Sei sulla pagina 1di 20

30.

IL PAPA

\\ \1 '
DOTTRINA CRISTIANA
1l...~
, ft ... l "'
!",-\..
~ i:-.,,')
.,

"!.!!.I .•
per la prima classe
·.!. I·J Il J~ : ,- ~
~ I "; jl) ": r f....,..,...·
'.rJJ~ . :~~"' ~1~!rH•.~:'. _ _ _

.•...,__ .-\,/
~:c

~
• , >"
.~ ' ,

"~

G esu aveva messo a capo della Chiesa San Pietro. ,t~


San Pietro fu il primo Papa.
Il Papa governa tutta la Chiesa e abita aRoma.
I Vescovi e i Sacerdoti aiutano il Papa.
Bisogna ascoltare e ubbidire il Papa, come si ascolta e si
ubbidisce Gesu. 11 Papa rappresenta GeSll.

30. Chi e if Papa?

II Papa e iI Capo visibile di tutla la Chiesa, successore di


San Pietro e Vicario di Gesu Cristo.

A ma il Papa.
Rispetta il Vescovo e i Sacerdoti.
Quando incontri un Sacerdote. salu-
I~Jo dice ndn: Sia lor/lifo (;t' ,>I't C1'is!o

I mpara a memoria i cinque pre-


celli generali della Chiesa (pag. 6).
}(i
29. LA CHIESA
, .,

Ex parte Piae Societatis Sandi .Pauli


nihil obstat
R omae 30 jun;i 1955
l

Sac. Jacobus Alherione


Primus Magister

S i chiama chiesa il luogo dove vai a sentire la Messa e


Cum servats sint quae serva nda erll.Dt
a pregare. Ma quella e una chiesa fatta di mattoni e di pietre.
imprimatur La vera Chiesa e la famiglia di tutti i cristiani. I cristia-
Neapoli, die XXV Jutii MCMLV ni sono tanti; ce ne sono in tutto il mondo e formano, tutti
insieme, la Chiesa fondata da Gesu Cristo.
+ MarceUus Card. Mimmi
Arch.
29. Da chi fo. fotldata la Chiesa7

La Chiesa fu fondata da Gesu Cristo.

T u hai ricevuto il battesimo,


perCiO sci cristiano, £ai parte della
Chiesa. Come sei fortunato! Ci sana
tanti bambini. invece, che non sono
AvviSQ ai lelton
In questa r iSlampa S0110 stale app0l1.HC alcune fnod ificlw al tf!sto dspetlo alla cristiani!
pdma ed i z iOIll": ne lte pl'Cgh it:'n~ l- stalo soslitui to il «Va il> con il .. T'u » e il .Cosi
sialt con l'e:ArrIt:n ... Sono stati a nche aggiomati i cinque plect!tt i generali della R ecita un'Ave Maria per i bam·
Chiesn. Per il resta nulla e s talo mudificat o. alle hc i criteri tipogmfici sono
que lli della prima ed izionc.
bini che non sana an cora cristiani e
per i missionari che van no a conver-
PROPRIETA RISERVATA tire gli infedeli.
35
28. LA SANT A MESSA PREGHIEHE Dl OGm GIOR NO
\
SEGJ-.O DELLA CROCE

Nel nome del Padre - e del Fi·


glio - ~ dello Spirito Santo. - Amen .

DCJ[ - -~"--
TI ADORO

Ti adoro, - mio Dio, - e ti amo


con tutto il cuore. - Ti ringrazio di
avermi creato, - fatto cristiano - e con-
servato in questa notte. - Ti offro Ie azioni della giornata, - fa
II Sacerdote, nella Messa, fa fjuello che fece Gesll nel· che siano tutte - secondo la tua santa
I'ultima cena, prima di essere condannato a morte. volonta - e per la maggior tua gloria. -
Gesu, nell'ultima cena , cambia il pane nel suo Corpo e il Preservami dal peccato e da ogni
vi no nel suo Sangue. Nella Messa il Sacerdote cambia il pane male. - La tua grazia sia sempre con
nel Corpo e il vino nel Sangue eli Gesu . me - e con tutti i miei cari. - Amen.

28. Siamo obbligati ad a5coltare la 5anta Me55a?


Siamo obbligati ad ascoltare la santa Messa la domenica PADRE NOSTRO
e Ie altre feste comandate.
t Padre nostro - che sei nei cieli, - sia sa11lificato il tuo no-
~

a me, - venga il tuo regno, - sia fatta


Va aHa Messa tulte Ie dorneni-
la tua volonta, - come in cielo cost in
che.
Quando sei a Messa, sla raccolto terra. - Dacci oggi il nostro pane quo-
e prega; pensa che sull'altare c'/: Gesu. tidiano, - e rirnelli a noi i nostri de-
bili, - corne noi Ii rirnettiamo - ai
.~.

~
noslri debitori, - e non c'indurre in _, / .,. u-'l.
•. ..r . Per ascoltare bene la Messa,
porta con te il Ii breno e leggi Ie pre- lentazione, - Illa liberaci dal .male.
ghiere. Amen.
}4 3
AVE MARIA 27. LA COMUNIONE

Ave, a Maria, _ pie'1a eli grazia.


