Sei sulla pagina 1di 16

Sfwd. tn obb. post. 9.

1/70

^^^ùa4iUf italiani» MercòietiM '

Le iniziative delVesecutivo

UN PIANO Per un partito


più presente
ANTIDROGA
Più aiuti p e r il T e r z o IMondo
nella società
Si è svolta ieri mattina la Impostato un crisi particolarmente evi­
prima riunione dell'Esecuti­ denti, dove cioè si sono regi­
vo socialista, che ha avviato grosso program­ strati correntismi, affarismi
elettorali. Nostro obicttivo è
La riunione del Consiglio dei ministri numerosi iniziative. Consa­
pevolezza dell'urgenza di
ma di lavoro quello di definire un codice
Nuove misure contro gli stupefacenti e Fame: perchè un fare, insieme a una forte vo­
lontà di fare, con il necessa­
Martelli sui degli amministratori sociali­
sti e fare del suo rispetto la
interventi per i paesi in via di sviluppo temi discussi
alto commissario rio spirito unitario, sono sta­
te le caratteristiche del la­ e sulle
condizione per essere am­
messi nelle liste. Ciò com­
Nella SU3 riunione di ieri il Consiglio dei ministri ha a- porta l'esclusione dalle liste
dottato due importanti provvedimenti:, un disegno di legge di A G A T A A L M A C A P P I E L L O
voro impostato. Al terminò, decisioni prese stesse di chi sia sottoposto a
lo stesso vice segretario
contenente misure urgenti in materia di lotta alla droga e giudizio per reati infamanti.
Martelli ha riassunto per i
un altro disegno di legge per l'istituzione del commissario // Governo ha approvato to si è quindi, affrontato in biamo predisposto un piano «L'esecutivo ha anche di­
giornalisti il contenuto della di manifestazioni in tutte le
straordinario per il problema della fame nel mondo. Il pri- il disegno di legge relativo termini di concretezza e di scusso la preparazione del
riunione. città italiane sul tema: «Il
md provvedimento, che costituisce un ulteriore passo avanti alla istituzione del Com­ urgenza il.-problema del­ congresso sul socialismo nel­
nell'attuazione sul piano legislativo di un preciso impegno missario straordinario per l'individuazione e delle «Abbiamo passato in ras­ dopo crisi è cominciato». Il­ le autonomie. A questo te­
programmatico, si niuove sulle tre linee fondamentali della il problema della fame nel priorità connesse ai bisogni segna - ha detto - i princi­ lustreremo i risultati rag­ m a sarà anche dedicata la
prevenzione, della èura e riabilitazióne, della repressione mondo al fine di introdurre delle popolazioni che pali problemi politici e ge­ giunti finora ed i grandi im­ tessera del partito per il
del fenomeno della droga. nell'ordinamento italiano muoiono di fame, sottoli­ stionali. Innanzitutto dob­ pegni al momento abbiamo 1985.
Con il secondo provvedimento si è inteso introdurre nel­ uno sii umento più efficien­ neando l'impegno dell'Ita­ biamo suonare chiara e forte di fronte, quali problemi •Alla prossima riunione -
l'ordinamento italiano uno strumento in grado di adottare te, in perfetta sintonia con lia nel combattere le cause la sveglia a tutte le organiz­ delle pensioni, del fisco, del­ ha detto Martelli - saranno
provvedimenti dì carattere straordinario all'interno del ge­ iniziative parlamentari in più profonde e le manife­ zazioni periferiche ed alle i- la casa, dell'occupazione. invitati anche i capigruppo
nerale fenomeno del sottosviluppo e della f a m e nel mondo. materia. stazioni più tragiche del stanze associative del parti­ L'esecutivo interverrà diret­ parlamentari per .stabilire
A PAGINA 2 Cori questo provvedimen­ SEGUE A PAGINA 2 t o e dell'area socialista. Ab- tamente nelle situazioni di SEGUE A PAGINA 2

Pertim; Approvata dalla Camera


d i ^ u ^ p e r Tesoreria unica
sconfiggere per gli
lafame enti pubblici
Davanti agli ambasciatori Le norme sulla tesoreria stata una sospensione di
dei 156 paesi accreditati al­ unica degli enti pubblici, un'ora per la mancanza del
la FAO, il presidente Pertini tendenti a ridurre il disa­ numero legale.-
ha rinnovato ieri a Roma, in vanzo pubblico e fin dallo Il provvedimento, che
occasione della 4. Giornata sc9rso gennaio inserite dal passa all'esame del Senato,
dell'alimentazione, il suo governo in decreti legge mai è stato presentato dai capi­
appello, contro la fame nel convertiti dal Parlamento, gruppo nello scorso settem­
mondo, contro lo sterminio sono state approvate dalla bre per superare le proteste
di 4 2 mila bambini che si Commissione Finanze della delle opposizioni dovute al
registra quotidianamente Camera in sede legislativa. fatto che, nonostante la boc­
contro 1 rischi dell'olocausto I deputati (favorevoli i ciatura alla Camera il 2 a-
nucliìàré che costituisce non gruppi della maggioranza, gosto del quarto decreto sul­
solo una: minaccia p e r il f u ­ PCI e Sinistra indipendente, la tesoreria unica, successi­
turo del mondo, rna anche astenuto il MSI-DN) hanno vamente il governo ha ri­
un «costo», per il pi-esente, votato una proposta di legge, proposto un quinto decreto
un cpstQ ch?isi4tiversà;_slille dei cinque capigruppo della analogo. Il testo approvato
spalle di chi soffre di più. maggioranza, alla ripresa • riproduce il contenuto
A P A G I N A 16 della seduta dopo che c'era S E G U E A P A G I N A 14

In una cassetta di sicurezza intestata^ sembra, a De Amicis Network Economia


Inchiesta sui fondi «neri» IRI: «Oscurati» Balzo della
dai pretori in produzione:
sequestrati cinquanta miliardi tre regioni +11% in agosto
prossime ore dovrebbe esse­ Sconcertante offensiva di La , produzione industriale
M I L A N O , 16 - Ammonte­ Gran parte della somma era costituita da re interrogato, nel carcere di tre pretori (a Torino, Roma ha registrato un balzo visto­
rebbe a circa 50 miliardi la
spmnia recuperata dagli in­
titoli di Stato - Interrogato a Lodi Fausto Bergamo, l'ingegner De A- e Pescara) contro Canale 5, s o in agosto, mese nel quale
Italia 1 e Retequattro. Con l'indice, attestandosi a 48,4
quirenti che stanno cercan­ Calabria - Gli sviluppi dell'inchiesta micis. un provvedimento giudizia­ (base 1980=100) ha segnato
I due dirigenti sono stati rio che è stato eseguito dal- un incremento dell'I! per
d o di chiarire i contorni dèl­
si sarebbe trovata in una cheggiate» le somme con­ attribuite ai due ex dirigenti arrestati lunedì con l'accusa l'Esco'post, hanno fatto se­ cento rispetto al valore 43,6
ia presunta appropriazione questrare i ponti radio, si­ dell'agosto 1983. L'aumento
banca, in una cassiìtta di si­ cesse alla Scai e alla Ital- dell'IRI. di appropriazione indebita
indebita di circa 240 milardi tuati in Piemonte, Lazio e conferma la tendenza alla
curezza, sembra intestata stradc e sui quali sarebbero Altri elementi utili all'in- continuata pluriaggravata e
contentata al presidente di Abruzzo, usati dai tre nel- ripresa già manifestatasi in
all'ingegner De Amicis. maturati interessi neri non chiesta potrebbero essere falso in bilancio e~comuni- WQrks. Sorpresa e perplessi­ luglio (-)-4,4) e anche nei me­
Mediò Banca, ed ex diretto­ cazioni sociali. Nell'ambito
Il giudice istruttore Co­ capitalizzati. stati raccolti dai giudici nel tà tra gli utenti e tra le forze si precedenti, inoltre, un in­
re centrale dell'IRI avvoca­ della stessa inchiesta figu­ politiche. Dichiarazione del cremento così alto della pro­
lombo e il pubblico ministe­ La Guardia di Finanza corso dell'interrogatorio al
to Fausto Calabria e all'in­ ro De Ruggiero, titolari del­ , prosegue frattanto gli accer­ quale hanno sottoposto nel rano indiziate di reato altre vicesegretario del PSI duzione non si registrava da
gegner Sergio De Amicis, Claudio'Martelli che ribadi­ oltre quattro anni, e preci­
l'inchiesta avrebbero accer­ tamenti per tentare di loca­ carcere di Lodi il presidente sette persone tra cui l'ex
sce l'urgenza di un'apposita samente dal luglio 1980. Da­
presidente dell'Aiscat ed ex tato che i titoli erano stati lizzare altre somme seque­ di Medio Banca, Fausto Ca­ presidente dell'IRI e senato­ legge, e di Paolo Pillitteri, ti sfavorevoli, invece, pro­
presidente della Scai e del- acquistati con denaro pro­ strabili. E anche i magistrati labria. Sugli esiti di questo re democristiano Giuseppe responsabile del settore ci­ vengano da un'inchiesta sul-
ritalstrade. veniente dall'estinzione di inquirenti continuano la importante atto istruttorio a Petrilli e il presidente del nema e TV della Direzione l'eriicienza del sistema ban­
La somma, in gran parte alcuni dei librem al portalo- raccolta di testimonianze tarda sera non erano trape­ Credito Italiano Alberto del PSI. cario.
costituita d a titoli di Stato, ré sui quali venivano «par­ per ricostruire le irregolarità late indiscrezioni. Nelle Boyer. A PAG. 3 A P A G I N A 15
Pagiiia X
Mercoledì 17 Ottobre 1984 %^^h<pnU! in Italia
adottati ieri nella riunione del Consiglio dei ministri
Prima la prevenzione Istituito il
nella lotta alla droga
Disposizioni intese a pórre regioni e comuni in grado di attuare
commissario contro
È. •
iniziative h\rì

l.olta lilla droga: il gover­ di G L A U C O MAROCCO re il personale volontario e Il Consiglio dei ministri ha ieri approvato strumento in grado di adottare provvedi­
no munticnc l'impegno di anche appositi albi dei quali numerosi provvedimenti, oltre a quello sulla menti di carattere straordinàrio'.all'itiiérnò
spingere a fondo, con inizia- nuli specializzati. E ' neces­ vato dal Consiglio dei mini­ vengono inserite queste co­ lotta alla droga di cui riferiamo a parte. del generale fenomeno del tottòsviluppò;
iivo adeguate, nell'azione sario assicurare un forte so­ stri si muove sul|e tre linee munità, le quali possono an­ Non si è invece proceduto all'approvazione Al commissario straordinari ò^pètteriV là
per sconfiggere un amie che stegno a tutte le iniziative fondamentali della preven­ che stipulare convenzioni del provvedimento che prevede agevolazioni gestione di programmi integrati e pluriset-
per l'acquisto della prima casa per contrasti toriali in arce ben determinate, caratteriz­
si c diffuso nellfl.società .e pubbliche e private - ha zione, della cura e riabilita­ con gli enti pubblici attra­
tra il ministro del Tesoro Oorià (che ha pro­ zate da emergenza endemica e da alti tassi
che provoca vittime ogni proscguitoi ÌVh. Craxi - che zione, della repressione. Il verso un decreto intermini­
disposto un apposito diseegno di legge) e il di mortalità. Tale organismo potrà rcalizra-
giorno. I monto al fenomeno agiscono nel campo della ministro dell'Interno Scalfa- steriale. A questo scopo il
ministro dei LL.PP. Nicolazzi (che afferma re interventi immediati c razionalizzati at­
è cresciuto un vasto e rami- prevenzione, del recupero e ro ha detto ai giornalisti che provvedimento stanzia 4 mi­ di non essere stato messo a conoscenza del traverso non solo iniziative alimentari o sa­
ficato mercato internaziona­ della cura dei tossicodipen­ la «nuova normativa non so­ liardi e mezzo per quest'an­ testo, predisposto c r i v e n d i ^ al suo ministe­ nitarie, ma con ogni altro mezzo'idòttóO ad
le controllato da organizza­ denti. Le nuove misure che stituisce quella, vigente, ma no, mentre per-l'SS e r S é l ò | r i là comp'eténza ih materia). •fosicUrare lo svilujjfio economico'e'sociale ,
zioni criminali che hiinno al­ il governo propone, dirette a vuole correggerja^e integrar­ startzianlentb'pó'trà oscillare Tra i provvedimenti approvati vi è quello nelle aree previste e . di conseguenza, la so­
lungato le loro ramificazioni potenziare gli strumenti di la». tra I 28 e i 35 miliardi, chc introduce ncH'ordinamento italiano pravvivènza del maggior numero di-personc.
in ogni città e in, ogni am- questa lotta, sono necessa­ Vediamo gli aspetti prin­ strumenti piìi efficaci di Quelli attuali per L'individuazione delle aree di intervento
rie, urgènti e ci auguriamo cipali del provvedimento: • COMITATO DI
• bionici E' una lotta difficile, fornire un contributo veramente valido al­ verrà operata dal Comitaot interministeriale
che il Parlamento convegna COORDINAMENTO - E', per la polìtica ecoonomica estera (CIRES) c
ma il governo è intenzionato l'azione in corso per vincere la fame nei
sulla nccciisità di un rapido • NORME PENALI - S o ­ istituito un comitato nazio­ Paesi in via di sviluppo. Il presidente del per tali fini il Commissario struordiiiario
a icner fede ad un suo preci­ nale coordinamento per l'a­
ed approfondito esame c di no previsti inasprimenti di Consiglio Craxi ha detto ai giornalisti che il partecipa alle riunioni del GIPESi a. titolo
so impegno programmatico pena per chi induce all'uso zione antidroga e dell'osser­ consultivo. Per lo svolgimento dei ^uai camr
una sollecita approvazione». ministro degli Esteri ha scelto la forma di
ed e per questo che il Consi­ Il presidente del Consi­ di !>ostanze stupefacenti, an­ vatorio permanente. Sarà un disegno di legge anzichà di un decreto, piti il commissario straordinario si avvale di
glio dei ministri di ieri ha
glio ha poi detto che la lotta che se si tratta di agevola­ articolato in tre sezioni; una ma egli si augura che le Camere valutino un servizio speciale istituito nell'ambito del
approvalo un provvedimen­ in corso non deve subire in­ zione colposa. Quando la di carattere socialè, l'altra tutta l'urgenza del problerna e la necessità ministero degli Esteri.
to che costituisce il primo terruzioni e il carattere ec­ somministrazione di sostan­ dedicata alla repressione e . di giungere rapidamente ad una conclusione Alla competenza del commissario vengo­
passo in questo senso. cezionale di alcune misure za adulterate provoca la la terza ai problemi inter- positiva dell'iter parlamentare del provve­ no trasferiti l'esecuzione e il completa^nénio
«La lotta contro il traffico previste è pienamente giu­ morte, vine aumentata la naizonali sia nell'aspetto di dimento; diversamente si dovrà tornare al­ dei prpgettigià deliberati od in cofso di-esc,-
Internazionale e quello in- stificato dalla gravità della pena prevista d a | codice pe­ prevènzibtie che in quello di l'idea.del decreto. 9juzionein base alla Jegge 9 fcbbraiq„,|98().
icrno deljij droga-ha detto il situazione, conforta consta­ nale per omicidio. Viene e- repressione. ' . L'esperienza maturata finora ha eviden­ n; 38 e d alla legge 3 gennaio 1981, ri. 7.
presidente del Consiglio in­ tare - ha aggiunto - che i ri­ stcsa al settore della droga ziato l'esigenza di un adeguamento dei L'oriere finanziario previsto è eli comRlc.s-
Il ministro scalfaro hij in­
troducendo i lavori della sultati dell'azione di repres­ la normativa dell'antimafia formato che il.governo.si ri­ meccanismi contenuti nella legge 9 febbraio sivi 1.500 miliardi. (500 per ciascuno degli
riunione - impegna a fondo sione non mancano; nume- riguardanti di poteri di in­ 1979 n. 38, che disciplina la coopcrazione unni 1 9 ^ ^ 8 6 e 87). ' :
serva di affrontare altri pun­ Il Consiglio dei ministri ha 'eriche iappro^
dell'Italia con i paesi in via di sviluppo. In
l'azione del govierno. La pe­ ròse ed importanti sono le dagine dei patrimoni sospet­ ti, come quello relativo alla vato provvedimenti in materia di Sanila
vi.sla di tale scopo, poiché appare necessario
ricolosità del fenomeno è operazioni antidròga con­ ti anche con sequestro e possibilità per il magistrato
intervenire sulla situazione di emergenza, il (proroga ulteriore degli incarichi dei precari
sempre mollo alta, il male dotte a buon fine; colpi duri confisca dei beni. di applicare una attenuante, governo ha approvato il disegno di legge che delle USL e delle convenzioni) è di fisco
diffuso, la rete criminale le­ sono stati inferii alle orga- seria di fronte ad una colla­ istimi.sce il commissario straordinario per il (accertamento e riscossione di tributi in ba­
• ASSISTENZA - Ven­ borazione attia da parte di
gala al traffico della droga nizzazoni criminali dei traf­ problema della fame nel mondo; al fine di se ul condono fiscale).
vasta ed articolata in centri ficanti e degli spacciatori. gono precisali i compiti e le detenuti; imputati c con­ introdurre nell'ordinamento italianao uno
grandi e piccoli. L'azione dello Stato deve responsabilità di enti locali e dannati per reati di droga
Abbiamo *dalo un forte continuare a recuperare un as,sociazioni per l'assistenza, che partecipino in modo
impulso all'azione degli ap­ cèrto ritardo che si è verifi­ il recupero e il rcin.serimen- particolarmente intenso nel­
parati pubblici e mésso in cato nell'organizzazione di to sociale dei lo.ssicodipen- la lotta in difesa dello Stato stralmente al ministro degli
tìira tlalla prima
alto un più stretto coordi- questa lotta. Con la collabo­ denti. Potranno svolgci'e la e del cittadino in questo set- Affari Esteri relazioni da
nanicnto ira le unità opera­ razione di tutte le forze in­ loro opera le associazioni di tore, liei sotKKViluppo. Ibisognì pre.sentare alle Commissioni
degli Affari mterf ^eilla Ca­
tive, Sul piano internaziona­ teressate, a battersi per la di­ vplonlariaol, i movimenti, le Per qiiSrtto riguarda la De! resto l'esperienza ma-'
mera del Senati). • » '' ' -
le si sono gettate le basi di fesa di interessi vitali della cooperative, le comunità te­ prevenzione, il ministro del turata dal 1979 ad oggi, pe­
riodo durante il quale 1 mez­
dei paesi Parte eslrehig/nènfi signi­
una più solida cooperazione nostra gioventù e della co­ rapeutiche ohe si sono svi­ Turismo e dello spettacolo ficativa dei diségno àppfova-
con stali e governi amici e- munità nazionale nel suo in­ luppate spontaneamente al ha annunciato un piano
zi finanziari messi a disposi­
zione della C'oopèraziime al­ sottosviluppati 10 è quella .retativg allif.se-
cuzione ed a) chthpMàmehto
gualmcnte impegnati in sieme, gli obiettivi che ci di fuori delle istituzioni e quinquennale di potenzia­ lo Sviluppo sono passati da dei progetti già '^eliberfitl '^d
^yijf;si|a lpt(a,,e,a]bbiantiQ as|i- .proponiamo di raggiùngere degli orgànisini pubblici. È' mento delle strutture sporti­ JO miliardi a 2.500 miliardi .servizio speciale isiituilonel- in corso di e.secitiìoiiè in hù.sé
curalo l'impegno italiano saranno raggiunti». prevista l'attività dello Stato ve, al fine di una prevenzio­ di lire, ha evidenziato la ne­ l'omhilo del ministero ^egli alla legge 9 febbraio 1979. n.
negli organismi internazio- Il diiiegno di legge appro­ e delle Regioni per prepara­ ne efficace. cessità di un adeguamento Affari Esteri, formato sia da sa. ed alla legge 3 gennaio
dei meccanismi delia legge personale del Ministero stes­ I9SI, n. 7, che vengono tra­
n. 311 del 1979 istitutiva del so che di altre Amministra­ sferiti alla competenza del
dipartimenlo per io cui rea­ zioni dello Stato, anche ad Commissario .straordinario
lizzazione il (joverno ha av­ ordinamento autommìo in ed è per questo che le corri­
smo»; il sen. Covatta pre­ «L'Esecutivo ha assunto personali giudicheremo vialo, tin'approfondiia rifles­ posizione di comando entro spondenti occorrenze finan­
senterà proposte per d a r e alcuni impegni di lavoro, • secondo coscienza, così
Esecutivo: a d esso una dimensione .stabilendo anzitutto una come è nelle nostre abitu­
sione. Ma noU'atìesa della un contingente massimo da
riforma della legge 3li. il .stabilirsi con decreto del
ziarie già previste e pro­
grammale affluiranno alla
culturale ed un respiro in­ cadenza fissa settipianale dini in questi; casi. E ' sba­ fioverno ha ritenuto nece.<!.'ia-presidente del Consiglio .vi/
le iniziative ternazionale,
L'Esecutivo ha esamina­
della sua riunione;
H a iniziato a comporre
gliato unire i d u e aspetti
della questione - quello
riu dedicare un'àllehzione proposta del ministro degli
prioritaria alle situazioni di Affari Esteri di concerto con',
contabilità speciale intestata
al Commissario .straordina­
rio. !
del partito t o in particolare i problèmi
dfel fisco; delle pensioni,
una «radiografia», con re­
lativi provvedimenti anche
politico e auello personale
ciò indebòllscè e rendè
emergenza, le quali, all'in-
terno dei generale fenomeno
il ministro del Tesoro.
Egli potrà, inoltre, avva­
Nella stes.sa contabilità
speciale dà costituirsi pressò
meno credibile il sollevare del sottosviluppo, richiedono lersi anche di esperti esterni la Tesoreria provinciale del­
> . . -yi . della casa. Il partito so­ di centraHzzazione delle l'adozione di provvedimenti assunti con vincolo tempora­ lo Stato di Roma vengono
sterrà con grande deter-; diverse siìluaziòni àrrimini- la questione in .termini mo­ aventi carattere di. .straordi­ neo secondo i criteri di cui
dira clalh prima f rali. versate le disponibililà fi­
minazione la proposta Vi- strative del partito; una narietà. alla legge 9 febbraio 1979, n. nanziarie preyiste^per l'.isti-
un migliore coor^dinamento sentini che può anche esse­ spinta costruttiva in zone «Entro l'anno il PSI si A tal fine il disegno di leg­ SS. nel limite massimo di tuzione del Commis.sariò che
ed evitare il ripetersi di i- re migliorata, ma non può dove si manifestano feno­ f a r à promotore di un in­ ge gòvernativii prevede, l'isti­ .se.ssanta unità. sono stabilite iti L 1500 mi:
niziativc inopportune nel essere stravolta. Il princi­ meni di scandalismo, di contro f r a i leader sociali­ tuzione di un Organismo che Per l'attuazione dei pro­ liardi di cui L. 500 miliardi
mcdoto ancorché giuste pio dell'equità c h e e.ssa sti del S u d Europa c h c ha la capacità di realizzare, grammi integrarl e pluriset­ per ciàscuno'degli anni 1985,
divisione, di calo elcllora-
nel merito ( m i riferisco al­ hanno responsabilità di attran'rso la forma commis- toriali il Governo ha ritenuto 1986 e 1987 al quale .si prov\
coniienc 6 vitale per la so­ Ic, .wriale. interventi immediati
la rccentc polemica tra governo per uno scambio necessario consentire al vede mediante riduzione di
cietà italiana c p e r la Rispondendo alle do­ e razionalizzati. pari importo dello stanzia­
Arnato e Formica). Obiet- maggioranza di governo. di esperienze, valùtazioni, Commissario .straordinario
mande dei giornalisti, Il Commissario straordi­ di agire anche in deroga alle mento del mini.stero degli Af­
ilvó dei socialisti è quello Martedì prossimo si t e r r à Martelli ha precisalo che, progetti.
nario che e nominato dal^ norme sull'amministrazione fari Esteri.
di giungere alla tassazione su questo tema una Confe­ sulla quc.itionc morale, «Sulle questioni dell'c- presidente del Consiglio dei del patrimonio e sulla conta­ Il Governo con l'approva­
di lutti i redditi, a n c h e del­ renza .stampa. l'impostazione socialista mitten7.a pubblica e priva­ Ministri con proprio decreto, bilità generale dello Stato. zione di questo provvedimen­
la rendita, m a quo,sto o- respinge gli atteggiamenti, t a c ' è d a rilevare una dif­ .5U proposta del ministro de­ Tale tirganismo può prov­ to ha dimostrato di essere
"Sulle pensioni si t r a i l a
bictiivo è perseguibile solo di raffreddare' il clima entrambi sbagliali, dello formità di giudizi d a parte gli Affari Esteri, previa deli­ vedere in via esemplificativa: consapevole che di fronte a
dall'intera maggioranza di contrastato e il contenzio­ scandalismo e dell'omertà, della magistratura. Pro­ berazione del consiglio dei all'avvio in missione di per­ situazioni disperqte,, come
governo alla quale va posto dell'indifferenza, del cini­ porremo presto una legge Ministri, ha il compilo di ge­ sonale italiano incaricato di sono quelle che rigijqrdano
so c h e permane nonostante stire programmi integrati e studiare, attuare e controlla­ le popolazioni affètte da
con fermezza e convinzio­ c h c disciplini il sistema
si sia realizzato un centro smo. La quc.stione ha di­ plurisettoriali in aree ben de­ re i programmi .straordinari; malnutrizione, è neces.sario
ne, non illudendosi di im­ misto. Intanto bisognerà
avvicinamento di posizio­ versi profili uno certo 6 terminate caratterizzate da alla acquisizione in via diret­ intervenire con uno strumen­
porlo inseguendo maggio­ nominare il nuovo Consi­
ni. Venerdì prossimo, su quello dell'onc.stà persona­ emergenza endemica e da al­ ta, allo stoccaggio, invio e to straordinario ed immedia­
ranze occasionali alterna­ glio di amministrazione ti tastii di mortalità. distribuzione, anche attra­ to.
questo argomento, sarà le, m a dominante c il profi­
tive. L'opinione pubblica della R A I . A tale proposi­ Tali programmi, data l'e­ verso organismi nazionali e Tale provvedimento appa­
lo istituzionale e opportu­
ci avrebbe meglio compre-,, convoeata-una conferenza to, il P C I deve rinunciai-e strema varietà delle situa­ internazionali, di derrate, e re fondamentale anche .sotto
na è la g r a n d e riforma del
so se i | direttivo dei depu- stampa ed lin'altra sarà alla posizione che rifiutan- zioni di emergenza, potranno prodotti alimentari, medici­ un altro punto di vista e cioè
sistema politico ammini­
lali'so'cialisti ave.ssc votalo progi^àmmata p e r il pro­ t o t u t t e le ipotesi prospet­ concretarsi non .mitanto in nali. nonché alla forniturji di quello della esperienza che
strativo c h c così c o m e si è
un indirizzo chiaro in que­ blema della casa. t a t e dalla maggioranzji interventi di carattere ali­ mezzi di trasporto, 'piccole potrà essere acquisita. da
«L'Esecutivo ha discus­ degradato produce ~ esso penalizza e paralizza pro­ mentare e sanitario ma in ti­ attrezzature agricole, igieni- questo nuovo organismo ai
sto" senso, indirizzandolo
alla maggioranza e al go­ so i melodi per a f f r o n t a r e - illegalità o condizioni prio la R A I . gni altra iniziativa idonea ad co-sanitarie e per l'approvvi­ fini del recepimento dell'au­
diffuse di illegalità. Per a.uiciirare. attraverso lo .svi­ gionamento idrico; alla mes- spicata riforma della legge
verno. A b b i a m o in calen- le grandi questioni del L'Esecutivo del PSI ha
luppo economico e sociale di .sa in opera delle infrastrut­ 38 del 1979 sul dipartimen­
questo ha d e t t o Martelli
djirio la legge finanziaria e Mezzogiorno tra crisi c infine nominato Bruno Pel­
una o più aree oggetto dei ture indlspén.sahili per la to.
le questioni d d l e pensioni, sviluppo: il degrado delle abbiamo deciso a n c h e di legrino responsabile per le programmi, la sopravvivenza realizzazione dei programmi Del resto il Commissario
del fisco della casa e del­ istituzioni locati e della riprendere le indicazioni relazioni con la s t a mpa per del maggior numero po.ssihi- straordinari; alla stipula dei straordinàrio che è stato isti­
l'occupazione. T u t t e mate­ pubblica amministrazione; emerse dal convegno «Ri­ i problemi per l'informa­ le di persottc. contraili, convenzioni e con­ tuito per porre rimedio ad
rie per le quali si richiede la riforma dell'intervento formare la politica», c h c zione, confermando Luigi Spetta al Cimiitato inter­ cessioni; a ricorrere al volon­ uno dei fenomeni più gravi e
Il massimo di coordina­ straordinario dello Stato; conteneva una serie di Genise quale portavoce ministeriale programmazio­ tariato civile nell'ambito de­ più destabilizzali del sotto­
mento tra partito e gruppi una politica integrata for­ spunti incisivi in questa della Direzione. L'Esecu­ ne e .sviluppo, al quale il gli Organismi, ricono.sciùli sviluppo, resterà in carica fi­
matèria. Commis.sario straordinario per tali fini. no all'entrata in vigore della
parlamentari. Per concor­ mazione-lavoro per l'occu­ tivo h a nominato Angeli)
pazione giovanile. •Sul caso del ministro Molaioli responsabile delle partecipa con volo con,sulti- Tra i poteri del Commis­ nuova legge organica sulla
darne le forme h o invitato vo. il compilo di selezionare sario vi è anche quello 'di' cooperazione allo sviluppo e,
1 compagni Formica e «E' una proposta a t u t t o degli Esteri - ha osservato attività editoriali è grafi­
le aree che formeranno og­ concludere, su delega del comunque, non oltre il 31 di­
l'abbri alla prossima riu­ c a m p o q u e ' l a c h e i sociali­ Martelli • se ci iroveiremo c h e della Direzione, e Ar­ getto degli interventi straor­ ministro degli Affari Esteri, cembre 87.
nione dell'esecutivo. sti faranno per il S u d , per­ di fronte a comportamenti t u r o Bianco responsabile dinari. accordi con i paesi destinata­ Alma Cappielio
"lintro l'anno sarà con- c h è questa e rfiventata or­ politici, risponderemo sul dell'ufficio, elettorale Per lo .svolgimento dei ri degli intervenli. (responsabile regionale
vocaU) l'annuncialo conve­ mai la condizione per lo piano politico. S e ci trove­ coordinatore p e r la forma­ suoi compili il Commissario Il Commi,ssario straordi­ Lombardia commissione
gno su "Quale riformi­ sviluppo di tu: < il Paese. remo di fronte a questioni zione delle li.ste. straordinario si avvale di un nario tra.smetle. poi. seme­ diritti civili)
in Mercoledì 17 OttoBre 1984
Pagina 3

Intervento di Colucci sul bilancio interno l / l a t t i n a s Sorpresa e sconcerto per la decisione dei pretori
Occasknie per verificare aitchei «Oscurate» da ieri mattina
deputati
il funzionamento delia europei le TV private Italia 1
Camera dei deputati eleggano
il capo Canale S e Retequattro
Un chi Kd disegno su come orientare le strutture e
i serviìé$l^àmm i mrn
dello Stato Il vicesegretario del PSI Claudio Martelli ribadisce l'urgenza

S i è s v o l t o in q u e s t i c a t oa p p u n t a m e n t o rischia fonda trasformazione - h a Il c o n p a g n o E n z o M a t ­ Offensiva a sorpresa di n o investito le t r e r e t i p r i v a ­ pore e preoccupazione p e r


gióriil n e l l ' a u l a d i M o n t e - di restare u n fatto pura­ a g g i u n t o il c o m p a g n o C o - tina, deputato europeo, h a alcuni pretori c o n t r o le e- t e nazionali in Piemonte, nel u n a serie d i motivi. Innanzi
c i l o r i o ' il d i b a t t i t o s u l l e m e n t e rituale. lucci e in u n Parlamento fatto l a seguente dichiara­ m i t t e n t i televisive p r i v a t e Lazio e in A b r u z z o sembra­ tutto esso è quanto m e n o
spese interne della C a m e ­ N e l l o scorso luglio - h a c h e intende acquisire ruoli zione: C a n a l e 5, Italia 1 e Rete- n o e s s e r e diversi t r a loro nel­ improvvido proprio nel m o ­
ra. Q u e s t o bilancio incide proseguito l'on, Colucci - nuovi e molteplici,a c c a n t o «L'imminente. scadenza q u a t t r o . D a ieri m a t t i n a i t e ­ le motivazioni c h e , peraltro, m e n t o i n c u i il P a r l a m e n t o
(le cifre sono state fornite a quelli più tradizionali, lespettatori del Piemonte, non sono state ancora uffi- sta celermente esaminando
si è tenuta u n a conferenza del m a n d a t o del presidente
dai questori, compagno d i organizzazione nella non s e m b r a c h e la situa­ del Lazio e dell'Abruzzo e , cialiKate. e d e l a b o r a n d o la n u o v a leg­
della Repubblica, rende a
S e p p i a , il d e R a d i e il c o ? zione del parlamentare sia d i riflesso, quelli delle M a r ­ Dicevamo della sorpresa e g e scH'cmittenza privata.
qualesono emersi non solo m i o avviso necessario l'ap­
c h e , non ricevono più i loro della perplessità c h e h a n n o N o n s o l o ,m a m e t t e r e i s i g i l ­
munista Fracchia) p e r lo i risultati raggiunti, m a ancora particolarmente porto di alcune modifiche
programmi, perchè i pretori g e n e r a t o le d e c i s i o n i d e i t r e li a d u n a t e l e v i s i o n e n o n p u ò
0,62% sull'intero bilancio a n c h e l e persistenti c a r e n ­ mutata nonostante gli alla vigente normativa del­
d i R o m a Bettiol, d i T o r i n o pretori. Critiche e d a n c h e n o n e v o c a r e sinistri inter­
dello. Slato. S i tratta del ze:,,un risultato forse posi- sforzi compiuti. Ritengo l'elezione del c a p o dello
Casalborc e di Pescara Tri- pesanti o v v i a m e n t e s o n o ve­ venti censori c h e colpiscono
« m i n i m o storico» degli ul­ infatti c h e nianchi ancora
livp, m a certamente n o n S t a t o . Attualmente l'eser­ fuoggi, hanno fatto seque­ nute dall'Unione consuma­ d i r e t t a m e n t e la l i b e r à d i
t i m i v e n t i a n n i . P e r il 1 9 8 4 c o m p l e t o . N o i socialisti u n c h i a r o di.segno strategi­ cizio d e l diritto d i voto è t o r i c h e h a r i b a d i t o il d i r i t t o s t a m p a " e d i espressione ga­
strare i ponti r a d i o usati d a i
il b i l a n c i o è d i 2 5 9 m i l i a r ­ a b b i a m o infatti manifesta­ c o s u c o m e orientare.le deidue ramidel Parlamen­ d i o g n i u t e n t e i t a l i a n a d i ri­ rantita sia dalla Costituzio­
t r e network» affidandone
d i Ci m e z z o , d i c u i , 2 1 5 t o perplessità c h e t u t t o r a strutture e i servizi d e l to, in seduta comunec o n i c e v e r e trasmissioni televisi­ n e c h ed a i n n u m e r e v o l i s e n ­
l'esecuzione all'Escopost, la
stanziati direttamente dal­ ribadiamo sul m o d o in cui Parlamento. Chiaramente delegati delle regioni. R i ­ v e c h e provengano sia d a u n tenzed i altri magistrali.
p o l i z i a p o s t a l e . Il p r o v v e d i ­
lo S f a t o e 4 4 , 5 miliardip e r taledisegnopresupponela sulta chiara l a volontà del m e n t o dei tre pretori è stato altro pianeta, sia dalla re­ Que.st'ultimo intervento
è stata presentata e gestita
soluzione d e i p r o b l e m i le­ m o t i v a t o c o n ' il f a t t o c h e g i o n e c o n f i n a n t e ,m a q u a n t o poi, non riguarda n è l'tnlcr-
e n t r a l e sa u t o n o m e d e l l a q u e s t a iniziativa, in rela­ costituente; il c a p o d e l l o
g a t i alla r i f o r m a istituzio­ q u e s t e t r e reti t r a s m e t t o n o i meiio sorpresa e perplessità connessione n è la c o s i d d e t t a
C a m e r a (interessi bancari, zione alla quale i gruppi S t a t o deveessere eletto dal
n a l e c h e n o n si p r e s e n t a loro programmi preregistra- sono s t a l e e s p r e s . s c d a i r a p ­ «diretta» n e l'ambito nazio­
i n t r o i t i idi b a r , s e l f - s e r v i c e , politici n o n s o n o stati i m ­ v o t o d e i rappresentantid e l ­
faciled a attuare. p r e s e n t a n t i d e l l e f o r z e poli­ nale. S i a m o , à i contrario, in
ecci).' ' •' p e g n a t i n e l l a l o r o v e s t e i- la volontà popolare. E poi­ ti. s u scala nazionale.
N o n è u n mistero, infat­ tiche. u n a m b i t o locale e regionale
I e r i è i n t e r v e n u t o , p e r il stituzionale, privandola c h é l o S t a t o si articola isti­ Il p r o v v e d i m e n t o 6 d i
ti, c h e i lavori dell'apposi­ Il v i c e s e g r e t a r i o d e l P S I e c o m u n q u e subnazionale
P S I , il c o m p a g n o C o l u c c i , tuzionalmente nelle regio­ quelli c h e lasciano sconcer­
cosi d i u n contributo d e ­ C l a u d i o Martelli interpella­ c h e d a s e m p r e la g i u r i s p r u ­
t a commissione incontrino ni, all'elezione debbono tati, p e r c h è non s e n e vedo­
il q u a l e h a r i l e v a t o c h e il terminante. Risulta per­ lo d a i giornalisti a l t e r m i n e d e n z a e la prassi del settore
notevoli difficoltà e gravi partecipare anche i delega­ n o c h i a r a m e n t e i reali con­
dibattito' sul bilancio in­ t a n t o essenziale, in q u e s t a della prima riunione dell'E­ a v e v a ritenuto l e g i t t i m e g a ­
r e s t a n o i n o d id a s c i o g l i e e : t i r e g i o n a l i .M a l ' e v o l u z i o ­ torni e f a n n o pensare a chis­
terno d i previsione do­ circostanza, ribadire con­ secutivo socialista, h a m o ­ rantendo al telespettalore le
senza comunque attendere s à q u a l i risvolti. C e r t a m e n t e
vrebbe costituire là mi- c e t t i g i à espressi in p a s s a t o n e politica e l a volontà del strato sorpresa p e r i provve­ trasmissioni d e l l eT V p r i v a ­
le r i f o r m e istituzionali d i n o n s a r à così, la decisione
paese h a n n o istituito ulte­ dimenti decisi d a i t r e preto­ te.
glioi-e o c c a s i o n e p e r v e r i f i ­ e formulare proposte o p ­ più a m p i o respiro, ritengo dei pretori poggerà sicura­
riori r a p p r e s e n t a n z e a livel­ ri, h a f a t t o r i f e r i m e n t o a l l a I n f i n e , n o n s ì p u ò n o n ri­
c a r e il f u n z i o n a m e n t o , s o t ­ portunamente aggiornate - h a concluso Colucci - m e n t e s u .solide b a s i g i u r i d i ­
l o sovranazionale elette a r e c e n t e .sentenza d e l p r e t o r e l e v a r e il d a n n o e n o r m e c h e
t o I Vari p r o f i l i , d e l l a C a ­ p e r t h è gli e l e m e n t i d i ri­ c h e già possono essere at­ che, m a È fuori di dubbio
s u f f r a g i o universale diret­ d i Firenze c h e sul problema la decisione del magistrato
m e r a dei deputati:potendo flessione offerti n o n resti­ tuatigli aggiustamenti nel­ c h e essa solleva n o n p o c h e
to. E ' il c a s o appunto del della interconnessione h a c o m p o r t a p e r le grandi, p e r
f a r e il p u n t o , i n t a l e c i r c o ­ n o tali m a costituiscano le strutture e predisporre perplessità. d a t o valutazioni diverse e d
Parlamento europeo, dove le m e d i e e . p e r le piccole a -
stanza. sulle necessità e - u n a b u o n a v o l t a il p u n t o d i le necessarie misure per M a n o n è t u t t o . Il p r e t u r e h a parlalo d i '.contraddizio­
l o S t a t o italiano è rappre­ ziende impegnate in u n o d e i
merse, sulleproposte fatte, p a r t e n z a p e r o p e r a r e fi­ d i Torino oltrea d avere de­ ni d e g l i o r d i n i g i u d i z i a r i » .
r e n d e r e p i ù e f f i c i e n t e il settori più vitali e p i ù signi­
sentato d a 8 1 deputati. D i ciso r<'0scuramcnt0» di a l t r e
sulle realizzazioni effet­ nalmente in termini d i lavoro della C a m e r a e più -Slianio p e r presentare co­ ficativi della nostra econo­
qui l a necessità di aggior­ d u e cmittenli lelevisivc ( A n ­
tuate. M a a n c h e stavolta grande concretezza. a g e v o l e il c o m p i t o d e i d e ­ m u n q u e h a d e l l o Martelli mìa, p e r gli investimenti in
nare l'attuale normativa tenna 3 e Quarla rete) e di - u n a proposta d i legge-
q u e s t o significativo e deli­ I n u n a società in pro­ putati. a t t o e p e r quelli in previsio­
costituzionale in m o d o tale u n a emittente radiofonica q u a d r o sulla disciplina dei n e , p e r gli impegni pubblici­
d a rendere partecipi dell'e­ (Radio gamma), h a anche s i s t e m a m i s t o , il p r o b l e m a tari.
lezione della massima cari­ emesso 2 0 comunicazioni Ora è p r o p r i o q u e s t o . I n t a n ­ Il P S I s o l l e c i t a l e c o m ­
c a dello S t a t o i parlamen­ giudiziarie nei confronti d i to. però, bisognerebbe riu­
B A R I . 16 - I c a p i g r u p p o consiliari del P S I e d e ! P S D I al consiglio m i s s i o n i c o m p e t e n t i e il p a r ­
tari europei, quali deposi­ altrettanti responsabili e s c i r e a r i n n o v a r e il C o n s i g l i o
provinciale di Bari, rispellivamcnlc Michele Tolentino e Silvio Ci- lamento affinchè venga al
Arrestati i rielii, s o n o stati arrestati nella t a r d a m a t t i n a t a nel palazzo d e i r a m -
minlstrazione provinciale (lei carabinieri del nucleo di polizia giudi­
tari d e g l i interessi n a z i o n a ­
li nel c o n t e s t o e u r o p e o d e l ­
amministratori delle emit­
tenti televisive e radiofoni­
d'Ammini.strazione
R A I e il P C I d o v r e b b e u s c i ­
della p i ù p r e s t o c o n c l u s o l'iier le­
gislativo riguardante q u e s t o
capigruppo ziaria. I d u e esponenti politici sono stati a c c o m p a g n a l i ul p a l a z z o di
Giustizia, dove vengono interrogati d a più di i r e o r e d a l soslilulo l e nazioni.N e l quadrodelle
c h e i n t e r e s s a t e d a l ••blitz»
c h e è s c a t t a l o ieri m a t t i n a
re d a u n a posizione c h e sta settore, e d in parlicolare

PSPIePSI p r o c u r a t o r e della R e p u b b l i c a d i Bori L e o n a r d o Rìnella. S e c o n d o


indiscrezioni raccolte negli a m b i e n l l giudiziari, i d u e s a r e b b e r o sia­
li aìrresiali in flflganza di r e a i p per u n a vicenda di corruzione.
m o d i f i c h e istituzionali, il
problema è stato preso in
considerazione, e l'apposi­
a l l e IO.
L'avviso d i r e a t o , p e r vio­
p a r a l i z z a n d o la R A I , cioè
dovrebbe smetterla di rifiu­
t a r e t u t t e le ipolesi p r o s p e t ­
l'emittenza pubblica e pri­
vata.
Sorpresa e slata espressa
alla provincia L a C ò m m i s i ò n e provinciale di garanzia del PSi di Bari h a i m m e ­
d i a t a m e n t e disposto la .sospensione di M i c h e l e tolcnlino d a l Parlilo.
ta commissione n e sta di­
lazione dclParl. 195 del co­
d i c e postale r i g u a r d a , t r a gli
tate dalla maggioranza».
A s u a volta l'on. Paolo
a n c h e d a a l t r e f o r z e politi­
c h e ( P L I , Ba.stittuzzi e
N o n a p p e n a appresa la notizia della sospensione dal p a r t i t o e da­ s c u t e n d o i termini. R i t e n g o
di Bari gli incarichi del c a p o g r u p p o alla provincia di Bari M i c h e l e Tolenti­ però necessarioc h e la que­
altri, Silvio Berlusconi di
C a n a l e 5, Leonardo M o n ­
PilliUcri, responsabile d e l
settore c i n e m a e televisione
Biondi; P S D I , Romita; D C .
Biibbico) c h e nel c o n t è m p o
n o . il vice segretario del P S I , o n . C l a u d i o Martelli, h a t e l e g r a f a l o stione sia esaminata sepa­ dadori e Mario Formenton della direzione del P S | , h a hanno ribadito l'urgenza del
alla commissione di g a r a n z i a di b a r i chiedendo.a n o m e della segre­
teria. "di d e t e r m i n a r e ulteriorm ente le proprie decisioni nel senso d i ratamente, così d a abbre­ di Retequattro e Roberto detto: "L'intervento d e l pre­ v a r o d i u n a legge a d e g u a t a
espellere d a l parlilo un a m m i n i . u r a t o r e pubblico collo in f l a g r a n z a viare a l m a s s i m o i tempi d i C o n f o r t i di Italia I. tore nei confronti d i diverse c h e c o l m i u n g r a v e v u o t o le-
di rcalo«. approvazione». . I provvedimenti c h e han­ emittenti private d e s t a stu­ . gislativo.

