Sei sulla pagina 1di 66

DeskCNC

Manuale operativo

1
Manuale operativo ..................................................................................................................3
Software DeskCNC ...........................................................................................................................3
I tre modi operativi ............................................................................................................................3
Impostare DeskCNC ..............................................................................................................4
Impostazioni DeskCNC...........................................................................................................5
Impostazione Assi Macchina .................................................................................................7
Impostazioni velocità macchina ............................................................................................8
Impostazione Tastatore Utensile/Sonda .............................................................................10
Impostazione Macchina........................................................................................................11
Impostazione Script Home...................................................................................................13
Impostazione Libreria utensili .............................................................................................14
Impostazione Post Processore............................................................................................15
Opzioni di DeskCNC .............................................................................................................20
Modalità CAM ........................................................................................................................26
Modifica di file DXF...............................................................................................................28
Creazione di Percorsi Utensile ............................................................................................30
Parametri comuni nelle lavorazioni.....................................................................................32
Lavorare con i file STL .........................................................................................................34
Lavorare con i file Gerber e Excellon..................................................................................36
Lavorare con i file Immagini ................................................................................................39
Scolpire immagini (Carving) ................................................................................................41
Incidere immagini (Engraving) ............................................................................................43
Opzioni di visualizzazione immagini ...................................................................................46
L’editor G-Code e la Visualizzazione...................................................................................47
Voci di Menu’.........................................................................................................................49
I comandi in Modalità Controllo ..........................................................................................50
L’interprete G-Code ..............................................................................................................53
Esercitazione DXF ................................................................................................................55
Esercitazione sui Contorni in DXF ......................................................................................58
Esercitazione sui file STL.....................................................................................................61
Esercitazione Avanzata DXF................................................................................................64

2
Manuale operativo
Software DeskCNC
DeskCNC è un programma Windows dedicato alla creazione di percorsi utensili, copia di
modelli esistenti, ed esecuzione su macchine CNC. DeskCNC può creare percorsi utensili da
file DXF, STL, Gerber, Excellon, e file immagini così come può digitalizzare parti e geometrie
esistenti (è necessaria la sonda opzionale o una sonda Laser). DeskCNC può eseguire in
modo fluido su qualsiasi macchina CNC in ambiente Windows. Incorpora un completo
interprete/editor di codici G-Codes ed è compatibile con qualsiasi versione di Windows
95/98/Me/Nt/2000/XP.
Il controller DeskCNC gestisce le interpolazioni circolari e lineari e temporizza gli impulsi di
passo con risoluzione di 800 nanosecondi direttamente da Windows. Accetta posizioni
assolute a 32 bit (+- 2 miliardi di passi) e determina le rampe di salita e discesa basate su un
profilo di accelerazione lineare. Il Continuous Motion Contouring permette una esecuzione
fluida e continua. Le uscite sono standard +5V per direzione/passo/uscite. Il controller può
comandare 4 relé ausiliari. Sono presenti ingressi di Home, di limite, per la sonda di
digitalizzazione e un pulsante di arresto emergenza. E’ in grado di fornire impulsi di passo da
40 a 125000 passi al secondo.
Sistema operativo Windows 95/98/Me/Nt/2000/XP
Raccomandati: 32Mb e PC pentium compatibile con OpenGL Windows.

I tre modi operativi


DeskCNC integra un CAM (la creazione di percorsi utensili), Verifica (la visualizzazione e
modifica dei percorsi utensili), controllo della macchina CNC (l’esecuzione dei percorsi sulla
macchina), in un unico pacchetto software.
Disegni in diverso formato possono essere importati in DeskCNC attraverso il Menu Files.
Una volta importati e visualizzati sullo schermo possono essere utilizzati come base per
diverse funzioni di generazione percorsi utensili per creare il modello desiderato che può
essere successivamente salvato come programma ISO G-code per utilizzarlo sulla vostra
macchina CNC. DeskCNC utilizza una gamma ampia di Post processori per creare questi file,
che sono personalizzabili al fine di soddisfare le esigenze dell’utente finale. Il file può essere
usato in modo Control Mode direttamente sulla macchina CNC. Prima che questa modalità
possa essere utilizzata è necessario che l’utente imposti i parametri della propria macchina in
DeskCNC.

3
Impostare DeskCNC
Questa sezione vi guiderà attraverso i passi necessari per impostare il vostro DeskCNC per
permettervi di utilizzarlo con la vostra macchina.
Assunto che avete il controller connesso al PC dovete configurare il software per controllare
la vostra macchina. Le impostazioni cambiano da macchina a macchina ma la procedura è
uguale in tutti i casi.
Per iniziare la configurazione della macchina dovete attivare il menu Impostazioni-
>Impostazioni macchina.
Selezionate un nome per la vostra macchina o inserite un nome nel campo. Potete editare
una macchina già esistente o creare una configurazione macchina nuova, in questo caso
verranno caricati valori predefiniti.
Nella finestra sono presenti sei pannelli per la configurazione:
• Velocità macchina
• Impostazione assi
• Impostazione DeskCNC
• Tastatore Utensile/Sonda
• Macchina
• Script Home
Prima di utilizzare DeskCNC dovete configurarlo per lavorare con la vostra macchina e il
vostro computer.
La prima parte di questa procedura permette di definire la vostra macchina in DeskCNC, per
fare questo dovete fare click sulla pagina DeskCNC.

4
Impostazioni DeskCNC

In questa pagina si definiscono l’area utile della vostra macchina, lo schermo, le connessioni
con il controller e le unità di misura, metriche o imperiali.

Dimensioni macchina: Imposta l’area utile della tavola di lavoro. La griglia visualizzata
riflette queste dimensioni. Questa ha scopo di visualizzazione unicamente e non rappresenta
limiti software.
Grid size: Imposta la dimensione della griglia visualizzata.
Risoluzione: Imposta la risoluzione del rendering OpenGL. Questo valore è in pixel e
rappresenta la granularità del rendering. Piccoli valori danno una migliore visualizzazione a
dispendio della velocità di ridisegno. Cambiate questo valore in base alle capacità del vostro
PC.

Piano Zero: Impostate il livello Z per le immagini rappresentate con OpenGL. Questo valore
indica dove il taglio inizia. Se state utilizzando un CAM differente che crea percorsi utensili
‘positivi’ (Taglia sopra Z=0), allora impostate questo valore per indicare dove il taglio inizia.

5
Distanze Jog: Impostare i valori che saranno disponibili nel controllo Jog quando effettuate
comandi manuali. Per aggiungere una distanza di 1,25 per esempio, inserite 1,25 e premete il
pulsante Aggiungi. Per cancellare un valore, evidenziate un valore e premete Cancella.

Tasti di scelta rapida: Impostate I valori che saranno disponibili quando premerete i tasti
funzione. Per aggiungere il G-Code G01 X1.2 Y3.4 per esempio, inserite ‘G01 X1,2 Y3.4’ e
premete il pulsante Add. Per cancellare un valore, evidenziatelo e premete Cancella. Questi
comandi G-Code sono automaticamente inseriti nella casella MDI quando si preme un tasto
funzione (F1 ecc.).
Porta Com: Inserite la porta che sarà collegata al controller DeskCNC.
Separatore Decimale: Inserite il separatore decimale utilizzato nel vostro paese. Negli Stati
Uniti il separatore decimale è il punto (1234.567). In alcuni paesi europei è la virgola
(1234,567).
Colora G-Code: Evidenzia ogni linea G-Code in fase di interpretazione. Per via della
funzione Look Ahead del DeskCNC, la linea G-Code evidenziata sarà spesso ben avanti la
linea attuale del programma. Questa funzione è un processo che richiede notevole potenza al
PC ed è raccomandato soltanto per PC con notevoli prestazioni.

Unità: Inserite le unità predefinite per la vostra macchina. Su questa impostazione possono
avere precedenza i comandi G20 e G21.
Successivamente dovete definire la macchina, le impostazioni per gli assi e la risoluzione.
Questo può essere fatto sul pannello Impostazione Assi.

6
Impostazione Assi Macchina

Posizione Home: Se la vostra macchina ha pulsanti di home potete impostare la loro


posizione (in coordinate Assolute). Dopo aver fatto una operazione di Home, le coordinate
dell’asse sono impostate con questo valore.
Step per MM: Impostate il numero di passi (o impulsi encoder se servomotori) per muovere
1 mm per ogni asse. Se non siete sicuri di questo valore provate ad inserire un valore
approssimato e muovete gli assi ad una posizione fissa. Misurate la distanza attuale e
calcolate la risoluzione con Risoluzione*(distanza mossa/distanza misurata).
Massima velocità (SPS): Impostate la velocità massima per ogni asse in Step al secondo,
questo valore è usato per muoversi con i comandi G0. Se non siete sicuri di questo valore
provate impostandolo con un valore arbitrario ed eseguite un comando G0, se la macchina va
in stallo il valore è troppo alto, ridurre il valore e provare nuovamente. Accertatevi di aver
impostato l’accelerazione prima.
Recupero Gioco(passi): Inserite il valore del gioco in passi per ogni asse. Il recupero del
gioco software non può mai raggiungere la precisione di una macchina senza giochi. Si
raccomanda di inserire dispositivi di ricupero del gioco meccanici anziché fidarsi di un
ricupero gioco software.
Inverti la direzione Home: Spuntate questa casella se la macchina muove l’asse in
direzione opposta al pulsante di Home durante la funzione.

