Sei sulla pagina 1di 83

Chakras per Principianti

Una Guida Pratica all’Emanazione di


Energia,
Cura e Auto-Equilibrio attraverso la Forza
dei Chakras
Indice dei Contenuti

Introduzione
Capitolo 01: Una descrizione dei Chakras
Capitolo 2: Sei tecniche per equilibrare il tuo Chakra della
Radice
Capitolo 03: Sei tecniche per equilibrare il tuo Chakra Splenico
Capitolo 04: Otto modi per equilibrare il tuo Chakra del Plesso
Solare
Capitolo 05: Cinque modi per equilibrare Il tuo Chakra del
Cuore
Capitolo 06: Sei modi per equilibrare il tuo Chakra della Gola
Capitolo 07: Sette tecniche per equilibrare il tuo Chakra del
Terzo Occhio
Capitolo 08: Tre modi per equilibrare il tuo Chakra della Corona
Capitolo 09: I Centri energetici del Chakra
Capitolo 10: Benefici nel bilanciare i tuoi Chakra
Capitolo 11: Tre Influenti Esperti del Chakra i quali dovresti
ammirare
Capitolo 12: 5 Album di Musica Chakra da ascoltare mentre li
stai Equilibrando
Capitolo 13: Domande più frequenti
Conclusioni
Ó Copyright 2015 by Alexander Yamashita- Tutti I diritti riservati

In nessun modo è legale riprodurre, duplicare, o trasmettere qualsiasi


parte di questo documento nè con mezzi elettronici nè in formato
cartaceo. La registrazione di questo documento è severamente vietata ed
ogni archiviazione esso non è permessa senza autorizzazione scritta
dall’editore. Tutti i diritti riservati.
Si dichiara che le informazioni qui contenute sono autentiche e coerenti,
ogni tipo di responsabilità, in termini di disattenzione o altro, di ogni uso
o abuso di qualsiasi politica,processi o direzioni contenute all’interno del
documento è solamente e completamente del lettore destinatario. In
nessun caso, qualsiasi responsabilità legale potrà essere usata sia
indirettamente che indirettamente contro l’editore per qualsiasi
riparazione,danno,o perdita monetaria dovuta alle informazioni qui
contenute. I rispettivi autori possiedono tutti i copiright non posseduti
dall’editore.
Avviso legale:
Questo eBook è protetto da copyright. Solo per uso personale. Non puoi
modificare, distribuire, vendere, usare, citare o parafrasare nessun parte o
contenuto all’interno di questo eBook senza il consenso dell’autore o del
titolare del copyright. Azioni legali saranno perseguite se violato.
Dichiarazione di esclusione di responsabilità:
Da notare che le informazioni contenute all’interno di questo documento
sono solo per fini educativi e di svago. Ogni tentativo è stato fatto per
fornire complete,accurate,aggiornate e affidabili informazioni. Nessuna
garanzia di nessun tipo sono espresse o implicite. I lettori sono a
conoscenza che l’autore non si sta impegnando nell’esecuzione di avvisi
legali,finanziari,medici o professionali.
Leggendo questo documento,il lettore conviene che in nessuno modo
siamo noi responsabili per ogni perdita,diretta o indiretta,che sia incorsa
come risultato dell’uso dell’informazioni contenute all’interno di questo
documento,includendo,ma non limitandosi a, - errori,omissioni o
inesattezze.
Introduzione
Voglio ringraziarvi e congratularmi con voi per aver
scaricato il libro, Chakras Per Principianti: Una Guida
Pratica All’Emanazione di Energia, Cura ed Auto-
Equilibrio attraverso la Forza dei Chakras.

Questo libro contiene delle dimostrate fasi e strategie su


come guarire ed auto-equilibrarsi attraverso la forza di
quattordici chakras raccomandati dagli esperti. Nel
primo capitolo, vedremo un’introduzione su cosa è il
chakra- incluso i suoi sette meccanismi che si possono
usare nella vita quotidiana (pagina 4 – 6).

Ulteriori sottolineature nel libro Chakras for


Principianti consistono in varie tecniche nell’equilibrare
i suddetti meccanismi (pagine 8 – 17), un’approfondita
spiegazione sui centri energetici (pagina 18 -23) e i 21
benefici dimostrati nel bilanciare i tuoi chakras (pagina
24 – 27).
Vi ringrazio nuovamente per aver scaricato questo libro,
spero vi piaccia!
Alexander Yamashita
Capitolo 01: Una descrizione dei Chakra
I Chakras (o “Chakra”) sono sistemi di nodi o di punti
energetici nel corpo che forniscono energia vitale
durante la meditazione. Si crede che i Chakras siano
parte non solo del “corpo fisico”, ma anche i punti di
incontro dei cosiddetti Nadiis. I tipi di chakras vengono
presentati basandosi su degli insegnamenti scritturali o
dei testi, come il Tantric ,che è il più comunemente
usato al giorno d’oggi. La parola Chakra deriva dalla
parola Sanscrita “Ruota” e “Disco”. Nel contesto
Yogico, chakra significa “Circolo” e “Vortice”.

Charatteristiche del Chakra


I maestri dell’antico Buddismo e Induismo presentano
una varietà di chakras. Secondo l’esperto di meditazione
David White, la risposta del corpo ad altre strutture
fisiche è considerata una forma di chakra. “Non c’è uno
standard particolare nei meccanismi del chakra. Ogni
scuola ed ogni maestro ha il suo proprio sistema”, White
aggiunge.
Altre caratteristiche del chakra:
Sono principalmente associati ad una serie di
divinità e colori come la sillaba del Mantra-
Seme.
Sono costituiti da una serie di “raggi” or
“petali”.
I suoi canali bilaterali spesso attraversano il
“canale centrale” del chakra durante la
meditazione.
Sono situati nel Shusunma o canale centrale.
Costituiscono una specifica parte del corpo,
così come i Vayus (i soffi), i Nadiis ed i canali
del respiro.

I meccanismi del Cakra nel 20esimo secolo

White ripercorre la storia del chakra nel 20esimo secolo


,partendo dal’acclamato libro di Arthur Avalon Il Potere
del Serpente (nel quale venne introdotto il concetto di
Satcakranirupana). Spiegati qui di seguito ci sono i
meccanismi dei sette chakra applicabili alla generazione
di oggi. Questi meccanismi sono connessi al Vasu, una
divinità elementare che simbolizza elementi materiali.

Muladhara (Chakra della Radice)

Il Muladhara è simbolizzato da un loto dai quattro


petali e colorato di rosso. Il suo centro è situato alla
base della colonna vertebrale ed è visibile nella
regione coccigea. Il Muladhara è associato
all’esistenza, alla sicurezza e all’instinto umano.
Influenza la spiritualità, la sensualità e il senso di
stabilità.
In questo sistema, i tre fondamentali Nadiis si
separano lentamente per creare uno movimento
verso l’alto. E’ dove il Kundalini si ferma un attimo
per attorcigliarsi quattro volte attorno il Nero
Svayambhu.

Swadhistana

Anche definito come Adhishtana o Svadhistana, il


meccanismo del Swadhistana è simbolizzato da un
loto con una luna crescente e petali arancioni. Il
suo mantra-seme è chiamato Vam e la divinità
rappresentata è il Brahma-Shakti, che viene spesso
accostato al coccodrillo Varuna.
Questo chakra è situato lungo l’osso sacro quindi è
collegato alle energie sessuali. Si considera che lo
Swadhistana svolga un ruolo fondamentale nel
ricercare il piacere e nel soddisfare sessualmente le
emozioni, dipendenze, violenze e relazioni annesse
(come l’apparato genito-urinario dell’uomo).
Influenza la spiritualità, la felicità, la creatività,
l’entusiasmo e la riproduzione.

Manipura
Manipura (o Manipuraka) è simbolizzato da un
triangolo a testa in giù e dai dieci petali gialli
appuntiti. La sillaba del suo seme è chiamata Ram
mentre rappresenta la divinità che è chiamata il
Braddha Rudra.
Questo chakra è collegato all’apparato digestivo e
metabolico. Secondo alcuni studi, il Manipura
corrisponde alle Isole di Langerhans che sono
distinti gruppi di ghiandole surrenali e cellule lungo
il pancreas. Questi gruppi svolgono un ruolo
essenziale nella digestione.Il Manipura regola la
spiritualità, la cordialità, l’affermazione personale e
la propria digestione.

Anahata

Conosciuto anche come Padma-Sundara e


Anahata-Puri, l’ Anahata è raffigurato da 12 petali
verdi denominati Heartmind. Il fiore sembra essere
un Yantra dai due triangoli interconnessi,che vanno
a formare un esagramma. Il suo mantra-seme è
chiamato Yam mentre la divinità rappresentata si
chiama Ishana Shiva Rudra.
Anahata proviene da “Anartha” o timo, il quale è
situato lungo il torace. Anartha è un elemento del
sistema immunitario del corpo;ne deriva che, è
responsabile nel prevenire disturbi causati da ansia
e stress.
Questo chakra regola il benessere, la pazienza,
l’l’equilibrio, amore incondizionato, la tenerezza,
compassione e armonia per gli opposti.

Vishuddha

Il Vishuddha (o Vishuddhi) viene raffigurato da un


cerchio con 16 petali dal colore turchese scuro. Il
suo seme-mantra è chiamato Ham mentre la
divinità che rappresenta è chiamata Panchavaktra
Shiva.
Il Vishuddha è associato alla comunicazione e alla
crescita nell’espressione di se stessi. Dato che la
tiroide riveste un ruolo fondamentale in questo
chakra, stimola la spiritualità,l’ indipendenza, la
comunicazione e il senso di sicurezza.

