Sei sulla pagina 1di 36

SEZIONI MISTE:

Introduzione – metodo “n modificato” e metodo


di Moehler

Alessandra Marini
Università di Bergamo

alessandra.marini@unibg.it
RINFORZO DEI SOLAI IN LEGNO
INTERVENTI VOLTI A RIDURRE L’ECCESSIVA DEFORMABILITÀ DEI SOLAI

Principali problematiche:
- Eccessiva deformabilità (w/L,jmax).
- Eccessiva rumorosità al calpestio)

Ref. [5]
(Giuriani, 2012)
RINFORZO DEI SOLAI IN LEGNO
INTERVENTI VOLTI A RIDURRE L’ECCESSIVA DEFORMABILITÀ DEI SOLAI

Principali problematiche:
- Eccessiva deformabilità (w/L,jmax).
- Eccessiva rumorosità al calpestio)

(Giuriani, 2012)
RINFORZO DEI SOLAI IN LEGNO
Irrigidimento flessionale di solai:

- Doppio assito organizzato:

 Può essere alternativamente realizzato con LVL, oppure con tavole di legno.

alessandra.marini@unibg.it
STRUTTURE MISTE LEGNO-CLS
- Sottile lastra in c.a. ordinario (5 cm), oppure ad altissime prestazioni (2 cm), piolato.

cappa c.a.

connettori

- Soluzione valida anche per solai nuovi in lamellare per grandi luci
- Zona sismica: possibilità di organizzare il diaframma di piano
STRUTTURE MISTE LEGNO-CLS

- Lastra in malta di calce idraulica naturale ad alte prestazioni


(5-7 cm, fck,28g =15MPa E28g= 16000MPa) armata con rete di fibra di vetro.

alessandra.marini@unibg.it
STRUTTURE MISTE LEGNO-CLS
L’efficacia dell’irrigidimento flessionale dipende dalla rigidezza del connettore,
il comportamento duttile a rottura è possibile solo adottando connettori duttili
250 250

d d

Vi Vi Vi Vi

405 405

Tipi di connettori:

alessandra.marini@unibg.it
STRUTTURE MISTE LEGNO-CLS
L’efficacia dell’irrigidimento flessionale dipende dalla rigidezza del connettore,
il comportamento duttile a rottura è possibile solo adottando connettori duttili
250 250

d d

Vi Vi Vi Vi

405 405

Tipi di connettori:

alessandra.marini@unibg.it
STRUTTURE MISTE LEGNO-CLS
PROVE A TAGLIO SULLA SINGOLA CONNESSIONE

50
A S S IT O IN T E R R O T T O

45

40

Stud Shear force, Vi [kN]


35 Vu
30

25

20
P11-S20ik7
15 P18-S20ik7
P21-S20ik7
10
Giuriani
5 Kp Piazza
EC5
0
0 2 4 6 8 10 12 14 16 18 20
Slip, d [mm]

1) CAMPO ELASTICO 2) COMPORTAMENTO A


ROTTURA
Kp u V
alessandra.marini@unibg.it
STRUTTURE MISTE LEGNO-CLS
PROVE DI CARICO SU TRAVETTI IN SCALA REALE
TRAVE SU DUE APPOGGI

860

BREVE DURATA LUNGA DURATA

alessandra.marini@unibg.it
STRUTTURE MISTE LEGNO-CLS
ppermanenti portati =2,5kN/m2
qvariabili=3,0kN/m2
200 Load, F [kN] C a lc e s tru z z o c
Connessione
180 2 infinitamente rigida

160
4 1 3 Legno w

140
Load, F [kN]

120

100
3Pes
80

60 2Pes
C a lc e s tru z z o c
Freccia 1
40 Connessione Freccia 2
nulla
20 Freccia 3 Pes
Legno w
Freccia 4
0
0 10 20 30 40 50 60 70 80 90 100

alessandra.marini@unibg.it
Deflection, f [mm]
STRUTTURE MISTE LEGNO-CLS
PROVE DI CARICO DI LUNGA DURATA

