Sei sulla pagina 1di 47

DAL 1994

INTERNATIONAL CHAMBER MUSIC


COMPETITION
PINEROLO E TORINO
CITTà METROPOLITANA
5 -11 MARZO 2018

1
DAL 1994
INTERNATIONAL CHAMBER MUSIC
COMPETITION
PINEROLO E TORINO
CITTà METROPOLITANA
5 -11 MARZO 2018

2
Saluto del Sindaco e dell’Assessore
alla Cultura di Pinerolo
Fare bene insieme: questo è uno dei significati del lessico della musica. Armonia, melodia, accordo… parole
che non possono che ricordarci il senso di comunità, l’importanza dello scambio, la capacità di ascolto alla
base della collaborazione tra musicisti. Così intesa, la musica non è solo una metafora: è la cristallina
rappresentazione di una società sana, pluralista e multiforme. Ciò a cui tutti dovremmo mirare.

Con la sua storia e la sua capacità di attrarre musicisti d’eccezione, International Chamber Music
Competition è per Pinerolo un’occasione di incontro e scambio internazionale ma anche un esempio
prezioso di eccellenza regionale. Grazie all’International Chamber Music Competition il mondo approda
qui: dal Sud Africa alla Bielorussia, dagli Stati Uniti a Taiwan, musicisti provenienti da tanti paesi del mondo
hanno visto la nostra città e guardato con occhi nuovi le strade che ogni giorno percorriamo, diffondendo
la cultura della musica classica e mostrando a chi abita qui che l’arte può essere un mezzo per aspirare a
una società più giusta.

Questo prestigioso palcoscenico musicale è più che mai oggi la rappresentazione di un futuro possibile
di collaborazione e multiculturalità. E il protocollo d’intesa a sostegno del Concorso, stretto tra Città di
Pinerolo e Città di Torino, è la chiara manifestazione di quanto sia importante l’apporto culturale del premio
per tutto il territorio.

Ringraziamo quindi l’Accademia di Musica di Pinerolo perché ci offre l’opportunità di aprire la nostra città
al mondo. E ringraziamo i musicisti perché, con la loro arte, offrono alla cittadinanza un’occasione per
entrare in contatto con l’altro, attraverso quel “linguaggio universale” che è la musica.

Città di Pinerolo

PINEROLO
5
Saluto della Sindaca e dell’Assessora
alla Cultura di Torino
L’International Chamber Music Competition rappresenta per la Città di Torino un’importante opportunità.
Il Concorso, infatti, permette di sviluppare una strategia di valorizzazione del territorio.

L’ICM Pinerolo e Torino Città metropolitana è un prestigioso esempio di sinergia tra le città che gravitano
nella stessa area metropolitana ed è un’iniziativa che permette di sviluppare una convergenza progettuale
fra gli enti e le istituzioni operanti a Torino e dintorni.

Per darne continuità e rafforzarne la collaborazione è stato firmato un protocollo d’intesa con la Città di
Pinerolo. Si tratta di una competizione musicale unica in Italia che per le sue caratteristiche è riconosciuta
dalla World Federation of International Music Competitions di Ginevra.

Siamo orgogliosi di ospitare nuovamente al Conservatorio di Musica Giuseppe Verdi la finale dell’ICM,
evento di straordinario valore artistico che contribuisce a sottolineare l’importanza e la forza di un sistema
musicale integrato.

Ringraziamo il Presidente, il Direttore Artistico e tutti i collaboratori dell’Accademia di Musica di Pinerolo


che, svolgendo con passione il proprio lavoro, hanno raggiunto eccellenti risultati e auguriamo al Concorso
il meritato successo.

Città di Torino

TORINO
7
Saluto del Presidente e del
Direttore artistico dell’Accademia di Musica
Da 25 anni il Concorso Internazionale, nelle sue varie forme, ha costruito un rapporto importante e profondo
con la nostra Città. Dal 2016 si svolge in due contesti: quello pinerolese, abituale, e per la fase finale
nella Città di Torino. Questa continuità si consolida e guarda al futuro con maggiore vigore proprio dalla
presente edizione, grazie al protocollo d’intesa stretto tra la Città di Pinerolo e la Città di Torino e grazie
alla Convenzione stipulata tra Città di Torino e Accademia di Musica fino al 2022. Un sincero ringraziamento
va ai due Sindaci e agli Assessori alla Cultura delle due città, che hanno permesso di dare concretezza al
nostro convincimento, che una grande manifestazione ha necessità di avere dietro di sé un grande contesto
culturale, qual è quello della Città metropolitana appunto.

Una prova di questo nostro capillare radicamento sul territorio è la straordinaria accoglienza che le famiglie
del Pinerolese hanno accordato e accordano, anche quest’anno, alle ormai molte centinaia di concorrenti
giunti da tutto il mondo. In questo 2018 arrivano veramente da ogni angolo della terra, oltre che dall’Italia,
da Bielorussia, Brasile, Bulgaria, Canada, Cina, Corea del Sud, Finlandia, Francia, Germania, Giappone,
Indonesia, Irlanda, Lituania, Malesia, Moldavia, Polonia, Repubblica Ceca, Russia, Slovenia, Spagna, Svezia,
Svizzera, U.S.A., Ucraina, Ungheria, Uruguay.

L’altro fronte, solidissimo, da cui deriva la nostra reputazione internazionale è costituito dal prestigio e
dalla trasparenza assoluta nell’operato delle Giurie, i cui componenti sono impegnati anche quest’anno in
un lavoro particolarmente intenso, visto l’altissimo numero dei partecipanti. Con il lavoro degli uni e con
quello degli altri sarà costruito il risultato artistico della nostra manifestazione, proposto all’attenzione
di tutti lungo le varie selezioni che si terranno nella sala concerti dell’Accademia di Musica di Pinerolo e
specificamente in occasione del Concerto dei Vincitori, al quale la collocazione nella sala del Conservatorio
di Musica G. Verdi di Torino attribuisce particolare solennità. In un’epoca così difficile, in particolare per
le manifestazioni culturali, insieme al ringraziamento a quanti ci sostengono e collaborano con noi, non
possiamo che guardare al futuro, e dare a tutti appuntamento all’edizione 2020.

È certo motivo di ancor maggiore orgoglio per il nostro Concorso far parte del selezionatissimo consesso
della Federazione Mondiale dei Concorsi Internazionali di Musica di Ginevra, membro dell’International
Music Council (UNESCO).

Giorgio Bresso, Presidente


Laura Richaud, Direttore artistico

9
1994 - 2018: la storia del Concorso 1994 - 2018: History of the Competition
LE PRIME EDIZIONI: DAL TRIO AI GRUPPI CAMERISTICI THE EARLIEST COMPETITIONS: FROM TRIOS TO CHAMBER MUSIC ENSEMBLES
La prima edizione del Concorso, allora denominato “Pinerolo Città della Cavalleria”, ha avuto luogo nel The very first Competition, then called “Pinerolo Città della Cavalleria”, took place in 1994. Initially
1994. Inizialmente si svolgeva nel mese di novembre, affiancava al Concorso Internazionale (sezioni held in November, the International Chamber Music Competition (piano and trio sections, reserved
Pianoforte e Trio, riservato a concorrenti dotati di un repertorio già complesso e consolidato), la for competitors possessing a complex and consolidated repertoire), ran concurrently with another
Rassegna Internazionale di Giovani Musicisti dedicata ai più giovani musicisti (dai 5 ai 23 anni, con competition, the Rassegna Internazionale di Giovani Musicisti, dedicated to younger musicians (from
fasce d’età differenti). Dal 1997, data la richiesta sempre crescente di partecipazione da parte di vari 5 to 23, competing in different age groups). From 1997, in response to the growing demand from other
gruppi cameristici, si è deciso di allargare la sezione Trio del Concorso ad altri organici: sono state kinds of chamber music ensembles to be allowed to take part in the Competition, we decided to expand
ammesse formazioni di duo, trio, quartetto e quintetto con pianoforte, archi e clarinetto e, in seguito, the trio section to include other formats: we accepted duos, trios, quartets and quintets with piano,
anche quartetto d’archi e duo pianoforte a 4 mani. strings and clarinet, and, later, also string quartets and duos of piano four hands.

IL CONCORSO IN ACCADEMIA E NELLE FAMIGLIE DI PINEROLO IMPACT OF THE COMPETITION ON THE ACCADEMIA AND THE FAMILIES OF PINEROLO
L’inaugurazione, il 14 ottobre 2000, della nuova sede dell’Accademia di Musica nell’ex scuola di Cavalleria With the inauguration of the new premises of the Accademia di Musica in the former Cavalry Academy
di Pinerolo, ha segnato un forte incremento del numero di partecipanti - sia per la sezione Musica da of Pinerolo on 14 October 2000, we were able to greatly increase the number of contestants in our
Camera, sia per quella dedicata al Pianoforte - e ha reso imprescindibili le caratteristiche fondanti delle competition (in both the chamber music and the piano sections) and to define in absolute terms the
sue edizioni. Il prestigio internazionale delle giurie e il rigore dei giudizi espressi hanno visto crescere fundamental and essential values of the ICM. As a result of the international prestige of our juries and
di anno in anno il livello artistico dei concorrenti, in un clima sereno e fattivo, cui hanno contribuito le the uncompromising quality of their decisions, year after year we saw a rise in the musical ability of the
famiglie pinerolesi, aprendo le loro case ai ragazzi provenienti da tutto il mondo, creando un clima di participants. The contest took place in a tranquil and constructive environment, to which the families
partecipazione personale ai percorsi esecutivi dei loro ospiti e allargando al piano emotivo il fatto pratico of Pinerolo contributed hugely, by opening up their homes to young musicians from all over the world,
dell’ospitalità. A livello locale questa peculiarità ha inoltre contribuito alla circolazione delle idee e a una creating an atmosphere of personal support as they followed the performances of their guests, with a
sensibilizzazione del pubblico alla musica classica. genuine emotional involvement that went far beyond the simple act of providing accommodation. On a
city level this very personal engagement created interest in the event and contributed to an increased
UN CONCORSO SEMPRE PIÙ INTERNAZIONALE awareness of classical music among Pinerolo residents.
Il Concorso si articola in tre prove: una eliminatoria a programma libero a cui possono accedere tutti
i concorrenti iscritti, una semifinale con una serie di brani a scelta tra una selezione imposta a cui AN INCREASINGLY INTERNATIONAL COMPETITION
accedono 12 concorrenti, e una finale, anch’essa con una serie di pezzi a scelta, a cui vengono ammessi The Music Competition consists of 3 rounds: an elimination round with a free programme, to which all
5 concorrenti. Ai 5 finalisti sono assegnati premi in denaro per un totale di € 23.000,00, concerti premio, competitors are admitted; a semifinal, where the 12 competitors admitted must choose several pieces
il premio speciale Patrizia Cerutti Bresso (per la migliore esecuzione dei pezzi d’obbligo) e, dal 2010, un from a set list; and a final, again with a set list of pieces the 5 competitors admitted must choose from.
Premio del pubblico, assegnato con il voto dopo il concerto dei finalisti. The final five contestants will be awarded money prizes € 23.000,00, concert engagements, the Patrizia
Cerutti Bresso special prize (for the best performance of the set pieces) and, since 2010, an Audience
Le ultime edizioni del Concorso hanno visto la partecipazione di concorrenti provenienti da Italia, Award, decided by popular vote after the finalists’ concert.
Albania, Argentina, Armenia, Australia, Austria, Azerbaijan, Belgio, Bielorussia, Brasile, Bulgaria,
Canada, Cile, Cina, Corea del Sud, Croazia, Estonia, Ex Jugoslavia, Finlandia, Francia, Georgia, Germania, Participants in recent ICM Competitions have included young musicians from Italy, Albania, Argentina,
Giappone, Gran Bretagna, Grecia, India, Indonesia, Irlanda, Israele, Kazakistan, Lettonia, Lituania, Armenia, Australia, Austria, Azerbaijan, Belgium, Belarus, Brazil, Bulgaria, Canada, Chile, China,
Malesia, Moldavia, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Russia, Croatia, Estonia, Ex-Yugoslavia, Finland, France, Georgia, Germany, Japan, Great Britain, Greece, India,
Serbia, Siria, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Stati Uniti d’America, Sud Africa, Svezia, Svizzera, Taiwan, Indonesia, Ireland, Israel, Kazakstan, Latvia, Lithuania, Malaysia, Moldova, Norway, the Netherlands,
Turchia, Ucraina, Ungheria, Uruguay, Uzbekistan, Venezuela. Nel 2011 il Concorso Internazionale di Poland, Portugal, Czech Republic, Rumania, Russia, Serbia, Siria, Slovakia, Slovenia, South Korea,
Musica da Camera Città di Pinerolo è entrato a far parte della World Federation of International Music Spain, the USA, South Africa, Sweden, Switzerland, Taiwan, Turkey, the Ukraine, Hungary, Uruguay,
Competitions di Ginevra. Uzbekistan, and Venezuela. In 2011 the “City of Pinerolo” International Chamber Music Competition
became part of the World Federation of International Music Competitions in Geneva.
Dal 2016 il suo prestigioso palcoscenico musicale diventa più che mai portavoce di futuro, grazie alla
nuova collaborazione che lo rende possibile, tra Città di Pinerolo, Città di Torino e Città metropolitana In 2016 this prestigious showcase became more than ever a stage for future talents of the music world,
di Torino, suggellata dalla prima serata finale al Conservatorio di Torino. thanks to a collaboration between the Cities of Pinerolo, and Torino and its Metropolitan area, which
Nel 2017 a dare sempre più autorevolezza al progetto, la Città di Pinerolo e la Città di Torino hanno meant that the final concert was held at the Conservatoire of Turin. In 2017 to give even more importance
sottoscritto un Protocollo d’Intesa e la Città di Torino ha stretto con l’Accademia di Musica una Convenzione to the project, the City of Pinerolo and the City of Torino signed a memorandum of intent, and the City of
triennale. Torino entered into a three-year agreement with the Accademia di Musica.

10 11
Albo d’oro
2016 2003
1° premio Stratos Quartett (Austria / Repubblica Ceca / Giappone) 1° premio non assegnato
2° premio P.E.S. Duo (Austria) 2° premio Duo Petitdemange-Maliarevitch (Francia)
3° premio Duo Hoffnung (Giappone) 3° premio Duo Lucchesi-Fehr (Italia/Svizzera)
4° premio Duo Shäffer-Jegunova (Germania / Lituania)
5° premio Duo Urba (Lituania / Russia) 2002
Premio speciale “Patrizia Cerutti Bresso” Stratos Quartett (Austria / Repubblica Ceca / Giappone) 1° premio Duo Ivanov-Ivanova (Russia)
Premio del pubblico P.E.S. Duo (Austria) 2° premio Duo Baldini-Santin (Italia)
3° premio Duo Karslian-Zilman (Russia)
2013 Menzione speciale della Giuria Duo Prevert (Italia) [Davide Bandieri – clarinetto / Luca Torrigiani – pianoforte]
1° premio Yoon Trio (Finlandia / Corea)
2° premio Notos Quartett (Germania / Israele) 2001
3° premio ex – aequo Busch Ensemble (Olanda / Gran Bretagna / Israele) / Nemtsov Duo (Russia) 1° premio Ars Trio (Italia)
4° premio Alinde Quartett (Italia / Germania / Francia) 2° premio Duo Popov-Patcheva (Russia)
5° premio Ellipse Quatuor (Francia / Corea)
Premio speciale “Patrizia Cerutti Bresso” Notos Quartett (Germania / Israele) 1999
Premio del pubblico Notos Quartett (Germania / Israele) 1° premio Duo Zappa-Mainolfi (Svizzera)
2° premio Duo Fervidi-Novaretto (Italia)
2011
1° premio Duo Birringer (Germania)
1998
2° premio Trio Concordiae (Russia / Italia / Uzbekistan)
1° premio Duo Laffranchini-Cattarossi (Italia)
3° premio Duo Shugaev-Mardanova (Russia)
2° premio Duo Nakagawa-Miyagawa (Giappone)
4° premio LightDuo (Russia)
Menzione speciale della Giuria Duo Noferini-Rebaudengo (Italia)
Premio speciale “Patrizia Cerutti Bresso” Duo Birringer (Germania)
Premio del pubblico LightDuo (Russia)
Premio della Giuria Duo Messa-Abeshi (Italia / USA) / Jonathan Flaksman & Sang Hee Park (USA / Corea)
1997
1° premio Quadro Veneto (Italia)
2° premio Duo Dautricourt-Mallarte (Francia)
2009 Menzione speciale della Giuria Duo Tinelli-Palladino (Italia)
1° premio David & Julie (Norvegia)
2° premio Duo Framarin-Saito (Italia / Giappone)
3° premio Quartetto Lyskamm (Italia)
1996
1° premio Trio Rachmaninov (Italia)
Premio speciale “Patrizia Cerutti Bresso” Quartetto Lyskamm (Italia)
2° premio Quartetto Florestano (Italia)
2007
1° premio Bonnard Trio (Armenia / Russia / Ucraina)
1995
1° premio Trio Estense (Italia)
2° premio Duo Favalessa-Semeraro (Italia)
2° premio non assegnato
3° premio M-Art Trio (Russia)
Premio speciale “Patrizia Cerutti Bresso” M-Art Trio (Russia)
1994
1° premio Trio Schumann (Italia)
2005
2° premio non assegnato
1° premio Duo Prestissimo (Romania / Lettonia)
2° premio Duo Bobovitch-Kolesnitschenko (Ucraina)
3° premio ex-aequo Duo Lovett (Francia) / Duo Romanoff – Yamamoto (U.S.A./Giappone)
Premio speciale “Patrizia Cerutti Bresso” Duo Bobovitch – Kolesnitschenko (Ucraina)
Borsa di studio “Ettore Richaud” Duo Ieracitano – Casati (Italia)

12 13
Calendario
Ingresso libero

Accademia di Musica, Pinerolo


LUNEDÌ 5 MARZO ore 17.30 Riunione preliminare della Giuria

ore 18.00 Appello concorrenti ed estrazione della lettera

ore 19.30 Welcome party (Ingresso su invito)

PRIMA PROVA - FIRST ROUND


Accademia di Musica, Pinerolo

MARTEDÌ 6 MARZO mattino 9.30 - 13.30; pomeriggio 14.30 - 19.30

MERCOLEDÌ 7 MARZO mattino 9.00 – 13.30; pomeriggio 14.30 – 19.00

GIOVEDÌ 8 MARZO mattino 9.00 – 13.30; pomeriggio 15.00 – 18.00; proclamazione risultati 19.00

SEMIFINALE - SEMIFINAL
Accademia di Musica, Pinerolo

VENERDÌ 9 MARZO mattino 9.30 – 13.00; pomeriggio 15.00 – 17.30

SABATO 10 MARZO mattino 9.30 – 12.00; proclamazione risultati 13.00

DOMENICA 11 MARZO
Conservatorio “G. Verdi”, Torino

9.00 - 16.00 finale


FINALE - FINAL
20.30 - 23.00 (Apertura al pubblico 20.10)
CONCERTO DEI VINCITORI - WINNER CONCERT
Concerto dei 5 gruppi finalisti, premiazione, estrazione del Premio del pubblico

Gli orari sono suscettibili di variazioni


PRIMA PROVA, ACCADEMIA DI MUSICA
15
Premi
1° PREMIO
€ 10.000
Premio Pinerolo e Torino Città metropolitana

2° PREMIO
€ 6.000
Premio Iren

3° PREMIO
€ 3.000
Premio Associazione Bianca - Cantalupa

4° PREMIO
€ 2.000
Premio Accademia

5° PREMIO
€ 1.000
Premio Top Casa

PREMIO SPECIALE “Patrizia Cerutti Bresso”


per la miglior interpretazione di una composizione di Schumann o di Brahms
Gioiello della linea Dodo di Pomellato per ogni membro del gruppo

PREMIO del PUBBLICO


€ 1.000

CONCERTI per i VINCITORI


da svolgersi nel biennio 2018/2019 tra le più importanti associazioni concertistiche

Tra il pubblico votante, che riceverà un ricordo della serata,


verrà estratto un buono da 200 euro da spendere per un viaggio a propria scelta.

STRATOS QUARTETT, PRIMO PREMIO E PREMIO SPECIALE 2016


17
LA GIURIA

GIURIA ICM 2016


Pavel Gililov (Presidente di giuria) / pianoforte Russia Regno Unito Michael Collins / clarinetto
Sulla partecipazione del pianista russo Pavel Gililov nel 1975 al concorso Chopin, il Warszawsky Kurier scrisse “dai Michael Collins rappresenta uno dei musicisti più completi della sua generazione. Affiancando la sua carriera di
tempi di Maurizio Pollini e Martha Argerich non abbiamo mai visto un così grande talento”. grande successo come solista, si è distinto negli ultimi anni come un direttore d’orchestra di altissimo livello e nel
2010 è stato nominato Direttore Principale della City of London Sinfonia. Fra le importanti esperienze concluse
Pavel Gililov nasce in Unione Sovietica. Inizia i suoi studi musicali molto presto, tanto che dall’età di otto anni tiene già recentemente come direttore ospite d’orchestra e come direttore/solista si annoverano le collaborazioni con la
concerti con l’orchestra. Le sue doti eccezionali lo hanno portato a farsi notare da Dmitri Kabalevsky, che ha fatto sì Philharmonia Orchestra, l’Academy of St Martin in the Fields, l’Ulster Orchestra e l’HPAC Orchestra di Kyoto.
che entrasse direttamente al Leningrad Conservatoire, dove si è laureato con lode.
Gli incarichi di rilievo della stagione corrente comprendono il ritorno alla Philharmonia Orchestra come direttore per
Nel 1975, ancora studente, vince il primo premio al All-Union Piano Competition a Mosca, dove intraprende la carriera svolgere un tour regionale, un concerto alla Royal Festival Hall con la violinista Alina Pogostkina, e delle direzioni
come solista, e successivamente ottiene premi al Concorso Chopin di Varsavia (1975) e al Viotti di Vercelli (1978). Lo in tutto il mondo con diverse orchestre, tra le altre Kuopio Symphony Orchestra, Zurich Chamber Orchestra e la
stesso anno Pavel Gililov si sposta in occidente e si stabilisce in Germania, dove la sua vasta attività concertistica Rheinische Philharmonie. Collins sarà anche in tournée in Sud Africa, a Melbourne (con la Melbourne Symphony
prosegue senza sosta. Orchestra) e a Tokyo (con la City of London Sinfonia).

