Sei sulla pagina 1di 64

Polimeri semicristallini

CRISTALLIZZABILITA` dei POLIMERI


e' necessaria una certa
FASE CRISTALLINA = struttura ordinata regolarita' della molecola
CRISTALLIZZABILITA` dei POLIMERI
e' necessaria una certa
FASE CRISTALLINA = struttura ordinata regolarita' della molecola

successione regolare
costituzione di atomi e legami
lungo la catena

Polietilene Poliossimetilene
H H H H H H H
O O
H H H H H H H
CRISTALLIZZABILITA` dei POLIMERI
e' necessaria una certa
FASE CRISTALLINA = struttura ordinata regolarita' della molecola

disposizione regolare di atomi


configurazione o gruppi atomici nello spazio

Polipropilene
H CH3 H CH3 H CH3 H CH3 H
successione regolare
costituzione di atomi e legami H H H H H H H H H
lungo la catena
isotattico
Polietilene Poliossimetilene H CH3 H H H CH3 H H H
H H H H H H H
O O H H H CH3 H H H CH3 H
H H H H H H H
sindiotattico
FATTORE ESEMPIO MOTIVO
polipropilene atattico
(aPP) irregolarita' di:
FATTORI CHE mancanza di configurazione
H CH3 H CH3 H H
OSTACOLANO LA stereoregolarita'
H CH3

CRISTALLIZZAZIONE H H H H H CH3 H H
FATTORE ESEMPIO MOTIVO
polipropilene atattico
(aPP) irregolarita' di:
mancanza di H CH3 H CH3 H H H CH3
configurazione
stereoregolarita'
H H H H H CH3 H H

polietilene ramificato
FATTORI CHE (LDPE) irregolarita' di
OSTACOLANO LA ramificazioni costituzione e
CRISTALLIZZAZIONE delle catene configurazione
FATTORE ESEMPIO MOTIVO
polipropilene atattico
(aPP) irregolarita' di:
mancanza di H CH3 H CH3 H H H CH3
configurazione
stereoregolarita'
H H H H H CH3 H H

polietilene ramificato
FATTORI CHE (LDPE) irregolarita' di
OSTACOLANO LA ramificazioni costituzione e
CRISTALLIZZAZIONE delle catene configurazione

PE AAAAAA
monomeri PP BBBBBB
irregolarita' di
diversi
(copolimero gomma etilene-propilene costituzione
(EPR)
statistico)
ABBAAABABBB
POLIETILENE (PE) prezzo ≈ 1€/kg

H H

C C
n
H H Principali caratteristiche:

. ottima resistenza agli agenti chimici


- rigonfiato da benzene e tetracloruro di carbonio
che sono solventi a T > 60°C
- basso assorbimento di umidità
- fa stress crazing in presenza di detergenti

. sensibile ai raggi UV e all'ossigeno


- degrada sia per formazione di radicali e successiva
ricombinazione (ramificazione e reticolazione) sia per
scissione di catena

. ottime proprietà elettriche


- apolare (ε' ed ε" bassi)
POLIETILENE (PE)

I diversi tipi di polietilene industriali si differenziano per:


. la linearità delle catene (presenza o meno di ramificazioni)

grado di cristallinità (valutato nei bolletini dalla densità)


ρ = V ρc + (1-V) ρa
ρc = densità della fase cristallina = 1 g/cm3
ρa = densità della fase amorfa = 0.854 g/cm3

V = frazione volumetrica di fase cristallina

. la lunghezza delle catene (massa molecolare e distribuzione di masse molecolari)

fluidità del materiale (valutata nei bollettinidall'indice di fluidità, MFI)


MFI ÷ 1 / η η÷M
POLIETILENE

100

90
cristallinità (%)

80

70

60

50

40

30

20
0,880 0,890 0,900 0,910 0,920 0,930 0,940 0,950 0,960

densità (g/cm3)
PE - TIPI :

LDPE (1933) HDPE (1953) LLDPE (1977)

