Sei sulla pagina 1di 10

Comune di Sant'Angelo a Cupolo (BN)

Via Pietro Nenni, 3 - 82010 - Tel. 0824 380300


Sito istituzionale: www.comune.santangeloacupolo.bn.it
E-mail:comune@comunesantangelo.it - P.E.C. protocollo@pec.comunesantangelo.it

AVVISO PUBBLICO ESPLORATIVO


PER MANIFESTAZIONE DI INTERESSE DA PARTE DI CENTRI DI ASSISTENZA FISCALE PER LA STIPULA DI UNA
CONVENZIONE IN ORDINE ALL’EROGAZIONE DI SERVIZI AI CITTADINI (ISEE - REDDITO DI CITTADINANZA -
ASSEGNI SOCIALI -BONUS ENERGIA, GAS E IDRICO) PRESSO LA SEDE DEL COMUNE DI SANT’ANGELO A
CUPOLO

IL COMUNE DI SANT’ANGELO A CUPOLO


SETTORE AFFARI GENERALI

RENDE NOTO
-che il Comune di Sant’Angelo a Cupolo intende convenzionarsi con Centri di Assistenza Fiscale (di seguito
indicati come operatori) legalmente autorizzati e riconosciuti, per il servizio di assistenza, supporto e gestione
delle pratiche con adempimenti connessi all’ erogazione delle prestazioni sociali agevolate e previdenziali a
favore dei cittadini;
-con determina n. 21 del 21.03.2019 del Responsabile del Settore I – Amministrativo è stato approvato l’avviso
pubblico per raccogliere manifestazioni d’interesse finalizzate all’individuazione del Centro di Assistenza
Fiscale, in possesso di specifici requisiti di esperienza e competenza, con il quale verrà stipulata un’apposita
convenzione per l’espletamento degli adempimenti connessi all’erogazione delle prestazioni sociali agevolate
e previdenziali.

A tale scopo il Comune metterà a disposizione un ufficio, in uso non esclusivo, ubicato al primo piano della
Casa Comunale – Via P.Nenni, 3 – la postazione informatica e le relative utenze telefono, fotocopiatrice,
scanner.
Il Comune fornirà all’operatore che sarà individuato a seguito del presente Avviso Pubblico tutti i
provvedimenti/regolamenti/bandi relativi alle modalità di richiesta delle prestazioni sociali agevolate, allo
scopo di consentire la puntuale applicazione di quanto in essi previsto.
L’operatore che sarà individuato a seguito del presente Avviso Pubblico dovrà espletare gratuitamente le fasi
istruttorie con raccolta domande, verificando la completezza della documentazione, dando ai cittadini
consulenza ed informazioni in merito a tutte le misure di finanziamento che l’Amministrazione comunale
attiverà autonomamente o a seguito di emanazione di bandi o canali di finanziamento attivati da istituzioni
pubbliche e private, in raccordo, su tempi e modalità gestionali, con gli Uffici preposti dell’Amministrazione.

Il Centro di Assistenza Fiscale (CAF) che sarà individuato a seguito del presente Avviso Pubblico dovrà
fornire ai cittadini Santangiolesi (consegnando anche la relativa modulistica laddove necessario), mediante
personale qualificato alle proprie dipendenze, senza alcun onere a carico del Comune di Sant’Angelo a Cupolo
e senza alcun rimborso a carico degli utenti, almeno i seguenti servizi fiscali:
Prestare ai cittadini l’assistenza necessaria nella compilazione e ricezione della Dichiarazione Sostitutiva
Unica (D.S.U.) per il rilascio delle attestazioni ISE/ISEE curandone la trasmissione telematica all’INPS;
Garantire ai cittadini l’assistenza necessaria nella compilazione delle istanze per le prestazioni sociali
agevolate collegate ai valori ISE/ISEE;
curare l’inserimento e trasmissione delle domande presentate dai cittadini e relative al Fondo Sostegno
per l’inclusione attiva (SIA), reddito di cittadinanza ed altre misure di sostegno previste;
Compilazione modelli RED;
Informazione, assistenza nella compilazione e raccolta delle domande di “Bonus Energia”, di “Bonus
gas” e “Bonus Idrico” elaborate con il sistema di gestione delle agevolazioni sulle tariffe elettriche
(SGATE) o altro sistema stabilito da specifica normativa nazionale;
Informazione, assistenza nella compilazione e raccolta delle domande di assegnazione di alloggi di
edilizia popolare (ERP) e relativa gestione;
Informazione, assistenza nella compilazione e raccolta delle domande per gli assegni di maternità e
nucleo familiare con tre figli minori e relativa gestione;
 Altre misure di sussidio deliberate o che di volta in volta saranno deliberate sia a livello locale che
nazionale;
 Istruire ed inviare le relative istanze nel rispetto dei termini di legge sollevando l’Ente da qualsivoglia
responsabilità in merito.

