Sei sulla pagina 1di 9

Risoluzione del cubo di Rubik con il metodo a strati

semplificato
In questa sede vedremo come risolvere il cubo di Rubik strato per strato (dapprima lo strato
inferiore, poi quello centrale, infine lo strato superiore) utilizzando un solo algoritmo (la SEXY
MOVE) con le sue varianti. In verità, per posizionare gli angoli dell’ultimo strato nel posto
giusto ci serviremo di un altro algoritmo (che velocizza la risoluzione), ma vedrai che sarà
facile impararlo.
Se ti stai chiedendo cos’è un algoritmo, esso altro non è che una sequenza finita di operazioni
elementari necessarie per raggiungere un certo obiettivo. Nel caso del cubo di Rubik queste
operazioni elementari prendono il nome di mosse (che poi sono le rotazioni R, L, U, D, F, B e le
loro derivate che vengono impartite sulle facce del cubo).
Cominciamo con le basi: un po’ di notazione essenziale.

NOTAZIONE SINGMASTER

R: ruotare la faccia di destra (RIGHT) del cubo di 90° in senso orario, vale a dire:

L: ruotare la faccia di sinistra (LEFT) del cubo di 90° in senso orario, cioè:

U: ruotare la faccia superiore (UP) del cubo di 90° in senso orario:

1
D: ruotare la faccia inferiore (DOWN) del cubo di 90° in senso orario:

F: ruotare la faccia frontale (FRONT) del cubo di 90° in senso orario:

B: ruotare la faccia posteriore (BOTTOM) del cubo di 90° in senso orario:

Un apice (’) posto dopo la lettera indica che bisogna effettuare la rotazione nell’altro senso.
Ad esempio R’ indica che bisogna ruotare la faccia di destra del cubo di 90° in senso antiorario.

Strato inferiore Strato centrale Strato superiore

Gli spigoli sono i cubetti che presentano 2 colori, mentre gli angoli sono quelli che ne hanno 3.

Bene. Possiamo ora passare alla risoluzione vera e propria.

2
Primo strato
Ci sono molti modi per comporre correttamente il primo strato. Noi lo faremo in due passaggi:
 formazione della croce
 sistemazione degli angoli

Formare la croce sul primo strato


Esistono molti modi anche per formare la croce di un colore. Vediamo un metodo per farlo.
Non è il più rapido ma forse è il più semplice da capire e imparare.
Scegliamo il colore che dovrà avere la nostra croce (ti consiglio di scegliere il bianco).
Sistema il cubo come in figura (vale a dire con il centro giallo sopra):

Figura 1

Adesso dovrai portare sullo strato superiore i cubetti di spigolo contenenti il colore bianco, con
il bianco che dovrà essere presente sulla faccia superiore del cubo, così:

Figura 2

Non ci sono algoritmi da sapere in questa fase: devi solo provare andando per logica.

Esempio
Se ad esempio ti trovassi in questo caso:

Figura 3

e provassi a portare sullo strato superiore il cubetto che vedi in basso nella figura 3,
noteresti che non riusciresti a pervenire direttamente alla figura 2. Sistema quindi il cubo
ponendo la faccia F davanti ai tuoi occhi ed effettua la sequenza di mosse:

F’ U’ R

Sei tornata al caso di figura 2.

Ora, per comporre la croce bianca, scegli uno dei quattro cubetti di spigolo che hai portato
sullo strato superiore (cioè uno dei quattro di figura 2). Dovrai ruotare lo strato superiore in
modo da accoppiare il colore laterale di questo cubetto di spigolo con il colore centrale di una
delle quattro facce laterali:

3
Figura 4

e poi portare questo spigolo in basso, sullo strato inferiore:

Figura 5

Se ora osservi la faccia inferiore del cubo, noterai che hai posizionato correttamente il cubetto
di spigolo (in figura 5, lo spigolo bianco-blu).
Dovrai ripetere questi passaggi anche per gli altri tre cubetti di spigolo, al termine dei quali
avrai la tua croce bianca formatasi sulla faccia inferiore del cubo, con i colori laterali degli
spigoli accoppiati ai colori dei centri delle facce laterali.

Ben fatto!
Vediamo adesso come sistemare gli angoli sullo strato inferiore.

