Sei sulla pagina 1di 8

Esercizi svolti Elettrolisi

1) Una corrente di 1.00 ampere viene fatta passare attraverso una cella di elettrolisi
contenente una soluzione 1.00 M di AgNO3 in cui è presente un anodo di argento e un catodo
di platino fin quando vengono depositati 1.54 g di argento. Calcolare:

a) Il tempo necessario

b) Il peso di cromo che si deposita in una seconda cella contenente una soluzione 1.00 M di
Cr(NO3)3 in cui è contenuto un anodo di cromo e un catodo di platino nelle stesse condizioni

c) Il volume di O2 sviluppato a STP all’anodo nell’ipotesi che nella seconda cella siano
presenti due elettrodi di platino

a) n° equivalenti di argento = 1.54 g / 107.9 g/eq = 0.0143 eq

La semireazione di riduzione è Ag+ + 1 e- ⇄ Ag

Il che implica che per ogni F (Faraday) consumato si forma un equivalente di Ag

0.0143 eq . F/eq = 0.0143 F

0.0143 F ( 96500 C/F) = 1380 C (Coulomb)

q=it t=q/t

t= 1380 C/ 1.00 C/s = 1380 s

b) la semireazione di riduzione di Cr3+ è:

Cr3+ + 3 e- ⇄ Cr

n° equivalenti formati= 0,0143 (come nel caso di Ag)

massa equivalente del Cr3+= massa molare /3

52.0 𝑔/𝑚𝑜𝑙
Massa di Cr = 0,0143 . = 0.248 g
3

c) all’anodo avviene la seguente reazione: 2 H2O ⇄ O2 + 4 H+ + 4 e-

Se il numero di equivalenti è uguale a quello dell’argento, cioè 0,0143, le moli di O2 che si


sviluppano quando si depositano 0.0143 eq di Ag = 0.0143/4 =0.00358

Volume di O2 = 0.00358 mol x 22.4 L/mol= 0.0802 L

2) Quando viene elettrolizzata una soluzione diluita di H2SO4 si ottiene O2(g) all’anodo e
H2(g) al catodo. Dopo aver scritto le due semireazioni e la reazione complessiva che avviene
nella cella calcolare la carica in C che attraversano la cella in 100 minuti con una corrente di
10.0 ampere e le moli di O2 prodotte. Tenendo conto che l’entalpia standard di formazione di
H2O(g) è di 242 kJ/mol calcolare il calore sviluppato dalla combustione completa a 298 K e
1.00 atm dell’idrogeno prodotto.

Semireazione al catodo: 2 H2O + 2 e- → H2 + 2 OH-

Semireazione all’anodo: 2 H2O → O2 + 4 H+ + 4 e-

Reazione complessiva: 2 H2O → 2 H2 + O2

Convertiamo i minuti in secondi: 100 min x 60 s/min = 6000 s

Calcoliamo i coulomb: 10.0 A = 10.0 Coulomb/s x 6000 s = 60000 C

60000 C/ 96500 C/F = 0.622 F

Poiché per ogni mole di O2 prodotta sono stati messi in gioco 4 Faraday le moli di O2 ottenute sono
0.622/4 = 0.155

Dalla reazione H2(g) + ½ O2(g) → H2O(g) si ha ΔH = – 242 kJ

Ciò significa che dalla combustione di mezza mole di O2 si ottengono 242 kJ.

Le moli di O2 sviluppate sono 0.155 pertanto il calore ottenuto è 242 x 0.155/ 0.5 = 75.3 kJ

3) Una corrente di 0.125 A viene fatta passare attraverso 200 mL di una soluzione di
Fe2(SO4)3 tra due elettrodi di platino per 1.100 ore. All’anodo si sviluppa ossigeno e al catodo
si osserva una piccola variazione di colore della soluzione.

Alla fine dell’elettrolisi l’elettrolita viene acidificato con acido solforico e titolato con
permanganato di potassio. Il volume di quest’ultimo necessario per raggiungere il punto
finale della titolazione è di 24.65 mL. Dopo aver scritto la semireazione che avviene all’anodo
e la reazione che avviene a seguito dell’aggiunta di KMnO4

Calcolare:

a) Il numero di faraday passati nella soluzione

b) La molarità della soluzione di permanganato di potassio

La semireazione che avviene all’anodo è Fe3+ + 1 e-→ Fe2+

La reazione che avviene tra ferro (II) e permanganato in soluzione acida è:

MnO4- + 5 Fe2+ + 8 H+ → Mn2+ + 5 Fe3+ + 4 H2O

Convertiamo le ore in secondi: 1.110 h( 3600 s/h) = 3960 s

3960 s x 0.125 C/s = 495 Coulomb

495/96500 =0.00513 Faraday


Poiché la semireazione che avviene all’anodo coinvolge un solo elettrone le moli di Fe2+ sono
0.00513