Il rapporto con l’Amministrazione comunale sarà regolato da apposita convenzione che avrà durata di anni
tre, da stipularsi per scrittura privata. Per l’erogazione dei servizi dovrà essere garantita la presenza di almeno
un operatore.
L’ erogazione medesima dovrà essere garantita per almeno sei ore a settimana, in giorni e orari da concordare,
ma comunque negli stessi orari di apertura degli Uffici comunali e per n. 48 settimane annue (escluso mese di
agosto).
Inoltre gli operatori che si convenzioneranno dovranno impegnarsi a stipulare polizza assicurativa per
eventuali danni cagionati agli utenti per i servizi offerti.

Possono partecipare al presente “Avviso Pubblico” le Confederazioni e le Associazioni nazionali di lavoratori


riconosciute e abilitate ad erogare i servizi di Assistenza fiscale.
Gli eventuali operatori devono essere in possesso delle autorizzazioni previste dalla legge (per svolgere i servizi
di CAF).
Nella domanda dovrà essere esplicitamente indicato che i servizi in oggetto verranno assicurati gratuitamente
ai cittadini residenti nel territorio comunale di Sant’Angelo a Cupolo.

I soggetti partecipanti devono essere in possesso dei seguenti requisiti:


 requisiti di ordine generale:
- assenza cause di esclusione in analogia a quanto previsto dal D.lgs. n.50/2016 e di qualsivoglia causa
di impedimento a stipulare contratti con la pubblica amministrazione;
 requisiti di idoneità professionale:
a) iscrizione nei Registri e/o Albi previsti dalla normativa vigente in relazione alla configurazione
giuridica del partecipante;
b) possesso di accreditamento rilasciato dai competenti organi;
 requisiti tecnico - organizzativi:
- disponibilità di una struttura tecnico-organizzativa idonea a garantire un’efficiente gestione del
servizio oggetto del presente avviso; a tale scopo verrà richiesta, all’operatore che si convenzionerà,
la documentazione attestante il rapporto di dipendenza degli operatori impegnati a fornire i servizi
nei locali affidati.

Gli operatori interessati debbono presentare domanda di convenzione, redatta secondo il modello allegato al
presente Avviso Pubblico su propria carta intestata, indirizzata alla Responsabile del Settore Amministrativo-
Affari Generali del Comune di Sant’Angelo a Cupolo, sottoscritta dal legale rappresentante, che, sotto la
propria personale responsabilità e consapevole della sanzioni penali comminante dalla legge ai casi di falsità
in atti, dovrà dichiarare di possedere i requisiti per erogare le prestazioni richieste dal presente avviso e di aver
preso visione e di accettare tutto quanto stabilito nel presente Avviso e nell’allegato schema di convenzione

Successivamente alla presentazione dell’istanza, l’Amministrazione Comunale richiederà ai partecipanti,


ritenuti idonei, la documentazione necessaria a verificare la sussistenza dei requisiti e la sottoscrizione dello
schema di convenzione.

