Sei sulla pagina 1di 21

18/03/2006

Calcolo delle prestazioni acustiche


degli edifici

Prof. Massimo Garai


Facoltà di Ingegneria - Bologna

massimo.garai@mail.ing.unibo.it
18/03/2006 Prof. Massimo Garai - Copyright 2006 1

Potere fonoisolante R di una


struttura isolata
Wincidente Wtrasmessa

Wincidente
R = 10 lg [dB]
Wtrasmessa
18/03/2006 Prof. Massimo Garai - Copyright 2006 2

Prof. Massimo Garai - Copyright 2006 1


18/03/2006

Potere fonoisolante apparente R’ di


una struttura inserita nell’edificio
Wincidente Wt,diretta

Wt,laterale

Wincidente
R' = 10 lg [dB] R ' ≤ R
Wt ,diretta + Wt ,laterale
18/03/2006 Prof. Massimo Garai - Copyright 2006 3

Esempio: parete in laterizio


60

55

50

45
R, dB
40

35

30

25
100 125 160 200 250 315 400 500 630 800 1000 1250 1600 2000 2500 3150
Frequenza, Hz

Linea tratteggiata: potere fonoisolante di laboratorio


Linea continua: potere fonoisolante apparente

18/03/2006 Prof. Massimo Garai - Copyright 2006 4

Prof. Massimo Garai - Copyright 2006 2


18/03/2006

Accorgimenti per ridurre la


trasmissione laterale

controsoffitto
desolidarizzazione
delle strutture
controparete

giunti di separazione
pavimento
galleggiante

18/03/2006 Prof. Massimo Garai - Copyright 2006 5

Norme per il calcolo delle


prestazioni acustiche di edifici
¾ UNI EN 12354-1 - Isolamento dal rumore per via
aerea tra ambienti
¾ UNI EN 12354-2 - Isolamento acustico al calpestio
tra ambienti
¾ UNI EN 12354-3 - Isolamento acustico contro il
rumore proveniente dall’esterno per via aerea
¾…
¾ UNI/TR 11175 - Guida alle norme UNI EN 12354 -
Applicazione alla tipologia costruttiva nazionale
18/03/2006 Prof. Massimo Garai - Copyright 2006 6

Prof. Massimo Garai - Copyright 2006 3


18/03/2006

Metodi di calcolo previsionale


UNI EN 12354 (modello CEN)
¾ Modello dettagliato R’ [dB]
– in funzione della
frequenza
– in bande di 1/3 ottava
da 100 Hz a 3150 Hz
f [Hz]
¾ Modello semplificato
– indici di valutazione
– valori altri parametri a 500 Hz R’w [dB]

18/03/2006 Prof. Massimo Garai - Copyright 2006 7

Metodi di calcolo previsionale


UNI /TR 11175
¾ Modello approssimato A
– indici di valutazione
– 4 trasmissioni laterali (su 12)
– in presenza di controsoffitti, contropareti,
pavimenti galleggianti (contemporaneamente)
¾ Modello approssimato B
– indici di valutazione
– a trasmissione laterale equivalente (unica)
– solo strutture omogenee a giunti rigidi
18/03/2006 Prof. Massimo Garai - Copyright 2006 8

Prof. Massimo Garai - Copyright 2006 4


18/03/2006

Calcolo previsionale del potere


fonoisolante apparente

⎛ − RDd n −
Rij

R′ = −10 lg⎜10 10 + ∑10 10 ⎟ [dB]
⎜ ⎟
⎝ i , j =1 ⎠

Trasmissione diretta Trasmissione laterale


Certificati di laboratorio Percorsi i → j
18/03/2006 Prof. Massimo Garai - Copyright 2006 9

Calcolo del potere fonoisolante


per il percorso laterale i-j

Ri + R j Sj
Rij = + ΔRij + K ij + 10 lg
2 l0lij

Incremento del Indice di Lunghezza del


potere riduzione delle giunto tra le
fonoisolante vibrazioni strutture i e j
18/03/2006 Prof. Massimo Garai - Copyright 2006 10

Prof. Massimo Garai - Copyright 2006 5


18/03/2006

Ipotesi di base e semplificative


¾Modelli validi per ambienti adiacenti
¾Distribuzione uniforme dell’energia sonora
nei due ambienti
¾Assenza di discontinuità strutturali nelle
pareti e nei solai
¾Assenza di difetti come fessure,
attraversamenti imprevisti di impianti, ecc.
¾Elementi di base con le stesse caratteristiche
di radiazione acustica su entrambi i lati
18/03/2006 Prof. Massimo Garai - Copyright 2006 11

Ipotesi di base e semplificative


¾Percorsi laterali indipendenti tra loro
¾Percorsi di ordine superiore al secondo
trascurabili
indipendenti

NON
possibile

F f ff

18/03/2006 Prof. Massimo Garai - Copyright 2006 12

Prof. Massimo Garai - Copyright 2006 6


18/03/2006

Limite per solai ampi


¾Solai molto ampi o su pilastri e pareti
interne leggere: il solaio di ogni singolo
vano non è più un elemento indipendente