%j4ùafdi! Domani nuova riunione della conferenza dei capigruppo della Camera
Quotìdldìio
del Partito Socìalhta Italiano
Sezione deirinternazìonale SuclalUla
Direttore
Si inasprisce la polemica tra DC e PCI:
' ' • '
ÌFFÌANC E^C O G O Z Z A N O
UGOINTINI
Viccdircllori
ROBERTOVILLETII
presentata dai comunisti mozione su Andreotti
Nell'ufficio politico della DC si è parlato di un vertice tra i segretari delcinque partiti della maggioranza
"~T1 ^
.'ymniini.slratprc u n i c o Direttore amministrativo
Nulla di fatto alla confe­ p n . O s c a r M a m m ì , h a ricor­ umori dell'ufficio politico n à nei confronti dei c o m u n i ­ zione d i norme c h e «per
VINC-ENZP BALZAMO . SERGIO VALENTE
renza dei capigruppo della d a t o c h e il g o v e r n o è d i s p o ­ democristiano sono stati s t i h a visto ieri u n n u o v o in­ lunghi anni miseroalle corte
C a m e r a c h e si è t e n u t a ieri n i b i l e a d a f f r o n t a r e il d i b a t - riassunti dal presidente dei tervento del vicesegretario autorevoli malviveniì». U n a
Otrezione, redazione e amministrazione: (J0I86 R o m a , Via
T o m a c e l l i , 1 4 6 T e l e f o n o . 6 7 8 2 4 9 1 - 6 7 1 i 6 3 4 l ( c o n ricer­ m a t t i n a a Montecitorio sot­ i i t ó . N e l s u o i n t e r v e n t o il senatori D C , sen. Mancino, o n . B o d r a t o , . s e c o n d o il q u a ­ replica Andreotti l'ha d a t a
c a a u t o m a t i c a ) T e l e g r a m m i T B / 6 7 8 2 4 9 1 • Casella po­ t o la presidenza déll'on, c a p o g r u p p o socialista, on. s e c o n d o , il q u a l e a l l e d i c h i a - l e il P C I a g i t a . s t r u m e n t a l ­ a n c h e al direttore della
s t a l e 4X0. R e d a z i o n e M i l a n o : P i a z z a C a v o u r , 2 T e j e r o n o N i l d e .lotti.O g n i d e c i s i o n e è F o r m i c a , a.ssociandosi a l ­ r a z i n i d i ,solidarietà d e l q u a ­ m e n t e la q u e s t i o n e m o r a l e «Repubblica» Scalfari, c h e
701541 - Amministrazione T e l e f o n o 7 0 1 5 4 2 Casella po­ s t a t i ! rinviala a g i o v e d ì p o ­ l ' o p p o r t u n i t à d i t a l e di.scus- d r o politico rese in s e d e col­ in u n a visione " m a n i c h e a d e i h a ospitalo s u l suo.giornale
s t a l e 1 0 5 9 1 - 2 0 1 1 1 M i l a n o Isola, meriggio,, q u a n d o i capi­ s i o n e , h a s u g g e r i t oc o m e d a ­ legiale non corrispondono buoni e dei cattivi». M a , h a le a c c u s e d e l g i u d i c e Cuva,-
L ' A v a n t i l è u n g i o r n a l e m u r a l e . A u t o r i z z a z i o n e n,5X99 re­ gruppo si incontreranno t a d ' i n i z i o il ì O d i c e m b r e , comportamenti e dichiara­ o s s e r v a t o B o d r a t o . «non si r i n f a c c i a n d o g l i «la m a s c a l ­
golamento s i a m p a periodica n , 5 7 3 8 T r i b u n a l e di R o m a . n u o v a m e n t e d o p o c h e nella q u a n d o sarii conclusa l a ses­ zioni d i a l c u n i rcspon.sabili p u ò dire c h e i buoni siano zonata» fattagli venticinque
m a t t i n a l a si s a r à s v o l t a u n a sionededicata al bilancio. dei singoli partili della tutti d a u n a p a r t e e i cattivi a n n i dair«Espre.sso» - d i c u i
A b b o n a m e n t i I t a l i a ; s p e d i z i o n e in a b b o n a m e n t o p o s t a l e
g r u p p o 1 / 7 0 c o n c o n s e g n a d e c e n t r a l a . A n n o t,. 1 1 0 , 0 0 0 , r i u n i o n e d e l l a g i u n t a p e r il Successivamente è stato m a g g i o r a n z a ; « B i s o g n a a.s- dall'altra», li vicesegretario Scalfari era allora direttore
seriiestre L , 6 0 , 0 0 0 , s p e d i z i o n e in a b b o n a m e n t o p o s t a l e , f i ­ regolamento c h e esaminerà reso noto c h e trecidid e p u t a ­ s u m e r e un'iniziativa p e r e - d e m o c r i s t i a n o h a poi ribadi­ coinvolgendolo nello
sterò; a n n o L, 180,000, semestre L,95,000 Versamento a la richiesta a v a n z a t a ieri d a i ti comunisti, d e l P D U P e l i m i n a r e il malc.s.sere e f a r l o il l i m o r e , g i à e s p r e s s o n e i « s c a n d a l o G i u f f r è » ( d e t t o il
m e z z oC / t p o s t a l e n, 2 3 4 8 5 (Ì06, comunisti di discutere im­ d e g l i I n d i p e n d e n t i d i .sini­ rivìvere a b b a s t a n z a b e n e l a g i o n r i s c o r s i , c h e il P C I , «finanziere d i Dio», r e s p o n ­
m e d i a t a m e n t e le dimissioni stra, h a n n o presentato alla coalizione», h a d e l l o M a n ­ proseguendo nei suoi attac­ sabile di vari reati di aggio­
i ' u b b l i c i t à : S i p r a - 1 0 1 2 2 T o r i n o , Via B e r t e l a , 3 4 T e l ,
57531 ' 2 0 1 2 4 Milano, Piazza I V N o v e m b r e , Tel. 67531 d e l mini.stro degli-lisleri o n . C a m e r a u n a mozione, primi c i n o , p r e a n n u n c i a n d o c h e il c h i , f a v o r i r e b b e s o l t a n t o so­ t a g g i o ) , S u c c e s s i v a m e n t e il
0 0 1 9 6 R o m a , V i a degli Scialoja, 2 3 , T e l . 369921 In c o l ­ Andreotti. li' stato appunto ! f i r m a t a r i gli o n n . N a p o l i t a ­ s u o partito è o r i e n t a l o a ri­ luzioni c h e indeboliscono le giornale dovette scusarsi.
laborazione eon Nuova Edit,' Avanli! S,p,A, Direzione attorno a questa richiesta n o e N a t t a , i n c u i s i i n v i t a il c h i e d e r e lin i n c o n t r o f r a i s t i l u z i o n i . I n o g n i ca.so, h a Per domani è attesa una
0 0 1 8 6 R o m a V i a T o m a c e l l i , 146,, t e l e f o n o 6 7 8 2 4 9 1 - d e l P C I c h e h a r u o t a t o 'va- g o v e r n o «a t r a r r e l e n e c e s s a ­ C r a x i e i .segretari d e l l a cortcluso, la D C c o n t i n u e r à riunione della direzione re­
6 7 8 6 3 4 1 , M i l a n o , P i a z z a C a v o u r , 2, lelel'ono 7 8 2 5 2 8 n a r n e n l c il d i b a l t i t o , a n i m a - . rie conseguenze per quel maggioranza d i governo a reagire concordemente: pubblicana, dedicata alta
4 0 1 2 2 Bologna, Via Riva di R e n o 4 , Telefono 552247 l o a n c h e dalle pressioni d è i c h e r i g u a r d a la posizione « p e r r i l a n c i a r e il p r o g r a m ­ «C'è u n a sintonia perfetta - preparazione delle elezioni
5 7 1 0 0 L i v o r n o e / o Feiler, P S i , V i a V e r d i 105, T e l e f o n o radicali a f f i n c h è la s e t t i m a ­ dcH'on, Andreotti», m a e soprattutto per dare h a detto testualmenle - tra i amministrative della prima­
22134. n a p r o s s i m a si c o m i n c i a d i ­ N e l l a m a t t i n a t a d i ieri si maggiore compattezza alla dirigenti d e l partito», v e r a p r o s s i m a . M a si p a r l e r à
T a r i f f e v a l i d e p e r l ' I t a l i a ( I v a 1 8 % in p i ù ) a m o d u l o m m . s c u t e r e in a u l a d e l l e c o n c l u ­ è riunito a Piazza del G e s ù coalizione». L o s t e s s o A n d r e o t t i è i- a n c h e delle misure fiscali
3 8 d i b a s e p e r m m . 2 5 d ì a l t e z z a : E d i z , n a z . g g . Icriali sioni della C'ommissione p e r a n c h e l'ufficio politico della P e r a l t r o il s e n . M a n c i n o tervdnuto nelle polemiche proposte dal ministro delle
L . 4 0 , Q 0 0 j g g . l'estivi L . 4 8 , 0 0 0 , - P u b b ì , l'inanziaria n a z . la P 2 , A n a l o g o a t l c g g i a r n c n - D G , 11 d i b a l t i t o p r o s e g u i r à non h a nascosto c h e la m a g ­ c h e lo r i g u a r d a n o attraverso F i n a n z e visentini e d e l l a
L . 3 ; 5 0 O il m m . c o l , r e d a z i o n a l e , legali,, s e n t e n z e l . , ' 3 , 0 ( ) 0 il t o è s t a t o a s s u n t o d a i .social-, o g g i . L a r i u n i o n e , c h e v a vi­ giore preoccupazione della le noie settimanali'Che p u b ­ questione morale. Intanto
• m m , c o l , - . N e c r o l o g i e L , 1 , 0 0 0 p e r pài'ola - P à r l e e i p a z i o n i d e m o c r a t i c i , a i q u a l i si s o n o - s t a nella prospettiva della D C . s c a t u r i s c e d a l l a nece.ssi- b l i c a s u « L ' E u r o p e o » . Il m i ­ i e r i il m i n i s t r o d e l l a D i f e s a
L,' l , 4 0 Ò p e r p a r o l a . S o v r a p p r e z z i ; p e r f o r m a t i a p a g i n a in­ u n i t i il P C I c il P D I J P , c h e ' Direzione democristiana, c tà di passare d a u n atteg­ nistro degli E s t e r i h a repli­ Spadolini ha avuto prima
t e r a e m e z z a p a g i n a 2 0 % in p i ù , p o s i z i o n i s p e c i a l i 20%. in h a p e r ò proposto l'ulteriore s t a l a a p e r t a d a u n a relazio­ g i a m e n t o «difensivo» nei c a t o al giudice torinese A l d o della riunione del Consiglio
più.
i n s e r i m e n t o n e l l a discu.ssio- n e del vicepresidente del confrontidel P C I a una fase C u v a c h e lo h a a c c u s a l o d i dei ministri u n colloquio c o n
n e del «caso Cirillo» e della Consiglio on, Forlani sulle d i iniziativa politica. « N o n a v e r f a v o r i t o la n o m i n a d e l Craxi, dedicato all'esame
Vicedirettore responsabile riforma dell'immunità par­ dp^;i,sioni p r e s e l ' a l l r o , i e r i si c a p i s c e c o m e u n p a r t i l o gen. Giudice, protagonista d e i problemi internazionali,
EHANC'ESCO t ' O Z Z A N C I l a m e n t a r e , il t u t t o i n s e r i t o diil . c o n s i g l i o d i . g a b i n e t t o , n a z i o n a l e q u a l ' c il P C I p o s ­ d e l l o .«.scand.alo d e i p e t r o l i » , sia in rapporto alla recente
in u n p a c c h e t t o d e d i c a t o a l ­ giudicate «soddisfacenti» s a impegnarsi in u n a c a m ­ a comandante della Guardia c o n f e r e n z a d i S t r e s a sia c o n
Tipogrufiu c ITAI.PRINT Romii. la «questione morale». d a l l ' a s s e m b l e a . Il d i b a t t i l o p a g n a .scandalistica c h i a r a ­ di Finanza, affermando di r i f c n m e i i i o a l v i a g g i o c h e il
.SlufDp;» in fuc - simile; S.A.G.p.. Piidcnto Dugniino (MI), Di fronte a tutte queste si è a n i m a t o s u c c e s s i v a m e n ­ mente strumentale» h a det­ a v e r i n v e c e i n f e r t o «al c o n ­ P r e s i d e n t e >lel c o n s i g l i o e f ­
r i c h i e s t e il m i n i s t r o p e r i t e , q u a n d o si è p a s s a t i a p a r ­ to. trabbando petrolifero u n f e t t u e r à p r i i s s i m a m e n t e in
R a p p o r t i col P a r l a m e n t o , , lare del c a s o Andreotti. Gli L a polemica democrislia- c o l p o letiilc" . c o n l ' i n t r o d u ­ Egitto,
Mercoledì 17 Ottobre 1984 %^^ùanU! in Italia
Rimosso A veva deposito davanti aWAntimafia
Lottà alla criminalità, dal CSM
il viCO" Awertiiiiéirto m^oso
servonb procu­ a Palermo: bruciata
ratore l'auto dell'ex sindaco g^
di
Il ministro ha chiesto più uomini e mezzi per la
polizia e «pt^hl^ ^ ùhkiii^làt^ra^ill^ ÌH^ Giuseppe bisalaca
Vf i ^ -V "

«Le rivelazioni di Tom­ di D O M E N I C O B R U N O stata rivolta alla collabora­ Trasferimento d'uincio PALERMO, 16 - Riecco i timidatorio dalla polizia che po, per evitare che alla scii-
maso Buscetta hanno con­ zione internazionale di po­ per il. procuratore àKiunto tentacoli della «piovra». ha fatto immediatamente denata dei termini''di''IÌ!|gc
sentito agli inquirenti di n - gico delle forze di polizia; lizia». di Catania Giulio Cesare DI Stavolta con un atto intimi­ scattare le indagini e che ì gli arrestati fosiìeró'scarce­
formùlare le imputazioni a misui-e premiali per chi col- A questo proposito sono Natale; archiviazione degli datorio nei confronti dell'ex risalita al proprietario della rati, gli interrójgatòfi 'degli
carico di responsabili di làbora còn lo S t a t o per de­ state ricordale dalla espo­ atti per il ^ t i t u t o procura­ sindaco Giuseppe insalaco macchina partendo da alcu­ arrestati nel grande bii'l/. i
gravi ed efferati delitti, tra bellare |a criminalità in o- sizione di Scalfaro le riu­ tore Aldo Grazzi se II plenum proprio all'indomani della ni elementi della targa che magistrati sono ora impe­
nioni bilaterali per combàt­ accoglierà lii sua richiesta di
t u i 119 omicidi, é di' rico- •gni suil mìinifésttiisione. sua deposizione davanti alla era andata quasi completa­ gnati ad approfondire. In
Ricordando la morte del tere il traffico e lo spaccio essere trasferito al tribunale
struire i moménti più signi­ di Messina; trasmissione, an­ commissiione antimafia. mente distrutta. Sicilia e fuori, con una se­
ficativi della realtà delin­ generale Dalla Chie.sa ed il degli stupefacenti con Ar­ cora, degli atti della relazio­ La sua auto, un'alfetta di Intanto le indagini partite conda tornata di interroga­
quenziale siciliana, la strut­ vai-o della legge anti-mafia gentina, Egitto, Turchia, ne ispettiva del ministero di colore bleu, è stata rubata dalle rivelazioni di Tomma­ tori, i risultati delle prime
tura e le attività dell» ma­ deirautuhno '82, il mini­ Spagna, Olanda, Francia, Grazia e Giustizia al procu­ nei pressi di via Notarbarto- > so, Busetta proseguono seoza indagini. • ^ ''
fia siciliana • e dejle altre stro de^li Interni §1 e sslf- Brasile, Grfccìa^^ Stati Uni­ ratore della' Rèpubblica ^ di io doVé il dottor Insalaco ri­ .sosta a Palermo e nelnresto A Pàlli, benché ormai'li­
componenti deljnq.uenziali feriiqatò suiririiportdfea' ti. A questo proposito sono MeÀìlna perifliè valuti sé nel­ siede ed è stata data alle della penisola, l'carabinieri, bero dall'assedio dei croni­
ad esse collegate...». Òscar dell^zione dei comitati stati ricordati I profiqui e la condotta dei dué magistra­ fiamme a poche centinaia di setacciando il quartiere sti, il confinato Vito Cian­
Luigi Scalfaro, nella sua provinciali per l'Ordine e la. stretti rapporti, (fi coopcra­ ti vi siano elementi di rile­ metri di distanzi. Bi'ancaccio dovd'Si presiime cimino éontiniia^i dir .'tì'silu
veste di-ministro degli In­ Sicurezza pubblica c h e m; zione tra la. D É j \ e l'FBI vanza penale. Queste lè pro­ ' Un atto crimino.so attuato esista una rete di protezione ritiratissima. Pare clic geri­
terni, ieri ha risposto nella sipme alle amministrazioni americana con la polizia poste che la prima commis­ subito dopo che il Consiglio della mafia per i ricercati, va mollo. Non ,sL ijjj se. iiic-
sione referente del Consiglia
salu piena di San Macuto, locali, con i necessari rac­ canadese, oltre a quelli con comunale di Palermo aveva hanno arrestato Domenico moriali o prom^ijiorliu^., ,
superiore della magistratura
sede della commissione an- cordi con la magistratura 1 i servizi di polizia di Fran­ ha deciso, seppure a,maggio- deliberato l'acquisto di Croce, 4 8 anni, uno che con­ In consiglio •incomunule
ti-mafia alle ddmande dei sono serviti «a diffondere cia, Germania e Spagna. ranza, di formulare all'as­ un'auto blindata da dare in ta nello spaccio dell'eroina e continua la maratona per
vari parlamentari, e con consapevolezza e determi­ T r a le azioni di polizia cita­ semblea plenaria chiudendo dotazione proprio a Giusep­ nei collegamenti con le,, co- l'esame delle dcliberc arre­
tono sicuro ha presentato il nazione, e a superare non ti dal ministro degli Inter­ per ora la pratica Catania. pe Insalaco. Evidentemente •sche. trate, che debbono essere
•bilancio» dell'attività dello poche difficolta poste an­ ni, in campo internazionale Riunitasi due volte, giovedì già si temeva un attentato 11 nom di Croce appare approvale entro il 24 di que­
S t a t o in questa difficile che da chi, nulla avendo a particolare rilievo avranno scorso e ieri, per riprendere nei confronti dell'ex sinda­ infatti sia nel rapporto co­ sto mese, pena lo sciogli­
battaglia contro la «piovra» spartire con la delinquenza quelli che hanno portato in in esame il fascicolo sulle co. L'alfetta è stata rubata siddetto dei «162», che nella ménto del consigliò e fa no­
criminale. Il Ministro, in dei rapporti economici in gennaio al sequestro di presunte irregolarità nella verso le 12,20. La zona è maxinchiesta contro 366 mina di un 'comnns'sario.
atto». Da questo dato la Buenos Aires 41 62i kg di conduzione della procura del­
tre ore di confVonto ihcrò^ particolarmente sorvegliala persone scaturitài dalle rive­ coadiuvalo ó meno'Ì'te 'sia
necessità di «impedire infil­ cocaina e alla .neutralizza­ la Repubblica càtanese alla
ciato,' si " è' stifférmàto sui in quanto nello stesso stabile lazioni di Tommaso Buscet­ (questo è l'argomerilo del
trazioni martori con la zione d i . uomini della luce delle cònclusioni di una
temi di maggior interesse; dove risiede Insalaco abita ta. giorno nelle disCMSSÌ9.ni)i da
Pubblica Amministrazio­ 'ndrangheta e della.camor­ indagine ministeriale condot­
anche il giudice Giovanni '• ' E ' accu.sato di associazio­ uno o piCi vicecommisstlri.
dal caso - Buscetta, all'effi­ ta nella città,' la commissione
ne» che, al di là delle cifre ra, oltre alla cattura d i Ba-
Falcone e la presenza della ne di stampo mafioso fina­
cacia delle misure econo­ fornite nei giorni scorsi dal­ dalamenti e di Zaza, oltre ha ih pratica riconosciuto Ieri sono state; approvale
miche contenute nella leg­ l'Alto Commissario De ad iniziative per stroncare che nella gestione dell'ufficio polizia non è valsa a scon­ lizzata al traffico di stupe­ sei vecchie delibere, grazie
ge La Torre, al potenzia­ giudiziario qualcosa non va. giurare né il furto ne l'In­ facenti. In passato avrebbe anche ai voti dei socialde­
Francesco: dal 1983 al 24 il traffico di eroina. Qui cendio.
mento dei mezzi e alla ne­ settembre ' 8 4 8.940327 Scalfaro si è riferito al «ca­ ^ n o le conclusioni cui erano avuto collegamenti con il mocratici e dei liberali, che
cessità di migliorare il schede a fini d i certifica­ nale» Tu.'chia-ltalia. I ri­ pervenuti gli ispettori mini­ Giuseppe Insalaco aveva clan Inzerillo-Bontade. si sono aggiunti a quelli del
coordinamento sia contro zione; ha sicuramente rap­ sultati sono stati riassunti steriali che a Di Natale, in deposto davanti all'antima- Nel rapporto dei -162» il democristiani. Ne restano
la criminalità che per la particolare, il quale svolge fia assieme alla sua collega Croce viene indicato fra i ancora da approvare 337. ed
presentato - come ha detto in queste cifre: kg 2659 se­ funzioiii di procuratore capo
lotta contro il traffico e lo Scalfaro - «un consistente questrati di stupefacenti, di Elda Pucci, sulle proprie e- presunti autori del tentato È assai poco probabile che
(per la vacanza del posto lad-
spaccio degli stupefacenti. deterrente». cui 50 Itg.di fcocaina e 380 sperienze di sindaco di Pa­ omicidio del boss Salvatore siano volate in tempo. An­
ciato libero da Giuseppe Co­
Si è soffermato soprattutto 1 poteri dello S t a t o in di eroina, quantità mai sta per raggiunti limiti di età) lermo. Durante la deposi­ Contornò e di una lunga se­ che perche, h prescindere
sull'aspetto della collabo­ questo difficile impegnò raggiunta in Italia a 2129 hanno principalmente conte­ zione avrebbe espresso giu­ rie di'omicidi compiuti per dal contenuto, per i parlili
razione internazionale c h e puntano sulla «carta» del di derivati di cannababis. stato una certa disinvoltura dizi pesantemente critici su fare il «vuoto» attorno al che erano nella maggioran­
è sicuramente uno degli a- coordinamento, a conosce­ 12239 risultano di cui nel registrare come atti rela­ Vito Ciancimino, Salvo Li­ mafiosos campato all'aggua- za e che ne sono usciti, e in
spetti più importanti, in re le diversificazioni del 10.649 in stato di arresto, tivi veri e propri procedimen- ma e Luigi Gioia malgrado to. particolare pei-'i'sbci^lisirc I
.particolare .dopo l'accordo fenomeno nei vari ambiti tra cui numerosi trafficanti tipen^li. quest'ultimo militi nella Intanto, altri otto mandati repubblicani,; questo consì­
siglalo a Waschington nelle territoriali e a stimolare internazionali di spicco ed Tochera ora al CSM pro- st^s.sa sua corrente dì partito di cattura .sono stati emessi , glio, per il bc;'n^.d e l l c j l t à ,
scorse settimane tra Italia l'impegno e la collabora-; esponenti di primo piano nun^jarèi per la seconda vol­ (la fanfaniana). In partico- . dalla'procura ..della Repub­ deve essere sgiprtol anejij; .se
e Usa. Avviandosi verso la zione delle forze dell'ordine della criminalità organizza­ ta sili caso decidendo se ap­ lare Insalaco aveva sostenu­ blica dedita al traffico della ' per arrivare nllo scioglinien-
fine Scalfaro h a ricordato, in piena coesione di intenti plicare la norma della eigge to nei giorni scorsi, e prima droga che faceva capo al no­ lo fosse necessario far f i a n ­
ta, gli arrestati, per as.socis- sulle guarentige che prèvede
l'urgenza di ulteriori inizia­ con gli organi giudiziari, zione criminosa. Il Mini­ che Vito Ciancimino fosse lo pregiudicato Vincenzo care i voti a delibere per ,se
il trasferimento d'autorità
tive legislative c h e possono amministrativi e con i pote­ stro) concludendo la sua e- del giudice quando si ritiene inviato aLsoggiorno obbliga­ Adelfio e nella quale era in­ stesse accettabili. . . .
essere CO.SÌ riassunte: inte­ ri locali. «Come sul versan­ sposizione, ha fatto accen­ che nella sede che occupa to di Patti, come quest'ulti­ serita con il ruolo di inso­ Domani si riunirà la
grazione alla legislazione te del terrorismo - ha detto no alla situazione della Ca­ non possa |riìi amminitrare mo avesse ancora ,un peso spettabile corriere Angela commissione antimafia re­
anti-mafia; potenziamento poi il ministro degli;Interni labria e della Campania, ed giustizia nelle conìlizioni ri­ politico: notevole nella vita Russo, un'anziana . dopna ^ gionale appena eostilujla e
degli organici delle forze - anche su quello dèlia ha sollecitato in tal sènso chieste dal prestigio dell'òr- politica della città e nell'as­ meglio nota come «nònna e- presiediità dal compagno
dell'ordine e delle Prefettu^ cr^ninalità , organizzata , ,y.na niaggiore presenza del- dine giudiziario^ Del caso segnazione degli appalti roina». sei degli otto njanda-. Angelo Ganazzoli., All'ordi­
re; potenziamenttì; lecnolo- particolaré Vattcnzioné è '•fo Stato sul territoi'ió. Catania il CSM si occupò la pubblici da parte del comu- ' li di cattura sono stati noti­ ne del giorno, itjhc iji, un
prima volta nell'ottobre dello ne.- ' - ;.ficati in .carcere all'ucciar- primo tempo si limitava al
scorso anno quando decise^di,
archiviare tutto. A richiama­ I ' 'f|{)|ròprio;da.'un .suo espo- ''lione.ed 'altreiiStitépetS^f.4 ^ éontplÈia'ment'^'flisgìI'ùTricl
sto riVuardantè irregolarità deteniite p é r l l i r è baiis'è. 1 ' ii'présidenza, si c'aggiunlo
CAGLIAI^lj .16. -< S i jt^rrà domini Vuiàtiina in prefettuiia re la sua attenzione sull'uffi­
cio giudiziario della città jfù- nell'aggiudicazione degli , cai-abinieri del nuc|eoi oper . un secondo puótq piùMpino-
M^òrite^it^l'òrdine perifwf^ il punta sulla si- rono una serie di esiMÌstt'Che' •appesiti; ipubblici è partita rativo hanno invece a,trestà-- 1 so: la quesljpi|(!,i Idei.jjue
vertice ppgi tuaziotie della criminalità nell'isola dopo l'ultima recrude­
scenza dei sequestri di persionn^ir. -A-' • ;
denunciavano gravi irregola­
rità nella gestione (inchi^te
l'inchiesta della magistratu­ 40 Salvatore Feritore e Pie­ membri «discutibili» entrali
ra, indente a f a r luce .su quel tro Conforto, entrambi; ,ri­ a far parte dellii .commissio­
a Cagliàn La riunione sarà presieduta i dal direttore centrale.della
polizia criminale,' Pollio, inviato'-in Sardegna ^dal ministrò
insabbiate, eccessiva morbi::
dezza nel confronti di im­
«terzo livello» cui Tommaso cercati. ne benché cc^piti il,pi;ìn)o
Buscetta ha appena accen- Oggi intanto per la , priii)i>; I il socialdcnjpcrallpo, Miiea-
delleione Scalfaro per coordinare l'attività' degli' investigatóri. ' Vi
prenditori locali sospettati di
-evasioni fiscali, collegàiùenti
jnato nel corso dei suoi collo- volta da molti giorni i ,grandi, lusp - da un avvi.sp,dl|rcaui.
.qui.con i niagistrati. titoli di prima pagina dei; ,.il secondo; - .^anti, f:iociui,
dell'ordine prienderalino parte! i questori dette quajttro province, it co-
mandanté'della legióne dèijC t i comandanti tj^if^i-iijiipi dei
con ambienti politici cittadi­
ni, ed altro). Seguì un'inchie­
11,^ lungo scelto dai «pie- , giornali siciliani S.o,no dpdi-.; , demo,c,ristialJ(D.|--,.d^l,,^l^l..cl(l;vll)
ciptii» per eseguire l'atto in- cali agli scandali naziojì^lì, , a giudìzio per unji, qujjstione
C C e della guàrdia di iF'inanza, fuiizionari e ufficinÙ impe­ sta dei Consiglio che ! non
portò a risultati concreti sal­ i tltpidatorip è stato lo .scalo invece che a quelli locali.. , di appalti. Maca[usp:si e, già
gnati nelle indagini sugli ultimi rapimenti.'Nel frattempo, è vo il rinvio della copertura ferroviario Notarbartolo. Per le cronache di mafia, .è dimesso. Santi , ^Nijciui, h-.i
stata accolta con notevole sollievo la liberazione, avvenuta della poltrona del procurata L'ex sindaco e stato infor^ una giornata di pausa. . delegato ,i}gni y^cisione^. al
intorno alle 22 di ieri not^e, dell'imprenditore Giorgib'Rivai re capo. malo del furto dell'atto in- Terminati.appena in tem­ suo gruppo consiliare.

.-li
Per il «superpentito» del processo 13 anni di reclusione Terrorismo: 50 E' in distribuzione
sei ergastoli alia perquisizioni il nuovo catalogo a colori ,
colonna torinese delle BR ieri a Roma «BUONGIORNO PRIMAVERA» 1984/85
T O R I N O , - 1 6 ^ Sei ergastoli,, yen ti con­ per Pluvia Nicólotti che non 'cra prcsiihtc . S u ordine della procura
danne a pene comprese t r a trecidl e un al momento dell'attontalo, m a che, in qua­ della repubblica di Roma,
anno di reclusione. Questa la sentenza lità di esponente della direzione di «Co­ funzionari della, questura r.
' prónunciatà oggi dal presidente della terza lonna» il «vertice» torinese delle «Bierre», sotto la direzione del que­
I Per riceverlo ritagliafe e spedite a: 1
Corte d'Assi,se di Torino, al termine del ne diede l'avallo. store Marcello Monarca,
lungo.processo contro il gruppo terroristi­ La cortc, indcfinitiva, hu rispettato le hanno eseguito ieri all'alba I Associazione Buongiorno Primavera - I
richieste avanzate dal P.M.. Soltanto npi Via Tomacelll, 146 - 00186 ROMA TEI. 6798590M
c o «Brigate rosse» responsabile, tra raltro,
confronti del «super-pentito» Antonio M a ­
lina cinquantina di perijui-
I .' 'I I I
dell'assassinio, il 21 ottobre deir82, degli sizioni in abitazióni^di per­ indicando il nome cognome indirizzo e lire 1 O
i OO (in francobolli)
agenti della «MOndialpol» Sebastiano rocco, i giudici si .sono mostrati più severi sone ritenute legate a d òri I per spese postali. . I
D'Alieo e Antonio Pedio, uccisi mentre della pubblica accusa: lo hanno condanna­
prestavano servizio nell'atrio dell'Agenzia
to a 13 anni c sei mesi contro i nove propo­ ganizzAzioni l'autonomia.
I I
sti. Arrestato nel novembrc'dell'82 a Fra- Gli agenti hanno soprattut­
del Banco di Napoli di via Domodossola, jbosa Soprana, nel cuneese, dove si e r a ri­
t o Impuntato» al sequciitro di r..
Nome cognome I
> alia periferia della città. fugiato, Marocco si convertì subito ai
Il carcere a vita è stato inflitto a Pran-, «pentitismò»; le sue confessioni consenti­
materiale documentale e a l
i;- I
cesco Pagani Cesa, l'esecutore materiale controllo della posizione idi vta n.. I
del duplice omicidio, e d a quanti collabo­
rono d i smascherare l'ultimissima genera­
zione della b a n d a a r m a t a che, a Torino,
persone sospette. Alcune di I
rarono con lui nell'impresa; Antonio •lava cercando di ricomporre le fila dopo queste sono state interroga­
città. :prov.. CAP I
Chi($cchi, Marcello ghiringhelli, Teiresa le già pesanti «batoste» derivate dalle t e d a i funzionari della Di- I
Scinica, Clotilde' Zucca. Ergastolo pìjrc • confessioni» di Patrizio Peci. gps e poi rilasciate.
"'jhisini S
in Italia Mercoledì 17 Ottobre 1984

