Sei sulla pagina 1di 8

Le donne musulmane hanno veramente bisogno

di essere salvate?
Riflessioni antropologiche sul relativismo culturale e i suoi altri

di Lila Abu-Lughod*

Qual è l'etica dell'attuale "Guerra al Terrorismo", una guerra che dell'antropologia nella reificazione della differenza culturale.
si giustifica con l'apparente intenzione di liberare, o salvare, le
donne afgane? L'antropologia ha qualcosa da offrire alla nostra Spiegazioni culturali e mobilitazione delle donne
ricerca di una presa di posizione ideale nei confronti di questo È più semplice capire perché si dovrebbe essere scettici nel
fondamento logico per muovere guerra? concentrare l'attenzione sulla "donna musulmana" se si comincia
La domanda di apertura del titolo del mio saggio è stata in con la reazione pubblica americana. Analizzerò due
parte dettata dal modo in cui ho personalmente vissuto la manifestazioni di questa reazione: alcune conversazioni che ebbi
risposta alla guerra americana in Afganistan. Come molti con un cronista della PBS NewHour with Jim Lehrer e il discorso
colleghi il cui lavoro si è concentrato sulle donne e sulle radiofonico della First Lady Laura Bush alla nazione il 17
questioni di genere in Medio Oriente, fui tempestata dalle novembre 2001. La presentatrice dello show NewsHour mi
richieste di intervenire, non solo nei programmi notiziari, ma contattò inizialmente per vedere se ero disposta a fornire qualche
anche nei diversi dipartimenti universitari, specialmente in informazione generale per inquadrare un pezzo sulle donne e
quelli che si occupano di studi di genere. Come mai questo l'Islam. Le chiesi sarcasticamente se avesse fatto qualche rassegna
non mi ha fatto piacere, proprio a me che sono una studiosa sulle donne in Guatemala, Irlanda, Palestina o Bosnia quando lo
che ha dedicato più di venti anni della sua vita a questo show si era interessato alle guerre in quelle zone; ma alla fine
soggetto e che ha delle relazioni personali complesse con assentii a dare un occhio alle domande che intendeva porre ai
questa identità? Sarebbe potuta essere un'occasione per partecipanti. Le domande erano disperatamente generali. Le
diffondere il verbo, disseminare il mio sapere e correggere i donne musulmane credono "x"? Le donne musulmane sono "y"?
malintesi. L'urgente ricerca di conoscenza sulle nostre sorelle L'Islam permette "z" alle donne? Le chiesi: se si sostituissero
"women of cover" (come il Presidente George Bush le ha così "cristiano" o "ebreo" laddove si ha "musulmano", queste domande
mirabilmente definite) è lodevole e, quando proviene dai avrebbero senso? Non pensavo mi avrebbe richiamata. Invece mi
programmi di studio sulle donne dove il "femminismo richiamò, due volte, una prima volta relativamente all'idea di un
transnazionale" è stato preso sul serio, risponde a una certa pezzo sul significato del ramadan e la seconda riguardo le donne
qual onestà (v. Safire 2001). musulmane in politica. La prima, in risposta al bombardamento e
Il mio disagio mi ha portata a riflettere sul perché, come l'altra in seguito agli interventi di Laura Bush e Cherie Blair,
femministe in o dell'Occidente, o semplicemente come moglie del primo ministro britannico.
persone che hanno a cuore le vite delle donne, dobbiamo Ciò che colpisce riguardo a queste tre idee per dei nuovi
essere cauti nei confronti di questa risposta agli eventi e alle programmi è il ricorso consistente al culturale, come se sapere
conseguenze dell'11 settembre 2001. Voglio mettere in qualcosa sulle donne e l'islam o sul significato del rituale religioso
evidenza come questa ossessione per la condizione delle servisse a capire il tragico attacco al World Trade Center di New
donne musulmane si collochi in un campo minato - una York e al Pentagono, o come l'Afganistan sia finito sotto il
metafora che è per di più tristemente appropriata per un paese governo dei talebani, o che interessi potrebbero avere alimentato
come l'Afganistan, con il più alto numero di mine pro capite- l'America e altri interventi nella regione negli ultimi ventocinque
. Spero di farmi strada tra queste mine usando la sensibilità anni, o che ruolo abbia lo storico supporto americano dato a
dell'antropologia, disciplina il cui compito è stato di gruppi conservatori per minare i sovietici, o perché le caverne e
comprendere e gestire la differenza culturale. Allo stesso i bunker in cui Bin Laden stava per essere gassato "vivo o morto",
tempo, voglio rimanere critica riguardo la complicità come il presidente Bush annunciò in televisione, furono

