Sei sulla pagina 1di 30

+

IPA CBC Adriatico


Progettualità integrate e integrabili
+ Expert Italia: esperienza mirata nell’attivazione 2
di «reti progettuali»
 Expert Italia come destinatario di sollecitazioni
 Raccolta di segnalazioni su progetti di interesse da parte di operatori pubblici
dell’area IPA
La possibilità di strutturare strade di accesso (proponenti), in maniera tattica,
combinando la rete relazionale
 Diventare l’hub progettuale di Regioni e Istituzioni Pubbliche

Expert Italia come promotore di idee progettuali


 Supporto al completamento delle reti in area IPA e sul versante adriatico italiano
 Possibilità di promozione di idee progetto che incardinino le aree tematiche di
interesse di Digis e di altre strutture della rete
+
Un richiamo alla struttura del
programma
Misure e soggetti ammissibili

3
Il Programma di Cooperazione
Transfrontaliera IPA Adriatico

OBIETTIVO GENERALE:
Rafforzamento della capacità di sviluppo
sostenibile della Regione Adriatica, attraverso
una strategia di azione concordata tra i
Partner dei territori eleggibili

PRIORITA’ 1:
Cooperazione economica, sociale e
istituzionale

PRIORITA’ 2:
Risorse naturali e culturali e prevenzione
dei rischi

PRIORITA’ 3:
Accessibilità e Network

PRIORITA’ 4:
Assistenza Tecnica
Il Programma di Cooperazione
Transfrontaliera IPA Adriatico Priorità 1
Cooperazione
economica, sociale e
istituzionale

MISURA 1.1
Ricerca e innovazione

Migliorare la capacità di ricerca,


anche attraverso l’incremento dei
•Istituti di ricerca livelli di competenze,
•Università incoraggiando il trasferimento di
•Imprese innovazione, con la creazione di
•Organizzazioni network tra imprese, istituzioni,
pubbliche mondo accademico, formazione e
ricerca, soprattutto con la
promozione di attività congiunte.
Il Programma di Cooperazione Priorità 1
Transfrontaliera IPA Adriatico Cooperazione
economica, sociale e
istituzionale

MISURA 1.1
Ricerca e innovazione

•Reti di cooperazione tra università, istituti di ricerca e altre


organizzazioni qualificate
•Strumenti di finanziamento per giovani ricercatori
•Sostegno alla ricerca avanzata
•Promuovere la mobilità dei ricercatori e lo scambio di ricercatori e tecnici
tra università e imprese
•Creazione di piattaforme tecnologiche internazionali
• Capacity building e trasferimento di konw how
• Disseminazione di best pratices
• Creare reti scientifiche e tecnologiche per lo scambio di informazioni,
dati ed esperienze
• Creare strutture ICT a sostegno delle PMI e dei processi di start up e
supporto alla creazione di cluster di eccellenza regionali e interregionali
•Promuovere attività di ricerca congiunta tra imprese e università e
sviluppo di partnership per l’innovazione
Il Programma di Cooperazione Priorità 1
Transfrontaliera IPA Adriatico Cooperazione
economica, sociale e
istituzionale

MISURA 1.2
Sostegno finanziario
alle PMI innovative

Incentivare i sistemi territoriali


•PMI, singole e e produttivi ad investire nella
associate ricerca e nell’innovazione,
•Enti pubblici attraverso offerte diversificate
•Agenzie di sviluppo ed innovative di strumenti
finanziari
Il Programma di Cooperazione Priorità 1
Transfrontaliera IPA Adriatico Cooperazione
economica, sociale e
istituzionale

MISURA 1.2
Sostegno finanziario
alle PMI innovative

•Promuovere la creazione e la crescita di imprese basate sulla conoscenza,


attraverso il supporto di processi di start up, la creazione di reti di
incubatori di imprese, etc.
•Sostegno agli investimenti in ricerca e innovazione, e al trasferimento
tecnologico e scientifico.
•Promuovere la creazione e il rafforzamento del sistema dei cluster, con
attenzione alla cooperazione tra imprese, istituzioni, università e ricerca,
nei settori pubblico e privato.
•Processi congiunti di internazionalizzazione di PMI
• Supporto alle PMI per la promozione di prodotti e processi produttivi eco-
compatibili.
•Facilitare l’accesso al finanziamento per le imprese
•Promuovere la formazione e lo sviluppo di attività per il miglioramento delle
imprese
Il Programma di Cooperazione Priorità 1
Transfrontaliera IPA Adriatico Cooperazione
economica, sociale e
istituzionale

