Sei sulla pagina 1di 13
UjTV News24
UjTV News24

Niente musica nei bar per non disturbare il Festival

News24 Niente musica nei bar per non disturbare il Festival Putin incontra Conte, Mattarella e il

Putin incontra Conte, Mattarella e il Papa

il Festival Putin incontra Conte, Mattarella e il Papa Stromboli si placa Ma resta l’allerta Si

Stromboli si placa Ma resta l’allerta

Mattarella e il Papa Stromboli si placa Ma resta l’allerta Si sente male mentre è al

Si sente male mentre è al lavoro e muore

Filmati mentre fanno sesso in strada

è al lavoro e muore Filmati mentre fanno sesso in strada Sgarbi sul Verdi “Rifarlo com’era”

Sgarbi sul Verdi “Rifarlo com’era”

Rocchetta-Comunanza Slitta la sentenza

muore Filmati mentre fanno sesso in strada Sgarbi sul Verdi “Rifarlo com’era” Rocchetta-Comunanza Slitta la sentenza
muore Filmati mentre fanno sesso in strada Sgarbi sul Verdi “Rifarlo com’era” Rocchetta-Comunanza Slitta la sentenza
muore Filmati mentre fanno sesso in strada Sgarbi sul Verdi “Rifarlo com’era” Rocchetta-Comunanza Slitta la sentenza

UjTV News24

UjTV News24 PERUGIA PERUGIA VENERDÌ 5 LUGLIO 2019 Anno 161 - Numero 183 & UMBRIA &
UjTV News24 PERUGIA PERUGIA VENERDÌ 5 LUGLIO 2019 Anno 161 - Numero 183 & UMBRIA &

PERUGIA

PERUGIA

VENERDÌ 5 LUGLIO 2019 Anno 161 - Numero 183

& UMBRIA

& UMBRIA

www.lanazione.it/umbria e-mail: cronaca.perugia@lanazione.net

e-mail: cronaca.perugia@lanazione.net FARMACIE PIÙ SICURE L E FARMACIE finiscono criminalità.
e-mail: cronaca.perugia@lanazione.net FARMACIE PIÙ SICURE L E FARMACIE finiscono criminalità.

FARMACIE PIÙ SICURE

L E FARMACIE finiscono

criminalità. Tanti,

anche in centro, i professionisti che hanno subito aggressioni o minacce dai balordi di turno. Così il settore, raccordato dall’associazione “Titolari di farmacia” della Provincia di Perugia, corre ai ripari e per prevenire il fenomeno stipula un protocollo con la Prefettura. Fra le finalità dell’ Intesa, «la promozione di iniziative volte a favorire l’utilizzo di strumenti di videosorveglianza e di sicurezza antirapina, collegabili con gli apparati presenti nelle sale e le centrali operative delle forze di Polizia, nonché sistemi di pagamento elettronici, come alternativi al denaro contante».

spesso sotto il tiro della

alternativi al denaro contante». spesso sotto il tiro della CONCORSOPOLI ENTRO IL 17 LUGLIO DEVONO DECIDERE

CONCORSOPOLI ENTRO IL 17 LUGLIO DEVONO DECIDERE LA STRATEGIA PROCESSUALE

Duca torna alla Asl e prende le ferie Bocci attende il verdetto-Cassazione

· A pagina 5

ferie Bocci attende il verdetto-Cassazione · A pagina 5 Doppio dramma sul posto di lavoro Uomo

Doppio dramma sul posto di lavoro

Uomo muore a Pistrino, altro operaio gravissimo a Perugia

SERVIZI · Alle pagine 2 e 3

operaio gravissimo a Perugia SERVIZI · Alle pagine 2 e 3 IL NOSTRO GIOCO Cercasi “Re

IL NOSTRO GIOCO

a Perugia SERVIZI · Alle pagine 2 e 3 IL NOSTRO GIOCO Cercasi “Re del gelato”

Cercasi “Re del gelato” I primi protagonisti della sfida dell’estate

· A pagina 11

DEGRADO A PERUGIA

Pregiudicati abusivi nella villetta Blitz della polizia

·A pagina 4

STRONCONE: IL SINDACO

Fai il pic-nic ai Prati «Devi riportare i rifiuti a casa tua»

CINAGLIA · A pagina 17

riportare i rifiuti a casa tua» CINAGLIA · A pagina 17 Ore di disagi sulla E45:

Ore di disagi sulla E45: i lavori estivi non perdonano

MUOVERSI A SINGHIOZZO

Nuovo cantiere in superstrada:

subito code Per i guidatori aumentano i giorni d’inferno

NUCCI · A pagina 7

SINGHIOZZO Nuovo cantiere in superstrada: subito code Per i guidatori aumentano i giorni d’inferno NUCCI ·

UjTV News24

UjTV News24 Minaccia di darsi fuoco e di tagliarsi con i coltelli
UjTV News24 Minaccia di darsi fuoco e di tagliarsi con i coltelli

UjTV News24 Minaccia di darsi fuoco e di tagliarsi con i coltelli

UjTV News24 Minaccia di darsi fuoco e di tagliarsi con i coltelli

UjTV News24 Minaccia di darsi fuoco e di tagliarsi con i coltelli

UjTV News24 Minaccia di darsi fuoco e di tagliarsi con i coltelli

UjTV News24 Minaccia di darsi fuoco e di tagliarsi con i coltelli

UjTV News24 Minaccia di darsi fuoco e di tagliarsi con i coltelli

Minaccia di darsi fuoco e di tagliarsi con i coltelli

UjTV News24 Minaccia di darsi fuoco e di tagliarsi con i coltelli

UjTV News24

UjTV News24

UjTV News24

UjTV News24

UjTV News24

UjTV News24

2 PRIMO PIANO PERUGIA

2 P R I M O P I A N O P E R U G

VENERDÌ 5 LUGLIO 2019

UjTV News24

••

IN PRIMO PIANO

Focus

Focus

L’uomo ha 39 anni

Vittima dell’incidente di ieri in via Dottori a San Sisto un 39enne che secondo quanto accertato si trovava al lavoro sul tetto di un fabbricato artigianale (forse sopra un negozio). La copertura però avrebbe improvvisamente ceduto e l’uomo sarebbe caduto nel vuoto da un’altezza di circa sei metri, impattando a terra.

da un’altezza di circa sei metri, impattando a terra. I rilievi della Asl I tecnici della

I rilievi della Asl

I tecnici della Asl hanno effettuato un sopralluogo e con l’ausilio dei vigili del fuoco, anche hanno effettuato delle fotografie dall’alto per cercare di comprendere e analizzare le cause dell’accaduto. Un altro sopralluogo sarà effettuato nelle prossime ore: solo allora si conosceranno meglio le motivazioni.

ore: solo allora si conosceranno meglio le motivazioni. Al lavoro sul tetto che cede: grave operaio
ore: solo allora si conosceranno meglio le motivazioni. Al lavoro sul tetto che cede: grave operaio

Al lavoro sul tetto che cede: grave operaio

– PERUGIA –

UN VOLO di sei metri. Un im- patto terribile a terra, ma nono- stante tutto si è salvato. E’ stato un pomeriggio drammatico quel- lo vissuto a San Sisto, dove si è consumato l’ennesimo incidente sul lavoro. Vittima un 39enne che secondo quanto accertato in un primo momento, si trovava al la- voro sul tetto di un fabbricato arti- gianale (forse sopra un negozio), in via Dottori.

LA COPERTURA però avrebbe improvvisamente ceduto e l’uo- mo sarebbe caduto nel vuoto da un’altezza di circa sei metri, im- pattando violentemente a terra. Immediati sono stati i soccorsi da parte di un’ambulanza e un’auto medica, anche perché l’ospedale si trova a poche centinaia di me- tri: il 39 enne ha riportato un trau- ma toracico addominale e le sue condizioni sono apparse subito gravi ai sanitari.

L’UOMO è stato infatti accompa- gnato al Pronto soccorso in codi- ce rosso. Con il passare delle ore però le sue condizioni sono appar- se meno gravi di quanto sembra- va in un primo momento e in sera- ta è stato escluso che fosse in peri-

colo di vita. Ciò, secondo quanto struttura della Usl 1 preposta

all’attività di prevenzione e tutela della salute negli ambienti di lavo-

riferito dai sanitari del 118, è do- vuto prima di tutto al fatto che

NULLA si sa invece sulle cause dell’infortunio: sul posto sono in- fatti intervenuti gli addetti della

l’uomo ha un fisico potente, sta- tuario quasi e ciò lo avrebbe aiuta- to non poco a salvarsi.

Focus / 1

Focus / 1

Focus / 2

Focus / 2

In tre mesi 2.600 denunce

I numeri degli infortuni comunicati dall’Inail con il bollettino trimestrale del

Sempre nel primo trimestre l’incremento percentuale del numero di denunce di

2019, rilevano che in Umbria infortunio (9,8%) è il più alto

da gennaio a marzo le denunce sono state 2.640 contro le 2.405 dello stesso periodo del 2018

Alto incremento percentuale

in Italia, dove tra gennaio e marzo 2019 ci sono stati aumenti compresi tra il 3,14% e lo 0,22% (sud)

ro, coordinata dal dirigente Gior- gio Miscetti. Struttura che, tra gli altri compiti, si occupa anche di rilevare episodi di infortuni negli ambienti lavorativi.