7
Impostazioni velocità macchina

Impostare le velocità della vostra macchina: DeskCNC utilizza una rampa di


accelerazione lineare impostabile da 40 a 125000 SPS. Per aiutare l’utente in questa
operazione, un grafico dell’accelerazione viene visualizzato.

Parametri per l’impostazione della rampa di accelerazione:


Velocità iniziale: Inserite la velocità iniziale istantanea. Questa è la velocità iniziale che i
motori possono raggiungere senza necessitare alcuna accelerazione.
Massima velocità: Inserite la massima velocità in Step al Secondo per i motori della vostra
macchina.
Accelerazione: Aumentate questo valore finché il grafico dell’accelerazione vada dal basso a
sinistra all’angolo superiore destro. Il profilo deve finire con un piccolo piano (una piccola
sezione piatta). E’ corretto utilizzare una accelerazione che aumenta la lunghezza del piano
finale ma non bisogna mai terminare il profilo con un picco verticale. In basso a destra
vedrete il tempo impiegato dal controller per raggiungere la velocità impostata. Si noti che con
elevati valori di SPS l’accelerazione risulterà molto grande. Questo è normale.
L’accelerazione potrà essere successivamente scalata con il parametro successivo.
Scala Accelerazione: Questo parametro riduce l’accelerazione specialmente in valori elevati
di SPS. Inserendo un valore di accelerazione più grande di 1 ridurrà l’accelerazione. Il tempo
8
in basso a destra aumenterà. Questo è il tempo in cui verrà raggiunta la velocità finale
partendo dalla minima.

Velocità Jog: Impostate le velocità per il Jog continuo. I valori sono in Unità per minuto.

Contouring: Questo parametro imposta la funzione di contouring e ne imposta il valore di


soglia. Quando questo valore è 0 tutti i movimenti saranno con accelerazione e
decelerazione. Quando il valore è 1 il CMC (Continuous Move Contouring) è automatico. In
automatico DeskCNC accelererà e decelererà soltanto quando necessario per realizzare
percorsi fluidi e continui. Quando questo valore è maggiore di 0 CMC viene impostato
manualmente. Questo significa che qualsiasi cambiamento di velocità su un asse che sia
maggiore del valore CMC creerà una decelerazione e accelerazione.

Inverti impulsi di step: Spuntando questa casella le uscite di step risulteranno invertite.

9
Impostazione Tastatore Utensile/Sonda

In questo pannello si impostano i parametri per la sonda tastatore.

Altezza sensore: Inserite l’altezza in unità del tastatore/sonda.

Posizione X: Inserite la posizione X del sensore.

Posizione Y: Inserite la posizione Y del sensore.

Polarità predefinita della sonda: Scegliere il tipo di contatto del sensore tastatore.

Max velocità SPS: Questa è la velocità in SPS per le operazioni di misura offset utensile o
Scansioni 3D.

10
Impostazione Macchina

In questo pannello si impostano i valori relativi al tipo di macchina e di controller usati:

Assi: Scegliere il numero di assi per la vostra macchina.

Sequenza Soft Home: Scegliere se gli assi devono muoversi simultaneamente, ZYX o ZXY
quando si comanda la sequenza Home.

Asse A: Scegliere il tipo di asse per il quarto asse della vostra macchina.

Slave: Permette di impostare l’asse A come asse di rincorsa (slave) di un altro asse.

Abilita ciclo Start: Permette di avviare la lavorazione con un pulsante esterno (Ingresso
Sta).

Abilita Pausa esterna: Permette di mettere il programma in pausa con un pulsante esterno
(Ingresso Pau).

Elettromandrino indipendente: Permette di usare contemporaneamente le uscite CW e


CCW in modo indipendente. Utile quando sono richieste più uscite.

11
Misura il ricupero gioco: Abilita il ricupero gioco software.

Controller di 2a generazione: Spuntare sempre questa opzione.

Programma con EStop invertito: Da usare se il pulsante di stop è normalmente aperto.

Passi Giro Encoder: Inserite un valore in step per l’ingresso encoder. L’encoder collegabile
al controller DeskCNC è utilizzabile soltanto per manovrare manualmente l’asse rotativo.

12
Impostazione Script Home

In questo pannello è possibile impostare i comandi di Home per ogni asse.


Dopo aver premuto il pulsante relativo all’asse che si vuole configurare scrivete i comandi
nella casella di testo in alto. Nell’esempio sopra G30 X1 F1000 istruisce il programma ad
eseguire Home sull’asse X alla velocità di 1000 mm/min e di posizionare l’asse a 1 mm. E’
possibile per esempio creare un Home più sofisticato che viene effettuato ad alta velocità e
ripetuto a bassa velocità. G30 X1 F2000 G30 X1 F500. La macchina muoverà l’asse X a
2000 mm al minuto fino al pulsante di home, lo richiuderà spostandosi a X1 e rifarà la stessa
procedura a 500 mm/min garantendo una migliore precisione di posizionamento.

13
Impostazione Libreria utensili

La libreria utensili contiene le definizioni per gli utensili ed è usata per immettere rapidamente
le i parametri utensili quando si definisce un percorso utensile. E’ anche usata (richiesta) dal
motore di rendering per mostrare il modello lavorato in 3D usando la tecnologia OpenGL.

Id: Il numero è relativo all’utensile nel comando Txx.


Length: Questo è il Tool Length Offset.
Diameter: Il diametro dell’utensile.
Type: il tipo dell’utensile (End, Ball o Vee rispettivamente cilindrico, sferico o V chiamato
bulino).
Ang/Rad: Angolo dell’utensile solo per il tipo Vee.
Comment: Inserite un nome che descriva l’utensile.
Agg. Uten. : premete questo pulsante per aggiungere un utensile.
Rim. Uten. : premete questo pulsante per cancellare un utensile evidenziato.
Stampa Tabella: Per stampare la lista degli utensili.
Salva: Per salvare i dati inseriti o modificati sul disco.

14
Impostazione Post Processore

DeskCNC utilizza un Post Processore programmabile che può adattarsi a diversi tipi di
macchina. Molti di questi possono essere letti dal disco nell’editor per essere poi visualizzati
e/o modificati.

Nome: Il nome del post processore.

Estensione: L’estensione usata per i file.

Carattere di inizio e fine commento: DeskCNC inserisce commenti all’inizio del file con la
data di creazione del file e il nome del Post Processore. Inserire il carattere utilizzato per i
commenti.

Includi commenti: Se si vuole che l’editor visualizzi anche i commenti spuntare questa
casella.

Numero di riga massimo: Inserire un valore per il numero massimo di righe ammesse in un
programma.

Inizio numerazione: Inserire il numero con cui si vuole che inizi un programma.

Incremento numerazione: Inserire il numero di cui si vuole che venga incrementata ogni
rigo.

15
Premendo su Modifica vengono caricati i valori del Post Processore in Nome. Premendo su
Salva verranno salvate le modifiche apportate. Premendo su Cancella si cancellerà il file
relativo al post processore in Nome.

I comandi sono identificati da Token. Un token consiste in una etichetta di indirizzo e un


valore. Il Token ‘X2.5‘ inizia con l’indirizzo di ‘X’ (in questo caso rappresentante l’asse X) e il
suo valore 2.5. I token possono iniziare con spazi per rendere più leggibile il file. Tutti i token
devono essere creati prima di essere utilizzabili. Per creare un token selezionate un token
dalla lista disponibile e selezionate un tipo di variabile da associare.

I token disponibili sono:

Xt per la posizione X
Yt per la posizione Y
Zt per la posizione Z
It per la posizione X del centro dell’Arco
Jt per la posizione Y del centro dell’Arco
Rt per il Raggio
Nt per il numero riga
Ft per il Feed Rate (velocità avanzamento)
St per la velocità elettromandrino
Tt per il cambio utensile
Ct per la compensazione del taglio
Sono disponibili altri 5 token per comandi personalizzati.

16
Le variabili disponibili sono:
Sx per il punto di partenza X di un percorso
Sy per il punto di partenza Y di un percorso
Sz per il punto di partenza Z di un percorso
Ex per il punto finale X di un percorso
Ey per il punto finale Y di un percorso
Ez per il punto finale Z di un percorso
Sa per l’angolo di partenza di un arco
Ea per l’angolo finale di un arco
Rad per il Raggio di un arco
Cx per il centro X di un arco
Cy per il centro Y di un arco
Ix per il centro incrementale X di un Arco
Iy per il centro incrementale Y di un Arco
Cv per il valore di compensazione taglio
Nv per il numero di riga
St per la velocità elettromandrino
Tn per il numero utensile

Inserite il numero di posizioni decimali per il token e se necessita del segno + per i numeri
positivi e premete Crea. Un esempio del nuovo comando verrà visualizzato in basso.