860
*
Pes = (2,5kN/m2 + 3kN/m2 * 0,3) * 0,9m = 3,06kN/m P=4,2kN
Pes * L2 3,06kN/m * (8,4m)2
M*es = = = 26,99kNm
8 8

alessandra.marini@unibg.it
STRUTTURE MISTE LEGNO-CLS

N.B.: la freccia dovuta al peso proprio è esclusa


16 12
14,57mm
14
10
12 + 55%

Moisture Content [%]


Deflection, f [mm]

8
10

8 6
Freccia peso proprio

6
ftot =14,57mm+4,4mm=18,97mm f/L=1/450 4
4 Freccia 1
2
Freccia 2 2
2 Freccia media
1
umidità trave
0 0
0 3 6 9 12 15 18 21 24 27 30 33 36 39 42
Time, t [g]

alessandra.marini@unibg.it
STRUTTURE MISTE LEGNO-CLS

MODELLI ANALITICI
per il calcolo di strutture miste legno-calcestruzzo

Metodo di Moehler (CNR DT 206 - EC5)

Metodo n “modificato”
alessandra.marini@unibg.it
STRUTTURE MISTE LEGNO-CLS
MODELLI ANALITICI PER IL PROGETTO DELLE SEZIONI MISTE

HP di connessione HP di connessione deformabile HP di connessione


perfetta e sezioni assente
piane d d d

K P K P KP
a) b) c)
METODO N METODO MÖHLER e
METODO N MODIFICATO
Kp = ∞ Kp1 Kp2 Kp = 0
Jid=1.2-1.4 Jeff Jeff= 6-7J0 J0=Jw+Jc

sw
0 A sfavore di sicurezza Buona approssimazione Previsione
sottostima il reale stato dello stato di sforzo e di eccessivamente
di sforzo e deformazione deformazione reale cautelativa di sforzi e
deformazioni
alessandra.marini@unibg.it
STRUTTURE MISTE LEGNO-CLS
MODELLI ANALITICI PER IL PROGETTO DELLE SEZIONI MISTE

HP di connessione HP di connessione deformabile HP di connessione


perfetta e sezioni assente
piane d d d

K P K P KP
a) b) c)
METODO N METODO MÖHLER e
METODO N MODIFICATO

EUROCODICE 5 E CNR DT 206 NON


CONSENTONO L’IMPIEGO DELL’HP DI
CONNESSIONE INFINITAMENTE RIGIDA

A sfavore di sicurezza Buona approssimazione Previsione


sottostima il reale stato dello stato di sforzo e di eccessivamente
di sforzo e deformazione deformazione reale cautelativa di sforzi e
** Definiziono EC5 e CNR DT 206
deformazioni
STRUTTURE MISTE LEGNO-CLS
MODELLI ANALITICI PER IL PROGETTO DELLE SEZIONI MISTE

METODO n

Il metodo si basa sul calcolo della rigidezza


flessionale ideale Jid della sezione ideale
omogenizzata al legno.

Jw < Jw+Jc < Jeff (KP) < Jid

alessandra.marini@unibg.it
STRUTTURE MISTE LEGNO-CLS
MODELLI ANALITICI PER IL PROGETTO DELLE SEZIONI MISTE

HP: KP = infinita METODO n


Si calcola: x id , J id
Xid = asse neutro della sezione ideale omogenizzata al legno
Jid = momento d’inerzia della sezione ideale omogenizzata al legno

errore del 20% rispetto


M
Per gli sforzi: sw  x id alla soluzione di Moehler
J id  ACCETTABILE!

Per la freccia:
5 pL4 errore del - 40-50% sul
w fin  (1  j visc) calcolo della freccia 
384 EJid NON ACCETTABILE!

Potremo tornare ad impiegare il metodo n a patto di apportare alcune


importanti modifiche per la correzione degli sforzi e della deformazione
STRUTTURE MISTE LEGNO-CLS
MODELLI ANALITICI PER IL PROGETTO DELLE SEZIONI MISTE

METODO APPROSSIMATO DI MÖHLER e METODO N MODIFICATO

I metodi si basano sul calcolo della rigidezza


flessionale efficace Jeff della trave composta.

