Sei sulla pagina 1di 20

CALCOLI MACROSCOPICI: TRASPORTO DI MATERIA

La velocità di trasferimento di massa attraverso l’interfaccia ha,


per i processi di separazione, un ruolo altrettanto importante
delle condizioni di equilibrio termodinamico tra le fasi perchè
determina le dimensioni dell’apparecchiatura.

feed
CALCOLI MACROSCOPICI: TRASPORTO DI MATERIA

La velocità di trasferimento di massa attraverso l’interfaccia ha,


per i processi di separazione, un ruolo altrettanto importante
delle condizioni di equilibrio termodinamico tra le fasi perchè
determina le dimensioni dell’apparecchiatura.
Esistono approcci differenti per tener conto delle condizioni di
equilibrio e della velocità di trasferimento nei diversi processi
(vedi assorbimento e strippaggio vs distillazione ed estrazione
liquido-liquido, in rapporto all’uso di efficienze di stadi).

Tipi di estrattori
(a) Perforated-tray extractor, (b) rotating-disk extractor,
(c) mixer-settler extractor, (d) spray extractor,
(e) packed-tower extractor)
CALCOLI MACROSCOPICI: TRASPORTO DI MATERIA

La velocità di trasferimento di massa attraverso l’interfaccia ha,


per i processi di separazione, un ruolo altrettanto importante
delle condizioni di equilibrio termodinamico tra le fasi perchè
determina le dimensioni dell’apparecchiatura.
Esistono approcci differenti per tener conto delle condizioni di
equilibrio e della velocità di trasferimento nei diversi processi
(vedi assorbimento e strippaggio vs distillazione ed estrazione
liquido-liquido, in rapporto all’uso di efficienze di stadi).

Coefficienti di trasferimento interfacciale di materia


in sistemi gas-liquido

La velocità di trasferimento tra le due fasi dipende dal grado di


miscelazione e dall’estensione dell’area interfacciale (legati tra
loro e dipendenti dall’energia spesa per la miscelazione o per il
passaggio attraverso letti a riempimento).
La complessa distribuzione spaziale delle due fasi comporta la
rinuncia all’approccio fondamentale (coefficienti di diffusione,
profili di concentrazione) e il ricorso a quello ingegneristico,
all’uso di coefficienti di trasferimento:

coefficienti di trasferimento individuali (tra bulk e interfaccia)


k mc P
k mx  k mc c   k mp P

coefficienti di trasferimento di materia globali (tra bulk e bulk)
utili al calcolo del flusso molare di una specie (A) tra le due
fasi
N A  K OG  x A
La definizione di KOG (overall mass transfer coefficient) è
legata a quella della differenza tra le ‘bulk average mole
fractions’
CALCOLI MACROSCOPICI: TRASPORTO DI MATERIA

Il coefficiente globale Kog può essere correlato ai coefficienti


individuali, relativi ai due film contigui all’interfaccia liquido-gas,
come somma di due ‘resistenze
in serie’, legate ai coefficienti interfaccia
individuali, partendo da x AG
liquido

N A  K OG x  x OG  x GA i

 k mx
G

x AG  x GAi   x AL i
 k mx
L
x L
Ai  x AL  x AL gas

two film theory


All’interfaccia vale la relazione
di equilibrio
x GA  
x f x
G
A   m
L
A A x L
A
f x AL

che è lineare per bassi valori di G m A x AL


concentrazione x Ai

x  mAx
G L x  G 
A
Ai Ai
x AL x AL i x AL
 m A L 
 
G
x
L  Ai
N A  k mx
G
x AG  x GAi  k mx  x  K OG x  x OG
 mA mA A 
 
Le concentrazioni all’interfaccia non sono note e torna utile
introdurre un’altra concentrazione calcolabile dall’equilibrio e
dalla concentrazione della fase liquida (bulk)

x   m
G 
A x
A A
L
CALCOLI MACROSCOPICI: TRASPORTO DI MATERIA

Il coefficiente globale Kog può essere correlato ai coefficienti


individuali, relativi ai due film contigui all’interfaccia liquido-gas,
come somma di due ‘resistenze
in serie’, legate ai coefficienti interfaccia
individuali, partendo da x AG
liquido