Le domande di convenzione, comprensive di tutta la necessaria documentazione, devono recare l’oggetto


“Avviso pubblico esplorativo per manifestazione di interesse da parte di Centri di Assistenza Fiscale per la
stipula di una convenzione in ordine all’erogazione di servizi ai cittadini” e possono essere presentate a mani
in busta chiusa presso l’Ufficio Protocollo del Comune, oppure spedite a mezzo raccomandata con avviso di
ricevimento all’indirizzo Comune di Sant’Angelo a Cupolo Via Pietro Nenni n. 3 – 82010 Sant’Angelo a Cupolo
(BN) – o in alternativa possono essere inviate a mezzo posta elettronica certificata all’indirizzo
protocollo@pec.comunesantangelo.it e dovranno pervenire, a pena di esclusione, entro e non oltre le ore
12:00 del giorno 06 GIUGNO 2019.
Al fine di presentare l’istanza di partecipazione, i soggetti interessati possono utilizzare il modello di istanza di
partecipazione allegato al presente Avviso Pubblico.

E’ intenzione dell’Amministrazione convenzionarsi con un CAF e favorire così il servizio ai cittadini di almeno
sei ore settimanali per servizi fiscali forniti da CAF.
All’esito dell’esame delle istanze di partecipazione che saranno pervenute nei termini sopra indicati, sarà
stilata una graduatoria tra i CAF che siano stati ritenuti in possesso dei requisiti di partecipazione richiesti, i
quali verranno collocati in graduatoria sulla base del punteggio complessivo riportato (massimo 100 punti)
ottenuto calcolando applicando i seguenti criteri:
− punti 5 per ogni ora settimanale di presenza in più presso l’Ente, oltre le sei ore settimanali minime
previste, fino ad un massimo di punti 30;
− punti 5 per ogni ulteriore servizio fornito alla cittadinanza in forma gratuita e senza oneri a carico del
Comune, fino a un massimo di 40 punti.
− massimo 10 punti con riferimento alla continuità del servizio ovvero ad un piano di sostituzione in caso
di malattia e/o ferie
− massimo 20 punti per proposte innovative.

La convenzione per l’erogazione dei servizi in oggetto sarà stipulata con il soggetto, utilmente collocato in
graduatoria, il quale, all’esito della valutazione delle istanze pervenute, avrà conseguito il punteggio complessivo
più elevato, ottenuto applicando i sopra indicati criteri.
L’offerta dovrà rimanere valida per tutta la durata della Convenzione. In caso di parità di punteggio si procederà
ad un sorteggio pubblico.
L’Amministrazione Comunale si riserva la facoltà, in qualunque momento anche successivo alla scadenza del
termine fissato per la presentazione delle domande, ma prima della firma della convenzione, di revocare o
modificare il presente Avviso qualora vi siano motivi che, a suo insindacabile giudizio, ne suggeriscano la revoca
o la modifica, senza che gli interessati possano vantare pretese o diritti di sorta.
L’Amministrazione Comunale si riserva, altresì, anche successivamente alla firma della convenzione, di verificare
la sussistenza dei requisiti, ivi compresi quelli di ordine generale, mediante richiesta alle Autorità competenti
adottando gli atti consequenziali nel caso in cui gli esiti di dette verifiche fossero negativi.
Per eventuali chiarimenti gli interessati potranno rivolgersi all’Ufficio Servizi Sociali del Comune di Sant’Angelo
a Cupolo – Via Pietro Nenni n. 3, 82010 Sant’Angelo a Cupolo (BN) - tel. 0824-380300.
Il responsabile del Procedimento ai sensi e per gli effetti di cui alla L. 241/1990 e s.m.i. è il sig. Gerardo De
Mercurio.
Al presente Avviso Pubblico sono allegati:
a) Modello di istanza di partecipazione, da compilare debitamente e sottoscrivere a cura del legale
rappresentante del Centro di Assistenza Fiscale;
b) Schema di convenzione di collaborazione con Centro di Assistenza Fiscale per gli adempimenti connessi
all'erogazione delle prestazioni sociali agevolate e previdenziali a favore dei cittadini.