Jw < Jw+Jc < Jeff (KP) < Jid

Assito interrotto Assito passante (t>0)


KP,SLE= 2 KSER Modelli di comprovata efficacia
KP,SLU= 2/3 (2KSER )
STRUTTURE MISTE LEGNO-CLS
MODELLI ANALITICI PER IL PROGETTO DELLE SEZIONI MISTE

METODO APPROSSIMATO DI MÖHLER


1. Ipotesi di sezioni piane per le sole sezioni parziali.
2. Comportamento elastico lineare dei materiali e della connessione (Kp=Kser)
3. Connessione uniformemente distribuita lungo l’asse della trave. In caso di
passo s non costante si adotta un passo equivalente seq.

I eff  I 0  (I id  I 0 ) (1)


Per carico uniformemente distribuito:
I eff  I 0  (I id  I 0 ) id  I 0 )
E w (I(1) s
con: 1/γ  1  π 2

EG2w (Iid KI 0P)L2 s


2 d
con: 1/γ  1  π 2 2
d K L
(K
SLU: Kp = 2/3 Kser G P
-  = coefficiente di efficacia; P )
- Ew e Ec = moduli elastici del legno e del calcestruzzo;
- Iid = momento d’inerzia della sezione ideale omogeneizzata al legno (mm4);
- I0 = Iw + nIc (mm4) = momento d’inerzia della sezione priva di connessione omogeneizzata al
legno;
- n=Ec/Ew coefficiente di omogenizzazione;
- dG = distanza fra i baricentri della soletta e del travetto (mm);
- s = passo dei connettori (mm); seq  0,75s min  0,25s max
- KP = rigidezza del singolo connettore (N/mm);
alessandra.marini@unibg.it
- L = luce della trave (mm).
STRUTTURE MISTE LEGNO-CLS
MODELLI ANALITICI PER IL PROGETTO DELLE SEZIONI MISTE

METODO APPROSSIMATO DI MÖHLER

dN/dx
Mc N
dG
N+dN
j N Mc M c+ dM c
Mw
N N+dN
N Mw Mw+ dMw
dx

Il momento esterno è equilibrato da Mc e Mw e dalla coppia MN=Ndg, dove N è la


forza di scorrimento (taglio longitudinale) trasmessa dalla connessione.

nI c Iw Mc,Mw,N
Mc  M; Mw  M
I eff I eff

M M  Mc  M w M  I  M I id  I 0
N N  N 1  0   
dG dG dG  I eff  dG I eff
alessandra.marini@unibg.it
STRUTTURE MISTE LEGNO-CLS
MODELLI ANALITICI PER IL PROGETTO DELLE SEZIONI MISTE

METODO APPROSSIMATO DI MÖHLER

dN/dx
Mc N
dG
N+dN
j N Mc M c+ dM c
Mw
N N+dN
N Mw Mw+ dMw
dx
Noti Mc, Mw ed N si calcolano gli sforzi con le formule della pressoflessione:
N Mc N Mw sc , sw
sc    sw  
A c Wc A w Ww
dN 1 I id  I 0 dM 1 I id  I 0
Il flusso di taglio risulta: q  γ  γ V q, Vp
dx d G I eff dx d G I eff

Risultati sperimentali
Il taglio Vp nel connettore V  q s  γ Iid  I0 s V  γ Sc s V mostrano come sia
p max max
più sollecitato: d G Ieff Ieff eccessivamente
alessandra.marini@unibg.it a favore di sicurezza
STRUTTURE MISTE LEGNO-CLS
METODO APPROSSIMATO DI MÖHLER
DEFORMABILITÀ:

5 pL4
w fin ,eff  w fin ,Moehler  (1  jvisc)
384 EJeff

alessandra.marini@unibg.it
STRUTTURE MISTE LEGNO-CLS
MODELLI ANALITICI PER IL PROGETTO DELLE SEZIONI MISTE

