Sei sulla pagina 1di 24

Impianti & Servizi S.r.l.

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE
DEI RISCHI
Realizzato secondo le procedure standardizzate
ai sensi degli artt. 17, 28, 29 del D. Lgs. 81/08 e s.m.i

Data: Venafro (IS), 31/03/2015 Firma

Datore di Lavoro
................................
De Concilis Antonio

RSPP
................................
De Concilis Antonio

Medico Competente
(ove nominato) ................................
Dott. Vincenzo Castellone

RLS/RLST ................................
Cipolletta Crescenzo
Documento di Valutazione dei Rischi elaborato sulla base delle
istruzioni di compilazione previste
dal Decreto Interministeriale del 30/11/2012

MODULO N. 1.1

DESCRIZIONE GENERALE DELL'AZIENDA


Impianti & Servizi S.R.L.

DATI AZIENDALI

 Ragione Sociale: Impianti & Servizi S.A.S. di De Concilis Antonio & C.

 Attività Economica: Lavori edili stradali

 Codice ATECO (Facoltativo):

 Nominativo del Titolare / Legale Rappresentante: De Concilis Antonio

 Indirizzo della Sede Legale: Via Falca n°23 - 86079 Venafro (IS)

 Indirizzo del sito/i produttivo/i:

SISTEMA DI PREVENZIONE E PROTEZIONE AZIENDALE


 Nominativo Datore di Lavoro: De Concilis Antonio

Indicare se svolge i compiti di SPP


SI NO X

 Nominativo/i del RSPP: De Concilis Antonio


Interno X Esterno

 Nominativo/i Addetti al Servizio di prevenzione e Protezione:

 Nominativo/i Addetti al Servizio di Pronto Soccorso:


Cipolletta Crescenzo;

 Nominativo/i Addetti al Servizio di Antincendio ed Evacuazione:


Cipolletta Crescenzo;

 Nominativo/i del Medico Competente:


Dott. Vincenzo Castellone;

 Nominativo/i del RLS/RLST:


Cipolletta Crescenzo;

D.V.R.S. (Documento di Valutazione dei Rischi Standardizzato)


2
Impianti & Servizi S.R.L.

MODULO 1.2

LAVORAZIONI AZIENDALI E MANSIONI

Ciclo Lavorativo/Attività: Uffici amministrativi/tecnici


1 2 3 4 5 6
Attrezzature di Materie Prime,
Lavoro semilavorati
Fasi del Ciclo Descrizione Area/Reparto/ Mansioni/
Macchine, e sostanze
Lavorativo/Attività Fasi Luogo di Lavoro Postazioni
apparecchi, utensili impiegate e
ed impianti prodotti
Attività
lavorativa che
prevede l’utilizzo
sistematico ed
abituale di
attrezzature
munite di
videoterminale, - Personal computer;
Lavori al - Ufficio; - Toner; - Impiegato;
ossia di uno - Stampante laser;
videoterminale schermo
alfanumerico o
grafico a
prescindere dal
tipo di
procedimento di
visualizzazione
utilizzato.
Attività che
comprende il
disbrigo di
pratiche di
ufficio, quali la
contabilità
generale, la
compilazione di - Personal computer;
documenti - Fotocopiatrice;
necessari per lo - Ufficio; - Stampante laser; - Toner; - Impiegato;
Lavori di ufficio
svolgimento di - Plotter a getto di
attività inchiostro;
settoriali, il
marketing, ecc.
mediante
l’utilizzo di
personal
computer e di
altre tecnologie
informatiche.
Attività inerenti
la pulizia e la
sistemazione di
locali adibiti ad
- Detergenti e
uffici, dei servizi
- Ufficio; - Aspirapolvere; detersivi; - Impiegato;
Lavori di pulizia igienici, dei
- Disinfettanti;
disimpegni e
delle scale,
mediante
l’utilizzo di
attrezzi idonei

D.V.R.S. (Documento di Valutazione dei Rischi Standardizzato)


3
Impianti & Servizi S.R.L.

Attività relativa
all’accoglienza
degli ospiti, con
compiti specifici,
quali ritirare e
consegnare i
documenti e le
chiavi, dare - Personal computer;
- Ufficio; - Toner; - Impiegato;
Reception/centralino informazioni, - Stampante laser;
ricevere
telefonate e
smistarle al
settore richiesto,
il disbrigo di
pratiche di
ufficio e di
segreteria.

Ciclo Lavorativo/Attività: Magazzino/Deposito/Manutenzione


1 2 3 4 5 6
Attrezzature di Materie Prime,
Lavoro semilavorati
Fasi del Ciclo Descrizione Area/Reparto/ Mansioni/
Macchine, e sostanze
Lavorativo/Attività Fasi Luogo di Lavoro Postazioni
apparecchi, utensili impiegate e
ed impianti prodotti
Per magazzino
s’intende una
struttura
logistica capace
di ricevere le -
- Scaffalature; - Manovale
Magazzini e merci, Magazzino/Deposi
- Scale portatili; Edile;
depositi custodirle, to;
conservarle e
renderle
disponibili per lo
smaltimento e la
consegna
Attività di
manutenzione e
riparazione che - - Utensili manuali uso
Manutenzione - Manovale
riguarda gli Magazzino/Deposi comune;
apparecchiature ed Edile;
attrezzi e le to; - Avvitatore elettrico;
attrezzature
apparecchiature
in dotazione
all'impresa

Ciclo Lavorativo/Attività: Attività esterne di cantiere


1 2 3 4 5 6
Attrezzature di Materie Prime,
Lavoro semilavorati
Fasi del Ciclo Descrizione Area/Reparto/ Mansioni/
Macchine, e sostanze
Lavorativo/Attività Fasi Luogo di Lavoro Postazioni
apparecchi, utensili impiegate e
ed impianti prodotti
Allestimento Attività relativa - Cantiere - Autocarro; - Polveri inerti; - Manovale
Cantiere al montaggio esterno; - Betoniera; Edile;
delle recinzioni e - Utensili manuali uso
segnalazioni, comune;
degli accessi e - Martello manuale;
della - Sega circolare;

D.V.R.S. (Documento di Valutazione dei Rischi Standardizzato)


4
Impianti & Servizi S.R.L.

cartellonistica;
realizzazione
impianto
elettrico ed
alimentazione, - Trapano elettrico;
impianto di
terra;
predisposizione
WC chimico
prefabbricato.
In questo caso
per scavi di - Escavatore
fondazione, si cingolato;
intendono quelli - Miniescavatore;
finalizzati alla - Autocarro;
realizzazione di - Rimorchio;
- Cantiere - Manovale
opere stradali. - Gruppo elettrogeno; - Polveri inerti;
Scavi di fondazione esterno; Edile;
In ogni caso, - Utensili manuali uso
saranno comune;
realizzati in - Martello demolitore
modo da elettrico;
impedire ogni Motopompa diesel;
smottamento di
materiale.
Attività relativa
- Autocarro;
a lavorazioni
- Rullo meccanico;
edili stradali
- Minipale gommato;
quali, getti di
- Fresa per asfalto;
sottofondo in
- Motopompa diesel; - Cemento;
calcestruzzo,
- Menna miscelatrice; - Oli disarmanti;
posa in opera di
- Cantiere - Spazzolone con - Additivi per - Manovale
conglomerato
Opere edili stradali esterno; benna di raccolta; malte cementizie; Edile;
bituminoso.
- Betoniera; - Polveri inerti;
demolizioni
- Compressore; - Catrame;
manti stradali e
- Motocompressore;
sottofondi,
- Gruppo elettrogeno;
fresatura e
spazzolatura
manti stradali
ecc.

MODULO 2
INDIVIDUAZIONE DEI PERICOLI PRESENTI IN AZIENDA
Tale documento è stato compilato su formato elettronico per cui si riportano solo i
pericoli presenti, come consigliato dallo schema delle procedure standardizzate a
pagina 9.

