Sei sulla pagina 1di 214

m e n s i le a n n o 29 n °7 l u g l io 2019 €5,90 €4,90

Un mare
DALLA CROAZIA AL CILENTO

di vacanze meritate
Dormire Divertirsi AssAporAre
A cielo aperto, Con gli sport I gelati più buoni
sotto le stelle sul lago di Como e sani d'Italia

MEDIAGROUP S.P.A. POSTE ITALIANE Sped. in A.P. - D.L. 353/2003 Conv. L. 46/2004, art. 1, comma 1 DCB Milano - ISSN 2499-4804 (online) Canada Cad. 15.50 Belgio € 12,00
Francia € 8,90 Germania € 10,50 Grecia € 9,95 Lussemburgo € 10,50 Portogallo Cont.: € 8,50 Spagna € 8,50 Svizzera C. Ticino Chf. 12,00 Svizzera Tedesca Chf. 12,50 USA $ 15.50 DOVEVIAGGI.IT
SLOVENIA.
DIVERTIMENTO
A MODO MIO.
#ifeelsLOVEnia
#myway

www.slovenia.info
LUGLIO 2019

o c c hi al c iel o
testa pesante Anablefobia è la paura di guardare in alto, di essere schiac-
ciati dall’immensità. Alle volte è collegata alla consapevolezza della nostra
infima dimensione nell’universo o, più in generale, a un senso di timore
per ciò che è sconosciuto. Lasciando perdere la deriva patologica della
fobia, non certo comune ai più, potrà invece interessare sapere che tutti
noi, dipendenti da smartphone, siamo a rischio della sindrome text-neck
(messaggio-collo), dolore cervicale da postura causata dal cellulare. Per-
S im o n a T edeSco
ché, come ha dimostrato lo studio del 2014 di Kenneth Hansraj della New
simona.tedesco@rcs.it York Spine Surgery and Rehabilitation Medicine, il peso visto dalla colonna
vertebrale aumenta drammaticamente quando si flette la testa in avanti.
In posizione eretta il peso del capo si aggira tra i 4,5 e i 5,5 chilogrammi,
mentre nel momento in cui si protende il collo in avanti e verso il basso
(45-60 gradi) il carico sul rachide cervicale (sul collo, appunto) può au-
mentare da 22 a 27 chilogrammi. Ecco, se calcoliamo che passiamo dalle
due alle quattro ore al giorno in questa posizione, ora sappiamo perché
alla sera gli occhi si alzano finalmente al cielo. Per il dolore, ovvio.

senza pareti Alzare lo sguardo per sconfiggere timori ancestrali o per un


ritrovato senso psicofisico di benessere è l’invito di Dove di questo mese.
Ci meritiamo sempre (ma in questo periodo dell’anno ancora di più) di
cambiare prospettiva, di allargare i confini, di ricordarci che siamo stanze
senza pareti e, al di là della nostra siepe di tutti i giorni, siamo capaci an-
che noi di mirare interminati spazi e sovrumani silenzi e profondissima
quiete. O almeno di desiderare tutto questo.
E non a caso il nostro dossier a pag. 171 vi porterà con il naso all’insù a guar-
dare gli astri. La parola desiderio dal latino de-sidera, de (mancanza) sidera,
da sidus, sideris (stella) ci rammenta sempre cosa vuol dire cercare segni di
buon auspicio. Da dove iniziare allora? Dalle prossime pagine: immergete-
vi nelle nostre storie e regalatevi nuovi orizzonti. Ve li meritate.

c over
Croazia: Verbenico
(Vrbnik), sull’isola
di Veglia (Krk).
Foto: Andrew
DA NON PERDERE
Mayovskyy/
Shutterstock DOVE di agosto: torna il taccuino blu
Non perdete il numero di Dove di agosto, in edicola venerdi 19 luglio. Torna
in tiratura limitata (attenzione: non allegato a tutte le copie di Dove,
chiedetelo in edicola!) il mitico taccuino blu di Dove (costo 5 €, più il prezzo
me n s il e a n n o 29 n °7 lu g li o 2019 €5,90 €4,90

di copertina del giornale, 4,90 €. Totale, 9,90 €) con gli aforismi esclusivi del
grande artista Alberto Casiraghy, fondatore della casa edititrice Pulcinoelefante,
Un mare
DALLA CROAZIA AL CILENTO

illustrato dai disegni poetici di Alberto Rebori. È diventato ormai un oggetto di


di vacanze meritate
culto per i grandi sognatori e i veri viaggiatori: tante pagine bianche dove lasciare
Dormire Divertirsi AssAporAre
A cielo aperto,
sotto le stelle
Con gli sport
sul lago di Como
I gelati più buoni
e sani d'Italia chi vive nel viaggio
ha occhi profondi
segni, disegni e ricordi di luoghi e persone. Perché, come scrive Casiraghy in
MEDIAGROUP S.P.A. POSTE ITALIANE Sped. in A.P. - D.L. 353/2003 Conv. L. 46/2004, art. 1, comma 1 DCB Milano - ISSN 2499-4804 (online) Canada Cad. 15.50 Belgio € 12,00
Francia € 8,90 Germania € 10,50 Grecia € 9,95 Lussemburgo € 10,50 Portogallo Cont.: € 8,50 Spagna € 8,50 Svizzera C. Ticino Chf. 12,00 Svizzera Tedesca Chf. 12,50 USA $ 15.50 DOVEVIAGGI.IT

copertina, “Chi vive nel viaggio ha occhi profondi”. E mille avventure da raccontare.

5 DOVE
COMUNICATO SINDACALE
L’assemblea dei giornalisti dei Periodici Rcs
prende atto dei positivi risultati aziendali, che hanno
Direttore responsabile generato la distribuzione di dividendi e l’erogazione
SIMONA TEDESCO di premi ai manager, e ribadisce la centralità del ruo-
simona.tedesco@rcs.it, tel. 02.25.84.31.52
lo dei giornalisti all’origine di questo successo.
Caporedattore centrale
GIOVANNI MORO L’assemblea denuncia il mancato rispetto dell’ac-
giovanni.moro@rcs.it, tel. 02.25.84.68.44 cordo integrativo del 21 maggio 1992 e il successivo
Caporedattore del 1993 in redazioni - cartacee e web - in cui ogni
FABIO SIRONI giorno lavorano fianco a fianco giornalisti ai quali è
fabio.sironi@rcs.it, tel. 02.25.84.68.31 riconosciuto l’integrativo, in toto o in parte, e colle-
ghi che ne sono privi.
IVANA ZAMBIANCHI (caporedattore Guide e Speciali)
ivana.zambianchi@rcs.it, tel. 02.25.84.36.56
Chiede pertanto l’applicazione in ogni sua parte
Art Director del suddetto accordo (premio fisso, variabile, auto,
CINZIA BRUNONE VECCHIATTO (caporedattore) rimborso carburante, aggiornamento professionale)
cinzia.brunone@rcs.it, tel. 02.25.84.39.72 a tutti i giornalisti dei Periodici Rcs.
Redazione immagine e grafica Dichiara la sospensione dell’accordo sullo smalti-
FRANCESCO REMONATO (vicecaporedattore)
francesco.remonato@rcs.it, tel. 02.25.84.68.30 mento ferie siglato a giugno 2018 e proclama lo stato
RENZO POLI (vicecaposervizio) di agitazione.
renzo.poli@rcs.it, tel. 02.25.84.68.29
MARCO STINGO L’assemblea attende l’apertura di:
marco.stingo@rcs.it, tel. 02.25.84.68.28 un tavolo per l’estensione a tutti i giornalisti dell’in-
tegrativo in ogni sua parte
Photoeditor un tavolo per discutere dell’organizzazione del la-
DENISE MALERBA voro nelle redazioni web, in condizioni sempre più
denise.malerba@rcs.it, tel. 02.25.84.66.52
problematiche.
Redazione
SUSANNA PERAZZOLI (caposervizio) Lifestyle e Attualità 21 maggio 2019, l’assemblea dei giornalisti dei Periodici Rcs
susanna.perazzoli@rcs.it, tel. 02.25.84.68.34
CARLOTTA LOMBARDO (caposervizio)
carlotta.lombardo@rcs.it, tel. 02.25.84.60.34
GIANFRANCO RAFFAELLI (vicecaposervizio) Stampa: Rotolito S.p.A., via Sondrio 3, 20096
gianfranco.raffaelli@rcs.it, tel. 02.25.84.68.47 Pioltello (MI). Distribuzione in Italia e all’estero:
MAURIZIA BONVINI m-dis Distribuzione Media S.p.A., via Cazzaniga 1,
maurizia.bonvini@rcs.it, tel. 02.25.84.68.35
SILVIA FERRARIS 20132 Milano, tel. 02.25.821.
silvia.ferraris@rcs.it, tel. 02.25.84.37.62
MARI MOLLICA (coordinamento web) ARRETRATI
mariangela.mollica@rcs.it, tel. 02.25.84.45.29 I numeri arretrati possono essere richiesti al-
la propria edicola, oppure a Corena S.r.l, e-mail:
MANUELA FLORIO (caporedattore) Progetti Multimediali
manuela.florio@rcs.it, tel. 02.25.84.32.79 info@servizi360.it, fax 02.91.08.93.09, Iban
IT45A0306333521600100330455. Qualora invece
Segreteria di direzione e di redazione venga richiesta una rivista con un allegato (CD,
CINZIA BACCHETTA DVD, un libro, un gadget), il costo sarà pari al
Cinzia.Bacchetta@rcs.it, tel. 02.25.84.68.36. Amministrazione collaboratori, tel. 02.25.84.68.36 prezzo di copertina maggiorato di 2 € per costi
di spedizione. L’importo deve essere inviato an-
Hanno collaborato a questo numero:
Arianna Augustoni, Leda Balzarotti, Francesco Bisozzi, Mariarosaria Bruno, Beppe Calgaro, Simo Capecchi, Francesca Ciancio, Massimo ticipatamente, tramite bollettino di c/c postale
Dall’Argine, Davide Forleo, Mariella Grossi, Riccardo Lagorio, Alessio Lana, Susanna Lavazza, LS International, Annalisa Marchionna, Alessia n. 36248201. La disponibilità delle copie arre-
Merati, Valeria Palieri, Chiara Pasqualetti Johnson, Aldo Pavan, Carmen Rolle, Chiara Salvadori, Marco Santini, Ilaria Simeone, Marina trate è limitata, salvo esaurimento scorte, agli
Spironetti, Marco Carlo Stoppato, Luisa Taliento, Stefano Tesi, Silvia Ugolotti ultimi 12 mesi.
Progetto grafico
CINZIA BRUNONE VECCHIATTO COME ABBONARSI
RCS MEDIAGROUP S.P.A. Servizio abbonamen-
Publisher ti, Via Angelo Rizzoli 8, 20132 Milano Sped. Abb.
DAVIDE PONCHIA Post. 45% - art. 2 comma 2/b comma 20/b, legge
davide.ponchia@rcs.it, tel. 02.25.84.81.67 662/96 Filiale di Milano. Per informazioni, te-
Brand manager
LINDA MOSCOLARI lefonare allo 02/63.79.85.20 (lun.-ven. 7-18.30,
linda.moscolari@rcs.it, tel. 02.25.84.45.52 sab. 7-15); inviare una e-mail a abbonamenti@
Advertising manager rcs.it, precisando il proprio recapito postale e
GABRIELLA MAROTTA in caso di abbonamento attivo anche il codice
gabriella.marotta@rcs.it, tel. 02.25.84.68.66
cliente. Info: abbonamentircs.it. La segreteria
International Editions di Dove non è in grado di dare informazioni.
Maria Francesca Sereni mariafrancesca.sereni@rcs.it Abbonamenti Estero/Worldwide Subscrip-
Content syndication tion:
press@rcs.it
Coordinamento tecnico Fastmag srl (fastmag.it), via Polinesia 5, 00121 Ro-
Enrico Santinelli ma, Italia, tel. (0039)06.65.00.08.08, partita iva:
14212281001 – mail: sub@fastmag.it
è pubblicato da
PUBBLICITÀ
Presidente e amministratore delegato RCS MediaGroup - dir. Pubblicità Sede Le-
URBANO CAIRO gale via Angelo Rizzoli 8 – 20132 Milano, www.
Consiglieri rcspubblicita.it, rcspubblicita@rcs.it Vendite
MARILÙ CAPPARELLI, CARLO CIMBRI, ALESSANDRA DALMONTE, DIEGO DELLA VALLE, Estero tel. 02.25.84.63.54/69.51.
UBERTO FORNARA, VERONICA GAVA, GAETANO MICCICHÈ, STEFANIA PETRUCCIOLI,
MARCO POMPIGNOLI, MARCO TRONCHETTI PROVERA REGISTRATO AL TRIBUNALE
Direttore Generale News DI MILANO
ALESSANDRO BOMPIERI CON IL N° 778 del 12.12.1990
Direzione e redazione Certificato n. 8610 ISSN
Via Angelo Rizzoli 8, 20132 Milano tel. 02.25.84.68.36, fax 02.25.84.68.78 del 18.12.2018 1121-1792

L’editore ha ricercato con ogni mezzo i titolari dei diritti fotografici senza riuscire a reperirli. È ovviamente a piena disposizione per assolvere quanto dovuto nei loro confronti. 7 DOVE
www.portopiccolo.com
Escape from
routines, dive
into the sea

Scappa per un weekend o anche solo


per un giorno. Il Maxi’s Beach Club di
Portopiccolo è aperto a tutti, ed
è molto più vicino di quanto tu pensi.
Portopiccolo è Real Estate / Rental Apartments / Falisia, a Luxury Collection Resort & Spa /
Spa by Bakel / Med in Blue - Medical Spa / Beach Club / Marina & Yacht Club / Restaurants & Shops.
S O M M A R I O

56 74

86
42

Weekend
32 MARE ITALIA
Un tuffo sostenibile. Sardegna, Puglia, Liguria,
Calabria: quattro mete per divertirsi e aiutare
le coste italiane I nostrI vIaggI

38 BORDEAUX 56 CILE | UNA VOLTA NELLA VITA


Il fiume del cambiamento. Con il Museo del mare Lo spettacolo del deserto. L’Atacama è la zona
e della marina, la città dell’Aquitania rilancia il lungo più arida del pianeta. Eppure anche qui la natura
Garonna. Aspettando la prossima rivoluzione riesce a sorprendere. Il racconto dei nostri inviati

42 SALVACOPPIA 74 CILENTO | AL MARE SI SOGNA SEMPRE


Generazione suite. Meno lusso, più esperienza: Immergersi nella lentezza. Ritmi blandi di giorno,
quando la scelta dell’hotel per due definisce sé bontà locali per cena. In una Campania mai scontata
stessi e il valore che si dà al tempo
86 AZZORRE | LA STRADA È IL VIAGGIO
46 DANIMARCA Stregati dalla magia verde. Cascate di
Il tempo ritrovato. Rifugio segreto dei danesi, l’isola vegetazione ricoprono l’ultimo lembo d’Europa
di Møn regala boschi, scogliere e birre vichinghe al largo delle coste portoghesi. Tutte le sorprese

9 DOVE
SOMMARIO

100

130

174

la n o s t r a I n c h I e s ta

158 METEOMANIA
Chiedilo alle nuvole. Sapere se piove o c’è il sole è importante per chi
parte, ma anche per la sicurezza del territorio. Fra certezze e fake news

100 CROAZIA | AL MARE SI SOGNA SEMPRE rubrIche


Un sogno colorato di blu. Il Quarnaro è la star
dell’estate. Per le acque, i paesaggi, i prezzi 5 EDITORIALE
12 EVENTI E NEWS
114 LAGO DI COMO | LO SPORT RENDE FELICI 17 ARTE
Segui la scia. Divertimento, attività, festival, 20 AGENDA MILANO
gastronomia. Altro che malinconia... 23 LIBRI
24 FESTIVAL AMATRICE
130 VARSAVIA | IL FUTURO ABITA QUI 70 IN VIAGGIO CON DOVE:
Monumenti di gloria. Sogni di grandezza: fra MAROCCO
architetture avveniristiche e fabbriche dismesse 72 LE OFFERTE DI DOVECLUB
98 IN VIAGGIO CON DOVE: USA
142 IL GELATO ARTIGIANALE | IL CIBO È CULTURA 192 SHOPPING
Che gusto prendiamo? Crema o sorbetto. Nuovo o 201 5 SENSI PER SCOPRIRE

12
tradizionale. Dal Piemonte alla Sicilia, ecco i migliori. LA CORSICA
210 TRA LA LUNA
dossIer rIalzare lo sguardo E LE LUCCIOLE

171 Figli delle stelle. Perché sarà l’estate della Luna

174 Apriti cielo. Suite vista firmamento e astroviaggi,


planetari e osservatori: ripartire per lo spazio Questo numero è stato chiuso in redazione l’ 11 giugno

10 DOVE
Puerto Plata GoDominicanRepublic.com
EVENTI & NEWS
a cura di Susanna Perazzoli

CORTONA: RACCONTI
FOTOGRAFICI
“La trasformazione dei luoghi parla di
noi: l’ambiente che ci circonda riflette
il nostro pensiero. Anche il linguaggio
della fotografia si fa interprete di questi
cambiamenti”, dicono gli organizzatori
del festival internazionale di fotografia
Cortona On The Move, dall’ 11 luglio
al 29 settembre, dedicato al rapporto
tra l’uomo e l’ambiente. Fra le rassegne
da non perdere, il reportage del
sudafricano Gideon Mendel, sul
fenomeno delle inondazioni; quello di
Paolo Verzone, Arctic Zero, un viaggio
alla ricerca della comunità più a nord del
mondo, quella di Ny-Ålesund, centro di
ricerca nel cuore dell’Artico; l’indagine
sulla politica di ricostruzione forestale
firmata dalla cinese Yan Wang Preston,
cortonaonthemove.com

LA BELLA ESTATE
Mostre fotografiche e concerti fra le vette, spettacoli di danza e installazioni ambientali, hotel
e ristoranti. Londra, New York, Toscana, Puglia, Sicilia: quante novità da mettere in agenda

BOLZANO,
PASSO
DOPO PASSO
Il Wanderer, l’errante
romantico alla ricerca di
sé, è la figura chiave di
Bolzano Danza (12-26
luglio), 32 spettacoli
(dal teatro comunale al
Museion) che affrontano
i tanti percorsi interiori
e le diverse geografie
SICILIA: ARTE E PAESAGGIO, A NOTO emozionali. Da vedere
BIPED e Beach Birds,
La coscienza ambientale e la riflessioni sullo stato del pianeta sono diretti da Robert
il filo conduttore delle installazioni site specific di Photology AIR (Art Swinston, ex danzatore
In Ruins), il parco per l’arte contemporanea aperto nel 2018 nella di Cunningham,
Tenuta Busulmone, a Noto (Siracusa). Fino al 3 novembre sono bolzanodanza.it
proposti cinque progetti naturalistico-fotografici (nella foto, un lavoro
dell’italiano Gianfranco Gorgoni), busulmone.com

12 DOVE
PUGLIA, NOVITÀ IN MASSERIA Tempi moderni
Un gioiello pugliese del XVI secolo è stato restaurato e ridisegnato dal team creativo di Sir Rocco
Forte: la masseria Torre Maizza, a Savelletri di Fasano, è una magnifica tenuta di ulivi e vecchie Officine Panerai, marchio
architetture sul mare, un’oasi dove camminare a piedi nudi, sulla pietra di Trani, oziare sulla
spiaggia, giocare a golf (ha un campo da nove buche), rigenerarsi nella Spa e, la sera, apprezzare la
di punta dell’orologeria,
cucina di Fulvio Pierangelini, roccofortehotels.com sbarca nella capitale (al
130 di via del Babuino)
e firma una special
edition per festeggiare
l’apertura della boutique,
la quarta dopo Firenze,
Milano e Venezia.
L’iconico Luminor Marina
VALLE D’AOSTA, è stato realizzato in soli
JAMBON DAY 130 pezzi destinati ai
collezionisti romani. Ha il
A Saint-Rhémy-en-Bosses,
in Valle d’Aosta, il 14 luglio
fondello serigrafato con
si festeggia il Jambon Day, MESSINA, A TUTTA BIRRA il profilo della scalinata
dedicato al Jambon de Bosses di Trinità dei Monti e le
DOP, sopraffino salume Un brand storico arriva finalmente in tutta
Italia. Birra Messina, marchio che risale cuciture rosse e gialle sul
della regione. È uno dei nove
appuntamenti da non perdere, al lontano 1923, sarà distribuita su tutto cinturino ispirate ai colori
legati ad altrettante eccellenze il territorio nazionale. Fra le novità dello stemma della città,
gastronomiche italiane della da gustare, la “Birra Messina Cristalli di sale”,
DIANA MARKOSIAN/MAGNUM PHOTOS, HOTEL PHOTOGRAPHY SRL, MARIO CICALA, ENRICO DE SANTIS / DOVE

con un pizzico di cristalli di sale siciliano


panerai.com
Guida del Bel Vivere Ramazzotti,
ramazzotti1815.com delle saline di Trapani, birramessina.it

VERBIER,
MUSICA
SENZA LIMITI
Sarà il violinista Kristóf
Baráti, diretto da Valery
Gergiev, ad aprire il festival
di Verbier (18 luglio-3
agosto), in Svizzera, che
spazia dal barocco al
contemporaneo, dove si
incontrano sia i più grandi
musicisti (tra i tanti, il
LONDRA, IL PERÙ A NOTTING HILL violinista Joshua Bell e il
pianista Grigory Sokolov)
Per l’apertura del suo quarto ristorante londinese, il pluripremiato chef sia i talenti emergenti. Oltre
peruviano Martin Morales ha scelto il quartiere di Notting Hill, al 157 ai concerti a pagamento
di Westbourne Grove. Per disegnare Andina Notting Hill Restaurant c’è anche un programma,
si è affidato agli architetti spagnoli di El Equipo Creativo, che hanno Unlimited, con un
rivisitato, in chiave contemporanea, le abitazioni tradizionali della centinaio di eventi gratuiti,
città di Cuzco, cevichefamily.com verbierfestival.com

13 DOVE
EVENTI & NEWS

IBIZA, LA DOLCE VITA


Camere con affacci sul mare, un design di interni ispirato alla luce del Mediterraneo,
il Belvue Rooftop, con bar, ristorante e una infinity pool. A quattro chilometri da San
Antonio Bay, debutta a luglio l’Amàre Beach Ibiza, rifugio per coppie e amici (non
si accettano bambini) invitati a scoprire la creatività dello chef stellato argentino
Mauricio Giovanini, che reinterpreta i sapori dell’America latina. Ricercatissimi i cocktail
curati da Diego Cabrera: l’Orange Blossom è un mix di cachaça (acquavite), frutto della
passione, acqua di fiori d’arancia, zucchero, limone e soda lime, amarehotels.com

TOSCANA, SAPORI DI MAREMMA


L’Anfiteatro bolgherese è un paesaggio antico, immutato: un orizzonte di colline incornicia una
pianura, dal microclima unico, che termina sul mare. Ai piedi di questo anfiteatro si dipanano
i vigneti della Tenuta Guado al Tasso della famiglia Antinori, mille ettari (di cui 320 di vigneti)
nella piccola e prestigiosa doc di Bolgheri, in quella campagna che incantò i Macchiaioli. Ora i vini
della tenuta si apprezzano anche nella nuovissima Osteria del Tasso, ospitale come un casino
di caccia contemporaneo (dipinti di scene campestri di Carlo Bonafedi, manifesti della Società
Cinofila del 1903, antiche foto di famiglia), con un menu, che guarda al territorio, affidato alle
sapienti mani di Michele Bisanzio, osteriadeltasso.com

L’aLbero che parLa


La prima novità è Naheka,
uno scivolo-serpente
che corre per 128 metri al
buio e termina, alla luce,
con un’enorme bocca in
pietra larga cinque metri:
è il percorso avventura
per scoprire, all’Acqua
Village WaterParks
di Follonica, un’antica
tomba nascosta nella
giungla. L’altra curiosità è
l’Aloha RistoFood, con
al centro Kumu, un albero
alto cinque metri che
dialoga con gli ospiti
grazie a un software
NEW YORK, IMBARCO IMMEDIATO
LINDA VUKAJJ, DAVID MITCHELL

di ultima generazione:
Sei ristoranti, otto bar, una sala da ballo, boutique, outlet e una terrazza panoramica di diecimila metri piacerà soprattutto ai
quadrati, senza contare la possibilità di passare dalla propria camera da letto al gate di partenza in bambini,
tempi record. Dopo 16 anni di scrupoloso restauro conservativo, il TWA Flight Center - iconica struttura
acquavillage.it
realizzata nel 1962 da Eero Saarinen all’interno dell’aeroporto JFK di New York - è di nuovo al centro della
scena, trasformato nel TWA Hotel: 512 suite e arredi in stile Jet-Age, il periodo d’oro dei viaggi in aereo,
che risale agli anni Sessanta del secolo scorso, twahotel.com

14 DOVE ha collaborato Valeria Palieri


ARTE
di Susanna Perazzoli

30 maggio - 1° settembre
Bergamo, Palazzo
della ragione

Jenny Holzer
Quando, alla fine degli anni Settanta,
tracciò i suoi primi versi, scritti sulla traccia di
aforismi, massime, cliché, e adattati a poster,
t-shirt, cappellini da baseball, l’americana
Jenny Holzer sfidò i canoni tradizionali dell’arte,
continuando a usare la parola come strumento
per parlare di violenza, oppressione, guerra e
potere. Proprio le sue frasi, un’arma tagliente
contro la mistificazione dei media, illuminano
le pareti della sala delle Capriate: pensieri
di Alda Merini, Pier Paolo Pasolini e Wislawa
Szymborska, per riflettere sui temi cari alla
Holzer, dalla sessualità alla violenza, gamec.it
JENNY HOLZER, XENON FOR BORDEAUX AND PARIS, 2001

PAROLE E IMMAGINI
A Bergamo, le provocazioni verbali dell'americana Jenny Holzer. A Londra, uomo e ambiente
nella riflessione di Olafur Eliasson. A Venaria Reale, l'universo surreale di LaChapelle

olafur elIasson: In real lIfe


Da sempre il lavoro di Eliasson alimenta interrogativi sul rapporto tra l'uomo
e lo spazio, su come quest'ultimo viene percepito (lo spazio può escludere e
includere), su qual è la relazione, anche fisica, tra ambiente e persone. È un
invito a sentire che cosa ci circonda anche questa mostra che invade la Tate
Modern e il Terrace Bar, dove l’artista di origine islandese ha disegnato uno
spazio molto simile alla mensa del suo studio, votato al cibo a chilometro
zero e alla consapevolezza sociale. La rassegna dedica ampio spazio anche
11 luglio - ai recenti lavori di Eliasson, da sempre molto impegnato sulle questioni
5 gennaio sociali e ambientali. Da citare Little Sun, progetto che si occupa di fornire
©2005 JENNY HOLZER/COURTESY ARTISTS RIGHTS SOCIETY N.Y./ATTILIO MARANZANO,

lampade a energia solare alle comunità che non hanno accesso all’elettricità,
londra, a Ice Watch, installazione a base di ghiaccio della Groenlandia, di recente
tate presentata alla Tate Modern per sensibilizzare le istituzioni sul tema del
MARIA DEL PILAR GARCIA AYENSA/STUDIO OLAFUR ELIASSON, CARLO GILIOLI

modern riscaldamento globale, tate.org.uk OLAFUR ELIASSON, UNCERTAIN SHADOW, 2010

IncompIuto: la nascIta dI uno stIle ALTERAZIONI VIDEO,


OFF_WHITE # 1, 2018

Da dieci anni il collettivo Alterazioni Video (nato a Milano nel 2004) mappa
le opere lasciate incompiute sul territorio italiano: sono oltre 750, secondo
questa indagine che ha portato gli autori - Paololuca Barbieri Marchi,
Alberto Caffarelli, Matteo Erenbourg, Andrea Masu - su e giù per la Penisola,
tracciando uno spaccato dell’Italia sospesa, dove tante strutture hanno
ridefinito i contorni del paesaggio e modificato i rapporti tra cittadino e
territorio. Viadotti, ospedali, teatri, chiese, piscine assurgono a rovine del
29 giugno - contemporaneo e piattaforma critico-estetica per dar vita a uno stile
22 settembre nuovo, l’incompiuto. Virgil Abloh, direttore artistico di Louis Vuitton, ne ha
merano, fatto la chiave interpretativa della sua scenografia per la collezione uomo
Off White Tm 2019, mentre il filosofo francese Marc Augé ne ha discusso
Kunst in un video, Invitation for a dream (2018) con il curatore americano Robert
meran Storr. Con gli autori ci si interroga sulla storia e sulla possibile metamorfosi
merano arte di tanti spettri architettonici, kunstmeranoarte.org
ARTE

camp: notes on fasHIon


Qual è l'essenza del Camp? L'artificio, l'eccesso, l'esagerata
stravaganza? Come si è evoluto e in che modo ha influenzato
la cultura tradizionale? La scrittrice Susan Sontag aveva
coniato il termine, analizzandolo in ogni aspetto, nel saggio
Notes on Camp (1964). Alle sue note si ispira la mostra del
celeberrimo Costume Institute newyorchese, che indaga
l’estetica Camp e le sue declinazioni (moda, cinema, arte).
“Stiamo attraversando un momento di Camp estremo e
perfino la cultura ufficiale si è convinta che quanto aveva
Fino al liquidato sempre come vuota frivolezza in realtà è diventato
9 settembre uno strumento politico molto sofisticato e potente,
new YorK, specialmente per le culture emarginate” ha spiegato Andrew
Bolton, il curatore, al New York Times. La rassegna è un invito
metroPolitan a guardare con altri occhi i 250 pezzi, tra accessori e abiti
BERTRAND GUYON, FOR HOUSE
OF SCHIAPARELLI ENSEMBLE,
museum firmati, tra i tanti, da Jean-Paul Gaultier, Gianni Versace, FW 2018–19 HAUTE COUTURE,
of art
COURTESY OF SCHIAPARELLI
Vivienne Westwood, Alessandro Michele, metmuseum.org

Fino al

©2010 OLAFUR ELIASSON, RAPE OF AFRICA/2019 ©DAVID LA CHAPELLE


6 gennaio
Venaria
reale (to),
reggia
di Venaria
DAVID LACHAPELLE, RAPE OF AFRICA, 2009
davId lacHapelle. attI dIvInI
Ci sono Rape of Africa (2009), che raffigura Naomi Campbell come una Venere di Botticelli, ma nelle miniere d’oro
dell'Africa, e Showtime at the Apocalypse (2013), il ritratto della famiglia Kardashian, immagine paradigmatica sulle paure
e i desideri che si riflettono nei nuclei familiari. Non smette di stupire il fotografo americano (1963) che ha cominciato
la sua carriera su Interview, la rivista-mito di Andy Warhol, e che oggi vive tra lo studio di Los Angeles e l’isola di Maui,
nelle Hawai. Nella Reggia piemontese torna a frastornare il suo universo colorato, surreale, una sorta di luna park dove
ciascuno ha un ruolo e David LaChapelle è il regista di set pieni di ironia. Oggi poi che l’artista si è avvicinato al tema
della spiritualità, le sale della Citroniera ospitano alcune alcune opere inedite della nuova serie New World (2017-2019),
uno sguardo al sublime rappresentato attraverso scene di utopia tropicale, lavenaria.it

la stanza analoga
Palazzo Biscari, costruito dagli omonimi principi, è
una delle più importanti residenze barocche in Sicilia.
Quest’estate il salone delle feste ospita WeltenLinie
(2017) di Alicja Kwade, una composizione di specchi e
strutture in acciaio che dialogano con gli stessi specchi e
i trompe l’oeil della sala, immergendo così lo spettatore in
un nuovo spazio, dilatato, labirintico. Negli appartamenti
dell’ala di levante, aperti al pubblico per la prima volta, la
Fino al collettiva La stanza analoga – 17 artisti della Collezione
7 settembre Sandretto di diverse generazioni – fa riferimento alla sala,
inaccessibile, del Don Chisciotte di Palazzo Biscari; come il
catania,
personaggio di Cervantes, opere e artisti si muovono sul
Palazzo filo tra realtà e finzione per porre in dubbio la legittimità DOMINIQUE GONZALEZ-FOERSTER,
Biscari del sapere e della verità, fsrr.org
HOTEL COLOR, 1995

18 DOVE
NaturalmeNte Sicilia

Masseria della Volpe


C/da Casale sn - Noto | Sicily
(+39) 0931.85.60.55
info@masseriadellavolpe.it www.masseriadellavolpe.it
AGENDA MILANO
di Chiara Pasqualetti Johnson e Fabio Sironi

1 2

MEMORIE
E SUGGESTIONI
Remo Bianco, un artista da riscoprire. Una mostra di foto dei senzacasa milanesi.
Una nuova terrazza a Brera; il bistrot vegetariano; notti anni Cinquanta al drive in

AppuntAmenti sono esposti i Quadriparlanti degli an- nio rinascimentale (via Procaccini 4,
1 | Leonardo da
Vinci 3D, alla ni Settanta, con gli amplificatori che leonardodavinci3d.it). Per restare in
Fabbrica del Al Museo del Novecento inaugura, si attivano al passaggio dei visitatori tema, La Casa degli Atellani, museo
Vapore. 2 | Sheela
il 5, Le impronte della memoria, mo- (p.za Duomo 8, museodelnovecento. e dimora privata restaurata un secolo

©ART MEDIA STUDIO-FIRENZE, FT FOTO, ANDREA ROSSETTI, ELENA PEGURRI


Gowda, Margins,
2011. A Pirelli nografica sull’artista milanese Remo org. Fino al 5/10). Le navate monu- fa da Piero Portaluppi, a pochi passi
HangarBicocca. Bianco (1922-1988), allievo di Filippo mentali di Pirelli HangarBicocca dall’Ultima Cena, ospita gli Atellani
3 | Lo staff di de Pisis. Oltre alle celebri Impronte, ospitano Remains, personale di Shee- Apartments: sei stanze di varie me-
Altatto bistrot,
nel quartiere calchi in gesso di oggetti d’uso quoti- laGowda,artistaindianacheusacor- trature che possono ospitare da due a
di Greco. diano, e agli sfavillanti Tableaux Dorés, de di capelli, mattoni di sterco, bidoni sei persone per soggiorni brevi (corso
di catrame, incenso e gomma per rac- Magenta 65, atellaniapartments.com.
3 contare la rapida evoluzione del suo Da 170 €). Alle Gallerie d’Italia, fino
Paese attraverso installazioni site speci- all’8/9, Dall’argillaall’algoritmo raccon-
fic, esposte insieme a stampe e acque- ta la relazione millenaria tra tecnolo-
relli (via Chiese 2, hangarbicocca.org. gia e arte attraverso una settantina di
Fino al 15/9). La mostra Leonardo da opere provenienti dalla collezione
Vinci 3D racconta, con un allestimen- Intesa Sanpaolo e dal Castello di Ri-
to high-tech e multimediale alla Fab- voli, dai vasi dell’antica Grecia alle
brica del Vapore, l’universo del ge- nuove forme di videoarte create con

20 DOVE
4

4 | La chiesa
di san Marco
6
Le dritte
dalla terrazza di
Clotilde Brera. Cinema sotto le stelle
5 | La camera Bovisa Drive-In (via
Sforza, uno
Lambruschini 33),
degli Atellani
Apartments, in è un progetto di
corso Magenta. riqualificazione urbana,
6 | Gelato Libre, con maxischermi e
nuova bottega in
cuffie wireless per
via Carducci.
7 | Cécile B. Evans, rivedere in auto, in stile
Ciò che vuole il anni Cinquanta, film di
cuore, 2016. Alle culto. Stessa formula
Gallerie d’Italia. anche all’Idroscalo (via
Circonvallazione Est 19).
le intelligenze artificiali. Sempre alle si tengono nel parco della villa; apre giovani cuoche, conosciutesi al Joia, bovisadrivein.it
Gallerie, prosegue fino all’1/9 la mo- il festival Laurie Anderson con The il ristorante vegetariano dello stel- cinemabianchini.it
stra 13 storie dalla strada. Fotografi senza Language of the Future (Castellazzo di lato Pietro Leeman, hanno aperto a
fissa dimora, con gli scatti realizzati a Bollate, terraformafestival.com). Greco, dinamico quartiere popolare Moonight
Milano dai senzacasa nel corso del a nord della città, Altatto bistrot. Il Per festeggiare i 50
programma di recupero in collabora- LocALi locale, ricavato in un’antica panet- anni dello sbarco sulla
zione con l’associazione Riscatti (p.za teria, con tavoli grandi, pensati per luna, giovedì 4 luglio
della Scala 6, gallerieditalia.com). Si Tra i nuovi indirizzi dell’estate c’è essere condivisi, e arredi e materiali il Museo Nazionale
svolge dal 5 al 7, a Villa Arconati, la Clotilde Brera, con una terrazza di recupero, propone un menu de- Scienza e Tecnologia
sesta edizione di Terraforma, il festival spettacolare affacciata sulla piazza e gustazione vegetariano, che varia in Leonardo da Vinci
internazionale di musica dedicato sulla chiesa di San Marco. Lo chef base alla stagionalità (via Comune resta aperto fino alle
alla sperimentazione artistica e alla Domenico Della Salandra propone Antico 15, altatto.com). Niente lat- 24: incontri, laboratori,
sostenibilità ambientale. Quest’anno un menu degustazione di tre portate te e uova, solo acqua, cacao e frutta performance teatrali,
il programma è ispirato al tema del abbinate ad altrettanti drink; nella secca e una macchina che manteca degustazioni spaziali,
linguaggio, interpretato anche grafi- carta ci sono anche piatti della tradi- la sostanza al momento: Gianluca via San Vittore 21,
camente nelle locandine, firmate da zione meneghina (piazza San Mar- Franzoni, già fondatore di Domori museoscienza.org
Nathalie Du Pasquier. Le esibizioni co 6, tel. 02.38.31.64.53). Quattro (cioccolato), propone il suo Gelato
Libre nella nuova bottega (via Car-
ducci 12. Al gelato è dedicata anche
7
l’inchiesta a pag. 142). Da Giolina,
a Porta Venezia, si ordinano pizze
napoletane in una sala che sembra
una vecchia casa milanese, con pa-
vimenti di cementine, tavoli vintage,
pianoforti e scaffali zeppi di libri (via
Bellotti 6, tel. 02.76.00.63.79).

21 DOVE
LIBRI
di Fabio Sironi

La speranza deL continente


Il disincanto, la rabbia, la trepidazione e un’espressione geografica, per
la speranza. Tanti sentimenti assalgono parafrasare il giudizio del conte
il lettore che si avventura nell’Europa austriaco Klemens Von Metternich
dei giovani attraverso il racconto sull’Italia? I ragazzi incontrati da Vigna
appassionato di Edoardo Vigna. Il sono orgogliosamente e fragilmente
giornalista del Corriere della Sera ha europei, benché in gran parte “delusi
visitato dieci città, associato a ognuna dalla politica e concentrati sulle
una parola-chiave (Copenhagen-felicità; relazioni interpersonali”. Sentono
Atene-cambiamento; Strasburgo- di appartenere a uno spazio unico
apertura, e così via), osservato da vicino al mondo, a un’immensa agorà. E
e ascoltato i racconti degli under 35 che vorrebbero avere più voce in capitolo.
ci vivono. Una generazione Desiderius, Qualcuno, fra Strasburgo e Bruxelles,
la definisce Vigna, “piena di talento ed farebbe bene ad ascoltarli.
energia, pronta a cercare ispirazione e
che nonostante tutto vede un futuro in Edoardo Vigna, Europa. La meglio
cui non riconosce limiti”. gioventù, Neri Pozza,
L’Europa rischia di rimanere 174 pagine, 13,50 €

UN’IDEA D’EUROPA
I giovani che ne sono protagonisti. I monaci che l’hanno custodita. I maestri del pensiero e dell’arte
che l’hanno resa grande. I migranti che la sognano. Quattro voci per ridare slancio al continente

iL sogno dei sensi Uomini in azione iL bagagLio deLLa vita


L’Europa è un sogno o un incubo? 476 d.C.: Odoacre depone l’ultimo Che cosa portano con sé i migranti
Philippe Daverio, critico e saggista, imperatore d’Occidente. L’Europa è in in Europa? Quello che contengono le
con la consueta brillantezza e la macerie, i barbari dilagano. Pochi anni tasche, gli zaini, il portafoglio, il telefonino,
capacità di tessere trame e annodare dopo (480, ma la data è controversa) come permette loro di mantenere un
fili, propone un viaggio originale fra a Norcia, in Umbria, nasce Benedetto. legame con la terra lasciata e attrezzarsi
arte, storia, musica, architettura e La regola monastica dell’ora et labora per la nuova vita? La ricerca di Luca
gastronomia: “Il senso dell’Europa (prega e lavora) consentirà di preservare Pisoni certifica un’evidenza di cui non
sta anche nei sensi: guardiamo, la cultura classica e far ripartire un bisognerebbe nemmeno discutere: l’altro
ascoltiamo, sentiamo, annusiamo, continente. Dall’Atlantico al Danubio, non è un estraneo, ma “un vicino che,
mangiamo in modo diverso dagli altri Rumiz compie un viaggio nei monasteri temuto o meno, può comunque essere
popoli e in questo stanno le nostre benedettini più importanti. Dove l’Europa collocato nel nostro universo geografico
radici comuni”. smarrita può ritrovare la sua strada. e culturale”.

Philippe Daverio, Quattro Paolo Rumiz, Il filo infinito, Luca Pisoni, Il bagaglio intimo. Gli
conversazioni sull’Europa, Rizzoli, Feltrinelli, oggetti dei migranti in viaggio verso
156 pagine, 18,90 € 176 pagine, 15 € l’Europa, Meltemi, 148 pagine, 14 €

23 DOVE
F E S T I VA L
di Giovanni Moro e Loredana Tartaglia foto di Enrico De Santis

VENITE CON NOI?


TRA BORGHI E NATURA
Il 3 e 4 agosto debutta, nell’incredibile scenario del Reatino, la prima edizione di DOVE Festival.
Due giorni per parlare di viaggi. E vivere di persona cammini, incontri e tradizioni culinarie

S egnate in agenda queste date: 3 e


4 agosto. È il weekend in cui andrà
Nella due giorni reatina, Dove Fe-
stival proporrà incontri, dibattiti,
verete tutti i dettagli dell’iniziativa,
aggiornati in tempo reale.
in scena la prima edizione di Dove workshop, attività. A cominciare
Festival, l’evento dedicato al viaggio dal talk che si svolgerà proprio al Po- ItInerarI del cuore
e ai viaggiatori che avrà il suo epicen- lo del gusto, della tradizione e della Non è un caso che sia stata scelta
tro ad Amatrice, ma che coinvolgerà solidarietà, per molti semplicemen- proprio la cittadina colpita tre anni
tutto il territorio a nord-est di Rieti. te Area Food di Amatrice. Al mo- fa dal terremoto per lanciare la nuova
Il capoluogo, certo, ma anche gli altri mento in cui andiamo in stampa, iniziativa di Dove. In questi anni, con
storici borghi della provincia: An- il programma e la lista degli ospiti la campagna Viaggi del cuore, sul-
trodoco, Posta, Borbona, Leonessa, sono ancora in via di definizione, le pagine del mensile, su doveviaggi.
Cittareale, Accumoli, Cittaducale… ma sul nostro sito doveviaggi.it tro- it (il canale viaggi di corriere.it), sui

24 DOVE
1 1 | Il Polo del Gusto, della Tradizione e
della Solidarietà, detto anche Area Food,
ad Amatrice, con l’installazione Radura.
2 | Una veduta di Rieti, con il fiume Velino.
3 | Lo staff di giovani under 30
dell’Ostello Il Castagno, inaugurato
agli inizi di giugno ad Antrodoco.

social, abbiamo seguito e sostenuto terre scegliendole come mete di va- raccontI nell’area Food
l’attività di operatori e addetti ai lavo- canza e weekend, per non abbando- Sabato 3 agosto, nel pomeriggio,
ri che hanno cercato la via del riscatto narle al loro destino. Il nuovo passo tutto ruoterà intorno all’Area Food,
e della rinascita attraverso il turismo. è, oggi, invitare e accompagnare let- costruita con i fondi raccolti dalla
Produttori, artigiani, albergatori, teralmente appassionati di arte, cul- campagna del Corriere della Sera e
ristoratori che si sono rimboccati le tura, sport, buona cucina, tradizioni progettata dallo studio Stefano Boe-
maniche e ce l’hanno messa tutta per alla scoperta di questo territorio del ri Architetti. Al centro della piazza,
GETTY IMAGES

far ripartire piccole e grandi econo- Lazio, bellissimo e ancora in buona l’installazione Radura è un cerchio
mie locali. Da parte nostra, abbiamo parte lontano dai percorsi più noti e di 350 colonne cilindriche di legno,
sollecitato i lettori a sostenere quelle sfruttati dal turismo di massa. proiettate verso l’alto e, simbolica-
mente, verso il futuro. Qui si svolge-
ranno talk e incontri con importanti
personalità del mondo del viaggio,
3
con il direttore Simona Tedesco e i
giornalisti di Dove, del Corriere della
Sera, della Gazzetta dello Sport. Un
dialogo, aperto a tutti, in cui si rac-
conteranno esperienze, si condivi-
deranno emozioni e avventure, si ri-
fletterà con la platea dei partecipanti
sul senso del viaggiare oggi. Su cosa
significhi, cioè, non solo incontrare
e confrontarsi con le persone che
popolano le destinazioni di viaggio,

25 DOV E
F E S T I VA L

remote o vicine che siano, ma anche vità all’aria aperta e non, da vivere in- “Partiamo dall’argilla su piccoli torni
entrare in relazione con la parte più sieme ai giornalisti della redazione di a mano da lavorare con la tecnica del
profonda e, talora sconosciuta, di sé Dove e a esperti e insider del territorio, colombino per realizzare oggetti tri-
stessi. Come spesso accade durante i organizzate nei dintorni della stessa dimensionali come bicchieri, piatti,
viaggi più significativi che ci capita o Amatrice e sul territorio (da preno- vasi o la famosa ciotola del pastore
che scegliamo di fare. tare attraverso il sito doveviaggi.it). ovvero la scopozza come la chiamia-
Sarà l’occasione soprattutto per fare mo da queste parti, un oggetto legato
dalle parole all’azIone incontri con persone che lavorano alla transumanza dove il pastore di
Domenica 4, invece, si passerà dalle in un network nato spesso in modo un tempo manteneva al caldo il suo
parole ai fatti, con un’agenda di atti- spontaneo, accomunate dall’obietti- cibo”, spiega Sonia che è anche pre-
vo di far rinascere il territorio, anche sidente della Casa delle Donne. “Con
2 nelle parti più ferite e devastate dal si- me”, aggiunge Ines, “si dà forma ad
sma del 2016. Come Assunta Perilli, una materia prima come il feltro che
50 anni, che con un vecchio telaio a è direttamente ricavato dal vello del-
mano crea sciarpe o abiti dal sapore la pecora: non c’è cardatura o filatura,
antico. Con socie e amiche come So- lo si lavora ad acqua o ad ago, come
nia Mascioli, architetto e ceramista, e facevano un tempo le nostre bisnon-
Ines Cenfi, artigiana di lana e feltro, ne”. Assunta, che collabora con uni-
ha fondato la Casa delle Donne versità internazionali come quella di
nella piccola frazione amatriciana Cambridge, aggiunge: “Utilizziamo il
di Torrita: quasi completata, sarà la telaio tradizionale e coloriamo i tes-
base delle loro attività comuni. Con suti con camomilla, cipolla o noce.
loro sarà possibile seguire workshop Utilizzo anche la conocchia, un an-
dedicati proprio alla tessitura, alla tico attrezzo in legno per filare lana e
lavorazione della lana e alla ceramica. lino ormai dimenticato. Su una cosa

26 DOVE
3

Workshop, attività nella


natura, lezioni di cucina:
il programma del Dove
Festival sarà adatto a tutti
sono tutte d’accordo: “Lavorare così nei percorsi di Salaria 150, progetto esagonale, esempio unico nel centro
fa bene all’anima e chi vorrà potrà del Cai che ha coinvolto le quattro Italia. Proprio ad Antrodoco è stato
sperimentarlo con noi”. regioni del centro Italia, Marche, La- inaugurato, a metà giugno, l’Ostello
zio, Abruzzo e Umbria su vari temi Il Castagno: un gruppo di ragazzi
trekkIng al pIzzo dI Sevo come quello della storia, della tran- under 30 ha ristrutturato una vecchia
Nella domenica del Dove Festival, sumanza e della spiritualità”, spiega sede della Forestale arredandola con
i più sportivi potranno dedicarsi in- Luca Cipolloni 31 anni, anche lui sedie trovate nelle soffitte delle non-
vece ad attività come il trekking in- guida Cai. La sezione Cai di Amatri- ne, pareti colorate e piccoli dettagli
torno al Pizzo di Sevo che, con i suoi ce, intanto, sta completando la Casa di design che hanno salvato dall’ab-
2.419 metri di altitudine, è la mon- della Montagna, edificio costruito bandono un edificio in semirovina e
tagna simbolo di Amatrice. Fisico seguendo i canoni della bioarchi- l’hanno reso cuore pulsante di mille
asciutto da appassionato di monta- tettura e futuro cuore pulsante nella attività per i giovani dei dintorni. E
gna, Marco Salvetta, guida del Cai zona per incontri e letture con tanto offrono pure ospitalità con soli 15
1 | Pesca a
(Club alpino italiano), sottolinea: di parete da arrampicata, posti letto euro a notte. Altrettanto speciale è mosca nei pressi
“Accompagneremo gli escursionisti e cucina. l’Umbilicus Italiae di Rieti a piazza dell’agriturismo
sul sentiero da Amatrice a Rifugio San Rufo: un monumento circolare Lo Scoiattolo.
2 | Rossella
Cardito, con una piccola deviazione alla Scoperta dI rIetI ricorda che questa piazza è geogra- Santarelli svelerà i
verso il Malepasso. Un paio di ore Storia, gastronomia, cultura si fon- ficamente il centro del Belpaese, il segreti della vera
di cammino, senza particolari dif- dono continuamente nel territorio. suo ombelico. Nei sotterranei Rieti amatriciana a
Capricchia.
ficoltà, durante le quali non è raro Basta spostarsi verso Antrodoco cela vicoli e strade da visitare con 3-4 | Laboratorio
che si incontrino greggi di pecore”. per trovarsi di fronte un autenti- l’associazione Rieti da scoprire (rie- di tessitura
Ma ci sono anche sentieri più facili co tesoro d’arte medievale come la tidascoprire.it): discese, scivolamenti tradizionale: uno
di vallata, che attraversano borghi chiesa di Santa Maria extra Moenia, e scale raggiungono i livelli inferiori dei workshop
organizzati dalla
come Antrodoco, Amatrice, Bor- con l’abside affrescata. A fianco, il della città, piccoli gioielli celati agli l’associazione
bona, Posta, Cittaducale, “inglobati battistero di San Giovanni, a pianta sguardi indiscreti della modernità. Casa delle Donne.