17
Script di movimento:

Questo pannello definisce come lo script formatterà i comandi sul file di output. La definizione
consiste nell’aggiungere i comandi definiti prima con i token. La tipica riga di comando G-
Code N100 X2.5 Y3.6 Z4.7 consiste nei token: Numero Linea, Posizione X, Posizione Y e
Posizione Z. Gli script di movimento possono essere un singolo comando o un blocco di
comandi in base alla selezione “Comando” o “Singolo”. Un comando Modale sarà scritto sul
file soltanto se differisce dal valore precedente.

Esempio di script di movimento:


Selezionare Lineare.
Selezionare Movimento Singolo.
Inserire G01 nella casella Comando.
Scegliere il token Nt e premere Aggiungi Token
Scegliere il token Xt e premere Aggiungi Token
Scegliere il token Yt e premere Aggiungi Token
Scegliere il token Zt e premere Aggiungi Token
Scegliere il token Ft e premere Aggiungi Token Modale

Ad ogni aggiunta di un token viene visualizzata una riga di esempio in basso. Il token Ft verrà
visualizzato tra parentesi per evidenziare la sua caratteristica “Modale” (verrà scritto sul file di
uscita soltanto se il suo valore differisce dal precedente), questo migliora la leggibilità del file

18
e ne riduce la dimensione.

Header/Footer

In questo pannello è possibile aggiungere comandi che verranno aggiunti all’inizio e alla fine
del file. E’ possibile aggiungere anche commenti personali.
Salva: Salva il post Processore modificato.
Modifica: Carica i dati del Post Processore in Nome dal disco.
Cancella: Cancella il post processore dal disco.

19
Opzioni di DeskCNC
Con questa finestra di dialogo è possibile cambiare le opzioni e le preferenze in DeskCNC.

In questo pannello è possibile cambiare il colore per identificare meglio i vari tipi di linee del
disegno, lo sfondo e il rendering.

20
Il pannello tolleranze permette di impostare parametri predefiniti per gli archi e le
importazioni di file Gerber (circuiti stampati).

Lunghezza arco min.: Inserire il valore minimo per un segmento di arco. Archi con valori
inferiori a questo verranno convertiti in linee. La lunghezza di un arco dovrebbe corrispondere
almeno a qualche passo rispetto alla risoluzione della macchina in uso.

Raggio minimo: Inserire il raggio minimo per un segmento di Arco. Archi più piccoli di questo
valore saranno convertiti in linee.

Deviazione Tangente: Inserire la minima deviazione tangenziale che due segmenti


consecutivi possono avere. Questo valore può ridurre la dimensione del file di uscita.

Gerber
Offset utensile: Inserire la misura dell’isolamento creato dalla punta in mil (millesimi di
pollici).

Risoluzione FotoPlotter: Inserire la risoluzione del file Gerber importato.

Fattore di riduzione: Valori più alti di zero possono diminuire la dimensione del file di uscita.

Zero iniziali Excellon: Inserire il numero di zeri iniziali per il formato di foratura Excellon.

21
Editor

Colore: Inserire il colore con il quale visualizzare i Comandi, Indirizzi e commenti.


Stile: E’ possibile impostare anche lo stile (grassetto, corsivo ,nessuno) per ogni tipo.
Colori: Scegliere un colore per identificare rapidamente i vari tipi di comando.

22
Direzione predefinita delle regioni chiuse: Impostare il valore desiderato riferito
all’importazione di file DXF dal disco.
Segna le direzioni di: Impostare se si desidera che venga visualizzata la direzione della
prima regione chiusa o di tutte le regioni chiuse.
Direzione Tasche: Scegliendo Esterno/Interno tutte le tasche avranno il loro contorno
lavorato, mentre Interno/Esterno la parte superiore delle tasche sarà lavorata con un offset
pari alla metà del diametro utensile.

Consiglio: Se le vostre isole sono sempre separate dalle altre regioni di almeno ½ del
diametro utensile, allora potete tracciare tranquillamente i contorni delle tasche. Se una
regione confina con la tasca di meno del raggio utensile allora tracciare il contorno della tasca
supererà il confine definito dalla tasca incidendo la regione confinante.

Consiglio: Se utilizzate Solo prima entità potrete facilmente identificare il primo segmento di
una regione o di un percorso utensile.

Prova a correggere le geometrie DXF errate: Spuntate questa casella quando appaiono
problemi nel caricamento di file DXF.

Traccia i contorni delle isole se richiesta la finitura: Spuntate questa casella per forzare la
lavorazione del contorno delle isole. Per difetto la parte sopra le isole viene lavorata con un
offset di ½ del diametro utensile. Impostando questa opzione tutta la parte superiore verrà
lavorata.

Mostra i confini quando disegna i percorsi

Percentuale di sovrapposizione utensile: Per le lavorazioni di tasche verrà sempre


utilizzato questo valore predefinito che potrà comunque essere modificato.

Post Processore: Selezionate il post processore attivo.

23
Selezionate il carattere predefinito come True Type font. Tutti gli oggetti Testo nei file DXF
saranno convertiti in vettori al caricamento utilizzando il font predefinito.

Precisione: Nel convertire il testo in vettori verrà utilizzato questo valore come numero di
linee per curva.

24
Profondità STL: Questo valore è relativo all’altezza in Z alla quale verranno posti gli oggetti
caricati da un file STL. Tutte le geometrie verranno traslate in Z in modo che l’altezza
massima sia con questo valore.

Passo X e Y come percentuale del diametro utensile: Questo valore verrà usato come
valore predefinito per le lavorazioni su file STL.

Questa finestra è relativa al Tastatore sonda. Inserire il valore del diametro della punta
affinché le scansioni siano corrette per questo valore.

25
Modalità CAM
Una volta che le impostazioni sono state completate e salvate potete iniziare ad importare i
vostri file e creare percorsi utensile. Per importare un file CAD fate click su File e selezionate
il formato che desiderate importare.
Lavorare con i file DXF
Una volta importato, il vostro file DXF dovrebbe essere visualizzato al centro dello schermo.
Diversamente da file STL DeskCNC non è in grado di generare automaticamente percorsi
utensili attorno agli ogetti. Prima di poter generare qualsiasi percorso utensile è necessario
selezionare le regioni che devono essere lavorate e bisogna scegliere l’operazione
desiderata. Il menu di selezione può essere attivato premendo il pulsante destro del mouse
mentre il puntatore si trova sull’area di disegno. I tipi di selezione sono:

Seleziona tutti: Questo comando seleziona automaticamente tutte le isole all’interno di


confini, I confini all’interno di isole (confini annidati e isole annidate), e tutte le regioni aperte.
Utilizzate questo comando quando volete generare percorsi utensile per tutto il file DXF. Se
volete annullare una operazione troppo lunga premete il tasto ESC.

Deseleziona tutti: Questo comando deseleziona tutto.


Consiglio: Utilizzate il comando Vista->Etichette informazioni per vedere a quale regione
appartiene una isola. E’ più facile selezionare più regioni di quante ne vogliate e,
successivamente deselezionare quelle che non volete singolarmente.

Seleziona tutti aperti Questo comando vi permette di selezionare soltanto le regioni aperte.
Le regioni aperte possono essere processate unicamente dalla funzione di contorno.

Deseleziona tutti aperti Questo comando deseleziona tutti i contorni aperti.

Seleziona tutti chiusi Questo comando seleziona tutte le regioni che sono chiuse.
Determina automaticamente le isole all’interno di una regione e le regioni all’interno di isole.
E’ utile quando si lavorano tasche.

Deseleziona tutti Chiusi: Questo comando deseleziona tutti i confini chiusi e le isole.

Seleziona finestra: Questo comando seleziona tutte le geometrie racchiuse nella finestra di
selezione. Per utilizzare il comando definite un rettangolo di selezione trascinando il mouse
con il pulsante sinistro premuto.

Deseleziona finestra: Questo comando deseleziona tutte le geometrie incluse nella finestra
di selezione.

Seleziona Regione: Utilizzate questo comando facendo click con il pulsante sinistro del
mouse sulla regione chiusa che desiderate selezionare. Questa diventa un confine. Il
programma identifica automaticamente tutte le isole, i contorni e le regioni annidate
appartenenti al confine selezionato selezionandoli a loro volta.

26
Deseleziona Regione: Questo comando deseleziona una singola regione e tutti i contorni o
isole interne ad esso.
Consiglio: Se la vostra geometria ha un solo confine (senza contare i confini annidati) questo
comando sarà un po’ più veloce di “Seleziona Tutti” con lo stesso risultato.

Seleziona singolo: Questo comando seleziona una singola regione, isola o contorno.

Deseleziona singolo: Questo comando deseleziona una singola regione, isola o contorno.

Seleziona cerchi vuoti: Questo comando seleziona tutti i cerchi che non hanno alcuna
regione al loro interno.

Deseleziona cerchi vuoti: Questo comando deseleziona tutti i cerchi che non hanno alcuna
regione al loro interno.

Dichiara confine: Questo comando seleziona una regione chiusa e la trasforma in confine.
Questo comando non dovrebbe essere utilizzato se non nel caso in cui la funzione di
rivelazione automatica dei confini di DeskCNC non riesca a selezionare la regione.

