io
possa vivere, apprendere e servirTi. Amen!”
Oltre alle preghiere date, ognuno può rivolgersi e pregare il Signore con le proprie parole.
Il più grande medico è in voi. Quando avete una malattia dite: “Voglio vivere, ho molto lavoro
da compiere: Non ho fatto grandi cose fino ad oggi, bisogna che io viva per finire il mio
lavoro e poi partirò!” E’ così che si deve parlare agli esseri superiori ed essi vi aiuteranno, non
vi licenzieranno. Il salmista dice anche: “Signore, non mi abbandonare nel mezzo della mia
esistenza! Accordami del tempo per comprendere la Tua legge e meritare la Tua benedizione,
per riparare i miei smarrimenti e i miei vizi e vivere fino a quando si deve per la Tua gloria!”
Se voi siete tristi, malati o perturbati, pronunciate spesso la parola Aum, anche se non ne
comprendete il senso. Aum è una parola che appartiene al mondo dello spirito, il vostro spirito
la comprenderà e questo è sufficiente. In un momento di prove, di difficoltà, di sofferenza,
ripetete: “Fir, Fur, Fen, Tao Bi Aumen” o ancora: “Senza paura e senza tenebre, con la vita e
la luce, avanti nell’Amore infinito.”
L’amore guarisce le malattie più incurabili. Se soffrite di reumatismi, scaldate dell’acqua,
lavatevi i piedi, le gambe, l’ano e dite: “In nome dell’Amore divino, che il reumatismo mi
lasci per sempre!” Facendo appello all’amore, ogni malattia, ogni difficoltà scompare. Esse vi
sono date come delle condizioni per sviluppare la vostra concentrazione e per stabilire dei
legami fra l’anima umana e Dio.
Non abbiate mai paura quando vi assale una malattia! Ponete le vostre mani sulla parte malata
e dite: “E’ la Vita eterna conoscere Te, l’Unico, il vero Dio e il Cristo che Tu ci hai mandato.”
Se voi pronunciate come si deve la parola Lubov (amore in bulgaro) voi potete guarire. Per
esempio, voi soffrite di reumatismi alle gambe. Con una grande fede e speranza, rivolgetevi
all’Onnipotente nel vostro foro interiore e dite: “Dio è Amore e nell’Amore le malattie non
esistono.” Dopo aver ripetuto due o tre volte questa formula, i vostri dolori scompariranno e
ritroverete il vostro benessere come mai prima. Non aspettatevi un aiuto dall’esterno poiché
non farete che risolvere i vostri problemi in una maniera meccanica e temporanea.
2. Formule per la guarigione
A titolo d’esempio ecco alcune formule che potete utilizzare in caso di malattie o di problemi.
1. “Signore, io spero in Te,aiutami, vieni in mio soccorso. Io prometto di servirtTi, di
consacrarTi la mia vita per sempre!”
2. “Signore, io Ti consacro tutta la mia vita, lavorerò per Te.Lasciami sulla terra per servirTi.”
3. “Io che servo il Signore, voglio che il mio corpo sia sano perché appartiene al Signore.
Deve essere puro e sano poiché è una cellula del Grande Universo.”
4. “Io credo in Dio al di fuori di me e credo in Dio dentro di me. Io e mio Padre siamo Uno.”
5. “Dio è Amore, Dio è Luce, Dio è Vita. Che il Suo Nome sia benedetto oggi e sempre, nei
secoli dei secoli.”
6. “Dio è Amore, Dio è Vita, Amore Santo, Amore Santissimo.”
7. “Ponete la vostra mano sinistra sulla parte sinistra della vostra testa e dite con fede:
“Signore, per la Tua gloria, riversa l’olio della Santità e della Vita nelle mie cellule perché io
possa servirTi con gioia e allegrezza.”
8. “Signore, impregna di purezza il mio corpo, la mia anima e il mio spirito.”

176
Se una grande contrarietà vi irrita, prendete l’indice della vostra mano sinistra con le tre prime
dita della mano destra. Il medio e il pollice della mano sinistra si riuniscono. Nello stesso
tempo pronunciate le formule: “Attraverso l’Amore di Dio tutto è possibile!” (tre volte),
“Attraverso l’Amore divino che si manifesta nel cuore umano, tutto è possibile!” (tre volte).
Per praticare la guarigione spirituale e la guarigione mistica, innanzitutto perdonate a tutti,
vedete delle buone qualità in ogni persona, amate gli esseri umani e inviate loro il vostro
amore, pregate Dio di inviare loro le Sue benedizioni. Così voi conoscerete l’Amore di Dio
verso voi, sentirete la pace e la gioia nella sua pienezza.
Raccomandazioni per la pratica della guarigione mistica e della guarigione psichica.
1. Innanzitutto immaginate il sole, la luce. Immaginate che i raggi solari si riversino su di voi
come una doccia e voi siete immersi in un oceano di luce, di salute, di forza, di potenza, di
benedizione. Meditate sulla luce, sui raggi luminosi dell’arcobaleno.
2. Meditate sul perché di questa malattia, elevate il vostro pensiero verso Dio e pregateLo di
indicarvi le cause e le leggi che sono state trasgredite.
3. Recitate “La Buona Preghiera” (allegato 2).
4. La formula sacra del discepolo: “Signore Misericordioso e Santo, immensamente Buono,
manifestaTi nella luce del Tuo Volto, affinché io possa compiere la Tua Volontà!”
Le formule si pronunciano interiormente, l’anima colma di venerazione. Questa guarigione è
possibile solamente a colui che è arrivato a una grande purezza e santità di spirito.
“In nome del mio Maestro che mi ha indicato il cammino verso Dio, attraverso il suo Nome
sacro, voi dovete uscire da (tale organo malato), io devo servire Dio, andate via!” Precisate il
luogo doloroso o l’organo malato. Se la malattia è generalizzata in tutto il corpo dite:
“Lasciate il mio corpo!” Pronunciando queste parole, passate tre volte di seguito con la vostra
mano destra sulla parte malata dall’alto in basso, poi portate la mano verso la bocca. Tenetela
davanti e espirate simultaneamente. Ripetete la formula passando tre volte.
Colui che crede avrà una buona salute. La fede è il legame fra Dio e l’anima umana.
Il fervore della fede è una forza crescente continua che, ingrandendo, si trasforma in
conoscenza. Attraverso la fede, l’uomo guarisce tutte le malattie.
Per pulire tutti i residui del vostro organismo e liberarvi dell’acidità che corrode, concentrate
il vostro pensiero su Dio.
Per essere guarito attraverso Dio, abbiate piena fiducia e fede assoluta in Lui. Rivolgendovi a
Dio, non lasciate alcun spazio al dubbio, poiché le minime esitazioni possono impedire la
vostra guarigione. Deponete il vostro amore e la vostra fede nella Causa primaria che è
all’origine di tutto e non pensate a niente altro. Dopo aver pregato Dio, dite: “Alzati e
cammina!” La fede guarisce!
Avete per esempio male alle gambe? Parlate al vostro reumatismo. “Io vi dò sette giorni per
lasciare le mie gambe” e niente altro. Dite questo e dimenticate il reumatismo. Se scompare,
voi avete la forza della fede, altrimenti la vostra fede è debole. Il Cristo dice: “Tutto ciò che
voi domandate nel Mio Nome vi sarà accordato.”Io credo nella potenza della fede che
guarisce tutte le malattie. Durante questa esperienza, non prendete alcun medicamento o
rimedio esteriore. Abbiate fiducia assoluta nella vostra fede, che sia il vostro punto
d’appoggio.Da essa dipende la vostra salute, ma anche lo sviluppo del vostro intelletto, lo
stato del vostro cuore. Dalla vostra fede dipende anche la vostra posizione nella società e
anche il vostro avvenire.
E’ la natura che guarisce, non gli uomini. Non è del tutto giusto dire che la guarigione arriva
attraverso la preghiera; quando prega l’uomo è solamente un assistente. Il Cristo che conosce

176
la legge ha detto: “che ti sia dato secondo la tua fede!” Il fattore principale è dunque la forza
della fede, non esiste una malattia che la fede non possa vincere.
Dopo aver ritrovato la vostra salute, non abbiate troppa fretta di raccontare a tutti come siete
guarito; rispettate un certo tempo di silenzio. Applicate questa regola per altre persone che
siete riusciti a guarire, altrimenti è possibile che la malattia ritorni.
Tutti i ciechi non possono ritrovare la vista, né tutti gli handicappati i loro movimenti. Solo
coloro che sono puri nei loro pensieri e nei loro desideri, che sono liberi dai legami del
passato ritrovano la loro vista o camminano di nuovo.
Se la persona che desiderate guarire attraverso un mezzo spirituale non è legata al mondo
causale, non potete guarirla. Per ottenere dei risultati, è la fede che conta. I bambini che non
hanno ancora sviluppato la fede guariscono attraverso il magnetismo dei loro genitori: la
madre può guarire la figlia, il padre il figlio.
Fino a quando il malato dubita, mette delle barriere sul cammino della sua guarigione. Se
smette di dubitare, la malattia scomparirà. La legge è la seguente:l’uomo è sostenuto
dall’oggetto del suo pensiero. Se non lo ricerca costantemente perde la sua forza. Quello in
cui crede esercita una forza sull’uomo.
Supponiamo che un reumatismo appaia sulla vostra spalla o sulla vostra gamba, che cosa
farete? Se avete compreso i nuovi metodi, vi rivolgerete a Dio con gratitudine. Questo
reumatismo vi è stato inviato per istruirvi su qualcosa. Allora benedite Dio, i santi, gli angeli,
gli uomini di buona volontà e legandovi a loro, non vi renderete nemmeno conto di come il
reumatismo è scomparso. Ciascuno deve aspirare all’unità del proprio spirito con
l’Intelligenza cosmica come metodo di lavoro su sé, ma anche come metodo di guarigione.
Qualsiasi sia la vostra malattia, è sufficiente di ristabilire questa unità per farvi alzare dal letto
in buona salute e ben disposto. Le forze superiori dello spirito si dirigono allora verso voi e
iniziano ad agire sul vostro organismo fino a provocare una trasformazione grazie alla quale
tutte le energie convergono nella stessa direzione, verso l’alto. In quel momento, gli elementi
estranei all’origine di questa malattia scompariranno immediatamente come scompare la
polvere sulla superficie del tamburo al primo colpo. Per un uomo legato allo spirito divino, è
sufficiente di porre la propria mano sulla testa di un malato per guarirlo e farlo alzare dal
letto.
Sebbene le parole delle Sante Scritture non siano viventi, il loro contenuto risveglia nel corpo
umano delle energie vivificanti.Trasformate queste energie in vita e la malattia guarirà. In
buona disposizione di spirito e con amore, ponete la vostra mano sulla testa del malato e
osservate come questo atto si riflette sul suo stato.
Colui che cade malato, ma compie la Volontà divina non ha bisogno di medicine. Se è
all’unisono con le leggi divine, dirigerà il suo pensiero verso tutti gli uomini buoni e generosi
sulla superficie della terra, verso gli spiriti luminosi in cielo, che ricevono il suo pensiero e
accorrono in suo soccorso.
Il corpo umano sofferente può essere guarito attraverso la verità. Fino a quando non si ama la
verità,il corpo fisico non può essere in buona salute. Quando l’uomo inizia ad amare la verità,
ristabilisce la salute del suo corpo che allora acquisisce un profumo specifico. Nel più
profondo della sua anima, se egli decide di amare la verità e se esclude assolutamente la
menzogna da sé, qualsiasi sia la malattia, guarirà.
Voi avete dei dolori, per esempio alla pancia. Al vostro posto ecco cosa farei: preparerei un
buon piatto, inviterei un povero e lo nutrirei bene. Durante questo periodo, non mangerei ma
osserverei e pregherei interiormente. Si può fare anche appello a un bambino o a qualche
buon mangiatore; ciò che conta, è nutrire bene qualcuno. Fino ad oggi, non ho conosciuto

176
nessuno che abbia nutrito gli altri per guarire il suo male al ventre. Quando avete un
raffreddore, fate un minimo bene ad un uomo sfortunato che incontrate e osserverete
l’evoluzione del vostro raffreddore. Agite nello stesso modo per il mal di testa e il mal di
stomaco. I pensieri luminosi, i sentimenti elevati regolarizzano il sistema nervoso, sanguigno,
respiratorio e digestivo.

VI. 12. Guarigione attraverso le piante*


VII. *Nota: I nomi latini delle piante e delle piante medicinali indicati da un asterisco
appaiono nell’allegato 3.

Esistono delle piante capaci di guarire anche le malattie incurabili più pericolose. Colui che
non conosce queste piante soffrirà. E’ per questo che si dice che l’ignoranza è causa di
sofferenze. Studiate le piante e le loro proprietà terapeutiche! Certe possono sostituire anche
dei grandissini chirurghi, è sufficiente di conoscerle e di sapere come utilizzarle. Studiate la
loro forza magica!
Le piante nascondono una forza gigantesca nelle loro foglie, le loro radici e i loro fiori. Voi
potete servirvene per guarire, ma, se non le conoscete, esse possono involontariamente
causarvi dei malori. Così se voi sudate e vi distendete vicino alle radici di una pianta o di un
albero, per esempio, un albero di noci, poiché esso ama l’acqua, assorbirà l’umidità, ma, nello
stesso tempo, anche il succo della vita. E’ per questo che non dovete addormetarvi mai
all’ombra fitta degli alberi. Preferite l’ombra leggera, inframmezzata dalla luce.
Raccogliete le piante medicinali molto presto al mattino durante il mese di maggio e giugno,
in giornate soleggiate. Poi fatele seccare, ponetele in boccali di vetro ben chiusi. Esponeteli al
sole, per un po’ di tempo, ancora aperti. Delle volte una piccolissima pianta o un piccolo fiore
possono sostituire i più grandi medici.
In caso di tosse, prendete dell’achillea*, preparate un infuso e bevetelo. In estate, tutti
dovrebbero raccogliere l’achillea bianca e gialla per averla a disposizione. Se non riuscite a
guarire attraverso la volontà, bevete questa tisana. Raccogliete anche la genziana blu*. Queste
piante sono magnetiche e apportano molti benefici. Raccogliete anche del timo e del serpillo*,
le foglie verdi delle fragole dei boschi* così come la camomilla (piccola)*. Sono delle piante
benefiche. Così potete crearvi tutta una farmacia di flaconi ben chiusi. Non teneteli in un
luogo umido. Per ringiovanire, è sufficiente bere degli infusi di tossilaggine*, sapendo in
quale giorno dell’anno raccoglierla. E’ al momento della fioritura o no? Secondo me, il
momento è ben scelto quando le piante sono al massimo della loro forza, quando la
tossilaggine è felice e contenta di donare. Colui che raccoglie le piante le raccoglierà molto
presto al mattino, al levare del sole, con un cielo senza alcuna nuvola. Alla minima nuvola, il
rimedio si guasta. Se tutte le condizioni vengono rispettate per la raccolta, le piante
racchiuderanno le più grandi proprietà curative.
Se conosceste l’arte della raccolta, avvicinandovi alle piante, provereste della gioia e sareste
in uno stato vibratorio armonioso. Sono d’accordo che è difficile trovare un giorno ideale in
cui tutte le condizioni siano presenti per una buona raccolta, ma in ogni caso non raccogliete
le piante in giornate cupe o brumose. Verrà un giorno in cui questa conoscenza sarà a vostra
portata. L’acquisirete soltanto attraverso la via dell’amore, l’amore che penetra tutto l’essere
umano e lo abita, vale a dire l’Amore divino. Questa qualità d’amore può rinnovare l’umanità.
Se avete male allo stomaco, bevete degli infusi di achillea. Contro la tosse, fate delle tisane
con la genziana blu.

176
Se uno dei miei amici passa dei momenti difficili e soffre, gli raccomando di prendere un
pizzico di fiori di assenzio*, di farli bollire cinque minuti nell’acqua e di bere la tisana senza
zucchero, per dieci giorni di seguito, in ragione di una tazza da caffè al giorno. Il suo stato
migliorerà del 75%.
Contro le infiammazioni della bocca, preparate un infuso di foglie di noce* e prima di
inghiottirlo fatelo circolare un momento intorno alle gengive.
Ricordate che tutti i fiori a cinque petali hanno delle proprietà lassative. Il numero cinque
indica certe proprietà.
I vostri capelli ritroveranno il loro colore se per un anno mangerete delle ortiche*.
Se siete indisposti, prendete sulla punta di un coltello della cenere di legno di acero*.
Mettetela in un bicchiere d’acqua, aspettate che la cenere si depositi e bevete l’acqua. L’uomo
può guarire legandosi alle forze magiche dei fiori, delle piante, dei frutti, degli alberi e delle
loro radici.
In ogni giardino raccomando di piantare l’aglio, la cipolla e il prezzemolo. Sono delle piante
molto benefiche.
I loro fiori possiedono una grande forza terapeutica. Si raccomanda all’anemico di coltivare
dei fiori rossi. La loro forza tonifica il sistema nervoso. Il garofano guarisce anche le malattie
nervose. Se qualcuno dubita deve coltivare dei fiori blu. Grazie alle loro qualità e virtù, la
rosa, lo zafferano, il bucaneve, la dalia e gli altri fiori guariscono differenti tipi di malattie e,
di conseguenza, favoriscono lo sviluppo delle qualità e virtù corrispondenti.
Per essere in buona salute, coltivate dei fiori sia in vasi, sia nel terreno e occupatevi di essi. Si
raccomanda anche di coltivare degli alberi da frutto e delle verdure e di studiarle per
approfittare delle loro forze nascoste. Se avete un giardino a disposizione, potete sbarazzarvi
dei vostri stati negativi coltivando vari fiori così come degli alberi da frutto e delle verdure.
Contro l’anemia si raccomanda di coltivare le ciliegie e, per rinforzare il fegato, di avere del
cavolo nel proprio orto. Sono dei mezzi esteriori che rafforzano le energie e le armonizzano.
I profumi e le sostanze aromatiche dei fiori, specialmente del garofano, possono essere
utilizzate come rimedi ma in quantità precise. Il profumo delle rose e dei garofani deve essere
respirato da lontano. Se i vostri occhi sono indeboliti dalle inquietudini e preoccupazioni,
guardate dei fiori gialli.
In estate camminate a piedi nudi sull’erba e sulle pietre.

13. Guarigione attraverso il magnetismo

Esiste una scuola di magnetismo che insegna a guarire attraverso l’imposizione delle mani.
All’inizio questo trattamento provoca delle crisi e ci si può aggravare, ma, dopo qualche
tempo, si produce un miglioramento seguito di nuovo da una crisi più debole. Poi avviene un
grande miglioramento, poi una crisi finale prima della guarigione completa della malattia che
regredisce.

Quando il medico cura una malattia attraverso il magnetismo, deve innanzitutto essere forte
lui stesso, ben disposto, non permettere allo stato del paziente di influenzarlo, né alla malattia
di assalirlo per non ammalarsi anche lui, poiché durante il trattamento il malato prende una
parte delle sue energie. Dopo le crisi, dei duelli appaiono nell’organismo malato per condurre
finalmente al risveglio della vita cosciente delle cellule. Dopo il ricevimento e l’integrazione
dei materiali costruttivi, le cellule rigenerate iniziano a saldare fra di loro le parti malate del
corpo.

176
Certi medici praticano l’imposizione delle mani come un metodo di regolarizzazione delle
energie. Per essere utilizzato efficacemente, questo metodo esige una purezza totale. I pensieri
e i sentimenti puri sono degli eccellenti conduttori delle forze viventi della Natura.
Di solito, gli ipnotizzatori della loggia nera fanno dei movimenti dall’alto in basso.
Contrariamente a questa pratica, il discepolo, stesso, deve esercitare dei movimenti bilaterali,
vale a dire a partire dal centro verso l’esterno. Ogni gesto ha il suo senso profondo e provoca
una reazione su voi e sugli altri.
Certi praticano la guarigione attraverso il magnetismo ma bisogna sapere che questo
trattamento comporta dei pericoli. Portando la guarigione al malato, il magnetizzatore può
anche comunicare qualcosa di se stesso che non è indispensabile e positivo per il paziente. Per
esempio, grazie al trattamento attraverso il magnetismo, una persona sofferente di un male
fisico ha eliminato la malattia, ma, nello stesso tempo, esso si è caricato di un difetto che non
aveva prima: esso ha perduto la propria fede, è diventato incredulo e sospettoso.
Quando ponete le vostre mani sulla testa di una persona, dovete essere coscienti se gli
prendete o gli donate qualcosa. Nel primo caso, dovete sapere se quello che ricevete è
vantaggioso o no. E se donate, l’altro ha bisogno di ciò che gli date?
Per utilizzare al meglio il processo di donare e di ricevere e attribuire ad esso un senso,
pensate innanzitutto a ringraziare. L’energia di colui che dona e di colui che prende è una
energia divina. Bisogna apprezzarla come tale e non sciuparla invano. La Natura è una
centrale d’energie grandiosa, essa tiene una contabilità esatta del modo in cui sorvegliare i
risultati e la loro utilizzazione.
Una persona perde conoscenza quando il suo doppio eterico ha lasciato il suo corpo fisico. Per
far ritornare il doppio eterico,fate qualche massaggio sulla sua colonna vertebrale.
Se vi impegnate a trattare qualcuno, siate continuamente in preghiera, legatevi agli spiriti
luminosi e a Dio! A questa condizione solamente, può avvenire la guarigione.
Ciascuno può trasformare una cattiva disposizione in una buona in cinque minuti. E’
sufficiente che un buon magnetizzatore passi la propria mano sulla parte sinistra del corpo di
una persona per migliorare il suo stato. Se, per contro, il magnetizzatore passa la sua mano
sulla parte destra del corpo, è possibile che una buona disposizione si cambi in cattiva. Per
poter suggerire un’idea a qualcuno, le vostre parole devono contenere della forza. Solo
l’uomo avveduto può servirsi della suggestione e dell’ipnotismo poiché conosce la forza delle
parole e dei gesti, così come il momento in cui può servirsene, ma anche la responsabilità che
si accolla.
Se la parte destra di una persona è carica di elettricità positiva, essa deve andare da un amico
la cui parte sinistra sia carica di elettricità negativa al fine che le due energie si neutralizzino.
L’uno pone la propria mano sinistra sul lato destro dell’altro che pone la mano destra sulla
parte sinistra della testa del suo amico. Senza che essi se ne rendano conto, il loro stato
migliorerà. Questa trasformazione è anche possibile con il solo contatto delle mani. In caso di
forte eccitazione e di squilibrio a livello del plesso solare, il movimento più naturale è di porre
il palmo della mano destra sul proprio plesso solare e la mano sinistra alla vita, palmo
all’esterno. In questa posizione delle mani, il sistema nervoso si calma. Il palmo della mano
destra è conduttore d'energia negativa, vale a dire di una energia che pacifica e il dorso della
mano è conduttore d’energia positiva, vale a dire d’energia stimolante. Queste due correnti
elettriche convergono nello stesso punto e calmano l’uomo.
Con tutta la vostra buona disposizione, tutto il vostro amore, ponete la vostra mano sulla testa
di un malato e osservate gli effetti sul suo stato. Il vostro amore e la vostra benevolenza
diventano così una forza potente e vivificante.

176
Vorrei che la vostra volontà fosse tale che mettendo la vostra mano su una piaga, riusciste a
guarirla in 20 minuti. Un uomo dotato di una forte volontà è capace di farlo.Perché? Perché sa
concentrare il prana dell’aria e dirigerlo verso la piaga.
Se un uomo grosso soffre nell’addome, può fare appello ad un amico magro ma in buona
salute e domandargli di porre la sua mano sul suo plesso solare da cinque a dieci minuti. Così
il male scomparirà. Per contro se una persona magra soffre di mal di testa, deve cercare una
persona grassa ma in buona salute e domandare ad essa di porre le sue mani sulle sue tempie
dai due lati della fronte, così i suoi mali di testa scompariranno. E’ così che gli uomini
possono guarirsi.
Se siete in collera, il rimedio consiste nel trovare un amico passivo vale a dire carico di
energia contraria alla vostra. Chiedetegli di porre la sua mano sinistra sulla parte destra della
vostra testa, egli constaterà che poco dopo tempo, l’eccesso d’energia è passato nella sua
mano e la vostra tensione è scomparsa. Se vi massaggiano la colonna vertebrale tutti i giorni,
qualsiasi sia il male che abbiate, esso scomparirà. Ciò mostra che certi punti del vostro corpo
contengono dell’energia vitale nascosta in grado di guarire le parti malate. E’ sufficiente
stimolarla perché si manifesti immediatamente e eserciti un’azione benefica. Per esempio, se
volete calmare il dolore di una persona che si è fatta molto male cadendo, massaggiatele la
colonna vertebrale.
Se avete male al ventre, copritelo con le vostre mani per quattro, cinque minuti e il male sarà
annientato. Conformemente alla legge, la mano sinistra conduce la corrente cosmica
dell’amore e la mano destra la corrente cosmica della saggezza, della conoscenza. Insieme
esse ristabiliscono l’armonia.
Supponiamo che qualcuno vi abbia fatto andare in collera, il vostro equilibrio è rotto. Fate
allora il seguente esercizio: alzate lentamente le vostra braccia, passandole davanti al corpo
fino a sopra la testa. Poi, iniziate a scenderle di nuovo sempre molto lentamente attorno alla
testa poi davanti sfiorando leggermente il corpo; nello stesso tempo immaginate una specie di
doccia magnetica che si riversi su di voi. Alla fine, scuotete le mani verso il basso. Ripetete
l’esercizio al massimo tre volte.
In caso d’indisposizione, ponete la mano sinistra sotto gli occhi in maniera da toccare il naso.
Poi, scivolatela lentamente passandola sotto la bocca verso il mento. Ripetete questo
movimento tre volte di seguito, poi passate l’indice della mano destra sul naso, ugualmente tre
volte. Effettuate questi esercizi con concentrazione.
Ecco un esercizio contro lo squilibrio del fegato: ponete la mano destra sul ventre, palmo
verso l’interno e la mano sinistra intorno alla vita palmo verso il corpo. Fate passare
mentalmente le energie solari verso il centro della terra e lanciate un appello interiore a Colui
che apporta l’armonia in noi. Per comprendere in quale stato si trova il fegato, osservate il
colore del viso, la luce degli occhi, il loro stato e la loro vivacità. Lo sguardo non deve essere
vago, ma posato, stabile.
Quando siete indisposti con la mano destra prendete le dita della mano sinistra una dopo
l’altra: dapprima il pollice, poi l’indice, il medio, l’anulare e il mignolo. Concentratevi e
osservate i cambiamenti che si producono in voi.
Le vostre dita sono delle antenne attraverso le quali comunicate con il mondo spirituale. Il
pollice rappresenta il divino nell’uomo. Deve essere mobile. In caso d’indisposizione o di
malattia, nuovete il vostro pollice. Per rendersi conto della forza nascosta in esso, fate il
seguente esercizio: accarezzate leggermente la parte posteriore del pollice, cominciate dalla
base della terza falange, risalite, poi scendete di nuovo passando attraverso l’interno verso il

176
Monte di Venere e osservate se il vostro malessere scompare. Ripetete questo movimento più
volte.
Fate anche la seguente esperienza: immergete il vostro medio precedentemente ben lavato
nell’acqua pura affinché questa assorba le energie che emana. Se bevete quest’acqua, il vostro
stato migliorerà. Sono dei rimedi singolari disposti nel fondo dell’essere umano. Per ristabilire
la propria salute, l’uomo deve tirare le dita delle proprie mani più volte al giorno cominciando
dal pollice. Se il malato è grave, deve tirare tutte le dita delle proprie mani e piedi.
Procedendo con questa manipolazione più volte al giorno con concentrazione, può guarire
completamente in dieci giorni. Per lo meno migliorerà il proprio stato.
Dopo una malattia l’energia diminuisce. In questo caso, fate dei leggeri massaggi tirando il
lobo dell’orecchio verso il basso e massaggiate l’osso situato dietro. Quando il vostro spirito è
disturbato, questo massaggio è sempre benefico.
In caso di nevrastenia o di disturbi dello spirito, andate a passeggiare in un bosco. Scegliete
un grande albero, una quercia, un olmo o un pino sul quale appoggerete il vostro dorso il
volto rivolto verso l’est, la testa leggermente inclinata contro l’albero. Ponete il palmo della
mano destra sul petto e la mano sinistra sulla schiena, palmo contro l’albero. Dopo una
piccola meditazione, iniziate a pensare all’influenza che l’albero esercita su di voi e osservate
quale cambiamento si produce in voi dopo, cinque, dieci, quindici minuti. Questo esercizio
durerà al massimo un’ora. Attingendo certe forze dell’albero, il vostro stato migliorerà grazie
allo scambio fra il vostro magnetismo e quello dell’albero. Si deve ripetere questa esperienza
più volte. E’ un metodo naturale che si praticava nei tempi antichi.
Si consiglia di sedersi su delle grandi pietre a mezzogiorno, quando sono colme di sole.
L’energia solare che esse hanno accumulato è molto benefica. Restate allungati sulle pietre
una o due ore al massimo. I luoghi coperti da grandi pietre a forma arrotondata sono molto
benefici per la salute poiché distendendosi sulle pietre l'uomo le magnetizza. Bisogna evitare
le pietre a forma angolare poiché le forze magnetiche sfuggono attraverso gli angoli. Le pietre
sono particolarmente benefiche in settembre.

14. Guarigione attraverso i metalli nobili e attraverso le pietre preziose

Le pietre preziose e i metalli nobili sono molto benefici per il benessere e la salute.
L’influenza più potente è quella dell’oro poiché esso contiene una forza magnetica.
L’oro è il simbolo dello spirito, della luce solare condensata.
L’oro possiede una intelligenza, non l’oro stesso ma i “Maestri dell’oro”. Se voi li amate, il
loro cuore si aprirà e vi daranno ciò che possiedono. Bisogna solamente conoscerli!
L’oro è l’energia solare cristallizzata che gli Indù chiamano prana e da essa dipende la salute.
Il prana è contenuto nel sole che lo espande in grande quantità nella Natura, particolarmente
al mattino. Per questo si raccomanda di uscire presto al sorgere del sole per attingere il
massimo del prana.
L’oro è il miglior conduttore della vita, del prana, dell’energia vitale. Colui che possiede
molto oro nel proprio sangue gioisce dell’abbondanza della vita. Se l’organismo umano
manca d’oro, l’uomo è spesso malato. La scienza iniziatica dispone di formule per mezzo
delle quali si può attirare l’oro. In quanto conduttori di calore e di elettricità, l’oro e l’argento
possono essere utilizzati come dei mezzi terapeutici. Date un grammo d’oro puro a un uomo
sofferente e vedrete che la sua indisposizione cesserà. Lo stesso accade con l’argento, purifica
come la luna. Attraverso l’argento, si possono fare uscire tutte le impurità, mentre l’oro
apporta la vita. L’oro è l’emblema stesso della vita.

176
Immergete un grammo d’oro grezzo in un flacone contenente dieci centiletri di acqua di fonte,
chiudete il flacone e esponetelo al sole per qualche giorno. Quando vi sentite male, prendete
dieci gocce di quest’acqua. Se voi siete malati, bevete quest’acqua. In generale, qualsiasi cosa
vi accada, trattate i vostri problemi con quest’acqua.
In caso di malattia, prendete una moneta in oro, lavatela bene e mettetela in un bicchiere
d’acqua. Lasciatela temprare uno o due giorni. Berne ogni giorno un cucchiaio.
Ogni uomo possiede in se stesso una certa quantità d’oro. La sua ricchezza esteriore può
diventare proporzionale alla quantità d’oro contenuta nel suo sangue.
La nevrastenia può essere guarita attraverso l’oro. Si lascia temprare una moneta d’oro
nell’acqua pura per qualche ora, le particelle microscopiche si depositano nell’acqua
diventano curative e calmano i nervi. Portare dei gioielli non è privo di senso. Vi consiglio di
portare sempre su di voi una moneta d’oro.
Anche l’argento guarisce. Se voi sentite un dolore, prendete dell’argento puro. Lasciatelo
temprare per 24 ore e poi bevete quest’acqua.
Parlandovi delle qualità dell’oro, io intendo l’oro primordiale apparso con i primi raggi della
Luce divina che è passata dapprima attraverso il Sole vero, poi attraverso il Sole nero, poi
attraverso il nostro sole da dove è arrivata sulla terra. E’ quell’oro che possiede le quattro
qualità preziose del sole attraverso le quali è passato. E’ portatore della vita. Una persona che
entra in contatto con l’oro passato attraverso il Sole nero è in grado di uccidere qualcuno,
mentre colui che conduce una vita buona e sana può aspirare ad entrare in contatto con l’oro
che ha subito le quattro trasformazioni. Questa persona conosce e comprende le qualità
dell’oro e le utilizza per le sue creazioni e le sue opere grandiose. L’uomo che acquisisce un
tale oro ne conosce tutti i benefici e può introdurlo nel proprio organismo.
Nell’avvenire per fabbricare le proprie alleanze l’uomo sarà capace di estrarre l’oro dal suo
sangue. Realizzare per il proprio benamato un anello in oro estratto dal proprio sangue è il
vero matrimonio, ideale!
Le pietre preziose sono portatrici della vita. Se un malato porta un diamante egli guarirà.
Come le pietre preziose i metalli nobili apportano la vita, è per questo che vi raccomando di
portarli su di voi, almeno un anello in oro o altri oggetti che servono da conduttori della vita.
Gli uomini ricchi amano l’oro ma non sanno utilizzarlo come si deve, li tengono nelle loro
casseforti e ne diventano degli schiavi.
Le pietre preziose scompongono la luce in una maniera specifica, capace di guarirvi. Ma
bisogna sapere che non sono del tutto benefiche. Esse non esercitano un effetto terapeutico su
tutti. Certe pietre emettono delle vibrazioni in disaccordo con quelle di una persona e possono
anche produrre degli stati disarmonioci. E' bene portare degli anelli in oro guarniti di pietre
preziose ma occorre sapere quali!
La pietra preziosa riflette la luce in una maniera specifica molto differente da una pietra
ordinaria, dal ghiaccio o dal vetro. Per esempio, la luce riflessa da una pietra preziosa diretta
verso una piaga può guarirla. Un uomo saggio dotato di una grande intelligenza riflette la luce
del sole in una maniera particolare e può guarire le malattie attraverso la sua luce. Un uomo
ordinario riflette la luce debolmente, è per questo che non può né aiutare se stesso né aiutare il
proprio prossimo.
La pietra preziosa è portatrice di una forma di vita specifica che esercita un’azione curativa.
E’ sufficiente di sapere come legarsi alle sue energie. Le pietre preziose come le pietre
ordinarie, possono ammalarsi e perdere le loro proprietà e il loro stato. Esse guariscono
quando sono portate da persone buone, sane e ben disposte.
Le pietre preziose, gli amuleti, i talismani proteggono dalle cattive influenze astrali.

176
Una potenza grandiosa è nascosta nelle pietre preziose. Si raccomanda a ognuno di avere un
anello con una pietra preziosa, di metterlo successivamente ad ogni dito pronunciando ogni
mattino la formula: “Voglio dare via libera al divino in me, diventare nobile, giusto, vibrare
musicalmente aspirare alla bellezza e comportarmi con benevolenza verso gli altri.”

15. Altri metodi

In caso di raffreddore o di tosse, la respirazione diventa più difficile a causa della contrazione
dei capillari. Per ristabilirne il buon funzionamento, il malato deve massaggiarsi con dell’olio
d’oliva o della canfora.
Se avete preso freddo, fatevi massaggiare la schiena per migliorare la circolazione sanguigna,
dilatare i capillari e ristabilire il buon stato dell’organismo.
In caso di cattiva disposizione di spirito, disegnate 100 linee verticali parallele e la vostra
indisposizione scomparirà. Mantenendo una distanza uguale fra di esse, vi adattate allo stesso
tempo ad una vita sensata conforme alle leggi della Natura intelligente.
Un violino che è passato fra le mani di un grande virtuoso diventa curativo. Si distingue per le
sue vibrazioni superiori, per i suoi suoni armoniosi. E’ sufficiente che un malato lo tocchi
perché egli guarisca immediatamente.
Le persone nervose dovrebbero fare delle escursioni in montagna poiché queste agiscono
come un trasformatore di energie e, così possono rimediare agli eccessi del sistema nervoso.
E’ bene anche praticare degli esercizi di ginnastica, di ascoltare o fare della musica, non bere
acqua fredda e mangiare poco.
Essere punti da due api può aiutare a curare il reumatismi ma un centinaio di punture provoca
la morte!
Per rinforzare la vostra vista, uscite fra mezzanotte e l’una del mattino quando la notte è
stellata e guardate il cielo. Si raccomanda anche di uscire nelle notti molto cupe e piovose e di
restare così all’aria aperta per un’ora circa. In questo modo gli occhi fanno uno sforzo e il
sangue vi affluisce. Questo metodo è buono anche per temprare il sistema nervoso, a
condizione di non aver paura della notte!
In caso di nervosismo, respirate profondamente e dopo l’espirazione, contate da 1 a 100. Se
l’irritazione persiste, riprendete l’esercizio e contate fino a 200 e anche fino a 300. E’ un
metodo per la regolarizzazione delle energie. Potete anche bere un bicchiere di acqua
caldissima, a piccoli sorsi. Poiché la collera sviluppa il calore, la si deve trattare per
similitudine: il calore, bevendo, per esempio, acqua calda.
Se siete disturbati, depressi, ponete la vostra mano sulla fronte, concentratevi per dieci muniti
e il vostro stato cambierà. In momenti simili, scrivete delle cifre, tracciate delle linee diritte,
disegnate. Tracciate un triangolo, coloratelo in rosso, un altro in blu, un altro in verde e
vedrete che il vostro stato migliorerà in qualche minuto. Avete dell’acredine per qualcosa,
siete malcontento, irritato? Andate nella foresta e gridate forte agli alberi, alle pietre! Forse
dopo riderete del vostro comportamento, ma almeno sarete ossigenati ed ozonizzati. Attingete
l’energia della Natura!
Volete introdurre della dolcezza nel vostro comportamento? Per un anno, tutti i giorni,
mattino, mezzogiorno e sera, accarezzate il palmo delle vostre mani. Per acquisire più
fermezza, coraggio, durezza, nello stesso modo accarezzate il dorso della mano.