- il Signore e can te; - tu sei benedetta
fra Ie donne, - e benedetto e il frut -
to del tuo seno, - Gestl. _ Santa Ma-
ria, - Madre di Dio, - prega per noi
peccatori, - adesso _ e nell 'ora della
nostra mane. _ Amen.

GLORIA AL PADRE

Gloria al Padre, - e al Figlio, -


e alIa Spirito Santo, - come era nel
. . . .
prll1ClplO, - e ora, - e sempre, - e nel Q uando facciamo la Comunione, Gesu viene dentro di
secoli dei secoli. - Amen. noi. Che onore! NemlTIeno gli Angeli hanna questa onore,
perche essi veelono e gotlono GeStl, ma lion possono fare la
Comunione .
IO CREDO Bisogna prepararsi bene a ricevere Gesu .
Gestl va volentieri nel cuore clei bambini innocenti.
10 credo in Dio Padre onmpo- 27. Quante cose SOIlO lIecessarie /lel' fare ulla btlona Comuniolle?
rente, - Crearore del cielo e della ter- Per fare una buona Comunione sono necessarie rre cose:
ra; e in Gesu Cristo, - suo umco 1. essere in grazia di Dio; 2. sap ere e pensare ehi si va a
Figlio, - nostro Signore; - il quale rieeverej 3. osservare il digiuno euearistieo.
" ""-1 01/.. ~
fu concepito di Spirito Santo, - nac- I I giorno della prima COlTIunio-
que da Maria Vergine; - patl satta ne sara uno dei giorni piu belli della
Ponzio Pilato, - fil crocifisso, - marl tua vita. Raceomandali all'Angelo
e fu sepolto; - discese agli inferi; - il custocle, perche fin cI 'ora ti aiuti a
terzo giorno risusciro da mone; - san prcpararti bene alia prima Comu-
mane.
al cie\o, - siede alia dema di Dio Pa-
dre onnipotente; - di Ii! ha da veni- I l1vita GCStl nel tuo euore:
Gesil mio, io Ii tallO. V ielli presto IIEI
re a giudicare i vivi e i morti. - Credo 1,.,;0 cuore.
4
33
26. GESU' E' CON NO! nello Spirito Santo, - la santa Chiesa
-.. ', ~ ~ ~'. ~~"'L'l-~ . /~~
' ....~,. /' cattolica, - la comunione dei santi, -
_. . . ~"~' ~~:~ -~(3~-·~~~' / , ~/
la remissione dei peccati, - la risur-
" " ',.. '='.~.~
£~%-G.; ,f . '\ rezione della carne-, - la vita etema. -
Amen.

L'ETERNO RIPOSO

L'eterno riposo - dona loro, - 0


.:. Signore, - e splenda ad essi - la luce perpetua. - Riposino in
pace. - Amen.
;\ .....~ .
-'.J' ANGELO DI DIO
II giorno dell' Ascensione, Gesil sali al cielo; rna non Cl
Angelo di Dio, - che sei il mio
lascio soli e abbandonati sulla terra.
custode, - illumina, - custodisci, - reg- ~
Gesu e rimasto in mezzo a noi.
gi e governa me, - che ti fui affida-
Noi non 10 vediamo, rna nell'Ostia 'santa c'e proprio Gesu
vivo e vera com'e in cielo e come nacque in terra da Maria to - dalla pieta celeste, - Amen.
Vergine.
26. ehe cos'il l'Eucaristia7 ATTO DI DOLORE
L'Eucaristia e il sacramento che, sotto Ie apparenze del
pane e del vino, contiene realmente Corpo, Sangue, Ani· Mio Dio, - mi pento e mi dolgo con
ma e Divinita del Nostro Signore tutto il cuore - dei miei peccati, - per-
Gesu Cristo per nutrimento delle che peccando - ho meritato i tuoi

~ r. . --'
1 anime.
N el Tabernacolo c'e Gesil. Egli
castighi, - e molto pili - perche ho
offeso te - infinitamente buono - e
e tanto contento quando i bambini

r:
degno di essere amato - sopra ogni
vanno a travarlo. Fa una visita in

---1..:':: -- ---
chiesa.
M entre fai la genuflessione, sa-
~JtS
~

,
r.e cosa. - Propongo col tuo santo aiuto -
di non offenderti mai pili - e di fuggi-
re Ie occasioni prossime del peccato.
luta Gesu:
Sia lodato e ringraziato ogni momen- Signore, - misericordia, - perdonami.
ta il santij'simo e divinissimo Sacramento.
32 5
I DIECI COMANDAMENTI 25. LA BUONA CONFESSTONE
DI DIO 0 DECALOGO

10 sono il Signore Dio tuo:


I. Non avrai altro Dio fuori che
me.
2. Non nominare il nome di Dio
mvano.
3. Ricordati di santificare Ie fe-
ste.
4. Onora il padre e la madre.
5. Non ammazzare.
n. Non commetlere ani impuri.
7. Non rubare. ~ ~ .- -

