Sei sulla pagina 1di 1

Torta meringata ai mirtilli

Niente glutine per questo dolce incredibilmente buono e bello, una crostata ai mirtilli
ricoperta da meringa! Un dolce a cui è quasi impossibile resistere

Niente glutine per questo dolce incredibilmente buono e bello, una


crostata ai mirtilli ricoperta da meringa! Un dolce a cui è quasi impossibile resistere

Istruzioni
1. Amalgamate in un pentolino i mirtilli precedentemente frullati con l'agar agar e il cucchiaio
di zucchero di canna. Portate a ebollizione, sempre mescolando. Levate dal fuoco e fate
raffreddare il composto in frigorifero per 2-3 ore finché diventa solido.

2. Lavorate in una ciotola il burro ammorbidito con lo zucchero di canna e un uovo. Poi
incorporate la farina di riso, la farina di amaranto e impastate solo il tempo di ottenere un
impasto omogeneo. Avvolgetelo nella pellicola e lasciatelo riposare in frigorifero per 2-3
ore.

3. Sistemate l'impasto tra 2 fogli di carta da forno e poi stendetelo a uno spessore di 3-4
millimetri. Quindi, senza levare la carta da forno inferiore, disponetelo in uno stampo per
crostate da 24-26 centimetri di diametro, formando un bordo alto un paio di centimetri.
Bucherellate il fondo con una forchetta, ricopritelo con un paio di manciate di fagioli secchi
e poi infornate a 180 °C per 20 minuti. Sfornate e fate raffreddare.

4. Frullate la gelatina di mirtilli versando qualche cucchiaiata di acqua fredda fino a ottenere
una consistenza semi-fluida ma anche consistente. Distribuitela sulla base della torta.

5. Cominciate a montare gli albumi a neve con lo zucchero semolato. A metà lavorazione
aggiungete poco alla volta lo zucchero a velo fino a ottenere una meringa compatta.
Sistemate la meringa in una sacca da pasticcere con bocchetta rigata grande e
disponetela a ciuffetti sulla gelatina di mirtilli. Passate la meringata sotto il grill del forno,
oppure fiammeggiatela con un caramellatore, fino a farle prendere un colore dorato
uniforme. Lasciatela riposare in frigorifero per un'ora prima di servirla.