Sei sulla pagina 1di 88

MP4Plus

INDICATORE DIGITALE PROFESSIONALE


a 4 canali per misure di

Forza Peso Pressione


Coppia Spostamento Temperatura

MANUALE OPERATIVO
MO.MP4Plus.546.R6

41126 Cognento (MODENA) Italy Via Bottego 33/A Tel:+39-(0)59-346441 Fax:+39-(0)59-346437 E-mail: aep@aep.it
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

INDICE GENERALE
1. Dichiarazione di conformità. 2 42. Calibrazione Canali Encoder 38
2. Identificazione. 2 43. Linearizzazione dei canali 39
3. Usi non previsti. 2 44. Intestazione di Stampa 41
4. Smaltimento. 2 45. Data Logger Menu 42
5. Introduzione. 3  46. Parametri Data Logger 42
6. Allestimenti disponibili. 4  47. Visualizza Data Logger 44
7. Componenti in dotazione 5  48. Copia Data Logger 44
8. Componenti in opzione 5  49. Files Flash Memory (Chiavetta USB) 45
9. Applicazioni Software (opzionali) 6 50. Input Digitali 46
10. DATI TECNICI. 8 51. Output Digitali a Relè 47
11. Opzioni 9 52. Output Analogici (Opzione) 49
12. Dimensioni e Montaggio 10 53. SetPoint 52
13. Trasporto 11 54. Comunicazione RS232 e Stampante 53
14. Posizionamento. 11 55. Comunicazione RS485 54
15. INSTALLAZIONE. 11 56. Blocco Tasti 55
16. Manutenzione. 11 57. Abilitazione Canali e Funzione Totale 56
17. Accensione. 12 58. Funzione di AUTO ZERO 57
18. Spegnimento. 12 59. Service e contrato LCD 57
19. Display e Tasti Operativi. 13 60. Salvataggio Canali 58
20. Pagina Principale. 15 61.Ripristino Canali 58
21. Messaggi di errore. 16 62. Protocollo di Comunicazione MODBUS RTU 59
22. Funzione di ZERO 16 63. Protocollo di Comunicazione RS232 61
23. Funzone di PICCO 17 64. Protocollo di Comunicazione USB 63
24. Funzione di HOLD 18  65. Esempi di programmazione sw 65
25. Funzione di SCARICO 18  66. Comandi di Lettura 68
26. Funzione di DATALOGGER 19  67. Comandi di Scrittura 70
27. Funzione di CONTAPEZZI 22  68. Modalità di trasmissione continua 72
28. Funzione di STAMPA 24  69.Comandi di gestione Data Logger 73
29. MENU’ di Programmazione 25
30. Unità di Misura 26 70. Connettori sul Pannello Posteriore 77
31. Risoluzione 27  71. Collegamento RS232 e stampante 78
32. Punto decimale 27  72. Collegamento RS485 79
33. Filtro Digitale e Frequenza di Acquisizione 28  73. Collegamento Input digitali 24V 80
34. Configurazione 30  74. Collegamento Uscite Relè 81
35. Impostazione Data e Ora 31  75. Collegamento Uscite Analogiche 82
36. Setup dei Canali 32 76. Collegamento Trasduttori 83
37. Configurazione canali Forza, Pressione, 33 77. Collegamento Celle d Carico 84
Coppia e Spostamento
 38. Calibrazione con Fondo Scala 34 78. Collegamento Trasduttori amplificati 86
 39. Calibrazione con Peso Noto 36 79. Collegamento Senso di Temperatura PT100 86
 40. Calibrazione per Punti 37 80. Collegamento Encoder Incrementali 87
41. Calibrazione Canali in Temperatura 38 81. Collegamento Alimentazione 87

TABELLA 1 : pag 26
TABELLA 2 : pag 61
TABELLA 3 : pag 61
TABELLA 4 : pag 61

L'AEP transducers si riserva il diritto, qualora lo ritenesse necessario, di apportare modifiche di qualsiasi
genere senza alcun obbligo di preavviso. I dati contenuti in questo manuale sono indicativi, la ditta
declina ogni responsabilità per errori o discordanze dal presente.

Pag. 1
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

1. DICHIARAZIONE DI CONFORMITA'
Costruttore: AEP transducers s.r.l
Indirizzo: Via Bottego 33/A 41126 Cognento MODENA (Italia)

DICHIARA CHE IL SEGUENTE PRODOTTO

Nome del prodotto: MP4Plus


Tipo: INDICATORE DIGITALE PROFESSIONALE A 4 CANALI
Anno di costruzione: 2014
Opzioni: questa dichiarazione copre tutte le opzioni specificate nel Data Sheet e nel Manuale.

È CONFORME ALLE SEGUENTI DIRETTIVE


2014/30/UE - 2014/35/UE - 2011/65/UE(RoHS) - 2012/19/CE (RAEE/WEEE)

E' CONFORME ALLE SEGUENTI NORME


EN 61010-1(2013) EN 61326-1 (2013)

È CONFORME AL REGOLAMENTO
n° 1907/2006 (REACH)

Il prodotto e' stato provato nella configurazione tipica di installazione descritta nel manuale di istruzioni.
Il prodotto soddisfa i requisiti delle Norme citate, sulla base dei risultati delle prove e delle valutazioni descritte nel
Fascicolo Tecnico.
Io sottoscritto dichiaro che il prodotto sopra descritto soddisfa i requisiti delle Direttive, delle Norme e dei
Regolamenti sopra citati.

41126 Cognento Modena (Italia) Data: 20/09/2014

Lioi Giovanni
Direttore Tecnico

2. IDENTIFICAZIONE
Sul pannello posteriore dello strumento, sono marcate in modo indelebile tutte le informazioni per l’identificazione, i
principali dati di configurazione, i simboli di conformità e smaltimento, la data di produzione e numero di serie.

3. USI NON PREVISTI

MP4Plus può essere usato solo secondo le modalità descritte nel presente manuale.
Ambienti di lavoro non consentiti:
Ambienti con atmosfera esplosiva e ambienti con gas infiammabili o corrosivi.

4. SMALTIMENTO

Lo strumento è una apparecchiatura professionale, conforme alle Direttive 2002/95/CE (RoHS) e


2002/96/CE (RAEE), deve essere smaltito separatamente come rifiuto elettrico ed elettronico.
In paesi diversi dalla Comunità Europea deve essere smaltito come rifiuto elettrico ed elettronico in
accordo con le leggi del paese dove lo strumento è commercializzato.
Prima di rimuovere lo strumento, togliere l'alimentazione poi scollegare i cavi.

Pag. 2
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

5. INTRODUZIONE

MP4Plus é uno strumento con 4 ingressi analogici (definiti in questo manuale come canali), singolarmente
programmabili; ogni ingresso è idoneo a ricevere segnali provenienti da Strain Gauge (versione standard) a ponte
intero (a 4 o 6 fili) oppure da trasduttori con uscita amplificata in tensione (+/-10V o +/-5V), in corrente (4-20mA o 0-
20mA) o PT100. E’ indicato per la misura di forze, peso e pressione, spostamento e temperatura (PT100).
E’ realizzato per essere impiegato in sistemi di misura statica e dinamica in ambiente industriale dove è necessario
acquisire più trasduttori indipendenti simultaneamente e in modo sincronizzato.
Lo strumento ha, per ogni canale, una accuratezza dello 0.010% grazie a una risoluzione interna a 24bit.
Nel caso di ingressi strain gauge ogni canale ha una risoluzione standard di 100.000 divisioni. MP4Plus è idoneo ad
utilizzare celle di carico o dinamometri da 350/700 con collegamento a 4 fili o a 6 fili. Il controllo della misura
avviene per commutazione ad una frequenza uguale a quella di campionamento. Questo garantisce una migliore
soppressione di disturbi dovuti a deriva dell’offset e ai cavi di collegamento.
Nel caso di ingresso in tensione 10V o 5V ha una risoluzione rispettivamente di 0.1mV e di 0.05 mV
(100000divisioni) mentre nel caso di ingresso in corrente 0-20mA o 4-20mA ha una risoluzione di 0.1 µA
(rispettivamente 200000divisioni e 160000divisioni).
Per la misura della temperatura l’ingresso è dedicato a sensori di tipo PT100 in un range da -50°C a 250°C con
risoluzione di 0.1°C e accuratezza +/-1°C
Ogni canale è dotato di un convertitore dedicato di tipo Sigma-Delta a 24bit e tutte le conversioni avvengono al
medesimo istante (sincronizzazione dei canali).
La frequenza di campionamento (comune a tutti i canali) può essere impostata da 2.5 campionamenti al secondo fino
a 4800 campionamenti al secodo potendo quindi soddisfare le esigenze di applicazioni in cui è richiesta una notevole
velocità di risposta.
Lo strumento è dotato di 4 ingressi digitali a 24Vdc e di 4 relè (5° relè in Opzione) con contatto di scambio per
realizzare delle semplici automazioni.
Lo strumento può essere dotato (in opzione) inoltre di uno o due canali analogici in output. In questo modo ogni
canale in ingresso può essere associato ad una o più analogica in tensione (±10V, 0/5V, 0/10V, ±5V) o in corrente (4-
20mA).
MP4Plus permette di abilitare/disabilitare in visualizzazione ognuno dei singoli canali. In questo modo si adatta alle
esigenze di utilizzo in diverse situazione di impiego.
MP4Plus può essere dotato in opzione di un potente datalogger che può essere sia interno in una memoria non volatile
interna, che permette di sfruttare la massima velocità di acquisizione, che esterna attraverso una usuale chiavetta
USB. I file creati possono essere direttamente esportati in Microsoft Excel potendo essendo in formato csv.
La comunicazione dei dati verso l’esterno può avvenire contemporaneamente e simultaneamente attraverso porte
USB, RS232 e RS485.

Le principali caratteristiche di MP4Plus sono:


 Display grafico di ampie dimensioni e ad alta risoluzione.
 Collegamento di fino a 2 trasduttori esterni di tipo: 2mV/V, +/-10V, +/-5V, 4-20mA, 0-20mA, PT100
 Selezione di numerose unità di misura per ognuno di canali collegati.
 Data Logger interno con una memoria non volatile che permette di memorizzare fino a 130000 punti di
misura quando configurato con un solo canale (65000 punti di misura nel caso di 2 canali).
 Data Logger esterno (Opzione) in cui viene utilizzata una usuale chiavetta USB per una facile portabilità dei
dati su un PC.
 Funzione di ZERO
 Funzione di HOLD
 Funzione di PICCO
 Funzione di CONTAPEZZI
 Funzione di SCARICO per poter misurare la quantità di prodotto scaricato ad esempio da un serbatoio
 Funzione TOTALE: esegue la somma dei due canali.
 Funzione di AUTOZERO: per azzerare automaticamente un canale quando la misura è inferiore ad una soglia
programmata.
 Funzione Blocco Tasti: per poter evitare modifiche alle impostazioni da parte di persone non abilitate
 Funzione Calendario con data e ora
 Stampante (Opzione) collegata alla porta seriale RS232 attraverso la quale é possibile stampare i punti di
misura e i dati della Ditta che ha effettuato il rilievo.
 Porta di comunicazione USB attraverso la quale è possibile trasferire le misure in tempo reale ad un PC.

Pag. 3
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

 Porta di comunicazione seriale RS232 (Opzione).


 Porta di comunicazione RS485 (Opzione)
 4 Ingressi digitali a 24Vdc con funzionalità programmabile
 5 SetPoint programmabili (ognuno con associato un LED sul pannello frontale)
 5 Uscite a relè con funzionalità programmabile tutti con contatti di scambio
 Una o due uscite analogiche (opzione): 4-20mA, +/-10Vdc, 0-10Vdc, 0-5Vdc, +/-5Vdc. La frequenza di
aggiornamento dei segnali analogici è uguale alla frequenza di acquisizione impostata.
 Funzione RIPETITORE: Lo strumento può essere configurato per visualizzare (in forma passiva- Slave) misure
provenienti sul canale seriale RS232 (ad esempio da un altro MP4Plus – Master) per una visualizzazione
remota delle misure. In questo caso tutte le funzionalità locali abilitate sul MP4Plus Slave saranno attive
(Setpoint, USB, stampante, datalogger etc). La funzione RIPETITORE è attiva per un solo canale.
MP4Plus può essere corredato dal programma su PC MP Supervisor (Opzione) che permette un immediato
interfacciamento attraverso la porta USB con lo strumento e permette di visualizzare grafici, di esportare in Microsoft
Excel e di modificare con estrema semplicità tutti i principali parametri dello strumento.
Il programma permette inoltre di scaricare i Data Logger effettuati sia utilizzando la memoria interna che quelli su
chiavetta USB e di visualizzare le rispettive curve di acquisizione.

6. ALLESTIMENTI DISPONIBILI:

KAL KAL CLF C8S CLB TCETM


Sistema per la misura di FORZA in compressione/trazione abbinato a trasduttori di forza con campi da 10N a 5000kN.

CLT CLS C2S F1


Sistema per la misura di PESO in compressione e trazione abbinato a celle di carico con campi da 1kg a 500t.

TP16 TP1
Sistema per misure di PRESSIONE e DEPRESSIONE (vuoto) abbinato a trasduttori di pressione.
Campi normalizzati da 5bar a 2000bar (29000psi) utilizzabili in gas e liquido.

TRX TRS TOR RT2


Sistema per la misura di COPPIA in senso orario e antiorario abbinato a trasduttori di coppia STATICI o DINAMICI.
Campi normalizzati da 0.5 Nm a 5000 Nm, possibilità di registrare PICCHI continui ad elevata velocità 4.8kHz.

LDT

Sistema per la misura di SPOSTAMENTO abbinato a trasduttori spostamento con campi normalizzati da 5 a 100 mm.

Pag. 4
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

7. COMPONENTI IN DOTAZIONE

CD contenente
Manuale e Driver USB

8. COMPONENTI IN OPZIONE (da acquistare separatamente)

Cavo USB Cavo Seriale RS232 Stampante da tavolo

Connettore per Trasduttore Rapporto di Taratura Certificato ACCREDIA


DB 9 poli volante Maschio in mV/V Sistema (MP4Plus + Trasduttore)

Pag. 5
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

9. APPLICAZIONI SOFTWARE (da acquistare separatamente)

Per completare il sistema di misura campione AEP transducers ha sviluppato diversi software applicativi che si
interfacciano direttamente allo strumento MP4Plus e supportano l’operatore nelle diverse funzioni di test, analisi,
archiviazione dati, trasferimento delle misure su Microsoft Excel ecc…

MP Supervisor è un software dedicato ad MP4Plus . Attraverso questo software è possibile scaricare data logger ed
operare direttamente su MP4Plus per cambiare parametri e creare grafici di prova.
Quick Analzyer è un software generico che permette di associare MP4Plus ad altri strumenti AEP transducers.

Per ulteriori informazioni scaricare i manuali dei software sul sito:


www.aeptransducers.com
www.aep.it

Pag. 6
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

QuickAnalyzer (Opzione)
Dedicato alla registrazione e analisi grafica di un massimo di 16 strumenti differenti per misure di:
forza, peso, pressione, coppia e spostamento.

MP Supervisor (Opzione)
Programma che permette un immediato interfacciamento attraverso la porta USB con MP4Plus e permette di
visualizzare grafici, di esportare in Microsoft Excel e di modificare con estrema semplicità tutti i principali parametri
dello strumento.
Il programma permette inoltre di scaricare i Data Logger effettuati sia utilizzando la memoria interna che quelli su Pen
Drive e di visualizzare le rispettive curve di acquisizione.

Pag. 7
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

10. DATI TECNICI


ACCURATEZZA ≤± 0.010%
ERRORE DI LINEARITA’ ≤± 0.010%
CAMPO DI MISURA STANDARD TRASDUTTORI 2mV/V 2mV/V
RISOLUZIONE INGRESSO TRASDUTTORI 2mV/V 100.000 div
RISOLUZIONE TRASDUTTORI +/-10V e +/-5V 0.1mV e 0.05mV (100000 div)
RISOLUZIONE TRASDUTTORI 4-20mA e 0-20mA 0.1 µA (rispett. 160000 div e 200000div)
RISOLUZIONE TEMPERATURA con PT100 a 2 fili (range -50°C – 250°C) 0.1°C con accuratezza 1°C
DIVISIONI INTERNE (per tutti i canali) 24bit
TRASDUTTORI 2mV/V COLLEGABILI Per ogni canale: 2 da 350 oppure 4 da 700
TRASDUTTORI AMPLIFICATI (+/-10V o 4-20mA) COLLEGABILI 4
ECCITAZIONE TRASDUTTORI 2mV/V 5Vdc a frequenza di commutazione (3%)
ALIMENTAZIONE TRASDUTTORI AMPLIFICATI 20Vdc
VELOCITA' DI CONVERSIONE (campionamenti al secondo) 2.5–5–10–20–50-100-200-400–600-1200–
programmabile 2400-4800
DATALOG interno (memoria non volatile)
 Massimo numero di punti memorizzabili 4 canali abilitati + totale : 26000
4 canali abilitati: 32000
3 canali abilitati : 43000
2 canali abilitati: 65000
1 canale abilitato:130000
 Massima velocità 4 o 5 canali abilitati : 1200 punti al secondo
Nota: la massima velocità di memorizzazione è comunque 3 canali abilitati: 2400 punti al secondo
limitata dalla frequenza di acquisizione impostata 1 o 2 canali abilitati: 4800 punti al secondo
 MASSIMA DURATA 100 giorni
DATALOG su Pen DRIVE (USB esterna) (Opzione)
 Massimo numero di punti memorizzabili  Vedi cap. 26
 Massima velocità  Vedi cap. 26
 MASSIMA DURATA  100 giorni
FUNZIONE DI ZERO 100% (sul tutto il campo di misura)
FUNZIONE PICCO PICCO POSITIVO e NEGATIVO
FUNZIONE DI SCARICO SI
FUNZIONE BLOCCO TASTI SI
FUNZIONE TOTALE SI
FUNZIONE DI AUTOZERO SI
FUNZIONE DI CONTAPEZZI SI
RISOLUZIONE PROGRAMMABILE 1 – 2 - 5 – 10 – 20 – 50 - 100
FILTRO DIGITALE PROGRAMMABILE 0…5
POSIZIONE PUNTO DECIMALE Programmabile da 0 a 5
SET POINT PROGRAMMABILI 5
INGRESSI DIGITALI 24V con Funzione Programmabile 4
USCITE a RELE’ con contatti di scambio 5
TENSIONE AI CONTATTI MASSIMA 24Vdc
MASSIMA CORRENTE 500mA
POTENZA MASSIMA 12W
INTERFACCIA SERIALE RS232 (Opzione) Lunghezza MAX cavo 13m
INTERFACCIA RS485 (Opzione) Lunghezza MAX cavo 1000m
Fino a 32 strumenti collegabili in configurazione multipoint
Porta USB tipo B per comunicazione DATI Lunghezza Max Cavo 3.5m
Porta USB tpo A per chiavetta USB flash Memory (Opzione)
TEMPERATURA LAVORO NOMINALE 0... +50°C
TEMPERATURA LAVORO MASSIMA 0... +50°C
TEMPERATURA DI STOCCAGGIO -20... +70°C
EFFETTI VARIAZIONI DI TEMPERATURA 10°C
a) sullo zero ±0.005%
b) sul fondo scala ±0.005%
ALIMENTAZIONE GENERALE 230 Vac +/-10%

Pag. 8
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

115 Vac (Opzione)


24Vdc (Opzione)
FREQUENZA 50/60 Hz
FUSIBILE DI PROTEZIONE ESTERNO 250mA / 250 V
POTENZA MASSIMA 10VA
GRADO DI PROTEZIONE (EN 60529) IP40 (solo pannello frontale)
GRADO DI INQUINAMENTO AMBIENTALE 1
DIMENSIONI (AxLxP) mm 72x144x153mm
PESO circa 0.8 kg

CONTENITORE TIPO
SCATOLA NORYL UL94 V-O
PANNELLO ANTERIORE e POSTERIORE UL94 V-2

OPZIONI
4 Canali di Ingresso 2mV/V +/-10V, +/-5V , 4-20mA, 0-20mA, PT100
Uscite Analogiche: Da 1 a 4
 Uscite in corrente: 4-20mA
 Uscite in tensione: max 20mA – RL min: 1kΩ 0-5V 0-10V +/-10V +/-5V
Nota: La frequenza di aggiornamento dei segnali analogici
è uguale alla frequenza di acquisizione dei rispettivi canali.
Comunicazione Seriale RS485 con protocollo MODBUS , RS232
Programma di comunicazione MP Supervisor

Datalogger con orologio calendario interno


Porta USB sul frontale dello strumento per esportazione
dati su penna USB (Flash Memory)

STAMPANTE RS232

11. CODICI DI ACQUISTO

Uscita Uscita
Power Funzioni
Analogica Seriale
MP4P XXX XX X X
F= Datalogger- Orologio
230=230Vac A1=1° uscita S=RS232- RS485 - Printer
USB Flash Memory
115=115Vac A2=2° uscita
24=24Vdc A3=3° uscita
A4= 4° Uscita

Esempio: MP4P230 (MP4Plus alimentato 230Vac versione base)


Esempio: MP4P24A2S (MP4Plus Alimentato 24Vdc + 2 Uscite Analogiche + Uscita Seriale)
Esempio: MP4P115SF (MP4Plus Alimentato 115Vac + Uscita Seriale + USB Flash Memory)
SPECIFICARE SEMPRE nell’ordine come configurare i canali.
Esempio: CH1 = 4-20mA CH2 = 2mV/V CH3 = 10V CH4 = PT100

Nota : Per ingressi con trasduttori potenziometrici richiedere il canale con ingresso +/-5V

Pag. 9
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

12. DIMENSIONI e ISTRUZIONI PER IL MONTAGGIO

Forature per Montaggio a pannello

Istruzioni per il montaggio


Eseguire un foro nel pannello (Dima di foratura 68x138mm).
Inserire lo strumento nel foro, applicare gli accessori in dotazione per il fissaggio, avvitare finchè lo strumento non è
stabile.

Pag. 10
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

13. TRASPORTO

La componentistica é elettronica.
In caso di trasporto imballare adeguatamente lo strumento.
Attenzione ai forti urti e all’umidità.

14. POSIZIONAMENTO

Lo strumento é da pannello. Non è da tavolo.


Posizionare in luogo illuminato e adeguatamente protetto dagli agenti atmosferi ci

15. INSTALLAZIONE

Questo indicatore è stato prodotto in conformità alle norme per la Compatibilità Elettromagnetica secondo la
Direttiva 2014/30/CE.
Affinché esse siano rispettate è necessario eseguire i collegamenti elettrici secondo quanto descritto dalle norme di
sicurezza e quanto indicato nel presente manuale. Per una corretta e rapida installazione procedere nel modo
seguente:
1. Collegare i trasduttori allo strumento.
2. Verificare l'esatta tensione di alimentazione riportata sul pannello posteriore tra 230Vac, 115Vac, 24Vdc.
Alimentare lo strumento con una tensione errata può portare alla sua rottura.
3. Dare tensione allo strumento.

Lo strumento è da pannello, per il montaggio utilizzare gli appositi accessori forniti con lo strumento.
L'installazione deve essere eseguita da personale istruito.

16. MANUTENZIONE

Lo strumento non richiede manutenzione periodica; in caso di mal funzionamento contattare il fornitore.
Occasionalmente pulire il pannello anteriore con panno non abrasivo imbevuto di sostanze non corrosive.
Quando la data e l’ora indicata non rimane più aggiornata, sostituire la pila interna (vedere cap.34).

Pag. 11
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

17. ACCENSIONE

Collegare lo strumento come descritto nel capitolo Collegamento Alimentazione.

ATTENZIONE: Per questa operazione osservare le norme di sicurezza

Dare alimentazione allo strumento.


All’accensione lo strumento mostra il logo AEP transducers, il modello
dello strumento, la versione software installata e una serie di
informazioni che specificano le opzioni installate.

Cx : x=Numero di canali installati (x = 1 - 2)

Dx : x=1 : E’ installata la funzione Datalogger


x=0 : La funzione Datalogger on è installata

Tx : x=1: E’ installata la funzione trasmissione wireless


x=0 : la funzione trasmissione wireless non è installata

Sx : x =1 : E’ installata la funzione seriale


x=0 : la funzione seriale non è installata

Ax : x = numero di uscite analogici installati (x = 1 - 2 )

Ox : x=4: sono installati 4 uscite a relè


x=5: sono installati 5 uscite a relè

Ix : x=1: la funzione ingressi digitali è installata

Questa visualizzazione dura circa 6 secondi, quindi MP4Plus è pronto a rispondere ai comandi dell’operatore nella
pagina principale.
Premendo un tasto qualsiasi la visualizzazione di questa pagina rimane bloccata per permettere di prendere nota della
configurazione.
Il programma prosegue premendo nuovamente un tasto o dopo 30 secondi.

