Sei sulla pagina 1di 5

HISTORY OF SCIENCE AND TECHNOLOGY

16 to 18 years SECTION EUROPEAN PUPILS MAGAZINE

PLUTO AND CHARON, PLUTONE E CARONTE,


BORDER OF THE SOLAR SYSTEM. CONFINE DEL SISTEMA SOLARE.
OR NOT? O NO?
Roberto Quartarone
Liceo Scientifico “Enrico Boggio Lera” - www.boggiolera.it
Via Vittorio Emanuele 346 – I-95124 Catania, Italy - boggiolera@interbusiness.it
robqua@email.it

After Neptune’s discovery in the Dopo la scoperta di Nettuno, gli


XIX century, astronomers began astronomi di fine Ottocento studiarono
studying all the available information approfonditamente tutti i dettagli che
about it. However, during these studies, lo riguardavano per poterne scoprire
they found some strange results: the orbit tutti i segreti. Attraverso questi studi,
of the eighth planet was under the molti scienziati arrivarono a delle
influence of another celestial body. An conclusioni inaspettate: l’orbita attorno
American scientist, Percival Lowell, al sole dell’ottavo pianeta risultava
began searching for this X-planet. He influenzata da un corpo celeste di una
founded Flagstaff observatory in Arizona certa dimensione, che non era tra quelli
and his staff studied the sky for many conosciuti. Uno studioso statunitense,
years, until 1930, when Clyde William Percival Lowell, iniziò così una
Tombaugh found it. This new planet was lunghissima ricerca per individuare
called Pluto in honour of the Latin God quel nono pianeta nascosto. Fondò
of hell because he lived at a far distance l’osservatorio Flagstaff in Arizona e
from the Sun. Lowell’s initials (PL) were la sua squadra osservò per anni il cielo,
also given as the planet’s initials. fin quando Clyde William Tombaugh
Unfortunately the planet was too far away to be nel 1930 riuscì a scovarlo. Il nuovo pianeta fu battezzato
studied accurately. The first datum given about Pluto Plutone, in onore del dio latino degli inferi, l’unico che
was the magnitude of 15. The visibility of a normal poteva abitare così distante dal Sole, e di Lowell: le
star can be seen with a magnitude of 6 on a clear night. sue iniziali (PL) sono anche le iniziali del nome del
Another problem was that the influence on Neptune pianeta.
could not be explained. Pluto’s mass wasn’t enough. Sfortunatamente la distanza non permise di
Astronomers continued to study it to find the problem. studiarlo approfonditamente con i mezzi dell’epoca. Il
Little by little, they discovered another of the planet’s primo dato che Tombaugh riuscì a calcolare fu la
characteristics. The orbit was very elliptic. The distance magnitudine: la 15 (invisibile ad occhio nudo, dato che
from the Sun changed between 4,4 (perielium, the con il cielo terso e lontano dalle luci della città si
nearest point) and 7,3 billion kilometres (aphelium, the possono vedere stelle fino alla magnitudine 6). Non si
farthest point) on Pluto’s orbit around the Sun which riuscì comunque a spiegarne interamente l’influenza
means that for twenty years, it draws nearer to the Sun sull’orbita di Nettuno: la massa del pianeta ipotizzata
than Neptune. The last time this occurred was between non era abbastanza grande. Si continuò a studiare,
1979 and 1999. Astronomers calculated the orbit and quindi, alla ricerca dell’esatta soluzione del problema.
they discovered that it was inclined on ecliptic of 17°. A poco a poco gli astronomi scoprirono un’altra
The axis was very inclined as well (57,5°). On the Earth particolarità del pianeta: l’orbita era molto più ellittica
it looked as if the North Pole had the same latitude as rispetto a quella degli altri pianeti. La distanza dal Sole
Milan. Other observers found an interest in this new infatti varia tra i 4,4 (perielio, punto più vicino) e i 7,3
planet and more data were collected within a short time. miliardi di chilometri (afelio, punto più lontano) e lo