Ciclo Lavorativo: Uffici amministrativi/tecnici


Famiglia di Pericoli: Luoghi di lavoro: - alchiuso (anche in riferimento ai locali
sotterranei art. 65)- all’aperto N.B.: Tenere conto dei lavoratori disabili art.63 comma2-
3
1 2 3
Riferimenti Esempi di incidenti
Pericoli
Legislativi e di criticità
• Crollo di pareti o solai per cedimenti
D. Lgs. 81/08 e s.m.i. (Allegato strutturali
Stabilità e solidità
IV) • Crollo di strutture causate da urti da
parte di mezzi aziendali

D.V.R.S. (Documento di Valutazione dei Rischi Standardizzato)


5
Impianti & Servizi S.R.L.

D. Lgs. 81/08 e s.m.i. (Allegato • Mancata salubrità legata alle


Altezza, cubatura, superficie
IV) e normativa locale vigente dimensioni degli ambienti
• Cadute dall’alto
Pavimenti, muri, soffitti,
D. Lgs. 81/08 e s.m.i. (Allegato • Cadute in piano
finestre e lucernari, banchine
IV) • Cadute in profondità
e rampe di carico
• Urti
Vie di circolazione interne ed • Cadute dall’alto
esterne (utilizzate per • Cadute in piano
D. Lgs. 81/08 e s.m.i. (Allegato
raggiungere il posto di lavoro; • Cadute in profondità
IV)
Fare manutenzione agli • Contatto con mezzi in movimento
impianti) • Caduta di materiali
D. Lgs. 81/08 e s.m.i. (Allegato
IV) DM 10/03/1998 Regole
Vie e uscite di emergenza tecniche di prevenzione incendi • Vie di esodo non facilmente fruibili
applicabili D. lgs. 8/3/2006 n.
139 art. 15
D. Lgs. 81/08 e s.m.i. (Allegato
IV) DM 10/03/1998 Regole
• Urti, schiacciamento
Porte e portoni tecniche di prevenzione incendi
• Uscite non facilmente fruibili
applicabili D. lgs. 8/3/2006 n.
139 art. 15
D. Lgs. 81/08 e s.m.i. (Allegato
IV) DM 10/03/1998 Regole
• Cadute
Scale tecniche di prevenzione incendi
• Difficoltà nell’esodo
applicabili D. lgs. 8/3/2006 n.
139 art. 15
• Esposizione a condizioni
microclimatiche non confortevoli
D. Lgs. 81/08 e s.m.i. (Allegato • Assenza di impianto di
Microclima
IV) riscaldamento
• Carenza di areazione naturale e/o
forzata
• Carenza di illuminazione naturale
D. Lgs. 81/08 e s.m.i. (Allegato
• Abbagliamento
IV) DM 10/03/1998 Regole
Illuminazione naturale e • Affaticamento visivo
tecniche di prevenzione incendi
artificiale • Urti
applicabili D. lgs. 8/3/2006 n.
• Cadute
139 art. 15
• Difficoltà nell’esodo
D. Lgs. 81/08 e s.m.i. (Allegato • Scarse condizioni di igiene
Servizi igienico assistenziali
IV) Normativa locale vigente • Numero e capacità inadeguati

Ciclo Lavorativo: Magazzino/Deposito/Manutenzione


Famiglia di Pericoli: Luoghi di lavoro: - al chiuso (anche in riferimento ai locali
sotterranei art. 65)- all’aperto N.B.: Tenere conto dei lavoratori disabili art.63 comma2-
3
1 2 3
Riferimenti Esempi di incidenti
Pericoli
Legislativi e di criticità
• Crollo di pareti o solai per cedimenti
D. Lgs. 81/08 e s.m.i. (Allegato strutturali
Stabilità e solidità
IV) • Crollo di strutture causate da urti da
parte di mezzi aziendali
D. Lgs. 81/08 e s.m.i. (Allegato • Mancata salubrità legata alle
Altezza, cubatura, superficie
IV) e normativa locale vigente dimensioni degli ambienti
Pavimenti, muri, soffitti, D. Lgs. 81/08 e s.m.i. (Allegato • Cadute dall’alto
finestre e lucernari, banchine IV) • Cadute in piano
D.V.R.S. (Documento di Valutazione dei Rischi Standardizzato)
6
Impianti & Servizi S.R.L.

• Cadute in profondità
e rampe di carico
• Urti
Vie di circolazione interne ed • Cadute dall’alto
esterne (utilizzate per • Cadute in piano
D. Lgs. 81/08 e s.m.i. (Allegato
raggiungere il posto di lavoro; • Cadute in profondità
IV)
Fare manutenzione agli • Contatto con mezzi in movimento
impianti) • Caduta di materiali
D. Lgs. 81/08 e s.m.i. (Allegato
IV) DM 10/03/1998 Regole
Vie e uscite di emergenza tecniche di prevenzione incendi • Vie di esodo non facilmente fruibili
applicabili D. lgs. 8/3/2006 n.
139 art. 15
D. Lgs. 81/08 e s.m.i. (Allegato
IV) DM 10/03/1998 Regole
• Urti, schiacciamento
Porte e portoni tecniche di prevenzione incendi
• Uscite non facilmente fruibili
applicabili D. lgs. 8/3/2006 n.
139 art. 15
D. Lgs. 81/08 e s.m.i. (Allegato
IV) DM 10/03/1998 Regole
• Cadute
Scale tecniche di prevenzione incendi
• Difficoltà nell’esodo
applicabili D. lgs. 8/3/2006 n.
139 art. 15
• Caduta, investimento da materiali e
Posti di lavoro e di passaggio D. Lgs. 81/08 e s.m.i. (Allegato
mezzi in movimento
e luoghi di lavoro esterni IV)
• Esposizione ad agenti atmosferici
• Esposizione a condizioni
microclimatiche non confortevoli
D. Lgs. 81/08 e s.m.i. (Allegato • Assenza di impianto di
Microclima
IV) riscaldamento
• Carenza di areazione naturale e/o
forzata
• Carenza di illuminazione naturale
D. Lgs. 81/08 e s.m.i. (Allegato
• Abbagliamento
IV) DM 10/03/1998 Regole
Illuminazione naturale e • Affaticamento visivo
tecniche di prevenzione incendi
artificiale • Urti
applicabili D. lgs. 8/3/2006 n.
• Cadute
139 art. 15
• Difficoltà nell’esodo
• Scarse condizioni di igiene
D. Lgs. 81/08 e s.m.i. (Allegato
Locali di riposo e refezione • Inadeguata conservazione di cibi e
IV) Normativa locale vigente
bevande
• Scarse condizioni di igiene
Spogliatoi e armadi per il D. Lgs. 81/08 e s.m.i. (Allegato • Numero e capacità inadeguati
vestiario IV) Normativa locale vigente • Possibile contaminazione degli
indumenti privati con quelli di lavoro
D. Lgs. 81/08 e s.m.i. (Allegato • Scarse condizioni di igiene
Servizi igienico assistenziali
IV) Normativa locale vigente • Numero e capacità inadeguati

Ciclo Lavorativo: Attività di cantiere esterne


Famiglia di Pericoli: Ambienti confinati o a sospetto rischio di inquinamento
1 2 3
Riferimenti Esempi di incidenti
Pericoli
Legislativi e di criticità
Vasche, canalizzazioni, D. Lgs. 81/08 e s.m.i. (Allegato • Caduta in profondità
tubazioni, serbatoi, recipienti, IV, punto 3, 4; Titolo XI; artt. • Problematiche di primo soccorso
silos.Pozzi neri, fogne, camini, 66 e 121)DM 10/03/1998 D. • Insufficienza di ossigeno
fosse, gallerie, caldaie e lgs. 8/3/2006 n. 139 art. 15 • Atmosfere irrespirabili
D.V.R.S. (Documento di Valutazione dei Rischi Standardizzato)
7
Impianti & Servizi S.R.L.

• Incendio ed esplosione
• Contatto con fluidi pericolosi
simili.Scavi DPR 177/01 • Urto con elementi strutturali
• Seppellimento

Ciclo Lavorativo: Magazzino/Deposito/Manutenzione


Famiglia di Pericoli: Lavori in quota
1 2 3
Riferimenti Esempi di incidenti
Pericoli
Legislativi e di criticità
Attrezzature per lavori in D. Lgs. 81/08 e s.m.i. (Titolo • Caduta dall’alto
quota (ponteggi, scale IV, capo II (ove applicabile) Art. • Scivolamento
portatili, trabattelli, cavalletti, 113 Allegato XX) • Caduta di materiali
piattaforme elevabili, ecc.)

