Sei sulla pagina 1di 103

Breve guida

Configurazione e ricerca guasti


per Schindler Smart MRL 001/002
This design and information is our intellectual property. Without
our written consent, it must neither be copied in any manner, nor
used for manufacturing, nor communicated to third parties.
Application for such consent should be addressed to:
INVENTIO Ltd, CH-6052 Hergiswil
First edition: August 2000
Updates: 0900/1000/0202
Indice
1 Informazioni generali . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3
1.1 Introduzione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3
1.2 Abbreviazioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4

2 Vista d’insieme del sistema . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9


2.1 Componenti dello Smart MRL . . . . . . . . . . . . . . . . . 9
2.2 Schema a blocchi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 10
2.3 Alimentazioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12
2.4 Sistema Bus . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 15
2.5 Circuito di sicurezza . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 16
2.6 Informazioni di vano . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 21
2.7 Funzioni Smart MRL 001/002 (febbraio 2002) . . . . 23

3 Descrizione dei circuiti stampati (print) . . . . . . . . . . . . 25


3.1 Print SDIC 2.Q (001) e SDIC 22.Q (002) . . . . . . . . 25
3.2 Print SDIC3.Q . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 27
3.3 Prints SCIC1.Q e SCIC2.Q . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 28
3.4 Print SMIC1.Q, SMIC2.Q, SMIC4.Q e SMIC42.Q 30
3.5 Print SDI2.Q . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 34
3.6 Prints SUET 1.Q e SUET 2.Q . . . . . . . . . . . . . . . . . 35
3.7 Print SCOP1.Q, SCOP2.Q e SALIN . . . . . . . . . . . 36
3.8 Print SCOP3.Q, SCOPDIS3.Q, SCOPDIS31.Q e
SCOPDIS1.Q . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 38
3.9 Print SLIN2.Q . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 40
3.10 Print SDM236 (solo per l’Italia) . . . . . . . . . . . . . . . . 41
3.11 Print SEMP . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 42
3.12 Convertitore di frequenza VACON . . . . . . . . . . . . . 44
3.13 Numeri d’identificazione dei print più importanti
(con possibili print di ricambio) . . . . . . . . . . . . . . . . 46

4 Configurazione e messa in funzione . . . . . . . . . . . . . . . 49


4.1 Configurazione manovra . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 49
4.2 Configurazione convertitore di frequenza VACON 59

5 Ricerca guasti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 71
5.1 LED . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 72
5.2 Manovra: Codici di errore su COP e LIN . . . . . . . . 79

J 155834I_3/0202 1/98
5.3 VACON: Segnalazioni e messaggi d’errore . . . . . . 81
5.4 Caratteristiche di funzionamento VACON
(Pagina di monitoraggio) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 94
5.5 Condizioni particolari della manovra . . . . . . . . . . . . 95
5.6 Problemi con la scheda SIM . . . . . . . . . . . . . . . . . . 98

2 J 155834I_3/0202
1 Informazioni generali
1.1 Introduzione
Questo breve manuale, che non ha pretese di essere uno strumento
completo, si propone all’installatore come guida in grado di facilitargli il
lavoro durante la configurazione e la ricerca dei guasti.

Per ulteriori informazioni sullo Smart MRL:

Corso: Training Center Ebikon


Corso Schindler Smart MRL 001/002

Documentazione: Documentazione specifica e manuali dei corsi


Smart MRL 001 (F/C60d-TA, F/C60e-TA)
Smart MRL 002 (F/C68d-TA, F/C68e-TA)

Intranet: Product Navigation Center:


http://crd.ebi.schindler.com/products/default_de.htm
http://crd.ebi.schindler.com/products/default_en.htm

Lotus Notes
Banca dati: Versione originale:
“Soluzioni per problemi conosciuti”
ESP\Proys\Problem solving.nsf
Versione tedesca:
“Lösungen für bekannte Probleme”
ESP\Proys\Problemsolving_ge.nsf
”Documenti di manutenzione MRLCC”
ESP\Proys\CC--Docs.nsf

Helpdesk: Helpdesk Locarno


Schindler Electronics Ltd.
Via della Pace 22
6600 Locarno, Svizzera
Telefono: ++41 91 / 756 97 85
Telefax: ++41 91 / 756 97 54
e-mail: Hotline_locarno@ch.schindler.com

J 155834I_3/0202 3
1.2 Abbreviazioni
Abbrev. Significato Nota
AC2 Dispositivo di arresto a due
velocità
ACVF Trazione a corrente alternata Convertitore di frequenza
ADDU Autonomous Door Drive Unit Operatore porta e interfaccia
BAT Batteria
BR Brakeresistor Resistenza del freno
BR1 Incendio 1
CAN Controlled Area Network Sistema Bus
COP Car Operating Panel Bottoniera di cabina
CSC Car Safety Circuit Circuito di sicurezza
DA1/2 Allarme a pulsante
DC-U/D Avviamento manuale Su print SMIC1
DE Pulsante semplice Manovra Taxi
DFM-U/D Avviamento manuale Su print SMIC2
DM236 Allarme Solo in Italia
DREC- Inserimento/Disinserimento
D/U bottoniera di revisione
DT-O Pulsante apertura porte
DT-S Pulsante chiusura porte
ECU Elevator Control Unit Quadro manovra
ESE Evacuazione fine vano Manovra di richiamo
FA Dispositivo di arresto a due ve-
locità
GBPD Limitatore di velocità pendolo Attivo sui due lati
doppio
GSA Unità annuncio altoparlante Opzione 002
IGV Generatore d’impulsi Su volantino
INT Interface
ISK Indicatore circuito di sicurezza LED su print SMIC
ISPT Indicatore circuito di sicurezza LED su print SMIC
vano (senza porte)
JBF Interruttore incendio
JFIL Luce interruttore di sicurezza In box di rame elettrolitico
per correnti di guasto
JFIS Comando interruttore di sicu- In box di rame elettrolitico
rezza per correnti di guasto
JHC Interruttore arresto cabina Interruttore a fungo sul tetto
della cabina

4 J 155834I_3/0202
Abbrev. Significato Nota
JHL Luce interruttore principale In box di rame elettrolitico
JHM Interruttore principale locale
macchin
JHSG Interruttore arresto fossa Interruttore a fungo nella fossa
JLBAS Interruttore illuminazione
quadro manovra
JREC Interruttore controllo cabina Sul tetto della cabina
JRH Interruttore manovra di
richiamo
JRVC Interruttore riservazione cabina Sul tetto della cabina
JTH Interruttore termico
JTHA Interruttore termico In box di rame elettrolitico
azionamento
JTHS Interruttore termico manovra In box di rame elettrolitico
KA Collettivo verso il basso
(assemblario)
KBF Contatto incendio
KBV Contatto limitatore di velocità Contatto su GBPD
KCBS Contatto Car Blocking System Bloccaggio cabina in cima
KET-O Contatto fine apertura porta Sull’operatore porta
KET-S Contatto fine chiusura porta Sull’operatore porta
KF Contatto paracadute Si azzera automaticamente
KFG Contatto paracadute Opzione
contrappeso
KHA Contatto azionamento manuale Su puleggia a motore
KNE Contatto finecorsa di Sul tetto della cabina
emergenza
KS Contatto piano
KSE Contatto estremità vano
KSKB Contatto limitatore forza di Sull’operatore porta
chiusura
KSSBV Contatto limitatore di velocità Su contrappeso GBPD
per funi allentate
KTC Contatto porta cabina
KTHM Contatto termico sala macchine Sensore termico testa vano
KTS Contatto porte vano
KTZ Contatto porta lato accesso
KTHM Contatto termico sala macchine Sensore termico testa vano

J 155834I_3/0202 5
Abbrev. Significato Nota
KTS Contatto porte vano
KTZ Contatto porta lato accesso
KUET Contatto ponteggio porta
KWS Contatto ventola manutenzio- Opzione
ne vano
LAGC Spia allarme Su SALIN (in COP)
LBS Illuminazione vano
LC Spia Cabina
LD Trasmettitore di carico Digisens Sotto la cabina
LEFC Spia evacuazione Su SALIN (in COP)
LIN Landing Indication Avviso piano/Avviso nuova
corsa
LMG Trasmettitore di carico Digisens, sotto la cabina
LNC Illuminazione di emergenza In COP
cabina
LOP Landing Operation Panel Bottoniera di piano
LUET Lampada by--pass porta LED su print SMIC
MGB Freno elettromagnetico
MRL Senza locale macchina
PAS Presa quadro manovra In box di rame elettrolitico
PC Presa cabina Su ADDU
PHS Fotocellula livello piano
PHT Fotocellula
PHUET Fotocellula by--pass porta
PI Pick-Up Tipo manovra
PSG Presa fossa
R01 VACON relè ”Ready”
R02 VACON relè freno
elettromagnetico
RFA Relè motore a due velocità
RKPH Relè contatto controllo fase
RKPH-DIS Relè contatto controllo fase Controllo fase disinserito
disinserito
RLC Relè Luce Cabina In ADDU
RLC-A Relè Spia Cabina spento In ADDU

6 J 155834I_3/0202
Abbrev. Significato Nota
RRD Relè direzione Salita
RRU Relè direzione Discesa
SALIN S Project Alarm Indicator In aggiunta a SCOP (002)
SBBD S Project Bio Bus Duplex Print SBBD
SCIC S Project Cabinet Interface Print CPU
Controller
SCOP S Project Car Operating Panel Print principale COP
SCUET Contatto ponteggio porta Collegamento tra SDIC e SUET
SDI Second Door Interface Opzione
SDIC S Project Door Interface Print principale ADDU
Controller
SDM236 Print allarme Solo in Italia
SEM S Project Evacuation Module Modulo di evacuazione auto-
matica
SEMP Print SEM
SFA Relè arresto a due velocità In box di rame elettrolitico
SH1 Relè principale In box di rame elettrolitico
SI Informazione vano
SIM Subscriber Identity Module Carta sim
SKA Distanza di arresto
SLIN S Project Landing Indication Print di LIN
SLOP S Project Landing Print di LOP
Operation Panel
SLOPM LOP speciale 001: solo arresto principale
002: valido per tutti i piani
SMCC S Project Main Contactors In box di rame elettrolitico per
Connection arresto a due velocità
SMCCFC SMCC Frequency Converter In box di rame elettrolitico per
arresto con convertitore di fre-
quenza
SMIC S Project Main Interface Interfaccia CPU – sistema
Conn. ascensore
SR-D/U Relè direzione su/giù In box di rame elettrolitico
ST-O Relè apertura porta Su SDIC
ST-S Relè chiusura porta Su SDIC
SUET S Project ponteggio porta Opzione

J 155834I_3/0202 7
Abbrev. Significato Nota
TA Transformatore d’adattamento Opzione
TS Trasformatore manovra In box di rame elettrolitico
TELA Teleallarme
UET Ponteggio porta
UPS Uninterruptable Power Supply Per modulo di evacuazione
automatica (USV)
VACON Convertitore di frequenza
VCA Voice Control Announcement Unità annuncio altoparlante
VF Frequenza variabile Azionamento con convertitore
di frequenza
VST Collegamento relè Print SDI2 con ADDU

8 J 155834I_3/0202
2 Vista d’insieme del sistema
2.1 Componenti dello Smart MRL
Convertitore di frequenza GBPD
VACON VF10/20/30BR Limitatore di
velocità
Quadro ECU
(Manovra) Generatore di
- SMIC
- SCIC + Carta SIM impulsi IGV 1)
- SMCC
- SMCCFC SEM 1)
- Opzione Intercom Modulo di eva-
cuazione auto-
LIN matica
- SLIN - SEMP
LOP - UPS
- SLOP
- SLOPM
- SLOPK
- SLOPA

ADDU COP
- SDIC - SCOP
- SDI 1) - SALIN 1)
- SUET 1) - SCOPDIS 1)
- SDM236 1)

Trasmettitore
di carico Digi-
sens

1) Opzione
Disposizione dei componenti e print

J 155834I_3/0202 9
2.2 Schema a blocchi

Open Loop

SEM SMIC KCBS


KHA
KSSBV gong
JHSG
SCIC KTS
KBV
400V KWS
KFG fire
mains
+
- LIN

LOP
SMCCFC

VACON LOP

traveling cable

SH1
SFA
SR-D
KF KS
SR-U KNE KSE

batt.

+
M SDIC
-

COP2 SUET SDI2

SDM236

KUET1 KET-O
KUET2 M M KET-S
KSKB gong
COP door door2
= CAN bus
KTC KTZ 1
KTZ 2
alarm
= BIO bus

= 230V / 400V = other electrical signals = option

Schema di collegamento a blocchi Open Loop con possibili opzioni

10 J 155834I_3/0202
Closed Loop

SEM SMIC
KCBS
KHA gong
KSSBV
SCIC JHSG
KTS
400V KBV
KWS fire
mains KFG
+
-
LIN

LOP

travelling cable
VACON
LOP

SH
SH1

KF PHS1
KSE
KNE PHS2

M Bat.

