Sei sulla pagina 1di 39

Liceo classico D’Adda

PRIMA LEZIONE
DI GRECO ANTICO
Impareremo a leggere l’alfabeto greco
partendo da alcune parole che appartengono
tutte (o quasi) al lessico scolastico
Prima parola

scol»
si legge scholè

Cosa significa?
In greco significa “tempo libero dal lavoro”, tempo
che perciò si può dedicare allo studio o allo
sport.
In latino la parola schòla,
schòla derivata dal greco,
significa “lezione”, “locale scolastico”; da essa
deriva la parola italiana scuola.
scuola

Il vocabolo greco per indicare la “scuola” era invece


didaskale‹on didaskalèion, da did£skw,
didaskale‹on, did£skw
didàsko, che significa “io insegno”.
Una scuola dell’antica Grecia:
gli alunni imparano a leggere i testi dei
poeti e a suonare la lira
La parola scolȏ composta dalle
seguenti lettere dell’alfabeto greco:
s, sigma (18^ lettera dell’alfabeto), da pronunciare come s
sorda: quella di sano, sogno
c, chi (22^ lettera dell’alfabeto), da pronunciare come c dura
seguita da lieve aspirazione, come in Bach
o, òmicron (“o piccola” ; 15^ lettera dell’alfabeto) da
pronunciare come o breve
l, làmbda (11^ lettera), da pronunciare come l
h, èta (7^ lettera), da pronunciare come e lunga;
quest’ultima vocale porta qui l’accento acuto /
Seconda parola

aÙl»
si legge aulè

Cosa significa?
In greco è un sostantivo e significa “cortile”

In latino la parola derivata àula significa “palazzo”,


“corte”, da cui l’aggettivo aulico,
aulico “nobile”,
“aristocratico” (un linguaggio aulico).
In italiano la parola aula indica naturalmente un
locale dove si tengono lezioni e conferenze (aula
scolastica, aula magna).
La parola aÙl» è composta dalle
seguenti lettere dell’alfabeto greco:
a, àlfa (1^ lettera dell’alfabeto), da
pronunciare come a
u, ùpsilon (20^ lettera), da pronunciare
come la u francese; questa vocale porta
qui lo spirito dolce '
l, làmbda, già incontrata
h, èta, già incontrata; anche questa vocale
porta qui l’accento acuto /
Terza parola

bibl…on
si legge biblìon
Cosa significa?
In greco significa “striscia di papiro” e in seguito
“libro”.
Dal plurale bibl…a, biblìa,“libri” deriva la parola
Bibbia: i “Libri” dell’Antico e del Nuovo
Testamento.

La pianta di papiro in greco veniva chiamata


bÚbloj, bùblos.
Un “libro” dell’antica Grecia:
un lungo rotolo di papiro che in latino si
chiamava “volumen” (dal verbo “volvo”, arrotolo)
In italiano esistono molte parole composte con il
prefissoide biblio- : biblioteca, biblioteconomìa,
bibliografìa, bibliòfilo, bibliòmane...
La parola bibl…on è composta dalle
seguenti lettere dell’alfabeto greco:
b, bèta (2^ lettera), da pronunciare come b
i, iòta (9^ lettera), da pronunciare come i;
questa vocale porta qui l’accento acuto /
l, làmbda, già incontrata
o, òmicron, già incontrata
n, ni (13^ lettera), da pronunciare come n
Quarta parola

gr£fw
si legge gràpho (gràfo)
Cosa significa?
In greco è un verbo e significa “io scrivo”

In italiano esistono alcune parole formate con la radice graf-:


grafìa, grafìte, gràfico, epìgrafe, anàgrafe.

Esistono poi molte parole composte con il suffissoide -grafia:


ortografìa, geografia, biografìa, fotografia, tipògrafia
scenografia, radiografia...

...e parole composte con il prefissoide/suffissoide grafo:


autògrafo, paràgrafo, commediografo, biografo; grafòlogo,
grafologìa, grafòmane...
grafòmani?
La parola gr£fw è composta dalle
seguenti lettere dell’alfabeto greco:
g, gàmma (3^ lettera), da pronunciare
sempre come g dura, quella di gatto
r, ro (17^ lettera), da pronunciare come r
a, àlfa, già incontrata; qui porta l’accento
acuto
f, fi (21^ lettera), da pronunciare come f
w, òmega (“o grande”; 24^ e ultima lettera
dell’alfabeto greco), da pronunciare come
una o lunga
Ora leggiamo insieme alcune
parole greche scritte con le lettere
imparate finora:
b£llw, io getto (balistica)
fwn», voce (fonetica, afono, microfono,megafono)
g», terra (geografia, geometria)
fil…a, amicizia (esterofilia)
bront», tuono (brontolare)
lÚw, io sciolgo, io libero (elettrolisi)
c£oj, caos (caotico)
Quinta parola

gr£mma
si legge gràmma

Cosa significa?
In greco è un sostantivo e significa “lettera
dell’alfabeto”.

In italiano esistono molte parole formate con il


suffissoide gramma-: programma,
telegramma, fotogramma, diagramma,
anagramma, epigramma, fonogramma...
...oltre alle parole derivate direttamente dal
greco: grammatica, grammatico.
La parola gr£mma è composta dalle
seguenti lettere dell’alfabeto greco:
g, gàmma, già incontrata
r, ro, già incontrata
a, àlfa, già incontrata; qui porta
l’accento acuto
m, mi (12^ lettera), da pronunciare
come m
Sesta parola

maqht»j
si legge mathetès
Cosa significa?
In greco è un sostantivo e significa “studente”.