ACHAB
sovvenzionati e costruiti dalla CIA. notato come la questione delle donne sia stata sfruttata nelle
In altre parole, la domanda da porsi è perché conoscere la politiche coloniali; esempio ne sia come la pratica del sati
"cultura" della regione, ed in particolare le sue credenze religiose, (l'usanza delle vedove di immolarsi sulle pire funerarie del
e il modo in cui le donne sono trattate, sia più urgente che marito), i matrimoni precoci e ad altre usanze fossero usate per
esplorare la storia dello sviluppo di regimi repressivi nella regione legittimare la dominazione. Come Gayatri Chakravorty Spivak
e il ruolo dell'America in questa storia. Avevo l'impressione (1988) ha cinicamente affermato: uomini bianchi che salvano
che questa cornice culturale avrebbe precluso una seria analisi donne di colore da uomini di colore. L'archivio storico è pieno di
delle radici e della natura della sofferenza umana in questa simili esempi, incluso il Medio Oriente. In Turn of the Century
parte del mondo. Invece di spiegazioni politiche e storiche, Egypt, quello che Leila Ahmed (1992) ha chiamato "femminismo
agli esperti fu chiesto di darne di cultural-religiose. Invece di coloniale" si dava da fare. Si trattava di una preoccupazione
domande che avrebbero potuto fare luce sulle interessata in modo selettivo alla sofferenza delle donne egiziane,
interconnessioni globali, ci furono presentate quelle che che si concentrava sul velo come un segno di oppressione ma che
servivano a dividere artificialmente il mondo in emisferi non dava alcun supporto all'educazione delle donne, una
separati, ricreando una geografia immaginaria dell'Occidente preoccupazione professata ad alta voce dallo stesso gentiluomo
contro l'Oriente, di noi contro i musulmani, di culture nelle inglese, Lord Cromer, che a casa si opponeva al diritto di voto
quali le First Lady fanno discorsi contro altre culture in cui le delle donne. La sociologa Marnia Lazreg (1994) ha offerto alcuni
donne girano silenziosamente avvolte nei burqa. esempi vividi di come il colonialismo francese ha incorporato le
La cosa che mi premeva maggiormente comprendere era perché donne alla propria causa in Algeria. Scrive:
le donne musulmane in generale, e le donne afgane in particolare, Probabilmente l'esempio più evidente della riappropriazione
fossero così cruciali in questa spiegazione culturale che invece coloniale delle voci delle donne e della repressione di quelle tra
ignorava l'intricato sistema in cui tutti siamo coinvolti, in loro che avevano iniziato a prendere le donne rivoluzionarie...
modalità a volte sorprendenti. Perché questi simboli femminili come modelli non indossando più il velo, furono gli eventi del 16
stavano per essere mobilitati in questa "Guerra contro il maggio 1958 [proprio quattro anni prima che l'Algeria
Terrorismo" in un modo che non aveva precedenti in altri finalmente conquistasse la sua indipendenza dalla Francia dopo
conflitti? Il discorso radiofonico tenuto il 17 novembre da Laura una lunga e sanguinosa lotta e 130 anni di controllo francese
Bush mette in luce la funzione politica che si persegue con una (NdA)]. Quel giorno fu organizzata una manifestazione dai
simile mobilitazione. Da una parte, il suo intervento demoliva generali francesi insubordinati per mostrare la loro
importanti distinzioni che si sarebbero dovute mantenere. C'era determinazione a mantenere l'Algeria francese. Per provare al
un costante scivolamento tra i "talebani" e i "terroristi", tanto da governo francese che gli algerini erano d'accordo con loro, i
diventare quasi la stessa parola - una sorta di mostruosa identità generali avevano fatto arrivare in autobus qualche migliaio di
inter-connessa: i talebani-e-i-terroristi. Inoltre confondeva le nativi dai villaggi vicini, assieme alle loro donne che furono
cause per cui in Afghanistan le donne sono soggette a una solennemente svelate da quelle francesi. Riunire gli algerini e
continua malnutrizione, povertà e cattiva salute con le cause, ben fargli fare dimostrazioni di lealtà per la Francia non era in sé un
diverse, della loro recente esclusione dal lavoro e dall'istruzione avvenimento inusuale durante il periodo coloniale. Ma togliere il
sotto il regime talebano, e confondeva inoltre queste cause con la velo alle donne durante una cerimonia ben allestita aggiungeva
gioia di sfoggiare unghie smaltate. D'altra parte, il suo discorso all'evento una dimensione simbolica che drammatizzava la
cristallizzava divisioni abissali, innazitutto tra "le persone civili di caratteristica costante dell'occupazione francese in Algeria: la
tutto il mondo", i cui cuori si spezzano per le donne e i bambini sua ossessione per le donne. [Lazreg 1994: 135].
afgani, e i talebani-e-i-terroristi, quei mostri culturali che Lazreg (1994) dà anche degli esempi memorabili del modo in cui
vogliono, come lei sosteneva, "imporre a tutti noi il loro mondo". la Francia aveva inizialmente cercato di trasformare le donne e le
Rivelatorio rispetto agli intenti, il discorso utilizzava la causa ragazze arabe. L'autrice fornisce una descrizione di alcune
delle donne per sostenere il bombardamento americano e rappresentazioni durante le cerimonie di premiazione alla Muslim
l'intervento in Afganistan e per fornire una giustificazione alla Girls' School ad Algeri nel 1851 e nel 1852. Nella prima scenetta,
"Guerra al Terrorismo" di cui la questione delle donne era scritta da "una signora francese di Algeri", due ragazze arabe
presumibilmente un punto caldo. Come Laura Bush sosteneva: algerine rammentano il loro viaggio in Francia usando le seguenti
"Grazie alle nostre recenti vittorie militari in gran part e parole:
dell'Afganistan, le donne non sono più segregate nelle loro case. Oh! Francia protettrice: Oh! Francia ospitale! ...
Possono ascoltare la musica e impartire insegnamenti alle loro Nobile terra, dove mi sentii libera
figlie senza il terrore di essere punite... . La lotta contro il Sotto cieli cristiani pregando il nostro Dio: ...
terrorismo è anche una lotta per i diritti e la dignità delle donne" Dio ti benedica per la felicità che ci porti!
(U.S. Government 2002). E tu, madre adottiva, che ci insegnasti
Queste parole risuonano in maniera ossessionante nelle orecchie Che abbiamo una parte di questo mondo,
di chiunque abbia studiato la storia coloniale. Molti tra coloro che Noi ti serberemo affetto per sempre! [Lazreg 1994: 68-69]
hanno fatto ricerca sul colonialismo inglese in Sud Asia hanno Queste ragazze sono state preparate per invocare il dono di una

