Sei sulla pagina 1di 32

PUMS

Piano Urbano della Mobilità Sostenibile


BRESCIA 2015-2025

SCENARI DI PIANO

Assessorato alle Politiche della Mobilità e ai Servizi Istituzionali


Settore Mobilità, Eliminazione Barriere Architettoniche e Trasporto Pubblico

Brescia, 11.04.2017 Commissione Consiliare Viabilità, Mobilità e Metrobus 1


Struttura generale del processo

• Attuazione del piano • Analisi (dinamica)


• Monitoraggio della situazione
• Costruzione dello
27.05.2016
scenario attuale
• Definizione dello
scenario di riferimento
ATTUAZIONE TENDENZE
05.09.2016

• Focalizzazione degli
obiettivi
• Costruzione e
AZIONI STRATEGIE valutazione
• Definizione degli comparativa dei 11.04.2017
interventi di piano possibili scenari di
• Raccordo ed intervento
armonizzazione con gli
altri strumenti di • Selezione dello
programmazione vigenti scenario di piano

Brescia, 11.04.2017 Commissione Consiliare Viabilità, Mobilità e Metrobus 2


La domanda di mobilità

Comune di Brescia (BS)


Mobilità sistematica
PER1991-2011
Le tendenze
MOBILITA' SISTEMATICA +36%
MOTIVO (1991-2011)
90.000 -7%
divergenti dei lavoro
80.000
flussi nella città studio
consolidata (a Nord 70.000
persone che si spostano

della ferrovia) e di 60.000


quella
50.000
meno consolidata (a
Sud) 40.000
possono essere lette 30.000 +18%
alla luce delle
20.000
dinamiche della
domanda di 10.000
mobilità. 0
1991 2001 2011 1991 2001 2011 1991 2001 2011
Spostamenti
INTERNI Spostamenti
USCITE Spostamenti
ENTRATE
INTERNI in USCITA in in ENTRATA
stabili crescita in forte
crescita

Brescia, 11.04.2017 Commissione Consiliare Viabilità, Mobilità e Metrobus 3


Il quadro di riferimento

Brescia, 11.04.2017 Commissione Consiliare Viabilità, Mobilità e Metrobus 4


Obiettivi

Fare di Brescia…
… una città più accessibile
elevati standard di qualità e comfort di viaggio, piena accessibilità a tutte le
componenti di traffico

… una città più efficiente


risorse disponibili (finanziarie, energetiche, ambientali) impiegate in modo
commisurato ai benefici ottenuti

… una città più salubre


maggiore qualità dell’aria, minore inquinamento acustico

… una città più sicura


visione zero dell’incidentalità

… una città più bella


spazi pubblici fruibili, qualificazione del patrimonio storico-monumentale

Brescia, 11.04.2017 Commissione Consiliare Viabilità, Mobilità e Metrobus 5


Le strategie

MISURE CONSOLIDATE - DA CONFERMARE


Le strategie generali sviluppate per la città consolidata si
sono dimostrate efficaci e devono essere conservate

• Riqualificazione degli spazi pubblici urbani come elementi di


promozione della pedonalità
• Sviluppo e messa in sicurezza della rete ciclabile
• Servizio bike sharing
• Incentivazione all’uso della metropolitana
• Zone 30
• ZTL e politiche della sosta
• Promozione della sicurezza stradale

Brescia, 11.04.2017 Commissione Consiliare Viabilità, Mobilità e Metrobus 6


Le strategie

AZIONI INNOVATIVE, DA SVILUPPARE


Nel contempo, è necessario accentuare l’interesse per le
zone di città non servite dalla metropolitana, per il traffico di
scambio e per le zone meno consolidate a Sud della ferrovia.
Il piano mira pertanto a:

• Ridurre lo squilibrio tra le zone della città servite e quelle


non servite dalla metropolitana

• Migliorare la capacità di intercettare il traffico di scambio


dall’esterno tramite il trasporto pubblico

Brescia, 11.04.2017 Commissione Consiliare Viabilità, Mobilità e Metrobus 7


Le strategie

AZIONI INNOVATIVE - DA SVILUPPARE


Le azioni innovative prese in esame dal piano includono
pertanto:

• La valorizzazione del nodo stazione e lo sviluppo di servizi


ferroviari più efficaci Nodo BS

• Nuove linee di forza in sede propria del trasporto pubblico


di area urbana
• Riordino attestamenti trasporto pubblico extraurbano
(Programma di Bacino di Brescia)
• Politiche di domanda

Brescia, 11.04.2017 Commissione Consiliare Viabilità, Mobilità e Metrobus 8


Tre Scenari di Piano
In vista della definizione della strategia di piano, sono stati analizzati tre
diversi scenari in ordine allo sviluppo dell’offerta di trasporto pubblico
nell’area urbana:

• SCENARIO «B»: basato sul rafforzamento della rete bus


• SCENARIO «T»: evoluzione temporale e tecnologica dello scenario B,
basato sullo sviluppo di una o più linee tram
• SCENARIO «M»: basato sull’estensione della rete metrò
Si tratta comunque di scenari schematici e volutamente «estremi»,
utilizzati per comprendere gli effetti delle diverse possibili opzioni di
intervento.
I tre scenari di piano non si pongono necessariamente in antitesi tra loro,
ma individuano i possibili strumenti – corredati dai benefici attesi e dai
relativi costi di investimento e di esercizio – su cui la strategia di Piano
opererà una scelta di sintesi, anche secondo una logica di progressione
temporale.
Alla scelta riguardante la rete di forza si affiancano interventi sulla viabilità e
sulla rete ciclabile, sostanzialmente invarianti in tutti e tre gli scenari.
Brescia, 11.04.2017 Commissione Consiliare Viabilità, Mobilità e Metrobus 9
Nota metodologica

Nella valutazioni delle alternative d’intervento sono stati


presi in considerazione:

• Costo d’investimento (opere civili, sistema, veicoli, progettazione,


espropri, oneri stazione appaltante)

• Costo d’esercizio per un orizzonte temporale di 40 anni

Tutti i costi sono attualizzati al 2017

Non tutti i costi sarebbero a carico dell’A.C. di Brescia,


è ipotizzabile una copertura della quota degli investimenti
e dei costi di esercizio da parte degli enti sovraordinati
(MIT, Regione Lombardia)

Brescia, 11.04.2017 Commissione Consiliare Viabilità, Mobilità e Metrobus 10


Riqualificazione
Tangenziale Ovest
83 Mln €
PRINCIPALI
INTERVENTI
STRADALI
INVARIANTI

Investimento totale
Circa 170 milioni di €
(IVA inclusa)
Bretella Vallecamonica
12 Mln € valutato a vita intera:
circa 250 milioni di €
Si tratta di interventi in buona
parte definiti dalla pianifica-
zione sovraordinata e dunque
non a carico del Comune

Variante S. Zeno Terza corsia Tangenziale SUD


18 Mln € 60 Mln €

Brescia, 11.04.2017 Commissione Consiliare Viabilità, Mobilità e Metrobus 11


Scenario B

Lo Scenario B è basato su una rete di forza ottenuta


facendo ricorso a tecnologie su gomma (busvie ad alto
livello di servizio, BRT=Bus Rapid Transit):

• L2 Oltremella-Centro-Fiera
• L3 Mandolossa-Centro-S.Eufemia
• L4 Ospedale-Veneto-FS-S.Polo

Brescia, 11.04.2017 Commissione Consiliare Viabilità, Mobilità e Metrobus 12


Scenario
B
PREALPINO

FIERA

S.EUFEMIA

Brescia, 11.04.2017 Commissione Consiliare Viabilità, Mobilità e Metrobus 13


Scenario B

L’investimento richiesto è ridotto, ma se si tiene conto anche


dei costi di esercizio delle tre busvie, il costo a vita intera
ammonta a quasi 170 milioni di €