16. Per i bambini

176
Dalla materia pura o impura di cui dispone la madre, dipenderà il bambino santo o criminale
che metterà al mondo. Nel processo di concepimento di un bambino, il divino non assiste, egli
è ancora a un processo inferiore. Il divino interviene più tardi, dopo la nascita, quando il
bambino si differenzia come materia e come spirito. Fino a quando è solamente materia, non
ha niente di superiore.
Perché l’uomo muore? Perché non è stato creato in accordo con le leggi della Natura. Quando
una casa si distrugge? Quando non è stata costruita in conformità alle regole tecniche della
costruzione. Così, se il bambino è concepito in condizioni sfavorevoli, non vivrà a lungo. La
prima influenza per l’uomo viene da sua madre e suo padre. Dal momento che il bambino è
nel suo seno, la madre lo influenza attraverso i suoi pensieri, sentimenti e atti. Il bambino nel
divenire dipende soprattutto dalla vita spirituale della madre. La nutrizione utilizzata dalla
donna incinta non è meno importante per lo sviluppo del bambino di quella data dopo la
nascita.
Una madre che vuole mettere al mondo un bambino buono, intelligente e sano deve
continuamente avere nel proprio spirito l’idea di desiderarlo così e tale e quale verrà al
mondo. Dalla madre dipende come saranno i suoi figli. Tutte le donne che vogliono diventare
madri, avere un bambino servitore di Dio, non devono ammettere alcun sentimento cattivo nel
proprio cuore, alcun pensiero negativo nel proprio intelletto, nessuna tentazione nella propria
anima, nessun atto distruttore.
Durante la gravidanza, la donna diventa estremamente impressionabile e, perciò, tutto si
registra sul suo bambino. Sapendo questo essa eviterà di incontrare delle persone con
problemi, portatori di difetti fisici o psichici.
L’uomo e la donna che vivono nell’amore e la purezza mettono al mondo dei bambini sani,
pieni d’energia e di amore.
Durante la gravidanza la donna manterrà nel proprio spirito e cuore dei desideri e dei pensieri
puri allo scopo di non inquinare il sangue del proprio bambino. Se ella gli trasmette del
sangue impuro, il bambino ne porterà le conseguenze per tutta la vita. Ci si domanda poi
perché tale bambino è malato e pallido! I vizi dei genitori si trasmettono al bambino
attraverso il sangue. Finché si vive in questo mondo, non si può sfuggire alle condizioni
propizie alla trasmissione dei difetti.
Durante la gravidanza la futura madre dovrà scegliere molto bene la propria nutrizione e
mangiare in una buona dispozione di spirito. E' ella che insegnerà al proprio bambino ancora
nell'utero come nutrirsi nell'avvenire. La nutrizione crea l'uomo, essa lo può far diventare
grande ma anche degradare. D’altra parte, la donna incinta non deve accettare di mangiare in
cattive condizioni!E’ molto benefico che si eserciti nella respirazione profonda, pensieri e
sentimenti positivi. Poiché la donna incinta è molto impressionabile, sensibile ed ha una
grande immaginazione, è necessario che essa ed anche le persone vicine a essa vivano in
armonia e nelle migliori condizioni al fine che le immagini create, le occupazioni e le
emozioni espresse siano le migliori possibili. Per questo la donna incinta farà delle camminate
al mattino, soprattuto al sorgere del sole per contemplare le belle immagini dell’alba, o nei
giardini fioriti e profumati, nei frutteti e i campi. In ogni caso dove la vita è molto presente e
in evoluzione apporterà dei benefici.
Per la donna incinta, la purezza sia fisica che interiore è una condizione essenziale. Dove
troverà la più grande purezza? Nella Natura, presso le sorgenti, i ruscelli, i fiumi, i laghi. Le
acque cristalline esprimono la vita nella sua più grande purezza. Le serate stellate, calme,
gradevoli sono anche delle immagini irreprensibili per la futura madre.

176
La più grande disgrazia per le donne contemporanee è l’aborto. La statistica mostra che nel
1905 a New York vi sono stati 100000 aborti. Se vuole essere cristiano, all’essere umano non
è permesso di abortire i bambini che arrivano nel proprio intelletto, nelle proprie viscere e nel
proprio cuore. Vi viene un buon pensiero, una buona intenzione e voi dite: “Io lo eliminerò!”
voi lo respingete, ma poi vi ammalate!” E’ più grave abortire un pensiero buono che di averne
dei negativi.
I cattivi pensieri che vi tormentano oggi sono i bambini, i pensieri e i desideri abortiti nel
passato. Ora, frenano le vostre iniziative e la vostra prosperità. Per questo, nell’avvenire, non
abortite e pregate il Signore di perdonarvi per il cattivo uso dei vostri buoni pensieri e
desideri, per la distruzione di tutti i vostri bambini.
Le donne che vogliono liberarsi della loro gravidanza ignorano che la violenza fisica che esse
si infliggono apporta anche delle conseguenze sul piano spirituale. L’aborto è dieci volte più
pericoloso che la messa al mondo di un bambino. La Natura è intelligente e ricompensa ogni
donna. Ogni volta che essa mette al mondo un bambino, essa si rigenera, diventa più
intelligente. Quella che abortisce perde le energie del cuore e le forze fisiche.
Dopo la nascita, il legame interiore fra il bambino e la madre continua, sebbene in un altro
modo. Un bambino che non è stato portato in braccio e nutrito al seno perde qualcosa di
essenziale e di prezioso. Fra il doppio eterico della madre e quello del bambino esiste un
legame molto forte. Per questo fino all’età di 14 anni la madre e il bambino devono vivere
insieme.
Il latte della madre così come il succhiare sono di una grande importanza per il bambino, non
solamente nella qualità e la quantità di latte, ma nella forza magnetica che scaturisce dal seno
sinistro e dal seno destro della madre al momento dell’allattamento. Il risultato non è uguale
se è un’altra donna a nutrirlo. La madre che dona il seno al proprio figlio deve essere nelle
migliori disposizioni e soprattutto non in collera.
Il bambino che non è stato allattato dalla madre non può diventare un vero uomo, né un genio,
né un santo. Quando la madre nutre al seno il proprio figlio, almeno per un anno, essa deve
condurre una vita pura senza permettere alcun pensiero negativo. Niente deve interrompere la
sua pace interiore e la sua calma, poiché arrabbiandosi più volte al giorno essa può avvelenare
il bambino con il suo latte in poche ore. Il latte materno contiene delle forze e delle energie
intelligenti che non si trovano in alcun altra nutrizione.
A condizione che la madre sia in buona salute, più a lungo il bambino resterà nutrito al seno,
meglio sarà. I bambini che sono stati nutriti al seno uno, due o anche tre anni avranno una
salute migliore e la buona salute rende l’uomo buono.
Ogni madre deve sapere come guarire il proprio figlio e come dargli i primi soccorsi. In caso
di febbre o di problemi digestivi, dategli subito dell’olio di ricino, poi fategli bere qualche
tazza di acqua calda e poi dategli un brodo di patate senza grassi. E’ questa la prima cosa da
fare per ogni malato. Voi chiederete perché bisogna bere acqua calda, è semplice: la
nutrizione lascia dei grassi e residui sulle pareti dello stomaco che impediscono la buona
digestione, l’acqua calda li scioglie e regolarizza il processo digestivo.
Se il bambino è anemico, dategli delle pere e dei cetrioli. Se è un po’ duro di carattere, dategli
delle mele. Se gli mancano le qualità di nobiltà dategli delle ciliegie. Assicurate al vostro
bambino una nutrizione fresca, composta principalmente da frutta. Nell’avvenire l’educazione
dei bambini avrà come primo obiettivo di controllare bene lo stato del sistema digestivo. Un
sistema digestivo in buona salute assicura la normalità del sistema cerebrale. Se i due sistemi
sono in buona salute, anche il sistema respiratorio funziona bene. Questi sono i tre principali

176
sistemi che regolarizzano i pensieri e i sentimenti umani. Se funzionano correttamente,
l’uomo è capace di dare una buona espressione ai suoi pensieri e ai suoi sentimenti.
Un bambino nutrito con il pane cotto nella brace ha delle possibilità migliori di divenire un
essere eccezionale che un bambino nutrito con cioccolata, dolci e altre leccornie.
Ai bambini che sono spesso malati, fate delle frizioni dietro le orecchie dove si trova il centro
della vitalità. Questi massaggi danno più morbidezza e resistenza all’organismo.
Se un bambino è malato a lungo, la prima cosa da fare dopo la guarigione è di lavarlo bene,
cambiare tutti i vestiti e di bruciare quelli vecchi utilizzati durante la malattia. Non date mai
dei vestiti impregnati di stati negativi e malattie ai bambini poveri, devono essere bruciati.
Date ai poveri dei vestiti nuovi.
Date a una persona dei chicchi di grano secco da mangiare e vedrete la sua trasformazione.
Una madre può applicare lo stesso metodo per uno o due giorni e fino a una settimana se il
suo bambino è disubbediente.
Se un bambino è capriccioso, difficile, testardo, la madre deve dargli due noci. Il numero due
è magnetico. Se il bambino è di temperamento instabile, dategli tre noci o tre mele poiché il
numero tre riposa sulla legge dell’equilibrio. Una grande quantità di noci può provocare degli
effetti indesiderabili poiché contengono troppo iodio. Se volete che il bambino sviluppi il
senso dell’equità, dategli quattro noci. Per lo sviluppo dei sentimenti in generale dategli
cinque noci, per il senso religioso, sette noci. Sette noci anche per una intelligenza critica e
filosofica. Non date mai più di nove noci a un bambino.
VIII.
IX. IV. PRESCRIZIONI PER MALATTIE CONCRETE

Nota: La descrizione dettagliata dei cataplasmi, compresse e altre preparazioni e metodi è


riportata nell’Allegato 1. I nomi latini delle piante e delle erbe medicinali, indicati con un
asterisco sono indicati nell’Allegato 3.

1. Debolezza nervosa e nevrastenia

Da cosa proviene la nevrastenia? Da una vita anormale, lontano dalla Natura, distaccata dalla
Fonte divina. Quando perde il legame con il divino, l’uomo diventa nevrastenico. In generale,
quando ci si priva di qualcosa d’essenziale, si diventa nevrastenici. E’ grave privare l’anima
del suo nutrimento, che è l’amore. Questa verità è conosciuta da tutti.
Di conseguenza, quando l’uomo è privato dell’essenziale della vita, il suo sistema nervoso
vacilla ed è disturbato. Quale è il rimedio contro questo male? Solo l’Amore divino è in grado
di guarire la nevrastenia. Quando l’Amore divino pervade il malato questi guarisce
istantaneamente. “Ama il tuo prossimo” è una legge per prolungare la vita. L’essere amati e
amare prolunga la vostra vita.
L’acqua regolarizza il sistema nervoso. In caso di sensibilità acuta, fate bollire dell’acqua e
bevetela molto calda, un cucchiaio dopo l’altro. Fate questo tre volte al giorno: mattino,
mezzogiorno e sera. La carenza d’acqua nell’organismo rende l’uomo nervoso e secco. Egli
inizia ad irritarsi, diventa tagliente ed è pronto a offendersi e discutere con tutti. Così squilibra
la propria pace interiore e commette degli errori. Come si può agire contro il nervosismo?
Con l’acqua calda. Prendete una tazza d’acqua calda, precedentemente bollita, bevetene un
cucchiaio dopo l’altro e osserverete che dopo qualche cucchiaio, inizierete a calmarvi.
Lasciandovi trasportare dalla collera, disperderete molta energia. Economizzate l’energia del
vostro organismo, trasformatela in lavoro e guadagnerete qualcosa di molto prezioso.

176
Ecco alcune raccomandazioni:
1. Al mattino, in estate, riempite un secchio o una bacinella d’acqua e esponetela al sole fino
alle 13,00. Poi versate lentamente quest’acqua sul corpo. Questo bagno è raccomandato sia
ai malati che a coloro che stanno bene. I malati possono farlo due volte al giorno.

2. Tre volte alla settimana: alla sera, con l’aiuto di un asciugamano bagnato nell’acqua calda,
lavate le seguenti parti del corpo: il dorso al livello della vita, il ventre, l’ano e la parte
superiore delle cosce, ma, per provocare una reazione, mantenete asciutta la parte al di
sopra del ginocchio fino a 25 cm. Questo bagno rinforza la circolazione sanguigna e attiva
le forze dell’organismo.

3. Ogni sera fate un bagno caldo ai piedi (Allegato 1-C).

4. Praticare quotidianamente la respirazione profonda. Al mattino, a mezzogiorno e alla sera,


fare ogni volta sei respirazioni e aumentarle fino a nove. I malati nel sistema nervoso
devono cercare di trattenere l’aria il più a lungo possibile: da 15 a 60 e fino a 90 secondi.

5. Mangiare una nutrizione vegetariana.

6. Mangiare una gran quantità di mele. Esse contengono un’energia che elimina la debolezza
nervosa e il mal di testa.

7. Al mattino, a mezzogiorno e alla sera prima dei pasti, bere a piccoli sorsi due bicchieri
d’acqua calda.

8. A mezzogiorno mangiare fave fresche e rape (navone), grattugiate con un po’ di limone e
olio d’oliva.

9. Bollire dell’acqua di mais preparata nel seguente modo: portare ad ebollizione 1 litro e ¾
d’acqua, fare cuocere 1 kg. di mais e lasciare evaporare in modo da conservare solo un
litro d’acqua di mais. Bere quest’acqua in tre volte, nel corso della giornata. Iniziare di
nuovo il giorno successivo e continuare per qualche giorno.

10. Si raccomanda di mangiare delle carote e dei peperoni.

11. Ogni mattino fare degli esercizi di ginnastica.

12. Molto presto, ogni mattina prima del sorgere del sole e fino ad un’ora dopo, fare delle
passeggiate, poiché in quel momento le energie solari sono assai benefiche per il sistema
nervoso.

13. Fare delle gite e anche soggiornare in montagna poiché le montagne rinnovano e
guariscono il sistema nervoso.

14. Avere pensieri divini significa pensare che, qualsiasi cosa accada, tutto è per il bene e non
perdere il proprio equilibrio interiore, qualsiasi sia il problema. Il lavoro con il pensiero

176
ristabilisce l’unità e l’armonia fra il corpo eterico e il corpo fisico. Lo squilibrio fra questi
due corpi è la causa di molte malattie.

15. Mangiare una nutrizione facile da digerire e masticarla bene.

Se il vostro stato d’animo è perturbato e voi provate una certa depressione, vi raccomando la
seguente esperienza: camminate lungo un ruscello nel senso della corrente e vedrete che non
passerà mezz’ora che la vostra indisposizione scomparirà. Non camminate contro corrente,
ma nel senso della corrente. Se dovete ritornare alla fonte, prendete un altro cammino.
Quando siete depressi, avvicinatevi a un uomo buono. Prendete anche un buon libro filosofico
o scientifico, o quello di un moralista di primo rango. Leggete il libro e vedrete che la vostra
indisposizione scomparirà. Quando bisogna leggere? Non quando siete allegri, gioiosi, ma
quando siete tristi o disperati. E’ proprio in quel momento che il libro vi aiuterà.
Siete irritati, tormentati dai dubbi? Prendete un recipiente pieno d’acqua pura della migliore
qualità, versate l’acqua sulla parte superiore del vostro braccio sinistro. Poi asciugatevi
leggermente, lasciando un po’ di umidità. Un minuto dopo fate di nuovo l’esercizio con il
braccio destro. Se il vostro stato non cambia, ripetete questo esercizio e versate l’acqua per
due minuti. Se non avete sempre dei risultati, prolungatelo fino a dieci minuti. Se siete
nervosi, irascibili, impazienti, toccate leggermente la punta del vostro naso. La paura provoca
qualche volta la febbre, ma essa anche la guarisce, per esempio gettando un secchio d’acqua
sulla persona senza avvertirla.
Qualche volta siete amareggiati, indisposti, nervosi, prendete qualcosa di dolce, come della
marmellata e spalmate le vostre labbra.
Poi passate lentamente e leggermente la vostra lingua sul labbro superiore poi sul labbro
inferiore. Certe persone estremamente sensibili provano una sensazione d’oppressione e
respirano con difficoltà prima degli uragani e delle piogge. Esse sentono una liberazione e un
sollievo quando scoppia la tempesta. In quei momenti, per cambiare stato e prima che il
tempo si guasti, esse devono bere dell’acqua bollente a piccoli sorsi.
Se qualcuno è talmente nervoso fino ad arrivare alle convulsioni e alla perdita della coscienza,
che inizi ad interessarsi a un argomento molto importante, per esempio scientifico o
umanitario, così occuperà il suo intelletto e cambierà il proprio stato.
Per cambiare lo stato di una persona malcontenta della propria vita al punto di volersi
suicidare, fate vedere a essa, attraverso l’immaginazione, come si impicca qualcuno e l’idea
del suicidio lo abbandonerà. Oppure acquistate un po’ di carne di maiale, cuocetela bene alla
griglia, aggiungete il sale, il pepe e un po’ di limone e dategliela da mangiare. Con la carne di
maiale guarisce la depressione. Se la persona è già vegetariana, potete utilizzare questo mezzo
in casi estremi. Nei momenti difficili, quando siete perturbati e non trovate sbocco a una
situazione imbarazzante e complicata, ogni giorno lavatevi e pettinatevi bene, poi fate cuocere
del riso e bevete l’acqua di cottura per una settimana: tre cucchiai al mattino, a mezzogiorno e
alla sera. La seconda settimana, preparate una minestra con 1 kg. di pisellini e tutti i giorni
prendetene dieci cucchiai al mattino, a mezzogiorno e alla sera. Dopo preparatevi del pane e
mangiatene ogni giorno fino a ritornare a una buona disposizione di spirito. E’ una nuova
igiene della vita. Durante tutto questo periodo, dal vostro risveglio, rivolgete il vostro
pensiero verso Dio. Fate qualche respirazione iniziando a inspirare con la narice sinistra (le
correnti della narice sinistra sono legate alla luna, che purifica), trattenete l’aria e espirate con
la narice destra. Poi inspirate con la narice destra, legata alla corrente solare, trattenete e
espirate con la sinistra, ecc… Fate questo esercizio tre volte al giorno prima dei pasti. Per la

176
nevrastenia e tutte le malattie nervose, durante i mesi di aprile, maggio e giugno, fate ogni
giorno delle passeggiate in montagna, esponendo al sole la schiena. Camminate da est ad
ovest, cominciando prima del sorgere del sole e continuando anche un po’ dopo. La
nevrastenia non è niente altro che il risultato del cattivo funzionamento dei vasi capillari.
Proviene da un grande accumulo d’elettricità nel sistema nervoso. L’eccesso esercita una
grande tensione sui nervi, da qui il nervosismo. E’ per questo che occorre “girare le chiavi”
del proprio sistema nervoso al fine di proteggerlo dall’elettricità esterna.
Quando il sistema nervoso simpatico è squilibrato, l’uomo ingrassa e l’obesità provoca altri
stati di malattia. Il sistema nervoso simpatico deve essere protetto dai residui che si
depositano sui suoi vasi. La nevrastenia proviene dal fatto che gli esseri umani hanno perduto
il metodo di vita naturale. Questo metodo è l’amore. Per guarirvi della nevrastenia non avete
bisogno di medici. Cercate in montagna una quercia tricentenaria e iniziate ad amarla. Girate
più volte attorno ad essa, poi appoggiatevi contro il suo tronco, la testa un po’ inclinata in
avanti e parlate ad essa così: “Signor professore, aiutatemi!” Meditate sul fatto che ha potuto
resistere a numerose e terribili tempeste, attraverso le quali è passata. E’ sufficiente
appoggiare la schiena da tre a quattro volte contro una grande quercia e la vostra
indisposizione scomparirà, come la neve al sole. Esistono degli alberi e delle piante che
vivono 500 anni, 1000 e anche 2000 anni. Tutte le piante vivono in miniatura nell’uomo.
Nell’organismo umano esistono delle foreste intere. Quando si preservano queste foreste,
tutto funziona bene: quando si sradicano, ci si ammala. Nell’uomo vi sono delle querce, dei
faggi, dei noccioli e molti altri ancora, ma che sono già scomparsi. Raccomando alle persone
nervose di appoggiarsi contro una quercia, di arrampicarsi su uno dei suoi rami e di restarvi
un’ora, oppure di stendersi su una bella roccia, liscia esposta al sole del sud. Tali rocce
contengono molta energia. Le pietre scaldate dal sole sono una benedizione. Se il vostro
spirito è perturbato, impegnatevi per piantare e occuparvi degli alberi da frutta così come dei
garofani e inchinatevi spesso verso di essi per respirare il loro profumo. Potete anche coltivare
dei gerani. Gli alberi e i fiori sono dei conduttori del mondo superiore, è per questo che nei
momenti difficili possono aiutarvi. Se siete arrabbiati, mangiate una mela, una pera o una
noce. Le discussioni e le liti fra gli uomini provengono dalla loro mancanza di ragionamento.
L’uomo deve imparare a pensare e in questo modo guarirà dalla collera. Nei momenti
d’indisposizione, bevete il succo di due o tre limoni dopo averlo zuccherato, poi il succo di
qualche arancia. Il succo dei limoni e delle arance dà una buona disposizione di spirito e
inoltre ristabilisce il buon stato dello stomaco.

2. Mal di testa

Le cause del mal di testa sono multiple, ma una delle principali è rappresentata dalle
inquietudini, le angosce e le contrarietà. Per guarirsi, occorre passare un certo tempo in
montangna. Durante il soggiorno, esponete la schiena ai raggi del sole nel momento del suo
sorgere e un po’ dopo. Chi ha mal di testa deve bere esclusivamente acqua calda, ogni sera
fare un bagno ai piedi con l’acqua molto calda (allegato 1-C) e lavare la parte dell’ano una
volta al giorno, sempre con l’acqua calda.
Bere delle tisane di foglie di fragole* , lasciate in infusione per 5 minuti.
In certi casi una persona che possiede un forte magnetismo può avvicinare le proprie mani
alle tempie del malato. Così si forma un campo magnetico che eliminerà l’eccesso d’energia
accumulata nella testa.

176
Per guarire il mal di testa o degli occhi, applicare sulle tempie una pasta di farina di grano
integrale lievitata, preparata appositamente come segue: utilizzare della farina integrale di
grano ricca di crusca, aggiungere del lievito da pane, diluito in acqua tiepida, mescolare fino
ad ottenere una pasta soffice. Lasciarla risposare, coperta con un telo vicino ad una fonte di
calore. Prima di applicare la pasta, trattate dapprima la parte malata con dell’olio d’oliva.
Tenere il cataplasma per dieci e quattordici ore, da tre a cinque volte per settimana secondo il
grado del male. Il lievito ha un’azione magnetica, è per questo che lo raccomando non solo
contro i mal di testa normali, ma anche nei casi di meningite. Se un bambino è colpito da
meningite, rasategli la testa; preparate una pasta lievitata e applicatela sulla parte superiore del
cranio e sulle tempie. Il bambino guarirà dopo diverse applicazioni di questo cataplasma.

3. Nevralgia del viso

1. Ogni sera prima di coricarsi, bagnare le gambe fino al ginocchio in una bacinella d’acqua
calda. Massaggiare nell’acqua calda le dita dei piedi una dopo l’altro. L’insieme
dell’operazione dura 5 minuti. Dopo il bagno, asciugare le gambe e infilare dei calzini di
cotone.

2. Poi con una spugna o un guanto imbevuto d’acqua calda, lavare la parte del corpo fra il
diaframma e le anche fino a 25 cm al di sopra delle ginocchia. Continuare lavando l’ano.
Il tempo di questa procedura è di dieci minuti. Deve essere praticato per dieci giorni di
seguito, smettere per cinque giorni e iniziare di nuovo per dieci giorni. Fare un bagno ai
piedi (allegato 1-C) ogni sera senza interruzione.

3. Ogni mattino al sorgere del sole, per 40 giorni, bere a piccoli sorsi una tazza d’acqua
fredda (150 g), di preferenza dell’acqua di fonte, o dell’acqua di rubinetto ma dopo averla
fatta sgorgare a lungo. Non utilizzare l’acqua che è stagnante, ma sempre dell’acqua pura,
vivente. Trattenete ogni sorso facendolo circolare bene in tutti gli angoli della bocca, per
un miglior assorbimento del prana contenuto nell’acqua.

4. Raccogliete della cenere calda di legno di quercia*, aggiungere dell’acqua per ottenere
una pasta non troppo liquida. Fare un cataplasma e applicarlo da 5 a 10 minuti sulla parte
malata del viso. Dopo aver tolto il cataplasma, trattare la parte con dell’olio di oliva puro.

5. Mangiate ogni mattina un uovo fresco, crudo, battuto con un po’ di zucchero. Mangiare
molte mele e pere.

Compresse da applicare contro il mal di testa e le nevralgie

Compresse di cotone imbevuto di acqua calda: prendere un panno di cotone spesso, bagnarlo
nell’acqua bollente. Mentre il cotone è ancora molto caldo ma a una temperatura sopportabile,
senza strizzarlo troppo, applicarlo sul viso fra una garza e, al disopra, un pezzo di tessuto di
lana spesso. Tenere il cotone sul viso da 3 a 4 minuti. Toglierlo, strizzarlo, immergerlo di
nuovo nell’acqua molto calda e ripetere l’operazione. Effettuare questo trattamento sei volte
di seguito, ogni sera. Queste compresse provocano una grande circolazione sanguigna nella
parte malata, ciò che favorisce la guarigione (Allegato 1-A). Durante l’applicazione delle
compresse, ponete sopra di esse le mani pronunciando le seguenti formule:

176
Prima applicazione: “Dio è nell’acqua calda e attraverso l’umidità di quest’acqua, ogni
malattia scompare. Poiché Dio è Uno e Dio risiede nella salute.”

Seconda applicazione: sempre le due mani sopra: “Il principio della dolcezza calmerà e
eleminerà la malattia. Ciò che è dolce ha la forza di togliere tutto ciò che è estraneo
all’organismo. Dio si manifesta nella forza di questa dolcezza.”

Terza applicazione: La forza risiede nel numero 3. Apporta la realizzazione nella salute!”

Quarta applicazione: “La salute arriverà anche attraverso il conflitto espresso dal numero 4.
L’acqua calda rende ciò possibile!”

Quinta applicazione: “Il successo è il numero 5. Il cinque è l’unità delle cinque virtù, delle
cinque forze: la forza della nobiltà, la forza della giustizia, la forza di tutte le conoscenze, la
forza di tutte le virtù e la forza dell’amore. Questa unità apporterà la salute.”

Sesta applicazione: “Sicuramente, io sarò in buona salute poiché il pensiero giusto, il


sentimento giusto, l’azione giusta esclude la malattia!” Se il suo stato lo permette, è
preferibile che il malato pronunci lui stesso le formule. Altrimenti la persona che lo cura e fa
le applicazioni le dirà, sia a voce alta sia interiormente, ma è ancora meglio se esse sono
pronunciate insieme dal guaritore e dal malato. Durante le applicazioni e la pronuncia delle
formule, concentratevi bene per fare agire il pensiero. Dopo le sei applicazioni di compresse,
spalmare la parte malata con l’olio d’oliva e coprirla accuratamente con un tessuto di lana per
conservare il calore. Fate questa operazione tre sere di seguito o più, se necessario, ma sempre
prima di andare a letto per evitare il raffreddamento. Rispettate la regola di non applicare mai
il giorno dopo il cotone utilizzato la sera precedente. Dopo l’uso, avvolgerlo bene e gettarlo
lontano dalla casa, poiché ha già assorbito delle vibrazioni della malattia. In un caso estremo,
se manca il cotone, lavarlo con il sapone nell’acqua bollente, esporlo al sole e utilizzarlo una
seconda volta. Ogni sera per una settimana, mezz’ora prima di andare a letto, il malato berrà
dell’acqua calda bollente in ragione di un cucchiaio ogni cinque minuti, in totale 30 cucchiai.

4. Insonnia

1. Andare a letto presto


2. Alla sera lavarsi i piedi nell’acqua calda prima di andare a letto
3. Legarsi con delle persone in buona salute perché la loro influenza è benefica
4. Mangiare una nutrizione vegetariana
5. Avere un punto di vista sereno su ogni cosa
6. Molto presto al mattino, a partire dalle 5, fare della ginnastica all’aria aperta.
7. Bere dell’acqua calda prima dei pasti del mattino, mezzogiorno e sera
8. Cantare il più possibile

Non siate in conflitto con nessuno, né con voi stessi, né con il vostro prossimo, né con i vostri
amici. Perché? Può essere giustamente quella sera che il Signore vi chiamerà e allora come gli
risponderete? Per dormire bene, pensate bene, pensate giusto. Non mantenete nel vostro

176
mentale dei pensieri inutili, secondari e nocivi. Mangiate presto e sempre alla stessa ora in
modo da dare un ritmo costante al processo della nutrizione. Oggi molte persone si lamentano
dell’insonnia o della difficoltà di addormentarsi. Una mezz’ora, un’ora anche due ore passano
fra l’andare a letto e l’addormentarsi. Ciò mostra che non si sono stancati abbastanza
fisicamente. In tal caso, bisogna alzarsi, frizionare il corpo con un asciugamano bagnato
nell’acqua calda, lavarsi i piedi nell’acqua calda e, senza asciugarsi, andare a letto e coprirsi
con la coperta. La persona avrà una sensazione gradevole e una volta ristabilito il movimento
del sangue, il sonno arriverà.

5. Infiammazione nasale

Prendere della camomilla*, farla bollire e lasciarla raffreddare. Procedere ai lavaggi del naso
attraverso l’ispirazione di questo decotto. Fare questo trattamento il mattino e la sera per dieci
giorni, smettere per dieci giorni e cominciare una nuova serie di dieci giorni. Ogni mattino il
malato berrà una tazzina da caffè d’infuso di camomilla senza zucchero.

6. Meningite

Rasare i capelli del malato. Fare una pasta di farina integrale al lievito naturale (Allegato 1-
A), metterla in un “cappello” preparato in precedenza per questo uso.Il cataplasma di pasta al
lievito possiede la proprietà di assorbire la febbre. Rimuovere il cataplasma ogni due o tre ore.

7.Ronzio alle orecchie

Il ronzio alle orecchie proviene spesso dalle preoccupazioni e le angosce che ostacolano la
circolazione sanguigna. Colui che ne soffre deve abbandonare le proprie inquietudini e bere
quotidianamente, per dieci giorni, sei tazze d’acqua bollente: due il mattino,due a
mezzogiorno e due alla sera, così come ogni mattino una tazzina da caffè di camomilla* senza
zucchero. Poi fermarsi dieci giorni e iniziare una nuova serie di dieci giorni e così di seguito
per 60 giorni.

8. Otite

Lavare le orecchie con un decotto di camomilla*. Al mattino, esporre al sole la colonna


vertebrale. L’infiammazione delle orecchie è un sintomo spesso legato alle preoccupazioni e
alle inquietudini. Il malato deve esporre al sole la schiena per una mezz’ora per 40 giorni.
Se c’è una infiammazione, spremere il succo di porri precedentemente cotti al forno e
introdurlo ancora caldo nell’orecchio, con un conta-gocce. Applicare poi un cataplasma di
pasta lievitata (Allegato 1-A)
Se qualcuno perde l’udito, deve pronunciare con convinzione e spesso: “Io inizio a sentire
sempre meglio” e il suo udito migliorerà realmente.

9. Infiammazione agli occhi

176
Tagliare le patate crude in lamelle sottili, applicarle sulle tempie e mantenerle con un
bendaggio. Le patate hanno la proprietà di togliere l’infiammazione agli occhi. Potete anche
sostiturie le patate con la pasta lievitata (Allegato 1-A).

Ogni sera, andando a letto, applicare una compressa preparata nel modo seguente: immergere
nell’acqua calda due pezzi di cotone spesso e coprirsi gli occhi, palpebre chiuse, fino al
raffreddamento delle compresse.

Lavare gli occhi con un decotto di camomilla*.

Fare cuocere dei frutti maturi di corniolo e berne l’acqua di cottura molto calda.

Al taglio della vite, recuperare la linfa che sgorga e conservarla in piccoli flaconi. Essa è
molto benefica. Metterne qualche goccia negli occhi.

10. Mal di gola

Contro il mal di gola, fare dei cataplasmi con il latte nel seguente modo: far bollire un litro di
latte e dopo averlo tolto dal fuoco, aggiungere un limone spremuto o dell’aceto per coagularlo
(Allegato 1-A). Ancora caldo, passarlo attraverso una garza e applicarlo sulla gola malata.
Avvolgere poi questo cataplasma con un telo impermeabile, poi avvolgerlo più volte con un
tessuto di lana e mantenerlo su tutta la gola con un bendaggio. La cosa più importante è di
realizzare questo bendaggio in modo da non permettere il passaggio dell’aria fredda per
preservare il più a lungo possibile il calore del patè al latte. Tenerlo fino al mattino. Come
principio deve restare dodici ore sulla parte malata. Ripetere questo più volte al giorno, se
necessario.

11. Tonsille

1. Se c’è l’infiammazione delle tonsille, fare un cataplasma di pasta lievitata sulla gola
(Allegato 1-A).

2. Mettere tre foglie di Sommacco* in 1/4 di litro d’acqua, portare a bollore, togliere dal
fuoco e bere una tazzina da caffè di questo infuso il mattino, a mezzogiorno e alla sera.

3. Se le tonsille sono infiammate applicare anche sulla gola un cataplasma al latte come
spiegato sopra. Tenerlo per una o due ore e applicare poi la pasta lievitata. Inoltre, fare dei
gargarismi con un decotto di camomilla*.

12. Orzaiolo

Contro l’orzaiolo, si raccomanda di applicare sull’occhio una compressa di fiori di camomilla.


Farli bollire qualche minuto nell’acqua, sgocciolarli un po’, metterli in un sacchetto di tela e
posare la compressa sull’occhio (Allegato 1-A). Coprire con una tela impermeabile poi un
tessuto di lana. Fare un bendaggio per preservare il più a lungo possibile il calore della
camomilla.

176
13.Infiammazione delle gengive

Fare degli sciacqui alle gengive con una tisana di camomilla.

14.Caduta dei capelli

Quattro volte al giorno, pettinare i capelli bagnati con dell’acqua tiepida. Massaggiare il cuoio
capelluto con un decotto di radici di bardana*. Per rinforzare i capelli, bere della tisana di
radici di ortica*. Si può anche riuscire a ridare ai capelli bianchi il loro colore naturale. I
capelli si rinforzano quando non ci si copre la testa da parecchio tempo.

15.Balbuzie

Abitualmente le persone che parlano troppo velocemente hanno tendenza a balbettare.


Occorre quindi prendere l’abitudine di parlare lentamente. Per smettere di balbettare, seguire i
seguenti consigli:

1. Fare un’inspirazione profonda prima di iniziare a parlare.

2. Praticare ogni giorno degli esercizi di respirazione.

3. Imparare a parlare molto lentamente.

4. Ogni sera, lavarsi i piedi nell’acqua calda, ma facendolo molto lentamente. Passare le
mani sui piedi massaggiando le dita dei piedi, le caviglie, i talloni e abituarsi così a fare
dei movimenti lenti.

5. Durante varie occupazioni: come sistemare la camera, fare il letto, sistemare i libri o degli
oggetti su una tavola, agire coscientemente con calma per imparare attraverso la volontà
ad eseguire dei movimenti lenti. Così colui che soffre di balbuzie utilizzerà la propria
volontà per pronunciare e articolare normalmente.

6. La madre deve parlare con il proprio bambino, che balbuzia, deve raccontargli delle belle
storie e parlargli dolcemente e lentamente. In genere il bambino deve vivere in mezzo alla
dolcezza e alla calma.

7. Insegnate al bambino che balbuzia a fare una inspirazione profonda, pronunciando allo
stesso tempo una parola, per esempio “dolcezza” (blagost in bulgaro). Deve fare questo
esercizio più volte.

8. Sempre inspirando, che pronunci un’altra volta la parola “pace”, anche più volte. Poi che
pronunci durante l’inspirazione le due parole “dolcezza” e “pace” o ancora “gioia” e
“luce”.

