Sei sulla pagina 1di 4

Esercizi sulla Dinamica di Sistemi a Parametri Concentrati

Esercizio N.1
Si consideri il CSTR di volume V schematizzato in Figura 1, al quale viene alimentata una corrente di liquido F0 con
concentrazione CA0 di una specie A. Al suo interno avviene la reazione isoterma del primo ordine AB. Nell'ipotesi in
cui la portata, F, in uscita sia costante, fornire:
a) il modello matematico per lo studio della dinamica del sistema;
b) il valore delle variabili allo stazionario;
c) le funzioni di trasferimento in forma canonica e numerica;
d) la risposta CA(t) (espressione ed andamento quantitativo con caratteristiche salienti) se F0 aumenta con uno
step di ampiezza 10 rispetto al suo valore stazionario.
e) le istruzioni Matlab necessarie ad ottenere la risposta del punto d) (inclusa la definizione della funzione di
trasferimento e della sollecitazione).
F0, CA0
Fig. 1
Dati
CA0s=100kmol/m3 V
F=0.25m3/s k
Vs=20m3 AB F,CA,CB
k= 0.05 s-1

***********************************************************************************************

Esercizio N.2
Si consideri il CSTR di volume costante V schematizzato in Figura 1, al quale vengono alimentate due correnti di
liquido (proprietà costanti) con portate F1 e F2 e temperatura T01 e T02 rispettivamente. La corrente F1 contiene la specie
reagente A in concentrazione CA0, mentre la corrente F2 non contiene reagenti. Nel reattore avviene la reazione
esotermica AB con cinetica del tipo r=-kCAT. La portata, F, in uscita attraversa un tubo che introduce un ritardo al
trasporto, d, non trascurabile. Fornire:
a) il modello matematico per lo studio della dinamica;
b) le costanti di tempo effettive;
c) le funzioni di trasferimento in forma canonica e numerica;
d) la risposta T2(t) (espressione ed andamento quantitativo con caratteristiche salienti) se CA0 viene aumentata con
uno step fino a 2020kmol/m3, lasciata a tale valore per 120s e poi riportata (step) al valore stazionario (valori
allo stazionario delle variabili di output forniti nei dati).
F1,T01,CA0 F2,T02
Dati CA1s=123kmol/m3
CA0s=2000kmol/m3 T1s=416K Fig. 1
F1=0.35m /s3 =1000kg/m 3

F2=0.75m3/s Cp=1kcal/kgK V
V=11m 3  =10s
D
AB F,T1 T2
k= 0.001 1/sK
|Hr|=200kcal/kmol D
CA1 CA2

************************************************************************************************
Esercizio N.3
Si consideri il sistema schematizzato in Figura 1 costituito da due scambiatori di calore a perfetta miscelazione, posti a
contatto tra loro con superficie e coefficiente di scambio termico A e U rispettivamente. Al primo scambiatore viene
alimentata una corrente di liquido con portata F0 e temperatura T0 e la corrente in uscita (portata F1) è mantenuta
costante. Al secondo scambiatore viene fornito un flusso di calore, Q, mediante una serpentina. Nelle ipotesi che: 1) il
sistema non scambi calore con l'ambiente esterno, 2) la superficie di scambio, A, tra i due recipienti sia proporzionale al
volume di liquido V1 (A=V1) e 3) il volume V2 sia costante, fornire:
a) il modello matematico per lo studio della dinamica;
b) il calore, Qs, fornito in condizioni stazionarie;
c) le funzioni di trasferimento in forma canonica e numerica;
d) le costanti di tempo effettive;
e) la risposta T1(t) (espressione ed andamento quantitativo con caratteristiche salienti) se T0 viene portata a 300K,
tenuta a tale valore per 1h e poi riportata a 320K (valori allo stazionario delle variabili di output forniti nei
dati).