Ajna

Il loto con due petali viola raffigura Ajna. Viene


considerato come uno dei più potenti meccanismi
del chakra, i suoi Nadiis Pingala e Ida si accorpano
(o terminano) nel Shusumna che pone fine alla
dualità. La sillaba del suo seme viene chiamata OM
mentre la divinità rappresentata si chiama
Ardhanarishvana.
Ajna è conosciuto come “Chakra del Terzo
Occhio” dato che implica l’uso della ghiandola
pineale che regola l’abilità del corpo nel prevedere
le cose. Si crede che quelle pineali siano le
ghiandole più delicate per il fatto che producano
melatonina durante il sonno. Ajna influenza la
coscienza visiva, l’intuizione, la guida interiore e la
fiducia.

Sahasrara

Letteralmente definito come “un loto dai 1000-


petali”, Sahasrara viene raffigurato con un loto
bianco con un centinaio di petali situati sia sopra la
chioma o sopra la testa. Il suo colore sta per innata
saggezza.
Sahasrara è connesso alle ghiandole pituitarie che
secernono gli ormoni del sistema endocrino del
nostro organismo. Influenza l’emotività, l’unità, la
consapevolezza universale e l’azione mentale.

Chakra nelle Tradizioni Religiose


I Chakras rivestono un ruolo importantissimo nelle
superstiti branche fondamentali del Buddismo
Tibetano. I Buddisti seguono una serie di pratiche
chiamate “fasi di completamento” per raggiungere
la loro “Buddità”. Molti esperti del Vajrayana
affermano che l’ Avadhuti (il canale centrale) abbia
come punto di partenza il terzo occhio del Sommo
Shiva, per poi curvarsi fino alla testa (o chioma) e
andare dritto fino alle parti basse del corpo. Questo
sfocia in “impercettibili cali” nel quale il corpo si
attiene ad una sillaba Sanscrita. Rivolgendo una
particolare attenzione ad un determinato chakra, “i
soffi leggeri” hanno accesso al canale centrale. Una
fase fondamentale nella miglioria delle pratiche di
meditazione è quando nel chakra lentamente vi
hanno accesso i soffi leggeri. Meditare il “chakra
del cuore” è fondamentale nel rilasciare “luci più
chiare” all’interno del corpo, mentre meditare il
“chakra della gola” è essenziale per sogni nitidi
durante il sonno.

Concezione occidentale sul Chakra

Nella cultura occidentale di oggi, il chakra sembra


essere un concetto più appropriato al “Magnetismo
Animale” il quale è d’aiuto per alcune malattie.
Secondo Franz Mesmer, i meccanismi dei sette
chakra derivarono dalla teoria del Shakta la quale è
più comunemente usata in meditazione da esperti
Occidentali come Avalon e John Woodroffe.
Capitolo 02: Sei Tecniche per
Equilibrare il Chakra della Radice

Se sei facilmente irascibile, questo è perchè


probabilmente hai bisogno di bilanciare il tuo chakra
della radice. Esperti in meditazione ne hanno le prove:
quando il chakra della radice di una persona è ben
bilanciato, ha abbastanza autostima ed energia. Senza
menzionare che, ci si potrebbe sentire più determinati ad
inseguire i propri obiettivi. In questo capitolo, vedremo
cinque tecniche su come poter equilibrare il tuo chakra
della radice.
1. Fatti una pedicure o un idromassaggio
Si dice che si capisce se una persona ha cura di sè se
i suoi piedi sono ben curati. Questa tecnica può
sembra poco usuale per alcuni, ma il chakra della
radice comincia a regolarsi dai piedi. Detto ciò,
viziati concedendoti un idromassaggio o una
pedicure nei week end.

2. Fai una camminata al parco


Concentrati sui tuoi piedi, abbandonando però
l’idea che il suolo sia un modo per connetterti al
resto del mondo. Per dirla in parole povere, stacca
la spina da tutte quelle giornate lavorative e fai una
passeggiata al parco.

3. Fatti una doccia


Alcuni esperti sostengono che farsi la doccia sia uno
dei metodi purificatori più efficaci per il chakra
della radice. Per le persone, un fattore
essenziale,oltre ad avere un bel carattere o ad essere
intelligenti, è quello di valorizzare il proprio aspetto
fisico. Fai pace col tuo benessere fisico facendoti la
doccia ogni giorno. E’ un modo per equilibrare il
tuo chakra consapevolmente (il che è già una forma
di meditazione).

4. Mettiti sul tuo materassino da yoga


Molte posizioni dello yoga sono efficaci per
bilanciare il chakra della radice. La “Posizione 3” è
la postura più comunemente usata. Come funziona?
E’ abbastanza semplice! Tutto quello che devi fare è
posizionare i piedi sul materassino da yoga poi alza
lentamente il tuo pede destro in modo da formare un
numero tre. Fallo per 5-9 minuti.

5. Danzare
Uno dei modi migliori per equilibrare il tuo chakra
è danzare. Non devi essere un ballerino
professionista per seguire questa tecnica. Se non ti
pace che gli altri ti guardino mentre balli, chiudi la
porta e balla da solo. E non dimenticare di mettere
un pò di buona musica.

6. Osserva qualcosa di “Rosso”


Il chakra della radice si manifesta immaginando o
osservando qualsiasi cosa che si “rosso” attorno a
te. Comincia con questa non troppo complicata
meditazione ponendo un materiale di colore rosso
acceso di fronte a te. Collega quel materiale al
rilassamento delle gambe e dei piedi.
Capitolo 03: Sei Tecniche per
Equilibrare il Tuo Chakra Splenico
Hai incontrato una persona che è abbastanza cordiale
senza risultare troppo appiccicosa? Se è così, quella
persona è probabilmente qualcuno che ha un chakra
splenico equilibrato. Le persone con un chakra splenico
forte dispongono di una stabilità emotiva, di
un’intuizione radicata, compassione, entusiasmo per la
vita e determinazione. Ognuno di noi ha un chakra
splenico– è situato nel nostro basso addome (otto o nove
centimetri al di sotto dell’ombelico) e riveste un
importante ruolo nei problemi di fiducia, ipersensibilità,
instabilità emotiva, timidezza e sensi di colpa sessuali.
Quindi, questo chakra è il più sensibile “centro
emozionale” del nostro corpo. Se non ce ne prendiamo
cura, subiremo improvvisi scompensi.
In questo capitolo ci sono 5 tecniche su come bilanciare
il tuo chakra splenico.
1. Liberati della negatività
Quando parliamo di lasciar stare la negatività,
significa lasciar perdere le tue emozioni malsane,
incluso alcune relazioni con determinate persone.
Non appena le lasciamo andare, cominciamo a
creare un’energia o spazio per migliori opportunità
nella nostra vita.
2. Se possibile bilancia gli altri chakra
Un solo disequilibrio in un chakra inciderà
probabilmente in tutti gli altri chakras. Per esempio,
il tuo chakra della gola è collegato al tuo chakra
splenico così quando fai esercizi di respirazione,
puoi avvertire nella zona della gola una certa
liberazione. Quest’ultimo è sinonimo di come poter
equilibrare il chakra splenico nella zona della tua
gola. Puoi anche fare la “mossa del ponte” che è un
modo per collegarti con altri chakras necessari per
la meditazione.

3. Prova a visualizzare qualsiasi cosa di


“Arancione”
L’arancione è il colore del chakra splenico, ragione
per cui quando vedi un qualsiasi cosa che sia
arancione, probabilmente acquisirai delle sensibilità
libere da tensioni. Per quelli che hanno problemi
articolari o alle ginocchia, basta solo sedersi in
un’area spaziosa e porsi di fronte un materiale
colorato di arancione. Il passaggio seguente è
immaginare cosa quel materiale può fare al tuo lato
spirituale.

4. Tonifica il tuo corpo


Tonificare il proprio corpo ti permette di lasciar
andar via tutte le tensioni muscolari. Ti dà ragioni in
più per tenere i tuoi muscoli in forma e ben allenati.
Fare sessioni regolari di yoga è fondamentale dato
che danno al tuo corpo la capacità di regolarizzare i
propri livelli di respirazione (che essenzialmente
provengono dal basso addome). Puoi tonificare il
tuo corpo facendo la “posizione della barca” o
esercizi per gli addominali bassi.

5. Fai le posizioni yoga “hip-opening”


Se sei andato recentemente a yoga, hai
probabilmente sentito dire questo al tuo insegnante:
“Tendiamo ad accumulare le tensioni fisiche ed
emotive direttamente sui nostri fianchi, è per questo
che facciamo le posizioni yoga dell’hip-opening (o
apertura delle anche)”. Se hai dubbi sulla legittimità
di questa tecnica, meglio provare ad osservare dove
stringi o irrigidisci i tuoi muscoli nel bel mezzo di
una situazione stressante. Quando fai questa
posizione, tieni in mente che i tuoi fianchi si
muoveranno gradualmente verso varie direzioni.
Capitolo 04: Otto Modi per Equilibrare
il tuo Chakra del Plesso Solare
Non hai auto-stima? Stai avendo problemi di
digestione? Stai avendo difficoltà a parlare di fronte alle
persone? Se la risposta a queste domande è sì, hai
bisogno di equilibrare il tuo Chakra del Plesso Solare.
Quest’ultimo aiuta le persone a sviluppare la propria
autostima. Quando hai un adeguato e ben equilibrato
chakra del plesso solare, sarai capace di difenderti, di
essere più determinato nel raggiungere i tuoi scopi e
diventare un leader (o seguace). Qui di seguito otto
modi per bilanciare il Chakra del Plesso solare:

1. Decora la tua camera con tonalità di giallo.


Basato sulla regola del bilanciare con efficacia il
chakra del plesso solare, il giallo viene descritto
come un colore “energizzante” e “positivo””.
Usa fragranze di lavanda e rosmarino. Si dice
che entrambe germoglino in numerosi contesti
climatici, quindi, questo è un ottimo modo per
introdurle nella tua vita. Se non hai questi aromi,
puoi utilizzare qualsiasi altro tipo di olio
essenziale.

2. Assicurati che la tua voce venga sentita


chiaramente (o capita) e che le tue necessità
siano prese in considerazione. Se questo
trucchetto ti sembra difficile, comincia dalle
basi.

