Sei sulla pagina 1di 1

a : b u g ie o ig n o r a n za?!

Acquaviv
Il geometra Acquaviva interviene, quale assessore ai lavori pubblici, sulla
vicenda del “Palazzetto” dello sport, chiarendo definitivamente che trattasi molto e più modesta-
mente di “palestra” e affermando che il progetto “ prevedeva una capienza per il pubblico di cir-
ca duecento spettatori” e che ora “ .. prevedono un ampliamento di circa 200 metri quadrati per
consentire una capienza di spettatori per circa 450 posti a sedere”.
Per fare queste dichiarazioni il geometra Acquaviva mente o non ha letto il progetto!
Infatti è sufficiente leggere l’asseverazione o la relazione del tecnico progettista.
“Il sottoscritto arch. Fedele A. ROSANIA in qualità di progettista e direttore dei lavori … DI-
CHIARA: b) .. essendo questa destinata ad ospitare al massimo 100 utenti, … non necessita as-
soggettarla al controllo di agibilità della commissione Provinciale di Pubblico Spettacolo ne
all'acquisizione del Certificato Prevenzione Incendi ..”.(asseverazione) “La struttura in questione è
stata individuata .. come “impianto di interesse sociale e promozionale dell’attività sportiva, non
destinati all’agonismo, in cui si possono svolgere attività propedeutiche, formative e/o di manteni-
mento delle discipline sportive regolamentate dalle FSN e DSA”…,.Inoltre per l’impianto in pa-
rola non è prevista la presenza di spettatori in misura superiore a 100 persone.” (relazione
tecnica)
Questo è ciò che è contenuto negli atti progettuali! Dalle planimetrie risulta che la palestra ha le
seguenti misure: mt. 33,35 x 23,90 di superficie netta. Le misure regolamentari di un campo di
pallacanestro sono mt. 32,00 x 19,00 con il risultato di avere 70 cm di spazio libero dietro i cane-
stri e 4,90 mt di spazio per le panchine dei giocatori e dei commissari di gara!
Dove sono gli spazi per il pubblico? In nessuna parte del progetto sono contemplate attrezzature
per il pubblico (sedie, panchine, ecc),
né nel computo metrico nè nelle som-
me a disposizione. Sono previsti appe-
na 10.000 euro per l’acquisto di tutte
le attrezzature per la pallacanestro e la
pallavolo.
È noto, infine, che i giocatori ed il fol-
to (?!) pubblico o fanno la pipì a casa
o si portano il pitale, perché nel fanto-
matico Palazzetto dello sport non so-
no previsti neanche i bagni e tantome-
no gli spogliatoi!
Questi i fatti, che ci spingono a chie-
dere: il geometra Acquaviva
 È un bugiardo?
 Non conosce i progetti?
 É in grado di
fare l’assessore ai la-
vori pubblici?

San Ferdinando di Puglia

Interessi correlati