IGV SDIC +
-

COP2 SUET SDI2

SDM236

PHUET1 KET-O
PHUET2 M M KET-S
KSKB gong
COP door door 2
= CAN-Bus
KTC

alarm
= BIO-Bus

= 230V / 400V = other electrical signals = option

Schema di collegamento a blocchi Closed Loop con possibili opzioni

J 155834I_3/0202 11
2.3 Alimentazioni

400/230 Volt (Smart MRL 001 & 002)

JTHTA
400V (option)
L1
L2
L3 lighting supply
N

JFIS

JTHA Servitel (option)


TM3
SEM
(option) + SH* SH1*
_ batt.
SR-D SFA
SR-U SH1
(option)
M
RKPH
VACON
m<3
JTHS

SH1* SH*
M T1.6A-LB SFA R02 SR-D
(Smart 001) SH1 (Vacon) SR-U MGB
Option MVE
(Motor Fan)
ST-O
ST-S
M door

circuito
110V safety di sicurezza
circuit
voltaggio
supply supplementare
voltages
* = with closed loop TS

Alimentazione 400/230V (semplificato)

12 J 155834I_3/0202
Rete per illuminazione (Smart MRL 001 & 002)
JFIL
L1
L2
JTHPAS JLBAS
400V L3
N
LBAS
PAS
(ECU box) (option)

JLBS JLBS
JTHLBS (option)

JHL LBC1

LC - L01 RLC-A LC - L02 LBS1..n LBC2

LBC3
COP car ceiling PSG

PC
hoistway

ADDU box

Rete per illuminazione

Disposizione degli interruttori principali e degli interruttori FI


(ECU box)

RKPH JTHS JTHA JHL JTHLBS


(option) JTHPAS

JFIS JFIL JLBS PAS

Interruttori principali e interruttori FI

J 155834I_3/0202 13
Tensioni secondarie
TS F2.5A-LB P01
24V

P03
12V

VCC
5V
110V~
circuito dicircuit
safety sicurezza

F1A-HB
L1 L2 L3 N
400V

Tensioni secondarie Smart MRL 001 (print SMIC + SCIC)


P01: Tutti gli apparecchi esterni (ADDU, ESE, contatti ausiliari dei
relè principali, KET--O, KET--S, ecc.)
P03: Bus BIO (XBIO:2)
VCC: Alimentazione interna SMIC (uP), alimentazione XCAN
TS F4A-LB P01
24V

F2A-LB P02
24V

P03
14V
110V~
circuito dicircuit
safety sicurezza
F1.6A-LB VDD1
12V
F1A-HB
VDD2
L1 L2 L3 N 12V
400V

VCC
5V

Tensioni secondarie Smart MRL 002 (print SMIC 2Q./4Q./42Q.)


P02: Tutti gli apparecchi esterni (ADDU, ESE, contatti ausiliari dei
relè principali, KET--O, KET--S, ecc.)
VDD1/2: BIO Bus (XBIO:2) ed extra 12V per LPO, LIN
VCC: Alimentazione interna SMIC (uP), alimentazione XCAN

14 J 155834I_3/0202
2.4 Sistema Bus

Bus BIO e Bus CAN

ECU box
BIO bus (grey, black)
SMIC XBIO
F1.6-LB

12V LIN
SCIC (red) sync.
ext norm

EXT CAR LOP 801


variants
Smart
LOP 801D MRL 002
X9 ADDU
S3 SDIC

SEM LOP 421


(option)
X10

X4 LOP
SCOP

VACON
closed loop variants
version COP Smart
LOP M
MRL 001

(12 Volt)
= CAN bus
LOP K

Sistema di bus Smart MRL 001 & 002

J 155834I_3/0202 15
2.5 Circuito di sicurezza
Vista d’insieme e disposizione dei contatti di sicurezza

2 x KBV KWS (Opzione)


RKPH KHA
R01
(VACON)

KCBS

KFG (Opzione)
KTS-1..KTS-N

KNE

JHC
JREC

KTC

KF

KSSBV
JHSG

Disposizione dei contatti di sicurezza

16 J 155834I_3/0202
Schema di principio circuito di sicurezza con SMIC 1.Q/2.Q

+C +G
+S
(hoistway) (car) (counterw.)
(option)

.KTS-N .KFG
.KTS-1 .KNE
.KF
.JHSG
+A
.KSSBV .DREC-D/U (drive,
.KWS .JREC GBPD)
.KHA .JHC
.KCBS
.KBV
.KTC
(VACON)
.RO1
1 2 3 1 3 1 2 2 3
XISPT XCSC XKBV XESE
.RKPH

RR-U
.TS RR-D
+5V +5V RH1
F1A-HB RFA

SR-U, SR-D,
110 V SH1, SFA
.ISPT .ISK
SMIC 1.Q/2.Q

Circuito di sicurezza - funzione normale (SMIC 1.Q/2.Q)

J 155834I_3/0202 17
Schema di principio circuito di sicurezza con SMIC 4.Q/42.Q

+C +G
+S
(hoistway) (car) (counterw.)
(Option)

.KTS-N .KFG
.KTS-1 .KNE
.KF +A
.JHSG (drive,
.KSSBV GBPD)
.DREC-D/U
.KWS .JREC
.KCBS .JHC .KBV

FA ; .KTC
Open Loop
Closed Loop
.KHA
.R01

1 2 3 1 3 1 2 2 3 2 1
(option) XISPT XCSC XKBV XKHA
2 XESE
.RKPH XKPH
1
RR-U RH1
RR-D
RH1
RFA VACON
R01
SR-U
.TS +5V +5V SR-D
SH
SH1
F1A-HB SH1
SFA

110 V FA ; Closed
.ISPT .ISK Open Loop Loop

SMIC 4.Q/42.Q

Circuito di sicurezza - funzione normale (SMIC 4.Q/42.Q)

18 J 155834I_3/0202
Circuito di sicurezza, casi particolari (basato su SMIC 1.Q/2.Q):

+S +C +G
(Vano) (Cabina) .KFG

.KTS-N .KNE (superato) +A


.KTS-1 .KF .KBV

.JHSG ESE
.KSSBV Tableau
.KWS .JREC
.KHA .JHC .DRH-D/U
.KCBS .JRH
.JHM
.KTC
(VACON)
.RO1
XISPT XCSC XESE
.TS .RKPH
+5V +5V

F1A-HB
Ai relè
110 V
.ISPT .ISK
.SMIC

Nel box di rame elettrolitico: Manovra di richiamo ESE inserita


Comando possibile solo dall’esterno.

+C +G
+S
(Cabina) (Contrappeso)
(Vano) (Opzione)

.KTS-N .KFG
.KTS-1 .KNE
.KF
.JHSG
+A
.KSSBV .DREC-D/U (Azioname nto.,
.KWS .JREC risp.
.KHA .JHC
GBPD)
.KCBS
.KBV
.KTC
(VACON)
.RO1

XISPT XCSC XESE


.TS .RKPH
+5V +5V

F1A-HB
Ai relè
110 V
.ISPT .ISK .SMIC

Nel box di rame elettrolitico: Spina 2 XESE (GBPD-Reset)


In ADDU: Spina GBPD in posizione RESET
Funzionamento nel modo Ispezione possibile, per ripristino di KBV.

J 155834I_3/0202 19
LED presenti nel circuito di sicurezza
ISPT: Circuito di sicurezza fino a e con JHSG in ordine
Cause possibili, nel caso in cui ISPT non si accende:
- Mancanza di alimentazione 110 V del trasformatore nel quadro
ECU
- Relè controllo di fase difettoso
- Fusibile F1A--HB difettoso
- VACON R01 non pronto (in sistemi Open Loop)
- Contatti di sicurezza KCBS, KHA, KWS o KSSBV aperti
- Interruttore arresto di emergenza nella fossa premuto
- Giunzioni per cavi difettose (schema master)

ISK: Circuito di sicurezza completamente chiuso


ISK non si accende, fino a quando la cabina non si muove
(solo quando la porta della cabina è stata chiusa correttamente
dal motore, si accende ISK → KTC chiuso)
Cause possibili, nel caso in cui ISK non si accende:
- Almeno una porta di vano non è chiusa correttamente
- La porta della cabina non si chiude correttamente
- Pulsante arresto di emergenza sul tetto della cabina premuto
- Commutatore rotante sul tetto della cabina su ”Ispezione”
- Contatti di sicurezza KF, KNE, KBV o KHA aperti
- Manovra di richiamo ESE collegata e pulsante arresto di
emergenza premuto
- Spina XESE non inserita
- Giunzioni per cavi difettose (schema master)
Altre possibili cause per Smart MRL 002
- Problema sul print SUET
(apertura anticipata della porta)
- Problema sul print SDI2 (2a porta)

In sistemi Closed Loop deve essere controllato anche VACON R01.

20 J 155834I_3/0202
2.6 Informazioni di vano
Informazione dei magneti del vano (Open Loop)
Variante dispositivo di Variante convertitore di frequenza
arresto a due velocità ACVF (1 m/s)
FA (1 m/s)
Arresto
superiore
S S

SKA-75
90

50
1025

SKA

SKA
S S
100

100
N N
N N

S S
SKA

SKA
90

50
N N
Arresto
intermedio
S S

50
90
SKA

SKA

N N

S S
S S
SKA-75
SKA

SKA
1025

90

50

N N
Arresto
inferiore
KSE

KSE
KS

KS
KS

FA: SKA = 1100 mm ACVF: SKA = 1250 mm

Disposizione dei magneti


Nota: per la corretta disposizione dei magneti attenersi sempre allo sche-
ma dell’impianto in loco.
Disposizione magnete KUET: si veda descrizione print SUET (cap. 3.6).
Disposizione magnete KTZ: vedi descrizione print SDI (cap. 3.5)

J 155834I_3/0202 21
Informazioni di vano magnetiche e ottiche (Closed Loop)

Basic Shaft Info Double Entrance Option


(1 m/s) (1 m/s)
PHS1

PHS1

PHS2
KSE

KSE

240
Top
240

Stop
SKA

SKA
S S
100

100
N N

Intermediate
240

240

Stop

S S
SKA

SKA

240

Bottom
240

240

Stop
PHS1

PHS1

PHS2
KSE

KSE

SKA = 1250 mm SKA = 1250 mm

Disposizione dei magneti e delle bandiere

Avvertimento: per la disposizione corretta dei magneti e delle bandiere


tenere sempre conto anche dello schema di disposizione sul luogo.

Disposizione bandiere PHUET: vedi descrizione print SUET (cap. 3.6)

22 J 155834I_3/0202
2.7 Funzioni Smart MRL 001/002 (febbraio 2002)

Standard 001 002


Manovra DE X
Manovra PI X
Misurazione sovraccarico cabina X X
Luce di emergenza nella bottoniera di cabina X X
Teleallarme con comunicazione bidirezionale X X
Citofono per dislivelli > 30 m X X
Indicazione del piano sulla bottoniera di cabina X X
Pulsante apertura porte DT--O X X
Pulsante chiusura porte DT--S X X
Impianto d’evacuazione manuale X X
Fotocellula nella porta della cabina X X

Supplementi 001 002


Manovra PI X
Manovra KA X X
Manovra di gruppo Duplex X X
ACVF Open Loop X X
ACVF Closed Loop X
Manovra incendio BR1 X X
Manovra incendio BR1 con contatto KBF X X
Manovra incendio BR2 (Francia) X X
Ritorno automatico a partire da qualsiasi piano X X
Ritorno automatico a partire dai piani accessibili al X X
pubblico
Evacuazione automatica al piano successivo X X
(soltanto con ACVF)
Intercom X X
Indicazione della direzione su ogni piano (soltanto KA) X X
(per il seguito si veda la pagina successiva)

J 155834I_3/0202 23
Supplementi 001 002
Indicazione posizione in arresto principale X X
Indicazione della posizione su tutti i piani X
Interruttore a chiave per riservazione cabina X
Interruttore chiave nel LOP su ogni piano X X
Azionamento della luce di piano X
Segnale d’arrivo su ogni piano X
COP con pulsanti meccanici X X
LOP con pulsanti meccanici X X
2a bottoniera di cabina per disabili X
Codice PIN per chiamata protetta cabina X X
Luce ridotta in cabina quando l’ascensore non è X X
usato
Manovra pieno carico X X
DM236 (Italia) X X
Indicazione prossima corsa con segnale acustico X
Apertura anticipata porta X
Tenda luminosa nella porta della cabina X
Accessi dai due lati X

24 J 155834I_3/0202
3 Descrizione dei circuiti stampati (print)
Occupazione dei pins degli spinotti

Da sinistra a destra:
- Connettore WAGO femmina
- Connettore WAGO maschio
1 4 4 1 4 1
- Connettore JST maschio

Occupazione dei pins degli spinotti


3.1 Print SDIC 2.Q (001) e SDIC 22.Q (002)

IC7
XGBPD ST-S ST-O
P01
VCC
XUET WDOG
XKTZ ERR
XCAN XINT X24
XSCUET XVST

XBAT

XJHC2 XCSC XKNE X400 ST-O XDA1 XRLC XPHT XLD


XKTC XKF XMOT ST-S XDA2 XCOP XTELA XKET XSI

Nota:
Entrambi i print SDIC 2.Q (001) e SDIC 22.Q (002) sono uguali
per quanto riguarda la componente hardware. Si differenziano per
il software IC7 integrato.