3. Prefiggiti un obiettivo particolare. Scomponi


questo obiettivo in diverse ma raggiungibili fasi.
Crea una cronologia per ogni fase raggiunta. Sii
consistente nell’usare la tua linea cronologica
come base per ottenere i tuoi obiettivi
gradualmente ma con decisione.

4. Fai uno sforzo nel prepararti e nel vestirti bene.


Tieni alta la tua testa, ma con i piedi per terra. In
altre parole non comportarti in modo
presuntuoso.

5. Riordina il tuo armadio (o la tua camera). Se non


hai tempo per farlo, considera altre attività che ti
facciano sentire rilassato.

6. Comincia uno sport o inizia a fare attività fisica.

7. Dedica un pò di tempo rilassandoti sotto il sole.


Vai in spiaggia, sdraiati sulla sabbia e senti il
calore.
Capitolo 05: Cinque Tecniche per
Equilibrare il tuo Chakra del Cuore
Avere un Chakra del Cuore bilanciato è una delle
sensazioni più belle al mondo. Ma nonostante questo,
alcuni di noi (se non,la maggior parte) non può fare a
meno di scontrarsi con dei blocchi ad un certo punto
della nostra vita. Certe situazioni possono innescare
delle disfunzioni al nostro Chakra del Cuore –
cominciando dall’avere poca autostima, a problemi
come non sentirsi all’altezza fino a crolli emotivi.
Un chakra del cuore che non funziona come si deve
lancia una serie di segnali e sintomi. Se non trattato
subito, starai sulla difensiva,diffidente,critico e avrai
paura di lasciarti andare in tante cose. Liberati da questa
situazione seguendo le cinque tecniche spiegate qui di
seguito.

1. Dimentica
Molti blocchi nel chakra del cuore si manifestano
per non aver lasciato perdere dispiaceri, rabbie,
insicurezze, vecchie delusioni amorose ecc. In più,
il processo di guarigione sarà più stimolante se
cerchiamo il parere di un professionista. Dimentica
le persone che ti hanno fatto del male e comincia da
capo. Concentrati prendendoti cura di te stesso ed
essendo più comprensivo verso i sentimenti degli
altri.

2. Fai esercizi di yoga


Un chakra del cuore bloccato è sinonimo di un
chakra della gola bloccato, e noi non vogliamo che
accada, no? Prova a fare la posizione del cammello
seguendo questa tecnica. Concentrati e fai allunghi
nella parte della zona lombare del tuo corpo e allo
stesso tempo continua a fare allunghi, però stavolta
nella parte superiore della schiena.

3. Condividi il tuo amore


Uno dei modi più semplici(e migliori) per
equilibrare il chakra del cuore sta nel volere bene
gli altri altruisticamente e incondizionatamente.

4 . Apprezza il bene che ti vogliono le persone


Essere un martire dell’amore è indice di avere un
chakra del cuore squilibrato. Se non vuoi che questo
accada, dai agli altri la possibilità di volerti bene.
Ovviamente, amare te stesso non fa male!

5. Rispetta l’ambiente
Questo significa che dovresti uscire e sentire il
calore di Madre Natura. Lascia che la natura
guarisca la tua anima.
Capitolo 06: Sei Modi per Equilibrare il
tuo Chakra della Gola
Soddisfazione a lavoro e libertà artistica sono solo alcuni dei fattori
associati nel godere di un Chakra della Gola ben bilanciato.
Quest’ultimo è solo uno dei più importanti “centri emozionali” di
cui avremmo bisogno di prenderci cura. Ricordati che la tua mente
e le tue orecchie sono collegate con questo chakra. E’ probabile
che le questioni emotive e mentali possano comportare segni fisici
di malessere, intaccando il tuo sistema. Per evitare tutto ciò, qui ci
sono sei tecniche che bisognerebbe che tu segua;
1. Di la verità
Non aver paura di dire la verità ad un tuo parente o ad un
amico. Tieni a mente questa citazione famosa: “La verità vi
farà liberi”.
2. Coccolati con un massaggio
Per sentirti meglio, vai ad una spa e passaci un’oretta (o anche
di più) facendoti fare un messaggio.
3. Indossa tutti i gioielli che possiedi
Si dice che le “gemme blu”, che si possono trovare in molte
gioiellerie, siano collegate al chakra della gola. Indossa una
splendida collana di perle blu o orecchini e indossali
adeguatamente.
7. Ricordati, i tuoi fianchi non mentono!
Un chakra della gola danneggiato può interessare la crescita
del Kundalini. In più, il movimento dei nostri fianchi può
innescare il nostro bagaglio emotivo. Se fai esercizi per i
fianchi, assicurati di avere un materassino da yoga. Senti la
liberazione graduale della tua gola mentre ti eserciti facendo
posizioni che fanno bene ai tuoi fianchi.
8. Bevi tanta acqua
Assicurati di bere tanta acqua di buona qualità. Bevi almeno
8-12 bicchieri di acqua tutti i giorni. L’acqua purifica il corpo
da tutte le tossine rilasciate durante la digestione, si può anche
bere un bicchiere tra un pasto e l’altro.
6. Canta a squarciagola
Questo fantastico purificatore del chakra della gola non ha
bisogno di ulteriori spiegazioni. Metti un pò di musica sul tuo
lettore musicale e canta.
Capitolo 07: Sette Tecniche per
Equilibrare il tuo Chakra del Terzo
Occhio
Se senti che il tuo intuito è bloccato, possibilmente
anche a causa di esperienze sovrannaturali nel tuo
passato (o presente), qui ci sono sette tecniche per come
bilanciare il tuo chakra del terzo occhio.
1. Prenditi cura della tua salute mentale
Il “terzo occhio” è situato tra le tue sopracciglia o al
centro della tua fronte. E qui esattamente è dove si
trovano le ghiandole pineali e il tuo cervello.
Mantieni una corretta salute mentale mangiando
cibi ricchi di vitamina D. E’ necessaria anche
l’esposizione ai raggi solari e il sottoporsi ad “una
dieta a base di olio di pesce”.

2. Leggi tanti libri


Molti credono che i libri siano l’ultima spiaggia
come modo per alleviare lo stress. E invece,
nell’equilibrare il chakra del terzo occhio, divorare
un bel libro potrebbe essere un’altra alternativa per
alleviare le tue preoccupazioni. Fallo in camera tua
o in qualsiasi altro posto dove non ci siano
distrazioni.
3. Prendi nota dei tuoi istinti, sogni, intuizioni,
sentimenti, profumi, sensazioni ecc.
Lo puoi fare nel tuo diario segreto o in un tuo blog.
E se possibile, condividi quello che provi con gli
altri senza aver paura di risultare sciocco.

4. Trova il tuo buon senso


Prenditi un pò di tempo per sederti in un angolino
per trovare la tua saggezza. Cercare un appoggio (o
supporto) da parte degli altri, può essere anche di
gran aiuto! Hai bisogno di stare più a contatto con il
tuo “sapere interiore” in modo da essere aperto e
consapevole della tua propria saggezza.

5. Non stare alla ricerca della competizione


Ricorda sempre questo: la nostra mente, è pensante
non competitiva. Per dirla in parole spicciole, le
persone con un’indole fortemente intuitiva, non si
lasciano facilmente influenzare dalla competizione.
Adesso starai probabilmente pensando di lasciar
stare ogni tuo “impulso competitivo” e di essere
felice per i successi ottenuti degli altri.

6. Respira
Elimina i sovrappensieri e rimani in una condizione
più aperta e neutrale. In altre parole, respira. Evita il
via vai della vita di città e rilassati grazie al clima
caldo proveniente dagli spazi aperti.

7. Impara dai tuoi dolori e dalle tue sconfitte


Liberati di tutte le cose che ti hanno reso una
persona fragile. Considera queste cose come parte
della tua esperienza formativa che puoi condividere
con gli altri.
Capitolo 8: Tre Modi per Equilibrare il
tuo Chakra della Corona
Il Chakra della Corona serve come centro di positività,
felicità, ispirazione, fede e devozione. E’ anche il centro
di connessioni più profonde per noi e anche con gli altri.
Fatta questa premessa, questo è uno dei chakra più
importanti che dovremmo equilibrare tutti i giorni- e qui
di seguito ci sono tre modi per come farlo:
1. Immagina
Immaginare è uno dei trucchi più efficaci per
bilanciare il tuo chakra. Stacca dal tuo lavoro per
qualche minuto e immagina una sfera giallastra
posta in cima alla tua testa. Visualizza quella sfera
come un qualcosa che si espande o cresce.
Immagina che quello sia un modo per elevare i tuoi
pensieri e che ti dia sensazioni positive come ad
esempio realizzare piccole cose nella tua vita
quotidiana.

2. Fai delle affermazioni ogni giorno


La pratica o l’uso di affermazioni entusiasmanti ti
permette di avere un chakra della corona ben
bilanciato che davvero ti meriti.
Qui c’è un esempio delle affermazioni che puoi
fare:
Sono aperto e innovativo nelle mie idee.
Credo in ciò che è possibile.
Non voglio rimpiangere quello che ho fatto.
Perché so che questo qualcosa mi renderà un
persona migliore.

3. Trai ispirazione
Abbiamo bisogno che l’ispirazione sia finalizzante
ad uno scopo. Per esempio, pensa ad un libro che
hai letto o ad un concerto in cui sei stato. Tieni a
mente come queste cose ti facciano sentire migliore.
Se questo libro o concerto ti sono piaciuti, è
probabile che diventerai più positivo, aperto,
sollevato ed ispirato. Equilibrare il tuo chakra della
corona è impossibile senza una dose di ispirazione.
Capitolo 09: I Centri Energetici del
Chakra
Tutti gli esseri umani (e anche gli animali) dispongono
di un corredo di centri energetici del chakra che sono
posizionati lungo la linea mediana del corpo. Questi
centri energetici possono essere ben riconosciuti in altre
culture, ma la scienza e la medicina hanno una
concezione diversa. Secondo alcuni studi Occidentali
sulla meditazione, il chakra viene definito come “un
vortice di energia rotante nel corpo” cui gli studi Hindi
possono documentare.

