Sei sulla pagina 1di 352

Sommario

0) GENERALITÀ .......................................................................................................................................................... 1

1) PREMESSA ............................................................................................................................................................... 1

2) NORMATIVA ........................................................................................................................................................... 4

3) INQUADRAMENTO GEOLOGICO GEOMORFOLOGICO E MODELLO GEOLOGICO ...................... 5

3.1 Inquadramento Geologico – Geomorfologico Regionale ............................................................. 5

3.2 Aspetti Geologici – Geomorfologici dell’area in esame ................................................................. 6

3.3 Idrografia ed Idrogeologia (cenni)........................................................................................................ 8

3.4 Pericolosità Geo-ambientale e Strumenti Urbanistici ................................................................... 9

4) INDAGINI EFFETTUATE E MODELLO GEOLOGICO GEOTECNICO PRELIMINARE.................10

4.1 Modello Geologico Geotecnico Preliminare .....................................................................................14

5) VERIFICA DEL CARICO LIMITE (SLU) E STIMA DEI CEDIMENTI ..................................................18

5.1 Dati Generali .................................................................................................................................................18

5.2 Coefficienti Sismici (N.T.C.) .....................................................................................................................19

5.3 Stratigrafia Terreno ..................................................................................................................................19

5.4 Carico Limite Fondazione combinazione A1+M1+R3 (Condizione non drenata) .........20

5.5 Carico Limite Fondazione combinazione A1+M1+R3 (Condizione drenata)...................21

5.6 Stima dei Cedimenti Elastici ...................................................................................................................22

5.7 Stima dei Cedimenti Edometrici ...........................................................................................................23

6) CONCLUSIONI ......................................................................................................................................................24
Indice delle Tavole e delle Figure

Fig. 1: Corografia

Fig. 2: Opera in Progetto

Fig. 3: Ubicazione Indagini Effettuate

Fig. 4: Estratto Carta Geologica d’Italia 1:50.000 – Foglio n. 389

Fig. 5: Sezione Geologica da Carta Geologica d’Italia 1:50.000 – Foglio n. 389 “Anagni”

Fig. 6: Estratto Carta di Sintesi del P.A.I.

Fig. 7: Estratto Carta dello Scenario di Rischio Sismico

Fig. 8: Profili Altimetrici da Google Earth

Allegati

ALLEGATO 1: PROVE PENETROMETRICHE

ALLEGATO 2: INDAGINE GEOFISICA DI SUPERFICIE

ALLEGATO 3: SONDAGGI GEOGNOSTICI A CAROTAGGIO CONTNUO E PROVE SPT

ALLEGATO 4: INDAGINE GEOFISICA IN FORO (DOWN-HOLE)

ALLEGATO 5: CERTIFICATI DI LABORATORIO GEOTECNICO

ALLEGATO 6: DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA DELLE INDAGINI EFFETTUATE


Relazione Geologica - Geotecnica

0) GENERALITÀ

Il sottoscritto Baldini Adriano, iscritto all’Ordine Regionale Geologi dell’Emilia Romagna al n.749,
residente in Trevozzo Via Fermi n.113 – Alta Val Tidone (PC), dipendente di Geotest s.r.l., a seguito
dello specifico incarico conferitogli da VAILOG s.r.l., redige la presente relazione geologica,
geofisica e geotecnica preliminare in ossequio a quanto sancito dal D.M. 17/01/2018 e dalle altre
normative nazionali e regionali in materia di tutela ambientale.

1) PREMESSA

Con la presente relazione vengono valutati gli aspetti geologici, geotecnici, geomorfologici, geofisici
ed idrogeologici, relativi alla fattibilità geologica di un nuovo deposito in c.a. da realizzarsi presso
Località Quartaccio nel Comune di Colleferro, circa quattro chilometri a nord dal cento del
Capoluogo (fig. 1). Nel dettaglio il lotto di interesse presenta un’estensione areale di circa 136.000
m2, mentre il manufatto in progetto avrà in pianta le dimensioni indicative di 140 m x 250 m
occupando una superficie di circa 35.000 m2 (fig. 2).
Per la descrizione dettagliata dell’intervento programmato si rimanda alla relazione tecnica allegata
alla pratica di progetto.

Ad evasione di una vostra specifica richiesta, e con lo scopo di verificare la compatibilità geologico-
geotecnica di quanto in progetto, lo scrivente ha eseguito il giorno 05/06/2018 un sopralluogo
geologico generale durante il quale sono state raccolte tutte quelle informazioni di carattere
geologico-geomorfologico necessarie per procedere ad una corretta valutazione circa la compatibilità
tra l’intervento in progetto e la realtà geologica locale.

Geotest s.r.l. soc. unipersonale 1


Servizi Geologici – Geotecnici e Geofisici
Web: Geo-Test.it - email: Geotestsrl@hotmail.it
Servizi Geologici - Geotecnici - Geofisici - Ambientali

Opera in Progetto

Fig. 1: Corografia
Servizi Geologici - Geotecnici - Geofisici - Ambientali

Fig. 2: Opera in Progetto (realizzazione di un nuovo deposito)


Relazione Geologica - Geotecnica

Per verificare l’assetto stratigrafico dell’area e per avere informazioni di massima circa i parametri
geotecnici del terreno presente in sito, lo scrivente ha condotto, entro il perimetro d’interesse, le
seguenti indagini geognostiche/geofisiche la cui ubicazione è illustrata in fig. 3 mentre la
documentazione fotografica è riportata in allegato 6:

• n. 12 prove penetrometriche dinamiche eseguite con penetrometro Pagani TG 63-200 la cui


elaborazione e risultati sono riportati in allegato 1;

• Indagini geofisiche di superficie (trattazione specifica riportata in allegato 2) consistite in:

- n. 4 prove MASW per la caratterizzazione della categoria di suolo sismico (VSeq)


- n. 8 prove HVSR tipo Nakamura per la determinazione della frequenza sito specifica
- n. 2 profili sismo-tomografici

• n. 2 sondaggi geognostici a rotazione a carotaggio continuo spinti alla profondità di 30.0 m dal
p.c. (S.1 e S.2). Prelievo di n. 2 campioni di terreno ed esecuzione di prove SPT in foro (in allegato
3 si riportano i dettagli dell’indagine);

• n. 1 prova di sismica a rifrazione con metodologia Down-Hole entro uno dei due fori di sondaggio
(S.1) opportunamente attrezzato (allegato 4)

• Esecuzione di analisi presso laboratorio geotecnico certificato, per la caratterizzazione specifica


di n. 2 campioni prelevati durante i sondaggi (si riportano i rispettivi risultati e certificati in
allegato 5).

Un importante supporto, che integra ed approfondisce la conoscenza del territorio, sono le


informazioni bibliografiche e d’archivio disponibili tra cui risultanze ottenute in occasione di
pregresse indagini geognostiche svolte in aree più o meno prossime a quella di interesse e correlabili
al contesto geologico locale. I dati a disposizione permettono di delineare, nel loro insieme, una
conoscenza di sito approfondita incrementando la risoluzione ed il dettaglio delle informazioni
disponibili.
L’insieme delle informazioni raccolte ed il confronto dei risultati ottenuti, hanno consentito di
procedere, in un primo tempo, alla modellizzazione geologica e caratterizzazione geotecnica
preliminare dei terreni investigati e, successivamente, ad una valutazione e stima preliminare del
Carico Limite (SLU) a cui può essere assoggettato il terreno sede di imposta delle fondazioni del
futuro manufatto.

Geotest s.r.l. soc. unipersonale 2


Servizi Geologici – Geotecnici e Geofisici
Web: Geo-Test.it - email: Geotestsrl@hotmail.it
OGGETTO

Località Quartaccio nel


Comune di Colleferro (Roma)
Realizzazione di un nuovo deposito

H/V 3 H/V 8 H/V 7 TITOLO


S. 2
DPSH 10 DPSH 11 DPSH 4 DPSH 3
P1 P2 PLANIMETRIA DELLE INDAGINI

INDAGINI GEOGNOSTICHE
M2 M4
Prova penetrometrica dinamica pesante
DPSH 1
Sondaggi a carotaggio continuo con
S. 1 SPT in foro
DPSH 9 DPSH 12 DPSH 5 DPSH 2
H/V 2 H/V 6 INDAGINI SISMICHE

P1 - P2 Stendimento Sismico

Prova MASW
M1 - M4
M1 M3
DPSH 8 DPSH 7 DPSH 6 DPSH 1 H/V 1
Prova Microtremori tipo Nakamura

S. 1-DH Sismica in foro - Down-Hole


DH
H/V 1
H/V 4 H/V 5

COROGRAFIA

Fig. 3
Relazione Geologica - Geotecnica

Sinteticamente le indagini eseguite si sono sostanziate nelle seguenti operazioni:

a) rilevamento geologico, geomorfologico ed indagini geognostiche di superficie utili alla


modellazione geologica ed idrogeologica preliminare sito specifica;
b) caratterizzazione geomeccanica di massima del terreno presente nel sottosuolo dell’area in esame,
definizione della categoria di suolo sismico di fondazione e della frequenza sito specifica;
c) considerazioni geotecniche qualitative e semi-quantitative sull’interazione tra opera/e in progetto
ed assetto geologico locale con attenzione al sistema terreno/fondazione in termini di capacità
portante e cedimenti attesi;
d) valutazioni in merito alla compatibilità tra l’intervento in progetto ed il contesto/pericolosità
geoambientale/i in cui si inserisce il volume significativo individuato.

Geotest s.r.l. soc. unipersonale 3


Servizi Geologici – Geotecnici e Geofisici
Web: Geo-Test.it - email: Geotestsrl@hotmail.it
Relazione Geologica - Geotecnica

2) NORMATIVE DI RIFERIMENTO

D.M. LL.PP. del 11/03/1988


Norme tecniche riguardanti le indagini sui terreni e sulle rocce, la stabilità dei pendii naturali e
delle scarpate, i criteri generali e le prescrizioni per la progettazione, l'esecuzione e il collaudo
delle opere di sostegno delle terre e delle opere di fondazione.
D.M. LL.PP. del 14/02/1992
Norme tecniche per l'esecuzione delle opere in cemento armato normale e precompresso e per le
strutture metalliche.
D.M. 9 Gennaio 1996
Norme Tecniche per il calcolo, l'esecuzione ed il collaudo delle strutture in cemento armato
normale e precompresso e per le strutture metalliche
D.M. 16 Gennaio 1996
Norme Tecniche relative ai criteri generali per la verifica di sicurezza delle costruzioni e dei carichi
e sovraccarichi
D.M. 16 Gennaio 1996
Norme Tecniche per le costruzioni in zone sismiche
Circolare Ministero LL.PP. 15 Ottobre 1996 N. 252 AA.GG./S.T.C.
Istruzioni per l'applicazione delle Norme Tecniche di cui al D.M. 9 Gennaio 1996
Circolare Ministero LL.PP. 10 Aprile 1997 N. 65/AA.GG.
Istruzioni per l'applicazione delle Norme Tecniche per le costruzioni in zone sismiche di cui al
D.M. 16 Gennaio 1996
Decreto n. 159 del 14.9.2005
Normative Tecniche per le costruzioni in zona sismica.
Eurocodice 7
Progettazione geotecnica – Parte 1: Regole generali.
Eurocodice 8
Indicazioni progettuali per la resistenza sismica delle strutture - Parte 5: Fondazioni, strutture di
contenimento ed aspetti geotecnici.
D.M 14/01/2008
Norme Tecniche per le Costruzioni
D.M 17/01/2018
Aggiornamento alle Norme Tecniche per le Costruzioni
Geotest s.r.l. soc. unipersonale 4
Servizi Geologici – Geotecnici e Geofisici
Web: Geo-Test.it - email: Geotestsrl@hotmail.it
Relazione Geologica - Geotecnica

3) INQUADRAMENTO GEOLOGICO-GEOMORFOLOGICO

La zona interessata dal presente studio è ubicata nel settore settentrionale del Comune di Colleferro,
in Località Quartaccio ad una quota media di circa 252 m s.l.m. (fig. 1).

3.1 Inquadramento Geologico – Geomorfologico Regionale

L’area oggetto del presente studio è compresa entro il foglio 389 “Anagni” della nuova Carta
Geologica d’Italia a scala 1:50.000 (fig. 4 e 5). L'area del Lazio compresa entro tale foglio si colloca
a SE di Roma ed è caratterizzata da una zona montuosa appartenente alla catena preappenninica dei
M.ti Lepini (nella porzione occidentale); una zona montuosa e di alta collina appartenente alla catena
dei M.ti Ernici (Appennino centrale – nella porzione nord orientale); e la zona in cui si inserisce l’area
di studio, rappresentata dalla depressione tettonica della Valle Latina (Valle del Sacco) compresa tra
i rilievi dei M.ti Lepini e dei M.ti Ernici, con fondovalle subpianeggiante o di bassa collina, nel tratto
riguardante quasi tutto il bacino del F. Sacco (affluente del Liri-Garigliano) il cui asse si sviluppa in
direzione grosso modo appenninica e dove la zona sud-occidentale, immediatamente a ridosso della
struttura lepina, rappresenta il fianco sud-occidentale dell'anticlinale di Macchia d'Anagni.
I M.ti Lepini e i M.ti Ernici sono costituiti in prevalenza da sedimenti carbonatici di piattaforma,
rappresentati per lo più da calcari, calcari dolomitici e dolomie di età compresa fra il Neocomiano e
il Maastrichtiano-Paleocene (?). In queste due zone affiorano inoltre, molto subordinatamente sia per
estensione che per potenza, formazioni calcareo-marnoso-argillose del Miocene, dal Langhiano al
Messiniano, e grossolanamente clastiche del Mio-pliocene (?). Tra il Cretacico-Paleocene (?) ed il
Langhiano esiste la ben nota lacuna stratigrafica paleogenica.
Nella zona interposta tra le due catene di monti, cioè nella valle del F. Sacco, affiorano in prevalenza
depositi calcarei e terrigeni miocenici (per uno spessore complessivo di un migliaio di metri) e
formazioni quaternarie continentali detritiche, di deposito chimico, ecc. (conglomerati, argille,
travertini, ecc.), e vulcaniche (colate piroclastiche, cineriti, ecc.) con potenza massima non inferiore
ai 250-300 metri.
L'assetto strutturale è in generale riferibile a monoclinali fagliate e dislocate con immersione
prevalente verso NE e SW, accompagnate da piegamenti più o meno pronunciati. Gli assi tettonici,
corrispondenti per lo più a quelli orografici, hanno prevalente orientamento appenninico; la vergenza
delle strutture è grosso modo verso NE. Le faglie principali si sviluppano secondo due sistemi: uno
con orientamento appenninico e l'altro trasversale al primo.
Geotest s.r.l. soc. unipersonale 5
Servizi Geologici – Geotecnici e Geofisici
Web: Geo-Test.it - email: Geotestsrl@hotmail.it
Servizi Geologici - Geotecnici - Geofisici - Ambientali

CARTA GEOLOGICA D’ITALIA 1:50.000


ANAGNI Foglio 389

Fig. 4: Estratto Carta Geologica d’Italia 1:50.000 – Foglio n. 389


Servizi Geologici - Geotecnici - Geofisici - Ambientali

SEZIONE GEOLOGIA DA CARTA GEOLOGICA D’ITALIA 1:50.000 – FOGLIO 389

Fig. 5: Sezione Geologica da Carta Geologica d’Italia 1:50.000 – Foglio n. 389 “Anagni”
Relazione Geologica - Geotecnica

3.2 Aspetti Geologici – Geomorfologici dell’area in esame

L’area oggetto del presente studio si inserisce, come precedentemente accennato, nella Valle del
Sacco: depressione tettonica compresa tra i rilievi dei M.ti Lepini e dei M.ti Ernici.
La Valle Latina è dovuta al ribassamento per faglie dirette, le cui dislocazioni sono nascoste dal
riempimento alluvionale e rivestimento vulcanico.
I depositi affioranti sono riconducibili alle formazioni vulcaniche pleistoceniche dell’Alta Valle del
Fiume Sacco a cui si sovrappongono le cineriti pedogenizzate. Trattasi prevalentemente di depositi
piroclastici che hanno colmato la paleovalle del Fume Sacco e dei suoi tributari, arrivando a lambire
le formazioni carbonatiche cretacee della piattaforma laziale abruzzese.
Generalmente sulle dorsali delle colline affiorano cineriti di tipo limo - sabbioso, pedogenizzate e
localmente argillificate, che sovrastano le pozzolane ed i tufi.
Come riportato anche nelle note illustrative della Carta Geologica d’Italia 1:100.000 “Foglio Alatri”,
il Pliocene non è conosciuto pertanto dalle formazioni mioceniche si passa a quelle quaternarie che,
nell’area di interesse, sono rappresentate da lave e tufi vulcanici.

I tufi appaiono terrosi, rimaneggiati con terreno vegetale, incoerenti (pozzolane) e litoidi (peperini e
tufi gialli). Sui grandi altipiani delle catene montuose, la terra rossa del fondo delle doline e quella
che riempie le litoclasi nei calcari e nelle dolomie, è costituita in gran parte dagli stessi elementi che
compongono i tufi. Si tratta, perciò, dei resti di un accumulo eolico che doveva ricoprire quasi tutta
la zona. Questa copertura è stata in parte asportata dalle acque di dilavamento. L'origine dei tufi si
deve cercare nelle eruzioni dei vulcani quaternari del Lazio (vulcano Laziale e vulcani Ernici della
Valle Latina). L'età precisa dei tufi non è conosciuta, ma è stato osservato che questi sono
contemporanei all'ultima fase glaciale dell'Appennino e, probabilmente posteriori al deposito dei
conglomerati terrazzati.

Nel foglio geologico Anagni le unità vulcaniche di cui sopra sono state maggiormente dettagliate (fig.
4 e 5) e, in riferimento alla caratterizzazione descrittiva contenuta nelle note illustrative dedicate, le
unità affioranti sono così schematizzabili:

Geotest s.r.l. soc. unipersonale 6


Servizi Geologici – Geotecnici e Geofisici
Web: Geo-Test.it - email: Geotestsrl@hotmail.it
Relazione Geologica - Geotecnica

ηps/9 - Tufi stratificati. Sottostanti, intercalati e sovrastanti a colate piroclastiche. Si rinvengono


spessori variabili di prodotti di esplosione, e di deposizione per lo più subaerea, di rado debolmente
cementati, spesso interessati da spinti processi di argillificazione e di pedogenesi.
È possibile accertare la loro appartenenza a diverse fasi di esplosione solamente quando essi siano in
diretti rapporti con le colate piroclastiche o esistano tra i vari depositi discordanze angolari in
conseguenza di successive fasi erosive. Negli affioramenti in cui ciò non è osservabile, è impossibile,
dalle sole caratteristiche litologiche, attribuire a questi prodotti un preciso livello cronostratigrafico
di riferimento; questa incertezza ha consigliato l'unificazione cartografica di tali vulcaniti in un unico
complesso.

η3w/8 - Colata piroclastica gialla, vacuolare, superiore. La colata piroclastica più recente che ha
trovato una via di scorrimento nell'area del “foglio 389”, presenta spiccati caratteri litologici
differenziali rispetto alle vulcaniti aventi la stessa giacitura, precedentemente descritte. Gli spinti
fenomeni di alterazione superficiale da cui essa è facilmente interessata ne rendono spesso
irriconoscibili i caratteri tipici e, non raramente, arrivano a mascherare completamente l'intero
affioramento.

pp/7 - Cineriti pedogenizzate. Le unità vulcaniche precedentemente descritte sono quasi


costantemente ricoperte da livelli cineritici in cui, per la lunga permanenza in ambiente subaereo, i
processi di pedogenizzazione sono particolarmente avanzati; la loro colorazione bruno-rossastra e la
presenza, a varie profondità degli strati, di laccature e concrezioni nero-violacee di ferro-manganese
testimoniano gli evoluti fenomeni di riduzione degli ossidi di Fe e il difficoltoso drenaggio in tali
depositi. Oltre che nei livelli di copertura della serie piroclastica, tali fenomeni sono evidenti anche
nelle cineriti a granulometria più sottile depositatesi sia alla periferia dell'area vulcanica, sia sui rilievi
mesozoici e terziari durante tutto il periodo di attività esplosiva dei vari apparati del Vulcano Laziale
e rimaste, quindi, per più lungo tempo soggette ai processi di pedogenizzazione. Con caratteristiche
del tutto analoghe si possono poi presentare le cineriti emesse dai centri e dagli apparati dei cosiddetti
“vulcani etnici”, ricadute sia nei dintorni degli stessi sia in aree al di fuori della loro stretta
localizzazione regionale. Questa convergenza di caratteristiche macroscopiche in litotipi di età,
origine e forse anche natura diverse, non sempre permette una sicura attribuzione di questi prodotti a
singoli e distinti apparati; si è ritenuto perciò opportuno unificarli cartograficamente sotto un unico
simbolo.

Geotest s.r.l. soc. unipersonale 7


Servizi Geologici – Geotecnici e Geofisici
Web: Geo-Test.it - email: Geotestsrl@hotmail.it
Relazione Geologica - Geotecnica

I depositi vulcanici risultano quasi sempre ricoperti da una coltre di depositi limo‐argillosi, di origine
sedimentaria, associati a terreni vulcanici rimaneggiati, sempre a granulometria limo‐ argillosa, con
spessore consistente nelle depressioni morfologiche e nelle fasce a ridosso dei corsi d’acqua e ridotto
a 1‐2 metri nelle zone più elevate.

Le indagini sito specifiche condotte, hanno confermato l’inquadramento descritto in letteratura, con
presenza di sedimenti eluvio-colluviali sabbioso-limosi misti a cineriti rimaneggiate e piroclastiti
quali cineriti, pozzolane e tufi.
In particolare nell'area d'intervento le litologie riscontrate consistono in una coltre di alterazione
superficiale di natura argilloso-sabbiosa di facies colluviale con spessore variabile da 1.5 a 2.5 m,
passante a piroclastiti granulari scolte da poco a ben addensate e piroclastiti di tipo litoide saldato.

3.3 Idrografia ed Idrogeologia (cenni)

L'area di studio ricade all'interno del bacino Idrogeologico del Fiume Sacco e presenta terreni
superficiali di media permeabilità per porosità primaria che rendono il deflusso superficiale non
particolarmente significativo. Il tipo di falda presente in questa zona è pertanto influenzata dalla
permeabilità per porosità della formazione vulcanica. La regimazione delle acque di scorrimento
superficiale è regolata dalla presenza di adeguate canalizzazioni che le drenano verso i fossi di
fondovalle. Sia le indagini svolte nell’ambito del presente studio che le prove pregresse condotte in
aree limitrofe (tra cui perforazioni eseguite nel 2007), non hanno rilevato la presenza di falde
acquifere entro i primi 20.0 m dal p.c.

Dati bibliografici riportano falde acquifere di una certa importanza solo a profondità dell'ordine dei
100-120 metri dal p.c. attuale. Da precisare è, tuttavia, che le unità vulcaniche di base presentano
diverso grado di permeabilità: molto basso per le tufiti argillose, più elevato per le piroclastiti
pozzolanacee e tufitiche. I contrasti di permeabilità tra i diversi livelli possono pertanto determinare
la formazione di falde con modesta entità in cui un ruolo importante di ricarica è rappresentato
dall’infiltrazione efficace delle precipitazioni medie annue.

Geotest s.r.l. soc. unipersonale 8


Servizi Geologici – Geotecnici e Geofisici
Web: Geo-Test.it - email: Geotestsrl@hotmail.it
Relazione Geologica - Geotecnica

3.4 Pericolosità Geo-ambientale e Strumenti Urbanistici

In considerazione dei dati acquisiti sul sito in esame ed alla luce delle conoscenze disponibili, l’area
di interesse costituisce un ambito territoriale caratterizzato dall’assenza di elementi documentali tali
da consentirne la definizione di pericolosità geologiche specifiche (fig.6).
La morfologia di tipo collinare e debolmente ondulata con ridotte pendenze determina un assetto
stabile e senza dissesti.

Per quanto concerne la caratterizzazione sismica di sito, indicata nell'Ordinanza del Presidente del
Consiglio dei Ministri n. 3274/2003, aggiornata con la Delibera della Giunta Regionale del Lazio n.
387 del 22 maggio 2009, il Comune di Colleferro è classificato in zona sismica 2B corrispondente ad
una pericolosità sismica media dove possono verificarsi forti terremoti. La sottozona 2B indica un
valore di ag < 0,20g.
La carta dello scenario di rischio sismico prodotta nell’ambito del piano di emergenza comunale del
2016 (fig. 7), colloca il sito in oggetto tra le zone suscettibili di amplificazione sismica locale per
effetti stratigrafici.

Geotest s.r.l. soc. unipersonale 9


Servizi Geologici – Geotecnici e Geofisici
Web: Geo-Test.it - email: Geotestsrl@hotmail.it
Servizi Geologici - Geotecnici - Geofisici - Ambientali

PIANO STRALCIO PER L’ASSETTO IDROGEOLOGICO (P.A.I.) – CARTA DI SINTESI

Fig. 6: Estratto Carta di Sintesi del Piano Stralcio per l’Assetto Idrogeologico
Autorità dei Bacini Regionali del Lazio
Servizi Geologici - Geotecnici - Geofisici - Ambientali

CARTA DELLO SCENARIO DI RISCHIO SISMICO

Fig. 7: Estratto Carta dello Scenario di Rischio Sismico – da Piano di Emergenza Comunale 2016
Relazione Geologica - Geotecnica

4) INDAGINI EFFETTUATE E MODELLO GEOLOGICO GEOTECNICO PRELIMINARE

Allo scopo di verificare la fattibilità dell’opera in progetto e valutarne la compatibilità rispetto al


contesto geologico-idrogeologico in cui si inserisce, lo scrivente ha effettuato, nel giorno 05/06/2018,
un sopralluogo geologico generale durante il quale sono stati presi in considerazione gli aspetti
geologici, geomorfologici ed idrologici per un intorno significativo del sito in esame.
Osservazione e rilevamento geologico di superficie sono stati integrati con indagini sito specifiche
finalizzate alla modellazione geologica ed individuazione delle principali unità litotecniche
costituenti il primo sottosuolo dell’area di studio.

La campagna geognostica (ubicazione prove illustrata in fig. 3) è consistita nell’esecuzione di:

• n. 12 prove penetrometriche dinamiche eseguite con penetrometro Pagani TG 63-200 il quale,


tramite un maglio di 63.5 Kg di peso che cade da 75 cm di altezza, infigge nel terreno una serie
di aste lunghe un metro cadauna all’estremità delle quali vi è una punta standardizzata di 20.43
cm2 di sezione. Le letture su passo strumentale (n. di colpi ogni 20 cm di infissione dell’asta),
elaborazione e risultati sono riportati in allegato 1. La parametrizzazione geomeccanica restituita
in fase interpretativa, costituisce una base per la valutazione preliminare della capacità portante e
dei cedimenti attesi sviluppata nel capitolo successivo del presente documento.

• Indagini geofisiche di superficie (la trattazione specifica è riportata in allegato 2) consistite in n.


4 prove MASW per la caratterizzazione della categoria di suolo sismico (VSeq), n. 8 prove HVSR
tipo Nakamura per la determinazione della frequenza sito specifica e n. 2 profili sismo-
tomografici

• n. 2 sondaggi geognostici a rotazione a carotaggio continuo spinti alla profondità di 30.0 m dal
p.c. (S.1 e S.2). Prelievo di n. 2 campioni di terreno ed esecuzione di prove SPT in foro (in allegato
3 si riportano i dettagli dell’indagine);

• n. 1 prova di sismica a rifrazione con metodologia Down-Hole entro uno dei due fori di sondaggio
(S. 1) opportunamente attrezzato (allegato 4);

• Esecuzione di analisi presso laboratorio geotecnico certificato, per la caratterizzazione specifica


di n. 2 campioni prelevati durante i sondaggi (si riportano i rispettivi risultati e certificati in
allegato 5).

Geotest s.r.l. soc. unipersonale 10


Servizi Geologici – Geotecnici e Geofisici
Web: Geo-Test.it - email: Geotestsrl@hotmail.it
Relazione Geologica - Geotecnica

Una preliminare analisi dei contenuti derivanti dallo stato dell’arte nonché il reperimento di
documentazione tecnica esistente (esempio pregresse campagne geognostiche correlabili per contesto
specifico) costituiscono passi necessari alla comprensione della realtà indagata e, pertanto, alla
limitazione del grado di incertezza interpretativa.

Dalla sinergia degli strumenti conoscitivi sopra descritti è stato possibile definire in via preliminare
un modello geologico rappresentativo dell’assetto lito-stratigrafico di sito, nonché l’individuazione e
caratterizzazione delle principali unità litotecniche interagenti con l’opera in progetto.

La campagna di indagini eseguita, è stata dimensionata in relazione all’attuale fase di stato


progettuale. Ne consegue una finalità ed un grado di definizione del modello geologico coerente con
il livello di approfondimento adottato. In considerazione del fatto che la definizione del piano delle
indagini, la caratterizzazione e la modellazione geotecnica è responsabilità del progettista (con
riferimento alla normativa nazionale), potranno effettuarsi integrazioni alle prove eseguite sotto
indicazione e richiesta di quest’ultimo. Di seguito, per maggior chiarezza sull’argomento, si riportano
estratti normativi dedicati alla progettazione geotecnica (DECRETO 17 gennaio 2018 -
Aggiornamento delle «Norme tecniche perle costruzioni»).

Estratto Articolo 6.2.1 “Caratterizzazione e Modellazione Geologica del Sito”


Aggiornamento delle Norme Tecniche per le Costruzioni (D.M. 17.01.2018)

“Il modello geologico di riferimento è la ricostruzione concettuale della storia evolutiva


dell’area di studio. La caratterizzazione e la modellazione geologica del sito deve
comprendere la ricostruzione dei caratteri litologici, stratigrafici, strutturali, idrogeologici,
geomorfologici e, più in generale, di pericolosità geologica del territorio, descritti e
sintetizzati dal modello geologico di riferimento. In funzione del tipo di opera, di intervento e
della complessità del contesto geologico nel quale si inserisce l’opera, specifiche indagini
saranno finalizzate alla documentata ricostruzione del modello geologico. Il modello
geologico deve essere sviluppato in modo da costituire elemento di riferimento per il
progettista per inquadrare i problemi geotecnici e per definire il programma delle indagini
geotecniche”.

Geotest s.r.l. soc. unipersonale 11


Servizi Geologici – Geotecnici e Geofisici
Web: Geo-Test.it - email: Geotestsrl@hotmail.it
Relazione Geologica - Geotecnica

Estratto Articolo 6.2.2 “Indagini, caratterizzazione e modellazione geotecnica”


Aggiornamento delle Norme Tecniche per le Costruzioni (D.M. 17.01.2018).

“Le indagini geotecniche devono essere programmate in funzione del tipo di opera e/o di
intervento e devono riguardare il volume significativo di terreno (parte di sottosuolo
influenzata, direttamente o indirettamente, dalla costruzione del manufatto e che influenza il
manufatto stesso). Le indagini devono permettere la definizione dei modelli geotecnici di
sottosuolo necessari alla progettazione. Della definizione del piano delle indagini, della
caratterizzazione e della modellazione geotecnica è responsabile il progettista. I valori
caratteristici delle grandezze fisiche e meccaniche da attribuire ai terreni devono essere
ottenuti mediante specifiche prove di laboratorio su campioni indisturbati di terreno e
attraverso l'interpretazione dei risultati di prove e misure in sito. Per valore caratteristico di
un parametro geotecnico deve intendersi una stima ragionata e cautelativa del valore del
parametro nello stato limite considerato. Ai fini dell’analisi quantitativa di uno specifico
problema, per modello geotecnico di sottosuolo si intende uno schema rappresentativo del
volume significativo di terreno, suddiviso in unità omogenee sotto il profilo fisico-meccanico,
che devono essere caratterizzate con riferimento allo specifico problema geotecnico.
È responsabilità del progettista la definizione del piano delle indagini, la caratterizzazione e la
modellazione geotecnica. Nel caso di costruzioni o di interventi di modesta rilevanza, che
ricadano in zone ben conosciute dal punto di vista geotecnico, la progettazione può essere
basata su preesistenti indagini e prove documentate sull'esperienza e sulle conoscenze
disponibili, ferma restando la piena responsabilità del progettista su ipotesi e scelte
progettuali”.

Il modello di sottosuolo schematizzato, può definirsi “Modello geologico – geotecnico preliminare”


in quanto oltre a costituire un primo rapporto di prefattibilità ambientale dell'opera, supportato da
valutazioni ed indagini geologiche – idrogeologiche, introduce una preliminare definizione del
"livello di pericolosità geologica" e del "comportamento" del sito in quanto accompagnato da indagini
e prove geotecniche finalizzate al problema specifico, ante operam.

Geotest s.r.l. soc. unipersonale 12


Servizi Geologici – Geotecnici e Geofisici
Web: Geo-Test.it - email: Geotestsrl@hotmail.it
Relazione Geologica - Geotecnica

La redazione di un modello geologico-geotecnico “definitivo” potrà essere sviluppata sulla base di


un progetto esecutivo ad opera del progettista, mediante disamina approfondita delle "problematiche
esaminate" e delle "verifiche analitiche in sede di progettazione esecutiva".
Nel modello proposto, la scelta dei valori caratteristici da attribuire alle grandezze fisiche e
meccaniche del terreno, si basa sulla valutazione di più fattori: analisi cautelativa dei risultati ottenuti
da specifiche prove e misure eseguite in sito; condizioni di stato limite considerato; complessità della
realtà geologica sito specifica e pericolosità geologiche riscontrate entro il volume significativo
considerato.

La variabilità nei valori dei parametri geomeccanici relativi a differenti porzioni di terreno coinvolte
nel volume significativo e ottenuti a seguito dell’elaborazione delle prove eseguite, è riconducibile
all’eterogeneità latero-verticale della realtà geologica-geolitologica locale.
Ad integrazione delle conoscenze di sito e a supporto interpretativo delle indagini condotte, sono state
inoltre utilizzate le informazioni bibliografiche e d’archivio disponibili.

Geotest s.r.l. soc. unipersonale 13


Servizi Geologici – Geotecnici e Geofisici
Web: Geo-Test.it - email: Geotestsrl@hotmail.it
Relazione Geologica - Geotecnica

4.1 Modello Geologico Geotecnico Preliminare

L’attività vulcanica, come già introdotto nel paragrafo dedicato all’inquadramento geologico di sito,
è tra i principali elementi che hanno caratterizzato e determinato l’attuale aspetto morfologico e
litostratigrafico dell’area oggetto del presente studio.
I depositi piroclastici da colata e da ricaduta ricoprono grandi aree dell’Italia centrale e meridionale,
raggiungendo complessivamente una superficie totale di 89.000 km2.
I Colli Albani (Vulcano Laziale) sono tra i principali edifici vulcanici dell’Italia centrale la cui attività
risale al Pleistocene medio-superiore e si esprime principalmente con depositi da colata piroclastica
e con principali formazioni di pozzolane e tufi. Le rocce piroclastiche comprendono tutti i prodotti di
lancio, sia incoerenti che litificati, emessi nel corso delle fasi esplosive dell’attività vulcanica.

La complessità intrinseca dei terreni e delle rocce piroclastiche ne rende difficile la loro
caratterizzazione geotecnica attraverso gli usuali metodi noti in letteratura, tuttavia, al fine di fornire
una definizione qualitativa e semi-quantitativa di alcune delle principali proprietà geotecniche dei
terreni in esame, si è cercato di caratterizzarli trattandoli come materiale sedimentario (però di origine
vulcanica) anziché come prodotti piroclastici in senso stretto, basandosi sui risultati delle prove di
laboratorio e di sito.
L’approccio adottato si basa sul fatto che tale materiale, pur avendo una chiara origine endogena, può
essere annoverato tra depositi/rocce sedimentarie poiché, con queste ultime, condivide aspetti
fondamentali quali i meccanismi di messa in posto e di diagenesi.

Facendo riferimento a diversi studi (tra cui “Modello di classificazione geologico-geotecnica di


terreni piroclastici dell’Italia centrale” dal VIII Convegno Nazionale dei Giovani Ricercatori di
Geologia Applicata 2010 di M. Cecconi, M. Scarapazzi e G. M.B. Viggiani), le piroclastiti (il termine
piroclastite si riferisce a terreni/rocce costituite da una percentuale > 75% di frammenti derivanti da
attività vulcanica) possono presentarsi, in linea generale, come materiale in forma litoide o saldato
oppure come materiale in forma granulare.
Le piroclastiti di tipo litoide o saldato sono caratterizzate da clasti fortemente o debolmente saldati
fra loro ed il comportamento meccanico del materiale può variare tra quello di una roccia tenera e
quello tipico di un terreno granulare cementato;
Le piroclastiti di tipo granulare presentano invece clasti non legati fra loro ed il comportamento del
materiale è quello tipico di un terreno granulare sciolto (piroclastiti da ricaduta).
Geotest s.r.l. soc. unipersonale 14
Servizi Geologici – Geotecnici e Geofisici
Web: Geo-Test.it - email: Geotestsrl@hotmail.it
Relazione Geologica - Geotecnica

La caratterizzazione geomeccanica delle unità litotecniche individuate è stata affrontata con duplice
approccio semplificativo indicando nella descrizione, sia i parametri geotecnici nell’ipotesi di
comportamento coesivo sia nell’ipotesi di comportamento incoerente granulare.
I depositi piroclastici, anche se di tipo granulare, possono infatti presentare un contributo coesivo alla
resistenza del terreno (coesione) conferitogli dai legami intergranulari (bonding), la cui natura può
essere di cementazione reale o di cementazione apparente (ad esempio derivante dalla suzione di
matrice nei terreni non saturi).
Generalmente la classificazione delle piroclastiti è basata sul grado di litificazione, sulla
composizione chimico-mineralogica, e sulle dimensioni prevalenti degli elementi costituenti (bombe
e blocchi, lapilli, ceneri), i cui termini corrispondono per taglia a ruditi, areniti e lutiti delle rocce
sedimentarie clastiche.

Di seguito si riporta la classificazione granulometrica proposta da FISHER & SCHMINCKE (1984):

- blocchi/bombe: Ø > 64 mm;


- lapilli: 2 < Ø < 64 mm;
- cenere grossolana: 0.063 < Ø < 2 mm;
- cenere medio-fine: Ø < 0.063 mm.

Le indagini penetrometriche dinamiche eseguite nell’area di interesse, mostrano un’importante


eterogeneità latero-verticale delle caratteristiche geomeccaniche del materiale presente nel
sottosuolo. Tale variabilità è in accordo con il contesto geologico di sito in cui i termini vulcanici
derivanti da attività esplosiva fanno da protagonisti.
La complessità interpretativa è condizionata sia dalla tipologia di deposizione (da caduta o da flusso)
che genera depositi differenti per composizione, struttura, distribuzione, spessore (a parità di
superficie topografica cambia la forma geometrica assunta); sia dai processi di alterazione,
rimaneggiamento e diagenesi che nel tempo li hanno modificati ed in parte “convertiti” in rocce
vulcanoclastiche e/o depositi eluvio-colluviali.
Nella definizione delle unità litotecniche sotto riportata, si è cercato di individuare, a livello
macroscopico, i principali termini geomeccanicamente differenziabili, senza entrare nel merito della
classificazione genetica o granulometrica degli stessi. Valutazioni e caratterizzazioni descrittive più
dettagliate sono riportate nelle rappresentazioni interpretative delle indagini di sito eseguite (in
particolare le penetrometie dinamiche in allegato 1 ed i sondaggi a carotaggio continuo in allegato 3).

Geotest s.r.l. soc. unipersonale 15


Servizi Geologici – Geotecnici e Geofisici
Web: Geo-Test.it - email: Geotestsrl@hotmail.it
Relazione Geologica - Geotecnica

Unità 1. Profondità da 0.0 m a 0.4/1.5 m circa. Orizzonte costituito da terreno agrario e


caratterizzato da una coltre di alterazione superficiale con sedimenti eluvio-colluviali a granulometria
argilloso-limosa associati a terreni vulcanici rimaneggiati quali piroclastiti/cineriti pedogenizzate.
Sono talvolta presenti livelli debolmente cementati aventi maggior resistenza alla penetrazione
dinamica. I principali parametri geotecnici caratterizzanti possono così riassumersi: peso unità di
volume  = 1.60/1.70 T/mc; coesione non drenata Cu = 2.3/4.3 T/mq; modulo edometrico Ed = 25/45
kg/cmq; angolo di resistenza al taglio φ = 20°/23°; modulo di Young = 24/37 Kg/cmq. Nspt = 2.62-
4.62.

Unità 2. Profondità da 0.4/1.5 m a 8.0/9.0 m circa. Orizzonte costituito da piroclastiti di tipo


granulare assimilabili a terreno sciolto di natura limoso-sabbiosa. Localmente sono presenti
intercalazioni costituite sia da livelli più addensati/cementati e/o litificati aventi buone caratteristiche
geomeccaniche, sia da livelli poco consistenti con scarsa resistenza alla penetrazione dinamica e
scadenti proprietà geotecniche.
I principali parametri caratterizzanti tale unità possono così riassumersi: peso unità di volume  =
1.70/1.75 T/mc; coesione non drenata Cu = 4.0/4.5 T/mq; modulo edometrico Ed = 45/55 kg/cmq;
angolo di resistenza al taglio φ = 22°/24°; modulo di Young = 40/46 Kg/cmq. Nspt = 4.72.
Si registra un miglioramento delle caratteristiche geotecniche del materiale in corrispondenza dei
livelli più consistenti per addensamento – cementazione - consolidazione e/o litificazione con
proprietà così riassumibili: peso unità di volume  = 1.90/1.95 T/mc; coesione non drenata Cu =
8.5/8.8 T/mq; modulo edometrico Ed = 90/95 kg/cmq; angolo di resistenza al taglio φ = 25°/27°;
modulo di Young = 80/90 Kg/cmq. Nspt = 9.31.
Per contro, la presenza di materiale poco consistente determina una riduzione della resistenza e delle
“prestazioni” geomeccaniche. In alcune verticali penetrometriche (tra cui la n. 6) tale materiale
presenta spessori importanti (potenza metrica) individuando una vera e propria unità litotecnica
distinta. Alla luce di queste considerazioni si sottolinea l’importanza di valutare l’assetto stratigrafico
puntuale al fine di dimensionare in modo mirato la struttura fondazionale e prevedere la risposta
locale del sistema terreno/fondazione. Di seguito le principali caratteristiche geomeccaniche: peso
unità di volume  = 1.55/1.60 T/mc; coesione non drenata Cu = 1.5/2.3 T/mq; modulo edometrico Ed
= 18/25 kg/cmq; angolo di resistenza al taglio φ = 18°/20°; modulo di Young = 16/23 Kg/cmq. Nspt
= 1.47-2.51.

Geotest s.r.l. soc. unipersonale 16


Servizi Geologici – Geotecnici e Geofisici
Web: Geo-Test.it - email: Geotestsrl@hotmail.it
Relazione Geologica - Geotecnica

Unità 3. Profondità da 8.0/9.0 m circa. Materiale piroclastico associabile a tipologia granulare


caratterizzato da migliori proprietà geomeccaniche rispetto all’unità soprastante (unità 2). Tale
incremento nei parametri geotecnici può essere riconducibile ad un aumento nella granulometria dei
costituenti, nonché una maggior cementazione ed addensamento del deposito che appare
complessivamente più compatto. Ancora presenti sono sia le intercalazioni di materiale saldato sia
dei livelli a basso grado di addensamento. Di seguito le principali caratteristiche geomeccaniche: peso
unità di volume  = 1.85/1.95 T/mc; coesione non drenata Cu = 8.0/10.0 T/mq; modulo edometrico
Ed = 80/100 kg/cmq; angolo di resistenza al taglio φ = 22°/27°; modulo di Young = 78/95 Kg/cmq.
Nspt = 8.04-11.29.

Unità 4. Profondità oltre i 10.0/11.0 m circa. Orizzonte caratterizzato da piroclastiti di tipo


litoide o saldato assimilabili a roccia tenera e/o terreno granulare cementato. Lo sviluppo laterale di
questa unità appare irregolare e discontinua: in alcune verticali penetrometriche non è stata
intercettata entro la profondità di sondaggio (un esempio è la verticale n. 9 spinta alla profondità di
16.6 da p.c.) in altre appare invece più superficiale collocandosi a circa 2.8 m dal p.c. come nel caso
della prova n. 3 interpretabile, alternativamente, come un livello cementato e addensato entro un
deposito vulcanico sciolto. Le principali proprietà geomeccaniche deducibili dall’elaborazione delle
prove eseguite possono così riassumersi: peso unità di volume  = 2.00/2.10 T/mc; coesione non
drenata Cu = 15.0/16.0/28.0 T/mq; modulo edometrico Ed = 170/185/300 kg/cmq; angolo di
resistenza al taglio φ = 26°/31°/36°; modulo di Young = 170/180/290 Kg/cmq. Nspt >= 18.38-30.87.