18/03/2006 Prof. Massimo Garai - Copyright 2006 13

Limite in presenza di pilastri e travi


varia varia
Kij Sj
parete di sep. parete di sep. parete di sep.

pilastro pilastro pilastro

A B1 B2

trasmissione aerea dei suoni

18/03/2006 Prof. Massimo Garai - Copyright 2006 14

Prof. Massimo Garai - Copyright 2006 7


18/03/2006

Dati di input richiesti


Grandezza Fonte Numero

dimensioni progetto variabile

m’i [kg/m2] progetto 1+4

Ri [kg/m3] certificati laboratorio 1 + 4

ΔRi [dB] certificati laboratorio 1 + 4 max

Kij [dB] norma o certificati 3x4 = 12

18/03/2006 Prof. Massimo Garai - Copyright 2006 15

Dati di potere fonoisolante R e suo


indice di valutazione Rw
¾ Misurazioni di laboratorio
– sono le più affidabili
¾ Correlazioni specifiche
– ricavate da dati sperimentali per specifiche tipologie
– limitato campo di validità
¾ Formule generali
– da letteratura scientifica
– da norme tecniche

18/03/2006 Prof. Massimo Garai - Copyright 2006 16

Prof. Massimo Garai - Copyright 2006 8


18/03/2006

Misurazioni di laboratorio
(UNI/TR 11175 prospetto B.3)

18/03/2006 Prof. Massimo Garai - Copyright 2006 17

Incremento ΔR dovuto ad un
rivestimento fonoisolante
¾Misurato in laboratorio applicando il
rivestimento ad una struttura omogenea
intonacata di massa m’ = 250 ± 50 kg/m2

supporto base rivestimento


(m’1=250 ± 50 kg/m2) (m’2)

strato elastico (s’)

18/03/2006 Prof. Massimo Garai - Copyright 2006 18

Prof. Massimo Garai - Copyright 2006 9


18/03/2006

Esempio (UNI EN 12354-1): muro base


in blocchi di gesso da 100 mm , 80 kg/m2
Strato addizionale 63 125 250 500 1k 2k

Gesso rivestito 12,5 mm; 0 2 14 23 24 19


intercapedine 44 mm; 25 mm lana
minerale; nessun montante
Gesso rivestito 12,5 mm; 2 8 15 23 25 21
intercapedine 73 mm; 50 mm lana
minerale; montanti in legno
Gesso rivestito 12,5 mm; 2 8 15 24 25 20
intercapedine 60 mm; 50 mm lana
minerale; montanti metallici
18/03/2006 Prof. Massimo Garai - Copyright 2006 19

Indice di valutazione
dell’incremento, ΔRw
¾Calcolato dalla frequenza di risonanza

supporto rivestimento supporto rivestimento


(m’1) (m’2) (m’1) (m’2)

montanti
strato elastico (s’) intercapedine (d) strato elastico (s’)

⎛ 1 1 ⎞ 0,111 ⎛ 1 1 ⎞
f 0 = 160 s ' ⎜⎜ + ⎟⎟ [Hz] f 0 = 160 ⎜⎜ + ⎟ [Hz]
⎝ m'1 m'2 ⎠ d ⎝ m'1 m'2 ⎟⎠
18/03/2006 Prof. Massimo Garai - Copyright 2006 20

Prof. Massimo Garai - Copyright 2006 10


18/03/2006

Esempio da UNI EN 12354-1

20 dB ≤ Rw ≤ 60 dB

un rivestimento
sbagliato può
peggiorare la
situazione !

18/03/2006 Prof. Massimo Garai - Copyright 2006 21

Esempio da UNI EN 12354-1

ΔRw
rivestimento

Rw base

18/03/2006 Prof. Massimo Garai - Copyright 2006 22

Prof. Massimo Garai - Copyright 2006 11


18/03/2006

Indice di riduzione delle vibrazioni


Kij
¾ Indica l’attenuazione delle vibrazioni nel
passaggio dalla struttura i alla struttura j
¾ È preferibile disporre di valori misurati per
ogni singolo caso (tipologie italiane)
¾ È possibile una stima di massima (UNI EN
12354-1 Appendice E)

Kji Kij

18/03/2006 Prof. Massimo Garai - Copyright 2006 23

Facoltà di Ingegneria di Bologna


Laboratorio di Acustica Edilizia

18/03/2006 Prof. Massimo Garai - Copyright 2006 24

Prof. Massimo Garai - Copyright 2006 12


18/03/2006

Kij dipende dalla tipologia di giunto

18/03/2006 Prof. Massimo Garai - Copyright 2006 25

Computo degli indici Kij


modello dettagliato
K4s , Ks8 , K48

4 8

3 7
s
1 5

2 6

¾3 indici Kij per ogni giunto: 3x4 = 12 Kij


18/03/2006 Prof. Massimo Garai - Copyright 2006 26

Prof. Massimo Garai - Copyright 2006 13


18/03/2006

Computo degli indici Kij


modello approssimato A
4 8

3 7
s
1 5

2 6

¾ In presenza di controsoffitti, contropareti,


pavimenti galleggianti: solo 4 indici Kij
18/03/2006 Prof. Massimo Garai - Copyright 2006 27