- Omopolimero - Omopolimero oppure - Copolimeri di etilene con diversi


copolimero con piccole quantità comonomeri ((butene, esene, ottene...)
- Molto ramificato: ramificazioni di comonomero
sia lunghe che corte - Essenzialmente lineare con numerose
- Essenzialmente lineare con ramificazioni corte
- Processi: alta temperatura poche ramificazioni corte
(80 - 300°C) e alta pressione - Processi: temperature e pressioni basse
(1000 - 3000 atm) - Processi: temperature e pressioni
basse - Catalizzatori: stereospecifici
- Densità: 0.915 - 0.935 g/cm3 o metallocenici.
- Catalizzatori: stereospecifici.
- Tm = 105 - 115 °C - Densità: 0.900 - 0.930 g/cm3
- Densità: 0.935 - 0.970 g/cm3
- Tm = 100 - 130 °C
- Tm = 120 - 136 °C
POLIETILENE

Effetto del numero


e della lunghezza delle ramificazioni
sul grado di critallinità
0.970
HDPE
per stampaggio
HDPE per HDPE
0.960 soffiaggio per tubi
per iniezione
e
lastre

densita' (g/cm3)
% di cris tallinita'
HDPE
0.950 per film

MDPE
0.940 per stampaggio
MDPE LLDPE
per tubi per iniezione
per film
e lastre
0.930
area in sviluppo stampaggio
rotazionale LLDPE
LLDPE
per stampaggio
0.920 per film
per iniezione

0.01 0.1 1.0 10 100

indice di fluidita', MFI (g/10 min)


massa molecolare

la densita' e' proporzionale alla percentuale di cristallinita'

l'indice di fluidita' e' inversamente proporzionale alla massa molecolare


POLIETILENE: TRANSIZIONI
volume specifico (cm3/g)

13
LDPE
α α'
12 (ρ = 0.918 g/cm3)

tan δ
HDPE β
11 (ρ = 0.95 g/cm3) γ
LDPE
HDPE
10
-40 0 40 80 120 140 -100 0 100
temperatura (°C) temperatura (°C)
POLIETILENE: TRANSIZIONI
volume specifico (cm3/g)

13
LDPE
α α'
12 (ρ = 0.918 g/cm3)

tan δ
HDPE β
11 (ρ = 0.95 g/cm3) γ
LDPE
HDPE
10
-40 0 40 80 120 140 -100 0 100
temperatura (°C) temperatura (°C)
POLIETILENE

10 10
% cristallinita'
modulo di Young, E (Pa)

ρ = 0.957 g/cm3 30
10 9

sforzo, σ (MPa)
ρ = 0.965 g/cm3
10 8 ρ = 0.944 g/cm3 20
ρ = 0.938 g/cm3

ρ = 0.918 g/cm3
10 7 10

10 6
0
Tamb 0 200 400 600 800

10 5 deformazione, ε (%)
-200 -150 -100 -50 0 50 100 150

temperatura (oC)
CREEP

curve isocrone

23°C 40°C 65°C


CREEP

curve isocrone

23°C 40°C 65°C


Frattura tubi

I ductile tearing

II brittle: slow crack growth

ballooning
hairline cracking

III brittle fracture:


molecular degradation
multiple cracks
ductile

brittle

example: PE100 (HP-0155) (www.bodycotepolymer.com)


extrapolation using ISO 9080
frattura e tie molecules

frattura duttile per creep


(sforzi alti - tempi brevi)

stadio iniziale della deformazione

frattura fragile per creep


Lustiger&Markham Polymer 1983 (sforzi bassi - tempi lunghi)
poche “tie molecules” frattura fragile

molte “tie molecules” frattura duttile

Molte tie moelcules meno cristallo materiale più duttile ma meno rigido

Effetto dei parametri molecolari:

PM tie molecules più numerose con più agganciamenti (entanglements)

contenuto di comonomero il numero e la lunghezza dei rami determina la


(rami corti) cristallinità e quindi le tie molecules

cristallinità > cristallinità < numero di tie molecules


POLIETILENE
Il comportamento a frattura dipende dalle "tie molecules"

densità di ramificazione

δ0
PE Settori applicativi :