I TECNICI hanno effettuato un

primo sopralluogo e con l’ausilio dei vigili del fuoco, anche hanno effettuato delle fotografie dall’alto

per cercare di comprendere e ana- lizzare le cause dell’accaduto. Un altro sopralluogo sarà probabil- mente effettuato nelle prossime ore: solo allora si conosceranno meglio le motivazioni dell’inci- dente.

I NUMERI degli infortuni comu-

nicati dall’Inail attraverso il bol- lettino trimestrale del 2019, rileva- no che in Umbria da gennaio a marzo le denunce sono state 2.640 contro le 2.405 dello stesso periodo del 2018; in termini per-

centuali, un aumento di quasi il 10% (9,8%) mentre volendo fare una media si può parlare di quasi 30 casi al giorno. michele nucci

si può parlare di quasi 30 casi al giorno. michele nucci MORTI BIANCHE PARLA VINCENZO SGALLA

MORTI BIANCHE PARLA VINCENZO SGALLA (CGIL-UMBRIA)

«Serve un percorso straordinario»

– PERUGIA –

«NEI GIORNI scorsi, a fronte delle 11 morti bianche nei primi quattro mesi del 2019, abbia- mo firmato il protocollo d’intesa con le Prefettu- re di Perugia e Terni per tenere alta, altissima, la guardia sulla prevenzione. Il patto siglato è però solo l’inizio di un percorso “straordinario”, sotto- lineo “straordinario”, perché o si assume un atteg- giamento tale, o non intendo più commentare certi dati. Non ha più senso». Così il segretario

generale della Cgil dell’Umbria Vincenzo Sgalla che aggiunge: «Purtroppo sappiamo che questo è il periodo più difficile e critico dell’anno. E per- tanto c’è bisogno della massima attenzione da par- te dei datori di lavoro e degli organi preposti alla prevenzione e alla sicurezza. Questi estivi sono i mesi più a rischio: in ogni settore. Il caldo, lo stress accumulato durante l’inverno, l’attenzione che cala per la stanchezza sono tra i maggiori im- putati degli incidenti sul lavoro. Lo dicono le sta- tistiche e purtroppo lo conferma la cronaca».

0

UjTV News24 STUPRATORE, MANCA IL NOME ESCURSIONISTA FERITA L’IDENTIFICAZIONE dello stupratore BRUTTA avventura per una

UjTV News24

STUPRATORE, MANCA IL NOME ESCURSIONISTA FERITA

L’IDENTIFICAZIONE dello stupratore

BRUTTA avventura per una 78enne

del Chico Mendes si fa più complicata. ternana rimasta ferita alla gamba

C’è una foto che ritrae il giovane aggressore, riconosciuto come tale anche dalla vittima, ma i carabinieri

durante un’escursione ai Prati di Stroncone, in un sentiero impervio. L’incidente si è verificato ieri mattina.

non sarebbero ancora riusciti a dargli Il Soccorso alpino e speleologico

un nome. Peraltro non si esclude possa essere un minorenne.

(Sasu) è intervenuto su richiesta dalla centrale operativa del 118.

Picnic ai Prati, sosta gratis e niente cassonetti

Il nuovo sindaco cambia le regole dell’area naturalistica: le cartacce si riportano a casa

– STRONCONE –

AI PRATI con parcheggio gra- tis ma senza cassonetti, quindi chi fa picnic i rifiuti li riporta a casa. Lo ha deciso il nuovo sin- daco Giuseppe Malvetani, che intende in questo modo incenti- vare i flussi turistici in uno dei luoghi più caratteristici del Ter- nano. «Quello del parcheggio grati era un impegno che avevo preso con gli elettori – spiega il sindaco – anche perché ritengo

L’APPELLO «Ai turisti chiediamo di non lasciare i rifiuti e poi di differenziarli»

che far pagare 8 euro al giorno di parcheggio in una zona, pur bel- lissima ma che necessita di un adeguato rilancio sul piano turi- stico, non sia la scelta più lungi- mirante. Abbiamo deciso, quin- di, di esentare tutti, residenti e non, dal pagamento dei parcheg- gi nei mesi di luglio ed agosto. Ma non ci siamo limitati a que- sto, abbiamo anche potenziato i servizi Quest’anno saranno ben quattro i bagni a disposizione, anche questi gratuiti come i par- cheggi, sebbene ormai quasi ovunque, specie nelle località tu- ristiche, i servizi igienici siano a

muovere le isole ecologiche. In- tanto, costituiscono una bruttu- ra dal punto di vista estetico, es- sendosi trasformate peraltro in piccole discariche a cielo aperto.

picnic in famiglia – aggiunge il Poi lo smaltimento delle tonnel- timana saranno distribuiti ai tu-

sindaco –, chiediamo la cortesia, così come avviene da tempo in tante altre località turistiche, di riportare a casa i rifiuti prodotti e differenziarli correttamente Il Comune ha, infatti, deciso di ri-

euro l’anno. Infine tutta questa

di ai cittadini) dai 20 ai 30mila

late di rifiuti indifferenziati pro- dotti costano al Comune (e quin-

risti sacchetti per i rifiuti e vo- lantini informativi, nell’ambito

di una più ampia campagna pro- mozionale dei Prati di Stronco- ne.

mole di indifferenziata abbatte

la percentuale di raccolta diffe-

pagamento». E veniamo ai rifiu- ti, è qui che il Comune chiede un «piccolo sforzo» ai turisti. «A chi si mette sul prato per passare qualche ora in relax o per fare il

renziata (oggi Stroncone è al 65%, al di sotto di quanto fanno comuni limitrofi più virtuosi) e questo comporta una Tari più sa- lata per tutti». Nei primi fine set-

Stefano Cinaglia

sa- lata per tutti». Nei primi fine set- Stefano Cinaglia Vertice Asm Menecali presidente Il sindaco

Vertice Asm

Menecali presidente

Il sindaco Leonardo Latini ha scelto il nuovo presidente dell’Asm: è il dottor Mirko Menecali, 47enne ternano, manager nel settore privato, da vent’anni lavora fuori città, dal 2010 a Parma. Sposato, padre di una figlia, laureato in economia e commercio, dal 2010 è dirigente di una societò di consulenza(Sinfo One).

2010 è dirigente di una societò di consulenza(Sinfo One). NEOELETTO Il sindaco Giuseppe Malvetani Droga: arrestato

NEOELETTO Il sindaco Giuseppe Malvetani

Droga: arrestato spacciatore quindicenne, denunciato il complice

– TERNI –

ARRESTATO uno spacciatore 15enne, denunciato un complice 16enne. Entram- bi ternani. Fermato e controllato dai cara- binieri al parco della Passeggiata, dove si trovava insieme ad un amico, il 15enne è stato trovato in possesso, nel marsupio, di 25 grammi di hashish, già suddivisi in do- si. Per il giovanissimo studente ternano è scattato l’arresto per detenzione illecita di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. De-

nunciato l’altro ragazzo, 16enne anche lui studente, che deteneva una decina di gram- mi della stessa sostanza. I due, entrambi già indagati in passato, sono stati notati da una pattuglia a piedi dell’Arma muoversi in continuazione e con circospezione fra i vari gruppi di coetanei che stazionavo sul- le panchine del parco. Visto anche il loro nervosismo sono stati dunque controllati. Il 15enne, oltre alla droga, aveva con sé ol- tre un centinaio di bustine di cellophane nascoste in una confezione di tabacco ed

analoghe a quelle delle dosi già confeziona- te, nonché 300 euro in contanti in banco- note di piccolo taglio, presumibile proven- to di spaccio. Nascosto nella biancheria in- tima, aveva anche un bilancino di precisio- ne, sequestrato poi anche al 16enne. L’arre- stato, al termine dell’udienza di convalida per rito direttissimo, è stato sottoposto agli arresti domiciliari nella propria abitazio- ne. La vicenda conferma ancora una volta quanto il consumo di droghe sia diffuso tra i più giovani.

ENPA DENUNCIA SOCIAL

Rondini ‘‘incollate’’ ai muri dell’ospedale «Una vera strage»

– TERNI –

«OSPEDALE Santa Maria: il cimitero delle rondini», inizia così la denuncia social dell’Enpa. «Ci vengono segnalati dai cittadini che si recano in ospedale – spiega l’Ente protezione animali – casi di rondini praticamente incollate ai muri dell’ospedale stesso. Non si capisce cosa stia succedendo, se qualcuno ha spalmato adesivi sui muri, fatto sta che le rondini si trovano intrappolate e muoiono di una morte orribile. Le nostre guardie zoofile hanno portato una rondine morta, con le piume appiccicate sembra da catrame, all’Istituto zooprofilattico dell’Asl 2. Appena avremo i risultati, Enpa provvederà a procedere, anche per vie legali, contro chi ha perpetrato questo orrore. Intanto si chiede alla direzione

dell’ospedale di verificare le cause del problema». Perentoria la replica del Santa Maria:

«Non ci risulta». La direzione precisa «di essersi già attivata per le opportune verifiche, ma di non aver ricevuto segnalazioni al riguardo, senza comunque escludere che sia anche possibile trovare una rondine morta, per qualsiasi ragione, nell’area di pertinenza dell’ospedale». Il Santa Maria sottolinea che «si tratta di notizie da verificare», precisando «che non è presente catrame nelle coperture o nelle pareti verticali esterne del nosocomio: le coperture piane del corpo centrale sono protette con guaina elastoplastomerica, mentre le pareti sono rivestite in mattoni».

centrale sono protette con guaina elastoplastomerica, mentre le pareti sono rivestite in mattoni». Volontariato Enpa