Dichiara Isola: Questo comando fa si che la regione selezionata venga considerata come
isola. Per usare questo comando bisogna prima dichiarare il confine alla quale questa regione
dovrà appartenere come isola. Fate click sulla regione (che non deve essere selezionata). Poi
fate click sulla regione di cui volete che diventi isola. Normalmente non dovreste mai
necessitare di questo comando ma è previsto nel caso in cui la selezione automatica fallisca.
Consiglio: utilizzate le etichette di informazioni per verificare che l’isola diventi isola della
regione che avete specificato.
Per maggiori informazioni sull’utilizzo di file DXF vedete l’esercizio in appendice alla fine di
questo manuale.

27
Modifica di file DXF
Cancella le regioni selezionate
Questo comando viene utilizzato per rimuovere geometrie di un file DXF. Questo comando
non può essere annullato. L’unico modo per ritornare al file originale è di riaprirlo dal disco.

Esempio
Se desiderate lavorare su una piccola porzione di un file DXF per realizzare tasche,
cancellare le regioni che non vi interessano può rendere la visualizzazione più chiara e
velocizzare il processo di creazione delle tasche.

Inverti la direzione delle regioni selezionate


Quando caricate un file DXF le regioni aperte o chiuse assumono una direzione oraria o
antioraria in base a come sono state impostate nelle opzioni. Se necessario la direzione può
essere invertita. Tutte le regioni chiuse dovrebbero essere orientate nella stessa direzione
affinché la generazione dei percorsi funzioni correttamente. Questo può essere verificato con
il comando mostra le direzioni.

Cambia la prima entità


Questo comando cambia la prima entità di una regione chiusa. Può essere utile per scegliere
il punto di partenza di un percorso utensile (polilinea).

Operazione
Premere il comando Cambia la prima entità e selezionare con il mouse l’entità che volete far
diventare prima entità. L’etichetta della regione si sposterà sulla prima entità e nel suo punto
mediano verrà disegnata una freccia (visualizza etichette e visualizza direzioni).

Imposta l’ordine di lavorazione


Con questa funzione potete controllare l’ordine di lavorazione delle regioni. DeskCNC
stabilisce automaticamente un ordine di lavorazione efficiente al caricamento del file DXF.
L’ordine può essere determinato abilitando l’opzione visualizza etichette informazioni.
Quando si invoca il comando di impostazione ordine di lavorazione appare una finestra di
Ordine Lavorazione. Inserite il numero della regione che desiderate sia la prima ad essere
lavorata. Per esempio: se le prime quattro regioni sono nel corretto ordine, inserite 5 nel
campo e confermate. Selezionate con il mouse le regioni nella loro nuova sequenza.

Esplodi selezionati
Questa funzione riduce una regione nelle sue entità primitive. La regione verrà suddivisa nei
suoi elementi di base che potranno essere riunite per formare una nuova regione. E’ utile
quando le regioni si intersecano o coincidono. Per utilizzare questo comando la regione deve
essere prima selezionata.

Unisci selezionati
Questa funzione unisce regioni aperte e forma una nuova regione. Per utilizzare questa
funzione selezionate le entità che volete unire in una nuova regione prima. L’ordine di
selezione non ha importanza e le entità possono non essere connesse tra di loro. DeskCNC
28
unirà automaticamente le regioni che sono connesse formando una nuova regione. Questo
non forza la connessione tra vari elementi se non sono connesse, in questo caso verranno
create regioni multiple. Se una regione è chiusa viene identificata come chiusa.

Consiglio: Se il vostro file DXF contiene intersezioni, potreste avere la necessità di


esplodere/unire per creare la regione che volevate.

Selezionare profondità multiple


Qualsiasi regione può essere impostata a qualsiasi profondità prima di creare i percorsi
utensili. Si raccomanda di abilitare Visualizza informazioni per visualizzare la profondità
corrente per ogni regione. Selezionando il menu Cambia profondità dal menù Modifica DXF
una piccola finestra verrà visualizzata. Se la profondità di una isola diventa maggiore della
profondità del suo confine allora diventa un confine annidato e cambierà colore per indicare
questo stato. Di conseguenza si raccomanda di impostare prima le profondità dei confini e
successivamente quella delle isole. Non è necessario impostare tutte le profondità con questo
comando. I confini che avranno valore Zero prenderanno il valore del campo profondità
nell’operazione di creazione percorsi utensili. Per impostare una nuova profondità inserite il
valore e selezionate le regioni a cui applicare il valore. Premendo il pulsante Applica
assegnerete il valore della profondità alle regioni e il valore a video verrà aggiornato.

Caso di profondità multiple in lavorazione Tasche


Quando si lavorano isole a differenti profondità, DeskCNC rimuoverà prima il materiale
attorno all’isola finché la profondità attuale non sarà inferiore alla profondità dell’isola.
DeskCNC rimuoverà quindi il materiale da sopra l’isola fino alla profondità dell’isola.

Selezione di profili di parete


Quando si invoca questo comando, un file di nome Profiles.dxf verrà caricato. Prima di
aggiungere i profili di parete bisogna scegliere le profondità. Per difetto le regioni non hanno
profilo (0) il ché corrisponde ad un profilo verticale. Per selezionare un nuovo profilo inserite il
numero della regione nella finestra di dialogo alla voce Entry. Il profilo verrà visualizzato nel
rettangolo di visualizzazione del profilo. Premere Apply per collegare il profilo corrente alla
regione e inserire il valore Delta.

Creazione di nuovi profili


Nel vostro CAD aprite il file Profiles.dxf. Trovate un’area vuota e disegnate il vostro profilo.
Mantenete rapporti e aspetto consistenti con quello che intendete fare. La dimensione del
profilo non importa. Il profilo verrà scalato alla profondità della regione alla quale sarà
collegato. Salvate il nuovo file in Profiles.dxf.

29
Creazione di Percorsi Utensile

Utilizzate questo comando per creare percorsi utensile dai vostri file di geometrie DXF.

Definizione e linee guida per la creazione di tasche

Passo X-Y
La distanza tra le successive spirali della funzione tasca. Questa viene automaticamente
calcolata dal programma dal diametro dell’utensile e dall’opzione Sovrapposizione utensile in
percentuale. Passo X-Y = Sovrapposizione utensile X Diametro. Inserite un nuovo valore per
modificarlo.

Profondità tasca
La profondità finale della tasca. Inserite un valore positivo. Se la profondità è stata scelta con
il comando Cambia le profondità allora soltanto le regioni con profondità uguale a 0
prenderanno questo valore, mentre le altre manterranno il valore assegnato prima.

Passo Z
La profondità da asportare ad ogni passata. Se la profondità della tasca è maggiore di questo
valore allora verranno create passate multiple.

Resto materiale
Il valore di materiale da lasciare per la passata di finitura.

30
Avanzamento
La velocità di lavorazione in unità al minuto.

Casella di Passata finitura


Se spuntata abilita i parametri per la passata di finitura. Una passata di finitura consiste nella
rimozione del materiale lasciato dalla passata di sgrossatura. Il campo Resto materiale non
deve essere obbligatoriamente editato. Dovreste sempre usare la funzione di finitura quando
le vostre geometrie hanno delle isole perché la sgrossatura non lavorerà completamente i
bordi di queste aree.

Finitura “Solo Isole” / “Isole /Confini” /”Entrambi + Fondo”


L’opzione Solo Isole imposta la finitura solo per questo tipo di regione. L’opzione Isole/Confini
imposta la finitura per i confini e le isole. Entrambi + Fondo imposta la finitura per entrambi i
tipi di regioni e per il sopra e il fondo delle regioni.

Definizione e linee guida per la funzione Contorno

Profondità contorno
Questo è il valore per la profondità del contorno. Inserite un valore positivo. Se le profondità
sono state scelte tramite il comando Cambia profondità inserite 0 come valore in questo
campo.

Passo Z

31
Il valore di profondità per ogni passata. Se il valore è inferiore alla profondità del contorno
verranno effettuate passate multiple fino al raggiungimento della profondità finale.

Avanzamento
Velocità della lavorazione.

Compensazione
Se questo parametro risulta impostato su nessuna. Il percorso utensile risultante sarà identico
alle regioni selezionate.

Compensazione Destra Sinistra


Impostare la compensazione a sinistra produrrà un percorso utensile con un offset a sinistra
delle regioni uguale al raggio utensile. Sinistra o destra vengono calcolate in base alla
direzione delle regioni. DeskCNC creerà un percorso utensile con offset del raggio utensile
nella direzione scelta.

Compensazione Esterno
Impostare la compensazione su Esterno causa la generazione di percorsi utensile con offset
pari al raggio utensile all’interno per le isole e all’esterno per i confini. Il risultato è il taglio
delle regioni selezionate. Il comando non ha effetto sui contorni aperti.

Parametri comuni nelle lavorazioni


Queste definizioni e linee guida sono comuni a tutte le lavorazioni di percorsi utensili. Per
informazioni riguardanti specifiche operazioni di percorso utensile vedere i paragrafi: Tasca,
Contorno, Foratura e Route

Numero utensile e nome


Selezionate un utensile dalla casella di riepilogo o inserite direttamente il numero utensile.
Questo numero sarà presente nel file di di lavorazione. Inserite un nome nel campo Nome
Utensile. Questo nome sarà inserito nel file di lavorazione come commento. Quando si
seleziona un utensile dalla libreria utensili i campi parametri utensile vengono
automaticamente riempiti.