MISURA 1.3
Network sociali, sanitari e
occupazionali

Creazione di nuove reti di


•Organizzazioni di
cooperazione, e rafforzamento di
volontariato del settore
quelle esistenti, nei settori delle
socio-sanitario
politiche sociali, occupazioni e
•Enti pubblici
sanitarie.
Il Programma di Cooperazione Priorità 1
Cooperazione
Transfrontaliera IPA Adriatico economica, sociale e
istituzionale

MISURA 1.3
Network sociali, sanitari e
occupazionali

•Scambio di esperienze e trasferimento di competenze nei settori socio-


sanitario e occupazionali, anche attraverso l’uso di ICT.
•Ottimizzare le strutture socio-sanitarie esistenti per migliorare la qualità
e l’accessibilità ai servizi
• Promuovere l’occupabilità e l’inclusione sociale degli immigrati
•Promuovere la mobilità geografica e occupazionale dei lavoratori e
l’integrazione dei mercati del lavoro transfrontalieri
•Creazione di network internazionali (es. monitoraggio epidemiologico,
scambio di informazione per fronteggiare le emergenze, etc.)
• Creazione di network integrati per migliorare il mercato del lavoro
• Promuovere servizi socio-sanitari attraverso l’assistenza domiciliare con
l’utilizzo di ICT.
• Scambio di esperienze e trasferimento di competenze nel mercato del
lavoro e della formazione professionale
•Armonizzazione dei titoli di studio
Il Programma di Cooperazione Priorità 1
Cooperazione
Transfrontaliera IPA Adriatico economica, sociale e
istituzionale

MISURA 1.4
Cooperazione istituzionale

Promuovere servizi innovativi per


•Enti pubblici la cittadinanza, attraverso lo
•Org. e agenzie di scambio di competenze tecniche
supporto alle imprese e amministrative, e lo scambio di
•ONG buone prassi tra amministrazioni
centrali e autorità locali
Priorità 1
Il Programma di Cooperazione Cooperazione
Transfrontaliera IPA Adriatico economica, sociale e
istituzionale

MISURA 1.4
Cooperazione istituzionale

•Promozione di scambio di esperienze su competenze tecniche e gestionali,


l’adozione di strumenti di governance che facilitano
l’integrazione/cooperazione tra pubbliche amministrazioni
• Promozione di network permanenti tra enti pubblici per servizi innovativi
• Disseminazione di best pratices
• Disseminazione di processi innovativi tra le amministrazioni (e-
government) per migliorare l’erogazione dei servizi
•Promozione di un’identità culturale europea in un contesto multietnico, con
azioni indirizzate soprattutto ai giovani
Il Programma di Cooperazione Priorità 2
Transfrontaliera IPA Adriatico Risorse naturali e
culturali e prevenzione
dei rischi

MISURA 2.1
Protezione e rafforzamento
dell’ambiente marino e costiero

Miglioramento e protezione delle


coste, anche attraverso la
•Enti pubblici
gestione congiunta dell’ambiente
•Centri di ricerca
marittimo e costiero e la
prevenzione dei rischi.
Il Programma di Cooperazione Priorità 2
Risorse naturali e
Transfrontaliera IPA Adriatico culturali e prevenzione
dei rischi