Dal rapporto stechiometrico tra ferro e permanganato si ha che le moli di permanganato sono
0.00513/5=0.00103

La concentrazione della soluzione di permanganato è 0.00103 mol/ 0.02465 L=0.0416 M

4) Un metallo M forma un nitrato solubile avente formula M(NO3)2; quando una soluzione
contenente tale sale viene sottoposta a elettrolisi con una corrente di 2.50 ampere per un
tempo di 35.0 minuti si depositano 3.06 g del metallo M. calcolare il peso atomico del metallo e
identificarlo.

Convertiamo i minuti in secondi: 35.0 min ( 60 s/min) = 2100 s

2100 s x 2.50 C/s = 5250 coulomb

5250 coulomb/ 96500 coulomb/ Faraday = 0.0544 faraday

Dalla semireazione di riduzione M2+ + 2 e- → M

Sappiamo che per ogni due faraday consumati si ottiene una mole di M (1 mol equivale a due
equivalenti)

Moli di M = 0.0544/2 =0.0272

Peso atomico = 3.06 g/ 0.0272 mol = 112 g/mol ; pertanto il metallo è il cadmio

5) In una cella elettrolitica contenente un cloruro di ferro dopo aver fatto passare una
corrente di 0.250 ampere si ottiene ferro e cloro gassoso. Dopo aver scritto la semireazione che
avviene all’anodo determinare la formula del cloruro di ferro presente in soluzione sapendo
che si sono depositati 0.521 g di ferro in 2.00 ore. Scrivere la reazione complessiva che avviene
nella cella e calcolare il volume di Cl2 a 25 °C e alla pressione di 750 mm Hg che si è prodotto.

Semireazione anodica: 2 Cl- + 2 e- → Cl2

2.00 h ( 3600 s/h) = 7200 s

7200 s x 0.250 C/s = 1800 C

1800 C/ 96500 =0.0186 F (faraday o moli di elettroni)

Moli di ferro depositate = 0.512 g / 55.85 g/mol = 0.00933

Per sapere se il sale è costituito da Fe2+ per cui avviene la semireazione Fe2+ + 2 e- → Fe ovvero da
Fe3+ per cui avviene la semireazione Fe3+ + 3 e- → Fe dividiamo il numero di moli di elettroni per il
numero di moli di ferro depositate:

0.0186/0.00933/ = 2
Dal che la semireazione che avviene è Fe2+ + 2 e- → Fe pertanto la formula è FeCl2.

La reazione complessiva che avviene nella cella di elettrolisi è:

Fe2+ + 2 Cl- → Fe + Cl2

In cui il rapporto tra Fe e Cl2 è di 1:1 le moli di Cl2 sono 0.00933

Facciamo le opportune conversioni per applicare l’equazione di stato dei gas:

P = 750/760=0.987 atm

T = 25 + 273 = 298 K

V = nRT/P = 0.00933 x 0.08206 x 298/ 0.987 = 0.231 L

6) Una soluzione acquosa di NaCl viene sottoposta a elettrolisi. Calcolare il tempo necessario
affinché si ottengano 0.015 moli di H2 al catodo con una corrente pari a 0.010 ampere.

La semireazione catodica è:

2 H2O + 2e- → H2(g) + 2 OH-

Dai coefficienti stechiometrici della reazione si evince che per ogni due faraday consumati si svolge
una mole di H2.

( 0.015 mol) ( 2 F/ 1 mol) = 0.030 F

Poiché 1 F = 96500 C si ha:

0.030 F = 0.030 F ( 96500 C/F) = 2900 C

Poiché la corrente che attraversa il circuito è pari a 0.010 ampere ovvero 0.010 C/s il tempo
necessario è pari a:

t = 2900 C/ 0.010 C/s = 2.9 x 105 s

7) Nell’elettrolisi del cloruro di zinco, quanti grammi d zinco metallico si depositeranno al


catodo a seguito del passaggio di 0.010 ampere per 1.0 h ?

Convertiamo il tempo in secondi:

1.0 h = 3600 s

calcoliamo la quantità di carica:

3600 s x 0.010 C/s = 36 C

Ricordando la relazione tra coulomb e faraday si ha:

36 C/ 96500 C/F = 3.7 x 10-4 F


La semireazione catodica è:

Zn2+ + 2 e- → Zn che ci indica che per ogni mole di zinco depositata sono stati consumati due
faraday. Pertanto:

3.7 x 10-4 F ( 1 mol Zn/ 2 F) = 1.8 x 10-4 moli di zinco

Massa di zinco depositata: 1.8 x 10-4 mol x 65.37 g/mol= 0.012 g

8) Si supponga che due celle siano collegate in serie: la prima cella contiene una soluzione
acquosa di AgNO3 e la seconda cella contiene una soluzione acquosa di NaCl. A seguito di
elettrolisi si trova che 0.0198 g di argento metallico si è depositato al catodo. Calcolare quante
moli di H2 si sono liberate nella seconda cella.