N A  K OG x  x OG  x GA i

 k mx
G

x AG  x GAi   x 
G 
A
x AL i
 k mx
L
x L
Ai  x AL  x AL gas

All’interfaccia vale la relazione two film theory


di equilibrio
x GA  
x f x
G
A   m
L
A A x L
A
f x AL

che è lineare per bassi valori di G m A x AL


concentrazione x Ai

x  mAx
G L x  G 
A
Ai Ai
x AL x AL i x AL
 m A L 
 
G
x
L  Ai
N A  k mx
G
x AG  x GAi  k mx  x  K OG x  x OG
 mA mA A 
 
Le concentrazioni all’interfaccia non sono note e torna utile
introdurre un’altra concentrazione calcolabile dall’equilibrio e
dalla concentrazione della fase liquida (bulk)

x   m
G 
A x
A A
L

NA  k G
mx x G
A x G
Ai  k L
mx
1 G
mA
    K
x Ai  x GA

OG x  x OG
CALCOLI MACROSCOPICI: TRASPORTO DI MATERIA

  
E’ conveniente usare x GA , concentrazione di pseudoequilibrio
per definire xOG
 x OG  x AG  x GA   

x  k   x    K x  x  
1 G G  G 
NA  k G
mx
G
A x G
Ai
L
mx xA i A OG x
G
A A
mA
E’ così possibile sommare le resistenze in serie riguardanti i
due film adiacenti all’interfaccia, lato gas e lato liquido, usando
termini di concentrazione x G A
tra loro omogenei

x  x
G
A   
G 
A  x x  x  x
G
A
G
Ai    
 1 mA
 N A  G  LG
Ai
 k mx k mx
G 
A

  N A

1
K OG x
1 1 mA 1
 G  L K OG x 
K OG x k mx k mx 1 mA
G
 L
k mx k mx
Sperimentalmente, è misurabile soltanto K OG x e non i valori dei
coefficienti individuali che si possono ricavare da esso, nel caso
in cui la resistenza al trasferimento di materia sia controllata da
uno dei due film (gassoso o liquido).
mA piccolo (alta solubilità di A in fase liquida)
mA 1 1 1
L
 G  G K OG x  k mx
G
k mx k mx K OG x k mx
trasferimento di materia controllato dal film gassoso

mA grande (bassa solubilità di A in fase liquida)


mA 1 1 m L
k mx
L
 G  LA K OG x 
k mx k mx K OG x k mx mA
trasferimento di materia controllato dal film liquido
CALCOLI MACROSCOPICI: TRASPORTO DI MATERIA

Correlazioni dei coefficienti di trasferimento con i relativi numeri


caratteristici sono desumibili dai dati sperimentali a condizione
che l’area interfacciale sia nota. Altrimenti, le correlazioni sono
disponibili per i coefficienti volumetrici kmxai (ai: area interfacciale
per unità di volume)
Un esempio di correlazioni per aree interfacciali note riguarda i
flussi interni in tubi
moto laminare
S h  1.86 G z m
1/3

k mc D D m
Sh  ( DL oo DDG) ) Gz m  Re Sc 
D G G 4L DL
mass transfer Graetz number
moto turbolento
f
jM  jH   0.023 Re - 0.2
2
S h  0.023 R e 0.8 S c 1/3 0 .6  S c  2 .5
eguale all’equazione di Dittus-Boelter con Sc al posto di Pr

Per alti Sc ( 4 3 0  S c  1 0 5 )
S h  0 .0 0 9 6 R e 0.91 S c 0.35
CALCOLI MACROSCOPICI: TRASPORTO DI MATERIA

trasferimento di massa in colonne di assorbimento


(o strippaggio) (colonne a riempimento)
sistema reale

modello semplificato

N zL1 N zG1

z  z
z

N zL 2 N zG 2
CALCOLI MACROSCOPICI: TRASPORTO DI MATERIA

trasferimento di massa in colonne di assorbimento


(o strippaggio) (colonne a riempimento)

modello semplificato della sezione a riempimento

► correnti (liquida e gassosa) uniformi e parallele

► composizione e velocità uniformi nella sezione

► scambio di massa attraverso l’area interfacciale ai (riferita


all’unità di volume) di valore eguale nell’intero riempimento
► assenza di trasporto diffusivo nella direzione assiale (di moto
delle correnti)
► profili continui delle concentrazioni nella direzione del moto

modello semplificato

N zL1 N zG1

z  z
z

N zL 2 N zG 2
CALCOLI MACROSCOPICI: TRASPORTO DI MATERIA

N zL1 N zG1

z  z
z

N zL 2 N zG 2

Bilancio relativo alla specie A (specie assorbita), alla fase gas


e all’elemento di volume Szz

N AGz S z  N AGz S z - N Ai a i S z  z  0
z z  dz

N AGz  N AGz
z z  dz
- N Ai a i  0
z
dN AGz
 - N Ai a i  0
dz



d N zG x GA 
- N Ai a i  0
dz
dove il flusso molare interfacciale della specie A è dato da

