Sei sulla pagina 1di 11

Hugo von Hofmannsthal - Wikipedia 15/07/19, 08*41

Hugo von Hofmannsthal


«Siamo fatti della stessa materia di cui s'intessono i sogni, / e i sogni sollevano le
palpebre / come i piccoli bambini sotto i ciliegi, / dalla cui corona il suo
cammino oro pallido / la luna piena inizia attraverso la grande notte [...] E tre
cose sono una: un uomo, un oggetto, un sogno»
(Hugo von Hofmannsthal, Terzine sulla caducità, III.[1])

Hugo von Hofmannsthal (Vienna, 1º febbraio


1874 – Vienna, 15 luglio 1929) è stato uno
scrittore, poeta, drammaturgo e librettista
austriaco.

Biografia
Il nonno August Emil von Hofmannsthal, ebreo
d'origini praghesi, ma residente a Vienna, era un
industriale della seta quando, per sposare a
Milano Petronilla Ordioni (1815–1898), di Rho,
nel 1839 si convertì al cattolicesimo. I due
ebbero come figlio Hugo von Hofmannsthal,
laureato in giurisprudenza e bancario, il quale
nel 1873 sposò Anna Fohleutner, di buona
Hugo von Hofmannsthal in una
famiglia notarile. Ma quando il loro unico figlio fotografia del 1893.
Hugo nacque, ogni discendenza e privilegio
pratico erano spariti, e i genitori del poeta vivevano modestamente, con il
solo stipendio di funzionario di banca del padre.

Nel 1884, Hugo è un enfant prodige che legge molti classici in originale,
dimostrando musicalità e disposizione alle lingue. Il padre, che ha visto la
fortuna familiare decadere e non ha altri figli, poneva grandi aspettative
nel figlio[2], portandolo presto a teatro e in società. A 16 anni,
Hofmannsthal (come si nobilitava il cognome da quando nel 1835 erano
diventati nobili) già pubblicò le prime poesie, sia pure sotto pseudonimo.
https://it.wikipedia.org/wiki/Hugo_von_Hofmannsthal Pagina 1 di 11
Hugo von Hofmannsthal - Wikipedia 15/07/19, 08*41

Man mano che si faceva conoscere, suscitava forti impressioni, tanto che
Hermann Bahr (del gruppo dei "Jung Wien") e Stefan Zweig[3] lo
ritenevano un genio. Altri incontri dell'epoca comprendono Gustav
Schwarzkopf e Stefan George nel famoso Caffè Griensteidl, frequentato
dagli artisti "moderni" della città. Dopo che si diplomò all'Akademisches
Gymnasium, nel 1892, fece un viaggio premio nella Francia meridionale,
poi si iscrisse alla facoltà di Giurisprudenza, e conobbe il barone Leopold
von Andrian zu Werburg, da quel momento amico che condivise passioni
per l'operetta e la letteratura e che lo aiutò nella decisione di cambiare
facoltà.

Dopo il servizio militare, tornò a Vienna; si iscrisse a Lettere, laureandosi


con una tesi in Filologia romanza nel 1897. Questa volta il viaggio finale
degli studi lo portò a Varese, in bicicletta. Due anni dopo frequentava
Auguste Rodin e Maurice Maeterlinck e aveva già rappresentato la sua
prima opera (Die Frau im Fenster), e nel 1901 sposò Gertrud Schlesinger,
stabilendosi nel villaggio di Rodaun, non lontano da Vienna. Ormai la sua
vita era tutta dedicata alla poesia e al dramma. Giunto alla notorietà molto
presto e altrettanto precocemente, in seguito a una profonda crisi
creativa[4], si era allontanato però dalla poesia e dal lirismo delle prime
opere per dedicarsi interamente al teatro.