16. Paralisi

176
Si consiglia la lettura dei Salmi di Davide, se possibile, da parte del malato stesso. Sono anche
benefici dei bagni di sole sulla colonna vertebrale e le uscite all’aria aperta.

Raccomandazioni

1. Massaggiare la colonna vertebrale del malato dall’alto in basso con l’olio d’oliva.
2. Mattino, mezzogiorno e sera fare delle respirazioni profonde trattenendo l’aria il più a
lungo possibile per migliorare il funzionamento del sistema nervoso.
3. Bere dell’acqua calda.
4. Esporre la propria colonna vertebrale ai raggi solari molto presto al mattino, vestiti ma
con la testa all’ombra. La colonna vertebrale è un accumulatore di energia solare. I bagni
di sole iniziano a partire dalle 7 del mattino. La loro durata sarà di una mezz’ora all’inizio
e aumenterà progressivamente di giorno in giorno, fino ad un’ora e mezzo.
5. Seguire un regime alimentare vegetariano.
6. E’ preferibile restare nella calma e nel silenzio, evitare le preoccupazioni e gli argomenti
d’irritazione. Pregare, leggere i Vangeli, delle conferenze e dei libri che trattano degli
argomenti spirituali.
7. Sviluppare la propria fede.
8. Ogni sera fare un bagno caldo ai piedi (Allegato 1-C).
9. Tre volte alla settimana, lavare le pieghe dell’ano con l’acqua calda.

17. Malattie eruttive infantili

Raccomandazioni

1. Il bambino malato deve vivere al caldo, in una stanza ben riscaldata.


2. Far prendere dell’olio di ricino* per purgarlo.
3. Far bere ogni giorno a tre riprese tre tazze d’acqua calda.
4. Far mangiare principalmente delle patate cotte nell’acqua e qualche volta in minestra.
Niente pane, niente latticini.

18. Scarlattina

1. Bere da 4 a 5 tazze d’acqua calda di seguito per abbassare la febbre.


2. Non mangiate pane, né latticini, che fanno aumentare la febbre. Si raccomanda di non
mangiare che patate cotte nell’acqua.

19. Malattie psichiche

La possessione degli spiriti inferiori che eleggono domicilio nell’uomo è all’origine delle
malattie psichiche. Quando degli spiriti di questo genere si introducono nell’uomo, si produce
un cattivo funzionamento dell’intelletto e il pensiero inizia a deviare. Non si può chiamare ciò
follia, la follia non esiste. A causa di una sensibilità estremamente acuta, il malato riceve dei
pensieri da tutti i lati. Sente una cosa, poi un’altra ed è persuaso che tutto lo concerna. Le
cause di ciò sono varie. Una di esse è il disaccordo, il conflitto fra l’intelletto e il cuore, fra il
pensiero e i sentimenti. Si raccomanda al malato di passare l’autunno in montagna, in
altitudine. L’alta montagna rinforza, guarisce, tonifica il sistema nervoso. In estate, praticare

176
delle abluzioni con l’acqua esposta precedentemente al sole, mangiare dell’aglio schiacciato e
mescolato con l’olio d’oliva di prima pressione. Inoltre, ecco un metodo spirituale: sei o sette
persone si raggruppino per praticare insieme un digiuno di sette giorni. Possono mangiare un
pò solo la sera. Nessuno deve conoscere l’esistenza di questo gruppo, nemmeno il malato,
altrimenti si perde la forza. Un’armonia totale deve regnare in seno al gruppo che lavora
attraverso la meditazione, le preghiere, i canti e le formule per la guarigione del malato.

20. Epilessia

Si può spiegare l’apparizione dell’epilessia con la presenza degli spiriti inferiori e tenebrosi
che attaccano il malato e lo fanno cadere in catalessi. Durante le crisi, queste entità si nutrono
delle forze vitali del malato, del suo prana e in seguito lo lasciano. Gli stati catalettici si
ripetono quando gli spiriti ritornano. Per liberarsi dall’epilessia, si raccomandano le seguenti
pratiche:

1. Esercizi di respirazione profonda.


2. Lavare le pieghe dell’ano la sera e effettuare dei massaggi dal diaframma fino a 25 cm
sopra il ginocchio, per quattro mesi.
3. Bere esclusivamente dell’acqua calda.
4. Utilizzare solamente una nutrizione vegetale, non mangiare alimenti eccittanti. Prevedere
il riposo di sera molto presto e ogni giorno mangiare uno o due gocce d'aglio.
5. Ogni sera prima di andare a letto, fare un bagno caldo ai piedi (Allegato 1-C).
6. Ogni giorno, fare regolarmente delle piccole passeggiate.
7. I bambini malati d’epilessia guariranno dopo 40 giorni di massaggi con l’olio d’oliva
sull’ombelico, il plesso solare e un po’ al di sopra dell’ombelico.

21. Ascessi

1. Per attirare il pus, applicare sull’ascesso un impacco composto da un miscuglio di miele,


farina e acqua (Allegato 1-A).
2. Far cuocere della farina di mais nel latte e applicare l’impacco ottenuto sull’ascesso.
3. Ogni mattina esporsi ai primi raggi del sole. Poi applicare sul punto malato un pomodoro
tagliato e fare una bendatura.
4. Si possono anche praticare dei bagni di Sambuco*: far bollire 1 o 2 litri d’acqua di fiori di
sambuco e trattare la parte malata sia per immersione, sia localmente con del cotone
imbevuto di questo decotto tiepido.

22. Eczema

L’apparizione dell’eczema sulle mani e le braccia mostra che il sangue non è puro. Bisogna
purificarlo nel modo seguente:

176
1. per un certo tempo, consumare una nutrizione vegetale cruda: mele, pere, pomodori,
peperoni e altri, ma sempre crudi. Si raccomanda di mangiare del grano germogliato o
cotto, ma mai del pane. La nutrizione cruda purifica il sangue.
2. Fare una decotto molto forte con una gran quantità di foglie di Sommacco* cuocerlo a
lungo; versare il decotto in una bacinella e immergervi le mani per un po’. Per le gambe,
procedere nello stesso modo, ma utilizzare un recipiente profondo.
3. Mettere 3 o 4 foglie di Sommacco in ¼ di litro d’acqua; togliere dal fuoco al momento
dell’ebollizione, coprire la pentola e lasciare in infusione un istante. Bere una tazza da
caffè di questo infuso: mattino, mezzogiorno e sera.

23. Gozzo

Contro il gozzo, bere l’infuso di giovani foglie di noce, raccolte in primavera.

24. Macchie bianche sulle unghie

Le macchie bianche sulle unghie mostrano una tensione del sistema nervoso e che, a dispetto
della sua volontà, l’uomo è tormentato da qualcosa, il sistema nervoso e la circolazione
sanguigna non sono in buono stato. Queste macchie scompaiono quando la situazione si
ristabilisce.

1. Per un mese, si raccomanda di versare sul proprio corpo dell’acqua precedentemente


esposta al sole.
2. Esporsi al sorgere del sole, per un’ora o al massimo un’ora e mezzo, ma la testa all’ombra.

25. Sabbia e calcoli nella vescicola biliare

1. Utilizzare un decotto di foglie di salice bianco* così come per i calcoli renali (punto 30,
depositi renali). Far bollire in un litro d’acqua 60 foglie di salice bianco per 10 minuti.
Bere una tazza di questo preparato tre volte al giorno prima dei pasti per dieci giorni.
Smettere per una settimana e riprendere, se necessario, per un secondo periodo per dieci
giorni. Nei casi difficili da guarire, smettere di nuovo per dieci giorni poi ricominciare una
terza serie per dieci giorni.
2. Fare degli impacchi con cotone imbevuto d’acqua molto calda (Allegato 1-A)
3. L’addome deve essere sempre mantenuto al caldo. Perciò portare una pancera di lana.

26. Enuresi nei bambini

1. Esporre la colonna vertebrale del bambino al sole del mattino.


2. Mantenere il calore della pancia nel bambino.
3. Fare dei massaggi sulla schiena e specialmente nella colonna vertebrale.

27. Sciatica

La sciatica appare quando c’è contaddizione fra i pensieri e i sentimenti, quando le energie del
cervello e quelle del sistema simpatico nervoso, si affrontano. In questo caso si
raccomandano:

176
1. Degli impacchi di cotone imbevuto di acqua calda (Allegato 1-A).
2. Dei bagni di sole al mattino, soprattutto sulla colonna vertebrale.
3. Delle escursioni. Sollecitare tutto l’organismo con il movimento.

28. Reumatismi

1. Se avete il reumatismo al ginocchio, al mattino strofinare il ginocchio malato con un


pugno d'ortica e ripetere questo da quattro a dieci volte al giorno al massimo. Il
reumatismo scomparirà. E’ bene raccogliere da soli le ortiche, è anche un atto curativo.
Camminare fra le ortiche procura delle sensazioni particolari, differenti da quelle di
camminare fra le altre piante.

2. Fate degli impacchi di cotone imbevuto d’acqua calda sul punto del dolore (Allegato 1-A).

3. Le angurie hanno un’azione curativa. Quando è bel tempo esponete un’anguria ai raggi
del sole e poi mangiatela.

4. Al mattino, fate dei bagni di sole.

Se soffrite di reumatismo, scaldate dell’acqua, lavatevi i piedi, la regione dell’ano e dite: “In
nome dell’Amore divino, che il reumatismo mi lasci!” Contro il reumatismo, tagliate sette
teste di cipolla rossa e sminuzzatele bene aggiungendo 25 grammi di sale. Applicare il
cataplasma sul punto malato e mantenetelo da dieci a dodici ore. Sentirete un prurito. Al
mattino togliendo la cipolla, constaterete un miglioramento dello stato delle gambe o delle
braccia. Fate ancora due cataplasmi identici i giorni seguenti. Dapprima l’uomo deve
imparare a riflettere. Quando avete un reumatismo, dite ogni giorno: “Oggi va meglio”.
Ripetete spesso questa frase, anche migliaia di volte, ma non continuamente. Inoltre,
esponetevi al sole. Attraverso il dolore si impara la pazienza. Il reumatismo delle articolazioni
mostra che l’uomo ha accettato una vita inferiore ed è per questo che soffre. Ora scacciateli.
Siete voi il generale, fate obbedire i vostri soldati. Ordinate loro: “Mezzo passo, fuori!” Dite
questo una volta, due volte, mille volte, tutto l’anno se necessario e il reumatismo vi lascerà.
Io dico a tutti coloro che soffrono di reumatismi di cantare regolarmente: “Io ringiovanirò, io
guarirò!” qualsiasi sia il punto del reumatismo, alle gambe, alle spalle, alla schiena, cantate!
Se i dolori scompaiono, ciò mostra che avete cantato bene. Se è previso dal karma che la
vostra gamba divenga invalida per causa del reumatismo, che resti paralizzata, rivolgetevi a
Dio: “Signore, se tu mi liberi, cercherò di vivere bene. Non ripeterò gli errori commessi fino
viene accelerata nella parte malata, queste sostanze vengono eliminate. Si può anche provare
il metodo della traspirazione. In questo caso è necessario provocare il calore attraverso i
massaggi, dei movimenti o degli impacchi caldi sul punto malato e frizionare leggermente per
facilitare l’eliminazione delle sostanze estranee.

29. Albumina ed infiammazione dei reni

1. Bere più acqua calda.


2. Consumare una nutrizione leggera e digeribile.

176
3. Evitare in primo luogo la nutrizione acida, salata o speziata e poi la nutrizione ricca in
proteine. Mangiare preferibilmente la frutta: mele, pere, prugne cotte, ecc…Rinforzare la
propria fede e lavorare su di essa. Ogni giorno stabilire un legame con Dio, pregare,
leggere i Vangeli e le conferenze.
4. Bere tre volte al giorno una tazza di tè o decotto di foglie di salice bianco*: da 10 a 20
foglie di salice in un litro d’acqua, lasciare bollire da dieci a quindici minuti, togliere le
foglie e bere la tisana in due giorni. Dopo averla bevuta per dieci giorni di seguito,
smettere per dieci giorni e, se necessario, ricominciare il trattamento ancora per dieci
giorni. In casi gravi, ricominciare ancora una terza volta, dopo un riposo di dieci giorni.

30. Depositi renali

Secondo la natura dei depositi renali, evitare di mangiare gli spinaci. Tutti i giorni, fare degli
esercizi di respirazione. Mangiare molta frutta e bere almeno due litri di acqua calda al
giorno. Preparare un decotto di 50-60 foglie di salice bianco*, farle bollire in un litro d’acqua
da 10 a 15 minuti. Prenderne una tazza (circa 1 ½) al mattino e alla sera, o solamente il
mattino e la sera. Il salice bianco aiuta ad eliminare la renella dai reni come nella vescicola
biliare. Preparare un decotto nuovo ogni due giorni. Dopo averne bevuti 5 litri (un mezzo litro
al giorno), smettere 15-20 giorni, poi ricominciare di nuovo.

31. Orecchioni

1. Applicare sul punto malato un cataplasma di olive spezzate e mantenerlo tutta la notte
(Allegato 1-A).
2. Fare dei bagni di sole sul punto malato, coprendo il resto della testa.

32. Dilatazione del fegato

Bere dei decotti di cicoria selvatica*. Utilizzare la pianta intera: radice, stelo e foglie. Il fegato
si ammala quando i sentimenti dell’uomo sono positivi e negativi. Questa alternanza trascina
il cambiamento delle correnti elettromagnetiche, ciò che è nocivo per il fegato.
Le malattie di fegato e della vescicola biliare risultano da una iperattività dei sentimenti
inferiori un eccesso di emozioni non armoniose e distruttrici. Nelle malattie della vescicola
biliare, gli alimenti acidi sono molto benefici, soprattutto i limoni. Evitare gli alimenti grassi e
pesanti. Se possibile fare riposare il fegato con una alimentazione leggera. Se il vostro fegato
non funziona correttamente, se non state bene, ecco un rimedio che vi sarà utile: tagliate un
pezzo di limone e mettetelo in bocca. Osservate l’effetto prodotto. Continuate l’esperienza
con un secondo, un terzo o un quarto pezzo. Il frutto così come il colore del limone agiranno
sul fegato e diventerete ottimisti e i sentimenti negativi dovuti al vostro malcontento
scompariranno.
Quando i sentimenti inferiori vi invadono, siete irritati, tentati di arrabbiarvi il mondo vi
sembra opaco e voi credete che nessuno vi ami, come se guardaste il mondo con gli occhiali
all’inverso; questo stato d’animo perturba il vostro lavoro.
Lo squilibrio del fegato provoca un punto di vista deformato su tutte le cose. Non chiedete a
cosa serve il fegato. Aiuta la digestione. Esso secerne il succo necessario per la digestione
degli alimenti. Tutte le tossine passano attraverso il fegato. Se le tossine non vengono digerite
nello stomaco e nell’apparato digestivo, esse invadono il sangue e producono anche un cattivo

176
funzionamento del corpo astrale che provoca una perturbazione nel corpo fisico. Infatti, la
causa non è il fegato stesso ma attraverso di esso sopraggiunge la conseguenza. Le energie del
corpo astrale non circolando liberamente fino al piano fisico, perturbano la memoria che
diminuisce e cessa di funzionare correttamente. Il pensiero diventa dispersivo, numerose
sofferenze e dolori appaiono. E’ così che arriva la nevrastenia. Il fegato agisce indirettamente
sul sistema nervoso simpatico che è strettamente legato allo stomaco e alla digestione, essa
stessa è legata alla respirazione. Inoltre la respirazione è legata al pensiero e al cervello. Lo
squilibrio di un elemento di questo insieme agisce sugli altri. Prendiamo un esempio: se il
colore di una persona diventa giallo, si dice che ciò proviene dal fegato. Infatti, la causa non è
il fegato stesso, ma è attraverso di esso che ne sopraggiunge la conseguenza.
Perché il vostro fegato è squilibrato? Per i vostri sentimenti e pensieri inferiori, i vostri istinti
e le vostre passioni. Se non li controllate mentalmente, essi provocano lo squilibrio del fegato
che reagirà sull’intero organismo. Allora voi chiamerete un dottore, poi un altro ed egli vi
indurrà in errore. I dottori curano come hanno imparato ed essi hanno ragione! Cercano di
riparare il male e forse vi metteranno paura dicendo che il vostro sistema nervoso è
completamente squilibrato e che se non prendete delle misure urgenti, il male persisterà. Vi
mettono paura, ma la paura non sistema nulla. Perché vi fanno paura? La paura è una frusta
contro l’ostinazione dell’uomo.
Se siete un po’ “malandato” ciò significa che lo è anche il vostro fegato. Allora utilizzate dei
limoni! Dove vivete, mangiate dei limoni e cercate la causa del vostro malessere. Forse
proviene anche da condizioni esterne sfavorevoli, è un’altra questione. Non si possono
sopprimere le condizioni esterne, le si trovano dappertutto. Aiutatevi con i limoni, sono un
rimedio inoffensivo per il fegato.

33. Itterizia

1. Mangiate qualche limone ogni giorno, senza zucchero, con la buccia, a condizione che i
limoni non siano trattati.
2. Evitare al massimo di mangiare grassi.

34. Appendicite

Il trattamento deve cominciare in luna calante. All’inizio prendere dell’olio di ricino* per
pulire l’intestino. Poi fate un digiuno di quattro giorni senza bere né mangiare. Durante questo
digiuno, il malato deve restare sdraiato e mantenere il calore sulla pancia, al livello
dell’appendicite, per mezzo di mattoni caldi o di bottiglie. Anche quando il digiuno è
terminato ed egli inizia di nuovo a camminare, deve continuare a mantenere il calore sul
ventre. Dopo il digiuno, prendere un brodo di patate o di spinaci, ma senza pane. Prima di
questo brodo si può bere un bicchiere di acqua calda. Il secondo giorno mangiare una zuppa
di patate, sempre senza pane. Il terzo giorno si può prendere del pane, poi degli alimenti teneri
come per esempio delle pere, delle patate o delle tisane di Ibisco (Karkadé)* e poco a poco
riprendete una nutrizione variata.
Applicare sul punto malato dei cataplasmi di latte di capra. Far scaldare due litri di latte di
capra. Quando arriva ad ebollizione, aggiungere il succo di un limone e filtrare. Prima di
applicare il cataplasma di latte cagliato, trattare il punto malato con dell’olio d’oliva. Coprire

176
con una tela impermeabile avvolgere il tutto con una sciarpa di lana. Il bendaggio deve essere
solido per evitare la penetrazione dell’aria. Mantenere questa applicazione per 12 ore, più sere
di seguito.

35. Emorroidi

Un po’ prima del mese di maggio, bere tre volte al giorno una mezza tazza da tè di decotto di
camedrio*. Questo decotto può essere preso in qualsiasi momento dell’anno quando le
emorroidi appaiono, ma soprattutto nel mese di maggio, periodo in cui esse si sviluppano di
più. Quando appaiono delle emorroidi esterne, curatele con dei cataplasmi di porri cotti al
forno (allegato 1-A) ed applicateli alla sera prima di andare a letto. Dopo ogni evacuazione
delle feci effettuare una pulizia minuziosa.

36. Restringimento del piloro

Tutte i giorni, al mattino, a mezzogiorno e alla sera, un’ora prima di mangiare, prendere una
tazza da caffè di olio d’oliva per permettere l’addolcimento e l’allargamento del piloro.

37. Colite purolenta

1. Per dieci giorni mangiare unicamente dei mirtilli, niente altro.


2. Esporre l’addome al sole
3. Lavare la regione addominale con l’acqua, dopo averla esposta al sole.

38. Costipazione

1. Mangiare del pane contenente la crusca del grano. Questo pane integrale è molto
buono,esso accelera il transito intestinale e evita la costipazione.
2. Mattino, mezzogiorno e sera, bere un bicchiere d’acqua calda una mezz’ora prima dei
pasti.
3. Mettere in un bicchiere un oggetto in oro ben lavato, riempire il bicchiere di acqua di
fonte, lasciarlo di notte vicino al vostro letto e berlo al mattino al risveglio. Si può fare ciò
ogni mattina.

39. Ulcera allo stomaco o al duodeno

1. Primo giorno: al mattino prima della colazione, prendere qualche tazza di acqua calda
bollita per 4 minuti al fine di pulire lo stomaco e gli intestini; poi prendere una tazza da
caffè di olio d’oliva. La sera prendere una tazza di acqua calda e dopo una tazza da caffè
di olio d’oliva. Una o due ore dopo, bere dell’acqua di cottura del grano (Allegato 1-B).
2. Secondo giorno: fare la stessa cosa per quanto concerne l’acqua calda e l’olio d’oliva, ma
sostituite l’acqua di cottura del grano con l’acqua di cottura dell’avena.
3. Terzo giorno: fare come il primo giorno ma al posto dell’acqua di cottura del grano,
prendere una zuppa di patate preparata nel modo seguente. Pelare due o tre grosse patate e
senza tagliarle, immergerle nell’acqua fredda leggermente salata e cuocerle bene, senza
grassi né altro. Mangiare la zuppa preparata sempre di fresco, mai fredda o conservata da
un giorno all’altro (Allegato 1-B).

176
4. Quarto giorno: fare come il primo giorno, il sesto giorno fare il trattamento del secondo
giorno, ecc…Proseguire fino a dieci giorni. Dopo il decimo giorno, fermarsi con l’olio
d’oliva e dare al malato una tisana accompagnata da pane secco e duro o dei biscotti al
burro.
Fate macerare dei fiori di iperico* o fiori di San Giovanni nell’olio d’oliva, lasciare tale
preparazione in una bottiglia esposta al sole per 40 giorni. Prendere un cucchiaio da minestra
di questa preparazione tutti i giorni al mattino, la sera e prima dei pasti.
Contro l’ulcera allo stomaco, è bene mangiare 150 grammi di olio d’oliva con dell’aglio
schiacciato per ottenere una pasta molto spessa. Prenderne un cucchiaino al mattino, a
mezzogiorno e alla sera.
Anni fa, uno dei nostri fratelli è venuto a domandarmi consiglio su come guarire la propria
ulcera allo stomaco. Gli ho raccomandato di esporre il proprio addome al sole durante i mesi
estivi e di bere ogni giorno una tazza da caffè di olio d’oliva. Ha seguito le mie
raccomandazioni ed è guarito perfettamente.

40. Gastrite

1. In primo luogo prendere dell’olio di ricino*.


2. Poi bere dell’acqua bollente con il cucchiaio per evitare di bruciarsi.
3. Bere ugualmente un decotto di camomilla* tre volte al giorno in una tazza da caffè.
Prenderla la sera prima di coricarsi.
4. Per lo stomaco è anche raccomandato di bere di tanto in tanto dell’acqua di cottura del
mais (foglie e radici comprese). Essa ha un’azione lassativa.
5. Per regolarizzare la funzione dello stomaco, il mattino a digiuno, bere per 40 giorni una
tazza di acqua fredda preparata la sera prima con un oggetto d’oro. Bere quest’acqua a
piccoli sorsi riscaldandola in bocca. In caso di squilibrio dello stomaco accompagnato da
dolori, dovuti ad una nutrizione mal digerita, bere un decotto di fiori di camomilla o una
tazza di tisana di assenzio*, al mattino a piccoli sorsi. Si raccomanda anche il succo di
radici nere.
In caso di acidità allo stomaco o di forte eruzioni, mangiare dei porri, delle cipolle, delle
carote, delle barbabietole o dei cavolfiori cotti nell’acqua o a vapore, in insalata con dell’olio
d’oliva e del succo di limone. In generale consumare una nutrizione leggera e digeribile. Ogni
sera, prendere un bagno ai piedi ben caldi (Allegato - C) bagnando le gambe fino al
ginocchio. Lavare le pieghe dell’ano più volte in una settimana.
Contro il mal di stomaco, applicare un cataplasma di latte (Allegato 1-A) ancora caldo sullo
stomaco e avvolgerlo in una tela impermeabile, fare un bendaggio per preservarne il calore.
Mantenere questa applicazione qualche ora o tutta la notte. Bere unicamente dell’acqua calda.
Il decotto dei fiori di achillea* è raccomandato per gli stomaci deboli e squilibrati. Berne una
tazza da caffè prima dei pasti.

41. Diabete

1. Preghiera, canto, fede.


2. Dimenticare la propria malattia. Cercare di essere gioiosi, in una buona disposizione di
spirito poiché l’inquietudine è una delle ragioni di questa malattia.
3. Cambiarsi dopo ogni traspirazione, tante volte durante la giornata, altrimenti le tossine si
accumulano nel corpo.

176
4. Fare un bagno caldo ai piedi (Allegato 1-C) tutte le sere prima di coricarsi.
5. Non mangiare troppo.
6. Mangiare del grano integrale, cotto per un’ora. Masticare bene.
7. Prendere qualche spiga di grano ancora verde prima che arrivi a maturazione e mangiarne
una cinquantina di grani al giorno.
8. Cuocere il mais giallo con le foglie e i filamenti, mangiare il mais e bere il succo di
cottura.
9. Assistere al levare del sole tutte le mattine e praticare i sei esercizi di ginnastica (capitolo
III/10).
10. Prendere dei bagni di sole solo al mattino.
11. Consumare una nutrizione senza grassi né zucchero.
12. Utilizzare pochissimo pane, al massimo 100-150 grammi al giorno.
13. Consumare in prevalenza verdure: spinaci, insalata, fagiolini verdi, peperoni, pomodori,
carote, ecc…Evitare i fagioli bianchi. Consumare frutta piuttosto acida, ma non troppo
zuccherata.
14. Mangiare di preferenza un po’ di couscous al posto del pane.
15. Non utilizzare aceto e alimenti troppo acidi, ma sostituirli con il limone.
16. Non mangiare prodotti del latte come formaggio e latte, ad eccezione di latte fresco, di
tanto in tanto, senza mescolarlo con un'altra nutrizione.
17. Ridurre il sale al massimo.
18. Bere delle tisane e altre bevande calde senza zucchero, eventualmente con del limone. Il tè
può essere preso con del latte.

42. Ipertensione arteriosa

1. Fare un bagno caldo ai piedi (Allegato 1-C) ogni sera per stimolare la circolazione
sanguigna.
2. Il malato deve mangiare e bere poco. L’acqua distillata riduce la tensione sanguigna;
berne da 300 a 400 millilitri al giorno.
3. La nutrizione deve essere poco salata. Evitare gli alimenti acidi e piccanti.
4. Preferire il consumo di carote grattugiate, di rape (crude o cotte), anche di ortiche* molto
tenere solamente bollite e condite con poco olio d’oliva e limone. Non mangiare pane con
questa nutrizione.
5. Si raccomanda di sostituire il pane con del grano cotto.
6. Praticare per un certo tempo un’alimentazione cruda.

43. Ipotensione arteriosa

1. Consumare di preferenza della nutrizione ricca in calorie come grassi, burro, olio d’oliva e
uova. Aumentare la quantità di nutrizione liquida come dei brodi e delle zuppe e bere
molta acqua calda.
2. Mangiare delle ortiche.*
3. Mescolare 200 grammi di burro e 200 grammi di miele. Prenderne un cucchiaio da
minestra tutte le mattine durante la prima colazione. Questo rimedio è particolarmente
raccomandato nei mesi di maggio e settembre. Questa preparazione non deve essere fatta
più di tre volte all’anno.Se questo prodotto non è conservato al fresco, si raccomanda di
prepararne delle porzioni di 100 grammi (50 grammi di burro e 50 grammi di miele).

176
44. Varici

Le varici provengono spesso da un modo di vita sedentario.

1. Fare degli esercizi di ginnastica ogni mattina.


2. Praticare regolarmente degli esercizi di respirazione
3. Ogni sera, fare un bagno caldo ai piedi (Allegato 1-C)
4. Una sera su due, lavare le pieghe dell’ano.
5. Mangiare un limone al giorno.
6. Fare un decotto di scorza di quercia bianca*. Cuocerlo fino ad ottenere un colore bruno
rossiccio. Immergere una calza spessa nel liquido e infilarla sulle parti varicose. Fare un
bendaggio stretto e mantenerlo per circa sei-sette ore.
7. Fare un massaggio
8. Fare dei bagni di sole al mattino.

45. Foruncoli

1. Cuocere dei semi di lino nell’acqua zuccherata e applicare l’impiastro tiepido sul
foruncolo (allegato 1-A).
2. Si può fare anche l’applicazione seguente: cuocere dell’Ibisco (Karkadè)* nel latte
zuccherato e porlo sul foruncolo.

46. Macchie secche sul viso o le mani

Le macchie appaiono e scompaiono periodicamente. Di solito la loro colorazione è rossastra.


Fare dei bagni di sole non solamente sulle macchie ma su tutto il corpo e particolarmente sulla
colonna vertebrale.

47. Scrofolosi

Praticare dei bagni di sole al mattino mantenendo la testa all’ombra. La scrofolosi è sempre
stata curata con il sole. Iniziare con delle esposizioni di 15 minuti e aumentarne a poco a poco
la durata, ma sempre prima di mezzogiorno.

48. Arteriosclerosi

1. Mangiare ogni giorno qualche spicchio d’aglio ben schiacciato, mescolato con dell’olio
d’oliva. Si può utilizzare anche il succo d’aglio.
2. Lavarsi i piedi con l’acqua calda ogni sera per migliorare la circolazione sanguigna.
3. Non consumare alcool.
4. Mantenere la calma e non inquietarsi.
5. Praticare per un certo tempo una dieta con crudità.

49. Influenza

1. Prendere dell’olio di ricino per liberare lo stomaco e gli intestini.

176
2. Il mattino, a mezzogiorno e alla sera, bere dell’acqua calda, almeno 9 tazze al giorno.
3. Come alimentazione, consumare delle patate cotte nell’acqua o al forno, con un po’ di
sale. Niente pane, né burro, né zucchero poiché aumentano la febbre. Per contro l’acqua
calda e le patate la diminuiscono.

50. Raffreddore

Se siete febbricitanti, presi da tremore, potete indicare alla febbre un punto del corpo
attraverso il quale uscire, per esempio dietro l’orecchio o al lato della bocca, dove essa uscirà
sotto forma di piccolo foruncolo. Ecco, è così che si fanno le cose! Le malattie mostrano che
nell’organismo si sono accumulate delle impurità che si possono evacuare in maniera
conveniente.
Rimedio contro la tosse: prendere delle foglie secche di 10 teste di cipolla, cuocerle per
qualche minuto in un litro d’acqua, colare e aggiungere 500 grammi di miele, uno o due
piccoli cucchiai di semi di mostarda e uno o due cucchiai di semi di lino. Prendere un
cucchiaio da caffè di questa preparazione tre volte al giorno al mattino, mezzogiorno e la sera.
La Natura ha deposto una grande forza nella pelle secca delle cipolle e voi la gettate!
La tosse è la conseguenza della mancanza d’amore. Colui che tossisce cerca di essere amato.
Per combattere la tosse, iniziate ad accettarla e amarla. Da quando iniziate ad amarla, essa vi
lascerà! Se due persone iniziano ad amare colui che tossisce, esse lo guariranno. La tosse
appare a causa della diminuzione d’intensità delle vibrazioni dell’organismo. Se si aumenta
questa intensità, la tosse scompare.
E’ l’amore che è capace d’aumentare le vibrazioni dell’organismo. Per guarire la tosse, è
indispensabile di pulire i polmoni da tutte le impurità e le secrezioni delle mucose che
ostruiscono i bronchi. Potete utilizzare la pelle delle cipolle per curarvi, ma la guarigione
definitiva verrà sempre attraverso l’amore.
Se avete mal di gola e avete preso freddo, applicate subito un cataplasma di latte o di olive
(Allegato 1-A). Vi raccomando ancora un altro rimedio: preparate del couscous insaporito
abbondantemente con del pepe macinato di fresco da voi stessi. Mangiatelo caldo. Questa
preparazione apporterà molto calore al vostro corpo, inoltre essa è molto antisettica. Così
mangiate un buon pasto che è nello stesso tempo un rimedio! Se qualcuno ha preso freddo e si
sente indisposto, che mangi due o tre volte di seguito di questo couscous preparato di fresco
ed eviterà molte complicazioni. Non date questa ricetta a tutti. Se il dottore sente questo,
potrebbe morire dalle risate. Essi direbbero: Non si può accettare una tale ignoranza!”
Il raffreddamento delle estremità proviene dalle impurità del sangue. Il sangue impuro è
fattore di elettricità nell’organismo e il sangue puro di magnetismo. L’elettricità produce
freddo e il magnetismo caldo. Di conseguenza, affinché le vostre mani e i vostri piedi siano
caldi, introducete più calore nel vostro organismo. Questo è possibile quando l’uomo dà
libero corso al divino in lui. Così non ha paura del freddo, né della povertà, né della malattia.
Se siete febbricitanti o avete preso freddo, potete contare su un solo mezzo: la fede.
Dal momento in cui le forze dell’organismo si equilibrano, l’uomo acquisisce un calore
normale e naturale. In qualsiasi luogo si trovi è sicuro di stare bene.
Ecco un metodo: bevete dell’acqua calda, uno, due, tre, quattro, cinque e anche sei tazze fino
a provocare una buona sudorazione (Allegato 1-C). Togliete i vostri vestiti bagnati e strofinate
il corpo con un asciugamano asciutto. Cambiate i vestiti e bevete di nuovo da una a due tazze
di acqua calda. Poi massaggiate i piedi e le mani con un po’ di olio d’oliva, poi
addormentatevi. Provate, vedrete che non avrete più mal di testa!

176
Un altro metodo, se avete preso freddo: dapprima prendete un lassativo per evacuare tutto dal
vostro stomaco e dagli intestini. Non mangiate per due o tre gioni, ma bevete molta acqua
calda, da tre a quattro tazze al giorno. Potete prendere due tazze di brodo di spinaci o di
patate, senza sale o pochissimo sale. Quando siete malato non mangiate troppo, così tutto
passerà velocemente!
Quando il raffreddamento è troppo forte, prendete subito dell’olio di ricino*. Dopo che esso
ha agito, bevete dell’acqua bollente, da una a tre volte. Per regolarizzare il calore del corpo,
restate a letto e ben coperti. Se tossite, iniziate dapprima a regolarizzare la vostra respirazione.
Fate delle respirazioni profonde e immaginate che tutto il sangue arterioso si espanda nel
vostro corpo, nelle membra e che ritorni armoniosamente come sangue venoso. Immaginando
che il funzionamento del vostro corpo sia molto armonioso, osserverete che la tosse inizierà a
calmarsi. Se non potete fermare la tosse in questo modo, prendete un infuso di achillea*. In
estate, raccogliete tutta l’achillea che trovate durante le vostre passeggiate, sia la bianca che la
gialla. L’uomo che non può guarire con la volontà deve passare attraverso l’intermediazione
delle piante medicinali bevendo degli infusi. Utilizzate anche la genziana blu*, raccolta in
estate. Tutte le piante sono magnetiche e benefiche e possono aiutarvi, potete utilizzarle per
delle tisane: con il timo*, il serpillo*, le foglie verdi delle fragole di bosco*, la camomilla.
Così potete farvi tutta una farmacia con i flaconi pieni di foglie e di fiori. Chiudeteli bene,
affinché ricevano ancora dell’energia solare, esponeteli al sole. Non conservatele mai in
luoghi umidi. Quando prendete un infuso, bevetelo a piccoli sorsi trattenendo ogni sorso in
bocca e immaginate come la pianta è sbocciata, ha vissuto e come ora assorba la vostra tosse
e il vostro malessere. E’ la pianta che lo assorbe, è tutto!
Un’altra preparazione: noce moscata grattugiata, miele e pepe. Aggiungete nel miele sciolto
della noce moscata grattugiata e del pepe macinato di fresco. Mescolate questi ingredienti e
chiedete al malato di tenerlo in bocca senza inghiottirlo. Così si provoca un buon calore nella
regione della gola e la tosse scompare.
In caso di febbre elevata, dopo aver preso dell’olio di ricino, bere dell’acqua bollente a piccoli
sorsi e poi cuocere con l’acqua delle patate intere, senza buccia. Mangiarle molto calde, bere
l’acqua di cottura e dopo mezz’ora vedrete se la febbre è diminuita. La patata è un regolatore
della febbre.

51. Emorragie

In caso di emorragie dal naso o da altre parti del corpo, si raccomanda il seguente rimedio:
prendere della lana di pecora naturale, grezza, né trattata né lavata dopo la concia. Farne
bruciare un pugno in un recipiente e sulla punta di un coltello, prendere un po’ di questa
cenere e tenerla in bocca fino a completa dissoluzione nella saliva. Fare così due volte al
giorno, cinque giorni di seguito, mattino a digiuno e la sera prima di andare a letto. Se
l’emorragia si interrompe prima dei cinque giorni, smettere di prendere il rimedio. Questo
rimedio è molto utile durante il periodo delle mestruazioni della donna.

52. Urticaria

1. Prendere dell’olio di ricino* per liberare lo stomaco e gli intestini.


2. Vivere in un luogo arieggiato, mantenere una temperatura media.
3. Bere dell’acqua bollente a cucchiai
4. Trattare le piaghe con dell’olio d’oliva di prima spremitura a freddo.

176
5. Seguire un regime esclusivamente latteo: latte fresco e yogurt.
6. O una dieta a base di cipolle cotte al forno o delle patate cotte nell’acqua.
7. Bere l’acqua di cottura. Scegliere una di queste due diete.
8. Ogni sera prima di coricarsi, fare un bagno caldo ai piedi (Allegato 1-C).