Le indagini sismiche di superficie hanno segnalato la presenza di un contrasto di impedenza acustica


intorno ai 38 – 40 m circa dal p.c. nella porzione sud-occidentale del lotto (altimetricamente più
elevata) mentre intorno ai 30 – 33 m dal p.c. nel settore nord-orientale dello stesso (ribassato di circa
10/15.0 m rispetto all’area sud-ovest). L’elevata profondità del substrato sismico emerge anche dai
risultati delle prove HVSR. In fig. 8 sono riportati due profili altimetrici per meglio visualizzare la
morfologia superficiale dell’area in esame.

Una corrispondenza con il dato sismico, si ritrova nelle osservazioni dirette dei sondaggi a carotaggio
continuo. In particolare il sondaggio S.2 condotto nel settore nord-orientale del lotto, mostra, a partire
da circa 24.0 m di profondità (verticale spinta fino a 30.0 m), la presenza di elementi calcarei
travertinosi, anche in lamine pseudo-litoidi.

Geotest s.r.l. soc. unipersonale 17


Servizi Geologici – Geotecnici e Geofisici
Web: Geo-Test.it - email: Geotestsrl@hotmail.it
Servizi Geologici - Geotecnici - Geofisici - Ambientali

Deposito in Progetto

Deposito in Progetto

Fig. 8: Profili Altimetrici da Google Earth


Relazione Geologica - Geotecnica

5) VERIFICA DEL CARICO LIMITE/Stato Limite Ultimo - Formula Brich-Hansen(EC7–EC8)

Il presente capitolo illustra l’ipotesi fondazionale preliminare riferita all’intervento/i oggetto della
presente relazione.
La verifica riportata costituisce uno strumento ulteriore per valutare la compatibilità geologica
dell’intervento/i in progetto: non assume, pertanto, una valenza ed un significato ingegneristico.
Rimanendo, lo scopo della verifica preliminare, confinato all’individuazione qualitativa di eventuali
problematiche geotecniche del sistema terreno/fondazione, si prenderà in esame solamente un’ipotesi
di pressione normale di progetto e non il completo schema delle forze agenti.
Segnalazioni emerse in questa fase verranno valutate e quantificate dal progettista incaricato in fase
di progettazione definitiva.

Il Carico Limite, determinato secondo le direttive NTC 2018, è stato calcolato utilizzando la formula
di Brinch - Hansen (1970), ed ipotizzando una fondazione superficiale con plinti aventi dimensioni
di 4.0 x 4.0 m.

La presa visione dell’intero scavo fondazionale da parte dello scrivente costituisce condizione
necessaria per confermare l’affidabilità del modello geologico e geotecnico preliminare formulato
nonché le valutazioni relative alla compatibilità del contesto specifico con gli interventi in progetto.

5.1 Dati Generali

Coordinate Lat./Long. 41.764409 / 13.009681


Normativa NTC 2018
Larghezza fondazione 4,0 m
Lunghezza fondazione 4,0 m
Profondità piano di posa 1,5 m
Altezza di incastro 1,5 m
Effetto sismico secondo NTC 2018

Geotest s.r.l. soc. unipersonale 18


Servizi Geologici – Geotecnici e Geofisici
Web: Geo-Test.it - email: Geotestsrl@hotmail.it
Relazione Geologica - Geotecnica

5.2 Coefficienti Sismici (N.T.C.)

Dati generali
Tipo opera: 2 - Opere ordinarie
Classe d'uso: Classe III
Vita nominale: 50,0 [anni]
Vita di riferimento: 75,0 [anni]

Parametri sismici su sito di riferimento


Categoria sottosuolo: C
Categoria topografica: T1

S.L. TR ag F0 TC*
Stato limite Tempo ritorno [m/s²] [-] [sec]
[anni]
S.L.O. 45,0 0,63 2,47 0,27
S.L.D. 75,0 0,77 2,46 0,28
S.L.V. 712,0 1,75 2,48 0,31
S.L.C. 1462,0 2,15 2,51 0,32

Coefficienti sismici orizzontali e verticali


Opera: Stabilità dei pendii e Fondazioni

S.L. amax beta kh kv


Stato limite [m/s²] [-] [-] [sec]
S.L.O. 0,945 0,2 0,0193 0,0096
S.L.D. 1,155 0,2 0,0236 0,0118
S.L.V. 2,5103 0,24 0,0614 0,0307
S.L.C. 2,9451 0,28 0,0841 0,042

5.3 Stratigrafia Terreno

Spesso Peso Peso Angolo Coesio Coesio Modul Modul Poisso Coeff. Coeff. Descri
re unità di unità di di ne ne non o o n consoli consoli zione
strato volume volume attrito [Kg/c drenata Elastic Edome daz. dazion
[m] [Kg/m³ saturo [°] m²] [Kg/c o trico primari e
] [Kg/m³ m²] [Kg/c [Kg/c a second
] m²] m²] [cmq/s aria
]
5,8 1700,0 1800,0 23,0 0,0 0,42 45,0 50,0 0,34 0,0 0,0
3,6 1850,0 1950,0 25,0 0,0 0,9 80,0 85,0 0,34 0,0 0,0
2,4 2000,0 2100,0 29,0 0,0 1,8 175,0 180,0 0,32 0,0 0,0

Geotest s.r.l. soc. unipersonale 19


Servizi Geologici – Geotecnici e Geofisici
Web: Geo-Test.it - email: Geotestsrl@hotmail.it
Relazione Geologica - Geotecnica

Carichi di progetto agenti sulla fondazione


Nr. Nome Pressione N Mx My Hx Hy Tipo
combinaz normale [Kg] [Kg·m] [Kg·m] [Kg] [Kg]
ione di
progetto
[Kg/cm²]
1 A1+M1+ 1,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 Progetto
R3
2 SISMA 1,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 Progetto
3 S.L.E. 1,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 Servizio
4 S.L.D. 1,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 Servizio

Sisma + Coeff. parziali parametri geotecnici terreno + Resistenze


Nr Correzion Tangente Coesione Coesione Peso Peso unità Coef. Rid. Coef.Rid.
e Sismica angolo di efficace non Unità volume Capacità Capacità
resistenza drenata volume in copertura portante portante
al taglio fondazion verticale orizzontal
e e
1 No 1 1 1 1 1 2,3 1,1
2 Si 1 1 1 1 1 2,3 1,1
3 No 1 1 1 1 1 1 1
4 No 1 1 1 1 1 1 1

5.4 Carico Limite Fondazione combinazione A1+M1+R3 (Condizione non drenata)

Autore: Brinch - Hansen 1970 (Condizione non drenata)


======================================================
Fattore [Nq] 1,0
Fattore [Nc] 5,14
Fattore forma [Sc] 1,2
Fattore profondità [Dc] 1,0
Fattore inclinazione carichi [Ic] 1,0
Fattore inclinazione pendio [Gc] 1,0
Fattore inclinazione base [Bc] 1,0
Fattore correzione sismico inerziale [zq] 1,0
Fattore correzione sismico inerziale [zg] 1,0
Fattore correzione sismico inerziale [zc] 1,0
======================================================
Carico limite 2,86 Kg/cm²
Costante di sottofondo 1,14 Kg/cm3

Geotest s.r.l. soc. unipersonale 20


Servizi Geologici – Geotecnici e Geofisici
Web: Geo-Test.it - email: Geotestsrl@hotmail.it
Relazione Geologica - Geotecnica

5.5 Carico Limite Fondazione combinazione A1+M1+R3 (Condizione drenata)

Autore: Brinch - Hansen 1970 (Condizione drenata)


======================================================
Fattore [Nq] 8,66
Fattore [Nc] 18,05
Fattore [Ng] 6,5
Fattore forma [Sc] 1,44
Fattore profondità [Dc] 1,13
Fattore inclinazione carichi [Ic] 1,0
Fattore inclinazione pendio [Gc] 1,0
Fattore inclinazione base [Bc] 1,0
Fattore forma [Sq] 1,39
Fattore profondità [Dq] 1,12
Fattore inclinazione carichi [Iq] 1,0
Fattore inclinazione pendio [Gq] 1,0
Fattore inclinazione base [Bq] 1,0
Fattore forma [Sg] 0,7
Fattore profondità [Dg] 1,0
Fattore inclinazione carichi [Ig] 1,0
Fattore inclinazione pendio [Gg] 1,0
Fattore inclinazione base [Bg] 1,0
Fattore correzione sismico inerziale [zq] 1,0
Fattore correzione sismico inerziale [zg] 1,0
Fattore correzione sismico inerziale [zc] 1,0
======================================================
Carico limite 4,98 Kg/cm²
Costante di sottofondo 1,99 Kg/cm3

Geotest s.r.l. soc. unipersonale 21


Servizi Geologici – Geotecnici e Geofisici
Web: Geo-Test.it - email: Geotestsrl@hotmail.it
Relazione Geologica - Geotecnica

5.6 Stima dei Cedimenti Elastici

I cedimenti immediati di una fondazione di dimensioni B x L posta sulla superficie di un semispazio


elastico si possono calcolare in base aduna equazione basata sulla teoria dell'elasticità (Timoshenko
e Goodier -1951):
1−  2  1 − 2 
H = q B '  I + I I (1)
0 Es  1 1 −  2  F

dove:
q0 = Intensità della pressione di contatto

B' = Minima dimensione dell'area reagente,

E e  = Parametri elastici del terreno.

Ii = Coefficienti di influenza dipendenti da: L'/B', spessore dello strato H, coefficiente di

Poisson , profondità del piano di posa D;

Il modulo elastico per terreni stratificati viene calcolato come media pesata dei moduli elastici
degli strati interessati dal cedimento immediato.

Pressione normale di progetto 1,0 Kg/cm²


Spessore strato 5,0 m
Profondità substrato roccioso 5,0 m
Modulo Elastico 50,0 Kg/cm²
Coefficiente di Poisson 0,35
======================================================
Coefficiente di influenza I1 0,33
Coefficiente di influenza I2 0,06
Coefficiente di influenza Is 0,36
======================================================
Cedimento al centro della fondazione 28,83 mm
======================================================
Coefficiente di influenza I1 0,19
Coefficiente di influenza I2 0,08
Coefficiente di influenza Is 0,22
Cedimento al bordo 9,02 mm
======================================================

Geotest s.r.l. soc. unipersonale 22


Servizi Geologici – Geotecnici e Geofisici
Web: Geo-Test.it - email: Geotestsrl@hotmail.it
Relazione Geologica - Geotecnica

5.7 Stima dei Cedimenti Edometrici

Il calcolo dei cedimenti con l’approccio edometrico consente di valutare un cedimento di


consolidazione di tipo monodimensionale, prodotto dalle tensioni indotte da un carico applicato in
condizioni di espansione laterale impedita.
Il cedimento edometrico viene calcolato per stimare l’entità dei cedimenti a medio e lungo termine
(Cedimento di consolidazione + Cedimento viscoso) con il Metodo logaritmico di Terzaghi.
Nel caso fondazionale ipotizzato si ottiene:

Pressione normale di progetto 1,0 Kg/cm²

Z: Profondità media dello strato; Dp: Incremento di tensione; Wc: Cedimento consolidazione;
Ws:Cedimento secondario; Wt: Cedimento totale.

Strato Z Tensione Dp Metodo Wc Ws Wt


(m) (Kg/cm²) (Kg/cm²) (cm) (cm) (cm)
1 3,65 0,621 0,495 Edometrico 4,2577 -- 4,2577
2 7,6 1,319 0,13 Edometrico 0,5491 -- 0,5491
3 10,6 1,892 0,064 Edometrico 0,0848 -- 0,0848

Cedimento totale Wt = 4,892 cm

L’esame dei cedimenti evidenzia come questi ultimi, in base all’ipotesi fondazionale fatta e con un
carico stimato di 1.0 Kg/cm², raggiungano un valore massimo totale pari a circa 8.0 cm di cui circa
5.0 cm nel medio e lungo periodo mentre circa 3.0 cm è l’entità del cedimento immediato, simultaneo
alle diverse fasi di carico. Si ricorda come il margine di errore afferente la stima dei cedimenti sia
piuttosto ampio in quanto si possono verificare differenze pari a circa il ± 20% o ± 30% rispetto a
quanto stimato.
Si lascia comunque il compito al progettista incaricato di verificare la compatibilità tra le strutture in
progetto ed i cedimenti attesi nel tempo in funzione dei reali carichi di esercizio.

Geotest s.r.l. soc. unipersonale 23


Servizi Geologici – Geotecnici e Geofisici
Web: Geo-Test.it - email: Geotestsrl@hotmail.it
Relazione Geologica - Geotecnica

6) CONCLUSIONI

Date le dimensioni e la tipologia dell’opera in progetto e valutate le risultanze delle indagini espletate,
si evince come lo stesso non comporti una significativa variazione dell’equilibrio geologico-
geomorfologico-idrogeologico della zona risultando quindi essere, nel complesso, geologicamente
compatibile.

Si raccomanda tuttavia di adottare alcuni interventi cautelativi ed accorgimenti costruttivi di normale


uso nella zona:

• La tipologia fondazionale più idonea a conferire le migliori garanzie di stabilità per il futuro
manufatto, dovrà essere dimensionata in funzione dei reali carichi di esercizio ed in modo da
trasmettere al sistema terreno-fondazione pressioni compatibili. Nel caso in cui le fondazioni
saranno di tipo superficiale, si consiglia un piano di posa sottostante l’orizzonte più superficiale
(Unità 1) caratterizzato da materiale alterato principalmente di natura eluvio-colluviale;

• I terreni piroclastici vengono spesso definiti “terreni fragili”, tale terminologia, anche se impropria,
descrive la natura intrinseca del materiale caratterizzato da una debole resistenza di rottura dei
singoli grani costituenti. Questo aspetto condiziona inevitabilmente la resistenza in termini di
capacità portante e se ne dovrà tenere conto in fase progettuale;

• Morfologicamente l’area su cui verrà realizzato il manufatto in progetto, si presenta fortemente


irregolare (con delta altimetrici fino a circa 15.0 m) pertanto, da prevedersi, saranno attività di
sbancamento e riempimento delle depressioni. Il rimodellamento morfologico di superficie
unitamente alla realtà geologica del sottosuolo caratterizzante il sito in oggetto, concorreranno alla
determinazione di una potenziale eterogeneità nel comportamento geomeccanico del terreno di
imposta fondazionale con conseguenti cedimenti differenziali (non computati nel presente
documento). Da preventivare saranno anche le variazioni nella componente edometrica ed elastica
a seguito della modificazione dello stato tensionale indotta dalle attività di rimodellamento
antropico;

• Le scarpate ed i rilevati che verranno realizzati durante le attività di scavo, dovranno essere
progettati secondo la vigente normativa e dovranno essere adottati di necessari accorgimenti
tecnici al fine di assicurarne la stabilità;

Geotest s.r.l. soc. unipersonale 24


Servizi Geologici – Geotecnici e Geofisici
Web: Geo-Test.it - email: Geotestsrl@hotmail.it
Relazione Geologica - Geotecnica

• In sito, i terreni prevalenti sono quelli vulcanici che, per loro natura intrinseca, risultano
caratterizzati da una significativa variabilità temporale nelle loro caratteristiche geomeccaniche.
La responsabilità è in parte di natura chimica in quanto tali materiali sono soggetti a processi di
alterazione ed argillificazione, ed in parte di natura fisico/meccanica in quanto le sollecitazioni
indotte possono determinare la rottura dei grani costituenti il deposito con riduzione
granulometrica e conseguente decadimento delle prestazione geomeccaniche.

• Alla luce delle considerazioni di cui sopra, nonché dei significativi cedimenti attesi (vedi ipotesi
fondazionale) si consiglia l’impiego di opere speciali di fondazione al fine di minimizzare le
problematiche geotecniche ed assicurare le necessarie garanzie di stabilità al manufatto in
progetto:

- Impiego di fondazioni profonde (pali battuti, trivellati o vibro-infissi o colonne jet-


grouting) in grado di conferire al manufatto in progetto le migliori condizioni di
stabilità.
- Esecuzione di adeguati trattamenti (per esempio a calce o cemento) per il
consolidamento del materiale su cui verrà realizzata la pavimentazione del deposito.
Da prevedersi anche le verifiche pre e post trattamento (prove su piastra/CPT). Come
alternativa si propongono interventi tipo Deep Soil Mixing;

• Per quanto possibile cercare di mantenere asciutto il terreno di fondazione, avendo una particolare
cura per l’allontanamento delle acque meteoriche, da realizzarsi mediante la costruzione di un
efficiente sistema di pluviali che impedisca alle acque di infiltrarsi in aderenza alla fondazione
del futuro manufatto, compromettendo nel tempo la stabilità dello stesso.

Nel dichiararmi a disposizione per eventuali ulteriori delucidazioni integrative colgo l’occasione per porgere
distinti saluti.

Trevozzo V.T. 28/06/2018 Geotest s.r.l.

--------------------------------------
Dott. Geologo Adriano Baldini

Geotest s.r.l. soc. unipersonale 25


Servizi Geologici – Geotecnici e Geofisici
Web: Geo-Test.it - email: Geotestsrl@hotmail.it
Via E. Fermi, 113 – Trevozzo Servizi Geologici
29010 Alta Val Tidone (PC)
Tel.: 348 510 7263 Servizi Geotecnici
geotestsrl@hotmail.it
Servizi Geofisici

Allegato 1

Prove Penetrometriche
PROVA PENETROMETRICA DINAMICA Nr.1
Strumento utilizzato... DPSH TG 63-200 PAGANI

Committente: Vailog S.r.l. Data: 20/06/2018


Descrizione: Realizzazione di un nuovo deposito
Località: Loc. Quartaccio di Colleferro. Roma
Scala 1:52

Numero di colpi penetrazione punta Rpd (Kg/cm²) Interpretazione Stratigrafica

0 5 10 15 20 25 30 35 40 45 0 40,0 80,0 120,0 160,0


0.00

1 terreno agrario

40 cm
1
2
40,0

4 coltre di alterazione superficiale con sedimenti


eluvio-colluviali argilloso-limosi (di origine
sedimentaria) misti a cineriti pedogenizzate e
3
rimaneggiate. Materiale interessato da processi di
argillificazione.
2
1 1
3

280 cm
2
4
2 2
3

2
3 3
4
320,0

8 piroclastiti granulari limoso-sabbiosi / deposito di


flusso piroclastico debolmente consolidato

60 cm
6
3

5
380,0

3 piroclastiti granulari a granulometria


4 4 argilloso-sabbiosa. Deposito da flusso piroclastico
non saldato. Localmente tufi-tufiti debolmente
4
cementati

3
5 5
4

3
420 cm

3
4
6 6
3

3
7 7
3

4
800,0
8 8
6 depositi di colata piroclastica tufiti sabbiose
addensate e tufi pozzolanacei compatti
6

6
180 cm

6
5
9 9
6

6
980,0

10 piroclastiti di tipo litoide o saldato equiparabile a rx


10 10 tenera e/o terreno granulare cementato. tufo / tufite
/ ignimbrite
10

15
160 cm

6
14

14
11 11
14

15
1140,0

SIGNATURE 1 SIGNATURE 2
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

ESECUTORE INDAGINI:
GeoTest s.r.l.
COMMITTENTE: Spett. Vailog S.r.l.

STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.1

TERRENI COESIVI

Coesione non drenata


Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Cu
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 2,2 0.00-0,40 Schmertmann 1975 0,21
terreno agrario
Strato (2) 4,72 0,40-3,20 Schmertmann 1975 0,46
coltre di alterazione
superficiale con
sedimenti eluvio-
colluviali argilloso-
limosi (di origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate
e rimaneggiate.
Materiale interessato
da processi di
argillificazione.
Strato (3) 9,31 3,20-3,80 Schmertmann 1975 0,91
piroclastiti granulari
limoso-sabbiosi /
deposito di flusso
piroclastico
debolmente
consolidato
Strato (4) 4,97 3,80-8,00 Schmertmann 1975 0,48
piroclastiti granulari a
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Deposito da flusso
piroclastico non
saldato. Localmente
tufi-tufiti debolmente
cementati
Strato (5) 8,66 8,00-9,80 Schmertmann 1975 0,85
depositi di colata
piroclastica tufiti
sabbiose addensate e
tufi pozzolanacei
compatti
Strato (6) 18,38 9,80-11,40 Schmertmann 1975 1,82
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite /
ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.1) 1
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Qc ( Resistenza punta Penetrometro Statico)


Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Qc
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 2,2 0.00-0,40 Robertson (1983) 4,40
terreno agrario
Strato (2) 4,72 0,40-3,20 Robertson (1983) 9,44
coltre di alterazione
superficiale con
sedimenti eluvio-
colluviali argilloso-
limosi (di origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate
e rimaneggiate.
Materiale interessato
da processi di
argillificazione.
Strato (3) 9,31 3,20-3,80 Robertson (1983) 18,62
piroclastiti granulari
limoso-sabbiosi /
deposito di flusso
piroclastico
debolmente
consolidato
Strato (4) 4,97 3,80-8,00 Robertson (1983) 9,94
piroclastiti granulari a
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Deposito da flusso
piroclastico non
saldato. Localmente
tufi-tufiti debolmente
cementati
Strato (5) 8,66 8,00-9,80 Robertson (1983) 17,32
depositi di colata
piroclastica tufiti
sabbiose addensate e
tufi pozzolanacei
compatti
Strato (6) 18,38 9,80-11,40 Robertson (1983) 36,76
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite /
ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.1) 2
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Modulo Edometrico
Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Eed
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 2,2 0.00-0,40 Trofimenkov (1974), 24,23
terreno agrario Mitchell e Gardner
Strato (2) 4,72 0,40-3,20 Trofimenkov (1974), 49,93
coltre di alterazione Mitchell e Gardner
superficiale con
sedimenti eluvio-
colluviali argilloso-
limosi (di origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate
e rimaneggiate.
Materiale interessato
da processi di
argillificazione.
Strato (3) 9,31 3,20-3,80 Trofimenkov (1974), 96,75
piroclastiti granulari Mitchell e Gardner
limoso-sabbiosi /
deposito di flusso
piroclastico
debolmente
consolidato
Strato (4) 4,97 3,80-8,00 Trofimenkov (1974), 52,48
piroclastiti granulari a Mitchell e Gardner
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Deposito da flusso
piroclastico non
saldato. Localmente
tufi-tufiti debolmente
cementati
Strato (5) 8,66 8,00-9,80 Trofimenkov (1974), 90,12
depositi di colata Mitchell e Gardner
piroclastica tufiti
sabbiose addensate e
tufi pozzolanacei
compatti
Strato (6) 18,38 9,80-11,40 Trofimenkov (1974), 189,26
piroclastiti di tipo Mitchell e Gardner
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite /
ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.1) 3
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Modulo di Young
Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Ey
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 2,2 0.00-0,40 Apollonia 22,00
terreno agrario
Strato (2) 4,72 0,40-3,20 Apollonia 47,20
coltre di alterazione
superficiale con
sedimenti eluvio-
colluviali argilloso-
limosi (di origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate
e rimaneggiate.
Materiale interessato
da processi di
argillificazione.
Strato (3) 9,31 3,20-3,80 Apollonia 93,10
piroclastiti granulari
limoso-sabbiosi /
deposito di flusso
piroclastico
debolmente
consolidato
Strato (4) 4,97 3,80-8,00 Apollonia 49,70
piroclastiti granulari a
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Deposito da flusso
piroclastico non
saldato. Localmente
tufi-tufiti debolmente
cementati
Strato (5) 8,66 8,00-9,80 Apollonia 86,60
depositi di colata
piroclastica tufiti
sabbiose addensate e
tufi pozzolanacei
compatti
Strato (6) 18,38 9,80-11,40 Apollonia 183,80
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite /
ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.1) 4
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Classificazione AGI
Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Classificazione
(m)
Strato (1) 2,2 0.00-0,40 A.G.I. (1977) POCO
terreno agrario CONSISTENTE
Strato (2) 4,72 0,40-3,20 A.G.I. (1977) MODERAT.
coltre di alterazione CONSISTENTE
superficiale con
sedimenti eluvio-
colluviali argilloso-
limosi (di origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate
e rimaneggiate.
Materiale interessato
da processi di
argillificazione.
Strato (3) 9,31 3,20-3,80 A.G.I. (1977) CONSISTENTE
piroclastiti granulari
limoso-sabbiosi /
deposito di flusso
piroclastico
debolmente
consolidato
Strato (4) 4,97 3,80-8,00 A.G.I. (1977) MODERAT.
piroclastiti granulari a CONSISTENTE
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Deposito da flusso
piroclastico non
saldato. Localmente
tufi-tufiti debolmente
cementati
Strato (5) 8,66 8,00-9,80 A.G.I. (1977) CONSISTENTE
depositi di colata
piroclastica tufiti
sabbiose addensate e
tufi pozzolanacei
compatti
Strato (6) 18,38 9,80-11,40 A.G.I. (1977) MOLTO
piroclastiti di tipo CONSISTENTE
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite /
ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.1) 5
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Peso unità di volume


Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Peso unità di volume
(m) (t/m³)
Strato (1) 2,2 0.00-0,40 Meyerhof 1,58
terreno agrario
Strato (2) 4,72 0,40-3,20 Meyerhof 1,74
coltre di alterazione
superficiale con
sedimenti eluvio-
colluviali argilloso-
limosi (di origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate
e rimaneggiate.
Materiale interessato
da processi di
argillificazione.
Strato (3) 9,31 3,20-3,80 Meyerhof 1,95
piroclastiti granulari
limoso-sabbiosi /
deposito di flusso
piroclastico
debolmente
consolidato
Strato (4) 4,97 3,80-8,00 Meyerhof 1,76
piroclastiti granulari a
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Deposito da flusso
piroclastico non
saldato. Localmente
tufi-tufiti debolmente
cementati
Strato (5) 8,66 8,00-9,80 Meyerhof 1,92
depositi di colata
piroclastica tufiti
sabbiose addensate e
tufi pozzolanacei
compatti
Strato (6) 18,38 9,80-11,40 Meyerhof 2,09
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite /
ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.1) 6
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Peso unità di volume saturo


Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Peso unità di volume
(m) saturo
(t/m³)
Strato (1) 2,2 0.00-0,40 Meyerhof 1,85
terreno agrario
Strato (2) 4,72 0,40-3,20 Meyerhof 1,88
coltre di alterazione
superficiale con
sedimenti eluvio-
colluviali argilloso-
limosi (di origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate
e rimaneggiate.
Materiale interessato
da processi di
argillificazione.
Strato (3) 9,31 3,20-3,80 Meyerhof 2,14
piroclastiti granulari
limoso-sabbiosi /
deposito di flusso
piroclastico
debolmente
consolidato
Strato (4) 4,97 3,80-8,00 Meyerhof 1,88
piroclastiti granulari a
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Deposito da flusso
piroclastico non
saldato. Localmente
tufi-tufiti debolmente
cementati
Strato (5) 8,66 8,00-9,80 Meyerhof 2,11
depositi di colata
piroclastica tufiti
sabbiose addensate e
tufi pozzolanacei
compatti
Strato (6) 18,38 9,80-11,40 Meyerhof 2,30
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite /
ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.1) 7
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

TERRENI INCOERENTI

Densità relativa
Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Densità relativa
(m) (%)
Strato (2) 4,72 0,40-3,20 4,72 Skempton 1986 20,08
coltre di
alterazione
superficiale con
sedimenti eluvio-
colluviali
argilloso-limosi
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Materiale
interessato da
processi di
argillificazione.
Strato (3) 9,31 3,20-3,80 9,31 Skempton 1986 31,45
piroclastiti
granulari limoso-
sabbiosi / deposito
di flusso
piroclastico
debolmente
consolidato
Strato (4) 4,97 3,80-8,00 4,97 Skempton 1986 20,75
piroclastiti
granulari a
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Deposito da flusso
piroclastico non
saldato.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati
Strato (5) 8,66 8,00-9,80 8,66 Skempton 1986 29,95
depositi di colata
piroclastica tufiti
sabbiose addensate
e tufi pozzolanacei
compatti
Strato (6) 18,38 9,80-11,40 18,38 Skempton 1986 48,75
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.1) 8
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Angolo di resistenza al taglio


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Angolo d'attrito
(m) (°)
Strato (2) 4,72 0,40-3,20 4,72 Shioi-Fukuni 1982 23,41
coltre di (ROAD BRIDGE
alterazione SPECIFICATION
superficiale con )
sedimenti eluvio-
colluviali
argilloso-limosi
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Materiale
interessato da
processi di
argillificazione.
Strato (3) 9,31 3,20-3,80 9,31 Shioi-Fukuni 1982 26,82
piroclastiti (ROAD BRIDGE
granulari limoso- SPECIFICATION
sabbiosi / deposito )
di flusso
piroclastico
debolmente
consolidato
Strato (4) 4,97 3,80-8,00 4,97 Shioi-Fukuni 1982 23,63
piroclastiti (ROAD BRIDGE
granulari a SPECIFICATION
granulometria )
argilloso-sabbiosa.
Deposito da flusso
piroclastico non
saldato.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati
Strato (5) 8,66 8,00-9,80 8,66 Shioi-Fukuni 1982 26,4
depositi di colata (ROAD BRIDGE
piroclastica tufiti SPECIFICATION
sabbiose addensate )
e tufi pozzolanacei
compatti
Strato (6) 18,38 9,80-11,40 18,38 Shioi-Fukuni 1982 31,6
piroclastiti di tipo (ROAD BRIDGE
litoide o saldato SPECIFICATION
equiparabile a rx )
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.1) 9
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Modulo di Young
Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Modulo di Young
(m) (Kg/cm²)
Strato (2) 4,72 0,40-3,20 4,72 Schmertmann 37,76
coltre di (1978) (Sabbie)
alterazione
superficiale con
sedimenti eluvio-
colluviali
argilloso-limosi
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Materiale
interessato da
processi di
argillificazione.
Strato (3) 9,31 3,20-3,80 9,31 Schmertmann 74,48
piroclastiti (1978) (Sabbie)
granulari limoso-
sabbiosi / deposito
di flusso
piroclastico
debolmente
consolidato
Strato (4) 4,97 3,80-8,00 4,97 Schmertmann 39,76
piroclastiti (1978) (Sabbie)
granulari a
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Deposito da flusso
piroclastico non
saldato.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati
Strato (5) 8,66 8,00-9,80 8,66 Schmertmann 69,28
depositi di colata (1978) (Sabbie)
piroclastica tufiti
sabbiose addensate
e tufi pozzolanacei
compatti
Strato (6) 18,38 9,80-11,40 18,38 Schmertmann 147,04
piroclastiti di tipo (1978) (Sabbie)
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.1) 10
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Modulo Edometrico
Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Modulo
(m) Edometrico
(Kg/cm²)
Strato (2) 4,72 0,40-3,20 4,72 Menzenbach e 59,05
coltre di Malcev (Sabbia
alterazione media)
superficiale con
sedimenti eluvio-
colluviali
argilloso-limosi
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Materiale
interessato da
processi di
argillificazione.
Strato (3) 9,31 3,20-3,80 9,31 Menzenbach e 79,52
piroclastiti Malcev (Sabbia
granulari limoso- media)
sabbiosi / deposito
di flusso
piroclastico
debolmente
consolidato
Strato (4) 4,97 3,80-8,00 4,97 Menzenbach e 60,17
piroclastiti Malcev (Sabbia
granulari a media)
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Deposito da flusso
piroclastico non
saldato.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati
Strato (5) 8,66 8,00-9,80 8,66 Menzenbach e 76,62
depositi di colata Malcev (Sabbia
piroclastica tufiti media)
sabbiose addensate
e tufi pozzolanacei
compatti
Strato (6) 18,38 9,80-11,40 18,38 Menzenbach e 119,97
piroclastiti di tipo Malcev (Sabbia
litoide o saldato media)
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.1) 11
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Classificazione AGI
Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Classificazione
(m) AGI
Strato (2) 4,72 0,40-3,20 4,72 Classificazione POCO
coltre di A.G.I ADDENSATO
alterazione
superficiale con
sedimenti eluvio-
colluviali
argilloso-limosi
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Materiale
interessato da
processi di
argillificazione.
Strato (3) 9,31 3,20-3,80 9,31 Classificazione POCO
piroclastiti A.G.I ADDENSATO
granulari limoso-
sabbiosi / deposito
di flusso
piroclastico
debolmente
consolidato
Strato (4) 4,97 3,80-8,00 4,97 Classificazione POCO
piroclastiti A.G.I ADDENSATO
granulari a
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Deposito da flusso
piroclastico non
saldato.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati
Strato (5) 8,66 8,00-9,80 8,66 Classificazione POCO
depositi di colata A.G.I ADDENSATO
piroclastica tufiti
sabbiose addensate
e tufi pozzolanacei
compatti
Strato (6) 18,38 9,80-11,40 18,38 Classificazione MODERATAME
piroclastiti di tipo A.G.I NTE
litoide o saldato ADDENSATO
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.1) 12
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Peso unità di volume


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Peso Unità di
(m) Volume
(t/m³)
Strato (2) 4,72 0,40-3,20 4,72 Meyerhof et al. 1,53
coltre di
alterazione
superficiale con
sedimenti eluvio-
colluviali
argilloso-limosi
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Materiale
interessato da
processi di
argillificazione.
Strato (3) 9,31 3,20-3,80 9,31 Meyerhof et al. 1,71
piroclastiti
granulari limoso-
sabbiosi / deposito
di flusso
piroclastico
debolmente
consolidato
Strato (4) 4,97 3,80-8,00 4,97 Meyerhof et al. 1,54
piroclastiti
granulari a
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Deposito da flusso
piroclastico non
saldato.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati
Strato (5) 8,66 8,00-9,80 8,66 Meyerhof et al. 1,68
depositi di colata
piroclastica tufiti
sabbiose addensate
e tufi pozzolanacei
compatti
Strato (6) 18,38 9,80-11,40 18,38 Meyerhof et al. 1,96
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.1) 13
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Peso unità di volume saturo


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Peso Unità
(m) Volume Saturo
(t/m³)
Strato (2) 4,72 0,40-3,20 4,72 Terzaghi-Peck 1,89
coltre di 1948-1967
alterazione
superficiale con
sedimenti eluvio-
colluviali
argilloso-limosi
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Materiale
interessato da
processi di
argillificazione.
Strato (3) 9,31 3,20-3,80 9,31 Terzaghi-Peck 1,91
piroclastiti 1948-1967
granulari limoso-
sabbiosi / deposito
di flusso
piroclastico
debolmente
consolidato
Strato (4) 4,97 3,80-8,00 4,97 Terzaghi-Peck 1,89
piroclastiti 1948-1967
granulari a
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Deposito da flusso
piroclastico non
saldato.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati
Strato (5) 8,66 8,00-9,80 8,66 Terzaghi-Peck 1,91
depositi di colata 1948-1967
piroclastica tufiti
sabbiose addensate
e tufi pozzolanacei
compatti
Strato (6) 18,38 9,80-11,40 18,38 Terzaghi-Peck 1,97
piroclastiti di tipo 1948-1967
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.1) 14
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Modulo di Poisson
Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Poisson
(m)
Strato (2) 4,72 0,40-3,20 4,72 (A.G.I.) 0,34
coltre di
alterazione
superficiale con
sedimenti eluvio-
colluviali
argilloso-limosi
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Materiale
interessato da
processi di
argillificazione.
Strato (3) 9,31 3,20-3,80 9,31 (A.G.I.) 0,34
piroclastiti
granulari limoso-
sabbiosi / deposito
di flusso
piroclastico
debolmente
consolidato
Strato (4) 4,97 3,80-8,00 4,97 (A.G.I.) 0,34
piroclastiti
granulari a
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Deposito da flusso
piroclastico non
saldato.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati
Strato (5) 8,66 8,00-9,80 8,66 (A.G.I.) 0,34
depositi di colata
piroclastica tufiti
sabbiose addensate
e tufi pozzolanacei
compatti
Strato (6) 18,38 9,80-11,40 18,38 (A.G.I.) 0,32
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.1) 15
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Modulo di deformazione a taglio dinamico


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione G
(m) (Kg/cm²)
Strato (2) 4,72 0,40-3,20 4,72 Ohsaki (Sabbie 279,52
coltre di pulite)
alterazione
superficiale con
sedimenti eluvio-
colluviali
argilloso-limosi
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Materiale
interessato da
processi di
argillificazione.
Strato (3) 9,31 3,20-3,80 9,31 Ohsaki (Sabbie 529,33
piroclastiti pulite)
granulari limoso-
sabbiosi / deposito
di flusso
piroclastico
debolmente
consolidato
Strato (4) 4,97 3,80-8,00 4,97 Ohsaki (Sabbie 293,42
piroclastiti pulite)
granulari a
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Deposito da flusso
piroclastico non
saldato.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati
Strato (5) 8,66 8,00-9,80 8,66 Ohsaki (Sabbie 494,52
depositi di colata pulite)
piroclastica tufiti
sabbiose addensate
e tufi pozzolanacei
compatti
Strato (6) 18,38 9,80-11,40 18,38 Ohsaki (Sabbie 1003,22
piroclastiti di tipo pulite)
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.1) 16
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Coefficiente spinta a Riposo K0=SigmaH/P0


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione K0
(m)
Strato (2) 4,72 0,40-3,20 4,72 Navfac 1971-1982 0,92
coltre di
alterazione
superficiale con
sedimenti eluvio-
colluviali
argilloso-limosi
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Materiale
interessato da
processi di
argillificazione.
Strato (3) 9,31 3,20-3,80 9,31 Navfac 1971-1982 1,95
piroclastiti
granulari limoso-
sabbiosi / deposito
di flusso
piroclastico
debolmente
consolidato
Strato (4) 4,97 3,80-8,00 4,97 Navfac 1971-1982 0,98
piroclastiti
granulari a
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Deposito da flusso
piroclastico non
saldato.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati
Strato (5) 8,66 8,00-9,80 8,66 Navfac 1971-1982 1,81
depositi di colata
piroclastica tufiti
sabbiose addensate
e tufi pozzolanacei
compatti
Strato (6) 18,38 9,80-11,40 18,38 Navfac 1971-1982 3,76
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.1) 17
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Qc ( Resistenza punta Penetrometro Statico)


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Qc
(m) (Kg/cm²)
Strato (2) 4,72 0,40-3,20 4,72 Robertson 1983 9,44
coltre di
alterazione
superficiale con
sedimenti eluvio-
colluviali
argilloso-limosi
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Materiale
interessato da
processi di
argillificazione.
Strato (3) 9,31 3,20-3,80 9,31 Robertson 1983 18,62
piroclastiti
granulari limoso-
sabbiosi / deposito
di flusso
piroclastico
debolmente
consolidato
Strato (4) 4,97 3,80-8,00 4,97 Robertson 1983 9,94
piroclastiti
granulari a
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Deposito da flusso
piroclastico non
saldato.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati
Strato (5) 8,66 8,00-9,80 8,66 Robertson 1983 17,32
depositi di colata
piroclastica tufiti
sabbiose addensate
e tufi pozzolanacei
compatti
Strato (6) 18,38 9,80-11,40 18,38 Robertson 1983 36,76
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.1) 18
PROVA PENETROMETRICA DINAMICA Nr.2
Strumento utilizzato... DPSH TG 63-200 PAGANI

Committente: Vailog S.r.l. Data: 20/06/2018


Descrizione: Realizzazione di un nuovo deposito
Località: Loc. Quartaccio di Colleferro. Roma
Scala 1:16

Numero di colpi penetrazione punta Rpd (Kg/cm²) Interpretazione Stratigrafica

0 5 10 15 20 25 30 35 40 45 0 40,0 80,0 120,0 160,0


0.00

terreno agrario

40 cm
1

40,0

coltre di alterazione superficiale con sedimenti


eluvio-colluviali argilloso-sabbiosi (di origine
sedimentaria) misti a terreni vulcanici pedogenizzati
4 e rimaneggiati. Materiale interessato da processi di
argillificazione.

1 1

240 cm

2 2

280,0

piroclastiti di tipo litoide o saldato equiparabile a rx


tenera e/o terreno granulare cementato. tufo / tufite
/ ignimbrite
16

3 3
60 cm

25
3

30

340,0

SIGNATURE 1 SIGNATURE 2
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

ESECUTORE INDAGINI:
GeoTest s.r.l.
COMMITTENTE: Spett. Vailog S.r.l.

STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.2

TERRENI COESIVI

Coesione non drenata


Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Cu
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 2,2 0.00-0,40 Schmertmann 1975 0,21
terreno agrario
Strato (2) 7,84 0,40-2,80 Schmertmann 1975 0,77
coltre di alterazione
superficiale con
sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-sabbiosi (di
origine
sedimentaria) misti a
terreni vulcanici
pedogenizzati e
rimaneggiati.
Materiale interessato
da processi di
argillificazione.
Strato (3) 34,79 2,80-3,40 Schmertmann 1975 3,47
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite /
ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.2) 1
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Qc ( Resistenza punta Penetrometro Statico)


Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Qc
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 2,2 0.00-0,40 Robertson (1983) 4,40
terreno agrario
Strato (2) 7,84 0,40-2,80 Robertson (1983) 15,68
coltre di alterazione
superficiale con
sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-sabbiosi (di
origine
sedimentaria) misti a
terreni vulcanici
pedogenizzati e
rimaneggiati.
Materiale interessato
da processi di
argillificazione.
Strato (3) 34,79 2,80-3,40 Robertson (1983) 69,58
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite /
ignimbrite

Modulo Edometrico
Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Eed
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 2,2 0.00-0,40 Trofimenkov (1974), 24,23
terreno agrario Mitchell e Gardner
Strato (2) 7,84 0,40-2,80 Trofimenkov (1974), 81,76
coltre di alterazione Mitchell e Gardner
superficiale con
sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-sabbiosi (di
origine
sedimentaria) misti a
terreni vulcanici
pedogenizzati e
rimaneggiati.
Materiale interessato
da processi di
argillificazione.
Strato (3) 34,79 2,80-3,40 Trofimenkov (1974), 356,63
piroclastiti di tipo Mitchell e Gardner
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite /
ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.2) 2
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Modulo di Young
Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Ey
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 2,2 0.00-0,40 Apollonia 22,00
terreno agrario
Strato (2) 7,84 0,40-2,80 Apollonia 78,40
coltre di alterazione
superficiale con
sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-sabbiosi (di
origine
sedimentaria) misti a
terreni vulcanici
pedogenizzati e
rimaneggiati.
Materiale interessato
da processi di
argillificazione.
Strato (3) 34,79 2,80-3,40 Apollonia 347,90
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite /
ignimbrite

Classificazione AGI
Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Classificazione
(m)
Strato (1) 2,2 0.00-0,40 A.G.I. (1977) POCO
terreno agrario CONSISTENTE
Strato (2) 7,84 0,40-2,80 A.G.I. (1977) MODERAT.
coltre di alterazione CONSISTENTE
superficiale con
sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-sabbiosi (di
origine
sedimentaria) misti a
terreni vulcanici
pedogenizzati e
rimaneggiati.
Materiale interessato
da processi di
argillificazione.
Strato (3) 34,79 2,80-3,40 A.G.I. (1977) ESTREM.
piroclastiti di tipo CONSISTENTE
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite /
ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.2) 3
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Peso unità di volume


Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Peso unità di volume
(m) (t/m³)
Strato (1) 2,2 0.00-0,40 Meyerhof 1,58
terreno agrario
Strato (2) 7,84 0,40-2,80 Meyerhof 1,89
coltre di alterazione
superficiale con
sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-sabbiosi (di
origine
sedimentaria) misti a
terreni vulcanici
pedogenizzati e
rimaneggiati.
Materiale interessato
da processi di
argillificazione.
Strato (3) 34,79 2,80-3,40 Meyerhof 2,28
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite /
ignimbrite

Peso unità di volume saturo


Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Peso unità di volume
(m) saturo
(t/m³)
Strato (1) 2,2 0.00-0,40 Meyerhof 1,85
terreno agrario
Strato (2) 7,84 0,40-2,80 Meyerhof 1,90
coltre di alterazione
superficiale con
sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-sabbiosi (di
origine
sedimentaria) misti a
terreni vulcanici
pedogenizzati e
rimaneggiati.
Materiale interessato
da processi di
argillificazione.
Strato (3) 34,79 2,80-3,40 Meyerhof 2,50
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite /
ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.2) 4
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

TERRENI INCOERENTI

Densità relativa
Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Densità relativa
(m) (%)
Strato (2) 7,84 0,40-2,80 7,84 Skempton 1986 28,02
coltre di
alterazione
superficiale con
sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-sabbiosi
(di origine
sedimentaria)
misti a terreni
vulcanici
pedogenizzati e
rimaneggiati.
Materiale
interessato da
processi di
argillificazione.
Strato (3) 34,79 2,80-3,40 34,79 Skempton 1986 68,02
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

Angolo di resistenza al taglio


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Angolo d'attrito
(m) (°)
Strato (2) 7,84 0,40-2,80 7,84 Shioi-Fukuni 1982 25,84
coltre di (ROAD BRIDGE
alterazione SPECIFICATION
superficiale con )
sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-sabbiosi
(di origine
sedimentaria)
misti a terreni
vulcanici
pedogenizzati e
rimaneggiati.
Materiale
interessato da
processi di
argillificazione.
Strato (3) 34,79 2,80-3,40 34,79 Shioi-Fukuni 1982 37,84
piroclastiti di tipo (ROAD BRIDGE
litoide o saldato SPECIFICATION
equiparabile a rx )
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.2) 5
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Modulo di Young
Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Modulo di Young
(m) (Kg/cm²)
Strato (2) 7,84 0,40-2,80 7,84 Schmertmann 62,72
coltre di (1978) (Sabbie)
alterazione
superficiale con
sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-sabbiosi
(di origine
sedimentaria)
misti a terreni
vulcanici
pedogenizzati e
rimaneggiati.
Materiale
interessato da
processi di
argillificazione.
Strato (3) 34,79 2,80-3,40 34,79 Schmertmann 278,32
piroclastiti di tipo (1978) (Sabbie)
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

Modulo Edometrico
Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Modulo
(m) Edometrico
(Kg/cm²)
Strato (2) 7,84 0,40-2,80 7,84 Menzenbach e 72,97
coltre di Malcev (Sabbia
alterazione media)
superficiale con
sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-sabbiosi
(di origine
sedimentaria)
misti a terreni
vulcanici
pedogenizzati e
rimaneggiati.
Materiale
interessato da
processi di
argillificazione.
Strato (3) 34,79 2,80-3,40 34,79 Menzenbach e 193,16
piroclastiti di tipo Malcev (Sabbia
litoide o saldato media)
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.2) 6
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Classificazione AGI
Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Classificazione
(m) AGI
Strato (2) 7,84 0,40-2,80 7,84 Classificazione POCO
coltre di A.G.I ADDENSATO
alterazione
superficiale con
sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-sabbiosi
(di origine
sedimentaria)
misti a terreni
vulcanici
pedogenizzati e
rimaneggiati.
Materiale
interessato da
processi di
argillificazione.
Strato (3) 34,79 2,80-3,40 34,79 Classificazione ADDENSATO
piroclastiti di tipo A.G.I
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

Peso unità di volume


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Peso Unità di
(m) Volume
(t/m³)
Strato (2) 7,84 0,40-2,80 7,84 Meyerhof et al. 1,65
coltre di
alterazione
superficiale con
sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-sabbiosi
(di origine
sedimentaria)
misti a terreni
vulcanici
pedogenizzati e
rimaneggiati.
Materiale
interessato da
processi di
argillificazione.
Strato (3) 34,79 2,80-3,40 34,79 Meyerhof et al. 2,17
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.2) 7
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Peso unità di volume saturo


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Peso Unità
(m) Volume Saturo
(t/m³)
Strato (2) 7,84 0,40-2,80 7,84 Terzaghi-Peck 1,90
coltre di 1948-1967
alterazione
superficiale con
sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-sabbiosi
(di origine
sedimentaria)
misti a terreni
vulcanici
pedogenizzati e
rimaneggiati.
Materiale
interessato da
processi di
argillificazione.
Strato (3) 34,79 2,80-3,40 34,79 Terzaghi-Peck 2,07
piroclastiti di tipo 1948-1967
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

Modulo di Poisson
Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Poisson
(m)
Strato (2) 7,84 0,40-2,80 7,84 (A.G.I.) 0,34
coltre di
alterazione
superficiale con
sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-sabbiosi
(di origine
sedimentaria)
misti a terreni
vulcanici
pedogenizzati e
rimaneggiati.
Materiale
interessato da
processi di
argillificazione.
Strato (3) 34,79 2,80-3,40 34,79 (A.G.I.) 0,29
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.2) 8
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Modulo di deformazione a taglio dinamico


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione G
(m) (Kg/cm²)
Strato (2) 7,84 0,40-2,80 7,84 Ohsaki (Sabbie 450,37
coltre di pulite)
alterazione
superficiale con
sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-sabbiosi
(di origine
sedimentaria)
misti a terreni
vulcanici
pedogenizzati e
rimaneggiati.
Materiale
interessato da
processi di
argillificazione.
Strato (3) 34,79 2,80-3,40 34,79 Ohsaki (Sabbie 1827,60
piroclastiti di tipo pulite)
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

Coefficiente spinta a Riposo K0=SigmaH/P0


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione K0
(m)
Strato (2) 7,84 0,40-2,80 7,84 Navfac 1971-1982 1,63
coltre di
alterazione
superficiale con
sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-sabbiosi
(di origine
sedimentaria)
misti a terreni
vulcanici
pedogenizzati e
rimaneggiati.
Materiale
interessato da
processi di
argillificazione.
Strato (3) 34,79 2,80-3,40 34,79 Navfac 1971-1982 6,25
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.2) 9
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Qc ( Resistenza punta Penetrometro Statico)


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Qc
(m) (Kg/cm²)
Strato (2) 7,84 0,40-2,80 7,84 Robertson 1983 15,68
coltre di
alterazione
superficiale con
sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-sabbiosi
(di origine
sedimentaria)
misti a terreni
vulcanici
pedogenizzati e
rimaneggiati.
Materiale
interessato da
processi di
argillificazione.
Strato (3) 34,79 2,80-3,40 34,79 Robertson 1983 69,58
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.2) 10
PROVA PENETROMETRICA DINAMICA Nr.3
Strumento utilizzato... DPSH TG 63-200 PAGANI

Committente: Vailog S.r.l. Data: 20/06/2018


Descrizione: Realizzazione di un nuovo deposito
Località: Loc. Quartaccio di Colleferro. Roma
Scala 1:55

Numero di colpi penetrazione punta Rpd (Kg/cm²) Interpretazione Stratigrafica

0 5 10 15 20 25 30 35 40 45 0 40,0 80,0 120,0 160,0


0.00

1 coltre di alterazione superficiale argilloso-limosa di


facies colluviale mista a cineriti rimaneggiate e
3 pedogenizzate.

140 cm
3
1

3
1 1
4

4
140,0

6 piroclastiti cementate e debolmente cementate.


Deposito di flusso piroclastico saldato. Tufiti
11 sabbiose ben addensate. Tufi pozzolanacei ben
compatti
8
2 2
7

220 cm
5
2

5
3 3
10

14

10
360,0

5 piroclastiti granulari a granulometria


limoso-sabbiosa. Localmente tufi-tufiti debolmente
4 cementati e saldati. intercalazioni di depositi di
colata piroclastica tufiti sabbiose
4 4
addensate e tufi pozzolanacei compatti
4

5
5 5
8

4
6 6
6

4
7 7
4

7
760 cm

3
10

5
8 8
6

10

10

4
9 9
4

4
10 10
5

6
11 11
7
1120,0

13 piroclastiti di tipo litoide o saldato equiparabile a rx


tenera e/o terreno granulare cementato. tufo / tufite
18 / ignimbrite
80 cm

4
23

30
1200,0
12 12

SIGNATURE 1 SIGNATURE 2
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

ESECUTORE INDAGINI:
GeoTest s.r.l.
COMMITTENTE: Spett. Vailog S.r.l.

STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.3

TERRENI COESIVI

Coesione non drenata


Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Cu
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 4,62 0.00-1,40 Schmertmann 1975 0,45
coltre di alterazione
superficiale argilloso-
limosa di facies
colluviale mista a
cineriti rimaneggiate e
pedogenizzate.
Strato (2) 11,76 1,40-3,60 Schmertmann 1975 1,16
piroclastiti cementate
e debolmente
cementate. Deposito di
flusso piroclastico
saldato. Tufiti
sabbiose ben
addensate. Tufi
pozzolanacei ben
compatti
Strato (3) 8,04 3,60-11,20 Schmertmann 1975 0,79
piroclastiti granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di
depositi di colata
piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti
Strato (4) 30,87 11,20-12,00 Schmertmann 1975 3,07
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite
/ ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.3) 1
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Qc ( Resistenza punta Penetrometro Statico)


Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Qc
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 4,62 0.00-1,40 Robertson (1983) 9,24
coltre di alterazione
superficiale argilloso-
limosa di facies
colluviale mista a
cineriti rimaneggiate e
pedogenizzate.
Strato (2) 11,76 1,40-3,60 Robertson (1983) 23,52
piroclastiti cementate
e debolmente
cementate. Deposito di
flusso piroclastico
saldato. Tufiti
sabbiose ben
addensate. Tufi
pozzolanacei ben
compatti
Strato (3) 8,04 3,60-11,20 Robertson (1983) 16,08
piroclastiti granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di
depositi di colata
piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti
Strato (4) 30,87 11,20-12,00 Robertson (1983) 61,74
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite
/ ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.3) 2
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Modulo Edometrico
Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Eed
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 4,62 0.00-1,40 Trofimenkov (1974), 48,91
coltre di alterazione Mitchell e Gardner
superficiale argilloso-
limosa di facies
colluviale mista a
cineriti rimaneggiate e
pedogenizzate.
Strato (2) 11,76 1,40-3,60 Trofimenkov (1974), 121,74
piroclastiti cementate Mitchell e Gardner
e debolmente
cementate. Deposito di
flusso piroclastico
saldato. Tufiti
sabbiose ben
addensate. Tufi
pozzolanacei ben
compatti
Strato (3) 8,04 3,60-11,20 Trofimenkov (1974), 83,80
piroclastiti granulari a Mitchell e Gardner
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di
depositi di colata
piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti
Strato (4) 30,87 11,20-12,00 Trofimenkov (1974), 316,65
piroclastiti di tipo Mitchell e Gardner
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite
/ ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.3) 3
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Modulo di Young
Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Ey
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 4,62 0.00-1,40 Apollonia 46,20
coltre di alterazione
superficiale argilloso-
limosa di facies
colluviale mista a
cineriti rimaneggiate e
pedogenizzate.
Strato (2) 11,76 1,40-3,60 Apollonia 117,60
piroclastiti cementate
e debolmente
cementate. Deposito di
flusso piroclastico
saldato. Tufiti
sabbiose ben
addensate. Tufi
pozzolanacei ben
compatti
Strato (3) 8,04 3,60-11,20 Apollonia 80,40
piroclastiti granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di
depositi di colata
piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti
Strato (4) 30,87 11,20-12,00 Apollonia 308,70
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite
/ ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.3) 4
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Classificazione AGI
Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Classificazione
(m)
Strato (1) 4,62 0.00-1,40 A.G.I. (1977) MODERAT.
coltre di alterazione CONSISTENTE
superficiale argilloso-
limosa di facies
colluviale mista a
cineriti rimaneggiate e
pedogenizzate.
Strato (2) 11,76 1,40-3,60 A.G.I. (1977) CONSISTENTE
piroclastiti cementate
e debolmente
cementate. Deposito di
flusso piroclastico
saldato. Tufiti
sabbiose ben
addensate. Tufi
pozzolanacei ben
compatti
Strato (3) 8,04 3,60-11,20 A.G.I. (1977) CONSISTENTE
piroclastiti granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di
depositi di colata
piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti
Strato (4) 30,87 11,20-12,00 A.G.I. (1977) ESTREM.
piroclastiti di tipo CONSISTENTE
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite
/ ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.3) 5
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Peso unità di volume


Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Peso unità di volume
(m) (t/m³)
Strato (1) 4,62 0.00-1,40 Meyerhof 1,74
coltre di alterazione
superficiale argilloso-
limosa di facies
colluviale mista a
cineriti rimaneggiate e
pedogenizzate.
Strato (2) 11,76 1,40-3,60 Meyerhof 2,01
piroclastiti cementate
e debolmente
cementate. Deposito di
flusso piroclastico
saldato. Tufiti
sabbiose ben
addensate. Tufi
pozzolanacei ben
compatti
Strato (3) 8,04 3,60-11,20 Meyerhof 1,90
piroclastiti granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di
depositi di colata
piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti
Strato (4) 30,87 11,20-12,00 Meyerhof 2,18
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite
/ ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.3) 6
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Peso unità di volume saturo


Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Peso unità di volume
(m) saturo
(t/m³)
Strato (1) 4,62 0.00-1,40 Meyerhof 1,87
coltre di alterazione
superficiale argilloso-
limosa di facies
colluviale mista a
cineriti rimaneggiate e
pedogenizzate.
Strato (2) 11,76 1,40-3,60 Meyerhof 2,21
piroclastiti cementate
e debolmente
cementate. Deposito di
flusso piroclastico
saldato. Tufiti
sabbiose ben
addensate. Tufi
pozzolanacei ben
compatti
Strato (3) 8,04 3,60-11,20 Meyerhof 1,91
piroclastiti granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di
depositi di colata
piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti
Strato (4) 30,87 11,20-12,00 Meyerhof 2,40
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite
/ ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.3) 7
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

TERRENI INCOERENTI

Densità relativa
Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Densità relativa
(m) (%)
Strato (1) 4,62 0.00-1,40 4,62 Skempton 1986 19,81
coltre di
alterazione
superficiale
argilloso-limosa di
facies colluviale
mista a cineriti
rimaneggiate e
pedogenizzate.
Strato (2) 11,76 1,40-3,60 11,76 Skempton 1986 36,75
piroclastiti
cementate e
debolmente
cementate.
Deposito di flusso
piroclastico
saldato. Tufiti
sabbiose ben
addensate. Tufi
pozzolanacei ben
compatti
Strato (3) 8,04 3,60-11,20 8,04 Skempton 1986 28,5
piroclastiti
granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati e
saldati.
intercalazioni di
depositi di colata
piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti
Strato (4) 30,87 11,20-12,00 30,87 Skempton 1986 64,38
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite
/ ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.3) 8
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Angolo di resistenza al taglio


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Angolo d'attrito
(m) (°)
Strato (1) 4,62 0.00-1,40 4,62 Shioi-Fukuni 1982 23,32
coltre di (ROAD BRIDGE
alterazione SPECIFICATION
superficiale )
argilloso-limosa di
facies colluviale
mista a cineriti
rimaneggiate e
pedogenizzate.
Strato (2) 11,76 1,40-3,60 11,76 Shioi-Fukuni 1982 28,28
piroclastiti (ROAD BRIDGE
cementate e SPECIFICATION
debolmente )
cementate.
Deposito di flusso
piroclastico
saldato. Tufiti
sabbiose ben
addensate. Tufi
pozzolanacei ben
compatti
Strato (3) 8,04 3,60-11,20 8,04 Shioi-Fukuni 1982 25,98
piroclastiti (ROAD BRIDGE
granulari a SPECIFICATION
granulometria )
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati e
saldati.
intercalazioni di
depositi di colata
piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti
Strato (4) 30,87 11,20-12,00 30,87 Shioi-Fukuni 1982 36,52
piroclastiti di tipo (ROAD BRIDGE
litoide o saldato SPECIFICATION
equiparabile a rx )
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite
/ ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.3) 9
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Modulo di Young
Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Modulo di Young
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 4,62 0.00-1,40 4,62 Schmertmann 36,96
coltre di (1978) (Sabbie)
alterazione
superficiale
argilloso-limosa di
facies colluviale
mista a cineriti
rimaneggiate e
pedogenizzate.
Strato (2) 11,76 1,40-3,60 11,76 Schmertmann 94,08
piroclastiti (1978) (Sabbie)
cementate e
debolmente
cementate.
Deposito di flusso
piroclastico
saldato. Tufiti
sabbiose ben
addensate. Tufi
pozzolanacei ben
compatti
Strato (3) 8,04 3,60-11,20 8,04 Schmertmann 64,32
piroclastiti (1978) (Sabbie)
granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati e
saldati.
intercalazioni di
depositi di colata
piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti
Strato (4) 30,87 11,20-12,00 30,87 Schmertmann 246,96
piroclastiti di tipo (1978) (Sabbie)
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite
/ ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.3) 10
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Modulo Edometrico
Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Modulo
(m) Edometrico
(Kg/cm²)
Strato (1) 4,62 0.00-1,40 4,62 Menzenbach e 58,61
coltre di Malcev (Sabbia
alterazione media)
superficiale
argilloso-limosa di
facies colluviale
mista a cineriti
rimaneggiate e
pedogenizzate.
Strato (2) 11,76 1,40-3,60 11,76 Menzenbach e 90,45
piroclastiti Malcev (Sabbia
cementate e media)
debolmente
cementate.
Deposito di flusso
piroclastico
saldato. Tufiti
sabbiose ben
addensate. Tufi
pozzolanacei ben
compatti
Strato (3) 8,04 3,60-11,20 8,04 Menzenbach e 73,86
piroclastiti Malcev (Sabbia
granulari a media)
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati e
saldati.
intercalazioni di
depositi di colata
piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti
Strato (4) 30,87 11,20-12,00 30,87 Menzenbach e 175,68
piroclastiti di tipo Malcev (Sabbia
litoide o saldato media)
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite
/ ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.3) 11
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Classificazione AGI
Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Classificazione
(m) AGI
Strato (1) 4,62 0.00-1,40 4,62 Classificazione POCO
coltre di A.G.I ADDENSATO
alterazione
superficiale
argilloso-limosa di
facies colluviale
mista a cineriti
rimaneggiate e
pedogenizzate.
Strato (2) 11,76 1,40-3,60 11,76 Classificazione MODERATAME
piroclastiti A.G.I NTE
cementate e ADDENSATO
debolmente
cementate.
Deposito di flusso
piroclastico
saldato. Tufiti
sabbiose ben
addensate. Tufi
pozzolanacei ben
compatti
Strato (3) 8,04 3,60-11,20 8,04 Classificazione POCO
piroclastiti A.G.I ADDENSATO
granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati e
saldati.
intercalazioni di
depositi di colata
piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti
Strato (4) 30,87 11,20-12,00 30,87 Classificazione ADDENSATO
piroclastiti di tipo A.G.I
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite
/ ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.3) 12
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Peso unità di volume


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Peso Unità di
(m) Volume
(t/m³)
Strato (1) 4,62 0.00-1,40 4,62 Meyerhof et al. 1,52
coltre di
alterazione
superficiale
argilloso-limosa di
facies colluviale
mista a cineriti
rimaneggiate e
pedogenizzate.
Strato (2) 11,76 1,40-3,60 11,76 Meyerhof et al. 1,79
piroclastiti
cementate e
debolmente
cementate.
Deposito di flusso
piroclastico
saldato. Tufiti
sabbiose ben
addensate. Tufi
pozzolanacei ben
compatti
Strato (3) 8,04 3,60-11,20 8,04 Meyerhof et al. 1,66
piroclastiti
granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati e
saldati.
intercalazioni di
depositi di colata
piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti
Strato (4) 30,87 11,20-12,00 30,87 Meyerhof et al. 2,14
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite
/ ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.3) 13
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Peso unità di volume saturo


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Peso Unità
(m) Volume Saturo
(t/m³)
Strato (1) 4,62 0.00-1,40 4,62 Terzaghi-Peck 1,88
coltre di 1948-1967
alterazione
superficiale
argilloso-limosa di
facies colluviale
mista a cineriti
rimaneggiate e
pedogenizzate.
Strato (2) 11,76 1,40-3,60 11,76 Terzaghi-Peck 1,93
piroclastiti 1948-1967
cementate e
debolmente
cementate.
Deposito di flusso
piroclastico
saldato. Tufiti
sabbiose ben
addensate. Tufi
pozzolanacei ben
compatti
Strato (3) 8,04 3,60-11,20 8,04 Terzaghi-Peck 1,91
piroclastiti 1948-1967
granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati e
saldati.
intercalazioni di
depositi di colata
piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti
Strato (4) 30,87 11,20-12,00 30,87 Terzaghi-Peck 2,05
piroclastiti di tipo 1948-1967
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite
/ ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.3) 14
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Modulo di Poisson
Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Poisson
(m)
Strato (1) 4,62 0.00-1,40 4,62 (A.G.I.) 0,34
coltre di
alterazione
superficiale
argilloso-limosa di
facies colluviale
mista a cineriti
rimaneggiate e
pedogenizzate.
Strato (2) 11,76 1,40-3,60 11,76 (A.G.I.) 0,33
piroclastiti
cementate e
debolmente
cementate.
Deposito di flusso
piroclastico
saldato. Tufiti
sabbiose ben
addensate. Tufi
pozzolanacei ben
compatti
Strato (3) 8,04 3,60-11,20 8,04 (A.G.I.) 0,34
piroclastiti
granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati e
saldati.
intercalazioni di
depositi di colata
piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti
Strato (4) 30,87 11,20-12,00 30,87 (A.G.I.) 0,29
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite
/ ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.3) 15
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Modulo di deformazione a taglio dinamico


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione G
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 4,62 0.00-1,40 4,62 Ohsaki (Sabbie 273,95
coltre di pulite)
alterazione
superficiale
argilloso-limosa di
facies colluviale
mista a cineriti
rimaneggiate e
pedogenizzate.
Strato (2) 11,76 1,40-3,60 11,76 Ohsaki (Sabbie 659,32
piroclastiti pulite)
cementate e
debolmente
cementate.
Deposito di flusso
piroclastico
saldato. Tufiti
sabbiose ben
addensate. Tufi
pozzolanacei ben
compatti
Strato (3) 8,04 3,60-11,20 8,04 Ohsaki (Sabbie 461,16
piroclastiti pulite)
granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati e
saldati.
intercalazioni di
depositi di colata
piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti
Strato (4) 30,87 11,20-12,00 30,87 Ohsaki (Sabbie 1633,34
piroclastiti di tipo pulite)
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite
/ ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.3) 16
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Coefficiente spinta a Riposo K0=SigmaH/P0


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione K0
(m)
Strato (1) 4,62 0.00-1,40 4,62 Navfac 1971-1982 0,90
coltre di
alterazione
superficiale
argilloso-limosa di
facies colluviale
mista a cineriti
rimaneggiate e
pedogenizzate.
Strato (2) 11,76 1,40-3,60 11,76 Navfac 1971-1982 2,47
piroclastiti
cementate e
debolmente
cementate.
Deposito di flusso
piroclastico
saldato. Tufiti
sabbiose ben
addensate. Tufi
pozzolanacei ben
compatti
Strato (3) 8,04 3,60-11,20 8,04 Navfac 1971-1982 1,68
piroclastiti
granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati e
saldati.
intercalazioni di
depositi di colata
piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti
Strato (4) 30,87 11,20-12,00 30,87 Navfac 1971-1982 5,73
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite
/ ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.3) 17
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Qc ( Resistenza punta Penetrometro Statico)


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Qc
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 4,62 0.00-1,40 4,62 Robertson 1983 9,24
coltre di
alterazione
superficiale
argilloso-limosa di
facies colluviale
mista a cineriti
rimaneggiate e
pedogenizzate.
Strato (2) 11,76 1,40-3,60 11,76 Robertson 1983 23,52
piroclastiti
cementate e
debolmente
cementate.
Deposito di flusso
piroclastico
saldato. Tufiti
sabbiose ben
addensate. Tufi
pozzolanacei ben
compatti
Strato (3) 8,04 3,60-11,20 8,04 Robertson 1983 16,08
piroclastiti
granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati e
saldati.
intercalazioni di
depositi di colata
piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti
Strato (4) 30,87 11,20-12,00 30,87 Robertson 1983 61,74
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite
/ ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.3) 18
PROVA PENETROMETRICA DINAMICA Nr.4
Strumento utilizzato... DPSH TG 63-200 PAGANI

Committente: Vailog S.r.l. Data: 20/06/2018


Descrizione: Realizzazione di un nuovo deposito
Località: Loc. Quartaccio di Colleferro. Roma
Scala 1:54

Numero di colpi penetrazione punta Rpd (Kg/cm²) Interpretazione Stratigrafica

0 5 10 15 20 25 30 35 40 45 0 40,0 80,0 120,0 160,0


0.00

1 terreno agrario e coltre di depositi limoso-argillosi


eluvio-colluviali (di origine
3 sedimentaria) misti a cineriti pedogenizzate e
rimaneggiate. Materiale interessato da processi di
argillificazione. Locali livelli piroclastici di tipo litoide
3 saldato.

4
1 1
4

3
2 2
4

580 cm
2
1
3 3
3

7
4 4
7

4
5 5
4

4
580,0

5 piroclastiti granulari a granulometria


6 6 limoso-sabbiosa. Localmente tufi-tufiti debolmente
5 cementati e saldati. intercalazioni di depositi di
colata piroclastica tufiti sabbiose
addensate e tufi pozzolanacei compatti
5

5
7 7
7

7
360 cm

2
7

6
8 8
7

7
9 9
7

6
940,0

9 piroclastiti di tipo litoide o saldato equiparabile a rx


tenera e/o terreno granulare cementato. tufo / tufite
9 / ignimbrite

10
10 10
9

10

16
240 cm

3
12

9
11 11
8

12

18

25
1180,0

SIGNATURE 1 SIGNATURE 2
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

ESECUTORE INDAGINI:
GeoTest s.r.l.
COMMITTENTE: Spett. Vailog S.r.l.

STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.4

TERRENI COESIVI

Coesione non drenata


Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Cu
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 5,22 0.00-5,80 Schmertmann 1975 0,51
terreno agrario e coltre
di depositi limoso-
argillosi
eluvio-colluviali (di
origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate
e
rimaneggiate.
Materiale interessato
da processi di
argillificazione. Locali
livelli piroclastici di
tipo litoide saldato.
Strato (2) 9,14 5,80-9,40 Schmertmann 1975 0,90
piroclastiti granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti
Strato (3) 18,01 9,40-11,80 Schmertmann 1975 1,78
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite /
ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.4) 1
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Qc ( Resistenza punta Penetrometro Statico)


Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Qc
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 5,22 0.00-5,80 Robertson (1983) 10,44
terreno agrario e coltre
di depositi limoso-
argillosi
eluvio-colluviali (di
origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate
e
rimaneggiate.
Materiale interessato
da processi di
argillificazione. Locali
livelli piroclastici di
tipo litoide saldato.
Strato (2) 9,14 5,80-9,40 Robertson (1983) 18,28
piroclastiti granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti
Strato (3) 18,01 9,40-11,80 Robertson (1983) 36,02
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite /
ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.4) 2
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Modulo Edometrico
Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Eed
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 5,22 0.00-5,80 Trofimenkov (1974), 55,03
terreno agrario e coltre Mitchell e Gardner
di depositi limoso-
argillosi
eluvio-colluviali (di
origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate
e
rimaneggiate.
Materiale interessato
da processi di
argillificazione. Locali
livelli piroclastici di
tipo litoide saldato.
Strato (2) 9,14 5,80-9,40 Trofimenkov (1974), 95,01
piroclastiti granulari a Mitchell e Gardner
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti
Strato (3) 18,01 9,40-11,80 Trofimenkov (1974), 185,48
piroclastiti di tipo Mitchell e Gardner
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite /
ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.4) 3
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Modulo di Young
Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Ey
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 5,22 0.00-5,80 Apollonia 52,20
terreno agrario e coltre
di depositi limoso-
argillosi
eluvio-colluviali (di
origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate
e
rimaneggiate.
Materiale interessato
da processi di
argillificazione. Locali
livelli piroclastici di
tipo litoide saldato.
Strato (2) 9,14 5,80-9,40 Apollonia 91,40
piroclastiti granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti
Strato (3) 18,01 9,40-11,80 Apollonia 180,10
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite /
ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.4) 4
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Classificazione AGI
Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Classificazione
(m)
Strato (1) 5,22 0.00-5,80 A.G.I. (1977) MODERAT.
terreno agrario e coltre CONSISTENTE
di depositi limoso-
argillosi
eluvio-colluviali (di
origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate
e
rimaneggiate.
Materiale interessato
da processi di
argillificazione. Locali
livelli piroclastici di
tipo litoide saldato.
Strato (2) 9,14 5,80-9,40 A.G.I. (1977) CONSISTENTE
piroclastiti granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti
Strato (3) 18,01 9,40-11,80 A.G.I. (1977) MOLTO
piroclastiti di tipo CONSISTENTE
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite /
ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.4) 5
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Peso unità di volume


Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Peso unità di volume
(m) (t/m³)
Strato (1) 5,22 0.00-5,80 Meyerhof 1,77
terreno agrario e coltre
di depositi limoso-
argillosi
eluvio-colluviali (di
origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate
e
rimaneggiate.
Materiale interessato
da processi di
argillificazione. Locali
livelli piroclastici di
tipo litoide saldato.
Strato (2) 9,14 5,80-9,40 Meyerhof 1,94
piroclastiti granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti
Strato (3) 18,01 9,40-11,80 Meyerhof 2,09
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite /
ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.4) 6
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Peso unità di volume saturo


Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Peso unità di volume
(m) saturo
(t/m³)
Strato (1) 5,22 0.00-5,80 Meyerhof 1,88
terreno agrario e coltre
di depositi limoso-
argillosi
eluvio-colluviali (di
origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate
e
rimaneggiate.
Materiale interessato
da processi di
argillificazione. Locali
livelli piroclastici di
tipo litoide saldato.
Strato (2) 9,14 5,80-9,40 Meyerhof 2,13
piroclastiti granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti
Strato (3) 18,01 9,40-11,80 Meyerhof 2,30
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite /
ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.4) 7
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

TERRENI INCOERENTI

Densità relativa
Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Densità relativa
(m) (%)
Strato (1) 5,22 0.00-5,80 5,22 Skempton 1986 21,42
terreno agrario e
coltre di depositi
limoso-argillosi
eluvio-colluviali
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Materiale
interessato da
processi di
argillificazione.
Locali livelli
piroclastici di tipo
litoide saldato.
Strato (2) 9,14 5,80-9,40 9,14 Skempton 1986 31,06
piroclastiti
granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati e
saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti
Strato (3) 18,01 9,40-11,80 18,01 Skempton 1986 48,16
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.4) 8
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Angolo di resistenza al taglio


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Angolo d'attrito
(m) (°)
Strato (1) 5,22 0.00-5,80 5,22 Shioi-Fukuni 1982 23,85
terreno agrario e (ROAD BRIDGE
coltre di depositi SPECIFICATION
limoso-argillosi )
eluvio-colluviali
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Materiale
interessato da
processi di
argillificazione.
Locali livelli
piroclastici di tipo
litoide saldato.
Strato (2) 9,14 5,80-9,40 9,14 Shioi-Fukuni 1982 26,71
piroclastiti (ROAD BRIDGE
granulari a SPECIFICATION
granulometria )
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati e
saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti
Strato (3) 18,01 9,40-11,80 18,01 Shioi-Fukuni 1982 31,44
piroclastiti di tipo (ROAD BRIDGE
litoide o saldato SPECIFICATION
equiparabile a rx )
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.4) 9
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Modulo di Young
Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Modulo di Young
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 5,22 0.00-5,80 5,22 Schmertmann 41,76
terreno agrario e (1978) (Sabbie)
coltre di depositi
limoso-argillosi
eluvio-colluviali
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Materiale
interessato da
processi di
argillificazione.
Locali livelli
piroclastici di tipo
litoide saldato.
Strato (2) 9,14 5,80-9,40 9,14 Schmertmann 73,12
piroclastiti (1978) (Sabbie)
granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati e
saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti
Strato (3) 18,01 9,40-11,80 18,01 Schmertmann 144,08
piroclastiti di tipo (1978) (Sabbie)
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.4) 10
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Modulo Edometrico
Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Modulo
(m) Edometrico
(Kg/cm²)
Strato (1) 5,22 0.00-5,80 5,22 Menzenbach e 61,28
terreno agrario e Malcev (Sabbia
coltre di depositi media)
limoso-argillosi
eluvio-colluviali
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Materiale
interessato da
processi di
argillificazione.
Locali livelli
piroclastici di tipo
litoide saldato.
Strato (2) 9,14 5,80-9,40 9,14 Menzenbach e 78,76
piroclastiti Malcev (Sabbia
granulari a media)
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati e
saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti
Strato (3) 18,01 9,40-11,80 18,01 Menzenbach e 118,32
piroclastiti di tipo Malcev (Sabbia
litoide o saldato media)
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.4) 11
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Classificazione AGI
Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Classificazione
(m) AGI
Strato (1) 5,22 0.00-5,80 5,22 Classificazione POCO
terreno agrario e A.G.I ADDENSATO
coltre di depositi
limoso-argillosi
eluvio-colluviali
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Materiale
interessato da
processi di
argillificazione.
Locali livelli
piroclastici di tipo
litoide saldato.
Strato (2) 9,14 5,80-9,40 9,14 Classificazione POCO
piroclastiti A.G.I ADDENSATO
granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati e
saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti
Strato (3) 18,01 9,40-11,80 18,01 Classificazione MODERATAME
piroclastiti di tipo A.G.I NTE
litoide o saldato ADDENSATO
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.4) 12
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Peso unità di volume


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Peso Unità di
(m) Volume
(t/m³)
Strato (1) 5,22 0.00-5,80 5,22 Meyerhof et al. 1,55
terreno agrario e
coltre di depositi
limoso-argillosi
eluvio-colluviali
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Materiale
interessato da
processi di
argillificazione.
Locali livelli
piroclastici di tipo
litoide saldato.
Strato (2) 9,14 5,80-9,40 9,14 Meyerhof et al. 1,70
piroclastiti
granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati e
saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti
Strato (3) 18,01 9,40-11,80 18,01 Meyerhof et al. 1,95
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.4) 13
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Peso unità di volume saturo


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Peso Unità
(m) Volume Saturo
(t/m³)
Strato (1) 5,22 0.00-5,80 5,22 Terzaghi-Peck 1,89
terreno agrario e 1948-1967
coltre di depositi
limoso-argillosi
eluvio-colluviali
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Materiale
interessato da
processi di
argillificazione.
Locali livelli
piroclastici di tipo
litoide saldato.
Strato (2) 9,14 5,80-9,40 9,14 Terzaghi-Peck 1,91
piroclastiti 1948-1967
granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati e
saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti
Strato (3) 18,01 9,40-11,80 18,01 Terzaghi-Peck 1,97
piroclastiti di tipo 1948-1967
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.4) 14
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Modulo di Poisson
Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Poisson
(m)
Strato (1) 5,22 0.00-5,80 5,22 (A.G.I.) 0,34
terreno agrario e
coltre di depositi
limoso-argillosi
eluvio-colluviali
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Materiale
interessato da
processi di
argillificazione.
Locali livelli
piroclastici di tipo
litoide saldato.
Strato (2) 9,14 5,80-9,40 9,14 (A.G.I.) 0,34
piroclastiti
granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati e
saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti
Strato (3) 18,01 9,40-11,80 18,01 (A.G.I.) 0,32
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.4) 15
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Modulo di deformazione a taglio dinamico


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione G
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 5,22 0.00-5,80 5,22 Ohsaki (Sabbie 307,27
terreno agrario e pulite)
coltre di depositi
limoso-argillosi
eluvio-colluviali
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Materiale
interessato da
processi di
argillificazione.
Locali livelli
piroclastici di tipo
litoide saldato.
Strato (2) 9,14 5,80-9,40 9,14 Ohsaki (Sabbie 520,24
piroclastiti pulite)
granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati e
saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti
Strato (3) 18,01 9,40-11,80 18,01 Ohsaki (Sabbie 984,23
piroclastiti di tipo pulite)
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.4) 16
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Coefficiente spinta a Riposo K0=SigmaH/P0


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione K0
(m)
Strato (1) 5,22 0.00-5,80 5,22 Navfac 1971-1982 1,04
terreno agrario e
coltre di depositi
limoso-argillosi
eluvio-colluviali
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Materiale
interessato da
processi di
argillificazione.
Locali livelli
piroclastici di tipo
litoide saldato.
Strato (2) 9,14 5,80-9,40 9,14 Navfac 1971-1982 1,92
piroclastiti
granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati e
saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti
Strato (3) 18,01 9,40-11,80 18,01 Navfac 1971-1982 3,69
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.4) 17
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Qc ( Resistenza punta Penetrometro Statico)


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Qc
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 5,22 0.00-5,80 5,22 Robertson 1983 10,44
terreno agrario e
coltre di depositi
limoso-argillosi
eluvio-colluviali
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Materiale
interessato da
processi di
argillificazione.
Locali livelli
piroclastici di tipo
litoide saldato.
Strato (2) 9,14 5,80-9,40 9,14 Robertson 1983 18,28
piroclastiti
granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati e
saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti
Strato (3) 18,01 9,40-11,80 18,01 Robertson 1983 36,02
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.4) 18
PROVA PENETROMETRICA DINAMICA Nr.5
Strumento utilizzato... DPSH TG 63-200 PAGANI

Committente: Vailog S.r.l. Data: 20/06/2018


Descrizione: Realizzazione di un nuovo deposito
Località: Loc. Quartaccio di Colleferro. Roma
Scala 1:35

Numero di colpi penetrazione punta Rpd (Kg/cm²) Interpretazione Stratigrafica

0 5 10 15 20 25 30 35 40 45 0 40,0 80,0 120,0 160,0


0.00

terreno agrario e coltre di alterazione superficiale


4 limoso-sabbiosa eluvio-colluviale (di origine
sedimentaria) misti a cineriti pedogenizzate e
rimaneggiate. Terreni vulcanici interessati da
6 processi di argillificazione. Piroclastiti di tipo
granulare sabbioso-limosa con locali livelli
debolmente cementati.

120 cm
1
6

1 1

6
120,0

piroclastiti a granulometria argilloso-limosa


3

60 cm
2
2

2
180,0

depositi di colata piroclastica, tufiti sabbiose


5 addensate e tufi pozzolanacei compatti. Piroclastiti
granulari a granulometria
2 2
limoso-sabbiosa localmente cementati.
4

3 3

4 4
460 cm

7
3

5 5

6 6

7
640,0

piroclastiti di tipo litoide o saldato equiparabile a rx


15 tenera e/o terreno granulare cementato. tufo / tufite
/ ignimbrite

15

15
120 cm

7 7
4
22

26

30
760,0

SIGNATURE 1 SIGNATURE 2
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

ESECUTORE INDAGINI:
GeoTest s.r.l.
COMMITTENTE: Spett. Vailog S.r.l.

STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.5

TERRENI COESIVI

Coesione non drenata


Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Cu
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 8,33 0.00-1,20 Schmertmann 1975 0,82
terreno agrario e coltre
di alterazione
superficiale limoso-
sabbiosa eluvio-
colluviale (di origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate
e
rimaneggiate. Terreni
vulcanici interessati da
processi di
argillificazione.
Piroclastiti di tipo
granulare sabbioso-
limosa con locali
livelli debolmente
cementati.
Strato (2) 3,43 1,20-1,80 Schmertmann 1975 0,33
piroclastiti a
granulometria
argilloso-limosa
Strato (3) 7,6 1,80-6,40 Schmertmann 1975 0,74
depositi di colata
piroclastica, tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti.
Piroclastiti granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa
localmente cementati.
Strato (4) 30,14 6,40-7,60 Schmertmann 1975 3,00
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite /
ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.5) 1
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Qc ( Resistenza punta Penetrometro Statico)


Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Qc
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 8,33 0.00-1,20 Robertson (1983) 16,66
terreno agrario e coltre
di alterazione
superficiale limoso-
sabbiosa eluvio-
colluviale (di origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate
e
rimaneggiate. Terreni
vulcanici interessati da
processi di
argillificazione.
Piroclastiti di tipo
granulare sabbioso-
limosa con locali
livelli debolmente
cementati.
Strato (2) 3,43 1,20-1,80 Robertson (1983) 6,86
piroclastiti a
granulometria
argilloso-limosa
Strato (3) 7,6 1,80-6,40 Robertson (1983) 15,20
depositi di colata
piroclastica, tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti.
Piroclastiti granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa
localmente cementati.
Strato (4) 30,14 6,40-7,60 Robertson (1983) 60,28
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite /
ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.5) 2
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Modulo Edometrico
Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Eed
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 8,33 0.00-1,20 Trofimenkov (1974), 86,75
terreno agrario e coltre Mitchell e Gardner
di alterazione
superficiale limoso-
sabbiosa eluvio-
colluviale (di origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate
e
rimaneggiate. Terreni
vulcanici interessati da
processi di
argillificazione.
Piroclastiti di tipo
granulare sabbioso-
limosa con locali
livelli debolmente
cementati.
Strato (2) 3,43 1,20-1,80 Trofimenkov (1974), 36,78
piroclastiti a Mitchell e Gardner
granulometria
argilloso-limosa
Strato (3) 7,6 1,80-6,40 Trofimenkov (1974), 79,31
depositi di colata Mitchell e Gardner
piroclastica, tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti.
Piroclastiti granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa
localmente cementati.
Strato (4) 30,14 6,40-7,60 Trofimenkov (1974), 309,20
piroclastiti di tipo Mitchell e Gardner
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite /
ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.5) 3
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Modulo di Young
Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Ey
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 8,33 0.00-1,20 Apollonia 83,30
terreno agrario e coltre
di alterazione
superficiale limoso-
sabbiosa eluvio-
colluviale (di origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate
e
rimaneggiate. Terreni
vulcanici interessati da
processi di
argillificazione.
Piroclastiti di tipo
granulare sabbioso-
limosa con locali
livelli debolmente
cementati.
Strato (2) 3,43 1,20-1,80 Apollonia 34,30
piroclastiti a
granulometria
argilloso-limosa
Strato (3) 7,6 1,80-6,40 Apollonia 76,00
depositi di colata
piroclastica, tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti.
Piroclastiti granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa
localmente cementati.
Strato (4) 30,14 6,40-7,60 Apollonia 301,40
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite /
ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.5) 4
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Classificazione AGI
Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Classificazione
(m)
Strato (1) 8,33 0.00-1,20 A.G.I. (1977) CONSISTENTE
terreno agrario e coltre
di alterazione
superficiale limoso-
sabbiosa eluvio-
colluviale (di origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate
e
rimaneggiate. Terreni
vulcanici interessati da
processi di
argillificazione.
Piroclastiti di tipo
granulare sabbioso-
limosa con locali
livelli debolmente
cementati.
Strato (2) 3,43 1,20-1,80 A.G.I. (1977) POCO
piroclastiti a CONSISTENTE
granulometria
argilloso-limosa
Strato (3) 7,6 1,80-6,40 A.G.I. (1977) MODERAT.
depositi di colata CONSISTENTE
piroclastica, tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti.
Piroclastiti granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa
localmente cementati.
Strato (4) 30,14 6,40-7,60 A.G.I. (1977) ESTREM.
piroclastiti di tipo CONSISTENTE
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite /
ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.5) 5
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Peso unità di volume


Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Peso unità di volume
(m) (t/m³)
Strato (1) 8,33 0.00-1,20 Meyerhof 1,91
terreno agrario e coltre
di alterazione
superficiale limoso-
sabbiosa eluvio-
colluviale (di origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate
e
rimaneggiate. Terreni
vulcanici interessati da
processi di
argillificazione.
Piroclastiti di tipo
granulare sabbioso-
limosa con locali
livelli debolmente
cementati.
Strato (2) 3,43 1,20-1,80 Meyerhof 1,66
piroclastiti a
granulometria
argilloso-limosa
Strato (3) 7,6 1,80-6,40 Meyerhof 1,88
depositi di colata
piroclastica, tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti.
Piroclastiti granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa
localmente cementati.
Strato (4) 30,14 6,40-7,60 Meyerhof 2,17
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite /
ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.5) 6
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Peso unità di volume saturo


Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Peso unità di volume
(m) saturo
(t/m³)
Strato (1) 8,33 0.00-1,20 Meyerhof 2,10
terreno agrario e coltre
di alterazione
superficiale limoso-
sabbiosa eluvio-
colluviale (di origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate
e
rimaneggiate. Terreni
vulcanici interessati da
processi di
argillificazione.
Piroclastiti di tipo
granulare sabbioso-
limosa con locali
livelli debolmente
cementati.
Strato (2) 3,43 1,20-1,80 Meyerhof 1,86
piroclastiti a
granulometria
argilloso-limosa
Strato (3) 7,6 1,80-6,40 Meyerhof 1,90
depositi di colata
piroclastica, tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti.
Piroclastiti granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa
localmente cementati.
Strato (4) 30,14 6,40-7,60 Meyerhof 2,38
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite /
ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.5) 7
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

TERRENI INCOERENTI

Densità relativa
Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Densità relativa
(m) (%)
Strato (1) 8,33 0.00-1,20 8,33 Skempton 1986 29,18
terreno agrario e
coltre di
alterazione
superficiale
limoso-sabbiosa
eluvio-colluviale
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Terreni vulcanici
interessati da
processi di
argillificazione.
Piroclastiti di tipo
granulare
sabbioso-limosa
con locali livelli
debolmente
cementati.
Strato (2) 3,43 1,20-1,80 3,43 Skempton 1986 16,53
piroclastiti a
granulometria
argilloso-limosa
Strato (3) 7,6 1,80-6,40 7,6 Skempton 1986 27,44
depositi di colata
piroclastica, tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti.
Piroclastiti
granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa
localmente
cementati.
Strato (4) 30,14 6,40-7,60 30,14 Skempton 1986 63,65
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.5) 8
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Angolo di resistenza al taglio


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Angolo d'attrito
(m) (°)
Strato (1) 8,33 0.00-1,20 8,33 Shioi-Fukuni 1982 26,18
terreno agrario e (ROAD BRIDGE
coltre di SPECIFICATION
alterazione )
superficiale
limoso-sabbiosa
eluvio-colluviale
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Terreni vulcanici
interessati da
processi di
argillificazione.
Piroclastiti di tipo
granulare
sabbioso-limosa
con locali livelli
debolmente
cementati.
Strato (2) 3,43 1,20-1,80 3,43 Shioi-Fukuni 1982 22,17
piroclastiti a (ROAD BRIDGE
granulometria SPECIFICATION
argilloso-limosa )
Strato (3) 7,6 1,80-6,40 7,6 Shioi-Fukuni 1982 25,68
depositi di colata (ROAD BRIDGE
piroclastica, tufiti SPECIFICATION
sabbiose )
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti.
Piroclastiti
granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa
localmente
cementati.
Strato (4) 30,14 6,40-7,60 30,14 Shioi-Fukuni 1982 36,26
piroclastiti di tipo (ROAD BRIDGE
litoide o saldato SPECIFICATION
equiparabile a rx )
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.5) 9
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Modulo di Young
Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Modulo di Young
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 8,33 0.00-1,20 8,33 Schmertmann 66,64
terreno agrario e (1978) (Sabbie)
coltre di
alterazione
superficiale
limoso-sabbiosa
eluvio-colluviale
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Terreni vulcanici
interessati da
processi di
argillificazione.
Piroclastiti di tipo
granulare
sabbioso-limosa
con locali livelli
debolmente
cementati.
Strato (2) 3,43 1,20-1,80 3,43 Schmertmann 27,44
piroclastiti a (1978) (Sabbie)
granulometria
argilloso-limosa
Strato (3) 7,6 1,80-6,40 7,6 Schmertmann 60,80
depositi di colata (1978) (Sabbie)
piroclastica, tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti.
Piroclastiti
granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa
localmente
cementati.
Strato (4) 30,14 6,40-7,60 30,14 Schmertmann 241,12
piroclastiti di tipo (1978) (Sabbie)
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.5) 10
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Modulo Edometrico
Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Modulo
(m) Edometrico
(Kg/cm²)
Strato (1) 8,33 0.00-1,20 8,33 Menzenbach e 75,15
terreno agrario e Malcev (Sabbia
coltre di media)
alterazione
superficiale
limoso-sabbiosa
eluvio-colluviale
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Terreni vulcanici
interessati da
processi di
argillificazione.
Piroclastiti di tipo
granulare
sabbioso-limosa
con locali livelli
debolmente
cementati.
Strato (2) 3,43 1,20-1,80 3,43 Menzenbach e 53,30
piroclastiti a Malcev (Sabbia
granulometria media)
argilloso-limosa
Strato (3) 7,6 1,80-6,40 7,6 Menzenbach e 71,90
depositi di colata Malcev (Sabbia
piroclastica, tufiti media)
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti.
Piroclastiti
granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa
localmente
cementati.
Strato (4) 30,14 6,40-7,60 30,14 Menzenbach e 172,42
piroclastiti di tipo Malcev (Sabbia
litoide o saldato media)
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.5) 11
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Classificazione AGI
Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Classificazione
(m) AGI
Strato (1) 8,33 0.00-1,20 8,33 Classificazione POCO
terreno agrario e A.G.I ADDENSATO
coltre di
alterazione
superficiale
limoso-sabbiosa
eluvio-colluviale
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Terreni vulcanici
interessati da
processi di
argillificazione.
Piroclastiti di tipo
granulare
sabbioso-limosa
con locali livelli
debolmente
cementati.
Strato (2) 3,43 1,20-1,80 3,43 Classificazione SCIOLTO
piroclastiti a A.G.I
granulometria
argilloso-limosa
Strato (3) 7,6 1,80-6,40 7,6 Classificazione POCO
depositi di colata A.G.I ADDENSATO
piroclastica, tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti.
Piroclastiti
granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa
localmente
cementati.
Strato (4) 30,14 6,40-7,60 30,14 Classificazione ADDENSATO
piroclastiti di tipo A.G.I
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.5) 12
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Peso unità di volume


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Peso Unità di
(m) Volume
(t/m³)
Strato (1) 8,33 0.00-1,20 8,33 Meyerhof et al. 1,67
terreno agrario e
coltre di
alterazione
superficiale
limoso-sabbiosa
eluvio-colluviale
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Terreni vulcanici
interessati da
processi di
argillificazione.
Piroclastiti di tipo
granulare
sabbioso-limosa
con locali livelli
debolmente
cementati.
Strato (2) 3,43 1,20-1,80 3,43 Meyerhof et al. 1,47
piroclastiti a
granulometria
argilloso-limosa
Strato (3) 7,6 1,80-6,40 7,6 Meyerhof et al. 1,64
depositi di colata
piroclastica, tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti.
Piroclastiti
granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa
localmente
cementati.
Strato (4) 30,14 6,40-7,60 30,14 Meyerhof et al. 2,14
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.5) 13
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Peso unità di volume saturo


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Peso Unità
(m) Volume Saturo
(t/m³)
Strato (1) 8,33 0.00-1,20 8,33 Terzaghi-Peck 1,91
terreno agrario e 1948-1967
coltre di
alterazione
superficiale
limoso-sabbiosa
eluvio-colluviale
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Terreni vulcanici
interessati da
processi di
argillificazione.
Piroclastiti di tipo
granulare
sabbioso-limosa
con locali livelli
debolmente
cementati.
Strato (2) 3,43 1,20-1,80 3,43 Terzaghi-Peck 1,88
piroclastiti a 1948-1967
granulometria
argilloso-limosa
Strato (3) 7,6 1,80-6,40 7,6 Terzaghi-Peck 1,90
depositi di colata 1948-1967
piroclastica, tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti.
Piroclastiti
granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa
localmente
cementati.
Strato (4) 30,14 6,40-7,60 30,14 Terzaghi-Peck 2,04
piroclastiti di tipo 1948-1967
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.5) 14
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Modulo di Poisson
Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Poisson
(m)
Strato (1) 8,33 0.00-1,20 8,33 (A.G.I.) 0,34
terreno agrario e
coltre di
alterazione
superficiale
limoso-sabbiosa
eluvio-colluviale
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Terreni vulcanici
interessati da
processi di
argillificazione.
Piroclastiti di tipo
granulare
sabbioso-limosa
con locali livelli
debolmente
cementati.
Strato (2) 3,43 1,20-1,80 3,43 (A.G.I.) 0,35
piroclastiti a
granulometria
argilloso-limosa
Strato (3) 7,6 1,80-6,40 7,6 (A.G.I.) 0,34
depositi di colata
piroclastica, tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti.
Piroclastiti
granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa
localmente
cementati.
Strato (4) 30,14 6,40-7,60 30,14 (A.G.I.) 0,29
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.5) 15
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Modulo di deformazione a taglio dinamico


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione G
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 8,33 0.00-1,20 8,33 Ohsaki (Sabbie 476,78
terreno agrario e pulite)
coltre di
alterazione
superficiale
limoso-sabbiosa
eluvio-colluviale
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Terreni vulcanici
interessati da
processi di
argillificazione.
Piroclastiti di tipo
granulare
sabbioso-limosa
con locali livelli
debolmente
cementati.
Strato (2) 3,43 1,20-1,80 3,43 Ohsaki (Sabbie 207,06
piroclastiti a pulite)
granulometria
argilloso-limosa
Strato (3) 7,6 1,80-6,40 7,6 Ohsaki (Sabbie 437,40
depositi di colata pulite)
piroclastica, tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti.
Piroclastiti
granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa
localmente
cementati.
Strato (4) 30,14 6,40-7,60 30,14 Ohsaki (Sabbie 1597,01
piroclastiti di tipo pulite)
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.5) 16
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Coefficiente spinta a Riposo K0=SigmaH/P0


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione K0
(m)
Strato (1) 8,33 0.00-1,20 8,33 Navfac 1971-1982 1,74
terreno agrario e
coltre di
alterazione
superficiale
limoso-sabbiosa
eluvio-colluviale
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Terreni vulcanici
interessati da
processi di
argillificazione.
Piroclastiti di tipo
granulare
sabbioso-limosa
con locali livelli
debolmente
cementati.
Strato (2) 3,43 1,20-1,80 3,43 Navfac 1971-1982 0,62
piroclastiti a
granulometria
argilloso-limosa
Strato (3) 7,6 1,80-6,40 7,6 Navfac 1971-1982 1,58
depositi di colata
piroclastica, tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti.
Piroclastiti
granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa
localmente
cementati.
Strato (4) 30,14 6,40-7,60 30,14 Navfac 1971-1982 5,63
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.5) 17
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Qc ( Resistenza punta Penetrometro Statico)


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Qc
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 8,33 0.00-1,20 8,33 Robertson 1983 16,66
terreno agrario e
coltre di
alterazione
superficiale
limoso-sabbiosa
eluvio-colluviale
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Terreni vulcanici
interessati da
processi di
argillificazione.
Piroclastiti di tipo
granulare
sabbioso-limosa
con locali livelli
debolmente
cementati.
Strato (2) 3,43 1,20-1,80 3,43 Robertson 1983 6,86
piroclastiti a
granulometria
argilloso-limosa
Strato (3) 7,6 1,80-6,40 7,6 Robertson 1983 15,20
depositi di colata
piroclastica, tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti.
Piroclastiti
granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa
localmente
cementati.
Strato (4) 30,14 6,40-7,60 30,14 Robertson 1983 60,28
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.5) 18
PROVA PENETROMETRICA DINAMICA Nr.6
Strumento utilizzato... DPSH TG 63-200 PAGANI

Committente: Vailog S.r.l. Data: 19/06/2018


Descrizione: Realizzazione di un nuovo deposito
Località: Loc. Quartaccio di Colleferro. Roma
Scala 1:62

Numero di colpi penetrazione punta Rpd (Kg/cm²) Interpretazione Stratigrafica

0 5 10 15 20 25 30 35 40 45 0 40,0 80,0 120,0 160,0


0.00

1 terreno agrario

60 cm
7
1
6
60,0

3 coltre di alterazione superficiale con sedimenti


eluvio-colluviali argilloso-limosi (di origine
3 sedimentaria) misti a cineriti pedogenizzate e
1 1 rimaneggiate. Materiale interessato da processi di
2 argillificazione

2
2 2
2

320 cm
2
3

3
3 3
2

3
380,0

2 piroclastiti di tipo granulare equiparabili a terreno


4 4 sciolto a grana fine poco consistente
2

1
5 5
1

2
6 6
1

1
560 cm

3
2

2
7 7
1

1
8 8
2

2
9 9
2

2
940,0

5 depositi di colata piroclastica tufiti sabbiose


addensate e tufi pozzolanacei compatti
5

4
10 10
5

5
11 11
5
380 cm

5
4
4

5
12 12
5

7
13 13
7
1320,0

10 piroclastiti di tipo litoide o saldato equiparabile a rx


40 cm

tenera e/o terreno granulare cementato. tufo / tufite


5
14 / ignimbrite
1360,0

SIGNATURE 1 SIGNATURE 2
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

ESECUTORE INDAGINI:
GeoTest s.r.l.
COMMITTENTE: Spett. Vailog S.r.l.

STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.6

TERRENI COESIVI

Coesione non drenata


Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Cu
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 6,86 0.00-0,60 Schmertmann 1975 0,67
terreno agrario
Strato (2) 3,95 0,60-3,80 Schmertmann 1975 0,38
coltre di alterazione
superficiale con
sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-limosi (di
origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate
e
rimaneggiate.
Materiale interessato
da processi di
argillificazione
Strato (3) 2,51 3,80-9,40 Schmertmann 1975 0,24
piroclastiti di tipo
granulare equiparabili
a terreno sciolto a
grana fine poco
consistente
Strato (4) 7,97 9,40-13,20 Schmertmann 1975 0,78
depositi di colata
piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti
Strato (5) 17,64 13,20-13,60 Schmertmann 1975 1,74
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite /
ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.6) 1
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Qc ( Resistenza punta Penetrometro Statico)


Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Qc
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 6,86 0.00-0,60 Robertson (1983) 13,72
terreno agrario
Strato (2) 3,95 0,60-3,80 Robertson (1983) 7,90
coltre di alterazione
superficiale con
sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-limosi (di
origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate
e
rimaneggiate.
Materiale interessato
da processi di
argillificazione
Strato (3) 2,51 3,80-9,40 Robertson (1983) 5,02
piroclastiti di tipo
granulare equiparabili
a terreno sciolto a
grana fine poco
consistente
Strato (4) 7,97 9,40-13,20 Robertson (1983) 15,94
depositi di colata
piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti
Strato (5) 17,64 13,20-13,60 Robertson (1983) 35,28
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite /
ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.6) 2
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Modulo Edometrico
Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Eed
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 6,86 0.00-0,60 Trofimenkov (1974), 71,76
terreno agrario Mitchell e Gardner
Strato (2) 3,95 0,60-3,80 Trofimenkov (1974), 42,08
coltre di alterazione Mitchell e Gardner
superficiale con
sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-limosi (di
origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate
e
rimaneggiate.
Materiale interessato
da processi di
argillificazione
Strato (3) 2,51 3,80-9,40 Trofimenkov (1974), 27,39
piroclastiti di tipo Mitchell e Gardner
granulare equiparabili
a terreno sciolto a
grana fine poco
consistente
Strato (4) 7,97 9,40-13,20 Trofimenkov (1974), 83,08
depositi di colata Mitchell e Gardner
piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti
Strato (5) 17,64 13,20-13,60 Trofimenkov (1974), 181,71
piroclastiti di tipo Mitchell e Gardner
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite /
ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.6) 3
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Modulo di Young
Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Ey
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 6,86 0.00-0,60 Apollonia 68,60
terreno agrario
Strato (2) 3,95 0,60-3,80 Apollonia 39,50
coltre di alterazione
superficiale con
sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-limosi (di
origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate
e
rimaneggiate.
Materiale interessato
da processi di
argillificazione
Strato (3) 2,51 3,80-9,40 Apollonia 25,10
piroclastiti di tipo
granulare equiparabili
a terreno sciolto a
grana fine poco
consistente
Strato (4) 7,97 9,40-13,20 Apollonia 79,70
depositi di colata
piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti
Strato (5) 17,64 13,20-13,60 Apollonia 176,40
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite /
ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.6) 4
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Classificazione AGI
Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Classificazione
(m)
Strato (1) 6,86 0.00-0,60 A.G.I. (1977) MODERAT.
terreno agrario CONSISTENTE
Strato (2) 3,95 0,60-3,80 A.G.I. (1977) POCO
coltre di alterazione CONSISTENTE
superficiale con
sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-limosi (di
origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate
e
rimaneggiate.
Materiale interessato
da processi di
argillificazione
Strato (3) 2,51 3,80-9,40 A.G.I. (1977) POCO
piroclastiti di tipo CONSISTENTE
granulare equiparabili
a terreno sciolto a
grana fine poco
consistente
Strato (4) 7,97 9,40-13,20 A.G.I. (1977) MODERAT.
depositi di colata CONSISTENTE
piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti
Strato (5) 17,64 13,20-13,60 A.G.I. (1977) MOLTO
piroclastiti di tipo CONSISTENTE
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite /
ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.6) 5
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Peso unità di volume


Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Peso unità di volume
(m) (t/m³)
Strato (1) 6,86 0.00-0,60 Meyerhof 1,85
terreno agrario
Strato (2) 3,95 0,60-3,80 Meyerhof 1,70
coltre di alterazione
superficiale con
sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-limosi (di
origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate
e
rimaneggiate.
Materiale interessato
da processi di
argillificazione
Strato (3) 2,51 3,80-9,40 Meyerhof 1,60
piroclastiti di tipo
granulare equiparabili
a terreno sciolto a
grana fine poco
consistente
Strato (4) 7,97 9,40-13,20 Meyerhof 1,90
depositi di colata
piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti
Strato (5) 17,64 13,20-13,60 Meyerhof 2,09
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite /
ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.6) 6
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Peso unità di volume saturo


Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Peso unità di volume
(m) saturo
(t/m³)
Strato (1) 6,86 0.00-0,60 Meyerhof 1,89
terreno agrario
Strato (2) 3,95 0,60-3,80 Meyerhof 1,87
coltre di alterazione
superficiale con
sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-limosi (di
origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate
e
rimaneggiate.
Materiale interessato
da processi di
argillificazione
Strato (3) 2,51 3,80-9,40 Meyerhof 1,86
piroclastiti di tipo
granulare equiparabili
a terreno sciolto a
grana fine poco
consistente
Strato (4) 7,97 9,40-13,20 Meyerhof 1,91
depositi di colata
piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti
Strato (5) 17,64 13,20-13,60 Meyerhof 2,30
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite /
ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.6) 7
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

TERRENI INCOERENTI

Densità relativa
Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Densità relativa
(m) (%)
Strato (1) 6,86 0.00-0,60 6,86 Skempton 1986 25,62
terreno agrario
Strato (2) 3,95 0,60-3,80 3,95 Skempton 1986 17,98
coltre di
alterazione
superficiale con
sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-limosi
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Materiale
interessato da
processi di
argillificazione
Strato (3) 2,51 3,80-9,40 2,51 Skempton 1986 13,89
piroclastiti di tipo
granulare
equiparabili a
terreno sciolto a
grana fine poco
consistente
Strato (4) 7,97 9,40-13,20 7,97 Skempton 1986 28,33
depositi di colata
piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti
Strato (5) 17,64 13,20-13,60 17,64 Skempton 1986 47,56
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.6) 8
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Angolo di resistenza al taglio


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Angolo d'attrito
(m) (°)
Strato (1) 6,86 0.00-0,60 6,86 Shioi-Fukuni 1982 25,14
terreno agrario (ROAD BRIDGE
SPECIFICATION
)
Strato (2) 3,95 0,60-3,80 3,95 Shioi-Fukuni 1982 22,7
coltre di (ROAD BRIDGE
alterazione SPECIFICATION
superficiale con )
sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-limosi
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Materiale
interessato da
processi di
argillificazione
Strato (3) 2,51 3,80-9,40 2,51 Shioi-Fukuni 1982 21,14
piroclastiti di tipo (ROAD BRIDGE
granulare SPECIFICATION
equiparabili a )
terreno sciolto a
grana fine poco
consistente
Strato (4) 7,97 9,40-13,20 7,97 Shioi-Fukuni 1982 25,93
depositi di colata (ROAD BRIDGE
piroclastica tufiti SPECIFICATION
sabbiose )
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti
Strato (5) 17,64 13,20-13,60 17,64 Shioi-Fukuni 1982 31,27
piroclastiti di tipo (ROAD BRIDGE
litoide o saldato SPECIFICATION
equiparabile a rx )
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.6) 9
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Modulo di Young
Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Modulo di Young
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 6,86 0.00-0,60 6,86 Schmertmann 54,88
terreno agrario (1978) (Sabbie)
Strato (2) 3,95 0,60-3,80 3,95 Schmertmann 31,60
coltre di (1978) (Sabbie)
alterazione
superficiale con
sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-limosi
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Materiale
interessato da
processi di
argillificazione
Strato (3) 2,51 3,80-9,40 2,51 Schmertmann 20,08
piroclastiti di tipo (1978) (Sabbie)
granulare
equiparabili a
terreno sciolto a
grana fine poco
consistente
Strato (4) 7,97 9,40-13,20 7,97 Schmertmann 63,76
depositi di colata (1978) (Sabbie)
piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti
Strato (5) 17,64 13,20-13,60 17,64 Schmertmann 141,12
piroclastiti di tipo (1978) (Sabbie)
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.6) 10
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Modulo Edometrico
Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Modulo
(m) Edometrico
(Kg/cm²)
Strato (1) 6,86 0.00-0,60 6,86 Menzenbach e 68,60
terreno agrario Malcev (Sabbia
media)
Strato (2) 3,95 0,60-3,80 3,95 Menzenbach e 55,62
coltre di Malcev (Sabbia
alterazione media)
superficiale con
sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-limosi
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Materiale
interessato da
processi di
argillificazione
Strato (3) 2,51 3,80-9,40 2,51 Menzenbach e 49,19
piroclastiti di tipo Malcev (Sabbia
granulare media)
equiparabili a
terreno sciolto a
grana fine poco
consistente
Strato (4) 7,97 9,40-13,20 7,97 Menzenbach e 73,55
depositi di colata Malcev (Sabbia
piroclastica tufiti media)
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti
Strato (5) 17,64 13,20-13,60 17,64 Menzenbach e 116,67
piroclastiti di tipo Malcev (Sabbia
litoide o saldato media)
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.6) 11
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Classificazione AGI
Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Classificazione
(m) AGI
Strato (1) 6,86 0.00-0,60 6,86 Classificazione POCO
terreno agrario A.G.I ADDENSATO
Strato (2) 3,95 0,60-3,80 3,95 Classificazione SCIOLTO
coltre di A.G.I
alterazione
superficiale con
sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-limosi
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Materiale
interessato da
processi di
argillificazione
Strato (3) 2,51 3,80-9,40 2,51 Classificazione SCIOLTO
piroclastiti di tipo A.G.I
granulare
equiparabili a
terreno sciolto a
grana fine poco
consistente
Strato (4) 7,97 9,40-13,20 7,97 Classificazione POCO
depositi di colata A.G.I ADDENSATO
piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti
Strato (5) 17,64 13,20-13,60 17,64 Classificazione MODERATAME
piroclastiti di tipo A.G.I NTE
litoide o saldato ADDENSATO
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.6) 12
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Peso unità di volume


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Peso Unità di
(m) Volume
(t/m³)
Strato (1) 6,86 0.00-0,60 6,86 Meyerhof et al. 1,62
terreno agrario
Strato (2) 3,95 0,60-3,80 3,95 Meyerhof et al. 1,49
coltre di
alterazione
superficiale con
sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-limosi
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Materiale
interessato da
processi di
argillificazione
Strato (3) 2,51 3,80-9,40 2,51 Meyerhof et al. 1,43
piroclastiti di tipo
granulare
equiparabili a
terreno sciolto a
grana fine poco
consistente
Strato (4) 7,97 9,40-13,20 7,97 Meyerhof et al. 1,66
depositi di colata
piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti
Strato (5) 17,64 13,20-13,60 17,64 Meyerhof et al. 1,94
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.6) 13
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Peso unità di volume saturo


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Peso Unità
(m) Volume Saturo
(t/m³)
Strato (1) 6,86 0.00-0,60 6,86 Terzaghi-Peck 1,90
terreno agrario 1948-1967
Strato (2) 3,95 0,60-3,80 3,95 Terzaghi-Peck 1,88
coltre di 1948-1967
alterazione
superficiale con
sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-limosi
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Materiale
interessato da
processi di
argillificazione
Strato (3) 2,51 3,80-9,40 2,51 Terzaghi-Peck 1,87
piroclastiti di tipo 1948-1967
granulare
equiparabili a
terreno sciolto a
grana fine poco
consistente
Strato (4) 7,97 9,40-13,20 7,97 Terzaghi-Peck 1,91
depositi di colata 1948-1967
piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti
Strato (5) 17,64 13,20-13,60 17,64 Terzaghi-Peck 1,97
piroclastiti di tipo 1948-1967
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.6) 14
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Modulo di Poisson
Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Poisson
(m)
Strato (1) 6,86 0.00-0,60 6,86 (A.G.I.) 0,34
terreno agrario
Strato (2) 3,95 0,60-3,80 3,95 (A.G.I.) 0,35
coltre di
alterazione
superficiale con
sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-limosi
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Materiale
interessato da
processi di
argillificazione
Strato (3) 2,51 3,80-9,40 2,51 (A.G.I.) 0,35
piroclastiti di tipo
granulare
equiparabili a
terreno sciolto a
grana fine poco
consistente
Strato (4) 7,97 9,40-13,20 7,97 (A.G.I.) 0,34
depositi di colata
piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti
Strato (5) 17,64 13,20-13,60 17,64 (A.G.I.) 0,32
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.6) 15
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Modulo di deformazione a taglio dinamico


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione G
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 6,86 0.00-0,60 6,86 Ohsaki (Sabbie 397,24
terreno agrario pulite)
Strato (2) 3,95 0,60-3,80 3,95 Ohsaki (Sabbie 236,44
coltre di pulite)
alterazione
superficiale con
sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-limosi
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Materiale
interessato da
processi di
argillificazione
Strato (3) 2,51 3,80-9,40 2,51 Ohsaki (Sabbie 154,39
piroclastiti di tipo pulite)
granulare
equiparabili a
terreno sciolto a
grana fine poco
consistente
Strato (4) 7,97 9,40-13,20 7,97 Ohsaki (Sabbie 457,39
depositi di colata pulite)
piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti
Strato (5) 17,64 13,20-13,60 17,64 Ohsaki (Sabbie 965,21
piroclastiti di tipo pulite)
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.6) 16
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Coefficiente spinta a Riposo K0=SigmaH/P0


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione K0
(m)
Strato (1) 6,86 0.00-0,60 6,86 Navfac 1971-1982 1,41
terreno agrario
Strato (2) 3,95 0,60-3,80 3,95 Navfac 1971-1982 0,74
coltre di
alterazione
superficiale con
sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-limosi
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Materiale
interessato da
processi di
argillificazione
Strato (3) 2,51 3,80-9,40 2,51 Navfac 1971-1982 0,39
piroclastiti di tipo
granulare
equiparabili a
terreno sciolto a
grana fine poco
consistente
Strato (4) 7,97 9,40-13,20 7,97 Navfac 1971-1982 1,66
depositi di colata
piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti
Strato (5) 17,64 13,20-13,60 17,64 Navfac 1971-1982 3,63
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.6) 17
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Qc ( Resistenza punta Penetrometro Statico)


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Qc
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 6,86 0.00-0,60 6,86 Robertson 1983 13,72
terreno agrario
Strato (2) 3,95 0,60-3,80 3,95 Robertson 1983 7,90
coltre di
alterazione
superficiale con
sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-limosi
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Materiale
interessato da
processi di
argillificazione
Strato (3) 2,51 3,80-9,40 2,51 Robertson 1983 5,02
piroclastiti di tipo
granulare
equiparabili a
terreno sciolto a
grana fine poco
consistente
Strato (4) 7,97 9,40-13,20 7,97 Robertson 1983 15,94
depositi di colata
piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti
Strato (5) 17,64 13,20-13,60 17,64 Robertson 1983 35,28
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.6) 18
PROVA PENETROMETRICA DINAMICA Nr.7
Strumento utilizzato... DPSH TG 63-200 PAGANI

Committente: Vailog S.r.l. Data: 19/06/2018


Descrizione: Realizzazione di un nuovo deposito
Località: Loc. Quartaccio di Colleferro. Roma
Scala 1:71

Numero di colpi penetrazione punta Rpd (Kg/cm²) Interpretazione Stratigrafica

0 5 10 15 20 25 30 35 40 45 0 40,0 80,0 120,0 160,0


0.00
1

40 cm
terreno agrario
2 1
40,0

3 coltre di alterazione superficiale con sedimenti


eluvio-colluviali argilloso-limosi (di origine
3
sedimentaria) misti a cineriti pedogenizzate e
3 rimaneggiate. Materiale interessato da processi di
1 1 argillificazione
2

3
2 2
3

3
3 3
4

600 cm
2

4 2

3
4 4
3

4
5 5
4

5
6 6
5

4
640,0

6 piroclastiti granulari a granulometria


argilloso-sabbiosa. Deposito da flusso piroclastico
5
non saldato o debolmente saldato. Localmente
6 tufi-tufiti debolmente
7 7 cementati
5

6
300 cm

5
8 8 3
5

6
9 9
7

6
940,0

8 piroclastiti granulari limoso-sabbiosi / deposito di


flusso piroclastico consolidato-saldato. depositi di
7
colata piroclastica tufiti sabbiose
8 addensate e tufi pozzolanacei compatti.
10 10
8

8
11 11
7

8
500 cm

7
12 12 4
9

7
13 13
8

8
14 14
8

6
1440,0

10 piroclastiti di tipo litoide o saldato equiparabile a rx


tenera e/o terreno granulare cementato. tufo / tufite
9
/ ignimbrite
120 cm

10
15 15
13 5

10

22
1560,0

SIGNATURE 1 SIGNATURE 2
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

ESECUTORE INDAGINI:
GeoTest s.r.l.
COMMITTENTE: Spett. Vailog S.r.l.

STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.7

TERRENI COESIVI

Coesione non drenata


Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Cu
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 2,2 0.00-0,40 Schmertmann 1975 0,21
terreno agrario
Strato (2) 4,9 0,40-6,40 Schmertmann 1975 0,48
coltre di alterazione
superficiale con
sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-limosi (di
origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate
e
rimaneggiate.
Materiale interessato
da processi di
argillificazione
Strato (3) 8,53 6,40-9,40 Schmertmann 1975 0,84
piroclastiti granulari a
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Deposito da flusso
piroclastico
non saldato o
debolmente saldato.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati
Strato (4) 11,29 9,40-14,40 Schmertmann 1975 1,11
piroclastiti granulari
limoso-sabbiosi /
deposito di
flusso piroclastico
consolidato-saldato.
depositi di colata
piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti.
Strato (5) 18,13 14,40-15,60 Schmertmann 1975 1,79
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite /
ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.7) 1
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Qc ( Resistenza punta Penetrometro Statico)


Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Qc
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 2,2 0.00-0,40 Robertson (1983) 4,40
terreno agrario
Strato (2) 4,9 0,40-6,40 Robertson (1983) 9,80
coltre di alterazione
superficiale con
sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-limosi (di
origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate
e
rimaneggiate.
Materiale interessato
da processi di
argillificazione
Strato (3) 8,53 6,40-9,40 Robertson (1983) 17,06
piroclastiti granulari a
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Deposito da flusso
piroclastico
non saldato o
debolmente saldato.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati
Strato (4) 11,29 9,40-14,40 Robertson (1983) 22,58
piroclastiti granulari
limoso-sabbiosi /
deposito di
flusso piroclastico
consolidato-saldato.
depositi di colata
piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti.
Strato (5) 18,13 14,40-15,60 Robertson (1983) 36,26
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite /
ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.7) 2
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Modulo Edometrico
Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Eed
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 2,2 0.00-0,40 Trofimenkov (1974), 24,23
terreno agrario Mitchell e Gardner
Strato (2) 4,9 0,40-6,40 Trofimenkov (1974), 51,77
coltre di alterazione Mitchell e Gardner
superficiale con
sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-limosi (di
origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate
e
rimaneggiate.
Materiale interessato
da processi di
argillificazione
Strato (3) 8,53 6,40-9,40 Trofimenkov (1974), 88,79
piroclastiti granulari a Mitchell e Gardner
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Deposito da flusso
piroclastico
non saldato o
debolmente saldato.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati
Strato (4) 11,29 9,40-14,40 Trofimenkov (1974), 116,94
piroclastiti granulari Mitchell e Gardner
limoso-sabbiosi /
deposito di
flusso piroclastico
consolidato-saldato.
depositi di colata
piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti.
Strato (5) 18,13 14,40-15,60 Trofimenkov (1974), 186,71
piroclastiti di tipo Mitchell e Gardner
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite /
ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.7) 3
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Modulo di Young
Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Ey
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 2,2 0.00-0,40 Apollonia 22,00
terreno agrario
Strato (2) 4,9 0,40-6,40 Apollonia 49,00
coltre di alterazione
superficiale con
sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-limosi (di
origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate
e
rimaneggiate.
Materiale interessato
da processi di
argillificazione
Strato (3) 8,53 6,40-9,40 Apollonia 85,30
piroclastiti granulari a
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Deposito da flusso
piroclastico
non saldato o
debolmente saldato.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati
Strato (4) 11,29 9,40-14,40 Apollonia 112,90
piroclastiti granulari
limoso-sabbiosi /
deposito di
flusso piroclastico
consolidato-saldato.
depositi di colata
piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti.
Strato (5) 18,13 14,40-15,60 Apollonia 181,30
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite /
ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.7) 4
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Classificazione AGI
Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Classificazione
(m)
Strato (1) 2,2 0.00-0,40 A.G.I. (1977) POCO
terreno agrario CONSISTENTE
Strato (2) 4,9 0,40-6,40 A.G.I. (1977) MODERAT.
coltre di alterazione CONSISTENTE
superficiale con
sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-limosi (di
origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate
e
rimaneggiate.
Materiale interessato
da processi di
argillificazione
Strato (3) 8,53 6,40-9,40 A.G.I. (1977) CONSISTENTE
piroclastiti granulari a
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Deposito da flusso
piroclastico
non saldato o
debolmente saldato.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati
Strato (4) 11,29 9,40-14,40 A.G.I. (1977) CONSISTENTE
piroclastiti granulari
limoso-sabbiosi /
deposito di
flusso piroclastico
consolidato-saldato.
depositi di colata
piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti.
Strato (5) 18,13 14,40-15,60 A.G.I. (1977) MOLTO
piroclastiti di tipo CONSISTENTE
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite /
ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.7) 5
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Peso unità di volume


Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Peso unità di volume
(m) (t/m³)
Strato (1) 2,2 0.00-0,40 Meyerhof 1,58
terreno agrario
Strato (2) 4,9 0,40-6,40 Meyerhof 1,75
coltre di alterazione
superficiale con
sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-limosi (di
origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate
e
rimaneggiate.
Materiale interessato
da processi di
argillificazione
Strato (3) 8,53 6,40-9,40 Meyerhof 1,92
piroclastiti granulari a
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Deposito da flusso
piroclastico
non saldato o
debolmente saldato.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati
Strato (4) 11,29 9,40-14,40 Meyerhof 2,00
piroclastiti granulari
limoso-sabbiosi /
deposito di
flusso piroclastico
consolidato-saldato.
depositi di colata
piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti.
Strato (5) 18,13 14,40-15,60 Meyerhof 2,09
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite /
ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.7) 6
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Peso unità di volume saturo


Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Peso unità di volume
(m) saturo
(t/m³)
Strato (1) 2,2 0.00-0,40 Meyerhof 1,85
terreno agrario
Strato (2) 4,9 0,40-6,40 Meyerhof 1,88
coltre di alterazione
superficiale con
sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-limosi (di
origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate
e
rimaneggiate.
Materiale interessato
da processi di
argillificazione
Strato (3) 8,53 6,40-9,40 Meyerhof 2,11
piroclastiti granulari a
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Deposito da flusso
piroclastico
non saldato o
debolmente saldato.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati
Strato (4) 11,29 9,40-14,40 Meyerhof 2,20
piroclastiti granulari
limoso-sabbiosi /
deposito di
flusso piroclastico
consolidato-saldato.
depositi di colata
piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti.
Strato (5) 18,13 14,40-15,60 Meyerhof 2,30
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite /
ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.7) 7
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

TERRENI INCOERENTI

Densità relativa
Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Densità relativa
(m) (%)
Strato (1) 2,2 0.00-0,40 2,2 Skempton 1986 12,98
terreno agrario
Strato (2) 4,9 0,40-6,40 4,9 Skempton 1986 20,57
coltre di
alterazione
superficiale con
sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-limosi
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Materiale
interessato da
processi di
argillificazione
Strato (3) 8,53 6,40-9,40 8,53 Skempton 1986 29,65
piroclastiti
granulari a
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Deposito da flusso
piroclastico
non saldato o
debolmente
saldato.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati
Strato (4) 11,29 9,40-14,40 11,29 Skempton 1986 35,77
piroclastiti
granulari limoso-
sabbiosi / deposito
di
flusso piroclastico
consolidato-
saldato. depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti.
Strato (5) 18,13 14,40-15,60 18,13 Skempton 1986 48,35
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.7) 8
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Angolo di resistenza al taglio


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Angolo d'attrito
(m) (°)
Strato (1) 2,2 0.00-0,40 2,2 Shioi-Fukuni 1982 20,74
terreno agrario (ROAD BRIDGE
SPECIFICATION
)
Strato (2) 4,9 0,40-6,40 4,9 Shioi-Fukuni 1982 23,57
coltre di (ROAD BRIDGE
alterazione SPECIFICATION
superficiale con )
sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-limosi
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Materiale
interessato da
processi di
argillificazione
Strato (3) 8,53 6,40-9,40 8,53 Shioi-Fukuni 1982 26,31
piroclastiti (ROAD BRIDGE
granulari a SPECIFICATION
granulometria )
argilloso-sabbiosa.
Deposito da flusso
piroclastico
non saldato o
debolmente
saldato.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati
Strato (4) 11,29 9,40-14,40 11,29 Shioi-Fukuni 1982 28,01
piroclastiti (ROAD BRIDGE
granulari limoso- SPECIFICATION
sabbiosi / deposito )
di
flusso piroclastico
consolidato-
saldato. depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti.
Strato (5) 18,13 14,40-15,60 18,13 Shioi-Fukuni 1982 31,49
piroclastiti di tipo (ROAD BRIDGE
litoide o saldato SPECIFICATION
equiparabile a rx )
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.7) 9
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Modulo di Young
Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Modulo di Young
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 2,2 0.00-0,40 2,2 Schmertmann 17,60
terreno agrario (1978) (Sabbie)
Strato (2) 4,9 0,40-6,40 4,9 Schmertmann 39,20
coltre di (1978) (Sabbie)
alterazione
superficiale con
sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-limosi
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Materiale
interessato da
processi di
argillificazione
Strato (3) 8,53 6,40-9,40 8,53 Schmertmann 68,24
piroclastiti (1978) (Sabbie)
granulari a
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Deposito da flusso
piroclastico
non saldato o
debolmente
saldato.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati
Strato (4) 11,29 9,40-14,40 11,29 Schmertmann 90,32
piroclastiti (1978) (Sabbie)
granulari limoso-
sabbiosi / deposito
di
flusso piroclastico
consolidato-
saldato. depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti.
Strato (5) 18,13 14,40-15,60 18,13 Schmertmann 145,04
piroclastiti di tipo (1978) (Sabbie)
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.7) 10
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Modulo Edometrico
Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Modulo
(m) Edometrico
(Kg/cm²)
Strato (1) 2,2 0.00-0,40 2,2 Menzenbach e 47,81
terreno agrario Malcev (Sabbia
media)
Strato (2) 4,9 0,40-6,40 4,9 Menzenbach e 59,85
coltre di Malcev (Sabbia
alterazione media)
superficiale con
sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-limosi
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Materiale
interessato da
processi di
argillificazione
Strato (3) 8,53 6,40-9,40 8,53 Menzenbach e 76,04
piroclastiti Malcev (Sabbia
granulari a media)
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Deposito da flusso
piroclastico
non saldato o
debolmente
saldato.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati
Strato (4) 11,29 9,40-14,40 11,29 Menzenbach e 88,35
piroclastiti Malcev (Sabbia
granulari limoso- media)
sabbiosi / deposito
di
flusso piroclastico
consolidato-
saldato. depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti.
Strato (5) 18,13 14,40-15,60 18,13 Menzenbach e 118,86
piroclastiti di tipo Malcev (Sabbia
litoide o saldato media)
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.7) 11
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Classificazione AGI
Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Classificazione
(m) AGI
Strato (1) 2,2 0.00-0,40 2,2 Classificazione SCIOLTO
terreno agrario A.G.I
Strato (2) 4,9 0,40-6,40 4,9 Classificazione POCO
coltre di A.G.I ADDENSATO
alterazione
superficiale con
sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-limosi
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Materiale
interessato da
processi di
argillificazione
Strato (3) 8,53 6,40-9,40 8,53 Classificazione POCO
piroclastiti A.G.I ADDENSATO
granulari a
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Deposito da flusso
piroclastico
non saldato o
debolmente
saldato.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati
Strato (4) 11,29 9,40-14,40 11,29 Classificazione MODERATAME
piroclastiti A.G.I NTE
granulari limoso- ADDENSATO
sabbiosi / deposito
di
flusso piroclastico
consolidato-
saldato. depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti.
Strato (5) 18,13 14,40-15,60 18,13 Classificazione MODERATAME
piroclastiti di tipo A.G.I NTE
litoide o saldato ADDENSATO
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.7) 12
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Peso unità di volume


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Peso Unità di
(m) Volume
(t/m³)
Strato (1) 2,2 0.00-0,40 2,2 Meyerhof et al. 1,41
terreno agrario
Strato (2) 4,9 0,40-6,40 4,9 Meyerhof et al. 1,53
coltre di
alterazione
superficiale con
sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-limosi
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Materiale
interessato da
processi di
argillificazione
Strato (3) 8,53 6,40-9,40 8,53 Meyerhof et al. 1,68
piroclastiti
granulari a
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Deposito da flusso
piroclastico
non saldato o
debolmente
saldato.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati
Strato (4) 11,29 9,40-14,40 11,29 Meyerhof et al. 1,77
piroclastiti
granulari limoso-
sabbiosi / deposito
di
flusso piroclastico
consolidato-
saldato. depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti.
Strato (5) 18,13 14,40-15,60 18,13 Meyerhof et al. 1,95
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.7) 13
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Peso unità di volume saturo


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Peso Unità
(m) Volume Saturo
(t/m³)
Strato (1) 2,2 0.00-0,40 2,2 Terzaghi-Peck 1,87
terreno agrario 1948-1967
Strato (2) 4,9 0,40-6,40 4,9 Terzaghi-Peck 1,89
coltre di 1948-1967
alterazione
superficiale con
sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-limosi
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Materiale
interessato da
processi di
argillificazione
Strato (3) 8,53 6,40-9,40 8,53 Terzaghi-Peck 1,91
piroclastiti 1948-1967
granulari a
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Deposito da flusso
piroclastico
non saldato o
debolmente
saldato.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati
Strato (4) 11,29 9,40-14,40 11,29 Terzaghi-Peck 1,93
piroclastiti 1948-1967
granulari limoso-
sabbiosi / deposito
di
flusso piroclastico
consolidato-
saldato. depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti.
Strato (5) 18,13 14,40-15,60 18,13 Terzaghi-Peck 1,97
piroclastiti di tipo 1948-1967
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.7) 14
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Modulo di Poisson
Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Poisson
(m)
Strato (1) 2,2 0.00-0,40 2,2 (A.G.I.) 0,35
terreno agrario
Strato (2) 4,9 0,40-6,40 4,9 (A.G.I.) 0,34
coltre di
alterazione
superficiale con
sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-limosi
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Materiale
interessato da
processi di
argillificazione
Strato (3) 8,53 6,40-9,40 8,53 (A.G.I.) 0,34
piroclastiti
granulari a
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Deposito da flusso
piroclastico
non saldato o
debolmente
saldato.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati
Strato (4) 11,29 9,40-14,40 11,29 (A.G.I.) 0,33
piroclastiti
granulari limoso-
sabbiosi / deposito
di
flusso piroclastico
consolidato-
saldato. depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti.
Strato (5) 18,13 14,40-15,60 18,13 (A.G.I.) 0,32
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.7) 15
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Modulo di deformazione a taglio dinamico


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione G
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 2,2 0.00-0,40 2,2 Ohsaki (Sabbie 136,39
terreno agrario pulite)
Strato (2) 4,9 0,40-6,40 4,9 Ohsaki (Sabbie 289,53
coltre di pulite)
alterazione
superficiale con
sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-limosi
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Materiale
interessato da
processi di
argillificazione
Strato (3) 8,53 6,40-9,40 8,53 Ohsaki (Sabbie 487,53
piroclastiti pulite)
granulari a
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Deposito da flusso
piroclastico
non saldato o
debolmente
saldato.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati
Strato (4) 11,29 9,40-14,40 11,29 Ohsaki (Sabbie 634,52
piroclastiti pulite)
granulari limoso-
sabbiosi / deposito
di
flusso piroclastico
consolidato-
saldato. depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti.
Strato (5) 18,13 14,40-15,60 18,13 Ohsaki (Sabbie 990,39
piroclastiti di tipo pulite)
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.7) 16
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Coefficiente spinta a Riposo K0=SigmaH/P0


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione K0
(m)
Strato (1) 2,2 0.00-0,40 2,2 Navfac 1971-1982 0,32
terreno agrario
Strato (2) 4,9 0,40-6,40 4,9 Navfac 1971-1982 0,96
coltre di
alterazione
superficiale con
sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-limosi
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Materiale
interessato da
processi di
argillificazione
Strato (3) 8,53 6,40-9,40 8,53 Navfac 1971-1982 1,78
piroclastiti
granulari a
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Deposito da flusso
piroclastico
non saldato o
debolmente
saldato.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati
Strato (4) 11,29 9,40-14,40 11,29 Navfac 1971-1982 2,38
piroclastiti
granulari limoso-
sabbiosi / deposito
di
flusso piroclastico
consolidato-
saldato. depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti.
Strato (5) 18,13 14,40-15,60 18,13 Navfac 1971-1982 3,71
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.7) 17
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Qc ( Resistenza punta Penetrometro Statico)


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Qc
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 2,2 0.00-0,40 2,2 Robertson 1983 4,40
terreno agrario
Strato (2) 4,9 0,40-6,40 4,9 Robertson 1983 9,80
coltre di
alterazione
superficiale con
sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-limosi
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Materiale
interessato da
processi di
argillificazione
Strato (3) 8,53 6,40-9,40 8,53 Robertson 1983 17,06
piroclastiti
granulari a
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Deposito da flusso
piroclastico
non saldato o
debolmente
saldato.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati
Strato (4) 11,29 9,40-14,40 11,29 Robertson 1983 22,58
piroclastiti
granulari limoso-
sabbiosi / deposito
di
flusso piroclastico
consolidato-
saldato. depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti.
Strato (5) 18,13 14,40-15,60 18,13 Robertson 1983 36,26
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare
cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.7) 18
PROVA PENETROMETRICA DINAMICA Nr.8
Strumento utilizzato... DPSH TG 63-200 PAGANI

Committente: Vailog S.r.l. Data: 19/06/2018


Descrizione: Realizzazione di un nuovo deposito
Località: Loc. Quartaccio di Colleferro. Roma
Scala 1:59

Numero di colpi penetrazione punta Rpd (Kg/cm²) Interpretazione Stratigrafica

0 5 10 15 20 25 30 35 40 45 0 40,0 80,0 120,0 160,0


0.00

1 terreno agrario e coltre di alterazione superficiale


limoso-sabbiosa eluvio-colluviale (di origine
2 sedimentaria) misti a cineriti pedogenizzate e
rimaneggiate. Terreni vulcanici interessati da
4 processi di argillificazione. Piroclastiti di tipo

120 cm
granulare sabbioso-limosa con locali livelli
1 debolmente cementati
7

6
1 1
5
120,0

3 depositi eluvio colluviali limoso-argillosi


associati a terreni vulcanici rimaneggiati e argillificati
3 a grana limoso-argillosa. Piroclastiti di tipo granulare
sciolto.
3

4
2 2
3

200 cm
2
4

3
3 3
3
320,0

7 piroclastiti granulari a granulometria


limoso-sabbiosa. Localmente tufi-tufiti debolmente
6 cementati e saldati. intercalazioni di depositi di
colata piroclastica tufiti sabbiose
5 addensate e tufi pozzolanacei compatti

6
4 4
5

7
5 5
7

6
6 6
5
620 cm

6
3
5

5
7 7
4

5
8 8
6

11

6
9 9
5

4
940,0

10 piroclastiti di tipo litoide o saldato equiparabile a rx


tenera e/o terreno granulare cementato. tufo / tufite
7 / ignimbrite. Localmente intercalazioni debolmente
cementate di materiale granulare.
7
10 10
8

9
11 11
340 cm

9
4

10

15

18

10
12 12
9

8
1280,0

SIGNATURE 1 SIGNATURE 2
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

ESECUTORE INDAGINI:
GeoTest s.r.l.
COMMITTENTE: Spett. Vailog S.r.l.

STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.8

TERRENI COESIVI

Coesione non drenata


Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Cu
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 6,13 0.00-1,20 Schmertmann 1975 0,60
terreno agrario e coltre di
alterazione superficiale
limoso-sabbiosa eluvio-
colluviale (di origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate e
rimaneggiate. Terreni
vulcanici interessati da
processi di argillificazione.
Piroclastiti di tipo
granulare sabbioso-limosa
con locali livelli
debolmente cementati
Strato (2) 5 1,20-3,20 Schmertmann 1975 0,49
depositi eluvio colluviali
limoso-argillosi
associati a terreni vulcanici
rimaneggiati e argillificati
a grana limoso-argillosa.
Piroclastiti di tipo
granulare sciolto.
Strato (3) 8,35 3,20-9,40 Schmertmann 1975 0,82
piroclastiti granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di depositi di
colata piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti
Strato (4) 13,74 9,40-12,80 Schmertmann 1975 1,35
piroclastiti di tipo litoide o
saldato equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato. tufo /
tufite / ignimbrite.
Localmente intercalazioni
debolmente cementate di
materiale granulare.

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.8) 1
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Qc ( Resistenza punta Penetrometro Statico)


Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Qc
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 6,13 0.00-1,20 Robertson (1983) 12,26
terreno agrario e coltre
di alterazione
superficiale
limoso-sabbiosa
eluvio-colluviale (di
origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate
e
rimaneggiate. Terreni
vulcanici interessati da
processi di
argillificazione.
Piroclastiti di tipo
granulare sabbioso-
limosa con locali
livelli
debolmente cementati
Strato (2) 5 1,20-3,20 Robertson (1983) 10,00
depositi eluvio
colluviali limoso-
argillosi
associati a terreni
vulcanici rimaneggiati
e argillificati a grana
limoso-argillosa.
Piroclastiti di tipo
granulare sciolto.
Strato (3) 8,35 3,20-9,40 Robertson (1983) 16,70
piroclastiti granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti
Strato (4) 13,74 9,40-12,80 Robertson (1983) 27,48
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite /
ignimbrite.
Localmente
intercalazioni
debolmente cementate
di materiale granulare.

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.8) 2
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Modulo Edometrico
Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Eed
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 6,13 0.00-1,20 Trofimenkov (1974), 64,31
terreno agrario e coltre Mitchell e Gardner
di alterazione
superficiale
limoso-sabbiosa
eluvio-colluviale (di
origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate
e
rimaneggiate. Terreni
vulcanici interessati da
processi di
argillificazione.
Piroclastiti di tipo
granulare sabbioso-
limosa con locali
livelli
debolmente cementati
Strato (2) 5 1,20-3,20 Trofimenkov (1974), 52,79
depositi eluvio Mitchell e Gardner
colluviali limoso-
argillosi
associati a terreni
vulcanici rimaneggiati
e argillificati a grana
limoso-argillosa.
Piroclastiti di tipo
granulare sciolto.
Strato (3) 8,35 3,20-9,40 Trofimenkov (1974), 86,96
piroclastiti granulari a Mitchell e Gardner
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti
Strato (4) 13,74 9,40-12,80 Trofimenkov (1974), 141,93
piroclastiti di tipo Mitchell e Gardner
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite /
ignimbrite.
Localmente
intercalazioni
debolmente cementate
di materiale granulare.

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.8) 3
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Modulo di Young
Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Ey
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 6,13 0.00-1,20 Apollonia 61,30
terreno agrario e coltre
di alterazione
superficiale
limoso-sabbiosa
eluvio-colluviale (di
origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate
e
rimaneggiate. Terreni
vulcanici interessati da
processi di
argillificazione.
Piroclastiti di tipo
granulare sabbioso-
limosa con locali
livelli
debolmente cementati
Strato (2) 5 1,20-3,20 Apollonia 50,00
depositi eluvio
colluviali limoso-
argillosi
associati a terreni
vulcanici rimaneggiati
e argillificati a grana
limoso-argillosa.
Piroclastiti di tipo
granulare sciolto.
Strato (3) 8,35 3,20-9,40 Apollonia 83,50
piroclastiti granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti
Strato (4) 13,74 9,40-12,80 Apollonia 137,40
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite /
ignimbrite.
Localmente
intercalazioni
debolmente cementate
di materiale granulare.

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.8) 4
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Classificazione AGI
Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Classificazione
(m)
Strato (1) 6,13 0.00-1,20 A.G.I. (1977) MODERAT.
terreno agrario e coltre CONSISTENTE
di alterazione
superficiale
limoso-sabbiosa
eluvio-colluviale (di
origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate
e
rimaneggiate. Terreni
vulcanici interessati da
processi di
argillificazione.
Piroclastiti di tipo
granulare sabbioso-
limosa con locali
livelli
debolmente cementati
Strato (2) 5 1,20-3,20 A.G.I. (1977) MODERAT.
depositi eluvio CONSISTENTE
colluviali limoso-
argillosi
associati a terreni
vulcanici rimaneggiati
e argillificati a grana
limoso-argillosa.
Piroclastiti di tipo
granulare sciolto.
Strato (3) 8,35 3,20-9,40 A.G.I. (1977) CONSISTENTE
piroclastiti granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti
Strato (4) 13,74 9,40-12,80 A.G.I. (1977) CONSISTENTE
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite /
ignimbrite.
Localmente
intercalazioni
debolmente cementate
di materiale granulare.

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.8) 5
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Peso unità di volume


Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Peso unità di volume
(m) (t/m³)
Strato (1) 6,13 0.00-1,20 Meyerhof 1,82
terreno agrario e coltre
di alterazione
superficiale
limoso-sabbiosa
eluvio-colluviale (di
origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate
e
rimaneggiate. Terreni
vulcanici interessati da
processi di
argillificazione.
Piroclastiti di tipo
granulare sabbioso-
limosa con locali
livelli
debolmente cementati
Strato (2) 5 1,20-3,20 Meyerhof 1,76
depositi eluvio
colluviali limoso-
argillosi
associati a terreni
vulcanici rimaneggiati
e argillificati a grana
limoso-argillosa.
Piroclastiti di tipo
granulare sciolto.
Strato (3) 8,35 3,20-9,40 Meyerhof 1,91
piroclastiti granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti
Strato (4) 13,74 9,40-12,80 Meyerhof 2,05
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite /
ignimbrite.
Localmente
intercalazioni
debolmente cementate
di materiale granulare.

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.8) 6
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Peso unità di volume saturo


Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Peso unità di volume
(m) saturo
(t/m³)
Strato (1) 6,13 0.00-1,20 Meyerhof 1,89
terreno agrario e coltre
di alterazione
superficiale
limoso-sabbiosa
eluvio-colluviale (di
origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate
e
rimaneggiate. Terreni
vulcanici interessati da
processi di
argillificazione.
Piroclastiti di tipo
granulare sabbioso-
limosa con locali
livelli
debolmente cementati
Strato (2) 5 1,20-3,20 Meyerhof 1,88
depositi eluvio
colluviali limoso-
argillosi
associati a terreni
vulcanici rimaneggiati
e argillificati a grana
limoso-argillosa.
Piroclastiti di tipo
granulare sciolto.
Strato (3) 8,35 3,20-9,40 Meyerhof 2,10
piroclastiti granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti
Strato (4) 13,74 9,40-12,80 Meyerhof 2,25
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite /
ignimbrite.
Localmente
intercalazioni
debolmente cementate
di materiale granulare.

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.8) 7
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

TERRENI INCOERENTI

Densità relativa
Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Densità relativa
(m) (%)
Strato (1) 6,13 0.00-1,20 6,13 Skempton 1986 23,78
terreno agrario e coltre
di alterazione
superficiale
limoso-sabbiosa
eluvio-colluviale (di
origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate e
rimaneggiate. Terreni
vulcanici interessati da
processi di
argillificazione.
Piroclastiti di tipo
granulare sabbioso-
limosa con locali livelli
debolmente cementati
Strato (2) 5 1,20-3,20 5 Skempton 1986 20,83
depositi eluvio
colluviali limoso-
argillosi
associati a terreni
vulcanici rimaneggiati
e argillificati a grana
limoso-argillosa.
Piroclastiti di tipo
granulare sciolto.
Strato (3) 8,35 3,20-9,40 8,35 Skempton 1986 29,23
piroclastiti granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti
Strato (4) 13,74 9,40-12,80 13,74 Skempton 1986 40,67
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite /
ignimbrite. Localmente
intercalazioni
debolmente cementate
di materiale granulare.

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.8) 8
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Angolo di resistenza al taglio


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Angolo d'attrito
(m) (°)
Strato (1) 6,13 0.00-1,20 6,13 Shioi-Fukuni 1982 24,59
terreno agrario e coltre (ROAD BRIDGE
di alterazione SPECIFICATION
superficiale )
limoso-sabbiosa
eluvio-colluviale (di
origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate e
rimaneggiate. Terreni
vulcanici interessati da
processi di
argillificazione.
Piroclastiti di tipo
granulare sabbioso-
limosa con locali livelli
debolmente cementati
Strato (2) 5 1,20-3,20 5 Shioi-Fukuni 1982 23,66
depositi eluvio (ROAD BRIDGE
colluviali limoso- SPECIFICATION
argillosi )
associati a terreni
vulcanici rimaneggiati
e argillificati a grana
limoso-argillosa.
Piroclastiti di tipo
granulare sciolto.
Strato (3) 8,35 3,20-9,40 8,35 Shioi-Fukuni 1982 26,19
piroclastiti granulari a (ROAD BRIDGE
granulometria SPECIFICATION
limoso-sabbiosa. )
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti
Strato (4) 13,74 9,40-12,80 13,74 Shioi-Fukuni 1982 29,36
piroclastiti di tipo (ROAD BRIDGE
litoide o saldato SPECIFICATION
equiparabile a rx )
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite /
ignimbrite. Localmente
intercalazioni
debolmente cementate
di materiale granulare.

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.8) 9
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Modulo di Young
Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Modulo di Young
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 6,13 0.00-1,20 6,13 Schmertmann 49,04
terreno agrario e (1978) (Sabbie)
coltre di alterazione
superficiale
limoso-sabbiosa
eluvio-colluviale (di
origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate
e
rimaneggiate. Terreni
vulcanici interessati
da
processi di
argillificazione.
Piroclastiti di tipo
granulare sabbioso-
limosa con locali
livelli
debolmente cementati
Strato (2) 5 1,20-3,20 5 Schmertmann 40,00
depositi eluvio (1978) (Sabbie)
colluviali limoso-
argillosi
associati a terreni
vulcanici
rimaneggiati e
argillificati a grana
limoso-argillosa.
Piroclastiti di tipo
granulare sciolto.
Strato (3) 8,35 3,20-9,40 8,35 Schmertmann 66,80
piroclastiti granulari a (1978) (Sabbie)
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti
Strato (4) 13,74 9,40-12,80 13,74 Schmertmann 109,92
piroclastiti di tipo (1978) (Sabbie)
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite /
ignimbrite.
Localmente
intercalazioni
debolmente
cementate di
materiale granulare.

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.8) 10
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Modulo Edometrico
Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Modulo
(m) Edometrico
(Kg/cm²)
Strato (1) 6,13 0.00-1,20 6,13 Menzenbach e 65,34
terreno agrario e coltre Malcev (Sabbia
di alterazione media)
superficiale
limoso-sabbiosa
eluvio-colluviale (di
origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate e
rimaneggiate. Terreni
vulcanici interessati da
processi di
argillificazione.
Piroclastiti di tipo
granulare sabbioso-
limosa con locali livelli
debolmente cementati
Strato (2) 5 1,20-3,20 5 Menzenbach e 60,30
depositi eluvio Malcev (Sabbia
colluviali limoso- media)
argillosi
associati a terreni
vulcanici rimaneggiati
e argillificati a grana
limoso-argillosa.
Piroclastiti di tipo
granulare sciolto.
Strato (3) 8,35 3,20-9,40 8,35 Menzenbach e 75,24
piroclastiti granulari a Malcev (Sabbia
granulometria media)
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti
Strato (4) 13,74 9,40-12,80 13,74 Menzenbach e 99,28
piroclastiti di tipo Malcev (Sabbia
litoide o saldato media)
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite /
ignimbrite. Localmente
intercalazioni
debolmente cementate
di materiale granulare.

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.8) 11
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Classificazione AGI
Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Classificazione
(m) AGI
Strato (1) 6,13 0.00-1,20 6,13 Classificazione POCO
terreno agrario e A.G.I ADDENSATO
coltre di alterazione
superficiale
limoso-sabbiosa
eluvio-colluviale (di
origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate
e
rimaneggiate. Terreni
vulcanici interessati
da
processi di
argillificazione.
Piroclastiti di tipo
granulare sabbioso-
limosa con locali
livelli
debolmente cementati
Strato (2) 5 1,20-3,20 5 Classificazione POCO
depositi eluvio A.G.I ADDENSATO
colluviali limoso-
argillosi
associati a terreni
vulcanici
rimaneggiati e
argillificati a grana
limoso-argillosa.
Piroclastiti di tipo
granulare sciolto.
Strato (3) 8,35 3,20-9,40 8,35 Classificazione POCO
piroclastiti granulari a A.G.I ADDENSATO
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti
Strato (4) 13,74 9,40-12,80 13,74 Classificazione MODERATAME
piroclastiti di tipo A.G.I NTE
litoide o saldato ADDENSATO
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite /
ignimbrite.
Localmente
intercalazioni
debolmente
cementate di
materiale granulare.

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.8) 12
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Peso unità di volume


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Peso Unità di
(m) Volume
(t/m³)
Strato (1) 6,13 0.00-1,20 6,13 Meyerhof et al. 1,59
terreno agrario e coltre
di alterazione
superficiale
limoso-sabbiosa
eluvio-colluviale (di
origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate e
rimaneggiate. Terreni
vulcanici interessati da
processi di
argillificazione.
Piroclastiti di tipo
granulare sabbioso-
limosa con locali livelli
debolmente cementati
Strato (2) 5 1,20-3,20 5 Meyerhof et al. 1,54
depositi eluvio
colluviali limoso-
argillosi
associati a terreni
vulcanici rimaneggiati
e argillificati a grana
limoso-argillosa.
Piroclastiti di tipo
granulare sciolto.
Strato (3) 8,35 3,20-9,40 8,35 Meyerhof et al. 1,67
piroclastiti granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti
Strato (4) 13,74 9,40-12,80 13,74 Meyerhof et al. 1,85
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite /
ignimbrite. Localmente
intercalazioni
debolmente cementate
di materiale granulare.

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.8) 13
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Peso unità di volume saturo


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Peso Unità
(m) Volume Saturo
(t/m³)
Strato (1) 6,13 0.00-1,20 6,13 Terzaghi-Peck 1,89
terreno agrario e coltre 1948-1967
di alterazione
superficiale
limoso-sabbiosa
eluvio-colluviale (di
origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate e
rimaneggiate. Terreni
vulcanici interessati da
processi di
argillificazione.
Piroclastiti di tipo
granulare sabbioso-
limosa con locali livelli
debolmente cementati
Strato (2) 5 1,20-3,20 5 Terzaghi-Peck 1,89
depositi eluvio 1948-1967
colluviali limoso-
argillosi
associati a terreni
vulcanici rimaneggiati
e argillificati a grana
limoso-argillosa.
Piroclastiti di tipo
granulare sciolto.
Strato (3) 8,35 3,20-9,40 8,35 Terzaghi-Peck 1,91
piroclastiti granulari a 1948-1967
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti
Strato (4) 13,74 9,40-12,80 13,74 Terzaghi-Peck 1,94
piroclastiti di tipo 1948-1967
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite /
ignimbrite. Localmente
intercalazioni
debolmente cementate
di materiale granulare.

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.8) 14
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Modulo di Poisson
Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Poisson
(m)
Strato (1) 6,13 0.00-1,20 6,13 (A.G.I.) 0,34
terreno agrario e
coltre di alterazione
superficiale
limoso-sabbiosa
eluvio-colluviale (di
origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate
e
rimaneggiate. Terreni
vulcanici interessati
da
processi di
argillificazione.
Piroclastiti di tipo
granulare sabbioso-
limosa con locali
livelli
debolmente cementati
Strato (2) 5 1,20-3,20 5 (A.G.I.) 0,34
depositi eluvio
colluviali limoso-
argillosi
associati a terreni
vulcanici
rimaneggiati e
argillificati a grana
limoso-argillosa.
Piroclastiti di tipo
granulare sciolto.
Strato (3) 8,35 3,20-9,40 8,35 (A.G.I.) 0,34
piroclastiti granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti
Strato (4) 13,74 9,40-12,80 13,74 (A.G.I.) 0,33
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite /
ignimbrite.
Localmente
intercalazioni
debolmente
cementate di
materiale granulare.

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.8) 15
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Modulo di deformazione a taglio dinamico


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione G
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 6,13 0.00-1,20 6,13 Ohsaki (Sabbie 357,38
terreno agrario e pulite)
coltre di alterazione
superficiale
limoso-sabbiosa
eluvio-colluviale (di
origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate
e
rimaneggiate. Terreni
vulcanici interessati
da
processi di
argillificazione.
Piroclastiti di tipo
granulare sabbioso-
limosa con locali
livelli
debolmente cementati
Strato (2) 5 1,20-3,20 5 Ohsaki (Sabbie 295,08
depositi eluvio pulite)
colluviali limoso-
argillosi
associati a terreni
vulcanici
rimaneggiati e
argillificati a grana
limoso-argillosa.
Piroclastiti di tipo
granulare sciolto.
Strato (3) 8,35 3,20-9,40 8,35 Ohsaki (Sabbie 477,86
piroclastiti granulari a pulite)
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti
Strato (4) 13,74 9,40-12,80 13,74 Ohsaki (Sabbie 763,17
piroclastiti di tipo pulite)
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite /
ignimbrite.
Localmente
intercalazioni
debolmente
cementate di
materiale granulare.

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.8) 16
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Coefficiente spinta a Riposo K0=SigmaH/P0


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione K0
(m)
Strato (1) 6,13 0.00-1,20 6,13 Navfac 1971-1982 1,25
terreno agrario e
coltre di alterazione
superficiale
limoso-sabbiosa
eluvio-colluviale (di
origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate
e
rimaneggiate. Terreni
vulcanici interessati
da
processi di
argillificazione.
Piroclastiti di tipo
granulare sabbioso-
limosa con locali
livelli
debolmente cementati
Strato (2) 5 1,20-3,20 5 Navfac 1971-1982 0,99
depositi eluvio
colluviali limoso-
argillosi
associati a terreni
vulcanici
rimaneggiati e
argillificati a grana
limoso-argillosa.
Piroclastiti di tipo
granulare sciolto.
Strato (3) 8,35 3,20-9,40 8,35 Navfac 1971-1982 1,74
piroclastiti granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti
Strato (4) 13,74 9,40-12,80 13,74 Navfac 1971-1982 2,88
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite /
ignimbrite.
Localmente
intercalazioni
debolmente
cementate di
materiale granulare.

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.8) 17
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Qc ( Resistenza punta Penetrometro Statico)


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Qc
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 6,13 0.00-1,20 6,13 Robertson 1983 12,26
terreno agrario e coltre di
alterazione superficiale
limoso-sabbiosa eluvio-
colluviale (di origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate e
rimaneggiate. Terreni
vulcanici interessati da
processi di
argillificazione.
Piroclastiti di tipo
granulare sabbioso-
limosa con locali livelli
debolmente cementati
Strato (2) 5 1,20-3,20 5 Robertson 1983 10,00
depositi eluvio colluviali
limoso-argillosi
associati a terreni
vulcanici rimaneggiati e
argillificati a grana
limoso-argillosa.
Piroclastiti di tipo
granulare sciolto.
Strato (3) 8,35 3,20-9,40 8,35 Robertson 1983 16,70
piroclastiti granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di depositi
di
colata piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti
Strato (4) 13,74 9,40-12,80 13,74 Robertson 1983 27,48
piroclastiti di tipo litoide
o saldato equiparabile a
rx
tenera e/o terreno
granulare cementato. tufo
/ tufite / ignimbrite.
Localmente
intercalazioni
debolmente cementate di
materiale granulare.

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.8) 18
PROVA PENETROMETRICA DINAMICA Nr.9
Strumento utilizzato... DPSH TG 63-200 PAGANI

Committente: Vailog S.r.l. Data: 19/06/2018


Descrizione: Realizzazione di un nuovo deposito
Località: Loc. Quartaccio di Colleferro. Roma
Scala 1:76

Numero di colpi penetrazione punta Rpd (Kg/cm²) Interpretazione Stratigrafica

0 5 10 15 20 25 30 35 40 45 0 40,0 80,0 120,0 160,0


0.00
1 terreno agrario e coltre di alterazione superficiale
2 argilloso-limosa di
facies colluviale mista a cineriti rimaneggiate e
2 pedogenizzate.

180 cm
2
1 1 1
2

2
2

2
180,0

3 piroclastiti granulari a granulometria


2 2
3 argilloso-sabbiosa. Localmente tufi-tufiti debolmente
cementati e saldati. intercalazioni di depositi di
3 colata piroclastica tufiti sabbiose
addensate e tufi pozzolanacei compatti
3

3
3
3 3
3

5
4 4
4

3
4

600 cm
3
3 2
5 5
3
4

5
6 6
5
6

5
5

5
7 7
4

4
5
4 780,0

7 piroclastiti cementate e debolmente cementate.


8 8
8 Deposito di flusso piroclastico saldato. Tufiti
sabbiose ben addensate. Tufi pozzolanacei ben
7 compatti. Intercalazioni di piroclastiti granulari
sciolte sabbioso-limose
9

7
6
9 9
8
9

7
400 cm

5 3
10 10
5

5
6

7
11 11
9

12
10 1180,0

6 depositi di colata piroclastica debolmente cementati.


12 12
7 tufiti sabbiose debolmente
addensate e tufi pozzolanacei debolmente compatti
6

7
6

7
13 13
6

8
7

6
14 14
480 cm

5
5 4

6
15 15
8
7

6
8

8
16 16
8

8
9
1660,0

SIGNATURE 1 SIGNATURE 2
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

ESECUTORE INDAGINI:
GeoTest s.r.l.
COMMITTENTE: Spett. Vailog S.r.l.

STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.9

TERRENI COESIVI

Coesione non drenata


Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Cu
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 2,62 0.00-1,80 Schmertmann 1975 0,25
terreno agrario e coltre
di alterazione
superficiale argilloso-
limosa di
facies colluviale mista a
cineriti rimaneggiate e
pedogenizzate.
Strato (2) 5,63 1,80-7,80 Schmertmann 1975 0,55
piroclastiti granulari a
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di depositi
di
colata piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti
Strato (3) 10,66 7,80-11,80 Schmertmann 1975 1,05
piroclastiti cementate e
debolmente cementate.
Deposito di flusso
piroclastico saldato.
Tufiti
sabbiose ben addensate.
Tufi pozzolanacei ben
compatti. Intercalazioni
di piroclastiti granulari
sciolte sabbioso-limose
Strato (4) 10,04 11,80-16,60 Schmertmann 1975 0,99
depositi di colata
piroclastica debolmente
cementati. tufiti sabbiose
debolmente
addensate e tufi
pozzolanacei debolmente
compatti

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.9) 1
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Qc ( Resistenza punta Penetrometro Statico)


Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Qc
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 2,62 0.00-1,80 Robertson (1983) 5,24
terreno agrario e
coltre di alterazione
superficiale argilloso-
limosa di
facies colluviale mista
a cineriti rimaneggiate
e
pedogenizzate.
Strato (2) 5,63 1,80-7,80 Robertson (1983) 11,26
piroclastiti granulari a
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti
Strato (3) 10,66 7,80-11,80 Robertson (1983) 21,32
piroclastiti cementate
e debolmente
cementate.
Deposito di flusso
piroclastico saldato.
Tufiti
sabbiose ben
addensate. Tufi
pozzolanacei ben
compatti.
Intercalazioni di
piroclastiti granulari
sciolte sabbioso-
limose
Strato (4) 10,04 11,80-16,60 Robertson (1983) 20,08
depositi di colata
piroclastica
debolmente cementati.
tufiti sabbiose
debolmente
addensate e tufi
pozzolanacei
debolmente compatti

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.9) 2
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Modulo Edometrico
Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Eed
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 2,62 0.00-1,80 Trofimenkov (1974), 28,51
terreno agrario e Mitchell e Gardner
coltre di alterazione
superficiale argilloso-
limosa di
facies colluviale mista
a cineriti rimaneggiate
e
pedogenizzate.
Strato (2) 5,63 1,80-7,80 Trofimenkov (1974), 59,22
piroclastiti granulari a Mitchell e Gardner
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti
Strato (3) 10,66 7,80-11,80 Trofimenkov (1974), 110,52
piroclastiti cementate Mitchell e Gardner
e debolmente
cementate.
Deposito di flusso
piroclastico saldato.
Tufiti
sabbiose ben
addensate. Tufi
pozzolanacei ben
compatti.
Intercalazioni di
piroclastiti granulari
sciolte sabbioso-
limose
Strato (4) 10,04 11,80-16,60 Trofimenkov (1974), 104,19
depositi di colata Mitchell e Gardner
piroclastica
debolmente cementati.
tufiti sabbiose
debolmente
addensate e tufi
pozzolanacei
debolmente compatti

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.9) 3
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Modulo di Young
Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Ey
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 2,62 0.00-1,80 Apollonia 26,20
terreno agrario e
coltre di alterazione
superficiale argilloso-
limosa di
facies colluviale mista
a cineriti rimaneggiate
e
pedogenizzate.
Strato (2) 5,63 1,80-7,80 Apollonia 56,30
piroclastiti granulari a
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti
Strato (3) 10,66 7,80-11,80 Apollonia 106,60
piroclastiti cementate
e debolmente
cementate.
Deposito di flusso
piroclastico saldato.
Tufiti
sabbiose ben
addensate. Tufi
pozzolanacei ben
compatti.
Intercalazioni di
piroclastiti granulari
sciolte sabbioso-
limose
Strato (4) 10,04 11,80-16,60 Apollonia 100,40
depositi di colata
piroclastica
debolmente cementati.
tufiti sabbiose
debolmente
addensate e tufi
pozzolanacei
debolmente compatti

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.9) 4
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Classificazione AGI
Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Classificazione
(m)
Strato (1) 2,62 0.00-1,80 A.G.I. (1977) POCO
terreno agrario e CONSISTENTE
coltre di alterazione
superficiale argilloso-
limosa di
facies colluviale mista
a cineriti rimaneggiate
e
pedogenizzate.
Strato (2) 5,63 1,80-7,80 A.G.I. (1977) MODERAT.
piroclastiti granulari a CONSISTENTE
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti
Strato (3) 10,66 7,80-11,80 A.G.I. (1977) CONSISTENTE
piroclastiti cementate
e debolmente
cementate.
Deposito di flusso
piroclastico saldato.
Tufiti
sabbiose ben
addensate. Tufi
pozzolanacei ben
compatti.
Intercalazioni di
piroclastiti granulari
sciolte sabbioso-
limose
Strato (4) 10,04 11,80-16,60 A.G.I. (1977) CONSISTENTE
depositi di colata
piroclastica
debolmente cementati.
tufiti sabbiose
debolmente
addensate e tufi
pozzolanacei
debolmente compatti

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.9) 5
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Peso unità di volume


Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Peso unità di volume
(m) (t/m³)
Strato (1) 2,62 0.00-1,80 Meyerhof 1,61
terreno agrario e
coltre di alterazione
superficiale argilloso-
limosa di
facies colluviale mista
a cineriti rimaneggiate
e
pedogenizzate.
Strato (2) 5,63 1,80-7,80 Meyerhof 1,79
piroclastiti granulari a
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti
Strato (3) 10,66 7,80-11,80 Meyerhof 1,99
piroclastiti cementate
e debolmente
cementate.
Deposito di flusso
piroclastico saldato.
Tufiti
sabbiose ben
addensate. Tufi
pozzolanacei ben
compatti.
Intercalazioni di
piroclastiti granulari
sciolte sabbioso-
limose
Strato (4) 10,04 11,80-16,60 Meyerhof 1,97
depositi di colata
piroclastica
debolmente cementati.
tufiti sabbiose
debolmente
addensate e tufi
pozzolanacei
debolmente compatti

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.9) 6
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Peso unità di volume saturo


Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Peso unità di volume
(m) saturo
(t/m³)
Strato (1) 2,62 0.00-1,80 Meyerhof 1,86
terreno agrario e
coltre di alterazione
superficiale argilloso-
limosa di
facies colluviale mista
a cineriti rimaneggiate
e
pedogenizzate.
Strato (2) 5,63 1,80-7,80 Meyerhof 1,88
piroclastiti granulari a
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti
Strato (3) 10,66 7,80-11,80 Meyerhof 2,19
piroclastiti cementate
e debolmente
cementate.
Deposito di flusso
piroclastico saldato.
Tufiti
sabbiose ben
addensate. Tufi
pozzolanacei ben
compatti.
Intercalazioni di
piroclastiti granulari
sciolte sabbioso-
limose
Strato (4) 10,04 11,80-16,60 Meyerhof 2,17
depositi di colata
piroclastica
debolmente cementati.
tufiti sabbiose
debolmente
addensate e tufi
pozzolanacei
debolmente compatti

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.9) 7
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

TERRENI INCOERENTI

Densità relativa
Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Densità relativa
(m) (%)
Strato (1) 2,62 0.00-1,80 2,62 Skempton 1986 14,21
terreno agrario e
coltre di
alterazione
superficiale
argilloso-limosa di
facies colluviale
mista a cineriti
rimaneggiate e
pedogenizzate.
Strato (2) 5,63 1,80-7,80 5,63 Skempton 1986 22,49
piroclastiti
granulari a
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati e
saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti
Strato (3) 10,66 7,80-11,80 10,66 Skempton 1986 34,43
piroclastiti
cementate e
debolmente
cementate.
Deposito di flusso
piroclastico
saldato. Tufiti
sabbiose ben
addensate. Tufi
pozzolanacei ben
compatti.
Intercalazioni di
piroclastiti
granulari sciolte
sabbioso-limose
Strato (4) 10,04 11,80-16,60 10,04 Skempton 1986 33,08
depositi di colata
piroclastica
debolmente
cementati. tufiti
sabbiose
debolmente
addensate e tufi
pozzolanacei
debolmente
compatti

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.9) 8
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Angolo di resistenza al taglio


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Angolo d'attrito
(m) (°)
Strato (1) 2,62 0.00-1,80 2,62 Shioi-Fukuni 1982 21,27
terreno agrario e (ROAD BRIDGE
coltre di SPECIFICATION
alterazione )
superficiale
argilloso-limosa di
facies colluviale
mista a cineriti
rimaneggiate e
pedogenizzate.
Strato (2) 5,63 1,80-7,80 5,63 Shioi-Fukuni 1982 24,19
piroclastiti (ROAD BRIDGE
granulari a SPECIFICATION
granulometria )
argilloso-sabbiosa.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati e
saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti
Strato (3) 10,66 7,80-11,80 10,66 Shioi-Fukuni 1982 27,65
piroclastiti (ROAD BRIDGE
cementate e SPECIFICATION
debolmente )
cementate.
Deposito di flusso
piroclastico
saldato. Tufiti
sabbiose ben
addensate. Tufi
pozzolanacei ben
compatti.
Intercalazioni di
piroclastiti
granulari sciolte
sabbioso-limose
Strato (4) 10,04 11,80-16,60 10,04 Shioi-Fukuni 1982 27,27
depositi di colata (ROAD BRIDGE
piroclastica SPECIFICATION
debolmente )
cementati. tufiti
sabbiose
debolmente
addensate e tufi
pozzolanacei
debolmente
compatti

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.9) 9
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Modulo di Young
Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Modulo di Young
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 2,62 0.00-1,80 2,62 Schmertmann 20,96
terreno agrario e (1978) (Sabbie)
coltre di
alterazione
superficiale
argilloso-limosa di
facies colluviale
mista a cineriti
rimaneggiate e
pedogenizzate.
Strato (2) 5,63 1,80-7,80 5,63 Schmertmann 45,04
piroclastiti (1978) (Sabbie)
granulari a
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati e
saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti
Strato (3) 10,66 7,80-11,80 10,66 Schmertmann 85,28
piroclastiti (1978) (Sabbie)
cementate e
debolmente
cementate.
Deposito di flusso
piroclastico
saldato. Tufiti
sabbiose ben
addensate. Tufi
pozzolanacei ben
compatti.
Intercalazioni di
piroclastiti
granulari sciolte
sabbioso-limose
Strato (4) 10,04 11,80-16,60 10,04 Schmertmann 80,32
depositi di colata (1978) (Sabbie)
piroclastica
debolmente
cementati. tufiti
sabbiose
debolmente
addensate e tufi
pozzolanacei
debolmente
compatti

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.9) 10
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Modulo Edometrico
Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Modulo
(m) Edometrico
(Kg/cm²)
Strato (1) 2,62 0.00-1,80 2,62 Menzenbach e 49,69
terreno agrario e Malcev (Sabbia
coltre di media)
alterazione
superficiale
argilloso-limosa di
facies colluviale
mista a cineriti
rimaneggiate e
pedogenizzate.
Strato (2) 5,63 1,80-7,80 5,63 Menzenbach e 63,11
piroclastiti Malcev (Sabbia
granulari a media)
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati e
saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti
Strato (3) 10,66 7,80-11,80 10,66 Menzenbach e 85,54
piroclastiti Malcev (Sabbia
cementate e media)
debolmente
cementate.
Deposito di flusso
piroclastico
saldato. Tufiti
sabbiose ben
addensate. Tufi
pozzolanacei ben
compatti.
Intercalazioni di
piroclastiti
granulari sciolte
sabbioso-limose
Strato (4) 10,04 11,80-16,60 10,04 Menzenbach e 82,78
depositi di colata Malcev (Sabbia
piroclastica media)
debolmente
cementati. tufiti
sabbiose
debolmente
addensate e tufi
pozzolanacei
debolmente
compatti

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.9) 11
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Classificazione AGI
Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Classificazione
(m) AGI
Strato (1) 2,62 0.00-1,80 2,62 Classificazione SCIOLTO
terreno agrario e A.G.I
coltre di
alterazione
superficiale
argilloso-limosa di
facies colluviale
mista a cineriti
rimaneggiate e
pedogenizzate.
Strato (2) 5,63 1,80-7,80 5,63 Classificazione POCO
piroclastiti A.G.I ADDENSATO
granulari a
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati e
saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti
Strato (3) 10,66 7,80-11,80 10,66 Classificazione MODERATAME
piroclastiti A.G.I NTE
cementate e ADDENSATO
debolmente
cementate.
Deposito di flusso
piroclastico
saldato. Tufiti
sabbiose ben
addensate. Tufi
pozzolanacei ben
compatti.
Intercalazioni di
piroclastiti
granulari sciolte
sabbioso-limose
Strato (4) 10,04 11,80-16,60 10,04 Classificazione MODERATAME
depositi di colata A.G.I NTE
piroclastica ADDENSATO
debolmente
cementati. tufiti
sabbiose
debolmente
addensate e tufi
pozzolanacei
debolmente
compatti

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.9) 12
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Peso unità di volume


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Peso Unità di
(m) Volume
(t/m³)
Strato (1) 2,62 0.00-1,80 2,62 Meyerhof et al. 1,43
terreno agrario e
coltre di
alterazione
superficiale
argilloso-limosa di
facies colluviale
mista a cineriti
rimaneggiate e
pedogenizzate.
Strato (2) 5,63 1,80-7,80 5,63 Meyerhof et al. 1,57
piroclastiti
granulari a
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati e
saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti
Strato (3) 10,66 7,80-11,80 10,66 Meyerhof et al. 1,75
piroclastiti
cementate e
debolmente
cementate.
Deposito di flusso
piroclastico
saldato. Tufiti
sabbiose ben
addensate. Tufi
pozzolanacei ben
compatti.
Intercalazioni di
piroclastiti
granulari sciolte
sabbioso-limose
Strato (4) 10,04 11,80-16,60 10,04 Meyerhof et al. 1,73
depositi di colata
piroclastica
debolmente
cementati. tufiti
sabbiose
debolmente
addensate e tufi
pozzolanacei
debolmente
compatti

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.9) 13
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Peso unità di volume saturo


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Peso Unità
(m) Volume Saturo
(t/m³)
Strato (1) 2,62 0.00-1,80 2,62 Terzaghi-Peck 1,87
terreno agrario e 1948-1967
coltre di
alterazione
superficiale
argilloso-limosa di
facies colluviale
mista a cineriti
rimaneggiate e
pedogenizzate.
Strato (2) 5,63 1,80-7,80 5,63 Terzaghi-Peck 1,89
piroclastiti 1948-1967
granulari a
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati e
saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti
Strato (3) 10,66 7,80-11,80 10,66 Terzaghi-Peck 1,92
piroclastiti 1948-1967
cementate e
debolmente
cementate.
Deposito di flusso
piroclastico
saldato. Tufiti
sabbiose ben
addensate. Tufi
pozzolanacei ben
compatti.
Intercalazioni di
piroclastiti
granulari sciolte
sabbioso-limose
Strato (4) 10,04 11,80-16,60 10,04 Terzaghi-Peck 1,92
depositi di colata 1948-1967
piroclastica
debolmente
cementati. tufiti
sabbiose
debolmente
addensate e tufi
pozzolanacei
debolmente
compatti

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.9) 14
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Modulo di Poisson
Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Poisson
(m)
Strato (1) 2,62 0.00-1,80 2,62 (A.G.I.) 0,35
terreno agrario e
coltre di
alterazione
superficiale
argilloso-limosa di
facies colluviale
mista a cineriti
rimaneggiate e
pedogenizzate.
Strato (2) 5,63 1,80-7,80 5,63 (A.G.I.) 0,34
piroclastiti
granulari a
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati e
saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti
Strato (3) 10,66 7,80-11,80 10,66 (A.G.I.) 0,33
piroclastiti
cementate e
debolmente
cementate.
Deposito di flusso
piroclastico
saldato. Tufiti
sabbiose ben
addensate. Tufi
pozzolanacei ben
compatti.
Intercalazioni di
piroclastiti
granulari sciolte
sabbioso-limose
Strato (4) 10,04 11,80-16,60 10,04 (A.G.I.) 0,33
depositi di colata
piroclastica
debolmente
cementati. tufiti
sabbiose
debolmente
addensate e tufi
pozzolanacei
debolmente
compatti

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.9) 15
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Modulo di deformazione a taglio dinamico


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione G
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 2,62 0.00-1,80 2,62 Ohsaki (Sabbie 160,74
terreno agrario e pulite)
coltre di
alterazione
superficiale
argilloso-limosa di
facies colluviale
mista a cineriti
rimaneggiate e
pedogenizzate.
Strato (2) 5,63 1,80-7,80 5,63 Ohsaki (Sabbie 329,91
piroclastiti pulite)
granulari a
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati e
saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti
Strato (3) 10,66 7,80-11,80 10,66 Ohsaki (Sabbie 601,18
piroclastiti pulite)
cementate e
debolmente
cementate.
Deposito di flusso
piroclastico
saldato. Tufiti
sabbiose ben
addensate. Tufi
pozzolanacei ben
compatti.
Intercalazioni di
piroclastiti
granulari sciolte
sabbioso-limose
Strato (4) 10,04 11,80-16,60 10,04 Ohsaki (Sabbie 568,25
depositi di colata pulite)
piroclastica
debolmente
cementati. tufiti
sabbiose
debolmente
addensate e tufi
pozzolanacei
debolmente
compatti

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.9) 16
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Coefficiente spinta a Riposo K0=SigmaH/P0


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione K0
(m)
Strato (1) 2,62 0.00-1,80 2,62 Navfac 1971-1982 0,42
terreno agrario e
coltre di
alterazione
superficiale
argilloso-limosa di
facies colluviale
mista a cineriti
rimaneggiate e
pedogenizzate.
Strato (2) 5,63 1,80-7,80 5,63 Navfac 1971-1982 1,13
piroclastiti
granulari a
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati e
saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti
Strato (3) 10,66 7,80-11,80 10,66 Navfac 1971-1982 2,24
piroclastiti
cementate e
debolmente
cementate.
Deposito di flusso
piroclastico
saldato. Tufiti
sabbiose ben
addensate. Tufi
pozzolanacei ben
compatti.
Intercalazioni di
piroclastiti
granulari sciolte
sabbioso-limose
Strato (4) 10,04 11,80-16,60 10,04 Navfac 1971-1982 2,11
depositi di colata
piroclastica
debolmente
cementati. tufiti
sabbiose
debolmente
addensate e tufi
pozzolanacei
debolmente
compatti

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.9) 17
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Qc ( Resistenza punta Penetrometro Statico)


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Qc
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 2,62 0.00-1,80 2,62 Robertson 1983 5,24
terreno agrario e
coltre di
alterazione
superficiale
argilloso-limosa di
facies colluviale
mista a cineriti
rimaneggiate e
pedogenizzate.
Strato (2) 5,63 1,80-7,80 5,63 Robertson 1983 11,26
piroclastiti
granulari a
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati e
saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti
Strato (3) 10,66 7,80-11,80 10,66 Robertson 1983 21,32
piroclastiti
cementate e
debolmente
cementate.
Deposito di flusso
piroclastico
saldato. Tufiti
sabbiose ben
addensate. Tufi
pozzolanacei ben
compatti.
Intercalazioni di
piroclastiti
granulari sciolte
sabbioso-limose
Strato (4) 10,04 11,80-16,60 10,04 Robertson 1983 20,08
depositi di colata
piroclastica
debolmente
cementati. tufiti
sabbiose
debolmente
addensate e tufi
pozzolanacei
debolmente
compatti

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.9) 18
PROVA PENETROMETRICA DINAMICA Nr.10
Strumento utilizzato... DPSH TG 63-200 PAGANI

Committente: Vailog S.r.l. Data: 20/06/2018


Descrizione: Realizzazione di un nuovo deposito
Località: Loc. Quartaccio di Colleferro. Roma
Scala 1:25

Numero di colpi penetrazione punta Rpd (Kg/cm²) Interpretazione Stratigrafica

0 5 10 15 20 25 30 35 40 45 0 40,0 80,0 120,0 160,0


0.00

terreno agrario e coltre di alterazione superficiale


2 limoso-sabbiosa eluvio-colluviale (di origine
sedimentaria) misti a cineriti pedogenizzate e
rimaneggiate. Terreni vulcanici interessati da
processi di argillificazione. Piroclastiti di tipo
granulare sabbioso-limosa con locali livelli
debolmente cementati
15

80 cm
1

12

80,0

coltre eluvio - colluviale di natura argilloso-limosa


1 associata a terreni vulcanici rimaneggiati e
piroclastiti di tipo granulare equiparabili a terreno
sciolto a grana fine poco consistente
1 1

160 cm
2

2 2

240,0

piroclastiti granulari a granulometria


limoso-sabbiosa. Localmente tufi-tufiti debolmente
4
cementati e saldati. intercalazioni di depositi di
colata piroclastica tufiti sabbiose
addensate e tufi pozzolanacei compatti

3 3

6
300 cm

7
3

4 4

5 5

540,0

SIGNATURE 1 SIGNATURE 2
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

ESECUTORE INDAGINI:
GeoTest s.r.l.
COMMITTENTE: Spett. Vailog S.r.l.

STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.10

TERRENI COESIVI

Coesione non drenata


Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Cu
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 12,49 0.00-0,80 Schmertmann 1975 1,23
terreno agrario e coltre
di alterazione
superficiale
limoso-sabbiosa
eluvio-colluviale (di
origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate
e
rimaneggiate. Terreni
vulcanici interessati da
processi di
argillificazione.
Piroclastiti di tipo
granulare sabbioso-
limosa con locali
livelli
debolmente cementati
Strato (2) 1,47 0,80-2,40 Schmertmann 1975 0,14
coltre eluvio -
colluviale di natura
argilloso-limosa
associata a terreni
vulcanici rimaneggiati
e piroclastiti di tipo
granulare equiparabili
a terreno
sciolto a grana fine
poco consistente
Strato (3) 5,39 2,40-5,40 Schmertmann 1975 0,53
piroclastiti granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.10) 1
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Qc ( Resistenza punta Penetrometro Statico)


Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Qc
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 12,49 0.00-0,80 Robertson (1983) 24,98
terreno agrario e coltre
di alterazione
superficiale
limoso-sabbiosa
eluvio-colluviale (di
origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate
e
rimaneggiate. Terreni
vulcanici interessati da
processi di
argillificazione.
Piroclastiti di tipo
granulare sabbioso-
limosa con locali
livelli
debolmente cementati
Strato (2) 1,47 0,80-2,40 Robertson (1983) 2,94
coltre eluvio -
colluviale di natura
argilloso-limosa
associata a terreni
vulcanici rimaneggiati
e piroclastiti di tipo
granulare equiparabili
a terreno
sciolto a grana fine
poco consistente
Strato (3) 5,39 2,40-5,40 Robertson (1983) 10,78
piroclastiti granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.10) 2
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Modulo Edometrico
Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Eed
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 12,49 0.00-0,80 Trofimenkov (1974), 129,18
terreno agrario e coltre Mitchell e Gardner
di alterazione
superficiale
limoso-sabbiosa
eluvio-colluviale (di
origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate
e
rimaneggiate. Terreni
vulcanici interessati da
processi di
argillificazione.
Piroclastiti di tipo
granulare sabbioso-
limosa con locali
livelli
debolmente cementati
Strato (2) 1,47 0,80-2,40 Trofimenkov (1974), 16,79
coltre eluvio - Mitchell e Gardner
colluviale di natura
argilloso-limosa
associata a terreni
vulcanici rimaneggiati
e piroclastiti di tipo
granulare equiparabili
a terreno
sciolto a grana fine
poco consistente
Strato (3) 5,39 2,40-5,40 Trofimenkov (1974), 56,77
piroclastiti granulari a Mitchell e Gardner
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.10) 3
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Modulo di Young
Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Ey
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 12,49 0.00-0,80 Apollonia 124,90
terreno agrario e coltre
di alterazione
superficiale
limoso-sabbiosa
eluvio-colluviale (di
origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate
e
rimaneggiate. Terreni
vulcanici interessati da
processi di
argillificazione.
Piroclastiti di tipo
granulare sabbioso-
limosa con locali
livelli
debolmente cementati
Strato (2) 1,47 0,80-2,40 Apollonia 14,70
coltre eluvio -
colluviale di natura
argilloso-limosa
associata a terreni
vulcanici rimaneggiati
e piroclastiti di tipo
granulare equiparabili
a terreno
sciolto a grana fine
poco consistente
Strato (3) 5,39 2,40-5,40 Apollonia 53,90
piroclastiti granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.10) 4
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Classificazione AGI
Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Classificazione
(m)
Strato (1) 12,49 0.00-0,80 A.G.I. (1977) CONSISTENTE
terreno agrario e coltre
di alterazione
superficiale
limoso-sabbiosa
eluvio-colluviale (di
origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate
e
rimaneggiate. Terreni
vulcanici interessati da
processi di
argillificazione.
Piroclastiti di tipo
granulare sabbioso-
limosa con locali
livelli
debolmente cementati
Strato (2) 1,47 0,80-2,40 A.G.I. (1977) PRIVO DI
coltre eluvio - CONSISTENZA
colluviale di natura
argilloso-limosa
associata a terreni
vulcanici rimaneggiati
e piroclastiti di tipo
granulare equiparabili
a terreno
sciolto a grana fine
poco consistente
Strato (3) 5,39 2,40-5,40 A.G.I. (1977) MODERAT.
piroclastiti granulari a CONSISTENTE
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.10) 5
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Peso unità di volume


Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Peso unità di volume
(m) (t/m³)
Strato (1) 12,49 0.00-0,80 Meyerhof 2,03
terreno agrario e coltre
di alterazione
superficiale
limoso-sabbiosa
eluvio-colluviale (di
origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate
e
rimaneggiate. Terreni
vulcanici interessati da
processi di
argillificazione.
Piroclastiti di tipo
granulare sabbioso-
limosa con locali
livelli
debolmente cementati
Strato (2) 1,47 0,80-2,40 Meyerhof 1,52
coltre eluvio -
colluviale di natura
argilloso-limosa
associata a terreni
vulcanici rimaneggiati
e piroclastiti di tipo
granulare equiparabili
a terreno
sciolto a grana fine
poco consistente
Strato (3) 5,39 2,40-5,40 Meyerhof 1,78
piroclastiti granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.10) 6
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Peso unità di volume saturo


Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Peso unità di volume
(m) saturo
(t/m³)
Strato (1) 12,49 0.00-0,80 Meyerhof 2,23
terreno agrario e coltre
di alterazione
superficiale
limoso-sabbiosa
eluvio-colluviale (di
origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate
e
rimaneggiate. Terreni
vulcanici interessati da
processi di
argillificazione.
Piroclastiti di tipo
granulare sabbioso-
limosa con locali
livelli
debolmente cementati
Strato (2) 1,47 0,80-2,40 Meyerhof 1,85
coltre eluvio -
colluviale di natura
argilloso-limosa
associata a terreni
vulcanici rimaneggiati
e piroclastiti di tipo
granulare equiparabili
a terreno
sciolto a grana fine
poco consistente
Strato (3) 5,39 2,40-5,40 Meyerhof 1,88
piroclastiti granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.10) 7
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

TERRENI INCOERENTI

Densità relativa
Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Densità relativa
(m) (%)
Strato (1) 12,49 0.00-0,80 12,49 Skempton 1986 38,23
terreno agrario e
coltre di
alterazione
superficiale
limoso-sabbiosa
eluvio-colluviale
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Terreni vulcanici
interessati da
processi di
argillificazione.
Piroclastiti di tipo
granulare
sabbioso-limosa
con locali livelli
debolmente
cementati
Strato (2) 1,47 0,80-2,40 1,47 Skempton 1986 10,79
coltre eluvio -
colluviale di
natura argilloso-
limosa associata a
terreni vulcanici
rimaneggiati e
piroclastiti di tipo
granulare
equiparabili a
terreno
sciolto a grana fine
poco consistente
Strato (3) 5,39 2,40-5,40 5,39 Skempton 1986 21,87
piroclastiti
granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati e
saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.10) 8
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Angolo di resistenza al taglio


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Angolo d'attrito
(m) (°)
Strato (1) 12,49 0.00-0,80 12,49 Shioi-Fukuni 1982 28,69
terreno agrario e (ROAD BRIDGE
coltre di SPECIFICATION
alterazione )
superficiale
limoso-sabbiosa
eluvio-colluviale
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Terreni vulcanici
interessati da
processi di
argillificazione.
Piroclastiti di tipo
granulare
sabbioso-limosa
con locali livelli
debolmente
cementati
Strato (2) 1,47 0,80-2,40 1,47 Shioi-Fukuni 1982 19,7
coltre eluvio - (ROAD BRIDGE
colluviale di SPECIFICATION
natura argilloso- )
limosa associata a
terreni vulcanici
rimaneggiati e
piroclastiti di tipo
granulare
equiparabili a
terreno
sciolto a grana fine
poco consistente
Strato (3) 5,39 2,40-5,40 5,39 Shioi-Fukuni 1982 23,99
piroclastiti (ROAD BRIDGE
granulari a SPECIFICATION
granulometria )
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati e
saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.10) 9
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Modulo di Young
Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Modulo di Young
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 12,49 0.00-0,80 12,49 Schmertmann 99,92
terreno agrario e (1978) (Sabbie)
coltre di
alterazione
superficiale
limoso-sabbiosa
eluvio-colluviale
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Terreni vulcanici
interessati da
processi di
argillificazione.
Piroclastiti di tipo
granulare
sabbioso-limosa
con locali livelli
debolmente
cementati
Strato (2) 1,47 0,80-2,40 1,47 Schmertmann 11,76
coltre eluvio - (1978) (Sabbie)
colluviale di
natura argilloso-
limosa associata a
terreni vulcanici
rimaneggiati e
piroclastiti di tipo
granulare
equiparabili a
terreno
sciolto a grana fine
poco consistente
Strato (3) 5,39 2,40-5,40 5,39 Schmertmann 43,12
piroclastiti (1978) (Sabbie)
granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati e
saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.10) 10
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Modulo Edometrico
Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Modulo
(m) Edometrico
(Kg/cm²)
Strato (1) 12,49 0.00-0,80 12,49 Menzenbach e 93,71
terreno agrario e Malcev (Sabbia
coltre di media)
alterazione
superficiale
limoso-sabbiosa
eluvio-colluviale
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Terreni vulcanici
interessati da
processi di
argillificazione.
Piroclastiti di tipo
granulare
sabbioso-limosa
con locali livelli
debolmente
cementati
Strato (2) 1,47 0,80-2,40 1,47 Menzenbach e 44,56
coltre eluvio - Malcev (Sabbia
colluviale di media)
natura argilloso-
limosa associata a
terreni vulcanici
rimaneggiati e
piroclastiti di tipo
granulare
equiparabili a
terreno
sciolto a grana fine
poco consistente
Strato (3) 5,39 2,40-5,40 5,39 Menzenbach e 62,04
piroclastiti Malcev (Sabbia
granulari a media)
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati e
saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.10) 11
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Classificazione AGI
Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Classificazione
(m) AGI
Strato (1) 12,49 0.00-0,80 12,49 Classificazione MODERATAME
terreno agrario e A.G.I NTE
coltre di ADDENSATO
alterazione
superficiale
limoso-sabbiosa
eluvio-colluviale
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Terreni vulcanici
interessati da
processi di
argillificazione.
Piroclastiti di tipo
granulare
sabbioso-limosa
con locali livelli
debolmente
cementati
Strato (2) 1,47 0,80-2,40 1,47 Classificazione SCIOLTO
coltre eluvio - A.G.I
colluviale di
natura argilloso-
limosa associata a
terreni vulcanici
rimaneggiati e
piroclastiti di tipo
granulare
equiparabili a
terreno
sciolto a grana fine
poco consistente
Strato (3) 5,39 2,40-5,40 5,39 Classificazione POCO
piroclastiti A.G.I ADDENSATO
granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati e
saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.10) 12
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Peso unità di volume


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Peso Unità di
(m) Volume
(t/m³)
Strato (1) 12,49 0.00-0,80 12,49 Meyerhof et al. 1,81
terreno agrario e
coltre di
alterazione
superficiale
limoso-sabbiosa
eluvio-colluviale
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Terreni vulcanici
interessati da
processi di
argillificazione.
Piroclastiti di tipo
granulare
sabbioso-limosa
con locali livelli
debolmente
cementati
Strato (2) 1,47 0,80-2,40 1,47 Meyerhof et al. 1,38
coltre eluvio -
colluviale di
natura argilloso-
limosa associata a
terreni vulcanici
rimaneggiati e
piroclastiti di tipo
granulare
equiparabili a
terreno
sciolto a grana fine
poco consistente
Strato (3) 5,39 2,40-5,40 5,39 Meyerhof et al. 1,56
piroclastiti
granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati e
saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.10) 13
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Peso unità di volume saturo


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Peso Unità
(m) Volume Saturo
(t/m³)
Strato (1) 12,49 0.00-0,80 12,49 Terzaghi-Peck 1,93
terreno agrario e 1948-1967
coltre di
alterazione
superficiale
limoso-sabbiosa
eluvio-colluviale
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Terreni vulcanici
interessati da
processi di
argillificazione.
Piroclastiti di tipo
granulare
sabbioso-limosa
con locali livelli
debolmente
cementati
Strato (2) 1,47 0,80-2,40 1,47 Terzaghi-Peck 1,87
coltre eluvio - 1948-1967
colluviale di
natura argilloso-
limosa associata a
terreni vulcanici
rimaneggiati e
piroclastiti di tipo
granulare
equiparabili a
terreno
sciolto a grana fine
poco consistente
Strato (3) 5,39 2,40-5,40 5,39 Terzaghi-Peck 1,89
piroclastiti 1948-1967
granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati e
saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.10) 14
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Modulo di Poisson
Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Poisson
(m)
Strato (1) 12,49 0.00-0,80 12,49 (A.G.I.) 0,33
terreno agrario e
coltre di
alterazione
superficiale
limoso-sabbiosa
eluvio-colluviale
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Terreni vulcanici
interessati da
processi di
argillificazione.
Piroclastiti di tipo
granulare
sabbioso-limosa
con locali livelli
debolmente
cementati
Strato (2) 1,47 0,80-2,40 1,47 (A.G.I.) 0,35
coltre eluvio -
colluviale di
natura argilloso-
limosa associata a
terreni vulcanici
rimaneggiati e
piroclastiti di tipo
granulare
equiparabili a
terreno
sciolto a grana fine
poco consistente
Strato (3) 5,39 2,40-5,40 5,39 (A.G.I.) 0,34
piroclastiti
granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati e
saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.10) 15
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Modulo di deformazione a taglio dinamico


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione G
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 12,49 0.00-0,80 12,49 Ohsaki (Sabbie 697,72
terreno agrario e pulite)
coltre di
alterazione
superficiale
limoso-sabbiosa
eluvio-colluviale
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Terreni vulcanici
interessati da
processi di
argillificazione.
Piroclastiti di tipo
granulare
sabbioso-limosa
con locali livelli
debolmente
cementati
Strato (2) 1,47 0,80-2,40 1,47 Ohsaki (Sabbie 93,37
coltre eluvio - pulite)
colluviale di
natura argilloso-
limosa associata a
terreni vulcanici
rimaneggiati e
piroclastiti di tipo
granulare
equiparabili a
terreno
sciolto a grana fine
poco consistente
Strato (3) 5,39 2,40-5,40 5,39 Ohsaki (Sabbie 316,67
piroclastiti pulite)
granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati e
saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.10) 16
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Coefficiente spinta a Riposo K0=SigmaH/P0


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione K0
(m)
Strato (1) 12,49 0.00-0,80 12,49 Navfac 1971-1982 2,62
terreno agrario e
coltre di
alterazione
superficiale
limoso-sabbiosa
eluvio-colluviale
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Terreni vulcanici
interessati da
processi di
argillificazione.
Piroclastiti di tipo
granulare
sabbioso-limosa
con locali livelli
debolmente
cementati
Strato (2) 1,47 0,80-2,40 1,47 Navfac 1971-1982 0,14
coltre eluvio -
colluviale di
natura argilloso-
limosa associata a
terreni vulcanici
rimaneggiati e
piroclastiti di tipo
granulare
equiparabili a
terreno
sciolto a grana fine
poco consistente
Strato (3) 5,39 2,40-5,40 5,39 Navfac 1971-1982 1,08
piroclastiti
granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati e
saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.10) 17
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Qc ( Resistenza punta Penetrometro Statico)


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Qc
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 12,49 0.00-0,80 12,49 Robertson 1983 24,98
terreno agrario e
coltre di
alterazione
superficiale
limoso-sabbiosa
eluvio-colluviale
(di origine
sedimentaria)
misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate.
Terreni vulcanici
interessati da
processi di
argillificazione.
Piroclastiti di tipo
granulare
sabbioso-limosa
con locali livelli
debolmente
cementati
Strato (2) 1,47 0,80-2,40 1,47 Robertson 1983 2,94
coltre eluvio -
colluviale di
natura argilloso-
limosa associata a
terreni vulcanici
rimaneggiati e
piroclastiti di tipo
granulare
equiparabili a
terreno
sciolto a grana fine
poco consistente
Strato (3) 5,39 2,40-5,40 5,39 Robertson 1983 10,78
piroclastiti
granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa.
Localmente tufi-
tufiti debolmente
cementati e
saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.10) 18
PROVA PENETROMETRICA DINAMICA Nr.11
Strumento utilizzato... DPSH TG 63-200 PAGANI

Committente: Vailog S.r.l. Data: 20/06/2018


Descrizione: Realizzazione di un nuovo deposito
Località: Loc. Quartaccio di Colleferro. Roma
Scala 1:26

Numero di colpi penetrazione punta Rpd (Kg/cm²) Interpretazione Stratigrafica

0 5 10 15 20 25 30 35 40 45 0 40,0 80,0 120,0 160,0


0.00

terreno agrario e coltre di alterazione superficiale


2 con sedimenti
eluvio-colluviali argilloso-limosi (di origine
sedimentaria) misti a cineriti pedogenizzate e
rimaneggiate. Materiale interessato da processi di
argillificazione
2

1 1

240 cm
1

2 2

240,0

piroclastiti granulari a granulometria


4 argilloso-sabbiosa. Localmente tufi-tufiti debolmente
cementati e saldati. intercalazioni di depositi di
colata piroclastica tufiti sabbiose
addensate e tufi pozzolanacei compatti

3 3

3
320 cm

4 4
2

5 5

560,0

SIGNATURE 1 SIGNATURE 2
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

ESECUTORE INDAGINI:
GeoTest s.r.l.
COMMITTENTE: Spett. Vailog S.r.l.

STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.11

TERRENI COESIVI

Coesione non drenata


Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Cu
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 2,82 0.00-2,40 Schmertmann 1975 0,27
terreno agrario e coltre
di alterazione
superficiale con
sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-limosi (di
origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate
e
rimaneggiate.
Materiale interessato
da processi di
argillificazione
Strato (2) 5,51 2,40-5,60 Schmertmann 1975 0,54
piroclastiti granulari a
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.11) 1
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Qc ( Resistenza punta Penetrometro Statico)


Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Qc
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 2,82 0.00-2,40 Robertson (1983) 5,64
terreno agrario e coltre di
alterazione superficiale
con sedimenti
eluvio-colluviali argilloso-
limosi (di origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate e
rimaneggiate. Materiale
interessato da processi di
argillificazione
Strato (2) 5,51 2,40-5,60 Robertson (1983) 11,02
piroclastiti granulari a
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di depositi di
colata piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti

Modulo Edometrico
Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Eed
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 2,82 0.00-2,40 Trofimenkov (1974), 30,55
terreno agrario e coltre di Mitchell e Gardner
alterazione superficiale
con sedimenti
eluvio-colluviali argilloso-
limosi (di origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate e
rimaneggiate. Materiale
interessato da processi di
argillificazione
Strato (2) 5,51 2,40-5,60 Trofimenkov (1974), 57,99
piroclastiti granulari a Mitchell e Gardner
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di depositi di
colata piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.11) 2
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Modulo di Young
Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Ey
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 2,82 0.00-2,40 Apollonia 28,20
terreno agrario e coltre di
alterazione superficiale
con sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-limosi (di
origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate e
rimaneggiate. Materiale
interessato da processi di
argillificazione
Strato (2) 5,51 2,40-5,60 Apollonia 55,10
piroclastiti granulari a
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di depositi
di
colata piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti

Classificazione AGI
Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Classificazione
(m)
Strato (1) 2,82 0.00-2,40 A.G.I. (1977) POCO
terreno agrario e coltre di CONSISTENTE
alterazione superficiale
con sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-limosi (di
origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate e
rimaneggiate. Materiale
interessato da processi di
argillificazione
Strato (2) 5,51 2,40-5,60 A.G.I. (1977) MODERAT.
piroclastiti granulari a CONSISTENTE
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di depositi
di
colata piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.11) 3
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Peso unità di volume


Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Peso unità di volume
(m) (t/m³)
Strato (1) 2,82 0.00-2,40 Meyerhof 1,62
terreno agrario e coltre di
alterazione superficiale
con sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-limosi (di
origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate e
rimaneggiate. Materiale
interessato da processi di
argillificazione
Strato (2) 5,51 2,40-5,60 Meyerhof 1,79
piroclastiti granulari a
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di depositi
di
colata piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti

Peso unità di volume saturo


Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Peso unità di volume
(m) saturo
(t/m³)
Strato (1) 2,82 0.00-2,40 Meyerhof 1,86
terreno agrario e coltre di
alterazione superficiale
con sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-limosi (di
origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate e
rimaneggiate. Materiale
interessato da processi di
argillificazione
Strato (2) 5,51 2,40-5,60 Meyerhof 1,88
piroclastiti granulari a
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di depositi
di
colata piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.11) 4
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

TERRENI INCOERENTI

Densità relativa
Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Densità relativa
(m) (%)
Strato (1) 2,82 0.00-2,40 2,82 Skempton 1986 14,79
terreno agrario e coltre di
alterazione superficiale
con sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-limosi (di
origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate e
rimaneggiate. Materiale
interessato da processi di
argillificazione
Strato (2) 5,51 2,40-5,60 5,51 Skempton 1986 22,18
piroclastiti granulari a
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di depositi
di
colata piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti

Angolo di resistenza al taglio


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Angolo d'attrito
(m) (°)
Strato (1) 2,82 0.00-2,40 2,82 Shioi-Fukuni 1982 21,5
terreno agrario e coltre di (ROAD BRIDGE
alterazione superficiale SPECIFICATION
con sedimenti )
eluvio-colluviali
argilloso-limosi (di
origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate e
rimaneggiate. Materiale
interessato da processi di
argillificazione
Strato (2) 5,51 2,40-5,60 5,51 Shioi-Fukuni 1982 24,09
piroclastiti granulari a (ROAD BRIDGE
granulometria SPECIFICATION
argilloso-sabbiosa. )
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di depositi
di
colata piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.11) 5
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Modulo di Young
Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Modulo di Young
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 2,82 0.00-2,40 2,82 Schmertmann 22,56
terreno agrario e coltre di (1978) (Sabbie)
alterazione superficiale
con sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-limosi (di
origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate e
rimaneggiate. Materiale
interessato da processi di
argillificazione
Strato (2) 5,51 2,40-5,60 5,51 Schmertmann 44,08
piroclastiti granulari a (1978) (Sabbie)
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di depositi
di
colata piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti

Modulo Edometrico
Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Modulo
(m) Edometrico
(Kg/cm²)
Strato (1) 2,82 0.00-2,40 2,82 Menzenbach e 50,58
terreno agrario e coltre di Malcev (Sabbia
alterazione superficiale media)
con sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-limosi (di
origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate e
rimaneggiate. Materiale
interessato da processi di
argillificazione
Strato (2) 5,51 2,40-5,60 5,51 Menzenbach e 62,57
piroclastiti granulari a Malcev (Sabbia
granulometria media)
argilloso-sabbiosa.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di depositi
di
colata piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.11) 6
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Classificazione AGI
Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Classificazione
(m) AGI
Strato (1) 2,82 0.00-2,40 2,82 Classificazione SCIOLTO
terreno agrario e coltre di A.G.I
alterazione superficiale
con sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-limosi (di
origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate e
rimaneggiate. Materiale
interessato da processi di
argillificazione
Strato (2) 5,51 2,40-5,60 5,51 Classificazione POCO
piroclastiti granulari a A.G.I ADDENSATO
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di depositi
di
colata piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti

Peso unità di volume


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Peso Unità di
(m) Volume
(t/m³)
Strato (1) 2,82 0.00-2,40 2,82 Meyerhof et al. 1,44
terreno agrario e coltre di
alterazione superficiale
con sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-limosi (di
origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate e
rimaneggiate. Materiale
interessato da processi di
argillificazione
Strato (2) 5,51 2,40-5,60 5,51 Meyerhof et al. 1,56
piroclastiti granulari a
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di depositi
di
colata piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.11) 7
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Peso unità di volume saturo


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Peso Unità
(m) Volume Saturo
(t/m³)
Strato (1) 2,82 0.00-2,40 2,82 Terzaghi-Peck 1,87
terreno agrario e coltre di 1948-1967
alterazione superficiale
con sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-limosi (di
origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate e
rimaneggiate. Materiale
interessato da processi di
argillificazione
Strato (2) 5,51 2,40-5,60 5,51 Terzaghi-Peck 1,89
piroclastiti granulari a 1948-1967
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di depositi
di
colata piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti

Modulo di Poisson
Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Poisson
(m)
Strato (1) 2,82 0.00-2,40 2,82 (A.G.I.) 0,35
terreno agrario e coltre di
alterazione superficiale
con sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-limosi (di
origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate e
rimaneggiate. Materiale
interessato da processi di
argillificazione
Strato (2) 5,51 2,40-5,60 5,51 (A.G.I.) 0,34
piroclastiti granulari a
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di depositi
di
colata piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.11) 8
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Modulo di deformazione a taglio dinamico


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione G
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 2,82 0.00-2,40 2,82 Ohsaki (Sabbie 172,25
terreno agrario e coltre pulite)
di alterazione
superficiale con
sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-limosi (di
origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate e
rimaneggiate. Materiale
interessato da processi
di
argillificazione
Strato (2) 5,51 2,40-5,60 5,51 Ohsaki (Sabbie 323,29
piroclastiti granulari a pulite)
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti

Coefficiente spinta a Riposo K0=SigmaH/P0


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione K0
(m)
Strato (1) 2,82 0.00-2,40 2,82 Navfac 1971-1982 0,47
terreno agrario e coltre
di alterazione
superficiale con
sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-limosi (di
origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate e
rimaneggiate. Materiale
interessato da processi
di
argillificazione
Strato (2) 5,51 2,40-5,60 5,51 Navfac 1971-1982 1,11
piroclastiti granulari a
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.11) 9
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Qc ( Resistenza punta Penetrometro Statico)


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Qc
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 2,82 0.00-2,40 2,82 Robertson 1983 5,64
terreno agrario e
coltre di alterazione
superficiale con
sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-limosi (di
origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate
e
rimaneggiate.
Materiale interessato
da processi di
argillificazione
Strato (2) 5,51 2,40-5,60 5,51 Robertson 1983 11,02
piroclastiti granulari a
granulometria
argilloso-sabbiosa.
Localmente tufi-tufiti
debolmente
cementati e saldati.
intercalazioni di
depositi di
colata piroclastica
tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei
compatti

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.11) 10
PROVA PENETROMETRICA DINAMICA Nr.12
Strumento utilizzato... DPSH TG 63-200 PAGANI

Committente: Vailog S.r.l. Data: 20/06/2018


Descrizione: Realizzazione di un nuovo deposito
Località: Loc. Quartaccio di Colleferro. Roma
Scala 1:28

Numero di colpi penetrazione punta Rpd (Kg/cm²) Interpretazione Stratigrafica

0 5 10 15 20 25 30 35 40 45 0 40,0 80,0 120,0 160,0


0.00

terreno agrario e coltre di alterazione superficiale


2 con sedimenti
eluvio-colluviali argilloso-limosi (di origine
sedimentaria) misti a cineriti pedogenizzate e
rimaneggiate. Materiale interessato da processi di
argillificazione
1

1 1

260 cm
3
1

2 2

260,0

depositi di colata piroclastica, tufiti sabbiose


7 addensate e tufi pozzolanacei compatti. Piroclastiti
granulari a granulometria
limoso-sabbiosa localmente cementati.

3 3

5
200 cm

4 4

460,0

piroclastiti di tipo litoide o saldato equiparabile a rx


10 tenera e/o terreno granulare cementato. tufo / tufite
/ ignimbrite

10

5 5

9
140 cm

14
3

14

25

30

600,0
6 6

SIGNATURE 1 SIGNATURE 2
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

ESECUTORE INDAGINI:
GeoTest s.r.l.
COMMITTENTE: Spett. Vailog S.r.l.

STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.12

TERRENI COESIV I
Coesione non drenata
Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Cu
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 4,07 0.00-2,60 Schmertmann 1975 0,40
terreno agrario e coltre
di alterazione
superficiale
con sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-limosi (di
origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate
e
rimaneggiate.
Materiale interessato
da processi di
argillificazione
Strato (2) 8,38 2,60-4,60 Schmertmann 1975 0,82
depositi di colata
piroclastica, tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti.
Piroclastiti
granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa
localmente cementati.
Strato (3) 23,52 4,60-6,00 Schmertmann 1975 2,33
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite /
ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.12) 1
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Qc ( Resistenza punta Penetrometro Statico)


Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Qc
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 4,07 0.00-2,60 Robertson (1983) 8,14
terreno agrario e coltre di
alterazione superficiale
con sedimenti
eluvio-colluviali argilloso-
limosi (di origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate e
rimaneggiate. Materiale
interessato da processi di
argillificazione
Strato (2) 8,38 2,60-4,60 Robertson (1983) 16,76
depositi di colata
piroclastica, tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti.
Piroclastiti
granulari a granulometria
limoso-sabbiosa
localmente cementati.
Strato (3) 23,52 4,60-6,00 Robertson (1983) 47,04
piroclastiti di tipo litoide o
saldato equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

Modulo Edometrico
Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Eed
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 4,07 0.00-2,60 Trofimenkov (1974), 43,30
terreno agrario e coltre di Mitchell e Gardner
alterazione superficiale
con sedimenti
eluvio-colluviali argilloso-
limosi (di origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate e
rimaneggiate. Materiale
interessato da processi di
argillificazione
Strato (2) 8,38 2,60-4,60 Trofimenkov (1974), 87,26
depositi di colata Mitchell e Gardner
piroclastica, tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti.
Piroclastiti
granulari a granulometria
limoso-sabbiosa
localmente cementati.
Strato (3) 23,52 4,60-6,00 Trofimenkov (1974), 241,68
piroclastiti di tipo litoide o Mitchell e Gardner
saldato equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.12) 2
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Modulo di Young
Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Ey
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 4,07 0.00-2,60 Apollonia 40,70
terreno agrario e coltre di
alterazione superficiale
con sedimenti
eluvio-colluviali argilloso-
limosi (di origine
sedimentaria) misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate. Materiale
interessato da processi di
argillificazione
Strato (2) 8,38 2,60-4,60 Apollonia 83,80
depositi di colata piroclastica,
tufiti sabbiose
addensate e tufi pozzolanacei
compatti. Piroclastiti
granulari a granulometria
limoso-sabbiosa localmente
cementati.
Strato (3) 23,52 4,60-6,00 Apollonia 235,20
piroclastiti di tipo litoide o
saldato equiparabile a rx
tenera e/o terreno granulare
cementato. tufo / tufite /
ignimbrite

Classificazione AGI
Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Classificazione
(m)
Strato (1) 4,07 0.00-2,60 A.G.I. (1977) MODERAT.
terreno agrario e coltre di CONSISTENTE
alterazione superficiale
con sedimenti
eluvio-colluviali argilloso-
limosi (di origine
sedimentaria) misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate. Materiale
interessato da processi di
argillificazione
Strato (2) 8,38 2,60-4,60 A.G.I. (1977) CONSISTENTE
depositi di colata piroclastica,
tufiti sabbiose
addensate e tufi pozzolanacei
compatti. Piroclastiti
granulari a granulometria
limoso-sabbiosa localmente
cementati.
Strato (3) 23,52 4,60-6,00 A.G.I. (1977) MOLTO
piroclastiti di tipo litoide o CONSISTENTE
saldato equiparabile a rx
tenera e/o terreno granulare
cementato. tufo / tufite /
ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.12) 3
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Peso unità di volume


Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Peso unità di volume
(m) (t/m³)
Strato (1) 4,07 0.00-2,60 Meyerhof 1,70
terreno agrario e coltre di
alterazione superficiale
con sedimenti
eluvio-colluviali argilloso-
limosi (di origine
sedimentaria) misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate. Materiale
interessato da processi di
argillificazione
Strato (2) 8,38 2,60-4,60 Meyerhof 1,91
depositi di colata
piroclastica, tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti.
Piroclastiti
granulari a granulometria
limoso-sabbiosa localmente
cementati.
Strato (3) 23,52 4,60-6,00 Meyerhof 2,11
piroclastiti di tipo litoide o
saldato equiparabile a rx
tenera e/o terreno granulare
cementato. tufo / tufite /
ignimbrite

Peso unità di volume saturo


Descrizione NSPT Prof. Strato Correlazione Peso unità di volume
(m) saturo
(t/m³)
Strato (1) 4,07 0.00-2,60 Meyerhof 1,87
terreno agrario e coltre di
alterazione superficiale
con sedimenti
eluvio-colluviali argilloso-
limosi (di origine
sedimentaria) misti a cineriti
pedogenizzate e
rimaneggiate. Materiale
interessato da processi di
argillificazione
Strato (2) 8,38 2,60-4,60 Meyerhof 2,10
depositi di colata
piroclastica, tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti.
Piroclastiti
granulari a granulometria
limoso-sabbiosa localmente
cementati.
Strato (3) 23,52 4,60-6,00 Meyerhof 2,18
piroclastiti di tipo litoide o
saldato equiparabile a rx
tenera e/o terreno granulare
cementato. tufo / tufite /
ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.12) 4
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

TERRENI INCOERENTI

Densità relativa
Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Densità relativa
(m) (%)
Strato (1) 4,07 0.00-2,60 4,07 Skempton 1986 18,31
terreno agrario e coltre di
alterazione superficiale
con sedimenti
eluvio-colluviali argilloso-
limosi (di origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate e
rimaneggiate. Materiale
interessato da processi di
argillificazione
Strato (2) 8,38 2,60-4,60 8,38 Skempton 1986 29,3
depositi di colata
piroclastica, tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti.
Piroclastiti
granulari a granulometria
limoso-sabbiosa
localmente cementati.
Strato (3) 23,52 4,60-6,00 23,52 Skempton 1986 56,1
piroclastiti di tipo litoide o
saldato equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

Angolo di resistenza al taglio


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Angolo d'attrito
(m) (°)
Strato (1) 4,07 0.00-2,60 4,07 Shioi-Fukuni 1982 22,81
terreno agrario e coltre di (ROAD BRIDGE
alterazione superficiale SPECIFICATION
con sedimenti )
eluvio-colluviali argilloso-
limosi (di origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate e
rimaneggiate. Materiale
interessato da processi di
argillificazione
Strato (2) 8,38 2,60-4,60 8,38 Shioi-Fukuni 1982 26,21
depositi di colata (ROAD BRIDGE
piroclastica, tufiti sabbiose SPECIFICATION
addensate e tufi )
pozzolanacei compatti.
Piroclastiti
granulari a granulometria
limoso-sabbiosa
localmente cementati.
Strato (3) 23,52 4,60-6,00 23,52 Shioi-Fukuni 1982 33,78
piroclastiti di tipo litoide o (ROAD BRIDGE
saldato equiparabile a rx SPECIFICATION
tenera e/o terreno )
granulare cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.12) 5
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Modulo di Young
Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Modulo di Young
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 4,07 0.00-2,60 4,07 Schmertmann 32,56
terreno agrario e coltre di (1978) (Sabbie)
alterazione superficiale
con sedimenti
eluvio-colluviali argilloso-
limosi (di origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate e
rimaneggiate. Materiale
interessato da processi di
argillificazione
Strato (2) 8,38 2,60-4,60 8,38 Schmertmann 67,04
depositi di colata (1978) (Sabbie)
piroclastica, tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti.
Piroclastiti
granulari a granulometria
limoso-sabbiosa
localmente cementati.
Strato (3) 23,52 4,60-6,00 23,52 Schmertmann 188,16
piroclastiti di tipo litoide o (1978) (Sabbie)
saldato equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

Modulo Edometrico
Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Modulo
(m) Edometrico
(Kg/cm²)
Strato (1) 4,07 0.00-2,60 4,07 Menzenbach e 56,15
terreno agrario e coltre di Malcev (Sabbia
alterazione superficiale media)
con sedimenti
eluvio-colluviali argilloso-
limosi (di origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate e
rimaneggiate. Materiale
interessato da processi di
argillificazione
Strato (2) 8,38 2,60-4,60 8,38 Menzenbach e 75,37
depositi di colata Malcev (Sabbia
piroclastica, tufiti sabbiose media)
addensate e tufi
pozzolanacei compatti.
Piroclastiti
granulari a granulometria
limoso-sabbiosa
localmente cementati.
Strato (3) 23,52 4,60-6,00 23,52 Menzenbach e 142,90
piroclastiti di tipo litoide o Malcev (Sabbia
saldato equiparabile a rx media)
tenera e/o terreno
granulare cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.12) 6
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Classificazione AGI
Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Classificazione
(m) AGI
Strato (1) 4,07 0.00-2,60 4,07 Classificazione POCO
terreno agrario e coltre di A.G.I ADDENSATO
alterazione superficiale
con sedimenti
eluvio-colluviali argilloso-
limosi (di origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate e
rimaneggiate. Materiale
interessato da processi di
argillificazione
Strato (2) 8,38 2,60-4,60 8,38 Classificazione POCO
depositi di colata A.G.I ADDENSATO
piroclastica, tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti.
Piroclastiti
granulari a granulometria
limoso-sabbiosa
localmente cementati.
Strato (3) 23,52 4,60-6,00 23,52 Classificazione MODERATAME
piroclastiti di tipo litoide o A.G.I NTE
saldato equiparabile a rx ADDENSATO
tenera e/o terreno
granulare cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

Peso unità di volume


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Peso Unità di
(m) Volume
(t/m³)
Strato (1) 4,07 0.00-2,60 4,07 Meyerhof et al. 1,50
terreno agrario e coltre di
alterazione superficiale
con sedimenti
eluvio-colluviali argilloso-
limosi (di origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate e
rimaneggiate. Materiale
interessato da processi di
argillificazione
Strato (2) 8,38 2,60-4,60 8,38 Meyerhof et al. 1,67
depositi di colata
piroclastica, tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti.
Piroclastiti
granulari a granulometria
limoso-sabbiosa
localmente cementati.
Strato (3) 23,52 4,60-6,00 23,52 Meyerhof et al. 2,06
piroclastiti di tipo litoide o
saldato equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.12) 7
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Peso unità di volume saturo


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Peso Unità
(m) Volume Saturo
(t/m³)
Strato (1) 4,07 0.00-2,60 4,07 Terzaghi-Peck 1,88
terreno agrario e coltre di 1948-1967
alterazione superficiale
con sedimenti
eluvio-colluviali argilloso-
limosi (di origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate e
rimaneggiate. Materiale
interessato da processi di
argillificazione
Strato (2) 8,38 2,60-4,60 8,38 Terzaghi-Peck 1,91
depositi di colata 1948-1967
piroclastica, tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti.
Piroclastiti
granulari a granulometria
limoso-sabbiosa
localmente cementati.
Strato (3) 23,52 4,60-6,00 23,52 Terzaghi-Peck 2,00
piroclastiti di tipo litoide o 1948-1967
saldato equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

Modulo di Poisson
Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Poisson
(m)
Strato (1) 4,07 0.00-2,60 4,07 (A.G.I.) 0,35
terreno agrario e coltre di
alterazione superficiale
con sedimenti
eluvio-colluviali argilloso-
limosi (di origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate e
rimaneggiate. Materiale
interessato da processi di
argillificazione
Strato (2) 8,38 2,60-4,60 8,38 (A.G.I.) 0,34
depositi di colata
piroclastica, tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti.
Piroclastiti
granulari a granulometria
limoso-sabbiosa
localmente cementati.
Strato (3) 23,52 4,60-6,00 23,52 (A.G.I.) 0,31
piroclastiti di tipo litoide o
saldato equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.12) 8
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Modulo di deformazione a taglio dinamico


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione G
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 4,07 0.00-2,60 4,07 Ohsaki (Sabbie 243,18
terreno agrario e coltre di pulite)
alterazione superficiale
con sedimenti
eluvio-colluviali argilloso-
limosi (di origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate e
rimaneggiate. Materiale
interessato da processi di
argillificazione
Strato (2) 8,38 2,60-4,60 8,38 Ohsaki (Sabbie 479,47
depositi di colata pulite)
piroclastica, tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti.
Piroclastiti
granulari a granulometria
limoso-sabbiosa
localmente cementati.
Strato (3) 23,52 4,60-6,00 23,52 Ohsaki (Sabbie 1264,92
piroclastiti di tipo litoide o pulite)
saldato equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

Coefficiente spinta a Riposo K0=SigmaH/P0


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione K0
(m)
Strato (1) 4,07 0.00-2,60 4,07 Navfac 1971-1982 0,77
terreno agrario e coltre di
alterazione superficiale
con sedimenti
eluvio-colluviali argilloso-
limosi (di origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate e
rimaneggiate. Materiale
interessato da processi di
argillificazione
Strato (2) 8,38 2,60-4,60 8,38 Navfac 1971-1982 1,75
depositi di colata
piroclastica, tufiti sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti.
Piroclastiti
granulari a granulometria
limoso-sabbiosa
localmente cementati.
Strato (3) 23,52 4,60-6,00 23,52 Navfac 1971-1982 4,64
piroclastiti di tipo litoide o
saldato equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato. tufo /
tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.12) 9
ALLEGATO 1 – ELABORAZIONE PROVE PENETROMETRICHE

Qc ( Resistenza punta Penetrometro Statico)


Descrizione NSPT Prof. Strato N. Calcolo Correlazione Qc
(m) (Kg/cm²)
Strato (1) 4,07 0.00-2,60 4,07 Robertson 1983 8,14
terreno agrario e coltre
di alterazione
superficiale
con sedimenti
eluvio-colluviali
argilloso-limosi (di
origine
sedimentaria) misti a
cineriti pedogenizzate e
rimaneggiate. Materiale
interessato da processi
di
argillificazione
Strato (2) 8,38 2,60-4,60 8,38 Robertson 1983 16,76
depositi di colata
piroclastica, tufiti
sabbiose
addensate e tufi
pozzolanacei compatti.
Piroclastiti
granulari a
granulometria
limoso-sabbiosa
localmente cementati.
Strato (3) 23,52 4,60-6,00 23,52 Robertson 1983 47,04
piroclastiti di tipo
litoide o saldato
equiparabile a rx
tenera e/o terreno
granulare cementato.
tufo / tufite / ignimbrite

( Vailog S.r.l. Realizzazione di un nuovo deposito STIMA PARAMETRI GEOTECNICI PROVA Nr.12) 10
Via E. Fermi, 113 – Trevozzo Servizi Geologici
29010 Alta Val Tidone (PC)
Tel.: 348 510 7263 Servizi Geotecnici
geotestsrl@hotmail.it
Servizi Geofisici

Allegato 2

Indagine Geofisica di Superficie


1. PREMESSA
Il rapporto illustra e commenta l’indagine sismica realizzata, nel Giugno 2018, a in loc.
Quartaccio nel Comune di Colleferro.