ATTENZIONE: L'accensione deve essere fatta da personale istruito.


Per una migliore accuratezza della misura è consigliabile che lo strumento raggiunga la sua stabilità
termica (circa 30 minuti).

18. SPEGNIMENTO

Togliere alimentazione allo strumento.

Pag. 12
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

19. DISPLAY e TASTI OPERATIVI


La visualizzazione dei dati e dei messaggi, avviene per mezzo di un dispaly LCD grafico retro illuminato di risoluzione
128x64 dots posto sul pannello anteriore dello strumento.
MP4Plus ha 6 tasti funzionali: 2 di questi, SET e ZERO, hanno una funzione dedicata mentre gli altri 4, F1- F2- F3 –F4,
hanno una funzione programmabile.

SET:
 nella pagina principale permette di accedere al MENU di programmazione dei
parametri
 All’interno di una pagina di parametri ha la funzione di USCITA (e quindi ritorno al
MENU).

ZERO:
 nella pagina principale permette di azzerare i valori visualizzati (funzione di
ZERO)
 In alcune pagine di programmazione permette di impostare il fattore di
moltiplicazione durante la modifica di un parametro.

F1-F2-F3-F4
Nella pagina principale la funzione dei tasti F1, F2, F3, F4 viene indicata nella riga posta accanto.

All’interno delle pagine di programmazione assumono il seguente significato

F1: assume la funzione +: incrementa il valore del parametro in editazione

F2: assume la funzione  permettendo di posizionarsi sul parametro precedente

F3: assume la funzione -: decrementa il valore del parametro in editazione

F4: assume la funzione  permettendo di posizionarsi sul parametro successivo

La pressione di un tasto viene indicata da un segnale acustico.

Per entrare nel MENU di programmazione e impostare i vari parametri si utilizza il tasto SET.
Le varie voci del menù si possono scorrere con i tasti cursore  e .
Si conferma una scelta con il tasto SET.
E’ possibile ritornare alla pagina principale selezionando la voce MENU->Uscita o usando i tasti F1 + o F3 –

Pag. 13
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

Inserimento di valori numerici


L’inserimento di un valore numerico si effettua attraverso i tasti +/-.

Una pressione del tasto + incrementa il suo valore viceversa una pressione del tasto – decrementa il suo valore.
Tenendo il tasto premuto si incrementa/decrementa il valore velocemente in modo continuo.
Nell’ inserimento di un parametro numerico si è facilitati dal fattore di moltiplicazione FATT che definisce il valore di
incremento da assegnare ai tasti +/- nella modifica del valore.

Il valore di FATT viene variato attraverso il tasto ZERO e il suo valore attuale è sempre
visualizzato nell’ultima riga del display (vedi figura sotto).

Il valore di FATT si inizializza al valore minimo del parametro in edit (coerentemente al numero di decimali con il quale
è impostato). Ad ogni pressione del tasto ZERO il fattore moltiplicativo aumenta di un fattore 10 fino a raggiungere il
suo valore massimo. Dopodichè si resetta nuovamente.

Setup Canale 1 23/03/14


INTERP. POSITIVA 11:56:47
P1: 200.00 kN 0.400000 mV/V
P2: 400.00 kN 0.800000 mV/V
P3: 600.00 kN 1.200000 mV/V
P4: 800.00 kN 1.600000 mV/V
P5: 1000.00 kN 2.000000 mV/V

TASTO ZERO : FATT = 0.01

Pag. 14
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

20. PAGINA PRINCIPALE

La pagina principale è la pagina operativa di MP4Plus.


Essa può assumere varie configurazioni in funzione del numero di canali abilitati e della funzione assegnata ai tasti
funzionali.

15-04 Nel caso di un solo canale abilitato la pagina


DATALOG 08:17 PICCO
principale si presenta come nella figura a fianco.
L’indicazione del canale abilitato è massimizzata per

12.3467 una migliore visibilità.

Il singolo canale abilitato può essere uno qualsiasi


dei canali in dotazione o semplicemente
l’indicazione del totale.
kg
HOLD CH2 SCARICO

15-04 Nel caso di tutti e 2 i canali abilitati ed


DATALOG 08:17 SCARICO
eventualmente della funzione di TOTALE abilitata la
pagina si presenta come nella figura a fianco.
CH1 : 152.60 kg
CH2 : 153.72 kg Se non viene assegnata nessuna funzione ad un
tasto funzionale questo non viene visualizzato ed il
TOT : 613.68 kg tasto è disabilitato.

In questo caso i tasti funzionali F3 e F4 sono stati


disabilitati.

15-04 Il caso di 2 soli canali abilitati è visualizzato nella


DATALOG 08:17 PICCO
figura a fianco.

CH1 : 152.60 kg Si può notare come il carattere con il quale vengono


visualizzate le misure si adegua automaticamente

CH2 : 153.72 kg
per rendere più evidenti le misure.

HOLD SCARICO

Con il tasto ZERO è possibile attivare e disattivare la funzione di ZERO. L’indicazione dello ZERO
attivo è segnalata dal LED dedicato
Per rimuovere lo ZERO tenere premuto il tasto per 4-5 secondi. Il LED di ZERO si spegnerà
quando viene accettata la funzione.
Con i tasti F1 – F2 - F3 e F4 è possibile eseguire diverse funzioni programmabili all’interno del Menù Principale 
Configurazione.
L’indicazione della funzione attiva è visualizzata a lato di ogni tasto.
Ognuno dei tasti può assumere la funzione di
STAMPA – PICCO – DATALOG – HOLD – TX DATA - SCARICO – CONTAPEZZI - ZOOM.
Selezionando OFF il tasto è disabilitato
Da questa pagina si accede al Menù Principale premendo il tasto SET.
L’accesso al Menù Principale è bloccato quando:
 Un ciclo di DATALOG attivo.
 È attiva una comunicazione USB - RS232 – RS485.

Pag. 15
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

21. MESSAGGI DI ERRORE


Lo strumento gestisce di versi tipi di errore segnalati nel seguente modo:

15-04
DATALOG 08:17 PICCO
CH1 : -ERROR- kg
CH2 : 153.72 kg
CH3 : OVERLOAD kg
CH4 : 154.36 kg
STAMPA SCARICO

L’indicazione -ERROR- indica che lo strumento non riesce a visualizzare la misura. Possibili cause:
 Un problema di collegamento della cella di carico.
 La calibrazione del canale non è corretta.
 E’ selezionato un collegamento a 6 fili invece è a 4 fili.
 La misura nella unità di misura corrente ha un numero eccessivo eccessivo di cifre significative e non
è possibile rappresentarlo

Nel caso in cui la misura risulta essere maggiore della Portata del trasduttore il valore viene visualizzato in REVERSE
per rendere evidente che si sta creando una situazione anomala.
Quando ulterioremente la misura diventa maggiore del 135% rispetto alla portata del trasduttore viene data la
indicazione di OVERLOAD per segnalare la situazione di pericolo.

ATTENZIONE: siamo in presenza di un rischio per la sicurezza delle persone, delle cose e del trasduttore
che potrebbe rompersi irrimediabilmente.
Portare a zero (SCARICARE) immediatamente il trasduttore.

ATTENZIONE: se il trasduttore ha subito un sovraccarico potrebbero essere alterate le caratteristiche


metrologiche.
È consigliabile quindi una verifica tramite una “Conferma Metrologica” o una nuova Taratura per
assicurarsi che il trasduttore si ancora conforme alle sue caratteristiche metrologiche originali.

È CONSIGLIABILE che l’operatore registri lo zero naturale del trasduttore (in mV/V disattivando la funzione di ZERO) in
modo da poter valutare dopo un sovraccarico l’eventuale spostamento.
Se lo spostamento è importante il trasduttore si è deformato irrimediabilmente, in questo caso è sconsigliabile
eseguire tarature ma è necessaria la sostituzione del trasduttore.

22. FUNZIONE di ZERO


La funzione di ZERO viene attivata con il tasto dedicato ZERO (oppure remotamente
attraverso un input digitale) e serve per azzerare l’indicazione di un canale.
La funzione agisce su tutto il campo di misura (100%); si attiva e disattiva per tutti i canali
abilitati.
Lo stato della funzione viene memorizzato in modo permanente.
Quando la funzione viene attivata il LED corrispondente viene illuminato. Ad ogni pressione del tasto viene eseguito
un nuovo ZERO.
Per rimuovere lo ZERO, tenere premuto il tasto per 4-5 secondi. Il LED di ZERO si spegne quando accettato il comando.
Ogni singolo canale può essere abilitato/disabilitato ad eseguire la funzione di ZERO (all’interno della pagina MENU->
ABILITAZIONE Canali). La disabilitazione ad eseguire lo ZERO può essere legata alla natura del trasduttore collegato
(es. trasduttore di temperatura o di pressione assoluta) oppure ad esigenze applicative.
In modalità PICCO la pressione del tasto ZERO azzera i valori di picco memorizzati e prepara lo strumento per una
nuova misura di PICCO.
Quando la funzione di ZOOM è attiva la funzione di ZERO viene applicata solo sul canale visualizzato

Pag. 16
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

23. FUNZIONE di PICCO

La funzione di PICCO serve per visualizzare il


valore massimo (PICCO+) o minimo (PICCO-) di
una misura dinamica.
Per esempio in applicazioni dove si deve
registrare la coppia generata da una chiave
dinamometria dopo lo scatto, oppure la forza
massima generata da un corpo in caduta libera,
oppure per registrare picchi di pressione
generati da un moltiplicatore idraulico o da una
centralina oleodinamica, per misurare lo
spostamento massimo e minimo di un corpo
sottoposto a vibrazioni ecc…

MP4Plus permette di selezionare la funzione di


PICCO+ o PICCO-.
Si confronti la figura a fianco per vedere come
lavorano rispettivamente la funzione di PICCO +
(POSITIVO) e la funzione di PICCO – (NEGATIVO)

La funzione di PICCO si abilita associando questa funzione per uno dei tasti funzionali F1 – F2 - F3 o F4 (vedi Menù
Principale  Configurazione) oppure remotamente attraverso un input digitale.

Entrando nel Menù Principale o allo spegnimento dello strumento la funzione viene automaticamente disattivata.

Il modo in cui la funzione PICCO viene visualizzata dipende dal numero di canali abilitati.

Nel caso di un solo canale abilitato, quando la funzione viene attivata, la pagina principale visualizza sia i valori MIN e
MAX che il valore ATTUALE della misura rilevata dal trasduttore in tempo reale.
Nel caso di 2 canali abilitati, la funzione di picco visualizza oltre il valore ATTUALE, il valore MAX nel caso di PICCO+ o il
valore di MIN nel caso di PICCO-

In tutti gli altri casi viene visualizzato:


 Il valore ATTUALE nel caso di PICCO OFF
 Il valore MAX nel caso di PICCO+
 Il valore MIN nel caso di PICCO-

Lo stato del PICCO attivo viene visualizzato con la scritta PICCO a fianco del tasto funzionale in REVERSE

I valori di PICCO possono essere azzerati utilizzando il tasto ZERO.

15-04
DATALOG 08:17 PICCO+
CH1 : 152.60 kg
CH2 : 153.72 kg
CH3 : 153.00 kg
CH4 : 154.36 kg
TOT : 613.68 kg
HOLD SCARICO

Pag. 17
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

24. FUNZIONE di HOLD

La funzione di HOLD blocca l’indicazione dello strumento al momento della pressione del tasto.
La funzione di HOLD si abilita associando questa funzione ad uno dei tasti funzionali F1 – F2 - F3 o F4 (vedi Menù
Principale  Configurazione) oppure remotamente attraverso un input digitale.
La possibilità di attivare la funzione di HOLD attraverso un input digitale remoto risulta particolarmente utile quando si
è lontani dallo strumento e si voglia memorizzare una misura per un eventuale rilievo manuale.
Entrando nel Menù Principale o spegnendo lo strumento la funzione viene automaticamente disattivata.
In modo PICCO la funzione di HOLD blocca solo la visualizzazione del valore attuale mentre i valori di MASSIMO e
MINIMO sono sempre aggiornati.
L’attivazione della funzione viene visualizzata sul display LCD dello strumento con la scritta HOLD in reverse.

15-04
DATALOG 08:17 PICCO
CH1 : 152.60 kg
CH2 : 153.72 kg
CH3 : 153.00 kg
CH4 : 154.36 kg
TOT : 613.68 kg
HOLD SCARICO

ATTENZIONE: quando la funzione è attivata l’indicazione è bloccata, se la misura varia, si possono


presentare situazioni di pericolo per la sicurezza di persone, cose o di rottura del trasduttore del canale
associato per sovraccarico.

25. FUNZIONE di SCARICO

La funzione di SCARICO permette di determinare la quantità di materiale che viene scaricato ad esempio da un
serbatoio.
La funzione di SCARICO si abilita associando questa funzione per uno dei tasti funzionali F1 – F2 - F3 o F4 (vedi Menù
Principale  Configurazione). E’ possibile attivare la funzione di SCARICO anche da un Ingresso Digitale esterno (si
veda capitolo dedicato) quando opportunamente programmato.
L’attivazione della funzione viene visualizzata sul display LCD dello strumento con la scritta SCARICO in reverse.

Quando viene attivata la funzione il display con le misure si azzera e vengono mostrati i carichi prelevati.
Quando questa funzione è selezionata è possibile attivare una o più uscite a Relè per realizzare una piccola
automazione.
Quando completata la operazione di SCARICO premere nuovamente il tasto funzionale per la sua disattivazione.

E’ possibile definire se visualizzare il valore misurato come quantità positiva o negativa. (vedi Menù Principale 
Configurazione).
15-04
DATALOG 08:17 PICCO
CH1 : 152.60 kg
CH2 : 153.72 kg
CH3 : 153.00 kg
CH4 : 154.36 kg
TOT : 613.68 kg
HOLD SCARICO

Pag. 18
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

26. FUNZIONE di DATA LOGGER

Per le impostazione dei parametri di un ciclo di DATA LOGGER si faccia riferimento al paragrafo relativo alla pagina
Menù Principale  DATALOGGER MENU Param. Data Logger.

E’ necessario associare la funzione a uno dei tasti F1 – F2 - F3 o F4 (vedi Menù Principale  Configurazione).

Premendo il tasto DATALOG si attiva la funzione che viene segnalata con la scritta DATALOG in reverse.

15-04
DATALOG 08:17 PICCO
CH1 : 152.60 kg
CH2 : 153.72 kg
CH3 : 153.00 kg
CH4 : 154.36 kg
TOT : 613.68 kg
HOLD SCARICO

Se è stata impostata la memorizzazione dei dati su FLASH MEMORY (chiavetta USB) è necessario che questa sia già
stata inserita altrimenti il comando non viene accettato.
Ulteriormente è necessario che un eventuale cavo USB per la comunicazione con un PC sia stato rimosso

Se è stata impostata una soglia di inizio memorizzazione (parametro soglia <>0) nessuna memorizzazione verrà
effettuata finché questa condizione non sia stata soddisfatta.

Alla acquisizione di un punto di misura apparirà, l’icona sul display.

Nel caso di DATALOG su FLASH MEMORY (chiavetta USB) e con memorizzazione diversa da MANUALE sono possibili la
creazione di 2 possibili tipi di file
 Uno di tipo testo con estensione .csv che può essere letto direttamente da programmi tipo Microsoft Excel.
Il separatore dei campi è selezionabile all’interno di Menù Principale  DATALOGGER MENU Files Flash
memory.
 Uno di tipo binario con estensione.bin il cui formato è descritto sotto che permette minori dimensioni del file
creato e una maggiore velocità di memorizzazione.

Per leggere questo file si può utilizzare il programma MP Supervisor


La selezione di quale file verrà creato è selezionabile all’interno di Menù Principale  DATALOGGER MENU Files
Flash memory

Il nome del file creato è in entrambi i casi: MP Plus DataLogger GG:MM:AAAA – HHMMSS dove:
GG:MM:AAAA indicano giorno mese anno
HHMMSS indicano ore minuti secondi

Questa convenzione rende univoco il nome del file e quindi lo rende riconoscibile e non duplicabile anche
successivamente quando lo si andrà ad analizzare su PC.
Il formato dei file creati è descritto sotto

ATTENZIONE: E’ responsabilità dell’operatore controllare che all’interno della Penna USB vi sia abbastanza
spazio libero coerente con il ciclo impostato.

Pag. 19
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

Nel caso di memorizzazione MANUALE verrà creato un file di tipo testo con la stessa convenzione sul nome ma con
estensione .txt
Un esempio di file creato nella modalità manuale è riportato sotto in cui sono facilmente riconoscibili i campi associati
ad ogni record. Il separatore dei campi è selezionabile all’interno di Menù Principale  DATALOGGER MENU Files
Flash memory.
Questo file, essendo un file di testo, può essere letto su PC da qualsiasi editor (esempio Notepad - Blocco Note).

Nel caso di DATALOG interno (che utilizza la memoria non volatile interna e non la penna USB) è possibile
memorizzare un solo ciclo alla volta.Pertanto ad ogni inizio ciclo verrà cancellato il ciclo precedente.
Per eseguire il download di un datalog interno è possibile utilizzare il programma in dotazione MP Supervisor oppure
è possibile copiarlo su una chiavetta USB direttamente usando MP4Plus.

Nel caso di una memorizzazione Manuale (sia che si sia in Datalog Interno che esterno) e si è in modo PICCO, è
possibile memorizzare, invece della misura attuale, il valore minimo o il valore massimo.

Questa scelta verrà proposta al momento della pressione del tasto DATALOG all’inizio di un ciclo.

ESEMPIO di FILE DATALOG con memorizzazione MANUALE

1 ;CH1 -47.07kg ; CH2 -0.009kg ; TOT -47.08kg ; Date 14-05-2014 Time 10:53:05;
2 ;CH1 -47.07kg ; CH2 -0.010kg ; TOT -47.08kg ; Date 14-05-2014 Time 10:53:11;
3 ;CH1 -47.07kg ; CH2 -0.010kg ; TOT -47.08kg ; Date 14-05-2014 Time 10:53:13;
4 ;CH1 -47.07kg ; CH2 -0.009kg ; TOT -47.08kg ; Date 14-05-2014 Time 10:53:15;
5 ;CH1 -47.07kg ; CH2 -0.009kg ; TOT -47.08kg ; Date 14-05-2014 Time 10:53:17;

Nota:
Il separatore di campo può essere selezionato tra ‘;’ e ‘,’
Il punto decimale è sempre il carattere ‘.’

ESEMPIO di FILE DATALOG formato .csv

1.0  Versione del file.


3  Numero di canali acquisiti
1;2;3; Indice dei canali acquisiti (vedi nota)
(kg) ; (kg) ; (kg) ; (s);  Unità di misura dei canali + unità di misura del tempo (s)
0.5; 15.1; 91734.5 ;0.000 ;  Valori Misura + tempo
7.0; 15.2; 91333.5 ;1.000 ;
…………………….
…………………….
12.1; 17.1; 91734.5; 25.000 ;
0.0; 15.1; 89000.5 ; 26.000 ;

Nota:
Gli indici dei canali acquisiti danno l’informazione di quali canali sono stati memorizzati
0 = CH1
1 = CH2
4 = TOTALE
Il separatore di campo può essere selezionato tra ‘ ;’ e ‘,’
Il punto decimale è sempre il carattere ‘.’

La data e ora di inizio ciclo si trova nel nome del file: MP Plus DataLogger GG:MM:AAAA – HHMMSS.csv
dove: GG:MM:AAAA indicano giorno mese anno, HHMMSS indicano ore minuti secondi.

Pag. 20
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

Formato di FILE DATALOG binario (.bin)

Intestazione file

Versione del file : 4 byte


Numero Canali Memorizzati : 1 byte
Riservato AEP : 1 byte
Indice dei canali : 1 byte per ogni canale memorizzato (vedi nota sopra)
Riservato AEP : 1 byte
Unità di Misura : 1 byte per ogni canale memorizzato (vedi tabella 1 per i codici)

La data e ora di inizio ciclo si trova nel nome del file: MP Plus DataLogger GG:MM:AAAA – HHMMSS.bin
dove: GG:MM:AAAA indicano giorno mese anno, HHMMSS indicano ore minuti secondi.

Misure:
Per ogni punto di misura acquisito viene creato un record di (4*Numero Canali Abilitati) + 4 bytes.
Per ognuno dei canali acquisiti 4 byte rappresentano la misura acquisita in floating point (in accordo a IEEE754)
Gli ultimi 4 byte rappresentano il tempo di acquisizione in secondi.

Il ciclo di DATALOG termina automaticamente allo scadere del tempo impostato, (nel caso di utilizzo della memoria
interna anche al raggiungimento delle massime memorizzazioni possibili).
Per terminare da operatore un ciclo premere in ogni momento il tasto DATALOG.
La accettazione del comando viene segnalata visualizzando la scritta DATALOG non più in reverse.

Con un DATALOG in corso non è possibile entrare nel Menù di Programmazione.

L’intervallo di tempo di memorizzazione è definito dal parametro INTERVALLO.

Con il parametro INTERVALLO settato su MANUALE le memorizzazioni avvengono su comando


dell’operatore agendo sul tasto SET o in alternativa attraverso un input digitale esterno se
opportunamente configurato.

In tutti gli altri casi l’intervallo di memorizzazione è definita dal parametro INTERVALLO con memorizzazioni che vanno
da un punto ogni 500ms ad un punto ogni 24h.

ATTENZIONE: Il ciclo di durata massima è di 100 giorni

ATTENZIONE: Nel caso di memorizzazione su FLASH MEMORY (chiavetta USB) la velocità dipende molto
dal tipo di penna utilizzata e dal livello di riempimento della penna stessa.
Si consiglia quindi per datalog che richiedano tempi di acquisizione molto veloci di utilizzare la memoria
interna.

Pag. 21
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

27. FUNZIONE di CONTAPEZZI


La funzione di contapezzi permette di determinare il numero di pezzi posto all’interno di un vassoio.
Per impostare la funzione è necessario eseguire le seguenti operazioni:
- Se lo strumento è dotato di più di un canale, abilitare quale/i canali sono associati con la funzione
contapezzi entrando nel Menù Principale  Abilitazioni Canali.
Nel caso di strumento ad un solo canale questa operazione non è necessaria.
- Abilitare un tasto funzionale con la funzione di CONTAPEZZI entrando nel Menù Principale 
Configurazione e selezionare CONTAPZ su uno dei tasti F1 – F2 - F3, F4.
- Calibrare lo strumento con un numero noto di pezzi entrando in Menù Principale  CONTAPEZZI oppure
con la funzione Contapezzi attiva tenendo premuto il tasto funzionale per più di 4 secondi.

15-04
CONTAPZ 08:17 PICCO

CH1 : 152 PEZZI


CH2 : 153.72 kg

HOLD SCARICO

Quando la funzione di CONTAPEZZI è attiva la scritta CONTAPZ e il campo dedicato alla unità di misura risulta essere
PEZZI.
Quando selezionata questa funzione rimane selezionata anche dopo una riaccensione dello strumento.
Se lo strumento è dotato di più di un canale è possibile abilitare uno qualsiasi dei canali (o anche più di uno) a questa
funzione (si confronti la pagina Menù Principale  Abilitazioni Canali).

La calibrazione della funzione CONTAPEZZI consiste nel determinare il peso di un numero noto di oggetti all’interno
della pagina Menù Principale  CONTAPEZZI oppure con la funzione Contapezzi attiva tenendo premuto il tasto
funzionale per più di 4 secondi.

Questa operazione va effettuata per tutti i canali associati alla funzione.

Viene richiesto di specificare il canale da 1 a 4 che si intende modificare. Nel caso lo strumento sia dotato di un solo
canale questa pagina viene saltata.
CONTAPEZZI 15-04-14
08:17:07

Selez. CH : 1
Premi ↓ per continuare

Selezionare il canale desiderato. Per confermare e proseguire premere . Per uscire premere SET.

Pag. 22
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

CONTAPEZZI 15-04-14
08:17:07

NUMERO PEZZI : 25
PESO : kg
Premi ↓ per continuare
Tasto SET per Uscire

Dapprima viene richiesto di inserire il numero di pezzi usati come campione.


Per uscire senza modificare premere SET. Per confermare e proseguire premere .