27 DOV E
F E S T I VA L

1 | Tra i vicoli di a lezIonI dI amatrIcIana


Antrodoco. Un viaggio in questa regione d’Italia
2 | Trekking
sui rilievi che non può prescindere dal piatto ico-
circondano nico che ha fatto il giro del mondo:
Amatrice. l’amatriciana. Durante la kermesse
3 | Al birrificio
Alta Quota,
di Dove Festival, nella sede della
a Cittareale, Proloco di Capricchia, Rossella
degustazioni Santarelli insegnerà ai partecipanti,
di bionde
artigianali.
passo dopo passo, i segreti per prepa-
4 | Alla ricerca di rare la vera amatriciana, bianca (det-
erbe selvatiche: ta anche Gricia) e rossa tra i fornelli,
una delle attività le pentole e i guanciali appesi a sta-
realizzate
in collaborazione gionare nella grande cucina. Un’altra
con la Casa delle attività (su prenotazione) riser-
delle Donne. vata ai partecipanti di Dove Festi-
val. Chi vorrà solo gustarla, insieme
alle altre specialità del reatino, non
ha invece che l’imbarazzo della scelta
tra uno degli otto ristoranti dell’Area
Food o nelle tante trattorie sparpa-
gliate sul territorio.

mucche, trote & bIrre


Ma c’è un intero mondo da scopri-
re in questa zona. Come l’esperien-

Piccoli borghi e sentieri sugli Appennini: quest’angolo


del Lazio nord-orientale sa sempre come stupire
28 DOVE
2

za agro-pastorale nella fattoria di


Sonia Santarelli, un allevamento
di Amatrice. Con l’associazione
si può prenotare presso gli agritu-
le trote abboccano più facilmente.
Come Robert Redford nel film In
Dove Festival
di mucche da latte con 55 capi di rismo e i ristoranti consociati un mezzo scorre il fiume”. La deviazione Ecco il programma
bestiame. “Recupero e riconduzio- cestino da picnic ricco di specialità a Cittareale consentirà di scoprire del weekend nella
ne nelle stalle della mandria, non- locali, da mangiare magari all’aria il Birrificio artigianale Alta Quo- provincia di Rieti
ché la mungitura, un’esperienza aperta lungo le sponde del lago di ta: “Qui produciamo birra ad alto
unica e sorprendente per chi vive Campotosto o di Scandarello. Un contenuto di entusiasmo, fantasia e SABATO 3 AGOSTO
in città, un momento ideale per rituale irrinunciabile per un pran- creatività”, dice sorridendo Claudio Pomeriggio di talk e
capire che la terra respira e la sen- zo in famiglia. Lorenzini, socio ideatore dell’azien- incontri sul senso del
ti sotto i piedi”, dice emozionata Ancora, sulle sponde del lago ar- da artigianale; “facciamo degustare viaggiare oggi. E la
Sonia, avvocato di formazione, ma tificiale dell’agriturismo Lo Sco- agli appassionati la nostra Principes- sera, tutti ai ristoranti
dedita alla gestione della fattoria di iattolo, ci sarà Fabrizio Berardi, sa, una birra di farro molto equili- dell’Area Food di
famiglia, che produce 500 litri di proprietario, insieme ai fratelli brata. E poi, tutti insieme, visita allo Amatrice
latte al giorno. Fortemente lega- Laura ed Ernesto, della struttura, stabilimento”. C’è tanto da vivere,
ta al territorio, Santarelli è anche a insegnare tecniche e segreti della a piedi e non solo, tra le valli della DOMENICA 4 AGOSTO
uno dei fondatori di Salariaè-Al- pesca a mosca sportiva: “L’esca usata via Salaria, in un itinerario che vuo- Trekking, passeggiate
teTerre, rete di imprese di filiera – spiega – è la riproduzione di una le contribuire alla rinascita di una per tutti, degustazioni,
dell’Alta Valle del Velino e Terre mosca o un insetto effimero al quale terra profondamente trasformata laboratori di artigianato,
dal terremoto, come evoca anche il attività all’aria aperta,
Cammino nelle Terre Mutate che visite esclusive.
3 4 passa proprio per Accumoli, citta-
dina tra le più devastate dal sisma. Tutti i dettagli e
Dove Festival vuole essere anche gli aggiornamenti
questo: l’occasione per scoprire un del programma li trovate
territorio orgoglioso, che non si ar- su doveviaggi.it
rende. E per tornare a casa con una
consapevolezza nuova e più ricca.
Seguite tutti gli aggiornamenti
e prenotate i workshop sul sito
doveviaggi.it.

29 DOV E
QUALITYGROUP.IT

Crediamo ancora nelle emozioni

« L A T I E R R A E S U N PA R A Í S O .
E L I N F I E R N O E S N O D A R S E C U E N TA . »
«La terra è un paradiso.
L’inferno è non accorgersene.»
JORGE LUIS BORGES
WEEKEND
DI LUGLIO

FINALMENTE IN SPIAGGIA
In Sardegna, Liguria, Calabria e nel barese:
idee green per un'estate sostenibile. Danimarca:
sull'isola dei vichinghi a piedi o in bici. Il museo
CUBO IMAGES

del mare che rilancia Bordeaux. E le suite-show


per la fuga in due da condividere e raccontare
MARE wEEkEnd

Cala Sala, a
Polignano a Mare
(Ba), Bandiera blu
2019 nel barese
(e nuova località
plastic free). Nella
foto piccola, i
fondali di Sestri
Levante, ecologia
partecipata
con National
Geographic
e Kel 12.

UN TUFFO SOSTENIBILE
Dall’isola di Tavolara al litorale barese, dai fondali liguri al borgo di pescatori
calabresi. Quattro idee per aiutare le coste italiane. Divertendosi

di Susanna Lavazza, Carmen Rolle, Alessandra Sessa

L’ estate? Meglio ecologica. Quasi


un italiano su due, secondo l’Osserva-
cento degli utenti del sito di prenota-
zioni Booking.com, e il 56 per cento di
quello di condivisione di immagini
Tavolara: mare proTeTTo
Spunta come una montagna sacra
dalle acque turchesi, del nord Sarde-
torio nazionale sullo stile di vita sostenibile Pinterest, hanno cercato a livello in- gna, Tavolara, isola quasi disabitata
promosso dal gruppo Lifegate, ritiene ternazionale nel 2018 viaggi con basso che, pochi lo sanno, è anche una mo-
che la sostenibilità sia un tema impor- impatto sull’ambiente. Ecco quattro narchia. Il re è Tonino Bartoleoni,
ALAMY / IPA

tante (non solo una moda) e centrale idee in Italia per partire con una nuo- 86enne discendente da una famiglia
per la scelta di una vacanza. L’87 per va attenzione ecologica. a cui i Savoia avrebbero dato, a ini-

32 DOVE
zio Settecento, la reggenza sul luogo. vuole solo contemplare il paesaggio,
Oggi ha un ristorante dalla vista spet- ecco ristoranti con beach bar come
tacolare. Il suo regno? Rocce, sabbia, La Corona, che mette a disposi-
schiere di specie marine indisturbate. zione i transfer in barca privata per
L’area marina protetta di Tavolara, tornare la sera a Porto San Paolo.
che tutela da 22 anni 80 chilometri Tranne dal 19 al 21 luglio, per il festi-
di coste, ha vinto a marzo l’Oscar val cinematografico Una notte in Italia
dell’ecoturismo assegnato da Fe- (cinematavolara.it), e il 7 settembre,
derparchi e Legambiente per i suoi in occasione della regata dell’Associa-
progetti Salvamare. Un mix di sport zione vela latina di Olbia fino a Porto
acquatici, laboratori, pulizia delle Taverna, vicino a San Teodoro, per
spiagge ed educazione ambientale. Il il resto dell’anno regna la pace sulle
modo migliore per vivere i fondali è spiagge di Tavolara, a partire da quel-
un’immersione, anche a poca pro- le intorno a punta Spalmatore. Tor-
fondità, con Tavolara diving, con nati sull’isola maggiore, il tour della
corsi di ogni livello e vacanze per sub. Sardegna sostenibile può proseguire,
Per vedere l’interno ci sono chilome- 40 minuti d’auto a sudovest, nel ne-
tri e chilometri di sentieri. E per chi onato parco regionale di Tepilora,

33 DOVE
MARE

riserva della biosfera Unesco, che ha daini e cinghiali, aquile e mufloni, sta- si. Il posto giusto dove vivere una
vinto il secondo Oscar dell’ecotu- gni e sugherete. Con pausa benessere delle ecorivoluzioni dell’estate. In
rismo sardo 2019 e che costituisce il a Torpé, dove l’Essenza oasi senso- anticipo di due anni sulla diretti-
nucleo di un futuro grande parco riale offre fitoterapia e aromaterapia va Ue, sui lidi pugliesi sono stati
di Tepilora: quasi 70 mila ettari tra con piante del luogo ed escursioni e banditi piatti, bicchieri, posate e
Olbia e Nuoro, in una delle zone più massaggi sotto gli olivi. O nella vicina bottigliette. Non solo. Sono pre-
selvagge d’Italia. Qui si cammina tra Sardinna Antiga, primo biovillaggio visti incentivi per i pescatori che
ecosostenibile sardo, tra le vestigia di riportano a terra la plastica inter-
4 un borgo abbandonato, dove l’acqua cettata nelle reti (nove barche sono
è solamente di montagna, i prodotti già in azione tra le Tremiti e Mol-
tutti biologici, è vietato ovunque fu- fetta). Si fa sul serio: solo se forni-
mare e gli smartphone sono banditi ti di contenitori ecologici si può
negli spazi comuni. scendere per un picnic sull’arenile
di ciottoli bianchi di Lama Mona-
CUBO IMAGES, GETTY IMAGES, ISTOCK

Bari: senza plasTica chile, sulla piccola insenatura dal-


Ci si trova a mezz’ora dal centro di le acque trasparenti di Cala Paura
Bari, ma Polignano a Mare, con o, più a nord, sulla sabbia di San
le sue bianche falesie e i lidi dorati, Vito, davanti all’abbazia sul por-
è un altro mondo, che non a caso ticciolo che ospita oggi un gruppo
ha mantenuto, anche nel 2019, di artisti. In paese, intanto, Pesca-
una delle 13 Bandiere blu puglie- ria, fast food di pesce che ha con-

34 DOVE
1 2

1 | Le acque lungo
3
la costa di Tavolara
(Ot), area marina
protetta e Oscar
dell’ecoturismo
2019. 2 | Capo
Portofino, tra
le location del
progetto Sentinelle
del mare in Liguria.
3 | Piazza Vittorio
Emanuele II, a
Polignano a Mare
(Ba). 4 | Sardinna
antica, biovillaggio
presso Siniscola
(Nu).

quistato anche Milano con due


locali, ha adottato piatti, posate e
bicchieri in Pla, derivato biodegra-
dabile del mais. Anche Bari, unica
meta italiana tra i Best in Europe
2019 di Lonely Planet, merita una liguria: TuTTi esploraTori re si chiede di compilare le “schede di
ecososta, tornando a nord: il Caf- È la citizen science: l’attività in cui sem- rilevamento” concepite dai ricerca-
fè portineria, primo locale barese plici cittadini vengono coinvolti nel tori, indicando le specie incontrate
plastic free, certificato da Greenpe- monitoraggiodell’habitat.Iltourope- con l’ausilio di immagini esplicative,
ace. Poi, mentre tutti puntano sul rator Kel 12 e National Geographic ma anche la presenza di plastiche o
Salento, c’è il tempo di scoprire Expeditions, sezione viaggi della rifiuti.Sono una ventina oggi le loca-
Bari Vecchia, via Sparano da Ba- grande istituzione americana, danno lità dove giovani biologi dell’ateneo
ri, nuovo salotto dello shopping, o vita per l’estate al progetto Sentinelle felsineo, operatori e strutture turisti-
gli eleganti quartieri murattiano e del Mare, ideato dal dipartimento di che stanno coinvolgendo residenti
umbertino, restaurati. Nelle stra- scienze biologiche, geologiche e am- e vacanzieri. Dream 1, barca a vela di
de, tante bici: l’effetto di Muvt, bientali dell’Università di Bologna Kel 12 e National Geographic, offrirà
progetto di mobilità che premia con il sostegno di Confcommercio. tour per piccoli gruppi tra le più belle
chi va a pedali e finanzia l’acquisto Aperta a tutti - sub esperti come ba- spiagge liguri. Guidati da un biologo
di questi mezzi: a maggio, 479 ba- gnanti - l’iniziativa mira a raccogliere e adatti anche ai bambini. Dal Gol-
resi ne avevano comprato uno con dati sulla fauna locale. A chi nuota, fo del Tigullio e del Parco di Por-
gli incentivi comunali. pinneggia, naviga o passeggia sul ma- tofino (a giugno e settembre) alle

35 DOVE
MARE

Le nostre scelte
Dormire CAFFÈ PORTINERIA
TAVOLARA Caffè, bistrot, focacce con formaggi e verdure
L’ESSENZA OASI SENSORIALE bio, torte, crostate | Indirizzo: via Roberto
Massaggi d’ogni tipo, doccia cromoterapica da Bari 58/A, Bari | Cell. 391.79.42.429
e aromaterapia; romantica la camera viola Web: caffeportineria.it | Prezzo medio: 15 €
Indirizzo: località Cuccu Ezzu, Torpé (Nu)
Cell. 333.65.40.140 | Web: essenzasardegna. STAMMIBENE
com | Prezzi: doppia b&b da 120 a 264 € Nuova ristobottega. Per le tagliatelle di grano
arso con pescatrice e datterini, dentice su
Nel centro di Chianalea, suggestivo estratto di carota e salicornia | Indirizzo: via
SARDINNA ANTIGA
rione dei pescatori di Scilla (Rc).
Cucina a km zero anche per celiaci o vegani. D. Nicolai 31, Bari (Ba) | Tel. 080.86.419.67
Bike sharing e soggiorno animali | Indirizzo: Web: stammi-bene.it | Prezzo medio: 30 €
Ss 125 km 251,7, Santa Lucia di Siniscola (Nu)
Cinque Terre (in luglio e agosto): Cell. 392.53.77.159 | Web: sardinnaantiga. CHIANALEA
si naviga, fotografa e approfondisce com | Prezzi: doppia da 250 a 320 € PANINO MARE
Il panino con lo spada, un cult locale, in un
l’ecosistema della costa di Levante. ex deposito di barche con terrazza sul mare
BARI
Intorno, le spiagge e i borghi della DOGANA RESORT Indirizzo: via Grotte 5, Chianalea (Rc)| Cell.
zona sono a disposizione per un Da luglio, in un palazzo del ‘700, con Spa e 35 340.95.51.444 | Prezzi: grandi panini da 7 €
tuffo o per il relax. camere, a mezz’ora da Bari. Chiedere l’affaccio
porto | Indirizzo: banchina Seminario 3, LIGURIA
Molfetta (Ba) | Web: doganaresort.it CAPPUN MAGRU
chianalea: effeTTo Borgo Prezzi: doppia in b&b da 150 a 250 € Cucina ligure dal mercato. Pochi tavoli, si
È uno dei Borghi più belli d’Italia, se- sceglie al banco (il cappun è da prenotare)
gnalato dalla Cnn tra i dieci piccoli CHIANALEA Indirizzo: via Riccobaldi 1, Manarola (Sp)
comuni da visitare nel nostro Pae- PRINCIPE DI SCILLA Tel. 0187.76.00.57
In un palazzo del ‘500, suite a due passi dal Fb: @cappunmagru | Prezzo medio: 30 €
se. Scilla, e il rione dei pescatori di mare. La Regina Paola Ruffo affaccia sul blu
Chianalea, la Venezia del sud, è un Indirizzo: via Grotte 2, Chianalea di Scilla Per saperne di più
bel simbolo dell’alleanza nata nel (Rc) | Tel. 0965.70.43.24 | Web: ubais.it/ TAVOLARA
2018 tra l’associazione dei borghi e principe-di-scilla | Prezzi: suite b&b Informazioni sull’area protetta su amptavolara.
da 150 a 180 € (la suite della regina) com; per il diving, tavolaradiving.it
Trenitalia per promuovere 25 luo-
ghi dell’Italia minore raggiungibili LIGURIA BARI
in treno. Risparmiando in emissio- IL NIDO Per il litorale barese: viaggiareinpuglia.it
ni, denaro e tempo: qui la stazione Nel verde, con spiaggia privata, l’edificio
Uno è più vicino al mare | Indirizzo: via LIGURIA
è a due passi da Marina Grande, Fiascherino 75, Lerici (Sp) | Tel. 0187.96. Le Sentinelle del mare salpano a giugno e
ampia spiaggia di sassolini, bagnata 72.86 | Web: hotelnido.com settembre da Lavagna (Ge) e S. Margherita
da acque ricche di biodiversità, in Prezzi: doppia b&b da 142 a 190 € (Ge), in luglio e agosto da Fezzano-
attesa del riconoscimento ad area Portovenere (Sp) | Tel. 010.55.33.134
Mangiare Web: dream1.it | EMail: genova@kel12.com
marina protetta. Prezzo: 150 € a persona; da 0 a 14 anni 50 €
TAVOLARA
Sono i luoghi della caccia al pesce- DA TONINO RE DI TAVOLARA
spada, la “corrida di mare” che at- Pesce del giorno alla sarda | Indirizzo: CHIANALEA
tirò il pittore Renato Guttuso tra porticciolo, Tavolara (Ot) | Tel: Pescaturismo con scilla.it/pacchetti-vacanza/
0789.58.570 Web: ristorantereditavolara. pesca-turismo-scilla. Per i tour in zon con Il
le case a pelo d’acqua di Chianalea, Giardino di Morgana, ilgiardinodimorgana.it
com | Prezzo medio: 40 €
dove il mare si insinua tra i vicoli.
Le barche, che organizzano anche LA CORONA
uscite di pescaturismo, solcano lo Anche beach bar e lounge bar con vista CLUB tel. 02.89.73.07.95
stretto da aprile ad ottobre, perio- Indirizzo: Spalmatore di Terra, Tavolara Con DoveClub, otto giorni a luglio al b&b
(Ot) | Cell. 335.78.37.994 | Web: Giovì Relais di Polignano a Mare, dimora di
do degli amori. Castello Ruffo, lacoronatavolara.com | Prezzo medio: 30 € charme in centro e con Spa, con volo da
sulla rupe, ospita il museo della Milano, in doppia superior b&b, partono da
pesca. E l’associazione di ecoturi- BARI 840 € a persona. Plus DoveClub: per chi
smo Il Giardino di Morgana offre PESCARIA prenota volo + hotel, assicurazione
Tartare di gamberi, paranza, panino con medico/bagaglio/annullamento offerta.
tour a Scilla e dintorni sempre con ombrina. Tutto street food | Indirizzo: p. A.
GETTY IMAGES

il mare in vista. Perché, recita un Moro 6/8, Polignano (Ba) | Tel. 080.42.47. Fotografa il QR e scarica
detto locale, “qui le case sono bar- 600 | Web: pescaria.it | Prezzo medio: 30 € sul tuo smartphone queste
che, e le barche sono case”. informazioni utili

36 DOVE
BORDEAUX weekend eventi

IL FIUME DEL CAMBIAMENTO


HEMIS / AGF, NICOLAS DUFFAURE

Con il Museo del mare e della marina, la città aquitana rilancia il lungo Garonna.
Caserme-wine bar e hangar-bistrot, aspettando la prossima rivoluzione

di Silvia Ugolotti

38 DOVE
La Cité du Vin
ha avviato, nel
2016, il rilancio del
porto fluviale di
Bordeaux. Sotto,
movida all’Hangar
Darwin, sempre
lungo la Garonna.

A cque inquiete, quelle della Ga-


ronna. Il fiume nasce sui Pirenei spa-
bre). Il museo ha sezioni dedica-
te alla navigazione, all’oceanografia,
“s’impara e si risparmia”, aiutano a
ripararsi da soli auto o bici, tra pez-
gnoli. Corre per oltre 600 chilometri all’emergenza climatica. “Una cono- zi vintage, sculture e un bus trasfor-
fino all’Atlantico. Forma il maggior scenza migliore dei mari permette- mato in uffici, mentre l’angolo bar
estuario d’Europa, la Gironda. E nei rà all’umanità di sopravvivere”, di- offre aperitivi e musica live. In piaz-
secoli, con l’alta marea, ha portato a ce Norbert Fradin, l’ideatore della za Raullin, nell’ex mattatoio, è nato
Bordeaux prima i vichinghi, poi gli struttura, pensata come un mono- Les vivres de l’art: si assiste a proie-
inglesi, facendo del capoluogo d’Ac- lito bianco traforato dall’architetto zioni, letture e concerti e si vedono
quitania il grande porto che, scris- Olivier Brochet, anch’egli bordole- gli artisti al lavoro. “Se le opere non
se François Mauriac, “mai ha visto il se. L’area adiacente, dove si accesero sono discusse e toccate, l’arte non so-
mare”. Eppure l’acqua salata è ovun- le lotte operaie, fino al quartiere Ba- pravvive”, sostiene Jean François
que, qui. Nell’aria salmastra, nella lacan, è un work in progress: dall’ex ba-
cucina, nell’amore per le arti marina- se dei sottomarini tedeschi, che oggi
re. E proprio lungo il fiume, sull’ac- ospita appartamenti e spazi per per-
qua, oggi, la città rinasce. formance, all’ormai celebre Cité du
Presso i Bassins à flot, il vecchio sca- Vin, aperta nel 2016 (421 mila visita-
lo simbolo dell’antica vocazione del- tori nel 2018). Ecco mercati del cibo
la città, inaugura, il 20 giugno, il come Les Halles de Bacalan, con
Museo del mare e della marina, stand di golosità bordolesi: ostriche e
con una retrospettiva del disegnato- tartufi, baguette e formaggi.
re bordolese Jean-Jacques Sempé, I magazzini diventano luoghi di con-
elegante firma, fra l’altro, del setti- divisione: è il caso di Le Garage Mo-
manale New Yorker (fino al 6 otto- derne, dove i meccanici, al motto di

39 DOVE
BORDEAUX

Le nostre scelte
Per questo weekend il costo è di circa 400 € a persona.

Come arrivare al vegan| Indirizzo: 10 quai de Bacalan


Tel. 0033.5.56.80.63.65
In aereo: Ryanair (Ryanair.com) vola a Web: biltoki.com/hallesbacalan
Bordeaux da otto città italiane (Bergamo,
Il nuovo Museo del mare e della marina. Treviso, Bologna, Roma, Napoli, Lamezia LA HALLE FOOD COURT
e Palermo, con tariffe da 19,99 € a tratta Quartiere Euratlantique: 14 locali, regionali e
Dormire no, birre, vini, eventi | Indirizzo: 75 quai
Buisson, circondato dalle sue gran- de Paludate | Web: halleboca.com
di, colorate sculture metalliche. Dal LA MAISON DU LIERRE
lato opposto dei Bassins, proprio di
In una casa del XVIII secolo, Visitare
nel centro storico, ha un giardino per la MUSEO DEL MARE E DELLA MARINA
fronte al Museo del mare e della ma- colazione e librerie ben fornite di volumi Spazio mostre, un auditorium, un bel
rina, si affacciano sull’acqua gallerie, e riviste. Gradevoli le camere con il giardino-terrazza | Indirizzo: 89 rue des
studi grafici e d’architettura. E il wi- terrazzino-salotto | Indirizzo: 57 rue Étrangers | Tel. 0033. 5.57.19.77.73
Huguerie | Tel. 0033.5.56.51.92.71 Web: mmmbordeaux.com
nebar Loft 33, dalla cui terrazza in Web: hotel-maisondulierre-bordeaux.com
legno si ammira Le Vaisseau spatial Prezzi: doppia b&b da 115 a 210 € CITÈ DU VIN
della britannica Suzanne Treister, Sette piani sul vino. Nel bistrot Le 7,
un’installazione con materiali re- EKLO BORDEAUX CENTRE BASTIDE con ricca carta dei vini, da assaggiare
Nuovo, economico, giovane, con spazi il pesce selvaggio con risotto di patate
cuperati che emerge dal bacino. La per il lavoro condiviso e studio in affitto
Dame è invece un’ex petroliera, oggi e salsa emulsionata di crostacei | Indirizzo:
Indirizzo: 10 rue de la Gare d’Orléans 134 esplanade de Pontac, quai de Bacalan
galleria, club e bistrot asiatico. Tel. 0033.5.35.54.52.54 Tel. 0033.5.56.16.20.20 | Web: laciteduvin.
Novità anche più a sud, sulla ri- Web: eklohotels.com | Prezzi: studio com/fr | Prezzo medio ristorante: 55 €
con bagno privato, per due, da 76 a 88 €
va destra. Il quartiere Bastide pun-
ta sull’ecologia. Il Jardine Botani- Mangiare LE GARAGE MODERNE
Atelier associativo e bar | Indirizzo:
que, firmato dalla paesaggista Ca- LOFT 33 1 rue des Étrangers | Tel. 0033.5.56.
therine Mosbach, racconta con ol- Wine bar dall’atmosfera industriale. Eventi 50.91.33 | Web: legaragemoderne.org
tre 1.700 piante i biotipi d’Aquitania. e musica in calendario | Indirizzo: 51 rue
Lucien Faure | Tel. 0033.9.62.63.28.81 LE VIVRES DE L’ART
Intorno, i nuovi condomini dalle li- Web: loft33.fr | Prezzo medio: 25 € Atelier, mostre, concerti, eventi, residenze
nee contemporanee sono ambiti da di artisti | Indirizzo: 4 rue Achard
giovani professionisti. Gli stessi che LA DAME FOOD & CLUB Web: lesvivresdelart.org
si vedono all’Hangar Darwin, cen- Nell’ex petroliera: dal risotto St Jacques al
salmone grigliato con patate dolci e burro JARDINE BOTANIQUE
tro culturale dove, in nome del padre al limone e zenzero. In estate tavoli e Visite, attività, laboratori scientifici
della Teoria dell’evoluzione, vecchie ca- sdraio al sole | Indirizzo: 1 quai Armand Indirizzo: esplanade Linné
serme si sono adattate al nuovo ha- Lalande | Tel. 0033.5.57.10.20.50 | Web: Web: jardin-botanique-bordeaux.fr
bitat divenendo una libreria, spazi di ladamebordeaux.com | Prezzo medio: 30 €
street art, un mercato bio, uno ska- HANGAR DARWIN
MAGASIN GÉNÉRAL Centro culturale intorno allo skate park
tepark e il Magasin Général, risto- Bistro per il pranzo: insalate, zuppe, panini Indirizzo: 87 quai des Queyries | Tel.
rante, torrefazione e drogheria con e buon caffè, rigorosamente bio 0033.9.53.01.86.22 | Web: darwin.camp
prodotti (e prezzi) sostenibili. Sul fi- Indirizzo: 87 quai des Queyries | Tel.
lo green anche La Belle Saison, dove
0033.5.56.77.88.35 | Web: magasingeneral. Per saperne di più
camp | Prezzo medio: 15 € Bordeaux-turismo.it è il sito cittadino;
Jean-Christophe propone una cuci-
it.france.fr/it quello francese
na stagionale con prodotti di punta, LA BELLE SAISON
fra cui le ostriche. Ottimi i ravioli di aragosta, con crema ai CLUB tel. 02.89.73.07.95
carciofi e tartufo bianco, con bisque al
Di nuovo sulla sponda mancina, ha vermouth Noilly Prat e patatine croccanti
DoveClub propone, a luglio, quattro
meno di un anno Halle Boca, che giorni/tre notti a Bordeaux con volo da
Indirizzo: 75 parc d’Activités des
negli ex mattatoi del quai Paludate Malpensa all’hotel Seeko’o, vicino al
Queyries | Tel. 0033.5.57.80.33.33
Museo del mare, colazione inclusa, da 365
ospita negozi, una cittadella del gu- Web: la-bellesaison.fr
€ a persona. Plus Doveclub: per chi
sto e un albergo. Uno dei primi tas- Prezzo medio: 27 €
prenota il volo + hotel, l’assicurazione
selli di Bordeaux Euratlantique, medico/bagaglio/annullamento è offerta.
LA HALLE DE BACALAN
ennesimo progetto di trasformazio- Cittadella gastronomica con ristoranti Fotografa il QR e scarica
ne in una città sempre proiettata nel di ogni tipo, dalle ostriche, al fornaio, sul tuo smartphone queste
futuro. informazioni utili

40 DOVE
SALVACOPPIA weekend

GENERAZIONE SUITE
La scelta dell’hotel romantico definisce sé stessi e il valore che si dà al tempo, alla privacy,
al denaro. Cercando, più del lusso, l’esperienza. Idee dall’Alto Adige a Matera

di Valeria Palieri e Luisa Taliento

S ono i Millennials, i nati tra gli Ot-


tanta e metà anni Novanta. Viaggia-
L’esperienza inizia con la salita in-
sieme a Giovanardi, tra aneddoti e
cima? Prenotati. Tutto bello e insta-
grammabile.
no in coppia, in modo indipendente, curiosità. Un brindisi e si stila la li- Un nido trasparente tra lago e bosco.
si confrontano online, scelgono le sta di desideri. Una degustazione di Sono le suite Baldo e Apponale del Li-
mete in base alla visibilità garantita cioccolato e distillati? Pronta. I menu do Palace di Riva del Garda, edifi-
su Instagram, ma vogliono anche a lume di candela della chef Car- cio neoclassico con un ultimo piano
sorprendersi: secondo uno studio di la Cavicchioli? Il concerto d’arpa? riprogettato in vetro e acciaio. Nella
Fairmont’s Global Luxury Traveller, L’aperitivo al tramonto proprio in natura, ma comodi come a casa. Do-
il 90 per cento di loro è pronto a pa- po la colazione dello chef Giuseppe
gare di più “se l’esperienza è esclusi- Sestito, con prodotti del territorio,
va”. Perché l’imperativo non è avere, gita in bici al borgo di Tenno o uscita
ma esserci. Sui social e in vacanza. E con il windsurf. Il finale è in accap-
se l’obiettivo è una fuga romantica patoio, raggiungendo in ascensore
d’inizio estate, la perfetta location la CXI Spa per una delle “sette ceri-
deve essere fotogenica, ma non pac- monie”, dal bagno ofuro giapponese
chiana, storica, ma high-tech. Ecco all’ambra baltica, con pietre riscaldate
alcuni indirizzi, con contorno di idee e burro di resina, pensata per gli zar.
GUNDOLF PFOTENHAUER, STEFANO SCATÀ, MARCO RAVASINI

per il perfetto insta-weekend. È il risultato di uno scrupoloso re-


stauro conservativo e dell’estro del
Sulla torre o Sul lago progettista d’interni francese Jacques
“L’esperienza è ancora raggiante nella Grange. Ed è il sogno di ogni cinefilo.
mia mente”. È il post con cui Brian Palazzo Margherita, magione sto-
May, chitarrista dei Queen, descrive rica della Val Basento, in Basilicata,
il soggiorno a Torre Prendiparte, è la casa delle vacanze della famiglia
d’epoca medievale, nel cuore storico di Francis Ford Coppola, il regista
di Bologna. “In pratica è una suite di statunitense di origini lucane. Nella
Torre Prendiparte, a Bologna, si affitta
12 piani. Solo per una coppia”, spiega per una notte a una sola coppia. In alto, cittadina di Bernalda si dorme tra
il proprietario Matteo Giovanardi. Palazzo Margherita, a Bernalda (Mt). i cimeli di Francis e della figlia Sofia

42 DOVE
L’area relax
dell’Eremito, tra i
primi hotel detox
d’Italia, in un eremo
del Trecento a
Parrano (Tr). Sopra,
una delle suite-
palafitta del San
Luis Hotel & Lodges,
ad Avelengo (Bz).

43 DOVE
SALVACOPPIA

Le nostre scelte
Dormire Garda (Tn) | Tel. 0464.55.25.70 | Web:
ristorantealvolt.com | Prezzo medio: 58 €
Bologna
TORRE PRENDIPARTE Bologna
La torre di 12 piani in centro, solo per coppie PASTICCERIA REGINA DI QUADRI
Indirizzo: piazzetta Prendiparte 5, Bologna Le mousse e le bavaresi del maestro Francesco
Cell. 335.56.16.858 (Matteo Giovanardi) Elmi | Indirizzo: v. Castiglione 73/A, Bologna
Web: prendiparte.it | Prezzi: b&b da 600 €; Tel. 051.64.46.201 | Web: pasticceriaregina-
cena con abbinamento vini, 400 € in due diquadri.it | Prezzo medio: 8 €
Riva del Garda Beaulieu-sur-Mer
La sala da pranzo di Torre Prendiparte. HOTEL RIVA PALACE ZELO’S BEACH
Le suite in vetro e acciaio sul lago | Indirizzo: A un’ora da Mentone, cucina di pesce,
nelle suite con i loro nomi: arabeg- viale Carducci 10, Riva del Garda (Tn) | Tel. cocktail, massaggi, yoga | Indirizzo:
giante la prima, toni pastello e dorati 0464.02.18.99 | Web: lido-palace.it | Prezzi: Beaulieu-sur-Mer | Tel. 0033.48.80.08.951
per l’altra. C’è persino una sala di pro- suite b&b da 1.800 a 2.600 € con accesso Spa; Web: zelos-beach.fr | Prezzo medio: 38 €
iezione. Matera, con gli eventi clou bagno ofuro, 360 € per due
da capitale europea della cultura 2019, Bernalda
Mentone LA LOCANDIERA
è a 40 chilometri. Il lido di Marina di MARELUNA Purè di fave e cicorie, peperone crusco e altri
Pisticci, dove dopo trent’anni si sono Un’idea in più: la suite galleggiante ricavata in cult lucani | Indirizzo: corso Umberto 194,
viste le tartarughe Caretta Caretta, di- un 10 metri firmato Cranchi Yacht nel porto, Bernalda (Mt) | Tel. 0835.54.3241 | Web:
con due cabine e il ponte per la colazione. trattorialocandiera.it | Prezzo medio: 40 €
sta una ventina di chilometri. Su richiesta, uscite in barca, aperitivi, cene e
Sempre connessi? Oggi non è chic. I feste a bordo | Indirizzo: porto di Mentone Parrano
109mila utenti Instagram che hanno Web: letyourboat.com | Prezzi: da 517 € TRATTORIA BRUNO COPPETTA
usato almeno una volta l’hashtag #di- al giorno con colazione, servizio di pulizia, Chianina e pici | Indirizzo: via P.
assicurazione, posto auto, wi-fi Vannucci 90, Città della Pieve (Pg)
gitaldetox fanno sapere che “se voglio-
no possono smettere”. L’Eremito di Web: trattoriabrunocoppetta.com
Bernalda Prezzo medio: 30 €
Parrano, nel Ternano, in un labirin- PALAZZO MARGHERITA
to di cavità carsiche nel bosco, nasce Dimora di famiglia di Francis Ford Avelengo
Coppola. Piscina, menu lucani, lounge, CASTEL FRAGSBURG
per prendersi una pausa dal web. Le cinema | Indirizzo: corso Umberto 64,
celle del Trecento, un tempo abitate Sofisticato, all’interno del Relais & Châteaux
Bernalda (Mt) | Tel. 0835.54.90.60 | Web: Castel Fragsburg: Egon Heiss mescola sapori
da monaci, oggi sono climatizzate, thefamilycoppolahideaways.com | Prezzi: locali e mediterranei | Indirizzo: Fragsburg
ecocompatibili, tra letti alla francese, suite Sofia 1.760 €, Francis 1.850 €, con bici, 3, Merano | Tel. 0473.24.40.71 | Web:
colazione, wi-fi, transfer in spiaggia fragsburg.com | Prezzo medio: 130 €
tessuti pregiati e salottini sontuosi.
Niente televisione, radio, wi-fi: si Parrano Vedere
arriva per meditare, tra yoga e cam- EREMITO Bologna
minate nel bosco. Ci sarà sempre Con area relax, refettorio, sala yoga, MUSEO CIVICO ARCHEOLOGICO
tempo, dopo, per raccontare online bagni di vapore, vasca per cromoterapia e Ex Africa è la più ampia mostra d’arte africana
idromassaggio. Cena vegetariana e biologica vista in Italia, fino all’8 settembre
l’esperienza. Indirizzo: loc. Tarina 2, Parrano (Tn) | Tel. Indirizzo: via dell’Archiginnasio 2, Bologna
Lo scatto perfetto? Su un terrazzo so- 0763.89.10.10 | Web: eremito.com | Prezzi: Tel. 051.27.57.211 | Web: mostrafrica.it
speso tra i rami di un larice, tra i prati da 370 € in celluzza doppia, pasti inclusi
e i boschi di Avelengo, a pochi mi- Riva del Garda
Avelengo MAC MUSEO ALTO GARDA
nuti da Merano. Accade al San Luis SAN LUIS HOTEL & LODGES Arte e archeologia, ne fa parte la galleria civica
Hotel & Lodges, quattro chalet, uno Con piscina riscaldata, sauna, idromassaggio Giovanni Segantini | Indirizzo: piazza Battisti
studio e due ecosuite su palafitte tra le in mezzo al lago, bagno di vapore, pacchetti 3/A, Riva (Tn) | Web: museoaltogarda.it
fronde in pregiato legno Mondholz benessere | Indirizzo: via Verano 5,
Avelengo (Bz) | Tel. 0473.27.95.70 | Web: Mentone
(lunare: è quello degli abeti rossi ta- sanluis-hotel.com | Prezzi: doppia in mezza MUSÉE DU BASTION
gliati dopo il novilunio di dicembre) pensione sull’albero da 790 € (minimo tre notti) Sulle orme di Jean Cocteau: la sala dei
. Le suite sospese hanno grandi vetra- matrimoni decorata da lui e le sue opere
Mangiare
te, vasca da bagno con vista, letti king Indirizzo: quai Napoléon III, Bastion du
Riva del Garda Vieux Port, Mentone | Web: menton.fr
size. Intorno, percorsi per trekking,
HASSELBLAD H3D

RISTORANTE AL VOLT
mountain bike o rafting sull’assolato Degustazione di pesce in un palazzo del XVII Fotografa il QR e scarica
altipiano di Tschögglberg. Un mon- secolo | Indirizzo: via Fiume 73, Riva del sul tuo smartphone queste
do bellissimo. Soprattutto, autentico. informazioni utili

44 DOVE
DANIMARCA weekend mare

IL TEMPO RITROVATO
Rifugio segreto dei danesi, l’isola di Møn regala antichi boschi, scogliere
di gesso, birre vichinghe. E viaggi sorprendenti nella storia e nella preistoria

di Marco Carlo Stoppato

S ono soltanto 125 i chilometri


che separano Copenaghen dall’i-
si incontra, è Stege, dove, pres-
so l’ufficio del turismo, la House
sola di Møn. Dall’aeroporto si of Møn, si fa incetta di mappe e
fanno in poco meno di un’ora e di informazioni. Si parte poi verso
mezzo, puntando a sud. Ma basta un paesaggio perennemente ver-
imboccare da Kalvehave il ponte de, con rilievi appena ondulati, su
della regina Alexandrine, 746 me- strade deserte e bordate di boschi
tri sospesi sul mare, per ritrovarsi che digradano verso il mare. In
in un’altra Danimarca, lontanissi- questo scenario monocromo sono
ma dalle luci della capitale. Tran- una sorpresa improvvisa le Klint
quilla, grande poco meno dell’El- Møns, 12 chilometri di scogliere
ba, ma con un terzo degli abitan- bianche e sinuose a picco sul blu.
ti, con tutti i colori e gli odori del
Baltico, Møn è stata addirittura Gesso antico
eletta primo Dark Sky Park dane- Alte oltre 120 metri, formate da
se, titolo che l’International Dark strati di gesso stracolmi di minu-
Sky Association, impegnata con- scoli fossili, le Klint Møns si rag-
tro l’inquinamento luminoso, as- giungono lungo una strada che ta-
segna alle località dalle notti più glia un bosco fitto. L’ultimo trat-
buie e pulite. to, sterrato, porta al moderno Ge-
Il centro principale, e il primo che oCenter, centro di divulgazione

In alto, le scogliere di gesso di Møns Klint, sulla costa orientale


di Møn; una scala porta alla spiaggia. Sotto, il cottage Snow White, affittabile
con Møns Klint Resort. Molte strutture dell’isola conservano lo stile danese
tradizionale e sono oggi diventate guest house e hotel.

46 DOVE
47 DOVE
DANIMARCA

scientifica che ricostruisce l’habi- un tour della collezione di fossi-


tat isolano di 70 milioni di anni fa, li; poi si vanno a vedere la spiaggia
fino al tempo delle glaciazioni che e la scogliera dove i reperti, spesso
stravolsero il paesaggio. Si accarez- rari e preziosi, sono stati trovati. È
zano modelli di antichi rettili ma- sempre un’emozione riconoscere
rini, si visita il ghiacciaio virtuale, questi frammenti di vite ancestrali
si gioca a fare gli scienziati. Parto- passeggiando lungo il mare”.
no da qui le visite guidate della pa- Per arrivare sotto la scogliera si
leontologa Eliza Jarl Estrup, che scendono oltre 500 gradini di le-
racconta: “Iniziamo sempre con gno, intervallati da piattaforme di
sosta dove al mattino, quando il
sole batte direttamente, ci si per-
3 de nel candore violento del gesso.
Dal GeoCenter partono una serie
di facili sentieri attrezzati, da due a ri esempi di “giardino romanti-
tre chilometri e mezzo, per scopri- co inglese” di Scandinavia, fu do-
re il parco naturale della biosfera nato nel 1790 da un nobile france-
Unesco di Møns Klint. se alla moglie, Lisa. Al centro del
“boschetto di Lisa”, intorno a un
nel Giardino dei pavoni laghetto, si fa un piccolo giro del
Un’altra breve sterrata arriva fino mondo dell’architettura: una bai-
al Liselund Park, con alberi se- ta norvegese, uno chalet svizzero,
colari, fiori e siepi modellate, do- una casa giapponese. Al tutto, nel
ve vagano i pavoni. Tra i miglio- 1887, i nuovi proprietari aggiun-

48 DOVE
2

5 6 1 | Una passerella
sul sentiero per le
scogliere di Møns
Klint.
2 | Tumuli funerari
sulla costa
meridionale.
3 | Incontri
ravvicinati
nell’entroterra
dell’isola, da
scoprire in bici, a
piedi, a cavallo.
4 | Un capanno
per l’osservazione
degli uccelli nella
zona umida che
guarda l’isola
di Bogo, a ovest di
Møn. 5 | L’interno
sero un maniero. Infine, nel 1989, te. Muniti di mappa, il consiglio che. Ovunque il fondale di gesso del cottage Snow
Liselund divenne un hotel di 17 è procedere lentamente, per non bianco dona al mare toni caraibi- White. 6 | Da
Vinhuset Møn,
stanze con ristorante e caffetteria: perdersi i possibili incontri rav- ci e invoglia al bagno - la tempera- a Stege, si trova
il Liselund Ny Slot, nuovo ca- vicinati con caprioli, conigli, vol- tura non è l’ideale, ma sono sem- l’Isle of Møn Gin,
stello di Liselund. pi. Tra i numerosi uccelli marini, pre di più a cimentarsi in qualche il gin dell’isola.
i cigni stazionano volentieri sulle tuffo - mentre le spiagge di ciotto-
danimarca a pedali spiagge; nel braccio di mare chia- li, all’ombra di grandi faggi, albe-
L’esplorazione del resto dell’iso- mato Bøgestrøm, tra la costa set- ro nazionale danese, invitano alla
la è semplice, anche grazie al fat- tentrionale e il resto della Dani- camminata.
to che le strade sono ben segnala- marca, si avvistano spesso le fo- Le blande ondulazioni dell’isola

49 DOVE
1

2 3

1 | Campi e scorci sono perfette anche per i tour in nimarca, taglia l’isola per il lungo, ba a est del villaggio di Sømarke;
di bosco a Møn. bicicletta. Nel Paese dove persino per tornare poi indietro rasentan- Kong Asger Høj è un grande tu-
2 | Fyret, il cottage
nel faro presso la principessa reale Maria porta a do la costa meridionale. mulo vicino a Sprove, dove si tro-
le scogliere, scuola i figli sotto la neve con la ti- va anche il complesso di roccia di
affittabile con pica cargo bike, Møn dispone di ol- Gita alle pietre sacre Sprovedyssen. Pure per questo
Møns Klint Resort.
3 | Il mare
tre un centinaio dei 12 mila chilo- Mentre si pedala si notano pic- Møn è considerata un rifugio per
e le spiagge metri di piste ciclabili danesi. La cole colline che sorgono in mez- designer, creativi, artigiani, attira-
sulla costa Baltic Sea Route (N8) che, con zo ai campi. Sono tumuli funerari ti dalla storia e dalla pace, dall’ano-
settentrionale. 820 chilometri, quasi tutti sul Mar e raccontano la lunga storia dell’i- nimato e dalle gallerie d’arte sparse
4 | Slagter Stig &
Co, ristorante Baltico, è indubbiamente la più sola, da 13 mila anni fa al periodo nei pochi centri abitati.
a Stege. lunga “autostrada verde” della Da- vichingo, intorno al Mille. Una Qui i villaggi mantengono lo stile
mappa dell’ufficio turismo riuni- tradizionale, rosso di tegole e con
4 sce in un unico itinerario i siti ar- intonaci di un bianco accecante.
cheologici di Møn. Almeno una Oggi alcune delle più belle case di
decina sono da vedere, anche solo Møn, compreso un faro, si affitta-
per l’atmosfera ieratica delle rocce no con Møns Klint Resort, pro-
addormentate guardando il ma- prietaria anche di un campeggio
re. Sono dolmen, piccole costruzio- con comodi bungalow. Sono tut-
ni di monoliti, menhir, singole pie- ti cottage storici in posizione pa-
tre verticali, grandi allineamen- noramica sul mare o ai limiti del
ti di pietre. Il Sømarkedyssen bosco, nel verde, con mobili d’e-
è una tomba megalitica nell’er- poca e tanto legno. Sui patii rivol-

50 DOVE
DANIMARCA

Le nostre scelte
Per questo long weekend di quattro giorni
il costo è di circa 750 € a persona, voli inclusi

DET GAMLE BRYGHUS


Come arrivare Gran scelta di birre e cucina tradizionale
In aereo: Ryanair (ryanair.com) vola danese con piatti di carne, soprattutto
a Copenaghen da Milano da 94 € a/r. hamburger e pesce. Con il bel
In auto: l’isola, a 90 minuti dalla capitale, si tempo si mangia nel cortile tipico
raggiunge sul ponte di Kalvehave; Indirizzo: Soendersti 3, Stege | Web:
noleggio auto, 60 € al giorno con Europcar detgamlebryghus.dk | Prezzi: 25 €
(europcar.com).
Comprare
Dormire VINHUSET MØN
MØNS KLINT RESORT Per acquistare il gin prodotto sull’isola e le
Nei cottage storici dell’isola. Fra le migliori principali birre locali | Indirizzo: Storegade
ti verso il mare si può pranzare o dimore la View (per dieci ospiti), la Snow 18D, Stege | Web: vinhusetmoen.dk
White House (per sette), entrambe in
sorseggiare una birra, come quel- posizione panoramica sulla scogliera bianca, LENE EVERS
le, solo con materia prima locale, la Søndegard (fino a 18 posti), sulla spiaggia, e Cioccolatini fatti a mano in innumerevoli
di Byghuset Møn, o provare l’I- la Fyret (per sei), in un faro d’epoca. Tutte forme e sapori | Indirizzo: Storegade 39,
sle of Møn, gin isolano che tocca con spendida vista, atmosfere nordiche, Stege | Web: leneeverschokolade.dk
arredi d’epoca | Tel. 0045.55.81.20.25
i 44 gradi. Fra i produttori ci so- Web: moensklintresort.dk | Prezzi: da 220 PLANKEBORD 4U
no Sara e Uffe Skating, una coppia a 400 €, senza colazione Arredi di design industriale, lampade,
di ex grafici pubblicitari. “Ci sia- scatole | Indirizzo: Storegade 70, Stege
mo trasferiti qui da qualche anno, LISELUND NY SLOT Web: Pankebord4u.dk
Un castello all’italiana del XVIII secolo
nella località di Askeby”, raccon- sugli scogli, con affreschi e giardini. KLINTEBOLCHER
ta Sara. “Il verde e il silenzio dell’i- Bella la camera nella torre | Indirizzo: Lo spaccio della fabbrica di caramelle, dove
sola ci avevano stregato”. “Per di- Langebjergvej 6, Borre | Tel. 0045.55. volendo si assiste alla produzione. Colori e
stillare usiamo solo erbe e acqua 81.20.81 | Web: liselundslot.dk | Prezzi: gusti inaspettati con materie prime locali.
doppia b&b da 160 a 215 € (la torre). Per il Grandi e originali i leccalecca | Indirizzo:
locali”, aggiunge entusiasta Uffe. pranzo, menu danese a 40 €, birra inclusa
Møns Klint Resort organizza an- KlinteveJ 495, Borre | Web: klintebolcher.dk
che tour in bici e in barca, battu- KLINTOHOM GODS LAKE Per saperne di più
te di pesca e le celebri escursioni APARTMENTS HOUSE OF MØN
a cavallo amate dagli sportivissimi Ecocomplesso in legno tra il bosco e le Per tutte le informazioni turistiche
scogliere, con un bel ristorante | Indirizzo: e le mappe delle ciclabili e dei sentieri
reali di Danimarca. Langebjergvej 1, Borre | Tel. 0045.55.81. Indirizzo: Storegade 2, Stege
Dopo tanto girare, Stege accoglie 20.30 | Web: lakeapartments.dk | Prezzi: Web: houseofmoen.dk, visitmoen.com (su
con le sue case tradizionali, i mu- appartamenti per due con colazione 234 € visitdenmark.it, info sulle ciclabili danesi)
sei, le gallerie, i negozi di artigia- (tutto l’anno, per ogni tipo di stanza)
nato che, spesso, offrono labora- Mangiare GEOCENTER MØNS KLINT
Tutto sulle scogliere e sull’habitat dell’isola
tori artistici. Da Pankebord 4U, SLAGTER STIG & CO Indirizzo: Stengårdsvej 8, Borre
per esempio, si trovano massic- Negozio di prelibatezze con un fienile Web: moensklint.dk
ci oggetti d’arredamento, scatole ristrutturato con gusto dove gli arredi sono in
vendita. A pranzo, buffet con verdure, salse,
e lampade, tutto dal design indu- formaggi, incredibili forme di pane, decine CLUB tel. 02.89.73.07.95
striale e con una suggestiva patina di tipi di carne nella sala adiacente. La birra Tre notti al Møn Hostel & Vandrehjem
di vecchiaia e salsedine. si prende alla spina introducendo un codice (con cucina comune e barbecue in
Per concludere in bellezza, non Indirizzo: Storegade 59, Stege | Web: giardino), con l’auto o la bici a nolo, a
slagterstig.dk | Prezzo medio: pranzo 18 €, luglio, con i voli, partono da 330 € a
c’e niente di meglio di una griglia- la sera gran grigliata allo stesso prezzo persona in doppia con bagno privato,
ta di una decina di carni, marinate senza colazione. Plus DoveClub: per chi
con fiori e succhi locali, nel risto- RISTORANTE PORTOFINO prenota volo+hotel+auto, l’assicurazione
rante Slagster Stik, dove la gran- Italiano, anche negli orari (qui è raro) medico/bagaglio/annullamento è offerta.
sul mare. Prodotti locali, pizze e ricette
de area buffet è ricavata dal vec- mediterranee | Indirizzo: Thyravej 4A,
chio fienile. Tra legno, birre e pe- Borre | Web: restaurantportofino.dk Fotografa il QR e scarica
nombre boreali, ci si sente vichin- Prezzo medio: 50 €, pizza 12 € sul tuo smartphone queste
ghi per davvero. informazioni utili

51 DOVE
con

Sulle curve a
picco sul mare
della via Aurelia,
presso Capo
Noli a bordo di
Jeep Cherokee
Overland 4x4,
affidabile
su ogni tipo di
terreno.
In basso,
un pescatore
davanti a
Varazze (Sv).