8. Non dire falsa testimonianza. Per fare una buona confessione, bisogna pentirsi dei
9. Non desiderare la donna d'altri, peccati, poi dirli con sincerita al confessore, e promettere di
10. Non desiderare la roba d'altri. non commetterli pill.
Dio ci perdona i peccati. sol tanto se siamo pentiti d'aver-
I CINQUE PRECETTl GENERAL! DELLA CHIESA Ii commessi, e se Ii confessiamo con vero dolore.
25. Quante e quali case si richiedmlO per fare una buona confessione7
1. Partecipa alIa messa Ia domenica e Ie altre feste coman-
Per fare una buona conressione si richiedono cinque co·
date e rimani libero dalIe occupazioni del Iavoro. se: I. l'esame di coscienza; 2. il dolore dei peccati; 3, il
2, Confessa i tuoi peccati almeno proponimento di non commet·
~' , :;I una volta all' anno, terne piu; 4, l'accusa dei pecca·
l\. ,..-:: 3. R'Icevi. I'1 sacramento de II'E uca· li; 5. Ia penilenza.
f7"--'y''::'-.-_
'si ~ ristia almena a Pasqua. o gni sera. prima di addormen·
tarti, pensa se durante il giorno sei
~ ! 4. In giorni stabiliti dalla Chiesa
stato buono 0 se hai recalO dispiacere
, astieniti dal mangiare carne e osserva il
a Gesu. 4/~' ~ !
digiuno. " ..: 'f

P oi reeita l' A /,to di dolore (pag. ' .i


5. Sovvieni aUe necessita della
5) per chiedere perdono dei caprieci - -'-'iG.~
Chiesa. e delle maneanze che hai fatto. '
6
31
24. LA CONFESSIONE 1. DIO HA CREATO IL MONDO

.~

( '_ J
I
;.
........ ..
\
',,-
\
;
'.

~~
, ,
,, _
.•1-
___ \;:.1 )
.:i ;$~!
=
/ '
,I
, b

,.t ..........

".,~
"",' \'.
I -- "
--,
- ' .. "7c r '-"-
. tr~(

,\t::;/. Ii;J,if: l'


';/.II
~ __. ~ . ~
.~:..tF'

\ ~ " ./..,

~
r~
" ·:""te~
-Tf ~/ I
,,/ .'

L a Confessiol1c e il sacralllento del perdono. T anto tempo fa non c'era nulla. Non c'erano il cielo, la
11 sacerdote. nel confessionale, tiene il posto eli Gesu e luna, Ie stelle. Non c'erano la terra, Ie piante, gli animali.
perdona i peccati in nome eli Gesu . Cera solo Dio.
Gesu e tanto buono con noi! E' sempre pronto a perdo. Dio volle che tutte queste cose ci fossero, c Ie ha create,
narci, come il padre perdona al proprio figliuolo che. penti- senza adoperare niente. Tutte Ie cose so no state create da Dio;
to, gli chiede perdono. percio sono tutt.e sue.
24. Che cos'e La Confessione7 Dio e il Creatore e il Signorc di tutto.
La Confessione e il sacramemo IstItuito da Gesu Cristo e Dio1 . :.
~
I. Chi
per rimettere i peccati commessi do-
Dio e I'Essere perfettissimo, -,
po i1 Battesimo.
Creatore e Signore del cielo e della
A Gesu piacciono tanto Ie mor- terra.
tificazioni e i "fioretti" che facciamo
per riparare i peccati che commetto- e he cosa dici a chi ti fa un dono?
no i cattivi. - Grazie. ,
O ggi fa un fioretto di gola e of- Pensa quanti doni ci ha fatto Dio!
frilo a GeStl, dicendo:
R ingrazialo di cuore:
o Gem, Ii offro qtuesto fioretto, per
Ti ringrazio, mio Dio perche /wi
conso/arti delle o/fese cite ricevi dai cat-
tivi. creato tante cose belle, utili e buone!
30 7
2. DIO HA CREATO L'UOMO 23. LA CRESIMA
', 5c '-~
"""",


I I sacramento
della Cresima si chiama anche Con/erma-
D io non ha creato sol tanto Ie cose e gli animali. zione. perche conferma e rafforza ne! proposito di vivere da
Ha creato anche l'uomo e la donna. buoni cristiani.

II primo uomo si chiamava Adamo. Con il Battesimo si diventa figli di Dio; con la Cresima.
soldati di Gesu Cristo. e si riceve, come ne! Battesimo, un ca-
La prima donna si chiamava Eva .
rattere che non si cancelled maio
Da Adamo e da Eva siamo venuti tutti noi: uomini e
23. Che cos'e la Cresima!
donne.
La Cresima 0 Confermazione e il sacramento che ci fa
perfetti cristiani, soldati di Gesu Cristo e ce ne impri-
2. Chi ci ha creato7 me il carattere.
Ci ha creato Dio.
@) Per prepa rarti alia Cresima, stu-
Al mattino, appena ti svegIi, dia il catechismo, e non mancare mai
ri ngrazia Dio che ha creato teo tuo alia dottrina.
papa, tua mamma. I nvoca 10 Spirito Santo con
questa breve preghiera:
I mpara bene il Ti adoro (pag.
Vieni, 0 Spirito Sa11to, illumi1la e
3) e recitalo ogn i mattina. fortifiea 10 mia anima.
8 29
22. IL BATTESIMO 3. DTO HA CREA TO GLI ANGELI
. , .!
""'-
-..:.:'"\, " <~
,...f ;"