ACHAB
parte di questo mondo, un mondo dove la libertà regna sotto cieli portatili". Ovunque velarsi significa appartenere ad una
cristiani. Non è il mondo che i talebani-e-i-terroristi vorrebbero particolare comunità e a condividere un'etica della vita in cui le
"imporre a tutti noi". famiglie sono componenti fondamentali nell'organizzazione delle
Proprio come poco fa ho sostenuto, bisogna essere cauti quando comunità e la casa è associata con l'inviolabilità delle donne.
delle icone culturali ben definite sono attribuite a narrative La domanda ovvia che segue è questa: se questo fosse il caso,
storiche e politiche confuse, e così bisogna anche essere diffidenti perché dovrebbero diventare improvvisamente indecenti? Perché
quando Lord Cromer nell'Egitto governato dagli inglesi, le dovrebbero improvvisamente buttare al vento i segni distintivi
signore francesi in Algeria e Laura Bush, tutti appoggiati da della loro rispettabilità, simboli, siano essi il burqa o altri modi di
truppe militari, sostengono di stare salvando o liberando le donne coprirsi, che dovrebbero assicurargli la protezione nella sfera
musulmane. pubblica dalle molestie di estranei, comunicando a tutti che
nonostante si muovano in un contesto pubblico sono ancora nello
Politiche del velo spazio inviolabile delle loro case? In modo particolare quando si
Vorrei adesso osservare più da vicino quelle donne afgane che tratta di modi di vestirsi che sono diventati così convenzionali che
Laura Bush sosteneva gioissero della loro liberazione da parte la maggior parte delle donne presta poca attenzione al loro
degli americani. Questo comporta una discussione sul velo, o sul significato.
burqa, dal momento che è centrale nella preoccupazione Per fare alcune analogie, di cui nessuna perfetta, perché siamo
contemporanea riguardo le donne musulmane. Si getteranno così sorpresi dal fatto che le donne afgane non gettano via i loro burqa
le basi per una discussione su come gli antropologi, le quando sappiamo perfettamente bene che non sarebbe appropriato
antropologhe femministe in particolare, hanno a che fare con il indossare dei pantaloncini all'opera? Nello stesso momento in cui
problema della differenza nel mondo globale. Per concludere, le discussioni sul burqa delle donne afgane stavano infuriando,
ritornerò sulla retorica di salvare le donne musulmane e offrirò una mia amica fu rimproverata dal marito per avere accennato al
un'alternativa. fatto di volere indossare un abito con i pantaloni in occasione di
È senso comune che la prova definitiva dell'oppressione delle un matrimonio di classe: "sai bene che non si indossano pantaloni
donne afgane sotto i talebani-e-i-terroristi è quello di essere in un matrimonio WASP ", le ricordò. I newyorkesi sanno che le
costrette ad indossare il burqa. I liberali qualche volta confessano belle donne hasidiche acconciate, che sembrano così alla moda
di essere sorpresi che nonostante l'Afganistan sia stato liberato dai accanto a i loro austeri mariti con i soprabiti e i cappelli neri,
talebani non sembra che le donne buttino via i loro burqa. indossano parrucche. Questo perché la credenza religiosa e le
Qualcuno che abbia lavorato in paesi musulmani deve chiedersi consuetudini comunitarie riguardo a ciò che è appropriato
perché questo è così sorprendente. Ci si aspetta che una volta richiedono che si coprano i capelli. Come gli antropologi sanno
"liberate" dai talebani vogliano "ritornare" alle magliettine sopra perfettamente bene, gli individui indossano vestiti appropriati alla
l'ombelico e ai bluejeans, o spolverare i loro vestiti di Chanel. comunità sociale in cui vivono e sono condizionati da modelli
Bisogna essere più sensibili riguardo all'abbigliamento delle socialmente condivisi, da credenze religiose e ideali morali, a
"women of cover", e forse c'è anche bisogno di fare il punto meno che non trasgrediscano deliberatamente o non siano in
riguardo al velo. condizione di permettersi un vestiario adeguato. Se si pensa che
Innanzitutto, si dovrebbe ricordare che i talebani non hanno le donne americane hanno un'infinita possibilità di scelta per
inventato il burqa. Era una modo locale di coprirsi che le donne vestirsi, tutto quello che si deve fare è ricordare l'espressione, "la
Pashtun di una particolare regione adottavano quando andavano tirannia della moda".
in giro. I Pashtun sono uno dei diversi gruppi etnici in Afganistan Quello che è successo sotto i talebani è che una modalità
e il burqa era una delle molte forme di coprirsi nel subcontinente regionale di coprirsi o velarsi, associata ad una certa classe
e nel sudovest asiatico che si è trasformata in una convenzione rispettabile ma non elitaria, fu imposta a tutti come
che simbolizza la modestia e la rispettabilità delle donne. Il burqa, "religiosamente" appropriata, anche se precedentemente c'erano
come altri modi di "coprirsi", ha in molti contesti marcato una stati diversi stili, popolari o tradizionali, con differenti gruppi o
separazione simbolica tra la sfera maschile e quella femminile, classi - diverse modalità di rappresentare il decoro delle donne o,
come parte della generale associazione delle donne con la in tempi più recenti, la devozione religiosa. Nonostante non sia
famiglia e la casa e non con lo spazio pubblico in cui gli stranieri un'esperta dell'Afganistan, immagino che la maggioranza delle
si mescolavano. donne rimaste in Afganistan, da quando i talebani assunsero il
Venti anni fa, l'antropologa Hanna Papanek (1982), che lavorò in controllo, furono quelle provenienti dalle campagne e le meno
Pakistan, descrisse il burqa come un "isolamento portatile". Notò educate, di famiglie poco ambienti, dal momento che furono le
che molti lo vedevano come un'invenzione liberatoria perché uniche che non riuscirono a sfuggire la sofferenza e la violenza
permetteva alle donne di uscire dalla loro segregazione, che ha caratterizzato la recente storia dell'Afganistan. Se liberate
osservando al contempo le prescrizioni morali basilari di separare dalla costrizione di indossare il burqa, la maggioranza di queste
e proteggere le donne dagli uomini non imparentati. Da quando donne avrebbero scelto altri copricapi modesti, come tutte quelle
mi imbattei nella sua espressione "isolamento portatile", che vivevano nelle vicinanze e non erano sotto il dominio
incominciai a pensare queste vesti avvolgenti come "dimore talebano - la loro controparte rurale hindu nel nord dell'India (che

