Sei sulla pagina 1di 1

Progetto Café chantant

Eccolo, Gabriele D’annunzio al suo solito tavolino intento a comporre i versi da consegnare nelle mani di
Tosti mentre un po’ più in là si consumano i racconti e le note di Gambardella ed Ottaviano; non molto
lontano si riconosce la partitura su cui viene decantato l’amore di Di Giacomo e Costa e nel frattempo la
sciantosa Lilì Kangy canta le sue illusioni davanti agli occhi di un compositore francese. Due città: Napoli e
Parigi, uno spazio affollato di musica e parole, un abbraccio tra note e versi che esprimono un caleidoscopio
di emozioni divise anche tra il serio ed il faceto per una ricca e controversa belle epoque. Tutto questo è
“Café chantant” dove si vive anche la scelta di riarrangiare ogni brano e ritoccarlo nel suo linguaggio,
strizzando l’occhio al jazz.

Nives Raso

Fin dalla tenera età mostra interesse per il canto, partecipando a vari concorsi, ottenendo meriti e
riconoscimenti . Muove i passi nella tecnica vocale sotto la guida del M° Melinda Bernaudo. Frequenta i
seminari sul metodo “Estill Voice Training”. Entra nel “Soul sighs gospel choir” diretto da Elisa Brown e nel
ruolo di contralto sarà nell’ album(Yrros) inciso da quest’ ultima. Prosegue i suoi studi nel jazz sotto la guida
del M° Carlo Lomanto, insegnante presso il Conservatorio Giuseppe Martucci. Segue le masterclass della
cantante jazz Roberta Gambarini. Ideatrice del progetto “Moruga” che porterà al Peperoncino Jazz Festival,
all’ apertura del Festival delle Serre di Cerisano, all’ opening act del pianista Giovanni Guidi ed alle
collaborazioni con i musicisti Marco Zurzolo e Bruno Marrazzo.