N A i  K OG x x  x   
G
A
G 
A  K OG x  x OG
CALCOLI MACROSCOPICI: TRASPORTO DI MATERIA

x  è determinata da
G 
A
xAL, attraverso l’equazione di equilibrio,

x   m
G 
A A x AL
Dal bilancio relativo alla specie A relativo alla corrente liquida
per lo stesso elemento di volume Szz:



d N zL x AL 
 N Ai a i  0
dz
Assumendo, per convenzione, entrambi i flussi orientati nella
direzione positiva z, ne discende che N zL x AL è intrinsecamente
negativo.
Se la miscela è binaria e la specie B rappresenta il solvente in
fase liquida
x BL  1
K OG x  k mx
G

dove
NBi  k G
mx x   x 
G 
B
G
B

x   m
G 
B x
B B
L
mB 
pB0
P
la concentrazione di B in fase gassosa è dettata dalla tensione
di vapore
Il bilancio relativo a B in fase gassosa è:



d N zG x BG 
 N Bi ai  0
dz
Il bilancio relativo al flusso di gas è:

dN zG
  N Ai a i  N B i a i  0
dz
CALCOLI MACROSCOPICI: TRASPORTO DI MATERIA

La condizione di equilibrio gas-liquido è espressa nel modo più


semplice dalla legge di Henry

p A  P x GA  H A x AL
da cui HA
mA 
P
valori della costante di Henry per sistemi gas-acqua
(HA x 104 atm)
CALCOLI MACROSCOPICI: TRASPORTO DI MATERIA

L
Il flusso di liquido N z può essere ricavato dal bilancio globale tra
una generica sezione e la sezione di fondo (2)

N zL   N zG  N zL  N zG
2 2
Vale sempre la convenzione che entrambi i flussi sono orientati
nella direzione positiva z.

  
N zL x AL   N zG x AG  N zL x AL 2  N zG x AG 
2

Gli stessi bilanci possono essere fatti tra sezione di testa (1) e
sezione di fondo (2) per fissare I vincoli tra flussi molari delle
due fasi e frazioni molari di A nelle correnti entranti e uscenti.
La risoluzione del problema è basata sull’uso combinato delle
equazioni scritte alle quali va aggiunta l’equazione di bilancio di
energia termica.

La risoluzione è più semplice se si può assumere che i flussi di


liquido e di gas ( N zL e N zG) siano costanti (ciò vale nel caso di
limitato assorbimento e trasferimento, il che comporta che si
può anche assumere che il processo sia isotermo) e soltanto la
specie A sia oggetto del processo di trasferimento di massa.



d N zG x AG  G
G dx A
 N Ai a i   N z  N Ai a i  0
dz dz
  
G
d x 
 N zG A  a i K OG x x AG  x GA  0
dz
Per calcolare l’altezza del riempimento ZT si può separare le
variabili e integrare

x AG1 d x AG a i K OG x ZT
G   dz
xA2
x  x
G
A   G 
A
N G
z
0
CALCOLI MACROSCOPICI: TRASPORTO DI MATERIA

N zG x AG2 d x AG
ZT 
ai K OG x x AG1
 
x AG  x GA

ZT  H OG  N T U G Z T  H T U N T U 
dove HOG è l’’altezza di un’unità di trasferimento’, che è basata
sul coefficiente globale di scambio riferito alla fase gassosa (v.
indice OG) G
Nz 1 1 mA
H OG   G
 L
ai K OG x K OG x k mx k mx
e può essere quindi considerata somma di due contributi dovuti
ai film gassoso e liquido
G
m N
H OG  H G  A L z H L
Nz
N zG N zL
con H 
G
G
H 
L

ai k m x ai k mL x
HOG è una misura della difficoltà di separazione, legata ai valori
dei coefficienti individuali, oltre che all’area interfacciale
NTUG è il ‘numero di unità di trasferimento’
x AG2 d x AG
NTU   G
G
x A1
 
x AG  x GA

e misura il grado di separazione, legato ai valori di x GA1 e x GA 2

Fissato il grado di separazione (e quindi NTUG) un alto valore


di HOG significa un’altezza maggiore della torre a riempimento.
CALCOLI MACROSCOPICI: TRASPORTO DI MATERIA

Il calcolo di NTUG, essenziale per il calcolo di ZT, dipende dalla


  
integrazione della funzione 1/ x AG  x GA  e quindi dalla relazione
  *
tra x GA e x AG
x   m
G 
A x
A A
L

x AL deve essere correlato al valore di x AG della corrente gassosa


che attraversa la colonna alla stessa coordinata z
Se i flussi molari sono costanti in colonna:

N zL  N zL 2  N L
N zG  N zG 2  N G
dal bilancio tra la generica sezione e il fondo colonna
  