Il rischio che aveva intuito era quello di perdersi nell'estetismo fine a sé


stesso. Nel 1901 nacque la figlia Christiane e l'anno dopo il figlio Franz (un
terzo, Raimund, nascerà nel 1906). Era anche l'anno della pubblicazione
della famosa lettera (Ein Brief, su «Der Tag» del 18 ottobre 1902) che si
ritiene espressione della sua crisi poetica. Tra i sodali, c'erano anche Rudolf
Borchardt e Max Reinhardt, ma conobbe anche Otto Brahm e André Gide,
tuttavia l'incontro più importante avvenne con Richard Strauss, musicista
con il quale collaborò per oltre vent'anni, dando origine a un dramma
musicale in cui la parte librettistica assumeva un rilievo letterario di primo
piano. Il primo frutto di questa collaborazione fu l'Elettra, di cui
Hofmannsthal scrisse il libretto rielaborando la tragedia da lui stesso

https://it.wikipedia.org/wiki/Hugo_von_Hofmannsthal Pagina 2 di 11
Hugo von Hofmannsthal - Wikipedia 15/07/19, 08*41

creata tra il luglio e il settembre del 1903.[5]

L'opera Elettra andò in scena il 25 gennaio 1909. Altrettanto importanti


furono almeno Il cavaliere della rosa ("prima": 26 gennaio 1911) e Ariadne auf
Naxos ("prima": 25 ottobre 1912),[6] che imposero la coppia nei migliori
teatri del mondo. Nel 1913 i due artisti si recarono a Roma, ma la guerra
interruppe la loro attività e Hofmannsthal venne richiamato come ufficiale
di riserva in Istria e poi a Vienna, presso l'«Archivio di guerra», da cui
venne spedito in missioni diplomatico-culturali in Polonia, Svizzera,
Svezia e altri Stati.

Nel 1915 morì suo padre (la madre era già scomparsa dal 1904) e pur non
pubblicando tutto, anzi abbandonando e riprendendo più volte diversi
testi (apparsi anche postumi), continuò a viaggiare toccando Berna,
Zurigo, Praga, Venezia, Salisburgo, Parigi, Berlino, Roma ecc. e fondò la
rivista «Neue Deutsche Beiträge» (1922-1927). Altre sue opere furono
Jedermann (durante il rilancio del Festival di Salisburgo, ma la
rappresentazione offese Karl Kraus), Die Frau ohne Schatten (1919), Die
ägyptische Helena (1928) e Arabella (uscita postuma nel 1933).

Ma anche le opere in prosa o teatrali non destinate immediatamente alla


musica si moltiplicarono, e nel 1924 raccolse i sei volumi di Gesammelte
Werke (altre raccolte complessive uscirono nel 1945-1959 in 15 volumi e dal
1975 in 38 volumi). Anche l'epistolario con Strauss vide luce durante la
vita del poeta (nel 1926). Nel 1928 la figlia si sposò con Heinrich Zimmer e
il poeta era pieno di impegni (tra l'altro anche un volume di saggi che
uscirà nel 1931 con il titolo Die Berührung der Sphären) ma, l'anno dopo, la
tragedia si abbatté su di lui. Il 13 luglio il figlio Franz si suicidò e due
giorni dopo, mentre si preparava ad accompagnarlo al cimitero,
Hofmannsthal venne colpito da emorragia cerebrale, morendo in poche
ore.

Carriera

https://it.wikipedia.org/wiki/Hugo_von_Hofmannsthal Pagina 3 di 11
Hugo von Hofmannsthal - Wikipedia 15/07/19, 08*41

L'opera di Hofmannsthal è alquanto complessa, densa di simbolismo.


Alcune sue creazioni come la Torre o l'Andrea, furono assai sofferte, con
continui rifacimenti e ripensamenti. L'opera della maturità, L'uomo difficile,
descrive la crisi di un aristocratico, reduce dalla tremenda esperienza della
prima guerra mondiale[7] e del tramonto dell'impero austro-ungarico, il
quale vive "al di là delle parole" avendo perso qualsiasi fiducia nella
possibilità di comunicare, di trasmettere il proprio pensiero agli altri. Egli
giudica la sua solitudine indiscutibile.

