Sei sulla pagina 1di 2

Un esame di laboratorio

A cura di Aurelio Larocca

Gli elettroliti

li elettroliti sono delle sostanze aventi capacità Aumento dei valori di Sodio nel sangue
di dissociarsi in ioni assumendo carica elettrica (ipernatriemia) si verifica:
positiva (cationi) o negativa (anioni). · nelle malattie che comportano aumento di produzione
Gli elettroliti presenti nell’organismo sono di ormoni mineraloattivi dalle capsule surrenali (morbo di
indispensabili affinché tutte le cellule possano mantenere Cushing);
l’equilibrio idro elettrico: quella condizione, cioè, che · gozzo acuto;
permette loro di svolgere le proprie funzioni in maniera · in corso di glomerulonefrite acuta diffusa per diminuita
ottimale. escrezione del sodio con le urine.
Infatti, l’aumento o la diminuzione degli elettroliti nel
plasma sanguigno provocano alterazioni più o meno gravi. Potassio
I più importanti e noti elettroliti dell’organismo umano
sono: il Sodio, il Potassio, il Calcio, il Magnesio, il Fosforo. Nell’organismo umano il potassio è presente in massima
parte nel liquido intracellulare ove svolge le sue funzioni.
Sodio Viene assimilato con la dieta essendo presente in tutti i
vegetali (eccetto il riso); il suo assorbimento avviene
E' uno dei minerali più diffusi e più importanti nell’intestino e la sua eliminazione avviene con le urine, il
dell’organismo; interviene nel controllo della quantità di sudore, la saliva.
liquidi presenti nell’organismo; in massima parte è contenuto E’ essenziale la sua presenza per il mantenimento
nello spazio intercellulare (fuori dalle cellule). dell’equilibrio dell’acqua e dei Sali mell’organismo; partecipa
Viene assimilato con il cloruro di sodio (il comune sale alla attività muscolare ed alla trasmissione degli impulsi
da cucina) che viene utilizzato per salare alcuni alimenti o nervosi; attraverso la membrana delle cellule attiva le
per dare sapore alle varie preparazioni culinarie. funzioni di scambio con il sodio; partecipa ad alcune attività
I valori normali del sodio nel sangue oscillano tra i 320 enzimatiche.
e 340 mg%.
Il suo livello nel sangue è mantenuto dalla funzione Diminuzione dei valori di potassio nel sangue
renale che lo elimina se è in eccesso, lo riassorbe quando (ipokaliemia) può verificarsi:
tende a diminuire. Questa attività, a sua volta, è regolata da · fisiologicamente per ingestione di gran quantità di
un ormone, l’aldosterone, stimolato dall’angiotensina. liquidi; per assunzione di alcuni diuretici; per ingestione di
Quando questo delicato meccanismo si inceppa, si verificano cibi ricchi di sodio;
variazioni della pressione arteriosa · in conseguenza di malattia caratterizzate dalla
maggiore produzione di ormoni delle capsule surrenali
Diminuzione dei valori del sodio nel sangue o alla somministrazione terapeutica di detti ormoni:
(iponatriemia) si verifica: morbo di Cushing, dopo lunghi trattamenti con cortisone
· nella insufficienza della attività ormonale delle capsule o ACTH, adenomi surrenalici con aumentata increzione
surrenali (piccoli organi a forma di cappello di frigia sistemati ormonale;
sul polo superiore dei reni); · in alcune malattie dell’apparato digerente: gastroenteriti
· nel digiuno prolungato e nella diuresi profusa (a causa acute; vomito continuo; diarrea profusa; colite ulcerosa;
di diuretici, insufficienza renale che ne impedisce il colera; fistole biliari o intestinali;
riassorbimento); · malattie metaboliche: coma diabetico dopo energico
· nella diarrea profusa o nella sudorazione abbondante; trattamento insulinico; sindromi ipoglicemiche
· nel diabete insipido; (abbassamento persistente dello zucchero nel sangue);
· altre cause meno frequenti. · numerose condizioni di minore frequenza.