Significato dei LED


LED Colore Significato
P01 verde Alimentazione 24 V (P01) di SMIC disponibile
VCC verde 5 V (VCC) e 12 V (VD0) disponibili
(generati internamente)
WDOG verde Watchdog (lampeggia 1/sec.), SW ok
ERR rosso Diverse cause di guasto
ST-S verde Relè chiusura porta attivo
ST-O verde Relè apertura porta attivo

J 155834I_3/0202 25
Occupazione spinotti

Spinotto Significato Collegamento a


X24 Alimentazione 24 V SMIC (via cavo flessibile)
X400 Alimentazione 400 V SMIC (via cavo flessibile)
XBAT Alimentazione di emergenza Blocco accumulatore in
unità ADDU
XCAN Bus CAN SCIC (via cavo flessibile)
XCOP Car Operation Panel SCOP
XCSC Circuito di sicurezza cabina SMIC (via cavo flessibile)
XDA1/2 Pulsante di allarme Tasto (pavimento cabina
o ADDU)
XGBPD Ponteggio limitatore di ve- (spina a ponte)
locità
XINT Allarme Interfaccia Allarme SOA o SDM236
o SDI2
XJHC2 Arresto di emergenza se- Interruttore tetto cabina
conda porta
XKET Interruttore elettromagneti- Interruttore o SDM326
co porta (KET-O, KET-S, o SDI2
KSKB)
XKF Contatto paracadute Interruttore pavimento
cabina
XKNE Interruttore di extra corsa Interruttore tetto cabina
XKTC Contatto porta cabina Interruttore porta
XKTZ Contatto porta lato accesso Interruttore elettro-
magnetico KTZ
XLD Trasmettitore di carico Digisens
XMOT Operatore porta Motore
XPHT Fotocellula RPHT
XRLC Luce cabina automatica Relè RLC
XSCUET Ponteggio porta SUET
XSI Informazioni di vano Interruttori KS, KSE
XTELA Teleallarme GNT (XBI2C, XDA)
XUET Ponteggio porta SUET
XVST Interfaccia 2a porta SDI

26 J 155834I_3/0202
3.2 Print SDIC3.Q

XPHS1

XPHS2

XPHIO

XVST XIO

Occupazione supplementare di spine SDIC3.Q

Spinotto Significato Collegamento a


XIO Interfaccia porta Varidor
XPHIO Entrata apertura porta anticipata SUET
XPHS1 Informazioni vano ottiche Fotocellula
XPHS2 Informazioni vano ottiche Detettore ottico
Tutte le altre spine: vedi ”Occupazione spine” per SDIC2.Q/SDIC22.Q

J 155834I_3/0202 27
3.3 Prints SCIC1.Q e SCIC2.Q

Watchdog
Service

Drive

Error
Trip1
Trip2
Door

KSE
NORM EXT

KS
ON IR
OFF
XTELE XCAN XCAN
1 67 8 RESET X232 CAN
Service CAR EXT Switch
Maintenance Switch
Configuration
BDM Digisens LMG

Flash opt.
(SCIC2.Q only) BIONIC-
Microprocessor Chip Card control IC10
Flash STD

Significato dei LED


LED Colore Funzion. Significato
normale
SERVICE verde OFF ON: Interrut. DIP 8 attivo (Service--Mode)
WDOG verde lampeggia Intermittenza ogni 2 sec., se SW è ok
DOOR verde OFF LED lampeggia: guasto al sistema
delle porte
DRIVE verde OFF LED lampeggia: guasto al sistema di
azionamento
TRIP1 verde OFF ON: misurazione carico disinserita; LED
lampeggia: guasto del sensore del carico
TRIP2 verde OFF ON: Interruttore DIP 7 attivo
(modo manutenzione)
KS verde ON/OFF Stato interruttore elettromagnetico KS
KSE verde ON/OFF Stato interruttore elettromagnetico KSE
ERROR rosso OFF ON: errore fatale (necess. reset manuale)
LED lampeggia: segnalazione (autoreset)
Attenzione: è possibile la combinazione di LED differenti (lampeg-
gianti). La descrizione precisa delle diverse intermittenze
si trova al capitolo ”Ricerca guasti”.

28 J 155834I_3/0202
Occupazione spinotti
Spinotto Significato Collegamento a
XCAN CAR Bus CAN (cabina) SDIC (via cavo flessibile)
XCAN EXT Bus CAN (ampliamento) SEM
X232 Interfaccia seriale RS232 Servizio PC, Duplex
XTELE 1) RS232 per Servitel TM3 Servitel TM3, MRM
BDM Programmazione EPROM
flash in produzione
1) soltanto SCICI2.Q

Interfaccia IR: Servizio PC in caso di sistemi Duplex


Interruttori DIP
1 Disinserisce il trasmettitore di carico Digisens (si veda LED
TRIP1)
2 Attiva l’interfaccia IR (CPU è molto lento; lasciato su OFF)
3 Attualmente non utilizzato
4 Diagnostica ampliata (a partire da SW versione 5.x)
5 Inserisce indicazione errore su COP e LOP (EN627)
6 Modo Configurazione (si veda capitolo configurazione)
7 Modo Manutenzione (si veda LED TRIP2)
8 Modo Servizio (Modo Corsa di montaggio; si veda LED SERVICE)

Altri interruttori:
RESET Errore fatale: Può essere ripristinato grazie all’interruttore
reset.
Corsa di La sequenza ”Interruttore DIP 8 ON → Inter-
apprendi- ruttore DIP 8 OFF → RESET” causa una cor-
mento: sa di apprendimento (si veda ”Corsa di ap-
prendimento” capitolo 5.5).
CAN Chiusura bus CAN
Norma: Spinotto CAN EXT non è occupato.
EXT: Spinotto CAN EX è occupato.

J 155834I_3/0202 29
F2.5 A-LB

30
3.4
(24 V=)

RH1

SMIC2.Q
SMIC1.Q
RH1

F1.6A-LB (12 V=)


RRU RRU
RKPH- ISPT ISK
20 V~ DIS DC-U/D
DFM-U/D
RRD
ISPT ISK
RRD RKPH P01
RKPH P01
VDD1 P03
VCC RFA VCC
BBUS BBUS
P02

F2A-LB (24 V=)


F4A-LB (24 V=)
RFA

F1A-HB
(110 V~)

F1A-HB (110 V~)


Collegamento print SCIC
Collegamento print SCIC

T1.6A-LB
X1 (230 V~) XMCCA X1
XMCCA
1 6 1 6
XCOIL XTS X24 XBIO X24 XBIO
XCOIL XTS
21 321 2 1 3 21
1 4 12 1 6 1 3
1 3 1 2 1 6 1 3
XMGB X400 21 XMGB 2 1
X230 X400
12 XMTH XMTH
5 1

5 1 1 3 1 4 1 2 1 8 XMAIN 1 3 1 4 1 2 1 8
Print SMIC1.Q, SMIC2.Q, SMIC4.Q e SMIC42.Q

XMAIN XISPT XCSC XKBV XESE XISPT XCSC XKBV XESE

J 155834I_3/0202
DFM-U/D
SCIC PCB connection

X1

8
XMTH XKPH

XISPT XCSC XKBV XESE


X24 XBIO
321
F1.6A-LB (12 V=)

6
XMCCA
P01

P02

12
VDD1
BBUS
VCC
ISPT ISK

4 1 2 1
21
21
F1A-HB (110 V~)

1
20 V~ LUET ABLE
EN--

X400

3 1
3

X230 XKHA
4
1

1
6

1
F4A-LB (24 V=)

XTS

12
F2A-LB (24 V=)

1
1

XMAIN
RFA
RRD

XMGB
RRU

12
RH1

5
XCOIL
4
XKBG
1 3

1
SMIC4.Q / SMIC42.Q
Fusibili sul print SMIC
SMIC 1.Q:
F2.5A-LB 24 V (P01) (quindi anche per P03 12 V)
F1A-HB Circuito di sicurezza 110 VAC
T1.6A-LB Freno elettromagnetico 230 VAC

SMIC 2.Q, 4.Q, 42.Q:


F1.6A-LB Bus BIO, LOP, LIN 12 V (VDD1)
F2A-LB 24 V (P02) per tutte le alimentazioni esterne
F4A-LB 24 V (P01) per P02, VDD1, VCC
F1A-HB Circuito di sicurezza 110 VAC

J 155834I_3/0202 31
Occupazione spinotti

Spinotto Significato Collegamento a


X1 Collegamento a SCIC
X230 Alimentazione 230 V, (In caso di opzione 2a 1)
uscita porta ed evacuazione au- 2)
tom.) 3)

X24 Alimentazione 24 V, SDIC via cavo flessibile


uscita
X400 Alimentazione 400 V, SDIC (evtl. via SEM)
uscita
XBIO Bus BIO piani LOP e LIN
XCOIL Interfaccia relè SH1, SR-U, SR-D, ecc.
XCSC Circuito sicurezza cabina Cabina via cavo flessibile
XESE Bottoniera di richiamo Ponte o manovra ESE
XISPT Circuito sicurezza vano Contatti vano
XKBG MGB, collegamento di Vacon, XCOIL 3)
circuito di sicurezza
XKBV Limitatore di velocità GBPD
XKHA Comando a mano Interruttore KHA 2)
(evacuazione manuale) 3)

XKPH Relè di controllo fasi Relè RKPH (opzione) 2)


3)

XMAIN Alimentazione di rete Interruttore JTHS


(400 V)
XMCCA Interfaccia a SMCCFC SMCCFC 1)
2)

XMGB Freno motore Freno elettromagnetico


motore
XMTH Temperatura motore Via KTMH al motore
XTS Trasformatore Trasformatore TS
1) soltanto SMIC2.Q 2) soltanto SMIC4.Q 3) soltanto SMIC42.Q

32 J 155834I_3/0202
Significato dei LED
LED Colore Significato
VCC verde 5 V (VCC) ok, alimentazione interna (uP,
CAN)
BBUS verde Attività bus BIO
ENABLE verde Pronto per l’evacuazione manuale 3)

ISK verde Circuito di sicurezza ok fino alla fine


ISPT verde Circuito di sicurezza 1a parte ok
LUET verde Cabina in zona porta (evacuazione manuale) 3)

RKPH verde Controllo di fase ok 1)2)

RH1 verde Relè RH1 attivo


RRU verde Relè RRU attivo
RRD verde Relè RRD attivo
RFA verde Relè RFA attivo
P01 verde 24 V (P01) ok
P03 verde 12 V (P03) ok, per bus BIO 1)

RKPH- verde Controllo di fase disinserito (durante cor- 2)


DIS sa di evacuazione)
VDD1 verde 12 V (VDD1) ok, per bus BIO, LOP, LIN 2)3)

P02 verde 24 V (P02) ok 2)3)


1) soltanto SMIC1.Q 2) soltanto SMIC2.Q
3) soltanto SMIC4.Q / SMIC42.Q

Interruttore sul print SMIC


DC--U/D e DFM--U/D:
E’ necessario per portare la cabina, nel modo Manutenzione (interrut-
tore DIP 7 su SCIC), dal piano superiore a quello inferiore (e vicever-
sa).
Si veda capitolo 5.5 ”Condizioni particolari della manovra”.

J 155834I_3/0202 33
3.5 Print SDI2.Q

1 4 1 4 1 6 1 4 1 2 magnetica ottica
XPHT XVST XKET XMOT XJHC2

>300

240
1
ST-1 ST-1 ST-2 ST-2

240
>300
2
SDI2.Q

>300

240
1 Car 2
XPHT1 XPHT2 XMOT1 XMOT2 XKTC

KTZ-1

KTZ-2

PHS1

PHS2
4 1 4 1 1 4 1 4 2 1

6 1 6 1 2 1 2 1 1 2 1 2
XKET1 XKET2 XKTZ2 XKTZ1 XKTC2 XKTC1 Selezione porta

Occupazione spinotti
Spinotto Significato Collegamento a
XJHC2 Arresto di emerg. 2a lato porta Interruttore tetto cabina
XKET Interruttore el. magn., uscita SDIC o SDM236
XKET1 Interruttore el. magn. porta 1 KET-O, KET-S, KSKB
XKET2 Interruttore el. magn. porta 2 KET-O, KET-S, KSKB
XKTC Contatto porta cabina, uscita SDIC o SDM236
XKTC1 Contatto porta cabina 1 Circuito di sicurezza
XKTC2 Contatto porta cabina 2 Circuito di sicurezza
XKTZ1 Contatto zona porta 1 Interruttore magn. o SDIC
XKTZ2 Contatto zona porta 2 Interruttore magn. o SDIC
XMOT Alimentazione motore, entrata Print SDIC
XMOT1 Alimentazione motore, uscita Motore porta 1
XMOT2 Alimentazione motore, uscita Motore porta 2
XPHT Fotocellula, uscita Print SDIC
XPHT1 Fotocellula porta 1 RPHT1
XPHT2 Fotocellula porta 2 RPHT2
XVST Interfaccia ADDU Print SDIC

34 J 155834I_3/0202
3.6 Prints SUET 1.Q e SUET 2.Q

6
XUET
4

1
XSIH
1

XPHUET
XSCUET
2
1

XPHUET

XPHIO

Occupazione spinotti
Spinotto Significato Collegamento a
XUET Manovra ponteggio porta Print SDIC
XSIH Informazioni di vano Interruttore elettromagnetico
KUET
XSCUET Circuito di sicurezza UET Print SDIC
XPHUET Zona porta (sensore ottico) Fotocellula PHUET
1/2 *)
XPHIO *) Controllo by--pass porta Print SDIC
*) soltanto SUET 2.Q

magnetica ottica

N
240

240

S
1

N
240

240

N
240

240

S
1 Car 2
PHUET1

PHUET2
KUET1
KUET

By-- pass porta

J 155834I_3/0202 35
3.7 Print SCOP1.Q, SCOP2.Q e SALIN

SALIN 1 2 1 3
XMIL XSALIN

LAGC LEFC

XMIL XSALIN

1
RESET XCOP2

1 10
1

XCOP
XCOP1
8

XLNC

8
Sensore luminoso
XLNC

XKEY1
XKEY2
XKEY3

1
XVCA

10

PP1 .. 14 PP1 .. 14 PP1 .. 14 PP1 .. 14


1) 1)

SCOP1.Q SCOP2.Q + SALIN

1) Collegamento pulsantiera: inserire i piccoli spinotti di collegamento


sempre a paro in alto (poiché il nuovo print dispone di più prese (posi-
zioni) del vecchio, il contatto più in basso resta libero).

Print SCOP 1.Q/SCOP 2.Q + SALIN

36 J 155834I_3/0202
SCOP 1.Q (Smart MRL 001):
Spinotto Significato Collegamento a
PP1..PP14 Ingressi capacitivi Bottoniera
XMIL Ingresso segnali d’allarme SDM236
XCOP Bus CAN, dati, alimentazione SDIC
XLNC Spia illuminazione di Lampada di emergenza
emergenza cabina

LED Colore Significato


LEFC rosso Spia corsa di evacuazione cabina
LAGC rosso Spia allarme memoria cabina
(Con SCOP 1.Q la funzione del print SALIN è integrata nello stesso
SCOP.)