MISURA 2.1
Protezione e rafforzamento
dell’ambiente marino e costiero
•Rafforzamento delle competenze delle Autorità Locali nella gestione
congiunta dell’ambiente marino e costiero, anche attraverso la promozione
di politiche di pianificazioni comuni.
•Realizzazione di specifici studi sui sistemi ambientali costieri.
•Sviluppo di strumenti congiunti per la gestione integrata delle zone
costiere.
•Monitoraggio dell’ambiente marino/costiero, anche attraverso un
Geographical Information System (GIS) congiunto.
•Progetti congiunti per la protezione delle acque interne dall’inquinamento,
da specie estranee e invasive, e il controllo della qualità dell’acqua marina
•Rafforzamento degli eco-sistemi e protezione della biodiversità, per
migliorare la qualità dell’ambiente e la promozione di uno sviluppo economico
e sociale sostenibile.
•Prevenzione dell’erosione costiera.
•Ricerche scientifiche per migliorare l’utilizzo sostenibile e responsabile
delle risorse ittiche alimentari
•Protezione dei siti NATURA 2000.
Il Programma di Cooperazione Priorità 2
Transfrontaliera IPA Adriatico Risorse naturali e
culturali e prevenzione
dei rischi

MISURA 2.2
Gestione delle risorse naturali
e culturali, e prevenzione dei
rischi naturali e tecnologici

Rafforzamento delle competenze


•Enti pubblici istituzionali per proteggere e
•ONG gestire le risorse naturali e
•PMI culturali attraverso la
cooperazione regionale
Il Programma di Cooperazione Priorità 2
Transfrontaliera IPA Adriatico Risorse naturali e
culturali e prevenzione
dei rischi

MISURA 2.2
Gestione delle risorse naturali
e culturali, e prevenzione dei
rischi naturali e tecnologici

•Rafforzamento delle competenze delle pubbliche amministrazioni nella


definizione di strategia di medio-lungo termine per la gestione ambientale
•Innovazione e diffusione di tecnologia nei sistemi di protezione e gestione
delle risorse culturali e naturali
•Scambio buone prassi sulla protezione e la gestione delle risorse culturali e
ambientali
•Attivazione di collaborazioni tra agenzie, organizzazioni e università per
creare reti nel settore ambientale e della prevenzione dei rischi
•Scambio di esperienze nella gestione dei siti NATURA 2000, delle risorse
naturali e delle aree protette
• Progetti congiunti per contrastare l’inquinamento
Il Programma di Cooperazione Priorità 2
Risorse naturali e
Transfrontaliera IPA Adriatico culturali e prevenzione
dei rischi

MISURA 2.3
Risparmio energetico e fonti di
energia rinnovabili

Sviluppo di fonti di
•PMI energia rinnovabile e di
•Enti pubblici sistemi di risparmio
energetico
Priorità 2
Il Programma di Cooperazione Risorse naturali e
Transfrontaliera IPA Adriatico culturali e prevenzione
dei rischi

MISURA 2.3
Risparmio energetico e fonti di
energia rinnovabili

•Promozione di centri di eccellenza per lo sviluppo di fonti energetiche


rinnovabili (utilizzo sostenibile delle acque, dell’energia solare, di biomasse e
biogas, etc.)
•Disseminazione di buone prassi per il risparmio energetico e le fonti
energetiche rinnovabili
•Campagne di sensibilizzazione per il risparmio energetico e le fonti di
energia rinnovabile
•Preparazione di programmi regionali e locali per la produzione e il consumo
sostenibile di energia
•Progetti pilota e azioni dimostrative per l’utilizzo di energie
rinnovabili, soprattutto attraverso la creazione di impianti per
energia rinnovabile su piccola scala
Il Programma di Cooperazione
Priorità 2
Transfrontaliera IPA Adriatico Risorse naturali e
culturali e prevenzione
dei rischi

MISURA 2.4
Turismo sostenibile

Sviluppo sostenibile delle


•Organizzazioni e uffici destinazioni turistiche
del turismo adriatiche, attraverso il
•Enti pubblici e privati miglioramento della qualità e
per lo sviluppo o la pacchetti turistici orientati al
gestione del turismo mercato, attraverso la
e/o di strutture valorizzazione delle risorse
turistiche culturali e naturali
Il Programma di Cooperazione Priorità 2
Transfrontaliera IPA Adriatico Risorse naturali e
culturali e prevenzione
dei rischi