CONTAPEZZI 15-04-14
08:17:07

NUMERO PEZZI : 25
PESO : 125. 50 kg

Tasto SET per Uscire

Il passo successivo è quello di pesare effettivamente il numero di pezzi posti all’interno del vassoio.
Il campo PESO indica il peso attualmente letto. Con il vassoio vuoto azzerare la misura con il tasto ZERO.
La misura dovrà essere 0.0.
Porre i pezzi selezionati sul vassoio e attendere che la misura sia stabile.
Premendo SET la calibrazione è completata e si esce dalla pagina ritornando nel Menu Principale.

Azzerare lo strumento a vassoio vuoto con il tasto ZERO prima di porre i pezzi sul vassoio.

Il conteggio dei pezzi va effettuato nella stessa unità di misura con cui si è effettutata la calibrazione.

Pag. 23
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

28. FUNZIONE di STAMPA (Opzione)


La funzione di STAMPA permette di stampare un report con le misure su una stampante.
Per impostare la funzione eseguire le seguenti operazioni:
Abilitare la comunicazione seriale entrando nel Menù Principale  Comunicazione RS232 e selezionare STAMPANTE.
PROTOCOLLO DI COMUNICAZIONE: 9600, 8, N, 2 o in accordo a quelle della stampante utilizzata
Abilitare un tasto funzionale con la funzione di STAMPA entrando nel Menù Principale  Configurazione e
selezionare STAMPA sul tasto F1 – F2 - F3, F4 .
15-04
STAMPA 08:17 PICCO

CH1 : 152.60 kg
CH2 : 153.72 kg
CH3 : 153.00 kg
CH4 : 154.36 kg
TOT : 613.68 kg
HOLD SCARICO

Quando la funzione STAMPA è attiva la scritta apparirà in reverse e verrà stampata l’INTESTAZIONE REPORT così
come impostata nel Menù Principale  Intestazione Stampa. Nel caso in cui al momento della attivazione della
funzione STAMPA sia attiva la funzione di PICCO verrà richiesto se si desidera stampare i dati relativi al valore attuale,
al valore massimo o minimo.
Ad ogni pressione del tasto STAMPA verrà stampata una riga di misura sul modello dell’esempio di report sotto. La
data e ora associata ad ogni misura verrà stampata solo nel caso in cui la opzione di Datalogger sia attiva.
E’ possibile attivare la stampa anche remotamente attraverso un input digitale. La possibilità di attivare la funzione di
STAMPA attraverso un input digitale remoto risulta particolarmente utile quando si è lontani dallo strumento e si
voglia stampare una misura per un eventuale rilievo.
Per terminare un report di misure premere nuovamente il tasto STAMPA per circa 3 secondi, la stampante terminerà
il report facendo avanzare la carta e si predisporrà per un altro report.
Ovviamente è possibile utilizzare questa modalità oltre che con una stampante fisica anche con qualsiasi programma
di comunicazione RS232.
Esempio di stampa:

AEP transducers
Via Bottego 33/A
Cognento (Modena)

1 CH 1 0.0000kN
CH 2 0.0000kN
CH 3 0.0000kN
CH 4 0.0000kN
TOT 0.0000kN
23-03-14 11:47:16

2 CH 1 2.1250kN
CH 2 3.4400kN
CH 3 1.2500kN
CH 4 0.5770kN
TOT 7.3920kN
23-03-14 11:48:17

3 CH 1 8.5470kN
CH 2 7.4000kN
CH 3 6.8500kN
CH 4 5.9940kN
TOT 28.7910kN
23-03-14 11:49:19

ATTENZIONE: Prima di utilizzare la stampante VERIFICARE la configurazione con le istruzioni presenti sul manuale
della stampante. E’ possibile che sia necessario configurare la stampante con il tipo di comunicazione, tipo di
carattere, velocità di stampa, e altri parametri.

Per il reperimento dei rotoli di carta contattare i fornitori locali di materiale da ufficio.
AEP non gestisce questo tipo di materiale di consumo.

Pag. 24
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

29. MENÙ di PROGRAMMAZIONE (Menù Principale)

Si accede al Menù Principale attraverso il tasto SET

Il Menù prevede le seguenti voci:

 Unità di Misura
 Risoluzione
 Punto Decimale
 Filtro Digitale e Frequenza di Acquisizione
 Configurazione tasti F1-F2-F3-F4 e lingua operativa
 Data e Ora
 Setup Canali
 Linearizzazione
 Intestazione Stampa (Opzione)
 DataLogger Menù
 Input Digitali
 Output Relè
 Output Analogici (Opzione)
 SetPoint
 Comunicazione RS232 e Stampante (Opzione)
 Comunicazione RS485 (Opzione)
 Blocco Tasti
 Abilitazione Canali e Funzione TOTALE
 Funzione di Auto Zero
 Salvataggio dei canali
 Ripristino dei canali
 CONTAPEZZI (la descrizione di questa procedura è fatta nel capitolo 27 insieme alla descrizione della
funzione)
 Service e Contrasto LCD
 Uscita

Si scorre il Menù agendo sui tasti cursore  e  , la voce attiva viene visualizzata in reverse.

Le voci relative a Opzioni non abilitate non verranno visualizzate.

Per accedere alla funzione selezionata confermare con il tasto SET.

Si torna la Pagina principale selezionando la voce del menù USCITA e confermando con SET o con i tasti rapidi + / -

ATTENZIONE:
Le opzioni non abilitate non appariranno all’interno del menù

Pag. 25
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

30. UNITA’ di MISURA.

Per convertire la misura visualizzata in altra unità di misura entrare nel Menù Principale  Unità di Misura.
Selezionare con i tasti  e  il canale desiderato.
Per ogni canale modificare con i tasti +/- la scelta desiderata (che appare in reverse).
Premere SET per uscire.

E’ possibile definire una unità di misura differente per ognuno dei canali collegati.
La funzione TOTALE assume l’unità di misura del primo canale abilitato alla somma (vedi paragrafo Abilitazione dei
Canali).

In funzione della tipologia del trasduttore impostato sul canale (Forza, Pressione, Coppia , Spostamento, Temperatura
o Encoder) appariranno le Unità di Misura possibili (vedi Tabella 1).

Trasduttore di Trasduttore di Trasduttore di Trasduttore di Trasduttore di Trasduttore


FORZA PRESSIONE COPPIA SPOSTAMENTO TEMPERATURA ENCODER
(1) (1) (1) (1) (1) (1) (3) (3)
Unità Unità Unità Unità Unità
Codice Codice Codice Codice Codice Codice Lineare Angolare
00 kg 00 bar 00 Nm 00 mm 00 °C 00 mm ° (gradi)
01 N 01 mbar 01 Nmm 01 m 01 °F 01 m turns
02 daN 02 psi 02 Kgm 02 foot 02 foot rpm
03 lb 03 MPa 03 kNm 03 inch 03 inch Hz
04 kN 04 kPa 04 ft.lbf 04 cm 04 cm
05 MN 05 Pa 05 in.lbf 05 dm 05 dm
06 klb 06 mH2O 06 gcm 06 µm 06 mm
07 t 07 inH2O 07 kgmm 07 mV/V- 07 µm
Volt-mA
(2)
2
08 mV/V- 08 kg/cm 08 mV/V- 08 mm/min
Volt- Volt-
mA(2) mA (2)
09 mmHg 09 m/min
10 cmHg 10 ft/min
11 inHg 11 in/min
12 atm 12 mm/s
13 mV/V- 13 m/s
Volt-
mA (2)
14 ft/s
15 in/s
TABELLA 1
(1)
Nelle trasmissioni (USB-RS232-RS485) invece di inviare l’unità di misura per esteso viene inviato il codice numerico
corrispondente.
(2)
L’unità di misura mV/V o Volt o mA viene selezionata sulla base del tipo di segnale di ingresso configurato per il
canale ed è utile per un controllo delle uscite in unità di misura non ingegneristica
(3)
La selezione della unità di misura determina se lo strumento misura uno spostamento o una velocità

Pag. 26
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

31. RISOLUZIONE

Per modificare la Risoluzione di misura entrare nel Menù Principale  Risoluzione.

La Risoluzione permette di settare l’incremento delle ultime cifre di una costante (1, 2, 5...) e viene utilizzata per
aumentare la stabilità della misura in applicazioni dinamiche a discapito delle divisioni di lettura.

Risoluzione: 1 – 2 – 5 - 10 - 20 - 50 - 100

Selezionare con i tasti  e  il canale desiderato.


Per ogni canale selezionare con i tasti +/- la scelta desiderata (che appare in reverse) e premere SET per uscire.

E’ possibile definire una risoluzione differente per ognuno dei canali.

RISOLUZIONE 15-04-14
08:17:07

CH 1 : 1
CH 2 : 5
CH3 : 1
CH4 : 10

32. PUNTO DECIMALE

Per modificare la posizione del punto decimale con cui viene visualizzato il singolo canale entrare nel Menù Principale
 Punto Decimale.

Formato: ######## #######.# ######.## #####.### ####.#### ###.#####

Selezionare con i tasti  e  il canale desiderato.

Per ogni canale selezionare con i tasti +/- la scelta desiderata (che appare in reverse) e premere SET per uscire.

E’ possibile definire un formato differente per ognuno dei canali.

PUNTO DECIMALE 15-04-14


08:17:07

CH 1 : ########.#
CH 2 : #######.##
CH 3 : ########.#
CH 4 : ######.###

Pag. 27
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

33. FILTRO DIGITALE e FREQUENZA di ACQUISIZIONE

I parametri Filtro e Frequenza Acquisizione determinano siano la stabilità della misura sia la velocità con la quale la
misura stessa segue il segnale del trasduttore.
Il segnale proveniente dal trasduttore viene campionato con una frequenza programmabile da 2.5 a 4800
campionamenti al secondo.
MP4Plus applica un filtro digitale, di tipo media mobile, con un numero di campionamenti determinato dal parametro
Filtro.
La relazione tra Filtro e numero di campionamenti che vengono presi in considerazione nel calcolo del filtro digitale è
descritta nella tabella sotto

Filtro 0: nessun filtro (massima velocità)


Filtro 1: 2 campionamenti
Filtro 2: 4 campionamenti
Filtro 3: 8 campionamenti
Filtro 4: 16 campionamenti
Filtro 5: 32 campionamenti

Per calcolare la frequenza di taglio a -3dB del filtro digitale bisogna tenere conto sia del numero di campionamenti che
della frequenza di campionamento.
Una formula che in buona approssimazione calcola la frequenza di taglio del filtro digitale sulla base di questi 2
parametri è:
0.35
ft = ------------------------------------------------
Tempo risposta ad un gradino

I tempi di risposta ad un gradino in funzione di Filtri e della frequenza di conversione sono riportati nella tabella.

Tempi di stabilizzazione alla risposta ad un gradino in funzione del Filtro e Frequenza Acquisizione
Frequenza di
Filtro 0 Filtro 1 Filtro 2 Filtro 3 Filtro 4 Filtro 5
Acquisizione
2.5 0.4s 2s 4s 8s 16s 32s
10 0.1s 0.5s 1s 2s 4s 8s
20 50ms 0.25s 0.5s 1s 2s 4s
50 20ms 0.1s 0.2s 0.4s 0.8s 1.6s
100 10ms 50ms 0.1s 0.2 0.4s 0.8s
200 5ms 25ms 50ms 0.1s 0.2s 0.4s
400 2.5ms 12.5ms 25ms 50ms 0.1s 0.2s
600 1.6ms 8.2ms 16.5ms 33ms 66ms 133ms
1200 800 µs 4.1ms 8.2ms 16.5ms 33ms 66ms
2400 400µs 2ms 4.1ms 8.2ms 16.5ms 33ms
4800 200µs 1ms 2ms 4.1ms 8.2ms 16.5ms

Nella figura 1 sotto è possibile apprezzare l’effetto dell’uso di 2 differenti frequenze di acquisizione sulla misura della
variazione di un carico. La curva con alte frequenze di acquisizione è ricostruita meglio con alti valori di frequenze di
acquisizione ma la misura ha un rumore residuo che rende meno accurata la misura.

Nella figura 2 viene mostrato l’effetto di come viene ricostruita la curva quando avviene una improvvisa variazione del
carico con 2 differenti valori di filtro a parità di frequenza di acquisizione. Con bassi valori di filtro la misura segue più
fedelmente la variazione di carico ma con un rumore residuo più alto. Alti valori di filtro danno una misura più
accurata ma più lenta nel seguire variazioni di carico.

Quindi la scelta di quale filtro e frequenza di acquisizione scegliere dipende essenzialmente dalla applicazione e da
quello che si vuole misurare. Dove sono previsti veloci transienti è necessario adottare alte frequenze e bassi valori di
filtro. Viceversa se le variazioni sono lente e si prefererisce una misura più accurata è necessario impostare alti valori
di filtro e basse frequenze di acquisizione.

Pag. 28
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

Figura 1: Frequenza di Acquisizione


Frequenza ALTA Frequenza BASSA

200
180
160
140
120
kN

100
80
60
40
20
0
0.0 0.5 1.0 1.5 2.0 2.5 3.0 3.5 4.0 4.5 5.0 5.5 6.0

sec.

Figura 2: Numero di campionamenti nel filtro digitale


FORZA MISURATA Variazione REALE

200
180
160
140
120
kN

100
80
60
40
20
0
0 5 10 15 20 25 30 35 40 45 50 55 60

sec.

FORZA MISURATA Variazione REALE

200
180
160
140
120
kN

100
80
60
40
20
0
0 5 10 15 20 25 30 35 40 45 50 55 60

sec.

Pag. 29
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

Per modificare il valore di filtro è necessario andare nel Menù Principale  FILTRO DIGITALE.

In questa pagina è possibile modificare i seguenti parametri:


 Filtro: 0 - 1 - 3 - 4 - 5
 Frequenza Acquisizione (campionamenti al secondo): 2.5 – 5 - 10 – 20 - 50 – 100 – 200 – 400 – 600 – 1200
– 2400 - 4800

I parametri selezionati sono comune a tutti i canali.

Selezionare coni tasti +/- la scelta desiderata (che appare in reverse) e premere SET per uscire.

34. CONFIGURAZIONE

In questa pagina è possibile definire la funzione dei tasti funzionali F1 – F2 - F3 e F4 e la lingua operativa dello
strumento.

 Tasto F1: PICCO – HOLD - STAMPA – TX DATA – DATALOG – SCARICO – OFF – CONTAPZ - ZOOM
 Tasto F2: PICCO – HOLD - STAMPA – TX DATA – DATALOG – SCARICO – OFF – CONTAPZ - ZOOM
 Tasto F3: PICCO – HOLD - STAMPA – TX DATA – DATALOG – SCARICO – OFF – CONTAPZ - ZOOM
 Tasto F4: PICCO – HOLD - STAMPA – TX DATA – DATALOG – SCARICO – OFF – CONTAPZ - ZOOM
 Lingua: Italiano – Inglese: seleziona la lingua operativa dello strumento
 Scarico : Positivo - Negativo

Per le funzioni di PICCO, HOLD, STAMPA, DATALOG, CONTAPEZZI e SCARICO si vedano i capitoli dedicati.
Selezionando OFF il tasto funzionale viene disabilitato.

La funzione di ZOOM permette, nella pagina principale, di visualizzare solo un canale in maniera ingrandita.
Nella condizione di ZOOM non attivo nella pagina principale si ha la visualizzazione di tutti i canali abilitati; attivando
la funzione, ad ogni pressione del tasto ZOOM verrà cambiato il canale in visualizzazione, scelto nella lista dei canali
abilitati (vedi Menù Principale-> Abilitazione Canali). Dopo avere selezionato tutti i canali abilitati si ritorna alla
modalità di visualizzazione normale.
Questa modalità è utile quando si voglia amplificare temporaneamente la visualizzazione della misura di un particolare
canale oppure quando si voglia eseguire la funzione di ZERO solo su un particolare canale.

La funzione di TXDATA permette di trasmettere su linea seriale RS232 (se opportunamente configurato nella pagina
Menù Principale->COM. RS232) un valore di misura ad ogni pressione del tasto funzionale a cui è associata la
funzione.

Selezionare con i tasti  e  il parametro desiderato.


Cambiare coni tasti +/- la scelta desiderata (che appare in reverse).
Per tornare al Menù Principale premere SET in ogni momento.

CONFIGURAZIONE 15-04-14
08:17:07

TASTO F1 : PICCO
TASTO F2 : HOLD
TASTO F3 : STAMPA
TASTO F4 : DATALOG
LINGUA : ITALIANO
SCARICO : POSITIVO

Pag. 30
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

35. DATA e ORA (Opzione)

MP4Plus gestisce un calendario interno utilizzato principalmente per memorizzare all’interno di un ciclo di Data Logger
l’informazione di data e ora per ogni punto di misura.

Questa pagina permette di impostare la data e ora del calendario sempre visibile nella Pagina Principale.

Entrando in questa pagina lo strumento presenta il cursore sul giorno e attende che l’operatore imposti il giorno
corretto tramite i tasti +/-.

Selezionare con i tasti  e  il parametro desiderato : giorno, mese, anno, ora, minuti e secondi.

Per tornare al Menù Principale premere SET in ogni momento.

La data e ora sono mantenute anche a strumento spento grazie a una batteria a bottone CR2032 di lunga durata e di
facile reperibilità.

Per la sostituzione della batteria seguire questa procedura:

1. Togliere alimentazione
2. Aprire lo strumento
3. Cambiare la pila CR2032 posta sul retro del pannello frontale
4. Chiudere nuovamente lo strumento
5. Accendere lo strumento.
6. Entrare in questa pagina di programmazione per inserire la data e ora corretta.

Pag. 31
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

36. SETUP DEI CANALI

In questa pagina è possibile modificare i parametri che influenzano la calibrazione di tutti i canali.
La programmazione di un canale si compone di 2 o 3 pagine in funzione del tipo di calibrazione con il quale viene
configurato.
La prima pagina è identica per tutte le configurazioni (tranne per canali PT100) mentre la pagina 2 ed eventualmente
la 3 sono dedicate per il tipo di calibrazione scelta.

Per proteggere le pagine di calibrazione è necessario inserire una PASSWORD. La PASSWORD per accedere è: 7

SETUP CANALI 15-04-14


08:17:07
Inserisci Password
0
Premi ↓ per continuare
TASTO ZERO : FATT = 1

Per confermare e proseguire premere . Per uscire premere SET.


Nella pagina successiva viene richiesto di specificare il canale da 1 a 2 che si intende modificare

SETUP CANALI 15-04-14


08:17:07

Selez. CH : 1
Premi ↓ per continuare

Selezionare il canale desiderato. Per confermare e proseguire premere . Per uscire premere SET.

Nel caso di trasduttori di Forza, Pressione, Spostamento e Coppia verranno visualizzate le pagine che seguono, nel
caso di un canale in Temperatura (solo canale 2) verrà visualizzata la pagina di calibrazione in temperatura (si veda
capitolo dedicato).

Pag. 32
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

37. Configurazione Canali di Forza, Pressione, Coppia e Spostamento

SETUP CANALE 2 15-04-14


08:17:07

Tipo : Forza
Formato : ########.#
FS : 10000.0 kg
Calibr. : FONDO SCALA

 Tipo : tra Forza – Pressione – Coppia - Spostamento


 Formato : numero di decimali di rappresentazione del Fondo Scala
######### : nessuna cifra decimale
#######.# : 1 cifra decimale
######.## : 2 cifre decimali
#####.### : 3 cifre decimali
####.#### : 4 cifre decimali
###.##### : 5 cifre decimali
 FS : valore di fondo scala del trasduttore (Portata)
 Unità di misura : unità di misura del fondo scala
 Calibr. : tra FONDO SCALA – PESO NOTO – INTERPOLAZIONE

Tipo : identifica a quale categoria appartiene il trasduttore collegato tra quelli proposti. Questa selezione
permette di selezionare le unità di misura coerenti con la scelta effettuata

Formato : Impostare nel parametro Formato il numero di decimali da utilizzare nella visualizzazione della
Portata all’interno di queste pagine di Setup del canale.

La selezione del numero di decimali da utilizzare durante la misura deve essere fatta nella pagina Menù
Principale  Decimali.

FS : Nel parametro FS impostare la portata (Fondo Scala) del trasduttore collegato e l’Unità di misura
corrispondente.
Esempio: se il trasduttore è da 200kN impostare 200.000 con i relativi punti decimali e l’unità di misura kN.
Esempio: se il trasduttore è da 50mm impostare 50.000 con i relativi punti decimali e l’unità di misura mm.

Nella selezione di questo parametro si è facilitati dal fattore di moltiplicazione FATT che definisce il valore
di incremento da assegnare ai tasti +/- nella modifica del valore.
FATT viene variato attraverso il tasto ZERO.

Calibr. : permette di identificare la modalità di calibrazione del canale. Queste verranno descritte nel
dettaglio ne paragrafi successivi.

Per andare alla pagina successiva (di calibrazione) in corrispondenza del parametro Calibr. premere il tasto .
Per andare alla pagina precedente (di selezione del canale) in corrispondenza del parametro Tipo premere il tasto .
Per uscire premere il tasto SET.

Pag. 33
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

38. CALIBRAZIONE con FONDO SCALA

La calibrazione con fondo scala consiste semplicemente nel selezionare la portata (Fondo Scala) del trasduttore
collegato facendo riferimento al fatto che questa possa corrispondere ai seguenti valori:

trasduttore strain gauge : Fondo Scala = 2mV/V


trasduttore con ingresso in tensione +/-10V : Fondo Scala = 10V
trasduttore con ingresso in corrente 4-20mA : Fondo Scala = 20mA

Queste impostazioni, anche nelle situazioni più accurate, sono solo teoriche. In realtà si avrà anche una pur se minima
deviazione da questi valori teorici dovute sia a tolleranze nelle calibrazioni di fabbrica sia a cadute di segnale nei cavi
di collegamento che possono essere più o meno lunghi.
In questa pagina è così possibile introdurre dei fattori correttivi (Guadagno) che permettono di correggere questi
scostamenti distinti sia per la scala positiva (GUADAGNO +) che per quella negativa (GUADAGNO -).

Inoltre sempre in questa pagina è possibile definire in via sperimentale la TARA DI SISTEMA ovvero il carico, la
pressione o la coppia che il trasduttore vede a causa delle attrezzature installate.

Infine è possibile modificare il SEGNO DEL TRASDUTTORE utile in particolare per trasduttori di tipo strain gage (+/-
2mV/V).
Normalmente viene definito un carico positivo per uscite di segnale positive (Compressione) e viceversa un carico
negativo per uscite di segnale negativo (Trazione).
Per invertire questa convenzione modificare il parametro SEGNO TRASDUTTORE da STANDARD a INVERTITO.

Entrando in questa pagina si accede ad un menù dedicato. Scorrere il menù con i tasti  e . La scelta attiva apparirà
in REVERSE.
Per confermare la scelta premere SET.
Per uscire da questa pagina e ritornare alla pagina precedente selezionare USCITA e confermare con SET.

SETUP CANALE 2 15-04-14


08:17:07
TARA DI SISTEMA :
GUADAGNO + : 1.00000
GUADAGNO - : 1.00000
SEGNO TRASDUTT. : STANDARD
USCITA

TARA DI SISTEMA:
Permette di azzerare il carico, la pressione o la coppia che il trasduttore vede a causa delle attrezzature installate e
deve essere eseguita sperimentalmente con trasduttore collegato all’interno del sistema e senza carico.
Entrando nella funzione viene visualizzato in tempo reale il valore del carico corrente.
Premere ZERO per confermare. A questo punto deve essere visualizzato un carico di 0.0.
Ripetere eventualmente con il tasto ZERO se non soddisfatti della misura.
Premere SET per uscire dalla funzione.

GUADAGNO + /-
Come detto questi parametri permettono una correzione dell’uscita ingegneristica del trasduttore per adeguarsi alle
situazioni reali.
Il parametro da inserire può essere definito sia per via sperimentale che teorica.

Nella selezione di questo parametro si è facilitati dal fattore di moltiplicazione FATT che definisce il valore
di incremento da assegnare ai tasti +/- nella modifica del valore.
FATT viene variato attraverso il tasto ZERO.