Viene ingaggiato da importanti orchestre e direttori d’orchestra e fa innumerevoli apparizioni nei centri musicali Dirigerà e suonerà come solista con la BBC Symphony Orchestra in un concerto registrato in studio, con la Kymi
d’Europa, America ed Estremo Oriente dove viene sempre acclamato. La sua estesa discografia include CD per Sinfonietta e con la Franz Liszt Chamber Orchestra. Si esibirà con l’Orchestre Philharmonique de Strasbourg, come
Deutsche Grammophon, RCA Victor, Toshiba EMI, Virgin, Orfeo e Bidulph Recordings. clarinettista solista e direttore. Suonerà con la Charlotte Symphony e con la City of Birmingham Symphony Orchestra.
Parallelamente alla sua carriera da solista, Pavel Gililov riceve numerosissime richieste di collaborazione come Nella stagione passata, i suoi impegni come solista o direttore riguardavano le Orchestre Sinfoniche di Adelaide, di
partner nella musica da camera. Tasmania e di Melbourne, l’Hong Kong Sinfonietta e la Kuopio Symphony. Michael Collins da molti anni si è dedicato
all’ampliamento del repertorio per clarinetto. Ha eseguito le prime assolute di composizioni come il Gnarly Buttons
È membro fondatore del Berlin Philharmonic Piano Quartet e del Gililov-Tretyakov-Georgian Piano Trio. Come solista di John Adams, il Concerto per Clarinetto di Elliott Carter (la registrazione del quale, per il Deutsche Grammophon,
e camerista partecipa ai festival di Edimburgo, Barcellona, Newport, Salzburger Festspiele, Berliner Festwochen, gli valse un premio Gramophone), l’Ariel’s Music di Brett Dean, e la Riffs and Refrains di Turnage, commissionata
Schleswig Holstein Festival, Piano Festival Ruhr e molti altri. dall’Hallé Orchestra. Collins venne premiato nel 2007 dalla Royal Philharmonic Society come Migliore Strumentista
dell’Anno.
Pavel Gililov è professore di pianoforte alla Musikhochschule a Colonia e al Mozarteum di Salisburgo, dove molti dei
suoi allievi sono risultati vincitori dei più grandi Concorsi Internazionali e hanno intrapreso una carriera stellare. Collins suona con i quartetti Borodin e Takács, e con András Schiff, Martha Argerich, Stephen Hough, Mikhail Pletnev,
Viaggia inoltre per tutto il Mondo tenendo masterclass rivolte ai giovani pianisti e, per anni, ha supervisionato Lars Vogt, Joshua Bell e Steven Isserlis. Il suo ensemble, il quintetto di fiati London Winds, ha impegni ad altissimo
l’Accademia Estiva di Losanna. Inoltre è membro di giuria di numerosi concorsi internazionali. livello, fra i quali i BBC Proms, l’Aldeburgh Festival, l’Edinburgh Festival, il City of London Festival, il Cheltenham
International Festival e il Bath Mozartfest. Collabora con la Wigmore Hall (nel 2015/16 era un Artista residente) e con
Nel 2005 Gililov ha fondato il Telekom Beethoven Competition di Bonn di cui è attualmente direttore artistico e il Borodin Quartet – con il cui ensemble collaborerà di nuovo alla Cite’ de la Musique de Paris. Collins ricopre anche
presidente di giuria. l’incarico di Direttore Artistico del Liberation International Music Festival a Jersey.

Michael Collins esegue registrazioni esclusivamente per la Chandos e la sua ricchissima produzione copre una vasta
gamma di repertorio, con incisioni per Deutsche Grammophon, Decca, EMI e Sony. Fra i cd usciti di recente troviamo
una raccolta di concerti inglesi per clarinetto, eseguiti con la BBC Symphony Orchestra, con Collins come solista e
direttore, e il cd delle Sonate per Clarinetto di Brahms e di Reinicke con il pianista Michael McHale. Per festeggiare
il 50° compleanno di Collins, Chandos ha pubblicato un cd dei Concerti di Weber con la City of London Sinfonia, con
Collins come solista e direttore. Annovera fra le altre registrazioni concerti di Corigliano, Adams, Carter, e anche di
Spohr e di Copland e naturalmente di Mozart. In occasione dell’assegnazione dei Queen’s Birthday Honours del 2015,
Michael Collins è stato insignito del MBE per il suo grande contributo alla musica.

I suoi clarinetti sono esclusivamente quelli della Yamaha.

20 21
Thomas Demenga / violoncello Svizzera Italia Alberto Miodini / pianoforte
Thomas Demenga, nato nel 1954 a Berna, Svizzera, ha studiato con Walter Grimmer, Antonio Janigro, Leonard Rose e Alberto Miodini, nato a Parma, ha compiuto gli studi musicali presso il Conservatorio “A. Boito” della sua città sotto la guida
Mstislav Rostropovich, tra gli altri. Ha ricevuto importanti influenze di musica da camera da Claus Adam, Felix Galimir e di Roberto Cappello; successivamente si è perfezionato con musicisti quali Dario de Rosa, Maureen Jones, Trio di Trieste,
Robert Mann alla Juilliard School di New York. Paul Badura-Skoda, Bruno Canino, Leon Fleisher, Emanuel Ax.

Riconosciuto internazionalmente come solista, compositore e docente, Thomas Demenga è considerato tra i più eccezionali Da oltre venticinque anni è il pianista del Trio di Parma, complesso con il quale si è affermato ai Concorsi Internazionali
violoncellisti attuali. Si è esibito in prestigiosi festival e centri musicali in tutto il mondo ed ha condiviso il palcoscenico con “Vittorio Gui” di Firenze, ARD di Monaco, Melbourne e Lione. Gli è stato inoltre conferito, sempre come componente del Trio
musicisti del calibro di Heinz Holliger, Gidon Kremer, Thomas Larcher, Paul Meyer, Aurèle Nicolet, Hansheinz Schneeberger, di Parma, il Premio”Abbiati” della Critica musicale italiana per il 1994.
Thomas Zehetmair e Tabea Zimmermann. Collabora con direttori come Moshe Atzmon, Myung-Whun Chung, Charles
Dutoit, Claus Peter Flor, Howard Griffiths, Heinz Holliger, Armon Jordan, Okko Kamu, Mstislav Rostropovich, Dennis Russell Ha tenuto concerti per le più importanti istituzioni musicali in Italia e all’estero, tra i quali vanno ricordati quelli per l’Accademia
Davies, Wolfgang Sawallisch, Sándor Végh, Mario Venzago e Hiroshi Wakasugi. Come solista si è esibito con le più importanti di Santa Cecilia di Roma, Amici della Musica di Firenze, Gran Teatro la Fenice di Venezia, Settembre Musica di Torino, Società
orchestre tra cui Berliner Sinfonie-Orchester, Berner Symphonie Orchester, Boston Symphony Orchestra, Camerata Bern, del Quartetto di Milano, Filarmonica di Berlino (su invito di Claudio Abbado), Carnegie Hall e Lincoln Center di New York,
Junge Deutsche Philharmonie, Kammerorchester Basel, L’Orchestre de Chambre de Lausanne, L’Orchestre de la Suisse Wigmore Hall di Londra, Konzerthaus di Vienna, Mozarteum di Salisburgo, Filarmonica di San Pietroburgo, Teatro Colon
Romande, Nieuw Ensemble Amsterdam, ORF-Symphonieorchester Wien, Sinfonieorchester Basel, Sinfonietta Basel, di Buenos Aires, Festival di Lockenhaus, Festival di Lucerna, San Paolo, Mosca, Varsavia, Los Angeles, Washington, Hong
Tonhalle-Orchester Zürich, Westdeutsches Rundfunk Symphonie-Orchester e Zürcher Kammerorchester. Kong, collaborando con musicisti quali Pavel Vernikov, Bruno Giuranna, Simonide Braconi, Eduard Brunner, Alessandro
Carbonare, Fabrizio Meloni, Wolfgang Holzmair... Con il Trio di Parma ha inciso l’integrale dei Trii di Beethoven, Schubert,
Il lavoro artistico di Thomas Demenga è determinato dal confronto intensivo con diverse epoche storiche e stili di interpretazione Schumann, Brahms, Dvořák e Šostakovič, nonchè cd monografici dedicati a Liszt, Ravel, Rota e Pizzetti.
e composizione. Si dedica con particolare passione alla Nuova Musica ed è anche attivo nell’ambito dell’improvvisazione.
Così la sua voce individuale come compositore e interprete di opere del XX e XXI secolo (tra cui anteprime importanti) dà All’attività con il Trio affianca quella solistica, suonando sia in recital (con un repertorio che spazia da Haydn a Nono) che con
una nuova e complementare dimensione sia alla prassi esecutiva storica della musica barocca sia alle sue interpretazioni importanti orchestre quali l’Orchestra da Camera di Mantova, l’Orchestra Sinfonica dell’Emilia Romagna “Arturo Toscanini”,
virtuosistiche del repertorio classico e romantico. Nel 1991 è stato il primo compositore svizzero ad essere premiato con il I l’Orchestra Sinfonica Siciliana, I Cameristi del Maggio Musicale Fiorentino, l’Orchestra del Festival Pianistico di Brescia e
premio di composizione «solo per due» dal congresso del «Tribune Internationale des Compositeurs». Bergamo, ed altre. Ha inciso un cofanetto di 4 cd con Variazioni, Fantasie, Klavierstücke, Fughe, miniature e frammenti di F.
Schubert (Brilliant Classics), un album dedicato ai Klavierstücke di Brahms (Movimento Classical) e, ancora per Brilliant,
Dal 1980 Thomas Demenga insegna alla Hochschule für Musik di Basilea. Nell’agosto 2000 è stato compositore in-residence un cd con opere di Martucci.
al Davos Festival, «Young Artists in Concert», di cui è stato in seguito nominato Direttore artistico. Nel 2006 ha rinunciato
a questa posizione per dedicarsi completamente ai concerti e alla composizione. Al Lucerne Festival nell’estate del 2003, Tiene corsi di perfezionamento di pianoforte e musica da camera presso la Scuola di Musica di Fiesole e la Fondazione
Thomas Demenga ha partecipato come «artiste étoile», dopo Sabine Meyer (2000), Anne-Sophie Mutter (2001) e Alfred Santa Cecilia di Portogruaro; ha inoltre effettuato numerose registrazioni radiofoniche e televisive per la Rai, la Bayerische
Brendel (2002), e prima di Thomas Quasthoff (2004), Christian Tetzlaff (2005) e Emanuel Pahud (2006). Rundfunk, la NDR di Amburgo, BBC, ABC Classical Australia e altre emittenti estere.

Il lavoro di Thomas Demenga è documentato da un numero impressionante di CD registrati per l’etichetta ECM New Series.
Nel 2002 ECM ha pubblicato l’ultimo volume di una serie, ampiamente acclamata, iniziata a metà degli anni ’80, che ha
unito suite per violoncello solo di Bach con opere di compositori moderni come Holliger, Carter, Veress, Zimmermann, Yun
e Hosokawa. Il suo ultimo CD “Chongur” con Thomas Larcher e il fisarmonicista Teodoro Anzellotti è stato premiato con il
“Deutsche Schallplattenpreis”, il “Fono Forum: Star of the Months”, il “Grammaphone: Editors Choice” e “Le monde de la
musique: le choc du mois” (ECM 1914). Nell’ultima stagione ha suonato le sei suites per violoncello solo di Bach insieme a
opere solistiche moderne in tre concerti alla Wigmore Hall di Londra, che hanno riscosso enorme successo.

22 23
Natalia Prishepenko / violino Russia Germania Danusha Waskiewicz / viola
Nata in Siberia nel 1973, Natalia Prishepenko ha studiato con sua madre Tamara Prishepenko, importante pedagoga Danusha Waskiewicz è stata allieva della violista Tabea Zimmermann. Nel 2000 si è aggiudicata l’ARD competition
tuttora sua mentore e consigliera. Vissuta nel ricco ambiente musicale e culturale della ex Unione Sovietica, di Monaco di Baviera. Ha collaborato in qualità di prima viola con numerose orchestre tra le quali la Chamber
ha suonato in tutte le più importanti sale da concerto del suo Paese e vinto importanti premi, come il Concorso Orchestra of Europe e la Sinfonieorchester des Bayerischen Rundfunk. A soli 25 anni è entrata a far parte dei Berliner
Internazionale Wieniawski e l’All Union Competition, prima di trasferirsi in Occidente nel 1988 per completare gli studi Philharmoniker, per poi vincere due anni dopo il concorso per la posizione di prima viola. Dal 2004, su invito di Claudio
alla Musikhochschule Lübeck con David Geringas. Abbado, è prima viola dell’Orchestra Mozart di Bologna con la quale nel 2007 ha inciso la Sinfonia Concertante di
Mozart per “Deutsche Grammophon” e successivamente i concerti Brandenburghesi di Bach per l’etichetta “Euro
La potenza del suono, la naturalezza, la musicalità le sono state subito riconosciute in Europa e negli anni seguenti si Arts“. Dal 2010 è membro della Lucerne Festival Orchestra.
è distinta anche grazie ai premi vinti in tre fra i più prestigiosi concorsi internazionali: il Paganini nel 1990, il Tokyo nel
1992 e infine il Reine Elisabeth nel 1993. Per diciotto anni, fra il 1994 e il 2012, la Prishepenko è stata primo violino del Come solista si è esibita in Italia, Svizzera, Germania e in Polonia dove nel 2014 ha eseguito il concerto per viola e
Quartetto Artemis, contribuendo in larga misura al successo internazionale del Quartetto, con la sua energia e il suo orchestra di Béla Bartók con la Sudecka Filharmonia. Nell’ambito della musica da camera ha collaborato con Isabelle
suono inimitabile che diventano il tratto distintivo del gruppo. È proprio quest’energia che le permette di vincere nel Faust, Giuliano Carmignola, Veronika Eberla, Mario Brunello, Edicson Ruiz, Anna Prohaska, Cristina Zavalloni e
1996 il Concorso ARD di Monaco di Baviera e poi il Concorso Paolo Borciani di Reggio Emilia. Il Quartetto ha debuttato numerosi altri artisti di fama internazionale. Dal 2011 Danusha Waskiewicz ha intrapreso una stabile collaborazione
alla Philharmonie di Berlino nel 1999 e da allora ha suonato nelle più importanti sale da concerto e Festival in Europa, con il pianista Andrea Rebaudengo.
Stati Uniti, Giappone, Sud America e Australia.
Nel campo dell’insegnamento si occupa sia della formazione musicale di bambini e ragazzi, sia del perfezionamento
In una simbiosi fra l’arte e la musica, la Prishepenko ha avuto docenti come Walter Levin del Quartetto Lasalle, i di studenti nell’ambito solistico e orchestrale. Collabora con la Hochschule für Musik di Lucerna, l’Accademia
Quartetti Alban Berg ed Emerson, con Alfred Brendel e David Geringas, e ha lavorato a stretto contatto con compositori dell’Orchesta Mozart di Bologna e l`Associazione Petite Societe Milano. La sua creatività si fa notare anche nella sua
fra cui Kurtag, Lachenmann, Lutosławski, Nono e Ligeti. Il Quartetto Artemis e Prishepenko hanno collaborato con composizione “La donna del fiume” ove suona e canta e in altre composizione per diversi film. La passione di fare
artisti fra cui Sabine Meyer, Elisabeth Leonskaja, Juliane Banse, Joerg Widmann, Leif Ove Andsnes, Truls Mork, musica insieme, di aggiornarsi e di scoprire di continuo nuove strade si è mantenuta vitale fino a oggi.
Thomas Kakushka, Valentin Erben e il Quartetto Alban Berg.

Del suo “progetto di vita”, come Prishepenko ama chiamarlo, è testimone una vasta discografia per Virgin Classics/
EMI, una discografia che ha vinto molti importanti premi internazionali, compresi il Gramophone Award, il Diapason
d’Or, e l’Echo-Klassik-Preis. L’ultimo premio di prestigio vinto è stato il Grand Prix dell’Académie Charles Cros per
il suo ciclo dei Quartetti di Beethoven, il ‘Beethoven Complete’. L’insegnamento è un altro testimone del multiforme
talento della Prishepenko. Docente presso la Hochschule für Musik Carl Maria von Weber Dresden e insegnante di
numerose masterclass, Natalia Prishepenko porta avanti un lavoro prezioso nel preparare le future generazioni di
solisti, non solo nell’impartire loro una tecnica impeccabile da violinista, ma anche nell’incoraggiarli a sviluppare
una propria personalità e individualità come musicisti. Riceve sovente l’invito a far parte di giurie di importanti
Concorsi Internazionali di musica da camera (Paolo Borciani, Robert-Schumann-Wettbewerb, Internationaler
Musikwettbewerb, Bayreuth) e di violino (Reine Elisabeth, Internationaler Musikwettbewerb der ARD). Suona un
violino di Giuseppe (figlio di Andrea) Guarneri, generosamente datole in concessione dalla Signora Barbara Westphal.

24 25
i concorrenti

Marco Zuccarini / direttore d’orchestra Italia


Marco Zuccarini, diplomato al Conservatorio G. Verdi di Milano in pianoforte e clarinetto, ha proseguito gli studi
di perfezionamento presso l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia in musica da camera con il Maestro Riccardo
Brengola. Nel 1982 gli sono stati conferiti due diplomi d’Onore e il premio “Peterlongo” all’Accademia Chigiana di
Siena. Ha svolto un’intensa carriera di camerista che lo ha portato ad esibirsi in molte città d’Europa ed importanti
Festival collaborando con artisti di fama.

Dal 1989 si è interamente dedicato alla direzione d’orchestra lavorando con molte rinomate orchestre italiane
accanto a prestigiosi solisti quali ad esempio: Josè Carreras, Salvatore Accardo, Astor Piazzolla, Duo Gulli-Cavallo,
Joaquin Achucarro, Michele Campanella, Boris Petrushansky, Pierre Amoyal, Giuliano Carmignola, Nina Beilina,
Franco Maggio Ormezowsky, Cecilia Gasdia, Alexander Lonquich, Claudio Desderi, Benedetto Lupo, Pietro de Maria,
François-Joel Thiollier, Boris Belkin. Nel 1990 ha fondato l’Orchestra del Teatro Olimpico di Vicenza con la quale ha
realizzato la prima ripresa in tempi moderni de le “Nozze” di B. Galuppi, e ha registrato con Maria Tipo il I e IV Concerto
di Beethoven per pianoforte per la RAI. Nel gennaio 1996 ha registrato a Napoli un concerto in memoria di Padre
Pio trasmesso su RAIUNO con Milva, eseguendo in prima italiana “Alleluia” di Sergio Rendine e a Milano la prima
nazionale del balletto “Der Demon” di Hindemith con i primi ballerini solisti della “Scala”. Incide per Bongiovanni
(Bologna), Music and Arts.

Dal 1992 al 2000 è stato Direttore Principale Residente presso l’Orchestra Sinfonica Abruzzese. Ha diretto in Australia
l’Orchestra Giovanile Australiana per il 50° anniversario dell’Australian National Music Camp e la West Australian
Simphony Orchestra a Perth. È stato invitato per il 1998, 1999, 2000 e 2001 con le Orchestre Sinfoniche di Melbourne,
Adelaide, Tasmania e West Australia. Attivo anche in America Latina, ha debuttato nel 2000 alla Filarmonica di Bogotà.

A maggio 2002 ha debuttato con la Auckland Philarmonia in Nuova Zelanda ed è stato subito reinvitato per due
programmi nel settembre 2003. Nell’agosto 2002 ha diretto un concerto al 50° Festival di Lubljana con Maxence
Larrieu e l’Accademia I Filarmonici di Verona, trasmesso dalla Radio Nazionale Slovena. Nel gennaio 2003 ha diretto
a Cagliari la prima assoluta di “Notti Sylvane” di Sylvano Bussotti e nell’ottobre 2003 ha diretto all’Opera House di
Sydney con 6 recite di Madama Buttterfly di Puccini.

Nella stagione 2003/04 ha diretto 5 programmi con la Auckland Philarmonia, in aprile 2004 ha diretto 2 concerti
sinfonici per il Teatro Bellini di Catania e 3 rappresentazioni de “La Serva Padrona” di Paisiello all’Inaugurazione del
Teatro Sangiorgi di Catania sempre con l’Orchestra del Teatro Bellini. È tornato a Catania per 2 concerti nella stagione
sinfonica nell’aprile 2005.
Nel luglio 2004 ha diretto 3 concerti con l’Orchestra dell’Accademia della Scala.

Nel 2005 ha debuttato con due concerti con la Philarmonia Enescu a Bucarest ed ha registrato, al Teatro Bellini di
Catania, il dvd della “Serva Padrona” di Paisiello (prima registrazione mondiale in dvd) per Fabula Classica.
Nel 2007 ha debuttato con la Sinfonica Siciliana a Palermo.
Dal 2008 insegna musica da camera al Conservatorio “G. Verdi” di Torino.
Nell’ottobre 2009 ha diretto a Lecce, Carlo Grante Solista, la prima assoluta di Concerto Italiano di Roman Vlad.
Nel novembre 2015 è stato nominato Direttore del Conservatorio “G. Verdi” di Torino.