ACHAB
coprono le loro teste e velano le loro facce ai simili) o le sorelle segno della ricercatezza colta urbana, una sorta di modernità (e.g.,
musulmane in Pakistan. Abu-Lughod 1995, 1998; Brenner 1996; El Guindi 1999;
Persino The New York Times ha pubblicato un articolo sulle MacLeod 1991; Ong 1990). Come Saba Mahmood (2001) ha così
donne afgane rifugiate in Pakistan che mirava ad istruire i lettori brillantemente mostrato nella sua etnografia sulle donne nei
relativamente a questa varietà locale (Fremson 2001). L'articolo movimenti politici legati alle moschee in Egitto, questo nuovo
descrive e ritrae qualsiasi cosa, dal recente burqa-icona con le tipo di vestito è anche percepito, da molte delle donne che
fessure per gli occhi ricamate, che una donna Pashtun spiegava l'adottano, come parte di uno strumento corporeo per coltivare la
essere il vestito appropriato per la sua comunità, agli ampi veli virtù, il risultato del loro desiderio proclamato di essere vicino a
chiamati chador, ad il nuovo vestito islamico battezzato hijab da Dio.
chi lo indossa. Coloro che generalmente indossano questo nuovo Due punti emergono da questa discussione decisamente
abito islamico sono generalmente studentesse indirizzate a fondamentale sui significati del velo nel mondo musulmano
carriere professionali, specialmente in medicina, esattamente contemporaneo. Innanzitutto, bisogna abolire l'interpretazione
come le loro controparti egiziane o malesi. Una di quelle che riduttiva del velo come la quintessenza della schiavitù delle
indossava gli ampi veli era una preside di scuola; l'altra era una donne, anche qualora si sia contrari alla sua imposizione, come in
povera commerciante ambulante. Le parole della giovane Iran o con i talebani. (Si deve ricordare che i moderni stati della
commerciante erano, "se lo facessi [indossare il burqa] i rifugiati Turchia e dell'Iran hanno all'inizio del secolo scorso abolito il velo
mi prenderebbero in giro perché il burqa è per 'le donne di buona e preteso che gli uomini, eccetto gli ecclesiastici, di adottare abiti
famiglia' che stanno a casa" (Fremson 2001: 14). Si mette qui in occidentali). Cosa si intende per libertà se si accetta la premessa
luce lo status locale associato al burqa - è per donne rispettabili fondamentale che gli uomini come esseri sociali, crescono
che vengono da buone famiglie che non sono costrette a vivere necessariamente all'interno di certi contesti sociali e storici ed
facendo le commercianti ambulanti. appartengono a determinate comunità che modellano i loro
Il giornale inglese The guardian pubblicò un intervista nel desideri e la loro comprensione del mondo? Denunciare
gennaio 2002 alla Dr. Suheila Sikkiqi, uno stimato chirurgo che semplicemente il burqa come un'imposizione medioevale non è
ha il grado di luogotenente generale nei corpi paramedici afgani forse una grossa violazione delle ragioni proprie delle donne su
(Goldenberg 2002). Una donna sulla sessantina che veniva da una quello che stanno facendo? In oltre, si deve fare attenzione a
famiglia altolocata e che, come sua sorella, aveva studiato. ridurre le diverse situazioni e l'atteggiamento di milioni di
Differentemente dalla maggior parte delle donne della sua classe, musulmane a un singolo capo di vestiario. Forse è tempo di
lei scelse di non andare in esilio. È presentata nell'articolo come abbandonare l'ossessione occidentale per il velo e concentrarsi su
"la donna che si oppose ai talebani" perché si rifiutò di indossare qualche problema serio per il quale le femministe ed altri
il burqa. Ne aveva fatto una condizione per ritornare al suo posto dovrebbero invece essere coinvolti.
di direttore del maggior ospedale quando i talebani arrivarono In definitiva, l'importante problema politico ed etico che il burqa
all'inizio del 1996; appena otto mesi dopo fu licenziata assieme solleva è come rapportarsi all'"altro" culturale. Come si deve
alle altre donne. Siddiqi è descritta come magra, elegante e sicura trattare la differenza senza accettare la passività sottesa al
di sé. Eppure più avanti nell'articolo si nota come i suoi grigi relativismo culturale per cui gli antropologi sono giustamente
capelli vaporosi sono coperti da un velo trasparente. Nonostante famosi - un relativismo che sostiene che è la loro cultura e che non
si sia rifiutata di indossare il burqa, infatti, non aveva alcun è affar mio giudicare o interferire, ma solo provare a capire. Il
problema ad indossare lo chador o il velo. relativismo culturale è certamente un miglioramento rispetto
Infine, bisogna prendere in considerazione un punto cruciale all'etnocentrismo e al razzismo, all'imperialismo culturale e
riguardo al velo. Non ci sono solo differenti modi di coprirsi, che all'arroganza che lo sottende; il problema però è che è troppo tardi
hanno diversi significati nelle comunità in cui sono messi in per non interferire. Le forme di vita intorno al mondo sono già il
pratica, ma anche l'atto di coprirsi in sé non deve essere confuso, prodotto di una lunga storia di interazioni.
o inteso, come un'incapacità di agire. Come ho sostenuto nella Voglio esplorare la questione della donna, del relativismo
mia etnografia su una comunità beduini in Egitto tra la fine degli culturale e del problema delle differenza da tre prospettive.
anni '70 e degli '80 (1986), tirarsi il velo nero sulla faccia di fronte Innanzitutto, voglio considerare come le antropologhe femministe
ad anziani stimati è considerato un atto volontario fatto da donne (soprattutto quelle intrappolate in questa imbarazzante relazione,
che sono profondamente attente alla loro condotta morale e ad come Strathern [1987] ha sostenuto) devono comportarsi con
avere un senso dell'onore legato alla famiglia. Uno dei modi di questi intimi compagni politici. Mi sono spesso sentita combattuta
mostrare la loro condizione è quello di coprirsi le facce in quando ricevevo le petizioni via posta elettronica che circolavano
determinati contesti. Sono loro a decidere nei confronti di chi è negli ultimi anni in difesa delle donne afgane sotto i talebani. Non
appropriato velarsi. condividevo il dogmatismo dei talebani; non sostengo
Per citare un caso decisamente differente, il vestito islamico l'oppressione delle donne. Ma l'origine di questa campagna
moderno, che molte donne istruite nel mondo musulmano hanno mediatica mi preoccupava. Generalmente non mi trovo in
incominciato ad indossare dalla metà del 1970 in poi, simboleggia compagnia di simili celebrità holliwoodiane (vedi Hirschkind and
pubblicamente la devozione religiosa e può essere letto come un Mahmood 2002). Non ho mai ricevuto una petizione da parte di

