Sei sulla pagina 1di 53

Spalla

Gomito

Polso
EPICONDILITE
RAPPRESENTA LA CAUSA PIU’
FREQUENTE DI DOLORE AL GOMITO
ALTA INCIDENZA
SPICCATA TENDENZA A RECIDIVARE
¾ EPICONDILITE

• Sindrome dolorosa localizzata


all'epicondilo conseguente a
un singolo trauma, o, più
frequentemente, una serie
ripetuta di micro-traumi
• Tendinite è un processo
infiammatorio
• Epicondilite è associata a
degenerazione con presenza
di fibroblasti e formazione di
tessuto di granulazione in
assenza di flogosi
• Laterale (gomito del tennista)
• Mediale (gomito del golfista)
“Tennis elbow”

Movimenti ripetitivi di
prono-supinazione
dell’avambraccio con il
gomito quasi
completamente esteso

Il processo patologico
coinvolge l’inserzione
dell’estensore radiale
breve e/o lungo del carpo
• “Golfer’s Elbow”
– Dolore sul versante
mediale del gomito
in corrispondenza
dell’origine del
flessore radiale del
carpo e pronatore
rotondo.
¾ Epicondilite

Esame obiettivo
• Dolorabilità localizzata
all’origine comune degli
estensori, 1 cm
distalmente all’epicondilo
laterale (segno di Tinel)

• Mills (pronazione dell’avambraccio


a gomito esteso e polso flesso)

• Dolore all’estensione contrastata


del III dito
• Cozen ( flessione palmare del
polso contro resistenza)
¾ Epicondilite

• Trattamento
– Fase acuta: FANS,crioterapia, interrompere l'attività
sportiva ed evitare quei movimenti giornalieri che
coinvolgono i muscoli dell'avambraccio,tutore per gomito
da tennis
– Fisioterapia, soprattutto laserterapia
– Mesoterapia che grazie ad una maggiore concentrazione
locale di farmaco, riduce il dolore e l'infiammazione
evitando gli effetti secondari indesiderabili dei FANS.
– Esercizi di stretching e rinforzo muscolare
dell’avambraccio
– Infiltrazioni di corticosteroidi
– Trattamento chirurgico
EPICONDILITE

TRATTAMENTO CHIRURGICO

CIELO APERTO (HOHMANN, 1946)

ARTROSCOPIA (TSENG, 1994)

RADIOFREQUENZE (TASTO, 1999)


EPICONDILITE

LA LETTERATURA INTERNAZIONALE
E’ CONCORDE NEL RITENERE
ELETTIVO, PER QUESTA PATOLOGIA,
IL TRATTAMENTO CONSERVATIVO,
RISERVANDO QUELLO CHIRURGICO
AI CASI RIBELLI CHE INCIDONO IN
UNA PERCENTUALE TRA IL 5 E L’ 8%
¾ SINDROME DEL TUNNEL CUBITALE

Sindrome da compressione del nervo ulnare al gomito

É la neuropatia da compressione più


frequente dopo la STC

Eziologia
• idiopatica
• sublussazione/lussazione n. ulnare
• Cisti sinoviali
• Osteoartrosi e AR
• Fratture dell’epitroclea
• Deformità angolari (cubito valgo)
• Cause iatrogene (es. trasposizioni
sottocutanee)
SINDROME CANALICOLARE:
definizione

“…neuropatia periferica caratterizzata


dalla condizione anatomica di
scorrimento di un nervo all’ interno di
un tunnel il cui pavimento è quasi
sempre osseo e la volta rappresentata
da formazioni aponevrotiche o
muscolari…”

N.B.: Il tunnel è pertanto inestensibile e quindi un aumento del suo contenuto o


un alterazione delle sue pareti determina una diminuzione del volume al suo
interno e quindi la compressione del nervo.
• FASE IRRITATIVA
PARESTESIE, DISESTESIE, NO
DEFICIT MOTORI
(restitutio ad integrum)