Ciclo Lavorativo: Uffici amministrativi/tecnici


Famiglia di Pericoli: Impianti di servizio
1 2 3
Riferimenti Esempi di incidenti
Pericoli
Legislativi e di criticità
Impianti elettrici (circuiti di
D. Lgs. 81/08 e s.m.i. (Titolo III
alimentazione degli apparecchi
capo III) DM 37/08 D. Lgs.
utilizzatori e delle prese a
626/96 (Dir. BT) DPR 462/01 • Incidenti di natura elettrica
spina; cabine di
DM 13/07/2011 DM 10/03/1998 (folgorazione, incendio, innesco di
trasformazione; gruppi
Regole tecniche di prevenzione esplosioni)
elettrogeni; sistemi
incendi applicabili D. lgs.
fotovoltaici; gruppi di
8/3/2006 n. 139 art. 15
continuità, ecc.)
Impianti radiotelevisivi,
antenne, impianti
elettronici(impianti di
segnalazione allarme, D. Lgs. 81/08 e s.m.i. (Titolo III • Incidenti di natura elettrica
trasmissione dati, ecc. capo III) DM 37/08 D. Lgs. • Esposizione a campi
alimentati con valori di 626/96 (Dir. BT) elettromagnetici
tensione fino a 50V in corrente
alternata e 120 V in corrente
continua)
• Incidenti di natura elettrica
D. Lgs. 81/08 e s.m.i. (Titolo III
• Scoppio di apparecchiature in
capo III) DM 37/08 D. Lgs.
pressione
Impianti di riscaldamento, di 17/10 DM 01/12/1975 DPR
• Incendio
climatizzazione, di 412/93 DM 17/03/03 D. Lgs.
• Esplosione
condizionamento e di 311/06 D. Lgs. 93/00 DM
• Emissione di inquinanti
refrigerazione 329/04 DPR 661/96 DM
• Esposizione ad agenti biologici
12/04/1996 DM 28/04/2005 DM
• Incidenti di natura meccanica (tagli,
10/03/98 RD 9/01/1927
schiacciamento, ecc.)
D. Lgs. 81/08 e s.m.i. (Titolo III • Esposizione ad agenti biologici
Impianti idrici e sanitari capo III) DM 37/08 D. Lgs. • Scoppio di apparecchiature in
93/00 pressione
D. Lgs. 81/08 e s.m.i. (Titolo III • Incendio
capo III) DM 37/08 Legge • Esplosione
Impianti di distribuzione e
n.1083 del 1971 D. Lgs. 93/00 • Scoppio di apparecchiature in
l'utilizzazione di gas
DM 329/04 Regole tecniche di pressione
prevenzione incendi applicabili • Emissione di inquinanti

D.V.R.S. (Documento di Valutazione dei Rischi Standardizzato)


8
Impianti & Servizi S.R.L.

Impianti di sollevamento • Incidenti di natura elettrica


D. Lgs. 81/08 e s.m.i. (Titolo III
(ascensori, montacarichi, scale • Incidenti di natura meccanica (tagli,
capo III) DM 37/08 DPR 162/99
mobili, piattaforme elevatrici, schiacciamento, ecc.)
D. Lgs. 17/10 DM 15/09/2005
montascale)

Ciclo Lavorativo: Magazzino/Deposito/Manutenzione


Famiglia di Pericoli: Impianti di servizio
1 2 3
Riferimenti Esempi di incidenti
Pericoli
Legislativi e di criticità
Impianti elettrici (circuiti di
D. Lgs. 81/08 e s.m.i. (Titolo III
alimentazione degli apparecchi
capo III) DM 37/08 D. Lgs.
utilizzatori e delle prese a
626/96 (Dir. BT) DPR 462/01 • Incidenti di natura elettrica
spina; cabine di
DM 13/07/2011 DM 10/03/1998 (folgorazione, incendio, innesco di
trasformazione; gruppi
Regole tecniche di prevenzione esplosioni)
elettrogeni; sistemi
incendi applicabili D. lgs.
fotovoltaici; gruppi di
8/3/2006 n. 139 art. 15
continuità, ecc.)
• Incidenti di natura elettrica
D. Lgs. 81/08 e s.m.i. (Titolo III
• Scoppio di apparecchiature in
capo III) DM 37/08 D. Lgs.
pressione
Impianti di riscaldamento, di 17/10 DM 01/12/1975 DPR
• Incendio
climatizzazione, di 412/93 DM 17/03/03 D. Lgs.
• Esplosione
condizionamento e di 311/06 D. Lgs. 93/00 DM
• Emissione di inquinanti
refrigerazione 329/04 DPR 661/96 DM
• Esposizione ad agenti biologici
12/04/1996 DM 28/04/2005 DM
• Incidenti di natura meccanica (tagli,
10/03/98 RD 9/01/1927
schiacciamento, ecc.)
D. Lgs. 81/08 e s.m.i. (Titolo III • Esposizione ad agenti biologici
Impianti idrici e sanitari capo III) DM 37/08 D. Lgs. • Scoppio di apparecchiature in
93/00 pressione
D. Lgs. 81/08 e s.m.i. (Titolo III • Incendio
capo III) DM 37/08 Legge • Esplosione
Impianti di distribuzione e
n.1083 del 1971 D. Lgs. 93/00 • Scoppio di apparecchiature in
l'utilizzazione di gas
DM 329/04 Regole tecniche di pressione
prevenzione incendi applicabili • Emissione di inquinanti
Impianti di sollevamento • Incidenti di natura elettrica
D. Lgs. 81/08 e s.m.i. (Titolo III
(ascensori, montacarichi, scale • Incidenti di natura meccanica (tagli,
capo III) DM 37/08 DPR 162/99
mobili, piattaforme elevatrici, schiacciamento, ecc.)
D. Lgs. 17/10 DM 15/09/2005
montascale)

Ciclo Lavorativo: Uffici amministrativi/tecnici


Famiglia di Pericoli: Attrezzature di lavoro Apparecchi e dispositivi elettrici o ad
azionamento non manuale trasportabili, portatili. Apparecchi termici trasportabili
Attrezzature in pressione trasportabili
1 2 3
Riferimenti Esempi di incidenti
Pericoli
Legislativi e di criticità
Apparecchiature informatiche D. Lgs. 81/08 e s.m.i. (Titolo III • Incidenti di natura elettrica
e da ufficio (PC, stampante, capo III) D. Lgs. 626/96 (BT)
fotocopiatrice, fax, ecc.)
Apparecchiature audio e video
(televisori, apparecchiature
stereofoniche, ecc.)
Apparecchi e dispositivi vari di
misura, controllo,
D.V.R.S. (Documento di Valutazione dei Rischi Standardizzato)
9
Impianti & Servizi S.R.L.

comunicazione (registratori di
cassa, sistemi per controllo
accessi, ecc.)

Elettrodomestici (frigoriferi, D. Lgs. 81/08 e s.m.i. (Titolo III • Incidenti di natura elettrica
forni a microonde, capo I e III) D. Lgs. 626/96 • Incidenti di natura meccanica
aspirapolveri, ecc.) (BT) D. Lgs. 17/2010
• Incidenti di natura elettrica
• Formazione di atmosfere esplosive
Apparecchi termici D. Lgs. 81/08 e s.m.i. (Titolo III
• Scoppio di apparecchiature in
trasportabili (Termoventilatori, capo I e III) D. Lgs. 626/96
pressione
stufe a gas trasportabili, (BT) D. Lgs. 17/2010 DPR
• Emissione di inquinanti
cucine a gas, ecc.) 661/96
• Incendio

Organi di collegamento
elettrico mobili ad uso D. Lgs. 81/08 e s.m.i. (Titolo III • Incidenti di natura elettrica
domestico o industriale capo I e III) D. Lgs. 626/96 • Incidenti di natura meccanica
(avvolgicavo, cordoni di (BT)
prolunga, adattatori, ecc.)
Apparecchi di illuminazione
D. Lgs. 81/08 e s.m.i. (Titolo III
(lampade da tavolo, lampade
capo I e III) D. Lgs. 626/96 • Incidenti di natura elettrica
da pavmento, lampade
(BT)
portatili, ecc.)