EMOZIONI A PONENTE
Da Varazze a Finale. Lasciando l’autostrada per un itinerario tra litoranee
panoramiche, spiagge, borghi a colori e sapori di una Liguria mai scontata

di Marco Santini

52 DOVE
C’ è una Liguria, a Ponente, an-
cora capace di stupire. Sono bor-
sto genere di percorsi che si apprez-
zano non solo la fluidità di guida,
re affaticante e un navigatore intui-
tivo, efficace e ben leggibile.
ghi di pescatori che hanno mante- ma anche la fruibilità del sistema in- Bastano pochi minuti per scendere
nuto fascino e carattere, città e cit- terattivo UConnect. A partire dalla dalle colline alla spiaggia di Varazze.
tadine con i loro indirizzi da scopri- facilità di connessione del cellulare Lasciate alle spalle le curve, è il mo-
re, spiagge e calette dove le Bandie- che supporta sia Apple CarPlay che mento di un tuffo, o di una passeg-
re blu non smettono di moltiplicar- Android Auto per il mirroring dello giata sui moli, fra i pescatori, magari
si (in tutto, nel solo Savonese, sono smartphone sul computer di bordo, per imbarcarsi, con i bambini, sul-
24). Da Varazze a Finale Ligure è o dall’integrazione dei comandi e la barca da pescaturismo di Capitan
una successione di scenari mutevoli, delle app, passando per un impian- Morgan, per una mezza mattina in
da scoprire fra un tuffo e un’arram- to audio che avvolge senza diventa- mare fra le reti e il pescato. Il Ma-
picata sulla roccia tra climber di tut-
to il mondo.

Strade blu
Facile arrivare sulla costa in auto-
strada, ma ci sono altri percorsi più
emozionanti. Ad esempio la stra-
da che, oltre l’Appennino, scen-
de al mare dalla selvatica cresta del
Monte Beigua. Un bel test per il
nuovo Jeep Cherokee Overland
4x4, a suo agio su ogni terreno, an-
che nel misto più stretto. È su que-

53 DOVE
2
con

puto scovare i migliori banchi del menti contemplativi e tratti di guida


Mediterraneo. divertente. Qui la Jeep Cherokee
4 Ecco Savona, raccolta intorno al mette in mostra la sua personalità.
1 | Il centro di
Finalborgo (Sv). suo porto e alla Torretta. Proprio Sa essere tranquilla, tutta comfort
2 | Jeep Cherokee da questo simbolo della città sor- e paesaggio, grazie anche alle gran-
sulla spiaggia to a fine Trecento parte via Paleo- di superfici vetrate, al tetto panora-
di Varigotti.
3 | La spiaggia capa, con i portici, cuore dello stru- mico scorrevole. Confortevole, gra-
privata del Mare scio cittadino. Ai lati si aprono anti- zie alla selleria in pelle, completa di
Hotel, tra Vado chi caruggi, in uno dei quali, via Pia, ogni controllo della seduta. E grinto-
(Sv) e Savona.
4 | Il cruscotto di
si cela uno degli indirizzi golosi più sa, quando serve, ma sempre preci-
Jeep Cherokee tradizionali della città: Vino e Fa- sa e sicura, con un cambio e una ci-
con il sistema rina varazzino dal 2006 è un vero e rinata. Ci si mette in coda, si trova clistica all’altezza di ogni situazione.
UConnect che proprio porto-resort, con il piace- posto in uno dei tavoli con panche e Sfilano Bergeggi e Spotorno, ed
permette
il mirroring dello vole lungomare, i negozi, i ristoranti comincia il viaggio nel paradiso del- è già Noli, piccolo gioiello fiorito
smartphone e, ovviamente, gli yacht. la farinata, qui anche nella variante all’epoca della Repubblica Marina-
attraverso Apple Di nuovo in auto, sempre il più vi- di grano. Ancora a ponente, prima ra, con 72 torri per altrettante fami-
CarPlay e Android
Auto. 5-6 | La hall cino possibile al mare, si può cre- di Vado, su una spiaggia inaspettata glie di mercanti. Oggi di quella ric-
del Mare Hotel are l’ambiente ideale intorno a e davanti a un mare sorprendente- chezza rimane poco, di torri ne re-
e i bottoni ripieni sé nell’abitacolo, grazie all’ampia mente cristallino, ci si ferma al Ma- stano in piedi quattro, ma il borgo
di toma di pecora
brignasca, fave
gamma di regolazioni di bordo di re Hotel, dove design, privacy e vale sempre una sosta con la sua at-
e caviale dell’A Jeep Cherokee, facilmente ac- personalità si coniugano alla perfe- mosfera rilassata e sospesa. Fra i vi-
Spurcacciun-a, cessibili tramite il touch screen da zione nelle cabine della spiaggia pri- coli, in via Musso, la galleria Noli
ristorante 8,4”. Si rallenta tra le strette viuzze vata dai colori pastello, nel sushi bar Arte offre quadri e sculture a tema
stellato dell’hotel.
del centro di Celle Ligure, ricco di e nel ristorante stellato A Spurcac- marinaro e le chiacchiere di Santo
edifici storici, dal settecentesco pa- ciun-a, tra gli indirizzi più golosi di Nalbone, appassionato esperto del
lazzo Ferri, sede del municipio, al- Ponente, con abbinamenti come la borgo e della sua gente. In piazza
le ultime case verso ponente, le più coda di maiale con ostriche e cocco Garibaldi, nella boutique Le Stan-
antiche di Celle, dove nel XVII se- affumicato. ze, Alessandra Lo Monaco propo-
colo arrivavano dall’Elba le barche ne le creazioni di LAB38. L’idea è
cariche di bisolfuro di ferro, diretto torri, Scalate e vecche vele nata una sera sulla spiaggia, per poi
alle ferriere di Sassella. Sono le ca- Sempre lungo la costa, l’antica Au- maturare a Cape Town collaboran-
ALDO FERRERO

se dei pescatori locali, celebri per la relia accompagna i viaggiatori in una do con Re-sails: borse e accessori da
maestria delle loro reti, e dei coral- successione di borghi colorati, spiag- vele riciclate provenienti da ogni
lari che nei secoli passati hanno sa- ge, insenature e alte falesie. Tra mo- dove, monili fatti con vecchie cime

54 DOVE
3

Le nostre scelte
Per questo weekend di tre giorni sulla Riviera di Ponente
il costo è di circa 450 € a persona

Dormire luogo della tradizione. Il pesce è semplice e


buone come un tempo, ma il rapporto
MARE HOTEL qualità-prezzo è imbattibile | Indirizzo:
Personalità, design, bella spiaggia via Pia 15r, Savona | Tel. 019.52.84.360
e sushi bar. Di gran lunga l’indirizzo Prezzi: 15 € per l’abbondante farinata e un
più sorprendente e colorato di questo piatto di cozze gratinate o di sarde ripiene
tratto di costa ligure. Le camere
President hanno le finestre sul mare Comprare
Indirizzo: via Nizza 41, Savona GALLERIA NOLI ARTE
Tel. 019.26.40.65 | Web: marehotel.it Bella scelta di quadri, qualche scultura
Prezzi: doppia b&b da 200 a 320 € e un gestore che è la memoria storica di Noli
Stellato e di lunga fama il ristorante A Indirizzo: via Musso11, Noli (Sv)
Spurcacciun-a, con bella terrazza, che offre Cell. 340.61.16.904 | Web: noliarte.it
pesce e idee come la Millefoglie di foie
gras con tonno rosso, alga nori, daikon 38LAB
marinato e sumiso | Prezzo medio: 95 € Per riciclare vele usate, magari le proprie,
5 6 creando con il designer e il suo team borse
e accessori non convenzionali
Indirizzo: piazza Garibaldi 6, Noli (Sv)
Cell. 347.27.77.418
Web: laboratorio38.it

PESCA TURISMO VARAZZE


CAPITAN MORGAN
Propone tre uscite giornaliere dal porto
di Varazze con reti da pesca dal lunedì
al venerdì. Si può comprare il pescato
Cell. 345.04.38.104 | Fb:
CapitanMorganVarazze | Prezzi: 30 €
gli adulti, 15 per bambini fino a 14 anni
Mangiare Informazioni
di barche da Città del Capo, abiti in OSTERIA GARBASSU Per la costa savonese, provincia.savona.it.
tessuti e colori naturali ispirati da Intimo, tradizionale, a conduzione familiare, Per le singole località del Ponente:
antiche tecniche asiatiche, infradi- menù ristretto ma ben ragionato di pesce e varazze.com,
veri piatti del territorio. Nel cortiletto si sta marinadivarazze.it,
to in caucciù e accessori in allumi- tranquilli anche d’estate | Indirizzo: via turismo.comunefinaleligure.it
nio riciclato. Sant’Ambrogio 29, Varazze (Sv) | Cell. e infonoli.com
Ed ecco il tratto più spettacolare: 342.70.76.724 | Prezzo medio: 40 €
quello lungo Capo Noli, aggrap-
VINO E FARINATA
pato alla roccia e a piombo sul mare Il tempio indiscusso della farinata, anche di
Fotografa il QR e scarica
sul tuo smartphone queste
più bello della Liguria. Qui la nuo- grano. Semplice, informale, rumoroso, un informazioni utili
va versione del Suv 4x4 della casa
di Toledo, Ohio (Stati Uniti), si de-
streggia con naturalezza facendo di-
menticare la sua mole. Inserimen- elettrico scoprirà il comodo piano nordica Val di Mello. Basta fermarsi
ti precisi e l’eccellente sistema am- di carico. a Finalborgo, appena all’interno, per
mortizzante regalano emozioni di Ultima tappa, Finale, dove la cultu- trovare tra vicoli, case colorate e lo-
guida. E quando si arriva all’ampia ra marinara incontra il Medioevo e calini, una miriade di negozi di abbi-
spiaggia di Varigotti, dal capiente dove si scopre un approccio diverso gliamento e accessori per scalare che
baule esce tutto ciò che una fami- al paesaggio costiero. Da qualche de- neanche a Cortina o a Courmayeur.
glia in vacanza possa desiderare: dal- cennio questa è una capitale del free L’autostrada è poche curve più in là,
la maxiborsa frigo al kayak gonfiabi- climbing, l’arrampicata sportiva, sulle ma le litoranee liguri continuano an-
le. Se le mani sono occupate dai ba- numerose falesie di granito. “Yosemi- cora per cento chilometri verso il tra-
gagli, basta scorrere il piede sotto il te italiana”, chiamano la zona gli ap- monto. E la Francia è appena una
paraurti posteriore e il portellone passionati, in concorrenza con la più corsa più in là. Perché fermarsi ora?

55 DOVE
CILE
XXXXXXXXXXXXXX
una volta nella vita

Il Salar del Huasco,


a 3.780 metri di
altezza, nel Cile del
Nord. Comprende
una zona umida
protetta, alimentata
da falde acquifere
salmastre, che
ospita
56 una
D Ogrande
VE
biodiversità.
XXXXXXXXXXX

LO SPETTACOLO
del
DESERTO
di I l a r I a S I m e o n e foto di B e p p e C a lg a ro

57 DOVE
CILE

L’Atacama è la zona
più arida del pianeta,
dove non piove
mai. Eppure anche
“I n un mondo che/prigioniero è/respiriamo liberi, io e te” strilla la radio
(omaggio dell’autista, Sergio Salinas Tapia, a Lucio Battisti e ai pas-
seggeri italiani), mentre il furgone sobbalza sul nastro irregolare della
A65, la strada che dalla costa, alle spalle di Iquique, punta dritta alle
Ande. Cile del Nord, regione di Tarapacá, in pieno deserto di Atacama. “Se
non ci fossero le miniere di rame un po’ più a sud non ci sarebbe nemmeno la
in questo mondo strada” dice Salinas Tapia. “Qui non c’è nient’altro da raggiungere”. Il niente di
cui parla è un territorio fatto di avvallamenti e creste appuntite, bacini a secco e
inospitale la natura distese di sabbia, lagune salate e geyser, vulcani e vette dalle altezze vertiginose,
geoglifi giganteschi e villaggi fantasma.
riesce a sorprendere. È il lembo estremo del deserto di Atacama, il più settentrionale e
Ce lo raccontano remoto del Cile. E il più arido della Terra, decine di volte più asciutto della
Death Valley californiana: 105 mila chilometri quadrati, stretti tra le monta-
i nostri inviati gne litoranee e le cime delle Ande, che si allungano per oltre mille chilometri
mangiandosi quasi tutto il nord del Paese. Sul Pacifico la fredda corrente ma-
rina di Humboldt (dallo scienziato tedesco Alexander von Humboldt, che la
catalogò) scorre da nord a sud e inibisce la formazione di nuvole. Così qui piove
sul mare, mai sulla terraferma, mentre i picchi andini bloccano l’umidità che
arriva dal bacino amazzonico. Risultato: sull’Atacama cade meno di un milli-
metro di pioggia all’anno e il deserto fiorisce ogni cinque o sette anni (l’ultima

58 DOVE
Corre nel deserto dell’Atacama
la strada che, dal Salar
del Huasco porta a Iquique.
Sotto, Pira: jeans e abbigliamento
informale a Iquique.

59 DOVE
CILE

1
volta nel 2017), tempo necessario ai semi nascosti nel sottosuolo a incamerare
abbastanza acqua per germogliare. Allora, nel primo mattino, la terra si copre
di boccioli candidi e di minuscoli petali purpurei (le rose di Atacama). Durano
appena qualche ora: a mezzogiorno il sole li ha già calcinati. Questo è uno dei
luoghi dove la Terra custodisce la sua memoria più remota: un team di scien-
ziati dell’Université di Aix-Marseille lo ha scelto come laboratorio per studiare
i meteoriti più antichi del pianeta.

VULCANI E GEYSER D’ALTA QUOTA


Lasciata la A65 si imbocca la A685, un largo e ripido sterrato che s’iner-
pica, tra sassaie e ridde di cime lontane, fino a 3.780 metri di quota, dove s’allar-
ga ad abbracciare il Salar del Huasco, una laguna popolata da branchi di vigo-
gne e guanaco, greggi di lama e alpaca, veloci viscacce (roditori simili ai conigli)
e goffi nandù (gli struzzi americani), stormi di fenicotteri rosa e gabbiani andini.
È un luogo silenzioso, dimenticato. Si può camminare per ore nel limo erboso,
tra gli animali, senza incontrare nessuno che turbi la bellezza della natura. Il
Salar in realtà sconta la battaglia persa contro i signori del rame: la richiesta di
farne un’area protetta per impedire che le miniere vicine gli sottraggano acqua
non fu mai accolta. La posizione defilata rispetto a punti di interesse turistico,
inoltre, l’ha tagliato fuori dai circuiti più battuti, facendone un luogo magico.
Altro tesoro nascosto delle Ande di Tarapacá è il Parque nacional
volcán Isluga: 2.000 chilometri quadrati, a ridosso del confine con la Bolivia,
fatti di altipiani, cime vulcaniche schizzate di neve, sorgenti termali, geyser.
Come quelli di Pulchidiza, due soffioni d’acqua tra i 40 e gli 89 gradi, sputati
fuori da un pianoro a 4.000 metri di altitudine, che raggiungono un’altezza di
dieci metri dando vita a un curioso fenomeno: raffreddata velocemente dall’a-
ria, l’acqua, precipitando, si trasforma in colonne di ghiaccio. Sul parco domi-
na la sagoma scontrosa del vulcano Isluga: dalla Ruta 15 Ch, che corre a 4.280
metri, sembra una collina, ma il suo cratere tocca i 5.550 metri di quota. Ai suoi
piedi sorgono paesi con case imbiancate a calce raccolte intorno alle piazze e
alle chiese in adobe (paglia e fango): Isluga, il villaggio cerimoniale, disabitato

Le strade preispaniche
dell’Atacama, con
sassi, solchi e geoglifi,
raccontano vicende
antiche e gloriose

1 | Verso il villaggio di Isluga. 2 | Il gigante di Atacama,


spettacolare geoglifo di 119 metri. 3 | La festa per la
Virgen del Carmen (Madonna del Carmelo), a La Tirana.

60 DOVE
2
XXXXXXXXXXX

3
DAL SALNITRO AL LITIO: LA STORIA IN MINIERA
Tutta colpa, o merito, del sottosuolo. Da lì vengono miniere, che da secoli ne raccontano la storia, sono una
speranze e problemi di un territorio difficile come il tappa d’obbligo. Alcune oggi sono diventate musei all’aria
deserto di Atacama. L’economia del Tarapacà, ma anche aperta, protetti dall’Unesco. Come Humberstone:
dell’intero Cile, si regge sull’esportazione delle ricchezze camminando per le sue strade si ammirano gli edifici stile
del sottosuolo: ieri il salnitro, oggi il rame, domani il litio, vittoriano in pino dell’Oregon, il teatro dove un tempo si
elemento essenziale per la produzione delle batterie di esibivano artisti di fama internazionale, la scuola, la sala
telefoni cellulari, computer e auto elettriche. Lo da ballo, l’ospedale, la chiesa, la piscina costruita con la
sfruttamento futuro del litio (come oggi quello del rame) ghisa recuperata da una nave affondata nel porto di
potrebbe però avere un costo ambientale elevato: Iquique. Poi l’albergo frequentato dai magnati
l’estrazione ha un impatto diretto sulle riserve d’acqua, dell’industria, la biblioteca pubblica che contava circa
elemento prezioso nel luogo più arido della Terra. Il rischio cinquemila volumi, la pulperia (il centro commerciale), che
è ancora più alto se si considera che il Cile è l’unico Paese un recentissimo restauro ha riportato agli antichi fasti
al mondo in cui le risorse idriche sono interamente con tanto di statue a grandezza naturale che
private. I diritti sull’acqua nel Salar de Atacama riproducono pasciuti (e un po’ anacronistici) ortolani,
appartengono alla Sociedad quimica y minera (SQM), la panettieri, droghieri e modiste. In un angolo, vicino alla
stessa che si è aggiudicata le concessioni per l’estrazione mensa, un manifesto illustra la mesa pampina: elenco di
del litio nella regione, suscitando preoccupazioni e pasti e piatti del vitto dei minatori, con un conteggio
proteste tra gli abitanti del Salar. puntiglioso delle calorie giornaliere totali: 6.371,
Per capire questo territorio, splendido e fragile, le sue indispensabili per sopportare il lavoro massacrante.

61 DOVE
IXXXXXXXXXXXXXX
geyser di
Puchuldiza, a
4.000 metri
d’altezza nel
Parque nacional
volcán Isluga, al
confine con la
Bolivia, tra altipiani
e sorgenti termali.

62 DOVE
CILE

e utilizzato per celebrare riti dagli indios aymara; Enquelga, pochi abitanti e
sorgenti termali di acqua calda a 3.906 metri; Cariquima, il più grande. Poco
distante dalla chiesa incorniciata da monumentali cactus, con il campanile alla
maniera andina, separato dal resto della costruzione, c’è Tata Inti, hotel e risto-
rante. “Il nostro è un tipico pasto aymara” spiega il proprietario Leonel Castro
Ticuna, “fatto con gli ingredienti dell’altipiano: pisara (quinoa in grani), spez-
zatino di lama con chuño puti (le patate andine), succo di quinoa e tè di coca”.

SEGNALI DI PIETRA E CITTÀ FANTASMA


Ripresa la Ruta 15 Ch in direzione della costa, il sipario cade in fretta sul
giorno dell’Atacama e lascia campo a una luce che l’aria asciutta, sottile e traspa-
rente rende straordinaria. Stelle, pianeti, nebulose e galassie appaiono nitidi su
un cielo nero che nessuna luce artificiale disturba. Il deserto gela: se di giorno
si possono toccare i 40 gradi, di notte si va sottozero. Dal finestrino dell’auto
arriva la voce dell’Atacama: “il mormorio tellurico di milioni di sassi che, ri-
scaldati dal sole, si schiantano all’infinito per il violento sbalzo di temperatu-
ra”, ha scritto Sepúlveda. Quando la Ruta 15 Ch si infila nella Panamericana, il
paesaggio diventa un altopiano asciutto e ventoso, inframmezzato di sassaie e
colline riarse, dune di sabbia e sentieri. Qua e là restano i segnali stradali delle
genti precolombiane: disegni di pietra che indicano vie commerciali ancestrali,
i luoghi di incontro e le pozze d’acqua. I più numerosi si ammirano nei pressi di
Pintados: 420 geoglifi, tracciati sui fianchi delle colline tra il 500 e il 1400 d.C.,

Soffi d’acqua a 80 gradi che


diventano colonne di ghiaccio
che effigiano pozzi, frecce, scale, animali come lama e scimmie, uomini che cac-
ciano, donne che partoriscono, sciamani e dei. Il più spettacolare è il gigante
di Atacama, lungo 119 metri. La più grande rappresentazione antropomorfa
precolombiana raffigura uno sciamano o una divinità.
A sud, altri cartelli segnalano i resti di una storia più recente. In una
bottega dall’insegna datata che recita Tienda y Sombrerería de Don Juan Baldassa-
no, Felisa sistema con gli spilli l’abito lilla, foggia anni Quaranta, che le va un po’
largo,mentre Manuel - gilet, camicia candidae basco calato in fronte - siguarda
allo specchio. Sono pronti. Il fotografo li mette in posa nella piazza assolata da-
vanti al teatro e scatta. Per qualche minuto Felisa e Manuel, immortalati su una
tazza che porteranno a casa come souvenir, sono stati abitanti di Humbersto-
ne, città fantasma della pampa di Tarapacá e oggi patrimonio Unesco, centro
minerario modello all’epoca dell’oro bianco, la perduta ricchezza del deserto di
Atacama. Tra fine ’800 e gli anni Quaranta del ‘900, infatti, nell’arida pampa del
Norte Grande cileno fiorirono oltre un centinaio di oficinas salnitreras, industrie
dove si lavorava il nitrato di potassio, o salnitro, prezioso per fertilizzanti ed
esplosivi, molto ricercato nell’Europa della Grande guerra. Humberstone e la
vicina Santa Laura erano stabilimenti esemplari in un mondo di officine cir-
condate da baracche di lamiera che assomigliavano a gironi infernali. Abban-
donate dagli anni Sessanta, sono un museo della vita quotidiana a quei tempi.

63 DOVE
CILE

L’altopiano
altopiano di Tarapacá
è uno scrigno
della cultura andina
e della biodiversità
1

3
Continuando verso sud, dalla Panamericana si stacca una strada cotta
dal sole e poco battuta, la A665, che a metà luglio si trasforma in un fiume in
piena. C’è gente ovunque; stipata nelle auto in fila, a piedi lungo la sterrata, ran-
nicchiata a riposare sotto tende improvvisate: sono i pellegrini della festa della
Virgen del Carmen, il più spettacolare evento religioso e folcloristico del Cile.
Ogni anno, a luglio, per dieci giorni (quest’anno dal 10), La Tirana, sonnolento
villaggio di 500 anime nel deserto, viene invaso da oltre 200 mila persone che
arrivano da ogni angolo del Cile, dalla Bolivia, dal Perù, dall’Argentina.
All’alba, dopo giorni nel deserto, Iquique è una visione: la città è im-
mersa nell’acqua; in basso le onde rumorose del Pacifico, in alto la nebbia fitta
che ogni mattina galleggia nel cielo, grigio fino a mezzogiorno. In mezzo, una
lunga lingua di grattacieli, case basse addossate le une alle altre; davanti, la spiag-
gia e il porto. Il deserto ha preso la città alle spalle: i venti dell’Atacama hanno
sollevato la sabbia depositandola in una gigantesca duna, il cerro Dragón, che
troneggia sopra i grattacieli. E funge da rampa di lancio per voli in parapen-
dio - impegnativi e spettacolari per le ripide pareti costiere e le forti correnti
ascensionali - e come pista per sandboard (si scivola con una tavola sulle dune
di sabbia). Playa Cavancha, dove ci sono le onde migliori, e playa Huaiquique,

64 DOVE
2
XXXXXXXXXXX

sono invece i ritrovi dei surfisti. In avenida Arturo Prat, l’hotel Gavina Sens,
affacciato su playa Cavancha, è un cinque stelle dalla spettacolare vista sul ma-
re. Alle sue spalle il centro, un dedalo di vie che partono dal pedonale paseo
Manuel Baquedano. Il viale è un’infilata di edifici in legno, di stile georgiano,
costruiti nel XIX secolo, epoca d’oro dell’industria del salnitro, che dal porto
partiva alla volta dell’Europa. Spiccano il casinò, moresco, palazo Astoreca, con
i fregi in legno, l’ex palazzo di giustizia, oggi sede del Museo regional. Sul paseo
affaccia anche Casa Baquedano, dimora storica trasformata in albergo, con ca-
mere essenziali in legno, alti soffitti e arredi moderni nella parte nuova. Le vie
attorno ospitano ristoranti e negozi. Da El Terzero Ojito si assaggia una cucina
locale rivisitata: risotto di quinoa con formaggio e verdure saltate nel vino e su-
spiroiquiqueño, una coppa di mango e guayaba con crema di zabaione. I piatti del
nord andino (spezzatino di lama e pan de coca) si gustano da Ruta del Gigante. 1 | La chiesa di
Il grande viale finisce in plaza Prat, dominata dalla torre dell’orologio e dal teatro Marque.
municipale.Aduepassi,alvillaggioartigianale, Josefina Merino disegna gioielli 2 | Fenicotteri
d’acciaioconincastonateminuscole riproduzioni, inrameeargento,dei geoglifi rosa al Salar del
Huasco. 3 | Il Casa
del Tarapacá. “Anche se ridotto a meno di un centimetro” racconta Merino, “il Baquedano,
Gigante di Atacama racchiude tutta la storia e le storie del deserto”. hotel a Iquique.

65 DOVE
CILE

Da sapere
Forma di governo. Il Cile è una repubblica dal 1990, anno della
fine della dittatura militare guidata da Augusto Pinochet. Da
marzo 2018 il presidente è Sebastián Piñera, uno degli uomini
più ricchi del Paese, con un patrimonio stimato in due miliardi
di euro e leader della coalizione di centrodestra Chile Vamos.
Documenti. Passaporto con almeno sei mesi di validità. Il visto
non serve.
Norme sanitarie. Nessun obbligo di vaccinazione.
Valuta e pagamenti. La moneta è il peso cileno; 786 pesos = 1
euro. Le carte di credito sono generalmente accettate a
Iquique, non sempre nei centri minori.
Fuso orario. Quattro ore in meno rispetto all’Italia quando vige
l’ora legale, tre ore negli altri mesi.
Lingua. Spagnolo.
Clima e abbigliamento. Nell’emisfero australe le stagioni sono
invertite rispetto all’Europa. Le temperature lungo la costa del
Nord del Cile sono miti, quasi sempre primaverili. Nelle zone
interne, in pianura o a quote basse, in estate durante il giorno
c’è mediamente qualche grado in più rispetto alla costa.
Le Ande sono desertiche e offrono un paesaggio lunare; qui la
temperatura diminuisce con il crescere dell’altitudine, ma il sole
splende tutto l’anno. Sopra i 3.000 metri fa freddo di notte,
con possibili forti gelate, soprattutto in inverno, mentre di
giorno il sole tropicale di montagna fa innalzare la temperatura
sopra lo zero. I mesi migliori per visitare il Cile settentrionale
vanno da marzo ad agosto. L’estrema aridità rende la luce del
sole ancora più intensa: indispensabili perciò cappello, occhiali
da sole e crema ad alta protezione. Per le escursioni nel
deserto occorre munirsi di scarponcini, pantaloni da trekking e
di una giacca a vento leggera: l’escursione termica è molto
elevata e quando il sole tramonta l’aria rinfresca rapidamente.

Informazioni utili
● QUANDO ANDARE
Come arrivare Da marzo Stagione secca e temperatura mite.
ad agosto
In aereo: dall’Italia è possibile raggiungere Santiago del Cile
con volo diretto Alitalia (alitalia.it) da Roma (cinque voli alla
settimana) e proseguire poi per Iquique con Skyairlines ● QUANDO NON ANDARE
(skyairline.cl) o Latam Airlines Group (latam.com). Da settembre Nell’emisfero australe è estate e le
Tariffe a/r da 760 € per la tratta internazionale e da 80 € a febbraio temperature possono essere molto elevate.
per il volo Santiago-Iquique e ritorno.

La strada che porta


al villaggio di Isluga,
nel Parque nacional
volcàn Isluga.

66 DOVE
Il vostro tempo senza limiti di spazio

Tende da sole • Pergolati • Vele


R620 PERGOKLIMA
Pergola bioclimatica autoportante dalle forme compatte per creare uno spazio outdoor small-size.

btgroup.it
CILE

Le nostre scelte
Per il viaggio raccontato in queste pagine sono necessari almeno otto giorni.
Il costo è di circa 1.800 euro a persona e comprende alloggio, pasti e i voli internazionali.

Dormire di alpaca e lama dalle donne andine con antiche tecniche


di tessitura aymara Indirizzo: Cariquima, Colchane,
1 GAVINA SENS region de Tarapacá | Info: c/o Tata Inti
Su playa Cavancha. Camere con pareti vetrate e terrazze.
Scegliere quelle sul mare. Piscina e Spa | Indirizzo: av. 10 JOYERÌA ÉTNICA
Arturo Prat 1497, Iquique | Tel. 0056.57.23.93.030 Nel mercato di paseo Baquedano. Gioielli in acciaio,
Web: gavina.cl | Prezzi: doppia da 88 a 177 € argento e alluminio decorati con i geoglifi del deserto
Indirizzo: Baquedano con la Torre, local no. 5, Iquique
2 HOTEL CASA BAQUEDANO Tel. 0056.96.37.41.631 | Fb: joyeriaetnicaiquique
Sul paseo pedonale, è diviso tra edificio storico, in legno
restaurato, e nuovo, con arredi minimal | Indirizzo: 11 PIRA
Baquedano 1570, Iquique | Tel. 0056.57.23.47.577 Abbigliamento informale | Indirizzo: Baquedano 1408,
E-mail: hotelcasabaquedano@chileagenda.cl Iquique | Tel. 0056.99.19.51.761 | Fb: pira iquique
Prezzi: doppia da 49 a 65 €
12 PUNTO MUSICAL SANTOS
3 TATA INTI HOSTAL Tutte le musiche del Cile | Indirizzo: aeropuerto
B&b a 3.650 metri, nel villaggio aymara di Cariquima, nel internacional Arturo Merino Benitez (Losa de embarque
Parco nacional volcán Isluga. Wi-fi | Indirizzo: nacional), Santiago | Tel. 0056.22.63.27.972
Cariquima, Colchane, Region de Tarapacá | Tel. Fb: puntomusicalsantiago
0056.98.58.80.634 | Prezzi: doppia b&b da 38 a 77 €

4 HOLIDAY INN SANTIAGO AIRPORT Visitare


Di fronte all’aeroporto, perfetto per smaltire il fuso orario 13 MUSEO REGIONAL
prima di imbarcarsi per Iquique. Camere silenziose e un La storia della regione di Tarapacá, dal paleolitico all’era
ristorante gourmet | Tel. 0056.02.27.99.99.00 | Web: del salnitro | Indirizzo: Baquedano 951, Iquique | Tel.
ihg.com/holidayinn/hotels/it/it/santiago | Prezzi: 0056.57.25.23.36.55 | Web: museoregionaliqq.cl
doppia da 120 a 191 €
14 HUMBERSTONE Y SANTA LAURA
Mangiare Si visitano le due ex città minerarie nel cuore del deserto
Indirizzo: Region de Tarapacà | Tel. 0056.57.27.60.626
5 EL TERCER OJITO Web: museodelsalitre.cl
Meritano l’insalata di spinaci, pollo e formaggio di capra e
il risotto di quinoa | Indirizzo: Patricio Linch 1420,
Iquique | Tel. 0056.57.24.26.517 | Web: eltercerojito.cl Per saperne di più
Prezzo medio: 25 € PRO CHILE
Tel. 02.86.40.93 | Web: prochile.gob.cl
6 DOÑA FILOMENA
Empanadas al formaggio, alla carne e ai frutti di mare; poi
ceviche e polpo alla piastra | Indirizzo: Filomena
Valenzuela 298, Iquique | Tel. 0056.57.23.11.235 | Web:
donafilomenarestaurant.cl | Prezzo medio: 30 €

7 TATA INTI RESTAURANTE


Il meglio della cucina aymara nel cuore del Parco nacional La sala a colori
volcán Isluga. Anche camere (doppia da 38 a 77 €) vivaci de El Tercer
Indirizzo: Cariquima, Colchane, region de Tarapacá Ojito, ristorante
Tel. 0056.98.58.80.634 | Prezzo medio: 20 € di cucina locale
e internazionale
8 EL VIEJO WAGÒN a Iquique.
Arredi eclettici e menu della tradizione, con i piatti che
comparivano sulla tavola di lavoratori portuali e minatori. CLUB tel. 02.89.73.07.95
Provare il pesce | Indirizzo: Thompson 85, Iquique A luglio, 11 giorni/otto notti tra Santiago, Iquique e
Tel. 0056.57.23.41.428 | Prezzo medio: 20 € San Pedro de Atacama, con volo da Milano, partono
da 3.750 € a persona in doppia. Plus DoveClub: una
cena al ristorante Elemet di Santiago, visita
Comprare all’osservatorio astronomico di San Pedro de Atacama.
9 MONTE HUANAPA ASOCIACION INDIGENA
AYMARA DE MUJERES ARTESANAS Fotografa il QR e scarica sul tuo
Sciarpe, guanti, coperte, poncho e scialli prodotti con lana smartphone queste informazioni utili

68 DOVE
SVAGO, Acquista i prodotti

LE SEDIE ZAINO
con il codice promozionale
SV01
PIÙ AMATE su svago.eu e avrai diritto
allo sconto del
DAGLI EUROPEI. 10%

LA FAMIGLIA SVAGO

Sedia Zaino Beach Top

• Telaio in alluminio • Bicchiere posacenere.


con tessuto Oxford 660D • Borsa oggetti laterale porta
• Schienale reclinabile documenti e porta cellulare
a 3 posizioni. con possibilità di sgancio.
• Cinghie posteriori • n°2 cinture rimovibili con
per trasporto sulle spalle. velcro per trasporto di oggetti
• Borsa posteriore termica supplementari.
capiente. • Peso Kg 3.
• Predisposizione per • Portata max 120 KG.
pannello solare. • Ingombro da chiusa
• Poggia testa. 60cm x 80cm.
• Porta bottiglia laterale
rimovibile.

svago.eu
IN MAROCCO CON DOVE
Dal palazzo reale di Casablanca ai giardini di Majorelle, a Marrakech. Tra moschee, mercati, musei.
Scoprite le città più affascinanti del Paese nordafricano con Marina Spironetti

V oci, colori, profumi. Quelli intensi delle spezie durante il prossimo appuntamento di In Viaggio con
MARINA esposte sui banchi dei chiassosi mercati cittadini. Il Dove, che porta i lettori a scoprire le città imperiali
SPIRONETTI blu acceso dei giardini di Majorelle. I preziosi ricami del Paese. Casablanca, Fes, Marrakech. Passando per
Studia di pietra che abbelliscono le tipiche architetture more- Rabat, Meknes, le foreste di cedro e le montagne del
fotogiornalismo al sche. Una vacanza in Marocco coinvolge tutti i sensi. Medio Atlante. A guidare il viaggio, la nostra fotore-
London College of
Communication E inebria. Lo si scopre dal 28 settembre al 4 ottobre porter Marina Spironetti, che assicura: “Il Marocco
e inizia a
lavorare come
corrispondente INFO UTILI 4
dal Regno Unito.
Specializzata TOUR DELLE CITTÀ IMPERIALI CON DOVE
in fotografia di
ritratto, reportage Data: dal 28 settembre al 4 cene; trasferimenti in loco con bus
di viaggio e sociale, ottobre. Prezzo: 1.890€ a persona privato; guida parlante italiano;
i suoi scatti sono in camera doppia. Incluso: volo da accompagnatore dall’Italia; ingressi;
stati premiati al
Travel Photographer
Milano Malpensa a Casablanca e assicurazione medico/bagaglio. Non
of the Year. da Marrakech a Milano Malpensa incluso: bevande ai pasti; mance
Collabora con (tasse incluse); sei notti in hotel per le guide locali e autisti; extra
Dove da tre anni. 5 stelle con prima colazione; sei personali; quanto non indicato.

INFO, DETTAGLI E PRENOTAZIONI: DOVECLUB.IT, TEL. 02.89.73.07.95, E-MAIL: INFO@DOVECLUB.IT


70 DOVE
1 2

1 I Giardini ITINERARIO
della Menara, a
Marrakech.
1° giorno. Ritrovo in tarda mattinata all’aeroporto
2 | Uno degli di Milano Malpensa. Partenza con volo di linea
affascinanti vicoli per Casablanca. Arrivo nel pomeriggio. Breve tour
della medina di Fes. panoramico della città durante il trasferimento in bus
3 | Piazza Jamaa el all’hotel. Cena e pernottamento.
Fna, a Marrakech. 2° giorno. Dopo la prima colazione in hotel, incomincia la
4 | Le spezie, visita alla capitale economica del Marocco: dal mercato
protagoniste della centrale, si passa al quartiere del porto e si continua
cucina marocchina, ammirando il palazzo reale, la piazza di Mohammed V,
si acquistano l’area residenziale di Anfa, il lungomare di Ain Diab e la
nei souq di moschea di Hassan II. Pranzo libero. Nel pomeriggio,
Marrakech e Fes. partenza per Rabat. All’arrivo, tour della capitale
amministrativa del Paese. Si visiteranno il Palazzo Reale
(El Mechouar), il mausoleo di Mohamed V e Hassan
II, per terminare l’itinerario con la Hassan Tower. Alla
fine delle visite, check-in e sistemazione nelle camere
riservate in hotel. Cena e pernottamento.
3° giorno. Dopo la prima colazione, partenza per
Fez. Durante il tragitto, sosta a Meknes, la capitale
ismailita, famosa per le sue mura lunghe 40 chilometri. 5° giorno. Dopo la prima colazione, si parte per
Qui si visiteranno la porta Bab Mansour, un ingresso Marrakech. Lungo il tragitto si attraversano i
imponente posto nella parte sudorientale di piazza caratteristici villaggi berberi e le foreste di cedro delle
El Hedim, e la medina. Tempo libero per il pranzo. montagne del Medio Atlante. Pranzo libero a Beni Mellal,
si prosegue con la visita delle rovine dell’antico deliziosa cittadina situata a 600 metri di altitudine
insediamento romano di Volubis, a soli pochi chilometri e immersa negli ulivi. Nel pomeriggio, proseguimento
di distanza. Al termine, si riparte alla volta di Fes. per Marrakech. All’arrivo sistemazione nelle camere
All’arrivo sistemazione in hotel. riservate. Cena e pernottamento
Cena e pernottamento. 6° giorno. Prima colazione in hotel. L’intera giornata è
4° giorno. Intera giornata dedicata alla visita di una dedicata alla visita della città rosa, seconda più antica
delle più importanti città imperiali del Marocco. capitale imperiale dopo Fes. Conosciuta con il nome di
Fes è infatti considerata un centro di eccezionale “Perla del Sud”, fu fondata dalla dinastia berbera degli
importanza storica e culturale. In mattinata si visiterà Almoravidi alla fine del XI secolo. Qui si visiteranno
l’antica medina Fes El Bali, posta sotto la protezione la moschea di Koutoubia, bellissimo esempio di arte
dell’Unesco, che include la moschea di Karaouine, moresca con un minareto alto 70 metri, le tombe
sede di una delle più antiche università del mondo, saadiane e il meraviglioso Palazzo della Bahia. Si
e la madrasa di Attarine, che si trova poco distante prosegue poi con i giardini della Menara e il grande lago
dal mercato delle spezie e dai profumi da cui prende centrale. Tempo libero per il pranzo. Nel pomeriggio,
il nome. Infine, ecco il museo Nejjarine, un tempo visita ai souq nella medina e ai giardini Majorelle. Cena e
caravanserraglio: oggi ospita il Museo delle arti e dei pernottamento.
mestieri del legno. Tempo libero per il pranzo. Nel 7° Giorno. Prima colazione in hotel. Trasferimento
pomeriggio si proseguirà con la visita del leggendario all’aeroporto e partenza per Milano Malpensa con volo
souq e la nuova medina. Cena e pernottamento. di linea. Arrivo in Italia nel primo pomeriggio.

è una destinazione che ho avuto modo di visitare di- 3


verse volte, per vacanza e per lavoro, attratta dai suoi
panorami grandiosi e dalle sue suggestioni d’Africa.
Molte le immagini di questo Paese che ho nel cuore.
Dal dedalo di vicoli della medina di Marrakech, dove
luci e ombre creano giochi sempre nuovi, allo spetta-
colo unico delle cime imbiancate nell’Atlante, visibili
anche dal deserto, fino alla fascinosa Casablanca. Per
un fotografo il Marocco è una meravigliosa tentazione
per gli occhi, sottoposti a stimoli continui, che siano i
suoi colori o gli sguardi della sua gente”. Il ricordo da
portare a casa? “La meraviglia del tramonto sul lungo-
mare, da godere mentre si passeggia verso quel gioiello
di architettura che è la moschea Hassan II”. Uno dei
tanti tesori che si avrà modo di scoprire durante que-
ISTOCK

sto viaggio emozionante.

71 DOVE
CLUB
www.doveclub.it LE OFFERTE

UNA DOPO L’ALTRA


La notte magica di Mykonos. Il rito del tramonto a Santorini. E Koufonissi, più solitaria,
con spiagge e calette selvagge. Tre gioielli delle Cicladi da visitare dopo Ferragosto

U na cartolina dalle Cicladi. Un anfiteatro di case bianche, con finestre e


cupole pastello, si rincorrono fino a lambire il mare cobalto. Le bouganville,
OFFERTA ON LINE DAL 21/6
PACCHETTO: 12 giorni/11 notti
dai colori intensi, spuntano tra i vicoli pittoreschi. E ondeggiano al soffio del Partenze: 16/8 da Verona.
meltemi, che si insinua nel cuore dei borghi. Altre partenze su richiesta
È la Grecia classica, la più spettacolare, quella proposta da DoveClub: i no- Da 1.785 € a persona
stri esperti hanno messo a punto un viaggio per scoprire alcune delle perle in camera doppia.
Include: volo diretto da Verona
dell’Egeo, con un itinerario che tocca Mykonos, Santorini e Koufonissi. Vi- a Mykonos; due notti a Mykonos
cine, ma così diverse. Ognuna con un’identità ben definita. in studio con colazione; sette
Una vacanza che trascorre tra il relax sulle spiagge, mondane o selvagge. Tra notti in studio a Koufonissi (solo
gli aperitivi in riva al mare ad Alefkantra, uno dei quartieri più affascinanti pernottamento); due notti a
Santorini in hotel con colazione;
della città di Mykonos, con la vista dei mulini a vento all’orizzonte. E lo
tutti i traghetti e trasferimenti;
spettacolo del tramonto da godere ogni sera a Oia, seduti davanti alla chiesa assicurazione medico/bagaglio/
di San Nikolaos, sull’orlo della caldera: uno dei riti della sera a Santorini. annullamento. Non include: pasti e
Koufonissi, più defilata, è fuori dalle rotte del turismo. Strade sparute e de- bevande, extra e mance.
serte, le lunghe spiagge candide a Pori, le calette di Fanos e Italida, detta IL PLUS DI DOVE CLUB in omaggio una cena in
anche platià Pounta. Il ritratto della Grecia più autentica. taverna a Koufonissi (bevande escluse).

72 DOVE
ALTRE IDEE DI VIAGGIO
COLOMBIA: MERAVIGLIE DA SCOPRIRE
Le spiagge caraibiche, la foresta amazzonica e la Cordigliera delle Ande. Un viaggio in
Colombia offre l’opportunità di scoprire scenari sempre nuovi, un mix di culture ed etnie
diverse. La prima sosta è nella capitale, Bogotà. Poi si prosegue per Popayan e il Morro
di Tulcán, dove si trova una piramide di epoca precolombiana. Lungo il tragitto, tappa al
mercatino di Silvia, per incontrare i Guambiano, che vendono frutta e verdura vestiti in
abiti tradizionali, e al parco archeologico di San Agustín, patrimonio Unesco. L’arrivo è a
Cartagena, affascinante città dall’atmosfera coloniale.
Offerta online dal 5/7
PACCHETTO: 10 giorni/8 notti
Partenza: 6/7, 24/8, 7/9, 5/10
Da 2.850 € a persona in camera doppia.
Include: volo da Milano/Roma (tasse incluse), volo
interno; trasferimenti; otto notti in hotel standard/
superior a seconda della tipologia scelta; escursioni con
guida in italiano; assicurazione medico/bagaglio. Non
include: pasti e bevande non menzionati, extra e mance.
IL PLUS DI DOVE CLUB in omaggio la quota d’iscrizione (95 € a persona).