Il presente avviso e la relativa documentazione allegata saranno integralmente pubblicati per un periodo di 30
(trenta) giorni mediante affissione all’Albo Pretorio del Comune di Sant’Angelo a Cupolo e all’indirizzo Internet:
http://www.comune.santangeloacupolo.it/.

Sant’Angelo a Cupolo, lì 07.05.2019.


IL RESPONSABILE DEL SETTORE I - AMMINISTRATIVO
-Gerardo De Mercurio-
AL COMUNE DI SANT’ANGELO A CUPOLO
SETTORE AMMINISTRATIVO-AFFARI GENERALI
VIA PIETRO NENNI N. 3
82010 – SANT’ANGELO A CUPOLO

OGGETTO: Avviso pubblico esplorativo per manifestazione di interesse da parte di Centri di Assistenza Fiscale
per la stipula di una convenzione in ordine all’erogazione di servizi ai cittadini presso la sede del Comune di
Sant’Angelo a Cupolo – Istanza di partecipazione.

Il sottoscritto …………………………………………..…………………………..nato a………………………………. il


……………………………… e residente nel Comune di……………..……………………………………. (…..) in
Via/Piazza………………………………………………………. n. civico ……… C.A.P ………………, in qualità di legale
rappresentante del CAF …………………………….………………………..…………………………… con sede in
Via/Piazza………………………………………………………. n. civico ……… C.A.P ………………, Codice fiscale
……………………………………… e con partita IVA ……………………………..………………… Telefono n.
…………..……………………………..………………… Fax n. ………………….………………………
email…………………………………………………………………………………………..……...…………………….

CHIEDE

di collaborare con Codesto Comune, tramite apposita convenzione, in ordine all’erogazione di servizi ai cittadini
presso la sede del Comune di Sant’Angelo a Cupolo.
A tal fine, ai sensi dell’art.47 del D.P.R. n. 445/2000 e consapevole che in caso di falsità di atti o dichiarazioni
mendaci verranno applicate nei suoi confronti le sanzioni penali previste dall’art. 76 del citato Decreto:

DICHIARA

1. Che il CAF, come sopra identificato, è iscritto alla Camera di Commercio di …………………...……………… con il
seguente numero ………………………………………… e di svolgere attività attinente con l’oggetto dell’avviso;
2. Che il CAF è autorizzato allo svolgimento dell’esercizio dell’attività di
…………………………………………………………………………………….. con Decreto del Ministero del Lavoro n.
………..………………………….…...…………….… del ………………..…………………;
3. Che il CAF è stato formalmente costituito con il seguente atto:
……………………………………………………………………………………………………………………………….……………..……….……;
4. Che gli estremi di approvazione dello Statuto sono i seguenti:
……………………………………………………………………………………………………………………………………….………...…………;
5. Che non vi sono cause di esclusione in analogia a quanto previsto dal D.Lgs. n. 50/2016, né sussiste
qualsivoglia causa di impedimento a stipulare contratti con la Pubblica Amministrazione;
6. Che il CAF dispone di una struttura organizzativa e tecnica idonea a garantire un’efficiente gestione servizi
indicati nell’avviso pubblico e che svolgerà il servizio richiesto con personale alle proprie dipendenze;
7. Che il CAF ha contratto regolare polizza di responsabilità civile rischi verso terzi presso la
compagnia assicuratrice ………………………………………………..……………………………………….
n. polizza …………………………… del ……………..……………. con scadenza …………………………………
massimale ……………………………………………………………………………………;
8. Di effettuare gratuitamente i seguenti servizi senza oneri a carico del Comune di Sant’Angelo a Cupolo e
senza alcun rimborso a carico degli utenti:
 Prestare ai cittadini l’assistenza necessaria nella compilazione e ricezione della Dichiarazione Sostitutiva
Unica (D.S.U.) per il rilascio delle attestazioni ISE/ISEE curandone la trasmissione telematica all’INPS;
 Garantire ai cittadini l’assistenza necessaria nella compilazione delle istanze per le prestazioni sociali
agevolate collegate ai valori ISE/ISEE;
 curare l’inserimento e trasmissione delle domande presentate dai cittadini e relative al Fondo Sostegno
all’inclusione attiva (SIA), reddito di cittadinanza ed al altre misure di sostegno previste;
 Compilazione modelli RED;
 Informazione, assistenza nella compilazione e raccolta delle domande di “Bonus energia”, “Bonus gas”
e “Bonus Idrico” elaborate con il sistema di gestione delle agevolazioni sulle tariffe elettriche (SGATE) o
altro sistema stabilito da specifica normativa nazionale;
 Informazione, assistenza nella compilazione e raccolta delle domande di assegnazione di alloggi di
edilizia popolare (ERP) e relativa gestione;
 Informazione, assistenza nella compilazione e raccolta delle domande per gli assegni di maternità e
nucleo familiare con tre figli minori e relativa gestione;
 Altre misure di sussidio deliberate o che di volta in volta saranno deliberate sia a livello locale che
nazionale;
 Istruire ed inviare le relative istanze nel rispetto dei termini di legge sollevando l’Ente da qualsivoglia
responsabilità in merito.