ACHAB
queste donne per difendere il diritto delle donne palestinesi alla aggressioni erano diffusi durante il periodo degli scontri che
sicurezza contro il bombardamento israeliano o gli abusi devastarono l'Afghanistan ben prima che i talebani arrivassero per
quotidiani ai checkpoint, per chiedere agli Stati Uniti di restaurare l'ordine.
riconsiderare il loro supporto per un governo che li ha spogliati, L’importante, comunque, è suggerire che bisogna osservare da
privati del lavoro e dei diritti di cittadinanza, negato le libertà più vicino ciò che si sostiene (e cosa non si sostiene) e pensare
basilari. Forse però alcune di queste stesse persone potrebbero attentamente al motivo. Come si dovrebbe gestire la problematica
firmare petizioni per salvare le donne africane dall'amputazione politica ed etica di trovarsi d'accordo con coloro con cui
dei genitali, o le donne indiane dal divenire corredi funerari. Ad normalmente non si è? Non so quante femministe che si
ogni modo, non penso che sarebbe stato talmente facile mobilitare compiacciono di salvare le donne afgane dai talebani si battano
così tante donne americane ed europee se non si fosse trattato di anche per una redistribuzione globale della ricchezza o
uomini musulmani che opprimevano donne musulmane, "women contemplino la possibilità di ridurre drasticamente i loro consumi
of cover" verso le quali possono essere dispiaciute e nei confronti affinché gli africani o le donne afgane possano avere una qualche
delle quali possono sentirsi compiaciutamente superiori. La diva possibilità di ottenere ciò che credo debba essere un diritto
televisiva Oprah Winfrey ospiterebbe le "Donne in nero", il universale: il diritto alla libertà dalla violenza strutturale
gruppo di donne pacifiste di Israele, come fece la RAWA, dell'ineguaglianza globale e dalle devastazioni della guerra, il
l'Associazione Rivoluzionaria delle Donne dell'Afghanistan, cui diritto quotidiano di avere abbastanza da mangiare, avere case per
fui anche attribuito il premio Galmour Magazine di donne le proprie famiglie in cui vivere e prosperare, avere possibilità di
dell'anno? Chi siamo per fare dei "Reality Tours" post-talebani fare vite dignitose affinché i loro figli possano crescere ed avere
come quelli pubblicizzati su internet dal Global Exchange per la forza e la sicurezza di scegliere, all'interno delle loro comunità
marzo 2002 con il titolo "Coraggio e tenacia: una delegazione di e con chi vogliano, stili di vita che potrebbero benissimo
donne in Afghanistan"? La logica di un tour da 1400 dollari è che includere il cambiamento nei modi in cui queste comunità sono
"con la rimozione del governo talebano, le donne afgane, per la organizzate.
prima volta negli ultimi dieci anni, hanno l'opportunità di Sospettare questi intimi compagni è solo un primo passo; non ci
reclamare i diritti umani fondamentali e determinare il loro ruolo darà un modo di pensare più positivo su cosa fare o da che parte
di cittadine alla pari, partecipando alla ricostruzione della loro stare. Per questo abbiamo bisogno di affrontare due questioni
nazione." L'obiettivo del tour, per celebrare la Settimana principali. Innanzitutto, l'accettazione della possibilità della
Internazionale della Donna, è "sviluppare una consapevolezza differenza. Si tratta solo liberare le donne afgane per renderle
delle preoccupazioni e delle problematiche che le donne afgane simili a noi o potremmo dover riconoscere che anche dopo la
incontrano così come testimoniare il cambiamento delle "liberazione" dai talebani, potrebbero volere cose differenti da
condizioni politiche, economiche e sociali che hanno creato quelle che noi vorremmo per loro? Cosa facciamo per questo? In
nuove opportunità per le donne dell'Afghanistan" (Global secondo luogo, è necessario essere vigili rispetto alla retorica di
Exchange 2002). salvare le persone, per cogliere ciò che è sotteso nei nostri
Essere critici nei confronti di questa celebrazione dei diritti delle atteggiamenti.
donne in Afghanistan non significa giudicare ogni organizzazione Ancora, quando parlo di accettare le differenze, non sto
locale di donne, come la RAWA, i cui membri hanno insinuando che ci si dovrebbe rassegnare ad abbracciare un
coraggiosamente lavorato dal 1977 per un Afghanistan laico e relativismo culturale che giustifichi qualsiasi cosa che succede
democratico in cui i diritti umani delle donne fossero rispettati altrove come "tipico della loro cultura". Ho già discusso il
contro i regimi conservatori supportati dall'Unione Sovietica, pericolo di queste spiegazioni "culturali": le "loro" culture sono
dagli Stati Uniti, dall'Arabia Saudita e dal Pakistan. La loro parte della storia e di un mondo interconnesso esattamente come
documentazione degli abusi ed il loro lavoro nelle cliniche e nelle lo sono le nostre. Ciò che sto sostenendo è la fatica di riconoscere
scuole è stato estremamente importante. e rispettare le differenze, esattamente come prodotti di storie
Si tratta anche di non biasimare le campagne che denunciano le diverse, come espressioni di desideri differentemente strutturati.
agghiaccianti condizioni cui i talebani sottopongono le donne. La Noi possiamo volere la giustizia per le donne ma possiamo
campagna Feminist Majority ha aiutato a bloccare un accordo accettare che potrebbero esserci idee differenti riguardo alla
segreto su un oleodotto tra i talebani e la multinazionale giustizia e che queste donne diverse potrebbero volere, o
statunitense Unocal, che stava andando avanti con il supporto scegliere, futuri diversi da quelli che noi consideriamo migliori
dell'amministrazione americana. Le campagne femministe (vedi Ong 1988)? Dobbiamo considerare che queste donne
occidentali non devono essere confuse con le ipocrisie del nuovo potrebbero essere richiamate all'attenzione dell'umanità, così per
femminismo coloniale di un presidente repubblicano che non è dire, per mezzo di un linguaggio differente.
stato eletto per le sue posizioni progressiste sulle questioni I rapporti della conferenza di pace di Bonn tenutasi alla fine di
femministe o di un'amministrazione che ha minimizzato il novembre per discutere la ricostruzione dell'Afghanistan
terribile record di violenze sulle donne da parte degli alleati degli rivelarono differenze significative tra le poche donne afghane
Stati Uniti nell'Alleanza del Nord, come hanno documentato, tra femministe e attiviste presenti. La posizione della RAWA era di
gli altri, Human Rights Watch e Amnesty International. Stupri e rifiutare qualsiasi approccio conciliatore nei confronti del