Modello approssimato A:
per elementi massivi

UNI/TR 11175, prospetto A.1


18/03/2006 Prof. Massimo Garai - Copyright 2006 28

Prof. Massimo Garai - Copyright 2006 14


18/03/2006

Modello approssimato A:
per controsoffitti passanti

UNI/TR 1175 sospensione a


prospetto A.2 h = 400 mm
18/03/2006 Prof. Massimo Garai - Copyright 2006 29

Modello approssimato B: unico


contributo globale K’
R'w = Rw − K '

non applicabile con rivestimenti addizionali


18/03/2006 Prof. Massimo Garai - Copyright 2006 30

Prof. Massimo Garai - Copyright 2006 15


18/03/2006

UNI EN 12354-1 Casi notevoli


¾elemento laterale composto da diverse parti
¾considerare solo la parte più estesa

struttura 1 struttura 2
Struttura da
considerare

Partizione

18/03/2006 Prof. Massimo Garai - Copyright 2006 31

UNI EN 12354-1 Casi notevoli


¾aperture a tutta altezza
¾tralasciare la porzione di parete al di là
dell’apertura

apertura
a tutta
altezza Struttura da
considerare

Partizione

18/03/2006 Prof. Massimo Garai - Copyright 2006 32

Prof. Massimo Garai - Copyright 2006 16


18/03/2006

UNI EN 12354-1 Casi notevoli


¾struttura laterale composta da diversi tipi di
elementi
¾considerare diversi elementi laterali
indipendenti
A

Partizione

18/03/2006 Prof. Massimo Garai - Copyright 2006 33

UNI EN 12354-1 Casi notevoli


¾elemento laterale rivestito con strato
addizionale (controparete leggera)
¾Rj e Kij si riferiscono alla struttura di base

partizione

rivestimento ΔR

Rj e Kij

18/03/2006 Prof. Massimo Garai - Copyright 2006 34

Prof. Massimo Garai - Copyright 2006 17


18/03/2006

UNI EN 12354-1 Casi notevoli


¾strati addizionali esterni (rivestimenti leggeri)
¾nessuna influenza sulla trasmissione laterale
rivestimento esterno Kij
} } Kij
Rj

partizione

18/03/2006 Prof. Massimo Garai - Copyright 2006 35

UNI EN 12354-1 Casi notevoli


¾elementi laterali costituiti da pareti doppie
¾Rj riferito al solo strato interno
¾Kij riferito a tutta la struttura

Rj

partizione Kij

18/03/2006 Prof. Massimo Garai - Copyright 2006 36

Prof. Massimo Garai - Copyright 2006 18


18/03/2006

UNI EN 12354-1 Casi notevoli


¾elementi laterali costituiti da pareti multistrato
¾per Rj e Kij valutare attentamente i vincoli
interni della struttura laterale

Kij Kij

18/03/2006 Prof. Massimo Garai - Copyright 2006 37

UNI EN 12354-1 Casi notevoli


¾non corrispondenza dei volumi dei locali
¾sfalsamenti di piano
¾→ ulteriore elemento laterale da considerare

Ambiente
sorgente
Struttura laterale
da considerare
D F

d Ambiente f
ricevente
18/03/2006 Prof. Massimo Garai - Copyright 2006 38

Prof. Massimo Garai - Copyright 2006 19


18/03/2006

Osservazioni generali
¾ Affidabilità del metodo
– dipende dall’affidabilità delle certificazioni dei prodotti
– dipende dalla corrispondenza tra situazione reale e
situazione modellata
– dipende dall’affidabilità della posa in opera
¾ Disponibilità dei dati
– sono necessari i valori certificati di diverse grandezze per
una vasta gamma di soluzioni
¾ Complessità di impiego
– richiede un programma di calcolo
– richiede un esperto per superare le difficoltà interpretative
18/03/2006 Prof. Massimo Garai - Copyright 2006 39

Accuratezza: stime per i divisori

¾ Modello dettagliato
– con elementi strutturali omogenei
– nessuno scostamento sistematico
– scarto tipo R’w da 1,5 dB a 2,5 dB
¾ Modello semplificato
– con elementi strutturali omogenei
– tendenza a leggera sopravalutazione
– scarto tipo R’w di circa 2 dB
18/03/2006 Prof. Massimo Garai - Copyright 2006 40

Prof. Massimo Garai - Copyright 2006 20


18/03/2006

Calcolo delle prestazioni acustiche


degli edifici
Fine
Prof. Massimo Garai
Facoltà di Ingegneria - Bologna

massimo.garai@mail.ing.unibo.it
18/03/2006 Prof. Massimo Garai - Copyright 2006 41

Prof. Massimo Garai - Copyright 2006 21

Interessi correlati