Sei sulla pagina 1di 2

Religione: L’organo, tesoro della musica sacra!

Col termine musica sacra ci si riferisce ai generi musicali associati ad una tematica sacra o
religiosa.
Più propriamente, conviene distinguere la musica sacra dalla musica liturgica, dalla musica
spirituale e dalla musica religiosa:
 La musica sacra è una musica considerata come capitale, essenziale a una persona o
a una comunità dal punto di vista religioso.
 La musica liturgica è una musica prettamente legata al rituale liturgico e quindi
contestualizzata rispetto ad un particolare momento della liturgia o ad una specifica
funzione liturgica.
 La musica spirituale è una musica che permette di elevare l'anima a Dio, senza essere
però inserita in un contesto di una pratica religiosa.
Sin dagli albori della chiesa cattolica, l’organo è stato tesoro della musica ecclesiastica.
L’organo è il più grande strumento musicale, per dimensioni e per varietà di suoni prodotti;
la sua storia è ricca di fascino e appartiene ad un’epoca lontana. Il primo organo, di cui
esiste la descrizione, risale al 250 a.c. ed era ad acqua; in seguito il sistema idrico fu
sostituito da un mantice.
Pertanto nella Sacrosanctum Concilium al n. 120, così scrive: “Nella Chiesa latina si abbia in
grande onore l’organo a canne, strumento musicale tradizionale, il cui suono è in grado di
aggiungere notevole splendore alle cerimonie della Chiesa, e di elevare potentemente gli
animi a Dio e alle cose celesti”.
Si sa che ogni in ogni chiesa è presente un organo, anche nella mia parrocchia “San
Giovanni Battista” di Casavatore, si può ammirare un organo a canne, risalente agli ultimi
anni del ‘700, avente le stesse caratteristiche dell’organo presente nel Santuario della
Madonna di Pompei.
E’un organo costruito in stile barocco, la tastiera consiste in 56 tasti distribuiti in 4 ottave e
mezzo, con 17 registri.
Un organo sublime, la sua imponenza ti manda in estasi, solo chi sa suonarlo può capirlo.
Tanti sono i compositori di musica ecclesiastica, che si servono spesso di un
accompagnamento musicale con l’organo e un canto a più voci da parte di grandi corali…
Citiamone alcuni come ad esempio Mons. Marco Frisina, celebre per le sue composizioni
solenni, utilizzate spesso durante liturgie.
Francesco Buttazzo, Pierangelo Sequeri…
Ricordiamo anche Johann Sebastian Bach, che compose quattro messe brevi e la grande
Messa in si minore, anche se comunque molti dei concertisti del passato hanno sempre
composto musiche liturgiche, Messe Cantate, Requiem… come ad esempio il grande Mozart
oppure l’italiano Giuseppe Verdi.