Ciclo Lavorativo: Magazzino/Deposito/Manutenzione


Famiglia di Pericoli: Attrezzature di lavoro Apparecchi e dispositivi elettrici o ad
azionamento non manuale trasportabili, portatili. Apparecchi termici trasportabili
Attrezzature in pressione trasportabili
1 2 3
Riferimenti Esempi di incidenti
Pericoli
Legislativi e di criticità
• Incidenti di natura meccanica
Utensili portatili , elettrici o a
D. Lgs. 81/08 e s.m.i. (Titolo III • Incidenti di natura elettrica
motore a scoppio (trapano,
capo I e III) D. Lgs. 626/96 • Scarsa ergonomia dell’attrezzatura
avvitatore, tagliasiepi
(BT) D. Lgs. 17/2010 di lavoro
elettrico, ecc.)
• Esposizione a fiamme e calore
D. Lgs. 81/08 e s.m.i. (Titolo III
• Esposizione a fumi di saldatura
Apparecchi portatili per capo I e III; Titolo IX) D. Lgs.
• Incendio
saldatura (saldatrice ad arco, 626/96 (BT) DM 10/03/98 D.
• Incidenti di natura elettrica
saldatrice a stagno, saldatrice lgs. 8/3/2006 n. 139 art. 15
• Innesco esplosioni
a cannello, ecc.) Regole tecniche di prevenzione
• Scoppio di bombole in pressione
incendi applicabili
Organi di collegamento
elettrico mobili ad uso D. Lgs. 81/08 e s.m.i. (Titolo III • Incidenti di natura elettrica
domestico o industriale capo I e III) D. Lgs. 626/96 • Incidenti di natura meccanica
(avvolgicavo, cordoni di (BT)
prolunga, adattatori, ecc.)

Ciclo Lavorativo: Attività di cantiere esterne


Famiglia di Pericoli: Attrezzature di lavoro Apparecchi e dispositivi elettrici o ad
azionamento non manuale trasportabili, portatili. Apparecchi termici trasportabili
Attrezzature in pressione trasportabili
1 2 3
Pericoli Riferimenti Esempi di incidenti
D.V.R.S. (Documento di Valutazione dei Rischi Standardizzato)
10
Impianti & Servizi S.R.L.

Legislativi e di criticità
• Incidenti di natura meccanica
Utensili portatili , elettrici o a
D. Lgs. 81/08 e s.m.i. (Titolo III • Incidenti di natura elettrica
motore a scoppio (trapano,
capo I e III) D. Lgs. 626/96 • Scarsa ergonomia dell’attrezzatura
avvitatore, tagliasiepi
(BT) D. Lgs. 17/2010 di lavoro
elettrico, ecc.)
• Esposizione a fiamme e calore
D. Lgs. 81/08 e s.m.i. (Titolo III
• Esposizione a fumi di saldatura
Apparecchi portatili per capo I e III; Titolo IX) D. Lgs.
• Incendio
saldatura (saldatrice ad arco, 626/96 (BT) DM 10/03/98 D.
• Incidenti di natura elettrica
saldatrice a stagno, saldatrice lgs. 8/3/2006 n. 139 art. 15
• Innesco esplosioni
a cannello, ecc.) Regole tecniche di prevenzione
• Scoppio di bombole in pressione
incendi applicabili
Organi di collegamento
elettrico mobili ad uso D. Lgs. 81/08 e s.m.i. (Titolo III • Incidenti di natura elettrica
domestico o industriale capo I e III) D. Lgs. 626/96 • Incidenti di natura meccanica
(avvolgicavo, cordoni di (BT)
prolunga, adattatori, ecc.)
• Scoppio di apparecchiature in
Attrezzature in pressione
D. Lgs. 81/08 e s.m.i. (Titolo III pressione
trasportabili (compressori,
capo I e III) D. Lgs. 626/96 • Incidenti di natura elettrica
sterilizzatrici, bombole, fusti in
(BT) D. Lgs. 17/2010 D. Lgs. • Incidenti di natura meccanica
pressione, recipienti
93/2000 D. Lgs. 23/2002 • Incendio
criogenici, ecc.)

Ciclo Lavorativo: Uffici amministrativi/tecnici


Famiglia di Pericoli: Attrezzature di lavoro Altre attrezzature a motore
1 2 3
Riferimenti Esempi di incidenti
Pericoli
Legislativi e di criticità
Mezzi di trasporto persone
(autovetture, pullman, D. Lgs. 30 aprile 1992 n.285 • Incidenti stradali
autoambulanze, ecc.)

Ciclo Lavorativo: Magazzino/Deposito/Manutenzione


Famiglia di Pericoli: Attrezzature di lavoro Altre attrezzature a motore
1 2 3
Riferimenti Esempi di incidenti
Pericoli
Legislativi e di criticità
Mezzi di trasporto materiali • Ribaltamento
D. Lgs. 30 aprile 1992 n.285 D.
(autocarri, furgoni, autotreni, • Incidenti di natura meccanica
Lgs. 35/2010
autocisterne, ecc.) • Sversamenti di inquinanti
Mezzi di trasporto persone
(autovetture, pullman, D. Lgs. 30 aprile 1992 n.285 • Incidenti stradali
autoambulanze, ecc.)

Ciclo Lavorativo: Attività di cantiere esterne


Famiglia di Pericoli: Attrezzature di lavoro Altre attrezzature a motore
1 2 3
Riferimenti Esempi di incidenti
Pericoli
Legislativi e di criticità
Macchine da cantiere D. Lgs. 81/08 e s.m.i. (Titolo III • Ribaltamento
(escavatori, gru, trivelle, capo I e III) D. Lgs. 17/2010 • Incidenti di natura meccanica
D.V.R.S. (Documento di Valutazione dei Rischi Standardizzato)
11
Impianti & Servizi S.R.L.

betoniere, dumper,
autobetonpompa, rullo • Emissione di inquinanti
compressore, ecc.)
Mezzi di trasporto materiali • Ribaltamento
D. Lgs. 30 aprile 1992 n.285 D.
(autocarri, furgoni, autotreni, • Incidenti di natura meccanica
Lgs. 35/2010
autocisterne, ecc.) • Sversamenti di inquinanti
Mezzi di trasporto persone
(autovetture, pullman, D. Lgs. 30 aprile 1992 n.285 • Incidenti stradali
autoambulanze, ecc.)

Ciclo Lavorativo: Magazzino/Deposito/Manutenzione


Famiglia di Pericoli: Attrezzature di lavoro Utensili manuali
1 2 3
Riferimenti Esempi di incidenti
Pericoli
Legislativi e di criticità
Utensili manuali (martello,
pinza, taglierino, seghetti, D. Lgs. 81/08 e s.m.i. (Titolo III
• Incidenti di natura meccanica
cesoie, trapano manuale, capo I)
piccone, ecc.)

Ciclo Lavorativo: Attività di cantiere esterne


Famiglia di Pericoli: Attrezzature di lavoro Utensili manuali
1 2 3
Riferimenti Esempi di incidenti
Pericoli
Legislativi e di criticità
Utensili manuali (martello,
pinza, taglierino, seghetti, D. Lgs. 81/08 e s.m.i. (Titolo III
• Incidenti di natura meccanica
cesoie, trapano manuale, capo I)
piccone, ecc.)

Ciclo Lavorativo: Uffici amministrativi/tecnici


Famiglia di Pericoli: Lavoro al videoterminale
1 2 3
Riferimenti Esempi di incidenti
Pericoli
Legislativi e di criticità
• Posture incongrue, movimenti
ripetitivi
D. Lgs. 81/08 e s.m.i. (Titolo
Lavoro al videoterminale • Ergonomia del posto di lavoro
VII; Allegato XXXIV)
• Affaticamento visivo

Ciclo Lavorativo: Magazzino/Deposito/Manutenzione


Famiglia di Pericoli: Agenti fisici
1 2 3
Riferimenti Esempi di incidenti
Pericoli
Legislativi e di criticità
• Ipoacusia
D. Lgs. 81/08 e s.m.i. (Titolo
Rumore • Difficoltà di comunicazione
VIII, Capo I Titolo VIII, Capo II)
• Stress Psicofisico

D.V.R.S. (Documento di Valutazione dei Rischi Standardizzato)


12
Impianti & Servizi S.R.L.

D. Lgs. 81/08 e s.m.i. (Titolo


• Sindrome di Raynaud
Vibrazioni VIII, Capo I Titolo VIII, Capo
• Lombalgia
III)

Ciclo Lavorativo: Attività di cantiere esterne


Famiglia di Pericoli: Agenti fisici
1 2 3
Riferimenti Esempi di incidenti
Pericoli
Legislativi e di criticità
• Ipoacusia
D. Lgs. 81/08 e s.m.i. (Titolo
Rumore • Difficoltà di comunicazione
VIII, Capo I Titolo VIII, Capo II)
• Stress Psicofisico
D. Lgs. 81/08 e s.m.i. (Titolo
• Sindrome di Raynaud
Vibrazioni VIII, Capo I Titolo VIII, Capo
• Lombalgia
III)

