Sei sulla pagina 1di 4

Istruzioni per l’utilizzo del sito

www.pratiche.info

1) Per accedere al sito digitare Username (che corrisponde al proprio codice fiscale) e
password negli appositi spazi e cliccando quindi su “conferma”:

Si noti che il sito non distingue tra maiuscole e minuscole, per agevolare l’accesso, e quindi
i due dati possono essere digitati come si preferisce.
Nel caso smarrisse la password, può richiederla di nuovo inviando una mail a
sito@pratiche.info, o cliccando sul collegamento che trova in questa stessa pagina iniziale.

2) A questo punto si accede al Menu principale:

Da questa pagina è possibile:


a) Modificare la password. Cliccando sul collegamento si apre la pagina relativa dove
potrà inserire la nuova password (massimo 10 caratteri). Dovrà inserirla anche nello spazio
sottostante per conferma. E’ consigliabile sostituire la password fornita inizialmente per
motivi di sicurezza e per facilitarne il ricordo.

b) Visualizzare i suoi dati anagrafici e fiscali presenti nel nostro archivio. Potrà così
verificarne la correttezza ed eventualmente segnalare eventuali correzioni da apportare
(così come per future modifiche dei suoi dati) inviando una mail a sito@pratiche.info.
Non è possibile dal sito modificare i dati, ma solo consultarli per verifica.
c) Accedere al sotto-menu delle imprese per cui ha lavorato e che si appoggiano al sito,
cliccando sul nome dell’impresa e visualizzare così i documenti fiscali contenuti. Più avanti
dettagliamo l’uso di questo sotto-menu.
d) Effettuare il logout (l’uscita dal sito) quando avesse terminato le sue operazioni.

3) Una volta entrati nel sotto-menu dell’impresa che desidera consultare, troverà l’elenco
dei documenti disponibili.
Le tipologie di documenti sono 3:
a) Tessere assicurative: si tratta del documento con cui si certificano le prestazioni rese negli
anni passati (non sono disponibili quelle dell’anno in corso).
Cliccando su questa voce, appare un elenco delle tessere assicurative disponibili (una per anno):

Cliccando su “visualizza” si accede alla tessera richiesta:

Questa è la visualizzazione dei dati. Per poter salvare o stampare il documento formattato
correttamente, occorre cliccare sul pulsante “Visualizza pdf”, che aprirà il documento in
formato Acrobat pdf. Questo formato, ormai uno standard assoluto, è visualizzabile avendo
installato nel computer il programma Acrobat Reader. Nella rara eventualità che non fosse
già installato, è possibile scaricarne una copia gratuitamente in rete dal sito della Acrobat
(es. http://get.adobe.com/it/reader/) o da molti altri siti.

b) Documenti fiscali (fatture, parcelle, autofatture, a seconda della propria posizione


fiscale): troverà elencate le tipologie di documenti disponibili o nell’archivio storico
(documenti già validati secondo la procedura che spieghiamo più avanti), oppure nella
forma di documenti provvisori da validare.

Es. fatture validate presenti nell’archivio storico e nessuna nuova fattura da validare.
Es. fatture da validare presenti nell’archivio provvisorio e nessuna fattura in quello storico.
Naturalmente possono aversi anche sia fatture nell’archivio storico che in quello provvisorio.

Cliccando sulla tipologia che interessa consultare, si accede alla lista dei documenti
presenti e visualizzabili:

Poiché il documento fiscale deve essere emesso dal collaboratore all’impresa (e non
viceversa), i primi giorni del mese successivo alla prestazione (di norma entro il 5) troverà
sul sito i documenti elaborati, che potrà visualizzare e verificare.

Es.: Fattura da validare: cliccare sul pulsante “valida” per procedere all’invio.
Se non riportano errori (es. partita iva aperta o chiusa nel frattempo, agevolazioni fiscali
conteggiate erroneamente o non conteggiate, dati anagrafici errati ecc….), potrà inviarli
all’impresa cliccando sul pulsante “valida”: le sarà proposto un ulteriore messaggio di
conferma (per evitare invii accidentali),

dopodiché il documento così validato passerà dall’archivio provvisorio a quello storico e


sarà possibile scaricarne o stamparne la versione pdf (anche in questo caso è
indispensabile effettuare l’eventuale stampa solo dalla visualizzazione in pdf che garantisce
una corretta formattazione).

Es.: Fattura validata: cliccare sul pulsante “visualizza pdf” per salvarla o stamparla.

Una volta validato e passato all’archivio storico, ogni documento sarà sempre consultabile
e scaricabile tutte le volte che sarà utile o necessario.
Se salvato in formato pdf, può essere trasmesso via mail al proprio commercialista.
La password è naturalmente personale e riservata, ma se gli accordi con il proprio
commercialista o con altra persona di fiducia incaricata allo scopo lo prevedono, è
naturalmente possibile comunicarla loro per consentire lo scaricamento diretto dei
documenti fiscali archiviati. In qualunque momento vi sarà possibile cambiare la password,
qualora fosse necessario riprendere il controllo esclusivo dell’archivio.

Per qualsiasi dubbio, problema, segnalazione o consiglio, è possibile scrivere a:

sito@pratiche.info

Potrebbero piacerti anche