Sei sulla pagina 1di 2

A V V O C A T O F E D E R I C O

C R A C C O

- Tel. 045/5116176 - Fax 045/4725054

Corso Porta Nuova, 22

37122 Verona

Verona, 15 maggio 2018

TRIBUNALE DI VERONA

FALLIMENTO N° 57/2018 R.F. della Società

XPROJECT CARS ASSOCIATED LORIGA & LELLA S.R.L. (già OSCAR RENT E PARTNERS S.R.L.)

GIUDICE DELEGATO Dott. Pier Paolo Lanni CURATORE Avv. Federico Cracco

In qualità di Curatore del Fallimento in oggetto, comunico quanto segue:

- in data 30.4.2018 con sentenza n° 57 del Tribunale di Verona, è stato dichiarato il Fallimento

della Società Xproject Cars Associated Loriga & Lella S.r.l. (già Oscar Rent e Partners S.r.l.,

nonché Only Special Cars S.r.l.), con sede in Roma –Via Barberini, 11- P.IVA 04332000233.

- L'udienza di verifica dei crediti si terrà presso il Tribunale di Verona (Via dello Zappatore, 1), avanti il Giudice Delegato Dott. Pier Paolo Lanni, il giorno

7 novembre 2018, ore 12

Ai fini della presentazione delle domande di ammissione al passivo si evidenzia quanto segue:

- I creditori e gli altri aventi diritto dovranno inviare l’istanza di insinuazione al passivo e/o di

rivendicazione di beni (in formato digitale, sottoscritta personalmente dalla parte o da un legale munito di procura, con firma digitale o scannerizzata), corredata dei documenti e dei titoli giustificativi del credito, nonché delle fatture fiscalmente in regola, indicando eventuali titoli di prelazione nonché la descrizione del bene sul quale la prelazione si esercita e se questa ha carattere speciale, al seguente indirizzo di Posta Elettronica Certificata

f57.2018@legalmail.it

E’ escluso ogni altro mezzo di trasmissione. Eventuali titoli di credito dovranno comunque essere depositati in originale presso la Cancelleria Fallimentare unitamente ad una copia cartacea della domanda.

- Le domande di insinuazione e/o di rivendicazione di beni, dovranno essere inviate alla PEC del Fallimento, come sopra descritto, entro e non oltre la data dell’8.10.2018. Le domande pervenute successivamente a tale data saranno inderogabilmente considerate tardive a norma dell’art. 101 nuovo testo della Legge Fallimentare.

- Le domande dovranno contenere l’indicazione dell’indirizzo di Posta Elettronica Certificata

del creditore o del professionista che lo rappresenta ed ogni successiva variazione di tale

In

indirizzo PEC dovrà essere comunicata al Curatore ai sensi dell’art. 93 -3° co.- n. 5 L.F

mancanza, tutte le comunicazioni saranno eseguite mediante deposito in Cancelleria, ai sensi dell’art. 31 bis -2° co.-L.F

- Coloro i quali vantino crediti assistiti da privilegio artigiano dovranno allegare copia del

Mod. Unico completo relativo all'anno in corso ed all’anno in cui è sorto il credito, nonché copia del Libro Unico, non essendo sufficiente il solo certificato della Camera di Commercio.

- Ciascun creditore, nella stessa istanza di insinuazione o con altra comunicazione fatta al

Curatore, potrà dare la propria disponibilità ad assumere l’incarico di membro del Comitato dei

Creditori. La comunicazione dovrà essere inviata con urgenza, dato che detta norma dispone che il Comitato dei Creditori debba essere nominato entro trenta giorni dalla data della sentenza dichiarativa di fallimento.

Si avvisa che:

il Progetto di stato passivo verrà depositato dallo scrivente Curatore in Cancelleria del Tribunale quindici giorni prima dell’udienza di verifica e, nello stesso termine, verrà trasmesso ai creditori insinuati all’indirizzo PEC indicato nella domanda di ammissione al passivo.

I creditori potranno presentare eventuali osservazioni scritte da inviarsi al Curatore sempre via PEC fino a cinque giorni prima dell’udienza di verifica.

Distinti saluti.

inviarsi al Curatore sempre via PEC fino a cinque giorni prima dell’udienza di verifica. Distinti saluti.