INGHILTERRA: TOUR DELLA CORNOVAGLIA


La tranquilla cittadina di St. Ives, i panorami sconfinati di Land’s End, il parco naturale di
Dartmoor sono solo alcuni dei caratteristici scorci da ammirare in Cornovaglia. Nell’estre-
mità sudoccidentale della Gran Bretagna, è una terra di castelli, brughiere battute dal vento
e miti. Durante il viaggio si visiteranno anche località come Bath, Glastonbury e Plymouth.
Offerta online dal 5/7
PACCHETTO: 8 giorni/7 notti
Partenze: 19/7, 26/7, 2/8, 16/8, 23/8, 30/8
Da 1.138 € a persona in camera doppia. Include: tour in
bus con accompagnatore dal secondo al settimo giorno;
sette notti in hotel con colazione; cinque cene; un tè
pomeridiano; quota gestione pratica; assicurazione
medico/bagaglio. Non include: volo dall’Italia; assicurazione
annullamento; transfer da/per l’aeroporto di Londra;
ingressi obbligatori da pagare in loco; pasti, bevande.
IL PLUS DI DOVE CLUB quota d'iscrizione scontata di 20 € (già calcolata nel prezzo).

SVIZZERA: IL LUSSO DI UN VIAGGIO IN TRENO


Un viaggio a ritmo lento, per scoprire alcune delle località più suggestive della Svizzera.
A bordo delle eleganti carrozze dell’Alpine Classic si raggiungeranno Disentis, Andermatt
e Zillis. Poi, in treno a vapore fino al Cervino e Zermatt, passando per il viadotto Landwa-
sser e il magnifico ghiacciaio dell’Aletsch.
Offerta online dal 21/6
PACCHETTO: 4 giorni/3 notti
Partenze: 19/7, 29/8
Da 1.685 € a persona in camera doppia. Include: tre notti
in hotel quattro stelle con prima colazione; viaggio in
treno in prima classe Milano/St. Moritz e Zermatt/Milano;
treno speciale da St. Moritz a Zermatt con carrozze
Alpine Classic; visite guidate della chiesa di San Martino
a Zillis e dell’abbazia di Disentis; escursione con treno a
ISTOCK, SHUTTERSTOCK

vapore da Realp a Oberwald; escursione, funivia e pranzo


sull’Eggishorn; guida esperta. Non include: assicurazione
medico/bagaglio/annullamento; pasti, bevande.
IL PLUS DI DOVE CLUB in omaggio, pranzo all'Antica Osteria
dell'Angelo a Tirano (il primo giorno, bevande escluse).

DOV E 73
CILENTO
XXXXXXXXXXXXXX
al mare si sogna sempre

Baia degli Infreschi,


uno dei tratti più
suggestivi di Marina
di Camerota. È
ANTONIO CAPONE/SIME

un’area protetta e
fa parte del parco
nazionale del Cilento
e del
7 4 Vallo
D OdiVDiano.
E
XXXXXXXXXXX

IMMERGERSI NELLA

LENTEZZAdi F r a n c e sc a c i a n c i o foto di c h ia ra s a lvadori

75 DOVE
CILENTO
XXXXXXXXXXXXXX

L’unica fatica qui è


alzarsi dalla spiaggia
per entrare in acqua.
Ritmi blandi di giorno
C ento chilometri di costa, bagnati da un mare premiato con
ben 13 Bandiere blu e lambiti da un parco naturale, patrimo-
nio Unesco. Il Cilento (provincia di Salerno) è il volto rilas-
sato della vacanza in Campania. Anche se l’origine della pa-
rola deriva dal fiume Alento, questo territorio sembra avere nel nome
l’idea della lentezza, di un ritmo che decelera rispetto alla mondanità
della Costiera Amalfitana e alla frenesia della penisola sorrentina. Qui,
e bontà locali a tavola fra spiagge di dune e colline che scendono al mare, ci si sente un po’ co-
me la chiocciola della favola di Luis Sepúlveda (Storia di una lumaca che
per cena. Ecco scoprì l’importanza della lentezza, Guanda). In effetti ha qualcosa di rivo-
i segreti e le sorprese luzionario, in tempi di ricerca dell’“esperienza” a tutti i costi, meglio se
adrenalinica, una vacanza all’insegna della contemplazione, per lasciarsi
nella Campania catturare dalla bellezza dei posti e, allo stesso tempo, essere disponibili
meno scontata alla magia degli incontri.
Sono gli abitanti del Cilento, infatti, la forza di questo territorio.
Soprattutto gli anziani. Si vedono ultranovantenni e centenari lavorare
l’orto, pulire le alici per una sagra e poi godersi la frescura nelle piazze
dopo il tramonto. Quella che era chiamata la “terra dei tristi”, ai tempi
dei Borbone, è oggi il luogo in cui scoprire la formula di una vita lunga e
sana, costellata di piccoli incanti. Proprio come accadde a Ulisse con la
sirena Leucosia, oggi Punta Licosa, una delle due aree marine protette
del parco nazionale del Cilento e del Vallo di Diano (l’altra è Palinuro).
Di incantevole ci sono il mare e i piccoli anfratti rocciosi, raggiungibili
IPA

76 DOVE
1 XXXXXXXXXXX2

1 | Le spiagge
del Cilento hanno
guadagnato
13 Bandiere blu.
2 | Marina di Ascea: lo
stabilimento Poseidonia 3
(poseidoniabeachclub.it).
3 | Il Beach Club 93,
a Paestum.

77 DOVE
CILENTO

1 attraverso varchi nella pineta a ridosso della costa. Di fronte, ecco un iso-
lotto con faro, il cui unico abitante è una lucertola endemica, la Podarcis
Krameri, dalla sorprendente livrea blu. A fine luglio, al tramonto, nelle
acque antistanti, a far compagnia ai gabbiani arriva la musica dei Concerti
sull’acqua, a cui si assiste da imbarcazioni che, calato il sole, si dondolano
sotto un cielo trapuntato di stelle.
Da terra si arriva a Punta Licosa anche con un bel percorso di trek-
king che parte da Santa Maria di Castellabate e prosegue lungo stretti
sentieri che costeggiano il mare: sette chilometri odorosi delle fragranze
di pino d’Aleppo, di lentisco e di mirto, in un saliscendi fra mare e colli-
na caratteristico del paesaggio cilentano. Le frazioni in alto hanno nomi
longobardi: Celso, Cannicchio, Galdo. Sono tutti borghi dalle strutture
urbane serratissime, che li fanno assomigliare a roccaforti. Le remini-
scenze tardomedievali sono nelle torrette difensive, che ancora adorna-
no le case, e nelle porte carraie, che consentono il passaggio di una sola
persona alla volta. A Galdo merita una sosta la cucina di Gabriella Maz-
ziotti, che nel suo agriturismo Al Sentiero prepara anche vasi di “olive
ammaccate” (la cultivar pisciottana denocciolata, presidio Slow Food), e
formaggi con il latte delle capre, allevate con cura maniacale.

DOVE NACQUE LA DIETA MEDITERRANEA


Sui tetti di Pollica svetta il castello dei principi Capano, un’infilata
di saloni nobiliari che culminano in un loggiato davanti al quale si apre
l’intero golfo di Salerno. La marina piccola e raccolta di Pioppi è un
richiamo irresistibile, con l’acqua limpidissima che sfiora le porte di casa.
Una terrazza alberata è il lungomare, il ritrovo dei vacanzieri e dei piop-
pesi, che tra cespugli di capperi e oleandri leggono e chiacchierano. Tra
la graziosa villa comunale e la spiaggia, ogni anno, all’inizio di settembre,
va in scena la sagra dedicata al pesce azzurro, la più antica del Cilento.
Le fasi di preparazione costituiscono l’evento mondano per eccellenza
per le donne del piccolo borgo che, sedute in cerchio lungo le stradine,
puliscono quintali di alici. Calde calde, appena fritte, si gustano anche al
chiosco del lido Myosotis, a pochi passi dalla battigia.
Spalle al mare, l’attenzione è catturata dallo stile barocco e moresco
di Palazzo Vinciprova, sede dell’ecomuseo della dieta mediterranea,
2
dedicato al regime alimentare che l’Unesco ha dichiarato patrimonio
immateriale dell’umanità nel 2010. Nelle sale ricorre con frequenza il
nome di Ancel Keys, il fisiologo americano che codificò la dieta e che
trascorse a Pioppi, insieme alla moglie, molti anni della sua secolare esi-
stenza (nato nel 1904, morì due mesi prima di compiere 101 anni). L’e-
comuseo è un luogo vivo e ricco di attrazioni: ci sono lo spazio per fare
i cavatielli (la pasta tipica), il banco per assaggiare gli oli extravergine e la
sala delle piante e delle verdure mediterranee. Tutti alimenti che cono-
sce bene Delia Morinelli. L’ex cuoca dei coniugi Keys è ancora attiva

1 | Lido Il Viottolo (cell. 340.30.52.724), a Marina di Camerota.


2 | Spaghetti con le vongole, peperoni verdi e mollica. Ristorante
Il ghiottone, a Policastro Bussentino. 3 | Una grotta nell’area
marina protetta Costa degli Infreschi e della Masseta.

78 DOVE
3
XXXXXXXXXXX

79 DOVE
CILENTO 1

1 | Cala Bianca,
a Marina di Camerota.
2 | Un vicolo
di Rocca Cilento.
3 | Cristian Torsiello,
chef dell’Osteria
80 DOVE
Arbustico, a Capaccio.
XXXXXXXXXXX
2

nel ristorante che porta il suo nome, A Casa di Delia: una trentina di
posti su un terrazzino vista mare, ricoperto da un pergolato di uva fra-
gola. Non viene servita carne, ma soltanto prodotti dell’orto adiacente e,
naturalmente, tanto pesce azzurro, a cominciare dalle alici a maruzzella,
fatte a involtino con pangrattato, olio e aglio.
La contemplazione, da queste parti, ha un gusto letterario e padri
nobili. “Si metteva seduto ai piedi delle palme del porto con a fianco
la bottiglia, scriveva e guardava la Licosa”. Con queste parole Antonio
Masarone, pescatore di Acciaroli scomparso diversi anni fa, descriveva
Ernest Hemingway, che avrebbe soggiornato nel paese agli inizi degli
anni Cinquanta. In realtà non ci sono prove del suo passaggio, ma agli
abitanti di Acciaroli poco importa: loro continuano a perpetuare la sto-
ria di uno scrittore inseparabile dal whisky, rapito dai racconti degli uo-
mini di mare. L’appuntamento per queste e altre storie è al mattino, ai
tavolini vista porto del bar Meeting (via Diaz Acciaroli), con pasticceria
napoletana e i gelati del pluripremiato Simone Esposito.
Quello che un tempo era un piccolo borgo di pescatori oggi è una
realtà diportistica ben attrezzata (qui c’è il primo distributore di carbu-
rante comunale d’Italia, i cui introiti sono destinati allo sviluppo del set-
tore della pesca). Il centro storico è ben conservato, con le case in pietra,
e le giornate trascorrono con semplicità. Chi non ama il litorale sassoso
di Pioppi sceglie la spiaggia grande e sabbiosa di Tavernelle; i pomeriggi
passano in attesa dell’arrivo del pescato, a cui seguono le contrattazioni
sul molo dei ristoratori. Di sera si passeggia tra la torre normanna, un
bastione di epoca angioina voluto da Federico II, e il molo, con la sfilata
di botteghe e locali.

Le rocce di Palinuro nascondono decine di grotte:


questo è uno dei santuari per immersioni e snorkeling
IL FILO ROSSO DELLA LONGEVITÀ 3
Prima di arrivare alle rocce e agli anfratti scuri di Palinuro, chi
vuole concedersi la comodità di una spiaggia attrezzata può fermarsi ad
Ascea Marina, dove Giovanni Rizzo ha fatto del Poseidonia Beach
Club una struttura accogliente e raffinata, ma anche un luogo in cui si
rispetta la natura e l’ambiente. Così è nato il primo orto in spiaggia, do-
tato di un impianto fotovoltaico e di un sistema di acque reflue; d’estate
la cura è affidata ai bambini. “Anche la nostra cucina è nel segno della
sostenibilità”, spiega Rizzo, “al ristorante serviamo sushi mediterraneo,
il nostro Cilento Roll, un uramaki fatto con cacioricotta e alici”.
Ad Ascea si trovano i resti dell’antica Elea (Velia per i Romani), la
colonia fondata dai Focei nel V secolo a.C, culla della filosofia di Par-
menide, ispiratore della scuola medica salernitana, secondo la quale “se
ti mancano i dottori, siano per te medici l’animo lieto, la quiete e mo-
derata dieta”. Ovunque si vada, in Cilento, si incappa nel filo rosso che
collega serenità, salute e longevità. Parte dalla filosofia eleatica e arriva
sui tavolini di un lido. O sotto un pergolato di bouganville che ripara
dal sole i tavoli della trattoria Angiolina, a Marina di Pisciotta, dove
prende forma nei piatti di pesce di Rinaldo Merola, un signore alto da-
gli occhi azzurri, figlio della compianta Angiolina, che aprì questo loca-

81 DOVE
CILENTO

le sul mare sessant’anni fa. I clienti iniziali erano gli operai che stavano
costruendo il raddoppio della ferrovia tirrenica, poi il posto venne sco-
perto dai viaggiatori. Oggi, come allora, il menu è all’insegna dei piatti
classici: alici preparate in tutte le maniere e zuppe di cozze e vongole
con i legumi dell’entroterra.
Vale la pena di visitare il borgo, che nel XVIII secolo fu al centro
di una florida economia basata sul commercio di olio di oliva, oltre che
sulla pesca del tonno e delle alici. L’aspetto benestante è ancora intat-
to nelle facciate dei palazzi nobiliari, nello scalone in pietra arenaria di
palazzo Marchesale, nella chiesa Madre. L’impianto medievale è tale
quale lo descrisse il poeta Giuseppe Ungaretti: “Case gravi e brune e a
grandi arcate” che digradano verso il mare e, sui pendii, gli olivi secolari
pisciottani “sparsi come pecore a frotte”. In fondo, la minuscola marina
con il viavai, all’imbrunire, dei pescatori. Da aprile a luglio Vittorio
Rambaldo trascorre le notti in mare a caccia di pesce azzurro con la
menaica, una tecnica inventata dagli antichi Greci; l’indomani i pesci
vengono messi in salamoia in vasi di terracotta nel suo laboratorio-
negozio sul lungomare, Alici di menaica, dove conviene fermarsi per
farne una piccola scorta.
Tramonto
UNA PRATERIA DI CORALLI ROSSI sul golfo
La costa alta che precipita a picco sulle acque cristalline è la bel- di Palinuro dal
Castello di San
lezza visibile di Palinuro. Oltre il famoso capo, le rocce nascondono Sergio, a Centola.
un mondo sommerso, fatto di oltre trenta grotte, che rappresenta un Nella foto piccola,
assoluto paradiso per appassionati di immersioni e snorkeling e per il porticciolo
tutti quelli che amano navigare sotto costa, anche a bordo dei piccoli di Acciaroli.
gozzi che partono dal porto. La prima tappa è la grotta azzurra, me-
no nota di quella caprese, ma altrettanto spettacolare per i suoi riflessi
di luce. Passato il promontorio, ecco Punta Spartivento, che divide
il Tirreno centrale da quello meridionale e i venti di ponente da quelli
di levante, con una maestosa parete alta 200 metri. I subacquei sanno
che da queste parti, a 40 metri di profondità, si aprono praterie di co-
ralli rossi rarissimi. Basta spegnere la torcia per rimanere sospesi in un
silenzio blu cobalto, spezzato dai bagliori di luce di spelonche dai nomi
suggestivi, come la grotta del sangue, chiamata così per le molte vene
ferrose che ne solcano le pareti, o quella dei monaci, ricca di stalagmiti
le cui forme ricordano un gruppo di religiosi incappucciati. O, ancora,
la grotta delle ossa, con resti di naufragi avvenuti in epoca romana.
Alle cavità si alternano cale raggiungibili solo via mare, come baia del
buon dormire, dalle acque smeraldo e dalla sabbia finissima, e spiagge
come Marinella, che è anche tappa di un tracciato di oltre 13 chilometri
che attraversa litorali sabbiosi e rocciosi e macchia mediterranea.
Alla foce del fiume Mingardo c’è uno dei simboli della costa cilen-
tana, l’arco naturale di Palinuro. La spiaggia di sassi non è comodis-
sima, ma regala uno scenario spettacolare. Il letto del fiume fa anche

82 DOVE
XXXXXXXXXXX

Olio da confine tra il mare di Palinuro e quello di Camerota. Qui inizia la


spiaggia del Mingardo, lunghissima e facilmente accessibile. È il luogo
extravergine, dell’infanzia di tanti cilentani, grazie alla pineta alle spalle dell’arenile
che arriva fino alla spiaggia del Troncone. L’intero tratto è uno dei si-
verdure, stemi di dune più integri d’Italia. “La collaborazione con l’ente parco è

pasta e pesce: strettissima, così come quella con Legambiente e Wwf, perché voglia-
mo trasformare i vincoli ambientali in una risorsa”, racconta Raffaele
la dieta Esposito, presidente dell’associazione stabilimenti balneari di Marina
di Camerota, nonché gestore di un lido, l’Aruba Club. “Gli stabilimenti
mediterranea sono quasi tutti amovibili e ci sono passerelle in legno per raggiungerli
senza danneggiare le dune”. C’è anche chi ha bandito completamen-
è stata te la plastica, come al lido Il Viottolo, un tripudio di ibiscus e piante
codificata di mandevilla che spunta dopo una passeggiata in pineta alle spalle di
Cala del Cefalo. Il proprietario, Vincenzo Sacco, trascorre l’inverno a
in questa terra inchiodare le canne di fiume per farne tettoie e a costruire ombrelloni
con foglie di palma per l’estate. Poi, a ottobre, tutto sparisce per lasciare
spazio solo alla sabbia e al mare.

83 DOVE
CILENTO

Le nostre scelte
Per il viaggio raccontato in queste pagine sono necessari almeno sette giorni.
Il costo è di circa 1.000 € a persona (escluso il viaggio).

Dormire 4 CASTELLO DI SAN SERGIO


1 BEACH CLUB 93 Dimora storica del XVI secolo con sei camere e due
Tre dépendance alle spalle del lido. Ogni suite è decorata dépendance. La Palinuro ha un affaccio impagabile sul
in ceramica vietrese. Il solarium ha una piscina salata golfo | Indirizzo: via Colle San Sergio, Centola (Sa)
privata | Indirizzo: via Poseidonia 41, Paestum (Sa) Tel. 0974.93.30.96 | Web: ilcastellodisansergio.com
Tel. 0828.72.01.00 | Web: beachclub93.com Prezzi: doppia b&b da 60 a 80 €
Prezzi: doppia b&b da 300 a 500 €
5 HAPPY VILLAGE
2 RUMI HOTEL Un villaggio-albergo di mono-bilocali immersi in 16
Nove stanze in stile shabby chic, piscina, ristorante ettari di verde. Nella zona piscina ci sono le sculture
gourmand e una Spa con bagno turco e sauna. La linea mobili dell’artista giapponese Susumu Shingu. Somiglia a
di trattamenti è a base di olio extravergine da oliva uno yacht di lusso la suite Villa Rosa, una mansarda tutta
pisciottana autoctona e aloe | Indirizzo: viale Magna legni pregiati e finestroni sul giardino botanico
Grecia, Ascea Marina (Sa) | Tel. 0974.97.71.28 Indirizzo: località Arconte, Marina di Camerota (Sa)
Web: rumihotel.com | Prezzi: doppia b&b da 80 a 120 € Tel. 0974.93.23.26 | Web: happyvillage.it
Prezzi: doppia b&b da 60 a 200 €
3 IL MANDORLO COUNTRY HOUSE
Una delle Sei camere tra ulivi secolari in collina, appena fuori
passerelle dall’abitato per poter godere del totale silenzio. Le stanze Mangiare
amovibili di legno al piano superiore hanno un terrazzo che affaccia sul 6 OSTERIA ARBUSTICO
a Marina di mare | Indirizzo: contrada Serre, Acciaroli (Sa) | Cell. Cristian Torsiello, ex cuoco in seconda di Niko Romito,
Camerota. 339.49.56.366 | Prezzi: doppia b&b 70 € ha portato la sua stella Michelin da Valva a Paestum. Un

84 DOVE
suo classico? Gli spaghetti risottati allo zafferano
(di Eboli) cotti in tre brodi: di cipolla, di Parmigiano
e di carne | Indirizzo: via F. Gregorio 40, Capaccio
Paestum (Sa) | Tel. 0828.85.15.25 | Web: arbustico.it
Prezzo medio: 65 €

7 AL SENTIERO
Agriturismo sulle colline. Cucina con ingredienti di
produzione propria | Indirizzo: Galdo (Sa) | Tel.
0974.90.16.17 | Web: alsentiero.it | Prezzo medio: 25 € 14 TENUTA COLLINE DI ZENONE Marina di
Qui si produce olio da olive pisciottane, salella e Camerota.
rotondella, ma si organizzano anche spettacoli all’aperto La piscina
8 A CASA DI DELIA
sui miti greci e percorsi didattici sulle erbe endemiche. dell’Happy
Una trentina di posti su un terrazzino vista mare, dove Village, e, a
Delia Morelli, ex governante di Ancel Keys, l’americano Si chiude con un assaggio di gelato di latte di bufala
Indirizzo: via del Mare, Ascea (Sa) destra, Davide
che codificò la dieta mediterranea, propone piatti a base Mea, chef di
di verdure dell’orto e pesce azzurro | Indirizzo: Ss 267 Cell. 339.57.84.814 | Web: collinedizenone.com
La taverna del
620, Pioppi (Sa) | Cell. 339.83.48.142 Mozzo.
Prezzo medio: 35 € 15 LUIGI MAFFINI AZIENDA VINICOLA
Vigne di Fiano e Aglianico coltivate a Castellabate e a
9 ANGIOLINA Giungano dalla coppia Luigi Maffini e Raffaella Gallo.
A pochi metri dal mare, dal 1958 è il punto di Le loro etichette sono note da anni e in particolare i
riferimento per gli amanti del pesce. Lo porta avanti bianchi sfidano il tempo come i grandi vini d’Oltralpe
Rinaldo Merola, figlio della storica fondatrice Angiolina. Indirizzo: via Serri 34/D, Giungano (Sa)
Da provare le alici con bocconcini di bufala Tel. 0828.19.97.568 | Web: luigimaffini.it
e sorbetto di pomodoro | Indirizzo: via Passariello 2,
Marina di Pisciotta (Sa) | Cell. 333.16.93.993 16 AURA
Web: ristoranteangiolina.it | Prezzo medio: 30 € Laboratorio dove si trasforma il tonno in conserve sotto
olio. Finiscono in barattolo anche prodotti cilentani
10 IL GHIOTTONE come la cipolla di Vatolla, i fichi bianchi e i carciofi. Sul
Maria Rina è una forza della natura. “Il suo quarto sito si prenotano tour didattici dedicati alle eccellenze
figlio”, come lo chiama lei, è questo ristorante che del territorio | Indirizzo: Ss 562, km 0, Palinuro (Sa)
gestisce da quarant’anni con una brigata di sole donne. Tel. 0974.27.34.51 | Web: aura-cilento.com
Cucina saporita, ma snella, come nella lasagnetta
di alici con zucchine e la millefoglie di pesce bandiera Visitare
Indirizzo: via Nazionale, Policastro Bussentino (Sa)
Tel. 0974.98.41.86 | Prezzo medio: 30 € 17 COOPERATIVA CILENTO MARE
Gite in barca ed escursioni nelle grotte da Capo Palinuro
11 LA TAVERNA DEL MOZZO a Porto Infreschi. Uscite notturne per la lamparata,
Il mozzo è Davide Mea e la sua taverna si trova a due antica tecnica di cattura del pesce azzurro, con cena in
passi dai pescherecci di Camerota. Cucina di mare e spiaggia | Indirizzo: località Porto, Marina di Camerota
terra. Ordinare le lagane (un tipo di pasta fresca) e ceci (Sa) | Tel. 0974 .93.27.35 | Web: coopcilentomare.com
con polipetti, oppure l’alice ‘nchiappata, antica ricetta
dell’entroterra proposta con ricotta di bufala e una salsa Per saperne di più
fresca di datterini e peperoni | Indirizzo: lungomare
Trieste 95, Marina di Camerota (Sa) | Tel. 0974.93.27.74 Maggiori informazioni per visite nel Parco del Cilento,
Web: latavernadelmozzo.it | Prezzo medio: 40 € Vallo di Diano e Alburni sul sito: cilentoediano.it.
In Metodo Cilento. I cinque segreti dei centenari (Mondadori),
Luciano Pignataro e Giancarlo Vecchio spiegano,
Comprare fra scienza e aneddotica, perché in questo territorio
12 LA DISPENSA campano si vive bene e a lungo.
Spaccio dell’azienda agricola San Salvatore 1988: dai
latticini alla pasta, dalle confetture ai vini, all’olio CLUB tel. 02.89.73.07.95
Indirizzo: Ss 18, località Cafasso, Capaccio Paestum (Sa)
Tel. 0828.19.98.888 | Web: ladispensa1988.it Gli esperti di DoveClub sono a disposizione
per informazioni e preventivi per vacanze
13 ALICI DI MENAICA in Cilento. Orari: lun.-ven. 9-20; sab. 9-13. Costo
In questo laboratorio si preparano e vendono le alici di una chiamata nazionale.
ARCANGELO PIAI/SIME

di Menaica in diversi formati, in chiave piccante o come


colatura. Ci sono anche tonno, bottarga e paté
Indirizzo: via C. Colombo, Marina di Pisciotta Fotografa il QR e scarica sul tuo
Cell. 347.44.39.102 | Web: alicidimenaica.it smartphone queste informazioni utili

85 DOVE
AZZORRE
XXXXXXXXXXXXXX
la strada è il viaggio

Escursione al Lagoa
das Patas, con
le cascate nella costa
occidentale dell’isola
di Flores, nell’arcipelago
portoghese
delle Azzorre.
86 DOVE
XXXXXXXXXXX

Stregati dalla magia


VERDE testo e foto di A ldo P AvA n

87 DOVE
AZZORRE

Cascate di vegetazione
ricoprono le Azzorre,
l’ultimo lembo
d’Europa al largo
I l motoscafo di Carlos Mendes, 44 anni, pelle bruciata dal sole, salta
sulle onde mosse dal vento di maestrale, mentre sullo sfondo si pro-
fila la sagoma di Corvo, estrema isola occidentale dell’arcipelago delle
Azzorre, regione autonoma del Portogallo. Un lembo di terra dove si
spegne l’ultimo tramonto d’Europa. Più in là, verso occidente, c’è solo l’oce-
ano, prima di puntare verso l’America. Ci si sente sospesi nel nulla, in balia
della natura, del blu scuro delle acque che si increspano sempre più lancian-
delle coste portoghesi. do spruzzi salati sul viso dei passeggeri, all’apparenza indifferenti. Fissano
tutti l’orizzonte. In silenzio, avvolti nei teli di plastica per non inzupparsi
Il nostro inviato è troppo. Il marinaio punta a dritta e mette a tutto gas i due potenti motori
rimasto folgorato dallo fuoribordo. Ora il gommone sembra un cavallo imbizzarrito che salta sulle
creste delle onde controvento. L’isola di Flores è alle spalle. Sfilano le sco-
spettacolo della natura. gliere nere basaltiche, simili a barriere inaccessibili; maestosamente belle,
nella loro drammatica severità, con profonde grotte marine e pinnacoli che
Scommettiamo che si innalzano come spade per decine di metri dalla superficie dell’oceano.
succederà anche a voi? Ci vuole un’ora di mare per arrivare a Corvo. Qui sono sbarcati
navigatori di ogni specie: commercianti, pirati, avventurieri, contrabban-
dieri e scienziati. Dall’isola passano anche gli skipper con le loro barche a
vela durante la traversata oceanica. “Le Azzorre sono il sogno dei naviga-
tori che vengono dall’Europa, ma appena arrivano qui subito ripartono.
Queste isole neppure le visitano. E si perdono il meglio!”, sbotta Mendes,

88 DOVE
1 2
XXXXXXXXXXX

mentre infila la rada del porto, dove le mareggiate sferzano i grandi blocchi 1 | Un mulino a vento fra i vigneti con, sullo sfondo,
di cemento aggrappati alla costa. il vulcano Pico, sull’isola omonima. 2 | Le rocce laviche
degli spettacolari Arcos do Cachorro. 3 | Le case dell’isola
di Pico sono tutte in pietra scura. Uniche note cromatiche,
LAVA, ORTENSIE E BALENE le persiane e la vegetazione.
Nove isole vulcaniche a metà strada tra l’Europa e l’America setten-
trionale, avvolte dal blu dell’Atlantico. Azzorre, Açores, deriva dal termine 3
portoghese arcaico azures, azzurri: il colore di questi frammenti di paradiso
visti da lontano. Qui la natura ha spinto con forza in superficie la lava di una
serie di vulcani vincendo l’immane sfida con l’oceano. L’arcipelago ha tanti
volti quante sono le isole, ma una sola anima: la geologia dettata dall’attività
eruttiva dei vulcani e dalla massa rocciosa fusa dal magma. E che spettacolo
ne è uscito! Nei secoli la folta vegetazione subtropicale ha sanato le origina-
rie ferite di fuoco, un tappeto multicolore di ortensie ha ricoperto i pendii
e la natura ha preso il sopravvento, dominata dall’uomo solo per la costru-
zione di qualche porto e attracco sicuro nelle anse protette dal vento e dalla
pioggia che sferza, anche feroce, d’inverno.
La variabilità meteorologica è una delle caratteristiche delle Azzorre.
“Se il tempo non ti convince, aspetta mezz’ora”, recita infatti l’adagio locale
più popolare. Per fortuna, tra le isole, scorre la corrente del golfo, sinonimo di
quiete e temperature piacevoli tutto l’anno. Un sogno. Villaggi sparsi nel ver-
de, strade quasi senza auto, coste frastagliate, baie segrete e mucche… Talmen-

89 DOVE
AZZORRE

Nella Fajã dos


Vimes, a São Jorge,
si trova l’unica
piantagione di
caffè in Europa.
Sull’isola ci sono
più di 70 fajãs:
frane, o colate
laviche, nel fondo
delle scogliere.
A destra: la
cittadina di Horta,
90 DOVE
isola di Faial.
XXXXXXXXXXX

te numerose che, in alcune isole, sono il doppio degli abitanti. E poi spiagge
dove divertirsi con surf e kitesurf, bagni tra i faraglioni o nelle piscine marine
scavate dall’oceano lungo la costa, nella speranza di vedere passare qualche
balena che, al largo, si diverte a fare island hopping, il giro delle isole. Il modo
migliore, anche per l’uomo, per scoprire le meraviglie di queste oasi naturali-
stiche, parte di Natura 2000, la rete finalizzata alla conservazione biologica ed
ecologica dei Paesi dell’Unione europea.

ALLA FINE DEL MONDO: CORVO E FLORES


Corvo, la più piccola delle Azzorre, si estende per appena 17 chilome-
tri quadrati e ha un solo abitato, Vila do Corvo: bianchissimo, e in piacevole
contrasto con i colori scuri delle rocce vulcaniche. Sembra un posto alla fine
del mondo. Due volte alla settimana un piccolo aereo sfida i venti e atterra
su una pista cortissima. È il momento in cui il paese si anima. Dalle case vi-
cine escono impiegati dell’aeroporto, vigili del fuoco e doganieri che, chiavi
in mano, aprono i cancelli, mentre il bimotore arriva con grande frastuono
sfiorando i tetti, toccando terra con una frenata brusca per non finire nell’o-
ceano. Quando riparte, torna il silenzio, rotto soltanto dal rumore delle onde.
Una strada ripida, l’unica dell’isola, conduce al Caldeirão, un vulcano spento
di magica bellezza. La sua vastissima caldera è ora un pascolo verdissimo in-
terrotto da filari di ortensie che segnano il confine tra le proprietà. Al centro,
l’acqua di un assonnato lago vulcanico riflette il blu del cielo.
La vicina Flores, il punto più a ovest d’Europa, è un concentrato di
bellezze naturali e deve il suo nome alla straordinaria quantità di fiori che i
primi naviganti scorsero al passaggio sull’isola. Per secoli gli abitanti hanno
vissuto in simbiosi con una natura prorompente, rimanendo al margine della

Lo splendido isolamento delle Azzorre ha favorito


lo sviluppo di una flora endemica molto preziosa
storia. Non a caso, insieme alla piccola Corvo, Flores è inserita nello speciale
elenco delle riserve della biosfera dell’Unesco. Nei borghi si respira il fascino
LAGHI E CASCATE
dei tempi andati e tutto sembra uscire da un film rétro, ma a colori: il bianco
delle case, il blu dell’oceano, il verde brillante della vegetazione che si stringe São Miguel è la principale isola delle
attorno agli abitati, il caleidoscopio di rose selvatiche, strelitzie e i muri di or- Azzorre. Accoglie il maggior numero di turisti
tensie che si sviluppano, rigogliosi, ovunque. “Un santuario botanico surre- e quindi è anche la più conosciuta e
relativamente affollata. Soprannominata
alista”, la definì l’etologo austriaco Konrad Lorenz (1903-1989), colpito dalla Ilha verde, São Miguel, in coppia con la più
bellezza del luogo. piccola Santa Maria, è la più vicina
È facile compiere il periplo dell’isola in barca, per vedere l’arco di all’Europa. Anch’essa di origine vulcanica,
Santa Cruz das Flores e l’isolotto di Maria Vaz. Ed è un piacere dedicar- vanta diverse particolarità, come alcune
coltivazioni di tè, le uniche in Europa.
si alle camminate lungo la costa frastagliata o verso l’interno, seguendo il Lagoa Verde e Lagoa Azul sono due
rumore dei torrenti e delle cascate che tagliano i pendii per gettarsi nell’o- spettacolari laghi, visibili da vari punti
ceano. Qui gli amanti del trekking si ritemprano nella solitudine, spostan- panoramici. A São Miguel i capricci vulcanici
dosi di borgo in borgo lungo gli antichi sentieri lastricati. “Sono le arterie di riservano la sorpresa di alcune sorgenti
Flores. Percorrerle significa entrare in contatto con l’anima più profonda e termali. Quelle della Lagoa de Furnas sono
sfruttate turisticamente: c’è anche una Spa.
vera delle Azzorre”, spiega Lorenzo Caponetto, guida italiana che conosce Altre sono più selvagge. È il caso di Ferraria,
ogni angolo dell’isola. Tra le meraviglie di Flores ci sono anche le cascate dove l’acqua sgorga a 61 gradi da una sorgente
Ribeira do Ferreiro, una serie di salti d’acqua di diverse decine di metri che che si trova sotto l’oceano. Nella Caldeira
sgorgano tra la vegetazione lussureggiante e primordiale. Salendo di quota Velha si può invece fare il bagno in una piscina
naturale, con una cascata di acqua calda.
si incontrano invece i Sete Lagoas, sette pittoreschi laghi di montagna for-
matisi in altrettanti crateri.

91 DOVE
AZZORRE 1

1 | Bagno in una piscina naturale a Santa Cruz das


Flores, a Flores. 2 | Pico e il suo vulcano visti da São
Jorge, la più lunga (54 chilometri) delle Azzorre.
3 | Lajes das Flores, a Flores: l’isola è fra le riserve
della biosfera dell’Unesco.

92 DOVE
XXXXXXXXXXX2

SÃO JORGE: MUCCHE E TREKKING


Di isola in isola si arriva a São Jorge, una grande nave di basalto anco-
L’isola di São
rata nel mezzo dell’oceano, con i villaggi fioriti che si allineano lungo il mare
o in cima alle falesie - Velas, Urzelina e Calheta - a punteggiare di bianco il
Jorge è l’unico
paesaggio bucolico. L’isola, la più lunga dell’arcipelago (54 chilometri), conta luogo d’Europa
poco meno di diecimila abitanti e ha il triplo delle mucche, dal cui latte si
ricava il celebre queijo, formaggio dall’aroma molto particolare, dovuto ai prati dove cresce la
ricchi di menta di montagna. Per il resto São Jorge è una mecca per gli amanti
del trekking. Quasi tutti i sentieri escursionistici lambiscono le fajãs, una vera
pianta del caffè
meraviglia: strette superfici piane litoranee addossate alle scogliere che scen-
dono a picco sul mare. Spettacolari, se viste dall’alto, sono frane antichissime
colonizzate per abitarci o per coltivare la terra. Proprio vicino a uno dei ter-
razzi della fajã lavorano, a Fajã Dos Vimes, le tessitrici Maria Alzira Nunes
e la sorella Carminada (tel. 00351.29.54.16.717). Con i loro telai producono i
tessuti tradizionali esposti a due passi dal bar dove si serve il caffè delle Azzor-
re: São Jorge infatti è l’unico luogo in Europa in cui si coltiva questa pianta.
A piedi, poi, ci si avventura verso il pico da Esperança, il punto più alto, dal
quale godere il panorama migliore su São Jorge e sulle isole vicine.

93 DOVE
AZZORRE

Sulle pendici L’ISOLA DEI VIGNERON EROICI


Ed ecco, finalmente, Pico, l’isola-montagna, chiamata così per il
di Pico, patrimonio vulcano che, con 2.351 metri, è la cima più alta delle Azzorre. I contra-
sti sono forti: le scure pareti basaltiche a picco incombono sui piccoli
dell’umanità borghi fioriti di Lajes São Roque e Madalena. Una strada si avventura
Unesco, si coltiva la lungo le pareti del vulcano; poi, per raggiungere la cima, si prosegue
solo a piedi (1.100 metri di dislivello). La ricompensa è un’incredibile
vite: si ricavano vini vista sul cratere e sull’arcipelago, sempre che la solita nuvoletta dispet-
tosa non si addensi proprio sulla sommità. Famosa per il vino, prodotto
fruttati e leggeri con ostinazione dai viticoltori sulle pendici del vulcano (i vigneti hanno
disegnato così profondamente il paesaggio, come avviene nella zona di
Adegas, che l’Unesco ha inserito Pico nella lista dei patrimoni dell’u-
manità), l’isola ha nettari degni di nota: i bianchi Verdelho, Terras de lava
e Currao Atlantis, tutti eccellenti, e il rosso Basalto. Nati in un ambiente
estremamente difficile (le viti crescono all’interno di piccole conche de-
limitate da muri di pietra lavica che le proteggono da vento e salsedine),
la notte restituiscono il calore immagazzinato durante le calde giornate
dando vita a vini freschi, fruttati e leggeri.

94 DOVE
FAIAL: IL MURALE SCARAMANTICO L’isola di Corvo, vulcano estinto formato dal monte
Sull’isola di Faial, il porto della cittadina di Horta è punto di passaggio Gordo. Al centro del cratere sorge il lago del
Calderone. Sotto, un murale a Santa Cruz das Flores.
di chi intraprende, in barca, la traversata oceanica. Prima di volgere le spalle
all’isola gli equipaggi, in segno scaramantico, dipingono un murale sulla
banchina del porto a memoria del loro passaggio. Qui si trova il Peter Cafè
Sport, il bar più famoso dell’Atlantico, tappa obbligata per tutti coloro che
transitano alle Azzorre. Un tempo fu punto di incontro anche dei balenieri,
forse persino di quel Lukas Eduino, cantastorie e pescatore tradito, raccontato
magistralmente da Antonio Tabucchi in Donna di Porto Pim (Sellerio, 1983):
storie raccolte per strada, frammenti di vita di un mondo verace. Oltre il porto,
l’ampia e protetta baia di Porto Pim è circondata da reliquie di architetture
portoghesi, mentre l’isola mostra il suo volto disegnato dai capricci vulcanici.
La Caldeira è il cratere di un vulcano spento immerso nella vegetazione fitta
e rigogliosa. Il verde contrasta con il Capelinhos, il nuovo vulcano, che gli
sta accanto. La terra è bruciata e il paesaggio desertico (a causa di una serie di
eruzioni avvenute tra il 1957 e il 1958): lo scenario è surreale, creato dall’azione
erosiva dell’acqua e del vento e sul quale si stacca il faro dell’isola. Un paesaggio
abbandonato. Un’altra meraviglia di un’isola tutta da scoprire.

95 DOVE
AZZORRE

Informazioni utili
Come arrivare Da sapere
In aereo. Con la compagnia Tap (flytap.com) si vola da Roma, Documenti. Le Azzorre fanno parte del Portogallo.
Milano e Venezia a Lisbona e, da qui, alle Azzorre. Può capitare È sufficiente la carta di identità.
(dipende dagli orari dei voli), di dover trascorrere una notte Valuta. Euro.
nella capitale portoghese. L’aeroporto principale dell’arcipelago Fuso orario. Due ore in meno rispetto all’Italia.
è quello di Ponta Delgada, sull’isola di São Miguel, ma per Lingua. La lingua ufficiale è il portoghese. Tra gli operatori
seguire l’itinerario descritto nel reportage è più comodo turistici è molto diffuso l’inglese.
atterrare direttamente a Horta, a Faial. In questo caso il volo Clima e abbigliamento. Il periodo migliore per visitare le
da Lisbona è operato da Azores Airlines (azoresairlines.pt). I Azzorre va da luglio a settembre: questi sono i mesi più caldi e
voli più economici partono da 308 € a/r. soleggiati. La temperatura non supera mai i 30 gradi. Nel resto
Azores Airlines è anche la compagnia che collega tutte le isole dell’anno il clima è comunque mite, anche se le piogge sono più
dell’arcipelago, in 30-50 minuti; da 56 € per la sola andata. In frequenti. Nei mesi invernali le precipitazioni sono intense
estate i voli sono spesso completi, quindi è importante soprattutto nelle isole nord-occidentali. Di notte le
prenotare per tempo. temperature non sono mai inferiori ai sette-otto gradi sopra
lo zero. Per chi ama fare i bagni, l’acqua dell’oceano è
abbastanza fresca; in estate raggiunge i 23 gradi.
Come muoversi Conviene sempre mettere in valigia una felpa o una giacca
Traghetti. Fra le tre isole del gruppo centrale, Faial, Pico e São leggera e indumenti impermeabili per fare fronte agli
Jorge, i collegamenti via mare sono assicurati per tutto l’anno. acquazzoni improvvisi. Indispensabile anche un paio di scarpe
Tra le isole più lontane i traghetti funzionano solo in estate. comode e adatte al trekking.
Se si trasporta l’auto la prenotazione è d’obbligo.
Info su: atlanticoline.pt/en/
Noleggio auto. Sulle isole si trovano sia le agenzie di noleggio
internazionali sia quelle locali, come Ilha Verde (ilhaverde.com/ ● QUANDO ANDARE
pt). Si tenga però presente che le auto a disposizione non sono Da giugno Le temperature sono miti e piove poco.
molte e quindi è bene prenotare in anticipo. a ottobre
Le strade sono in buone condizioni, piene di curve, ma
decisamente poco trafficate. ● QUANDO NON ANDARE
Mezzi pubblici. Tutte le isole, tranne Corvo, hanno un servizio Da novembre È il momento in cui le piogge sono più
trasporto di autobus. Le corse sono, però, davvero poche. a maggio abbondanti.
Molto usati i taxi i cui prezzi non sono particolarmente alti.

96 DOVE
Le nostre scelte
Per il viaggio raccontato in queste pagine sono necessari almeno nove giorni. Il costo è di circa 2.200 euro.

Dormire 8 SEREIA
1 HOTEL DO CANAL Vicino al porto. Il piatto forte è il bacalhau espiritual, il
In centro, poco lontano dal porto e dalla spiaggia di Porto baccalà con patate| Indirizzo: rua Dr. Armas da Silveira,
Pin. Gli arredi delle camere ricordano la lussuosa cabina Santa Cruz das Flores, isola di Flores | Tel.
di una nave; le stanze verso il mare hanno la vista sul 00351.292.59.00.93 | Prezzo medio: 18 €
vulcano di Pico. Merita l’aperitivo in terrazza | Indirizzo:
largo Drº Manuel de Arriaga, Horta, isola di Faial 9 O FORNO TRANSMONTANO
Tel. 00351.292.20.21.20 | Web: bestazoreshotels.com/ Piatti semplici cucinati nel grande forno a legna. Le
hotel-do-canal.php | Prezzi: doppia b&b da 105 a 330 € grandi cernie, insaporite con gli aromi naturali, sono una
delizia. Prenotazione obbligatoria | Indirizzo: estrada
2 B&B VILLA DA MADALENA regional 10-12, Grotao, Fazenda, isola di Flores
Tra le migliori sistemazioni di Pico, appena fuori dal Tel. 00351.292.59.31.37 | Prezzi: 19 €
centro e con vista mare. Maria, la proprietaria, parla
italiano ed è prodiga di consigli. Colazione abbondante:
ottime le torte | Indirizzo: rua 8 de Março nº 15, Vedere
Madalena, isola di Pico | Tel. 00351.292.62.80.30 CETACEAN WATCHING AZORES
Web: villadamadalena.com | Prezzi: doppia b&b 95 € Sull’isola di Pico, a Madalena: viaggi in battello per
l’osservazione dei cetacei. Uno dei fondatori è l’italiano
3 HOTEL OCIDENTAL Enrico Villa | Web: cwazores.com
A due passi da una piscina naturale creata dall’oceano
dove si fa tranquillamente il bagno. Hotel semplice, MUSEU DA FÁBRICA DA BALEIA
gestito dalla famiglia Toste-Mendes: Carlos e Pedro fanno DO BOQUEIRÃO
gli skipper e conducono i turisti sulla vicina isola di Corvo In un’ex fabbrica, sull’isola di Flores, dove si
Indirizzo: avenida dos Baleeiros, Santa Cruz, isola di lavoravano le balene. Un video mostra come avveniva
Flores | Tel. 00351.292.59.01.00 | Web: hotel-ocidental. la cattura, ora bandita | Indirizzo: rua do Boqueirão,
visit-azores.info/it | Prezzi: doppia da 70 a 148 € No 2,santa Cruz das Flores, Flores
Tel. 00351.292.54.29.32
4 HOTEL ALDEIA DA CUADA
Nel verde, in un magnifico borgo rurale di poche case di
pietra, del XVII secolo. Appena restaurato, ha unità Per saperne di più
abitative dal fascino antico e mobili d’epoca | Indirizzo: WALDEN VIAGGI
Faja Grande, Lajes Das Flores, isola di Flores | Tel. Trekking con guida. Il prezzo per 13 giorni (12 notti)
00351.292.59.00.40 | Web: aldeiadacuada.com | Prezzi: parte da 1.450 € (senza voli dall’Italia):
abitazioni con una camera da letto 95 €, con due 120 € trattamento in mezza pensione, trasferimenti da isola
a isola (voli e traghetti), spostamenti in taxi
Web: waldenviaggiapiedi.it
Mangiare
5 PETER CAFÉ SPORT VISIT AZORES
Punto di riferimento dei naviganti. Il bar ha più di cento Web: visitazores.com/it
anni e testimonianze di viaggiatori e lupi di mare. Non
perdere il gin tonic nel bel dehors, mentre il sole cala sul
vulcano dell’isola di Pico | Indirizzo: R. José Azevedo 9,
Horta, isola di Faial | Tel. 00351.292.39.20.27 | Web:
petercafesport.com | Prezzo medio: 25 €

6 O PETISCA
Frutti di mare, polipo, sardine alla griglia... e il vino dei
vigneti sulle falde del vulcano: come il Verdelho
A sinistra: Indirizzo: avenida Padre Nunes da Rosa 9950, Madalena,
São Roque isola di Pico | Tel. 00351.292.62.23.57
do Pico, sull’isola Prezzo medio: 22 €
CLUB tel. 02.89.73.07.95
omonima. A luglio, dieci giorni (nove notti) tra Terceira, São Miguel,
Il contrasto tra 7 O ANCORADOURO Faial o Pico con volo da Milano e tra le isole, hotel e
l’architettura colazione; noleggio auto, assicurazione medico-bagaglio,
Menu ittico. Ottima la bistecca di tonno, gli espetada di
bianca e le pareti da 1.350 € a persona in camera doppia. Plus DoveClub:
pesce (spiedini) e le lapas (patelle) al burro. Con
basaltiche traghetto a/r per un’escursione da Faial o a Pico.
è netto. A destra:
terrazza panoramica sul mare
il celebre quejio, Indirizzo: estrada longitudinal, Areia larga, Madalena,
il formaggio isola di Pico Fotografa il QR e scarica sul tuo
prodotto Tel. 00351.292.62.34.90 | Prezzo medio 28 € smartphone queste informazioni utili
a São Jorge.