Allega inoltre alla presente:


a) Documentazione, debitamente redatta e sottoscritta dal legale rappresentante del Centro di Assistenza
Fiscale, contenente l’offerta migliorativa per l’attribuzione dei punteggi previsti dall’Avviso Pubblico, con
l’espressa dichiarazione che tale offerta dovrà rimanere valida fino al termine della convenzione;
b) Copia di un documento di identità in corso di validità del legale rappresentante del Centro di Assistenza
Fiscale.

Luogo, data

_______________________ Firma del legale rappresentante

______________________________
COMUNE DI SANT'ANGELO A CUPOLO
PROVINCIA DI BENEVENTO
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

SCHEMA DI CONVENZIONE DI COLLABORAZIONE CON CENTRO DI ASSISTENZA FISCALE PER GLI


ADEMPIMENTI CONNESSI ALL'EROGAZIONE DELLE PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE E PREVIDENZIALI A
FAVORE DEI CITTADINI.

TRA
1) Il Comune di Sant'Angelo a Cupolo C.F. N° 80000540627 rappresentato dal Responsabile del Settore I -
Amministrativo-Affari generali Sig. Gerardo De Mercurio, C.F. DMRGRD55B05I277I, in qualità di Responsabile
del Settore I – Amministrativo del Comune di Sant’Angelo a Cupolo (BN) in forza del Decreto sindacale n. 25 del
21.12.2018, autorizzato alla stipula giusta delibera di Giunta municipale n. 31 del 31.01.2019 e domiciliato per la
carica presso la sede comunale sita in Sant’Angelo a Cupolo alla Via Pietro Nenni n. 3, di seguito anche
denominato "Comune",
E
2) il Centro Autorizzato di Assistenza Fiscale denominato……………………... con sede in …………………………….. alla via
……………………….., iscritto all'Albo dei CAAF al n. ………………… Partita IVA ………………………, nella persona del legale
rappresentante pro- tempore Sig. ……………………., di seguito anche denominato " CAF “.
Per
L’erogazione dei servizi previsti nell’art.1 della convenzione;

L'anno 2019 il giorno…………………… del mese di …………………………..in Sant'Angelo a Cupolo e nella Sede
Municipale
Da una parte
Il Sig. Gerardo De Mercurio nato a Sant’Angelo a Cupolo il 05/02/1955, C.F. DMRGRD55B05I277I, in qualità di
Responsabile del Settore I – Amministrativo del Comune di Sant’Angelo a Cupolo (BN) in forza del Decreto
sindacale n. 25 del 21.12.2018, domiciliato per la carica presso la sede comunale sita in Sant’Angelo a Cupolo
alla Via Pietro Nenni n. 3
e dall'altra

Il Sig. …………………………… nato a …………………………. il …………….., nella sua qualità di rappresentante

legale del CAF …………………….