pugliasalute - quattro - luglio • agosto 2004


Aumento dei valori del potassio nel sangue
(iperkalemia) può verificarsi: Fosforo
· fisiologicamente in corso di affaticamento muscolare
in seguito ad improvvise mozioni per scariche di adrenalina Nell’organismo può trovarsi come componente di
che libera il potassio dalle cellule per eccessiva ingestione; composti organici (fosfolipidi, zuccheri fosforilati,
· per malattie endocrine: insufficienza surrenalica; componente fosforico degli acidi nucleici: DNA – RNA)
· in corso di nefropatie acute o croniche, di insufficienza o di composti inorganici (fosfati di sodio e di calcio).
renale; Il fosforo viene introdotto nell’organismo con la dieta
· nell’epilessia (subito dopo la crisi convulsiva) e nel (carne, formaggi, alcune verdure), il suo assorbimento viene
tetano per la liberazione del potassio dalle cellule muscolari regolato dalla vitamina D e la sua eliminazione avviene con
contrattesi durante le crisi; le urine.
· in caso di gravi traumatismi che liberano il potassio I fosfati, insieme al calcio sono presenti quali principali
dai tessuti lesi e lo riversano nel plasma. componenti delle ossa e la loro presenza è essenziale per
la integrità delle membrane cellulari e per la conservazione
Calcio della energia nelle cellule.
I valori normali del fosforo totale nel sangue oscillano
Nell’organismo il calcio si trova concentrato in gran tra 8 e 18 mg % nell’adulto.
quantità nelle ossa, nei denti, nelle unghie. Il calcio viene
introdotto con il latte e suoi derivati (formaggi, latticini) e La diminuzione del fosforo nel sangue si verifica:
con alcune verdure (cavolfiori, · in alcune disfunzioni
spinaci) ed il suo assorbimento endocrine: aumento funzionale
intestinale viene regolato dalla delle paratiroidi; nell’insufficienza
vitamina D e la sua presenza in pancreatica; nella aumentata
circolo, dall’ormone prodotto dalle produzione di insulina;
paratiroidi (4 piccole ghiandole a nell’ipotiroidismo.
secrezione interna situate due per L’aumento si può riscontrare:
lato ai lobi della tiroide). · in alcune malattie endocrine
La presenza del calcio è come l’acromegalia (aumento
indispensabile per la contrazione dei patologico delle estremità: mani,
muscoli sia striati (muscoli che si piedi, zigomi); morbo di Addison
contraggono per volontà del (conseguente alla insufficienza
soggetto) che involontari (che si funzionale delle capsule surrenali);
contraggono indipendentemente · nell’insufficienza renale
dalla volontà del soggetto (ad cronica;
esempio i muscoli dell’intestino o · nei tumori ossei;
delle arterie). · nelle fratture;
I valori normali del calcio nel · nelle ustioni estese.
sangue oscillano tra 9 e 11 mg %.
Magnesio
Si parla di ipocalcemia quando
detti valori scendono al di sotto di Svolge azione depressiva sui
8 mg % e ciò si verifica: centri nervosi; la sua presenza è
· in caso di malattie del tubo necessaria per l’attivazione di
digerente con alterato assorbimento intestinale del calcio alcuni enzimi. Gli organi più ricchi di magnesio sono le
introdotto con la dieta: dissenteria con diarrea profusa, ossa, il sistema nervoso, i muscoli. Il Magnesio svolge le
morbo celiaco, infestazione da ameba; sue funzioni in sintonia con l’attività di altri elettroliti:
· nell’insufficienza pancreatica che, alterando potassio, calcio, sodio.
l’assorbimento dei grassi, compromette anche l’assorbimento Nell’organismo viene introdotto con la dieta (cereali,
del calcio; legumi, noci) ed il suo assorbimento è regolato dalla vitamina
· nelle malattie del rene (nefrite, nefrosi, uremia); D.
· in alcune malattie infettive (broncopolmonite, tbc I valori normali del magnesio nel sangue oscillano tra
polmonare); 2 e 4 mg %.
· nell’insufficienza epatica; La diminuzione del magnesio nel sangue provoca
· in alcuni avvelenamenti (fosforo, piombo); confusione mentale, tremore, convulsioni, aritmie cardiache
· nella insufficienza funzionale delle paratiroidi. e può verificarsi in seguito a cattivo assorbimento intestinale
Si parla di ipercalcemia quando i valori del calcio nel o all’uso massivo e prolungato di diuretici.
sangue superano i 12 mg %; ciò avviene: L’ aumento del magnesio in circolo può determinare
· nel corso di alcune malattie endocrine: ipersurrenalismo, astenia (difficoltà a compiere movimenti muscolari e difetto
ipertiroidismo, insufficienza ovarica, menopausa; di concentrazione mentale), paralisi muscolari, ipotensione
· in caso di eccessiva mobilizzazione del calcio dall’osso: arteriosa, rallentamento del ritmo cardiaco fino all’arresto
tumori primitivi dell’osso, metastasi ossee, osteoartrosi cardiocircolatorio, insufficienza respiratoria.
deformanti; osteoporosi, mieloma (tumore maligno del Aumento della magnesiemia si può riscontrare
midollo osseo). nell’ipotiroidismo ed in corso di insufficienza renale.

pugliasalute - cinque - luglio • agosto 2004