Altezza rapidi
L’altezza alla quale i percorsi rapidi vengono eseguiti. Inserite un valore al di sopra del
materiale da lavorare (Z=0) per dare spazio all’utensile quando si dirige verso la prossima
posizione. Questo valore è sempre positivo.

Giri/min Elettromandrino
La velocità dell’elettromandrino in RPM. Utilizzate valori che siano in accordo con il diametro
dell’utensile e il materiale che state lavorando.

Velocità Tuffo
La velocità alla quale l’utensile scende nel materiale.

Raffreddamento
32
Selezionate On o Off
Configurazione
Selezionate una configurazione salvata precedentemente dalla casella di riepilogoe premete
Carica. Tutti i parametri verranno caricati dal disco. Per salvare una nuova configurazione,
inserite tutti i valori prima. Inserite un nome unico che identifica il tipo di lavorazione e
premete Salva. Se la configurazione è esistente vi verrà chiesto se desiderate sovrascriverla.
Per cancellare una configurazione scegliete il nome e premete Cancella.

Ingressi e Uscite
Gli ingressi e uscite sono disponibili per la funzione di contorno e per la passata di finitura
delle tasche. Per difetto gli ingressi e uscite sono disabilitati per i contorni. Il lato in cui verrà
generato l’ingresso/uscita potrà essere modificato inserendo un valore negativo nel campo
lunghezza o raggio. Un valore negativo per ingresso/uscita tangente non ha nessun effetto in
quanto non ha lati.

Definizioni e linee guida

Arco
Aggiunge un quarto di cerchio dal raggio specificato all’inizio o alla fine di un contorno.
Inserire il raggio.

Perpendicolare
Aggiunge un segmento perpendicolare della lunghezza specificata all’inizio o alla fine di un
contorno. Inserire la lunghezza.

Tangente
Aggiunge un segmento tangente della lunghezza specificata all’inizio o alla fine di un
contorno. Inserire la lunghezza.

33
Lavorare con i file STL

Le seguenti funzioni di generazione percorsi utensili utilizzate con i file STL

Per le definizioni e linee guida relative a funzioni comuni su tutti i percorsi vedere Parametri
comuni a tutte le lavorazioni.

Dimensioni materiale
Queste sono le dimensioni del materiale da lavorare dal quale deve essere ricavato l’oggetto.
Per difetto vengono impostate alle massime estensioni della geometria STL. Riducendo le
dimensioni si ottiene una lavorazione parziale della geometria. X1, Y1 e Z1 rappresentano
l’angolo inferiore sinistro mentre X2, Y2 e Z2 rappresentano l’angolo superiore destro.

Maschio/Femmina
Selezionare maschio se si vuole rimuovere il materiale attorno alla geometria. Selezionando
Femmina si ottiene la rimozione della geometria soltanto.

Direzione
I percorsi possono essere creati lungo gli assi X o Y. Per un migliore risultato di finitura la
passata di finitura dovrebbe essere opposta a quella di sgrossatura.

34
Tipo utensile
Si possono selezionare tre diversi tipi di utensile: End, Ball e Vee. Quando si seleziona il tipo
Vee il campo angolo è richiesto. Un utensile Vee con angolo 180° equivale ad un untensile
End.

Passo X, Y e Z
Il passo X è la distanza tra ogni segmento X del percorso utensile. Il passo Y è la distanza tra
ogni segmento Y del percorso utensile. Il passo X e Y vengono inseriti automaticamente in
base al valore di sovrapposizione utensile impostato nelle opzioni come percentuale del
diametro utensile. Passo Z è la profondità impostata per ogni passata.

35
Lavorare con i file Gerber e Excellon
DeskCNC comprende funzioni di isolamento e foratura per la creazione di circuiti stampati
con l’utilizzo di file Gerber/Excellon. Importa Extended Gerber (formato 2.3 zeri iniziali) e
Excellon (soppressione zeri finali). La geometria di isolamento può essere salvata nel formato
DXF per essere processata con altri CAD.

Oltre alle capacità di isolamento, DeskCNC può generare codici G-code da file Excellon
standard. Lo strumento di isolamento può pre-tracciare i fori passanti per migliorare la
precisione di foratura e ridurre la possibilità di rottura delle punte.

Importazione di file Gerber e Excellon


DeskCNC importa file fotoplotter con il formato Extended Gerber. Inoltre DeskCNC può
caricare file di aperture da Tango o Protel separatamente. Quando si importa da Tango o
Protel importare prima sempre le aperture.

Quando si importa un file Excellon per le forature, le definizioni delle punte possono essere
definite all’interno del file o meno. In questo caso le definizioni possono essere
separatemente caricate dopo che il file Excellon è stato caricato.

Creazione dei percorsi utensili


Dopo aver selezionato i tracciati eseguite il comando Isola, una finestra di dialogo appare.

36
Informazione
Il numero di tracce selezionate, di fori selezionati e di dimensioni di fori è visualizzato. Se una
definizione di utensile non è stata correttamente caricata sarà visibile anche il numero di
definizioni mancanti.

Operazione
Quando un file Gerber è stato caricato con successo, le operazioni di isolamento dovrebbero
essere disponibili. Allo stesso modo, dopo il caricamento di un file Excellon corretto,
l’operazione di foratura diventa disponibile. Entrambi le operazioni possono essere abilitate
abilitando la funzione Isola e Fora.

Routing (isolamento)

Prof. Foro pilota


In aggiunta alle funzioni di isolamento può essere richiesto di tracciare un foro pilota per la
foratura. Abilitando questo comando si può inserire la profondità del foro, stando attenti al
fatto che con una punta a V molto ampia si può superare la dimensione reale del foro.

Profondità
La profondità di lavoro per l’operazione di isolamento.

Avanzamento
La velocità di lavoro.

Numero utensile e nome utensile


Selezionate un utensile dalla casella di riepilogo o inserite direttamente il numero utensile.
Questo numero sarà presente nel file di di lavorazione. Inserite un nome nel campo Nome
Utensile. Questo nome sarà inserito nel file di lavorazione come commento.

Foratura
Altezza rapidi
L’altezza alla quale l’asse Z si porta prima di muovere su un'altra posizione.

Profondità
La profondità della foratura. Inserite un valore positivo.

Avanzamento
La velocità alla quale effettuare la foratura.

Taglio della scheda

Margine
La distanza tra le estensioni delle tracce e il bordo del circuito stampato.

Profondità

37
La profondità per l’operazione di taglio del circuito stampato.
Avanzamento
La velocità alla quale tagliare il circuito stampato.

Numero utensile
Selezionate un utensile dalla casella di riepilogo.

Creazione dei percorsi per il circuito stampato


Fate click su Crea per creare i percorsi. Quando l’operazione sarà terminata, sarà possibile
utilizzare Avvia macchina. Una finestra di dialogo vi permetterà di salvare il file NC di
lavorazione e potrete effettuare la lavorazione in modalità macchina.

38
Lavorare con i file Immagini
DeskCNC incorpora un convertitore da immagini a percorsi utensile utilizzabile per tagliare,
incidere o fresare immagini con una macchina CNC. Le immagini sono convertite in tonalità di
grigio al caricamento dal disco. DeskCNC comprende un insieme di filtri noti per la
manipolazione di base o avanzata di immagini. DeskCNC supporta una varietà di formati di
file immagini comprendendo TIF, GIF, JPEG, PCX, BMP, RLE, ICO, CUR, PNG, EMF, WMF,
TARGA, PPM, AVI. Porzioni di immagini possono essere processate separatamente.
Comprende un convertitore Raster a Vettoriale avanzato utilizzabile in diverse modalità di
incisione come la Topografia.

Modifica dell’immagine

Funzioni

Inversione
Inverte tutti i colori dell’immagine creandone il negativo. Utile per passare da incisione a
rilievo rialzato a rilievo abbassato.
Ricampiona/Ridimensiona

39
Ridimensiona l’immagine. Selezionando Mantieni aspetto mantiene il rapporto
Larghezza/altezza uguale. Sono disponibili diversi tipi di filtro per mantenere la qualità
dell’immagine quando questa viene ingrandita.
Consiglio: Ingrandite la dimensione dell’immagine (in pixel) per aumentare la risoluzione X Y,
diminuite la sovrapposizione X Y quando scolpite.

Ritaglio
Per la selezione di porzioni di immagine sono disponibili strumenti come Rettangolo,
Poligono, Ellisse e bacchetta magica. Usate il mouse per la selezione di un’area. Fate click
sul colore con lo strumento bacchetta magica. La bacchetta magica seguirà il contorno con lo
stesso colore selezionato. Quando la selezione è stata completata potete premere il pulsante
Ritaglia per ridurre l’immagine alla dimensione della selezione o Taglia per eliminare la
selezione dall’immagine.