Pag. 34
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

Esempio 1.
L’uscita a fondo scala di un trasduttore strain gauge è di 1.9990mV/V invece di 2.0000mV/V sulla base del suo
certificato di calibrazione o perché misurato.
Si calcoli il guadagno sulla base della formula:

Valore teorico 2.00000


Guadagno = ------------------- = ----------------- = 1.0005
Valore reale 1.9990

Esempio 2
L’uscita a fondo scala di un trasduttore amplificato +/-10V è di 8V invece di 10V sulla base del suo certificato di
calibrazione o perché misurato.
Si calcoli il guadagno sulla base della formula:

Valore teorico 10
Guadagno = ------------------- = ----------------- = 1.25
Valore reale 8

Esempio 3
L’uscita a fondo scala di un trasduttore amplificato 4-20mA è di 20.6mA invece di 20mA sulla base del suo certificato di
calibrazione o perché misurato.
Si calcoli il guadagno sulla base della formula:

Valore teorico 20.0 – 4 16


Guadagno = ------------------- = ----------------- = -------- = 0.975
Valore reale 20.6 – 4 16.4

Esempio 4
Sperimentalmente si rileva che il valore misurato dal trasduttore a fondo scala (o ad un altro carico qualsiasi) è di
102.00kg invece di 100.00kg

Si calcoli il guadagno sulla base della formula:

Valore teorico 100.00


Guadagno = ------------------- = ----------------- = 0.98
Valore reale 102.00

Per una migliore accuratezza e laddove possibile eseguire il calcolo sia per il campo di lavoro positivo che
per quello negativo.
In assenza di informazioni copiare il valore calcolato in un range in quello opposto

SEGNO TRASDUTTORE : STANDARD – INVERTITO


Come detto è utile principalmente nel caso di trasduttori di tipo strain gauge per adattare il segno della uscita alle
proprie esigenze.
Normalmente viene definito un carico positivo per uscite di segnale positive (Compressione) e viceversa un carico
negativo per uscite di segnale negativo (Trazione).
Per invertire questa convenzione modificare il parametro SEGNO TRASDUTTORE da STANDARD a INVERTITO.

Pag. 35
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

39. CALIBRAZIONE con PESO NOTO

Questa funzione permette la calibrazione di un canale mediante l’applicazione di un carico/pressione/coppia noto


direttamente sul trasduttore collegato allo strumento.
Inoltre sempre in questa pagina è possibile definire in via sperimentale la TARA DI SISTEMA ovvero il carico, la
pressione o la coppia che il trasduttore vede a causa delle attrezzature installate.
Infine è possibile modificare il SEGNO DEL TRASDUTTORE utile in particolare per trasduttori di tipo strain gage (+/-
2mV/V).
Normalmente viene definito un carico positivo per uscite di segnale positive (Compressione) e viceversa un carico
negativo per uscite di segnale negativo (Trazione).
Per invertire questa convenzione modificare il parametro SEGNO TRASDUTTORE da STANDARD a INVERTITO.

Entrando in questa pagina si accede ad un menù dedicato. Scorrere il menù con i tasti  e . La scelta attiva apparirà
in REVERSE.
Per confermare la scelta premere SET.
Per uscire da questa pagina e ritornare alla pagina precedente selezionare USCITA e confermare con SET.

15-04-14
SETUP CANALE 2 08:17:07
TARA DI SISTEMA :
PESO DI RIFERIM. : 10000
CALIBRAZIONE :
SEGNO TRASDUTT. : STANDARD
USCITA

TARA DI SISTEMA:
Permette di azzerare il carico, la pressione o la coppia che il trasduttore vede a causa delle attrezzature installate e
deve essere eseguita sperimentalmente con trasduttore collegato all’interno del sistema e senza carico.
Entrando nella funzione viene visualizzato in tempo reale il valore del carico corrente.
Premere ZERO per confermare. A questo punto deve essere visualizzato un carico di 0.0. Ripetere eventualmente con
il tasto ZERO se non soddisfatti della misura.
Premere SET per uscire dalla funzione.

PESO DI RIFERIMENTO:
Inserire il valore del peso campione che si intende utilizzare
Il peso campione deve essere necessariamente nella unità di misura definita per il fondo scala.

Nella selezione di questo parametro si è facilitati dal fattore di moltiplicazione FATT che definisce il valore
di incremento da assegnare ai tasti +/- nella modifica del valore.
FATT viene variato attraverso il tasto ZERO.

CALIBRAZIONE:
Questa procedura di calibrazione deve essere eseguita sul campo creando sul trasduttore un carico / una pressione
/una coppia uguale al valore di riferimento inserito.
Nel campo calibrazione verrà visualizzato in tempo reale il valore del carico corrente.
Quando il sistema è stabile premere ZERO per confermare. A questo punto deve essere visualizzato un carico di
corrispondente a quello di riferimento. Ripetere eventualmente con il tasto ZERO se non soddisfatti della misura.
Premere SET per uscire dalla funzione.

SEGNO TRASDUTTORE : STANDARD – INVERTITO


Come detto è utile principalmente nel caso di trasduttori di tipo strain gauge per adattare il segno della uscita alle
proprie esigenze.
Normalmente viene definito un carico positivo per uscite di segnale positive (Compressione) e viceversa un carico
negativo per uscite di segnale negativo (Trazione).
Per invertire questa convenzione modificare il parametro SEGNO TRASDUTTORE da STANDARD a INVERTITO.

Pag. 36
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

40. CALIBRAZIONE per PUNTI.


La calibrazione per PUNTI permette di calibrare un trasduttore applicando una correzione alla sua linearità in modo da
migliorare le caratteristiche metrologiche e la precisione del sistema.
Lo strumento è predisposto per gestire fino a 5 punti di misura per ognuno dei campi positivi e negativi per i quali
sono noti le uscite in mV/V ottenuti impostando 5 valori di riferimento.
La programmazione prevede l’inserimento dei segnali in mV/V sia per il campo positivo (per esempio Compressione)
che per il campo negativo (per esempio Trazione), perché i trasduttori non hanno un segnale perfettamente
simmetrico quando lavorano in entrambi i sensi di misura (compressione / trazione), pertanto lo strumento ha la
possibilità di impostare i segnali in mV/V nei due sensi di lavoro.
Esempio: per un trasduttore di FORZA è necessario conoscere i mV/V corrispondenti a 5 forze note ricavate con pesi o
altri sistemi.
Esempio: per un trasduttore di COPPIA è necessario conoscere i mV/V corrispondenti a 5 coppie note ricavate tramite
banchi torsiometrici di riferimento.
Esempio: per un trasduttore di PRESSIONE è necessario conoscere i mV/V corrispondenti a 5 pressioni note ricavate
tramite un confronto con altri sistemi campione come i banchi manometrici a pesi diretti.
Esempio: per un trasduttore di SPOSTAMENTO è necessario conoscere i mV/V corrispondenti a 5 spostamenti noti
ricavati tramite 5 blocchetti di riscontro noti.

ATTENZIONE: sia i valori di riferimento che i relativi segnali in mV/V da impostare devono essere depurati
dallo zero iniziale (senza tara).

Pagina di programmazione il campo POSITIVO (per esempio la COMPRESSIONE per un trasduttore di FORZA).

Setup Canale 1 23/03/14


INTERP. POSITIVA 11:56:47
P1:200.00 kN 0.400000 mV/V
P2:400.00 kN 0.800000 mV/V
P3:600.00 kN 1.200000 mV/V
P4:800.00 kN 1.600000 mV/V
P5:
1000.00 kN 2.000000 mV/V
TASTO SET : USCITA
TASTO ZERO : FATT = 0.01
Pagina di programmazione il campo NEGATIVO (per esempio la TRAZIONE per un trasduttore di FORZA).
Setup Canale 1 23/03/14
I N T E R P . N E G AT I V A 11:56:47
P1: -200.00 kN -0.400000 mV/V
P2: -400.00 kN 0.800000 mV/V
P3: -600.00 kN -1.200000 mV/V
P4: -800.00 kN -1.600000 mV/V
P5: -1000.00 kN -2.000000 mV/V
TASTO SET : USCITA
TASTO ZERO : FATT = 0.01

Nella selezione di questo parametro si è facilitati dal fattore di moltiplicazione FATT che definisce il valore
di incremento da assegnare ai tasti +/- nella modifica del valore.
FATT viene variato attraverso il tasto ZERO.

ATTENZIONE: dopo aver calibrato il canale relativo al trasduttore eseguire SEMPRE una verifica con un
campione noto.
Esempio un peso o massa campione, una pressione nota, una coppia nota, con un blocchetto di riscontro
ecc…
Questo tipo di calibrazione approssima la curva caratteristica con una spezzata formata da 5 rette, e naturalmente,
come evidenziamo graficamente, il vantaggio di questo metodo è che permette una buona correzione della non
linearità del trasduttore.
ATTENZIONE: Se si usa questo tipo di calibrazione è necessario inserire sempre i valori sia per il campo
positivo che per quello negativo anche se il trasduttore è usato in una sola direzione. Nel caso in cui si
abbiano valori solo per un solo campo (positive o negative) il modo più semplice è quello di copiare tutti
i valori validi per una direzione nell’altra con la sola avvertenza di cambiare tutti i segni

Pag. 37
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

41. Calibrazione Canale in Temperatura (solo CH2 e CH4)

La calibrazione di una sonda di temperatura PT100 avviene sempre in °C e si effettua impostando 2 calibrazioni : una a
temperatura ambiente e una ad una temperatura più elevata .

15-04-14
CALIBRAZIONE CANALE 2 08:17:07
TEMPERATURA AMBIENTE : 25.0
CALIBR. TEMP. AMB. :
TEMPERATURA ALTA : 80.0
CALIBR. TEMP. ALTA :
USCITA

La pagina presenta un menù con le seguenti opzioni:


 Temperatura ambiente: permette di modificare il valore da assegnare alla temperatura ambiente
 Calibrazione Temperatura ambiente: selezionare questa voce per effettuare una calibrazione a temperatura
ambiente. La sonda deve essere alla temperatura desiderata e perfettamente stabilizzata. Premere ZERO per
effettuare la calibrazione. Premere SET per ritornare al menù.
 Temperatura Alta : Permette di modificare il valore da assegnare alla seconda temperatura di calibrazione
 Calibrazione a Temp. Alta : selezionare questa voce per effettuare una calibrazione sul secondo punto di
temperatura. La sonda deve essere portata alla temperatura definita e perfettamente stabilizzata. Premere
ZERO per effettuare la calibrazione. Premere SET per ritornare al menù.
 Uscita: ritorna alla pagina precedente

Scorrere il menù con i tasti  e . La scelta attiva apparirà in REVERSE.


Per confermare la scelta premere SET.
Per uscire da questa pagina e ritornare alla pagina precedente selezionare USCITA e confermare con SET.

42. Calibrazione Canale Encoder (solo CH2 e CH4)


La calibrazione di un encoder incrementale si effettua definendo due parametri.
 TIPO : tra encoder lineare e angolare
 SENSIBILITA’ : nel caso di encoder lineare è il valore di un impulso di encoder per unità di misura
(selezionare la unità di misura tra quelle proposte) mentre nel caso di encoder angolare è necessario inserire
il numero di passi per giro.
15-04-14
CALIBRAZIONE CANALE 2 08:17:07

TIPO : Lineare
Sensibilità : 3.4567 mm

Scorrere i parametri con i tasti  e . La scelta attiva apparirà in REVERSE


Per uscire premere SET.

ATTENZIONE : Nel selezionare il valore di sensibilità è necesario tenere conto che lo strumento moltiplica
per 4 il numero di impulsi. Per cui se un encoder incrementale rotativo è dato per 2500 impulsi giro è
necessario inserire 10000.

ATTENZIONE : Sulla base della selezione encoder Lineare/Angolare verranno selezionate le opportune unità
di misura relative al tipo definito

ATTENZIONE : La scelta di una opportuna una unità di misura definisce se per l’encoder verrà misurato uno
spostamento o una velocità

Pag. 38
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

43. LINEARIZZAZIONE

Se si adottano le calibrazioni dei canali per FONDO SCALA o per PESO NOTO può essere utile migliorare la accuratezza
delle misure attraverso un processo di linearizzazione sul campo delle misure.

Sia la calibrazione per FONDO SCALA che quella per PESO NOTO aggiustano in modo preciso le uscite in
corrispondenza di un solo punto di misura (rispettivamente quello del fondo scala e quello del peso d riferimento).
La non linearità di alcuni trasduttori fa si che nelle altre zone le misure possano essere meno accurate e deviare da
quella che per la applicazione viene ritenuta accettabile.

MP4Plus mette a disposizione fino a 5 punti di linearizzazione (da P1 a P5) rispettivamente sia nel range positivo che in
quello negativo.

Non è necessario utilizzare tutti i 5 punti di linearizzazione. L’unico vincolo è che i punti siano in ordine crescente
(esempio P2 > P1) e che la linearizzazione venga eseguita nella unità di misura di calibrazione.
E’ necessario avere a disposizione un trasduttore di riferimento ed imporre i valori noti di forza, pressione, coppia o
spostamento che si vuole verificare per la linearizzazione.

Per proteggere le pagine di linearizzazione è necessario inserire una PASSWORD. La PASSWORD per accedere è: 7

LIN. CANALI 15-04-14


08:17:07
Inserisci Password
0
Premi ↓ per continuare
TASTO ZERO : FATT = 1

Per confermare e proseguire premere . Per uscire premere SET.


Nella pagina successiva viene richiesto di specificare il canale da 1 a 4 che si intende modificare

LIN. CANALI 15-04-14


08:17:07

Selez. CH : 1
Premi ↓ per continuare

Selezionare il canale desiderato. Per confermare e proseguire premere . Per uscire premere SET.

ATTENZIONE:
La linearizzazione non è attiva per canali di tipo ENCODER

Pag. 39
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

Nella pagina seguente viene presentato il seguente menù

LIN. CANALE 2 15-04-14


08:17:07
LINEARIZZAZIONE POSITIVA
LINEARIZZAZIONE NEGATIVA
RESET LINEARIZZAZIONE
USCITA

Scorrere il menù con i tasti  e . La scelta attiva apparirà in REVERSE.


Per confermare la scelta premere SET.

LINEARIZZAZIONE POSITIVA: permette di accedere alla pagina di linearizzazione nel campo positivo
LINEARIZZAZIONE NEGATIVA: permette di accedere alla pagina di linearizzazione nel campo negativo
RESET LINEARIZZAZIONE: utile se non si vuole più usare una procedura di linearizzazione realizzata o in caso di errori
USCITA

RESET LINEARIZZAZIONE
Per evitare di resettare una linearizzazione in modo non voluto selezionando RESET LINEARIZZAZIONE viene richiesta
una conferma.
Selezionare SI o NO alla richiesta di conferma e premere SET per uscire.

Per ritornare alla pagina precedente selezionare USCITA e confermare.

LINEARIZZAZIONE POSITIVA E NEGATIVA


Le descrizioni che seguono si applicano sia alla linearizzazione nel campo positivo che in quello negativo.
Nella prima pagina viene richiesto se si desidera abilitare / disabilitare la linearizzazione del canale.

LIN. CANALE 2 15-04-14


08:17:07

LINEARIZZAZIONE ABILITATA
NO SI
Premi ↓ per continuare

Selezionare SI o NO alla richiesta di conferma.

Selezionando NO la linearizzazione non viene applicata sul canale. In questo modo è possibile valutare gli effetti delle
misure con e senza linearizzazione attiva. Con l’opzione NO attiva è possibile solo premere SET per uscire e ritornare
alla pagina precedente.

Selezionando SI è possibile premere  per proseguire e passare alla pagina di lineaizzazione oppure per uscire e
ritornare alla pagina precedente premere SET.

La pagina di linearizzazione si presenta come un menù le cui voci sono i punti P1 – P2 – P3 – P4 – P5 e la voce USCITA.
Selezionare i punti P1..P5 con i tasti  e . La scelta attiva apparirà in REVERSE.
Per confermare la scelta premere SET.

Prima di confermare il punto da linearizzazione caricare il trasduttore con una forza/pressione/coppia di riferimento
pari al punto Px che si intende linearizzare.

Pag. 40
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

LIN. CANALE 2 15-04-14


08:17:07
P1:
P2:
P3:
P4:
P5:
USCITA

Verrà visualizzato la misura corrente. Agendo sui tasti +/- si può arrivare ad ottenere un valore uguale a quello di
rifermento.
Quando soddisfatti premere SET per confermare.
Ripetere la procedura per tutti i punti P1..P5
Per uscire da questa pagina e ritornare alla pagina precedente selezionare USCITA e confermare con SET.

44. INTESTAZIONE STAMPA (Opzione)

MP4Plus ha la possibilità di stampare le misure rilevate su una stampante esterna (si veda il capitolo Funzione STAMPA
per i dettagli).

La stampa può essere personalizzata inserendo una intestazione di testo.

Lo strumento gestisce 3 righe di intestazione ciascuna di 24 caratteri alfanumerici.

Per posizionarsi sul carattere da modificare usare il tasti  .


Per cambiare carattere in edit usare i tasti +/ -
Per cambiare riga usare il tasto ZERO.
Per tornare al Menù Principale premere SET in ogni momento.

Caratteri per i campi di tipo testo

Durante l’inserimento di un campo testuale usando i tasti +/ - verranno proposti di volta in volta caratteri in accordo
alla tabella seguente.

Pag. 41
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

45. DATA LOGGER MENU

Selezionando questa voce all’interno del Menu Principale si accede ad un ulteriore menù per le funzioni che
riguardano le funzioni specifiche di DATALOGGER di MP4Plus

 PARAMETRI DATALOG : permette di modificare i parametri con i quali realizzare un ciclo di DATALOG
 VISUALIZZA DATALOG : permette la visualizzazione punto a punto dell’ultimo ciclo interno di DATALOG
 COPIA DATALOG : permette la copia dell’ultimo DATALOG interno su una chiavetta USB
 FILES FLASH MEMORY : permette la definizione del formato dei files creati su chiavetta USB
 USCITA : ritorna al Menù Principale

Selezionare con i tasti  e  la funzione desiderata e premere SET per confermare.

Per tornare al Menù Principale selezionare la voce USCITA e confermare con SET.

46. PARAMETRI DATA LOGGER

In questa pagina è possibile modificare i parametri di programmazione di un ciclo di memorizzazione su DataLogger.

Il Data Logger permette di memorizzare misure ad intervalli regolari o manualmente premendo SET o tramite un
INPUT DIGITALE se opportunamente configurato.

Le registrazioni possono essere eseguite nella memoria interna oppure direttamente su FLASH MEMORY (chiavetta
USB) per un rapido utilizzo o elaborazione su PC.

Su MEMORIA INTERNA si possono registrare fino a


 130.000 misure quando è abilitato un solo canale
 65.000 misure quando sono abilitati 2 canali
 43.000 misure quando sono abilitati 2 canali + il Totale

All’interno del DATALOG vengono memorizzati solo le misure dei canali abilitati.

La memoria interna è di tipo non volatile che permette la conservazione dei dati anche dopo lo spegnimento dello
strumento.

Su FLASH MEMORY (chiavetta USB) si possono registrare un numero maggiore di misure che dipende dalla capacità
della memoria con una velocità che dipende molto dal tipo di penna utilizzata e dal livello di riempimento della penna
stessa.
E’ possibile che, durante la scrittura fisica sulla penna USB, vi siano degli intervalli di tempo senza acquisizioni.

ATTENZIONE: in applicazioni dove sono richiesti tempi di acquisizione molto veloci, si consiglia di
utilizzare la MEMORIA INTERNA perché i tempi di registrazione sono molto più costanti e rapidi rispetto
all’utilizzo di una FLASH MEMORY (Chiavetta USB). A prova ultimata si possono poi copiare le
registrazioni su FLASH MEMORY (Chiavetta USB) per elaborazioni su PC.

 Tipo: INTERNO – FLASH MEMORY.


 Intervallo: MANUALE, MAX
1, 2, 3, 5, 10, 15, 20, 30, 45, 60 secondi
2, 3, 5, 10, 15, 20, 30, 45, 60 minuti
2, 3, 5, 10, 12, 18, 24 ore
 Durata: il tempo della durata delle registrazioni dopo aver avviato il Data Logger.
 Soglia: partenza automatica del Data Logger superata la soglia impostata.

Il parametro TIPO permette la selezione tra FLASH MEMORY (chiavetta USB) o MEMORIA INTERNA.

Il parametro INTERVALLO definisce l’intervallo di tempo tra due acquisizioni.


Selezionando MANUALE le acquisizioni avvengono manualmente dietro la pressione del tasto ENTER oppure tramite

Pag. 42
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

un ingresso Digitale esterno quando opportunamente programmato.

Selezionando MAX si acquisisce alla massima velocità possibile definita dalla FREQUENZA DI ACQUISIZIONE (vedi
paragrafo dedicato) che varia da 4800 acquisizioni al secondo a 2.5 acquisizioni al secondo quando si usa la memoria
interna.
Nel caso si utilizzino 3 canali (con il TOTALE abilitato) la frequenza di memorizzazione massima è comunque limitata a
2400 punti al secondo.
Le altre selezioni del parametro intervallo permettono memorizzazioni ad intervalli regolari da 1secondi a 24ore.

Il parametro Durata del ciclo di memorizzazione permette di definire in giorni ore minuti e secondi la durata globale
del ciclo.
La massima impostazione possibile è di 100 giorni.

Nel caso di utilizzo della memoria interna il datalog si interrompe automaticamente quando vengono raggiunte le
massime memorizzazioni possibili mentre nel caso della USB Flash Memory è responsabilità dell’operatore garantire
che sul dispositivi vi sia la necessaria memoria disponibile.

Il parametro SOGLIA permette di definire un valore di trigger per il ciclo di memorizzazione.

Esempio impostando SOGLIA >= 124.0 le registrazioni partiranno quando viene registrata una misura >= 124.
Esempio impostando SOGLIA <= 124.0 le registrazioni partiranno quando viene registrata una misura <= 124.
E’ necessario specificare ulteriormente a quale canale la soglia si riferisce (CH1-CH2 o TOTALE).

Il valore di soglia impostato deve intendersi nella unità di misura corrente per il canale selezionato.
Cambiando unità di misura il suo valore non viene convertito.
E’ responsabilità dell’operatore controllare la coerenza di questo valore con la nuova unità di misura.

Con il valore di soglia uguale 0.0 si disattiva il controllo della soglia e il ciclo di Datalog partirà non appena selezionata
la funzione.

Questo parametro è ininfluente nel caso di memorizzazioni di tipo MANUALE.

ATTENZIONE: Attivando la selezione del tipo di memorizzazione FLASH


MEMORY (chiavetta USB) è automaticamente disabilitata la comunicazione
USB con il PC.

ATTENZIONE: Nel caso di utilizzo della memoria interna il Data Logger si interrompe automaticamente
quando vengono raggiunte le massime memorizzazioni possibili mentre nel caso della FLASH MEMORY
(chiavetta USB) è responsabilità dell’operatore garantire che sul dispositivi vi sia la necessaria memoria
disponibile.

Per selezionare il tipo di files creato sulla FLASH MEMORY (chiavetta USB) vedere: Menù Principale  DATALOG
MENU FILES FLASH MEMORY.

Per posizionarsi sul parametro da modificare usare il tasti  .


Per modificare il valore del parametro in edit usare i tasti +/ -
Per tornare al Menù Principale premere SET in ogni momento.

Pag. 43
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

47. VISUALIZZA DATA LOGGER

Un ciclo di Data Logger interno può essere:


 Scaricato direttamente su PC utilizzando il software MP Supervisor attraverso la porta USB
 Copiato su FLASH MEMORY (chiavetta USB).
 Visualizzato scorrendo le varie registrazioni memorizzate entrando in questa pagina
Menù Principale  DataLogger Menu Visualizza Data Log

 INIZIO LOG: La Data e Ora di inizio delle registrazioni viene visualizzata nella riga di intestazione.
 PUNTO N.: identifica un numero sequenziale che viene assegnato ad ogni registrazione.
 TEMPO: indica il tempo trascorso dall’inizio del ciclo in ore, minuti, secondi e millisecondi corrispondente alla
misura visualizzata.
 Per ognuno dei canali attivi durante il DATALOG viene visualizzata la misura acquisita nella unità di misura
adottata durante il ciclo di DATALOG

Per scorrere tra le registrazioni utilizzare i tasti  e .

Per scorrere velocemente i punti più velocemente è possibile utilizzare il tasto ZERO per cambiare il fattore di
incremento.
Il fattore di incremento attivo è visualizzato sull’ultima riga del display.

Per tornare al Menù Principale premere SET in ogni momento.

48. COPIA DATA LOGGER

Con questa funzione è possibile copiare l’ultimo DataLog interno memorizzato direttamente su FLASH MEMORY
(chiavetta USB) per trasportare direttamente tutte le misure su PC per una successiva elaborazioni con il software MP
Supervisor o direttamente su Microsoft Excel.