Volontariato Enpa

LA SVOLTA L’ISTITUTO MUSICALE INCASSA SUBITO 180MILA EURO

Il Briccialdi respira: ecco i fondi ministeriali

– TERNI –

BOCCATA d’ossigeno per l’Istituto musicale «Bric- cialdi» che incassa i fondi ministeriali straordinari propedeutici all’agognata «statalizzazione». Si tratta di 400mila euro complessivi, di cui 180mila andran- no alla scuola superiore di musica nei prossimi gior- ni. «Grazie al ministro Marco Bussetti è stata data opportunità all’Istituto Briccialdi (e con esso ad al- tre realtà in difficoltà economiche presenti nei Co- muni italiani in dissesto, come appunto quello di Terni) di poter ottenere, tramite apposito bando del Miur, un contributo straordinario che, in attesa del processo di statalizzazione, gli permetterà di poter

proseguire l’attività», è quanto dichiarano congiun- tamente il commissario della Lega a Terni, Barbara Saltamarini, il sindaco Leonardo Latini e il gruppo consiliare del Carroccio. «Il mio impegno – aggiun- ge la Saltamartini – e quello di tutti i parlamentari umbri non si fermerà qui, perché obiettivo è di risol- vere il problema definitivamente arrivando alla stata- lizzazione del Briccialdi«. Solo due mesi fa al «Bric- cialdi» era scattata l’occupazione, durata poi pochi giorni, che era stata decisa dall’assemblea dei docen- ti per chiedere chiarezza sul processo di statalizzazio- ne e denunciare il mancato pagamento degli stipen- di.

docen- ti per chiedere chiarezza sul processo di statalizzazio- ne e denunciare il mancato pagamento degli

0

UjTV News24

€ 2,50* in Italia — Venerdì 5 Luglio 2019 — Anno 155°, Numero 183 — ilsole24ore.com

*solo per gli acquirenti edicola e fino ad esaurimento copie in vendita abbinata obbligatoria con HTSI – How To Spend It (Il Sole 24ORE € 2 00 + HTSI € 0,50)

Poste italiane Sped. in A.P. - D.L. 353/2003 conv. L. 46/2004, art. 1, C. 1, DCB Milano

- D.L. 353/2003 conv. L. 46/2004, art. 1, C. 1, DCB Milano Fondato nel 1865 Quotidiano
- D.L. 353/2003 conv. L. 46/2004, art. 1, C. 1, DCB Milano Fondato nel 1865 Quotidiano

Fondato nel 1865 Quotidiano Politico Economico Finanziario Normativo

Fisco Nel processo telematico notifiche valide senza limiti orari

Laura Ambrosi a pagina 23

valide senza limiti orari Laura Ambrosi — a pagina 23 Decreto Crescita Affitti turistici e hotel

Decreto Crescita Affitti turistici e hotel nella morsa dei controlli Interno-Entrate

Fabio Diaferia a pagina 27

controlli Interno-Entrate Fabio Diaferia — a pagina 27 FTSE MIB 22120,70 +0,98% | SPREAD BUND 10Y
controlli Interno-Entrate Fabio Diaferia — a pagina 27 FTSE MIB 22120,70 +0,98% | SPREAD BUND 10Y
controlli Interno-Entrate Fabio Diaferia — a pagina 27 FTSE MIB 22120,70 +0,98% | SPREAD BUND 10Y
controlli Interno-Entrate Fabio Diaferia — a pagina 27 FTSE MIB 22120,70 +0,98% | SPREAD BUND 10Y
controlli Interno-Entrate Fabio Diaferia — a pagina 27 FTSE MIB 22120,70 +0,98% | SPREAD BUND 10Y

FTSE MIB 22120,70 +0,98% | SPREAD BUND 10Y 207,40 +9,10 | €/$ 1,1288 -0,04% | ORO FIXING 1414,90 +0,10%

|

Indici&Numeri

w

PAGINE 30-33

Banche, con lo spread a quota 200 recuperato un miliardo

MERCATI E POLITICA

Sesto rialzo consecutivo per la Borsa di Milano:

per il credito balzo del 3,5%

Tria: per i conti 2020 correzione minima Blindato il Dl sui risparmi

Reddito di cittadinanza per l’Inps realizzato al 77% Quota 100 ferma al 55%

Nuovi rialzi ieri a Piazza Affari (+9% nell’ultimo mese e +20,7% da gennaio) grazie agli acquisti sui titoli bancari (in media +3,5% ieri e +8% in una settimana), che stan- no beneficiando del calo dello spread: ieri è risalito a 207 punti base ma è molto lontano dai pic- chi di 320 punti di novembre. Da ricordare che le banche hanno in

bilancio 400 miliardi di titoli go- vernativi e quando i rendimenti si

muovono devono aggiornare i bi- lanci: ora i titoli in portafoglio (i cui rendimenti scendono e i prezzi salgono) stanno ridando slancio

ai valori in bilancio. Con una boc-

cata d’ossigeno per i coefficienti patrimoniali: secondo Intermon- te, 100 punti di spread in meno equivalgono per le grandi banche

italiane a un rialzo di un miliardo

in termini di capitale aggiuntivo.

Sul fronte dei conti pubblici audizione al Senato del ministro

Tria: la correzione per evitare la procedura di infrazione è stata «molto forte» e anche per il 2020 si dovrà mettere in conto

di fare un, seppur minimo, nuo-

vo aggiustamento. Infine ieri gli ultimi dati Inps sul reddito di cittadinanza: a fine anno un milione le richieste ac-

cettate (circa il 77% di quanto sti- mato in origine). Per “Quota 100” 150-160mila le uscite anticipate

(55%).

servizi alle pagine 3 e 5

DOMANI SU PLUS 24

Borse, titoli di Stato e oro tutti in rialzo nei primi sei mesi

con il Sole 24 Ore

Arcelor, intesa in arrivo su immunità a tempo

VERSO UN DECRETO

Allo studio una norma interpretativa che assicuri la tutela da gestioni passate

Si allontana per l’ex Ilva di Taranto il rischio di una chiusura dopo l’aboli-

zionedell’immunitàpenaleeammi-

nistrativa, che in base al decreto cre- scita scadrà il 6 settembre: si va verso

un’intesa dopo l’incontro tra il mini- stro Di Maio e i vertici di ArcelorMit-

tal, il ceo europeo Van Poelvoorde e

quello italiano Jehl. Il negoziato è stato incentrato sulle tutele legate

alleresponsabilitàdellavecchiapro-

prietà:contuttaprobabilitàsaràva-

rataunanuovanorma,mentrenon

convincerebbe l’azienda l’ipotesi di

un mero parere dell’Avvocatura del-

lo Stato. La norma allo studio - per il

M5Sunacorrezioneinterpretativae

non il ripristino della vecchia immu- nità-costituirebbeunatutelalegale per l’azienda di fronte a responsabi-

litàriconducibilialleprecedentige-

stioni. Fotina e Palmiotti a pag. 10

Putin: vogliamo accordo Usa-Cina sui dazi

LA VISITA A ROMA

«Noi vogliamo» che ci sia un accor- do commerciale Usa-Cina perché in caso contrario «tutta l’economia mondiale perderà». È la preoccu- pazionedel presidenterussoPutin, ieri a Roma in visita di Stato. In una

conferenza stampa con il premier Conte ha tra l’altro apprezzato gli sforzi dell’Italia sulle sanzioni Ue alla Russia: «Speriamo che porti

avanti la posizione di un ritorno dei rapporti a 360 gradi con la Russia».

In mattinata il capo di Stato russo è

stato ricevuto dal Papa in Vaticano. Scott, Pelosi, Marroni a pag. 2

IL MADE IN ITALY NELLO SPORT MONDIALE

AFP

REUTERS

g . 2 IL MADE IN ITALY NELLO SPORT MONDIALE AFP REUTERS Tennis. Impianto di condizionamento

Tennis. Impianto di condizionamento per il campo 1 coperto

Aermec, ordine da 6 milioni per il campo 1 a Wimbledon

Antonio Larizza a pag. 11

per il campo 1 a Wimbledon Antonio Larizza — a pag. 11 Sci. Reti di sicurezza,

Sci. Reti di sicurezza, materassi e pali snodabili da slalom sulle piste cinesi

Spm, reti e pali da sci per le piste di Pechino 2022

Luca Orlando a pag. 11

Farmaci, l’Italia investe tre miliardi

PRODUZIONE IN CRESCITA

la produzione (+3,2%) e l’export (+4,7%) che vale 26 miliardi dei 32 totali. Nei prossimi anni si aspetta- no grandi rivoluzioni nelle terapie:

Nel corso del 2018 l’industria farma-

ceutica italiana ha investito 3 miliar-

«Noi siamo pronti, ma bisogna pro-

di

con una crescita del 7,1%: 1,7 spesi

grammare», ha spiegato il presiden-

in

ricerca e sviluppo (+35% negli ul-

te di Farmindustria, Massimo Scac- cabarozzi, durante l’assemblea an- nuale. Marzio Bartoloni a pag. 6

timi 5 anni) e 1,3 in nuovi impianti ad alta tecnologia . In crescita anche

1,3 in nuovi impianti ad alta tecnologia . In crescita anche INNOVATION DAY. BOLOGNA L’Emilia attira

INNOVATION DAY. BOLOGNA

L’Emilia attira le imprese:

nuovo bando da 22 milioni

L’Emilia attira le imprese: nuovo bando da 22 milioni Grattagliano, Orlando e Ronchetti — a pag.