Modifica Immagine
Apre una finestra di dialogo per la modifica dell’immagine. Le funzioni di modifica più
conosciute sono disponibili come la Luminosità, il contrasto, filtro di convoluzione 3X3, la
profondità del colore può anche essere ridotta a un numero qualsiasi da 2 a 255. Fate click
su OK per applicare le modifiche all’immagine. Fate click sul pulsante Anteprima per
visualizzare le modifiche nell’immagine ridotta. E’ possibile spuntare Blocca Anteprima per far
si che l’anteprima venga aggiornata continuamente.

Ritorna all’immagine originale


E’ possibile ritornare all’immagine originale premendo questo pulsante. Tutte le modifiche
verranno annullate.

40
Scolpire immagini (Carving)

I seguenti comandi sono disponibili selezionando il pannello Carve

Dimensione X
Inserite la larghezza della scultura finita. Se è spuntata l’opzione mantieni rapporto allora la
dimensione Y verrà automaticamente adattata.

Dimensione Y
Inserite l’altezza della scultura finita.

Passo X e Passo Y
Inserite il passo X o Y. Il valore predefinito è quello di un pixel. Aumentando questo valore si
può ridurre la dimensione del file a scapito della minore quantità di dettagli. Per aumentare la
risoluzione della scultura utilizzate i filtri di ricampionamento. Migliori risultati possono essere
ottenuti aumentando le dimensioni dell’immagine con filtri avanzati di ricampionamento.

41
Profondità
Inserite la massima profondità voluta per la scultura. Questa profondità è assegnata al Nero
puro. Se la vostra immagine non contiene nero puro allora la massima profondità della vostra
lavorazione risulterà inferiore al valore immesso.

Profondità passate
Inserite la massima profondità che la macchina può scolpire in una passata. Ogni passata
sarà ottimizzata e qualsiasi movimento inutile verrà rimosso.

Avanzamento
Inserite la velocità di avanzamento.

Altezza Rapidi
Inserite l’altezza sopra il materiale per i movimenti rapidi.

Gouge control
Quando questa opzione viene attivata l’utensile non scaverà su un pixel isolato in una area
bianca. Sono disponibili tre tipi di utensile End, Ball e Vee. E’ raccomandato usare questa
opzione quando si scolpisce una immagine.

Direzioni di lavorazione
Sono disponibili entrambi le direzioni di lavorazione. Una passata in X per la sgrossatura e
una in Y per la finitura sono ottimali per un buon risultato.

Taglia i margini
Selezionando questa opzione si evita la lavorazione di parti “non interessanti” di una
immagine. Affinché l’opzione sia efficace, l’immagine di interesse deve essere circondata da
puro nero. Per esempio un cerchio bianco in uno sfondo nero darà risultati diversi quando si
abilita questa funzione.

Crea
Crea i percorsi utensile con i parametri attuali. La vista passa automaticamente a Wireframe.

Lavorazione percorsi
Premendo questo pulsante si aprirà la finestra per il salvataggio del file. Dopo l’operazione di
salvataggio DeskCNC passerà alla modalità Macchina con il file pronto per essere lavorato.

42
Incidere immagini (Engraving)

I seguenti comandi sono disponibili selezionando il pannello Engrave

Larghezza
Inserire la larghezza dell’incisione. I vettori creati saranno scalati in base a questa
dimensione. Il rapporto di aspetto è mantenuto e non può essere modificato. Il valore
predefinito è basato sulla proprietà pixel per pollice dell’immagine.

Profondità di taglio
Inserite la profondità di incisione. I percorsi utensili verranno creati in base a questo
parametro. Quando si usa la funzione Topografia la profondità delle regioni sarà basata sul
colore, questa profondità rappresenta quella del nero puro. La profondità di regioni a colore
meno intenso verrà scalata in proporzione.

43
Livello Z immagine
Quando create una incisione a singola profondità, questo valore rappresenta il colore sul
quale volete operare. I valori validi sono da 1 a 99 e sono riferiti alla percentuale della
profondità dell’incisione. Un valore 0 corrisponde al bianco puro mentre un valore 100
corrisponde al nero puro. Il valore predefinito 50 lavorerà quelle porzioni di immagine che
sono grigie.

Passo Z
Il valore di passo Z viene usato quando si lavora con la modalità Topografia. Questo valore è
usato per calcolare la prossima profondità su cui lavorare. Per esempio se la profondità di
taglio è 1 e il passo Z è 0,1 ci saranno 10 strati di percorsi vettorializzati. Se l’opzione basato
sul colore è attiva.

Avanzamento
Impostate la velocità di lavoro.

Rapidi
Impostate l’altezza alla quale i percorsi rapidi verranno eseguiti.

Stile
Singolo
Crea regioni vettoriali a profondità unica. La profondità (in termini di colore immagine) alla
quale verranno create è determinato dal campo Livello Z. La profondità di incisione dei
risultanti percorsi è impostata in profondità incisione.

Topografia
Crea regioni a profondità multiple quindi una mappa topografica dell’immagine. Ogni livello
della mappa viene creata dal livello Passo Z. Le regioni create possono essere alla stessa
profondità di taglio impostando Singolo e impostando la profondità. Se la profondità delle
regioni è impostata su Basata sul colore allora le profondità delle regioni saranno scalate sul
valore impostato in Profondità taglio.

Riduci
Rimuove punti dalle regioni create. Aiuta a ridurre il numero totale di regioni create. Il valore
può essere da 1 all’infinito. Esempio se impostato a 2 DeskCNC manterrà un punto e
rimuoverà i prossimi due, manterrà il successivo e rimuoverà i prossimi due (…) di una
regione.

Riempimento Curva
Quando abilitato questo comando addolcisce le regioni create con una curva Bspline. Il valore
inserito è il numero di segmenti che verranno aggiunti tra ogni punto della regione.
Utilizzando il comando Riduci e Riempimento curva insieme le regioni possono essere
addolcite notevolmente e ridotte nel loro numero.

44
Filtra
Filtra o rimuove piccole regioni. Tutte le regioni che hanno un numero di punti inferiore a
quello immesso verranno eliminate.

Crea
Crea i percorsi utensili per l’incisione corrente.

Cancella
Cancella le regioni create.

Annulla
Annulla la creazione delle regioni.

Lavorazione percorsi
Dopo il salvataggio dei percorsi sul disco sarà possibile avviare la lavorazione.

45
Opzioni di visualizzazione immagini
Immagine
L’immagine originale viene visualizzata e tutti i percorsi utensile vengono nascosti. Il pulsante
sinistro del mouse ingrandisce l’immagine mentre il destro la riduce. Quando l’immagine non
rientra nel rettangolo è possibile trascinarla in tutte le direzioni sullo schermo.

Wireframe
Mostra i percorsi utensili creati utilizzando la scultura o l’incisione di DeskCNC. In modalità
Wireframe è possibile trascinare i percorsi per ruotare la vista in modalità 3D dinamica.
Premendo shift si attiva il pan e premendo control lo zoom.

Rendered
Visualizza un solido 3D Basato sui percorsi utensile. Per una corretta visualizzazione il
numero utensile deve essere definito in libreria. La qualità della visualizzazione è impostata
nelle opzioni di visualizzazione “Risoluzione OpenGL”. Un valore basso darà maggiori dettagli
a scapito della velocità.

46
L’editor G-Code e la Visualizzazione
L’editor G-Code è in grado di interpretare e disegnare 50.000 linee al secondo
in 3D su un pentium P600 MHz. Comprende un sistema ottimale di colorazione
della sintassi per la visualizzazione del file. Il file può essere visualizzato
interamente o per porzioni di esso in 3D utilizzando diversi colori per
rappresentare i diversi tipi di interpolazione (rapido, lineare, circolare, CW e
CCW). Il modello lavorato può essere visualizzato se il vostro sistema supporta
OpenGL.

Movimenti del mouse

• Panning- Tenendo premuto il pulsante Shift, fate click con il pulsante sinistro e
trascinate per far scorrere dinamicamente la finestra.

47
• Zoom- Tenendo premuto il pulsante Control, fate click con il pulsante sinistro e
trascinate il mouse.
• Rotazione 3D- se la vista dinamica 3D è abilitata trascinate il mouse con il pulsante
sinistro premuto per ruotare la geometria.

Menu Vista

• Rendered- Imposta la modalità video in OpenGL con visualizzazione del modello


solido. Questa modalità è disponibili solo su sistemi con OpenGL. Questa modalità
supporta il “Gouge Checking” (testa gli errori di lavorazione). Qualsiasi movimento che
“scava” una parte del modello finita viene evidenziato in giallo. E’ necessario definire
tutti gli utensili usati in libreria. Se un utensile non viene trovato in libreria verrà usato
un utensile predefinito da 0.25” (6,35 mm) cilindrico. Non è raccomandato lasciare in
questa modalità mentre si sta lavorando un modello (usare Wireframe).
• Wireframe – Imposta la modalità video in Wireframe, i percorsi utensili vengono
visualizzati come linee di larghezza unitaria.
• 3D Dinamico – Quando si imposta questa modalità la geometria può essere ruotata in
3 dimensioni trascinandola con il pulsante sinistro premuto. Non disponibile in modalità
Rendered.

Pulsanti dell’Editor

• Cancella – Cancella l’area del display.