SCOP 2.Q (Smart MRL 002)


Spinotto Significato Collegamento a
PP1..PP14 Ingressi capacitivi Bottoniera
XSALIN S--Alarm--Indicator, uscita SALIN
XCOP1 Bus CAN, dati, alimentazione SDIC
XCOP2 Bus CAN, dati, alimentazione COP2
XLNC Spia illuminazione di emer- Lampada di emergenza
genza cabina
XKEY1-3 Contatto libero (Opzione) Interruttore
XVCA Unità annuncio altoparlante GSA (opzione)
DEBUG Interfaccia per Debugging e SW Download

SALIN (Smart MRL 002)


Spinotto Significato Collegamento a
XSALIN S--Alarm--Indicator, entrata SCOP
XMIL Segnale d’allarme, entrata SDM236

J 155834I_3/0202 37
3.8 Print SCOP3.Q, SCOPDIS3.Q, SCOPDIS31.Q e
SCOPDIS1.Q

XSPKR_VCA
XSPKR_TELA
XTELA_AUDIO

XMIL

XCOP2
XCOP

XKEY1 XMIL
XKEY1
XKEY2 XKEY2
XKEY3 XKEY3 XCOP2
XTELA_AUDIO XCOP
XVCA

XVCA

SCOPDIS3.Q SCOPDIS1.Q
SCOPDIS31.Q
XVCA1

MICOME
RAMID
rd gn DM 236 ye

XBUT2
XANT
XBUT1
XBUT3
RESET

SCOP3.Q

Print SCOP3.Q, SCOPDIS3.Q, SCOPDIS31.Q e SCOPDIS1.Q

38 J 155834I_3/0202
SCOP3.Q
Spinotto Significato Collegamento a
XBUT1..3 Entrante pulsanti Pulsantiera
XVCA_1 (Nuovo) annuncio vocale
XANT Antenna Attualmente non attiva
(lettore carte per
controllo accesso)
Indicatore allarme Jumper
G per Servitel TM3 o Micome: posizione ”MICOME RAMID”
G per print SDM236: posizione SM236 (soltanto in Italia)

SCOPDIS3.Q, SCOPDIS31.Q e SCOPDIS1.Q


Spinotto Significato Collegamento a
XVCA (Vecchio) annuncio vocale GSA (opzione)
XKEY1..3 Contatto libero (opzione) Interruttore
XCOP CAN bus, dati, alimentazione SDIC
XCOP2 CAN bus, dati, alimentazione COP2
XMIL Segnale d’allarme, entrata SDM236
XTELA_AUDIO Tele allarme, segnale, TM3 (opzione)
lingua
XSPKR_TELA Tele allarme, altoparlante TM3 (opzione) 1)

XSPKR_VCA (Nuovo) annuncio vocale Altoparlante VCA 1)


1) soltanto SCOPDIS3.Q e SCOPDIS31.Q

J 155834I_3/0202 39
3.9 Print SLIN2.Q
1 2 LIGHT

1 2 GONG

1 5 XBIO

1 2 SYNCHRO

1 2 FIRE

Spinotto Significato Collegamento a


LIGHT Dispos. di com. luce sul piano Relè centrale (XFLC)
GONG Gong d’arrivo Gong (XGA)
XBIO Bio Bus Bio Bus
SYNCHRO Sincr. durante configurazione LOP (XCF)
FIRE Incendio su piano (XKSPE) 1) Cont. allarme incendio
1) EBR1; non assistito con attuale SW

12V

max. 30V, 0.5A

24VDC

LIGHT GONG LAS


220VAC TIMER

LIN

FIRE SYNC

LOP

BIO BUS

Attacchi a LIN

40 J 155834I_3/0202
3.10 Print SDM236 (solo per l’Italia)
Print

OFF
ON
4

1
1

XINT
XINT2

S1
1
4

1
XCIT
6
1

2
XKET
XKET2

1
XL
1

XMIL XMIL2
6

3
XGONG

2 1

2 1
2 1

Occupazione spinotti
Spinotto Significato Collegamento a
XINT Collegamento allarme Allarme acustico
acustico
XINT2 Interfaccia allarme Print SDIC
XKET Controllo porta KET-O, KET-S, KSKB
XKET2 Controllo porta Print SDIC
XGONG Gong d’arrivo Altoparlante sul print
XMIL Segnale d’allarme Print SALIN o SCOP
XMIL2 Segnale d’allarme 2a bottoniera di cabina
XCIT Fine allarme Intercom
XL Segnale d’allarme LOP e LIN

Regolazioni interruttore DIP per volume gong


Volume DIP1 DIP2 DIP3 DIP4
max OFF OFF OFF OFF
¾ ON OFF OFF OFF
½ OFF ON OFF OFF
¼ OFF OFF ON OFF
OFF OFF OFF OFF ON

J 155834I_3/0202 41
3.11 Print SEMP
X4 X5 X6

1
1 3 6 1 3 1 RESET
1 8
X3

on
off
S1
31

X8
K1 K11 Evac. Mode
Standby Mode
X2

Evac. Trip
Watchdog 1
Mains ok

X9 S3 X10
Error
Normal Mode 3
5

T0.1A-LB
(250 V)

VKK VCC 1
1

3
X1

1 3 1 2 3 1 2 1 2 1
4

X15 X14 X13 X12 X11

Occupazione spinotti
Spinotto Significato Collegamento a
X1 Uscita manovra JTHS in quadro ECU
X2 Ingresso rete JTHA in quadro ECU
X3 Uscita VACON VACON X1
X4 Ingresso alim. porta SMIC X400
X5 Trasformatore 230 V/400 V Trasformatore TAT in SEM
X6 Uscita alim. porta SDIC X400
X7 Non utilizzato
X8 RS232 UPS UPS (USV)
X9 Bus CAN SCIC XCAN-EXT
X10 Bus CAN Vacon (Closed Loop)
X11 Alimentazione batterie 4 batterie in SEM
X12 Alimentazione batterie 4 batterie in SEM
X13 Uscita UPS UPS (USV)
X14 Interruttore JTHA JTHA in quadro ECU
X15 Ingresso UPS UPS (USV)

42 J 155834I_3/0202
Significato dei LED
LED Significato
G NORMAL MODE Mostra direttamente lo stato dei relè K1
G EVAC. MODE (normale) e K11 (evacuazione)
G STAND-BY MODE Comandato da SW, si basa sullo stato
G EVAC. TRIP corrente di SEM
G WATCHDOG Lampeggia se il software e la CPU sono
in ordine
G MAINS OK Alimentazione principale in ordine, di-
pende da:
G controllo di tensione interno SEMP
G segnale UPS ”Mains_Failure”
G ERROR Mostra uno o più dei seguenti errori:
G errore batteria
G errore di alimentazione interno SEMP
G batteria UPS debole
G VCC Questi LED sono comandati direttamen-
G VKK te dalla HW e danno solo un’indicazione
generale se sono o non sono presenti
”alcune” tensioni delle alimentazioni in-
terne da 24 V e 5 V

Interruttore
Interrutore DIP S1
1-1 1-2 1-3 1-4 1-5 1-6 1-7 1-8
OFF OFF OFF OFF OFF OFF OFF ON

Interruttore S3: In caso di sistema Open Loop: dalla parte della spina X9
In caso di sistema Closed Loop: dalla parte della spina
X10
Jumper: Secondo la figura del print.

J 155834I_3/0202 43
3.12 Convertitore di frequenza VACON
Versione Open Loop

Combinazione con altri componenti

SH1
M SFA Rete
SR-D
SR-U

Convertitore
di frequenza
WBR
VACON

6
+24 V
12
+24 V SR-U
DIA1 8
KTHBR Forward SR-D
10 DIA3 DIA2 9
Evacuation
11
DIB4 14 SH1
+24 V
Speed Select 1
SFA
7 DIB5 15
MGB 25 Speed Select 2 VRFEF
R02
SMIC2 RFEF
MGB_Chain
26 _Relay +24 V
Circuito 22 R01
di
sicurezza FC_Ready_
23 Relay D01 20 IVZ
Slowdown RSA (inserito)

DIB6 16 VRSA
Landing Zone (disinserito)
SMCCFC2 SMIC2

Schema a blocchi collegamento ACVF (Open Loop)


SH,SH1 = Relè principale KTHBR = Contatto termico
SFA = Relè dispositivo di resistenza freno
arresto a due velocità MGB = Freno elettromagnetico
SR-D = Relè direzione verso VRFEF = Amplificatore relè scatto
il basso corsa di evacuazione
SR-U = Relè direzione verso IVZ = Informazione ritardata
VRSA = Amplificatore relè arresto finale
l’alto
RVEVF = Relè ventilatore VACON
WBR = Resistenza freno RVEBR = Relè ventilatore WBR

44 J 155834I_3/0202
Versione Closed Loop
Drive Module
SH1 SH

M Mains

VACON WBR

12
+24 V
+24 V 11
CMA
KTHBR 10 7
DIA3 GND
220 VAC 20
D01
RVEVF

SH +24 V
25

-- R02 12 RVEBR
+24 V
MGB
MGB Chain +24 V 6
+ SH1
26 Relay
DIA1 8
SH_STATE SH
SMIC DIA2 9

23
SH1_STATE SH1
14
R01 DIB4
SH1
FC
15
Ready DIB5
RH1 22 Relay
16
DIB6
Safety SH SH
Circuit GND 13
SH1
17
CMB

110 V

CAN & IGV


SCIC CAN bus Interface

Diagramma di blocco collegamenti ACVF (Closed Loop)

J 155834I_3/0202 45
3.13 Numeri d’identificazione dei print più importanti
(con possibili print di ricambio)
(Situazione: dicembre 2001)
No. d’ident. Print Possibile sostituto
590885 SCIC1.Q SCIC2.Q + SW 5.0
591429 SCIC2.Q --
590887 SMIC1.Q SMIC2.Q
591337 SMIC2.Q --
591509 SMIC4.Q --
591511 SMIC42.Q --
SMCC1.Q SMCC2.Q
591360 SMCC2.Q --
591515 SMCC4.Q --
SMCCFC1.Q SMCCFC2.Q
591361 SMCCFC2.Q --
591517 SMCCFC4.Q --
591330 SDIC2.Q SDIC22.Q, SDIC3.Q
591398 SDIC22.Q SDIC3.Q
591404 SDIC3.Q --
SDI1.Q SDI2.Q
591363 SDI2.Q --
591332 SUET1.Q SUET2.Q
591435 SUET2.Q --
591362 SCOP11 SCOP2.Q
591347 SCOP2.Q --
591005 SW SCIC1.Q attuale --
591069 SW SCIC2.Q attuale --
591401 SALIN --
591497 SCOP3.Q --
591495 SCOPDIS3.Q --
591550 SCOPDIS31.Q --

46 J 155834I_3/0202
59304651 Modulo SBBD --
591333 SEMP108.Q --

Eccezioni compatibilità
1. SW SCIC V1.2 e V2.0 non sono compatibili con SDIC3.Q
2. SMIC1.Q, SMCC1.Q e SMCCFC1.Q non sono compatibili con
SUET1.Q e SUET2.Q (circuito per apertura anticipata della porta
non esiste su SMIC1.Q, SMCC1.Q e SMCCFC1.Q)
3. VACON SW versione CT non è compatibile con l’unità d’evacua-
zione automatica SEM
4. Print SBBD non è compatibile con i print SLOPM2.A, SLOPM22.A,
SLOP2.A, SLOP22.A. Per questi print la compatibilità è garantita
soltanto a partire dalla versione B.

J 155834I_3/0202 47
Informazioni particolari:

48 J 155834I_3/0202
4 Configurazione e messa in funzione
4.1 Configurazione manovra
Attivare il modo Configurazione
SCIC Print
Sul print SCIC:
Interruttore DIP 6
1
La cabina sale fino al piano più alto
e rimane con le porte aperte.
8 (Attenzione in caso di attico!)
COP indica ”CF”

Visualizzazioni e comandi
Visualizzazione dello stato durante la
configurazione:

CF = Configuration Mode
PA = Parameter
UA = Value (valore impostato)
LE = Level (piano)
Ac = Accepted (conferma impostazione)
Er = Error
rL = Reference load (carico di riferim.)
Ld = Load (carico attuale)
Cd = Countdown
Valore dello stato corrente
p.e. in caso di carico di rif.: 32 = 320 kg
<> = Pulsante “Enter”

_ = modo Configurazione
+ <>
Inserimento/Disinserimento
con interruttore DIP 6 attivo

J 155834I_3/0202 49
Parametri di manovra
CF PA VL: Valori & Osservazioni !
Indicazione piano (Posizione):
(Indicazione = Livello piano) [--9..99,1]:
sono le posizioni di ogni piano. Se viene impostato il
1 piano inferiore, tutti gli altri piani vengono calcolati
1..15
conformemente a quello (gradualmente).
Solo i piani disponibili vengono inseriti (ciò consen-
te anche la verifica del numero dei piani)
Livello piano principale:
(Arresto_Princ_BR = 1) [1..15]: è il piano principale
usato per ogni servizio BR.
Il valore è fornito dal software LOP (001: LOPM; 002:
1 interruttore a chiave collegato e attivo) e non può
essere modificato (eccezione: non è previsto alcun
servizio BR). In caso di sistemi Duplex, entrambi gli
ascensori devono essere configurati in modo identico
(Arresto_Princ_Manovra collettiva = 1) [1..15,1]: è
il piano principale utilizzato per la manovra colletti-
2
va. Gli viene assegnato lo stesso valore di ”Arre-
sto_Princ_BR”, ma può essere modificato
2
(Arresto_Princ_Parch. = 1) [1..15,1]: è il piano prin-
cipale utilizzato per le due opzioni ”Ritorno_ad_Ar-
3
resto_Princ”. Gli viene assegnato lo stesso valore
di ”Arresto_Princ_BR”, ma può essere modificato
(Ritorno_ad_Arresto_Princ_Tempo = 12 <=>
120 s) [3..90, 10 s]: è il tempo utilizzato attraverso
4
l’opzione ”Ritorno al piano principale da ogni pia-
no”
(Ritorno_ad_Arresto_Princ_Tempo_Parking =
5 s) [3..90, 1 s]: è il tempo utilizzato attraverso l’op-
5
zione ”Ritorno al piano principale dai piani par-
cheggio”
(Superiore_Piano2_BR = 1) [1:15]: 2° piano supe- 3)
6 riore per tutti i casi di BR LUX. Il valore è assegna-
to durante la configurazione LOP

50 J 155834I_3/0202
CF PA VL: Valori & Osservazioni !
Cronometraggio porta:
(Apertura porta_Salita = 50 <=> 5 s) [10..99, 100 ms]:
1
Attesa apertura porta dopo chiamata al piano
(Apertura porta _Discesa = 30 <=> 3 s) [10..99,
2
100 ms]: Attesa apertura porta dopo chiamata cabina
(Apertura porta _Minimo = 20 <=> 2 s) [10..99, 1)
3 100 ms]: Attesa apertura porta dopo ritorno porte
(RPHT, KSKB)