r
I, - - -
"," ,,'Oil~'~
~ .' '...,
1

-1
. !: ,j

L di
., . - , - - "
(" ..
:..-.~~-~

ii

"',

II primo sacramento e il Bat.tesimo,


II Batresimo da la grazia santifieante ehe eaneella iI pee- Pt'ima di creare Adamo ed Eva, Dio avcva creato tan·
eato origin ale, rende figli di Dio, fratelli eli GeStl, e fa diven- ti Angeli.
tare cristiani. Gli Angeli stanno in Paradiso dove vedono". godono, ama.
n o Dio.
Ogni battezzato e un cristiano.
Un angelo e sempre vicino a ogni uomo per difenderlo
22. Che cos'e il Battesimo? dallllale c guidarlo snlla via del cielo : e l'Angelo eustode.
II Battesimo e il sacramento che ci fa ensl1ani, cioe se-
guaci di Gesu Cristb, figli di Dio e membri della Chiesa. J. Chi S01l0 gli A "geli?
D omanda ai tuoi genitori quan·
Gli Angeli sono i ministri invisibili
do hai ricevuto il Battesimo, e rieor·
datelo sempre. In quel giorno sei d i· di Dio, e anche nostri Custodio
ventato figlio di Dio : gli Angeli han-
no fatto festa attorno alia tua eulla.
R icordati ehe hai sempre l'An·
R ingrazia
Dio d'averti falto cri· gelo eustode vi cino ate.
stiano nel Battesirno : ~'tl
Ti adoro, mio Dio, e ti amo con tut· Q\lando hai panra 0 ti trov! III
to il cuore; ti ringrazio di avermi creato qualchc perieolo. chied i il suo aiuto,
e fatto cristiano. recitanclo l'Allgelo di Dio (pag. 5).
28 y
4. DIO E' IN OGNI LUOGO 21. LA GRAZIA E I SACRA\1ENTI

-.
...··.':~ ~: u j
A ' ,"i; .", . . :~ ' 'k
. ., t'.":,1
" .
' .
, .'·d. .." ~.\),
(~1t-,'1'i'\~
J .jh ·"r\j;..t~ \ '~\o.. , ... .. 'M-'.
r~ . ~••\.
,I' . ...
...."' l(~~~",
I,'
-i,"_. _- / ".{'i ' j y_ J

\. ~ ...: ' -. W . \ p.... ..~.


"- 6-v~,.-.~
II...J
1:'";'. ~ -. . . .l..~

~'J'