Fattori da Considerare
Ci sono una serie di metodi che furono usati per aiutare
le persone ad aprirsi all’idea dei chakras. Questi metodi
includono il canto, diete speciali, vita nei monasteri,
digiuni e preghiere. Tutte le religioni spesso discutono
questi suddetti metodi, sebbene alcune raramente citano
i centri energetici del chakra per via di questi fattori:
1. Adesso è davvero molto semplice aprirsi ai
chakra prendendo integratori nutrizionali e
mangiando la giusta quantità di cibo. Il fatto che
il chakra sia qualcosa che riguardi la posizione
della Terra o ad alcuni punti critici nelle
esperienze delle persone non sono più delle
valide teorie nel 20esimo secolo.
2. L’ostruzione basilare nell’aprire i centri
energetici del chakra è spesso collegata ad un
corpo sporco, malato o tossico. Ragione per cui,
un certo livello di salute fisica e psicologica è
necessaria per aprire i centri.
3. I vecchi metodi del chakra non sono più
applicabili e raccomandabili nella cultura di
oggi.
4. Molte autorità religiose non comprendono
chiaramente il significato di centri energetici
del chakra(o anche chakras) a causa della
loro devozione a vedute conformiste.

Centri Energetici del Chakra


I sette centri energetici del chakra sono comunemente
conosciuti come Bassi Centri Energetici e interessano
estremamente l’esistenza fisica ed emotiva del corpo.
Questi centri sono vitali per la riproduzione e la crescita
dell “Io” di una persona.

Il Centro energetico del Primo Chakra (il Centro della


Radice)
Il centro della radice è spesso associato al processo della
fondazione e della sopravvivenza. Da qui, la struttura
fisica della persona viene coinvolta. La procreazione, le
sane abitudini alimentari e il rimanere in un ambiente
integro sono tra le poche cose che si relazionano al
centro della radice.
Come viene rappresentato il Centro della Radice
Colori: Magenta o Rosso
Misura: Quando lo si trova chiuso, è lungo all’incirca 5
centimetri e 7 centimetri lungo la parte più ampia
(situato sotto l’orifizio anale del corpo). Nelle persone
dalle conoscenze più solide e sviluppate, la misura
dovrebbe crescere fino ad almeno 60 cm.
Forma: Ha la forma di un imbuto (più piccolo per i
principianti).
Punto di origine: il suo punto di origine è esattamente 4
centimetri sopra l’orifizio anale (il che diventa rilevante
quando si è in piedi).
Rotazione: Tra gli uomini, dovrebbe girare verso
l’esterno e poi verso il basso (in senso antiorario). Tra le
donne, dovrebbe roteare verso l’interno e poi verso
l’alto(in senso orario).
Suono: AH (derivante dalla parola Torah).
Il centro della radice richiede tanto lavoro per prevenire
possibili esposizioni a ritmi di vita stressanti, abitudini
alimentari poco salutari e materiali tossici. Quando non
è sviluppato, la persona può condurre uno stile di vita
sregolato. Peggio, i suoi istinti di sopravvivenza
potranno essere messi a rischio. Non per nulla questo
centro energetico del chakra riveste un ruolo cruciale
nel connettere il nostro aspetto fisico alla Terra nel
prenderci cura di noi stessi.

Il Centro Energetico del Secondo Chakra (Centro


Sessuale)
Il secondo centro energetico del chakra ha a che vedere
con le relazioni, relazioni sessuali e identità di genere.
Come viene rappresentato il Centro Sessuale
Colore: Arancione chiaro o scuro
Misure: In molti adulti, è lungo all’incirca 7 centimetri
dall’estremità grande a quella piccola. Non appena
l’individuo cresce, i suoi istinti sessuali aumentano.
Così, le dimensioni possono crescere fino a raggiungere
i 13-18 centimetri di grandezza.
Forma: La sua forma sembra quella di due cannule da
imbuto diametralmente opposte- un aperta all’indietro
mentre l’altra è unita all’estremità finale della colonna
vertebrale.
Punto di origine: Il centro dovrebbe partire
dall’ombelico fino ad arrivare alla colonna vertebrale.
Rotazione: Per gli uomini, la rotazione dovrebbe
cominciare in senso orario. Per le donne, fa il contrario.
Suono: EE (pronunciato come “eel”)
Il centro sessuale è più vantaggioso tra le donne perché
loro hanno un centro energetico del chakra migliore
rispetto agli uomini. In alcuni casi, le donne sono meno
confuse per quanto riguarda il sesso, ma danno più
importanza alla correttezza.

Il Centro Energetico del Terzo Chakra (Plesso Solare)


Il centro energetico del terzo chakra è collegato alle
manipolazioni, giudizi, convinzioni e il potere di
controllare se stessi ( o gli altri).
Come viene rappresentato il Plesso Solare
Colore: Giallo chiaro o scuro
Misure: Per le persone poco sviluppate, le dimensioni
dovrebbero essere esattamente lunghe 5 centimetri
passando da un estremo all’altro. Quando una persona
esercita il proprio plesso solare, le dimensioni posso
aumentare fino ad almeno 10 centimetri.
Forma: Proprio come il secondo chakra energetico, la
forma sembra quella di due cannule da imbuto opposte
– tranne per il fatto che ha un angolo di 45-50 gradi.
Punto di origine: Il punto d’origine del plesso solare è
all’incirca di 4 dita orizzontali (o 6 centimentri) a partire
dalla base dello sterno.
Rotazione: Per gli uomini, comincia a ruotare in senso
antiorario. Per le donne, fa esattamente l’opposto.
Suono: O (o qualcosa che ha a che vedere col suono
alone)
Alcuni non comprendono l’importanza nel condividere
lo spazio con gli altri. Ed è proprio per questo che è
probabile che finiscano in questioni o conflitti tra di
loro. La regola fondamentale del plesso solare dice che
abbiamo bisogno di trovare la nostra pace interiore e
relazionarci con gli altri in un modo positivo.

Il Centro Energico del Quarto Chakra (Centro del


Cuore)
Il centro del cuore implica il dare precedenza alle
compagnie, all’amore e alla vera amicizia.
Come viene rappresentato il Centro del Cuore
Colore: Verde smeraldo e grigio scuro
Misure: Quando poco sviluppato, le misure dovrebbero
essere attorno agli 8 centimetri di lunghezza e larghezza.
Quando la persona cresce, è probabile che raggiungerà
dimensioni di gran lunga maggiori (oltre 2 metri di
ampiezza e 3 metri di lunghezza).
Forma: Assomiglia alla forma di due coni opposti, uno
rivolto all’indietro e uno in avanti (immagina un fiore di
loto con l’estensione dei petali dall’interno verso
l’esterno) .
Punto di origine: Il punto originario è posizionato sulla
colonna vertebrale del corpo, all’altezza dello sterno e
dei capezzoli.
Rotazione: Negli uomini, comincia a ruotare in senso
orario. Nelle donne, fa il contrario.
Suono: OM (pronunciato come home)
Il centro del cuore dovrebbe essere il più facile da
equilibrare, specialmente tra le donne. In una recente
ricerca, le donne fanno più difficoltà nel gestire il centro
del chakra del cuore a causa della paura di venir
manipolate sessualmente dagli altri. Quando il chakra
del cuore non funziona in maniera corretta, una persona
può sentirsi isolata ( o non amata) dagli altri.

Il Centro Energico del Quinto Chakra (Centro della


Gola)
Il centro della gola è collegato con l’abilità di qualcuno
nel mostrare i propri talenti o creatività.
Come viene rappresentato il Chakra della Gola
Colore: Blu scuro
Misure: Per persone meno sviluppate, misura 4
centimetri da un estremo all’altro. Quando la persona
cresce, aumenta fino ai 5 centimetri di ampiezza.
Forma: E’ come quella di due opposti imbuti di media
grandezza, attaccati tra di loro alle estremità.
Punto di origine: E’ locato alla base del pomo di
Adamo (negli uomini) e a quasi 2 centimetri di distanza
dalla spina dorsale (per le donne).
Rotazione: Per gli uomini il movimento rotatorio
comincia in senso antiorario. Per le donne, fa l’opposto.
Suono: OO (o come qualcosa che suoni come hoot or
root)
Per molte persone (soprattutto donne), il centro della
gola è l’unico centro energetico del chakra che non si
sviluppa bene a causa dei problemi alla tiroide e
all’incapacità di condividere il proprio talento. Quando
la tensione si accumula sul collo per colpa di cadute o
incidenti, il nostro chakra energico della gola ne risente.

Il Sesto Centro Energetico del Chakra (il Centro del


Terzo Occhio)
Conosciuto anche come il Centro della Conoscenza o il
Centro della Saggezza, il centro del terzo occhio
riguarda maggiormente il nostro sviluppo cerebrale.
Come viene rappresentato il Centro del Terzo Occhio
Colore: Indaco scuro o viola chiaro
Misure: La misure variano nel centro del terzo occhio.
Per persone meno sviluppate, varia attorno agli 8-10
centimetri di lunghezza da una parte all’altra. Quando la
persona sviluppa le sue conoscenze o la propria
saggezza, diventa estremamente lungo e ampio in
misura.
Forma: Assomiglia a due grandi imbuti- congiunti nella
parte più piccola e uno di loro si estende all’indietro.
Punto di origine: Il centro del Terzo occhio si origina a
partire dall’ipofisi, che è approssimativamente situata
all’altezza delle sopracciglia.
Suono: I (da pronunciarsi come eye)
I problemi riguardanti il centro energetico di questo
chakra sono comuni nella cultura dei giorni nostri e
nelle società progressiste. Quando il chakra del terzo
occhio è sbilanciato, piani segreti, falsità, bugie e
perplessità possono verificarsi tra gruppi di persone.