L'apparente frivolezza della commedia che si conclude con l'aperta e quasi


"indecente" dichiarazione della bella Hélène, che con la sua audacia lo
costringe ad arrendersi al mondo esterno, non deve trarre in inganno. La
commedia denota, come tutta l'opera, una profondità inconsueta, di forte
influenza freudiana. Anche le opere saggistiche sono numerose e
interessanti, così il carteggio con Richard Strauss che descrive
impietosamente le difficoltà di rapporto fra due personalità creative e
geniali.

Idee

Hofmannsthal fu sostenitore, nel dopoguerra, di uno sforzo culturale che


desse all'Europa la possibilità di riappropriarsi della propria identità
culturale integrata, uscita frantumata dal conflitto. In quest'ottica
promosse il Festival di Salisburgo. Fu inoltre il primo ad utilizzare il
termine Konservative Revolution (Rivoluzione conservatrice) il 10 gennaio
1927 durante una conferenza a Monaco di Baviera il cui tema era "La
letteratura come spazio spirituale della nazione"[8], per indicare quel
movimento culturale tedesco critico con il parlamentarismo di Weimar, e
nostalgico dei valori tradizionali della Germania.

Opere tradotte in italiano


Gestern (1891), Ieri, traduzione di Roberta Ascarelli, Studio Tesi,

https://it.wikipedia.org/wiki/Hugo_von_Hofmannsthal Pagina 4 di 11
Hugo von Hofmannsthal - Wikipedia 15/07/19, 08*41

Pordenone 1992)
Der Tod des Tizian (1892), La morte di Tiziano, traduzione di Anita
Limentani, Tip. Tiziano, Pieve di Cadore, 1934
Die Frau im Fenster (1899), La donna nel balcone, trad. di Leone
Traverso, Fratelli Parenti editori, Firenze, 1939
Die Hochzeit der Sobaide, (1899), Le nozze di Sobeide, traduzione di
Tommaso Landolfi, Vallecchi, Firenze 1959, ora Adelphi, Milano, 2015
Der Abenteurer und die Sängerin (1899), L'avventuriero e la cantante o I
doni della vita, a cura di Enrico Groppali, SE, Milano 1987
Ein Brief (1902), Lettera di Lord Chandos, traduzione di Marga Vidusso
Feriani, introduzione di Claudio Magris, Rizzoli, Milano, 1974;
traduzione di Roberta Ascarelli, Studio Tesi, Pordenone 1992;
traduzione di Giancarlo Lacchin, Mimesis, Milano 2007; trad. di
Nicoletta Giacon, BUR, Milano, 2011; Lettera di Lord Chandos e altri
scritti, a cura di Marco Rispoli, Marsilio, Venezia, 2017 (contiene anche
due scritti giovanili)
Jedermann (1903), La leggenda di ognuno o La morte del ricco, traduzione
di Luciano Budigna, Rosa e Ballo, Milano 1945; Ognuno: la morte del
ricco, traduzione di Giuseppe Zamboni, Tea, Milano 1989
Elektra (1904), Elettra, traduzione di Gabriella Bemporad, Vallecchi,
Firenze 1956; Garzanti, Milano 1981; a cura di Antonio Taglioni,
Mondadori, Milano 1978; a cura di Paola Gheri, trad. di Nicoletta
Giacon, Marsilio, Venezia, 2012
Oedipus und die Sphynx (1906), Edipo e la Sfinge, tr. Guido Paduano,
Rizzoli, Milano 1990 ISBN 88-17-16790-8; tr. Claudio Groff,
introduzione di Elisabetta Potthoff, Mondadori, Milano 1990
Der Rosenkavalier (1910), Il cavaliere della rosa, traduzione di Tommaso
Landolfi, Vallecchi, Firenze 1959; Rizzoli, Milano 1980; Adelphi,
Milano, 2015 (contiene anche Le nozze di Sobeide); traduzione di Franco
Serpa, Adelphi, Milano 1992;
Andreas oder die Vereinigten (1913), Andrea o i ricongiunti, traduzione di
Gabriella Bemporad, Cederna, Milano 1946; riveduta: Adelphi,