Ciclo Lavorativo: Uffici amministrativi/tecnici


Famiglia di Pericoli: Sostanze pericolose
1 2 3
Riferimenti Esempi di incidenti
Pericoli
Legislativi e di criticità
• Esposizione per contatto, ingestione
D. Lgs. 81/08 e s.m.i. (Titolo
Agenti chimici (comprese le o inalazione
IX, Capo I Allegato IV punto 2)
polveri) • Esplosione
RD 6/5/1940 n.635 e s.m.i.
• Incendio

Ciclo Lavorativo: Magazzino/Deposito/Manutenzione


Famiglia di Pericoli: Sostanze pericolose
1 2 3
Riferimenti Esempi di incidenti
Pericoli
Legislativi e di criticità
• Esposizione per contatto, ingestione
D. Lgs. 81/08 e s.m.i. (Titolo
Agenti chimici (comprese le o inalazione
IX, Capo I Allegato IV punto 2)
polveri) • Esplosione
RD 6/5/1940 n.635 e s.m.i.
• Incendio

Ciclo Lavorativo: Attività di cantiere esterne


Famiglia di Pericoli: Sostanze pericolose
1 2 3
Riferimenti Esempi di incidenti
Pericoli
Legislativi e di criticità
• Esposizione per contatto, ingestione
D. Lgs. 81/08 e s.m.i. (Titolo
Agenti chimici (comprese le o inalazione
IX, Capo I Allegato IV punto 2)
polveri) • Esplosione
RD 6/5/1940 n.635 e s.m.i.
• Incendio

Ciclo Lavorativo: Uffici amministrativi/tecnici


Famiglia di Pericoli: Altre emergenze
1 2 3
Riferimenti Esempi di incidenti
Pericoli
Legislativi e di criticità
Inondazioni, allagamenti, D. Lgs. 81/08 e s.m.i (Titolo I, • Cedimenti strutturali
D.V.R.S. (Documento di Valutazione dei Rischi Standardizzato)
13
Impianti & Servizi S.R.L.

terremoti, ecc. Capo III, sez. VI)

Ciclo Lavorativo: Magazzino/Deposito/Manutenzione


Famiglia di Pericoli: Altre emergenze
1 2 3
Riferimenti Esempi di incidenti
Pericoli
Legislativi e di criticità
Inondazioni, allagamenti, D. Lgs. 81/08 e s.m.i (Titolo I,
• Cedimenti strutturali
terremoti, ecc. Capo III, sez. VI)

Ciclo Lavorativo: Attività di cantiere esterne


Famiglia di Pericoli: Altre emergenze
1 2 3
Riferimenti Esempi di incidenti
Pericoli
Legislativi e di criticità
Inondazioni, allagamenti, D. Lgs. 81/08 e s.m.i (Titolo I,
• Cedimenti strutturali
terremoti, ecc. Capo III, sez. VI)

Ciclo Lavorativo: Uffici amministrativi/tecnici


Famiglia di Pericoli: Fattori organizzativi
1 2 3
Riferimenti Esempi di incidenti
Pericoli
Legislativi e di criticità
• Numerosi infortuni/assenze
D. Lgs. 81/08 e s.m.i (Art. 28
• Evidenti contrasti tra lavoratori
comma 1-bis) Accordo europeo
• Disagio psico-fisico
Stress lavoro-correlato 8 ottobre 2004 Circolare
• Calo di attenzione
Ministero del lavoro e delle
• Affaticamento
politiche sociali del 18/11/2010
• Isolamento

Ciclo Lavorativo: Magazzino/Deposito/Manutenzione


Famiglia di Pericoli: Fattori organizzativi
1 2 3
Riferimenti Esempi di incidenti
Pericoli
Legislativi e di criticità
• Numerosi infortuni/assenze
D. Lgs. 81/08 e s.m.i (Art. 28
• Evidenti contrasti tra lavoratori
comma 1-bis) Accordo europeo
• Disagio psico-fisico
Stress lavoro-correlato 8 ottobre 2004 Circolare
• Calo di attenzione
Ministero del lavoro e delle
• Affaticamento
politiche sociali del 18/11/2010
• Isolamento

Ciclo Lavorativo: Attività di cantiere esterne


Famiglia di Pericoli: Fattori organizzativi
1 2 3
Riferimenti Esempi di incidenti
Pericoli
Legislativi e di criticità
Stress lavoro-correlato D. Lgs. 81/08 e s.m.i (Art. 28 • Numerosi infortuni/assenze
comma 1-bis) Accordo europeo • Evidenti contrasti tra lavoratori
8 ottobre 2004 Circolare • Disagio psico-fisico
D.V.R.S. (Documento di Valutazione dei Rischi Standardizzato)
14
Impianti & Servizi S.R.L.

• Calo di attenzione
Ministero del lavoro e delle
• Affaticamento
politiche sociali del 18/11/2010
• Isolamento

Ciclo Lavorativo: Magazzino/Deposito/Manutenzione


Famiglia di Pericoli: Condizioni di lavoro particolari
1 2 3
Riferimenti Esempi di incidenti
Pericoli
Legislativi e di criticità
• Incidenti causati da affaticamento
Lavoro notturno, straordinari,
D. Lgs. 81/08 e s.m.i (art. 15, • Difficoltà o mancanza di soccorso
lavori in solitario in condizioni
comma 1, lettera a) • Mancanza di supervisione
critiche

Ciclo Lavorativo: Attività di cantiere esterne


Famiglia di Pericoli: Condizioni di lavoro particolari
1 2 3
Riferimenti Esempi di incidenti
Pericoli
Legislativi e di criticità
• Incidenti causati da affaticamento
Lavoro notturno, straordinari,
D. Lgs. 81/08 e s.m.i (art. 15, • Difficoltà o mancanza di soccorso
lavori in solitario in condizioni
comma 1, lettera a) • Mancanza di supervisione
critiche

Ciclo Lavorativo: Uffici amministrativi/tecnici


Famiglia di Pericoli: Pericoli connessi alla interazione con persone
1 2 3
Riferimenti Esempi di incidenti
Pericoli
Legislativi e di criticità
Attività svolte a contatto con il
pubblico (Attività ospedaliera,
di sportello, di formazione, di D. Lgs. 81/08 e s.m.i Art. 15,
• Aggressioni fisiche e verbali
assistenza, di intrattenimento, comma 1, lettera a)
di rappresentanza e vendita,
di vigilanza in genere, ecc.)

Ciclo Lavorativo: Magazzino/Deposito/Manutenzione


Famiglia di Pericoli: Movimentazione manuale dei carichi
1 2 3
Riferimenti Esempi di incidenti
Pericoli
Legislativi e di criticità
D. Lgs. 81/08 e s.m.i (Titolo VI, • Prolungata assunzione di postura
Posture incongrue
Allegato XXXIII) incongrua
D. Lgs. 81/08 e s.m.i (Titolo VI, • Elevata frequenza dei movimenti
Movimenti ripetitivi
Allegato XXXIII) con tempi di recupero insufficienti
• Sforzi eccessivi
Sollevamento e spostamento D. Lgs. 81/08 e s.m.i (Titolo VI, • Torsioni del tronco
di carichi Allegato XXXIII) • Movimenti bruschi
• Posizioni instabili

Ciclo Lavorativo: Attività di cantiere esterne


Famiglia di Pericoli: Movimentazione manuale dei carichi

D.V.R.S. (Documento di Valutazione dei Rischi Standardizzato)


15
Impianti & Servizi S.R.L.

1 2 3
Riferimenti Esempi di incidenti
Pericoli
Legislativi e di criticità
D. Lgs. 81/08 e s.m.i (Titolo VI, • Prolungata assunzione di postura
Posture incongrue
Allegato XXXIII) incongrua
D. Lgs. 81/08 e s.m.i (Titolo VI, • Elevata frequenza dei movimenti
Movimenti ripetitivi
Allegato XXXIII) con tempi di recupero insufficienti
• Sforzi eccessivi
Sollevamento e spostamento D. Lgs. 81/08 e s.m.i (Titolo VI, • Torsioni del tronco
di carichi Allegato XXXIII) • Movimenti bruschi
• Posizioni instabili

D.V.R.S. (Documento di Valutazione dei Rischi Standardizzato)


16
Impianti & Servizi S.R.L.

MODULO 3

Uffici amministrativi/tecnici

VALUTAZIONE RISCHI, MISURE DI PREVENZIONE E PROTEZIONE ATTUATE,


PROGRAMMA DI MIGLIORAMENTO

Area/Reparto/
Valutazione dei rischi e misure attuate
Luogo di lavoro
Ufficio Mansioni:
- Impiegato