L’indagine è stata finalizzata sia alla ricostruzione della geometria e del grado di
addensamento delle unità presenti nel sottosuolo dell’area d’interesse, che alla determinazione
della categoria di suolo di fondazione e della frequenza di vibrazione caratteristica del sito.

La prospezione sismica ha previsto la realizzazione delle seguenti prove:

▪ 2 profili sismo-tomografici;

▪ 4 prove “Masw” (Multichannel Analysis of Surface Waves);

▪ 8 prove HVSR (Microtremori tipo Nakamura), per la valutazione della frequenza di


vibrazione caratteristica del sito.
1

2. INDAGINI SISMICHE
2.1 TOMOGRAFIA SISMICA

2.1.1 Cenni metodologici


Il metodo sismico a rifrazione si basa sulla misura dei tempi di percorso delle onde sismiche
di volume (P o S) dirette e rifratte (i cosiddetti primi arrivi) che, partendo in un istante noto da una
sorgente artificiale di posizione nota, arrivano ai diversi geofoni (sensori collocati a distanze note
dalla sorgente). Le onde dirette sono quelle che si propagano direttamente dalla sorgente ai
geofoni, senza scendere in profondità, invece, le onde rifratte sono quelle che, dopo essere
penetrate in profondità nel sottosuolo, incontrano un rifrattore (superficie di aumento brusco della
velocità di propagazione) e vengono da esso trasmesse in superficie (a causa del fenomeno
dell'incidenza critica dei raggi sismici). I dati ricavati da tale tipo di indagine consentono di
determinare un modello bidimensionale del sottosuolo. Utilizzando le distanze tra il punto di
scoppio e i vari geofoni e i tempi di arrivo del segnale sismico, si ricavano delle curve tempo-
distanza (dromocrone), dalle dromocrone dei primi arrivi (curve che rappresentano la variazione
del tempo di percorso in funzione della distanza sorgente - geofono) si risale al modello di velocità
sismica del sottosuolo, fino alla base del rifrattore più profondo individuato (poiché i raggi sismici
che scendono a profondità superiori non ritornano in superficie nei punti in cui sono collocati i
geofoni). L’indagine di sismica a rifrazione consente di valutare le caratteristiche meccaniche e di
compattezza dei terreni indagati, inoltre, consente di poter definire il loro grado di fatturazione,
nonché la geometria delle stratificazioni immediatamente sottostanti la coltre superficiale, di
definire la profondità del basamento (bedrock).

2.1.2 Modalità esecutive


Come già accennato, sono stati registrati 2 profili sismici costituiti da allineamenti di 24
geofoni spaziati di 5 metri. In punti predefiniti del profilo, sono stati creati artificialmente degli
impulsi elastici mediante l'utilizzo di una massa battente; l’energizzazione è avvenuta in punti
disposti simmetricamente agli stendimenti e precisamente nelle seguenti posizioni:

- 2 punti esterni al profilo

- 2 punti agli estremi del profilo

- 5 lungo il profilo ogni 4 geofoni.

La registrazione dei sismogrammi è stata effettuata mediante un sismografo Geode della


Geometrics a 24 canali ad elevata dinamica (24 bit).
2

2.1.3 Strumentazione utilizzata


Il “Geode” è un sismografo modulare a 24 bit che rappresenta l’ultima frontiera dei sistemi di
registrazione sismica combinando il meglio dei tradizionali sismografi Geometrics con la flessibilità
di un sistema modulare. Geode è un sismografo ad elevata dinamica (144 dB di range dinamico
totale – 105 dB istantanei a 2 msec di campionamento). Grazie all’ampia banda d’ingresso ( 1.75
Hz – 20 kHz, con velocità di campionamento da 0.02 msec a 16 msec), esso è perfettamente
idoneo per un’ampia gamma di applicazioni: sismica a rifrazione, sismica a riflessione (anche ad
altissima risoluzione), monitoraggio di vibrazioni, applicazioni sismologiche, downhole e VSP. In
acquisizione sono disponibili tutte le funzioni di filtri, pre-amplificazione, line-test e instrument-test,
tipiche dei sistemi di registrazioni evoluti.

Sismografo “Geode” collegato al pc

L’attrezzatura utilizzata è composta da:

▪ Sismografo modulare Geode 3-1000+ canali,


▪ Massa battente da 10 Kg,
▪ Piastra di battuta in alluminio 15x15x2,5cm,
▪ Batteria ricaricabile 12 V,
▪ Cavo per sismica a rifrazione stranded, 130 mt con 24 takeouts SPT-21 a 5 metri di
intervallo e due code da 7.5 mt l’una terminate con connettore Bendix 61S,
▪ Geofoni GS20DX, 4.5 Hz verficali, 395 Ohm con puntale da 3’’ ed 1,5 mt di cavo terminato
con mueller clip singola MC-20-SP,
▪ Computer portatile ACER.Elaborazione dati
3

2.1.4 Elaborazione
In questo caso i dati acquisiti sono stati interpretati secondo un metodo sismico-tomografico
utilizzando il software SeisOpt@2D v4.0 prodotto dalla OPTIM. La procedura d’elaborazione ha
comportato in una prima fase la lettura dei tempi dei primi arrivi sui sismogrammi. In seguito, sono
stati ricostruiti i percorsi dei raggi sismici attraverso il terreno. In linea teorica, ogni punto del
mezzo investigato, è attraversato in tutte le direzioni, dai raggi sismici. Di ogni raggio è quindi
calcolata la traiettoria e, sul confronto fra tutti i possibili percorsi e tempi impiegati, ed è stabilita
per ogni punto (o cella di dimensioni 1.0x0.5 m, in questo caso) la sua velocità sismica
caratteristica. Il risultato finale dell'elaborazione consiste in sezioni di velocità sismiche,
rappresentate sia per isovelocità sia tramite colori. Alle diverse classi di velocità sismica, sono
stati attribuiti colori che vanno, dal rosso per i valori più bassi, al blu per i valori più elevati. La
scala cromatica evidenza i cambiamenti di velocità ritenuti più significativi.

2.1.5 Analisi dei risultati


Loc. QUARTACCIO - COLLEFERRO - TOMOGRAFIA SISMICA - P1

1 2 3
0 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24
-10
m dal p.c.

-20

-30

-40
0 10 20 30 40 50 60 70 80 90 100 110
metri

Limite del materiale più allentato


Velocità sismiche m/sec Punti di energizzazione

Punti di registrazione
300 600 900 1200 1500
Passaggio a materiali leggermente più addensati

Scala 1:500
Loc. QUARTACCIO - COLLEFERRO - TOMOGRAFIA SISMICA - P2

1 2 3 4 5 6 7
0 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24

-10
m dal p.c.

-20

-30

0 10 20 30 40 50 60 70 80 90 100 110
metri

Limite del materiale più allentato

Velocità sismiche m/sec Passaggio a materiali leggermente più addensati Punti di energizzazione

Aumento di addensamento Punti di registrazione


300 600 900 1200 1500

Scala 1:500
4

Sono state distinte le seguenti unità simiche:

▪ Unità superficiale (colore rosso), con velocità sismiche inferiori a 600 m/sec. L’unità è
associabile al materiale di copertura meno addensato con spessori medi di 1.5-2.5 metri

▪ Unità intermedia a medio addensamento (colore marrone), con velocità medie di 700-
800 m/sec. L’unità è associabile a materiale a medio addensamento;

▪ Unità intermedia a medio-alto addensamento (colore verde), con velocità medie di 900-
1000 m/sec. L’unità è associabile a materiale a medio-alto addensamento.

▪ Unità ad alto addensamento (colore azzurro), con velocità medie di 1200-1300 m/sec.
L’unità, rilevata solo nella sezione 2, è associabile a materiale ad alto addensamento.

I valori di velocità sismica, inferiori a 1450-1500 m/s, indicano l’assenza di una falda
continua vera e propria fino ad almeno 30 metri dal p.c.
5

2.2 PROVE “MASW”

2.2.1 Cenni metodologici


Il metodo “MASW” è una tecnica di indagine non invasiva (non è necessario eseguire
perforazioni o scavi e ciò limita i costi), che individua il profilo di velocità delle onde di taglio
verticali Vs, basandosi sulla misura delle onde superficiali fatta in corrispondenza di diversi sensori
(accelerometri o geofoni) posti sulla superficie del suolo. Il contributo predominante alle onde
superficiali è dato dalle onde di Rayleigh, che viaggiano con una velocità correlata alla rigidezza
della porzione di terreno interessata dalla propagazione delle onde. In un mezzo stratificato le
onde di Rayleigh sono dispersive, cioè onde con diverse lunghezze d’onda si propagano con
diverse velocità di fase e velocità di gruppo (Achenbach, J.D., 1999, Aki, K. and Richards, P.G.,
1980) o detto in maniera equivalente la velocità di fase (o di gruppo) apparente delle onde di
Rayleigh dipende dalla frequenza di propagazione.

La natura dispersiva delle onde superficiali è correlabile al fatto che onde ad alta frequenza
con lunghezza d’onda corta si propagano negli strati più superficiali e quindi danno informazioni
sulla parte più superficiale del suolo, invece onde a bassa frequenza si propagano negli strati più
profondi e quindi interessano gli strati più profondi. Il metodo di indagine MASW si distingue in
metodo attivo e metodo passivo (Zywicki, D.J.1999) o in una combinazione di entrambi. Nel
metodo attivo le onde superficiali generate in un punto sulla superficie del suolo sono misurate da
uno stendimento lineare di sensori.

Nel metodo passivo lo stendimento dei sensori può essere sia lineare, sia circolare e si
misura il rumore ambientale di fondo esistente. Il metodo attivo generalmente consente di
ottenere una velocità di fase (o curva di dispersione) sperimentale apparente nel range di
frequenze compreso tra 5Hz e 70Hz, quindi dà informazioni sulla parte più superficiale del suolo,
sui primi 30m-50m, in funzione della rigidezza del suolo. Il metodo passivo in genere consente di
tracciare una velocità di fase apparente sperimentale compresa tra 0 Hz e 10Hz, quindi dà
informazioni sugli strati più profondi del suolo, generalmente al di sotto dei 50m, in funzione della
rigidezza del suolo.

Nel seguito faremo riferimento al metodo MASW attivo che consente la classificazione
sismica dei suoli, perché fornisce il profilo di velocità entro i primi 30 m di profondità. Il metodo
passivo è più usato quando si ha interesse ad avere informazioni, comunque meno precise, sugli
strati più profondi.
6

L’elaborazione dei dati con il metodo MASW prevede tre fasi di lavoro:

1) La prima fase prevede il calcolo della velocità di fase (o curva di dispersione) apparente
sperimentale,

2) La seconda fase consiste nel calcolare la velocità di fase apparente numerica,

3) La terza ed ultima fase consiste nell’individuazione del profilo di velocità delle onde di taglio
verticali Vs, modificando opportunamente lo spessore h, le velocità delle onde di taglio Vs e
di compressione Vp (o in maniera alternativa alle velocità Vp è possibile assegnare il
coefficiente di Poisson), la densità di massa degli strati che costituiscono il modello del
suolo, fino a raggiungere una sovrapposizione ottimale tra la velocità di fase (o curva di
dispersione) sperimentale e la velocità di fase (o curva di dispersione) numerica
corrispondente al modello di suolo assegnato.

Il modello di suolo e quindi il profilo di velocità delle onde di taglio verticali possono essere
individuati con procedura manuale o con procedura automatica o con una combinazione delle
due. Generalmente si assegnano il numero di strati del modello, il coefficiente di Poisson, la
densità di massa e si variano lo spessore h e la velocità Vs degli strati.

Nella procedura manuale l’utente assegna per tentativi diversi valori delle velocità Vs e degli
spessori h, cercando di avvicinare la curva di dispersione numerica alla curva di dispersione
sperimentale. Nella procedura automatica la ricerca del profilo di velocità ottimale è affidata ad un
algoritmo di ricerca globale o locale che cerca di minimizzare l’errore tra la curva sperimentale e la
curva numerica. In genere quando l’errore relativo, tra curva sperimentale e curva numerica è
compresa tra il 5% e il 10% si ha un soddisfacente accordo tra le due curve e il profilo di velocità
delle onde di taglio Vs e quindi il tipo di suolo sismico conseguente rappresentano una soluzione
valida da un punto di vista ingegneristico.

2.2.2 Modalità esecutive


Per ogni profilo sismo-tomografico sono state estratte 2 prove “Masw”, considerando
separatamente il tratto compreso fra i geofoni 1-12 e quello fra i geofoni 13-24.

In questo caso la lunghezza delle registrazioni è stata di 1 sec, con un passo di


campionamento di 0.250 ms. Si ricorda che il punto di determinazione del profilo delle Vs in
profondità, si riferisce al centro dello stendimento geofonico.

2.2.3 Elaborazione dati


Il software utilizzato per l’elaborazione dei dati è il “winMASW” versione Academy, della
Eliosoft. L’approccio utilizzato non prevede la determinazione di una curva di dispersione (scelta
soggettiva), ma l’analisi di diretta di tutto lo spettro di velocità (approccio FVS Full Velocity
Spectrum).
7

Spettro velocità di fase-frequenza della prova “M1”

Spettro velocità di fase-frequenza della prova “M2”

Spettro velocità di fase-frequenza della prova “M3”

Spettro velocità di fase-frequenza della prova “M4”


8

2.2.4 Analisi dei risultati

Profili velocità delle prove M1 e M2

Profili velocità delle prove M3 e M4


Loc. Quartaccio - Comune di Colleferro M1
SPETTRO VELOCITA' DI FASE - FREQUENZA CON CURVA DISPERSIONE

PROFILO VELOCITÀ Vs
0 0
170
Metodo Masw Vs
260
5 5

300
10 10

15 15
Profondità (m)

20 20

330

25 25

30 30

35 35

40 40
650

45 45
0 200 400 600 800 1000
Velocità Vs (m/sec)

VsH dal p.c = 286 SUOLO DI FONDAZIONE TIPO "C"


Loc. Quartaccio - Comune di Colleferro M2
SPETTRO VELOCITA' DI FASE - FREQUENZA CON CURVA DISPERSIONE

PROFILO VELOCITÀ Vs
0 0
180
Metodo Masw Vs
260
5 5

10 280 10

15 15

310
Profondità (m)

20 20

25 25

30 30

35 35

620
40 40

45 45
0 200 400 600 800 1000
Velocità Vs (m/sec)

VsH dal p.c = 270 SUOLO DI FONDAZIONE TIPO "C"


Loc. Quartaccio - Comune di Colleferro M3
SPETTRO VELOCITA' DI FASE - FREQUENZA CON CURVA DISPERSIONE

PROFILO VELOCITÀ Vs
0 0
170
Metodo Masw Vs
275
5 5

320

10 10

15 15

290
Profondità (m)

20 20

25 25

420
30 30

630
35 35

40 40

45 45
0 200 400 600 800 1000
Velocità Vs (m/sec)

VsH dal p.c = 290 SUOLO DI FONDAZIONE TIPO "C"


Loc. Quartaccio - Comune di Colleferro M4
SPETTRO VELOCITA' DI FASE - FREQUENZA CON CURVA DISPERSIONE

PROFILO VELOCITÀ Vs
0 0
180
Metodo Masw Vs
280
5 5

320
10 10

15 15
310
Profondità (m)

20 20

25 25
425

30 30

650

35 35

40 40

45 45
0 200 400 600 800 1000
Velocità Vs (m/sec)

VsH dal p.c = 300 SUOLO DI FONDAZIONE TIPO "C"


9

Sono state distinte le seguenti unità simiche:

▪ Unità superficiale, con velocità sismiche inferiori a 200 m/s, e spessori di 2.0 – 2.5 metri.
L’unità è associabile al materiale di copertura meno addensato;

▪ Unità intermedia a medio addensamento, con velocità medie di 260 - 330 m/s. L’unità è
correlabile a materiale nel complesso discretamente addensato;

▪ Unità di fondo addensata, con velocità sismiche medie di 620 - 650 m/s. L’unità è
correlabile a materiale molto addensato e/o cementato.

Gli aspetti evidenziati dalle prove “Masw” si possono così sintetizzare:

▪ I profili di velocità ricostruiti, pur con locali variazioni soprattutto negli orizzonti più
superficiali, presentano un andamento sostanzialmente simile;
▪ Il materiale di copertura più allentato presenta spessori modesti;
▪ Non si evidenziano andamenti degli spettri delle velocità di fase correlabili ha possibili
significative inversioni di velocità in profondità;
▪ Un netto incremento di velocità è stato individuato oltre i 30 metri dal p.c;
▪ La categoria del suolo di fondazione del sito, in base ai risultati di tutte le prove realizzate è
di tipo “C”.

I valori di Vs H delle prove sono sintetizzati nella tabella sotto-riportata:

Prova Masw M1 M2 M3 M4

Valore di Vs 30 m/s 286 270 290 300

Categoria suolo di fondazione C C C C


10

2. 3 MISURA DEI RAPPORTI SPETTRALI HVSR - HORIZONTAL TO VERTICAL SPECTRAL


RATIO (IPOTESI DI NAKAMURA)

2.3.1 Cenni metodologici


Il metodo dei rapporti spettrali di singola stazione (HVSR) è largamente utilizzato in paesi
con elevato rischio sismico quali il Giappone per la stima degli effetti di amplificazione di sito.
Il microtremore, un’impercettibile oscillazione naturale del suolo, è presente in qualsiasi
punto della superficie terrestre e consiste per lo più nelle onde sismiche prodotte dal vento e dal
moto ondoso marino negli strati superficiali della Terra. Anche le attività umane (industrie, traffico
stradale ecc.) possono produrre localmente microtremore, ma in genere tale segnale viene
attenuato piuttosto rapidamente a causa delle sue caratteristiche di alta frequenza. E’ interessante
evidenziare come il microtremore agisca da oscillatore naturale e quindi permetta, tramite
adeguata strumentazione, la misura diretta delle frequenze di vibrazione dei terreni e dei
manufatti. La tecnica utilizzata, proposta da Nakamura (Nakamura, Y., 1989. A method for
dynamic characteristics estimation of subsurface using microtremor on the ground surface. QR of
RTRI, Vol. 30, No.1, 25-33) per lo studio delle amplificazioni di sito assume che i microtremori
consistano principalmente di onde di Rayleigh che si propagano in un singolo strato soffice su
semispazio e che la presenza di questo strato sia la causa dell'amplificazione al sito. Tale tecnica
permette di separare i termini di sorgente-percorso e di sito tramite i rapporti tra le componenti del
moto, senza utilizzare alcun sito di riferimento.
Le ipotesi su cui si basa la tecnica di Nakamura sono le seguenti:

• I microtremori sono generati da sorgenti locali, e non da sorgenti profonde i cui


contributi sono trascurabili;
• Le sorgenti dei microtremori in superficie non influenzano i microtremori alla base
dello strato considerato;
• La componente verticale del moto non risente di effetti di amplificazione loca le;
• Il picco visibile nei rapporti H/V (rapporto tra l’ampiezza spettrale della componente
orizzontale e l’ampiezza spettrale della componente verticale) è indipendente dalle
caratteristiche della sorgente del rumore ed è invece fortemente dipendente dalle
condizioni stratigrafico-litologiche del terreno. Tale picco è inoltre ben correlato con la
frequenza fondamentale di vibrazione del terreno soggetto alla propagazione di onde
S verticali e con il picco fondamentale delle curve di dispersione delle onde di
Rayleigh.
Le principali applicazione delle prove H/V si possono così sintetizzare:
• Misura delle frequenze di risonanza dei suoli;
• Effetti di sito e microzonazione sismica (curve H/V, metodo di Nakamura);
• Stratigrafia sismica passiva;
• Vs30 da fit vincolato della curva H/V;
• Segnalazione dei possibili fenomeni di doppia risonanza suolo-struttura.
11

Di particolare importanza è la frequenza di vibrazione del sito, caratterizzata dal maggiore


rapporto di ampiezze H/V, nell'intervallo di frequenze di interesse ingegneristico (frequenze
generalmente inferiori a 10 Hz), denominata frequenza fondamentale di vibrazione f0.

E’ possibile poi determinare la profondità degli strati sismici mediante la misura diretta delle
frequenze di vibrazione, associata alla misura delle velocità delle onde S tramite la relazione:

f0= Vs/4H

dove Vs è la velocità media delle onde di taglio, e H è la profondità dello strato sismico in
corrispondenza di un netto aumento di velocità sismiche.

Le misure HVSR permettono inoltre, se associate a misure di dispersione delle onde di


superficie (Masw, Esac, ReMi ecc.), di vincolare il profilo Vs e quindi di ottenere una ricostruzione
più “robusta” del profilo di velocità e raggiungere profondità non direttamente raggiungibili dalle
altre prove.

A causa della pesante non-univocità della soluzione, una modellazione del solo HVSR senza
quantitative informazioni sulle Vs ottenute da misure Masw / Esac-ReMi. (o altri metodi da prove in
foro) e un solido ancoraggio di taratura, non risulta affidabile per la determinazione del profilo di
velocità delle onde S e quindi della valutazione della Vs30.

2.3.2 Strumentazione utilizzata e modalita’ di acquisizione


Per l’acquisizione dei dati è stato utilizzato un tromografo digitale della ditta Micromed S.r.L
modello “Tromino ENGY ”, che rappresenta la nuova generazione di strumenti ultra leggeri e ultra
compatti in alta risoluzione adatti a tali misurazioni. Lo strumento racchiude al suo interno 3 terne
(2 di velocimetri e l’altra di accelerometri) di sensori ortogonali tra loro e con possibilità di
campionamento nell’intervallo di frequenze compreso tra 0.1 e 256 Hz. In questo caso le 8
registrazioni hanno avuto una lunghezza di 20 minuti, con un campionamento a 128 Hz.

2.3.3 Elaborazione ed analisi dei dati


Per l’elaborazione dei dati sismici è stato utilizzato il software “Grilla”.

Il programma consente di effettuare:

▪ Analisi spettrale completa delle tracce, calcolo delle curve H/V per la determinazione delle
frequenze di risonanza del sottosuolo;
▪ Procedure di pulizia delle tracce nel dominio del tempo e delle frequenze;
▪ Test sulla significatività dei picchi secondo le linee guida europee (Criteri Sesame);
▪ Determinazione delle frequenze dei modi di vibrare delle strutture con rimozione dell’effetto
di sottosuolo;
▪ Creazione di un report automatico con tabelle e illustrazioni.
12

Prova HVSR 1, la riga rossa indica il valore medio, quelle nere le deviazioni standard

Prova HVSR 2, la riga rossa indica il valore medio, quelle nere le deviazioni standard

Prova HVSR 3, la riga rossa indica il valore medio, quelle nere le deviazioni standard

Prova HVSR 4, la riga rossa indica il valore medio, quelle nere le deviazioni standard
13

Prova HVSR 5, la riga rossa indica il valore medio, quelle nere le deviazioni standard

Prova HVSR 6, la riga rossa indica il valore medio, quelle nere le deviazioni standard

Prova HVSR 7, la riga rossa indica il valore medio, quelle nere le deviazioni standard

Prova HVSR 8, la riga rossa indica il valore medio, quelle nere le deviazioni standard
TROMINO® Grilla
www.tromino.eu

Loc. QUARTACCIO Comune di COLLEFERRO – Prova 1

Strumento: TEP-0122/01-10
Formato dati: 16 byte
Fondo scala [mV]: n.a.
Inizio registrazione: 06/06/18 06:17:01 Fine registrazione: 06/06/18 06:37:01
Nomi canali: NORTH SOUTH; EAST WEST ; UP DOWN
Durata registrazione: 0h20'00''. Analizzato 97% tracciato (selezione manuale)
Freq. campionamento: 128 Hz
Lunghezza finestre: 20 s
Tipo di lisciamento: Triangular window
Lisciamento: 10%

RAPPORTO SPETTRALE ORIZZONTALE SU VERTICALE

SERIE TEMPORALE H/V DIREZIONALITA' H/V

SPETTRI DELLE SINGOLE COMPONENTI


TROMINO® Grilla
www.tromino.eu

[Secondo le linee guida SESAME, 2005. Si raccomanda di leggere attentamente il manuale di Grilla
prima di interpretare la tabella seguente].

Picco H/V a 1.72 ± 0.12 Hz (nell'intervallo 0.0 - 20.0 Hz).

Criteri per una curva H/V affidabile


[Tutti 3 dovrebbero risultare soddisfatti]

f0 > 10 / Lw 1.72 > 0.50 OK


nc(f0) > 200 1993.8 > 200 OK
A(f) < 2 per 0.5f0 < f < 2f0 se f0 > 0.5Hz Superato 0 volte su 84 OK
A(f) < 3 per 0.5f0 < f < 2f0 se f0 < 0.5Hz

Criteri per un picco H/V chiaro


[Almeno 5 su 6 dovrebbero essere soddisfatti]

Esiste f - in [f0/4, f0] | AH/V(f -) < A0 / 2 1.0 Hz OK


Esiste f + in [f0, 4f0] | AH/V(f +) < A0 / 2 2.594 Hz OK
A0 > 2 3.47 > 2 OK
fpicco[AH/V(f) ± A(f)] = f0 ± 5% |0.07261| < 0.05 NO
f < (f0) 0.1248 < 0.17188 OK
A(f0) < (f0) 0.2841 < 1.78 OK

Lw lunghezza della finestra


nw numero di finestre usate nell’analisi
nc = Lw nw f0 numero di cicli significativi
f frequenza attuale
f0 frequenza del picco H/V
f deviazione standard della frequenza del picco H/V
(f0) valore di soglia per la condizione di stabilità f < (f0)
A0 ampiezza della curva H/V alla frequenza f0
AH/V(f) ampiezza della curva H/V alla frequenza f
f– frequenza tra f0/4 e f0 alla quale AH/V(f -) < A0/2
f+ frequenza tra f0 e 4f0 alla quale AH/V(f +) < A0/2
A(f) deviazione standard di AH/V(f), A(f) è il fattore per il quale la curva AH/V(f) media deve
essere moltiplicata o divisa
logH/V(f) deviazione standard della funzione log AH/V(f)
(f0) valore di soglia per la condizione di stabilità A(f) < (f0)

Valori di soglia per f e A(f0)


Intervallo di freq. [Hz] < 0.2 0.2 – 0.5 0.5 – 1.0 1.0 – 2.0 > 2.0
(f0) [Hz] 0.25 f0 0.2 f0 0.15 f0 0.10 f0 0.05 f0
(f0) per A(f0) 3.0 2.5 2.0 1.78 1.58
log (f0) per logH/V(f0) 0.48 0.40 0.30 0.25 0.20
TROMINO® Grilla
www.tromino.eu

Loc. QUARTACCIO Comune di COLLEFERRO – Prova 2

Strumento: TEP-0122/01-10
Formato dati: 16 byte
Fondo scala [mV]: n.a.
Inizio registrazione: 06/06/18 06:50:11 Fine registrazione: 06/06/18 07:10:11
Nomi canali: NORTH SOUTH; EAST WEST ; UP DOWN
Durata registrazione: 0h20'00''. Analizzato 90% tracciato (selezione manuale)
Freq. campionamento: 128 Hz
Lunghezza finestre: 20 s
Tipo di lisciamento: Triangular window
Lisciamento: 10%

RAPPORTO SPETTRALE ORIZZONTALE SU VERTICALE

SERIE TEMPORALE H/V DIREZIONALITA' H/V

SPETTRI DELLE SINGOLE COMPONENTI


TROMINO® Grilla
www.tromino.eu

[Secondo le linee guida SESAME, 2005. Si raccomanda di leggere attentamente il manuale di Grilla
prima di interpretare la tabella seguente].

Picco H/V a 1.72 ± 0.1 Hz (nell'intervallo 0.0 - 20.0 Hz).

Criteri per una curva H/V affidabile


[Tutti 3 dovrebbero risultare soddisfatti]

f0 > 10 / Lw 1.72 > 0.50 OK


nc(f0) > 200 1856.3 > 200 OK
A(f) < 2 per 0.5f0 < f < 2f0 se f0 > 0.5Hz Superato 0 volte su 84 OK
A(f) < 3 per 0.5f0 < f < 2f0 se f0 < 0.5Hz

Criteri per un picco H/V chiaro


[Almeno 5 su 6 dovrebbero essere soddisfatti]

Esiste f - in [f0/4, f0] | AH/V(f -) < A0 / 2 1.063 Hz OK


Esiste f + in [f0, 4f0] | AH/V(f +) < A0 / 2 2.656 Hz OK
A0 > 2 3.37 > 2 OK
fpicco[AH/V(f) ± A(f)] = f0 ± 5% |0.05723| < 0.05 NO
f < (f0) 0.09836 < 0.17188 OK
A(f0) < (f0) 0.3438 < 1.78 OK

Lw lunghezza della finestra


nw numero di finestre usate nell’analisi
nc = Lw nw f0 numero di cicli significativi
f frequenza attuale
f0 frequenza del picco H/V
f deviazione standard della frequenza del picco H/V
(f0) valore di soglia per la condizione di stabilità f < (f0)
A0 ampiezza della curva H/V alla frequenza f0
AH/V(f) ampiezza della curva H/V alla frequenza f
f– frequenza tra f0/4 e f0 alla quale AH/V(f -) < A0/2
f+ frequenza tra f0 e 4f0 alla quale AH/V(f +) < A0/2
A(f) deviazione standard di AH/V(f), A(f) è il fattore per il quale la curva AH/V(f) media deve
essere moltiplicata o divisa
logH/V(f) deviazione standard della funzione log AH/V(f)
(f0) valore di soglia per la condizione di stabilità A(f) < (f0)

Valori di soglia per f e A(f0)


Intervallo di freq. [Hz] < 0.2 0.2 – 0.5 0.5 – 1.0 1.0 – 2.0 > 2.0
(f0) [Hz] 0.25 f0 0.2 f0 0.15 f0 0.10 f0 0.05 f0
(f0) per A(f0) 3.0 2.5 2.0 1.78 1.58
log (f0) per logH/V(f0) 0.48 0.40 0.30 0.25 0.20
TROMINO® Grilla
www.tromino.eu

Loc. QUARTACCIO Comune di COLLEFERRO – Prova 3

Strumento: TEP-0122/01-10
Formato dati: 16 byte
Fondo scala [mV]: n.a.
Inizio registrazione: 06/06/18 07:15:30 Fine registrazione: 06/06/18 07:35:30
Nomi canali: NORTH SOUTH; EAST WEST ; UP DOWN
Durata registrazione: 0h20'00''. Analizzato 95% tracciato (selezione manuale)
Freq. campionamento: 128 Hz
Lunghezza finestre: 20 s
Tipo di lisciamento: Triangular window
Lisciamento: 10%

RAPPORTO SPETTRALE ORIZZONTALE SU VERTICALE

SERIE TEMPORALE H/V DIREZIONALITA' H/V

SPETTRI DELLE SINGOLE COMPONENTI


TROMINO® Grilla
www.tromino.eu

[Secondo le linee guida SESAME, 2005. Si raccomanda di leggere attentamente il manuale di Grilla
prima di interpretare la tabella seguente].

Picco H/V a 2.34 ± 0.43 Hz (nell'intervallo 0.0 - 20.0 Hz).

Criteri per una curva H/V affidabile


[Tutti 3 dovrebbero risultare soddisfatti]

f0 > 10 / Lw 2.34 > 0.50 OK


nc(f0) > 200 2671.9 > 200 OK
A(f) < 2 per 0.5f0 < f < 2f0 se f0 > 0.5Hz Superato 0 volte su 114 OK
A(f) < 3 per 0.5f0 < f < 2f0 se f0 < 0.5Hz

Criteri per un picco H/V chiaro


[Almeno 5 su 6 dovrebbero essere soddisfatti]

Esiste f - in [f0/4, f0] | AH/V(f -) < A0 / 2 0.75 Hz OK


Esiste f + in [f0, 4f0] | AH/V(f +) < A0 / 2 4.0 Hz OK
A0 > 2 2.75 > 2 OK
fpicco[AH/V(f) ± A(f)] = f0 ± 5% |0.1849| < 0.05 NO
f < (f0) 0.43335 < 0.11719 NO
A(f0) < (f0) 0.3079 < 1.58 OK

Lw lunghezza della finestra


nw numero di finestre usate nell’analisi
nc = Lw nw f0 numero di cicli significativi
f frequenza attuale
f0 frequenza del picco H/V
f deviazione standard della frequenza del picco H/V
(f0) valore di soglia per la condizione di stabilità f < (f0)
A0 ampiezza della curva H/V alla frequenza f0
AH/V(f) ampiezza della curva H/V alla frequenza f
f– frequenza tra f0/4 e f0 alla quale AH/V(f -) < A0/2
f+ frequenza tra f0 e 4f0 alla quale AH/V(f +) < A0/2
A(f) deviazione standard di AH/V(f), A(f) è il fattore per il quale la curva AH/V(f) media deve
essere moltiplicata o divisa
logH/V(f) deviazione standard della funzione log AH/V(f)
(f0) valore di soglia per la condizione di stabilità A(f) < (f0)

Valori di soglia per f e A(f0)


Intervallo di freq. [Hz] < 0.2 0.2 – 0.5 0.5 – 1.0 1.0 – 2.0 > 2.0
(f0) [Hz] 0.25 f0 0.2 f0 0.15 f0 0.10 f0 0.05 f0
(f0) per A(f0) 3.0 2.5 2.0 1.78 1.58
log (f0) per logH/V(f0) 0.48 0.40 0.30 0.25 0.20
TROMINO® Grilla
www.tromino.eu

Loc. QUARTACCIO Comune di COLLEFERRO – Prova 4

Strumento: TEP-0122/01-10
Formato dati: 16 byte
Fondo scala [mV]: n.a.
Inizio registrazione: 06/06/18 07:43:06 Fine registrazione: 06/06/18 08:03:06
Nomi canali: NORTH SOUTH; EAST WEST ; UP DOWN
Durata registrazione: 0h20'00''. Analisi effettuata sull'intera traccia.
Freq. campionamento: 128 Hz
Lunghezza finestre: 20 s
Tipo di lisciamento: Triangular window
Lisciamento: 10%

RAPPORTO SPETTRALE ORIZZONTALE SU VERTICALE

SERIE TEMPORALE H/V DIREZIONALITA' H/V

SPETTRI DELLE SINGOLE COMPONENTI


TROMINO® Grilla
www.tromino.eu

[Secondo le linee guida SESAME, 2005. Si raccomanda di leggere attentamente il manuale di Grilla
prima di interpretare la tabella seguente].

Picco H/V a 1.72 ± 0.07 Hz (nell'intervallo 0.0 - 20.0 Hz).

Criteri per una curva H/V affidabile


[Tutti 3 dovrebbero risultare soddisfatti]

f0 > 10 / Lw 1.72 > 0.50 OK


nc(f0) > 200 2062.5 > 200 OK
A(f) < 2 per 0.5f0 < f < 2f0 se f0 > 0.5Hz Superato 0 volte su 84 OK
A(f) < 3 per 0.5f0 < f < 2f0 se f0 < 0.5Hz

Criteri per un picco H/V chiaro


[Almeno 5 su 6 dovrebbero essere soddisfatti]

Esiste f - in [f0/4, f0] | AH/V(f -) < A0 / 2 1.031 Hz OK


Esiste f + in [f0, 4f0] | AH/V(f +) < A0 / 2 2.563 Hz OK
A0 > 2 3.42 > 2 OK
fpicco[AH/V(f) ± A(f)] = f0 ± 5% |0.03949| < 0.05 OK
f < (f0) 0.06787 < 0.17188 OK
A(f0) < (f0) 0.4019 < 1.78 OK

Lw lunghezza della finestra


nw numero di finestre usate nell’analisi
nc = Lw nw f0 numero di cicli significativi
f frequenza attuale
f0 frequenza del picco H/V
f deviazione standard della frequenza del picco H/V
(f0) valore di soglia per la condizione di stabilità f < (f0)
A0 ampiezza della curva H/V alla frequenza f0
AH/V(f) ampiezza della curva H/V alla frequenza f
f– frequenza tra f0/4 e f0 alla quale AH/V(f -) < A0/2
f+ frequenza tra f0 e 4f0 alla quale AH/V(f +) < A0/2
A(f) deviazione standard di AH/V(f), A(f) è il fattore per il quale la curva AH/V(f) media deve
essere moltiplicata o divisa
logH/V(f) deviazione standard della funzione log AH/V(f)
(f0) valore di soglia per la condizione di stabilità A(f) < (f0)

Valori di soglia per f e A(f0)


Intervallo di freq. [Hz] < 0.2 0.2 – 0.5 0.5 – 1.0 1.0 – 2.0 > 2.0
(f0) [Hz] 0.25 f0 0.2 f0 0.15 f0 0.10 f0 0.05 f0
(f0) per A(f0) 3.0 2.5 2.0 1.78 1.58
log (f0) per logH/V(f0) 0.48 0.40 0.30 0.25 0.20
TROMINO® Grilla
www.tromino.eu

Loc. QUARTACCIO Comune di COLLEFERRO – Prova 5

Strumento: TEP-0122/01-10
Formato dati: 16 byte
Fondo scala [mV]: n.a.
Inizio registrazione: 06/06/18 08:09:43 Fine registrazione: 06/06/18 08:29:43
Nomi canali: NORTH SOUTH; EAST WEST ; UP DOWN
Durata registrazione: 0h20'00''. Analizzato 85% tracciato (selezione manuale)
Freq. campionamento: 128 Hz
Lunghezza finestre: 20 s
Tipo di lisciamento: Triangular window
Lisciamento: 10%

RAPPORTO SPETTRALE ORIZZONTALE SU VERTICALE

SERIE TEMPORALE H/V DIREZIONALITA' H/V

SPETTRI DELLE SINGOLE COMPONENTI


TROMINO® Grilla
www.tromino.eu

[Secondo le linee guida SESAME, 2005. Si raccomanda di leggere attentamente il manuale di Grilla
prima di interpretare la tabella seguente].

Picco H/V a 1.66 ± 0.16 Hz (nell'intervallo 0.0 - 20.0 Hz).

Criteri per una curva H/V affidabile


[Tutti 3 dovrebbero risultare soddisfatti]

f0 > 10 / Lw 1.66 > 0.50 OK


nc(f0) > 200 1689.4 > 200 OK
A(f) < 2 per 0.5f0 < f < 2f0 se f0 > 0.5Hz Superato 0 volte su 80 OK
A(f) < 3 per 0.5f0 < f < 2f0 se f0 < 0.5Hz

Criteri per un picco H/V chiaro


[Almeno 5 su 6 dovrebbero essere soddisfatti]

Esiste f - in [f0/4, f0] | AH/V(f -) < A0 / 2 0.688 Hz OK


Esiste f + in [f0, 4f0] | AH/V(f +) < A0 / 2 2.719 Hz OK
A0 > 2 2.74 > 2 OK
fpicco[AH/V(f) ± A(f)] = f0 ± 5% |0.09504| < 0.05 NO
f < (f0) 0.15741 < 0.16563 OK
A(f0) < (f0) 0.2934 < 1.78 OK

Lw lunghezza della finestra


nw numero di finestre usate nell’analisi
nc = Lw nw f0 numero di cicli significativi
f frequenza attuale
f0 frequenza del picco H/V
f deviazione standard della frequenza del picco H/V
(f0) valore di soglia per la condizione di stabilità f < (f0)
A0 ampiezza della curva H/V alla frequenza f0
AH/V(f) ampiezza della curva H/V alla frequenza f
f– frequenza tra f0/4 e f0 alla quale AH/V(f -) < A0/2
f+ frequenza tra f0 e 4f0 alla quale AH/V(f +) < A0/2
A(f) deviazione standard di AH/V(f), A(f) è il fattore per il quale la curva AH/V(f) media deve
essere moltiplicata o divisa
logH/V(f) deviazione standard della funzione log AH/V(f)
(f0) valore di soglia per la condizione di stabilità A(f) < (f0)

Valori di soglia per f e A(f0)


Intervallo di freq. [Hz] < 0.2 0.2 – 0.5 0.5 – 1.0 1.0 – 2.0 > 2.0
(f0) [Hz] 0.25 f0 0.2 f0 0.15 f0 0.10 f0 0.05 f0
(f0) per A(f0) 3.0 2.5 2.0 1.78 1.58
log (f0) per logH/V(f0) 0.48 0.40 0.30 0.25 0.20
TROMINO® Grilla
www.tromino.eu

Loc. QUARTACCIO Comune di COLLEFERRO – Prova 6

Strumento: TEP-0122/01-10
Formato dati: 16 byte
Fondo scala [mV]: n.a.
Inizio registrazione: 06/06/18 08:33:39 Fine registrazione: 06/06/18 08:53:39
Nomi canali: NORTH SOUTH; EAST WEST ; UP DOWN
Durata registrazione: 0h20'00''. Analisi effettuata sull'intera traccia.
Freq. campionamento: 128 Hz
Lunghezza finestre: 20 s
Tipo di lisciamento: Triangular window
Lisciamento: 10%

RAPPORTO SPETTRALE ORIZZONTALE SU VERTICALE

SERIE TEMPORALE H/V DIREZIONALITA' H/V

SPETTRI DELLE SINGOLE COMPONENTI


TROMINO® Grilla
www.tromino.eu

[Secondo le linee guida SESAME, 2005. Si raccomanda di leggere attentamente il manuale di Grilla
prima di interpretare la tabella seguente].

Picco H/V a 1.75 ± 0.23 Hz (nell'intervallo 0.0 - 20.0 Hz).

Criteri per una curva H/V affidabile


[Tutti 3 dovrebbero risultare soddisfatti]

f0 > 10 / Lw 1.75 > 0.50 OK


nc(f0) > 200 2100.0 > 200 OK
A(f) < 2 per 0.5f0 < f < 2f0 se f0 > 0.5Hz Superato 0 volte su 85 OK
A(f) < 3 per 0.5f0 < f < 2f0 se f0 < 0.5Hz

Criteri per un picco H/V chiaro


[Almeno 5 su 6 dovrebbero essere soddisfatti]

Esiste f - in [f0/4, f0] | AH/V(f -) < A0 / 2 0.625 Hz OK


Esiste f + in [f0, 4f0] | AH/V(f +) < A0 / 2 3.0 Hz OK
A0 > 2 2.52 > 2 OK
fpicco[AH/V(f) ± A(f)] = f0 ± 5% |0.13271| < 0.05 NO
f < (f0) 0.23225 < 0.175 NO
A(f0) < (f0) 0.2067 < 1.78 OK

Lw lunghezza della finestra


nw numero di finestre usate nell’analisi
nc = Lw nw f0 numero di cicli significativi
f frequenza attuale
f0 frequenza del picco H/V
f deviazione standard della frequenza del picco H/V
(f0) valore di soglia per la condizione di stabilità f < (f0)
A0 ampiezza della curva H/V alla frequenza f0
AH/V(f) ampiezza della curva H/V alla frequenza f
f– frequenza tra f0/4 e f0 alla quale AH/V(f -) < A0/2
f+ frequenza tra f0 e 4f0 alla quale AH/V(f +) < A0/2
A(f) deviazione standard di AH/V(f), A(f) è il fattore per il quale la curva AH/V(f) media deve
essere moltiplicata o divisa
logH/V(f) deviazione standard della funzione log AH/V(f)
(f0) valore di soglia per la condizione di stabilità A(f) < (f0)

Valori di soglia per f e A(f0)


Intervallo di freq. [Hz] < 0.2 0.2 – 0.5 0.5 – 1.0 1.0 – 2.0 > 2.0
(f0) [Hz] 0.25 f0 0.2 f0 0.15 f0 0.10 f0 0.05 f0
(f0) per A(f0) 3.0 2.5 2.0 1.78 1.58
log (f0) per logH/V(f0) 0.48 0.40 0.30 0.25 0.20
TROMINO® Grilla
www.tromino.eu

Loc. QUARTACCIO Comune di COLLEFERRO – Prova 7

Strumento: TEP-0122/01-10
Formato dati: 16 byte
Fondo scala [mV]: n.a.
Inizio registrazione: 06/06/18 09:00:30 Fine registrazione: 06/06/18 09:20:30
Nomi canali: NORTH SOUTH; EAST WEST ; UP DOWN
Durata registrazione: 0h20'00''. Analizzato 95% tracciato (selezione manuale)
Freq. campionamento: 128 Hz
Lunghezza finestre: 20 s
Tipo di lisciamento: Triangular window
Lisciamento: 10%

RAPPORTO SPETTRALE ORIZZONTALE SU VERTICALE

SERIE TEMPORALE H/V DIREZIONALITA' H/V

SPETTRI DELLE SINGOLE COMPONENTI


TROMINO® Grilla
www.tromino.eu

[Secondo le linee guida SESAME, 2005. Si raccomanda di leggere attentamente il manuale di Grilla
prima di interpretare la tabella seguente].