53. Pertosse

Bere un decotto di foglie di castagne*.

54. Angina pectoris

1. Mattino, mezzogiorno e sera fare sei respirazioni profonde (capitolo III/10.)

2. Fare delle passeggiate ed escursioni sulle montagne magnetiche dalle cime arrotondate
come per esempio i Monti Rhodope in Bulgaria (Nota: in Francia, il Massiccio Centrale).

3. Bere una tazza da caffé di decotto di pelle di cipolla al mattino, a mezzogiorno e alla sera.
Le pelli delle cipolle contengono molta energia solare.

55. Pleurite

Applicare dei cataplasmi di latte (allegato 1-A) e fare degli esercizi di respirazione. In caso di
coalescenza della pleure con il polmone, si raccomanda di applicare sul punto malato un
impastro di lievito fatto con la farina integrale mescolato con del miele e cosparso con cloruro
di ammonio (Allegato 1-A).

56. Polmonite

1. Applicare dei cataplasmi di latte (Allegato 1-A)


2. Applicare delle coppette

57. Dolori alle vertebre

1. Esporre la colonna vertebrale al sole del mattino.


2. Fare dei massaggi con l’olio d’oliva sulla colonna vertebrale dall’alto in basso.
3. Applicare degli impiastri di olio d’oliva sul punto malato.

58. Tubercolosi

1. Prendere le bucce delle mele acide, masticarle a lungo per assorbirne tutti i succhi e
poi buttarle.
2. Attraverso il pensiero, inviare sul corpo e in particolare sui polmoni della luce di tutti i
colori dell’arcobaleno. Immaginare che si riversi sul corpo una doccia di raggi di luce
bianca poi arancio e così di seguito per tutti i colori dell’arcobaleno.
3. Meditare solo in una maniera molto concentrata sui dei versetti dei Vangeli di una
grande elevazione, come: Colui che spera nel Signore rinnoverà la sua forza” oppure “
Io sono venuto per dare la vita e donarla loro in abbondanza.”

176
4. Consumare della cipolla rossa dolce, masticandola a lungo, almeno per un giorno o
più, ciò è ancora meglio.
5. La sera, fare un bagno caldo ai piedi (Allegato 1-C), con acqua leggermente salata.
6. Praticare degli esercizi di respirazione profonda.
7. Fare mentalmente delle passeggiate in alta montagna.
8. Mantenere il buon umore e uno spirito sveglio e senza paura. Dal momento in cui una
persona si decide e promette di servire Dio, essa non deve avere paura, poiché Dio è al
suo fianco e la protegge. Colui che non è al suo servizio ha paura.
9. Lavare la regione dell’ano ogni sera con acqua calda leggermente salata.
10. Ogni sera, leggere un salmo e imparare i versetti più potenti.

Quali sono i rimedi per la tubercolosi? Sono l’aria e la luce. I malati di tubercolosi sono delle
persone impazienti e nervose, con un carattere difficile. Essi devono liberarsi della loro
cattiveria poiché essa è anche una malattia contagiosa. Qualche volta raccomando ai malati di
tubercolosi di fumare e di inghiottire il fumo. Anche questo può essere un rimedio, come delle
punture di fumo, ma sono dei mezzi negativi.
Piantare dei noccioli e osservare lo sviluppo delle piante. E’ molto benefico per le persone
predisposte alla tubercolosi o già guarite da questa malattia.
La tubercolosi non è una malattia organica esterna. Essa è in rapporto con i pensieri e i
sentimenti. L’uomo, i cui pensieri e sentimenti sono deformati, crea le condizioni per lo
sviluppo della tubercolosi e provoca l’indebolimento dei propri polmoni. Di conseguenza se
introducete nel vostro intelletto dei pensieri luminosi e giusti e nel vostro cuore dei sentimenti
nobili e disinteressati, la tubercolosi scomparirà da sola.
Se siete malati e il dottore vi dice che non supererete la malattia, prendete come base della
vostra vita la saggezza e affidatevi ad essa. Fate degli sforzi per andare ogni giorno in
montagna e camminare almeno 1 km e mezzo al giorno. Alla fine del terzo mese, avrete un
miglioramento del 75%, dopo un anno dell’85% e in due, tre anni al massimo, sarete
completamente guariti. Scalando le montagne, ringraziate Dio. Praticate la marcia in estate, in
inverno e in primavera, ben vestiti e sempre con un thermos di acqua calda per bere di tanto in
tanto. Fate l’esperienza per sapere se siete capaci di guarirvi da soli. La vostra riuscita sarà il
risultato di una vera conoscenza, di una esperienza vivente. Poi sarete convinti che esiste una
forza intelligente nel mondo capace di soccorrerci in ogni caso dove l’aiuto umano si rivela
inefficace. Questa conoscenza è più preziosa della conoscenza di numerosi trattati filosofici.
Nel primo periodo della malattia, quando essa non è ancora troppo avanzata, il malato può
esporre il proprio dorso al sole levante, vestito di abiti leggeri adatti alla temperatura dell’aria
e alla sua sensibilità. Non prendere i bagni di sole dopo le 9 del mattino. Se il malato ha una
febbre elevata, non deve esporsi al sole.

Raccomandazioni complementari

1. Bere ogni giorno del succo di uno o due limoni.


2. Praticate il vegeterianesimo.
3. Nel mese di maggio, raccogliere un centinaia di aghi di pino, cuocerli in un grande
recipiente pieno d’acqua per un’ora o due. Aggiungere 1 kg. di zucchero e cuocere ancora
fino ad evaporazione completa dell’acqua. Prendere un cucchiaio di questa preparazione
tre volte al giorno, mattino, mezzogiorno e sera prima dei pasti.

176
4. Il malato può andare a dormire in un ovile per qualche mese. Attingerà così dal
magnetismo vivente delle pecore. Che egli metta il proprio letto nell’ovile fra le pecore a
una buona altezza. Il magnetismo delle pecore è benefico e terapeutico.
5. Il malato deve mangiare dell’aglio crudo, a condizione che esso sia compatibile con il
resto dell’alimentazione. Per esempio l’aglio e il latte fresco sono incompatibili.
6. Bere l’acqua di cottura del grano (Allegato 1-B)
7. Fare cuocere del mais per un’ora e berne l’acqua di cottura
8. Ogni giorno fare delle docce.
9. Fare in totale due ore di passeggiate al giorno. Se il malato ha camminato abbastanza al
mattino, può sopprimere la passeggiata della sera, ma aumenti ogni giorno a poco a poco
la durata delle passeggiate in maniera che alla fine di un mese, abbia percorso almeno
10-15 km. Passeggiare di preferenza nei boschi per ricevere le emanazioni magnetiche
degli alberi. Evitare ad ogni costo l’inerzia e la passività poiché esse trascinano dei
pensieri e degli stati negativi.
10. Il malato deve sviluppare la propria fede: diventa simile a ciò in cui crede. Deve lavorare
con i testi dei Vangeli, cambiare il proprio psichismo e creare un’atmosfera di speranza
attorno ad esso.
11. Mattino e sera prima di andare a letto prendere un cucchiaio di olio d’oliva.

Se vi sono delle emorragie a livello dei polmoni, non praticare gli esercizi di respirazione per
evitare la rottura dei capillari.

59. Anemia

1. Attraverso la propria immaginazione visualizzi i sette colori dello spettro: i raggi rossi,
arancio, giallo, verdi, blu, indigo e violetto. All’inizio come una doccia, egli riversa su di
sé i raggi rossi che penetrano nel proprio corpo. Dopo aver proceduto nello stesso modo
con tutti gli altri colori, come esercizio finale, egli immagini i raggi bianchi scintillanti
come la luce del diamante. Fare questo esercizio una volta al giorno.
2. Portare attorno al collo una sciarpa di colore rosso chiaro, toccarla spesso e guardarla di
tanto in tanto.
3. Attraverso il pensiero, fare delle escursioni sulle alte montagne, per esempio a settembre
al Lago di Rila (Questi laghi sono situati a 2500 metri d’altitudine nelle montagne di Rila
in Bulgaria). Facendo questi viaggi attraverso il pensiero, la persona si sposta realmente
con una parte del proprio doppio eterico. Da questo luogo, essa riceverà l’energia e
ritornando essa rivificherà il proprio organismo.
4. Quando il sole è al massimo, prendere un prisma e ogni giorno proiettare su di sé i colori
dell'arcobaleno. La luce riflessa attraverso il prisma si scompone in più colori.
Concentrarsi intensamente sulla luce rossa e proiettarla mentalmente come una doccia sul
proprio cervello e in tutto il proprio corpo. Fare dapprima l’esperienza con un prisma al
fine di ben visualizzare la luce rossa, poi continuare attraverso l’immaginazione e se non
c’è sole, non smettere l’esercizio, ma farlo mentalmente. Praticando l’esercizio con lo
spettro, si raccomanda al malato di leggere i primi dieci versetti del libro “Il Testamento
dei raggi colorati della luce”. (Questo libro del Maestro Peter Deunov è composto di testi
estratti dal Nuovo e dal Vecchio Testamento. E’ destinato al lavoro spirituale con i raggi
luminosi, di cui una parte concerne la guarigione. Ogni capitolo è consacrato a un colore e
raggruppa dei testi scelti che esprimono le virtù, le qualità, i poteri di ogni raggio. Per la

176
salute sono utilizzati i raggi rossi, arancio e verde. I primi versetti del libro rappresentano
la sintesi dei sette raggi e dei sette spiriti. Si leggono ogni volta che si fa un lavoro
spirituale per la guarigione di una persona o di se stessi.
L’anemia è dovuta alla mancanza di colore rosso, ha una predominanza del freddo che
deve essere trasformata in calore. La pratica dell’esercizio con il raggio rosso si
accompagna con la lettura dei seguenti versetti:
“Dio è amore” (Giovanni IV-7).
“Io sono l’Eterno, Tuo Dio” (Deuteronomio V-6),
“Io sono il fiore di Sharon” (Cantico dei Cantici).
La lettura di questi versetti aiuta la visualizzazione del colore rosso.
L’anemico deve mangiare tutta la frutta rossa come le ciliegie, l’anguria, ecc…Guardare il
colore rosso dei fiori e meditare su di esso. Certi fiori sono stati creati attraverso i raggi
rossi. Il colore rosso è l’insieme della vita.
Poi, il malato praticherà degli esercizi di respirazione, trattenendo l’aria inspirata il più a
lungo possibile per ricevere il prana. Egli berrà dell’acqua bollente a piccoli sorsi. Ogni
sera, si laverà con l’acqua calda i piedi e le gambe fino al di sotto del ginocchio e
manterrà i piedi nell’acqua calda per 4-5 minuti.
Praticare delle passeggiate in montagna, se possibile ogni giorno. In estate passare le
proprie vacanze sotto una tenda, sulle montgne a metà altitudine come nei Balcani in
Bulgaria (1300-1550 metri).

60. Contusioni

Applicare sul punto danneggiato un cataplasma di cipolle schiacciate con il sale o un


cataplasma di farina completa al lievito (Allegato 1-A).
Per guarire una piaga, mescolare della farina con il giallo d’uovo e dell’olio d’oliva (Allegato
1-A). Con questo impiastro, formare una galletta che si applicherà sul punto malato.
In caso di infiammazioni alle dita, alle unghie o dei piccoli ascessi, frantumare un fico e con
la pasta ottenuta avvolgere il dito. Per ottenere una maggiore quantità di impiastro, far
cuocere i fichi nell’acqua ed applicare la pasta sul punto infiammato. Il fico è un buonissimo
rimedio.
In caso di infezione ai piedi o alle gambe con gonfiore, fare un cataplasma di latte coagulato
con qualche goccia di limone (Allegato 1-A). Applicarlo più volte sul punto malato fino a
scomparsa dell’infiammazione.

61. Lebbra

Le pulci possono guarire la lebbra e la sifilide. Ne siete meravigliati: “Come?” In caso di


lebbra e sifilide, lasciatele riprodurre e passeggiare liberamente sul corpo del malato. Esse lo
guariranno poiché le pulci attaccano la lebbra e cominciano a mangiarla.

62. Malattie di cuore

Molto spesso le malattie cardiache sono provocate dalle angosce, dalle inquietudini, dallo
stress. Il battito del cuore risulta da una corrente elettrica che lo attraversa. Quando si provano
delle emozioni come la paura, l’inquietudine, l’angoscia, questa corrente diventa irregolare e
perturba il lavoro del cuore e la diffusione sanguigna nel corpo. A sua volta il ritmo cardiaco

176
viene perturbato e provoca delle palpitazioni o altri disturbi. Questa è una delle cause
principali di questo tipo di malattie. Qualche volta l’irregolarità dei battiti cardiaci viene dalla
posizione del diaframma. A causa di una respirazione superficiale, incompleta, si solleva
troppo in alto ed esercita una pressione sul cuore. Attraverso la pratica della respirazione
profonda si creano le condizioni per l’utilizzazione massimale del volume polmonare. I
polmoni riempendosi di aria, permettono il ritorno del diaframma al proprio posto, vale a dire
nella posizione in basso. Così il diaframma non disturba più il lavoro del cuore.
Per ristabilire il buon funzionamento del cuore, l’uomo deve sorvegliare in sé le proprie forze
interiori, le proprie forze spirituali al fine di dominare e trasformare le proprie inquietudini, le
proprie paure e angosce. Dall’evoluzione della propria vita interiore, della propria forza
spirituale dipende la vittoria sulle malattie cardiache. Evidentemente occorre prendere anche
delle misure esteriori.

Vi raccomando quanto segue:


1. Praticare quotidianamente degli esercizi di respirazione. Inspirare lentamente riempendo
bene i polmoni dal basso all’alto, trattenere l’aria il più a lungo possibile e inspirare
lentamente. Stabilire un ritmo respiratorio in accordo con il battito del cuore. Se la causa
delle palpitazioni proviene dal diaframma, dopo solamente cinque, sei esercizi il ritmo
ritrova la propria normalità.
2. Bere dell’acqua calda.
3. Fare regolarmente delle passeggiate di preferenza sulle colline boschive.
4. Bagnare ogni sera le proprie gambe fino al ginocchio nell’acqua calda per 5-10 minuti.

Raccomando anche di:

1. Imparare a sedersi alla turca, la gamba destra sulla gamba sinistra, la colonna vertebrale
ben diritta. In caso di fatica, cambiare la posizione, mettere la gamba destra sotto. In
questa posizione, praticare l’esercizio respiratorio con la retenzione dell’aria e
dell’espirazione lenta.
2. Lavare la regione dell’ano al minimo tre-quattro volte per settimana.
3. Esporsi moderatamente al sole, poco tempo, al mattino, proteggendo il petto con un
tessuto.
4. Vivere in pace, nella calma, senza inquietudini.
5. Cantare e fare degli esercizi vocali.
Qualcuno si lamenta di avere le palpitazioni. Gli ignoranti andranno dal dottore che
prescriverà dei rimedi, delle iniezioni, ma le palpitazioni verranno di nuovo. Il saggio
comprenderà che la causa è altrove e che le iniezioni non sono efficaci. Infatti le cause sono
soprattutto fisiche, esse hanno provocato la formazione dei residui e delle tossine nel sangue.
Di conseguenza, il cuore e l’organismo intero ne sono ostacolati. Queste sostanze estranee
semi-organiche devono essere eliminate, espulse. La Natura non accetta alcuna impurità,
alcun veleno, alcun elemento estraneo.
Le palpitazioni sono provocate dai pensieri, sentimenti, desideri contraddittori e nocivi per il
cervello e il cuore. Per ritrovare la propria salute l’uomo dovrà liberarsi da tutte queste
sostanze estranee. Esistono differenti metodi, ma la musica e il canto sono dei nuovi metodi di
guarigione. Certi malati possono guarire se si suona per loro il violino, altri se si suona loro la
chitarra, altri il flauto, ecc…Gli strumenti agiscono differentemente su ognuno. Per il malato
che ama il suono del violino, occorre un pezzo di musica in vibrazione montante e non delle

176
melodie minori. La palpitazione, per esempio, può essere guarita attraverso delle melodie che
cominciano con il”do”, non il “do” del diapason ma il “do” naturale. Quanti musicisti
contemporanei prendono correttamente il suono “do”? Se vi riuscirete sentirete
immediatamente nel più profondo di voi una specie di calma, di gioia come se aveste ricevuto
un dono. Anche se questa gioia è minima introdurrà in voi una luce nella vostra anima, un
bagliore come se il sole vi illuminasse. Il suono principale “do” è la chiave della vita.
Per il cuore non c’è bisogno di medicine! Se voi guarite il vostro cuore con i medicamenti non
aspettatevi dei buoni risultati. Questo non è un insulto per i medici. La maggior parte delle
malattie di cuore e del cervello non si guariscono con le medicine. Il cuore si guarisce con
l’amore, la bontà, l’amabilità, la mansuetudine, la temperanza e con l’impiego di una
nutrizione specifica. Il cuore ha bisogno di una nutrizione eccellente. Nel cuore esistono
numerosi gangli che si chiamano “cervello dello stomaco”o plesso solare, direttamente legati
al sole da dove attinge le proprie energie. Per quanto riguarda il cervello esso è legato alla
luna. Il cuore è un centro attraverso il quale passa la vita e il cervello è una dinamo elettrica.
Per questo l’uomo che funziona solo con il cervello si dissecca. L’uomo che diventa troppo
intellettuale perde la bontà e la dolcezza del proprio cuore. Ritrovando la propria bontà egli
evita di diventare un “bosco morto” e inizia immediatamente a sbocciare, le linee del proprio
viso diventano più arrotondate e la propria espressione più bella e gradevole. Se date libero
corso alla misericordia, alla bontà, il vostro cuore non si contrarrà riprenderà il proprio ritmo
naturale.

63. Tumore

Delle volte un tumore appare nell’addome o in un altro punto del corpo. Non abbiate paura
Ciò mostra che vi è un accumulo d’energia che si è localizzata in questo punto. Essa deve
essere rinviata altrove. Per questo, stimolate le cellule sane attorno ad esso affinché esse
possano espellere il superfluo dalle cellule malate e ricondurle all’equilibrio naturale. Se non
vi sono altri mezzi, si può procedere all’operazione, ma è possibile, attraverso una fortissima
concentrazione del pensiero, di far scomparire un tumore da se stesso. Attraverso la
suggestione, l’uomo più sano si può ammalare, ma può anche espellere dal corpo qualsiasi
tumore anche in 2 ore, ciò dipende dalla forza del pensiero. Se il malato è sprofondato in un
sonno magnetico, il suo tumore può scomparire in tre giorni.

64. Cancro

Questa malattia appare a causa della disarmonia fra il cervello e il sistema nervoso simpatico.
Così certe cellule del corpo iniziano ad individualizzarsi, a moltiplicarsi da se stesse e non
partecipano più ai bisogni dell’intero organismo. E’ così che appaiono le formazioni
cancerogene. Contro questa malattia si possono utilizzare i seguenti mezzi:

1. Prendere dei bagni di sole, al mattino.


2. Il colore violetto agisce favorevolmente sul cancro. E’ per questo che il malato si
circonderà di oggetti viola. Può portare una sciarpa violetta, utilizzare della biancheria di
color viola: asciugamani, tovaglie, altri oggetti. Può mettere delle tende violette nella
camera così come dei ninnoli dove predomini il violetto.
3. Quotidianamente prendere mentalmente una doccia con dei raggi di luce violetta.
4. Ogni giorno, mangiare della cipolla cruda, di preferenza violetta.

176
5. Per ristabilire l’armonia fra il cervello e il sistema simpatico, così come fra l’intelletto e il
cuore, sviluppare l’amore verso Dio, verso gli altri, la fede, la speranza, dei pensieri
luminosi, dei sentimenti disinteressati, degli atti giusti. Il malato deve arrivare a una
completa trasformazione interiore, divenire un’altra persona e dare una nuova direzione
alla propria vita. Può guarire se si orienta completamente verso Dio.
6. Prendere delle radici di elleboro*, infilarle in una mela che si farà cuocere al forno. Poi
togliere le radici dalla mela e cuocerla nell’acqua. Bere quest’acqua.
7. Bere dell’acqua precedentemente esposta al sole.
8. Utilizzare come materia grassa dell’olio d’oliva crudo, di prima spremitura a freddo.
9. Sopprimere il consumo di carne.
10. Utilizzare una nutrizione molto semplice, dissociata e una volta per settimana rispettare un
digiuno di 24 ore.

X. V. MODO DI VITA IN ACCORDO CON LE LEGGI DELLA NATURA


VIVENTE

L’alimentazione carnea e vegetariana

I frutti sono il primo nutrimento dell’uomo. Scegliere altri alimenti come la carne, il pesce è il
risultato di interpetrazioni umane morali e religiose.
L’avvenire dell’uomo è determinato dalla nutrizione che consuma. Più la sua nutrizione è sana
e pura, più si costruisce un avvenire grande e luminoso. E’ per questo che deve eliminare dalla
propria nutrizione le tossine in prevalenza della terra, da una parte e degli animali dall’altra.
La maggior parte di tossine psichiche è contenuta nella nutrizione carnea e per eliminarla, non
esiste miglior metodo, fisico o chimico, che la forza del pensiero e dei sentimenti umani.
Un tempo la terra, con la sua vegetazione abbondante rassomigliava al paradiso, ricca di
migliaia e migliaia di frutti. A quell’epoca gli uomini si nutrivano esclusivamente di frutti. Ma
per un certo periodo geofisico venne un’epoca glaciale durante la quale la fertilità della terra
diminuì. Di conseguenza gli esseri umani hanno iniziato a mangiare la carne, ad uccidere gli
animali ed anche ad uccidersi per nutrirsi.
Per gli animali inferiori, la nutrizione carnea è indispensabile ma per una vita superiore come
la vita umana, essa è nociva poiché impedisce il processo di evoluzione. Secondo la
nutrizione che l’uomo consuma, apporta nel proprio sangue determinati elementi. La carne dei
mammifferi di cui l’uomo si nutre oggi non è né sana né buona. Conoscendo questo dovete
preservare la purezza del vostro sangue, poiché da essa dipende la vostra salute fisica e
psichica.
La nutrizione carnea vi apporta l’infelicità, le sofferenze e le malattie. Per preservarsi da ciò il
vegetarianesimo è preferibile. Di conseguenza la nutrizione vegetale non è niente altro che un
metodo di guarigione. Durante i periodi di cura, bisogna mangiare dapprima delle verdure in
foglie e poi dei frutti che sono la nutrizione dei primi uomini del paradiso. Se qualcuno dice
che è spesso malato, la prima cosa da fare per migliorare la propria salute, è di cambiare
alimentazione. Ma di che cosa nutrirsi? Di frutti!
I pensieri luminosi, i sentimenti elevati e gli atti nobili sono la vera nutrizione Gli esseri
umani, in futuro, si nutriranno con i frutti della vita.
Che cosa scegliere oggi: un’alimentazione carnea o vegetariana? E’ preferibile
l’alimetnazione vegetariana. Perché? Le spiegazioni scientifiche che difendono il

176
vegetarianesimo dimostrano che gli animali uccisi possiedono una coscienza relativamente
sviluppata. Essi vogliono vivere e rifiutano di essere massacrati. Malgrado ciò l’uomo esercita
su di loro la propria violenza e i sentimenti di paura, di odio, che egli provoca, trascinano
sempre la formazione di tossine nell’organismo degli animali. Queste, attraverso
l’intermediazione della carne consumata, passano nell’organismo umano. Un giorno gli
scienziati confermeranno, sulla base delle loro ricerche, la veridicità di questo.
La paura, il tremore che si impossessa degli animali durante l’abbattimento sviluppa delle
tossine che sono alla base della nevrastenia degli uomini, che consumano la carne.
La struttura dell’uomo contemporaneo è tale che non trae dalla carne più energia che da un
altro alimento, considerato come meno nutriente. Perché ciò? Oggi gli uomini sono molto
golosi e non sanno che la forza non risiede nella quantità né nella qualità della nutrizione, ma
nella maniera in cui si consuma. La carne non è così nutriente cme si crede. Quando gli
animali mangiano assimilano gli elementi più preziosi, ma i residui che vengono deposti nel
loro organismo sono precisamente quelli che gli uomini mangiano, vale a dire l’eccesso
accumulato come grasso e carne, buoni per la vita dell’animale, ma inutili per l’uomo.
Quando mangia del maiale, l’uomo mette al lavoro gli operai del proprio corpo, le proprie
cellule, per trasformare questa carne. Ma per trarre profitto da una cellula di maiale, bisogna
impiegare tre buoni “servitori!” Ciò vuol dire che per l’organismo umano, il consumo
energetico per l’assimilazione di questa carne, è maggiore dell’apporto di energia.
Nell’epoca attuale, l’alimentazione carnea non favorisce l’evoluzione umana. Le sue
vibrazioni non corrispondono allo sviluppo delle qualità e delle virtù dell’uomo nuovo, poiché
le entità contenute nella carne sono di una evoluzione inferiore e provocano la discesa
dell’uomo nella materia densa. Colui che mangia una nutrizione carnea prepara già delle
condizioni per la sua distruzione e la sua regressione. E’ per questo che noi dobbiamo trovare
e fare una alimentazione che convenga alla nuova vita.
Gli uomini della nuova razza: la sesta, si nutrano di vegetali e di frutti. La carne, in quanto
nutrizione bruta e nociva non sarà nemmeno più menzionata nell’avvenire. Ed è essa la causa
della crudeltà e della brutalità umane così come della nevrastenia.
L’organismo umano sarà ricreato attraverso una nuova nutrizione. Se l’uomo non accetta i
frutti come nutrizione principale, vivrà ancora a lungo con le tendenze animali. Tutti gli
uomini che mangiano della carne si dirigono verso il centro della terra. Colui che è attirato dal
sole mangia frutti e vegetali. Queste due direzioni definiscono quale nutrizione dobbiamo
scegliere di consumare. Finché l’uomo non sceglie la direzione verso il sole, gli è impossibile
di divenire vegetariano.
Per certi il pericolo del vegetarianesimo consiste nel fatto che sono ancora dominati dagli
impulsi animali, ma che essi vogliono quanto meno vivere come degli esseri umani. In tali
persone appare una certa confusione al livello dello stomaco e esse dicono: “ Per noi il
vegetarianismo non va bene!” L’uomo deve diventare vegetariano per convinzione. E’ solo
così che potrà assimilare gli alimenti. La nutrizione carnea ha introdotto così tante tossine nel
vostro corpo che oggi ciò rappresenta un insieme di impurità. Se avete preservato il vostro
odorato, manterrete delle distanze fra voi e i mangiatori di carne per non risentire il loro
fetore.
Che cosa acquisisce l’uomo con la carne? Diventa più forte, ma quando mangia della
nutrizione vegetale diventa più puro. Gli animali carnivori sono più forti, più crudeli, più
rapaci. Se voi foste dei lupi, mangereste della carne; se foste degli agnelli, mangereste
dell’erba. I desideri del lupo sono i desideri della loggia nera e i desideri degli agnelli sono i
desideri della loggia bianca.

176
L’alimentazione carnea è una trasgressione della legge divina. Gli uomini sono diventati
mortali nel momento in cui hanno iniziato a mangiare la carne. Per comprendere quale
nutrizione è la più benefica per la salute e per l’evoluzione personale, fate la seguente
esperienza: date da mangiare a qualcuno per tre mesi, mattino, mezzogioro e sera, unicamente
della carne di maiale accompagnata dal vino. Nello stesso tempo, date da mangiare ad un’altra
persona esclusivamente dei frutti e da bere dell’acqua calda. In questi tre mesi, osservate le
due persone nella loro espressione corporale, nel loro comportamento e nei rapporti che
intrattengono con gli altri.
Colui che non può liberarsi dell’alimentazione carnea non può liberarsi dal male. Il sangue si
purifica attraverso la nutrizione. Potete mangiare della carne e del formaggio ma non vi
daranno le condizioni per crearvi un corpo puro e un intelletto nobile! Un vero vegetariano è
colui i cui antenati erano vegetariani da quattro o cinque generazioni.
Io disapprovo il consumo di carne poiché so che è la causa di tutti i malori del mondo. Colui
che la mangia soffrirà. Coloro che non riescono a separarsi dalla carne non possono liberarsi
dal male.
Il massacro di mammiferi crea un’anomalia nella Natura. La maggior parte delle malattie
provengono da questo massacro che blocca l’evoluzione degli animali. Le forze che
costituiscono il loro benessere restano inutilizzate e formano degli stati caotici che sono la
causa delle differenti malattie umane. Conoscete le conseguenze del fiume di sangue degli
animali? La sua evaporazione trascina la formazione di siero e di culture di bacilli molto
nocivi attraverso i quali arrivano tutti i malori nel mondo organico. E’ impossibile diventare
grandi nutrendosi di carne di maiale o di capra. San Giovanni Battista si nutriva di miele e di
cavallette. Era pieno di energia. Il miele addolciva il suo carattere e le cavallette gli davano un
temperamento gaio e ben disposto.
Voi avete imparato a nutrirvi di frutti vicino agli angeli e sono gli spiriti caduti che vi hanno
insegnato a nutrirvi di carne degli animali. La nutrizione carnea si è introdotta nel mondo
quando si è interrotto il legame che legava l’essere umano con l’Amore di Dio.
Il maiale è l’animale meno puro e così la sua carne. Le cellule del maiale sono
eccessivamente individualiste; per essere assimilate dall’organismo, esse richiedono doppia
energia. Estremamente parassite, esse esigono l’impegno di operai per il compimento del loro
lavoro. Le patate, il grano, le carote, il cavolo, le radici, le pere, le ciliegie non esigono
l’utilizzo di forze supplementari, ma sono degli operai formidabili che lavorano senza
domandare una ricompensa. Non utilizzate gli operai del maiale per fare il lavoro del vostro
organismo! La nutrizione la più sana è il grano.
Se l’uomo avesse conoscenza degli elementi nocivi contenuti nella carne di maiale, di
coniglio, delle rane, non potrebbe nemmeno sopportare il loro odore, non parliamo poi di
mangiarle! Si crede di rigettare queste impurità liberando l’intestino! Il sangue si purifica
attraverso la nutrizione.
Il pesce possiede una forza magnetica specifica di cui l’organismo ha bisogno, ma si trova la
stessa forza magnetica nelle piante e anche in quantità superiore. Potete mangiare del pesce in
casi eccezionali.
L’igiene della vita inizia attraverso una buona utilizzazione della luce deposta nei vegetali e
nella frutta. Se la luce immagazzinata attraverso le piante non si trasforma in energia vitale
nell’organismo umano, si dice che gli alimenti non sono ben assimilati, vale a dire che questa
nutrizione non è adeguata per la persona.
Ai nostri giorni gli igienisti e i nutrizionisti raccomandano sia un’alimentazione carnea, sia
un’alimentazione vegetariana. Ma qualche volta un miscuglio di più vegetali con certi olii può

176
squilibrare il vostro stomaco più della carne. Per evitare certi inconvenienti, ognuno deve
trovare la nutrizione che la Natura ha previsto specialmente per esso. E’ questo il punto più
importante sul quale dovrete riflettere e meditare. Quello che è scritto nei libri non è così
importante. Ognuno deve trovare la nutrizione che gli corrisponde come fanno gli animali. La
Natura ha dato all’uomo un senso che gli permette di riconoscere ciò che gli conviene. Se
l’uomo ritorna verso il suo stato di purezza originale, saprà distinguere la buona nutrizione da
quella cattiva e specialmente quella che gli è destinata. Non mangiate mai troppo, non date al
vostro stomaco qualsiasi cosa.
Solo quando siete vegetariani per convinzione profonda la nutrizione sarà assimilata. L’uomo
che si nutre esclusivamente di carne diventa più grossolano. Con che cosa si può sostituire la
carne? I fagioli bianchi (Allegato 1-B) sono un buonissimo sostituto, ma per renderli più
digeribili, bisogna togliere la loro pelle. Mangiateli almeno una volta alla settimana.
Il carattere, la stabilità dell’organismo e le convinzioni dell’uomo dipendono dalla nutrizione
che egli consuma. I buoni alimenti sono quelli capaci di stabilire l’ordine nella circolazione
delle forze e delle energie. Ogni cellula dell’organismo umano deve essere organizzata,
vivente e in grado di partecipare intelligentemente al funzionamento degli organi. Altrimenti
essa muore e diventa nociva per l’organismo.
La maggior parte delle persone pensano che mangiando una nutrizione ricca e varia,
diventeranno forti e in buona salute.
Secondo la loro alimentazione gli uomini si dividono in due categorie: i vegetariani e i non
vegetariani. Esistono dei vegetariani dalla nascita, altri da dieci, venti anni. Quando si parla di
veri vegetariani, si tratta della prima categoria. La morfologia della testa dei vegetariani è
differente da quella dei carnivori: più lunga e più stretta nei vegetariani, più corta e più larga,
specialmente intorno alle orecchie, nei non vegetariani, ciò che mostra che le capacità
distruttive sono dominanti. La nutrizione ha un’influenza sia sulla vita fisica che psichica e
spirituale.
Per il momento l’alimentazione più pura e più igienica è la nutrizione vegetariana, ma verrà
un giorno in cui le piante, per preservare la loro propria vita, inizieranno a secretere dei veleni
che provocheranno danni negli uomini. Oggi esistono delle piante nocive i cui veleni vengono
impiegati qualche volta nella composizione di medicamenti.
Quale utilità c’è nell’essere vegetariani se non cambiate simultaneamente i vostri pensieri e i
vostri sentimenti? E’ impossibile di migliorare la propria vita senza cambiare la propria
alimentazione, i propri pensieri e i propri sentimenti. Il vero vegetariano deve avere non
solamente una nutrizione sana, ma anche dei pensieri, dei sentimenti e degli atti puri.
Nell’avvenire, gli esseri umani si nutriranno unicamente di frutta, come gli angeli. Anche la
nutrizione vegetale di oggi non è molto pura, essa non è in grado di apportare gli elementi di
immortalità. In un avvenire ancora più lontano, non si mangeranno più dei vegetali, ci si
nutrirà allora come gli angeli, del nettare puro della Natura.
Credete che la Natura dia la propria approvazione alla cucina contemporanea? Essa ha creato
la frutta e i legumi come nutrizione direttamente utilizzabile, ma molti non sanno impiegarla,
la cuociono, la fanno friggere, aggiungono differenti spezie e allora, invece di procurare loro
dei vantaggi, essa nuoce loro.
Imparate l’arte culinaria della Natura. Osservate come sono fatti i frutti! E oggi come li
cucinano? Si taglia la carne, si aggiunge la cipolla, il pepe, le spezie, il burro, le salse e questa
diventa una poltiglia.
E’ preferibile utilizzare meno sale nei piatti. Colui che ne ha più bisogno lo può aggiungere.
E’ l’acqua che apporta la vita, non il sale. Non crediate che mangiando più sale, più pepe, più

176
burro, la nutrizione apporterà più benefici al vostro stomaco. Ciò apporta solamente qualcosa
per il gusto. Per provare la qualità di una nutrizione, occorre osservare la disposizione del
vostro stomaco una mezz’ora dopo il pasto. Se provate la minima pesantezza, quella
nutrizione non è conveniente per voi.
Per approfittare meglio delle qualità nutritive dei fagioli bianchi, cuocerli nell’acqua pura con
una o due cipolle, senza apportare dei complementi, nemmeno dell’olio, né del pepe. I fagioli
contengono un olio specifico che non si sposa bene con altri, nemmeno con l’olio d’oliva che
può alterarlo.
Piantate i fagioli su un terreno pulito e ben esposto al sole. Non mangiate mai dei fagioli
bianchi non ben cotti, né vecchi da più di un anno. Essi simbolizzano l’egoismo umano, sono
nutrienti e danno molto, ma prendono anche molto.
I Bulgari d’altri tempi gettavano l’acqua della prima cottura poiché essa è nociva per la salute
e essi li cuocevano in una seconda acqua. Vorrei che i Bulgari ritornassero a questa antica
abitudine che riposa su una legge psicologica importante e dona dei buoni risultati.
Se volete cucinare bene, cuocete della cipolla al forno e nell’acqua, ma non fatela mai
friggere. Ha delle virtù terapeutiche quando è cruda, cotta al forno, a vapore o nell’acqua.
Colui che deve essere in buona salute non deve mai mangiare della cipolla fritta.
La frittura in generale provoca un’evaporazione di tutte le essenze sottili contenute negli
alimenti e toglie loro una gran parte del loro valore nutritivo.
Mangiate la nutrizione preparata dalla persona che vi ama, vi apporterà la salute e il
benessere.