97 DOVE
IN USA CON DOVE
Il viaggio on the road in America occupa un posto privilegiato nell’immaginario. La Route 66 e i
parchi dell’Ovest, Las Vegas e San Francisco: è il momento di scoprirli con il nostro Marco Santini

È l’on the road per eccellenza. La libertà, gli scenari Canyon e dello Zion National Park, dell’Antelope,
selvaggi dell’Ovest americano, gli orizzonti sconfinati con le rocce sinuose dai colori pastello, e dell’abba-
definiti dal profilo delle rocce rosse, imponenti. Da- gliante Death Valley”, racconta Santini. “In pochi
vanti, solo il nastro d’asfalto della leggendaria Route giorni avremo modo di apprezzare la grandezza di
66. Percorrerla è per molti il sogno della vita. Che quel Far West reso celebre dal cinema e dalla lettera-
si può realizzare in occasione del prossimo appun- tura”. Ma la natura non sarà l’unica protagonista. La
MARCO tamento con In Viaggio con Dove. Dal 3 al 12 ot- scintillante Las Vegas brilla nel deserto. E sarà la pro-
SANTINI
tobre si parte infatti verso Phoenix con il giornalista tagonista di un affascinante tour notturno. Si tocca
Nato a Milano nel Marco Santini per avventurarsi alla scoperta dei più poi Monterey, con i campi da golf e le ville lussuose.
1960, è giornalista
e fotografo,
famosi parchi nazionali degli Stati Uniti. L’itinerario Il gran finale, invece, è a San Francisco, città unica,
specializzato in inizia da Williams e prosegue, a bordo di un treno fuori dagli schemi, che accoglie con l’iconico Golden
reportage di viaggio. storico, verso il Grand Canyon. “Il tour sarà accom- Gate e la prigione di Alcatraz. Da raggiungere con
Si muove in moto,
in barca e a piedi, pagnato da panorami sorprendenti: quelli del Bryce un’escursione in battello.
tra oceani, ghiacciai
e deserti. È anche un
grande appassionato
di vini. Autore INFO UTILI
di guide e libri,
collabora con Dove NEL SELVAGGIO WEST CON DOVE
Tutti i partecipan-
da oltre vent’anni. Data: dal 3 al 12 ottobre. programma; Jeep Tour alla Monument ti al viaggio
Prezzo: 4.590 € a persona in doppia. Valley; Alcatraz Tour; treno storico in Usa riceveranno
in omaggio un
Incluso: volo di linea da Milano Malpensa da Williams al Grand Canyon; tasse e elegante e pratico
LUCIO ROSSI, ISTOCK

in classe economica (tasse incluse); facchinaggio negli hotel; assicurazione beauty welcome
tour con accompagnatore all’Italia; medico/bagaglio. Non incluso: pasti e kit, con prodotti
di benessere e
tutti i trasferimenti in loco; otto notti bevande non menzionati, mance; extra; bellezza, messo a disposizione
in hotel 4 stelle con colazione; sette assicurazioni sanitarie integrative; da MyBeautyBox (info: mybeautybox.it).
cene e un pranzo; ingressi ai parchi da assicurazione contro l’annullamento.

INFO, DETTAGLI E PRENOTAZIONI: DOVECLUB.IT, TEL. 02.89.73.07.95, E-MAIL: INFO@DOVECLUB.IT


98 DOVE
1 2

ITINERARIO
1° giorno. Ritrovo con l’accompagnatore all’aeroporto di Milano
Malpensa ai banchi di accettazione British Airways. Partenza con
volo per Phoenix via Londra. Arrivo in hotel e cena.
2° giorno. Prima colazione in hotel. Partenza per Williams, una delle
cittadine più importanti della Route 66. Si sale su un treno storico
che viaggia fino al Grand Canyon, in atmosfere da vero Far West.
1 | Lo spettacolo Cena.
di pietra del parco 3° giorno. Prima colazione in hotel. Si viaggia lungo il versante sud
nazionale del del Grand Canyon: dalla Navajo Indian Reservation si raggiunge la
Bryce Canyon. Monument Valley, con le incredibili formazioni di arenaria rossa, da
2 | La Death Valley,
scoprire con una breve escursione in fuoristrada. Pranzo Navajo. Nel
il deserto alle
pomeriggio, partenza per Page. Cena.
porte di Las Vegas.
3 | I grattacieli di
4° giorno. Prima colazione in hotel. Partenza per l’Antelope Canyon,
San Francisco, una profonda gola scavata dall’acqua, larga appena due metri e
ultima tappa di lunga circa 200, che conquista con il gioco continuo di luci e ombre
questo viaggio. tra le pareti sinuose dalle sfumatura ocra e rosa. Si prosegue fino
a raggiungere il Bryce Canyon, uno dei più piccoli e visitati parchi
americani. Cena.
5° giorno. Prima colazione in hotel. Ci si lascia alle spalle il Bryce
3 Canyon per proseguire alla volta dello Zion National Park, un
impressionante paesaggio di falesie di pareti alberate. Poi si
raggiunge la tappa finale: Las Vegas. In serata, night tour nella
capitale del gioco d’azzardo, nel cuore del deserto. Cena libera.
6° giorno. Prima colazione in hotel. La giornata è dedicata alla
scoperta della Death Valley, il più grande parco nazionale negli Stati
Uniti continentali. Si avvisteranno alcuni dei suoi luoghi iconici:
Zabriskie Point, Furnace Creek e Badwater Basin, il punto più basso
sotto il livello del mare dell’emisfero occidentale. In prima serata,
arrivo nella cittadina di Bakersfield, nella Joaquin Valley. Cena e
pernottamento.
7° giorno. Prima colazione in hotel. Sosta a Monterey, la prima
capitale della California. Dopo una breve visita della cittadina si
prosegue il viaggio lungo l’affascinante 17 Mile Drive, conosciuta per
gli esclusivi campi da golf e le ville eleganti. Si arriverà infine a San
Francisco, nel tardo pomeriggio. Cena in ristorante locale.
8° giorno. Prima colazione in hotel. In mattinata, si parte per un
tour della città della durata di quattro ore circa, per scoprire i
principali punti di interesse. Dal Civic Center e dalla Opera House si
passa poi al Twin Peaks e all’iconico Golden Gate, fino a esplorare
il Fisherman’s Wharf, Chinatown e Union Square. Nel pomeriggio
la visita prosegue con l’ escursione in battello ad Alcatraz, il
famosissimo ex-penitenziario soprannominato The Rock, la fortezza.
L’audiotour è in italiano e comprende la visita delle celle. Dall’isola si
gode anche un panorama unico della città. Cena in ristorante.
9° giorno. Prima colazione in hotel. Mattinata a disposizione per
gli ultimi acquisti. Nel pomeriggio, trasferimento in aeroporto e
partenza con volo di linea per l’Italia. Pasti e pernottamento a bordo.
10° giorno. Arrivo a Londra e coincidenza per Milano Malpensa, con
atterraggio in serata.

99 DOVE
B
CROAZIA
XXXXXXXXXXXXXX
al mare si sogna sempre

un sogno
colorato di lu
di R iccaR do L ago R i o foto di M a R i n a S p i Ro n e t t i

100 DOVE
Cherso (Cres) è
XXXXXXXXXXX
una delle isole più
settentrionali del
golfo del Quarnaro.
Secondo Tripadvisor,
la Croazia si trova
in cima alla lista dei
Paesi con il maggior
indice di ricerche
e popolarità
nei primi quattro
mesi del 2019.

101 DOVE
CROAZIA

È fra le destinazioni
più ricercate per le
prossime vacanze.
Per la qualità del mare,
D al ponte di comando, il portolano indica lo stretto braccio di ma-
re che separa la terraferma e le isole del Quarnaro, a forma d’im-
buto. Di qua e di là, lo sguardo tocca insenature e baie, avvolto
da un mare turchese e golfi che profumano di pino marittimo,
ginestra e finocchio selvatico. Si scorgono di tanto in tanto, tra la vegetazio-
ne rigogliosa, le ville liberty e i loro facili approdi sulla scogliera. In Croazia,
la regione del Quarnaro è tra le mete più visitate dagli italiani: quasi 1,2 mi-
i paesaggi, i prezzi. lioni, lo scorso anno (dati dell’ente del turismo croato), attratti da un mare
Scoprite con noi incredibilmente trasparente e da un’accoglienza cordiale che, spesso, parla la
nostra lingua e che, già durante gli ultimi, lunghi, ponti di primavera, sempre
la grande bellezza più italiani hanno potuto apprezzare. Il Quarnaro sarà presto anche al centro
del Quarnaro d’Europa: il capoluogo Fiume (in croato Rijeka) è stato nominato capitale
europea della cultura 2020. “Merito della sua storia e dello strategico ruolo di
porto delle diversità”, sottolinea, con orgoglio, Vojko Obersnel, sindaco dal
2000, ai tavolini del cafè Filodramatica, sul Korzo, il passeggio della città.
La mattina, il mercato del centro è un tripudio di colori e fragranze di frutta,
verdura, spezie e unguenti; di scambi e commerci dove si mischiano Medi-
terraneo e Mitteleuropa, lingue e dialetti, prodotti della moda e memorabilia
dell’epoca socialista. Fiume è città di mare e per le spiagge non c’è che l’imba-
razzo della scelta. Il mare di Sablicevo, nella parte orientale, è una tavolozza
dalle infinite tonalità di azzurro e Cantrida, verso ovest, celebre per i fondali e
meta dei sub. Nella vicina baia di Preluca il vento spira già al mattino, per la
gioia dei surfisti, mentre il tramonto sulla costa e sulle isole si gode nel parco
della rocca di Tersatto, il belvedere di Fiume.

SPIAGGE DESERTE, BAIE E VILLAGGI ANTICHI


Il fascino della riviera si materializza nell’elegante città di Abbazia. La
passeggiata di 12 chilometri tra Volosca e Laurana lambisce il mare, attraver-
sa giardini curatissimi e permette di tuffarsi nelle acque trasparenti. Magari in
coppia, davanti alla statua della Ragazza con gabbiano, uno dei simboli della città,
come vuole la tradizione, per giurarsi amore eterno. Ci si perde nel reticolo di
vialetti di Villa Angiolina, il cuore della camminata, modellati intorno alle oltre
150 varietà di piante. La pausa si fa sulle panchine, all’ombra di rare sequoie,
ginkgo biloba e banani. Il pranzo è invece sotto il pergolato di Villa Ariston,
di fine Ottocento, direttamente sulla corniche, trasformata in piccolo albergo
di charme. “Con arredamento d’epoca e camere fronte mare che hanno con-
servato l’aspetto originario”, spiega Cyntia Vučaj, che gestisce la struttura. In
cucina, Miro Šobot cura i piatti del ristorante, tra i migliori della Croazia. “Il
mio segreto sono le cotture brevi per mantenere il più possibile inalterati i sa-
pori delle materie prime”, svela. Eleganza e convivialità sono, invece, il segreto
non dichiarato. Una delizia la capasanta grigliata e crema di asparagi selvatici di
Bersezio, servita con una polpetta di zucchine e formaggio di capra.
Da Zagorie (Brestova) a Faresina, su Cherso, la maggiore delle 1.246
isole croate, i traghetti estivi sono frequenti. Durante la traversata si dimentica-
no i colori verdi della terraferma, ai quali si sostituiscono il grigio e l’indaco della
terra brulla e dell’Adriatico profondo. Amata dai bagnanti, l’isola è afflitta dalla

A sinistra, Cherso, l’isola delle pietre e del silenzio. Una delle più importanti
ricchezze faunistiche, il grifone, vive qui. A destra, la spiaggia di Sablićevo, di ciottoli,
circondata da rocce e da un mare pulitissimo, è tra le più belle di Fiume.

102 DOVE
XXXXXXXXXXX

103 DOVE
CROAZIA

2 1 | Verbenico è canicola in estate e sferzata dalla bora in inverno, ma a ogni curva, o saliscendi,
uno dei villaggi più dei suoi tortuosi sentieri, Cherso offre squarci di mare e prospettive inattese.
antichi dell’isola
di Veglia (Krk). La ricompensa, alla fine della fatica, sono le sue spiagge appartate, bellissime e,
2 | Il raffinato spesso, deserte. Come quella di San Biagio, nella parte nordorientale, raggiun-
piatto di polpo gibile grazie a uno sterrato tra elicrisi e timo, muretti a secco e ulivi. O la baia di
della Konoba
Naba. 3 | Una
Mali Bok che si guadagna da Aquilonia (Orlec), nel centro dell’isola, con una
camera del mezz’ora di cammino. Poi ci si tuffa in onde spumeggianti, ci si distende al sole
Vinotel Gospoja, e, se la fortuna aiuta, si assiste al volteggio dei grifoni nel cielo.
a Verbenico,
a Veglia.
I sentieri che portano al villaggio di Lubenizze, appollaiato su uno
sperone roccioso a quasi 400 metri sul mare, regalano la sensazione di trovarsi
su una grande nave. La sera, quando anche le stelle si specchiano nell’Adriatico,
la Konoba Hibernicia è il luogo ideale per assaggiare l’agnello alla brace e l’olio
extravergine dop locale. La mattina, Cherso, con la Porta Marcella, ingresso al-
la cittadina, vegliata dal leone di San Marco, è tutta un viavai di persone arrivate
dai villaggi per fare gli acquisti. Chi è alla ricerca di un souvenir esclusivo bussa
al convento di San Francesco dove i frati preparano un tonificante liquore
al finocchietto. Nel museo trovano invece spazio preziose tele e incunaboli.
A pochi passi, Vesna Jakič ha fondato la cooperativa Udruga Ruta per uti-
lizzare la lana locale. “Cherso è sempre stata terra di pastorizia, ma la sua lana,

104 DOVE
1

Simbolo dell’apertura agli scambi fra Mediterraneo e


Mitteleuropa, Fiume sarà la capitale della cultura 2020
per decenni, veniva gettata. Così, per recuperarla, abbiamo aperto un labo- 3
ratorio e i macmalić, i folletti prodotti con il feltro, sono diventati simbolo
del nostro lavoro e della città. Oggi i turisti ci chiedono spesso lezioni per
imparare a lavorare la fibra.” Verso sud, alla ricerca di baie e calette sper-
dute, si punta al villaggio di Punta Croce per scoprire che la spiaggia di
Meli non ha nulla da invidiare ai lidi tropicali: l’azzurro intenso dell’acqua,
il silenzio, l’ambiente selvaggio... Al tramonto, quando si leva una legge-
ra brezza, le sfumature rosso fuoco aggiungono incanto alla suggestione.
L’ormeggio notturno per piccole imbarcazioni è nella vicina insenatura di
Porto Andrea (Pogana). Cherso è il naturale paravento di Lussino: le due
isole risultano separate da uno stretto canale di 11 metri scavato dai Romani
nel villaggio di Ossero che, in estate, si anima con concerti di musica clas-
sica tra le rovine dell’antica città e del monastero benedettino di San Pietro
(osorfestival.eu). Il ponte mobile tra le isole si alza due volte al giorno, alle 9
e alle 17, permettendo così il passaggio delle barche.

105 DOVE
1
CROAZIA

106 DOVE
2
XXXXXXXXXXX

L’ATLETA DI LUSSINO E I CALAMARI ALLA GRIGLIA


Lussino mette d’accordo tutti. Chi, in vacanza, cerca l’abbronzatura
perfetta, chi ama scoprire l’isola in moto, in bicicletta o a piedi, in silenzio,
passeggiando sotto le fronde dei lecci; e chi, invece, non sa fare a meno della
lunga movida notturna. Così come Cherso, anche Lussino ha la sua icona,
l’Apoxyómenos, l’atleta che si deterge con lo strigile, scultura in bronzo d’epoca
ellenistica ritrovata al largo dell’isola. Intorno alla statua, e alla sua presunta
origine, è stato costruito il museo che dà sul porticciolo di Lussinpiccolo.
Nella baia si specchiano le case colorate tra trinchetti, i velieri a più alberi, e
gabbiani. Per scoprire uno dei tesori marini di Lussino bisogna incamminarsi
verso Vinicovo, dagli arenili selvaggi e i ciottoli bianchi. Chi vuole allonta-
narsi dalla folla si dirige alla baia di Artatore, riparo sicuro per le imbarcazioni
durante i temporali estivi, mentre i fondali bassi consentono soltanto alle pic-
cole imbarcazioni di attraccare sullo scoglio delle monache. Il faro, disabi-
tato, è l’unica costruzione sull’isola. Da Punta Matrasca si approda invece, in
pochi minuti di navigazione, ad Asinello (Ilovik), un’isola fiorita che, dopo
un bagno nella baia Parsene, con acqua calda e cristallina, favorisce il riposo
tra palme e bouganville.
Con il traghetto di linea, o la propria barca, la mattina di buon’ora si
parte per Sansego. È un’isola che riserva molte sorprese, come i delfini, che
danno il benvenuto ai naviganti nel braccio di mare che la divide da Lussino.
Ma sorprendenti sono pure le spiagge di Bok e Spiaza, di fine sabbia gialla e
dai fondali bassi (a 200 metri dalla riva non ci si bagna mai oltre le ginocchia),
ideali per giocare a pizighin (picigin), lo sport locale che consiste nel colpire una

Sansego era il vigneto galleggiante del Quarnaro.


Oggi sull’isola il vino è rinato: profuma di cedro candito
pallina di gomma con le mani senza mai farla cadere in acqua. Sansego, un tem- 3
po, era ricoperta di vigneti e definita il “vigneto galleggiante”. È stato Francesco
Cosulich, imprenditore friulano, a riprendere la produzione del vino. “Il primo
impegno è stato quello di censire i vitigni autoctoni”, racconta. Nella piccola
cantina nel paese alto si può così assaggiare il vino bianco Sansego, profumato di
cedro candito. Il pranzo, invece, è alla Konoba Barbara dove si gustano i cala-
mari alla sansegota, alla griglia e preparati con un soffritto di aglio e prezzemolo
e una punta di pomodoro. Prima di tornare all’abbraccio del blu più intenso.

A PIEDI E IN BICICLETTA
Per Veglia (Krk, in croato), l’insula aurea degli antichi, grazie al clima
mite e la ricchezza delle bellezze naturali, l’imbarco è a Smergo, nel centro di
Lussino. Il modo migliore per conoscerla è a piedi, attraverso i sentieri che por-
tano dalle baie ai borghi minuscoli, dalle alture assolate alle fitte pinete. Qui
si rincorrono doline carsiche e vaste piane, coste alte frastagliate e roccia smi-
nuzzata che, lentamente, si fa spiaggia. Esistono 13 percorsi pedonali e ciclabili. 1-3 | La baia di Cikat, sull‘isola di Lussino, circondata
Uno dei più sorprendenti parte dalla baia di Climino, dove il ristorante Žal è da una bella pineta e con un mare dai colori caraibici.
noto per le generose portate di frutti di mare, e termina a Bescanuova. La baia 2 | L’Apoxyómenos, l’Atleta di Lussino, antica scultura greca
in bronzo rinvenuta nel 1996 da un turista belga durante
è la rappresentazione dei mari del sud, con acque tranquille e poco profonde un’immersione nel mare dell’isola. Il recupero fu possibile
dai colori sgargianti. Lungo il percorso ci si può fermare alla spiaggia di Meline solamente nel 1999.

107 DOVE
CROAZIA

La spiaggia con per provare le proprietà terapeutiche dei suoi fanghi neri, mentre, dopo una
breve deviazione da Rùdina, si trova la grotta Biserujka, dalla temperatura
i fanghi neri e costante di dieci gradi. Il suono dell’isola di Veglia è quello della melodia del-
la sopila, strumento ad ancia doppia simile all’oboe, o alla ciaramella, suonata
la grotta dove sempre in coppia e protagonista di un festival che si svolge a inizio luglio. A

riposare al fresco. Malinska il verde dei boschi si getta “a mare”. Vale la pena di intraprendere
la passeggiata lungo la costa fino alla candida baia di Čavlena per un bagno,
Veglia è una quasi sempre in solitaria, mentre nel villaggio di Punat si dorme in un albergo
progettato per trasmettere emozioni mediterranee: il nuovissimo Hotel Park
sorpresa continua Punat, quattro stelle in un parco naturale, con divertimenti per bambini e un
ristorante dal soffitto realizzato con materiali che ricordano le cime delle navi.

IL PROSCIUTTO DELLA BORA


A San Niccolò (Milohmići), nel querceto della chiesa dedicata a san
Crisogono, la vista si perde sulle isole dalmate. Puntando all’interno, si passa
da Monte di Veglia dove, da 140 anni, la famiglia di Vjekoslav Žužić produce
il prosciutto, di recente certificato igp. “La bora dei mesi autunnali e invernali
consente una stagionatura con la pelle senza la necessità di affumicarlo. Perciò
è unico. Va tagliato a coltello secondo tradizione, accompagnandolo a olive e
formaggio ovino”. Altra bella tappa è il borgo di Cosicchio, dove il sentiero
si affaccia sul mare tra gli uliveti. Verso Verbenico la campagna è tappezzata
di viti. La varietà è locale, la žlahtina, a bacca bianca. “Ideale con un piatto di
acciughe marinate”, giura Ivan Juranić dalla sua taverna a picco sul mare: la
Konoba Naba. Di sera, nei vicoli, la pietra bianca levigata dal tempo riluce
sotto le luci dei lampioni. Per un pieno di adrenalina, la zipline di Trescavac-
cio regala l’ebbrezza di scivolare, appesi a una fune, lungo le pendici della cima
Obzova (zipline-edison-krk.com). A Bescanuova si incrocia la Via del glago-
litico, l’arcaico alfabeto slavo. Tra oleandri, allori e rosmarino si visita la lapide
In alto, il belvedere tematico Providenca, a Lussino. Chiamato di Bescanuova, la più antica scritta esistente in glagolitico. Le lettere, in forma-
con il nome che gli antichi Greci diedero all’arcipelago
di Cherso e Lussino, il percorso didattico Apsyrtides svela to gigante, si ritrovano al porto: Saša Diminić le ha trasformate in basamento
l’anima dell’arcipelago. Sopra, il ristorante Corrado. delle panchine. Un saluto d’artista al mare del Quarnaro, vibrante di blu.

108 DOVE
PUBLIDOVE
BELLA LA FESTA
L’Impero della Chianina
A Olmo (Ar), dal 5 al 7 luglio
(stand Ramazzotti previsto il 6), la
Sagra della Bistecca alla brace
offre grigliate, tagliatelle al ragù e
passeggiate in nome dell’inimitabile
taglio di vitellone con l’osso orgoglio

Bella la vita, i sapori


di Valdichiana. Più informazioni
su sagradellabistecca.it.
LA DRITTA

e le idee
Nuovi sapori? Provate la Chianina
grigliata (dopo due ore passate
a respirare fuori dal frigo) con una
salsa di capperi, acciughe e olio
extravergine d’oliva. Possibilmente
del Mirtillo di Moncrivello (Vc), su un tagliere di legno.
con Ramazzotti ospite il 28. Figlio
del bosco, il mirtillo nasce oggi
nelle mirtillaie fuori dall’abitato.
Lo celebrano succhi, conserve,
caramelle, passeggiate, e un colorato
percorso in paese. Più informazioni su
FESTE sagramirtillomoncrivello.it. Il 21 luglio
D’ESTATE Amaro Ramazzotti sarà alla Festa
della Toma di Usseglio (To), festa dei
Dal mirtillo alla bistecca,
formaggi d’alpeggio, amici della
hanno colori forti le sagre
polenta, in programma dal 12 al 21.
Prosciutto prosciutto
dell’estate. Dall’Aretino Sarà il 14 luglio il Jambon Day
Più informazioni su sagradellatoma.it.
ai borghi valdostani, dai di Saint Rhemy en Bosses (Ao),
pascoli al bosco, sono i dove i buongustai avranno la
luoghi e i sapori di Bella la
GUIDA AL PIACERE PIENO possibilità di visitare lo stabilimento
Sono dieci gli eventi presentati nella
vita, “Guida del bel vivere” di produzione del celebre prosciutto
guida con idee e ricette sul tema Bella
con cui Amaro Ramazzotti valdostano e partecipare a
la vita. Dieci esperienze del piacere
rinnova l’omaggio al gusto degustazioni guidate di Jambon de
pieno dove il sapore diventa incontro
italiano, facendo tappa Bosses DOP accompagnato con i
e storia. Nello spirito dell’amaro
per un giorno in ognuna di esse. La migliori vini della valle. Per scoprire
nato nel 1815, da sempre simbolo
guida alle migliori sagre italiane si trova che il vero ingrediente segreto di
della bella vita all’italiana. Tutte le
negli stand Ramazzotti, dove si potrà questo salume, massaggiato a
informazioni al sito ramazzotti1815.com
anche partecipare a giochi con in palio lungo e insaporito a secco con sale
e sulla pagina Facebook e Instagram
le mignon dell’Amaro e provare Amaro marino, pepe macinato, spezie
di Ramazzotti @AmaroRamazzotti
Ramazzotti o l’ultimo nato della casa: e un miscuglio di erbe d’alpeggio,
Il Premio, blend di grappa di Nebbiolo è la pazienza. Più informazioni
invecchiata 36 mesi e di Ramazzotti, su lovevda.it.
acquistabile oggi nelle migliore
enoteche o online. LA DRITTA
L’abbinamento perfetto? Con
DOLCE O SALATO
ISTOCK

pane di segale, burro di montagna


Chiude giugno, dal 28 al 29, la Sagra e Valle D’Aosta fontina DOP.

Bevi responsabilmente
CROAZIA

Le nostre scelte
Per il viaggio raccontato in queste pagine sono necessari almeno 10 giorni. Il prezzo è di circa 900 €.

Come arrivare com/de/hotel/park-punat | Prezzi: doppia in pensione


In auto: per raggiungere il Quarnaro bisogna arrivare a completa da 183 a 281 €
Trieste e, da qui, proseguire per Rijeka (70 chilometri
circa, dogana Rupa o Pesek). Non serve il bollino 3 SISTERS’ HOMES
autostradale (da acquistare solo sulle autostrade Residenze di charme ricavate da tre casolari. I plus:
slovene), in quanto la strada che collega Trieste a Rijeka solitudine, vista mare, macchia mediterranea | Indirizzo:
è statale. Da Trieste all’isola di Veglia (Krk, collegata col Vidovići 9, San Martino in Valle, isola di Cherso | Cell.
ponte alla terraferma) ci vogliono due ore. Da qui, ci si 0043.676.55.685.27, 00385.98.25.70.38 | Web: sisters-
imbarca per l’isola di Cres (Merag): circa 25 minuti in homes.com | Prezzi: doppia da 175 a 490 €
traghetto, che trasporta anche le auto.
4 HOTEL TELEVRIN
Scegliere le camere vista mare. Buoni i piatti di pesce del
Dormire ristorante | Indirizzo: lungomare di Neresine 21, isola di
1 VINOTEL GOSPOJA Lussino | Tel. 00385.51.23.90.13 | Web: televrin.com
Ogni camera prende il nome da vitigni della Croazia. Prezzi: doppia b&b da 70 a 140 €
La Debit ha un terrazzino sulla baia di Supeć. Con area
benessere | Indirizzo: Frankopanska 1, Verbenico, isola 5 HOTEL AMBASADOR
di Veglia | Tel. 00385.51.66.93.50 | Web: gospoja.hr Solo la passeggiata tra Fiume e Abbazia lo separa dal
Prezzi: doppi b&b da 110 a 230 € mare. Al 5° e 6° piano camere ampie vista panoramica
Indirizzo: Feliksa Peršića 1, Abbazia | Tel.
2 HOTEL PARK PUNAT 00385.51.71.04.44 | Web: remisens.com | Prezzi:
La baia e la Nuovo quattro stelle per famiglie: piscina esterna con doppia b&b da 110 a 190 €
pineta di Cikat, scivoli, parco giochi al coperto (il Falky-Land), parco con
non lontano da cinema e palco teatrale (il Family-World), camere per 6 HOTEL JADRAN
Lussinpiccolo, ragazzi. Anche lezioni di immersione | Indirizzo: Obala Dalle camere fronte mare si scorgono le isole del
isola di Lussino. 102, Punat | Tel. 00385.51.655.800 | Web: falkensteiner. Quarnaro | Indirizzo: lungomare XIII Divisione 46,

110 DOVE
CROAZIA

15 RISTORANTE CORRADO
Belli gli interni in pietra bianca a secco; buona la zuppa di
calamaro di fondale con verza e vino bianco | Indirizzo:
San Martino 10, Lussinpiccolo, isola di Lussino | Tel.
00385.51.23.24.87 | Prezzo medio 30 €

16 LOCANDA MARINA
Pesce alla griglia o bollito | Indirizzo: Maresciallo Tito 38,
Lussingrande, isola di Lussino | Tel. 00385.51.23.61.78 |
Fiume | Tel. 00385.51.49.40.00 | Web: jadran-hoteli.hr Web: gostionica-marina.hr | Prezzo medio: 30 €
Prezzi: doppia b&b da 80 a 170 €
Comprare
7 HOTEL AMABILIS
Moderno, nel palazzetto in stile Liberty fatto costruire 17 UDRUGA RUTA
dall’attrice Helena Odilon. Le camere al secondo piano Abbigliamento e giochi in feltro. D’estate: laboratori di
hanno una vista spettacolare | Indirizzo: Emila Antića raccolta, lavorazione e tintura lana | Indirizzo: Drevenik
68, Selce | Tel. 00385.51.40.64.90 | Web: hotelamabilis. 29, Cherso | Tel. 00385.98.31.30.29 | Web: ruta-cres.hr
com | Prezzi: doppia b&b da 90 a 240 €
18 COOPERATIVA AGRICOLA DI CHERSO
Acquistare l’olio extravergine di oliva dop dell’isola
Mangiare Indirizzo: viale 20 aprile 62, Cherso
8 VILLA ARISTON Tel. 00385.51.57.12.57 | Web: pz-cres.hr
In un edificio liberty. Ordinare polpo cotto sottovuoto,
grigliato con caponata e crema di ceci. Camere eleganti al 19 BUTIGA SVI GUŠTI
piano superiore | Indirizzo: Maresciallo Tito 179, Acquisti di prodotti locali. Olio e vino, soprattutto
Abbazia | Tel. 00385.51.27.13.79 | Web: villa-ariston.hr Indirizzo: Lungomare di Neresine, isola di Lussino
Prezzo medio: 50 € Tel. 00385.98.21.05.57
In alto: Villa
Ariston, ad 20 KREDENCA
Abbazia, in stile 9 KONOBA HIBERNICIA
Il piatto forte: agnello sotto peka (campana che chiude la Buona scelta di prodotti locali, gastronomici e
liberty e con d’artigianato | Indirizzo: Maresciallo Tito 146, Abbazia
un ristorante pentola) al forno | Indirizzo: Lubenice 17, isola di
Cherso | Tel. 00385.51.52.50.40 | Prezzo medio: 28 € Tel. 00385.91.54.472.94 | Web: kredenca.com
eccellente.
Sopra: il nuovo
10 KONOBA NA KANTUNU 21 VINARIJA COSULICH
Hotel Parl Punat.
Nell’area del porto, il pesce si sceglie direttamente Si sale nel paese vecchio di Sansego, poco distante dalla
dall’espositore. Ottimo il filetto di nasello bollito all’olio chiesa, per visitare la piccola cantina e dare uno sguardo ai
extravergine di oliva | Indirizzo: Demetrova 2, Fiume vigneti | Indirizzo: Sansego | Tel. 00385.51.23.90.70
Tel. 00385.51.31.32.71 | Prezzo medio: 27 €
22 AZIENDA AGRICOLA MAGRIŽ
11 KONOBA ŽAL Da generazioni la famiglia Mrakovčić alleva pecore e
Ordinare crostacei alla griglia e crudità di frutti di mare produce formaggio. Si acquistano anche confetture di
Indirizzo: Klimno 44, isola di Veglia fichi | Indirizzo: via 17 aprile 13, Cornicchia, isola di
Tel. 00385.51.85.31.42 | Prezzo medio: 30 € Veglia | Tel. 00385.51.85.13.51 | Web: krcki-sir.com

12 RISTORANTE NADA 23 MALA GALERIJA BRUKETA


Per pranzo prenotare i šurlice (pasta fatta col ferretto) con Bottega artigiana che realizza i simboli in ceramica di
scampi | Indirizzo: Glavača 22, Verbenico, isola di Fiume, i moretti | Indirizzo: Užarska 25, Fiume
Veglia | Tel. 00385.51.85.70.65 | Prezzo medio: 30 € Tel. 00385.51.33.54.03 | Web: mala-galerija.hr

13 KONOBA ŽUŽIĆ CLUB tel. 02.89.73.07.95


Qui si viene per il prosciutto crudo di Veglia igp, tagliato a
coltello, accompagnato da olive verdi e pecorino di Pago Con DoveClub, a luglio, otto giorni (sette notti)
| Indirizzo: Bok od Brozića 40, Monte di Veglia, isola di sull’isola di Veglia con volo Milano/Pola, auto a
WALTER LUTTENBERGER PHOTOGRAPHY

Veglia | Tel. 00385.51.68.60.98 | Web: kuca-krckog- noleggio, alloggio all’hotel Malin, 4 stelle a un passo
prsuta.com | Prezzo medio: 20 € dal mare con ristorante tradizionale, partono da 765 €
a persona in doppia b&b. Plus DoveClub: per chi
14 KONOBA BARBARA prenota volo + hotel + auto, l’assicurazione medico/
Ordinare i calamari alla sansegota e l’agnello arrosto bagaglio/annullamento è offerta.
Indirizzo: Susak 603, isola di Sansego | Tel.
00385.51.23.91.28 | Web: konoba.barbara-susak.org Fotografa il QR e scarica sul tuo
Prezzo medio: 22 € smartphone queste informazioni utili

112 DOVE
“Il viaggio è solo l’inizio
di un discorso profondo„ w Alberto Casiraghy

200
PAGINE

✹ Aforismi di ALBERTO CASIRAGHY


✹ Illustrazioni di ALBERTO REBORI

IL TACCUINO DI VIAGGIO
Dove ti propone un indispensabile diario per annotare le tue esperienze di viaggio, un
prezioso quaderno di bordo dove poter raccogliere anche foto, indirizzi e biglietti. Rileggerlo
significherà poter rivivere le emozioni che hanno reso i luoghi visitati un viaggio indimenticabile.

IN EDICOLA CON DAL 19 LUGLIO


LAGO DI COMO
XXXXXXXXXXXXXX lo sport rende felici

114 DOVE
S EGUI
XXXXXXXXXXX
Si sfreccia con la
tavola davanti al
borgo di Blevio. Il
lago di Como è la
meta ideale per
praticare sport
acquatici, come il
wakeboard, nato
dalla fusione tra sci
nautico e
snowboard.

LA SCIA
di A r i A n n A A ugusto n i foto di A n n A l i sA M A r c hio nnA

115 DOVE
LAGO DI COMO

Cercate un luogo divertente,


dove fare sport, passare
le serate ai festival,
assaggiare specialità
L a tavola su cui sfrecciano i giovani acrobati taglia le onde. Trainati
da un motoscafo, scivolano sull’acqua, aggrappati al piccolo trape-
zio che permette loro di darsi la spinta e volteggiare in aria. Il sole è
a picco, il vento è garbato. Un salto, poi una rotazione, poi un altro
salto ancora, fino alla prossima peripezia. Lo spettacolo del wakeboard è una
magia che tiene gli occhi incollati sulle acrobazie.

di chef talentuosi? E magari EVOLUZIONI (E RIVOLUZIONI) SULL’ACQUA


Sono scene quotidiane sul lago di Como, a meno di un’ora d’auto
ritrovarvi anche sul set da Milano. Nella splendida baia che caratterizza il borgo di Blevio, e fino a
di un film? Ecco, il lago Torno, surfisti e appassionati di tavola si contendono le onde; nella parte
più settentrionale, tra Musso e Sorico, dove le correnti soffiano con mag-
di Como è la meta giore impeto, ci si diverte con il kitesurf: un volo sull’acqua sollevati da un
aquilone che volteggia e si libera in movimenti sinuosi. “Adrenalina pura,
perfetta per l’estate 2019. emozioni e sensazioni che solo volando si possono provare”, commenta
Altro che malinconia.... Wolfango Masocco, 56 anni, architetto con la passione per il kitesurf, che
detiene il record di salto (15,6 metri) sul lago di Como, conquistato lo scorso
12 maggio a Mandello. “Noi siamo dei privilegiati, perché su questo bacino,
tra Mandello, Dervio e Valmadrera, abbiamo il “vento dei lombardi”, una
combinazione di fattori che si trova solo dall’alba fino alle nove del mattino.

116 DOVE
XXXXXXXXXXX
2

1 | A passeggio
a Bellagio: qui è
stato ambientato
l’ultimo thriller di
Jeffery Deaver.
2 | Il lido di
Villa d’Este, a
Cernobbio.
3| Villa
Roccabruna,
a Blevio, ex
dimora della
cantante lirica
Giuditta Pasta,
oggi fa parte del
resort Mandarin
Oriental, Lago di
Como.

117 DOVE
LAGO DI COMO 1

In quel frangente, con le luci del giorno ancora nascoste dietro le montagne,
si scende in acqua. Inizia il sogno: ti cali lentamente con la tavola e, quando
il vento soffia e magari raggiunge i 40 nodi, trovi davvero lo sprint e la forza
per spiccare il volo. Fare capriole, toccare il cielo con le mani, vedere per
un attimo com’è il mondo da lassù e poi planare con dolcezza sulle onde.
E, ancora, sfiorare il lago a grande velocità, appesi a uno strano incrocio tra
aquilone e paracadute, con i piedi legati a una tavola. Queste sono le emo-
zioni impagabili del kitesurf”.

LE RAGIONI DEL SUCCESSO


È proprio il caso di dirlo: soffia un vento nuovo sul lago. Non solo
per gli amanti dello sport e delle attività all’aperto. Dalla cucina all’ospita-
lità, dalla musica all’arte, il Lario è una calamita di tendenze. Che richiama
sempre più vacanzieri. Lo confermano i dati elaborati dall’Osservatorio re-
gionale del turismo e dell’attrattività di Regione Lombardia, secondo cui
le presenze turistiche in provincia di Como nel 2018 hanno raggiunto i 3,5
milioni (il 7,2 per cento in più rispetto al 2017), con una permanenza media
di 2,6 giorni. Oltre il 70 per cento sono stranieri. Per Andrea Camesasca,
vicepresidente degli albergatori di Confcommercio, “dai borghi rurali ai pa-
esi che si affacciano sull’acqua, dalle montagne alle ville e ai giardini storici, i
nostri territori offrono servizi e strutture di primo livello”.
Con l’indice di gradimento sale anche il mercato immobiliare. Se-
condo uno studio pubblicato in primavera dalla società Engel & Völkers,
i valori sono cresciuti di circa il 20 per cento negli ultimi dieci anni e le
aree più richieste sono da Cernobbio a Menaggio. In queste due località,
nel 2018, i prezzi degli immobili di pregio, in buone posizioni, sono oscil-
lati da tre a sette milioni, mentre per gli appartamenti di proprietà le quo-
tazioni andavano da quattromila a 5.500 euro al metro quadrato. Per fare
fronte alla richiesta, ai primi di giugno è sbarcata a Como anche Italianway
(italianway.house), una startup digitale che punta ad attrarre, nel prossimo
quinquennio, 50 mila nuovi viaggiatori affluent, ovvero con capacità di spe-
sa medioalta, mettendo a disposizione immobili inutilizzati. L’obiettivo?

In riva al lago è approdata una generazione di chef


giovani e creativi con proposte innovative e raffinate
2
Soprattutto nordeuropei, americani e inglesi. Non sarà un’impresa partico-
larmente complicata. Anche perché il lago è costantemente sotto i riflettori.
Dallo scorso 14 giugno, sulla piattaforma Netflix è disponibile il film Mur-
der Mystery, girato la scorsa estate tra il capoluogo e le rive lariane. Protagoni-
sti, Jennifer Aniston e Adam Sandler. Uno spot notevole per l’intera zona,
anche grazie alle inquadrature che mostrano inseguimenti spettacolari sulla
strada statale Regina, tra Moltrasio, Carate, Laglio ed Argegno: in quest’ul-
timo paese ricordano ancora l’incidente (vero) di una Ferrari durante le ri-
prese, nell’agosto 2018.
Dal cinema alla letteratura: l’americano Jeffery Deaver, uno dei
massimi autori di thriller, ha ambientato in riva al lago uno dei due racconti
di Promesse, appena tradotto in Italia (Solferino, 12 €): il criminologo Lin-
coln Rhyme e la poliziotta Amelia Sachs, dopo un fidanzamento narrativo
ultraventennale, iniziato con Il collezionista di ossa (1997) si uniscono in nozze

118 DOVE
XXXXXXXXXXX
3

1-2 | Andrea Dotti, chef di Momi, ristorante vicino all’imbarcadero di Blevio. Tra le specialità, l’insalatina con puntarelle, polenta e crema di missoltino.
3 | In barca tra Cadenabbia e Bellagio. In lontananza, sul promontorio, Villa del Balbianello. 4 | Il salotto vista lago dalla villa Il Rudere, a Faggeto Lario.

119 DOVE
LAGO DI COMO 1

120 DOVE
XXXXXXXXXXX
2

civili a Bellagio, “probabilmente la migliore località europea in cui sposarsi”,


e danno un ricevimento a base di “pesce di lago e tóch... una polenta incre-
dibilmente ricca”.
L’attenzione per il lago non è solo il frutto di una fortunata congiun-
zione astrale. “È un processo lungo, ma non è il caso di attribuirlo, come si
fa spesso, a George Clooney”, spiega Aldo Pagano, palermitano, che vive a
Como dal 1997. Per Pagano, autore di thriller (per Piemme ha appena pub-
blicato Motivi di famiglia), “quando il divo ha scoperto Laglio, all’inizio del
Duemila, la rinascita era già avviata. Il vero spartiacque è stato la crisi dram-
matica dell’industria tessile, con migliaia di posti di lavoro bruciati dalla
concorrenza sottocosto dei cinesi. Da quel momento si è presa coscienza
che il lago di Como doveva puntare sul suo immenso patrimonio imma-
teriale, la grande bellezza paesaggistica, e che bisognava aprirsi al turismo”.

HOTEL E RISTORANTI: LE NOVITÀ


Di lavoro in questi anni ne è stato fatto e i risultati stanno arrivando,
soprattutto nel settore dell’ospitalità e dell’alta ristorazione. I gruppi inter-
nazionali vedono, nel lago lariano, l’area ideale nella quale investire e svilup-
pare nuovi business redditizi. E così l’offerta è sempre più varia, con picchi
di elevatissima qualità. A Como, l’Hilton Lake Como si affaccia sulla fa-
mosa passeggiata che conduce a Villa Olmo e vanta una splendida struttura
panoramica, la Terrazza 241, dove prendere l’aperitivo e cenare ai tavoli a

Attività sull’acqua, camminate e bici sui sentieri,


giardini o ville storiche: ecco una vacanza su misura
bordo piscina; a Blevio la scorsa primavera è stato inaugurato il Mandarin 3
Oriental, Lago di Como: 21 camere, 52 suite e due ville private in un giar-
dino botanico che ospita 54 specie di piante e fiori, fra cui rododendri, ca-
melie, azalee e oleandri. La paesaggista Patrizia Pozzi si è ispirata ai giardini
delle più celebri dimore lacustri, fra cui le ville Carlotta, Melzi, del Balbia-
nello. Oltre a un bar-bistrot e a un ristorante gourmet panoramici, ha una
Spa con piscina galleggiante esterna che offre trattamenti olistici. Il resort
è all’avanguardia anche per compatibilità ambientale: consumi ridotti di
acqua ed energia e, soprattutto, eliminazione totale della plastica, sostituita
da materiali alternativi. Le cannucce del bar, per esempio, sono fatte con la
pasta, anche senza glutine per gli intolleranti. In tema di ecosostenibilità,
sempre a Blevio, Wakeboard lake Como è il primo centro sportivo plastic
free del lago di Como. La domenica mattina, oltre al lunedì e al giovedì al
tramonto, propone sessioni di pratiche di meditazione: si può partecipare
GETTY IMAGES, TOMMY PICONE

a un camp di yoga o a una lezione di pilates su una piattaforma a picco sul


lago. Dopo la meditazione, un tuffo nel lago oppure un “Sup-aperitivo” pa- 1 | Si pratica windsurf sul lago di Como.
gaiando sulla tavola da surf. Un modo originale per godersi uno degli scorci 2 | La piscina dei fiori del Grand Hotel Tremezzo, a
più affascinanti del Lario. Tremezzina, a pochi metri da Villa Carlotta e dal suo
famoso giardino botanico. 3 | Una delle sei suite di Villa
Negli ultimi anni il lago è diventato anche la fucina di chef talen- Sola Cabiati, a Tremezzina, di proprietà del Grand Hotel
tuosi, da Raffaele Lenzi, che gestisce Berton al Lago, all’interno de Il Sere- Tremezzo.

121 DOVE
LAGO DI COMO

Il ristorante dell’hotel Belvedere, ad Argegno.

FESTE E FESTIVAL no Hotel di Torno, a Davide Carachini, una stella Michelin, che nel suo
ristorante Materia, a Cernobbio (ristorantemateria.it), propone delicati
equilibri fra acido e amaro e fa ampio uso di piante, bacche, erbe aromati-
Il lago di Como si anima con eventi per tutta l’estate. È in pieno
svolgimento Parolario, festival della letteratura, fino al 29 che e radici, attraverso processi di fermentazioni, estrazioni e distillazioni.
giugno a Como, Cernobbio e Brunate: in calendario di un All’inizio di giugno, a Tremezzina, sulla sponda occidentale, il Grand Ho-
centinaio di incontri con romanzieri, filosofi e poeti. Si discute tel Tremezzo, 110 anni di attività, ha inaugurato La Terrazza Gualtiero
di curiosità, per interrogarsi sul senso della bellezza che ci Marchesi: è l’unico ristorante al mondo legato all’intramontabile lezione
circonda. Previsti anche cinema serale, teatro, lezioni di yoga
(parolario.it). Per gli appassionati di musica classica, il Festival del maestro della cucina italiana, scomparso alla fine del 2017, con una carta
di Bellagio e del lago di Como propone, dal 21 giugno alla fine di interamente composta dai suoi piatti iconici, come il risotto oro e zafferano
settembre, 25 concerti gratuiti di orchestre internazionali, in e il raviolo aperto.
diverse località: oltre a Bellagio, Mandello, Blevio, Menaggio
(bellagiofestival.com). Al LacMus Festival, dal 26 giugno al 7
luglio, a Tremezzina (foto piccola), la novità è un concerto ALLA SCOPERTA DEI BORGHI
straordinario dei fiati di Les Vents Français sull’isola Comacina, Chi viene al lago di Como lo fa anche per ammirare e godere un
il 29 giugno (lacmusfestival.com/it). Dal 6 al 20 luglio, il Festival tesoro fatto di costruzioni rurali, borghi, ville, giardini. Uno dei percorsi
Internazionale Musica sull’Acqua propone concerti in mete di più emozionanti è la Greenway, sulla sponda occidentale: dieci chilometri
fascino, fra cui l’abbazia di Piona, a Colico e la chiesa di S. Maria
del Tiglio, a Gravedona (festivalmusicasull’acqua.org). A
attraverso i borghi di Colonno, Sala Comacina, Ossuccio, Lenno, Mezze-
Pognana Lario, Villa Lario ospita, dall’11 al 14 luglio, Little France gra, Tremezzo e Griante, in parte sull’antica Via Regina, che risale all’epoca
on the Lake: musica, cibo e feste per celebrare la Rivoluzione romana. Può essere percorsa a piedi, anche in più tappe (il sito ufficiale, gre-
francese (villalario.com). La storica Villa Erba, a Cernobbio, e il enwaylagodicomo.com, ne suggerisce sette), o in mountain bike. Gli escur-
suo parco faranno invece da cornice a due eventi: Lake Como
Film Nights, dal 26 al 28 luglio, una no-stop di film d’autore,
sionisti possono dedicarsi pure alla Via dei Monti lariani, un trekking di
lungometraggi e realtà virtuale (lakecomofilmfestival.com), 125 chilometri che da Cernobbio arriva a Sorico attraverso le valli d’Intelvi,
e Orticolario, dal 4 al 6 ottobre: la manifestazione dedicata al Menaggio, Albano. Ci si muove in gran parte su mulattiere e sentieri, fra i
giardinaggio quest’anno è dedicato al Viaggio ealle 600 e i 1.200 metri d’altezza, con soste in alpeggi e rifugi. Gli appassionati
fantastiche storie di esploratori, naturalisti, botanici e di mountain bike da Cernobbio possono risalire per la Val di Muggio, in
avventurieri (orticolario.it). Alessia Merati
territorio svizzero, con vista sul monte Generoso, e dopo una serie di sa-
liscendi arrivare alla vetta del monte Bisbino (1.325 m). Con la bici si può
raggiungere anche Brunate (con la funicolare dal centro di Como) e da lì
percorrere la dorsale del triangolo lariano fino a Bellagio. È indubbiamente
uno dei giri più belli delle Prealpi.
Anche fuori stagione il Lario merita di essere visitato. Per Moritz
Mantero, imprenditore dell’industria della seta e ideatore di Orticolario
(vedere il riquadro a sinistra), “le stagioni che vengono definite morte al
contrario sono vive, con le combinazioni di colori e la suggestione. Penso
anche alle giornate di fine estate: con i primi temporali, la luce penetra dalle
DANIELE MARUCCI

nuvole, l’aria è più fresca e tutto appare più limpido”. Il lago fuori stagione:
l’ultimo pregiudizio (anche turistico) da abbattere. Forse la rivoluzione è
più vicina di quanto si pensi.