Il Centro Energico del Settimo Chakra (il Centro di


Dio)
Conosciuto anche come Centro Coronale, il centro di
Dio è collegato con la forte connessione delle persone
alle divinità.
Come è rappresentato il Centro di Dio
Colore: Violetta chiaro
Misure: Per i bambini, solitamente è di piccole
dimensioni (non più lungo di 8 centimetri). Tuttavia,
sempre più bambini già nati con il centro di Dio lo
possiedono abbastanza sviluppato. Con il tempo
raggiungono i 77 centimetri, e le altezze e il peso sono
soggetti a cambiamenti.
Forma: Può sembrare un imbuto stretto che si estende a
partire dalla chioma fino a metà della testa.
Punto di origine: Il centro di Dio comincia dalla
ghiandola pineale che può essere trovata nella parte
centrale del cranio.
Suono: A (pronunciato come hay)
I mal funzionamenti nel centro di Dio sono molto
comuni nella società odierna, come nelle più comuni
credenze laiche. I pensatori laici non credono
nell’esistenza di Dio, nella vita nell’aldilà e nella
purificazione dell’anima. Detto questo, spesso mettono
in discussione il centro energico del chakra.
Impatto nelle Relazioni
Nel chakra, le relazioni possono essere utilizzate sia
nell’equilibrare che nell’usare frequentemente i sistemi
energici. Dipende da come le persone affrontano le loro
relazioni con gli altri, che i sistemi possono sia causare
confusione o farli stare meglio con se stessi.
Concetto aureo nel Chakra
Il concetto aureo è relazionato ai sistemi energici dei
sette chakra (discussi in questo capitolo). Dalla parola
aurea, il concetto si collega al bagliore dell’essere
umano, degli animali e dei non viventi. Il concetto aureo
nel chakra può essere considerato (o valutato) usando lo
stile Kirlian ed è composto da bagliori nei campi
energetici chiamati corpi sottili che aiutano a sviluppare
il chakra di una persona.
Capitolo 10: I Benefici nell’Equilibrare i
tuoi Chakras
Presti molta attenzione ai tuoi chakra? Se la risposta è
si, allora questa è una buona notizia! In caso contrario,
dovresti prendere nota degli squilibri del chakra qui
sotto elencati! (Nota bene: se incontri uno di questi
disequilibri, chiedi aiuto ad un esperto)
Squilibri mentali
Superstizione
Insicurezza
Instabilità
Dispersione
Emarginazione
Alienamento dalla vita reale
Mancanza di motivazione
Egocentrismo
Materialismo
Dogmatismo
Eccessivamente analitico (o tendenza ad
analizzare troppo)
Inclinazione a criticare
Pregiudizi
Apatia e monotonia
Cattiva comunicazione
Indecisione
Rancore
Gelosia

Squilibri emotivi
Depressione
Dipendenze
Umore instabile
Introversione
Eccessiva tristezza
Rabbia
Approfittare degli altri (o di se stessi)
Poca forza di volontà
Poca abilità nell’espirmersi
Disordini alimentari
Bisogno di approvazione (o ricerca di
attenzioni)
Scarsa autostima

Squilibri Fisici
Disturbi nervosi
Emicranie
Difficoltà nel respirare
Affaticamento agli occhi
Dolori ai denti
Bruxismo
Disturbi cardiaci
Problemi alla tiroide
Problemi digestivi
Bassi livelli di libidine
Problemi riproduttivi
Problemi circolatori
Disturbi immunitari
Disturbi cutanei
Problemi intestinali o alla vescica
Ferite causate da incidenti o disinteresse nel
prendersi cura degli altri
Mal di schiena

Benefici nell’ Equilibrare i Chakras


Nel bilanciare il tuo chakra ogni giorno, potrai godere
dei tanti benefici elencati qui di seguito:
1. Avere la sensazione di sentirsi “ben costruito”
nel proprio essere spirituale, fisico e
psicologico.
2. Buona comunicazione del cuore e della mente.
3. Individuare la tua forza di volontà.
4. Vivere al di sopra delle “più alte aspettative”
nella propria carriera.
5. Abbondanza di distrazioni che interessano la tua
“guida interiore” (il che è essenziale nel
mantenersi a contatto con se stessi e con gli
altri).
6. Chiarezza nell’analizzare le cose e mente
concentrata.
7. Accesso alla tua “saggezza interiore”.
8. Conseguire l’arte della “padronanza di sè” nella
vita professionale e personale.
9. Rafforzare l’integrità personale.
10. Abbandonarsi alle emozioni più sane.
11. Rafforzamento dell’intuito.
12. Aumento della forza e della salute
nel sistema immunitario.
13. Dedizione (o attenzione) alle “più
alte aspettative” della tua vita.
14. L’abilità nel trasformare i sogni in
realtà.
15. Facilità nel dimenticare e amare gli
altri e se stessi.
16. Sicurezza nell’esprimersi e
nell’accettarsi.
17. Disporre di “buon senso finanziario”.
18. Maggiore determinazione nella vita.
19. Liberazione da abitudini che sono
considerate “di poco supporto” per i chakras.
20. La capacità di trasformare le
debolezze in punti di forza.
Più disponibilità (o attenzione) nelle questioni
spirituali o fisiche.
Chapter 11: Tre Influenti Esperti Del
Chakra Che Dovresti Ammirare
In questo capitolo, conosceremo tre dei più influenti
esperti del chakra al giorno d’oggi. Una di loro è autrice
di più di 30 libri best seller riguardanti il chakra,
un’altra si impegna nel tenere discorsi pubblici e
l’ultimo di loro è un richiesto istruttore di yoga.

Anodea Judith
Anodea Judith è una delle principali esperte sui chakra-
a partire dai sistemi, all’uso terapeutico, per finire con le
sue interpretazioni nella cultura occidentale. Fondatrice
e direttrice dei Centri Sacri, Anodea è anche una
maestra spirituale e scrittrice. Nei suoi libri e nei suoi
insegnamenti si evincono chiaramente le sue passioni
nel sostegno dell’animo umano.
Anodea al momento si sta specializzando in Psicologia
Clinica e sta per conseguire il Dottorato in Salute e
Servizi Umani (specializzandosi in cura della mente e
nel corpo) all’ Università della California a Los
Angeles. Da due decenni, Anodea effettua una serie di
pratiche curative in lungo e in largo gli Stati Uniti.
Anodea è conosciuta da molti per il suo libro La ruota
della Vita: Istruzioni Per L’Uso del Sistema del Chakra,
un manuale di 440 pagine che scrisse per quelle persone
che vogliono ottenere il meglio di sè attraverso l’uso dei
chakra. La prima edizione uscì nel 1987, ma a causa di
alcune constatate incongruenze, Anodea revisionò il
libro e la seconda ristampa avvenne nel 1995 di quello
che è oggi conosciuto come La ruota della Vita:
Seconda Edizione. Il libro ha venduto 300,000 copie ed
è stato tradotto in 15 lingue.

Il Sistema del Chakra


Nel Marzo del 2000, Anodea tenne un corso composto
da 6 audio-cassette intitolato Il Sistema del Chakra: Un
Corso Completo nella Cura e Auto-Diagnosi Attraverso
i Suoni Ecc. Questo fu seguito successivamente da I
Chakras Illuminati (in cui Anodea collaborò con suo
figlio, l’acclamato disegnatore Alex Wayne ) e
Equilibrare il Chakra.

Considerazioni Personali
Non molti lo sanno, ma Anodea è anche una musicista e
ha profonde conoscenze in religione, politica, etica e
ecologia. Lei crede fermamente che esista un’inerente
connessione tra le trasformazioni culturali e individuali.
Adonea spesso sottolinea nei suoi insegnamenti e nei
suoi scritti che si possono ottenenere Chakras ben
equilibrati connettendoci non solo col cielo, ma anche
con la terra.
Cyndi Dale
Cyndi non solo è una tra le più richieste autrici e
consulenti ma fa anche interventi per quanto riguarda il
chakra. Non tutti sanno che ha una naturale indole
intuitiva. Conseguentemente, la maggior parte dei
discorsi, insegnamenti e scritti di Cyndi sono basati su
esperienze personali. Tralasciando la summenzionata
professione, si rende disponibile anche per consulenze a
gruppi o persone alla ricerca di svolte positive nella loro
vita. La sua vita gira attorno a quelle persone che hanno
intenzione di motivarsi in meglio.

Libri
Cyndi è quella donna dietro ai più venduti libri di
Chakra, Illuminare l’Aldilà, La più Piccola Stella di
Natale, Cure Avanzate del Chakra per Pazienti col
Cancro, Cure Avanzate per Persone con Malattie
Cardiache, Rendere Attraente il Tuo Corpo Attraverso I
Chakras, Chakras:La Via del Benessere, Kundalini:
Energia Divina, Vita Divina, Cure Avanzate del Chakra
: I Veggenti di Ogni Giorno e Cure Avanzate del
Chakra : 4 Approcci Integrati.
Altri libri che Cyndi ha scritto sono Il Corpo Sottile (che
ha ottenuto ampi riconoscimenti al Publisher’s Awards).
Il successo del suo libro più consigliato fu seguito da Il
Corpo Sottile: La grande Enciclopedia dell’Anatomia
Energetica e da un DVD istruttivo intitolato Le Serie
degli Usignoli.

Seminari e Gruppi di Approfondimento


Negli ultimi vent’anni, Cyndi ha condotto gruppi di
approfondimento e seminari in più di 30 Paesi incluso
Scozia, Islanda, Amsterdam, Regno Unito, Argentina,
Brasile, Nigeria e Sud Africa. La sua formazione ha
incluso studi approfonditi sul chakra così come sullo
Sciamanesimo e altre cure tradizionali Azteche. Questa
formazione tuttavia, condusse Cyndy in zone isolate del
Sud America. E’ chiaramente parte del suo lavo quello
di incoraggiare le persone provenienti da culture
diverse, quello di capire il loro “profondo intimo”
attraverso l’uso del chakra.
Ad oggi, Cyndi offre classi, allenamenti e programmi di
tirocinio presso Normandale College a Minneapolis.
Offre anche Lavori Energetici: L’attestato del Corpo
Sottile, un programma di sette classi mirato a persone
che vogliono iniziarsi alle cure o alle chiaroveggenze.