Sistemare gli angoli sul primo strato


In questa fase utilizzeremo la SEXY MOVE (ricordi?).
La SEXY MOVE è questa:

R U R’ U’
Mantieni il cubo lasciando la croce sulla faccia inferiore.
Cerca un cubetto d’angolo sullo strato superiore che abbia il colore bianco (lo stesso della croce
che hai formato in precedenza) e ruota lo strato superiore in modo da portare il suddetto
angolo sopra il punto in cui deve stare (osserva la freccia in figura 6):

Figura 6

Non importa come sono orientati i colori su questo cubetto d’angolo: ciò che conta è che,
mantenendo il cubo come in figura 6 ed effettuando un numero dispari di SEXY MOVE, l’angolo
si sistemerà da solo. Bello, vero?
Dovrai ripetere questa operazione per i restanti tre angoli dotati di un colore bianco sui suoi
tasselli.
Se un cubetto d’angolo si trova nello strato inferiore, tiralo su effettuando semplicemente una
SEXY MOVE, riguadagnando così il caso di figura 6.

4
Secondo strato
Ora viene la parte interessante. Ti starai chiedendo: come inserisco gli spigoli nel secondo
strato (lo strato centrale)?
Qui ci vengono in aiuto alcune variazioni della SEXY MOVE. Sembrano complicate, ma in realtà
si tratta sempre della stessa mossa specchiata o invertita rispetto alla SEXY MOVE.
Vediamole (i disegni rappresentano per ogni algoritmo le mosse che devi effettuare):

1) SEXY MOVE: R U R’ U’

È la mossa base

2) SEXY MOVE inversa: U R U’ R’

È l’inverso della SEXY MOVE

3) L-SEXY MOVE: L’ U’ L U

È la stessa della SEXY MOVE ma “specchiata”, vale a dire eseguita sul lato sinistro del
cubo

4) L-SEXY MOVE inversa: U’ L’ U L

È l’inverso della L-SEXY MOVE

Non spaventarti: come detto si tratta sempre della stessa mossa specchiata o invertita rispetto
alla SEXY MOVE.

Per inserire gli spigoli nello strato centrale, muovendo opportunamente lo strato superiore
dovrai ricondurti a uno di questi due casi:

5
Caso 1: inserimento a destra

Se lo spigolo sullo strato superiore va inserito a destra, esegui una


SEXY MOVE inversa, poi ruota il cubo portando la faccia destra del
cubo di fronte a te ed esegui una L-SEXY MOVE inversa. Lo spigolo
rosso-blu è stato inserito correttamente.

Caso 2: inserimento a sinistra

Se lo spigolo sullo strato superiore va inserito a sinistra, esegui


dapprima una L-SEXY MOVE inversa, poi ruota il cubo portando la
faccia sinistra del cubo di fronte a te ed esegui una SEXY MOVE
inversa. Lo spigolo arancio-blu è stato inserito correttamente.

Se non ci sono spigoli utili sullo strato superiore significa che essi si trovano nello strato
centrale. Per poter operare, però, hai bisogno di portarli su. Per portare uno spigolo dallo
strato centrale allo strato superiore mantieni lo spigolo di fronte a te, sulla destra, e segui i
passi descritti nel caso 1 (equivalentemente puoi tenere lo spigolo di fronte a te sulla sinistra e
seguire le indicazioni del caso 2). In questo modo hai portato lo spigolo che ti interessa sullo
strato superiore e puoi adesso inserire correttamente lo spigolo nello strato centrale
riconducendoti nuovamente al caso 1 o al caso 2.

Ottimo! Se hai seguito attentamente e con pazienza le istruzioni che ti ho dato, ora dovresti
aver completato i primi due strati del cubo (quello inferiore e quello centrale).
Resta un solo strato da completare. È un po’ più lungo rispetto ai primi due, ma non disperare:
il livello di difficoltà richiesto da qui in avanti è pressoché invariato. Serve solo un po’ di
pazienza.