PREMESSO CHE:
 l'Amministrazione Comunale è erogatrice di prestazioni e servizi di carattere sociale-assistenziale destinati
alla generalità dei cittadini o comunque collegati a determinate situazioni reddituali;
 in particolare, bisogna dare attuazione agli istituti previsti dagli artt. 65 e 66 della legge 23.12.1998, n. 448,
volti alla erogazione di assegni sociali a tutela della maternità e di nuclei familiari con almeno tre figli minori,
anch’essi subordinati alla sussistenza di determinati requisiti reddituali;
 i Comuni sono in ogni caso deputati, ai sensi dell'art. 4, commi 3-5, a ricevere le dichiarazioni sostitutive
concernenti le condizioni reddituali dei cittadini ed a rilasciare un'attestazione provvisoria riportante il
contenuto della dichiarazione, ovvero una certificazione attestante la situazione economica dichiarata (ISE)
a valere per l'accesso a tutte le prestazioni sociali agevolate;
 il D.Lgs. n. 96 del 30/03/1999 ha disposto l’attribuzione ai Comuni delle funzioni amministrative relative alla
concessione dei nuovi trattamenti economici a favore degli invalidi civili;
 i Comuni possono, per gli adempimenti di cui ai precedenti punti, avvalersi dell'attività di supporto dei
Centri di Assistenza Fiscale di cui alla legge n. 413/1991, come modificata ed integrata dal D.Lgs. n.
241/1997, mediante apposite convenzioni da stipularsi ai sensi dell'art. 2, comma. 2, del DPCM n. 305/99,
nonché, per quanto concerne più specificatamente le provvidenze di cui agli artt. 65 e 66 della L. n.
448/1998, ai sensi dell’art. 5, comma 1, del D.M n. 306/1999;
 le Amministrazioni Comunali, gli Enti Pubblici e i Centri di Assistenza Fiscale, in base al comma 51, lettera
d), dell'art. 59 della L. 27 dicembre 1997, n. 449, possono rilasciare una certificazione, con validità
temporalmente limitata attestante la situazione economica dichiarata (ISE), va1evole ai fini dell'accesso
da parte del richiedente a tutte le prestazioni agevolate erogate dalle Pubbliche Amministrazioni;
 gli articoli 65 e 66 della L. n. 448/1998 e l’art. 74 del D.Lgs. n. 151/2001 hanno istituito gli interventi di
contrasto alla povertà e di sostegno alla maternità denominati “Assegno per il nucleo familiare” ed
“Assegno di Maternità”;
 l’art. 3, co. 9, del D.L. 29.11.2008, n. 185, convertito dalla legge 28.01.2009, n. 2, ha esteso alla fornitura di
gas naturale il diritto alla compensazione della spesa, introducendo anche il bonus gas;
 il Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 28.12.2017 ha ridefinito il sistema tariffario della
fornitura di energia elettrica e gas naturale in favore dei clienti domestici in condizioni di disagio economico
o in gravi condizioni di salute;
 ai fini dell’individuazione dei cittadini in condizioni di bisogno economico è utilizzato come riferimento
l’indicatore di situazione economica equivalente ISEE, previsto dal D.Lgs. 31.03.1998, n. 109, e ss.mm.ii.;
 il D.P.C.M. del 13.10.2016 ha istituito il bonus sociale idrico per la fornitura di acqua per gli utenti domestici
residenti in condizioni di disagio economico e sociale, prevedendo che la richiesta di ammissione alla
compensazione per la fornitura idrica deve essere presentata congiuntamente alle richieste per
l’ottenimento del bonus sociale elettrico e/o gas e che le richieste per il bonus sociale idrico devono essere
presentate, a partire al primo luglio 2018, avvalendosi della piattaforma SGATE già predisposta per l’invio
delle richieste del bonus sociale elettrico e/o gas;
 il Regolamento approvato con il Decreto del Ministero per la Solidarietà Sociale n. 306 del 15.07.1999 e il
relativo D.P.C.M. 21 dicembre 2000, n. 452, prevedono la possibilità per i Comuni interessati di stipulare
apposite convenzioni con i centri di assistenza fiscale per l’espletamento degli adempimenti connessi alle
prestazioni sociali agevolate quali “Assegno ai nuclei familiari con almeno tre figli” ed “Assegno di
maternità”;
 il Protocollo di Intesa siglato dall’ANCI con la Consulta Nazionale dei Centri di Assistenza Fiscale (CAF)
prevede che i Comuni possono avvalersi della collaborazione dei CAF per la gestione delle richieste di
“bonus elettrico” e di “bonus gas”;
 l’INPS ha stipulato una apposita convenzione con i Centri di Assistenza Fiscale per affidare ai predetti la
ricezione delle dichiarazioni sostitutive, la trasmissione alla banca dati dell’INPS dei dati acquisiti dalle
dichiarazioni sostitutive, il rilascio all’utente dell’attestazione riportante il contenuto della dichiarazione e
il calcolo dell’ISE (Indicatore Situazione Economica) e dell’ISEE (Indicatore Situazione Economica
Equivalente);
 in base all’art. 11 del D.M. 31 maggio 1999, n. 164, per lo svolgimento dell’attività di assistenza fiscale il
CAF può avvalersi di società di servizi il cui capitale sociale sia posseduto, a maggioranza assoluta, dalle
associazioni o dalle organizzazioni che hanno costituito i CAF o dalle organizzazioni territoriali di quelle che
hanno costituito i CAF.
Tutto ciò premesso e confermato, da considerarsi parte integrale e sostanziale del presente contratto, tra le parti,
come sopra costituite e rappresentate, si conviene e stipula quanto segue:

ART. 1
La premessa costituisce parte integrante e sostanziale del presente atto.
ART. 2
Il Comune di Sant'Angelo a Cupolo affida al CAF lo svolgimento del servizio avente ad oggetto l’assistenza, ai
cittadini che ne facciano richiesta, per l’espletamento degli adempimenti connessi all’erogazione delle
prestazioni sociali agevolate e previdenziali.
In particolare, il CAF si impegna ad erogare gratuitamente ai cittadini residenti nel territorio di Sant’Angelo a
Cupolo che ne facciano richiesta, senza oneri a carico del Comune di Sant’Angelo a Cupolo e senza alcun rimborso
a carico degli utenti, i seguenti servizi:
- informazione, assistenza nella compilazione e trasmissione delle istanze dell’utenza rivolte
all’erogazione delle prestazioni sociali agevolate e previdenziali;
- prestare ai cittadini l’assistenza necessaria nella compilazione e ricezione della Dichiarazione Sostitutiva
Unica (D.S.U.) per il rilascio delle attestazioni ISE/ISEE curandone la trasmissione telematica all’INPS;
- garantire ai cittadini l’assistenza necessaria nella compilazione delle istanze per le prestazioni sociali
agevolate collegate ai valori ISE/ISEE;
- curare l’inserimento e trasmissione delle domande presentate dai cittadini e relative al Fondo Sostegno
all’inclusione attiva (SIA), reddito di cittadinanza ed al altre misure di sostegno previste;
- compilazione modelli RED;
- informazione, assistenza nella compilazione e raccolta delle domande di “Bonus Energia”, di “Bonus gas”
e “Bonus Idrico” elaborate con il sistema di gestione delle agevolazioni sulle tariffe elettriche (SGATE) o
altro sistema stabilito da specifica normativa nazionale;
- informazione, assistenza nella compilazione e raccolta delle domande di assegnazione di alloggi di
edilizia popolare (ERP) e relativa gestione;
- informazione, assistenza nella compilazione e raccolta delle domande per gli assegni di maternità e
nucleo familiare con tre figli minori e relativa gestione;
- altre misure di sussidio deliberate o che di volta in volta saranno deliberate sia a livello locale che
nazionale;
- istruire ed inviare le relative istanze nel rispetto dei termini di legge sollevando l’Ente da qualsivoglia
responsabilità in merito.
In aggiunta a ciò, in generale, il CAF si impegna ad erogare gratuitamente ai cittadini residenti nel territorio di
Sant’Angelo a Cupolo che ne facciano richiesta, senza oneri a carico del Comune di Sant’Angelo a Cupolo e senza
alcun rimborso a carico degli utenti, i seguenti ulteriori servizi offerti nell’istanza di partecipazione:
- _______________.
I dati acquisiti dalle dichiarazioni sostitutive sono conservati, in formato cartaceo o elettronico, dal centro
medesimo al fine di consentire le eventuali verifiche da parte del Comune e degli enti erogatori.
ART. 3
ll Comune si impegna a curare una diffusa e puntuale informazione ai cittadini sulle modalità di accesso alle