.' . I;
" .). ,,'
~~~~ J
V.. ·
, 1{
I

.{. . ,i...:I!.
'" ;-n,j
(.~1),

,' ,I
.
"."/ \ '),.
,
I¢J.'. ~;o&:.l,i,;"I,(~
r ...
""~
· .il· · ;,) ··
.. ~, "":t
...

~'oil: '·",z -·
" ; ~\
, ..~
I(

(
.' • ~ J.
", .-\r - .,.
.,. .... '

<eI
D io e infinitamente buono e ci fa tanti doni. II dono di
D io e in Parad iso con gli Angeli e con isanti. Dio piu bello e piu grande di tutti e la gmzia.
E ' suBa terra, nell 'aria. nelle case; Dio e in tutti i luoghi. Essae in gmzia. vuol dire avere D io nel proprio cuore,
Egl i sa tutto; vede tutto. Ci vede anche quando siamo so- essere fratclli di Gesll e suoi amici carissimi,
li, al buio. di notte. Non possiamo fare nulla che Dio non 10 Gesu ci ha meritala la grazia con la sua passione e morte,
veda 0 non 10 sapp ia. e ce la da per mezzo elei sette sacramenti.
4. D ov'e D i o?
2). I sette Sacramellti:
Dio e in cielo, in terra e in ogni luogo. 1. Battesimo; 2. Cresima; 3. Eu- .,. ~.\~ >.. .
caristia; 4. Confessione; 5. U nzione de- .:-:" .'''i'.: ~-..,;
S ii sempre sincero. Non elire mai gli infermi; 6. Ordine; 7. Matrimonio. i? . ' l i ~)~ i 19.~t\
.fill! , j
'1' '/ . I'~ I' . ',." /'
~'::"'l'i. '"
bugie, pel'che Dio sa tuHo e vede tut-
to: vede anche i tuoi pensieri. O ggi . per far piacere a Gesll: :"
., . I / ~ I
1/1 )/ ' ri
j}I'~;'l,_
\t1- .(''Y
" ",~~ ~, perdona a un ba~nbin,o che ti ha fatto ~~~rr~ 'i.. .
1 1~~O~l
1'·'
S ai dov'c pure Dio? E' dentro uno sgarbo. Gesu sara contento ell te.~ 9 I - ! \ .J'l.o:y-
di te, nel tuo cuore. Fa un atto di -., . 't4Jr . 1:4 b / ,
. ~~.(;7 M
111~!· amore: Prega :
'J Mio /)io, ti amo con lutto il cuore
La Ilia grazia, mio Dio. sia sempre
0 .."> '...."J1I!1.:d

call /lie e COli IlItti i ",iei cari.


,\ ojJra ogni cosa.

10 27
20. IL PECCA TO 5. LA SANTISSnIA TRE'HT A'

-'--=,.~';.(.- - :,;;:,:,,~
" '-::~( ~ : ':>~ ~

" .

->fSif~
.\ ~~J"
1 , _ J. ,
, . \ !,
" -) i. ~y; ,'jo4'~ '.
4 ,
~~
.r
--t'f--.... -'
~.
".
- ."_' .
' 1 .-....... 1 . ~ ~ ~a __ ~
r....:._~
'~
I peccati nonsono tutti uguali. Vi sono dei pcccati gros-
si che si chiamano mortali; e dei peccali piccoli che si chiama· D io ha delLO: 10 sono il Signore Dio tllO; non avrai aI-
tra Dio fUOl·i che me.
no veniali.
Dio e uno solo. Egli e sempre stata e sempre sara.
Tutti i peccati, anche i pili piccoli, offendono Gesll. Ma
In Dio vi sono tre Persone uguali e distinte, che sana la
i peccati 1Il0rtaii uccidono J"anima, scacciano Gesll e fanno po-
santissirna Trinita.
sta al diavolo.
20. Cire cos'e il peccato? 5. Come si chiamano Ie ire Persone della santissima Trinita?
II peccato e uo'offesa fana a Dio, disubbidendo alIa sua Le tre Persone della santlsslma
legge. Trinita si chiamano: Padre, Figlio e
II peccato e la cosa pill brutta Spirito Santo.
che ci sia. Non ascoltare il diavolo che
Fa il segno della croce e pro-
vuole fani cornmettere dei peccati.
lluncia bene Ie parole. Nel segno del-
A ppena t'accorgi d'aver offeso Ia croce si llominano Ie tre Persone
Gesu, dornandagli perdono: della santissima Trinita.
o Geru, d'amore acceso,
mm t'avessi rna; offeso, R ecita la bella preghiera alIa
o mio carD e buon Gesit, santissima Trillit~: Gloria al Padre
non ti voglio offender pi". (pag. 4).
26 II
6. IL PECCATO Dl ADAMO ED EV A 19. L'INFERNO

,- ,~ -
• . '!~; .
r ll,

- -- -~~...
,I.. 'I .

. '\"'j'-'
,
}.I\t?·
\ ~ "" ! ;
i"l'''
I~,
.,.
1))'(,

~)J
1)- ~
, '-'
-.

<l>k~"!:', .''''
I'" ~L. I
I .( )I-~,

/ ),. . t~ -
, . \ 11/_
( , . ..,~,'I , <.-.
I( , - " ' , .... # ' " ,,,..
_S:'
(
. ,_ ;-;;o,-~
",
\~
~"-,,-,-,,
'· c,.
D io creo Adamo ed Eva e Ii mise in un bel giardino,
chiamato paradiso terrestre, dicendo loro di mangiare pure C hi non osserva i comanclall1enti di Dio, commette pee·
di qualunque frutto, ma eli non toccare i frutti dell'albero cato. Chi comll1ette il peccato e muore sellza clomanclarne per·
ch'era in mezzo al giardino. dono, va all'inferno.
