Sei sulla pagina 1di 5

Soluzione a onde piane delle equazioni di Maxwell

nel vuoto
Riccardo Marinelli
Luglio 2017

Equazioni di Maxwell nel vuoto


Può essere utile scrivere le equazioni di Maxwell in assenza di sorgenti di campo
elettrico per poter studiare la propagazione delle onde elettromagnetiche
(come ben sappiamo, ahinoi, non esistono sorgenti di campo magnetico, altri-
menti le equazioni di Maxwell sarebbero più simmetriche!) come segue:

Teorema di Gauss per il campo elettrico


~ ·E
∇ ~ =0

Teorema di Gauss per il campo magnetico


~ ·B
∇ ~ =0

Legge di Faraday-Neumann-Lentz
~
~ = − ∂B
~ ×E

∂t

Legge di Ampere-Maxwell
~
~ = µ0 ε0 ∂ E
~ ×B

∂t

Equazioni delle onde elettromagnetiche


Consideriamo ora un riferimento cartesiano xyz, consideriamo i nostri campi
~ = (Ex , Ey , Ez ) e B
E ~ = (Bx , By , Bz ), vogliamo trovare delle soluzioni in un
caso particolare in cui:
~ eB
• E ~ non dipendono da y e da z
~ eB
• E ~ giacciono su un piano parallelo al piano yz

1
Possiamo quindi scrivere

~
∂E ~
∂E
= 0, =0
∂y ∂z

~
∂B ~
∂B
= 0, =0
∂y ∂z
per la prima condizione

Ex = 0, Bx = 0
per la seconda condizione

~ e B,
Calcoliamo ora le divergenze di E ~ per quanto scritto prima risulta:

∂Ex ∂Ey ∂Ez


+ + =0
∂x ∂y ∂z
∂Bx ∂By ∂Bz
+ + =0
∂x ∂y ∂z
~ e B,
Calcoliamo quindi i rotori di E ~ sempre per quanto scritto prima risulta:

x̂ ŷ ẑ
 
       
~ = ∂ ∂ ∂  ∂Ez ∂Ey ∂Ez ∂Ey ∂By ∂Bz
rot(E)  = x̂ − −ŷ +ẑ =− ŷ + ẑ

∂x ∂y ∂z ∂y ∂z ∂x ∂x ∂t ∂t
0 Ey Ez

∂Ez ∂Ey ∂By ∂Bz


ŷ − ẑ = ŷ + ẑ (1)
∂x ∂x ∂t ∂t

2
x̂ ŷ ẑ
 
       
~ = ∂ ∂ ∂  ∂Bz ∂By ∂Bz ∂By ∂Ey ∂Ez
rot(B)  = x̂ − −ŷ +ẑ = ε0 µ0 ŷ + ẑ

∂x ∂y ∂z ∂y ∂z ∂x ∂x ∂t ∂t
0 By Bz
 
∂Bz ∂By ∂Ey ∂Ez
− ŷ + ẑ = ε0 µ0 ŷ + ẑ (2)
∂x ∂x ∂t ∂t
Riordinando le equazioni (1) e (2) possiamo scrivere:
   
∂By ∂Ez ∂Bz ∂Ey
ŷ − + ẑ + =0 (3)
∂t ∂x ∂t ∂x
   
∂Ey ∂Bz ∂Ez ∂By
ŷ ε0 µ0 + + ẑ ε0 µ0 − =0 (4)
∂t ∂x ∂t ∂x
Perché queste espressioni si annullino, entrambe le componenti ŷ e ẑ si de-
vono annullare, isoliamo allora da ognuna delle due equazioni una componente
in modo opportuno.

Primo isolamento:
   
∂By ∂Ez ∂Bz ∂Ey
ŷ − + ẑ + =0
∂t ∂x ∂t ∂x
   
∂Ey ∂Bz ∂Ez ∂By
ŷ ε0 µ0 + ẑ ε0 µ0 − =0
∂t ∂x ∂t ∂x
Otteniamo il sistema:

∂By ∂Ez


 =
∂t ∂x
ε µ ∂Ez = ∂By

0 0
∂t ∂x

∂Ez ∂By
=


∂x ∂t

∂E z 1 ∂B y
=



∂t ε0 µ0 ∂x


 ∂ 2 Ez ∂ 2 By

 =
∂x∂t ∂t2



 ∂ 2 Ez ∂ 2 By 1

 =
∂t∂x ∂x2 ε0 µ0

3
Essendo soddisfatte le ipotesi del teorema di Schwartz, possiamo scrivere

∂ 2 By 1 ∂ 2 By
2
=
∂t ε0 µ0 ∂x2

∂ 2 By ∂ 2 By
= ε 0 µ0
∂x2 ∂t2
Isolando le stesse componenti, procediamo in un’altra maniera:
∂By ∂Ez


 =
∂t ∂x
 ∂B y ∂E z
 = ε0 µ0
∂x ∂t

 ∂ 2 By ∂ 2 Ez
=


∂x2

 ∂t∂x
 ∂ 2 By
 ∂ 2 Ez
= ε0 µ0


∂x∂t ∂t2

Dal quale si ottiene

∂ 2 Ez ∂ 2 Ez
= ε 0 µ0
∂x2 ∂t2
Riprendiamo in considerazione le equazioni (3) e (4), isoliamo le altre due
componenti:
   
∂By ∂Ez ∂Bz ∂Ey
ŷ − + ẑ + =0
∂t ∂x ∂t ∂x
   
∂Ey ∂Bz ∂Ez ∂By
ŷ ε0 µ0 + + ẑ ε0 µ0 − =0
∂t ∂x ∂t ∂x
Possiamo allora scrivere il sistema
∂Bz ∂Ey


 =−
∂t ∂x
∂B z ∂E y
= −ε0 µ0


∂x ∂t

 ∂ 2 Bz ∂ 2 Ey
= −


∂x2

 ∂t∂x

 ∂ 2 Bz ∂ 2 Ey
= −ε0 µ0


∂x∂t ∂t2

Dal quale si ottiene l’equazione

4
∂ 2 Ey ∂ 2 Ey
= ε 0 µ0
∂x2 ∂t2
Procediamo in un’altra maniera

 ∂ 2 Ey ∂ 2 Bz

 − = −
∂x∂t ∂t2



 ∂ 2 Ez ∂ 2 Bz 1
− = −


∂t∂x ∂x2 ε0 µ0
Otteniamo cosı̀ l’ultima equazione

∂ 2 Bz ∂ 2 Bz
2
= ε0 µ0
∂x ∂t2

Riepilogo delle equazioni delle onde elettromagnetiche


Di seguito riportiamo le quattro equazioni ottenute

∂ 2 By ∂ 2 By
= ε 0 µ0
∂x2 ∂t2

∂ 2 Ez ∂ 2 Ez
2
= ε0 µ0
∂x ∂t2

∂ 2 Ey ∂ 2 Ey
= ε 0 µ0
∂x2 ∂t2

∂ 2 Bz ∂ 2 Bz
= ε 0 µ0
∂x2 ∂t2

Potrebbero piacerti anche