26
filnandia RUSSIA
CANADA SVEZIA

BIELORUSSIA
LITUANIA
IRLANDA
GERMANIA REPUBBLICA CECA
MOLDAVIA
Svizzera
POLONIA GIAPPONE
usa SPAGNA
CINA
slovenia
FRANCIA uCRAINA
italia ungheria
BULGARIA

COREA DEL SUD

MALESIA

BRASILE

indonesia

uruguay
AFFETTO PIANO TRIO Polonia Italia / U.S.A. / Germania ALINDE QUARTETT
violino / violoncello / pianoforte 2 violini / viola / violoncello

Amelia Maszonska / violino Marianna Sikorska / violoncello Eugenia Ottaviano / violino (responsabile della formazione) Guglielmo Dandolo Marchesi / violino
Zielona Gora (Polonia) - 20/07/1993 Bydgoszcz (Polonia) - 19/06/1991 Terni (Italia) - 18/02/1982 Milano (Italia) - 19/06/1992

Mischa Kozlowski / pianoforte (responsabile della formazione) Erin Kirby / viola Moritz Benjamin Kolb / violoncello
Gdynia (Polonia) - 03/07/1989 Atlanta (U.S.A.) - 10/08/1989 Norimberga (Germania) - 13/04/1987

Fondato nel 2016, l’Affetto Piano Trio è formato da giovani talentuosi artisti, già vincitori di concorsi internazionali, Premiato in numerosi concorsi internazionali, il quartetto Alinde da sette anni si perfeziona, prova, viaggia e suona
che hanno in comune la passione per la musica da camera. Dal 2017 il gruppo studia alla Hochschule di Berna, sotto sui palcoscenici di tutta Europa. Supportato dalla fondazione Dr. Carl Dörken e da Y. Menuhin Live Music Now, scelto
la guida di Patrick Jüdt, Monika Urbaniak-Lisik e Tomasz Herbut. Nonostante la recente formazione, il Trio ha già per la stagione “Best of NRW”, il quartetto ha ricevuto il premio della fondazione Bruno Frey e il II Premio al Concorso
tenuto molti concerti in Polonia e Svizzera. Sono stati anche invitati alla European Chamber Music Academy dove Internazionale “Salieri-Zinetti”. I quattro musicisti hanno avuto la possibilità di studiare da due dei più grandi maestri
hanno avuto la possibilità di studiare con personalità come Hatto Beyerle (Alban Berg Quartet), Corina Belcea e Minna nel mondo della musica da camera: a Madrid con Günter Pichler (quartetto Alban Berg) e Berlino con Eberhard Feltz.
Inoltre sono stati ispirati da grandi personalità quali A. Schiff, I. Bieler, E. Höbarth, A. Moccia e C. Richter. Il quartetto
Pensola.
Alinde tiene concerti in tutta Europa ed è invitato a rinomati festival quali Verbier, Chamber Music European Meetings
a Bordeaux e Mozartfest Würzburg. Si sono esibiti con successo anche alla Konzerthaus Berlin, alla Wdr Funkhaus
di Colonia e alla Festspielhaus Baden-Baden. Ad ispirare il nome del quartetto è il bellissimo Lied “Alinde” (D904) di
Schubert, pieno di nostalgia e voluttà, scritto sulla poesia di J.Fr. Rochlitz.

Prima Prova
F. J. Haydn Quartetto in re minore op. 76 n. 2, Hob. III n. 76 20’
Allegro
Prima Prova Andante o più tosto Allegretto
Menuetto e Trio
F. Mendelssohn-Bartholdy Trio n. 1 in re minore op. 49 31’ Finale. Vivace assai
Molto allegro ed agitato C. Nielsen da Quartetto in sol minore op. 13 10’
Andante con moto tranquillo Allegro energico
Scherzo. Leggiero e vivace Semifinale
Finale. Allegro assai appassionato J. Brahms Quartetto in do minore op. 51 n. 1 32’
Allegro
Semifinale Romanza – Poco adagio
J. Brahms Trio n. 3 in do minore op. 101 21’ Allegro molto moderato e comodo
Allegro, alla breve
Allegro energico
Presto non assai Finale
Andante grazioso W. A. Mozart Quartetto in re maggiore K. 575 24’
Finale. Allegro molto Allegretto
Andante
Finale Menuetto: Allegretto
Allegretto
F. Schubert Trio n. 1 in si bemolle maggiore op. 99, D. 898 48’
G. Kurtág Officium Breve, in memoriam Andreae Szervánsky, op. 28 17’
Allegro moderato
Andante, un poco mosso F. Mendelssohn- Bartholdy Quartetto in fa minore op. 80 26’
Allegro vivace assai
Scherzo. Allegro
Allegro assai
Rondo. Allegro vivace Adagio
Finale: Allegro molto
D. Šostakovič Trio n. 1 in do minore op. 8 13’
Premio del Pubblico
F. Mendelssohn- Bartholdy da Quartetto in fa minore op. 80 15’
Premio del Pubblico Allegro vivace assai
D. Šostakovič Trio n. 1 in do minore op. 8 13’ Adagio
30 31
APPASIONATO STRING QUARTET Cina Lituania / Italia DUO AUSKELYTE - PEZZI
2 violini / viola / violoncello violino / pianoforte

Siyan Gou / violino (responsabile della formazione) Meng Han / violino Justina Auskelyte / violino
Liaoning (Cina) - 03/02/1992 Shandong (Cina) - 04/04/1996 Vilnius (Lituania) - 06/12/1989

Anqi Lu / viola Bojun Liu / violoncello Cesare Pezzi / pianoforte (responsabile della formazione)
Hunan (Cina) - 25/10/1991 Shandong (Cina) - 31/08/1989 Ravenna (Italia) - 04/02/1989

Il Quartetto, formatosi nel 2009 sotto la guida di Gong Hanxiang, è composto da Siyan Guo (Hochschule Hanns Eisler Il duo formato da Justina Auskelyte e Cesare Pezzi nasce nel 2008 all’interno dell’Accademia di Imola.
di Berlino), Meng Han (Staatliche Hochschule di Stoccarda), Anqi Lu (Hochschule di Colonia) e Bojun Liu (Koninklijk Avvalendosi anche dei preziosi consigli di Konstantin Bogino, Pavel Berman, Laurie Smukler, Jurgis Dvarionas, Dario
Conservatorium di Bruxelles). Sono tutti e quattro diplomati al Conservatorio Centrale di Pechino. Il Quartetto De Rosa, Enrico Pace, il duo ha tenuto decine di concerti in numerosi paesi. Oltre all’Italia il duo si è esibito anche
ha frequentato masterclass con maestri come Eric Robberecht e Gunter Pichler, tra gli altri; ha tenuto numerosi in Austria, Lituania, Estonia, Svizzera, Svezia, Stati Uniti, all’interno di prestigiosi festival e per importanti istituzioni.
concerti molto apprezzati da pubblico e critica e vinto importanti Concorsi come, per esempio, “Golden Bell” National Nel 2011 è uscito il primo CD, edito nei Paesi Baltici, contenente registrazioni live di opere di Franck, Brahms, Sibelius.
Competition for Chamber Music e International Chamber Music Competition di Hong Kong. Sono stati recentemente Nel 2017 per Naxos è uscito il secondo CD, contenente l’inedita opera del compositore lituano Balys Dvarionas,
ammessi al Postgraduate Music del Conservatorio Koninklijk di Bruxelles. recensito entusiasticamente dalla critica internazionale.
Il duo ha recentemente debuttato con successo alla Filarmonica di Vilnius e al Lincoln Center di New York.

Prima Prova
F. Schubert Quartetto in re minore D. 810 La morte e la fanciulla 35’
Allegro Prima Prova
Andante con moto
C. Franck Sonata in la maggiore 29’
Scherzo: Allegro - Trio
Allegretto ben moderato
Presto - Prestissimo
Allegro

Recitativo fantasia. Ben moderato
Semifinale
Allegretto poco mosso
J. Brahms Quartetto in la minore op. 51 n. 2 40’
Allegro non troppo Semifinale
Andante moderato
R. Schumann Sonata n. 1 in la minore op. 105 17’
Quasi minuetto (Moderato)
Mit leidenschaftlichem Ausdruck
Allegro non assai
Allegretto
Lebhaft
Finale
W. A. Mozart Quartetto in do maggiore K. 465 Dissonanze 30’ Finale
Adagio - Allegro
L. van Beethoven Sonata n. 8 in sol maggiore op. 30 n. 3 20’
Andante cantabile
Allegro assai
Menuetto: Allegretto - Trio
Tempo di minuetto
Allegro
Allegro vivace
D. Šostakovič Quartetto n. 8 in do minore op. 110 20’
Largo B. Dvarionas Sonata – Balade (1965) 15’
Allegro molto J. Brahms Sonata n. 3 in re minore op. 108 25’
Allegretto Allegro alla breve
Largo Adagio
Largo Un poco presto e con sentimento
Presto agitato
Premio del Pubblico
F. Schubert da Quartetto in re minore D. 810 La morte e la fanciulla 12’ Premio del Pubblico
Andante con moto C. Saint-Saëns Introduction et Rondò capriccioso in la minore op. 28 10’
32 33
DUO BLUE Corea del Sud Italia DUO CARRATTA - FAVARO
violino / pianoforte duo pianistico

Jungin Lee / violino Aleck Carratta / pianoforte Fiore Favaro / pianoforte (responsabile della formazione)
Seoul (Corea del Sud) - 21/04/1997 Novara (Italia) - 18/05/1990 Treviso (Italia) - 06/11/1986

Sookyoung Kim / pianoforte (responsabile della formazione) Aleck Carratta è stato allievo di Alessandro Commellato, Filippo Gamba, Ralf Nattkemper e Eckart Heiligers,
Suwon (Corea del Sud) - 04/09/1995 studiando in Italia e perfezionandosi poi in a Basilea, Zurigo e Amburgo. Si è esibito con l’Orchestra del Conservatorio
di Novara e l’Orchestra Giovanile di Magenta; inoltre nel 2011 ha inciso per la Phoenix un cd con pezzi inediti della
famiglia Andreoli. Si è esibito in veste solistica presso numerose città europee e in formazione da camera presso il
Jungin Lee ha iniziato a studiare violino a 9 anni. Nel 2013 si è trasferita all’Università di Vienna sotto la guida di Stefan Teatro La Fenice di Venezia. Dal giugno 2012 è borsista della “De Sono” di Torino.
Fiore Favaro è stata allieva di Luisa Guariglia, Alessandro Commellato, Riccardo Zadra e Filippo Gamba, diplomandosi
Kamilarov. Nel 2017 ha vinto il III Premio al Concorso Internazionale “Professor Nedjalka Simeonova” in Bulgaria. in Italia e perfezionandosi in Svizzera. Ha ricevuto premi in numerosi concorsi ed è stata borsista della Fondazione
Sookyoung Kim ha iniziato a studiare pianoforte a 5 anni e ha frequentato la Yewon School of Music and Arts. Si è CRT. Tiene vari recital sia come solista che in formazione da camera in Italia e all’estero. Nel 2013 ha suonato al
trasferita a Vienna a 15 anni e attualmente frequenta l’Università di Vienna con Stephan Möller. Ha vinto vari concorsi Teatro La Fenice a Venezia. Nel 2015 ha inciso l’integrale delle sonate per violoncello e pianoforte di Beethoven.
in Corea, è stata finalista all’International Rosario Marciano Piano Competition, Austria nel 2012, all’International Insegna pianoforte alla Musikschule Basel dal 2017.
Russian Music Piano Competition, a Le Petit Trianon Theatre di San Josè, California nel 2013. Ha preso parte a Prima Prova
masterclass, concerti e festival come “Wiener Meisterkurse”, “VIP Academy” International Chopin Festival “Lato z C. Debussy Petite suite L. 65 13’
Chopinem”, a Busko Zdroj, Polonia, Golden Key Festival alla Carnegie Hall di New York. En bateau
Cortège
Menuet
Prima Prova Ballet
W. A. Mozart Sonata in si bemolle maggiore K. 454 22’45’’ F. Schubert Fantasia in fa minore op. 103, D. 940 20’
Largo – Allegro Semifinale
Andante J. Brahms Danze ungheresi WoO 1 (libri 1 e 2) 27’
n. 1 Allegro
Allegretto n. 2 Allegro non troppo
n. 3 Allegretto
Semifinale n. 4 Poco sostenuto
n. 5 Allegro
R. Schumann Sonata n. 3 in la minore op. WoO2 17’ n. 6 Vivace
Ziemlich langsam – Lebhaft n. 7 Allegretto
Scherzo n. 8 Presto
n. 9 Allegro non troppo
Intermezzo n. 10 Presto
Finale Finale
W. A. Mozart Sonata in re maggiore K. 381 15’
Finale Allegro
Andante
S. Prokof’ev Sonata n. 2 in re maggiore op. 94 23’35’’ Allegro molto
Moderato G. Ligeti Cinque pezzi 15’
Scherzo - Presto I Induló / Marcia
Andante II Polifón etüd / Studio polifonico
III Három lakodalmi tánc / Tre danze da matrimonio
Allegro con brio IV Sonatina
C. Franck Sonata in la maggiore 29’10’’ V Allegro
Allegretto ben moderato S. Barber Souvenirs, Suite per 4 mani op. 28 20’
Waltz
Allegro Schottische
Recitativo fantasia. Ben moderato Pas de deux
Allegretto poco mosso Two-Step
Hesitation-Tango
Galop
Premio del Pubblico Premio del Pubblico
C. Franck da Sonata in la maggiore 15’ C. Debussy Petite suite L. 65 13’
En bateau
Allegretto ben moderato Cortège
Allegro Menuet
Ballet
34 35
DUO DOULOV - POGOSYAN Bielorussia / Russia Brasile / Russia DUO FIDELIO
violino / pianoforte violino / pianoforte

Alexei Doulov / violino (responsabile della formazione) Luiza Labouriau / violino


Minsk (Bielorussia) - 22/04/1992 Rio de Janeiro (Brasile) - 04/03/1990

Natalia Pogosyan / pianoforte Nadezda Filippova / pianoforte (responsabile della formazione)


Vladikavkaz (Russia) - 07/03/1990 Vitebsk (Russia) - 12/04/1989

Natalia e Alexei suonano insieme da tre anni. Hanno tenuto concerti in Russia e Svizzera. Il loro repertorio spazia da La combinazione di due forti personalità risulta sempre speciale. Nel caso del Duo Fidelio, non è solo un forte
composizioni classiche e romantiche fino ad autori moderni. I due musicisti hanno partecipato a vari festival in Belgio, rapporto di amicizia ma una collaborazione musicale proficua, che si percepisce in intensa comunicazione, respiri
perfettamente coordinati e fine sensibilità musicale del gruppo. Il Duo, con base a Berlino e Amsterdam, suona in
Francia, Italia, Austria, Svizzera.
tutta Europa, unendo elementi delle culture brasiliana, danese, russa e tedesca.
Nel 2016 il Duo è stato ammesso al corso di musica da camera presso l’Accademia di Santa Cecilia a Roma e in questo
Il Duo ha studiato con rinomati musicisti come Artemis String Quartet e Orfeus String Quartet, così come il professor
primo anno ha già vinto il I Premio al II International Music Competition “Villa la Meridiana” di Santa Maria di Leuca e Hatto Beyerle (membro fondatore dell’Alban Berg Quartett), cercando non solo di approfondire le capacità strumentali
al XV National Chamber Music Competition “Citta di Riccione”. ma anche il pensiero musicale di ogni compositore per ottenere una personale e naturale interpretazione. Al momento
Alexei e Natalia hanno anche vinto la borsa di studio della Fondazione Cecilia Gilardi (Torino) per gli anni 2017 e 2018. il Duo Fidelio sta ampliando il proprio repertorio con composizioni del periodo romantico e moderno, pur essendo alla
continua ricerca di nuove perle da tutto il repertorio musicale da condividere con il pubblico.

Prima Prova Prima Prova


W. A. Mozart Sonata in mi minore K. 304 12’
J. Brahms Sonata n. 3 in re minore op. 108 20’ Allegro
Allegro alla breve Minuetto
Adagio I. Stravinskij Suite Italienne 19’
Un poco presto e con sentimento Introduzione
Presto agitato Serenata
Tarantella
Gavotta con due variazioni
Semifinale Scherzino
R. Schumann Sonata n. 2 in re minore op. 121 30’ Minuetto e Finale
Ziemlich langsam - Lebhaft Semifinale
Sehr lebhaft J. Brahms Sonata n. 1 in sol maggiore op. 78 26’
Leise, einfach Vivace ma non troppo
Bewegt Adagio
Allegro molto moderato
Finale Finale
L. van Beethoven Sonata n. 2 in la maggiore op. 12 n. 2 17’
L. van Beethoven Sonata n. 4 in la minore op. 23 20’ Allegro vivace
Presto Andante, più tosto Allegretto
Andante scherzoso, più Allegretto Allegro piacevole
Allegro molto C. Debussy Sonata in sol minore 13’
Allegro vivo
S. Prokof’ev Sonata n. 1 in fa minore op. 80 30’ Intermède (Fantasque et léger)
Andante Finale (Très animé)
Allegro brusco S. Prokof’ev Sonata n. 1 in fa minore op. 80 29’
Andante
Andante Allegro brusco
Allegrissimo Andante
Allegrissimo
Premio del Pubblico Premio del Pubblico
S. Prokof’ev da Sonata n. 1 in fa minore op. 80 13’ C. Debussy Sonata in sol minore 13’
Allegro vivo
Andante Intermède (Fantasque et léger)
Allegrissimo Finale (Très animé)
36 37
DUO GÜNTER & KIM Francia / Germania Canada DUO HÉBERT
violoncello / pianoforte violino / pianoforte

Stanislas Emanuel Kim / violoncello Isabelle Hébert / violino


Courbevoie (Francia) - 24/08/1993 Ottawa (Canada) - 30/08/2002

Marie Rosa Günter / pianoforte (responsabile della formazione) Mélanie Hébert / pianoforte (responsabile della formazione)
Braunschweig (Germania) - 17/07/1991 Ottawa (Canada) - 14/07/1998

Il giovane Duo franco-tedesco si è laureato nel 2016 al Concours International de Musique de Chambre di Lione e,
Da 8 anni il Duo Hébert si esibisce in rinomate sale da concerto e festival come Carnegie Hall e Ottawa International
nel 2014, al VIII Swedish International Duo Competition; sin dalla sua fondazione nel 2012 ha ricevuto un’attenzione
Chamber Music Festival. Il Duo cresce sotto la guida di Lynda Metelsky, ex presidente Dipartimento pianoforte al Royal
sempre maggiore da parte del pubblico e critiche positive dalla stampa e dai media.
Conservatory of Music, e Axel Strauss, presidente del Dipartimento d’archi alla McGill University. Mélanie, diplomata
Attualmente risiede ad Hannover, ma ha tenuto concerti in molti paesi europei (Germania, Paesi Bassi, Svezia e
con lode, ha partecipato a vari concorsi nazionali e internazionali come Minnesota International Piano-e-competition,
Francia) e si è esibito per radio e TV come Deutschlandfunk e Deutschlandradio Kultur.
ottenendo premi tra cui I e Premio speciale della Giuria all’American Protégé International Competition, due volte
Nel 2014 è uscito il loro primo CD „Live from Bremen“ con musiche di Bach, Beethoven e Franck.
I Premio al Canadian Music Competition (CMC); è stata invitata a suonare con la National Arts Centre Orchestra.
Isabelle, vincitrice del Flora Matheson Golden Strings Award e National Gold Medallist, I Premio al American Protégé
Prima Prova International Competition, Medaglia d’Oro del AADGT International Young Musicians Festival e II Premio al CMC; si è
L. van Beethoven Sonata n. 4 in do maggiore op. 102 n. 1 15’ esibita per CBC music TV show Virtuose.
Andante – Allegro vivace
Adagio - Allegro vivace
Prima Prova
C. Debussy Sonata in re minore 11’ W. A. Mozart Sonata in si bemolle maggiore K. 454 22’
Prologue Largo – Allegro
Sérénade Andante
Finale Allegretto
Semifinale
Semifinale
J. Brahms Sonata n. 2 in fa maggiore op. 99 29’
Allegro vivace J. Brahms Sonata n. 3 in re minore op. 108 21’
Adagio affettuoso Allegro alla breve
Allegro passionato Adagio
Allegro molto Un poco presto e con sentimento
Presto agitato
Finale
L. van Beethoven Sonata n. 5 in re maggiore op. 102 n. 2 20’ Finale
Allegro con brio C. Franck Sonata in la maggiore 29’
Adagio con molto sentimento d’affetto Allegretto ben moderato
Allegro Allegro
Recitativo fantasia. Ben moderato
A. Dvořák Rondò in sol minore op. 94, B. 171 8’
Allegretto poco mosso
D. Šostakovič Sonata in re minore op. 40 26’
W. A. Mozart Sonata in la maggiore K. 526 20’
Allegro non troppo
Allegro molto
Allegro
Andante
Largo
Presto
Allegro
J. Sibelius Novellette op. 102 3’
Premio del Pubblico
C. Debussy Sonata in re minore 11’ Premio del Pubblico
Prologue C. Franck da Sonata in la maggiore 15’
Sérénade Recitativo fantasia. Ben moderato
Finale Allegretto poco mosso
38 39
DUO HELIOS Germania Giappone DUO K&R
clarinetto / pianoforte Duo pianistico

Maximilian Strutynski / clarinetto Keiko Kawabata / pianoforte


Monaco di Baviera (Germania) - 12/10/1986 Kyoto (Giappone) - 29/10/1991

Tobias Jackl / pianoforte (responsabile della formazione) Ryosuke Yanase / pianoforte (responsabile della formazione)
Wasserburg (Germania) - 13/08/1985 Nagano (Giappone) - 19/03/1992

Maximilian Strutynski e Tobias Jackl si sono conosciuti durante gli studi all’Università di Monaco. Dal 2014, i due Keiko e Ryosuke hanno studiato musica al Kunitachi College of Music di Tokyo, sia come solisti che come duo
finalisti dell’International Competition “The Art of Duo” a Boulder (U.S.A.) hanno lavorato insieme come formazione pianistico, con Megumi Kaneko. Dal 2010 suonano insieme come duo pianistico.
Hanno ottenuto numerosi riconoscimenti come, nel 2012, il I Premio e Premio speciale al PTNA Piano Competition,
cameristica ed hanno sviluppato un ampio repertorio che arriva fino all’avanguardia. I giovani musicisti si sono
nel 2014 il II Premio al Neyagawa Arukasu Piano Competition, il I Premio al Aichi Piano Competition e il I Premio
concentrati sul repertorio del periodo romantico tedesco e su composizioni moderne e, attraverso questo repertorio,
al Petrof Piano Competition, nel 2015, il Premio speciale all’International Franz Schubert Competition, nel 2016 il
hanno sviluppato un’interazione estremamente organica e intuitiva. Hanno ricevuto importanti stimoli musicali da Premio speciale all’International Piano Duo Competition di Tokyo e nel 2017 il II Premio al “ROMA” International
rinomati artisti come Ulf Rodenhäuser, Elisso Virsaladze e Francois Leleux. Competition. Hanno suonato il Carnevale degli Animali di Saint-Saëns al Mecklenburg Vorpommern Music Festival.
Nell’ottobre 2017, si sono esibiti con la Würth Philharmoniker sotto la direzione di Maxim Vengerov.
Prima Prova Hanno completato con successo il loro Master’s degree presso l’Università di Stoccarda. Stanno preparandosi per il
Konzertexamen in duo pianistico presso l’Università di Rostock sotto la guida di Hans-Peter Stenzl e Volker Stenzl.
C. M. von Weber Gran Duo concertante in mi bemolle maggiore op. 48 23’
Allegro con fuoco
Andante con moto Prima Prova
Rondò. Allegro C. Debussy Petite suite L. 65 12’
En bateau
Semifinale Cortège
J. Brahms Sonata in mi bemolle maggiore op. 120 n. 2 22’ Menuet
Ballet
Allegro amabile
Allegro appassionato G. Kurtág da Játékok 5’
Fog-canon
Andante con moto. Allegro Furious Chorale
Flowers we are... (embracing sounds)
Finale Beating
J. Brahms Sonata in fa minore op. 120 n. 1 23’ F. Schubert Allegro in la minore D. 947 Lebensstürme 11’
Allegro appassionato
Andante, un poco Adagio Semifinale
Allegretto grazioso J. Brahms Variazioni su un tema di Robert Schumann op. 23 20’
Vivace
J. B. Vanhal Sonata in mi bemolle maggiore KLB 14 18’ Finale
Allegro vivace C. Reinecke da The Nutcracker and the Mause King op. 46 10’
Poco andante Overture
Rondo. Allegretto Glockenspiel
Barcarole
R. Schumann Phantasiestücke op. 73 10’ Wedding March
Zart und mit Ausdruck P. Hindemith Sonata 15’
Lebhaft, leicht Mäßig bewegt
Rasch und mit Feuer Lebhaft
C. Debussy Première rhapsodie 8’ Ruhig bewegt - Sehr lebhaft
W. A. Mozart Sonata in fa maggiore K. 497 26’
Premio del Pubblico Adagio – Allegro di molto
R. Schumann Phantasiestücke op. 73 10’ Andante
Allegro
Zart und mit Ausdruck
Lebhaft, leicht Premio del Pubblico
Rasch und mit Feuer F. Schubert Allegro in la minore D. 947 Lebensstürme 11’
40 41
DUO KOINÉ Italia Italia DUO NADIYAH
violino / pianoforte violoncello / pianoforte