LDPE HDPE LLDPE

Film Blow Moulding Film


- per imballaggio - contenitori (bottiglie, taniche...) - per rimballaggio
(sacchetti, alimentare, ...) (da filmatura in bolla e a
- per agricoltura Stampaggio rotazionale testa piana (strech film)
(ricoperetura serre, pacciamatura) - contenitori di elevato volume
(canestri, serbatoi ...) Stampaggio rotazionale
Tubi - contenitori di elevato volume
- soprattutto per irrigazione Stampaggio per iniezione
- giocattoli e casalinghi ... Spesso in miscela con LDPE
Stampaggio per iniezione
- giocattoli e casalinghi Tubi
- trasporto acqua e gas in pressione
Ricopertura cavi elettrici
Film
Coating
POLIETILENE SETTORI APPLICATIVI

LDPE HDPE
rivestimento
cavi elettrici altro
altro casalinghi
tubazioni manufatti
e profili stampati
manufatti
stampati
casse
rivestimento e scatole
cavi elettrici

agricoltura tubazioni
e costruzioni e profili contenitori
film per (flaconi, serbatoi)
imballaggio
film per
imballaggio
TUBAZIONI E RACCORDI

RICOPERTURA CAVI

PARACARRO

CONTENITORI/SERBATOI

VASI
ARREDAMENTO /divano

Bin Bin John Brauer

Essey
Sgabello in polietilene.
Adatto anche per 2004
esterni. Designer:
Matteo Thun. AZIENDA: A wastebasket with
Magis an identity all its own;
Bin Bin looks exactly
like the contents it is
designed to contain,
crushed paper.

High Density Polyethylene (HDPE)

Bubble Club, realizzato in polietilene 310x310mm


Sedia per bambini in colorato in massa, è il primo interprete
polietilene stampato in di un nuovo concetto di complemento
designer: Philippe Starck
rotational moulding. d’arredo: il divano industriale,
Adatta anche per interamente in materiale plastico.
esterni. Dimesioni: cm Tecnologia e ricerca hanno consentito, a
49 largh x 55h x 36 Kartell in esclusiva, di produrre in serie
largh. Disponibile nei ciò che è sempre stato realizzato
colori: rosso, verde, artigianalmente. Bubble Club è un
giallo, bianco. Designer: divano a due posti major caratterizzato
Javier Mariscal. Me too da una linea morbida dei braccioli in
collection. Azienda:MAGIS. contrasto con quella più essenziale e
razionale dello schienale. Insieme alla
poltrona e al tavolino, realizzati nelle
stesse finiture e colori, Bubble Club è Vaso bifronte “Serralunga”
panca “Serralunga” oggi una vera e propria famiglia, un
“salotto industriale”. Grazie
all’eccezionale resistenza ad agenti
atmosferici, tutti e tre i componenti
della linea Bubble vivono perfettamente
all’esterno. Terrazze, giardini e piscine
avranno nuovi protagonisti d’eccezione.
Il design ed i colori alla moda
consentono a questa famiglia di inserirsi
anche in loft, open space e studi
professionali o di arredare spazi
collettivi, sale d’aspetto e luoghi pubblici
indoor o outdoor.
POLIPROPILENE (PP)

H H Tg = -10 oC
C C Tm = 165 oC
n
H H C H ρ = 0.90 - 0.91 g/cm3
H

Principali caratteristiche:

. ottima resistenza agli agenti chimici


. sensibile ai raggi UV
. a T in trazione snerva per scorrimento (tenace), a bassa
amb
temperatura infragilisce
POLIPROPILENE
I diversi tipi di polipropileni commerciali differiscono per:
- la regolarita' delle catene - la lunghezza delle catene
puo' essere controllata: (massa molecolare)

inserendo nelle catene


variando il grado
un comonomero
di isotatticita'
(generalmente 1 - 4 % di etilene)
% cristallinità

mero
omopoli etilene)
wt%
ero ra ndom (1
copolim
etilene)
(2 wt%
etilene)
(3 wt%
etilene)
(4 wt%
etilene)
(5 wt%
etilene)
(6 wt%

massa molecolare
POLIPROPILENE

10 10
modulo di Young, E (Pa)