https://it.wikipedia.org/wiki/Hugo_von_Hofmannsthal Pagina 5 di 11
Hugo von Hofmannsthal - Wikipedia 15/07/19, 08*41

Milano 1976 ISBN 978-88-459-0064-8


Die Frau ohne Schatten (1919), La donna senz'ombra , traduzione di
Mario Alighiero Manacorda, Guanda, Parma 1946 (riveduta 1976);
traduzione di Gabriella Bemporad, Vallecchi, Firenze 1955; traduzione
di Claudio Groff, a cura di Elisabetta Potthoff, SE, Milano 2008
Der Schwierige (1921), L'uomo difficile, a cura di Gabriella Bemporad,
Adelphi, Milano 1976; a cura di Elena Raponi, Quodlibet, Macerata
2007; a cura di Silvia Borri, Rusconi Libri, Milano 2009, poi Barbera,
Siena 2010
Buch der Freunde (1922), Il libro degli amici, traduzione di Gabriella
Bemporad, Firenze, Vallecchi, 196]; poi Adelphi, Milano, I ed. 1980
Der Unbestechliche (1923), L'incorruttibile, a cura di G. Rovagnati,
Editoria & Spettacolo, Spoleto, 2008; traduzione di Elena Raponi,
Einaudi, Torino, 2010
Der Turm, (1925), (La torre, traduzione di Silvia Bortoli Cappelletto,
con un saggio di Massimo Cacciari, Adelphi, Milano 1978)
(con Richard Strauss) Epistolario, a cura di Willi Schuh, edizione
italiana a cura di Franco Serpa, Adelphi, Milano, 1993
Lettere a Rilke 1902-1925, a cura di Susanna Mati, Via del vento, Pistoia
2000 ISBN 88-87741-10-7
Le parole non sono di questo mondo. Lettere al guardiamarina E. K., 1892-
1895, a cura di Marco Rispoli, Quodlibet, Macerata 2004

Raccolte

Piccoli drammi, tr. Ervino Pocar, Carabba, Lanciano 1922; Rusconi,


Milano 1971(contiene Il ventaglio bianco, La donna alla finestra, La
miniera di Falun)
Liriche, trad. di Vincenzo Errante, Gnecco & C., Genova, 1936
Liriche e drammi, tr. Leone Traverso, presentazione di Carlo Bo,
Sansoni, Firenze 1942; Le lettere, Firenze, 1988
Viaggi e saggi, a cura di Leone Traverso, Vallecchi, Firenze 1958
Canto di vita e altre poesie, tr. Elena Croce, Einaudi, Torino 1971

https://it.wikipedia.org/wiki/Hugo_von_Hofmannsthal Pagina 6 di 11
Hugo von Hofmannsthal - Wikipedia 15/07/19, 08*41

Narrazioni e poesie, a cura di Giorgio Zampa, «I Meridiani»


Mondadori, Milano 1972
La mela d'oro e altri racconti, a cura di Gabriella Bemporad, Adelphi,
Milano 1982
Saggi italiani, a cura di Lea Ritter Santini, traduzione di Marta Keller,
Mondadori, Milano, 1983
L'Austria e l'Europa: saggi 1914-1928, Marietti, Casale Monferrato 1983
L'ignoto che appare: scritti 1891-1914, a cura di Gabriella Bemporad, tr.
Gabriella Bemporad, Leone Traverso, Giorgio Zampa, Adelphi,
Milano 1991
Hofmannsthal tradotto da Cristina Campo, a cura di A. Tesauro, Ripostes,
Giffoni Valle Piana, 2001
La rivoluzione conservatrice europea, presentazione di Damir Barbaric,
ed. it. a cura di Jan Bednarich e Renato Cristin, Marsilio, Venezia 2003

