Sei sulla pagina 1di 11

Capitolo10 TRAVE CONTINUA

10. TRAVE CONTINUA

FORMULE PRELIMINARI RIGUARDANTI LA TRAVE APPOGGIATA

Trave appoggiata soggetta a:

A B A B A B
L MA L MB L
A
B

carico q(z) momenti MA ,MB cedimenti A B

Determinazioni delle rotazioni α A ,α B . A B


A
L B

a) Carico q

1 z q
1 1-  z
L L L L 1 −  M q
M1M q
∫ ∫
Aq-
+ α Aq = η A = dz =  L  dz
1 1 EJ EJ
M1 L Mq 0 0

z 1 q
1
L L (z L )M q
L L
M1M q
∫ ∫
Bq-
1 + 1 α Bq = ηB = dz = dz
EJ EJ
L M1 Mq 0 0

77
Capitolo10 TRAVE CONTINUA

b) Momenti M A , M B

(M B - MA ) (M A - MB )
z L L
1 1 1- MA MB
L L
AM
1 +
1
MA MB
M1 L MM
(M B - MA)
MA+ z
L
 z
L L 1 − 
M1M M  L  ⋅  M + M B − M A ⋅ z dz = L (2M + M ) (se EJ = cost)
α AM = η A =

0
EJ
dz =

0
EJ
 A
 L

 6EJ
A B

(M B - MA ) (M A - MB )
z 1 L L
1 1 MA MB
L L
BM L +
MA MB
M1 MM
(M B - MA)
MA+ z
L

L L
M1M M z  M − MA  L
α BM = η B =

0
EJ
dz =

0
MA + B
LEJ  L
⋅ z dz = (se EJ = cost.)
 6EJ
(M A + 2M B )

c) Cedimenti ∆ A ,.∆ B (composizione cinematica)


L
∆B − ∆A ∆A − ∆B
A A B α A∆ = ; α B∆ =
L L
B

in definitiva (caso particolare di EJ = cost.):


 L ∆B − ∆A
α A = α Aq + (2 M A + M B ) +
6EJ L
 L ∆A − ∆B
α B = α Bq + (M A + 2M B ) +
 6EJ L

78
Capitolo10 TRAVE CONTINUA

0 1 i-1 i i+1 n n+1

L1 L i-1 Li L i+1 Ln L n+1

Primo possibile sistema principale:

X1 X i-1 Xi X i+1 Xn

Inconveniente operativo:
nelle equazioni di Müller-Breslau tutti i coefficienti η ik sono diversi da zero. La matrice dei
coefficienti è “piena”.

Secondo possibile sistema principale:

Xi X i-1 Xi X i+1 Xn
Vantaggio operativo:
nelle equazioni di Müller-Breslau, qualunque sia il numero delle campate, i coefficienti ηik non
nulli, in ciascuna equazione, sono al massimo tre.
Per questo, l’equazione – tipo viene denominata “equazione dei tre momenti”. La matrice dei
coefficienti è “a banda”.

N.B. – Caso particolare: EJ = cost. in ciascuna campata.


Supponiamo che gli appoggi abbiano cedimenti (noti) ∆ i

Appoggio generico (i) intermedio:

79
Capitolo10 TRAVE CONTINUA

i i+1

(α i ,i −1 = −α i ,i +1 )
i-1 L i E i Ji i L i+1E i J i+1 i+1
i-1
i-1,i i i+1
i,i-1
i,i+1

i+1,i
sistema

i-1 i i+1 principale


(con q i + X i + ∆ i )
q i q i+1

a) 0 0
i,i-1 i,i+1

i-1 i i+1

NB.
i-1 i i+1 Le altre campate
b)
non danno
i-1 i
contributo
i+1
i,i-1 i,i+1

i,i-1 i,i+1

X i-1 X Xi X
X i+1
i,i-1 i,i+1
c)

i-1 i i+1

a) + b) + c) devono rispettare la congruenza:


nel nodo intermedio (i) deve essere α i ,i −1 + α i ,i +1 = 0

sistema
i-1 L i E i Ji i L i+1 E i+1 Ji+1 i+1
principale

Equazione di Müller-Breslau per l’appoggio (i):

η i = ηi 0 + ηi∆ + ∑η X k
ik k (1)

80
Capitolo10 TRAVE CONTINUA

• ηi = rotazione relativa effettiva fra le campate in (i) = 0

• ηi 0 = stessa rotazione nel sistema principale, dovuta al carico = M i M 0 EJds



s

z z -1 z
z - -1+
Li L i+1 Mi

1 1
i-1 i i+1
qi q i+1
M0

M0i-1,i M0i,i+1

M i è diverso da zero solo nelle due campate adiacenti il nodo. Quindi:


Li L i +1
M i M i0−1,i M i M i0,i +1
ηi0 =

0
EiJi
dz +

0
E i +1 J i +1
dz

• ηi∆ = stessa rotazione nel sistema principale, dovuta ai cedimenti ∆

∆ i − ∆ i −1 ∆ i − ∆ i +1 i-1 i i+1
η i∆ = + Li L i+1
Li L i +1 i-1

i
i+1

i i-1 i+1 i
Li L i+1

• η ii = stessa rotazione nel sistema principale dovuta a X i = 1


Li L i +1
M i2 z2 (− 1 + z L i+1 )2 Li L i +1
η ii =

s
EJ
ds =

0
L2i E i J i
dz +
∫0
E i +1 J i +1
= +
3E i J i 3E i +1 J i +1

81
Capitolo10 TRAVE CONTINUA

• η ik (i ≠ k ) = stessa rotazione nel sistema principale, dovuta a Xk = 1 (i ≠ k )

Li z
M i −1 M i − z L i (− 1 + z L i ) -1+
∫ ∫
M i-1
η i ,i −1 = ds = dz = 1 Li
EJ E i −1 J i −1
s 0

= L i 6E i J i Li
i-1 z i
- M i+1
L i +1
L i+1
M i M i +1 (− 1 + z L i )(− z L i+1 ) 1
η i ,i +1 =

s
EJ
ds =
∫ 0
E i +1 J i +1
dz =
L i+1
= L i +1 6E i +1 J i +1 i i+1

0 1 i-1 i i+1 n n+1

L1 L i-1 Li L i+1 Ln L n+1

X1 X i-1 Xi X i+1 Xn

η i = η i 0 + η i∆ + ∑η X k
ik k (1)

Riassumendo per il generico nodo intermedio ( i ):

• ηi = 0

−z  z 
Li L i +1 Li   ⋅ M 0 i −1,i L i +1  − 1 +
  ⋅ M i0,i +1
M i M i0−1,i M i M i0,i +1  Li  L i +1 
• ηi0 =

0
EiJi
dz +
∫0
E i +1 J i +1
dz =
∫0
EiJi
dz + 

0
E i +1 J i +1
dz

82
Capitolo10 TRAVE CONTINUA

osservando che i due integrali esprimono le due rotazioni assolute α i0,i −1 e α i0,i +1 , provocate dal

carico nel sistema principale, possiamo scrivere:


−z  z 
Li   ⋅ M 0 i −1,i L i +1  − 1 +
  ⋅ M 0 i ,i +1
 Li  L i +1 
η i 0 = α i0,i −1 (q i ) + α i0,i +1 (q i +1 ) ; α i0,i −1 (q i ) =

0
EiJi
dz ; α i0,i +1 (q i +1 ) = 

0
E i +1 J i +1
dz

N.B. – Tenendo presente il loro significato, è evidentemente lecito calcolare α i0,i −1 (q i ) e α i0,i +1 (q i +1 )

anche con procedimenti alternativi (ad esempio con le analogie di Mohr)

∆ i − ∆ i −1 ∆ i − ∆ i +1
• η i∆ = +
Li L i +1

Li Li +1
• ηii = +
3E i J i 3E i +1J i +1

• η ik (i ≠ k ) = L i 6E i J i se k = i − 1
η ik (i ≠ k ) = L i +1 6E i +1 J i +1 se k = i + 1 (o negli altri casi)

L’equazione (1) di Müller-Breslau diventa:

 L L i +1 
X i +1 = −(α i0,i −1 (q i ) + α i0,i +1 (q )) +
Li L i +1
X i −1 +  i + X i +
6E i J i  3E i J i 3E i +1 J i +1  6E i +1 J i +1
∆  1 1  ∆ 
+  i −1 −  + ∆ i + i +1 
 L i  L i L i +1  L i +1 

0 1 i-1 i i+1 n n+1

L1 L i-1 Li L i+1 Ln L n+1

Xi X i-1 Xi X i+1 Xn

83
Capitolo10 TRAVE CONTINUA

 L L i +1 
X i +1 = −(α i0,i −1 (q ) + α i0,i +1 (q )) +
Li L i +1
X i +  i + X i +
6E i J i 3E J
 i i 3E J
i +1 i +1  E J
i +1 i +1

∆  1 1  ∆ 
+  i −1 −  + ∆ i + i +1 
 L i  L i L i +1  L i +1 

equazione dei tre momenti (o di Bertot – Clapeyron).

