Sei sulla pagina 1di 18

GRUPPO CARBOSSILICO

Proprietà fisiche e solubilità in H2O


Acidi carbossilici alifatici Acidi carbossilici aromatici
C ≤ 4 liquidi, odore pungente generalmente solidi, odore
C ≤ 10 liquidi oleosi o solidi pungente, p.f. > 100˚C
C > 10 solidi insolubili in H2O; la solubilità
Nei termini inferiori (es. può aumentare se sono
CH3COOH) solubili in H2O; presenti sostituenti idrofili
la solubilità in H2O diminuisce sull’anello aromatico.
all’aumentare del peso
molecolare

Se idrosolubili, il pH della soluzione acquosa è ACIDO


Proprietà acide
La forza dell’acido dipende dalla natura del radicale legato al
gruppo carbossilico: (Ar) R-COOH

Se (Ar) R è elettronattrattore si ha aumento dell’acidità


Se (Ar) R è elettrondonatore si ha diminuzione dell’acidità

Es: HCOOH pKa ~ 3.7


Ph-COOH pKa ~ 4.2 ACIDITA’
CH3COOH pKa ~ 4.8 CRESCENTE
ClCH2COOH pKa ~ 2,9
Cl3COOH pKa ~ 0.7

ACIDI CARBOSSILICI FENOLI


Solubili in NaOH e Na2CO3 Solubili in NaOH e Na2CO3
Solubili in NaHCO3 Insolubili in NaHCO3
REAZIONI DI RICONOSCIMENTO

1. Formazione di sali

2. Formazione di esteri

3. Reazione con FeCl3 (acido benzoico, acido salicilico)

4. Saggio di Angeli Rimini


5. Distinzione acido citrico/acido tartarico
1. Formazione di sali
R-COOH + NaOH
Na2CO3 RCOONa
NaHCO3
Importante per il loro riconoscimento è la reazione con
NaHCO3 (distinzione acidi carbossilici/fenoli)

RCOOH + NaHCO3 RCOONa + H2CO3

RCOONa + H2CO3 H2O + CO2 Sviluppo di CO2


effervescenza
2. Formazione di esteri
H2SO4 conc.
RCOOH + C2H5OH RCOOC2H5+ H2O
Odore fruttato
(mela tagliata)
3. Reazione con FeCl3 (acido benzoico, acido salicilico)

Acido Benzoico
Acido Salicilico

reazione positiva anche per acido acetilsalicilico


SOLO dopo idrolisi basica , seguita da acidificazione
ESECUZIONE DEL SAGGIO

Sostanza + H2O (EtOH)+ FeCl3

BENZOICO SALICILICO

Precipitato rosa salmone Soluzione viola intenso

BENZOATI SALICILATI
1 2
H2O EtOH
OH
COOH

Acido benzoico Sospensione Acido Salicilico


idro-alcolica

FeCl3
4. Saggio di Angeli Rimini
Gli acidi carbossilici vengono trasformati nei corrispondenti
acidi idrossammici che danno complessi di coordinazione
di colore rosso per reazione con cloruro ferrico

Acido idrossammico Idrossammato ferrico

ATTENZIONE: reazione non significativa per acidi che


danno colorazioni direttamente con FeCl3
5. Distinzione acido citrico/acido tartarico

Saggio di Fenton
Saggio con reattivo di Tollens
Saggio con calcio cloruro (solo per i CITRATI)
Saggio con piridina e anidride acetica
 Saggio di Fenton
Acido Tartarico

Complesso rosso-viola Acido diidrossifumarico


Nella pratica, l’aggiunta di NaOH produce una
soluzione bruna per entrambi quindi ci si
ferma a H2O2 che distingue come segue:

TARTARICO CITRICO

Soluzione gialla Soluzione bruna


Saggio con reattivo di Tollens

Sostanza+ H2O (1 ml tot.) + Tollens


Dopo prolungato riscaldamento a b.m. l’acido
tartarico si imbrunisce mentre il citrico resta incolore
Saggio con calcio cloruro (solo per i CITRATI)

Sostanza+ H2O (1 ml tot.) + soluzione di CaCl2


Il citrato di sodio e di potassio danno un precipitato
bianco
Saggio con piridina e anidride acetica
Acido Citrico
Acido Tartarico

Il saggio è stato eliminato dalla pratica di laboratorio


per la cancerogenicità della piridina
DERIVATI degli ACIDI CARBOSSILICI
ESTERI

Hanno odore fruttato


Idrolisi acida

RCOOR’ + H3O+ RCOOH + R’OH

Idrolisi basica
RCOOR’ + OH RCOO− + R’OH
Positiva reazione di Angeli-Rimini
AMMIDI

Iarie IIarie IIIarie

Idrolisi acida

RCONHR’ + H3O+ RCOOH + R’NH3+


Riscaldamento
Idrolisi basica necessario!

RCONHR’ + OH RCOO− + R’NH2

Positiva reazione di Angeli-Rimini