40
10 9

sforzo, σ (MPa)
30
8
10
20
10 7

10 6 10

10 5 Tamb 0
0 200 400 600

10 4 deformazione, ε (%)
-200 -100 0 100 200
temperatura, T (oC)
POLIPROPILENE
CREEP
CURVE ISOCRONE

23°C 65°C 110°C


sforzo (MPa)

PE 102 h

PE 102 h

deformazione (%)
10 10

10 9
modulo elastico, E (Pa) PP
10 8

10 7
HDPE

10 6

5 Tamb LDPE
10

10 4
-200 -100 0 100 200
temperatura, T (oC)
POLIPROPILENE
SETTORI APPLICATIVI
auto: paraurti, plance ...
elettrodomestici: vasche lavatrice (rinforzato),
accessori vari ...
imballaggio: film, contenitori, bottiglie ...
fibre: tappeti, tessuti ...
TUBAZIONI E RACCORDI

PROFILATI

COPERTURE

SIMIL-LEGNO

SEDILI PER STADI


Appendiabiti da muro.
Anno di produzione: 2001.
GLOBO Materiali: polipropilene stampato in air
moulding.
Gancio in acciaio inossidabile.

designer: Philippe Starck


Sedia con braccioli Dr.Glob è nata dall’idea di riunire
impilabile. Anno di materiali diversi per ottenere una
produzione: 2004. maggiore rigidità strutturale e un designer: Ufficio tecnico Kartell
Materiali: polipropilene innovativo approccio progettuale, Accanto alla tradizionale plastica opaca
caricato di fibra di vetro giocato sul contrasto tra spessore e si propone una plastica trasparente e
stampato ad iniezione leggerezza. La seduta è realizzata con lucida o satinata che valorizza i giochi
uno speciale compound plastico che
standard. Adatta anche di luce anche grazie alla gamma dei
dona alle sedie un aspetto caldo e
per esterni. colori proposta. Tonalità che ricordano
pastoso, opaco e morbido. Le sedie
Designer: Jerszy Dr.Glob sono impilabili in tutte le gli anni ‘60, colori vivaci, lucidi e
Seymour. Azienda: versioni. La famiglia si declina in tre squillanti come il blu cobalto, il giallo e
MAGIS. modelli: Dr.Glob, sedia con schienale in il rosso si affiancano al fumé per
acciaio, Miss Global, che unisce in un ringiovanire con una creativa soluzione
unico elemento portante gambe materica due classici della produzione
anteriori, seduta e schienale; Hi Glob, Kartell.
sgabello a due diverse altezze.

Tiramisù
Scaletta pieghevole
designer: Andries Van Onck

Una funzionale scaletta pieghevole a tre


gradini con finitura antiscivolo. Tiramisù
evidenzia la leggerezza del disegno nella
struttura portante. Le barre curvate
offrono l’appoggio a terra, la maniglia
costituisce un robusto elemento di
appoggio nella salita. Può essere appesa
a muro grazie al design della maniglia.
POLIAMMIDI ( PA - NYLON) €/kg 2,5

PA (m1, m2 + 2) gruppo ammidico PA (m + 1) O


O O
N (CH2) N C (CH2) C N (CH2) C
m1 m2 m n
n
H H H

ρ (g/cm3) Tm (oC) Tg (oC)

PA 6,6 1.14 260


PA 6 1.13 220 60-80 Principali caratteristiche:
PA 11 1.04 195
PA 12 1.02 180
. buona resistenza agli agenti chimici
. buona resistenza all'abrasione
. basso coefficiente d'attrito
. assorbono acqua
. buone proprieta' meccaniche ma molto
dipendenti dal contento di acqua
POLIAMMIDI
temperatura di fusione