Casi particolari:

1) vincoli non cedevoli


 L L i +1 
Li
6E i J i
X i −1 +  i + X i +
L i +1
[
X i +1 = − α i0,i −1 (q ) + α i0,i +1 (q ) ]
 3E i J i 3E i +1 J i +1  6E i +1 J i +1

2) carico costante sulla campata qi q i+1


Li
1  Lz z2 
α i0,i −1 =
Ei Ji ∫ (− zi
0
Li ) q i i − q i dz =
 2 2
Li L i+1
= − q L 24E i J i3
i i i-1 i i+1
L i +1
q
1  L z z2 
α =
∫ (− 1 + z Li +1 ) q i +1 i +1 − q i +1 dz =
0
i , i +1
E i +1J i +1  2 2
0

= −q L 3
i +1 i +1 24E i +1J i +1
qL z2
M0 = z-q

Li  Li L i +1  L i +1 q i L3i q i +1 L3i +1
• 
X i −1 +  + 
X i + 6E J X i +1 = 24E J + 24E J
6E i J i  3E i J i 3E i +1 J i +1  i +1 i +1 i i i +1 i +1

3) EJ = costante

• L i X i −1 + 2(L i + L i +1 )X i + L i +1 X i +1 =
1
4
(
q i L3i + q i +1 L3i +1 )

4) q = costante

• Li X i −1 + 2(Li + Li +1 )X i + Li +1X i +1 =
4
(
q 3
Li + L3i +1 )

84
Capitolo10 TRAVE CONTINUA

5) L = costante
qL2
• X i −1 + 4X i + X i +1 =
2

N.B. – facciamo per semplicità riferimento al caso 5) in cui:


qL2
X i −1 + 4X i + X i +1 =
2
ma le considerazioni valgono, nella sostanza, in generale.

a) L’equazione ricorrente ha 3 incognite. Quelle riguardanti i = 1 e i = n ne hanno 2.


q q
X1 X2
2
qL
Esempio, per i = 1 (X i −1 = X 0 = 0) : 4X1 + X 2 =
2
0 1 2

b) In una trave a due campate si ha una sola incognita ed una sola equazione:
qL2 qL2
4X1 = → X1 =
2 8
qL2 M
X1 _ 8

+
0 1 2 0 1 2

c) Se un nodo estremo (per es. (0)) è incastrato, vi è un’incognita in più. Si può allora scrivere
l’equazione anche per il nodo (0), immaginando che l’incastro corrisponda ad una ulteriore
campata virtuale, di luce L = 0

qL2 (-1) L
4X 0 − X1 =
4 0 1

d) Calcolate le iperstatiche X i , sono noti i momenti all’estremo delle campate. È immediato


calcolare anche i tagli: i-1 i

qL X i −1 − X i
Ti −1,i = + (-1)
2 L
i-1 i
qL X i − X i −1
Ti ,i −1 = +
2 L
85
Capitolo10 TRAVE CONTINUA

TRAVE CONTINUA – APPLICAZIONI

1) q

0 1 2 3 4

L L L L L

X1 X2 X3 X4

Campate uguali: EJ = cost. , q =cost.


qL2
X i −1 + 4X i + X i +1 =
2

Per simmetria, X 1 = X 4 ; X 2 = X 3
(1) 4X 1 + X 2 = qL 2
2

 4 2
(2) X 1 + 4X 2 + X 3 = qL2 2
4X 1 + X 2 = qL2 2 X1 = qL
(3) X + 4X + X = qL2 2 
38
 2 3
 X 1 + 5X 2 = qL 2
3 4 2
(4) X + 4X = qL2 2 X 2 = qL2
 3 4 38

+ + + + +

M
2)

0 1 2 3 4 5

Campate uguali – EJ = cost.

Equazione dei 3 momenti, caso particolare 1), EJ / L = cost.

X i −1 + 4X i + X i +1 = −
6EJ 0
L
[
α i ,i −1 + α i0,i +1 ]

86
Capitolo10 TRAVE CONTINUA

M z
 6EJ 0 -M+ z
4X 1 + X 2 = − L α 1,0 = −M
L L
 X + 4X + X = 0 -M -1
 1 2 3

 X 2 + 4X 3 + X 4 = 0
 M0 M1
 X 3 + 4X 4 = 0 0 0

L
M  z  z ML
α =
∫ EJ ⋅  − 1 + L  ⋅  − L  = 6EJ
0
10
0

1 4 15 56
X 4 = − ⋅ X 3 ; X 3 = − ⋅ X 2 ; X 2 = − ⋅ X1 ; X1 = − ⋅M
4 15 56 209

-M X1 X2 X3 X4
M
+ + M

0 1 2 3 4 5

87