Pericoli che determinano rischi per la Salute e Sicurezza:


- Luoghi di lavoro: - al chiuso (anche in riferimento ai locali
sotterranei art. 65) - all’aperto N.B.: Tenere conto dei lavoratori
disabili art.63 comma2 - 3 : Stabilità e solidità
- Luoghi di lavoro: - al chiuso (anche in riferimento ai locali
sotterranei art. 65) - all’aperto N.B.: Tenere conto dei lavoratori
disabili art.63 comma2 - 3 : Altezza, cubatura, superficie
- Luoghi di lavoro: - al chiuso (anche in riferimento ai locali
sotterranei art. 65) - all’aperto N.B.: Tenere conto dei lavoratori
disabili art.63 comma2 - 3 : Pavimenti, muri, soffitti, finestre e
lucernari, banchine e rampe di carico
- Luoghi di lavoro: - al chiuso (anche in riferimento ai locali
sotterranei art. 65) - all’aperto N.B.: Tenere conto dei lavoratori
disabili art.63 comma2 - 3 : Vie di circolazione interne ed esterne
(utilizzate per raggiungere il posto di lavoro; Fare manutenzione agli
impianti)
- Luoghi di lavoro: - al chiuso (anche in riferimento ai locali
sotterranei art. 65) - all’aperto N.B.: Tenere conto dei lavoratori
disabili art.63 comma2 - 3 : Vie e uscite di emergenza
- Luoghi di lavoro: - al chiuso (anche in riferimento ai locali
sotterranei art. 65) - all’aperto N.B.: Tenere conto dei lavoratori
disabili art.63 comma2 - 3 : Porte e portoni
- Luoghi di lavoro: - al chiuso (anche in riferimento ai locali
sotterranei art. 65) - all’aperto N.B.: Tenere conto dei lavoratori
disabili art.63 comma2 - 3 : Scale
- Luoghi di lavoro: - al chiuso (anche in riferimento ai locali
sotterranei art. 65) - all’aperto N.B.: Tenere conto dei lavoratori
disabili art.63 comma2 - 3 : Microclima
- Luoghi di lavoro: - al chiuso (anche in riferimento ai locali
sotterranei art. 65) - all’aperto N.B.: Tenere conto dei lavoratori
disabili art.63 comma2 - 3 : Illuminazione naturale e artificiale
- Luoghi di lavoro: - al chiuso (anche in riferimento ai locali
sotterranei art. 65) - all’aperto N.B.: Tenere conto dei lavoratori
disabili art.63 comma2 - 3 : Servizi igienico assistenziali
- Impianti di servizio : Impianti elettrici (circuiti di alimentazione
degli apparecchi utilizzatori e delle prese a spina; cabine di
trasformazione; gruppi elettrogeni; sistemi fotovoltaici; gruppi di
continuità, ecc.)
- Impianti di servizio : Impianti radiotelevisivi, antenne, impianti
elettronici(impianti di segnalazione allarme, trasmissione dati, ecc.
alimentati con valori di tensione fino a 50V in corrente alternata e 120
V in corrente continua)
- Impianti di servizio : Impianti di riscaldamento, di climatizzazione,
di condizionamento e di refrigerazione
D.V.R.S. (Documento di Valutazione dei Rischi Standardizzato)
17
Impianti & Servizi S.R.L.

- Impianti di servizio : Impianti idrici e sanitari


- Impianti di servizio : Impianti di distribuzione e l'utilizzazione di
gas
- Impianti di servizio : Impianti di sollevamento (ascensori,
montacarichi, scale mobili, piattaforme elevatrici, montascale)
- Attrezzature di lavoro Apparecchi e dispositivi elettrici o ad
azionamento non manuale trasportabili, portatili. Apparecchi termici
trasportabili Attrezzature in pressione trasportabili: Apparecchiature
informatiche e da ufficio (PC, stampante, fotocopiatrice, fax, ecc.)
Apparecchiature audio e video (televisori, apparecchiature
stereofoniche, ecc.)
Apparecchi e dispositivi vari di misura, controllo, comunicazione
(registratori di cassa, sistemi per controllo accessi, ecc.)
- Attrezzature di lavoro Apparecchi e dispositivi elettrici o ad
azionamento non manuale trasportabili, portatili. Apparecchi termici
trasportabili Attrezzature in pressione trasportabili: Elettrodomestici
(frigoriferi, forni a microonde, aspirapolveri, ecc.)
- Attrezzature di lavoro Apparecchi e dispositivi elettrici o ad
azionamento non manuale trasportabili, portatili. Apparecchi termici
trasportabili Attrezzature in pressione trasportabili: Apparecchi termici
trasportabili (Termoventilatori, stufe a gas trasportabili, cucine a gas,
ecc.)
- Attrezzature di lavoro Apparecchi e dispositivi elettrici o ad
azionamento non manuale trasportabili, portatili. Apparecchi termici
trasportabili Attrezzature in pressione trasportabili: Organi di
collegamento elettrico mobili ad uso domestico o industriale
(avvolgicavo, cordoni di prolunga, adattatori, ecc.)
- Attrezzature di lavoro Apparecchi e dispositivi elettrici o ad
azionamento non manuale trasportabili, portatili. Apparecchi termici
trasportabili Attrezzature in pressione trasportabili: Apparecchi di
illuminazione (lampade da tavolo, lampade da pavmento, lampade
portatili, ecc.)
- Attrezzature di lavoro Altre attrezzature a motore: Mezzi di
trasporto persone (autovetture, pullman, autoambulanze, ecc.)
- Lavoro al videoterminale: Lavoro al videoterminale
- Sostanze pericolose: Agenti chimici (comprese le polveri)
- Altre emergenze: Inondazioni, allagamenti, terremoti, ecc.
- Fattori organizzativi: Stress lavoro - correlato
- Pericoli connessi alla interazione con persone: Attività svolte a
contatto con il pubblico (Attività ospedaliera, di sportello, di
formazione, di assistenza, di intrattenimento, di rappresentanza e
vendita, di vigilanza in genere, ecc.)

Strumenti di Supporto:
- Norme tecniche
- Buone pratiche validate
- Schede di rischio professionali
- Profili di rischio di comparto
- Check list
- Linee guida tecniche
- Allegato IV Requisiti dei luoghi di lavoro D. Lgs. 81/08 e s.m.i.
- Allegato VI Disposizioni concernenti l’uso delle attrezzature di
lavoro D. Lgs. 81/08 e s.m.i.
- Allegato XXXIII Movimentazione manuale dei carichi D. Lgs. 81/08
e s.m.i.
- Allegato XXXIV Videoterminali D. Lgs. 81/08 e s.m.i.
- Allegato XXXV Agenti Fisici D. Lgs. 81/08 e s.m.i.

D.V.R.S. (Documento di Valutazione dei Rischi Standardizzato)


18
Impianti & Servizi S.R.L.

Misure Attuate:
- I percorsi, i pavimenti ed i passaggi devono essere mantenuti
sgombri da attrezzature, materiali, macerie o altro capace di
ostacolare il cammino
- Le vie d'accesso all'azienda e quelle corrispondenti ai percorsi
interni devono essere illuminate secondo le necessità diurne e
notturne.
- Tutti gli organi lavoratori delle apparecchiature devono essere
protetti contro i contatti accidentali
- Le attrezzature e gli impianti devono essere di tipo idoneo
all'ambiente in cui si deve operare;
- Tutte le macchine elettriche utilizzate devono essere controllate
periodicamente da personale qualificato
- Formare i dipendenti per insegnargli a scegliere e utilizzare
correttamente i macchinari e gli utensili per una determinata
operazione
- Fornire una corretta informazione ai lavoratori; apporre adeguata
segnaletica di avviso in prossimità di sistemi emittenti radiazione
elettromagnetica
- Ridurre al minimo la quantità di agenti chimici presenti sul luogo di
lavoro in funzione delle necessità della lavorazione
- informare e formare gli addetti sui metodi di lavoro più appropriati
comprese le disposizioni che garantiscono la sicurezza nella
manipolazione,nell'immagazzinamento e nel trasporto sul luogo di
lavoro di agenti chimici pericolosi
- Nei locali utilizzati dai lavoratori deve essere mantenuta la
temperatura più confortevole e più stabile possibile in relazione alle
circostanze
- Informazione e addestramento sulle corrette procedure di lavoro in
modo tale da evitare movimenti inutili per gli arti superiori
- Le vie di transito dei mezzi aziendali vanno delimitate e individuate
tramite segnaletica.
- Collegamento a terra delle parti in tensione e Verifica periodica
dell’impianto di terra
- Assicurare una adeguata informazione e formazione del personale
sui rischi di incendi, sulle misure predisposte per prevenirli e sulle
procedure da attuare in caso di insorgenza di incendi
- Controllo periodico dello stato di manutenzione di tutte gli
apparecchi contenenti liquidi/gas in pressione
- Prevedere appositi spazi per l?immagazzinamento, separati dalle
aree di lavoro, opportunamente delimitati e segnalati.
- Gli ostacoli fissi devono essere convenientemente segnalati e/o
protetti
- Tutti i prodotti o attrezzature che innescano o possono innescare
fiamme (e/o esplosioni) sono manovrati da personale esperto