Inserita al FLASH MEMORY (chiavetta USB) la copia viene eseguita in automatico appena viene riconosciuta la FLASH
MEMORY.

ATTENZIONE: Attivando la selezione del tipo di memorizzazione in FLASH


MEMORY (chiavetta USB) è automaticamente disabilitata la comunicazione
USB con il PC.

Per selezionare il tipo di files creato sulla FLASH MEMORY (chiavetta USB) vedere:
Menù Principale  DATALOGGER MENU  FILES FLASH MEMORY.

Pag. 44
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

49. FILES FLASH MEMORY (Chiavetta USB)

Questa pagina permette di definire il tipo di file che viene creato su una FLASH MEMORY (Chiavetta USB) durante la
registrazione del Data Logger.

 Tipo File CREATO: .BIN – .CSV


 Separatore: “ ; “ – “ , “

Tipo File CREATO: Con questo parametro si seleziona il tipo di file generato, si può impostare un formato binario
(.BIN) o un formato tipo testo (.CSV) compatibile con Microsoft Excel.

Separatore di campi: questo parametro permette di selezionare un tipo di carattere che serve per segnalare la
separazione tra un dato e l’altro. È possibile selezionare il punto e virgola ( ;) o la virgola (,).

Selezionare con i tasti  e  il parametro desiderato.


Cambiare coni tasti +/- la scelta desiderata (che appare in reverse).
Per tornare al Menù Principale premere SET in ogni momento.

Pag. 45
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

50. INPUT DIGITALI

MP4Plus è dotato di 4 input digitali esterni (0-24Vdc) attraverso i quali è possibile attivare delle funzionalità interne
allo strumento.

In questa pagina si può configurare la funzione associata ad ognuno dei 4 input digitali.
La funzione è attiva quando si applica 24Vdc all’ingresso.

 INPUT 1: DISABILITA SP1 – DISABILITA SP2 – DISABILITA SP3 – DISABILITA SP4 - DISABILITA SP5 – DISABILITA
TUTTI SP - ZERO – TASTO F1 – TASTO F2 – TASTO F3 – TASTO F4 – MEMORIZZAZIONE MANUALE
 INPUT 2: DISABILITA SP1 – DISABILITA SP2 – DISABILITA SP3 – DISABILITA SP4 - DISABILITA SP5 – DISABILITA
TUTTI SP - ZERO – TASTO F1 – TASTO F2 – TASTO F3 – TASTO F4 – MEMORIZZAZIONE MANUALE
 INPUT 3: DISABILITA SP1 – DISABILITA SP2 – DISABILITA SP3 – DISABILITA SP4 - DISABILITA SP5 – DISABILITA
TUTTI SP - ZERO – TASTO F1 – TASTO F2 – TASTO F3 – TASTO F4 – MEMORIZZAZIONE MANUALE
 INPUT 4: DISABILITA SP1 – DISABILITA SP2 – DISABILITA SP3 – DISABILITA SP4 - DISABILITA SP5 – DISABILITA
TUTTI SP - ZERO – TASTO F1 – TASTO F2 – TASTO F3 – TASTO F4 – MEMORIZZAZIONE MANUALE

DISABILITA SPx: è possibile disattivare il SetPoint selezionato (x: 1..5). In questo modo la funzione associata al
SetPoint è disabilitata
DISABILITA TUTTI SP: in questa modalità è disattivare tutti i SetPoint. In questo modo le funzioni associate ai SetPoint
sono disabilitate
ZERO: quando impostato in questo modo è possibile eseguire la funzione di ZERO da comando remoto. Il comando
deve essere impulsivo. La funzione eseguita è sempre quella di attivare lo ZERO e quindi non è permesso disattivare lo
ZERO attraverso questo modo
TASTO Fx: in questa modalità l’input replica la funzione associata al Tasto F1 – F2 – F3 – F4 e quindi una delle funzioni
PICCO – HOLD - STAMPA – TX DATA – DATALOG – SCARICO in accordo a quanto è stato selezionato in Menu
Principale-> Configurazione
Il comando deve essere impulsivo.
MEMORIZZAZIONE MANUALE: Nel caso sia in corso un ciclo di DataLogger con memorizzazione manuale è possibile
comandare la memorizzazione di un punto attraverso un input digitale (replica del tasto SET). Il comando deve essere
impulsivo.

Selezionare con i tasti  e  il parametro desiderato.


Cambiare coni tasti +/- la scelta desiderata (che appare in reverse).
Per tornare al Menù Principale premere SET in ogni momento.

NOTA
Il circuito di ingresso degli input digitali è schematizzato nella figura sotto.
L’ingresso DICOM è comune a tutti e 4 gli input ed è isolato rispetto allo 0V (GND) di sistema.

Per i collegamenti elettrici degli input digitali si veda il paragrafo dedicato

Pag. 46
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

51. OUTPUT DIGITALI a RELE’

MP4Plus è dotato di 5 uscite a relè ognuno con la configurazione dei contatti a lato

Le caratteristiche dei contatti sono:

TENSIONE AI CONTATTI MASSIMA : 220Vdc – 250Vac


MASSIMA CORRENTE : 2A
POTENZA MASSIMA : 60W – 62.5VA

La funzionalità delle uscite a relè è collegata ai SetPoint Programmabili o alla funzione di SCARICO.

Per la definizione della funzione di SCARICO si veda il capitolo dedicato


Quando si associa un relè alla funzione di SCARICO vuol dire che esso è ATTIVO quando la funzione di SCARICO è in
corso.

Per la definizione dei SetPoint si veda il capitolo dedicato.

E’ possibile associare una uscita a relè ad un SetPoint. Il relè commuta quando il SetPoint è ATTIVO.

Se si volesse considerare il valore di SetPoint impostato sia per valori positivi che negativi è possibile attivare il relè
considerando il valore di soglia impostato per il SetPoint in valore assoluto.

Es.
Si associa l’uscita a relè 1 ad SP1 (SetPoint 1).
Valore di SetPoint 1 impostato: > ABS(6000) kg
Il relè è a riposo per valori compresi tra -6000kg e 6000kg ed è attivo per valori maggiori (in valori assoluto) di 6000kg.

E’ possibile creare anche una definizione di più uscite a relè combinate attraverso la modalità CUSTOM.

In questo modo, in funzione dei valori di soglia definite dai SetPoint, è possibile stabilire lo stato logico di più relè
all’interno delle finestre di carico definite dai SetPoint stessi.

ATTENZIONE:
In questa modalità il SetPoint viene utilizzato solo come valore di carico e non viene considerato il segno > o <
I SetPoint da 1 a 5 devono essere memorizzati in maniera crescente (come nell’esempio sotto).

Si abbia ad esempio che le uscite Relè 1 – Relè 2 – Rele 3 siano associati alla funzione CUSTOM e che siano stati
definiti i seguenti SetPoint
SetPoint 1: -1000kg
SetPoint 2: 1000kg
SetPoint 3: 5000kg
SetPoint 4: 10000kg
SetPoint 5: 20000kg
SetPoint1 SetPoint 2 SetPoint 3 SetPoint 4 SetPoint5
carico -1000kg 1000kg 5000kg 10000kg 20000kg

Relè 1 0 1 1 0 1 0
Relè 2 0 0 1 0 0 0
Relè 3 0 1 1 0 0 0
Relè 4 X X X X X X
Relè 5 X X X X X X

Marcando con 0 lo stato di un relè si definisce il suo stato all’interno della finestra NON ATTIVO
Marcando con 1 lo stato di un relè si definisce il suo stato all’interno della finestra ATTIVO
I Relè 4 e Relè 5 non sono stati definiti come CUSTOM per cui le loro uscite sono ininfluenti nella definizione e sono
marcate come X

Pag. 47
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

1° Finestra : Carico < -1000kg : Relè 1 = NON ATTIVO


Relè 2 = NON ATTIVO
Relè 3 = NON ATTIVO

2° Finestra : Carico > -1000kg e <1000kg Relè 1 = ATTIVO


Relè 2 = NON ATTIVO
Relè 3 = ATTIVO

3° Finestra : Carico > 1000kg e < 5000kg Relè 1 = ATTIVO


Relè 2 = ATTIVO
Relè 3 = ATTIVO

4° Finestra : Carico > 5000kg e < 10000kg Relè 1 = NON ATTIVO


Relè 2 = NON ATTIVO
Relè 3 = NON ATTIVO

5° Finestra : Carico > 10000kg e < 20000kg Relè 1 = ATTIVO


Relè 2 = NON ATTIVO
Relè 3 = NON ATTIVO

6° Finestra : Carico > 20000kg Relè 1 = NON ATTIVO


Relè 2 = NON ATTIVO
Relè 3 = NON ATTIVO

Programmazione

Selezionare con i tasti  e  l’uscita a relè (OUTPUTx) desiderata.


Cambiare coni tasti +/- la scelta desiderata (che appare in reverse).

Per tornare al Menù Principale premere SET in ogni momento.

 OUTPUT1 : CUSTOM – SETPOINT 1 – SETPOINT 2 – SETPOINT 3 – SETPOINT 4 – SETPOINT 5 - SCARICO


 OUTPUT2 : CUSTOM – SETPOINT 1 – SETPOINT 2 – SETPOINT 3 – SETPOINT 4 – SETPOINT 5 - SCARICO
 OUTPUT3 : CUSTOM – SETPOINT 1 – SETPOINT 2 – SETPOINT 3 – SETPOINT 4 – SETPOINT 5 - SCARICO
 OUTPUT4 : CUSTOM – SETPOINT 1 – SETPOINT 2 – SETPOINT 3 – SETPOINT 4 – SETPOINT 5 - SCARICO
 OUTPUT5 : CUSTOM – SETPOINT 1 – SETPOINT 2 – SETPOINT 3 – SETPOINT 4 – SETPOINT 5 - SCARICO

Se è stata selezionato almeno un OUTPUT come CUSTOM apparirà la scritta: TASTO ZERO : cambio pagina

Con il tasto ZERO si passa alla pagina di definizione degli stati dei relè nelle varie finestre

Selezionare con i tasti  e  lo stato di un relè (Ox) desiderato all’interno di una finestra.
Cambiare coni tasti +/- la scelta desiderata (che appare in reverse).

Per tornare al Menù Principale premere SET in ogni momento.

Per tornare alla pagina precedente premere il tasto ZERO

Pag. 48
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

52. OUTPUT ANALOGICI (OPZIONE)


Le uscite analogiche (max 4) permettono di associare ad un canale (o al valore TOTALE di somma) una uscita analogica
in corrente o in tensione.
Un canale analogico può essere associato a un qualsiasi dei canali a disposizione anche se questo è disabilitato.
Inoltre è possibile associare ad un canale più di una uscita analogica.
Per ognuna delle uscite analogiche è possibile definire
 Canale associato: CH1 – CH2 – CH3 - CH4 - TOT – OFF
TOT: il canale associato è la funzione di TOTALE OFF: disabilita l’uscita analogica
 Tipo: +/-10V - 4..20mA - 0-5V - 0-10V - +/-5V
 Direzione: identifica il campo di lavoro della uscita analogica
o B: il canale analogico lavoro in modo BIPOLARE.
Il valore intermedio della scala selezionata si ottiene con il valore di 0kg.
o P: il canale analogico lavora solo nella scala positiva del canale associato
o N: il canale analogico lavora solo nella nella scala negativa del canale associato
o I: il canale analogico lavora in modo BIPOLARE ma con la scala invertita.
Il valore intermedio della scala selezionata si ottiene con il valore di 0kg.
 Fondo Scala (FS): nella unità di misura corrente. Rappresenta il valore di carico a cui fare corrispondere il
fondo scala del segnale analogico
Esempi di programmazione:
Esempio 1: Canale associato: CH1: Scala +/-10V: Direzione Bipolare: Fondo Scala: 10000kg
CH1 = -10000kg : uscita = -10V
CH1 = -5000kg : uscita =-5V
CH1 = 0kg : uscita =0V
CH1 = 5000kg : uscita =5V
CH1 = 10000kg : uscita = 10V
Esempio 2: Canale associato: CH1: Scala +/-10V: Direzione Positivo: Fondo Scala: 10000kg
CH1 = -10000kg : uscita = -10V
CH1 = -5000kg : uscita = -10V
CH1 = 0kg : uscita = -10V
CH1 = 5000kg : uscita = 0V
CH1 = 10000kg : uscita = 10V
Esempio 3: Canale associato: CH1: Scala +/-10V: Direzione Negativo: Fondo Scala: 10000kg
CH1 = 10000kg : uscita = -10V
CH1 = 5000kg : uscita = -10V
CH1 = 0kg : uscita = -10V
CH1 = -5000kg : uscita = 0V
CH1 = -10000kg : uscita = 10V
Esempio 4: Canale associato: CH1: Scala 4-20mA: Direzione Positivo: Fondo Scala: 10000kg
CH1 = -10000kg : uscita = 4mA
CH1 = -5000kg : uscita = 4mA
CH1 = 0kg : uscita = 4mA
CH1 = 5000kg : uscita = 12mA
CH1 = 10000kg : uscita = 20mA
Esempio 5: Canale associato: CH1: Scala 4-20mA: Direzione Bipolare: Fondo Scala: 10000kg
CH1 = -10000kg : uscita = 4mA
CH1 = -5000kg : uscita = 8mA
CH1 = 0kg : uscita = 12mA
CH1 = 5000kg : uscita = 16mA
CH1 = 10000kg : uscita = 20mA
Esempio 6: Canale associato: CH1: Scala 0-5V: Direzione Bipolare: Fondo Scala: 10000kg
CH1 = -10000kg : uscita = 0V
CH1 = -5000kg : uscita = 1.25V
CH1 = 0kg : uscita = 2.5V
CH1 = 5000kg : uscita = 3.75V
CH1 = 10000kg : uscita = 5V
Esempio 7: Canale associato: CH1: Scala 0-10V: Direzione Positivo: Fondo Scala: 10000kg
CH1 = -10000kg : uscita = 0V
CH1 = -5000kg : uscita = 0V
CH1 = 0kg : uscita = 0V
CH1 = 5000kg : uscita = 5V
CH1 = 10000kg : uscita = 10V

Pag. 49
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

OUTPUT ANALOGICI 15-04-14


08:17:07
CH. TIPO DIR FS
DAC1: CH1 +/-10V B 100000.0
DAC2: CH2 4..20mA P 50000.00
DAC3: CH4 +/-10V B 10000.00
DAC4: TOT 4..20mA P 100000.0
USCITA SET : CALIBRAZIONE

Il parametro in editing è rappresentato in REVERSE.


Per muoversi tra i parametri utilizzare i tasti  e .
Per uscire da questa pagina selezionare con i tasti  e  la voce USCITA e confermare con SET.

Il fondo scala è inteso nella unità di misura corrente. Non viene realizzata nessuna conversione nel caso
in cui si dovesse cambiare unità di misura

La funzione TOTALE esegue la somma dei valori acquisiti indipendentemente dalla loro unità di misura.
L’operatore deve prestare attenzione che i valori che vengono sommati siano coerenti tra loro.

E’ possibile calibrare i valori di fondo scala e di zero (inteso come valore intermedio della uscita analogica) accedendo
alla pagina di calibrazione (con il tasto SET).
Il canale che verrà calibrato è quello che al momento della pressione del tasto SET è in editing.

Questa pagina è protetta da password e dovrebbe essere utilizzata solo da personale esperto.
La password di accesso è: 7
CALIBR. DAC 3 15-04-14
08:17:07
Inserisci Password
0
Premi ↓ per continuare
TASTO ZERO : FATT = 1

La pagina di calibrazione dei canali analogici è composta da un menù con le seguenti voci:

 CAL. ZERO : 0.0


 CAL. FS : fondo scala impostato
 USCITA : permette ritornare alla pagina precedente

Selezionare con i tasti  e  la voce desiderata e confermare con SET.

CAL. ZERO
Viene calibrato il valore ZERO.

MP4Plus simula un carico di 0.0.

Pag. 50
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

L’operatore deve misurare con un voltmetro o un amperometro l’uscita di MP4Plus.e verificare che vi sia il valore
atteso in V o mA.
Agendo con i tasti  e  è possibile variare l’uscita analogica per ottenere il valore desiderato.
Per confermare premere SET.

CAL. FS
Viene calibrato il valore di Fondo Scala (FS)

MP4Plus simula un carico uguale al Fondo Scala Impostato.


L’operatore deve misurare con un voltmetro o un amperometro l’uscita di MP4Plus.e verificare che vi sia il valore
atteso in V o mA.
Agendo con i tasti  e  è possibile variare l’uscita analogica per ottenere il valore desiderato.

E’ possibile con il tasto ZERO variare o diminuire la velocità di variazione della uscita analogica ad ogni pressione dei
tasti  e 
Per confermare premere SET.

Pag. 51
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

53. SETPOINT

Un SETPOINT è un valore di soglia legato ad un canale programmabile che permette di fare scattare un evento come
l’attivazione di un allarme tramite un contatto di relè (si veda il capitolo dedicato).

Per evitare condizioni di


indecisione è possibile definire un
valore di isteresi che agisce come
visualizzato nella figura a fianco per
evitare condizioni instabilità
attorno al valore di SETPOINT
impostato.

MP4Plus permette di definire fino a 5 valori di SETPOINT.


Ognuno dei SETPOINT di MP4Plus può essere associato ad uno qualsiasi dei 4 canali o alla funzione TOTALE.

E’ possibile definire se il SETPOINT è attivo per

 carichi maggiori del valore impostato (>). Il SetPoint si attiva per un carico maggiore del valore
impostato mentre viene rilasciato per un carico minore del valore impostato meno l’isteresi.
 carichi minori del valore impostato (<). Il SetPoint si attiva per un carico minore del valore impostato
mentre viene rilasciato per un carico maggiore del valore impostato più l’isteresi.
 carichi maggiori del valore assoluto del valore impostato (A>). Il SetPoint si attiva per un carico maggiore
(in valore assoluto) del valore impostato mentre viene rilasciato per un carico minore (in valore assoluto)
del valore impostato meno l’isteresi.
 carichi minori del valore assoluto del valore impostato (A<). Il SetPoint si attiva per un carico minore (in
valore assoluto) del valore impostato mentre viene rilasciato per un carico maggiore (in valore assoluto)
del valore impostato meno l’isteresi.

Ad ognuno dei 5 SETPOINT è associato un LED sul pannello frontale che visualizza il suo stato di attivazione e può
essere associato ad ognuno uno o più delle 5 uscite a Relè di cui MP4Plus è dotato

Sia i SETPOINT che l’ISTERESI sono intesi nella unità di misura corrente per il canale selezionato.
Non viene realizzata nessuna conversione nel caso in cui si dovesse cambiare unità di misura

Programmazione

CH : canale di riferimento : Valori validi: 1 – 2 – T T indica il canale TOTALE


TIPO : > : il SetPoint scatta per valori maggiori del valore impostato
< : il SetPoint scatta per valori minori del valore impostato
A> : il SetPoint scatta per valori maggiori (in valore assoluto) del valore impostato
A< : il SetPoint scatta per valori minori (in valore assoluto) del valore impostato
VALORE : valore del SetPoint. Può essere sia un valore positivo che negativo
Il numero dei decimali con il quale è rappresentato è quello del canale associato
ISTERESI : valore della Isteresi. Valore sempre positivo
Il numero dei decimali con il quale è rappresentato è quello del canale associato

Selezionare con i tasti  e  il parametro desiderato (SPx).


Cambiare coni tasti +/- la scelta desiderata (che appare in reverse).

Per tornare al Menù Principale premere SET in ogni momento.

Per ottimizzare la velocità di incremento dei parametri agire con il tasto ZERO sul fattore di incremento.

Pag. 52
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

54. COMUNICAZIONE RS232 e STAMPANTE (Opzione)

Questa pagina permette di modificare la impostazione della porta seriale RS232 per renderla compatibile tra la
comunicazione con una stampante abilitare il protocollo di comunicazione con PC or PLC.

 Modo : A RICHIESTA – CONTINUO – TX MANUALE – STAMPANTE - RIPETITORE


 Baud Rate: 9600 – 19200 – 38400 – 115200
 Parity: ODD – EVEN - NONE
 STOP bit: 1 - 2
Modo:
Con questo parametro è possibile impostare la modalità operativa della porta RS232:
 STAMPANTE: la porta RS232 è dedicata alla STAMPANTE (si veda capitolo dedicato)
 A RICHIESTA: la porta RS232 è dedicata alla comunicazione RS232 e la lettura del dato deve essere richiesta
da HOST in accordo al protocollo di comunicazione
 CONTINUO: la porta RS232 è dedicata alla comunicazione RS232 e la trasmissione del dato avviene in modo
continuo.
La massima frequenza di trasmissione è 10Hz.
 TX MANUALE: in questa modalità MP4Plus viene programmato per trasmettere un dato alla pressione di un
tasto funzionale F1 – F2 – F3 – F4 se opportunamente programmato per questa funzione (TX DATA).
In alternativa il comando di trasmissione può essere dato da un Input Digitale
 RIPETITORE: in questa modalità MP4Plus viene programmato per funzionare in modalità RIPETITORE. I canali
interni non vengono più gestiti ma viene visualizzato il valore ricevuto sulla linea seriale ad esempio da un
altro indicatore MP4Plus. In questa modalità viene gestito un solo canale. Sono attive tutte le funzionalità
tranne la funzione di ZERO essendo la visualizzazione passiva.
Quando il Ripetitore non riceve dati viene visualizzato “--------“.
E’ necessario che sia il trasmettitore che il ricevitore siano programmati con identici parametri di Baud Rate
parità e stop bit. La ricezione avviene sempre su 8 bit.

Baud Rate: è possibile definire la velocità di trasmissione dei dati tra quelle indicate.

Parity: è possibile definire il tipo di Parità utilizzato per verificare errori di trasmissione.

STOP bit: è possibile definire quanti bit di STOP utilizzare per segnalare la fine trasmissione del dato.

Il numero di bit è fisso a 8.

Selezionare con i tasti  e  il parametro desiderato .


Cambiare coni tasti +/- la scelta desiderata (che appare in reverse).

Per tornare al Menù Principale premere SET in ogni momento.

Pag. 53
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

55. COMUNICAZIONE RS485 (Opzione)


Questa pagina permette di modificare la impostazione della porta RS485 (vedi capitolo dedicato per la descrizione del
protocollo MODBUS-RTU).
L’interfaccia RS-485 permette una comunicazione bidirezionale su una linea multipunto e può essere usata
per implementare una rete locale di comunicazione tra un modulo MASTER e una serie i moduli SLAVE.
L’interfaccia RS485 ha i seguenti vantaggi
 maggiore velocità di trasmissione
 lunghezza della linea - fino a 1km
 32 apparecchi collegati in multidrop sulla stessa linea
 trasmissione differenziale che riduce l'influenza del rumore

I parametri che MP4Plus permette di impostare sono:


 Indirizzo : 1..127
 Baud Rate: 9600 – 19200 – 38400 – 115200
 Parity: ODD – EVEN - NONE
 STOP bit: 1 – 2
 Modo: MODBUS-CONTINUO-A RICHIESTA

Indirizzo: indica l’indirizzo assegnato a MP4Plus nella rete.


Baud Rate: è possibile definire la velocità di trasmissione dei dati tra una di quelle indicate.
Parity: è possibile definire il tipo di Parità utilizzato per verificare errori di trasmissione.
STOP bit: è possibile definire quanti bit di STOP utilizzare per segnalare la fine trasmissione del dato.

Modo : definisce il protocollo di comunicazione della porta RS485.


 MODBUS : MODBUS-RTU è un protocollo standard tra i più diffusi nella comunicazione industriale. Esistono
in commercio innumerevoli strumentazioni che adottano questo standard e i maggiori PLC permettono di
creare una rete di slave potendo così collegare su un unico cavo strumentazione di diversa natura. Si veda il
capitolo dedicato al protocollo implementato.
 CONTINUO : In questo modo sulla porta RS485 viene trasmesso in modo continuo la lettura dei canali.
Il numero di caratteri trasmessi dipende dal numero di canali abilitati (compreso la indicazione del totale).
Il formato dei caratteri trasmessi per un singolo canale è composto da 9 caratteri:
s#######<cr>
Ove : s=segno (‘+’ o ‘-‘) : <cr>= carriage return = separatore = decimale 13
 A RICHIESTA : In questo modo sulla porta RS485 viene richiesto attraverso un comando lettura dei canali.
Il comando di lettura è la stringa :$DAII?<cr>
Il numero di caratteri trasmessi è fisso a 59 caratteri :
$IISNNNNNNUUUsNNNNNNUUUsNNNNNNUUUsNNNNNNUUUsTTTTTT UUUPPPP<cr>
Ove : ‘$’ = inizio stringa : s=segno (‘+’ o ‘-‘) : <cr>= carriage return = terminatore= decimale 13
II = 2 caratteri ASCII: indirizzo strumento in ASCII PPPP: 4 caratteri ASCII=contatore pacchetti trasmessi.
sNNNNNN: 7 caratteri : contiene il valore comprensivo del punto decimale.
UUU: 3 caratteri- primi 3 caratteri della unità di misura del canale
sTTTTTTT: 8 caratteri : contiene il valore del Totale comprensivo del punto decimale
La comunicazione avviene sempre su 8 bit
Selezionare con i tasti  e  il parametro desiderato .
Cambiare coni tasti +/- la scelta desiderata (che appare in reverse).
Per tornare al Menù Principale premere SET in ogni momento.