ρ (g/cm3) Tm (°C)
PA 6,6 1.14 260
PA 6 1.13 220
PA 11 1.04 195
PA 12 1.03 180
POLIAMMIDI: assorbimento d'acqua

assorbimento d'acqua
(%)
50% U.R saturazione % ammide
PA 6,6 2.5 8.5 38
PA 6 2.7 9.5 38
PA 11 0.8 1.9 23
PA 12 0.7 1.5 22
POLIAMMIDI: assorbimento d'acqua

effetto dell'assorbimento di
acqua sulle transizioni
T(°C) 80 NYLON 6,6
α
40
Tg
0

-40
β
-80

-120
γ Tγ

-160
0 20 40 60 80 100
umidità relativa (%)
Effetto dell'assorbimento d'acqua per PA 6,6
10

8
% acqua assorbita

0
0 20 40 60 80 100

umidita' relativa dell'ambiente (%) 100

80

60

Tg (oC)
40

20

-20
0 20 40 60 80 100

umidita' relativa dell'ambiente (%)


Effetto dell'assorbimento d'acqua per PA 6,6

secco da stampaggio
(0.2 % acqua) Tg = 60 oC
dopo esposizione all'aria con umidita' relativa 50%
(2.5 % acqua) Tg = 20 oC
dopo esposizione all'aria con umidita' relativa 100%
(8.5 % acqua) Tg = -10 oC

10 10 100

Tm = 260oC
Modulo di Young, E (Pa)

10 9 80

sforzo, σ (MPa)
10 8 60

10 7 40

Tamb
10 6 20

10 5 0
-50 0 50 100 150 200 250 0 50 100 150 200 250 300 350

Temperatura (°C) deformazione, ε (%)


PA 6,6

secco da stampaggio
(0.2 % acqua) Tg = 60 oC
POLIETILENE dopo esposizione all'aria con umidita' relativa 50%
(2.5 % acqua) Tg = 20 oC
dopo esposizione all'aria con umidita' relativa 100%
(8.5 % acqua) Tg = -10 oC
100

30
80

sforzo, σ (MPa)
sforzo, σ (MPa)

ρ = 0.965 g/cm3
20 60

ρ = 0.938 g/cm3
40

10
20
ρ = 0.918 g/cm3
0
0 0 50 100 150 200 250 300 350
0 200 400 600 800
deformazione, ε (%)
deformazione, ε (%)
POLIAMMIDI comportamento a frattura
secco da stampaggio

effetto della temperatura

PA 66

PA 66

PA 66

sensibilità all'intaglio
effetto del contenuto di acqua
(stato di sforzo)
PA

isocrone
test a 23°C
dopo stampaggio (secco)

test a 80°C
dopo stampaggio (secco)

test a 23°C
dopo condizionamento a
23°C 50% UR
PA

isocrone
test a 23°C
dopo stampaggio (secco)

test a 80°C
dopo stampaggio (secco)

test a 23°C
dopo condizionamento a
23°C 50% UR
POLIAMMIDI

Settori applicativi:

. film, filato (tessile), monofilo, tubi sottili


. tondo pieno (fino a d=50 cm) per lavorazione all'utensile
. fascette stringicavi
. bottoni
. carcasse per elettrodomestici (anche caricati fibra)
. parti meccaniche
. sottocofano auto
POLIAMMIDI
imballaggio “barriera”
sedie per ufficio
Akulon® Ultraflow™ sets new seating standards Aegis™ barrier nylon resins

The high end Office Seating market demands quality surface finishes as well as Beer & FAB Packaging with Aegis™ OX
durability for seat structure components. Polyamide is generally the preferred barrier nylon resin
Using Aegis™ OX barrier nylon resin in these carbonated
material because it produces aesthetically acceptable parts and has the flexibility applications satisfies the following Critical To Quality
and fatigue resistance required to pass the specified tests. criteria :
Oxygen Barrier
Carbon Dioxide Barrier
Clarity
Recyclability
Ease of Preform Processability
Wide Stretch Blow -Molding Window
Flavor/Odor/Aroma Barrier
Structural Integrity
Delamination Resistance