Cesare Zanfini / violino (responsabile della formazione) Maria Miele / violoncello (responsabile della formazione)
Milano (Italia) - 08/10/1989 Campobasso (Italia) - 23/04/1991

Paolo Gorini / pianoforte Marco Martuccio / pianoforte


Brescia (Italia) - 25/10/1990 Belvedere Marittimo (Italia) - 19/10/1989

Il duo si forma all’interno del Conservatorio di Milano, dove i due musicisti si sono incontrati ed entrambi laureati Il Duo Nadiyah deve la sua formazione artistica al M° Giuliano Mazzoccante, con cui si perfeziona presso la sua
nel proprio strumento e in Musica da Camera, con il massimo dei voti. La loro unione li ha portati ad aggiudicarsi, Accademia a Chieti. Seppur di recente formazione, il Duo si è distinto in diverse masterclass con artisti di fama
fin dalla prima apparizione al Premio A. Rancati 2014, il “Premio Speciale per la migliore esecuzione di un’opera di internazionale come Dora Schwarzberg, Romain Garioud, Nikita Fitenko e Alexander Hulshoff. Inoltre è risultato
epoca contemporanea scritta dopo il 1960 da un compositore legato al Conservatorio di Milano”, con l’esecuzione di vincitore di diversi concorsi nazionali e internazionali tra i quali „Città di Magliano Sabina” (I Premio), „Rotary Teramo
“Undici danze per la bella Verena” di Niccolò Castiglioni. I loro maestri sono stati Luciani, Frischenschlager, Canino,
Est” (II Premio), „Musica al Cenacolo” (II Premio), „Mirabello in Musica” (I Premio), „G. Rospigliosi” (II Premio),
Schwarzberg, Gutman, Virsaladze, Boselli, Bordoni, Ciccolini, Rebaudengo, Tarenzi e Piemonti. Hanno ottenuto
„Città di Piove di Sacco” (I Premio). Attualmente, oltre ad essere iscritto alla „Giuliano Mazzoccante Music and Art
riconoscimenti e si sono esibiti a Milano in Sala Verdi del Conservatorio, Palazzina Liberty, Auditorium “Gaber”;
inoltre alla chiesa di Haydn a Vienna e al Jerusalem Music Center. Nell’agosto 2015 hanno seguito il corso di alto International”, il Duo si perfeziona con il violoncellista R. Garioud.
perfezionamento in musica da camera all’Accademia Orpheus di Vienna. Attualmente sono al centro di un progetto
discografico per la realizzazione di un DVD con Limen Music.
Prima Prova
Prima Prova R. Schumann Phantasiestucke op. 73 12’
R. Schumann Sonata n. 1 in la minore op. 105 18’ Zart und mit Ausdruck
Mit leidenschaftlichem Ausdruck Lebhaft, leicht
Allegretto Rasch und mit Feuer
Lebhaft F. Mendelssohn - Bartholdy Sonata in si bemolle maggiore op. 45 n. 1 22’
I. Stravinskij Suite Italienne 17’ Allegro vivace
Introduzione Andante
Serenata Allegro assai
Tarantella
Gavotta con due variazioni Semifinale
Scherzino J. Brahms Sonata n. 1 in mi minore op. 38 27’
Minuetto e Finale Allegro non troppo
Allegretto quasi minuetto
Semifinale Allegro
J. Brahms Sonata n. 2 in la maggiore op. 100 20’
Allegro amabile Finale
Andante tranquillo – Vivace L. van Beethoven Sonata n. 3 in la maggiore op. 69 30’
Allegretto grazioso (quasi Andante) Allegro, ma non tanto
Scherzo. Allegro molto
Finale Adagio cantabile – Allegro vivace
L. van Beethoven Sonata n. 10 in sol maggiore op. 96 27’
B. Martinů Sonata n. 3 H. 340 24’
Allegro moderato
Poco andante - Moderato
Adagio espressivo
Andante
Scherzo. Allegro
Allegro, ma non presto
Poco Allegretto
N. Castiglioni Undici danze per la bella Verena (1995) 10’ Premio del Pubblico
F. Schubert Rondò brillante in si minore op. 70, D. 895 15’ R. Schumann Phantasiestucke op. 73 12’
Zart und mit Ausdruck
Premio del Pubblico Lebhaft, leicht
F. Schubert Rondò brillante in si minore op. 70, D. 895 15’ Rasch und mit Feuer
42 43
DUO NEDEVA - PHANG Bulgaria / Malesia Germania DUO NEPOMUK & AURELIUS BRAUN
violino / pianoforte violoncello / pianoforte

Iva Nedeva / violino (responsabile della formazione) Nepomuk Braun / violoncello


Varna (Bulgaria) - 13/06/1993 Monaco di Baviera (Germania) - 04/04/1991

Rosalind Phang / pianoforte Aurelius Braun / pianoforte (responsabile della formazione)


Kuala Lumpur (Malesia) - 25/04/1995 Monaco di Baviera (Germania) - 19/03/1995

Nepomuk ha iniziato a suonare violoncello a 8 anni. Dopo gli studi a Vienna con Reinhard Latzko e Heinrich Schiff, sta
Iva Nedeva e Rosalind Phang si sono incontrate per la prima volta alla Yehudi Menuhin School in Inghilterra all’età facendo il master a Salisburgo con Clemens Hagen. Ha suonato spesso con i Wiener Philharmoniker e Bayerischen
di circa 14 anni e hanno stretto una grande amicizia; da quel momento sono diventate inseparabili. Nonostante Rundfunks. Come solista e camerista ha suonato con A. Lonquich ed E. Höbarth in festival come Mecklenburg-
stiano studiando in differenti Paesi e siano molto impegnate a tenere concerti e a prendere parte a concorsi solistici Vorpommern, Bolzano e Loisiarte.
internazionali, (Iva studia a Losanna con Pavel Vernikov e Rosalind ad Hannover con Bernd Goetzke), hanno deciso di Aurelius ha iniziato a suonare pianoforte a 9 anni. Dopo gli studi a Monaco con il Prof. Hoehenrieder, è entrato
condividere la loro amicizia e il loro amore per la musica, per prendere parte, insieme, a questo Concorso. all’Università di Berlino con Klaus Hellwig. Ha vinto il 24th International Brahms Competition in Austria. Ha suonato
in sale come Schloss Schleissheim, Munich Philharmonie, Thalia Theater Hamburg. Ha frequentato masterclass con
Goetzke, Jasinski, Ax, Grimaud e Bronfman.
Nepomuk & Aurelius Braun suonano insieme dal 2010 esibendosi in prestigiose sale come Hamburger Laeiszhalle,
Prima Prova Allerheiligenhofkirche al Munich Residence, Bibliotheksaal Polling e Munich Philharmonie.
W. A. Mozart da Sonata in sol maggiore / sol minore K. 379 8’
Adagio e Allegro Prima Prova
E. Elgar Sonata in mi minore op. 82 25’ L. van Beethoven Sonata n. 4 in do maggiore op. 102 n. 1 16’
Andante – Allegro vivace
Allegro Adagio - Allegro vivace
Romance: Andante
W. Lutosławski Grave (Metamorphoses per violoncello e pianoforte) 6’
Allegro non troppo
R. Schumann Phantasiestucke op. 73 11’
Zart und mit Ausdruck
Semifinale Lebhaft, leicht
R. Schumann Sonata n. 1 in la minore op. 105 18’ Rasch und mit Feuer
Mit leidenschaftlichem Ausdruck Semifinale
Allegretto J. Brahms Sonata n. 2 in fa maggiore op. 99 30’
Lebhaft Allegro vivace
Adagio affettuoso
Finale Allegro passionato
Allegro molto
L. van Beethoven Sonata n. 4 in la minore op. 23 18’ Finale
Presto B. Britten Sonata in do maggiore op. 65 21’
Andante scherzoso, più Allegretto Dialogo
Allegro molto Scherzo
Elegia
A. Honegger Sonata n. 2 H. 24 13’ Marcia
Allegro cantabile Moto perpetuo
Larghetto L. van Beethoven Sette variazioni su Bei Männern, welche Liebe fühlen
Vivace assai dal Flauto magico di Mozart in mi bemolle maggiore WoO 46 10’
C. Franck Sonata in la maggiore 27’
O. Respighi Sonata in si minore 25’ Allegretto ben moderato
Moderato Allegro
Andante espressivo Recitativo fantasia. Ben moderato
Allegro moderato ma energico (Passacaglia) Allegretto poco mosso
Premio del Pubblico
Premio del Pubblico R. Schumann Phantasiestucke op. 73 10’
Zart und mit Ausdruck
O. Respighi da Sonata in si minore 10’ Lebhaft, leicht
Moderato Rasch und mit Feuer
44 45
DUO PASTINE - CONTALDO Italia Russia DUO PIACELLO
violino / pianoforte violoncello / pianoforte

Sara Pastine / violino (responsabile della formazione) Vladimir Orlov / violoncello


Sarzana (Italia) - 06/07/1990 San Pietroburgo (Russia) - 08/04/1995

Giulia Contaldo / pianoforte Veronika Salikhova / pianoforte (responsabile della formazione)


Pelago (Italia) - 25/10/1995 Voronezh (Russia) - 31/07/1992

Sara Pastine si diploma con lode e menzione presso il “Vecchi-Tonelli” di Modena con P. Besutti. Ha partecipato a Duo «PiaCello» è stato fondato nel 2010 (nella classe di musica da camera di Oksana Ralkina); attualmente i membri
masterclass di K. Blacher, A. Chumachenco, G. Schulz e N. Chastain. Vincitrice di molti concorsi nazionali, supera del duo si stanno perfezionando sotto la guida di Elena Semishina e Inga Dzektser al Conservatorio di Stato Rimsky-
le audizioni per la GMJO e per l’EUYO. Ha fatto parte della prestigiosa Verbier Chamber Orchestra. Si esibisce Korsakov di San Pietroburgo.
regolarmente come solista e camerista. Partecipa al Rome Chamber Music Festival. Vince, risultando prima idonea, Il Duo è vincitore dell’International Competition a Stoccolma e del Savshinsky International Competition, e tiene
il concorso presso l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai. Nel 2017 registra per la Limen Studios un CD/DVD. Giulia regolarmente concerti in varie città in Germania, Russia e Belgio.
Contaldo ha conseguito il Diploma di II livello con lode e menzione al “Cherubini” di Firenze con G. Prestia e dal 2012 L’ensemble ha partecipato a masterclass tenute da Eugeny Sinaisky e Noreen Cassidy-Polera.
studia all’Accademia di Imola con Jin Ju. Vincitrice di numerosi concorsi, si è esibita da solista e in ensembles in Italia Nel novembre 2017 il Duo ha vinto l’International Beethoven Chamber Competition in Polonia e ha ricevuto un invito
e all’estero. Ha suonato con l’Orchestra del Carmine, la Giovane Orchestra d’Abruzzo e presso il Teatro Verdi (Fi). Si è a tenere un concerto nell’ambito del Beethoven Festival di Głogówek.
perfezionata con A. delle Vigne (Sommerakademie Mozarteum), G. Scott (RNCM), Lilya Zilberstein (Chigiana). Il Duo
Pastine-Contaldo si forma nel 2016. Recentemente vince il Concorso “A. Burri” del Festival delle Nazioni di Città di
Castello e il Concorso Internazionale “M. Antonelli” di Latina.
Prima Prova
R. Schumann Phantasiestucke op. 73 10’
Prima Prova Zart und mit Ausdruck
L. van Beethoven Sonata n. 7 in do minore op. 30 n. 2 30’ Lebhaft, leicht
Allegro con brio Rasch und mit Feuer
Adagio cantabile
Scherzo. Allegro F. Bridge Sonata in re minore H. 125 18’
Finale. Allegro Allegro ben moderato
Adagio ma non troppo - Molto allegro agitato
Semifinale Semifinale
J. Brahms Sonata n. 3 in re minore op. 108 30’ J. Brahms Sonata n. 2 in fa maggiore op. 99 25’
Allegro alla breve Allegro vivace
Adagio Adagio affettuoso
Un poco presto e con sentimento Allegro passionato
Presto agitato Allegro molto
Finale
R. Schumann Sonata n. 1 in la minore op. 105 15’ Finale
Mit leidenschaftlichem Ausdruck L. van Beethoven Sonata n. 4 in do maggiore op. 102 n. 1 15’
Allegretto Andante – Allegro vivace
Lebhaft Adagio - Allegro vivace
M. Ravel Sonata in sol maggiore 15’ A. Tansman Sonata n. 2 18’
Allegretto Allegro moderato
Blues. Moderato Largo
Perpetuum mobile. Allegro Scherzo. Allegro grazioso
S. Prokof’ev Sonata n. 1 in fa minore op. 80 35’ D. Šostakovič Sonata in re minore op. 40 25’
Andante Allegro non troppo
Allegro brusco Allegro
Andante Largo
Allegrissimo Allegro

Premio del Pubblico Premio del Pubblico
M. Ravel Sonata in sol maggiore 15’ R. Schumann Phantasiestucke op. 73 10’
Allegretto Zart und mit Ausdruck
Blues. Moderato Lebhaft, leicht
Perpetuum mobile. Allegro Rasch und mit Feuer
46 47
DUO POPOV - TATARINOV Russia Spagna DUO RAMOS - GALINDO
viola / pianoforte clarinetto / pianoforte

Aleksandr Tatarinov / viola (responsabile della formazione) Efrén Ramos Morado / clarinetto (responsabile della formazione)
Kirovgrad (Russia) - 04/12/1994 As Pontes de García Rodriguez (Spagna) - 24/12/1986

Valentin Popov / pianoforte Ana Galindo Gonzalez / pianoforte


Magnitogorsk (Russia) - 19/03/1992 Granada (Spagna) - 22/07/1983

Il Duo si è formato nel 2011 all’Ural Music College (Ekaterinburg, Russia), nella classe di Irina Odintsova. Il Duo si è Efrén si è esibito in tutta Europa e negli Stati Uniti, vincendo vari concorsi in Spagna come V Allegro Competition nel
esibito in Russia, Austria, Polonia, Svezia. Ha lavorato con famosi musicisti come Clara Korchynska, Elena Lukyanova, 2004, Acordes of Caja Madrid nel 2007 e la borsa di studio del Galician Institute of Performing Arts and Music nel 2005
Roman Balashov, Natalia Rubinstein. Il loro repertorio include sonate di vari stili ed epoche, da Hummel e Haydn a e 2006. Insegna al Conservatorio di Castiglia ed è invitato come giurato a concorsi per fiati in Spagna.
Šostakovič e Golovin. Suona in importanti orchestre spagnole come National Symphony Orchestra di Spagna, Galician Royal Philharmonic,
Castilla y León Symphony Orchestra, con direttori come Zedda, Gourlay, Aprea, Caballé. Partecipa regolarmente a
Aleksandr ha iniziato lo studio del violino a 5 anni. Nel 2009 è entrato al College degli Urali sotto la guida di Lyubov festival internazionali come Aurora Music Festival, International Mendelssohn Festival, collaborando con musicisti
Sokolova. Dal 2013 è allievo del Conservatorio di Mosca nella classe di Roman Balashov. Aleksandr ha vinto vari come A. Kandiskaya, A. Yakolvev, D. Lyudkov.
concorsi internazionali (Russia, Svezia). Ana Galindo si è brillantemente diplomata a Siviglia con Pilar Bilbao e poi ha ottenuto il Postgraduate Diploma al
Valentin ha iniziato a suonare pianoforte a 5 anni. Nel 2008 è stato ammesso al College degli Urali e, nel 2012, al Royal College of Music di Londra, sotto la guida di Nigel Clayton e Julian Jacobson.
Conservatorio di Stato degli Urali con il M° Alexei Bukreev. Partecipa regolarmente a concerti in varie formazioni Ana Galindo suona in tutta la Spagna come solista e in formazioni cameristiche, partecipando a festival come Segovia,
cameristiche e come solista con orchestra. Ha vinto molti concorsi internazionali in Russia e Repubblica Ceca. Úbeda e Musica Contemporanea di Málaga. È molto coinvolta anche nella musica contemporanea collaborando
con compositori come Pedro Faria Gomes, Ian Stewart e Fernando Covello. Associa alla carriera concertistica
l’insegnamento al Conservatorio di Castiglia la Mancha ad Albacete.
Prima Prova
R. Muczynski Time pieces op. 43 15’
Allegro risoluto
Prima Prova Andante espressivo
M. Glinka Sonata in re minore (Incompiuta) 18’ Allegro moderato
Allegro Andante molto – Allegro energico
Larghetto ma non troppo C. Debussy Première rhapsodie 10’
Adagio R. Schumann Phantasiestücke op. 73 10’
A. Golovin Sonata “Breve” 10’ Zart und mit Ausdruck
Lebhaft, leicht
Semifinale Rasch und mit Feuer
J. Brahms Sonata in fa minore op. 120 n. 1 20’ Semifinale
Allegro appassionato J. Brahms Sonata in fa minore op. 120 n. 1 25’
Andante, un poco Adagio Allegro appassionato
Andante, un poco Adagio
Allegretto grazioso Allegretto grazioso
Vivace Vivace
Finale Finale
C. M. von Weber Gran Duo concertante in mi bemolle maggiore op. 48 20’
J. N. Hummel Sonata in mi bemolle maggiore op. 5 n. 3 23’ Allegro con fuoco
Allegro moderato Andante con moto
Adagio Rondò. Allegro
Rondò J. Horovitz Sonatina 15’
D. Šostakovič Sonata op. 147 35’ B. Martinů Sonatina H. 356 11’
Moderato R. Schumann 3 Romanze op. 94 11’
Allegretto Nicht schnell
Adagio Einfach, Innig
Nicht schnell
Premio del Pubblico
Premio del Pubblico
A. Golovin Sonata “Breve” 10’ C. Debussy Première rhapsodie 10’
48 49
DUO RUMICI - PANTANI Italia Italia DUO RÙNYA
Duo pianistico viola / pianoforte

Elisa Rumici / pianoforte (responsabile della formazione) Diana Bonatesta / viola (responsabile della formazione)
Gemona del Friuli (Italia) - 30/07/1995 Roma (Italia) - 13/10/1983

Nicola Pantani / pianoforte Arianna Bonatesta / pianoforte


Rimini (Italia) - 13/10/1995 Roma (Italia) - 15/09/1988

Costituitosi nel 2016 sotto la guida di Stefania Redaelli, il duo si è in seguito perfezionato con Enrico Pace. Elisa e Il Duo nasce nel gennaio 2015. Si è laureato al Biennio di II livello in Musica da Camera al Conservatorio G. Briccialdi
Nicola hanno tenuto numerosi concerti tra cui si ricordano quelli svoltisi alla Fenice di Venezia e dedicati alla Sagra nel luglio 2014 con il massimo dei voti e la lode. Ha frequentato la masterclass di B. Lupo e A. Kravtchenko. Si è
della Primavera di Stravinskij. Tra i riconoscimenti ottenuti si ricordano nel 2016 il III premio al Concorso “Città di diplomato in musica da camera sotto la guida del Trio di Parma all’Accademia di Alto Perfezionamento di Fiesole e
Riccione” e il I premio al Concorso “Musica insieme” di Musile di Piave; nel 2017 il I Premio al Concorso “Rospigliosi” del Trio di Trieste.
di Lamporecchio, il I Premio assoluto al Concorso “Città di Piove di Sacco”, il I Premio assoluto al Concorso “Città di Vincitore del II Premio al Grand Prize Virtuoso International Music Competition-Salzburg 2017, il Duo si è esibito nella
Palmanova” e il I Premio al Concorso “Palma d’oro”. prestigiosa Wiener Musik Saal del Mozarteum di Salisburgo.
Nel 2016 debutta con il CD delle opere di Rebecca Clarke per la casa discografica Aevea/Naxos, ottenendo grande
successo internazionale, con eccellenti recensioni su The Strad, Gramophone e Diapason Magazine (cinque stelle).
Si esibisce nelle più importanti stagioni cameristiche quali Filarmonica Umbra, Amici del Teatro de La Scala, Forlì
Open Music, Ravello Festival, Ravenna Festival, Casa Menotti di Spoleto (Festival dei Due Mondi) ecc.