Note
1. ^ Und drei sind eins: ein Mensch, ein Ding, ein Traum: « Verso stupendo
[...] L'anima, secondo questo vero e proprio credo del simbolismo,
vanifica le cose trasformandole in sogni; o, nel senso della
preesistenza, l'anima vive veramente solo se s'identifica, sognando,
con quelle cose che sono vere e sognate a un tempo ». Cfr. L. Mittner,
Storia della letteratura tedesca, III, 1, 1971, p. 995.
2. ^ Hermann Broch dirà che svolse la funzione che il padre di Mozart
ebbe nei confronti del proprio figlio
3. ^ Die Welt von gestern. Erinnerungen eines Europäers (1942), Il mondo di
ieri. Ricordi di un europeo, Armoldo Mondadori, Milano; prima ed.
1946, ed. ut. 1994 rist. 2014.
4. ^ testimoniata dalla famosa Lettera di Lord Chandos. Si veda però
Fausto Cercignani, Hugo von Hofmannsthal e la crisi esistenziale di Lord
Chandos, in Hugo von Hofmannsthal, Lettera di Lord Chandos, a cura di G.
Lacchin, Milano, Mimesis Ed., 2008. Il saggio si trova anche in Studia
austriaca X, Milano, 2002, pp. 91-105.
https://it.wikipedia.org/wiki/Hugo_von_Hofmannsthal Pagina 7 di 11
Hugo von Hofmannsthal - Wikipedia 15/07/19, 08*41

5. ^ Vedi Fausto Cercignani, Elettra e la prigione dell'io. La tragedia e il


“libretto” di Hofmannsthal, in Studia austriaca XIV, Milano, 2006, pp. 43-
79. E si veda anche il filmato "Prima delle Prime - Elettra alla Scala"
http://wn.com/fausto_cercignani]
6. ^ Per l'elaborazione della Ariadne auf Naxos vedi Fausto Cercignani,
L'ideale eroico e la sua negazione nel “libretto” di Hofmannsthal, in Ariadne
auf Naxos, a cura di F. Degrada, Milano, Edizioni del Teatro alla Scala,
2000, pp. 108-129. Il saggio si trova anche in Studia austriaca VIII,
Milano, 2000, pp. 105-134.
7. ^ Vedi Fausto Cercignani, Hofmannsthal fra teatro e filosofia. Con
particolare riguardo a «L'uomo difficile», in La filosofia a teatro, a cura di
A. Costazza, Milano, Cisalpino, 2010, pp. 369-385.
8. ^ Riccardo Calimani, Destini e avventure dell'intellettuale ebreo,
Mondadori, Milano 1996, pp. 165-167

Voci correlate
Rivoluzione conservatrice
Richard Strauss

Altri progetti
Wikiquote contiene citazioni di o su Hugo von Hofmannsthal
Wikimedia Commons contiene immagini o altri file su Hugo von
Hofmannsthal

Collegamenti esterni
Hugo von Hofmannsthal, su Treccani.it, Istituto dell'Enciclopedia Italiana.
Hugo von Hofmannsthal, in Enciclopedia Italiana, Istituto dell'Enciclopedia
Italiana.
(EN) Hugo von Hofmannsthal, su Enciclopedia Britannica, Encyclopædia
Britannica, Inc.

https://it.wikipedia.org/wiki/Hugo_von_Hofmannsthal Pagina 8 di 11
Hugo von Hofmannsthal - Wikipedia 15/07/19, 08*41