Nella prima cella la semireazione catodica è:

Ag+ + 1 e- → Ag (s)

Tale semireazione mostra che per ogni faraday che passa nel circuito si deposita una mole di
argento. Calcoliamo le moli di argento depositate:

moli di argento = 0.0198 g/ 107.87 g/mol= 1.84 x 10-4

secondo le considerazioni fatte il numero di faraday sono pari a:

1.84 x 10-4 mol Ag ( 1 F / mol Ag) = 1.84 x 10-4 F

Poiché le due celle sono collegate in serie anche la seconda cella è stata attraversata da 1.84 x 10-4
F.

La semireazione catodica della seconda cella è:

2 H2O + 2 e- → H2 + 2 OH-

Quindi per ogni mole di H2 liberata sono stati consumati 2 F. Pertanto le moli di H2 liberate sono
pari a:

1.84 x 10-4 F ( 1 mol/ 2 F ) = 9.20 x 10-5 moli di H2

4) Data la semireazione Al3+ + 3 e- → Al calcolare i grammi di alluminio depositati al catodo


quando il circuito è stato attraversato da 0.69 faraday.

Moli di Al = 0.69 F ( 1 mol Al/ 3 F) = 0.23

Massa di Al = 0.23 mol x 26.9815 g/mol= 6.2 g

9) Si consideri la seguente semireazione: Fe2+ + 2 e- = Fe. Calcolare il tempo necessario


affinché, a seguito del passaggio di una corrente pari a 0.0205 ampere, si depositi al catodo
6.93 g di ferro.

Le moli di ferro sono pari a 6.93 g / 55.847 g/mol= 0.124


Dalla semireazione sappiamo che per ogni 2 faraday consumati si è depositata una mole di ferro:

0.124 mol ( 2 F/1 mol) = 0.248 F

Calcoliamo i coulomb: 0.248 F ( 96500 C/F) = 23932 C

t = 23932 C/ 0.0205 C/s = 1.17 x 106 s

10) Si consideri la seguente semireazione anodica: 2 H2O → O2 + 4 H+ + 4 e-. Se si


ottengono 36.5 cc di ossigeno alla pressione di 743 torr alla temperatura di 25°C calcolare il
numero di moli di H+ che si ottengono. La pressione di vapore dell’acqua a 25°C è pari a 23.8
torr.

Calcoliamo la pressione parziale dell’ossigeno = 743 – 23.8 = 719 torr

Convertiamo i torr in atm: P = 719/760= 0.946 atm

La temperatura è pari a 25 + 273 = 298 K

Le moli di ossigeno sono pari a PV/RT = 0.946 x 0.0365 dm3/ 0.08206 x 298 = 1.41 x 10-3

Dalla semireazione di ossidazione rileviamo che per ogni mole di ossigeno liberata si sono formate
4 moli di H+. Pertanto le moli di H+ sono pari a 1.41 x 10-3 x 4 = 5.64 x 10-3

11) Supponiamo che la seguente semireazione avvenga al catodo: 2 H2O + 2 e-→ 2 OH- +
H2. Se, attraverso la cella passa una corrente di 0.010 ampere passa per 18.6 s calcolare le
moli di OH- ottenute.

0.010 C/s x 18.6 s = 0.186 C

Calcoliamo il numero di faraday consumati: 0.186 C /96500 C/F = 1.93 x 10-6 . Poiché per ogni 2
faraday consumati si ottengono 2 moli di OH- ( ovvero il rapporto è di 1:1) le moli di OH- ottenute
sono pari a 1.93 x 10-6

12) Quando una soluzione di AgNO3 viene sottoposta a elettrolisi la semireazione anodica
è: 2 H2O → O2 + 4 H+ + 4 e-, mentre quella catodica è Ag+ + 1 e- → Ag (s). Se 23.8 mg di
argento metallico si depositano al catodo quanti millilitri di O2 a STP si liberano all’anodo?

Le moli di argento depositatesi sono pari a 0.0238 g/107.87 g/mol= 2.21 x 10-4

La reazione complessiva opportunamente bilanciata è:

2 H2O + 4 Ag +→ O2 + 4 H+ + 4 Ag

Dai coefficienti stechiometrici il rapporto tra Ag+ e O2 è di 4:1 quindi le moli di O2 liberate sono
pari a:

2.21 x 10-4/ 4 =5.52 x 10-5

Poiché a STP il volume occupato da una mole di qualsiasi gas è pari a 22.4 L si otterranno:
5.52 x 10-5 mol ( 22.4 L/mol) = 0.00124 L = 1.24 mL.