Prima Prova
R. Clarke Sonata 25’
Impetuoso
Prima Prova Vivace
Adagio. Allegro
S. Rachmaninov da 6 Morceaux op. 11 10’
n. 1 Barcarolle. Moderato in sol minore Semifinale
n. 4 Valse. Tempo di Valse in la maggiore R. Schumann Märchenbilder op. 113 18’
L. van Beethoven Grosse Fuge in si bemolle maggiore op. 134 20’ Nicht schnell
Lebhaft
Rasch
Semifinale
Langsam, mit melancholischen Ausdruck
J. Brahms Variazioni su un tema di Robert Schumann op. 23 20’
Finale
Finale J. Brahms Sonata in mi bemolle maggiore op. 120 n. 2 25’
J. Brahms Danza ungherese in fa minore WoO 1 n. 4 5’ Allegro amabile
Danza ungherese in la minore WoO 1 n. 8 5’ Allegro appassionato
Andante con moto. Allegro
M. Ravel Rapsodie espagnole 15’
R. Clarke da 7 Shorter Pieces
Prélude à la nuit. Très modéré Lullaby 4’19’’
Malagueña. Assez vif I’ll Bid My Heart Be Still 3’47’’
Habanera. Assez lent et d’un rythme las Passacaglia on an Old English Tune 6’04’’
Feria. Assez animé P. Hindemith Sonata in fa maggiore op. 11 n. 4 18’
I. Stravinskij La sagra della primavera 33’ Fantasie
Thema mit Variationen
Finale mit Variationen
Premio del Pubblico
S. Rachmaninov da 6 Morceaux op. 11 10’ Premio del Pubblico
n. 1 Barcarolle. Moderato in sol minore R. Clarke da Sonata 10’
n. 4 Valse. Tempo di Valse in la maggiore Impetuoso
50 51
DUO SEDONA - PAGIN Italia / Francia Ucraina DUO SONORO
violino / pianoforte violino / pianoforte

Vikram Sedona / violino (responsabile della formazione) Andrii Pavlov / violino


Treviso (Italia) - 28/06/2000 Kyiv (Ucraina) - 27/08/1988

Aimo Pagin / pianoforte Valeriia Shulga / pianoforte (responsabile della formazione)


Francoforte (Germania) - 01/02/1983 Kyiv (Ucraina) - 13/04/1988

Allievo di Silvia Marcovici all’Università di Graz, Vikram Sedona ha iniziato a suonare il violino a 5 anni. Ha studiato con Andrii Pavlov e Valeriia Shulga suonano insieme dal 2007. Grazie alle loro personalità creative ed eccellenti capacità
Dora Schwarzberg all’Accademia di Pinerolo nel 2012 e 2013. Ha vinto molti concorsi nazionali e internazionali e si è individuali, hanno perfezionato un ampio repertorio per duo, dal periodo classico alla musica moderna, sotto la guida
esibito in Francia (Festivals de Tresques, Cassis e Strasbourg), Austria (Vienna, Salzbourg e Graz), Italia (Festival di di Vadim Kozin e Anatolii Gudko presso l’Accademia Čajkovskij di Kiev. Inoltre il duo si è perfezionato in musica da
Venezia e Teatro La Fenice), Festival di Malta e al Conservatorio di Mosca. camera con M. Danel, K. Smietana, A. Bielow, A. Pavlovsky, P. Setzer, R. Kulek.
Nel 2017 ha vinto il I Premio al Concorso “Postacchini” in Italia. Suona regolarmente con Aimo Pagin. Riconoscimenti del duo includono premi in varie competizioni internazionali tra cui il Concorso Internazionale di
Nato in una famiglia di musicisti, Aimo Pagin suscita molto presto un interesse non trascurabile nel mondo della Musica da Camera Stasis Vainiunas di Vilnius, Lituania (2014), III Premio al Concorso Johannes Brahms di Poertschach,
musica classica. Ha studiato con Leon Fleisher, tra gli altri, e ha suonato nei più prestigiosi festival in Europa e negli Austria (2015), III Premio e il Premio Speciale “per il miglior violinista del concorso” al Concorso di Musica da Camera
Stati Uniti. Come solista, suona con prestigiose orchestre come la Berlin Symphony Orchestra, la New Symphony Salieri-Zinetti di Verona, Italia (2016).
Negli ultimi anni il Duo ha svolto attività concertistica in Ucraina e all’estero. Loro concerti sono stati inseriti in festival
Orchestra, la Bucharest Philharmonic e la Montpellier National Orchestra.
come Gogolfgest e Two days and two nights of new music, MonteLeon Chamber Music Festival in Spagna, Zeist Music Days
e Grachtenfestival nei Paesi Bassi, Randspiele in Germania. Il Duo si è esibito in sale come National Philharmonic of
Prima Prova Ukraine a Kiev, Odessa Philhamonic, Lithuanian National Philharmonic a Vilnius e Hermitage Museum ad Amsterdam.
E. Grieg Sonata n. 2 in sol maggiore op. 13 20’
Lento doloroso
Allegretto tranquillo Prima Prova
Allegro animato G. Enescu Sonata n. 3 in la minore op. 25 30’
L. van Beethoven da Sonata n. 5 in fa maggiore op. 24 Primavera 10’ Dans le caractere populaire roumain
Allegro Moderato malinconico
Semifinale Andante sostenuto e misterioso
J. Brahms Sonata n. 1 in sol maggiore op. 78 28’ Allegro con brio, ma non troppo mosso
Vivace ma non troppo Semifinale
Adagio J. Brahms Sonata n. 1 in sol maggiore op. 78 25’
Allegro molto moderato Vivace ma non troppo
Finale Adagio
Allegro molto moderato
F. Poulenc Sonata in re minore FP 119 20’
Allegro con fuoco Finale
Intermezzo I. Stravinskij - S. Dushkin Divertimento da Le Baiser de la Fée 24’
Presto tragico Sinfonia
Danses suisses
G. Fauré Sonata n. 1 in la maggiore op. 13 25’
Scherzo
Allegro molto
Pas de deux
Andante
Allegro vivo E. Grieg Sonata n. 3 in do minore op. 45 25’
Allegro quasi presto Allegro molto ed appassionato
C. Debussy Sonata in sol minore 15’ Allegretto espressivo alla Romanza
Allegro vivo Allegro animato
Intermède (Fantasque et léger) W. Lutosławski Subito per violino e pianoforte 6’
Finale (Très animé)
Premio del Pubblico
Premio del Pubblico G. Enescu da Sonata n. 3 in la minore op. 25 10’
G. Fauré da Sonata n. 1 in la maggiore op. 13 10’ Dans le caractere populaire roumain
Allegro molto Allegro con brio, ma non troppo mosso
52 53
DUO VIARD - KHUSNULLINA Francia / Russia Moldavia / Francia DUO VIERU – DE RANCOURT
violoncello / pianoforte violino / pianoforte

Marie Viard / violoncello (responsabile della formazione) Anica Dumitrita Vieru / violino (responsabile della formazione)
Colmar (Francia) - 20/02/1992 Chisinau (Moldavia) - 07/06/1990

Liliia Khusnullina / pianoforte Ambroise de Rancourt / pianoforte


Leninogorsk (Russia) - 06/03/1990 Parigi (Francia) - 26/01/1987

Nato nel 2015, il Duo ha studiato alla Musikhochschule di Friburgo nelle classi di Jean – Guihen Queyras ed Eric Anica si è diplomata a Milano e ha ottenuto il Master alla Haute École de Musique di Ginevra con Mihaela Martin. Ha
Le Sage, e ha ricevuto importanti stimoli da Alain Meunier, Miguel da Silva, Roglit Ishay, Christoph Henkel e Fauré studiato con Dora Schwarzberg all’Accademia di Pinerolo. Attualmente segue il Master di Pedagogia a Ginevra con
Quartet. Nel 2017 ha vinto il I Premio al FNAPEC European Chamber Music Competition di Parigi, il I Premio al Sergey Ostrovsky.
Concorso di Musica da Camera Virtuoso & Belcanto di Lucca, il Premio della Donation Dany Pouchucq alla Maurice È vincitrice di concorsi nazionali e internazionali come solista e in musica da camera tra cui The Delphic Games of
Ravel Academy. Prossimamente il Duo terrà concerti a Parigi, Mainz, San Pietroburgo, Strasburgo, Friburgo. the countries of CSI (Bielorussia), Remember Enescu (Romania), Gianluca Campochiaro, Antonio Salieri, Luigi Zanuccoli,
Premio Francesco Geminiani (Italia), Nedyalka Semionova (Bulgaria), Tadini Chamber Music in Duo (Italia). Ha ricevuto la
borsa di studio dall’Associazione per la Musica De Sono e quella intitolata ad Anna Tabusso.
Ambroise de Rancourt ha ottenuto il Bachelor alla Haute École de Musique di Ginevra nel 2012 e il Master al CNSM
di Parigi nel 2014. Ha vinto concorsi come solista e in formazioni cameristiche: finalista al Clara Haskil nel 2015, I
Premio al Concours international de Mélodie française di Tolosa, Concours international de Piano di Brest, finalista
al Hugo Wolf Lied Wettbewerb; terminerà il Master solistico a Ginevra in giugno con Marc Pantillon come insegnante.
Ha recentemente vinto la II edizione del Gustav Mahler Competition di Ginevra con la soprano Marion Grange e il
Prima Prova Karlsruhe International Lied Wettbewerb (2017).
L. van Beethoven da Sonata n. 3 in la maggiore op. 69 17’
Allegro, ma non tanto Prima Prova
Scherzo. Allegro molto R. Strauss Sonata in mi bemolle maggiore op. 18 31’
Allegro, ma non troppo
C. Debussy Sonata in re minore 12’
Andante cantabile
Prologue
Finale. Andante - Allegro
Sérénade
Finale Semifinale
Semifinale R. Schumann Sonata n. 1 in la minore op. 105 18’
J. Brahms Sonata n. 1 in mi minore op. 38 26’ Mit leidenschaftlichem Ausdruck
Allegro non troppo Allegretto
Allegretto quasi minuetto Lebhaft
Allegro
Finale
Finale
E. Grieg Sonata in la minore op. 36 30’ L. van Beethoven Sonata n. 9 in la maggiore op. 47 “à Kreutzer” 48’
Allegro agitato Adagio sostenuto. Presto
Andante molto tranquillo Andante con variazioni
Allegro molto e marcato Finale. Presto
D. Šostakovič Sonata in re minore op. 40 25’ A. Schnittke Sonata n. 1 20’
Allegro non troppo Andante
Allegro Allegretto
Largo Largo
Allegro Allegretto scherzando

Premio del Pubblico Premio del Pubblico
E. Grieg da Sonata in la minore op. 36 11’ R. Strauss da Sonata in mi bemolle maggiore op. 18 11’
Allegro agitato Finale. Andante - Allegro
54 55
DUO VOLUBILE Germania Uruguay / Italia DUO WERTHER
violoncello / pianoforte clarinetto / pianoforte

Friederike Seeßelberg / violoncello Gervasio Tarragona Valli / clarinetto


Tettnang (Germania) - 09/05/1994 Montevideo (Uruguay) - 03/03/1989

Stefanie Plankl / pianoforte (responsabile della formazione) Luca Delle Donne / pianoforte (responsabile della formazione)
Deggendorf (Germania) - 31/03/1993 Trieste (Italia) - 19/06/1983

Il Duo Volubile si è formato nel 2015. Hanno studiato con Troels Svane, Konrad Elser, Inge-Susan Römhild e, dal 2017, Il Duo Werther si forma nel 2016 ma ha già al suo attivo molti concerti in Italia, Slovenia e Giappone dove è stato
con Peter Bruns. Importanti per il loro sviluppo come cameriste sono state le masterclass di Wolfgang Böttcher, in tournèe e ha vinto il I Premio al “Romanian International Music Competition 2017”; il loro primo CD è stato già
Miklós Pérenyi, Duo Ingolfsson-Stoupel e Vivian Hornik Weilerstein. Dal 2016 sono destinatarie di una borsa di registrato ed è prossimo all’uscita.
studio del MusikERkennen che dà loro la possibilità di esibirsi in vari concerti e di vivere nuove esperienze musicali. Luca Delle Donne si esibisce abitualmente in tutta Europa e Asia in veste di solista e musicista da camera, in teatri
Nell’estate 2018 sono previste loro tournèes in Germania e Serbia. come Wiener Saal di Salisburgo, Teatro Nacional de São Carlos di Lisbona e Tokyo Bunka Kaikan. Ha studiato a Trieste
(Conservatorio “G. Tartini”), Salzburg (Mozarteum) e Pinerolo (Accademia di Musica). Propone con continuità lezioni
concerto su Beethoven di cui sta presentando in pubblico l’integrale delle Sonate.
Prima Prova Gervasio Tarragona Valli è vincitore del I Premio in prestigiosi concorsi internazionali, ultimi dei quali “Busan Soloist
L. van Beethoven Sonata n. 4 in do maggiore op. 102 n. 1 15’ Concerto Competition” e “Tokyo Music Competition”. Ha studiato a Montevideo, Basilea e Ginevra. Come solista si
Andante – Allegro vivace è esibito con le orchestre Tokyo Symphony, Orchestra Nazionale dell’Uruguay, New Japan Philarmonic, Sinfonica di
Adagio - Allegro vivace Neuquen. Ha lavorato come primo clarinetto nell’Orchestra Hyogo e Auckland Philarmonic Orchestra.
C. Debussy Sonata in re minore 12’ Prima Prova
Prologue F. Poulenc Sonata FP 184 15’
Sérénade Allegro tristamente
Finale Romanza
Allegro con fuoco
Semifinale W. Lutosławski Dance Preludes per clarinetto e pianoforte 11’
J. Brahms Sonata n. 1 in mi minore op. 38 26’ Allegro molto
Allegro non troppo Andantino
Allegro giocoso
Allegretto quasi minuetto Andante
Allegro Allegro molto
Finale Semifinale
J. Brahms Sonata in fa minore op. 120 n. 1 21’
A. Schnittke Sonata n. 1 20’ Allegro appassionato
Largo Andante, un poco Adagio
Presto Allegretto grazioso
Largo Vivace
Finale
R. Schumann Phantasiestucke op. 73 12’
B. Martinů Sonatina H. 356 11’
Zart und mit Ausdruck
C. M. von Weber Gran Duo concertante in mi bemolle maggiore op. 48 20’
Lebhaft, leicht Allegro con fuoco
Rasch und mit Feuer Andante con moto
E. Grieg Sonata in la minore op. 36 30’ Rondò. Allegro
Allegro agitato R. Schumann Phantasiestücke op. 73 10’
Zart und mit Ausdruck
Andante molto tranquillo Lebhaft, leicht
Allegro Rasch und mit Feuer
C. Debussy Première rhapsodie 8’
Premio del Pubblico
Premio del Pubblico
C. Debussy Sonata in re minore 12’
F. Poulenc Sonata FP 184 15’
Prologue Allegro tristamente
Sérénade Romanza
Finale Allegro con fuoco
56 57
DUO YUI - PARK Corea del Sud / Giappone Corea del Sud / Indonesia HEINE TRIO
violino / pianoforte violino / violoncello / pianoforte

Soo-Hyun Park / violino You Kyoung Yoon / violino Kyung Min Lee / violoncello
Seoul (Corea del Sud) - 28/09/1989 Daejon (Corea del Sud) - 28/02/1992 Seoul (Corea del Sud) - 17/10/1990

Kasumi Yui / pianoforte (responsabile della formazione) Vinsenso Julius Pratama Husin / pianoforte (responsabile della formazione)
Tokyo (Giappone) - 24/04/1991 Semarang (Indonesia) - 14/07/1993

Il Duo ha vinto il I Premio e il Premio Speciale, nella categoria Musica da Camera, all’International Johannes Brahms Il Trio si è formato alla Robert Schumann Hochschule di Düsseldorf sotto la guida di Michael Denhoff.
Competition in Austria (2016). Soo-Hyun Park e Kasumi Yui sono cresciute in Europa e lavorano regolarmente con You Kyoung Yoon sta perseguendo il Konzertexamen. Ha vinto molti concorsi come Joongbu University Competition (I
Johannes Meissl, Avedis Kouyoumdjian, Dora Schwarzberg e Stefan Mendl. Premio), Pyeongtaek City Competition (I Premio), Luigi Zanuccoli International Competition (Premio speciale). Kyung
Il Duo si è esibito in varie sale da concerto a Vienna, Salisburgo e in Svizzera; a breve debutteranno anche in Giappone Min Lee sta terminando il Master a Düsseldorf. Ha suonato come solista con la Daejeon Philharmonic Orchestra.
e al Musikverein di Vienna. Vinsenso Husin sta completando il Master a Düsseldorf. Ha vinto vari concorsi come Steinway Competition a
Düsseldorf e Bali Open Piano Competition.
Il Trio ha un ampio repertorio che comprende autori di ogni epoca. Ha partecipato a varie masterclass di musica da
camera con Maestri come Paolo Giacometti, Lisa Smirnova, Peter Wispelwey, Andreas Krecher. Nell’estate 2017 sono
stati invitati al Beethoven-Festival di Bonn per lavorare con il Quartetto Gewandhaus. Qualche mese dopo hanno vinto
il III Premio al Concorso Sieghardt and Rometsch di Düsseldorf.

Prima Prova
W. A. Mozart Sonata in la maggiore K. 526 25’ Prima Prova
Allegro molto L. van Beethoven Trio n. 5 in re maggiore op. 70 n. 1 (degli Spiriti) 30’
Andante Allegro vivace e con brio
Presto Largo assai ed espressivo
Presto
Semifinale
Semifinale
J. Brahms Sonata n. 1 in sol maggiore op. 78 30’ J. Brahms Trio n. 3 in do minore op. 101 25’
Vivace ma non troppo Allegro energico
Adagio Presto non assai
Allegro molto moderato Andante grazioso
Finale. Allegro molto
Finale
C. Debussy Sonata in sol minore 15’ Finale
Allegro vivo F. J. Haydn Trio in sol maggiore op. 82 n. 2, Hob. XV n. 25 Gypsy 16’
Intermède (Fantasque et léger) Andante
Finale (Très animé) Poco adagio
L. van Beethoven Sonata n. 9 in la maggiore op. 47 “à Kreutzer” 35’ Finale: Rondò all’Ongarese. Presto
Adagio sostenuto. Presto D. Šostakovič Trio n. 1 in do minore op. 8 13’
Andante con variazioni F. Mendelssohn-Bartholdy Trio n. 1 in re minore op. 49 30’
Finale. Presto Molto allegro ed agitato
Andante con moto tranquillo
Premio del Pubblico Scherzo. Leggiero e vivace
C. Debussy Sonata in sol minore 15’ Finale. Allegro assai appassionato
Allegro vivo
Intermède (Fantasque et léger) Premio del Pubblico
Finale (Très animé) D. Šostakovič Trio n. 1 in do minore op. 8 13’
58 59
KATARZYNA DENKIEWICZ & MAURYCY STAWUJAK Polonia Russia KUPRIYOVA - ARDUKHANIAN DUO
violino / pianoforte violino / pianoforte

Katarzyna Denkiewicz - Stawujak / violino David Ardukhanian / violino


Varsavia (Polonia) - 19/11/1994 Krasnogorsk (Russia) - 04/04/1990

Maurycy Stawujak / pianoforte (responsabile della formazione) Alisa Kupriyova / pianoforte (responsabile della formazione)
Poznań (Polonia) - 08/03/1993 Kharkov (Ucraina) - 25/02/1990

Katarzyna Denkiewicz-Stawujak e Maurycy Stawujak sono studenti della Fryderyk Chopin Music University a Varsavia.
Il Duo suona insieme dal 2010. Per molti anni hanno studiato sotto la guida di Katarzyna Jankowska. Hanno preso parte Alisa Kupriyova e David Ardukhanian si sono diplomati al Conservatorio Čajkovskij di Mosca (entrambi Master Degree)
a numerose masterclass con docenti come Bartosz Bednarczyk, Grzegorz Skrobiński, Jakub Jakowicz, Alexander sotto la guida dei Maestri Sergey Kravtchenko e Yuri Slesarev.
Gebert, Michał Władkowski, Paolo Pacheco, Elisabeth Wilson, Evan Rothstein, Corina Belcea e Guarneri Trio Prague. Il Duo è stato fondato nel 2012 nella classe del Prof. Voronov e collabora con varie Stagioni concertistiche e festival
Entrambi i musicisti hanno vinto molti concorsi solistici internazionali (Malta, Stoccolma, Filadelfia e altri). Con il loro in Russia.
Szymanowski Piano Trio hanno suonato in tutta Europa. Solo negli ultimi due anni i giovani musicisti si sono esibiti Alisa Kupriyova è stata vincitrice di vari concorsi tra cui International Brahms Competition (I Premio, 2015) e
nell’ambito di ben nove festival musicali. International Chamber Music Competition “Musical Art” (Gran-Prix, 2015).
David Ardukhanian ha vinto molti concorsi tra i quali International Aram Khachaturian Competition (II Premio, 2015)
Prima Prova e Lipitzer International Competition (VI, V Premio – 2016, 2017).
W. A. Mozart Sonata in la maggiore K. 526 19’
Allegro molto
Andante
Presto
C. Debussy Sonata in sol minore 13’
Allegro vivo Prima Prova
Intermède (Fantasque et léger) A. Babajanian Sonata in si bemolle minore 28’
Finale (Très animé)
Semifinale Grave - Allegro energico - Andante
Andante sostenuto - Presto
R. Schumann Sonata n. 1 in la minore op. 105 15’
Mit leidenschaftlichem Ausdruck Allegro risoluto - Largo - Andante sostenuto
Allegretto
Lebhaft Semifinale
Finale J. Brahms Sonata n. 1 in sol maggiore op. 78 25’
K. Szymanowski da Mythes op. 30 6’ Vivace ma non troppo
La Fontaine d’Arethuse Adagio
L. van Beethoven da Sonata n. 10 in sol maggiore op. 96 16’ Allegro molto moderato
Allegro moderato
Adagio espressivo
Scherzo. Allegro Finale
F. Poulenc Sonata in re minore FP 119 18’ R. Strauss Sonata in mi bemolle maggiore op. 18 35’
Allegro con fuoco Allegro, ma non troppo
Intermezzo
Presto tragico Andante cantabile
Presto agitato Finale. Andante - Allegro
F. Schubert Sonata in la minore op. 137/2, D. 385 19’ L. Janáček Sonata JW VII / 7 19’
Allegro
Andante Con moto
Menuetto. Allegro Ballada
Allegro Allegretto
N. Kapustin da Sonata op. 70 6’ Adagio
Con moto

Premio del Pubblico Premio del Pubblico
C. Debussy Sonata in sol minore 13’ L. Janáček da Sonata JW VII / 7 10’
Allegro vivo
Intermède (Fantasque et léger) Allegretto
Finale (Très animé) Adagio
60 61
LEPOS DUO Polonia / Cina Corea del Sud LUX TRIO
violoncello / pianoforte violino / violoncello / pianoforte