122 DOVE
PUBLIDOVE
1

ESTATE SUL MONTE BIANCO

Avventure a Courmayeur
2 3 4 1. Con la
mountain bike
lungo i tracciati
della
Val Ferret.
2. Volo in
parapendio.
3. I laghetti
glaciali della Val
Veny. 4. Trekking
in Val Ferret.
Sullo sfondo, il
massiccio de
Le Grandes
Jorasses.

E
mozioni all’aria aperta, natura spettacolare, Elena, Bonatti e Bertone e si affaccia sui ghiacciai delle
avventure per gli sportivi. Se il turismo outdoor è Grandes Jorasses. In Val Vény, invece, si può arrivare al
una delle tendenze più marcate dell’estate 2019, rifugio Elisabetta, con una vista strepitosa sull’intera conca
Courmayeur si rivela la meta perfetta per una vacanza in del Combal, oppure si può pedalare fino al rifugio Monte
montagna. Bianco e continuare verso il rifugio Maison Vieille, da dove
Al cospetto del Monte Bianco trova occasione di svago si gode un panorama davvero incantevole sul Monte
e divertimento sia chi ama passeggiare nei boschi, sia chi Bianco.
cerca esperienze adrenaliniche. Questo infatti è il posto Intorno al massiccio del Bianco si sviluppano anche
ideale per praticare sport a tutti i livelli. suggestivi trekking. I più allenati possono cimentarsi
Courmayeur sta diventando, per esempio, una delle con il leggendario Tour du Mont Blanc, che si sviluppa
Dan Milner 2017, Massimiliano Sticca

mete più ambite dagli amanti della bicicletta: lo scorso 25 per 170 chilometri attraverso i territori italiano, svizzero
maggio è stata protagonista dell’arrivo della 14ma tappa e francese ed è percorribile in dieci giorni. Gli amanti
del Giro d’Italia, da Saint Vincent a Courmayeur Skyway delle cammminate slow possono regalarsi, in Val Vény,
Monte Bianco, la funivia high-tech dotata di cabine escursioni alla spettacolare morena del ghiacciaio del
circolari e trasparenti che regalano una vista a 360 gradi Miage, con i suoi laghetti glaciali, e passeggiate nel bosco
sul paesaggio. del Peuterey e al rifugio Elisabetta, mentre in Val Ferret si
Le valli laterali di Courmayeur, la Val Ferret e la Val possono fare passeggiate da Planpincieux a Lavachey e
Vény, offrono numerose occasioni per chi predilige la il trekking ai rifugi Bertone e Elena, per gustare un’ottima
mountain bike. Un ottimo itinerario, alla portata anche di polenta circondati dalla catena del massiccio del Monte
escursionisti medi, è quello che in Val Ferret tocca i rifugi Bianco. Il giusto premio dopo una bella camminata.

INFO: www.courmayeurmontblanc.it/
LAGO DI COMO

Le nostre scelte
Per il viaggio raccontato in queste pagine sono necessari tre giorni. Il costo è di circa 400 € a persona

Dormire di pesce di lago con crema di piselli, mentuccia e


bottarga, crépinette di noce di vitello con la salsa di
1 HOTEL ORSO BRUNO morchelle | Indirizzo: frazione Girola 2, Blevio
Nove camere con vista impagabile. La colazione, con Cell. 334.12.02.327 | Web: ristorantemomi.it | Prezzo
ricco buffet e torte artigianali, è servita in terrazza medio: 25 €, menu degustazione (sei portate) 40 €
Indirizzo: via Regina Vecchia 45, Carate Urio
Tel. 031.40.01.36 | Web: hotelorsobruno.com 5 ITTITURISMO DA ABATE
Prezzi: doppia b&b da 120 a 280 € Classica osteria di lago. Da provare i cartocci: lavarello
con pepe rosa e timo, o quello con i pomodorini e le
2 VILLA BELVEDERE RELAIS olive taggiasche. Sfiziose le laganelle al limone con
In una dimora dell’800, 20 camere quasi tutte vista lago. bottarga. Prenotare con anticipo | Indirizzo: frazione
Giardino con accesso al bagnasciuga, solarium con vasca Villa 4, Lezzeno | Tel. 031.91.49.86 | Web:
idromassaggio | Indirizzo: via Milano 1, Argegno ittiturismodabate.it | Prezzo medio: 35 €
Tel. 031.82.11.16 | Web: villabelvedererelais.it
Prezzi: doppia b&b da 105 a 340 € 6 LA FAGURIDA
Ricavato in un’antica costruzione in sasso: cucina di lago
3 IL RUDERE - THE WRITER’S NEST con pesce e carni cucinate con diversi intingoli. Un
Ex rifugio dei cavatori di pietra, oggi dimora di charme esempio: il brasato al vino rosso, o la polenta uncia,
raggiungibile solo in barca. La camera Bilancia si affaccia condita con formaggio e burro | Indirizzo: via Rogaro
sul lago, la Lanterna domina il bosco | Indirizzo: via alle 17, Tremezzina | Tel. 0344.40.676 | Web: lafagurida.it
rive 21/A, Faggeto Lario | Tel. 031.54.78.073 Prezzo medio: 55 €
Il Circolo vela Web: writersnestcomo.com | Prezzi: per sei persone, da
di Cernobbio 500 a 800 € (minimo due notti) 7 TRATTORIA DEL PORTO
(circolovela Piccola trattoria: ambiente semplice e terrazza. Il
cernobbio.it) menu è fisso: paté e trancio di lavarello, polenta e
propone corsi Mangiare missoltino. Riso e filetti di pesce persico al burro e
anche per 4 RISTORANTE MOMI salvia e formaggio nostrano. Provare la miascia
bambini. Per una cena romantica in terrazza. Le specialità: ravioli lariana, dolce tipico | Indirizzo: via del Pontile 26,

124 DOVE
1

2
Nesso, frazione di Careno | Tel. 031.91.01.95
Fb: Trattoria del Porto - Careno | Prezzo medio: 38 €

8 RISTORANTE HOSTARIA
Sei tavoli e una cucina internazionale riassumono lo stile
del locale, che ha un nuovo proprietario, Maurizio
Gerosa. Con veranda | Indirizzo: via Garibaldi 3,
Cernobbio | Tel. 031.24.97.513 | Fb: Hostaria Prezzo
medio: 50 €
3 4
9 LA TERRAZZA GUALTIERO MARCHESI
Romantico ristorante del Grand Hotel Tremezzo. È
l’unico al mondo a proporre i piatti iconici del Maestro.
Per eventi ancora più esclusivi, si prenota Villa Sola
Cabiati, a cinque minuti d’auto | Indirizzo: via Regina
8, Tremezzina | Tel. 0344 42491 | Web:
grandhoteltremezzo.com | Prezzo medio: 120 €

10 IL SERENO LAGO DI COMO


Aperitivo nel boutique hotel sulla riva orientale del lago.
Il bar manager e mixologist Marco Gheza è un
alchimista dei drink. Un’idea? Il Silk, preparato con pera,
sciroppo al miele, lime e curcuma | Indirizzo: via Visitare 1-2| Al ristorante
il Lido di Sala
Torrazza 10, Torno | Tel. 031.54.77.800 | Web: NAVIGAZIONE LAGHI
Comacina,
serenohotels.com | Prezzo medio: 15 € A luglio e agosto, il sabato sera, le rive del lago si assaggia il
(Cadenabbia, Bellagio, Varenna) sono collegate con una risotto con il
11 SPAZIO ANAGRAMMA navetta che fa servizio continuo fino a mezzanotte. La pesce persico.
Un caffetteria-bistrot didattico sociale dove gustare un domenica è possibile prenotare la crociera sul lago a 3| Lo Spazio
gelato o un caffè. Offre un’opportunità di lavoro e di bordo del Concordia, uno dei battelli storici della flotta Anagramma, a
integrazione a ragazzi disabili e disadattati Web: navigazionelaghi.it Cernobbio: dà
Indirizzo: via Regina 7, Cernobbio | Tel. lavoro a disabili
031.44.46.483 | Web: puntocometa.org WAKEBOARD LAKE COMO e disadattati.
Il regno delle discipline d’acqua. Wakeboard, wakesurf e 4| Il negozio MB
12 LIDO DI SALA COMACINA sci nautico. La domenica mattina anche sessioni di yoga. Home&Jewerly,
Posizione spettacolare, tavoli a bordo lago e vista Possibilità di prenotare pacchetti per più giorni a Cernobbio.
sull’Isola Comacina. In cucina un giovane chef Indirizzo: frazione Girola, Blevio
propone un menu di gusto classico ma con un tocco Tel. 031.54.76.483 | Web: wakeboardlakecomo.it
innovativo | Indirizzo: via dei pini 2, Sala Comacina
Tel. 0344.56.465 | Web: lidodisalacomacina.it TAXIBOAT CERNOBBIO
Prezzo medio: 40 € Per vivere una giornata al lago, ma sul lago si noleggia un
piccolo motoscafo della flotta, da pilotare anche senza
13 L’ARIA patente nautica. Le imabrcazioni sono per 6/7 persone
Nuovo ristorante del Mandarin Oriental, Lago di Indirizzo: piazza Risorgimento, Cernobbio | Cell.
Como. Si cena all’interno di Villa Roccabruna, in una 329.21.96.837 | Web: taxiboatcernobbio.it | Prezzi: da
sala con vista panoramica. Lo chef Vincenzo Guarino 60 € per un’ora, fino a 370 € per un’intera giornata, oltre
propone una cucina mediterranea con ingredienti di al costo della benzina
stagione, come gli Spaghetti “Ajo e Ojo” e agone affumicato
Indirizzo: via Caronti 69, Blevio | Tel. 031.32.511 CANTIERI NAUTICI A. MOSTES
Web: mandarinoriental.it | Prezzo medio: 90 €, Servizio noleggio con o senza patente nautica
menu degustazione 90, 100, 120 € Indirizzo: via Calvasino 24/27, Lezzeno| Tel.
031.91.46.21 | Web: cantierimostes.it | Prezzi: da
100 € per due ore (minimo), fino a 300 € per un’intera
Comprare giornata (9-18.30), oltre al costo della benzina
14 MB HOME&JEWERLY
Pochi metri quadrati di creatività. Gioielli artigianali e ENTE TURISMO LAGO DI COMO
abiti da abbinare agli accessori più stravaganti Web: lakecomo.is
Indirizzo: via Regina 69, Cernobbio| Tel. 031.34.04.79
UFFICIO TURISMO TREMEZZINA
15 LABORATORIO FANTONI Web: mytremezzina.com
I missoltini, famosi agoni essicati al sole, presìdio Slow
Food. Da comprare e cucinare a casa per un pranzo
laghée | Indirizzo: viale Domenico Vitali 24, Bellagio
Tel. 031.22.48.628 | Fb: Laboratorio Fantoni Fotografa il QR e scarica sul tuo
smartphone queste informazioni utili

125 DOVE
1

IN ABRUZZO

Il santo e il lupo
Il 28 e 29 agosto la festa della Perdonanza, tra le vie dell'Aquila, è l'invito a un viaggio
nella storia nel cuore dell'Appennino abruzzese. Tra borghi gioiello, pesce di lago
e la memoria di Celestino V, santo eremita e papa. Che qui trovò bellezza e pace

Q
uando, il 5 luglio del 1294, gli venne annunciata 2 3
l’elezione al soglio pontificio, Pietro Angelerio, fu-
turo Celestino V, si trovava nell’eremo di Sant’O-
nofrio al Morrone, tra i monti di Sulmona. Prima, fin dal
1241, Fra’ Pietro aveva trovato rifugio in una grotta poco
lontano. Il santo eremita, che rimase papa poco più di
tre mesi e morì in prigione amava il silenzio. E la pace che
da sempre si ritrova in queste antiche terre abruzzesi in
provincia dell’Aquila, dominate da aspri dirupi e boschi
di faggi, sapori forti e fiumi cristallini. E dove capita anco-
ra oggi, oltre la curva del sentiero, di avvistare i camosci
o un’orma furtiva di lupo.
Nel nome di uno suoi cittadini più illustri da oltre 720 anni,
il 28 e il 29 agosto, nel capoluogo aquilano si rinnova il 1. Il Lago di San Domenico, presso
rito solenne della Perdonanza, indulgenza plenaria per- Villalago (Aq). 2. Pasta cacio, pepe
e tartufo abruzzese, tipica
petua che Celestino V concesse a tutti i fedeli la sera della zona di Pescocostanzo (Aq).
stessa della sua incoronazione. Un gran gesto: prima, l’in- 3. La volta della chiesa di San
Bernardino, all’Aquila. 4. Un momento
dulgenza era per lo più appannaggio dei ricchi, che la della Festa della Perdonanza,
ricevevano in cambio di sostanziose elemosine. Da quel ogni fine agosto all’Aquila.
5. Non è difficile incontrare il lupo
giorno, invece, il Perdono sarebbe stato rinnovato an- nell’Oasi di Civitella Alfedena.
nualmente. E sarebbe stato concesso anche agli ultimi 6. Il centro storico di Scanno (Aq).
7. Sui sentieri del Parco Nazionale
tra i poveri e i diseredati. Da allora, ogni anno, centinaia d’Abruzzo, Lazio e Molise.
4

PUBLIDOVE
5 6 7

di migliaia di visitatori arrivano ogni fine agosto in città per L’ALBA DELLA STORIA ABRUZZESE
quello che è stato a lungo, a tutti gli effetti, il primo Giubi- Poco più a ovest, ai piedi del Monte Velino, sempre in
leo della storia. La cerimonia si tiene nella Basilica di Santa provincia dell’Aquila, il viaggio nella storia prosegue tra
Maria di Collemaggio. E ancora oggi la Festa della Per- le rovine di Alba Fucens, la città romana fondata nel 303
donanza accende tutta l’Aquila, con un fiorire di feste di avanti Cristo che per secoli ha dominato i monti della
piazza e mostre di pittura, concerti classici o con ospiti del Marsica e le loro strade. Un gioiello archeologico, tutto
calibro di Riccardo Cocciante o Francesco De Gregori, le raccolto intorno all’imponente anfiteatro d’età imperia-
star dell’ultima edizione. le ancora oggi utilizzato per concerti e spettacoli grazie
Ma la memoria del santo e della sua epoca, l’Abruzzo de- all’ottima acustica. Il sito è sempre aperto. Chiunque può
gli antichi eremiti, si possono evocare oggi anche a piedi, visitarlo, da solo e gratuitamente o insieme a una guida.
con il Cammino Celestiniano, trekking tra grandi paesaggi A sud di Alba Fucens sono stati da poco ristrutturati i Cuni-
solitari tutto all’interno del Parco nazionale della Majella coli di Claudio. Voluti dall’imperatore Claudio, eretti tra il
ANDREA DEOTTO, GETTY IMAGES, CUBO IMAGES

(per tutte le informazioni: parcomajella.it). Qui si contano 41 e il 52 dopo Cristo, sono le gallerie che servirono a pro-
ancora oggi le tracce di circa cinquanta eremi. Ognuno sciugare il lago Fucino, per proteggere dalle inondazioni
con la sua storia. Il cammino, detto anche Sentiero dello i paesi delle sue rive e ricavare nuove terre fertili e col-
Spirito, si estende per 73 chilometri, ed è uno dei più sugge- tivabili dai terreni così emersi. Un miracolo, ancora oggi
stivi di tutta l’area protetta. Parte da Badia, frazione di Sul- impressionante, di capacità idraulica romana.
mona, e si conclude a Badia di San Liberatore a Majella,
davanti all’omonima, bianca chiesa consacrata nel 1071. TRA I VICOLI DEI BORGHI
Il Sentiero può essere percorso anche a singole tappe, visi- Fiorirono invece tra il Quattrocento e il Settecento Pesco-
tando con brevi escursioni giornaliere anche solamente gli costanzo e Scanno: sono piccoli centri di origine medieva-
eremi più belli. un itinerario a spasso tra le diverse epoche. le, rinomati per l’artigianato, oggi nella lista dei Borghi più
XXXXXXXXXXX

belli d’Italia, sorti quando un gran numero di maestranze BALLANDO COI LUPI
lombarde migrarono in questa zona portando con sé Da lontano, sembra quasi di vedere qualcosa muoversi
l‘arte della lavorazione dell’oro, del ferro battuto e dei tra gli arbusti. Avvicinandosi, si riconosce chiaramente la
merletti. Nel labirinto delle loro strette viuzze ci si perde sagoma: un lupo, anzi, una dozzina. Non c’è da preoc-
passando da una bottega all’altra, lasciandosi stupi- cuparsi però, in questa zona gli animali sono liberi, ma
re dalla maestria degli orafi e dei fabbri. Non bisogna racchiusi in un’area protetta: la zona faunistica di Civi-
lasciarsi ingannare dalle dimensioni ridotte di alcuni di tella Alfedena. E il lupo è solo uno dei tanti incontri che è
questi laboratori: molti sono la testimonianza più impor- possibile fare nel Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Mo-
tante oggi rimasta di una tradizione secolare, tramanda- lise (parcoabruzzo.it). In questi circa 50.000 ettari di terri-
ta di generazione in generazione. Da qui, bastano pochi torio libero, lungo i numerosi sentieri e tracciati percorribili
passi per ritrovare, appena fuori dal paese, il verde e la a piedi, in bici o a cavallo, si avvistano infatti anche il
natura. Tutto intorno a Pescocostanzo si allarga il Bosco Camoscio D’Abruzzo, o il raro Orso Bruno Marsicano.
di Sant’Antonio, un’enorme area verde disseminata di al- E altre meraviglie ancora ci attendono nel Parco Nazio-
beri di dimensioni monumentali a forma di candelabro: nale del Gran Sasso e dei Monti della Laga (gransasso-
sono il frutto della “capitozzatura”, tecnica di potatura lagapark.it), che non solo vanta una flora e una fauna
che sfronda le piante senza però privare il bestiame o le spettacolari, ma anche “il fiume più bello d’Italia”, il Tiri-
ANDREA DEOTTO, GETTY IMAGES

persone d’ombra e riparo dal sole e dalla pioggia. no, così definito per le acque cristalline, la vegetazione
Scanno, incastonato nella Valle del Sagittario, è circon- rigogliosa e la popolazione di folaghe e altri uccelli pa-
dato invece da un grande anfiteatro roccioso, costituito lustri. La maggior parte delle escursioni lungofiume parte
dal Monte Argatone, da La Terratta e dal Monte Godi. dalla località San Martino, nel comune di Capestrano,
Ai loro piedi, il Lago di San Domenico è uno specchio piccola, sorprendente capitale aquilana della cucina di
d’acqua di color smeraldo dove è bello rilassarsi d’esta- pesce, nota anche per i gamberi di fiume.
te, nella pace. Ed ecco il re del parco, il Gran Sasso, che con i 2.912

128 DOVE
1 3
XXXXXXXXXXX

PUBLIDOVE
1. Il Corno Grande del Gran Sasso, con i suoi 2.912 metri
è la cima più alta degli Appennini. 2. Una stazione
della vecchia funivia del Gran Sasso. 3. In canoa sul fiume Tirino
che, con le sue acque cristalline, è la maggior attrazione
del Parco Nazionale del Gran Sasso e dei Monti della Laga.
4. L’Anfiteatro d’epoca imperiale della città romana
di Alba Fucens, antica capitale dei Monti della Marsica, ancora
oggi utilizzato per eventi e concerti.grazie all’ottima acustica.

2
metri del Corno Grande, è il massiccio montuoso più alto
degli Appennini continentali. Qui, risalendo i suoi sentieri
fino a 1.500 metri d’altitudine, si incontra l’Altopiano di
Campo Imperatore, conosciuto anche come “il Picco-
lo Tibet” d’Abruzzo. L’area, sparsa di valloni e antiche
rocche fortificate, si estende per oltre 25 chilometri, ed è
sicuramente uno dei luoghi più suggestivi della regione,
usato da svariati registi per ricreare atmosfere medievali,
d’inverno come d’estate. Tutto intorno, lo chiudono al-
cune tra le cime più alte e vertiginose dell’Appennino,
con il Gran Sasso, che domina l’altopiano dall’alto con
le sue quattro vette. Le possibilità, quassù, sono infinite.
Le montagne si possono scoprire a piedi, in bici, a ca-
vallo e con gli sci nella stagione invernale. Da accaniti
montanari o fermandosi a ogni suggestione. Sulle tracce
dei santi e dei lupi.
Informazioni: abruzzoturismo.it

Realizzato in collaborazione con

129 DOVE
VARSAVIA
XXXXXXXXX
il futuro abita qui

130 DOVE
MARE PUGLIA

MONUMENTI
di
GLORIA
di S t e f a n o t e Si foto di M a S S iM o D a ll 'a rg ine

Svetta sul nuovo


centro direzionale
e ridisegna lo
skyline della città
Złota 44, la vela di
GETTY IMAGES

192 metri in vetro


e acciaio firmata da
Daniel Libeskind.
VARSAVIA

Fra architetture
avveniristiche e fabbriche
dismesse, la capitale
polacca insegue
A guardarla un po’ distrattamente, Varsavia pare una città grande e
florida, pulita, ordinata, ben calata nel ruolo di simbolo del riscat-
to postcomunista. È la capitale dell’unico Paese europeo che non è
andato in recessione durante la crisi mondiale del 2008. Un mira-
colo targato Ue, a dispetto dell’euroscetticismo professato dai polacchi. Perché,
con cento miliardi di euro stanziati per la Polonia nel piano quinquennale
2015-2020, questa è la nazione che si è aggiudicata la fetta maggiore dei fondi
sogni di grandezza. strutturali per la coesione degli stati, assegnati in base a parametri socio-eco-
Con l’aiuto della tanto nomico precisi e alla capacità dei governi di trasformare i denari in risorse per
il Paese. E con un Pil che galoppa al tasso del tre-quattro per cento all’anno, la
deprecata Europa. Polonia sembra affrontare il futuro con tranquillità.
E qualche dimenticanza A testimoniarlo è anche il NewDealdella capitale: dalle recenti architet-
ture avveniristiche (come lo Złota 44, la vela residenziale disegnata da Daniel
Libenskind, e la nascente Varso Tower di Norman Foster), al benessere palpa-
bile che si respira per le vie del centro, con lo spirito allegramente consumista
2 diffuso a piene mani dalle griffe internazionali, ormai padrone delle vetrine.

EX FABBRICHE E NUOVO DESIGN


Se gli emblemi del comunismo, a cominciare dai 285 metri dell’impo-
nente Palazzo della Cultura e della Scienza, che svetta sulla città (costruito
nel 1955 in puro stile stalinista, da 3.500 operai russi venuti apposta da Mosca),
raccontano del passato, le 14 free tax zone sparse nel Paese, capitale compresa, at-
tirano i nuovi investimenti. Un’energia fresca che si coglie tra ristoranti e locali
aperti 24 ore al giorno, spazi per fare e ascoltare musica che si moltiplicano.La
ripresa tanto deve anche alla politica di supporto alle iniziative under 35 che ha
fatto da propulsore alla riconversione degli ex edifici industriali, dove si allinea-
no ritrovi e gallerie informali, studi di creativi e designer.
È il caso del quartiere Praga, rarefatto e un po’ polveroso, a tratti fati-

132 DOVE
3

1 | Gli arredi
contemporanei
del ristorante
Kieliszki na
Próznej, nel centro
di Varsavia.
2 | L’anatra in
salsa del Rozbrat
20, indirizzo di
cucina creativa.
3 | I murales di
Plac Europejski
tra le nuove
architetture.

DOV E 133
VARSAVIA

scente, non piace ai rampolli del nuovo capitalismo polacco, amanti di vetro e
UN FIUME DI EURO acciaio. Vista con occhi italiani, la contrada ha invece un indiscutibile fascino.
PER RIPARTIRE Fino a pochi anni fa zona popolare di fabbriche dismesse al di là della Vistola,
sul lato opposto rispetto al centro città, ora è il cuore effervescente della ca-
pitale: tra case e palazzi vuoti nascono rock band che provano fino a sera in
Uscita nel 1989 da quasi mezzo secolo di socialismo reale,
la Polonia, dopo un decennio di transizione verso l’economia spettacoli improvvissati, locali e birrerie dove tutta Varsavia prima o poi passa.
di mercato, è entrata nella Nato nel 1999 e nell’Ue nel 2004. Perché, spiega Rafal Dominik, artista di 34 anni, “questa è una città mista. Qui
Con il nuovo millennio, le privatizzazioni e l’enorme flusso di convivono persone di origine ed estrazione diversa, ma tutte frequentano i me-
aiuti Ue (dal 2007 si susseguono al ritmo di oltre 100 miliardi desimi posti: neoyuppies e bohémien, artisti e finanzieri. Però in orari diversi”.
di euro a quinquennio), hanno dato nuovo impulso al Paese
al sesto posto tra le economie europee e il solo a non aver Sopra una porta in ferro aperta in un muro scrostato all’11 di Listo-
risentito della crisi mondiale del 2008. Oggi la crescita pada 22 Strasse, s’illumina l’insegna Hostel Fabryka. L’interno, nuovo, lu-
prosegue, ma in un clima di tensioni legate all’ascesa politica minoso e con arredi leggeri dal design anni Cinquanta e parquet in rovere,
dei partiti conservatori (PO, Piattaforma civica) e è tra gli indirizzi più prenotati dagli under 40: la doppia con bagno en suite
nazionalisti (PiS, Diritto e Giustizia), fautori di una linea
euroscettica (la Polonia non ha adottato l’euro) e
costa 43 euro, nella camera da 12 si dorme con 9. Basta attraversare l’Aleja
anticomunista. Nel 2015, il PiS di Jaroslaw Kaczynski (gemello Solidarnosci, l’arteria che percorre la città da est a ovest, per visitare il Bazar
di Lech; perse la vita nel 2010 in un incidente aereo in Rózyckiego, un grande mercato dell’usato, in passato teatro d’affari, intri-
Russia) vince le elezioni ed esprime il capo del governo, ora ghi, cospirazioni, commerci leciti e illeciti. L’aria che si respira è pigra, quasi
guidato da Mateusz Jakub Morawiecki. Sono sue le recenti
decisioni restrittive su temi quali aborto, apologia del
umbratile. Tra gli androni un po’ bui dei palazzi e i graffiti stratificati affiora
comunismo e immigrazione che pongono la Polonia, con altri la storia delle tante stagioni della città, dall’insurrezione antinazista a quella
Paesi ex comunisti, al centro del dibattito politico nell’Ue. antirussa, dal mercato nero dell’era socialista alla clandestinità di Solidar-
nosc. Una storia che emerge bene al Neon Museum, singolare esposizione
di insegne luminose dell’era socialista raccolte e restaurate dalla fotografa
Ilona Karwinska e dal graphic designer David Hill. Si visita alla SoHo Fac-
Il centro di Varsavia al tramonto si specchia nella tory - sempre in zona Praga - insieme di edifici industriali dove un tempo si
Vistola, il fiume più lungo della Polonia. A lato, il
ristorante Rozbrat 20: cucina polacca rivisitata, con producevano biciclette, che oggi, recuperati, ospitano gallerie d’arte e risto-
ISTOCK

ingredienti di stagione, in un ambiente raffinato. ranti, come il Warszawa Wschodnia dello chef Mateusz Gessler, che pro-

134 DOVE
3

DOV E 135
136 DOVE
VARSAVIA

Nelle vie del centro pone ricette polacche rivisitate e piatti francesi, in due grandi sale, entrambe
con mattoni rossi e cucina a vista.
il benessere GIOIELLI D’AMBRA E PIÈCE IRRIVERENTI
è palpabile. Tra griffe Accanto alla riva della Vistola corre per chilometri la ciclabile pre-

internazionali ed diletta da turisti e residenti. La si può seguire per tornare in centro e visitare
il Museo di Palazzo Reale con la sala dei panorami di Varsavia dipinti da
edifici storici convertiti Bernardo Bellotto, vedutista veneto nipote del Canaletto che qui divenne
famoso con il soprannome dello zio. Le sue opere riproducono la città con
in hotel a cinque stelle una precisione tale che furono prese a modello per la ricostruzione di vie e
palazzi nel dopoguerra. Sempre nel centro (ricostruito), lungo ulica Piwna
sfilano le boutique con il meglio dei gioielli e degli oggetti in ambra, la resina
color miele che racchiude secoli di storia. Le vetrine di World of Amber, la
boutique della gioielleria Schubert, la espone trasformata in collane, bracciali
e parure, ma anche grezza, da collezione.
A Varsavia l’esperienza da fare all’ora di pranzo è entrare in un mlecz
bar (o milk bar), ossia una delle mense low cost, vere e proprie istituzioni nel
Paese, che nel dopoguerra e nell’epoca socialista assicuravano a tutti un pasto
caldo, per lo più a base di latte e formaggi. Oggi si rinnovano ma sono sempre
i prediletti da giovani e studenti perché mantengono prezzi bassi e qualità
del cibo alta. È quasi un emblema della città la torta di wafer ricoperta al
cioccolato, specialità della storica cioccolateria Wedel che, dal 1851, la sforna
A lato, lo shopping center Zlote Tarasy
insieme a praline e cioccolata in ogni forma. Si trova proprio dietro il Palaz-
REINHARD SCHMID / SIME

(terrazze d’oro), al centro di Varsavia. zo della Cultura e della Scienza, il quale, al piano terra, ospita quattro sale
Sotto la galleria di vetro e acciaio teatrali. Nel foyer del Teatro Studio, il Bar Studio è un bistrot con musica e
filtrano i profili dei nuovi grattacieli cabaret. Chiuso negli anni Novanta per le performance ritenute troppo irri-
e sfilano le vetrine dei più
diffusi brand internazionali. In alto, verenti, ora è tornato a graffiare: anche senza conoscere la lingua vale la pena
l’hotel H15, nell’ex ambasciata sovietica. di assistere a una rappresentazione (sono gratuite) per respirare l’ultima aria

DOV E 137
1 1 | Il Warsaw Spire
VARSAVIA Complex è il nuovo
cuore commerciale
di Varsavia. La torre
vetrata di 220 metri
e i due corpi laterali più
bassi ospitano uffici
e negozi. 2 | Il Polin
Museum, dedicato agli
ebrei polacchi e alla loro
cultura. 3 | Il castello
nella città vecchia.

Il vetro e l’acciaio di cultura mitteleuropea. Oppure sedersi in terrazza per gustare una birra e un
concerto, jazz o rock; ce ne sono sempre in programma. Di giorno, volendo, si
delle architetture sale al 30° piano del palazzo e si gode lo skyline. A due isolati, sulla Ponanska,
al 15, si può dormire nell’ex sede dell’ambasciata sovietica: oggi è H15, un bou-
di Libeskind tique hotel dagli ambienti minimali e camere con arredi anni Settanta firmati

e Foster riflettono dalla designer Mariola Tomczak.

il verde dei parchi LE MAPPE NASCOSTE DI JAN ZACHWATOWICZ


Più a nord, nei weekend d’estate, il quartiere di Zoliborz riscopre le
antiche vocazioni rurali con il Targ Sniadaniowy, il mercato della colazione,
con musica, birra e prodotti di fattoria. Varsavia ha l’animo verde: vanta 76
parchi per un totale di 715 ettari. Si potrebbe visitare tutta la città passando da
ALAMY / IPA

un parco all’altro. I primi, creati nel XVIII secolo, furono i giardini sassoni,
con fontane e statue barocche. Oggi sono un patrimonio storico della capitale,

138 DOVE
2

come l’enorme parco Łazienki (76 ettari), disegnato nel ‘700 dall’italiano Do- 3
menico Merlini attorno alla residenza estiva dell’ultimo re, Stanisław August
Poniatowski. Nel parco, da maggio a ottobre, si svolge il Festival di Chopin,
con concerti dei più grandi musicisti del mondo. Tra le storie meno note, c’è
quella di Jan Zachwatowicz (1900-1983), l’architetto che, durante l’occupazio-
ne (1939-1945), mise in salvo progetti, mappe e misure dei più importanti siti
di Varsavia e che, durante il regime comunista, gestì i lavori di ricostruzione
in modo tale che il più possibile fosse mantenuto o rifatto, camuffando mo-
numenti sbriciolati, edifici scomparsi destinati altrimenti a soccombere sotto
nuove architetture razionaliste. Se la città che vediamo oggi esiste, è in buona
misura merito di Zachwatowicz. Eppure, non risulta che ci siano nemmeno
un busto o una lapide a lui dedicati. La “nuova” città vecchia è risorta anche
grazie alle sue idee patriottiche. “Una nazione e i suoi monumenti culturali
- sosteneva - sono una sola entità”. Peccato, oggi, non rendergli omaggio.

DOV E 139
VARSAVIA

Le nostre scelte
Per il viaggio raccontato in queste pagine sono necessari almeno tre giorni.
Il costo è di circa 500 € a persona, voli esclusi.

Tel. 0048.22.55.38.700 | Web: h15boutiqueapartments.


Come arrivare com | Prezzi: doppia da 125 a 185 €
In aereo: da Roma e Milano volano su Varsavia sia le
compagnie low cost (con bagaglio in cabina), sia 3 HOSTEL FABRYKA
tradizionali. Ryanair (ryanair.com) effettua voli diretti a/r In una fabbrica prebellica nel cuore del vivace quartiere
a partire da 60 €, Wizzair (wizzair.com) a partire da 130 Praga. Luminoso, con arredi dal design anni Cinquanta e
€. Tra le seconde, raggiungono Varsavia Lufthansa parquet in rovere. Si trova nel centro della movida serale
(lufthansa.com), da Roma con scalo a Francoforte da 220 Indirizzo: 11, Listopada Strasse | Tel. 0048.60.42.70.010
€; la polacca Lot (lot.com) da Milano da 250 €. Web: hostelfabryka.pl | Prezzi: doppia 43 €

Dormire Mangiare
1 HOTEL RIALTO 4 KIELISZKI NA PRÓŽNEJ
Elegante e sofisticato albergo tutto in stile Art Déco, le Enoteca con cucina. Ideale per gustare eccellenti vini
camere sono arredate con pezzi originali degli anni Venti. polacchi | Indirizzo: Prózna 12 | Tel. 0048.50.17.64.674
Indirizzo: Wilcza 7 | Tel. 0048.22.58.48.700 | Web: Web: kieliszkinaproznej.pl | Prezzo medio: 35 €
rialto.pl |Prezzi: doppia b&b da 125 a 250 €
Il ponte 5 BRASSERIE WARSZAWSKA
Swietokrzyski, 2 H15A Elegante e tradizionale, cucina polacca con tocchi
sulla Vistola, con Hotel di design nell’edificio che ospitò prima l’ambasciata internazionali. Cantina ricca con sommelier competenti
due ciclabili e due sovietica e poi il comando tedesco. Nella lobby c’è il Indirizzo: ul. Górnoslaska 24 | Tel. 0048.22.62.89.423
corsie per auto. calciobalilla per gli ospiti | Indirizzo: ul. Poznanska 15 Web: brasseriewarszawska.pl | Prezzo medio: 45 €

140 DOVE
6 WARSZAWA WSCHODNIA
In un’ex fabbrica, propone cucina polacca rivisitata e
piatti francesi | Indirizzo: ul. Minska 25, Soho Factory,
quartiere Praga | Tel. 0048.22.87.02.918 | Web: gessler.
sohofactory.pl | Prezzo medio: 40 €

7 SENSES
Le tecniche sperimentali che l’italiano Andrea Camastra
applica alla cucina polacca. Ristorante ultra premiato e
lussuoso | Indirizzo: ul. Bielanska 12 | Tel.
0784.56.713 | Tel. 0048.22.33.19.697 | Web:
sensesrestaurant.pl | Prezzo medio: 110 €
In alto, la sala
8 ROZBRAT 20 della Brasserie
Cucina polacca creativa in un’atmosfera informale Warszawska:
Indirizzo: ul. Rozbrat 20 | Tel. 0048.22.41.66.266 propone
Web: rozbrat20.com.pl | Prezzo medio: 55 € un’ottima
cucina polacca
9 PRASOWY con elementi
Un milk bar rinnovato. Cucina di buona qualità internazionali
a prezzi quasi “socialisti” | Indirizzo: ul. e una ricca carta
dei vini.
Marszalkowska 10 | Tel. 0048.22.62.84.427
A sinistra, uova
Web: prasowy.pl | Prezzo medio: 10 € e funghi freschi
su pane tostato
10 BAR STUDIO all’enoteca
Nel Palazzo della cultura. Propone piatti unici; è anche Kieliszki.
teatro con attori e musucisti emergenti. Spazio
sontuoso, con marmi e colonne, sempre gremito
15 NEON MUSEUM
Indirizzo: plac Defilad 1, nel foyer del Teatro Studio
im. St. I. Witkiewicza | Tel. 0048.60.33.00.835 Sfilata delle insegne luminose dell’era socialista
Fb: barstudio.warszawa| Prezzo medio: 8 € Indirizzo: ulica Minska 25, Budynek 55, Soho Factory,
quartiere Praga | Tel. 0048.51.66.08.881
Web: neonmuzeum.org
Comprare
16 THE WARSAW RISING MUSEUM
11 WORLD OF AMBER
Pietre e gioielli in ambra, nel cuore della città vecchia Il Museo dell’Insurrezione dedicato alla rivolta del
Indirizzo: ulica Piwna 12/14 | Tel. 0048.22.63.52.938 1944 con foto, video e documenti esposti in un
Web: worldofamber.pl percorso ben organizzato. Già il sito è un piccolo
capolavoro | Indirizzo: ulica Grzybowska 79
12 WEDEL
Tel. 0048.51.66.08.881 | Web: 1944.pl
Si gustano le torte di wafer al cioccolato, ottime praline
e cioccolata in tazza | Indirizzo: ulica Szpitalna 8 Per saperne di più
Tel. 0048.22.82.72.916 | Web: wedelpijalnie.pl
POLONIA TRAVEL
L’Ufficio Turistico Polacco in Italia | Indirizzo: via G. B.
Visitare Martini 6, Roma | Tel. 06.48.27.060 |Web: polonia.
13 PALAZZO REALE
travel/it
Si ammirano le vedute di Varsavia dipinte da Bernardo
Bellotto, artista italiano conosciuto anche col nome di
Canaletto, divenuto pittore di corte nel 1768 per volere CLUB
del re Stanislao Augusto Poniatowski | Indirizzo: plac tel. 02.89.73.07.95
Zamek Królewski | Tel. 0048.22.24.51.239 Con DoveClub, a luglio 3 giorni/2 notti all’Hotel Indigo
Web: zamek-krolewski.pl/en Warsaw Nowy Swiat, 4 stelle nel cuore di Varsavia. Volo
da Milano e 2 notti in doppia, a da 270 € a persona.
14 POLIN Plus DoveClub: per chi prenota volo + hotel,
Il museo dedicato agli ebrei di Polonia, disegnato l’assicurazione medico/bagaglio/annullamento è offerta.
dall’architetto finlandese Rainer Mahlamaki
Indirizzo: 6 Mordechaja Anielewicza Strasse
Fotografa il QR e scarica sul tuo
Tel. 0048.22.47.10.301 | Web: polin.pl/en/ smartphone queste informazioni utili
ISTOCK

DOV E 141
1
IL GELATO ARTIGIANALE
XXXXXXXXXXXXXX il cibo è cultura

CHE GUSTO
PRENDIAMO? di M a r i a ros a ria B runo

NICOLA UGHI
2 3

142 DOVE
4
XXXXXXXXXXX

1 | Il gelato di design di Glacé - Sweet Concept store, a Milano. 2 | Il mascarpone con fichi di Carmignano di Fiordipanna, ad Arese (Mi). 3 | La Gelateria De’ Coltelli, a Lucca.
4 | Maurizio Poloni (a destra), con lo staff di Artico, a Milano. 5 | Il gelatiere Stefano Soban. 6 | Un cono di frutta mista da Otaleg, a Roma.

5 6

143 DOVE
IL GELATO ARTIGIANALE

Crema o sorbetto.
Tradizionale
o innovativo.
Cono o coppetta.
L a sua consistenza cremosa e avvolgente ha il potere di incantare
chiunque. Eppure nasce da una semplice miscela a base di latte,
uova e zucchero. Il gelato artigianale è una magia. È il ricordo
dell’infanzia, ma anche il primo amore dell’estate, la merenda
meritata, il dolce epilogo di una cena. Un piacere e un’abitudine per il
94,2 per cento degli italiani, che coinvolge 39mila attività e centomila ad-
detti, per un volume di affari pari a 3,5 miliardi di euro, stando ai dati del
L’importante rapporto 2019 di Fipe, Federazione italiana pubblici esercizi. Gran parte
è che sia buono, del successo si deve al gusto e alla bontà delle materie prime. Perché il
gelato è anche e soprattutto espressione del territorio, di qualità e speri-
fatto con ingredienti mentazione. Di tradizione e genuinità.
Come si riconosce un buon prodotto artigianale? Dal sapore e dalla
genuini. Dal struttura, che deve essere morbida e cremosa, vellutata e fondente, ma an-
Piemonte alla Sicilia, che dalla capacità di emozionare, dal racconto e dalla passione di chi lo fa. Il
settore sta infatti rinascendo grazie ai gelatieri che creano ricette personali e
ecco i nostri preferiti. declinazioni innovative, proprio come gli chef. Dove è andato alla ricerca degli
Buon assaggio! artigiani del gusto che stanno cambiando il mondo del gelato e che puntano
all’eccellenza con dedizione, studio e nuove sperimentazioni.

L’ALBERO DEI GELATI, SEREGNO (MB)


Un buon gelato artigianale può anche essere etico. Lo dimostrano i
fratelli brianzoli Fabio e Monia Solighetto, assieme ad Alessandro Trezza,
marito di Monia, con L’albero dei Gelati: tre punti vendita nella Brianza
lombarda - a Seregno, Cogliate e Monza -, uno a New York e un altro in
apertura questo luglio a San Paolo, in Brasile. “Abbiamo tolto dalle ricette tut-
ti gli ingredienti non naturali, dai grassi vegetali idrogenati ai coloranti”. Un
approccio ecologico a 360 gradi: latte biologico dalla Valtellina, solo frutta di
stagione italiana, acqua proveniente da un sistema a circuito chiuso per evita-
re gli sprechi, energia elettrica da fonti rinnovabili, confezioni biodegradabili e
arredi con legno certificato Fsc, da foreste a gestione responsabile. Misure che
sono valse alla gelateria il Premio speciale sostenibilità della guida Gelaterie d’Italia
2019 del Gambero Rosso. “Le varietà esotiche - mango, frutto della passione
1 e avocado - vengono dalla Sicilia. Le fragole? Abbiamo più di 15mila pianti-
ne sparse in Brianza. Siamo partner dei contadini, il che significa conoscere
il modo in cui vengono coltivate e garantire ai fornitori una sicurezza”. Il ri-
spetto della natura e dei suoi tempi, per la realizzazione di quello che amano
definire “gelato contadino”, si traduce anche nella scelta di antiche cultivar lo-
cali, come la mela Florina della Valtellina. Oltre ai 24 gusti da banco, va citata
la nuova linea di gelati in vaschetta, Anno dopo anno, il cui filo conduttore è
l’attesa. Ecco allora il mascarpone, con whisky Samaroli invecchiato 17 anni e
cioccolato di Flavio Corallo, la crème brulée con Marsala De Bartoli del 1950,
la ciliegia con rum Agricole di Capovilla riposato sette anni.

GELATERIA MARCHETTI, TORINO


“Buono, pulito e giusto”. Per il suo gelato, Alberto Marchetti ha
adottato il motto di Slow Food. All’attivo ha 80 riconoscimenti, tra cui il tito-
lo di “maestro del gusto della città di Torino”, tre punti vendita all’ombra della
Mole, l’ultimo all’interno del nuovo Mercato Centrale di Porta Palazzo, un
negozio ad Alassio, uno a Milano e uno appena inaugurato ad Alba. Al fuo-

144 DOVE
2 3
XXXXXXXXXXX

1 -3 | Marco e Matteo
Pastorino, nella gelateria
di Calice Ligure. Loro il
gelato alla castagna di
Calizzano e Murialdo.
2 | Una delle creazioni
di Golosi di Natura, a
4
Gazzo Padovano: zucca,
gorgonzola e rosmarino.
4 | Alberto Marchetti,
pluripremiato gelatiere
di Torino.

145 DOVE
1
XXXXXXXXXXXXXX

riclasse piemontese la Fondazione Slow Food affida regolarmente la curatela


della gelateria dei presìdi, al Salone del Gusto e a Cheese. “Persone, posti e prodot-
ti. È quello che cerco di raccontare con il mio gelato. Dietro ogni gusto ci sono
una storia, un territorio, un piccolo produttore”, spiega Marchetti. Che non
rinuncia a mantecatori verticali vecchio stile. “Mi ricordano l’infanzia, quan-
do nel laboratorio di mio padre, a Nichelino, mangiavo il gelato direttamente
dalla macchina”, racconta. Oggi il maestro cerca di trasmettere le stesse emo-
zioni durante le “esperienze gelato”, laboratori di circa un’ora, durante i quali
prepara in diretta creme e sorbetti, illustrandone le caratteristiche a gruppi
di otto persone. Un viaggio nel gusto dei territori. Assaporando la pesca di
Volpedo o la nocciola Piemonte igp, il palato fa un giro nell’Alessandrino e
accarezza il sapore delle Langhe. Con l’amaretto di Mombaruzzo, assaggia un
classico della pasticceria astigiana. Per finire, meliga e lime: una rivisitazione
del biscotto piemontese di mais, presidio Slow Food.

GELATERIA SOBAN, VALENZA (AL)


La storia dei fratelli Andrea, Stefano e Chiara Soban, divisi tra il Pie-
monte e il Nordest, corre parallelamente a quella del gelato artigianale. Una sa-
ga familiare cominciata con papà Paolo, di Monfalcone, e mamma Gianpiera,
della bellunese Val di Zoldo, nota come la “valle dei gelatieri”, da cui partirono
migliaia di artigiani alla fine dell’Ottocento, per esportare l’arte del gelato nelle
città austroungariche. I due si conobbero nel 1970 in Germania, poi decisero
di aprire un’attività in Italia. Nel 1977 la scelta cadde su Valenza, in Piemonte,
dove presero in gestione una gelateria attiva dal 1924. Oltre allo storico punto
vendita, che oggi vede impegnato alla regia il fratello maggiore, Andrea, ne so-
no nati altri due ad Alessandria (nel 2006 e nel 2013), gestiti da Stefano. Poi, una
gelateria a Trieste, il regno di Chiara, inaugurata due anni fa, e dal 2018 lo spazio

Nuovi gusti e abbinamenti azzardati. In questo


settore la sperimentazione non conosce sosta
2 1-2 | Stefano all’interno di Eataly, a Milano. Tanti luoghi, ma una sola filosofia. “Usiamo solo
Guizzetti della prodotti del territorio: latte, uova fresche e frutta di stagione. Il nostro gelato
gelateria Ciacco,
con punti vendita nasce dal continuo aggiornamento, ma anche dall’eredità dei saperi familiari”.
a Milano e Parma. Così, a Trieste si respira aria di frontiera con gusti quali profumi del Carso, fiordi-
Tra le creazioni, i latte con erba Luisa lasciata in infusione, miele del Monte Hermada e mirtilli
gusti cheesecake
e pistacchio.
rossi essiccati, e gibanica, ispirato all’omonimo dolce sloveno, con ricotta, miele,
3 | Il cremino pasta fillo, semi di papavero e noci. Nelle boutique piemontesi si prova oro di
alla nocciola Valenza, con amaretti margherita di Valenza, scaglie d’oro alimentare e mascar-
della Cremeria
Capolinea, a
pone, grazie al quale Andrea si è aggiudicato, nel 2010, il secondo posto allo
Reggio Emilia. Sherbeth Festival, rassegna internazionale del gelato artigianale, in Sicilia.

