Sei sulla pagina 1di 4

NOME: COGNOME: MATRICOLA:

Corso di Geometria e Algebra (gruppo Cor-Ma) A.A. 2015-2016


Laurea in Ingegneria Gestionale della Logistica e della Produzione Napoli, 14 luglio 2016

Risolvere gli esercizi inserendo le risposte negli spazi predisposti con indicazione dei calcoli effettuati e
fornendo spiegazioni chiare ed essenziali.

1. Si consideri il seguente sistema di equazioni lineari in 4 incognite su R:



 x1 +x2 +x3 +x4 = 0
x1 +x2 +2x4 = −1
 −x −x +x +x = 2.
1 2 3 4

(i) Con il metodo di eliminazione di Gauss-Jordan, calcolarne le soluzioni.


(ii) Spiegare perché l’insieme delle soluzioni di tale sistema non è un sottospazio vettoriale di R4 .

2. Cosa è un sottospazio vettoriale di uno spazio vettoriale V su un campo K? Esibire un sottospazio


vettoriale di R3 che abbia dimensione 2.
3. Completare in una base dello spazio ambiente ciascuno dei seguenti sottoinsiemi di vettori che
risulta essere linearmente indipendente.
n   o
1 0 0 1
X= , ⊂ M2 (R);
0 1 −1 0
Y = {(1, 0, 1), (1, 1, 1)} ⊂ R3 ;
Z = {2 + x − x2 , x + x2 , 2 + 2x} ⊂ R[x]≤2 .

4. Dire cosa è un endomorfismo di uno spazio vettoriale V su R. Se B = (u, v, w) è una base di V


e f : V → V è l’endomorfismo di V tale che f (u) = u + w, f (v) = −u + v + w e f (w) = v + 2w,
(i) spiegare perché il vettore u + v − w è autovettore di f ;
(ii) spiegare perché f non è iniettiva;
(iii) scrivere la matrice A associata a f nella base ordinata B.
 
−1 1
5. Verificare che la matrice A = è invertibile e calcolarne l’inversa.
1 1

 
0 1 1
6. Determinare autovalori e autospazi della matrice reale A =  0 1 1  e spiegare perché A
1 0 1
non è diagonalizzabile.
7. Fissato in un piano della geometria elementare un riferimento cartesiano monometrico ortogonale,
si considerino i punti A(1, −1) e B(2, 2).
(i) Si determini la retta passante per A e B.
(ii) Si determini un punto C tale che il triangolo di vertici A, B e C sia rettangolo in B.

8. Fissato nello spazio della geometria elementare un riferimento cartesiano


 monometrico ortogonale,
x−y+z = 2
si considerino le rette r : (x, y, z) = (1, −1, 0) + (1, 2, −1)t e s : .
x+y−z = 0
(i) Verificare che le rette r e s sono complanari e determinare il piano che le contiene.
(ii) Determinare la retta ortogonale sia a r sia a s e passante per il punto A(1, 0, 1).