Sei sulla pagina 1di 8

GRAPHIC DESIGN BSP 2010/2011

1 2 3 4 5 6 7

Tavola Morfologica 01 A

Diagramma con divisioni semplici


Tavola basata su un quadrato che contiene una croce
(griglia portante di base). B

Le figure sono ricavate dalla combinazione delle 3 linee


orizzontali e 3 verticali, le quali si toccano o si incrociano.
I segni diventano via via più complessi, da A1 in alto a sinistra
a G7 in basso a destra. C

PSICOLOGIA E MORFOLOGIA DELLA FORMA 01


GRAPHIC DESIGN BSP 2010/2011

1 2 3 4 5 6 7

Tavola Morfologica 01 A

Considerazioni
La croce (D4) è il segno più astratto; privo di spazio interno,
è quello che occupa la minor superficie. B
Gli angoli non vengono visti come spigoli di uno spazio, perchè
l’incrocio delle linee non richiama l’immagine di “angolo”.
Il quadrato (C3) è l’opposto della croce; la sua figura ha un
notevole peso visivo, lo spazio racchiuso è “attivo”. C
I segni che non hanno spazi al loro interno evocano concetti
astratti, le superfici racchiuse richiamano oggetti.
Quando un segno somiglia ad una lettera dell’alfabeto è difficile
percepirlo come una figura. D
L’ultimo segno della tavola (G7) rappresenta la pienezza e la
completezza, ma è difficile vederci qualcosa. Pur sapendo
che molti oggetti, segni e lettere sono contenuti in esso, non
è facile estrarli. La totale chiusura del quadrato e l’assoluta
simmetria della croce hanno nascosto ogni altra immagine. E

C’è un ultimo aspetto da analizzare: la suddivisione di un’area.


Linee tracciate all’interno e “saldate” ai lati, dividono un’area
e la trasformano in qualcosa di nuovo. In questo caso (C7,
G3) le linee assumono un ruolo di “suddivisione”. F
Dal punto di vista grafico è fondamentale sapere se a una
linea viene data la funzione di “disegnare” o di “dividere”.

PSICOLOGIA E MORFOLOGIA DELLA FORMA 02


GRAPHIC DESIGN BSP 2010/2011

1 2 3 4 5 6 7

Tavola Morfologica 02 A

Alterazioni semplici dei segni


Tavola basata su un quadrato che contiene una croce
(griglia portante di base). B

Le figure sono ricavate dalla combinazione delle 3 linee


orizzontali e 3 verticali, alle quali sono sottratti alcuni tratti tra
i punti di “saldatura”.
C

PSICOLOGIA E MORFOLOGIA DELLA FORMA 03


GRAPHIC DESIGN BSP 2010/2011

1 2 3 4 5 6 7

Tavola Morfologica 02 A

Considerazioni
Anche per questa tavola valgono le considerazioni fatte per
la tavola 01: I segni che non hanno spazi al loro interno B
evocano concetti astratti, le superfici racchiuse richiamano
oggetti, nei segni che somigliano a lettere è difficile “vederci”
qualcos’altro.
C

PSICOLOGIA E MORFOLOGIA DELLA FORMA 04


GRAPHIC DESIGN BSP 2010/2011

1 2 3 4 5 6 7

Tavola Morfologica 03 A

Combinazioni tra i segni fondamentali:


Segni astratti
Tavola basata sulla sovrapposizione dei segni fondamentali: B
quadrato, triangolo, croce, cerchio.
L’immagine ottenuta è talmente complessa ed indistinta che
non può più essere chiamata segno ma piuttosto uno schema,
con migliaia di possibilità. C
Le figure sono ricavate dalla sottrazione di alcuni elementi da
questo schema, così che i rimanenti diventino visibili e
riconoscibili.
D

PSICOLOGIA E MORFOLOGIA DELLA FORMA 05


GRAPHIC DESIGN BSP 2010/2011

1 2 3 4 5 6 7

Tavola Morfologica 03 A

Considerazioni
I segni ottenuti sono classificabili come aperti o chiusi, semplici
e combinati. Il nostro tentativo di classificazione ha guidato B
il raggruppamento dei segni in righe.
Riga A: segni aperti, con connessioni saldate e incroci e
nell’ultimo segno (A7), l’indicazione di una connessione per
vicinanza C
Riga B: segni che hanno un contorno continuo e un solo
spazio interno
Riga C: segni che racchiudono un’area, con l’aggiunta di
tratti liberi D
Righe D e E: segni con due aree racchiuse collegate da linee
in comune, da linee che si incrociano o che vanno dall’una
all’altra
Righe F e G: segni con più aree racchiuse, collegate nei modi E
già menzionati. G7, infine, è il segno comlpleto, il quale, come
già detto, non ha più una propria espressione e può essere
capito solo come schema di costruzione

PSICOLOGIA E MORFOLOGIA DELLA FORMA 06


GRAPHIC DESIGN BSP 2010/2011

1 2 3 4 5 6 7

Tavola Morfologica 04 A

Combinazioni tra i segni fondamentali:


Segni di oggetti
Tavola basata sulla sovrapposizione dei segni fondamentali: B
quadrato, triangolo, croce, cerchio.
Segni “figurativi”, ricavati dalla sottrazione di alcuni elementi
dalla figura completa.
C

PSICOLOGIA E MORFOLOGIA DELLA FORMA 07


GRAPHIC DESIGN BSP 2010/2011

1 2 3 4 5 6 7

Tavola Morfologica 04 A

Considerazioni
Righe A e B: forme botaniche stilizzate (foglie, fiori, sagome
di alberi) B

Righe C e D: animali stilizzati (un pesce palla con la bocca


chiusa e aperta, un luccio, un gambero, farfalle, un topo, un
gatto, una gallina, etc.)
Righe E, F e G: oggetti (elmi, girandole, una balestra, un radar, C
uno stivale, un ombrello, una corona, una culla, etc.)
In basso a destra compare nuovamente il segno base

PSICOLOGIA E MORFOLOGIA DELLA FORMA 08