Il grano e il pane

Il seme del grano è l’emblema dell’anima umana. Esso condensa la storia grandiosa dello
sviluppo della natura. Le forze, le possibilità, lo spirito di abnegazione che esso contiene sono
una nutrizione per il grano stesso e per gli uomini. Vi è un grande enigma nel seme del grano!
Il chicco di grano è il bambino amato dagli angeli. Più lo si mastica più se ne traggono gli
elementi benefici. Il grano è la nutrizione più pura. Al momento non esiste nutrizione più sana
del grano. Tuttavia, il modo in cui lo si macina e in cui si prepara il pane fa perdere ad esso
una gran parte dei suoi elementi nutritivi.
Il sole ha introdotto nel grano enormi possibilità e se potete estrarne questo contenuto
prezioso, non avrete nemmeno bisogno di altra nutrizione. Cambiando il vostro stato
spirituale, sarete in grado di assorbire gli elementi nutritivi contenuti nel grano. Gli altri
alimenti sono un complemento del grano e del pane.
Supponiamo che voi vogliate beneficiare degli elementi per il vostro intelletto. Cosa dovete
fare? Mettete al lavoro le sostanze azotate e pensate continuamente al mondo spirituale,
all’Amore divino. E’ solamente così che trarrete gli elementi necessari che il sole ha deposto
nel grano. Se volete trarre dell’energia per nutrire i vostri sentimenti, il vostro cuore, mettete
al lavoro l’ossigeno del grano. In realtà se si sapesse come utilizzare tutte le sue energie
nutritive, 100 grammi di grano solamente permetterebbero all’uomo di vivere tutta una
settimana. Ai nostri giorni che quantità di nutrizione gli esseri umani mangiono per settimana,
oltre i 100 grammi di grano! E quanta poca energia essi utilizzano da ciò che mangiano!
Il grano crudo è meglio che il buon pane cotto poiché una gran parte delle sue vitamine
scompare nella cottura. Nello stesso modo la macinazione gli fa perdere una parte dei suoi
poteri. Macinare il grano è un’invenzione umana. E’ preferibile frantumarlo e mangiarlo così.

176
E’ preferibile mangiare del grano crudo ma poiché gli esseri umani non hanno dei buoni denti,
bisogna cuocerlo e mangiarlo quando è caldo. Non mangiate mai il grano cotto la sera prima,
ma preparate ogni volta la quantità necessaria.
Il grano è già cotto una volta dal sole, come la pera e tutti gli altri frutti. Nella Natura esiste un
processo interno attraverso il quale si manifesta la vita. Nel tempo che cresce e muore, il
chicco di grano immagazzina in sé la vita. Quando è cotto, la sua vita non aumenta. Qualche
volta potete mangiare il grano come la natura lo dona, ma anche sotto forma di pane.
Personalmente consiglio di non mangiarne molto affinché la nutrizione di cui l’uomo ha
bisogno sia ben digerita e non stagni nello stomaco. La buona assimilazione della nutrizione
evita la formazione di tutti gli eccessi e dei gas nocivi.
Il pane è la nutrizione più importante per l’uomo, contiene tutti gli elementi nutritivi. E’ una
benedizione che Dio ci ha dato.
L’uomo potrebbe vivere magnificamente solamente con del pane, della frutta e dell’acqua.
La cosa più importante è di mangiare con amore, ben disposti, ringraziare e masticare bene.
Gli esseri umani, per la maggior parte, fanno tutto ciò che crea loro degli ostacoli, non si
privano di alcuna nutrizione, soddisfano la loro golosità, inghiottono velocemente, senza
masticare. In breve, non sanno né mangiare, né dormire, né respirare e vogliono essere in
buona salute!
Il pane di grano possiede molti più elementi nutritivi di tutto il resto. Nel pane lievitato, i
fermenti viventi si moltiplicano e producono degli elementi inutili. E’ per queso che Mosé ha
proibito agli Ebrei di fare del pane al lievito. E’ meglio fare il pane con il grano macinato
fresco e che sia ben cotto piuttosto che poco cotto. Oggi il pane che si mangia non apporta
abbastanza elementi utili perché è preparato da persone malcontente, mal disposte, che
discutono e si ingiuriano. Il pane è una nutrizione sacra e deve essere preparato con cura in un
ambiente sano e con dei pensieri e dei sentimenti puri. Fra tutti gli alimenti, i migliori sono il
grano e il pane. Gli altri sono un complemento.

Il digiuno

Il digiuno è una forza che prolunga la vita. Non sono la sofferenza e le pene, ma il digiuno
che prolunga la vita e la rende più intensa.
Colui che vuole fare qualcosa di grande deve digiunare e mangiare poco. Tutti gli uomini
buoni, coscienti e grandi hanno digiunato per essere forti e in buona salute. Ognuno dovrebbe
di tanto in tanto sottoporsi volontariamente a un digiuno, ma senza però avere la sensazione di
essere affamato. La Natura si serve del digiuno come di un motore potente poiché tutti i
processi chimici vengono acutizzati per la mancanza di nutrizione. Il digiuno cosciente
prolunga la vita e rinforza l’organismo.
Il vero digiuno è un metodo di regolazione delle emozioni e dei pensieri. Oltre al fatto di non
bere e mangiare, di non consumare grassi né carne, il digiuno consiste nel nutrirsi nello stesso
tempo di pensieri e sentimenti elevati, a essere pronti a riconciliarsi con tutti i propri nemici e
di pagare tutti i propri debiti. Se volete compiere tutti i vostri doveri e risolvere tutti i vostri
malori, digiunate per cinque, dieci, venti giorni, ma a condizione che il vostro cuore e il
vostro intelletto siano in accordo con questa decisione. In certi momenti della vostra vita,
quando dovete rinforzare la vostra volontà, unirla con la Volontà divina, dovete digiunare.
Se scoprite certe anomalie nel vostro organismo, digiunate per qualche giorno, bevete prima
dell’acqua calda, respirate profondamente ed esponetevi alla luce.

176
Prima di cominciare il digiuno pulite il vostro stomaco, prendete un lassativo, lavate gli
intestini. Un digiuno è molto benefico, ma a condizione di purificare nello stesso tempo i
pensieri e i sentimenti, altrimenti non sarà utile. D’altra parte il digiuno è indispensabile come
un riposo per il vostro organismo, riposo interiore e esteriore. E’ anche raccomandato come
mezzo di guarigione. Durante il digiuno, la combustione nell’organismo diventa più intensa e
gli elementi nocivi all’origine delle differenti malattie, indisposizioni e malcontento vengono
bruciate.
Che cosa significa digiunare a livello fisico? Ciò non vuol dire diventare magro, cattivo,
pallido, ma non torturare più il proprio marito, la propria moglie, il proprio prossimo. Vale a
dire non far più portare al proprio marito dei vestiti e delle scarpe usate, sporche, qualsiasi
cosa, al contrario, apportare tutto il bene necessario per lui, preparare i migliori vestiti propri e
confortevoli, non sospettare che egli corra dietro ad altre donne e che sia disonesto, ma
credere che è come un santo, dotato di grandi qualità.
Il venerdì non cucinate e non mangiate dei piatti cotti. Si possono mangiare dei frutti, del pane
con le olive. Scegliete un venerdì nel mese e non mangiate niente. Se siete obbligati a
mangiare in quel giorno, il mese dopo, digiunate due venerdì di seguito. Non annunciate a
nessuno quando state per digiunare o quando digiunate e anche se avete digiunato. Digiunate
per 40 ore, se possibile, ma almeno 24 ore complete. Che ciascuno digiuni! Un giorno al
mese, non è molto! Quanti venerdì in un anno?
Il nono giorno di ogni mese, consacratelo interamente al Signore. In quel giorno nutritevi di
frutti.
Durante la durata del digiuno, respirate sempre intensamente poiché attraverso l’aria potete
ricevere una quantità sufficiente d’energia nutritiva. Ci si potrebbe nutrire unicamente
d’amore che, passando dapprima nell’aria, è in grado di produrre tutti i benefici nell’uomo e
di dargli un pensiero giusto e potente. Proiettato verso colui che non ha mangiato per qualche
tempo, un pensiero di questa qualità ha la capacità di saziarlo.
Chi fa un’escursione a piedi non deve digiunare. Che porti con sé del pane, che egli beva
dell’acqua e ringrazi Dio. Durante le escursioni, tutti devono sentirsi sazi. L’idea principale
del digiuno è di risvegliare l’energia nascosta nelle cellule per rinnovare l’organismo.
Se decidete di digiunare senza sapere perché, il digiuno non sarà troppo utile. E’ anche
importante di rispettare esattamente ciò che avete deciso: il giorno dell’inizio di un digiuno
che volete intraprendere e la sua durata. Iniziando il lunedì, otterrete un risultato, a partire dal
martedì un altro, il mercoledì un terzo e così di seguito. Il risultato è ancora differente se
iniziate a digiunare il mattino, mezzogiorno o la sera. Rispettate certe regole, altrimenti le
vostre esperienze si allontaneranno dal loro scopo. Nella Bibbia è detto che il profeta Elia ha
digiunato 42 giorni per magnetizzarsi. Il digiuno è un mezzo per eliminare la paura, dà la
capacità di controllare la circolazione sanguigna e il funzionamento del cervello. Poiché in
questo periodo l’uomo diventa molto sensibile e attira le forze dinamiche della natura, deve
restare vigilante per controllarle.
Il benessere si acquisisce non solamente attraverso il digiuno fisico ma anche attraverso il
digiuno spirituale che forgia la volontà: voi divenite più intelligenti, più resistenti al lavoro e
allo studio.
E’ bene per l’uomo di soddisfare i propri desideri ma è assai meglio di educarli. Quando
qualcuno si rende conto di un tratto negativo nel proprio carattere o egli nota l’evoluzione di
un pensiero o di un sentimento distruttivo, può digiunare due o tre giorni con lo scopo di
liberarsene. Certi digiunano e torturano il loro corpo senza comprendere il senso del digiuno.
Bisogna saper digiunare coscientemente.

176
Secondo me, 24 ore di digiuno ben fatto sono uguali a 10 giorni di digiuno effettuato in modo
meccanico. In 24 ore si possono rinnovare le cellule del proprio corpo. Durante questo
periodo siate allegri, cantate e ringraziate il Signore per tutto. Poi mangiate e ringraziate per il
pane e l’acqua. Il numero 24 è armonioso, corrisponde a una rotazione della terra sul proprio
asse e vi metterà in armonia con le proprie vibrazioni.
Il digiuno non è previsto per torturare il corpo ma per armonizzarlo con le forze dell’anima,
regolarizzare le correnti energetiche in voi e ben utilizzarle. Il digiuno eccesivo provoca dei
processi contrari, come la golosità.

La nutrizione

La nutrizione è un atto sacro.Essa non è solamente un processo fisico ma anche spirituale. Lo


stato di salute dell’organismo dipende da esso.
Quando l’uomo sa come nutrirsi e come scegliere la propria nutrizione, è arrivato a conoscere
le leggi del mondo fisico e ad applicarle poco a poco nella propria vita interiore.
Molte cose dipendono dalla nutrizione. Se egli sa come nutrirsi, l’uomo ha già risolto uno dei
problemi più importanti della propria vita.
Mangiate solamente quando avete fame. Se non avete fame non mangiate. Se gli esseri umani
rispettassero questo istinto interiore, essi acquisirebbero una migliore salute.
Il modo in cui si nutrono mostra la realtà dell’uomo sui piani intellettuali e spirituali.
Si può dire che mangiare bene includa la partecipazione del pensiero e dei sentimenti.
Bisogna amare gli alimenti che si mangiano e pensare alla nutrizione che si riceve, così come
alla sua digestione. Se il pensiero e l’amore non partecipano, l’uomo incontrerà diversi stati di
malattia.
Osservate qualcuno in procinto di mangiare, ma, nello stesso tempo, il suo pensiero è altrove.
Egli è preoccupato di altre cose, non pensa alla propria nutrizione e non ringrazia per i
benefici che riceve in quel momento. Pensate a ciò che mangiate e ringraziate. Il mondo
invisibile controlla il modo in cui l’uomo si nutre. Se mangia lentamente, con attenzione, se
egli ringrazia, gli esseri luminosi lo aiuteranno in tutti i suoi lavori. Senza la conoscenza del
senso profondo della nutrizione, della respirazione, del pensiero, la vita resta incomprensibile.
Così come l’intelligenza, le conseguenze e l’azione sono indissolubili, nello stesso modo
anche il pensiero, la respirazione e la nutrizione devono essere legati.
La nutrizione è un processo musicale.
Si deve masticare tranquillamente, ma energicamente, al fine di trasformare la nutrizione in
poltiglia prima di inghiottirla. La durata di un pasto è di circa cinquanta minuti.
L’uomo dall’intelligenza risvegliata può saziarsi solamente con 100 grammi di pane al
giorno,a condizione di sapere come trarne profitto. Tutto risiede nel pensiero. L’intelleto è il
conduttore della vita. Non è sufficiente di accumulare delle ricchezze e delle forze ma di
sapere organizzarle. L’uomo in buona salute si distingue dalla buona organizzazione delle
energie del proprio corpo.
Colui che ha studiato a lungo le leggi della nutrizione può utilizzare solamente 50 o 100
grammi di riso al giorno e stare bene. Con 100 grammi di burro, si può vivere tutto un anno;
con 150 grammi di formaggio anche. Gesù conosceva questa scienza della nutrizione e ha
potuto nutrire 5000 persone con cinque pani. Da dove è venuto questo pane? Dall’aria.
Conosceva la legge della trasformazione della materia. Egli poteva, egli credeva, egli amava
poiché viveva in accordo con le leggi dell’amore, della saggezza e della verità. Colui che vive
in conformità con queste leggi può arrivare allo stesso risultato.

176
Dietro la parola “nutrizione” nel senso ampio del termine, si comprende il processo di
ricevimento delle forze viventi della natura. Queste forze si ricevono attraverso la nutrizione,
attraverso l’aria, attraverso la luce, attraverso il calore e infine attraverso il pensiero vivente.
Sono dei conduttori che devono passare attraverso l’organismo affinché l’uomo possa
servirsene. L’uomo dall’intelligenza risvegliata conosce dei metodi, dei mezzi per estrarne le
forze viventi. E’ tutta un’arte saper nutrirsi, saper trasformare l’energia acquisita attraverso la
nutrizione, di saperla dirigere dallo stomaco verso il cuore e dal cuore verso il cervello, vale a
dire di farla salire da un piano inferiore a un piano superiore.
La nutrizione è la scienza della trasformazione delle energie da uno stato ad un altro,
dall’energia grezza all’energia mentale.
Colui che mangia correttemente gode di un buon corpo.
L’idea che con poca nutrizione l’organismo non possa sussistere è falsa. Una piccola quantità
di nutrizione ben assimilata dà più energia che una grande quantità mal trasformata.
Nutrirsi correttamente significa saper ben assimilare l’energia vitale contenuta nella
nutrizione. Se il processo non è ben rispettato, ci si ammala o si è mal disposti. Mangiando
troppo velocemente, introducete molta aria nello stomaco. Fate entrare pochissima aria,
altrimenti lo stomaco si allarga e soffrirete di coliche. In questo caso, bevete tre bicchieri
d’acqua calda e fate un massaggio.
Bisogna mangiare nel momento giusto, vale a dire non forzatamente alla stessa ora, ma
quando le forze dell’organismo si manifestano e quando si sente una fame interiore. Certi
mangiano molto, ma non importa quando e, sicuramente, senza risultato. Altri mangiano poco
ma nel momento giusto quando l’organismo è ben disposto e essi ottengono dei buoni
risultati. L’uomo deve nutrirsi in piena coscienza, ringraziare per la nutrizione ricevuta
sapendo che le piante, i frutti, gli animali si sono sacrificati per gli esseri umani e che bisogna
ringraziarli per questo. Altrimenti non ci sarà beneficio per loro e le sofferenze delle piante e
degli animali aumenteranno ancora. Gli uomini devono riscattare il loro sacrificio. Come?
Con il loro lavoro e la loro gratitudine. Ricordate questo: la nutrizione è basata sulla legge
dell’amore. Se mangiate una nutrizione che non amate, essa non può farvi bene. Ogni
alimento nasconde in sé la vita che riceverete solamente se l’amate. Non pensate che la
nutrizione vi apporti della forza, essa è solamente conduttrice della vita che dona forza
all’uomo. Se amate la vita nascosta in una certa nutrizione, tutte le vostre cellule si apriranno
per riceverla. Se non amate un alimento, non amate nemmeno la vita che contiene. Vale a dire
che questa nutrizione entrerà e uscirà dalle vostre cellule senza che voi possiate ricevere la
vita specifica che essa apporta.
Esiste una legge che regge la buona nutrizione e che dice che l’uomo può mangiare tutto, ma
a condizione che egli lo faccia con amore, coscientemente e in buona disposizione.
Liberatevi da tutto il malcontento! E’ la prima condizione da rispettare quando iniziate a
mangiare. Anche se non avete che un po’ di pane, amatelo affinché l’energia che contiene
penetri nel vostro organismo.
In realtà che cosa accade? La moglie ha cucinato per delle ore, essa ha introdotto nei propri
piatti diversi ingredienti per renderli saporiti e i piatti preparati sono veramente succulenti. Ma
ecco che il marito rientra a casa malcontento, tetro. La moglie resta come pietrificata ed ecco
che tutta la magia del pasto svanisce.
Non mangiate mai quando non siete ben disposti. Non mangiate nemmeno quando siete in
collera. La nutrizione è vivente e quando le sue particelle penetrano nel vostro organismo, con
la vostra riconoscenza esse possono rinnovarlo. Mettetevi a tavola ben disposti, calmi,
tranquilli e cominciate a mangiare lentamente, masticando bene la vostra nutrizione. Il pasto

176
può durare da 40 minuti a un’ora se niente lo fa accelerare. La nutrizione è un lavoro
grandioso, è per questo che non bisogna trascurarlo, mangiando velocemente e facendo altre
cose.E’ preferibile mangiare poco e di mantenere sempre una sensazione di leggerezza nel
proprio stomaco. Fermatevi al boccone più delizioso e ringraziate.
Gli scienziati non hanno ancora analizzato e comparato i succhi dello stomaco e del sangue di
un uomo che mangia in buona disposizione e di un altro che mangia irritato e in collera. Fra i
due casi, esiste una differenza considerevole nella composizione biochimica dei succhi dello
stomaco e del sangue. La minima buona disposizione di spirito provoca delle tossine che si
espandono nel corpo attraverso il sangue. Ciò vale per l’uomo cosciente. Ma per l’uomo senza
coscienza, si raccomanda il contrario: quando il suo stato di spirito è perturbato, negativo, che
mangi bene e le energie ricevute dalla nutrizione ristabiliranno il suo equilibrio.
Sebbene la nutrizione sia uno dei processi comuni a tutti gli esseri viventi, nessuno sa nutrirsi
come si deve. Nemmeno l’essere più evoluto si nutre bene. Inghiotte velocemente. Senza
masticare bene, ciò a per conseguenza una digestione difettosa. Prima di tutto la nutrizione
tenuta a lungo in bocca apporta energia. Le energie sottili contenute negli alimenti non
possono essere assorbite altrimenti che attraverso la lingua. E’ per questa ragione che bisogna
mangiare in pace, liberi da inquietudini, concentrati, senza precipitazione, in modo da ricevere
la nutrizione la più importante, l’essenziale.
Durante il processo di masticazione, l’energia vivente, il prana, passa attraverso la lingua e si
deposita nel sistema nervoso. Più la nutrizione è masticata a lungo, più essa apporta il prana al
sistema nervoso e al cervello. Dalla bocca, la nutrizione passa nello stomaco dove essa è
sottoposta a un altro processo. Più grande è l’energia che perviene dal cervello meglio
avviene la digestione. Per questo bisogna masticare a lungo per ricevere più energia cerebrale.
Così l’apporto d’energia indispensabile ai muscoli e alle ossa è assicurato in ugual misura.
Solo la nutrizione ben digerita è benefica.
Fra i pensieri, i sentimenti e la masticazione esistono certe corrispondenze. In questo senso, il
modo di masticare indica il modo di pensare, di sentire e di agire. Colui che ha dei buoni denti
e mastica bene la propria nutrizione dai due lati, a sinistra e a destra, non si ammala. Non
masticate a bocca aperta poiché l’aria che si introduce impedisce la buona digestione. Non
potete essere in buona salute se durante i pasti i vostri pensieri sono negativi e se siete
malcontenti della vita. Con una buona disposizione prendete una mezz’ora per la piccola
colazione del mattino e per il pasto della sera e 40 – 50 minuti per il pasto di mezzogiorno.
Non riempite troppo il vostro piatto e non tagliate dei grandi pezzi di pane.
Vi preparate a mangiare un frutto, una pera per esempio; non iniziate immediatamente,
fermatevi, osservatela, pensate un po’ ad essa, risvegliate in voi un sentimento d’amore a suo
riguardo e guardate quello che la Natura ha inscritto in questo frutto. Ogni frutto è una lettera
del Creatore. E’ impregnato dai raggi del sole. Gli esseri che hanno creato questo frutto vi
hanno condensato dei raggi, delle energie solari. Volete ricevere questa luce e farne trarre
profitto al vostro organismo? Allora, ringraziate!
Dopo aver mangiato della frutta, non bevete mai acqua, né calda, né fredda. Bevete sempre
dell’acqua prima del pasto e mai dopo.
Durante il pasto potete ascoltare della musica, una musica gradevole, né troppo ritmica né
troppo triste, poiché quest’ultima perturba il processo nutritivo.
Più ricco è il pensiero, più raffinata sarà la nutrizione. E’ essa che determina la costruzione
dell’intelletto e del corpo: la qualità e la scelta della nutrizione dipendono dal pensiero. Anche
se cara non vi private di una nutrizione di buona qualità poiché essa apporterà più al vostro
organismo di quella che mangiate senza grande desiderio. Non è questione di non mangiare

176
niente ma di sapere piuttosto che cosa mangiare. Appagare la propria fame non è sufficiente,
sapere di che cosa si ha bisogno è di una importanza maggiore. Di conseguenza, l'uomo
spirituale deve mangiare la migliore nutrizione e non mangiare mai oltre misura. Se voi
rispettate queste due regole, avrete una vita ecellente. L'uomo può sviluppare la propria
facoltà di discernere i migliori alimenti per lui. Ogni organismo ha bisogno di una nutrizione
specifica e se voi la sapete riconoscere, potete apportare molto alla vostra evoluzione fisica,
mentale, emozionale e spirituale.
La capacità di riconoscere se per lui una nutrizione è buona, o non, permette all’uomo di
integrare le leggi del mondo fisico e le leggi spirituali in rapporto con la propria vita interiore.
L’uomo sul cammino dell’evoluzione sceglie e mangia degli alimenti che l’aiutano a
sviluppare certe qualità, virtù e talenti. Per esempio l’intellettuale mangerà di preferenza della
frutta indispensabile per lo sviluppo, il rafforzamento della propria intelligenza.
A coloro che vogliono diventare belli, raffinati, delicati, dico di mangiare le mele migliori!
Per l’evoluzione dell’intelligenza e della ragione, bisogna mangiare delle pere ben formate,
non molto rotonde, di un bel colore giallo-rosato, dalla polpa spessa. Colui che vuole
migliorre il funzionamento dei propri reni deve mangiare dei fagioli bianchi. Per gli occhi
mangiate delle lenticchie, ma non parlo degli occhi già malati.
Il lunedì scegliete di mangiare degli alimenti che sviluppano l’immaginazione, il martedì
quelli che danno l’energia, il mercoledì gli alimenti che favoriscono lo sviluppo
dell’intelligenza, il giovedì quelli che rinforzano la fede e che provocano la benevolenza e la
dignità.
La nutrizione scelta male è la causa dell’accumulo di eccessi nei muscoli. La bellezza è basata
sulla consistenza dei tessuti muscolari, la cui composizione armoniosa, con una buona
plasticità, dona una buona espressione al corpo e al viso.
Un viso è bello quando Dio ha “posto la sua piuma” su di esso, è brutto quando esso è
cancellato dall’uomo.
Secondo i giorni della settimana, i genitori devono sapere quale nutrizione dare ai loro
bambini, poiché la nutrizione crea l’uomo. Se voi date una nutrizione grossolana agli uomini
più raffinati la loro vita si trasformerà. Per dieci anni date una nutrizione raffinata e delicata a
uno uomo rude constaterete che cambierà il suo modo di vita. La Natura ha creato e messo a
disposizione tutti i tipi di alimenti e ciascuno può scegliere quello che gli conviene, che gli dà
i migliori risultati. Spesso ci si orienta attraverso l’intuizione. Per esempio si raccomanda
come bevanda il succo di grano senza sapere ciò che contiene né nemmeno a chi
raccomandarlo. Si possono consumare gli alimenti le cui energie corrispondono alle nostre.
Colui che ha una buona disposizione per il succo di grano o di avena o di porro può
utilizzarlo come nutrizione. Questo aspetto è il lato interiore della nutrizione.
Certi alimenti sono legati al cervello, altri ai polmoni, altri ancora allo stomaco. Di che cosa
ha bisogno l’organismo? Degli alimenti che lo attirano. Per gli animali è lo stesso, ma poiché
essi non hanno bisogno di fare delle attività intellettuali, essi cercano la nutrizione che dà loro
la forza. La nutrizione dell’uomo deve essere variata e in rapporto con i propri bisogni.
L’uniformità e la monotonia sono pericolosi, così anche la nutrizione non variata.
Per attirare la bellezza della vita, è prima di tutto indispensabile consumare una buona
nutrizione, sana e semplice. Potete trovarla dappertutto. La maggior parte delle persone
pensano che la buona nutrizione sia cara. No, i migliori alimenti sono semplici e a buon
mercato.
Ai tempi delle crociate viveva un eremita. Aveva trascorso 40 anni della propria vita sul
tronco di un albero nutrendosi solamente una volta per settimana. Mangiava forse delle

176
bistecche, del burro o dei dolci? Le persone vicine si recavano da lui perché le guarisse.
Quest’uomo aveva compreso la legge della fede.
Esistono degli alimenti specifici per mezzo dei quali si può ristabilire la memoria; ve ne sono
altri che possono aiutare a ristabilire il senso della bellezza o a sviluppare il senso artistico, il
senso della poesia, della musica, delle scienze, ecc. Ma per riuscire a riconoscere gli alimenti
in grado di restituire all’uomo ciò che ha perduto, bisogna prima di tutto sviluppare i pensieri
e i sentimenti adeguati. Quali sono le idee in relazione con le ciliegie, le mele, le prugne e le
pere? Ogni frutto simbolizza un pensiero divino e, se l’uomo possiede la conoscenza delle
corrispondenze, potrà utilizzare le forze racchiuse nei frutti.
La luce è la nutrizione più appropriata per l’uomo ma essa è ancora molto densa, si deve
diluire un po’. La frutta, le piante, tutto ciò è luce condensata.
Una nutrizione è benevola se essa possiede della luce, se essa apporta del calore organico e se
essa contiene la forza della vita. Privata della luce, essa non permette lo sviluppo
dell’intelligenza; se essa manca di calore, il cuore non può svilupparsi, se essa non apporta
abbastanza forza, la volontà resterà debole.
Ogni nutrizione organica che consumate, per quanto pulita e sana, lascia nell’organismo dei
residui e delle tossine. L’uomo è divenuto mortale da quando mangia una nutrizione organica
poiché ogni creatura organica si polarizza in una parte pura e in una parte impura. I buoni
alimenti sono quelli che si digeriscono facilmente e lasciano pochi rifiuti.
Il dolce rende il carattere amabile. Ogni frutto, ogni alimento apporta al vostro carattere la
qualità degli elementi che contiene. Per esempio le patate rendono felici, per questo in
condizioni difficili, l’uomo deve mangiare delle patate. Certi ne mangiano per degli anni
senza conoscere la loro influenza. Le mele rendono dolci, indulgenti, il viso aquisisce
freschezza. Per diventare dolci, mangiate anche dell’uva. Le ciliegie apportano la gaiezza e la
gioia.
Il grano, le pere, tutti i frutti sono maturati al sole e non c’è ragione di cuocerli. Mangiateli
allo stato naturale. Per contro non li mangiate troppo maturi. Attraverso la frutta, la Natura ci
dà la possibilità di trasformazione. I bambini amano la frutta, per questo il loro carattere e il
loro stato d’anima si trasforma fcilmente.
L’influenza della frutta su di noi è ancora più forte quando la si mangia conoscendo le loro
proprietà.
La nutrizione che voi mangiate deve essere perfettamente fresca, altrimenti essa produce delle
tossine che distruggono l’organismo. Nella pelle dell’uva, vi sono delle vitamine che si
traggono solo a condizione di masticarla a lungo. E’ preferibile di non inghiottire gli acini.
Mangiare troppo miele rovina lo stomaco. Non mangiarne completamente non va lo stesso
bene. Per essere gai e dinamici, mangiate miele.
L’olio d’oliva racchiude una buona quantità d’energia solare condensata. Cinque, sei noci al
giorno sono sufficienti come apporto di grasso. Delle nocciole, delle mandorle, delle noci
ecco un buon apporto di grasso! Abbandonate gli olii raffinati. I semi di girasole sono
preferibili all’olio di girasole. Prendete 150 grammi di questi chicchi, macinateli; ciò sarà
largamente sufficiente come apporto di materie grasse per la preparazione dei vostri piatti.
Il peperoncino piccante si utilizza contro la febbre , ma per l’uomo im buona salute non è
raccomandato, nemmeno gli alimenti troppo acidi o troppo zuccherati.
Molti si chiedono quale è il senso della vita. Certi dicono che il senso della vita è nella
nutrizione. Se è così, sanno ciò che contengono gli alimenti e perché li utilizzano? Qualcuno
ha mangiato una mela senza conoscere gli elementi che essa contiene e sotto l’influenza di
quale pianeta è? Si dovrebbe perfino studiare questo argomento ogni anno. Le mele dell’anno

176
prima non hanno la stessa composizione e le stesse proprietà di quelle di quest’anno perché
non ricevono le stesse influenze planetarie. Oggi tutto ciò non vi interessa poiché voi non
sapete ancora trarne profitto. La vostra coscienza è in procinto di prepararsi ad una migliore
conoscenza degli alimenti che voi consumate, con lo scopo di meglio utilizzare le loro
proprietà nell’avvenire. Una forza terapeutica particolare è contenuta in ogni frutto.
Ciò che è bene per l’adulto non è forzatamente buono per il bambino. Il latte va bene per il
bambino ma non va bene per l’adulto che, se ne prende troppo, squilibra il proprio sistema
digestivo. Le zuppe anche rovinano lo stomaco, esse diluiscono i succhi digestivi e, inoltre,
non vanno bene per la voce. Nel mio menù, non vi sono zuppe. Vi sono le mele e della
nutrizione solida affinché i denti lavorino.
La conservazione degli alimenti indica una degenerazione dell’umanità di oggi. Essa produce
dei residui tali che provocano differenti malattie. Fino a quando si conserveranno gli alimenti,
ci saranno le malattie. La nuova cultura non pemette l’utilizzo di estratti o essenze di frutta.
Tutto deve essere utilizzato allo stato naturale, come l’ha creato la Natura.
Il pane deve essere ben cotto ma non troppo. I piatti cotti devono essere cotti a fuoco dolce.
Dopo l’inizio della cottura, il fuoco deve essere dolce e il tempo di cottura non superare mai
un’ora.
Io non mangio mai zucchine e cipolle fritte, nemmeno formaggio. Un po’ di radici grattugiate
con dell’olio d’oliva, limone o aceto, un po’ di pane, niente di più. Potete mangiare cipolle,
ma come per le mele, non tagliatele a pezzetti. Non fate delle cose che non vi apportano nulla.
Anche con una alimentazione più ricca, se non avete amore non ne trarrete vantaggio.
Sana è la nutrizione dalla quale l’uomo trae a lungo gioia e buona disposizione. Se dopo aver
mangiato sentite una pesantezza e una cattiva disposizione, ciò mostra che non è sana. Per
l’abitazione è la stessa cosa. Buona e igienica è l’abitazione nella quale l’uomo si sente bene e
prova sempre della gioia.
In passato, i bambini amavano masticare molto della gomma o resina di lentischio. Così,
senza saperlo, pulivano i loro denti e li rinforzavano poiché la masticazione favorisce
l’afflusso del sangue verso le gengive.
Non mescolate gli alimenti se volete preservare la vostra salute! Mangiate una cosa, e, dopo
che essa sarà digerita, potrete mangiarne un’altra. Secondo me, una buona nutrizione viene
digerita in un’ora e venti minuti. Ogni nutrizione che esige più tempo per essere digerita
diventa nociva. Non mescolate i prodotti alimentari. Che cosa mettete nel vostro stomaco! Del
riso, del burro, dell’olio, dei fagioli, tutto ciò che avete sotto mano. E’ un crimine.
Non mangiate una nutrizione troppo calda o troppo fredda. Rispettate queste regole al fine di
essere forti, vigorosi e ben disposti.
Non bisogna mangiare dei prodotti del latte con gli alimenti vegetali. Se avete mangiato
dell’aglio, la frutta o gli alimenti zuccherati saranno presi solamente tre ore più tardi. Lo
ripeto, non mescolate gli alimenti. Non mangiate differenti tipi di frutta nello stesso tempo;
uno solo per volta e lasciate passare almeno un’ora prima di mangiarne un altro.
Se utilizzate del burro, fate in modo che sia puro e fresco. L’estrazione dell’olio di girasole
deve essere fatto al massimo un mese prima del suo utilizzo per non produrre dei residui che
squilibrano lo stomaco. Molti si lamentano dell’olio di girasole raffinato. Vi posso dare un
metodo di depurazione dell'olio. Mettete in una pentola 2 litri di acqua e 1 litro d'olio che
volete raffinare. Portate a ebollizione per 5-10 minuti. Aggiungete un mezzo litro di aceto e
lasciate riposare ed attendete che gli elementi nocivi, gli acidi e i sedimenti si depositino nel
fondo della pentola. Quindi separate delicatamente l’olio dall’acqua. Così avrete un olio più
puro. Poi potete anche utilizzare direttamente dei semi di girasole o delle noci, delle nocciole.

176
Le noci macinate o un centinaio di semi di girasole possono sostituire molto bene l’olio che
mettete abitualmente nei vostri piatti. Utilizzate in questo modo, le materie grasse non sono
nocive.
Una nutrizione troppo liquida fa ingrassare facilmente. Per ritornare allo stato normale,
iniziate a mangiare dapprima gli alimenti acidi e poi quelli dolci. L’acqua deve essere
apportata principalmente dai prodotti alimentari.
Quando cambiate regime alimentare e modo di vita, osservatevi per vedere il risultato di
questo cambiamento. Se non vi sentite meglio, è preferibile di ritornare al vecchio modo di
vita e di alimentazione. Cercate il regime alimentare che vi apporta la gioia e il benessere.
La forza della nutrizione è nella qualità, non nella quantità, ma anche nella maniera in cui si
utilizza. Per l’uomo contemporaneo, mangiare poco è uno dei mezzi di guarigione. Il modo di
vita e il regime alimentare definiscono la durata della propria vita e il dominio del proprio
corpo. Se vive senza coscienza, l’uomo è condannato a una vecchiaia prematura.
Secondo il nuovo Insegnamento è data la possibilità all’uomo di vivere 120 anni, restando
indipendente e in buona salute. L’eccesso di nutrizione indebolisce l’organismo, la frugalità
prolunga la vita. La maniera di nutrirsi non deve lasciare grandi rifiuti; essi devono essere
microscopici.
Ogni saturazione esaurisce. E’ preferibile di non arrivare mai alla sazietà. Lasciate vuoto un
terzo del vostro stomaco. E’ una regola importante per l’igiene della vostra vita. Si è saturi
non solamente di nutrizione ma anche di conoscenze.
Esiste una legge della Natura che definisce la quantità della nutrizione necessaria. Se l’uomo
contemporaneo la conoscesse, sarebbe in buona salute. Diffidate degli eccessi! Tutti gli
eccessi apportano dei malori e dei problemi nella vita. Sapendo questo, non vi permettete
degli eccessi sia sul piano fisico che sul piano affettivo o mentale.
Più l’uomo mangia, meno la sua memoria è buona. Lo stomaco lavora molto ma la memoria
diminuisce. Se l’intelligenza si carica di cose inutili, le inquietudini o i problemi che
ingombrano l’intelletto indeboliscono anche la memoria. La Natura è generosa ma intelligente
ed esigente. Utilizzate di preferenza una nutrizione vegetariana.
Se l’uomo mangia troppo, muore. Se digiuna troppo, anch’egli muore. E’ per questo che
bisogna consumare il giusto necessario per mantenere il proprio organismo senza produrre
molti rifiuti. Mangiate moderatamente! Dopo quindici, venti bocconi, fermatevi! Se non
rispettate questa regola, le saturazioni che ne deriveranno saranno la causa di numerosi
squilibri dell’organismo. Quando si è mangiato troppo, è meglio vomitare o utilizzare un
mezzo per liberarsi piuttosto che intossicare il proprio sangue con questo eccesso.
Verrà il momento in cui avrete le condizioni per non mangiare che una o due volte alla
settimana. E’ per questo che bisogna prepararsi da ora.
La donna porta dei bustini per essere più giovane, ma dovrebbe piuttosto saper digiunare.
Attualmente essa mangia tre volte al giorno. Che cerchi di mangiare uno o due volte e così
essa vedrà svilupparsi dei tratti belli e nobili. Esistono delle leggi che regolano la nutrizione.
Qualche volta non avete desiderio di mangiare, allora non mangiate, aspettate di averne. Gli
animali non mangiano quando sono mal disposti.
Mangiando quattro o cinque volte al giorno, voi ingrassate e siete soffocati, il vostro intelletto
si appesantisce. Bisogna trasformare il grasso in energia. Avete osservato che le persone che
lavorano molto intellettualmente o che hanno delle attività spirituali non sono mai grasse? Vi
dico anche: “L’uomo virtuoso mangia una volta al giorno, l’uomo ordinario mangia due volte
al giorno e coloro che rassomigliano a degli animali mangiano sempre”. Voi domandate
quante volte mangiare al giorno. Una volta!

