Sei sulla pagina 1di 5

Master in Progettazione Didattica 2 a.a.

2010/2011

Narrazione individuale di pratiche per la progettazione


di Bocchi Cinzia

Progettazione di un’attività disciplinare: Studiare con le mappe


concettuali

Finalità: Mostrare una metodologia per organizzare la conoscenza e fornire strumenti per
facilitare l’apprendimento.
Competenze:
Utilizzare le reti e gli strumenti informatici nelle attività di studio, ricerca e
approfondimento disciplinare.
Utilizzare gli strumenti culturali e metodologici per porsi con atteggiamento razionale,
critico e responsabile di fronte alla realtà, ai suoi fenomeni, ai suoi problemi, anche ai
fini dell’apprendimento permanente.
Individuare ed utilizzare le moderne forme di comunicazione visiva e multimediale,
anche con riferimento alle strategie espressive e agli strumenti tecnici della
comunicazione in rete.

DESCRIZIONE ATTIVITÀ

Fase 1: Tematiche
La classe assiste ad una breve lezione, della durata massima di 60 minuti, su un
argomento disciplinare.
Fase 2: Realizzare una mappa concettuale
Il docente, dopo aver fornito spiegazioni sulle mappe concettuali e i materiali di studio,
chiede agli studenti di realizzare una mappa concettuale sui contenuti della lezione (a
partire dai materiali forniti) e su eventuali approfondimenti svolti autonomamente. Il
software da utilizzare per le mappe è CmapTools (http://cmap.ihmc.us). Affinché l’attività
sia svolta proficuamente dagli allievi, è necessario che il docente fornisca alcune domande
chiave, alle quali deve essere possibile rispondere attraverso la mappa realizzata e che
specifichi il numero minimo di nodi richiesti.
Fase 3: Commentare una mappa concettuale
La fase 3 è svolta a casa

1
Master in Progettazione Didattica 2 a.a. 2010/2011

Ogni studente dovrà produrre una registrazione audio che descrive la mappa concettuale
realizzata. Per la registrazione è possibile utilizzare un qualsiasi dispositivo in grado di
registrare audio in formato mp3. Per effettuare l’audio-editing, se necessario, suggerisco
Audacity (http://audacity.sourceforge.net).
La mappa e l’audio associato, dovranno essere obbligatoriamente caricate nell’e-portfolio
dello studente. Per associare la mappa (in formato immagine) all’audio si può utilizzare
Fotobabble (http://www.fotobabble.com).

OBIETTIVI

Conoscenze
− Conoscenze specifiche sulla tematica oggetto di studio
− Mappe concettuali: scopi e caratteristiche
− Web 2.0: strumenti per audio-editing
− Web 2.0: strumenti per creare foto parlanti
Abilità
− Creare una mappa concettuale
− Creare una foto parlante
− Svolgere attività di audio-editing

MATERIALI

− Dispense a supporto della lezione


− Come realizzare una mappa concettuale
− Approfondimento1: Risorse online per la realizzazione di mappe
− Tutorial CmapTools
− Tutorial Audacity
− Tutorial Fotobabble

TEMPI STIMATI

Fase 1 Fase 2 Fase 3 (a casa) TOTALE2


1 ora 6 ore 7 giorni 7 ore

1
L’approfondimento è facoltativo.
2
Il totale si riferisce al tempo scuola; non sono considerate le ore di lavoro domestico.

2
Master in Progettazione Didattica 2 a.a. 2010/2011

Svolgimento dell’attività
L’attività è stata proposta ad una classe quarta ed è tuttora in svolgimento. La tematica
scelta è la gestione dei processi da parte del sistema operativo. Ecco come appare
strutturata l’attività su Moodle:

Sono presenti i materiali di studio che saranno di supporto alla lezione in presenza oltre a
un documento che fornisce indicazioni su come svolgere l’attività (Descrizione
dell’attività 1). Il contenuto del documento è il seguente:





− ! " #
$
− %

3
Master in Progettazione Didattica 2 a.a. 2010/2011

− # %

− %

! "
&
#$ % &
# %
! '( #
)

&
" *)
+' ,
,""")
" ) #
)&
" # %
)

& "
*)+ ,
,""") ) #
)-
.
)

/ )0
)
1 2345 )

% 1
)
5
) "
)

&

&
0 6

0
5
(
, ,
0

&
,
5

4
Master in Progettazione Didattica 2 a.a. 2010/2011

Come si può osservare, vendono resi espliciti già all’inizio i criteri di valutazione. La stessa
griglia sarà utilizzata per effettuare un’autovalutazione da inserire nell’e-portfolio.
Insieme alle dispense sui processi ho fornito materiali che spiegano cosa sono le mappe
concettuali e per quali scopi possono essere usate. Inoltre, sono presenti i link al sito ove
effettuare il download di Cmap Tools, a un video tutorial e alla guida ufficiale del software.
Non sono invece visibili i materiali della fase 3 poiché l’attività è in svolgimento.
Al termine della fase 2, gli studenti caricheranno la mappa realizzata in una cartella
appositamente predisposta. Questo, per consentirmi di verificare l’andamento del
processo, prima della fase finale.