(DE) Hugo von Hofmannsthal (XML), in Dizionario biografico austriaco


1815-1950.
(EN) Hugo von Hofmannsthal, su Open Library, Internet Archive.
(EN) Hugo von Hofmannsthal, su Progetto Gutenberg.
(EN) Bibliografia di Hugo von Hofmannsthal, su Internet Speculative
Fiction Database, Al von Ruff.
Bibliografia italiana di Hugo von Hofmannsthal, su Catalogo Vegetti della
letteratura fantastica, Fantascienza.com.
(EN) Hugo von Hofmannsthal, su Internet Movie Database, IMDb.com.
(EN) Hugo von Hofmannsthal, su Internet Broadway Database, The
Broadway League.
(DE, EN) Hugo von Hofmannsthal, su filmportal.de.
(DE) Terzinen über Vergänglichkeit, su salmoxisbote.de.
Casa Hofmannsthal, su haus-hofmannsthal.at.

mostra
V·D·M
Letteratura tedesca
Lingua tedesca · Storia della Germania · Storia dell'Austria ·
Storia della Svizzera · Storia del Liechtenstein · Sturm und
Articoli
Drang · Romanticismo · Realismo · Cultura di Weimar ·
correlati
letteratura dell'esilio · Letteratura austriaca · Letteratura
svizzera · Germanistica
Categorie
Scrittori austriaci · Scrittori tedeschi · Scrittori liechtensteinesi
correlate
Albrecht von Johansdorf · Bligger von Steinach ·
Dietmar von Aist · Der von Kürenberg ·
Friedrich von Hausen · Gottfried von Neifen ·
Gottfried von Straßburg · Heinrich von
Principali Morungen · Heinrich von Veldeke · Johannes
Minnesänger Hadlaub · Konrad von Fußesbrunnen · Meinloh
von Sevelingen · Neidhart von Reuental · Otto
von Botenlauben · Reinmar von Hagenau ·
Tannhäuser · Ulrich von Liechtenstein · Walther
von Klingen
Letteratura Bruder Wernher · Corrado di Würzburg ·
medievale Friedrich von Sonnenburg · Hartmann von Aue ·
I dodici alte Heinrich von Meißen · Heinrich von Mügeln ·
Meister Konrad Marner · Meister Boppe · Reinmar der
Alte · Reinmar von Zweter · Walther von der

https://it.wikipedia.org/wiki/Hugo_von_Hofmannsthal Pagina 9 di 11
Hugo von Hofmannsthal - Wikipedia 15/07/19, 08*41