Valerie D’Ambrosio
Valerie è la co-fondatrice del Festival di Hanuman, un
evento con cadenza annuale che vuole promuovere
l’importanza dello Yoga ed altre forme di meditazione
tra i giovani. La sua passione risiede nella volontà di
aiutare le persone a connettersi con il loro essere
spirituale, fisico ed emotivo. Valerie è anche conosciuta
per l’uso di movimenti particolari del chakra come
l’intonazione e i respiri profondi. Come chiunque altro
che dia tanto valore al proprio essere interiore, la
volontà di Valerie è che “più persone un giorno possano
trovare le loro verità più profonde collegando il buon
senso ai loro corpi invece che torturarli”.
Capitolo 12: Cinque Album di Musica
Chakra da Ascoltare mentre li stai
equilibrando
Equilibrare i tuoi chakras non sarà un’esperienza così
tranquilla senza un accompagnamento musicale. Proprio
come in altri trucchetti di meditazione, la musica riveste
un ruolo fondamentale nei chakras. Quando ti iscrivi a
sessioni regolari di chakra, ti capiterà di sentire la
melodia di strumenti di Ispirazione Asiatica. Così in
linea con quanto detto, probabilmente hai già sentito i
seguenti albumi:

Freaky Chakra vs. Single Cell Orchestra


Artista: Freaky Chakra
Freaky Chakra è un duo musicale composto da Miguel
Angelo Fierro e Daum Bently. In quasi dieci anni, il duo
è diventato il fiore all’occhiello della musica chakra –
mai fallendo nel passare da un genere all’altro. La loro
musica viene descritta “divertente e allo stesso tempo
rilassante” – e in qualche modo ci ricorda la
collaborazione degli Earth Wind & Fire collaborating
con Kruder & Dorfmeister. Nel loro album più
acclamato Freaky Chakra vs. Single Cell Orchestra, il
duo affronta la Musica Chakra ad un livello “più
dinamico” con collaborazioni con altri artisti di musica
Chakra come Jon Drukman ed Eefje Kan (che sono
conosciuti per il loro ballabile ritmo Africano).

Low Down Motivator


Artista: Freaky Chakra
Per gli amanti della musica Trance, questo album fa
parte di questo genere.Anche questo è appertenente ai
Freaky Chakra, Low Down Motivator è il migliore da
ascoltare quando vuoi equilibrare il tuo chakra della
radice. Ballare è uno dei metodi più efficaci nel
mantenere un chakra ben bilanciato- e quest’album ti
farà capire perché. Aspettati anche 50 minuti di musica
Trance, Elettronica e un pizzico di Downtempo nella
parte finale.

Blacklight Fantasy
Artista: Freaky Chakra
Quest’album fu pubblicato quando Fierro decise di
prendersi una pausa dalla musica. E per questi i fan più
affezionati alla musica chakra pensarono che fosse finita
per i Freaky Chakra, ma Bently prese in mano le redini
e produsse da solo quest’album e tutto il resto, come si
dice, è storia. La rivista Option elogiò Blacklight
Fantasy per la sua “ritmica monotona ma tuttavia
elementare che non compromette i sensi umani”.
Chords Of The Cosmos: Harmonies of the Zodiac with
Crystal Bowls per Cura, Meditazione ed Equilibrio del
Chakra.
Artisti: Gert Wilden, Deborah Van Dike e Crystal
Voices
La canzone “The Sounds of The Stars” meglio
rappresenta questo CD Chakra. Dimenticati del
complesso e lungo titolo perchè è tutto tranne che
questo. L’album, che è stato recensito su Amazon con 4
su 5 stelle è la testimonianza di cosa sia una vera e
propria musica Chakra. Comprende una gamma di
melodie finalizzate tutte su come curare, meditare ed
equilibrare un Chakra e impiega un’intera scala di 12
note delle” campane tibetane di cristallo”. L’ultima
canzone gioca un ruolo essenziale nel produrre chiavi
armoniche nell’accordatura.

Tibetan Chakra Meditations


Artista: Ben Scott
Considerato come uno degli album di musica chakra più
venduti di tutti i tempi, Tibetan Chakra Meditations è la
consacrazione di Scott al genere. L’album è famoso per
i suoi flauti e le sue campane tibetane di cristallo che si
sposano bene con i sette chakras e con i suoi centri
energetici. La prima metà di Tibetan Chakra
Meditations riguarda quasi esclusivamente armonie,
percussioni e flauti mentre l’ultima parte si concentra di
più sulle campane tibetane. Quest’album è un regalo
perfetto per i principianti del Chakra ma anche per i più
entusiasti. Puoi ascoltarlo dappertutto- sia a casa che in
ufficio (dove lo stress e le distrazioni sono abbastanza
frequenti).
Capitolo 13: Domande più frequenti
D: Qual è il modo migliore per equilibrare, guarire ed
aprire i miei chakras?
R: La meditazione. Per tutti questi secoli, la meditazione
è sempre stato il miglior modo per bilanciare, aprire e
guarire i propri chakras. Si riscontrano una vasta gamma
di benefici sotto tanti punti di vista. Infatti, la
meditazione è l’ultima spiaggia nella guarigione dei
chakras dato che permette ad una persona di ottimizzare
il proprio potenziale.
D: E se i miei chakras sono “sotto tono”, sbilanciati o
bloccati? Cosa dovrei fare?
R: Avere un chakra “sotto tono”, squilibrato o bloccato
probabilmente può limitare le tue abilità nel migliorare
la tua salute fisica, mentale, spirituale ed emotiva. Se
vuoi sbarazzarti di tutto questo, gli esperti consigliano di
equilibrare il tuo chakra tutti i giorni.

D: La scienza moderna riconosce i centri del chakra?


R: Si. I chakras sono più che dei meri sistemi metafisici
di meditazione. In una recente ricerca effettuata
all’Università di Liverpool, i centri del chakra sono
scientificamente interpretati come “il punto di accesso”
per migliorare la visuale umana.
D: Cosa simbolizza la croce nel chakra del plesso
solare?
R: La croce nel chakra del plesso solare rappresenta il
“centro di potere” del tuo corpo. Il messaggio di questo
simbolo ci dice che tu hai il potere di scegliere cos’è
meglio per te o per gli altri.

D: Possono gli animali e gli esseri non viventi avere i


chakras?
R: Si. Gli animali e gli esseri non viventi hanno un
corpo sottile ( o campo energetico) che è essenziale per
equilibrare i chakras. Molti esperti sostengono che gli
animali hanno tre sistemi di chakra, ma le loro
ubicazioni, misure, colori, forme e punti di origine
variano a seconda della loro crescita.

D: Chi sono I creatori del Chakra?


R: Caryagiti e Hevajra Tantra.

D: Può il Chakra essere considerato l’inizio di una


“Nuova Era”?
R: Si. Stando a ciò che afferma Carolyn Myss, autrice
del libro Anatomia Dello Spirito (pubblicato nel 1996), i
chakras vengono descritti come quei classici elementi
applicabili alla Nuova Era. “Ogni esperienza che una
persona vive nella sua vita viene filtrata tramite una
banca dati del chakra, concetto introdotto dagli esperti
della Nuova Era”, Myss aggiunse.

D: Dove posso comprare vecchi libri sui chakra?


R: Ne troverai a bizzeffe on line. Se preferisci il formato
cartaceo dai un’occhiata su Amazon o eBay nella
sezione di libri sul chakra predisposti all’ordine tramite
spedizione.

D: Cosa sono i “Chakras Subpersonali”?


R: I chakras subpersonali sono cinque distinti sistemi di
chakra che impiegano l’uso di braccia e piedi. I cinque
sistemi sono: : Chakra del Punto dell’Anima, Chakra
della Porta dell’Anima, Chakra Centro della Vocazione,
Chakra Stella del Cielo e Chakra Stella dello Spazio.

D: Oltre alla musica chakra tradizionale, quali altri


generi possiamo ascoltare quando equilibriamo i
nostri chakras?
R: Puoi ascoltare la downtempo o la deep musica house
quando equilibri tuoi chakras. In verità, ogni tipo di
genere musicale va bene quando vuoi bilanciare i tuoi
chakras. Tutto dipenderà dal tuo stato d’animo.

D: Il Buddismo è un requisito per iscriversi alle scuole


di chakra?
R: No. Tutti,senza distinzioni di genere, razza,cultura o
religione possono iscriversi alle scuole di chakra.
Comunque non devi necessariamente spendere dei soldi
per 10 o 12 sessioni occasionali. Puoi equilibrare i tuoi
chakras a casa o anche durante le pause dal lavoro.
Conclusioni
Di nuovo grazie per aver scaricato questo libro!
Spero che questo libro sia stato in grado di aiutarti a
seguire ogni tecnica spiegata. Ma non dimenticare che
nella meditazione, guarigione ed equilibrio del chakra,
la costanza è il fattore chiave, quindi fai pratica ogni
giorno.
La mossa successiva è quella di usare i sistemi del
chakra e i centri energetici come motivazione per amare
se stessi e gli altri: tieni a mente che questi sistemi e
centri energetici non sono solamente delle mere forme
di equilibrio del chakra, sono anche le giuste soluzioni
per tenerti in forma e ispirato!
Infine, se il libro ti è piaciuto, vorrei chiederti un favore,
saresti così gentile da lasciare una recensione del libro
su Amazon? Ne sarei davvero onorato!
Clicca QUI per lasciare una recensione del libro su
Amazon!
Grazie e buona fortuna!
Anteprima di: Zen Per Principianti
Capitolo 1 - Lo Stile Di Vita Zen

Zen è un termine giapponese che significa: 'meditazione'.


Tradizionalmente i Monaci Zen sono dediti a vivere la loro vita in
concentrazione e in totale consapevolezza e a servire gli altri ogni singolo
giorno. Difficile che tu possa diventare un monaco Zen, ma ci sono
diversi modi per adottare la loro vita 'consapevole'.

