Sei sulla pagina 1di 4

Mi dispiace

Laura Pausini
Mamma ho sognato che bussavi alla mia porta
E un po´ smarrita নননন ti toglievi I tuoi occhiali
Ma per vedermi meglio e per la prima volta
Sentivo che sentivi che non siamo uguali
Ed abbracciandomi ti sei meravigliata ননননননন
Che fossi così triste e non trovassi pace
Da quanto tempo non ti avevo più abbracciata
E in quel silenzio ho detto piano mi dispiace
Però è bastato quel rumore per svegliarmi
Per farmi piangere e per farmi ritornare
Alla mia infanzia a tutti quei perduti giorni
Dove d´estate il cielo diventava নননন ননন mare
Ed io con le mie vecchie bambole ascoltavo
Le fiabe che tu raccontavi a bassa voce
E quando tra le tue braccia io mi addormentavo
Senza sapere ancora di essere felice
Ma a sedici anni io però sono cambiata
E com´ero veramente adesso mi vedevo
E mi senti ad un tratto নননন sola e disperata
Perché non ero più la figlia che volevo
Ed è finita li la nostra confidenza ননননননন
Quel piccolo parlare che era un grande aiuto
Io mi nascosi in una gelida নননননননননন impazienza নননননননন
E tu avrai rimpianto নন:ন নননননন il figlio che non hai avuto
Ormai passavo tutto il tempo fuori casa
Non sopportavo ননন নননন le tue prediche ননননন per nulla
E incominciai নননন নননন a diventare anche gelosa
Perché eri grande irraggiungibile ননননন e più bella
Mi regalai così ad un sogno di passaggio
Buttai il mio cuore in mare dentro una bottiglia
E persi la memoria mancando di coraggio
Perché mi vergognavo di essere tua figlia
Ma tu non bussi alla mia porta e inutilmente
Ho fatto un sogno che non posso realizzare
Perché ho il pensiero troppo pieno del mio niente
Perché l´orgoglio নননন non mi vuole perdonare
Poi se bussassi alla mia porta per davvero
Non riuscirei nemmeno a dirti una parola
Mi parleresti col tuo sguardo নননননন un po´ severo ননননন
Ed io mi sentirei un´altra volta sola
Perciò ti ho scritto questa lettera confusa ননননননননন
Per ritrovare almeno in me un po´ di pace
E non per chiederti tardivamente scusa
Ma per riuscire a dirti mamma mi dispiace
Non è più vero che di te io mi vergogno
E la mia anima lo sento ti assomiglia
Aspetterò pazientemente un altro sogno
Ti voglio bene mamma scrivimi tua figlia
Due innamorati come noi

Parolacce ed espressioni volgari in


italiano! (con alternativa cortese)
By LearnAmo in intermedio on aprile 27, 2018.

Dopo aver ricevuto varie email e messaggi dai nostri studenti, abbiamo deciso di
parlare delle parolacce in italiano! Dobbiamo ammettere che ci siamo divertiti parecchio
durante le riprese di questa lezione, quindi speriamo che vi piaccia! Continuando a
leggere troverete alcune parolacce che abbiamo preferito non usare nel video e anche

alcuni esercizi!

Parolacce ed espressioni volgari in italiano

Merda! = indica che qualcosa va storto


Sinonimo più cortese = Accidenti!
Es:
Merda! Ho dimenticato le chiavi in casa!
Accidenti! Ho dimenticato le chiavi in casa!

Che palle! = indica che qualcosa ci infastidisce o ci annoia


Sinonimo più cortese = Che noia!
Es:
Che palle la lezione di geografia!
Che noia la lezione di geografia!

Che culo! = indica che qualcuno è stato fortunato


Sinonimo più cortese = Che fortuna!
Es:
Francesco ha trovato una fidanzata bellissima! Che culo!
Francesco ha trovato una fidanzata bellissima! Che fortuna!

Rompipalle = indica una persona che vi dà fastidio, vi irrita


Sinonimo più cortese = Rompiscatole
Es:
Mio fratello è un vero rompipalle! Mi fa sempre gli scherzi!
Mio fratello è un vero rompiscatole! Mi fa sempre gli scherzi!

Fa cagare = indica che qualcosa non vi piace


Sinonimo più cortese = fa schifo, è brutto
Es:
Questo piatto fa cagare! Non è stato cucinato da uno chef!
Questo piatto fa schifo! Non è stato cucinato da uno chef!

Cazzata = indica qualcosa di stupido o una bugia


Sinonimo più cortese = stupidaggine, bugia, fesseria, sciocchezza
Es:
Giuseppe ha fatto una cazzata: ha guidato senza mettere la cintura!
Giuseppe ha fatto una stupidaggine: ha guidato senza mettere la cintura!

Cazzo = letteralmente, apparato genitale maschile. È usata molto frequentemente dagli


italiani, sia come imprecazione, esclamazione (proprio come “Merda!” ma ancora più
forte), sia per dare enfasi a qualcosa all’interno della frase
Sinonimo più cortese = cavolo
Es:
Cazzo! Non ricordo dove ho parcheggiato!
Cavolo! Non ricordo dove ho parcheggiato!

Voglio quel cazzo di quaderno!


Voglio quel cavolo di quaderno!

Coglione = insulto rivolto a qualcuno che non capisce immediatamente o che ci dà


fastidio o che agisce in maniera insensata
Sinonimo più cortese = idiota, cretino, stupido
Es:
Ancora non hai capito quello che voglio dire? Ma sei coglione?
Ancora non hai capito quello che voglio dire? Ma sei idiota?

Vaffanculo / Va’ a cagare = usato per invitare qualcuno a smettere di fare qualcosa o
ad andarsene
Sinonimo più cortese = vai a quel paese!
Es:
Mi stai dicendo che non hai fatto quello che ti ho chiesto? Ma vaffanculo!
Mi stai dicendo che non hai fatto quello che ti ho chiesto? Ma vai a quel paese!

Puttana / Troia = letteralmente, prostituta. Usato per offendere una donna che è vista
come traditrice o dai facili costumi
Sinonimo più cortese = buona donna, prostituta
Es:
Che puttana! Mi ha tradito con il suo capo!
Che buona donna! Mi ha tradito con il suo capo!

Scopare = avere un rapporto sessuale con qualcuno


Sinonimo più cortese = fare l’amore
Es:
Mio fratello ha scopato con la sua migliore amica.
Mio fratello ha fatto l’amore con la sua migliore amica.

Stronzo = insulto rivolto a una persona malvagia e spregevole


Sinonimo più cortese = cattivo, malvagio, insensibile
Es:
Sei uno stronzo! Non mi hai aiutato quando ne ho avuto bisogno!
Sei un insensibile! Non mi hai aiutato quando ne ho avuto bisogno!

Vediamo se hai appreso i contenuti di questa lezione! Prova a fare gli esercizi!