Aperto a Bologna V8, convegno dei presidenti Positive le conclusioni del «Viareggio *84»
Raccolta dalle aziende Le attese dei
municipalizzate la sfida
sulla produttività comuni non sono
fra l'altro di imboccare la strada delle move tecnologie andate deluse
B O L O G N A , 16 - A melà di P I E T R O C A R U S O retributivo c h e . com e qual­ di A R T U R O B I A N C O
d e l , plano, programina, già c u n o h a detto, non è s t at o
dòrinito pielle s u e linee d i miglioramenti retributivi in­ «Sarebbe invero errato deciso d a nessuna intelli­ U n a utile e proficua occasione di lavoro e dalla Cassa depositi e prestiti e quelli finan­
Tóndo ' in occasione della controllati. confìnare il recupero della genza u m a n a m a , ciecamen­ di incontro t ra gli amministratori locali: è ziati dal sistema creditizio. Di questi ultimi
26.a assemblea della C l - Il p u n t o di vista del go­ produttività - ha d e t t o in te, dall'entità del tasso d i in­ questo 11 giudizio c h e ancora a botta calda si si impone l'avvio del superamento del rim­
S P E L , si svolge nel capo­ verno è st a t o espre-sso nel sa­ proposito L aganà - in u n a flazione. E dobbiamo a n c h e p u ò d a r e del convegno nazionale promosso borso a p i ì di lista per esigenze di traspa­
luogo emiliano romagnolo, luto del sottosegretario agli problematica sindacale iso­ chiederci se, per ipotesi, non dàlia Lega delle autonomie. E ' stata innanzi renza è p e r non sottrarre eccessivamente ri­
l'ultuvo incontro nazionale Interni, on. C i a f f i , il q u a l e lata dall'assetto istituzionale abbi am o precorso i tempi, e t u t t o dimostrata dalla t r e giorni viareggina sorse agli Investimenti produttivi dei privati.
dei presidenti e dei direttori Ha sollecitato ^intervento delle aziende, dalla loro au­ le nostre difficoltà non siano la validità di u n a formula c h e prevede lo P e r di più l'atteggiamento del ministero del
delle aziende municipalizza­ della confederazione per un tonomia, dalla qualità del nate dalla constatazione c h e
svolgimento in a u t u n n o di u n incontro spe­ Tesoro, c h e solo qualche giorno prima ha
te. Ancora al centro delle confronto sul provvedimento servizio o f f e r t o alla colletti­ è . insufficiente e non ade­
cializzato sui problemi della finanza locale m a nda to segnali al comuni perchè attinges­
preoccupazioni della confe­ generale di riforma dei ser­ vità e quindi dall'efficacià e g u a t a nelle: aziende, .l'orga­
nizzazione del lavor<j, I in­ e rcgìorialc. Il convegno Va istituzionalizza­ sero di più al'credito della Cassa depositi e
derazione l'obiettivo, peral­ vizi pubblici negli enti loca­ dall'efficienza, dall'organiz-
troduzione delle nuove tec­ to, in m odo c h e noti rischi in nessun caso di prestiti, i apparso poco comprensibile. Così
t r o non trascurato negli ul- li. Dì recente la stessa presi­ zazione del lavoro, dalle ca­
tin^i anni, d i coagulare par- nologie, l a preparazione dei essere contraddittorio rispetto alle iniziative il Partito ha giudicato a n c h e c h e la norma -
denza del Consiglio, c o m e i ratteristiche e dai compor­ assunte dalle associazioni Istituzionali delle anch'essa figlia della logica del ministero
iccipazione e consenso degli tamenti dei quadri direttivi. quadri intermedi e a volte di
st a t o ricordato, h a accolto la autonomiè^ Nei toni e nella impostazione del Tesoro - che prevede un rimborso d i
utenti, le scelte delle azien­ quelli a d alto livello. E '
richiesta avanzata dalla Fra tutti questi problemi, generale anche questo convegno testimonia 2S0 miliardi ai comuni in modo inversamen­
d e é la produttività dei ser­ uindi a n c h e u n problema
vizi pubblici.
• E d ancora nelle parole del
confederazione di accedere
alla legge n. 4 6 del 1982 c h e
infatti, esistono profonde in­
terrelazioni, i diversi aspetti 3 i formazione, d i aggiorna­
m ent o continiio dei quadri,
d i u n a notevole diversità rispetto alle analo­
g h e iniziative del passalo. Trovano sempre
t e proporzionale ai m u t u i contratti o è u n
errore o è un a tta c c o alle grandi città. Si
concerne il finanziamento si influenzano a vicenda.
•presidente' della C I S P E L , Per quanto concerne la pro­ d i nuove tecnologie c h e m e n o spazio logiche ispirate ad una conce­ conferma cioè c h e la evoluzione dei provve­
della ricerca tecnologica e
on. A r m a n d o Sarti, la con­ duttività del personale, c h e debbono essere introdotte zione sindacale degli enti locali o addirittu­ dimenti sulla finanza locale, pur tr a o m b r e
produttiva. Nel corso della
sapevolezza della crisi dello nelle aziende tempestiva­ r a d a contropotere rispetto allo S t a t o cen­ - a d esempio la m a n c a t a attivazione del­
prima giornata d e i lavori h a rappresenta il t e m a centrale
sluto sociale c in rapporto al mente. L e competenze a - trale. La crisi di credibilità e di ruolo c h e l'autonomia impositiva e la mancanza di
p a r l a t o anche il vicepresi­ del confronto t r a azienda e
livello di vita dei cittadini. ziendali infatti abbisognano investe comuni, province e regioni lascia - una riforma organica - , e nel complesso po­
d e n t e socialista della C I ­ sindacato, bisogna rifarsi al­
Gsptono fòrti tentazioni, re­ di aggiornamento continuo t r a tanti dati negativi - almeno questo risul­ sitiva: il sistema è sta to me.sso sotto control­
S P E L , Santino Laganà il l'intesa dello .scorso anno, in quei c a m p i dai quali piti
gistrale a n c h e d a parte di c h e prevedeva u n a riparti­ t a t o positivo. E dire c h e il t e m a , la finanza, lo. per cui non sfonda rispetto ai tempi pre­
quale h a ancora a f f r o n t a t o il direttamente dipende lo svi­
alcvni studiosi -- ha d e t t o zione f r a personale e azien­ sarebbe il più congeniale e qualche tentati­ fissati. m a comuni, province e regioni non
t e m a della produttività. Pe r luppo dell'efficienza e del­
Sai-tl - d i isancire la legitti­ d e dei risultati della produt­ vo, si^ interno al convegno c h e sui mass hanno visto decrescere le proprie risorse in
La g a n à la produttività nel­ l'efficacia delle aziende
mità di u n a crescente priva- tività e subordinava la con­ media, vi c stato. M a va anche de tto c h e valori reali. Di u n bilancio positivo per il
l'organizzazione aziendale municipalizzate, quali ap­
liV./iazione in molti servizi cessione di Incrementi eco­ ben ridotti sarebbero stati i margini per il convegno di Viareggio si può anche parlare
richiede u n a ottimale inte­ punto tecniche gestioiiali a -
pubblici. M a per Sarti que­ nomici ai lavoratori, a l rag­ contenzioso: in definitiva di appena 250 mi­ per la capacità che esso ha avuto di supera­
ste tentazioni si fondano sul grazione di diversi fattori. vanzate, particolarmente
T r a l'altro - h a a f f e r m a t o giungimento d i specifici sensibili sul problema del liardi per gli oneri sui mutui. E per di più il r e 1 problemi contingenti per avviare una ri­
pregiudizio della improdut-
La g a n à - si tratta d i un traguardi. Dobbiamo con costi d i esercizio e la capaci­ governo - vedi il messaggio del presidente flessione su temi d i prospettiva. In partico­
liviià del settore pubblico.
M a non è così. Per gli a m ­ problema di formazione, di senso di responsabilità esa­ t à di gestire le risorse uma­ Craxi e l'intervento del sottosegretario agli lare il riferimento vale per la condizione di
ministratori delle aziende miglioramento della qualità minare - h a proseguito La­ ne. N e consegue - ha con­ Interni Ciaffi - ha mostrato ampia disponi­ eccessiva rigidezza della spesa pubblica lo­
municipalizzale, per i tecni­ e della capacità dei quadri, g a n à - dove e perchè la cluso Laganà - c h e il prose­ bilità al dialogo ed ha lasciato spazio a d a- cale, con il rischio del formarsi di disavanzi
ci e gli operatori che in esse d i f a r fronte, alle esigenze formi:'.a non h a funzionato, guimento del recupero della pert ure concrete. Il risultato politico del sommersi, e la necessità di una s u a riquali­
operano la produttività è in­ c h e «l manifestano, con dove è mancato l'impegno produttività nelle nostre a - convegno viaregglno è quindi per noi socia­ ficazione, d a un lato, e l'esigenza di proget­
vece un valore c h e si inseri­ nuove tecnologie c h e d e b ­ aziendale magari a volte ziende richiede anche l'indi­ listi positivo. Non ci eravamo a f f a t t o tazione di un ruolo di governo delle comuni­
sce p e r f e t t a m e n t e nella ri­ bono essere tempestivamen­ condizionato d a pressioni viduazione di nuove figure «schiacciati» sul testo della finanziaria, giu­ t à e di guida dello sviluppo c h e gli enti loca­
presa economica, politica, t e introdotte nei processi degli enti locali proprietari. professionali, l'utilizzazione dicato su questo t e m a una «utile piattafor­ li debbono assumere, dall'altro. Sono questi
.sociale del paese. La rigoro­ produttivi. Da ciò n e conse­ Se, per caso, sono stati con­ di personale altamente qua­ m a d i partenza, bisognevole solo di pòche dei temi c h e debbono diventare vieppiù
sa applicazione dell'elemen- g u e c o me efficienza delle a - cessi aumenti d i retribuzioni lificato d a adattare, t ram i t e
avendo come contropartita migliorie». Questo senza volerne sminuire in congeniali al dibattito tr a gli amministratori
U) produttività nelle aziende zicnde ed efficacia dei ser­ corsi d i formazione, alle esi­
solo u n a speranza d i Incre­ genze specifiche delle a - alcun modo 1 meriti: non vi è infatti nessuna locali, ed in particolare tr a quelli di sinistra,
p e r i a m o non può essere elu­ vigi prodotti siano gli ele­
menti fondamentali per a f ­ me n t o della produttività. ziende stesse per renderle 1' sottostima dei fabbisogni (cosa praticata s e si vuole superare la fase attuale d i ripie­
sa. Per S a r t i Inoltre una cul­
f r o n t a r e il problema del co­ Dobbiamo con franchezza donee a recepire il rapido comunemente fino a q u a l c h e anno f a ) e tut­ g a m e n t o c h e vivono le autonomie. C ' è spa­
tura della produttività pre­
sti d i eserclzió e f a r compie­ chiederci se invece non an­ sviluppo della tecnologia t o il contenzioso è assai modesto. Sul p u n t o zio nel f u t u r o per un sistema dei poteri loca­
suppone criteri di rigore e di
coerenza nella gestione delle r e nella gestione delle risor­ d a v a contestualmente d a t a dell'informatica, della po^ specifico degli oneri sulle spese d i investi­ li non residuale, m a la sua valorizzazione è
aziende e non un paravento se u m a n e un grande salto d i una spinta piti incisiva all'a­ tenzialità elaboratìva dei m e n t o a b b i a m o suggerito di considerare in legata proprio alle concrete capacità gestio­
per la m e r a erogazione d i qualità. zione contro l'appiattimento tempi e d i calcolo». m odo separato, gli Investimenti finanziati nali e d innovative c h e esso deve dimostrare.

Si diffonde il fenomeno dei soggiorni brevi e dei week-end Alta Il programma per le elezioni
Gli operatori devono adeguarsi onoriflceiiEa Il PSI lombardo
della punta su edilìzia
alle nuove abitudini dei turisti
Discussi in una contfereaz» stampa a Roma problemi e prospettive del turismo in Italia - Il presidente
dell'Enit Moretti ha sottolineato la necessità di dare all'estero un'immagine unitaria del nostro paese a Borges e lotta alla droga
L o scorso a n n o f u il Discobolo d i u n ' i m m a g i n e il p i ù possibile ufiitària t e m e n t e a n c h e a d Ischia q u a n d o si è Il presidente della Repub­ M I L A N O , 16 - Carlo To- r e in p a r t e direttamente ge­
Mirone l'attrazione della I I I M o s t r a del nostro P a e s e e v i t a n d o iniziative d e t t o c h e il t u r i s m o t e r m a l e non d e v e blica ha ricevuto ieri mattina gnoli, sindaco d i Milano, e stito da i cittadini) e dèll'eco-
p e r il tiirismò svoltasi a C a s t e l S a n ­ a u t o n o m e d i a l c u n e Regioni c h e d a n ­ essere considerato soltanto u n turi­ al Qnirinaic l o scrittore U g o Finetti, segretario re­ logia, altro t e m a partico­
neggiano, a p p u n t o , t a l e i m m a g i n e . s m o riservati) aH 'et à a v a n z a t a e d agli Jorge Luis Borges, accom­ gionale, saranno a Milano 1 larmente sentito nelle gran­
t'Angelo; nella prossima p r i m a v e r a ,
«La promozione turistica - h a con­ a m m a l a t i ; ci sono e s e m p i , c h e v a n n o pagnato dal ministro delia d u e capilista del P S ! p e r le d i realtà urbane.
in occasione della I V M o s t r a , le a t -
cluso M o r e t t i - è f a t t a a n c h e d i con­ seguiti, d i modi d i i n t e n d e r e il t e r m a - PiAblica Istruzione, sen. elezioni amministrative del A t a l e proposito l'assesso­
iniziorii s a r a n n o d u e : l ' E f e b o d i Seli-
c o r r e n z a nei confronti d i d e t e r m i n a t i lismo ben diversò d a q u e l l o conven­ Franca Fàlcucci. giugno prossimo. r e Polotti, nel contestare le
nuntc, d i scuola g r e c a , risalente a l V Sono state presentate ai
Paesi ( S p a g n a , Jugoslavia, G r e c i a ) ; zionale. E ' sta to lo stesso Finetti critiche c h e giungono'da va­
secolo ( a t t u a l m e n t e a C à s t è l v e t r a n o ) presidente le due piii recenti
la concorrenza si f a a n c h e con l a s t a ­ D a t i interessanti s o n o s t at i forniti a d annunciarlo oggi nel cor­ rie parti alla giunta di sini­
e il "P u g n a t o r e » , a n c h ' e s s o d i scuola IHiiublicazioni italbne relati­
bilità d e i prezzi p e r c u i s t a b e n e il 7 a n c h e in u n a c o n f e r e n z a - s t a m p a della so della presentazione del stra s u un presunto disinte­
g r a c a , p è z z o pregiato del M u s e o d i ve allo scrittore, il primo vo­
p e r c e n t o indicato c o m e limite m a s ­ Federazione italiana delle associaizio- programma amministrativo resse per questo te m a , ha ci­
R o m a m a a f f l i t t o , p u r t r o p p o , d a l co­ lume della sua opera comple­
s i m o degli a u m e n t i e d e d a prendersi ni imprese viaggi e t u r i s m o ( F I A - ta, edita da Mondadori ed il del PSI milanese e lombar­ t a t o a d esempio il depurato-
s i d d e t t o «cancro del bronzo». I n f a t t i
in s e r i a considerazione la proposta V E T ) : un bilancio non dei più lusin­ volume «Vaghe eufonie - d o c h e sarà al centro della ~re in corso d i costruzione a
il i^^Pugilatore», subito d o p o l a M o ­
del ministro L a g o r i o dì u n a m o r a t o r i a ghieri m a n e p p u r e d r a m m a t i c a m e n t e Temi borgesiaci nella cultu­ campagna elettorale. Il pro­ Nosedo, alla periferia di Mi­
stra, subirà accurate e lunghe opera­
triennale d a concordarsi c o n gli o p e ­ negativo. A n c h e in q u e s t a s e d e è sta­ ra contemporanea» di Ric­ g r a m m a piti strettamente lano, il più grande in Italia
zioni d i restauro. L a notizia è s t a t a
ratori delle s t r u t t u r e e dell'organiz­ t o d e t t o c h e 1 flussi turistici ip Italia cardo Campa, edito dall'Isti­ politico sarà presentato, in­ costato oltre 101 miliardi.
d a t a ieri m a t t i n a nel corso dell'incon­ «Ed infine - ha de tto To-
zazione tiiristica». sono stati più a d d o n d a n t i d e l l ' a n n o tuto dell'Enciclopedia Italia­ sieme alla lista dei candida­
t r o c h e il C e n t r o e u r o p e o p e r il turi­ gnoH - proprio d a Milano
M o r e t t i ha-insistito a n c h e sulla ne­ scorso m a la p e r m a n e n z a dei turisti na. ti, nel corso di u n a «conven­
smo, s p o r t e spettacolo h a t e n u t o c o n f a r e m o partire la rifórma
cessità c h e a livello d i organizzazione stessi nelle nostre c i t t à e località d i il presidente Pertini ha quin­ tion» a Milano il prinjo di­
la s t a m p a . In q u e s t o incontro si è p a r ­ di consegnato al signor Bor­ della rifórma sanitaria,'per-
e d i e n t i c h e t r a t t a n o la questione del­ v a c a n z a si è r i d o t t a rispetto al passa­ c e m b r e prossimo.
lalo m o l t o a n c h e d e r probletni turisti­ ges le insegne di cavaliere di c h è troppe cose non vanno
l a promozione turistica si migliori in to. M a la F I A V E T si sta o c c u p a n d o Il programnia ammini­
ci, del bilancio e delle pròspettivQ d è i Gran Croce dell'ordine al in questo settore e 1 cittadini
ogni senso l a professionalità. H a ri­ p u r e dei turisti italiani c h e v a n n o a l ­ strativo c h e 1 socialisti mila­
t u r i s m o in Italia, t a n t o p e r r i b a d i r e merito della Repubb|ii;a ita­ sono, giustamente preoccu­
c o r d a t o q u a n t o sia s t a t o d iffi ci l e d a r e l'estero specie d o p o la liberalizzazio- nesi sperano di poter'conti­
c h c se p u r c ' è s t a t a q u a l c h e lieve credibilità a l l ' E N I T m a a n c h e la ne­ liana, pati». ,
flessipne s o p r a t t u t t o nelle « p r e s e n z e . n e delle spese turistiche o l t r e frontie­ nuare a d a t t u a r e nella giun­
cessità c h e lo stc.sso e n t e v a d a .soste- •' • Oggi «Il giorno» non esce
dei visitatori stranieri, 1 p r i m i o t t o r a . P e r q u e s t o è s t a t a p r e s e n t a t a , in­ • DIBATTITO S U «1 t a c h e scaturirà dalle ele­
n u l o nella s u a . a z i o n e e nelle s u e ini­ - A causa di un'agitazione
mesi del 1984 non possono essere s i e m e all'Associazione b a n c a r i a ita­ NUOVI SCENARI DEL­ zioni è in sostanza impernia­
ziative c h e non sono p o c he e sono dei poligrafici della società
considerati d e l t u t t o negativi. liana ( A B I ) , u n a « G u i d a valutaria» d i L'INFORMAZIONE» - I t o su t r e punti fondamentali; stampatrice «Segisa», «Il
s e m p r e f i n a l i z z a t e alla presentazione
S o p r a t t u t t o p e r c h è , c o m e h a rile­ facile consultazione c h e spiega r a p i - problemi riguardanti la c om e ha sottolineato Togno- giorno» oggi non sarà in edi­
all'estero d i u n ' I t a l i a c h c o f f r e m o l t o
v a t o il p r e s i d è n t e d e l l ' E N I T , G a b r i e ­ d a r ^ e n t e |le | p r m a l i t à n e c e s s a r i e , ^ n q - stainpa, l a lelevisione, la 11. Si tratta dei 2 problemi cola. L o annuncia, in u n a
d i più .di q u a n t o il turista s t r a n i e r o
lizzàntìo,anche alciini casi pàrtlcòl4- pubblicità sono' stati ' affrbn- della terza e t à (la popola­
le M o r e t t i , i n t e r v e n u t o al!'inco*it:f.o, i j - possa a p p r e n d e r e d a i d e pl i ant , d e l l e nota ai lettori pubblicata in
ri. Ij,a ^ s t r i b ù z i o n e della «Guida» av­ tati ieri Sera al Circolo della zione milanese è in rapido
bilancio va f a t t o a f i n e a n n o . Il turi­ agenzie d i viaggio. D a q u e s t o p u n t o prima pagina, ló stesso quo­
verrà a t t r a v e r s o l e stesse a g e n z i e di s t a m p a d i Milano nel cor.so invecchiamento), del rilan­
s m o in I t a l i a , i n f a t t i , non è s o l t a n t o e - di vista le rappre.sentanze d e l l ' E N I T tidiano milanese, precisando
viaggio e le b a n c h e . L a genesi d i q u e ­ del dibattito su «1 nuovi cio edilizio, della lotta alla
siivo m a c o m p r e n d e a n c h e l a r g a p a r ­ all'estero costituiscono la p a r t e a t t u a - c h e il giornale riprenderà
s t a iniziativa e d a ricercarsi - c o m e si scenari dell'informazione», droga, u n altroi g r a n d e ipro-
t e e m o l t e zone clie privilegiano i tiva della promozione turistica. normalmente - le pubblica­
aff(Srma'alla F I A V E T - nella icondi- organizzato dai giornalisti'
soggiorni invernali. M o r e t t i h a ricor­ G l i interventi c h e sono s t al i f a t t i blema d?lle metropoli c om e zioni domani. Lo sciopero,
della corrente «Professiona-
d a t o a n c h e c h e il c a m b i a m e n t o delle, zione p d s t a d a l l a n o r m a t i v a p e r q u a n ­ Milariq, Inoltre.-^ ha aggiun­ indetto dalla segreteria re­
h a n n o r i g u a r d a t o a n c h e l a p a r t e più ; lità, autonomia, rinnova­
ab i t u d in i - soggiorni piìi b r e v i e uti­ specifica d e l l ' o f f e r t a turistica italia­ t o r i g u a r d a i p a g a m e n t i d i servizi t u - t o Tognòll - s a r à necessario gionale della FLSI riguarda
m e n t o sindacale». 'Vi-hanno
lizzo d e i fine-settimana - è u n feno­ na c h e , p e r esempio, in m a t e r i a d i ristiti e f f e t t u a t i d a l l ' I t a l i a : in q u e s t o occuparsi più attivamente «gli obiettivi d i risanamento
partecipato t r a gli altri il
m e n o d i livello e u r o p e o e c h e d i q u e ­ t e r m e p u ò m e t t e r e a disposizione d e l c a s o il t u r i s t a italiano d o v r à necessa­ presidènte della Federazio­ del progetto della «grande delle società editoriali c h e
sto si d o v r à t e n e r e c o n t o nell'appron­ t u r i s U q u a n t o d i più q u a l i f i c a t o e d i r i a m e n t e servirsi delle b a n c h e o d e l l e n e nazionale della s t a m p a i- Milano» ( u n ente di gestione f a n n o capo alle partecipa-
t a m e n t o d e i piani. Così c o m e si d o v r à Straordinario esiste in qu,estp geiigr%^^ a g e n z i e d i viaggio. ,, taliana, Miriam |ylarai,ie;.il I interntedio c h e dovrebbe sih zio/V statali d a Jleippp p^sse-
f a r e in m o d o d i d a r e a l l ' e s t e r o E ' il discorso c h e è s t a t o f a t t o r e c e n ­ • C:M, segretario, Sergio Borsi. stltuire là provincia ed'esse­ gititi».
Pagina 6
Mercoledì 17 Ottobre 1984 K^^ùatìU!
Con l'orchestra stabile À Tarquinia a 78 anni Black out
delle tre
Parma punta scomparsa principali
al rilancio di Tino Scotti emittenze
televisive
dell'attività attore cordiale private
musicale in Italia
«Black out» deircmittenza
(li PAOLINA MORI NI privala InTlalia. D a ieri m a t ­
tina, per un'ordinanza del
P A R M A . 16 - H a a v u t o ini­ d a questo maestro e mecena­ pretore di R o m a E n z o B e t -
zio, giovedì scorso, il p r i m o t e . p o s t - m o r t c m ; Il pro­ tiol, gli schermi di «Canale
c o n c e r t o d e l prestigioso c i c l o gramma comprendeva il 5», «Italia uno» e «Relequat-
sinfonico organiz/iito dall'as­ concerto numero uno per tro», l e tre principali reti
sessorato C u l t u r a e dal tea­ p i a n o f o r t e e o r c h e s t r a di S . commerciali italiane, s o n o ài
t r o p e r l ' a n n o e u r o p e o della l.iszt e la p r i m a sinfonie di ,1. buio in tutto il L a z i o e d an­
m u s i c a . P a r m a , a n c h e s e in B r a h m s , C o m e è risaputo, c h e in Piemonte per un a n a ­
provincia, c o m e si sa h a Liszt e r a e d e r i m a s t o r e del l o g o provvedimento del pre­
s e m p r e Avuto u n a t r a d i z i o n e pianoforte, c o m e Paganini tore.
m u s i c a l e m o l t o viva. E d o p o p e r il violino. E d e n t r a m b i i Il provvedimento è s t a t o
l'operistica e la m u s i c a d a musicisti s e p p e r o o t t e n e r e motivalo dai f a t t o c h e queste
c a m e r a , in q u e s t i u ltim i u n n i d a i loro s t r u m e n t i i linguaggi reti diffondono i loro pro­
o f f r e c o n c e r t i sinfonici d a l più e c l a t a n t i , i virtuosismi grammi s u .scala nazionale
graduale m a costante e mag­ più vertiginosi. M a l.iszt f u violando in tal m o d o l e di­
g i o r e prestigio. A p a r t e la a n c h e u n g e n u i n o g e n i o in­ sposizioni di legge c h e riser­
p a r t e c i p a z i o n e , s e m p r e più novatore e d anticipatore e vano a l l o S t a l o , e alla sua
n u t r i t a , d e l l e migliori o r c h e ­ non a c a s o , p r o p r i o ifi q u e s t i concessionaria'che è la RAI,
s t r e e u r o p e e , di noti solisti, a n n i , il g r a n d e pianista ro­ la diffusione delle trasmis­ Scena di un'opera di Da>ies
di d i r e t t o r i c o m e A b b a d o . mantico sia conoscendo una sioni in c a m p o nazionale.
Maazel. Pretre.Muti. Sino- nuova f o r t u n a . Il giovane Una recente immagine di Tino Scotìi A T o r i n o il pretore Casal-
poli ( t a n t o p e r c i t a r e i più
noti), la c i t t à è a n c h e s e d e
G l e m s e r h a a f f r o n t a t o la
tecnica t r a s c e n d e n t a l e li-
Il «cavaliere», così c o m e v e n i v a a f f e t t u o s a m e n t e c h i a m a ­
bore ha f a l l o sequestrare
amplificatori e antenne rice­ Stasera all'Olimpico
dell'orchestra stabile del-
l'Hmilia-Romagna Arturo
s z t i a n a c o n precisione e na­
turalezza: ha preferito una
interpretazione misurata e
t o T i n o S c o t t i è m o r t o ieri m a t t i n a a l l ' a l b a a l l ' o s p e d a l e d i
T a r q u i n i a , in p r o v i n c i a di V i t e r b o . Il n o t o a t t o r e d i rivista e
venti attraverso l e quali l e
emittenti torinesi ricevevano
il «segnale» da M i l a n o e iù
due opere di Davies
Tuseunini. S u o s c o p o istitu­
zionale è la p r o m o z i o n e e la
diffusione della cultura mu-
q u a s i a u s t e r a s e n z a voluta­
m e n t e c o n c e d e r s i nulla di ri­
di teatro, c h e tra poco avrebbe compiuto 7 9 anni, essendo
i i a t o a M i l a n o il 16 d i c e m b r e 1905. è s t a l o s t r o n c a t o d a u n a
ritrasmettevano sui territo­
rio regionale. N o n s o n o stati
con i Pires of Londòn
dondante. E questo atteg­ crisi c a r d i o c i r c o l a t o r i a , a s s i s t i t o d a l l a m o g l i e T i z i a n a , c h e
^icale. p r i n c i p a l m e n t e nella invece sequestrali gli sludi
g i a m e n t o d i e s t r e m a misura g l i e r a s t a t a v i c i n a t u t t a u n a v i t a . S c o t t i a v e y » i n i z i a t o la S l a s c r a c d o m ù n i s c r à i v c n g o n o rapprcscriliitc al T e a t r o
regione Emilin-Romagna. u è gli strumenti c h e c o n se n ­
p r o p r i a a t t i v i t à d i a t t o r e p a r t e c i p a n d o a d u n a s è r i e d i spet-, O l i m p i c o d i R o m a , p e r la s t a g i o n e d e l l a F'ilarrnonjca, d u e
C o s t i t u i t a s i , nel 1 9 7 5 . . .dal è q u a l c h e v ò l t a a n d a t o ja t o n o di trasmettere c i ò c h e
t a c o t i l e g g e r i negli a n n i ' 3 0 . Poi il c i n e m a e la televisione gli o p e r e d i P e t e r M a x w e l l Diivics n c H ' c s c c u z i o n c i/cl F i r e s of
ì')77 e entrata a far parte s c a p i t o d i u n a r i c e r c a jiiù viene prodotto localmente.
p r e g n a n t e e consapevole d e l a p r i r o n o l e p o r t e e v e n n e il s u c c e s s o p e r l e s u e c a r a t t e r i z z a ­ L o n d o n . L e o p e r e si c h i a m a n o « L e j o n g i c u r d e N o l r c D a ­
d e l l e istituzioni c o n c e r t i s t i ­ Gli schermi delle varie televi­
zioni b ri l l a n t i e i r o n i c h e d i p e r s o n a g g i d i o g n i t e m p o e clas­
c h e riconosciute d a l l o S t a t o j f r a s e g g i o . M a i suoi neii .sono sioni appaiono muti e c o n la m e » e « T h e n. 11 bus», in primii c s e c u z i o n c - i n I t a l i a . Q u e ­
italiano. Il suo; r e p e r t o r i o v a p r o b a b i l n i e n t e d o v u t i a t re­ s e sociale. G i r ò c o n Bertolucci «La strategia del ragno» e scritta' «le trasmissioni ri­ s t ' u l t i m o l a v o r o si b a s a sulla s i m b o l o g i a dei t a r o c c h i nella
d a g l i a u t o r i classici della t a g g i o d e l l a sui) g i o v a n e e t à c o n Fellini «I clowns» e a l l ' a p i c e d e l l a s u a c a r r i e r a r e c i t ò prenderanno il il presto p o s ­
a n c h e c o n registi d i c l a s s e , c o m e S t r e h l e r e d E n r i q u e z . i n t e r p r e t a / i o n e classica d e l l e c a n e . N a t u r a l m e n t e , a l d i là
m u s i c a d a c o n c e r t o , di o p e r e e a l l a n o n a n c o r a m a t u r a e- sibile».
I n s p e t t a c o l i televisivi S c o t t i è a p p a r s o n u m e r o s e volte d e i s i g n i f i c a t i e s o t e r i c i , l ' o p e r a è u n a s f r e n a l a c a r r e l l a l a di
e di b a l l e t t o , a g l i a u t o r i d e l s p e r i e n z a . Alla p r i m a sinfo­ I l pretore C'asalbore, nel
( t r a l a s c i a n d o i suoi p e r s o n a g g i p u b b l i c i t a r i ) in c o m m e d i e di Inotivare il s u o provvedimen­ incredibili p e r s o n a g g i c h e M a x w e l l D a v i e s h a s t u d i a l o d a l
No\eccnto. fino alle avan­ nia di B r a h m s . N e u h o l d h a
guardie contemporanee. d a t o un taglio inierpretativo diverso valore, d a "Il compagno» d i Luigi Pavese f i n o allo to, h a aggiunto c h e a n c h e la vero, l u n g o il p e r c o r s o d e l b u s n. 11 c h e a L o n d r a u n i s c e
Il c o n c e r t o i n a u g u r a l e h a p e r s o n a l e e intenso, conce;; s c e n e g g i a l o ' i L u v i t a c o n t i n u a » d i d u e a n n i f a , c o n la r e g i a C o r t e costiluzionale In tulli i l.iverppof S t r e e t a H a m m c r s m i l h . f i n a l e d e l l a c o r s a .
a i u t o c o m ò p r o ta g o n is ti la d e n d ó s i p e r s i n o q u a l c h e ec­ d i D i n o Ri.'ii. I n q u e s t ' u l t i m o l a v o r o egli i n t e r p r e t a v a c o n suoi pronunciamenti ha c o n ­ P e t e r M a x w e l l ii Ira i p i ù noti m u s i c i s t i inglesi d i o g g i e la
Nua . orchestra».' i l s u o d i r e t - c e n t r i c i t à , c h e p e r a l t r o a noi d i s i n v o l t a b r a v u r a e s t r a o r d i n a r i a s i c u r e z z a p r o f e s s i o n a l e la f e r m a t o la legittimità dei s u a f o r m a / i o n e .e a v v e n u t a a l R o y a l C o l l e g e o f M u s i c di
, l i w s.W,bife..,C(Hnier, N,^ut)p,|d e d a l pubblico è piaciuta. E ' f i g u r a di u n vecchio patriarca della provincia lombarda c h e monopolio R A I per quanto M a n c h e s t e r . F.' l e g a l o a l l a t r a d i z i o n e m u s i c a l e , inglese e . p e r
e d u n g i o v a n e piai^ista l e d e - s t a t o a s s e c o n d a l o d a ^ i i n or- assiste al crollo progressivo d c | s u o nucleo familiare. Scolti riguarda, l e trasmissioni sul
l u n g o t e m p o si e d e d i c a t o a l l o s t u d i o d e l l a ' m u s i c a - m e d i o e ­
s c i r B e r n d s . ' O l e m s e r . r e c e n t e .ch'éstra m a t i i r a t a i n ; q u e s t i a v e v a paittiiiÈi^al.o a n p h c a v a r i e lrasmi.ssipni r a d i i i f o n i c h c di territorio, nazionale, mentre
l a r g o s u c c e s s o , t r a . c u i nel 1 9 7 0 il « G i o c o d e g l i eroj». lina vale. d e l l a q u a l e s p e s s o a d o p e r a le t e c n i c h e ncllfc s u e c o m ­
S inciiore del c o n c o r s o iiiter- tiltimi d u e a n h f c in c a m m i n o a l l e emillenli - televisive e
lui/ionale lisziiano M a r i o ; s'èrso u n a p r e c i s i o n e eSécuti-, g a l l e r i A d l f i g u r e c l a s s i c h e d i spuc>;pni: d a D o n Chisciolte^a radiofoniche/^ privale è c o n ­ posizioni. I F i r e s o f L o n d o n 6 u n g r u p p o - s t r u m c n t a l c i d i ; lar­
/ u i i i p i , i s t i t u i t o a P a r m a . . p / C s l o r o s i s s i m o successio di F a l s t a f f . A l l o r e . s i m p a t i c o e v e r s à t i l e il «cavaliere»'.'Scòfti sentila una diffusione e s c l u - g o n o m e c s p e c i a l i z z a t o nel r e a l i z z a r e il l e a U p m o d e r n o . Il
prc"-'! il n o s j r q c o n s e r v a t o j ; l o l a s c i a uji^sincero r i m p i a n i a t r a gli s p c t l a t p r i italiani! sivàmenle lucilie. d i r e t t o r e è il m a e s t r o N i c h o l a s C l c o b u r y . - '• - ' ' '

\ M ' O L I . 16 - Si.terrà presso


Trà giorni a Napoli
simo secolo».
Televisione 1 / 2 / 3
j r 1 i ii.uiA fra ncBse ".(lirenoble», U n appuntamento, questo 16.55 . Due c simpaiia, Uno sceneggiato i|l giorno a.eura dì
il.il ^ 4 al 27 p t t o b r e ,Rros.simi, di Nàpoli, c h e intende, inol­ Rete 1 Anna (ìiolini: «U circolo piekwick"
17.3« TG2l-fàsh " ' ' '
tj,|. :l',rini(j Feslivali.di IVIusica tre, riproporre • c o m e h a a f ­ ì|7.35., palfiyriamcnto. .
t ' i n t c n i p o r a n e a ; intitolalo a l f e r m i n o il direttore dell'islilu- 'Iclcgiiùnaitf ,17.40 •l;a^H^/ìd<;ll;| valle misicriosa-
13.55 T<» I-Tre minuii (li,.. 'ÌS:I5 Sjlàzioìlbcro;'! prograninif doll'access'o ••
S.ivci-cnto mu,sicalc ; eijro- t o f r a n c e s e J e a n Digrie il
IH'Ur. .Organizzato dal .Cpntro
di c'uliura musicale S . R i e t r o a
n e l l d inusicsi "Grenóble» c o m e luogP di d i ­
b a t t i l o e di incontro fnùsitale.
14,05 ,11 mondt» di Qmirk^ (>_>sim>: Viaggi .nello s'p.i/io

15.30
iiC'I'U'iììptidS p.).<ii Curi Siigiin
Viiiggiiilori net tempo(I. parie)
' |
• ISdW l.fiillcgrc avventure di Sciwoy Dwc i suoi lunigi
c 18.30 T<i^Ji»porisera-
18.40 , l,nrof^,ssionalA--Tclerilm
MclcO'2.~ Previsioni del tempo' '
19.45 TO 2•Telegiornale ^ , . ; :
^
, ,i
' '
.,
' ' "

. M ;i ic||u,..prcsie(iuio .^la^ M a r i a non soltanto francese, ma a - 16.25' l'cr lavoro non oìanttiaio le n\arghcritc 20.20 T(i;2-Lo sport , i.
p c r i o alla c i t t à e d iti fei'menti . T(JJ-.Ma>ih 20.30 -La conquista del West» ( I«Ì63V(2-I» ) . *
Hvt'i"'' l>e Va.scpnpellos. con 17.05 , Barricru (ft. puntata) ••• TlifcOnasindacale t - . r- i •.
(tiGIANNl'ALTAyiLLA della creazióne artistica eo'n- 22.40 TG?stasera., ^
li patnicinio dplj'asses.spralo ÌHM Ty' 1 Cronache
Icmpttrànea. Un' periodo m u ­ Ta.*i: ".iim 0 la .sorella di Tony 22.5<i Una moglie e I suo nemico • •'
.iiristruzionc e. pulliira della CW.10 Tg2-S5lun«m'• . , r. <
con musicologi e critici sui ccllos con la serie d i dibatti­ Aflion Now; Ouc.sUi"pii//a. pazza Anicrica < l'.Vi
Kciijune Campaniii,.nonché di sicate troppe Volle negletto 2(MHr l'clc'giornalc
iiirié; istituzioni culturali f r a
problemi musicali' di estetica, t i inècniràii sul Novecento
n'ohOslanle il ventesimo sfccólo 20^3» IVofessione pericolo! • Telcfilni Rete 3 " ' ' ' • •
Sémanlica, pedagogia e rap- m u s i d i l e europeo, intende an- . 21.20. Caccia al tes<>ro
k- quali ir G o e t h e Institute e sii! s t a l o il periodo delle rivo­ 22..^ T O T ' l5»45 'DSF.:ì;e tecniche e il gusti» - - j- j ;
p o r l p ' i o n il pubblica; V .dai'c a l di là d e l l a ; sijmplicc luzioni sociali. indUslrtuli ' e 2L4A. .ÀppunUiincnto al cincina 16.15- DSH: Corso di,inrj)rn)alica ,. • ,
la I nndiizione Goulbentiian di
"L'inionzipnc e quella ; h a riisségria" musicàlc f l^app^e- 22.45 Mereoletlls|xiri 16.45 Piceiifa .>iiiiria della musica — i. i
l.ivhona, la rassegna cpslitui- tecnologiche, rivoluzioni c h e i'p-l Noiie • Oygi arParlahii-nto 17.W Dadai4mpa-JOanni dì varieià tclevijiiii'o
scc il p r i m o esempio organico sottolinealo il coordinatore scritare una occasione àppri>- iion" b a r i n o . m a n c a t o d ì riflet­ 18.15 Speciale Orccchiocchio.
iwr il .Mezzogiorno d i esecu- della manifestazione Antonio T o n d i l a ed a r l i c o l a l a , d i itida- tersi s u l P a r t e e sulla musica in Rete 2 Ì9.00 Tfi'.v ; .
19.35 S-"aiti di lamiglia-.-LVnwe tuniugate-. , >.
y i c i n e . c d i b a l t i l o -sulla musica Braga di venire iriconlro alla g i n e culturale; Indagine ha particolare. iXmì K; 2 Ore Tredici 20.05 DSKi A eonfronto con l'autore ( I ) Cesare Zavattini
esigenza, .sempre più avvertita cunclusu c h e travalica i con­ Dal 24 ottobre, dunque, 1.1.25 »•(; : j libfi • -U. roman?odl fantasla-
c o n t e m p o r a n e a e u r o p e a , prc- CapitoI.Serie televisiva 20.30 Oli intoccabili (1970)
•ìctnando b r a n i di autori por­ dagli appassionati di musica, fini di una visitane setlprialc, Napoli si riproporrà all'atten­ 14.3» 1<r2llash 22.00 Delta; vita selvaggia in Australia
di f r u i r e il repertorio dei no­ p e r fornire lo .spunto d i una zione del m o n d o culturale Con 14.35 "In dircttn dallo Studio .Vdi Roma: -Tandem» 22..15 1(5 3
toghesi, spagnoli, tedeschi, Intervullo con: «Una cartiilina musici|ic.^elia.cine­
I6.(KI Telel'ilm; -<11 mistero della .-(eiiima strada»
austriaci ed italiani alcuni stri t e m p i in u n r a p p o r t o più vera e propria analisi dei gior­ u n a proposta alternativa c h e , I6L25 DSt''; Cors^) di liniiiia e cultura tedcsea teca delia Kai^
dei quali scritti per Toccasio- diretto». «Ouesto l'estivai ni nostri: u n a sorla d i c a r l i n a ci auguriamOi pt)ssa riscuotere
nc e m o m e n t i di discussione h a sottolineato la D e Vaseon- d i tornasole di q u e s t o vente­ il successo c h e m e r i t a .