Jan Czaja / violoncello (responsabile della formazione) Jae Hyeong Lee / violino Hoon Sun Chae / violoncello
Poznan (Polonia) - 26/06/1990 Seoul (Corea del Sud) - 21/05/1992 Incheon (Corea del Sud) - 22/11/1991

Yang Xu / pianoforte Eunyoo An / pianoforte (responsabile della formazione)


Hebei (Cina) - 12/11/1991 Yeosu (Corea del Sud) - 12/03/1991

Sin dalla fondazione del gruppo, i musicisti hanno riscosso grande successo in Germania, Italia, Polonia e Regno Unito. Il Lux Trio è nato nel 2014 a Berlino. Ha vinto il I Premio all’unanimità all’Alice-Samter Stiftung Kammer-
Nel 2017 il Duo ha eseguito in prima assoluta “Treny” (Threnodies) op. 20 n. 3 – un brano dimenticato del compositore musikwettbewerb (2016), il II Premio al Parkhouse Award a Londra (2017) e l’audizione di musica da camera
polacco Feliks Nowowiejski. Il Duo ha vinto il I Premio nella categoria Musica da Camera e il III Premio nella finale del presso la Fondazione Artsylvia in Corea del Sud, con borsa di studio. Il Trio è stato premiato al Beethoven Chamber
Concorso Internazionale “Premio Città di Padova”. music competition di Zaklinczyn (Polonia) e Mendelssohn Hochschulwettbewerb a Berlino.
Yang e Jan si sono perfezionati in musica da camera con Ian Brown (Royal Academy of Music London), Markus Nyikos Hanno partecipato a varie masterclass con Faurè Quartet, Jeunesses Musicales International Chamber music
(Universität der Künste Berlin) e Marcin Sikorski (Paderewski Academy of Music di Poznan). campus del Belcea Quartet, Heime Muller, Hariolf Schlichtig e Dirk Mommertz. Si sono esibiti a Berlino,
Attualmente Yang studia al RAM di Londra con Amandine Savary e Jan si è diplomato nel 2016 all’Università di Berlino London Parkhouse alla Wigmore Hall, Munich Chamber Music Festival “Tage der Kammermusik 2017”, Rostock
nella classe del prof. Nyikos. “Festspiele” e Kumho in Corea. Recentemente sono stati invitati a suonare al Rheingau Music Festival in Germania
e al Seoul Spring Chambermusic Festival in Corea.
Dal 2016 hanno lavorato intensamente con Dirk Mommertz e Christoph Poppen; attualmente frequentano il
master degree in musica da camera presso la Hochschule di Monaco.
Prima Prova
S. Rachmaninov da Sonata in sol minore op. 19 7’
Andante Prima Prova
F. J. Haydn Trio in mi maggiore Hob. XV n. 28 15’
W. Lutosławski Grave (Metamorphoses per violoncello e pianoforte) 7’ Allegro moderato
R. Schumann Phantasiestucke op. 73 11’ Allegretto
Zart und mit Ausdruck Finale. Allegro
Lebhaft, leicht J. Brahms da Trio n. 1 in si maggiore op. 8 (1889) 15’
Rasch und mit Feuer Allegro con brio
Semifinale Semifinale
J. Brahms Sonata n. 1 in mi minore op. 38 25’ J. Brahms Trio n. 3 in do minore op. 101 20’
Allegro non troppo Allegro energico
Allegretto quasi minuetto Presto non assai
Allegro Andante grazioso
Finale. Allegro molto
Finale
L. van Beethoven Sonata n. 2 in sol minore op. 5 n. 2 25’ Finale
Adagio sostenuto ed espressivo W. A. Mozart Trio in si bemolle maggiore K. 502 20’
Allegro molto più tosto presto Allegro
Rondo. Allegro Larghetto
Allegretto
D. Šostakovič Sonata in re minore op. 40 27’ H. W. Henze Kammersonate 10’
Allegro non troppo
A. Dvořák Trio n. 1 in si bemolle maggiore op. 99, D. 898 38’
Allegro Allegro moderato
Largo Andante un poco mosso
Allegro Scherzo. Allegro

Rondò. Allegro vivace
Premio del Pubblico
R. Schumann Phantasiestucke op. 73 11’ Premio del Pubblico
Zart und mit Ausdruck J. Brahms da Trio n. 3 in do minore op. 101 12’
Lebhaft, leicht Allegro energico
Rasch und mit Feuer Finale. Allegro molto
62 63
MALION QUARTETT Germania / Finlandia Irlanda / Svezia / Francia OPALIO QUINTET
2 violini / viola / violoncello Polonia / Italia 2 violini / viola / violoncello / pianoforte

Sophia Stiehler / violino Jelena Galić / violino (responsabile della formazione) Eoin Ducrot / violino Yongmin Lee / violino Olivier Carillier / viola
Monaco di Baviera (Germania) - 26/09/1997 Tübingen (Germania) - 21/04/1993 Cork (Irlanda) - 23/01/1994 Yttergran (Svezia) - 31/01/1991 Toulouse (Francia) - 16/02/1994

Ulla Knuuttila / viola Bettina Kessler / violoncello Barbara Warchalewska / violoncello Chiara Opalio / pianoforte (responsabile della formazione)
Äänekoski (Finlandia) - 17/04/1994 Monaco di Baviera (Germania) - 28/04/1988 Poznań (Polonia) - 25/04/1995 Vittorio Veneto (Italia) - 06/03/1990

Il Quartetto è stato fondato nel novembre 2017. Le quattro musiciste studiano in Germania e fanno regolarmente lezione L’Opalio Quintet si è formato nel 2015 dopo l’incontro dei musicisti alla Hochschule di Basilea. Il Quintetto ha tenuto
con Tim Vogler; il Quartetto riceve anche stimoli da Maestri come Peter Buck (Melos Quartett), Hubert Buchberger e concerti in Italia e Svizzera per importanti festival come Engadin Festival, Mezzano Romantica e Adelboden Swiss
Eberhard Feltz. Il Quartetto è stato scelto per partecipare all’International Masterclass for Chamber Music al HfM Hanns Chamber Music. Sono risultati semifinalisti al Credit Suisse Young Soloists Competition nel 2016 e, nello stesso anno,
Eisler di Berlino nel febbraio 2018. hanno vinto il II Premio all’Orpheus Competition.
Tutti i membri del Quartetto hanno vinto concorsi internazionali e ricevuto borse di studio da Deutsche Stiftung Il duo Opalio/Ducrot ha vinto il I Premio al Basel Duo Wettbewerb nel 2016.
Musikleben, Peter-Pirazzi-Stiftung Frankfurt a.M. e Yehudi Menuhin Live Music Now Stiftung. Oltre all’attività L’Opalio quintet ha studiato con Rainer Schmidt, Claudio Martinez Mehner, Raphael Oleg e Jan Schultsz.
cameristica suonano regolarmente con importanti orchestre come Junge Deutsche Philharmonie, Gustav-Mahler-
Jugendorchester, Gürzenich-Orchester Köln, hr-Sinfonieorchester e Opern- und Museumsorchester Frankfurt.
Prima Prova
R. Schumann Quintetto in mi bemolle maggiore op. 44 32’
Prima Prova Allegro brillante
M. Ravel Quartetto in fa maggiore op. 35 29’ In modo d’una Marcia. Un poco largamente
Allegro moderato, très doux Scherzo. Molto vivace
Assez vif, très rhytmé Allegro, ma non troppo
Très lent, modéré Semifinale
Vif et agité
J. Brahms Quintetto in fa minore op. 34 43’
Allegro non troppo
Semifinale
Andante, un poco adagio
J. Brahms Quartetto in la minore op. 51 n. 2 35’
Scherzo: Allegro
Allegro non troppo
Finale: Poco sostenuto – Allegro non troppo – Presto, non troppo
Andante moderato
Quasi minuetto (Moderato) Finale
Allegro non assai B. Bartók da Quintetto in do maggiore Sz. 23, BB 33 13’
Andante - Allegro
Finale L. Boccherini Quintetto in re minore G. 416 17’
F. J. Haydn Quartetto in sol minore op. 20 n. 3, Hob. III n. 33 25’ Allegro giusto ma con vivacità
Allegro con spirito Largo e cantabile
Menuetto (Allegretto) Finale. Allegro assai
Poco Adagio
Allegro molto D. Šostakovič Quintetto in sol minore op. 57 35’
Prelude: Lento
B. Bartók Quartetto n. 2 in do maggiore op. 17, Sz. 67 29’ Fugue: Adagio
Moderato Scherzo: Allegretto
Allegro molto capriccioso Intermezzo: Lento
Lento Finale: Allegretto

Premio del Pubblico Premio del Pubblico
J. Brahms da Quartetto in la minore op. 51 n. 2 10’ B. Bartók da Quintetto in do maggiore Sz. 23, BB 33 13’
Allegro non troppo Andante - Allegro
64 65
PIANO DUO RUBAN Giappone Italia QUARTETTO CESAR FRANCK
Duo pianistico 2 violini / viola / violoncello

Asami Beniya / pianoforte (responsabile della formazione) Yui Kawai / pianoforte Marco Mazzamuto / violino Niccolò Musmeci / violino
Aichi (Giappone) - 30/10/1988 Shiga (Giappone) - 19/05/1989 Catania (Italia) - 16/06/1995 Acireale (Italia) - 06/04/1993

Il Piano Duo Ruban si è formato nel 2016. Entrambe le pianiste hanno studiato al Conservatorio di Rueil-Malmaison Salvatore Randazzo / viola (responsabile della formazione) Bruno Crinò / violoncello
in Francia con i rinomati pianisti francesi Chantal Riou e Pascal Amoyel. Inizialmente le pianiste si sono concentrate Catania (Italia) - 29/07/1983 Messina (Italia) - 05/07/1993
in particolare nel repertorio francese (Saint-Saëns, Schmitt e Poulenc) ma ora stanno allargando i loro orizzonti. Nel
2016 hanno vinto il I Premio al London International Music Competition “Grand Prize Virtuoso” e sono state invitate
a suonare nel concerto di gala alla Royal Albert Hall. Nel marzo 2017 sono state invitate al concerto per la raccolta Il Quartetto si forma nel 2013 dall’incontro di quattro giovani accomunati dalla passione per lo studio del grande
fondi per il centro cattolico giapponese a Parigi. Nello stesso anno hanno vinto il II Premio al “Concours Musical de repertorio quartettistico. I suoi membri hanno alle spalle importanti percorsi di formazione individuale e cameristica
France” e sono state invitate al festival per giovani talenti “Muza Kawasaki” di Tokyo. Nel novembre 2017 hanno vinto avendo studiato con docenti di spessore internazionale e collaborato con artisti di grande fama. Da subito il Quartetto
il II Premio all’International Music Competition “Léopold Bellan” di Parigi.
si è distinto come una delle realtà cameristiche siciliane di maggior rilievo. Nel 2015 è stato ammesso al corso di
Prima Prova Alto Perfezionamento all’Accademia Stauffer tenuto dal Quartetto di Cremona e selezionato da Simone Gramaglia
C. Czerny da Grande Sonata Brillante in do minore op. 10 9’ (viola del Quartetto di Cremona) per prendere parte al progetto “Le Dimore del Quartetto” insieme ai più importanti
Allegro agitato giovani quartetti italiani. Il Quartetto ha al suo attivo molti concerti per importanti stagioni italiane e si perfeziona
M. Ravel Rapsodie espagnole 15’ con M. Kopelman, storico primo violino del Quartetto Borodin. Nel 2016 il Quartetto vince la borsa di studio offerta da
Prélude à la nuit. Très modéré Terna nell’ambito di “Le Dimore del Quartetto” e debutta per la Società del Quartetto di Milano riscuotendo grande
Malagueña. Assez vif successo. I membri del Quartetto suonano un quartetto d’archi costruito dal liutaio torinese Paolo Rabino e dato loro
Habanera. Assez lent et d’un rythme las in affidamento da Giovanni Accornero.
Feria. Assez animé
N. Kapustin da Sinfonietta op. 49 6’
Allegro
Semifinale Prima Prova
J. Brahms Souvenir de la Russie Anh. 4/6 21’ P. I. Čajkovskij Quartetto n. 1 in re maggiore op. 11 30’
Allegro maestoso Moderato e semplice
Andante
Con moto Andante cantabile
IV movimento Scherzo. Allegro non tanto e con fuoco
Allegro moderato Finale. Allegro giusto
Moderato
Semifinale
Finale
J. N. Hummel da Grande Sonata in la bemolle maggiore op. 92 10’ J. Brahms Quartetto in do minore op. 51 n. 1 30’
Grave – Allegro comodo Allegro
Andantino sostenuto Romanza – Poco adagio
A. Dvořák da From the Bohemian Forest op. 68, B. 133 16’ Allegro molto moderato e comodo
In the Spinning-Room / Na přástkách Allegro, alla breve
Silent Woods / Klid (Waldesruhe)
In Troubled Times / Z bouřlivých dob Finale
C. Debussy Six epigraphes antiques L. 131 15’
Pour invoquer Pan, dieu du vent d’ete F. Mendelssohn - Bartholdy Quartetto in mi minore op. 44 n. 2 25’
Pour un tombeau sans nom Allegro assai appassionato
Pour que la nuit soit propice Scherzo. Allegro di molto
Pour la danseuse aux crotales Andante
Pour l’egyptienne Presto agitato
Pour remercier la pluie au matin
F. Poulenc Sonata FP 8 7’ D. Šostakovič Quartetto n. 3 in fa maggiore op. 73 35’
Prelude Allegretto
Rustique Moderato con moto
Final Allegro non troppo
F. Schubert Allegro in la minore D. 947 Lebensstürme 12’ Adagio
N. Kapustin da Sinfonietta op. 49 6’30’’ Moderato
Rondò. Presto
Premio del Pubblico Premio del Pubblico
Non pervenuto A. Webern Langsamer Satz in mi bemolle minore WoO 6 10’
66 67
QUARTETTO GUADAGNINI Italia Repubblica Ceca QUASI TRIO
2 violini / viola / violoncello violino / violoncello / pianoforte

Fabrizio Zoffoli / violino (responsabile della formazione) Cristina Papini / violino Roman Hranička / violino (responsabile della formazione) Judita Škodová / violoncello
Ravenna (Italia) - 25/10/1987 Pescia (Italia) - 17/11/1992 Praga (Repubblica Ceca) - 07/06/1983 Praga (Repubblica Ceca) - 10/09/1991

Matteo Rocchi / viola Alessandra Cefaliello / violoncello Kateřina Ochmanová / pianoforte


Roma (Italia) - 02/08/1990 Modugno (Italia) - 09/03/1991 Turnov (Repubblica Ceca) - 04/10/1988

Il Quartetto Guadagnini nasce nel 2012. Nel 2014 vince il premio Farulli, in seno al XXXIII Premio Franco Abbiati. Quasi Trio, nell’attuale formazione, è nato nel 2015 e ha studiato con František Malý, Jan Talich, Ivo Kahánek e Vida
Si è già esibito per le più importanti società concertistiche e sale da concerto italiane e in Francia, Austria, Germania, Vujic. Nel maggio 2015 ha partecipato a Grafenegg alle masterclass della European Chamber Music Academy tenute
Svizzera e Cina. Nel 2015 ha suonato con la pianista Beatrice Rana all’Istituto italiano di cultura di Parigi, luogo che lo da Johannes Meissl, Hatto Beyerle, Jerome Pernoo, Peter Cropper e Avedis Kouyoumdjian.
ha visto poi come ensemble in residenza. Nel 2016 è stato impegnato in una tournée nazionale promossa dal CIDIM, Nel giugno 2016 il Trio si è esibito nel Triplo concerto di Beethoven con la Vinohrady Symphony Orchestra e ha preso
ha debuttato al Teatro La Pergola di Firenze e al Festival dei 2Mondi di Spoleto con musiche dedicate alla formazione parte all’International Summer Academy di Reichenau an der Rax (Austria). Ha ricevuto un premio per il miglior trio
stessa da Silvia Colasanti. Il Quartetto Guadagnini collabora con i compositori Colasanti, Turi, Cavallone e Bellafronte con pianoforte e ha suonato alla Vienna ORF Radio. Dal settembre 2016 il Trio studia a Parigi con il Trio Wanderer e
registrando per Tactus. Il Quartetto ha completato l’Accademia Stauffer con il Quartetto di Cremona e sta seguendo nel 2017 ha iniziato il Master all’Accademia di Praga. Nell’ottobre 2017 ha vinto il Golden Prize e Premio della Giuria
Hatto Beyerle e Günter Pichler. Si è esibito su RAI 5 e RAI 3 ed è ospite regolare di emittenti radiofoniche (Radio 3 e Radio al Plovdiv International Chamber Music Competition.
Vaticana). Il disco dedicato a Brahms e Dvořák è stato protagonista della copertina di Amadeus (11/2017). Il Quartetto è
endorser delle corde Jargar Strings, Danimarca.
Prima Prova
Prima Prova L. van Beethoven Trio n. 5 in re maggiore op. 70 n. 1 (degli Spiriti) 25’
A. Borodin Quartetto n. 2 in re maggiore 30’ Allegro vivace e con brio
Allegro moderato Largo assai ed espressivo
Scherzo: Allegro Presto
Notturno: Andante
Finale: Andante. Vivace Semifinale
J. Brahms Trio n. 3 in do minore op. 101 22’
Semifinale Allegro energico
J. Brahms Quartetto in do minore op. 51 n. 1 32’ Presto non assai
Allegro Andante grazioso
Romanza – Poco adagio Allegro molto
Allegro molto moderato e comodo
Allegro, alla breve Finale
D. Šostakovič Trio n. 2 in mi minore op. 67 26’
Finale
Andante
F. J. Haydn Quartetto in do maggiore op. 76 n. 3, Hob. III n. 77 Kaiserquartet 28’
Allegro con brio
Allegro
Poco adagio cantabile Largo
Minuetto - Trio Allegretto
Finale. Presto A. Dvořák Trio in mi minore “Dumky” op. 90, B 166 33’
H. Wolf Serenata italiana 8’ Lento maestoso – Allegro quasi doppio movimento
D. Šostakovič Quartetto n. 8 in do minore op. 110 20’ Poco Adagio – Vivace non troppo
Largo Andante
Allegro molto Andante moderato
Allegretto Allegro
Largo Lento maestoso

Largo Premio del Pubblico

Premio del Pubblico F. J. Haydn Trio in sol maggiore op. 82 n. 2, Hob. XV n. 25 Gypsy 15’
A. Borodin da Quartetto n. 2 in re maggiore 15’ Andante
Notturno: Andante Poco adagio
Finale: Andante. Vivace Finale: Rondò all’Ongarese. Presto
68 69
QUATUOR ERNEST Francia / Canada / Svizzera U.S.A. THE EZRA DUO
2 violini / viola / violoncello viola / pianoforte

Stanislas Gosset / violino Clara Chartré / violino Jacob Clewell / viola (responsabile della formazione)
Versailles (Francia) - 22/09/1992 Montreal (Canada) - 21/08/1989 Wake County (U.S.A.) - 03/04/1992

Thomas Levier / viola Clément Dami / violoncello (responsabile della formazione) Sasha Bult-Ito / pianoforte
Noisy-le-Grand (Francia) - 25/04/1995 Genève (Svizzera) - 14/11/1993 Burlington (U.S.A.) - 03/05/1998

Il Quatuor Ernest si è formato alla Haute Ecole de Musique di Ginevra e ora studia al CRR di Parigi con Miguel da Silva Formato alla Glenn Gould School nel 2016, The Ezra Duo si è rapidamente affermato come gruppo da camera di alto
e alla HdK Bern con Patrick Jüdt. livello. Il Duo si è esibito in importanti brani come Lachrymae di Britten nell’ambito di una masterclass del violista
I 4 musicisti hanno vinto molti premi come Honor Prize e Jury Prize al Leopold Bellan, Prix Espoir du Festival Ravel 2017, Hsin-Yun Huang, e nella rapsodica Sonata op. 11 n. 4 di Hindemith presso l’Arts and Letters Club di Toronto e alla
III Premio al Tremplin jeunes quatuors de la Philarmonie di Parigi e Daisy de Saugy’s Prize (Ginevra). Mazzoleni Hall del Royal Conservatory. Ha debuttato alla Koerner Hall di Toronto nella primavera del 2017. Nell’estate
Il Quartetto si è esibito in Svizzera, Francia, Germania e Ungheria, in prestigiose sale da concerto e in festival come del 2017 Ezra è apparso al Scotia Festival of Music di Halifax, esibendosi nella serie di recital di giovani artisti e
Ravel, Sine Nomine, Vu d’Ensemble(s), Gaia, Les Musicales de Saint-Genoux, etc. Accanto a questo, il Quartetto suona ricevendo lodi per l’interpretazione della Sonata di R. Clarke. Nel novembre 2017 si sono esibiti alla Carnegie Hall di
per i senzatetto, negli ospedali e nelle scuole. Il Quartetto ha avuto l’opportunità di studiare con il Quartetto Hagen, New York, suonando nella Weill Recital Hall. Ezra è risultato vincitore di Golden Classical Music Awards, Grand Prize
Virtuoso Competition, IMKA Music Competition e Art of Chamber Music Competition, ottenendo inviti per suonare a
Alban Berg, Mosaïques, Jerusalem e Bartók. Dal 2016 segue il progetto professionale ProQuartet e ECMA.
New York, Vienna e Sarajevo.
Il primo CD per l’etichetta Doron Music con la pianista Sylviane Deferne è stato molto apprezzato da pubblico e critica.
Prima Prova
R. Schumann Märchenbilder op. 113 15’
Prima Prova Nicht schnell
G. Puccini Crisantemi in do diesis minore 6’ Lebhaft
W. A. Mozart Quartetto in re maggiore K. 499 “Hoffmeister” 28’ Rasch
Allegretto Langsam, mit melancholischen Ausdruck
Menuetto e Trio. Allegretto P. Hindemith Sonata in fa maggiore op. 11 n. 4 15’
Adagio Fantasie
Allegro Thema mit Variationen
Semifinale Finale mit Variationen
J. Brahms Quartetto in la minore op. 51 n. 2 40’
Allegro non troppo Semifinale
Andante moderato J. Brahms Sonata in mi bemolle maggiore op. 120 n. 2 23’
Quasi minuetto (Moderato) Allegro amabile
Allegro non assai Allegro appassionato
Andante con moto. Allegro
Finale
F. J. Haydn Quartetto in re minore op. 76 n. 2, Hob. III n. 76 20’ Finale
Allegro H. Vieuxtemps Sonata in si bemolle maggiore op. 36 22’
Andante o più tosto Allegretto Maestoso
Menuetto e Trio Barcarolla
Finale. Vivace assai Finale scherzando
G. Kurtág Officium Breve, in memoriam Andreae Szervánsky, op. 28 16’ B. Britten Lachrymae 14’
F. Mendelssohn- Bartholdy Quartetto in mi minore op. 44 n. 2 27’ R. Clarke Sonata 23’
Allegro assai appassionato Impetuoso
Scherzo. Allegro di molto Vivace
Andante Adagio.
Allegro
Presto agitato Premio del Pubblico
P. Hindemith Sonata in fa maggiore op. 11 n. 4 15’
Premio del Pubblico Fantasie
F. Mendelssohn- Bartholdy da Quartetto in mi minore op. 44 n. 2 12’ Thema mit Variationen
Allegro assai appassionato Finale mit Variationen
70 71
TRIO - BLUE Corea del Sud Corea del Sud TRIO CHARIS
violino / violoncello / pianoforte violino / violoncello / pianoforte