Picco H/V a 2.5 ± 0.4 Hz (nell'intervallo 0.0 - 20.0 Hz).

Criteri per una curva H/V affidabile


[Tutti 3 dovrebbero risultare soddisfatti]

f0 > 10 / Lw 2.50 > 0.50 OK


nc(f0) > 200 2850.0 > 200 OK
A(f) < 2 per 0.5f0 < f < 2f0 se f0 > 0.5Hz Superato 0 volte su 121 OK
A(f) < 3 per 0.5f0 < f < 2f0 se f0 < 0.5Hz

Criteri per un picco H/V chiaro


[Almeno 5 su 6 dovrebbero essere soddisfatti]

Esiste f - in [f0/4, f0] | AH/V(f -) < A0 / 2 NO


Esiste f + in [f0, 4f0] | AH/V(f +) < A0 / 2 3.938 Hz OK
A0 > 2 2.22 > 2 OK
fpicco[AH/V(f) ± A(f)] = f0 ± 5% |0.16144| < 0.05 NO
f < (f0) 0.40361 < 0.125 NO
A(f0) < (f0) 0.2668 < 1.58 OK

Lw lunghezza della finestra


nw numero di finestre usate nell’analisi
nc = Lw nw f0 numero di cicli significativi
f frequenza attuale
f0 frequenza del picco H/V
f deviazione standard della frequenza del picco H/V
(f0) valore di soglia per la condizione di stabilità f < (f0)
A0 ampiezza della curva H/V alla frequenza f0
AH/V(f) ampiezza della curva H/V alla frequenza f
f– frequenza tra f0/4 e f0 alla quale AH/V(f -) < A0/2
f+ frequenza tra f0 e 4f0 alla quale AH/V(f +) < A0/2
A(f) deviazione standard di AH/V(f), A(f) è il fattore per il quale la curva AH/V(f) media deve
essere moltiplicata o divisa
logH/V(f) deviazione standard della funzione log AH/V(f)
(f0) valore di soglia per la condizione di stabilità A(f) < (f0)

Valori di soglia per f e A(f0)


Intervallo di freq. [Hz] < 0.2 0.2 – 0.5 0.5 – 1.0 1.0 – 2.0 > 2.0
(f0) [Hz] 0.25 f0 0.2 f0 0.15 f0 0.10 f0 0.05 f0
(f0) per A(f0) 3.0 2.5 2.0 1.78 1.58
log (f0) per logH/V(f0) 0.48 0.40 0.30 0.25 0.20
TROMINO® Grilla
www.tromino.eu

Loc. QUARTACCIO Comune di COLLEFERRO – Prova 8

Strumento: TEP-0122/01-10
Formato dati: 16 byte
Fondo scala [mV]: n.a.
Inizio registrazione: 06/06/18 09:24:09 Fine registrazione: 06/06/18 09:44:09
Nomi canali: NORTH SOUTH; EAST WEST ; UP DOWN
Durata registrazione: 0h20'00''. Analizzato 82% tracciato (selezione manuale)
Freq. campionamento: 128 Hz
Lunghezza finestre: 20 s
Tipo di lisciamento: Triangular window
Lisciamento: 10%

RAPPORTO SPETTRALE ORIZZONTALE SU VERTICALE

SERIE TEMPORALE H/V DIREZIONALITA' H/V

SPETTRI DELLE SINGOLE COMPONENTI


TROMINO® Grilla
www.tromino.eu

[Secondo le linee guida SESAME, 2005. Si raccomanda di leggere attentamente il manuale di Grilla
prima di interpretare la tabella seguente].

Picco H/V a 2.59 ± 0.55 Hz (nell'intervallo 0.0 - 20.0 Hz).

Criteri per una curva H/V affidabile


[Tutti 3 dovrebbero risultare soddisfatti]

f0 > 10 / Lw 2.59 > 0.50 OK


nc(f0) > 200 2541.9 > 200 OK
A(f) < 2 per 0.5f0 < f < 2f0 se f0 > 0.5Hz Superato 0 volte su 126 OK
A(f) < 3 per 0.5f0 < f < 2f0 se f0 < 0.5Hz

Criteri per un picco H/V chiaro


[Almeno 5 su 6 dovrebbero essere soddisfatti]

Esiste f - in [f0/4, f0] | AH/V(f -) < A0 / 2 0.938 Hz OK


Esiste f + in [f0, 4f0] | AH/V(f +) < A0 / 2 3.688 Hz OK
A0 > 2 3.03 > 2 OK
fpicco[AH/V(f) ± A(f)] = f0 ± 5% |0.21183| < 0.05 NO
f < (f0) 0.54943 < 0.12969 NO
A(f0) < (f0) 0.2896 < 1.58 OK

Lw lunghezza della finestra


nw numero di finestre usate nell’analisi
nc = Lw nw f0 numero di cicli significativi
f frequenza attuale
f0 frequenza del picco H/V
f deviazione standard della frequenza del picco H/V
(f0) valore di soglia per la condizione di stabilità f < (f0)
A0 ampiezza della curva H/V alla frequenza f0
AH/V(f) ampiezza della curva H/V alla frequenza f
f– frequenza tra f0/4 e f0 alla quale AH/V(f -) < A0/2
f+ frequenza tra f0 e 4f0 alla quale AH/V(f +) < A0/2
A(f) deviazione standard di AH/V(f), A(f) è il fattore per il quale la curva AH/V(f) media deve
essere moltiplicata o divisa
logH/V(f) deviazione standard della funzione log AH/V(f)
(f0) valore di soglia per la condizione di stabilità A(f) < (f0)

Valori di soglia per f e A(f0)


Intervallo di freq. [Hz] < 0.2 0.2 – 0.5 0.5 – 1.0 1.0 – 2.0 > 2.0
(f0) [Hz] 0.25 f0 0.2 f0 0.15 f0 0.10 f0 0.05 f0
(f0) per A(f0) 3.0 2.5 2.0 1.78 1.58
log (f0) per logH/V(f0) 0.48 0.40 0.30 0.25 0.20
14

Analizzando i risultati delle prove si possono fare le seguenti considerazioni:

• Le frequenze fondamentali del sito si collocano nell’intervallo 1.66 Hz - 2.59 Hz;


• Nella parte alta dell’area la frequenza fondamentale è intorno ai 1.7 Hz, mentre in
quella bassa si colloca generalmente intorno ai 2.5 Hz;
• I valori del rapporto H/V generalmente piuttosto elevati (2.5-3.5), indicano contrasti
d’impedenza sismica significativi nella successione litostratigrafica.

2. 4 MODELLO GEO - SISMICO DELL’AREA


In base alle prove geofisiche realizzate (Tomografia sismica e prove Masw), considerando i
valori medi di velocità sismica per le diverse unità riconosciute, è stato possibile costruire il
seguente modello geo - sismico dell’area d’interesse:
Unità V P (m/s) V S (m/s) Rapporto Modulo di Modulo di taglio Modulo elastico
Vp/Vs poisson dinamico (MPA) dinamico (MPA)
Superficiale (colore 450 175 2.57 0.41 5.3.0 E+01 1.5 E+02
magenta rosso)
Da pc a -1.5/-2.5 m
Intermedia (colore 700 300 2.33 0.39 1.7 E+02 4.8 E+02
marrone)
Da -1.5/-2.5 m a -15/-
20 m
Intermedia (colore 900 370 2.43 0.40 2.8 E+02 7.8 E+02
verde)
Da -15/-20 m a -30/-40
m
Di fondo (colore 1250 630 1.98 0.33 7.3 E+02 1.9 E+03
azzurro)
Oltre -30/-40 m
Via E. Fermi, 113 – Trevozzo Servizi Geologici
29010 Alta Val Tidone (PC)
Tel.: 348 510 7263 Servizi Geotecnici
geotestsrl@hotmail.it
Servizi Geofisici

Allegato 3

Sondaggi Geognostici a Carotaggio


Continuo e Prove SPT
UBICAZIONE INDAGINI
SERVIZI TECNICI PER LA GEOLOGIA E
L’INGEGNERIA
Sede operativa: via delle Centurie 7/11, Frosinone
Tel. 3282214658 / 3384430707 Fax: 0775838261
info@geoexploring.it PEC: geo.exploring.srl@lamiapec.it

Committente: GEOTEST S.R.L.

Cantiere: ESECUZIONE SONDAGGI GEOGNOSTICI E PROVE IN SITO


PRESSO UN LOTTO NELL'AREA INDUSTRIALE NEL COMUNE DI
COLLEFERRO (RM).

GEO EXPLORING s.r.l. - Sede legale ed operativa: Frosinone, Via delle Centurie 7/11 03100 Tel. 328.22141658/338.4430707
Fax 0775.8385261 P.IVA/C.F. 02817690601 email: info@geoexploring.it PEC: geo.exploring.srl@lamiapec.it
DOCUMENTZIONE FOTOGRAFICA

POSTAZIONE:
Sondaggio S1

GEO EXPLORING s.r.l. - Sede legale ed operativa: Frosinone, Via delle Centurie 7/11 03100 Tel. 328.22141658/338.4430707
Fax 0775.8385261 P.IVA/C.F. 02817690601 email: info@geoexploring.it PEC: geo.exploring.srl@lamiapec.it
Sondaggio S1 C1
0.00 – 5.00 m.

Sondaggio S1 C2
5.00 – 10.00 m.

GEO EXPLORING s.r.l. - Sede legale ed operativa: Frosinone, Via delle Centurie 7/11 03100 Tel. 328.22141658/338.4430707
Fax 0775.8385261 P.IVA/C.F. 02817690601 email: info@geoexploring.it PEC: geo.exploring.srl@lamiapec.it
Sondaggio S1 C3
10.00 – 15.00 m.

Sondaggio S1 C4
15.00 – 20.00 m.

GEO EXPLORING s.r.l. - Sede legale ed operativa: Frosinone, Via delle Centurie 7/11 03100 Tel. 328.22141658/338.4430707
Fax 0775.8385261 P.IVA/C.F. 02817690601 email: info@geoexploring.it PEC: geo.exploring.srl@lamiapec.it
Sondaggio S1 C5
20.00 – 25.00 m.

Sondaggio S1 C6
25.00 – 30.00 m.

GEO EXPLORING s.r.l. - Sede legale ed operativa: Frosinone, Via delle Centurie 7/11 03100 Tel. 328.22141658/338.4430707
Fax 0775.8385261 P.IVA/C.F. 02817690601 email: info@geoexploring.it PEC: geo.exploring.srl@lamiapec.it
POSTAZIONE:
Sondaggio S2

Sondaggio S2 C1
0.00 – 5.00 m.

GEO EXPLORING s.r.l. - Sede legale ed operativa: Frosinone, Via delle Centurie 7/11 03100 Tel. 328.22141658/338.4430707
Fax 0775.8385261 P.IVA/C.F. 02817690601 email: info@geoexploring.it PEC: geo.exploring.srl@lamiapec.it
Sondaggio S2 C2
5.00 – 10.00 m.

Sondaggio S2 C3
10.00 – 15.00 m.

GEO EXPLORING s.r.l. - Sede legale ed operativa: Frosinone, Via delle Centurie 7/11 03100 Tel. 328.22141658/338.4430707
Fax 0775.8385261 P.IVA/C.F. 02817690601 email: info@geoexploring.it PEC: geo.exploring.srl@lamiapec.it
Sondaggio S2 C4
15.00 – 20.00 m.

Sondaggio S2 C5
20.00 – 25.00 m.

GEO EXPLORING s.r.l. - Sede legale ed operativa: Frosinone, Via delle Centurie 7/11 03100 Tel. 328.22141658/338.4430707
Fax 0775.8385261 P.IVA/C.F. 02817690601 email: info@geoexploring.it PEC: geo.exploring.srl@lamiapec.it
Sondaggio S2 C6
25.00 – 30.00 m.

GEO EXPLORING s.r.l. - Sede legale ed operativa: Frosinone, Via delle Centurie 7/11 03100 Tel. 328.22141658/338.4430707
Fax 0775.8385261 P.IVA/C.F. 02817690601 email: info@geoexploring.it PEC: geo.exploring.srl@lamiapec.it
S1DH Colleferro (RM) Continuo 1 di 2 11/06/2018

Geotest s.r.l. lat 41.76382 ° CMV 600 6 12/06/2018


WGS 84
long.13.00839°
Sondaggi geognostici
e prove in sito presso
l’area industriale del 261 m. G. Pagliei 30.00 m
Comune di Colleferro

Terreno agrario e di riporto poco addensato, di origine


vulcanica, costituito da limi sabbiosi di color rosso
1. 50

1 mattone.
1.50
Recupero materiale: spezzoni di carota. 1
0
P.C. 2.00 1
2

Da 4 e 5 mt 3-4 kg/cm²
3

4
Terreno a grana media e fina, costituito da cineriti 8
P.C. 5.50 12
vulcaniche interessate da avanzati processi di 17
5
pedogenizzazione con scorie nerastre e abbondanti
minerali di leucite alterata, biotite e pirosseno;
6 granulometricamente sono riferibili ad alternanze di

Rivestimento definitivo in PVC (Ø 90 mm e spess. 4.8 mm), cementato all’esterno


sabbie con limo, di color variabile dal nocciola-
7 brunastro al grigio-verdastro, da poco addensate ad
addensate e limi sabbiosi con abbondante frazione
argillosa marroni-rossastri mediamente consistenti.
8
All'interno del banco livelli (17-18m) e/o lamine di
piroclastiti di natura leucititica, litoidi e vacuolari, a 8
P.C. 9.00 12
9 matrice da cineritica a micropomicea, di colore 17
variabile dal grigio-nerastro al viola.
Recupero materiale: spezzoni di carota e materiale
28.50

10
sciolto.
11

12

13

14
27
P.C. 14.50 33
41

P.C. 21.00 50

25
31
P.C. 25.00 31
S1 DH Colleferro (RM) Continuo 2 di 2 11/06/2018

Geotest s.r.l. lat 41.76382 ° CMV 600 6 12/06/2018


WGS 84
long.13.00839°
Sondaggi geognostici
e prove in sito presso
l’area industriale del 261 m. G. Pagliei 30.00 m
Comune di Colleferro

Terreno a grana media e fina, costituito da cineriti


vulcaniche interessate da avanzati processi di
26 pedogenizzazione con scorie nerastre e abbondanti
minerali di leucite alterata, biotite e pirosseno;
granulometricamente sono riferibili ad alternanze di
27
sabbie con limo, di color variabile dal nocciola-
brunastro al grigio-verdastro, da poco addensate ad 6
28.50

addensate e limi sabbiosi con abbondante frazione


argillosa marroni-rossastri mediamente consistenti.
28 All'interno del banco livelli (17-18m) e/o lamine di
piroclastiti di natura leucititica, litoidi e vacuolari, a
matrice da cineritica a micropomicea, di colore
29 variabile dal grigio-nerastro al viola.
Recupero materiale: spezzoni di carota e materiale
30.00
sciolto.
30
FINE PERFORAZIONE
S2 Colleferro (RM) Continuo 1 di 2 12/06/2018

Geotest s.r.l. lat 41.764282 ° CMV 600 6 12/06/2018


WGS 84
long.13.010206°
Sondaggi geognostici
e prove in sito presso
l’area industriale del 261 m. G. Pagliei 30.00 m
Comune di Colleferro

Terreno agrario e di riporto poco addensato, di origine


vulcanica, costituito da limi sabbiosi di color rosso
1. 50

1 mattone.
1.50
Recupero materiale: spezzoni di carota.

2 1
P.C. 2.50 1
1
3

5.50
C1
6 6.00

9
7 P.C. 7.00 13
17
Terreno a grana media e fina, costituito da cineriti
8
vulcaniche interessate da avanzati processi di
pedogenizzazione con scorie nerastre e abbondanti
9 minerali di leucite alterata, biotite e pirosseno; 9.00
C2
granulometricamente sono riferibili ad alternanze di 9.50
sabbie con limo, di color variabile dal nocciola-
22.50

10
brunastro e grigiastro all'avana-giallastro, da poco
17
addensate ad addensate e limi sabbiosi con abbon- P.C. 11.00 19
11
dante frazione argillosa marroni-rossastri media- 23
mente consistenti. All'interno del banco lamine di
12 piroclastiti di natura leucititica, litoidi e vacuolari, a
matrice da cineritica a micropomicea, di color
13 variabile dal grigio-nerastro al viola.
Da -20.00m a 24.00 m, presenza di intercalazioni
14 sabbioso-limose biancastre a granulometria
medio-grossolana mediamente addensate.
31
Recupero materiale: spezzoni di carota e materiale P.C. 15.00 33
sciolto. 39

29
P.C. 18.00 29
31

35
P.C. 21.00 37
41

37
24.00 P.C. 24.00 41
41
S2 Colleferro (RM) Continuo 2 di 2 12/06/2018

Geotest s.r.l. lat 41.76382 ° CMV 600 6 12/06/2018


WGS 84
long.13.00839°
Sondaggi geognostici
e prove in sito presso
l’area industriale del 261 m. G. Pagliei 30.00 m
Comune di Colleferro

26 Terreno a grana media e grossa, costituito da sabbie


travertinose con limo, di color avana-giallastre, da
27 mediamente ad addensate, con elementi traverti-
6
nosi eterometrici sparsi.
6.00

Presenza di lamine travertinose pseudo-litoidi


28 porose e vacuolari.
Recupero materiale: spezzoni di carota e materiale
29 sciolto.

30 30.00
FINE PERFORAZIONE
Via E. Fermi, 113 – Trevozzo Servizi Geologici
29010 Alta Val Tidone (PC)
Tel.: 348 510 7263 Servizi Geotecnici
geotestsrl@hotmail.it
Servizi Geofisici

Allegato 4

Indagine Geofisica in Foro


(Down-Hole)
Rapporto di prova indagine geofisica Down-Hole presso un
lotto presso un lotto ubicato in località Il Quartaccio nell’area
industriale di Colleferro (RM).

INDICE

1 PREMESSA ...............................................................................................................................2
1.1 Metodologia DOWN-HOLE ........................................................................................................2
1.2 Procedure operative...................................................................................................................4
1.3 Interpretazione delle velocità delle onde P ed S ........................................................................5
1.3.1 Moduli elastici dinamici ..............................................................................................................5
1.4 Dati iniziali ..................................................................................................................................6
2 Risultati indagine geofisica Down-Hole DH................................................................................7
3 CONSIDERAZIONI CONCLUSIVE..........................................................................................10

Allegati:
¾ Ubicazione indagine geofisica Down-Hole;
¾ DH - Dromocrona onde P e sezione simostratigrafica verticale;
¾ DH - Dromocrona onde Sx e sezione simostratigrafica verticale;
¾ DH - Dromocrona onde Sy e sezione simostratigrafica verticale;
¾ DH - Sismogrammi geofoni verticali onde P ;
¾ DH - Sismogrammi geofoni verticali onde Sx;
¾ DH - Sismogrammi geofoni verticali onde Sy.

Pagina 1 di 10
Via delle Magnolie, 3 – 02100 Rieti – cell. 3471799485, fax 0746/294822
alessandroscappa@tiscali.it
Rapporto di prova indagine geofisica Down-Hole presso un
lotto presso un lotto ubicato in località Il Quartaccio nell’area
industriale di Colleferro (RM).

1 PREMESSA
Nella presente si riportano i risultati di una indagine geofisica eseguita, su
commissione della Soc.Geo Test s.r.l., presso un lotto ubicato in località Il Quartaccio
nell’area industriale di Colleferro (RM).
L'indagine è consistita nell’esecuzione di n.1 prova di sismica a rifrazione con la
metodologia Down-Hole, in un foro di sondaggio opportunamente attrezzato, della
profondità di m 30 (fig.1).

DH

Fig.1: ubicazione indagine geofisica Down-Hole.

1.1 Metodologia DOWN-HOLE


La metodologia Down Hole si basa sui principi della sismica a rifrazione.
Tale metodo, tuttavia, contrariamente alla sismica a rifrazione, permette di
individuare orizzonti di terreno caratterizzati da velocità delle onde sismiche più basse
situati al di sotto di orizzonti con velocità più elevate.

Pagina 2 di 10
Via delle Magnolie, 3 – 02100 Rieti – cell. 3471799485, fax 0746/294822
alessandroscappa@tiscali.it
Rapporto di prova indagine geofisica Down-Hole presso un
lotto presso un lotto ubicato in località Il Quartaccio nell’area
industriale di Colleferro (RM).

La prova Down-Hole misura la velocità delle onde sismiche dirette che si


propagano, a partire dalla superficie, verso gli strati più profondi a seguito
dell’energizzazione del terreno per mezzo di una massa battente che agisce ora in
direzione verticale generando onde compressive (onde P) ora in direzione trasversale
(parallelamente al suolo) generando onde di taglio polarizzate orizzontalmente (onde
S).
All’interno di un foro di sondaggio, rivestito con tubi PVC ancorati al suolo
mediante cementazione, si inserisce un geofono tridimensionale dotato di dispositivo di
bloccaggio alla tubazione. Il geofono viene spostato, a partire dal basso verso l’alto,
ogni metro, dopo aver registrato gli spostamenti prodotti lungo le tre direzioni dello
spazio (secondo gli assi x,y,z) dalle onde sismiche generate da una massa che impatta il
suolo, alternativamente in direzione verticale (secondo asse z) e in direzione parallela al
suolo (secondo gli assi x e y), ad una distanza di 1.0 – 3.0 m dalla bocca del foro (fig.2).

Fig.2: schema down-hole ad un solo ricevitore.

Con i dati del DH sono stati definiti i sismostrati e sono stati ottenuti i seguenti
parametri: velocità delle onde di taglio, coefficiente di Poisson medio, modulo di

Pagina 3 di 10
Via delle Magnolie, 3 – 02100 Rieti – cell. 3471799485, fax 0746/294822
alessandroscappa@tiscali.it
Rapporto di prova indagine geofisica Down-Hole presso un
lotto presso un lotto ubicato in località Il Quartaccio nell’area
industriale di Colleferro (RM).

deformazione a taglio medio, modulo di Young medio ed infine il modulo di


compressibilità volumetrica medio.

1.2 Procedure operative


Per l’acquisizione è stato utilizzato un sismografo tipo PASI 16 S24U con le
seguenti caratteristiche tecniche:

-Number of channels: 24
- Sampler interval: 0,296 ms
- A/D Conversion: 16 bit
- Input impedance: 1 kOhm
- Gain: 10 dB - 100 dB, step 1 dB
- Saturation tension: +/- 2,3 V
- Saturation level: 100 dB
- Distorsion: 0,01%
- Sampler: 25-1000 ms
- Sampling: 130 micro/s
- Record lenght: 25-50-100-200-400-1000 ms
- Filter low pass: from 50 to 950 Hz, step1 Hz
- Digital Filter (Fir) low pass: 1000-900-800-700-600-500-400-300-200-
100-50 Hz
- Digital Filter (Fir) high pass: 0-25-50-75-100-125-150-175-200-225-250
Hz
- Frequency response: 7-950 Hz, filter at 950 Hz
- Dynamic range: 93 dB
- Noise: 0,66 uV rms, gain = 55 dB
- Crosstalk: 52 dB, gain = 55 dB
- Power: 12 V

Il geofono è di tipo tridimensionale a cinque canali della SARA


ELECTRONIC INSTRUMENTS.

Pagina 4 di 10
Via delle Magnolie, 3 – 02100 Rieti – cell. 3471799485, fax 0746/294822
alessandroscappa@tiscali.it
Rapporto di prova indagine geofisica Down-Hole presso un
lotto presso un lotto ubicato in località Il Quartaccio nell’area
industriale di Colleferro (RM).

Energizzazione per la produzione delle onde di compressione (onde P)


Le onde P sono state generate con una massa battente (martello di 8 kg) su di una
piastra di alluminio. L’energizzazione è avvenuta ad una distanza di 2,0 m dal foro in
modo da evitare disturbi quali le onde di tubo.

Energizzazione per la produzione di onde S


Le onde S sono state generate battendo lateralmente la massa su un asse in legno
zavorrato eseguendo battute destre e sinistre (SX ed SY).

Tempo zero
Il segnale di inizio registrazione è inviato allo strumento da uno shock – sensor
(hammer switch) posto sul martello (trigger).

Fase di interpretazione
Si è proceduto all’individuazione dei primi arrivi delle onde sulle tracce sismiche
che hanno permesso di ricavare le dromocrone relative alla prova down – hole.

L’elaborazione è stata effettuata con un software dedicato InterSism della


GeoandSoft che consente di analizzare dati sismici (common-shot gathers acquisiti in
campagna) in modo tale da poter ricavare il profilo verticale delle onde P e onde S.

1.3 Interpretazione delle velocità delle onde P ed S


Le interpretazioni delle velocità P ed S sono state eseguite per intervalli
caratterizzati da proprietà geomeccaniche significative. Sono stati considerati, inoltre,
gli stessi spessori per le onde P ed S.

1.3.1 Moduli elastici dinamici


Il coefficiente di Poisson (ν), i moduli di Young (Ed), di taglio dinamico (Gd), di
compressibilità dinamica (Kd), vengono riportati per i singoli intervalli interpretati sulle
dromocrone.
Sono dedotti dai valori delle velocità delle onde Vp ed Vs e della densità con le
seguenti formule.

Pagina 5 di 10
Via delle Magnolie, 3 – 02100 Rieti – cell. 3471799485, fax 0746/294822
alessandroscappa@tiscali.it
Rapporto di prova indagine geofisica Down-Hole presso un
lotto presso un lotto ubicato in località Il Quartaccio nell’area
industriale di Colleferro (RM).

2
⎛ Vp ⎞
Ponendo r = ⎜ ⎟
⎝ Vs ⎠
si ha:

Rapporto (coefficiente) di Poisson dinamico:

ν=
r-2
[−]
2r - 1

Modulo di taglio dinamico (Shear):


ρ
Gd = Vs2 [kPa]
1000
Dove:
ρ = (densità) è adimensionata e viene espressa come rapporto tra la massa del
materiale e la massa di un uguale volume di acqua.
La densità va divisa per 1000 se viene introdotto nel programma il valore della
massa volumica (dato dal rapporto tra la massa del materiale ed il suo volume) in
kg/mc.

Modulo di Young dinamico:


E d = 2Gd (1 + ν )[kPa ]

Modulo di compressibilità dinamica (Bulk):

Kd =
Ed
[kPa]
3(1 - 2ν )

1.4 Dati iniziali

Offset scoppio Numero di ricezioni Interdistanza


(m) (m)
2 30 1

Pagina 6 di 10
Via delle Magnolie, 3 – 02100 Rieti – cell. 3471799485, fax 0746/294822
alessandroscappa@tiscali.it
Rapporto di prova indagine geofisica Down-Hole presso un
lotto presso un lotto ubicato in località Il Quartaccio nell’area
industriale di Colleferro (RM).

2 Risultati indagine geofisica Down-Hole DH


Si riportano di seguito i risultati della prova geofisica Down-Hole DH eseguita
(fig.3).

Fig.3: indagine geofisica Down-Hole.

Le indagini sono consistite nell’esecuzione di n.1 prova di sismica a rifrazione


con la metodologia Down-Hole denominata prova DH, eseguita nel foro di sondaggio
S1DH spinto fino a profondità di -30m dal p.c..

In allegato si riportano per la prova sismica: i sismogrammi dei primi arrivi delle
onde P, onde VSx e onde VSy, le dromocrone e le sezioni geo-sismiche.

COORDINATE PROVA GEOFISICA= lat. 41,763820°; long. 13,008390° (WGS84)


DISTANZA DELLO SPARO DA BOCCA FORO = 2.00 [m]

Pagina 7 di 10
Via delle Magnolie, 3 – 02100 Rieti – cell. 3471799485, fax 0746/294822
alessandroscappa@tiscali.it
Rapporto di prova indagine geofisica Down-Hole presso un
lotto presso un lotto ubicato in località Il Quartaccio nell’area
industriale di Colleferro (RM).

PRIMI ARRIVI

N° Geof. Profondità Onde P Onde S Onde S Onde P Onde S Onde S


[m] [ms] (X) [ms] (Y) [ms] (corretti) (X) (Y)
[ms] (corretti) (corretti)
[ms] [ms]
1 1.00 9.50 26.50 26.50 4.25 11.85 11.85
2 2.00 9.75 30.00 28.75 6.89 21.21 20.33
3 3.00 10.50 34.00 34.25 8.74 28.29 28.50
4 4.00 11.00 37.25 37.25 9.84 33.32 33.32
5 5.00 11.50 38.75 39.25 10.68 35.98 36.44
6 6.00 12.50 40.75 39.75 11.86 38.66 37.71
7 7.00 13.50 42.75 41.75 12.98 41.11 40.14
8 8.00 14.75 44.50 43.25 14.31 43.17 41.96
9 9.00 15.25 46.25 47.00 14.89 45.15 45.88
10 10.00 15.75 49.00 49.00 15.44 48.05 48.05
11 11.00 16.50 51.25 51.25 16.23 50.42 50.42
12 12.00 16.75 52.50 54.25 16.52 51.79 53.51
13 13.00 17.50 54.25 55.00 17.30 53.62 54.36
14 14.00 18.00 56.50 56.75 17.82 55.93 56.18
15 15.00 18.98 57.50 57.75 18.81 57.00 57.24
16 16.00 19.65 60.25 58.50 19.50 59.78 58.05
17 17.00 20.25 61.75 59.25 20.11 61.33 58.84
18 18.00 20.75 63.00 60.50 20.62 62.61 60.13
19 19.00 21.25 64.25 64.00 21.13 63.90 63.65
20 20.00 21.75 66.00 65.75 21.64 65.67 65.42
21 21.00 22.68 67.50 67.04 22.58 67.20 66.74
22 22.00 23.25 69.50 69.00 23.15 69.21 68.72
23 23.00 24.00 70.50 70.00 23.91 70.23 69.74
24 24.00 24.75 72.50 70.75 24.66 72.25 70.51
25 25.00 25.00 74.50 73.52 24.92 74.26 73.28
26 26.00 25.75 75.75 76.23 25.67 75.53 76.01
27 27.00 26.38 78.25 78.11 26.31 78.04 77.90
28 28.00 26.75 83.18 82.29 26.68 82.97 82.08
29 29.00 27.50 84.23 84.38 27.43 84.03 84.18
30 30.00 28.00 86.73 86.88 27.94 86.54 86.69

L’elaborazione dei dati restituisce un modello sismo-stratigrafico definito da tre


sismostrati a partire dal piano campagna:

Pagina 8 di 10
Via delle Magnolie, 3 – 02100 Rieti – cell. 3471799485, fax 0746/294822
alessandroscappa@tiscali.it
Rapporto di prova indagine geofisica Down-Hole presso un
lotto presso un lotto ubicato in località Il Quartaccio nell’area
industriale di Colleferro (RM).

Descrizione Profondità
(-) (m)

Sismo-strato 1 2-3
Sismo-strato 2 9-13
Sismo-strato 3 30
Di seguito si riportano i valori caratteristici ottenuti con la prova geofisica Down-Hole:

VELOCITA' ONDE P

Strato Profondità [m] Velocità [m/s]


1 2 276
2 13 854
3 30 1585

PARAMETRI ONDE SX

Strato Profondità [m] Velocità [m/s] Poisson [-] Shear [kPa] Young [kPa] Bulk [kPa]
1 3 100 0.39 17000.0 47259.0 71604.0
2 9 372 0.34 249091.0 667563.0 695378.0
3 30 545 0.40 564347.0 1580171.0 2633618.0

PARAMETRI ONDE SY

Strato Profondità [m] Velocità [m/s] Poisson [-] Shear [kPa] Young [kPa] Bulk [kPa]
1 3 101 0.39 17341.0 48207.0 73040.0
2 10 387 0.32 269584.0 711701.0 658982.0
3 30 558 0.40 591591.0 1656454.0 2760756.0

VELOCITA' MEDIE VSeq=Vs30


VS30
Geofono
[m/s]*
orizzontale Sx 354.4

orizzontale Sy 358.7
*Dal boccaforo

Pagina 9 di 10
Via delle Magnolie, 3 – 02100 Rieti – cell. 3471799485, fax 0746/294822
alessandroscappa@tiscali.it
Rapporto di prova indagine geofisica Down-Hole presso un
lotto presso un lotto ubicato in località Il Quartaccio nell’area
industriale di Colleferro (RM).

3 CONSIDERAZIONI CONCLUSIVE
In ottemperanza al D.M. 17/01/2018 è stata svolta una indagine geofisica in foro
di tipo Down-Hole presso un lotto situato nell’area industriale di Colleferro (RM).
Il bedrock sismico (Vs>800m/s) non è stato intercettato con la prova geofisica nei
primi 30m.
Il risultato dell'indagine definisce per il sito in esame, a partire dal piano
campagna, una categoria di sottosuolo Ss di tipo C.

Rieti, Giugno 2018

Studio di Geologia
dott.geol. Alessandro Scappa

Pagina 10 di 10
Via delle Magnolie, 3 – 02100 Rieti – cell. 3471799485, fax 0746/294822
alessandroscappa@tiscali.it
Sezioni verticali
Dromocrona onde P P Sx Sy
0 m

0 m
Poisson = 0.39 [-] Poisson = 0.39 [-]
Shear = 17000 [kPa] Shear = 17341 [kPa]
Young = 47260 [kPa] Young = 48207 [kPa]
Bulk = 71606 [kPa] Bulk = 73040 [kPa]

Poisson = 0.34 [-] Poisson = 0.32 [-]


Shear = 249091 [kPa] Shear = 269584 [kPa]
Young = 667563 [kPa] Young = 711701 [kPa]
Bulk = 695378 [kPa] Bulk = 658982 [kPa]
5

5
Poisson = 0.4 [-]
Shear = 564347 [kPa]
10

10
Young = 1580171 [kPa]
Bulk = 2633618 [kPa] Poisson = 0.4 [-]
Shear = 591591 [kPa]
Young = 1656454 [kPa]
Bulk = 2760756 [kPa]
15

15
20

20
25

25
30

30

0 0.005 0.01 0.015 0.02 0.025 s

P 276 m/s P 854 m/s P 1585 m/s Vs30


Sx 100 m/s Sx 372 m/s Sx 545 m/s 354.4 m/s
Sy 101 m/s Sy 387 m/s Sy 558 m/s 358.7 m/s

www.geoandsoft.com
Sezioni verticali
Dromocrona onde Sx P Sx Sy
0 m

0 m
Poisson = 0.39 [-] Poisson = 0.39 [-]
Shear = 17000 [kPa] Shear = 17341 [kPa]
Young = 47260 [kPa] Young = 48207 [kPa]
Bulk = 71606 [kPa] Bulk = 73040 [kPa]

Poisson = 0.34 [-] Poisson = 0.32 [-]


Shear = 249091 [kPa] Shear = 269584 [kPa]
Young = 667563 [kPa] Young = 711701 [kPa]
Bulk = 695378 [kPa] Bulk = 658982 [kPa]
5

5
Poisson = 0.4 [-]
Shear = 564347 [kPa]
10

10
Young = 1580171 [kPa]
Bulk = 2633618 [kPa] Poisson = 0.4 [-]
Shear = 591591 [kPa]
Young = 1656454 [kPa]
Bulk = 2760756 [kPa]
15

15
20

20
25

25
30

30

0 0.01 0.02 0.03 0.04 0.05 0.06 0.07 0.08 s

P 276 m/s P 854 m/s P 1585 m/s Vs30


Sx 100 m/s Sx 372 m/s Sx 545 m/s 354.4 m/s
Sy 101 m/s Sy 387 m/s Sy 558 m/s 358.7 m/s

www.geoandsoft.com
Sezioni verticali
Dromocrona onde Sy P Sx Sy
0 m

0 m
Poisson = 0.39 [-] Poisson = 0.39 [-]
Shear = 17000 [kPa] Shear = 17341 [kPa]
Young = 47260 [kPa] Young = 48207 [kPa]
Bulk = 71606 [kPa] Bulk = 73040 [kPa]

Poisson = 0.34 [-] Poisson = 0.32 [-]


Shear = 249091 [kPa] Shear = 269584 [kPa]
Young = 667563 [kPa] Young = 711701 [kPa]
Bulk = 695378 [kPa] Bulk = 658982 [kPa]
5

5
Poisson = 0.4 [-]
Shear = 564347 [kPa]
10

10
Young = 1580171 [kPa]
Bulk = 2633618 [kPa] Poisson = 0.4 [-]
Shear = 591591 [kPa]
Young = 1656454 [kPa]
Bulk = 2760756 [kPa]
15

15
20

20
25

25
30

30

0 0.01 0.02 0.03 0.04 0.05 0.06 0.07 0.08 s

P 276 m/s P 854 m/s P 1585 m/s Vs30


Sx 100 m/s Sx 372 m/s Sx 545 m/s 354.4 m/s
Sy 101 m/s Sy 387 m/s Sy 558 m/s 358.7 m/s

www.geoandsoft.com
Geofoni verticali (onde P)
10.50
11.00
11.50
12.50
13.50
14.75
15.25
15.75
16.50
16.75
17.50
18.00
18.98
19.65
20.25
20.75
21.25
21.75
22.68
23.25
24.00
24.75
25.00
25.75
26.38
26.75
27.50
28.00
9.50
9.75

(ms)
10
20
30
40
50
60
70
80
90
100
110
120
130
140
150
160
170
180
190
200
210
220
230
240
250
260
270
280
290
300
310
320
330
340
350
360
370
380
390
400
410
420
430
440
450
460
470
480
490
500
510
G1 G2 G3 G4 G5 G6 G7 G8 G9 G10G11G12G13G14G15G16G17G18G19G20G21G22G23G24G25G26G27G28G29G30

www.geoandsoft.com
Geofoni orizzontali (onde Sx)
26.50
30.00
34.00
37.25
38.75
40.75
42.75
44.50
46.25
49.00
51.25
52.50
54.25
56.50
57.50
60.25
61.75
63.00
64.25
66.00
67.50
69.50
70.50
72.50
74.50
75.75
78.25
83.18
84.23
86.73
(ms)
10
20
30
40
50
60
70
80
90
100
110
120
130
140
150
160
170
180
190
200
210
220
230
240
250
260
270
280
290
300
310
320
330
340
350
360
370
380
390
400
410
420
430
440
450
460
470
480
490
500
510
G1 G2 G3 G4 G5 G6 G7 G8 G9 G10G11G12G13G14G15G16G17G18G19G20G21G22G23G24G25G26G27G28G29G30

www.geoandsoft.com
Geofoni orizzontali (onde Sy)
26.50
28.75
34.25
37.25
39.25
39.75
41.75
43.25
47.00
49.00
51.25
54.25
55.00
56.75
57.75
58.50
59.25
60.50
64.00
65.75
67.04
69.00
70.00
70.75
73.52
76.23
78.11
82.29
84.38
86.88
(ms)
10
20
30
40
50
60
70
80
90
100
110
120
130
140
150
160
170
180
190
200
210
220
230
240
250
260
270
280
290
300
310
320
330
340
350
360
370
380
390
400
410
420
430
440
450
460
470
480
490
500
510
G1 G2 G3 G4 G5 G6 G7 G8 G9 G10G11G12G13G14G15G16G17G18G19G20G21G22G23G24G25G26G27G28G29G30

www.geoandsoft.com
ANALISI SISMICA DOWN-HOLE COLLEFERRO

DISTANZA DELLO SPARO DA BOCCA FORO

Distanza = 2.00 [m]

PRIMI ARRIVI

N° Geof. Profondità Onde P Onde S Onde S Onde P Onde S Onde S


[m] [ms] (X) [ms] (Y) [ms] (corretti) (X) (Y)
[ms] (corretti) (corretti)
[ms] [ms]
1 1.00 9.50 26.50 26.50 4.25 11.85 11.85
2 2.00 9.75 30.00 28.75 6.89 21.21 20.33
3 3.00 10.50 34.00 34.25 8.74 28.29 28.50
4 4.00 11.00 37.25 37.25 9.84 33.32 33.32
5 5.00 11.50 38.75 39.25 10.68 35.98 36.44
6 6.00 12.50 40.75 39.75 11.86 38.66 37.71
7 7.00 13.50 42.75 41.75 12.98 41.11 40.14
8 8.00 14.75 44.50 43.25 14.31 43.17 41.96
9 9.00 15.25 46.25 47.00 14.89 45.15 45.88
10 10.00 15.75 49.00 49.00 15.44 48.05 48.05
11 11.00 16.50 51.25 51.25 16.23 50.42 50.42
12 12.00 16.75 52.50 54.25 16.52 51.79 53.51
13 13.00 17.50 54.25 55.00 17.30 53.62 54.36
14 14.00 18.00 56.50 56.75 17.82 55.93 56.18
15 15.00 18.98 57.50 57.75 18.81 57.00 57.24
16 16.00 19.65 60.25 58.50 19.50 59.78 58.05
17 17.00 20.25 61.75 59.25 20.11 61.33 58.84
18 18.00 20.75 63.00 60.50 20.62 62.61 60.13
19 19.00 21.25 64.25 64.00 21.13 63.90 63.65
20 20.00 21.75 66.00 65.75 21.64 65.67 65.42
21 21.00 22.68 67.50 67.04 22.58 67.20 66.74
22 22.00 23.25 69.50 69.00 23.15 69.21 68.72
23 23.00 24.00 70.50 70.00 23.91 70.23 69.74
24 24.00 24.75 72.50 70.75 24.66 72.25 70.51
25 25.00 25.00 74.50 73.52 24.92 74.26 73.28
26 26.00 25.75 75.75 76.23 25.67 75.53 76.01
27 27.00 26.38 78.25 78.11 26.31 78.04 77.90
28 28.00 26.75 83.18 82.29 26.68 82.97 82.08
29 29.00 27.50 84.23 84.38 27.43 84.03 84.18
30 30.00 28.00 86.73 86.88 27.94 86.54 86.69

VELOCITA' ONDE P

Strato Profondità [m] Velocità [m/s]


1 2 276
2 8 854
3 30 1585

PARAMETRI ONDE SX

Strato Profondità [m] Velocità [m/s] Poisson [-] Shear [kPa] Young [kPa] Bulk [kPa]
1 3 100 0.39 17000.0 47259.0 71604.0
2 9 372 0.34 249091.0 667563.0 695378.0
3 30 545 0.40 564347.0 1580171.0 2633618.0

PARAMETRI ONDE SY

Strato Profondità [m] Velocità [m/s] Poisson [-] Shear [kPa] Young [kPa] Bulk [kPa]
1 3 101 0.39 17341.0 48207.0 73040.0
2 10 387 0.32 269584.0 711701.0 658982.0
3 30 558 0.40 591591.0 1656454.0 2760756.0

VELOCITA' MEDIE VS30

Geofono VS30 [m/s]


orizzontale Sx 354.4
orizzontale Sy 358.7
Via E. Fermi, 113 – Trevozzo Servizi Geologici
29010 Alta Val Tidone (PC)
Tel.: 348 510 7263 Servizi Geotecnici
geotestsrl@hotmail.it
Servizi Geofisici

Allegato 5

Certificati di
Laboratorio Geotecnico
Via E. Fermi, 113 – Trevozzo Servizi Geologici
29010 Alta Val Tidone (PC)
Tel.: 348 510 7263 Servizi Geotecnici
geotestsrl@hotmail.it
Servizi Geofisici

Allegato 6

Documentazione Fotografica delle


Indagini Effettuate
Servizi Geologici - Geotecnici - Geofisici - Ambientali

Prova Penetrometrica Dinamica P.1

Prova Penetrometrica Dinamica P.2


Servizi Geologici - Geotecnici - Geofisici - Ambientali

Prova Penetrometrica Dinamica P.3

Prova Penetrometrica Dinamica P.4


Servizi Geologici - Geotecnici - Geofisici - Ambientali

Prova Penetrometrica Dinamica P.5

Prova Penetrometrica Dinamica P.6


Servizi Geologici - Geotecnici - Geofisici - Ambientali

Prova Penetrometrica Dinamica P.7

Prova Penetrometrica Dinamica P.8 Prova Penetrometrica Dinamica P.9