28
HISTORY OF SCIENCE AND TECHNOLOGY

EUROPEAN PUPILS MAGAZINE

Gerard Kuiper porta, per un


tried to calculate periodo di circa
the diameter of vent’anni (l’ultimo
Pluto, but some tra il 1979 e il
s t r a n g e 1999) a ritrovarsi
phenomenon più vicino di
created many Nettuno. Venne
p r o b l e m s così disegnata
problems in the anche l’orbita,
results. inclinata rispetto
Ten years al piano
before the dell’eclittica di 17°.
perielium, in Anche l’asse del
1978, James pianeta risultò
Christy saw that molto inclinata:
in some pictures ben 57,5°, come se
taken from sulla Terra il polo
Washington nord si trovasse
Naval Observatory the planet looked like a pear while all’altezza di Milano. Altri osservatori iniziarono ad
in others it had a normal spherical form. The American interessarsi del nuovo pianeta e in breve tempo si
astronomer guessed that Pluto had a satellite. He was scoprirono sempre più dati. Gerard Kuiper iniziò gli
correct and Charon, the soul ferryman of hell, was studi per calcolarne il diametro, ma certi strani fenomeni
discovered. This discovery clarified many things facevano sballare ogni volta i risultati.
concerning the previous studies. The influence on Dieci anni prima del perielio, nel 1978, infatti,
Neptune’s orbit was explained and Pluto’s mass was James Christy notò che in alcune immagini scattate
calculated exactly at 0,0026 (Earth being the equivalent dall’Osservatorio Navale di Washington il pianeta aveva
of 1). un’insolita forma a pera, mentre in altre manteneva la
From 1985 to 1990 a new and different relationship normale forma circolare. L’astronomo statunitense
between Pluto and Charon was discovered. They attribuì l’anomalia all’esistenza di un satellite: così
function more like a system rather than planet and venne scoperto Caronte, dal nome del traghettatore
satellite. They are two celestial body which rotate on delle anime all’inferno. Questa scoperta rivoluzionò i
a single center of gravity. This states another risultati dei predecessori di Christy: l’influenza
characteristic of the ninth planet: the double is always sull’orbita di Nettuno fu quasi totalmente spiegata e la
stopped in the same point of his sky and show always massa di Plutone rispetto alla Terra fu calcolata a 0,0026.
the same face. During this same period many other Negli anni che vanno dal 1985 al 1990 si scoprì
discoveries were un’altra caratteristica del nono pianeta: il rapporto
revealed thanks to con Caronte non è quello pianeta-satellite, bensì
the perfect position di sistema; si tratta, cioè, di due corpi celesti che
of Earth in respect ruotano attorno ad uno stesso centro di gravità.
with the other Ciò fa assumere anche un’altra particolarità a
planets. Vision was Plutone: il suo compagno è sempre fermo nella
optimal. In fact, in stessa posizione e rivela sempre la stessa faccia
1988 Kuiper nel cielo plutoniano. Nello stesso periodo il sistema
A i r b o r n e rivelò molte altre caratteristiche, grazie alle continue
Observatory’s staff eclissi reciproche che Plutone e Caronte subivano
discovered that in seguito alla posizione rispetto alla Terra. Nel
Pluto had a light 1988, infatti, lo staff dell’osservatorio Kuiper
atmosphere of Airborne scoprì che Plutone possedeva una tenue

29
HISTORY OF SCIENCE AND TECHNOLOGY

EUROPEAN PUPILS MAGAZINE

nitrogen and methane. atmosfera di azoto e metano.


CHARON CARONTE
Other observations Altre osservazioni
produced new information fornirono dati molto importanti
about the surface. New riguardanti la superficie: nuove
advanced technologies (like tecniche molto avanzate (come
the spectral analysis of l’analisi spettrale della luce
reflected light coming from riflessa dai corpi celesti)
planets) helped to discover permisero di scoprire la
the composition of the two composizione di Plutone e
celestial bodies. Pluto has an Caronte.
irregular surface without a Il primo ha una superficie
defined landscape, caused irregolare e senza un paesaggio
by small consistence of ben definito, a causa dalla scarsa
methane, nitrogen and consistenza dei ghiacci di
carbon monoxide ices. metano, azoto e monossido di
Charon has a completely www.biochem.szote.u-szeged.hu/astrojan/pluto.htm carbonio. Il secondo ha una
iced surface, which becomes superficie interamente ghiacciata
as hard as stone at some di acqua, che a quella
degrees up to the absolute temperatura (pochi gradi sopra
zero (about -273°C) and PLUTO PLUTONE lo zero assoluto, cioè circa -
creates a rough landscape 273°C) è dura e consistente
full of cliffs and gorges. come roccia e forma paesaggi
Scientists are now con dirupi e scarpate. C’è anche
debating the colour of una disputa in corso su una
plutonian ground. There are particolare condizione della
white areas (good light superficie plutoniana: vi si
reflexing) and black areas trovano, infatti, zone che
(bad light reflexing). Maybe, riflettono bene la luce e zone
this colour difference is scure. Questa differenza di
caused by nitrogen colore può essere determinata
crystallization (some places o dalla cristallizzazione
being more or less dell’azoto (in alcune zone più
crystallized than others) or cristallizzato, in altre meno) o
by organic materials (like dalla presenza di materiale
methane or ammonia) which www.biochem.szote.u-szeged.hu/astrojan/pluto.htm organico (come ammoniaca e
don’t allow the light to metano), che non permetterebbe
reflect. il perfetto riflesso della luce.
Recently, other theories have been made about Recentemente, sono state avanzate anche le prime
the inner composition of the planet and the history of ipotesi sulla composizione interna e sulla storia del
the two celestial bodies. There are two main theories pianeta. Ci sono due teorie riguardo alla composizione
about Pluto. The first theory states that Pluto has an interna del pianeta: la prima parla di una crosta di 230
iced crust of 230 km with a silicate rock nucleus inside. km di ghiacci, con un nucleo di roccia di silicati; la
The second theory states the addition of an organic seconda di una crosta di 250 km di ghiacci seguite da
material layer. The history of the Pluto may have begun 100 km di materiale organico (ammoniaca e metano)
as a very big asteroid or Neptune’s satellite which e dal nucleo di roccia di silicati. La storia del pianeta,
stabilized its own orbit around the Sun. Later in time invece, dovrebbe essere questa: Plutone era un asteroide
there may have been a collision with another asteroid o un satellite di Nettuno molto grande, che si è
which chipped pieces from the giant asteroid and finally stabilizzato orbitando attorno al Sole; successivamente,

