Sei sulla pagina 1di 2

Analisi

e confronto della crescita economica del brasile e la argentina 1990-2011 ILEANA HESS


1.INTRODUZIONE

La seguente relazione analizza e confronta la crescita economica di due nazioni del Sudamerica:
Argentina e Brasile. Si prende in analisi il periodo che intercorre tra il 1990 fino al 2011.
Lo studio si articola in due parti: la prima cita le fonti da cui ho ottenuto tutte le informazioni e i
dati statistici di entrambi i paesi oltre a spiegare le relazioni ufficiali di tipo economico tra di essi; la
seconda, invece, attraverso l’aiuto di tabelle e grafici illustra ed analizza gli indici macroeconomici
nel periodo considerato.
Prima di entrare nel vivo dello studio, ho la volontà di fare luce su un’ambiguità comune. Di
frequente si sente parlare di crescita economica e di sviluppo economico considerandoli sinonimi;
tuttavia si deve stabilire un’importante distinzione tra di loro.
Questi due concetti hanno iniziato ad acquistare sempre più importanza subito dopo la seconda
guerra mondiale, diventando il focus dell’economia moderna. Oggi, si può definire crescita
economica quel fenomeno o contesto macroeconomico, caratterizzato da un aumento nel medio-
lungo termine dello sviluppo della società con un incremento generalizzato del livello di variabili
macroeconomiche quali, consumi, investimenti, ricchezza, produzione di beni e servizi.
Quest’ultima è la variabile macroeconomica più importante, solitamente è misurata in termini di
PIL (Prodotto Interno Lordo); ed esprime la dimensione economica di un determinato paese.
Mentre lo sviluppo economico deve essere inserito in un contesto più ampio dove vengono
analizzati gli squilibri fra economie industrializzate ed economie “arretrate” o “in via di sviluppo”,
dove si ha come punto di riferimento lo sviluppo economico inteso come crescita equitativa e in
armonia con la natura.
Per questo motivo la crescita è il mezzo attraverso il quale una società può raggiungere un fine più
ampio e complesso, chiamato sviluppo economico sociale; cioè quel processo di trasformazione
strutturale (cambiamenti fondamentali e permanenti nell’organizzazione sociale e nelle loro
istituzioni) e di cambiamento della struttura produttiva che segna il passaggio da un’economia
prevalentemente agricola a un’economia in cui aumenta il peso del settore industriale e dei
servizi. In sintesi questo processo permette un miglioramento del benessere degli individui,
potendo affermare quindi che lo sviluppo è una crescita qualificata.


1

Analisi e confronto della crescita economica del brasile e la argentina 1990-2011


1.1 Fonti e Basi di Dati Statistiche

I dati raccolti per l’analisi macroeconomica, sono stati raccolti consultando gli istituti come l’INDEC
e il CEI per l’Argentina, l’IBGE per il Brasile, il CEPAL che raggruppa ed organizza dati di entrambe le
nazioni. Passiamo ad analizzare i differenti istituti.
L’INDEC acronimo di Instituto Nacional de Estadística y Censos (Istituto Nazionale di Statistica e
Censimenti), è un ente governativo Argentino che ha come scopo quello di raccogliere ed
analizzare ed elaborare dati statistici, ma non solo, analizza e prende in esame indicatori sociali,
demografici ed economici. I dati si possono consultare online all’indirizzo:
• http://www.indec.gov.ar/

Il DNCEI acronimo di Direccion Nacional Centro de Economia Internacional, è un ente che dipende
direttamente dalla Secretaria de Relaciones Economicas Internacionales del Ministerio de
Relaciones Exteriores y Culto. Questo istituto contribuisce con il disegno di strumenti di analisi
economico e commerciale internazionale alla formazione di una banca dati che è consultabile al
seguente indirizzo:
• http://www.cei.gov.ar/node/26

L’IBGE, Instituto Brasileiro de Geografia e Estatistica, è un’agenzia governativa responsabile per le


informazioni di tipo statistico, geografico, cartografico e ambientali del Brasile. Il sito ufficiale di
riferimento in cui si posso trovare le serie storiche del paese sono:
• http://www.ibge.gov.br/home/
• http://seriesestatisticas.ibge.gov.br

Il CEPAL, Comisión Económica para América Latina, rappresenta uno delle cinque commissioni
economiche regionali che fanno capo al Consiglio Economico e Sociale delle Nazioni Unite. Una
divisione si occupa di redigere le statistiche e gli indicatori internazionali e di poterli comparare tra
i diversi paesi dell’America Latina. Questo istituto possiede diverse divisioni, ognuna delle quali si
occupa di settori in particolare, come il commercio estero come nel caso del BADACEL, della
popolazione nel caso del CELADE. Di seguito elenco i link dai quali è possibile consultare i dati:
• http://estadisticas.cepal.org/cepalstat/WEB_CEPALSTAT/Portada.asp
• http://websie.eclac.cl/badecel/basededatos.asp
• http://www.eclac.cl/celade/