E' davvero possibile essere consapevoli della nostra vita e di ciò che ci
circonda? Si può davvero raggiungere la felicità semplicemente
prendendo atto di quello che sta accadendo intorno a te? Sì, con lo Zen è
possibile fare entrambe le cose.

Lo stile di vita Zen è un modo efficace per farti diventare più consapevole
del collegamento tra te e il mondo, e gli altri esseri umani. Uno dei
monaci zen più famosi, Thich Nhat Hanh, ha detto, "in ogni momento
abbiamo molte più possibilità disponibili di quello che andiamo a
realizzare." Se ci pensi bene, ti renderai conto che ciò è sicuramente vero.

Ora, se vuoi saperne di più sui principi-guida dello stile di vita Zen, leggi
la lista qui sotto. Tieni a mente che questi principi non sono "pratiche
religiose". È possibile applicarli nella tua vita, non importa quale tipo di
stile di vita tu faccia o quali credenze religiose tu abbia.

1. Fai le cose un passo alla volta. Uno dei migliori principi guida

dello stile di vita Zen impedisce il cosidetto multitasking. Nel

mondo della tecnologia, le persone stanno diventando sempre


più eccitate all’idea di fare di più di quello che può esser gestito

di volta in alla volta. C'è un proverbio zen che recita: "Quando

si cammina, cammina. Quando si mangia, mangia." Questo

spiega molte cose!.

2. Qualunque cosa tu stia facendo, fallo lentamente e

deliberatamente. L'altro problema comune che le persone si

trovano ad affrontare oggi è fare tante cose e velocemente.

Semplicemente perché vogliono realizzare più cose alla volta,

ma la verità è che se si prende più tempo a fare una certa cosa,

si ottengono risultati migliori. Questo perché quando non sei di

fretta, sei in grado di esser concentrato sul compito che hai a

portata di mano e vedere chiaramente ciò che deve essere fatto.

3. Fai meno. I Monaci Zen non sono pigri, ma certamente non

hanno neanche una lista di centinaia di compiti da fare in un

giorno. E ciò da loro più tempo per concentrarsi su ciò che

hanno scelto di fare. Se inizi a fare meno cose nella tua vita,

vedrai che sarà più facile per te seguire le linee guida numero 1

e 2.

4. Consenti delle pause tra le varie attività. Sarai in grado di

imparare a gestire al meglio il tuo programma quotidiano. Non

legare te stesso in un fitto calendario. Fai una pausa dopo e

prima di ogni attività. In questo modo, avrai tempo per rilassare


la mente e prepararti per un altro compito.

5. Finisci il tuo lavoro. Non procedere ad un'altra attività fin

quando non avrai ancora finito con quella precendente. Se hai

fatto il tuo lavoro nella sua interezza, sarai in grado di essere

più concentrato sul tuo prossimo compito.

6. Sviluppa dei rituali. Il rituale è un modo di dare importanza al

tuo lavoro o per tutto ciò che si sta facendo, tra cui attività

semplici come mangiare o correre. Non sei tenuto a fare rituali

Zen - ma anzi puoi crearne di tuoi personali. Puoi creare un

rituale per la preparazione dei cibi, per mangiare, per fare

palestra, e per tutto ciò che fai ogni giorno.

7. Assegna un tempo specifico per ogni attività che si vuole

realizzare per il giorno. È necessario impostare un momento

particolare per mangiare, per fare la doccia, per vestirsi, e altro

ancora. Puoi fare questo per la tua routine quotidiana e le

attività di lavoro.

8. Trascorri del tempo nello stare seduto. Una delle cose più

importanti per i monaci Zen è il loro tempo per la meditazione,

che è per lo più fatto da seduto in un posto tranquillo. L'atto di

meditazione è la pratica dell’ essere presente. Lo si può fare in

qualsiasi modo tu voglia, a patto che tu raggiunga la pace

interiore e tranquillità.
9. Sorridi e servi gli altri. I monaci zen trascorrono la loro vita nel

servire altre persone, sia all'interno che all'esterno del

monastero. Servire gli altri ti insegnerà a come essere umile e ti

aiuterà a capire che non sei solo una creatura egoista. Puoi

iniziare ad essere d’aiuto all'interno della tua cerchia familiare e

gli amici. Inoltre, il semplice gesto del sorriso è in grado di

migliorare la vita di coloro che sono intorno a te!.

10. Fai si che cucinare e pulire siano una parte della vostra

meditazione. Pulire e cucinare a volte possono diventare

faccende noiose perché sembrano esser solamente una parte

della vostra routine quotidiana. Ma quando li si trasformano in

una parte della tua sessione di meditazione, diventerai più

consapevole nel fare queste azioni e otterrai decisamente

risultati migliori.

11. Impiega il tuo focus su ciò che è necessario. Non è necessario a

vivere esattamente come un monaco Zen, che si accontenta con

un abbigliamento base e strumenti semplici. Ma allo stesso

modo, devi imparare a vivere solo con ciò che è veramente

importante per te. Vivere con cose inutili può ingombrare solo

la tua vita e ti condurrà a una vita sbandata.

12. Vivi in modo semplice. Questo è in qualche modo legato alla

linea guida numero 11. Se vivi solo con le necessità, allora puoi
ottenere uno stile di vita semplice. Le cose essenziali possono

essere diverse in ogni individuo. Non esiste una legge

particolare per quanto riguarda quello che dovrebbe essere

importante per tutti noi. Dipende solo da te capire quelle che

sono le cose importanti e quelle che necessitano di esser

lasciate andare.

Se tu riuscirai a seguire queste 12 semplici linee guida, sarai in grado di


goderti la vita nel miglior modo possibiile. Non dimenticare ciò che Thich
Nhat Hanh, una volta disse: "Sorridi, respira, e vai lentamente."

Ulteriori suggerimenti per la praticare lo Zen come Stile Di Vita

Le linee guida sopra riassumono il concetto di base dello stile di vita Zen.
Molte persone sono molto incuriosite da questo stile di vita, perché
sembra promettente e molto positivo. Tuttavia, i principianti potrebbero
trovare difficile aderire o allinearsi alle linee guida semplicemente perché
hanno raggiunto un’ età per cui sia difficile poi poter cambiare i loro
vecchi modi di pensare con facilità.

Tuttavia, non preoccuparti! Ci sono 6 semplici consigli che si possono


ulteriormente imparare, al fine di condurre una vita il più possibile
consapevole.

1. Non paragonare te stesso agli altri. Quando confronti te stesso,

il tuo stile di vita, la tua carriera, la tua educazione, il tuo


aspetto, o la vostra intelligenza con gli altri, finirai per soffrire.

Troverai sempre qualcuno che è migliore di te in molti modi.

Ma quando smetti di confrontarti agli altri, vedrai il lato più

luminoso del quadro. Avrai più rispetto e riconoscenza. Quindi,

sarai in grado di essere grato della tua propria unicità di esser

umano.

2. Questo è l’opposto del confronto, perché nel giudicare, si

ritiene di vedere il peggio degli altri. Ti senti come se tu fossi

migliore rispetto agli altri e rischi di rifiutare qualsiasi tipo di

aiuto o le lezioni provenienti da altre persone che genuinamente

si preoccupano del tuo benessere.

3. Smettila di preoccuparti per le cose che non stanno ancora

accadendo. La preoccupazione è un prodotto della paura e la

necessità di controllare le situazioni. Quando si è costantemente

preoccupati delle cose, non solo si soffri, ma stai creando anche

pesante fardelli e preoccupazioni alle persone che ti circondano.

4. Smettila di incolpare gli altri. Incolpare è solo un modo di

proteggere se stessi dall’essere giudicati. E' più facile dare la

colpa, piuttosto che accettare la responsabilità per gli errori che

hai commesso. Quando dai la colpa agli altri, non riesci a

guardare la situazioni più in profondità per trovare una

soluzione al problema. Così, invece di dare la colpa agli altri,


cerca di essere ragionevoli e di vedere cosa è andato storto ed

essere abbastanza responsabile per risolvere il problema.

5. Non competere con gli altri. La competizione è divertente solo

quando si sta giocando ad un gioco o uno sport e non certo per i

risultati. Ma quando si inizia a essere preoccupati per i risultati,

inizierai ad aumentare il tuo ego e farai di tutto per impedire ad

altri di ottenere molte più cose rispetto che a te. Sii in

competizione genuinamente, solo in un modo per migliorare te

stesso, non nell’essere indifferente agli altri.

6. Impara a ridere. In assoluto il modo più semplice di vivere è di

non prendere le cose troppo sul serio. Ci sono alcune cose nella

nostra vita che richiedono attenzione e diligenza, ma queste non

dovrebbero farti smettere dal divertirsi nelle giuste occasioni.

Inoltre, quando tu godi o provi piacere in quello che fai,

trovarei molto difficile sentirti dispiaciuto o giù di morale

riguardo alla tua esistenza.

Questi suggerimenti suonano assai ovvi e indubbiamente li senti ogni


giorno, ma è giunto il momento di essere determinati nell’attuarli nella tua
vita. Conoscere qualcosa è conoscenza, ma la saggezza la sviluppi quando
inizi ad applicare correttamente le cose che hai imparato.
Capitolo 2 – Lo Zen Come Crescita
Personale

In questo capitolo, scaveremo più a fondo nei diversi ed efficaci modi su


come si può applicare la semplicità nella tua vita e come combattere molte
situazioni negative che incontrerai in futuro lungo la strada della tua vita.

In primo luogo, parliamo di come si può vivere in modo pacifico,


contenti, e felici.

Ecco i migliori consigli che si possono seguire:

1. Studia le cose o le persone che sono più importanti per te. Cosa

vuoi fare veramente nella tua vita? Chi sono le persone più

importanti per te? Elenca (su un foglio di carta) le cose che vuoi

fare, la gente con cui desideri passare buona parte del tuo

tempo, e gli obiettivi che vorresti raggiungere in futuro.

2. Prenditi del tempo per esaminare i tuoi impegni a breve e a

lungo termine. Molte persone soffrono di numerosi problemi

perché i loro programmi quotidiani sono sempre pieni. Non

puoi fare tutte le cose che hai promesso di voler fare. Pertanto,

è necessario accettare il fatto che non si può fare tutto e subito.