Grattagliano, Orlando e Ronchetti a pag. 12

Condanne confermate per Geronzi e Arpe

CASSAZIONE

a pag. 12 Condanne confermate per Geronzi e Arpe CASSAZIONE Banchiere. Cesare Geronzi Presidente di Sator.
a pag. 12 Condanne confermate per Geronzi e Arpe CASSAZIONE Banchiere. Cesare Geronzi Presidente di Sator.

Banchiere.

Cesare

Geronzi

Presidente

di Sator.

Matteo Arpe

I due banchieri erano imputati per il crac Ciappazzi (Parmalat)

La Cassazione ha confermato ieri le condanne a 4 anni e 6 mesi di reclusione per l’ex banchiere Ce-

sareGeronziea3annie6mesiper

il banchiere Matteo Arpe, nell’am- bitodel processosul crac delleac- que minerali Ciappazzi, filone dell’inchiestaParmalat.Sonostati condannatiancheRobertoMonza

eAntonioMutoa3anniedueme-

si ciascuno, Riccardo Tristano a 3

anni e Eugenio Favale a 2 anni e 2 mesi. Sarà invece la Corte di Ap- pello di Bologna a stabilire quale sarà la durata delle pene accesso- rie. I giudici dovranno stabilire

perquantotempogliimputatisa-

ranno inibiti dal ricoprire incari- chi societari e pubblici uffici. Longo e Graziani

—a pagina 17

SALVATAGGI

Carige, Bper chiede piano alla veneta

Luca Davi a pag. 14

Astaldi, Sace congela le garanzie

Laura Galvagni a pag. 14

PANORAMA

BUFERA SULLE PROCURE

Fuzio da Mattarella, poi lascia. «Senso di responsabilità»

Il procuratore generale della Cassa- zione Fuzio, finito nelle intercetta- zioni dell’inchiesta di Perugia, ha vi- sto al Quirinale il presidente della Repubblica Mattarella, cui ha comu- nicato la decisione di essere colloca- to a riposo anticipato«dal 20 no- vembre 2019». Una decisione, ha ri- levato Mattarella, «assunta con sen- so di responsabilità». a pagina 8

INDICE FE-SOLE24ORE

PRESSIONE FISCALE, IL TAX RATE AUMENTA DA NOVE MESI

Marco Fortis

a pagina 20

ENERGIA

Eon realizzerà una centrale nel polo chimico Torviscosa

In dirittura l’accordo per costruire a

Torviscosa (Udine) una centrale di tri- generazionedelcolossotedescoEon:

produrràelettricità,caloreerefrige-

razionepergliimpiantidellaHaloIn-

dustry,aziendacontrollatadallaCaf-

faro (gruppo Bertolini) che ha come soci anche il gruppo Bracco e la finan- ziaria regionale Friulia. a pagina 13

NUOVO CASO NAVE ONG

La Libia: pronti a rilasciare tutti i migranti dei centri

La Libia potrebbe aprire le porte dei centri di accoglienza per im- migrati. L’annuncio arriva dal mi- nistero degli Interni libico e do- vrebbe riguardare 6-7mila perso- ne, di cui oltre 3mila a Tripoli. In- tanto la nave Mediterranea con 54 naufraghi a bordo rischia di ripe- tere il caso Sea Watch. a pagina 22

tere il caso Sea Watch. — a p a g i n a 2 2 INDUSTRIA

INDUSTRIA

STILE

BELLEZZA

— a p a g i n a 2 2 INDUSTRIA STILE BELLEZZA Fendi: «Un progetto

Fendi: «Un progetto per creare nuova occupazione con la manifattura»

Laprimadasinistradelle28statueposte

allabasedelPalazzodellaCiviltàItaliana

all’Eur,sedediFendi,rappresental’arti-

gianato.Metaforaperribadirequantoil

lavorodellemanisiafondamentaleper

erigerepalazzieaziende.Sonoimaestri

artigianidelmarchioromanochehan-

nodatovitaalle54creazionidellacolle-

zioneFendi,presentataierifraleantiche rovine del Tempio di Venere a Roma, dedicatoallesuedivinitànatali:eDawn of Romanity è il titolo della collezione disegnata da Silvia Venturini Fendi, la primasenzaKarlLagerfeld. Chiara Beghelli a pag. 28

UjTV News24

UjTV News24 Venerdì 5 luglio 2019 Quotidiano di ispirazione cattolica www.avvenire.it ANNO LII n° 158 1,50

Venerdì 5 luglio

2019

Quotidiano di ispirazione cattolica www.avvenire.it
Quotidiano di ispirazione cattolica
www.avvenire.it
2019 Quotidiano di ispirazione cattolica www.avvenire.it ANNO LII n° 158 1,50 € Sant’Antonio Maria Zaccaria

ANNO LII n° 158 1,50

Sant’Antonio Maria

Zaccaria

sacerdote

acquisto

4,20

Opportunità

di

in

edicola:

Avvenire

+ Luoghi dell’Infinito

Quotidiano di ispirazione cattolica

www.avvenire.it

Editoriale

La politica e la famiglia ferita

DISTRAZIONI DA INDAGARE

LUCIANO MOIA

I l nostro sistema di tutela dei minori in difficoltà è una strana e complessa

macchina. Con tanti ingranaggi oliati alla perfezione che, soprattutto in alcune regioni, vanno a mille. E qualche altro ingranaggio che, in altre regioni, e non è solo una questione di

latitudine, cigola, stride e spesso si ingrippa. Da una parte ci sono le famiglie fragili, quelle disgregate, quelle che non riescono più a occuparsi dei figli per povertà, malattia e tante altre ragioni. In mezzo amministrazioni locali, assistenti sociali, terapeuti, psicologi, consulenti, tribunali minorili. Dall’altra parte – e siamo nella parte finale – le circa tremila comunità che in modo improprio

ci ostiniamo a definire "case

famiglia". I luoghi dove cioè finiscono i circa 21mila minori costretti a vivere fuori dalle

famiglie di origine. Ora, illudersi

di poter risolvere i loro drammi

partendo dalla parte finale del problema è una stravaganza che non capiterebbe in alcun Paese civile. È come chi pretendesse di migliorare la stabilità di un edificio mettendo mano alla geometria delle tegole. Eppure governo e maggioranza parlamentare esultano per

l’avvio della procedura d’urgenza che permetterà di insediare in tempi rapidi una commissione d’inchiesta sulle attività delle case famiglia.

Si promettono massima

trasparenza e controlli più severi per fare luce sui casi sospetti ed eliminare ogni irregolarità. Auspicio che naturalmente condividiamo. Anzi, che sollecitiamo con tutta la forza perché nulla è più insopportabile e odioso della criminalità che lucra sulla pelle dei minori senza

famiglia o che vivono in situazioni

di marginalità e di abbandono.

Ma proprio perché l’obiettivo di questa complessa operazione è il benessere dei bambini, la loro dignità, la possibilità di preparare un futuro migliore di quanto la sorte abbia loro assegnato, occorre calibrare i passi e riflettere con attenzione prima di lanciarsi in battaglia contro i mulini a vento. Bisognerebbe chiedersi, per esempio, se le norme che regolano il funzionamento delle comunità – "Linee di Indirizzo per l’accoglienza nei servizi residenziali per minorenni" approvate dalla Conferenza Stato regioni il 14 dicembre 2017 – siano ancora efficaci, con la loro minuziosa suddivisione in sette tipologie, o non richiedano un intervento di razionalizzazione. Ma, soprattutto, sarebbe necessario chiedersi se gli organismi che oggi hanno il compito di verificare le attività delle case famiglia – Aziende sanitarie e Procure minorili – dispongano di strumenti e risorse adeguate (umane ed economiche) per farlo in modo efficace e regolare.

continua a pagina 2

INTERVISTA/GARANTE

Albano: sui minori mancano criteri e dati trasparenti

Daloiso e Moia

a pagina 9

La nave Alex punta a nord e chiede l’approdo a Lampedusa. Il ministro Salvini: vadano a Tunisicriteri e dati trasparenti Daloiso e Moia a pagina 9 ■ I nostri temi REPORTAGE Quelle

I nostri temi

REPORTAGE

Quelle bambine del Togo violate e accolte

MATTEO FRASCHINI KOFFI

La piaga degli stupri afflig- ge il Paese. "Avvenire" ha incontrato le giovani vitti- me, i figli e le suore che ac- colgono entrambi.

A pagina 3

me, i figli e le suore che ac- colgono entrambi. A pagina 3 I MALI E

I MALI E I RIMEDI

Salvare Roma Può farlo solo la solidarietà

MARCO IMPAGLIAZZO

Papa Francesco ha recente- mente detto, parlando di Ro- ma: «Lasciamoci portare in mezzo al cuore della città per ascoltarne il grido, il gemito».

A pagina 3

Sommersi e salvati

Dispersi 80 migranti dalla Tunisia, Mediterranea prende a bordo 54 naufraghi Il governo Serraj: non possiamo garantire la sicurezza, liberiamo 7mila profughi

TRA MESSICO E USA

Nuova tragedia nel Rio Grande. Alia, una bimba di due anni, è scomparsa nello stesso fiume al confine tra Messico e Stati Uniti in cui, dieci giorni fa, e- rano annegati un immigrato salvadoregno e sua figlia.