ACHAB
governo islamico. Secondo un rapporto che lessi, la maggior parte linguaggio universale che dobbiamo usare? Per citare Saba
delle donne attiviste, specialmente quelle che vivono in Mahmood, che scrive sulle donne che cercano di diventare pie
Afghanistan, coscienti delle realtà del terreno, concordavano sul musulmane in Egitto,
fatto che l'islam sarebbe dovuto essere il punto di partenza per la "il desiderio di libertà e liberazione è un desiderio storicamente
riforma. Fatima Galiani, un consigliere statunitense di una delle situato, la cui forza motivazionale non può essere assunta a priori
delegazioni, affermava "se io oggi vado in Afghanistan e chiedo ma si deve riconsiderare alla luce di altri desideri, aspirazioni e
alle donne di appoggiarmi con la promessa di portar loro la laicità, capacità che ineriscono in un soggetto culturalmente e
queste mi manderanno sicuramente all'inferno". Invece, secondo storicamente situato" (2001:223).
un rapporto, la maggior parte di queste donne si inspiravano nella In altre parole, altri desideri possono essere più significativi per
loro lotta per l'eguaglianza ad un posto che potrebbe sembrare gruppi di persone differenti? Vivere in famiglie vicine? Vivere in
sorprendente: consideravano l'Iran come il paese in cui le donne modo pio? Vivere senza guerra? Io ho lavorato sul campo in
ottenevano vittorie in un contesto islamico, in parte attraverso un Egitto per più di 20 anni e non posso pensare ad una singola
movimento femminista filo-islamico che sfidava le ingiustizie e donna che conosco, dalla più povera contadina alla più educata
reinterpretava la tradizione religiosa. cosmopolita, che sia mai stata invidiosa delle donne statunitensi,
La situazione in Iran è essa stessa soggetto di un 'acceso dibattito donne che loro tendono a percepire come prive di comunità,
tra i circoli femministi, specialmente tra le femministe iraniane in vulnerabili alle violenze sessuali ed alla sregolatezze sociali,
Occidente (per esempio, Mir-Hosseini 1999, Moghissi 1999, guidate dal successo individuale piuttosto che dalla moralità, o
Najmabadi 1998, 2000). Non è chiaro se e in che modo le donne stranamente irrispettose di Dio.
abbiano ottenuto vittorie o se i grandi progressi nel campo Mahmood (2001) ha fatto notare una cosa inquietante che accade
dell'alfabetizzazione, della riduzione del tasso di natalità, della quando qualcuno sostiene il rispetto di altre tradizioni. Lei nota
presenza delle donne nel campo professionale e nel governo, edun che sembra esserci una differenza nelle richieste politiche fatte a
fiorente femminismo in aree culturali quali la scrittura e la regia, coloro che lavorano su o stanno cercando di capire musulmani e
si abbiano grazie o malgrado alla costituzione di una Repubblica islamici e coloro che lavorano su progetti laico-umanisti. Lei, che
islamica. Anche il concetto di un femminismo islamico è in sé studia il movimento religioso in Egitto, è consistentemente spinta
controverso. Si tratta di un ossimoro o si riferisce ad un a denunciare tutti i danni causati dai movimenti islamici nel
movimento possibile, formato da donne coraggiose che vogliono mondo, altrimenti viene accusata di essere un apologeta. Ma non
una terza via? sembra mai esservi una richiesta parallela per quelli che studiano
Una delle cose riguardo alle quali è necessario essere il più attenti l'umanesimo laico ed i suoi progetti, nonostante le terribili
possibile quando si pensa al femminismo del terzo mondo e al violenze che gli sono state associate negli ultimi due secoli dalle
femminismo in diverse parti del mondo musulmano, è come non guerre mondiali al colonialismo, dai genocidi allo schiavismo. è
cadere nella polarizzazione che pone il femminismo dalla parte necessario riporre poca fiducia nell'umanesimo laico così come
dell'Occidente. Ho scritto riguardo al dilemma incontrato dalle nell'islamismo, ed è invece necessario aprire la mente alle
femministe arabe quando le femministe occidentali intraprendono complesse possibilità' di progetti umani, intrapresi in una
campagne che espongono le prime all’accusa di tradimento da tradizione come nell'altra.
parte di conservatori di vario tipo, sia islamici che nazionalisti.
(Abu-Lughod 2001) Come alcuni, tra cui Afaseneh Najmabadi, Oltre la retorica della salvezza
sostengono, non solo è sbagliato guardare la storia in modo Torniamo, infine, al mio titolo: "Le donne musulmane hanno
semplicistico, in termini di un'opposizione putativa tra Islam e bisogno di essere salvate?" La discussione su cultura e velo e su
Occidente (come oggi sta succedendo negli Stati Uniti ed è come si possano attraversare le secche della differenza culturale
successo parallelamente nel mondo musulmano), ma è anche dovrebbe porre l'auto-compiacimento di Laura Bush per il giubilo
strategicamente pericoloso accettare questa opposizione culturale delle donne afgane liberate sotto una luce differente.
tra Islam e Occidente, tra fondamentalismo e femminismo, perché È profondamente problematico dipingere la donna afgana come
le numerose persone che nei paesi musulmani stanno cercando di qualcuno che ha bisogno di essere salvato. Quando si salva
trovare alternative alle ingiustizie attuali, quelli che potrebbero qualcuno si sottintende che lo si sta salvando da qualcosa. Lo si
voler rifiutare di fare un taglia e incolla da differenti storie e sta anche salvando per qualcosa. Quali violenze implica questa
culture, coloro che non accettano che essere femminista significhi trasformazione e quali presunzioni sottendono alla superiorità di
essere occidentale, saranno sotto pressione nel scegliere, proprio ciò per cui lo si sta salvando?
come lo siamo noi: siete con noi o contro di noi? I progetti di salvare altre donne dipendono da e rinforzano il
Quello che voglio ricordare è di essere coscienti delle differenze, senso di superiorità degli occidentali, una forma di arroganza che
rispettosi delle strade altrui verso un cambiamento sociale che merita di essere sfidata. Tutto ciò che si deve fare per apprezzare
potrebbe offrire alle donne vite migliori. Può esistere una la qualità condiscendente della retorica della salvezza delle donne
liberazione che sia islamica? E, inoltre, è la liberazione stessa un è immaginare di usarla oggi negli Stati Uniti nei riguardi dei
obiettivo per cui tutte le donne o la gente si batte? gruppi svantaggiati come le donne afro-americane o le donne
L'emancipazione, l'eguaglianza e i diritti sono parte di un della classe operaia. Adesso le consideriamo come sofferenti di