GELATERIA BRUNELLI, SENIGALLIA (AN)


“Un giorno ho abbandonato la musica e mi sono dedicato anima e
corpo al gelato”. Così racconta Paolo Brunelli, dell’omonima gelateria di
WWW.ALBERTOFELTRIN.COM

Senigallia, inaugurata nel 2015. Musicista, sommelier e artigiano, Brunelli


impara le ricette dallo zio e dalla nonna, negli spazi di Al Belvedere, attività
di famiglia fondata nel 1934 e tuttora esistente. “Il classico albergo di paese con
bar, dove si fa tutto, compreso il gelato”, commenta. La svolta avviene nella
prima metà degli anni Novanta. “Volevo diventare un grande gelatiere e per

146 DOVE
3
IL GELATO ARTIGIANALE

farlo mi sono concentrato sugli ingredienti del territorio, scegliendo i piccoli


produttori, le materie prime di qualità: tematiche poco diffuse all’epoca”. Una
UN PO’ SALATO
voce fuori dal coro che rivoluziona la proposta dello storico punto vendita,
Sempre più gelatieri si confrontano con gusti
trasformandolo in un indirizzo di culto. Da provare la mitica crema Brunel- salati. Simone Bonini della Carapina di Firenze
li, nata vent’anni fa. “Una crema classica che ho profumato con un sentore è stato tra i primi a ideare declinazioni come
legato all’area marchigiana, l’anice, e arricchito con ingredienti che fanno il IGrandiFormaggiItaliani, a base di pecorino,
giro del mondo: nocciole di Cravanzana caramellate, vaniglia del Madagascar Parmigiano Reggiano, gorgonzola, mozzarella
di bufala, o altri prodotti caseari. Scommette
e cioccolato del Venezuela, che conferisce aromaticità”. Uno dei capolavori sul sapido anche Stefano Guizzetti di Ciacco,
che affiancano i nuovi gusti del 2019 dedicati al ricordo degli anni Ottanta: insegna vocata al gelato fatto senza alcun
la spagnola, realizzata con le visciole locali, lo zabaione marchigiano, con il vi- tipo di additivo o addensante, a Parma e a
no cotto di Loro Piceno, la zuppa inglese, con un alchermes naturale messo a Milano. Organizza aperitivi tematici e, a
rotazione, propone sorbetti territoriali come
punto dal bartender Oscar Quagliarini. Gusti impeccabili, che interpretano guanciale di suino di Parma, ossobuco e midollo,
la tradizione a regola d’arte. La vera rivoluzione. salsa tonnata: creazioni che gli sono valse il
premio Miglior gelato gastronomico della guida
GELATERIA PASTORINO, CALICE LIGURE (SV) 2019 del Gambero Rosso. Osvaldo Palermo
“Non sappiamo ancora come nostro nonno, in un paesino sperdu- della boutique Fiordipanna di Arese (Mi),
invece, accanto a bestseller come mascarpone
to dell’entroterra ligure, abbia appreso la tecnica per fare il gelato negli anni con salsa di caramello croccante al caffè o
Trenta”, affermano Marco e Matteo Pastorino. Un mistero che i due fra- biscotto croccante con arachidi e pistacchio,
telli di Calice Ligure non hanno mai risolto, ma di cui hanno felicemente con cui ha vinto la tappa milanese del Gelato
accolto l’eredità. Gestiscono insieme la gelateria di famiglia, fondata nel 1942. Festival 2019, su richiesta prepara gusti quali
senape di Digione o Parmigiano. Cavalca la
“Prima di aprire il negozio, il nonno faceva l’ambulante: la materia prima non tendenza anche Antonio Cipriano di Toldo,
gli mancava, raccoglieva il latte direttamente nelle fattorie della zona”. Oggi a Milano, che ha lanciato il gelato all’oliva
gli stessi locali, nel cuore del paese, immerso nel verde del Finalese, ospitano taggiasca, pensato per l’aperitivo.
il loro laboratorio e una sala interna con posti a sedere, dove sfilano coppe che

147 DOVE
1
IL GELATO ARTIGIANALE

L’ORO NERO celebrano il territorio ligure e i suoi sapori. Così, a rotazione, ecco apparire
gelati preparati con presìdi Slow Food: dalla crema al chinotto di Savona alla
È il gusto più amato dagli italiani, preferito dal castagna essiccata di Calizzano, con il caratteristico retrogusto affumicato. E
21,8 per cento delle persone che scelgono una omaggi alle tipicità regionali: il basilico dop di Albenga, lo zabaione al Pigato,
crema, seguito da nocciola e pistacchio (dati
Fipe 2019). Il gelato al cioccolato resta un
o la prescinsea, la cagliata genovese, variegata con miele di castagno di apicoltori
classico. Ma c’è chi sperimenta nel freddo a della zona. Un gelato orgogliosamente ligure, che amano definire “semplice,
partire proprio dal cibo degli dei. Come Maurizio leggero e digeribile”. Da assaporare senza fretta, con i ritmi della campagna.
Poloni di Artico a Milano, che nel suo laboratorio
a vista ogni giorno prepara almeno otto
declinazioni diverse: si va dal cioccolato al
GELATERIA DE’ COLTELLI, PISA E LUCCA
basilico all’Acero 95, un fondente extra 95 per Un passato trascorso nella ristorazione. Poi, la voglia di portare anche
cento di Amedei, dal cuneese al rum al a Pisa, città d’adozione, la vera granita siciliana. Originario di Milazzo, Gian-
cioccolato bianco al pistacchio. Ogni anno, nel francesco Cutelli, patron della Gelateria de’ Coltelli, ricorda così i suoi
mese di settembre, organizza il Chocolate Show: esordi: “Ho aperto il primo negozio nel 2004, in un periodo in cui si iniziava
un weekend in cui propone ben 32 gusti al
cioccolato. Le evoluzioni del cacao sono infinite: a parlare di eccellenze nella gastronomia e nel vino. Così è nata la sfida: spo-
la pastry chef Ilaria Forlani, approdata a Milano stare l’attenzione sulla qualità delle materie prime anche nel gelato”. Banditi
da poco con l’insegna Glacé - Sweet Concept semilavorati e coloranti, si affida a due maestri: Francesco Lazzara e Palmiro
Store, propone un originale gelato di design. Bruschi. Poi, tanta ricerca e aggiornamento lo portano ad aprire la seconda
Ecco prodotti creativi che vanno dagli Ice Stones,
sassi che racchiudono gusti diversi ricoperti da gelateria a Lucca, nel 2012, e ad affermarsi nel settore. Ecco allora il gusto Puffo
gusci di cioccolato artigianale, al sushi gelato, che 4.0, “un fiordilatte con panna, miele e butterfly-pea flower, un infuso di petali di
riproduce le fattezze del cibo giapponese, con Clitoria ternatea”, spiega Cutelli. Il quale non dimentica di celebrare la Sicilia,
gusti come cioccolato fondente, lychee e con il pistacchio crudo, e la Toscana, con il gusto A Serena, dedicato alla com-
mandorle. È solo a base acqua, senza latte o
uova, il dolce freddo di Gelato Libre, appena pagna, realizzato con le tipicità del parco di San Rossore: ricotta di latte delle
GLACÈ MILANO

inaugurato a Milano (vedere l’Agenda MIlano a pecore allevate nella riserva, pinoli bio e “miele di spiaggia” di Donatella Baldi,
pag. 20): si va dal criollo al cioccolato con whisky. ricavato dalle arnie sul litorale pisano. Tra gli ultimi esperimenti, le essenze
idroalcoliche spruzzate sul gelato, “per creare suggestioni olfattive”.

148 DOVE
2
XXXXXXXXXXX

CREMERIA CAPOLINEA, REGGIO EMILIA 1 | Ilaria Forlani,


Un informatico convertito al gelato. Del suo vecchio mestiere, Si- di Glacé - Sweet
Concept Store,
mone De Feo, nato in Campania, cresciuto a Reggio Emilia, ha conservato a Milano. 2 | Il gelato
l’approccio empirico che lo porta a sperimentare senza tregua gusti e acco- molecolare prodotto
stamenti. “È cominciata quasi per sfida: volevo capire come distinguere un con azoto liquido
dei fratelli Soban.
gelato di qualità e ho iniziato a girare per assaggiare coni e coppette in tutta 3 | Gianfrancesco
Italia”, racconta. Nel 2009 resta folgorato dal gelato di Gianfrancesco Cutel- Cutelli, con il fratello
li e da quello preparato dai ragazzi di Galliera 49, a Bologna. Così, studia la Marco (a destra)
e Paul De Bondt,
tecnica alla scuola bresciana di Cast Alimenti, e nel 2010, con la compagna della gelateria De’
Monica Fantuzzi, rileva la Cremeria Capolinea. Un luogo che diventa in Coltelli di Pisa.
poco tempo un laboratorio vocato alla ricerca di gusti d’avanguardia, o ispirati
3
alla purezza dei sapori: oltre venti declinazioni divise tra classici, creativi ed
essenziali. Il segreto del suo gelato? “Uova di galline allevate a terra di un pro-
duttore locale, zucchero di canna grezzo, che lascia una maggiore pulizia al pa-
lato, e il latte del vicino Podere Giardino, lo stesso usato per fare il Parmigiano
Reggiano, che pastorizzo personalmente”, spiega. Ed ecco il gettonatissimo
zabajone, ma anche burro e alici, un gelato gastronomico proposto in occasione
delle degustazioni di birra che organizza periodicamente. Un tocco di sapidità
accarezza pure l’albicocca, preparata con vaniglia e sale integrale di Cervia.

GOLOSI DI NATURA, GAZZO PADOVANO (PD)


“La cucina è fantasia, la pasticceria è precisione. Ma il gelato è perfezio-
ne”. Parola di Antonio Mezzalira, gelatiere veneto e docente con un trascorso
ai fornelli. Nel 2000 bussa alla porta della famiglia Alajmo (tre astri Michelin
con il ristorante Le Calandre, a Rubano) che lo prende a lavorare al Golf Club

149 DOVE
IL GELATO ARTIGIANALE

della Montecchia. Colleziona una serie di esperienze in cucina, fino a quando


decide di sposare il freddo. Il suo primo gelato? “L’ho preparato in cucina, con
gorgonzola, pere caramellate e croccante”, ricorda. Nel 2007 apre Golosi di
Natura a Gazzo (Pd). E si fa conoscere per il Prosecco, gusto con cui vince la
Coppa d’Oro 2008 alla Mostra internazionale di gelato artigianale, di Longarone.
Un sorbetto che va chiesto: “Non lo tengo mai in vetrina: per la quantità ele-
vata di alcol va conservato a 20 gradi sottozero”. Immancabile, l’assaggio di ri-
cotta vaccina locale con miele d’acacia e noci, o i gusti alla frutta come lo yuzu,
agrume giapponese. Da provare anche il caffè al cubo, “preparato con chicchi
lasciati in infusione nel latte e nella panna per 24 ore, espresso e caffè macinato
in polvere, aggiunto in fase di mantecazione”. Gesti che non lasciano nulla al
caso, perché “la ricetta di ogni gelato è una questione di equilibri”.

GELATERIA SANTO MUSUMECI, RANDAZZO (CT)


Una laurea in economia e poi la grande passione per il dolce e, in par-
ticolare, per il cake design. Giovanna Musumeci è figlia d’arte, ma scopre la sua
vocazione per il gelato solo dopo aver accompagnato nel 2013 il padre Santo
Musumeci, maestro pluripremiato dell’omonima gelateria e pasticceria di
Randazzo, ai piedi dell’Etna, alla selezioni per la Coppa del mondo di gelate-
ria. Approfondisce la tecnica confrontandosi con il gelatiere Luca Caviezel e
scommette su questa professione. Con buoni risultati. Nel 2016 si aggiudica
proprio il premio Caviezel, nel 2017 vince la Foodies Challenge nella categoria
gelato. Prodotti locali, frutta di stagione, niente coloranti: così nascono gusti
come Pirandello, con mandorla tostata, zest di limone, croccante di mandorla
e cioccolato fondente, o l’oro verde di Sicilia, con pistacchio, buccia di mandari-
no in infusione, croccante di pistacchio e mandarino. Vale la pena di spingersi

Il buon gelato di qualità ha una consistenza cremosa


e vellutata. Racconta il territorio. E sa emozionare
nella storica bottega, di fronte alla basilica di santa Maria Assunta, anche per
assaggiare Strafico (fichi e nocciola) e granite con le brioche col tuppo.

OTALEG, ROMA
Si scrive Otaleg e si legge gelato (al contrario). Marco Radicioni ha
voluto chiamare così la sua bottega romana. Aperta sette anni fa e trasferita da
Monteverde a Trastevere nel 2018. Nessuna scuola alle spalle, ma tanta curio-
sità lo ha portato a trovare la sua strada. “Ho cambiato spesso lavoro, perché
mi annoio facilmente: sono passato dal culturismo al catering”, racconta. “La
passione per il gelato, però, c’è da quando ero ragazzino”. Nel suo laboratorio
usa latte crudo di fattoria dal Viterbese; un solo tipo di zucchero, a seconda del
gelato, fra questi tre: “muscovado grezzo, saccarosio, zucchero di canna sbian-
cato al vapore”. E mantecatori verticali, “che immettono meno aria e rendono
il gelato più cremoso”. Ogni giorno un gusto nuovo. Quello da non perdere è
In alto, i gelatieri di la liquirizia, preparata con radici in infusione e l’aggiunta di spezzatina (pura
Fiordipanna, Osvaldo
Palermo (a destra) e
in tronchetti). “Nera, tosta, incisiva: è un omaggio alle mie origini calabresi”,
Alessandro Fraccola commenta Radicioni. Non mancano versioni fredde di popolari dessert ro-
(a sinistra). In basso, da mani: dalla ricotta della domenica, di pecora con cacao amaro, a quella insaporita
Otaleg si assaggia la Susina
con cannella e scorzetta di limone. Interessanti, i gelati con erbe spontanee
sangue di drago e Croccante
totale, un fiordilatte con raccolte intorno a Formia: fiori di acacia e rosmarino, santoreggia. Non c’è
frutta secca, miele e sesamo. mai limite alla fantasia. Per fortuna.

150 DOVE
PARTI CON I REPORTER DI

USA west

USA: GRAN TOUR DELL’OVEST, CON PRENOTA SUBITO!


IL FOTOREPORTER MARCO SANTINI CON
Un grande viaggio alla scoperta del Sud-Ovest americano, Per info e booking scrivi a info@doveclub.it
dove la natura dà spettacolo. Un tour caratterizzato da chiama 02.89.73.07.95 o visita doveclub.it
molteplici paesaggi, forme e colori capaci di sedurre
il viaggiatore più esigente. In pochi giorni si riassume VOLO E TOUR GUIDATO
la grandezza di quel west reso DAL 3 AL 12 OTTOBRE
famoso dal cinema. E non solo.
Dalle esagerazioni di Las Vegas, 10 giorni/8 notti, 7 cene, un pranzo, tutte le colazioni; bus privato con
servizi a bordo; tratta in treno storico da Williams al Grand Canyon;
dove tutto è show, al fascino di San ingressi ai Parchi da programma; Jeep Tour della Monument Valley;
Francisco, città unica e fuori dagli Alcatraz Tour; accompagnatore dall’Italia; assicurazione medico/bagaglio
schemi. Un viaggio emozionante, In più in omaggio un BEAUTY WELCOME KIT by
con tutti gli ingredienti del
classico on the road a partire € 4.590 a persona*
dalla leggendaria route 66. *in camera doppia con volo da Milano Malpensa, partenza da altre città su richiesta.
IL GELATO ARTIGIANALE

Le nostre scelte
Le 20 gelaterie di DOVE
Il gelato Torta
CASA MARCHETTI Cioccolatino,
Due piani con laboratorio a vista. Si organizzano della Cremeria
minicorsi con Alberto Marchetti. Negozi anche a Milano Capolinea, a
e Alassio | Indirizzo: piazza CLN 248, Torino Reggio Emilia.
Tel. 011.54.43.83 | Web: albertomarchetti.it
GOLOSI DI NATURA
SOBAN Il regno di Antonio Mezzalira. Chiedere il gelato al
Tre fratelli di una storica famiglia di gelatieri divisi tra Prosecco | Indirizzo: via Vittorio Emanuele 22, Gazzo
Valenza, Alessandria, Trieste e Milano | Indirizzo: Padovano (Pd) | Tel. 049. 94.26.264 | Web:
piazza Gramsci 23, Valenza (Al) | Tel. 0131.94.18.06 gelateriegolosidinatura.wordpress.com
Web: gelateriasoban.com
DE’ COLTELLI
L’ALBERO DEI GELATI Creme e sorbetti del pluripremiato Gianfrancesco Cutelli.
Gelato contadino, a filiera corta e sostenibile. Anche a Provare il gelato blu, con petali di butterfly pea flower.
Seregno e a Cogliate | Indirizzo: via G. Sirtori 1, Monza Negozio anche a Lucca | Indirizzo: lungarno Pacinotti
Tel. 039.38.89.81 | Web: alberodeigelati.it 23, Pisa | Cell. 345.48.11.903 | Web: decoltelli.it

ARTICO CARAPINA
Scuola di gelateria e tante declinazioni al cioccolato La casa golosa di Simone Bonini, che ha scommesso da
ideate da Maurizio Poloni | Indirizzo: via Porro tempo sul gelato gastronomico | Indirizzo: piazza G.
Lambertenghi 15, Milano | Tel. 02.45.49.46.98 Oberdan 2/r, Firenze | Tel. 055.67.69.30
Web: articogelateria.com Web: carapina.it

GLACÉ SWEET CONCEPT STORE GELATERIA DONDOLI


Il gelato di design di Ilaria Forlani, a forma di hamburger Il famoso gelato del maestro Sergio Dondoli. Da non
o di sushi | Indirizzo: via Archimede 12, Milano perdere la crema di Santa Fina, con pinoli e zafferano di
Tel. 02.27.01.89.37 | Web: ilaglacee.it San Gimignano | Indirizzo: piazza della Cisterna 4, San
Gimignano (Si) | Tel. 0577.94.22.44 | Web:
PAVÉ GELATI & GRANITE gelateriadondoli.com
Simona Carmagnola propone gelati golosi e stagionali:
sbrisolona, pane, burro e marmellata con il 160 per cento PAOLO BRUNELLI
di frutta | Indirizzo: via C. Battisti 21, Milano | Tel. La boutique moderna del pluripremiato maestro Paolo
02.94.38.36.19 | Web: pavemilano.com Brunelli. Provare la crema che porta il suo nome
Indirizzo: via Carducci 7, Senigallia (An)
TOLDO Tel. 071.60.422 | Web: paolobrunelli.me
Bottega storica. Provare i gusti salati: olive taggiasche e
senape di Digione | Indirizzo: via Ponte Vetero 9, OTALEG
Milano | Tel. 02.86.46.08.63 | Web: gelateriatoldo.com Assaggiare i gusti alla frutta con prodotti stagionali e
antiche varietà | Indirizzo: via San Cosimato 14/A,
FIORDIPANNA Roma | Tel. 338.65.15.450 | Web: otaleg.com
Di Osvaldo Palermo. Ottimo il mascarpone con
caramello croccante al caffè. Anche a Bollate e Arese CREMERIA GABRIELE
Indirizzo: piazza Libertà 36, Cornaredo (Mi) Latte e panna dei Monti Lattari, mele annurche, nocciole
Tel. 02.93.56.64.74 | Web: fiordipanna.com di Giffoni e albicocche pellecchielle del Vesuvio: sapori
campani | Indirizzo: corso Umberto I 8, Vico Equense
PASTORINO (Na) | Tel. 081.87.98.744 | Fb: Cremeria Gabriele
Gelato con prodotti e presìdi Slow Food liguri
Indirizzo: via Vittorio Veneto 37, Calice Ligure (Sv) SANTO MUSUMECI
Tel. 019.65.472 | Web: gelateriapastorino.it Gelati e granite con prodotti siciliani creati da Giovanna
Musumeci | Indirizzo: piazza Santa Maria 9, Randazzo
CIACCO (Ct) | Tel. 095.92.11.96 | Web: santomusumeci.it
“Gelato senz’altro” è il motto di Stefano Guizzetti: un
prodotto di ricerca, senza additivi. Anche a Milano CAPPADONIA GELATI
Indirizzo: via Mentana 91/A, Parma Il gelato di Antonio Cappadonia, direttore dello Sherbeth
Tel. 0521.57.02.08 | Web: ciaccolab.it Festival: mandarino tardivo di Ciaculli, limone di Santa
Flavia | Indirizzo: corso V. Emanuele 401, Palermo
CREMERIA CAPOLINEA Cell. 392.56.89.784 | Fb: Cappadonia Gelati
Gelati creativi o classici. Assaggiare quello allo zabajone
Indirizzo: viale Ettore Simonazzi 14, Reggio Emilia Fotografa il QR e scarica sul tuo
Tel. 0522.45.27.22 | Web: cremeriacapolinea.com smartphone queste informazioni utili

152 DOVE
Colora le tue vacanze con l’esclusivo
Set viaggio Positano di AMICA

LA TRAVEL BAG IN EDICOLA DAL 18 GIUGNO

A SOLI €4,90 IN PIÙ *

• Disponibile in blu o in corallo


• In resistente tela grezza
• Dimensioni: 43 x 34 x 23 cm

Oltre al prezzo di €3,50 di Amica formato standard


*
E IN PIÙ IN REGALO LO SPECIALE SFILATE A/I 2019

Non perdere le prossime uscite e completa il tuo


Set viaggio Positano

Seconda uscita Terza uscita


17 LUGLIO 17 AGOSTO
LA SHOPPING BAG LE DUE POCHETTE
INCHIESTA meteomania

chiedilo

N
alle
uvole di G i a n f r anco r a ffa e lli

158 DOVE
STATI UNITI
SEMPRE PIÙ IN ALTO
CHIARA SALVADORI

Monument Valley, Utah: dei cumuli salgono allargandosi,


spinti da una "termica", massa ascendente d'aria calda
come quelle sfruttate dagli uccelli migratori. Solo se
si formano al mattino avranno il tempo di toccare la
Tropopausa (8-12.000 metri), saturarsi e sciogliersi in
pioggia. Scatto di Chiara Salvadori.
159
TutteDleOfoto
VE
di questo servizio sono firmate dai fotografi di Dove.
Sapere se pioverà o ci sarà
il sole non è importante
solo per chi va in vacanza:
ha a che fare con
L oro, indifferenti ed eteree, continuano a veleggiare. “Gli unici
uccelli che non dormono mai”, definiva le nuvole lo scrittore
francese Victor Hugo. Eppure anche intorno a cirri, cumuli,
nembi si combatte ogni giorno la battaglia del meteo. Saranno
vacanze afose o gelide come l’ultimo, pazzo maggio dalla neve tardiva?
E, con la crescita di meteo-servizi su richiesta e app dedicate, come può
orientarsi chi deve prenotare? E gli operatori del turismo, che negli ultimi
la sicurezza del territorio. anni hanno visto a volte danneggiata una stagione per previsioni catastro-
fiche, divulgate con mesi di anticipo e rivelatesi poi infondate? L’autore
Ecco il nostro viaggio da citare, stavolta, è Jerome Klapka Jerome, che, in quel manuale delle
nel mondo del meteo, nevrosi da villeggiatura del 1889, chiamato Tre uomini in barca, raccontava
una miserable domenica tappato in casa a causa delle previsioni infauste.
fra certezze, probabilità Mentre fuori la primavera inglese trionfava al sole.
e immancabili fake news IN DIFESA DELLE VACANZE
Lo scorso 3 maggio, a Capoliveri, all’isola d’Elba, il convegno Vacan-
ze sicure tra previsioni meteo e cambiamenti climatici ha fatto il punto sull’emer-
MARINA SPIRONETTI, ANDREA DEOTTO

genza meteobufale e sulle prospettive della meteorologia. C’erano studiosi,


rappresentanti degli enti locali, ma anche esperti di comunicazione e pro-
tezione civile, insieme a Simona Tedesco, direttore di Dove. “Dal convegno
sono usciti un quadro aggiornato e un allarme”, riassume Serena Giacomin,
fisica dell’atmosfera, uno dei volti delle previsioni meteo sui canali Mediaset,
nonché presidente di Italian Climate Network. “Il primo elemento di cui
tenere conto è che non abbiamo mai avuto dati così precisi e abbondanti sul

160 DOVE
METEOMANIA

clima, né strumenti tanto potenti per elaborarli o tanti dispositivi per moni-
torare l’atmosfera in tempo reale”. Il bello deve ancora venire, fra l’altro. Dal
13 al 17 maggio, a Milano, il Living Planet Symposium, la più grande conferen-
za mondiale sull’osservazione della Terra, organizzata dall’Agenzia spaziale
europea, ha annunciato una nuova generazione di satelliti (la maggior parte
ideati in Italia) capaci di seguire i venti intorno al globo e “leggere” la composi-
zione delle nubi con una precisione mai vista. “Proprio questa analisi profon-
da, però, evidenzia come il clima sia un sistema complesso, interconnesso, in
CILE continuo adattamento”, prosegue Giacomin. Può accadere così che il genera-
le, ormai innegabile, surriscaldamento del pianeta possa provocare, in zone e
NUBI ALLO SPECCHIO tempi limitati, fenomeni come il maggio dei cappotti. “Potremmo dire che
Altocumuli mattinieri non è un’epoca semplice per le previsioni. Il clima e la meteorologia stessa so-
scorrono verso la
troposfera (16-20.000
no in evoluzione. L’Italia, poi, allungata da nord a sud, con il mare, rilievi im-
metri) sul deserto portanti e coste frastagliate a interagire con l’atmosfera, presenta più variabili
di Atacama. "Mi di altri territori”. Allo stesso tempo cresce il bisogno di un meteo più duttile
occorrevano per dare e puntuale, pronto in un clic. Secondo dati raccolti per Visit Elba da Ipsos
equilibrio e profondità e presentati al convegno di Capoliveri, il 63 per cento degli italiani consulta
al gioco di specchi",
spiega la fotografa le previsioni una volta al giorno, il 26 per cento anche più spesso. Quasi nove
Marina Spironetti. su dieci le guardano sul web, di solito con lo smartphone. Intanto, secondo
È primavera. Questo una ricerca presentata a febbraio dalla Camera di Commercio di Milano,
tipo di nubi svanirà Monza-Brianza e Lodi, sono oggi oltre 300 le aziende italiane specializzate
senza precipitazioni.
Commenta per Dove in “strumenti di meteorologia e attività riguardanti le previsioni”, soprattutto
gli scatti Dino Zardi, online: il dieci per cento in più rispetto al 2013. Tanto che, secondo i ricerca-
fisico dell'atmosfera tori, si parla di circa 1.400 nuove assunzioni all’anno nel settore.
e presidente del In questo spazio tra offerta e domanda crescenti si inseriscono, sem-
Festival Meteorologia
di Rovereto. pre più spesso, anche operatori improvvisati, con allarmi roboanti sui social,
a caccia di like, o con la promessa di previsioni “cronometrate” e sempre più

MYANMAR
SACRI VAPORI
Sui templi dell'antica città di Bagan,
nel centro del Myanmar, cumuli congesti
“importanti”, cioè grandi e in rapida
evoluzione, propri delle aree umide,
occupano il cielo. Il colore bianco è dato
dalla posizione di chi osserva, con il sole alle
spalle; dall'altro lato le nubi apparirebbero
scure. Lo scatto è di Andrea Deotto.

161 DOVE
localizzate. Le conseguenze? Weekend e vacanze a rischio, visto che il 37
per cento degli intervistati sceglie le mete in base al meteo, e quattro su dieci
sono pronti a disdire una prenotazione in hotel se il sole è in dubbio. Il tutto
anche a spese di chi, con il turismo, ci vive. Nel 2015 le associazioni degli
albergatori della riviera romagnola hanno chiesto alla società Trademark di
quantificare i mancati introiti da “procurato allarme”. Si è arrivati a calcolare
fino a 40 milioni di euro persi ogni fine settimana d’alta stagione, a livello
nazionale, se i turisti restano a casa temendo la perturbazione che magari
non arriva. “La questione è educativa”, conclude Giacomin, impegnata in
un programma di corsi e laboratori sul meteo nelle scuole. “Bisogna sapere
leggere le previsioni. Conoscerne le parole. Rendersi conto di che cosa ci
possa dire la meteorologia e che cosa invece non le si possa chiedere”.
“Il problema è anche legislativo”, dice Luigi Latini, amministratore
delegato di Meteo Expert Italia. “In Italia questo è un settore senza regole.
Non c’è l’obbligo, per una nuova testata meteo che appare sul web, di avere un
esperto in redazione con curriculum verificabile, né di comunicare le proprie
fonti. Mancano un registro degli operatori, un ente competente statale, una
certificazione, come quelle che rilascia, per esempio, l’American Meteorolo-
gical Association. Non esistono un esame di accesso alla professione, come
per i notai o gli avvocati, né una deontologia e un sistema di sanzioni”. Già, chi
paga per i danni da previsione sbagliata? Gli albergatori romagnoli ipotizzaro-
no, inutilmente, una causa contro i siti troppo allarmisti. Quest’anno proprio
Visit Elba ha sperimentato a maggio l’iniziativa Elba No Rain, rilanciata perfi-
no dal New York Times: una rete di strutture ricettive che si impegnava a offrire
“il pernottamento gratis per i giorni in cui ci sono precipitazioni per più di due
ore tra le 10 e le 20”. Ma sono ancora iniziative sparse.

L’ARTE DELL’ALLARME
Eppure non sono in gioco solo le ferie. “Essere superficiali con il
meteo va a spese della sicurezza collettiva”, avverte Carlo Cacciamani, re-
sponsabile del Servizio centro funzionale centrale del dipartimento della
protezione civile. “Soprattutto in un Paese con antichi problemi di disse-
sto idrogeologico, e di fronte a eventi che vanno evidentemente estremiz-
zandosi. Oggi la prevenzione dei disastri è basata sempre più sulla gestione
degli allarmi. Va stabilito, ogni volta, se lanciare un’allerta generale; se è il
caso di fermare un evento pubblico, deviare il traffico, prendere misure
che incidano sulla vita delle persone, o se ci si possa limitare a monitorare
la situazione. Lo stesso evento - l’acquazzone, una piena - cambia valuta-
zione in base al terreno, alla densità abitativa, alla storia geologica. Per que-
sto la protezione civile lavora su un sistema di presìdi locali, raccogliendo
i dati di una rete pluviometrica e di una rete di radar nazionali. Abbiamo

MYANMAR
TEMPORALE SUL MARE
“Sulla spiaggia di Ngapali, nella zona di Thandwe, a
ottobre, alla fine della stagione dei monsoni, tra un
temporale e l'altro”, racconta Marina Spironetti. In
primo piano, altostrati ondulati: passeranno senza
lasciare tracce. Oltre, alcuni strati di convenzione, moti
verticali dovuti al surriscaldamento della superficie
marina. Al centro torreggia un cumulo congesto, che si
assottiglia verso l'alto: laggiù un temporale è in arrivo.

162 DOVE
METEOMANIA

MARINA SPIRONETTI

163 DOVE
TOSCANA scale di allerta a vari livelli di criticità, dal giallo al rosso. Ogni allarme non
scientifico, lanciato nel modo e nel momento sbagliati, è pericoloso.”
IL VERDE E IL CIELO
Nuvole di fine primavera sulla RITORNO ALLE NUBI
Val D'Orcia, vicino alla statale verso
Montalcino (Si). "Qui le nubi sono
Di nuovo, le contromisure sono l’educazione dei cittadini e una mi-
le vere protagoniste di un paesaggio gliore comunicazione. Per capire meglio un settore che coinvolge discipline
minimalista, tra il prato orizzontale diverse: climatologia e fisica, chimica e idrologia. Per aggiornarsi su una delle
e i cipressi verticali", spiega Marina grandi professioni del futuro. La richiesta di previsioni mirate - per il turismo,
Spironetti. Nel vento di stagione
passano Cumulus humilis, piccoli e
i trasporti, l’agricoltura o le forze armate - è destinata a crescere, così come
delicati. Potrebbero evolvere quella del now casting, l’analisi a brevissima distanza, questa sì ogni anno più at-
in nuvole piovose, ma solo dopo tendibile, più specializzata e più cercata sullo smartphone da chi va per mare,
varie ore. Non fa caldo lassù: l'erba, pratica il trekking o lo sci. Ma crescerà anche l’importanza delle previsioni a
riflettente, tende a respingere e
MARINA SPIRONETTI

lungo termine e su larga scala. I dati in possesso degli studiosi sui cambiamen-
disperdere il calore, e inoltre “respira”.
ti nell’atmosfera, dalle rivelazioni dei satelliti sulla temperatura degli oceani
alla decrescita dei ghiacciai, sono qualcosa con cui tutti dovranno sempre più
confrontarsi. “Il vero nodo sarà il rapporto tra il settore privato e le istituzio-

164 DOVE
METEOMANIA

ni. Il primo investirà sempre più in tecnologia e offrirà previsioni altamente


personalizzate e specifiche; al secondo spetterà monitorare la professionalità Turismo, sicurezza
e attendibilità dei servizi”, spiega Dino Zardi, presidente del Festival me-
teorologia, che dal 15 al 17 novembre torna a Rovereto (Tn) con conferen-
nazionale, strategie
ze, laboratori e mostre. Nel 2019 sarà dedicato proprio alla storia di questa militari, commercio:
scienza e al suo rapporto con la tecnologia. “Quello che sta succedendo agli
smartphone, vere stazioni meteorologiche portatili, sorprende anche noi del l’informazione
settore”, aggiunge Zardi. Un bel modo per farsi trovare aggiornati e responsa-
bili in uno scenario che cambia. Un altro è trascorrere un pomeriggio, per chi
sul meteo è ormai
passa da New York, nel nuovo e grande Museo del clima sulla Terza Strada, strategica per
impegnato nella divulgazione per ogni età (climatemuseum.org). O vedere il
piccolo, ma suggestivo, meteo museo Edmondo Bernacca, appena aperto decine di settori
a Fivizzano (Ms): un viaggio negli anni Settanta, quando le uniche previsioni
erano quelle del colonnello dell’Aeronautica militare sul canale Rai (Fb: me-
teomuseoedmondobernacca).
Il convegno all’Elba si è chiuso con un Decalogo del turista consapevole.

165 DOVE
METEOMANIA

GRECIA Fra le regole da seguire: mai confidare in previsioni meteo a tre giorni di di-
stanza; scegliere sempre siti competenti, verificando, per esempio, la presenza
ROSSO DI SERA in calce alla previsione dell “indice di affidabilità” assegnato dallo stesso mete-
I mulini a vento dell'isola di Amorgos, orologo in base alla tempistica e ai dati a disposizione: alto (il massimo è 99), o
nelle Cicladi. “Ero appena fuori della
Chora, il villaggio medievale capitale
basso, da 69 in giù; ricordare che “fenomeni intensi e localizzati sono impos-
dell'isola. Al tramonto”, spiega sibili da determinare con anticipo superiore ad alcune ore”, e che “i bollettini
il fotografo Giovanni Tagini. di previsione vanno sempre integrati con osservazioni in tempo reale a livello
I raggi bassi del sole rosseggiante locale”. E qui si ritorna alle nuvole. Vincenzo Levizzani occupa, a Bologna,
colpiscono direttamente dei
Cumulus humilis. Belli, senza pioggia.
l’unica cattedra italiana di Fisica delle nubi. Per il suo lavoro utilizza le più
moderne tecnologie (“in particolare radar e satelliti, sempre più precisi e ca-
pillari”), ma intanto sta approntando un manuale per imparare a riconoscere
e studiare le nuvole. “Per partire”, spiega, “basta l’International Cloud Atlas,
l’Atlante delle nuvole della World Meteorological Association. È tutto online,
su cloudatlas.wmo.int. La forma e consistenza può dirci se una nube porterà
pioggia a breve. Se sarà acqua o neve. Se le temperature stanno per calare. I
contadini lo sapevano. Oggi studiamo cumuli e nembi dal punto di vista chi-
mico, confrontando 40 anni di dati e modelli che abbiamo a disposizione, ma
solo l’osservazione diretta, da terra, a occhio nudo, meglio se lontano dalle cit-
tà, possono dirci da dove arrivano le nubi, la velocità e la possibile evoluzione”.
Può essere una sorta di gioco. #Cloud Porn è l’hashtag che segnala, su
Instagram, chi scambia foto di cieli nuvolosi, tra i generi più cliccati. Vari tu-
torial online insegnano a catturarli, ispirandosi a maestri come Maurizio Bat-
Per gli esperti fidarsi tello, che da decenni ritrae le nubi di tutto il mondo per il suo sito Cieli e nuvole
(cielienuvole.it), o ai fotografi di Dove, autori degli scatti di queste pagine. Alle
di una previsione a tre nubi si ispira una corrente artistica impegnata a sensibilizzare il pubblico sull’e-
giorni è già un azzardo. mergenza clima: dalle installazioni meteorologiche dell’islandese Olafur Elias-
son alle nuvole artificiali che l’olandese Berndnaut Smilde ha materializzato
Meglio imparare
GIOVANNI TAGINI

in vari musei. È ora di tornare a guardare il cielo, per essere pronti a emergenze
presenti e future, per vivere in modo più attivo e consapevole una rivoluzione
a guardare il cielo scientifica e tecnologica che corre veloce. Come le nuvole d’estate.

166 DOVE
Rilassarsi nelle Dolomiti

Hotel Cristal
Famiglia Thaler
39050 Obereggen / Nova Ponente

Tel.: 0471 615511


mail: info@hotelcristal.com
www.hotelcristal.com

Prezzi estate 2019


per la mezza pensione pp/gg
Stanze doppie da € 108,00 fino a € 145,00
Suite da € 143,00 fino a € 275,00
INFORMAZIONE PUBBLICITARIA
Hotel Cristal a
Obereggen
1.600 metri di altitudine,
panorama a 360°, 100%
benessere. Di numeri sba-
lorditivi potremmo elencarne
ancora molti, ma a stupire
ancor più dei numeri è il pa-
norama unico in cui è incas-
tonato il nostro Hotel Cristal.
Potete lasciarvi alle spalle la
quotidianità e dedicarvi com-
pletamente ad un’esperienza
fatta di gusto, sport, natura e
cultura.

Obereggen, a soli 20 km
da Bolzano nel cuore delle
Dolomiti.

Relax in montagna
Novità & Highlights

camere/suite (fino a 100 m²),


area SPA riallestita e ampliata
(piú di 1.600 m²),
grande piscina interna (16x7),
piscina esterna (10x5 m),
sauna panoramica con vista,
biosauna alle erbe,
bagni turchi,
cabina a raggi infrarossi,
aree beauty con luce naturale,
sala fitness e gym (istruttore),
cantina degustazione vini,
golf, Golf Club Petersberg,
gite in montagna guidate,
gite sul Latemar e a Carezza,
gite in mountain-bike.
PARTI CON I REPORTER DI

Marocco

LE CITTÀ IMPERIALI DEL MAROCCO, CON PRENOTA SUBITO!


LA FOTOREPORTER MARINA SPIRONETTI CON
Alla scoperta del Marocco, dal dedalo di vicoli della Per info e booking scrivi a info@doveclub.it
medina di Marrakech, dove luci e ombre creano chiama 02.89.73.07.95 o visita doveclub.it
giochi sempre nuovi, alla fascinosa Casablanca e alla
meraviglia del tramonto sul lungomare, passeggiando VOLO E TOUR GUIDATO
verso il gioiello di architettura
della moschea Hassan II.
DAL 28 SETTEMBRE AL 4 OTTOBRE
Una meravigliosa tentazione per 7 giorni/6 notti, hotel 5*, 6 cene in ristoranti selezionati, tutte
gli occhi, sottoposti a stimoli le colazioni; trasferimenti in bus privato; ingressi come da
continui, che siano i suoi colori programma; accompagnatore dall’Italia, guida parlante italiano;
o gli sguardi della sua gente. Con assicurazione medico/bagaglio
i suoi panorami grandiosi e le
suggestioni d’Africa, Il Marocco € 1.890 a persona*
vi conquisterà. *in camera doppia con volo da Milano Malpensa, partenza da altre città su richiesta.
DOSSIER R I A L Z A R E L O S G UA R D O
di Gianfranco Raffaelli

Figli delle stelle Corriere della Sera che, in Oltre il cielo, raccoglie una vita di
incontri con gli eroi dello spazio. “Lo sbarco fu l’acme di
uno sforzo politico e militare, ma accese anche la fanta-
Per rifare amicizia con la notte, per sapere sia, avvicinò tutti alla scienza moderna. Oggi viviamo
chi siamo e tornare a sognare. Nell’estate della tempi simili. Abbiamo fotografato un buco nero, abbia-
Luna è ora di ampliare i propri orizzonti mo studiato il bosone di Higgs, alla base della struttura
dell’universo. Sono temi complessi. Ma solo orecchiarli,
sfiorarli è come rimettere in moto l’immaginazione.”
C’è voglia di infinito in giro. Forse perché il

“I pensieri non si cristallizzavano in parole. Eravamo


lontani da casa, e nello stesso tempo inseguiti dall’at-
tenzionedimilionidipersone”,raccontaNeilArmstrong,
chiacchiericcio da social ha raggiunto la saturazione.
Forse perché si sta davvero troppo sullo smartphone: un
giorno intero alla settimana, ha calcolato Ofcom, autorità
ILLUSTRAZIONE DI DAVIDE FORLEO

primo umano sulla Luna, a Giovanni Caprara. Avven- competente e regolatrice indipendente per le società di
tura, scoperta, stupore sono le pulsioni che evoca anco- comunicazione nel Regno Unito. La testa piegata fino ai
ra la conquista del satellite del 20 luglio 1969, celebrata 60 gradi, come un uomo che vive guardandosi le scarpe.
quest’estate con mostre, libri, eventi. E una nuova atten- Rialzare lo sguardo, allora. “Guardare dentro un
zione al cielo. “È come se, improvvisamente, ci fossimo telescopio, o anche solo parlare di quasar e nebulose
ricordati delle stelle”, spiega l’editorialista scientifico del fa tornare bambini”, dice Luca Perri, il giovane astrofisi-

171 DOVE
DOSSIER R I A L Z A R E L O S G UA R D O

co comasco che, con i suoi eventi di divulgazione, in tea-


tro come al Planetario di Milano, fa regolarmente il tutto Lo spazio, oltre
esaurito. “L’età in cui tutto era scoperta, tutto era grande
e si aveva l’energia di chiedere sempre ‘perché?’. Quando
a riavvicinare
tutti volevamo essere come quegli astronauti, che sem- le persone alla
bravano supereroi, o pirati - specie i primi, su astronavi
che avevano una possibilità su due di tornare - ed erano scienza, allarga
invece uomini come noi. Lo spazio fa il miracolo di ri-
avvicinare le persone alla scienza, oggi spesso relegata in
il pensiero,
una dimensione astratta, da addetti ai lavori, e che invece suscita domande,
riguarda sempre in qualche modo la vita, le grandi cause,
tutti noi”. Il suo ultimo libro, Astrobufale, è anche un’ana- accende desideri Da sapere
lisi dei meccanismi mentali dietro le fake news. “Se il pen-
siero da web è semplificazione, emotività, flusso di like, In alto Oltre il
la scienza è analisi, oggettività, confronto”, osserva Perri. cielo, di Giovanni
È curiosità, quella che porta oggi il pubblico ad affollare oscura che compone il 95 per cento dell’universo”. “Dob- Caprara (Hoepli,
eventi come BergamoScienza (prossima edizione, 5-20 biamo andare su Marte, fare base sulla Luna”, rincara 2019, 22,90 €),
ottobre) o la Notte europea dei ricercatori che si tiene a Stefano Sandrelli, responsabile della didattica dell’Istituto con interviste ai
maggio. nazionale di astrofisica. “Ci sono sempre nuove scoperte a protagonisti della
Rialzare lo sguardo è tornare curiosi. Giova- rendere il cielo una cosa viva; potrei parlare un giorno in- corsa allo spazio.
ni, pensando alla vita delle stelle, umili di fronte alla loro tero solo di Encelado, luna di Saturno che sotto il ghiaccio Anche per i giovani,
grandezza. In Una Notte, saggio-monologo nato da una nasconde un’oceano e, forse, la vita. Io tengo conferenze ma rigoroso
lunga sessione di lavoro nell’osservatorio di Mauna Kea, nelle scuole. E vedo sempre gli occhi dei ragazzi accen- e aggiornato,
Hawaii, l’astrofisico vietnamita Trinh Xuan Thuan spie- dersi”. Le stelle come iniezione di futuro, in un Paese Astrobufale, di Luca
ga che per concepire le galassie non bastano i numeri: dove, dice un nuovo studio Ipsos, metà dei giovani non Perri (Rizzoli, 2018,
servono la poesia, il buddhismo, i propri stessi ricordi. crede nel lavoro vero prima dei 45 anni, un over 30 su 18 €). Una notte
Capire le stelle è un lavoro senza fine. Allarga la prospet- quattro non pensa che avrà bambini, l’82 per cento tra i (2018, 20 €) e gli
tiva dello spazio-tempo in un’epoca che scansa invece ciò 14 e i 19 anni vuole emigrare. altri libri di Thuan
che non è in diretta, condivisibile, già taggato. Piegati (a Certo, il cielo, oggi, va cercato. Oltre lo smog e i Trinh Xuan sono
quanti gradi?) solo sulla performance e sulla prossima lampioni. “Ma anche questa è un’esperienza”, spiega Fa- editi da Ponte alle
scadenza. Uno guarda le stelle e sa che non tutto è stato brizio Marra, fondatore di Astronomitaly, l’associazione Grazie. Di Luna in
scritto, detto, twittato. “Dobbiamo vederli dentro, ora, i dell’astroturismo che premia i luoghi dalle volte celesti Luna, di Alessandro
buchi neri”, si accende Perri. “Dobbiamo capire la materia più sgombre. “Inseguendo gli astri, dalle Alpi alle isole, si Sandrelli, pensato
arriva in posti meravigliosi. Nella pace e nella natura. E si per i giovanissimi,
impara a rispettarli.” Il buio è l’ultimo ingrediente di que- esce il 27 giugno
sto bisogno di rialzare gli occhi. La notte troppo spesso (Feltrinelli, 13 €).
esorcizzata e rimossa nell’ansia dell’“orario continuato”. E Storia del buio,
parte invece della vita proprio come il sole. La non-luce è di Nina Edwards
piena di possibilità, offre una consapevolezza più elevata, (Saggiatore, 2019,
è la tesi della saggista britannica Nina Edwards in Storia 27 €) è uscito
del buio, appena tradotto in Italia: “L’oscurità nutre l’im- lo scorso maggio.
maginazione”. E solo lì possono risplendere le stelle.

172 DOVE
DOSSIER rialzare lo sguardo

APRITI
CIELO a cura di Gianfranco raffaelli
testi di francesco Bisozzi, Mariella Grossi, luisa TalienTo

174 DOVE
Suite aperte
al cielo: la
Starlight Room
Dolomites 360°,
sopra Cortina
d’Ampezzo (Bl),
è la camera
mobile in legno di
abete che ruota
su sé stessa
seguendo gli astri.
GIUSEPPE GHEDINA

175 DOVE
176 DOVE
RIALZARE LO SGUARDO

Le suite con vista firmamento e le notti con l’astronomo,


le feste per la Luna, i planetari e gli osservatori:
guida a un’estate spaziale. In attesa di volare fra le stelle

D ormire sotto le stelle, visitare un osserva-


torio, studiare i cieli. Nuovi hotel, asso-
ciazioni, tour operator dedicati e le com-
pagnie che già vendono le suite orbitali
rilanciano la passione per l’infinito. Come nella notte
del 1969, quando l’uomo sbarcò sulla Luna. Ecco le
idee per partire. E per sognare.

