Sei sulla pagina 1di 2

Cosa hanno a che fare Mario Bros, Bono de U2, Fridrich Nietche e Sant'Agostino con il

significato della tua vita? Sono il fratello Ruben e questo è un discorso cristiano.

Un idraulico italo-americano, un filosofo tedesco, un cantante irlandese e un vescovo africano


del IV secolo, ora mi sono spinto troppo oltre, ma che ci crediate o no, per quanto diverse
possano sembrare, hanno tutti qualcosa in comune, e non è la bellezza del viso che hanno
(alcuni più compiuti di altri a dire la verità), ma qualcosa di più profondo.

Ma come jack lo squartatore, andiamo per i pezzi di ricambio (tamburi scherzo cattivo) ok, ora.

Super Mario Bros è senza dubbio uno dei giochi più rivoluzionari e famosi della storia. Creato
da Shigeru Miyamoto-san, ha salvato Nintendo da una delle crisi più dure che ha affrontato in
Nord America dopo la crisi dell'industria dei videogiochi del 1983 e il fallimento di ET per super
nintendo (che gioco disgustoso). Gran parte della sua popolarità è dovuta al fatto che è
considerato il primo videogioco su piattaforma a scorrimento laterale, il che non è una
coincidenza, dato che miyamoto-san ha confessato che l'idea gli è venuta mentre viaggiava su
un treno, guardando fuori dal finestrino e immaginandosi di saltare attraverso di esso.

La storia è semplice..... un po' strana, ma semplice. Bowser è il re dei coupé. Ha incantato


l'intero regno dei funghi trasformando tutti i suoi abitanti in mattoni, nuvole e altri oggetti..... e ha
rapito la principessa. Sei un idraulico che viene nel regno dei funghi. La vostra missione, per
cercare e salvare la principessa. Ha il potere di invertire l'incantesimo di Bowser. 8 Mondi
composti ciascuno da 4 diversi livelli. L'obiettivo di ogni livello è quello di raggiungere la
bandiera del castello prima dello scadere del tempo. Regola di super Mario Bros 1, non si può
tornare indietro. L'ultimo livello di ogni mondo è un castello dove dopo aver sconfitto lo pseudo-
bowser, troveremo un rospo che ci dirà: Grazie Mario, ma la nostra principessa è in un altro
castello. E così via per il mondo 8-4 dove troveremo la vera principessa.

Ok, ora in Christian. La vita è come il videogioco di Super Mario. Hai tempo, e non puoi
riprendertelo. In questo lasso di tempo, avete un compito da svolgere. Stiamo avanzando di
tappe, stiamo raggiungendo traguardi che sono come quelli dei rospi dei castelli.... ma sembra
che ci sia sempre qualcos'altro. Sembra che siamo eterni cercatori ed è qui che arriviamo a
Il nostro secondo ospite.

Paul David Hewson, Bono, pa los cuates, è un cantautore irlandese conosciuto internamente
per essere il cantante degli U2, la seconda band più vincitrice di Grammy nella storia, superata
solo dai Beattles (ouch, bass hit). Curiosità. Bono è l'unica persona che è stata nominata come
candidato all'Oscar, al Globe Award, ai Grammy e persino al Noble Peace Award..... ed è
apparsa anche nel 200° capitolo dei simpson (yujuuuuuu!!!).

Una delle canzoni che mi piace di più di Bono è "Non ho ancora trovato quello che cerco", non
ho ancora trovato quello che sto cercando. La vita dell'uomo è questa, una ricerca continua.
Esseri umani Siamo eterni cercatori. Raggiungiamo obiettivi, finiamo gli studi, ci innamoriamo,
forse abbiamo figli..... e tutte queste cose ci riempiono di gioia, è vero, ma sono come piccole
scintille di luce, come briciole di pane che ci portano a seguire gli indizi di dove dobbiamo
continuare a cercare. Ma cosa stiamo cercando? Qual è il senso di questa ricerca chiamata
vita? Qual è questa principessa che cerchiamo nella nostra vita quotidiana?

Sembra ragionevole porsi queste domande sul senso della vita, ma questo si basa sul
presupposto che la vita ha un senso..... e questo non è stato evidente a tutti. Un esperto di
greco, un dottore in filosofia, un grande conoscitore di musica, uno dei più importanti e influenti
filosofi del secolo scorso, e proprietario di un baffi esuberanti, Fridrich Nietche, scrisse: "È stato
l'uomo che ha inventato l'idea della fine, perché in realtà non c'è fine. Per lui, tutto è un ritorno
erern. La vita non ha senso, è un ciclo interiorizzabile.

Questo equivale in cristiano, o meglio, nel regno dei funghi, a fare un errore che ho imparato dal
mago pepe (non so se vedi questo pepé il mago, ma sono un fan dei tuoi video).

Il guasto o errore di programmazione del NES è il seguente. Se nel mondo 1 livello 2,


(https://youtu.be/XeCbWL1b2rk dal minuto 7 in fast track) appena prima di entrare nel tubo che
ci riporterà all'esterno, rompiamo questi due blocchi e saltiamo all'indietro, entreremo nella zona
calda. Se entriamo nel primo tubo, raggiungeremo il mondo -1. Apparentemente lo stesso di
qualsiasi mondo d'acqua..... il problema è che non finisce mai. Non importa quante volte si
raggiunge la fine del livello, si ritorna sempre all'inizio. Non c'è altra via d'uscita che morire.
Nessun castello, nessun rospo, nessuna principessa, nessun senso..... solo la morte.... Ma la
vita è davvero così? Un continuum senza senso?

Non sono d'accordo. Sono convinto che la vita ha un senso. Ha senso alzarsi la mattina. Ha
senso cercare di migliorare le cose. Ha senso cercare un senso perché il significato esiste, e
quel significato è l'amore. E bisogna cercare l'amore, e non possiamo smettere di cercare finché
non lo troviamo..... non basta essere la madre di Tarzan negli studi, non basta avere più labbra
che un deputato, non basta essere famosi e uno degli uomini più influenti di un impero, non
basta avere donne, piaceri e nemmeno un figlio, non basta nemmeno essere un medico di
chiesa e i tuoi libri da leggere e studiare per più di 15 secoli. Non basta nemmeno che ti
chiamino Sant'Agostino e ti dipingano circondato da piccoli angeli e con una barba prominente.
Niente di tutto questo è sufficiente. L'amore da solo è sufficiente. L'amore è il senso della vita. E
il nostro cuore è fatto per esso, e sarà inquieto finché non lo trova..... o meglio, finché non si
lascia trovare dall'amore. E Dio è amore.

Ci hai fatto Signore per te stesso, e il nostro cuore sarà inquieto finché non riposa in te. Questa
è la verità. E solo la verita' ci liberera'.

Interessi correlati