30
HISTORY OF SCIENCE AND TECHNOLOGY

EUROPEAN PUPILS MAGAZINE

a big boom brought those pieces Plutone ripreso dalla sonda Hubble la collisione con un corpo pari
and fragments to join together Pluto took by Hubble space-probe alla metà delle sue dimensioni
and form Charon. gli avrebbe fatto perdere una
Voyager and Pioneer grossa quantità di materiale che,
space-probes, which have compattandosi, avrebbe dato vita
visited all the planets outside a Caronte.
Earth’s orbit, are not capable of Le sonde Voyager e
going to Pluto so we haven’t Pioneer, che hanno visitato tutti
discovered the deepest i pianeti esterni alla Terra, non
mysteries of the Solar System. sono potute passare da Plutone,
Hubble space-probes are compromettendo la possibilità
working to give astronomers di conoscere gli ultimi pezzi del
more data through pictures puzzle che lo riguarda. La sonda
taken from outside the Earth’s Hubble invece sta lavorando per
atmosphere but without physical fornirci dei dati più sicuri
evidence, theories will remain attraverso le sue fotografie
theories. scattate dall’esterno
Many scientists are dell’atmosfera terrestre.
working to prepare missions in Sono però in preparazione
hopes to land on Pluto. From Il sistema Plutone - Caronte
delle missioni che dovrebbero
1991 to 2000, a team of Pluto - Charon system finalmente portare
scientists worked to build a all’avvicinamento del nono
space-probe which could travel pianeta. Dal 1991 al 2000 ha
to Pluto, Agreeing with NASA’s lavorato una squadra di scienziati
philosophy “faster, better, che aveva a disposizione
cheaper” they created the un’immensa quantità di
spacecraft with an enormous supertecnologie per mettere a
amount of advanced punto una sonda in grado di
technologies. The mission, esplorare il pianeta, secondo il
called “Pluto-Kuiper Express”, motto della NASA “più veloce,
was to leave in 1999, but was migliore, più economico”. La
cancelled after a delay in 2000. missione, denominata Pluto-
Another possible mission might Kuiper Express, doveva partire
be “New Horizons”, which is nel 1999, ma, dopo un primo
expected leave before the year rinvio al 2000, è stata del tutto
2020. cancellata. Un’altra possibile
However, the Solar missione è New Horizons (Nuovi
System does not end with Pluto Orizzonti), che dovrebbe partire
and Charon. As Kuiper guessed, entro il 2020.
in 1992 a huge asteroid belt was discovered. The first Comunque, il sistema solare non è finito qui.
celestial body discovered was “1992 QPI” (later called Come Kuiper aveva già ipotizzato, nel 1992 si è avuta
Smiley), discovered by David Jewitt and Jane Luu’s la conferma che oltre Plutone si estende una fascia
teams in Mauna Kea, Hawaii. The belt closest to Pluto amplissima di asteroidi. Il primo corpo catalogato è
was called Kuiper Band, while a farther band of comets stato 1992 QPI (poi chiamato Smiley), scoperto dalla
was called Oort Cloud. Up to now, hundred of celestial squadra di David Jewitt e Jane Luu a Mauna Kea,
bodies have been discovered and scientists believe that Hawaii. Questa fascia più vicina a Plutone è stata
millions more are still waiting to be discovered. chiamata Fascia di Kuiper, mentre una parte più lontana
The latest theory states that a Sun has a partner that di sole comete che avvolge interamente il sistema solare

