Sei sulla pagina 1di 3

8OCT

Strategie internazionali per lo sviluppo economico

“economia politica globale”- università bocconi

- cap.1-2-3-4-5-6-8-9-13

(Cap1)

Lo sviluppo economico deriva dalle imprese, per le relazioni internazionali sono importanti gli
stati.

Globalizzazione —> insieme di relazioni tra stati regolate da organismi internazionali, e di azioni
fatte da individui che hanno un impatto internazionale (es. turismo e attività connesse, che ne
traggono vantaggio—> causa dell’aumento del PIL ).

Le imprese delocalizzano la produzione per riuscire a raggiungere più clienti, con costi più bassi
(spese di trasporto)—> i prodotti vengono fatti in loco

Nella globalizzazione ci sono dei processi a onda— > nel 1800 Inghilterra era il paese più
globalizzato, epoca vittoriana—> massima espansione per lng.

Autarchia—> è stato modello di sviluppo e economico dell’Italia —> dazi doganali posti nelle
merci estere—> a lungo andare i rapporti internazionali finiscono, si inaridiscono.

Politica economica

=/

Economia politica—> studio delle attività economiche in una polis/ comunità—> nasce la
statistica, cioè raccolta di dati.

Dopo la seconda GM —> USA si ritengono responsabili della sicurezza dei paesi occidentali
( CHN, ITA,JPN)

—> si creano 2 paesi:

1. Orientale — economia comunista collettivista

2. Occidentale — liberal democratico

Oggi Vietnam alleato con USA ??????????

URSS avversario più forte dell’USA —> URSS anti imperialismo—> USA si pone come

*EGEMONE DEL SISTEMA—> che dopo la 2GM crea un ordine economico globale che ha punti
di riferimento nell’ONU.

*—>proporre un idea di società e regole, ma anche garantirle—> si assume i costi di sicurezza e


stabilità economica dei paesi alleati se sono in difficoltà.

Istituzioni—> sono un insieme di regole comuni che con il tempo vengono codificare —> e viene
decisa una persona per il controllo e il rispetto.

5 MEMBRI PERMANENTI DELL’ONU—> inizialmente divisi in 2 gruppi:

• USA

• ENG —> occidente

• FRA

• CHN

• RUS —> oriente

—> oggi rappresentano l’ordine economico mondiale (tutti) —> le organizzazione dell’ONU
garantiscono disciplina.

Ordine economico—>Insieme di regole che garantiscono l’ordine e il funzionamento del sistema


economico globale

—> garante di tutto ciò fino al 1990 sono stati gli USA.

—> ora ci sono nuovi protagonisti—> sistema prima bipolare ( 2 sistemi opposti)—> ora tripolare
con sotto sistemi abbastanza omogenei e sotto integrati tra di loro (USA-CHN-IND).

Il nuovo ordine economico internazionale parte con l’impegno da parte degli USA di finanziare i
debiti inflitti dalla 2GM—> si inizia con sul debito alimentare, e poi aiuti finanziari per ricostruire le
infrastrutture, case ecc.

—> accettare le monete degli altri (ENG) in cambio di aiuti finanziari da parte degli USA—> nasce
l’unione europea dei pagamenti 1950-58

Il nuovo ordine economico int. permette la crescita degli scambi e ha bisogno di regole condivise

1982—> elaborato uno schema di osservazioni e proposte dove gli ostacoli di ordine
amministrativo vengono eliminate perchè ogni paese dell’UE riconosce valide quelle degli altri.

15OCT

Il ruolo dello stato e di certe dinamiche che si sono manifestate nel mondo moderno—> es.
attività finanziaria a livello mondiale dovuta dalla crescita del commercio internazionale

Il commercio internazionale è la conseguenza da parte degli stati di essere più competente nel
produrre un determinato bene rispetto ad un altro paese.

—> divisione del lavoro ( es. teorema dell’avvocato vs segretaria)—> teorema dei costi comparti

—> i paesi si specializzano in produzioni sempre più evolute—> consumatori hanno voglia di
varietà —> voglia di comprare prodotti anche da altri paesi

—> ciò genere una crescita di interscambio tra paesi che genera dei movimenti valutari che a loro
volta generano oscillazione nel andamento della valuta—> tasso di cambio varia a seconda della
valuta (euro vs dollari) che dipende dal commercio tra diversi paesi ( USA e UE) e dalla fiducia nei
confronti delle monete di scambio —> aumentano i movimenti di capitale.

Questi flussi di finanza sono solitamente a breve termine.

Negli anni 80 si è arrivati ad avere un inflazione del 80 %

L’investitore si preoccupa dei titoli futuri e non di quelli dell’anno passato

Aspettative —> molto importanti nell’economia

SPREAD —> differenza di rendimenti fra un titolo italiano di debito pubblico e un titolo di debito
pubblico tedesco ( es. ita 1% ger 6%) un imprenditore comprando un titolo italiano rischia il titolo
di solvenza (???) —> cioè quello che il governo non paga nel caso in cui il titolo fallisse —>
questione di fiducia

—> più il tasso di debito pubblico è alto, più è alto il rischio.

!!!! Il rischio c’è in tutte le attività economiche ( es. debito argentino)

—> c’è anche chi non si assume il rischio perché preferisce avere una stabilità economica più
lineare —> rifiuto del rischio

Speculazione finanziaria —> operazione finanziaria per far si che un individuo che entra sul
mercato effettuando qualche tipo di investimento e presumendo degli sviluppi ad alto rischio il cui
esito, positivo o negativo, dipenderà dal verificarsi o meno di eventi su cui ha formulato le sue
aspettative iniziali.

Investimenti internazionali —> ovvero investimenti delle imprese multinazionali

—> imp. multinazionali appartengono a paesi sviluppati e in forte crescita, ed è tra questi paesi
che avvengono gli scambi internazionali.

Anche nel settore dei trasporti ci sono paesi che sono interessati a espandere la rete dei trasporti
—> es. Cina su Trieste

• Cambiamento di localizzazione della attività industriali —> sempre più in Asia

• Regionalismo —> UE

—> visione stato centrica—> lo stato è il motore dello sviluppo economico internazionale e anche
del collasso economico (governo greco- grecia)

(Cap2)

Natura dell’economia politica—> è una scienza, costruita guardando il metodo scientifico


universale, studiata tramite dei modelli matematici e di teorie.

Economia politica è molto diffusa tra politologi, sociologi ecc.


—> sono delle idee verificate scientificamente nella realtà