COSTO STIMATO (IVA inclusa)


investimento esercizio TOT (40anni) Val.attuale
Intervento mln € mln €/anno mln € mln €
Linea L2 (Oltremella-centro-Fiera) 15,78 0,64 41,43 31,78
Linea L3 (Mandolossa-S.Eufemia) 15,51 0,54 37,25 29,07
Linea L4 (Ospedale-Veneto-FS-S.Polo) 19,06 3,56 161,57 107,98
Subtotale rete forza TPL 50,35 4,75 240,25 168,84
Interventi sulla rete viaria* 176,85 3,70 324,85 255,86
TOTALE 246,26 12,01 726,67 532,68
RISULTATI PRELIMINARI
* Riqualificazione tratta urbana tang.Ovest, 3° corsia tang.Sud (Bs Centro-Bs Est), bretelle S.Zeno,
Vallecamonica, Caionvico

COSTI IPOTIZZABILI A CARICO DEL COMUNE DI BRESCIA 45,32 2,85 144,15 116,41
(90% degli investimenti - 60% esercizio)

116 milioni di € a carico del Comune di Brescia


Brescia, 11.04.2017 Commissione Consiliare Viabilità, Mobilità e Metrobus 14
Scenario B

FLUSSOGRAMMA RETE LINEE DI FORZA


BUSVIE

Brescia, 11.04.2017 Commissione Consiliare Viabilità, Mobilità e Metrobus 15


Scenario B

FLUSSOGRAMMA RETE
LINEE DI FORZA
BUSVIE+METRO

Brescia, 11.04.2017 Commissione Consiliare Viabilità, Mobilità e Metrobus 16


Scenario B

BENEFICI ATTESI
• Incremento della domanda sul trasporto pubblico:
• BASSO nel breve periodo
• MEDIO nel lungo periodo tenendo conto dell’incremento
naturale della domanda (salvo limiti di capacità)

• Questo risultato è ottenuto facendo leva soprattutto sugli


spostamenti interni all’area urbana, in quanto i nuovi
tracciati servono i quadranti non connessi alla linea metrò
CRITICITÀ
• Possibile insufficienza della capacità del sistema
• Minore qualità e riconoscibilità del servizio
• Minore efficacia nell’intercettare i flussi provenienti dall’esterno
• Resta da definire la soluzione verso Concesio (bretella
autostradale?)
Brescia, 11.04.2017 Commissione Consiliare Viabilità, Mobilità e Metrobus 17
Scenario T

Nello Scenario T la metropolitana viene affiancata da un nuovo


sistema vincolato in sede propria strutturato su due linee:

• T2 Oltremella-Centro-FS-Corsica-Fiera P
• T3 FS-S.Eufemia

I tracciati riprendono quelli dello studio di fattibilità


commissionato da Brescia Mobilità ad ATP nel 2016.

Alle due linee tranviarie si affianca comunque una quarta linea di


forza su gomma:
• L4 Ospedale-Veneto-FS-S.Polo

Brescia, 11.04.2017 Commissione Consiliare Viabilità, Mobilità e Metrobus 18


Scenario
PREALPINO T

FIERA

S.EUFEMIA

Brescia, 11.04.2017 Commissione Consiliare Viabilità, Mobilità e Metrobus 19


Scenario T

Il costo a vita intera di questa soluzione, determinato


tenendo conto anche degli oneri accessori e dei costi di
esercizio dei prolungamenti, e attualizzato su una durata di
40 anni, è di circa 460 milioni di €
COSTO STIMATO (IVA inclusa)
investimento esercizio TOT (40anni) Val.attuale
Intervento mln € mln €/anno mln € mln €
Linea T2 (Oltremella-centro-Fiera) 186,57 4,80 378,73 310,67
Linea T3 (centro-S.Eufemia) 67,56 1,47 126,36 105,53
Deposito 25,15 25,15 25,15
Linea L4 (Ospedale-Veneto-FS-S.Polo) 19,06 3,56 161,57 19,06
Subtotale rete forza TPL 298,34 9,84 691,82 460,41
Interventi sulla rete viaria* 176,85 3,70 324,85 255,86
TOTALE 519,40 17,10 1.203,39 760,49
RISULTATI PRELIMINARI
* Riqualificazione tratta urbana tang.Ovest, 3° corsia tang.Sud (Bs Centro-Bs Est), bretelle S.Zeno,
Vallecamonica, Caionvico