MISURA 2.4
Turismo sostenibile

•Promozione di centri naturali e culturali di eccellenza, rafforzando le reti


tra musei, teatri, etc.
•Creazione di reti per sviluppare infrastrutture turistiche e sportive
•Rafforzamento della consapevolezza territoriale e paesaggistica,
attraverso la promozione dell’identità culturale
•Miglioramento nella gestione dei servizi turistici attraverso la
cooperazione transfrontaliera (scambio di esperienze e know how)
• Promozione e creazione di marchi di qualità dell’area
•Promozione di nuovi prodotti culturali per turismo sostenibile
•Azioni di marketing per il prolungamento della stagione turistica
•Pacchetti turistici integrati
•Integrazione dei servizi di informazione del turismo
•Azioni congiunte per lo sviluppo del commercio di prodotti tipici,
attraverso la creazione di consorzi e azioni integrate di marketing
territoriale
•Studi e strategie congiunti per la promozione delle aree interne come
destinazioni turistiche.
Il Programma di Cooperazione
Transfrontaliera IPA Adriatico Priorità 3
Accessibilità e reti

MISURA 3.1
Infrastrutture materiali

Sviluppo di sistemi portuali e


aeroportuali, con i servizi
•Enti pubblici e autorità connessi, garantendo
equivalenti (autorità l’interfunzionalità e l’integrazione
portuali e aeroportuali) tra le reti di trasporto esistenti
Il Programma di Cooperazione
Transfrontaliera IPA Adriatico Priorità 3
Accessibilità e reti

MISURA 3.1
Infrastrutture materiali

•Modernizzazione e rafforzamento delle strutture portuali e


aeroportuali
•Miglioramento delle condizioni di sicurezza dei beni e dei
trasportatori
Il Programma di Cooperazione
Priorità 3
Transfrontaliera IPA Adriatico
Accessibilità e reti

MISURA 3.2
Sistemi di mobilità sostenibile

Promuovere un sistema di servizi


•Enti pubblici di trasporto sostenibili, per
•Società pubbliche e migliorare i collegamenti nell’Area
private Adriatica.
Il Programma di Cooperazione
Transfrontaliera IPA Adriatico Priorità 3
Accessibilità e reti

MISURA 3.2
Sistemi di mobilità sostenibile

•Sostegno alla gestione transfrontaliera di servizi di trasporto pubblico


•Promozione di collegamenti tra porti e aree interne per migliorare le reti
intermodali
•Rafforzamento e promozione di servizi di trasporto di merci e persone
Il Programma di Cooperazione
Transfrontaliera IPA Adriatico
Priorità 3
Accessibilità e reti

MISURA 3.3
Reti di comunicazione

Incremento e sviluppo delle reti


di comunicazione e di
•Enti pubblici informazione e della loro
•ONG accessibilità.
Il Programma di Cooperazione
Transfrontaliera IPA Adriatico Priorità 3
Accessibilità e reti

MISURA 3.3
Reti di comunicazione

•Progetti innovativi per l’uso di ICT, in particolare per la sensibilizzazione e


il miglioramento del territorio nella cultura e multimedialità
•Promozione di ICT per l’accesso ai pubblici servizi (e-government, e-
learning, e-procurement, etc.)
•Uso di ICT per ridurre i movimenti transfrontalieri (es. videoconferenze,
etc.)
•Uso di ICT per lo sviluppo di sistemi di gestione dei traffici
transfrontalieri e di sistemi di informazione sui flussi dei trasporti
transfrontalieri
+
Il possibile parco progetti
(da verificare sulle modalità di interazione con AdG e gruppo
Digis)

27
+ 28

Idee in nuce (già con reti


partenariali)
 Asse 1  Asse 1
 1.3. Teleassistenza nelle aree a bassa
 1.1.Technological Foresight densità abitativa
 1.2. Reti di business angels e  1.3. AMIS (CoP per medici di base)
applicazione dell’ingegneria  1.3. Mobilità professionale per
finanziaria operatori sanitari
 1.2. Servizi innovativi per  1.4. teatro/cultura/identità

l’internazionalizzazione:  1.4. Virtual campus per ONG e


International business angels creazione parco progetti cantierabili

 Asse 2
 2.2. Gestione Siti Natura
 2.4. Shining Mountains

 Asse 3
 PA toolbox
 Europroject
+ I contatti

29
+ 30
Per costruire insieme il percorso
Germana Di Falco
Direttore Generale
germana.difalco@gmail.com;
di falco@expertitalia.it
Cell. +39. 338.7995863