METODO n MODIFICATO

La freccia istantanea della trave mista è pari alla freccia della trave calcolata
nell’ipotesi di connessione infinitamente rigida più un v dovuto alla deformabilità
delle connessioni

veff  vid  v v = 10 d

Fisso max vMAX  dMAX

K P è nota  Vp. Vp  K P δ Iid


Δj  δ/d* con d * 
Sc
Sc
 Si ricava il passo s Vp /s  Vmax j   v / L  = 3,2
Iid
v = 10 d
vid
Si calcola Ieff I eff  Iid [Gelfi e Giuriani 2002]
vid  v
Nota Ieff si calcolano gli sforzi con le relazioni già impiegate. alessandra.marini@unibg.it
STRUTTURE MISTE LEGNO-CLS
MODELLI ANALITICI PER IL PROGETTO DELLE SEZIONI MISTE

DEFORMABILITÀ: METODO APPROSSIMATO DI MÖHLER

5 pL4
w fin ,eff  w fin ,Moehler  (1  jvisc)
384 EJeff

METODO n MODIFICATO

5 pL4
w fin ,eff  w fin ,n mod ificato  w fin ,id  w fin  (1  jvisc)  10d(1  jvisc)
384 EJid 250

d
250

Vi Vi Vi Vi

405 405

w w
wfin

alessandra.marini@unibg.it
STRUTTURE MISTE LEGNO-CLS
MODELLI ANALITICI PER IL PROGETTO DELLE SEZIONI MISTE
140
+17%
120 Connessioni rigide
(Metodo n)
100
Carico totale P [kN]

80

60 metodo n DIFFERENZE MOLTO


Connessioni
40 deformabili moehler PRONUNCIATE NEL
(Moehler)
metodo n
CALCOLO DELLE
20
modificato FRECCE
0
0 5 10 15 20
140 25 +42%
sw [MPa] Connessioni rigide
120
DIFFERENZE (Metodo n)
MODESTE NEL Carico totale P [kN]
100
CALCOLO DEGLI
80
SFORZI
60 metodo n

40 metodo
Connessioni moehler
20 deformabili metodo n
(Moehler) modificato
Simulazione del comportamento 0
della trave sperimentale 0 10 20 30 40 50 60 70
freccia [mm]
STRUTTURE MISTE LEGNO-CLS
MODELLI ANALITICI PER IL PROGETTO DELLE SEZIONI MISTE

CONFRONTO tra metodo n e metodo di MOHLER

Ieff/Iid Ieff/Iw
1.0 14

12
0.8
10
0.6 8

0.4 6

4
0.2
2
hw=1,5 bw hw=1,5 bw
0.0 0
0 10 20 30 0 10 20 30
KP [kN/mm] Kp = 8-20 KN/mm KP [kN/mm]
Grafico 1: se cresce hw il baricentro è nel legno e gli sforzi all’interfaccia son modesti. Quindi la rigidezza è meno penalizzata.
Grafico 2: se hw è molto alta è evidente che il contributo irrigidente della cartella di cls sarà modesto.
STRUTTURE MISTE LEGNO-CLS
MODELLI ANALITICI PER IL PROGETTO DELLE SEZIONI MISTE

CONFRONTO tra metodo n e metodo di MOHLER


0.4

sc/sc,id
sw/sw,id

0.3

0.2

0.1

0.0
120 140 160 180 200 120 hw
140 160 180 200
[mm]
1/22,7 1/20,6 1/18,8 1/17,3 1/16.1
, 1/22,7 1/20,6 1/18,8 1/17,3 1/16,1 H/L

Incrementi di sollecitazione nel legno e nel calcestruzzo in funzione della


rigidezza KP del connettore
alessandra.marini@unibg.it
STRUTTURE MISTE LEGNO-CLS
MODELLI ANALITICI PER IL PROGETTO DELLE SEZIONI MISTE

PROGETTAZIONE PER FASI


1) STRUTTURA NON PUNTELLATA: Connessioni -- caricate,
gw +gcls Legno + sollecitato
I FASE
pI

MI A B
II FASE
gpp+q
pII

M II A B

2) STRUTTURA PUNTELLATA:
Connessioni + caricate,
I FASE gw +gcls+gpp+q legno -- sollecitato

M A B
alessandra.marini@unibg.it
STRUTTURE MISTE LEGNO-CLS

MODELLI ANALITICI
per il calcolo di di rigidezza e carico ultimo
della connessione
250 250

d d

Vi Vi Vi Vi

405 405

alessandra.marini@unibg.it
STRUTTURE MISTE LEGNO-CLS
MODELLI ANALITICI PER IL PROGETTO DELLE SEZIONI MISTE