3 (Tempo_DT--O_Minimo = 10 <=> 1 s) [10..99, 1)


4
100 ms]: Tempo di attesa apertura porta dopo DT--O
(Apertura porta_Extra = 18 <=> 3 min) [1..60, 10 s]: 1)
5
Fine tempo di attesa apertura porta
(Ritardo_Apertura porta_Anticipata = 0) [0..99, 3)
6 100 ms]: Ritardo tra campo KUET ed inizio apertura
anticipata porta
(Tempo massimo_Blocco = 18 <=> 3 min) [6..60,
7 10 s]: Tempo massimo per il blocco porte in caso di
corsa di evacuazione
Duplex
1 (Identificazione = 1) [1..2, 1]: Identificazione Duplex
4
(Asimmetria = 0) [0..15, 1]: Differenza rispetto 2)
2
all’arresto inferiore
Chiave COP
(Key1 = 0) [0..1, 1]: Funzione chiave, 0 = senza 3)
1
Funzione, 1 = JRVC, 2 = JHRF, 3 = JNFF, 9 = JAB
5 (Key2 = 0) [0..1, 1]: Funzione chiave, 0 = senza 1)
2 3)
Funzione, 1 = JRVC, 2 = JHRF, 3 = JNFF, 9 = JAB
(Key3 = 0) [0..1, 1]: Funzione chiave, 0 = senza 1)
3 3)
Funzione, 1 = JRVC, 2 = JHRF, 3 = JNFF, 9 = JAB

J 155834I_3/0202 51
CF PA VL: Valori & Osservazioni !
Cronometraggio COP:
(Doppia impostazione = 20 <=> 2000 ms) [1..20,
1 100 ms]: Tempo massimo per impostazione di
una chiamata a due cifre
(Tempo di conferma = 5 <=> 500 ms) [1..50,
2 100 ms]: Tempo per messaggio di conferma chia-
6 mata cabina (per sistema collettivo)
(Codice_ Tempo_Impostazione = 50 <=> 5 s)
3 [1..99, 100 ms]: Tempo massimo di impostazione
del codice per una chiamata protetta
(Sensibilità_COP = 4) [1..7, 1]: Sensibilità della 3)
bottoniera COP (1 = massima sensibilità)
4
Attenzione: in caso di sensibilità minima può an-
che non essere possibile l’azzeramento!
LOP
(Tempo_DE--U = 30 <=> 3 s) [0..50, 100 ms]: Tem- 2)
1
7 po per modific. un DE--D in una chiave DE--U
(Sensibilità_LOP = 7) [1..7, 1]: Sensibilità delle 3)
2
bottoniere di piano (1 = massima sensibilità)
Parametri cabina:
(Carico nominale = 32 <=> 320 kg) [20..99, 10
1
kg]: Tipo cabina (1000kg = 99)
8
(Luce cabina_Automatica = 10 min) [1..40, 1 min]: 3)
2 per l’opzione ”Luce cabina autom.”, dopo questo pe-
riodo di inattività la luce della cabina si spegne
Parametro allarme:
9 (Allarme_Filtro=1) [0..1,1]: Filtro pulsante allarme 2)
1
(sorveglianza porta aperta)
Codice PIN per chiamata protetta cabina
(Codice_PIN = 0000) [0000..9999,1]: Codice PIN
10 per chiamata protetta cabina a 4 cifre. Per un co-
1..15
dice a 3 cifre impostare ”--XXX”. Valore preimpo-
stato = 0000: nessun codice PIN
Statistica:
11 (Contatore_Corse= 0) [0¼9999, 100]: attiva con- 2)
1 tatore corse

52 J 155834I_3/0202
CF PA VL: Valori & Osservazioni !
Posizionamento:
(Errore di fermata medio = 0) [--20, 20, 1 mm]: 3)
12
1 Errore di posizione (soltanto per ACVF Closed
Loop)
99 Calibratura del trasmettitore di carico cabina
0 Configurazione LOP
1) Parametro disponibile, ma non attivo nella versione SW corrente
2) Non supportato dalla manovra nella versione SW corrente
3) Solo Smart MRL 002

J 155834I_3/0202 53
Configurazione dell’indicazione dei piani
Esempi: Il 3o livello di piano deve avere l’indicazione ”0”

Livello di piano Descrizione

5 2

4 1

3 0
2 Cantina -1
1 Garage -2

Cioè: modo Configurazione (CF): 1


Parametro (PA): 3
Valore (UL): 0

1 3 0

( = diverse visualizzazioni possibili, non è importante )

1. Attivare modo Configurazione con l’interruttore DIP 6


=> Visualizzazione ”CF” su COP
2. Impostare ”1” e confermare con “<>”
=> Visualizzazione ”PA” su COP
3. Impostare parametro ”3” e confermare con “<>”
=> Visualizzazione ”UL” su COP
4. Impostare indicazione piano ”0” e confermare con “<>”
=> Visualizzazione ”CF” su COP
5. Abbandonare il modo Configurazione con la successione di tasti
“-”, “<>”
6. Ripristinare l’interruttore DIP 6

54 J 155834I_3/0202
Configurazione delle bottoniere di piano (LOP)
Dopo il primo montaggio o la sostituzione di un LOP, lo si deve configurare
(la manovra deve riconoscere quale LOP si trova a quale piano).

Countdown

EL
AV
TR

BEEP

0 Numero di piano +
oppure solo
Premere finché non
Uscita dalla configurazione LOP: si sente il segnale
digitare numero di piano [0] e [<>]

( = diverse visualizzazioni possibili, non è importante )

1. Attivare modo Configurazione con l’interruttore DIP 6


=> Visualizzazione ”CF” su COP
2. Impostare ”0” (= configurazione LOP) e confermare con “<>”
=> Visualizzazione ”LE” su COP (= Level Configuration)
3. Impostare il livello di piano corrente (normalmente il più alto) e
confermare con “<>” (o confermare soltanto)
=> Visualizzazione ”Cd” (Countdown) su COP. Subito
comincia il conto alla rovescia partendo da 12 sul display
piccolo di COP
4. Uscire dalla cabina entro il tempo del conto alla rovescia e preme-
re LOP, fino a quando non si avverte il segnale.
=> Visualizzazione ”Ac” su COP (Accepted)
5. Confermare la configurazione con “<>”
=> La porta si chiude, la cabina scende di un piano, la porta
si apre e viene visualizzato il livello corrente del piano
6. Ripetere i passi da 3. a 5
7. Se tutti i LOP sono configurati e la cabina si trova nuovamente al
piano superiore abbandonare il modo Configurazione con la suc-
cessione di tasti “-”, “<>”
8. Ripristinare l’interruttore DIP 6

J 155834I_3/0202 55
Calibrazione della cellula di misurazione del carico DIGISENS
Avvertenza: il parametro 8.1 deve essere già configurato
carico di riferimento consigliato:
Cabina Carico di riferimento
320kg 250..300kg
450kg 300..400kg
630kg 500..600kg
1000kg 750..900kg

Esempio: cabina da 450 kg Carico di riferimento: 380 kg

Cabina caricata con


peso di riferimento

380kg
Se [<>] premuto per meno di 3 sec.

Carico misurato

Calibrazione
BEEP
Abbandonare la
Countdown Countdown
cabina durante il
count down!! BEEP

Premere per più

: varie
di 3 sec. comunicazioni
possibili non rilevante

1. Portare la cabina con funzionamento normale sul livello di piano


sul cui deve avvenire la calibrazione
2. Attivare con DIP--Switch 6 il modus di configurazione
=> è Comunicazione ”CF” su COP
3. Inserire ”99” e confermare con ”<>”
=> è comunicazione ”rL” (carico di riferimento) su COP

56 J 155834I_3/0202
4. Inserire il carico di riferimento ”38” e confermare con ”<>”
=> è comunicazione ”Ld” (carico) appare su COP
=> è comunicazione del carico attuale su COP
(Attualizzazione ogni 5 sec.)
5. Caricare la cabina con il carico di riferimento di 380 kg.
6. Premere ”<>” almeno per 3 sec. per avviare la calibrazione (beep)
=> è Indicazione ”Cd” (countdown) su COP;
il display COP conta alla rovescia per 10 sec.
7. Abbandonare la cabina entro questi 10 sec.
8. Adesso il dispositivo di comando esegue 5 misurazioni (ogni 0.5 sec.)
=> è comunicazione ”Cl” (calibrazione) su COP
9. Dopo l’effettuazione della calibrazione risuona un lungo tono piep
=> è comunicazione ”Ld” (carico) su COP
=> è comunicazione del carico attualmente misurato per
controllo
10.Se il carico indicato non concorda con il carico di riferimento nella
cabina, la calibrazione deve essere ripetuta
11.Premere ”<>” per abbandonare il modus di calibrazione
12.Rimettere DIP--Switch 6

J 155834I_3/0202 57
Codice PIN per chiamate protette della cabina
Nel caso l’opzione sulla scheda SIM sia disponibile, si possono fissa-
re determinati piani con un codice a 3 o 4 cifre.
Esempio: protezione del livello di piano 5 con il codice ”123”
Cioè modo Configurazione (CF): 10
Parametro (PA): 5
Valore (L): -123
Nota: I codici a 3 cifre devono essere impostati iniziando con ”--”.
Durante il funzionamento sono però solo necessari i 3 numeri.

10 5 -123
0000

( = diverse visualizzazioni possibili, non è importante )

1. Attivare modo Configurazione con l’interruttore DIP 6


=> Visualizzazione ”CF” su COP
2. Impostare ”10” e confermare con “<>”
=> Visualizzazione ”PA” su COP
3. Impostare ”5” e confermare con “<>”
=> Visualizzazione ”UL” su COP
4. Impostare ”--123” e confermare con “<>”
=> Durante l’impostazione viene visualizzato il codice numerico
sul display, la visualizzazione ”UL” rimane su COP
5. Confermare ancora con “<>”
=> Visualizzazione ”CF” su COP
6. Abbandonare il modo Configurazione con la successione di tasti
“-”, “<>”
7. Ripristinare l’interruttore DIP 6
Impostare il parametro 6.3 su ”99”.
Nota: per cancellare un codice impostare ”0000”.

58 J 155834I_3/0202
4.2 Configurazione convertitore di frequenza VACON
Visualizzazione delle pagine di menu attive
BTNS = Pulsanti programmabili
(Pagina di menu)
REF = Valori di riferimento
(Pagina di menu)
PAR = Parametro
(Pagina di menu)
MON = Valori di controllo
(Pagina di menu)
(nessuna) = Pagina guasti
(Pagina di menu)
Tasto di immissione a conferma dei
parametri modificati

Uso del pannello VACON

Pagine monitoraggio
PG

Pagine parametri

PG

Pagine riferimento
(non vengono utilizzate)
PG

Pagine tasti programmabili


(non vengono utilizzate)

PG

Pagine errori

PG

J 155834I_3/0202 59
Stati di funzionamento VACON Closed Loop
Tipo di corsa Stato di funzionamento
Normale, correzione, sincronizzazio- Closed Loop
ne, corsa di posizionamento
Ispezione, azzeramento GBPF, Open Loop
corsa di ripresa, d’installazione

Parametro di base VACON


Tabella con vari motori, impiegata nella colonna ”tipico”
No. Open Loop, Cabina (kg) Ingra- Conse- Motore
Closed Loop naggio gnato

1) OL 320, 450, 630 fino a


marzo 01
2) OL 1000 fino a Lancor
marzo 01 (S/N):
8 cifre
3) OL 1000 fino a Reivaj
marzo 01 (S/N:
7 cifre
4) OL 320, 450, 630 a partire da
aprile 01
5) OL 1000 fino a
marzo 01
6) CL 450, 630 Serie
precedente
&O
7) CL 1000 Serie
precedente
&O
8) CL 320, 450 W125 attuale
9) CL 450, 630 W140 attuale
10) CL 1000 attuale

60 J 155834I_3/0202
Gruppo di parametri 1
Par. Nome param. Settore Tipico Nota
1.1 Tensione 180 .. 690 400 (OL) [V]
nominale 340 (CL) Valore motore
1.2 Frequenza 30 .. 65 33 4)8)9) [Hz]
nominale 50 1)6) Valore motore, Fn
65 (1000 kg)
1.3 Numero di 1 .. 2000 In seguito allo [rpm]
giri nominale scorrimento il valore motore,
valore tipico è Nn (il valore ef-
di 3 ¼15% fettivo deve es-
inferiore di sere misurato)
Nm
1.4 Corrente no- 0.1 .. 650 [A]
minale Valore motore, In
1.5 Tensione 380, 400, 400 [V]
d’alimenta- 415, 440 Valore motore
zione
1.6 Velocità Velocità min. 1.00 [m/s]
massima .. 1.20
1.7 Velocità no-
Velocità min. 1.00 [m/s]
minale ..
Velocità
mass..
1.8 Velocità Velocità min. 0.20 (OL) [m/s]
d’ispezione .. 0.63 0.30 (CL)
1.9 Velocità Velocità min. 0.08 (OL) [m/s]
d’entrata .. 0.30 0.25 (CL)
1.10 Accelerazio- 0.20 .. 2.00 0.80 4)5) [m/s2]
ne & urto 1.00 1)2)3)
0.50 (CL)
1.11 Decelerazio- 0.20 .. 2.00 1.00 4) [m/s2]
ne & urto 1.40 1)2)5) Reivaj:
0.50 (CL) 1.00 .. 1.40

J 155834I_3/0202 61
Par. Nome param. Settore Tipico Nota
1.12 Distanza_ 10 .. 150 50 (OL) [mm]
finale 120 (CL) Viaggiare con ve-
locità d’entrata
per precisione di
fermata. Non mo-
dificare! (Meglio
adeguare infor-
mazione vano)
1.13 Rallentamento 0.00 .. 3.00 0.00 [s]
Manovra di Non modificare!
frenamento
1.14 Rallentamento 0 .. 3.00 0.50 [s]
Attivazione
circuito MGB
1.15 Rallentamento 0 .. 3.00 0.50 [s]
Circuito MGB
aperto
1.16 Stop_DC_ 0 .. 250.00 0.50 [s]
Freno_t
1.17 Stop_DC_ 0.1 .. 10 0.1 [Hz]
Freno_t
1.18 Start_DC_ 0.0 .. 25.00 0.50 [s]
Freno_t
1.19 Limite (1.8 .. 1.9) x 25 (VF10) [A]
corrente In (specifico 34 (VF20) Limite corrente
VFBR) 50 (VF30) d’uscita, invertito-
re di frequenza
1.20 U/f_frequenza_ 0 .. 500 Vedi tabella [Hz]
media extra curva Curva U/f, fre-
U/f quenza media
1.21 U/f_frequenza_ (0..100) x Vedi tabella [%]
media Corrente extra curva Curva U/f, fre-
nominale_ U/f quenza media
motore

