Sei sulla pagina 1di 3

ZOOTECNICA SPECIALE - BENESSERE ANIMALE

un aumento di temperatura oltre la zona di confort termico, riduzione


dell'assunzione di cibo che mi porta a cali la produzione di latte, ma non solo
anche la qualit� di questo latte viene compromessa.
la temperatura influisce inoltre nel tasso di concepimento, ma non solo altera la
durata del estro, la lunghezza el ciclo in un tot.
servizi per concepimento equivale al numero di volta che io provo a fecondare una
vacca.
anche le stagione posso essere determinanti e si osserva che l'autunno sia la
stagione piu favorevole per i parti, grazi appunto alle temperatura piu amena.
tendenzialmente non abbiamo stagionalit� di parto nelle bovine, ma si cercano di
mettere appunto tutte le metodiche disponibili per farsi che i miei animali
partoriscano nella stagione
migliore.
ovviamente il THI avr� un effetto anche sul peso dei miei animali.
quindi quali possono essere gli interventi contro stress termicio?
per masimizzare consumo di s. s.
Continua disponibilit� di alimenti
Alimento "fresco" nei moimenti "giusti"
Frequente pulizia delle mangiatoie
Umidit� non eccessiva, perch� cerco di non far fermentare l'alimento.
Ridurre "interazione" sociale, non cambiamo gruppo e non facciamo casino, si crea
stress, gi� c'� caldo diventano pi� nervose
Acqua "facile" ed abbondante, non devo fare la fila per andare a mangiare ma
neanche per bere. La vacca beve, ma non � che si procura cos� tanto l'acqua quindi
o c'� o non beve
"costanza" rumine nelle 24h (pasti frequenti), facendo si che il mio rumine lavori
ma non vada in sovralavorazione
sequenza alimenti: fineo per 1� (1-1.5kg), facciamo si che non mangino solo mangime
variazioni alimentari rare e graduali, anche queste generano stress, facciamo una
alimentazione costante. inoltre, parecchie gitte puntano su una alimentazione che
aumenta, mantiene costante la produzione di latte
ottimo "comfort" dell'ambiente

NEL PERIODO ESTIVO


utilizzare foraggi buona qualit�, perch� gi� non vogliono mangiare quindi devo dare
del cibo buono
aumentare % concentrati senza sbilanciare
distribuzione unifeed in 2+ volte
posti mangiatoia = numero delle bovine
acqua a disposizione

INTERVENTI TIPO PASSIVO


Fenomeni fisici naturali
ISOLAMENTO TERMICO
tendono a smorzare quelle che sono le variazioni di temperature.
L'INERZIA TERMICA E' POCA
MEGLIO EVAPORAZIONE

...

ripartiione del calore solare per diverse condizioni di suolo


schemi dei flussi dell'aria provocati dall'azione del vento (A) e del sole (B)
cammino, l'aria calda esce dal di sopra e l'aria fredda entra tramite le finestre.
cos� si viene a creare un flusso di aria.
non si trovano pi� stalle senza il cuppolino ahahaha
schema costruttivo stalla aperta ad elevata ventosit�
niente pareti liberta assoluta per il passaggio dell'aria
schema orientamento stalla
cercare di far s� che l'asse pi� lungo della stalla, si orientato nord-sud. e che
il sole batta meno all'interno della stalla.

INTERVENTI DI TIPO ATTIVO


COPERTURE
stalle aperte, ma che comunque abbiamo dei tendaggi per ombreggiare la mia stalla
i piopi potrebbero essere usati, per� sono pi� difficile da rimetterli
schema ventilatori elicoidali
l'importante non � tanto la velocit� della ventola ma la portata, quanta aria
sposta?
edifici con pareti leggese e scarsamente ...

raffrescamento, deve essere messo principalmente in vicinanza dove voglio che gli
animali stiano (mangiatoia e cucciette)
attenzione al mettere i ventilatori perch� bisogna creare i giusti flussi d'aria

ventilatori: destratificatore
spostano l'aria dall'alto verso il basso, hanno un'altro effetto collaterale
positivo che � quello di allontanare le mosche.