Pag. 54
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

56. BLOCCO TASTI

La funzione BLOCCO TASTI permette di proteggere le impostazioni attuali di MP4Plus da modifiche non desiderate.

Quando questa funzionalità è attiva è possibile entrare nei vari menù di programmazione per controllare la
impostazione ma non è possibile modificare nessun parametro.

La condizione di BLOCCO TASTI viene visualizzata attraverso un LED dedicato sul pannello frontale.

Selezionare BLOCCO TASTI nel Menu Principale e confermare.

Viene richiesta una password: 3101

Premere  per confermare.

La conferma della password avviene con il tasto .


Il tasto SET fa ritornare al Menu Principale.

Si accede alla pagina di programmazione del modo BLOCCO TASTI.

Selezionare SI per attivare la funzione


Selezionare NO per disattivare la funzione

Premere SET per ritornare al Menu Principale.

Pag. 55
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

57. ABILITAZIONE CANALI e Funzione TOTALE

Questa pagina permette di


 abilitare/disabilitare il singolo canale in visualizzazione
 abilitare/disabilitare per ogni canale la funzione di ZERO
 definire quali canali contribuiscono al canale TOTALE (somma algebrica di canali)
 abilitare/disabilitare per ogni canale la funzione di CONTAPEZZI
 abilitare / disabilitare la visualizzazione del TOTALE

In una data configurazione di lavoro può essere necessario lavorare solo con alcuni di canali e quindi non è necessario
visualizzare nella Pagina Principale tutti gli altri, oppure è interessante solo avere il valore TOTALE e non è richiesta la
visualizzazione dei singoli valori.
La abilitazione/disabilitazione alla funzione di ZERO permette di non eseguire la funzione di ZERO su quei canali che
hanno una visualizzazione assoluta (ad esempio trasduttori di pressione assoluti o di temperatura).

E’ opportuno mettere in evidenza che, anche se non è abilitato, un canale rimane comunque attivo ed è
continuamente monitorato ad esempio per la gestione dei SETPOINT e per le eventuali uscite analogice
associate. La disabilitazione è solo applicata a livello di visualizzazione.

Per ognuno dei canali connessi viene quindi richiesto:

ABIL : Stato di abilitazione alla visualizzazione : SI / NO


ZERO : Stato di abilitazione alla funzione di ZERO : SI / NO
TOT : il canale selezionato contribuisce alla formazione del TOTALE : SI / NO
PEZZI : : Stato di abilitazione alla funzione di CONTAPEZZI : SI / NO

Infine per il TOTALE viene richiesto

TOT : Stato di abilitazione alla visualizzazione : SI / NO

ABILIT. CANALI 15-04-14


08:17:07
ABIL. ZERO TOT PEZZI
CH 1 : SI SI SI SI
CH 2 : NO SI SI NO
CH 3 : SI NO SI SI
CH 4 : NO NO SI NO
TOT : SI

Il TOTALE viene calcolato come somma algebrica dei canali selezionati.


Il TOTALE viene visualizzato adotta la posizione del punto decimale e con la unità di misura del primo
canale abilitato alla somma.

E’ responsabilità dell’operatore accertarsi che i canali selezionati nella somma abbiano una tipologia e unità di misura
tra loro coerente.

Pag. 56
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

58. AUTO ZERO


La funzione di AUTO ZERO permette di azzerare automaticamente l’uscita di un canale quando la sua misura sia al di
sotto di una certa soglia entro un periodo di tempo definito.

E’ possibile abilitare/disabilitare la funzione singolarmente per ogni canale.


All’interno del tempo definito viene ad essere controllato che la misura sia inferiore alla soglia impostata.
Se questo è il caso la misura viene automaticamente azzerata.

Il valore di soglia deve intendersi nella unità di misura corrente. Nessuna conversione viene effettuata cambiando
unità di misura.

AUTO ZERO 15-04-14


08:17:07
ABIL. SOGLIA TEMPO
CH1 : SI 0.3kg 5s
CH2 : NO 0.3kg 10s
CH3 : SI 0.3kg 35s
CH4 : NO 0.3kg 50s

59. CONTAPEZZI, SERVICE e CONTRASTO LCD

CONTAPEZZI permette la calibrazione dei singoli canali associati alla funzione.


Questa procedura viene descritta nel capitolo 27 dedicato.

Contrasto LCD permette di modificare il contrasto del display nel caso non dovesse essere ottimale.
Usare il tasto + per aumentare il contrasto e il tasto – per diminuirlo. Il tasto SET permette di uscire dalla pagina

La selezione SERVICE all’interno del Menù di Programmazione permette di accedere a pagine protette da password
dedicate ad AEP transducers.
Per tornare al Menù Principale premere SET.

Pag. 57
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

60. SALVATAGGIO CANALI


Questa funzione permette di salvare le impostazioni dei canali creando una copia di back-up.
E’ consigliabile eseguire questa operazione solo quando si sia convalidato la configurazione corrente.
Sarà possibile, in caso di manomissione involontarie delle impostazioni risalire all’ultima onfigurazione valida
attraverso la funzione di ripristino.
Questa pagina è ovviamente protetta da password. La password di accesso è 128.
Premere SET per ritornare al Menu Principale oppure ↓ per proseguire.

SALVA CANALI 15-04-14


08:17:07
Inserisci Password
0
Premi ↓ per continuare
TASTO ZERO : FATT = 1
Nella pagina successiva viene richiesta una ulteriore conferma alla esecuzione della operazione.
Alla pressione di SET e avendo selezionato SI verrà creata la copia di back-up.

SALVA CANALI 15-04-14


08:17:07
Salva Dati Canali
Vuoi Continuare ?
NO SI

61. RIPRISTINO CANALI

Nel caso si fossero effettuate delle modifiche alle impostazioni delle canali non desiderate è possibile ripristinare una
precedente copia valida.
Questa pagina è ovviamente protetta da password. La password di accesso è 138.
Premere SET per ritornare al Menu Principale oppure ↓ per proseguire.

RIPRIST. CANALI 15-04-14


08:17:07
Inserisci Password
0
Premi ↓ per continuare
TASTO ZERO : FATT = 1

Nella pagina successiva viene richiesta una ulteriore conferma alla esecuzione della operazione.
Alla pressione di SET e avendo selezionato SI verrà ripristinata la copia di back-up.

RIPRIST. CANALI 15-04-14


08:17:07

Ripristina Dati Canali


Vuoi Continuare?
NO SI

Pag. 58
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

62. PROTOCOLLO DI COMUNICAZIONE MODBUS


MP4Plus implementa un protocollo di comunicazione MODBUS RTU.
Per i parametri di configurazione della porta RS485 si veda in capitolo dedicato Menu Principale Comunicazione
MODBUS
Funzioni applicabili:
3 = Read Holding Register.
6 = Write Single Register.
16 = Write Multiple Registers.
Funzioni di eccezione gestire:
 ILLEGAL FUNCTION : code 1
 ILLEGAL DATA ADDRESS : code 2
 ILLEGAL DATA VALUE : code 3

REGISTRI

INDIRIZZO SIGNIFICATO R/W TIPO DATO NOTA


0 Channel 1 Value R 4 byte floating point (according to IEEE754)
2 Channel 2 Value R 4 byte floating point (according to IEEE754)
4 Channel 3 Value R 4 byte floating point (according to IEEE754)
6 Channel 4 Value R 4 byte floating point (according to IEEE754)
8 Total Value R 4 byte floating point (according to IEEE754)
10 Channel 1 Decimal point position R/W 2 byte integer See Table 1
11 Channel 2 Decimal point position R/W 2 byte integer See Table 1
12 Channel 3 Decimal point position R/W 2 byte integer See Table 1
13 Channel 4 Decimal point position R/W 2 byte integer See Table 1
14 Channel 1 Resolution R/W 2 byte integer See Table 2
15 Channel 2 Resolution R/W 2 byte integer See Table 2
16 Channel 2 Resolution R/W 2 byte integer See Table 2
17 Channel 3 Resolution R/W 2 byte integer See Table 2
18 Channel 1 Measurement Unit R/W 2 byte integer See Table 3
19 Channel 2 Measurement Unit R/W 2 byte integer See Table 3
20 Channel 3 Measurement Unit R/W 2 byte integer See Table 3
21 Channel 4 Measurement Unit R/W 2 byte integer See Table 3
22 Digital Filter R/W 2 byte integer 0 .. 5
23 Acquisition Frequency R/W 2 byte integer See Table 4
24 Channel 1 Value R 4 byte (32 bit value) See Note 1
26 Channel 2 Value R 4 byte (32bit value) See Note 1
28 Channel 3 Value R 4 byte (32 bit value) See Note 1
30 Channel 4 Value R 4 byte (32 bit value) See Note 1
32 Total Value R 4 byte (32 bit value) See Note 1
34 ZERO Function R/W 2 byte integer 0= ZERO Function Not Active
1= ZERO Function Active
35 PEAK Function R/W 2 byte integer 0= NO PEAK Mode
1= PEAK + Active
2= PEAK - Active
36 Channel 1 Peak + Value R 4 byte floating point (according to IEEE754)
38 Channel 2 Peak + Value R 4 byte floating point (according to IEEE754)
40 Channel 3 Peak + Value R 4 byte floating point (according to IEEE754)
42 Channel 4 Peak + Value R 4 byte floating point (according to IEEE754)
44 Totale Peak + Value R 4 byte floating point (according to IEEE754)
46 Channel 1 Peak - Value R 4 byte floating point (according to IEEE754)
48 Channel 2 Peak - Value R 4 byte floating point (according to IEEE754)
50 Channel 3 Peak - Value R 4 byte floating point (according to IEEE754)
52 Channel 4 Peak - Value R 4 byte floating point (according to IEEE754)
54 Total Peak - Value R 4 byte floating point (according to IEEE754)
Nota 1

Pag. 59
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

Il valore attuale può essere letto in 2 modi differenti.


 In floating point IEEE754 (registri da 0 a 8)
 In intero su 32 bit (long) (registri da 24 a 32)

In questo secondo caso i valori devono essere interpretati nel seguente modo:
Si supponga che il valore letto dal canale desiderato sia: 123.456kg

All’interno del registro del valore è contenuto 123456.


La posizione del punto decimale, che può essere letta nei registri: 10-11-12-13 per i rispettivi canali, indica il fattore di
divisione da applicare.
0 -> fattore i divisione = 1
1 -> fattore i divisione = 10
2 -> fattore i divisione = 100
3 -> fattore i divisione = 1000
4 -> fattore i divisione = 10000
5 -> fattore i divisione = 100000

In questo esempio troveremo 3 e quindi il fattore di divisione è 1000.


Quindi 123456/1000 = 123.456
L’unità di misura attiva per ogni singolo canale può essere letta nei registri 18-21. Il codice numerico può essere
decodificato attraverso la Tabella 1

Tabella 2: Posizione del punto decimale Tabella 3: Risoluzioni

Codice Posizione del punto decimale Codice Risoluzione


0 ######## 0 1
1 ######.# 1 2
2 #####.## 2 5
3 ####.### 3 10
4 ###.#### 4 20
5 ##.##### 5 50
6 #.###### 6 100

Tabella 4: Frequenza di Acquisizione

Codice Frequenza di
Acquisizione
0 2.5
1 5
2 10
3 20
4 50
5 100
6 200
7 400
8 600
9 1200
10 2400
11 4800

Pag. 60
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

63. PROTOCOLLO DI COMUNICAZIONE RS232

La comunicazione seriale RS232 viene configurata e abilitata nel Menù Principale  Comunicazione RS232.

Il formato del singolo carattere è sempre su 8 bit. Gli altri parametri di comunicazione seriale sono modificabili
all’interno della stessa pagina

<cr> = ASCII CHAR $(13) - Terminatore di stringa


ACK = ASCII CHAR $(6) - Comando riconosciuto
‘$’ = ASCII CHAR $(36) - Inizio stringa

NOTE:
Quando viene riconosciuto un comando di scrittura lo strumento risponde con la stringa: $00ACK<cr>.
Se il comando non può essere eseguito o non è completo non c’e’ nessuna risposta.
In lettura invece verranno trasmessi solo un numero di caratteri X i uguale al numero di canale configurati all’interno
dello strumento.

Xi è un singolo carattere ASCII che può assumere i seguenti valori


‘0’ per codice 0 ‘1’ per codice 1 ‘2’ per codice 2 ‘3’ per codice 3
‘4’ per codice 4 ‘5’ per codice 5 ‘6’ per codice 6 ‘7’ per codice 7
‘8’ per codice 8 ‘9’ per codice 9 ‘:’ per codice 10 ‘;’ per codice 11
‘<’ per codice 12 ‘=’ per codice 13 ‘>’ per codice 14 ‘?’ per codice 15

COMANDI DI SCRITTURA MESSAGGIO RISPOSTA VALORE


ZERO ABILITATO $ZE00<cr> $00ACK<cr>
ZERO DISABILITATO $ZD00<cr> $00ACK<cr>
PICCO DISABILITATO $PE00<cr> $00ACK<cr>
PICCOPIU ABILITATO $PE01<cr> $00ACK<cr>
PICCO MENO ABILITATO $PE02<cr> $00ACK<cr>
ABILITAZIONE CANALI $AAX1X2X3X4T<cr> $00ACK<cr> X1: =’0’ canale 1 disabilitato
X1: =’1’ canale 1 abilitato
X2: =’0’ canale 2 disabilitato
NOTA: X2: =’1’ canale 2 abilitato
Per abilitare il canale TOTALE almeno X3: =’0’ canale 3 disabilitato
2 canali devono essere abilitati per la X3: =’1’ canale 3 abilitato
somma X4: =’0’ canale 4 disabilitato
X4: =’1’ canale 4 abilitato
T: =’0’ TOTALE disabilitato
T: = ’1’ TOTALE abilitato
FILTRO DIGITALE $FD00NN<cr> $00ACK<cr> ‘NN’ = ‘00’ .. ‘05’
FREQUENZA DI ACQUISIZIONE $FF00NN<cr> $00ACK<cr> ‘NN’ vedi tabella 4
RISOLUZIONE DI MISURA $RDX1X2X3X4<cr> $00ACK<cr> ‘Xi’ vedi tabella 3
UNITA’ DI MISURA $UIX1X2X3X4<cr> $00ACK<cr> ‘Xi’ Vedi tabella 1

PUNTO DECIMALE $DPX1X2X3X4<cr> $00ACK<cr> ‘Xi’ vedi tabella 2


INTESTAZIONE REPORT -RIGA 1 $I100NNNNNNNNNNNNNNNNNN<cr> $00ACK<cr> ‘N’ = 24 caratteri ASCII
INTESTAZIONE REPORT -RIGA 2 $I200NNNNNNNNNNNNNNNNNN<cr> $00ACK<cr> ‘N’ = 24 caratteri ASCII
INTESTAZIONE REPORT -RIGA 3 $I300NNNNNNNNNNNNNNNNNN<cr> $00ACK<cr> ‘N’ = 24 caratteri ASCII
MODO RIPETITORE $XXXXNNNNNNNNUUUUUU;<cr>
21 caratteri ‘NNNNNNNN’ : 8 caratteri con il valore da visualizzare
‘XXXX’ : 4 caratteri = ‘CH1:’
‘UUUUUU’ : 6 caratteri : unità di misura
‘$’ : 1 carattere = inizio stringa
‘;’ : 1 carattere ‘;’
<cr> : 1 carattere = terminatore stringa carriage return

Pag. 61
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

COMANDI DI LETTURA MESSAGGIO RISPOSTA


LETTURA CONFIGURAZIONE CANALI $AS00?<cr> $NX1X2X3X4T<cr> :
‘N’ : ’ 1’..’4’ : numero di canali configurati
X1: =’0’ canale 1 disabilitato
X1:=’1’ canale 1 abilitato
X2: =’0’ canale 2 disabilitato
X2:=’1’ canale 2 abilitato
X3: =’0’ canale 3 disabilitato
X3:=’1’ canale 3 abilitato
X4: =’0’ canale 4 disabilitato
X4:=’1’ canale 4 abilitato
T: =’0’ TOTALE disabilitato
T:= ’1’ TOTALE abilitato
FILTRO DIGITALE $FD00?<cr> $00NN<cr> : ‘NN’ :’ 00’..’05’
FREQUENZA DI ACQUISIZIONE $FF00?<cr> $00NN<cr> : ‘NN’ vedi tabella 4
RISOLUZIONE $RD00?<cr> $ X1X2X3X4<cr> ‘Xi’ vedi tabella 3
Nota Il numero di caratteri ‘Xi’ nel messaggio di risposta è uguale al
Il TOTALE adotta la risoluzione del primo canale numero di moduli connessi
configurato in Somma
UNITA’ DI MISURA $UI00?<cr> $X1X2X3X4<cr> ‘Xi’ Vedi tabella 1
Nota Il numero di caratteri ‘Xi’ nel messaggio di risposta è uguale al
Il TOTALE adotta l’unità di misura del primo canale numero di moduli connessi
configurato in Somma
VALORE DI MISURA $DA00?<cr> $Y1Y2Y3Y4T<cr>
Y1 -Y2 - Y3 - Y4 - T sono stringhe di 19 caratteri
La stringa T viene trasmessa solo se il Totale è abilitato ‘CHX:’ (nota 1) : 4 caratteri ASCII X ‘1’ a ‘4’
‘NNNNNNNN’ : 8 ASCII char :measured value
‘UUUUUU’ : 6 ASCII char : measure unit
‘;’ : 1 carattere separatore campi
VALORE PICCO POSITIVO $PP00?<cr> $ Y1Y2Y3Y4T<cr>
Y1 -Y2 - Y3 - Y4 - T sono stringhe di 19 caratteri
La stringa T viene trasmessa solo se il Totale è abilitato ‘CHX:’ (nota 1) : 4 caratteri ASCII X ‘1’ a ‘4’
‘NNNNNNNN’ : 8 ASCII char :measured value
‘UUUUUU’ : 6 ASCII char : measure unit
‘;’ : 1 carattere separatore campi
VALORE PICCO NEGATIVO $PN00?<cr> $ Y1Y2Y3Y4T<cr>
Y1 -Y2 - Y3 - Y4 - T sono stringhe di 19 caratteri
La stringa T viene trasmessa solo se il Totale è abilitato ‘CHX:’ (nota 1) : 4 caratteri ASCII X ‘1’ a ‘4’
‘NNNNNNNN’ : 8 ASCII char :measured value
‘UUUUUU’ : 6 ASCII char : measure unit
‘;’ : 1 carattere separatore campi
PUNTO DECIMALE $DP00?<cr> $ X1X2X3X4<cr> ‘N’ vedi tabella 2
Nota Il numero di caratteri ‘Xi’ nel messaggio di risposta è uguale al
Il TOTALE adotta il punto decimale del primo canale numero di moduli connessi
configurato in Somma
INTESTAZIONE REPORT -RIGA 1 $I100?<cr> $NNNNNNNNNNNNNNNN<cr>
NNN : 24 ASCII char
INTESTAZIONE REPORT -RIGA 2 $I200?<cr> $NNNNNNNNNNNNNNNN<cr>
NNN : 24 ASCII char
INTESTAZIONE REPORT -RIGA 3 $I300?<cr> $NNNNNNNNNNNNNNNN<cr>
NNN : 24 ASCII Char

Nota 1
Per il TOTALE la stringa CHx e sostituita dalla stringa TOT:

Pag. 62
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

64. PROTOCOLLO DI COMUNICAZIONE USB

La comunicazione USB è abilitata solo se nella selezione TIPO del DataLog è selezionato: INTERNA

Sebbene la comunicazione avvenga attraverso la porta USB il software applicativo vede MP4Plus come una porta
seriale settata nel modo seguente.

Baud Rate : qualsiasi valido settato è permesso


Parity : NO
Data Bit : 8
Stop bit : 1

Affinchè un PC possa riconoscere la porta USB è necessario installare il driver presente sul disco (CD Manual).

I comandi di comunicazione sono composti da 15 caratteri ASCII con il seguente formato:

<STX>ZYXXXXXXXXXXX<cr>

<STX> : 1carattere ASCII = ‘$’ : inizio comando

Z: 1 carattere ASCII: definisce la tipologia del comando

Y: 1 carattere ASCII: definisce la funzione richiesta all’interno del comando definito dal campo Z

XXXXXXXXXXXX : 11 caratteri ASCII : contengono un eventuale parametro associato al comando

<cr> : carriage return: terminatore comando = 13 = 0xD

MP4Plus alla ricezione di un valido commando risponde con un messaggio che di volta in volta è differente per
contenuto e formato.

La risposta di MP4Plus è in formato binario e di lunghezza variabile in funzione della tipologia del comando.

Il primo byte della risposta inizia sempre con il bit più significativo B7 settato a 1.

Gli altri byte di risposta avranno il bit più significativo B7 settato a 0.

Inoltre i quattro bit B7..B4 del primo byte di risposta definiscono il codice SYNC che determina il numero di byte che
compongono la risposta al comando. Di seguito verranno descritti i nel dettaglio tutti i comandi di comunicazione.

Pag. 63
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

Formato della risposta di MP4Plus ad un comando valido (N = numero di byte di risposta per un dato comando in
funzione del codice SYNC)

BYTE B7 B6 B5 B4 B3 B2 B1 B0 Commento
N.
1 SYNC X X X X B7.. B4 del primo byte identificano il codice SYNC. B7 è sempre
settato a 1
2 0 X X X X X X X
.. 0 X X X X X X X B7 degli altri byte è sempre settata a 0
N 0 X X X X X X X

Formato risposta SYNC = 8


I comandi che prevedono una risposta con SYNC=8 hanno un numero di byte di risposta che può essere calcolato
5* Numero di canali abilitati sul display +1
Essi vengono utilizzati per trasmettere i valori presenti sul display in floating point (su 4 byte in accordo a IEEE754).
Inoltre alcuni bit di stato identificano se alcune funzioni sono attive o meno.

In alternativa vengono utilizzati per richiedere un dato specifico relativo ad un canale (es: Portata). In questo caso il
numero di byte nella risposta è 6 (5 del valore float atteso +1).

La ricostruzione dei valori float contenuti nel pacchetto di risposta tiene conto del formato del pacchetto dati descritto
sotto.

BYTE N. BIT 7 BIT6 BIT5 BIT4 BIT3 BIT2 BIT1 BIT0 Commento
1 1 0 0 0 B7 Byte 3 B7 Byte 2 B7 Byte 1 B7 Byte 0 SYNC = 8 (1° canale)
2 0 BIT 6..BIT0 of Byte 0 float value Primi 7 bits del Byte 0 del valore float
3 0 BIT 6..BIT0 of Byte 1 float value Primi 7 bits del Byte 1 del valore float
4 0 BIT 6..BIT0 of Byte 2 float value Primi 7 bits del Byte 2 del valore float
5 0 BIT 6..BIT0 of Byte 3 float value Primi 7 bits del Byte 3 del valore float
.. 0 0 0 0 B7 Byte 3 B7 Byte 2 B7 Byte 1 B7 Byte 0
.. 0 BIT 6..BIT0 of Byte 0 float value Primi 7 bits del Byte 0 del valore float
.. 0 BIT 6..BIT0 of Byte 1 float value Primi 7 bits del Byte 1 del valore float
.. 0 BIT 6..BIT0 of Byte 2 float value Primi 7 bits del Byte 2 del valore float
.. 0 BIT 6..BIT0 of Byte 3 float value Primi 7 bits del Byte 3 del valore float
.. 0 0 0 0 B7 Byte 3 B7 Byte 2 B7 Byte 1 B7 Byte 0 (n-esimo canale)
.. 0 BIT 6..BIT0 of Byte 0 float value Primi 7 bits del Byte 0 del valore float
.. 0 BIT 6..BIT0 of Byte 1 float value Primi 7 bits del Byte 1 del valore float
.. 0 BIT 6..BIT0 of Byte 2 float value Primi 7 bits del Byte 2 del valore float
.. 0 BIT 6..BIT0 of Byte 3 float value Primi 7 bits del Byte 3 del valore float
5*n+1 0 0 0 D P+ P H Z Z=1 funzione di Zero Attivo
H=1: Funzione di Hold Attiva
P= 1: Funzione di Picco Attiva
P+= 1 = Picco+ Attivo
P+= 0 = Picco- Attivo
D=1: Datalogging in corso

Quindi il valore in floating point (4 byte in accordo a IEEE754) viene ricostruito tenendo conto della tabella sotto.