62 J 155834I_3/0202
Par. Nome param. Settore Tipico Nota
1.22 Frequenza_ (0..100) x Vedi tabella [%]
zero_ Corrente extra curva tensione di partenza
tensione nominale_ U/f in caso di valore di
motore frequenza zero
1.23 Numero_ 0 .. 10 3 [n/a]
tentativi Nuova partenza
automatica,
numero di tentativi
1.24 Tempo di 1 .. 6000 60 [s]
tentativo Tempo fino al
nuovo tentativo
automatico
1.25 Parametro_ 0/1 1 [n/a]
visibilità 0 = tutti i
gruppi di parametri
visibili
1 = soltanto il
gruppo 1 visibile
Osservare
indicazione riguardo
parametro 9.5
1.26 Velocità_Lin 0.20 .. 1.00 [m/s]
5.00 Linearità, cambia-
mento di velocità
1.27 Limite_urto 0 .. 100 80 [%]
Limite inferiore di
urto; durante
l’accelerazione
1.28 Commissio- 0/1 1 [n/a]
nato _ACVF soltanto Closed Loop
0 = ACVF non anco-
ra commissionato
1 = ACVF commis-
sionato

J 155834I_3/0202 63
Parametro curva U/f

Par. 6.4

Par. 1.21
Par. 1.22 f

Par. 1.20 Par. 6.3

Motore 1.20 [Hz] 1.21 [%] 1.22 [%] 6.3 [Hz] 6.4 [%]
1) 7 19.0 5.0 50 100
2) 7 16.0 4.5 65 100
3) 4 7.0 2.0 65 100
4) 3 12.0 3.0 33 100
5) 6 12.0 3.5 65 100
6) 4 9.0 2.0 50 100
7) 6 12.5 2.5 65 100
8) 3 12.0 3.0 33 100
9) 3 11.2 3.4 33 100
10) 6 12.5 2.5 65 100

64 J 155834I_3/0202
Altri parametri importanti
Par. Nome Settore Tipico Nota
param.
4.9 Freno_ secondo Ricoperto dal Par. 1.4.
Corrente_ Par. 1.4 Se il valore del Par. 1.4
DC non è stato impostato,
si rileva il valore del
Par. 1.19
6.2 Frequenza 10.00 kHz 10 (OL) 16 kHz max
interruzioni 11.5
(CL)
6.3 Punto atte- secondo Vedi Frequenza di uscita in
nuazione Par. 1.2 tabella base alla quale la ten-
campo (frequenza extra sione di uscita raggiun-
(FWP) nom. del della ge il valore massimo. In
motore) curva caso di frequenza su-
U/f periore la tensione di
uscita rimane costante
sul massimo valore.
I Parametri 6.3. e 6.4
vengono ricoperti dai
Parametri 1.1 e 1.2. Se
sono necessarie modifi-
che, devono essere ap-
portate dopo l’imposta-
zione di 1.1/1.2
6.4 Tensione_ 100 % 100% si veda 6.3
con_FWP Vedi tabella extra della
curva U/f

J 155834I_3/0202 65
Par. Nome Standard Tipico Nota
param.
9.5 Blocco 0 0= possibili tutte le va-
parametri riazioni di
parametro
1 = blocco variazione
parametri
Attenzione: utilizzando
FC Drive SW non impo-
stare contemporanea-
mente i Parametri 1.25 e
9.5 su “1”! (Blocco del
pannello di controllo)
10.1 Funzione_ 0 0= possibile modo
DIA2 Evacuazione
1= possibile DIA2
standard ”istruzio-
nedi ritorno”

Parametri soltanto per Closed Loop


Par. Nome Settore Tipico Nota
param.
11.1 Tipo_FC 0 -- 2 1 0 = Open Loop
1 = Closed Loop
2 = Closed Loop senza
IGV
11.2 Posizione_ 0...200 30 [mm]
correzione_ Se la correzione richie-
limite sta dalla ECU è troppo
grande, l’ACVF si fer-
ma e lo comunica
all’ECU.
Eventualmente ECU fa
partire una nuova corsa
di posizionamento

66 J 155834I_3/0202
Par. Nome Settore Tipico Nota
param.
11.3 Fattore_di 0 -- 2000 1000
registra-
zione_
carico
11.4 Codifica- 300..8191 2048 Numero impulsi per
tore_ ogni giro_motore
Impulsi_
Numero
11.5 Tolleranza_ 1...20 5 [mm]
d’entrata ACVF attiva MGB
(via R02), se la cabina
è dentro la tolleranza
11.6 Limite_ 0...0.8 0.80 [m/s]
Controllo_ ACVF informa ECU se
Velocità la velocità è inferiore a
questo parametro. Sol-
tanto allora ECU permet-
te di bypassare la porta
(per collaudi TÜV il para-
metro può essere mes-
so a zero per impedire di
bypassare la porta)
11.7 Errore_ +/--20 0 [mm]
medio_di Se quando impostato
fermata su 0 mm, la precisione
di fermata è in media
+/--1 mm e al massimo
+/-- 3mm al di sotto di
tutte le condizioni

J 155834I_3/0202 67
Par. Nome Settore Tipico Nota
param.
11.8 Limite_ 1...65 10 8)9) [Hz]
errore_ 15 6) ca. 30% FN
velocità 20 7)10)
11.9 Codifica- 0..5 3 [0ms]
tore_ 0ms significano auto-
tempo_ maticamente; cioè il
filtrazione tempo di filtrazione vie-
ne calcolato automati-
camente
11.10 Direzione_ 0 -- 1 1 0 = avanti
codificatore 1 = indietro
(il parametro è spostato
automaticamente du-
rante l’autotuning)
11.11 Corrente_ 0...650 6.4 9) [A]
magnete 7.5 8) *):
11.0 10) 4.6A (450 kg)
8.9A (630 kg con
Serie FM160MW 140V--4Al)
prece- 9.8A (630 kg con
dente/O FM160MW140V--4A)
vedi *)
11.12 Regola- 0 -- 500 30 Parte proporzionale P--I
mento_ regolamento velocità
velocità_P_
rafforzato
11.13 Regola- 0 -- 1000 10 [ms]
mento_ Parte integrale P--I
velocità_ Regolamento velocità
tempo_
integrale
11.14 Regola- 0 -- 500 130 Parte proporzionale P--I
mento_ regolamento corrente
corrente_P

68 J 155834I_3/0202
Par. Nome Settore Tipico Nota
param.
11.15 Rapporto_ 0 -- 100 100 [%]
scorri- Percentuale dello
mento scorrimento nominale.
100% se la targhetta
d’identificazione è
corretta
11.16 Autotuning 0 -- 1 0 0 = autotuning disattivato
1 = autotuning attivato
Lasciare sempre su 0
11.17 Dolce_ 0..0.5 0.100 [s]
tempo_ Tempo per superare la
partenza forza d’attrito della fune
11.18 Dolce_ 0.1..0.2 0.10 [Hz]
partenza_ Frequenza offset per
frequenza superare la forza
d’attrito della fune
11.19 Ventilatore 20..50 40 [°C]
ON Relè RVEVF accende il
temperatu- ventilatore a questa
ra temperatura (via D01).
(Inoltre il ventilatore
viene accesso in occa-
sione di ogni corsa)
11.20 Ventilato- 1..10 5 [_C]
re_tempe-
ratura_
isteresi
11.21 Urto_ 0.4..2.5 1.5 [m/s3]
massimo Per controllo posizione
finale

J 155834I_3/0202 69
Par. Nome Settore Tipico Nota
param.
11.22 Parametro 0/1 1 0 = parametro motore
motore sconosciuto
conosciuto 1 = parametro motore
conosciuto
11.23 Costante 0/1 1
PID
conosciuta
11.24 Sequenza 0/1 0 0=U--V--W
fasi 1=U--W--V
11.25 IW 1.0... 17.33 Trasmissione ingranaggi
100.0 7)8)9)10) (ad es. 55/2 = 27.5)
27.5
6)
11.26 DD 1..1000 323 8)9) [mm]
343 10) Diametro puleggia.
ECU può superare
questo valore dopo la
prima corsa di posizio-
namento
11.27 KZU 0/1 1 6)8)9) Fattore di taglia
0 7)10) (1:1 --> 0, 2:1 -->1)
12.3 DEBUG_ 0..1 0 IMPORTANTE:
attivo in installazioni di campo
questo parametro deve
essere 0

70 J 155834I_3/0202
5 Ricerca guasti
Che cosa e dove cercare in questo manuale d’istruzioni:
Punti di riscontro semplici:
G Tensioni Vista d’insieme del sistema (cap. 2.3)
G Fusibili Vista d’insieme del sistema (cap. 2.3)
Descrizione print (cap. 3.4)
G Circuito di sicurezza Vista d’insieme del sistema (cap. 2.5)
G LED sui print Descrizione print (cap. 3)
Ricerca guasti (cap. 5.1)

Segnalazioni di errore:
G Codici LED manovra Ricerca guasti (cap. 5.1)
G Codici errore manovra Ricerca guasti (cap. 5.2)
G Segnalazioni ed errori VACON Ricerca guasti (cap. 5.3)
G Codici LED SEM Descrizione print (cap. 3.11)

Aiuto nella ricerca guasti:


G Menu Monitoraggio VACON Ricerca guasti (cap. 5.4)
G Condizioni particolari manovra Ricerca guasti (cap. 5.5)
(Modo Manutenzione)

Aiuto per l’eliminazione guasti:


G Reset sul print SCIC Descrizione print (cap. 3.3)
G Imposizione corsa di
apprendimento Ricerca guasti (cap. 5.5)
G Ripetizione configurazione Configurazione (cap. 4)

J 155834I_3/0202 71
5.1 LED
Si veda a questo proposito il capitolo Descrizione print
SMIC PCB:

LED Causa possibile Soluzione possibile


SDIC
P01 G Errore nel circuito 24 V G Controllare circuito 24 V (PO2,
disinse- G Apparecchi esterni PO3, VVD e VCC alimentati da
rito G Fusibile F2.5A--LB o P01)
F4A--LB difettoso G Fusibile difettoso ADDU, ESE,
controllare i contatti ausiliari
ecc.
G Controllare il fusibile
P02 G Errore nel circuito 24V per G Controllare il circuito 24V ri-
disinse- apparecchi esterni guardo ad ADDU, ESE, contatti
rito G Fusibile F2A-LB difettoso ausiliari ecc.
G Controllare il fusibile
P03 or G Errore nel circuito G Controllare il circuito BIO Bus
VDD1 12 V Bio Bus G Controllare i LOP e i LIN
disinse- G Fusibile F2.5A-LB o G Controllare il fusibile
rito F1.6A--LB difettoso
VCC G Avaria dell’alimentazione G Controllare il print SCIC e il suo
disinse- della carta del micropro- fissaggio
rito cessore G Controllare posizione del flash
G Flash EMPROM su SCIC EPROM su SCIC (contrasse-
inserito sbagliato gnare EPROM ↔ base)
G Errore nel CAN Bus G Controllare circuito CAN Bus
RKPH G Manca la fase o ha ten- G Controllare le fasi
disinse- sione troppo bassa
rito G Eliminazione della tensio- G Controllare eliminazione della
ne o eccesso di tensione tensione e punte di corrente
ISPT o G Circuito di sicurezza G Controllare circuito di
ISK aperto sicurezza
disinse- G Controllare fusibile
rito FIA--HB

72 J 155834I_3/0202
SDIC PCB

LED SDIC Causa possibile Soluzione possibile


P01 G Origine circuito da 24 V G Controllare il circuito da
disinserito 24 V (ved. SMIC)
G Fusibili F2.5A-- LB (001) G Controllare il fusibile
o F4A-- LB e F2A-- LB
(002) difettosi
VCC G Alimentazione interna G Sostituire SDIC
disinserito da 5 V difettosa G Controllare il trasmetti-
G Eventuale reazione del tore di carico Digisens
trasmettitore di carico
WDOG G Guasto software/Gua- G Riazzerare il sistema
disinserito sto di comunicazione e/o disinserire l’inter--
o sempre nel Bus ruttore principale JTHA
acceso

J 155834I_3/0202 73
SCIC PCB

! Attenzione: sono possibili combinazioni di LED diversi !