COSTI IPOTIZZABILI A CARICO DEL COMUNE DI BRESCIA 179,00 5,90 415,09 276,25
(60% degli investimenti - 60% esercizio)

280 milioni di € a carico del Comune di Brescia


Brescia, 11.04.2017 Commissione Consiliare Viabilità, Mobilità e Metrobus 20
Scenario T

FLUSSOGRAMMA RETE LINEE DI FORZA


TRAM

Brescia, 11.04.2017 Commissione Consiliare Viabilità, Mobilità e Metrobus 21


Scenario T

FLUSSOGRAMMA RETE
LINEE DI FORZA
TRAM+METRO

Brescia, 11.04.2017 Commissione Consiliare Viabilità, Mobilità e Metrobus 22


Scenario T

BENEFICI ATTESI
• Incremento della domanda sul trasporto pubblico:
• MEDIO nel breve periodo
• MEDIO/ALTO nel lungo periodo tenendo conto
dell’incremento naturale della domanda
• Questo risultato è ottenuto facendo leva soprattutto sugli
spostamenti interni all’area urbana, in quanto i nuovi
tracciati servono i quadranti non connessi alla linea metrò
• incremento della velocità commerciale (minori tempi di
percorrenza)
CRITICITÀ
• Minore efficacia nell’intercettare i flussi provenienti dall’esterno
• Resta da definire la soluzione verso Concesio (bretella
autostradale?)
• Costi fissi legati ad una nuova tecnologia
Brescia, 11.04.2017 Commissione Consiliare Viabilità, Mobilità e Metrobus 23
Scenario M

Lo Scenario M assume una strategia di completamento


della rete metropolitana e realizzazione di parcheggi
periferici di interscambio secondo i progetti già
sviluppati nell’ultimo decennio:

• Estensione Lamarmora-Fiera (galleria+viadotto) + P


• Prolungamento S.Eufemia-Rezzato (viadotto) + P
• Prolungamento Prealpino-Concesio (S.Vigilio) (viadotto) + P

Quest’ultimo intervento si considera alternativo alla realizzazione


del ramo di penetrazione urbana dell’Autostrada della Val Trompia
che resta così limitata al tracciato Ospitaletto-Lumezzane con
parcheggio di interscambio a S.Vigilio.
Lotto 1 - Concesio-Lumezzane con lo svincolo di Sarezzo - 13,8km; lotto 2 - Ospitaletto-Concesio –
12,6km; Lotto 3 – S.Vigilio-Bs W - 7,5 km;

Brescia, 11.04.2017 Commissione Consiliare Viabilità, Mobilità e Metrobus 24


S.VIGILIO
Scenario M

FIERA

REZZATO

Brescia, 11.04.2017 Commissione Consiliare Viabilità, Mobilità e Metrobus 25


Scenario M

Il costo a vita intera (40 anni) di questa soluzione,


determinato secondo una metodologia analoga a quella
utilizzata per il piano T, è di circa 900 milioni di €

COSTO STIMATO (IVA inclusa)


investimento esercizio TOT (40anni) Val.attuale
Intervento mln € mln €/anno mln € mln €
Prolungamento M1 Concesio / S.Vigilio 207,24 8,07 530,00 408,63
Prolungamento Fiera (M2) 202,10 5,36 416,43 335,83
Prolungamento M1 Rezzato 89,06 3,94 246,66 187,40
Subtotale rete forza TPL 498,40 17,37 1.193,10 931,86
Interventi sulla rete viaria* 176,85 3,70 324,85 255,86
TOTALE 764,31 25,01 1.764,61 1.375,12
RISULTATI PRELIMINARI
* Riqualificazione tratta urbana tang.Ovest, 3° corsia tang.Sud (Bs Centro-Bs Est), bretelle S.Zeno,
Vallecamonica, Caionvico