176
La cultura di oggi soffre di eccessi. Ci sono i prodotti conservati, tutti i tipi di farine, differenti
modi di conservazione. Tutto ciò è un eccesso che l’umanità pagherà molto caro e pagherà
ben in anticipo.
La Natura non accetta i prodotti conservati. I pomodori non devono essere fritti o cotti,
togliete solamente i loro semini ma senza cuocerli. I nostri festini sono spesso un
impedimento per l’evoluzione di altre entità. E’ per questo che in tutte le religioni e nella
scienza esoterica, si raccomanda sempre l’astinenza. Con l’astinenza, non voglio dire il
digiuno assoluto, ma non l’eccesso. E del poco che mangiate, ringraziate sempre Dio dal
profondo della vostra anima.
Se fate una ricerca sugli uomini di oggi, constaterete che il sangue venoso predomina, che i
pori sono ostruiti. Di conseguenza, arrivano molte malattie, handicaps, malori e sofferenze.
La causa principale di tutto questo, è una grande ignoranza, l’assenza di comprensione delle
leggi della natura e l’eccesso di cibo. Tutti hanno fretta, soprattutto per mangiare, è per questo
che la nutrizione non viene ben digerita.
Il peccato non risiede nel fatto di mangiare ma nel mangiare smoderatamente. Quando si
sovraccarica lo stomaco, l’eccesso di nutrizione resta non digerito nello stomaco e negli
intestini e comincia a fermentare e produce dei gas nocivi. Il sistema digestivo deve essere
mantenuto in buono stato.
Una cosa è vera: tutti i grandi compositori, poeti, scrittori, scienziati, creatori di opere sublimi
sono degli esseri legati all’Amore divino. Dalla nutrizione fisica ricevono poco, poiché sono
in possesso di una “chiave”, di un mezzo particolare che permette loro di nutrirsi attraverso i
pori direttamente dall’aria.
Nella Natura, quando è mezzo giorno? Al sommo della vostra fame, quando ricevete un
impulso per mangiare. Il sole si trova allora allo zenith. E’ il momento più propizio per
nutrirsi e per una migliore digestione.
Gli alimenti sani come il grano, il riso, le patate non hanno bisogno di zucchero, né di latte, né
di noci. L’uomo che mangia una nutrizione semplice e sana, senza spezie, avrà il diabete? Gli
animali nella foresta non soffrono di diabete! E oltre al diabete, l’uomo civilizzato soffre di
molte altre malattie che sono degli atti di accusa contro di lui.
Non è permesso al discepolo di bere vino, birra, limonate o alcolici. In casi estremi, può bere
un po’ di vino o di succo di uva per riscaldare lo stomaco.
Una forza potente è nascosta nel modo di ricevere la nutrizione. Se sapete come ristabilire un
contatto con essa, come masticare, comprenderete quale forza contiene.
Quando la donna cucina, essa deve cantare. Se più donne riunite per cucinare cantano
preparando il pasto, questo sarà buono e benevolo. L’idea che vi propongo, è introdurre degli
elementi divini in tutto ciò che fate.
In futuro l’umanità consumerà una migliore nutrizione, più sana di quella di oggi.
L’utilizzazione dei coltelli, delle forchette, dei recipienti in metallo scomparirà; essi saranno
fatti di materiali più nobili di quelli di oggi. Bisogna introdurre nell’organismo umano degli
elementi tali da aumentare le vibrazioni delle proprie energie nervose.
Non bisogna mai accettare un pezzo di pane o un grappolo d’uva dalla parte di un criminale.
E’ meglio darlo agli animali che mangiarlo. Colui che conosce la legge fa molta attenzione a
ciò che riceve e da chi. Se portate dei vestiti confezionati da un criminale rischiate di essere
contaminati. Ecco una regola: non permettete mai a un malato di preparare la vostra
nutrizione. Colui che impasta, cucina, cuce deve essere in buona salute e di natura nobile.
L’uomo non deve tagliare il pane con un coltello. In genere le forchette, i cucchiai, i coltelli
non hanno una buona influenza sulla salute o dovrebbero essere in oro o argento, ma non in

176
ferro. Lo stesso per le pentole. I piatti devono essere in porcellana fine. I recipienti in stagno
non sono raccomandati. Ciò significa che l’uomo deve introdurre in lui delle nuove qualità e
virtù che hanno la stabilità, la nobiltà dell’oro o dell’argento poiché stabile è colui che, nelle
sofferenze e difficoltà più forti, non perde la sua presenza di spirito.

La respirazione

La respirazione è la condizione primaria nell’acquisizione delle virtù e dei talenti. E’ dopo


aver appreso a respirare bene che l’uomo deve imparare a nutrirsi bene.
Se c’è dell’aria, esiste una vita intellettuale poiché l’aria è legata all’intelligenza. Nel mondo
fisico l’uomo riceve l’aria attraverso i suoi polmoni, ma ci sono delle persone che hanno
acquisito una respirazione interiore attravero i loro corpi astrale e mentale.
Il cervello impiega dei materiali fatti di sostanze superiori, più sottili, raffinate. Voi non potete
cambiare la vostra respirazione senza cambiare i vostri pensieri e viceversa. La respirazione è
la misura attraverso la quale si può definire il livello di evoluzione di un uomo. Colui che sa
respirare bene è capace di cambiare lo stato del suo sistema digestivo e così si può dire che il
sistema respiratorio diventa il maestro delle forze inferiori. Senza questo dominio, il controllo
dello stomaco e la regolarizzazione delle forze legate al sistema respiratorio sono impossibili.
E’ detto nelle Sacre Scritture: “Egli ha insufflato nelle sue narici un soffio di vita e l’uomo è
divenuto un’anima vivente!” Dio vivifica l’uomo introducendo l’aria attraverso il naso e fa di
lui un’anima vivente. Nel senso figurato, l’anima si situa nel petto, nel sistema respiratorio.
E’ per questo che si dice che il plesso solare è la sede dell’anima.
La buona respirazione non dipende dalla quantità di aria inspirata ma dal prolungamento del
tempo di retenzione. Esistono degli adepti, degli Iniziati che sono riusciti a trattenere l’aria
per una mezz’ora o anche un’ora. Più si può trattenere a lungo l’aria, più si può viaggiare
nello spazio. Verrà un giorno in cui l’uomo respirerà non solamente attraverso i suoi polmoni
ma con tutto il proprio corpo. Tutte le cellule riceveranno dell’aria dall’esterno, filtreranno le
impurità e dirigeranno solamente l’aria assolutamente pura verso i polmoni. Per un tale uomo,
niente è impossibile!
Nei primi giorni di primavera, uscite a passeggiare ogni mattina. Più uscite presto, meglio è.
Respirate profondamente. Prima di iniziare il vostro lavoro, purificate la vostra “macchina”,
regolatela bene altrimenti essa vi sorprenderà in maniera sgradevole nel momento meno atteso
e allora non sarà abbastanza un’ora ma occorreranno decine di ore per rimetterla in buono
stato.
La respirazione completa comprende la partecipazione non solamente dei polmoni ma della
pelle e di tutto il corpo. Ogni cellula deve respirare. L’organismo non sopporta alcuna
impurità, nessuna sostanza estranea e, se malgrado tutto non si possono eliminare, appare la
malattia per liberare l’eccesso accumulato. Il midollo spinale possiede la proprietà di captare
la nutrizione dell’aria e di trasmetterla a tutto l’organismo. Se avviene un’ostruzione nei
piccoli canali della colonna vertebrale, l’uomo perde la sua vitalità.
Nella vita, la respirazione è un punto essenziale. Essa si effettua attraverso il naso e i polmoni,
ma anche attraverso la pelle; sette milioni di pori partecipano al processo di respirazione e se
essi si bloccano, l’uomo muore. Respirando, tenete la vostra testa e la colonna vertebrale
diritte, perpendicolari alla terra.
Si può osservare che certe persone possono essere in buona salute senza per questo essere
forti. Da dove proviene la forza umana? Dai polmoni. Se qualcuno non respira bene non può
essere forte.

176
Essere o non essere un uomo spirituale dipende dal plesso solare e dal suo funzionamento;
essere un uomo forte dipende dal sistema respiratorio, dal funzionamento dei polmoni. Lo
stomaco effettua dei movimenti verticali ed orizzontali mentre i polmoni si dilatano. Ciò vuol
dire che la nutrizione suscita un certo movimento nello stomaco, e l’aria un altro nei polmoni.
L’uomo deve mangiare solamente quando sente attrazione per la nutrizione. Quando si nutre
bene, respira bene e se respira bene, pensa bene. Tale è il meccanismo del pensiero.
Nell’aria esiste un elemento d’immortalità. In realtà questo elemento proviene dal sole. Gli
esseri umani possiedono delle conoscenze, essi apprendono molte cose ma non sanno trarre
profitto da questo elixir che li attraversa, ma non resta. Gli Indù, anche se conoscitori di
numerosi metodi di respirazione, non hanno ancora percepito questo grande segreto della
Natura.
Tutti respirano ma ognuno assorbe l’aria differentemente, è per questo che i risultati sono
differenti. La maggior parte delle persone respirano con la parte superiore dei polmoni. Ciò si
chiama la respirazione superficiale. Per essere in buona salute, l’uomo deve respirare
profondamente, con la totalità dei propri polmoni. Più profonda è la respirazione, più grande è
la quantità di energia che penetra nei polmoni. Attraverso l’aria essa raggiunge tutte le cellule
polmonari e aiuta la buona purificazione del sangue.
Tutto dipende dalla buona respirazione, che significa poter estrarre tutta l’energia contenuta
nell’aria. Quando non si è ricevuta sufficientemente la nutrizione attraverso l’aria, l’uomo si
sente debole, tormentato, senza vita e senza forze.
Inspirando pensate all’Amore divino; espirando pensate alla Saggezza divina.
Nella colonna vertebrale esistono tre canali. Due fra di loro sono aperti, uno è in rapporto con
la parte alta del cervello e l’altro con il sistema nervoso simpatico. Nell’uomo
contemporaneo, il terzo, il canale della verità è chiuso e da là proviene tutto il male. Quando
si aprirà, l’aria entrerà liberamente nel cervello, là dove passano le due altre correnti. In
seguito passeranno nella parte frontale e nella parte superiore della testa. E’ così che l’uomo
acquisirà una coscienza cosmica. Il suo aspetto fisico cambierà e disporrà di nuove forze.
Sebbene l’uomo sia evoluto e grande in molti campi, è mediocre e impotente negli altri. Uno
di questi due canali è più sviluppato nella donna e l’altro nell’uomo. Il terzo canale, il più
importante, si svilupperà nei bambini. Il Nuovo che cresce oggi è il nostro bambino. D’altra
parte tutti i pensieri superiori che ci arrivano sono i nostri bambini.
I buoni metodi di respirazione sono numerosi, ma manca loro un elemento essenziale, un
elemento che dipende dalla volontà. Da milioni di anni, gli Indù si occupano della
respirazione come di una scienza. Hanno anche aperto delle scuole nelle quali hanno ottenuto
dei risultati, ma anche se sono buoni questi metodi non sono adatti agli Europei. Questi ultimi
non hanno questo stato interiore, questa spiritualità, questa vita interiore, questa profondità e
questi rapporti con Dio propri agli Indù. Tutte queste qualità sono molto importanti per
realizzare una respirazione buona e completa.
Vi darò un metodo per respirare: trattenete l’aria inspirata per 20 secondi circa dicendo:
“Signore, per il grande bene che Tu mi doni, sono pronto a compiere la Tua Volontà.” Queste
parole trasportate attraverso l’aria vanno nello spazio dove vengono registrate. Ciò che
ricevete dall’aria si adatta al vostro buon organismo. E gli esseri nell’altro mondo,
ascoltandovi parlare così, sentiranno anche un grande benessere. Nello stesso momento essi
ricevono e si nutrono del bene contenuto nell’aria. Pronunciate questa formula non solamente
una volta al giorno ma ogni volta che voi fate degli esercizi di respirazione. La respirazione
accompagnata dalle formule vi libera da tutte le vostre oppressioni.

176
Dall’aria voi potete prendere ciò che è necessario, del calcio e anche del burro, tutto ciò che
non potete nemmeno immaginare, è necessario sapere come.
Voi non potete respirare bene se il vostro pensiero non è attivo e puro. Il pensiero puro attira
l’aria pura. Pertanto vale la pena che l’uomo consacri tutta la propria vita all’apprendimento
della respirazione corretta. Le malattie, le sofferenze, le sconfitte provengono dalla cattiva
respirazione.Colui che respira bene pensa bene e quando pensa bene, tutte le cose si
sistemano. Come discepoli voi dovete essere attenti alla vostra respirazione. Colui che respira
come si deve, canta bene. Con il canto vi legate alla Natura da dove voi potete attingere le
forze viventi, svilupperete gli organi ricettivi dell’aria e dell’energia vitale. Parlando anche si
riceve l’energia vitale dell’aria. Il canto e la parola sono legati al pensiero.
La lunghezza della vita dipende dal pensiero e dai sentimenti. La respirazione corretta e
profonda prolunga la vita. Saper ben respirare aiuta la formazione del carattere, rinforza la
luce dell'intelletto e rende il viso bello. Le rughe sul viso e le mani sono dovute alla cattiva
respirazione e ad uno squilibrio del fegato.
Ogni inspirazione ha per scopo di regolarizzare e purificare i sentimenti e ogni espirazione è
legata alla purificazione dei pensieri. Il sangue puro è una condizione necessaria per avere un
corpo sano e un corpo sano è la condizione per una buona distribuzione delle energie
nell’organismo. I polmoni rappresentato un setaccio attraverso il quale si purificano la vita
intellettuale e la vita emozionale.
Ricordate questo: la respirazione attuale comprende da dieci a dodici respirazioni al minuto,
ma quano voi praticate degli esercizi, fate quattro respirazioni al minuto. Cominciate per
quattro e progressivamente, arrivate a una respirazione-espirazione al minuto. Se ne siete
capaci, avrete acquisito molto.
L’uomo in buona salute fa dieci respirazioni al minuto. Se aumenta il numero delle
respirazioni fino a venti al minuto, lo paga caro e non può dire che la sua vita sia buona.
Esistono dei rapporti fra la cattiva memoria e la respirazione. Quando la respirazione è
superficiale e debole, quando si respira male, pochissimo prana arriva al cervello.
La possibilità di concentrazione del pensiero e la forza della memoria dipendono prima dalla
respirazione profonda. L’uomo deve amare perché nell’avvenire i suoi organi respiratori,
ricettivi dell’aria e dell’etere, si sviluppino bene. L’amore organizza, migliora la struttura del
doppio eterico. La pazienza è anche legata alla respirazione.
Meglio si respira, più si diventa pazienti. Praticate la respirazione profonda e trattenete l’aria
dieci, venti, trenta secondi e più. Così la vostra pazienza aumenterà proporzionalmente al
tempo di retenzione. Se qualcuno pratica per un anno o due la respirazione profonda,
acquisirà certe possibilità, certi doni e talenti, diventerà più paziente, più ragionevole,
svilupperà la propria immaginazione e otterrà una grande pace interiore.
Volete rinforzare la vostra volontà? Respirate lentamente. Colui che respira velocemente ha
una volontà debole. Quando respirate, fate partecipare la vostra volontà al fine di diminuire il
numero di respirazioni al minuto: da venti passate a diciannove, diciotto, diciassette, sedici,
ecc… Quando arriverete a dieci respirazioni al minuto, questo si rifletterà in un maniera
benefica sul vostro organismo e potrete facilmente far fronte a tutte le difficoltà e
contraddizioni.
L’uomo ordinario effettua venti respirazioni al minuto, l’uomo di talento dieci, l’uomo di
genio quattro e il santo fa una respirazione al minuto.

L’acqua

176
L’elixir della nuova vita è l’acqua calda. Per essere in buona salute, l’uomo deve utilizzare
una quantità sufficiente di acqua. Da una parte essa è indipensabile per umidificare la
nutrizione e dall’altra parte per lavare gli organi interni. Nessuna reazione biochimica si può
realizzare senza acqua. L’acqua contiene della forza vitale indispensabile all’organismo. Tutti
gli sciroppi, anche se buonissimi, sono delle invenzioni degli esseri umani incapaci di
dissetare. Se sapeste utilizzare l’acqua bollente, sareste capaci di introdurre in voi degli
elementi tali che il 90% delle crisi che colpiscono la società contemporanea scomparirebbero.
Se tuttavia bevete dell’acqua fredda, è necessario di mantenere la vostra coscienza risvegliata
poiché molte malattie provengono dall’assorbimento rapido di acqua fredda. Passerete più
tempo a riparare le conseguenze negative e a guarire le malattie causate dalla vostra
precipitazione, che se aveste preso uno o due minuti di più a bere l’acqua. Il vostro pensiero e
la vostra coscienza devono partecipare al fine di poter apprezzare le qualità dell’acqua nella
sua temperatura del momento.
Bere dell’acqua e lavarsi devono divenire degli atti sacri. Quando entrate in contatto con
l’acqua, procedete lentamente con concentrazione, facendo partecipare il pensiero e
pronunciando delle formule. Ricercate i luoghi dove si trovano le fonti più pure e portate
quest’acqua a casa vostra.
Dopo aver bevuto dell’acqua calda, non bevete mai dell’acqua fredda. La Natura non ama i
cambiamenti bruschi. Che cosa apporterà questa variazione di temperatura sullo smalto dei
vostri denti? Essi si guasteranno.
Ogni giorno, bevete a digiuno 150 millilitri di acqua calda a piccoli sorsi, poi nella giornata da
mezzo litro a un litro di acqua minimo per apportare degli elementi nutritivi alle vostre arterie.
Non bevete mai acqua ghiacciata perché essa contrae eccessivamente i capillari della gola e
dello stomaco. L’acqua che contiene dei depositi organici agisce negativamente
sull’organismo. L’acqua distillata migliora lo stato di salute.
Fare un bagno non è solamente un piacere ma una necessità per l’organismo. I bagni
contribuiscono ad aprire i pori della pelle che partecipano al buon funzionamento della
respirazione e della nutrizione, ma non bisogna restare nell’acqua più di 5-15 minuti.
I cataplasmi freddi e le docce fredde sono validi per le persone resistenti che hanno una
buonissima circolazione sanguigna. Certi fanno dei bagni caldi poi dopo entrano nell’acqua
fredda e si domandono perché il loro stato degeneri. I cambiamenti bruschi di temperatura
sono nefasti per l’organismo umano.
Qualcuno dice che fa dei bagni freddi per guarirsi. Crede di potersi rinforzare, ma questi
cambiamenti operano delle reazioni brusche che non fanno che indurire il proprio corpo e
apportargli un eccesso di elettricità che sarà difficile da trasformare.
Non di meno a proposito dei bagni freddi, raccomando a tutti dei bagni di pioggia
principalmente in maggio, fino a metà giugno. Durante questi mesi, le gocce di pioggia sono
particolarmente cariche di elettricità e magnetismo.
Se non potete fare dei bagni di pioggia, è bene che vi bagniate nell’acqua nella temperatura
più vicina al corpo, 35°-40° al massimo. E’questa anche la temperatura delle fonti naturali.
L’acqua più calda contiene una forza dilatatrice sgradevole per il corpo.
E’ bene esporsi alla pioggia, ma protetti da un vestito leggero, così le gocce di pioggia
liberano una energia specifica molto benefica per l’organismo.
Quando ci si lava, una parte dell’acqua viene assorbita dai pori della pelle. Per questo si deve
lavare spesso il proprio viso per far penetrare l’acqua e il magnetismo che essa contiene. Ma
per questo l’acqua deve essere calda. Esiste un rapporto fra la purezza fisica e la purezza
spirituale.

176
Per ottenere una buona respirazione, aprite i pori del vostro corpo. Questo è possibile
attraverso l’utilizzo di acqua. La respirazione piena non si effettua solamente attraverso i
polmoni ma anche attraverso la pelle. Ogni cellula deve respirare. Colui che arriva a questo
livello di respirazione può chiamarsi “un uomo sano”.
Almeno due volte alla settimana, provocate la traspirazione (Allegato 1-C) bevendo qualche
tazza di acqua ben calda. E’ bene aggiungere anche un po’ di gocce di limone. Dopo aver
provocato una buona traspirazione, massaggiate il vostro corpo con un asciugamano umido e
mettete dei vestiti asciutti. Poi bevete ancora una tazza di acqua calda. L’acqua calda pura
aiuta l’eliminazione dell’acido lattico accumulato nei muscoli dopo una lunga camminata.
Essa aiuta a liberare il sangue dell’acidità e dell’urea.
Lavatevi le mani almeno tre volte al giorno, lavate anche più volte al giorno i piedi, il viso, le
ascelle e mantenete la pelle un po’ umida per dare la possibilità all’organismo di assorbire
l’umidità. Questo vi darà freschezza e tono. Poi asciugatevi, dolcemente, con un
asciugamano, ringraziate Dio e solamente dopo andate a mangiare e lavorare.
In estate lavatevi con dell’acqua riscaldata al sole. Fare al massimo due- tre bagni alla
settimana. Ogni giorno potete lavarvi parzialmente, per esempio il viso, le mani, i piedi.
Passeggiando in montagna, non bevete mai quando siete stanchi e avete sudato. Se siete
presso una fonte, fermatevi vicino ad essa, aspettate quindici-venti minuti prima di bere.
Se il vino fosse stato indispensabile all’uomo, la Natura lo avrebbbe dato. L’acqua pulisce
l’organismo ma il vino introduce dei depositi di cui ci si deve liberare per dare via libera
all’energia divina. Questa energia entra nel cervello e attraversa il cuore e tutto il orpo. Una
volta in circolazione nell’organismo umano, essa lo ricostruisce.
Le gocce di rugiada racchiudono dell’elettricità e del magnetismo che potete utilizzare.
Sapendo questo, non scuotete le gocce di rugiada, né le gocce di pioggia dai vostri piedi e dai
vostri vestiti. Le gocce pure della rugiada apportano delle benedizioni. Colui il cui odorato è
molto sviluppato sente il profumo delle gocce di rugiada.
Quando uscite per fare delle passeggiate o in escursione, scegliete di bere dell’acqua di fonte
esposta a sud; esse sono piene d’energia creatrice molto benefica. Per contro non bevete mai
l’acqua delle fonti esposte al nord perché la sua energia ha una carica positiva.
A partire da maggio fino a metà luglio, ogni volta che lo potete esponetevi alla pioggia fino ad
essere bagnati. Gli impiegati possono approfittare delle ore in cui non lavorano. Questi bagni
di pioggia valgono molto di più delle cure termali e minerali. Sono molto benefici per il
sistema nervoso e contro numerose malattie croniche. Io chiamo le docce di pioggia “bagni
degli angeli”. Pregate Dio di purificarvi così e ringraziate per le benedizioni del cielo, che
Egli vi invia. Le energie contenute nelle gocce di pioggia permettono a colui che sa captarle
di avere accesso alla sostanza ricercata dagli alchimisti. Quando farete tali bagni, constaterete
quale sonno rigeneratore avrete! Dopo un bagno di pioggia asciugate il vostro corpo con un
asciugamano pulito e asciutto, cambiate i vestiti e bevete una o due tazze di acqua calda. Non
lamentatevi di prendere freddo; i mesi di maggio, giugno, luglio sono pieni di vita.

Il sole

L’uomo deve alzarsi presto al mattino, uscire all’aria aperta per incontrare i primi raggi di sole
che contengono un’energia particolare per gli organismi viventi. Colui che si espone al sole
dopo mezzogiorno non riceve nulla.
Indipendentemente dal vostro stato, buono o cattivo, esponete il vostro dorso al sole, legatevi
alle sue energie e osservate il risultato. A parte questo, bisogna sapere in quali momenti della

176
giornata i raggi solari sono benefici poiché esistono delle ore in cui essi affaticano l’uomo e
diventano nocivi. Raccomando agli agricoltori di portare dei cappelli angolari per rinfrangere
questi raggi pericolosi.
Io non resto mai all’ombra di un albero o di un uomo. E’ una regola che potete sperimentare.
Ogni raggio solare che raggiunge l’uomo viene assorbito dal suo organismo e esce in parte in
luce morta. L’ombra di un fiore, di un albero o di una casa contengono una specie di luce
detta “luce morta”. Di conseguenza, siate attenti a porvi sotto l’influenza diretta dei raggi
solari e non soto i raggi indiretti, vale a dire i raggi dell’ombra. Queste regole possono essere
generalizzate, sperimentate e trasformate in sapere.

Il pensiero

I pensieri e i sentimenti determinano la vostra posizione nel mondo: gli amici, il posto nella
società, lo stato di salute, tutto dipende dal pensiero.
Il pensiero e il comportamento determinano il destino e il modo di vita dell’uomo: sarà egli
povero o ricco, malato o in buona salute, felice o infelice? Se il suo pensiero non è né
luminoso né giusto, non può sperare di essere in buona salute.
Attraverso il pensiero, l’uomo fa la sintesi di tre tipi di energia con le quali egli imbastisce il
proprio corpo mentale. E’ precisamente questo corpo mentale che egli porta con sé nell’altro
mondo. Il corpo mentale contiene l’immortalità.
La forza dell’uomo si trova nel suo pensiero, che lo nutre come il pane. Se i suoi pensieri non
sono sani, qualsiasi cosa mangerà, egli perirà. Colui che vive in conformità con le leggi
dell’amore, della fede e della speranza sarà in buona salute e pieno di gioia, anche se mangia
solo delle croste di pane. La Parola divina è il pane vivente di cui parla il Cristo. Essa è
l’energia divina condensata.
Ciò che l’uomo pensa costantemente si realizzerà. Ciò che egli nega in permanenza anche
accadrà.Se pensate che diventerete ricchi, vi arricchirete. Se pensate che andrete a finire nei
pasticci, anche questo accadrà. Se pensate che vi ammalerete, arriverà la malattia.
L’uomo non crea i pensieri, egli li riceve solamente e li trasmette. I pensieri che passano
attraverso l’intelletto provengono da esseri intelligenti del mondo mentale. Essi riempiono
tutto lo spazio e ogni essere umano riceve solamente quelli che sono all’unisono con il suo
“apparechio mentale”.
Non immaginatevi che qualuno possa creare un pensiero da se stesso: voi attirate un pensiero
armonioso da esseri superiori. Per quanto concerne i sentimenti è la stessa cosa. Il pensiero
divino si trasmette attraverso la luce, l'aria, la terra, le piante, le pietre. Coloro che
comprendono le leggi sono capaci di attingere dappertutto.
Come sono i vostri pensieri così sono le entità che abitano in voi.
Un pensiero luminoso, nobile, disinteressato, ripetuto spesso con sincerità, apporta delle
buone cose. La Natura ricompensa ogni buona parola, ogni buon pensiero rivolto a qualcuno.
Così voi potete aiutarvi in caso di malattia e di difficoltà. Anche in buona salute, colui che
pensa alla malattia l’attira. Fate il contrario. Pensate alla salute per attirarla e per rinforzarvi.
Colui che è intelligente, ragionevole, buono è in grado di combattere le malattie. Non esiste
alcun organo del corpo umano che non sia governato da una specie di pensiero o di sentimeto
specifico. Sapendo questa verità, mantenete il vostro intelletto e il vostro cuore in perfetto
stato affinché sia aperto a percepire il meglio possibile i pensieri e i sentimenti provenienti dal
mondo superiore.

176
Affinché il vostro cervello sia in perfetto stato, preservatevi dai pensieri contraddittori.
Affinché il vostro plesso solare sia in buono stato, non ammettete mai dei sentimenti negativi
nel vostro cuore. Certi pensieri umani contengono molta elettricità e provocano nel sistema
nervoso delle grandi esplosioni che distruggono a poco a poco l’organismo. Guardatevi da tali
pensieri!
Il pensiero può produrre dei miracoli. I grandi blocchi che sono serviti per costruire le
piramidi d'Egitto sono stati spostati da un pensiero potente. Attraverso il vostro pensiero,
potete soccorrere migliaia di persone.
I pensieri circolano e prima di essere realizzati attraverso una sola persona, essi passano
attraverso una catena di 10000, 20000 persone e più. Dopo essere passati attraverso numerosi
intelletti e anche dopo aver viaggiato nel cielo, ogni pensiero giusto che ha attraversato il
vostro spirito ritornerà un giorno verso di voi con tutte le sue ricchezze. Se esso fosse
sbagliato, esso ritornerebbe anche verso di voi con le sue tare e, sicuramente, risentireste tutta
la sua pesantezza.
Un pensiero proiettato fa scaturire una corrente e si muove nello spazio in un movimento
ondulatorio. La sua intensità crea delle forme magnifiche. Attraverso la forma delle loro onde,
arriverete a conoscere i pensieri dei vostri amici.
Ogni pensiero produce un colore specifico.
Un pensiero sbagliato, ingiusto, influenza la circolazione sanguigna e, attraverso di esso,
l’attività di tutti gli organi. Colui il cui pensiero è potente può anche entrare in contatto con
dei malati di colera e di peste e restare sano, mentre la paura causa le malattie anche in
assenza di bacilli.
Intorno alla persona che ha dei pensieri negativi nel proprio intelletto, si forma un’ aura carica
di forze negative e contraddittorie. E’ così che si formano degli stati pesanti e l’accumulo
anormale di energia che accompagna questi stati dovrà trovare dei mezzi di trasformazione,
poiché essa non ha provenienza divina. Ai pensieri negativi, bisogna immediatamente opporre
pensieri luminosi, puri, divini.
Certe parole producono delle onde fredde, altre producono del calore, altre ancora della luce.
Esistono delle parole che producono in noi dell’oscurità. Mantenete il vostro cervello e il
vostro sistema nervoso simpatico in perfetto stato e preservate la loro armonia. Così saranno
capaci di guarire tutte le malattie. L’infiltrazione di un solo pensiero negativo trascina dei
disordini, delle malattie, degli squilibri che sono la causa dell’indebolimento della memoria e
della confusione mentale.
Quando l’uomo pensa male, il sangue affluisce nel cervelletto, sede delle passioni e degli
istinti. Così esso risveglia l’attività sessuale e la formazione di sentimenti anormali. I
sentimenti inferiori come l’amore personale, ordinario, non ci apportano nulla, ci conducono
solamente verso una specie di ebbrezza causata dagli spiriti inferiori.
Il pensiero impuro provoca l’incremento di gas carbonico. Quando aumenta la purezza del
proprio pensiero, aumenta anche l’ossigeno dell’organismo e il gas carbonico diminuisce.
Quando il cuore è puro, l’ossigeno è abbondante.
Dal momento che inizia a pensare negativamente, l’uomo inizia a soffocare e la sua
respirazione diventa irregolare.Quando la coscienza è risvegliata, nessuna malattia può
attaccare l’uomo poiché ogni elemento estraneo, ogni raffreddamento viene respinto al di
fuori del suo organismo. Preservatevi non solamente dai vostri propri pensieri e sentimenti
negativi ma anche da quelli degli esseri che vi circondano.
La legge dice che condurre una vita sensata produce un sangue puro. Nel momento in cui
qualcuno introduce un pensiero impuro nel proprio intelletto e un sentimeto impuro nel

176
proprio cuore,il sangue perde la sua purezza, così come ogni boccone non accompagnato da
un buon pensiero apporta veleno allo stomaco. Ogni pensiero negativo attira degli elementi
avvelenati che introducono delle dissonanze sia nell’uomo che nella Natura.
Come fronteggiare i vostri stati negativi e tenebrosi? Sedetevi con calma, distendetevi per
cinque-dieci minuti, rilassate tutti i vostri muscoli fino a non sentire più la tensione e iniziate
a pensare a delle cose belle. Immaginate dei quadri e delle immagini magnifiche, fino a
sentirvi in un buon stato di spirito.
Un pensiero cattivo e un pensiero buono possono riuscire a ristabilire l’equilibrio energetico.
Di conseguenza, se un cattivo pensiero si installa nel votro spirito, non torturatevi per
scacciarlo immediatamente, opponete ad esso un pensiero buono. Se violentate un pensiero
cattivo, esso può raddoppiare la sua forza e causare ancora più danni di quelli iniziali. Al male
a alla cattiveria rispondete con il bene, come indicato dal versetto dei Vangeli: “Non
combattete il male.” Diversificate i vostri pensieri. Non esiste niente di più nefasto del
pensiero ripetitivo e monotono. Esso è come un martello che batte nello stesso punto.
L’elevazione del pensiero dipende dall’uomo. Dunque se cadete in uno stato monotono e
sonnolento, fate appello a un ventaglio di pensieri che vi apporteranno la diversità di cui avete
bisogno. E’ meglio suggestionarvi e influenzarvi da voi stessi che di lasciarvi influenzare e
suggestionare dagli altri. La suggestione è un mezzo per rinforzare la propria salute, per
sviluppare i propri doni e i propri talenti, per migliorare la propria memoria, ecc…Qualsiasi
siano le vostre condizioni di vita, mantenete sempre nel vostro spirito dei pensieri positivi. E’
su tali pensieri che voi potrete basare il vostro lavoro.
Ogni cattivo pensiero è una dissonanza. Correggetela immediatamente. La dissonanza
proviene dalle gamme in disarmonia, vale a dire che non sono in accordo fra di esse.
Sostituite immediatamente il cattivo pensiero con un pensiero luminoso e armonioso.
Voi dovrete sviluppare le vostre ghiandole. Quando provate una difficoltà, dirigete la vostra
attenzione verso la ghiandola della gola o quella del plesso solare e riceverete una risposta ai
vostri problemi. Meditate tutti i giorni per dieci minuti sulle parole “amore” e “accordo” e
vedrete i risultati! Ad ogni istante aspirate all’armonia nel vostro intelletto, abituatelo a
concentrarsi. Attualmente il vostro intelletto si lascia distogliere dal proprio obiettivo, ma se
voi riuscite anche solo per uno o due minuti a ritornare ad uno stato di armonia e di pace
interiore, esso si abituerà a concentrarsi. Con la ripetizione di questo esercizio, le vostre
cellule, i vostri nervi inizieranno ad allenarsi e anche se siete soggetto a qualche
indisposizione, un mal di testa, questo passerà. Ogni guarigione è una purificazione. Ogni
purificazione è salute. Questo ristabilimento dell’armonia purifica tutto in voi.
L’aria, l’acqua, il fuoco e la terra sono i quattro elementi essenziali che compongono le
differenti categorie di materia con cui l’uomo è stato creato. Questi elementi contengono
l’intelligenza e la vita. Se con i suoi pensieri qualcuno attira una certa sostanza, egli acquisirà
anche degli stati e delle disposizioni in accordo con questa sostanza. Attirando la materia
solida, si produrrà un certo indurimento. Le persone si preoccupano molto di ciò che
diventeranno invecchiando e si chiedono chi si occuperà di loro. In questo modo attirano
verso di loro la materia densa, iniziano ad indurirsi e soffrono di arteriosclerosi. Questa
malattia proviene dalla mancanza di fede, dall’incredulità.
Quando pensate, potete osservare dei piccoli punti luminosi brillanti che appaiono sia a destra
che a sinistra e poi scompaiono. Se questi punti luminosi si spostano da sinistra a destra, il
pensiero che voi siete in procinto di captare è di un grado elevato, esso è benefico e utile. Se i
punti luminosi vanno diritti a sinistra il pensiero è di un grado inferiore, esso è inutile e può
essere pericoloso per voi.

176
Per restare in buona salute, legatevi con il pensiero con le persone forti, buone, sane esenti da
debolezze e tare al fine di ricevere una parte della loro energia.