Float B7 B6 B5 B4 B3 B2 B1 B0
0 Bit 0 –Byte 1 BIT 6 .. BIT 0 del byte 2 della risposta
1 Bit 1 –Byte 1 BIT 6 .. BIT 0 del byte 3 della risposta
2 Bit 2 –Byte 1 BIT 6 .. BIT 0 del byte 4 della risposta
3 Bit 3 –Byte 1 BIT 6 .. BIT 0 del byte 5 della risposta

Pag. 64
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

65. ESEMPI DI PROGRAMMAZIONE SOFTWARE


Il codice C e Visual Basic seguenti spiegano meglio come decodificare il pacchetto dati.
Nell’esempio si considera il caso di un solo canale collegato
Esempio in C
RxBuffer è il buffer di ricezione seriale. Indice è l’indice dell’array RxBuffer che contiene il codice SYNC.

float GetFloat(int Indice)


{
union{
unsigned char Byte[4];
float F;
} L;
L.Byte[0]=RxBuffer[Indice+1] & 0x7f;
L.Byte[1]=RxBuffer[Indice+2] & 0x7f;
L.Byte[2]=RxBuffer[Indice+3] & 0x7f;
L.Byte[3]=RxBuffer[Indice+4] & 0x7f;
if (RxBuffer[Indice+0] & 0x01) L.Byte[0] |=0x80;
if (RxBuffer[Indice+0] & 0x02) L.Byte[1] |=0x80;
if (RxBuffer[Indice+0] & 0x04) L.Byte[2] |=0x80;
if (RxBuffer[Indice+0] & 0x08) L.Byte[3] |=0x80;
return L.F;
}

Esempio in Visual Basic


Imports System.Runtime.InteropServices
<StructLayout(LayoutKind.Explicit)> Public Structure FloatStruct
<FieldOffset(0)> Public MyFloat As Single
<FieldOffset(0)> Public MyByte1 As Byte
<FieldOffset(1)> Public MyByte2 As Byte
<FieldOffset(2)> Public MyByte3 As Byte
<FieldOffset(3)> Public MyByte4 As Byte
End Structure
Dim MioRect As FloatStruct
Public MyBuffInt(10000) As Byte

If MsComm1.BytesToRead >= 6 Then


MsComm1.Read(MyBuffInt, 0, MsComm1.BytesToRead)
For Indice=0 to MsComm1.BytesToRead
If (MyBuffInt(Indice) and &HF0) = &H80 then
MioRect.MyByte1 = MyBuffInt(Indice+1) and &h7f
MioRect.MyByte2 = MyBuffInt(Indice+2) and &h7f
MioRect.MyByte3 = MyBuffInt(Indice+3) and &h7f
MioRect.MyByte4 = MyBuffInt(Indice+4) and &h7f
if (MyBuffInt(Indice+0) and &h01) then
MioRect.MyByte1 = MioRect.MyByte1 or &h80
End if
if (MyBuffInt(Indice+0) and &h02) then
MioRect.MyByte2 = MioRect.MyByte2 or &h80
End if
if (MyBuffInt(Indice+0) and &h04) then
MioRect.MyByte3 = MioRect.MyByte3 or &h80
End if
if (MyBuffInt(Indice+0) and &h08) then
MioRect.MyByte4 = MioRect.MyByte4 or &h80
End if
……………………
MioRect.MyFloat contiene il valore richiesto

Pag. 65
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

Formato risposta SYNC = 9


I comandi che prevedono una risposta con SYNC=9 hanno 15 byte di risposta.
Il contenuto di questi byte dipende esclusivamente dal comando e verranno descritti in maniera dettagliata nel
paragrafo dedicato
Il byte 2 della risposta replica il campo Z del comando
Il byte 3 della risposta replica il campo Y del comando

BYTE N. BIT 7 BIT6 BIT5 BIT4 BIT3 BIT2 BIT1 BIT0 Commento
1 1 0 0 1 0 0 0 0 SYNC = 9
2 Comando Inviato: campo Z del comando
3 Funzione commando inviato campo Y del commando
4 ……………….. Il contenuto di questi byte dipende dal comando inviato.
…. ………………..
….. ………………..
15 ………………..

Formato risposta SYNC = 11


I comandi che prevedono una risposta con SYNC=11 hanno 34 byte di risposta.
Il byte 2 della risposta replica il campo Z del comando
Il byte 3 della risposta replica il campo Y del comando
I byte da 4 a 34 contengono 31 caratteri ASCII con la stringa richiesta all’interno del comando

BYTE N. BIT 7 BIT6 BIT5 BIT4 BIT3 BIT2 BIT1 BIT0 Commento
1 1 0 1 1 0 0 0 0 SYNC = 11
2 Comando Inviato campo Z del comando
3 Funzione commando inviato campo Y del commando
4 Carattere 1
…… ………………..
Stringa richiesta di lunghezza 31 caratteri
…… ………………..
34 Carattere 31

Formato risposta SYNC = 12


I comandi che prevedono una risposta con SYNC=12 hanno 10 byte di risposta.
Viene utilizzato per trasmettere un valore di tipo intero su 64 bit (long long).
Per decodificare questo valore si segua una procedura simile a quella utilizzata e descritta con esempi per i valori in
floating point.

BYTE N. BIT 7 BIT6 BIT5 BIT4 BIT3 BIT2 BIT1 BIT0 Commento
1 1 1 0 0 BIT7 Byte 3 BIT7 Byte 2 BIT7 Byte 1 BIT7 Byte 0 SYNC = 12
2 0 BIT 6..BIT0 of Byte 0 long long value First 7 bits of Byte 0 long long value
3 0 BIT 6..BIT0 of Byte 1 long long value First 7 bits of Byte 1 long long value
4 0 BIT 6..BIT0 of Byte 2 long long value First 7 bits of Byte 2 long long value
5 0 BIT 6..BIT0 of Byte 3 long long value First 7 bits of Byte 3 long long value
6 0 BIT 6..BIT0 of Byte 4 long long value First 7 bits of Byte 4 long long value
7 0 BIT 6..BIT0 of Byte 5 long long value First 7 bits of Byte 5 long long value
8 0 BIT 6..BIT0 of Byte 6 long long value First 7 bits of Byte 6 long long value
9 0 BIT 6..BIT0 of Byte 7 long long value First 7 bits of Byte 7 long long value
10 0 0 0 0 BIT7 Byte 7 BIT7 Byte 6 BIT7 Byte 5 BIT7 Byte 4

Formato risposta SYNC = 13


I comandi che prevedono una risposta con SYNC=13 hanno un numero variabile di byte di risposta.

Viene utilizzato per trasmettere pacchetti di dati relativi ad un ciclo di Data Logger memorizzato.

Il numero di byte trasmessi dipende dal numero di canali utilizzati durante il Datalog e dal fatto che la memorizzazione
sia stata eseguita con acquisizioni manuali o ad intervalli regolari.
E’ possibile lettura se il ciclo di DataLog è stato eseguito con acquisizioni manuali attraverso il comando: Dati Ultimo
Data Logger Memorizzato (1 di 3).

Pag. 66
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

Acquisizioni con intervalli regolari: Numero di byte trasmessi : 5*(numero canali+1)


Il dato relativo ad ogni singolo canale è trasmesso in floating point su 5 byte con la convensione già descritta per gli
altri comandi di lettura di valori (vedi SYNC 8).
E’ aggiunto un ulteriore pacchetto di 5 byte in formato a integer long che contiene l’indice del punto di Datalog che
viene trasmesso.
Si veda il paragrafo dedicato al Data Logger per maggiori dettagli.
Nell’esempio sotto si fa l’ipotesi di un Datalog con 4 canali utilizzati. Numero di byte trasmessi : 5*(4+1) = 25 bytes

BYTE N. BIT 7 BIT6 BIT5 BIT4 BIT3 BIT2 BIT1 BIT0 Commento
1 1 1 0 1 B7 Byte 3 B7 Byte 2 B7 Byte 1 B7 Byte 0 SYNC = 13
Byte 1-5 1st data record
2 0 BIT 6..BIT0 of Byte 0 float of the first record First 7 bits of Byte 0 float value
3 0 BIT 6..BIT0 of Byte 1 float of the first record First 7 bits of Byte 1 float value
4 0 BIT 6..BIT0 of Byte 2 float of the first record First 7 bits of Byte 2 float value
5 0 BIT 6..BIT0 of Byte 3 float of the first record First 7 bits of Byte 3 float value
6 0 0 0 0 B7 Byte 3 B7 Byte 2 B7 Byte 1 B7 Byte 0 Byte 6-10 2nd Data record
7 0 BIT 6..BIT0 of Byte 0 float of the second record First 7 bits of Byte 0 float value
8 0 BIT 6..BIT0 of Byte 1 float of the second record First 7 bits of Byte 1 float value
9 0 BIT 6..BIT0 of Byte 2 float of the second record First 7 bits of Byte 2 float value
10 0 BIT 6..BIT0 of Byte 3 float of the second record First 7 bits of Byte 3 float value
11-15 3rd record : the format is the same of the second record Byte 11-15 3rd Data Record
16-20 4th record : the format is the same of the second record Byte 16-20 4th Data Record
21 0 0 0 0 B7 Byte 3 B7 Byte 2 B7 Byte 1 B7 Byte 0 Byte 41-45 Data Packet Index
22 0 BIT 6..BIT0 of Byte 0 long of data packet index First 7 bits of Byte 0 long value
23 0 BIT 6..BIT0 of Byte 1 long of data packet index First 7 bits of Byte 1 long value
24 0 BIT 6..BIT0 of Byte 2 long of data packet index First 7 bits of Byte 2 long value
25 0 BIT 6..BIT0 of Byte 3 long of data packet index First 7 bits of Byte 3 long value

Acquisizioni Manuali: Numero di byte trasmessi : 5*(numero canali+2)


Nelle acquisizioni manuali il tempo in cui è stata fatta l’acquisizione è variabile e quindi viene aggiunto un ulteriore
pacchetto con l’indicazione del tempo in cui è stata fatta la singola acquisizione.
Il dato relativo ad ogni singolo canale è trasmesso in floating point su 5 byte con la convensione già descritta per gli
altri comandi di lettura di valori (vedi SYNC 8).
Un ulteriore pacchetto di 5 byte (in floating point) contiene il tempo di acquisizione rispetto al momento di inizio
prova espresso in secondi con una risoluzione di 10ms.
E’ aggiunto un ulteriore pacchetto di 5 byte in formato a integer long che contiene l’indice del punto di Datalog che
viene trasmesso.
Si veda il paragrafo dedicato al Data Logger per maggiori dettagli.
Nell’esempio sotto si fa l’ipotesi di un Datalog con 4 canali utilizzati. Numero di byte trasmessi : 5*(4+2) = 30 bytes

BYTE N. BIT 7 BIT6 BIT5 BIT4 BIT3 BIT2 BIT1 BIT0 Commento
1 1 1 0 1 B7 Byte 3 B7 Byte 2 B7 Byte 1 B7 Byte 0 SYNC = 13
Byte 1-5 1st data record
2 0 BIT 6..BIT0 of Byte 0 float of the first record First 7 bits of Byte 0 float value
3 0 BIT 6..BIT0 of Byte 1 float of the first record First 7 bits of Byte 1 float value
4 0 BIT 6..BIT0 of Byte 2 float of the first record First 7 bits of Byte 2 float value
5 0 BIT 6..BIT0 of Byte 3 float of the first record First 7 bits of Byte 3 float value
6 0 0 0 0 B7 Byte 3 B7 Byte 2 B7 Byte 1 B7 Byte 0 Byte 6-10 2nd Data record
7 0 BIT 6..BIT0 of Byte 0 float of the second record First 7 bits of Byte 0 float value
8 0 BIT 6..BIT0 of Byte 1 float of the second record First 7 bits of Byte 1 float value
9 0 BIT 6..BIT0 of Byte 2 float of the second record First 7 bits of Byte 2 float value
10 0 BIT 6..BIT0 of Byte 3 float of the second record First 7 bits of Byte 3 float value
11-15 3rd record : the format is the same of the second record Byte 11-15 3rd Data Record
16-20 4th record : the format is the same of the second record Byte 16-20 4th Data Record
21 0 0 0 0 B7 Byte 3 B7 Byte 2 B7 Byte 1 B7 Byte 0 Byte 21-25 : Acquisition Time (s)
22 0 BIT 6..BIT0 of Byte 0 float of the second record First 7 bits of Byte 0 float value
23 0 BIT 6..BIT0 of Byte 1 float of the second record First 7 bits of Byte 1 float value
24 0 BIT 6..BIT0 of Byte 2 float of the second record First 7 bits of Byte 2 float value
25 0 BIT 6..BIT0 of Byte 3 float of the second record First 7 bits of Byte 3 float value
26 0 0 0 0 B7 Byte 3 B7 Byte 2 B7 Byte 1 B7 Byte 0 Byte 41-45 Data Packet Index
27 0 BIT 6..BIT0 of Byte 0 long of data packet index First 7 bits of Byte 0 long value
28 0 BIT 6..BIT0 of Byte 1 long of data packet index First 7 bits of Byte 1 long value
29 0 BIT 6..BIT0 of Byte 2 long of data packet index First 7 bits of Byte 2 long value
30 0 BIT 6..BIT0 of Byte 3 long of data packet index First 7 bits of Byte 3 long value

Pag. 67
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

66. COMANDI di LETTURA



COMANDO di LETTURA: Misura Attuale.
Comando : $C000000000000<cr>
Risposta da MP4Plus: 5*NumeroCanaliAbilitati+1 bytes : SYNC = 8
Vengono trasmessi i valori delle misure attuali presenti sul display.
Le unità di misura associata ai valori è definita con il comando di lettura Impostazioni Attuali
Insieme al valore attuale vengono trasmesse le informazioni di stato quali
- Zero On
- Picco On
- Hold On
- Datalogging in corso
Si confronti il paragrafo che descrive i comandi con SYNC=8
COMANDO di LETTURA: Picco Positivo.
Comando : $CD00000000000<cr>
Risposta da MP4Plus: 5*NumeroCanaliAbilitati+1 bytes : SYNC = 8
Vengono trasmessi i valori del picco positivo.
Le unità di misura associata ai valori è definita con il comando di lettura Impostazioni Attuali .
Il valore trasmesso ha significato solo se MP4Plus è in modalità picco
COMANDO di LETTURA: Picco Negativo.
Comando : $CE00000000000<cr>
Risposta da MP4Plus: 5*NumeroCanaliAbilitati+1 bytes : SYNC = 8
Vengono trasmessi i valori del picco positivo.
Le unità di misura associata ai valori è definita con il comando di lettura Impostazioni Attuali .
Il valore trasmesso ha significato solo se MP4Plus è in modalità picco
COMANDO di LETTURA: Impostazioni Attuali Canale K-esimo.
Comando : $C1K0000000000<cr> K : ‘1’ ..’4’
Risposta da MP4Plus: 15 bytes : SYNC = 9

Trasmette le impostazioni del canale richiesto.


Byte 0 : 0x90
Byte 1 : ‘C’
Byte 2 : ‘1’
Byte 3 : K
Byte 4 : Numero di cifre decimali : valore binario 0..5
Byte 5 : Tipo di Ingresso Canale : valore binario :
0=mV/V : 1=+/-10V : 2 = 4-20mA : 3 = 0-20mA 4=+/-5V 5=PT100 6=Encoder
Byte 6 : 1 : il canale è abilitato al calcolo del TOTALE - 0 : il canale è disabilitato per il calcolo del TOTALE
Byte 7 : Unità di Misura Attiva: valore binario: per i valori possibili relativi a questo parametro si confronti la tabella 1
Byte 8: Risoluzione attiva: valore binario : per i valori possibili relativi a questo parametro si confronti la tabella 2
Byte 9 : Posizione cifra Decimale della Portata (FS) : valore binario 0..5
Byte 10: Tipo di Calibrazione selezionato : valore binario 0..2 : 0 = Fondo Scala – 1 = PESO NOTO – 2 = PER PUNTI
Byte 11: Segno Cella : valore binario 0-1 : 0 = STANDARD - 1 = INVERTITO
Byte 12: Tipo Canale : valore binario 0..3 0 : FORZA : 1=PRESSIONE : 2=COPPIA : 3=SPOSTAMENTO : 4=TEMPERATURA
Per encoder : 0 = Lineare : 1=Angolare
Byte13: Unità di Misura della Portata: per i valori possibili relativi a questo parametro si confronti la tabella 1
Byte 14: reserved
COMANDI di LETTURA: Numero di Serie dello strumento.
Comando: $C400000000000<cr>
Risposta: 15 bytes: SYNC = 9
Trasmette alcune info sulla configurazione di MP4Plus.
Byte 0 : 0x90
Byte 1 : ‘C’
Byte 2 : ‘4’
Byte 3 : Numero Canali MP4Plus: valore ASCII : 1..4
Byte 4 : Stato di abilitazione canale 1 : valore ASCII : ‘1’ abilitato : ‘0’ : disabilitato

Pag. 68
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

Byte 5 : Stato di abilitazione canale 2 : valore ASCII : ‘1’ abilitato : ‘0’ : disabilitato
Byte 6 : Stato di abilitazione canale 3 : valore ASCII : ‘1’ abilitato : ‘0’ : disabilitato
Byte 7 : Stato di abilitazione canale 4 : valore ASCII : ‘1’ abilitato : ‘0’ : disabilitato
Byte 8 : reserved
Byte 9 -10 : ‘M4’ : 2 caratteri ASCII : ‘M4’ codice di identificazione dello strumento
Byte 11..14 : stringa di 4 caratteri ASCII contenente il numero di serie.

COMANDO di LETTURA: Lettura della Portata (Fondo Scala) del k-esimo canale
Comando : $C5K0000000000<cr> K : ‘1’ ..’4’
Risposta da MP4Plus: 6 bytes : SYNC = 8
Viene trasmesso il valore della portata del k-esimo canale.
Le unità di misura associata al valore è definita con il comando di lettura Impostazioni Attuali.

COMANDO di LETTURA: Versione Software.


Comando: $CF00000000000<cr>
Risposta: 15 bytes: SYNC = 9
Trasmette la versione di software installata nello strumento
Byte 0 : 0x90
Byte 1 : ‘C’
Byte 2 : ‘F’
Byte 3 : reserved
Byte 4 : reserved
Byte 5 : 1 byte binario : frequenza di Acquisizione : vedi tabella 4
Byte 6 : 1 byte bianrio : Filtro digitale impostato (0..5)
Byte 7 .. 14 : 8 caratteri ASCII stringa contenente la versione di software del MP4Plus. Esempio: ‘Ver: 1.0’

COMANDO di LETTURA: Intestazione Report.


Comandi :
$CA00000000000<cr> : 1° Riga di intestazione
$CB00000000000<cr> : 2° Riga di intestazione
$CC00000000000<cr> : 3° Riga di intestazione

Risposta: 34 bytes : SYNC = 11

Trasmette la riga di intestazione report di MP4Plus richiesta.


Byte 0 : 0xB0
Byte 1 : ‘C’
Byte 2 : ‘A’ per 1°Riga - ‘B’ per 2° riga - ‘C’ per 3° Riga
Byte 3 .. 26: 24 caratteri ASCII contenenti la riga richiesta
Byte 27..33: sempre 0 binario

Nota: Aspettare la risposta dello strumento prima di inviare un nuovo comando.


COMANDO di LETTURA: Leggi Valori SetPoint
Comando: $CGY0000000000<cr>
‘Y’ : 1 carattere : numero del SePoint Richiesto : 1..5
Risposta da MP4Plus: 6 bytes : SYNC = 8
Viene trasmesso il valore del SetPoint Richiesto.
COMANDO di LETTURA: Leggi Valori Isteresi
Comando: $CHY0000000000<cr>
‘Y’ : 1 carattere : numero dell’Isteresi Richiesto : 1..5
Risposta da MP4Plus: 6 bytes : SYNC = 8
Viene trasmesso il valore dell’Isteresi Richiesto.

Pag. 69
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

67. COMANDI DI SCRITTURA.

I comandi di scrittura permettono di modificare i parametri sia del canale attivo che di configurazione dello strumento.
Hanno tipicamente una risposta in accordo a SYNC 10 con la indicazione se il comando è stato correttamente
accettato.

Formato risposta SYNC = 10

I comandi che prevedono una risposta con SYNC=10 hanno 4 byte di risposta.
La risposta a questi comandi è tipicamente una conferma o meno alla esecuzione del comando stesso.
Il byte 2 della risposta replica il campo Z della stringa di comando
Il byte 3 della risposta replica il campo Y della stringa di comando

BYTE N. BIT 7 BIT6 BIT5 BIT4 BIT3 BIT2 BIT1 BIT0 Commento
1 1 0 1 0 0 0 0 0 SYNC = 10
2 Comando Inviato campo Z del comando
3 Funzione commando inviato campo Y del commando
4 0 0 0 0 0 0 0 R R=1 il comando è stato eseguito correttamente

COMANDO di SCRITTURA: Set posizione punto decimale per il canale K.


Comando: $L0K000000000X<cr> K : 1..4
Risposta: 4 bytes : SYNC = 10
‘X’ = 1 carattere ASCII : posizione del punto decimale desiderato ‘0’..’5’ : vedi tabella 2

COMANDO di SCRITTURA: Set Frequenza di Acquisizione.


Comando: $L1000000000XX<cr>
Risposta: 4 bytes : SYNC = 10
‘XX’ : 2 caratteri ASCII : vedi tabella 4 per i codici XX

COMANDO di SCRITTURA: Set Filtro Digitale.


Comando: $L20000000000X<cr>
Risposta: 4 bytes : SYNC = 10
‘X’ = 1 carattere ASCII : Filtro digitale desiderato ‘0’..’5’

COMANDO di SCRITTURA: Set Unità di Misura per il canale K.


Comando: $L3K00000000XX<cr>
Risposta: 4 bytes : SYNC = 10
‘XX’ = 2 caratteri ASCII : Indice della unità di misura desiderata in accordo alla tabella 1 .
COMANDO di SCRITTURA: Set Risoluzione per il canale K.
Comando: $L4K000000000X<cr>
Risposta: 4 bytes : SYNC = 10
‘X’ = 1 caratteri ASCII : vedi tabella 3 per i codici X

COMANDO di SCRITTURA: Set Abilitazione Canali


Comando: $LEX1X2X3X4TS1S2S3S400<cr>
Risposta: 4 bytes : SYNC = 10
‘Xi’ = 1 caratteri ASCII : stato di abilitazione per il canale i-esimo : ‘1’ abiliato ‘0’: disabilitato
‘T’ = 1 carattere ASCII :stato di abilitazione per il Totale : ‘1’ abiliato ‘0’: disabilitato
‘Si’ = 1 carattere ASCII:stato di abilitazione per il canale i-esimo al calcolo del totale : ‘1’ abiliato ‘0’: disabilitato

Nota
Se viene comandato di abilitare il Totale almeno 2 canali devono essere abilitati per il calcolo della somma.

Pag. 70
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

COMANDO di SCRITTURA: Set Intestazione Report .


L’intestazione della STAMPANTE è formata da 3 righe da 24 caratteri.
Per programmare una riga da 24 caratteri è necessario inviare 3 comandi differenti.

Comandi :
$LFCCCCCCCCCC0<cr>:Set caratteri da 1..20 Riga 1
$LGCCCCCCCCCC0<cr>:Set caratteri da 11..20 Riga 1
$LH000000CCCC0<cr>:Set caratteri da 21..24 Riga 1

$LICCCCCCCCCC0<cr>: Set caratteri da 1..20 Riga 2


$LJCCCCCCCCCC0<cr>:Set caratteri da 11..20 Riga 2
$LK000000CCCC0<cr>:Set caratteri da 21..24 Riga 2

$LLCCCCCCCCCC0<cr>:Set caratteri da 1..20 Riga 3


$LMCCCCCCCCCC0<cr>:Set caratteri da 11..20 Riga 3
$LN000000CCCC0<cr>:Set caratteri da 21..24 Riga 3

Risposta: 4 bytes: SYNC = 10


Nota: Aspettare la risposta da MP4Plus prima di inviare un nuovo comando.