Il diavolo, sotto forma eli serpente, Ii ten to e Ii Eece cl i· L'inferno e u n castigo terribile: e una prigione dove CI
subbidire. Per castigo, Dio Ii privb della sua amicizia, e Ii sono i diavoli, c'e il fuoco, c si soffrono tutti i mali.
'caccio dal Paradiso.
Dall'inferno non si esce ll1ai pill.
Il peccato di Adamo ed Eva si chiama originate, e si can·
cella con il Battesimo. 19. I cattivi che non servono Dio e muoiono in peccato mortale ehe
cosa meritano?
b. Che pucato ju quello di Adamo ed Eva?
Il peccato di Adamo ed Eva fu I cattivi che non servono Dio e muoiono in peccato mOT-
un peccato grave di superbia e di di- tale, meritano l'inferno.
subbidienza. I mpara la preghiera che la Ma-
donna insegnb ai tre pastorelli eli Fa-
U bbidisci prontamente ai geni. tima.
tori, anche se non ne hai voglia. Dio
ama e bene dice i bimbi ubbidienti. R ecitala per te e per i tuoi eari:
GeSl1 lIIio, J1erdoPla Ie 1I0stre colJ1e,
Prega: IJreServaci dal {/lOCO dell 'ill{ento e porta
Dio m io . dammi la grazia di essere ill cielo tutte Ie allime, specialmellte Ie
sempre ubbidiente ai miei genitori. pill bisogltose della tua misericordia.
12 25
18. IL PARADISO 7. UNA BELLA PRO MESSA

~"',." ~"U.-...
,,V7~'
~/
'if~~-f\.<
... j~ .... , - '
rf! .........
.... '!...••
,'-.'\.'J.. ~J 1. -
( ''' , ~.I
'-.0, '
""..~? -!"
, \.r
'~'J~;_~,
I" ~ ..'\..i!
~'';:J
\ '~\: '" ~: ..~. ',~ \,
. ::,, -~ ' .~ ...- '\ . ' ';/ ---:J;..
\ \. ' . 'A
_~:'i'._ '"t ... }i ~ :.' --',I,
\ ~:.,- ,'l:_~ • .'.< : 1
~;.. ,
.~ ;:/~
,r

'./ ....'~tJ
,.-rf ' ?-
.. ~~
,1 ' .....p.)! ,
~"
'r
.. '
"./
J
~
'~.'''- I '~J.l A: ~
I~ ~
_ .___~-, ~; .l~~~·
~~ 1"--~'~
'«J l" ~'
'- "'-~- .. '-.. . .
,, ~ .

v'
j,
. '~..
\...4:.: . .)
..
'\
'-.- '

" , ... )
. ).
\,.,J r-
'--
r- ~\'"
i " ....
1. ;;..-~
(J .- 'C"c
~ )~ j;-..
~" ' _ ' .....t, .~ , J ....;-.. .
. A!! ~ ~.i lr
"~ - ..,. ~ >::' ".. (

~-. ,.~.~. " \ .. ~. ~>~.


N oi non staremo scm pre su questa terra : siamo creati per
and are in paradiso. D io lllalcdis'>e il serpellte clle a\,eva tentato Adamo ed
Eva, e nel maledirlo, fece una bella promessa: promise che
II· paradiso e il premio che Dio ha pre para to per coloro una Donna gli avrebbe schiacciato il capo e avrebbe vinto il
che 10 conoscono, 10 servono e 10 amano. demonio.
In paradiso si vede e si gode Dio; non si soHre nessun ma- Quella Donna potente e Maria Vergine, la Madonna Im-
macolata. La Madonna e tutta bella, tutta pura, tutta santa,
le e si godono tutti i beni, per sempre.
senza nessun peccato, perche e la Madre di Gesu, il F, lio di
8. Per qual fine Dio ci Iw creati? Dio fatto uomo.
Dio ci ha creati per conoscerlo, amarlo, servirlo in questa 7. Come si chiama it Figlio di Dio fatto uomo?
vita, e per goderlo poi nell'altra in paradiso. Il Figlio di Dio fatto uomo si chiama Gesu Cristo.
S tudia bene il catechismo per
. . Q uando preghi, sta compos to e
nuparare a conoscere, amare, serVlre
Dio. pensa a quello che dici, perche chi (-4\
\lQl j
P
prega parla con Gesu.
C hiedi alia Madonna che ti pro-
legga, ti Iiberi dal male, e ti aiuti ad P rega: ,~
andare in paradiso: Dio sia benedetto. "
I

...e mostraei dopo questa esilio Ge- Benedetto il suo santo Nome •
- - - -----(- -- S'l, il frulto benedetto del seuo t1l0, 0 cle- Benede/.to Ge.m Cristo vera Dio e
mente, 0 tJia, 0 dolce Vergine il'laria . vero uomo.
24 13
8. LA Mk\L\fA DI GESU' 17. 1 CO\IANDA\IEl\TI

.J!~'''''-''
", ' ",-' 'j~'
l tDl .. ; )~'. ~..:e,\,;~ "_!{~~ ~~~;1',
-"", "~, . '-S-::r~,' "
,_ " -":'?~'-:::::Jl~
. _.v< \ ~i'- ",- '-C..>
,~_ . I ".c,, .,,') '
.' " d ,,,>, , ...." , , ":.." ' . ' .,
__~:
I
,."il"' ~' -. ;. ""''''- I).,"', ...,;.r L~.)
ti \"
~"",
\', \

~ ~' W f :' )
_ , Iv' ;'::r' .' " ,
,. I
..i. ,_1

"
, c'"
.
. _ =--_
...

I..
I " '
\~
, .. ..,..---y
. "£::' ___.
~';
;W
,. ,
.~/. ' ,,;:..;.,"
/
'1\'iIJ," I uTA
' f\' \~"~i
if.'<~ •. " ~lijr)'
l-r..,~ '~A'II '/1~.1'
I ' ...

If " ~i: 'i-! r


?' ,."

J
,

'"
'-" ' . , \.;

... ', '


:.:~?o~ ,j.~; \