LED SCIC Causa possibile Soluzione possibile


SERVICE G Interruttore DIP 8 attivo G Interruttore DIP 8 su
acceso Posizione ON posizione OFF
WDOG G Guasto software G Riazzerare il sistema
non lam- premendo il tasto reset
peggia
DOOR Errore nel sottosistema
lampeggia porta
G 1x G Il motore ha provato G Controllare il contatto
per 3 volte per più di 10 KET-- S (regolazione e
secondi a chiudere la collegamento)
porta senza segnale G Controllare il contatto
KET-- S ST-- S
G 2x G Il motore ha provato G Controllare il contatto
per 3 volte per più di 10 KET-- O (regolazione e
secondi ad aprire la collegamento)
porta senza segnale G Controllare il contatto
KET-- O ST-- O
G 3x G Dopo il comando di av- G Controllare KTS a que-
vio si chiude la porta sto piano
ed il segnale KET--S si G Controllare KTC
attiva, ma nei 2 minuti G Controllare i restanti
successivi la cabina componenti del circuito
non parte. Il sistema di sicurezza
prova per 10 volte a
chiudere, ma il circuito
di sicurezza non si
chiude.
Porta bloccata oltre 3
minuti con ascensore
fermo

74 J 155834I_3/0202
LED SCIC Causa possibile Soluzione possibile
G 4x G Il limitatore della forza G Controllare il contatto
di chiusura KSKB del- KSKB (regolazione e
la porta della cabina collegamento)
viene attivato troppo G Controllare l’assenza di
frequentemente guasti nella chiusura
della cabina
G Controllare che le guide
di scorrimento non sia-
no sporche
G Lampeg- G Porta non disponibile
gia conti-
nuamente
DRIVE Errore nel sottosistema
lampeggia di azionamento
G 1x G Errore nel circuito di G Controllare il circuito di
sicurezza. Il circuito di sicurezza
sicurezza non chiude, G Controllare il blocco di
anche se le porte sono KTS
state chiuse e bloccate
G 2x G Errore nell’alimentazio- G Controllare il cablaggio
ne dei relè. Le informa- dei relè
zioni dai contatti ausi-
liari dei relè alla mano-
vra sono errate
G 3x G Errata direzione della G Scambiare 2 fasi nel
corsa. Il motore funzio- motore di azionamento
na in direzione opposta G Controllare il collegamen-
a quella attesa to e la direzione di mon-
taggio dell’interruttore elet-
tromagn. KS-- KSE
G 4x G L’informazione dell’in- G Controllare i magneti info
terruttore elettroma- vano
gnetico non concorda G Controllare allineamento
con quella memorizza- tra magneti e interruttore
ta nella corsa di ap- elettromagnetico
prendimento G Controllare il collegamen-
to dell’interruttore elettro-
magnetico

J 155834I_3/0202 75
LED SCIC Causa possibile Soluzione possibile
G 5x G La corsa dura più del- G Controllare se esiste un
la durata massima, blocco della cabina. Ef-
che era stata memo- fettuare un reset e con-
rizzata durante la cor- trollare il funzionamento
sa di apprendimento dell’impianto
tra gli ultimi arresti
G 6x G Soltanto per ACVF G Controllare comunica-
Closed Loop. Possibile zione errore VACON
spostare indietro errore
ACVF errore
G 7x G Protezione termica del G Troppe corse/ore
motore THMH o con- dell’impianto
trollo temperatura va- G Sostituire i sensori di
no KTHM scattati temperatura.
(Dopo il raffreddamento
del motore attendere an-
cora il tempo di sicurezza)
G Lampeg- G Errore grave G Controllare comunica-
gia conti- zione errore VACON
nuamen-
te
TRIP1 Errore trasmettitore di
Lampeggia misura del carico CLC
G 1x G Manca la frequenza G Controllare il cablaggio
G 2x G Valore errato XLD (SDIC)
G 3x G Errore di calibrazione G Controllare il fissaggio
G 5x G Non calibrato del trasmettitore di
carico
G Controllare la parame-
trizzazione del trasmetti-
tore di carico
G Ripetere calibrazione
G acceso G Interruttore DIP 1 atti- G Disinserire l’interruttore
vo in posizione ON DIP 1 sul SCIC
(il trasmettitore di cari-
co è disinserito)

76 J 155834I_3/0202
LED SCIC Causa possibile Soluzione possibile
TRIP2 G Interruttore DIP 7 attivo G Disinserire l’interruttore
Acceso (modo Manutenzione DIP 7 sul SCIC
attivo)
ERR
G lampeg- G Errore temporaneo G Il sistema riesce a eli-
gia velo- minare da solo l’errore
cemente
G lampeg- G Un sottosistema non è G Controllare gli altri
gia lenta- disponibile LED per ricevere mag-
mente giori info e poter prose-
guire
G è sempre G Errore grave, riazzera- G Obbligare ripristino o
acceso re il sistema corsa di posizionamento

J 155834I_3/0202 77
Combinazione di codici LED del Print SCIC
LED SCIC Causa possibile Soluzione possibile
TRIP1,
TRIP2
lampeggia
G 1x G Errore grave G Obbligare ripristino o cor-
sa di posizionamento
G 2x G Circuito di sicurezza G Controllare circuito di
Errore sicurezza
(vedi capitolo 2.5)
G 3x G Sovraccarico errore G Controllare DIGISENS
Ripetere calibrazione
3 LED Condizioni particolari di
WDOG, DRI- manovra
VE e ERR G Corsa di ispezione
lampeggiano G Manovra di richiamo
insieme; ESE
intermittenza: G Corsa di sincroniz-
ogni 2 sec. zazione
G Corsa di apprendi-
mento
4 LED
WDOG,
DOOR, DRI-
VE e ERR
lampeggiano
insieme;
G Intermit- G Errore Bus CAN
tenza:
1 sec.
G Intermit- G Scheda SIM non di- G Carta SIM corretta?
tenza: ogni sponibile o difettosa G Inserire correttamente la
2 sec. scheda SIM
G Controllare zoccolo della
scheda SIM

78 J 155834I_3/0202
5.2 Manovra: Codici di errore su COP e LIN
SCIC Print
Accendere l’interruttore DIP 5 sul print
SCIC.
1
Il messaggio di errore corrente secon-
do lo standard EN 627 viene visualiz-
8 zato su COP e su LIN--Arresto princi-
pale (nessuna memorizzazione dei
vecchi messaggi di errore).

Codice Segnalazione Ricerca


00 Nessun errore registrato
01 Circuito di sicurezza Un contatto di sicurezza è
aperto aperto
02 Apertura circuito di sicu- Circuito di sicurezza porta pia-
rezza porta durante la no o cabina aperto durante la
corsa corsa
03 Errore durante la normale
chiusura della porta
04 La porta si ferma al di
fuori della zona porta
05 Pulsanti di chiamata bloc- Dopo un periodo di tempo de-
cati terminato le chiamate della ca-
bina o al piano sono ancora
prenotate
06 L’ascensore non parte
07 Interruzione di corrente Alimentazione fuori tolleranza
nei print BIONIC
10 Corsa troppo lunga Durante la durata max. stabili-
ta della corsa non è stata rag-
giunta una zona di apertura
11 Perdita della posizione C’è stato uno spostamento
della posizione dell’ascensore

J 155834I_3/0202 79
Codice Segnalazione Ricerca
12 Surriscaldamento Il motore di sollevamento è
surriscaldato
13 Errore durante la apertu-
ra normale della porta
41 Interruzione nell’alimen-- Non c’è tensione
tazione della corrente
principale
42 L’ascensore è nel modo
Revisione
43 L’ascensore funziona con
la manovra incendio
44 La registrazione dei dati è
disinserita
45 Priorità nelle chiamate L’ascensore registra solo le
della cabina chiamate della cabina
46 L’ascensore funziona con
l’alimentazione di riserva
90 Pulsante di emergenza Non si può evitare con 44
azionato
I codici non in elenco non sono per il momento attivi.

80 J 155834I_3/0202
5.3 VACON: Segnalazioni e messaggi d’errore
Segnalazioni:
G ”A” lampeggiante sul display
G Azzerabile mediante il tasto ”PG” (e la causa permane, la segnala-
zione viene nuovamente visualizzata solo dopo un minuto)

Codice Segnalazione Ricerca


A 15 Il motore blocca (la prote- G Controllare motore
zione di bloccaggio moto- G Controllare MGB
re è stata azionata)
A 16 Motore surriscaldato (Pro- G Ridurre carico del motore
tezione termica del moto- G Controllare i parametri del
re)
modello di temperatura
G il motore è sovraccarico
A 17 Motore protezione di Ingranaggio
sottocarico
A 24 Valori nella successione Non è necessario effettuare
di errori: alcun intervento;
G Contatore Mwh considerare in modo critico
G Contatore giorni questi errori
d’esercizio/contatore
potrebbero essere stati
modificati da una prece-
dente interruzione di cor-
rente
A 28 La modifica di una appli- Selezionare nuovamente l’ap-
cazione è fallita plicazione e premere il tasto
“Enter”
A 30 Corrente squilibrata, il
carico dei segmenti è ir-
regolare
(il seguito alla pagina successiva)

J 155834I_3/0202 81
Codice Segnalazione Ricerca
A 42 La bandiera d’arrivo L’ultima bandiera del vano cor-
attiva sorveglianza sa è stata raggiunta ad una
velocità troppo alta/troppo
bassa. Controllare bandiere e
PHS1/2. Ripetere corsa di po-
sizionamento
A 45 Segnalazione di surri- Controllare la corrente d’aria di
scaldamento convertitore raffreddamento e la tempera-
di frequenza: temperatura tura ambiente
> 85_ C
A 46 Segnalazione di riferimen- Controllare il sistema di co-
to: corrente in entrata Iin+ mando del circuito elettrico
< 4 mA
A 47 Segnalazione esterna Controllare il circuito di errori
esterno o l’apparecchio colle-
gato
A 49 Sorveglianza propulsione Errore di logica interno ACVF
A 51 DIB4 (SPEED_SELECT Controllare il circuito logico di
_1) e DIB5 (SPEED_SE- manovra dell’ascensore
LECT_2) si innalzano se
non è stato selezionato
“high speed” (cioè DIB4
era basso). Il motore è
fermo
A 52 Direzione--Ingresso DIA1 Controllare il circuito logico di
(FORWARD) e DIA2 manovra dell’ascensore
(EVACUATION) sono en- Nota: le applicazioni correnti
trambi contemporanea- utilizzano solo DIA1; la modifi-
mente attivi. Il motore è ca al senso di rotazione del
fermo motore si fa mediante i relè di
direzione SR-- U e SR-- D
(il seguito alla pagina successiva)

82 J 155834I_3/0202
A 53 L’ingresso DIB6 (LAN- Controllare il circuito logico di
DING_ZONE) sono alti e i manovra dell’ascensore
due ingressi DIA1 (FOR-
WARD) e DIA2 (EVA-
CUATION) sono bassi.
Questa segnalazione vie-
ne ritardata di 300 ms pri-
ma di diventare attiva. Il
motore è fermo
A 54 Interruttore termico bime- Controllare la temperatura del-
talllico della resistenza la resistenza del freno. Con-
del freno. Il circuito di trollare anche i cablaggi e/o
controllo della temperatu- l’interruttore termico
ra della resistenza del
freno si è aperto. Se
l’ascensore effettua una
corsa, questa viene con-
clusa normalmente. Fino
a quando l’interruttore
termico bimetalllico non si
chiude, non è possibile
dare inizio ad una nuova
corsa
A 57 Proteggere: condizione Proteggere risposta e control-
sbagliata durante la lare SH_STATE e SH1_STA-
posizione di fermo TE (DIA1, DIA2)
compresi i relativi contatti au-
siliari.
Controllare i test--jumper
esterni XTSH e STSH1
(modulo drive)
A 58 ”PWM Enable” entrata: Controllare segnale ”PWM
condizione sbagliata Enable” (DIB4) e/o relativo
contatto ausiliare (SH1)

J 155834I_3/0202 83
Errore:
G LED “Fault” acceso
G “F” lampeggiante sul display
G Azzerabile con il tasto “RST” (premere a lungo)
G Errore viene memorizzato

Cancella tutto la memoria


RUN READY FAULT
PG errore. Premere fintanto
che il codice errore cam-
PG
bia su ”0”
F1..F9 MON PAR REF BTNS
Prossima registr. errore
Memoria errore Codice errore Precedente registrazione
errore

Codice Errore Cause possibili Controlli


errore
F1 Sovracor- Il convertitore di fre- Controllare il carico
rente quenza ha rilevato del motore
una corrente del mo- Verificare la grandez-
tore troppo elevata: za del motore
G Improvviso aumen- Verificare il cavo del
to di carico motore
G Corto circuito nel
cavo del motore
G Motore non adatto
F2 Sovraten- La tensione del circuito Aumentare il tempo di
sione intermedio supera i limiti frenata
di scatto (135 % della
tensione nominale)
G Tempo di frenata
troppo breve
G Picchi di sovra
tensione in rete
(il seguito alla pagina successiva)

84 J 155834I_3/0202
Codice Errore Cause possibili Controlli
errore
F3 Dispersio- E’ stato rilevato che la Controllare il cavo del
ne a terra somma delle correnti motore
del motore di tutte e
tre le fasi non equiva-
le a zero:
G Errore di isolam. del
cavo o del motore
F4 Errore Il convert. di frequenza Eliminare l’errore e ri-
invertitore ha riconosciuto una partire
funzione mancante
dell’eccitat. Gate o del
colleg. a ponte IGBT:
G Errore EMC
G Errore componenti
F5 Relè di Relè di carico aperto Eliminare l’errore e ri-
carico con comando START partire
G Errore EMC
G Errore componenti
F9 Sottoten- La tensione del circui- Nel caso di un guasto
sione to intermedio era infe- di rete a breve termi-
riore al 65 % della ne eliminare l’errore e
tensione nominale: ripartire.
G La causa più fre- Controllare l’alimenta-
quente è un errore zione di rete
nella tensione di rete
G Errore all’interno
dell’apparecchio
F10 Controllo Manca la fase di rete Controllare il collega-
fase di rete mento alla rete
F11 Controllo E’ stato rilevato che Controllare il cavo del
fasi moto- una fase del motore motore
re non trasmette la
corrente
(il seguito alla pagina successiva)

J 155834I_3/0202 85
Codice Errore Cause possibili Controlli
errore
F12 Controllo G La resistenza del Controllare la resi-
chopper freno non è colle- stenza del freno
del freno gata
G Resistenza del fre- Se la resistenza del
no difettosa freno è OK, il chopper
G Errore nel chopper del freno ha un gua-
del freno sto
F13 Tempera- La temperatura del
tura raffreddatore è inferio-
VACON re a --10 _C
insuff.
F14 Tempera- La temperatura del Controllare il raffred-
tura raffreddatore è supe- damento.
VACON riore a Controllare che la fre-
eccessiva +90 _C (Open Loop) quenza di interruzione
+75 _C (Closed Loop) non sia troppo elevata
rispetto alla tempera-
tura ambiente e al ca-
rico del motore
F15 Motore Protezione di bloc- G Controllare motore
bloccato caggio motore è stata G Controllare il freno
attivata, cioè MGB magnetico elettrico
non ha attivato (MGB)
F16 Tempera- Il modello di tempera- G Ridurre carico del
tura tura del motore ha motore
eccessiva constatato surriscal- G Controllare para-
del motore damento metro del modello
G Il motore è sovrac- di temperatura
carico
F17 Motore a Il relè di carico ridotto Ingranaggio
carico ri- del motore è scattato
dotto
(il seguito alla pagina successiva)