Juice, Tea, and Condiment Packaging with


Aegis™ HFX barrier nylon resin
Using Aegis™ HFX barrier nylon resin in these non-
carbonated applications satisfies meets the following
Critical To Quality criteria :
Oxygen Barrier
Clarity
Recyclability
Ease of Preform Processability
Wide Stretch Blow -Molding Window
Flavor/Odor/Aroma Barrier
Structural Integrity
Delamination Resistance

Carbonated Soft Drink and Carbonated


sport Water Packaging with Aegis™ CSDE barrier
Akulon gives a good combination of strength and elasticity at low temperature
nylon resin
(down to –30° C). Akulon is also easily colorable for greater consumer appeal.
Using Aegis™ CSDE barrier nylon resin in these
carbonated applications meets the following Critical To
Quality criteria :
Passive Oxygen Barrier
Carbon Dioxide Barrier
Clarity
Recyclability
Ease of Preform Processability
Wide Stretch Blow -Molding Window
Flavor/Odor/Aroma Barrier
Structural Integrity
Delamination Resistance

Stanyl is used in parts that need very high toughness and very high wear resistance.
Arnitel thermoplastic elastomers offer excellent printing on its surface as well as colorability. Arnitel has outperformed
leather and conventional rubbers in many applications in this industry. Its ease of design when compared with leather
and vulcanizable rubbers is an added advantage. Its low temperature toughness makes it the material of choice for
low temperature applications that need flexibility. Arnitel finds acceptability in applications such as in-line skates, in
snow skate -boards as the outer cover laminates, as binding straps for ski boots, and in snowboard boot heels. Arnitel
has also been used as one of the layers in golf balls.
Akulon polyamide is both tough and has very high strength. It is used as studs in boots, as face helmets in football,
snow -mobile bumpers, bicycle parts, etc.

apribottiglie
POLIOSSIMETILENE (POM - resine acetaliche)

O C €/kg 2,8
n
H ρ = 1.42 g/cm3

Tα = -13 oC Tβ = -70 oC

Tm = 175 oC

- degrada per depolimerizzazione


- esistono anche copolimeri con ossido di etilene
con proprietà simili ma migliore resistenza termica
POLIOSSIMETILENE (POM - resine acetaliche)

Principali caratteristiche:
. buona resistenza ai solventi organici
scarsa resistenza ai solventi inorganici
. sensibile ai raggi UV
. basso coefficiente d'attrito
buona resistenza all'usura e all'abrasione
.
.
assorbe poca acqua
{ a 23 oC e 50% UR 0.2%
a 23 oC e 100% UR 0.9%
buone proprieta' meccaniche (rigidita', resistenza, tenacita')
POLIOSSIMETILENE (POM - resine acetaliche)
modulo di Young, E (GPa)

10 11
80
10 10

sforzo, σ (MPa)
60
10 9

40
10 8

10 7 20
Tamb velocita' di spostamento 50mm|min
6
10 0
0 10 20 30 40 50 60

10 5
-100 -50 0 50 100 150 200
deformazione, e (%)
temperatura (°C)
POLIOSSIMETILENE CREEP
CURVE ISOCRONE

sforzo (MPa)

23°C 45°C

85°C 100°C

deformazione (%)
CONFRONTO CURVE ISOCRONE T = 23°C

POLIPROPILENE
POLIAMMIDE POLIOSSIMETILENE
POLIETILENE

dopo stampaggio (secca)


sforzo (MPa)

sforzo (MPa)
PE 102 h

deformazione (%)
POLIOSSIMETILENE

SETTORI APPLICATIVI

auto
elettrodomestici
parti meccaniche
........
POLIETILENTEREFTALATO (PET) POLIBUTILENTEREFTALATO (PBT)
€/kg 1,3 €/kg 2,8
O O O O
Tg = 80 oC
CH2 CH2
Tg = 20 - 50 oC
O C C O (CH2) O C C O
n o 4 n
Tm = 265 C Tm = 230 oC
ρ = 1.38 g/cm3 ρ = 1.31 g/cm3