Vogelweide · Wolfram von Eschenbach ·


Erec (circa 1185) · Gregorio (1186 - 1190) · Il povero
Enrico (circa 1190) · Iwein (circa 1203) · I
Poemi e
Racconti Nibelunghi (circa 1205) · Tristano (circa 1210) ·
Parzival (1200 - 1210) · Willehalm (1212 - 1217) ·
Titurel (1217)
Leggende su Teoderico il Grande
Simon Dach · Paul Fleming · Hans Folz · Hans Jakob Christoffel
Inizio della von Grimmelshausen · Andreas Gryphius · Christian Hofmann
letteratura von Hofmannswaldau · Johann Michael Moscherosch · Martin
moderna Opitz · Hans Sachs · Angelus Silesius · Antonio Ulrico di
Brunswick-Wolfenbüttel · Georg Wickram
Barthold Heinrich Brockes · Christian Gellert · Johann
Wolfgang von Goethe · Johann Christoph Gottsched · Johann
Christian Günther · Friedrich Hölderlin · Friedrich Gottlieb
XVIII secolo Klopstock · Jakob Michael Reinhold Lenz · Gotthold Ephraim
Lessing · Novalis (Friedrich von Hardenberg) · Jean Paul ·
Friedrich Schiller · Johann Gottfried Schnabel · Christoph
Martin Wieland
Bettina von Arnim · Ludwig Achim von Arnim · Clemens
Brentano · Georg Büchner · Adelbert von Chamisso · Annette
von Droste-Hülshoff · Marie von Ebner-Eschenbach · Joseph
von Eichendorff · Theodor Fontane · Gustav Freytag · Jeremias
Gotthelf · Franz Grillparzer · Jacob Grimm · Wilhelm Grimm ·
Gerhart Hauptmann · Christian Friedrich Hebbel · Johann
XIX secolo
Peter Hebel · Heinrich Heine · Georg Herwegh · Paul Heyse · E.
T. A. Hoffmann · Friedrich Hölderlin · Gottfried Keller ·
Heinrich von Kleist · Nikolaus Lenau · Karl May · Conrad
Ferdinand Meyer · Eduard Mörike · Johann Nestroy · Wilhelm
Raabe · Adalbert Stifter · Theodor Storm · Ludwig Tieck ·
Ludwig Uhland
Ingeborg Bachmann · Hermann Bahr · Johannes Robert Becher ·
Gottfried Benn · Thomas Bernhard · Heinrich Böll · Volker
Braun · Bertolt Brecht · Rolf Dieter Brinkmann · Hermann
Broch · Arnolt Bronnen · Hermann Burger · Elias Canetti · Paul
Celan · Alfred Döblin · Heimito von Doderer · Friedrich
Dürrenmatt · Lion Feuchtwanger · Marieluise Fleißer · Erich
Fried · Max Frisch · Stefan George · Günter Grass · Peter
Handke · Marlen Haushofer · Hermann Hesse · Georg Heym ·
Hugo von Hofmannsthal · Ödön von Horváth · Ricarda Huch ·
Peter Huchel · Ernst Jandl · Uwe Johnson · Ernst Jünger · Franz
XX secolo Kafka · Erich Kästner · Hermann Kesten · Irmgard Keun · Sarah
Kirsch · Egon Erwin Kisch · Karl Kraus · Else Lasker-Schüler ·
Gert Ledig · Siegfried Lenz · Heinrich Mann · Klaus Mann ·
Thomas Mann · Christian Morgenstern · Erich Mühsam ·
Heiner Müller · Adolf Muschg · Robert Musil · Erich Maria
https://it.wikipedia.org/wiki/Hugo_von_Hofmannsthal Pagina 10 di 11
Hugo von Hofmannsthal - Wikipedia 15/07/19, 08*41

Remarque · Rainer Maria Rilke · Joseph Roth · Nelly Sachs ·


Ernst von Salomon · Paul Scheerbart · Arthur Schnitzler · Kurt
Schwitters · W. G. Sebald · Anna Seghers · Ernst Toller · Georg
Trakl · Kurt Tucholsky · Robert Walser · Josef Weinheber · Peter
Weiss · Franz Werfel · Christa Wolf · Fritz Zorn (Fritz Angst) ·
Stefan Zweig
Zsuzsa Bánk · Thomas Brussig · Jenny Erpenbeck · Rainald
Goetz · Durs Grünbein · Peter Handke · Elfriede Jelinek ·
Reinhard Jirgl · Wladimir Kaminer · Daniel Kehlmann ·
Scrittori Alexander Kluge · Christian Kracht · Monika Maron · Terézia
contemporanei Mora · Herta Müller · Emine Sevgi Özdamar · Julya
Rabinowich · Rafik Schami · Ingo Schulze · Botho Strauß · Yōko
Tawada · Uwe Timm · Martin Walser · Peter Wawerzinek · Wolf
Wondratschek · Feridun Zaimoğlu · Juli Zeh
VIAF (EN) 103209512 · ISNI (EN) 0000 0003 6856 0146 · LCCN
Controllo
(EN) n79072867 · GND (DE) 118552759 · BNF (FR) cb119076366
di
(data) · NLA (EN) 36334189 · BAV ADV10136152 · CERL
autorità
cnp02033496

https://it.wikipedia.org/wiki/Hugo_von_Hofmannsthal Pagina 11 di 11