PROGRAMMA DI MIGLIORAMENTO
-

Magazzino/Deposito/Manutenzione

VALUTAZIONE RISCHI, MISURE DI PREVENZIONE E PROTEZIONE ATTUATE,


PROGRAMMA DI MIGLIORAMENTO

D.V.R.S. (Documento di Valutazione dei Rischi Standardizzato)


19
Impianti & Servizi S.R.L.

Area/Reparto/
Valutazione dei rischi e misure attuate
Luogo di lavoro
Magazzino/Deposito Mansioni:
- Manovale Edile

Pericoli che determinano rischi per la Salute e Sicurezza:


- Luoghi di lavoro: - al chiuso (anche in riferimento ai locali
sotterranei art. 65) - all’aperto N.B.: Tenere conto dei lavoratori
disabili art.63 comma2 - 3 : Stabilità e solidità
- Luoghi di lavoro: - al chiuso (anche in riferimento ai locali
sotterranei art. 65) - all’aperto N.B.: Tenere conto dei lavoratori
disabili art.63 comma2 - 3 : Altezza, cubatura, superficie
- Luoghi di lavoro: - al chiuso (anche in riferimento ai locali
sotterranei art. 65) - all’aperto N.B.: Tenere conto dei lavoratori
disabili art.63 comma2 - 3 : Pavimenti, muri, soffitti, finestre e
lucernari, banchine e rampe di carico
- Luoghi di lavoro: - al chiuso (anche in riferimento ai locali
sotterranei art. 65) - all’aperto N.B.: Tenere conto dei lavoratori
disabili art.63 comma2 - 3 : Vie di circolazione interne ed esterne
(utilizzate per raggiungere il posto di lavoro; Fare manutenzione agli
impianti)
- Luoghi di lavoro: - al chiuso (anche in riferimento ai locali
sotterranei art. 65) - all’aperto N.B.: Tenere conto dei lavoratori
disabili art.63 comma2 - 3 : Vie e uscite di emergenza
- Luoghi di lavoro: - al chiuso (anche in riferimento ai locali
sotterranei art. 65) - all’aperto N.B.: Tenere conto dei lavoratori
disabili art.63 comma2 - 3 : Porte e portoni
- Luoghi di lavoro: - al chiuso (anche in riferimento ai locali
sotterranei art. 65) - all’aperto N.B.: Tenere conto dei lavoratori
disabili art.63 comma2 - 3 : Scale
- Luoghi di lavoro: - al chiuso (anche in riferimento ai locali
sotterranei art. 65) - all’aperto N.B.: Tenere conto dei lavoratori
disabili art.63 comma2 - 3 : Posti di lavoro e di passaggio e luoghi di
lavoro esterni
- Luoghi di lavoro: - al chiuso (anche in riferimento ai locali
sotterranei art. 65) - all’aperto N.B.: Tenere conto dei lavoratori
disabili art.63 comma2 - 3 : Microclima
- Luoghi di lavoro: - al chiuso (anche in riferimento ai locali
sotterranei art. 65) - all’aperto N.B.: Tenere conto dei lavoratori
disabili art.63 comma2 - 3 : Illuminazione naturale e artificiale
- Luoghi di lavoro: - al chiuso (anche in riferimento ai locali
sotterranei art. 65) - all’aperto N.B.: Tenere conto dei lavoratori
disabili art.63 comma2 - 3 : Locali di riposo e refezione
- Luoghi di lavoro: - al chiuso (anche in riferimento ai locali
sotterranei art. 65) - all’aperto N.B.: Tenere conto dei lavoratori
disabili art.63 comma2 - 3 : Spogliatoi e armadi per il vestiario
- Luoghi di lavoro: - al chiuso (anche in riferimento ai locali
sotterranei art. 65) - all’aperto N.B.: Tenere conto dei lavoratori
disabili art.63 comma2 - 3 : Servizi igienico assistenziali
- Lavori in quota : Attrezzature per lavori in quota (ponteggi, scale
portatili, trabattelli, cavalletti, piattaforme elevabili, ecc.)
- Impianti di servizio : Impianti elettrici (circuiti di alimentazione
degli apparecchi utilizzatori e delle prese a spina; cabine di
trasformazione; gruppi elettrogeni; sistemi fotovoltaici; gruppi di
continuità, ecc.)
- Impianti di servizio : Impianti di riscaldamento, di climatizzazione,
di condizionamento e di refrigerazione

D.V.R.S. (Documento di Valutazione dei Rischi Standardizzato)


20
Impianti & Servizi S.R.L.

- Impianti di servizio : Impianti idrici e sanitari


- Impianti di servizio : Impianti di distribuzione e l'utilizzazione di
gas
- Impianti di servizio : Impianti di sollevamento (ascensori,
montacarichi, scale mobili, piattaforme elevatrici, montascale)
- Attrezzature di lavoro Apparecchi e dispositivi elettrici o ad
azionamento non manuale trasportabili, portatili. Apparecchi termici
trasportabili Attrezzature in pressione trasportabili: Utensili portatili ,
elettrici o a motore a scoppio (trapano, avvitatore, tagliasiepi elettrico,
ecc.)
- Attrezzature di lavoro Apparecchi e dispositivi elettrici o ad
azionamento non manuale trasportabili, portatili. Apparecchi termici
trasportabili Attrezzature in pressione trasportabili: Apparecchi
portatili per saldatura (saldatrice ad arco, saldatrice a stagno,
saldatrice a cannello, ecc.)
- Attrezzature di lavoro Apparecchi e dispositivi elettrici o ad
azionamento non manuale trasportabili, portatili. Apparecchi termici
trasportabili Attrezzature in pressione trasportabili: Organi di
collegamento elettrico mobili ad uso domestico o industriale
(avvolgicavo, cordoni di prolunga,adattatori, ecc.)
- Attrezzature di lavoro Altre attrezzature a motore: Mezzi di
trasporto materiali (autocarri, furgoni, autotreni, autocisterne, ecc.)
- Attrezzature di lavoro Altre attrezzature a motore: Mezzi di
trasporto persone (autovetture, pullman, autoambulanze, ecc.)
- Attrezzature di lavoro Utensili manuali: Utensili manuali (martello,
pinza, taglierino, seghetti, cesoie, trapano manuale, piccone, ecc.)
- Agenti fisici: Rumore
- Agenti fisici: Vibrazioni
- Sostanze pericolose: Agenti chimici (comprese le polveri)
- Altre emergenze: Inondazioni, allagamenti, terremoti, ecc.
- Fattori organizzativi: Stress lavoro - correlato
- Condizioni di lavoro particolari: Lavoro notturno, straordinari, lavori
in solitario in condizioni critiche
- Movimentazione manuale dei carichi: Posture incongrue
- Movimentazione manuale dei carichi: Movimenti ripetitivi
- Movimentazione manuale dei carichi: Sollevamento e spostamento
di carichi

Strumenti di Supporto:
- Norme tecniche
- Buone pratiche validate
- Schede di rischio professionali
- Profili di rischio di comparto
- Check list
- Linee guida tecniche
- Allegato IV Requisiti dei luoghi di lavoro D. Lgs. 81/08 e s.m.i.
- Allegato VI Disposizioni concernenti l’uso delle attrezzature di
lavoro D. Lgs. 81/08 e s.m.i.
- Allegato XXXIII Movimentazione manuale dei carichi D. Lgs. 81/08
e s.m.i.
- Allegato XXXIV Videoterminali D. Lgs. 81/08 e s.m.i.
- Allegato XXXV Agenti Fisici D. Lgs. 81/08 e s.m.i.