IT"
Circuiti nazionali
17.20' Milsiepi i dominaluri dell'universo
Canale 5 I7.5<l , l'ebbre d'amore. Telel ìlm
Nella sua prima tournée italiana 12,io Uìs. gi«K.'oa i(ui/ c<>ndotta da Mike Hongiorno
18.45 ' Samba d'amore, Telenoveia
19.30 ' New York New York. Telefilm
12.45 Ù pranzo è serviti». giiWi» a quiz e«»ndotti) da <'orra- 20.30 Maurilio Cuslan/o Show
do 23.«» Mai dire sì. Telefilm •
Successo dell'americano Cohn a Torino .13.25 Sciitleri, Seencggiato
14.25 (ìei\efal Hospital, Telel'ilm
15.25 Una vitn da vìvere. .Sceneggiato
"
24.00 Sport: Campionati) di Baseball
00..V) Un'idea per un delitto. Film - Giallu con Jel't' liun-
ter
16.25 II ntiindo degli animali, documcniarit»
Un importante appuntamento con gli appassionati di jazz I7.W (ialactica.Telenim .
18.00 i'arzan. Iclei'ilm Italia 1
19.(W I -lelTerMm. releliUn
T O R I N O , 16 L a prima p e r g i u n g e r e alla calorosa I9.3<l Zig i^.ag. giinrii a quiz comlolto da Kaimondu Via- I3.(H) Bini Bum Barn
t o u r n é e italiana di C o h n e sta­ di liHUNOANaEI.O UOK(illl a m m i r a z i o n e per la dolcezza nello Nana Supergirl, Cartoni animati . ;
con (;iii h a interprettilo faiiiosi 20.25 l'ilm C'era una volta .,Pollon, Cartoni
t a festeggiata ieri s e r a , al T h e 22.25 K.ijak. Telcnim
notorietà traggono origine dal­ temi, quali Far liniily e Sofi- 14.00 Deejay Tclevision
Big C l u b , l'elegante e capien­ d e del j a z z degli anni ' 5 0 , per 23.25 ("anale .•'News 14.30 l a famiglia Bradford, Telefilm
t e locale scelto d a l C e n t r o l'ijialierala classicità del suo­ la scuola calil'orniana (i f a m o ­ stìcaietl /.ady. Mi diceva M.25- Il magliaro a cavallo: t ilm - .Avventura Ciin .lames 15.30 Giorno per giorni). TelefiUn
si «quattro fralelli" di WiKKiy C o h n c h e del soggiorno italia­ (ìarncrc j.ouCnwsel i6.(m Bim Bum Barn
J a z z T o r i n o p e r i n a u g u r a r e la n o e p e r la f r e s c h e z z a espres­
siva, Sorretta d a swing e dal H e r m a n ) C o h n e pas.salo in­ n o h a m o l l o g r a d i l o sole e Lo spccehiii magico. Cartoni animali
stagione 1984-85. Il c i n q u a n ­ C'era una volta...Pollon. Cartoni
senso del blues di s t r e t t a deri­ d e n n e d a m o d e ed e t i c h e t t e , spaghetti (ci - m a n c h e r e b b e ) Rctequattro
tanovenne tenòrsaxofonista Hello Spank. Cartoni animali
vazione «negra», sulla scia f a l l o salvo dallo stile persona­ m a s o p r a l l u l t o il nostro p u b ­ 17.40 Wondcr woman. Telefilm
amer i cano , a c c o m p a g n a l o al blico del j a z z a t t e n t o ascolta­ I2.<MI I cbfcire d'amore. Telcrìlm 18,40 Charlie's Angels. Telefilm
t r a c c i a l a d a Lcsler Yang; ed le e dal virtuosismo s t r u m e n -
p i a n o d a M a r i o R u s c a , con tore di m u si c a e non vociante 12.45 Alice. Telefilm ,19.50 I Puffi. Canoni animati
il giudizio non p r e t e n d e l'ori­ lale. 13.15 .Mary Tyler MiK»rc. 'lelel'ilm 20.25 OK! II pre/7iJè giusto, spettacolo
Z a n c h i e C a z z o l a alla ritmica, ginalità bci..>ì vuole essere Cosi i b a t t i m a n i c h e h a n n o e d i s t r a t t o f r e q u e n t a t o r e di 13.45 Tre cuori in alTitto. relefilm 22.15 Napoli. Palermo. New York il iriangi>lo della cu-
h a letteralmente incantalo un'ennesima c o n f e r m a di accolto l'esecuzione di / i m i night clubs. Gliene s i a m o gra­ 14.15 l'ii>rc selvaggio, l'etcnovela morra Film • Drantmatico con Mario Merola
giovani e signori di m e z z a e t à , q u a n t o a p p r e n d e m m o dai dir Chuxe, si sono t r a m u t a t i in ti, con la .speranza di riascol­ 14.50 Le memorie di un Dongiovanni, f ilm • Comniedia 24.(NI S. (j|. Mailowich eontro raeroniiutica L.S .A. -
16.30 Mammy i'a fK-rtre. Tcleftlin Kiln» • Commedia c</n f'runk Cuhhtsc e Brad Di»u-
intervenuti numerosissimi al- schi in t e m p i pia lontani, An­ a p p l a u s o intenso d o p o u n a t a r l o in d a t a non troppo lon­ I7.(NI I a regina dei mille anni. Cartoni rif
r a p p u n l a m e n l o con u n g r a n ­ c h e se la sn:i '.*-.ir;i/ione e la l'reneticli bossa ( / ««</ yoii) tana.
Pagina

o I Mercoledì
17 Ottobre 1984

c o m m c i n i

Sul piedistallo di una raffinata tecnologia


• s s j

miracolo della
economia giapponese..:
Giapponc si .sono accuniu|y-
di ANTONIO lANlìOLF! te delle contraddizioni, al di
là delle c i fre , tali da, creare
Tutto sta nella le premesse per grandi mu­
tamenti». M a p e r q u a n t o
facilità criticabili siano alcuni a-
additiittura spetti di q u e s t o sistema di
';:ieièiìi|i|t{are, con integrazione organica dei
cui li sisténià lavoratori dipendenti nel­
l'impresa. esso li salvaguar­
produttivo d a dal flagello della disoc­
nipponico * <5 * *5- 9 I4* » cupazione c h e s'è a b b a t t u t o
accoglie ogni sugli altri paesi industriali e .
inii<|y^z|one
arnp^fiendola
* perciò stesso, c o m e è univer­
salmente riconosciuto, per­
m e t t e al sistema indu.striale
contiiiiii^inenté, di questo paese di a f f r o n t a r e
oltretutto, nelle felicemente le sfide di quel­
le innovazioni tecnologiche
Vàrie falsi jdella c h c , nei paesi europei ed an­
SII9 applicazione c h e negli U S A , provocano
t r a u m i e resistenze notevoli.
Dorè riassume così le ra­

E • s l a t o Gaibrailh a
scrivere Che «in e-
conomia. a d i f f e -
ren^u della narrativa e del
teatro, non c ' è nulla d i m a l e
senza pari, a l m e n o in con­
f r o n t o a i paesi c h e non co­
noscono il volto della penu­
ria nella loro vita economi­
c a . M a s e si f a il r a f f r o n t o
dizione e d Innovazione, col­
gono senz'altro un d a t o dì
verità, m a rischiano di re­
s t a r e t a l m e n t e nel generico,
d a assumere u n a valenza
poco s e non venisse mqua-
d r a t a in un sistema indu­
striale, qual è quello colà vi­
gente, c h e n e esalti e n e di­
spieghi gli e f f e t t i in m a n i e r a .
gióni p e r cui rintroduzióne
di. nuove tecnologie risulta
più facile in un sistema di
q u e s t o tipo. Primo, perchè
non produce timore delle

u
a rivelare in anticipo la t r a ­ con le nazioni, c o m e l'India, p u r a m e n t e ideologica. Alla rapida e d i f f u s a . E ' su que­ cón.seguenzc. specie sull'oc­
ma». Q u e s t o consiglio del­ c h e nonostante il loro-capi­ fin fine, l'analisi, e le conse­ s t o t e m a , a p p u n t o , c h e oggi cupazione. Secondo, perchè
l'illustre economista a m e r i ­ tale u m a n o e le loro risorse, guenti discussioni di n a t u r a si s o f f e r m a la ricerca degli la flessibilità delie mansioni
c a n o non s e m b r a , però, c h e s t e n t a n o a d ingranare la teorico-pratica, sulla vera o- studiosi più a t t e n t i , a co­ è tale d a ' n o n provocare pro­
sia s t a l o ascoltato e seguito, m a r c i a dello sviluppo; o co­ rigine causale del miracolo minciare d a Ronald P . Do­ blemi al m u t a m e n t o delle
c ó m e sii s a r e b b e dovuto, d a : m e la C i n a , c h e adesso sol­ gìapponesic'stavano p e r col­ rè, professore a Brìghton,
niànsionì stesse. Terzo, per­
p a r t e della schiera, c h e s'in- t a n t o s'avvia alla «moder­ locarsi a d uh livello p u r a ­ Uno d e i maggiori esperti c h è lion vi sono e f f e t t i sui
r i tlis c e . s e mpre di piùi degli j nizzazione» ^ed a l l a scoperta m e n t e accademico, Se lion mondiali delle relazioni in­
salari. Q u a r t o , perchè il sin­
csperU. j degli studiosi, d e i d i c e r t e «virtù» del capitali­ fosse ìHtérvenuta la criki e- dustriali e dello sviliijpi^ e-
d a c a t o a c c e t t a l'obiettivo
ricercatori c h e si s w z a n o d i s m o ; 0 s e il r a f f r o n t o viene conomica internazioiiale,: e , conomico generale i n G i a p ­
bell'incremento dei profitti
disvelare i segreti del «mira­ esteso alla stessa Unione con essa, la nuova s f i d a tec­ pone, e d a u t ó r e d i un'opera . derivante dall'introduzione
colo» giapponese. U n - m i r a ­ Sovieti&a c h e di prezzi eco­ nologica in a t t o nel mondo, fondamentale sull'argomen- delle, nuove tecnologie.
colo» o r m a i riconosciuto d a nomici, sociali e politici n e a rilanciare il discorso sulla tói «British Factory, J a p a n e - t r e in Giappone non si ri­ voro è c o m e scegliere una Quinto, perchè l'impresa h a
: t ù t l i , a n c h e s e non t u t l i si h a dovuti p a g a r e ben di più, origine e sulle c a u s e reali s e Factory: T h e O r ì gi ns of scontra nulla del genere? moglie»; in secondo luogo, t u t t o l'interesse a d operare
rendono conto del c o m e e allóra q u e s t o paese geogra­ del successo economico d ì National Dìversity in Indu­ Perchè, quest a è la risposta nel sistema delle promozio­ d i re t t a me n t e p e r la riquali­
: del perchè l'económia dì, ficamente: infelice, privo di q u e s t o paese. striai Relations», a t t u a l m e n ­ più plausibile, l'innovazione ni. c h e avvengono esclusi­ ficazione e d il riciclaggio
q u e s t o paese h a registrato A p p u n t o la crisi s t i a s f i d a t e in Italia p e r u n a serie d i tecnica a i sistemi di produ­ v a m e n t e sulla b a ^ dell'an­
materie prime, uscito d a soli dei mestieri e delle mansió­
nel corso d i u n secolo ( t a n t o tecnologica h a n n o rimesso seminari e d i c o n f e r e n z e nel­ zione, fin dai t e m p i del, lud­ zianità, f i n o alla carìtiakdi
c e n t o anni d a l feudalesimo e ni, senza dover ricorrere al
c il t e m p o trascorso dalla in piena evidenza u n c a r a t ­ l e quali espone i risultati dismo a d oggi, s'accompa­ vicepresidente dell'azienda:
dall'isolamento, p u ò b e n m e r c a t o esterno, visto c h e ,
t e r e di f o n d o dell'economia delle s u e ricerche, c o m p a r a ­ gna allo spettro-della disocj, in T,terzo 'luogó, litlla cMsa-
-modernizzazione» Intrapre­ v a n t a r e . u n bilancio a l t a ­ p e r il sistema den'«occupa-
e della società giapponesi; tive sui sistemi indiistriali cupazione, aliai- p^ùVà'-dì uri zióne a 5 5 anni dèll'attivHà;
s e d a l regirne Meijl alla finé m e n t e positivo, nonostante ' zione a vita», il m e r c a t o del
tali d a costituire u n p u n t o d i giapponesi e d europei, con ridimensionamenti .dell'oc: in q u a r t o luogo, in u n sìste-
< del X I X secolo a i giorni no- l e o m b r e c h e h a n n o accom­ lavoro risulta rigidamente
partenza ben preciso e d il-- in testa quello britannico.
1 stri) p e r ben d u e volte u n a . p a g n a t o e d a c c o m p a g n a n o il cupazione e d an<he[,4i ,(193 nia idiirfuso d i rès'ponsabìlltà suddivìso t r a le imprese
luminante del meccanistnò Dorè p a r t e dall'esempio
j crescila irresistibile c h e l'ha s u o «boom». dequalificazione d e l lavoro delle decisióni a livello a - stesse.,
reale d ì f^inzioriamentó d i più elementare e d csplicatì-
' condotta a j v.eftice del con- T u t t a v i a , c o m e dicevamo, occupato. zìendale, c h e coinvolge t u t t e T u t t ò c i ò spiega, con
q u e s t o sistema, ^i^so risiede, vp: quello della applicazione
j sesso dei paesi industrializ-' la chiave di q u e s t o sviluppo Q u e s t o timóre non esìstè l e f a s c e dei dipendenti. H a g r a n d e jirecisione e g r a n d e
nella facilità, addi r i t t ur a e^ delle nuove tecnologie nel
i zati, al terzo se non al se­ originale e po.ssente resta in Giappone, p e r c h è il rì­ scritto B.C. R ó b e r t s in concretézzà, il professor
lementare, con cui il sistema settore dell'informazione e
c o n d o posto t r a l e potenze ancora d a d e c i f r a r e . N è i produttivo nipponico riceve schio della disoccupaz.ionp è «Contrattazione Collettiva e Dorè nei suoi seminari e nel­
della comunicazione, in ,un
economiche mondiali. L a giapponesi, enigmatici c o m e pressoché inesistente, così Democrazia Industriale»; l e sue conferenze europee e ,
e d accoglie l'innova/ionc , settore specifico: la, s t a m p a .
prima-vollav c o m e si s a , l'è» ogni pòpolo orientale c h e si com e la mobilità del lavoro «Se pensiamo alla fiera op­ in particolare, all'Università
tecnica, non .sojo.se^j^^ op^ M e n t r e in G r a n Bretagna
spansione giapponese' c a m - - •rispetti,''atliano a i u t a r e a di- è- ntilja. ..Queste carattefìstì- posizione a l , c a m b i a m e n t o di Romi. "
porre resistenza a l c u n a , m a l'esperienza deirintrqduzio-
! m i n ò sulla p u n t a delle baio-,, .svelàre l e cause reali della c h c d e f sistema industriale dei lavoratóri europei e a- N o n ci resta c h e d a a g ­
anzi sollecitandola e 'fàceli'- n e d i nuove tecnologie al
; n e l l e e sui-cingoli dei c a r r i loro ascesa d i potenza eco- dola oggetto di un'espcriejii giapFxjnese che, insieme a d merìcani. dóvuta al timore giungere u n ' u l t i m a conside­
diede luogo a d , u n a
; armati,,.sulle tolde delle navi nùittica, M e n t r e le indagini altre, rappresentano un fat­ dèlia disoccupazione, è an­ razione: i l sistema dei rap­
z a c h c l'arricchisfcc 'ÌSènti- lunghissima vertenzjj d i ol­
' e sulle carlinghe degli aero­ promosse d a g l h studiosi oc­ tore di dinamismo del si­ cora più impressionante cfie porti industriali giapponese,
n u a m e n t c nelle fasi della t r e undici mesi t r a proprietà
plani del regime imperiali­ cidentali, a n c h e i più accre- stema pei-chè n è favóì-iscono i lavoratori giappóhesi si iieitè Siiè'striitturé e nel.suo
sua applicazione. N o n h a e lavoratori, a dimostrazione
s t a g u i d a l o dalla c a s t a min­ d i d a l i ( c o m e Kahn, Hcd- la capacità di a d a t t a m e n t o siano a d a t t a t i con flessibili­ i m p a t t o d i n a m i c o con le
nessuna importanza il f a t t o della resistenza c h e i pro-
iare, La seconda volta, d o p o berg, Dorc, S a u t t e r , Halli- al rinnovàixiento tecnologi­ t à all'innovazióne, senza àl- nuove fecriologie, st a dìven-
c h e la ricerca .scientifica ili ce.s;i innovativi incontr^po
I la sconfitta, il «boom» è s t a ­ • dpj^,'Robcrts, e . Ira gli ita­ co, vennero i-itcnute allTni- c u n à frìziiiriè è conflitto, ih- t a n d o k n c h e m e r c e d i espor-
Cìiuppone sia reliitiva'mcntc nelle, società europee; un a-
l o a n c o ra più clamoroso, aiì- liani; Fodclla, Sylos Labini, z.io degli anni cinquanta ' ttiiiiirnnHn il CiCti>nin ' t a t i n n a ì«rA*t: natta :
debole. S c h u m p e t e r infatti nalogo caso di u n giornale
j c h e - p e r c h è - s ' è avvalso - al Zannier, O n i d a ) , peccano, come un f a t t o r e di ritardo, r " o c c u p a z i p n e a vita", c h e nìziative industriali all'este­
ha già a s u o t e m p o spiegalo giapponese (r«A.sahi») non
; contrario di q u a n t o - e r a av­ a l m e n o fino a oggi, nel co­ c h e non conta .solo la scoper­ d a parte degli studiosi occi­ t a n t o peso h a avuto nello ro, i giapponesi vanho svi­
solo non h a incontrato nesi-
venuto in p r e c e d e n z a , - (del g l i e r e , sbl.ian.to atipeitiC im-, t a sCìenlifica, m a la s u a ap­ s u n ostacolo consistente,, m a dentali: lo ricordano K a h n c sviluppo economico del pae- luppando la strategia delle
beneficio dovuto all'assenza portanti, m a non decisivi di plicazione al processo pr,ot l'àinericanó H'alltìran 'ifèl " ' «pfbdùdtìóii-vèhturès» per
c st at o accollo con interes-se
p r i m a , alla ristretta q u a n t i t à ; q u e s t o processo. Co.sì, il mi- duttivo. E ciò hai t a n t o ^ a g J suo «Japan: Images a n d A sua volta T a d a o T a k a - cui nell'assocìursi con altri
c g r a n d e i m p e g n o d a i di­
poi, delle spese militari. Una;' ' to!'del .'«s^pcrsfrutlamenlo» gior valore in un paese c h c pendenti dell'azienda, gior­ Realities». Paradosso della gi, c h e è docente di Econo- «partners» a d iniziative pro-
espansione p r o d u t t i v a basa? , della' manodopera, come ba­ storia contcmpptuiié^, 'del; j j,niiiàVdèlj,Layótó.,rifll|iyni^^ diittiv^e/spqngo.iipf .|,a condi­
di fronte alla m a n c u n J à d i nalisti e no. P e r c h è questa
l a sulle industrie pesànt^v ; se' dèlia presella industriale materie priine, réàgi.scc con l'economia giapponese: versità Hosei di Tokyo, ri­ zione dì a s s u m e r e diretta­
differenza? Doi;e ccr^ji). e
sulla produzione militare e , d i , q u e s t a ; paese, m i t o c a r o u n a industria di trasformar trova u n a rispettajnjptj, i p h t o , .qusin^ òhe 1*^11; oMhi,. degli, badisce . « h e «i. rapporti.sdi mente la gestione del | e nuo-
' logistica, negli anni venti e^ alla siniiitra occidentale c h e ziOnc a d a l l o livellò d i qliali- ' ioc'cidcrilaii apparivano- ele­ lavoro all'interjìo delle; im- ~:\e •.imprese: cosacche viene
neiratteggiamérito spècifico
t r e n t a ; un'ascesa industriale giunse a coniare l'espressio­ là. dei sindacati - c h e comun­ menti di ritardo e costitui­ prese e delle f a b b r i c h e sono^ accolta dai soci stranieri con
contrassegnata d a un'estesa n e dei «ritmi di lavoro alla E ' vero c h c i giapponesi, q u e risulta senz'altro dif­ vano u n a preòccupazione ia base delle relazioni indù- v grande-favore, Vida-la f a m a
e r a f f i n a t a tecnologia c a p a ­ giapponese», si è sostan- nella loro storia, h a n n o sem­ f ó r m e dall'uno all'altro epi- per l'avvenire dell'economia, striali-in Giappone. Q u e s t e d'efficienza di cui gode il
c e di esportare prodotti di"~- ziaimenle ,dis,sollo di f r o n t e p r e dimostralo di a v e r e f i ! :iP(ljo - q u a n t o r|el sislertia giapponese, si sono rivelati, assumono l'aspetto del " sin- «management» giapponese.
> c o n s u m o durevoli in l u n e le alla Successiva ascesa del li- sen.so creativo neirappli(|ar ~ di, reli^zioni industriali (ìcjla alla luce dei f a t t i , condizioni- d a c a t ó d i ' iihiii'èsa'* fidélla E s é ' nei paéSi' eù'rbpèi 'essi
a r e e del mondo, dagli a n n i , vel|pide!,le retribuzioni e dei zione della tecnologia» cotti^ ^cui d i f f o r m i t à il diverso a t - di crescita e di privilegio nei cosiddetta "occupazione a incontrano nella legislazione
c i n q u a n t a a d oggi, secondo ^ 1 trasferimenti sociali regi­ «ammirazione della produ"- leggiijmento sindacale, è una confronti delle economie oc­ v i t a " e del sistema del sala­ e nelle p ra t i c h e sindacali,
' u n percorso ascensionale s t r a l a nel p a e s e del Sol Le­ zione d i qualità», m a soprat;- conseguenza, non la causa. cidentali concorrenti. rio b a s a t o sulla «durata del­ colà vìgenti, un limite all'in­
pressoché ininterrotto.- vante, dove peraltro salari, t u t t o c o m e «capacità di imi- P e r c h è in E u r o p a , e negli Tali f at t pr i sono riscgn- l'impiego», in pili migliofa- troduzione del loro «model­
E ' indubbio c h e a questi stipendi, pensioni e rendite , t a r e m a a n c h e di, modificqrè •stessi S t a t i Uniti, a n c h e s e trabili, in prìmo'luògo, nella mepto, dei salari e delle lo», altrettanto non avvifene
processi d i crescita il G i a p ­ vengono garantiti d a un las- ' e di perfezionare l'origiiia; Mti proporzione! diversa; fin mobilità pressoché inesl- mansioni avviene con rife- nei paesi dell'Asia, c o me la
pone a b b i a a n c h e p a g a t o s ^ d'inflaìsione mollo basso. le», h a osservato Heiimiifi d a i t em pi del «luddisrno», i slente del lavoro, con un si­ rimento all'anzianità di ser- C o r e a e la C i n a , 0 nei paesi
prezzi notevolmente pesanti: . A l t r e > spiegazioni, c o m e K a h n nel s u o libro «L'ascen- c ' è c o m e , una prevenzione stema c h e viene a p p u n t o de­ vizio in una singola impre- del T e r z o M o n d o e dell'emi-
quello della g u e r r a imperia­ quelle c h e v^H'^nn una co­ sion japonaise». inconscia, u n a t t e g g i a m e n t o finito com e «l'impiego a vi­ sa». Egli aggiunge, tuttavia, sfero australe: dove il «mo-
lista, e , d o p o la sconfitta, s t a n t e del «miracolo» nippo­ M a questa virtù tradizio­ panico dei lavoratori di ta», t a n t ' è c h e i giapponesi c h e «per q u a n t o riguarda le dello» gì^pponese viene ac-
quello di un'austerità forse nico neiretiiiiliprio t r a T r a - nale spiegherebbe d a s è ben f r ont e all'innovazione, men- dicono c h e «scegliere un la­ rclazioni industriali in colto e realizzato.
r T pI h e Carìbbean is
Dopor«Internazionale Socialista» a Rio
mare ntwtrum» è , tismo)»,^i;P,u!b,cadsj:e <idajun:
l'IH stttfesi',' l'i poli­ male ad un altro»i uti'iC fas<
tica americana verso lutto il Questa decisione è una mazione
sistema delle Grandi e delle spia del grave disagio in cui sceije per assi
Piccofc Antille. E perchè si trovano i movimenti di li­ aspetti positiv
questo mare caraibico resti berazione esposti al rischio sformazione e

iiSSI ^
di lavorare per nuove classi

oppressione e liberazione
«nostrum», gli U S A hanno s t a r e quelli ne
fatto e fanno di tutto perchè che stanno in agguato per
si può più f u g j
non diventi un «mare rosso». prendere potere e privilegi
ilElilÉlM sull'onda del
11 «caso Cuba» è, d a tempo, al posto delle classi o delle
grandi compagnie interna­ ! Ì É M Ì É S Ì - S I P B » « i 1 8 R ' «quantitativo»
circoscritto, dopo la crisi dei trascina e coin'
1962 ed il ritiro dei missili nialista di tipo cosi raffinato zionali che li detengono og­
loro questa possibilità se­ • Oggi è neci
non poteva essere meglio in­ di ROBERTO GUIDUCCI gi- '
sovietici. I cubani non ven­ condo le modalità da loro mMm PHR fMi. nSPflWW l ' . J biare tipo di r
gono impiegati dall'URSS ventata. E ' quello che è successo
scelte, offrendo anche di ì a i g i p s i s p . » s w . « i ! . » s MI lare i rifleltor
per sostenere movimenti di Di f a t t o i governi france­ munque dominanti p, subor­ so, con il i-ischio della loro in gran parte dei paesi ex^
si, precedenti a quello attua­ dinanti. Si pesca i)(Sl profon­ vita, il processo d i liberazio­
stabilire dei legami con la
coloniali africani e non-afri­ - m tà; è q u e s l a ' c
liberazione nell'area carai­ Pìrancia nel quadro di una blando, che eh
bica, m a, come è noto, nolto le, hanno praticato una poli­ do pei" dare energia ai pro­ ne del loro paese dal giogo cani.
struttura reciprocamente ;1ÌS' non più rinviai
più lontano, soprattutto in tica simile a quella ameri­ cessi di emancipazione. del colonialismo francese». Gli schemi semplificativi,
accettata». 'm meccanismi,
Africa. cana con l'aggravante di so­ Sopra tutto questo emer­ «Non è il minor merito dèlia che consentivano un tempo
Nonostante tutto questo, 'mmmmmmmrn nono alla base
Gli USA praticano una stenere una dittatura fero­ gono alcune punte intransi­ loro scomparsa quello di di pensare che la rivoluzione
genti. Ad esempio, in Gua- bisogna notare che il vero d a compiere e
politica, del tutto banale, cemente fascista (ed anche farvi finalmente prendere e l'indipendenza fossero «di
dalupa esiste l'UPLO (U- sogno (o utopia concreta) versi rispetto
del ricatto economico, d a completamente screditata) coscienza che gli abitanti per sé» positivi e che il resto
nione Popolare per la libera­ delia Guadalupa hanno de­ della maggioranza, deporta­ U n problema
una parte, e dell'intervento come quella dei Duvalier a d si sarebbe risolto poi, non
zione della Guadalupa), cìso di conquistare la loro ta alle Antille, sarebbe di ,appaiono più validi. E non si turale in piii, i
a r m a t o diretto o indiretto Haiti, criticata persino dal tornare in Africa o in India q g S - S g M im m r n !tM
presidente Carter. munita di una radio (Radio indipendenza al prezzo di tratta neppure di utilizzare i iiiÉiffìiiiiiiin Mli miiMjfJI rilevanza, pe:
nel caso in cui qualche isola Tamburo) e di un settimana­ tutti i sacrifici». o nei vari paesi di origine.
Il secondo fatto è che la vecchia formula del compiere scelt
tenda a sfuggire al loro con­ le (L'indipendenza). Ma questi paesi sono già co-,
continuano a d esistere o a Sui muri d j Pointe-à-Pi- «momento tattico» per rag­ pubblico. Un
trollo, dall'altra. L 'U PLG pratica la lotta tre, capitale della Guadalu­ sì sovraffpllati da rendere mimm
crearsi movimenti oppositivi giungere il «momento stra­ più - e di que
La situazione resta fluida. armata, promuovendo di­ pa, si possono leggere scritte impensabile, almeno per o-
S e gli USA, dopo aver un po' dovunque. Fra questi tegico». che si aggiung
sordini e facendo attentati. come; «Mitterrand colonia- ra, il ritorno dei propri figli Le minacce deir«involu- tìttPSta I »
strangolato finanziariamen­ emergono movimenti radica­ tezza della risi
Nel mese di agosto'di que­ liste». fatti un tempo schiavi. Tut­ zione delle rivoluzioni» e
t e la Giamaica, c h e era riu­ li anticolonialisti (anche s e to per sommi i
st'anno quattro militanti del Ma la presidenza Mitter­ tavia, per loro, non è neppu­ quelle delle -nuove dipen­
scita ad avere un governo ambigui) di tipo religioso- movimento sono morti per rand ha mutato la p l i t i c a re semplice diventare ege­ l'tiBll ' M ' un «incubo», o
socialista, vi hanno mandato profetico come quello dei denze dopo l'indipendenza» ,iC un problema a
l'esplosione di bombe che francese verso le Antille. moni nei luoghi dell'ex-
«Rastafariani», d a noi cono­ appaiono oggi cosi gravi da chi tiene i pub'
al potere un partito antico­ stavano tràsportandó. L'U­ Nel «Progetto socialista» schiavitù.
sciuti solo per la loro musica dover valutare con assai s s Questo prò
munista e anticastrista, non PLG ha dichiarato rivol­ si leggono alcune postula­ Un sìntomo rilevante del­
sono riusciti a generalizzare (il «raggae») e niente affatto maggiore profondità i pro­ versa su una t
gendosi al prefetto francese zioni di principio; «Se i po­ la posizione molto comples­
per la loro azione politica della Guadalupa; «Il popolo blemi dei processi di transi­ no della socis
un simile sistema in tutto poli d'oltremare esprimono sa dei partiti progressisti
l'Arcipelago. sovversiva. Questo movi^ della Guadalupa ha perduto zione perchè il proprio fine città, il suo svi
il desiderio di arrivare al­ delle Antille, come quello non venga divorato d a mezzi
Ma, tutto sommato, la mento propone la rottura quattro dei suoi piti valorosi l'indipendenza, il partito so­ della Martinica, che ha co­ vita. Le grand
figli, che avevano intrapre­ impropri.
prevalenza U S A resta, a co­ completa con «Babilonia», cialista al potere assicurerà me presidente Aimè Cèsai- m. aree metropc
Va avanzando la coscien­
s t o di inviare scopertamente cioè con il sistema bianco, re, è dato dalle tre mozioni hanno come
za che, per evitare che i cor­
e illegittimamente «niarìnc- tecnologico e capitalista. Di votate all'ultimo congresso. una città di gr
vi si gettino su «nuovi pote­
sii nella piccola isola di Gre- fatto ha sempre aiutato le La prima mozione basata dimensioni, s
forze progressiste. ri», occorre che una «nuova
nada, che aveva avuto la sua su! motto «Indipendenza e versando tutte
società» sia almeno parzial­
del tutto legittima rivolu-, Si può cosi arrivare a ca­ socialismo autogestionario» 'mrnm crisi. Investite
mente già maturata respon­
zione. In questo quadro, si pire il legame f r a questo ti­ h a avuto il 14,5%; la secon­ mografiche e
po di movimento e le tensio­ sabilmente dentro la vecchia
inseriscono due altri fatti. da, che sasteneva la formula chiamento del
con capacità di autogover­
Il primo è la presenza del­ ni locali legate alla magia. dell'autonomia come lappa ne, da ricàmh
no, per garantire a se stessa
la Francia, come testa di Mentre le ideologie sovra- della lotta per l'indipenden­ economico, da
libertà ed eguaglianza dopo
ponte anche per gli interessi strutturali, come il marxi­ za ed il socialismo autoge­ razione di rei
il momento trasformativo
della C E E . smo, sembrano in decaden­ stionario ha avuto il 24,3%, stamenti che
anche radicale o rivoluzio^
Bisogna ricordare che il za, nuove energie emanano mentre la terza mozione nuovi servizi s
nario.
«Trattato di Roma» specifi­ proprio dal livello sottostrut­ (quella di Cèsaire), che di­ ti, devono anc
E ' qui che le antiche ra­
c a all'articolo 222 che la turale (o psichico) per pro­ chiarava; «Autonomia per la conti con una
dici positive, largamente
Guadalupa, la Martinica e porsi una liberazione strut­ nazione martinichese, tappa di risorse di u
condivise dalla maggioranza
la Guyana sono «assimilate turale (economico-sociale). della storia del popolo della limitatezza, r
oppressa, potrebbero accet­
d e jure» air«Europa dei C a - Tutto questo sconcerta le Martinica in lotta da più di assoluto, quar
tare l'innesto di move radici
raibi», in quanto «diparti­ «logiche» sia americana che , tre secoli per la sua emanci­ di processi emancipativi in to.alle esigenz
menti francesi d'America». francese, come le «religiosi­ !££ '
pazione definitiva», ha avu­ grado di allargare identità sii-problemi ei
Credo che pochi sappiano tà» polacca ed afgana hanno to il 57,9%, cioè la maggio­ Pier Luigi (
specifiche ed esplicazione
che, a distanza di oltre die­ sconcertato e sconcertano i ranza. chitotto e d o
della personalità senza per­
cimila chilometri dal nostro . sovietici. Ma, sotto le «reli­ Una svolta, a destra di niversità di
dere il proprio carattere. Ed
continente, ci siano ancora giosità», c ' è la «logica sim­ Aimè Cèsaire? E' difficile è interessante che questa le­ 1964 al i s s i )
dei «pezzi autentici» di Eu-' bolica» del contrapporre la pensarlo. La sua risposta è zione venga dal Terzo Mon­ l'Urbanistica
ropa, propria identità e la propria che, passando dair«assimi- do, e possa servire molto an­ di Bologna -
• U n a maschera neocolo- «differenza» ai poteri co- lazionismo» air«indipenden- che a noi. riodo principE

Necessaria unadirettivainternazionale
U n gruppo di universi­
tari patrócinàti dal-
r i R M (Istituto di
ricerca e d'informazione sul­
le multinazionali), oggi a
smo commerciale si f a senti­
re sempre più; l'indebita­
mento quale fattoret, che fa­
vorisce l'irivestimento'diret-
to; l'inquietudine e le richie­
Lo diceva Marx: il capitale
ventata una piazza privile­
giata per l'investimento e-
ste^o e anche un importante
punto di partenza per'gli ii(i
voratori delle ytiprgse mulr
tinazionali che i sindacati
vorrebbero veder . adottala
dalla Commissione éuropea.
v^^stjmenti diréhi in Asiài Per quanto riguàrda il,c6i
Ginevra, prepara uno studio, ste sindacali; la l e n t e z ^ del­ per non aver ciéduto al ten­ dice di condotta che le Na­
su «Le imprese multinazio­ l'elaborazione del codice di tativo del protezionismo in zioni Unite stanno elabo­
nali, le strutture economiche condotta d é i r O N U per le materia di investimenti este­ rando per le società transna­
e la competitività interna­
zionale», le cui riflessioni,
basate su progetti di analisi
società transnazionali.
M a procediamo con ordi­
ne. Come hanno fatto le
firme giapponesi per essere
multinazionali si adeguano ri, l'India, in cui continua 4
prevalere una mentalità ru­
rale, «ha perso la coinciden­
zionali resta una questione
; da risolvere: in che misura
le società multinazionali dei
nazionali, sono state in parte za», lasciando passare - se­ paesi dell'Est, controllate
preannunciate d a un artico­ oramai al centro delle di­ di SILVANA PARVOIO condo Saniawa Lall (Uni­ dallo Statò, devbriò èssere
lo di Rainer Hellmann, sulla scussioni sulle operazioni versità di Oxford) - il treno assimilate alle multinaziona­
rivista Eurepargne (Lus­ d'investimento e disinvesti­ investitori esteri non costi-, sempio dove, come in Giap­ stimento estero e come im­ degli investimenti diretti, li occidentali e di conse­
semburgo, marzo 1984). mento delle multinazionali? tuivano più una minaccia e pone, è la politica del gover­ pedire che la ristrutturazio­ come paese di racco) ta e? guenza essere sottomesse al-
Il Giappone - si sottolinea il Giappone, spinto a d inve­ no, e non l'intervento degli ne impòsta alle multinazio­ come punto d i partenza. ladirettiva^
Quali sono le tendenze
- è riuscito a coordinare le stire all'estero ha dovuto investitori esteri, che ha da­ nali dallii concorrenza mon­ 1 sindacati vorrebbero I paesi in via di sviluppo
generali d a essi messe in e-
sue politiche nei campi del applicare una politica libe­ t o il suo orientamento allo diale lion si faccia a scapito che, l'obbligo che esistè nel­ deplorano l'argomentazióne
videnza? A voler essere sin­
commercio estero, dei tra­ rale anche all'interno delle sviluppo industriale, delle filiali che si accoglie la mafgior parte dei 9asii'sul ,dei, paesi dell'Est, per cui,
tetici le seguenti: il grosso
sferimenti di tecnologia e sue frontiere. Dinanzi al «Si capisce più facilmente sul proprio suolo», l a Euro­ pianò nazionale; di informa­ limprese operanti in più pae­
ruolo svolto dalle multina­
degli investimenti diretti; protezionismo mondiale nei - si sottolinea ~ che il più p a come in Canada, il rifles­ re in anticipo i lavoratori in si non sarebbero della stessa
zionali nell'attuale processo Nel momento in cui l'inve­ confronti delle sue esporta­
di ristrutturazione dell'eco- grosso investitore all'estero, so difensivo nei confronti caso di minaccia di chiusu­ natura a seconda che esse ri-
stimento diretto non era an­ zioni (i negoziati d a parte gli Stati Uniti, insista per­ degli investimenti diretti si è ra, di licenziamenti o tra­ Jevino dell'economia di
noìnia; una crescita degli cora autorizzato, l'acquisi­ degli americani e degli eu­ chè a Ginevra il G A T T non attenuato. E, poiché l'inde­ sformazione importante del-' mercato o dell'economia di­
investimenti diretti quale zione di tecnologia estera at­ ropei su accordi di autolimi­ tratti solo di questioni pu­ bitamento ha reso il ricorso l'imppresa, sia consacrato retta, e l'assenza di un codi­
prima conseguenza di u n traverso prese di licenze è tazione e a volte querele per ramente commerciali, ma al prestilo difficile, per i sili piano internazionale e ce internazionale che ne ri­
protezionismo commerciale; stata sistematicamente inco­ dumping!), le industrie tec­ anche quelle riguardanti gli sulta.
nuovi paesi industrializzati è che i rappresentanti sinda­
l'attenuazione del riflesso raggiata, obbligando cosi i nologicamente' più avanzate investimenti diretti». «1 paesi industrializzati ­
sempre più importante atti­ cali delle filiali abbiano di­
difensivo contro gli investi­ produttori giapponesi a pro­ sono state spinte ad investire D'altra parte, dinanzi alla rare i capitali esteri per as­ rettamente accesso, per pre­ si sottolinea - sono meno
menti diretti, in Europa e in curarsi il sapere di cui ave­ all'estero. «/I Giappone, re­ crisi e alla disoccupazione, sicurare la continuità del sentare il proprio caso, alla impazienti. Posseggono dal
Canada; il fatto che i pro­ vano bisogno per edificare centemente ostile agli inve­ le multinazionali sono le processo di industrializza­ direzione centrale della fir­ 1976 il loro proprio codice
getti di cooperazione euro- la loro propria industria. Il stimenti diretti sta diven­ benvenute se vengono ad in­ zione intrapreso. Natural­ ma multinazionale..In mate­ d e i r O C S E per le multina­
americana, euro-giapponese processo di liberalizzazione tando partigiano non solo vestire in un paese. Oramai m e n t e - si sottolinea - le ria - si sottolinea - c'è d a zionali, che.è stato adottato
e americano-giapponese so­ degli investimenti diretti è dei libero scambio itia della «importa meno proteggersi tecniche per sedurre gli in­ seguire la sorte della diretti­ su una base volontaria e che,
n o diventati la regola nei stato intrapreso solo alla fi­ libertà di investire!». E c ' è contro l'influenza estera che vestitori esteri sono varie. E va Vredeling sull'informa­ con l'uso, ha dato finora
settori in cui il protezioni­ ne degli anni 7 0 , quando gii chi lo imita; la Corea ad e- sapere come attirare l'inve­ se Singapore è oramai di­ zione e consultazione dei la­ buoni risultati».
Pagiiia 9
Mercoledì 17 Ottobre 1984

«Si ® ittualita e cultura


Un nuovo librodi Pier Luigi Cervellati
• 4: a !Wcfètèts, in#? s f a idei iprogeMc diiifceu peW • g a m e n t o dell'urbanizzato, intersca|tibi,(j;,sarà una delle
uti'af'fasé à i ' t r a s f o r - del c e n t r o stofléb, ntei'sùb d i u n f evoluzione'®sen/.a più''sigiiif!givlj^i(:,' risul^nzrf'i'
mazione. Qunli le nuovo libro »La c i t t à post­ produzione di nuova edili­ del r e c u p e r o u r b a n o e d edi­
M i
s c e l i e p e r assecondare gli industriale» ( Soci et à Edi­ zia. O c c o r r e r à mettersi lizio, f a t t o di r i e m p i m e n t o
w
HÈit'We a s p e t t i positivi della t r a ­ t r i c e 11 Mulino, Bologna, quindi sulla s t r a d a di ritro­ dei vuoti creati dello svi­
sformazione e per contra­ 1984) compie un'articolata vare i confini della città, di luppo qua ntita tivo senzii
m m m m
s t a r e quelli negativi? N o n denuncia degli aspetti ne­ ricercare una sua specifica .soste. dall'allargamento


si p u ò più f u g g i r e in a v a n t i
sull'onda dello sviluppo
•quantitativo» c h e t u t t o
t r a s c i n a e coinvolge.
- O g g i è necessario c a m ­
gativi del presente, e t e n t a
di individuare le soluzioni e
i t e m i per reiilizzare la ri­
fondazione delle nostre cit­
t à . A c m e , ironia, s a r c a s m o ,
le nostre città identità.
A n c o r a , considerare e
valutare l'ambienle nel suo
complesso, c o m e un bene
collettivo. La città non do­
urbano, e f a t t o del riutiliz­
zo e rivalorizzazione di .
contenitori esistenti, oggi
a b b a n d o n a t i o dequalifica­
ti.
b i a r e t i p o di risposta, p u n ­ giudizi secchi e t r a n c i a m i : di FRANCO HEGLÌ ESPOSTI vrà più racchiudere al suo La città post-industriale
t a r e i riflettori sulla quali­ con questi ingredienti la interno il suo estremo op­ 0 c i t t à del recupero e . se­
MetsiBRMrtjiIffi)!} tà: e q u e s t a ' c h e sta cam­ lettura; oltl-e'che m o l t o in­ posto, bensì sarà il «territo­ c o n d o Cervellali. una città
b i a n d o , c h e c h i e d e risposte teressante, è a n c h e diver­ rio n a t u r a l e parco» a circo­ a m b i e n t e c h e si costruisce
non pili rinviabili. E criteri, tente. Finché, talvolta, tra­ scrivere nel s u o a m b i l o su se stessa. Una città in

l^:|S2lSSSlS m e c c a n i smi , logiche c h e


sono alla base delle scelte
scinati d a l "divertimento, ci
sorge il d u b b i o c h e si sia
l ' a m b i e n t e costruito.
Cervellali conia uno slo­
definitiva, t u t t a da inventa­
re p e r c h è già inventata: già
d a c o m p i e r e diventano di­ s u p e r a t o il m a r g i n e del ri­ g a n : il progetto del terrilo- presente. R e c u p e r a r e in
versi rispetto al passato. s p e t t o d o v u t o a tesi diverse, rio è il progetto di parco, definitiva vuol d i r e restau­
U n problema politico-cul­ a n c h e se considerate erra­ c h e coinvolge t u t t o l'am­ rare, c h e a s u a volta signi­
ISSS te. biente e t u t t a la collettivi­ fica c non è questione
Ì S W M » S ^ ' < t u r a l e in più, e d i notevole
llM Il p u n t o - dolente - dal tà. m e r a m e n t e terminologica,
ssssss; iiSR-
Far
rilevanza, p e r chi d e v e
c o m p i e r e scelte d i interesse q u a l e Cervellati p r e n d e le Cervellali propone di bensì dì sostanza, sottoli­

•ssaas i.sa
K.W
pubblico. U n p r o b l e ma in
più - e di q u e s t a p o r t a t a -
mosse è il r a pport o tra in­
dustria e «nuovo» u r b a n e ­
nuovo a n c h e un'idea da
l e m p o tr a sc ur a la : la realiz­
nea Cervellali
L'equazione: recupero u-
reslituìre.