Un’altra bimba cade e annega nel Rio Grande

Servizio

 

a pagina 20

ILARIA SOLAINI

a bordo di Alex & Co/Mediterranea

Quando la motovedetta libica fa ma- novra per tornare indietro, le urla di gioia scoppiano sulla Alex & Co di Mediterranea che ha appena soc- corso 54 vite umane. Tra loro ci so- no anche 5 bambini, 10 donne, di cui 2 incinte e in totale 11 minori. È il momento catartico: arriva dopo quattro giorni di pattugliamento e a

meno di una settimana dall’appro- do tumultuoso della Sea Watch 3 a Lampedusa. Un canto liberatorio scioglie tutta la tensione che si re- spira a bordo del gommone e del ve- liero, pronto in serata a fare rotta ver- so Lampedusa. E a chiedere un por- to sicuro che il Viminale immedia- tamente gli nega: «Vadano in Tuni- sia», tuona Salvini.

Lambruschi e Spagnolo a pagina 6

LA VISITA Un’ora a colloquio con il Pontefice su Siria e Venezuela. Il governo lo
LA VISITA
Un’ora a colloquio con il Pontefice su Siria e Venezuela. Il governo lo appoggia sulla fine dei limiti all’export
Putin ascolta
il Papa
E sulle sanzioni
trova sponde
Primopiano alle pagine 4 e 5
INTERVISTA
PIETRO SACCÒ
L’arcivescovo,cheèanchepresidentedellaCom-
missione episcopale Cei per i problemi sociali,
il
lavoro, la giustizia e la pace, invita l’esecutivo
e
ArcelorMittal al dialogo per dare un futuro al-
l’acciaieriapugliese:«Dobbiamointerveniresul-
la produzione per fare in modo che non nuoc-
cia alle persone e all’ambiente. Ma non possia-
mo lasciare chiudere l’impianto». Adesioni mas-
sicce allo sciopero contro la richiesta di cassa in-

L’arcivescovo di Taranto: trattativa a oltranza per l’immunità

Santoro: ora il governo non fermi la nuova Ilva

tegrazione per 1.395 addetti. «Lo sciopero – no- ta Santoro – è un atto di responsabilità dei la- voratori, che finalmente intervengono e riven- dicano i loro diritti». Apprezzati i passi avanti dell’azienda sul fronte dell’ambiente, ma serve dialogoconi sindacati. «Laprospettivadevees- sere quella di mettere il bene delle persone al pri- mo posto, difendendo con lo stesso impegno il lavoro, la salute e l’ambiente».

Mazza a pagina 23

RESTAURO DOPO IL SISMA

Rinasce a Ussita la Madonna in pezzi

RESTAURO DOPO IL SISMA Rinasce a Ussita la Madonna in pezzi EMERGENZA RIFIUTI LABORATORIO CEI

EMERGENZA RIFIUTI

LABORATORIO CEI

Zingaretti scalza Raggi Il nodo degli impianti

Catechesi alla ricerca di nuovi modelli

 

Varagona a pagina 19

Ciociola e Mira a pagina 7

Muolo a pagina 21

19 Ciociola e Mira a pagina 7 Muolo a pagina 21 Canzoni da leggere Andrea Pedrinelli

Canzoni da leggere

Andrea Pedrinelli

A Paula Cooper

C’ è una canzone, coraggiosa per l’89, che è una sorta di lettera aperta alla ragazzina afroamericana che

quattro anni prima, appena quindicenne, aveva massacrato per soldi un’anziana:

venendo poi condannata nell’Indiana, ancora minorenne, alla pena di morte. «Pauline… Cosa fai quando viene la notte? Dove vai? Le tue amiche sono le solite, o no? Tua madre, si sa, non ha speso mai lacrime… Tu cosa fai, dove vai quando viene la notte…? «Vado al mare, senza i pensieri che mi spaccano la testa… Sogno il mare, tuffarsi e nuotare… Voglio il mare! Lì riuscirei anche a pregare… Chiedere scusa, se si può chiedere scusa:

voglio pagare, ma pagare con l’attesa… Non finire uccisa. Cos’hai fatto, Pauline, per un pugno di dollari? Ti serviva davvero, quel pugno di dollari? Pauline, abbi cura di te…

Abbi cura di te»«Vado al mare, senza i pensieri che mi spaccano la testa… Sogno il mare, tuffarsi e nuotare… Voglio il mare! Lì riuscirei anche a pregare… Chiedere scusa, se si può chiedere scusa: voglio pagare, ma pagare con l’attesa… Non finire uccisa. Cos’hai fatto, Pauline, per un pugno di dollari? Ti serviva davvero, quel pugno di dollari? Pauline, abbi cura di te… Abbi cura di te». A seguito di un’ampia mobilitazione umanitaria nel mondo, la pena di Paula Cooper venne poi commutata in sessant’anni di carcere: la donna è stata scarcerata nel 2013 ed è morta suicida nel 2015. Cinque mesi fa se n’è andato anche Giampiero Artegiani, autore-interprete del brano, cantautore di rango e sensibilità:

erano i giorni di Sanremo (che la sua "Perdere l’amore", interpretata da Massimo Ranieri, vinse) ma il Festival non l’ha ricordato. Eppure, Artegiani ha lasciato canzoni importanti come questa. Canzoni da leggere, e da riscoprire.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARCHITETTURA Portoghesi: «Così ho progettato la nuova cattedrale di Lamezia» Il testo e Servadio a
ARCHITETTURA
Portoghesi: «Così
ho progettato la nuova
cattedrale di Lamezia»
Il testo e Servadio a pagina 11
ARTE
In mostra a Martigny
le divergenze parallele
tra Rodin e Giacometti
Cecchetti a pagina 14
e Servadio a pagina 11 ARTE In mostra a Martigny le divergenze parallele tra Rodin e

UjTV News24

UjTV News24 Rifiuti, botte tra Raggi e Zingaretti . Lui l ’ accusa di “ arroganza

Rifiuti, botte tra Raggi e Zingaretti . Lui laccusa di arroganza, lei di non aver fatto nulla. Salvini si infila e attacca tutti e due. Tra i due litiganti il terzo gode?

y(7HC0D7*KSTKKQ( +}!"!/!"!\

il terzo gode ? y(7HC0D7*KSTKKQ( +}!"!/!"!\ Venerdì 5 luglio 2019 – Anno 11 – n° 183

Venerdì 5 luglio 2019

Anno 11 n° 183

Redazione: via di SantErasmo n° 2 00184 Roma tel. +39 06 32818.1 fax +39 06 32818.230

00184 Roma tel. +39 06 32818.1 – fax +39 06 32818.230 a 1,50 -Arretrati: a 3,00
00184 Roma tel. +39 06 32818.1 – fax +39 06 32818.230 a 1,50 -Arretrati: a 3,00

a 1,50 -Arretrati: a 3,00 - a 8,00 con il libro Cosa nostra spiegata ai ragazzi

e 1,50 Arretrati: e 3,00

Spedizione abb. postale D.L. 353/03 (conv.in L. 27/02/2004 n. 46) Art. 1 comma 1 Roma Aut. 114/2009

SCANDALO CSM-PD I business del renziano imputato e autosospeso. E Zinga zitto

Ma Lotti che mestiere fa?

Trama con Palamara, guida la corrente dem n.1 e vola a Londra per fare affari

p Il 29 maggio scorso, inve- ce di essere a Montecitorio, il deputato renziano è vo- lato nella City per chiudere un accordo sui diritti del calcio (che oggi dice essere fallito). Oggi, seppure so- spesodal partito, inizia la tre giorni di riunione della sua corrente a Montecatini

q CANNAVÒ E TECCE A PAG. 2

CONDANNATO

Renzi deve 15 mila euroaFirenze:

Danni da 125 mila

q SALVINI A PAG. 3

euroaFirenze: “ Danni da 125 mila ” q SALVINI A PAG. 3 Onnipresente Il deputato del

Onnipresente Il deputato del Partito democratico, Luca Lotti Ansa

SOSPETTI AL CSM

Fuzio si dimette (e mette sotto indagineFerri)

q PROIETTI A PAG. 4

dimette (e mette sotto indagineFerri) q PROIETTI A PAG. 4 NOMINE Paradiso, l ’ uomo di

NOMINE

Paradiso, luomo di Salvini&Casellati, indagatosul Csm

q MASSARI E PACELLI A PAG. 4

IL RIECCOLO

Palamararaccontò aLegnini (Pd) linchiestaperugina

q CAIA A PAG. 5

LA VISITA Una giornata in Italia

Putin ci prova con Salvini Che però sta con Trump

q FELTRI A PAG. 9

Mannelli

Salvini Che però sta con Trump q FELTRI A PAG. 9 Mannelli Il presidente russo offre

Il presidente russo offre allItalia un aiuto a Tripoli

q MARRA A PAG. 8

EX-ILVA E ora Di Maio media

La trattativa con Mittal:

scudo a tempo (e a tappe)

La trattativa con Mittal: scudo a tempo (e a tappe) q CASULA E DI FOGGIA A

q CASULA E DI FOGGIA A PAG. 6

GUERRA CIVILE La mossa annunciata dopo il bombardamento delle truppe di Haftar

Libia, beffa-ricatto di al Serraj:

Via dai campi 8 mila migranti

p Il leader riconosciuto dallOnu minacciadi chiu- dere i campi degli immigra- ti. Il rivale Haftar è daccor- do. Un modo per attirare lattenzione dopo le bombe che hanno fatto 53 morti

q ALBERIZZI A PAG. 10

le bombe che hanno fatto 53 morti q ALBERIZZI A PAG. 10 SOLO IN ITALIA Un

SOLO IN ITALIA

Unaltra SeaWatch con 50 profughi in arrivo dal mare

q SCIFO A PAG. 10

PRO E CONTRO

Carola liberata:

i pareri opposti di due ex-giudici

q FILORETO DAGOSTINO E NICOLA FERRI A PAG. 13

q FILORETO D ’ AGOSTINO E NICOLA FERRI A PAG. 13 La cattiveria Putin: “ Con

La cattiveria

D ’ AGOSTINO E NICOLA FERRI A PAG. 13 La cattiveria Putin: “ Con Salvini abbiamo

Putin: Con Salvini abbiamo i punti di vista che coincidono. Qualche problema con Gasparri

WWW.FORUM.SPINOZA.IT

LEPISTOLARIO

Lamore di-verso fra Gozzano e la sua Amalia

q TAGLIABUE A PAG. 22

BIELLA Le prime prodezze di Corradino, adoratore di Salvini

Sindaco al bacio, soldi&poltrone

» LORENZO GIARELLI

Sindaco al bacio, soldi&poltrone » LORENZO GIARELLI desso3.718eurolordialmese, mentre la sua squadra avrà

desso3.718eurolordialmese,

mentre la sua squadra avrà

indote2.231euro(2.788an-

drannoinvecealvicesinda-

co).DaltraparteilComune era rimasto indietro e qual- cuno doveva pur rimediare:

Nel passato cè stata una giunta che ha tagliato i compensi in ragione dellallargamento della squadra si è difeso Corradino ma oggi gli asses- sori sono solo sette.