• FASE DEFICITARIA
DEFICIT MOTORI + INIZIALE
ATROFIA
(lesioni parzialmente risovibili)

• FASE PARALITICA
DEFICIT MOTORI GRAVI +
ATROFIA SPICCATA
(lesioni irreversibili)
Nervo Ulnare
- decorre nel tunnel ulnare delimitato
dall’olecrano e dall’epicondilo portandosi medialmente nella
loggia anteriore dell’avambraccio assieme all’arteria ulnare.
¾ SINDROME DEL TUNNEL CUBITALE

FASE SENSITIVA
• Parestesie nel territorio d'innervazione della metà
ulnare del IV dito e il V dito, con ipoestesia termo-
dolorifica e tattile ingravescente.
• Dolore in sede epitrocleare e nel territorio di
innervazione dell’ulnare.
Segno di Tinel +: dolore alla palpazione e
percussione sul tunnel cubitale

FASE MOTORIA
• diminuzione della presa pollice indice (flessione
della 2 falange del pollice nel tentativo di
adduzione del 1 dito indebolito) Segno di Froment
• ipotrofia eminenza ipotenar
ipotrofia mm. mediali del’avambraccio
atrofia I spazio interosseo
deformità ad artiglio 4 e 5 dito
¾ SINDROME DEL TUNNEL CUBITALE

• Test della flessione del


gomito a 90° per 1 minuto
• Test combinato di flessione
e pressione per 1 minuto
• Segno della pinza o di
Froment
• Segno di Tinel
• Emg: velocità di conduzione
<50m/sec
¾ SINDROME DEL TUNNEL CUBITALE

Trattamento :
• Conservativo
– Riduzione/sospensione temporanea delle attività
manuali,
terapie fisiche locali (ionoforesi - ultrasuoni)
terapia medica locale (FANS, cortisonici)
tutore (30°-50°di flessione),
esercizi di stretching
• Chirurgico
– Decompressione semplice (sez leg.di Osborne)
(+ epicondilectomia),
decompressione con trasposizione sottocutanea
sottomuscolare
intramuscolare
¾ SINDROME DEL TUNNEL CUBITALE

• sottocutanea
• intramuscolare: consiste nel porre il
nervo in posizione sub-fasciale in una
doccia del muscolo flessore-pronatore. E'
una metodica semplice ma poco utilizzata
per il rischio di cicatrizazione tra il nervo ed
il muscolo.

• submuscolare: consiste
nell'adagiare il nervo, trasposto con i vasi,
dopo neurolisi esterna, al di sotto del
gruppo muscolare flessore-pronatore. E'
indicato quando ci sono alterazioni osse o
muscolari in cui il nervo è sottoposto a
trazione o compressione meccanica
durante attività sportive o manuali.
Spalla

Gomito

Polso
SINDROME DEL TUNNEL CARPALE
Sindrome conseguente a compressione del nervo mediano a livello
del canale del carpo che determina la comparsa di disturbi
sensitivi e motori nel corrispondente territorio di innervazione

Sintomatologia: formicolii, ⇓ sensibilità, pesantezza alle


dita, impaccio al movimento
TUNNEL CARPALE

• Condotto semirigido tra palmo e polso che serve al


passaggio del nervo mediano e di 9 tendini flessori
• Il pavimento e le pareti sono formati da un arco
concavo di ossa carpali
• Il tetto è costituito dal legamento trasverso del
carpo (struttura inelastica)
Compressione del nervo mediano nel canale
del carpo contro una struttura non elastica
(legamento trasverso)

Legamento trasverso

Nervo mediano
Pressione:
Pressione: 2,5
2,5 mm
mm Hg
Hg

STC
STC :: 32
32 mm
mm Hg
Hg !!!!
STC
STC :: 94-110 mm
94-110 mm Hg
Hg !!
!!
¾ SINDROME DEL TUNNEL CARPALE