La musica

La musica è una potenza. Con la musicalità nei sentimenti, nei pensieri, negli atti, tutto è
possibile. Dove c’è la partecipazione dell’intelletto, del cuore e della volontà, la musica si
manifesta come una grande potenza.
Niente è accessibile senza musica. Nell’avvenire la musica deve inscriversi come un metodo
scientifico stabile, soprattutto nell’educazione dei bambini. E’ per questo che è detto nella
Bibbia: “Cantate e glorificate il Signore nei vostri cuori!”
E’ impossibile di pensare giusto se non cantate, se non fate della musica. Voi non potete
nemmeno sentirvi nella verità se non sapete cantare né gioire della musica. Che si sia
musicisti o non, è un’altra questione, ma ciascuno deve possedere un senso musicale ben
sviluppato. Si può dire che i musicisti possiedano in loro stessi una piccola bacchetta magica,
una forza straordinaia attraverso la quale molte cose diventano possibili.
Attraverso la musica, si compie un lavoro con poca spesa. Esso è la via più facile e si
ottengono i migliori risultati.
La musica è il miglior conduttore di forze divine.
La musica come “arte degli angeli” rappresenta una delle maglie della catena fra il mondo
angelico e il mondo umano.
La musica è il ritmo e la misura della vita: attraverso di essa, è possibile di modellare tutti gli
organi.Potete modellare le vostre sopracciglia, il vostro naso, la vostra bocca, le vostre
orecchie, i vostri capelli, potete controllare il vostro stomaco, sapere quanta nutrizione
ricevere e come potete rendere la vostra vita sana e piacevole.
Dalla testa ai piedi, l’uomo deve diventare un essere musicale. Le sue mani, le sue gambe, i
suoi occhi, i suoi movimenti, tutto deve vibrare musicalmente.
Un pensiero armonioso è sempre ricevuto bene dalle cellule del corpo. Per parlare al vostro
corpo, bisogna adottare un linguaggio musicale. Né il benessere, né la crescita del corpo, né
l’evoluzione intellettuale sono possibili senza la musica. Senza di essa, il cuore non batte
come si deve e il cervello non può essere ben strutturato.
Nella vita attuale, le ansietà, lo stress o i grandi mutamenti del vostro stato che vi fanno
passare rapidamente dalla gaiezza alla tristezza sono le condizioni ieali per la formazione dei
residui e delle tossine. La musica è utilizzata come un mezzo di trasformazione di queste
tossine.
Quando la musica si diffonderà dappertutto nel mondo, non vi saranno più malattie e anche se
vi saranno ancora, gli uomini se ne libereranno facilmente.
Quando cantate, il mondo divino si apre davanti a voi, la Vita divina si riversa su di voi. Siete
voi che siete perdenti se non cantate! Qualsiasi cosa accada, cantate! L’uomo nuovo deve
sempre cantare.
Tutta la musica classica, i mantra degli Indù così come i salmi e i cantici degli Europei, tutti
sono dei legami per transitare da un mondo all’altro: mondo fisico, mondo mentale, mondo
spirituale.
La musica agisce molto bene sulla digestione. Provate e lo constaterete da voi stessi. La
buona salute si riconosce attraverso la buona disposizione a cantare.
La gamma maggiore corrisponde all’intelletto.
La gamma minore corrisponde al cuore.

176
La gamma armonica corrisponde alla volontà.
L’uomo è stato creato attraverso la musica ed ora, deve ritornare indietro per ritrovare la fonte
dove è stato creato. Il Signore ha messo a punto ogni suono del vostro corpo. Allora dovete
iniziare a cantare, a pensare, a sentire come Dio vi ha creato al fine di poter sentire il canto dei
fiori, vale a dire il loro profumo e il canto delle stelle che è la musica dell’universo.
Attualmente si comprende solamente la musica statica, definita. Ma il canto dei fiori non è
sottomesso alle regole di questa musica, non più della musica delle acque, delle stelle, degli
angeli. Il loro canto non è come il nostro. Bisogna dire che le nostre orecchie non sono ancora
adatte a questa musica che sentirete nell’avvenire.
Quando un uomo possiede la musica in sé, possiede la capacità di pensare bene, di sentire
giusto. I pensieri e i sentimenti giusti rappresentano una buona combinazione dei suoni
musicali, una composizione armoniosa.
Nell’avvenire, si scriverà su sei pentagrammi e più poiché esiste una musica che non si può
scrivere sulle cinque note utilizzate oggi.
Vi parlo sempre della musica ma voi dite sempre: “Noi siamo già vecchi, i canti, sono per i
giovani!” Quale è il canto dei giovani e quale è il canto dei vecchi? Colui che è giovane
esprime attraverso il proprio canto che egli si mantiene in piedi, che si rialza. Colui che è
vecchio dice che è già curvo e la linea curva mostra che possiede due centri di gravità.
Preservate la vostra giovinezza per non avere sempre che un solo centro.
Se cantate ai vostri dolori, concentrandovi, faciliterete l’afflusso del sangue e creerete delle
buone condizioni per guarirli.Senza il canto, i capillari si induriscono e la circolazione
sanguigna diventa difettosa. Gli esseri umani che hanno dei sentimenti raffinati, possiedono la
musica in loro stessi, sono capaci di cantare e di gioire e la loro evoluzione spirituale è più
avanzata.
L’universo è una composizione musicale. I suoni sono legati ai pianeti e ai corpi celesti. Ogni
pianeta possiede il suo proprio suono.Tutti gli innumerevoli universi cantano su delle tonalità
particolari. Tutti gli esseri umani, tutte le gerarchie celesti cantano.
Senza la musica, egli è escluso dall’essere felice. Senza la musica non potete comprendere la
scienza del Cristo. I canti dei primi cristiani erano semplici e triti poiché essi erano
perseguitati e la musica non era loro molto accessibile.
In Natura esistono delle entità che non permettono il canto e i Bulgari credono che una
persona anziana non debba cantare. Nei canti che vi ho dato sono introdotti dei mantras che
provengono dalle più alte Antichità. Se li cantate come si deve, ne trarrete beneficio. Sono
stati creati in conformità con la musica dell’avvenire. Sono dei canti che non muoiono mai.
Credete che siano stati composti oggi?
Rivolgete un canto al Signore! Se non avete cantato bene, non ne siate dispiaciuti. Passando
attraverso gli angeli, questo canto sarà corretto e trasmesso al Signore nella sua perfezione.
Così ritornerà verso di voi sotto forma della migliore sinfonia.
Quando un fratello o una sorella vi chiede di cantare qualcosa, non rifiutate mai, ma cantate
fino a quando vuole. Non dite che rovinerete la vostra voce. Nel campo della musica si deve
essere generosi e pronti a donare. Se cantate, ricevete. Colui che canta acquisisce. Nel mondo
angelico non esistono degli angeli decaduti fra coloro che cantano, ma coloro che cadono
sono gli angeli che hanno smesso di cantare.
Nel mondo invisibile tutte le note della musica sono degli esseri viventi. Il “do” è il suono
specifico di una certa categoria di esseri, il “re” è il suono di un’altra categoria e così di
seguito. Quando cantiamo la gamma, ci leghiamo a questi esseri, li attiriamo e facciamo uno
scambio con essi. Il cuore e l’intelletto sono la base delle leggi musicali. Se non riusciamo a

176
farli lavorare simultaneamente, in accordo, non riusciremo in quello che Dio vuole da noi.
Così quando una moltitudine di esseri canta insieme, i loro pensieri prendono una direzione
buona e giusta. E’ molto difficile per ogni persona di essere sola nei propri pensieri, ma se
essa canta, siate sicuri che i geni della musica verranno ad aiutarla ad orientare il proprio
pensiero per il compimento del suo lavoro. E’ unicamente in questo modo che il mondo di
oggi potrà liberarsi dalle proprie difficoltà. Quando gli esseri umani inizieranno a cantare, essi
smetteranno di avere un pensiero ingiusto, dissonante.

Il sonno

Sapere quando coricarsi e quando alzarsi è indice di buona salute. Se si va a dormire presto,
nel momento appropriato, il corpo si riposa e lo spirito parte per studiare.
Sulla terra, la nutrizione è un processo fisico, il lavoro è legato alla vita intellettuale, il sonno,
esso, è un processo fisiologico e astrale.
E’ solo durante il sonno che l’uomo ricupera le proprie energie. Attraverso la nutrizione egli le
mobilizza, e attraverso il lavoro le utilizza.
Verrà un giorno in cui l’uomo porà privarsi del sonno.
Il sonno è un vero riposo, riservato solamente agli uomini e alle donne sulle quali lavorano
degli esseri intelligenti del mondo invisibile. E’ in questo modo che si risveglia la coscienza.
Per elevarsi a un livello di coscienza superiore, bisogna che gli esseri umani acquisiscano un
equilibrio fra il loro intelletto e il loro cuore. Quando si installerà questo equilibrio, il
processo fisiologico dell’organismo umano si farà correttamente. Il sonno è imposto agli
esseri umani come una necessità poiché hanno trasgredito certe leggi divine. Inizialmente, il
sonno e la morte non erano stati previsti.
Più si va a dormire presto, meglio si sta.Perché? Coloro che vanno a dormire presto assorbono
tutto il prana acumulato nell’atmosfera, vale a dire l’energia vitale. Coloro che vanno a
dormire tardi si addormentano difficilmente, poiché per loro non resta abbastanza prana. Non
andate a dormire oltre la mezza notte. In genere le ore favorevoli per addormentarsi sono le
ore 20,22 e 24.
Gli uomini di oggi si attirano molti problemi dormendo oltre misura. Non vanno a dormire
per tempo e non si alzano presto. Sapete perché non riescono a dormire? E’ molto semplice!
A che ora vanno a dormire i polli? Essi sano che al calar del sole numerosi “treni partono per
l’altro mondo” e che le comunicazioni sono facilitate, ma più tardi, dopo le 22,23 o 24 i treni
diventano rari, bisogna aspettare. Salite sui primi treni, altrimenti non arriverete all’ora
propizia nell’altro mondo!
Gli uomini d’oggi dovranno andare a letto non più tardi delle 22 ed alzarsi non più tardi delle
5. Colui che vuole vivere in maniera sana, essere in buona salute deve andare a dormire presto
e alzasi presto.
La sera prima di andare a letto, prendere l’abitudine di fare il bilancio della giornata e non
lasciar lavorare un cattivo pensiero nel vostro spirito perché esso ostacolerà il vosto progresso
e nuocerà anche agli altri. Il male si accresce in maniera meccanica, il bene in maniera
organica.
Prima di andare a letto, rivolgetevi a Dio in questi termini: Signore, io Ti ringrazio per la vita
e tutti i doni che Tu mi hai accordato. Ti ringrazio per i miei occhi, le mie braccia, le mie
gambe, le mie orecchie, la mia bocca, il mio cuore, per tutto ciò che mi doni!” Ringraziate,
sfiorando ogni parte del vostro corpo, poi andate a dormire. Grazie alla vostra bocca e alla

176
vostra lingua, voi parlate e pronunciate delle parole: ringraziatele! Voi avete un buon cervello,
delle orecchie, degli occhi al vostro servizio, per tutto ciò ringraziate!
Se non sapete come dormire bene, non siete in grado di studiare la scienza iniziatica. Dormire
significa mettersi in una disposizione tale che, quando il doppio eterico si separa dal corpo
fisico, voi possiate ritrovare il vostro Maestro spirituale al fine di essere istruiti da lui.
L’allontamento temporaneo dello spirito permette all’organismo di rinnovarsi. Senza questa
separazione, l’uomo non potrà riposarsi. Il sonno è un riposo, una rigenerazione, una
purificazione. Una volta che lo spirito si è allontanato, arrivano gli operai per fare la pulizia
del corpo. Al suo ritorno esso trova il corpo pulito, pronto a lavorare. Bisogna uscire dal corpo
per lasciare che i vostri servitori effettuino il loro compito. L’uomo entra e esce dal corpo e
altri lavorano per lui. Non supponete nemmeno quanto questi esseri siano numerosi!
Durante il sonno, il doppio eterico viaggiando nello spazio resta legato al corpo fisico
solamente da un piccolo filo. Se voi risvegliate qualcuno bruscamente, è possibile che il suo
doppio non rientri nel suo corpo fisico e resti aggrovigliato con altri doppi nello spazio. Se
non sa come liberarsi da questa situazione, rischia di diventare folle.
Gli uomini di oggi sono malati perché non sanno come nutrirsi, né come dormire, né a quale
ora alzarsi. Certi si alzano alle 4 del mattino. Questa ora non va bene perché appartiene al
pianeta terra; anche le ore 2 non convengono, poiché è l’ora della luna. Le ore buone sono
mezzanotte, l’1,le 3, le 5 e le 6. Alcuni dormono fino a tardi, fino alle 9 o alle 10 del mattino,
è una cosa estremamente malsana.
Dormire dopo il levar del sole, è come trovarsi sotto l’irrompere di una cascata d’acqua: tale è
l’effetto dell’energia solare sul sistema nervoso. E’ pericoloso anche di dormire durante la
giornata.
I santi e gli Iniziati dormono poco, una o due ore sono loro sufficienti. Per il momento vi sono
necessarie sette ore di sonno. Cinque ore dovrebbero esservi sufficienti, a condizione di
dormire profondamente e tutto di filato. Per un uomo evoluto non è necessario di dormire più
di sette ore. Solamente tre ore di sonno profondo sono sufficienti per rinnovare le forze di una
persona che conduce una vita sana. Questo si applica a coloro che comprendono le leggi della
Natura. Colui che comprende il suo lavoro può effettuarlo in tre ore, ma per l’ignorante anche
dodici ore sono insufficienti.
Certe persone dormono otto-dieci ore ed esse pensano che ciò sia benefico per loro. Meno
tempo e più profondamente è preferibile. Il sonno è una benedizione per colui che sa quando,
come e quanto tempo dormire. Rispettate certe regole concernenti il sonno per trarne profitto.
Dormire bene significa restare addormentato sullo stesso lato fino al mattino, senza girarsi da
un lato all’altro, senza russare, ma respirare a un ritmo regolare e silenzioso. Sarebbe meglio
di dormire sul lato destro, meno bene sul lato sinistro, male sul dorso e ancora peggio sul
ventre.
Si può dormire sul lato destro ma anche sul lato sinistro. Quando le energie della superficie
terrestre sono positive, bisogna andare a dormire sul lato sinistro che è negativo perché gli
scambi fra le polarità positive e negative si facciano correttamente. Quando le energie sulla
superficie della terra sono negative, si dovrebbe andare a dormire sul lato destro. Di
conseguenza l’uomo deve sapere quando le energie della terra sono positive o negative.
Inoltre le energie sulla superficie della terra non sono simili dappertutto. Nell’avvenire
l’uomo le conoscerà e si accorderà con esse.
Per essere in armonia con le correnti cosmiche, orientate il vostro letto con la testa a nord o a
est.

176
Lo sbadiglio mostra che certe forze ed energie nell’organismo sono immobilizzate. E’ un
processo naturale destinato a ristabilire l’ordine delle cose poiché con ogni sbadiglio arriva un
flusso di energie nuove.
Non andate a dormire sul dorso a meno che restiate svegli e manteniate il vostro intelletto
concentrato. Non vi addormentate poiché in questa posizione le forze vitali che percorrono la
colonna vertebrale non circolano bene e i nervi sono un po’ compressi.
Andando a dormire la sera, mettete sempre una camicia pulita, non tenete i vestiti della
giornata impregnati delle influenze e delle impurità dell’esterno. Prima di addormentarvi,
circondatevi mentalmente di una protezione, così come per la vostra casa e il vostro letto, il
vostro corpo. E’ una regola che ci viene dai tempi antichi quando le persone praticavano
questo rituale cantando o dicendo delle preghiere. Oggi, recitate almeno delle formule come
per esempio: “Non c’è amore come l’Amore di Dio, solo l’Amore di Dio è amore!” oppure
“Signore, proteggimi nella Tua Luce bianca e circonda il mio corpo di una protezione di
cristallo!”
Passeggiando in montagna, per riposarvi, allungatevi ma non vi addormentate. Scegliete di
preferenza dei versanti esposti a sud o a est che accumulano delle energie molto benefiche dal
colore blu.
Quando il discepolo ha commesso una colpa, è bene che dorma per qualche tempo su delle
reti di legno di pino, senza cuscini, per impregnarsi delle qualità del legno. Il pino dà un
impulso verso le sommità e nello stesso tempo addolcisce il carattere.
Coloro che si esercitano nella pratica della scienza iniziatica si rigenerano e sviluppano il loro
corpo spirituale. La sera, essi lasciano il loro corpo fisico e, con il loro corpo spirituale, essi
escono dalla zona terrestre per una passeggiata nei piani elevati. Là essi ricevono delle forze e
delle conoscenze. Dopo, essi ritornano nel loro corpo. E’ un metodo di riposo che può
utilizzarsi durante la giornata. Oggi le persone vanno in vacanza, vanno a ballare, ma se
conoscessero questo modo di rigenerarsi e lo praticassero sarebbe meglio. Andate vicino ad
un albero, appoggiatevi ad esso cercando di dimenticare il vostro corpo, come se andaste in
gita e al ritorno sarete rigenerati, pieni di forze nuove e in buona salute.

L’abbigliamento

Ogni abito è conduttore di una particolare energia. Allora bisogna sapere di quale energia
l’uomo ha bisogno, con l’aiuto della quale capirà quale vestito attirare a sé, quali sono gli abiti
conduttori di luce e di calore e quali non lo sono.
L’uomo dall’intelligenza risvegliata porta di preferenza abiti in materia vegetale. In certi casi,
gli abiti di lana sono raccomandati, ma i migliori abiti sono fatti di lino e di cotone.
E’ meglio confezionare gli abiti senza fodera. Se siete in buona salute e portate un abito di
lana, al posto della fodera, fra il corpo e l’abito si forma una membrana che non lascia passare
il freddo. Un abito anche molto fine, ma impregnato di magnetismo, tiene caldo.
I vestiti di lino sono i migliori conduttori di elettricità e di magnetismo. Nelle condizioni
attuali gli abiti di lana sono i più sani, poi quelli di cotone, ma i migliori sono di canapa e di
lino. E’ meglio evitare i cappelli in pelliccia e le scarpe in gomma.
Quando siete impegnati in una attività spirituale, portate del lino o della canapa che va anche
molto bene. Gli abiti devono essere ampi e leggeri per permettere una buona aerazione del
corpo e una libera circolazione delle correnti elettriche e magnetiche.
Fate anche attenzione ai vostri cappelli e alla vostra pettinatura. Quando acquistate un
cappello, fate attenzione affinché la forma sia arrontondata, senza molte pieghe né fioriture,

176
né pieghe. Un cappello dalle forme angolari influenza negativamente il carattere e lo rende
difficile.
E’ impossibile captare le energie superiori portando una pelliccia o una pelle di animale.
Attraverso un cappello di pelliccia, sarà difficile al cervello di ben percepire le energie nobili
del mondo superiore. Non portate mai dei vestiti nuovi su dei vestiti vecchi.
Portate dei vestiti di un solo colore, chiari evitate dei miscugli. Potete portare dei tessuti rigati
o a pois, ma con estetismo e modestia.
Allo stato attuale di sviluppo dell’umanità, sarebbe meglio di portare dei vestiti color pastello,
gradevoli, per addolcire i sentimenti e le passioni. Molti portano delle cravatte e degli abiti di
colore vivo che non non sono convenienti per loro e che agiscono male sul loro sistema
nervoso.
Portare per due giorni di seguito lo stesso vestito è incompatibile con il nuovo Insegnamento.
Ogni giorno si devono portare dei vestiti di colore differente, ma unicolori, di preferenza con
maniche lunghe. Le donne porteranno anche soprattutto delle gonne lunghe.
Sapendo che i vecchi vestiti sono spesso impregnati di impurità, di pensieri, di sentimenti e di
stati negativi, gettateli, bruciateli ma non li date mai ai poveri.
Una regola: non date mai i vostri vestiti vecchi agli altri. Se volete fare un dono, comprateli
nuovi.
Se durante una malattia avete portato a lungo un vestito, anche se è bello e costoso, buttatelo
via. L’uomo malato deve vestirsi principalmente con vestiti bianchi. Colui che è in buona
salute cambierà spesso i colori dei propri vestiti per mettere in movimento delle energie
vivificanti.
Fra il tacco e il piede lasciate uno spazio libero di mezzo centimetro. Il tallone non deve
superare 3-4 cm.
Nell’avvenire gli abiti saranno cuciti o confezionati con degli aghi in oro. Gli aghi di ferro
non apportano al carattere delle vibrazioni armoniose.

I capelli e la pettinatura

Ogni capello è conduttore della luce. Non supponete nemmeno quali relazioni i capelli
stabiliscono con le forze della Natura! Ecco perché i vostri capelli devono essere sempre ben
pettinati con lo scopo di permettere l’accesso e la libera circolazione delle forze in voi.
Se siete mal disposto, scoraggiato o i vostri affari non vanno bene, non andate da una casa
all’altra per lamentarvi, ma passate le vostre dita nei vostri capelli davanti e indietro. E’ un
gesto utile da fare almeno tre volte al giorno.
I capelli corti trattengono l’elettricità e i lunghi il magnetismo. Si possono portare sia lunghi,
sia corti. Se volete sviluppare il vostro intelletto, in certe condizioni, potete portare i capelli
più corti. I capelli lunghi vigorosi rivelano una buona salute.
I capelli lunghi attirano sia l’energia elettrica che quella magnetica. Colui che taglia i propri
capelli si priva di queste energie. Non approvo un taglio troppo corto. E’ bene che i capelli
arrivino almeno alla base delle orecchie.
Se avete accumulato molto magnetismo, sarà bene tagliare i capelli, sarà anche benefico per la
vostra salute poiché i capelli corti apportano più elettricità all’organismo.

Fate attenzione affinché i vostri capelli siano legati di tanto in tanto. Nella maniera in cui sono
pettinati i vostri capelli, essi formano degli angoli che riflettono in maniera diversa la luce.

176
Voi sicuramente penserete che sono dei piccoli dettagli, ma sappiate che la vita è tessuta di
piccoli dettagli.
Un consiglio: quando pettinate i vostri capelli, non gettate quelli che cadono ma raccoglieteli
in un sacchetto poi portatelo al monte Vitocha (Nota: una montagna vicino a Sofia) e
bruciateli sopra una roccia nuda affinché le ceneri si disperdano nell’aria e le buone idee che
vi hanno attraversato diano dei frutti.
La Natura ha dato dei capelli a forma di ombrello,essi riflettono la luce che arriva sulla testa e
così la proteggono. Il parasole vi priverà dell’azione diretta del sole.
E’ bene bagnarsi spesso i capelli con l’acqua pura delle montagne ma non lavateli mai con
del sapone che contenga dei grassi animali. Portate con voi un pettine per pettinarvi di tanto in
tanto. Se dirigete spesso il vostro pensiero verso i vostri capelli e più precisamente verso le
loro radici, in un anno i vostri capelli si rinforzeranno e spunteranno bene. La caduta dei
capelli e delle sopracciglia è anche causata dalla mancanza di umidità nell’organismo.
Quando vi lavate la testa, utilizzate del sapone puro e fate un solo lavaggio. Oppure potete
lavarvi la testa spesso utilizzando dell’acqua pura, argilla, precedentemente esposta al sole,
alla quale avrete aggiunto un po’ di aceto e il tutto diluito in molta acqua. Applicate più volte
questa pasta sui vostri capelli massaggiando le radici, poi sciacquate con aqua pura. Così i
capelli diventano dolci e mantengono il loro magnetismo. Il grasso è necessario ai capelli, ma
se li lavate molto, essi diventano secchi, elettrici; il cuoio capelluto respira bene, ma siete
privati del calore e l’attività del cervello è meno buona. Con la perdita del magnetismo
diminuisce la capacità di riflessione. Non portate cappelli perché ostacolano l’aerazione della
testa.
Il mattino lavandovi bagnate un poco i vostri capelli con dell’acqua tiepida o fredda, secondo
la temperatura del corpo, poi pettinateli. Se potete, fabbricate voi stessi il vostro shampoo con
degli olii di qualità e allora potrete lavarvi più spesso. I saponi di oggi non sono puri. Essi
sono fabbricati a partire da animali morti. L’argilla è preferibile al sapone. Non lavate la
vostra testa con dell’acqua troppo calda o troppo fredda. Le pellicole scompariranno se vivete
una vita sana.
Gli uomini si adirano quando perdono i loro capelli e, per farli rispuntare, cercano molteplici
metodi. Sarebbe bene che imparassero a concentrare il proprio pensiero pettinandosi e
pronunciando delle frasi come per esempio: “Signore, che i miei capelli spuntino, che la mia
capigliatura si spessisca un po’!” Otterrebbero dei risultati migliori. La caduta dei capelli è
dovuta spesso all’ansietà, alle inquietudine, alle paure e alle perturbazioni.
I capelli imbiancono qualche volta a causa di un grande accumulo di conoscenze e di sapere,
ma anche spesso a causa di grandi ansietà. I capelli diventano bianchi sia a causa di una
grande stupidità sia a causa di una grande saggezza. Essi possono diventare bianchi in 24 ore
ma essi possono anche riprendere il loro colore in 24 ore.
Perché i capelli spuntano e perché cadono? Quando il calore dell’organismo è grande i capelli
spuntano; quando esso diminuisce i capelli cominciano a cadere. La perdita del magnetismo
trascina la caduta dei capelli. Se c’è un eccesso di calore i capelli si intrecciano. Gli uomini i
cui capelli sono duri e troppo intrecciati sono tenaci.
Se vivete una vita pacifica, calma e serena, i vostri capelli saranno nello stato in cui devono
essere. Quando siete mal disposti, accarezzate i vostri capelli e subito vi sentirete più forti e
pacificati.Toccare i capelli di un uomo sano o di un Iniziato apporta la calma poiché essi
hanno accumulato dell’energia solare. Se i pensieri sono belli, anche i capelli sono belli.
Abbiate dei buoni pensieri per migliorre i vostri capelli.

176
La vita spirituale

Per evitare le malattie, l’uomo deve nutrirsi dei frutti dello spirito: l’amore, la pace, la gioia,
la pazienza, la dolcezza, la sobrietà e la compassione. Altrimenti egli si scontrerà con le forze
nefaste della Natura e vivrà nell’odio, nei sospetti, soffrirà e si ammalerà. Quando eleva il suo
livello intellettuale e spirituale, egli ottiene anche un benessere fisico. Sapendo ciò, lavorate
su voi stessi per acquisire la purezza interiore del vostro intelletto, del vostro cuore e delle
vostre azioni.
Ringraziate per tutti i doni e tutti i benefici che vi sono accordati. Il malcontento è una
impurità spirituale che blocca i pori del corpo umano. Liberatevene! Così come l’acqua
pulisce i sette milioni dei pori attraverso i quali vi liberate, il ringraziamento pulisce l’anima.
Non potete essere in buona salute, avere delle belle mani, delle belle gambe, degli occhi belli,
un buon sistema nervoso se non siete buoni. Siate buoni, date libero corso all’amore in voi per
mantenere il buon stato del vostro cuore. Altrimenti, la funzione del cuore e la circolazione
sanguigna saranno ostacolati.
Se l’uomo non è intelligente, nel senso che il suo pensiero è debole, egli ha mal di testa. In
certi punti del cervello un eccesso d’energia inutilizzata si accumula, ma se questa energia
viene messa al lavoro, il male scompare. Quasi tutte le malattie vengono dalla mancanza
d’amore. Non esiste l’igiene senza l’amore.
La forza dell’uomo non è nei suoi muscoli ma nel sentimento di dolcezza e delicatezza capace
di sviluppare tutte le altre forze. Dio ha fatto il mondo in maniera tale che la Natura è
obbligata a sottomettersi all’amore, forza talmente debole in apparenza ma capace di
regolarizzare il calore e la luce nella nostra vita interiore così come l’azione delle forze
nell’organismo.
Se camminate sul cammino dell’amore, della saggezza e della verità, dominate tutto, la morte,
la povertà, le malattie.
Molti si lamentano del raffreddamento delle membra e cercano il mezzo di rimediarvi. Sono
possibili molti metodi: lavarsi i piedi nell’acqua calda, effettuare dei movimenti, camminare
velocemente, ma sono dei metodi esteriori. Per guarire, l’uomo deve trovare la causa del suo
stato di malattia. Il raffreddmento delle membra proviene dalle impurità del sangue. Il sangue
impuro produce dell’elettricità e il sangue puro del magnetismo. L’elettricità produce il freddo
e il magnetismo il calore. Di conseguenza per evitare il raffreddamento delle vostra mani e dei
vostri piedi, dovete apportare più calore all’organismo. Questo è possibile quando l’uomo
aprirà la via di accesso al divino in lui e l’esprimerà. Così non soffrirà né di freddo né di
povertà, né di malattie.
Al mattino, pronunciate la formula: “Signore benedite tutto ciò che è in me e al di fuori di me,
affinché noi possiamo lavorare per la Tua Grandezza e la Tua Glroia. Donaci la luce per
comprendere la Tua Volontà e compierLa!”
Le cellule che abitano l’uomo sono degli esseri intelligenti e ragionevoli, impregnati di
conoscenze, ma per sapere come gestirle il loro padrone deve essere anche intelligente.
Consapevolmente esse si sono spersonalizzate per poter entrare nell’organismo umano. Il loro
scopo è di sacrificarsi per il loro padrone e di farlo diventare grande. L’uomo è felice di vivere
quando questi esseri intelligenti accettano di collaborare con lui per il suo bene. Quando essi
rifiutano la loro collaborazione, la vita diventa un deserto.
Nella Scuola inizatica, nessuno è autorizzato a corregere chicchessia. Pensate di avere il
diritto di fermare i canali da dove escono tutte le impurità? No! In questo modo voi causate un
maggiore malessere attorno a voi. Una persona in collera è un canale, allora lasciatela

176
evacuare tutte le sue impurità, lasciatela fare! Il fatto che essa lasci esplodere la propria
collera aiuta gli altri perché attraverso di essa si liberano molte impurità. Oggi essa è il canale,
domani forse sarete voi.
Se volete essere in buona salute, imparate ad ignorare le cattive azioni e gli errori degli altri.
Chiudete gli occhi su tutto ciò che vi sembra non corretto. Anche se le vedete non criticate.
La preghiera eleva le vibrazioni dell’aura e così l’uomo diviene inaccessibile alle influenze
negative dell’ambiente.
Noi riceviamo l’energia del mondo divino attraverso la preghiera.La legge della preghiera è la
stessa che quella della nutrizione. Non esistono delle preghiere che non siano esaudite da Dio
e inoltre al momento giusto. Come l’uomo privato della nutrizione sente una mancanza,
l’anima privata della preghiera sente essa anche una mancanza.
Alzandovi al mattino, ringraziate Dio di avere tutte le vostre membra bene a posto: la testa, il
cuore e il corpo pronti a mettersi al lavoro. L’alfa e l’omega è ringraziare.
Andate verso Dio come un bambino e rivolgetevi a Lui:”Signore, dammi la Tua benedizione!
Io Ti ringrazio per i doni che mi accordi. Aiutami a poter ampliare la libertà della mia anima,
la forza del mio spirito, la luce del mio intelletto e la bontà del mio cuore.”
La concentrazione del pensiero e la preghiera sono due fattori favorevoli per proteggersi dalle
influenze esterne negative. Certi pensano che la preghiera sia un metodo facile da applicare;
sì, ma tutto dipende dal modo in cui pregate e come vi concentrate. Se pregate in una maniera
meccanica, non otterrete alcun risultato. Quando l’uomo è protetto dalla preghiera, non
prende freddo, niente lo colpisce.
Vi propongo di dire anche il “Padre Nostro”: prima riempite i vostri polmoni ringraziando il
Signore per l’aria che ricevete. Cominciate a recitare mentalmente: “Padre Nostro che sei nei
Cieli…” alla fine di ogni frase, inspirate di nuovo e osservate quanto tempo occorre per dire il
“Padre Nostro” intero. Quando pronunciate la preghiera, che sia il mattino, a mezzogiorno o
la sera prima del calare del sole, pensate a respirare. Direte che non avete tempo. Come
volete, ma non siate poi sorpresi che i dottori vi opereranno lo stomaco, vi toglieranno un
rene, le tonsille o ancora il colon o un tumore.
Le ore più propizie per la preghiera sono fra le 21 e le 24 e fra le 3 e le 4 del mattino. Colui
che può legarsi al mondo divino potrà approfittare delle energie sane e benefiche della Natura.
Esse elevano le vibrazioni, fattore di ringiovanimento dell’organismo.
La menzogna, la collera, l’ipocrisia, la maldicenza contengono una sostanza esplosiva che è
capace di nuocere all’organismo. Le forze che essa libera induriscono l’uomo e lo fanno
invecchiare prematuramente.
Ognuno può ottenere una perfetta salute a condizione che i suoi pensieri, sentimenti, atti siano
unificati. Se una qualsiasi contraddizione sopraggiunge, potete per esempio pregare così: “In
nome di Dio che tutte le contraddizioni e che tutti gli ostacoli che ostruiscono la mia via e mi
impediscono di avanzare si ritirino!”
La menzogna è un veleno violento, più forte di un veleno assorbito. Se non controllate gli
impulsi inferiori, sovraccaricate il fegato provocando uno squilibrio di tutti gli altri sistemi.
Le liti continue, le irritazioni, l’avarizia, la vanità squilibrano il funzionamento del fegato.
Una grande inquietudine interiore, una forte decezione bloccano la corrente energetica; un
grande scoraggiamento può annientare l’uomo. Tali sentimenti negativi apportano le peggiori
malattie, squilibrano il funzionamento di più organi, diminuiscono le loro vibrazioni,
cambiano i loro processi chimici e anche la loro struttura anatomica. Il pensiero giusto è il
solo che sia benefico. Un pensiero puro e ben diretto può fare dei miracoli.

176
L’uomo e il suo ambiente

L’aria, l’acqua, la nutrizione, la luce e il calore sono degli elementi di cui si serve la nuova
scienza per rispondere alle domande della vita in modo completo. Colui che comprende il
potere di questi elementi e sa utilizzarli potrà ritrovare la sua salute in cinque minuti soltanto.
Voi vivete nella Natura ma non sapete beneficiarne. Perché? Non conoscete le leggi. Se volete
entrare in armonia con essa ed attingere le sue ricchezze, iniziate con l’imparare il suo
linguaggio e per arrivare a decifrarlo, studiate le forme, il contenuto e il senso di tutto ciò che
vi circonda.
Ognuno, in funzione del suo grado di evoluzione, riceve delle ricchezze dalla natura.
Gli esseri umani devono vivere secondo l’ordine e le leggi della Natura. Se essi non
comprendono questo e non lo applicano pienamente, la natura li obbligherà.
Il mondo divino agisce sull’umanità con dei mezzi che provengono da tre fonti: la nutrizione,
che viene dal mondo vegetale; la luce, il calore, il magnetismo e l’elettricità contenuti
nell’aria; i pensieri e i sentimenti che provengono dal mondo invisibile. Questi tre principali
apporti vengono principalmente dal mondo divino e se li ostacolate, sarete in uno stato di
grandi contraddizioni.
Nelle pietre, nel mare, nel cosmo intero è racchiusa una grande energia, ma l’uomo non ha
ancora sviluppato tutte le possibilità del suo cervello, non ha ancora appreso ad utilizzare
queste fonti energetiche straordinarie.
Parlare di una vita sana, normale, significa saper utilizzare correttamente le energie
dell’ambiente del mondo esteriore e della Natura che è piena di buon senso. L’uomo sensato
possiede dei mezzi per estrarre le forze viventi di questi differenti mezzi. Non pensate che sia
facile di dominare l’azione delle forze della Natura sugli esseri viventi. Il contatto con una
persona le cui energie si oppongono alle vostre squilibra il vostro equilibrio, dopo occorrerà
del tempo per riequilibrarvi. La scelta della persona incaricata di confezionare i vostri vestiti è
importante. Scegliete un sarto le cui energie siano in affinità con le vostre. Detto in altro
modo, coltivate l’amicizia di persone con le quali siete in armonia e in affinità e utilizzate i
servizi di persone che vibrano in accordo con voi. In questo senso gli uccelli hanno risolto il
problema, essi hanno sviluppato l’arte di confezionarsi i loro vestiti, di dipengerli e di disporli
su loro stessi. L’uomo deve essere attento alla scelta del proprio cuoco, del proprio sarto, così
come alla scelta dei propri libri. E’ importante di scegliere bene gli autori dei propri libri,
poco importa che siano scientifici o letterari, importante che siate sulla stessa lunghezza
d’onda dell’autore.
Quando si è troppo vicini gli uni agli altri, si produce una interazione fra la vostra aura che
invece di aiutarvi, vi limita. Mantenete almeno un metro di distanza fra di voi al fine di
evitare l’interpenetrazione delle vostre aure. Qualche volta sono sufficienti 2 o 3 millimetri
perché ciò diventi insopportabile. I corpi sottili sono troppo sensibili, sentono velocemente le
vibrazioni opposte.
Oltre al cattivo odore legato alla traspirazione, alcune volte un’altra emanazione invisibile
fatta di materia impura si libera dall’uomo, ciò vi porta a dire: “Non so perché ma non posso
sopportare quella persona!” Alcune volte sono gli occhi che proiettano una emanazione
sgradevole.
Dio ha dato la buona distanza da rispettare fra voi. La posizione naturale e giusta equivale alla
lunghezza delle braccia o alla distanza fra due persone che si stringono la mano.
La buona stretta di mano non necessita di un avvicinamento inutile né di una stretta eccessiva,
la pressione sarà leggera e corta, il pollice alzato verso l’alto e non ripiegato verso il basso, il

176
braccio teso, ma morbido. Aprite la mano intera. Certi vi stringono la mano dandovi
solamente qualche dito, ciò è ripugnante. Potete scegliere la stretta di mano o niente del tutto!
Potrete salutare alzando semplicente la mano. In questo caso, il braccio sarà ripiegato al
livello del gomito, il palmo della mano interamente diretto verso il vostro amico e le dita
saranno ravvicinate.
Quando incontrate qualcuno le cui vibrazioni magnetiche ed elettriche sono appesantite dal
“fango”, questa pesantezza vi invade e non è facile liberarsene. Ecco come avviene il mal di
testa!
Gli occhi di certe persone sono tali che un semplice sguardo che vi lanciano è sufficiente per
diventare vittime di ciò che si chiama “occhio cattivo”. E’ un messaggio del mondo invisibile
affinché studiate per conoscere le forze che agiscono su di voi. Sfortunatamente voi studiate
solamente i risultati. Per esempio l’antipatia per una persona è un risultato. Fra di voi,
mantenete una distanza di almeno un metro e non vi avvicinate troppo, ve lo ricordo.
Applicate questa regola per favore!
Le cime delle montagne sono dei centri dinamici. Le riserve di forze che esse rappresentano
saranno utilizzate nell’avvenire. Le cime delle alte montagne sono legate al centro del sole.
Nello stesso tempo esse sono delle pompe che assorbono tutte le impurità. Per esempio, se
siete mal disposti e vi arrampicate sulla cima di una montagna, la vostra indisposizione
scomparirà. E vi sentirete rinfracati e ricaricati. Nella valle ci si sente oppressi, tesi. Nel
momento in cui vi arrampicate sulla montagna, il vostro male scomparirà.
Le escursioni sono buone in ogni occasione ma soprattutto fra il 14 gennaio e il 14 giugno
perché in questo periodo dell’anno, la Natura è carica a profusione di prana vitale.
La natura non è la sola a dare la forza all’uomo. La vita è sana e normale quando gli scambi di
energia fra l’organismo e il mondo esteriore sono buoni. C’è qualcosa nell’uomo che lo
induce a commettere degli errori, per questo la Natura ha introdotto nella materia una qualità,
quella di trasformarsi in permanenza. Gli scienziati dicono che il corpo umano si trasforma
ogni sette anni. Alla fine del settimo anno, il sistema osseo, muscolare, nervoso così come la
materia grigia si rigenerano. Altri dicono che secondo la qualità dei propri pensieri e
sentimenti, ci si può rigenerare in tre mesi. Una sola colpa è sufficiente per sporcare la
materia del corpo. Per ristrutture il proprio corpo, l’uomo deve condurre una vita pura come la
fonte che sgorga continuamente e purifica tutto al suo passaggio.
Da metà maggio fino a metà luglio, se lavorate nel vostro giardino tutte le mattine prima del
sorgere del sole, anche solo per mezz’ora, sarete in perfetta salute. In quel momento c’è
un’energia terrestre che proviene dall’emisfero sud che circola dirigendosi verso l’emisfero
nord, per poi ritornare verso l’emisfero sud. La crescita, lo sbocciare dei fiori, la creazione
delle forme e della frutta dipendono da essa. Gli uomini soffrono della sua influenza. E’
necessario all’uomo di fare degli scambi con le energie della terra. Le impurità, il fango, le
erbe cattive dell’organismo devono discendere al centro della terra affinché le forze nuove
possano risalire.
Certi dicono che essi non hanno bisogno di conoscenze in biologia, fisica, chimica,
matematica, psicologia, ecc.. E’ falso!” Tutte le scienze vi sono utilizzate e dovrete studiarle
tutte, compresa l’elettricità e il magnetismo poiché queste forze agiscono sul vostro
organismo.
Gli uomini di oggi hanno bisogno di una comprensione nuova per mezzo della quale essi
ristrutturano il loro cervello, i loro polmoni, il loro stomaco così come il loro sistema
muscolare. Fino a quando gli organi non sono ristrutturati, è impossibile di captare
pienamente la luce e le energie solari.