A PAG. 14

P rima i biellesi? Certo, soprattutto quelli che

fannopartedellagiuntaco-

munale. Il neo sindaco del Comune piemontese, il leghi- sta Claudio Corradino, ha infatti deciso di battezzare il proprio man- dato con una delibera che ha aumen-

tato gli stipendi del primo cittadino,

delsuoviceedeisetteassessori.Rial-

zo del 30%: Corradino guadagnerà a-

zo del 30%: Corradino guadagnerà a- Il Cazzaro Verde è un Cazzaro Verde » MARCO TRAVAGLIO

Il Cazzaro Verde è un Cazzaro Verde

» MARCO TRAVAGLIO

È ufficiale: da ieri si può di- re che il vicepresidente del Consiglio, nonchémi-

nistrodellInterno,nonchécapo

della Lega, al secolo Matteo Sal-

vini,èunCazzaroVerde.Eilme-

rito di questa storica acquisizio- ne si deve, per quanto strano possa apparire, proprio a lui: al Cazzaro Verde. Era stato lui, in-

fatti, a querelare il sottoscritto per diffamazione, contestando davanti al Tribunale di Milano un editoriale satirico del 6 mag- gio 2018 intitolato appunto Il Cazzaro Verde, in cui si dimo- strava per tabulas la sua essenza

di Cazzaro Verde che fa politica

a suon di supercazzoleanzi-

ché lavorare. Larticolo riscosse un certo successo fra i lettori, tantè che produsse una rubrica pressoché quotidiana sul Fatto,

in cui, anziché inseguire con

commenti e cronache sdegnate

lasuaincessanteattivitàcazzara

e supercazzolara sui social, a cu-

ra dellapposita struttura comu-

nicativa denominata orgoglio-

samente La Bestia, raccogliamo

il meglio del peggio delle sue

sparate via Twitter e Facebook su tutto lo scibile subumano:

dalle colazioni a base di pane e Nutella agli sbarchi dei migran-

ti,

dal festival di Sanremo ai vari

dl

Sicurezza, dagli insulti a chi lo

critica alla Flat tax, dalle recen- sioni del Grande Fratello Vip e di simili programmi culturali agli altri punti programmatici della Lega (che momentaneamente ci sfuggono). Le querele, si sa, sono armi a doppio taglio: si possono vince- re, ma anche perdere; e chi le perde autorizza chi le vince a ri- vendicare come lecito ciò che chi perde riteneva diffamatorio.

È proprio quel che è accaduto al

Cazzaro Verde, che ieri sè visto archiviare la sua denuncia dal

gipLuigiGargiulo,ilqualehaac-

colto la richiesta della Procura

di Milano e del mio difensore

Caterina Malavenda e respinto

ilricorsodelsuodifensoreClau-

dia Eccher. La Procura riteneva che dare a Salvini del Cazzaro Verde esperto in supercazzole non fosse diffamazione, ma uso legittimo di espressioni veicola- te nella forma scherzosa e ironica propria della satirache consi- stono in unargomentazione che esplicita le ragioni di un giudizio negativo collegato agli specifici fatti riferiti e non si risolve in unaggressione gratuita alla sfe-

ra morale altrui. Ora il gip va ol- tre e nota che il Cazzaro Verde, nella sua querela, non nega mai i fatti oggetto dellarticolo, anzi arriva ad ammettere che nella vita politica la critica può assu- mere toni aspri di disapprovazio- ne, pur opinando che cazzaro verdee supercazzolasuperi- noilrequisitodellacontinenza.

E invece no, il giudice Gargiulo

ritienecheiononsia(ancora)in-

continente.

SEGUE A PAGINA 24

UjTV News24

Venerdì 5 luglio 2019 € 1,50 DIRETTORE VITTORIO FELTRI Anno LIV - Numero 183 www.liberoquotidiano.it
Venerdì 5 luglio 2019
€ 1,50
DIRETTORE VITTORIO FELTRI
Anno LIV - Numero 183
www.liberoquotidiano.it
OPINIONI NUOVE - Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale
D.L. 353/2003 (conv. in L.27/02/2004, n. 46) art. 1, comma 1, DCB Milano
e-mail:direzione@liberoquotidiano.it
ISSN: 1591-0420
y(7HB5J1*KOMKKR( +}!"!/!"!\

Presa in giro per Lombardia e Veneto

L’autonomia per ora passa ma sarà presto azzerata

Lega e Cinquestelle trovano l’accordo in consiglio dei ministri ma la riforma andrà in Parlamento, dove i grillini e la sinistra la massacreranno. E allora l’esecutivo ballerà

Governare rende

Perché Salvini non rompe il patto con M5S

VITTORIO FELTRI

La Lega nei sondaggi è cresciuta ul- teriormente, sfiorandoanzi superan- do il 38 per cento, un primato dai tempi della Democrazia cristiana. Un successo di queste proporzioni non lo raggiunse nemmeno Berlu- sconi nei tempi migliori. Cionono-

stante molta gente si domanda per- ché Salvini non spinga perlo sciogli- mento delle Camere allo scopo di promuovere elezioni anticipate efa-

re

fuori il Movimento 5 Stelle. La rispostaè semplice.Tuttii parti-

ti,

eccetto Fratelli d’Italia, insultano

a

sangue e quotidianamente Alber-

to da Giussano e così lo aiutano a

consolidarsi. L’abbondanza di im- properi e la mancanza di argomenti validi per contestare la linea del mi- nistro degli Interni creano una sorta

di corto circuito politico a tutto van-

taggio diMatteo,il quale, pur restan-

do fedele ai propri pronunciamenti classici, cioè fermo, subisce una spinta irresistibile verso l’alto. Egli sarebbe cretino a non sfrutta-

re la stoltezza dei propri avversari

incapaci, a differenza di lui, di met- tersi in contatto con il sentire popo- lare che poi è la fucina ( )

segue a pagina 7

Legge ferma alle Camere

Eutanasia e fine vita figlie di nessuno

FAUSTO CARIOTI

Eutanasia di un parlamento. Deputati

e senatori hanno optato per il suicidio

assistito del loro ruolo istituzionale, che una volta consisteva nello scrive-

re le leggi. Aver rinviato a settembre la discussione del testo ( )

segue a pagina 9

Allarme rosso, ma soprattutto giallo, colore dei grillini, per l’autonomia di Lombardia, Veneto ed Emilia Roma- gna. Dopo un anno di trattative Lega ed M5S avrebbero raggiunto un ac- cordo dimassima sulla riforma,al ter-

PIETRO SENALDI

mine di una riunione durata quasi quattro ore con almeno 50 tra mini- stri ed esponenti a vario titolo delle dueforze di governo. L’intesa, e que- sta è la buona notizia, sarebbe stata

trovata anche sui soldi. Per i primi tre anni i trasferimenti statalialle Regioni sarebbero calcola- ti in base alla spesa storica, ovverosia ciascuno ( )

segue a pagina 3

Domani è il giorno dedicato al gesto d’amore più diffuso

Il bacio è più intimo di un rapporto completo

Uno dei baci più famosi della storia: un marinaio bacia un’infermiera a Times Square, New
Uno dei baci più famosi della
storia: un marinaio bacia
un’infermiera a Times Square,
New York, nel giorno della
festa per la fine della Seconda
guerra Mondiale
VISTO DA LEI
VISTO DA LUI
AZZURRA BARBUTO
FABRIZIO BIASIN
Due sguardi che si penetrano e due bocche
che come calamite si attraggono. Lo spazio
circostante si annulla, il tempo si ferma ( )
Domani èil giorno dedicato al bacio e da ogni
angolo del pianeta riceverete input a limona-
re fino a farvi venire la lingua blu ( )
segue ➔ a pagina 15
segue ➔ a pagina 15