• Prossimo – Interpreta e visualizza la prossima riga del file caricato.
• Prossimi 10 – Interpreta e visualizza le prossime 10 righe del file caricato.
• Prossimi 100 – Interpreta e visualizza le prossime 10 righe del file caricato.
• Al Cursore – Interpreta e visualizza fino al cursore.
• Dal Cursore – Interpreta e visualizza dal cursore alla fine del file.
• Tutti – Interpreta e visualizza tutte le righe del file.
• Reset – Riporta il cursore all’inizio del file.

Il display delle coordinate


Quando si è in modalità modifica le coordinate cambieranno con l’ultimo punto eseguito. Per
azzerare le coordinate premete il relativo pulsante X, Y o Z o Tutti. In modalità Macchina le
coordinate riflettono le coordinate del controller. In caso di uso molto intensivo le coordinate
potrebbero non essere aggiornate in tempo reale.

L’area di modifica G-Code

In questa area potete modificare il file caricato. Diversi comandi sono disponibili quando il
mouse si trova in questa area facendo click con il pulsante destro:

• Annulla – Cancella l’ultima modifica.


• Font – Apre una finestra di dialogo per la scelta del font usato nell’editor.

48
• Cerca – Apre una finestra di dialogo per la ricerca e sostituzione di testo.
• Seleziona tutti – Seleziona l’intero file permettendo operazioni di copia e incolla.
• Rinumera – Apre una finestra di dialogo per aggiungere o rimuovere righe nel file o
rinumerare il file. Aggiungi aggiunge blocchi numerando dal numero di partenza e
incrementando del numero incremento. Rimuovi rimuove la numerazione dal file
mentre Rinumera numera nuovamente le righe del file. Una opzione è presente per
aggiungere uno spazio dopo il numero di riga. Il numero appare nella forma
N<numero>.
• Mostra la sintassi – Questo comando abilita la colorazione della sintassi per
migliorarne la leggibilità. I codici G e M vengono visualizzati in grassetto con i colori
impostati nelle opzioni. Disabilitando questo comando la visualizzazione risulta in
bianco e nero.
• Salva – Apre una finestra di dialogo per il salvataggio del file.

Voci di Menu’
Home
Le funzioni di home prendono le velocità e direzioni impostate nelle impostazioni macchina.

• Home X – Effettua Home solo sull’asse X


• Home Y – Effettua home solo sull’asse Y
• Home Z – Effettua home solo sull’asse Z
• Home Tutti – Effettua home su tutti gli assi.

Controller

• Inizia dalla linea – Inserite il numero della linea del file da cui volete iniziare la
lavorazione. Questo è il numero sulla sinistra e non il numero Nxxxx . Il pulsante Go
appare con questo numero tra parentesi.

49
I comandi in Modalità Controllo
DeskCNC può essere avviato in modalità macchina dal menù Modalità. Questa modalità è
disponibile quando il controller è collegato al sistema.

La casella di Comando MDI


La casella di comando MDI permette l’esecuzione di comandi G-Code su una singola riga di
testo. Il testo viene eseguito immediatamente alla pressione del tasto Enter quando il cursore
è presente sulla finestra MDI. Se i tasti di scelta rapida sono impostati nelle opzioni la
pressione di un tasto da F1 a F9 immetterà il relativo comando/i G-Code nella casella.

I pulsanti di comando ausiliari

50
Sono presenti 7 pulsanti per le uscite standard e ausiliari. Premendo il pulsante si ottiene di
portare a livello logico alto (+5V) la relativa uscita sul controller. Vedere la descrizione dei
morsetti di uscita e la lista dei comandi G-Code supportati.

I pulsanti di azzeramento coordinate

Sopra le coordinate di sistema sono presenti quattro pulsanti per l’azzeramento delle
coordinate. Premendo il pulsante si ottiene l’azzeramento della coordinata e il suo salvataggio
nella memoria del controller.

I pulsanti di Jog

La distanza di Jog può essere modificata selezionando dalla casella di riepilogo. Questi valori
possono essere modificati nelle opzioni. E’ possibile anche inserire una distanza qualsiasi
manualmente nella casella.

• Home – Effettua Home su tutti gli assi.


• Z+ - Muove l’asse Z in positivo. Disponibile anche premendo PG-UP
• Z- - Muove l’asse Z in negativo. Disponibile anche premendo PG-Down
• X+ - Muove l’asse X in positivo. Disponibile anche premendo la freccia destra.
• X- - Muove l’asse X in negativo. Disponibile anche premendo la freccia sinistra.
• Y+- Muove l’asse Y in positivo. Disponibile anche premendo la freccia in alto.
• Y- - Muove l’asse Y in negativo. Disponibile anche premendo la freccia in basso.
• Go – Inizia il programma dal file caricato. Anche usato per continuare il programma
dopo una pausa.
• Reset/Estop – Interrompe immediatamente l’esecuzione del programma e invia un
comando al controller che lo pone in Estop. Il controller quindi si comporta come se un
pulsante di limite è stato raggiunto e si ferma immediatamente senza rampa di
decelerazione.
• Pausa – Mette in pausa il movimento. Qualsiasi pressione di un tasto forza una pausa.
Per continuare premere il pulsante Go.

Area informazioni

• Utensile – Mostra il numero dell’utensile letto dall’interprete. Questo non è


necessariamente quello corrente. L’interprete può essere 235 comandi avanti in
condizioni operative normali.
• Jog – Questa è la casella di riepilogo della distanza attuale per i movimenti Jog.
• Avanzamento – Mostra la velocità letta dall’interprete. Può non essere
necessariamente la velocità attuale di movimento. Il controller può essere 235 comandi
avanti in condizioni operative normali.
• Override – Muovendo questo cursore verso destra aumenta la velocità di
avanzamento. Il valore di incremento della velocità non è in percentuale dell’attuale
velocità ma è un fattore costante di temporizzazione inviato al controller. Selezionando
il menu Controller-Azzera override azzera questo valore e pone il controllo in posizione
centrale. Muovendo il cursore verso sinistra il moto si rallenta in modo simile.

51
• Mandrino – Muovendo questo cursore verso destra aumenta la velocità
dell’elettromandrino. Muovendo il cursore verso sinistra si diminuisce la velocità.

La barra di stato

• Primo pannello – Visualizza commenti e informazioni sull’esecuzione.


• Secondo pannello – Visualizza il numero di righe del file attualmente caricato.
• Terzo pannello – Visualizza il nome del file attualmente caricato.
• Quarto pannello – Visualizza la percentuale di programma già completato. Questo
valore è relativo all’interprete e non all’esecuzione corrente.
• Quinto pannello – Visualizza le coordinate del cursore sulla finestra di disegno.

52
L’interprete G-Code
DeskCNC supporta i seguenti codici G e M Code:

G00 Movimento lineare rapido


G01 Movimento lineare
G02 Movimento circolare orario (solo piano XY)
G03 Movimento circolare antiorario (solo piano XY)
G04 Pausa
G10 Impostazione sistema di coordinate
G17 Selezione piano XY
G20 Selezione unità in pollici
G21 Selezione unità in millimetri
G27 Verifica Home
G28 Home
G30 Home secondario
G40 Disattiva compensazione raggio utensile
G41 Attiva compensazione raggio utensile sinistra
G42 Attiva compensazione raggio utensile destra
G43 Offset lunghezza utensile (positivo)
G49 Disattiva offset lunghezza utensile
G53 Movimento in coordinate assolute (macchina)
G54 Utilizza coordinate di sistema 1
G55 Utilizza coordinate di sistema 2
G56 Utilizza coordinate di sistema 3
G57 Utilizza coordinate di sistema 4
G58 Utilizza coordinate di sistema 5
G59 Utilizza coordinate di sistema 6
G59.1 Utilizza coordinate di sistema 7
G59.2 Utilizza coordinate di sistema 8
G59.3 Utilizza coordinate di sistema 9
G80 Annulla ogni movimento (inclusi cicli di foratura)
G81 Ciclo di foratura
G83 Ciclo foratura con pausa (rompe la scoria)
G85 Ciclo alesatura senza pausa e con uscita a velocità normale
G86 Ciclo alesatura con arresto elettromandrino e uscita rapida
G87 Ciclo alesatura opposta
G88 Ciclo alesatura con arresto elettromandrino e uscita manuale
G90 Misure di distanza assolute
G91 Misure di distanze relative
G92 Offset del sistema di coordinate
G92.2 Disabilita l’offset del sistema di coordinate
G93 Velocità in inverso del tempo

53
G94 Velocità in unità al minuto
G98 Ritorno alla posizione precedente un ciclo di foratura
G99 Punto di ritorno R in un ciclo di foratura
M1 Stop programma opzionale
M2 Fine programma
M3 Elettromandrino On (orario)
M4 Elettromandrino On (antiorario)
M5 Elettromandrino Off
M6 Cambio utensile
M7 Nebulizzatore On
M8 Raffreddamento On
M9 Nebulizzatore e raffreddamento Off
M87 Nebulizzatore Off
M88 Raffreddamento Off
M90 Aux1 On
M91 Aux1 Off
M92 Aux2 On
M93 Aux2 Off
M94 Aux3 On
M95 Aux3 Off

54
Esercitazione DXF
Questo breve esercizio è una introduzione sui comandi più utilizzati in DeskCNC e
richiede solo pochi minuti.