simo e cioè lo sviluppo pa­ zazione di un o.sservalorio guale a con.servuzionc. con­


c h e si a g g i u n g e alla ristret­ pubblico, museo della città;
rallelo t r a la società, indu­ servazione uguale a risa­
t e z z a d e l b risorse. Descrit­ «Osservatorio reale della
striale e l'esigen/a. consi­ namento/restauro. restauro
t o p e r s o m m i capi è q u e s t o città c luogo p e r m a n e n l e di
d e r a t a dai più necessaria, u g u a l e a restituzione, porla
u n "incubo», o per lo m e n o d o c u m e n t a z i o n e del passa­
d i costruire u n a diversa a definire la duplice a p p a r ­
u n p ro b l e ma assillante, p e r
.struttura u r b a n a . N e è con­ to e del presente urbano. Il tenenza ideologica del pro­
c h i tiene i pubblici poteri.
seguito il radicarsi del con­ museo della città, quindi, g e t t o di recupero. Progetto
Q u e s t o p r o b l e ma ai ri­ a n c o r prima di essere u n c u l t u r a l e in q u a n t o finaliz­
vincimento dell'esistenza di
v e r s a s u u n a t e m a t i c a per­ un modello dì città c h e . in­ luogo di esposizione o di z a to al consolidamento del-'
n o della società civile: la d i p e n d e n t e m e n t e dalla s u a contemplazione, e ancor la idi;niilà storica, delle ra­
PfflSSi'Kat'fW c i t t à , il s u o sviluppo, la s u a origine, fosse in continua prima dì.costìluire un cen­ dici se m a ntic he di un de­
m a , con la s u a capaci t à di generale, il disegno dell'a.s- nuova ••(rovata- del posi-
vita. L e g r a n d i e le piccole m u t a z i o n e f o rm al e e in co- t r o dì documentazione, t c r m i n a t o a m bie nte : leso a
intervenire .solo a posterio­ setto u r b a n o co^ntempora- moderno.
mtm a r e e metropolitane, c h e , s t a n t e trasformazione so­ dev'essere inte.so q u a l e luo­ rispettare il «carallcre» e lo
ri, quindi senza program­ neo, rispettino l'ambiente Le soluzioni. Inlanlo, vo­
h a n n o c o m e p u n t o focale ciale; i n so mm a un organi­ m a , con gli e f f e t t i forte­ preesistente, le s ue stratifi­ lenti 0 no, il progredire dcl- g o di formazione e speri­ •spirito» del luogo. Proget­
una città di grandi o medie s m o in continuo movimen­ m e nta z ione dell'assetto ur­ to economico e sociale per
m e n t e contraddittori c h e cazioni, la sua,,storia plurì- ' 'Ici sviluppo u r b a n o e d edili­
dinnensioni, s t a n n o a t t r a ­ to. bano. Il m u s e o della città ó evitare c h e il b e n e / p a t r i ­
produce, invece di «regola­ secolare, la s u a cultura ma­ zio è destinato a d arenarsi
versando tutte una fase di D a u n a c i t t à senza, di­ re». U n e s e m p i o e c l a t a n i e teriale. i n d i p e n d c n t e m e m e dai l'at­ osservatorio civico o labo­ monio siìi dissocialo dalla
crisi. Investite d a stasi d e ­ stinzione t r a c e n t r o e peri­ di questi ultimi - secondo ratorio progettuale, o f f r e la collettività, con cosli infe­
M a i c h e l'insediamento tori strutturali c h e si tra­
m o g r a f i c h e e dall'invec­ feria si è passati così, se­ Cervellati - è s t a t o il «de­ possibilità di intervenire sui riori rispetto a quelli della
p r e n d a in considerazione le s f o r m a n o con il m u t a r e del­
c h i a m e n t o della popolazio­ condo Cervellati, a d u n a c e n t r a m e n t o urbano», ca­ la,, società c dal principio, processi decisionali, perche dislruzionc/soSlituzibne. L
preesistenze edili,; q u e l l è
n e , d a r i c a m b i o sociale e d p e r d i t a d i confini, a d u n a vallo di battaglia della pia­ spe.sso rimosso, di dover ri­ nniUe l a colletlività in gra­ per f u g a r e q u a l c h e perdu­
storiche e t a n t o m e n o quel­
economico, d a u n a prolife­ perdita d i specificità della nificazione u r b a n a e terri­ le d i tipo colonico e produt­ s p a r m i a r e sulle scarse ri­ d o dì sapere le stesse co.se r a n t e equivoco. Cervellati
r a z i o n e d i relazioni e spo­ c i t t à .a t t r a v e r s o u n a omo­ toriale degli anni ' 6 0 e '70, tivo. . ; (se non dì più) di coloro precisa c h e qùeshi discorso
sorse esistenti. P a r t e n d o d a
s t a m e n t i c h e richiedono g e n e i t à / g e n e r i c i t à d i solu­ sfociato in u n concentra- M a i » c h e .sia ri cercat o questa convinzione Cervel­ c h e d e t e n g o n o il potere de­ vale per t u t t a la città, c h e
n u o v i servizi e nuovi asset­ zioni) attraverso u n a pror m e n t o edile. q u e f «genius loci» c h e per­ cisionale. In que sto senso è • non deve avere p_iù confini,
lati vede l'inesorabile de­
ti, d e v o n o a n c h ' e s s e f a r e i duzione c o n t i n u a d i perife­ N o n m e n o velleitaria e seceli h a c a r a t t e r i z z a t o e una s t r u t t u r a rivoluziona­ c q u i n d ì ' n e a n c h e quelli) Ira
clino e il conseguente ne­
conti con u n a disponibilità ria. U n o sviluppo, q u a n t i t a ­ s t r u m e n t a l e si e di m os t rat a contraddistinto un inse­ ria... c h e accelera la messa c e n t r o storico e periferia.
cessario a b b a n d o n o c o m e
d i risorse d i u n a s o f f o c a n t e tivo, senza sosta, senza poi - s e m p r e secondo l'au­ d i a m é n t o u r b a n o dall'al­ già è avvenuto in altri paesi in crisi del modello tradi­ P e r Cervellati, solo se­
limitatezza, non t a n t o in rimpianti culturali. Di q u a ­ tore - la ricerca della co­ tro». E ' q u e s t o u n o dei vari dello s t r u m e n t o d i P i a n o zionale di sviluppo». g u e n d o questi indirizzi ge­
assoluto, q u a n t o in r a p p o r - le s t r u m e n t o diabolico, di siddetta «partecipazione» s f o g h i - d i Cervellati. nello Regolatore;. il • p r o d u t t o r e Il principale «segno» ca­ nerali, la città post-indu­
to.alle esigenze c h e d a q u e ­ q u a l e «arma spaziale» ci si popolare - a l t r o cavallo d i . svolgivnento d i un'analisi .di periferia» è d e s t i n a t o a ratteristico della città post­ striale non avrà le s t i g m a t e
sti-problemi e me r g o n o . è servili p e r raggiungere battaglia di quegli anni - critica in verità un . po' finire coi):Ja prossima f ine industriale sarà secondo, della congestione c della
P i e r Luigi Gervellati, a r - q u e s t o n e f a s t o risultalo? 11 alla stesura del P i a n o R e ­ spietata - dell'urbanistica della società industriale. Cervellati quello della ^ pazzia. Tesi ardile'.' .Tesi
c h i t é l t o e d o c e n t e d e l l ' U - Piano Regolatore. Il Piano golatore: l'unica cosa c h e italiani;; dei suoi attori , -fiifatt.i, secondo l'autore, '. m a n c a n z a d i .. recinzioni; avvcniri.s.liche? Tesi ulopi-,
n i v e i s t a di £|ologna( d a l Regolatore con i suoi stan­ r i m a n e sono i centri civici, principati, .gli architetti, .a u n f a t t ó r e detei'mjnànlc., a (qui l'industria, là il com- che? Tesi, in, ogni m o d o
1964 al 1980 assessóre a l - d a r d . - «famosi e misterio-- monumenti/nieinoria di s u o p a r a r e investiti diO'ùna c ui prima 0 poi bisognerà .mercio, .sopra la residenza, . s t i m o l a n t i , c h e valgono
r U r b a n i s t i c a del C o m u n e - s i " confie li definisce Ger- q u e s t a esperienza. •furia di «sòstituzione e ri­ raiiscgnarsi. e quello d i u n o sotto i servizi, ecc.,.): le a t ­ , u n ' a t t e n t a lettura (che è
d i .Bologna • e. in quel; pe- • . vellati - con il s u o «zoning» «Mai c h e la progettazio­ costruzione», E nulla c a m ­ sviluppo senza sviluppo;r.di tività e le funzioni s a r a n n o , poi a n c h e piacevole, c o m e ,
riodo principale protagoni- c h e r e n d e l ' u o m o un auto­ ne di q u a r t i e r i , e , più i n bia i - a s u o p a r e r e - con la u n a "crescita senza allar­ mtcnscambiabilii e questo le avventure dei monelli).

tJna mostra dèll'artista a Venezia


le imprgse mul- chiama Naturale rapprcscntaz,iqnc . mcntàle ...
ksc«(ia\TiM(" l'ultittia che ne abbiamo». S i a m o
che' i sindacati
veder . adottata
lisslone 'éuropea,
' m o s t r i dì Mario Schi­
f a n o organizzala da! Circolo
Artistico nel Palazzo delle
n<<natur£Ùb fuori da un legame preciso,
con 1 rcferenle. siamo oltre
la concezione dell'arie come
10 riguarda il.^ói
l o t t a che le N a -
; stanno elabo-
società transna-
Prigioni Vecchie di Venezia
e allestita in collaborazione
con le Gallerie Bergamini
sconosciuto» mimesi. «Nella p a n e alla
del q u a d r o riconosciamo
perfettamente il blu. che po­
tr e bbe essere quello di un
di &hifano
1 u n a questione Diarte di Milano e Rava-
gnan di Venezia. Il catalogo, ciclo, qua e là conlrasiato.
: in c h e misura
edito dall'Elecla, presenta diluito, e in basso il verde
ultinazionali dei
d u e lesti del curatore Alain nelle sue qualità dal chiaro
Est, controllate
C u e f f . Schifano, dopo i allo scuro, e ancora il rosso,
, devono' èssere ' di lAURA CHERUBINI ~
«monocromi», i «particola­ c h e potrebbe èssere quello
Ile multinaziona-
ri», i «paesaggi», le citazioni di un fiore. Ma, sia in allo
ili e di conse­ gurativa di liberare il colore, soli e queste piogge non sono
dalla storia dell'arte e d a se c h e in basso, c'è anche un
re sottomesse al- se il materiale è ' a p p l i c a t o quadri astratti, nè rappre­
stesso,, continua a esplorare tocco di verde sul blu, e c'è
direttamente dal tubo, la li^ sentazioni di qua nto è indi­
le possibilità della superfi­ una striscia blu che .solca il
via di sviluppo beraziòne del colore e la sua c a lo dal loro titolo, e neppu­
cie. Superficie che per Schi­ verde. Le dominanti non ri­
'argomentazióne produzione come non-fìgura r e tracce della memoria o
fano è dominata d a colore e spettano alcun criterio natu­
ell'Est, per cui, , divengono sicure ed evi­ m e ta f or e in forma di varia­
movimento. Il dinamismo è denti. La materia pittorica ralistico. E tuttavia la com­
ranti in più pae- zioni sul t e m a della natura»
interno al quadro, m e n t r e la spremuta dal t u b e t t o sulla binazione dei colori è giusti­
bero della stessa ( C u e f f ) . Non si tratta dun­
forza della pittura s parge i tela diviene traccia imme­ que di pittura astratta in ficala dal divenire colore
onda c h e esse ri- colori dappertutto. della pittura-materia». Si
diata di un gesto a volle senso proprio, perchè una
l'economia di S e nelle opere prodotte tratta di libere combinazioni
quasi meccanico e ripetitivo, immagine comunque si con­
ell'economia di- intorno agli anni '8() il colo­ campione di colore contrap­ di pittura che seguono un
figura, perchè siamo lontani
enza di un codi- re sfuggiva al contenimento posto ad altri e segno con un ritmo naturale di prolifera­
dall'asettico rigore dell'a­
onale c h e ne ri- del segno accampandosi proprio corpo e spessore. 1 zione, crescila, respiro. Lo
strazione, perchè una im­
sempre oltre questo grazie segni colorati non indicano sfondo è f a t t o di pittura che
magine vivente pulsa nel
ndustrializzati - al movimento; ora segno e l'erba, il fiore, il c a m po, ma . cola, sì espande, sale tra va­
quadro. «D'altronde non è
1 - sono m e n o colore coincidono in un og­ si fanno erba, fiore, campo, pori dì colore, ma su questo
nemmeno pittnra figurativa,
Posseggono dal getto dinamico. S chi fano costruiscono un giardino di non è traccia di una memo­ fondale sì stagliano i tocchi
proprio codice applica infatti sulla tela tu­ pittura. ria poiché è. decisamente o- densi e squillami dei colori
per le multina- betti di acrilico, senza la «Una volta esclusi l'asso­ rienlata verso il presente, e dei tubelli. Sono proprio
è stato adottalo mediazione di altri strumen­ luto e il caso, e scartala la non è metaforica dal mo­ questi segni a emergere in
volontaria e che, ti. Secondo C u e f f , che ri­ decisione concettuale, è evi­ mento c h e il riferimento superficie e a galleggiare
ha d a t o finora prende u n a idea di Damisch d e n t e che questi c a m p i di fornito dal titolo è abba­ quasi nello spazio della pit­
ti». sullo sforzo dell'arte non fi- pane, questi giardini, questi stanza vago da dissipare la tura.
Pagina
Mercoledì 17Ottobre 1984
10
Tlie
Econoniist
documenti

Stampa
IlMessaggéro t m w i f e s i r M o t t i d'idonnor
nuovo Spellman

Scandali USA: si rievoca


e gioco al il fantasma
massacro dell'intollerataa
U n altro scandalo,
veroi faslillò o pilo-
lato si abbatte sul­
l'opinione pubblica dalle
pagine dei giornali. Dei
poche righe riassume c h e
cosa è i ' I R I , c h e cosa do­
vrebbe essere e che cosa in
realtà è diventato visto c h e
«vanta» u n deficit di tren-
C ® è un fatto nuovo •
scrive Le Noiivt'l
Ohservateur - nel­
la campagna elettor,ale ame­
ricana: l'entrata in lizza del­
baltuto, che contro quei
membri delta Camera e del
Senato il cui mandato ter­
mina con quello'dei presi­
dente. E sono duo italoame-
«fondi neri IRl» si era par­ latremila miliardi di lire. la Chiesa caUolica. Non che ricanv caUolici, itt due figure
lato svariati anni f a nel cor­ Come tutti sanno Tlsti- le posizioni del cattolice,Si­ dominanti, con il sindaco,
so di un'inchiesta giunta luto per la ricostruzione mo americano sull'aborlo del Partito democratico a
siano state mai differenti da New Yorl(, che sono dovuti
quasi alla sua archiviazio­ industriale è una delle più
quelle che il Papa sovente passare ai contraltacco; Gc-
ne, m a un dossier anonimo grandi holding europee. ruldinc Ferraro, candidimi
ha spedito in galera d u e al­ ribadisce, ma esse non ave­
Esso controlla la maggio­ alla viceprcsidenza, e Mario
vano mai portalo i capi della
ti manager di imprese pub­ ranza dei pacchetti aziona­ Cuomo, governatore delio
Chiesa airierieana a prende­
bliche: Calabria e De Ami- ri posseduti da società di re posizione per il Partito slato. Ambedue hanno trac­
cis. Altri sono stati indiziati diritto privalo. 1 suoi diri­ repubblicano, Ora, questo è ciato la linea che deve supe­
d ì reato e nei prossimi genti si sono proposti d i a- quanto ha 'fatto Testate rare le convinzioni privale
giorni seguiremo gli svilup­ dottare, nella gestione delle scorsa il nuovo arcivescovo degli individui e il loro ruolo
pi di quella c h e globalmen­ varie imprese, la logica del di New York, mons. O'Con- .pubblico.
t e Vittorio Emiliani sii / / profitto tipica delle aziende «Sono intrappolati» d«) loro s t m i missili l'aquila «mericam e l'orso russo, tanto da non poter più nor, affermando di non ve­ L'intrusione. spettacolare
Messaggero definisce «una a conduzione privata e di addivenire a un controllo sugli armamenti nucleari? No, risponde l'Ecoaomist, perchè sia USA che dere come uncattoiitìo ame­ della Chiesa catloìica nello
non possano proseguire all'Infinito la corsa a dilapidare le lor? economie politica americana non in­
autentica guerra per ban­ tener " cOnto nello stesso ricano potrebbe votare per
un candidato sostenitore dei quieta soltanto il Partilo
de» tempo, dei superiori inte­
diritto all'aborto. democratico, ma tutti i libe­
La questione mdrale, va­ ressi dello sviluppo econo­ rali. Essa resuscita nella co­
le ripeterlo anche in questa mico nazionale. L'essenziale della carriera
dei nuovo arcivescovo si è scienza nazionale, qui e là.
occasione - spiega Emiliani Ottimi i propositi - scri­ lo spettro dell'intolleranza
- è problema grave e serio
e pesa sullo sfondo delle vi­
cende italiane ponendo in­
ve Piazzesi - cattivi i risul­
tati. L'indebitamento del­
l'ente presso istituti di cre­
Cavalcando la tigre compiuto nell'esercito, dove
egli ha servilo come cappel­
lano delle truppe americane
romana e il vecchio riflesso
dell'antipapismo. I prote­
stanti hanno fondato la na­
per quasi ttent'anni. dalla
terrogativi talvolta inquie­ dito italiani o stranieri è sa­ zione su questo credo e que­
Corea al Vietnam, per finire sta passione, e gli et^rci^ ve­
tanti. M a c'è anche un ri­ lito a trentatremila miliar­ con il grado di ammiraglio.
schio altrettanto grave e di. Lo scorso anno ha chiu­ nuti più tardi, ne J a n n o
Partigiano della politica mi­ raddoppiato il ricordo. In un
serio,"quello cheidieti-o la so con u n deficit d i bilancio litare di Reagan, egli è in editoriale insolitamente po­
facciata della questione di tremila miliardi. minoranza sotto questo a- lemico, il New York Times
morale esploda un autenti­ «All'interho di una A m ­ spetto nella C)»iesa>cattp)ica ha ammonito i'vescovi che a
c o tiro a segno: al leader o ministrazione così disinvol­ amerìcana< che è favorevole voler tirare troppo la corda
a i partito di turno. Non è e- ta p u ò darsi benissimo - a un congelamento nucleare. FÌ.4ChiàV8nb di fa'r'pérdere al
sagerato paventare «lin'au- prosegue l'articolista - c h e 1^' chiartJ?;i:hc tra il card. loro gregge la piena cittadi­
' t d n t i e a jgUerrà pél' bahae». d u e alti dirige'Àti'Gabbiano Barnardin, arcivescovo di nanza così recentemente
Chicago, testa di fila dei li­ acquisita. Resta che ciò che
Ciò c h e f a riflettere - falsificato i bilanci di d u e
berali, è lui, non ci sono mai f a la forza dell'arcivescovo
prosegue l'articolista - po- società, per creare in que­
stati rapporti. Ma, < dal mo­ di New Yorit, nella situazio­
.ìiticatiiénte,' è f u s o cinipo sto modo fondi neri per mento che occupa il seggio
dei dossier anonimi, cóme qualche centinaio d i mi­ ne attuale, è c h e egli non c-
episcopale di New York, è sprime, ai margini di una
avvertimenti, come segnali liardi». I d u e arrestati do­ lui ad apparire come la figu­ società ostile, la voce isolata
minacciosi, e come vere e vranno certameme pagare, ra di punta del cattolicesimo della Chiesa cattolica sul­
proprie bordate distrMttiye. qualora si accerti la veridi­ americano. Allo stesso po­ l'aborto. Egli la inserisce ai
Questa nuova girandola di c i t à delle accuse loro rivol­ sto, il card. Spellman aveva contrario in una v^t^icoali-
colpi viene a c c e ^ i a i l a vigi­ te. M a è chiaro T scrive avuto, negli anni cinquanta, i!Ìone congfrvalrice.che si è
lia di quella corsa a l Quiri­ Piazzesi c h e va messo la stessa iiitmagin'e^ benché formata per mantenere
nale c h e minaccia così di sotto accu-sa un certo modo fosse meno brillante del iiuo Reagan alla presidenza. E'
trasformarsi in u n autenti­ di governare. attuaie.successore. - questa coalizione eterogenea
c o gioco al massacro. In al­ E' ormai i .intollerabile Di colpo, l'attivismo'del­ ma potente, unificata dalle
l'arcivescovo di New ' Yorit immagini forti dell'identità
tri paesi democratici ci si quel sistema c h e h a con­
contro l'aborto e la decisio­ nazionale, che si appresta a
b a t t e per Id più alte cariche sentito a un singolo ente,
ne della Corte suprema del vincere le elezioni. (1 rischio
dello S t a t o a colpi di ditelli anche se d i enormi dimen­ 1973 è apparso come lina è di rievocare un vecchio
televisivi. Qiii spesso c i si sioni, di indebitarsi per minaccia supplementare: pier fantasma della storia ameri­
batte a colpi di dossieK ti'éntatrèrnila . .miliardi. il Partito democWtico. Me- cana: la tirannia della mag-
X'indeblfameniò llll, e su­ no contro M'óndalé,'dc(nside- .|ioranza, ch^ potr^hl^ ave-
LaStamp» periore, a queÌ|o cpntral.to Finché dura 7 <|i^e H presidente ùlvàdoregnó Dmrté caVaHiiMo la'-iétida ilénà tigire (1 milltaHiì' tIO' ràto un^^''^<àppèrfirftj5. a 're le sembianze ^eirintolle-
Gianfranco l^fazzèsi in dal governo jugosìavó' , ^ la decisioiw di iniziare i>ndial<f|è con la guerriglia " torto o ragione; coftle già

i o m e fei'i^are Denis con()bi^ttenlc degli Sladi in- «Joùarinti, tu .sèi dafinoSo per propri dirittj^Mà chf c'è alle
Jóùahnè; giotatofe di somma, , giugìjo |9'f3 tuttd il ' è'alcio francese»; spalli di Denis? Scmbi-ereb-
;'calci,o,j papitanO del- firma uri contrailo che lo, le­ Inchiesta «Joiiànne, se attacchi Sa­ be nessuno; a partó' naiu-
l'Olympiquc d'i^lès aax Ce- ga p^r. Ire anni airOljfmpi- Y v ò n n eL e V a i p i l à p t NouveI doul, ciò si riperclu'oferà su ralmente" il suo avvocato. 11
venncs (OAC), énlrato in que d'Alcs, sqiiìidrà che di te coriie uri bodmei'ang»; nuovo capitano . d^ll'Ol-
ribellione aperta con. il suo gioca in seconda dìvi.sione; O b s e i T a t ^ > suic a s o I ^ n i s JouaiUK «Il calcio è lin mondo con le ympique d'Alès ha dichiara­
club al quale, R legatO; da . 20 mila franchi a l mese più i sue leggi, e .iiqri deyoiio. esse­ to che quejlo cWe st'à^avVe-
contratto per altri due anni? premi. Quando la stagione re trasgredite». Mà Denis nendo non è normale, ma i
Come neutralizzare, questo calci.slica comincia Denis e
guerriero solitario, che ha nominato capitano. Ben pre­
Irasgredilo le leggi del mon­ sto però è coslretto a fer­
Calciatore «ril^llle^ non cede ad alcun compro­ giocatori noi) hanno assunto
mésso,' ÀII4 (lì Wà^di (settem­ nessuna posizione ufficiale,

mette in crisi
bre ricevpjUna lettera.^he L'Unione nazionale dei cal­
do calcistico e fatto venire a marsi a causa di dolori agli" niette ftnè:» al.; saojgQriipìf}^- ciatori professionisti ha di­
adduttori. Consulta il pro­ DÈ ìdc A portare lf suo éaso chiarato solidarietà;|l gioca­
galla alcuni dei vizi nasco.sti
fessor Imberl, a Saint-E­ ; da' ni lli\ cftii(imj^5ÌO|i5 di tore ribelle, e d i snoi 'diri-
dello sport più popolare in tienne, il quale consiglia
Francia? Qiiestà è la do­ rintervenio chirurgico., I »,Leg lu qu^ls'ipljòlii,;,pli­ genti i r a n n o tu,ui, predenti
chi r ne mpctenle a giu- ad Alès, l'S. novembre, da­
manda che dà due mtsi 'si suoi dirigenti però rifiutano, diciire. I l nostro uomo si ri­ vanti al collegio dei probivi­
poligono i dirigenti dèlI'OI- ,chied,opo ti| giocatore di por-
ni.slica,' ma trovauria .sgradi­ narsi da solo; non ha neppu­ ne. Intanto il ca.so'comincia volge allora' alla giurisdizio­ ri, ma anche qui nessuna po-
ympiquc. '• -larft,^ . ,tBr,mj5\CiJ'rt pÉagiqoe,
ta .sorprcsa:ilipprende'di non re^ diritto all'armadietto per - a scuotere le colonne del ne civile, e cita il club da­ ..sizjpne, tifficiafe.' _ '
" ' ' t'Elffare, ' 'th'e''' interessa ' così da poter c,ii!ic.re. cc^qlo vanti.afcòllegi9 dei probivi­ . . E ijtiora'per chi, iita jot-
anché la Fèdera/ione Calbi- ad altra società, e solo, suc­ far più parte dcH'effettivo riporre i suoi indumenti. A- «palazzo» calcistico france­
della squàdra.^Comincia al­ bita con la moglie e due figli' se."11 presidente della Fede­ ri. Oggetto: rotiùfa-antici- landò Denis? E^li dice che
stica Franctóé, la Lega ria­ cessivamente farsi operare. •pata di contrailo di lavoro. vuol servire d'esempio, per
zionale dei club professioni-, B \ questa, una,, pratica cor­ lora l'incredibric sequela di in una casa vicino Ninies, razione, Sadoul, e decisa-
minacce, di lettere racco- ma là Sila società preleiitìe niiinte preoccupato, m a tion Il suo avvocato; insieme con evitare che in ^futuro,, altri
sii, ed il sinda'càti) dei càjpia- rente ne) mondo,d,el calcio, quello dell'Unione nazionale giocatori vengarii) a tróvarsi
I mandate, d i telegrammi e di che viva ad Alès, è costretto interviene ufficialmente.
lOri, e bànalìssimo: ' IJenis iTiil ppnifi ri'fì.iila. sdegnato, così ad affiliare ùiìa roulot­ Preferisce servirsi di inler- dei calciatori professionisti, nella stessa situazione. Cer­
: soprusi, 'Denis, a diff^ijn/.a
Jouahne, (35 pìirtitc di.s'pu- mai é'pol ,m;(i|SÌ presterà ad , degli ijlJri, giocatori, deve te. - .riiédiàri, E cosi tutta una .se­ reclama 480 mila frpnchi'^a to è che il mondo del calcio
tate in prfrtia divisione, più una tale «combine». Si i-cca comprarsi da .solo gli,indu­ lì giofcalorc tìecidé à'qbe- : rie dì emi.ssari sbarcano ad titolo di (jiang^tpj.^uajl.agno, ha subito un forte scossone.
di 200 in .seconda, si è gtia- a Sain-Etirnnc c .si fa ópera- menti da gioco; convocalo sto punto di affidars'i 'àtl un 'Alès, presso Denis, per ten­ . e 500 miiiaii'raiic^iiP.er flaiini Il presidente Sadoul ha di­
dagnato negli anni scorsi fc- ^gli allenamenti mattina e ufficiale giudiziario, il quale tare di convincerlo a desi­ ed interessi completnenlari. chiaralo: «il football france­
una reputazione di difensore Torna il 31 luglio, perfel- sera, spesiio non trova nes­ comincia ,a recarsi regolar­ stere dal suo atteggiamento. Mai, prima,, un calciatore se è pulito». Resta ria salva­
solido, atleticó; focoso, im­ laniente giiijrilo cU in grado suno, né. allenatore n,è colle- mente ad Alès per consmta- Il felefbno del giocatore si era spinto così lontano nel re l'onore perduto di .louan-
pulsivo p un po' rude. Un di riprénuerc!' •'Uivilà à'go- ,gh,ij ed è cu.slrclto ad alle­ rc di persona' ciò che avvie­ . .squilla .senza tregua: lentatiTO di far riconoscere i ne Denis.
t^^ùahUf Mercoledì 17 Ottobre 1984
Pagina 11
Inteivento
Assetto del territorio e
M . Lenire nel nostro
P a e s e Taspcttativa - o piut­
indicazioni della Costituzione coli - c h e i comuni volessero
imporre alla libera disposi­
leggi or ora menzionate,
c o n f e r i t o il n o m e d ì « c o n c e s ­
tare u n meccanismo di e-
spropriazione per pubblica
tosto l'esigenza ~ di serie, zione di determinati beni sione» a qualsiasi autorizza­ u t i l i t à c h e si r i f a r e b b e in
incisive r i f ó r m e istituzionali
s i s t a l e n t a m e n t e nva s i o u - . Una proi^stas privati, ih vista d i f u t u r e uti­
lizzazioni pubbliche con­
zione a costruire (già d e t t a
"licenza edilizia») subordi­
p a r t e a l l a l e g g e d e ! 15 g e n ­
n a i o 1 8 8 5 , n. 2 8 8 2 , « p e l ri­

espmprìazione per
r a m e n t e f a c e n d o s t r a d a , si t e m p l a t e d a piani urbanisti­ n a n d o n e il r i l a s c i o a l p a g a ­ sanamento della città di
avvertono inequivocabili se­ c i - f o s s e operante, s o l o c n - m e n t o d i un contributo agli Napoli» (art. 13). Vorrei
gni d i s a z t o j ^ e fastidi^ pei , tj-o p r e c i s i J i m i t i d i t e m p o oneri di urbanizzazione sop- c i o è proporre all'attenzione

puooffca ubbta
r i g ó i i r d i d c H e c o n s u è t e , più superioH'a cinque an­ pOTtmittlab c a m u t t ^ ; - , f o i ( o h i d e l l e f o r z e p£>lj^ij®hi|>^spop-
o m e n o acrimoniose polemi­ n i ) c h e i c o m u n i doves-sero al v e r s a m e n t o d i un ulterio­ sabili la seguente norma,
c h e e più 0 m e n o astute e osiicrvare p e r l ' a t t u a z i o n e re i m p o r t o d a determinarsi c h e m i sembrerebbe immu­
complesse manovre tattiche delle previste opere, previo in proporzione a ! presunto n e d a qualsiasi a c c u s a di u-
c o n l e q u a l i i partiti s i c o n ­ PIANTONINO RUSSO regolare esproprio e paga­ c o s t o delle costruzioni d a strattezza, arbitrarietà, e
tendono l'accesso alle «ca­ m e n t o della relativa inden­ realizzare. L a Corte costitu- scarso contemperamenlo
m e r e d e i b o t t o n i » , c i o è il p o ­ nità. Per la liquidazione d i zlonale-ha però praticamen­ d e g l i interessi della colletti­
subordinati allo svolgimento diritto i n m e r i t o alla suac­ proprietari, bensì indiretta­
tere politico, e c o n o m i c o e questa, poi, s'intendeva t e vanificato tale controf­ v i t à c o n i diritti acquisiti d a i
d i u n a « f u n z i o n e .sociale». cennata materia. T a l e obiet­ m e n t e dovuti a nuove at­
culturale, più o m e n o lotlix- s e m p r e valida la regola del­ fensiva del Parlamento, c o n p r i v a t i a t t r a v e r s o l e c i t e ini­
C h e s i g n i f i c a c i ò i n p ratica'! tivop u b essere raggiunto so­ trezzature e d opere pubbli­
z a i o . S i s e n t e il b i s o g n o , e s ­ l a v e t u s t a l e g g e d e l 1 8 6 5 , n. l e s u e s e n t e n z e d e l 1 9 8 0 (n. ziative di valorizzazione del
Purtroppo, nessuna l e g g e l o attraverso una l e g g e c h e c h e create dalla collettività,
s e n z i a l m e n t e , d i u n a .spre­ 2 J S 9 ( a n . 3 9 ) c o n i l n o l o ri­ 5 ) e del 1 9 8 3 (n, 2 2 3 ) . t a c ­ suolo, comportanti impiego
h a finora tornilo l u m i in dermtsca i n m o d o inequivo­ oppure a d incremento della
giudicata revisione critica ferimento al «giusto prezzo c i a n d o di arbitrarietà e d i a - di lavoro e di capitali:
p r o p o s i t o . M a il c o m p i t o e ii cabile la «funzione sociale» domanda provocato d a cre­
dei prìncipii regolatori della c h e a g i u d i z i o d e i periti strattezza i criteri d i valuta­ "L'indennizzo d a p a g a l e
potere d'interpretare l a C o ­ demandata dalla Costitu­ scita di popolazione. Rite­
vita nazionale; di u n proces­ l ' i m m o b i l e a v r e b b e a v u t o in z i o n e d e i t e r r e ni - a n c h e s e p e r l'esproprio d e v e e s s e r e
s t i t u z i o n e - è deferito alla zione alla proprietà privata n e n d o inoltre c h e spettasse
s o d i serena verifica, d i u n u n a libera contrattazióne di ritenuti, p e r la loro posizio­ pari a l l a c a p i t a l i z z a z i o n e
Corte costituzionale: un in g e n e r e , c o n p a r t i c o l a r e s o l o alla collettività organiz­
severo collaudo delle leggi c compravendita». ne, più 0 m e n o suscettibili di (calcolata sulla b a s e dell'in­
c o n s e s s o di e m i n e n t i giuristi riguardo a quella immobi­ z a t a , e n o n a i p r i v a l i il d e c i ­
d e l l e istituzioni; u n a revi­ A tale scardinamento del­ utilizzazione edilizia, alla teresse legale vigente) del
c h e h a s e d e in R o m a , a liare, e d a i criteri d a s e g u i r e d e r e e d attuare qualsiasi
sione c h e tutto investa, non la l e g g e urbanistica del s t r e g u a di u n loro i m p i e g o r e d d i t o m e d i o n e t t o c h e il
Piazza del Quirinale. p e r la determinazione d i u n m u t a m e n t o dell'assetto d e l
trascurando, o v e occorra, la 1 9 4 2 il p o t e r e l e g i s l a t i v o agricolo puramente imma­ proprietario dimostri di a v e r
L a Corte, chiamata più giusto indennizzo, nei casi territorio, c o n f e r i v a a i c o ­
Costituzione- stessa della r e a g ì n e l 1 9 7 1 c o n la l e g g e ginario. ricavato d a utilizzazioni in
v o l t e a p r o n u n c i a r s i s u ri­ d i r i c o n o s c i u t a nece.ssità d i m u n i ii d i r i t t o d i b l o c c a r e
Repubblica. d e l 2 2 o t t o b r e , n, 8 6 5 ( d e t t a In v e r i t à , n o n si p u ò n ^ a - atto del bene espropriato
corsi d i privati, proprietari procedere a d espropriazioni qualsiasi m u t a m e n t o di d e ­
Citerò, a titolo d i e s e m ­ c o m u n e m e n t e «legge per la re a tali c r i t i c h e u n a c e r t a ( c h e risultino p i e n a m e n t e
d i immobili, contro vincoli p e r r a g i o n i d i p u b b l i c a utili­ stinazioni d'uso di a r e e d i
pio, proprio l'articolo 1 di casa») rafforzata in seguito, v a l i d i t à , p u r d e p l o r a n d o la conformi alle n o r m e urbani­
imposti allo sfruttamento e - tà. La fondamentale «Legge proprietà privata, suscettibi­
tale Carta, c h e dice: «L'Ita­ c o n modifiche, dalla cosid­ refrattarietà della Corte c o ­ s t i c h e 0 di altra natura e -
lia è u n a repubblica d e m o ­ c o n o m i c o e alle destinazioni Urbanistica» dell'I I agosto l e d i ostacolare o rendere d e t t a «Bucalossi» d e l 2 8 s t i t u z i o n a l e a r e c e p i r e il manate dalle competenti au­
c r a t i c a f o n d a t a s u l lavoro». d ' u s o d i tali beni d a piani 1 9 4 2 , n. 1 1 5 0 , f u c h i a r a ­ più onerosa la devoluzione g e n n a i o 1 9 7 7 , n . 10. Q u e s t e concetto c h e qualsiasi valu­ torità) negli ultimi dicci an­
L'articolo 4 2 dichiara regolatori c o m u n a l i o d altri m e n t e ispirata d a l c o n c e t t o futura, in epoca indetermi­ d u e leggi istituirono una tazione in merito a pretese n i . N e l c a s o p e r ò c h e tali
d'altra parte; « L a proprietà strumenti di pianificazione c h e la tutela d e l diritto d i nata, d i tali aree a d usi d i nuova regolamentazione per vocazioni edificatorie - o di profitti non-siano stati rego­
privata è riconosciuta e g a - urbanistica, h a a v u t o o c c a ­ proprietà n o n d o v e s s e e - pubblico interesse, s e c o n d o il c a l c o l o d e l l e i n d e n n i t à d i altra natura - d ì detcrminati larmente e pienamente de­
nmtita dalla legge, c h e n e sione d i evolvere una sua stendersi a parassitarie ren­ l e previsioni d i u n piano re­ espropriazione, prendendo terreni c o m p e t a esclusiva­ n u n c i a t i a s u o t e m p o a l risco
determina i modi dì acqui­ dottrina, sui giusti limiti d e l dite di posizione, e si doves­ golatoregenerale. c o m e b a s e il p o t e n z i a l e «va­ m e n t e ai c o m u n i , alle regio­ a i fini d e l l e i m p o s t e sui red­
sto. d i f o d i m e m o e d i limiti diritto d i proprietà fondia­ s e anzi i m p e d i r e o frustrare L a C o r t e costituzionale, lore agricolo» degli immobili ni 0 a l l o S t a t o , e n o n a p r i ­ diti saranno applicate, nella
allo s c o p o d i assicurarne la ria, c h e d e s t a gravi p e r p l e s ­ qualsiasi t e n t a t i v o d ì trarre c o n sentenza del S maggio in questione; valore d a mol­ vati operatori economici. liquidazione dell'indennizzo,
funzione s o c i a l e e d i render­ sità fra gli urbanisti e rivela lucro d a aumenti d i valore 19fj8, dichiarò illegittime ta­ tiplicarsi p e r d e t e r m i n a t i C o m e via d'uscita d a l ­ detrazioni corrispondenti a -
la a c c e s s i b i l e a l u t t i » . Il ri­ l'imprescindibile necessità d i m e r c a t od i beni immobili, li d i s p o s i z i o n i , e d il P a r l a ­ coefficienti, a seconda della l'imbarazzante dilemma i o a g l i introiti .sottaciuti, s e n z a
conoscimento. dunque, della d i i n v o c a r eu n i n t e r v e n t o d e l n o n causati d a iniziative, m e n t o ritenne d i n o n poter maggiore o minore prossimi­ questo p u n t o oserei suggeri­ pregiudizio delle sanzioni di
proprietà privata e la s u a t u ­ £Otere legislativo, a t t o a d e - migliorie e d investimenti di esimersi d a l correggerle, nel tà a i centri urbani. E ' s t a t o re d i p r e n d e r e in considera­ l e g g e per t e infedeli dichia­
tela s'intendono connessi e liminare ogni incertezza del capitale d a parte d e g l i stessi s e n s o c h e l a validità dei vin­ poi. nella seconda d e l l e d u e z i o n e la possibilità d i adot­ razioni».