ACHAB
una violenza strutturale. Siamo diventati politicizzati per quanto l'ossessione coloniale francese così brillantemente smascherata da
riguarda la razza e le classi ma non per quanto riguarda la cultura. Alloula in The Colonial Harem (1986), posso chiedere perché
Come antropologi, femministe o cittadini preoccupati, dobbiamo progetti umanitari e discorsi sui diritti umani nel XXI secolo
essere cauti nel calarci nei panni di quelle donne missionarie abbiano bisogno di basarsi su tali costruzioni delle donne
cristiane del XIX secolo che dedicarono le proprie vite a salvare musulmane.
le loro sorelle musulmane. Uno dei miei documenti preferiti di Non potremmo lasciare i veli e le vocazioni di salvare gli altri
quel periodo è una raccolta chiamata Nostre sorelle musulmane, i dietro di noi ed invece preparare la nostra comprensione sul modo
verbali di una conferenza di donne missionarie tenutasi al Cairo in cui rendere il mondo un posto più giusto? La ragione per cui il
nel 1906 (Van Sommer e Zemmer, 1907). Il sottotitolo del libro è rispetto della differenza non deve essere confuso con il
Un grido di bisogno dalle terre del buio interpretato da coloro relativismo culturale è che ciò non preclude il domandarsi come
che l'hanno sentito. Parlando dell'ignoranza, della reclusione, noi, che viviamo in questa privilegiata e potente parte del mondo,
della poligamia e del velo che importunavano le vite delle donne possiamo analizzare le nostre proprie responsabilità per le
nel mondo musulmano, le donne missionarie parlavano della loro situazioni in cui altri, in posti lontani, si sono trovati. Noi non
responsabilità nel fare sentire queste voci di donne. Come afferma siamo fuori dal mondo, a vigilare su questo mare di benedetta
l'introduzione, povera gente, che vive nell'ombra, o velo, di culture oppressive;
"loro non piangeranno mai per se stesse poiché sono sotto il noi siamo parte del mondo. Gli stessi movimenti islamici sono
giogo di secoli di oppressione" (Van Sommer e Zemmer, comparsi in un mondo formato dall'intenso impegno delle potenze
1907:15). occidentali nelle vite dei medio-orientali.
"Questo libro" - così comincia - "con la sua triste e reiterata Un approccio più produttivo, mi sembra, è quello di chiedersi
storia di ingiustizia e oppressione è un'accusa ed un appello...È come possiamo contribuire a rendere il mondo un posto più
un appello alla femminilità cristiana a corre g g e re queste giusto. Un mondo non organizzato in base a forze armate
ingiustizie ed illuminare questo buio attraverso il sacrificio e il strategiche ed esigenze economiche; un luogo in cui certi tipi di
supporto" (Van Sommer e Zemmer, 1907:5). forze e di valori che noi riteniamo ancora importanti possano
Oggi si possono sentire strani echi dei loro scopi virtuosi, anche avere un interesse e dove ci sia la pace necessaria per le
se il linguaggio è laico, negli appelli non a Gesù' ma ai diritti discussioni, i dibattiti e le trasformazioni che avvengono nelle
umani o all'Occidente liberale. Il persistente valore di tale comunità. Dobbiamo domandarci a quale genere di condizioni del
linguaggio simbolico e tali sentimenti può essere visto nel loro mondo possiamo contribuire per far si che tali volontà popolari
schierarsi per cause umanitarie assolutamente buone. Nel febbraio non vengano (sovra)determinate dalla schiacciante sensazione di
2002, ricevetti un invito ad un ricevimento in onore di un network sentirsi indifesi di fronte alle forme di ingiustizia globale.
medico-umanitario internazionale chiamato Médecins du Laddove cerchiamo di essere attivi negli affari di posti lontani,
Monde/Medici del mondo (MdM). Sotto il patrocinio possiamo fare lo stesso con lo spirito di supportare quelli i cui
dell'Ambasciatore degli Stati Uniti, il capo della delegazione della obbiettivi nelle proprie comunità sono di rendere le vite delle
Commissione Europea alle Nazioni Unite ed un membro del donne (e degli uomini) migliori (come Walley ha sostenuto
Parlamento Europeo, il cocktail era per la presentazione di una riguardo alle pratiche di mutilazione genitale in africa [1997])?
mostra fotografica sotto il banale titolo di "Donne afghane: dietro Possiamo usare un linguaggio più egualitario di alleanze,
il velo". L'invito era rilevante non solo per la vivace fotografia di coalizioni e solidarietà al posto che la salvezza?
donne in svolazzanti burqa che camminavano attraverso le aride Anche la RAWA, l'ormai celebre Revolutionary Association of
montagne dell'Afghanistan ma anche per la didascalia di cui vi the Women of Afghanistan (Associazione rivoluzionaria delle
cito un passaggio: donne dell'Afghanistan), che era così strumentale nel portare
Per 20 anni MdM si è battuto senza tregua per aiutare coloro che all'attenzione delle donne statunitensi gli eccessi dei talebani, si è
sono più vulnerabili. Tuttavia, sempre più spesso, dei veli coprono opposta sin dall'inizio ai bombardamenti statunitensi. Non ci
le vittime della guerra. Quando i talebani andarono al potere nel vedeva la salvezza delle donne afgane ma sofferenze e perdite
1996, le donne afgane divennero senza volto. Svelare la faccia maggiori. Si è a lungo appellata al disarmo ed alle forze di pace.
di una (donna) mentre riceveva cure mediche significava I portavoce rimarcano i pericoli di confondere i governi con le
raggiungere una sorta di intimità, trovare un breve spazio di persone, i talebani con afgani innocenti che saranno i più
libertà segreta e recuperare un poco della sua dignità. In un danneggiati. Essi ricordano ripetutamente al pubblico di osservare
paese in cui le donne non hanno accesso alle cure mediche di da vicino i modi in cui le politiche sono state organizzate intorno
base perché non hanno il diritto di apparire in pubblico, dove le a interessi petroliferi, all'industria delle armi, e al traffico
donne non hanno il diritto di eserc i t a re la medicina, il internazionale di droga. Non sono ossessionati dal velo, anche se
programma di MdM restò in piedi come tenace memento dei sono i femministi più radicali che lavorano per una democrazia
diritti umani....Per favore, unitevi a noi nell'aiutare ad alzare il laica in Afghanistan. Sfortunatamente, solo i loro messaggi sugli
velo. eccessi dei talebani sono stati sentiti, anche se il loro criticismo
Nonostante non possa qui riprendere la questione delle fantasie di nei confronti di quelli al potere in Afghanistan ha incluso regimi
intimità legate al togliere il velo, fantasie reminiscenti precedenti. Un primo passo nel sentire il loro messaggio più