In italiano la parole matematica deriva


dall’espressione greca maqhmatic» tšcnh,
tšcnh
mathematiché téchne, “arte
dell’apprendimento scientifico”.
Nell’antica Grecia, soprattutto ad Atene e poi ad
Alessandria d’Egitto, lo studio della matematica
e della geometria era praticato con grande
impegno e con importantissimi risultati.
Il teorema di Pitagora
in un codice contenente l’opera intitolata “Elementi”
del matematico greco Euclìde
La parola maqht»j è composta dalle
seguenti lettere dell’alfabeto greco:
m, mi, già incontrata
a, àlfa, già incontrata
q thèta (8^ lettera), da pronunciare come una t seguita da
una leggera aspirazione

h, èta, già incontrata


t, tàu (19^ lettera), da pronunciare come una t
j, sigma (18^ lettera); è la lettera sigma usata in fine di
parola; si pronuncia come una s sorda.
Settima parola

didac»
si legge didachè
Cosa significa?
In greco è un sostantivo e significa “insegnamento”.

In greco abbiamo già incontrato parole come


didaskale‹on, didaskalèion “scuola” e
did£skw, didàsko, “io insegno”, che
condividono la stessa radice di didac».
didac»
In italiano esistono alcune parole derivate da questa
radice greca: didattica, didattico, didascàlico,
didascalìa, didàtta.
Ricostruzione di un didaskale‹on :
p…nakej
Gli allievi si esercitano a scrivere su
pìnakes, cioè tavolette incerate.
Esempi di p…nakej
e a destra una fanciulla greca pronta a
prendere appunti sulle sue tavolette (da un
affresco di Pompei)
La parola didac» è composta dalle
seguenti lettere dell’alfabeto greco:
d, delta (4^ lettera) , si pronuncia d
i, iòta, già incontrata
a, àlfa, già incontrata
c, chi, già incontrata
h, èta, già incontrata
Aggiungo la lettera k, càppa (10^ lettera), che si
pronuncia come una c dura (quella di cane) e che
si trova in didaskale‹on e in did£skw.
Ottava parola

pa‹dej
si legge pàides

Cosa significa?
In greco è un sostantivo plurale e significa sia
“ragazzi” che “figli”.

In italiano esistono alcune parole che derivano da


questo vocabolo greco:pedagogo,
pedagogia,pedagogista, pediatra.
In greco il maestro di ginnastica era chiamato
paidotr…bhj, paidotrìbes, (letteralmente
“allenatore di ragazzi”).
pa‹dej ateniesi si allenano alla lotta alla
presenza di un paidotr…bhj (l’uomo con il
bastone)
La parola pa‹dej è composta dalle
seguenti lettere dell’alfabeto greco:
p, pi (16^ lettera), si pronuncia come una p
a, àlfa, già incontrata
i, iòta, già incontrata; qui porta l’accento
circonflesso ~
d, dèlta, già incontrata
e, èpsilon (5^ lettera), si pronuncia come una e
breve
j, sìgma in fine di parola, già incontrata.
Nona parola

yuc»
si legge psüchè

Cosa significa?
In greco significa “respiro”, “anima”, “vita”

In italiano esiste la parola “psìche”, che


appartiene al linguaggio della psicanalisi;
in italiano esistono anche molte parole formate
con il prefissoide psico-: psicologia,
psicologo, psicologico, psicòsi, psichiatrìa,
psichiàtra, psicanalisi, psicosomatico,
psicopatico...
psicopatici?
Ma forse è meglio ricordare la
bellissima favola di Amore e Psìche ...
La parola yuc» è composta dalle
seguenti lettere dell’alfabeto greco:
y, psi (23^ lettera), si pronuncia
come p+s
u, ùpsilon, già incontrata
c, chi, già incontrata
h, èta, già incontrata
Ora leggiamo insieme altre
parole greche:
paide…a, educazione, cultura (pedagogìa)
tšcnh, arte, abilità (tecnica)
dška, dieci (decalogo)
lÒgoj, discorso, parola, ragionamento (logico)
b…oj, vita (biologia, biosfera)
¢riqmÒj, numero (aritmetica)
did£skaloj, insegnante (didattica, didascalico)
... e altre
yeud»j, falso (pseudonimo)
glîssa, lingua (glossario)
¥nqrwpoj, essere umano, uomo (misàntropo,
licantropo, antropologia, antropizzazione)
sof…a, saggezza (Sofia, sofisticato, filosofia)
pÒlemoj, guerra (polemico, polemìsta)
e„r»nh, pace (Irene)
fÚsij, natura (fisica)
n…kh, vittoria
... e altre ancora
nÒmoj, legge (autònomo, metronomo)
oiÅkoj
koj, casa, proprietà (ecologia)
o„konom…a, amministrazione della casa
(economia)
¢st»r, stella, astro
¢stronom…a, astronomia
¢ster…skoj, stellina, asterisco *
Alla nostra presentazione dell’alfabeto
mancano solo due lettere:

z, zeta (6^ lettera), da pronunciare come


una z sonora (la z di zaino): zènh, zòne
“cintura” (da cui zona); zùon, zòon
“essere vivente”, “animale”, “zoo”
x, xi (14^ lettera), da pronunciare come
c+s: xšnoj, xenòs “straniero” (da cui
xenofobìa); xÚlon, xùlon “legno” (da cui
xilòfono)
xilòfono ♫♪♫
Ecco l’alfabeto greco completo
con minuscole e maiuscole
A questo punto non mi
resta che salutarvi...

... in greco antico!


`O did£skaloj
tÁj `EllhnikÁj glèsshj
Øgia…nein lšgei Øm‹n
Ca…rete, ð pa‹dej