Selezionate il menù File Apri DXF.

Dalla lista scegliete PokTut.dxf. PokTut.dxf verrà caricato e tutte le regioni chiuse verrranno
colorate con il colore scelto nelle opzioni per questo tipo di entità. Il secondo pannello
visualizzerà il numero di segmenti di cui è composto il disegno. L’ultimo pannello mostra le
coordinate del cursore.

Fate click con il pulsante destro e selezionate Seleziona tutti. Tutti i confini saranno in rosso e
le isole in blu.

Nota importante: Il file PokTut.dxf è stato creato in unità di misura imperiali, quindi al suo
caricamento l’aspetto è quello di un disegno molto piccolo. Per poter proseguire
l’esercitazione seguente è consigliato di scalare le geometrie per l’utilizzo con unità metriche
(mm). Selezionate il menu Modifica DXF -> Scala, muovi , Ruota. Nel campo Scala inserite
25,4 e premete scala. Il disegno risulta adesso di dimensioni adatte all’esercitazione
seguente.

Selezionate Vista Mostra etichette informazioni.

Un piccolo rettangolo verrà mostrato all’inizio della prima entità di ogni regione. Il primo
numero identifica il numero dell’isola e il secondo opzionale il numero della regione alla quale
l’isola appartiene.

Selezionate Percorsi utensile Tasca


La finestra di dialogo relativa alla creazione di tasche si aprirà.

55
Inserite i seguenti parametri
Utensile 1 (non è necessario che sia definito in libreria perché sovrascriverete i suoi
parametri)
Diametro utensile 6mm
Profondità tasca 1 mm.
Il passo X e Y verrà automaticamente calcolato in base alle Opzioni.
Resto materiale 0.2 mm (due decimi di mm. verranno lasciati dall’operazione di sgrossatura)
Altezza rapidi 1
Velocità Elettromandrino 10000
Avanzamento 1000 (1m/min)
Velocità Tuffo 500 (0,5m/min)
Premete il pulsante Crea

Selezionate Vista Mostra le direzioni


Una freccia viene visualizzata nel punto mediano del primo elemento di ogni percorso. Se
l’opzione Tutte le entità è stata scelta ogni segmento avrà una freccia nel suo punto mediano.

56
Selezionate percorsi utensile-> Avvia macchina
Vi verrà chiesto di salvare il file e DeskCNC passerà automaticamente alla modalità Controllo
permettendo l’esecuzione del programma sulla vostra macchina.

57
Esercitazione sui Contorni in DXF
Questo breve esercizio è una introduzione sui comandi più utilizzati in DeskCNC per la
creazione di contorni con i file DXF e richiede solo pochi minuti.

Selezionate dal menu File -> Apri DXF.

Scegliete il file PockTut.dxf.


Dalla lista scegliete PokTut.dxf. PokTut.dxf verrà caricato e tutte le regioni chiuse verranno
colorate con il colore scelto nelle opzioni per questo tipo di entità. Il secondo pannello
visualizzerà il numero di segmenti di cui è composto il disegno. L’ultimo pannello mostra le
coordinate del cursore.

Fate click con il pulsante destro e selezionate Seleziona regione.


Selezionate la prima nuvola in basso a sinistra. La nuvola diventerà blu e il diamante al suo
interno rosso. Fate click sulla seconda nuvola. (nota: i colori possono differire in base alle
impostazioni delle opzioni).

Selezionate vista -> Mostra etichette informazioni.


Un piccolo rettangolo visualizza il numero della regione e un secondo numero opzionale la
regione a cui appartiene.

Selezionate Percorsi Utensile -> Contorno


La finestra per i contorni si aprirà.

Inserite i seguenti parametri


Utensile 0
Diametro utensile 6
Profondità del contorno 1
Passo Z 0,5
Altezza rapidi 5 (i movimenti rapidi avverranno a 5 mm dal materiale)
Giri/Min Elettromandrino 10000
Avanzamento 500
Velocità Tuffo 250
Selezionate Esterno per la compensazione

58
Adesso premete il pulsante Crea.

I percorsi verranno generati. Le isole vengono tagliate all’interno prima che le regioni vengano
tagliate esternamente lasciando così la nuvola tagliata.

59
Selezionate Vista Mostra le direzioni
Una freccia viene visualizzata nel punto mediano del primo elemento di ogni percorso. Se
l’opzione Tutte le entità è stata scelta ogni segmento avrà una freccia nel suo punto mediano.

Selezionate percorsi utensile-> Avvia macchina


Vi verrà chiesto di salvare il file e DeskCNC passerà automaticamente alla modalità Controllo
permettendo l’esecuzione del programma sulla vostra macchina.

60
Esercitazione sui file STL
Questo breve esercizio è una introduzione sui comandi più utilizzati in DeskCNC per la
creazione di percorsi utensile con i file STL e richiede solo pochi minuti.

Selezionate dal menu File -> Apri STL


Scegliete dalla lista il file Teapot.stl

Nota: anche in questo caso, se si sta lavorando in unità metriche si consiglia di scalare la
geometria con Modifica STL -> Scala (24.5) e premere muovi all’origine.

Selezionate Percorsi utensile -> Crea


Si aprirà la finestra di dialogo Prototipi

Inserite i seguenti parametri di lavorazione


Altezza rapidi 5
Direzione di sgrossatura X
Diametro utensile sgrossatura 6
Selezionate Ball (sferico)
Passo X e Y verranno inseriti automaticamente
Passo Z 2 mm ( ogni passata può asportare massimo 2 mm)
Resto materiale 1.5
Velocità Elettromandrino 5000
Avanzamento 500
Velocità Tuffo 250
Direzione di finitura Y
Utensile di finitura 6mm (uguale a quello di sgrossatura)
Passo Z 0.75 (2 passate)

61
Adesso premete Crea

62
63
Esercitazione Avanzata DXF
Questo breve esercizio è una introduzione sui comandi avanzati in DeskCNC per la
creazione di percorsi utensile richiede solo pochi minuti.

Selezionate dal menu File -> Apri DXF


Scegliete dalla lista il file Advanced.dxf

Fate click con il pulsante destro e selezionate Seleziona tutti. Tutti i confini saranno disegnati
in blu e le isole in rosso.

Selezionate Vista Mostra etichette informazioni


Un piccolo rettangolo verrà visualizzato all’inizio di ogni entità in ogni regione. Il primo numero
indica il numero di regione e il secondo opzionale la regione a cui appartiene. Tra parentesi
saranno visualizzate informazioni sul profilo di parete.

Selezionate Modifica DXF -> Imposta le profondità


Inserite una profondità di 25. Selezionate Confini e premete Applica. Tutti i confini (blu)
avranno una profondità di 25 come mostreranno le etichette di informazione.

Inserite una profondità di 10


Selezionate Isole e premete Applica. Tutte le isole (in rosso) avranno una profondità di 10
come mostreranno le etichette di informazione.

Inserite una profondità di 40


Selezionate singola regione e inserite il numero di regione del cerchio più interno. Premete
Applica. L’etichetta di informazione per il cerchio mostra adesso una profondità di 40. Il
cerchio interno cambierà colore ad indicare che non è più una isola. La sua profondità è di 40
e comparata con la sua regione esterna che ha una profondità di 25 e quindi diventa un
confine da lavorare e non una isola da evitare.

Premete il pulsante Annulla per chiudere il dialogo Profondità.

Selezionate Vista -> Mostra le etichette informazioni per disabilitare questa funzione.

Selezionate Percorsi utensile -> Tasca


La finestra delle tasche verrà visualizzata.

Inserite i seguenti parametri


Utensile 1
Diametro 6
Profondità Tasca (lasciate questo valore a 0 in quanto le profondità sono state impostate)
Passo X Y verrà calcolato automaticamente
Passo Z 4
Resto materiale 0
Altezza rapidi 10
Velocità elettromandrino 1500
64
Avanzamento 500
Velocità tuffo 300

Premete il pulsante Crea

Selezionate Modifica DXF -> Imposta parete


Si aprirà la finestra di dialogo Add Walls.

Selezionate 3 per la regione (Il cerchio più interno).


Selezionate il secondo profilo (un profilo circolare).
Inserite un delta di 15, questo darà un semicerchio completo. Equivalente alla differenza tra la
regione (la profondità del cerchio interno è 40) e il suo confine esterno (il cerchio esterno ha
una profondità di 25).

Premete Cancella per chiudere la finestra delle pareti.

Premete Percorsi utensile Tasca


Lasciate gli stessi parametri precedentemente inseriti ad eccezione del Passo Z 2.
65
Premete Crea
Utilizzate il mouse con la visualizzazione 3D dinamica per osservare i percorsi utensile,
notate che il cerchio centrale prende la forma semicircolare della parete (“Coppa”).

Selezionate Percorsi Utensile -> Avvia macchina


Salvate il file e passate alla modalità Controllo per eseguire la lavorazione sulla vostra
macchina.

www.twintec.it distributore italiano dei prodotti CarKen www.deskcnc.com 06/2005

66