~, !\I .
- .. :;/' ", ' ,( ,

--i
~~#iP J &,l~ f.,fi/""
.'
J(t f)1' v'" " "'[ ._L
; <:::'
. " ' , . r,)- ·-r",' ~~, :", r",w--:!~f " ';';""i\ -
.•,J',;'

~' r, ! I, '~' , ',.~' '~I " , f~' r---."="'~'~"_"---r'


.t;!,-':--':..'
.,
-<c. j

.. . •1 c''-' >'f,._J, ' . " - " I'


'-r :--'-___ ~
'-, { ' /, i I i
r' "

_:,.~" ." \ r.'.\' \j\~" ,'~,-:- .",. .--.~.. ,-'".-.


~.- /. .. .:: ' \ \,.. . , l.. ~ . _....'/,.'- ,
1 l ' II \ ", .. ..- lJ l
- ' • j

.•11! /' -//, J


, . "\ __. . ._ , . - . . .-<- ,,1
4"P'f.... ~ '
\~:1;.; ~~._~7'"
,~r
. ., ' JII''V . - /

."""'~~ \'
__ _ , ' """",... , "- 'J, "
, .-....., _.'...
... ; / <a~~----<~
\ '. .\.,.,. ~.:::'
r'
D io ha data delle leggi agli uomin l e vuole che gli uo·
M entre la Mado n na pregava nella sua casetta a Nazaret, mini Ie osservino. Le leggi di Dio sono i dieci Comandalllenti,
un Angelo seese dal eielo e la saluto con Ie parole : Ave, 0 pie- Dio aveva dato i eomandamellli a Mose sui monte Sinai .
n a di grazia, il Signore e con te o lanti anni prima ehe nascesse Gesi1.
Poi Ie disse che Dio l'aveva seelta per essere la Mamma Quando (;esll venne, ei insegnc) a osservare i coma nda·
d i Gesu . Illenu per amore,
La Madon na aeee tto di diventarc la Mamma di Gesu e 17, 1 dieci COlllandamenti di Dio:
diven ne aneh e la nostra Mamma del eielo. 10 sono it Signore Dio tuo: l. Non avrai altl'O Dio fuori
8. Da chi nacque Gesu Cristo'
ehe me; 2. Non nominare il nome di Dio invano; 3. Rieor-
dati di santificare Ie feste; 4. Onora
Gesu Cristo nacque da Maria il padre e Ia madre; 5. Non ammaz-
sempre Vergine, la quale perciil si zare; 6. Non eommettere atti impuri;
chiama ed e vera Madre di Dio. 7. Non rubare; 8. Non dire falsa te-
stimonianza; 9. Non desiderare la
Q uando vedi un'immagine della donna d 'altri ; 10. Non desiderare Ia
Madonna, salutala dieendole con de- roba d 'altri.
vozione: Ave, 0 Maria!
P rega, faeendo questa promessa:
R eeita adagio l'Ave Maria (pag.
4). E' la preghi era ehe i figli recitano Voglio fare semfrre quello che Dio
ha ardinato nei suoi comandamenti.
alia loro buona Mamma del cielo.
14 23
16. GESU' SAL!' AL CIELO 9. LA NASCITA DI GESU'

~ ..-- ,
""""- ~l"rlP!~-::.'"
,"""" ",~.
;"': .~
~

f I "
('"..;~.;..:~

D opo la risurrezione. Gesll rimase in terra quaranta gior· La Madonna era andata con Giuseppe a Betlemme.
D!. La Madonna e gli Apostoli 10 videro e stettero con Lui.
Avevano cercato alloggio negli alberghi e nelle case. rna
Un giorno. mentre parlava con loro. si sollevo da terra. non l'avevano trovato.
sali verso il cicio, e ness uno 10 vide piu.
Faceva freddo; la Madonna era tanto stanca.
Gesu era andato in paradiso.
Si ritirarono in una stalia. Li, a mezzanotte, nacque Gesu.
Quando saremo in paradiso, vedremo Gesu e starcmo
sempre con Lui. Ogni anno. la Festa di Natale. ci ricorda la nascita di Gesu.
16. Cize feee Ge.lI/ Cri.</o dopo la sua risuTTezione? 9. Dove lIacque Gem Cristo7
c:::_;"-: . Ge~u Cris.to, dopo la sua risu~re-
~
:~~~ Gesu Cristo nacque a Betlem-
.: " Zlone, nmase In terra quaranta glOI-
me in una staIIa, e fu posto in una
" -..~ '. "'c(l"
-.....:: ·
~ ni, poi sall al cielo, ove siede alia
. mangiatoia.
~ /1 ' .f., I" ,:-'1 destra di Dio Padl'e onnipotente.

~
. ',:,- ~~ <i ' ', O ggi pensa <]ualche volta a Gesu G estl
nacque povero e vuole
. }~ a-++-i >~! .JW,··f chc e in cielo, e lassu aspetta anche teo tanto bene ai poveri. Per amore di
,~
"I-" il . ,£

< ;:" R ecita il Credo (pag. 4). Fa at- Gesu, fa un regalo a un povero.

~
i '
tenzione aile parole che ricordano la
\ - passione, la morte. la risurrezione e P rega Gesu Bambino per tutti
f~J..· . ' .~
l'ascensione di Gesll al cielo. i bambini che hanno fame e freddo.
~? II
10. I PASTORI E I MAGI 15. GESU' RISUSCITO' nA MORTE

-. ' ..... ~
-.-,,--

-,

G li Angeli annunciarono ai pastori che a Betlemme era fu deposto dalla croce C fu Illesso nel sepolero. Stet·