Dibattati
Per un partito moderno e per
M . Lai c o m e m q u e s t o
p a r t i c o l a r e m o m e n t o è il, c a ­
la sua presenza nella società z i o n e recente non e respon­
sabilità d e i vertici, m a
massa a dirle e farle allora
bisogna tacere,
tener c o n t a d i tali realtà
Altrimenti ci si trasforma
s o d i d i r e pejr i, s o c i a l i s t i .ita­ neanche della periferia del I coltivatori diretti, gli ar­ i n u n m,oviriierito d ' o p i n i o n e
l i a n i « i n m e d i o s t a t virtus». Partito, tigiani, i commercianti, in in l u o g o di u n partito di po­
E ' inutile n e g a r ec h e subi­ S i 6 c h i u s o il c i c l o i n c u i questi ultimi decenni non polo.
t o d o p o il r i s u l t a t o e l e t t o r a l e bi,sognava f a r a f f e r m a r e l'i­ h a n n o a v u t o la possibilità di N o n si p u ò e n o n si d e v e
d e l . . 1 7 g i u g n o p e r il P a r l a ­ dentità e le grosse potenzia­ scegliere d ì appartenere a tornare indietro s u tutta la
mento Europeo un certo di­ l i t à d e l s o c i a l i s m o italiaiiOi s K t J t i u r e , d i , m a s s a d i Qrien- t e m a t i c a elaborata dal. P S I

corso socialista
sorientamento a v e v a perva­ ora bisogna dare le g a m b e tainento socialista; s o n ò sta­ dal ' 7 6 a d oggi, perchè è va­
s o t u t t o il p a r t i t o . alle nostre i d e e p e r farie ti c o s t r e t t i a s c e g l i e r e o r g a - lida e spstenuta d a l l a stra­
Quelle c h e sembravano camminare nelle fabbriche; riisniì d i m a r c a Cat t olic a o d i grande inaggioranzà ' della
c e r t e z z e , all'improvviso era­ n e l l e c a m p a g n e , n e l l e scuole iiiarcà' u n i t a r i a è c i o è f i l o - b a s e socialista; si'd e v e s o l o
n o diventate difficoltà, osta­ di ANGE LO SOLLAZZO* e nella società. comiinista. pensare a far penetrare l e
coli;d u b b i , ' • • D'altronde, s e n z a voler Anzi i pochi organismi di n o s t r e i d è e t r a l a g e n t e , ri­
Eppìire" n o n s i e r a s t a t i s c i m m i o t t a r e altri, i n molti m a s s a nel c a m p o agricolo lanciando e creando slru-
s i a m o fatti cosi e certamenf ; Il g r a n d e m e r i t o d i C r a x i , pensare a riesumazioni di
sconfitti: anzi di fronte a d p a e s i e u r o p e i i partiti socia­ ( l ' U C I ) e nel c a m p o d e l ''menti d i presenza socialista.
t e molti compagni non mili­ insieme a Formica, Martelli personaggi e d i idee c h e nel
u n a t t a c c o m a s s i c c i od à d e ­ l i s t i , a l g o v e r n o 0 all'oppo^ÌT t e m p o libero (l'AICS), fino ' C i ò tiort s i g n i f i c a c h e b i ­
t e r e b b e r o i n ;un p a r t i t o c h e i e d altri, è s t a t o proprio q u e l - passato certamente non ave­
s t r a e d a sinisti'a, il P a r t i t o zione, hanno sempreb e n c u j al Midas con Craxi segreta­ s o g n a arrivare a L s i n d a c a l o
fossfiid i v e r s o ' d a q u e l l o .gtt J l o d i a p r i r e il P a r t i t o a q u e i vano fatto meglio di oggi.
a v e v a retto ; b e n e all'urto. r a t o l a p r o p r i a m a c c h i n a or* rio, h a n n o a v u t o l a v i t a d i f ­ is o c i à l i s t a , a n c h e s e l ' a t t u a l e
t u a l e , j- . • giovani c h e d o p o l e espe­ A n z i l a b a s e socialista, quel­
M a rton a v e v a a v u t o 11 s u c ­ ganizzativa c r e a n d o struttu­ ficile nel Partito, isituazione d e l s i n d a c a t o d e ­
Certamente l e recenti rienze delle lotte studente­ la vera e non quella dei sa­
cèsso', c l i e n ò n s i s a b e n e p e r r e e d o r g a n i s m i ài^massà Quindi presenze,limitate, ista nonupoche preoccupa­
buone notizie sul fronte d e i s c h e si riconoscevano in l o t t i , p r e f e r i s c e s e n z ' a l t r o il
quale motivo, a giudizio dei "capaci d i a v e r e u n c o l l e g a ­ m a p e r a p p o g g i o politico, zioni. M a ispccialrocnte net
risultali concreti del gover­ un'area di sinistra m a c o n partito attuale in l u o g o d i
più, d o v e v a p e r forza esser­ m e n t o s a l d o ' c o n il m o n d o ,per s o s t e g n o f i n a n z i a r i o e d c a m p o d e i lavoratori a u t o ­
n o Craxi sotterreranno pa­ comunista, , quello dell'ultimo periodo
ci. ' del lavoro e d u n a presenza a n c h e per convinzione d a nomi c'è molto spazio d a
recchie a s c e d a guerra e T u t t o questo patrimònio d e l centro-sinistra e d e g l i e -
A v e r e l a presidenza del incisiva nella società civile. parte d e l Partitp, nonostante coprire, molte idee d a far
spingeranno tutti a d i s c u t e r e . u m a n o o r a b i s o g n a allargar­ quilibri più avanzati.
Consiglio in situazioni di lo e tonificarlo. V i s o n o altre P e r q u e s t o «in m e d i o s t a t N o i stiamo scontando q u a l c h e a p p r e z z a b i l e risul­ conoscere, molte deleghed a
d e i p r o b l e m i reali d e l P a r t i ­
crisi e d i g r a v e precarietà centinaia di giovani compa­ virtus». N o n b i s o g n a i l l u d e r ­ v e c c h i errori, a v e n d o f i r n i a - tato raggiuntò c o n sacrificio togliere alla D C e d al P C I ,
t o ; c j q è d e l l e travi e n o n d e l ­
non aveva portato consensi a le pagliuche. g n i c h e n o n a s p e t t a n o altro;- si c h e -il p a r t i t o i m m a g i n e t o cambiali in bianco a d al­ e per l'alto s e n s o d i respon­ c h e c o n i loro tentacoli han­
nessuno d e i partiti a l gover­ Q u a n d o dal M i d a s in poi .lavorare in u n p a r t i t o - m , ^ , p o r t i d a s o l o c o n s e n s i sen;j^ tri p a r t i t i p e r l a r a p p r e s c n - sabilità e d i dedizione d a n o occupato per anni spàzi
nò, sia di destra c h e d r sini- il i P a r t i ì o s ì è a t a v o , p e r c h è derno m a b e n eollegató con .uri-partito <ii o r g a n i z z a z i o n e . ,t a ' t ó d e ! 'mòrido d e l l a v o r ò parte d e g l i operatori d è i set­ c h e potrebbero e s s e r e nostri.
tra, n e i p a e s i d e l l a C o m u n i ­ ricordiamolo, era seduto d a la società civile. Altrimenti 1 C l u b s saranno impor­ autonomo, e scegliendo i tori i n t e r e s s a t i . S e la presidenza C r a x i
tà E u r o p e a . Q u i n d i biso­ a n n i , si. e r a n o f i n a l m e n t e ri­ s i c a d e nell'errore o p p o s t o d i tanti,m a i socialisti preferi­ rapporti cosiddetti unitari, Pochi sannoc h e i n alcuni continuerà a d a v e r e i s u c ­
g n a v a 'Èssere s o d d i s f a t t i p e r v i s t i l à v e r a "militanza, l'or­ ritenere c h e per accrescere s c o n o discutere nelle sezio­ i n t e n d e n d o p e r u n i t a r i il f a t ­ c a m p i e d in q u a l c h e zona l e c e s s i d i questi giorni;c o n u n
il m a n t e n i m e n t o d e l l e p o s i ­ goglio socialista, l a voglia di il c o n . s e a s o b a s t a n o l e e l i t e , ni. t o c h e a rimetterci,l e penne strutture socialiste superano partito più presente nella
zioni elettorali. M a c o m e fare, d i muoversi e , perchè m a g a r i d i i n t e l l e t t u a l i , arri­ Integrare l ed u e c o s e o g g i ,sono s e m p r e i s o c i a l i s t i p e r c o m e nurnero d i organizzati s o c i e t à , c i v i l e , il n u o v o c o r s o
spesso a c c a d e nel nostro n o , a n c h e di scontrarsi c o n vati all'ultimo m o m e n t o c h e è p i ù necessario, f a r e d e l il s c U o r e d e l l a v o r o d i p e n ­ e di consensi quelle comuni­ socialista avrà molti motivi
P a r t i t o , il v i z i o p a r a n o i c o d i gli avversari. s i v e d o n o (wannati e qualcfie PSI" u n p a r t i t o d i . p o p o l o è dente. s t e o democristiane. Pur­ i n pìit di soddisfazione.
andare a scovare anche l a T u t t o c i ò è s t a t o il risulta­ volta arrivare a i vertici, s e n ­ p o s s i b i l e s o l os e s ì è p r e s e n t i Queste cose quando le di­ troppod ì c i ò sì discute p o c o
pagliuca pur dì esprimere t o del rinnovamento, del z a .sapere co,s'c u n a . s e z i o n e inm o d o nuovo e diverso nel­ c i a m o noi, d i v e n t i a m o socia­ 0 p e r nulla nel Partito. *Membru dell'Assemblea
u n qualsiasi distinguo, è du­ nuovQ coiste, d e l i a l i n f a n u o ­ dclP.S,l. l a società civile. l i s t i i n t e g r a l i s t i , q u a n d o .so­ L'organizzazione del con­ Naz.le Sociatisia
r o a m o r i r e . N ó i .socialisti v a della gestione craxiana. N o n e n e a n c h e il c a s o d i L o s t a t o d i disorganizza­ n o ì d u e grandi parliti d ì s e n s o n o n sì p u ò f a r e s e n z a Vice-Presidente dell'U. C. /.

U n decreto che apre nuove speraìn^


Realizzare la norma
j L - ^ a d o n n a lavora­
trice h a g l i stessi diritti e ; a cpstituzionaie sulla n i o n i d e l l e c o m m i s s i o n i re­
gionali p e r l'impiego, svol­
tuni presso le a z i e n d e datri-
ci d i lavoro. Q u e s t e , così
potere consultivo, s e n z a la
possibilità quindi d i delibe­

parità fra uomo e donna


parità d ì lavoro, l e stesse re­ geranno essenzialmente una c o m e r i p o r t a t e s t u a l m e n t e il rare c o m e gli altri c o m p o ­
tribuzioni c h e spettano a l funzione dì controllo affin­ decreto, «sono tenute a for­ nenti l a c o m m i s s i o n e regio­
lavoratore..,», così l'articolo c h è i diritti della d o n n a s u l nire giustiricazionì d e i crite­ nale;
3 7 d e l l a C o s t i t u z i o n e italia­ lavoro non vengano lesi. ri e d e i m o t i v i o g g e t t i v i d e l ­ b ) ii « C o m i t a t o n a z i o n a l e
na sancisce l'eguaglianza dìLAUKACOLISTKA " I n o l t r e , q u a l o r a la c o m ­ le selezioni». p e r l'attuazione d e i principi
d e i c i t t a d i n o d i f r o n t e a l la­ missione regionale, nel corso Il d e c r e t o a p r e c e r l a m c n - d i parità» e s i s t e c o m e t a l e ,
voro. di u n a riunione, a c c e r t i u n a t c u n o spiraglio nel m o n d o m a m a n c a innanzitutto d i
E ' necesisario g i u n g e r e a g l i la forza f e m m i n i l e , e dall'al­ ,?,ione d e l « c o n s i g l i e r e d i p a ­
N e i quarant'anni della violazione alle norme della del lavoro femminile, per­ fondi, poi dì una struttura
. anni '60, gli anni del t r o la m a n c a n z a d i n o r m e rità», c h e s e a d e s s o a p p a r e
nostra R e p u b b l i c a , i n c h e purità s u l l a v o r o , p o t r à ri­ mettendo alle donne un u- c h e p o s s a p e r m e t t e r e l'atti­
«boom», d e l consumo e della governative ben precise c h e c o m e una semplice figura
modo e quanto è stato fatto volgersi all'Ispettorato d e l g u a ) t r a t t a m e n t o , u g u a l re­ vità stessa dql c o m i t a t o ,
produzione, per vedere la l u l c l i n o il l a v o r o f e m m i n i l e . rappresentativa, potrà acr
p e r t u t e l a r e il l a v o r o f e m ­ Lavoro o al «Comitato na­ tribuzione, uguale scatto di q u a l i u f f i c i , s e g r e t e r i e pro­
In d e c r e t o - l e g g e n . 5 1 9 , q u i s t a r e c p l t e m p o più a m p i
minile? partecipazione della donna zionale per l'attuazione d e i servizio e soprattutto uguale priee c c .
del 2 9 agosto, e m a n a t o dal poteri esecutivi.
I difficili anni del dopo­ nella società del lavoro, par- principi di parità, tratta­ possibilità d i a c c e s s o a q u a l ­ O g n i lavoratrice, quindi,
ministro d e l Lavoro D e Mi- C h i s o n o i «consiglieri d i
guerra caratterizzali d a u n tecipàzion'e c h e v a c r e s c e n ­ m e n t o , e g u a g l i a n z a tra lavo­ siasi occupazione. p o t r à .si r i v o l g e r s i n e i c a s i i n
c h e l i s , p e r m e t t e d i realizzji- parità»?
forte a n a l f a b e t i s m o soprat­ d o s i n o a d arrivare agli a n n i r e l a n o r m a .sulla p a r i t à , Nominati direttamente ratori e l a v o r a t r i c i » , a f f i n ­ M o l t o però resta ancora c u i s i a n o lesi i propri diritti
tutto nell'Italia centro-me­ ' 8 0 , m a c h e trovad a u n lato .sancita d a l l ' a r t . 3 7 , dal ministro del Lavoro, u n o c h è questi verifichino i m o ­ d a fare, coasìderando che; al «Comitato», m a c o n quali
ridionale, e m a r g i n a n o l a l a l e n t a sen.Mtniizzazione 11 p u n t o f o n d a m e n t a l e d i p e r c i a s c u n a r e g i o n e , c o n il livi d i t a l e discriminazione, a ) «i c o n s i g l i e r i d i p a r i t à » risultati e soprattutto c o n
d o n n a dal m o n d o d e l l a v o r o . d e l l ' u o m o ^l^i r o n f r u n l i d e l ­ t a l e d e c r e t o p r e v e d e l'istitu- c o m p i t o d i assistere a l l e rìu- intervenendo nei c a s i oppor­ hanno, per adesso, soltanto quali tempi?
Mercoledì 17 Ottobre 1984 nel mondo I nel
La visita di Ceaustescu nella RFG Lariforma del sistema econpitiico al centro del GC
riconosce La Cina modello Deng
l'intangibilità punta decisa al futuro
deNsonfinl^ Una sessionedistmordmrìqiripQrtqnza-'Lapiena applicazióne

B O N N , 16 - I r a p p o r t i E s t - O v e s t c o n l a C e a u s e s c u h a q u i n d i e s p r e s s o l'avviso c h e Preceduta d a u n o scarno dì R O B E R T O B E R T I N E L L I striali ( p e r il m o m e n t o ) t r a ­


questione centrale d e l disarmo e i rapporti l a r i d u z i o n e d e i missili n u c l e a r i a m e d i o a n n u n c i o u s c i t o s u l Renmin sferiranno parte del profiilo
b i l uter ali c o n p a r t i c o l a r e r i g u a r d o a l ralien'- raggio d a u n a p a r t e e d a l l ' a l t r a d e l l o s c h i e ­ rìbao ( Q u o t i d i a n o d e l p o p o ­ H u Y a o b a n g alla segreterìa vecchio fosse ormai diventa­ c h e devono allo S t a l o sotto
t a m c m o s u b i t o diillè relazioni e c o n o m i c h e r a m e n t o europeo s'imponga oggi a n c h e in lo) d e l 2 6 s e t t e m b r e , h a . a v u ­ generale, con quella di Z h a o t o s t r e t t o . Il d i b a t t i t o è co­ forma di tassa.
tedéiiche-roniene dal. 1 9 8 0 i n poi e alla, q u e ­ c o n s i d e r a z i o n e d e l f a t t o c h e le d i m e n s i o n i t o inizio la t e r z a sessione Ziyang al governo e Deng minciato d a t e m p o e investe f) Rifornifi del sistema
stione d e l f e s p a t r i o dei romeni di lingua t e ­ mostruose raggiunte dagli arsenali nucleari plenaria del C o m i t a t o cen­ Xìaoping a c a p o della molti e f o n d a m e n t a l i cle­ creditizio ( 1 9 8 2 ) - E ' s t a t a
d e s c a s o n o s t a t i oggi a l c e n t r o d e i colloqui d e l l e d u e p a r t i t o l g o n o v a l o r e a i discorsi sul­ trale ( C C ) del X I 1 congres­ C o m m i s s i o n e d e i consiglieri menti del sistema economi­ i s t i t u i l a u n a vc);a e p r o p r i a
t o squilibrio della dissuasione. R o m a n i a e s o del P C C . d e l C C e c a p o della C o m ­ co; adesso è opportuno rica­ banca centrale, scorporando
del capo, dello S t a t o e del p a r t i t o romeni
Notizie provenienti d a missione m i l i t a r e d e l C C . D ì pitolare l e riforme già intro­ l e a t U v i i à d i c r e d i t o ordina­
N i c o l a e C e a u s e s c u nellii' g i o r n a t a conclusi­ R e p u b b l i c a F e d e r a l e d i G e r m a n i a possono
Pechino d a n n o p e r certa l'a­ contorno, assistiamo alla dotte c h e hanno cambiato r i o g i à g e s t i t e d a l l a Banca
va, d e l l a vìsita i n R F G i n i z i a t a ieri a Bonn. a s u o avviso d a r e u n contributo notevole alla
p e r t u r a d è i lavori e c o n f e r ­ pubblicazione delle opere notevolmerite il f u n z i o n a ­ p o p o l a r e c i n e s e . Q u e s t a ul­
i l ' a t m o s f e r a d i q u e s t a visita, a l l a q u a l e l a creazione delia-fiducia tra-Est e d Ovest nel­
m a n o l'Ordine d e l g i o r n o sul: scelte dell'anzianó leader; m e n t o dell'economia; t i m a a v r à attribitzioni
diplomazia tedesca h a attribuito il valore d ì l'ambito d ' u n o sforzo d i distensione c h e d e ­
« i n f e r m a d e l l a p r o p r i a ostpolitik d ò p o la ri­
n u n c i a d e i c a p i d i - s t a t o tediisco o r i e n t a l e e
v e a v e r p e r p r o t a g o n i s t i i p a e s i sia d e l l ' E s t
sia dell'Ovest c h e sarebbero l e p r i m e vitti­
3 uale lavoreranno i membri
c i C C ; l a r i f o r m a d e l si­
stema economico.
s o n o 4 7 i n t e r v e n t i e discorsi
pubblicati o pronunciati d a
a) Introduzione de! si'
sterna dei coitiratti ( 1981 ) -
f u n z i o n i simili a l l e b a n c h e
c e n t r a l i o c c i d e n t a l i . Inoltre
è s t a t a p o t e n z i a l a ' la r e t e
D e n g d a l 1 9 7 5a l i 9 8 2 . O g n i unità produttiva sì im­
b u l g a r o - a vis itar e l a R F O il m e s e scorso, è m e d i u n conflitto nucleare. Prima di cercare di mie- P e r p r o c e d e r e v e r s o lo svi­ pegna, nell'ambito degli o- d e g l i sportelli baiiiiàrì e a u ­
stata notevolmente rasserenata d a una pre­ N e l b a n c h e t t o d ì l u n e d ì s e r a , il c a n c e l l i e ­ g a r e c o s a i n e f f e t t i significhi l u p p o la C i n a d e v e d a r s i u n o biettivì a d e s s a a s s e g n a t i mentati i fondi in dotazione
r e H e l m u t Kohl (democristiano) aveva sot­ « R i f o r m a d e l s i s t e m a e c o­ scrollone, ~ r i m e t t e r e in d i ­ d a l l a pianificazione, a forni­ alle aziended i credito.
cisa affermazione dell'intangibilità d e i con-
t o l i n e a t o la c o n c o r d a n z a d i R o m a n i a e nomico», c o n v i e n e , sìa p u r e sc ussione a l c u n e décisioni in re e / o acquistare alcuni E c c o , i n sinstesi ì p i ù i m ­
lìni e u r o p e i fissati d a l l a s e c o n d a g u e r r a
G e r m a n i a F e d e r a l e sul f a t t o c h e n o n vi s o n o b r e v e m e n t e , r i f a r s i a l l e vi­ p a r t i c o l a r e , vieiie r i g e t t a t a p r o d o t t i d a a l t r e u n i t à , sti­ p o r t a n t i c a m b i a m e n t i già
mondiale f a t t a dal presidente della R F G
a l t e r n a t i v e a u n a r i p r e s a d e i colloqui s u l cende c h e di recente hanno r ì d e a c h e l a p u r e z z a rivolu­ pulando u n vero e proprio i n t r o d o t t i , s i a a titolo defini-
R i c h a r d V o n W e i z s a e k e r i n u n bri ndi si ieri tiyp , c h e ,spcti(ìientalc.. Vi
controllo degli a r m a m e n t i t r a U S A e U R ­ i n t e r e s s a t o la v i t a d e l P C C . zionaria possa e s s e r e u n o - c o n t r a l t o , i l m a n c a t o ri.spet-.
Mira. SS. P e r r i t r o v a r e u n a sessione s o n o a n c o r a aicùrii t e m p i ,
Stacolo a l l a re a liz z azione d i t o d e i t e r m i n i ivi c o n t e n u t i
1.'integrità di. t u t t i gli S t a t i d ' E u r o p a n e i u g u a l m e n t e i m p o r t a n t e , bi­ s u i q u a l i i'a.'i.sise c o m u n i s l a
M a h a r e s p i n t o la p r o p o s t a d i C e a u s e s c u obiettivi a m b i z i o s i d i o r g a ­ c o m p o r t a u n a s a n z i o n e eco­
loro- c o n f i n i a t t u a l i va risìJettata, h a d e t t o s o g n a risalire a l l a n o t a 111 d i s c u t e r à : c e r t a m e n t e si par­
d i a l l a r g a r e i colloqui i n m o d o d a i n c l u d e r v i n i z z a z i o n e e c o n o m i c a e so­ nomica.
\ \ o i ? s a e c k e r i n s i s t e n d o sui f a t t o c h e la R e ­ i paesi europei sia del P a t t o di Varsavia c h e sessione d e l X I c o n g r e s s o e lerà d e l l a r i f o r m a d e l siste­
c i a l e . A l c o n t r a r i o -- D e n g b) Il sistèma di impiego
pubblica Federale di G e r m a n i a non h a n è della N A T O . L a partecipazione d i altri al I V p l e n u m c h e si t e n n e sostiene - d e v e esserci u n a m a d e i p r e z z i , d e l sistema di
urbano ( 1 9 8 1 ) - D i f r o n t e
avrà in f u t u r o rivendicazioni t erri t ori al i d a p a e s i «non p u ò s o s t i t u i r e l e n e c e s s a r i e ini­ t r a il 2 7 e d il 2 9 luglio 1981, d i a l e t t i c a i n t e r n a t r a ideale alla d i f f i c o l t à a f a r f r o n t e a l ­ p i a n i f i c a z i o n e e , probabil­
Iure. Essa r i s p e t t a s e n z a riserve - h a a g - zi at i ve d e l l e s u p e r p o t e n z e » h a s o s t e n u t o d u r a n t e il q u a l e v e n n e a p ­ rivoluzionario e obiettivi d ì l e richieste di i m p i e g o , s p e ­ mente del sistema di com­
g i u i u o - gli a c c o r d i c o n c l u s i c o n i p a e s i d e l Kohl. p r o v a t a l a «Risoluzione s u sviluppo economico. c i e nelle a r e ? urbane, lo S t a ­ mercializzazione.
('.•iii<i d i V a r s a v i a . P u r d e f i n e n d o «artificiale» la divisione
alcuni problemi d i storia del Q i i e s t o è il P a r t i t o c h e si lo h a acconsentito, alla for­ a) Sistema dèi 'prezù
I .;i p r e s a d i posizione dÉl p r e s i d e n t e d e l l a Partito», poi c o n o s c i u t a e ci­ r i u n i s c e oggi. E ' q u e s t o c o n mazione di alcune imprese A t t u a l m e n t e g r a n parte dei
post-bcUica d e l l a G e r m a n i a e s o s t e n e n d o
l < l ( ì ù apparsa-cosi importante all'ospite t a t a c o m e «jueding», d e c i ­ t a n t i altri e complessi p r o ­ p r e z z i s o n o fissali d a u n ' a p ­
c h e r e s t a u n a cosc ie nz a na z iona le t e d e s c a c o o p e r a t i v e , respon.sabiti d e i
sione. N e l l a p r i m a r i u n i o n e posita C o m m i s s i o n e c e n t r a ­
roiiK-mi d a i n d u r l o a s c o s t a r s i d a l t e s t o c h e unica, Kohl h a aggiunto «siamo a b b a s t a n z a b l e m i : i giovani, il r i c a m b i o profitti e delle A r d i t e e , ge­
il P C C g e t t a v a l e basi d e l d e i q u a d r i , il r a p p o r t o t r a le statale. Spesso creano
p r e p a r a t o p e r ii s u o bri ndi si e d i r e realisti d a s a p e r e c h e l ' a u t o d e t e r m i n a z i o n e n e r a l m e n t e , o p e r a n t i nel s e t ­
n u o v o corso, l i q u i d a v a la p e ­ centro e periferia, etc. t o r e d e i .servizi. S p o n t a n o i m o l t e d i f f i c o l t a d i pianifica­
^ h c essa a p r e «chiare prospettive», i l c a p o (tedesca) non potrà essere raggiunta i n u n s a n t e e r e d i t à d e l l a R ivolu­ zione. circolazione delle
dello S i a t o r o m e n o h a s o t t o l i n e a t o a s u a vol- p r o s s i m o f u t u r o e p o t r à e s s e r e risolta s o l o 11 P C C h a f a t t o inoltre primi ristorami, i primi
zione . c u l t u r a l e e i n a u g u c a v a m e r c i e c a l c o l o economico,
i:i la necessità d r n o n p o r r e : m a i più. i n d i - nella c o r n i c e e u r o p e » . a p p r o v a r e la n u o v a C o s t i t u ­ g r u p p i d i ,a n i m a z i o n e c h e
dal p u n t o d i vista economi- s o p r a t t u t t o p e r lo s c a r t o tra
M.iissione i c o n f i n i e u r o p e i . Q u e s t a a f f e r m a ­ C e a u s e s c u , d o p o gli incontri c o n i p a r t i t i z i o n e ( 1 9 8 2 ) e d il G o v e r n o non d i p e n d o n o d a u n i t à s t a ­
co,sociale e d i vita i n t e r n a valore d e l l e m e r c i c prezzi.
zione ha d e t t o - «è-oggi p i ù i m p o r t a n t e ha proceduto a d una radica­ tali. , A p p a r e i m p r o b a b i l e u n a li­
tradizionali, h a v o l u t o i n c o n t r a r e a n c h e i del partito, u n nuovo perio­
elle m a l . alTinchc.sia. s c a r t a t o q u a l s i a s i m a - «verdi» c h e h a i n v i t a t o a visita re l a R o m a ­
le m o d i f i c a d e l l ' a p p a r a t o c) 1/ sistema di responsa- beralizzazione generalizzata
d o . C o n il I V p l e n u m , veni­
governativo (cfr. relazione hilità ~ C i si r i f e r i s c e so­
!iiue.M)". nia. v a fornita un'interpretazio­ dei prezzi. P e r questo, per
d ì Z h a o Ziyang alla V riu­ prattutto. alla s u a applìca-
n e dell'opera e della figura u n ' o b i e t t i v a d i f f i c o l t à d i in­
n i o n e d c H ' A s s e m b l e a popo­ z i o n é nelle c a m p a g n e . I n
d i M a o ; n e venivano indicati d i v i d u a r e a n c o r a in q u a l e li­
l a r e nazionale, il p a r l a m e n t o base a questo ogni famiglia
gli a p p o r t i positivi e sottoli­ n e a s i m u o v e r a n n o i dirigen­
c i n e s e , d e l 30-11-82). L a - c non più la brigata di
n e a t e l e c r i t i c h e . 1 p r i m i si ti cinesi SII u n t e m a così im­
nuova c a r i a costituzionale e p r o d u z i o n e o la C o m u n e po­
riferivano al primo periodo p o r t a n t e , i c o n t e n u t i delle
Dopo il fallimento del tentativo di mediazione d e l l a rivoluzione e gli a n n i
le nuove strutture dell'appa­
rato, evidenziano una m a g ­
p o l a r e - -e r e s p o n s a b i l e degli
impegni produttivi che
decisioni a s s u m o n o partico­
i m m e d i a t a m e n t e successivi lare importanza.

Si inasprisce la vertenza alla fondazione della Re­


p u b b l i c a . I n p a r t i c o l a r e , ve­
niva c o n f e r m a t o c h e l ' a p ­
giore preoccupazione.di su­
p e r a r e gli intoppi e gli o s t a ­
coli c h e u n a b u r o c r a z i a
p r e n d e nei c o n f r o n t i d e l l e
imprese commerciali o di
q u e l l e industriali i n t e r e s s a t e
b) Sistèma di pìanijìca-
zione - V e r r à r i d e f i n i t o
r u o l o d e l l o S t a t o nella dire- j

ctei molatori inglesi


troppo complicata p u ò rap­ a d acqui-stare i p r o d o t t i a - z i o n e d e l l ' e c o n o m i a e .so- j
p o r t o d i m a g g i o r e rilievo
p r e s e n t a r e p e r lo .sviluppo c- gricoli.
c h e M a o aveva d a t o alla Ci­ p r a t t u t t o nella produzione.
n e e a l m a r x i s m o in g e n e r e
c o n o m i c o . O g g i , si è s c r i t t o , d) Riforma della gestione V e r r a n n o stabiliti i limiti |
si di.scutcrà p r i n c i p a l m e n t e delle imprese industriali -
Altre categorie si preparano ad aderire allo sciopero e r a l ' a v e r a d a t t a t o i prìncipi
d ì r i f o r m a d e l s i s t e m a eco­ L e imprese industriali sa­
d e l l ' i n c i d e n z a d e l rnercato.
g e n e r a l i d e l marxismo-leni­ . c) Sistertia di commercia­
n i s m o a l l a r e a l t à c ine se . nomico. N o n sono ancora r a n n o responsabili d e l l ' a n - lizzazione - S i d o v r à deci- !
r O M J R A - , 1=6,- Fallite, l e a b b i a r n o concessioni d a f a ­ d e l .sindacato m i n a t o r i si è s u f f i c i e n l e m e m e noti i d i ­ d a m n t o dei conti economici.
L ' a f f e r m a z i o n e e la p r a t i c a d e r e s e il monopolio dcH'ac-1
iT.iHaiive p e r una, c o m p o s i - re;- n o n p o s s i a m o f a r e c o m ­ r i u n i t o o g g i in s e d u t a d i e - scorsi e d i resoconti d e l l e r e ­ L o S t a t o , in d e f i n i t i v a n o n
d i questo printipio avevano {juisto e d e l l e v e n d i t e dei [
/ione della vertenza sulla promessi d a v a n t i alla mi­ m e r g e n z a nella s e d e d è i lazioni d i a p e r t u r a , t u t t a v i a intereverrà più a ripianare
f o n d a t o l e p r e t e s e d i indi- prodotti d e v e essere affidato j
hiise della; m e d i à z i o n f c t e n t a ^ n a c c i a d i assassinarci»; h a • T r a d e LInions C o n g r e s s . Il sulla b a s e d i u n l u n g o d i b a t ­ gli e v e n t u a l i d e f i c i t . 1 p r o ­
péndeiiz-S d i P e c h i n o d a a l l e C o o p e r a t i v e d i acquisto j
i;i d a l S e r v i z i o i n d i p e n d e n t e dichiarato-'il l e a d e r d e i m i ­ s e g r e t a r i o g e n e r a l e d e l sin­ t i t o , c e r c h e r e m o d i rico- fitti guadagnali saranno di­
Mosca e d e r a n o s t a t e alla e vendita statali, oppure s e i
Ui a r b i t r a t o , lo-sciopero-=dei natori. A r t h u r S c a r g i l l . I n a d a c a l o , Peter H c a t h f i e l d , h a S t r à i r e l ' o g g e t t o d i q u e s t a ri­ visi t r a f i n a n z a s t a t a l e e i m ­
base d e l rigetto d e l l a leader­ le imprese produttrici po-j
minalori rischia d i entriare • MaCOregor, presidente del­ d i c h i a r a t o di p r e v e d e r e c h e forma e spiegare perchè e présa' s t e s s a . A i r i m p r e s a è
s h i p d e l l ' U R S S s u l (novi- i r a n n o e i n c h e m i s u r a gesti-1
in u n a f a s e a à c o r a piCi c o n - l ' E n t e nazionale del .carbo­ l ' a p p o g g i o d i a l t r i .settori a l ­ così i m i w r t a n t e . i n o l t r e c o n c e s s a notevole a u ­ r e la c o m m e r c i a l i z z a z i o n e l
m e n t o comunista mondiale.
\ ulsa. Ile t r a t t a t i v e , si s o n o n e , l'ha, b u t t a t a i n politica. l a l o t t a d è i m i n a t o r i «au­ L e c r i t i c h e rii/'ohe a M a o gli «Jingji t i / h i gaigc», ri­ t o n o m i a nella s c e l t a d e l p e r ­ d e l l e m e r c i , 1 p r i m i d u e te­
i m p n i v v i s a m e n t e - i n l e r r o l l c « P e n s o - h a d e t t o c o n rife­ m e n t e r à copiosamente». Al­ a d d e b i t a v a n o u n a visione f o r m a del sistema economi­ sonale (quantità e qualità), m i d a n n o l'idea dcirimpor-i
p r o p r i o n e l m o m e n t o in: c u i r i m e n t o a Scargill - c h e a b ­ la r i u n i o n e T i a n n o p a r t e c i p a ­ populìstica e volontaristica c o , È u n a locuzione c h e riasr delle materie prime e delle tanza degli argomenti in d t - j
^enlb^.lva c s s c r s t d"eìineata, b i » u n o b i e t t i v o c h e i r a - l o , t r a gii a l t r i , i l e a d e r d e l d e l l a rivoluzione, c h e c o m ­ ,sume molti t e m p i e si riferi­ fórme di commercializza­ scussione, d i c u i p a r l e r e m o j
u n a b a s e di. n e g o z i a t o ; S i n - s c c n d e , gli interessi d e g l i i- s i n d a c a t o d e i 17.000 .sorve­ portava poco rispetto delle s c e alla e s i g e n z a d ì r i f o r m a ­ zione. p i ù e s t e s a m e n t e n e i prossimi i
li-.ieal) d e i m i n a l o r i - e d . È n t e s c r i t t i al. s i n d a c a t o » . glianti d e l l e m i n i e r e . U n a norme democratiche. A r e a l c u n i m e c c a n i s m i d e l si-, e) Rijbrpw del si.ffema di giorni. I n o l t r e , nel c o r s o dei [
(ia//ionaic d c ^ c a r b o n e , .si & • Ka v e r t e n z a ri.schi8 o r a di. loro adesiojie allo sciopero q u e s t o i m p o r t a n t e cambia-^.: iiiitema.. e c o n o m i c o c h e s o n o tassazione - Se ne è già lavori, p r o b a b i l m e n t e sariil
rum) r i u n i t i negli, u l t i m i inasprirsi .iiUcriortnuntc, p r o v o c h c r e b b è il b l o c c o t o ­ m e n t o , s e g u ì ii coh.sólida- ; u n o s t a c o l o alla p i e n a a p p l i ­ s c r i t t o .su q u e s t o q u o t i d i a n o . annunciata convocazione I
(.(fuiiiro giorni .aiE o l t r a n z a . coinvolgendo altre catego­ tale dcH'induslria carbonifé- m e n t o della g u i d a del P C C , cazioni: d e l l a m o d e r n i z z a - R i b a d i a m o il c o n c e t t o es­ d e l X U l c o n g r e s s o d e l Pat-f
Ieri .sera la. r o t t u r a . « N o n rie.. Il C o m i t a t o e s e c u t i v o a v v e n u t o c o n la noniina d i zióne. E" c o m e s e u n a b i t o s e n z i a l e : le i m p r e s e i n d u ­ tito.

N e l secondo aìnniversaritl
Rilanciata d^Andfeotti ad un seminario internazionale a Venezia Dà ièri a Pechino della morte d i

Una conferenza per la sicurezza viceministro degli PIERO PEROTTA


la m o g l i e e i farnili'ari l o r i l

e là cooperazione nei Mediterranéo Esteri sovietico cordano con immutato a f |


fetto.

V l ' N E / I A , 16 L a proposta, d i u n a L e atte.se i t a l i a n e s o n o s t a t e p a r - L'obiettivo, h a d e t t o A n d r c o t t i v C d i P I C C H I N O , 16 II viceministro degli Esteri sovieilcp Lconid