reffrescamento evaporativo
laddove l'aria entra faccio passare l'aria su dei filtri bagnati che in questo modo
si abbassa la temperatura dell'aria
un'altro aspetto � quello di bagnare gli animali.
nuvole il cooling
combicool, esistono diversi sistemi che cercano di abbinare quello che � l'acqua e
l'aria.
tutto per farsi che la mia stalla abbia il THI giusto. quindi per ottenere una
miglior produzione all'interno della mia stalla.

-----------------------------------------------------------------------------------
-----------------------------------------------------------------------------------
--------------------
ZOOTECNICA SPECIALE - LEZIONE 23
QUADRO ECONOMICO DELLA PRODUZIONE DELLA CARNE BOVINA

Il flusso di bovine da carne derivano sia da quelle razze da carne, ma anche quelle
da latte. abbiamo i vittelli che arrivano da allevamento da latte, che non servono
alla produzione di latte
L'Italia non � autosufficiente, una buona parte degli animali li importiamo. per
quanto ancora? Con la genomica della vacca da latte comincieremo di pi� usare a
seme sessato e quindi non avr�
pi� i vitelli per la filiera di carne.
Elaborazioni ISMEA su dati ISTAT

la categoria pi� grossa � quella dei vitelloni.

LA PRODUZIONE DELLA CARNE BOVINA

l'IPG (incremento ponderale giornaliero) quanto aumento di peso al giorno l'animale


questo raggiunge un massimo alla pubert� per poi scendere, una fase di
accrescimento accelerato, seguita da un accrescimento ritardato
come faccio a calcolare l'IPG, peso l'animale dopo un tot di giorni peso ancora,
faccio la differenza e divido per il numero di giorni.
quando allevo l'animale nell'ultima fase mi costa di pi� e incrementa di meno.
questo rappresenta una perdita per l'allevatore.
un'altro aspetto importante � che a seconda dei tipi genetici precoci, intermedi e
tardivi cambia la curva di crescita dei diversi tipi di tessuti.
guardare le curve di sviluppo dei tessuti

si sviluppano in ordine l'osseo, i muscoli e solo in seguito si sviluppa il tessuto


adiposo.

in questo caso per� ci interessa di piu l'incremento di massa muscolare. prendendo


in considerazione le diverse regioni del corpo che si sviluppano.
testa, collo, torace e bacino.
il vitello tende essere alto e corto. conformazione della carcassa diversa.

a seconda del momento abbiamo uno sviluppo muscolare, osseo e adiposo. se vado a
valutare come � il corpo del mio animale vedr� che il rapporto � molto differenti a
seconda dell'et�
la quantit� di acqua si riduce, i lipidi aumenta e le proteine si riduce di poco.

proporzione di grasso nel kg di accrescimento


aumenta con il peso dell'animale (et�)
aumento con ig
varia con tipo genetico (+precoci)
varia con sesso (+femmine)
varia con ingrassamento

non devo avere assenza di grasso ma la giusta composizione. il grasso � importante


perch� donna al sapore. una dieta priva di grassi non va bene.
quando vado a valutare la qualit� della mia carcassa valuto anche la percentuale di
grasso.

INDICI
ICA = indice conversione alimento
kg di ss / (incremento kg/d) , quanti kg di peso vivo mi mette su l'animale con
quella quantit� di alimento?
PVN = peso vivo - peso contenuto tubo digerente

resa
resa = peso morto / peso vivo x 100

"a caldo" "a freddo"


PV di allevamento
PV pieno
PV stallato
resa netta = peso carcassa / peso vivo netto x 100

carcassa diventa mezzena, dopo che viene tagliata lungo l'asse longitudinale
quarto anteriore e quarto posteriore
quarto posteriore: coscia, lombata
quarto anteriore: pancia, collo, sottospalla e braciole, spalla e petto

Interessi correlati