nato Gesu. Ie sepolto solo tre giorni: poi risuscito glorioso e trionfallte.
1 pas tori andarono subito a trovarlo e gli portarono dei Alcune donne andarono al -sepolero e 10 trovarono vuoto.
regali. Un angelo disse loro che GeSll era risorto.
Andarono ancbe i re magi; portarono a Gesu Bambino Ogni anna la Pasqua ci ricorda la risurrezione di Gesu.
dei ricchi doni e 10 adorarono come vero Figliuolo di Dio. 15. Dopa la morte che fU di Ges'l Cristo?
10. Chi e Gesu Cristo? Dopo la morte Gesu Cristo discese con l'anima al Limbo,
poi risuscito, ripigliando il suo corpo ch'era stato se-
Gesu Cristo e il Figlio di Dio fauo uomo.
poho.

O ggi va a fare una vlSita a Ge-


A Pas(lua tutti i crisliani devo- _".
no confessarsi e fare la Comullione . \.0"
su in chiesa, e fa una piccola offerta
Domanda a GCSI'I la grazia che t ut I i ¥, '; # 0-;
con i soldi che hai risparmiato, pri- racciano una buona COlllllllione pa- ""!J,.~,;.
vandoti di qualehe cosa.
squale.
O gni giorno offri Ie tue azioni R ecita 0 calHa questo 111110
a Dio con Ie parole del Ti adoro: Gesll risorto:
Cristo risusciti in tutti i cuor;
... Ti offro Ie azioni della giomata, fa Cristo si celel1ri
clIe siano Illite secoltdo la tlla saitta Cristo si adori
vololtta e per la maggior tlla gloria. Gloria al Signor!
16 21
14. GESU' MORI' SULLA CROCE II. GESU' FANCIULLO

... - .-
..:!:3

I buoni ascoltavano Gesu e gli yolevano bene.


G esLI visse fino a trent'anni.a Nazareth. insieme con la
I cattivi. invece, 10 odiavano e 10 fecero tanto soffrire: 10
Madonna e San Giuseppe. Pregava, ubbidiva, aiulava a fare
insultarono, 10 percossero;lo incoronarono di spine, finche
i lavori, giocava con gli amici.
riuscirono a farlo condannare a morte.
Gest', face va quello che deve fare ogni Fanciullo buono in
Gesu soffri tuLto per noi, e mori inchiodato suIla croce.
caSa e fuori eli casa .
perche noi pOlessimo andare in paradiso.
14. ehe cosa feee Gesu Cristo per saLvarci? II. Dove visse Gesii Cristo?

Gesu Cristo per salvarci soddisfece per i nostri peccati, pa- Gesu Cristo visse a Nazareth; la. Egli crebbe « in eta, sa-
, ......~""'-
.'1( tendo e sacrificando se stesso sulla pienza e grazia; ed era souomesso a Maria e a Giuseppe » .
croce.
S ii eelucato, gentile e servizie-
I n casa c' e il Crocifisso? Se non vole con i tuoi genitori; devi essere
c'e, devi dire alia mamma che 10 de- buono, come era buono Gesu Bambi-
sideri, perche il Crocifisso ci ricorda no con la Madonna e San Giuseppe.
quanto ci ha amalo Gesu.
B acia il Crocifisso e consola Ge- R -ega per la tua famiglia:
su, dicenelo:
Gem, Giuseppe e Maria, benedite e
Gest' mia, io ti amo: venga it tuo
regno. aiutate La mia famiglia.
20
17
12. GESU' MAESTRO 13. I MIRACOLI Dl GESU'

Q uando ebbe trent'anni, Gesu commcio a predicare e a


.
G eSll.voleva bene a tutti; faeeva del bene a tutti: ai ricchi
insegnare che cosa bisognava fare per andare in paradiso. Tut- e a1 poven.
ti andavano ad ascoltarlo. I bambini erano felici di stare vici- Gli porta va no eieehi, sordi. mUli, zoppi, lIlalati e Gesll
no a Lui. Ii guariva. Risuscitava anehe i morti.
Un giorno. risuscito il figlio d'una povera vedova, mentre
Gesu insegno che Dio e nostro Padre; noi siamo suoi fi-
10 portavano a seppellire.
gli e dobbiamo volerci bene come fratelli.
Gesll laceva i miracoli perehe e Dio. Solo Dio puo fare
12. Che feee Gesu Cristo nella sua vita terrena? miracoli.
Ges\'\ Cristo nella sua vita terrena ci insegno con l'esempio 13. Geru Cristo comP. dimostro d' essere vero
e con la parola a vivere secondo Dio. Gesu Cristo dimostro di essere
vero Dio con i miracoli.
C onosci qualche bambino che e
orfano di padre? Digli che in cielo Fatti
raccontare dalla mamma
abbiamo un altro Padre ehe ci vuole un miracolo di Gesu, e ascoltalo con
. ' tanto bene.
'.N,U"""' attenzione.
.......
P rega:
R ecita il Padre nos/ro (pag. 3).
E' la preghiera che ci ha insegnato Gesu, io credo che lu sei il mio Dio.
Gesu.
19
18