N L x AL   N G x AG  N L x AL 2  N G x AG 
2

si ricava
x x
L
A
L
A2
NG G
N

 L x A 2  x AG 
Essendo stata ipotizzata una relazione lineare di equilibrio, il
numero di unità di trasferimento NTUG può essere determinato
analiticamente

   
G
N
x AG  x GA *  x AG  m x AL  x AG  m x AL 2  m L x AG 2  x AG 
N
G N  N G L 
G G
 x A 1  m L   m  L x A 2  x A 2 
 N  N 
 
x AG  x GA *   1 x AG   2
NG  NG G 
1  1  m L  2  m  L x A 2  x AL 2 
N N 
CALCOLI MACROSCOPICI: TRASPORTO DI MATERIA

x AG 2 d x AG 1  1 x AG 2   2
NTU G   G  ln
x A1  1 x A   2  1  1 x AG 1   2
G

H OG  1 x AG 2   2
ZT  ln
1  1 x AG1   2

retta di lavoro

x GA x AG
retta di equilibrio

x  x
G
A  
G
A
* m A x AL

x 
G 
A

xAL xAL

1
 *
x AG  x GA

NTU G

x AG1 x AG 2 x AG
CALCOLI MACROSCOPICI: TRASPORTO DI MATERIA

Calcolo dell’altezza di una torre di assorbimento


Una corrente d’aria contenente 5% (in volume) di SO2 e avente
una pressione di 1 atm. è inviata a una torre di assorbimento
contenente un riempimento costituito da anelli Raschig (1”) con
l’obiettivo di rimuovere il 90% del contenuto di SO2 usando come
solvente in controcorrente acqua a 20°C. La velocità di massa
dell’aria in ingresso è 250 lb/(ft2 hr), quella dell’acqua è 5000
lb/(ft2 hr).
Calcolare l’altezza della colonna (della sezione di riempimento).

I flussi molari entranti e uscenti d’aria sono:


250
0.95  8.19 lbmol/(ft2 hr)
29
Il flusso molare entrante di SO2 è:
0.05
8.19  0.43 lbmol/(ft2 hr)
0.95
La frazione molare di SO2 nella corrente gassosa uscente è:
0.043
x G
  0 0052
8.19  0.043
A1

in quella entrante è:
0.43
x AG 2   0 .0499
8.19  0.43
Assumendo che le portate di gas e di liquido siano costanti in
colonna, la frazione molare di SO2 nel liquido uscente si ricava
dal bilancio totale intorno all’intera sezione di riempimento:

x AL 1  x AL 2
NG G

 L x A 2  x AG 1
N
 x AL 2
NG G

 L x A 2  x AG 1
N

CALCOLI MACROSCOPICI: TRASPORTO DI MATERIA

x L
A2
NG G
N

 L x A 2  x AG 1 
250
0.0499 - 0.0052 
x AL 2  29  0 00139
5000
18
La costante di Henry relativa all’assorbimento di SO2 in acqua a
20°C è pari a 33 atm e quindi, operando alla pressione di 1 atm,
si ha:

mA   33
P
valori della costante di Henry per sistemi gas-acqua
(HA x 104 atm)
CALCOLI MACROSCOPICI: TRASPORTO DI MATERIA

Se il liquido uscente fosse all’equilibrio con il gas entrante, si


avrebbe:
x  x A 2 0 0499
G
L 
A 2    0 00152
mA 33
Il liquido uscente è molto vicino alla condizione di equilibrio.

Da relazioni che legano il coefficiente di trasferimento sul lato


liquido al numero di Reynolds e al numero di Schmidt e quello
sul lato gas alle portate delle due correnti si ricava:
L
K mx a i  201 lbmol/(ft3 hr) G
K mx a i  21.8 lbmol/(ft3 hr)
1
K OG x ai   4 76 lbmol/(ft3 hr)
33 1

201 21.8
Essendo la relazione di equilibrio lineare, si può usare:
H OG  1 x AG 2   2
ZT  ln
1  1 x AG1   2
250
NG
1  1  m L  1  33 29  0 0241
N 5000
18
 250 
N G  
L 
G
 2  m  L x A 2  x A 2   33  29 0.0499  000139 
N   5000 
 
 18 
 2  0  0051
CALCOLI MACROSCOPICI: TRASPORTO DI MATERIA

1 - 0.0241  0.0499  0.0051


N TU G  ln  10.13
- 0.0241 - 0.0241  0.0052  0.0051
250
N zG
H OG   29  1.81 ft
ai K OG x 4.76

Z T  1 0 .1 3  1 .8 1  1 8 .3 ft