Ji Woo Byun / violino Bo Seong Cho / violoncello (responsabile della formazione) Seungjun Na / violino Jungwoo Choi / violoncello
Seoul (Corea del Sud) - 11/03/1991 Seoul (Corea del Sud) - 03/07/1991 Seoul (Corea del Sud) - 16/08/1985 Seoul (Corea del Sud) - 15/10/1992

Kyung Min Kim / pianoforte Hwanhee Yoo / pianoforte (responsabile della formazione)
Seoul (Corea del Sud) - 22/06/1991 Seoul (Corea del Sud) - 29/11/1986

Ji Woo Byun si è diplomato nel 2010 alla Seoul Art High School. Dal 2011 frequenta l’Università Nazionale di Seoul. Nel Il Trio Charis, residente a Saarbücken, è stato fondato nel 2017. I tre musicisti hanno completato i loro studi di musica
2007 ha vinto il I Premio al Concorso di Musica da Camera di Seoul e nel 2011 il I premio al 18° Concorso Internazionale da camera al Conservatorio di Saarbrücken, sotto la guida di Gustav Rivinius e Tatevik Mokatsian. Il Trio si è esibito in
Postacchini in Italia. Nel 2017 si è esibito con la Seoul National University Symphony Orchestra. Germania e Corea del Sud e ha preso parte a vari festival sia in Germania che all’estero.
Bo Seong Cho si è diplomato nel 2010 presso la Seoul Art High School. Nel 2018 si è laureato alla National University of Seungjun Na ha studiato con Dora Schwarzberg all’Università di Vienna, con Sören Uhde all’Università di Würzburg e
Arts, dove ora sta frequentando il Master post laurea. Nel 2007 ha vinto il I premio al Concorso di Musica da Camera di con Annette Unger all’Università di Dresden. Attualmente studia con Tatevik Mokatsian.
Seoul e al Jeonju International Competition. Jungwoo Choi ha studiato dal 2011 al 2017 con Chungsim Baik e Jungran Lee all’Università di Seoul. Attualmente
Kyung Min Kim si è diplomata nel 2011 alla Seoul Art High School. Dal 2013 studia alla Korea National University. Nel studia con Gustav Rivinius all’Università di Saar.
2009 ha partecipato al Festival Internazionale di Musica e ha ricevuto il Diploma. Nel 2010 ha vinto il I Premio al Concorso Hwanhee Yoo ha ottenuto il Bachelor all’Università di Seoul, il diploma alla Musikhochschule di Leipzig e il Master in
Internazionale Leopold Bellan in Francia. Musica da Camera alla Musikhochschule di Saarbruecken con il Prof. Tatevik Mokatsian.
Il Trio Blue si è formato nel 2017 e ha passato l’audizione per il XX Kumho Young Chamber Concert in Corea. Hanno
recentemente debuttato alla Kumho Art Hall. Il Trio studia con Kangho Lee alla Korea National University. Prima Prova
G. Faurè Trio in re minore op. 120 19’
Allegro, ma non troppo
Andantino
Prima Prova
Allegro vivo
G. Faurè Trio in re minore op. 120 21’
Allegro, ma non troppo F. Schubert da Trio in mi bemolle maggiore op. 100, D. 929 15’
Andantino Allegro
Allegro vivo Semifinale
Semifinale J. Brahms Trio n. 1 in si maggiore op. 8 (1891) 33’
J. Brahms Trio n. 3 in do minore op. 101 21’50’’ Allegro con brio
Allegro energico Scherzo. Allegro molto
Presto non assai Adagio
Andante grazioso Allegro

Allegro molto Finale
Finale F. J. Haydn Trio in mi maggiore Hob. XV n. 28 16’
F. J. Haydn Trio in sol maggiore op. 82 n. 2, Hob. XV n. 25 Gypsy 14’15’’ Allegro moderato
Andante Allegretto
Poco adagio Finale. Allegro
Finale: Rondò all’Ongarese. Presto D. Šostakovič Trio n. 2 in mi minore op. 67 27’
S. Rachmaninov Trio élégiaque n. 1 in sol minore 12’ Andante
D. Šostakovič Trio n. 2 in mi minore op. 67 28’ Allegro con brio
Andante Largo
Allegro con brio Allegretto
Largo W. Rihm Fremde Szene I 10’

Allegretto
Premio del Pubblico
Premio del Pubblico D. Šostakovič da Trio n. 2 in mi minore op. 67 13’
D. Šostakovič da Trio n. 2 in mi minore op. 67 11’ Andante
Allegretto Allegro con brio
72 73
TRIO DI IMOLA Italia Svizzera / Ungheria TRIO ECLIPSE
violino / violoncello / pianoforte clarinetto / violoncello / pianoforte

Angioletta Iannucci Cecchi / violino Ilaria Sarchini / violoncello Lionel Andrey / clarinetto Sebastian Braun / violoncello
Pesaro (Italia) - 05/08/1985 Firenze (Italia) - 19/04/1980 Cerniat (Francia) - 19/01/1990 Basilea (Svizzera) - 27/09/1990

Marianna Tongiorgi / pianoforte (responsabile della formazione) Benedek Horváth / pianoforte (responsabile della formazione)
Piombino (Italia) - 22/03/1993 Budapest (Ungheria) - 11/05/1989

Il Trio di Imola si è costituito nel 2015 da un’idea del M° Nazzareno Carusi nell’ambito del corso di Musica da Camera Il Trio Eclipse, vincitore del “International Osaka Chamber Music Competition“ (2017), si è formato nel 2015 alla
tenuto dallo stesso all’Accademia Pianistica “Incontri col Maestro” di Imola. Del trio, Carusi ha affermato: “Sono tre Musikakademie di Basilea. Individualmente sono vincitori di vari concorsi internazionali. Il modo di suonare del
ragazze che sommano a una grande bravura tecnica un’ancora maggiore musicalità. Se continueranno così e resteranno Trio è caratterizzato dall’omogeneità del timbro e dall’ampia combinazione di colori. Spontaneità, immaginazione
tra di loro le amiche affezionate che sono oggi, il mondo della musica avrà un nuovo e straordinario Trio”. individuale e unione nei suoni sono il punto di forza del gruppo. Il Trio aspira a trovare il perfetto equilibrio tra libertà
Il Trio ha ottenuto, nel 2016, il I Premio al Concorso Internazionale “Città di Riccione” e il I Premio ass. all’ “European
solistica, immaginazione e unità di interpretazione. Il Trio si è esibito al Adelboden Swiss Chamber Music Festival,
Music Competition Città di Moncalieri”, e nel 2017 il I Premio al Concorso Internazionale “Musica Insieme 96” di Asti.
Il Trio ha tenuto concerti a Ravenna (stagione Mikrokosmi), Ferrara (stagione del Ridotto del Teatro Comunale), Bibbiena Lausanne Label Suisse Festival e Andermatt Klassik Osterfestival, ed è stato invitato a suonare dal vivo per Radio
(stagione di “Casentino Classica”), Imola (stagione dell’Accademia Pianistica), Avezzano (stagione del Teatro dei Marsi). France a Parigi. Oltre alla carriera concertistica internazionale, il Trio ha vinto il II Premio all’Orpheus, Swiss Chamber
Nel 2017 ha tenuto un concerto a Milano all’Auditorium Gaber all’interno della stagione “Amici della Musica”. Music Competition (2016).

Prima Prova Prima Prova


F. Mendelssohn-Bartholdy Trio n. 1 in re minore op. 49 30’
G. Faurè Trio in re minore op. 120 20’
Molto allegro ed agitato
Allegro, ma non troppo
Andante con moto tranquillo
Andantino
Scherzo. Leggiero e vivace
Allegro vivo
Finale. Allegro assai appassionato
D. Schnyder Friday night in August 9’
Semifinale
J. Brahms Trio n. 1 in si maggiore op. 8 35’ Semifinale
Allegro con brio
J. Brahms Trio in la minore op. 114 25’
Scherzo. Allegro molto
Allegro
Adagio
Adagio
Allegro
Andantino grazioso
Finale Allegro
F. J. Haydn Trio in sol maggiore op. 82 n. 2, Hob. XV n. 25 Gypsy 15’
Andante Finale
Poco adagio L. van Beethoven Trio n. 4 in si bemolle maggiore op. 11 21’
Finale: Rondò all’Ongarese. Presto Allegro con brio
Adagio
L. van Beethoven Trio n. 5 in re maggiore op. 70 n. 1 (degli Spiriti) 29’
Tema con variazioni
Allegro vivace e con brio
Largo assai ed espressivo A. von Zemlinsky Trio in re minore op. 3 29’
Presto Allegro ma non troppo
Andante. Poco mosso con fantasia
D. Šostakovič Trio n. 2 in mi minore op. 67 27’ Allegro
Andante
Allegro con brio N. Rota Trio 13’
Largo Allegro
Allegretto Andante
Allegrissimo
Premio del Pubblico
J. Brahms da Trio n. 1 in si maggiore op. 8 15’ Premio del Pubblico
Allegro con brio L. van Beethoven da Trio n. 4 in si bemolle maggiore op. 11 10’
Scherzo. Allegro molto Allegro con brio
74 75
TRIO ISONTIUS Slovenia Italia TRIO JUVARRA
violino / violoncello / pianoforte violino / violoncello / pianoforte

Matej Haas / violino Sebastian Bertoncelj / violoncello Andrea Maffolini / violino Martino Maina / violoncello
Ljubljana (Slovenia) - 17/04/1990 Kranj (Slovenia) - 23/12/1992 Lovere (Italia) - 27/10/1990 Torino (Italia) - 13/01/1995

Miha Haas / pianoforte (responsabile della formazione) Mirko Bertolino / pianoforte (responsabile della formazione)
Ljubljana (Slovenia) - 01/07/1983 Torino (Italia) - 04/05/1994

Il Trio, formatosi nella primavera del 2017, consiste in tre promettenti musicisti che hanno già conquistato la scena Il Trio nasce nel 2013 al Conservatorio di Torino nella classe di Antonio Valentino. Frequenta l’Accademia di Musica
musicale slovena. di Pinerolo con il Trio Debussy. Ha studiato alla Scuola di Musica di Fiesole con il Trio di Parma. Grazie al sostegno
Miha Haas ha studiato all’Accademia di Musica di Ljubljana con Dubravka Tomšič – Srebotnjak e al Royal Flemish del Conservatorio ha preso parte a concerti e iniziative quali le masterclass con Giuranna (con cui ha eseguito il
Conservatory di Bruxelles con Aleksandar Madžar. Matej Haas ha studiato all’Universität Mozarteum Salzburg con quartetto op. 26 di Brahms), Butzberger e Ganz. Ha tenuto concerti presso Palazzi torinesi e i Musei Vaticani. Nel 2017
Igor Ozim e all’Accademia di Musica di Basilea con Reiner Schmidt. Sebastian Bertoncelj studia con Enrico Bronzi ha eseguito il Triplo Concerto di Beethoven con l’orchestra del Conservatorio. I membri del trio si sono esibiti per
all’Universität Mozarteum Salzburg, dopo aver frequentato l’Accademia di Lucerna con Christian Poltera, l’Accademia di l’Unione Musicale in altre formazioni, affiancati dal Trio Debussy. Nel 2016 e 2017 si è aggiudicato la borsa di studio
Stoccarda con Conradin Brotbek e l’Accademia di Ljubljana con Miloš Mlejnik. della Fondazione CRT (Talenti Musicali). Ha vinto il I Premio al Concorso Internazionale “Marco Fiorindo”, Concorso
Il Trio ha debuttato nel settembre 2017 al 25th Silesian Beethoven Festival in Polonia. La loro esibizione è stata acclamata Internazionale “Grand Prize Virtuoso Competition” (esibendosi alla Royal Albert Hall di Londra), al 29° European
da pubblico e media. Nel dicembre 2017 si sono esibiti nell’ambito del Chamber Music Cycle of St. Stanislav di Ljubljana. Music Competition Città di Moncalieri e il II Premio al Concorso Gasparo da Salò di Brescia. Andrea Maffolini e Martino
Maina hanno ricevuto in quartetto d’archi il Premio Abbiati “Piero Farulli” 2016 della Critica Italiana.

Prima Prova
Prima Prova
L. van Beethoven Trio n. 1 in mi bemolle maggiore op. 1 n. 1 25’
B. Smetana Trio in sol minore op. 15 29’ Allegro
Moderato assai Adagio cantabile
Allegro, ma non agitato Scherzo. Allegro assai
Finale. Presto Finale. Presto
J. Brahms da Trio n. 1 in si maggiore op. 8 5’
Semifinale Scherzo. Allegro molto
J. Brahms Trio n. 3 in do minore op. 101 21’
Allegro energico Semifinale
Presto non assai R. Schumann Trio n. 1 in re minore op. 63 35’
Andante grazioso Mit Energie und Leidenschaft
Lebhaft, doch nicht zu rasch
Allegro molto
Langsam, mit inniger Empfindung. Bewegter
Mit Feuer. Nach und nach schneller
Finale
L. van Beethoven Trio n. 5 in re maggiore op. 70 n. 1 (degli Spiriti) 24’ Finale
Allegro vivace e con brio G. Faurè Trio in re minore op. 120 20’
Largo assai ed espressivo Allegro, ma non troppo
Presto Andantino
Allegro vivo
D. Šostakovič Trio n. 2 in mi minore op. 67 29’
F. Schubert Trio in si bemolle maggiore op. 99, D. 898 45’
Andante
Allegro moderato
Allegro con brio Andante, un poco mosso
Largo Scherzo. Allegro
Allegretto Rondo. Allegro vivace

Premio del Pubblico Premio del Pubblico
D. Šostakovič da Trio n. 2 in mi minore op. 67 12’ R. Schumann da Trio n. 1 in re minore op. 63
Allegretto Mit Energie und Leidenschaft 12’
76 77
TRIO KANON Giappone / Italia Spagna TRIO PEDRELL
violino / violoncello / pianoforte violino / violoncello / pianoforte

Lena Yokoyama / violino Alessandro Copia / violoncello Christian Torres González / violino (responsabile della formazione)
Osaka (Giappone) - 09/04/1987 Torino (Italia) - 20/05/1985 Figueres (Spagna) - 26/09/1987

Diego Maccagnola / pianoforte (responsabile della formazione) Ferran Bardolet I Rifà / violoncello Jordi Humet Alsius / pianoforte
Cremona (Italia) - 01/06/1981 Vic (Spagna) - 29/06/1985 Terrassa (Spagna) - 09/01/1982

Il Trio Kanon nasce nel 2012. Il nome, assonante con il Canone, è anche l’unione di due parole giapponesi: “Ka”, fiore I componenti del Trio provengono da anni di studi all’ESMUC e sono cresciuti come Trio alla Hochschule di Hannover
e “On”, musica, letteralmente “musica fiorente”. con il M° Markus Becker; hanno ricevuto i consigli di grandi artisti come Casals Quartet, Kennedy Moretti e Claudio
Il Trio ha studiato con Trio di Parma all’ICMA di Duino, con Lonquich all’Accademia Chigiana, con Beyerle e da Silva Martínez Mehner, tra gli altri.
alla Trondheim Chamber Music Academy, con Kouyoumdjian, Meissl e Nagy presso Reichenau an der Rax (Vienna) e Sin dal 2011, hanno avuto una brillante carriera che li ha portati a vincere molti concorsi nazionali e internazionali e a
Wille alla ProQuartet di Parigi. divenire semifinalisti al 9th International Competition Franz Schubert, al Modern Music di Graz, e al 7° International
Premiato in concorsi nazionali e internazionali (Rospigliosi, Antonelli, OnStage, Brahms a Pörtschach, Schonfeld di Joseph Joachim Chamber Music Competition di Weimar. Sono stati invitati al prestigioso 7° International J. Haydn
Harbin, Cina), nel 2015 ha vinto il “Chamber Music Award” come miglior gruppo all’Internationale S. Akademie Prag- Chamber Music Competition di Vienna. Hanno tenuto concerti in Spagna, Germania e, nel maggio 2017, una tournée
Wien-Budapest, riconoscimento patrocinato dall’Haydn Institute e dall’Università di Vienna. nelle maggiori città della Cina.
Si è esibito in numerosi concerti in Italia (Teatro La Fenice, Studi Rai di Trieste, Sala Casella della Filarmonica
Il loro repertorio è rigorosamente curato e include opere classiche, romantiche e del XX e XXI secolo.
Romana, Teatro Verdi di Trieste, Palazzo Ducale a Mantova) e all’estero (Inghilterra, Croazia, Austria, Norvegia, Cina e
USA). Nel 2017 ha debuttato in Giappone, suonando al Music Salon Amadeus di Kobe, Aqua Cultural Center di Toyonaka
e Petit L-Hall di Osaka.
Ha inciso per “Amadeus” e per “Movimento Classical” musiche di Beethoven.
Prima Prova
Prima Prova L. van Beethoven da Trio n. 5 in re maggiore op. 70 n. 1 (degli Spiriti) 9’
A. Dvořák Trio in mi minore “Dumky” op. 90, B 166 30’ Allegro vivace e con brio
Lento maestoso – Allegro quasi doppio movimento
Poco Adagio – Vivace non troppo F. Mendelssohn-Bartholdy da Trio n. 1 in re minore op. 49 7’
Andante Andante con moto tranquillo
Andante moderato D. Šostakovič Trio n. 1 in do minore op. 8 11’
Allegro
Lento maestoso
Semifinale
Semifinale J. Brahms Trio n. 1 in si maggiore op. 8 (1891) 34’
J. Brahms Trio n. 2 in do maggiore op. 87 31’
Allegro Allegro con brio
Andante con moto Scherzo. Allegro molto
Scherzo. Presto Adagio
Finale. Allegro giocoso Allegro
Finale Finale
F. J. Haydn Trio in sol maggiore op. 82 n. 2, Hob. XV n. 25 Gypsy 16’
Andante F. Schubert Trio in si bemolle maggiore D. 28 8’
Poco adagio Allegro
Finale: Rondò all’Ongarese. Presto
S. Brotons Trio op. 39 14’
T. Hosokawa Trio per violino, violoncello e pianoforte (2013) 12’
M. Ravel Trio in la minore 28’ A. Dvořák Trio n. 3 in fa minore op. 65, B 130 43’
Modéré Allegro ma non troppo
Pantoum Allegretto grazioso
Passacaille Poco adagio
Final - animé Allegro con brio
Premio del Pubblico
M. Ravel da Trio in la minore 13’ Premio del Pubblico
Modéré
Pantoum D. Šostakovič Trio n. 1 in do minore op. 8 11’

78 79
TSARYNSKA & DANCHAK Ucraina Italia TULIPDUO
violino / pianoforte violino / pianoforte

Yaryna Tsarynska / violino (responsabile della formazione) Eleonora De Poi / violino (responsabile della formazione)
Lviv (Ucraina) - 18/06/1993 Vittorio Veneto (Italia) - 08/09/1997

Zenoviia – Anna Danchak / pianoforte Massimiliano Turchi / pianoforte


Lviv (Ucraina) - 29/09/1993 Forlì (Italia) - 05/10/1992

Il Duo Tsarynska & Danchak, attivo da 5 anni, ha ottenuto grande successo nel proprio Paese. Sono attualmente TulipDuo è nato ad Amsterdam nel settembre 2016. Il Duo sta studiando con Ilya Grubert, Maria Milstein e Frank van
assistenti, nel dipartimento di Musica da Camera, presso la M. Lysenko National Music Academy di Lviv, con la Prof. de Laar ed ha vari concerti programmati per l’anno 2017/2018 in Olanda.
Tetiana Sliusar. Il Duo ha vinto molti concorsi nazionali e internazionali come il III Premio al I Ukrainian Chamber Insieme hanno già suonato ad Amsterdam e in altre città olandesi e sono stati finalisti allo Storioni Festival Prize.
Music Competition di Odessa, I Premio all’International Chamber Music Competition di Klaipeda (Lituania), I Premio Nell’anno 2016/2017 hanno vinto il IV Premio al OnStage International Competition ed il II Premio al Grand Prize
al VIII International Chamber Music Competition “Paolo Serrao” (Filadelfia, Italia) e Premio Speciale Antonio Bertolini Virtuoso International Music Competition, vincendo un concerto alla Elgar Room della Royal Albert Hall di Londra.
al V International Chamber Music Competition Coop Music Awards (Cremona, Italia). Il Duo è stato ammesso alla masterclass a Losanna in Svizzera durante l’estate del 2017 con Pierre Amoyal e Pavel
Il Duo ha preso parte a vari festival e ha tenuto numerosi concerti. Gililov, come uno dei dieci duo selezionati fra iscrizioni provenienti da tutto il mondo.
Recentemente si sono esibiti in vari concerti in Olanda (per Guldenberg Klassiek in Helvoirt e a Breda per Ulvenhart
Klassiek).