Scontro in mare

Ong scatenate Rubano profughi ai militari libici

LORENZO MOTTOLA

Solo un gruppetto di italia- ni di estrema sinistra pote- va sfidare la guardia costie- ra libica a bordo di un co- stosissimo panfilo a due al- beri. È la nave da soccorso più chic del pianeta, il che nonfa che confermarel’an- tico detto che pesa sugli ex comunisti: ( )

segue a pagina 5

Appello a Conte

Strage di Bologna Basta misteri e piste incredibili

RENATO FARINA

Appello al presidente Giu- seppe Conte. Premessa. Esistono carte che sarebbe- ro decisive per saperela ve- rità sull’assassinio di 85 per- sone, annientate da una bomba il 2 agosto 1980. Chi ha esaminato quei do- cumenti ( )

segue a pagina 8

ha esaminato quei do- cumenti ( ) segue ➔ a pagina 8 Prandini, presidente di Coldiretti

Prandini, presidente di Coldiretti

«Via il segreto di Stato sugli alimenti importati»

Rapporto di Unioncamere

Ci sono i posti di lavoro ma non i lavoratori bravi

(P. SEN.) - Il villaggio contadino della Coldiretti che da oggi e per tre giorni sarà protagonista a Mi- lano riassume perfettamente il senso di una sfida: portare la campagna in città. Ma non una campagna qualsiasi, bensì quel- la unica, inconfondibile ( )

segue a pagina 19

Caffeina

J-Ax contro Salvini e quelli che “hanno il Rolex sotto la felpa”. “Non sono il popolo e non lo rappresentano”. Lui no. Lui è povero e rappresen- ta il popolo. Emme

SANDRO IACOMETTI

I posti ci sono, i lavoratori no. Il rafforzamento deicentri perl’im- piego legato all’introduzione del reddito di cittadinanza non sem- bra aver cambiato le cose. Anzi, potrebbe addirittura ( )

segue a pagina 21

le cose. Anzi, potrebbe addirittura ( ) segue ➔ a pagina 21 Prezzo all’estero: CH -

UjTV News24

y(7HA3J1*QTTKLP( +}!"!/!"!\
y(7HA3J1*QTTKLP( +}!"!/!"!\
UjTV News24 y(7HA3J1*QTTKLP( +}!"!/!"!\ Venerdì 5 luglio 2019 € 1,20 S. Antonio Maria Zaccaria Anno LXXV
UjTV News24 y(7HA3J1*QTTKLP( +}!"!/!"!\ Venerdì 5 luglio 2019 € 1,20 S. Antonio Maria Zaccaria Anno LXXV
UjTV News24 y(7HA3J1*QTTKLP( +}!"!/!"!\ Venerdì 5 luglio 2019 € 1,20 S. Antonio Maria Zaccaria Anno LXXV
UjTV News24 y(7HA3J1*QTTKLP( +}!"!/!"!\ Venerdì 5 luglio 2019 € 1,20 S. Antonio Maria Zaccaria Anno LXXV

Venerdì 5 luglio 2019

€ 1,20

S. Antonio Maria Zaccaria Anno LXXV - Numero 183

Direzione, Redazione, Amministrazione 00187 Roma, piazza Colonna 366, tel 06/675.881 * Abbinamenti a Viterbo e prov.: Il Tempo + Corriere di Viterbo €1,20 a Rieti e prov.: Il Tempo + Corriere di Rieti €1,20 – a Latina e prov.: Il Tempo + Latina Oggi €1,50– a Frosinone e prov.: Il Tempo + Ciociaria Oggi €1,50 a Terni e prov. e nella Riviera Adriatica (da Milano Marittima a S. Benedetto del Tronto): Il Tempo + Corriere dell’Umbria €1,20

www.iltempo.it e-mail: direzione@iltempo.it

Rifiuti spariti. Solo dove passa Putin

Miracolo Dal centro alla periferia, la Capitale è sempre più sommersa dall’immondizia Ma il percorso del presidente russo è magicamente tirato a lucido. Può venire più spesso?

Campidoglio e Regione continuano a litigare: oggi arriva l’ordinanza

di Oshø

continuano a litigare: oggi arriva l’ordinanza di Oshø Si dimette il vicepresidente grillino dell’Aula. Al suo
continuano a litigare: oggi arriva l’ordinanza di Oshø Si dimette il vicepresidente grillino dell’Aula. Al suo
continuano a litigare: oggi arriva l’ordinanza di Oshø Si dimette il vicepresidente grillino dell’Aula. Al suo

Si dimette il vicepresidente grillino dell’Aula. Al suo posto subentra un eletto di Fratelli d’Italia: è stallo

La Raggi s’è persa pure il consiglio comunale

è stallo La Raggi s’è persa pure il consiglio comunale Paura negli uffici del Miur Operai
è stallo La Raggi s’è persa pure il consiglio comunale Paura negli uffici del Miur Operai

Paura negli uffici del Miur

Operai distratti aTrastevere Sfondato muro del ministero

Conti a pagina 19

Virginia Raggi perde un altro pezzo. Il

vicepresidente grillino del consiglio comu- nale Enrico Stefano (divenuto reggente in seguito all’arresto del collega Marcello De Vito era diventato) ha rassegnato le dimissio- ni. Al suo posto subentra l’altro vice, France- sco Figliomeni di Fratelli d’Italia. E ora in Aula Giulio Cesare è rischio stallo.

a pagina 17

in Aula Giulio Cesare è rischio stallo. ➔ a pagina 17 Tragedia sfiorata in riva al
in Aula Giulio Cesare è rischio stallo. ➔ a pagina 17 Tragedia sfiorata in riva al

Tragedia sfiorata in riva al Tevere

Ramo giù sulla banchina Ferita una famiglia intera

Mariani a pagina 16

Miracolo a Roma. Nonostante l’emer-

genza rifiuti, alcune strade del centro sono state tirate a lucido. Casualità, si tratta di quelle interessate dal percorso di Vladimir Putin, in visita nella Capitale. Intanto non si placa lo scontro Campidoglio-Regione: atte- sa per oggi l’ordinanza della Pisana.

Magliaro e Verucci alle pagine 6 e 7

Pisana. Magliaro e Verucci ➔ alle pagine 6 e 7 Ma Savona pensa ad elogiarsi Nientecontratto
Pisana. Magliaro e Verucci ➔ alle pagine 6 e 7 Ma Savona pensa ad elogiarsi Nientecontratto

Ma Savona pensa ad elogiarsi

Nientecontratto e wc fuori uso Polveriera Consob

elogiarsi Nientecontratto e wc fuori uso Polveriera Consob Caleri ➔ a pagina 3 Fazzone, De Meo,

Caleri a pagina 3

e wc fuori uso Polveriera Consob Caleri ➔ a pagina 3 Fazzone, De Meo, Simeone e
e wc fuori uso Polveriera Consob Caleri ➔ a pagina 3 Fazzone, De Meo, Simeone e

Fazzone, De Meo, Simeone e gli altri

I big del Lazio non si fidano Addio Toti, si rimane in FI

De Leo e Di Mario a pagina 5

Toti, si rimane in FI De Leo e Di Mario ➔ a pagina 5 Governo a
Toti, si rimane in FI De Leo e Di Mario ➔ a pagina 5 Governo a

Governo a trazione leghista

Autonomia e riforma fiscale Salvini detta le condizioni

Giovannini a pagina 4

Salvini detta le condizioni Giovannini ➔ a pagina 4 Il nuovo ds si presenta: «C’è da
Salvini detta le condizioni Giovannini ➔ a pagina 4 Il nuovo ds si presenta: «C’è da
Salvini detta le condizioni Giovannini ➔ a pagina 4 Il nuovo ds si presenta: «C’è da

Il nuovo ds si presenta: «C’è da ripartire, voglio una squadra di uomini»

Petrachi e la Roma «all’anno zero»

Gianluca Petrachi si

presenta. Il neo-direttore sportivo giallorosso ha le idee chiare: «La Roma è all’anno zero e voglio una squadra di uomini, c’è spa- zio solo per giocatori moti- vati». Apertura all’arrivo di Gonzalo Higuain: «Siamo la piazza migliore per lui, potrà seguire le orme di Ba- tistuta».

Biafora a pagina 27

Gonzalo Higuain: «Siamo la piazza migliore per lui, potrà seguire le orme di Ba- tistuta». Biafora

1.943.000 lettori (dati Audipress 2019/I)

UjTV News24

1.943.000 lettori (dati Audipress 2019/I) UjTV News24 TUTTA LA BONTÀ DELLE VERDURE IN EDICOLA A €
1.943.000 lettori (dati Audipress 2019/I) UjTV News24 TUTTA LA BONTÀ DELLE VERDURE IN EDICOLA A €

TUTTA LA BONTÀ DELLE VERDURE

IN EDICOLA A € 7,90

TUTTA LA BONTÀ DELLE VERDURE IN EDICOLA A € 7,90 VENERDÌ 5 LUGLIO 2019 | €
TUTTA LA BONTÀ DELLE VERDURE IN EDICOLA A € 7,90 VENERDÌ 5 LUGLIO 2019 | €

VENERDÌ 5 LUGLIO 2019 | € 1,50 | Anno161 - Numero 183 |

VENERDÌ 5 LUGLIO 2019 | € 1,50 | Anno161 - Numero 183 | Anno 20 -

Anno 20 - Numero 183 | www.lanazione.it

FIRENZE

Numero 183 | Anno 20 - Numero 183 | www.lanazione.it FIRENZE FIRENZE, IL DIETROFRONT SUI VOLONTARI

FIRENZE, IL DIETROFRONT SUI VOLONTARI DELLA SICUREZZA

Ronde, scoppia la polemica E lo stopimbarazza i dem

· In Cronaca

FIRENZE, IL DIETROFRONT SUI VOLONTARI DELLA SICUREZZA Ronde, scoppia la polemica E lo stopimbarazza i dem
la polemica E lo stopimbarazza i dem · In Cronaca PICCOLI LUSSI D’ANTAN GLI STAGISTI E