COSTI IPOTIZZABILI A CARICO DEL COMUNE DI BRESCIA 299,04 10,42 715,86 559,11
(60% degli investimenti - 60% esercizio)
560 milioni di € a carico del Comune di Brescia
Brescia, 11.04.2017 Commissione Consiliare Viabilità, Mobilità e Metrobus 26
Scenario M

FLUSSOGRAMMA RETE LINEE DI


FORZA METRO

Brescia, 11.04.2017 Commissione Consiliare Viabilità, Mobilità e Metrobus 27


Scenario M
BENEFICI ATTESI
• Incremento della domanda sul trasporto pubblico:
• MEDIO nel breve periodo
• MEDIO/ALTO nel lungo periodo tenendo conto
dell’incremento naturale della domanda
• Questo risultato è ottenuto facendo leva soprattutto
sull’interscambio dall’esterno, da N e W, in quanto i nuovi
tracciati non sono molto attrattivi per gli spostamenti interni alla
città
CRITICITÀ
• La soluzione lascia scoperti alcuni quadranti urbani
(es.Oltremella)
• Il prolungamento verso la Fiera si configura come un segmento
isolato: i passeggeri dovranno cambiare a Lamarmora, con perdita
di attrattività del servizio nei collegamenti verso il centro
• scarsa utilità trasportistica verso est
Brescia, 11.04.2017 Commissione Consiliare Viabilità, Mobilità e Metrobus 28
Tre Scenari di Piano

•Il “Tram” può essere una buona soluzione per


estendere l’effetto rete all’intera città ma rischia di
essere troppo debole nell’intercettare i flussi veicolari
dall’esterno;

• Il prolungamento della metro è più efficace nei


confronti della crescente domanda dall’esterno ma non
offre risposte ai settori urbani non direttamente
serviti;

• Economicamente è difficile uno scenario M+T

Brescia, 11.04.2017 Commissione Consiliare Viabilità, Mobilità e Metrobus 29


Tre Scenari di Piano

I tre scenari di piano non si pongono in antitesi tra


loro, ma individuano i possibili strumenti su cui la
strategia di Piano opererà una scelta di sintesi, anche
secondo una logica di progressione temporale:

A breve termine, l’orizzonte dello scenario B è di più


immediata attuazione; la definizione delle linee di
forza può comunque anticipare lo sviluppo dello
scenario T.

A medio/lungo termine, è possibile immaginare uno


scenario T/M, che affianchi alla rete vincolata di
superficie in sede propria estensioni della
metropolitana sui quadranti non coperti da tale rete.
Brescia, 11.04.2017 Commissione Consiliare Viabilità, Mobilità e Metrobus 30
Prossimi passi

• Affinamento degli scenari di progetto


• Selezione dello scenario di piano

• Attuazione del piano • Analisi (dinamica) della


• Monitoraggio situazione
• Costruzione dello
scenario attuale
• Definizione dello
scenario di riferimento
ATTUAZIONE TENDENZE

• Focalizzazione degli
obiettivi
• Costruzione e
AZIONI STRATEGIE valutazione
• Definizione degli comparativa dei
interventi di piano possibili scenari di
• Raccordo ed intervento
armonizzazione con gli
altri strumenti di • Selezione dello
programmazione vigenti scenario di piano

Brescia, 11.04.2017 Commissione Consiliare Viabilità, Mobilità e Metrobus 31


Scenario obiettivo della proposta ferroviaria

Modello linee S: cadenzamento,


simmetria, frequenza, capillarità
(nuove fermate in area
urbana/suburbana)
Rinnovo del materiale rotabile

• AV/AC

• Bando periferie
• Patto per la Lombardia
Brescia, 11.04.2017 Commissione Consiliare Viabilità, Mobilità e Metrobus 32