Dati F1=0.05 m3/s F0,T0 Fig. 1

T0s=320 K =0.5 m-1 A,U


T1s=380 K U=100 kcal/sm2K
T2s=400 K =1000 kg/m3
V1s=10 m3 Cp=1 kcal/kgK Q
V2=20 m3 F1,T1 V1,T1 V2,T2

************************************************************************************************

Esercizio N.4
Si consideri il sistema schematizzato in Figura 1 costituito da un miscelatore (volume V1) ed un reattore (volume V2),
entrambi a perfetta miscelazione, posti in serie tra loro. Al miscelatore vengono alimentate due correnti di liquido
(portate F01 e F02) contenenti la specie A e la portata in uscita è proporzionale al volume V1 (F1=V1). Nel reattore
avviene la reazione A2B con velocità r=-kCA20.5. Nell' ipotesi che il volume V2 sia costante, fornire:
a) il modello matematico per lo studio della dinamica;
b) le funzioni di trasferimento;
c) le risposte CA1(t) e CA2(t) (relative funzioni di trasferimento in forma canonica e numerica, espressione ed
andamento quantitativo con caratteristiche salienti) se CA01 viene raddoppiata (step) rispetto al valore
stazionario, fornendo anche un confronto, con opportuni commenti, tra i due andamenti (valori allo stazionario
delle variabili di output forniti nei dati).
d) le istruzioni Matlab necessarie ad ottenere la risposta CA2(t) (inclusa la relativa funzione di trasferimento)
F01,,CA01 F02,CA02
Dati 
F01s=0.75 m3/s V2= 50 m3 Fig. 1
F02s=0.25 m3/s CA1s=125 kmol/m3
CA01s=100 kmol/m3 CA2s=55.7 kmol/m3 V1 F1,CA1
CA02s=200 kmol/m3
=0.1 s-1
V2
k=0.3 kmol0.5m-1.5s-1
A2B F2,CA2,CB2

************************************************************************************************
Esercizio N.5
Si consideri lo scambiatore di calore a perfetta miscelazione schematizzato in Figura 1A costituito da un recipiente
interno (volume V1 costante), contenente liquido alla temperatura T 1 e da una camicia esterna (volume V2) in cui viene
inviata una corrente (F0) dello stesso liquido alla temperatura T02 (dati riportati in Figura 1A). La portata F in uscita
dalla camicia esterna è proporzionale al volume V2 (F=V2). Scambi di calore avvengono sia tra recipiente interno e
camicia esterna (superficie di scambio S1 e coefficiente di scambio U1), sia tra camicia ed ambiente esterno alla
temperatura Te (superficie di scambio S2 e coefficiente di scambio U2). Nell' ipotesi che proprietà e superfici di scambio
siano costanti, fornire:
a) modello matematico per lo studio della dinamica del sistema;
b) funzioni di trasferimento;
c) costanti di tempo effettive;
d) risposta di T1(t) (espressione, andamento quantitativo e caratteristiche salienti) per Te che varia come indicato
in Figura 1B;
e) istruzioni Matlab necessarie a definire la forzante T e(t) e ad ottenere la risposta T1(t).

F0,T02 Fig. 1B
Dati 
F0s=0.5m3/s U1=100 kW/m2K
V2s=45m 3 U2=50 kW/m2K S1,U1
3 S1=20m 2 T e
V1=20m
V1,T1 S2,U2
T01s=400K S2=25m2
T02s=292K =1000kg/m 3
V2,T2 F=V2
Tes=310K C p=4 kJ/kgK F,T2
Fig. 1A
T1s=319K =0.01s -1