Prima Prova
Prima Prova W. A. Mozart Sonata in re maggiore K. 306 22’
K. Szymanowski da Sonata in re minore op. 9 13’ Allegro con spirito
Andantino e tranquillo dolce (quasi cadenza) Andante cantabile
Allegretto
Finale: Allegro molto quasi presto
O. Respighi da Sei pezzi per violino e pianoforte P 031 8’
S. Prokof’ev da Sonata n. 1 in fa minore op. 80 15’ Berçeuse - Andantino in re minore
Andante Valse caressante - Tempo lento di valzer in re maggiore
Allegrissimo
Semifinale
Semifinale J. Brahms Sonata n. 3 in re minore op. 108 24’
J. Brahms Sonata n. 3 in re minore op. 108 25’ Allegro alla breve
Adagio
Allegro alla breve Un poco presto e con sentimento
Adagio Presto agitato
Un poco presto e con sentimento
Presto agitato Finale
E. Grieg Sonata n. 3 in do minore op. 45 25’
Finale Allegro molto ed appassionato
E. Grieg Sonata n. 2 in sol maggiore op. 13 22’ Allegretto espressivo alla Romanza
Allegro animato
Allegro vivace
Allegretto tranquillo C. Schumann Tre romanze per violino e pianoforte op. 22 11’
Andante molto
Allegro animato Allegretto
E. Bloch Sonata n. 1 38’ Leidenschaftlich schnell
Agitato F. Poulenc Sonata in re minore FP 119 19’
Molto quieto Allegro con fuoco
Molto misterioso Intermezzo
Finale. Moderato Presto tragico

Premio del Pubblico
Premio del Pubblico J. Brahms da Sonata n. 3 in re minore op. 108 11’
E. Bloch da Sonata n. 1 12’ Adagio
Agitato Presto agitato
80 81
Il Concorso e le altre attività
dell’Accademia di Musica
L’Accademia di Musica di Pinerolo è tra le scuole di perfezionamento più importanti del Paese.
Da sempre sostiene i giovani di grande talento, li forma con docenti di fama internazionale, crea per loro
occasioni di esibizione, grazie a una proposta specialistica orientata alla professione. Parallelamente
all’attività didattica di alta formazione, l’Accademia dal 1994 organizza il Concorso Internazionale di
musica da camera e ospita musicisti di assoluto rilievo artistico nella propria Stagione concertistica. Opera
inoltre sul territorio con la creazione di un’Orchestra da camera e di un Coro.

ATTIVITÀ DIDATTICA DI ALTA FORMAZIONE


L’Accademia mette l’allievo al centro del suo progetto didattico e costruisce ciascun curriculum formativo
mirando a sviluppare ogni personalità artistica, intrecciando didattica e concertistica, valorizzando i talenti
con premi, borse di studio come il Progetto Open Source per gli allievi del Conservatorio di Torino, e con la
partecipazione a progetti nazionali e internazionali.

>> Offerta formativa ordinaria


** Corsi accademici triennali
Docenti di chiara fama internazionale si dedicano tutto l’anno con grande generosità alla crescita degli
studenti come futura generazione di professionisti.
PIANOFORTE: Enrico Pace, Andrea Lucchesini, Pietro De Maria, Filippo Gamba, Ricardo Castro, Enrico Stellini,
Giovanni Doria Miglietta, Gabriele Carcano | VIOLINO: Dora Schwarzberg, Lukas Hagen, Adrian Pinzaru, Johanna
Verheijen, Corinna Canzian | VIOLA: Simone Briatore | VIOLONCELLO: Marianne Chen, Claudio Pasceri | MUSICA
CONTEMPORANEA PER PIANOFORTE: Emanuele Arciuli | PASSI ORCHESTRALI: Alessandro Milani | MUSICA DA
CAMERA: Trio Debussy

** Corsi pre-accademici pluriennali


I corsi di PIANOFORTE, VIOLINO, VIOLA, VIOLONCELLO si propongono di sviluppare gli aspetti tecnici e lo
studio del repertorio del proprio strumento e di preparare gli studenti agli esami di certificazione A, B, C.
** Light-Courses
Corsi brevi con docenti d’eccezione: questa la formula dei Light Courses, che si sviluppano durante l’anno
accademico, aperti ad allievi interni ed esterni all’Accademia.
PIANOFORTE: Benedetto Lupo | VIOLINO: Lukas Hagen | VIOLA: Luca Ranieri

** Corsi monografici
Il piano annuale di studi prevede l’approfondimento di aspetti analitici, questioni storiche, problematiche,
tecniche relative ai maggiori compositori della storia della musica.
PIANOFORTE: Andrea Lucchesini (Beethoven, Schumann), Pietro De Maria (Chopin), Enrico Pace (Liszt), Gianluca
Cascioli, Ramin Bahrami (Bach), Mariangela Vacatello (Studi di Debussy) | VIOLINO: Augustin Dumay (Brahms),
Isabelle Faust (Bach), Giuliano Carmignola (Mozart)

** Corso giovanissimi talenti – Scuola di Maria Tipo


Improntato sulla didattica infantile e personalizzata secondo la scuola di Maria Tipo, il corso ha, come
docenti, alcuni degli allievi più rappresentativi di questa scuola:
Enrico Stellini (Accademia di Musica di Pinerolo), Andrea Lucchesini (Scuola di Musica di Fiesole), Pietro De Maria
(Mozarteum di Salisburgo), Ricardo Castro (Haute École de Musique Vaud Valais Fribourg), Filippo Gamba (Musik-
Akademie di Basilea)

** Biblioteca e mediateca
Biblioteca e mediateca musicali rendono territorialmente disponibile a fini didattici le proprie risorse.
Donazioni sono state effettuate da Rotary Club di Pinerolo, Teatro Regio di Torino, Susanna Franchi,
famiglie Marino – Veraguez, Albinolo, Lorenzoni, Pasceri. Presso la Biblioteca è inoltre ospitato il Fondo
Dino Asciolla, nel parco strumenti uno Streicher e un Pleyel.
ICM 2016: LEIVATEGIJA CHERNICHKA DUO
83
>> Offerta formativa straordinaria
** Masterclasses The Chamber Music Competition and
PIANOFORTE: Mariangela Vacatello, Roberto Plano, Pavel Gililov, Andrea Lucchesini, Marina Scalafiotti | VIOLINO: Sonig
Tchakerian, Charlie Siem | VIOLONCELLO: Thomas Demenga | CONTRABBASSO: Alberto Bocini

** Seminari
other activities at the Accademia di Musica
COME STUDIARE LA MUSICA? Roberto Prosseda | RESPIRO E MOVIMENTO Giuseppe Ravì |
YOGA Tecniche per il fiorire della creatività
The Accademia di Musica of Pinerolo is one of the foremost schools of higher music education in Italy.
** Golden Workshop Our school has always supported exceptionally talented young people, providing them with courses held
La settimana full immersione di ogni Golden Workshop ha l’obiettivo di condividere esperienze a tutto tondo by internationally renowned teachers and creating opportunities for them to perform in public, through
che, oltre alla lezione frontale, prevedono sessioni collettive di discussione e confronto che affrontano temi our programme of specialist courses aiming at training professional musicians. Concurrently with our
di carattere più generale (filosofia, letteratura, storia, postura). advanced level teaching programme, since 1994 the Accademia has organised the International Chamber
PIANOFORTE: Maria Joao Pires, Angela Hewitt, Robert D. Levin, András Schiff | VIOLONCELLO: Mario Brunello | Music Competition and has held a prestigious Concert Season where world class musicians are invited to
VIOLINO: Leonidas Kavakos perform. It has also formed a Chamber Music Orchestra and Choir for the city.

>> Offerta formativa per Progetti Speciali HIGHER MUSIC EDUCATION


** Musica d’Estate a Bardonecchia At the Accademia the teaching programme is always centred around the students and an individual study
Dal 1995 docenti di fama internazionale e studenti si danno appuntamento per masterclass residenziali di pathway is created for them with the aim of fostering their personal development as a musician, a pathway
15 giorni. I concerti degli allievi per la città richiamano ad ogni edizione più di 7.000 spettatori. that combines individual teaching with performance opportunities. Talented students are also supported
by competition prizes, scholarships like the Open Source Project for students from the Conservatoire of
PIANOFORTE: Pietro De Maria, Giovanni Doria Miglietta, Filippo Gamba, Benedetto Lupo, Aleksandar Madzar, Enrico
Pace, Roberto Plano, Laura Richaud, Marina Scalafiotti, Claudio Voghera, Michel Beroff | VIOLINO: Adrian Pinzaru, Ivan Turin, and by opportunities to take part in national and international projects.
Rabaglia, Sonig Tchakerian, Valentina Messa e Andrea Stefenell pianisti collaboratori | VIOLONCELLO: Marianne Chen,
Claudio Pasceri, Alessandro Mosca pianista collaboratore | MUSICA DA CAMERA: Trio Debussy | CHITARRA: Giovanni >> Courses offered
Puddu | RAPPORTO TRA SOLISTA E DIRETTORE: Marco Zuccarini
** Three-year academic courses (university level)
** Professione Orchestra - Rai - Borse di studio Internationally renowned teachers hold one-year courses, giving generously of their time in order to
Il percorso formativo dedicato ai futuri professori d’orchestra, nato dalla partnership con l’Orchestra develop the talents of students and create the future generation of professionals.
Sinfonica Nazionale della RAI, ha attivato un percorso volto alla professionalizzazione orchestrale. PIANO: Enrico Pace, Andrea Lucchesini, Pietro De Maria, Filippo Gamba, Ricardo Castro, Enrico Stellini, Giovanni Doria
ARPA: Margherita Bassani | CLARINETTO: Enrico Maria Baroni, Luca Milani | FAGOTTO: Andrea Corsi | FLAUTO: Alberto Miglietta, Gabriele Carcano | VIOLIN: Dora Schwarzberg, Lukas Hagen, Adrian Pinzaru, Johanna Verheijen, Corinna
Barletta, Dante Milozzi, | OBOE: Carlo Romano | PIANOFORTE: Andrea Lucchesini | TIMPANI: Claudio Romano, Biagio Canzian | VIOLA: Simone Briatore | CELLO: Marianne Chen, Claudio Pasceri | CONTEMPORARY MUSIC FOR PIANO:
Zoli | TROMBA: Marco Braito, Roberto Rossi | TROMBONE: Diego Di Mario | VIOLA: Luca Ranieri, Ula Ulijona Zebriunaite Emanuele Arciuli | ORCHESTRAL STEPS: Alessandro Milani | CHAMBER MUSIC: Trio Debussy
| VIOLINO: Lukas Hagen, Alessandro Milani, Roberto Ranfaldi | VIOLONCELLO: Massimo Macrì, Pierpaolo Toso
** Pre-academic Courses
** ICM Competition Pinerolo e Torino Città metropolitana Courses in PIANO, VIOLIN, VIOLA, CELLO aim at developing technical proficiency and knowledge of the
Dal 1994 l’Accademia di Musica organizza il Concorso Internazionale di musica da camera per dare repertoire of the instrument studied, thus preparing students to take exams for certificates A, B, and C.
completezza al proprio percorso formativo orientato alla professione. Scopri tutta la sua storia a pag. 8 ** Light-Courses
** Orchestra dell’Accademia Brief courses taught by with eminent musicians: this is the formula for our “Light Courses”, which are held
L’attività orchestrale completa il percorso di studi con l’approfondimento delle esecuzioni d’insieme. during the academic year and are open to students of the Accademia or external students.
La maggior parte dei suoi membri collabora già con importanti istituzioni, ensemble cameristici ed entità PIANO: Benedetto Lupo | VIOLIN: Lukas Hagen | VIOLA: Luca Ranieri
orchestrali, riscontrando un grande successo di pubblico e critica. ** Special Interest Courses
**Pillole di alfabetizzazione musicale sul territorio Our yearly teaching programme also includes opportunites for in-depth study of the great composers in
Molteplici le attività per il territorio: lezioni per le scuole; un coro; incontri di approfondimento musicale the history of music: analysis of their music, historical background, inherent technical problems.
presso la Libreria Volare; la Guida all’ascolto prima dei concerti in Accademia. PIANO: Andrea Lucchesini (Beethoven, Schumann), Pietro De Maria (Chopin), Enrico Pace (Liszt), Gianluca Cascioli,
Ramin Bahrami (Bach), Mariangela Vacatello (Studies on Debussy) | VIOLIN: Augustin Dumay (Brahms), Isabelle Faust
(Bach), Giuliano Carmignola (Mozart)
ATTIVITÀ CONCERTISTICA ** Young Talents Course –Maria Tipo Method
Ogni stagione concertistica dell’Accademia riafferma i valori e i principi che ne hanno segnato l’attività Solidly based on didactics for very young children and personalised according to the method developed by
artistica fin dal 1994: grandi solisti, giovani pluripremiati, cicli di concerti di musica cameristica, produzioni Maria Tipo, this course is taught by Tipo’s renowned ex-students:
e coproduzioni, coinvolgimento in progetti musicali e culturali. Enrico Stellini (Accademia di Musica di Pinerolo), Andrea Lucchesini (Scuola di Musica di Fiesole), Pietro De Maria
A complemento dell’offerta formativa, la rassegna Star*(t)up vede esibirsi accanto agli studenti, anche (Mozarteum University Salzburg), Ricardo Castro (Haute École de Musique Vaud Valais Fribourg), Filippo Gamba (Musik-
gli stessi docenti, in una sorta di ponte ideale verso l’avvio di una carriera professionale nel concertismo Akademie Basel)
internazionale. L’Accademia ha al suo attivo più di mille concerti. ** Library and Multimedia Centre
The music library and multimedia centre provide resources to the public for educational purposes.
Donations have been made by the Pinerolo Rotary Club, the Regio Theatre of Turin, Susanna Franchi, and
the Marino – Veraguez, Albinolo, Lorenzoni and Pasceri families. The library also houses the offices of the
Fondo Dino Asciolla. The instrument collection includes a Streicher and a Pleyel.
84 85
>> Advanced courses
** Masterclasses
PIANO: Mariangela Vacatello, Roberto Plano, Pavel Gililov, Andrea Lucchesini, Marina Scalafiotti | VIOLIN: Sonig
Tchakerian, Charlie Siem | CELLO: Thomas Demenga | DOUBLE BASS: Alberto Bocini

** Seminars
HOW TO STUDY MUSIC Roberto Prosseda | BREATHING AND MOVEMENT Giuseppe Ravì |
YOGA Techniques for growing creativity
** Golden Workshop
Every Golden Workshop is a week of full immersion in music, a total experience that includes not only
individual instrument lessons, but also group discussions and sharing of ideas on more general themes,
such as philosophy, literature, history and posture.
PIANO: Maria Joao Pires, Angela Hewitt, Robert D. Levin, András Schiff | CELLO: Mario Brunello | VIOLIN: Leonidas Kavakos

>> Special Projects: music education


** Musica d’Estate (Summer Music) in Bardonecchia:
Since 1995 the Accademia has been organising 15-day residential courses where students attend
masterclasses with internationally renowned musicians. Every year the free concerts performed in
Bardonecchia by these students attract audiences of over 7,000.
PIANO: Pietro De Maria, Giovanni Doria Miglietta, Filippo Gamba, Benedetto Lupo, Aleksandar Madzar, Enrico Pace,
Roberto Plano, Laura Richaud, Marina Scalafiotti, Claudio Voghera, Michel Beroff | VIOLIN: Adrian Pinzaru, Ivan
Rabaglia, Sonig Tchakerian; accompanying pianists Valentina Messa and Andrea Stefenell | CELLO: Marianne Chen,
Claudio Pasceri, accompanying pianist Alessandro Mosca | CHAMBER MUSIC: Trio Debussy | GUITAR: Giovanni Puddu |
INTERACTION BETWEEN SOLOIST AND CONDUCTOR: Marco Zuccarini
** Orchestra Professionals - Rai - Scholarships
This study pathway designed to train future orchestra professionals is organised in partnership with the
RAI National Symphony Orchestra.
HARP: Margherita Bassani | CLARINET: Enrico Maria Baroni, Luca Milani | BASSOON: Andrea Corsi | FLUTE: Alberto
Barletta, Dante Milozzi, | OBOE: Carlo Romano | PIANO: Andrea Lucchesini | PERCUSSION: Claudio Romano, Biagio Zoli
| TRUMPET: Marco Braito, Roberto Rossi | TROMBONE: Diego Di Mario | VIOLA: Luca Ranieri, Ula Ulijona Zebriunaite |
VIOLIN: Lukas Hagen, Alessandro Milani, Roberto Ranfaldi | CELLO: Massimo Macrì, Pierpaolo Toso
** ICM Competition Pinerolo and the Turin Metropolitan Area
Since 1994 the Accademia di Musica has organised the International Chamber Music Competition as an
addition to the courses it offers to train future music professionals. Discover more about the Competition
on page 8
** The Accademia Orchestra
Participating in the Accademia orchestra completes the student’s study pathway with the practical
experience of playing together.
Most members of this orchestra also teach at other important music institutions, and/or are members
of chamber music ensembles and orchestras, where they are widely acclaimed by audiences and critics.
**Bringing Music to Pinerolo
The Accademia is very active in the local area: through music education lessons in schools, a city choir,
lectures on music and composers at the Libreria Volare bookshop, and the Guide to the Music lessons held
before the concerts performed in the Accademia.

CONCERT SEASON
Every year, the Accademia’s concert season reaffirms the values and aspirations that have informed its
artistic production from the very beginning in 1994: outstanding soloists, award-winning young musicians,
chamber music concert series, productions and co-productions, commitment to music and cultural projects.
In yet another initiative for our students, the Star*(t)up series of concerts sees them performing on stage
with their own teachers, providing these young people with a springboard towards professional careers
as international concert performers. Up to the present day, more than one thousand concerts have been
staged at the Accademia.
PUBBLICO DELLA FINALE 2016 AL CONSERVATORIO “G. VERDI” DI TORINO
86
World Federation Sostenitori e amici del Concorso
of International Music Competitions
Membro della World Federation of International Music Competitions di Ginevra, l’ICM Competition è Con il sostegno di:
l’unico concorso di musica da camera in Italia a farne parte aperto al duo, trio, quartetto, quintetto e
sestetto, anche con pianoforte.

MISSIONE
Fondata nel 1957, la Federazione Mondiale dei Concorsi Internazionali di Musica è una rete globale
di con- corsi musicali riconosciuti a livello internazionale e di organizzazioni che contribuiscono alla
crescita della musica in tutto il mondo, attraverso l’individuazione di promettenti giovani talenti nella Con il patrocinio di:
grande tradizione della musica e la promozione della loro carriera tramite la presenza ai concorsi di
fronte a eminenti giurie, pubblico e media di tutto il mondo musicale.

OBIETTIVI
Generare e comunicare un’immagine positiva e di alto profilo per i concorsi internazionali di musica
• Identificare potenziali opportunità e sfide per il mondo dei concorsi internazionali di musica e mettere
a punto strategie per affrontarle al meglio Main sponsor: Membro di:

• Promuovere le carriere dei vincitori dei concorsi membri


• Rafforzare la comunicazione tra i concorsi membri e tra questi e le altre organizzazioni che promuovo-
no la carriera dei giovani musicisti
• Incoraggiare la candidatura a nuovi concorsi che offrono diverse discipline o località non ancora
rappresentate nella Federazione
• Mantenere i legami e collaborare con le organizzazioni associate alla Federazione
• Collaborare con le organizzazioni che condividono gli obiettivi della Federazione Con il contributo di: Media partner:
• Adottare e far rispettare le norme per l’accesso e per l’adesione alla Federazione, norme che
garantiranno la qualità dei concorsi
• Richiedere che i concorsi membri mantengano i più elevati e rigorosi standard professionali d’etica,
trattando i concorrenti con integrità, dignità ed umanità
• Fornire e scambiare informazioni che aiuteranno i membri ad elevare il livello artistico dei concorsi
• Incoraggiare la composizione e le performance di nuova musica Sponsor tecnici:
• Creare un forum per la condivisione degli interessi e delle problematiche presso l’Assemblea Generale,
la convenzione annuale dei soci, che aiuta a valutare i progressi degli obiettivi comuni
• Consigliare concorsi membri e, su richiesta, dare supporto
• Risolvere le controversie tra i concorsi membri
• Coordinare le date dei concorsi membri e disciplinarle ove possibile
• Mantenere un sito internet e pubblicare e distribuire in tutto il mondo il calendario dei concorsi
membri ed un profilo individuale per ogni concorso
• Collaborare con la stampa e i media elettronici per creare un ambiente favorevole per i concorsi
internazionali di musica.

88 89
ICM Competition
Pinerolo e Torino Città metropolitana
Presidente onorario - Maria Luisa Cosso
Presidente - Giorgio Bresso
Direzione artistica - Laura Richaud
Assistente alla direzione artistica - Cinzia Conti
Comitato artistico - Giorgio Pugliaro e Laura Richaud
Responsabile amministrazione - Alessandra Sciabica
Segreteria amministrativa e organizzativa - Noemi D’Agostino
Progetto grafico - Elisa Baldissera
Coordinamento grafico - Monica Lenta
Fotografie - Remo Caffaro, Giorgio Vergnano
Allestimento - Remo Caffaro, Ezio Giai
Presentazione serata finale - Paolo Pomati
Promozione e ufficio stampa - Paola Bologna
Credits fotografie del catalogo - Remo Caffaro (pp 2 - 4 - 14 - 85)
Giorgio Vergnano (p 12)
Paola Bologna (p. 16 - 80)
Monica Lenta (p 6)

Consiglio d’Amministrazione dell’Accademia di Musica


Presidente - Giorgio Bresso
Direttore artistico - Laura Richaud
Consiglio di Amministrazione - Giorgio Bresso, Carlo Brignone, Augusto Buscaglia,
Ezio Giai, Alberto Occelli, Agnese Paolasso, Giorgio
Pugliaro, Laura Richaud, Federico Spinola

SI RINGRAZIANO
Istituto Civico Musicale Arcangelo Corelli, Museo Civico Etnografico del Pinerolese, Ufficio del Turismo di
Pinerolo e Turismo Torino e Provincia, Pro Loco Pinerolo, Unione Musicale Onlus Torino.
Bianca Martinazzo, Alma Martini, Carola Mileto, Gianmarco Moneti, Bianca Ribetto, Luisella Scagno,
Agnese Tillino e tutti coloro che con la loro disponibilità hanno contribuito alla realizzazione del Concorso.
Si ringraziano le famiglie che ad ogni edizione ospitano i concorrenti giunti da ogni parte del mondo.

ACCADEMIA DI MUSICA PINEROLO onlus


Viale Giolitti, 7 - 10064 Pinerolo (TO) - Tel. +39 0121 321040
www.accademiadimusica.it - www.concorsomdcpinerolo.it - Accademia di Musica di Pinerolo
90
Riguarda le foto e i video del concorso
www.concorsomdcpinerolo.it
Accademia di Musica