13) In una soluzione acquosa di NaCl si fa passare una corrente di 0.0200 ampere per 3 ore e
20 minuti. Calcolare la massa e il volume di cloro che si libera all’anodo a STP se la corrente
ha una resa pari al 65%

Calcoliamo il tempo:

3 ore = 3 x 3600= 10800 s

20 minuti = 20 x 60= 1200 s

Il tempo complessivo è pari a 12000 s

Inoltre, poiché la resa della corrente è pari al 65%

i = 65 x 0.0200 /100= 0.013 ampere

0.013 C/s x 12000 s =156 C

156/96500 C/F = 0.00162 F

La semireazione di ossidazione: 2 Cl-= Cl2 + 2 e –

Ci indica che per ogni due faraday si libera una mole di Cl2 pertanto le moli di Cl2 sono pari a

0.00162 F /2 F/mol =0.000810 mol

La massa di Cl2 è pari a 0.00810 mol x 70.906 g/mol=0.574 g

Il volume di Cloro a STP è pari a 0.000810 mol x 22.4 L/mol=0.0181 L

14) 100 mL di una soluzione contenente ioni Pb2+ e Sn2+ presenti in 1.00 g di una lega di
rame viene sottoposta ad elettrolisi. Si sia stabilito l’arresto dell’elettrolisi quando il
potenziale catodico assume il valore di – 0.23 V al quale non inizia ancora la codeposizione
stagno-piombo. Calcolare la percentuale di piombo presente nella lega essendo noto che
all’arresto dell’elettrolisi si sono depositati 0.0105 g di piombo.

Per calcolare la concentrazione residua dello ione Pb2+ nella soluzione, applichiamo l’equazione di
Nerst:

E = E°Pb + 0.059/2 log [Pb2+]

E, sostituendo i dati:

- 0.23 = – 0.13 + 0.059/2 log [Pb2+]

Da cui log [Pb2+] = – 3.4 e quindi [Pb2+] = 10- 3.4 = 3.98 x 10-4 M
Moli di Pb2+ in 100 mL = 0.100 L x 3.98 x 10-4 M = 3.98 x 10-5

Massa Pb = 3.98 x 10-5 mol x 207.2 g/mol= 8.25 x 10-3 g

Poiché al catodo si sono depositati 0.0105 g di piombo metallico la quantità totale di piombo nella
soluzione in esame è pari a 0.0105 g + 8.25 x 10-3 = 1.88 x 10-2 g

Pertanto la percentuale di piombo è pari a 1.88 x 10-2 x 100 / 1.00 g = 1.88 %

15) Una soluzione salina contenente un metallo di PA = 112 è sottoposta ad elettrolisi per 150
minuti con una corrente di 0.15 A. La massa di metallo depositato è 0.783 g. Determinare il numero
di ossidazione del metallo nel sale.

𝑄 𝑖∙𝑡 0,15 𝐴 ∙(150∙60)𝑠


Dalle leggi di Faraday si ha che:𝑛𝑒𝑞 = = = = 1.4 ∙ 10−2 𝑒𝑞
𝐹 𝐹 95500𝐶/𝑒𝑞

𝑚 𝑚 0,783𝑔
𝑛𝑒𝑞 = = = = 1.4 ∙ 10−2 𝑑𝑎 𝑐𝑢𝑖 𝑛𝑜𝑥 = 2
𝑀𝐸 𝑀𝐴/𝑛𝑜𝑥 112 𝑔 ∙ 𝑒𝑞 −1 /𝑛𝑜𝑥

16) Una corrente di 10A passa per 1h attraverso 1L di soluzione acquosa di NaCl.
Determinare il
volume dei gas sviluppati al termine del processo a c.n. La reazione è:

2NaCl + 2H2O → Cl2 + H2 + 2NaOH.

Q = 10 A · 3600s =36000 C

3600𝐶
= 0,373𝐶
96500𝐶/𝑒𝑞

Agli elettrodi le reazioni che avvengano sono:

catodo 2H+ + 2e- → H2

anodo 2Cl- → Cl2 + 2e-


0,373
VH2 = VCl2 = ∙ 22.4L= 4,18L
2

17) Usando una corrente di 3A calcolare quante ore occorrono per decomporre 36.0g
d’acqua.
Le reazioni che avvengono sono:
Catodo H2O + 2e- 2OH- + H2

Anodo H2O →1/2O2 + 2H+ + 2e-