Misure Attuate:
- I percorsi, i pavimenti ed i passaggi devono essere mantenuti
sgombri da attrezzature, materiali, macerie o altro capace di
ostacolare il cammino
- Le vie d'accesso all'azienda e quelle corrispondenti ai percorsi
D.V.R.S. (Documento di Valutazione dei Rischi Standardizzato)
21
Impianti & Servizi S.R.L.

interni devono essere illuminate secondo le necessità diurne e


notturne.
- Tutti gli organi lavoratori delle apparecchiature devono essere
protetti contro i contatti accidentali
- Le attrezzature e gli impianti devono essere di tipo idoneo
all'ambiente in cui si deve operare;
- Tutte le macchine elettriche utilizzate devono essere controllate
periodicamente da personale qualificato
- Formare i dipendenti per insegnargli a scegliere e utilizzare
correttamente i macchinari e gli utensili per una determinata
operazione
- Fornire una corretta informazione ai lavoratori; apporre adeguata
segnaletica di avviso in prossimità di sistemi emittenti radiazione
elettromagnetica
- Ridurre al minimo la quantità di agenti chimici presenti sul luogo di
lavoro in funzione delle necessità della lavorazione
- informare e formare gli addetti sui metodi di lavoro più appropriati
comprese le disposizioni che garantiscono la sicurezza nella
manipolazione,nell'immagazzinamento e nel trasporto sul luogo di
lavoro di agenti chimici pericolosi
- Nei locali utilizzati dai lavoratori deve essere mantenuta la
temperatura più confortevole e più stabile possibile in relazione alle
circostanze
- Informazione e addestramento sulle corrette procedure di lavoro in
modo tale da evitare movimenti inutili per gli arti superiori
- Collegamento a terra delle parti in tensione e Verifica periodica
dell’impianto di terra
- Le vie di transito dei mezzi aziendali vanno delimitate e individuate
tramite segnaletica.
- Assicurare una adeguata informazione e formazione del personale
sui rischi di incendi, sulle misure predisposte per prevenirli e sulle
procedure da attuare in caso di insorgenza di incendi
- Controllo periodico dello stato di manutenzione di tutte gli
apparecchi contenenti liquidi/gas in pressione
- Prevedere appositi spazi per l?immagazzinamento, separati dalle
aree di lavoro, opportunamente delimitati e segnalati.
- Gli ostacoli fissi devono essere convenientemente segnalati e/o
protetti
- Tutti i prodotti o attrezzature che innescano o possono innescare
fiamme (e/o esplosioni) sono manovrati da personale esperto

PROGRAMMA DI MIGLIORAMENTO
-

Attività di cantiere esterne

VALUTAZIONE RISCHI, MISURE DI PREVENZIONE E PROTEZIONE ATTUATE,


PROGRAMMA DI MIGLIORAMENTO

Area/Reparto/
Valutazione dei rischi e misure attuate
Luogo di lavoro
Cantiere esterno Mansioni:
- Manovale Edile

D.V.R.S. (Documento di Valutazione dei Rischi Standardizzato)


22
Impianti & Servizi S.R.L.

Pericoli che determinano rischi per la Salute e Sicurezza:


- Ambienti confinati o a sospetto rischio di inquinamento : Vasche,
canalizzazioni, tubazioni, serbatoi, recipienti, silos. Pozzi neri, fogne,
camini, fosse, gallerie, caldaie e simili. Scavi
- Attrezzature di lavoro Apparecchi e dispositivi elettrici o ad
azionamento non manuale trasportabili, portatili. Apparecchi termici
trasportabili Attrezzature in pressione trasportabili: Utensili portatili ,
elettrici o a motore a scoppio (trapano, avvitatore, tagliasiepi elettrico,
ecc.)
- Attrezzature di lavoro Apparecchi e dispositivi elettrici o ad
azionamento non manuale trasportabili, portatili. Apparecchi termici
trasportabili Attrezzature in pressione trasportabili: Apparecchi
portatili per saldatura (saldatrice ad arco, saldatrice a stagno,
saldatrice a cannello, ecc.)
- Attrezzature di lavoro Apparecchi e dispositivi elettrici o ad
azionamento non manuale trasportabili, portatili. Apparecchi termici
trasportabili Attrezzature in pressione trasportabili: Organi di
collegamento elettrico mobili ad uso domestico o industriale
(avvolgicavo, cordoni di prolunga, adattatori, ecc.)
- Attrezzature di lavoro Apparecchi e dispositivi elettrici o ad
azionamento non manuale trasportabili, portatili. Apparecchi termici
trasportabili Attrezzature in pressione trasportabili: Attrezzature in
pressione trasportabili (compressori, sterilizzatrici, bombole, fusti in
pressione, recipienti criogenici, ecc.)
- Attrezzature di lavoro Altre attrezzature a motore: Macchine da
cantiere (escavatori, gru, trivelle, betoniere, dumper,
autobetonpompa, rullo compressore, ecc.)
- Attrezzature di lavoro Altre attrezzature a motore: Mezzi di
trasporto materiali (autocarri, furgoni, autotreni, autocisterne, ecc.)
- Attrezzature di lavoro Altre attrezzature a motore: Mezzi di
trasporto persone (autovetture, pullman, autoambulanze, ecc.)
- Attrezzature di lavoro Utensili manuali: Utensili manuali (martello,
pinza, taglierino, seghetti, cesoie, trapano manuale, piccone, ecc.)
- Agenti fisici: Rumore
- Agenti fisici: Vibrazioni
- Sostanze pericolose: Agenti chimici (comprese le polveri)
- Altre emergenze: Inondazioni, allagamenti, terremoti, ecc.
- Fattori organizzativi: Stress lavoro - correlato
- Condizioni di lavoro particolari: Lavoro notturno, straordinari, lavori
in solitario in condizioni critiche
- Movimentazione manuale dei carichi: Posture incongrue
- Movimentazione manuale dei carichi: Movimenti ripetitivi
- Movimentazione manuale dei carichi: Sollevamento e spostamento
di carichi

Strumenti di Supporto:
- Norme tecniche
- Buone pratiche validate
- Schede di rischio professionali
- Profili di rischio di comparto
- Check list
- Linee guida tecniche
- Allegato IV Requisiti dei luoghi di lavoro D. Lgs. 81/08 e s.m.i.
- Allegato VI Disposizioni concernenti l’uso delle attrezzature di
lavoro D. Lgs. 81/08 e s.m.i.
- Allegato XXXIII Movimentazione manuale dei carichi D. Lgs. 81/08
e s.m.i.
- Allegato XXXIV Videoterminali D. Lgs. 81/08 e s.m.i.
D.V.R.S. (Documento di Valutazione dei Rischi Standardizzato)
23
Impianti & Servizi S.R.L.

- Allegato XXXV Agenti Fisici D. Lgs. 81/08 e s.m.i.

Misure Attuate:
- Tutti gli organi lavoratori delle apparecchiature devono essere
protetti contro i contatti accidentali
- Le attrezzature e gli impianti devono essere di tipo idoneo
all'ambiente in cui si deve operare;
- Tutte le macchine elettriche utilizzate devono essere controllate
periodicamente da personale qualificato
- Formare i dipendenti per insegnargli a scegliere e utilizzare
correttamente i macchinari e gli utensili per una determinata
operazione
- Fornire una corretta informazione ai lavoratori; apporre adeguata
segnaletica di avviso in prossimità di sistemi emittenti radiazione
elettromagnetica
- Ridurre al minimo la quantità di agenti chimici presenti sul luogo di
lavoro in funzione delle necessità della lavorazione
- informare e formare gli addetti sui metodi di lavoro più appropriati
comprese le disposizioni che garantiscono la sicurezza nella
manipolazione,nell'immagazzinamento e nel trasporto sul luogo di
lavoro di agenti chimici pericolosi
- Informazione e addestramento sulle corrette procedure di lavoro in
modo tale da evitare movimenti inutili per gli arti superiori
- Assicurare una adeguata informazione e formazione del personale
sui rischi di incendi, sulle misure predisposte per prevenirli e sulle
procedure da attuare in caso di insorgenza di incendi
- Controllo periodico dello stato di manutenzione di tutte gli
apparecchi contenenti liquidi/gas in pressione
- Tutti i prodotti o attrezzature che innescano o possono innescare
fiamme (e/o esplosioni) sono manovrati da personale esperto
- Gli ostacoli fissi devono essere convenientemente segnalati e/o
protetti

PROGRAMMA DI MIGLIORAMENTO
-

D.V.R.S. (Documento di Valutazione dei Rischi Standardizzato)


24