86 J 155834I_3/0202
Codice Errore Cause possibili Controlli
errore
F18 Errore di Entrata analoga Controllare la polarità
polarità sbagliata o errore di all’entrata analoga
entrata componente sulla
analoga o carta regolatore
errore
HW
F19 Identifica- Scelta della carta op- Controllare installa-
zione car- zioni fallita zione
ta opzioni G Se l’installazione
è o.k., sostituire
VACON
F20 Valore Tensione ausiliaria Controllare il cablag-
nominale valore nominale 10 V gio della tensione au-
10 V in corto circuito, carta siliaria 10 V
di regolazione e sup-
plementare
F21 24 V Tensione ausiliaria valo- Controllare il cablag-
re nom. 24 V in corto gio della tensione au-
circuito, carta di regola- siliaria 24 V
zione e supplementare
F22 EEPROM Errore memorizzazio-Se l’errore viene elimi-
ne parametri nato il convertitore cari-
G Errore EMC ca automaticamente la
regolazione di fabbrica.
G Errore componenti Dopo l’eliminazione
F23 Errore di dell’errore controllare i
controllo parametri clienti ed
somme eventualm. ricaricarli
G Se l’errore si pre-
senta di nuovo,
sostituire VACON
(il seguito alla pagina successiva)

J 155834I_3/0202 87
Codice Errore Cause possibili Controlli
errore
F25 Micropro- G Errore SW Ripristino e nuova
cessore G Errore EMC partenza
Watchdog G Errore componenti G Se l’errore si ripre-
senta, sostituire
VACON
F26 Errore di Il collegam. di comu- Controllare il cavo
comuni- nic. attraverso l’inter- dell’interfaccia
cazione faccia non funziona
F29 Relè Thermistor ha accer- G Controllare il carico
termistore tato la temperatura e il raffreddamento
del motore del motore
G Controllare il circui-
to elettrico del ter-
mistore (cablaggi)
Avvertenza: nel caso
che ingresso Thermi-
stor è inutilizzato,
questo deve essere
bypassato
F31 Impulso G Errore nel codifi- G Controllare il
mancante catore codificatore e se
del codifi- l’errore si ripresenta,
catore G Segnale di codifi-
catore disturbato sostituire il codifica-
tore
G Segnale di codifi-
catore non chiuso G Controllare carta
accuratamente opzioni e resistenze
(2x120 Ohm) terminali
(2x120 Ohm)
G Motore bloccato da
freno meccanico
(il seguito alla pagina successiva)

88 J 155834I_3/0202
Codice Errore Cause possibili Controlli
errore
F32 Direzione G Entrate differen- G Modificare la dire-
errata del ziali del codificato- zione del codifica-
codifica- re collegate erro- tore con parame-
tore
neamente (in con- tro 11.10
fronto con la se-
quenza delle fasi)
G Parametro 11.10
direzione_codifica-
tore ha valore sba-
gliato
F33 Errore G Differenza troppo G Controllare freno
controllo grande tra velocità meccanico
velocità attuale e velocità G Garantire che il
di riferimento (ve- motore non lavori
locità attuale è de- al limite della cor-
rivata dall’informa- rente
zione del codifica-
G Aumentare il para-
tore)
metro 11.8 fino al
G Tolleranza troppo massimo 33% FN
piccola nel para-
metro 11.8 (Veloci-
tà_errore_limite)
(Hz)
F36 Ingresso La corrente dell’in- Controllare il circuito
analogico gresso analogico Iin è elettrico dell’ingresso
inferiore a 4 mA analogico
G La fonte del segna-
le ha un errore
G I fili del segnale
sono difettosi
(il seguito alla pagina successiva)

J 155834I_3/0202 89
Codice Errore Cause possibili Controlli
errore
F41 Errore Errore esterno Controllare il circuito
esterno attraverso l’ingresso elettrico o l’apparec-
digitale chio nell’ingresso “Er-
rore esterno”
F44 Ordine di G ACVF ha ricevuto G Controllare senso-
PHS sba- dal dispositivo di ri PHS e distanze
gliato comando un ordi- dalle bandiere
ne di PHS sbaglia- G Controllare le
to (ad es. due fian- bandiere
chi in salita suc-
G EMI, alimentazione
cessivi)
24 V
G Errore SDIC
G Cablaggio SDIC
G Problemi meccani-
ci/ottici con PHS o
bandiere
G Disturbo del se-
gnale PHS o del
SDIC
(il seguito alla pagina successiva)

90 J 155834I_3/0202
Codice Errore Cause possibili Controlli
errore
F48 Sorve- Corrente motore (nel Controllare cablaggio
glianza caso di una o più fasi) tra ACVF e protezioni o
corrente inferiore al valore pre- tra protezioni e motore
motore visto
F51 Errore di ECU non ha accettato
riferimen- il cambiamento di ve-
to di locità durante la cor-
velocità sa. ACVF aziona fer-
mata d’emergenza.
Errore di logica ECU
F55 Errore G Comunicazione G Controllare cavo
”heart-- CAN--Bus tra CAN--Bus
beat” ACVF e ECU o G ADDU e COP sono
(impulso non realizzata o installati?
del
persa G ECU non è pronto
sistema
Bus) G ACVF non riceve G Controllare parame-
nessun segnale tro 12.1 (ideale sono
”heart--beat” 300ms. In SW ver-
all’interno del sione 4.2: 380 ms)
tempo definito nel G Controllare le resi-
parametro 12.1. stenze terminali di
(HEARTBEAT_ CAN--Bus. Su SCIC
TIME) (posizione EXT)
Su SEMP (S3 a pa-
gina 10 X10).
Su VACON (jumper
oltre X4: sulla parte
sinistra, posizione
1--2)

J 155834I_3/0202 91
Codice Errore Cause possibili Controlli
errore
F56 Sorve- G Uno o più contatti G Controllare i contatti
glianza (SH/SH1) si sono SH e SH1
protezioni fusi G Controllare protezio-
G Stato sbagliato ni, segnali di feed-
delle protezioni back e contatti ausi-
durante la corsa o liari (DIA1, DIA2)
preparazione alla G Avvertenza: questo
corsa è ”un errore grave”
permanente. È pos-
sibile Può essere ri-
messo allo stato ori-
ginale soltanto me-
diante ripristino al
quadro di comando
VACON; prima con-
trollare SH/SH1. Il ri-
pristino di SCIC non
basta.
(il seguito alla pagina successiva)

92 J 155834I_3/0202
Codice Errore Cause possibili Controlli
errore
F59 Posizione G ECU ha richiesto G Controllare parame-
correzio- una correzione di tro 11.2
ne errore posizione troppo Parametro curve a S
grande. ACVF (accelerazione mas-
aziona fermata sima, urto, velocità
d’emergenza. nominale)
G Valori di urto e/o di (parametri 1.10,
accelerazione 1.11, 4.2, 4.3,
troppo grandi 4.10¼4,13) posso-
(parametro 1.10, no essere nel caso
1.11, 4,2, 4,3, di Closed Loop al
4.10¼4,.13). massimo 0.5m/s2 &
m/s3).
G Le funi hanno
scorrimento sulla G Controllare mecca-
puleggia nica dell’ascensore
(freno, funi, motore
G Il quadro del vano
ecc.)
memorizzato
nell’ECU non cor- G Controllare parame-
risponde al reale tri motore
quadro del vano. G Dopo un aggiorna-
G Sensore PHS era mento di ECU o
disturbato durante VACON si consiglia
la corsa di posizio- una corsa di posizio-
namento => namento. Prima
quadro errato del controllare parame-
vano tro VACON.
G Ripetere corsa di
posizionamento.

J 155834I_3/0202 93
5.4 Caratteristiche di funzionamento VACON
(Pagina di monitoraggio)
Significato Unità
n1 Frequenza motore Hz
n2 Numero di giri del motore calcolato 1/min
n3 Corrente motore misurata A
n4 Momento torcente nominale/effettivo (calcolato) %
n5 Potenza effettiva/nominale (calcolata) %
n6 Tensione motore calcolata V
n7 Tensione circuito intermedio misurata V
n8 Temperatura raffreddatore oC
n9 Giorni di esercizio complessivi (non azzerabile) DD.dd
n10 Contatore di esercizio (non azzerabile) HH.hh
n11 Consumo totale MWh (non azzerabile) MWh
n12 Consumo MWh (azzerabile)
n13 Tensione di ingresso analogico su morsetto Uin V
n14 Corrente di ingresso analogico su morsetti Iin+ e Iin- mA
n15 Stato ingresso digitale gruppo A, si veda sotto
n16 Stato ingresso digitale gruppo B, si veda sotto
n17 Stato uscite digitale e relè, si veda sotto
n18 Versione software
n19 Potenza nominale apparecchi kW
n20 Temperatura motore (% del valore nominale) %
n21 Velocità lineare (Closed Loop) m/s
n22 Codific. motore (rotore) velocità d’angolo (Closed Loop) rpm
n23 Applicazione versione (Closed Loop)

Spiegazioni per RUN READY FAULT

n15, n16 e n17:


0 = Aperto
1 = Chiuso MON PAR REF BTNS

n15 DIA3 (10) DIA2 (9) DIA1 (8)


n16 DIB6 (16) DIB5 (15) DIB4 (14)
n17 Uscita relè 2 (25/26) Uscita relè 1 (22/23) Uscita digit. (20)
( ) = Morsetto di collegamento VACON, si veda anche cap. 3.12

94 J 155834I_3/0202
5.5 Condizioni particolari della manovra
Modo Manutenzione
(con l’ausilio dei print SCIC e SMIC)

SCIC Print
Sul print SCIC:
Attivare l’interruttore DIP 7
1
sul print SMIC:
Con il pulsante DC--U/D o DFM--U/D portare
8
la cabina al piano superiore o inferiore.
Piano superiore: porte aperte
Piano inferiore: porte chiuse
(In questa condizione sia le chiamate della
cabina che quelle al piano sono disinserite)

Corsa di ispezione
I LED WDOG, DRIVE e ERR sul print SCIC lampeggiano insieme
(Intermittenza: 2 secondi).
La manovra di ispezione viene inserita sul tetto della cabina mediante
l’interruttore JREC del quadro di ispezione.
La cabina può muoversi a velocità ridotta (Parametro VACON 1.8).
Il percorso è limitato da KSE.

ESE (Manovra di richiamo)


I LED WDOG, DRIVE e ERR sul print SCIC lampeggiano insieme
(Intermittenza: 2 secondi).
Muovere la cabina a velocità ridotta mediante la manovra di richiamo.
La manovra ESE è bloccata durante la corsa di ispezione.
Il percorso non è limitato da KSE!
La cabina può raggiungere i respingenti!

J 155834I_3/0202 95
Corsa di sincronizzazione
Dopo le seguenti situazioni viene avviata automaticamente una corsa
di sincronizzazione.
G Prima partenza
G Dopo la corsa di ispezione
G In caso di errore di informazione vano
G Dopo l’utilizzo del modo Manutenzione
A seconda della posizione corrente della cabina (A, B, C, D o E) la
corsa di sincronizzazione ha un diverso svolgimento.
KS KSE
A
1 2
S 1

2
B 3
N

3 4 C
1
2 2
1 1
S
4 5 2 D 3 3
N
E

Al termine della corsa di sincronizzazione la cabina si trova nel punto


di fermata inferiore KS.

96 J 155834I_3/0202
Corsa di apprendimento
La corsa di apprendimento consente alla manovra di leggere le infor-
mazioni di vano e di contare il numero delle fermate.
Può essere avviata automaticamente (p.e. durante la messa in funzio-
ne) ma può anche essere provocata.
I motivi per cui si deve provocare una corsa di apprendimento sono:
G Nuova lettura delle informazioni di vano
G Calibratura del trasmettitore di carico a cabina vuota
G Cancellazione errori
G Installazione di un secondo COP (inizializzazione)
Come provocare una corsa di apprendimento mediante il print SCIC:
1. Interruttore DIP 8 su ON
2. Attendere 3 secondi
3. Interruttore DIP 8 su OFF
4. Premere Reset
Svolgimento della corsa di apprendimento:
G Corsa di sincronizzazione come descritto alla voce ”Corsa di sin-
cronizzazione”
G Corsa completa fino alla fermata superiore (Lettura del numero di
fermate e delle informazioni di vano complete)
G Corsa completa fino alla fermata inferiore (controllo delle informa-
zioni lette)

Problemi durante le corse di sincronizzazione e di apprendimento


Cause possibili:
G Informazioni vano
Nota: contrassegnare la zona inferiore KS solo con il magnete--
polo nord; contrassegnare la zona superiore KS solo con il
magnete--polo sud (”lasciare aperto”);
G Velocità nominale impostata erroneamente (Par. VACON 1.7)
G Velocità di ispezione impostata erroneamente (Par. VACON 1.8)

J 155834I_3/0202 97
5.6 Problemi con la scheda SIM
Se nel print SCIC è inserita una scheda difettosa, vuota o errata (di un
altro ascensore), l’ascensore verrà bloccato dalla manovra. L’ascen-
sore funzionerà ancora per 5 minuti con servizio minimo, ossia Sim-
plex DE, senza controllo automatico in caso di incendio, senza par-
cheggio automatico al piano di uscita ecc.. Quindi la cabina giunge
alla propria fermata inferiore e resta bloccata. Restano attivi solo il
pulsante di apertura porta DT-O e la fotocellula.
Il blocco attraverso la scheda SIM viene segnalato dai LED
WDOG, DOOR, DRIVE e ERR (1x per secondo) che lampeggiano
contemporaneamente.
6

98 J 155834I_3/0202
Informazioni particolari:
Informazioni particolari:
Schindler
The Elevator and Escalator Company

Schindler Acensori S.p.A.


Training Center, 6031 Ebikon (Svizzera)
Telefono Centrale: ++(0)41/445 31 31
Telefon o diretto: ++(0)41/445 36 84
Telefax: ++(0)41/445 39 33