176
Più aumenta l’energia solare in voi, più grande sarà la vostra dolcezza e il vostro magnetismo
e allora, qualsiasi sia la casa in cui entrerete, tutti vi ameranno.
Affinché il vostro cuore stia bene,fate attenzione al buon funzionamento del vostro cervello e
del vostro plesso solare dove circolano le correnti magnetiche e elettriche della Natura.
I primi raggi del sole sono i più benefici. Nel sole esiste un grande trasformatore che invia le
proprie energie sulla terra intera, ma ogni persona possiede anche un trasformatore in
particolare che capta la luce e il calore che gli sono destinate.
Più grandi sono le finestre di una casa e più si aprono spesso, più la salute degli abitanti è
buona. Le finestre della vostra casa dovranno essere grandi al fine che la luce penetri in
abbondanza.
Dormite in una camera che amate. Quando scendete dal letto, scendete sempre dal lato destro.
Dormite sul lato destro, la testa a nord o a est. Mangiate la nutrizione che amate e bevete della
buona acqua, non calcarea. L’acqua molto dura lascia molti depositi.
Non gettate in qualsiasi luogo l’acqua che serve a lavare il vostro viso. Forse farete del bene
nel punto dove la gettate, ma non farete del bene a voi stessi. Quell’acqua, gettatela piuttosto
ai fiori, agli alberi, ma in nessun caso sul passaggio di persone o in luoghi malsani. Rispettate
questa regola senza domandare perché e vedrete un miglioramento in voi.
Entrate in contatto con tutta la Creazione divina, con i fiori e gli alberi fruttiferi.
Per essere in buona condizione fisica e per superare le sofferenze coltivate dei fiori! Essi
guariscono, vivificano, ringiovaniscono. Per esempio annaffiare e respirare il profumo dei
fiori rossi è benefico per l’uomo nervoso. Piantate anche degli alberi fruttiferi così come delle
verdure al fine di studiarle e di beneficiare delle loro forze nascoste. Anche malati se amate le
piante, guarirete più velocemente. Le piante regolarizzano il sistema nervoso. Non
dimenticate di comunicare con esse.
Le foreste e le piante sono delle riserve di forze da cui l’uomo può attingere tutto ciò che è
necessario. Amatele allo scopo di legarvi ad esse e alle forze che le abitano. In ogni caso non
piantate degli alberi troppo vicini alla vostra casa. I vegetali hanno bisogno naturale di acqua
e, senza volerlo, possono essere la causa di problemi. Per esempio se vi distendete sotto una
pianta di noce o sotto un altro grande albero e vi addormentate, vedrete il risultato! Essi
sotterrano l’energia vitale.
Non bisogna evitare il lavoro con la terra. In ogni sistema religioso è consigliabile come
metodo di lavoro di lavorare la terra e di coltivare le piante. L’uomo guarisce grazie alle
piante. Occupandosi di esse egli impara a conoscerle, ad entrare in contatto con le loro forze
magiche. Ciascuno dovrebbe avere nel proprio giardino qualche pianta di aglio, di cipolla, di
prezzemolo che egli dovrebbe coltivare da solo con molto amore.
Ogni pianta, ogni frutto di cui l’uomo si occupa introduce in sé le sue qualità. E’ bene per
esempio di avere e tenere in casa un caucciù. Non dà dei frutti ma crea una buona atmosfera,
apporta la calma e il benessere. E’ benefico per gli intellettuali e apporta l’abbondanza e la
ricchezza. Se volete divenire attivo, dinamico, coltivate le ciliegie per il colore rosso dei loro
frutti. Se volete rinforzare il vostro fegato, coltivate le prugne violette. Le piante e la frutta
sono portatrici di forze magiche e, attraverso di esse, voi potete guarire.
In estate, soprattutto all’inizio del mese di maggio, camminate a piedi nudi il più a lungo
possibile per essere in contatto con l’elettricità e il magnetismo terrestri. Coloro fra di voi che
non hanno l’abitudine di camminare a piedi nudi possono esercitarsi per qualche tempo al
mattino dopo il sorgere del sole. Va molto bene e lo raccomando a tutti ma fuori dalle città. I
piedi sono come delle antenne attraverso le quali si può entrare in contatto con la terra e
stabilire degli scambi fra le proprie energie e le correnti energetiche del nostro corpo.

176
Tuttavia questi scambi non sono raccomandati sempre. In certe ore della giornata e certi
giorni dell’anno sono molto benefici, ma esistono dei giorni e delle ore quando in nessun
modo bisogna camminare a piedi nudi.
Dalla maniera in cui vi sedete dipende il vostro avvenire. La maggior parte di voi cambia
senza tregua la posizione dei suoi piedi o delle sue braccia, incrociate il piede sinistro su
quello destro e viceversa, non sapete dove mettere le votre mani e vi girate senza tregua
curvando così la colonna vertebrale. Voi date poca importanza a questo ma vi dico invece che
la maniera in cui vi sedete, in cui vi spostate, con cui vi alzate per prendere congedo è di una
importanza capitale. Si può definire il carattere di un uomo secondo il modo di sedersi.
Perché i rami di certi alberi si piegano? I proprietari dei giardini in cui sbocciano simili alberi
hanno dei pensieri e dei sentimenti deviati. Proiettano delle onde disarmoniche che vengono
assorbite dall’etere delle piante ed è così che i loro rami si piegano. Per gli animali è lo stesso.
Per esempio nelle montagne e le foreste, la crudeltà delle belve è rinforzata dai pensieri cattivi
e crudeli degli esseri umani. Gli animali li ricevono nel loro corpo astrale come la carta
assorbente assorbe l’inchiostro. E’ dunque l’uomo che è responsabile di tutto ciò.
Ricevete la luce, l’aria, l’acqua e la nutrizione coscientemente e con amore al fine di trarne
vantaggio e di ottenere dei buoni risultati. Se accettate queste ricchezze meccanicamente, i
risultati saranno scarsi. Respirando, pensate che oltre all’ossigeno e all’azoto, l’aria contiene
altri elementi che apportano la vita. Bevendo dell’acqua, pensate che, a parte l’ossigeno e
l’idrogeno, ricevete altre cose vivificanti. Insomma non dimenticate che ogni elemento, ogni
componente dell’aria e dell’acqua pura sono portatori della vita.

Diffidate delle correnti d’aria e di vento troppo forti. Certi venti e correnti calde sono
pericolose perché disseccano il corpo. Per prendere dei bagni d’aria, esponetevi alla brezza
leggera molto gradevole.
L’uomo deve essere pulito da tutti i punti di vista. E’ richiesta ad ognuno la puliza nel proprio
corpo fisico, nel proprio intelletto e nel proprio cuore. Che sia per strada, in casa, in
montagna dappertutto occorre mantenere una pulizia assoluta. Colui che mantiene
consapevolmente la pulizia nella propria vita fisica sarà in grado di essere pulito nel proprio
cuore e nel proprio intelletto. E’ possibile di parlare dell’alto ideale, della fede in Dio se, nel
piano fisico, la pulizia più elementare non è rispettata? Affinché la vita e la salute degli
uomini migliori, è indispensabile che tutti diventino esteriormente e interiormente puri. La
proprietà e la purezza sono in grado di conservare la buona salute, di conservare l’energia e
così di prolungare la vita.
Non permettete a nessuno di entrare a casa vostra con le scarpe infangate o impolverate.
Prima di farli entrare, chiedetegli di togliersi le scarpe per non introdurre nella casa delle
influenze indesiderate.
Sulla terra, dalla sua vita sul piano fisico, l’uomo deve iniziare con la pulizia fisica. I vestiti,
le scarpe, il corpo devono essere perfettamente puliti. Ci si dovrebbe lavare il viso, le mani
dieci volte al giorno, anche i denti ma non spazzolarli eccessivamente poiché lo spazzolino
rischia di togliere lo smalto. E’ sufficiente di lavarli con l’acqua tiepida e un po’ di dentrificio.
Molte malattie sono causate dai microbi che si sviluppano nella bocca e i denti. Se l’uomo
non è pronto a mantenere la pulizia del proprio corpo, come potrà mantenere la purezza nel
piano spirituale?

176
Senza la pulizia e la purezza, la salute è inaccessibile. Ciascuna delle vostre cellule dovrebbe
essere pura interiormente e esteriormente poiché dalla proprietà dell’insieme delle cellule
dipende lo stato del corpo intero. Nell’avvenire i vostri corpi si modificheranno.
Colui che si occupa delle impurità degli altri si degrada. Quando l’uomo critica le colpe degli
altri, arriva allo stadio di attirare a lui le impurità del mondo astrale. Occuparsi
esclusivamente degli errori degli altri significa legarsi a loro e prendere in carico le
conseguenze dei loro errori.
La purezza fisica è una delle condizioni per acquisire la purezza spirituale. Essa è
indispensabile alla creazione di una atmosfera favorevole al pensiero. D’altra parte, l’impurità
mentale, i pensieri negativi smagnetizzano e inquinano sempre la buona atmosfera.
Il dubbio è una forma di impurità che penetra il corpo astrale dell’uomo. Di conseguenza
provoca l’invidia, la gelosia e la bramosia. Colui che vuol costruirsi un nuovo corpo deve
essere attento alla purezza e alla relazione fra i suoi corpi fisico, astrale e mentale.
Quando si dice che l’uomo deve essere assolutamente puro, dotato di una grande moralità, si
comprende da questo quali sono queste condizioni favorevoli che lo proteggono dai microbi.
La purezza è la protezione contro i nemici invisibili dissimulati che introducono
nell’organismo i veleni più forti. La nuova morale esige da tutti una purezza assoluta: purezza
del corpo, degli organi interni ed esterni così come la purezza dei pensieri, dei sentimenti e
degli atti. Condurre una tale vita assicura la purezza del sangue ed avere un sangue
perfettamente puro vi proteggerà da tutti i microbi.
L’organismo dei nostri contemporanei è contaminato dalla carne, l’alcool, il vino, tutti i tipi di
alimenti e di droghe. In tutti i tempi, i corpi spirituali sono contaminati dall’avarizia, il
rancore, l’odio, la paura, i pensieri distruttivi. Voi amate qualcuno ma appena vi dice una
parola contraria iniziate già ad odiarlo. Sapete quale terribile veleno è l’odio? In questo caso il
male ritorna contro di voi. Anche l’orgoglio è un veleno. Ogni cattivo pensiero, ogni cattivo
sentimento attira rispettivamente gli esseri del mondo inferiore. Ecco perché l’igiene
dell’intelletto, del cuore, dell’anima e del corpo è così importante.
Gesù ha detto: “Mantenete la purezza del vostro occhio affinché tutto il vostro corpo sia
puro.” La purezza, la salute e l’amore, è questa la vera igiene dell’anima. Riuscire ad
applicarla nella propria vita rappresenta uno stato di benessere che permette all’uomo di
compiere la propria missione sulla terra.
Non andate dagli altri per condividere le vostre pene e le vostre preoccupazioni e per farvi
consolare! Non portate i vostri malori e i vostri rifiuti al vostro prossimo! Non caricateli con i
vostri carichi. Non utilizzate i servizi di persone nervose, pesanti, sia che siano lavoratori di
imprese, sarti, calzolai o costruttori di case, ecc… Non permettete ad una persona magra e
nervosa di prepararvi il cibo, rivolgetevi piuttosto ad una persona in buona salute ed allegra.
Le persone troppo magre non hanno la comprensione spirituale elevata dei mondi sottili per la
semplice ragione che la gran quantità di acido nel loro organismo provoca una iperattività,
mentre le persone bene in carne sono di natura basica.
Evitate la vicinanza fisica di una persona malata o di una persona cattiva. Se un uomo buono
poggia la sua mano su di voi, vi trasmette qualcosa di positivo. Ci sono delle persone che non
dovrebbero avvicinarsi le une alle altre, poiché certe sono come il ferro che può riscaldarsi
fino a 1000° e altre come il legno che si infiamma vicino a loro. Per evitare delle noie, non vi
sedete troppo gli uni vicino agli altri, né a lato di persone che non vi amano o che voi non
amate.
La qualità dei pensieri e dei sentimenti migliorano grazie alla lettura delle biografie dei santi e
dei personaggi eccezionali.

176
Se siete scoraggiati, non abbiate paura: vi trovate temporaneamente in una regione dove degli
esseri vi accolgono e vi caricano dei loro pensieri e dei loro sentimenti con lo scopo di
svaligiarvi. Sono dei ladri e dei banditi che vogliono indebolirvi. Allora mantenete la vostra
attenzione per essere pronti all’attacco.
Nello stesso modo in cui l’aereo e l’automobile sono dei mezzi di trasporto da un luogo a un
altro, nello stesso modo un gatto per esempio può servirvi da veicolo. Un essere può entrare o
uscire da un gatto come voi entrate in un veicolo. Gli animali sono dei mezzi di locomozione
per le anime umane un po’ ritardate nella loro evoluzione.
Proteggete il vostro corpo dalle bruciature, dalle frizioni troppo forti con dei prodotti a base di
petrolio, di iodio,o altri medicamenti troppo aggressivi.
Certe persone si sentono deboli e anemiche e fanno ricorso a cosmetici artificiali per
nascondere la loro apparenza. Le donne utilizzano il rosso per le labbra e della cipria, ma
anche così la loro pelle diventa rugosa e invece di divenire belle, esse diventano brutte. Esiste
un cosmetico interiore: i pensieri e i sentimenti puri e gli atti nobili. D’altra parte non è
necessario di insaponare il proprio viso più di una volta al mese. Il viso ha la proprietà di
lavarsi da solo poiché ogni cellula e ogni poro ha delle energie elettriche e magnetiche che
hanno la capacità di pulire il viso.
Per il discepolo, il lavoro fisico, intellettuale e spirituale deve essere anche sacro. Per un santo
bisogna contare un’ora di lavoro fisico al giorno, tre ore di lavoro per il cuore e sette ore di
lavoro intellettuale. Per contro, certi fra di voi non lavorano e come risultato della inazione,
ecco che iniziano i malesseri e le deformazioni dell’organismo. Iniziate a sentire mal di testa,
di pancia, di piedi, di braccia. E’ bene di avere un giardino per liberarsi delle energie
superflue. Se volete essere in buona salute lavorate la terra con una zappa, così le vostre
energie negative entreranno nella terra.
Tutti gli eccessi di nutrizione nei mondi fisici, intellettuali e spirituali conducono a una
saturazione. Nel lavoro l'eccesso non è permesso perché la saturazione conduce anche essa
agli stati negativi.
E’ necessaria una nutrizione sana, non le bevande alcoliche o degli sciroppi, ma solamente
acqua, vestiti perfettamenti puliti, abitazioni con delle ampie finestre, luce a profusione e tutti
i giorni, almeno due ore di esercizio fisico. Sia buttato il burro e le pentole! Una donna che
passa quattro, cinque ore a cucinare è un sacrilegio! E' questa la cultura? Un'ora è più che
sufficiente per preparare il pasto. Il resto del tempo sarà consacrato al lavoro spirituale:
lettura, musica, pittura e tutto ciò che rende il cuore e l'anima nobili.
Gli uomini di oggi hanno iniziato a divenire malati nel momento in cui hanno smesso di
passeggiare nella natura. Noi viviamo come dei prigionieri! Pensate che un palazzo di quattro,
cinque o sei piani sia benefico per la salute?
Prendiamo l’esempio di qualcuno che vive a lungo sulle montagne. Guadagnerà forse molto
ma perderà anche molto. Nelle alte montagne, la sua vita sarà più dura e lui stesso anche
diventerà rude, ma vivere a lungo nella vallata non va nemmeno bene. Bisogna alternare:
tanto salire e tanto scendere.
In montagna camminate dolcemente, tranquillamente, senza fretta. Fermatevi ogni 100 metri
per una breve pausa e appoggiandovi alternativamente circa 30 secondi su ogni gamba. Più
salirete in alto più rallenterete la vostra marcia. In questo modo vi abituerete alle forze della
natura e beneficerete al massimo del suo contatto.
Gettate via gli occhiali neri! L’uomo dovrebbe guardare senza barriere davanti agli occhi. Che
l’anima sia aperta e libera e gioisca di tutto!

176
I fiori, gli alberi, le viti, i campi di grano hanno un’influenza benefica sull’essere umano, per
questo vi raccomando di andare a vederli.
Gli alberi sono puri, i fiori sono puri. Se questi sono toccati da dei criminali, possono seccarsi
e morire. Dietro ogni fiore c’è un essere intelligente, per questo non si devono cogliere i
fiori.In certi casi è permesso raccogliere i fiori, per fare un rimedio, ma allora chiedete
l’accordo a questo essere nascosto.
Se voi prendete cura degli alberi da frutta, essi introdurranno in voi le loro qualità. L’uomo
sarebbe scomparso da lungo tempo senza l’influenza degli alberi di prugne, ciliegie, pere e
tutti gli altri frutti. I vegetali sono i bambini degli angeli e prendendone cura voi stabilirete un
contatto con degli angeli. Se prendete cura degli animali, vi prendete cura dei cherubini e dei
serafini.
Quando l’agricoltore lavora e ara il suo campo, che non pronunci parole negative ma canti e
gioisca. Così i semi del grano si riempiranno d’energia vivificante. Esiste un pane che
guarisce.
Se trovate un bruco sul vostro cammino, perché camminarvi sopra? Il suo destino è di essere
un giorno una farfalla, così voi frenate la sua evoluzione fermando il processo del suo
sviluppo, arrestate anche un po’ il vostro.
La salute è determinata dall’igiene nel piano fisico, emozionale e mentale. L’igiene nel piano
fisico esige che si sappia come nutrirsi, come bere l’acqua, respirare e dormire. L’uomo che si
nutre bene, respira bene e pensa bene starà sempre bene. Colui che non è contento della
nutrizione, che non respira bene, non si sposta e pensa male attraversa sempre dei periodi di
malattia.
Per avere una buona igiene nel piano fisico siate attenti a tre cose: l’abitazione, la nutrizione, i
vestiti.
Per una buona igiene nel piano spirituale, siate attenti a tre altri elementi: i pensieri, i
sentimenti e gli atti.
Nel mondo esistono delle persone pure e sane dalle quali emana una tale forza interiore che
nutre tanto quanto la nutrizione fisica. A parte la nutrizione solida, l’uomo si nutre di aria e di
luce. L’aria è captata attraverso i pori e per aprirli, deve digiunare e traspirare.
La Vita divina non si trova nel digiuno, la tortura del corpo, la manipolazione dei pensieri e
dei sentimenti ma nell’armonia assoluta. Mangiate senza sovraccaricarvi; dormite bene, ma
alzatevi presto, senza “dormire fino a tardi”; vestitevi bene semplicemente e senza accessori
inutili; vivete in case sane e luminose.
Per il momento le case più sane sono quelle fabbricate in legno, poi vengono quelle in
mattoni, infine quelle in pietra. Una casa fatta con degli alberi centenari trasmette all’uomo
qualcosa di molto prezioso. Nell’avvenire le case più benefiche saranno quelle fabbricate in
vetro.
Una casa deve avere almeno tre finestre: a est, a sud e a ovest e devono misurare almeno 1,5
m di larghezza per lasciar passare molta luce. E’ meglio che le case non siano quadrate, né
cubiche, ma ad angoli arrotondati per creare un’atmosfera dolce.
Che cosa può portare all’uomo una casa in pietra? Niente altro che malori e sofferenze.
Occorrerà vivervi almeno 20 anni per arrivare appena a trasformare la vibrazione della sua
materia. Non è facile di lavorare la materia primitiva per renderla più fine. Il corpo è come
una casa, più la sua materia è lavorata e ben organizzata, meglio sta l’uomo.
Se una nutrizione è impregnata da un cattivo pensiero proiettato attraverso la persona che lo
ha preparato, voi lo sentirete e rischierete di ammalarvi. In altri tempi le persone conoscevano
questi segreti della natura e rifiutavano di mangiare un pane impastato da persone cattive,

176
poiché sapevano che qualcosa di nocivo veniva introdotto nel pane. Lo stesso per i doni. Se
un dono non vi piace e il vostro cuore lo rifiuta, non accettatelo.
Osservo che alcune volte le persone evitano certe strade e anche se devono fare un giro, esse
preferiscono passare attraverso una via più gradevole. Forse inconsciamente, sentono delle
correnti telluriche che non corrispondono alle vibrazioni del loro organismo oppure sono i
pensieri degli abitanti che non sono in affinità con i loro. In ogni caso c’è qualcosa. Non è una
superstizione ma è una messa in guardia. Se imparate ad ascoltare la vostra radio interiore,
essa vi dirà dove passare, in quale momento partire, quando fermarvi e così di seguito. Le
persone di oggi non sanno ascoltare se stessi, esse dormono, mangiano, si spostano
meccanicamente, non al momento giusto e vogliono essere in buona salute.
Io dico ai Bulgari di non aver paura perché nel corpo dell’umanità essi rappresentano il
fegato. Se i Bulgari scomparissero con loro anche il fegato scomparirebbe. Se il fegato
scompare, allora anche la vescicola biliare scompare così non potrà avvenire il processo di
assimilazione.
Ogni popolo gioca un ruolo specifico nell’insieme della Creazione divina.
In cielo le persone malate non sono ammesse. Là vi domanderanno: “Perché sei malato? Di
che cosa manchi? Di denaro, di nutrizione, d’aria o di acqua? Tutto ciò ti è stato dato in
abbondanza ma non hai saputo utilizzarlo come si deve. Allora ora ritorna sulla terra per
imparare ad utilizzare correttamente tutti questi beni!” Gli spiritualisti devono essere
assolutamente sani nel loro corpo, nel loro cuore e nel loro pensiero.
Per questa luce che vi è inviata dal mondo invisibile, pensate che non ve ne domanderanno
mai conto? Pensate che non vi chiederanno mai conto del pane che avete mangiato o
dell’energia di cui avete beneficiato? Vi riterranno responsabili per ogni parola pronunciata
invano. Il film della vostra vita vi sarà proiettato nei minimi dettagli affinché comprendiate
come avete perso il vostro tempo o sciupato le vostre energie.
Tutto è scritto negli annali del mondo invisibile.

ALLEGATI

Allegato 1

A. Rimedi naturali per uso esterno (cataplasmi e compresse)

176
Cataplasma di pasta di farina integrale lievitata
In un recipiente profondo, mescolare della farina integrale (aggiuggendo, se possibile, della
crusca) con del lievito naturale (lievito di panificazione) precedentemente diluito nell’acqua
tiepida fino ad ottenere una pasta molle. Coprire con un tessuto, lasciar riposare per un’ora
vicino ad una fonte di calore. Preparare un cataplasma di circa 1 cm di spessore, applicarlo sul
punto malato. Avvolgerlo con un tessuto impermeabile e fare un bendaggio per preservare il
calore.
Prima dell’applicazione del cataplasma, trattare la parte malata con un po’ di olio d’oliva.
Utilizzare sempre una pasta preparata di fresco.

Cataplasma al latte
Far bollire 1 litro di latte, cagliarlo con del succo di limone e filtrare. Prima di applicare il
cataplasma di latte cagliato, trattare il punto malato con dell’olio d’oliva. Coprire con una tela
impermeabile e avvolgere il tutto con un sciarpa di lana. Il bendaggio deve essere resistente
per evitare la penetrazione dell’aria. Mantenere questa applicazione per 12 ore, più sere di
seguito.

Cataplasma di latte di capra


Far scaldare 2 litri di latte di capra. Quando arriva ad ebollizione, aggiungere il succo di un
limone e filtrare. Prima di applicare il cataplasma di latte cagliato, trattare il punto malato con
dell’olio di oliva. Coprire con una tela impermeabile e avvolgere il tutto con una sciarpa di
lana. Il bendaggio deve essere resistente per evitare la penetrazione dell’aria. Mantenere
questa applicazione per 12 ore, più sere di seguito.

Cataplasma di farina di mais


Fare cuocere della farina di mais nel latte e applicare la pasta ottenuta sull’ascesso. Fare un
bendaggio per preservare il calore. Si raccomanda di tenere il cataplasma per tutta la notte.

Cataplasma alle olive


Rompere delle olive non salate, metterle in due sacchetti di garza e applicare il cataplasma nel
punto malato per una notte. Ripetere, se necessario, più notti di seguito.

Cataplasma alle cipolle


Prendere 7 teste di cipolla (rosse o bianche) e prima di pelarle, frantumarle con la loro pelle.
Togliere la pelle, tagliarle a pezzi. Mescolare con 25 g di sale. Applicare il cataplasma sul
punto malato, fare un bendaggio e mantenerlo da 10 a 12 ore.

Cataplasma di miele, farina e acqua


Prendere in parti uguali farina e acqua.Mescolare bene e dopo aver ottenuto una pasta liscia,
aggiungere la stessa quantità di miele liquido. Applicare, coprendo il cataplasma con un
tessuto impermeabile e fare un leggero bendaggio. Durata dell’applicazione: da 3 a 10 ore.

Cataplasma ai porri

176
Tagliare in piccoli pezzi 1 o 2 porri, cuocerli al forno, avvolgerli in una tela e applicarli la sera
sul punto malato. Avvolgerli con un tessuto impermeabile, bendare e tenere il cataplasma una
notte.

Cataplasma alle patate crude


Lavare le patate, tagliarle a fettine sottili, applicarle sul punto malato, coprire con un tessuto
impermeabile e fare un bendaggio. Tenere il cataplasma per una notte.

Cataplasma al pomodoro
Applicare sull’ascesso un pomodoro tagliato coprire con un tessuto impermeabile e fare un
bendaggio. Tenere una notte.

Cataplasma di cenere calda


Raccogliere le ceneri calde di legna di quercia, inumidirle con un po’ di acqua fino ad ottenere
una pasta non troppo liquida. Farne un cataplasma e applicarlo da 5 a 10 minuti sulla parte
malata. Dopo aver tolto il cataplasma, trattare con dell’olio d’oliva puro.

Cataplasma con il giallo d’uovo.


Per curare una piaga, mescolare della farina con il giallo d’uovo e dell’olio d’oliva, formare
una galletta, applicare la pasta ottenuta sulla ferita.

Cataplasma di Ibisco (Karkadè)


Per guarire un foruncolo, cuocere dell’Ibisco (Karkadé) nel latte zuccherato e applicare questo
cataplasma.

Cataplasma di semi di lino


Cuocere dei semi di lino nell’acqua zuccherata e applicare la pasta tiepida. Mantenere il
bendaggio una notte.

Compresse di cotone
Immergere nell’acqua bollente un pezzo di cotone spesso e senza strizzarlo, applicarlo ancora
ben caldo sul punto malato da 3 a 4 minuti. Ripetere l’operazione sei volte di seguito. Poi
spalmare con dell’olio di oliva e coprire con un tessuto di lana per preservare il calore.

Compresse di fiori di camomilla


Far bollire qualche minuto nell’acqua dei fiori di camomilla, colarli, metterli in una garza,
coprire con una tela impermeabile, poi un tessuto di lana. Fare un bendaggio e tenere una
notte.

B. Rimedi naturali per uso interno


Preparazioni diverse

1. Come preparare e bere l’acqua calda


Si raccomana di bere dell’acqua pura, proveniente da una fonte. Far bollire l’acqua per 4
minuti, berne una tazza al mattino prima della piccola colazione. Quest’acqua pulisce i residui
nello stomaco e negli intestini.

176
2. Acqua di cottura del grano
Lavare 100 grammi di grano. Cuocerelo a fuoco basso in circa un litro di acqua, da 30 a 40
minuti.

3. Zuppa di patate
Pelare 2 o 3 patate e, senza tagliarle, immergerle nell’acqua fredda leggermente salata.
Cuocerle bene, senza grassi e senza addittivi. Mangiare la zuppa sempre preparata di fresco,
mai fredda o conservata da un giorno all’altro.

4. Preparazione dei fagioli


Per trarre maggior vantaggio dalle qualità nutritive dei fagioli bianchi, cuocerli in acqua pura,
con una o due cipolle senza niente altro, nemmeno dell’olio, né pepe. I fagioli contengono un
olio specifico che non si sposa con alcun altro elemento, nemmeno con l’olio di oliva che può
alterarli. Per rendere i fagioli bianchi più digeribili, occorre togliere la loro pellicina.

5. Decotto di salice bianco


Far bollire in un litro di acqua 50-60 foglie di salice bianco per 10-15 minuti. Prenderne una
tazza (circa 1 dl ½) al mattino, mezzogiorno e la sera, o solamente al mattino e la sera. Il
salice bianco aiuta ad eliminare la sabbia dai reni ed anche dalla vescicola biliare. Preparare
un decotto nuovo ogni due giorni. Dopo averne bevuto 5 litri (circa mezzo litro al giorno),
smettete per 15-20 giorni, poi ricominciate di nuovo.

C. Altri metodi

1. Come fare un bagno ai piedi


Immergere i piedi nell’acqua ben calda per almeno 10 minuti e aumentare
progressivamente la temperatura aggiuggendo dell’acqua più calda.
2. Come provocare una traspirazione
a) bere a cucchiaiate 3-10 tazze massimo di acqua molto calda, bollita per 4 minuti;
b) Fare un bagno ai piedi nell’acqua ben calda e aggiungere a poco a poco dell’acqua ancora
più calda, per aumentarne la temperatura;
c) Durante questa fase, coprirsi bene con una coperta fino a provocare una sudorazione
abbondante;
d) Strofinare il corpo con un asciugamano asciutto e cambiare i vestiti. Dopo ogni
sudorazione, cambiare i vestiti, più volte, se necessario;
e) Non utilizzare di nuovo i vestiti bagnati senza averli lavati e asciugati.

176
Allegato 2

Preghiere

La Preghiera domenicale

Padre Nostro che sei nei Cieli,


che sia santificato il Tuo Nome,
che venga il Tuo Regno,
che sia fatta la Tua Volontà, come in Cielo così in terra.
Dacci oggi il nostro pane quotidiano,
perdona i nostro peccati
come noi li perdoniamo a coloro che ci hanno offeto.
Non lasciarci cadere in tentazione
Ma liberaci dal male,
poiché a Te appartengono
il Regno, la Potenza e la Gloria
nei secoli dei secoli.
Amen!

La Buona Preghiera

Signore Iddio, nostro dolce Padre Celeste, che ci hai fatto dono della vita e della salute
affinché noi Ti adoriamo nella gioia, inviaci il Tuo Spirito per proteggerci, per preservarci da
ogni male e da ogni cattivo pensiero.
Insegnaci a compiere la Tua Volontà, a santificare il Tuo Nome, a glorificarTi sempre.
Santifica il nostro spirito, eleva i nostri cuori e la nostra ragione affinché noi osserviamo i
Tuoi comandamenti e le Tue leggi.
Ispiraci con la Tua Santa Presenza pensieri puri e guidaci affinché Ti serviamo nella gioia.
Benedici la vita che Ti consacriamo per il massimo bene dei nostri fratelli e del nostro
prossimo. Aiutaci, assisteci affinché noi possiamo crescere ogni giorno sempre di più nella
Tua conoscenza e saggezza affinché noi dimoriamo nella Tua Verità.
Guidaci affinché tutto ciò che intraprendiamo nel Tuo Santo Nome contribuisca a stabilire il
Tuo Regno sulla terra.
Nutri le nostre anime con il pane Celeste e riempici della Tua forza affinché noi possiamo
riuscire nella vita.

176
E poiché Tu ci colmi di tutte le Tue benedizioni, degnati di aggiungervi il Tuo Amore affinché
dimori eternamente come nostra legge, poiché a Te appartengono il Regno, la Potenza e la
Gloria, nei secoli dei secoli. Amen!

Allegato 3

Piante ed alberi medicinali

Nome attuale in italiano Nome in latino

Assenzio Artemisia Absinthium officinalis


Achillea millefoglie Achillea millefolium
Alchemilla Alchemilla vulgaris
Bardana Lappa Bardana
Camomilla (piccola) Matricaria Chamomilla
Canapa Herba Cannabis sativa
Quercia bianca (foglie) Quercus albus (folia)
Cicoria selvatica (radicchio) Cichorium intybus
Ibisco (Karkadè) Okra
Corniolo Cornus Sanguina
Elleboro Elleborus
Acero Acer arbor
Fragola di bosco Fragaria vesca
Genziana Gentiana
Camedrio Teucrinum Chamaedrys officinalis
Ippocastano Aesculus Hippocastanum
Erba di San Giovanni (Iperico) Hypericum perforatum

176
Noce (foglie) Juglans regia (folia)
Ortica Urtica dioica
Ricino (olio) Ricinus
Salice bianco (foglie) Salix alba (folia)
Timo serpillo Thymus Serpyllum
Sommacco (foglie) Folia Cotyni
Sambuco nero (fiore) Sambucus nigra (florea)
Timo volgare Thymus vulgaris
Tossilaggine o farfaro Tussilago farfara
Vite V i t i s
vinifera

176
Peter Deunov (1864-1944) chiamato anche Béinsa Douno, è un Maestro spirituale originario della Bulgaria. Dopo
gli studi di teologia e di medicina fatti negli Stati Uniti (1888-1895) ha iniziato a tenere delle conferenze dall’inizio
del XX-mo secolo fino alla fine della sua vita.

Le sue parole rivelano in una maniera semplice le vere origini della vita nella sua bellezza, la sua ricchezza, la sua

potenza, ma anche la sua complessità: a poco a poco emerge una nuova comprensione della vita umana come parte

integrante della vita universale.

Se un grande numero di terapie naturali, utilizzate attualmente in Bulgaria e in altri paesi, hanno attinto la loro

ispirazione nelle idee innovatrici di Peter Deunov, il suo insegnamento resta ancora oggi una fonte inesauribile di

sapere e di saggezza.

All’inizio del terzo millennio, appare quanto mai necessario per l’uomo contemporaneo di riconoscersi con i

principi universali e le leggi della Natura vivente.

I testi scelti sono raggruppati in capitoli concernenti la costituzione dell’organismo umano, le condizioni

indispensabili per un modo di vita sano, le cause delle malattie, la guarigione, il miglioramento della salute, con

numerose raccomandazioni generali e altre più specifiche per le malattie concrete. Così una vasta possibilità di

comprensione delle basi della salute del corpo, dell’anima e dello spirito permette a ciascuno di prendere coscienza

degli innumerevoli legami che uniscono i differenti sistemi dell’organismo umano con quelli della Natura e

dell’Universo.