c o n c e r c B / a s ulla Mc^irczza e la coo()c- z i a l t n c n t e deluse;. La p a r t e c i p a z i ò n e d i ••attivare, s e p p u r e g r a d u a l m e n t e u n lliciov è g i u n t o q u e s t a m a t t i n a . a Pechino p e r p a r t é p i p a f c al Il p e r s o n a l e d e l l ' I s t i t u t o Ca
I s r a e l e c l ' a s s u n ' z a d c l l ' O L P a V e n e / i a ' d i a l o g o c u r t u t t i i sogge tti i n t e r e s s a t i q u i n t o r o u n d d i colloqui Cino-sovietici p e r là iiórtiializzàzio- s e Popolari d i Bologna par
razine. nel m e d i t e r n i n c O , a l l a - qualfc
agli equilibri r n e d i t c r r a n e i s i a n o co- n e dei r a p p o r t i Ira i d u e paesi. Al s u o a r r i v o hii d e t t o a i gior­ t e c i p a a l g r a v e l u t t o c h e hi
p a r t e c i p i n o "tutti n e s s u n o e s c l u s o i h a n n o p r o v o c a l o là d e f e z i u n c d e l l a
nalisti; « N o n p e r d i a m o m a i la s p e r a n z a c h e Id-relazioni t r a c o l p i t o il P r e s i d e n t e dell'En
s o g g e t t i politici opcranti- n c l b a c i n o d i . m a g g i o r p a r t e d e i paeiii a r a b i rivier.ì- s l r u d i v a m e n t c a.s.sòi£;iati». P u n t o d i ar*-.
n o r e i ctilesirpossanO niiglio'rare»: ' ' • t e A l b e r t o Masini p e r
q u e s t o m ar ef ) , c i o è i paesi ri vi eraschi , . schi. • : rivo d o v r e b b e c.sscre la c o n f e r e n z a sul­ scomparsa del padre
Iniziati n e i r o t l o b r c del 1983, i colloqui t r a C i n a e U R S S
c l e d u e s u p e r p o t e n z e US^A e U R S S L a riunione d i Venezia h u comun­ la s i c u r e z z a e la coopera/.inc nel ipedi- n o n hiyinó f a t t o registrare progressi sostanziali. D o p o la
t e r r a n e o Proposta d a l t p i n i s l r o d e g l i e -
MAMMOLO
pr es enti con. le, l o t o . fl ol t ct è. ?l fcj l fe^j ; q u e ^p,rj:sp4J via ;sd. e u n i n d i i b b i o s q c y . q u a r t a f i l m a t a a Mo.sca nel m a r z o scorso, i cinesi a c c u s a r o n o
h a ripresO u n ' i d e a g i à lancia­ i sovietici d i a v e r e e v i t a t o v u n a di.seussione scria». I n t u g l i o
b a si, è s t a t a r i l a n c i a t a d a l m i n i s t r o d e ­ 'c*c.sso"dtfe*dìpÌoi1iàzÌ-a italiana,:
t a nel 1972 d a A l d o M o r o . L a .coijfc- Q i a n . O i c h e n , viceministro degli E s t e r i si.recò a .Mosca d o v e ,
gli e s t e r i i t a l i a n o G i u l i o A n d r c o t t i a deri(ndt)-chc e la p r i m a c o n f e r e n z a nel- Il V i c e p r e s i d e n t e , il Consi
f e h z a " à ó v r e b b e f a v o r i r e il d i à k i g o - d i - incontrò G r o n i y k o . Q u c s l i e d il ministro degli É.sicri cinese
Venezia. Andrcotti lo h a . f a t t o a p r e n d o l'ambiio C S C E c h e a f f r o n t a problemi W u i X u c q i a n h a n n o a v u t o u n colloquiò di s p orc.il.mese scor­ glio d i Amministrazione e
retto, tra. le varie p a r t i d e l g f ^ n d i - x o n -
i la.vori d i u n « s e m i n a r i o sul l a c o o p e r a - ^ p o n s i r e t t à m c n t c politiè()-niilitari e c h e lenz.tosi locali e f o r n i r e u n a -pruzio,sa- so alle N a z i o n i U n i t e . . : Collegio S i n d a c a l e dell'lsi
z i o n e e c o n o m i c a , s c i e n t i f i c a e cùlfUra-" riguai'da l ' a r c a " rtiijditcrriinoa. la "pre-. o p c a s i o n e p e r c oinvolge re , nella ricer- l l i c i o v h a d e l l o c h e r i m a r r à irt C i n a p e r d u e s c t l i m a n e cir­ l u t o C a s e P o p o l a r i d i Boli
l e nel m e d i t e r r a n e o , ; ijl , q u a l e partcci^ c c d e n t Y ri uni one si/Oltasi nel 7 9 a ' M a l ­ cà^colleiiva d i u n o r d i n e - c a . Egli h a d e f i n i t o «molto utile p e r a m b e d u e le parti» il col­ g n a p a r t e c i p a n o a l grav
p a n o i .15 p a e s i f i r m a t a r i d e l l ' a t t o idi • i a aveyai,dalo i n f a t t i scarsi risijilati. loquio t r a G r o m y k o e W u a l l ' O N U . M a giovedì scorso, par- l u t t o c h e h a c o l p i t o il Pr'
le f o r z e c h e o p e r a n o ; pcrn h'aiwv.ìoi e i l e i
H e l s i n k i d e l 7 5 , (gli e u r o p e i più U S A ' ' lavori d u r e r a n n o t r e g i o r n i , a r t i c o l a t i "'sVilìSpi^ò d i una'fc6ófÌcrAzioijtj |e^ón'a^'', l a n d ò c pn una delegazione politica giapponese, il l e a d e r cine­ .sidente d e l l ' E n t e Alberi
s e De.ng X i a o p i n g h a d e t t o d i non aspettarsiralcùjii progresso
c- C a n a d a ) , i ' O N U e l e a l t r e o r g a n i z - s u i r e g r u p p i ( e c o n o m i a , .scienza é c u l - le». M a s i n i p e r la s c o m p a r s
d a l q u i n t o r o u n d di colloqui con i sovietici;(«1 Ireijsros.si osta"
/ a z o n e internazionali interessate, al­ tU'aO. S i piirlerà di ecologia ( l a t u t e l a In a l t r e p a r o l e , s e c o n d o A n d r c o t t i , coli .sono s e m p r e qui», a v e v a d e t t o D e n g . . del padre
c u n i paesi della regionSveonie ggittOr , delle a c q u e d è i incdiletranco),.di tec- o c c o r r e a^jcordarsi., a n c h e n e l l ' a m b i t o I tre ostacoli di c u i P e c h i n o parla s o n o lo s c h i e r a m e n t o d i
T u n i s i a e I sr aele. 11 s e i w n t i r f e ^ À ' v c n e ^ n ò U m 1 ^d;[ e n e r g i a , di«t«isp<)rtiie: telc- incdilerranèó, s u "regole d ì comporta­ tiOO.OOO soldati e di nii.ssili S S - 2 0 nucleari sovietici al c o n f i n e MAMMOLO
. ^ W a / S t l s n i e n l e v o l u t o d a j j o ; ; ^ a)iniinieayn>ifii4(>i s a n i t à , d i trattameiiT m e n t o analoghe" a q u e l l e s a n c i t e nel- cinese, l'appoggio d a t o d a M o s c a a i vietnamiti c h e o c c u p a n o
v e r n o italiano. ti:,.. ...nigrali. r à n'iB ftó'é ufóp'c ò'ilà llà X'S'C B "" * ' l à t T à m b ó g i à e l'intervento iirniato sovietico in A f g h a n i s t a n .
nd mondo ^fitiahU! Mercoledì 17 Ottobre 1984
13
Dopo il positivo incontro tli La Palma Conferito al vescovo Tutu
E'l a destra l'ostacolo Zuazo Un Nobel per
sràtituisee
la lotta del
in Salvador
Sia Duane enei leader dell'opposiz'tomìm
vertici
delle Fonè nero
un cauto ottimismo ma si ièmonò m^ovem^^ Armate
S A N § / V L V A P P R , 16 - ti a d ogni a p p r o c c i o c o n la l a c h i e s a le conclusioni l'incontro d i L a P a l m a . « E ' L A P A Z , 1 6 - 1 1 presidente O S L O , 16 - «E' un premio c h e mi riempie d i grande com­
L ' a c c o r d o r a g g i u n t o ieri guerriglia. P e r D u a r t e , in­ .deirincontro, D u a r t e h a stato uno sforzo del popolo Hernan Siles Z u a z o ha ri­ mozione e di gioia, M a questo importante riconoscimento
f r a il p r e s i d e n t e J o s é N a - somma, la battaglia sarà riassunto i termini dell'ac­ salvadoregno, il r i s u l t a t o mosso u n o dei suoi maggiori va anzitutto a t u t t o il m i o popolo. Il Nobel della pace non
poleon D u a r t c e i vertici d ' o r a in a v a n t i s u d u e f r o n ­ cordo raggiunto con l a d e l l a s u a l o t t a s ui . nostri sostenitori, il generale Si­ premia Infatti la mia persona, m a la giusta lotta del nostri
politico-militari delia ti, q u e l l a i n g a g g i a t a c o n i g u e r r i g l i a e d h a e l o g i a t o in fronti», h a d e t t o U n g o ri­ mon S e j a s Tordoya, dal po­ fratelli neri».
guerriglia e l ' i m p e g n o a s ­ guerriglieri, in a t t e s a d i p a r t i c o l a r e il lavoro svolto cordando c h e d a vari anni s t o di comandante dell'eser­ Q u e s t e le prime parole c h e il vincitore del premio Nobel
s u n t o d a e n t r a m b e le p a r t i sviluppi d e l l e iniziative d i d a i rappresentami della l a guerriglia s o l l e c i t a v a il cito, promuovendolo al ruolo p e r la pace di queat%nno, vescovo Desmond T u t u h a d e t t o
d i p r o m u o v e r e la p a c i f i c a ­ p a c e , v a r a t e ieri e q u e l l a chiesa. dialogo e il n e g o z i a t o , c o n più prestigio.<io m a meno po­ oggi In una intervista telefonica mentre i l prelato africano
l a conquista della pace. e r a a New York,
zione d e l p a e s e , costitui­ subdola d e i nemici della D o p o a v e r e rilevato c h e tente di comandarne in capo
«Come ho d e t t o a ltr e volte nel corso della mia vita e ripe­
scono unvavvenimento di libertà,e;,della djqmocrazia, ne^s^no ignora la. miseria i; A nch'egl i l u n g a m e n t e delle forze a r m a t e . S e j a s e r a
t o oggi con uguale convinzione, il governo bianco dell'apar­
portata'StÓfita, a giudizio: c h e operano all'interno del l'ingiustizia e la, i j j a n c a n z a a p p l a u d i t o dalla, ',folla, h a jstato aecusatoi^-dai giovani theid non soltanto non-rispetta I principi^eristiani c h e gui­
degli osservatori, c o n c o r d i sistema. d i l i b e r t à in c u i è vissuto il d e t t o d i non p o t e r rivelare ufficiali d i favofitismi poli­ d a n o la mia vita m a è a n c h e diabolico e immorale».
nel ritener,e _ c h e , indipen­ P r i m a d i r i p a r t i r e p e r la popolo salvadoregno, il c o n t e n u t o d e i colloqui, tici e d i aver coperto il traf­ T u t u è così divenuto il secondo leader della re.ti.sten») al
d e n t e m e n t e , d a g l i o r r o r i di, capitale, Diiàrtg h a d e t t o D u a r t e h a riconosciuto c h e m a li h a d e f ì n i t i positivi. fico di a r m i . •• regime razzista della minoranza bianca dopo Albert John
u n p a s s a t o , intriso d i ss^n- c h e , f o r t e d e l p o t e r e costi­ n o n e r a possibile a f f r o n t a ­ S i t r a t t a egli h a d e t t o , d e l Siles Z u a z o è il pr im o LUtuIi, ex presidente dell'African National Congre.ss, c h c
g u e e costellato d i violenza tuzionale c h e il popolo sal­ r e i n u n a sola riunione t u t ­ p r i m o passo d i u n d i a l o g o presidente eletto della Boli­ ottenne il Nobel del I960.
e d i ingiustizia, l a volontà v a d o r e g n o gli a v e v a asse­ t i gli a s p e t t i della crisi, m a in u n a s i t u a z i o n e d i f f i c i l e via in 2 0 anni. In una ceri­ Annunciando la scelta, Il comitatonorvcgesc per il Nobel
umana può aprire, anche gnato, e r a venuto a L a d a l documento concorda­ e com pl es s a, i passi d a f a r e monia televisiva, Siles Z u a ­ ( è l'unico premio c h e non venga assegnato d a un'istituzione
nelle c i r c o s t a n z e p i ù av­ Palma a d offrire quella sono a n c o r a molti. , zo ha insediato il generale svedese; per questo il premio per la pace è a n c h e c hia m a to
t o , e g l i h a soggiunto, e -
verse. u n nuovo c a m m i n o pace-anelata d a tutti. In rappresentanza del «Nòbel norvegese») h a definito T u t u «una figura unificante
m e r g e u n a chiara speranza Jose Olvis Arias al posto di
F M L N h a poi p a r l a t o il nella campagna per risolvere il problema de ir a pa r lhe ld in
d i p a c e e d i ricostruzione. D a ! c a n t o s u o , il presi­ di pace. S e j a s com e comandante del­
comandante Ferman Cien- S u d Africa». C iò attirerà maggiore attenzione sulla «lolla
L o hanno ammesso.' d e n t e del F r o n t e d e m o c r a ­ Chiarendo ancora u n a l'esercito. Olvis Arias h a
fuegos c a p o delle forze non violenta per la liberazione alla quale appartiene Tutu».
p u b b l i c a m e n t e , gli stessi t i c o rivoluzionario, G u i l - volta i t e r m i n i della s u a guidato l'accademia dei mi­
a r m a t e d i l i b e r a z i o n e na­ Nella sua lolla contro l'oppressione, i l vescovo T u t u ripe­
protagonisti d e l l ' i n c o n t r o lermo M a n u e l ; Ungo, ha proposta, Duarte h a detto: litari estranei alla politica.
zionale, s e c o n d o c u i «la te s e m p r e una cosa: t u l l e le razze sono uguali duvi^nli a Dio.
c h e , c o m e ha o s s e r v a t o il sottolineatp , l ' i m p o r t a n z a « H o, o f f e r t o a i settori d e l N e l giugno scorso, il co­ C o m e osano allora i bianchi sfidare Dio e opprimere i neri
p a r r o c o italiano d i L a di avere raggiunto un ac­ F M L N e del F D R il loro pace sarà un cammino dif­ m a n d a n t e della .'ii:uola mili­ sotto la legge del Sudafrica'.' Proclamando il valore biblico
Palma, Riiffino Buggitti, c o r d o iniziale, p u r rilevan­ i n s e r i m e n t o nel p r o c e s s o ficile e complesso». Egli h a t a r e guidò I 2 S studenti e della .sua causa dal pulpito, il P e n n e T u t u è divenuto così il
h a n n o lasciato nella c h i e s a d o l'esistenza d i p ù n t i d i d e m o c r a t i c o , in u n o s c h e ­ a m m e s s o in ogni m o d o c h e professori in uno sciopero leader morale della lotta contro il sistema della discrimina­
d e d i c a t a a l «dolce n o m e d i vista c o n t r a d d i t t o r i e d i ­ m a pluralista, d i l i b e r t à e l ' a c c o r d o r a g g i u n t o è «un contro Sejas, sostenendo c h e zione razziale c h e riserva le migliori scuole, case e lavori ai
M ar i a » , il «dolce n o m e d e l ­ v e r g e n z a d i c r i t e r i sulla d i r i s p e t t o p e r i diritti u - passo importante». questi aveva promosso dei bianchi e nega ai neri a n c h e i diritti civili.
C i e n f u e g o s , c h e indos­
la pace». r e a l t à oggettiva, ,, m a n i . H o d e t t o loro c h e le protetti del presidente a po­ T u t u fu arrestato e multato per a d u n a t a sediziosa quando
s a v a l ' u n i f o r m e v e r d e oliva
D a oggi, i veri n e m i c i d i M a l ' i m p o r t a n t e , p e r le soluzioni non possono s c a ­ sti chiave e aveva impedito si unì n 52 sacerdoti e donne che marciavano a Johanne­
d e i guerriglieri, d o p o a v e r e
D u a r t e - t o r n a t o ieri s e r a p a r t i i m p e g n a t e nell'ini­ t u r i r e d a l g i o r n o alla n o t t e , c h e si face.ssc luce sulla sburg, m a riuscì a d eviiare il confino e la detenzione senza
rilevato c o n s o d d i s f a z i o n e
a S a n Salvador c o m e un ziativa d i p a c e , è c h e il m a i n s i e m e , il popolo sal­ vendita'di a r m i dcU'csercito processo, pene molto frequenti contro i militanti neri.
che, dopo tre anni e r a riu­
p r i m o i n c o n t r o sia a v v e n u ­ I neri sudafricani continuano a considerare loro leader
trionfatore - saranno non vadoregno p u ò raggiunge­ scito finalmente a sedere a sostenitori di estrema sini­
politico il fondatore d e l l ' A N C Nelson Mandela, in galera
già' i guerriglieri, ricono­ to, dopo cinque anni d i r e l a l i berazi one e l a p a ­ a t t o r n o a u n t a v o l o d i ne­ stra del governo.
d a più di 20 anni. T u t u ha piuuosto il ruolo di «coscienza»
sciuti u f f i c i a l m e n t e c o m e sanguinosa g u e r r a ' civile ce». gozi at i c o n il g o v e r n o , h a La scuola venne riaperta
del movimento. «A p a r t e i sindacati, possiamo dir e c h e la
«oppositori a r m a t i d e l re­ f r a l e forze governative e Mentre Duarte riaffer­ r i c o r d a t o i n f i n e c h e «la solo q u a n d o il presidente, speranza per cjimbiamenti fondamentali attraverso mezzi
gime», m a i g r u p p i e s t r e ­ gli insorti d e l f r o n t e F a r a - m a v a il s u o i m p e g n o nella p a c e auspicata dall'oppo­ c h e ha bisogno dell'appog­ pacifici viene dalle chiese», ha dichiarato T u t u in un'inter­
misti d i d e s t r a , le o l i ga r ­ bundo Marti. «lotta p e r l a p a c e ó , G u i l - sizione a r m a t a è q u e l l a gio dei militari, accettò un vista l'anno scorso. • , .
c h i e c h e c o n t r o l l a n o gli F r a le r i p e t u t e ovazioni lermp Ungo, conversando delle riforme, della p a r t e rimpasto anticipato degli al­ C o n la moglie L e a h , il premio Nobel per la pace ha un
squadroni dèlia tnórte é i d i u n a folla c h e a v e v a a t ­ c o n i giornaiisti, i n t e r p r e ­ c i p a z i o n e pbpoiai-e e d e l l a ti comandi, c h e è stato effet­ figlio e tre figlie. H a a v u t o lauree ad honorem dalle univer­
settori militari r e c a l c i t r a n ­ teso l u n g h e o r e d a v a n t i a l ­ tava con u n a ottica diversa d e m o c r a z i a pluralista». t ual o ieri. sità d i Columbia in U S A e d a atenei inglesi e tedeschi.

Per la discriminaziòné razziale


Più alta tra i néri
la mortalità
infantile negli ll$A
W A S H I N G T O N , 16 - La salute negli.USA non è uguale
per tulli. Nonostante, infatti, le condizioiii di salute della
popolazione a m e r i c a n a siano gerieralmente migliorate negli
ultimi treht'anni, ancora oggi si registrano alcune vistose
differenze t r a bianchi e neri
Secondò le più recenti statistiche, à d esempio, la percen­
tuale relativa alla mortalità dei bambini neri é n t r o il primo
anno di vita, pari c i r c a a d u e per centq, è doppia rispettò a
quella dei .bianchi;, la d u r a t a media d e j l à vita dei, bianchi è
di 7 4 anni; contro i '68 della popo|azion& di colore; i casi di
morte per diabete sono 2,5 volte più numerosi t r a le donne
negre c h e non t r a le bianche e gli uomini di colore sono più
esposti ai rischi di c a n c r o e di disturbi cardiaci.
S e inoltre si g u a r d a alla criminalità nell'ottica razziale si.
scopre c h e i nsri assassinati sono, in percentuale, più dei
bianchi. Infine, a l c u n e terapie risultano m e n o efficaci se
applicate a pazienti d i colóre. Questi e d altri d a t i sono e -
mersi nel corso di un recente convegno sullo sl a t o d i salute
della popolazione d i colore U S A , il «Black c a u c u s health,
braintrusl».'
Medici e esperti del servizio sanitario riuniti in congresso
hanno tentato, in d u e . giorni di dibattito, di trovare u n a
spiegazione scientifica a l fenomeno, arrivando alla conclu­
sione c h e la maggiore povertà dei negri d ' A p i e p c a rispetto
ai bianchi sì riflette inevitabilmente sul|è se/slte alimentari e
che le condizioni d i vita e d i lavoro della g e n t e di colore so­
no generalmente peggiori d ì quelle dei bianchi-
Fattori, questi ultimi ai quali si aggiungono «lo stress, la
depressione *d raggréssivitàì causate» secondo .Lawrence
G a r y , direttore dell'istituto p e r i problemi urbani della
«Howard University», «principalmente dall'elevato tasso di
disoccupazione, doppio rispetto a quello dei bianchi, c h e
colpisce la comunità nera». «L'insieme di questi fattori - os­
serva G a r y - conducono all'abuso del f u m o , dell'alcool, del­
la droga». ' ," 6,90 litri xlÒOkiiu 2^2mq: SrSHtfi:
G l i specialisti dei problemi d ì salute mentale hanno sotto­ il consumo la siqiàfide dd posti HI
lineato, dal c a n t o loro, c h e , nonostante il «primato» d e i sui­ più più ampia delia categoria. delia categoria.
cidi sia tuttora d e t e n u t o d a i biairchi, si osserva negli ultimi Per la nuova Jetta motori a benzina La larghezza Interna all'altezza del tfomiti Ed è pnollo comodotte caricare e'Soaricare,
tempi u n m o m e n t o vertiginoso nel numero d e i suicidi dei dj 1300cme (149kmh), di leOOcmc (16Skmh). è di 1417mm ai posti anteriori e di 1442mm percHò ha il bo/do in b a s ^ . ti pavimento
neri, soprattutto I r a i giovani. l : di ISOOcmc (J76kfnh) è un motore Diesel al posti posteriori, due misure da primato. p ^ o e una terga-apertura >d',accesso.
di ISOOcmc in v e r o n a aspirata (14Gt<mh) Particolari cure sono state dedicate al E tnottre consente
Molti degli intervenuti h a n n o denunciato ;ìn q u e st o senso e in versioneiTuftìo <158ltnih). confort del passeggeri sul divano posteriore. un carico firu) a 540 chtiogrammi.
il taglio delle spese p e r l'assistenza so c i a l i ^operato d a l l a
amministrazione R e a g a n ; d u e miliardi d i dollari in m e n o
•Media (OINJ con motore di ISOOcmc
per gli aiuti alle famiglie indigenti e l a riduzioni* del IR p e r
cento d e i fondi destinati a i programmi p e r la t u t e l a della Sa­
; !• I •( 1
VOLKSWAGEN C « C i a I K I m w .
lute delle m a d r i e dei b a m b i n i . . : .;
Pagina 14
M e r c o l e d ì 17 O t t o b r e 1 9 8 4
ijftkmti! economia/lavoro
Vigevmi (CGIL) e Bagli (UIL) a Corniti Per Camiti l'alternativa è «la restaurazione»
«Subito un accordo «Ineludibile»I l tema
su occupazione,
fisco e pensioni» dell'orario di lavoro
Il segretario generale della CISL, polemico coi «discorsi nebulosi»
'lÈUttèi Mia struttura dèi Mimo» - È F / f c *'^
L e s c g r e l e r i e d e l l e I r e c o n f c d c r u z i o n i sin­ procedere ogni a n n o - h a concluso sulla Il s e g r e t a r i o g e n e r a l e d e l l a C I S L , gni, l'occupazione continuerà a con­ m a g r a v i t à il c a l o d e l l ' o c c u p a z i o n e , in
d a c a l i si i n c o n t r e r a n n o o g g i p o m e r i g g i o , s t r a d a d i t a g l i a r e u n a f e t t a di s c a l a m o b i l e . P i e r r e C a m i t i , p r o p o n e u n a «conven­ t r a r s i , p e r c h è il d a t o c o n c u i o c c o r r e particolare nell'industria manifatturie­
n e l l a s e d e d e l l a C G I L , p e r e s a m i n a r e le C i si d e c i d a a f a r e u n a r i f o r m a d e l s a l a r i o z i o n e f r a il s i n d a c a t o e le c o n t r o p a r t i f a r e i c o n t i è c h e , a n c h e in f a s e d i ri­ ra. Q u e s t o fatto, nuovo p e r l'Italia
(juestioni c o l l e g a t e a l f i s c o , a l l e p e n s i o n i , a l - c h e v a l g a a l m e n o p e r c i n q u e anni».' i m p r e n d i t o r i a l i » p e r «stabilire l a c o m ­ ( p e r c h è negli a n n i ' 7 0 l ' o c c u p a z i o n e
p r e s a d e l l o s v i l u p p o , la p r o d u t t i v i t à
I o c c u p a z i o n e e a l s a l a r i o . «Il t e m a c r u c i a l e N e l l ' i n c o n t r o d i o g g i - d i c e B r u n o Bugli - p a t i b i l i t à d a a s s u m e r e in f u n z i o n i a g l i i n d u s t r i a l e a v e v a «retto» nel n o s t r o
cresce a u n ritmo più rapido di quello
è quello della riforma della struttura del sa­ «il g r a n d e a s s e n t e r e s t a il t e m a d e l l a r i f o r ­ esiti c e r t i c h e si possono d e t e r m i n a r e d e l l a p r o d u z i o n e , s i c c h é si v e r i f i c a l'e­ P a e s e p i ù c h e negli a l t r i p a e s i e u r o ­
l a r i o -- h a d e t t o a l l ' A d n K r o n o s F a u s t o V i g e - m a del salario e della contrattazione, t e m a p e i ) , d e v e i n d u r r e in m o d o «ineludibi­
s u l t e r r e n o d e l l ' o c c u p a z i o n e » . A l l a vi­ quazione solo a p p a r e n t e m e n t e p a r a ­
vàni, segretario confederale della C G I l . - e essenziale p e r riaprire u n confronto reale
gilia d e l l a r i u n i o n e , in p r o g r a m m a p e r dossale: p i ù i n v e s t i m e n t i , m e n o o c c u ­ le» a porsi u n a s t r a t e g i a d e l l a g e s t i o n e
m i a u g u r o c h e d o m a n i se n e possa discutere, c o n le a l t r e p a r t i sociali e r i d a r e u n r u o l o e
oggi, delle segreterie della C G I L , C l - pazioni. del t e m p o di lavoro e in particolare
c o m e p u r e si p o s s a p a r l a r e d e l l a c o n t r a t t a ­ u n o spazio al sindacato». A l t e m p o stesso è
.SL e U I L , C a r n i t H i a così r i b a d i t o c h e 11 s e g r e t a r i o g e n e r a l e d e l l a C I S L . l'obiettivo d i u n a sostanziale riduzione
zione c o n l a controparte».S u q u e s t o p u n t o è n e c e s s a r i o , p e r il s e g r e t a r i o d e l l a U I L , r i a - ,
n o t o c h e le i w i z t p n i f r a l e t r e c o n f e d e r a z i o ­ la p r i o r i t à c h e la s u a c o n f e d e r a z i o n e c i t a n d o i r i s u l t a t i d i u n o .studio d e l l ' I - d e l l e o r e l a v o r a t e p e r o c c u p a t o ncll'in-
p r i r e u n c o n f r o n t o c o n il g o v e r n o in m o d o
ni r e s t a n o d i s t a n t i . M e n t r e C G I L e U I L - a s s e g n a a l l a t r a t t a t i v a c o n gli i m p r e n ­ S E L . h a spiegato c h e con u n a riduzio­ diistria. U n ' a l t r a r e l a z i o n e è .stata svol­
d a «rispondere c o n fermezzit'ìlirassalto del­
ditori È quella dell'occupazione. n e dell'orario a 3 5 o r e settimanali e t a nel p o m e r i g g i o d a l p r o f . R o b e r t o
sia p u r e c o n v a l u t a z i o n i d i f f e r e n t i - s o s t e n ­ le c o r p o r a z i o n i e d e l l e v a r i e s p i n t e c e n t r i f u ­
C a m i t i non h a a f f a t t o ammorbidito una riduzione contestuale del 2.5 per S c h i a t t a r e l l a s u l t e m a «Flessibilità d e l
g o n o l'importanza d i fornirsi a l più presto d i ghe». In q u e s t o , u n r u o l o p r e m i n e n t e d e v e
una piattaforma unitaria, c h e comprenda la p o l e m i c a c o n a l t r i s e t t o r i d e l s i n d a ­ c e n t o d e l s a l a r i o , si p o t r e b b e r o a ^ e r c m e r c a t o d e l lavoro e occupazione».
a v e r e la p a r t i t a f i s c a l e , c o n i p r o v v e d i m e n t i
a n c h e la r i f o r m a d e l s a l a r i o , c o n c u i a p r i r e a n t i c v a s i o n e c h e s o n o «ora o g g e t t o d i u n vio­ c a t o ( e s e g n a t a m e n t e coi non n o m i n a t i nel 1 9 8 5 3 8 5 m i l a posti di l a v o r o a g ­ N u m e r o s i gli i n t e r v e n t i d i s i n d a c a l i s t i ,
il n e g o z i a t o c o n la C o n l ' i n d u s t r i a ; l a C I S L m a c h i a r a m e n t e evocati comunisti del­ f r a i q u a l i il s e g r e t a r i o n a z i o n a l e d e l l a
lento attacco concentrico portato dal fronte giuntivi, c h e .scenderebbero a 3 1 0 mila
h a r i b a d i t o , m e d i a n t e il s e g r e t a r i o C a m i t i la sanfedista dei bottegai». la C G I L ) . H a i n f a t t i p a r l a t o d i «di­ F l O M Paolo F r a n c o (attonro al t e m a
c o n l ' o r a r i o d i 3 5 o r e «a p a r i t à d i s a l a ­
non disponibilità, in presenza d e l referen­ P e r la C G I L , il s e g r e t a r i o g e n e r a l e a g ­ scorsi s e m p r e p i ù nebulosi in c u i a n c h e d e l l ' o r a r i o è c r e s c i u t o il c o n s e n s o poli­
rio» e a 1 7 0 m j l a c o n u n a r i d u z i o n e
d u m c o m u n i s t a sui 4 punti di scala mobile, g i u n t o , O t t a v i a n o D e l T u r c o , in u n a i n t e r v i ­ gli a d d e t t i a i lavori f a t i c a n o a n o n p e r ­ tico e sociale). S u l versante degli im­
dell'orario settimanale, sempre a pari­
a l l a t r a t t a t i v a . «E" c h i a r o - p r e c i s a V i g e v a n i sta a «Rassegna sindacale», attribuisce la dersi» r i g u a r d a n t i «la c o s i d d e t t a r i f o r ­ prenditori, h a parlato Antonio Cocirio,
t à di salario, a 3 8 o r e e mezzo. C a m i t i
- c h e d o m a n i s a r à i m p o r t a n t e r i u s c i r e a t ro ­ c a u s a di tutti i mali a l f a t t o c h e «da 4 anni m a d e l l a s t r u t t u r a d e l salario». L ' a c c u ­ pre§iden,te d c l ì ' A n i m e j j - C o t i f a p i p e r il
h a .sollecitato u n ' i n i z i a t i v a c o n c r e t a
vare un'intesa seria s u fisco, pensioni e o c ­ non d i s c u t i a m o a l t r o c h e d i scala mobile». s a rivolta à g l i i m p r e n d i t o r i è i n v e c e q u a l e «la r i d u z i o n e d'oi-àrió'deve e s s e ­
del sindacato, superando le dispute a - r e il p u n t o d i a r r i v o d e l l a t e r z a rivolu­
cupazione cominciando a immaginare u n E , a f o r z a d i d i s c u t e r e di q u e s t o , « a b b i a m o stata quella di scartare «anche c o m e strate sulla-riduzione d'orario genera­ z i o n e i n d u s t r i a l e e n o n il p u n t o d i p a r ­
p e r c o r s o u n i t a r i o d i s c a d e n z e e d i lotte». Il dimenticato c h e stavano uscendo dalla stal­
d a t o m a r g i n a l e » il t e m a d e l l ' o c c u p a ­ l i z z a t a o a r t i c o l a t a (la c o s a p e g g i o r e t e n z a » . C o c i r i o h a insistito s u l «costo»
p u n t o d i m a g g i o r e f r i z i o n e è la r i f o r m a d e l la q u a s i t u t t i i b u o i e r i s c h i a m o d i c h i u d e r e
salario c h e ' p u ò in p a r t e compromettere i z i o n e , a l l ' i n s e g n a d e l revival n e o libe­ sarebbe «fare u n ennesimo convegno d e l l a riduzione d e g l i o r a r i ; C a m i t i h a
la p o r t a q u a n d o o r m a i è t r o p p o t a r d i » . D o ­
t e n t a t i v i u n i t a r i d e i t r e s i n d a c a t i . « N o n esi­ p o d o m a n i Si r i u n i r à l a g i u n t a d e l l ' I n t e r s i n d . r i st a . su questo tema», ha detto). S e questa r e p l i c a t o c h e il c o s t o c h e la collettività
stono - h a aggiunto Vigevani - alternative D o p o la p r o p o s t a d e l l a C o n f i n d u s t r i a s u l l a Il s e g r e t a r i o g e n e r a l e d e l l a C I S L è i n i z i a t i v a s i n d a c a l e n o n ci s a r à , v o r r à
p a g a p e r la d i s o c c u p a z i o n e ( e p e r gli
a l l a t r a t t a t i v a e a l l a r i f o r m a d e l salario». r i f o r m a d e l s a l a r i o , negli a m b i e n t i e c o n o m i ­ intervenuto al convegno indetto a Ro­ d i r e c h e «siamo alla restaurazione, al
« a m m o r t i z z a t o r i sociali» n e c e s s a r i ) c
Dal discorso d i Vigevani traspare d u n q u e c i e s i n d a c a l i si a t t e n d e o r a c o n i n t e r e s s e m a dalla F I M sul t e m a «Lavorare t u t ­ 1815», p e r c h è p r e n d e r à a n c o r a m a g ­
m o l t o più e l e v a t o ,
una volontà della C G I L di arrivare oggi alla l ' a t t e g g i a m e n t o d e g l i industriali p u b b l i c i t i , v i v e r e meglio», « l o s o n o p i ù m i n i ­ g i o r f o r z a la «ripresa d i c o n s e r v a t o r i ­ Il c o n v e g n o s a r à c o n c l u s o o g g i ( d o ­
discus.sione s u t e m i p i ù d e l i c a t i . S e d o v e s s e c h e , in o g n i c a s o , h a n n o g i à e s p r e s s o la l o r o malista - h a d e t t o C a m i t i - , m i ac­ s m o g i à in a t t o » . p o u n a relazione di padre M . Reina e
f a l l i r e l'ipotesi d i t r a t t a t i v a c o n la C o n f i n - disponibilità a d a p r i r e una trattativa con c o n t e n t e r e i d e l v e c c h i o slogan " l a v o r a ­ Il c o n v e g n o e r a s t a l o i n t r o d o t t o d a la c o n t i n a z i o n e d e l d i b a t t i t o ) d a l s e ­
d u s i r i a , p e r V i g e v a n i «non si r i p e t e r à la s t o ­ C G I L - C I S L - U I L p e r c a m b i a r e la bu.sta p a - r e m e n o p e r l a v o r a r e t u t t i " » . M a «se u n a r e l a z i o n e d e l prof L u i g i F r e y , il gretaria generale della F I M , Raffaele
ria d e l l ' a c c o r d o d e l 14 f e b b r a i o . N o n si p u ò ga. n o n si f a nulla», o si f a n n o so l o c o n v e ­ quale h a d e t t o di considerare di estre­ Morese.

Nella nuova proposta che il governo farà ai sindacati Da ieri la questione alla Consulta
Forse a sessant'anni Statali, tassabile GARE E APPALTI
l'età pensionabile la contingenza? COMUNE DI MELISSANO
(Provincia d i L e c c e )
P e r s u p e r a r e il « n o » d e l s i n d a c a t o a l - do». Disponibilità a discutere è s t a t a a n ­ Deve o n o l'indennità inte­ delle aliquote I R P E F . S i trat­
rinnal/amcnto dell'età pensionabile ( 6 5 nunciata a Borruso a n c h e per q u a n t o ri­ grativa speciale, ovverossia la ta degli articoli 4 2 del D P R AVVISO DI GARA
:inni n e l 2 0 0 3 p e r u o m i n i e d o n n e ) il g o ­ g u a r d a la specificità dei sistema previ­ contingenza degli statali esser n.601 del ' 7 3 0 4 6 del D P R n. IL SINDACO RENDE NOTO
r e soggetta a l l ' I R P E F ? Del 5 9 7 dello stesso a n n o cui è c h e s a r à e s p e r i t a licitazione privata secondo le norme
verno sia elaborandou n a nuova proposta denziale p e r a l c u n e categorie d i lavora­
quesito si è o c c u p a t a ieri la s t a t o contestato di violare d u e previste della L e g g e 02-02-1973, n. 14 - Art. 1 - Lett. c ,
clic s o u o p o r r à a Latria, C a m i t i e B e n v e - - tori, m e n t r e r i m a n e rigida la posizione per l'appalto dei lavori d i costruzione della fognatura
corte costituzionale nel corso volte la c a r t a repubblicana:
n u t o d o m a n i giovedì. L o h a d e t t o all'a- del governo sul passaggio dal vecchioa l nera 2. stralcio dell'importo a b a s e d i asta d i Lire
della p r i m a udienza pubblica q u a n d o , all'art. 36, garantisce
^ c n / i a Italia l'on. Aiidrea Borruso, sotto- nuovo sistema previdenziale: p e r i lavo­ 1.307.025.S72.
a u t u n n a l e . Il quesito, le cui a l lavoratore una retribuzione
r a t o r i c h e h a n n o p i ù d i 15 a n n i d i c o n ­ Le i m p r e s e , iscritte all'Albo N a z i o n a l e Costruttori, p e r
^cs;^olario a l m i n i s t e r o d e l L a v o r o , c h e conseguenze potrebbero esse­ proporzionata alla q u a n t i t à e categoria e d importo adeguato, dovranno f a r pervenire
c u n d u c c l e t r a t t a t i v e c o n il s i n d a c a t o i n tribuzione si c o n t i n u a a d a p p l i c a r e la r e pesantissime per lo stato- qualità del lavoro prestato, e alla s e g r e t e r i a di q u e s t o C o m u n e , e n t r o e n o n oltre d i e c i .
v e c c h i a n o r m a t i v a , jjer gli a l t r i , a l l ' e n ­ poichè, s e la c o r t e dovesse q u a n d o , all'art. 53, fi-ssa il (10) giorni d e c o r r e n t i dalla d a t a di p u b b l i c a z i o n e del p r e ­
assen/a del ministro D e Michelis. Gli
t r a t a in vigore della riforma,scattano le g i u d i c a r e illegittima la tassa­ principio c h e ogni tassazione s e n t e a v v i s o , i s t a n z a in bollo p e r p o t e r e s s e r e invitate al­
incontri inizieranno q u e s t a m a t t i n a c o n la g a r a s u d d e t t a . L a richiesta d i invito n o n vincola l'Am-
la d i s c u s s i o n e sui- p e n s i o n a t i s c e s i i n ^nuove norme. zione, dovrebbe rimborsare sia proporzionata alla capaci­
ministr4jfjone,Ctìiiiiinale. ,1 m tii'. •
I pensionati aderenti a C G I L , C I S L e migliaia di millarili, intei'essU t à contributiva del cittadini). -
piazza per protesta. M e l i s s a n o , li 10 o t t o b r e 1984
U I L h a n n o a t t u a t o ieri u n a g i o r n a t a n a ­ tutti i dipendenti pubblici, D u e , sostanzialmente, gli IL SINDACO
B o r r u s o s o . s t i e n e c h e i p e r il r i o r d i n o
zionale d i protesta con u n a serie d i m a ­ moltissimi dei quali h a n n o assunti delle commissioni tri­ Elia Cuna
delle pensioni « u n a intesa s a r à possibile». f a t t o ricorso p e r ottenere il b u t a r i e : I ) la tassazione pro­
n i f e s t a z i o n i a s o s t e g n o d i u n a .serie d i r i ­
I .a p r o p o s t a ò h e il g o v e r n o ,^i a p p r e s t a a rimborso delle ritenute I R - gressiva di un a u m e n t o m e ­
chieste c h e v a n n o dall'istituzione d i u n
presentare ai sindacati sull'età pensio­
n a b i l e e c o s ì a r t i c o l a t a : il D D L f i s s e r e b ­
a s s e g n o m i n i m o sociale alla rivalutazicv P E F a p p l i c a t e su q u e s t a in­
dennità.
r a m e n t e nominale di r e d d i t o COMUNE DI OPERA
n e delle pensioni private fino alla corre­ respinge la retribuzione, così
b e l'età pensionàbile à sessanta anni c o n Il quesito niisce dai d u b b i a d e g u a t a , al di s o t t o d e l livel­ (Provincia di Milano)
sponsione d i u n assegno di 3 0 mila lire
la s c e l t a p e r ò d i a n d a r e i n r i p o s o a 6 5 di incostituzionalità esprèssi lo di_ proporzionalità al lavoro
mensili a tutti i pensionati privati e x
d a varie commissioni tribiita- p r e s t a t o c h e la costituzione AVVISO DI LICITAZIONE PRIVATA
anrii. i n c e p t i v a n d o c h i r i m a n e i n .stato d i combattenti.
rié sulle n o r m e c h e prevedono garantiscé- 2) incidendo là.
servizio. , ; L a mobilitazione dei pensionati prose­ Il Corhuné di tìperà Irttèridé procedélè'''a mezzo di licita­
c h e l'indennità integrativa ta.ssaziono progressiva su , un
N e i c i n q u e a n n i facoltativi si i n t r o d u - g u i r à fino a l 2 1 c o n a l t r e i n i z i a t i v e . I l 2 3 zione privata col metodo di cui all'art. 1 lettera a), della
speciale istituita dàlia legge. a u m e n t o m e r a m e n t e nominale legge 2/2/1973 n . 14, senza possibilità di formulare of­
r e b b e il p a r t - t i m e , c a m b i a n d o a d d i r i t t u ­ le s e g r e t e r i e d e i s i n d a c a t i p e n s i o n a l i si n.324 del 1959 còiicórra a di reddito, d i f e t t a il presuppo­ ferte In aumento, all'appalto dei lavori di completamento
r a il t i p o d i r a i j p o r t a d i l a v e r ò e c o n s e n - riuniranno p e r decidere nuove azioni d i f o r m a t e i | reddito complessivo s t o della crescita della cajiaci- del Cimitero Comunale, 1. lotto, per l'Importo, a base
ictulo al lavoratore uri'distaccp «morbi­ lotta. netto al f i n e dell'applicazione t à contributiva. d'asta di L. 456,000,000.
Le i m p r e s e i n t e r e s s a t e p o s s o n o c h i e d e r e di e s s e r e invitate
alla g a r a e n t r o 2 0 giorni dalla d a t a di pubblicazione del pre­
s e n t e avviso.,
Le richieste d | invito non vincolano l'Amministrazione C o ­

(lira dalla prima


Tesoreria unica per palizzate.di trasporto, l'IN-
P S , le u n i v e r si t à s t a t a l i , gli
munale.
O p e r a , 17-10-1984
IL SINDACO
Flavio Orlando

dell'ultimo decreto, c h e h a
i n t r o d o t t o .sostanziali m o d i ­
gli enti pubblici e n t i lirici e , t r a gli a l t r i , il
C O N I e le f e d e r a z i o n i s p o r ­
tive nazionali. COMUNE DI BUSSERÒ
fiche rispetto a i precedenti e •Fino all'emanazione dei
presso le lesórcrie provincia­ s e c o n d o il q u a l e q u e s t o t a s s o nibilità p r e s s o l e b a n c h e p e r i - ( P r o v i n c i a di Milano) • "
c h e d e c a d r à il 2 9 o t t o b r e , decreti del ministro del T e ­
li d e l l o S t a t o . E ' e l i m i n a t a d i intcrcs.sc d e v e e s s e r e fis­ u n importo non supcriore ài
poiché nessuna delle d u e s o r o relativi a g l i e n t i i n d i c a ­ APPALTO LAVORI DI COSTRUZIONE DI UN TRONCO
q u i n d i l a possibilità d i lu­ s a t o «in u n a m i s u r a c o m p r e ­ 4 per cento dell'amniontarè
C a m e r e lo h a a n c o r a v o t a t o . ti a l l a « t a b e l l a A » , p e r t u t t i C O L L E r r O R E DI FOGNATURA (Stralcio 7. lotto).
c r a r e interessi c o n d e p o s i t i s a t r a il valore d e l l ' i n t e r e s s e d e l l e e n t r a t e p r e v i s t e d a l lo­ E' indetta licitazione privata per l'appalto dei lavori di
Il p r o v v e d i m e n t o t e n d e a si a p p l i c h e r à la d i s c i p l i n a
bancari. Alcuni enti perce­ corrisposto per i depositi sui ro bilancio di competenza. costruzione di un tronco collettore d i fognatura (stralcio
p o t e n z i a r e la d i s p o n i b i l i t à d i d e g l i e n t i d e l l a « t a b e l l a B». 7. lotto).
p i r a n n o . p e r ò gli Jniere.ssi: l i b r e t t i postali d i r i s p a r m i o c L e disponibilità eccedenti
t e s o r e r i a , in m o d o d a r i d u r ­ questa q u o t a vanno deposi­ La commissione h a a p ­ L'importo a base d'asta è di L. 240.000.000.
s u l l e « e n t r a l e proprie», c i o è q u e l l o previsto p e r i B O T a Procedimento: d a tenersi c o n il m e t o d o di cui all'art. 1 let­
r e il r i c o r s o a l m e r c a t o f i ­ t a t e nella t e s o r e r i a d e l l o provalo u n ordine del giorno
« c o s t i t u i t e d a introiti t r i b u ­ scadenza trimestrale». T r a t e r a A della l e g g e 2-2-1973, n . 14, a m m e t t e n d o s o l o offer­
n a n z i a r i o f o n d a t o suircmi.s- Stato. . =•, • p r o p o s t o d a L u i g i Rossi di
tari, extratributari, per ren­ gli e n t i di q u e s t o g r u p p o , t e in diminuzione..
s i o n e d i titoli d e l d e b i t o E ' prevista u n a sanzione Montelera ( D C ) c h e impe­ Le i m p r e s e i n t e r e s s a t e , munite di i d o n e a iscrizione all'Albo
d i l a d i b e n i e .servizi, c a n o n i , • individuati d a u n a «tabella
pubblico. Un'altra finalitàè * pecuniaria a c a r i c o , delle g n a il g o v e r n o a g a r a n t i r e Nazionale dei Costruttori, p o t r a n n o inoltrare d o m a n d a di
s o v ra c c a n On i e i n d e n n i z z i o A » a l l e g a t a alla l e g g e c i so­
q u e l l a d i q o n f c r i r e a i flussi b a n c h e , in f a s o ' c h e t a l e e n t r o u n a n n o d a l l ' e n t r a t a in partecipazione in c o m p e t e n t e bollo a : C o m u n e di B u s s e r ò
finanziari del settore pub­ d a altri introiti provenienti no province, c o m u n i c o n - e n t r o 1 0 giorni dalla pubblicazione del p r e s e n t e avviso.
n o r m a sia violata. ' v i g o r e d e l l a l e g g e il p a s s a g ­
La richiesta di invito n o n è vincolante p e r l'Ammlhistrazio-
blico maggiore trasparenza. d a l s e t t o r e privato». Il tas.so popolazione superiore a 8 T r a gli e n t i d e l l a « t a b e l l a g i o a l l a «tabella A » d e g l i e n ­ n e appaltante.
L e nuove n o r m e stàbili- di i n t e r e s s e p e r le c o n t a b i l i ­ mila "abitanti, e altri ènti B»^ c h e s o n o i p i ù n u m e r ó s i , ' t i i n d i c a t i a l l a « t a b e l l a B», P e r ulteriori infòrmàzioni rivolgersi a : C o m u n e di B u s s e r ò ,
s c o n o p e r t a n t o c h e t u t t i gli tà fruttifere sarà determina­ minori. ci s o n o l e r e g i o n i a s t a t u t o a f f i n c h è il t r a t t a m e n t o s i a Ulficio T e c n i c o Comunale.
e n t i t e n g a n o l e l,oro d i s p o n i - to con decreti del ministro G l i a l t r i e n t i p u b b l i c i , in­ o r d i n a r i o e s p e c i a l e , le p r o ­ . u n i f i c a t o e t u t t i po.ssano B u s s e r ò , li 17-10-1984
IL SINDACO
biliti) f i n a n z i a r i e in c o n t a b i ­ del Tesoro. E ' statò accolto d i v i d u a t i d a u n a ' « t a b e l l a B», vince a u t o n o m e d i T r e n t o e p e r c e p i r e gli i n t e r e s s i s u l l e Dr. G. Pistone
lità .speciali infruttifere u n e m c n d a r n c i i i " .lei P C I potranno mantenere dispo­ Bolzano," l e a z i e n d e m u n i t i - « e n t r a t e proprie».
economia/lavoro %^4ùcmU!
Pagina 15
M e r c o l e d ì 17 O t t o b r e 1 9 8 4