Eziopatogenesi Teorie Causali

• Ipertrofia delle guaine • Ormonale


sinoviali dei tendini flessori
• Traumatica
• Esiti di fratture della
epifisi distale del radio • Vascolare

• Lussazioni del semilunare • Anossia tissutale

• Infiammatoria
Sintomi
Sintomi
Fase acuta
Parestesie
Parestesie ee ipoestesia
ipoestesia sul
sul 11°
° 22°
° 33°
° ee met
metàà radiale
radiale
del
del 44°
° dito
dito
Dolore
Dolore notturno
notturno che
che diminuisce
diminuisce col col movimento
movimento ee ilil
cambio
cambio di di posizione
posizione
Dolore
Dolore diurno
diurno che
che aumenta
aumenta con con ll’attività
’attività manuale
manuale
Sintomi
Sintomi
Fase cronica
Dolore
Dolore modesto
modesto
Assenza
Assenza didi sensibilit à sul
sensibilità sul11°
° 22°
° 33°
° 44°
° dito
dito
Diminuzione
Diminuzione della
della forza
forza di
di presa
presa degli oggetti Æ
degli oggetti Æ
paralisi
paralisi dell’opposizione
dell’opposizione
DIAGNOSI
• Test di Phalen
• Valutazione sensibilità
• Test opposizione
• Ipotrofia muscolare
• Elettromiografia
George S. Phalen
¾ SINDROME DEL TUNNEL CARPALE

• fase  irritativa  

Segno  di  Tinel
• fase  sensitivo  
‐ motoria

• fase  paralitica
Segno  di  Phalen
¾ SINDROME DEL TUNNEL CARPALE

Trattamento incruento
solo nelle fasi iniziali !!!

• riposo

• terapia farmacologica

• terapia fisica

• tutori
Trattamento chirurgico
Trattamento chirurgico

Strumentario
semplice
1 Localizzazione
dei reperi
2 Anestesia
locale
10 cc Lidocaina 2%
3 Incisione
Palmare Gracile

4 Incisione lig.
Trasverso carpo
cicatrice
“ economica “
¾ SINDROME DEL CANALE DI GUYON

Sindrome da compressione del nervo ulnare al polso

LIG.
PALMARE
CARPALE
¾ SINDROME DEL CANALE DI GUYON

Sintomi :

• dolore irradiato al V
e lato ulnare IV dito

• “ formicolio “ nel territorio dell’ ulnare

• deficit di forza dei mm. dell’ eminenza


ipothenar , degli interossei, del III e IV
lombricale, dell’adduttore del I dito
¾ SINDROME DEL CANALE DI GUYON
¾ SINDROME DEL CANALE DI GUYON

Compressioni gravi
“MANO BENEDICENTE”

MANO AD ARTIGLIO
INCOMPLETO
ANULARE & MIGNOLO

P1 iperestesa
P2 - P3 flesse
¾ TENOSINOVITE di DE QUERVAIN

• Infiammazione tendine
estensore breve del
pollice e
abduttore lungo del I°
raggio

• Tumefazione
I° Compartimento dorsale

• Test di Finkelstein
¾ TENOSINOVITE di DE QUERVAIN

RAMO SENSITIVO
NERVO RADIALE !
¾ TENOSINOVITE DEI FLESSORI DELLE DITA

Infiammazione dei
tendini dei flessori
delle dita della mano
(DITO A SCATTO)
¾ TENOSINOVITE DEI FLESSORI DELLE DITA

Classificazione

I Prescatto dolore, edema, movimenti


irregolari

II Attivo blocco correggibile


attivamente

III Passivo blocco correggibile


passivamente

IV Contrattura blocco in flessione non


correggibile
¾ TENOSINOVITE DEI FLESSORI DELLE DITA

Trattamento

• Terapia infiltrativa

• Tenolisi percutanea

• Tecnica a cielo
aperto
Grazie della
cortese attenzione