Modello analitico: rigidezza e carico ultimo della connessione


35 000
Comportamento
30 000
sperimentale della singola
25 000
connessione
20 000

Vi [N]
15 000
10 000
5 000
0
• Modellazione analitica 0.0 2.0 4.0 6.0 8.0 10.0
Prove di rifollamento scorrimento, d [mm]

Lc

d t

• Comportamento teorico della Lw


connessione, conforme alle
specifiche delle attuali normative
L w,tot  6d
EC5 e CNR DT 206 Lc,tot  3d
alessandra.marini@unibg.it
STRUTTURE MISTE LEGNO-CLS
MODELLI ANALITICI PER IL PROGETTO DELLE SEZIONI MISTE

;
RIGIDEZZA DELLA CONNESSIONE
d Kp = Kser = V/d
Trave su suolo elastico alla Winkler

MDF
Trave
lunghezza
illimitata Gelfi, Giuriani e Marini
jdxjsx =0 (1998-2002)

hdxhsx =0
Legno-CLS:
12( c  w )3 ESIS ^ d
K ser   K ser (k c , k w , d, E s ) K ser  124000
Z (4.34  t / d)3
kw kc
w  4 c  4
4ES JP 4ES JP
    
Z  3  c2  2w  c   w  3  tc  w c   w   3  t 2c22w c   w  t 33c3w
2
STRUTTURE MISTE LEGNO-CLS
MODELLI ANALITICI PER IL PROGETTO DELLE SEZIONI MISTE

RESISTENZA ULTIMA DELLA CONNESSIONE


Meccanismo di rottura con formazione di due cerniere plastiche

Gelfi, Giuriani e Marini (1998-2002)

  
    
2
1  hw      
f f 2 f f t t
 hw hc  d 2  yk
 min  f hc  f hw  3 f f hc   d  d 
Fv ,Rk hw 
  
K ser  dc
alessandra.marini@unibg.it
STRUTTURE MISTE LEGNO-CLS
MODELLI ANALITICI PER IL PROGETTO DELLE SEZIONI MISTE

50
A S S IT O IN T E R R O T T O

45

40
Stud Shear force, Vi [kN]

35

30

25

20
P11-S20ik7
15 P18-S20ik7
P21-S20ik7
10
Giuriani
5 Piazza
EC5
0
0 2 4 6 8 10 12 14 16 18 20
Slip, d [mm]
alessandra.marini@unibg.it
STRUTTURE MISTE LEGNO-CLS
MODELLI ANALITICI PER IL PROGETTO DELLE SEZIONI MISTE

Modello analitico singola connessione

40 BS11 30 BS11
MC=12% MC=12%
kw=900 N/mmq 25 kw=900 N/mmq
30 fhw = 24 MPa fhw = 24 MPa

K [kN/mm]
Vu [kN]

20
d20
20 15 d20
d16
d16
d12 10 d12
10 d20_EC5 d20 EC5
5 d16_EC5
d16_EC5
d12_EC5
d12_EC5
0 0
0 10 20 30 40 50 t [mm] 0 10 20 30 40 50 t [mm]

Variazione della rigidezza (KP) e della capacità portante (Vu) della


connessione in funzione dello spessore dell’assito passante (t).

alessandra.marini@unibg.it
STRUTTURE MISTE LEGNO-CLS
MODELLI ANALITICI PER IL PROGETTO DELLE SEZIONI MISTE

Modello analitico singola connessione


d=16mm d=12mm
Taglio connettore, Vp [KN]

25 assito interrotto (t=0) 25


6%
8% LEGNO LAMELLARE
10%
20 12% 20
14%
16%
18%
15 15 assito interrotto (t=0)
20% 6%
assito passante (t=22mm) 6%

10 20% 10
20%
assito passante (t=22mm) 6%
5 5
20%

0 0
0 1 2 3 4 5 0 1 2 3 4 5
Scorrimento, d [mm]
Variazione della rigidezza (KP) e della capacità portante (Vu) della
connessione in funzione del contenuto d’acqua.