In agosto è cresciuta dell'I 1% Una proposta di Caprìa COMUNE DI LAINATE


(Provincia di Milano)

In forte aumento ECU al posto AVVISO DI LICITAZIONE PRIVATA

del dollaro IL SINDACO

la produzione
Al sensi dell'art. 7 della legge 2 Febbraio 1973 n. 14 comu­
nica c h e é indetta una licitazione privata con il sistema

per pagare di cui all'art. 1 lettera a) della citata legge n, 14/19B3 per.
l'appalto delle •ottolndlcate opere pubbliche:
1) Costrutlone del 7. lotto di fognatura urbana per u n
Si tratta importo a b a s e d'asta di L. 47S.880.026.
-2) Realizzazione di opere di urbanizzazione primaria in
in atto Poco efficiente u n -Via * A ^ t o , 1W# palr^i, JJuovfl St^tóa^ PRQ,w » u à \
Imitorto a b a s e d'asta di L.2S9.l46.ra7.
3) Realizzazione 1. lotto Centro Sportivo di Quartiere In
La prod(i?ionc, industriale h a registrato p r a t t u t t o dairecceii.sivo incremento del co­ dal nostro inviato D A N 1 L O G H 1 L L A N I (razione Barbalana (parcheggio pubblico esterno)
un salto in avanti a d agosto, mese nel q u a l e sto dell'intermediazióne bancaria provocato per un Importo a b a s e d'asta di !.. 6S.247.000.
l'indice, attestandosi a 48,4 (base 1980 : dalla crescita dcll'occupazionc negli istituti R I M I N l , 16 - Dilaga la consumatori, evitando cosi Le Imprese Interessate dovranno presentare domanda in
100) ha segnato u n incremento dell'I 1% ri­ di credito. Dal 1970 a d oggi i bancari sono sindrome d i Superdollaro: la u n a contrapposizione tra competente bollo per ognuna delle singole gare cui Inten­
spetto a l valore 43,6 dell'agosto del 1983. aumentati del 100%; l'occupazione esube­ valuta U S A frastorna i piani blocchi. dono partecipare a Comune di Lalnate - Viale Rimembran­
I.e giornate lavorative sono s t a t e 22, identi­ rante nelle aziende d i credito - secondo la a breve termine (per non In realtà, c o m e ricorda il z e 13 - 20020 Lalnate entro I giorno 29 ottobre 1984.
che a quelle dell'anno scorso. L ' a u m e n t o ricerca - è d i 9 0 mila addetti. L o conferma­ parlare di quelli a lungo pe­ vicepresidente dell'ENI, La richiesta d'invito non è vincolante per l'Amministrazione
conferma la tendenza alla ripresa già mani­ no i confronti internazionali: il costo del riodo, d i f a t t o impraticabili) Giancario Grignaschi, i
festatasi in luglio con -«-4,4. e a n c h e nei me­ personale rappresenta r81% dei costi opera­ d i aziende e d i governi; de­ problemi sul t appet o sono Lalnate, 12 Ottobre 1984
si precedenti. tivi totali delle banche commerciali in Ita­ termina, con le s ue impen­ gravi ed impellenti: dal però PER IL SINDACO
C o m u n q u e ' ' a l l ' I S T A T sottolineano c h e lia, m a solo il 6 9 % ih G e r m a n i a , jl 6 8 % in nate, m a a n c h e con le repen­ dell'indebitamento, fcon le L'ASSESSORE Al LL.PP.
occorre motta cautela nell'interpretare i d a ­ FraHcia ed il 53% négll'Stàti Uniti.' ' ' tine discese, pì-eocctipanti suci devastanti conseguenze Oarallni Francesco
ti di agosto, mese tradizionalmente partico­ Q u e s t a situazione impedisce - secondo la fenomeni degenerativi delle sulle economie d i tanti paesi
lare. coiniidé'rtdo con il periodo d i chiusura ricerca - di ridiirre i tassi reali al calare del- economie mondiali; infine sia produttori c h e .consuma­
l'ìn'rt,izione. Alla fine' d e l ' 1984 l'iriteresse impedisce u n corretto svol­ tori»; alle incontrollate e in­
delle fabbri'chiél' '•
reale sui prestiti sarà probabilmente cre­ gimento del mercato inter­ controllabili oscillazioni dei
COMUNE DI
U n ' incrertiento dell'indice della produ­
zione cosi a l t o non si registrava d a oltre sciuto di 1,7 punti rispetto al 1983. Nei nazionale dei cambi. Q u e s t e C a m b i , «che hanno vanifica­ CASTEL S. GIORGIO
prossimi d u e anni la forbice f r a tassi attivi preoccupazioni, emerse con t o in alcuni paesi - com e l'I­
quattro anni, precisamente dal luglio 1980. (Provincia di Salerno)
su prestiti e i tassi passivi sui depositi non chiarezza e con insistenza in talia - le pur consistenti ri­
In base ai d a t i resi noti d a l l ' l S T A T , nei
scenderà sotto i dieci punti. questi tre giorni d i dibattito duzioni del prezzo del petro­
primi o t t o mesi dell'anno l'indice ( c h e misu­ IL SINDACO
Intanto, interrompendo u n a serie positiva al Pio Manzù, sono comun­ lio decise dall'OPEC». M a
ra il volume fisico della produzione effetti­ RENDE NOTO
che'diirava d a 21 mési di fila, là produzione q u e rimaste senza soluzioni: l ' E N I , cosa fa per d a r e con­
vamente realizzata) è cresciuto del 3,8% ri­ Alle Imprese che ne abbiano interesse, c h e questo Comu­
industriale americana ha accusato in set­ sono infatti fioccate analisi cretezza all'esigenza d i coo­
spetto al 1983. n e d e v e appaltare, mediante licitazione privata, da e -
t e m b r e u n c a l o dello 0,6% destagionalizza- dotte, m a i rimedi non sono pcrazione? Risponde Gri­
A fronte di questi dati incoraggiatiti circa sperlrsl c o n I metodo di cui all'art. 1 lettera D della leg­
to. Il d a t o è della Federai Reserve. Il calo ancora certi. SI, è vero, il gnaschi; -P er il triennio 85-
le capacità dei nostri imprenditori e dei no­ g e 2/2/IS73, n. 14,1 lavori di:
c h e è il p r i mo dopo u n a fle-ssione di entità i- ruolo dello scudo europeo ir­ 87 sonò previsti nel settore
stri lavoratori si colloca, per converso, robustito da una maggiore A) Sistemazione del Piano Terra della .Biblioteca Co­
derftica nel novembre 1982, è leggermente petrolifero invcsUntenti pari munale. Importo lavori L. 41.01)0.000.
un'indagine c h e conferma, ancora una vol­ superiore alle aspettative degli osservatori coesione di politica econo­ a cinque miliardi di dòllari:
ta, la scarsa efficienza del sistema bancario mica tra i Dieci deve acqui­ B) Costruzione attrezzatura sportiva alla frazione Torel­
c h e non andavano al di là d i u n a diminuzior il 4 7 per cento in progetti lo. Importo lavori L. 25.000.000.
Italiano. •. . , rte'flelló 0,4%. , sire un ruolo più incisivo. localizzati in paesi, arabi;
L'economia italiana potrebbe recuperare C) Fornitura di litri 4S.000 di gasolio denaturato per ri­
i r calo della prodtizione indu.striale U S A M a ha ragione Capria r 8 0 per cento nel cosiddetto scaldamento scuole e d uffici, stagione invernale '84/
ogni a n n o 12 mila miliardi se il sistema in se t t e mb r e ha f a t t o seguito a un aum ent o q u a n d o avverte che il pro­ Terzo Mondo». '85, mediante licitazione privata ai sensi della le gge
bancario fosse più efficiente. E ' questo il ri­ rettificato dello 0,1% in agosto e a un in­ blema è squisitamente poli­ U m bert o Colombo, presi­ n. 14 del 2-2-1973, art. 1 lett. E.
sultato d i uria inedita ricerca e f f e t t u a t a alla cremento dello 0,9% in luglio. Nelle stime tico; e d c a livello comunita­ dente d c l l ' E N E A , rileva Importo a b a s e d'asta è di L 27.225.000 IVA com­
facoltà di economia dell'università di Roma iniziali, l'aumento di agosto e r a stato indi­ rio, a i massimi livelli politi­ com e la mancanza di ener­ presa.
e pubblicata dal settimanale «Mondo eco­ c a t o nello 0,2%. Rispetto a settembre del­ ci, c h e esso andrà risolto. gia costituisca un indice im­ Le domande di ammissione alle gare in carta semplice,
nomico». Roberto Convenevole, l'economi­ l'anno scorso, la produzione U S A ha regi­ Anche gli illustri ospiti portante di sottosviluppo debbono pervenire al Comune entro 10 (dieci) giorni dalla
sta che h a compiuto questo studio con la strato u n a u m e n t o del 7,3%. dei paesi arabi produttori di proprio mentre è certo chc data di pubblicazione del presente avvisò.
supervisione d i G u i d o Rey e Antonio Pedo­ La produzione d i beni di consumo in set­ petrolio individuano nel di­ nel prossimo secolo la popo­ Le rictiieste non vincolano l'Amministrazione Comunale.
ne, prevede c h e nei prossimi anni i tassi tembre è scesa dello 0,4% rettificato dopo sordine monetario (che, sot­ lazione mondiale sarà rad­ Dalla Residenza Municipale, li 8-10-84
d'interesse reali soffocheranno la ripresa un a u m e n t o dello 0,2% in agosto. La produ­ tolineano, ha un peso note­ doppiala; il segretario gene­ IL SINDACO
produttiva, se le banche non a f f r o n t a n o una zione di materiali e calata d e l l ' i , l % contro vole nella costruzione del rale aggiunto delle Nazioni Avv. Gabriele Capuano
severa e radicale ristrutturazione. un a u m e n t o dello 0.2%^ in agosto. La produ­ taiiso di inflazione) uno sco­ Unite, M . Allaf, è allrettan-
I peso degli oneri finanziari sul reddito zione d i a u t o ha registrato iin tasso annuo di. glio c h e rallenta il già fati­ t o certo chc le quantità di
delle imprese private è, ^addoppialo in ijZS ;7,9 milioni di unità a s e t t e m b r c r i n aurnento" coso processo d i ' e m a n c i p a ­ risorse energetiche non rin­
anni, passando dal 2,18% nel 1960 al 5,40%' rispetto al tasso di 7,7 milioni di unità del zione dei popoli. Essi guar­ novabili saranno drastica­ CITTA'DI
oggi. Q u e s t o a u m e n t o è s t a t o . c a u s a t o so­ mese prima. d a n o all'Europa con sempre
maggiore attenzione. M a il
mente ridotte. E il presiden­
te d e l l ' E N E L . Corbellini,
CASTELLAMMARE DI STABiA
processo di cooperazione, ricorda che in un sistema e- (Provincia di Napoli)
t a n t o auspicato, è ancora conomico internazionale co­
troppo lento, le diffidenze sì inlcrdipendcnlc «la logica
ancora palpabili, i nodi poli­ delle vincite e delle rivincile
Telecamera sulla siderurgia Avolio: tici - vedi la questione pale­ provoca fenomeni di genera­
AVVISO DI GARA
stinese - ancora del t u t t o ir­ le rallentamento della cre­
L'Italia può forse bisogna risolti (anche se l'Italia, in
questo contesto, può ergersi
scita e, in definitiva, le con­
seguenze più gravi sono pa­
Questa Amministrazione deve procedere mediante licita­
zione privata al conferimento del servizio di trasporto a -

chiudere lunni all'Istituto Ex Tropeano.

invadere con la
a prima della classe: basti
pensare all'intesa con l'Al­
geria per le importazioni di
gate dai paesi più deboli»
(cioè quelli in via di svilup­
po privi di materie prime
Le ditte interessate possono inoltrare domanda in carta le­
gale, per l'Invito alla licitazione, al Comune di Castellamma­

la vicina Francia? mezzadrìa g a s per rendercene conto).


I problemi dello sviluppo
economico e sociale sono
mtr).
Necessità quindi di assi­
re di Stabla - Sezione contratti - mediante raccomandata
r.r. entro 10 giorni dalla data di pubblicazione del presente
avviso sul Bollettino Ufficiale Regióne Campania.
curare un minimo di slabili­
di G I A N N I L U B R A N O Non si può fare una legge dunque comuni a tutti i po­ tà nell'economia mondiale, La richiesta di invito deve contenere la espressa dichiara­
sui contratti agrari ogni-die­ poli, nes.suno è immune dai di fornire adeguat e certezze zione della ditta di essere in p o s s e s s o dell'autorizzazione
M A R S I G L I A , 16 - I d u e veva diventare, nelle idee fenomeni degenerativi sopra a livello di programmazione: amministrativa per l'esercizio dell'attività richiesta nonché
ci mesi. Occorre invece dare
"fiori all'occhicllo»- della dei realizzatori, una «nuova ac':ennati. Ricorda a d e- c quindi di un più ordinato di essere in possesso dell'iscrizione alla Camera di Com­
tranquillilà4 coloro che* ope­ scmpio il presidente dei pe­ mercio.
•grande» economia locale Taranto», rha i colpi della assetto monetario. Ed è pro­
sono il porto, o meglio il crisi -siderùrgica, scoppiata rano in, questo settore aven­ trolieri italiani, Achillc Al- prio da un banchiere arabo,
La richiesta di invito non vincola l'Amministrazione appal­
complesso, vasti.ssimo «si­ alla m e t à di quel decennio, do maggiore fiducia in un i- bonctti c h c purtroppo, se H a t e m Abou Said (senior tante.
stema» portuale (comprende impqsei;^ run» ridimensiona­ sliiluto, come quello dell'af­ q u a l c h e anno f a sui paesi dell'Arab Banking Corpora­
quattro scali) c h e da-Marsi-, mento, d c j piani di .sviluppo consumatori si e a b b a t t u t o il tion) c h c fornisce una pri­ IL SINDACO
fitto,' che in tutti i paesi della
glia va fino a Port-St. Louis c d u n q u e ircicló produttive), I c r r e m o t o dei prezzi con i m a , positiva risposta alla Dr. F.sco Saverio d'Orsi
C'F.F. è considerato il con­ noti e f f e t t i negativi, oggi si proposta lanciata d a Capria
del Rodano e l'impiantò si­ d a integrale c h e doveva es-
tratto principe per l'uso della sta a b b a t t e n d o l'altro ter­ di allargare la zona di in­
derurgico della Soimcr a •serc, si ; f e r m ò alla lamina­
zione a caldo.; 1 prodotti del­ terra a fini produttivi. remoto del dollaro, c h c gra­ fluenza d e l l ' E C U , invitando
Fos. Il porto francese è il se­
condo in Europa, dopo quel­ la Solmer, per ricevere il 1.0 ha affermatti il presi­ vita attorno a quota duemi­ ufficialmcnte il Vecchio PROVINCIA DI PESARO
la: l'aumento in d u e anni c Continente «a imporre una
lo di Rotterdam. C o m e .sca­ t r a t t a m e n t o della lamina­ dente della C'onfcoltivatori,
s t at o del 4 0 per cento, l.a sua politica comunitaria per E URBINO
l o di merci e t r a f f i c o d i pas­ zione a freddo, devono esse­ Giuseppe Avolio, concluden­ con.seguenza • ovviamente - cercare di calmare il "calo­
seggeri e certamente ai pri­ re lavorati in altre parli del­ do la manifestazione dell'As­ e piuttosto grave, con squi­ r e " del mercato dontinalo UFFICIO LAVORI E CONTRATTI
m i posti del mondo. Ed ospi­ la Francia; M a ciò c h c gioca sociazione coltivatori a con­ libri nei conti economici de­ dal dollaro». Come'.' Il ricor­
ta uno dei più importanti a favore dei cois di Fos è il gli operatori e con grosse so asfissiante al mercato del
AVVISO DI GARA
tratto agrario tenutasi ieri.
vantaggio della posizione difficoltà di programmazio^ dollaro (1120 per c e n t o circa Si rende noto che questa Amministrazione intende appal­
terminal carboniferi euro­ Avolio ha, perciò, ribadito
strategica dello slabilimen- ne. degli csborsi valutari euro­ tare, mediante esperimenti di licitazione privata d a e s e ­
pei. Di pari significato c il chc la C'onfcoltivatori inten­
10. Poco distante dall'Italia E il governatore della Pc- pei viene speso per coprire guirsi con le modalità previste dall'art. 1 lett. C) della
settore dello sbarco e del­
( p a r e c h c il 3 3 per cento del­ de seguire due strade paral­ tromin, Abdul Hadi T ahi r, le importazioni d i greggio l e g g e n. 14 del 2/2/1973, i sottoelencati lavori:
l ' i m b a r c o dei contenitori.
la sua; produzione arrivi nel lele: la prima è quella di sol­ avverte c h c il sistema di ap­ m/r) ' potrebbe essere sosti­ •Ripristino del Ponte Amelia sulla S.P. n. 2 Conca in Co­
Questo porto è attrezzato
nostro paese," e'specialmente lecitare i gruppi parlamenta­ provvigionamento da parte tuito «studiando un sistema mune di Montecerlgnbne».
per un movimento quotidia­
nell'arca :picmonlcse, contro dei paesi consumatori, e f f e t ­ di clearing f r a i paesi con
n o di 1 5 0 navi, al quale ri di tutti i partiti affinchè Importo a b a s e d'asta L. 103.000.000
il 32 chc rimane in Francia), t u a t o direttamenic dagli .sumatori e quelli esportatori
provvedono oltre 142 gru e trovino una intesa sull'inter­ Iscrizione alla Cat. 2 dell'Albo Nazionale Costruttori.
.collcgatissimo. .i50n,.il. resto stali 0 dalle compagnie, di petrolio», ncll'ambilo di
q u i si svolgono i d u e terzi dell'Europa per mezzo dei pretazione corretta della vo­ mentre da una parte ha si­ un istituto di credito specia­ «S.P. n. 8 4 Valpiano-Miratorio. Lavori di costruzione di
dell'intera attività di ripara­ canali navigabili c h e immet­ lontà espressa a grande c u r a m e n t e privilegiato i lizzato chc verrebbe istituito un ponte sul torrente Messa In sostituzione del ponte
z i o n e navale della f'rancia: tono i prodotti, trasportati maggioranza a favore della pae.si più forti, dall'altra non appositamente per i regola­ pericolante al km. 1 -i-SOO - 1 . stralcio pile».
ha bacini di carenaggio per via chi^itta, .sul R o d a n o e d a ha consentito la formazione menti compensativi di petro
nuova legge e della trasfor­ Importo a b a s e d'asta L. 140.885.000.
petroliere fino a S S C m i l à qui sui grandi mercati c.en- di un fronte unico I r a paesi lioconlro forniture.
lunnellatc. mazione della mezzadria in Iscrizione alia Cat. 1 dell'Albo Nazionale Costruttori.
tro-europei, l'impianto fran­
l;d eccoci alla Soimcr, la affitto; la seconda e quella di Le Imprese interessate, regolarmente iscritte all'Albo Na­
cese può godere di u n a posi­
società siderurgica gestita in zione privilegiata, l e pro­ utilizzare tutte le po.ssibilià zionale Costruttori alle suddette categorie ed importi, pos­
parti uguali d ai gruppi Sol- duzioni dì F'os rappresenta­ offerte dalla legge al fine di sono chiedere di essere invitate alle gare inoltrando singole
lac ed Usinor.
L'impianto di Fos ha una
no senz'altro uno dei nemici
più temibili per l'Italia, c h e
superare le difficoltà sia per
una rapida e definitiva solu
Biglietto verde al «top» domande jn carta bollata all'Ufficio Lavori e Contratti del­
l'Amministrazione Provinciale di Pesaro e Urbino entro e
non olti^e il giorno 31 ottobre 1984.
capacità produttiva di 4 mi­ però può rispondere con i zione del problema del supe­
lioni di tonnellate a l l ' a n n o prodotti di' staranlo e con Non sono ammesse offerte in aumento.
ramento della mezzadria, sia Il dollaro, sempre sostenuto ai livelli più alti, ha chiuso in
che rappresenta il 16 per quelli d i Bagnoli rinnovata, Italia a quota 1934,15 lire, poco meno di una lira sopra le Le domande di invito non vincolano l'Amministrazione.
cento della produzione na­ per l'affermazione definitiva
e con i laminati a f r e d d o di 1933,625 del fixing ufficiale di lunedi e facendosi di un p i e Pesaro, li 13 ottobre 1984
z i o n a l e . O c c u p a 6,200 lavo- Cornìgliano e Nnvi. del contratto di affitto come col() pas.so più vicino al massimo storico delle 1948,75 lire IL PRESIDENTE
faturi. Costruito all'inizio Insomma l'Italia p u ò in­ contratto principale dell'a stabilito il 21 settembre prima di essere spinto al crollo da Dott. Vito Rosaspina
ilcgli anni 7 0 l'impianto do­ vadere la 1 fumi..:.. gricoltura italiana. un massiccio intervento della Banca centrale tedesca.
m
BURRO l ^ o i o m i f i

dalla
EncicloiNHNa dtita ricwea
• (Mia •eopMta - U N * M
VtndtttratMte
Via PaauM) 11 - 001M Roma
T«(.06<31133a •. ,iOn Utuvrf :

Il capo dello Stato alla Conferenza dell'alimentazione per il 39. della FAO
Il costa deHemnitl è
nei fatti d a ciii soffre di più
Un'appassionata analisi della tragedia della fame nel mondo - Essenziale
il contributo delle donne ~ I discorsi del presidente senegalese Dióuf e di Saouma
L a lotta ailu f a m e n e l m o n d o si divisibile? c h e paesi poveri e p a e s i assumono una dimensione sempre rilievo c o m e , n o n o s t a n t e i rilevan­ i p r o b l e m i d e l i a d o n n a Ekile Li-
spos>ta d a l p i a n o e c o n o m i c o a i ndust ri al i zza ti s o n o i n t e r d i p e n ­ m e n o c ontrolla bile , al p a r i d i q u e l - ti s f o r z i neirassistpn?,a a i p a e s i di yonda.
q u e l l o poliUco. Q u e s t o il m e s s a g ­ denti'?' h a c h i e s t o ; il p r e s i d e n t e ila demogràfica. D a qui al 2005, n u o v ^ indipendeii&;i;;una t r o p p o Le c i f r e del d r a m m a sono terri­
g i o c h e g i u n g e d a l l a F A O d o v e si della Repubblica d è r Senegal A b ­ "aveva r i c o r d a t o il p r e s i d e n t e Per­ m o d e s t a c o n s i d e r a z i ó n e è s t a t a ri­ bili: 7 5 0 milioni d i esseri u m a n i a l
è c e l e b r a t a ieri la « G i o r n a t a m o n ­ d o u D i o u f , U n i n t e r v e n t o b r e v e , il t i n i , gli a b i t a n t i d e l g l o b o q u a s i servata alla presenza della donna d i s o t t o d e l l a soglia d i p o v e r t à ; 5 5
d i a l e d e l l ' a l i m e n t a z i o n e » e il 3 9 / suo, d a l tono morbido m a dai con­ raddoppierannp, passando d a 4,5 in q u e l l o c h e p u ò è s s e r e conside­ paesi d e l T e r z o m o n d o non p i ù i n
m o anniversario dell'organizza­ t e n u t i a s p r i . Diuof h a r i c o r d a t o i a 8 , 3 milia rdi c o n u n r i t m o d i c r e ­ r a t o , in molti casi, il s e t t o r e prin­ g r a d o d i n u t r i r s i c o n i tradizionali
zione p e r l'agricoltura e l'alimen­ problemi della desertificazione, s c i t a d i 9 0 milioni l ' a n n o , d i c u i c i p a l e d e l l ' e c o n o m i a : l'agricoltu­ metodi produttivi: circa 2 / 3 delle
della siccità, dell'indebitamento 8 1 nel T e r z o m o n d o . Q i i a n d o la r a , è p e r q u e s t o m o t i v o c h e la produzioni zootecniche perduti
tazione delle Nazioni Unite. Nelle
del T e r z o m o n d o «che h a raggiun­ popola z ione m o n d i a l e a v r à rag­ F A O s t a i n t e n s i f i c a n d o i suoi per malattie o per tecniche inade­
parole del presidente della Re­
t o la c i f r a r e c o r d d i 8 3 0 m i l a m i - g i u n t o gli o t t o m i l i a r d i , s e t t e vi­ s f o r z i p e r f a r e in m o d o c h e ogni guate; stazionarietà della produ­
pubblica S a n d r o Pertini, del suo
liorji d i dollari». A n c o r a iin d a t o , v r a n n o in p a e s i i n via d i sviluppo s u o p r o g e t t o d i a p i e n o riconosci­ z i o n e a l i m e n t a r e pro-capite i n t u t ­
collega senegplese A b d o u Diouf e h a a g g i u n t o D i o u f , «nel D u e m i l a c h e a lle condizioni d i oggi signifi­ m e n t o e d a p p o g g i o al r u o l o d e l l a t o il T e r z o m o n d o ; 2 2 5 milioni d i
d e l l e a l t r e personalità i n t e r v e n u t e , nel n o s t r o c o n t i n e n t e s a r e m o u n c a : malattie, f a m e , sete, mortalità d ò n n a nella p r o d u z i o n e a l i m e n t a ­ p e r s o n e d e n u t r i t e nella sola A f r i ­
l ' a p p e l l o al senso d i r e s p o n s a b i l i t à m i l i a r d o d i p e r s o n e . Q u e s t o ci d o ­ i n f a n t i l e e nella m i g l i o r e d e l l e ipo­ r e e nella vita dòlla c o m u n i t à r u ­ c a e d a n c o r a , la d e s e r t i f i c a z i o n e e
d e i g o v e r n a n t i h a a s s u n t o il t o n o v r e b b e s p i n g e r e a d a n d a r e al d i là tesi u n a vita m e d i a d i 5 7 a n n i con­ r a l e . L ' a c c e n t o s u l r u o l o della le c a r e n z e i d r i c h e d e i p a e s i in via
della denuncia. delle p u r e dichiarazioni di b u o n e t r o i 7 3 d e i p a e s i industrializzati. d o n n a nell'agricoltura, t e m a della d i sviluppo, l a vita m e d i a m o l l o a l
«Bisogna f o r s e r i c o r d a r e a i p a e ­ intenzioni». A p r e n d o la c e r i m o n i a il d i r e t t o ­ giornata, è stato posto dall'inter­ d i s o t t o d e i livelli d e l paesi i n d u ­
si r i c c h i c h e il m o n d o è u n o e in­ L e c i f r e sulla f a m e nel m o n d o r e d e l l a F A O S a o u m a h a m e s s o in v e n t o del ministro dello Z a i r e p e r strializzati.

N e l discorso t e n u t o d a ­
vanti all'assemblea della
F A O . il p r e s i d e n t e d e l l a
Repubblica S a n d r o . Pertini
il discorso di Pertini La d o n n a è c d e v ' e s s e r e par­
t e c i p e e a g u a l e a l l ' u o m o nel
f o r g i a r e i destini d e l m o n d o
L a politica f e m m i n i l e deiili
h a ieri rivolto u n a p p e l l o a i paesi i n d u s t r i a l i z z a t i - h a e s f o c i a in u n a m i r i a d e d i s t a t i , d e l l ' O N U e d e i vari
pae.si d e l m o n d o , e i n p a r t i ­ a m m o n i t o il p r e s i d e n t e - ri­ contrastanti interpretazioni, altri organismi internaziona­
c o l a r e alle d u e s u p e r p o t e n ­ schiano d i essere travolted a sia Ira m o n d o i n d u s t r i a l i z z a ­ li, m i r a n t e a d estenderò
z e , p e r c h è r e c u p e r i n o lo "spi­ « u n ' i n o n d a z i o n e d i povertà». l o e m o n d o e m e r g e n t e , sia a q u e s t a nozione , di a.ssolui:i
rito di cooperazione e di «Su q u e s t o p i a n e t a p i ù ri­ volle in s e n o a c i a s c u n o d e i p a r i t à t r a i sessi e d a t r a d u r
concordia dell'immediato stretto ogni giorno c h e passa d u e g r u p p i di p a e s i . A n c h e la in r e a l t à , t r o v a c,s.senzialf
d o p o g u e r r a , «quel s e n s o pro­ - h a a n c o r a d e t t o Pertini - q u e s t o f a sì c h e l o s v i l u p p o r a c c o r d o sia c o n la politicii
f o n d o dell'unità del pianeta» u n a via d i v e r s a d a u n ' i n t e s a rallenli la m a r c i a . di s v i l u p p o c h e c o n quclhi
e d i u n a « c o m u n e c i v i l t à u- globale e solidale n o n esi­ «Noi s i a m o c o n v i n t i c h e demografica.
mana». stè»; l ' u n i c a sol uzi one è q u e s t o è il m e t o d o g i u s t o . E - «Lo s v i l u p p o in.seri.sce l.i
«Solo con u n o s f o r z o con­ qu.clla di " r i m b o c c a r s i l e sislono, c e r t o , z o n e priorita­ d o n n a nel p r o c e s s o produi
c o r d e d i s o l i d a r i e t à e colla­ m a n i c h e e m e t t e r c i a lavo­ rie d ' i n t e r v e n t o , m a l'ap­ tivo; e b e n e h a f a l l o il Dirci
borazione u m a n a " - h a det­ r a r e t u t t i insieme». proccio - per intendere a t o r c G e n e r a l e S a o u m a a sot­
t o il c a p o d e l l o S t a t o italia­ A l «momento magico» del f o n d o s u l l e c a u s e e non sui t o l i n e a r e a n c h e il ruolo si­
no, i n t e r v e n u l o a c e l e b r a r e t r i e n n i o 1943-45, « q u a n d o soli sintomi d e l m a l e - g n i f i c a t i v o d e l l a d o n n a nel­
la " G i d r n a t a m o n d i a l e d e l ­ c o m b a t t e v a m o uni t i p e r u n dev'essere globale. L'aiuto l ' o p e r a d i p r o m o z i o n e um:i
l ' a l i m e n t a z i o n e " , i n s i e m e al m o n d o nuovo», consapevoli potrà e dovrà essere anche n a e sociale, s p e c i e nel sci-
presidente del Senegal, A b ­ della «comunità d i destini d i d ' e m e r g e n z a ; m a non d o b ­ tore agro-alimentare, c h e è
d o u Diouf - è possibile sal­ t u l l e le genti», è seguito, h a b i a m o f a r c i t r a s c i n a r e nel a l l a b a s e d i ogni autenticd
v a r e l ' u m a n i t à «dall'eca­ o s s e r v a t o P e r t i n i , il p e r i o d o b i n a r i o d e l p u r o assistenzia­ p r o c e s s o d i s v i l u p p o autoge­
t o m b e giornaliera» d e l l a d e l j e divisioni, d e l l a c o n ­ lismo, c h e d i s s i p a risorse no. L ' i n s e r i m e n t o nel pro­
f a m e e d a i pericoli d i - « u n a t r a p p o s i z i o n e in b l o c c h i l e i s e n z a c u r a r e la m a l a t t i a . Il c e s s o , p r o d u l l i v o contribui­
repentina catastrofe nuclea­ p r o b l e m i d e l sot t osvi l uppo dono alimentare, l'aiuto sa­ s c e a r e n d e r e la d o n n a cd-
re». «sono d i v e n t a l i p i ù i n t r a t t a ­ n i t a r i o u r g e n t e , p u ò giustifi­ s c i e n l e d e i suoi diritti e re
Pertini h a d e r i u n c i a l o il bili c h e mai». c a r s i in n u m e r o s i casi; m a s p o n s a b i l e d e l l e s u e decisio­
circuito perverso della corsa Pertini h a t r a c c i a t o u n c h i r i c e v e q u e s t ' a i u t o è il ni, ivi inclusa q u e l l a fonda­
al r i a r m o «che h a g e n é r a t q . e q u a d r o d r a m m a t i c o delle p r i m o a non volersi cristal­ m e n t a l e d e l l a procreazione.
g e n e r e r à , non g i à p i ù s i c u ­ condizioni d e l m o n d o : 7 5 0 lizzare in u n a c o n d i z i o n e L ' i n t e r r e l a z i o n e t r a le tre
r e z z a , m a p i ù insicurezza». milioni d i poveri; solo in A - permanente di "assistito". p o l i t i c h e - d i sviluppo, de
E m e n t r e il r i a r m o c r e s c e f r i c a 2 2 5 milioni d i per-sone L a f a m e non è c h e u n a d e l l e m o g r a f i c a e fe.mminilc - ri­
«lo s viluppo r a l l e n t a o non a f f a m a t e ; 4 0 mila bambini f a c c e , c e r t o I r a le p i ù terri­ s u l t a a n c h e q u i evidente».
p r o c e d e con la r a p i d i t à c h e c h e m u o i o n o p e r inedia o bili, d e l sottosviluppo, Il p r o b l e m a d i oggi, ha in­
s a r e b b e necessaria». O c c o r ­ m a l a t t i e o g n i giorno; c in «Per v i n c e r l a , o c c o r r e sistilo il p r e s i d e n t e , è di in­
r e d u n q u e a r r i v a r e al più più i d r a m m i della d e s e r t i f i ­ "attaccare" questo con una v e r t i r e u n a . r o t t a perversa, di
p r e s t o , h a e s o r t a l o il presi­ c a z i o n e d e l c a l o della pro­ s t r a t e g i a d i v e r s i f i c a l a , mi­ ritornare in u n c e r t o senso ai
d e n t e , «ad u n g e n e r a l e e duzione agricola mondiale, rante a rimuovere, dalle «sogni generosi» di quaran-
controllato disarmo». p e r s i n o d e l l a sete: « C r e d o f o n d a m e n t a , il m e c c a n i s m o l ' a n n i f a , a q u e l l a «fase esal­
Il c o s t o d e l l e a r m i - h a c h e o g n i es.serc u m a n o a b b i a riproduttore dell'indigenza t a n t e d e l l a vita interna/io-
o.sservato Pertini - è f r a l'al­ d i r i t t o a l m e n o a d u n bic­ nei suoi vari s e t t o r i e d a - nale», in c u i f r a l'altro si af-
t r o «un t i p i c o e t r a g i c o c o s t o chiere d'acqua - ha detto - s p e l l i , legati d a i n t e r d i p e n ­ f e r m S l ' O N U ' con t u l l e le
di opportunità c h e finisce e i n v e c e p e r milioni d i esseri denza, complementarietà e s u e a g e n z i e specializzale.
p e r riversarsi s u l l e s p a l l e d i umani l'acqua è oggetto di reciprocità di effetti negati­ « N e l p r o f o n d o d e l l a loro
c h i s o f f r e d i più». u n a f a t i c o s a , d i s p e r a t a ri­ vi, S e il p r o b l e m a d e l sotto­ c o s c i e n z a - h a c o n c l u s o Per­
Il m o n d o , h a c o n s t a t a l o cerca». s v i l u p p o nel m o n d o fosse tini - gli statisti c h e guidami
Pertini, g i à unificato dalla «Che i mali dell'umanità l i m i t a t o a l solo c a m p o eco­ le g r a n d i n a z i o n i non posso­
"terribile prospettiva atomi­ s i a n o t u t t o r a i m m e n s i e più nomico, avrebbe forse trova­ no n o n a s c o l t a r e l'invoca­
ca» è ormai interdipendente del previsto e già u n a di­ l o avvio di soluzione d a u n z i o n e d i c h i non ha' p a n e , né
a n c h e sul p i a n o e c o n o m i c o : sgrazia» - h a p r o s e g u i t o il veri. N e è p r o v a f r a l ' a l t r o la d a v o a g l i sc ie nz ia ti conve­ p r o c e d e c o n la. r a p i d i t à c h e pezzo. In r e a l t à , il sollosvi- a c q u a , n e i n d u m e n t i ; non
«Nessun g r u p p o p u ò voltare p r e s i d e n t e . « M a più g r a v e r e c e n t e iniziativa p e r la r e ­ n u t i d a o g n i p a r t e d e l mon­ s a r e b b e necessaria, O c c o r r e j u p p o è f e n o m e n o pluridi­ possono f a r l o s o p r a l t u l t o , gli
le s p a l l e all'altro». N è h vi ancora ha esclamato e g i o n e d e l S a h e l . O b i c t t i v o i- d o a d E r i c e c h e lo s p e t t r o d u n q u e addivenire a d u n ' mensionale. L o sviluppo è s t a t i s t i d i q u e l l e nazioni li­
p u ò e.ssere c r e s c i t a d e l N o r d c h e sia venula a mancared a t a l i a n o è q u e l l o di a r r i v a r e a d e l l ' o l o c a u s t o n u c l e a r e non generale ' e controllato di­ d u n q u e u n processo "inte­ s c i l e d a d u e d e l l e più grandi
senza-sviluppo del S u d . L e a n n i l a c o n c o r d i a degli spiri­ s t a n z i a r e lo 0 , 7 % d e l P N L è solo u n i n c u b o o p p r i m e n t e s a r m o . D o b b i a m o convin­ g r a t o " , c h e investe l'uomo , rivoluzioni liberatrici del
barriere dell'egoismo dei li p e r a f f r o n t a r l i » . s o p r a t t u t t o p e r gli a i u t i p e r le c o s c i e n z e degli uomi­ c e r c i c h e la c o r s a al r i a r m o nella s u a iiìlerezza. genere umano».
T a n t o più c h e le .soluzioni strutturali ( m a anche per ni, non è s o l o m i n a c c i a p e r h a generato e genererà, non «La b a t t a g l i a p e r le sorli
p e r risolvere i p r o b l e m i d e l ­ quclli^di e m e r g e n z a s e v e n e l'avvenire del pianeta. E ' g i à p i ù s i c u r e z z a , m a p i ù in­ dell'umanità non sarebbe
la f a m e e d e l s o t t o s v i l u p p o s i a ' i l bisogno) d i r e t t i a i p a e ­ a n c h e u n p e s o , u n costo, u n s i c u r e z z a ; e c h e i costi d e l ­ vinta se, a c c a n t o a l l ' i n f a n ­
esistono, s e c o n d o Pertini, e si d e l S u d d e l m o n d o . U n a d a n n o p e r il s u o ste sso pre­ l ' a c c u m u l o d i c a p a c i t à di­ z i a , non d e d i c a s s i m o c u r e e d
.sono i n f a t t i i n d i c a t e a n c h e Cooperazione h a o s s e r v a t o s e n t e . S o t t r a e e n e r g i e , risor­ struttiva arriveranno alle attenzione alla compagna
dalle agenzie specializzale il p r e s i d e n t e che punta a s e , l i n f a v i t a l e a l processo d i stelle e f i n i r a n n o p e r d i ­ della nostra vita e m a d r e dei
delle Nazioni Unile. c r e a r e le p r e m e s s e p e r l ' a u ­ sviluppo. S e m i n a nel m o n d o s t r u g g e r e il s o g n o di u n a vi­ nostri figli: la d o n n a . L a s u a
Purtroppo - ha aggiunto t o s u f f i c i e n z a a l i m e n t a r e nei m o r t e c desolazione. Provo­ ta progredita e serena per emarginazione e discrimina­
- non v e n g o n o m e s s e in a l l o , paesi b c n e r i c i a r i , e c h e pri­ c a , p e r m a n c a n z a di mezzi l ' u m a n i t à i n t e r a . Il c o s t o z i o n e è d u r a l a secoli; m a
p e r m a n c a n z a d i u n a volon­ vilegia gli i n l c r v e n l i ' a favo­ di sussistenza, u n o sterminio d e l l e a r m i è u n tipic o e t r a ­ oggi la d o n n a s t a p e r o t t e n e ­
t à unitariav p e r lo s c o n t r o re dell'infanzia e della don­ continuo e d attuale. Accen­ gico "costo di opportunità" r e , d o p o u n a l u n g a l o l l a , il
Ira i b l o c c h i , p e r la p r i o r i t à na, La donna che, h a esorla­ t u a i n s t a b i l i t à e d insicurez­ c h e finisce p e r riversarsi s u l ­ s u o riscatto.
d a l a a l l a c o r s a a l riarmo a n ­ t o il c a p o di S t a t o , «deve z a , f o n t i e d a l i m e n t o d i nuo­ le s p a l l e d i c h i s o f f r e d i p i ù . «Non v'è più nessuno al
z i c h é a g l i a i u t i a l l o sviluppo. partecipare su u n piano d i va d o m a n d a di a r m i e d i ul­ T u l i o c i ò non e giusto. Biso­ m o n d o • c h e n o n riconosca
P e r q u a n t o riguarda l'Ita­ e g u a g l i a n z a c on l ' u o m o a teriori o c c a s i o n i d i c o n f l i t t o . g n a c a m b i a r e . L a divisione c h e questo essere fragile e
lia c ' è , vicev'."' M, p r o p r i o in c o s t r u i r e il d e s t i n o d e l m o n ­ A causa di questo "circuito degli animi agisce a n c h e al­ f o r t e a d u n t e m p o non p u ò
questi ultimi anni, un impe­ do», p e r v è r s o " il r i a r m o c r e s c e e l'interno del dibattito slesso p i ù restringersi a l l e d u e sole
gno nuovo i paesi po­ - " Q u a l c h e g i o r n o f a ricor­ lo s v i l u p p o r a l l e n t a o n o n s u l l a t e m a t i c a dello s v i l u p p o funzioni di sposa e genitrice.