Elimina gli impegni poco rilevanti e concentrati ed organizzati

su quelli che sono più importanti per te.

3. A parte gli impegni (per la famiglia, gli amici, o di lavoro),


abbiamo anche delle liste di "cose-da-fare" per il giorno o per la

settimana. Ora che hai eliminato alcuni impegni dal tuo

programma, procedi ad eliminare alcune cose non rilevanti dal

tuo elenco delle “cose da fare” quotidianente.

4. Dimentica le tue responsabilità, prendi del tempo per rilassarti e

goditi la giornata da solo.

5. Trova mentori e ispirazioni varie. Cerca appunto persone che

possono ispirarti. Leggi quotidianamente libri che possono

motivarti.

Seguendo questi 5 semplici passaggi, sarai pronto ad abbracciare la


semplicità tipica dello stile di vita Zen. Buon divertimento!

Come Affrontare gli Ostacoli della Vita

Ora, parliamo di come affrontare gli ostacoli della vita. Lungo il


cammino, ci saranno sempre problemi e lotte continue. Non importa ciò
che stai cercando di realizzare nella tua vita, ci saranno comunque
momenti in cui avrai voglia di rinunciare ai tuoi progetti.

Quando hai deciso di cambiare il tuo stile di vita, aspettati di affrontare


difficoltà iniziali. Non è poi così semplice, visto che stai andando a
modificare non solo il tuo modo di vivere, ma anche il tuo punto di vista
sulle cose che ti circondano. Questi ostacoli sono pericolosi in quanto
potrebbero impedirti di raggiungere i tuoi obiettivi o di farti rallentare.
Qui ci sono alcuni suggerimenti che è possibile applicare quando si ha a
che fare con questi ostacoli:

1. Impara ad identificare gli ostacoli. Non è facile esser

consapevoli di una certa situazione o di una persona che sta

cercando di ostacolarti nel farti raggiungere gli obiettivi.

Alcune persone che sono vicino a te (ad esempio il coniuge o

gli amici fidati) possono dire cose che ti potrebbero causare

tormento e sofferenza. Determina la differenza tra critiche

realistiche e insulti umilianti. Ascolta attentamente quello che

dicono e osserva la lor reazione. Se le parole sembrano

scoraggianti, e ti faranno sentire come se volessi smettere, è

assai probabile che quelle stesse persone potrebbero essere dei

“blocchi” lungo la strada della propria crescita personale.

2. Esamina se hanno dei punti validi. Come discusso nel punto 1,

è necessario sapere se queste persone sono di fatto realistiche

nei giudizi. Potrebbero avere una buona ragione per il loro

giudizio negativo, ma se la loro negatività non è a tuo avviso

valida, considera allora il punto numero 3.

3. Blocca tutta la negatività che stanno iniettando nella tua mente.

I detrattori hanno un modo assai efficace di trasferire i loro

pensieri negativi nella tua mente. Improvisamente ti sentirai

dubbioso e il risultato sarà il fallimento del fondamento stesso


dei tuoi piani e obiettivi nella tua vita. Non pensare a loro

ancora, ancora e ancora. Scaccia la negatività e sostituiscili con

pensieri positivi. Non permettere loro di governare su di te,

sulla tua mente, sulla tua persona.

4. Tieni a mente che ci saranno sempre ostacoli e le persone

avranno sempre opinioni diverse. Non puoi fare nulla per

impedirgli di esprimere il loro giudizio, ma puoi sempre

ignorarli. Non è necessario spingerli lontano dalla tua vita, ma

impara semplicemente a sorridere a loro quando ti stanno

parlando. Le loro parole non avranno alcun effetto su di te se

hai scelto di ignorarli.

5. Fai si che approvino il tuo piano. Ci sono volte in cui il

detrattore in questione è una persona che è molto vicino a te e

non puoi semplicemente ignorarlo da un giorno all’altro. Invece

di discutere, aiuta questa persona a rendersi conto

dell'importanza del tuo obiettivo. Fagli sapere che anche tu hai

dei dubbi, ed è normale che sia cosi, ma che non devi e non

vuoi smettere di credere che un giorno riuscirai a raggiungere i

tuoi obiettivi. Fagli sapere circa i benefici positivi che otterrai

una volta raggiunti questi obiettivi.

6. Impara a ridere dei tuoi detrattori. Molte persone possono

sentirsi a disagio quando improvvisamente fai un salto di


qualità nella tua vita. Essi probabilmente si prenderanno gioco

di te e questo è l'unico modo che hanno per affrontare questo

tuo cambiamento. Al fine di farli sentire a loro agio con i tuoi

nuovi progetti, ridi con loro quando ti prendono in giro. In

questo modo, per loro sarà più facile prendere le cose alla

leggera.

7. Prepara le controdeduzioni. Alcune persone parlano

negativamente semplicemente perché sono male informati.

Preparati ad educarli circa il cambiamento che sta avvenendo in

te. Fallo in modo positivo, in modo da rendere la conversazione

illuminante. Potresti esser in grado o meno di far cambiare loro

idea. Ma in entrambi i casi, sei stato bravo a chiarire i tuoi punti

con loro.

8. Sii consapevole che stai facendo qualcosa di buono. Non si può

sempre vincere sulle altre persone convincendole delle proprie

opinioni e credenze. A volte tutto quello che puoi fare è

ignorarli. Basta tenere a mente che alla fine, godrai dei benefici

del duro lavoro e che questo è il premio per aver ignorato i tuoi

detrattori.

Ricordati sempre che i detrattori sono semplicemente una parte del


viaggio che devi affrontare e superare. Ci saranno sempre ostacoli, ma se
non ti arrendi, alla fine avrai il successo che meriti!.
Superare la depressione

La depressione priva le persone della loro felicità. Ci fa sentire insicuri e


deboli. Può causare un sacco di problemi nella vita, comprese l'incapacità
di lavorare correttamente, creare l’interruzione di relazioni, o sentire un
senso di vuoto, solo per citarne alcuni.

Tradizionalmente, è possibile sottoporsi a terapie che possono aiutare a


riportare la tua autostima e coraggio. Tuttavia, ci sono anche altri modi
pratici che possono farti sentire meglio nel lungo periodo.

Ecco alcuni suggerimenti:

1. Esci dalla tua zona di comfort. Ciò significa che dovresti uscire

dalla tua casa ed godere appieno della luce. La luce solare aiuta

a mantenere il tuo orologio interno a funzionare correttamente.

2. Dormi il giusto durante la notte. Spegni le luci quando vai a

letto. Cimentati in qualche attività per calmare la mente: tipo

leggi un libro o fai un bagno caldo. Vai a letto presto. Quando

si è depressi, ti senti sempre stanco e un corpo stanco ha

bisogno di un buon riposo notturno.

3. Socializza con le persone che ami. Non è facile circondarsi di

persone quando non ti senti di farlo, ma consiglio di farlo

comunque. Non devi sforzarti in conversazioni profonde, ma

basta essere presenti. Quando si è sempre circondati di gente, ti


sentirai meno isolato.

4. Guarda i tuoi pensieri. Sii consapevole delle cose che ti passano

per la mente. Ferma ogni pensiero negativo che si aggira nella

tua mente e mantieni quelli positivi e felici. Ci vorrà del tempo

per lavorare su questo aspetto, ma se lo fai continuamente, si

finirà per trasformarlo in un'abitudine.

5. Ascolta musica vivace. La musica è decisamente una grande

terapia. Permetti al tuo spirito e al tuo corpo di esser tuttuno

con il ritmo della musica. Ciò aiuta a rilasciare le tue emozioni.

Proprio come le altre abitudini Zen che si sta cercando di imparare a


vivere, non è necessario saperle fare tutte e subito. Scegli un’ abitudine
alla volta e falla finché non ti sentirai padrone dell’abitudine stessa.
Capitolo 3 – Lo Zen Nel Mondo Del
Lavoro

Ognuno di noi sogna di diventare un giorno una persona di successo.


Indipendentemente dal campo di lavoro in cui stiamo operando, tutti noi
vogliamo raggiungere un certo punto della nostra vita quando potremo
finalmente assaporare i frutti del nostro lavoro.

In questo caso, abbiamo bisogno di formare abitudini di successo per


raggiungere i nostri obiettivi. Per avere successo, devi fare affidamento
non solo nelle tue capacità lavorative, ma devi anche lavorare per
costruire abitudini di successo nella tua vita personale.

Clicca qui per continuare a leggere questo


libro
Guarda Qui Altri Libri dello Stesso
Autore
Ecco qua altri miei libri pubblicati su Amazon.it
1) Zen per Principianti – Ottieni Adesso La Tua
Felicità e la Pace Interiore Con La Pratica Zen
2) Chakras Per Principianti: Una Guida Pratica
all ’ Emanazione di Energia, Cura e Auto-Equilibrio
attraverso la Forza dei Chakras
Indice dei Contenuti

Introduzione
Capitolo 01: Una descrizione dei Chakras
Capitolo 2: Sei tecniche per equilibrare il tuo Chakra della
Radice
Capitolo 03: Sei tecniche per equilibrare il tuo Chakra Splenico
Capitolo 04: Otto modi per equilibrare il tuo Chakra del Plesso
Solare
Capitolo 05: Cinque modi per equilibrare Il tuo Chakra del
Cuore
Capitolo 06: Sei modi per equilibrare il tuo Chakra della Gola
Capitolo 07: Sette tecniche per equilibrare il tuo Chakra del
Terzo Occhio
Capitolo 08: Tre modi per equilibrare il tuo Chakra della Corona
Capitolo 09: I Centri energetici del Chakra
Capitolo 10: Benefici nel bilanciare i tuoi Chakra
Capitolo 11: Tre Influenti Esperti del Chakra i quali dovresti
ammirare
Capitolo 12: 5 Album di Musica Chakra da ascoltare mentre li
stai Equilibrando
Capitolo 13:Domande più frequenti
Conclusioni