31
HISTORY OF SCIENCE AND TECHNOLOGY

EUROPEAN PUPILS MAGAZINE

exists beyond Oort Cloud. This celestial body might Nube di Oort. Fino ad oggi sono stati scoperti almeno altri
be a star, called Nemesis. Scientists Davis, Piet cento corpi simili, ma si ritiene che ne esistano a milioni.
Hut and Richard Muller guess that the Sun is a Le più recenti teorie affermano che oltre a questi piccoli
double star and that it has a smaller twin which has corpi esisterebbe anche la “partner” del Sole. Questo astro
a revolution time of about a billion years. The twin, sarebbe addirittura una stella, chiamata Nemesi. Gli studiosi
Nemesis, might be a red dwarf of magnitude Davis, Piet Hut e Richard Muller ipotizzano che il Sole
between 7 and 12. It is not possible to find its exact sia una stella doppia, cioè abbia una gemella molto più
location yet, but the search has been limited to a piccola che gli ruota attorno con un periodo di rivoluzione
grid of about 3000 stars. Anyway, the theory has di poco meno di un miliardo di anni. La gemella, Nemesi
proved itself correct after many studies about mass appunto, sarebbe una stella nana rossa di magnitudine tra
la 7 e la 12. Ancora non si è riusciti a catalogarla con
extinctions of many living families (like the
esattezza, ma si è riusciti a restringere il campo a circa
dinosaurs). These extinctions occurred on a regular
3000 stelle. Comunque, la teoria è stata proposta dopo
basis, maybe caused by the movement of a big
vari studi sull’estinzione di massa di molte specie terrestri
celestial body inside the Oort Cloud which made (come i dinosauri): si è scoperto, infatti, che queste
the comets draw nearer to the Sun and take on an estinzioni avvenivano con una periodicità costante che
elliptical orbit (such as Halley’s comet). This theory forse era causata dal movimento di un corpo molto grande
was published in “Nature” in 1984, but it’s only a all’interno della Nube di Oort che induceva i corpi celesti
hypothesis. Nowadays, scientists are studying the ad avvicinarsi al sole e a compiere delle orbite molto
sky, looking for the last pieces to complete this ellittiche come quelle delle comete. La teoria venne
huge puzzle. pubblicata nel 1984 su Nature, ma si tratta solo di un’ipotesi,
tuttora i ricercatori stanno studiando il cielo in cerca degli
Bibliography ultimi tasselli per completare questo gigantesco puzzle.
1. Piero Bianucci and Walter Ferreri, Atlante
dell’universo, UTET, Torino 1997 Bibliografia
2. Piero Angela, Viaggio nella scienza, la 1. Piero Bianucci e Walter Ferreri, Atlante dell’Universo,
UTET, Torino 1997
Repubblica, Novara 1997
2. Piero Angela, Viaggio nella scienza, la Repubblica,
3. Nicholas Booth, Il Sistema Solare, De Agostini,
Novara 1997
Novara 1995
3. Nicholas Booth, Il Sistema Solare, De Agostini, Novara
4. Rossana Rossi, Scoprire i Pianeti, AMZ edizioni, 1995
Milano 1987 4. Rossana Rossi, Scoprire i Pianeti, AMZ edizioni, Milano
5. AA.VV., l’Universo, De Agostini, Novara 1998 1987
6. Susan Watanabe, 5. AA.VV., l’Universo, De Agostini, Novara 1998
www.jpl.nasa.gov/ice_fire/pkexprss.htm, last update 6 .Susan Watanabe,
in 2000 www.jpl.nasa.gov/ice_fire/pkexprss.htm, ultimo
7. Richard Muller, muller.lbl.gov/pages/lbl- aggiornamento: 2000
nem.htm, last update in 2001 7. Richard Muller, muller.lbl.gov/pages/lbl-nem.htm,
ultimo aggiornamento: 2001
Iconography
- Black and white pictures: Rossana Rossi, Scoprire Iconografia
- Immagini in bianco e nero: Rossana Rossi, Scoprire i
i Pianeti, AMZ edizioni, Milano 1987;
Pianeti, AMZ edizioni, Milano 1987;
- Couple in colour: Nicholas Booth, Il Sistema
- Immagini a colori in coppia: Nicholas Booth, Il Sistema
Solare, De Agostini, Novara 1995;
Solare, De Agostini, Novara 1995;
- Composition and Pluto alone: AA.VV., - Composizione e solo Plutone: AA.VV., l’Universo, De
l’Universo, De Agostini, Novara 1998. Agostini, Novara 1998.

Acknowledgement Ringraziamenti
Special thanks to the teacher Gianfranco Faillaci Ringrazio per la collaborazione il professore Gianfranco
and to my friend Jonathan Holman. Faillaci e il mio amico Jonathan Holman.

32