COMANDO di SCRITTURA: Set ZERO e ZERO OFF .


Comando: $A0000000000X<cr>
Risposta: 4 bytes: SYNC = 10
‘X’ : 1 carattere ASCII X = ‘1’ : Esegue lo Zero dei canali X= ‘0’ : Toglie lo Zero dei canali (ZERO OFF) .

COMANDO di SCRITTURA: Set PICCO e PICCO OFF .


Comando: $A1000000000X<cr>
Risposta: 4 bytes: SYNC = 10
‘X’ : 1 carattere ASCII
X= ‘0’: Toglie la Modalità PICCO (PICCO OFF) X = ‘1’: Imposta la modalità PICCO+ X = ‘1 : Imposta la modalità PICCO-

COMANDO di SCRITTURA: Set HOLD e HOLD OFF .


Comando: $A2000000000X<cr>
Risposta: 4 bytes: SYNC = 10
‘X’: 1 carattere ASCII
X = ‘1’: Imposta la modalità HOLD (la visualizzazione si blocca) X= ‘0’ : Toglie la Modalità HOLD (HOLD OFF).
COMANDO di SCRITTURA: Set Valore SetPoint .
Comando: $LSYXXXXXXXXXX<cr>
Risposta: 4 bytes: SYNC = 10
‘Y’: 1 carattere ASCII : Numero del SetPoint da modificare : ‘1’-‘5’
‘XXXXXXXXXX’ = 10 caratteri ASCII con il valore del SetPoint (comprensivo del punto decimale)
COMANDO di SCRITTURA: Set Valore Isteresi .
Comando: $LTYXXXXXXXXXX<cr>
Risposta: 4 bytes: SYNC = 10
‘Y’: 1 carattere ASCII : Numero del Isteresi da modificare : ‘1’-‘5’
‘XXXXXXXXXX’ = 10 caratteri ASCII con il valore dell’Isteresi (comprensivo del punto decimale)

Pag. 71
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

68. Modalità di Trasmissione CONTINUA

Il protocollo di comunicazione descritto finora prevede che per ottenere la trasmissione della misura attuale deve
essere inviata una richiesta $C00000000000<cr>.
Questo tipo di protocollo è ovviamente lento.

MP4Plus è in grado di trasmettere valori in modalità continua (quindi senza la necessità di inviare una richiesta di
trasmissione) alla massima velocità di acquisizione.

Questa modalità è utile quando si voglia registrare da un programma di gestione tutti i valori acquisiti dallo strumento
in applicazioni dinamiche per esempio quando si vuole registrare l’andamento di picco generato da una chiave
dinamometria a scatto o da un corpo in caduta libera.

Per fare questo è necessario inviare il comando: ‘$A30000000000X’<cr>

Ove ‘X’ : può assumere i valori


‘X’ = ‘0’ : Start modo continuo
‘X’ = ‘1’ : Polling modo continuo
‘X’ = ‘2’ : Stop Modo continuo

Risposta: 4 bytes : SYNC = 10


Nota : Nel caso di ‘X’=’1’ non si ha nessuna risposta dallo strumento.

Con ‘X’ = ‘0’ si avvia la modalità di trasmissione continua.


MP4Plus conferma il comando con la risposta con SYNC=10 e inizia a trasmettere le misure in accordo a valori
trasmessi con SYNC 8 (identico a quello ricevuto con il comando $C00000000000<cr>).

Il programma di gestione deve inviare un comando di Polling almeno ogni 1-2 secondi per confermare che si desidera
continuare in questo modo. Il comando di polling non ha risposta.

MP4Plus ritorna in modo di comunicazione normale o inviando il comando di “Stop Modo Continuo” o quando non
riceve per almeno 5 secondi un comando di Polling.

Pag. 72
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

69. COMANDI DI GESTIONE DATA LOGGER

COMANDO di LETTURA: Lettura impostazioni del DATA LOGGER.

Comando: $D000000000000<cr>
Risposta: 15 bytes : SYNC = 9

Byte 0 : 0x90
Byte 1 : ‘D’
Byte 2 : ‘0’
Byte 3 : valore binario : 0Data Logger Interno 1 Data logger on Flash memory
Byte 4: valore Binario : intervallo di memorizzazione
0=> Manuale 1=>0.5s 2=>1sec 3=>2sec 4=>3sec 5=>5sec
6=>10sec 7=>15sec 8=>20sec 9=>30sec 10=>45sec 11=>1min
12=>2min 13=>3min 14=>5min 15=>10min 16=>15min 17=>20min
18=>45min 19=>60min 20=>1ora 21=>2ore 22=>3ore 23=>5ore
24=>10ore 25=>12ore 26=>18ore 27=>24ore
Byte 5: valore binario : Tipo di soglia: 0 => ‘>=” 1 => ‘<=’
Byte6: valore binario : durata ciclo : giorni (0..99)
Byte7:valore binario : durata ciclo : ore (0..24)
Byte 8:valore binario : durata ciclo : minuti (0..60)
Byte 9:valore binario : durata ciclo : secondi (0..60)
Byte 10-11-12-13: valore binario 32 bit in floating point : soglia di inizio ciclo (IEEE754)
Byte 14: valore Binario : canale di riferimento per la soglia : 0..4

COMANDO di LETTURA: Dati Ultimo Data Logger Memorizzato (1 di 3).

Comando: $D100000000000<cr>
Risposta: 15 bytes : SYNC = 9

Byte 0 : 0x90
Byte 1 : ‘D’
Byte 2 : ‘1’
Byte 3-4-5-6 : valore binario intero su 32 bit : numero punti di memorizzazione
Byte 7: anno di inizio del ciclo : 00=> 2000
Byte 8: mese di inizio del ciclo : 1..12
Byte 9: giorno di inizio del ciclo : 1..31
Byte 10: ora di inizio del ciclo : 0..23
Byte 11: minuti di inizio del ciclo : 0..59
Byte 12: secondi di inizio del ciclo : 0..59
Byte 13: valore binario : Intervallo di memorizzazione
0=> Manuale 1=>0.5s 2=>1sec 3=>2sec 4=>3sec 5=>5sec
6=>10sec 7=>15sec 8=>20sec 9=>30sec 10=>45sec 11=>1min
12=>2min 13=>3min 14=>5min 15=>10min 16=>15min 17=>20min
18=>45min 19=>60min 20=>1ora 21=>2ore 22=>3ore 23=>5ore
24=>10ore 25=>12ore 26=>18ore 27=>24ore
Byte 14: valore bianrio : 1..5 : numero di canali memorizzati nel DataLog

Nota 1:
Il campo numero punti di memorizzazione se >0 indica se è memorizzato un valido ciclo di memorizzazione.
Se =0 non c’è nessun datalog memorizzato e gli altri parametri non hanno significato

Pag. 73
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

COMANDO di LETTURA: Dati Ultimo Data Logger Memorizzato (2 di 3).

Comando: $D200000000000<cr>
Risposta: 15 bytes : SYNC = 9

Nota 1: Questi dati hanno significato solo se esiste già un ciclo di DataLog Memorizzato
Byte 0 : 0x90
Byte 1 : ‘D’
Byte 2 : ‘2’
Byte 3 : valore binario : CH1: Tipo Canale : vedi sotto per codifica
Byte 4 : valore binario : CH1: Unità di misura : vedi tabella 1
Byte 5 : valore binario : CH1: posizione del punto decimale : vedi tabella 2
Byte 6 : valore binario : CH2: Tipo Canale : vedi sotto per codifica
Byte 7 : valore binario : CH2: Unità di misura : vedi tabella 1
Byte 8 : valore binario : CH2: posizione del punto decimale : vedi tabella 2
Byte 9 : valore binario : CH3: Tipo Canale : vedi sotto per codifica
Byte 10 : valore binario : CH3: Unità di misura : vedi tabella 1
Byte 11: valore binario : CH3: posizione del punto decimale : vedi tabella 2
Byte 12 : valore binario : CH4: Tipo Canale : vedi sotto per codifica
Byte 13 : valore binario : CH4: Unità di misura : vedi tabella 1
Byte 14: valore binario : CH4: posizione del punto decimale : vedi tabella 2

Tipo Canale
CH1 : 0 = WIMOD-FORZA : 1=WIMOD-PRESSIONE : 2=WIMOD-COPPIA : 3=WIMOD-SPOSTAMENTO 4:JET-FORZA :
5:JET-PRESSIONE

COMANDO di LETTURA: Dati Ultimo Data Logger Memorizzato (3 di 3).

Comando: $D300000000000<cr>
Risposta: 15 bytes : SYNC = 9

Nota 1: Questi dati hanno significato solo se esiste già un ciclo di DataLog Memorizzato
Byte 0 : 0x90
Byte 1 : ‘D’
Byte 2 : ‘3’
Byte 3 : valore binario : TOT: Tipo Canale : vedi sotto per codifica
Byte 4 : valore binario : TOT: Unità di misura : vedi tabella 1
Byte 5 : valore binario : TOT: posizione del punto decimale : vedi tabella 2
Byte 6 : valore binario : indice del primo canale memorizzato : 1..5
Byte 7 : valore binario : indice del primo canale memorizzato : 1..5
Byte 8 : valore binario : indice del primo canale memorizzato : 1..5
Byte 9 : valore binario : indice del primo canale memorizzato : 1..5
Byte 10 : valore binario : indice del primo canale memorizzato : 1..5
Byte 11: 0
Byte 12: 0
Byte 13: 0
Byte 14: 0

COMANDO di SCRITTURA: Impostazione Parametri Data Logger.

Comando: $D400000000000<cr>
Risposta: 4 bytes : SYNC = 10

Byte 0 = ‘$’

Pag. 74
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

Byte 1 = ‘D’
Byte 2 = ‘4’
Byte 3 = valore binario : 0..4 canale di riferimento per il parametro Soglia
Byte 4 : valore binario : intervallo di memorizzazione : (vedi comando lettura impostazioni Data Logger)
Byte 5: valore binario : Tipo di soglia: 0 => ‘>=” 1 => ‘<=’
Byte 6: valore binario : Durata in giorni : 0..99
Byte 7: valore binario : Durata in ore : 0..24
Byte 8: valore binario : Durata in minuti : 0..60
Byte 9: valore binario : Durata in secondi : 0..60
Byte 10-11-12-13: valore in floating point (IEEE754). Soglia di inizio prova

Comando di Start Ciclo DataLog.

Comando: $D500000000001<cr>
Risposta: 4 bytes : SYNC = 10

Comando di Stop Ciclo DataLog.

Comando: $D600000000000<cr>
Risposta: 4 bytes : SYNC = 10

Comando Read Durata DataLog.

Comando: $DB00000000000<cr>
Risposta: 10 bytes : SYNC = 12

Viene trasmesso in formato intero su 64bit (8 byte) il tempo, in step di 10ms, della durata del log.
Questo comando può essere utilizzato anche durante un ciclo in corso per determinare lo stato di avanzamento del
ciclo stesso.

Comandi per eseguire il Download di un DataLog.

In questo paragrafo si analizzerà come eseguire il download di un ciclo di DataLog.


Non è possibile eseguire un download con un ciclo in corso.
Questa condizione può essere monitorata con il Comando di Lettura dato attuale.

Un download di un ciclo inizia con un comando di StartDownload e termina con un comando di AbortDownload
oppure da parte di MP4Plus quando non vi sono più dati da inviare.
Ogni pacchetto di dati ricevuto corrisponde ad un punto di memorizzazione ed è trasmesso con SYNC =13.

I primi (5*numero di canali) bytes corrispondono al valore delle misure effettuate per ogni canale utilizzato nel
datalog ognuno su 5 byte in floating point (IEEE754) in accordo alla codifica descritta per i dati ricevuti con SYNC = 8.

Gli ultimi 5 byte corrispondono all’indice di memorizzazione che è stato trasmesso.


L’indice di memorizzazione è un valore intero binario su 32bit ed è incrementato di 1 per ogni pacchetto ricevuto.

Ad ogni pacchetto ricevuto il programma controlla la congruità dei dati ricevuti (ad esempio l’indice di
memorizzazione deve coincidere con il numero sequenziale dei pacchetti ricevuti).

Nel caso di controllo valido verrà inviato il Comando SendNextItem che abilita MP4Plus a trasmettere il nuovo record
di dati.
In caso contrario verrà inviato il comando RepeatItem che istruisce MP4Plus a ripetere la trasmissione del record.

Pag. 75
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

La determinazione del tempo in cui è stata fatta la memorizzazione viene fatta tenendo conto che la memorizzazione
stessa è fatta da MP4Plus ad intervalli regolari.

Con il comando Lettura Durata del log viene letto il tempo in step di 10ms della durata del Log.

Con il comando Lettura Dati Ultimo Data Logger Memorizzato viene letto il numero di memorizzazioni eseguite nel
DataLog.
Per cui se
 i = l’indice di memorizzazione di un dato pacchetto
 Memorizzazioni = numero memorizzazioni eseguite
 DurataLog = durata totale del log in step di 10ms

il tempo T(i) in secondi a cui esso è avvenuto è:

T(i) = Memorizzazioni/(DurataLog/100)* i

DATALOG con memorizzazione Manuale

Nel caso di memorizzazione manuale il tempo in cui è avvenuta una memorizzazione viene trasmessa direttamente da
MP4Plus.

Il pacchetto di dati rimane con lo stesso formato SYNC 13 ma il tempo in cui è stata fatta la misura si aggiunge alla
trasmissione dei dati ( si veda descrizione SYNC 13).

Comando di Start Download.

Comando: $D700000000000<cr>
Risposta: 45 bytes : SYNC = 13

MP4Plus risponde il primo pacchetto di dati con SYNC13.

Comando di SendNext Item.

Comando: $D900000000000<cr>
Risposta: 45 bytes : SYNC = 13

MP4Plus risponde il successivo pacchetto di dati con SYNC13.

Comando di Repeat Item.

Comando: $DA00000000000<cr>
Risposta: 45 bytes : SYNC = 13

MP4Plus ripete la trasmissione dell’ultimo pacchetto di dati con SYNC13.

Comando di Abort Download.

Comando: $D800000000000<cr>
Risposta 4 bytes : SYNC = 10

Abortisce il download del datalog

Pag. 76
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

70.CONNETTORI SUL PANNELLO POSTERIORE

Sul pannello posteriore sono presenti 2 connettori da 18 pin ognuno.


La dimensione dei fili di collegamento è per sezioni fino a 1mm2

Per cablare un filo, tenere premuto con un utensile adatto all’interno della finestra rettangolare ed inserire il filo nel
foro corrispondente.

Piedinatura Connettori

1 INPUT1-DI1 IN 21 RELE2-NO OUT


2 INPUT3-DI3 IN 22 RELE3-COM OUT
3 INPUT2-DI2 IN 23 RELE2-NC OUT
4 INPUT4-DI4 IN 24 RELE3-NC OUT
5 RS232-TX OUT 25 RELE3-NO OUT
6 RS232-RX IN 26 RELE4-COM OUT
7 DI-COM 27 RELE4-NC OUT
8 RS485-D+ IN/OUT 28 RELE4-NO OUT
9 RS485-D- IN/OUT 29 RELE5-COM OUT
10 VOut2 OUT 30 RELE2-COM OUT
11 VOut1 OUT 31 RELE1-NO OUT
12 IOut1 OUT 32 RELE1-NC OUT
13 IOut2 OUT 33 IOut3 OUT
14 GND 34 IOut4 OUT
15 GND 35 RELE1-COM OUT
16 VOut4 OUT 36 GND OUT
17 VOut3 OUT 37 RELE5-NO OUT
18 20Vdc OUT 38 RELE5-NC OUT

Prima di effettuare qualsiasi cablaggio è necessario spegnere lo strumento.

Pag. 77
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

71. COLLEGAMENTO PORTA SERIALE RS232C e STAMPANTE (Opzione)

Massima distanza consigliata 13m.


Per i collegamenti lato di una eventuale stampante si faccia riferimento alla documentazione in dotazione alla stessa

Stampanti consigliate: Stampanti con interfaccia seriale RS232- Larghezza carta 80mm
STAR TPS2000 – STAR TPS600

ATTENZIONE: Prima di utilizzare la stampante verificare la configurazione, è possibile che sia necessario
configurare la stampante con il tipo di comunicazione, tipo di carattere, velocità di stampa, e altri
parametri. VERIFICARE la configurazione con le istruzioni presenti sul manuale della stampante.

Per il reperimento dei rotoli di carta contattare i fornitori locali di materiale da ufficio.
AEP transducers non gestisce questo tipo di materiale di consumo.

GND 15
TX 5
RX 6

Pag. 78
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

72. COLLEGAMENTO INTERFACCIA RS485 (Opzione)

Massima distanza consigliata : 1000m


Max numero di strumenti in parallelo : 32

Il pin 15 del connettore è GND e può essere utilizzato come ulteriore collegamento per avere un riferimento GND.

GND 15
D- 9
D+ 8

Nel caso di connessioni multi-drop è necessario inserire 2 resistenze di terminazione da 120Ohm ognuno (vedi figura
sotto). Queste due resistenze vanno poste agli estremi fisici della linea.

Per il collegamento si consiglia di utilizzare cavi schermati e con il doppino dei dati D+ e D- twistato.

Per evitare che vi possano essere delle fluttuazioni casuali della tensione nella
linea RS485 indotti da disturbi esterni essere utile inserire delle resistenze di
terminazione Rb come nella figura a fianco.

Queste risultano partiolarmente utili quando tutti i driver sono sconnessi dal
bus. In questo caso il livello logico è indeterminato e questo può causare falsi
segnali sui ricevitori.

Valori di Rb possono essere intorno a 600 Ohm considerando una tensione di


alimentazione di 5Vdc

Pag. 79
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

73. COLLEGAMENTO INPUT DIGITALI 24V (Opzione)

MP4Plus può essere dotato di 4 ingressi digitali a 24Vdc optoisolati.


Il collegamento degli ingressi digitali è visualizzato nelle figure sotto.
DICOM è il ritorno comune per tutti gli ingressi.

Nel caso la tensione agli input arrivi da un circuito esterno è necessario adottare i collegamenti come nella figura
sotto.

DICOM 7
DI1 1
DI2 3
DI3 2
DI4 4

Nel caso però fosse sufficiente utilizzare gli ingressi come semplici interruttori (vedi figura sotto) è possibile utilizzare
gli ingressi come nella figura sotto.
Il pin 18è un 20Vdc che può essere utilizzato per alimentare gli ingressi digitali.
In questo caso è necessario collegare anche DICOM a GND.

Pag. 80
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

74. COLLEGAMENTO USCITE RELE’

MP4Plus è dotato di 5 uscite a relè ognuno in configurazione di contatto di scambio.

RELE1 COM 35
RELE1 NO 31
RELE1 NC 32
RELE2 COM 30
RELE2 NO 21
RELE2 NC 23
RELE3 COM 22
RELE3 NO 25
RELE3 NC 24
RELE4 COM 26
RELE4 NO 28
RELE4 NC 27
RELE5 COM 29
RELE5 NO 37
RELE5 NC 38

Pag. 81
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

75. COLLEGAMENTO USCITE ANALOGICHE (OPZIONE)

MP4Plus è dotato opzionalmente di 2 uscite analogiche che in funzione della configurazione possono essere in
tensione o in corrente a scelta tra le seguenti configurazioni.

Uscite in tensione: 0-5V 0-10V +/-10V +/-5V : carico max 20 mA @1kΩ


Uscite in corrente: 4-20mA : carico max 400Ohm

GND 14
GND 15
GND 36
IOut1 12
IOut2 13
IOut3 33
IOut4 34
VOut1 11
VOut2 10
VOut3 17
VOut4 16

Pag. 82
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

76. Collegamento Celle di Carico e Trasduttori

Per ognuno dei 4 canali CH1 – CH2 – CH3 – CH4 , sul pannello posteriore è previsto un connettore DB9 femmina
dedicato per la connesione dei trasduttori sia di tipo strain gauge che amplificati.
La piedinatura di ogni singolo trasduttore è la seguente

PIN Strain Gauge Amplificati (V o mA) Potenziometri PT100


1 Segnale +
2 Segnale -
3 Eccitazione + Alimentazione+ (5Vdc)
4 Eccitazione -
5 Alimentazione- (GND) Alimentazione- (GND) In-
6 Segnale Segnale In+
7 Alimentazione+ (20Vdc)
8 Sense +
9 Sense -

ATTENZIONE
I trasduttori di tipo ENCODER e PT100 sono collegabili solo sul canale CH2 e CH4

Seguire attentamente le istruzioni fornite nel presente manuale nelle pagine che seguono in funzione del trasduttore
da collegare.

Pag. 83
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

77. Collegamento Celle di Carico

Le celle di carico possono essere collegate in configurazione a 4 o 6 fili.


MP4Plus ha una scheda di gestione dei canali analogici. All’interno di questa scheda si può trovare un DIP switch SW1
per la configurazione del tipo di collegamento rispettivamente per i canali CH1-CH2 .

Ogni singolo canale può essere configurato 4 o 6 fili in maniera indipendente dagli altri canali.

Lo strumento viene fornito per default nella configurazione per la connessione a 4 fili per tutti i 2 canali con i DIP-
SWITCH nella configurazione OFF.
Scheda CH1-CH2 Scheda CH3-CH4

Configurazione di default

Nel caso di collegamento a 6 fili MP4Plus necessita di essere configurato nel seguente modo.

Per selezionare il il collegamento a 6 fili per le celle di carico CH1 e CH3 portare i DIP-SW 2 e
3 delle rispettive schede nella posizione ON.

Per selezionare il il collegamento a 6 fili per le celle di carico CH2 e CH4 portare i DIP-SW 1 e
4 della scheda nella posizione ON.

Collegare lo SCHERMO al corpo metallizzato del connettore (Connettore DB9 maschio)

Pag. 84
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

Collegamento a 4 fili

1 = SEGNALE+ : filo Bianco


2 = SEGNALE- : filo Giallo
3 = ECCITAZIONE+ : filo Rosso
4 = ECCITAZIONE- : filo Nero

Collegamento a 6 fili

1 = SEGNALE+ : filo Bianco


2 = SEGNALE- : filo Giallo
3 = ECCITAZIONE+ : filo Rosso
4 = ECCITAZIONE- : filo Nero
8= SENSE+ : filo Arancio
9= SENSE- : filo Blu

Nota : Colori riferiti al cavo standard AEP transducers.

Pag. 85
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

78. Collegamento Trasduttori amplificati (Tensione o Corrente)

Trasmettitore a 2 fili 420mA e 020mA


Pin 6 = SIGNAL+
Pin 7 = EXC+

Nota : Alimentazione EXC+ : 20Vdc

Trasmettitore a 3 fili 420mA, 5Volt, 10Volt, 0-20mA


Pin 5 = EXC- (GND)
Pin 6 = SIGNAL+
Pin 7 = EXC+

Nota : Alimentazione EXC+ : 20Vdc

Ingresso Potenziometrico (Rmin = 1kOhm)

Pin 3 = EXC+
Pin 5 = EXC- (GND)
Pin 6 = SIGNAL+

Nota : Alimentazione EXC+ : 5Vdc

79. Ingresso Sensore di Temperatura PT100 (solo CH2 e CH4 )

Pin 5 = In-
Pin 6 = In+

Pag. 86
MP4Plus Manuale Operativo MO.MP4Plus.546.R6

80. Collegamento Encoder Incrementale (solo CH2 e CH4)

PIN 1 : A+
PIN 2 : A-
PIN 3 : 5Vdc
PIN 5 :GND
PIN 8 : B+
PIN 9 : B-

In caso di ingress open collector (5V) o TTL usare

PIN 1 : A
PIN 3 : 5Vdc
PIN 5 :GND
PIN 8 : B

81. Collegamento Alimentazione


Alimentazione da rete 115/230Vac Alimentazione 24Vdc
1 = Terra (PE) 1 = Terra (PE)
2 = Fase N 2 = 0 Volt (-AL)
3 = Fase L 3 = 24Volt (+AL)

Per garantire le prescrizioni di sicurezza si deve applicare un


fusibile esterno sulle fasi (N e L) dell'alimentazione di rete.

FUSIBILI ESTERNI:
2 x 100mA 250V Fast

Pag. 87