Terzo e ultimo strato


Come per il metodo Fridrich, anche per il metodo a strati semplificato occorre formare una
croce sull’ultimo strato. Se sei partita dal colore bianco nella prima fase della risoluzione, la
croce che adesso dovrai costrüire sarà di colore giallo.
Divideremo la risoluzione dell’ultimo strato in più passaggi:
 formare la croce gialla
 sistemare correttamente gli spigoli
 posizionare gli angoli
 orientare correttamente gli angoli

N.B: Nelle figure a seguire verrà rappresentata solo la faccia superiore del cubo; tu, però,
dovrai continuare a tenere il cubo con il colore bianco sotto (sulla faccia inferiore) fino a
quando non ti dirò di fare il contrario.

6
Formare la croce gialla sull’ultimo strato
Per formare la croce gialla sullo strato superiore si usa sempre lo stesso algoritmo, ma va
ripetuto più volte in base alla situazione che abbiamo di fronte.
Attieniti alle seguenti figure:

[1] [2] [3] [4]

L’algoritmo da utilizzare è il seguente:

F (R U R’ U’) F’
Come vedi, è una modifica della SEXY MOVE.
F viene detta mossa di setup e serve a mettere al riparo i primi due strati; F’ viene detta
mossa di anti-setup ed è necessaria per poter attuare la modifica della mossa base.
In sostanza, se ti trovi in [1] dovrai applicare l’algoritmo 3 volte; se ti trovi in [2] dovrai
ripeterlo 2 volte; se sei in [3] dovrai applicarlo una sola volta (mantenendo ogni volta il cubo
come suggerito dalla figura). Al termine perverrai alla configurazione [4].

Sistemare correttamente gli spigoli


Dobbiamo ora fare in modo che questa sia una croce fatta bene, ovvero che gli spigoli dello
strato superiore siano messi bene con i centri sottostanti. Prova a ruotare lo strato superiore:
molto probabilmente gli spigoli non saranno tutti ben posizionati. Magari ne avrai uno o due
posizionati correttamente, ma non tutti. Se però hai già tutti gli spigoli al loro posto, allora
passa direttamente alla fase successiva, altrimenti continua a leggere.
Anche qui c’è un solo algoritmo da utilizzare e va utilizzato una o più volte in base alla
situazione in cui ci troviamo.
Lo schema da seguire è questo:

[1] [2] [3] [4]

dove le frecce in grassetto indicano i movimenti che devono subire gli spigoli per potersi
posizionare correttamente.
L’algoritmo è questo:

SEXY MOVE
L-SEXY MOVE
SEXY MOVE inversa
L-SEXY MOVE inversa
Se ti trovi in [1], applicando l’algoritmo finirai in [2]; da qui, effettuando U (ruotare lo strato
superiore del cubo di 90° in senso orario) finirai in [3]; da qui, applicando l’algoritmo finirai in
[4], situazione nella quale tutti gli spigoli sono sistemati correttamente.

7
Posizionare gli angoli
Bene, sei a buon punto!
Come puoi vedere sei più vicina alla risoluzione del cubo, ma c’è ancora qualcosa da fare.
Quello che resta da fare è mettere a posto gli angoli. Questi vanno prima posizionati (cioè
messi nel punto in cui devono stare) e poi orientati correttamente. Per il momento vediamo
come mettere gli angoli nel posto in cui devono stare.
Dobbiamo osservare se c’è un angolo dello strato superiore che va bene lì dov’è. Non importa
come sono disposti i suoi colori: basta che sia chiaro che il cubetto d’angolo dovrà andare nel
punto in cui si trova ora. Mi raccomando: NON RUOTARE LO STRATO SUPERIORE! Osserva solo
il cubo e basta.
Se nessun angolo è nel posto in cui deve stare, effettua direttamente l’algoritmo che vedi
sotto: un angolo finirà sicuramente nel posto in cui deve stare.
Quando trovi un angolo sullo strato superiore che si trova nella posizione giusta, allora tienilo
(sempre sullo strato superiore) di fronte a te, sulla sinistra, ed effettua il seguente algoritmo:

R U’ L’ U R’ U’ L U
Sembra difficile, ma non lo è affatto.
Puoi memorizzarlo ricordando la seguente filastrocca:
R U’ L’ U R’ U’ L U
alto-destra-alto-sinistra; basso-destra-basso-sinistra.