prestazioni oggetto del presente accordo e a fornire al cittadino tutte le informazioni necessarie per la puntuale
applicazione correlate alla certificazione ISE/ISEE, alla richiesta di concessione per l'assegno di maternità e quello
per il nucleo famigliare, e per tutti gli altri servizi offerti;
Il Comune accoglie le richieste dei cittadini e le trasmette periodicamente al CAF, il quale da parte sua garantisce
l'istruttoria delle pratiche pervenute entro i termini di legge e la presenza presso gli Uffici comunali di proprio
personale per almeno n. _________ (__________) ore settimanali, per n. _______ settimane annue.
ART. 4
Il CAF è responsabile del trattamento dei dati personali che vengono conferiti dal richiedente e della perfetta
tenuta e custodia della documentazione, ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003 e ss.mm.ii. e del Regolamento UE
2016/679 in materia di protezione dei dati personali
ART. 5
Il CAF attraverso apposita polizza assicurativa che garantisca adeguata copertura, si fa carico dei danni provocati
da errori materiali e inadempienze commessi dai propri operatori nella predisposizione delle pratiche oggetto
di questa convenzione, sollevando l’Ente da qualsiasi responsabilità in merito.
ART. 6
Le attività prevista nella presente convenzione saranno effettuate dal CAF a titolo gratuito e non comportano
nessun onere finanziario a carico di questo Ente, né comportano oneri finanziari o diritti di rimborso a carico dei
cittadini richiedenti le suddette prestazioni. Il Comune si impegna a mettere a disposizione del CAF i locali e
l’attrezzatura necessaria per la gestione del servizio.
ART. 7
La qualificazione e il convenzionamento avrà durata di anni tre, con decorrenza dalla data di stipula
della convenzione e successiva abilitazione sul sistema INPS.
ART. 8
Per la risoluzione trovano applicazione le disposizioni del Codice civile.
A seguito di gravi o reiterate inadempienze contrattuali comunque imputabili al CAF, il Comune avrà la
facoltà di dichiarare risolto il contratto con suo provvedimento, disponendosi che il rapporto
contrattuale viene risolto “ipso iure” nei seguenti casi:
 in caso di inadempienza nell’esecuzione degli obblighi e condizioni previsti dalla presente
convenzione;
 in caso di sospensione dell’esecuzione del servizio per fatto del CAF.
ART. 9
Il CAF si impegna a rispettare e a far rispettare ai propri dipendenti e collaboratori il Codice di
Comportamento di cui al D.P.R. n. 62/2013 e il Codice di Comportamento dei dipendenti del Comune
di Sant’Angelo a Cupolo, che viene consegnato in copia al momento della sottoscrizione della presente
convenzione.

IL RESPONSABILE DEL COMUNE IL RESPONSABILE DEL CAF


-Gerardo De Mercurio-
________________________________ _____________________________

Interessi correlati