Il cosmo in una stanza


In un igloo trasparente; in cima a un monte; sulla
palafitta nel bush. Il cielo stellato come optional in camera
è ormai il lusso del momento. A latitudini esotiche o a
poche ore da casa. Spettacolari le Treehouse, suite-palafitte
a cielo aperto nella savana: sono diventate una speciali-
tà dei parchi nazionali del Sudafrica, come quelle nella
Lion Sands Game Reserve, in un angolo silenzioso
del Kruger National Park, dove, nel nulla, con il mi-
nimo delle luci, si cena e dorme a tu per tu con le stelle Mamalluca, che offre tour astronomici (observatorio- Il bivacco della
australi (lionsands.com, da 115 € a notte in due, solo per mamalluca.cl), ma anche lodge con telescopi d’ultima Malga del Doss di
Ossana (Tn) ha
chi soggiorna nei lodge della riserva). Sempre in Sudafri- generazione che organizzano percorsi, a piedi o a cavallo, il bollino dei “Cieli
ca, ecco i letti a due piazze preparati sui balconi naturali nelle zone desertiche insieme agli scienziati. La meta mi- più belli d’Italia”
di roccia del Kagga Kamma Nature Reserve, a tre ore gliore al mondo, dicono gli esperti, per vedere la spetta- di Astronomitaly.
(per informazioni:
d’auto da Città del Capo (da 146 € a notte in due, kag- colare eclisse totale di sole del 13 luglio. Al Mi Lodge si tel. 0463.75.13.63).
gakamma.co.za). Apre il 16 ottobre, invece, dopo il re- pernotta nelle domos geodésicos, tende trasparenti, o nelle Nell’altra pagina,
styling, l’andBeyond Sossusvlei Desert Lodge, campo cabañas observatorio, cottage su piattaforme con il soffitto la Tinyeleti
Treehouse della
nascosto in mezzo alla NamibRand Nature Reserve, di vetro (da 96 €, milodge.com. Sul Cile vedere anche il Lion Sands
in Namibia, da cui contemplare quello che, per l’Inter- reportage a pag. 56). Game Reserve, in
national Dark Sky Association, è uno dei cieli migliori Più vicino all’Italia, l’Inghilterra offre l’Exmoor Sudafrica:
d’Africa. Oltre all’osservatorio, ogni lodge offre una ter- National Park (exmoor-nationalpark.gov.uk) tra Somerset si dorme sotto
le stelle australi.
razza, il binocolo e l’aiuto di un astronomo per scoprire la e Devon, luogo talmente vocato all’astrofilia che in au-
nube di Magellano, tra le galassie più vicine alla Via lattea tunno (quest’anno dal 14 ottobre al 3 novembre) ospita
(suite da 557 €, andbeyond.com). il Dark Skies, festival con conferenze, osservazioni e
Il cielo è come ai tempi di Lawrence d’Arabia nel passeggiate notturne (darkskiesnationalparks.org). Qui il
deserto del Wadi Rum, in Giordania, dove le stelle ca- Little Quarme Cottage organizza corsi di astrofotogra-
denti si possono avvistare tutto l’anno, soprattutto dopo fia, anche per principianti (doppia da 268 €, littlequar-
il tramonto. Il Wadi Rum Starlight, campo tendato in me-cottages.co.uk). Tra i monti svizzeri, il Kulmhotel
stile beduino, si raggiunge in fuoristrada insieme al pro- Gornergrat di Zermatt, hotel con osservatorio, propo-
DOOKPHOTO, FABRIZIO MARRA

prietario, Suleiman Sabbah, appassionato astronomo. ne le sere con l’astronomo Timm-Emanuel Riesen, che
Poi si cena intorno al fuoco e ci si sdraia a guardare lo insegna a orientarsi nel cielo con le stelle dell’Orsa. E la
spettacolo (da 63 €, wadirumstarlight.com). supersuite nella torre, con le finestre arrotondate, offre
Nella Valle del Elqui, a 400 chilometri da San- una volta stellata anche a occhio nudo (doppia da 395 €,
tiago del Cile, attirati dal clima asciutto e da cieli sgom- gornergrat-kulm.ch). Spettacolari pure le Natur’Bulle dei
bri almeno 320 giorni all’anno, sorgono osservatori come boschi francesi di Symphorien, a mezz’ora da Chartres:

177 DOVE
RIALZARE LO SGUARDO

calotte trasparenti con ogni comfort per osservare il cielo una teca di vetro per guardare il cielo. E con la sauna pri-
(doppia da 169 €, naturbulle.com). vata a infrarossi (da 140 € per notte in due, minimo due
E l’Italia? In Val Gardena, l’Hotel Tyrol di Sel- notti, skyview-chalets.com).
va (Bz) propone Sogno sotto le stelle, una settimana che in- La Starlight Room Dolomites 360° è una ca-
clude la salita all’Alpe di Juac con la guida fino a una baita mera mobile in legno di abete, con pareti in vetro, capace
a 2.000 metri. Cena a lume di candela, poi si ammirano le di ruotare seguendo gli astri. Sorge presso il rifugio Col
stelle con il binocolo, mentre un quartetto di strumenti a Gallina, tra le Dolomiti sopra Cortina d’Ampezzo (a
plettro accompagna la visione (sette notti in mezza pen- 600 € la notte in due con trasporto, cena e colazione in
sione, 8.450 € per due, tyrolhotel.it). Inaugurano a giu- rifugio, rifugiocolgallina.com; una notte nella Starlight
gno, invece, gli Skyview Chalets sul lago di Dobbiaco Room è anche il primo premio di una raccolta fondi, con
(Bz), piccole ecostrutture con patio-terrazza protetto da sorteggio finale, per B.Live, onlus dedicata a ragazzi con

FORZA D’ATTRAZIONE
È stato Eugene Cernan l’ultimo uomo ad avere posato il piede sulla Luna, con l’Apollo 17,
nell’ormai quasi remoto 1972, per poi raccontarsi nel libro The Last Man on the Moon, da cui
è stato tratto nel 2016 l’omonimo documentario del regista Mark Craig
(thelastmanonthemoon.com). Ora la Nasa si prepara a ripartire. Con il benestare di Donald
Trump, che considera Marte ancora troppo lontana, il budget dell’agenzia spaziale Usa
beneficerà nel 2020 di 1,6 miliardi di dollari per quel programma Artemide che dovrebbe
riportare l’uomo sul satellite entro il 2024. Mosca rimane il rivale da battere. Roscomos,
agenzia spaziale russa che con la Nasa collabora a un avamposto in orbita lunare per
missioni interplanetarie (il Lunar Orbital Platform-Gateway), progetta infatti anche una
base internazionale ancorata alla superficie. La Cina ha appena spedito il rover Chang’e-4
sul lato oscuro, e progetta entro un decennio una stazione lunare. L’Agenzia spaziale
indiana a settembre invierà la sonda Chandrayaan-2, a dieci anni da quella che trovò le
prime molecole d’acqua lunari. L’Esa, Agenzia spaziale europea, punta infine sul Moon
Village, villaggio scientifico internazionale sulla Luna da cui fare, un giorno, il balzo per
Marte. Ma saranno i privati a dare l’ultima spinta. Come i razzi low cost della SpaceX di
Elon Musk, destinati ad abbattere i costi di rifornimento nello spazio. f.b.

178 DOVE
patologie gravi, attiva sul sito wishraiser.com). lunare con il replay della storica diretta, video e testimo- La Kingstone
Le stelle cadenti, sciami di piccole meteoriti che nianze d’epoca. Vale la pena di passare da qui anche il 16 Treehouse, nella
Lion Sands Sabi
scintillano a contatto con l’atmosfera, sono tipiche dell’e- luglio, per seguire con il telescopio del planetario l’eclisse Sand Reserve del
state, con picchi previsti quest’anno a fine giugno e intor- parziale della luna piena, prevista tra le 22 e l’1, o in un Kruger Park, è una
no alla tradizionale notte di San Lorenzo del 10 agosto. qualsiasi venerdì di luglio per le serate Song for Stars, tra struttura in legno
e vetro. Molto
Astronomitaly (astronomitaly.com), rete italiana del tu- performance, musica e le proiezione della volta celeste evidenti, nei cieli
rismo astronomico che seleziona le località con il minor del planetario digitale (ingresso da 13,50 €, planetariodi- sudafricani,
inquinamento luminoso, consiglia, tra le novità 2019, di torino.it). Festa per la Luna, e per l’eclisse, anche al Ca- la Croce del sud,
farsi trovare sulla terrazza del wineshop della Tenuta delle stello d’Albertis-museo delle culture di Genova: Back la grande nube
di Magellano
Ripalte, all’Elba, relais che ha ottenuto il livello gold dei to the Moon, prevede, il 16, l’incontro con Luigi Pizzinen- e il profilo della
“Cieli più belli d’Italia”: da lì la Via lattea sembra a portata ti, storico del programma Apollo e con il ricercatore del Via lattea.
di mano (doppia da 190 €, tenutadelleripalte.it). Dal Ca- Cnr Marco Bibuli, postazioni con telescopi in terrazza
stello di Titignano (Tr), i telescopi si punteranno invece e sulla torre più alta del castello. Per vedere la Luna farsi
su Vega, Giove, Saturno e la nebulosa di Orione (doppia rossa e sparire a metà (cell. 346.24.02.066, ingresso 6 €).
da 155 €, titignano.it). Nell’estate della Luna impazzeranno un po’

Compleanno lunare
ovunque anche veri e propri Full Moon Party. Sulla spiag-
gia di Grado (Go), il 16 dalle 22 si farà yoga sotto i raggi di
Quest’anno c’è una data speciale: i 50 anni dallo Selene (turismofvg.it). Presso il Bagno 26 di Rimini, sa-
sbarco sulla Luna. Nella notte tra il 20 e il 21 luglio 1969, bato 13 luglio, un Rock Full Moon Party celebrerà insieme
20 milioni di italiani (900 milioni di persone nel mon- l’estate lunare e i cinquant’anni dallo storico festival rock
do) seguirono per quasi 24 ore in televisione, in bianco di Woodstock del 15-18 agosto 1969 (ulissefest.it).
e nero, Neil Armstrong che, 384 mila chilometri sopra Si alluna in modo virtuale al Museo Nazionale
di loro, posava il piede sul satellite a sei ore dall’allunag- Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano,
gio dell’Apollo 11. Nella miriade di eventi che celebrano dove si trova anche un frammento del satellite giunto
DOOKPHOTO, GETTY IMAGES

l’anniversario ci sono mostre ed esperienze per tutta la nel 1972 sull’Apollo 17: con il visore Playstation Vr si
famiglia, ma anche vere, piccole avventure per cacciatori decolla, si seguono gli astronauti giù dalla scaletta, si
di stelle. effettua il rientro sulla Terra. Il 4 luglio, invece, incon-
Tra le prime, il Planetario di Pino Torinese, a tri e proiezioni presentano il programma Nasa Artemide
20 minuti da Torino, propone, il 20 luglio, una maratona per riportare l’uomo sulla Luna (riquadro a pag. 178)

179 DOVE
RIALZARE LO SGUARDO

NC VAN ZYL

180 DOVE
(ingresso 10 €, ridotto 7,50, museoscienza.org; viaggio Cacciatori di astri
virtuale 5 € prenotando su vivaticket.com). Missioni Il modo più coinvolgente per riscoprire, in Ita-
virtuali, sul razzo Usa Saturn V o verso Marte, anche lia, la Luna e le stelle, è camminando. Nella natura. Ogni
a Palazzo Parolari-Museo civico di Rovereto, dopo venerdì, Occhi al cielo alla scoperta delle stelle è la passeggia-
avere ammirato la tuta di Dave Scott, comandante di ta, anche solo in due, accompagnati dall’astrofilo Felice
Apollo 15, e una navicella sovietica Soyuz (fondazio- Troiero, intorno a Lateis di Sauris (Ud). Sette monta-
nemcr.it). Alla Fondazione Crc di Cuneo, la mostra gne (la più elevata, il Crodon di Tiarfin, 2.413 metri) e un
Destinazione Luna. Il futuro è adesso fa rivivere fino a di- lago circondano il paese a 1.212 metri d’altitudine, tra i
cembre la missione Apollo e permette di anticipare le Borghi più belli d’Italia e premiato da Astronomitaly “Per
prossime esplorazioni su enormi schermi immersivi e latutelaevalorizzazionedelpatrimonioceleste”.Siparte
a 360 gradi (ingresso libero, fondazionecrc.it). Alla Spe- dall’hotel Pà Khraizar, che il 18 luglio, con la Luna non
cola di Padova, osservatorio attivo già 250 anni fa,fino più piena, quindi maggiormente visibile (al massimo
al 18 settembre si tiene 200 gradini verso la luna: ogni della luminosità sono meno nitidi i dettagli), propone la
mercoledì, alle 21, un viaggio fra mappe lunari antiche serata al telescopio (pa-krhaizar.it; per le passeggiate, tel.
e rare (8 €, beniculturali.inaf.it/eventi/200-gradini- 0433.86.076, a 10 € per minimo due persone). È italiano
verso-la-luna). La mostra Explore, presso Palazzo Blu, il primo primo Astrovillaggio d’Europa, in Val d’Ega, Al-
sul Lungarno pisano, ripercorre i viaggi spaziali da Jurij to Adige (eggental.com/Astrovillaggio). Sorto nel 2012,
Gagarin, il primo uomo in orbita, nel 1961, all’italiana è una rete di località unite dall’astrofilia: San Valentino
Samantha Cristoforetti. E la sala Oltre è dedicata ai pro- al Campo (Bz) offre un planetario, l’osservatorio astro-
getti futuri (intero 6 €, ridotto 4, palazzoblu.it). nomico-solare e il sentiero dei pianeti, da Mercurio a

I cieli migliori?
Lontani da
fonti luminose
e superfici
riflettenti, come
quelli sopra le
suite tra le rocce
della Kagga
Kamma Nature
Reserve, a tre
ore d’auto da
Città del Capo.

181 DOVE
RIALZARE LO SGUARDO

Plutone, riprodotti in scala 1: un miliardo, poco più di otto entrare nel Visitor Complex del Kennedy Space Center
chilometri. Collepietra offre alberghi con camere dotate di Cape Canaveral, Florida (ingresso 51 €, kennedyspace-
di telescopio, riproduzioni di costellazioni, finestre per os- center.com), da dove mezzo secolo fa spiccò il volo l’Apollo
servare il cielo, come il Biohotel Steineggerhof (doppia 11. Qui, nel RocketGarden, svettano le repliche dei razzi sto-
in mezza pensione da 232 €, steineggerhof.com). Tra il 14 rici ed è possibile incontrare di persona alcuni astronauti.
e il 21 luglio l’Astrovillaggio onora l’anniversario dell’allu- Nel Johnson Space Center di Houston, in Texas, sede
naggio con un’escursione notturna al Catinaccio insieme del centro di controllo delle missioni Apollo, la sala di co-
all’astrofisico David Gruber, direttore del museo di scien- mando è stata appena riportata a com’era 50 anni fa, con
ze naturali di Bolzano. Il 19, all’Osservatorio, incontro con tanto di arredi e strumentazioni originali (ingresso 26 €,
Marco Fuchs di Ohb, gruppo specializzato in tecnologie spacecenter.org). Imperdibile il National Air and Space
spaziali, e con l’ex cosmonauta russo Valerij Tokarew. Museum di Washington, il più grande museo dell’aero-

I luoghi del mito


spazio al mondo, del tutto gratuito (airandspace.si.edu).
All’altro polo della corsa spaziale chi ha in pro-
Ancora una modalità per ricordare la corsa allo gramma un viaggio a Mosca può visitare il museo della
spazio e tornare a sentirsi a casa nell’infinito e oltre: visita- cosmonautica, aperto nel 1981 e zeppo di cimeli, vere na-
re i luoghi dell’avventura astronautica. È l’anno giusto per vicelle spaziali e un’avveniristica sala proiezioni (3,4 €, gra-

182 DOVE
La Chalkley
Treehouse della
Lion Sands Sabi
Sand, nel Kruger
Park. Le lanterne
schermate limitano
l’inquinamento
luminoso. Le notti di
2019, Odissea nello spazio
luna nuova sono Turismo spaziale: a che punto ci si trova? Nata nel
le migliori per 2004, la Virgin Galactic di Richard Branson (virgingalac-
guardare il cielo.
tic.com) potrebbe a fine anno essere la prima compagnia a
portare in orbita, per sei minuti, un gruppo di turisti facol-
tosi: costa 250mila dollari, e divi come Leonardo Di Ca-
prio e Lady Gaga, insieme ad altre 550 persone, hanno già
prenotato un posto sulla SpaceShipTwo, in grado di portare
due piloti e sei passeggeri a un’altezza di cento chilometri.
Si decollerà dallo Spaceport America, in Nuovo Messi-
co, dove sono in corso i collaudi e che è visitabile (tour a
44,5 €, spaceportamerica.com). Non c’è ancora un prez-
zo per salire sul razzo New Shepard di Blue Origin, com-
pagnia fondata nel 2000 da Jeff Bezos (blueorigin.com).
Delle crociere commerciali con vista sulla Luna proposte
dalla SpaceX di Elon Musk (spacex.com), operativa dal
2002, si sa che dureranno sei giorni. E che c’è già una pre-
notazione: il miliardario giapponese Yusaku Maezawa,
fondatore nel negozio online Zozotown, ha pagato 110
milioni di dollari per volare sul Big Falcon Rocket intorno
al 2023. Intanto, una startup con base a Houston, Orion
Span (orionspan.com), ha presentato nei mesi scorsi il
progetto di una struttura alberghiera orbitante: l’Aurora
Space Station, che, a giudicare dai modellini, sarà un nor-
male modulo spaziale con interni extralusso. Ospiterà sei
ospiti alla volta per 800mila euro a notte, a 350 chilometri
dalla Terra.
Lo scenario è così concreto che presso l’Universi-
tà Bocconi di Milano esiste il See (Space Economy Evo-
lution) Lab. È un centro di ricerca sull’economia spaziale
che a maggio ha diffuso una proiezione: quattro navicelle
da sei posti in volo nello spazio una volta alla settimana
valgono un giro d’affari annuo di 200 milioni di euro. Il
vero business sarà però un altro: i voli suborbitali per il
trasporto tradizionale. Un progetto Ue punta a far decol-
tis gli under 18, kosmo-museum.ru). O, meglio ancora, lare entro il 2035 lo Stratofly MR3, velivolo stratosferico a
visitare il centro di addestramento dei cosmonauti della basso impatto ambientale capace di volare tra Bruxelles e
Città delle stelle, a circa 25 chilometri dalla capitale, Sydney in due ore e mezzo.
dove si trova, tra l’altro, la navicella Vostok di Jurij Gaga- Sarà fantascienza, ma sono oltre sei milioni le per-
rin (gctc.ru, tour da 355 € a persona con getyourguide.it). sone, tra cui alcuni dipendenti Nasa, che hanno richiesto
In Europa spicca il museo dell’aria e dello spa- pezzi di satellite su The Lunar Embassy (lunarembassy.
zio di Le Bourget, a un’ora da Parigi, che ospita un com). Dietro il sito, la favola di Dennis Hope, ex vendi-
razzo Ariane 5, vettore tutto europeo, e una navicella tore d’auto americano che nel 1980 ha rivendicato i diritti
Soyuz (ingresso dai 9 ai 21 € secondo il percorso, mu- lunari, con un progetto inviato all’Onu per la lottizzazio-
seeairespace.fr). Nella Città dello Spazio di Tolosa si ne della superficie. Visto che nessuno gli ha mai obietta-
prova l’effetto di camminare sulla Luna con il simulatore to, Hope impazza sul web come legittimo proprietario.
Moon Runner (da 21 €, cite-espace.com). E nel National È vero, la dichiarazione Outer Space Treaty del 1967 vieta
Space Centre di Leicester, in Inghilterra, i bambini la proprietà privata fuori dall’atmosfera. Ma guardare la
diventano cosmonauti, tra mute spaziali e riproduzioni Luna serve anche a sognare: un ettaro costa oggi 25 dollari
DOOKPHOTO

degli interni delle navicelle (17 € gli adulti, 13,5 under 16, (22 €). La location più ambita? Il mare della tranquillità,
spacecentre.co.uk). che accolse Apollo 11. Dove tutto è cominciato.

183 DOVE
SHOPP I N G
a cura di Susanna Perazzoli

Una Stagione di
SorpreSe Al mare e in montagna, in bici
e sull’hoverboard, sopra e sott’acqua:
tessuti, accessori, tecnologia per
l’estate. Tra funzionalità e ironia

MOVIMENTI
NATURALI
Nasce dieci anni fa il
progetto di dare vita a
mocassini informali, in
tela, ispirati a una scarpa ELEGANZA
molto in voga alla fine DI BORSA
degli anni Quaranta sulla
Costa Brava. Nella foto, Shopper in cotone dalle
slip-on in cotone, suola in calde tonalità giallo girasole,
gomma, 60 €, rivieras.com corallo, écru, da abbinare ai
caftani di raso e ai pantolini
di organza della collezione,
215 €, forte-forte.com

SOTTO
IL SOLE
I prodotti della
linea Rilastil Sun
System sono
ipoallergenici,
senza derivati del
STREET STYLE grano. Sun System
Tattoo, arricchito
Trasparenze, micropaillettes, macramè, intrecci a spiga. Le scritte sono a da burro di cacao
taglio vivo e vengono cucite a mano: sembrano un murale appena dipinto e pantenolo, è
la platform in corda con stampe e ricami a cuore e lo slip-on, sempre con indicato per la
ALESSIO CIMADAMORE, GIOVANNI MARCHESI, STUDIO LUX

suola in corda, entrambe 125 €, espadrilles.it pelle tatuata,


24,90 €,
rilastil.com

SPUNTI CREATIVI
La linea Art.365 di Marella, firmata dall’illustratrice
svedese Liselotte Watkins, è una palette di colori
brillanti e geometrie. Nella foto, top con stampa in
satin (129 €), pantaloni con stampa in satin (159 €),
stivaletto in pelle e maglia (209 €), marella.com

192 DOV E
GOCCE
DI PIOGGIA
Leggero, praticissimo
per gli acquazzoni
estivi, lo stivaletto SGUARDO IRONICO
Candy Pink in gomma
naturale della Per la spiaggia e le feste in riva al mare ecco un’occhiale ironico. Il
collezione Plau ha modello, Coral Cove Black Edition, è di dimensioni dilatate e ha una
una suola con plateau montatura in titanio giapponese. Il colore è speciale: rosa metallizzato,
più piatta, champagne light gold, con lenti marrone sfumato, 419 €, blackfin.eu
per una maggiore
comodità, 85 €,
hunterboots.com

OGNI
MOMENTO
È BUONO
Un look informale, chic,
perfetto per il giorno
e la sera: pullover
girocollo in cotone
a righe color noce e
mango-cobalto (126
€), pantaloni di taglio
sartoriale con doppia
pince in cotone bianco
(123 €), sneaker in
pelle con profili e suola
in gomma blu navy
(163 €),
manuelritz.com

LINO A CHILOMETRO ZERO


Il Linificio e Canapificio Nazionale (Marzotto Group), leader mondiale nella
produzione di filati di lino e canapa, vanta una tradizione che risale al 1873
e non ha mai smesso di fare ricerca. Accanto alla manifattura di Villa d’Almè
(Bg) sono stati seminati due ettari che daranno vita a mille chili di fibra di
lino. Nella foto, tessuti in lino di Albini Group, linificio.it

NUANCE BRILLANTI
Sono irrinunciabili, colorate, confortevoli, prodotte in Italia. Sabot e
mule spiccano nel guardaroba dell’estate, con fiocco, frange, fibbie,
scamosciate e in tessuto. Nella foto, sabot in pelle sintetica con
sottopiede inbottito, 59,90€, igieco.it

193 DOV E
S H O P P I N G NEL MONDO

UN PICNIC AL VERDE
Tovagliette, candele, bicchieri e
accessori coloratissimi di design
per il picnic o il barbecue con gli amici.
A disegnarli è il team creativo
della tedesca Paper + Design
(sede a Wolkenstein, in Sassonia).
Prezzi da 5 €, paper-design.de

APPUNTI DI VIAGGIO
Per il suo primo progetto, la startup Astrohaus - sede a New York
e a Detroit - si è rivolta alla piattaforma di crowdfunding Kickstarter
e il successo è stato immediato. L’idea? Finanziare il Freewrite Traveler,
un kit per scrivere in viaggio, con batteria al litio ricaricabile, senza IL MARE
connessione, che permette di annotare pensieri e parole, evitando le
distrazioni dei social network, 325 €, astrohaus.com
A COLORI
Colorata e
confortevole, Plazma
è una maschera
per lo snorkeling
e le immersioni
ricreative. Senza
telaio (frameless),
ha un’unica
lente che grazie
al trattamento
ambrato riduce
i riflessi ed esalta
i colori, 55€,
aqualung.com

SULLA CARTA
Emma, Amanda, David,
Hattie e Linsday: cinque
imprenditori con la
passione per la cartoleria ANCHE SOTT’ACQUA
MICHAEL BADER, ADAM LEEB

hanno dato vita a una


linea di quaderni e origami È impermeabile, resistente agli urti e alle basse
ispirati ai viaggi, in vendita temperature, realizza video in full HD
nella boutique al 28 di e scatta foto da 13,2 MP anche sott’acqua.
Broad St. a South Molton, Nikon Coolpix W150 è una fotocamera compatta
nel North Devon, e online, dallo stile sbarazzino, che può essere
da 10 €, daisypark.co.uk usata anche dai bambini, 169 €, nikon.it

194 DOV E
LA GIUSTA
FREQUENZA
Nel 1997 l’architetto francese
Marc Berthier, due volte
Compasso d’Oro, lanciò sul
mercato Tykho, piccola radio
avvolta da una custodia
idrorepellente in silicone.
Oggi la versione Tykho 2 ha
batteria ricaricabile e porta
Usb, 59 €, lexon-design-
store.com

UN MONDO ESOTICO
Sono dedicate a quanti vogliono sentirsi in vacanza tutto l’anno
le carte da parati a stampa tropicale proposti sulla vetrina
online di Kheira Benchekor ed Edmund Eldergill, appassionati
di stili e maestranze artigianali europee: vengono realizzate
con inchiostri ecologici e atossici, da 170 €, vivalagoon.com

MOBILITÀ
FANTASIA ELETTRICA
IN CUSCINO Ha già conquistato i
Millennial (e non solo)
Manifattura italiana il nuovo hoverboard
e stampe dai in ABS e metallo con
motivi esuberanti, luci Led. Il plus? Le
dove elementi casse che si possono
di architettura collegare Bluetooth con
giocano con animali, lo smartphone, 99.90 €,
piante, oggetti kasanova.it
del passato.
La boutique è
nel quartiere
londinese di
Wimbledon (2
Rotunda Point),
da 107 €,
santorus.com

DI TRAVERSO
Sembra uscita da
A RUOTA LIBERA un fumetto Blow, la
lampada da terra che
Pedalare senza stancarsi. Questa la promessa di Askoll Eb5, si può usare anche
una bicicletta a pedalata assistita prodotta in Italia. in giardino disegnata
Dotata di forcella ammortizzata e freni a disco, dai belgi Job Smeets
può raggiungere i 25 chilometri orari, mentre la e Nynke Tynagel di
batteria garantisce fino a 80 chilometri di Studio Job, Anversa.
autonomia, 1.490€, askoll.it Disponibile in sei
varianti, è prodotta
dall’italiana Seletti, da
2.290 €, seletti.it

195 DOV E
S H O P P I N G ACTIVE

SEPARATI È MEGLIO
Separare le cose bagnate o umide da quelle
asciutte? Ci pensa il nuovo Planing Roll Top
Pack, con una semplice apertura/chiusura
ad avvolgimento che consente di accedere
al contenuto o allargare lo zaino in base alle
dimensioni del carico; è inoltre dotato di
cuciture termonastrate che isolano da acqua,
sporco e detriti, 120 €, eu.patagonia.com

PRONTI A TUTTO
Ideale per ciclisti, la collezione Gore® C5 Trail and All Mountain combina INCONTRO DI
durata, vestibilità e tessuti leggeri: la maglia C5, in tessuto antiabrasione
e traspirante, è stata progettata con protezioni per i gomiti (69,95 €);
ECCELLENZE
i pantaloncini C5 All Mountain sono resistenti e leggeri, con protezioni
La maison svizzera
antischizzo, 119,95 €, gorewear.com
Eberhard & Co., da
tempo legata al
mondo delle auto,
rende omaggio ad Alfa
Romeo con il cronografo
Quadrifoglio Verde (il
simbolo comparve su
un’Alfa Romeo RL alla
targa Florio del 1923). È
un’edizione limitata: solo
250 esemplari, 3.980 €,
eberhard1887.com

COME UN PESCE LAURENT MAJUREL, ACER, CARL ZOCH PHOTOGRAPHY, BEARDY MCBEARDY

La muta Phantom 2.0


è dotata di Bio-Stretch
Zone, ossia pannelli
di 1,5 mm posizionati
sotto le braccia
e alla base della
schiena per ottenere
la postura migliore.
Il sistema interno MUSICA PER LE ORECCHIE
Core Power facilita la
rotazione dell’ancae Pensati per le attività all’aria aperta, gli auricolari Sennheiser CX Sport sono ultraleggeri,
l’allungamento della compatti e resistenti agli schizzi d’acqua e al sudore. Dotati di Bluetooth, hanno
battuta in acqua, 699 €, appendici che li tengono saldi alle orecchie; la batteria ha un’autonomia di sei ore, 129 €,
aquasphereswim.com sennheiser.com

196 DOV E
SUPERSUOLA DONNE
Negli anni Novanta irruppe
IN FORMA
la Cell Technology, con le Disegnato e
speciali celle esagonali inserite realizzato da
nell’intersuola della scarpe. La Santini Cycling
nuova Cell Stellar ha la tomaia Wear, il kit Volo
in mesh con rivestimento in offre tessuti
pelle e dettaglio metal sul e dettagli
tallone, intersuola in Eva e pensati per le
suola in gomma originale degli donne: effetto
anni Novanta, 120€, puma.com aerodinamico,
ottima vestibilità e
massimo comfort.
La maglia è
leggerissima,
pesa solo 100
grammi (85 €),
santinisms.it

PROTEZIONE COMPLETA
BAGNATO E ASCIUTTO Leggeri e versatili, i nuovi Alpina Nylos HR, hanno lenti di ceramica
di alta qualità, indistruttibili, che garantiscono una protezione
Un nuovo esordio in casa Red, brand del cento per cento dai raggi UV: la specchiatura riflette i raggi
della storica Rede (Parabiago, 1938): infrarossi e riduce l’affaticamento degli occhi, mentre i morbidi
nasce la prima collezione beachwear naselli garantiscono comodità, 39,95 €, alpina-sports.com
dove le fantasie e i pattern sono quelle
delle calze, ma il tessuto si asciuga in
pochi minuti. Nella foto, boxer tinta
unita fast dry con microtasca sul retro,
87 €, redegroup.it

SILHOUETTE
SPORTIVA
È un’estate dal tocco
audace e colorato
quella del marchio
americano Tommy
Hilfiger, che ha
introdotto filati e
cotoni biologici in
tutta la collezione.
Elementi classici e
design sportivo si
ritrovano anche nel
bikini: bralette, 49.90
€, slip. 39,90€,
it.tommy.com

hanno collaborato Valeria Palieri e Alessio Lana


annunci
COME FARE COMPRAVENDITA SA R DE G N A FORMATI
L’INSERZIONE MARE SARDEGNA Tempio Pausania. Splen‑ DISPONIBILI
dida proprietà adatta agriturismo, b&b; l TESTO STANDARD minimo 20
Gli annunci si ricevono via telefono/
LIGURIA 60.000 mq terreno agricolo coltivato
parole: costo a parola 2 euro + iVa
fax o e-mail nei giorni feriali dalle orto, frutteto, vigneto; numerose e ab‑
9,00 alle 13,00 e dalle 14,00 alle 17,30: CAMOGLI, villa prestigiosissima storica, bondanti sorgenti d’acqua; tre fabbricati l TESTO EVIDENZIATO
anche bifamiliare, fantastica vista, privato trasformabili in locali accoglienza ospiti. costo a parola 2 euro + 30% mag‑
AGENZIA SOLFERINO
vende 335.26.61.14 Distanza da centro abitato 600 metri, 35 giorazione evidenziato + iVa
Tel. 02.6282.7555 - 02.6282.7422
minuti dal mare. Prezzo Euro 350.000. l 1 MODULO testo max 20
fax 02.6552.436 CAMOGLI centro, inimitabile villa liberty Rivolgersi a: gallura41@gmail.com
mq 469 vista mare ascensore giardino parole + foto di 4 cm (base)
e-mail: agenzia.solferino@rcs.it x 3 cm (altezza), risoluzione 300
850.000 www.portofinoimmobiliare.it
340.76.49.777 MONTAGNA dpi: costo 180 euro + iVa
LE NOSTRE RUBRICHE TRENTINO ALTO ADIGE
l 2 MODULI testo max 40 parole
PIETRA LIGURE: vista mare, rara + foto di 4 cm (base) x 5,80 cm
AffIT T O opportunità, termoautonomo, solare (altezza), risoluzione 300 dpi:
C OM pR AvEN DIT A termico, soggiorno angolo cottura, PRESTIGIOSO maso Bolzano,
bosco, prati, piscina, costruzione 2007,
costo 350 euro + iVa
camera, bagno, terrazza vivibile, arredato,
NAU T IC A esposizione sud panoramica, m. 870 Le misure dei formati disponibili possono
come nuovo, soleggiatissimo. Box. classe variare per esigenze di impaginazione. nel
SERvIZ I a. Studiotre 392.06.57.888 altitudine. Euro due milioni. cE: a4.
caso di acquisto del formato con foto, non
349.42.50.224
vACANZE E SOGGIORNO è garantita la pubblicazione nella rubrica
RAPALLO, in Sporting club con club di appartenenza per esigenze di impagina‑
house, ristorante, bar, piscina, tennis, A BR U Z ZO zione. Per ogni parola in più, oltre a quelle
palestra, solarium vendesi bilocale, piccolo previste dai formati il costo è di 2,00 euro
AFFITTO terrazzo, cantina, box. 335.68.94.589 NEL PARCO NAZIONALE DELLA +iVa a parola. il pagamento richiesto è an‑
MARE MAIELLA con davanti impianti di ticipato a conferma dell’ordine.
T O SC A N A risalita per sciare, dietro una bellissima
TOSCANA abetaia, vendesi appartamento 1°
nel testo dell’inserzione relativo alla com‑
pravendita di immobili è obbligatorio indi‑
PUNTA ALA luglio‑agosto, minimo 15 TORRE DEL LAGO PUCCINI (Versilia): piano 80 mq. più 3 balconi e cantina. care la classe energetica di appartenenza e
giorni, villetta nel verde, vicino servizi, mare, bilocale piano terra con giardino Euro arredato, accessoriato, ristrutturato, il relativo indice di prestazione energetica
due camere, 5 letti, due bagni, soggiorno, 95.000,00 ‑ appartamento primo piano un’occasione unica, prezzo trattabile. espresso in kWh/mqa o kWh/mca a se‑
cucinotto, giardino, patio 329.01.04.375 Euro 165.000,00. Privato 340.76.57.463 Tel. 339.49.55.137 conda della destinazione d’uso dell’edificio.

Su troverai proposte
DOvEvIAGGI.IT
mensile anno 26 n°8 agosto 2016 €5,90

10 vIAGGI DA fARE
UNA vOLTA NELLA vITA

NORVEGIA
On the road tra
i fiordi più belli
ABU DHABI
Dune, natura
e grandi musei
AUSTRALIA
Lo spettacolo
del Queensland
IRAN MAI VISTO BOTSWANA
Sogno Nelle savane
di Medio Oriente del popolo San
PARCHI USA
Dove il West
è ancora vero
VIETNAM
Sulle spiagge
del nuovo relax
CILE
Il futuro abita
a Santiago

MEDIAGROUp S.p.A. pOSTE ITALIANE Sped. in A.p. - D.L. 353/2003 Conv. L. 46/2004, art. 1, comma 1 DCB Milano - ISSN 2499-4804 (online)
Canada Cad. 12.50 francia € 7,00 Germania € 7,00 Grecia € 7,00 portogallo Cont.: € 7,00 Spagna € 7,00 Svizzera C. Ticino Chf. 10,50 USA $ 12.50
PATAGONIA
Obiettivo
Capo Horn
GERUSALEMME
Ritorno alla
Terra promessa
per le tue vacanze da sogno

Per i tuoi annunci rivolgiti a:


Piccoli Annunci agenzia.solferino@rcs.it - tel. 02 6282.7555 oppure 02 6282.7422
5C O R S I C A
SENSI
PER SCOPRIRE LA

a cura di Susanna Perazzoli


testi di Susanna Lavazza

TOCCARE le essenze della macchia


ASSAPORARE i formaggi stagionati
ODORARE i vini dolci naturali
VEDERE i dolmen misteriosi a Cauria
ISTOCK

ASCOLTARE il sibilo del vento


201 DOVE
5 SENSI

S oSpeSi
202 DOVE
NELL’
azzurro
Vedere:
sentieri archeologici

Uno dei luoghi più misteriosi


della Corsica, a due chilometri
dal mare, è l’altopiano di

A u parfum de son maquis, de loin,


les yeux fermés, je reconnaitraîs la
Corse. Napoleone riconosceva la sua
Cauria, con decine di dolmen
e statue-menhir, alcuni con
naso e bocca, per ricordare
isola, la Corsica, anche da lontano, le più antiche presenze
a occhi chiusi, quando arrivava via umane sull’isola. Il dolmen
mare, respirando l’odore di salmastro di Funtunaccia è il più
e l’intenso profumo della macchia. importante: risale al 4.000 a.C.
Quale migliore suggestione, per ini- e pesa circa 15 tonnellate. La
ziare una vacanza, dei profumi di sua funzione era di rendere
mirto, dell’aroma di certe botteghe, omaggio ai defunti e
dell’incanto di tante baie immutate impressionare gli spettatori.
nei profili? La Corsica è un ventaglio Merita dio essere visitata
di odori, sapori, echi e percorsi del anche la medievale Sartène,
gusto. Senza contare che la sua forza è “la più corsa delle città corse”,
la capacità di preservare un paesaggio con case di granito costruite
unico di insenature a ferro di cavallo, sulla roccia, come il
scogliere striate di bianco, calanche di magnifico domaine
porfido rosso. Anche la flora è molto de Murtoli, in una
caratteristica, grazie all’isolamento: tenuta di 2.500
2.500 specie vegetali, delle quali 140 ettari e con 19
endemiche. casali del Seicento,
murtoli.com
EssEnzE prEziosE
Una splendida
veduta aerea
La macchia ha sostituito gran parte
della baia della della foresta, da tempo distrutta per
senze della Corsica sono innumere-
Rondinara: acque via dell’esportazione di legname. Oggi
turchesi e una voli: ginepro fenicio, ulivo selvatico,
lemaquis copre il 40 per cento dell’isola
lingua di sabbia ginepro rosso, lentisco, pino, timo,
finissima. e cresce fino ai mille metri (la cima più
rosmarino, cisto, lavanda, quercia,
alta è il Monte Cinto, 2.706 m). Le es-
clematide, erica, mirto, asfodelo,
finocchio, elicriso e tante altre. In
loro onore il profumiere Patrick
Fortezze genovesi, siti megalitici e acque Paquet (fragrantica.it) ha creato le
dalle mille sfumature. Kallisté, la più bella, Fleurs de Maquis.
come la chiamavano gli antichi Greci, ha I profumi della Corsica si avvertono
già in aeroporto. Ma l’emozione più
ISTOCK, ALAMY/IPA

la magia di un approdo solitario. Che esalta,


grande è per chi raggiunge l’isola in
in piena estate, ogni senso. Rimettendo in moto barca o in traghetto. Il famoso “di-
desideri, voglia di scoprire, vocazioni sportive to”, la penisola più settentrionale, da

203 DOVE
5 SENSI

toccare: cristalli di quarzo


Celebre, esclusivo, nel cuore dell’isola privata di Cavallo, tra la sguardo insegue un profilo che dise-
Corsica e la Sardegna, dove l’architetto francese Jacques Couelle gna anse, fiordi, insenature, falesie che
ha progettato ville e locali. Sulla costa sud si trova l’Hôtel & Spa precipitano nel blu. L’orizzonte non è
des Pêcheurs, con terrazze sul mare, giardini inseriti nella natura mai uguale: ogni scorcio merita atten-
con discrezione e un ristorante in perfetto equilibrio fra tradizione zione. Sul mare è il sibilo del vento a
italiana e francese. La Spa è il fiore all’occhiello, un angolo di quiete e inseguire i pomeriggi sul bagnasciuga,
relax dove abbandonarsi a massaggi di ogni genere, con le campane quando si è a bordo delle barche che
tibetane, ispirati ai venti di maestrale, i cristalli di quarzo dell’isola, le fanno la spola con le spiagge o quan-
pietre hawaiane. Nel menu della Spa ci sono anche rituali thailandesi, do si naviga a bordo di un catamara-
pediluvi alle erbe locali, massaggi ayurvedici, gommage al miele e no lungo le bellissime coste a sud o
lezioni di yoga, hoteldespecheurs.com attorno all’isola di Lavezzi. Magari
partendo dalla Sardegna e attraver-

AGALANTE, GABRIELE SOTGIU, ISTOCK, FRANCO COGOLI/SIME, GETTY IMAGES


sando quel braccio di mare spesso
agitato e ventoso che sono le Bocche
Bastia a Saint Florent, sembra l’in- re anche in gommone o in kayak. E di Bonifacio. Sul versante orientale
dice di una mano sinistra che punta subito si avverte che un altro senso è si raggiunge Porto Vecchio, la terza
alla Liguria. Stretta e lunga, percorsa stimolato: l’udito. Il silenzio - soprat- città più popolosa della Corsica (do-
da una strada di circa 110 chilometri, tutto all’estremo nord della Corsica, a po Ajaccio e Bastia), ma la prima per
è una delle parti più selvagge della Capo Corso, e all’estremo sud, Capo presenze turistiche (tra gli indirizzi da
Corsica e viene definita “l’isola den- Pertusato - è un toccasana, stimola non perdere, L’Orriu, con mieli, vini
tro l’isola”. Chi ama i luoghi solitari l’ascolto di sé, favorisce l’incontro con e formaggi selezionati, lorriu.fr). Le
si lascerà conquistare dagli orizzonti le cose autentiche. coste - una rosa di spiagge lunghe e di
di questa terra aspra e forte. Tante le L’isola è piccola (183 chilometri la dune - da Pinarello, una ventina di
strade da percorrere in bici o in mo- lunghezza massima, 83 la larghezza), chilometri a sud, a Punta di Rondi-
to per raggiungere spiagge selvagge, poco abitata e coperta per un terzo nara, circa 18 chilometri a nord, sono
integre, e godere di coste da esplora- da parchi. Ma è lungo le coste che lo un incanto, soprattutto arrivando dal

204 DOVE
Baie incontaminate e approdi solitari. Nella pagina a sinistra, la piscina dell’Hôtel & Spa des Pêcheurs, a Cavallo.

mare. Si nuota tra mille sfumature di biodiversità dichiarate riserva natura-


verde e turchese: un dipinto astratto le, dove i fondali sono uno spettacolo:
toccare fondali incontaminati
dove anche il senso del tatto è appaga- bastano maschera e pinne per osser-
to. L’acqua è cristallina ed è un tocco vare una natura incontaminata. Nei fondali della riserva naturale di Scandola è vietato
benefico tuffarsi in mare, per poi ri- Sull’isola non mancano i sentieri del immergersi con le bombole. Ma basta una mattinata di
lassarsi sulle spiagge di Santa Giulia gusto. Nelle trattorie e nei mercati snorkeling per avvistare pareti di coralli sotto Capo Rosso,
e Palombaggia. si gustano formaggi come il brocciu, vicino a Porto. Sito Unesco dal 1983, vanta un habitat unico
a base di latticello di pecora e capra; dove trovano rifugio falchi pescatori, falchi pellegrini, cormorani.
isolE di biodivErsità quelli più stagionati - è il caso del nio- Ci si arriva in barca (visite-scandola.com) e tuffarsi nelle
Davanti a quest’ultima si trovano le lu - o a crosta fiorita, quelli di capra, da insenature lungo la rotta
Isole Cerbicali, piccolo scrigno di assaggiare con la marmellata di fichi. vale il viaggio: l’acqua è
turchese, di velluto. Si parte
dal Golfo di Galéria per
approdare tra promontori e
piscine naturali dove l’uomo
sembra non aver mai
messo piede.

ASSAPORARE: PRODOTTI A CHILOMETRO ZERO


Ecco un itinerario per scoprire l’eccellenza dei prodotti corsi: la Route des Sens Authentiques
propone passeggiate, visite a produttori e laboratori artigiani (ci sono anche botteghe dove
comprare gli oli essenziali bio dell’isola), soste in fattoria e ospitalità nelle chambres d’hôtes. Il
circuito, inoltre, suggerisce itinerari culturali e naturalistici, ristoranti che recano il marchio Gusti di
Corsica, votati a valorizzare prodotti locali e ricette del territorio. Il tutto garantito da una carta di
qualità che riunisce i protagonisti in otto microregioni (Nebbio, Cap Corse, Castagniccia, Centro,
Sud, Balagne, Valinco e Sartenese) e individua 12 categorie controllate, vini, formaggi, olio d’oliva,
miele, farina di castagne e salumi, oltre alle clementine e nocciole igp, gustidicorsica.com

205 DOVE
5 SENSI

sentire:
Voci del mondo

La notte delle chitarre


Patrimonio, nel
dipartimento dell’Alta
Corsica, nella regione
del Nebbio, è a quattro
chilometri da Saint
Florent ed è famoso
per il suo Cru, tra i vini
migliori dell’isola. Il paese,
infatti, conta appena un
centinaio di abitanti, ma VEDERE: ACQUE E CASCATE
È un paesaggio che alterna macchia mediterranea e scenari alpini quello del Grande
possiede il 14 per cento
Randonneé 20, meglio noto come GR20, uno dei cammini più spettacolari d’Europa, paradiso
delle proprietà vinicole di tanti sportivi che ogni estate affrontano questo lungo sentiero che taglia la Corsica da
dell’isola. Tra i vigneti si nordovest a sudest. Ci si ferma ad ammirare le Cascades des Anglais, vicino al Col Vizzavona,
tiene, dal 20 al 27 luglio, uno dei passi più frequentati del GR20. Queste cascate sono visibili anche in treno,
Les Nuits de la Guitare, con la linea a scartamento ridotto Micheline che congiunge Corte, l’antica capitale corsa,
simbolo della resistenza contro Genova (da visitare anche per il suo museo), a Vizzavona.
uno dei festival di musica
live più appassionanti
della stagione: concerti Ancora, i salumi di maiale nustrale, turali (Muscat du Cap Corse). Spesso
di chitarra classica, razza autoctona dal quale si ricavano le bottiglie sono anche belle da vede-
ma anche jazz, blues, il prisuttu (prosciutto stagionato al- re, come quelle in vendita da Botti &
musiche gitane, flamenco meno un anno), il lonzu (lonza dall’a- Fils, sulla route de Bonifacio, a Porto
risuonano nell’anfiteatro, roma leggero, con tre anni di età) e la Vecchio (botti-et-fils.business.site).
nella chiesa barocca di coppa de Corse, che ha almeno cinque Uno spettacolo di sapori è il miele
San Martinu, sul ponte mesi. Per non parlare dei vini, nati corso, che si distingue secondo le fio-
romano, tra gli olivi, sulle da 30 vitigni. Due le denominazioni riture stagionali; c’è anche quello di
spiagge, festival-guitare- principali, Ajaccio e Patrimonio, ol- castagno, portato dai genovesi.
patrimonio.com tre a quella che identifica l’area (Vins Risalendo la costa orientale, ecco
de Corse) e quella per i vini dolci na- Aléria, alla foce del fiume Tavignano.

206 DOVE
VEDERE: PRUE AL VENTO
Con mille chilometri di coste, l’isola è la meta perfetta per tanti velisti:
oltre 23 barche hanno partecipato l’anno scorso alle regate della Corsica
Classic, e ancor di più sono attese alla prossima edizione, dal 25 agosto
al 1° settembre, 170 miglia tra Bonifacio e Saint-Florent scapolando
isolotti e approdando nei più famosi porticcioli corsi (corsica-classic.
com). Al termine si darà il via al trofeo Bonifacio, una serie di regate nelle
acque davanti alla cittadella più meridionale della Corsica, ridossata dai
venti, al termine di uno spettacolare fiordo. Magnifici il lungomare e la
cittadella, a strapiombo su una falesia calcarea. Da godere al mattino
presto, a piedi, quando il sole si riverbera sul bianco delle pareti.

È un compendio della storia dell’iso-


la, dalla colonizzazione greca (VI sec.
ascoltare il silenzio
a. C.) a quella genovese, terminata nel
1769. Nel Fort de Matra si visita il Ritrovarsi nel brusio
museo archeologico Carcopino, con di uno dei porticcioli
ceramiche di età greca e romana: pro- più belli e protetti del
prio da qui i romani partirono nel III nord della Corsica,
sec. a. C. per conquistare l’isola. Infine Saint Florent, dove
non si può non vedere, toccare, ma l’accogliente paese
anche ascoltare la storia recente du- costruito nel XV secolo
FREDERIC DEPERTUYS, ISTOCK, ALAMY/IPA

rante le giornate napoleoniche (13-15 dai genovesi vanta angoli


agosto). Quest’estate saranno speciali. di rara bellezza come la
Mostre, parate, spettacoli, in occasio- rada di Santa Maria o la baia di Marine de Barcaggio, un angolo di Caraibi. Non
ne dei 250 anni dalla nascita di Bona- lontano c’è solo silenzio. Per ritrovarsi soli con sé stessi e ascoltarsi si fa tappa
parte, nella città vecchia di Ajaccio, al Desert des Agriates, un’area di grande interesse naturalistico con alcune
avvenuta il 15 agosto 1769. Fu vera tra le spiagge più belle dell’isola. Due in particolare: plage du Lotu e plage du
gloria? Qui non hanno dubbi sulla Saleccia, raggiungibili con taxi boat che partono da Saint Florent.
risposta da dare.

207 DOVE
GRAN SASSO TRA LA LUNA E LE LUCCIOLE
di Simo Capecchi

210 DOVE
HYMERMOBIL B-KLASSE MASTERLINE
Il tuo passaporto per il mondo.

WƌŽŐĞƩĂƚŽ ƉĞƌ ĐŽůŽƌŽ ĐŚĞ ĂĚŽƌĂŶŽ ůĂ ůŝďĞƌƚă Ğ ŝů


ůƵƐƐŽ Ěŝ ĨĞƌŵĂƌĞ ŝů ƚĞŵƉŽ� ğ ůŽ ƐƚƌƵŵĞŶƚŽ ƉĞƌĨĞƩŽ
ƉĞƌ ĂůůŽŶƚĂŶĂƌƐŝ ĚĂ ƚƵƩŽ Ğ ǀŝƐŝƚĂƌĞ ŝů ŵŽŶĚŽ�

Con Hymermobil B-Klasse Masterline il viaggio


ƐĂƌă ƵŶ ƉĞƌĐŽƌƐŽ Ğ ŶŽŶ ƵŶĂ ĚĞƐƟŶĂnjŝŽŶĞ�

ŚLJŵĞƌ�ĐŽŵ