Come vedi, lo strato superiore va avanti e indietro (destra-sinistra-destra-sinistra), mentre i


lati destro e sinistro vengono prima alzati, uno alla volta, e poi abbassati, sempre uno alla
volta (alto-alto-basso-basso).
Nel caso l’algoritmo non metta subito gli angoli nel posto in cui devono stare, basta eseguirlo
una seconda volta (tenendo sempre l’angolo posizionato correttamente di fronte a te, sulla
sinistra).

Ora hai tutti e quattro gli angoli nella posizione giusta: basterà solo ruotarli sul posto in modo
da orientare correttamente i loro colori e poter così finalmente risolvere il cubo. Questo sarà il
compito della prossima fase.

Orientare correttamente gli angoli


Orientare correttamente gli angoli significa ruotarli sul posto in modo da orientare
correttamente i loro colori rispetto allo schema di colori prefissato del cubo.
Sembra incredibile, ma anche in questa fase ricorreremo alla famigerata SEXY MOVE.

Prima di tutto occorre girare il cubo sottosopra, portando il


colore giallo sulla faccia inferiore e il colore bianco della croce
originaria sulla faccia superiore (come in figura).
Adesso viene la parte delicata: bisogna orientare il cubo mettendo
nella posizione indicata dalla X il primo angolo da sistemare. Da qui in
avanti è necessario tenere il cubo fermo, cioè sempre nella stessa
posizione. Inizia quindi col primo angolo di fronte a te, in basso a
X destra, e ripeti la SEXY MOVE più volte finché i suoi colori non si
dispongono correttamente. Il resto del cubo verrà scombinato ma a
te non interessa: l’importante è che tu tenga sott’occhio il cubetto
nella posizione indicata dalla X. Quando il cubetto in X sarà orientato correttamente, dovrai
passare al cubetto successivo.
Tenendo sempre fermo il cubo (mi raccomando!), ruota lo strato inferiore fino a portare in X il
prossimo cubetto da mettere a posto. Ora, come prima, ripeti più volte la SEXY MOVE fino a
quando i colori del cubetto presente in X non si dispongono correttamente nella posizione
indicata dalla X.
Continua così per tutti gli angoli dello strato inferiore che occorre sistemare.
Ruota infine lo strato inferiore... et voilà! Il cubo è finalmente risolto! Evviva!

8
Compendio
Questo metodo di risoluzione del cubo è poco efficiente in termini di velocità di risoluzione ma
è particolarmente adatto a chi si approccia a risolvere il cubo di Rubik per la prima volta,
poiché fa uso sempre degli stessi algoritmi che si ripetono, seppur in salse leggermente
diverse, lungo tutta la risoluzione. La SEXY MOVE inversa, la L-SEXY MOVE e la L-SEXY MOVE
inversa sembrano mosse tutte differenti tra loro, ma in realtà si tratta sempre della stessa
mossa ma specchiata o invertita rispetto alla SEXY MOVE.
Un algoritmo ulteriore (R U’ L’ U R’ U’ L U) è stato introdotto per velocizzare la fase di
posizionamento degli angoli. Esso ha come effetto quello di ruotare tra loro i tre spigoli che si
trovano fuori posto in senso antiorario.
Formare la croce bianca sul primo strato è la parte più facile. Non ci sono algoritmi da sapere
in questa fase: bisogna solo provare e ragionare su come unire il colore bianco dei quattro
spigoli con il cubetto centrale di colore giallo. Puoi anche formare direttamente la croce bianca,
se vuoi, verificando che i colori laterali degli spigoli della croce bianca siano accoppiati con i
colori dei centri delle facce laterali.
L’ultima fase (orientare correttamente gli angoli) è la più delicata: le SEXY MOVE vanno
completate per intero e il cubo va sempre tenuto fermo.

Curiosità
1) Effettuare 6 SEXY MOVE riporta il cubo nella sua configurazione di partenza, così come
effettuare 6 SEXY MOVE inverse, 6 L-SEXY MOVE o 6 L-SEXY MOVE inverse
2) 5 SEXY MOVE equivalgono a 1 SEXY MOVE inversa, così come 5 L-SEXY MOVE
equivalgono a 1 L-SEXY MOVE inversa