Principali caratteristiche e settori applicativi: Principali caratteristiche e settori applicativi:


. Non cristallizza facilmente se raffreddato . Cristallizza facilmente, viene utilizzato
velocemente tal quale o rinforzato con fibre per
. Utilizzato soprattutto per realizzare:
realizzare articoli tecnici

- fibre
- film
- bottiglie (e' impermeabile alla CO2)
in queste applicazioni il materiale viene orientato e
questa operazione facilita la cristallizzazione e
conferisce al materiale particolari prestazioni.
. Si realizzano anche manufatti tecnici stampati
per iniezione, ma in queste applicazioni il PET
viene rinforzato con fibre
POLIETILENTEREFTALATO (PET) POLIBUTILENTEREFTALATO (PBT)

10 10
PET
10 9
modulo di Young, E (Pa)
PBT
10 8

10 7
Tamb
10 6

10 5
-100 0 100 200 300
temperatura (oC)
Bottiglie di PET ottenute per
iniezione + stiro/soffiaggio

pareti della bottiglia collo della bottiglia


POLIETILENTERFTALATO POLIBUTILENTERFTALATO

SETTORI APPLICATIVI
PET + FV PBT con/senza FV
POLITETRAFLUOROETILENE (PTFE)

F F
€/kg 5 - 15
C C
n ρ = 2.1 - 2.3 g/cm3
F F
fase cristallina

fase amorfa

mobilità 6 - 13 gruppi CF - 97 °C
Transizioni della fase amorfa transizione vetrosa 127 °C

Transizioni della fase cristallina

Fusione

Transizione
solido-solido

transizione solido solido 19 e 30°C

Tm = 330 oC
Principali caratteristiche:

. ottima resistenza termica . proprieta' meccaniche non eccezionali


. ottima resistenza agli agenti chimici . scarsa resistenza all’usura
. ottima resistenza agli agenti atmosferici . difficile da trasformare (alta massa molecolare)
. ottime proprieta' elettriche
. bassissimo coefficiente d'attrito
. antiaderente
POLITETRAFLUOROETILENE (PTFE)

40
-40 oC
-20 oC

30
0 oC

sforzo, σ (MPa)
modulo di Young, E (Pa)

1010

20 25 oC
109

108
50 oC
107 10
Tamb 100 oC
106 150 oC
200 oC
105 0
-200 -100 0 100 200 300 0 100 200 300 400
temperatura, T (oC) deformazione, ε (%)
POLITETRAFLUOROETILENE

SETTORI APPLICATIVI
- guarnizioni, parti di valvole, pompe, attrezzatura
per laboratorio da utilizzare ad alte temperature e/o
in ambienti aggressivi.
- ricopertura cavi elettrici da utilizzare ad alte
temperature e/o in ambienti aggressivi.
- come antiaderente
PE PP PA POM PET PBT PTFE
Poli- Poli- Poliammidi Poli- Polietilen- Polibutilen- Poli-
etilene propilene PA6 PA66 ossimetilene tereftalato tereftalato tetrafluoroetilene

Tg ( oC) -100 -10 60 60 -70 80 30 –


Temperatura
o
caratteristiche Tm ( C) 110
165 220 260 175 265 230 330
135
modulo 0.2
(GPa) 2 2.8 3.0 3.2 2.8 2.1 0.5
Proprieta` 1.4
meccaniche resistenza 8
(MPa) 35 45* 60* 72 55 55 10
25
resistenza ottima ottima buona buona buona buona ottima
Durabilita` chimica
resistenza scarsa molto discreta scarsa buona ottima

raggi UV scarsa
Assorbe acqua Puo` degradare Impermeabile Antiaderente
con termicamente alla CO2. Usato basso attrito.
Altro – – diminuzione durante la per film, fibre e – Difficolta’ di
della Tg trasformazione bottiglie trasformazione

Prezzo €/kg 1 1 2.5 2.8 1.3 2.8 12


* 50% UR
I dati riportati in tabella sono valori medi delle proprieta` considerate