Sei sulla pagina 1di 2

Esercizio barche e motori

L’impresa B è monopolista nella produzione di barche a motore (B) e fronteggia una domanda di mercato
pari a Pb=800- Qb. Il costo marginale di costruire una barca a motore è pari a Cb’=100. L’impresa M è
monopolista nella produzione di motori per barche (M) e ha un costo marginale di produzione pari a
Cm’=100. Nella produzione di una barca si utilizza un solo motore. Trovare il profitto di M e di B nel caso i
due monopolisti siano indipendenti e nel caso si fondano. Si calcoli anche il surplus del consumatore
acquirente di barche nei due casi.

Imprese monopoliste distinte M e B (M a valle e B a monte)

Funzione di profitto del monopolista B

Profitto B=(800-Qb)Qb-100Qb (costo di montaggio barca) -PmQb (costo d’acquisto del motore per ogni barca)

Profitto B=700Qb-Qb2 -PmQb

Condizione di massimizzazione d/dQb=700-2Qb-Pm=0 -> Pm=700-2Qb

Alternativamente si poteva porre Rb’=Cb’ + Pm-> 800-2Qb=100- Pm -> Pm=700-2Qb

Siccome serve un motore per ogni barca (Qb=Qm) si può scrivere la curva di domanda dei motori come

Pm=700-2Qm

Anche il monopolista M vuole massimizzare il suo profitto producendo una quantità di motori tale che i
Rm’=Cm’ ovvero

700-4Qm= 100 -> Qm= 600/4=150; Pm=400

I profitti del monopolista M saranno: (400-100)*150=45.000

Conseguentemente il monopolista B acquistando i motori al prezzo di 400, sceglie di produrre (400=700 –


2Qb); Qb=150 barche (pari al numero di motori prodotti), vendendole al prezzo di 650 (Pb=800- Qb; 650).
Tenuto conto che i costi sono paria a 500 (400 di motore + 100 di scafo e assemblaggio) i suoi profitti sono

Profitti di B = (650-500)*150=25.500

I profitti complessivi dei due monopolisti sono dunque pari a 67.500

Il surplus del consumatore che acquista le barche è pari a: (800-650)*150/2=11.250

Impresa fusa MB

Nel caso di fusione tra i due monopolisti la funzione di profitto del monopolista B è
Profitto MB=(800-Qb)Qb-100Qb (costo di montaggio barca)- C’mQm (costo d’acquisto del motore per ogni
barca). Siccome serve un motore per ogni barca Qb=Qm. Inoltre, questa volta l’impresa MB valuta il costo
dei motori al costo marginale di produzione pari a 100 e non a prezzo di acquisto sul mercato dal
monopolista (pari a 400, si veda la parte precedente) per cui:

Profitto MB = 800Qb-Qb2-100Qb -100Qb

Derivata rispetto a Qb

d/dQb=600-2Qb=0

Livello ottimo di produzione Qb=300

Alternativamente si poteva

Rb’=Cb’ -> 800-2Qb=200 (somma di costo marginale di produzione+costo marginale di un motore) -> Qb=300.
Il prezzo di mercato di una barca è quindi Pb=500

Profitti MB= (500-200)*300= 90.000

Il surplus del consumatore che acquista le barche è pari a: (800-500)*300/2=45.000

Conclusione: la fusione tra due monopolisti verticali è vantaggiosa sia dal punto di vista privato sia dal
punto di vista sociale in quanto elimina la doppia marginalizzazione.