************************************************************************************************

Esercizio N.6
Si consideri il sistema schematizzato in Figura 1 costituito da un miscelatore (volume V 1) ed un reattore (volume V2),
entrambi a perfetta miscelazione, a cui vengono alimentate due correnti di liquido (F 1 e F2) contenenti la specie A. Parte
dell'alimentazione (portata F2) avviene attraverso un tubo con tempo di ritardo d1. Nel reattore avviene la reazione del
primo ordine A B ed una frazione  della portata in uscita viene riciclata e alimentata nuovamente al miscelatore,
attraverso un tubo con tempo di ritardo d2. Nell' ipotesi che portate e volumi siano costanti, fornire:
a) modello matematico per lo studio della dinamica del sistema;
b) funzioni di trasferimento;
c) risposta di CA2(t) (espressione, andamento quantitativo e caratteristiche salienti) se CA02 subisce un incremento
a step di 50kmol/m3 rispetto al valore stazionario, nel caso in cui d2=0.
d) istruzioni Matlab necessarie per ottenere la funzione di trasferimento C A2(s)/CA02(s) e la risposta CA2(t).
 CA3 F1,CA01
Dati 
F1=0.1m3/s Fig. 1
F2=0.2m3/s V1
V1=12m3 CA1 d1 F2,CA02
3
V2=20m
=0.25 d2 V2
k=0.005s-1 k
AB CA2 (1-)F
d1=10s
d2=4s F

************************************************************************************************
Esercizio N.7
Si consideri il sistema schematizzato in Figura 1 al quale viene alimentata una corrente di liquido (portata F), alla
temperatura T0, la quale viene riscaldata nello scambiatore di volume V1 prima di essere inviata al reattore di volume
V2, entrambi a perfetta miscelazione. Alla corrente in uscita dallo scambiatore viene aggiunta la specie A, che non ne
modifica portata e temperatura e da' luogo ad una concentrazione C A0 in ingresso al reattore. Nel reattore avviene la
reazione atermica (h=0) del primo ordine AB con costante cinetica k dipendente dalla temperatura secondo la
relazione k=T. Nell' ipotesi che portate e volumi siano costanti e che il sistema non scambi calore con l'ambiente
esterno, fornire:
a) il modello matematico per lo studio della dinamica del sistema;
b) il valore delle variabili allo stazionario;
c) le funzioni di trasferimento;
d) la risposta di T2(t) (espressione, andamento quantitativo e caratteristiche salienti) se T0 viene diminuita di 10K
rispetto al valore stazionario, tenuta al nuovo valore per 300min e poi riportata al valore stazionario, con un
andamento tipo onda rettangolare.
e) le istruzioni Matlab necessarie per ottenere la funzione di trasferimento T 2(s)/T0(s) e la risposta T2(t) del punto
d).
Dati F,T0 Fig. 1
F=1m3/min
V1=10m3
V2=20m3 A
V1
=0.001 1/(Kmin) F,T1 F,T1,CA0
s Q
QskJ/min
V2
CA0s=160 kmol/m3
=1000 kg/m 3 k
AB F,T2,CA,CB
Cp=1 kJ/(kgK)

************************************************************************************************

Esercizio N.8
Si consideri il sistema rappresentato in Fig.1A costituito da un CSTR ed un PFR (entrambi isotermi, con portate e
volumi costanti), dove avviene la reazione A→B, con cinetica del secondo ordine nella concentrazione della specie
reagente (rA=-kcA2). Fornire:
a) il modello matematico per lo studio della dinamica del sistema;
b) il valore delle variabili allo stazionario;
c) le funzioni di trasferimento;
d) le risposte di cA1 e cA2 (espressione, andamento quantitativo e caratteristiche salienti) se cA01 varia secondo
l'andamento in Fig.1B
e) le istruzioni Matlab necessarie per ottenere la risposta cA1 del punto d), inclusa la relativa funzione di
trasferimento.
Dati Fig.1B
F1, cA01 F2, cA02 Fig. 1A
3
V1=1m
V2=1.5m3
F1=0.1 m3/s
F2=0.2 m3/s A B
k=10-3m3/(kmol s) V1 F1+F2, cA1 F1+F2, cA2
cA01s=200kmol/m3 V2 A B
3
cA02s=100kmol/m

************************************************************************************************