ACHAB
ampio, è quello di rompere con il linguaggio di culture aliene, o quali "i cuori di quelle nel mondo civilizzato si spezzano"
per capirle o per eliminarle. Il lavoro missionario e il femminismo , possano avere vite sicure e dignitose.
coloniale appartengono al passato. Il nostro compito è di
analizzare criticamente cosa possiamo fare per aiutare a (Traduzione di Luigi Achilli)
creare un mondo in cui quelle povere donne afgane, per le

*Lila Abu Lughod, Dipartimento di Antropologia, Columbia


University, New York, NY 10027 Note
Versione originale:. Ringraziamenti. Voglio ringraziare Page Jackson, Fran Mascia-
Lila Abu-Lughod (2002) "Do Muslim Women Really Need Lees, Tim Mitchell, Rosalind Morris, Anupama Rao, ed il
Saving?", Anthropological Reflections on Cultural Relativism pubblico del simposio "Reagire alla guerra" sponsorizzato dal
and Its Others, American Anthropologist, 104 (3), 783–790. Columbia University's Insitute for Research on Women and
Gender (in cui presentai una versione precedente) per gli utili
commenti, referenze, appunti ed incoraggiamenti.

Bibliografia Mir-Hosseini, Ziba, 1999 Islam and Gender: The Religious Debate in
Contemporary Iran. Princeton University Press.
Abu-Lughod, Lila Moghissi, Haideh, 1999 Feminism and Islamic Fundamentalism.
1986 Veiled Sentiments: Honor and Poetry in a Bedouin Londo: Zed Books.
Society. Berkley. University of California Press. Najmabadi, Afsaneh,
1995 Movie Stars and Islamic Moralism in Egypt. Social 1998 Feminism in an Isalamic Republic. In Islam, Gender
Text 42:53-67. and Social Change. Yvonne Hadda and John Esposito, eds. Pp. 59-84.
1998 Remaking Women: Feminism and Modernity in the New Yor: Oxford University Press.
Middle East. Pricenton: Princeton University Press. 2000 (Un)Veiling Feminism. Social Text 64:29-45.
2001 Orientalism and Middle East Feminist Studies. Ong, aihwa
Feminist Studies 27(1):101-113. 1988 Colonialism and Modernity: Feminist Re-Presentations of
Ahmed, Leila, 1992 Women and Gender in Islam. New Haven, CT: Women in Non-Western Societies. Inscription 3-4:79-93.
Yale University Press. 1990 States Versus Islam: Malay Families, Women's Bodies,
Brenner, Suzanne, 1996 Reconstructiong Self and Society: javanese and the Body Politic in Malysia. American Ethnologist 17(2):258-276.
Muslim Women and "The Veil". American Ethnologist 23(4):673-697. Papanek, Hanna.
El Guindi, Fadwa, 1999 Veil" Modesty, Privacy and Resistance. 1982 Purdah in Pakistan: Seclusion and Modern
Oxford: Berg. Occupations for Women. In Separate Worlds. Hanna Papanek and
Fremson, Ruth Gail Minault, eds. Pp. 190-216. Columbus, MO: South Asia Books.
2001 Allure Must be Covered. Individuality Peeks Trough. Safire, William
New York Times, November 4:14. 2001 "On Language." New York Times Magazine, October
Global Exchange 28: 22 Spivak, Gayatri Chakravorty
2002 Courage and Tenacity: A Women's Delegation to 1988 Can the Subaltern Speak? In Marxism and the
Afghanista. Electronic document, Interpretation of Culture. Cary Nelson and Lawrence Grossberg, eds.
h t t p : / / w w w. g l o b a l e x c h a n g e . o rg / t o u r s / a u t o / 2 0 0 2 - 0 3 - Pp. 271-313. Urabana: University of Illinois Press.
05_CourageandTenacityAWomensAWomensDele. Strathern, Marilyn
Goldenberg, Suzanne, 2002 The Woman Who Stood Up to the 1987 An Awkward Relationship: The Case of Feminism and
Taliban. The Guardian, January 24. Electronic document, Anthropology. Signs 12: 276-292.
http://222.guardian.co.uk/afghanista/story/0,1284,63840. U.S. Government
Hirshkind, Charles, and Saba Mahmood, 2002 Feminis, the Taliban, 1907 Our Moslem Sisters: A Cry of Need from Lands of
and the Politics of Counter-Insurgency. Anthropological Quarterly, Darkness Interpreted by Those Who Heard It. New York: Fleming H.
Volume 75(2):107-122. Revell Co.
Lazreg, Marnia, 1994 The Eloquence of Silence: Algerian Women in 2002 Electronic document,
Question. New York: Routledge. http://www.whitehouse.gov/news/releases/2001/11/20011117.Access
Mac Leod, Arlene, 1991 Accomodating Protest. New York: Columbia ed January 10.
University Press. Walley, Christine
Mahmood, Saba , 2001 Feminist Theory, Embodiment, and the Docile 1997 Searching fr "Voices": Feminism, Anthropology, and
Agent: Some Reflections on the Egyptian Islamic Revival. Cultural the Global Debate over Female Genital Operations. Cultural
Anthropology 16(2):202-235. Anthropology 12(3):405-438.

ACHAB