PICCOLI LUSSI D’ANTAN

GLI STAGISTI E I GARANTITI

di MICHELE BRAMBILLA

I ERI abbiamo dato

che condanna la

notizia della sentenza

sanità pubblica marchigiana a pagare a 300 infermieri 750.000 euro di arretrati perché non era stato riconosciuto loro, come lavoro, il tempo impiegato per mettersi e togliersi il camice: venti minuti al giorno. Oggi abbiamo scoperto che l’andazzo è praticamente legge in tutta Italia, e in tutti i mestieri o quasi. · A pagina 2

GUIDARE DISTRATTI

LA BANALITÀ DEL MALE

di RITA BARTOLOMEI

Q UANDO è stata l’ultima volta che avete spento il

cellulare? Di solito se il telefonino ci sta accanto muto, è perché è finita la carica. Ci mettiamo alla guida convinti che quel messaggio o quella chiamata non possano proprio aspettare. Ci devono trovare sempre. Dobbiamo rispondere sempre. Scrivere ‘ok’ a cento all’ora è come

guidare bendati per 278 metri. Guardate la carrellata di foto. · A pagina 5

Siamo il popolo della pausa caffè

Non solo gli infermieri: ecco tutti i ‘tempi morti’ che paghiamo

VEROLI, PEREGO e TROISE · A p. 2 e 3

LLAANNOOSSTTRRAAIINNCCHHIIEESSTTAA ABBIAMOFOTOGRAFATO ABBIAMOFOTOGRAFATO GLIITALIANIALVOLANTE GLIITALIANIALVOLANTE
LLAANNOOSSTTRRAAIINNCCHHIIEESSTTAA
ABBIAMOFOTOGRAFATO
ABBIAMOFOTOGRAFATO
GLIITALIANIALVOLANTE
GLIITALIANIALVOLANTE
(EALTELEFONINO).
(EALTELEFONINO).
COSÌABBIAMOCAPITO
COSÌABBIAMOCAPITO
PERCHÉGLIINCIDENTI
PERCHÉGLIINCIDENTI
SONOINAUMENTO
SONOINAUMENTO
·Allepagine4e5
· Alle pagine 4 e 5
RdC

LIBIA: 8000 IN PARTENZA

«Migranti salvati» La nave no global verso Lampedusa

COPPARI e L. BIANCHI · A pagina 7

SUL COLLE E DAL PAPA

Putin a Conte «Basta sanzioni, convinci la Ue»

G. ROSSI · A pagina 6

’NDRANGHETA AL NORD

AppaltiMalpensa nellemani dei clan Un autogol di Stato

RIGANO e MORONI · A pagina 11

FORNITORI INDIGNATI

Mail dell’azienda «Nonmandateci corrieri di colore»

RASPA · A pagina 10

«Nonmandateci corrieri di colore» RASPA · A pagina 10 y(7HA3J1*QSQPTQ( +}!”!/!”!\ DISCOTECA STORY Tutte le

y(7HA3J1*QSQPTQ( +}!”!/!”!\

DISCOTECA STORY

Tutte le notti in Capannina Da 90 anni

DISCOTECA STORY Tutte le notti in Capannina Da 90 anni SALVADORI · A pagina 13 EMILIA

SALVADORI · A pagina 13

EMILIA DEI MOTORI

Tornal’Isotta Saràelettrica l’auto del mito

· A pagina 13 EMILIA DEI MOTORI Tornal’Isotta Saràelettrica l’auto del mito TURRINI e PEDRINI ·

TURRINI e PEDRINI · A pagina 12

· A pagina 13 EMILIA DEI MOTORI Tornal’Isotta Saràelettrica l’auto del mito TURRINI e PEDRINI ·

POSTE ITALIANE S.P.A. - SPEDIZIONE IN ABBONAMENTO POSTALE - D.L. 353/2003 (CONV. IN L. 27/02/2004 N.46) ART. 1, COMMA 1 C/RM/41/2016

y(7HC4J9*QKKKKT( +}!"!/!"!\ ISSN 2499-6009

UjTV News24

www.ildubbio.news ANNO IV NUMERO 132 1,5 EURO VENERDÌ5LUGLIO2019 LIBIA NEL CAOS: I MIGRANTI SONO CIRCA
www.ildubbio.news
ANNO IV NUMERO 132
1,5 EURO
VENERDÌ5LUGLIO2019
LIBIA NEL CAOS: I MIGRANTI SONO CIRCA 8 MILA
CAOS PROCURE
Serraj dopo la strage di Tripoli
«Liberiamoireclusineicentri»
SARA VOLANDRI A PAGINA 11
Il Pg Fuzio
salesulColle
Poiannuncia
l’addio
allatoga
IL DUBBIO
GIOVANNI
M.JACOBAZZI
I l procuratore generale
della Cassazione

IL PREMIER E IL MINISTRO DELL’ECONOMIA SODDISFATTI

Tria: abbiamo corretto il bilancio adessoi conti sonoinsicurezza

I l ministro dell’Economia e delle Finanze, Giovanni

Tria, dice che non c’è stata

manovra correttiva ma una

forte correzione al bilancio «che ha portato ad un aggiu- stamento tra lo 0,3 e lo 0,4 per cento, il più forte degli ultimi anni». «L’aggiustamento è sta-

to fatto senza nessun taglio ai

programmi di spesa già deci-

si, ma con una conduzione at-

tenta e prudente della finanza pubblica», ha aggiunto prima

di

precisare che non si è tratta-

to

di «una manovra correttiva

nel senso tradizionale del ter-

mine Evitata la procedura di Bruxelles Conte e Tria sono più forti. DELGADO A PAGINA 5

SALVINI CRITICO

La mondezza dellaRaggi, ilgoverno interviene

ANDREA TOPPI A PAGINA 2

LA VISITA A ROMA DEL PRESIDENTE RUSSO PUTIN: «CONTATTI COSTANTI CON LA LEGA» E VA
LA VISITA A ROMA DEL PRESIDENTE RUSSO
PUTIN: «CONTATTI
COSTANTI CON LA LEGA»
E VA DAL PAPA
VAZZANA A PAGINA 3
Riccardo Fuzio ha chiesto di essere collocato a riposo anticipato. Lo comunica il Comitato di

Riccardo Fuzio ha chiesto

di essere collocato a

riposo anticipato. Lo comunica il Comitato di presidenza del Csm, spiegando che la data in cui il pg lascerà la magistratura è quella del 20 novembre prossimo. La data del 20 novembre per il suo collocamento a riposo è stata indicata dallo stesso Fuzio dopo che, durante la riunione

del Comitato di presidenza

di ieri pomeriggio, il

vicepresidente del Csm David Ermini e il primo presidente della Cassazione Giovanni Mammone gli avevano chiesto di tener conto «dei tempi per espletare la procedura di nomina del nuovo procuratore generale». La decisione è arrivata dopo che il Pg di Cassazione ha incontrato il presidente delle Repubblica, Sergio Mattarella. Lo stesso Mattarella, nei giorni scorsi, aveva chiesto una netta assunzione di responsabilità da parte dei magistrati coinvolti nel caso Palamara.

A PAGINA 6

LA RICHIESTA DEGLI AVVOCATI DELL’EX POLIZIOTTO

«L’ingiustadetenzione di Contrada vale 3 milioni»

DAMIANO ALIPRANDI

milioni di euro. Questa è

la richiesta tramite istanza

depositata - col patrocinio dell'avvocato Stefano Giordano - presso la Corte d'Appello di Pa-

lermo per la riparazione all’erro-

re giudiziario che Bruno Contra-

T re

da

ha subito. L'istanza trova tito-

lo

nella sentenza della Corte di

Cassazione del 2017, con la qua-

le - in ottemperanza di quanto

statuito dalla Corte Europea dei Diritti dell'Uomonel 2015-èsta-

ta dichiarata ineseguibile e im-

produttiva di effetti la sentenza con cui la Corte d'Appello di Pa- lermo aveva a suo tempo con-

dannato Contrada a dieci anni

di reclusione per il reato di con-

corso esterno in associazione di

tipo mafioso. Se tre milioni di

eurosembrano tanti, bisognaan-

dare a leggere le motivazioni di

tale richiesta. A PAGINA 7

dare a leggere le motivazioni di tale richiesta. A PAGINA 7 UN’AZIENDA AI SUOI FORNITORI La

UN’AZIENDA AI SUOI FORNITORI

La mail choc: «Non vogliamo trasportatori di colore»

U na mail choc ai propri for- nitori che non lascia dub-

bi: «Chiediamo tassativamen- te, pena interruzione di rappor- to di fornitura con la vs Società, che non vengano più effettuate

consegne utilizzando trasporta- tori di colore e/o pakistani, in- diani o simili». Questo il testo inviato dall’azienda di lavora- zione di metalli del Bresciano, la Chino Color Srl di Lumezza- ne, il 21 giugno scorso a tutti i suoi fornitori. La mail continua

sulla stessa linea: «Gli unici di nazionalità estera che saranno accettati saranno quelli dei pae- si dell’est, gli altri non saranno fatti entrare nella nostra azien- da né tantomeno saranno scari- cati». Il caso bresciano è arrivato subi- to anche a Milano dove indigna- zione è stata espressa dall’avvo-

cata esperta in tematiche anti-di- scriminazione Cathy La Torre e dai Sentinelli di Milano.

A PAGINA 13

Interessi correlati